WorldWideScience

Sample records for provvedimento emanato sulla

  1. Nuove prospettive storiografiche sulla Grande guerra: violenze, traumi, esperienze

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Bizzocchi

    2014-03-01

    Full Text Available Il testo propone, attraverso l’analisi delle recensioni pubblicate sulla rivista internazionale “First World War Studies”, una rassegna su alcuni recenti studi storici sulla Prima guerra mondiale. Dopo la svolta degli anni Settanta-Ottanta, la storiografia sta continuando ad approfondire in particolare il tema dei risvolti sociali e culturali della Grande guerra.

  2. Cultura e interazioni sociali: riflessioni sulla storia, sulla geografia e sulla lingua italiana per una didattica contemporanea interculturale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giorgio Rini

    2013-05-01

    Full Text Available Riassunto Volgendo lo sguardo verso la complessità sociale non possiamo non sentire la necessità di fare alcune riflessioni che riguardano i contatti con le altre culture sia sul piano didattico, nella scuola, sia sull’interazione sociale. Da questo punto di vista appare urgente una riflessione approfondita che vada a toccare i valori espressi dalla multiculturalità, se non altro per com-prendere meglio il contesto locale nel quale viviamo. Allo scopo vogliamo partire proprio da lontano nel tempo e partiamo dal concetto di mito e dalle narrazioni in esso contenute.A nostro avviso i concetti espressi dal mito si prestano molto bene per la costruzione di un percorso che questo lavoro vuole sviluppare e che toccherà da vicino alcune riflessioni sulla lingua italiana, sulla storia e sulla geografia. Si tratta di prendere le mosse dai risvolti che le vicende mitologiche assumono per farne una rilettura di carattere pedagogico, antropologico e psicologico. Parole chiave: interculturalità, interazione, storia, didattica, contesto locale, scuolaCultures and social interactions: reflections on history, geography and Italian lan-guage for a contemporary intercultural didactics AbstractIf you look towards the current social complexity we certainly feel the need to make some reflections concerning contacts with other cultures both in terms of teaching in the school, and on a social level. From this point of view, an in-depth reflection seems urgent which hits the values expressed by many cultures, even if only to better understand the local context we live in, and the necessary changes for a new structure intercultural learning. With this intent, we want to start from far away in time and we start from the concept of myth and the narratives contained in it. In our opinion, the concepts expressed by myth apply very well to the construction of a path that this work aims at developing and that will closely touch some reflections on the Italian language

  3. Evaluation of genetic diversity in Sulla coronaria from different ...

    African Journals Online (AJOL)

    Five oligonucleotides generating 116 markers complementary to simple sequence repeats were used in order to characterize wild and cultivated ecotypes of Sulla coronaria and assess genetic diversity suitable in breeding programs. While analysing populations, a large genetic variability was revealed and supported by ...

  4. Effects of Sulla forage (Sulla coronarium L.) on the oxidative status and milk polyphenol content in goats.

    Science.gov (United States)

    Di Trana, A; Bonanno, A; Cecchini, S; Giorgio, D; Di Grigoli, A; Claps, S

    2015-01-01

    Twelve milking Girgentana goats were allocated into 3 groups and fed 3 diets ad libitum in a 3×3 Latin square design with 3 periods. The diets were Sulla fresh forage ad libitum (SUL), Sulla fresh forage ad libitum and 800g/d of barley meal (SULB), and mixed hay ad libitum and 800g/d of barley meal (HB). Changes were observed in total polyphenol intake, plasma oxidative status, plasma polyphenol content, metabolic status, milk polyphenol content, and total antioxidant capacity. The fresh forage diets (SUL and SULB) increased dry matter, total polyphenol, nontannic polyphenol and tannin intakes, and the milk total protein, casein, milk total polyphenols, and milk free polyphenols compared with the HB diet. The intake of condensed tannins was higher in the SUL than in the HB group, and an intermediate value was recorded for the SULB group. Plasma from the SUL- and SULB-fed goats exhibited greater total antioxidant capacity and greater total polyphenol and free polyphenol levels compared with the plasma from the HB group. Positive correlations between plasma total antioxidant capacity and condensed tannins intake (r=0.43), plasma total polyphenol and total polyphenol intake (r=0.61), and plasma free polyphenol and milk total polyphenols (r=0.38) were observed. The correlation between milk free polyphenols and whey total antioxidant capacity (r=0.42) highlights the role of free polyphenols in the determination of the antioxidant activity of milk. These results indicate that Sulla fresh forage exerts an antioxidant activity due to its secondary compounds that provide additional antioxidant value and that Sulla forage appears to be a promising strategy for improving product quality. Copyright © 2015 American Dairy Science Association. Published by Elsevier Inc. All rights reserved.

  5. Note sulla concezione del post mortem presso gli Ittiti

    DEFF Research Database (Denmark)

    Vigo, Matteo; Bellucci, Benedetta

    significato escatologico della morte; 2) la definizione dello status ultraterreno dei defunti (i.e. il diverso trattamento del defunto, ad esempio dal punto di vista cultuale, sulla base della sua condizione sociale); 3) il delineamento dei caratteri e delle funzioni delle divinità ultra-terrene; 4) la...... supporto, laddove possibile, dell’indagine archeologica (e.g. corredi funerari; iconografie dell’ultraterreno, come raffigurazioni di divinità ctonie, sovrani divinizzati post mortem e loro attributi). Lo scopo di questa breve presentazione è quello di fornire un quadro completo ed aggiornato delle...

  6. Una rivisitazione delle teorie di Modigliani sulla finanza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Terenzio Cozzi

    2005-06-01

    Full Text Available L’articolo esamina l’influenza dei contributi di Modigliani su questioni di finanza. La teoria dell’habitat preferito, proposta per spiegare la struttura a termine dei tassi di interesse, è stata utilizzata dagli operatori finanziari fino agli anni '80. Poi è statamessa da parte come obsoleta, ma sembra che oggi possa di nuovo riprendere validità. Il teorema di Modigliani-Miller, oggetto di innumerevoli critiche, rimane comunque un pilastro nella teoria della finanza. Per contro, la tesi sulla sottovalutazione irrazionale della quotazioni azionarie nei periodi di inflazione halasciato del tutto indifferenti gli operatori finanziari. Ma molti economisti concordano con la conclusione che i mercati possono per lungo tempo svolgere male il compito di indirizzare le risorse verso gli impieghi più produttivi.

  7. OSSERVAZIONI SULLA BIOLOGIA DI VESPERUS MACROPTERUS (Coleoptera, Cerambycidae

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniele Sechi

    2011-04-01

    Full Text Available Il presente lavoro fornisce un primo contributo alla conoscenza della biologia di Vesperus macropterus Sama, 1999 ed è basato su osservazioni in campo, effettuate in un sito della provincia di Cagliari. Le femmine di questa specie depongono le uova sulle infiorescenze disseccate di alcune piante erbacee anche a più di 1,5 m di altezza; le larve neonate raggiungono il terreno spostandosi sulla superficie o all’interno della pianta, a seconda della specie vegetale dove è avvenuta la deposizione. In nessuna altra specie del genere Vesperus Dejean, 1821 è mai stata osservata una tale biologia. Si ipotizza inoltre che esista una correlazione tra lo sviluppo delle ali membranose delle femmine e l’atipica strategia di ovideposizione della specie.

  8. VII Workshop Italiano sulla fisica pp a LHC

    Science.gov (United States)

    LHCpp2016 è la settima edizione dell'incontro nazionale sulla fisica p-p a LHC. Questa serie di incontri è nata a Pisa nel 2003 con lo scopo di stimolare lo scambio di idee tra le comunità sperimentali di ATLAS, CMS e LHCB e la comunità teorica. Caratteristica fondamentale di questi incontri è la preparazione di larga parte dei talk in collaborazione tra i vari esperimenti e la comunità teorica. Largo spazio nella preparazione e presentazione dei talk viene dato ai giovani ricercatori. In questa settima edizione, che si tiene di nuovo a Pisa, vogliamo concentrare l'attenzione sulle potenzialità di scoperta offerte dai dati raccolti durante il runII di LHC.

  9. Primi dati sulla chirotterofauna del Parco Nazionale del Circeo (Lazio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Mastrobuoni

    2003-10-01

    Full Text Available Il Parco Nazionale del Circeo è situato sulla costa del Lazio meridionale, nella provincia di Latina, ed ha un?estensione di circa 8.400 ha. Il territorio è caratterizzato da una notevole complessità di ambienti rappresentati principalmente dalla foresta planiziale, da quattro laghi costieri (Fogliano, Monaci, Caprolace, Sabaudia con gli acquitrini circostanti, dalla duna litoranea, dal Promontorio del Circeo (Picco di Circe 541 m s.l.m. e dall?Isola di Zannone. Grazie alla sua elevata diversità ambientale ed all?ampia disponibilità di habitat acquatici importanti per il foraggiamento, il Parco è, potenzialmente, un?area di notevole interesse per i Chirotteri. Il livello di conoscenza scientifica di molti gruppi di Vertebrati terrestri del territorio dell?area protetta si presenta ancora molto scarno e lacunoso; in particolare i Chirotteri costituiscono molto probabilmente il gruppo in assoluto meno conosciuto. Dal febbraio 2002 gli autori hanno avviato una ricerca sulla composizione in specie e sulla distribuzione della chirotterofauna del Parco. Nell?ambito della ricerca sono state utilizzate tecniche di rilievo diretto, quali l?ispezione di cavità naturali ed artificiali, edifici, resti archeologici, ponti, con cattura e successivo rilascio di alcuni individui; con l?ausilio di un bat detector, nelle modalità ?divisione di frequenza? ed ?eterodina?, sono state effettuate perlustrazioni del territorio dell?area protetta per individuare quei siti caratterizzati da una notevole attività di volo e di foraggiamento e quindi predisporre, per la stagione di campo 2003, un protocollo di catture con mist nets. L?indagine ha permesso, fino ad oggi, di ottenere una prima serie di dati; è stata rilevata la presenza di: Rhinolophus ferrumequinum, Rhinolophus hipposideros, Myotis myotis, Myotis daubentonii, Pipistrellus kuhli, Tadarida teniotis. A queste vanno aggiunte tre

  10. Sulla responsabilità civile del giudice canonico. Profili giurisdizionali

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Beatrice Serra

    2011-12-01

    Full Text Available Il contributo è destinato alla pubblicazione nella Rivista Ius Ecclesiae. SOMMARIO: 1. Una nuova questione di giurisdizione – 2. La vicenda che ha condotto al ricorso - 3. Due opposte chiavi di lettura: a La violazione delle norme canoniche da parte del giudice ecclesiastico quale causa di un danno ingiusto ex art. 2043 c.c. Le confessioni religiose come formazioni sociali ex art. 2 Cost. e la garanzia del diritto al giusto procedimento quale limite dell’autonomia confessionale - 4. La Chiesa cattolica quale ordinamento giuridico originario e primario. Insindacabilità dell’azione del giudice canonico quale svolgimento di un potere espressione della libertà ed autonomia riconosciuta alla Chiesa nel suo ordine- 5. I principi a fondamento della decisione delle Sezioni Unite: a Il processo canonico sulla nullità di un matrimonio concordatario è una realtà esterna ed estranea all’ordinamento statale - 6. Non ogni soggetto che svolge la funzione giudiziale canonica è ministro di culto in senso civilistico. Il sindacato statale sull’applicazione delle norme confessionali quale atto fortemente invasivo dell’autonomia confessionale. Il profilo positivo e negativo del criterio della funzionalità e il controllo del rispetto della legge penale italiana quale causa di deroga al principio di non ingerenza nell’ordine confessionale. La risoluzione del problema della “competenza delle competenze” in prospettiva canonistica - 7. Rilievi conclusivi.

  11. INDAGINI INTERNAZIONALI E NAZIONALI SULLA COMPETENZA DI LETTURA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniela Bertocchi

    2011-02-01

    Full Text Available In questo articolo si analizzano le principali componenti della competenza di lettura: in altri termini, quali operazioni un individuo deve saper compiere con un e su un testo scritto per poter essere definito “lettore competente”? Le componenti della lettura sono identificate sulla base dei Quadri di riferimento di importanti indagini nazionali (INVALSI SNV e internazionali (OCSE PISA. I Quadri fianno riferimento a competenze di lettori madrelingua, ma le componenti di lettura, di per sé, devono essere sviluppate anche in L2. Vengono poi descritti i livelli di literacy (alfabetizzazione funzionale presi come base da OCSE PISA per descrivere le competenze di lettura degli studenti quindicenni.  Dopo un’analisi dei risultati ottenuti dagli studenti Italiani nell’indagine PISA 2006 e dei risultati della Prova Nazionale al termine del primo ciclo di istruzione (esame di stato 2008-2009, si formulano alcune proposte per il miglioramento delle competenze di lettura degli studenti italiani, certamente possibile attraverso una opportuna e coerente didattica nei dieci anni di istruzione obbligatoria.     National and international surveys of reading competence   This article studies the main components of reading competence: in other words, what operations an individual needs to carry out in order to be defined a “competent reader” with respect to a written text? The components of reading are identified based on the Reference Frameworks of important national (INVALSI SNV and International (OSCE PISA surveys.  The Frameworks refer to the competences of mother tongue readers, but the components of reading, for itself, also need to be developed in the L2.  The literacy levels are also described on which OSCE PISA is based, in order to discuss the reading competence of 15-year old students.  After analyzing the National results of Italian students in the PISA 2006 survey and the results from the National test at the end of the first

  12. TAPPE DI INTEGRAZIONE. FORMAZIONE CIVICA E INFORMAZIONE SULLA VITA CIVILE

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Graziella Favaro

    2015-07-01

    Full Text Available Il testo Tappe d’integrazione prodotto nell’ambito di un progetto cofinanziato dall’Unione Europea e dal Ministero dell’Interno italiano, presenta una serie di materiali semplici e operativi elaborati dal Centro Come e dai docenti impegnati nei corsi di italiano per stranieri della rete della Cooperativa “Farsi prossimo” - Caritas regionali per accompagnare i primi passi dell’integrazione in Italia attraverso la conoscenza della città e dei servizi per tutti; le informazioni sull’uso dei servizi e delle opportunità; il sostegno per l’assunzione di ruoli sociali comuni, quali quello di lavoratore, genitore, paziente, consumatore...; l’esplicitazione dei diritti e dei doveri comuni.Il testo adotta il punto di vista dell’immigrato di recente arrivo e cerca di mettersi nei suoi panni per rispondere alle domande d’informazione più immediate e alle necessità proprie della prima fase di inserimento.Può essere utilizzato in classe, nell’ambito dei percorsi di formazione linguistica, proponendo quindi l’italiano per vivere e per fare, il lessico e le strutture linguistiche legate alla prima comunicazione e al livello cosiddetto di “sopravvivenza”. Può essere utilizzato anche nelle sessioni di “formazione civica e informazione sulla vita civile”, rivolte agli immigrati di recente arrivo che sottoscrivono l’accordo di integrazione o che devono acquisire i crediti necessari per il permesso di soggiorno.I materiali informativi sono stati costruiti dai docenti – sulla base di un’idea progettuale e di un format condivisi – proprio grazie alla disponibilità dei corsisti, i quali hanno vi hanno messo la loro faccia, ma hanno anche contribuito a definire meglio la storia, a precisare le domande, le situazioni e i bisogni, a indicare le urgenze e le mosse da intraprendere.La particolarità del testo Tappe d’integrazione sta quindi anche nel processo che ha portato alla sua realizzazione e che ha visto gli

  13. Ancient Political Autobiography and Civil War : Anchoring Fortuna in the commentarii of Sulla, Cicero and Caesar

    NARCIS (Netherlands)

    Klooster, Julia

    2015-01-01

    To analyze changes in mentality during and after the Civil Wars, this paper studies a number of commentarii and hypomnemata, political autobiographies or memoirs, from the late Roman Republic. (a.o. the fragments of the works of Sulla, and Cicero, and the Bellum Civile of Caesar). Previous

  14. High-quality permanent draft genome sequence of Rhizobium sullae strain WSM1592; a Hedysarum coronarium microsymbiont from Sassari, Italy.

    Science.gov (United States)

    Yates, Ron; Howieson, John; De Meyer, Sofie E; Tian, Rui; Seshadri, Rekha; Pati, Amrita; Woyke, Tanja; Markowitz, Victor; Ivanova, Natalia; Kyrpides, Nikos; Loi, Angelo; Nutt, Brad; Garau, Giovanni; Sulas, Leonardo; Reeve, Wayne

    2015-01-01

    Rhizobium sullae strain WSM1592 is an aerobic, Gram-negative, non-spore-forming rod that was isolated from an effective nitrogen (N2) fixing root nodule formed on the short-lived perennial legume Hedysarum coronarium (also known as Sulla coronaria or Sulla). WSM1592 was isolated from a nodule recovered from H. coronarium roots located in Ottava, bordering Sassari, Sardinia in 1995. WSM1592 is highly effective at fixing nitrogen with H. coronarium, and is currently the commercial Sulla inoculant strain in Australia. Here we describe the features of R. sullae strain WSM1592, together with genome sequence information and its annotation. The 7,530,820 bp high-quality permanent draft genome is arranged into 118 scaffolds of 118 contigs containing 7.453 protein-coding genes and 73 RNA-only encoding genes. This rhizobial genome is sequenced as part of the DOE Joint Genome Institute 2010 Genomic Encyclopedia for Bacteria and Archaea-Root Nodule Bacteria (GEBA-RNB) project.

  15. Caravaggio a Milano, 1951. Il dibattito sulla carta stampata: critica e militanza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Casati, Alessandra

    2015-10-01

    Full Text Available La mostra dedicata a Caravaggio, che si tenne a Milano nella primavera del 1951 a cura di Roberto Longhi, rappresentò un momento culminante degli studi caravaggeschi della prima metà del XX secolo e segnò uno spartiacque nella storia critica del maestro lombardo. In questa sede si prendono in esame testimonianze sinora poco valutate, ovvero le recensioni e gli articoli apparsi sulla stampa periodica non specialistica e sui quotidiani, che offrono materia per una riflessione più ampia sul tema del realismo.

  16. “Il coraggio di essere giovani”: un progetto sulla Fgci di Modena degli anni Ottanta

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Claudia Capelli

    2015-12-01

    Full Text Available L’Istituto Storico di Modena promuove una ricerca sulla Fgci di Modena degli anni Ottanta con l'obiettivo di cominciare a riflettere sul decennio conclusivo della storia del Pci, un periodo di crisi profonda della cultura politica comunista che la storiografia non ha ancora affrontato in modo sistematico. Il caso modenese permette di osservare alcuni importanti elementi dell'esperienza della Fgci “rifondata”, come il nuovo approccio alla comunicazione politica e il rapporto con i movimenti sociali.

  17. Primi dati sulla dieta della lucertola ocellata Timon lepidus (Daudin, 1802 in Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sebastiano Salvidio

    2006-01-01

    Full Text Available La lucertola ocellata Timon lepidus (Daudin, 1802 è diffuso nella penisola iberica, nel sud della Francia e nella Liguria occidentale e centrale (Mateo e Cheylan, 1997, regione che costituisce il limite orientale della sua distribuzione (Camerano, 1885; Bruno, 1982; Ferri et al., 1991. In Italia, l’areale della specie è frammentato (doria e Salvidio, 1994 con popolazioni isolate, spesso minacciate dalla continua alterazione degli habitat idonei e in particolare dagli incendi e dalla continua edificazione delle aree costiere (Salvidio et al., 2004. L’interesse biogeografico e conservazionistico di queste popolazioni al limite di areale è pertanto evidente, ma i dati sulla biologia di questo lacertide in Italia sono ancora scarsi e le informazioni riportate da Corti e Lo Cascio (1999 si riferiscono solo alle popolazioni spagnole e francesi.

  18. ELENA MODENA, L'altrOrfeo. Considerazioni analitiche sulla vocalità, Roma, Aracne, 2009

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Adriana Guarnieri

    2012-11-01

    Full Text Available Il volume propone un’indagine sulla vocalità ispirata al «metodo funzionale della voce» di Gisela Rohmert, didatta e fondatrice del Lichtenberger Institut für angewandte Stimmphysiologie, attivo in Germania dal 1982 . Da quell'esperienza – un metodo di pedagogia della voce fondato sullo studio della fisiologia vocale e del «fatto vocale» in quanto evento acustico e stimolo percettivo – Elena Modena ha derivato e illustra in questo libro una sua proposta di «analisi funzionale» della vocalità, storicamente considerata e rivolta, insieme, all’àmbito dell’emissione e a quello dell’ascolto.

  19. Effetti dei blocchi totali del traffico motorizzato sulla concentrazione dei principali inquinamenti atmosferici

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    C. Signorelli

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: il contenimento degli inquinamenti atmosferici attraverso blocchi parziali e totali dei veicoli circolanti nelle aree critiche è un tema molto dibattuto negli ultimi anni, soprattutto in relazione all’efficacia a breve e medio termine di questi provvedimenti sulla concentrazione degli inquinanti nell’aria. Sulla base dei dati diffusi dall’ARPA della Regione Lombardia sono stati analizzati gli effetti di due blocchi totali del traffico motorizzato, avvenuti in due domeniche dell’inverno 2001-2002, sulle concentrazioni di due inquinanti specifici per il traffico veicolare, il PM10 e il benzene.

    Metodologia: l’analisi è stata condotta in Lombardia considerando i dati ambientali delle tre zone critiche dove sono stati registrati i valori più elevati di inquinanti atmosferici e dove sono stati attuati i blocchi del traffico come misura d’emergenza (Milano, Como e Sempione. Tramite l’elaborazione di alcuni parametri metereologici, di grafici e di dati relativi l’andamento delle medie giornaliere e orarie degli inquinanti considerati è stata, quindi valutata l’efficacia dei blocchi stradali ai fini della diminuzione dell’inquinamento atmosferico.

    Risultati: i risultati ottenuti hanno evidenziato che le concentrazioni di inquinanti subiscono complessivamente un calo nelle ore di blocco del traffico, ma risalgono rapidamente a partire dalle ore successive la conclusione dei blocchi e non subiscono variazioni significative nei giorni successivi. I fattori metereologici (vento e pioggia intensa rivestono grande importanza nel condizionare la concentrazioni di PM10 e benzene.

    Conclusioni: i risultati confermano che i provvedimenti d’emergenza di limitazione del traffico non rappresentano una soluzione definitiva per ridurre complessivamente l’inquinamento atmosferico nelle aree urbane. Risulta, quindi, necessario effettuare

  20. Valorisation des terres en pente par le sulla du nord (Hedysarum coronarium L. en condition de semis direct

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bouajila Khedija

    2013-06-01

    Full Text Available Le sulla du nord (Hedysarum coronarium L. variété Bikra 21 a été installée selon deux modes d’installation (semis direct et conventionnel, dans le but d’une valorisation des terres se trouvant en pente de 6 % dans la région de Boussalem appartenant au gouvernorat de Jandouba (nord-ouest de la Tunisie. Les taux de couverture de la végétation ont été de  85 et 60 % respectivement en semis conventionnel et direct. Selon le mode d’installation de l’espèce, les productions énergétiques et protéiques ont varié respectivement de 2100 à 5120 UFL/ha et 445 à 1084 Kg/ha. Le sulla installé d’une manière conventionnelle produit significativement les meilleures biomasses.  Dans les conditions d’installation classique, les restitutions organique et azotée assurées par le sulla ont été estimées à 2,28 t/ha et 110 Kg/ha. Quelque soit le mode de semis, la fréquence des adventices a varié de l’amont à l’aval de la pente de 50 à 20 %. Cette réduction est corrélée avec l’état de croissance du sulla. Plus les conditions du milieu naturel sont favorables à l’espèce moins les adventices se développent. Mots clés: semis direct et conventionnel, résidus organiques et azotés, productions énergétique et protéique.

  1. Relevance of Fucose-Rich Extracellular Polysaccharides Produced by Rhizobium sullae Strains Nodulating Hedysarum coronarium L. Legumes

    Science.gov (United States)

    Carpéné, Marie-Anne; Couderc, François; Benguedouar, Ammar

    2013-01-01

    Specific and complex interactions between soil bacteria, known as rhizobia, and their leguminous host plants result in the development of root nodules. This process implies a complex dialogue between the partners. Rhizobia synthesize different classes of polysaccharides: exopolysaccharides (EPS), Kdo-rich capsular polysaccharides, lipopolysaccharides, and cyclic β-(1,2)-glucans. These polymers are actors of a successful symbiosis with legumes. We focus here on studying the EPS produced by Rhizobium sullae bacteria that nodulate Hedysarum coronarium L., largely distributed in Algeria. We describe the influence of the carbon source on the production and on the composition of EPS produced by R. sullae A6 and RHF strains. High-molecular-weight EPS preserve the bacteria from desiccation. The structural characterization of the EPS produced by R. sullae strains has been performed through sugar analysis by gas chromatography-mass spectrometry. The low-molecular-weight EPS of one strain (RHF) has been totally elucidated using nuclear magnetic resonance and quantitative time-of-flight tandem mass spectrometry analyses. An unusual fucose-rich EPS has been characterized. The presence of this deoxy sugar seems to be related to nodulation capacity. PMID:23183977

  2. Effetti sulla salute dellíassistenza continuativa nell´anziano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G. Battistella

    2003-05-01

    Full Text Available Questo studio analizza gli effetti sulla salute dell’indennità di accompagnamento negli assistiti anziani. Esso studia i bisogni espressi ed i relativi carichi assistenziali pubblici, comparando gli anziani non autosufficienti con invalidità del 100%, compresa tra il 34 e il 99%. La popolazione di riferimento è quella assistita dall’ASL di Treviso (370 mila residenti. Lo studio è realizzato con la procedura del record linkage all’anagrafe sanitaria degli archivi aziendali informatizzati del 2002 (invalidità civile, esenzioni ticket, case di riposo, farmaceutica territoriale, specialistica ambulatoriale, SDO, pronto soccorso, cure termali. Lo studio comparativo dei costi sanitari pro capite, stimati dagli importi tariffari delle prestazioni, è realizzato stratificando la popolazione per profilo assistenziale (residenziale, non residenziale, età, sesso, principali patologie che necessitano di terapie a lungo termine (ipertensione arteriosa, diabete mellito, insufficienza cardiaca, malattie extrapiramidali, comorbosità. Vengono approfonditi i principali determinanti di costo delle strutture per acuti. Le malattie croniche sono i principali determinanti dei costi sanitari. L’aumento di consumo di risorse che si ha con l’invecchiamento non pare correlato all’invalidità. I non autosufficienti anziani hanno meno ricoveri per scompenso degli invalidi al 100% e, complessivamente, consumano meno risorse sanitarie. Un incremento delle risorse assistenziali per gli anziani con gravi problematiche funzionali determina un minor ricorso alle strutture per acuti e minori scompensi delle patologie croniche coesistenti.

  3. Molecular phylogenetic analysis of Rhizobium sullae isolated from Algerian Hedysarum flexuosum.

    Science.gov (United States)

    Aliliche, Khadidja; Beghalem, Hamida; Landoulsi, Ahmed; Chriki, Ali

    2016-07-01

    Isolates from root nodules of Hedysarum flexuosum, sampled from north region of Algeria, were analyzed on the basis of their phenotypic and molecular characteristics. They were tested for their tolerance to NaCl, pH, temperatures, antibiotics and heavy metals resistance. Interestingly, the isolate Hf_04N appeared resistant to ZnCl2 (50 μg/mL) and grew at high saline concentration up to 9 %. The phylogenetic positions of five isolates were studied by comparative sequence analysis of 16S rRNA, recA, nifH and nodD genes. There were grouped close to the Rhizobium sullae type strain in relation to their 16S rRNA, recA and nifH genes-based phylogenies. By contrast, the tree of nodD gene was not congruent with ribosomal, housekeeping and nitrogen fixation genes. We suggest that our strains have a novel nodD gene. The detection of conserved domains of NodD protein and nitrogenase reductase enzyme, confirm their ability to nodulate and fix nitrogen.

  4. “Dormì anmo sulla cassinna”. Nubili e celibi di fronte al matrimonio nel milanese

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena De Marchi

    2010-03-01

    Full Text Available Dormì anmo sulla cassinna” was an expression used by the peasants near Milan to refer to the male members of a family who had no power to make decisions about family matters or about their own future. The expression means “to still be sleeping in the barn” and it refers to the young family members, who where forced to sleep outside their peasant home or, more precisely, to sleep in the barn, due to the small dimensions of the peasant dwellings. The author analyzes the role of young family members, both male and female, in peasant families in the XVIII century and she describes the journey that took them to marriage, starting from their dowry and the choice of their future bride or bridegroom. L’articolo descrive il percorso compiuto da nubili e celibi prima di potersi unire in matrimonio nel Milanese del Settecento: la conquista di una dote, i rapporti all’interno della famiglia e fra famiglie, la scelta del coniuge.

  5. Effects of ewes grazing sulla or ryegrass pasture for different daily durations on forage intake, milk production and fatty acid composition of cheese.

    Science.gov (United States)

    Bonanno, A; Di Grigoli, A; Mazza, F; De Pasquale, C; Giosuè, C; Vitale, F; Alabiso, M

    2016-12-01

    Sulla (Sulla coronarium L.) forage is valued for its positive impact on ruminant production, in part due to its moderate content of condensed tannin (CT). The duration of daily grazing is a factor affecting the feed intake and milk production of ewes. In this study, the effects of grazing sulla pasture compared with annual ryegrass, and the extension of grazing from 8 to 22 h/day, were evaluated with regard to ewe forage intake and milk production, as well as the physicochemical properties and fatty acid (FA) composition of cheese. During 42 days in the spring, 28 ewes of the Comisana breed were divided into four groups (S8, S22, R8 and R22) that grazed sulla (S) or ryegrass (R) for 8 (0800 to 1600 h) or 22 h/day, and received no feeding supplement. In six cheese-making sessions, cheeses were manufactured from the 48 h bulk milk of each group. Compared with ewes grazing ryegrass, those grazing sulla had higher dry matter (DM) intake, intake rate and milk yield, and produced milk that was lower in fat and higher in casein. Ewes grazing for 22 h spent more time eating, which reduced the intake rate, increased DM and nutrient intake and milk yield, and reduced milk fat. Due to the ability of CT to inhibit the complete ruminal biohydrogenation of polyunsaturated fatty acids (PUFA), the FA composition of sulla cheese was more beneficial for consumer health compared with ryegrass cheese, having lower levels of saturated fatty acids and higher levels of PUFA and n-3 FA. The FA profile of S8 cheese was better than that of S22 cheese, as it was higher in branched-chain FA, monounsaturated FA, PUFA, rumenic acid (c9,t11-C18:2), and had a greater health-promoting index. The effect of short grazing time on sulla was attributed to major inhibition of PUFA biohydrogenating ruminal bacteria, presumably stimulated by the higher accumulation of sulla CT in the rumen, which is related to a higher intake rate over a shorter eating time. Thus, grazing sulla improved the performance of

  6. Primi dati sulla chirotterofauna del Parco Nazionale del Cilento - Vallo di Diano (Campania

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonio Feola

    2003-10-01

    Full Text Available Nell?ambito di una ricerca per la raccolta di dati sulla chirotterofauna del Parco Nazionale del Cilento svolta nel 2001, abbiamo complessivamente documentato la presenza di ben 19 specie. Alcuni riferimenti bibliografici indicano, senza peraltro specificare il tipo di reperto, anche la presenza del Myotis capaccinii. Successive ricerche potrebbero confermare la presenza di questo interessante vespertilionide. In particolare è interessante l?identificazione del Rhinolophus mehelyi segnalato per la prima volta nel territorio regionale campano. Le metodologie di rilievo sono: la cattura con reti, bat-detector (modello Pettersson D-240 con espansione temporale e bat-box e rifugi per pipistrelli collocati nelle principali tipologie forestali del Parco. Le specie documentate nel Parco sono le seguenti: 1. Rhinolophus euryale 2. Rhinolophus ferrumequinum 3. Rhinolophus hipposideros 4. Rhinolophus mehelyi 5. Eptesicus serotinus 6. Hypsugo savii 7. Myotis bechsteini 8. Myotis blythii 9. Myotis daubentonii 10. Myotis myotis 11. Myotis nattererii 12. Nyctalus leisleri 13. Pipistrellus kuhlii 14. Pipistrellus nathusii 15. Pipistrellus pipistrellus 16. Plecotus auritus 17. Plecotus austriacus 18. Miniopterus schreibersii 19. Tadarida teniotis

  7. Composition of Sulla (Hedysarum coronarium L. Honey Solvent Extractives Determined by GC/MS: Norisoprenoids and Other Volatile Organic Compounds

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Dragan Bubalo

    2010-09-01

    Full Text Available Samples of unifloral sulla (Hedysarum coronarum L. honey from Sardinia (Italy were analysed. To investigate the chemical composition of the honey volatiles two solvent systems were used for ultrasonic solvent extraction (USE: 1 a 1:2 (v/v pentane and diethyl ether mixture and 2 dichloromethane. All the extracts were analysed by GC and GC/MS. These procedures have permitted the identification of 56 compounds that include norisoprenoids, benzene derivatives, aliphatic compounds and Maillard reaction products. Norisoprenoids were the major compounds in both extracts, dominated by vomifoliol (5.3-11.2%; 9.6-14.0% followed by minor percentages of other norisoprenoids such as α-isophorone, 4-ketoisophorone, 3-oxo-α-ionol or 3-oxo-α-ionone. Other abundant single compounds in the extracts were 3-hydroxy-4-phenylbutan-2-one (0.8-5.4%; 0.6-5.7% and methyl syringate (3.0-5.7%; 2.2-4.1%. The composition of the volatiles and semi-volatiles in the obtained extracts suggests that sulla honey is quite distinctive relative to the other honeys that have been chemically studied by GC/MS, but no specific markers of the honey botanical origin were found.

  8. Antioxidant activity of yogurt made from milk characterized by different casein haplotypes and fortified with chestnut and sulla honeys.

    Science.gov (United States)

    Perna, Annamaria; Intaglietta, Immacolata; Simonetti, Amalia; Gambacorta, Emilio

    2014-11-01

    The aim of this work was to evaluate the antioxidant activity of yogurt made from milk characterized by different casein (CN) haplotypes (αs1-, β-, κ-CN) and fortified with chestnut and sulla honeys. The CN haplotype was determined by isoelectric focusing, whereas antioxidant activity of yogurt was measured using 2,2'-azino-bis-3-ethylbenzothiazoline-6-sulfonic acid and ferric-reducing antioxidant power. The statistical analysis showed a significant effect of the studied factors. The results showed that chestnut honey presented the highest phenolic acid and flavonoid contents, which are closely associated with its high antioxidant activity. The antioxidant activity of fortified yogurt samples was affected both by different CN haplotypes and by type of honey added. Yogurts fortified with chestnut honey showed higher antioxidant activity than those fortified with sulla honey. The different behavior observed among the fortified yogurts led us to hypothesize that the effects of protein-polyphenol complex on antioxidant activity are interactive. The results suggest that milk proteins polymorphism and polyphenols play different roles in affecting the bioavailability and the antioxidant activity of yogurt. Copyright © 2014 American Dairy Science Association. Published by Elsevier Inc. All rights reserved.

  9. Draft Genome Sequence of the Nitrogen-Fixing Rhizobium sullae Type Strain IS123T Focusing on the Key Genes for Symbiosis with its Host Hedysarum coronarium L.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gaurav Sablok

    2017-07-01

    Full Text Available The prominent feature of rhizobia is their molecular dialogue with plant hosts. Such interaction is enabled by the presence of a series of symbiotic genes encoding for the synthesis and export of signals triggering organogenetic and physiological responses in the plant. The genome of the Rhizobium sullae type strain IS123T nodulating the legume Hedysarum coronarium, was sequenced and resulted in 317 scaffolds for a total assembled size of 7,889,576 bp. Its features were compared with those of genomes from rhizobia representing an increasing gradient of taxonomical distance, from a conspecific isolate (Rhizobium sullae WSM1592, to two congeneric cases (Rhizobium leguminosarum bv. viciae and Rhizobium etli and up to different genera within the legume-nodulating taxa. The host plant is of agricultural importance, but, unlike the majority of other domesticated plant species, it is able to survive quite well in the wild. Data showed that that the type strain of R. sullae, isolated from a wild host specimen, is endowed with a richer array of symbiotic genes in comparison to other strains, species or genera of rhizobia that were rescued from domesticated plant ecotypes. The analysis revealed that the bacterium by itself is incapable of surviving in the extreme conditions that its host plant can tolerate. When exposed to drought or alkaline condition, the bacterium depends on its host to survive. Data are consistent with the view of the plant phenotype as the primary factor enabling symbiotic nitrogen fixing bacteria to survive in otherwise limiting environments.

  10. Disegno dello studio genomico, ambientale, microbiomico e metabolomico sulla celiachia: un approccio al futuro della prevenzione personalizzata della celiachia

    Science.gov (United States)

    SERENA, GLORIA; LEONARD, MAUREEN M.; CAMHI, STEPHANIE; HUEDO-MEDINA, TANIA B.; FASANO, ALESSIO

    2017-01-01

    Riassunto Negli ultimi anni abbiamo assistito a un fiorire di novità cliniche e scientifiche sulla celiachia (CE), ma forse la novità più importante che influenzerà il futuro della ricerca e della clinica in questo campo riguarda la storia naturale della malattia. Per molti anni si è creduto che la predisposizione genetica e l’esposizione al glutine fossero necessarie e sufficienti allo sviluppo della CE. Studi recenti, però suggeriscono che la perdita di tolleranza al glutine possa apparire in qualsiasi momento della vita a seguito di altri elementi. Inoltre, diversi fattori ambientali conosciuti per il loro ruolo nell’influenzare la composizione della microflora intestinale sono anche stati considerati legati allo sviluppo della CE. Tra questi fattori sono inclusi la modalità di parto, la dieta dell’infante e l’uso di antibiotici. A tutt’oggi, nessuno studio longitudinale di ampia scala ha determinato se e come la composizione del microbioma e il suo profilo metabolomico possano influenzare la perdita di tolleranza al glutine e il successivo sviluppo della CE in soggetti geneticamente predisposti. In questo articolo descriviamo uno studio prospettico, multicentrico e longitudinale su infanti a rischio per la CE che utilizzerà diverse tecniche per approfondire il ruolo che il microbioma intestinale ha durante i primi passaggi dello sviluppo della malattia autoimmune. PMID:27362724

  11. Presenza di una popolazione di Scoiattolo variabile Callosciurus sp. sulla costa occidentale della Basilicata

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gaetano Aloise

    2003-10-01

    Full Text Available Vengono presentati i primi dati relativi ad una popolazione di Scoiattolo variabile Callosciurus sp. presente sulla costa di Maratea (PZ. La popolazione, originatasi dal rilascio di pochissimi individui in un parco privato, appare in notevole espansione; e ciò comporta notevoli rischi per le biocenosi naturali, assume grande interesse considerata per le implicazioni ambientali che ne potrebbero derivare l?intensa attività di scortecciamento che questa specie esercita sulle essenze arboree e la potenziale competizione che si potrebbe verificare con l?autoctono Scoiattolo rosso Sciurus vulgaris meridionalis. Il rischio di impatto appare particolarmente concreto in considerazione della , vista la particolare conformazione urbanistica di Maratea, con poche abitazioni immerse nel verde che costituisce un continuum con l?ambiente naturale circostante. L?area dove è stata fino ad ora accertata la presenza della specie interessa praticamente tutta la fascia costiera della Basilicata, per un?ampiezza di qualche chilometro, e riguarda i boschi costieri di Leccio Quercus ilex e Pino d?Aleppo Pinus halepensis, oltre che tutto il verde urbano e le colture arboree, dove sono stati accertati estesi fenomeni di scortecciamento su tutte le specie arboree. È questa la seconda popolazione di Callosciurus nota per l?Italia, oltre a quella presente in un parco urbano di Acqui Terme (AL.

  12. Potassium deficiency alters growth, photosynthetic performance, secondary metabolites content, and related antioxidant capacity in Sulla carnosa grown under moderate salinity.

    Science.gov (United States)

    Hafsi, Chokri; Falleh, Hanen; Saada, Mariem; Ksouri, Riadh; Abdelly, Chedly

    2017-09-01

    Salinity and K + deficiency are two environmental constraints that generally occur simultaneously under field conditions, resulting in severe limitation of plant growth and productivity. The present study aimed at investigating the effects of salinity, either separately applied or in combination with K + deficiency, on growth, photosynthetic performance, secondary metabolites content, and related antioxidant capacity in Sulla carnosa. Seedlings were grown hydroponically under sufficient (6000 μM) or low (60 μM) K + supply with 100 mM NaCl (C + S and D + S treatments, respectively). Either alone or combined with K + deficiency, salinity significantly restricted the plant growth. K + deficiency further increased salt impact on the photosynthetic activity of S. carnosa, but this species displayed mechanisms that play a role in protecting photosynthetic machinery (including non photochemical quenching and antioxidant activity). In contrast to plants subjected to salt stress alone, higher accumulation of phenolic compounds was likely related to antioxidative defence mechanism in plants grown under combined effects of two stresses. As a whole, these data suggest that K + deficiency increases the deleterious effects of salt stress. The quantitative and qualitative alteration of phenolic composition and the enhancement of related antioxidant capacity may be of crucial significance for S. carnosa plants growing under salinity and K + deficient conditions. Copyright © 2017 Elsevier Masson SAS. All rights reserved.

  13. Sulla carnosa modulates root invertase activity in response to the inhibition of long-distance sucrose transport under magnesium deficiency.

    Science.gov (United States)

    Farhat, N; Smaoui, A; Maurousset, L; Porcheron, B; Lemoine, R; Abdelly, C; Rabhi, M

    2016-11-01

    Being the principal product of photosynthesis, sucrose is involved in many metabolic processes in plants. As magnesium (Mg) is phloem mobile, an inverse relationship between Mg shortage and sugar accumulation in leaves is often observed. Mg deficiency effects on carbohydrate contents and invertase activities were determined in Sulla carnosa Desf. Plants were grown hydroponically at different Mg concentrations (0.00, 0.01, 0.05 and 1.50 mM Mg) for one month. Mineral analysis showed that Mg contents were drastically diminished in shoots and roots mainly at 0.01 and 0.00 mM Mg. This decline was adversely associated with a significant increase of sucrose, fructose and mainly glucose in shoots of plants exposed to severe deficiency. By contrast, sugar contents were severely reduced in roots of these plants indicating an alteration of carbohydrate partitioning between shoots and roots of Mg-deficient plants. Cell wall invertase activity was highly enhanced in roots of Mg-deficient plants, while the vacuolar invertase activity was reduced at 0.00 mM Mg. This decrease of vacuolar invertase activity may indicate the sensibility of roots to Mg starvation resulting from sucrose transport inhibition. (14) CO2 labeling experiments were in accordance with these findings showing an inhibition of sucrose transport from source leaves to sink tissues (roots) under Mg depletion. The obtained results confirm previous findings about Mg involvement in photosynthate loading into phloem and add new insights into mechanisms evolved by S. carnosa to cope with Mg shortage in particular the increase of the activity of cell wall invertase. © 2016 German Botanical Society and The Royal Botanical Society of the Netherlands.

  14. Sulla stima di macro, micro e nano-durezza di materiali metallici mediante analisi elasto-plastiche agli elementi finiti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Susmel

    2012-01-01

    Full Text Available Il lavoro sintetizzato nel presente articolo si pone come obiettivo primario quello di investigare la possibilità di stimare, mediante un approccio elasto-plastico agli elementi finiti, la durezza dei materiali metallici convenzionali, e questo sia a livello macroscopico, che a livello microscopico, che, infine, a livello nanoscopico. Per verificare validità e accuratezza della metodologia FEM sviluppata, sono state condotte una serie di analisi sperimentali su tre materiali metallici aventi caratteristiche metallurgiche estremamente diverse: una lega d’alluminio (Al 7075-T6, un acciaio a basso tenore di carbonio (BS970-En3B e, infine, un acciaio austenitico (AISI 316L. L’indentazione Vickers è stata simulata con analisi elasto–plastiche agli elementi finiti considerando carichi di prova nell’intervallo tra 490 N e 490 µN e calibrando le simulazioni numeriche mediante curve monotone tensione–deformazione ottenute da prove di trazione eseguite utilizzando provini sia di dimensione convenzionale che aventi larghezza della zona calibrata dell’ordine dei 100 µm.La sistematica comparazione tra risultati sperimentali e simulazioni numeriche ha posto in evidenza come l’aumentare del valore della durezza misurata al diminuire della dimensione dell’impronta possa essere imputata al ruolo giocato dalla reale morfologia del materiale, ruolo che diventa predominante sulla plasticità convenzionale quando le dimensioni della superficie indentata diventano comparabili con le dimensioni medie della grana cristallina delle leghe esaminate. Tali fenomeni, pertanto, non hanno consentito di estendere l’utilizzo della meccanica del continuo fino ad un livello nanoscopico per determinare correttamente i valori della durezza. Alla luce di questi risultati è stata, però, proposta una semplice metodologia di correzione delle stime eseguite mediante gli elementi finiti che si è dimostrata un valido strumento da utilizzarsi in situazioni di

  15. [La combinazione di gemcitabina e oxaliplatino (GEMOX) nel trattamento del carcinoma pancreatico in fase avanzata di malattia: le notizie sulla mia morte sono state esagerate?

    Science.gov (United States)

    Giuliani, Jacopo; Bonetti, Andrea

    2017-12-01

    Riassunto. L'analisi è stata condotta al fine di valutare l'effetto sia sulla sopravvivenza globale (OS) sia sulla sopravvivenza libera da progressione di malattia (PFS) della chemioterapia di combinazione in prima linea per il carcinoma pancreatico in fase avanzata di malattia. La presente analisi è limitata agli studi randomizzati controllati (RCT) di fase III. Successivamente è stata applicata la European Society for Medical Oncology Magnitude of Clinical Benefit Scale (ESMO-MCBS) agli RCT di fase III analizzati per ricavare uno score relativo all'entità del beneficio clinico ottenuto per ciascun RCT. Sono state calcolate inoltre le differenze in termini di PFS tra i diversi bracci di trattamento rapportandole con i costi dei farmaci necessari per ottenere il beneficio di PFS. La nostra analisi ha valutato 11 RCT di fase III, per un totale di 4572 pazienti. Combinando i costi della terapia con la misura dell'efficacia espressa dalla PFS, è stato ottenuto un costo di 74,12 euro (€) per mese di vita guadagnato in termini di PFS con la combinazione di 5-fluorouracil, leucovorin, irinotecan e oxaliplatino (FOLFIRINOX), 90,14 € per la combinazione di gemcitabina e oxaliplatino (GEMOX) e 4708,7 € per la combinazione di nab-paclitaxel e gemcitabina. Da questo punto di vista riteniamo che l'utilizzo delle "vecche chemioterapie di combinazione" (per es., GEMOX) non dovrebbe essere completamente abbandonato, ma valutato sul singolo paziente, sulla base di diversi fattori (età, ECOG PS, comorbilità, carico di malattia), al fine di ottenere una reale "tailored therapy".

  16. Fumo attivo e passivo, consumo di caffè ed effetti sulla gravidanza: uno studio caso controllo in Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G. Fantuzzi

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: alcune abitudini di vita possono influenzare lo sviluppo fetale durante il periodo di gravidanza. Lo scopo di questo studio è stato quello di indagare gli effetti di alcune abitudini voluttuarie sulle nascite premature e sul basso peso alla nascita.

    Metodi: è stato condotto uno studio caso controllo nel periodo ottobre 1999 settembre 2000 in 9 città italiane (Genova, Udine, Modena, Parma, Siena, Roma, L’Aquila, Napoli e Catania. Sono stati identificati come casi 525 neonati pretermine (26ma, 38ma settimana di gravidanza e 317 neonati a termine ma con peso ‹ al 10° P. Sono stati arruolati come controllo 871 bambini nati a termine e normopeso. Le informazioni relative all’esposizione al fumo attivo e passivo e al consumo di caffè e i dati personali sono stati raccolti attraverso un apposito questionario.

    Risultati: dai risultati dell’analisi univariata è emerso un maggior rischio di basso peso alla nascita nei bambini le cui madri avevano fumato durante l’ultimo trimestre di gravidanza, con un chiaro effetto dose risposta. (OR: 2.09, 95% CI:1.45 - 3.00 per 1 9 sigarette/giorno, e OR= 2.76, 95% CI: 1.67 - 4.45 per 10 ed oltre sigarette al giorno. Anche la nascita pretermine sembra influenzata dall’abitudine tabagica della madre anche se in modo meno evidente. OR: 1.47, 95% CI: 1.05 - 2.04 per 1 9 sigarette/giorno e un OR: 1,30 95% CI: 0.78 - 4.81 per 10 e più sigarette/giorno. Per quanto riguarda l’esposizione al fumo passivo (più di due fumatori nelle abitazioni è stata osservata una positiva associazione con il basso peso alla nascita (OR: 3.05, 95% CI: 1.19 - 7.79. Il consumo di caffè non sembra influenzare lo sviluppo fetale. La regressione logistica multipla ha confermato solo l’influenza del fumo attivo della madre sulla basso peso alla nascita. (AOR= 2.49, 95% CI: 1.74 - 3.56.

    Conclusioni: questo studio conferma che

  17. Ancora sulla certezza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Claudio Luzzati

    2017-07-01

    Full Text Available Sommario: 1. Una volta la certezza era un dogma – 2. La prospettiva dinamica – 3. La certezza come valore ideale e la realtà del diritto – 4. L’orizzonte odierno: il tramonto dello scienziato. – 5. Regole vs. princìpi: una contrapposizione sviante – 6. Gli argomenti dell’interprete – 7. La necessità di dotarsi di strumenti nuovi sullo sfondo di una rappresentanza politica in crisi.

  18. Sulla nozione di cittadinanza

    OpenAIRE

    Mura, Virgilio Federico Iosto

    2003-01-01

    Negli ultimi quindici anni il tema della cittadinanza è tornato ad essere di grande attualità. Le imponenti ondate migratorie dalle aree più povere del mondo verso i paesi industrializzati, segno ed insieme effetto dei processi di globalizzazione, hanno riproposto all’interno delle liberal-democrazie contemporanee la questione dell’inclusione-esclusione, sollevando problemi, in parte inediti, di riconoscimento, identità, visibilità, accettazione e non-discriminazione, vale a dire, in sintesi,...

  19. Fabio Corbisiero (a cura di, Comunità omosessuali. Le scienze sociali sulla popolazione LGBT, FrancoAngeli Editore, pp. 287

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Antonietta Selvaggio

    2013-10-01

    Full Text Available The book review shall examine the work Comunità omosessuali. Le scienze sociali sulla popolazione LGBT (Homosexual community. The social sciences on the LGBT population, Fabio Corbisiero (ed., offering a detailed survey of the points of view expressed by various disciplines on issues related to LGBT people’s identity and rights in a heterosexist society. It is highlighted the critical and proactive approach with which the male and female authors of the fifteen essays in the volume analyze homosexuality as a plural condition, spread and mobile of the  human existence. What that is exceeded in the theory and practice is the dichotomous homosexuality/ heterosexuality principle which for long time structured the social knowledge, ensuring an effective instrument of control and social order. Nowadays, the instance that is imposed on the planes of the knowledge and reality is that of a necessary "pluralization", without which it can’t be guaranteed a  true citizenship to people and homosexual communities.

  20. Appunti al crocevia tra comunione legale e strumenti di partecipazione al rischio di impresa: la Cassazione torna sulla quota di s.r.l.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    SIMONE ALECCI

    2016-12-01

    Full Text Available Cass. 13 maggio 2016, n. 9888, si insinua in quelle zone codicistiche maggiormente erose dall’interazione tra le dottrine di matrice commercialistica e la disciplina della comunione legale dei beni tra coniugi. Sulla scia segnata da una fattispecie concreta avente ad oggetto un preliminare di vendita di quote di s.r.l. i giudici di legittimità colgono l’occasione per ribadire – in piena ortodossia esegetica rispetto a quanto nitidamente sancito da Cass. 7 marzo 2006, n. 4890 – che gli atti di disposizione di beni mobili non esigono il consenso del coniuge non stipulante, rimanendo a carico del disponente soltanto l’obbligo di ricostituire, a richiesta dell’altro, la comunione nello stato anteriore al compimento dell’atto o, qualora ciò non sia possibile, di versare l’equivalente secondo i valori correnti all’epoca della ricostituzione. La riproposizione di siffatto assunto, almeno nella misura in cui rimarca ancora una volta la compatibilità categoriale tra la nozione di bene mobile e quella di partecipazione sociale, fiacca definitivamente l’insidioso empirismo (già vividamente denunciato da SATTA, Commentario al codice di procedura civile, Milano, 1968, IV, 165 insito nella concezione – plasticamente ricamata in RACUGNO, Società a responsabilità limitata (Voce, in Enc. dir., Milano, XLII, 1990, 1054 – che tiene avvinta la quota di s.r.l. alla sola dimensione del rapporto contrattuale.

  1. Studio del danneggiamento mediante tomografia in luce del sincrotrone: impatto di un cono d’ombra sulla qualità finale delle ricostruzioni

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Bernasconi

    2010-07-01

    Full Text Available Un’accurata osservazione della geometria tridimensionale di cricche e difetti è necessaria per lo studio dei meccanismi alla base del processo di danneggiamento. I metodi convenzionali utilizzati a questo scopo sono distruttivi o non possiedono una sufficiente risoluzione. Le tecniche di imaging che utilizzano la luce di sincrotrone, ed in particolare la microtomografia (micro-CT a raggi X, invece, uniscono i vantaggi di una tecnica non distruttiva ad un’elevata risoluzione spaziale e risultano quindi particolarmente interessanti. Un limite all’applicazione di questa tecnica è costituito dalla propensione della cricca a richiudersi una volta rimosso il carico che ha provocato il danneggiamento, superabile attraverso l’impiego di un dispositivo in grado di esercitare un carico di trazione durante l’acquisizione dei dati. Facendo riferimento al set-up sperimentale della linea SYRMEP di Elettra, il sincrotrone di Trieste, e tralasciando per il momento i vincoli legati a pesi e ingombri, è possibile pensare di inserire tra camera di ionizzazione e CCD una macchina per prove di trazione mono-colonna commerciale, in grado di mantenere aperto il difetto per tutta la durata della tomografia. In questo lavoro viene valutato l’impatto di questo vincolo sulla qualità finale delle ricostruzioni.

  2. Una ricerca sulla qualità della vita scolastica di bambini e bambine affetti da malattie emorragiche congenite. Lettura critica dei dati e considerazioni pedagogiche.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandra Gigli

    2009-07-01

    Full Text Available Il presente rapporto di ricerca costituisce l'esito del lavoro svolto dalle ricercatrici A. Gigli, S. Demozzi del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna all'interno del progetto Strategico di Ateneo dal titolo “Definizione di linee guida d’intervento sui pazienti pediatrici affetti da malattie emorragiche congenite: aspetti medici, psicosociali, educativi ed etici”. L'obiettivo principale del lavoro è stato quello di analizzare il punto di vista degli insegnanti in merito alla vita scolastica dei bambini con malattie emorragiche congenite (Mec, le loro relazioni con insegnanti e compagni, i rapporti tra scuola e famiglie. Per monitorare questi aspetti legati alla vita scolastica, nel 2008 è stata realizzata un’indagine sul campo che ha coinvolto insegnanti di scuole dell’infanzia, scuole primarie, scuole secondarie di primo grado della Provincia di Bologna che hanno in classe un/a bambino/a affetti da Mec. Le rilevazioni effettuate tramite interviste semi strutturate hanno avuto i seguenti obiettivi: verificare l’esistenza di rappresentazioni “distorte” delle patologie ed eventuali pregiudizi esistenti; analizzare il processo informativo attraverso cui i docenti conoscono la situazione del bambino e vengono informati sulle Mec; rilevare i nodi problematici e punti di forza, che qualificano negativamente o positivamente le relazione scuola-famiglia; monitorare l’esistenza di pregiudizi in merito alle capacità cognitive dei bambini; verificare se, secondo i docenti, la malattia influisce sulla qualità della relazione educativa, indagando, in particolare, sugli aspetti comunicativi; rilevare eventuali problematiche di integrazione nel gruppo dei pari; verificare se l’adozione di strategie per permettere una migliore integrazione o lo svolgimento delle attività didattiche, ludiche e sportive; rilevare i bisogni formativi e informativi dei docenti. Nell’articolo si presenta una lettura

  3. William Franke, Sulla verità poetica che è superiore alla Storia: Porfirio e la critica filosofica della letteratura William Franke, On the Poetic Truth that is Higher than History: Porphyry and the Philosophical Interpretation of Literature

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Laura Lucia Rossi

    2010-06-01

    Full Text Available

    In this article we propose the translation of William Franke’s paper On the Poetic Truth that is Higher than History: Porphyry and the Philosophical Criticism of Literature, in which the American scholar presents the hermeneutic method of the ancient commentators of Homer, with particular reference to the critic practice applied by the Neoplatonic Porphyry in his De Antro Nympharum. With this treatment Franke proposes and hopes for the return to an interpretive method, called philosophical or speculative, also for contemporary criticism.

    In questo articolo è presentata la traduzione del saggio di William Franke Sulla verità poetica che è superiore alla Storia: Porfirio e la critica filosofica della letteratura, in cui lo studioso americano presenta il metodo ermeneutico degli antichi commentatori di Omero, con particolare riferimento alla critica praticata dal neoplatonico Porfirio, proponendo e auspicando il ritorno ad una modalità interpretativa, detta filosofica o speculativa, anche per la critica contemporanea.

  4. Pigments analysis on skin tomato fruits during ripening by mean fluorescence techniques; Analisi mediante utilizzo di tecniche di fluorescenza dei pigmenti presenti sulla superficie di bacche di pomodoro durante la maturazione

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Lai, A.; Fantoni, R. [ENEA, Divisione Fisica Applicata, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy)

    2000-07-01

    Different spectroscopic techniques, based on visible fluorescence emission upon excitation in the same spectral region or in the ultraviolet, have been utilized to characterize tomato fruit ripening stages in order to analyze surface pigments which correspond to optimal conditions for fruit harvesting. The main fluorescence spectral features belonging to antochyanin, flavonoids, carotenoids and chlorophyll a after excitation of skin tomato pigments at different laser wavelength have been identified. For tomato ripening stage LIF detection, the {lambda}{sub e}xc266nm was established as the optimal laser wavelength. [Italian] Mediante diverse tecniche spettroscopiche, basate sulla emissione di fluorescenza visibile a seguito di eccitazione nella stessa regione o nell'ultravioletto, e' stato condotto uno studio su bacche di pomodoro a diversi stadi di maturazione Lo scopo del lavoro e' quello di potere attribuire, attraverso l'analisi degli spettri di fluorescenza dei pigmenti superficiali presenti nel frutto, lo stadio ottimale di maturazione al momento della raccolta. I risultati ottenuti hanno permesso di distinguere spettri di fluorescenza attribuiti ai principali gruppi di pigmenti fluorescenti presenti nella superficie esterna del pomodoro: antociani, flavonoidi, carotenoidi e clorofilla a.

  5. Sulla traduzione macedone dell’Evgenij Onegin

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberto Righi

    2006-12-01

    Full Text Available The Translation of Evgenij Onegin into Macedonian The Author analyses G. Stalev ‘s translation of Puškin’s Onegin into Macedonian. This work is of fundamental importance in the formation of modern literary Macedonian language and testifies to its poetic and expressive possibilities. The decision to maintain the iambic verse of the original, caused Stalev several difficulties, due mainly to the difference in accent in Russian and Macedonian. The Author describes the techniques Stalev used to overcome the challenges offered by the Russian poetic text and the strategies that allowed the Macedonian poet to make an excellent translation. Forty years on, it is still a first-class example of the integration of Puškin’s masterpiece into the linguistic and literary context of Macedonian culture.

  6. Italia sulla piastra - Itaalia taldrikul / Anneli Kana

    Index Scriptorium Estoniae

    Kana, Anneli

    2012-01-01

    Itaalia ühest suurimast toidumessist Salone del Gustost, mis toimus 25.-29. oktoobril Põhja-Itaalias Torinos. Samas toimus ka organisatsiooni Slow Food korraldatav ülemaailmne lähitoidufestival Terre Madre

  7. Quattro notazioni sulla laicità

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Raffaele Coppola

    2012-10-01

    SOMMARIO: 1. Laicità e dualità del potere – 2. Geopolitica della laicità, suoi significati – 3. L'elemento popolare – 4. Il ruolo del civis-fidelis della tradizione classica nei regimi democratici - 5. Distinzione degli ordini e neutralità religiosa.

  8. Vita e morte sulla scena invisibile

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mariangela Caporale

    2013-01-01

    Full Text Available “The scene of the woman who is the clarity of death. The theatre of the maid who is the mistery of life”: this is the axis the article focuses on. Through the analysis of two dance performances – Praeparatio mortis by Jan Fabris and Kore by Virgilio Sieni – the article examines the nature of knowledge conceived as ideal vision of the truth. The reflection on life and death’s dance allows to criticize this approach, clarifying the limits of an epistemology that sclerotizes the philosophy as knowledge that is astonished before the truth. These are the limits of the science that derive from this epistemological tradition. The exemplar condition to know the being as the existence of the simply existent (Schelling is the experience of the childbirth and maternity. Finally the article criticizes the scientific model that exalts every kind of artificial fecundation believed as the perfect opportunity to fulfill completely women’s freedom and her dignity.

  9. Sulla transizione dal capitalismo all’autogestione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bruno Jossa

    2010-07-01

    Full Text Available A system of firms managed by the workers, if organized in the LMF form as suggested by Vanek, realizes a new method of production, one of the possible forms of a market based socialism. Thus, it is interesting to investigate the issue of a transition from capitalism to the new mode of production. This is the main aim of the present article. The economic literature on the transition to socialism deals with many issues, but for the most part it is based on the idea tha t socialism must necessarily imply centralized planning. However, the problems posed for a socialist system in which firms are managed by workers are not entirely different. Rather, in this case the difficulties turn out to be smaller. This is true for many reasons, but chiefly because the cooperative system is a market system.  JEL Codes: P2, P5, J54, B1Keywords: transizione; capitalismo; autogestione

  10. CONSIDERAZIONI CRITICHE SULLA REGIONE F DELLA IONOSFERA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    P. DOMINICI

    1955-06-01

    Full Text Available È usuale considerare la ionosfera come costituita
    da due principali stratificazioni di ioni ed elettroni, denominate
    E ed F, quest'ultima divisa durante il giorno in Fi ed F;.; i tre
    strati corrispondono a tre regioni ionizzate caratterizzate da un massimo
    di densità elettronica. Fra i tre strati quello più importante, sia
    dal punto di vista pratico per quanto riguarda la radiopropagazione,
    sia dal punto di vista scientifico per quanto riguarda i fenomeni di correlazione
    con altri fatti geofisici e solari, è lo strato F-< che ha un comportamento
    di difficile interpretazione fisica: le numerose ricerche
    teoriche e sperimentali effettuate non consentono ancora di dar conto
    di tale comportamento in maniera soddisfacente.

  11. Sulla storia del toponimo Istriano Rabac

    OpenAIRE

    Mario Doria

    1988-01-01

    Il nome della nota località balneare istriana Rabac (in grafia italianeggiante Rabaz) è attestato già nel 1341 sotto la forma Rabaç, precisamente negli Statuti di Albona [Labin] (cfr. P. Kandler "L'Istria" III, 1848, pp. 14 s.). A questo Rabaç fa riscontro, nel '500, Rabaz, che incontriamo nell'Itinerario Bragadin-Lando-Morosini dell'a. 1554 (ed. M. Bertoša VHARP 17, 1972, p. 41) e nel Catastico di Fabio da Canal dell'a. 1566 (ed. D. Klein, ib. 11-12, 1966-67, pp. 16- bis, 62). Rabaz ricompar...

  12. Sulla storia del toponimo Istriano Rabac

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Doria

    1988-12-01

    Full Text Available Il nome della nota località balneare istriana Rabac (in grafia italianeggiante Rabaz è attestato già nel 1341 sotto la forma Rabaç, precisamente negli Statuti di Albona [Labin] (cfr. P. Kandler "L'Istria" III, 1848, pp. 14 s.. A questo Rabaç fa riscontro, nel '500, Rabaz, che incontriamo nell'Itinerario Bragadin-Lando-Morosini dell'a. 1554 (ed. M. Bertoša VHARP 17, 1972, p. 41 e nel Catastico di Fabio da Canal dell'a. 1566 (ed. D. Klein, ib. 11-12, 1966-67, pp. 16- bis, 62. Rabaz ricompare in Carlo Donadoni, a. 1719 (P. Kandler Emporio p. 96, in "Miscellanea Conti" 1861-62, in un documento dell'a. 1749 (P. Kandler cit. p. 282, nonché nel Catasto di V. Morosini IV, a. 1775-76 (ed. M. Bratulić, Trieste-Fiume 1980, pp. 349-352. Anche la cartografia veneta di fine '700 attesta la forma Rabaz, così la nota carta dell'Istria Meridionale di Giov. Valle (Venezia 1784. Rabaz ricompare nel Reperto-Bargnani dell'a. 1806' (ed. E. Apih, ACRSR 12, 1981-82, p. 219, nell "' A vviso della Commissione per la vendita dei beni dello Sta to del Litorale", Trieste 15-1-1825 (Archivio di Stato, per gentile informazione del dott. Pierpaolo Dorsi, in Carlo Combi a. 1858-59 (cfr. E. Apih cit. p. 321 ecc. Rammenteremo anche la forma Rabatz (alternante con Rabaz in R. P. Burton Note sopra i Castellieri (Capodistria 1877 p. 35 e Rabas (nella locuzione Porto Rabas in alcune carte geografiche del 1753 e 1780, Lago-Rossit OH indici, nonché in P. Tedeschi Viaggio fantastico in Oga Magoga, 1863, su cui v. P. Blasi "Voce Giul." 1-6-1984 p. 4. Abbastanza comune anche la locuzione Porto Rabaz, soprattutto nella cartografia istriana a partire dall'a. 1620 fino al 1797 (vedi gli indici in Lago-Rossit cit.: ricorderemo fra queste la Carta Geografka del Coronelli (Venezia 1696 nonché la Carta Santini ("à Venise" ante 1780, cfr. fot. in E. Schwarzenberg Plstr. 44 s. V, f. 8-9, 1980, p. 12; fra i moderni citeremo M. Gerbini Quaderni di Fianona (Trieste 1976 p. 41 e M. Catano, "In Strada Granda" N. 27 (aprile 1986 p. 26 e qualche altro.

  13. Riflessioni critiche sulla prassi didattica contemporanea

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fabio Minazzi

    2016-02-01

    Full Text Available Secondo Klemperer la lingua pensa per noi. Ma anche le istituzioni pensano per noi. Col risultato che le prassi determinano spesso un pensiero diffuso che viene condiviso e fatto proprio senza rendersene conto. Quale pensiero ci comunica l’organizzazione attuale della prassi didattica delle scuole italiane? La relazione risponde a questa domanda mostrando come occorre rendersi consapevoli del preciso significato di tutte queste prassi didattiche.

  14. Alcune riflessioni sulla psicologia di Hegel

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    ANZALONE, Mariafilomena

    2012-11-01

    Full Text Available [Some reflections on Hegel’s psychology]. The confrontation with the psychology of his time, both under an empirical and under a rational point of view, convinces Hegel that a radical reform of this discipline, which had not been touched, in his view, by the great excitement that went through philosophy after Kant, is needed. By tracing the development of Hegel’s psychology since the Bern manuscript about psychology and transcendental philosophy (1794, this article attempts to bring out the speculative route through which Hegel comes to theorize a psychology that – by distancing itself from the abstract intellectualist categories of the old metaphysics – is not limited to a simple scientific representation of psychic phenomena, but captures “the truth about man”, his “very essence as spirit”.

  15. Il trattato di Anassimandro sulla terra

    OpenAIRE

    Rossetti, Livio

    2013-01-01

    The present paper argues that the teachings of Anaximander are much better knowable than they actually appear, since a number of his teachings have the privilege of being almost transparent in their predicative content as well as in their logic. As a matter of fact, one can quite easily come to understand the train of thought which lies behind Anaximander’s most momentous conjectures. Thus, a largely unexpected Anaximander comes to light despite the availability of the majority of the relevan...

  16. Due osservazioni sulla metafisica della prescienza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Guardo

    2013-12-01

    Full Text Available The paper discusses two problems concerning the metaphysics of foreknowledge. In the first section I focus on an argument that purports to show that there is no such a thing. In the second one I discuss the relation between the foreknowledge of our own behaviour, or ‘autoforeknowledge’, and what we may call ‘the phenomenology of freedom’. As for the first issue, I employ David Lewis’ discussion of the Grandfather Paradox to argue that the argument in question overlooks a key feature of the semantics of ‘can’. As for the second issue, I develop some remarks by Paul Horwich to show that, contrary appearances notwithstanding, autoforeknowledge is not necessarily incompatible with the phenomenology of freedom.

  17. Per uno studio sulla procedura delle concordanze

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Andrea Di Martino

    2012-12-01

    Full Text Available La procedura delle concordanze individua una tecnica interpretativa che solo in apparenza ritrova la propria ragione nello strutturalismo più sorvegliato: prima ancora di essere un metodo di studio, è di fatto una possibilità del testo, dal punto di vista del lettore, del critico e dell’autore. Qui si guarda alle concordanze anzitutto attraverso l’esperienza di tre filologi del secolo scorso (Barbi, Contini e Avalle, per proporne infine un esame per dir così tecnico, richiamando una categoria in particolare riproposta da Franco Brioschi (l’esemplificazione.

  18. Note sulla teoria della politica monetaria

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    F. CESARANO

    2013-10-01

    Full Text Available The theoretical foundations of monetary policy are made up from the analysis of the essential properties of money and the relations that link currencies to the economic system. From this double set of closely related principles derive the behavioural norms set for monetary authorities. The ongoing and unresolved debate on the actions of policymakers has its origins in the contrast between different approaches to the theory of money. This is due not so much to the dependence of the assumptions from the institutional framework, typical of a relativist position, as it is to the intrinsic complexity of the phenomena considered. The purpose of the present work is to discuss the limits and the significance of the different rules of conduct through a survey about the main characteristics of the underlying models. JEL Codes: E52 

  19. Note sulla flora urbana di Trieste

    OpenAIRE

    Martini, Fabrizio

    2017-01-01

    NOTES ON THE URBAN FLORA OF TRIESTE cNE ITALY). Some new contributions to the knowledge of the urban flora of Trieste are given. Among the annotated species, Atriplex micrantha is reported as new to Italy, Lepidium latifolium subsp. latifolium, Lathyrus ochrus, Teline monspessulana and Eleusine tristachya are new to the flora of Friuli-Venezia Giulia (North-eastern ltaly).

  20. SULLA ORIGINE DEI MICROSISMI DEL MEDITERRANEO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    e. rosini

    1951-06-01

    Full Text Available La nota contiene i risultati di indagini particolareggiate condottepresso l'Istituto Nazionale di Geofisica con la collaborazione del ServizioMeteorologico dell' Aeronautica sul problema dell' origine dei microsismi.Lo studio concerne fondamentalmente i tnicrosismi aventiorigine nel Mediterraneo perché questo è il settore per cui maggioreera la abbondanza dei dati meteorologici e di più diretto controllo.L'osservazione continua di oltre tre anni conferma oramai il risultatopiù importante: i microsismi di origine mediterranea non sono indiretta correlazione con i fronti bensì vengono generati nelle zone,in mare aperto, interessale da nuclei di tendenza barometrica positiva.Si riporta, a titolo di esempio, la documentazione relativa ad alcunetempeste microsismiche. Si dà poi una interpretazione delle modalitàdi generazione dei microsismi stessi e della trasmissione dellaenergia dall'atmosfera, attraverso le masse marine, al fondo solido dell'Oceano.Ricerche estese all'analisi dei sondaggi termodinamici stanno adindicare che l'effetto massimo si ha quando lo spessore della massafredda turbolenta è fra 1 e 3 km.

  1. The influence of light, temperature and feeding on the growth of the Coras cladocora caespitosa and Balanophyllia europaea; L'influenza di luce, temperatura e alimentazione sulla crescita dei coralli mediterranei Cladocora caespitosa e Balanophyllia europaea. Risultati preliminari di una sperimentazione in ambiente controllato

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Rodolfo-Metalpa, R.; Abbate, M.; Peirano, A. [ENEA, Divisione Ambiente Globale e Mediterraneo, Centro Ricerche S. Teresa, La Spezia (Italy)

    2001-07-01

    In the course of the environmental studies, carried out by ENEA-CRAM Center of S. Teresa near La Spezia, research has been performed about bioconstructional organisms in the Mediterranean Sea. To understand how these organisms respond to environmental parameters an experiment has been carried out in aquaria. Specimens of the Mediterranean coral Cladocora caespitosa and Balanophyllia europaea has been maintained in 80 independent aquaria for four months. Growth rates, pigments concentration and asexual reproduction of the corals were compared in experimental procedures with controlled conditions of light, temperature and food. Environmental parameters have been set out to simulate natural (winter and summer) ambient in the Ligurian Sea. Heterotrophic and autotrophic abilities of the corals have been compared. Results show different growth rates between the two species but similar heterotrophic growth patterns. Summer temperature largely influences growth rates and asexual reproduction of the species while light influence is small. [Italian] Nell'ambito delle ricerche svolte dall'ENEA sullo studio degli organismi biocostruttori nell'ambiente marino, e' stata svolta una sperimentazione al fine di valutare l'influenza di alcuni parametri ambientali (luce, temperatura e alimentazione), impostati in modo da simulare la naturale stagionalita' (inverno ed estate), sulla crescita e sulla riproduzione asessuale dei coralli mediterranei Cladocora caespitosa e Balanophyllia europaea. Queste sperimentazioni sono state condotte, per un periodo di circa quattro mesi, in ottanta acquari indipendenti caratterizzati da differenti livelli di luce, temperatura e alimentazione. Le valutazioni degli incrementi di peso e della crescita lineare sono state eseguite utilizzando differenti metodiche note in letteratura. Soprattutto la tecnica del Peso Galleggiante (Buoyant Weight) si e' dimostrata molto sensibile ed efficace. La capacita' (eterotrofia

  2. State of the art of seafood chemical contamination in the Adriatic sea and risk assessment for the population living along the Italian coast; Stato dell'arte sulla contaminazione chimica dei prodotti ittici nel mare Adriatico e valutazione del rischio per la popolazione residente lungo la costa italiana

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ferrara, F.; Funari, E. [Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy). Lab. di Igiene Ambientale

    1999-07-01

    Data on seafood chemical contamination in the Adriatic sea (Italy) from open and grey literature referring to the period 1985-1997 are gathered. In spite of the high number of available data, the risk assessment was possible only few contaminants. Through the comparison of the estimated intakes with the safety doses defined by international organizations, according to a conservative approach, the latter were never exceeded for the general population in the case of aluminium, chromium, copper, mercury, zinc, DDTs, HCBs and HCHs. In the case of strong consumer categories, these doses were sometimes exceeded for arsenic, cadmium, lead and nickel only when the conservative approach was applied but not with the some realistic one. [Italian] Sono presentati i dati della letteratura scientifica aperta e grigia, relativi al periodo 1985-1997, sulla contaminazione chimica dei prodotti ittici del mare Adriatico. Nonostante la notevole mole di dati, la valutazione del rischio e' possibile soltanto per alcuni contaminanti. Confrontando le assunzioni stimate con le dosi ritenute tollerabili da organismi internazionali, applicando un approccio cautelativo, queste ultime non vengono mai superate per la popolazione generale nei casi di alluminio, cromo, mercurio, rame e zinco, DDT, HCB e HCH. Per le categorie dei forti consumatori, applicando l'approccio cautelativo, ma non quello piu' realistico, le dosi di sicurezza vengono talvolta superate nei casi di arsenico, cadmio, nichel e piombo.

  3. «Quadri di Lorenzo Loto numero cinque»: documenti e ipotesi sulla dispersione dei dipinti dalla guardaroba della Santa Casa di Loreto / «Quadri di Lorenzo Loto numero cinque» (Five paintings by Lorenzo Lotto: documents and hypothesis about the dispersion of the paintings from the wardrobe of the Holy House of Loreto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Coltrinari

    2015-06-01

    Full Text Available Il contributo presenta alcuni documenti inediti su Lorenzo Lotto in grado di ampliare le conoscenze sul pittore veneto e sulle sue opere rimaste a Loreto dopo la morte. Alcune annotazioni contabili permettono di avanzare nuove ipotesi sulla consegna della pala Amici di Jesi, ultimo dipinto d'altare dell'artista. Un inventario della guardaroba del palazzo apostolico di Loreto del 1563 cita con certezza almeno sette dipinti di Lorenzo Lotto, quadri passati al santuario dopo l'oblazione del 1554. Nel 1580, infine, due «quadri in carta», identificabili con due cartoni delle tarsie di Bergamo, venivano venduti al governatore della Santa Casa Vincenzo Casali.  É così possibile riaprire la questione dell'ultimo periodo del maestro veneto a Loreto e individuare delle tracce per la dispersione di alcune delle sue opere.  The paper presents some unpublished documents on Lorenzo Lotto able to increase knowledge on the Venetian painter and his works remained in Loreto after his death. Some notes of account allow us to advance new hypotheses about the delivery of the Amici Altarpiece for Jesi, the last altarpiece of the artist. An inventory of the wardrobe of the Apostolic Palace of Loreto, dated 1563, mentions at least seven paintings by Lorenzo Lotto, passed to the sanctuary after the artist's oblation in 1554. In 1580, finally, two "pictures on paper," identified with two cartons of marquetries from Bergamo, were sold to the governor of the Holy House Vincenzo Casali. It is possible to reopen the question of the last period of the Venetian master in Loreto and identify the traces for the dispersion of some of his works.

  4. Il coinvolgimento dei residenti nelle attività di promozione di un sito UNESCO (WHS. Un caso esplorativo sulla Costiera Amalfitana / The involvement of residents in the promotion of an UNESCO site (WHS. An exploratory case focusing on the Amalfi Coast

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Agostino Vollero

    2016-06-01

    Full Text Available Il coinvolgimento dei residenti, in particolare nei siti Unesco, costituisce uno degli elementi chiave per favorire lo sviluppo dei territori. In questa direzione, il lavoro intende esaminare quali fattori influenzino la propensione dei residenti a partecipare alle attività di promozione territoriale. Sulla base di un approccio di destination management di tipo collaborativo, è stata realizzata un’indagine esplorativa su un campione di 248 residenti della Costiera Amalfitana per analizzare la loro intenzione ad impegnarsi nella promozione del territorio. I valori della comunità e l’atteggiamento proattivo nei confronti dell’ambiente sembrano influenzare positivamente la volontà dei residenti a supportare le attività di comunicazione di marketing territoriale. Il riconoscimento Unesco, se associato ad aspetti positivi, può costituire un ulteriore stimolo alla partecipazione dei cittadini. Inoltre, la percezione di inefficacia delle attività implementate dagli attori locali sprona i residenti ad attivarsi nella promozione territoriale.   The involvement of residents is one of the key elements to promote the development of destinations, especially in Unesco sites. In this context, the study aims at examining the factors that can influence the propensity of residents to participate in place promotion. Based on an approach of collaborative destination management, an exploratory survey has been conducted on a sample of 248 residents of Amalfi Coast in order to examine their intentions to engage directly in place communication initiatives. Community values and environmental attitudes seem to positively affect the willingness of residents to engage in place marketing communications. If linked to positive effects, the Unesco recognition may be a further stimulus to the engagement of citizens. Moreover, the perception of ineffectiveness of actions implemented by local actors encourages residents to contribute directly to place promotion.

  5. Sulphides balance in tanning leather district in Tuscany: evaluation of H{sub 2}S emissions and estimation of their impact on the air quality of the area; Bilancio dei solfuri nel comprensorio del cuoio: valutazione delle emissioni di dirogeno solforato e del loro impatto sulla qualita' dell'aria della zona

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Campi, B.; De Blasi, E.; Vanni, D.; Scali, C. [Pisa Univ., Pisa (Italy). Dipt. di Ingegneria Chimica, Chimica Industriale e Scienza dei Materiali; Spinazzola, A. [ARPAT-Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana, Pisa (Italy). Dipt. di Protezione Ambientale, Sez. locale di San Romano

    2000-09-01

    The paper deals with an evaluation of hydrogen sulphide emissions from leather tanning industries and water purification plants in the leather district in Tuscany. The aim of the work is to correlate different sources emissions of the area with pollutant concentrations recorded by the monitoring network. Global quantities of treated substances, different plants typologies and operating mode, have been considered, following the indications of the ARPAT's archives. This analysis, updated to 1998, gives interesting information about the trend of emissions and their weight on air quality: the effect of tanning leather industries emissions during the 'pickel' operation results greater than the average purification plants contribution to air quality, even if, cause of the high quantity of treated sulphides, the weight of purification plants remains important. The trend of measured concentration of pollutant in air shows a clear improvement of air quality during last three years (1997-199). [Italian] L'articolo presenta una valutazione delle emissioni di idrogeno sulforato da aziende conciarie e da impianti di trattamento delle acque reflue industriali nel comprensorio del cuoio. in Toscano. Lo scopo dell'indagine e' quello di valutare la possibilita' di correlare le emissioni delle diverse sorgenti della zona con i valori di concentrazione di inquinante al suolo rilevati dlla rete di monitoraggio. La valutazione tiene conto delle quantita' complessive di sostanze lavorate, delle diverse tipologie degli impianti e del loro stato di funzionamento, secondo quanto risulta dai dati contenuti nell'archivio dell'ARPAT (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana). L'analisi aggiornata al 1998, fornisce indicazioni circa l'andamento dei fenomeni emissivi ed il loro peso sulla qualita' dell'aria. In particolare si evidenzia come l'effetto delle emissioni dalle aziende conciarie durante l

  6. Note sulla specializzazione degli intermediari finanziari in Italia.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    C. CONIGLIANI

    2014-09-01

    Full Text Available Finance in Italy over the past two decades is characterised by the contrast between the relative stability of the institutional structure of financial intermediaries on the one hand and the far-reaching changes in the instruments of monetary policy and even composition of credit flows, on the other. The present work examines certain aspects of the recent activities of financial intermediaries in Italy and takes stock of the present situation. The authors consider the increasing need for credit transformation, the institutional constraints, direct and indirect transformation, and other links between financial intermediaries. It is suggested that the disequilibria to be observed in the structure of the Italian capital market and credit institutions may simply reflect disequilibria in the non-financial institutions. JEL: E52, G21, G28

  7. Considerazioni inattuali (? sulla crisi della storia e della cultura umanistica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Pitocco

    2013-07-01

    Full Text Available Untimely (? meditations on the crisis of history and humanities.Moving from the debate on the usefulness of history which took place after World War II, this article discusses the present crisis of humanistic culture. At that time Lucien Febvre answered back to the request that history had to be «useful for life» -as Nietzsche said -objecting that «a serving history is a servile history» and that, on the contrary, history is necessary for facing present problems, but only if it is a free construction of a critical method and thinking. Developing Marc Bloch’s thesis on the light of the experiences of the second half of the 20th century, the author confirms the fundamental role of historical consciousness for the formation of democracy and European civilization as well as for their future, being it the only possible antidote against short breath lectures of a present crisis, including the economic one, which is first of all a cultural crisis, and an indispensable tool for thinking and orienting the change.

  8. Alcune note sulla ricezione anglosassone di Jacques Derrida

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Gianconi

    2011-11-01

    Full Text Available The paper investigates some aspects of the relations between Derrida’s thought and the XX century american mainstream of thought in philosophy. In order to do this, it deepens the relevant perspective of deconstruction through frequent comparisons with crucial standpoint in history of philosophy, such as Aristotle, Descartes, Hegel, Heidegger.

  9. La biblioteca dei vivi. Sulla poesia di Jouni Inkala

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Viola Parente-Čapková

    2016-12-01

    Full Text Available Jouni Inkala’s poetry brought about innovation of expression into Finnish poetry of the 1990s. My article situates Inkala in the tradition of poetry and literature in the Finnish language and traces the development of themes, topics and formal strategies I consider central in his work (among others, the “great tradition” of Western civilization and culture, relation between spirituality, art and science, intertextuality, self-reflexive qualities, social commitment. The analysis of this development culminates in the discussion of Inkala’s five unpublished poems, which are presented also in the Italian translation. The article and the poems are accompanied by my interview with the author.

  10. Lo sguardo del Paesano. Un osservatore sulla soglia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Enrico Campo

    2016-09-01

    Full Text Available Nel film Il ragazzo di campagna, Artemio (Renato Pozzetto è un provinciale quarantenne che decide di trasferirsi a Milano, la metropoli italiana per eccellenza. Artemio abita a Borgo Tre Case, un paesino lombardo in cui l’attrattiva principale consiste nell’osservare il passaggio del treno il venerdì. La vicenda narra appunto di questa migrazione dalla campagna alla città e delle difficoltà di Artemio a gestire il nuovo contesto urbano.

  11. Sulla realità dei quanti un dialogo galileiano

    CERN Document Server

    Jauch, J M

    1980-01-01

    Che cosa succederebbe se Simplicio, Salviati e Sagredo, i tre protagonisti del "Dialogo" di Galileo, si incontrassero oggi e parlassero di fisica? Come reagirebbero all'ancora insuperato scandalo del comportamento quantistico della materia? Un grande fisico contemporaneo, Jauch, ha avuto l'idea di mettere in scena questo gioco, sulle rive del lago di Ginevra. E così ha scritto una guida illuminante e leggibile ai temi cruciali della fisica contemporanea.

  12. La musica del vuoto indagine sulla natura della materia

    CERN Document Server

    Wilczek, Frank

    2007-01-01

    I pattern delle onde che descrivono i protoni, i neutroni e tutti i loro parenti ricordano le vibrazioni di strumenti musicali, e in effetti le equazioni matematiche che governano questi due domini, superficialmente molto diversi, sono in realtà molto simili. Quest'analogia musicale risale alla preistoria della scienza: già Pitagora scoprì che le note armoniose sono quelle suonate da corde le cui lunghezze sono in una semplice relazione numerica, mentre Keplero trascorse anni in tediosi calcoli ed erronee ipotesi alla ricerca dell'armonia nascosta dell'universo. Wilczek riprende questa metafora nella descrizione della realtà delle masse parlando di "musica del vuoto", moderna espressione dell'antica, inafferrabile e mistica musica delle sfere.

  13. Dante e il pinguino. Sulla linea di Bertrand Westphal

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giulio Iacoli

    2011-05-01

    Full Text Available Conceived of as an answer to Bertand Westphal’s learned notes on the spatial implications of the horizon, my paper focuses on the way geocritical analysis structures its subject matters by recurring to a thorough deconstructing survey of the meanings which a certain place, or a certain idea of space, received in time. What I define ‘the geocritical ethos’ provides the basis for a comparative view on the changing profile of the horizon as seen from the perspective of literary imagination: the wavering line reflects the uncertainties of the viator Dante, caught in his unique experience between the paralysing fixity of the Sacred Mountain and the infinite promise of space which derives from observing the maritime stretch; the description of an icy spot with a view, disputed between an exploring I and a penguin, pervades with exquisite irony the genre of scientific reportage, as brilliantly reworked by Daniele Del Giudice in his recent Orizzonte mobile. Thus, in this critical rereading of the foundation of modern thinking we can grasp the essential liaisons involving geographical discoveries and the achievements of literary imagination: a bright path to modernity comes to the fore, signalling an ever-refining consciousness of human boundaries, and the way literary creation defies and transgresses the very notion of limits by displaying the fruits of a limitless imagination.

  14. Città invisibili? Riflessioni sulla questione urbana in Oceania

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Dorothée Dussy

    2016-08-01

    Full Text Available Why have cities stayed for so long an invisible object for the anthropology of Oceania? What is it to be an urban Pacific islander? What are the fields of interest of the anthropologists working in urban Oceania? Drawing on a review of urban research lead during the last decades in the Pacific archipelagos, this article aims at unfolding these different questions. We will evoke how anthropologists’ attraction for the authentic, the rural world and small indigenous communities have for long prevented any close look at the contemporary urban world. Urban cities are recent and have been created by colonisation; they are made of various populations of migrants whose trajectories have been molded by colonisation and globalization. The study of these recent cities associate various issues such as creolization, informal economy, periurbanisation, circular migration, relations between expatriates and indigenous people, and contemporary uses of tradition or “custom”. Eventually, the paper concludes with the will to claim the right for the anthropology of urban Oceania to find its place among the discipline, among the vast collection of studies evoking the rural and so-called traditional worlds of the region.

  15. Personaggi sulla graticola.Dostoevskij in Tiziano Scarpa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Adriano Fraulini

    2016-12-01

    Full Text Available This article stresses the importance of the poetics of ‘bad impressions’ – originating directly from Fedor Dostoevskij’s fiction – in Tiziano Scarpa’s debut work. From this perspective, it examines different kinds of thematic re-use, halfway between quotation and rewriting.

  16. Riflessioni antropologiche sulla religione - Some anthropological reflections on religion

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonino Colajanni

    2015-11-01

    Full Text Available A series of general, theoretical and methodological reflections on the different forms of religious ideas and practices diffused among all human cultures is here proposed from an anthropological point of view. The first step is based on the consideration that the most diffused idea within very different social contexts is that of the existence of spiritual not-human invisible beings, capable of influencing the lives of the humans, if addressed in certain forms and in certain times. A common character of the religious ideas (in particular within the religious systems of the three monotheisms is that they do not accept a normal and ordinary way of confutation and critical discussion about the principles and central ideas. They show a case of undisputable statements on reality and are founded on a trust in certain ideas and beliefs received from others, respected person or sacred texts, without a particular sensibility to accept the recourse to empirical evidences. Their principal concern is about some “elementary aspects of human life”, normally impossible to be controlled by the humans in a technical and operational way. The fundamental methodological aspect to be taken into consideration is that the religious ideas and practices have to be studied historically, because they are connected with concrete and historical problems of the human societies that produced them, and that they change continually in time, owing to different circumstances. The comparative method is another indispensable instrument for the study of the religious phenomena; every religious system has to be examined in the context of the numerous analogies and differences existing between the various societies of men living in the same and in different times, which have been continually in contact among them, which generated influences and reciprocal loans. On a more general level, it appears necessary, for the theoretical and comparative study of religious phenomena, to criticize and put on discussion the same religious system existing within the culture of the student of religious ideas and actions. A sort of “religious relativism” appears then to be necessary. In the case of Christianity in particular, it appears necessary to reconstruct carefully the ancient and recent history of Christian religion, with all its transformations, in order to get a sufficient distance from the implicit influences of that very complex cultural-religious system, which could produce a sort of deformation in the process of understanding and interpretation of the religious ideas of the others. The last part of the essay is dedicated to a presentation of an extended text on religious ideas and shamanism, collected among the Shuar Indians of Ecuadorian Amazon, to which the general and methodological suggestions and the reflections presented above have been applied.

  17. DSpace@Unipr. Considerazioni finali sulla fase sperimentale

    OpenAIRE

    Bevilacqua, Fabrizia

    2005-01-01

    Scopo di questo contributo è presentare alcune considerazioni riguardanti la fase sperimentale di gestione dell’archivio istituzionale DspaceUnipr, che si è svolta nel periodo tra gennaio e dicembre 2004. In particolare vengono analizzate le attività svolte e le principali problematiche affrontate, con la speranza che l'esperienza condotta possa risultare utile ad altre istituzioni impegnate nella progettazione e sviluppo di depositi istituzionali.

  18. Polilinguismo nella scrittura murale urbana: Note sulla lingua spagnola

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    ELena Landone

    2016-01-01

    Full Text Available Abstract – In this paper I focus on the polylinguistic and polycultural landscape of Milan on the theoretical basis of daily life studies, the sociolinguistics of globalization, and intercultural pragmatics. The relevance of this field is determined by the need for urban anthropology to semiotize the urban spaces as an interpretative bridge between the microsystem (the individual level and the macrosystem (the social level. More concretely, I investigate the presence of the Spanish language in the superdiversity of Milan and, methodologically, I collect ethnographically and interpret qualitatively a corpus of 700 daily life texts of various types of street writing. The results show the significant presence of Spanish in the urban landscape and a high level of hybridism which is, nevertheless, totally functional in communication. I also detect the emergence of linguistic, pragmatic and intercultural awareness in the writers. Finally, with some precautions, I confirm the scientific potential of the daily life documents to investigate complex urban dynamics.Resumen – El tema de este estudio es el panorama polilingüe y policultural de Milán y se plantea a partir de las bases teóricas de los everyday life studies, de la sociolingüistica de la globalización y de la pragmática intercultural. La relevancia del estudio descansa en la necesidad de la antropología urbana de elaborar una interpretación semiótica de los espacios urbanos, puesto que pueden constituir un puente interpretativo entre el microsistema (individuo y el macrosistema (sociedad. Concretamente, el objetivo es investigar el papel del idioma español en la supediversidad milanesa; la metodología es de etnografía urbana con la formación e interpretación cualitativa de un corpus fotográfico de setecientos textos cotidianos de escritura callejera (pintadas, avisos, grafiti, ecc.. Los datos relevan una presencia significativa del español en el landscape milanés, con un alto nivel de hibridismo que, de todas formas, es funcionalmente adecuado y denota el emerger de la conciencia  lingüística, pragmática e intercultural de los hablantes-escritores. Además, se confirma, con alguna precaución, el aporte científico de los documentos de la cotidianidad para interpretar la complejidad urbana. 

  19. Riflessioni sulla ricezione di Goldoni nel '700 francese

    DEFF Research Database (Denmark)

    Olsen, Michel

    2011-01-01

    This essay takes up the relative incomprehension experienced in France by Goldoni, as before him by the great Dano-norwegian comedy-writer Ludwig Holberg. An exception was Élie Fréron, known as the antagonist of the philosophes, but rediscovered in the last decades of the last century as a brilli......This essay takes up the relative incomprehension experienced in France by Goldoni, as before him by the great Dano-norwegian comedy-writer Ludwig Holberg. An exception was Élie Fréron, known as the antagonist of the philosophes, but rediscovered in the last decades of the last century...... proof of good morals, all of which is tantamount to the non-representability of a large part of reality, social as well as psychological....

  20. Hal Foster (Ed., L’antiestetica. Saggi sulla cultura postmoderna

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Agamennoni

    2015-05-01

    Full Text Available La notevole distanza temporale che separa la prima edizione, nel 1983, della raccolta di saggi curata da Hal Foster e intitolata The Anti-Aesthetics e la recentissima pubblicazione di quest'ultima nella sua traduzione italiana, L'antiestetica, da parte di Postmedia Books costituisce una circostanza singolare per un'opera di così ampia e diffusa risonanza internazionale da essere definita da Ester Coen, nella sua postfazione, come il «vademecum di un'intera generazione» (187. A poco più di trent'anni di distanza questo testo ci appare per molti versi come un documento postumo, manifesto di un progetto – il postmodernismo – già esauritosi, riproposto «quando ormai la discussione si volge piuttosto altrove, alla consunzione di questo termine e, in definitiva, all'epilogo di una fase» (ibid..

  1. Paola Galimberti, I dati sulla ricerca: un problema aperto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2011-11-01

    Full Text Available Appena uscito su Roars, l”articolo di Paola Galimberti tratta di una questione solo in apparenza burocratica e trascurabile per chi discetta di massimi sistemi: come facciamo a sapere che cosa producono i ricercatori che lavorano nell”università italiana? Come facciamo a sapere quanto e come si citano e vengono citati? Questi dati sono reperibili da due [...

  2. Dall’estetica alla teoria. Note sulla transestetica della letteratura

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lorenzo Oropallo

    2012-12-01

    Full Text Available Come ha messo in rilievo Paul De Man, la teoria della letteratura nasce insieme alla letteratura stessa, dunque a partire dal primo romanticismo tedesco e la sua riflessione intorno alla natura dell'arte. In questo senso, la teoria letteraria non si oppone alla pratica della scrittura, ma alla sua estetica, che quindi è necessario superare.

  3. L’Italia e l’Europa negli anni Trenta. Musei, storia dell’arte, critica e restauro nei documenti dell’inchiesta internazionale sulla formazione dei restauratori (1932 / Italy and Europe during the 1930s. Museums, art history, art criticism and restoration in the documents of the international survey about the training of restorers (1932

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Silvia Cecchini

    2016-12-01

    Full Text Available Chi all’interno dell’Offi ce International des Musées (OIM, all’indomani della prima guerra mondiale, lavorava alla ridefi nizione del ruolo dei musei, ripensandoli come luoghi di dialogo interculturale e di incontro della società presente con il proprio passato, considerava il ruolo sociale del museo e la sua funzione conservativa come parte della stessa riforma culturale. In questo scenario l’inchiesta condotta nel 1932 dall’OIM è stata occasione di confronto tra paesi membri della Società delle Nazioni sulla fi gura di ‘restauratore di opere d’arte’. Se ne considerano i percorsi formativi, fi no ad arrivare alla regolamentazione della concorrenza, valutando aspetti metodologici, critici, etici. Le posizioni che emergono dai documenti dell’Archivio dell’OIM mostrano le intersezioni tra scelte culturali e processi storico-politici, rivelano signifi cative differenze sul ruolo attribuito alla diagnostica e alla critica dalle diverse culture nazionali. L’analisi di quanto emerge da quei documenti offre l’occasione per rifl ettere su alcuni percorsi storici che hanno costituito le radici dell’attuale cultura italiana del restauro, permette di soffermarsi sul rapporto dell’Italia con gli specifi ci percorsi della cultura internazionale. Ne emergono elementi utili a considerare da un punto di vista storico i processi di trasformazione ora in atto proprio nell’ambito della formazione dei restauratori di beni culturali. In the aftermath of WW1, those working in the Offi ce International des Musées (OIM to redefi ne the role of museums – rethinking them as intercultural dialogue and meeting places of the society with its own past – considered the social role of the museum and its conservative mission as part of the same cultural reform. In this scenario the survey conducted in 1932 by the OIM was an opportunity for discussion between members OIM of the League of Nations countries on the fi gure of ‘restorer of

  4. INFLUENZA DELLE CONDIZIONI ECOLOGICHE SULLA STRATEGIA RIPRODUTTIVA E SULLA BIOMETRIA DI CHLAMYS OPERCULARIS (L. 1758) (MOLLUSCA, BIVALVIA)

    OpenAIRE

    NEGUSANTI, JIN SOOK

    2007-01-01

    2005/2006 Chlamys opercularis è un animale edule, comune su fondi sabbiosi e sabbiosi-detritici, posti ad una profondità variabile tra 4-400m (più comune a 40m). Ha una conchiglia di colore molto vario, inequivalve (valva sinistra più convessa) ed inequilaterale, con una lunghezza massima di 9cm. La scultura conchigliare è caratterizzata da 18-25 coste radiali, presenti su ciascuna valva, tra le quali si trovano le linee di accrescimento. L'interno è lucido, solcato ed ondulato in corrispo...

  5. Tutela del sovraindebitamento incolpevole (L. 3/2012 o sanzione per omessa verifica del merito creditizio (art. 124 TUB? Il “piano del consumatore” in funzione punitiva

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    LARA MODICA

    2014-09-01

    Full Text Available Dopo il provvedimento apripista del giudice pistoiese (commentato pochi mesi fa da Enza Pellecchia in questa rivista, le omologazioni del “piano del consumatore” sovraindebitato cominciano a moltiplicarsi: ancora il Trib Pistoia 8 gennaio 2014 e poi Trib. Ascoli Piceno 4 aprile 2014, Trib. Catania 24 giugno 2014 e Trib Catania 17 giugno 2014 concedono i “benefici” di cui agli artt. 7 ss. della legge 3/2012 a famiglie finanziariamente vulnerabili, sulla scorta del comune presupposto della non colpevolezza del default. Al di là delle differenti vicende da cui scaturiscono, le decisioni citate confermano tutte, più o meno marcatamente, l’impressione a caldo che avevamo tratto già all’indomani della tormentata approvazione della l. n. 3, e cioè che il congegno esdebitatorio di nuovo conio fosse destinato inevitabilmente a caricarsi di un ruolo di supplenza della scarna ed inefficace disciplina in materia di prevenzione del sovraindebitamento, sub specie di doveri informativi e verifica del merito creditizio (artt. 124 ss. t.u.b., offrendosi quale sede elettiva per reagire ex post alla condotta scorretta o anche solo disinvolta dei finanziatori professionali.

  6. Quando noi urlavamo, loro si chiudevano in camera: alcune riflessioni sulla violenza assistita / Lorsque nous criions, ils s’enfermaient dans leur chambre : quelques réflexions sur le phénomène de l’exposition des enfants à la violence conjugale / Whilst we screamed, they shut themselves in their bedroom: some reflections concerning the phenomenon of children’s exposure to domestic violence

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sandra Sicurella

    2017-07-01

    Full Text Available La violenza assistita è oggi un fenomeno globale e molto diffuso strettamente correlato alla violenza domestica. Nonostante ciò il riconoscimento di questa forma di abuso è ancora problematico sia all’interno delle famiglie, sia da parte dei servizi preposti alla protezione e alla cura dei minori, che non sempre riescono a interpretare tempestivamente i segnali di disagio e le richieste di aiuto da parte dei bambini. L’esposizione a situazioni di violenza intrafamiliare provoca nei bambini e negli adolescenti effetti a breve e lungo termine in grado di intaccare il benessere psicofisico e la salute. In questo contributo ci si concentra su alcuni aspetti relativi alla definizione del fenomeno e alle sue conseguenze, focalizzandosi in particolar modo sulla relazione madre-bambino, sulle implicazioni relative alla trasmissione intergenerazionale della violenza e sulle possibilità di intervento. L’exposition des enfants à la violence est aujourd’hui un phénomène global et répandu, étant directement lié à la violence conjugale. Toutefois, la connaissance de cette forme d’abus demeure problématique de la part des familles ainsi que des services de l’aide sociale à l’enfance. En effet, ces services ne sont pas toujours en mesure d’interpréter rapidement les signes de détresse et les appels à l’aide des enfants. L’exposition à la violence intrafamiliale provoque des effets négatifs à court et à long terme sur les enfants et les adolescents, effets qui peuvent compromettre leur bien-être mental et physique. Cet article met l’accent sur certains aspects relatifs à la définition de ce phénomène, à ses séquelles, à la relation mère-enfant, aux conséquences inter-générations de la violence et aux modalités d’intervention. Today children’s exposure to violence is a global and widespread phenomenon directly linked to domestic violence. Nevertheless the acknowledgment of this form of abuse is still

  7. A proposito di uno scarabeo da Colle del Forno: alcune considerazioni sulla produzione di stile globulare

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Enrico Giovanelli

    2010-07-01

    Full Text Available L’esemplare di scarabeo dalla necropoli di Colle del Forno presentato in questa sede fornisce lo spunto per alcune brevissime considerazioni in merito alla produzione di stile globulare anche a fronte del recente lavoro di sintesi di U. Hannson sul tema che costituisce ad oggi un utilissimo aggiornamento sulle questioni stilistiche, formali, iconografiche, sugli aspetti produttivi nonché una discreta integrazione del corpus che era già stato apprestato da Peter Zazoff.

  8. Il ruolo dei Cardinali nella Costituzione Apostolica Pastor Bonus sulla Curia Romana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fabio Blasigh

    2015-10-01

    The Cardinals are the main collaborators of the Roman Pontiff in governing the universal Church. This collaboration takes place both at the collegiate level in consistories and individually within the Roman Curia. The Apostolic ConstitutionPastor Bonus promulgated in 1988 by St. John Paul II devotes ample space to the service offered by the Cardinals in the departments. The author of this article will attempt to analyze the tasks entrusted to the Cardinals in the various Dicasteri, in particular at Congregations and the Secretariat of State, and pointing out the differences with the previous discipline of Regimini Ecclesiae Universae. Special attention will be devoted to the activity of coordination curial left to the Meeting of Cardinals and finally the relationship and discipline posed by Pastor Bonus to the relationship between the Roman Curia and the Consistories.

  9. Isernia. Lo scavo al di sotto della Cattedrale: prime osservazioni sulla tipologia ceramica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessia Guidi

    2014-07-01

    Full Text Available In the early ‘80s, excavation under the Cathedral of Isernia returned a large number of fragments of pottery, found in the mediaeval stratigraphy that filled an early imperial public space, maybe a cryptoporticus, in the sacred area of the Latin colony of Aesernia. We intend to expose the first results of the analysis, to verify presence and duration of the types we found.

  10. Le osservazioni di Slavoj Žižek sulla condizione femminile nel diritto islamico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Domenico Bilotti

    2015-06-01

    This essay tries to analyze a recent Slavoj Žižek’s pamphlet about Islamic law and culture. The Slovenian philosopher intentionally uses an ironical and sardonic style, mixing elements from sociology, literature and psychology. His thoughts still seem not always agreeable, but Slavoj Žižek’s perspective can share some points helpful and useful for a first look at Islamic minorities in Western societies.

  11. L’estrema destra in Italia fra passato e presente: il discorso sulla globalizzazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuela Caiani

    2011-11-01

    Full Text Available L’obiettivo di questo articolo è rilevare empiricamente e confrontare la rilevanza (e le forme del tema della globalizzazione nell’estrema destra, concentrandosi sul discorso dell’estrema destra in Italia e sottolineando somiglianze e differenze fra tipi di organizzazioni diverse. Lo studio si basa su una frame analisys condotta su diversi tipi di documenti organizzativi (giornali di partito, riviste mensili, documenti e archivi di forum di discussioni online in un periodo dal 2000 al 2006 per un totale di 2500 frames analizzati. Quanto è importante la globalizzazione rispetto ad altri temi nel discorso dell’estrema destra? Quali sono le principali issues alle quali la globalizzazione viene riferita (economia, politica, cultura, ecc.? Quali le soluzioni suggerite dalle organizzazioni di estrema destra per far fronte alla globalizzazione e quale il ‘noi’ e il ‘loro’ costruito nel discorso in relazione a questo tema? Le diverse strategie di framing di tipi di gruppi differenti (partitici e non, fino a gruppi violenti subculturali verranno mostrate, così come la modernità, ma anche la non-modernità del modo in cui l’estrema destra italiana inquadra il tema della globalizzazione, con l’osservazione della costruzione, su questi temi, di una identità complessa in cui convivono (non sempre pacificamente valori e schemi interpretativi tradizionali e elementi innovativi.

  12. L´autobiografia e il desiderio: sulla trilogia di Walter Siti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto Casadei

    2008-04-01

    Full Text Available This paper looks into the entire production of writer and critic Walter  Siti. The analysis follows two fundamental tracks: on the one hand, the relationship with the autobiographical format that here becomes openly "fake" and challenges the relationship betwwen fiction/non-fiction; on the other hand, the relationship with literary tradition, particularly with the Dantesque model, decisive for the "allegoric" interpretation of the various tales.

  13. Miliardi e miliardi riflessioni di fine millennio sulla terra e i suoi inquilini

    CERN Document Server

    Sagan, Carl

    1998-01-01

    Carl Sagan, ancora una volta - l'ultima, purtroppo - ci mette a disposizione la sua esperienza (e le sue conoscenze) per vedere il mondo sotto una prospettiva diversa. Questa volta tuttavia, le domande a cui vuole dare risposta non sono soltanto scientifiche ma anche, soprattutto, umanistiche. Con gli occhiali dello scienziato, ma il cuore appassionato dell'uomo, Sagan affronta i temi che condizioneranno i nostri prossimi anni, dai piccoli - ma sorprendenti - problemi di ogni giorno, fino alle grandi domande sul futuro del Pianeta. Così, partendo dai servizi televisivi di Monday Night Football - una sorta di Domenica sportiva americana - Sagan ci accompagna fra le tribù dei cacciatori-raccoglitori che un tempo popolavano la Terra per arrivare a guardare da vicino il fragile equilibrio su cui poggia la vita. Allo stesso modo, prendendo spunto dall'invenzione degli scacchi, ci troviamo di fronte ai temi dell'esplosione demografica, della diffusione dell'Aids e a tutti quei fenomeni dove una piccola unità (un...

  14. La sfida delle civiltà sulla democrazia e i diritti umani

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vittorio Cotesta

    2016-05-01

    Full Text Available The diffusion of human rights and democracy in the entire world is an ambiguous phenomenon: human rights and democracy are differently conceived in each culture and civilization. In the Universal Declaration of Human Rights human rights are qualities of human beings independently of their race, color, sex, language, religion, political or other opinion, national or social origin, property, birth or other status. In the Universal Islamic Declaration of Human Rights “Human rights […] are firmly rooted in the belief that God, and God alone, is the Law Giver and the Source of all human rights”. In the so called African renaissance there is an autonomous foundation of human rights, they are conceived as the best expression of Akan and Ubuntu culture. In the Confucian Renaissance there is a new proposition of Confucianism as a philosophical vision of the world and also a new perspective on the human rights. The truth is that cultural pluralism is an universal phenomenon: only the dialogue can guarantee peace and order.

  15. Alcune considerazioni sulla relazione insegnante e allievo disabile: Analisi di un’esperienza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Maria Disanto

    2015-12-01

    Full Text Available Obiettivo principale del nostro contributo è individuare e qualificare, all’interno della relazione educativa con l’allievo portatore di handicap, l’insieme di contenuti non immediatamente accessibili alla coscienza, che si rivelano solo una volta superate delle resistenze. Il rilievo di questi aspetti è stato possibile attraverso la elaborazione di un questionario cui ognuno ha risposto liberamente, garantito dal più assoluto anonimato. La significatività numerica del materiale a nostra disposizione (134 questionari, ci ha permesso di proporre delle considerazioni che, senza avere la pretesa di essere esaustive, risultano valide per introdurre delle riflessioni sull’argomento.Le riflessioni che presentiamo hanno avuto come occasione di stimolo e di riflessione un corso di formazione per insegnanti di sostegno della scuola dell’obbligo, nella cui impostazione si è cercato di integrare elementi presenti su un piano di realtà con aspetti relativi ad un livello inconscio. Quella che presentiamo è l’elaborazione finale di dati che analizzeremo non quantitativamente ma sul piano dei contenuti, attraverso il riconoscimento dei meccanismi di identificazione che intervengono nella relazione dell’insegnante con il bambino portatore di handicap: come si specifichi, cioè, il processo psicologico per cui si fanno propri elementi caratteristici, attributi di un’altra persona e ci si trasforma, totalmente o parzialmente, sul modello di quest’ultima.

  16. La retorica sconfitta dalla forza del contesto etico-politico. Riflessioni sulla ricezione di due traduzioni

    OpenAIRE

    Caroline Fischer

    2014-01-01

    La retorica è generalmente considerata come un ente quasi assoluto, mentre la sua forza, cioè il suo effetto, risulta dalla ricezione, dal pubblico con il quale le opere andranno confrontandosi. Analizzeremo le reazioni tedesche suscitate dalle traduzioni di due romanzi che, alla loro pubblicazione in Francia, hanno provocato in un caso uno scandalo (Les particules élémentaires di Michel Houellebecq), e nell’altro risposte clamorose (Les bienveillantes de Jonathan Littell), al punto che di am...

  17. Verso un punto di vista laico sulla questione del tirannicidio fra XII e XIII secolo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Simonetta

    2010-02-01

    Full Text Available L'articolo si domanda, con riferimento al tardo Medioevo, se e in quale misura si possa osservare uno spostamento verso un approccio più laico alla questione specifica della legittimità della resistenza al tiranno. Nel secolo circa che separa Giovanni di Salisbury e Tommaso d'Aquino si passa da una analisi di carattere essenzialmente etico teologico del problema a una considerazione più simile a quella che oggi si potrebbe definire laica. Nelle pagine del De Regno, Tommaso discute anche dal punto di vista teologico la questione della legittima resistenza a un governo tirannico e, tuttavia, in questo stesso contesto esamina attentamente i meccanismi costituzionali grazie ai quali una comunità politica può  minimizzare il rischio di cadere sotto una forma tirannica di potere. With reference to the late Middle Ages, this paper discusses whether and to which extent we can see a shift towards an approach more secular concerning a specific issue: whether the resistance to tyrant is lawful or not. In the century, more or less, between John of Salisbury and Thomas Aquinas it goes from an essentially ethical-theological consideration of the problem to a consideration more close to that which today one would define secular. In the pages of De regno, Thomas discusses also from the theological point of view the question of lawful resistance in front of a tyrannical government and, however, in the same context he carefully examines the constitutional devices by which a political community can minimize the risk of coming under a tyrannical form of power.

  18. Samuel Swinton Jacob e il Jeypore Portfolio: considerazioni sulla documentazione in architettura.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vanicka Arora

    2010-12-01

    Full Text Available Il saggio [i] illustra l’opera di Sir Samuel Swinton Jacob, una figura rilevante dell’epoca coloniale, che fu profondamente coinvolto, come architetto, nel revival dell’architettura tradizionale indiana nello Stato di Jeypore (ora Jaipur durante il primo periodo del XIX secolo. In particolare il focus è sul Catalogo dei dettagli architettonici di Jeypore che è costituito dalla raccolta di una serie di rilievi compiuti dallo stesso Jacob. Il saggio esamina il contesto in cui il Catalogo è stato prodotto e la sua influenza sulle costruzioni tradizionali. Inoltre si evidenzia l’evoluzione del concetto di documentazione in India e le sue implicazioni culturali. [i] Questo saggio è un estratto della tesi di Master di Vanicka Arora.

  19. Attività ed innovazioni sulla gestione della fattrice da trotto nell'allevamento italiano

    OpenAIRE

    Vecchi, Ilaria

    2010-01-01

    The Standardbred mare’s entry in reproduction activity compulsorily takes place, pursuant to the racing regulation, upon the mare turning 8 years old, unless an even earlier entry is chosen by the owners. The off-the-track subjects are generally stressed and in poor physical conditions, as a result of an incorrect management at the end of racing career. The role of photoperiod in the regulation of the mare’s reproduction activity has been well defined and is critical for the mares’ entry into...

  20. Dal protettore al controllore. Uno sguardo sociologico sulla letteratura disegnata a tema supereroistico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pier Paolo Zampieri

    2015-12-01

    Full Text Available 1938: a flying man with an S on his breast appears in the sky of an American metropolis, catapulting cartoon mass entertainment into a new dimension. 1986: a spot of blood on a Smiley icon (Moore, 1986 puts an end to the innocence of an entire narrative genre. The two logos, which share a great retroactive symbolic impact, are presented as the two great epistemic divides (Foucault, 1966 of the superheroic cartoon literature. This paper is aimed at offering a sociological view on a whole genre, made up of pure visual grammar and accounted as being particularly suitable for the representation of the implicit tensions of contemporary societies (Di Nocera, 2000. The paper offers genealogic systematizing and discussion of the implications inherent to Watchmen’s, mature and conscious production. Starting from the title, Watchmen (Moore, 1986 stands as a deliberate investigation of the archetype on which the whole genre rests. In the end, in more and more complex systems and societies, “who controls the controllers?”

  1. Dentro, fuori, sulla soglia. Itinerari dello sguardo in Tableau de Paris (1852-1853

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vanja Strukelj

    2012-01-01

    Full Text Available The two volumes of the Tableau de Paris (1852-1853 by Edmond Texier, richly illustrated with images that already appeared on “L’illustration”, offer an exemplary iconographic repertoire, able to view and comment on the routes proposed by the writer inside the Parisian spaces, resulting in a significant example of literature panoramique. The article wants to highlight the different models of representation, which come into play in the analytic layout of the external and internal spaces (from the eighteenth-century landscape painting to the illustration of the Encyclopédie, from the spectacle of the panoramas to the drawings of the Physiologies a Paris described in all its aspects of public and private life, and in the multifaceted process of continuous transformation. A real training for the reader to the observation, the elaboration of a topography of the city that binds types to specific urban contexts, Tableau de Paris condenses the story in pictures from illustrated papers offered over the years, recording a cross-section of the capital, when they take the boot haussmanniani demolition. We can not underestimate the impact of this exercise to “gastronomie de l’œil" on an audience that, not having acquired the knowledge and detachment of the flâneur, at least, is trained to read and recognize the iconography of modernity, nor on the other hand ignore the attention of Walter Benjamin to these iconic and literary sources in its revitalization of the figure of the Baudelairian flâneur.

  2. Puntuacíon y reglas. La trattazione della punteggiatura nella normativa sulla lingua spagnola

    OpenAIRE

    Letizia Lala

    2015-01-01

    This paper provides an overview of the recent production about punctuation rules in Spanish language. Starting from the publications of the Real Academia Española, my research – after  a check about the attention possibly reserved to punctuation in the RAE manual of grammar, focuses on the treatment of punctuation in the last two editions of the Ortografía and in the two reductions recently published. I  conclude with a brief review of the results of the analysis made on the treatment of the ...

  3. Puntuacíon y reglas. La trattazione della punteggiatura nella normativa sulla lingua spagnola

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Letizia Lala

    2015-12-01

    Full Text Available This paper provides an overview of the recent production about punctuation rules in Spanish language. Starting from the publications of the Real Academia Española, my research – after  a check about the attention possibly reserved to punctuation in the RAE manual of grammar, focuses on the treatment of punctuation in the last two editions of the Ortografía and in the two reductions recently published. I  conclude with a brief review of the results of the analysis made on the treatment of the punctuation rules in some relevant Spanish spelling, writing and communication manuals.

  4. Contributi per uno studio sulla sismicità dell'Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    p. MONTECCHI

    1962-06-01

    Full Text Available È noto clie quando si parla di « sismicità » della terra in generale,o in particolare di una regione, non si intende definire in maniera precisaun concetto fisico o geofisico, ma piuttosto si vuole esprimere unamaggiore o minore « attitudine » di una determinata regione ad esseresede di fenomeni sismici.Per lo più la sismicità, così com'è intesa generalmente comprendeun panorama vasto e piuttosto disordinato di un insieme di coefficientiche nella loro totalità danno l'idea del fenomeno senza per altro dareal fenomeno stesso un preciso significato fisico, esprimibile in terminimatematici. Essa è una funzione della distribuzione geografica dei terremoti,della loro frequenza, della loro intensità, della loro energia,della loro natura, della loro correlazione con elementi geologici, e cosìvia. Di qui la grande difficoltà di dare una definizione sintetica di tutto ciò.La cosa più semplice e più lineare per affrontare lo studio dellasismicità di una regione, è ovviamente quella (li documentarsi il piùpossibile su tutti i terremoti avvenuti in tale regione; localizzarne gliepicentri in modo da averne una distribuzione geografica; poi, con l'ausiliodelle nozioni fornite dalla sismologia, ricercare tutti quegli elementiche servono a valutare l'intensità e l'energia di ogni singola scossa:sfruttare infine i risultati ottenuti per dare un aspetto organico a tuttoil fenomeno nel suo insieme.Un lavoro di questo genere, esteso a tutta la terra, servirebbe a dareuna visione esatta della sismicità globale.

  5. Qualche considerazione sulla costante di correlazione tra il lungo computo Maya ed il calendario occidentale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Adriano Gaspani

    2013-06-01

    Full Text Available The remains of the Mayan civilization describe (among other things many observations of various astronomical phenomena observed by the Maya. The modern Celestial Mechanics allows us to calculate with great accuracy when astronomical phenomena occurred and were visible in the sky for a given location on Earth too far back in time. The Maya developed the very accurate calendar known as the Long Count, but when we want to synchronize it with the western one, the correlation between the two is surprisingly very uncertain. The two calendars can be connected each other by analyzing historical data and various astronomical phenomena of which we have a paper trail in the ancient texts that is sufficient to establish an appropriate chronology. The correlation between the Long Count and the Gregorian calendar has been studied by many authors who have obtained correlation values very different from each other (almost 50 different values, which differ from one another by hundreds of years, producing considerable uncertainty in Mayan history in relation to other civilizations. Astronomy can potentially solve the problem of the correct identification of the relationship, provided that the records are available from the observations performed and documented chronologically according to the Mayan Long Count. In the present work has been performed the statistical analysis of the 52 correlations at present known and used pointing out that at the present state of knowledge it is not possible to get the exact determination of the coefficient of synchronization (correlation between the Long Count and the Western calendar, but only an assessment of its probability distribution function, thus allowing you to assign a probability value to each value of the correlation that has been published. The statistical analysis of the 52 values at present known leads to an optimal value of the correlation constant of JDN 588159 with an uncertainty of about ±35 years.

  6. Gli Ordinamenti sulla gabella del sale dell’aprile 1318: un esempio della produzione legislativa fiorentina

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Piero Gualtieri

    2011-10-01

    Full Text Available La documentazione normativa rappresenta una delle principali risorse per lo studio del Comune italiano del medioevo. Nella realtà fiorentina essa si articola principalmente fra statuti, ordinamenti e provvisioni. Gli ordinamenti, in particolare, traggono la propria specificità, più che dalla presenza di peculiari elementi formali, dal particolare valore politico ad essi attribuito dalla signoria. È questo il caso di alcuni ordinamenti relativi all’introduzione di una nuova gabella del sale approvati nell’aprile del 1318. L’introduzione di questa nuova imposta, le cui procedure richiamano per certi aspetti fortemente quelle del vecchio estimo, punta a razionalizzare la gestione delle finanze cittadine, in un periodo - segnato dalla concessione della signoria cittadina a re Roberto di Napoli - di aperte ostilità con le forze ghibelline toscane e di deciso fermento all’interno della classe dirigente cittadina.

  7. Tra persuasione e cambiamento. Considerazioni sulla terapia strategica di Paul Watzlawick

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Baldini

    2012-01-01

    Full Text Available The purpose of this article is to provide an overview of the role played by persuasion in the therapeutic practice of Paul Watzlawick. This analysis will deal with the two different ways of thinking described by the author: the analytical one and the imaginative one. They are referable to the activity of the left and the right cerebral hemisphere, respectively. Based on this distinction, we will illustrate the distinctive features of the therapeutic approach proposed by the author, which focuses on the imaginative language typical of the right hemisphere. Actually Watzlawick trace the construction of any individual world views back to the right hemisphere, which has a creative nature. Therefore he argues that we must act within this horizon to produce the change of perspective that is the prerequisite for the success of any therapy. The present work is divided into three parts. Watzlawick’s remarks on the problem of therapeutic change are illustrated at first. In the second paragraph, the persuasive method used by the author is introduced, by paying special attention to the ethical issues that it has raised. The article closes with an analysis of Watzlawick’s observations on human existence, by drawing a comparison between his approach and the psychotherapy based on existential communication outlined by Karl Jaspers.

  8. Le conseguenze sulla spesa farmaceutica pubblica di un nuovo inibitore di pompa protonica: esomeprazolo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    C. Lucioni

    2002-03-01

    Full Text Available Aim of the present study is to check the economic advantage of esomeprazole, a new proton pump inhibitor that suppresses gastric acid secretion. The efficacy and tolerability of esomeprazole have been already demonstrated, now the pharmacoeconomic studies must investigate the possible savings for the SSN in case of esomeprazole immission on the Italian market. In this paper the authors present two pharmacoeconomic evaluations, the first based on cost/efficacy analysis, the second based on cost minimization analysis. For both analyses, the term of comparison is omeprazole, “gold standard” in the treatment of acid reflux-related pathologies. The effect in terms of volumes (DDD and costs of the introduction of esomeprazole in the italian market has also been simulated.

  9. I confini della libertà. La cartografia delle "repubbliche partigiane" nella storiografia sulla resistenza italiana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mirco Carrattieri

    2015-09-01

    Full Text Available L'irregolare successo storiografico del tema delle zone libere può essere utilmente analizzato anche dal punto di vista cartografico. La difficile delimitazione dei confini di esperienze spesso effimere e non sempre formalizzate ha finito per reiterare rappresentazioni approssimative quando non parziali. L'Atlante del 2000, l'avvento della rete e la rinnovata attenzione storiografica degli ultimi anni hanno migliorato la qualità grafica delle carte disponibili, ma continuano a esserci imprecisioni e incongruenze da correggere.

  10. La riforma normativa sulla violenza sulle donne in relazione alla natura dei crimini perpetrati

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Michelangelo Pascali

    2015-12-01

    Full Text Available The aim of Italian legislator, with the Law No 119 of 15 October 2013, was to issue a new act on violence against women on the basis of a supposed emergency of this phenomenon. This was in order to devote particular attention to the extreme cruelty of the crimes committed against them, a topic which has rightly occupied the Italian collective debate. The author questions where the real emergency is, noting that if this emergency is in fact due to an aggravation of such a kind of violent crimes rather than to the fact that this phenomenon is “ontologically” existing.

  11. Bioetica dal comandamento. Intorno alla riflessione ebraica sulla fecondazione assistita e l'eutanasia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mariangela Caporale

    2017-06-01

    Full Text Available BIOETHICS FROM COMMANDMENT. CONCERNING JEWISH REFLECTION ON FIVET AND EUTHANASIA   This paper focuses on the specific nature of the Jewish bioethical thought. My interest regards the peculiarity of the biblical Jewish approach to biomedical questions like FIVET and euthanasia. The paper points out the relationship between Jewish and Christian bioethical view about these questions and it shows the analogies and the differences typical of two creationist faiths.

  12. Sulla trasformazione delle curve di sondaggio di resistività differenziale trasversa in curve di Schlumberger

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    D. SCHIAVONE

    1974-06-01

    Full Text Available A method is described to transform a transverse differential sounding curve to the form of a Schlumberger sounding curve. Starting from the general expression which relates the transverse differential apparent resistivity to the Schlumberger apparent resistivity, it is possible, with some approximations, to derive an easy numerical procedure in order to carry out the transformation. Some considerations are given about the applicability of the method.

  13. I fantasmi e i corpi. Breve excursus sulla letteratura dei Latinos negli Stati Uniti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Maffi

    2009-11-01

    Full Text Available The article shows the development of a distinctive Latino cultural tradition, linked to the immigration to the United States both from bordering Mexico (Mexican American immigrants, or chicanos and from Puerto Rico (immigrants from la isla mainly to New York City, soon to be known as Nuyoricans. It retraces the complex and dramatic dynamics of both immigration trends, from the late 19th century to the late 20th century, and explores their cultural effects, both in terms of literary and theatrical production and in terms of socio-cultural behaviours more in general (class- and gender-based; and, by synthetically presenting some of these too often neglected authors and their works, it shows the important, critical and dialectical contribution offered by them to the literature(s of the United States.

  14. Draft genome sequence of the nitrogen-fixing Rhizobium sullae type strain IS123

    NARCIS (Netherlands)

    Sablok, Gaurav; Rosselli, Riccardo; Seeman, Torsten; Velzen, van Robin; Polone, Elisa; Giacomini, Alessio; Porta, La Nicola; Geurts, Rene; Muresu, Rosella; Squartini, Andrea

    2017-01-01

    The prominent feature of rhizobia is their molecular dialogue with plant hosts. Such interaction is enabled by the presence of a series of symbiotic genes encoding for the synthesis and export of signals triggering organogenetic and physiological responses in the plant. The genome of the

  15. Miti e leggende sulla riforma degli ordinamenti universitari: il caso dell’offerta formativa in Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Franco Bagnoli

    2010-07-01

    Full Text Available This research work started in a small university group that it is part of a bigger organisation named Coordinamento Ricercatori Università di Firenze. In Italy, the Universty System is changing after new laws from July 2008 and Januray 2009. As researchers and assistant professors, the authors try reflecting about the sweeping changing of the Italian University Sistem from a scientific and methodological point of view.

  16. FOCUS SULLA SENSIBILITÀ LINGUISTICA: LA TRADUZIONE COLLABORATIVA NELLA CLASSE DI LINGUA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gioia Panzarella

    2017-03-01

    Full Text Available Può la traduzione facilitare la didattica delle lingue moderne? Questo articolo illustra i primi risultati di un progetto di ricerca in corso presso l’Università di Warwick, Regno Unito, (in collaborazione con l’Università di Monash, Australia che riguarda l’uso della traduzione collaborativa nell’insegnamento delle lingue a studenti universitari e a studenti Erasmus. Le autrici si sono concentrate sui vantaggi in termini di sensibilità linguistica e consapevolezza culturale derivanti da un particolare modello di traduzione collaborativa. Quando la proposta di “Collaborative Translation: A Model for Inclusion” si applica al particolare contesto della didattica delle lingue, infatti, l’insegnante e gli studenti esplorano insieme il processo di traduzione di un testo verso la lingua madre degli studenti. Il valore di questo approccio risiede nel privilegiare una messa in discussione della corrispondenza univoca tra due termini in due diverse lingue: l’insegnante è infatti un collaboratore della traduzione che agisce come facilitatore, chiedendo agli studenti-collaboratori di assumersi la responsabilità della traduzione. L’abilità linguistica in sé, di conseguenza, ha un ruolo secondario rispetto alla curiosità e alla riflessione linguistica nei confronti della propria lingua. I  workshop di inglese e di italiano sono stati rivolti rispettivamente a studenti principianti e a studenti avanzati. Focus on language sensitivity: collaborative translation in language class How can translation facilitate language learning? Reporting on the preliminary findings of an ongoing research project into the use of translation in language learning at the University of Warwick, UK (in collaboration with the University of Monash, Australia, the authors investigate the advantages of a specific translation model in terms of linguistic sensitivity and cultural awareness. The ‘Collaborative Translation: A Model for Inclusion’ prototype is applied in language teaching for University and Erasmus exchange students, with the teacher and students embarking together on a practical exploration of the process of translation of a text in the students’ native language. The value of such an approach is identified in its privileging of an open-ended questioning of meaning and equivalence: the teacher acts as a ‘facilitator’, asking student-collaborators to determine solutions and assume responsibility for the translation. Linguistic ability consequently takes second place to a self-reflexive linguistic curiosity, indicated in the article as beneficial to the language-learning process for both beginner and intermediate-advanced level students.

  17. La retorica sconfitta dalla forza del contesto etico-politico. Riflessioni sulla ricezione di due traduzioni

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Caroline Fischer

    2014-05-01

    Full Text Available La retorica è generalmente considerata come un ente quasi assoluto, mentre la sua forza, cioè il suo effetto, risulta dalla ricezione, dal pubblico con il quale le opere andranno confrontandosi. Analizzeremo le reazioni tedesche suscitate dalle traduzioni di due romanzi che, alla loro pubblicazione in Francia, hanno provocato in un caso uno scandalo (Les particules élémentaires di Michel Houellebecq, e nell’altro risposte clamorose (Les bienveillantes de Jonathan Littell, al punto che di ambedue si parlava in Germania ancora prima che ne uscisse la traduzione. Bisognava aspettarsi una sensibilità ben specifica nei confronti dell’opera di Littell, consistente nelle finte memorie di un ufficiale della SS, che però ha oltrepassato le attese. Più sorprendente ancora la risonanza delle Elementarteilchen: la cornice del romanzo, evocando una società dove sessualità e riproduzione sono sostituite dalla clonazione, sebbene considerata come “inutile” in Francia, si è ritrovata al centro dei dibattiti in Germania, dove Houellebecq ha addirittura acquisito – per un breve tempo – la reputazione di “Kulturphilosoph”. Così, la ricezione tedesca dei due romanzi dimostra fino a quale punto una stessa retorica possa essere recepita diversamente a seconda del contesto etico-politico.

  18. Preliminary considerations on Cryptosporidium diffusion in aquatic environments; Considerazioni preliminari sulla diffusione di Cryptosporidium nelle acque

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Briancesco, R.; Bonadonna, L. [Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy). Lab. di Igiene Ambientale

    1999-06-01

    During the past 10 years the protozoan parasite Cryptosporidium has been recognised as a pathogen for humans. Worldwide surveys have shown Cryptosporidium oocysts to be present in surface, marine, potable and ground water, and in sewage and disinfected water. This paper attempt to present the most recent literature concerning Cryptosporidium in regard to its presence, occurrence and biological features. [Italian] Negli anni piu' recenti il protozoo parassita Cryptosporidium e' stato riconosiuto come agente eziologico di forme acute di gastroenterite nell'uomo. Dalla letteratura risulta che le oocisti del parassita possono essere ritrovate in acque superficiali e profonde, in acque potabili, marine e reflue. Vengono quindi di seguito introdotte alcune considerazioni sulle caratteristiche del parassita e sui dati piu' recenti in relazione alla sua presenza e diffusione nell'ambiente acquatico.

  19. Studi prospettici sulla fascia dell'eclittica dell'Atlante Farnese

    Science.gov (United States)

    Sigismondi, Costantino; Calore, Carlo

    2017-05-01

    We present a study, carried out on photographic images, of the ecliptic strip of the Atlas Farnese, a statue found before 1550 in Rome. This statue was supposedly carved according to the celestial catalogue compiled around 129 b. C. by Hypparchus but subsequently lost. The obliquity of the ecliptic is deduced as 24.1° ± 0.5° along with the width of the strip of 7.5°, in good agreement with Ptolemy's Almagest table of planetary inclinations (Book XIII.5).

  20. Patrimonio culturale pubblico: alcune riflessioni sulla sua valutazione e sul ruolo dell'informazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Forte

    2012-04-01

    Full Text Available Thepaper firstly deals with the main theories of prices of visual art goods considering, in particular, the "stars", whose high value reflects the rarity and the convexity of the demand by the main purchasers, interested in "famous" goods. The contingent valuation methodology is also discussed. The second section presents an art market matrix focusing on the assets' value. The role of information, regulations and purchasing power for the art market values is discussed, on the basis of statistical analysis of the auction prices of the "informal art" and of the "pop art" of US authors compared with Europeans and Italians.In the third section a diffusion index is presented and used to test the in-fluence of " information" on the art market value. It is argued that certifica-tion may improve both the information and economic appreciation of the works of the great Italian masters.  JEL Codes: L32Keywords:

  1. L’impatto del nuovo Codice del Terzo settore sulla disciplina degli “enti religiosi”

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pierluigi Consorti

    2018-01-01

    ABSTRACT: Italian Law regulates in a special way “ecclesiastical bodies”, the entities that have been recognized as “legal person” by the Law of the State according to the bilateral agreements signed in conformity with Italian Constitution. Nevertheless, these entities are regulated as well by other laws regarding their “not religious” activities, such as social assistance, education (as schools and universities, health care (as hospitals and retirement communities. On July 2017 has been adopted a new Law on the so called “Third Sector”, that impacts on the current legislation in several points. In this essay, I discuss the legitimacy of the adopted denomination of “religious bodies” instead of “ecclesiastical bodies”, that it is not a mere nominalist issue, because it changes many rules. Then I examine the practical implications related to this new legal expression, wondering if those religious/ecclesiastical bodies are “Third Sector entities”. In my opinion, the answer is negative. In the last paragraph, I address the consequences of the new “Third Sector Code” on tax aspects.

  2. Tra calofilìa e filocalìa: breve riflessione sulla bellezza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giulio Maria Chiodi

    2015-03-01

    Full Text Available Che cosa hanno in comune le cose belle? A mo’ di esempio: ritengo bellissima la nona sinfonia di Beethoven, bellissima la Gioconda di Leonardo, bellissimo l’infinito di Leopardi. Mi sento, però, assolutamente incapace di dire che cosa accomuni queste opere, senza nel contempo snaturarle. Altrettanto trovo bellissima la quinta sinfonia di Mahler e il ritratto di Adele Bloch-Bauer di Gustav Klimt. Tra queste due opere mi è certo molto più facile trovare elementi in comune, ma ciò dipende dal fatto che Mahler e Klimt sono cresciuti in un medesimo clima culturale, quello della Vienna degli stessi anni; tuttavia, l’appartenenza a un medesimo ambiente culturale di due diverse opere non ha proprio niente di decisivo per la loro appartenenza al bello in quanto tale. Il bello, fra l’altro, non ha tempo e luogo, anche se la cosa bella vi si ambienta.

  3. Un dialetto globale? Riflessioni sulla musica d’arte europea a Hong Kong

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giorgio Biancorosso

    2014-05-01

    Full Text Available Il saggio presenta in forma concisa alcune delle domande e suggestioni metodologiche emerse durante la mia attività di ricercatore e insegnante di musicologia a Hong Kong. L'ex colonia britannica presenta opportunità uniche a chi si voglia occupare di musica, anche occidentale colta. Quest'ultima è però preda dalla vocazione prettamente imprenditoriale della città, la quale, nel facilitare la promozione di attività che in Italia fanno fatica a trovare adeguati finanziamenti, ne snatura il ruolo e le finalità. Hong Kong rimane per questo terreno fertilissimo per chi voglia osservare da vicino processi di acculturazione e mediazione. A conclusione dell'intervento, riprendo alcune osservazioni di Schlegel su Shakespeare e mi chiedo fino a che punto la rivoluzione digitale e mediatica degli ultimi decenni abbia mutato il processo di traduzione culturale, interrogandomi al contempo sul mio ruolo di 'partecipe osservatore'.

  4. Sulla soglia dell’esilio. Scritture di donne della ex Jugoslavia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Melita Richter

    2007-11-01

    Full Text Available The essay focuses on the experience of women authors emigrated from former Yugoslavia, and their writing from the exile... The concept of threshold (soglia and of crossing thresholds as the essential characteristic of women’s activism and communication is central to the essay. The author explores the concept of threshold across some literary texts and includes the autobiographical aspects of experienced migration from her native city Zagreb to Trieste, Italy, developing in a form of dialogue the “conversation” with a polish-American author Eva Hoffman who moved from Krakow, Poland to Canada and USA. In spite the differences of the two paths of integration in new social environments, many similitudes will be found between the life experiences of the two authors. Particularly will emerge the history of belonging to two different separated worlds, the appropriation of the new language, the reduction of plural identities, the role of memory and nostalgia in the integration process and the meaning of citizenship in a specific cultural and historical contexts.

  5. Introduzione al carteggio Benelli-Gozzini, ovvero sulla militanza dei credenti nel Pci

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giambattista Scirè

    2014-04-01

    Full Text Available Questo contributo propone lo scambio epistolare tra il cardinale di Firenze Giovanni Benelli e l’intellettuale fiorentino Mario Gozzini, con una introduzione che, alla luce delle carte conservate nel Fondo Gozzini, permette di capire il contesto in cui avvenne il significativo carteggio. Il tema affrontato è il rapporto tra cristianesimo e marxismo, tra credenti e Partito comunista italiano. La vicenda va collocata tra la fine degli anni Settanta e gli inizi degli anni Ottanta, quando un intenso dibattito sul declino della politica e della cultura cattolica nella società contemporanea animava il mondo cattolico italiano (intellettuali, politici e sacerdoti e, in particolare, quello della città di Firenze. In questo contesto di crisi del partito cattolico, le proposte di ‘riaggregazione’ dell’area cattolica si scontrano con la nascita del gruppo parlamentare della Sinistra indipendente, eletto nelle file del Pci.

  6. Imparando da Archimede. Meditazione sulla gerarchia / Learning from Archimedes. Meditation on Hierarchy

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ondrej Cisler

    2013-09-01

    Full Text Available L'articolo tende a dimostrare la tesi secondo la quale gran parte delle città europee possono essere migliorate semplicemente attraverso azioni limitate e mirate che contribuiscono a cambiare l'intera direzione dello sviluppo urbano. Una casa, un isolato o semplicemente la correzione di un tessuto difettoso sono i compiti principali per un architetto della nostra epoca. Si richiede un'attenta osservazione del contesto, una consapevolezza della gerarchia strutturale dello stato di fatto e una fedele analisi della sua stratificazione. Un esempio di tale operazione chirurgica sul tessuto della città è rappresentato dal progetto “Tre Fontane per Pilsen”. / The article brings up a thesis that European towns can be to great extent improved by local limited actions that help to change the whole direction of development. One house, one block or just repairing a mistake in former structure are the key tasks of our era. It requires careful observation of Context, Hierarchy of the given structure and analysis of its Layering. An extreme example of such surgical touch to the city tissue is presented – Three Fountains for Pilsen.

  7. Considerazioni sulla crscita economica nel lungo periodo. (Ideas and concepts of long run growth

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    J. STEINDL

    2013-12-01

    Full Text Available Con l'eccezione di Marx e Schumpeter , gli argomenti di " lungo periodo " e il progresso tecnico sono taciuti dai classici fino alla fine della seconda guerra mondiale . Da allora , la curiosità è stata nuovamente suscitata o su due fronti . Il primo è quello delle ex colonie in via di sviluppo e il secondo viene da un rinnovato ottimismo nei paesi industriali maturi . In particolare , l'autore considera il lavoro di Harrod e Kalecki . With the exception of Marx and Schumpeter, the subjects of “long run” and technical progress have lain dormant from the Classics to the end of World War II. Since then, curiosity has again been aroused on two fronts. The first is from former colonies in development and the second is from a renewed optimism in mature industrial countries. The present article deals with the theory and literature that came about with regards to the latter area. In particular, the author considers the work of Harrod and Kalecki.JEL: O41, O42, E12

  8. La Società italiana di filosofia politica prende posizione sulla VQR

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2012-06-01

    Full Text Available Mettiamo a disposizione di tutti, qui, il documento approvato dall’assemblea dei soci così come l’abbiamo ricevuto, con la sola aggiunta di un paio di link illustrativi. E’ un testo pensato per essere diffuso: chiunque abbia interesse a distribuirlo può dunque riprodurlo liberamente. Di mio aggiungo solo un’osservazione che ho scritto altrove, per non confondere le [...

  9. Sulla qualità (alimentare come regola conformativa della destinazione d’uso del suolo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Masini

    2011-12-01

    Full Text Available A plan of sustainable development of territory needs that it has overcome the town planning marginalization and assured the quality of life in towns too, as depending on the services which country can offer. The reappraisal of productive power of the soil have to take the law analysis into account, coming back to consider the importance of linking production with territory to have a different treatment that is justified by the adjustment to the primary needs of society about health and environmental protection. The modern relation between geographical areas and economic flows brings, in fact, a full valorisation of multifunctional role of farm and propose new ways to set products on the market, especially in big towns, towards short chains of supply and direct sale to consumers. Realizing quality actions within planning, it must not undervalue the need of a correct regulation of rural areas considering the impact of renewable energies too.

  10. ANOMIA, ANORMALITÀ E PATOLOGIA: ALCUNE NOTE SULLA RELAZIONE TRA FILOSOFIA, SCIENZE UMANE E PSICHIATRIA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Delio Salottolo

    2015-12-01

    Full Text Available In this paper we intend to analyse the relationship between philosophy, psychiatry and, in wider terms, among human sciences. The key issue is here identified as the mechanism that produces the relationship between physiology (normality and pathology in medical and the human sciences. The path that we will follow is divided into three stages: first, we will analyse the confusion between fact and value (i.e.; between the quantitative and qualitative dimension in the human phenomenon; second, we will approach the connection between the birth of the human sciences and the emergence of the device normal/pathological (Comte and the principle Broussais; Durkheim and the notion of anomie in relation to the division of labour and suicide; finally, we will touch upon the ultimate question about psychiatry: is it a science of “man” (Binswanger or a knowledge/power based device that determines the structure of modernity (Foucault?

  11. L’ipotesi sulla progettazione dello spazio della chiesa Đurđevi Stupovi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Filipović Aleksandra

    2009-01-01

    Full Text Available (italijanski Quest’articolo tratta l’analisi del progetto della chiesa monastica dedicata a S. Giorgio (1170/71, situata nei pressi di Novi Pazar, fondazione del gran giuppano Stefan Nemanja. Il metodo dell’ autore richiedeva un cambio dei canoni di lettura di quelli applicati a S. Nicola a Toplica, la fondazione precedente della stessa committenza, per poter comprendere l’organizzazione della pianta di S. Giorgio, progettazione del suo spazio interno, modellazione del suo volume e realizzazione da parte dallo stesso costruttore. Secondo l’autore l’interno della chiesa sia stato congeniato attraverso le due assialità - longitudinale e trasversale configurando una nuova concezione dello spazio, cui contribuisce, anche notevole altezza. La pianta della chiesa presenta una superficie quadrata in cui centro è posizionata l’aula centrale, coperta da cupola. L’aula centrale è il luogo che ammetteva due diverse assialità (per questo volutamente rettangolare in pianta, e aveva perseguito senso della verticalità che ha dato movimento all’intera volumetria centrale offrendo luogo alla terza asse, quella verticale. Le simili misure di queste tre assi (13.8 m, 14.24 m, 14.3 m hanno fatto pensare all’autore che la genesi progettuale sottostante sia una forma cubica, la cui base sono tre assi avvalorati dalle prospettive conseguenti: una parte dall’ingresso ad ovest toccando il culmine dell’abside centrale; questo asse è tagliato ortogonalmente dal secondo che unisce i due portali laterali; il terzo asse parte dal centro geometrico d’incontro delle prospettive a terra salendo al sommo della cupola. L’analisi ha mostrato anche l’ingresso principale era il luogo delle generatrici visive: una ortogonale (l’ase longitudinale e due oblique (che si creano lungo i fuochi dell’elisse centrale che immettevano nelle abside laterali.

  12. L’impatto della prematurità sulla qualità di vita del bambino

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Eandi

    2011-07-01

    Full Text Available In the last years prematurity rates have increased, together with the survival rate among premature subjects. In addition now even infants born at 23 weeks of gestational age can survive. However, some studies demonstrate that premature children are more likely to show late disabilities and to be hospitalised during childhood. In Italy the premature childrens’ care level too often depends on the socio-economic status of the Region: central decisions about assistance until the beginning of teenage are yet to be taken. A strict monitoring of pregnancy and of risk factors predisposing to premature birth as well as a careful management of perinatal period should further improve survival and quality of life of these subjects.

  13. Effetto della 3,5-Diiodo-L-Tironina sullo sviluppo dell’obesità, sulla tolleranza al glucosio e sulla steatosi epatica in ratti alimentati con dieta iperlipidica

    OpenAIRE

    Cavaliere, Gina

    2009-01-01

    L'obiettivo di questa tesi è stato quello di valutare l'utilizzo della 3,5 diodo-L-tironina (T2) come potenziale farmaco nella prevenzione e nella cura di patologie associate all'obesità, quali resistenza all'insulina e steatosi epatica, mediante somministrazione in ratti alimentati con dieta iperlipidica. Nel loro complesso, i risultati di questa tesi dimostrano che il trattamento con T2 in ratti alimentati con una dieta ad alto contenuto di grassi influenza il bilancio energetico dell’organ...

  14. ‘Usi’ e ‘abusi’ nel diritto: Una riflessione critica sulla normativa in materia di analisi genetiche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Salardi Silvia

    2013-01-01

    Full Text Available Al centro di questo contributo vi è l’analisi eticogiuridica degli atti normativi disciplinanti le analisi genetiche in vari contesti, ad esempio, ricerca medica, terapia, medicina legale e così dicendo. Lo scopo è di mettere in evidenza i valori ai quali sono state improntate alcune risposte normative. Pertanto, dopo una ricognizione delle varie tipologie di analisi genetiche e dei loro possibili impieghi, il presente lavoro confronta i testi normativi internazionali, europei e nazionali (Austria, Francia, Germania, Svizzera, al fine di individuare la strada percorsa e da percorrere per salvaguardare il più possibile certi valori ritenuti fondamentali per la preservazione sia dell’autonomia individuale, sia dell’eguaglianza tra i consociati. Si concluderà che non tutte le norme che disciplinano le analisi genetiche possono considerarsi rispettose dei diritti fondamentali garantiti a tutti gli individui.

  15. Margherita Maria Di Nino, I Fiori campestri di Posidippo. Ricerche sulla lingua e lo stile di Posidippo di Pella

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Yannick Durbec

    2012-07-01

    Full Text Available L’édition du papyrus P. Mil. Vogl. VIII 309 par Guido Bastianini et Claudio Gallazzi fut pour les spécialistes de l’Antiquité un événement majeur. Les centaines de publications qui s’ensuivirent ont ouvert de multiples pistes de réflexion, préparant la voie pour des travaux de synthèse. Le présent ouvrage de Margherita Maria Di Nino, qui est le fruit de la réélaboration de sa thèse soutenue à l’université de Bologne, est plus que cela. En effet, ce volume o...

  16. Le politiche italiane sull’università: un serio ostacolo sulla strada della ripresa e della crescita del paese

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Stella

    2017-06-01

    Full Text Available The Italian university, after the birth of the Republic, continued for many years to be characterized by a marked centralism, despite the wide autonomy recognized by the Art. 33 of the Italian Constitution. Since the last eighties a progressively increased autonomy has been granted, initially only statutory and then also regulatory, financial, didactic and in recruiting, which provided the universities with the tools to move quickly towards the European and international competition. However, starting from the financial crisis in 2008, all the governments have chosen to dramatically change the course by starting a path of downsizing the university system, with a gradual subtraction of financial resources into the universities and a parallel limitation of autonomy. The impact of the policies adopted has been a disaster and has pushed Italy into the last positions among the European Union countries for funding at universities and last place by number of graduates in the age range of 30-34 years. In line with this approach is also framed the law of December 30, 2010, no. 240, the so-called Gelmini Law, with which a radical reversal of the system has been settled with respect to the previous autonomy policies on the university. The substantial carelessness towards the university, when not the hostility, shown by the policy and the widespread idea that its funding is not seen as an investment, but rather as an expense and a luxury that we cannot afford, leaves little hope for the future of our country and lets us imagine more and more obscure scenarios. Political choices, whether deliberately or not, are progressively leading to the dismantling of the Italian university.

  17. Effetto dei trattamenti termici e chimici sulla capacità di scambio della frazione argillosa di alcuni suoli bruni

    OpenAIRE

    Melis, Pietro; Premoli, Alessandra Maria; De Cherchi, M. L.; Gessa, Carlo Emanuele

    1981-01-01

    Variations of permanent and pH-dependent charges of soil clays subjected to thermal and chemical treatments were studied. The permanent charge was considerably reduced either on heating samples at 400°C or on acid treatment. A strong hysteresis of the permanent charge occurred in the heated samples treated with NaOH. The decrease in permanent charge after attack with HCl was due to vermiculite decomposition. The different behaviour of the pH-dependent charge was attributed to the ...

  18. L’impatto delle reti ad alta velocità sulla gerarchia delle città europee

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Mazzeo

    2008-05-01

    Full Text Available Lo spazio europeo si contraddistingue per il dualismo nazione-regione. In questo dualismo le città assumono un ruolo fondamentale in quanto il proprio successo tende a divenire il successo dei territori contermini. Manuel Castell, nel 1983, sosteneva che la città è la struttura sociale in cui qualsiasi fenomeno territoriale (dai processi di sviluppo economico alle relazioni tra classi o tra gruppi etnici, dall’intervento pubblico all’accumulazione, ecc. assume la sua maggiore forza in quanto in essa si concentrano le polarizzazioni nelle trasformazioni territoriali. Ovviamente le città non sono tutte uguali, sia per dimensione fisica che per dimensione funzionale. Inoltre ogni innovazione aggiunge e modifica il sistema di relazioni che si è generato in precedenza. Obiettivo del saggio è analizzare i fattori che generano le gerarchie urbane a livello europeo e l’impatto sulle stesse delle nuove reti ad alta velocità. Esso si articola in una prima parte in cui si effettua una lettura ed una analisi di alcuni studi relativi alla costruzione di gerarchie nel sistema urbano europeo; successivamente si passa ad analizzare il ruolo delle infrastrutture di comunicazione nella costruzione delle gerarchie ed, infine, si approfondisce l’impatto della costruzione della rete europea dell’alta velocità sulle variazioni nella gerarchia delle città.

  19. Benvenuto Griziotti sulla rivalutazione della lira e sull’afflusso di prestiti esteri negli anni ’20

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Sarcinelli

    2006-09-01

    Full Text Available Il cinquantenario della scomparsa di Benvenuto Griziotti, studioso profondo di scienza delle finanze nella prima metà del Novecento, ha indotto a riesaminare le sue tesi sulle questioni monetarie. Nel primo dopoguerra, per ragioni di giustizia distributiva e di ristrutturazione industriale, si schierò con economisti socialisti per riportare la lira alla parità pre-bellica, in contrapposizione a studiosi di tendenza liberale che preferivano stabilizzarla a un livello che tenesse conto dell’inflazione consolidatasi nel sistema dei prezzi e dei redditi. Per la ristrutturazione industriale egli faceva assegnamento sull’afflusso di prestiti esteri, che attratti dalle prospettive di rivalutazione avrebbero consentito finanziamenti a buon mercato per effetto dei prospettici guadagni di capitale. Anche a metà degli anni ’30 rimase fedele alla tesi rivalutazionista, sebbene la storia si fosse già incaricata di dimostrare che la sua fiducia nei benefici derivanti dalla rivalutazione della lira e dai prestiti esteri a buon mercato non era ben riposta.

  20. Osservazioni in margine sulla musica per l’immacolato concepimento della Vergine, al tempo di Sisto IV

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Camilla Cavicchi

    2012-05-01

    Full Text Available L’istituzione della festa per l’Immacolata Concezione diede impulso ad una serie di innovazioni con esiti musicali nella liturgia, nelle fondazioni musicali e nella realizzazione del tema figurativo dell’Immacolata. Fra le sue prime azioni, papa Sisto IV commissionò un nuovo ufficio, l’Officium Immaculatae Virginis Mariae di Leonardo Nogarolo (1477 cui seguì l’Officium Conceptionis Virginis Mariae di Bernardino Busti (1492, pervenutici entrambi privi di notazione. Per l’ufficio di L. Nogarolo e per l’introito della messa “Egredimini et videte filie Sion” furono composti dei canti propri, pubblicati rispettivamente in due raccolte curate da Francesco de Brugis: l’Antiphonarium e il Graduale secundum morem sancte Romanae ecclesie (Venezia, Lucantonio Giunta, 1503 e 1500. Al tempo di Sisto IV i canti si ispiravano certamente all’ufficio di L. Nogarolo, ma è assai probabile che nei primi anni dell’istituzione della festa convivessero più tradizioni musicali. Le cronache confermano che Sisto IV soleva celebrare la festa nella basilica di San Pietro, eseguendo l’ufficio (la vigilia, poi la messa al mattino e, nel pomeriggio, una processione lo conduceva alla chiesa di Santa Maria del Popolo, dove era solito recitare una preghiera, probabilmente la stessa a lui attribuita, Ave sanctissima Maria. Nella basilica di San Pietro Sisto IV aveva commissionato la realizzazione di una cappella dedicata all’Immacolata Concezione dotata d’un coro di dieci cantori che garantivano la musica nel servizio divino. Il progetto del papa francescano mirava a far in modo che le due più importanti istituzioni musicali della Chiesa fossero vincolate al culto mariano: la cappella Sistina (cappella privata del pontefice fu consacrata all’Assunzione della Vergine, mentre la cappella di San Pietro all’Immacolata Concezione.Per l’affermazione del culto in ambito devozionale, agì con grande efficacia la preghiera Ave sanctissima Maria, legata alla devozione dell’immagine dell’Immacolata. Le immagini furono, in effetti, uno strumento di particolare importanza nella strategia del pontefice. In esse la musica entrò dapprima con l’evocazione delle antifone e della preghiera, citate nei cartigli e nei bordi dei dipinti, poi attraverso la figura di re David (rappresentante della stirpe di Maria, nelle danze di angeli e, infine, con l’adozione di alcuni elementi iconografici propri dell’Assunzione. A partire dal primo quarto del Cinquecento l’iconografia dell’Immacolata s’arricchì dell’immagine degli angeli musicanti, evocazione certamente dell’armonia celeste, ma anche testimoni della pratica musicale legata alla devozione dell’Immacolato concepimento della Vergine.The introduction of the celebration of the Immaculate Conception prompted a series of innovations in liturgical music that changed the foundations of music and developed the figurative theme of the Virgin Mary.One of the first official actions of Pope Sixtus IV was to commission a new Office from Leonardo Nogarolo (1477, the Officium Immaculatae Virginis Mariae, and later the Officium Conceptionis Virginis Mariae by Bernardino Busti (1492, which both reached us without notation. Music for the Proper of the mass and for the Office by L. Nogarolo and the Introit of the mass Egredimini et videte filie Sion was composed and published, separately, in two collections by Francesco de Brugis: Antiphonarium and Graduale secundum morem sancte Romanae ecclesie (Venice, Lucantonio Giunta, 1503 and 1500. During the papacy of Sixtus IV, chants were undoubtedly inspired by the Office by L. Nogarolo, but it is also possible that several musical traditions coexisted during the first years after the establishment of the celebration. Records confirm that Sixtus IV used to celebrate this occasion in St. Peter’s Basilica, reciting the Office followed by the mass in the morning and, in the afternoon, leading a procession to the church of Santa Maria del Popolo, where he would recite a prayer, in all probability the Ave sanctissima Maria, which has been attributed of him. Inside Saint Peter’s Basilica, Sixtus IV commissioned the construction of a chapel dedicated to the Immaculate Conception, equipped with a choir of ten singers to guarantee music in the service of the divine. The plan of the Franciscan pope was to ensure that the two most important musical institutions of the church were dedicated to the Marian cult: the Sistine Chapel (the pope’s private chapel was consecrated to the Assumption of Mary, while the Saint Peter’s Chapel to the Immaculate Conception.The prayer Ave sanctissima Maria, dedicated to the worship of the image of the Virgin, was also used as an instrument to confirm the cult in the church. In fact, these images were a key part of the pope’s plan, initially introducing music with the evocation of the antiphon and prayer in the cartouches and the borders of paintings, later via the figure of King David (representative of the Mary’s lineage and dancing angels, and finally in the adoption of several iconographic details of the Assumption. From the early 1500s, Marian iconography is enriched by the images of musical angels, certainly intended to evoke the idea of celestial harmony, but also testament to the link between the practice of music and the worship of Virgin. (English translation by Anna Forster

  1. «…multiplicibus modulorum varietatibus sonantes…». Alcune riflessioni sulla dimensione musicale nel mondo greco e romano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Enrico Trudu

    2015-07-01

    Full Text Available The profile of the sonic dimension in the classical age appear to be rather evanescent, and seems to be a lack of an autonomous instrumental dimension as well as a complete structuring of music theory. The development of a process of musical theorizing is related, starting from the fourth century BC, to the evolution of the instruments that reach its peak with the construction of the hydraulis. The idea of music indeed evolves and in Roman times it’s possible to recognize a new relationship between musical performance and audience, and the development of the idea of ensemble, summarized by the concert scene in the mosaic of Hama (Syria.

  2. La 3,5 diiodo-l-tironina, obesità e steatosi epatica: focus sulla funzionalità mitocondriale

    OpenAIRE

    Gifuni, Giorgio

    2010-01-01

    L’obesità è la più frequente disfunzione nutrizionale nel mondo; col termine obesità si intende un aumento di peso corporeo per accumulo di grassi nel tessuto adiposo in quantità eccessiva rispetto alle necessità fisiologiche dell’organismo tale da determinare un rischio per la salute. Tra le principali conseguenze metaboliche dell’obesità troviamo la steatosi epatica e l’insulino-resistenza.I mitocondri, la centrale del metabolismo energetico cellulare, sembrano essere coinvolti nello sv...

  3. Se gli inumani siamo noi. Riflessioni sulla narrazione intergenerazionale dei crimini di guerra commessi dal gruppo di appartenenza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanna Leone

    2011-01-01

    Full Text Available When we are the Inhumane. Reflections on Intergenerational Narratives of War Crimes Committed by the Ingroup - This article focuses on factors that may facilitate intergroup reconciliation. In this frame, intergenerational narratives intended for descendants of a group charged with war crimes are considered in depth. Although heavy burdens, these narratives are necessary to avoid false reconciliations. Intergroup reconciliation requires, in fact, that several generations elaborate a symbolic loss, which forms a part of their in-group identity. For descendents of the group that is more responsible for war violence, this identity loss relates to the human dignity of their group. Results of empirical research, in which 103 Italian university students read a narrative describing overtly (vs. evasive war crimes enacted by the Italian Army during the invasion of Ethiopia (1935-36, suggest that explicit narratives of inhuman acts committed by one’s own group may facilitate this kind of reconciliation.

  4. Giochi, scommesse sulla vita, tabelle di mortalità, nascita del calcolo probabilistico, statistica e teoria delle popolazioni.

    Science.gov (United States)

    Fenaroli, G; Garibaldi, U; Penco, M A

    1981-01-01

    The authors review the work of Huygens, de Witt, Graunt, and others concerning the effects of chance on human life events. Topics considered include duration of life and annuity income, mortality wagering, population theories, and gambling theory.

  5. Influenza delle misure preventive sulla prevalenza di leishmaniosi canina in un focolaio identificato in Nord Italia nel 2006

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rudi Cassini

    2013-06-01

    Full Text Available La leishmaniosi canina è un'infezione endemica nel bacino del Mediterraneo con una documentata tendenza a diffondersi verso nord. L'uso massiccio di misure di protezione contro i rischi del contatto con i flebotomi (collari e formulazioni spot-on è stato studiato in un focolaio registrato in una zona collinare dei Colli Euganei in Italia nord-orientale nel 2006. Nel 2006 e 2007 sono stati testati i sieri di 449 cani provenienti dalla stessa zona. Trentuno animali (6,9% sono risultati positivi al test di immunofluorescenza indiretta (IFI. L'analisi dei fattori di rischio ha chiaramente dimostrato come il focolaio fosse limitato alla località di Calaone, situata nel comune di Baone (PD. Per verificare l'efficacia delle misure preventive adottate, nel 2010, 63 cani di Calaone sono stati campionati e i loro proprietari intervistati. In base alle informazioni rilasciate dai proprietari, la protezione dei cani nei confronti della leishmaniosi ha avuto inizio nel 2006 (66,7% dei cani protetti crescendo negli anni seguenti (90% dei cani protetti. Il valore di sieroprevalenza (4,2% della classe di cani di età più giovane (<5 anni è risultato significativamente minore di quello delle altre classi, dimostrando che gli animali nati dopo il 2006 hanno avuto meno probabilità di infettarsi. Inoltre, i valori di sieroprevalenza riferiti esclusivamente ai cani di Calaone sono risultati del 32,4% (23/71 nel 2006-2007 e 20,6% (13/63 nel 2010, mostrando una tendenza decrescente. I risultati ottenuti mostrano un alto livello di sensibilizzazione dei proprietari dei cani e sembrano evidenziare come l'uso pervasivo di collari e spot-on agisca positivamente nel ridurre l'intensità di circolazione di Leishmania infantum.

  6. Se gli inumani siamo noi. Riflessioni sulla narrazione intergenerazionale dei crimini di guerra commessi dal gruppo di appartenenza

    OpenAIRE

    Giovanna Leone

    2011-01-01

    When we are the Inhumane. Reflections on Intergenerational Narratives of War Crimes Committed by the Ingroup - This article focuses on factors that may facilitate intergroup reconciliation. In this frame, intergenerational narratives intended for descendants of a group charged with war crimes are considered in depth. Although heavy burdens, these narratives are necessary to avoid false reconciliations. Intergroup reconciliation requires, in fact, that several generations elaborate a symbolic ...

  7. La trama filosofica della Dichiarazione universale sulla Bioetica e i diritti umani: autonomia, dignità, vulnerabilità

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Emilia D’Antuono

    2017-12-01

    Full Text Available The philosophical frame of the Universal Declaration on Bioethics and Human Rights: autonomy, dignity, vulnerability. Among the many different aspects of the Declaration (Unesco, 2005, some conceptual perspectives are now crucial in the international bioethical and biolegal debate. Particularly relevant is the link between notions like dignity, autonomy, vulnerability and responsibility. Even though they have different historical-philosophical origins, in the Unesco text they show reciprocal implications, which refer to the construction of a renewed semantics of personhood. Just as much relevant is the necessity of giving new meaning to the notion of universality. The Declaration suggests a perspective of inclusive universality, capable of embracing plurality. It also points out the practice of dialogue as the instrument for recognising diversities and for promoting the democratic participation in public debate, also through the dissemination of bioethics education programs.

  8. EFFETTO DELL’ALLENAMENTO DELLA MUSCOLATURA RESPIRATORIA SUI PARAMETRI VENTILATORI E SULLA CAPACITÀ DI ESERCIZIO NEGLI SPORT DI RESISTENZA

    OpenAIRE

    Melloni, Enzo

    2012-01-01

    For about 15 years many studies have demonstrated that respiratory muscles fatigue may be a limiting factor during exercise, in particular for exercise intensity >85% of VO2max(4), and negatively affects the ability to perform physical activity(5). Can this muscle limitation be overcome? It has been proposed that an increase in maximal strength of respiratory muscle and/or an improvement in fatigue resistance may indeed reduce the perception of respiratory effort and contribute...

  9. Macchina mitologica e machine célibataire: sulla rappresentazione del desiderio celibe nella letteratura francese del XIX secolo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giulia Scuro

    2015-11-01

    Full Text Available Questa riflessione sul mito sotteso alla «macchina celibe», teorizzata da Carrouges in Les Machines Célibataires, poi ripresa da Deleuze e Guattari in L’AntiOEdipe, si pone nella prospettiva di tracciare un collegamento con il modello ideato da Jesi di «macchina mitologica» – produttrice di «epifanie di miti». La prima progettazione di una macchina celibe nasce con l’opera di Duchamp, ed è da questa che Carrouges avvia la sua analisi, studiandone la qualità mitica e il meccanismo che la governa, per poi identificarla in alcuni esempi letterari otto e novecenteschi come L’Éve future di Villiers de l’Isle-Adam o Nella colonia penale di Kafka, in cui sono presenti le descrizioni di macchine prodigiose senza uno scopo sociale. Per Carrouges, «l’invariant fondamental du mythe des machines célibataires est la distance ou différence entre la machine et la solitude humaine»; la sua lettura della macchina celibe – mito moderno – considera l’uomo alle prese con la meccanica realtà novecentesca, rispetto alla quale il celibato assume una funzione non tesa alla produzione. La macchina celibe è caratterizzata da un godimento fine a se stesso e il suo «movimento oggettivo apparente» rassomiglia al «movimento in cerchio» della macchina mitologica jesiana. Deleuze e Guattari adottano la definizione di Carrouges e oppongono la macchina celibe alle macchine desideranti: ovvero l’improduttività del celibe alla motrice incessante del desiderio che produce desiderio, da essi posta alla base del processo capitalistico. Nella rappresentazione del celibato in alcuni case studies della letteratura francese del XIX secolo, verranno ricercate alcune tracce di questo mito moderno. The article proposes an analysis of the machine célibataire, theorized by M. Carrouges and then resumed by G. Deleuze and F. Guattari in L’AntiOEdipe, in order to define its relationship with the concept of Mythological machine introduced by Furio Jesi in the Seventies. The first project of a bachelor machine is Duchamp’s La mariée mise a nu par ses célibataires, même. Carrouges starts from this piece of art to analyze the peculiar mechanism and mythical qualities characterizing this type of machine. He recognizes the principles of his theory in several literary examples from 19th and 20th centuries, as Villiers de l’Isle-Adam’s L’Éve future or Kafka’s In the Penal Colony, where it is possible to find the description of mechanical devices without useful purposes. He says «l’invariant fondamental du mythe des machines célibataires est la distance ou différence entre la machine et la solitude humaine». According to his lecture, the mythical meaning of bachelor machines concerns human solitude in the mechanic modern society. A bachelor machine is characterized by a solipsistic pleasure whose movement reminds the circular one of a mythological machine. Deleuze and Guattari adopt Carrouges’ definition to oppose bachelor machines – characterized by unproductivity – to desire machines – producers of desiring impulses at the basis of capitalistic production. In order to suggest a reflection on this modern myth, I have chosen some case studies to observe the representation of bachelors in 19th century French literature as premonitions of machines célibataires.

  10. " LE ANIME SONO SANGUE " (REF. I 22, 5 = 340 USENER) UNA TESTIMONIANZA 'IPPOLITEA' SULLA PSICOLOGIA DI EPICURO *

    OpenAIRE

    Scalas, Giulia

    2015-01-01

    International audience; In this paper I aim at analysing one passage of the Refutatio omnium haeresium (I 22, 5 = 340 Usener) to understand whether it is consistent with the Epicurean doctrine of soul. First, I provide an account of the historical context of the Refutatio. Secondly, I provide a comparison between the content of the passage and the Epicurean psychology. As a result, the theory according to which " souls are blood " , which occurs in the passage, appears to be inconsistent with...

  11. Sulla traduzione castigliana di «Muoviti, Amore, e vattene a Messere» («Decameron», X:7

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Federici

    2016-07-01

    Full Text Available L’articolo analizza la traduzione dell’unica ballata del Decameron che appare nelle edizioni castigliane a partire dal XV secolo. Considerando la struttura peculiare della canzonetta di Mico da Siena, il confronto con la traduzione tenta di interpretare il modus operandi dell’anonimo castigliano. Si usano la prima edizione rinascimentale de Las cient novelas – che deriva dalla princeps sivigliana del 1496 – confrontata con la ristampa di Valladolid del 1539. Il testo italiano è quello edito dal Branca (1976. Si esaminano i lessemi scelti dal traduttore in relazione alla metrica, al lessico stilnovista e alla tradizione lirica spagnola. Si individuano inoltre dei probabili errori di stampa e varianti pertinenti nei manoscritti italiani, e si forniscono eventuali soluzioni traduttive quando i versi si discostano dall’originale. The essay analizes the translation of the only ballad of the Decameron that appears in its Spanish editions from the 15th Century. Considering the particular structure of Mico da Siena ballad, the comparison with his translation tries to interpretate the anonymus Castilian’s modus operandi. We use the Las cient novelas first Reinassance edition – which comes from the Sevillan princeps in 1496 – compared to the edition reprinted in Valladolid in 1539. The Italian text comes from Branca’s edition (1976. We examinate the lexemes that the translator choose in relation to metrics, to Dolce Stilnovo’s lexicon and to the hispanic lyric tradition. We identify some possible print mistakes and relevant variations in some Italian manuscripts, and we offer alternative translating solutions when verses are different from the original.

  12. Lo Stato cellulare e i suoi cittadini: metafore bio-politiche sulla questione dell’individualità cellulare

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Valeria Maggiore

    2014-12-01

    Full Text Available The concept of cell, more than any other biological concept, has been modelled on three powerful metaphors: in a morphological perspective, the cell has been defined Baustein, the brick or elementary unit of the body; from the physiological point of view, it has been associated to a chemical laboratory and finally, in a systemic view, it has been compared to the citizen of the cellular state. The pathologist Rudolf Virchow and the zoologist Ernst Haeckel showed the philosophical and aesthetic potential of the latter metaphor, opening two different perspectives on a crucial problem in the science of living: the problem of the definition of biological individual.

  13. Scritto sulla pelle. Le sensazioni localizzate all’origine del sé corporeo nella fenomenologia husserliana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Edoardo Fugali

    2013-01-01

    Full Text Available Written on the Skin. Localized Sensations and the Origins of the Bodily Self in Husserl’s Phenomenology - Whence does our sense of bodily ownership arise and what kind of experiential structures make it possible? The sense of belonging that we experience with respect to our body involves the phenomenological level of the lived body as we feel it “from the inside”, i.e. the body that we live from the first-person perspective as a seal of our individuality and as the zero-point of our orientation in the world. Husserl provides a reconstruction of this fundamental way of experiencing our body by means of a regressive phenomenological analysis which aims at identifying in the tactile sensations of localization the fundamental factor that leads to the synthetic constitution of the lived body. In the final part of this contribution I will try to pin down an ambit of possible convergence between phenomenological analyses and the most recent experimental approaches in the cognitive sciences, in order to contribute to establishing a productive relationship between both fields.

  14. La didattica delle lingue slave sulla base dei parametri di riferimento europei: prime riflessioni a proposito della lingua ceca

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucia Casadei

    2004-12-01

    Full Text Available The Teaching of Slavic Languages on the Basis of the Common European Framework of Reference: Preliminary Remarks About the Czech Language This contribution analyses the current state of teaching Czech as a foreign language in the Italian universities. The universities have resolved to apply the standards of the Common European Framework of Reference to teaching Czech as they have already done for the principal European languages. According to the research done by the author at La Sapienza University in Rome the results reached in Czech do not differ substantially from those reached in the four major languages (English, French, Spanish and German. The results reached during the first two years are similar whereas in the third year there appear to be delays in the syllabus of the Czech language: level C is reached in reading, like in the major languages, but not in writing (B2. Therefore the general level in Czech can be valued as B2.2 at the end of the three-year period. A new system of international examinations and certification is being prepared regarding the Czech language. This system is based on the definite standards of the SJZ (State Language Examination, a diploma issued by organisations accredited by the Ministry of National Education of the Czech Republic. In teaching the Slavic Languages in the Italian universities standards of the European Union should be followed, as well as those of the international certification. Besides, it is necessary to reconsider the syllabi and the number of lessons needed to reach the objectives.

  15. L’IMPASSE EPISTEMOLOGICA, LE RELAZIONI DI POTERE E LO STIGMA. ALCUNI APPUNTI SULLA STORIA DELLA PSICHIATRIA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Delio Salottolo

    2015-06-01

    Full Text Available In this essay, I intend to analyze the epistemological, ontological and sociological complexity of the terms “normal” and “pathological” and of psychiatry tout court as a theoretical and institutional device. While “mental illness” is indeed undefinable, its definition is, nevertheless, critical to understand some aspects of social partitioning in bourgeois and capitalist modernity. Thus, the parallel tracks that I will follow here pertain on one hand to the importance of the definition of the “history of science” and on the other to the ambiguity inherent to the definition of “abnormality” itself. The conflict between facts and values is key not only in terms of scientific definition but also as for the position of the “stigmatized” in relation to the institution, the social body, the self, and within the interaction that is always determined as asymmetrical.

  16. Sindrome dell'ovaio policistico: ruolo dell'obesità ed impatto sulla qualità di vita

    OpenAIRE

    Panico,Annalisa

    2010-01-01

    La Sindrome dell’Ovaio Policistico (Pcos) è disordine non esclusivamente riproduttivo ma sistemico, con importanti implicazioni metaboliche. Nelle adolescenti affette da Pcos sono molto frequenti oligomenorrea, irsutismo ed obesità; in età riproduttiva, infertilità e, in fase climiterica, obesità, dislipidemia, intolleranza ai carboidrati e franco diabete mellito. Le donne con Pcos possono presentare gradi diversi di Insulino-resistenza (IR), che contribuiscono all’aumentato rischio di Sindro...

  17. Che carino! Alcune considerazioni sulla «lingua delle donne» nella fiction tra stereotipo e realtà

    OpenAIRE

    Messina, Simona

    2013-01-01

    This article aims to analyse the portrayal of the language spoken by women in Italian television fiction. Language, together with visual images, is an indispensable tool for characterisation and the creation of models that, on one hand, have the purpose of representing reality through the construction of a plausible world but on the other hand stray from real life in that they represent stereotypes that make the models instantly credible and the events predictable. Starting from this premise,...

  18. “A chiare lettere” – Confronti * Osservazioni per il Progetto di legge sulla libertà religiosa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Franco Onida

    2015-11-01

    Full Text Available Ringrazio Roberto Zaccaria per avere avuto la buona idea di riunire intorno a un tavolo studiosi e politici nella speranza di riuscire a preparare al meglio una legge politicamente difficile e di grande impatto ideologico. In effetti credo che riunioni di questo tipo possano dare buoni frutti, se ognuno farà la sua parte con buona volontà senza cercare d’invadere il campo dell’altro. Come ammoniva l’avvocato Azzeccagarbugli “All’avvocato bisogna raccontar le cose chiare: tocca a lui poi a imbrogliarle”; ovvero nel nostro caso “Compito della dottrina è di illustrare un problema nei suoi termini più chiari ed estremi; tocca poi al politico mediare con le altre componenti, selezionando tra le argomentazioni proposte quelle più utili al raggiungimento di un accettabile compromesso”. Dirò dunque il mio pensiero per intero, senza adattamenti tendenti a renderlo più accettabile.

  19. CONTRIBUTO AL DIBATTITO SUL PRINCIPIO DI EGUAGLIANZA DEI MEZZI PROCESSUALI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Dejan Bodul

    2017-01-01

    Full Text Available Il principio di eguaglianza dei mezzi processuali presuppone l’esistenza di una ragionevole possibilità in capo ad entrambe le parti di esporre e comprovare i fatti, in un modo che non metta alcuna delle parti in posizione sfavorevole rispetto alla controparte (caso LB INTERFINANZ A.G. v. Croazia, sentenza del 27.03.2008, riscorso n. 29549/04.. Un tanto rappresenta, nella sua espressione di equilibrio tra le parti processuali, uno degli elementi costitutivi del diritto ad un giusto processo. Tuttavia, con l’entrata in vigore della (nuova legge fallimentare (GU, n. 71/15. in avanti LF la questione dell’eguaglianza sul piano processuale diviene nuovamente di attualità. Precisamene, la LF ha mantenuto una soluzione in base alla quale il creditore ha la possibilità di instaurare il procedimento fallimentare qualora renda probabile l’esistenza del proprio credito e la sussistenza del fondamento fallimentare così che è trattenuto ed eccepito il provvedimento in base al quale la probabilità della sussistenza del credito non può venire dimostrata dal creditore sulla base di una decisione dell’autorità giudiziale o amministrativa che non sia passata in giudicato. Posto che esistono diverse soluzioni con riguardo alle questioni illustrate, gli autori si limiteranno a delle constatazioni di carattere generale sulla base di esperienze comparate, senza una dettagliata disamina delle variegate e peculiari soluzioni giuridiche straniere. Nel lavoro si disaminano sia le implicazioni pratiche che quelle teoriche della soluzione giuridica di diritto positivo, analizzando la giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo nei procedimenti in base all’art. 6 (diritto ad un giusto processo della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, poiché partiamo dal presupposto che le conoscenze sul punto possono essere fondamentali per la comprensione dell’oggetto dell’indagine condotta

  20. Minimization of leachate production by means of a correct management of the landfill; Minimizzazione della produzione di percolato mediante interventi sulla discarica

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Cossu, R.; Muntoni, A. [Cagliari, Univ. (Italy). Dipt. di Geoingegneria e Tecnologie Ambientale; Vivarelli, D.

    1997-07-01

    Leachate drainage, collection and treatment are the main technical and economical problems of landfill management. The solutions are easy due to high organic and inorganic load of leachate, low long term efficiency of drainage and collection systems, high costs of treatment. For these reasons it is important to find technical solutions which could lead to the reduction of leachate volumes.

  1. Records of the otter in Orta and Orfento rivers (Abruzzo, Maiella Massif / Osservazioni preliminari sulla presenza della lontra nei fiumi Orta e Orfento (Abruzzo, Massiccio della Maiella

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Barrasso

    1992-07-01

    Full Text Available Abstract The presence of the Otter, Lutra lutra (Linné, 1758, in Orta and Orfento rivers (Central Italy, Maiella massif is discussed. New records confirm the presence in Orta river, although with a very small population. Riassunto La presenza della lontra nei fiumi Orta e Orfento, nel massiccio della Maiella, viene discussa. Recenti rilevamenti ne confermano la presenza, sia pure con una popolazione di dimensioni molto ridotte, nel bacino del fiume Orta.

  2. Travelling TexTs alla Nordic Digital Humanities Conference: Riflessioni sulla situazione di Digital Humanities nell’ottica della storia letteraria finlandese

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Viola Parente-Čapková

    2016-12-01

    Full Text Available In my contribution, I intend to offer a report on the first conference of Nordic Digital Humanities held in Oslo on March 15-17 2016. I begin with a brief note on the present situation of the discipline, and, following the arguments brought up during the conference, reflect on its existence, development and problems. Then I concentrate on the presentation of the HERA funded Joint Research Project Travelling TexTs 1790–1914: Transnational Reception of Women’s Writing at the Fringes of Europe (Finland, Norway, Slovenia, Spain, The Netherlands and the importance of the digital tool for the project work. I tackle the concept of distant and close reading and comment briefly on the possibilities which such projects offer in terms of new ways of writing and teaching (Finnish literary history.

  3. Il commercio intraindustriale: considerazioni sulla specializzazione internazionale dei paesi industrializzati. (Intra-industry trade: considerations on the international specialisation of industrialised countries

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G. ROSSINI

    2013-12-01

    Full Text Available Negli ultimi anni lo studio dell'economia internazionale si è arricchito di molti nuovi contributi . La teoria del commercio intra- industriale ha raggiunto la maturità parziale, il modello neoclassico di Heckscher-Ohlin - Samuelson è stato esteso e integrato con i più recenti strumenti della microeconomia e modelli neo- ricardiani applicati al commercio internazionale . Lavori empirici talvolta sono stati realizzati separatamente spesso costringendo l' elaborazione teorica a fare bruschi cambi di direzione . Uno di questi, rappresentato dalla teoria del commercio intra-industriale , è l' oggetto del presente studio , e nasce dalle difficoltà che i modelli canonici neoclassici e ricardiani hanno incontrato nello spiegare gli scambi tra paesi che sono strutturalmente simili In recent years the study of the international economy has been enriched by many new contributions. The theory of intra-industry trade reached partial maturity, the neoclassical model of Heckscher-Ohlin-Samuelson was extended and integrated with the most recent tools of microeconomics, and neo-Ricardian models were applied to international trade. Empirical works have at times stood on their own, though often forcing the theoretical elaboration to make sudden changes of direction. One of these, represented by the theory of intra-industry trade, is the subject of the present study, and arises from the difficulties that the neoclassical and Ricardian canonical models have encountered in explaining trade between countries that are structurally similar. JEL: F11

  4. Non amabam Litteras Graecas. Note sulla Testimonianza di Sant’Agostino come Discente del Greco Antico Rivisitata alla Luce della Second Language Acquisition

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Ricucci

    2015-10-01

    Full Text Available In his 'Confessions', Saint Augustine provides a remarkable account of his experience as a learner of ancient Greek. After an outline of Saint Augustine’s testimony in the context of the history of education, Saint Augustine’s statements will be investigated according to the Second Language Acquisition theory of the applied linguist Stephen D. Krashen. Nelle 'Confessioni', sant’Agostino fornisce un celebre resoconto della sua esperienza di apprendente del greco antico. Dopo aver tratteggiato la testimonianza del vescovo nel contesto della storia dell’istruzione, le affermazioni di sant’Agostino vengono indagate alla luce della teoria dell’apprendimento di una lingua seconda, formulata dal linguista applicato americano Stephen D. Krashen.

  5. Nota preliminare sul pagus e sulla colonia di Uchi Maius (Henchir ed-Duàmis, Tunisia)

    OpenAIRE

    Ruggeri, Paola; Zucca, Raimondo

    1994-01-01

    La città degli Uchitani Maiores (Uchi Maius), localizzata in una posizione centrale dell'Africa Proconsularis, è documentata scarsamente nelle fonti letterarie. Plinio il Vecchio nella nota elencazione dei populi dell'Africa registra tra i cives Romani quelli degli oppida detti Uchitana, Maius et Minus: «Ad hunc finem (il promontorio Borion che chiude la Grande Sirte) Africa a fluvio Ampsaga populos DXVI habet qui Romano pareant imperio; in his colonias sex (...); oppida civium Romanorum XV, ...

  6. Il caso di un conflitto socio-ambientale nelle Ande peruviane sulla scia di una nuova e frammentata ondata di proteste

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fabio Azzolin

    2014-12-01

    Full Text Available The conflict around the water management of an important Andean lake, considerably aggravated in 2008. The hydroelectric installations, that was granted to Duke Energy company, was in fact occupied by the Peruvian rural community, Cruz de Mayo (CdM. This nonviolent conflict, after several years of impasse, has seen the recent introduction of various negotiating tables between CdM, Duke Energy, CEAS (a Peruvian catholic organization, the local and state institutions. 

  7. Indagine conoscitiva sulla violenza verso il maschile / Enquête cognitive sur la violence contre les hommes / Survey on Violence against Men

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Macrì Pasquale Giuseppe

    2012-10-01

    Full Text Available La violence de genre constitue l’un des crimes qui connaît une forte croissance et qui fait l’objet d’un intérêt certain pour la communauté scientifique. Le phénomène est complexe à analyser dans sa globalité car la plupart des auteurs commettent leurs crimes dans le foyer domestique. Étant donné le lien intrafamilial existant entre l’auteur et la victime, cette dernière reste dans le silence qui contribue à faire augmenter le « chiffre noir ». Par conséquent, l’analyse de ce phénomène, caché à cause de sa propre nature, montre ses limites. Des campagnes de sensibilisation à l’adoption de mesures législatives pour la prévention et répression de la violence, une connaissance approfondie de ce phénomène dans sa globalité est toutefois primordial pour le développement des politiques et des services d’aide aux victimes.Il faut souligner que les enquêtes et les recherches analysant ce comportement déviant et, depuis plusieurs décennies, proposées en permanence à des niveaux institutionnel et médiatique, ont tendance à considérer que la victime de la violence de genre ne peut être qu’une femme et que son auteur, un homme. Cette information, altérée dès le début, passe à travers des chaînes officielles (des médias aux campagnes de prévention provoquant une sensibilisation unidirectionnelle qui relègue à l’état d’exceptions – qui souvent ne sont même pas prises en considération – les hypothèses que la violence puisse être subie et/ou perpêtrée aussi bien par les hommes que par les femmes. L’enquête présentée dans cet article a pour objectif de collecter des éléments d’évaluation encore inexistants en Italie. Ces données peuvent être utilisées pour vérifier s’il existe une réalité différente de celle qui n’est basée que sur les lieux communs et sur les préjudices et quelle serait sa dimension.Gender-based violence is a constantly increasing crime and continuously attracting a lot of interest in the scientific community. This is a complex phenomenon to analyse as a whole because perpetrators usually commit the acts of violence at home. For this reason, and also due to the intimate relationship between the author and the victim, this latter remains silent, so the dark number increases. Consequently, the analysis of this phenomenon, hidden just because of its nature, has its limits. A deep knowledge of this phenomenon as a whole, however, is important for the development of policies and services, for example sensibilisation campaigns and countermeasures to prevent and combat violence. It is important to point out that surveys and researches studying this deviant behaviour, and continuously proposed at an institutional level and disseminated by mass media, usually consider that the victim of gender-based violence is a woman and the perpetrator a man. This distorted information is transmitted through official channels (for example, mass media and sensibilisation campaigns producing a consequent unidirectional sensibilisation which relegates as exceptions – often not taken into consideration – hypothesis that violence may be endured and/or committed by both sexes.The purpose of the survey presented in this article is to collect some evaluation data that do not exist yet in our country, data that will be useful in order to verify if it exists in reality, and if yes what extension it has, different from the one based exclusively on common sense and prejudices.

  8. Remote sensing of coastal area near Bari : results of marine campaign performed with lidar fluorosensor; Rapporto sulla campagna di misura con LIDAR fluorosensore effettuate sul mare di Bari

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Barbini, R.; Colao, F.; Fantoni, R.; Palucci, A.; Ribezzo, S. [ENEA, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy). Dip. Innovazione

    1995-12-01

    The lidar fluorosensor, built at ENEA Frascati to remotely monitor the sea-water quality by collecting the water Raman back scattering and induced fluorescence from dispersed oils, suspended matter and chlorophyll, has been employed in a marine campaign in the southern Adriatic sea. To this aim, the lidar fluorosensor has been installed on a coastal guard boat and operated during the cruise. Extensive calibration measurements have been undertaken by using this system, both in laboratory and during the campaigns, to analyze sea water samples taken at several places along the Italian coasts. Absolute values of organic matter, chlorophyll concentrations have been obtained by calibrating the locally and remotely sensed lidar data with standard physical-chemical methods.

  9. Asbestos in drinking water: A report on the situation in Italy; La presenza di amianto nelle acque potabili: alcuni dati sulla situazione italiana

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Paoletti, L.; Batisti, D. [Istituto Superiore di Sanita, Rome (Italy). Laboratorio di Ultrastrutture; Funari, E. [Istituto Superiore di Sanita, Rome (Italy). Laboratorio di Igiene Ambientale

    1996-08-01

    Results obtained in a study concerning the presence of asbestos fibres in the drinking water distributed in Italy are reported. Water samples were collected with the collaboration of the National Health Service. The data obtained delineate the situation present in some areas of the national territory.

  10. Radio-Shield, il primo esperimento italiano sulla Luna. (English Title: Radio-Shield, the first Italian experiment on the Moon)

    Science.gov (United States)

    Barbarossa, M.

    2017-10-01

    Nextly, the first Italian and European experiment will reach the lunar surface. Selected in the international contest Lab2Moon for under-25, the goal of the experiment is to investigate about the possible shielding properties of cyanobacteria against space radiations. If these microorganisms, in addition to providing oxygen and other resources, can also shield from space radiation, they can be used in the development of radiation shields in future interplanetary missions.

  11. ‘Faré per manera que vàlgue per molts’. I sermoni di Vicent Ferrer sulla parabola di Lazzaro e il ricco epulone

    NARCIS (Netherlands)

    Delcorno, P.

    2011-01-01

    Vincent Ferrer’s sermons dedicated to the parable of Lazarus and the Rich Man (Luke 16,19-31) show how the preacher constructs his schemes and changes them according to different circumstances. This article aims to analyze the structure of these sermons and the traces of performance in the different

  12. Faide indiane e allarmismi lombardi. La mediatizzazione del conflitto ‘etnico’ e la sua eco sulla quotidiana convivenza migranti/autoctoni

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sara Bonfanti

    2016-05-01

    Full Text Available Drawing from my research on Panjabi diasporas in Lombardy, I discuss the media hype which followed the accidental murder of an Italian lady doctor occurred in Bergamo in 2013, during a brawl among Panjabi family clans.An embittered xenophobic and racist imagination tainted the local public opinion, replacing the typecast of Indians as mild laborers with ruthless criminals, enmeshed in feuds of southern Italian memory.Through ethnographic narratives and local chronicles, I contrast the stakes of immigrants and natives, citizens and officials, unraveling how the identity outcomes of that drama affected social interactions and integration of the Panjabi communities long established in the area. 

  13. Note sulla sistematica del genere Asparagus L. (Asparagaceae): l'anatomia dei cladodi come carattere diagnostico

    OpenAIRE

    Urbani, Malvina; Ledda, Marco G.; Becca, Giovanna

    2005-01-01

    Nell' ambito di una serie di ricerche su sistematica e corologia del genere Asparagus L. in Sardegna (URBANI et al., in stampa), sono state compiute delle osservazioni sull' anatomia dei cladodi che si sono rivelate utili nella circoscrizione dei tre taxa presenti sull'isola: Asparagus acutifolius L., A. albus L. e A. horridus L. La necessità di effettuare delle osservazioni sull'anatomia dei cladodi, è sorta, tra l'altro, per risolvere alcuni problemi di carattere sis...

  14. Analysis of gas turbine cogeneration plants in Italy; Indagine sulla funzionalita` degli impianti di cogenerazione conturbina a gas operanti in Italia

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Romani, Rino; Vignati, Sigfrido [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Energia

    1997-10-01

    The purpose of this study is to improve, by random analysis, the current knowledge about functional and running data of gas turbine cogeneration plants in Italy. The analysis consider simple and combined cycle gas turbines plant with electric power less 30.000 k W per unit and involves a sample of 44 units according to a randomized model consisting of 112 gas turbines. The collected data show different plant selection criteria, energy performances, reliability and availability values as well as maintenance costs. These data support some general suggestions and recommendations for a better selection and utilization of these plants.

  15. Contamination effects of DDT in Lake Maggiore on Dreissena polymorpha spawning; Effetti della contaminazione da DDT nel Lago Maggiore sulla riproduzione di Dreissena Polymorpha

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Bacchetta, R.; Binelli, A.; Galassi, S.; Provini, A.; Vailati, G. [Milan Univ., Milan (Italy). Dipt. di Biologia

    2000-10-01

    The use of the mollusc bivalve Dreissena polymorpha allowed to follow the contamination evolution by pp'DDT, discharged until 1996 into the River Toce, one of the main tributes of Lake Maggiore (Italy). Results obtained during two different sampling campaigns (1996 and 1997) showed that Baveno Bay, where the river Toce flows, could represent a possible hot spot area because the concentrations of the parental compound and related resides are still dangerous for the aquatic communities. Histological analysis of Dreissena polymorpha female gonads showed adverse effects on the reproductive behaviour. Mollusc specimens collected in June of 1997 revealed an earlier gamete deposition and oocytes degenerations at significant percentage, showing a possible endocrine-disrupting effect by DDT with action mechanisms and target sites not completely clear. [Italian] L'impiego del mollusco bivalve Dreissena polymorpha ha permesso di seguire l'evoluzione della contaminazione da pp'DDT dovuta ad uno scarico industriale riversato fino al 1996 nel fiume Toce, uno dei principali immissari del Lago Maggiore. I risultati ottenuti nei campionamenti effettuati nell'estate del 1996 e 1997 hanno messo in evidenza come la Baia di Baveno, punto di immissione del Toce, risulti una zona a forte rischio ambientale dato che le concentrazioni del composto parentale e dei rispettivi omologhi risultano ancora potenzialmente pericolose per la comunita' acquatica. Contemporaneamente e' stata effettuata un'indagine istologica delle gonadi femminili di Dreissena polymorpha, per verificare eventuali anomalie nella riproduzione. In particolare, negli esemplari prelevati nel giugno 1997 a Baveno si e' riscontrata una deposizione anticipata dei gameti e fenomeni di degenerazione degli ovociti in percentuale altamente significativa, indicando un possible effetto DDT come distruttore endocrino con meccanismi e conseguenze non ancora completamente chiarite.

  16. Nota Critica sulla Diffusione della Partita Doppia nei Libri Mastri Delle Zecche Del Regno di Napoli. La Firma di Benedetto Cotrugli (Secc. XV-XVI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Simonluca Perfetto

    2017-07-01

    Full Text Available Attraverso il confronto di cinque registri contabili compilati dagli ufficiali delle zecche del Regno di Napoli, tra il 1453 e il 1576, l’autore tenta di stabilire quale influenza abbiano avuto nell’apparato burocratico regnicolo le conoscenze di Benedetto Cotrugli in materia di Partita Doppia. I risultati della ricerca pongono in evidenza il differente impiego che il raguseo fece di questo strumento contabile rispetto al Pacioli, in quanto oltre ad esserne stato il primo espositore e ad averlo utilizzato nella gestione della propria azienda, lo diffuse ad ogni livello socio-economico: personale, statale e teorico. Through the comparison of five accounting registers compiled by the officers of the mints of the Kingdom of Naples, between 1453 and 1576, the author attempts to establish what influence had on the reign bureaucratic apparatus the Benedict Cotrugli knowledge regarding Double Entry. The results of research put in evidence the different application that the ragusan did of this accounting tool respect to Pacioli, because over to being the first exhibitor and to have it used in the management of their company, he released it at every socio-economic level: personal, state and theoretical. Por medio de la comparación de cinco registros contables compilados por los oficiales de las fábricas de moneda del Reino de Nápoles, entre 1453 y 1576, el autor intenta establecer qué influencia tuvo en el reino el aparato burocrático el conocimiento de Benedicto Cotrugli sobre la partida doble. Los resultados de la investigación ponen en evidencia la diferente aplicación que hizo el raguseo de esta herramienta contable respecto a Pacioli, ya que al ser el primero en mostrarlo y tenerlo utilizado en la gestión de su empresa, lo lanzó a todos los niveles socioeconómicos: personal, estatal y teórico.

  17. Radio contamination control on imported food. The bilberry case; Controlli sulla radiocontaminazione di prodotti alimentari in importazione. Il caso del mirtillo

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Zappa, S.; Calabrese, M.; Stancher, B. [Trieste Univ., Trieste (Italy). Dipt. di Economia e Merceologia delle Risorse Naturali e della Produzione

    2001-10-01

    In this paper was pointed out the European regulation concerning the permissible limits of {sup 137}Cs contamination in food importation, from countries affected by the consequences of the Chernobyl accident of 1986. A discussion about the control systems is lead and original data concerning the importation of the fruits of bilberry, a species particularly sensitive to radio contamination, are reported. [Italian] In questo lavoro viene analizzata la situzione delle disposizioni che riguardano il sistema dei controlli, e presentate alcune misurazioni in particolare riguardo alla specie del Mirtillo, il cui metabolismo appare essere particolarmente sensibile alla contaminazione da radiocesio, alla stregua di alcune varieta' di funghi. In seguito all'incidente di Chernobyl in Ucraina l'Unione Europea ha adottato un serie di disposizioni volte a controllare l'importazione di prodotti agro-zootecnici dalle zone contaminate da Cesio 137.

  18. De-complessificazione della vita e "costruzione" del metodo tra condizioni fisico-chimiche e manifestazioni vitali. Alcune note sulla fisiologia di Claude Bernard

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Delio Salottolo

    2014-12-01

    Full Text Available In this paper we intend to analyze the devices and conceptual strategies fielded by Claude Bernard, trying to figure out what was the contribution of the physiologist to the life sciences and vitalistic metaphysics of our time. The basic idea is that the originality and importance of his work consists not so much in the experimental method applied to living organisms, but rather in having inserted old and new concepts within an epistemological framework expertly re‐determined. The analysis will focus on a few key points – the re‐ positioning of the dichotomy vitalism/mechanism, the question of heredity and individual variation, the analysis of the level of “latent life” and the relationship between physiology and morphology – and the horizon within which will be included will be that of the dialectic between conditions and expressions.

  19. Risk-benefit analysis in mammography: A study on the Umbria population. Analisi rischio-beneficio in mammografia: Uno studio sulla popolazione dell'Umbria

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Antonini, A.; Borio, R.; Pagliochini, C.; Pazzaglia, P.G.; Salvadori, P.; Verdecchia, A.

    1984-07-09

    A risk analysis for mammographic screening has been carried out in Umbria with reference both to the general population and to a more restricted one which was selected on the basis of physical examination results and common risk-factors. Losses of life-expectancy for screened and unscreened subjects have been compared. Leaving out of account economic and social factors, data analysis seems to indicate that for the selected population a one-year periodicity mammographic screening is a proper one if starting at age 31. Concerning the general population, maximum benefit is obtained for a one-year periodicity screening starting at older ages, which depend both on the hypothesized dose (with or without screens) and on the assumed tumor doubling time.

  20. Considerazioni sulla riforma del sistema monetario e finanziario internazionale (Some considerations on the reform of the international monetary and financial system

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    E. Grilli

    2013-10-01

    Full Text Available The paper discusses different views on the reform of the International Monetary System. It illustrates the most recent antecedents of the current debate, focusing on criteria, determinants and effects of the choice among different exchange regimes and discussing in particular the relationship between fixed exchange rates and financial crises, and the relationship between exchange rates and worldwide freedom of capital movements. JEL Codes: E02, E5 

  1. Tra «Vita nova» e rime allegoriche: nota sulla consolatoria di Cino da Pistoia per la morte di Beatrice

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Borsa

    2014-12-01

    Full Text Available Il contributo offre un’analisi della “consolatoria” di Cino da Pistoia per la morte di Beatrice Avegna ched el m’aggia più per tempo, di cui sono messe in luce le relazioni sia con la Vita nova sia con le canzoni allegoriche di Dante Voi che ’ntendendo il terzo ciel movete e Amor che nella mente mi ragiona. The paper examines Cino da Pistoia’s canzone Avegna ched el m’aggia più per tempo, written for Dante as consolation for the death of Beatrice. It highlights the canzone’s relations to both Dante’s Vita nova and his allegorical canzoni Voi che ’ntendendo il terzo ciel movete and Amor che nella mente mi ragiona.

  2. Effetti sistematici sulla misura di $\\Re (\\epsilon^{'} / \\epsilon$ nell'esperimento NA48 al CERN Efficienze di trigger e correzioni per accidentali

    CERN Document Server

    Arcidiacono, Roberta

    The discovery of CP violation in 1964 in the neutral kaon system opened a new frontier in particle physics. To the present time the only evidence for CP violation comes from K0 decays. Despite many theoretical and experimental efforts, the mechanism underlying CP violation is not completely understood. A clear observation of direct CP violation in the weak decay amplitude would rule out superweak models, providing a support for the Standard Model. The NA48 experiment, at CERN SPS, aims to search for direct CP violation through the measurement of Re(ε/ε) to 2×10−4. In order to achieve this precision, the experiment foresees to collect 5 million of KL → π0π0 within three years of data taking at high beam intensity, with a carefully designed architecture. In this thesis, after a recall of theory, a detailed description of the NA48 detector is given, pointing out the measurement strategy. A full chapter is dedicated to the innovative NA48 trigger system, a fully pipelined and dead time free system able t...

  3. Ripensare le pratiche inclusive e le relazioni di aiuto secondo la prospettiva della resilienza. Indagine sulla percezione della disabilità dei figli da parte di genitori migranti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Malaguti

    2010-02-01

    Full Text Available scientifico nazionale ed internazionale. Il punto di vista, le istanze, i bisogni, le difficoltà, le risorse, le competenze dei bambini con disabilità e delle loro famiglie raramente sono considerate come parte fondante il processo di costruzione delle pratiche di cura. Nel corso degli anni, ciononostante, il processo di empowerment e di resilienza delle famiglie di bambine e bambini con disabilità italiani ha permesso di migliorare i processi inclusivi anche attraverso la costituzione di associazioni di genitori divenuti soggetti politici determinanti nella definizione di percorsi di integrazione di qualità. Lo stesso non si può dire per le famiglie migranti. La ricerca ha inteso ed intende indagare le pratiche di cura e di progettazione dei servizi educativi in relazione alla presenza di bambine e bambini con disabilità e di sondare la percezione che le famiglie hanno della disabilità dei loro figli. Si pone l’obiettivo di conoscere i presupposti fondanti, gli indicatori e le linee di direzione attuate in relazione alla presenza di bambine e bambini disabili migranti e /o figli di genitori migranti; di indagare le istanze delle famiglie cogliendo eventuali connessioni, risorse e criticità; di cogliere i differenti punti di vista collegati al fenomeno in questione. Il lavoro di ricerca fino ad ora condotto ha permesso di mettere in evidenza alcuni nodi critici. Un primo, sul quale intende insistere il presente articolo, riguarda le logiche sottese alla presa in carico e cura e alla costruzione di relazioni di aiuto – presupposto fondante la progettazione verso la costruzione dell’integrazione e di pratiche inclusive – basate sul criterio della reciprocità e del dialogo.

  4. Sulla sesta distorsione elementare di Volterra per un cilindro cavo omogeneo e isotropo di altezza finita con carico alla Saint Venant

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pecoraio, Massimo

    2008-03-01

    Full Text Available In this work we consider the sixth elementary Volterra's distortion for a circular hollow, homogeneous, elastic, isotropic cylinder, to analyze the load acting on the bases as a Saint Venant characteristic external stress. In this way we are able to prove that the specific load connected to the sixth distortion and examined as external stress, is equivalent (in Saint Venant's theory to a right combined compressive and bending stress (or to a right combined tensile and bending stress.

  5. Studio di corte sulla mortalitá per tumori e altre cause nei dipendenti di una azienda produttrice di policlorobifenili (PCB ed altre sostanze organoclorurate a Brescia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    F. Donato

    2003-05-01

    Full Text Available Obiettivi: un’azienda chimica che opera a Brescia dal 1906 ha prodotto vari composti organoclorurati, inclusi i policlorobifenili (PCB e diversi pesticidi, di cui è noto un potenziale effetto cancerogeno sull’uomo. Al fine di valutare una possibile relazione tra esposizione a questi composti e insorgenza di patologie tumorali, è stato avviato uno studio di coorte storico. Metodi: sono stati inclusi gli addetti allo stabilimento presenti e assunti dal 13.09.1974 al 31.12.2001, mediante consultazione dei libri matricola. Si è verificato lo stato in vita di ciascun soggetto presso l’anagrafe dei comuni di residenza e per i deceduti si è recuperata la causa di morte dai registri comunali o schede ISTAT. Si è proceduto al calcolo degli anni persona e dei rapporti tra morti osservate e attese (SMR utilizzando i tassi etàspecifici di mortalità dei residenti in Lombardia, per la stima degli attesi. Risultati: la coorte analizzata comprende 996 soggetti maschi, di cui 811 risultavano in vita al 31.12.2001. Per 182 dei 185 deceduti è stata reperita la codifica di causa di morte. Le varie categorie sono così rappresentate: 794 operai, 131 impiegati tecnici, 71 impiegati. Il confronto con i tassi regionali tenendo conto di età e anno di calendario ha evidenziato un SMR per tutte le cause più elevato del 35% negli operai (SMR=1.02 rispetto alle altre categorie (SMR=0.68. Considerando la mortalità per tutti i tumori, l’SMR era più elevato negli operai rispetto agli altri soggetti, con un aumento dell’SMR all’aumentare della durata di esposizione: SMR= 0.62 per ‹10 anni, 1.03 per 10-20 anni e 1.4 per ›20 anni di attività lavorativa nella fabbrica. Tale andamento era evidente soprattutto per i tumori del fegato e del sistema emolinfopoietico. L’analisi per i singoli reparti è in corso.

  6. Ut illi non repugnet esse in materia: La dottrina di Zaccaria Pasqualigo (1600-1664 sulla natura della metafisica e del suo oggetto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Forlivesi, Marco

    2009-01-01

    Full Text Available Zacarias Pasqualigo desenvolveu sua doutrina concernente à natureza da metafísica e ao seu objeto nos anos vinte do século XVII. Ela pertence, no meio católico, ao grupo de reação às teses propostas por Francisco Suárez sobre esse assunto. Pasqualigo desenvolve uma metafísica cujo objeto formal não é o ente transcendental, mas o ente considerado como um modo de ser da quidditas rei omnino abstrahens a materia. Contudo, o ‘prescindindo da matéria’ que é próprio a esse ente não é entendido por Pasqualigo como uma indiferença ao que é material e ao que é espiritual. Ao contrário, de acordo com esse autor, o ente do qual a metafísica trata é intrinsecamente material. Não obstante, a metafísica trata do ente material considerado separado da matéria puramente por meios da ação da mente. Como resultado, de acordo com Pasqualigo, a metafísica é uma ciência superior à física, mas não é uma ciência superior à teologia racional; com efeito, a metafísica pasqualiguiana é quase completamente separada de qualquer tipo de teologia

  7. NUOVE DIAMESIE: L’ITALIANO DELL’USO E I NUOVI MEDIA (CON UN CASO DI STUDIO SULLA RISALITA DEI CLITICI CON "BISOGNARE"

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Massimo Prada

    2017-03-01

    Full Text Available L’articolo si sofferma sulle tendenze evolutive manifestate dall’italiano negli ultimi decenni, in particolare in relazione alle possibilità offerte e ai bisogni indotti dalle nuove tecnologie. Nel dettaglio, analizza gli effetti linguistici operati dalla ridefinizione delle caratteristiche della scrittura, che ha portato, almeno in alcuni contesti, anche a una semplificazione generale dei testi scritti, producendo una sorta di italiano scritto medio, varietà alla base dei testi neomediali. Essa pare caratterizzata da notevole variabilità e mutevolezza, in parte dipendenti dalle caratteristiche dell’utenza, in parte dalla sua storia, in parte dalla situazione comunicativa in cui viene usata. Dopo aver considerato che l’etichetta sociolinguistica più adatta a descriverla, tra quelle attualmente a disposizione, è modo d’uso della lingua, se ne sottolinea la natura di costrutto della comunità degli utenti (di varietà di Ausbau, entro certi limiti. Si tratta di un modo d’uso in cui trovano espressione anche fenomeni marginali o d’avanguardia, come la risalita del clitico con il verbo bisognare, la cui diffusione viene studiata sia nei testi neomediali, sia in quelli tradizionali, mostrando che i primi, in cui essa è più frequente, potrebbero avere la capacità di autorizzare fenomeni di margine anche solo per l’esposizione garantita ad essi dalla frequenza con cui occorrono. New diamesia: l’italiano dell’uso and new media (with a case study on the resurgence of clitics with "bisognare" The article focuses on evolutionary trends in Italian in recent decades, particularly in relation to the possibilities offered and the needs brought about by new technologies. In particular, it analyzes the linguistic effects of the redefinition of the characteristics of written language. This has led, at least in some contexts, to a general simplification of written texts, producing a sort of italiano scritto medio the variety at the base of neo-medial texts. They appear to be characterized by considerable variability and mutability, partly depending on the user’s characteristics, and partly on his/her history, and partly on the communicative situation. After considering that the best socio-linguistic label among those currently available is “modo d’uso della lingua”, we underline the nature of the user community construct (a variety of Ausbau, within certain limits. This use of language also reflects marginal or avant-garde phenomena, like the clitic climbing with the verb bisognare, whose spread is studied both in neo-medial and traditional texts. In the former it is more frequent, and this may authorize marginal phenomena due to the exposure guaranteed by the frequency with which they occur.

  8. Cass. Sezioni Unite 18214/2015: i giudici di legittimità sulla «interpretazione assiologicamente orientata» delle nullità per vizio di forma

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lara MODICA

    2015-12-01

    Full Text Available Confermando il trend ormai piuttosto nitido che vuole il tema del formalismo negoziale il più interessante laboratorio di nullità speciali, la sentenza delle Sezioni Unite qui brevemente commentata aggiunge un tassello non trascurabile né scontato ad un dibattito ancora vivace: non tanto o non solo per l’esito cui perviene nella circoscritta materia della locazione abitativa, quanto piuttosto per la disinvoltura con cui maneggia un argomento decisamente «caldo» del diritto dei contratti. La prima questione su cui è chiamata a pronunciarsi la Corte è di facile soluzione ma di articolata argomentazione: se per le locazioni di immobili adibiti ad uso abitativo di cui alla legge n. 431/1998 la scrittura sia da intendersi a fini di validità o a fini di prova. La risposta è già nelle norme: l’art. 1 co., 4 disponendo che per la stipula di validi contratti di locazione è richiesta la forma scritta, lascia chiaramente intendere che la formalizzazione dell’accordo è imposta ad substantiam. I giudici colgono però l’occasione per fermarsi sulle ragioni della scelta legislativa, evocando quella prospettiva funzionale che, riguardo alla forma, è conquista recente e non del tutto pacifica della riflessione scientifica. Quanto al secondo quesito, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato che il contratto di locazione ad uso abitativo stipulato senza la forma scritta è affetto da nullità assoluta, rilevabile d’ufficio, attesa la ratio pubblicistica di contrasto all’evasione fiscale, eccettuata l’ipotesi in cui la forma verbale sia stata imposta dal locatore, in quanto in questo caso si tratterebbe di «nullità di protezione» a favore del conduttore, solo da lui denunciabile.

  9. Experimental check-up and normative developments on the quality of the reagents of potabilization; Verifica sperimentale e sviluppi normativi sulla qualita' dei reagenti di potabilizzazione

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Riganti, V. [Pavia Univ., Pavia (Italy). Dipt. di Chimica Generale; Conio, O.; Zappia, A.; Lasagna, C. [AMGA S.p.A.-Azienda Mediterranea Gas Acqua, Genua (Italy)

    2000-09-01

    The increasing demand for quality of water intended for human consumption also required an accurate control of the quality of the chemicals used for water treatment. After describing and commenting the results of several controls made by AMGA (Italy) in 1999 on the chemicals used in the drinking water treatment plants they manage, the work underlines what changes should be made, concerning the quality standards of some chemicals, as a consequence of the new European Union directive 98/83. [Italian] Le crescenti esigenze di qualita' delle acque destinate al consumo umano richiedono anche un accurato controllo della qualita' dei reagenti di potabilizzazione. Dopo aver descritti e discussi i risultati dei controlli effettuati nel 1999 sui reagenti chimici utilizzati negli impianti dell'AMGA (Azienda Mediterranea Gas Acqua) di Genova, vengono illustrate le modificazioni che verosimilmente si dovranno apportare agli standard di qualita' di alcuni reagenti chimici per l'effetto della nuova direttiva 98/83/CE.

  10. Il bisogno dell’origine e l’orrore del mutismo. Alcune note sulla questione dell’origine del linguaggio verbale umano more philosophico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Delio Salottolo

    2013-06-01

    Full Text Available In this essay we analyze more philosophico the impact of the research on the origin of human verbal language. Starting from suggestions deriving from the work of Agamben and Lévi-Strauss, two discontinuists, we face a double contradiction. The first relates to the inability to define the birth date of human language and of human world. This consideration makes us suspect that behind the passion for this issue there is a hidden need. The second concerns the mix of fascinans and tremendum linked to human mutism, which suggests, from the dominator point of view, an attitude to human animalization, and, from the dominated point of view, a form of resistance or survival instinct. Under these lenses we will read the enfant sauvage by Itard and the Foe by Coetzee. Finally we will discuss the issue of the need for origin as modern mankind melancholia and as unresolved tension towards the future.

  11. Urban effects of small towns in west Lombardy plain on air temperature; Effetti urbani di piccoli centri della pianura lombarda sulla temperatura dell'aria

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Mariani, L. [Milan Univ., Milan (Italy). Dipt. di Produzione Vegetale; Sovrano Pangallo, G. [Milan (Italy)

    2001-10-01

    Urban trend (1967-1988) of air temperatures of two small cities (Lodi and Paullo) and the near great city of Milan in the Lombard plain, is compared with rural and airport ones. Lodi resulted warmer (+0.3 {sup 0}C) than corresponding rural site for mean temperatures, but the differences were more marked for minimum temperatures (+0.9{sup 0}C). Instead Paullo showed Urban Heat Island (UHI) only for minimum temperatures (+0.2 {sup 0}C). Obviously UHI for Lodi and Paullo resulted much weaker than Milan's, but showed a tendency to a stronger growth in the selected period whereas UHI for Milan showed a tendency to decrease, mainly due to a marked decrease of population. In the urban and non-urban sites of Lodi and Paullo a tendency to warming was found in the last two decades. This tendency was introduced by a discontinuity of temperature trends, which is more evident in July and concerns also the urban site of Milan. Both the warming and the discontinuity can be considered a sign of a climatic change which opened the present climatic phase. [Italian] Il trend della temperature dell'aria di due piccole citta' della pianura lombarda (Lodi e Paullo) e della vicina citta' di Milano, e' stato indagato per il periodo 1967-1988 attraverso il confronto con i rispettivi siti rurali o aeroportuali. Lodi e' risultata piu' calda (+0.3 {sup 0}C) rispetto al proprio sito rurale per la temperatura media, ma le differenze erano piu' pronunciate per la temperatura minima (+0.9 {sup 0}C). Invece Paullo ha mostrato di non avere un'isola di calore per la temperatura media, ma solo per la temperatura minima (0+0.2{sup 0}C). Le isole di calore di Lodi e Paullo, pur se molto deboli in confronto a quella di Milano, hanno mostrato una tendenza al rafforzamento mentre quella di Milano e' risultata in regresso, principalmente in relazione al forte spopolamento della citta'. Nei siti urbani e non - urbani di Lodi e Paullo si e' riscontrata negli ultimi due decenni una forte tendenza al riscaldamento a carico sia delle temperature massime sia delle minime. Tale tendenza si e' manifestata con una discontinuita' dei trend di temperatura, che appare molto evidente nel mese di luglio e che ha interessato anche il sito urbano di Milano. Sia la discontinuita' sia la tendenza al riscaldamento sono interpretabili come indicatori del cambiamento climatico che ha introdotto la fase climatica attuale.

  12. Il diritto di accesso agli atti interni

    OpenAIRE

    Rocca, Claudia

    2014-01-01

    We study, within the framework of the Italian law system, the right to access internal documents held by public authority. Our general aim is to investigate the limits of this right in order to find the proper means to improve the existing system. In Italian law an administrative procedure is composed by internal documents and by a final decision document called provvedimento. Ordinarily the internal documents have no effects on the citizens and for this reason are regarded as ...

  13. Insegnare il Moto con Boxer

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea A. DiSessa

    1995-01-01

    Full Text Available Descrizione di un corso sulla matematica del moto basato sulla premessa che tutte le persone coinvolte - studenti, insegnanti e progettisti - dovrebbero conoscere un computational medium generale e progammabile, Boxer.

  14. L’artista vivente come fonte e archivio della danza. Le interviste a Cristina Hoyos, Dominique e Françoise Dupuy per le ricerche sulla danza come patrimonio culturale immateriale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elisa Anzellotti

    2015-03-01

    Full Text Available The 1900 is the century in which they feel the need to conserve more in opposition to the big run of events and thus proliferate archives. Although the dance has this “need for memory”. When it comes to living artists certainly the most important archives are themselves, their body, their knowledge, in fact in Japan people can be recognized as cultural heritage because of the wealth of information that lead into them. Today fewer dancers write and there is a risk that this big heritage will be lost. The dancers still alive are important sources for dance and their material is a precious treasure for researchers, which is why I decided to make these interviews with personalities from the world of dance that have addressed these issues, and I want to share some concepts and compare them. The cases are taken as examples as Françoise and Dominique Dupuy in France, which both have theorized on the memory of the dance, and Cristina Hoyos, dancer and choreographer, but especially the creator of the Museum of Flamenco in Seville. The central argument is therefore the dance as an intangible cultural heritage and the problem of conservation, especially in the era of globalization, as well as the question of memory and a museum of the ephemeral, certain topics are addressed here that very big but limited to what is the point of view of the respondents who have been asked questions about the report: dance and archive/museum, dance and policy/globalization, dance and rhythm, dance and visual arts.

  15. Effects on water quality from mud clearance operations in the Pezze' hydropower basin (Trentino, Italy); Effetti sulla qualita' delle acque legati alle operazioni di dissabbiamento del bacino idroelettrico di Pezze' di Moena (Trentino)

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Canepel, R.; Cadrobbi, G.; Fedrizzi, F. [Agenzia Provinciale per la Protezione dell' Ambiente, Trent (Italy)

    2000-07-01

    The present paper describes dynamic concentration for various parameters, that have been monitored through both continuous and instant samplings, during maintenance operations (mud deposit clearance) in a hydropower basin along Torrent Avisio in Trentino region, Italy. Aim of the work is to demonstrate that, during such operations, an organic water pollution occur besides turbidity. The former is well expressed by a marked value increment of different parameters, as total phosphorus, ammonium and organic matter. [Italian] Il presente lavoro descrive l'osservazione dell'andamento delle concentrazioni di diversi parametri, rilevati in continuo e attraverso campionamenti istantanei, durante le operazioni di dissabbiamento di un bacino idroelettrico lungo un corso d'acqua, il Torrente Avisio in Trentino. Scopo del lavoro e' la dimostrazione della consistenza, in occasione di tali eventi, di un inquinamento delle acque, oltre che di tipo inorganico (intorbidimento), anche di tipo organico cioe' caratterizzato da uno spiccato incremento, rispetto alle condizioni normali, di una serie di parametri fra cui fosforo totale, azoto ammoniacale e sostanza organica.

  16. Benvenuto Griziotti sulla rivalutazione della lira e sull’afflusso di prestiti esteri negli anni ’20 (Benvenuto Griziotti on the revaluation of the lira and the influx of foreign loans in the '20s

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Sarcinelli

    2012-04-01

    Full Text Available Il cinquantenario della scomparsa di Benvenuto Griziotti, studioso profondo di scienza delle finanze nella prima metà del Novecento, ha indotto a riesaminare le sue tesi sulle questioni monetarie. Nel primo dopoguerra, per ragioni di giustizia distributiva e di ristrutturazione industriale, si schierò con economisti socialisti per riportare la lira alla parità pre-bellica, in contrapposizione a studiosi di tendenza liberale che preferivano stabilizzarla a un livello che tenesse conto dell’inflazione consolidatasi nel sistema dei prezzi e dei redditi. Per la ristrutturazione industriale egli faceva assegnamento sull’afflusso di prestiti esteri, che attratti dalle prospettive di rivalutazione avrebbero consentito finanziamenti a buon mercato per effetto dei prospettici guadagni di capitale. Anche a metà degli anni ’30 rimase fedele alla tesi rivalutazionista, sebbene la storia si fosse già incaricata di dimostrare che la sua fiducia nei benefici derivanti dalla rivalutazione della lira e dai prestiti esteri a buon mercato non era ben riposta.   The fiftieth anniversary of the death of Benvenuto Griziotti, profound scholar of public finance in the first half of the twentieth century, led to re-examine his views on monetary matters. In the first postwar period, for reasons of distributive justice and industrial restructuring, sided with socialist economists to bring the lira at the pre-war, opposed to liberal scholars, who preferred to stabilize at a level that takes into account inflation in the consolidated system of prices and incomes. For industrial restructuring he was relying on the influx of foreign loans, which attracted by the potential of appreciation would allow cheap funding for effect of prospective capital gains. Even in the mid-30s remained loyal to the thesis of the revaluation, although the story was already charged to prove that his belief in the benefits arising from the revaluation of the lira and from the cheap foreign loans was not well placed.  JEL Codes: B3, N1Keywords: Benvenuto Griziotti, prestiti, capitale, benefici

  17. Da governo secondo diritto a regime determinato dalla forza. Sulle ascendenze dell’autocrazia papale moderna, tra i Dictatus papae e la Controriforma; e sulla parabola finale della tirannide “benevola” del Bellarmino

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Zanchini di Castiglionchio

    2017-09-01

    Full Text Available SOMMARIO: 1. Premessa - 2. Diritti dei fedeli e capricci del potere: l’involuzione del Sistema - 3. (segue Paradossi del contenzioso amministrativo attuale - 4. I precedenti: plebe, o popolo? Il pathos identitario del Vaticano I - 5. (segue Natura tirannica ex defectu tituli dell’innovazione? - 6. Il retaggio permanente della lezione del conciliarismo - 7. L’innesto in un codice della trasformazione autoritaria del papato - 8. (segue Dalla benigna tirannide alla Rechtstheologie tedesca - 9. (segue È buono solo ciò che conferma lo strapotere curiale? - 10. Verso un bilancio. Per un riassetto dello status generalis ecclesiae.

  18. Da governo secondo diritto a regime determinato dalla forza. Sulle ascendenze dell’autocrazia papale moderna, tra i Dictatus papae e la Controriforma; e sulla parabola finale della tirannide “benevola” del Bellarmino

    OpenAIRE

    Francesco Zanchini di Castiglionchio

    2017-01-01

    SOMMARIO: 1. Premessa - 2. Diritti dei fedeli e capricci del potere: l’involuzione del Sistema - 3. (segue) Paradossi del contenzioso amministrativo attuale - 4. I precedenti: plebe, o popolo? Il pathos identitario del Vaticano I - 5. (segue) Natura tirannica ex defectu tituli dell’innovazione? - 6. Il retaggio permanente della lezione del conciliarismo - 7. L’innesto in un codice della trasformazione autoritaria del papato - 8. (segue) Dalla benigna tirannide alla Rechtstheologie tedesca - 9...

  19. Carabid communities in forests of ENEA centre of Brasimone, Bologna (Italy); I coleotteri carabidi nei boschi del centro ENEA del Brasimone, Bologna: effetti della gestione forestale sulla carabidocenosi di alcune formazioni boschive dell`Appennino tosco-emiliano

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    De Mei, M.; Collina, M. [ENEA, Casaccia (Italy). Dipt. Ambiente; De Felici, S.; Vigna Taglianti, A. [Rome Univ. (Italy). Dipt. Biologia Animale dell`uomo

    1995-08-01

    The ENEA (Italian Agency for New Technologies, Energy and the Environment) forest property may be regarded as an open laboratory; interdisciplinary studies on ecology of aquatic and terrestrial mountain ecosystems are feasible. Six sites in tosco-emiliano Apennine (Brasimone area, Italy) were sampled by pitfall traps to assess the forest dwellers ground beetle coenoses. In spite of different wood species, vegetation cover and physionomy, Carabid communities are quite similar in species assemblages, ecological characterization and chronological spectra.

  20. Quando gli investimenti rappresentano un vincolo. Contributo alla discussione sulla crisi italiana nella crisi internazionale.(When investments represent a constraint. A note on the discussion on Italy’s crisis within the international crisis

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Lucarelli

    2013-07-01

    Full Text Available The article continues the debate on the "crisis within the crisis" that characterises Italy's economy. The authors argue that while the international and specifically the European crisis greatly contributed to the deterioration of Italy's economic prospects, the country is affected by longer term issues of its own. To analyse such problems, the article focuses on the growing inability of the Italian private sector to innovate. It does so by analysing in a comparative perspective private sector expenditure for fixed investments and for research and development. The policy conclusions are surprising in so far as a surge of investments would seriously risk to negatively contribute to Italy's current account, thus further aggravating.    

  1. L’evoluzione del sistema RTGS italiano e l’impatto sulla domanda di riserve bancarie (The Evolution of the Italian RTGS System and the Impact on Banks' Reserves Demand

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Maddaloni

    2012-04-01

    Full Text Available Aim of the paper is assessing, from 2001 to 2005, the impact of some changes affecting the Italian payment system on reserves demand and revenues of those banks directly participating in the new BI-REL, the Italian RTGS system. The results of the analysis carried out on 105 banks directly participating in the system show that after the start of Express II, the new security settlement system, the banks held more liquidity reserves for settling securities transactions. The banking system reacted to those changes in a few months' time by raising the liquidity management's efficiency, also thanks to the start of the RTGS system's payment optimisation mechanism. The adjustment process would not only allow the banks to completely offset the effect brought about by Express II but even to improve, although slightly, the liquidity management's efficiency compared to prior to the changes.  JEL Codes: D24;G21;G28; E42Keywords: Bank; Reserves

  2. Experimental study of biological nitrogen and phosphorus removal in anaerobic/anoxic SBR reactor with separated biofilm nitrification; Indagine sperimentale sulla rimozione biologica di azoto e fosforo in un reattore SBR anaerobico/anossico con nitrificazione separata su biofiltro

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Bortone, G.; Malaspina, F.; Stante, L.; Tilche, A. [ENEA, Bologna (Italy). Area Energia Ambiente e Salute; Andreottola, G. [Trento Univ. (Italy). Dipt. di Ingegneria Civile-Ambientale

    1995-04-01

    An Anaerobic/Anoxic Sequencing Batch Reactor (A/A SBR) with separated batch biofilm nitrification was tested for nutrient removal against a five step anaerobic anoxic/Oxic SBR (A/O SBR). Piggery waste water, particularly challenging for its low COD/N ratio, was used as feed. A/A SBR, especially in the configuration tested in the second experimental period, showed very good N (97%) and P (90%) removal capacities with excellent sludge settling properties (SVI 52 ml/gSS). On the other hand, organic carbon removal efficiency with nitrate was a little bit lower than with oxygen (90% in A/A SBR against 92% in A/O SBR). Batch biofilm nitrification was very effective, with very high nitrification rates (1.4 mgN gVSS{sup -1} h{sup -1}; 0.1 khN m{sup 3}d{sup -1}). Presence of poly P bacteria in the A/A SBR sludge was assessed through microscopic observation and from the high cellular poly-phosphate content.

  3. Dalle carte dell’Archivio di Stato di Roma: notizie sulla vita e l’attività professionale di Luigi Mollari / Documents from the State Archive of Rome: news about Luigi Mollari’s life and professional activity

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sabina Carbonara

    2014-04-01

    Full Text Available Grazie al recente ritrovamento di un fascicolo nel fondo della Congregazione degli Studi conservato presso l’Archivio di Stato di Roma è stato possibile ricostruire, almeno in parte, la produzione professionale dell’ingegnere e architetto Luigi Mollari, figlio di Antonio, ad oggi ancora scarsamente indagata. I pochi studi relativi alla attività di Luigi hanno riguardato, infatti, soprattutto la sua presenza a Terracina e, nello specifico, il suo intervento, negli anni Quaranta del XIX secolo, nella chiesa del S. Salvatore, progettata da Antonio Sarti. In realtà, come si evince dal curriculum vitae rinvenuto fra i documenti d’archivio, il giovane Mollari iniziò a collaborare col padre già nel 1824. Trasferitosi a Foligno nel 1832, si occupò, sempre insieme al genitore e su incarico di monsignor Ignazio Giovanni Cadolini, degli edifici danneggiati dal terremoto. Nello stesso anno Luigi è documentato anche ad Assisi dove coadiuva il padre nella direzione dei primi interventi di consolidamento statico e di riparazione della basilica di S. Maria degli Angeli. Fra il 1832 e il 1834 i due Mollari interverranno, con opere di ricostruzione e di restauro, in numerosi edifici del territorio fulignate. Dopo la morte di Antonio, avvenuta nel 1843, Luigi continuerà a svolgere l’attività di architetto e ingegnere a Terracina e nel territorio limitrofo (in particolare a Piperno, oggi Priverno. Thanks to the recent discovery of a folder at the Congregation of Studies, preserved in the State Archives of Rome, it has been possible to reconstruct, at least partially , the professional production of Luigi Mollari, engineer and architect , son of Antonio, till now poorly investigated. The few studies concerning the activities of Luigi were, in fact , especially its presence in Terracina and, specifically , its involvement, in the forties(of the 19th century, in the church of St. Salvatore, designed by Antonio Sarti. In fact, as evidenced by his curriculum vitae found in the archive documents , the young Mollari began working with his father very early in 1824. Together with his father he moved to Foligno in 1832, taking charge, by Monsignor Ignazio Giovanni Cadolini, of the buildings damaged by the earthquake. That same year, Luigi is also documented in Assisi where he assisted his father in the direction of the first interventions of static consolidation and repairing of the basilica of St. Maria degli Angeli. Between 1832 and 1834 the two Mollari intervened for the reconstruction and restoration of many buildings in the “fulignate” area. After Antonio’s death, in 1843, Luigi continued to carry out with the work of architect and engineer in Terracina and surrounding area (particularly in Piperno , today Priverno.

  4. Appunti sulla produzione giovanile di Pinuccio Sciola. Un inedito Crocifisso ligneo per la Basilica di San Saturnino a Cagliari / Notes on the youth production of Pinuccio Sciola. An unpublished wooden crucifix for the basilica of St. Saturnino in Cagliari

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rita Pamela Ladogana

    2017-12-01

    Full Text Available Il contributo prende in esame il Crocifisso ligneo realizzato alla fine degli anni Settanta dallo scultore Pinuccio Sciola, figura di respiro internazionale, noto soprattutto per la produzione delle sue “pietre sonore”. L’opera, finora inedita, è stata acquisita dal Polo museale della Sardegna poco prima della morte dell’artista, avvenuta nel maggio del 2016, ed è destinata alla Basilica paleocristiana di San Saturnino, intitolata al patrono della città di Cagliari. La lettura della scultura, condotta attraverso l’analisi iconografica e stilistica, pone in evidenza le peculiari caratteristiche che rimandano all’iconografia medievale del Crocifisso gotico doloroso, molto diffusa in Sardegna, e reinterpretata dallo scultore in chiave moderna. Il crocifisso ha offerto l’occasione di una unitaria rivisitazione critica dell’attività di Sciola nel periodo giovanile di formazione durante gli anni Sessanta e Settanta del Novecento, attività poco indagata dagli studiosi e sempre marginalmente trattata. Si tratta di una produzione prevalentemente figurativa influenzata evidentemente dagli studi condotti dall’artista prevalentemente fuori dall’isola e delle sollecitazioni degli spunti visivi recepiti attraverso i viaggi e la visita alle mostre. This contribution examines the wooden crucifix made at the end of the seventies by the sculptor Pinuccio Sciola, best known internationally for the production of its “sound stones”. The artwork, so far unpublished, was acquired by the institution PolSo museale regionale della Sardegna shortly before the artist's death in May 2016 and it is intended to be exposed in the early Christian basilica of St. Saturnino, named after the patron saint of the city of Cagliari. Both an iconographic and stylistic analysis of the sculpture highlights specific connections to the medieval iconography of the painful Gothic crucifix, very common in Sardinia, that the sculptor reinterpreted in a modern way.  The crucifix offered an opportunity for a unified critical review of Sciola’s activity during his juvenile training in the sixties and seventies, not much investigated by researchers and always touched upon marginally. It is a mainly figurative production, evidently influenced by the studies that the artist made mostly outside the island and impressed by what he saw through travel and visits to exhibitions.

  5. Sentiment Analysis per analizzare gli effetti del cinema sulla percezione dei luoghi. Il caso pugliese / Sentiment Analysis to study the effects of cinema on the perception of places. The case of Puglia Region

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Valentina Albanese

    2016-05-01

    Full Text Available Il film induced iourism è un fenomeno ormai indiscutibile e che va affrontato con sistematicità e metodologie sempre più raffinate per consentire ai policy makers di sfruttarne più consapevolmente le potenzialità. In Puglia la realizzazione di pellicole di successo ha provocato effetti turistici e territoriali notevoli. Per poter comprendere realmente se e quanto l’incoming turistico pugliese sia influenzato, nella sua dimensione quantitativa e qualitativa, dall’immagine veicolata dal cinema, si ipotizza qui l’utilizzo di una nuova metodologia di analisi: la Sentiment Analysis. Si intende passare al setaccio i Big Data tematici, tramite una scansione intelligente dei social network e poi riportare le valutazioni (sentiment sul territorio pugliese espresse nei diversi luoghi virtuali di conversazione da parte della domanda turistica. Questa tipologia di studio del dato è del tutto innovativa per il settore cineturistico e può portare ad esiti del tutto inattesi sovvertendo in alcuni casi le interpretazioni prettamente soggettive dei dati quantitativi più tradizionali. Film induced tourism is an undeniable phenomenon and it is necessary to study it sistematically and with sophisticated methods to allow policy makers to exploit, more consciously, its potentiality. In Apulia the successful movies maybe have caused tourism and territorial remarkable effects. In order to understand if and how incoming in Apulia is influenced, in quantitative and qualitative terms, from the image conveyed by cinema, we’ll use a new method of analysis: the Sentiment Analysis. It means making an intelligent scanning of social networks and then bring feedback (sentiment about Apulia expressed in different virtual places of conversation by the tourist demand. This kind of opinion mining study is totally innovative for film induced tourism and can lead to outcomes completely unexpected subverting, in some cases, subjective interpretations of the quantitative, more traditional, data.

  6. Presentazione di una nuova teoria sulla valutazione del rischio e concetto di utilità, ovvero traduzione, con breve introduzione, del saggio (1738) Specimen Theoriae Novae de Mensura Sortis di Daniel Bernoulli

    OpenAIRE

    Bernoulli, Daniel; Agnoli, Paolo; Piccolo, Francesco

    2008-01-01

    Come noto nella teoria delle decisioni il valore atteso di una particolare scelta non può essere sempre preso come criterio per determinare la decisione ottimale dal punto di vista razionale. Daniel Bernoulli in una fortunata memoria scritta nel 1731 e contenuta nel volume dei Commentarii Academiae Scientiarum Imperialis Petropolitanae pubblicato nel 1738, per primo suggerì di utilizzare in luogo del valore atteso un valore morale o utilità attesa che una persona è disposta a spendere e che d...

  7. In para totale...una cosa da panico...sulla lingua dei giovani in Italia (In para totale...una cosa da panico...The Language of Young People in Italy).

    Science.gov (United States)

    Marcato, Carla

    1997-01-01

    Describes and analyzes the language of young people in Italy today. Particular focus is on the expressions using "para" (e.g., "in para totale" = to be very bored or worried) and the phrase "una cosa da panico" (something terrible or its opposite something wonderful). (CFM)

  8. Ricadute metalinguistiche dell'insegnamento dell'esperanto sulla lingua materna dell'alunno: Un'esperienza nella scuola media italiana (Metalinguistic Benefits of Planned Language Instruction: The Case of Esperanto in an Italian Secondary School).

    Science.gov (United States)

    Pinto, Maria Antonietta; Corsetti, Renato

    2001-01-01

    Two groups of secondary school students participated in an experiment on the effect of Esperanto instruction on their metalinguistic abilities. The group that studied Esperanto for a full school year achieved better results on independently developed tests of metalinguistic ability in comparison with the control group. Results suggest the teaching…

  9. Postille sulla produzione di dati mediante indagini di vittimizzazione / Annotations sur la création des données par enquêtes de victimisation / Notes on data from victimization surveys

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Raiteri Monica

    2010-03-01

    Full Text Available This essay puts forward a critical review of the relationship between the size of the police force and crime rate mediated by the precaution taken by potential victims. It has been examined by two Dutch scholars, Vollaard and Koning, from the law and economics point of view and is a comparison between data collected from police reports and data generated through victimization surveys. The matter concerns the acceptance of the synchronous model scrutinised, which is being strongly questioned underlining the limits and paradoxes that may occur. Conversely, the author outlines the advantages of assuming a recursive model, characterised by a time gap between increases in crime rate, size of the police force and precautions taken by potential victims that will be able to highlight the strength of each variable to fight back, thus contributing to the correct detection of causal links.

  10. Souvenir d’ailleurs. Note sulla scrittura e le immagini di viaggio in Jacques Derrida - Souvenir d’ailleurs. Remarks on the prose and the travelling images in Jacques Derrida

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Raoul Kirchmayr

    2011-09-01

    Full Text Available The travelling images produced by Jacques Derrida when he goes back to his native home in the suburbs of Alger after a trip to Moscow and a stay in Athens introduce the reader to the intricate theme of travelling and emotions. To go, to remain, to go back intertwine with memory, with memories: emotions are the travel, but the relations among them, analyzed with extraordinary sharpness lead us to the depth of the human soul. The article analyzes both the ethic dimension of being-on-a-trip and the exposure to the other and to its taking place as a possibility sprouting from the impossible and the incalculable. This is an event of experience and language at the same time. To be on a trip therefore coincides with a certain pragmatic of language in which the language of the other – that is the language in which I am spoken – can find a place in the language which is defined as our “own”

  11. "La casa delle donne. Sulla storia della traduzione italiana di Dom kobiet di Zofia Nałkowska" [La casa delle donne. The history of the Italian translation of Dom kobiet by Zofia Nałkowska

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anita Kłos

    2015-12-01

    Full Text Available "In 1930 Sibilla Aleramo translated the play Dom kobiet by Polish writer Zofia Nałkowska into Italian. This three-act drama, probably the first play with only female characters in the history of theatre, was set in Warsaw the same year and was suddenly a huge success in Poland. Aleramo’s translation has remained unpublished and has been preserved (as a manuscript and a typescript draft in the author’s archive belonging to the Fondazione Istituto Gramsci in Rome. The paper focuses on the history of this text, based mainly on the analysis of Nałkowska’s diary and unpublished letters and documents from Aleramo’s archive."

  12. Il Comitato europeo dei diritti sociali, lo stato di attuazione della legge italiana sulla tutela sociale della maternità e sull’interruzione volontaria della gravidanza e la sostenibilità pubblica dell'obiezione di coscienza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fabio Cembriani

    2016-09-01

     SUMMARY: The author examines the decision of the European Committee of Social Rights (CEDS, which once again condemned Italy had not taken our country, compared to the large number of doctors objectors, no organizational measures to ensure the reproductive rights of women and the right to work of non-objectors. He thus addresses the issue of social rights in Europe and the role of guarantor of the CEDS to focus eventually on conscientious objection, which considers a fundamental right, which must, however, know how to give, not interfere collectability of other rights. Moreover, it indicates, finally, what are the possible ways to give concrete and practical sustainability of conscientious objection.

  13. Verona/Milano, andata e ritorno. Appunti sulla presenza dei pittori veronesi a Milano nel XIX secolo / Verona/Milano, there and back. Notes on Verona’s painters in Milan in the 19th Century

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Casotto

    2013-11-01

    Full Text Available Lo studio intende illustrare (quando possibile anche attraverso le testimonianze scritte degli artisti le vicende dei pittori veronesi che, nel secolo XIX, cercano e in molti casi trovano fortuna a Milano, il centro artistico più aggiornato e vivace di tutto il Nord Italia, rinomato soprattutto per la sua Accademia e le frequentatissime esposizioni. Questa “migrazione” si verifica perché Verona, durante il periodo della dominazione asburgica (1815 – 1866, diviene il perno del sistema militare del regno Lombardo-Veneto e, conseguentemente, il suo sviluppo è subordinato alle necessità delle numerose compagnie militari che stazionano o transitano sul suo territorio. Si incrementano quindi l’edilizia militare, i mezzi di comunicazione per collegamenti di lunga distanza, ma non lo sviluppo urbanistico della città e la nascita di piccole industrie e commerci che possano favorire la popolazione civile. In questa situazione anche il mercato dell’arte languisce, sia per la carenza di committenti pubblici e privati, sia per le poche occasioni di promozione che si organizzano in questi difficili anni. A ciò si aggiunga che anche l’Accademia cittadina vive un momento di stagnazione, dovuta in parte agli obsoleti metodi di insegnamento e in parte alla mancanza di fondi, che causano un tale abbassamento di qualità nell’insegnamento per cui gli artisti qui formati si rivelano impreparati a competere con i colleghi provenienti da altre realtà del paese. Dopo L’Unità d’Italia e, soprattutto, dopo la riforma dell’Accademia veronese (1873, i rapporti tra Verona e Milano, invece, si fanno più complessi: non sono più solamente i pittori veronesi a recarsi nel capoluogo lombardo per studiare e per esporre, ma anche gli autori lombardi non disdegnano le manifestazioni della città veneta e addirittura ambiscono a ottenere e di fatto, spesso, ottengono, la direzione dell’Accademia scaligera. Si deve infine notare che il legame tra le due città ha delle ripercussioni anche sul linguaggio artistico dei veronesi, il quale si differenzia dalla restante arte veneta – in massima parte influenzata dalla tradizione veneziana – proprio per una certa affinità con la pittura lombarda.   The study aims to illustrate (when it is possible also through artists’ writings the stories of the Verona’s painters who, in the nineteenth century, seek their fortune in Milan, which was the most updated artistic center in North Italy, especially beaucase of its Academy and its frequented exhibitions. This "migration" occurs because, during the Hapsburg’s rule (1815 - 1866, Verona becomes the pivot of the military system of the Regno Lombardo - Veneto and, consequently, the development of the city is subordinated to the needs of the military companies that stay or transit through its territory. Therefore military buildings and the means for long distance communications are increased, but the development of the city and the creation of small industries and businesses, that can help Verona’s people, are disregarded. In this situation, the art market is slack, both for the lack of public and private buyers, and for the few exhibitions organized during these difficult years. Also the Verona’s Academy experiences hard tiemes, due to outdated teaching methods and to the lack of money: in this situation the quality of teaching gets worse, so the artists, who have studied at this school, are unprepared to compete with painters coming from other italian Academies. After the unification of Italy and especially after the reform of the School of fine art of Verona (1873, the relationship between Verona and Milan becomes more complex: not only Verona’s painters go to Milan for studing and exhibiting their works of art, but also the authors from Lombardia do not disdain the shows of the Venetian city and even they aim at the direction of Verona’s Academy. Finally, it should be noted that the link between the two cities has an impact also on the artistic language of Verona’s painters, which is very different from the rest of Venetian art - largely influenced by the Academy of Venice - just for a certain affinity with the painting of Milan’s school.

  14. Correction: Jerković, I., et al. Composition of Sulla (Hedysarum coronarium L. Honey Solvent Extractives Determined by GC/MS: Norisoprenoids and Other Volatile Organic Compounds. Molecules 2010, 15, 6375-6385

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Igor Jerković

    2013-10-01

    Full Text Available The authors wish to make the following correction to paper [1], doi:10.3390/molecules15096375, website: http://www.mdpi.com/1420-3049/15/9/6375. The correct name of the second author is: Carlo I. G. Tuberoso.

  15. Vi sono ragioni della libertà note al cuore e all’intelletto: il triplo sguardo sulla libertà espresso nei Ritiri spirituali di Parigi di Józef Tischner

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    The Person and the Challenges Volume 6 (2016 Number 1, p. 55–66 DOI: http://dx.doi.org/10.15633/pch.1657 Inga Mizdrak

    2016-04-01

    Full Text Available In its analysis of human freedom, Józef Tischner’s philosophy poses fundamental questions about the essence of freedom, but also about the sense of preservation of freedom in one’s life. Freedom appears as a primary phenomenon, something that is part and parcel of human nature. Freedom as a structural element of human existence manifests itself perhaps most clearly in the sphere of human relations, which, immersed as they are in the eternal drama of good and evil, are played out in the space between salvation and damnation. The binary character of values, best seen in our use of freedom, keeps us for ever mindful of that unavoidable drama a man has to face, owing to his freedom, need not be helpless. Using such categories as election, space and health of the soul in his Rekolekcje Paryskie, Tischner approaches the definition of freedom through a succession of essential modifications which articulate some fundamental points concerning relations between people and man’s relations with God from an anthropological, axiological, ethical, social and theological perspective. Tischner proposes no definitive interpretation of freedom but, viewing the controversy over freedom as one of the most difficult problems in the philosophy of man, he tries to show what man’s inner freedom consists in and what achievements it makes man capable of.

  16. Preliminary data on the genetic variability of the fan mussel Pinna nobilis in the Northern Sardinia = Dati preliminari sulla variabilità genetica del mollusco bivalve Pinna nobilis nella Sardegna settentrionale

    OpenAIRE

    Sanna, Daria; Dedola, Gian Luca; Scarpa, Fabio; Lai, Tiziana; Cossu,Piero; Caronni, Sarah; Mura, Francesco; Ruiu, Alberto; Panzalis, Pier Augusto; Cristo, Benedetto; Russino, Gianfranco; Curini Galletti, Marco; Casu, Marco

    2011-01-01

    The fan mussel Pinna nobilis Linnaeus, 1758 is one of the most endangered Mediterranean bivalve. After a reduction of its distribution as a consequence of anthropic factors, the environmental politics led to a new demographic increasing of individuals in some Mediterranean regions. This work aimed to shed some light on the genetic structure of two new-raised populations in northern Sardinia.

  17. Nuova industria o nuova economia? L'impatto dell'informatica sulla produttività dei settori manifatturieri in Italia (New Industry or New Economy? The Impact of the Information Technology on the Productivity of the Italian Manufacturing Sectors

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alfonso Gambardella

    2012-04-01

    Full Text Available This paper employs a sample of 3,525 manufacturing firms in Italy to estimate the impact of investments in Information & Communication Technology (ICT on firms' productivity. The results, which are confirmed by separate estimations for individual industries or groups thereof, support the hypothesis that the ICTs are a general-purpose technology, or a new technological paradigm. This is because, like with electricity, they influence the productivity of firms in many industries, including traditional ones. Moreover, the firms with higher investments in ICTs show higher employment growth. Our results also indicate that there are differences among firms in the propensity to invest in the ICTs, irrespective of their industry.       JEL Codes: L60, D24, L86, G31Keywords: Firm, Investment, Manufacturing, Productivity         

  18. First data on the feeding habits of the Red fox (Vulpes vulpes L. in Sicily / Primi dati sulla posizione trofica della Volpe (Vulpes vulpes L. in Sicilia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Igor Fais

    1991-07-01

    Full Text Available Abstract From December 1986 to May 1988 the diet of the fox was studied by analysis of 539 droppings of which 349 gathered in a woodland (Province of Palermo throughout a year (1987 and 190 in different localities of the Sicily. Invertebrates (77%, mostly Arthropods, were the staple food, followed by fruits (38%, Mammals (31% and Birds (12%. Mammals were especially represented by small species (21% and occasionally by Lagomorphs (4%; they mainly occurred in winter and spring. Fruits and Invertebrates were eaten in a good number throughout the year with peaks of frequency in autumn and in summer. The feeding habits of the fox in Sicily are typical of a generalist species. Riassunto Da dicembre 1986 a maggio 1988, la dieta della Volpe è stata studiata mediante l'analisi di 539 feci, di cui 349 raccolte nel bosco di Ficuzza (provincia di Palermo, dove sono state evidenziate le variazioni stagionali delle categorie alimentari rilevate, e 190 in diverse località della Sicilia. I dati raccolti sono stati espressi come frequenza percentuale delle presenze. Le principali componenti della dieta sono gli Invertebrati (77% rappresentati soprattutto da Artropodi, i frutti (38%, i Mammiferi (31% e gli Uccelli (12%. I Mammiferi sono costituiti prevalentemente da specie di piccole dimensioni (21% e occasionalmente da Lagomorfi (4%, e sono predati soprattutto in inverno e primavera. I frutti e gli Invertebrati sono abbondantemente consumati per l'intero arco dell'anno e mostrano picchi di presenza in autunno e in estate. In Sicilia, le abitudini alimentari della Volpe sono tipiche di un predatore generalista.

  19. Una ricerca sulla violenza di genere nell’Ateneo bolognese / Une recherche sur la violence de genre à l’Université de Bologne (Italie / A research on gender violence at the University of Bologna

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bisi Roberta

    2013-07-01

    Full Text Available Nell’articolo vengono proposte alcune riflessioni sui dati emersi da una ricerca condotta tra le studentesse universitarie dell’Ateneo bolognese. La ricerca in tema di “Gender –Based Violence, Stalking and Fear of Crime – Prevention and Intervention”, inserita entro il programma dell’Unione Europea “Prevention of and Fight Against Crime”, ha posto in evidenza la necessità che l’Università si impegni a preparare dal punto di vista professionale tutti gli operatori che, a vario titolo, lavorano su queste problematiche (volontari, forze dell’ordine, medici, operatori sociali, avvocati, giudici, ecc.. RésuméCet article a pour but de présenter quelques pistes de réflexion sur les données venant de la recherche “Gender –Based Violence, Stalking and Fear of Crime – Prevention and Intervention”. Les réponses des étudiantes de l’Université de Bologne ont mis l’accent sur le fait qu’il est nécessaire que l’Université s’engage plus activement dans le développement des programmes de formation pour tous les professionnels travaillant sur ce sujet (avocats, juges, policiers, médecins, volontaires, travailleurs sociaux.AbstractThe article suggests some reflections on data gathered from a research among female students of the University of Bologna. The research dealing with “Gender –Based Violence, Stalking and Fear of Crime – Prevention and Intervention”, highlighted the important role of the University in training all professionals involved in this matter (doctors, lawyers, police forces, judges, volunteers, social workers.

  20. Environmental parameters monitoring in Comacchio wetland; Progetto per lo studio integrato delle Valli di Comacchio : eutrofizzazione delle Valli di Comacchio. Campagne di misura sulla qualita` delle acque 1992-1993

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Barilli, L.; Malaguti, A.; Mazzone, N.; Olivieri, P.; Silingardi, D.; Tesini, E. [ENEA, Centro Ricerche `E. Clementel`, Bologna (Italy). Dip. Ambiente; Lorenzelli, R.; Salvi, S. [ENEA, Centro Ricerche Brasimone, Bologna (Italy). Dip. Ambiente

    1995-12-01

    From april 1992 to april 1993, a monthly monitoring of the environmental parameters has been carried out in the waters of the Comacchio wetland, in order to study the trends of their tropic level, and to evaluate the connections among the chemical physical parameters, the primary productivity, the seaweed turnover and the nutrients in the water column. The field campaigns, 12 in total, have been performed in two stations, representative of wetland; besides, 5 seasonal campaigns have been made over the whole lagoon, in 15 stations, and in the 3 sea channels. The seasonal trends show very high values of temperature and salinity, up to 50% in summer; even if the values of the chlorophyll `a` are less in comparison with the 1990-1991 values, the waters are classified as eutrophic over all the year, as confirmed by the results of primary productivity and seaweed turnover measurements. Phosphorus seems to be the limiting factor, even if in summer the nitrogen also is nearly missing. Very high productivity, with the oxygen concentration in the water higher than the saturation value, is observed in summer.

  1. Il Comune di Pietro Leopoldo: il Regolamento per la Comunità di Firenze del 20 novembre 1781

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonio Chiavistelli

    2011-10-01

    Full Text Available Il 20 novembre 1781 il Granduca di Toscana Pietro Leopoldo licenziò il Regolamento della Comunità di Firenze. Questo documento riveste particolare importanza perché per la prima volta la comunità fiorentina si vide riconosciuto lo status di soggetto amministrativo autonomo all’interno dello Stato toscano. Questo contributo cerca di delineare il quadro politico all’interno del quale nacque il Regolamento particolare di Firenze e mette in luce alcuni dei punti più significativi del provvedimento. Al commento segue la pubblicazione del suo testo integrale.

  2. Sounds and Memory: a Complex Ethnography

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonello Ricci

    2015-07-01

    Full Text Available L’esperienza di vita di Luigi Nigro - pastore-artigiano-suonatore calabrese di Rossano (CS - è ripresa con la videocamera nel corso di una lunga ricerca etnografica avviata nel 2005. Narrato e rappresentato come una storia di formazione, il racconto dischiude scenari sulla cultura dell’oralità, sulla costruzione dell’identità personale, sulla poetica della memoria, sull’estetica dei suoni.

  3. PCR, RAPD and ARDRA analyses

    African Journals Online (AJOL)

    STORAGESEVER

    2009-03-20

    Mar 20, 2009 ... The rhizobia, Sinorhizobium meliloti and Rhizobium sullae, which fix nitrogen in root nodules of alfalfa. (Medicago sativa L.) and sulla (Hedysarum sp.) forage legumes, respectively, were isolated from root nodules and soils from Morocco. We used three PCR-based techniques namely, rep-PCR, RAPD and.

  4. In Search Of Lost Identity: The Triestine Narratives Of Lino Carpinteri ...

    African Journals Online (AJOL)

    Lino Carpinteri e Mariano Faraguna sono due autori tradizionalmente lasciati ai margini degli studi critici sulla letteratura triestina. Tuttavia, la loro narrativa che trova la sua espressione più complessa nella raccolta intitolata Le Maldobrìe, offre un punto di vista alternativo sulla difficile questione dell'identità culturale di ...

  5. Analisi Termostrutturale del Sistema Clessidra-Straws dell'Eesperimento FINUDA

    CERN Document Server

    Tommasini, S

    2000-01-01

    È stato studiato il comportamento termostrutturale del sistema Clessidra-StrawTubes dell¹esperimento FINUDA. In particolare è stata studiata l¹influenza della temperatura sulla sagitta e sulla freccia dei fili di tungsteno e degli $9 straws in relazione alla deformazione termica della clessidra su cui sono vincolati.

  6. Genotypic characterization of indigenous Sinorhizobium meliloti and ...

    African Journals Online (AJOL)

    The rhizobia, Sinorhizobium meliloti and Rhizobium sullae, which fix nitrogen in root nodules of alfalfa (Medicago sativa L.) and sulla (Hedysarum sp.) forage legumes, respectively, were isolated from root nodules and soils from Morocco. We used three PCR-based techniques namely, rep-PCR, RAPD and ARDRA ...

  7. Right to be forgotten and online newspapers archives: some considerations on social memory in our times

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto Salarelli

    2013-11-01

    Full Text Available Prendendo spunto da un recente provvedimento del Garante della privacy, l’articolo prende in esame le problematiche relative al diritto all’oblio in relazione alla messa a disposizione in Rete degli archivi online dei quotidiani. Questa particolare fattispecie si presenta come un esempio concreto della necessità di trovare una forma di bilanciamento tra il diritto alla riservatezza e il diritto alla libera ricerca storica; un esempio altresì particolarmente significativo di come stia mutando il concetto di memoria nel mondo contemporaneo. L’articolo si chiude formulando una proposta per un accesso maggiormente controllato agli archivi online dei quotidiani non allo scopo di censurare la documentazione contenuta in essi ma per informare gli utenti in merito alle conseguenze civili e penali della divulgazione di notizie per le quali oggi non siano più validi quei profili di interesse pubblico che ne avevano giustificato la pubblicazione nel passato.

  8. Evaluation and monitoring of Research and Development projects and programmes: Experience of the task force on the evaluation of TAFTIE; La valutazione e il monitoraggio dei progetti e dei programmi di R&S: esperienza della Task Force sulla valutazione di TAFTIE

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Scarpitti, L. [ENEA, Rome (Italy). Funzione Centrale Studi

    1996-08-01

    This paper allows to compare the experiences in the evaluation and monitoring fields among 8 different European agencies (ENEA, Italian National Agency for New Technologies, Energy and the Environment, included) directly involved in technology transfer projects and programmes. In order to compare the different experiences three levels of analysis are used: evaluation methodologies, performance indicators, project characterisation and databases.

  9. Drinking-water power plant Ri di Foch in Prato-Leventina - Concession project; Microcentrale sulla nuova condotta d'adduzione acqua potabile Ri di Foch - Fondazione Ri di Foch Comune di Prato-Leventina - Progetto di massima per la richiesta preliminare di concessione

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    NONE

    2005-07-01

    This report presents a technical and economical analysis of a project aiming at the installation of a small hydropower station in the drinking water supply system for an alpine community in the Italian speaking part of Switzerland. The study has been initiated by frequent drinking water shortages in recent time. Taking advantage of the foreseen inclusion of new springs into the water supply network, a water turbine should be installed on the main water supply line connecting the springs to the reservoir located about 550 m lower. The study concludes that the project is feasible. The annual average water flow rate is estimated to 30 l/s. The power station should be built underground and equipped with a 240 kW Pelton type turbine. The average electrical power generated is estimated to 164 kW. At the outlet of the power station, excess water, if available, would be led back to the river. The economic analysis shows the viability of the project. The report also includes a table showing the installation efficiency at the various water flow rates which may occur during the year, as well as several pictures of the springs.

  10. Ricerche sulla pittura del primo Settecento nelle Marche. Il testamento e una proposta per il pittore Giovanni Anastasi (Senigallia, 1653 - Macerata, 1704 / Research on the painting of the early eighteenth century in the Marche. The will and a proposal for the painter Giovanni Anastasi (Senigallia, 1653 - Macerata, 1704

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Coltrinari

    2017-06-01

    This paper anticipates some results of the preparatory research for the conference “The Gallery of Palazzo Buonaccorsi in Macerata: new interpretation and research perspectives for the Eighteenth Century in Europe” (Macerata, 21-23 June 2017. In particular, it publishes the will of the painter Giovanni Anastasi, who died in Macerata in March of 1704 during the decorative work on the main floor of De Vico palace, one of the most important work of art before Buonaccorsi palace. The document provides important information about the artist, his workshop, his relationships with patrons and his working methods, making it possible to reconsider his figure and mature activity, to whom you can also refer a painting in the collections of the Civic Museums of Macerata.

  11. Feasibility study for a micro hydropower plant between the Campei springs and the Orgnana water reservoir of Magadino municipality; Realizzazione di una microcentrale idroelettrica sulla condotta di adduzione tra le sorgenti Campei e il serbatoio Orgnana del comune di Magadino. Progetto di massima

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    NONE

    2007-07-01

    A feasibility study for a hydropower plant to be installed on the drinking water supply of the Magadino community, southern Switzerland is reported. The elevation difference between the springs and the water reservoir is 200 m. Three variants for the technical installation are considered. The turbine that could be installed would have a power of 10 to 20 kW and the yearly production would be 80,000 to 160,000 kWh. With this project the community could reduce this effective cost of the water supply under consideration of the electric power sales. However, from the pure economical point of view the project is not sustainable and other non economic factors have to be included in the evaluation.

  12. Realisation of a small-scale hydro-power plant between two drinking water reservoirs in the municipality of Vira Gambarogno - Feasibility study; Realizzazione di una microcentrale idroelettrica sulla condotta di adduzione tra il serbatoio Monti di Fosano e il serbatoio Fosano. Programma piccole centrali idrauliche. Studio di fattibilita

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Mutti, M.

    2009-02-15

    This report for the Swiss Federal Office of Energy (SFOE) takes a look at a project for the realisation of a small hydro-power plant on the drinking water supply in the municipality of Vira Gambarogno, southern Switzerland. The old conduit connecting two drinking water reservoirs has to be replaced. The elevation difference of 260 m is favorable to the installation of a turbine near the lower reservoir. The report presents details on the hydrological data and the dimensioning of the installation. Several variants are considered, which also include the possible reconstruction of the lower reservoir and/or an increased water flow rate from the springs. The electricity production expected is discussed, as is the economic viability of the project.

  13. Riflessioni sulla ricezione italiana di Czesław Miłosz. Con annessa una bibliografia italiana delle opere e della critica [The reception of the works of Czeslaw Milosz in Italy. With the complete bibliography of Milosz’s texts and texts on Milosz in Italian

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Małyszkiewicz

    2015-12-01

    Full Text Available The author presents the reception of the works of Czesław Miłosz in Italy starting from the first articles mentioning his name in the late 1940s. After his emigration from Poland in the 1950s, thanks to his efforts in favor of freedom of expression and of criticism of socialist realism, he found many Italian intellectuals who shared the same views. In 1980, when he was awarded the Nobel Prize in Literature, Miłosz had his greatest moment of fame, which allowed him to publish his most important works in Italy. The second part of the article consists of the complete bibliography of Miłosz’s texts in Italian, including those published in newspapers and magazines.

  14. Collection of main international documents on the ethical principles of research and the main regulations on bioethics of the United States and of European Community; Raccolta sui principali documenti internazionali sui principi etici della ricerca e dei principali documenti legislativi degli Stati Uniti e della Comunita` Europea sulla bioetica

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Scuderi, G. [Istituto Superiore di Sanita`, Rome (Italy). Lab. di Immunologia

    1998-12-31

    The collection includes an Italian translation of the main international documents on ethical principles of scientific research (the Nuremberg Code, the Helsinki Declaration, the Belmont Report) as well as the regulatory text of the United States (the Code of Federal Regulation Title 45, Part 46, that is the 45 Cfr 46) and the regulations of the European Community (the Good Clinical Practice and the Convention for the protection of human rights and dignity of the human being regards to the application of biology and medicine: convention on human rights and biomedicine). The informed consent and the human rights of human subjects involved in a clinical trial are discussed. Moreover, in the regulatory texts, legal rights of particular subjects, i.e. pregnant women, minors, fetuses, embrions, prisoners, are discussed; as well as the bioethics of organ transplantations. [Italiano] Contiene una traduzione in lingua italiana dei principali documenti internazionali sui principi etici della ricerca scientifica: il Codice di Norimberga, la dichiarazione di Helsinki e il rapporto Belmont; il testo legislativo degli Stati Uniti Code of Federal Regulation, capitolo 45 parte 46 (detto il 45 CFR 46) e la normativa della Comunita` Europea relativa alle norme di Good Clinical Practice e alla Convenzione per la protezione dei diritti dell`uomo e la dignita` dei soggetti umani relativamente alle applicazioni della biologia e medicina: Convenzione sui diritti dell`uomo e la biomedicina. Vengono trattati il consenso informato e i diritti umani delle persone che sono coinvolte in una sperimentazione clinica. Inoltre, nei testi normativi ci si riferisce anche ai diritti legali di soggetti particolari, ad esempio: donne in stato di gravidanza, minori, feti, embrioni, prigionieri; viene trattata, infine, l`etica dei trapianti d`organo.

  15. Un dipinto di Antonio da Faenza per Recanati e il frate "prospettico" Giovanni Antonio da Camerino. Osservazioni sulla fortuna dei maestri romagnoli nelle Marche del '500 / A painting by Antonio from Faenza for Recanati and the “perspective” friar Giovanni Antonio from Camerino. Considerations about the success of Romagna artists in Marche Region during the 16th Century

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Coltrinari

    2016-06-01

    Full Text Available L'articolo presenta il contratto per la pala dell'altare maggiore della chiesa di San Francesco a Recanati, commissionata ad Antono da Faenza il 12 gennaio 1530. Il documento permette di ampliare le conoscenze sul pittore e architetto faentino, chiarendo il rapporto con il frate Giovanni Antonio da Camerino, esperto di prospettiva e architettura, committente anche delle opere del pittore a Montelupone e di mettere meglio a fuoco l'importanza di Recanati quale centro di contatti per gli artisti attivi nella Marca di Ancona nel primo Cinquecento. La riflessione viene allargata poi alla committenza di Antonio da Faenza e alla presenza nelle Marche del '500 di innumerevoli pittori romagnoli, interpretabile come indicatore di un preciso orientamento di gusto.  The article presents the contract for the altarpiece of the main altar of the church of San Francesco in Recanati, commissioned to Antono from Faenza on 12 January 1530. The document allows us to enlarge knowledge of the painter and architect, clarifying the relationship with friar Giovanni Antonio from Camerino, expert in perspective and architecture, who is also the patron of the painter's works in Montelupone; it also permits to better focus the importance of Recanati as a center of contacts for many artists active in the Marca of Ancona in the early XVI century. The reflection then expands to the patronage of Antonio da Faenza and to the presence in the XVI century Marche of many painters come from Romagna, that we can explain as a precise indicator of a taste orientation.

  16. Considerazioni sulla cocaina: presentazione ed analisi di una casistica / Considérations sur la cocaïne : présentation et analyse d’une liste de cas / Considerations about cocaine: analysis and presentation of a case-record

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Massoni Francesco

    2012-10-01

    Full Text Available L’usage de cocaïne représente un danger pour la santé et notre pays a prévu une norme détaillée en la matière, le DPR n° 309/90, modifié suite à un référendum abrogatif en 1993 qui a dépénalisé la détention de drogue pour usage personnel (ce dernier est reconnu sur la base de la quantité de drogue au moment de la saisie. En ce qui concerne la cocaïne, la limite à ne pas dépasser pour être reconnu comme utilisateur et non comme dealer est 750 mg de principe actif ; en outre, la quantité de substance altérant la dose est particulièrement importante. Cette étude propose des considérations sur la prévalence de substances qui altèrent les doses sur le marché des stupéfiants, en particulier en ce qui concerne la cocaïne dans la région du Latium à travers l’analyse des activités du laboratoire de l’Agence Régionale de la Protection de l’Environnement du Latium, afin de développer des considérations utiles aussi au traitement du patient intoxiqué. Cocaine consumption represents a serious danger for human health and our Country has provided a detailed set of rules to this regard by DPR 309/90 amended after the referendum of 1993 which decriminalizes the possession of drug for personal use according to established amounts during confiscation. As far as cocaine is concerned the established limited quantity is 750 mg of main active ingredient (so as to be considered consumer and not drug-dealer. What is particularly important is the amount of adulterants contained in the drug dose, which is particularly dangerous and harmful.This study proposes some considerations about the prevalence of adulterants in drug-trafficking in particularly in cocaine in Lazio region through the laboratory sampling tests of the Agenzia Regionale Protezione Ambiente del Lazio, in order to draw useful considerations regarding the treatment of intoxicated patients.

  17. Preliminary study for a micro-scale hydro power plant on the main drinking-water supply line connecting the municipal reservoir to the springs in Caviano, southern Switzerland; Realizzazione di una microcentrale idroelettrica sulla condotta di adduzione tra le captazioni delle sorgenti e il serbatoio di Caviano. Studio preliminare

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Mutti, M.

    2008-01-15

    This report presents the comparative evaluation of two variants for the replacement/refurbishment work of the main drinking-water supply line from the location of the water collection to the water reservoirs of the community of Caviano, southern Switzerland. The question arising is whether this retrofitting work could be financed by the benefit from the sale of electricity that could be produced by a new micro-scale power plant foreseen on the supply line, to take advantage of the elevation difference of 445 m between water collection and water reservoir. From the technical point of view the project is feasible. The available water flow rate is nearly constant: about 5 l/s. The corresponding power of the electric generator would be 15 kW and the yearly power production 130,000 kWh. However, in the second variant, the power would be 9 kW and the production 80,000 kWh, as only 265 m elevation difference would be used for power generation. In this case, the upper part of the water supply line, which connects the water collection to an intermediate water reservoir supplying the upper hamlet of the community, would neither be used for power generation nor be retrofitted. According to Swiss regulations the generated electricity could be sold at CHF 0.30/kWh and CHF 0.34/kWh, respectively. In the first variant it is concluded that 76% of the total annual capital and maintenance cost for retrofitting work and power plant, CHF 52,000/y for 50 years, could be covered by electricity sales. The community would still have to finance CHF 13,000/y, compared to CHF 30,000/y if the power plant is not built. In the second variant the corresponding figures are 49% of the total of CHF 33,700/y, and CHF 6,400/y to additionally finance compared to CHF 15,400/y if the power plant is not built. However, in the second variant the community would anyway have to finance later on the retrofitting of the upper part of the water supply line.

  18. Bats: bird-eaters of feather-eaters? A contribution to debate on great noctule carnivory

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gianna Dondini

    2005-01-01

    Full Text Available Riassunto Chirotteri ornitofagi o mangiatori di penne? Un contributo al dibattito sulla carnivoria della nottola gigante In un recente dibattito sulla carnivoria nella nottola gigante Nyctalus lasiopterus (Schreber, 1780 sono stati sollevati alcuni dubbi sulla possibilità di cattura di piccoli passeriformi. Alcuni autori ipotizzano che la nottola gigante sia condannata, dalla bassa risoluzione del suo impulso ultrasonoro, a catturare erroneamente penne fluttuanti nell'aria. Il presente contributo vuole evidenziare come la specie risulti predare effettivamente piccoli uccelli sebbene occorra approfondire molti degli aspetti legati alla sua ecologia trofica e predatoria.

  19. Disturbi mentali come complex network : Un’ introduzione e una panoramica all’ approccio network in psicopatologia

    NARCIS (Netherlands)

    Nuijten, M.B.; Deserno, Marie K.; Cramer, A.O.J.; Costantini, Giulio; Borsboom, Denny

    2016-01-01

    I disturbi mentali sono stati tradizionalmente concepiti come variabili latenti, che hanno un impatto sulla sintomatologia osservabile. Approcci alternativi proposti più recentemente invece concepiscono i disturbi mentali come sistemi di sintomi che si rinforzano vicendevolmente. Tali approcci

  20. Introduzione alla fisica matematica

    CERN Document Server

    Persico, Enrico

    1960-01-01

    Cinematica dei mezzi continui, campi scalari e vettoriali ; funzioni armoniche, rappresentazioni confomi ; teoria dell'elasticità ; elettromagnetismo ; conduzione del calore (e diffusione) ; le equazioni a derivate parziali della fisica matematica ; cenni sulla teoria della relatività (ristretta).

  1. Editoriale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Allegra

    2010-01-01

    Full Text Available Note sulla metacognizione ed i programmi finalizzato a favorire la riflessione di chi apprende sul proprio processo di apprendimento, un’esigenza particolarmente sentita all’interno della scuola d’oggi.

  2. Portuguese teacher training on ICT

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Isabel Pedrosa

    2008-01-01

    Full Text Available Descrizione del problema della formazione dei docenti nel settore TIC, con particolare riferimento ad un’esperienza portoghese basata sulla formazione a distanza utilizzando la piattaforma Moodle.

  3. Chimica-fisica primo anno

    CERN Document Server

    Bianchi, U; Volta, L

    Termodinamica ; cenni sulla costituzione della materia ; il metodo statistico ; le statistiche di Boltzmann-Maxwell, Bose-Einstein e Fermi-Dirac ; studio termodinamico e statistico del gas perfetto e delle miscele gassose ; i solidi cristallini ; le reazioni chimiche.

  4. Um modelo de dicionário didático italiano-português e português-italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paola Giustina Baccin

    2004-12-01

    Full Text Available Si presentano alcune riflessioni di docenti e studenti di lingua italiana riguardanti la possibilità di elaborazione di un dizionario didattico sulla base di contesti estratti da un corpus formato da libri didattici.

  5. Quantità e qualità: due facce della stessa medaglia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanna Gianturco

    2009-07-01

    Full Text Available L’intera sociologia storicamente si connota come scienza del mutamento. Un mutamento che però poteva essere affrontato dall’alto, come necessità di conoscenza per il controllo sociale, o dal basso, in termini di comprensione del generarsi dei fenomeni a partire dalle relazioni intersoggettive. Questo è uno dei nodi che inizialmente si pone come spartiacque nella diatriba tra qualità e quantità. Negli Stati Uniti è forse con i social problems (problemi presenti diffusamente nella società statunitense, sia nella vita quotidiana sia sul piano più istituzionale che diversi studiosi vengono spinti nella direzione di una ricerca dal basso. Saranno infatti i case studies, le indagini sulla povertà, sul vagabondaggio, sulla criminalità, sulla prostituzione e sulla tossicodipendenza ad affermare la necessità e la fertilità dell’uso di differenti procedere sul piano empirico: l’approccio qualitativo.

  6. Italian Studies in Southern Africa/Studi d'Italianistica nell'Africa ...

    African Journals Online (AJOL)

    Tra esclusione e rispecchiamento. Alcune note sulla rappresentazione del “nero” nelle pagine di dolores prato · EMAIL FULL TEXT EMAIL FULL TEXT · DOWNLOAD FULL TEXT DOWNLOAD FULL TEXT. F Cirilli, 165-182 ...

  7. Intervista Roberto Battiston, vice-portavoce AMS

    CERN Multimedia

    CERN Video Productions

    2011-01-01

    "L'universo è un'acceleratore di raggi cosmici che non è mai in shut down!"Commento sulla prima fase di funzionamento di AMS, a due mesi dal lancio nello spazio e dall'installazione sulla Stazione Spaziale Internazionale, con un flusso ininterrotto di dati: 100 milioni di trigger alla settimana.(2'19) Rest of video: rushes of the AMS POCC (Payload and Operations Control Centre) at CERN - Prevessin site.

  8. Bibliography of Documents Related to the Theory, Operation, Performance and Applications of Coaxial Plasma Guns. Revision

    Science.gov (United States)

    1990-11-01

    V., Grunberger, L. and Prior, W., "Observation of Solar Flare Type Processes in the Laboratory," in Solar Magnetic Fields, Symposium No. 43 of the...RF/FUS/84/6, Associazione EURATOM--Comitato Nazionale Energia Nucleare sulla Fusione, Centro di Frascati, Rome, Italy, September 1984. Brzosko, J. S...Energy Deuteron Beam Generation in Plasma Focus," Report No. 80.5, Associazione EURATOM--Comitato Nazionale Energia Nucleare sulla Fusione, Centro di

  9. Wave Propagation

    CERN Document Server

    Ferrarese, Giorgio

    2011-01-01

    Lectures: A. Jeffrey: Lectures on nonlinear wave propagation.- Y. Choquet-Bruhat: Ondes asymptotiques.- G. Boillat: Urti.- Seminars: D. Graffi: Sulla teoria dell'ottica non-lineare.- G. Grioli: Sulla propagazione del calore nei mezzi continui.- T. Manacorda: Onde nei solidi con vincoli interni.- T. Ruggeri: "Entropy principle" and main field for a non linear covariant system.- B. Straughan: Singular surfaces in dipolar materials and possible consequences for continuum mechanics

  10. Studio e Caratterizzazione di alcuni prodotti tipici Mediterranei in termini di Qualità e funzioni Salutistiche

    OpenAIRE

    Scalone, Danilo

    2013-01-01

    L importanza e lo stretto legame del binomio alimentazione e buona salute è sottolineata dall Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) che considera nutrizione adeguata e salute diritti umani fondamentali. L alimentazione è uno dei fattori che maggiormente incidono sullo sviluppo, sul rendimento e sulla produttività delle persone, sulla qualità della vita e sulle condizioni psico-fisiche con cui si affronta l invecchiamento. Inoltre una dieta corretta è un validissimo strumento di prevenz...

  11. Le radici culturali della diagnosi (Pietro Barbetta

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Orazio Maria Valastro

    2003-12-01

    Full Text Available Questo libro costituisce il primo approccio italiano alla costruzione di un discorso culturale sulla diagnosi e intende offrire un significativo contributo alla riapertura di un dibattito avviato da Michel Foucault e da Gregory Bateson e precocemente abbandonato: quello sull'importanza della storia sociale, dell'antropologia culturale e degli studi sulla comunicazione in relazione all'insorgenza, alla definizione e alla cura della psiche.

  12. Logica

    CERN Document Server

    Abrusci, Vito Michele

    2014-01-01

    Gli autori, basandosi sulla loro esperienza di ricerca, propongono in due volumi un testo di riferimento per acquisire una solida formazione specialistica nella logica. Nei due volumi vengono presentati in maniera innovativa e rigorosa temi di logica tradizionalmente affrontati nei corsi universitari di secondo livello. Questo primo volume è dedicato ai teoremi fondamentali sulla logica del primo ordine e alle loro principali conseguenze. Il testo è rivolto in particolare agli studenti dei corsi di laurea magistrale.

  13. Pilot experiment on utilization of vegetable biomass in Umbria. Part 2. Anaerobic digestion of the wastes coming from the maintenance activity of the lake Trasimeno and the working of energetic cultures; Sperimentazioni pilota sulla utilizzazione delle biomasse vegetali reperibili nella Regione Umbria. Parte 2. Digestione anaerobica dei residui derivanti dall'attivita' manutentiva del lago Trasimeno e dalla lavorazione di culture agro-energetiche

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Poletti, A.; Selvaggi, R.; Poletti, L. [Perugia Univ., Perugia (Italy). Dipt. di Chimica, Laboratorio di Chimica Fisica e Modellistica Ambientale

    2000-12-01

    In this work the energetic exploitation has been assessed of the vegetable biomasses available in the region Umbria, derived both from the maintenance operation of Lake Trasimeno and energetic cultures. Biomethanation experiments have been carried out both on laboratory scale, by preparing anaerobic digestion tests in batch and in continuous, and on pilot scale, through the use of a 2000 litres digestor. Throughout the experiment the main chemical and physical process parameters have been monitored and the process efficiency assessed. The experimental values, measured for the anaerobic digestion process, have shown that both types of biomass can be very good substrated for the production of biogas. Their energetic re-use, when considering the broad and complex problems posed by breeding wastes disposal, could positively contribute to a rational sustainability scheme of the activities operating in the territory. [Italian] In questo lavoro viene valutata la valorizzazione energetica di biomasse vegetali disponibili nella regione Umbria, derivanti dalle operazioni di manutenzione dal Lago Trasimeno e da culture energetiche. Gli esperimenti di digestione anaerobica sono stati eseguiti su scala di laboratorio, con prove in batch ed in continuo, e su scala pilota utilizzando un digestore della capacita' di 2000 libri. Durante il corso degli esperimenti sono stati monitorati i principali parametri chimici e fisici del processo e verificati i rendimenti. I valori sperimentali, misurati per il processo di digestione anaerobica, hanno dimostrato che i due tipi di biomassa studiati possono rappresentare un ottimo substrato per la produzione di biogas. Il loro recupero a fini energetici, inserito nella piu' ampia e complessa problematica connessa con lo smaltimento dei reflui zootecnici, potrebbe contribuire ad un inquadramento razionale della sostenibilita' delle attivita' presenti in quel territorio.

  14. Riconoscimento in Italia di sentenza straniera di adozione da parte di un single con effetti legittimanti: il Tribunale per i minorenni di Bologna supera la Cassazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Astone

    2015-01-01

    Full Text Available L’adozione del minore da parte di una persona singola torna all’attenzione della giurisprudenza che, ancora una volta, viene investita della questione relativa al riconoscimento ed efficacia di una sentenza straniera di adozione con effetti legittimanti. Tribunale per i minorenni Bologna 17 aprile 2013 si è trovato ad affrontare il caso di un genitore single, non coniugato, cittadino italiano, che, avendo ottenuto negli Stati Uniti d’America, una sentenza di adozione di minore, ne ha chiesto il riconoscimento. Due i problemi sottoposti al Tribunale: il primo, relativo alla competenza territoriale del giudice adito, positivamente risolto ai sensi degli articoli 40 e 41 della legge n. 218 del 1995 ; il secondo, invece, più complesso, legato agli effetti che il riconoscimento della sentenza avrebbe avuto in Italia. In particolare, per il giudice di merito si è trattato di stabilire se il provvedimento straniero di adozione potesse produrre anche in Italia gli effetti legittimanti dell’adozione ordinaria dei minori, già prodottisi negli Stati Uniti d’America.

  15. L'informazione per l'efficienza e la trasparenza del mercato immobiliare: l'esperienza italiana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gianni Guerrieri

    2011-12-01

    Full Text Available Il tema affrontato concerne il ruolo dell’informazione economica nell’ambito dei mercati immobiliari. Si parte dai riferimenti della letteratura economica sulla teoria dell’informazione per individuare le informazioni economiche rilevanti per monitorare e analizzare il mercato immobiliare, sia dal punto di vista macroeconomico sia da quello microeconomico. In entrambi gli ambiti non è sufficiente soltanto l’informazione sul prezzo, ma su numerose altre variabili. Sull’importanza dell’informazione economica è utile l’indicatore della trasparenza dei mercati immobiliari elaborato da Jones Lang Lasalle costruito anche sulla base di una valutazione sulla qualità e quantità di informazione economica disponibile sugli oggetti scambiati sui fenomeni che caratterizzano il mercato immobiliare. Si analizza infine lo stato dell’informazione in Italia sul mercato immobiliare ed il ruolo e l’offerta informativa istituzionale resa dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia del Territorio.

  16. Il musicologo come programmatore. Sfide attuali della programmazione musicale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Miguel Ángel Marín

    2014-05-01

    Full Text Available Nonostante la radicata presenza del concerto musicale nella nostra cultura, e il significativo sviluppo del management musicale come settore disciplinare, si registra a tutt’oggi una sorprendente penuria di riflessioni teoriche sulla programmazione degli eventi musicali. Questo articolo, scritto dal punto di vista di un musicologo che lavora anche alla programmazione di eventi musicali, intende fornire un contributo in questo settore. In particolare, si concentra sulla presentazione di un’analisi preliminare delle sfide che i programmatori devono affrontare oggi, suddivise in quattro categorie: repertorio, interpreti, pubblico e mercato.

  17. Hazard urban wastes in Italy. Analysis of the technical and methodology opportunities; Rifiuti urbani pericolosi in Italia. Analisi delle problematiche e opportunita' tecnico metodologiche

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Cafiero, F.

    2001-07-01

    In this report is illustrated the Life 99 ZERO/RUP project on the recovery of hazard urban wastes, to experiment the picking up and the recycling of the wastes, to develop more information for the waste-operators and citizens, and to archive important data on the typology, quantity and diffusion of the wastes in Italy. [Italian] Il presente rapporto scientifico illustra il progetto Life 99 ZERO/RUP sulla sperimentazione del recupero dei rifiuti pericolosi urbani, per sviluppare la conoscenza presso gli operatori e i cittadini di questi, e di raccogliere informazioni sulla tipologia, quantita' e diffusione degli stessi in Italia.

  18. Intergenerational reminiscing: the NoBits project

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Morganti

    2012-08-01

    Full Text Available Il progetto europeo NostalgiaBits prevede la creazione di una piattaforma Internet per favorire l’interazione sociale tra le diverse generazioni, basandosi sulla condivisione e sulla raccolta dei ricordi. In questo articolo vengono presentate le attività portate avanti all’interno nel primo anno del progetto: un’analisi iniziale condotta tramite focus group con gli anziani (utenti primari e i ragazzi (utenti secondari ha permesso di identificare meglio la realtà di partenza per sviluppare il sito in base alle esigenze riscontrate.

  19. La ragione flessibile di Giovanni Bottiroli

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elio Franzini

    2013-12-01

    Full Text Available Recensione a Giovanni Bottiroli, La ragione flessibile. Modi d’essere e stili di pensiero. Torino: Bollati Boringhieri, 2013. Sulla possibilità di una «logica della flessibilità» (Bottiroli ovvero di una «logica che segua la vita» (Franzini.

  20. «…tutto era uguale, tutto si ripeteva»

    DEFF Research Database (Denmark)

    Polito, Paola

    2010-01-01

    lettura del testo che evidenzia alcune modalità narrative di Bassani e, in particolare, le componenti tematiche del sistema dei personaggi. La proposta della presenza nella narrazione di una speciale forma di ripetizione, la myse en abyme, porta l’interprete a focalizzare sulla funzione centrale, nell’economia...

  1. Jone Gaillard Corsi, Il libretto d'autore (1860-1930), West Lafayette ...

    African Journals Online (AJOL)

    User

    'teatro d'arte' dannunziano, l'omonima commedia di Pietro. Cossa, molto applaudita negli anni '70-'80, porta in palcoscenico l'idea di 'verismo'. Risale al 17 maggio del '90 la prima rappresentazione della. Cavalleria rusticana di Mascagni, riduzione del dramma in un atto scritto dallo stesso Verga sulla base dell'omonima ...

  2. Laisser son nom: femmes et actes de mémoire dans les sociétés anciennes

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ida Brancaccio

    2015-03-01

    Full Text Available Relazione dell’incontro del Laboratorio Antigone – Dottorato in Human Mind and Gender Studies sulla giornata di studî « Laisser son nom: femmes et actes de mémoire dans les sociétés anciennes »  (Toulouse, 4 aprile 2014

  3. Dal lessico latino al lessico italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Arnulf Stefenelli

    1991-12-01

    Full Text Available Con questo contributo in onore dello stimato collega Pavao Tekavčić tenteremo un panorama sommario, rna su base sistematica, dei rapporti storici fra illessico Iatino e illessico italiano. Concentrandoci sulla prima tappa di questa storia lessicale considereremo soprattutto alcuni aspetti trattati o accennati anche dal Festeggiato nel terzo volume ("Lessico" della sua magistrate Grammatica storica dell'italiano.

  4. Ralph Spaccatutto, ovvero il videogioco come repertorio culturale del cinema

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Teti

    2013-03-01

    Full Text Available L'articolo mette il film d'animazione "Ralph Spaccatutto" in relazione all'universo estetico e iconografico del videogioco. L'analisi viene fondata sulla nozione di 'repertorio culturale', che riprende i concetti di rimediazione e di convergenza culturale elaborati da Jay David Bolter, Richard Grusin e Henry Jenkins.

  5. Le radici culturali e religiose della identità europea

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Piero Bellini

    2016-05-01

    Full Text Available Per la cortesia dell’Autore si ripropone l’articolo già apparso nel volume Metamorfosi del “Cattolicesimo reale”. Sulla dinamica ideologica del movimento cristiano principale, Rubbettino editore, Soveria Mannelli, 2010

  6. Gentile e i matematici italiani lettere 1907-1943

    CERN Document Server

    Nastasi, Pietro

    1993-01-01

    Che cosa possono scrivere dodici grandi matematici italiani, tra cui Guido Castelnuovo, Federigo Enriques e Leonida Tonelli, a Giovanni Gentile? La pubblicazione di questo carteggio, ricavato dal patrimonio archivistico del Fondo Gentile, getta una nuova luce su alcuni aspetti della storia della scienza (e della cultura) italiana nel nostro secolo, nonché sulla figura dello stesso Gentile.

  7. Guardarsi per incontrarsi: la costruzione della relazione di cura con il migrante

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ivo Lizzola

    2013-12-01

    Full Text Available Questa introduzione apre la seconda parte del numero monografico, i cui interventi focalizzano la loro attenzione sugli operatori impegnati nel lavoro di cura con persone che appartengono a culture Altre o sulla società d’accoglienza. Nella giornata congressuale, invece, il Prof. Lizzola apriva la giornata con un saluto e qualche riflessione; riflessioni riportate ora qui sotto.

  8. La fisica dell'universo iniziale

    CERN Document Server

    Maiani, Luciano

    1994-01-01

    1. Introduzione ; 2. Strutture ; 3. Il moto di Hubble e la connessione cosmica ; 4. Solo tre neutrini ; 5. Materia oscura ; 6. Le fluttuazioni del fondo cosmico ; 7. La rottura della simmetria e il bosone di Higgs ; 8. Il progetto LHC ; 9. Ancora sulla rottura della simmetria ; 10. Conclusioni.

  9. ARTICLES / SAGGI

    African Journals Online (AJOL)

    User

    Non esiste però alcuna promessa di matrimonio da parte del Toldi. Occorre allora rovesciare sulla parte avversa un altro tipo di argomentazioni, schiettamente emotive: Li sentirà finalmente ripeterve, che Marco Toldi non già mai dà promessa a sta miserabile de sposarla. Non avemo testimonj né carte, xè vero; ma saraveli ...

  10. Teologia come scienza, teologia come esperienza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Chiara Bosisio

    2008-07-01

    Full Text Available La teologia come scienza nel Commento alle Sentenze. La discussione sulla trinità risale a conclusioni teologiche a partire dalla conoscenza sensibile. The theology as science in the Commentary to the Sentences . The discussion about trinity goes up to theological conclusions starting by the sensitive knowledge.

  11. L'attrazione fatale della gravità i buchi neri dell'Universo

    CERN Document Server

    Begelman, Mitchell

    1997-01-01

    I buchi neri rappresentano una frontiera misteriosa e inesplorata dove lo spazio e il tempo si comportano in modo bizzarro. Sono un'ipotesi straordinaria, sulla quale molto si è discusso, ma che ha lasciato aperta una questione fondamentale : esistono davvero ?

  12. Freud and Gidget go to Rome but uncle Sam doesn't: The roman ...

    African Journals Online (AJOL)

    Tematicamente incentrata sulla generale ambivalenza dei concetti di casa, amore e morte, questa serie della 'febbre romana' conserva tutti i tratti caratteristici della nevrosi romana di cui Siegmund Freud aveva scritto circa mezzo secolo prima. Come nell'esperienza di Freud, i film della 'frebbre romana' narrano ...

  13. Historical Notes

    African Journals Online (AJOL)

    Administratör

    Gallizzi, 1912. 12. Casoni, T. Comportamento della reazione di. Wassermann di fronte ad alcuni medicamenti. Riforma medica, 1910 A 26, n. 40. 13. Casoni, T. Sulla cura medica dell'ascesso epatico amebico. 1931: Roma: Armani. 14. Luigi Orsini. In memoria del professor. Tommaso Casoni, Il Diario (Imola), 1 settembre.

  14. ALFONSO GATTO: MORTE E SIMBOLISMO MATERNO

    African Journals Online (AJOL)

    User

    Dreams and Death. A Jungian Interpretation, Boston: Shambala, 1987, 24-40. 6 Riguardo alla morte come metafora e simbolo progettuale si può consultare il capitolo “Simbolo e morte” in M. Trevi, Metafore del simbolo. Ricerche sulla funzione simbolica nella psicologia complessa, Milano: Cortina, 1986, 83-108.

  15. Talking back: Biography as friendship in Anna Banti's Artemisia ...

    African Journals Online (AJOL)

    In Artemisia, romanzo, autobiografia, e biografia si collocano all'interno di un dialogo fra narratore e personaggio che permette ad Anna Banti di sviluppare una sofisticata discussione metanarrativa sulla biografia, in particolare quella che tratta di donne, come processo di narrazione e come genere che richiede continua ...

  16. Neural network-based detection of pulmonary nodules on chest radiography; Identificazione mediante reti neurali dei noduli polmonari nel radiogramma del torace

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Coppini, G. [Consiglio Nazionale delle Ricerche, Pisa (Italy). Ist. di Fisiologia Patologica; Valli, G. [Florence Univ., Florence (Italy). Dipt. di Ingegneria Elettronica; Falchini, M.; Stecco, A.; Bindi, A.; Carmignani, L. [Florence Univ., Florence (Italy). Dipt. di Fisiopatologia Clinica, Sezione di Radiodiagnostica

    1999-10-01

    In this report are investigated the capabilities of an artificial neural network-based Computer-Aided Diagnosis (CAD) system in improving early detection of pulmonary nodules on chest radiographs. [Italian] Valutazione di un sistema di riconoscimento automatico basato sulla tecnologia delle reti neruali artificiali per migliorare le possibilita' di rivelazione precoce dei noduli polmonari sul radiogramma toracico.

  17. SUI CODICI UNIDIREZIONALI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Tallini

    1992-04-01

    Full Text Available Oltre ad una breve descrizione della problematica sui codici Unidirezionali è qui data la dimostrazione di una congettura di S. Al-Bassan e B. Bose che interviene nella teoria dei suddetti autori, sulla costruzione di codici ottimali nella classe dei codici bilanciati che si ottengono con il metodo della complementazione di Knuth.

  18. How to transform a dire educational need into a wonderful opportunity for innovation and teachers'professional development

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Guglielmo Trentin

    2014-04-01

    Nella prima metà del contributo si cercherà di fare il punto sull’attuale rapporto fra tecnologia e pedagogia, sulla base del quale, nella seconda, si svilupperà una riflessione su come capitalizzare le numerose esperienze individuali di insegnanti ospedalieri e domiciliari, a vantaggio di una reale innovazione didattica estendibile al sistema-scuola.

  19. Mother Italy: the female role in the rebirth of Italian nationalism in ...

    African Journals Online (AJOL)

    uesto articolo propone una riflessione sull'impatto che l'ideologia nazionalista, sviluppatasi nell'Italia postunitaria di fine Ottocento, ha sulla rappresentazione dei personaggi femminili in Le Vergini delle Rocce di Gabriele D'annunzio. Le tre protagoniste femminili, le vergini a cui si riferisce il titolo, sono state spesso ...

  20. Tecnologie e buon senso

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Domenico Santarsiero

    2016-01-01

    Full Text Available Di nuovo in linea con l'editoriale di GEOmedia, in questa nuova edizione che vede il progetto grafico completamente rinnovato, e con una rivisitazione del taglio editoriale, centrato ancora sulla medesima scena dell'evoluzione tecnologica, culturale e professionale ma che cercherà di guardare anche oltre i confini degli addetti ai lavori.

  1. Alle origini della fisica contemporanea la teoria del corpo nero e la discontinuità quantica

    CERN Document Server

    Kuhn, Thomas S

    1981-01-01

    Tra la fine dell'800 e i primi anni del nostro secolo la conoscenza della natura ha subito profondi mutamenti, in particolare la ricerca tecnica e sperimentale in fisica ha fatto emergere, in quel periodo, alcune nozioni di grande problematicità, quali ad esempio il concetto di quanto e i connessi problemi scientifici e filosofici sulla discontinuità.

  2. Impegno in the work of silvia ballestra: A space of political ...

    African Journals Online (AJOL)

    ... di destra dell'era berlusconiana. La raccolta di racconti Gli orsi (1994), in particolare, mostra come per Ballestra il passaggio da un'estetica postmoderna ad una più realista sia frutto di una profonda riflessione poetica sulle possibilità degli intellettuali di intervenire sulla realtà in un momento di grande urgenza politica.

  3. Categorie, relazioni e metafore nell'Itinerarium mentis in Deum

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alfio Ferrara

    2008-07-01

    Full Text Available La metafora come strumento con il quale rinunciare a una teoria della definizione basata sulla sostanza, per preferire un linguaggio più evocativo. Metaphor as a tool by which giving up a substance based definition theory, in order to choose a more evocative language.

  4. Biografia della fisica

    CERN Document Server

    Gamow, George

    1963-01-01

    Nato a Odessa nel 1904, è morto a Boulder (Colorado) nel 1968. Dopo essersi laureato all'Università di Leningrado, nel 1928 frequentò la scuola estiva di Gottinga. Le ricerche di quel periodo gli consentirono di spegiare il fenomeno, allora misterioso, della radioattività naturale e gli esperimenti di Lord Rutherford sulla trasformazione indotta sugli elementi leggeri...

  5. Il significato della relatività

    CERN Document Server

    Einstein, Albert

    1955-01-01

    La prima edizione di questo libro, pubblicata bel 1922, comprendeva il testo delle Stafford Little Lectures tenute da Einstein nel maggio 1921 alla Università di Princeton. Nel 1945 Einstein aggiunse un'appendice sulla sua teoria generalizzata della gravitazione. Nel 1953 Einstein rifece del tutto, ampliandola, la seconda appendice, a cui aggiunse un Supplemento nel 1954.

  6. Browse Title Index

    African Journals Online (AJOL)

    Vol 14, No 2 (2001), Time and Space in the Composition of Il libro del cortegiano, Abstract PDF. OZ Pugliese. Vol 25, No 1 (2012), Tra esclusione e rispecchiamento. Alcune note sulla rappresentazione del “nero” nelle pagine di dolores prato, Abstract PDF. F Cirilli. Vol 22, No 1 (2009), Tradition and progress, future and ...

  7. Through the lens of the east: A study of themes in travel literature ...

    African Journals Online (AJOL)

    Il saggio studia gli scritti di viaggio dedicati da Giorgio Manganelli all'oriente, in particolare il libro Cina e altri orienti (1974): più che per il loro valore documentario, le penetranti pagine manganelliane rivelano un costante gusto di affabulazione letteraria, giocato sulla falsariga di illustri modelli, dal Milione di Marco Polo alle ...

  8. Fact and fiction: The problem of autobiographical writing in Lejeune ...

    African Journals Online (AJOL)

    Questo saggio presenta una lettura del Diario di un sognatore di Luigi Malerba sulla base della teoria dell'autobiografia elaborata da Philippe Lejeune in Le pacte autobiographique. Cerca di illustrare come il libro di. Malerba gioca ironicamente con i problemi inerenti alle riflessioni sistematiche di Lejeune già rilevati da ...

  9. Testimonianze di vittime degli anni di piombo

    DEFF Research Database (Denmark)

    Cecchini, Leonardo

    Testimonianze di vittime degli anni di piombo In un articolo pubblicato nel 2008 sulla webzine Nazione indiana Christian Raimo criticava quello che poi Giovanni De Luna qualche anno dopo nel suo libro La Repubblica del dolore (2011) ha chiamato “paradigma vittimario”; cioè la presenza predominante...

  10. The unsung earth: Man's regeneration and rediscovery of the earth ...

    African Journals Online (AJOL)

    Abstract. L'articolo affronta il racconto La fine del mondo storto (2010) dello scultore, alpinista e narratore trentino Mauro Corona: l'apologo di Corona descrive la situazione apocalittica di un mondo in cui, a causa della globalizzazione, “la tecnica delle apparenze ha prevalso sulla nostra naturalità” e l'uomo, esaurita

  11. Computational Vision Based on Neurobiology

    Science.gov (United States)

    1994-08-10

    adaptation can be thought of as a form of automatic gain control, since by moving the response vs log contrast curves to the right with higher ambient ...coherence. Nature. 358:412-414, 1992. 18. Petter, G. Nuove ricerche sperimentali sulla totalizzazione percettiva. Rivista di psicologia . 50: 213-227

  12. L'Europa accelera sul progetto Grid

    CERN Multimedia

    2003-01-01

    "Il consorzio pan-europeo Egee sta pilotando a Bruxelles la complessa operazione che dotera' l'Europa di un mercato comune delle risorse di calcolo sulla base del modello Grid (griglia di calcolo, trasporto e distribuzione di dati)" (1 page).

  13. Breve Manuale di Geografia Umana

    NARCIS (Netherlands)

    Minca, C.; Colombino, A.

    2012-01-01

    Il percorso per andare al lavoro, la scelta sul dove trascorrere le prossime vacanze, le nostre opinioni sulla politica estera, le nostre preoccupazioni per la crisi economica, le nostre affermazioni di identità, il nostro desiderio di fuga dal quotidiano, perfino la scelta di acquistare una casa in

  14. Che cos'è la matematica? introduzione elementare ai suoi concetti e metodi

    CERN Document Server

    Courant, Richard

    1971-01-01

    I numeri naturali ; la teoria dei numeri ; il sistema dei numeri nella matematica ; l'algebra delle classi ; costruzioni geometriche, l'algebra nei campi di numeri ; geometria proiettiva, assiomatica, geometrie non euclidee ; topologia ; funzioni e limiti ; ulteriori esempi sui limiti e sulla continuità ; massimi minimi ; il calcolo.

  15. The effect of Acacia Karroo supplementation and thermal ...

    African Journals Online (AJOL)

    Bathesh

    2012-08-14

    Aug 14, 2012 ... thermal preparation on consumer sensory scores of meat from indigenous Xhosa lop-eared goat breed. 18 castrated four-month-old ... (Muchenje et al., 2008b; 2009a, b), age (Simela, 2005), ageing, fatness and ..... fresh Sulla (Hedysarum coronarium L.) with or without polyethylene glycol or concentrate.

  16. Lezioni di analisi matematica

    CERN Document Server

    Sbrana, Francesco

    1951-01-01

    Calcolo integrale delle funzioni di una variabile ; serie di funzioni di una variabile reale o complessa ; proprietà notevoli delle curve piane e sghembe ; ancora sulla intregazione delle funzioni di una variabile ; derivate e differenziali delle funzioni di più variabili ; integrali curvilinei, e di campo ; equazioni differenziali ordinarie ; cenni sulle equazioni alle derivate parziali ; cenni sulle serie di funzioni ortogonali.

  17. Meccanica analitica con elementi di meccanica statistica e dei continui

    CERN Document Server

    Fasano, Antonio

    2002-01-01

    Rivolta agli studenti del secondo anno di Fisica, Matematica, e Ingegneria, quest'opera presenta un panorama assai ampio e differenziato di argomenti classici di meccanica, con particolare enfasi sulla meccanica analitica, la teoria delle perturbazioni, la teoria cinetica, la meccanica statistica dell'equilibrio.

  18. Mid-Level Vision and Recognition of Non-Rigid Objects.

    Science.gov (United States)

    1993-01-01

    3928, 1991. [54] J.B. Deregowski. Real space and represented space: Cross- cultural perspec- tives. Behavioral and Brain Sciences, 12:51{119, 1989. [55...PAMI-8(3):388{ 397, 1986. [208] G. Petter. Nuove ricerche sperimentali sulla totalizzazione percepttiva. Rivista di psicologia , 50:213{227, 1956. [209

  19. Spazio ASI, INFN e Nobel Ting a caccia di antimateria

    CERN Multimedia

    Boz,

    2003-01-01

    "Una apparecchiatura per la ricerca dell' antimateria che nell'autunno del 2005 sara' installata sulla Stazione Spaziale e' al centro di un accordo di collaborazione tra l'Agenzia Spaziale Italiana e il Nobel Samuel Ting, del Mit e del Cern di Ginevra, firmato oggi a Roma (1 page).

  20. La qualità dell'eLearning Un approccio qualitativo per l'analisi dei feedback degli studenti e dei docenti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Patrizia Ghislandi

    2012-11-01

    Full Text Available La discussione sulla qualità dell'eLearning accademico si sta orientando verso una critica dei modelli di qualità più legati alla produzione industriale, che sono principalmente fondati sulla conformità a standards prestabiliti, i quali a loro volta richiedono generalmente metodi di valutazione quantitativi (Ehlers & Schneckenberg, 2010, Ghislandi, 2008, 2012. In ambito formativo questo implica una visione molto centrata sui risultati (outputs e sull'impatto (outcomes, con scarsa attenzione ai processi. Una visione innovativa della qualità richiede la profonda comprensione di elementi contestuali complessi, delle interazioni e dimensioni relazionali spesso invisibili dagli strumenti quantitativi; e, soprattutto, della generazione di logiche partecipate che aumentino la consapevolezza degli attori coinvolti nei processi che portano alla qualità del modello formativo. In questo lavoro, attraverso la presentazione di uno studio di caso di formazione continua blended, viene introdotto un approccio per il monitoraggio della qualità dell'eLearning. Tale approccio predilige metodologie di analisi qualitativa e partecipata, basate sulla riflessione e  sull’utilizzo di rubric per l’analisi dell’attività formativa. Tale approccio, secondo le autrici, risulta coerente sia dal punto di vista metodologico sia da quello epistemologico, con una nuova visione della qualità come processo continuo di riflessione sulla valutazione dell'esperienza formativa alla scoperta del senso e dei valori portanti della stessa.

  1. The zombie and his italian half brother: the satiric use of the zombie ...

    African Journals Online (AJOL)

    In una trama che mette a confronto l'ambiente urbano italiano con una tradizione sciamanica africana, il personaggio dello zombie viene usato come portavoce di un commento ironico sulla società italiana degli anni Novanta, caratterizzata da un consumismo banale e popolata di giovani ossessionati dalla moda e dalla ...

  2. Spendere meno, spendere meglio: una proposta panottica di J.-C. Guédon

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2013-06-01

    Full Text Available J.-C. Guédon ha commentato la nostra campagna di crowdsourcing in merito alle spese delle biblioteche sulla mailing list Nexa. Offriamo, qui di seguito, la versione italiana delle sue osservazioni – che presuppongono un mondo accademico molto diverso da quello impostoci...

  3. The Raganello Archaeological Project : Long term settlement development in the hinterland of the Sibaritide

    NARCIS (Netherlands)

    Attema, Peter; Ippolito, Francesca

    2015-01-01

    A partire dai primi anni ‘90, il Groningen Institute of Archaeology è stato coinvolto in campagne di ricerca nella Sibaritide con gli scavi sulla sommità e sui plateaux del Timpone della Motta di Francavilla Marittima diretti da Marianne Kleibrink, che ha proseguito i lavori di scavo iniziati negli

  4. Cittadini fatti a macchina: neuroscienza, mito e politica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2013-08-01

    Full Text Available Brunella Casalini offre alla revisione paritaria aperta un articolo dal titolo Cittadini fatti a macchina: neuroscienza, mito e politica. Una sua versione ridotta è stata pubblicata sulla rivista “In genere“. Chi desiderasse commentare il testo senza essere già familiare con...

  5. L’accademia dei morti viventi. Parte quinta: l’università

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2012-03-01

    Full Text Available [Segue da Parte quarta: la conservazione dei testi] Le riforme di K. Fitzpatrick – la revisione da pari a pari, la trasfigurazione comunitaria dell’autore, l’interpretazione del testo come luogo di discussione piuttosto che come prodotto, la socialità della sua disseminazione e conservazione – si fondano sulla convinzione che la pubblicazione accademica tradizionale sia divenuta economicamente [...

  6. Accesso chiuso e mistificazione intellettuale: il caso di Diederik Stapel

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2011-11-01

    Full Text Available Com’è possibile costruirsi una brillante carriera accademica sulla falsificazione dei dati sperimentali? La vicenda dello psicologo sociale olandese Diederik Stapel dà risposte istruttive. Ne parlo qui,  perché buona parte del materiale che ho dovuto usare viene da riviste ad accesso chiuso, fuori dalla competenza del  btfp.

  7. Francesca Di Donato, Lo stato trasparente. Linked Open Data e cittadinanza attiva

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2011-06-01

    Full Text Available Il libro, liberamente scaricabile a partire da qui,  presenta un’istantanea di un fenomeno recente: il movimento Open Government Data. Questo movimento trae ispirazione dal software libero e della pubblicazione ad accesso aperto, fondate entrambi sulla scelta d considerare la conoscenza come un bene comune. Si tratta, questa, d una scelta perché i nostri ordinamenti impongono [...

  8. EGEMONIA E CRISI DEL DISCORSO DEMOCRATICO. CATEGORIE POLITICHE E ONTOLOGICHE

    OpenAIRE

    Calzolari, Stefano

    2013-01-01

    lA TESI INDAGA LA CRISI ATTUALE DELLA DEMOCRAZIA IN CONNESSIONE AL NEOLIBERALISMO E ALLO STATO NEOLIBERALE. VIENE ANALIZZATA LA TEORIA DI FOUCAULT SUL NEOLIBERALISMO E ALCUNI SVILUPPI DELLA STESSA. INOLTRE VENGONO PRESE IN ESAME ALCUNE RECENTI TEORIE FILOSOFICHE SULLA DEMOCRAZIA E SUL COMUNISMO, SPECIE DI AREA FRANCESE. AUTORI CONSIDERATI: FOUCAULT, NEGRI, BROWN, BADIOU

  9. Il sistema di copertura del Teatro Politeama di Palermo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Di Paola

    2012-06-01

    Full Text Available Nel progetto della fabbrica del teatro diurno Politeama di Palermo, l’Architetto Almeyda sintetizza, in un equilibrio espressivo esemplare, la componente tecnologica e la forma geometrico-spaziale, fornendo soluzioni ottimali ai problemi costruttivi e funzionali. L’opera, per impostazione tipologico-compositiva, per aspetti specificatamente tecnologici e per dimensione e stile, offre spunti interessanti di riflessione sulle scelte tecniche operate per la realizzazione. Sulla base di alcuni disegni originali dell’Almeyda si approfondisce il sistema geometrico-compositivo di copertura. L’ardita e complessa costruzione in ferro e vetro, moderna e progressista nella forma, si manifesta come una tenda metallica, costituendo la struttura portante della copertura. Si forniscono utili chiavi di lettura e di interpretazione sulla genesi spaziale dell’elegante ed originale impianto costruttivo.

  10. Oltre lo spazio e il tempo la nuova fisica

    CERN Document Server

    Lachièze-Rey, Marc

    2004-01-01

    Oggi la fisica si fonda, allo stesso tempo, sulla meccanica quantistica e sulla relatività generale. Ma, in quanto veri e propri sistemi di pensiero, queste due teorie suggeriscono due distinte visioni del mondo, non conciliabili nel quadro di una descrizione unificata. Se dunque la fisica attuale si rivela inadeguata, occorre costruirne una nuova, percorrendo fino in fondo la via geometrica. Supersimmetria, stringhe e superstringhe, gravità e cosmologia quantistiche, geometria non commutativa: nuove audaci ipotesi al servizio di nuove teorie che rinnovano la nostra concezione dello spazio, del tempo, della materia e dell'Universo, e che trovano nel volume una presentazione chiara e accessibile anche a un pubblico di non specialisti.

  11. Gianfranco Marrone, L’invenzione del testo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mariangela Bio

    2011-11-01

    Full Text Available Il libro di Gianfranco Marrone ha il merito di rispondere alle indeclinabili esigenze di superamento dei tradizionali paradigmi di ricerca sulla significazione e la società. L’originale percorso di analisi dell’autore, che coniuga da sempre la semiotica del testo con i processi comunicativi e le scienze sociali, prende avvio sulla base di alcune considerazioni: la significazione è un fenomeno collettivo, esito di continue e complesse negoziazioni di significati fra gli attori sociali (già Ferdinand de Saussure leggeva i segni, le lingue e i linguaggi come processi sociali; la realtà socioculturale, al tempo stesso, si nutre della modulazione, del fraintendimento, della traduzione interdiscorsiva che caratterizzano ineluttabilmente la circolazione dei testi al suo interno.

  12. Psicoanalisi ed educazione: il lavoro di Vera Schmidt e di Sabina Spielrein nell’asilo sperimentale di Mosca (1921-1925

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Merete Amann Gainotti

    2012-12-01

    Full Text Available Negli anni 1921-1923 a Mosca, sulla scia delle profonde trasformazioni politiche e sociali innescate dalla Rivoluzione di ottobre si colloca un esperimento educativo originale, promosso da Vera Schmidt, una pedagogista formata alle idee psicoanalitiche, che si proponeva di cercare nuove vie educative per la prima infanzia sulla base delle recenti conquiste e conoscenze fornite dalla teoria psicoanalitica di S. Freud. Obiettivo di questo contributo è di fornire un breve excursus storico relativo alla diffusione della psicoanalisi in Unione sovietica e alla fondazione dell'asilo sperimentale di Mosca, di ricordare le figure delle due studiose Vera Schmidt e Sabina Spielrein che hanno animato l'iniziativa, il cui lavoro scientifico è rimasto in ombra rispetto a quello dei loro più famosi colleghi S. Freud e di C.G. Jung; infine si intende rendere conto dei principi educativi che esse cercarono di mettere in pratica nell'asilo sperimentale di Mosca.

  13. Utilization of mulberry leaves (Morus latifolia cv. Kokusou 21 in diets for dairy ewes

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pietro Giaccone

    2010-01-01

    Full Text Available Twelve Valle del Belice lactating ewes were divided into three homogeneous groups and fed ad libitum the following diets in a 3x3 Latin square design: sulla hay (HA; sulla hay and Mulberry leaves (M. leaves (HM; M. leaves (MU. DM intake of MU ewes was lower than that of HM ewes, with an intermediate level for HA ewes. HM ewes showed to prefer M. leaves to hay, but their need to balance the high protein and low NDF contents of M. leaves by eating hay also emerged. Milk yield increased as the dietary content of M. leaves increased In addition, the use of HM and MU diets led to higher milk fat and urea content in comparison with the HA diet. The results confirmed that M. leaves are a suitable fresh feeding source for sheep, and suggested to use them in association with fibre-rich feeds.

  14. Jacqueline Nacache, Jean-Loup Bourget (a cura di, Cinématismes. La littérature au prisme du cinéma

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Guido Furci

    2012-12-01

    Full Text Available Dal 2 al 4 ottobre 2010 l’Ecole Normale Supérieure e l’IstitutoNazionale di Storia dell’Arte hanno accolto a Parigi un convegno voltoad attualizzare, oltre che a problematizzare, l’assunto secondo cui ilcinema porterebbe a livello di “rappresentazione” ciò che la letteraturae le arti fgurative tendono a relegare, a discapito di una ben notacomponente mitopoietica, a un livello ideale di “senso”. In occasione diquesto incontro, studiosi provenienti da settori distinti hanno avutomodo di conversare fra loro e di interrogarsi sulla legittimità di uneventuale ricorso al vocabolario flmico, allorché si tratti direinterpretare – in maniera più o meno metaforica e sulla scorta delvalore paradigmatico assunto dalle immagini in movimento, sin dallaprima metà del secolo scorso – un ventaglio considerevole di istanzenarratologiche, spesso precedenti all’avvento e alla diffusione dellamacchina da presa.

  15. O poeta entre o literário, o político e a polêmica: a recepção de Dante, no Romantismo francês

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Celina Maria Moreira de Mello

    2016-06-01

    Full Text Available Questo saggio disegna un panorama della ricezione, in Francia, dell’opera del poeta Dante Alighieri dagli eruditi, traduttori, pittori e poeti, nel loro ruolo di mediatori culturali in una prospettiva socio-storica e discorsiva. Vengono evidenziati como esempio due modi diversi di apropriazione dell’opera del poeta fiorentino: Dante visto come un pericoloso templario socialista e una polemica, sulla stampa, provocata dalla biografia di Dante di Charles-Claude Fauriel, pubblicata sulla Revue des Deux Mondes il 1º ottobre 1834. Al di là delle posizioni conflittanti in una prospettiva della costituzione dell’autonomia del campo letterario, possiamo vedere lo scontro tra gruppi e veicoli di pubblicazione rivali, così come leggere un capitolo delle narrative di costruzione delle identità nazionali.

  16. La storia di Firenze tra tarda antichità e medioevo. Nuovi dati dallo scavo di via de’ Castellani

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Riccardo Francovich

    2011-10-01

    Full Text Available Il nostro recente progetto è finalizzato alla conoscenza della risorsa archeologica di Firenze. In particolare la nostra attenzione si è concentrata sugli aspetti legati alle trasformazioni della città tra tarda antichità e medioevo: i cambiamenti nell’economia cittadina, le forme urbanistiche che Florentia assunse nella lunga transizione tra III e vIII secolo, la riurbanizzazione bassomedievale e le ancor più significative vicende che portarono alla formazione della città del Rinascimento. L’obiettivo consiste nel riscrivere, sulla base di nuove fonti, processi ancora non messi a fuoco, contribuendo a ridefinire lo sviluppo contemporaneo della città sulla base dei segni materiali della storia.

  17. Dalla teoria alla pratica nei modelli macroeconomici: l’eclettismo post-keynesiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ignazio Visco

    2005-06-01

    Full Text Available Questo saggio riesamina e discute il contributo di Franco Modigliani alla costruzione di modelli macroeconomici utilizzati per la previsione e per l’elaborazione delle politiche economiche. Come ha osservato Paul Samuelson, il lavoro teorico svolto da Modigliani è stato fondamentale per lo sviluppo del quadro d’insieme entro ilquale è maturato l’“eclettismo post-keynesiano” della seconda metà del ventesimo secolo. Nel passaggio dalla teoria alla pratica vengono considerati due aspetti del lavoro di Modigliani: 1 l’impostazione sistemica che si incentra sulla relazione tra ilbreve e il lungo periodo; 2 il particolare riferimento al meccanismo di trasmissione della politica monetaria nell’utilizzo del modello macroeconomico per le politiche di stabilizzazione economica. Si discute, infine, brevemente ciò che oggi resta di questo contributo, anche in relazione ad alcune recenti proposte sulla costruzione di modelli macroeconomici.

  18. Ibridare, problema per artisti. Alcune tesi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Bottiroli

    2010-06-01

    Full Text Available L’articolo presenta una riflessione di carattere teorico sulla nozione di «ibridazione», e una critica dell’uso ideologico. Il concetto di «ibrido» viene considerato come un punto di partenza, e non come un punto di arrivo. Ci si interroga sulla possibilità di una tipologia, e questo avviene a partire da alcune fondamentali riflessioni di Nietzsche, che, in Al di là del bene e del male, introduce questa distinzione: ci sono ibridazioni feconde, in cui la mescolanza rafforza gli elementi e le forze che si intrecciano, ma ci sono anche cattive ibridazioni, ibridazioni sterili, nel cui ambito le forze, anziché stimolarsi reciprocamente, si ostacolano e si paralizzano. L’autore ritiene che questa distinzione possa svolgere un ruolo decisivo sia in campo artistico sia in campo politico.

  19. La scrittura è terapeutica? Il metodo autobiografico e la composizione del sé

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nicola Ghezzani

    2010-02-01

    Full Text Available Far da sé il proprio ritratto biografico significa, in rapporto a queste alienazioni, sfidare i demoni della compiacenza e della connivenza con l’altro, quindi porre il rifiuto, l’opposizione e quindi il vuoto, il nulla, l’assenza come base sulla quale veder apparire le proprie scene e le proprie passioni. Solo se non devo rispondere di me stesso a nessun altro che a me stesso, io sono nella condizione di cogliermi nella mia delusione fondamentale, nell’opposizione frontale che ho verso il mondo o verso i valori recepiti, nella mia protesta di riscatto dalla soggezione, nelle mie istanze di vendetta, di cui avverto insieme la violenza apocalittica e la colpa morale, quindi posso valutare quanto sono trascinato da passioni, reso nemico agli altri e a me stesso, e quanto posso riequilibrare il mio essere sulla base di una valutazione intima, sentita, ponderata di ogni lato contrapposto della mia identità.

  20. L’epoca delle splines: geometrie e linee del progetto contemporaneo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Enrico Cicalò

    2012-06-01

    Full Text Available L’iconografia dell’architettura e del design di ogni epoca si caratterizza per l’uso di linee e di forme geometriche che vengono rese realizzabili dall’evoluzione dei materiali e delle tecniche costruttive, nonché dall’introduzione di particolari strumenti matematici a servizio della rappresentazione digitale del progetto. È il caso delle splines, linee alla base delle NURBS (Non Uniform Rational B-Splines che consentono le freeform divenute il simbolo dell’architettura e del design più avanzato. A partire da una riflessione sulla geometria e sulla rappresentazione di queste particolari curve, questo articolo discute le influenze sulle forme del progetto architettonico contemporaneo che deve obbligatoriamente confrontarsi con modelli matematici e geometrici complessi da cui dipende la loro costruzione.

  1. Scholars, don’t disregard Wikipedia. Become Wikipedia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2012-07-01

    Full Text Available Nel marzo 2012, la rivista ad accesso aperto PLoS Computational Biology ha compiuto l’esperimento di pubblicare, con la procedura normale, un articolo di stile enciclopedico, impegnandosi però a caricarne una versione sulla Wikipedia in lingua inglese. Gli studiosi accademici sono affetti da una peculiare schizofrenia o, meglio, da un’idiozia specializzata. Tutti noi sappiamo, con Weber, [...

  2. La Geografia dell’Antidistopia. Come mappare l’ecologismo contemporaneo?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alex Foti

    2008-03-01

    Full Text Available E’ con il 1968 e la Contestazione che l’ecologismo entra di prepotenza nella scena pubblica occidentale. In Nordamerica, grazie alla pubblicazione di Silent Spring di Rachel Carson – testo fondativo dell’ambientalismo sugli effetti nefasti del DDT sulla catena alimentare – e alle grandi manifestazioni legate all’istituzione dell’Earth Day (1970, l’ecologismo lavora in profondità nella società civile, dando vita a ONG internazionali del peso di Greenpeace.

  3. Sviluppo dei materiali innovativi e studio della loro interazione con sistemi biologici e biomimetici

    OpenAIRE

    Malferrari, Danilo

    2012-01-01

    Nell’ambito della Chimica Sostenibile e dell’applicazione dei suoi principi per la salvaguardia dell’ambiente, il progetto di dottorato ha riguardato lo sviluppo di materiali innovativi e lo studio della loro interazione con sistemi biologici e biomimetici. In particolare l’attività si è focalizzata sulla sintesi di liquidi ionici ed indagini delle interazioni con membrane cellulari e sull’utilizzo ed isolamento di molecole da fonti rinnovabili. I liquidi ionici sono sali organici liquidi ...

  4. Teoria della relatività

    CERN Document Server

    Pauli, Wolfgang

    1958-01-01

    Fondamenti della teoria della relatività ristretta ; ausili matematici ; gli sviluppi della teoria della relatività ristretta concernenti la cinematica ; gli sviluppi della teoria della relatività ristretta concernenti l'elettrodinamica ; gli sviluppi della teoria della relatività ristretta concernenti la meccanica e la dinamica generale ; gli sviluppi della teoria della relatività ristretta concernenti la termodinamica e la statistica ; teoria della relatività generale ; teorie sulla natura delle particelle elementari elettricamente cariche.

  5. Venezia da città con porto a città-porto: proposta di rigenerazione urbana della Marittima

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniele Cannatella

    2014-06-01

    Full Text Available La città di Venezia, insieme al complesso sistema lagunare di cui fa parte e al quale è strettamente connessa, costituisce un interessante oggetto di studio per quanto riguarda l’equilibrio raggiunto nel tempo fra uomo e acqua, nello specifico, fra processi antropici e dinamiche ambientali. Le tradizionali tecniche costruttive veneziane sono uno degli esempi più evidenti di come l’ingegno umano abbia superato la sfida dell’acqua, riuscendo ad urbanizzare un ambiente inizialmente ostile e a creare le condizioni favorevoli all’abitabilità e ad uno sviluppo economico prevalentemente commerciale. Questo equilibrio era basato sulla profonda conoscenza dei processi naturali che caratterizzavano, e caratterizzano, la laguna e derivava dall’acquisizione di quella sapienza costruttiva generata dalle continue sperimentazioni nella ricerca di fondali idonei, di materiali adeguati e di tecniche rispondenti ad esigenze sempre più complesse, con un’estrema attenzione al territorio e alle sue risorse.Con l’affermarsi dell’era industriale, nel corso del diciannovesimo secolo, Venezia riformula le sue strategie di sviluppo puntando sulla costruzione di una nuova base industriale connessa al porto e sulla promozione turistica dell’isola. Il superamento della capacità di carico è sicuramente uno dei più consistenti punti di rottura di quel delicato equilibrio su cui è stata fondata la città fin dalle sue origini.L’articolo presenta una proposta progettuale di riconfigurazione della Marittima di Venezia basata sulla ridistribuzione dei flussi turistici e sull’incremento di resilienza del sistema economico, sociale ed ambientale della città, puntando sul porto come importante risorsa strategica per il territorio. 

  6. La polisemia comunicativa delle opere linguistiche di Bruce Nauman come adesione alle teorie del secondo Wittgenstein

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Magini

    2012-05-01

    Full Text Available Bruce Nauman, artista americano postminimalista, ha indagato l’elemento linguistico in tutte le sue possibilità espressive attraverso l’impiego di media disparati quali neon, audioinstallazioni, videoinstallazioni, stampe e testi. Tale pluralità metodologica risponde ad una profonda rielaborazione del Wittgenstein delle Ricerche Filosofiche. This paper aims to analyze l’influenza del pensiero wittgensteiniano sulla produzione artistica di Nauman.

  7. Cantagallo o Predappio? Il Movimento sociale italiano in Emilia Romagna tra esclusione e tolleranza (1970-1983

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gregorio Sorgonà

    2013-09-01

    Full Text Available Il saggio apporta un contributo sulla storia della destra neofascista italiana in età repubblicana e il modo in cui essa riflette le trasformazioni della democrazia dei partiti. Il punto di osservazione è l’attività del Movimento sociale italiano in Emilia Romagna tra il 1970 e il 1983 per la reazione che suscita e che serve a ricostruire la dinamica che attraversa uno dei principi coesivi della democrazia dei partiti come l’antifascismo.

  8. Research and Development Activities in Italy in the Field of Aerospace Structures and Materials,

    Science.gov (United States)

    1979-03-01

    2 . 2 Military Aircraft In the Tornado-MRCA international program, Aeritalia has the responsability of the variable geometry wing design...Research Off i ce) on the fatigue crack growth under variable amplitude loading in built-up structures . To develop this research activity the University of...difett i metallurgici sul comportamento a fatica Simioni di leghe leggere fuse tipo AZ91C ed Avior B. Convegno di stu Wagner di sulla fatica nelle

  9. Chantal Lapeyre-Desmaison, Pascal Quignard. La voix de la danse

    OpenAIRE

    Genetti, Stefano

    2016-01-01

    Tre mesi dopo la pubblicazione del presente saggio è apparso il libro L’Origine de la danse (Galilée, 2013) dove Pascal Quignard prolunga e approfondisce il proprio pensiero della danza sulla scia della sua recente collaborazione, in occasione dello spettacolo Medea, con Carlotta Ikeda, esponente di spicco della danza butoh. Affermatosi in Giappone sul finire degli anni Cinquanta, il butoh ha profondamente influenzato la scena contemporanea occidentale: danza regressiva, della lentezza e dell...

  10. Bibliography of Documents Related to the Theory, Operation and Performance of Coaxial Plasma Guns

    Science.gov (United States)

    1988-09-01

    Nazionale per l’Energia Nucleare, Rome, Italy, 1970. Bostick, W. H., Nardi, V., Grunberger, L. and Prior, W., "Observation of Solar Flare Type...Processes in the Laboratory," in Solar Magnetic Fields, Symposium No. 43 of the International Astronomical Union, Paris, France, 31 August--4 September 1970...Nazionale Energia Nucleare sulla Fusione, Centro di Frascati, Rome, Italy, September 1984. Bugrova, A. I., Morozov, A. I. and Kharchevnlkov, V. K

  11. Simmetria e natura dalle armonie delle figure alle invarianze delle leggi

    CERN Document Server

    Castellani, Elena

    2000-01-01

    Dagli antichi in poi, la simmetria ha sempre esercitato una funzione importante nella storia del pensiero occidentale. Ma quale simmetria? Che cosa ha in comune la simmetria degli antichi, fondata sulla proporzione e sull’armonia, con la simmetria dei moderni e della scienza contemporanea? Il rapporto tra simmetria e natura apre una prospettiva privilegiata per intendere il concetto di simmetria nelle sue caratteristiche essenziali.

  12. Rimozione di contaminanti emergenti dalle acque reflue mediante adsorbimento

    OpenAIRE

    Grassi, Mariangela

    2011-01-01

    2009 - 2010 La presenza di contaminanti non convenzionali, all’interno di acque superficiali e reflue, costituisce una problematica di notevole interesse in ambito tecnico-scientifico, in relazione agli effetti tossici che tali composti potrebbero produrre sull’ambiente e sulla salute umana. Infatti, a causa delle loro caratteristiche chimico-fisiche, alcuni di essi sono in grado di causare la distruzione del sistema endocrino nonché di incidere sul sistema ormonale di sv...

  13. Regole di sicurezza e responsabilità civile nella attività di mountain biking e downhill montano = Safety Rules and Civil Liability in the Practice of Mountain Biking and Downhill

    OpenAIRE

    Salvadori, Ivan

    2013-01-01

    Il paper si prefigge l’obiettivo di esaminare, sotto diversi profili, le regole di sicurezza e la responsabilità civile nascente dall’esercizio del mountain biking e del downhill, due attività sportive in grande espansione che costituiscono ormai un volano importante nelle strategie di marketing connesse alla fruizione turistica della montagna estiva. L’analisi si focalizza sulla evoluzione del fenomeno sportivo e turistico connessa a questi sport e sulle responsabilità nascenti in capo ai so...

  14. LO STATO DELL’ARTE DEI SOFTWARE OPEN SOURCE DI AUSILIO ALLA REALIZZAZIONE E ALLA PUBBLICAZIONE SU INTERNET DELLA CARTOGRAFIA DIGITALE

    OpenAIRE

    Petrarulo, Giuliano

    2010-01-01

    Non più confinata sulla carta, oggi la cartografia viene distribuita per mezzo di Internet in tutto il mondo. Allo scopo di sfruttare completamente le accresciute funzionalità e le nuove potenzialità del Web Mapping, gli utenti chiedono, cercano e creano nuove modalità per consultare e interagire con le informazioni geografiche. Il mondo dell’Open Source si trova davanti nuove sfide e opportunità. No longer restricted to paper, today cartography is distributed worldwide over...

  15. Musica e Scienza tra natura e cultura

    OpenAIRE

    Musto, Renato

    2009-01-01

    [ITALIANO] Si ricorda il ruolo dell'idea di armonia del mondo nella ricerca scientifica di Giovanni Keplero che ha aperto la strada alla meccanica newtoniana. Si discute il ruolo giocato oggi dagli studi cognitivi sulla musica nella comprensione del cervello umano e della sua storia evolutiva. Si sottolineano le capacità musicali e la comunicazione musicale del bambino nei primi mesi di vita. / [ENGLISH] We recall the role played by the idea of harmony of the world in the scientific rese...

  16. Analisi matematica del problema dello spazio

    CERN Document Server

    Weyl, Hermann

    1990-01-01

    Al fine di rendere concettualmente evidente il privilegio posseduto dalla metrica pitagorico-riemanniana, e dalle varie metriche riemanniane "indefinite", rispetto alle altre metriche possibili, nel 1921 Weyl, stimolato dagli sviluppi della relatività einsteiniana (sulla quale aveva scritto il mirabile "Raum-Zeit-Materie"), intraprese un profondo studio del problema giovandosi dei metodi della teoria dei gruppi di Lie, studio che egli portò a conclusione con la monografia del 1923 intitolata "Mathematische Analyse des Raumproblems".

  17. Buone pratiche didattiche per prevenire falsi positivi nelle diagnosi di discalculia: il progetto “PerContare”

    OpenAIRE

    Anna Ethelwyn Baccaglini-Frank; Maria Giuseppina Bartolini Bussi

    2015-01-01

    Per contrastare il fenomeno dei falsi positivi nelle diagnosi di discalculia in Italia, tra i bambini di terza elementare, è stato realizzato un progetto triennale (2011-2014), fondato sulla collaborazione tra ricercatori in psicologia e didattica della matematica. Durante il progetto sono state elaborate e sperimentate pratiche didattiche atte a prevenire e affrontare difficoltà di apprendimento nell’ambito dell’aritmetica all’inizio della scuola primaria. In questo articolo vengono discusse...

  18. Quali politiche di innovazione tecnologica per la scuola italiana?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Licia Cianfriglia

    2013-12-01

    Full Text Available Il presente contributo affronta il tema del rapporto tra introduzione delle tecnologie in classe e cambiamenti delle pratiche degli insegnanti. Alla luce dei cambiamenti sociali e delle abitudini degli individui, sulla base della conoscenza diretta della realtà scolastica del Paese, e dei dati messi a disposizione dalle indagini nazionali e internazionali sui comportamenti professionali dei docenti e sulle competenze acquisite dagli alunni, intende evidenziare le scelte necessarie per attuare efficaci politiche di innovazione della scuola italiana.

  19. PROGETTAZIONE E VERIFICA DEI PIANI DI STAZIONE CON PROGRAMMI DI ESERCIZIO VARIABILI

    OpenAIRE

    Ronzino, Carlo Domenico

    2011-01-01

    Scopo della presente memoria è presentare un metodo sintetico di progettazione o verifica delle stazioni ferroviarie basato sulla qualità del servizio in termini di probabilità di treni che subiranno ritardo per occupazione dei binari. Il metodo costituisce un contributo sia alle tecniche di ottimizzazione dell’infrastruttura ferroviaria che di supporto delle decisioni nel settore delle infrastrutture di trasporto, e in particolare delle attività di progettazione di nuovi impianti o di ade...

  20. Stato di eccezione, istanze securitarie e diritto penale

    OpenAIRE

    Marchi, Ilaria

    2014-01-01

    Il presente lavoro si propone di approfondire il tema del rapporto tra sicurezza e diritto penale nelle situazioni di emergenza, attraverso l’analisi del terrorismo internazionale, utilizzato come case study. La disamina prende le mosse dallo stato di eccezione e dai meccanismi di “controllo” dell’emergenza interni al sistema giuridico, con il richiamo a quattro diverse fasi: l’individuazione del fatto emergenziale, la valutazione sulla instaurazione di un regime eccezionale, l’emanazione ...

  1. Il giudicato penale tra passato e futuro: meccanismo di formazione e strumenti di rimozione della "decisione definitiva"

    OpenAIRE

    Iacobacci, Danilo

    2010-01-01

    La Tesi è il frutto dello studio dei maggiori contributi nazionali sul tema approfondito e contiene numerosi spunti personali dell’autore sugli argomenti trattati e sulle problematiche attuali di ciascuno di essi, caratterizzandosi per la particolare originalità delle soluzioni proposte. Una prima parte del lavoro è dedicata all’approfondimento della nozione di giudicato penale e dei concetti di teoria generale sul giudicato e sulla sua efficacia nella evoluzione storica; l’analisi passa ...

  2. Accesso al lavoro al tempo della Crisi: un’etnografia di esperienze e cambiamenti

    OpenAIRE

    Michele Filippo Fontefrancesco

    2013-01-01

    RiassuntoA partire dal 2009, l'Italia ha conosciuto una drammatica recessione nella quale i costi sociali si sono espressi anche nel progressivo aumento della disoccupazione giovanile e del vieppiù difficile accesso al lavoro per giovani e giovani-adulti.Sulla base di una ricerca etnografica svolta nella provincia di Alessandria, l'articolo mette in luce alcuni degli effetti culturali e sociali della sostanziale precarizzazione del mercato del lavoro. Le storie di vita e le parole dei giovani...

  3. Aa. Vv., “Didon se sacrifiant” d’Étienne Jodelle, sous la direction de Charlotte Bonnet, Anne Boutet, Christine de Buzon et Élise Gauthier

    OpenAIRE

    Busca, Maurizio

    2016-01-01

    Il presente volume, che va ad arricchire il nutrito corpus delle pubblicazioni sulla Didon se sacrifiant apparse negli ultimi tre anni, riunisce i contributi dei cinque specialisti che hanno animato la giornata di studi del 19 ottobre 2013 presso il CESR di Tours. Alcuni degli studi raccolti (segnatamente quelli di Buron e Polizzi) riprendono questioni già affrontate recentemente dai rispettivi autori, proponendo comunque nuovi sviluppi. Ogni contributo è accompagnato da una bibliografia sele...

  4. Valutazione dell'appropriatezza dei ricoveri in un Policlinico Universitario: analisi mediante l'uso comparativo dei sistemi di classificazione isogravitá APR-DRG e Disease Staging e del PRUO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Volpe

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: valutare l’appropriatezza organizzativa dei ricoveri effettuati in un Policlinico Universitario attraverso la comparazione di due metodi, dei quali uno basato sui dati della scheda di dimissione ospedaliera ed utilizza, rispettivamente, i sistemi di classificazione iso-gravità APR-DRG e Disease Staging e l’altro sulla revisione delle cartelle cliniche mediante il PRUO.

    Metodi: oggetto di analisi sono i ricoveri ordinari effettuati nell’anno 2001 ed afferenti ai DRG inclusi nella delibera della Giunta Regionale del Lazio 864/2002 che recepisce il D.P.C.M. 29/11/2001 sui livelli essenziali di assistenza.

    Risultati: i risultati evidenziano che le due varianti del
    metodo basato sulla SDO (metodo APPRO mostrano quote di ricoveri inappropriati sovrapponibili rispetto al complesso dei ricoveri oggetto di analisi, ma con differenze anche rilevanti tra APR-DRG e Disease Staging in relazione ai singoli DRG considerati, riconducibili ai diversi algoritmi di attribuzione del livello di severità utilizzati dai due sistemi. L’analisi campionaria effettuata con il metodo PRUO su casi afferenti ai DRG della DGR 864/2002 caratterizzati da livelli di severità minimi evidenzia una proporzione di ricoveri inappropriati superiore a quella determinata tramite i metodi basati sulla SDO. Tale differenza è verosimilmente dovuta al ruolo del valore delle soglie percentuali di accettabilità individuate dalla Regione Lazio per ciascun DRG: le quote di ricoveri che eccedono tali soglie sono considerate inappropriate.

    Conclusioni: sulla base dei risultati ottenuti gli autori
    descrivono gli interventi organizzativi adottati per ottimizzare il contesto di erogazione delle prestazioni
    oggetto di analisi, discutono vantaggi e limiti dei metodi SDO-based e del metodo analitico PRUObased e ne propongono l

  5. Una riflessione interdisciplinare sul termine cambiamento

    OpenAIRE

    Giuseppe Licari,

    2013-01-01

    Riassunto Il focus che presento propone una riflessione interdisciplinare sul campo semantico del termine cambiamento. Lo scopo è quello di cogliere, attraverso uno sguardo sulla complessità del reale, alcune delle situazioni e alcuni processi dove la parola cambiamento si va a collocare. Come sappiamo il cambiamento lo possiamo ritrovare sia nei processi evolutivi, come in quelli formativi, o in quelli epistemologici, si pensi ad esempio al cambio di paradigma più famoso nella conoscenza uma...

  6. Arte Letteraria e riflessione psicologica sul lavoro e sulle organizzazioni

    OpenAIRE

    Giuseppe Licari,

    2015-01-01

    Gentili lettori, il numero che vi presentiamo, coerentemente con la filosofia di Narrare i Gruppi e con l’interesse che la rivista pone sulla narrazione, affronta una riflessione che vede come attori principali il linguaggio letterario e il linguaggio scientifico della psicologia. Da una parte vengono rivisitate opere letterarie di autori molto conosciuti come Melville, Kafka e Bukowski, dall’altra le loro opere vengono lette a supporto, e per comprendere meglio, un tema assai caro alla psico...

  7. Four sightings of Ziphiidae (Cetacea, Odontoceti in the Central Tyrrhenian Sea / Quattro avvistamenti di Ziphiidae (Cetacea, Odontoceti nel Mar Tirreno Centrale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Marini

    1992-07-01

    Full Text Available Abstract The sighting of four couples of Ziphiidae in the Central Tyrrhenian Sea has been reported. Some considerations about geographic distribution of such cetaceans in the Italian seas are set out below. Riassunto Si riporta l'avvistamento di quattro coppie di Ziphiidae nel Mar Tirreno Centrale. Sono sviluppate alcune considerazioni sulla distribuzione geografica di tali cetacei nei mari italiani.

  8. Confini, migrazioni, cittadinanza

    OpenAIRE

    Sandro Mezzadra

    2004-01-01

    La proliferazione dei confini, intesa come una loro scomposizione e ricomposizione, costituisce uno dei risultati piú immediati dei processi di globalizzazione; partendo da questa affermazione, l’autore riflette sulla nuova natura che i confini stanno assumendo, in particolare con riferimento ai movimenti migratori contemporanei, al loro aspetto di «turbolenza» e ai processi di trasformazione e ri-definizione della cittadinanza a questi connessi. The proliferation of boundaries, i.e. their...

  9. Big Data: Metadati e il suo uso per la sorveglianza

    OpenAIRE

    ARGUISUELAS LEÓN, JOSÉ ALBERTO

    2017-01-01

    [IT] La mia tesi consiste, prima di tutto, nella descrizione del mondo del Big Data, definendolo, facendo un breve riassunto della sua cronologia e analizzando alcuni dei problemi sorti in questo campo. Successivamente, mi sono concentrato sulla descrizione dei metadati, definendoli e mostrando l’importanza che hanno assunto oggigiorno. Inoltre sviluppo alcune delle sue applicazioni. Il tema centrale del mio lavoro, quindi, tratta della relazione che intercorre tra il Big Da...

  10. Mostra didattico-divulgativa: Dentro il Microscopio. Ottica, immagini, tecnologie

    OpenAIRE

    Andronico, Patrizia

    2011-01-01

    Progettazione grafica e realizzazione dei pannelli della mostra.Elenco dei pannelli sull'ottica geometrica:l'occhio umanol'ottica geometricala riflessione e la rifrazionegli elementi di un sistema otticola formazione dell'immaginela lente di ingrandimentola risoluzione e la riffrazioneil microscopio otticoElenco dei pannelli sulla storia della microscopia:i primi sistemi di ingrandimentoocchiali medievalil'invenzione del microscopiogalileo e i linceihooke e la royal societynasce la microbiolo...

  11. STRUMENTI PER L'INTRODUZIONE DELL'INFORMATICA NELLA FORMAZIONE SCOLASTICA

    OpenAIRE

    Persico, Donatella; Sarti, Luigi; Tavella, Mauro; Degl'Innocenti, Riccardo

    1985-01-01

    International audience; This paper presents one of the first Italian experiences of introduction of basic concepts of computer science in high scools in Italy. The ideas presented provide the underpinnings of what today is referred to as "computational thinking".; La seguente comunicazione verte sulla sperimentazione di un Corso di Introduzione all'Informatica nella formazione scolastica di base. Il Corso è stato progettato e realizzato da due Istituti del C.N.R. di Genova, l'I.T.D. (Istituto...

  12. Rassegna Stampa e Web IIT 2005

    OpenAIRE

    Cinacchi, Vanda; Trombella, Luca; Lazzaroni, Adriana

    2006-01-01

    L'Istituto di Informatica e Telematica (IIT) organizza ogni anno un elevato numero di eventi (convegni, workshop, seminari e corsi di formazione) nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Fra questi vene sono alcuni, legati all'ambiente Internet, che trovano particolare risonanza sulla stampa. Questa rassegna stampa e web raccoglie una selezione di articoli, recenzioni ed interviste su i principali eventi organizzati dall'istituto nel corso del 2005, o ai quali que...

  13. I manufatti egizi ed egittizzanti in Sicilia

    OpenAIRE

    Martinez, Manuel

    2013-01-01

    Il progetto di ricerca si è posto l'obiettivo di analizzare una serie di manufatti egizî e di tradizione egizia della Sicilia preromana e di evidenziare le eventuali sopravvivenze della cultura egittizzante sull’isola fino all'età tardoantica. La realizzazione di un corpus, aggiornato sulla scorta di nuovi rinvenimenti, di recenti riletture e di studi su materiali inediti custoditi nei musei siciliani, ha contribuito a tracciare una mappa distributiva delle aree di rinvenimento e di attestazi...

  14. Dante seen from the Perspective of Historical Documents. A Discussion between Historians and Italianists

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elisa Brilli

    2014-11-01

    Full Text Available The article is the re-elaborated written version of the discussion held during the final round table of the workshop “Intorno al Codice diplomatico dantesco I. I documenti relativi a Dante e al loro uso. I documenti sulla famiglia e il patrimonio.” A group of scholars were invited to react to the methodological proposals and the papers presented during the two days of the seminar.

  15. Simone Arcagni, Oltre il cinema. Metropoli e media

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mirko Lino

    2011-11-01

    Full Text Available Il libro di Simone Arcagni ci mostra la contemporaneità come un vasto media landscape, dove esperienze cinematografiche e sistema dei media non solo definiscono nuovi rapporti sociali, ma disegnano una precisa geografia, dove ritrovare, sulla scorta dell’Atlante delle emozioni di Giuliana Bruno, quella tensione al visibile che dialoga con i corpi, la tecnologia e gli spazi, che nella Modernità ha generato il cinema e nella contemporaneità è andata ben oltre lo stesso.

  16. Inserto speciale su Postmodernità, psicopatologia e psicoterapeuti Associazionismo, professione e postmodernità.Congresso Nazionale del Laboratorio di Gruppoanalisi Roma, 2-4 dicembre 2011

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nicolò Terminio

    2014-09-01

    Full Text Available Nella presentazione del Convegno nazionale del Laboratorio di Gruppoanalisi tenutosi a Roma dal 2 al 4 dicembre del 2011 l’accento veniva posto sulla necessità di «interrogarsi sui profondi cambiamenti che attraversano la nostra epoca». L’interrogativo centrale riguardava le forme del patire di «questa ineffabile contemporaneità» e le possibilità di rinnovamento degli psicoterapeuti

  17. Raccomandazione della Commissione Europea sull'accesso a e la conservazione dell'informazione scientifica (2012 European Commission Recommendation on access to and preservation of scientific information (2012

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Redazione JLIS.it

    2012-12-01

    Full Text Available In July 2012 the EC recommended on Open Access to the Member States in order to put forward the development of an economy based on knowledge and innovation as a priority.Lo scorso luglio 2012 la Commissione Europea ha rilasciato una raccomandazione sull'accesso aperto per gli stati membri, al fine di promuovere un'economia europea basata sulla conoscenza e sull'innovazione.

  18. Reti migratorie e investimenti diretti esteri italiani: una prospettiva cliometrica

    OpenAIRE

    Murat Marina; Pistoresi Barbara; Rinaldi Alberto

    2009-01-01

    Un recente filone della letteratura economica sottolinea il ruolo delle reti migratorie nel consentire il superamento delle barriere informali che ostacolano lo sviluppo del commercio e degli investimenti internazionali. Questo saggio presenta un modello econometrico (OLS-IV) che considera l'impatto dell'emigrazione italiana all'estero e dell'immigrazione straniera in Italia sulla capacità del paese di generare e attrarre investimenti internazionali. Il principale risultato è che solo gli emi...

  19. Un archivio aperto della Pubblica Amministrazione: "SSPAL.DOC"

    OpenAIRE

    Marchitelli, Andrea; Antonelli, Lucia

    2008-01-01

    Dopo un sintetico panorama sulla gestione on line dei documenti delle pubbliche amministrazioni, l'articolo presenta innanzi tutto l’archivio istituzionale SSPAL.DOC della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale, in cui sono contenuti materiali didattici, dispense, dossier, studi, ricerche e altra documentazione prodotta dalla Scuola. Vengono quindi presentati la struttura, i contenuti e le modalità di utilizzo di un repository che s’inserisce in un contesto nazionale con un nu...

  20. Mons. Ivan Trinko (1863-1954. Promotore della conoscenza e del dialogo tra le culture.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mitja Skubic

    2007-12-01

    Full Text Available La miscellanea sulla quale vogliamo brevemente attirare l'attenzione dei colleghi linguisti rappresenta in sostanza gli Atti del Convegno svoltosi a Špeter/San Pietro al Natisone nel 2004 in occasione del cinquantesimo anniversario della morte di Ivan Trinko, redatti da Roberto Dapit, Michele Obit e Lucia Trusgnach. Non solo nel titolo, il bilinguismo sloveno-italiano è rispettato nella stesura di tutti i testi, uno tra di loro appare addirittura in veste trilingue, slovena, italiana e friulana.

  1. Italo Calvino e le Fiabe italiane

    OpenAIRE

    HAVRDOVÁ, Radana

    2016-01-01

    The thesis is focused on the topic Italo Calvino and Italian Falktales referring to the collection Sulla fiaba. This thesis presents the life and lifework of Italo Calvino, describes the studying of the Italian falktales, explains the influence of Ariosto at Calvino's production. My thesis devotes to the situation on the Italian territory and analyses the tales contained in the collection Fiabe italiane, in detail refers to the animals which appear in the tales from Tuscany, Sicily, Venice an...

  2. Nella stanza di Asperger...

    OpenAIRE

    Alessandra Gilardini

    2011-01-01

    Gli studi sulla struttura del cervello di persone con Asperger avrebbero mostrato una diversa conformazione del lobo parietale (deputato all’elaborazione di soluzioni ai problemi), del lobo temporale mediale (sede della memoria a lungo termine) e del cervelletto (coordinatore del movimento corporeo). Queste differenze possono spiegare le capacità a volte geniali di questi bambini e di questi adulti, oltre alla caratteristica ritualità nei gesti che li accompagna nel quotidiano.

  3. Le condizioni di espressione dell'islamofobia : Oriana, un caso italiano. Come è nato il "fenomeno Fallaci" sui nostri giornali

    OpenAIRE

    Cousin, Bruno; Vitale, Tommaso

    2008-01-01

    Nel settembre del 2006 moriva Oriana Fallaci e sulla stampa italiana fiorivano omaggi e ricordi da parte dei suoi colleghi giornalisti. Quel momento di riflessività del giornalismo italiano consente di ricostruire, frammento per frammento, il contesto editoriale che ha reso possibile, all'indomani dell'11 settembre, la pubblicazione de La rabbia e l'orgoglio e degli altri pamphlet razzisti dell'ultima Fallaci (...).

  4. Elements for impact assessment of cultural heritage and community well-being. A qualitative study on Casentino’s Eco-museum

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Glenda Galeotti

    2016-12-01

    diretto degli attori locali (approccio multi-stakeholder. Si tratta di uno studio introduttivo ad un percorso di ricerca più ampio e articolato che l’autrice sta sviluppando. In accordo con gli studi sulla Qualità della Vita, il principale risultato della ricerca è la defi nizione di elementi utili alla valutazione dell’impatto prodotto dalla valorizzazione del patrimonio culturale in termini di benessere della comunità locale.

  5. Principi generali di gestione della manutenzione

    CERN Document Server

    Furlanetto, Luciano; Macchi, Marco

    2006-01-01

    In questo volume vengono fornite le premesse per il superamento della tradizionale visione della manutenzione, quale inevitabile accidente e costo da ridurre, a favore di un'immagine culturale innovativa in cui la manutenzione consente un superamento del modello consumistico delle sostituzioni verso una ecosostenibilità del patrimonio di impianti e infrastrutture. Sulla base di queste premesse, ci si rivolge a manager, imprese, studiosi e studenti del campo dei servizi di manuntenzione.

  6. Phenomenological Models of Soot Processes in Combustion Systems

    Science.gov (United States)

    1979-07-01

    addition of material which af- fact ion reactions in this *one then involvesthese otherwise non- nucleating molecules in rapid nucleating steps. However...thanks the mansy beneficial discussions with Ings. A. D’Alessio, A. Di Lorenzo and A. Cavaliere of the Laboratorio di Ricerche sulla Combustione, CNR...Formation in Pre-Mixed Flames", in "The Mechanisms of Pyrolysis, Oxidation and Burning of Organic Materials ", N.B.S. Spec. Pub. 357, p. 143. Homann

  7. Il «complesso di Louise»: la mostra Tempo libero (13. Triennale, Milano 1964), dentro e fuori dal Palazzo

    OpenAIRE

    Francesca Zanella

    2012-01-01

    «Il “complesso di Louise” aleggia sulla Triennale: intendo ovviamente riferirmi a Louise Nevelson [...] per l’intero processo di “riempimento” operato dagli allestitori nei confronti del palazzo di Giovanni Muzio, sede ormai deprecata di questa manifestazione» (Tentori 1964, p. 49). Con queste parole Francesco Tentori leggeva il percorso espositivo della 13. Triennale di Milano (1964) dedicata al tema del Tempo libero, individuando nel dialogo tra l’allestimento, gli oggetti, le immagini e l’...

  8. Solid municipal waste management in a mediterranean sea; La gestione dei rifiuti solidi urbani in un'area mediterranea

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Falcetta, M. [Ministero degli Esteri, Direzione Generale per la Cooperazione e lo Sviluppo, Rome (Italy); Grauso, S. [ENEA, Divisione Caratterizzazione del Territorio, S. Maria di Galeria, Rome (Italy); Pietrelli, L.; Sgroi, S. [ENEA, Divisione Ingegneria Ambientale, S. Maria di Galeria, Rome (Italy)

    2001-02-01

    Development and results of a co-operative project on solid waste management in Palestine. The project was the first part of a broader programme of environmental co-operation between Italy and the Palestinian National Authority. [Italian] Lo sviluppo e i risultati raggiunti da un progetto di cooperazione italo-palestinese sulla gestione dei rifiuti solidi urbani in Palestina. Il progetto si presta ad essere replicato nei Paesi in via di sviluppo mediterranea.

  9. E-resources measurement in libraries Misurazione delle risorse elettroniche in biblioteca

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ilaria Fava

    2011-12-01

    Full Text Available The article aims at presenting a review of standards and current international initiatives on academic libraries evaluation and assessment, with the analysis of indicators related to electronic resources measurement. On electronic resources there are given some definition useful to understand both indicators and measures. The review of the international literature show that the emergent tendency is to collect and evaluate quantitative data related to the "health" of academic libraries together with qualitative data on services offered to library users.
    L'articolo si propone di illustrare gli standard e le iniziative internazionali sulla valutazione delle biblioteche accademiche, con l’analisi degli indicatori che riguardano in modo più approfondito le risorse elettroniche. Sulle risorse elettroniche, inoltre, vengono fornite una serie di definizioni utili a comprendere le misure richieste. L’analisi della letteratura internazionale fa emergere una tendenza alla raccolta e alla valutazione non solo di dati puramente quantitativi sulla “salute” delle biblioteche accademiche, ma anche di dati sulla qualità dell’offerta di servizi agli utenti.

  10. Per una didattica del melodramma. Idee e percorsi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giorgio Pagannone

    2011-04-01

    Full Text Available Il presente intervento ha lo scopo di mettere a fuoco alcune questioni di fondo sulla didattica del melodramma e di formulare alcune ipotesi metodologiche approfondite nel volume Insegnare il melodramma: saperi essenziali, proposte didattiche, finanziato dall’Università della Valle d’Aosta e destinato ad insegnanti della scuola di base, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria superiore. Il libro è suddiviso in due parti: la prima di riflessione teorica e metodologica; la seconda più operativa, e contenente alcuni percorsi didattici divisi per fasce scolastiche. Esso dunque intende fornire a chi opera nella scuola una riflessione articolata e almeno un po’ approfondita sull’opera lirica, e nel contempo degli strumenti di lavoro concreti. Si può constatare infatti che alcune recenti pubblicazioni sulla didattica dell’opera puntano sull’immediata operatività (anche ai livelli più precoci d’istruzione, ma difettano, a nostro avviso, di un’adeguata cornice teorico-metodologico-concettuale: il che si ripercuote anche sul livello e sulla qualità dei percorsi didattici stessi.

  11. L’educatore sociale fra i Servizi e l’intervento di strada.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Chiara Giustini

    2007-07-01

    Full Text Available Ci siamo sempre poste molte domande sulla povertà, sulle cause dell'impoverimento, sulle responsabilità di noi “ricchi”, sulle possibilità che ogni persona ha di cambiare le cose. Forse è per questo che tre anni fa abbiamo deciso di aderire alla proposta del prof. Genovese e di partecipare al progetto "Un sacco a pelo per l'inverno" promosso dalla Caritas Diocesana di Bologna: da questa collaborazione è nato il Gruppo Nuove Povertà, tuttora impegnato in attività di ricerca sulla povertà, di impegno concreto e di sensibilizzazione al tema della marginalità nella nostra città e di formazione per gli studenti della Facoltà di Scienze della Formazione. Forse è sempre per questo che per le nostre tesi abbiamo affrontato il problema della povertà e delle nuove povertà, la condizione dei senza dimora e le risposte dei Servizi. Ne sono nati due articoli: il primo, firmato da Federica Filippini, affronta il tema della povertà nella sua multidimensionalità e analizza in particolare la condizione dei senza dimora, il percorso di impoverimento, le difficoltà della vita in strada, il rapporto con la città e i Servizi; il secondo, firmato da Chiara Giustini, si sofferma, invece, sulla figura dell'educatore, sia all'interno dei Servizi rivolti ai senza dimora, sia nel lavoro di strada.

  12. Lorna Simpson: Gathered

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federica Stevanin

    2012-02-01

    Full Text Available L’articolo è stato ispirato dall’ultimo lavoro di Lorna Simpson, artista che vive e lavora a Brooklyn. Nei suoi lavori fotografici Simpson affronta il tema dell’identità afroamericana, esplorando e mettendo in discussione le questioni di genere, razza e cultura. Nella sua mostra dal titolo “Gathered” all’Elizabeth A. Sackle Center for Feminist Art presso il Brooklyn Museum di New York nel 2011, Simpson ha realizzato due installazioni di ritratti fotografici di donne di colore. Nella prima installazione Simpson ha esibito una serie di ritratti di sconosciute donne di colore realizzati tramite cabina per fototessere, acquistati su eBay e collezionati dall’artista. La seconda, May June July August 1957/2009 (2009, è costituita da una serie di scatti vintage in bianco e nero di una giovane donna afroamericana, in pose da pin-up: tra essi, l’artista ha inserito i propri ritratti, interpretando le stesse pose della modella sconosciuta. Collegando i ricordi personali ad una ricostruzione immaginaria del passato, le opere in mostra a Brooklyn segnalano una nuova direzione dell’indagine di Simpson sulla memoria, sulla verità e sulla finzione.

  13. Neuroscienze e teoria letteraria. I – Premesse teoriche e metodologiche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Ballerio

    2010-06-01

    Full Text Available La forte crescita delle neuroscienze ha suscitato anche in campo filosofico e critico-estetico un diffuso interesse per i risultati che esse hanno raggiunto. Per evitare gli opposti estremi di un sincretismo superficiale e di un rifiuto aprioristico, tuttavia, occorre riflettere sulle questioni teoriche e metodologiche che inevitabilmente emergono qualora si faccia riferimento alle categorie e ai metodi delle neuroscienze in ricerche rivolte alla letteratura. L’articolo cerca di offrire un contributo in questo senso. Attraverso l’osservazione di alcune ricerche neuroscientifiche e seguendo le riflessioni degli stessi neuroscienziati, si esamina il problema della correlazione e si delinea una posizione epistemologica che si colloca tra il monismo anomalo di Donald Davidson e il monismo nomologico. Infine, si formulano alcune ipotesi su ciò che le scienze e le discipline che riflettono sulla nostra esperienza, o sulla nostra psiche, possono auspicare dal rife- rimento alle neuroscienze. Per valutare la fecondità delle conclusioni e delle ipotesi delineate, successivamente, si proverà a leggere sulla loro base la Vita di Vittorio Alfieri.

  14. Effect of feeding bioactive forages on infection and subsequent development of Haemonchus contortus in lamb faeces.

    Science.gov (United States)

    Valderrábano, J; Calvete, C; Uriarte, J

    2010-08-27

    Contrasting dried herbage diets were offered to lambs to evaluate their effects on Haemonchus contortus infection and on subsequent development of larvae in faeces. Artificially infected lambs (n=24, 4 months old) were allocated to one of four treatment groups (n=6) and fed on hay of lucerne (Medicago sativa; Lu), sulla (Hedysarum coronarium; Su), sainfoin (Onobrychis viciifolia; Sa) or wormwood (Artemisia absinthium; Wo) included as 20% in ground lucerne pellets. While voluntary intake was similar, lamb growth rates were notably affected by diet. Additionally, necropsies carried out 30 days post-infection showed that worm burden was reduced by 8 (Su), 13 (Sa) and 49% (Wo) with respect to that found in lambs fed on lucerne, though only the difference with wormwood was significant. Faecal egg excretion expressed on a dry matter basis was also reduced by 22 (Su), 54 (Sa) and 73% (Wo), but differences were significant only for wormwood and sainfoin, which was associated with a decrease in female fecundity. Sulla and sainfoin diets significantly reduced egg hatching rates but increased the percentage of L(3) in the faeces of the host animal, particularly in the case of sulla hay compared to other forages. Consequently, the potential risk of infection derived from faecal excretion could be notably altered. Further work is needed to validate these findings and their implications in an applied farming system. (c) 2010 Elsevier B.V. All rights reserved.

  15. Psicoterapia e responsabilità

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Angelo R Pennella

    2009-12-01

    Full Text Available Servendosi dei riferimenti ad un romanzo di Campanile l’Autore delinea, per analogia, importanti questioni etiche sulla relazione terapeutica. La comprensione del transfert è da sempre uno degli strumenti fondamentali della cura psicoanalitica; oramai non possiamo più considerarlo come semplice ripetizione di relazioni esperite nella prima infanzia ma, seguendo un’ottica relazionale, esso è co-costruito nell’incontro tra terapeuta e paziente.Dal momento che si sta parlando di una interazione, il terapeuta non può non incidere sullo sviluppo della relazione e questo pone la questione della responsabilità. In che termini si è responsabili in quanto psicoterapeuti? L’idea di responsabilità implica il concetto di libertà: la possibilità cioè di orientare la propria azione avendo margini di discrezionalità.La una prospettiva relazionale impone l’obbligo di interrogarsi sulla propria partecipazione a quanto accade nella situazione clinica, cioè sui possibili esiti delle nostre azioni. Il fatto di essere coautori della relazione mette il terapeuta nelle condizioni di poter proporre opzioni alternative a quelle ipotizzate ed offerte, spesso in modo altamente costrittivo, dal paziente stesso. Il compito del terapeuta è quindi quello di esplorare, individuare e sviluppare con il paziente alternative diverse da quelle che egli tende a configurare sulla base della propria storia personale.

  16. Origini e sviluppi delle analisi e delle teorie sul linguaggio politico: (1920-1960

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paola Desideri

    2009-12-01

    Full Text Available Scopo di questo contributo è di ricostruire le origini e gli sviluppi degli studi, sia teorici che applicati, sul linguaggio politico dal 1920 al 1960, a cominciare dagli articoli di alcuni autorevoli formalisti russi pubblicati nel 1924 sulla rivista sovietica Lef. Vengono ripercorse le tappe fondamentali di questo interessante e complesso settore di studi, che vede, soprattutto negli anni Trenta, le prime analisi applicate indirizzate all'esame delle peculiarità stilistiche degli idioletti di tre capi carismatici che hanno fatto la storia del primo Novecento: Lenin, Hitler e Mussolini. Di tali linguaggi sono particolarmente messi in luce quei tratti semantici e retorici che, lessicalizzati da parole d'ordine e slogan ad effetto, hanno reso possibile quel passivo e irrazionale rapporto popolo-capo che ha caratterizzato inquietanti regimi nel secolo scorso. Inoltre sono prese in considerazione le prime teorie novecentesche sulla specificità del discorso politico, del quale si tenta di identificare modi e usi, tenendo conto del comportamento segnico di questa particolare produzione linguistica. A tale riguardo, la teoria predominante è certamente quella della Content analysis, che, a partire dagli anni 1930-1940 in avanti, sarà il punto di riferimento metodologico per intraprendere ricerche, anche quantitative, sulla persuasione politica e sulle strategie comunicative di massa.

  17. L'espansione della criminalità organizzata nell'attività di impresa al Nord

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto Alessandri

    2016-12-01

    Full Text Available La presente ricerca, realizzata nell’ambito del Dipartimento di Studi Giuridici dell’Università Bocconi di Milano, si è proposta lo scopo di accertare empiricamente l’attività di contrasto all’infiltrazione mafiosa nelle attività economiche da parte della Procura e del Tribunale di Milano, nel periodo 2000 – 2015. Sono stati consultati, nella loro interezza, tutti i fascicoli dei procedimenti penali aperti (e accessibili nel periodo e per i quali vi sia stato un provvedimento di chiusura delle indagini preliminari. Poi è stata sono stati seguiti i processi fino in Cassazione. Sono stati inoltre considerati i fascicoli e i provvedimenti definitivi emessi dal Tribale di Prevenzione di Milano, riferiti allo stesso arco temporale, con attenzione centrata alle misure patrimoniali. Si è dato conto anche dei flussi dei procedimenti riguardanti aventi ad oggetto l’art. 416-bis c.p., oltre che del Tribunale di Milano, di quelli di Roma, Napoli, Reggio Calabria, Palermo. I dati ricavati dai fascicoli sono stati elaborati con un apposito software, per ottenere le correlazioni e le statistiche ritenute di maggior interesse, in specie riguardo alla penetrazione nel settore economico e imprenditoriale. Parole chiave: mafia; criminalità organizzata; ‘ndrangheta; attività economiche; Italia settentrionale.   This research, conducted within the Department of Law of Bocconi University in Milan, aims to empirically ascertain the actions implemented by the Office of the Public Prosecution and the Court of Milan to counteract the Mafia’s infiltration in economic activities in the period from 2000 to 2015. All the records pertaining to criminal proceedings opened (and accessible in the relevant period - and in relation to which preliminary investigations were closed - were consulted in their entirety. The proceedings were then followed up until the Court of Cassation. In addition, all the records and final decisions issued by the Tribunale di

  18. Lineamenti del rinnovato processo contenzioso amministrativo ecclesiale. Commento al m.p. Antiqua ordinatione di Benedetto XVI (parte seconda

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Ganarin

    2011-09-01

    ecclesiastica inferiore ed il competente Dicastero della Curia Romana – b Ricorrente, resistente, controinteressato e terzi interventori. Parti principali e parti accessorie del processo amministrativo – c Contenzioso amministrativo e collaborazione fra istituzioni ecclesiali. L’esibizione del provvedimento impugnato e degli acta causae da parte del Dicastero resistente – d Il votum pro rei veritate e la peculiare “bidirezionalità” delle funzioni conferite al Promotore di giustizia – 4. L’attuazione del contraddittorio processuale nell’espletamento della c.d. istruttoria “documentale” – 5. Il giudizio di ammissibilità del Prefetto in Congresso – a La divaricazione tra impostazioni dottrinali e prassi applicativa relativamente al concetto di “manifesta infondatezza” del ricorso – b Segue. La riformulazione, de iure condendo, della diagnosi prefettizia e della struttura “trifasica” del processo contenzioso amministrativo canonico – 6. Terza fase: dalla contestazione della lite alla decisione del Collegium iudicans – a La summaria delibatio oralis, il c.d. supplemento d’istruttoria ed il compimento della fase decisoria – b Gli effetti tipici del giudicato amministrativo di rigetto. L’effetto “caducatorio” della sentenza di accoglimento e la sua incidenza nel sistema delle invalidità dell’atto giuridico canonico – c Segue. L’effetto “ripristinatorio” e l’effetto “conformativo” conseguenti all’annullamento della decisione impugnata – 7. La crisi irreversibile del processo amministrativo. Le ipotesi di litis finitio previste dal Codex iuris canonici e dalla Lex propria – a La morte del ricorrente e la c.d. ”sopravvenuta carenza di interesse” – b La persistente inerzia delle parti: la perenzione – c La rinuncia all’istanza giudiziale – d La revoca del provvedimento amministrativo – e La composizione pacifica della controversia – 8. La sospensione giudiziale dell’esecuzione dell

  19. Book review. Conoscere gli animali familiari. Francesca Bellini, Alessia Liverini, Vincenzo Rosa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2014-03-01

    Full Text Available Conoscere gli animali familiari è la settima uscita della collana diretta da Paolo Polidori "produzioni animali e sicurezza alimentare" sulla ricerca nell'ambito della nutrizione e alimentazione animale, zootecnia, ispezione degli alimenti di origine animale, clinica medica e parassitologia veterinaria con risvolti di natura tecnica, scientifica e pratica. Il volume, redatto da medici veterinari in servizio presso differenti Aziende Sanitarie italiane, è un sintetico manuale su domesticazione, cura sanitaria, etnografia e addestramento del proprio cane (o gatto. Gli autori partono dall'assunto che i proprietari scelgono il cane per lo più sulla base del gusto visivo o sulla consuetudine tramandata in famiglia, senza un'esaustiva conoscenza degli aspetti riguardanti l'origine dell'animale, la sua attitudine prevalente, le sue patologie ricorrenti e le eventuali predisposizioni genetiche nei confronti di una determinata patologia. Puntano l'accento sin dalle prime battute sul cambiamento culturale che ha modificato anche il rapporto uomo-animale sotto l'aspetto sociale, effettuale e giuridico. L'animale da semplice "res" si è da tempo affermato come un essere diverso ma senziente, quindi destinatario di tutele, con diritti contemplati dalle carte costituzionali di diversi Paesi. Per questo motivo chi detiene un animale domestico deve prepararsi ad un impegno non riducibile al possesso di un oggetto, al punto di risponderne penalmente per eventuali sofferenze fisiche o psicologiche, per l'abbandono (anche solo temporaneo o per l'incuria. Conoscere gli animali familiari fornisce nozioni scientifiche e sanitarie alla portata di tutti, utili soprattutto nelle occasioni in cui i proprietari dovranno recarsi dal veterinario o affrontare visite legate alla profilassi e alle vaccinazioni di routine.

  20. La costituzione dell’INA e il monopolio statale delle assicurazioni (1912-1922 = The constitution of INA and the state monopoly of insurance (1912-1922

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Serena Potito

    2012-07-01

    Full Text Available Il saggio –basato principalmente su documenti attualmente conservati presso l’Archivio Storico dell’INA, a Roma– esamina le vicende legate alla nascita dell’Istituto, costituito in un regime transitorio di monopolio relativo nel settore delle assicurazioni sulla vita.A causa del suo significato economico e politico, questa speciale forma di monopolio statale diede luogo a molte reazioni nell’ambito finanziario e politico nazionale, pertanto l’INA iniziò i primi anni di attività in una situazione conflittuale ed incerta.Il saggio inoltre approfondisce le ripercussioni sul mercato assicurativo internazionale in seguito alla nascita dell’INA.Durante il decennio di monopolio parziale dell’Istituto nel settore delle assicurazioni sulla vita (1912-1922, le compagnie di assicurazione straniere ritennero compromessi i loro interessi finanziari nel mercato italiano, e lo osteggiarono fino al 1923, quando una nuova legge riformò il mercato assicurativo sulla vita, abolendo il regime di monopolio.The essay –mainly based on documents actually preserved in the Historical Archives of INA, in Rome– examines the events connected with the foundation of the Institute, established in a transient condition of partial monopoly system in life insurance sector. Because of its economic and political meaning, this special form of state monopoly gave rise to many reactions in the financial and political national context, and so INA started its first years of activity in a troubled and unstable situation. The essay also discusses about the repercussions on international insurance market in consequence of the foundation of INA.During the ten-year perior of partial monopoly of the Institute in life insurance sector (1912-1922, foreign insurance companies deemed their financial interest in Italian market jeopardized, and contrasted with it until 1923, when a new act reformed life insurance market, abrogating monopoly system. 

  1. Balzac à la charge. Ecriture journalistique et théorie de la caricature en marge dela Comédie humaine

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Michela Lo Feudo

    2016-12-01

    Full Text Available Come la maggior parte degli autori a lui contemporanei, il giovane Balzac cerca di farsi conoscere al grande pubblico e di guadagnarsi da vivere attraverso il giornalismo non politico - la cosiddetta petite presse -. Tra le numerose testate che hanno visto la sua partecipazione nel periodo che va dal 1824 al 1830, i settimanali La Silhouette e La Caricature si distinguono per forma e sostanza, fornendo indicazioni interessanti sulle scelte estetiche dell’autore in quegli anni: Balzac decide, infatti, di aderire a un tipo di pubblicazione innovativo e poco legittimato per l’epoca, possibile grazie alla recente diffusione della litografia. La Silhouette e la Caricature, fondate a cavallo della Rivoluzione di Luglio, basano in effetti la loro linea editoriale sulla sinergia fra testo e immagine come strumento per il racconto dell’attualità culturale e sulla centralità della satira visiva come codice espressivo privilegiato, inaugurando l’âge d’or della caricatura parigina portata in auge dai giornali di Philipon e dalle tavole di Grandville, Daumier e Cham. Attraverso l’analisi dei testi pubblicati da Balzac all’interno dei periodici in questione, si cercherà di capire se l’esperienza giornalistica, e in particolare il confronto con i linguaggi satirico-caricaturali, inducono l’autore a una riflessione sulla propria scrittura nel periodo in cui il progetto della Comédie humaine comincia a prendere forma. Un’esperienza, quella di Balzac, sicuramente pionieristica e capace di fornire spunti di riflessione per comprendere il rapporto tra letteratura e caricatura nell’Ottocento in Francia, rapporto che sarà rinnovato, nei decenni successivi, da autori come Gautier, Baudelaire, Champfleury e Vallès.

  2. Un episodio del contributo di B. Tomaševskij allo studio del ritmo poetico: la pentapodia giambica puškiniana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Achilli

    2013-06-01

    Full Text Available Oggetto di questa trattazione è uno dei testi fondamentali dell’insieme degli studi sul ritmo poetico del Formalismo russo. L’utilizzo del metodo linguistico-statistico ha permesso a B. Tomaševskij di dare nuovo stimolo alle ricerche sull’evoluzione delle forme poetiche nella letteratura russa, nel contesto del suo dialogo con le tradizioni dell’Europa occidentale. Il testo tomaševskiano, debitore dei pionieristici lavori dei poeti simbolisti, è stato punto di partenza di tutti i contributi successivi sulla questione.

  3. Analisi del decadimento $W -> \\tau \

    CERN Document Server

    Coscetti, Simone

    Questo lavoro di tesi si e' svolto nell'ambito dell'esperimento CMS a LHC, ed in particolare verte sullo studio delle strategie di identificazione off-line del leptone tau, atteso tra i prodotti di decadimento del bosone di Higgs, cosi' come di altre particelle previste in altri modelli teorici. Il canale utilizzato per testare la procedura di identificazione del tau e' il decadimento semileptonico del bosone vettore W. Infine, sulla base dei risultati ottenuti viene presentata una stima quantitativa della sezione d'urto di produzione pp-> W + X

  4. Test of the electric vehicles at the roller bench; Prove al banco a rulli del veicolo elettrico porter Piaggio/Microvett

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Cervati, L.; Cipolletta, L.; De Andreis, L.; Indiano, E. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, RM (Italy). Dipt. Energia

    1999-07-01

    Starting from the existing international regulations on the test of the electric vehicles a series of specific test to carry out at the roller bench of ENEA (National Agency for New Technology, Energy and the Environment) has been defined. The paper presents the numeric result applying such procedures to the test on an electric vehicles, whose main performances are described. [Italian] Partendo dalle normative internazionali esistenti sulla prova dei veicoli elettrici sono state definite una serie di prove specifiche da effettuare presso il banco a rulli dell'ENEA. Il presente lavoro riporta i risultati ottenuti applicando le procedure ad un veicolo elettrico. Le principali prestazioni sono messe in evidenza.

  5. A proposito di "Mafia Capitale". Alcuni problemi teorici

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nando dalla Chiesa

    2015-12-01

    Full Text Available L'inchiesta della Procura di Roma denominata 'Mafia Capitale' ha generato un dibattito politico e giornalistico sulla possibilità di ricondurre il sistema di interessi e comportamenti messo sotto accusa dai magistrati alla fattispecie dell'associazione mafiosa. In particolare si è rilevata l'assenza di un'organizzazione gerarchica unitaria e l'inesistenza di un controllo del territorio come quello esercitato classicamente dalle organizzazioni mafiose nelle aree di loro insediamento tradizionale. L'articolo prende in considerazione queste critiche, e delinea i fondamenti teorici e dottrinali dell'innovazione interpretativa compiuta dalla Procura romana, pur nel quadro normativo tracciato dalla legge Rognoni-La Torre

  6. La ricerca narrativa in psicologia: in fondamento per la formazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Santo Di Nuovo

    2005-09-01

    Full Text Available Proprio le metodologie qualitative di verifica del lavoro clinico, quelle narrative in particolare [...] offrono un potente strumento di mediazione tra il rigore scientifico e la possibilità di condividere principi e criteri nella comunità dei ricercatori, e l’accettazione di una complessità di approccio al lavoro clinico che solo metodologie olistiche e non riduttive possono garantire. Le scuole di formazione alla psicologia clinica possono ampiamente avvalersi di queste metodologie, con sicuro beneficio sulla qualità complessiva della formazione stessa.

  7. Nota su Lucrezia Borgia nella musica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Consuelo Picchi

    2017-06-01

    Full Text Available Riasunto: Nel presente scritto si fa una riflessione sulla presenza di Lucrezia Borgia nella musica ed anche sull’interesse della figlia del papa nella musica del Tromboncino. Ancora, si vede come Donizetti rappresenta Lucrezia nella sua opera.   Parole chiave: Lucrezia Borgia, musica, Tromboncino, Donizetti   Abstract: In this paper there is a reflection on the presence of Lucrezia Borgia in music and also on the interest of the Pope’s daughter in the music of Tromboncino. Still, one sees how Donizetti represents Lucrezia in his work. Keywords: Lucrezia Borgia, music, Tromboncino, Donizetti

  8. L'attualità dei Centri antiviolenza: in equilibrio sul filo del possibile

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paola Castagnotto

    2014-04-01

    Full Text Available Dall’ osservatorio diretto di un Centro antiviolenza in una città dell’Emilia Romagna si propone una riflessione sulla esperienza dei Centri antiviolenza e sui loro fondamenti metodologici. Una sommaria analisi delle forme di organizzazione, nazionale e regionale, anticipa la tesi di fondo dell’articolo: l’esperienza di oltre vent’anni di attività di aiuto alle donne che subiscono violenze di genere colloca i Centri antiviolenza nel cuore delle trasformazioni dello stato sociale. La relazione di cura e di aiuto, perno metodologico della pratica dei Centri rappresenta un modello innovativo di valore generale per la qualificazione dei servizi alla persona.

  9. La città dolente: epitaffio dello spazio pubblico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luigi D'Aponte

    2014-11-01

    Full Text Available Disgregatasi la rappresentanza politica, ridotti all'osso i diritti di cittadinanza, polverizzati gli spazi e gli eventi pubblici, smaterializzato il lavoro, destrutturati i sistemi valoriali tradizionali e atomizzata la vita sociale, al cittadino contemporaneo sembra non restare che un unico obbligo sociale: quello del curare e promuovere al meglio la sua immagine esteriore, il suo abito da scena, scegliendo fra le infinite vantaggiose opportunità offerte dal mercato. Ma esiste ancora un'altra alterazione dell'integrità strutturale e funzionale della città contemporanea sulla quale è opportuno soffermarsi, anche perché quella maggiormente percepita dalle persone: la paura dello spazio urbano.

  10. La fortuna della Pietà di San Pietro nel Cinquecento: influsso, interpretazioni, copie e varianti Con precisazioni alla storia del Compianto nel Cinquecento

    OpenAIRE

    VERESS, FERENC

    2012-01-01

    La tesi è incentrata sulla Pietà giovanile di Michelangelo commissionata dal cardinale Jean de Bilhères, collocata nella basilica di San Pietro come oggetto di indagine storica delle componenti iconografiche, compositive, stilistiche e delle modalità di diffusione e di ricezione. L’indagine prende in considerazione sia la reinterpretazione in forma classica dell’immagine del Vesperbild, il rapporto con l’arte fiorentina alla quale appartiene, ma dalla quale si distacca, sia coma la Pietà vati...

  11. Dotazione informatica e uso quotidiano delle TIC nella scuola

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luigi Guerra

    2015-09-01

    Full Text Available L’articolo intende presentare in modo sintetico alcuni dati, tra i più significativi, raccolti dalla somministrazione di un questionario presentato a circa 500 insegnanti iscritti ai Percorsi Abilitanti Speciali (PAS erogati dall’Università di Bologna (edizione 2014. Il questionario, raccolto in forma anonima grazie all’attività questionnaire di Moodle (v.2.6 e propedeutico alla frequenza dell’insegnamento “Laboratorio tecnologie” di 3 CFU dei PAS, ha consentito di documentare un quadro generale sulla dotazione informatica e l’uso quotidiano delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC abbastanza omogeneo tra i partecipanti.

  12. Ipotesi progettuale di rigenerazione urbana: il caso di studio dell’ex Caserma Monti già Convento di S. Maria della Ripa nella città di Forlì

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Castagnoli

    2011-12-01

    Full Text Available Un’ampia area dismessa nel centro della città storica, è stata considerata l’opportunità strategica per valorizzare e rigenerare anche interi brani di tessuto urbano circostante con l’obiettivo di riammagliare gli sfrangiamenti materiali e immateriali nel complesso rapporto fra passato, presente e futuro.Questo caso di studio ha consentito di approfondire un approccio meta progettuale più generale, puntando sulla ricerca di una metodologia appropriata rispetto alla progettazione dello spazio architettonico in quanto tale, con l’obiettivo di sviluppare ragionamenti di compatibilità nell’ambito della vasta tematica del riuso urbano ed edilizio.

  13. Lezioni di fisica teorica

    CERN Document Server

    Caldirola, Piero

    Richiami di meccanica analitica ; richiami di termodinamica ; richiami di elettromagnetismo ; appunti sulla teoria della relatività ; la non validità delle teorie classiche nel mondo microscopico ; la meccanica atomica di Bohr e Sommerfeld ; I fondamenti della meccanica quantistica ; applicazioni nell'equazione di Schroedinger ; meccanica quantistica dei sistemi l'atomo di idrogeno ; particella in un campo elettrico e magnetico ; il calcolo delle perturbazioni nella teoria quantistica ; teoria dell'emissione e dell'assorbimento della luce ; sistemi di particelle identiche ; il legame chimico omopolare nella molecola di idrogeno ; la teoria di Dirac.

  14. Some Aspects of Diffusion Theory

    CERN Document Server

    Pignedoli, A

    2011-01-01

    This title includes: V.C.A. Ferraro: Diffusion of ions in a plasma with applications to the ionosphere; P.C. Kendall: On the diffusion in the atmosphere and ionosphere; F. Henin: Kinetic equations and Brownian motion; T. Kahan: Theorie des reacteurs nucleaires: methodes de resolution perturbationnelles, interactives et variationnelles; C. Cattaneo: Sulla conduzione del calore; C. Agostinelli: Formule di Green per la diffusione del campo magnetico in un fluido elettricamente conduttore; A. Pignedoli: Transformational methods applied to some one-dimensional problems concerning the equations of t

  15. Les risques psychosociaux, une analyse juridique comparée entre le Nord et le Sud de l'Europe

    OpenAIRE

    Lerouge, Loïc

    2012-01-01

    Osservatorio per il monitoraggio permanente della legislazione e giurisprudenza sulla sicurezza del lavoro (Olympus), I Working Papers Di Olympus; Du Nord au Sud de l'Europe, les cultures juridiques sont différentes notamment autour des modes de règlement des conflits. La transposition de l'accord-cadre européen sur le stress au travail du 8 octobre 2004 a cependant peut-être réduit ce fossé dans la prise en compte des risques psychosociaux. Si les droits de l'Europe du Nord sont pour beaucou...

  16. Sociologia, semiotica e critica filosofico-letteraria. Ideologia dell’arte e arte dell’ideologia da Rossi-Landi e Bourdieu ad oggi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea D'Urso

    2012-12-01

    Full Text Available Questo studio propone d‟integrare la riflessione teorico-filosofica e l'approccio semiotico-sociologico all'interno della teoria della letteratura, mostrando le convergenze inesplorate tra la critica di Bourdieu nei confronti dell‟ontologia di Heidegger e le analisi di Rossi-Landi sulla filosofia e l‟ideologia in generale, dando inoltre degli esempi concreti di applicazione e dei prolungamenti ulteriori della metodologia proposta per la critica dell‟ideologia nei discorsi sull‟arte e la letteratura.

  17. La morte come frontiera semiotica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Galofaro

    2012-06-01

    Full Text Available Se cerchiamo di individuare il “vero” momento della morte, scopriamo che il confine semiotico tra la vita e la morte dipende dalla cultura considerata. La società certifica la fine del processo biologico attraverso la religione, diritto, medicina, e le rispettive istituzioni. Le controversie politiche sulla morte, l'eutanasia, lo stato vegetativo permanente, il trapianto, sono sempre polemiche su chi ha il potere di decidere il significato connesso alla morte. Per descrivere questo senso, il saggio rappresenta la morte come uno spazio eterotopico  che collega topologicamente un sistema di valori con gli spazi topici della vita quotidiana.

  18. Exit strategy: video-interview to Walter Siti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Massimo Fusillo

    2014-12-01

    Full Text Available Sabato 7 Giugno 2014, sulla terrazza dell'Institut français di Palermo, nell'ambito del Sicilia Queer Film Fest 2014 e in collaborazione con la Summer School in "Differenze e identità plurali" dell'Università di Palermo, Massimo Fusillo ha intervistato Walter Siti a proposito dell'ultimo suo romanzo, Exit Strategy (Rizzoli, 2014, e di alcuni momenti chiave della sua poetica. Si ringrazia l'organizzazione, e in particolare Silvia Antosa, per aver curato e concesso la videoregistrazione qui riprodotta.

  19. Advice of the Italian CCTN on the toxicity of Cannabis sativa

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Camoni, I. [ed.] [Istituto Superiore di Sanita`, Rome (Italy). Lab. di Tossicologia Applicata; Mucci, N. [ed.] [ISPESL, Monteporzio Catone, Roma (Italy). Dip. di Medicina del Lavoro; Paroli, E. [ed.] [Rome, Univ. `La Sapienza` (Italy). Fac. di Medicina, Ist. di Farmacologia

    1998-06-01

    This recommendation of the Italian National Toxicological Committee (CCTN) regards the possible toxic effects of some products derived from Cannabis sativa, indica variety. The CCTN has especially evaluated genotoxic, immunological and toxic to reproduction effects of these substances, on the basis of the results from both experimental studies and observations on humans. [Italiano] Il documento contiene il parere della CCTN sui potenziali effetti tossici di alcuni derivati della Cannabis sativa, varieta` indica. Il parere e` stato elaborato sulla base dei risultati sia di studi sperimentali sia dei limitati studi sull`uomo, prendendo in particolare considerazione gli effetti genotossici, tossico-riproduttivi ed immunologici.

  20. An atlas of classification. Signage between open shelves, the Web and the catalogue

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Fabbrizzi

    2014-05-01

    Questa segnaletica è fondata sulla comunicazione cross-mediale, e integra le modalità comunicative della biblioteca a vari livelli, sia nel contesto dello stesso medium, sia tra media diversi: tra i cartelli sulle testate degli scaffali, tra questi cartelli e il sito web della biblioteca, tra il sito web e il catalogo. Per questo sistema integrato sono particolarmente adatti i dispositivi mobili come i tablet e gli smartphone, perché danno la possibilità di accedere al Web mentre ci si muove tra gli scaffali. Il collegamento diretto tra gli scaffali aperti classificati e il catalogo è reso possibile dai codici QR stampati sui cartelli.

  1. Anni di formazione nella Chicago d'un tempo. (Beginnings

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    H.P. MINSKY

    2013-12-01

    Full Text Available Il documento è un contributo ad una serie di ricordi e riflessioni sulle esperienze professionali di  illustri economisti con Banca Nazionale del Lavoro Quarterly Review iniziati nel 1979. In esso Hyman Minsky offre una retrospettiva sulla sua carriera accademica e lo sviluppo intellettuale .The paper is a contribution to a series of recollections and reflections on the professional experiences of distinguished economists which the Banca Nazionale del Lavoro Quarterly Review started in 1979. In it Hyman Minsky offers a retrospective on his academic career and intellectual development.JEL: B31

  2. Federico Delpino and the foundation of plant biology.

    Science.gov (United States)

    Mancuso, Stefano

    2010-09-01

    In 1867, Federico Delpino, with his seminal work "Pensieri sulla biologia vegetale" (Thoughts on plant biology) established plant biology by defining it not in the broad general sense, namely as the science of living beings, but as a branch of natural science dedicated to the study of plant life in relation to the environment. Today, the figure and achievements of this outstanding plant scientist it is almost unknown. In the following pages, I will concisely describe the main realizations of Federico Delpino and outline the significance of his work for modern plant science.

  3. Vilfredo Pareto e la fine del Sociale

    OpenAIRE

    Francesco Antonelli

    2017-01-01

    Il mondo contemporaneo è profondamente segnato dal declino delle pratiche e delle teorie sulla Società (Busino 1981): lì dove la modernità industriale è stata caratterizzata dal dominio “organicistico” dell’homo sociologicus, inteso come un attore definito dai suoi ruoli, integrato da strutture impersonali e parte di un sistema conflittuale prevalentemente economico (Dahrendorf 2010; Touraine 2008), la seconda modernità post-industriale e globale mette al centro il primato e l’autonomia dell’...

  4. Note e recensioni

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Autori Vari

    2012-10-01

    Full Text Available Adriano Ardovino, Raccogliere il mondo. Per una fenomenologia della rete [Angela Maiello] • Clive Bell, L’Arte [Filippo Focosi] • Alessandro Bertinetto, Il pensiero dei suoni. Temi di filosofia della musica [Domenica Lentini] • Terrence Deacon, Incomplete Nature. How Mind Emerged From Matter [Mariagrazia Portera] • Roger Scruton, La bellezza. Ragione ed esperienza estetica [Filippo Focosi] • Miriam Bratu Hansen, Cinema and Experience. Sigfried Kracauer, Walter Benjamin and Theoder W. Adorno [Domenico Spinosa] • Lawrence Barsalou, scritti sulla “Grounded Cognition” [Gialuca Consoli] • Dis-forme, Università degli Studi di Palermo, 28-29 maggio 2012 [Michele Bertolini e Pietro Conte

  5. Spettri della violenza politica: gli anni Settanta in alcuni romanzi del nuovo millennio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federica Colleoni

    2012-12-01

    Full Text Available La memoria della violenza politica in Italia resta divisa. Dal punto di vista degli studi sul trauma, si tratterebbe di un trauma collettivo che, non essendo stato elaborato, produce nella memoria collettiva una sorta di spettro, per utilizzare un termine usato da Freud e in seguito da Jacques Derrida nel suo Spectres de Marx (1993. L‘intervento si concentra sulla presenza spettrale della violenza politica in quattro romanzi italiani del nuovo millennio: Tuo figlio (2004 di Gian Mario Villalta, Il segreto (2003 di Geraldina Colotti, La Guerra di Nora (2003 di Antonella Tavassi La Greca, Il sogno cattivo (2006 di Francesca D‘Aloja.

  6. L’inopportunità di provvedimenti mirati e per singoli temi in prospettiva di riforma dei limiti della legislazione vigente in materia di libertà religiose

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Valerio Tozzi

    2012-11-01

    Full Text Available SOMMARIO: 1. L'approvazione parziale delle intese già sottoscritte con i precedenti Governi e la proposta politica di Alessandro Albisetti – 2. Le perplessità sulla proposta di una legge di settore – 3. Specifica assenza di giustificazioni giuridiche al mantenimento di regimi differenziati dei matrimoni religiosi – 4. Necessità di perseguire un metodo generale e unitario di disciplina dei fenomeni religiosi da applicare a ogni settore – 5. La impraticabilità di una politica legislativa costituzionalmente adeguata e le sue cause.

  7. La relazione tra strategia d'impresa e sistema di programmazione e controllo di gestione: studio teorico ed evidenze empiriche

    OpenAIRE

    Nigrisoli, Chiara

    2010-01-01

    Obiettivo del presente scritto è quello di indagare il processo d’implementazione di un sistema di controllo di gestione e l’impatto esercitato da tale attività sulla dimensione informativa e comportamentale dell’azienda, segnatamente nell’ambito delle imprese di minori dimensioni. Lo studio si articola in quattro capitoli: i primi tre d’inquadramento teorico e l’ultimo, avente valenza empirica, dedicato allo studio del caso Alfa. Con riferimento ai primi tre capitoli, per ciascuno di questi ...

  8. Optimal strategies for VOC emission abatement produced by solvent evaporation. The Italian case study; Strategie ottimali per la riduzione delle emissioni di composti organici volatili da uso di solventi: il caso italiano

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Vetrella, G.; Cirillo, M.C. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Ambiente

    1998-07-01

    This work analyses technologies and costs of VOC (volatile organic compounds) abatement in the activities which belong to the solvent evaporation sector, and then it singles out the most successful strategies from the costs point of view to reduce the sector emissions on the base of fixed abatement objectives. The Italian case is discussed. [Italian] Il lavoro analizza tecnologie e costi di abbattimento dei COV (composti organici volatili) nel settore evaporazione solventi, e individua la strategia piu' efficace dal punto di vista dei costi per ridurre le emissioni del settore sulla base di prefissati obiettivi di abbattimento. Analizza la situazione italiana.

  9. Appunti per una lettura di Cléopâtre (1829 di Hector Berlioz

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cesare Fertonani

    2011-07-01

    Full Text Available Hector Berlioz compone la sua Cléopâtre su un tema indicato per il Prix de Rome del 1829, che era certo di vincere. Proprio per questo motivo, musicando un breve testo di poca ispirazione di Vieillard, ma avendo in mente il monologo della Giulietta shakespeariana sulla sepoltura, Berlioz si sente libero di condurre la sua sperimentazione verso novità audaci in linea con quella poetica del teatro ideale e della memoria che svilupperà in seguito, realizzando l’opera più significativa della sua giovinezza, ma scontentando la giuria del premio.

  10. Interconnected power systems; L'interconnessione elettrica con l'estero

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Fassina, E.

    2001-02-01

    The import of electric power from foreign countries at profitable prices is today a determinant factor to prime the competition in a national free trade. It is important to define the power transmission capacity and economic regulations for import forms in 2001. [Italian] Le importazioni di energia elettrica dall'estero a prezzi convenienti costituiscono oggi un fattore determinante per innescare la concorrenza nel mercato libero nazionale. E' quindi il caso di fare il punto su quanto puo' transitare tramite i collegamenti con i paesi confinanti, nonche' sulla controversia sorta circa la disciplina economica delle modalita' di importazione per l'anno 2001.

  11. Oleg I. Fedotov. I «sonetti sciolti» di Iosif Brodskij

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elizaveta Illarionova

    2016-01-01

    Full Text Available Si presenta di seguito la traduzione italiana del capitolo "Iosif Brodskij" del volume di Oleg Ivanovič Fedotov Sonet [Sonetto] (2011. Nel capitolo vengono analizzati soprattutto i cosiddetti «sonetti sciolti» (cholostye sonety di Brodskij, cioè i testi intitolati dall’autore come sonetti (o avvicinabili ai sonetti per altri motivi ma composti in versi liberi. Fedotov individua 10 testi dotati di queste caratteristiche e riconosce in essi un ciclo poetico unitario sulla base di tratti formali e tematici. This is the Italian translation of the chapter "Iosif Brodskij" of the book Sonet by Oleg Ivanovič Fedotov.

  12. Proprietà di scambio superficiale di materiali zeolitici naturali e sintetici

    OpenAIRE

    Catalanotti, Lilia

    2009-01-01

    La presente ricerca ha avuto come obiettivo quello di eseguire una caratterizzazione delle proprietà di scambio superficiale di materiali zeolitici, naturali e sintetici, al fine di dare una prima valutazione sulla possibilità di un loro impiego in processi di rimozione di cationi e anioni nocivi e/o di purificazione da specie organiche e pesticidi da acque di varia provenienza. La ricerca è stata sviluppata seguendo due filoni paralleli. Il primo ha riguardato lo studio delle proprietà di sc...

  13. Il viaggio africano di José Más

    OpenAIRE

    Danilo Manera

    2012-01-01

    Questo lavoro ripercorre la storia della ricezione critica dell’opera di José Más (1885-1941) fino all’attuale risveglio d’interesse dovuto al suo ruolo pionieristico nella narrativa coloniale sulla Guinea Equatoriale, in particolare l’isola di Fernando Poo. Delinea quindi tutta la produzione d’ispirazione africana dell’autore, concentrandosi sul testo chiave, strutturato come viaggio, «En el país de los bubis» (1920), di cui analizza la materia autobiografica ed etnografica, i tratti stilist...

  14. “News” e tasso di cambio €/$ in alta frequenza: stime econometriche Garch

    OpenAIRE

    Catalli Pierdomenico

    2009-01-01

    Analizzando l’impatto che news scheduled ed unscheduled possono avere sul tasso di cambio €/$ a frequenza oraria per un arco temporale di sei anni, il presente lavoro indica la necessità di utilizzare queste due tipologie di news per spiegare al meglio l’andamento del cambio. Si rileva inoltre come l’ordine in cui gli indicatori macroeconomici scheduled vengono rilasciati all’interno del mese impatta sulla loro diversa significatività. Molto importante è anche la separazione degli eventi tra ...

  15. Phone Story. Un mobile game discute la mobile phone industry

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gabriele Ferri

    2012-03-01

    Full Text Available Il 13 settembre 2011, Apple ha rimosso il videogioco Phone Story dal suo App Store dopo solo quattro giorni dalla pubblicazione perché, spiega il comunicato ufficiale, mostrava violenza su bambini e contenuti discutibili. Poco dopo, il gioco è stato convertito per Android e ospitato nel Market 3 di Google. Nei giorni seguenti, questa notizia ha attratto l’attenzione di blog e giornali – la maggior parte dei quali, però, si è concentrata sulla decisione di Apple (è stata censura? mentre pochi hanno analizzato Phone Story e i suoi meccanismi videoludici e satirici.

  16. I giovani e la democrazia in Portogallo: alla ricerca di un nuovo paradigma?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Lisi

    2012-08-01

    Full Text Available In Portogallo, al pari degli altri paesi europei, la disaffezione e l’apatia politica sono assai sviluppate, soprattutto tra le giovani generazioni. L’articolo utilizza i dati dell’indagine sulla qualità della democrazia per analizzare la relazione tra giovani e politica in Portogallo. La partecipazione non convenzionale e la mobilitazione cognitiva si stanno affermando, ma in maniera minore rispetto ad altri paesi, sebbene anche in Portogallo le mobilitazioni di protesta siano aumentate a seguito della crisi economica. La peculiarità del caso portoghese può essere spiegata come facendo riferimento alla breve storia democratica e alle caratteristiche del sistema politico.

  17. International Workshop on Gravel-Bed Rivers. Dynamics of Gravel-Bed Rivers (3rd), held in Firenze - Poggio a Caiano Italy on September 24-28, 1990

    Science.gov (United States)

    1990-07-31

    stabilitos. nella valle Missiaga-Bordina, ha sbarrato il corso del Cordevole, dando-origine al lago di Agordo. Talilavvenimenti sulla base delle citate...questa, superficie topog rafica l’attuale (fig. )e’ stato effettuato coni una ptnze’dura informatica denominata DIcVCON. Tale procedura rea- lizza...ie ;elh va Ile M isCiagai-Bordin a tn con fron to tr a detto .a loe n2dio e-- is da ti iniren;ti il. 1rasporto solida in corso di aCq!iisiziorie

  18. Shakespearean Thoughts as Statutes. Law and Literature in Karl Kraus Pensieri shakespeariani come leggi dello stato. Letteratura e diritto in Karl Kraus

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Irene Fantappie

    2012-04-01

    Full Text Available It is not possible to understand Karl Kraus, claims Walter Benjamin, without assuming that in the oeuvre of the Viennese writer "everything takes place in the sphere of law". In Kraus’s thought legal issues are strongly related to literature and language. His concept of law stems from a higher ideal of ‘justice’; justice is based on language and language has a strong ideal and prescriptive value. Through the use of quotation Kraus charges literature and journalism with betraying language, while on the other hand he charges law with betraying justice. This essay aims at demonstrating trough an interdisciplinary approach that Kraus did not only involve law issues in his literary writings, he also invested some literary works – especially Shakespeare’s plays – with a legal value. In Kraus’s thought Shakespeare is a symbol of consubstantiality between reality and literature, and an 'encyclopedia' providing eternally valid categories. As an ideal paradigm for the interpretation of reality, Shakespeare is the utopian background of Kraus’s reflection on language and justice, bearing witness to the indissolubility, in Kraus’s thought, of literature and law.   È impossibile comprendere alcunché di Karl Kraus, afferma Walter Benjamin, se non si capisce che nell’opera del grande scrittore viennese «tutto ha luogo nella sfera del diritto». In Kraus l’analisi delle questioni giuridiche è inscindibile dalla riflessione sulla letteratura e sul linguaggio. La disamina del diritto muove da un più alto ideale di giustizia fondato sulla lingua, e specularmente il linguaggio possiede una forte valenza ideale e prescrittivo-normativa. Attraverso l’uso della citazione Kraus mette sotto accusa letteratura e giornalismo in nome di un più alto ideale di lingua, mentre nei suoi scritti letterari mette sotto accusa il sistema del diritto in nome di un più alto ideale di giustizia. Scopo del presente saggio è dimostrare, utilizzando un

  19. L’enigma dei raggi cosmici le più grandi energie dell’universo

    CERN Document Server

    De Angelis, Alessandro

    2012-01-01

    Grazie ad avventurosi studi fu possibile dimostrare un secolo fa che parte della radiazione naturale che si osserva sulla Terra è di natura extraterrestre: era la scoperta dei cosiddetti “raggi cosmici”, particelle che arrivano da misteriosi acceleratori nell’universo, probabilmente buchi neri supermassicci e resti di supernova, a energie anche centinaia di milioni di volte di quelle a cui riusciamo a produrle con i più potenti acceleratori della Terra. A cent’anni dalle prime scoperte questo libro si propone, con l’aiuto di documenti scoperti recentemente, di raccontare la vera storia di questa appassionante avventura scientifica e le frontiere dell'esplorazione dei raggi cosmici.

  20. La cura della professionalità nei servizi per l’infanzia.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vanna Gherardi

    2007-07-01

    Full Text Available Il presente contributo riporta fasi e risultati di un’indagine empirica sulla percezione di cura di insegnanti di scuola dell’infanzia considerando il loro lavoro di cura, ossia in rapporto alla propria professionalità in istituzioni pubbliche rivolte alla cura dell’infanzia. Il principio teorico di riferimento sta nella reciprocità della cura all’interno di una istituzione educativa in una società democratica. I teorici di riferimento sono: Dewey (1937; Lewin (1948; Bernstein (1975; Bronfenbrenner (1979; Bruner (2002.

  1. La cura di chi cura nelle parole delle educatrici di asilo nido.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucia Balduzzi

    2007-07-01

    Full Text Available Il presente contributo riporta l’analisi dei risultati di un’indagine empirica sulla percezione del lavoro di cura di insegnanti di asilo nido. Tali pensieri, così come vengono espressi nei focus group e nelle interviste, sono orientati in molteplici direzioni e caratterizzati da intensità e spiegazioni differenti. La percezione del proprio ruolo, lavorativo ed educativo, la relazione con il gruppo di lavoro, con i bambini e con i loro genitori sono alcune tra le tematiche che emergono con maggiore vigore in relazione al complesso tema delle cure in educazione.

  2. Cercle Frantz Fanon - Fondateur Marcel Manville, Frantz Fanon. Un héritage à partager

    OpenAIRE

    Cacchioli, Emanuela

    2016-01-01

    Dal 6 al 9 dicembre 2011 si è tenuto in Martinica un convegno internazionale con lo scopo di commemorare il cinquantesimo anniversario della morte di Frantz Fanon. Sono proprio gli atti di quell’incontro ad essere stati riuniti nel presente volume. La collettanea vuole essere un omaggio all’«homme qui interroge, épris de liberté, opposé à toute forme d’aliénation» (p. 15). Lo scopo del convegno era quello di gettare uno sguardo nuovo sugli scritti di Fanon, sulla dimensione universale del suo...

  3. Dopo il Grande Evento: politiche “utili” per la mobilità Beyond the Mega Events: “Useful” Policies for Urban Mobility

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Ceudech

    2008-08-01

    Full Text Available Il contributo indaga i limiti delle politiche urbane e in particolare di quelle sulla mobilità attuate per i Grandi Eventi, evidenziando in molti casi la tendenza a privilegiare la realizzazione di infrastrutture, più che politiche sui servizi, la cui reale utilità è spesso messa in dubbio dalla pratica e i cui costi manutentivi divengono spesso nuovi carichi per la collettività. Sulla base di una breve rassegna delle politiche sulla mobilità maggiormente implementate nella preparazione e gestione dei Grandi Eventi, il contributo evidenzia in maniera critica punti di forza e punti di debolezza delle esperienze analizzate in riferimento sia alla gestione del grande evento, sia in riferimento alla loro reale utilità per la collettività dopo che il grande evento è terminato. Nell’ultima parte del contributo si evidenziano i principali requisiti che le politiche sulla mobilità devono possedere affinché apportino reali vantaggi alla città anche una volta che il Grande Evento è terminato.The paper analyses, through different examples, the limits of the urban mobility policies implemented for mega events, highlighting the tendency to privilege the infrastructure realization, more than policies on services, whose real usefulness is often put in doubt from the practice and whose maintenance often become a new cost for the community. On the base of a short review of the mobility policies mainly implemented in the preparation and management of the mega events, the paper highlights, from a critical point of view, the strengths and weaknesses of some experiences with reference to the real usefulness of urban mobility for the community beyond the mega event. The outcomes and the so-called “legacy” of the mega events for the cities are very different. Mega sport events, like the Olympic Games, have often involved only the realization of works for the event while events like the International Expositions have determined the acquisition of

  4. Membrane processes for the treatment of exhausted effluents from leather industry; Processi a membrana per il trattamento degli effluenti esausti dell'industria conciaria

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Cassano, A.; Molinari, R.; Drioli, E. [Arcavata di Rende Univ. della Calabria, Arcavata di Rende, CS (Italy). Istituto di Ricerca su Membrane e Modellistica di Reattori Chimici

    2001-03-01

    This paper considers the potentiality of some membrane processes such as ultrafiltration (UF), nano filtration (NF) and reverse osmosis (RO), in the treatment of exhausted effluents produced by the tanning cycle, based on the experimental results of the Research Group. [Italian] In questo studio vengono analizzate le potenzialita' applicative di alcuni processi a membrana, quali ultrafiltrazione (UF), nanofiltrazione (NF) e osmosi inversa (Ol), nel trattamento degli effluenti esausti del ciclo conciario, sulla base di risultati sperimentali del gruppo di ricerca del Cnr-Irmerc.

  5. Tommaso, la libertà e l'uomo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mosè Cometta

    2013-03-01

    Full Text Available Ripercorrendo criticamente i primi nove articoli della quaestio 22 del De Veritate, vedremo come Tommaso formula la propria posizione partendo da considerazioni sull’insieme del mondo fino ad arrivare alla definizione di volontà e al suo rapporto rispetto alle influenze esterne. In un commento successivo, cercheremo di mettere il luce le relazioni che intercorrono tra la posizione tomista e vicende politico-morali che occupano la contemporaneità, cercando di riflettere dunque sull’attualità del pensiero tommasiano e sulla sua forza liberatrice rispetto a modelli antropologici di diversa impostazione.

  6. Studio di Architetture e Protocolli per Reti Ottiche

    CERN Document Server

    Cucchi, R; Raffaelli, C; Vistoli, C

    1999-01-01

    Le reti ottiche basate sulla tecnologia WDM (Wavelength Division Multiplexing) sono molto promettenti per rispondere non solo alle esigenze di capacit trasmissiva ma anche per la realizzazione di reti costituite da apparati $9 esclusivamente ottici dove la lunghezza d¹onda rappresenta il circuito di comunicazione fra nodo sorgente e nodo destinatario.Questo documento prende in esame il ³trigger di II livello dell¹esperimento ATLAS come case study², ne $9 analizza le esigenze di trasmissione dei dati e descrive uno studio di fattibilit basato su una rete ottica a stella.

  7. Ludovico Zorzi. Profilo di uno studioso inquieto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Mazzoni

    2014-12-01

    Full Text Available The works of one of the most authoritative historians and insightful critics in Early Modern theatre studies, are reappraised here in the light of both co-textual and contextual evaluations, as well as on the basis of updated methodological knowledge.Le opere e i giorni di uno dei più acuti storici dello spettacolo rinascimentale e di Antico regime sono ricostruiti e interpretati nel loro contesto, anche sulla base di documenti inediti, e si saldano a una riflessione metodologica su temi e problemi della Storia dello spettacolo. 

  8. Greek or Roman historical personages in the Quixote

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Juan Antonio López Férez

    2008-12-01

    Full Text Available This paper concentrates on the presence of Greek or Roman historical personages in Don Quixote, offering the passages with the pertinent commentary and notes. Following a chronological order, and indicating in brackets the number of mentions, we have: Lycurgus (1; Tulia, Servius Tulius daughter (1; Lucretia (2; Horatius Cocles (1; Caius Mucius Scevola (1; Artemisia-Mausolus (1; Alexander the Great (13; Hannibal (2; Publius Cornelius Scipio, Africanus (1; Viriatus (1; Sulla-Marius-Catillina (1; Julius Caesar (6; Portia (1; Augustus (2; Nero (2; Traianus-Hadrianus (1.

  9. Il poslanie K Vladimiru monomachu del vescovo Daniil. Ancora a propositio della letteratura di direzione spirituale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Romoli

    2014-01-01

    Full Text Available Oggetto del saggio è il Poslanie k Vladimiru Monomachu (Epistola a Vladimir Monomach del vescovo Daniil († 1121. Attraverso un'analisi incentrata sulla funzione letteraria e pragmatica delle citazioni bibliche presenti nel testo, l'autrice ne dimostra l'appartenenza alla forma letteraria degli insegnamenti spirituali. Esamina quindi la motivazione liturgica e le circostanze storiche della sua genesi nel confronto con il Poslanie Vladimiru Monomachu o poste (Epistola a Vladimir Monomah sul digiuno del metropolita Nikifor I († 1121, avanzando l'ipotesi che le due opere possano essere stata scritte nell'imminenza della Pasqua del 1114.

  10. Roma, 13 ottobre 1965: Arbasino intervista Šklovskij

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto Arbasino

    2013-05-01

    Full Text Available In un numero che collega in tanti modi la creazione artistica al desiderio, riproponiamo un punto di vista sulla questione notoriamente eccentrico, quello di Šklovskij, attraverso la rilettura di un suo contributo invece non così noto, una lunga conversazione con Alberto Arbasino, uscita sul “Giorno” del 13 ottobre 1965. Riproponiamo l'intervista nella versione originale: una versione ampiamente rimaneggiata è compresa nel profilo dedicato da Arbasino a  Šklovskij in Sessanta posizioni, Milano, Feltrinelli, 1971, pp. 410-28.

  11. Bollettino storico di Salerno e Principato Citra. A.2, n.2 (1984)

    OpenAIRE

    Ebner, Pietro; Cimmelli, Vittorio; Barra, Francesco; Riviello, Vito; Del Grosso, Maria Antonietta; Cantalupo, Piero; Sofia, Francesco; Guardia, Giovanni; Gigante, Mario; Berrino, Annunziata

    1984-01-01

    A.2, n.2 (1984): P. Ebner, Una questione antica che ritorna: i supposti centri abitati sulla vetta del Monte Stella, P. 5 ; V. Cimmelli, La chiesa di S. Pietro a Scafati e la condizione degli « homines » da essa dipendenti, P. 33 ; F. Barra, Le elezioni politiche del 1876 nel collegio di Mercato S. Severino, P. 39 ; V. Riviello, Salerno: oltre la storia, P. 47 ; M. A. Del Grosso, L’arcivescovo Marco Antonio Marsilio Colonna « protector et defensor » di Salerno, P. 49 ; P. Cantalupo, L’atto c...

  12. SCRITTURA E RIFLESSIONE LINGUISTICA. APPUNTI PER UN PERCORSO DI FORMAZIONE PER MEDIATORI LINGUISTICI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Gatta

    2017-03-01

    Full Text Available Il passaggio dal testo originale al testo finale costituisce il punto nevralgico del processo di mediazione e di traduzione; su questo processo si deve innestare la specificità del percorso formativo di un mediatore, una specificità che si riflette naturalmente anche sulla scrittura e sulla relativa didattica universitaria, destinata a mediatori linguistici e traduttori. Il presente contributo offre alcuni spunti di riflessione in merito, maturati grazie alle attività dei laboratori di scrittura e alle attività di scrittura “diluite” all’interno del corso di Linguistica italiana presso il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione (ex SSLiMIT dell’Università di Bologna. Writing and reflection on language. Notes for a training course for  cultural-linguistic mediators The transition from the original text to the final text is the focal point of the process of mediation and translation; this process must engage the specificity of the training of a cultural-linguistic mediator, a specificity that is reflected in writing and university training for linguistic-cultural mediators and translators. This paper offers some thoughts based on the activities of writing workshops and "diluted" writing activities in Italian Linguistics at the Department of Interpretation and Translation (ex SSLiMIT University of Bologna.

  13. Lo spazio e la definizione del mondo sociale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Veronica Polese

    2015-07-01

    Full Text Available In questi ultimi venti anni abbiamo vissuto in Italia una sempre maggiore attenzione alla violenza maschile verso le donne. Attenzione mediatica, attenzione politica, attenzione delle persone e delle comunità. La pratica di ascolto e relazione con donne in difficoltà a causa di violenza iniziata nella seconda metà degli anni ottanta è divenuta un discorso sociale sulla violenza maschile verso le donne, affermando nuovi paradigmi interpretativi e permettendo l’emersione di un problema strutturale della società, della cultura, del simbolico che ci iscrive nel mondo. Quella pratica ha determinato la possibilità di modificare un contesto che non aveva parole né rappresentazioni della violenza verso le donne, se non per la loro vittimizzazione salvifica di alcuni valori fondanti la società quale la famiglia. Il processo iniziato allora e nato nella fase finale del dibattito intorno alla nuova legge sulla violenza sessuale provava a dare una nuova risposta che aprisse lo spazio alla parola e ad un percorso di libertà femminile. Questa pratica ha accompagnato la nascita dei centri antiviolenza in Italia, con un processo creativo caratterizzato dal riconoscimento di autorità femminile nel percorso di cambiamento del reale in materia di violenza maschile verso le donne.

  14. A grotesque carnival on the sea: twentieth-century revisitings of the “Ship of fools” (from Conrad to Fellini

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Lago

    2016-11-01

    Full Text Available Questo saggio si propone di analizzare, per mezzo di un’analisi comparata, la sopravvivenza dei tratti grotteschi e degli elementi carnevaleschi studiati da Michail Bachtin nella rappresentazione di nuove “navi dei folli” in alcuni romanzi e film del Novecento.  Le navi raccontate da Joseph Conrad e Louis-Ferdinand Céline  (in Typhoon, 1902, in The Shadow-Line, 1917 e in Voyage au bout de la nuit, 1932 sono cariche di corpi segnati dalla malattia e dal disfacimento, rappresentati come grottesche maschere di carnevale, che ritroviamo anche sulla “nave morta”, destinata al naufragio, nell’omonimo romanzo di B. Traven (The Death Ship, 1926. Nel racconto lungo Un viaggio terribile (Un viaje terrible, 1941 di Roberto Arlt e nel romanzo La nave dei folli (Ship of Fools, 1962 di Katherine Anne Porter, la nave dei folli è un microcosmo metaforico nel quale si rispecchia carnevalescamente l’intera umanità. Federico Fellini, invece, sembra recuperare soprattutto i tratti grotteschi e ‘carnevaleschi’ nella rappresentazione del corpo: pensiamo ai personaggi imbarcati sulla nave di Lica nel Fellini-Satyricon (1969 o a quelli di E la nave va (1983. La sopravvivenza della nave dei folli, nel Novecento, è perciò segnata da un costante rimando al grottesco e al carnevalesco analizzato da Bachtin.

  15. About deterioration in the abutment rocks of some large dams in Northern Italy

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. C. SPADEA

    1981-06-01

    Full Text Available Si espongono i dati sperimentali riguardanti le velocità delle onde
    elastiche longitudinali ottenute nelle rocce d'imposta di alcune grandi
    dighe del Nord Italia e se ne studia la variazione nel tempo. Sulla
    base della trattazione di O'Connell e Budiansky sulla velocità delle onde
    sismiche in solidi fratturati asciutti, si è poi stimata la densità di frattura
    nei vari casi.
    Lo studio eseguito ha permesso di evidenziare una diminuzione nei
    valori di velocità e un conseguente aumento della fratturazione da imputarsi
    dapprima all'azione dirompente dell'esplosivo (nella fase di costruzione
    e poi alla microsismicità provocata nei sistemi rocciosi di spalla
    dalla dinamica del manufatto. La fenomenologia si presenta diversa nei
    vari casi; l'effetto, comunque, è per lo più consistente.

  16. La logistica nei processi di trasformazione dell’area orientale di Napoli

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Adriana Galderisi

    2010-07-01

    Full Text Available Stoccaggio e trasporto merci hanno assunto, già da alcuni anni, un ruolo rilevante nell’area orientale di Napoli, con impatti significativi sulla qualità urbana ed ambientale dell’area. In quest’area, anche grazie alla sua vicinanza ai principali nodi della mobilità (porto, aeroporto, stazione ferroviaria e alla significativa presenza di aree produttive dismesse o in dismissione, trovano oggi spazio numerose attività di stoccaggio e spedizione merci, in molti casi localizzate all’interno di ex aree industriali, in assenza di una reale ottica “sistemica”. Pertanto, a partire da una breve disamina dell’evoluzione dell’area orientale e di quanto previsto dagli strumenti urbanistici vigenti per la sua trasformazione, il contributo focalizza l’attenzione sul ruolo attuale dslle attività di stoccaggio e trasporto merci nell’area. Quindi, sulla base di alcune recenti esperienze di italiane e in riferimento ad ipotesi già avanzate per l’organizzazione di una piattaforma logistica nell’area orientale di Napoli -quale strumento per ottimizzare le necessità di stoccaggio e trasporto merci riducendone le esternalità negative- valuta la compatibilità di tali scelte con le prospettive di evoluzione/trasformazione dell’area e il potenziale ruolo che l’area potrebbe svolgere in una prospettiva di ri-organizzazione del trasporto merci in ambito urbano.

  17. Buchi neri nel mio bagno di schiuma l’enigma di Einstein

    CERN Document Server

    Vishveshwara, C V

    2008-01-01

    "Le bolle stavano turbinando tutto intorno a me e massaggiavano il mio corpo ... Mentre me la godevo in questo fantastico bagno di bolle, i miei occhi si fecero pesanti e mi lasciaii trasportare in un dormiveglia sublimamente estatico". Così inizia l’incontro di Alfie con una vasca da bagno eccezionale e rivelatrice, acquistata da un vicino misterioso di nome Al. L’Enigma di Einstein, ovvero buchi neri nel mio bagno di schiuma, racconta la storia della teoria della gravitazione, dai suoi primordi fino agli ultimi sviluppi in astrofisica, focalizzandosi sulla teoria della relatività generale di Albert Einstein e sulla fisica dei buchi neri. Tramite conversazioni avvincenti e diagrammi scarabocchiati su tovaglioli di carta, si susseguono a ruota i rudimenti della relatività, dello spazio-tempo e di molti aspetti della fisica moderna. In scenette narrate con abilità pedagogica e notevole talento letterario, il lettore s’imbatterà nelle lezioni informali che un astrofisico cosmopolita tiene al suo amic...

  18. Re-visiting the nutrition of dairy sheep grazing Mediterranean pastures

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Decandia

    2010-04-01

    Full Text Available In the light of recent findings in sheep nutrition and behaviour, the diets of grazing dairy sheep should be based on forages encompassing a variety of complementary nutritional values and containing moderate levels of complementary plant secondary metabolites, until recently regarded as "anti-nutritional". In lactating sheep, pastures of tannin-containing legumes like sulla (Hedysarum coronarium and chicory (Cichorium intybus can be integrated with annual grasses for establishing sustainable artificial pastures under rainfed conditions. Diets based on these forages, while ensuring high milking performance, can mitigate the unbalance of CP to energy ratio of grazing sheep. By grazing sulla and annual or Italian ryegrass (50:50 by area as spatially conterminal monocultures or in timely sequence (complementary grazing sheep eat more and perform better than by grazing the ryegrass pasture only. Concentrate supplementation of lactating sheep should be preferably based on fibrous sources (soyhulls or beet pulps, particularly from mid-lactation onwards and when supplementation levels are high. Milk urea concentration is confirmedly a useful monitoring tool to balance protein nutrition and curb the waste of N at animal and system level.

  19. Un universo comprensibile interazione tra scienza e teologia

    CERN Document Server

    Coyne, George V

    2009-01-01

    Perché il nostro mondo è comprensibile? La domanda sembra così banale, che solo pochi trovano il coraggio di porsela. In questo libro esploreremo le radici profonde del mistero della razionalità. L’indagine sulla razionalità del mondo cominciò duemilacinquecento anni or sono, quando un manipolo di audaci pensatori avviarono l’impresa di cercare di capire la Natura con la sola forza della ragione, rifiutando le comode e futili spiegazioni fornite da miti e leggende. Attraverso molte avventure filosofiche e teologiche, alla fine il concetto greco di razionalità pose le basi di un modo nuovo e rivoluzionario di pensare: quello del metodo scientifico, destinato a trasformare il mondo. Quando consideriamo i frutti più recenti dell’indagine sulla razionalità del mondo – la teoria della relatività, la meccanica quantistica, l’unificazione delle leggi fisiche, la gravitazione quantistica – viene da chiedersi: quali sono i limiti del metodo scientifico? Il principio fondamentale del pensiero razi...

  20. Spazio, movimento, prospettiva ed empatia: un prototipo di videogame didattico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pio Alfredo Di Tore

    2014-09-01

    Full Text Available Questo lavoro presenta la cornice teorica che sta alla base della progettazione di un videogame didattico pensato per valutare le abilità di perspective taking (capacità di adottare la prospettiva altrui e di mental rotation (rotazione mentale dei giocatori. Lo studio mira a rilevare come tali abilità siano coinvolte nella relazione empatica e a verificarne le implicazioni in campo educativo. Il lavoro adotta la definizione di empatia riconducibile ad Alain Berthoz ed alla teoria spaziale dell’empatia qui presentata con i relativi sistemi di riferimento spaziale. È inoltre fornita una rapida revisione della letteratura sulla rappresentazione dello spazio nel bambino e sulla rappresentazione dello spazio nel gioco (su base visiva. Infine, il lavoro descrive il prototipo di gioco – realizzato presso l’Università di Salerno – in cui il giocatore si trova alle prese con tre differenti compiti di cui due progettati per misurare le abilità di perspective taking mentre il terzo è calibrato sulle abilità di mental rotation.

  1. La governance dei media in famiglia come arena morale ed educativa. Aspetti teorici, metodologici e primi risultati di una ricerca

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Letizia Caronia

    2010-02-01

    Full Text Available La ricerca sulla governance genitoriale del consumo degli audiovisivi come vettore di educazione familiare, risponde ad un rinnovato interesse, da una parte, per l’educazione familiare e i modi con cui i bambini sono socializzati a divenire membri competenti della comunità attraverso le pratiche e i discorsi che punteggiano la vita quotidiana in famiglia e , dall’altra, per il consumo sempre più precoce degli audiovisivi che – almeno nelle società occidentali - riguarda ormai i bambini fin dai primissimi mesi di vita. Questo studio concerne il consumo domestico degli audiovisivi come una pratica quotidiana che implica, per i genitori, aspetti evolutivi, morali e dunque eminentemente educativi. In particolare, esamina le pratiche e i discorsi genitoriali connessi al consumo di film e video giochi da parte dei loro figli. Film e video giochi sono dei prodotti audiovisivi accomunati da un tratto del tutto peculiare. Si tratta i testi il cui consumo è soggetto a forme di regolamentazione pubblica e/o di autoregolamentazione da parte dei produttori e distributori. Situandosi sulla frontiera tra educazione familiare e responsabilità sociale nei confronti dell’infanzia, i sistemi di classificazione si propongono come risorsa pubblica e intendono fornire ai genitori uno strumento efficace rispetto alle pratiche familiari di governance dell’audiovisivo. Come si situano i genitori rispetto a queste norme? Cosa rivendicano come proprio territorio educativo? Cosa delegano? E, sul piano delle pratiche quotidiane, cosa ne fanno i genitori di questo strumento?

  2. Una teoria della razionalità: il modello BDI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Costanza Larese

    2013-05-01

    Full Text Available In quest’articolo propongo un’analisi di una teoria della razionalità, il modello Belief-Desire-Intention (BDI, con l’obiettivo di stabilirne la fecondità teoretica. Interpreto il modello come il risultato dell’indebolimento di alcuni principi cardine della teoria della scelta razionale: se questa è di natura normativa e considera agenti altamente idealizzati, il modello BDI è invece motivato dallo scopo di dare una caratterizzazione cognitivamente plausibile delle azioni degli individui e inserisce nella definizione di razionalità aspetti non normativi. Per questa ragione, la teoria BDI introduce il concetto di intenzione e complica la propria ontologia: le intenzioni pongono dei vincoli di consistenza sulla componente motivazionale dell’individuo e fungono da filtro di ammissibilità sulla selezione di altre intenzioni (Bratman, 1987. Presento ed analizzo di seguito due formalizzazioni, sviluppatesi in due diverse aree di ricerca (logica e intelligenza artificiale, dei principi filosofici della teoria: il sistema BDICTL*-W3 (Georgeff e Rao, 1998 ed un esempio di Agent Control Loop (Wooldridge, 2000. La discussione vuole rilevare le peculiarità dei vari approcci alla teoria in oggetto, individuare i nodi concettuali comuni ma anche le specificità di ciascun apporto. Concludo quindi con alcune osservazioni di carattere epistemologico sui vantaggi di un approccio plurale.

  3. Arminio nobile e la misura del cielo ovvero le disavventure di un astronomo napoletano

    CERN Document Server

    Capaccioli, Massimo

    2012-01-01

    La scienza è un’esaltante avventura che è costume raccontare attraverso le gesta dei grandi. Esiste però un’altra storia, altrettanto avvincente ma con poca voce, scritta dai tanti gregari e potenziali campioni cui la sorte, spesso nemmeno troppo cieca, ha negato la gloria. Questo libro parla di uno di loro e del suo piccolo mondo sulla collina di Capodimonte, a Napoli. È la parabola di Arminio Nobile – personaggio notevole eppure poco noto dell’astronomia italiana – svolta sulla scena della nascente astrofisica, in una stagione di grandi transizioni per il Mezzogiorno. Arminio, che era figlio di Giuseppina Guacci, figura di spicco della cultura pre-risorgimentale, e di un valente astronomo della Specola di Capodimonte, scelse di votarsi allo studio del cielo. Osservatore instancabile, appassionato e genialoide, aveva le carte in regola e le motivazioni per “sfondare”, ma la fortuna non gli arrise: più volte si beffò di lui, spingendolo su vicoli ciechi che la sua testardaggine gli impedì...

  4. Biotecnologie in pubblico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cerroni Andrea

    2002-06-01

    Full Text Available Le biotecnologie sono diventate un argomento di quotidiano interesse. Giornali, telegiornali, periodici e anche riviste scientifiche vedono un fiorire di indagini sulla percezione del pubblico, di pronunciamenti sui possibili rischi anche di ordine etico, di prefigurazioni di scenari più o meno catastrofici e più o meno realistici. Comincia ad essere il momento di provare a comporre i tasselli principali di questo dibattito sociale, con l'obiettivo di favorire una discussione pubblica più consapevole e meno unilaterale sulla complessità degli aspetti legati alle possibili applicazioni biotecnologiche. Non voglio qui prendere posizione sul merito dell'accettabilità o meno di alcune applicazioni biotecnologiche, e neppure entrare nei temi tecnici della valutazione del rischio di qualche applicazione. Proverò, invece, a disegnare un modello interpretativo per gli aspetti sociali più rilevanti dei quali più si discute e si continuerà a discutere, sollevando alcune osservazioni critiche, con l'auspicio che possano rivelarsi essere utili ad orientarsi in questioni tanto complesse e dibattute. La discussione è presentata secondo un modello che tenta di riassumere i dati disponibili e che è stato elaborato a partire da uno studio iniziato nel 1999 ed ora in corso di pubblicazione (Cerroni et al. 2002, al quale le nostre considerazioni si riferiranno. Esso distingue tre piani principali nella percezione pubblica delle biotecnologie: il piano dell'individuo, delle interazioni sociali e della cultura.

  5. Are TV series the new soap opera? An overview

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniela Cardini

    2016-06-01

    Full Text Available Fino a pochi anni fa la serialità rappresentava un tema marginale nel dibattito accademico, soprattutto in Italia mentre oggi, al contrario, le serie tv sono al centro di un vivace confronto internazionale che coinvolge una scholarship composita, appartenente a discipline tradizionalmente distanti dalla serialità televisiva.  La valorizzazione della formula seriale sembrerebbe riproporre, mutatis mutandis, alcune dinamiche che hanno accompagnato la fortuna critica della soap opera negli anni Ottanta e Novanta del Novecento, trasformandola da prodotto deteriore ad emblema della plasticità polisemica del testo televisivo, capace di coagulare intorno a sé il nascente e proficuo nucleo dei television studies e degli women studies. Il parallelo (volutamente provocatorio proposto in questo articolo tra soap opera e serie tv non si fonda certo sulla dimensione estetica o narrativa delle due formule seriali. L’ipotesi è, invece, che entrambe, pur diversissime tra loro, siano espressione di un assunto basilare della serialità: nelle diverse fasi storiche e culturali del suo sviluppo, la formula seriale si modella sulla fisionomia del mediascape che la ospita.   Come per la soap opera, così per le serie tv la centralità nel dibattito critico ne mette a nudo opportunità e contraddizioni, compreso il rischio del ritorno dell’antica questione dell’egemonia culturale, che tende a gerarchizzare la rilevanza di alcuni approcci e temi rispetto ad altri nello studio di uno stesso ambito di ricerca.

  6. Leggere i Classici in Oriente. Il mito della letteratura occidentale in Dai Sijie, Murakami Haruki, Azar Nafisi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Niccolò Scaffai

    2011-11-01

    Full Text Available Il saggio prende in considerazione tre opere letterarie recenti (appartenenti tanto alla fiction quanto al genere del non-fiction novel, scritte da altrettanti autori di origini asiatiche: il franco-cinese Dai Sijie, l’iraniana Azar Nafisi e il giapponese Murakami Haruki. In ciascun titolo dei loro rispettivi bestseller internazionali (Balzac e la piccola sarta cinese, Leggere Lolita a Teheran, Kafka sulla spiaggia troviamo un ossimoro dello stesso tipo: il  nome di un autore occidentale canonico viene impiegato in un contesto insolito, legato alla geografia del vicino o dell’estremo Oriente. Ne consegue un effetto di straniamento che finisce per ridare forza alla percezione dell’opera letteraria, forse con maggiore decisione di quanto non sia possibile fare oggi in Occidente. Attraverso l’uso (e il rovesciamento del concetto di ‘orientalismo’ di Edward Said e, per Kafka sulla spiaggia, attraverso l’applicazione di principi della teoria di Lacan, lo studio analizza le dinamiche del trasferimento di miti letterari europei nelle culture orientali.

  7. Ambiente sonoro e percezione di alcune caratteristiche dei parchi urbani: analisi e modelli - Sonic environment and perception of some features of urban parks: analysis and models

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Brambilla

    2016-07-01

    Full Text Available Sui dati raccolti in otto parchi urbani, comprendenti alcuni parametri acustici e le valutazioni dei fruitori sulla qualità complessiva del parco percepita e di alcune sue caratteristiche, si è proceduto a diverse analisi statistiche. L’analisi delle componenti principali e quella cluster gerarchica sui dati acustici ha fornito una classificazione in tre gruppi risultata poco sovrapponibile a quella ottenuta con l’analisi cluster e delle corrispondenze multiple condotta sui responsi soggettivi. La discrepanza, confermata anche da alcuni modelli di regressione logistica multinomiale, evidenzia l’influenza di altri fattori non acustici sulla percezione dell’ambiente dei parchi urbani. ------ Different statistical analyses have been carried out on data collected in eight urban parks, including some acoustical parameters and the appraisals of park visitors on the perceived overall quality of the park and some of its features. Principal component analysis and hierarchical cluster one on the acoustic data have identified three groups. This classification poorly overlaps that obtained by hierarchical cluster analysis and multiple correspondence one performed on subjective appraisals data. The difference, confirmed also by models developed by multinomial logistic regression, points out the influence of other non-acoustic factors on the perception of the urban parks environment.

  8. Condividere saperi per cambiare il mondo: il lavoro di rete contro la violenza verso le donne

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Rosa Lotti

    2014-04-01

    Full Text Available In questi ultimi venti anni abbiamo vissuto in Italia una sempre maggiore attenzione alla violenza maschile verso le donne. Attenzione mediatica, attenzione politica, attenzione delle persone e delle comunità. La pratica di ascolto e relazione con donne in difficoltà a causa di violenza iniziata nella seconda metà degli anni ottanta è divenuta un discorso sociale sulla violenza maschile verso le donne, affermando nuovi paradigmi interpretativi e permettendo l’emersione di un problema strutturale della società, della cultura, del simbolico che ci iscrive nel mondo. Quella pratica ha determinato la possibilità di modificare un contesto che non aveva parole né rappresentazioni della violenza verso le donne, se non per la loro vittimizzazione salvifica di alcuni valori fondanti la società quale la famiglia. Il processo iniziato allora e nato nella fase finale del dibattito intorno alla nuova legge sulla violenza sessuale provava a dare una nuova risposta che aprisse lo spazio alla parola e ad un percorso di libertà femminile. Questa pratica ha accompagnato la nascita dei centri antiviolenza in Italia, con un processo creativo caratterizzato dal riconoscimento di autorità femminile nel percorso di cambiamento del reale in materia di violenza maschile verso le donne.

  9. Anni di formazione nella Chicago d'un tempo (Beginnings

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Hyman P. Minsky

    2009-12-01

    Full Text Available Articolo originariamente pubblicato in Moneta e Credito, vol. 39, n. 153, marzo 1982, pp. 3-14.Tra il 1937 e il 1942 l’Università di Chicago era un ottimo posto dove cominciare a diventare un economista. Gli economisti dell’Università coprivano un ampio spettro di pensiero; non c’era nessuna scuola di Chicago predominante. L’accento sul rigore intellettuale e sulla serietà era unito a una definizione ampia della materia di studio. Tra i più importanti docenti solo Lange, e forse Douglas, avevano simpatia per le idee di Keynes; ciò però era forse dovuto alla precedente accettazione, da parte degli altri docenti, della necessità di una politica fiscale fortemente espansiva durante la depressione. Avendo raggiunto conclusioni “keynesiane” sulla politica economica semplicemente osservando l’economia, gli economisti ortodossi di Chicago non sentivano la necessità di rivoluzionare la teoria economica.  JEL Codes: B31 

  10. Book review, Principi di video-otoendoscopia nel cane e nel gatto, Giovanni Ghibaudo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2011-12-01

    Full Text Available Per il veterinario libero professionista le malattie auricolari dei cani e dei gatti sono il pane quotidiano, ciò nonostante il loro studio è progredito lentamente anche perché molti veterinari trovavano difficoltà nell’effettuare l’otoscopia e nel riconoscere la patologia otologica. L’avvento del video-otoscopio ha permesso di rilevare le malattie e i cambiamenti dell’orecchio. L'autore ha pertanto sentito la necessità di sviluppare i principi di video-otoendoscopia nel cane e nel gatto e inserirli in un’opera, unica in Italia nel suo genere, basandosi sulla propria esperienza clinica e sul materiale iconografico presente in letteratura. Nell’agile libro ci sono 94 figure video-otoscopiche che fanno comprendere visivamente la normale anatomia e le malattie dell’orecchio. Sono presentati 68 casi in cui è visibile l’immagine dell’orecchio esterno, sempre accompagnata da visioni video-otoscopiche di ciò che sta succedendo nel canale uditivo più in profondità. Nella prima parte del volume viene descritta l’anatomia dell’orecchio esterno e medio, sono fornite le informazioni essenziali per un corretto approccio e per la gestione delle otiti, per la preparazione del paziente e, infine, vengono indicati strumenti e metodiche di video-otoendoscopia. La seconda parte, attraverso immagini endoscopiche, illustra l’aspetto dell’orecchio normale del cane e del gatto. Successivamente, immagini endoscopiche chiare ed esemplificative accompagnano la descrizione delle lesioni presenti in corso di otiti acute, croniche e neoplastiche. Lo stesso schema è stato seguito nell’illustrare l’aspetto normale e alterato della membrana timpanica e dell’orecchio medio. Per ogni causa di otite sono state affiancate, a un testo essenziale d’immediata comprensione, immagini endoscopiche per una collezione iconografica il più possibile completa. Inoltre, Giovanni Ghibaudo fornisce utili consigli per esempio sull’utilizzo di spugne

  11. The analysis of fresh gas flow in a circle anaesthetic breathing system, and its influence on CO2 absorbent desiccation

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Miljenko Križmarić

    2012-04-01

    Full Text Available Background: If at the end of anaesthesia, the gases on the anaesthetic machine are not turned off, they continue to flow through the breathing circuit and may dry out the carbon dioxide absorbent in the absorber. At the beginning of the next anaesthetic procedure, the desiccated absorbent decomposes the volatile anaesthetic, resulting in the formation of toxic gas mixtures, which are dangerous for the patient. In such circumstances, the measured level of the volatile anaesthesic in the breathing circuit differs from the selected value. In the paper, we analyse potentially dangerous possible directions of continuous flow of fresh gas mixture in different anaesthetic breathing circuits. Methods: In the first part of the study, we simulated the continuous flow of gases in a Sulla anaesthesia machine using an experimental method in a simulation setting. In the second part, we analysed whether a retrograde flow through the absorber was possible in a convential anaesthetic breathing circuit and in the Fabius GS, Cato, Julian and Primus circuits with the Y-piece connector open or closed. Information on users’ requests for maintenance services due to discrepancies between the desired and measured levels of the volatile anaesthetic in the breathing circuit were obtained from the manufacturer’s local servicing agent. Results: In a Dräger ISO 8 circle system (Sulla anaesthetic machine with a standard gas supply connector, a retrograde flow is not possible. If the Y-piece connector is left open, the gases are vented to the outside via the absorber and the inspiratory tube. If the Y-piece connector is closed or open, the absorbent in the canister dries because of the continuous flow of gas. A retrograde flow is possible only in those Sulla anaesthetic machines where the fresh gas inlet is located below the inspiratory valve. A retrograde flow of gases causing absorbent desiccation can occur in a Cato, Julian, Fabius GS, or Primus anaesthetic machines

  12. Tecniche della frontiera. Strategie semiotiche di controllo dello spazio urbano in Italia Borderline technique: a semiotic strategie for controlling the urban space in Italy

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pierluigi Cervelli

    2011-07-01

    Full Text Available L’obiettivo di questo articolo è riflettere sulle pratiche di controllo urbano recentemente adottate in Italia, e in particolare nella città di Roma, indagando la gestione dello spazio pubblico in un recente quartiere periferico per la classe media. Concentrandosi sulla privatizzazione dello spazio, la costruzione delle visibilità ed il controllo dei percorsi, l’articolo si propone di descrivere alcune strategie di manipolazione della competenza delle persone che percorrono lo spazio pubblico. Strumenti e strategie di controllo sono poi messe in relazione coi provvedimenti e le ordinanze sulla sicurezza urbana recentemente emesse dal governo italiano e dalle amministrazioni cittadine per limitare la presenza di accampamenti di immigrati e tzigani rom e sinti. Utilizzando gli strumenti della semiotica strutturale, l’articolo sostiene che è possibile considerare l’organizzazione spaziale e i discorsi politici come parti di una unica strategia, reciprocamente in relazione di traduzione intersemiotica, di costruzione di un nuovo tipo di marginalità, composta da una massa di persone costrette a muoversi continuamente. Riflettendo sulle specificità di questa situazione si considerano infine le differenze con l’organizzazione dei sistemi panottici descritti da M. Foucault e la sua riflessione sul controllo e sulla sicurezza.This article aims to reflect on recent practices of urban control in Italy, and particularly in the city of Rome, investigating the handling of the public space in a new middle class suburban district. Especially focusing on spatial privatization, visibility construction and pathways control, the article tries to depict some manipulation strategies of people’s competence for moving throughout the public space. Control tools and strategies are put in relation with some urban security regulations recently adopted by Italian government and cities municipalities, in order to avoid spontaneous settlements of immigrants

  13. Il disegno gotico di San Giovanni Valdarno

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Teresa Bartoli

    2017-12-01

    Full Text Available San Giovanni Valdarno è una città del Valdarno di Sopra, il cui attuale centro storico fu la prima delle terre nuove della Repubblica Fiorentina, fondata alla fine del XIII secolo. Le vicende storiche della trasformazione del nucleo murato originario sono state oggetto di molti studi, ma la logica del suo particolare disegno non è stata molto investigata. L’approccio archeologico è quindi giustificato dal fatto che, per ciò che riguarda la forma del progetto urbano originario, gli studi finora pubblicati non vanno molto oltre la definizione di «progettazione ortogonale», data da David Friedman, suo maggiore studioso. I giudizi su di essa si sono quindi attestati sulla generica attribuzione di virtù e difetti che la tradizione storiografica annette alla città medievale, applicando formule basate su paradigmi convenzionali.Volendo condurre la ricerca di una descrizione significativa del tessuto materiale della città attingendo a paradigmi appartenenti al momento della sua realizzazione, è stato condotto uno studio metrico sulla forma della città storica, con riferimento al sistema del braccio fiorentino, considerato come parametro di riferimento fondamentale per la comprensione di un manufatto di dimensione urbana. L’aspetto archeologico della ricerca consiste quindi nella ricostruzione complessa di un paradigma dimenticato dall’attuale tradizione storiografica, alla luce del quale emergono negli oggetti storici significati e valori caduti dalla memoria trasmessa.L’analisi, condotta sulla planimetria digitale con il supporto di documenti storici del ‘200 e del ‘500, ha fatto emergere l’ordine logico e continuo del disegno geometrico della città fondata, replicabile a mente (e perciò memorabile, messo in opera nella pianta urbana, rendendo esplicita la sua logica e le sue connessioni sia con la cultura scientifica del tempo, sia con la tradizione storica precedente, risalendo a Vitruvio. Ai fini di interpretare

  14. A scuola di archeologia? Il management dei beni culturali dalla ricerca alla formazione universitaria. Note a margine di un dibattito in corso / At school of archeology? The management of cultural heritage from research to teaching. Notes on an in-progress debate

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mara Cerquetti

    2013-05-01

    Full Text Available Partendo dalla discussione sviluppata nel corso dell’ultimo decennio intorno ad alcune riviste nazionali e internazionali, il presente contributo approda all’esame del rapporto tra ricerca e insegnamento nel campo del management dei beni culturali. Dopo aver ripercorso i tratti salienti del dibattito sulla ricerca nelle scienze economico-aziendali, con particolare riferimento ai temi dell’internazionalizzazione e della valutazione della qualità dei prodotti della ricerca, il focus si sposta sulla didattica, per analizzare questioni e sfide relative alla formazione nel settore dei beni culturali. Più nello specifico lo studio, conducendo una prima indagine esplorativa di carattere teorico-concettuale, porta l’attenzione sul rapporto tra rigore e rilevanza della ricerca e sulle sue ricadute sul piano didattico, ovvero sulla necessità di avvalersi di un approccio problem-oriented per tradurre nell’insegnamento i risultati dell’attività di ricerca ad utilità dei futuri professionisti del settore. Al fine di colmare il research-teaching-practice gap, utili suggerimenti provengono dall’archeologia, in cui lo scavo costituisce non solo uno strumento di ricerca, ma anche una palestra per la preparazione allo studio degli studenti e per la loro professionalizzazione.   Moving from the discussion developed by some national and international journals during the last ten years, this paper examines the relationship between research and teaching in cultural heritage management. After going over the main features of the debate on research in business economics once again – above all the internationalisation and quality evaluation of research outputs –, the focus moves to teaching, analysing the issues and challenges of higher education in the cultural heritage field. Through initial exploratory conceptual research, the relationship between rigor and relevance and their repercussions on teaching are investigated. The paper focuses on the

  15. Gli studi provenzali nel percorso critico di Cesare De Lollis

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Diego Stefanelli

    2015-12-01

    Full Text Available L’intervento indaga l’attività di provenzalista di Cesare De Lollis. Sulla scia dell’opera del maestro Ernesto Monaci essa si concentrò inizialmente sull’edizione di codici provenzali e sullo studio dei primordi della provenzalistica nell’umanesimo italiano. Seguì l’edizione dell’opera di Sordello (1896 che innescò un’aspra polemica con Francesco Torraca, da collocarsi nel contesto della querelle tra critica estetica ed erudita. In seguito, la letteratura dei trovatori fu studiata da De Lollis nel suo rapporto con quella italiana. Ripercorrendo i suoi principali interventi di materia provenzale posteriori all’edizione di Sordello, si dimostra come proprio dal confronto tra le due letterature De Lollis individuò una  linea (che dagli ultimi provenzali arrivava fino a Dante, passando per gli stilnovisti e Guittone caratterizzata dal primato della forma. Tale linea fu fondamentale per l’elaborazione di una delle idee forti della critica dello studioso, la dialettica tra tradizione letteraria codificata e margini di libertà espressiva degli autori in essa operanti, che sarà alla base dei Saggi sulla forma poetica italiana dell’Ottocento.The article focuses on Cesare De Lollis’ studies on Occitan Litterature. At first, following Ernesto Monaci’s example, he worked on the editions of Occitan codes and he studied the beginnings of Occitan philology during the Italian Umanesimo. In 1896 he published the critical edition of Sordello, entering into debate with Francesco Torraca: this debate has to be set in the context of the querelle between critica estetica e critica erudita, that was very strong in Italy at the end of XIX century. After the Sordello’s edition, De Lollis studied the relationship between Occitan and Italian Litterature and he identified a poetic tradition (the last troubadours, Guittone, the stilnovisti, Dante, characterized by the importance of the forma. He focused also on the dialectic between a

  16. Al finire di esigue narrazioni. Come evapora la letteratura migrante.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fulvio Pezzarossa

    2016-05-01

    Full Text Available Le proposte del Convegno hanno evidenziato la marginalità, fin quasi alla scomparsa, di una nicchia della contemporanea narrativa convenzionalmente additata come scrittura di migrazione. La lacuna costringe ad interrogarsi sulle ragioni di un mancato interesse per un tipo di testualità reputato veicolo d’eccellenza per rappresentare i traumi della postmodernità, con una rinnovata presa sul reale da parte di voci subalterne, strappate al silenzio della marginalità sociale e geografica, in grado pertanto di assestarsi al centro della scena culturale come testimonianza della necessità del rinnovamento dell’immaginario poetico e politico di una nazione. Proclamata da subito (pur in assenza di analisi documentate come scrittura di resistenza e di scontro, i testi realizzati nell’ambito della lingua italiana non hanno avuto la capacità di affermare autorevoli figure di intellettuali multiculturali  inseriti nel sistema editoriale, latori di proposte culturalmente e politicamente credibili a fronte della trasformazione del tessuto sociale della penisola, in contrasto col discorso apocalittico dominante intorno alla fenomenologia delle migrazioni. Giocate sulla ripetizione tematica, schiacciata sulla testimonianza autofinzionale, le proposte di una prima generazione di scrittori neo-italofoni hanno lasciato il campo a più vivaci rappresentanti della seconda generazione, deprivati dell’accesso a una cittadinanza civile e penalizzati in un ruolo propositivo, così che anche note scrittrici hanno mostrato una prevedibile conformità di maschere, pose e immagini. L’assenza di un pubblico largo, diffuso e trasversale, riscontra l’incerta lettura di proposte sbilanciate sulla fenomenologia dell’extra-testo, nel quale sono valorizzati genericamente materiali e simboli dell’alterità esotica, incapaci di soppiantare quelli che definiscono il campo letterario di una periferia occidentale. La preminente destinazione didattica subita con

  17. Technology competences, agency and collaborative challenges: from teacher expertise to continuing professional development

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Chiara Urbani

    2016-07-01

    Full Text Available The teacher Continuing Professional Development (CPD requires today the re-thinking of teachersʼ expertise, in connection to a new definition of professional competence. For example, in the case of technology competences, the continuing training shouldn’t be limited to promoting their learning and practice, however to encourage the re-thinking of the sense and the value of personal agency, that allows to express the competences acquired and link them into an authentic and self-determined dimension. This project research examines the correlation between the pre-school teachers continuing professional development and the agency’s capability processes, trying to define how technologies can affect the professional agency’s qualification. First evidences about the increased value acquired by the extracurricular aspects of networking and governance suggest how teachers’ agency appears focused on interaction with enlarged learning contexts, suggesting the opportunity to invest in socio-relational aspects and integrate them into traditional professional education and training processes.Competenze tecnologiche, agency e sfide collaborative: dall’expertise allo sviluppo professionale docenteLo sviluppo professionale degli insegnanti richiede oggi il ripensamento dellʼexpertise docente nel dialogo con una nuova definizione della competenza professionale. Ad esempio, nel caso delle competenze tecnologiche, la formazione continua non deve limitarsi a promuovere il loro apprendimento ed esercizio, bensì a stimolare il ripensamento del senso e del valore dell’azione, che permette di esprimere pienamente le competenze e ricondurle ad un orizzonte di significazione personale. Il progetto di ricerca sulla correlazione esistente tra lo sviluppo professionale continuo degli insegnanti prescolastici e i processi di capacitazione dellʼazione (agency permette di formulare alcune ipotesi sulla capacità delle tecnologie di influire sulla qualificazione

  18. La geografia del potere bancario: il ruolo delle distanze funzionali (The Geography of Banking Power: Role of Function Distance

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pietro Alessandrini

    2012-04-01

    Full Text Available In questo lavoro analizziamo la nuova geografia del sistema bancario italiano che si è determinata in seguito al processo di integrazione delle strutture bancarie negli ultimi anni. L’analisi dell’evoluzione del sistema bancario si basa sul concetto di distanza. In particolare, non facciamo soltanto riferimento alla distanza tradizionale tra banca e clienti, che è la distanza operativa, ma anche alla distanza tra centri decisionali delle banche e i sistemi locali. L’oggetto del saggio riguarda gli effetti che la distanza (o prossimità funzionale determina sulla performance delle banche in termini di allocazione del credito, sull’efficienza e sulla profittabilità. Le nostre stime econometriche provano che la prossimità funzionale ha effetti territoriali asimmetrici sulla performance delle banche. I suoi effetti benefici sono statisticamente evidenti per le regioni meridionali meno sviluppate, mentre non sono significativamente rilevanti per le regioni più sviluppate del Centro-Nord dell’Italia.   In this paper we analyze the new geography of the Italian banking system that has arisen after the integration of banking structures in recent years. The analysis of the evolution of the banking system is based on the concept of distance. In particular, we do not only refer to the traditional distance between banks and customers, which is the operating distance, but also to  the distance between the centers of decision-making banks and local systems. The subject of the essay is about the effects that the distance (or proximity function determines on the performance of banks in terms of credit allocation, on efficiency and on profitability. Our econometric estimates show that the functional proximity has asymmetric territorial effect on the performance of banks. Its beneficial effects are statistically obvious to the less developed southern regions, while they are not significantly relevant to the more developed regions of central and

  19. Rilevazione della percezione corporea, dell' autostima corporea e dei disturbi del comportamento alimentare in adolescenti vittime di abuso sessuale durante l' infanzia.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    L. Bassoli

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: l’esperienza dell’abuso sessuale si ripercuote su diversi aspetti della personalità delle vittime. Il nostro studio ha analizzato la sua influenza sulla percezione corporea (Test delle figure di Collins, sull’autostima corporea (Scala Corporea del Test Multidimensionale Autostima di Bracken e sull’adozione di comportamenti alimentari patologici (Eating Attitude Test.

    Materiali e metodi: il campione della ricerca è composto da 2935 studenti maggiorenni frequentanti le 212 classi quinte dei 46 istituti superiori milanesi selezionati per la ricerca. Gli strumenti sono i test sopraindicati ed un questionario ad hoc per indagare le caratteristiche dell’eventuale abuso sessuale. La compilazione e la restituzione dei questionari hanno salvaguardato rigorosamente l’anonimato.

    Risultati: nel campione, l’esperienza dell’abuso incide sulla percezione corporea aumentando il divario tra l’immagine del corpo in cui ci si riconosce e l’immagine che si vorrebbe avere con una differenza media che nei maschi passa da 0,1 nei non abusati a –0,4 in vittime d’abuso lieve fino a 1 in vittime d’abuso grave, mentre nelle ragazze i valori sono rispettivamente 0,8, 0,9 e 1,3. La percentuale a rischio per disturbi del comportamento alimentare sale notevolmente tra le vittime d’abuso, essendo 1,5% e 11,8% in maschi e femmine non vittimizzati, 2,3% e 15,9% rispettivamente in vittime d’abuso lieve e 27,3% e 24,1% in vittime d’abuso grave. Anche sull’autostima corporea l’esperienza dell’abuso sembra avere un forte impatto che si manifesta con un aumento dei casi di bassa autostima che risultano il 15,6% e il 35,5% tra maschi e femmine non abusati, il 16% e il 41,2%, rispettivamente, tra chi ha subito un abuso lieve e il 27,3% e il 50% tra le vittime d’abuso grave.

    Conclusioni: la ricerca suggerisce che essere vittima abuso sessuale

  20. GIUSTIZIA, PENA E MISERICORDIA NELL’ISTITUTO DEL MATRIMONIO NEL DIRITTO ROMANO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Giuseppe Maria Lobiati

    2017-12-01

    Full Text Available Il tema della giustizia e della pena può essere riscontrato anche nella risoluzione del conflitto tra coniugi già a partire dal diritto romano arcaico. Si tratteggerà, quindi, l’evoluzione dell’istituto del divortium nel sistema giuridico romano a partire dalla sua nascita come risposta al ius vitae ac necis del marito sulla moglie, passando per il ripudio unilaterale e concludendosi con la dissoluzione del vincolo. L’analisi proseguirà attraverso uno sguardo sulla normativa di merito nell’età classica per poi soffermarsi sulla normativa del Tardo Impero che, incontrandosi con il Cristianesimo, fu soggetta a modificazioni in virtù delle spinte che la dottrina patristica sull’indissolubilità forniva. Si metterà in luce come il ius di cui si tratta, che vide la nascita del divortium quale risposta di un coniuge alle ingiustizie perpetrategli dall’altro, arrivò a doversi confrontare con la dottrina Cristiana che, nell’ambito matrimoniale, sostenendo la tutela del vincolo, riuscì a compiere un bilanciamento delle istanze sociali e religiose attraverso l’istituto della separazione come “pena misericordiosa”. La cuestión de la justicia y la pena puede ser individuada en la resolución de conflictos entre cónyuges a partir del derecho romano arcaico. Se delinea, por tanto, la evolución del instituto del divortium en el sistema jurídico romano desde su nacimiento como respuesta al ius vitae ac necis del marido sobre la mujer, pasando por el repudio unilateral y acabando con la disolución del vínculo. El análisis proseguirá considerando la normativa en la edad clásica hasta llegar a la normativa del Bajo Imperio que, encontrando el Cristianismo, sufrirá modificaciones a causa del empuje de la doctrina patrística sobre la indisolubilidad. Veremos como el ius en cuestión, que ve el nacimiento del divortium como respuesta de un cónyuge a las injusticias recibidas por parte del otro, tuvo que medirse con la doctrina

  1. IL NOME IN LIS NEL SEGNATO DI ADULTI UDENTI: UNA INDAGINE PRELIMINARE SUL CORPUS LISAU

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Matteo La Grassa

    2016-09-01

    Full Text Available L’indagine presenta i primi risultati emersi dall’analisi di una parte del corpus LISAU (LIS di Adulti Udenti sulla produzione segnata del sintagma nominale in LIS da parte di informanti udenti che hanno appreso la LIS come L2 in età adulta. Scopo dell’indagine è cominciare a tracciare una linea di ricerca nell’ambito della linguistica acquisizionale con riferimento all’acquisizione della LIS come L2 da parte di udenti. Il corpus LISAU include il segnato di 7 informanti udenti con livello di competenza omogenea che hanno terminato un corso di terzo livello presso la sede Ente Nazionale Sordi di Prato e di 2 informanti sordi segnanti nativi considerati come gruppo di controllo. L’analisi si è incentrata sulla realizzazione dei nomi di prima e di seconda classe rilevando anche forme non citazionali, sulla realizzazione di forme plurali e sulle modalità di accordo tra nomi e aggettivi. Dalla maggior parte dei dati analizzati si rileva la piena competenza degli informanti nella realizzazione del sintagma nominale. Nouns Signed by hearing adults in LIS: a preliminary survey on the LISAU corpus The results of an analysis concerning part of the LISAU (LIS of  Hearing Adults corpus related to the production of the noun phrase in LIS by hearing informants who learned the LIS L2 in adulthood are presented. The purpose of the investigation was to outline the process with regard to the acquisition of LIS L2 by hearing adults. The LISAU corpus is composed of the sign language of 7 hearing informants with a homogeneous level of competence who completed a third-level course at the Ente Nazionale Sordi in Prato. LISAU also includes the sign language of 2 deaf native signers, considered the control group. The analysis focuses on the first and second-class nouns, including non-citation forms, plural forms and noun-adjective agreement. Most of the analyzed data reveals the informants’ full competence in creating noun phrases.

  2. Dante’s Commedia, Islamic Rationalism, and the Enumeration of the Sciences

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gregory B. Stone

    2013-12-01

    Full Text Available Lo studio sul rapporto tra Dante e la tradizione arabo-islamica è solitamente associato a due influenti studiosi del Novecento, Miguel Asín Palacios e Bruno Nardi. Nonostante le differenze, entrambi affermano che la struttura fondamentale della Commedia intende mostrare come la ragione naturale dell’uomo e la filosofia (Virgilio siano inferiori alla rivelazione religiosa e alla teologia (Beatrice. Il contributo, affermando che l’architettura del poema dantesco si fonda sulla classificazione delle scienze formulata dai filosofi islamici (al-Fârâbî, Avicenna, e Averroè, intende mostrare che la struttura allegorica della commedia non è basata sulla distinzione tra filosofia e teologia ma sulla distinzione, tutta interna alla filosofia, tra praxis e theoria. Come i filosofi razionalisti, Dante nega che ci sia una forma di conoscenza più elevata che non sia raggiungibile attraverso la dimostrazione e il ragionamento filosofico ma solo attraverso il discorso religioso rivelato (una posizione esemplificata dall’interpretazione che Avicenna fa del mi‘râj o Ascensione di Muhammad. Questa classificazione islamica delle scienze può aiutare a rivedere il ruolo giocato da Statius e Matelda nell’allegoria dantesca e identificare con maggior precisione il luogo della religione (che appartiene, sorprendentemente, più a Virgilio nel Purgatorio che a beatrice in Paradiso. The study of Dante in relation to the medieval Arabo-Islamic tradition is most notably associated with two influential twentieth-century scholars, Miguel Asín Palacios and Bruno Nardi. Despite differences, both hold that Commedia’s fundamental structure aims to show natural human reason and philosophy (Virgil falling short of religious revelation and theology (Beatrice. This essay, arguing that the architectural design of Dante’s poem is based on the classification of the philosophical sciences formulated by the Islamic rationalist philosophers (al-Fârâbî, Avicenna

  3. FOCALIZZARE LA FORMA: SVILUPPO DELLA COMPETENZA LINGUISTICA NELLA CLASSE MULTILINGUE DELLA SCUOLA PRIMARIA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Whittle

    2016-02-01

    Full Text Available L’obiettivo di questo contributo è la descrizione di modelli di didattica della grammatica all’interno di un approccio comunicativo all'insegnamento della L2. L’etichetta focus on form raccoglie alcune strategie di interazione che promuovono l’accuratezza linguistica all'interno di un dispositivo che non perde di vista l’aggancio con la dimensione del significato. Per delineare i tratti di questo approccio sono stati proposti degli esempi, tratti da trascrizioni di interventi in classe, che illustrano opzioni diverse di insegnamento della grammatica nella classe multilingue: da un modello deduttivo e decontestualizzato (focus on forms, ad un intervento di riflessione sulla lingua utile a notare delle regolarità linguistiche e una focalizzazione sulla forma basata sul feedback correttivo (focus on form. Per chiarire il ruolo che la focalizzazione sulla forma può avere in un task comunicativo sono state messe a confronto due sequenze di insegnamento, una di L1 e l'altra di L2 nella stessa classe di scuola primaria frequentata dal 50% di bambini non italofoni di cui 5 di livello basico. I due approcci sono stati ricondotti alla distinzione fra focus on meaning (didattica della L1 e focus on form (didattica della L2. Tutti gli esempi sono tratti da tre classi seconde della stessa scuola coinvolte in un esperimento didattico sull’acquisizione di tre forme del presente indicativo italiano. Focusing on the form: the development of expertise in multilingual primary school classesThe paper describes communicative grammar teaching models in L2 teaching. The label “focus on form” collects some interaction strategies that promote linguistic accuracy without losing sight of the link with the dimension of meaning. Examples taken from transcripts of speeches in class outline the features of this approach, showing different options for teaching grammar in the multilingual classroom: from a deductive and decontextualized model (focus on forms

  4. The Ongota language – and two ways of looking at the history of the marginal and hunting-gathering peoples of East Africa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Graziano Savà

    2015-12-01

    Full Text Available L’articolo tenta una ricostruzione delle origini della più piccola entità etnica dell’Etiopia e una delle più piccole in Africa: gli Ongota. I circa cento membri di questo gruppo etnico vivono in un solo villaggio, Muts’e, sulle rive del fiume Weyt’o, nell’Etiopia sudoccidentale. Gli Ongota sono interessanti sia dal punto di vista etnografico che da quello linguistico. Sono uno dei pochissimi popoli a non aver sviluppato pastorizia e agricoltura tra le numerose popolazioni dell’Etiopia sudoccidentale; un numero limitato di anziani parla una lingua a tutt’oggi non classificata all’interno dei gruppi linguistici dell’area, cuscitico, omotico (entrambi afroasiatici e nilo-sahariano. La lingua di comunicazione quotidiana degli Ongota è lo ts’amakko (cuscitico orientale, gruppo Dullay. Il passaggio allo ts’amakko è il risultato degli attuali stretti legami sociali, ma l’analisi comparata del lessico ongota mostra che nella loro storia si sono succeduti periodi di interscambio con altre popolazioni dell’area. Sulla base delle fonti storiche orali è possibile individuare un’affiliazione con i Maale, una popolazione di lingua omotica settentrionale che vive a nord degli Ongota. Due ipotesi storiche vengono analizzate per rendere conto delle peculiarità degli Ongota e della loro lingua. La prima ipotesi (“top-down” vede negli Ongota un gruppo originario di cacciatori raccoglitori la cui lingua è l’ultima traccia di un gruppo linguistico scomparso e, quindi, geneticamente isolata. Sulla base del secondo scenario (“bottom-up” il gruppo Ongota sarebbe invece un gruppo minoritario che per motivi ambientali, come la massiccia presenza dalla mosca tsetse, avrebbero abbandonato la pastorizia per dedicarsi maggiormente alla caccia e alla pesca. L’affascinante scenario “top-bottom” non pare in effetti sostenibile, e, sulla base di un’accurata analisi del lessico, si propende piuttosto per una soluzione

  5. Conversazioni in Mailing List: uso dell'analisi testuale per una retrospettiva dell'evoluzione del telelavoro in Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gevisa La Rocca

    2005-06-01

    Full Text Available Oggetto dell'analisi sono i messaggi contenuti nell'archivio di due mailing list: 'Telelavoro' - il telelavoro, vantaggi e rischi è il tema della mailing list del 1996; 'Telelavoro' - telelavoro Italia è invece il titolo della lista di discussione del 1998. Le tematiche di sviluppo del telelavoro si intrecciano, inevitabilmente, con quelle della società dell'informazione e della comparsa ed implementazione degli strumenti e delle infrastrutture high tech. Sembra quindi un argomento particolarmente adatto ad affidare la sua ricostruzione storica ad uno strumento di comunicazione virtuale e asincrono. L'obiettivo dell'analisi è quello di sviluppare un approccio in grado di estrarre dal testo le linee del cambiamento di opinione in merito al telelavoro, ricostruendo l'accentuarsi o attenuarsi delle differenze di genere nel corso degli anni e restituendo un'informazione sulla bontà delle discussioni affrontate all'interno di uno strumento di comunicazione ascincrono quale la mailing list.

  6. Pensare per immagini: una strada per la coscienza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ferdinando Testa

    2005-12-01

    Full Text Available Pensare per immagini è uno stile particolare di pensiero; l’acquisizione della meta e dell’obiettivo avviene non secondo un modello lineare e unicamente basato sulla legge di causa–effetto, ma attraverso percorsi, strade ed itinerari, privilegiando le connessioni analogiche che, al pari degli assi cartesiani, rappresentano i veri nodi, punti di incontro il cui fulcro è costituito dalla dimensione simbolica ed immaginale. In tale contesto il pensiero che nasce viene costruito gradualmente; non è già dato in maniera preconfezionata, non è nato ancora all’orizzonte, e segue il ritmo ciclico della spirale piuttosto che una retta all’infinito. È un pensiero, che sullo sfondo dell’immaginale collega gli eventi e i fenomeni rispettando il tempo dell’esperienza.

  7. Amministrare lo studio dell'italiano: l'Ufficio Scolastico del Consolato Generale d'Italia a San Paolo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Dell'Aira

    2006-08-01

    Full Text Available Questo articolo riprende in parte una questione generale già affrontata sulla rivista, e cioè il buon uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione in ambito culturale e didattico. La questione riguarda soprattutto gli stili di insegnamento/apprendimento, di formazione e di amministrazione. Ci si sofferma sullo stile di gestione di un ufficio pubblico in una situazione amministrativa atipica, esercitata su un territorio vastissimo a favore di un'utenza dislocata sul territorio in modo non omogeneo. La conclusione è che l'uso agile e sistematico della rete globale e delle tecnologie informatiche e telematiche può aiutare gli Uffici scolastici italiani all'estero a gestire in contesti complessi i principali problemi connessi con la distanza dall'Italia, sia per l'insegnamento della lingua italiana nei corsi, sia per la formazione iniziale e continua dei docenti.

  8. Il Raffrescamento per Ventilazione

    DEFF Research Database (Denmark)

    Perino, Marco; Heiselberg, Per Kvols

    2016-01-01

    edifici, si è iniziato a rivolgere un crescente interesse verso la ventilazione, specie naturale, quale strumento per il raffrescamento passivo degli edifici. Le recenti evoluzioni del quadro normativo e legislativo, infatti, hanno portato nel cor-so del tempo a costruire edifici sempre più isolati...... termicamente e sempre più a tenuta d'aria. Tali misure hanno consentito indubbiamente di ridurre la domanda energetica per il riscaldamento invernale, ma hanno determinato delle crescenti problematiche di surriscaldamento dell'ambiente interno. Molti degli edifici ad alta efficienza energeti-ca di nuova......'aria per rimuovere i carichi ambiente e, dall'altro, incrementa lo scambio termico sul corpo umano, poiché aumenta la velocità locale dell'aria sulla pelle, modificando quindi e le sensazioni termiche. Permette, inoltre, di abbinare la funzione di controllo dell'IAQ con quella del controllo termico. Una...

  9. Search for direct CP violation in charged kaons with NA48/2 experiment

    CERN Document Server

    Lamanna, Gianluca; Pierazzini, Giuseppe

    In questa tesi e’ discussa l’analisi dell’asimmetria della slope lineare in decadimenti dei kaoni carichi in tre pioni. In particolare e’ presentata l’analisi nel processo K->pi pi0 pi0. La misura di tale asimmetria e’ una misura dell’effetto di violazione diretta di CP nei kaoni carichi. Fino ad oggi la violazione di questa importante simmetria è stata stabilita soltanto nei mesoni neutri. Preziosi indicazioni sulla presenza di effetti provenienti da nuova fisica oltre il modello standard, potrebbe giungere da una misura del parametro Ag al livello di 10E-4 . Nel lavoro dopo una breve introduzione teorica, è descritta la tecnica sperimentale utilizzata nell’esperimento NA48/2 al CERN, la presa dati e la complessa strategia di misura con particolare enfasi sulle tecniche adottate per ridurre il contributo di effetti indotti da asimmetrie strumentali. Il risultato finale della tesi è oggetto di pubblicazione scientifica.

  10. Color evaluation of seventeen European unifloral honey types by means of spectrophotometrically determined CIE L*Cab*h(ab)° chromaticity coordinates.

    Science.gov (United States)

    Tuberoso, Carlo Ignazio Giovanni; Jerković, Igor; Sarais, Giorgia; Congiu, Francesca; Marijanović, Zvonimir; Kuś, Piotr Marek

    2014-02-15

    CIE (Commission Internationale de l'Eclairage) L(*)Cab(*)h(ab)° color coordinates for 305 samples of 17 unifloral honeys types (asphodel, buckwheat, black locust, sweet chestnut, citrus, eucalyptus, Garland thorn, honeydew, heather, lime, mint, rapeseed, sage, strawberry tree, sulla flower, savory and thistle) from different geographic locations in Europe were spectrophotometrically assessed and statistically evaluated. Preliminary separation of unifloral honeys was obtained by means of L(*)-C(ab)(*) color coordination correlation. Hierarchical Cluster Analysis (HCA) revealed an expected segregation of the honeys types according to their chromatic characteristics. Principal Component Analysis (PCA) allowed to obtain a more defined distinction of the 17 unifloral honey types, particularly when using 3D graphics. CIE L(*)C(ab)(*)hab(*) color coordinates were useful for the identification of several honey types. The proposed method represents a simple and efficient procedure that can be used as a basis for the authentication of unifloral honeys worldwide. Copyright © 2013 Elsevier Ltd. All rights reserved.

  11. Studio di prototipo di calorimetro per neutroni per l'esperimento ALICE

    CERN Document Server

    Arnaldi, R; Cicalò, C; Cortese, P; De Falco, A; Dellacasa, G; De Marco, N; Gallio, M; Macciotta, P; Masoni, A; Musso, A; Oppedisano, C; Piccotti, A; Puddu, G; Scomparin, E; Siddi, S; Serci, E; Soave, C; Usai, G L; Vercellin, Ermanno

    1999-01-01

    ALICE e uno dei quattro esperimenti previsti ad LHC, al CERN, il cui scopo e lo studio delle osservabili che danno informazioni rilevanti sulla formazione del quark gluon plasma, che potrebbe essere prodotto in collisioni centrali Pb-Pb, di energia nel centro di massa di 5.5 A TeV.Il parametro di impatto di tali collisioni verra determinato grazie ad un insieme di calorimetri per protoni e neutroni che misureranno l'energia portata in avanti dai nucleoni non interagenti(spettatori).E' stato costruito un prototipo di calometro per neutroni, formato da piani di fibre di quarzo, posti a 45 gradi rispetto all'asse del fascio e inframmezzati da piani di materiale passivo denso(tungsteno). La luce Cerenkov prodotta nelle fibre dallo sciame sviluppato nel materiale passivo,viene raccolta da guide ottiche in aria.Verranno presentati i rilustati di un test previsto al CERN SPS per il luglio 1999.

  12. Educare alla complessità. Il ruolo della musica d'arte contemporanea

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Raffaele Pozzi

    2014-05-01

    Full Text Available La relazione propone alcune riflessioni sul ruolo della musica d’arte contemporanea nella pedagogia della complessità. Le teorie della complessità formano un’area di pensiero ormai largamente consolidata nelle scienze umane e sociali. Tali teorie sottolineano l’importanza di concetti come discontinuità contraddizione non-linearità molteplicità caso caos, sia nei fenomeni naturali che in quelli culturali. In una serie di recenti pubblicazioni, l’epistemologo francese Edgar Morin ha elaborato una pedagogia basata sulla teoria della complessità. La musica d’arte contemporanea comprende un vasto repertorio di opere sulle quali poter fondare una pedagogia e una didattica della complessità in musica. La relazione suggerisce un possibile esempio di impiego e di trasposizione didattica di un brano, B.A.C.H. per pianoforte solo, opera del compositore italiano Aldo Clementi, risalente al 1970.

  13. A proposito di Mafia Capitale. Spunti per tipizzare il fenomeno mafioso nei sistemi di common law

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Sergi

    2016-04-01

    Full Text Available Il presente articolo si può intendere come una continuazione del dibattito su Mafia Capitale iniziato sul II numero di questa rivista da Nando Dalla Chiesa. L’articolo intende portare avanti il dibattito sull’importanza che il processo di Mafia Capitale potrebbe avere sul piano teorico, oltre che pratico, per la concettualizzazione del fenomeno mafioso in chiave sempre più contemporanea e fuori dall’Italia. Partendo dalle considerazioni fatte da Dalla Chiesa, e tramite un’analisi di alcuni profili problematici della concettualizzazione del fenomeno mafioso all’estero, in questo articolo si sostiene che si può già utilizzare l’impianto accusatorio di Mafia Capitale per una tipizzazione di una sintomatologia mafiosa condivisibile anche oltre l’Italia. Tale tipizzazione permette di abbandonare stereotipi sulla mafia come fenomeno (solo italiano (o al massimo statunitense che spesso ritardano o impediscono l’effettivo riconoscimento di forme mafiose all’estero.

  14. Review "A journey through the psychology of Mafia"

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Serena Giunta

    2012-12-01

    Full Text Available La visione comune che il fenomeno mafioso andasse scandagliato e compreso in una tensione etica, ma anche scientifica e particolare, in una prospettiva interdisciplinare che ne sostenesse l„intendimento in un orizzonte di complessità e ne promuovesse il distanziamento dalle collusioni quotidiane, nonché la convergenza di interessi ed il dialogo tra campi del sapere distanti tra loro: quello giuridico giudiziario e quello psicodinamico e gruppoanalitico, ha partorito alla fine degli anni Novanta una fervida sezione di studi che hanno affiancato quelli sul sentire mafioso (Di Maria, 1995 e sul pensare mafioso (Fiore, 1997, sistematizzando le indagini sulla psiche mafiosa e riconoscendo nella mafia siciliana un„organizzazione/istituzione un sistema antropopsichico in cui cultura, famiglia, individuo e società si compermeano.

  15. Probabilità in Fisica Un’introduzione

    CERN Document Server

    Boffetta, Guido

    2012-01-01

    Questo testo, che nasce dall'esperienza didattica degli autori, si propone di introdurre gli aspetti fondamentali della teoria della probabilità e dei processi stocastici, guardando con particolare attenzione alle connessioni con la meccanica statistica, il caos, le applicazioni modellistiche ed i metodi numerici. La prima parte è costituita da un' introduzione generale alla probabilità con particolare enfasi sulla probabilità condizionata, le densità marginali ed i teoremi limite. Nella seconda parte, prendendo spunto dal moto Browniano, sono presentati i concetti fondamentali dei processi stocastici  (catene di Markov,  equazione di Fokker- Planck). La terza parte è una selezione di argomenti avanzati che possono essere trattati in corsi della laurea specialistica.

  16. La pianifi cazione territoriale in Catalogna

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Juli Esteban i Noguera

    2013-01-01

    Full Text Available Il governo autonomo della Catalogna ha assunto dal 1979 la competenza esclusiva inmateria di ordinamento territoriale e pianifi cazione urbanistica. Successivamente, nel1983, il Parlamento ha approvato la Legge sulla Politica Territoriale che ha introdottostrumenti specifi ci: il piano territoriale generale aff ronta il territorio della Catalogna nel suocomplesso, i piani territoriali settoriali si occupano dell’ordinamento di specifi ci settori e ipiani territoriali parziali sviluppano l’ordinamento generale in ambiti più ridotti. Il pianogenerale è stato approvato nel 1995 ed ha carattere programmatorio e strategico, mentrequelli parziali hanno un contenuto di marcato carattere fi sico, eredi della pianifi cazioneurbanistica. Dalla data di approvazione del Piano generale sono stati redatti, e sono oravigenti, piani settoriali e parziali mentre altri sono in corso di elaborazione, di cui si stannoverifi cando solo negli ultimi anni gli impatti sul territorio.

  17. Il modello della piattabanda di Saint-Sulpice

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cecilia Mazzoli

    2012-12-01

    Full Text Available Il presente contributo riferisce degli esiti conseguiti dal lavoro condotto sotto la direzione del Prof. Gulli e dei Proff. Brocato, Porrino e Sakarovitch, nell’ambito del rapporto di correlazione di tesi di laurea e di dottorato tra il Dipartimento di Architettura dell’Alma Mater Studiorum di Bologna e il Laboratoire GSA dell’École Nationale Supérieure d’Architecture Paris-Malaquais.Il progetto indaga sulla storia architettonica e costruttiva della chiesa di Saint-Sulpice a Parigi, illustrando una metodologia di indagine valida nell’ambito del recupero delle tecniche costruttive premoderne.Lo studio della costruzione in pietra armata è rivolto tanto all’analisi teorica e alla progettazione, quanto alla realizzazione pratica e verifica strutturale, secondo un approccio in grado di valorizzare l’incontro tra teoria e prassi del costruire.

  18. Libro Verde sul futuro del modello sociale. Risposta alla consulatzione pubblica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Calogero Massimo Cammalleri

    2010-12-01

    Full Text Available In questo scritto si propongono una critica di metodo alla proposta contenuta nel Libro Verde sulla riforma del modello sociale e alcune ipotesi concrete per la sua riforma. Tra i temi di discussione proposti si prende posizione su alcuni si di essi e in particolare su quelli che riguardano il mercato del lavoro, le relazioni industriali e la previdenza sociale. In this paper we propose a critical approach to the proposal contained in the Green Paper on the reform of the Social Model and some ours suggestions to reform. Among the topics for discussion, we shall discuss just some of them, in particular about the issues of the labour market, industrial relationship and social security law.

  19. Pupazzi di neve. David Lynch fotografo e l’"Unheimliche"

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Sebastiano Lanzi

    2013-02-01

    Full Text Available L’opera di David Lynch non si limita al cinema, come ha dimostrato l’esposizione del 2007 alla Fondation Cartier di Parigi, The Air is on Fire. Tuttavia gli studi teorici hanno trascurato ciò che gallerie e musei hanno evidenziato da tempo: il Lynch pittore, fotografo, musicista, artista poliedrico. L’articolo si focalizza su una serie fotografica, Snowmen, ed è tratto da una ricerca di Paolo Sebastiano Lanzi sulla figura di David Lynch fotografo. Alla luce del saggio di Freud sul Perturbante (Das Unheimliche, 1919 si interpretano gli Snowmen come immagini di morte. Si chiariscono alcuni aspetti della poetica dell’artista-regista, come l’inquietudine dell’Inland Empire o di certe idee care al Surrealismo. Lo studio della produzione fotografica di Lynch riempie un vuoto nell’analisi critica sul suo lavoro, che va necessariamente riconsiderato in una prospettiva più ampia.

  20. Europa e Turchia: scontro di civiltà o incontro di democrazie?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Thomas Madonia

    2010-05-01

    Full Text Available Con la progressiva armonizzazione della Turchia ai Criteri di Copenaghen e ad altri vincoli per l’accessione all’Unione Europea, il dibattito politico sull’ingresso della Turchia nell’UE verte sempre di più sulla presunta incompatibilità culturale e religiosa tra la società turca e quella europea. Questa riflessione sostiene l’inconsistenza dell’obiezione ‘culturalista’, spostando l’attenzione invece sul processo di democratizzazione in Turchia e sul relativo e fondamentale ruolo rivestito dall’Unione Europea. Inoltre, l’ingresso della Turchia rappresenta per l’Europa l’opportunità per affermare un’identità politica democratica e multiculturale. Tuttavia, questo percorso potrà essere realizzato soltanto se la società civile e le istituzioni politiche turche riusciranno a consolidarsi come istituzioni democratiche, soprattutto attraverso il convinto apporto politico dell’Unione Europea.

  1. Il primato della libertà politica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Brunella Casalini

    2012-11-01

    Full Text Available Casalini ripercorre Politics out of History di Wendy Brown soffermandosi in particolare sul dialogo che Brown intrattiene con il pensiero di Marx, Nietzsche e Freud. L’accento posto sul nesso tra libertà individuale e libertà politica e sulla distinzione tra “moralismo” e “moralità” apre alla problematizzazione del nodo teoria-politica. Alla luce della crisi contemporanea della sinistra americana il ruolo del teorico è quindi quello di introdurre tratti di discontinuità in quel discorso di senso comune che la politica tende invece a cristallizzare. In conclusione, secondo Brown, questo scarto deve essere recepito anche dai Women Studies che, restando ancorati a identità statiche, rischiano di non riuscire a svolgere una necessaria «funzione omeopatica» all’interno dei regimi democratici.

  2. Use of Semantic Wikis to support collaborative learning

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mauro Coccoli

    2012-08-01

    Full Text Available Semantic Wiki consentono, tramite un linguaggio comprensibile agli elaboratori e formalmente definito, l’annotazione semantica dei contenuti delle pagine Wiki e la rappresentazione esplicita delle relazioni di significato tra essi presenti. Essi offrono la possibilità di sfruttare sia i vantaggi delle tecnologie basate su ontologie sia i meccanismi collaborativi propri dei Wiki. L’articolo descrive un progetto, denominato Semantic WikiSUN, avviato per indagare le prospettive didattiche di tali sistemi. Esso è basato su un quadro teorico complesso che integra evidenze neurocognitive, teorie dell’apprendimento e modelli costruttivisti-sociali della conoscenza. Obiettivo del contributo è, sulla base della esperienza intrapresa, discutere potenzialità e criticità didattiche dei Semantic Wiki, estendendo talvolta la riflessione a considerazioni più generali sui processi di apprendimento mediati da tecnologie semantiche.

  3. La soglia degli affetti: considerazioni sull’attribuzione del nome e la costruzione sociale della persona

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    João de Pina Cabral

    2013-07-01

    Full Text Available Questo saggio è dedicato ad alcuni aspetti del processo di attribuzione del nome ai bambini, sulla base di un lavoro svolto in ambienti urbani lusofoni in Brasile e in Portogallo2. In tali contesti, come anche in altri ambiti socioculturali, l’attribuzione del nome implica una dinamica relazionale che ha forti implicazioni per coloro che, attraverso questo atto, stabiliscono un rapporto effettivo con il bambino. In questo senso, l’attribuzione del nome è un momento chiave nel consolidamento di legami affettivi tra parenti che si prolungheranno anche dopo la morte delle singole persone coinvolte – si tratta di ciò che ho definito altrove “identità continuate” (Pina Cabral 1991, pp. 171-172;2003, pp. 122 sgg.. I nomi funzionano come segni di relazioni affettive e, di conseguenza, come segnalatori emozionali: come tutti sappiamo, il proprio nome possiede fortissime potenzialità evocative.

  4. L’altra memoria dei tracciati. La viabilità storica come chiave interpretativa del paesaggio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Cillis

    2013-01-01

    Full Text Available Parlare di viabilità storica vuol dire abbandonare l’idea stereotipata della strada monumentale e ipotizzare che possa esistere un patrimonio minore per altisonanza, quanto mai fragile e diffuso. Il contributo persegue l'obiettivo di fornire alcune chiavi interpretative del paesaggio ponendo in relazione la struttura profonda dei luoghi con il permanere delle tracce storiche dei luoghi stessi attraverso il tema della strada. Partendo da alcune considerazioni sulla cartografia stradale di matrice storica, il tema viene declinato nell'ottica del “paesaggio della strada”, che da una dimensione puntuale degli elementi testimoniali, si espande ad una più vasta che trova nella strada il tema conduttore di un sistema identitario territoriale e delle sue trasformazioni

  5. Bellezza e persona

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Limone

    2015-03-01

    Full Text Available Crediamo sia oggi importante una riflessione sulla bellezza alla scala dell’esperienza della persona. Una tale riflessione può, forse, illuminare un nesso originario in forma nuova. Partiremmo dalla domanda sul senso dell’intuizione con cui Dostoevskij affermava che solo la bellezza potrà salvare il mondo. È un’affermazione che, come è noto, si trova in una delle opere più radicali e profonde dello scrittore russo, L’idiota, in cui si presenta la figura straordinaria del principe Myskin, vera espressione di un Cristo a confronto col mondo contemporaneo. Al centro dell’attenzione, nel contesto in cui ci muoviamo, va posto il rapporto intrinseco fra bellezza e salvazione.

  6. Il tempo perturbante di uno sguardo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Piero Zanini

    2010-06-01

    Full Text Available Nell’autunno del 1973 Pier Paolo Pasolini viene invitato a partecipare ad una rubrica televisiva intitolata Io e …, nella quale intellettuali, poeti, registi, musicisti, scrittori sono chiamati a scegliere e a parlare di un’opera d’arte a cui tengono in modo particolare. Dopo un crescendo di ripensamenti intorno al tema da trattare (una pietra, un muretto, una fontana Pasolini sceglie infine di concentrare la sua attenzione sulla forma della città, a partire da due luoghi tanto a lui familiari quanto tra loro radicalmente diversi: la medievale Orte, la fascista Sabaudia. Il risultato della sua partecipazione alla trasmissione è una sorta di ‘scritto corsaro’ per immagini, Pasolini e… la forma della città1, un documento importante e complesso per comprendere la “sostanza di Pasolini” [Contini, 1988] in quel momento particolare della sua vita che sono i primi anni Settanta.

  7. The Antwerp joyous entry of 1549. The Florentine-Genoese conflict as a window on the role of a trading nation in political cultural transfers

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Christophe Schellekens

    2015-12-01

    Full Text Available La felice entrata ad Anversa del 1549. Il conflitto fiorentino-genovese come una finestra sul ruolo di una nazione commerciale in transfer culturali politici In quest’articolo sono esaminati vari documenti a proposito delle iniziative che la nazione italiana ad Anversa e il governo fiorentino presero per ottenere la precedenza sulla nazione genovese nel corteggio della felice entrata di Carlo V ad Anversa, nel 1549. Un’analisi della corrispondenza fiorentina vuole offrire una ricostruzione empirica dell’impegno dimostrato dalla comunità fiorentina a questo riguardo. Benché la rete comunicativa sia di carattere transnazionale e la corrispondenza si basi su esempi del passato avvenuti in diversi contesti culturali, l’analisi svela alcuni aspetti che comprometterebbero un’interpretazione in termini di transfer o di traslazione, poiché lo scambio di informazioni ha luogo principalmente all’interno della comunità fiorentina.

  8. Preliminary research on some ecological and biometric aspects of the Sardinian pine marten (Martes martes

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carlo Murgia

    1995-12-01

    Full Text Available Abstract The coat colour and the biometric measurements of 13 Sardinian pine martens (Martes martes were similar to the Italian peninsular specimens. The diet was constituted by vegetables (mainly Rosaceae fruits, mammals (rodents and birds. On the basis of the collecting sites of martens, different habitats were frequented by the species, from woods to anthropic areas. Riassunto Indagine preliminare su alcuni aspetti ecologici e biometrici della martora (Martes martes in Sardegna - La colorazione del mantello e i dati biometrici di 13 esemplari di martora sarda (Martes martes erano simili a quelli riportati per esemplari dell'Italia peninsulare. La dieta era composta soprattutto da vegetali (frutti delle Rosaceae, da mammiferi (in particolare roditori e da uccelli. Sulla base dei siti di ritrovamento degli animali si riscontra che la specie frequenta ambienti diversi, dai boschi alle zone antropizzate.

  9. La famiglia e la femminilità ferita in “To the Lighthouse” di Virginia Woolf.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cesare Pozzuoli

    2016-08-01

    Full Text Available Al faro (titolo originale To the Lighthouse, capolavoro woolfiano pubblicato originariamente nel 1927 dalla Hogarth Press, è una potente metafora sullo scorrere del tempo che si intreccia al tema dei rapporti interpersonali e in particolare delle dinamiche familiari. Al centro di Al Faro vi è la famiglia Ramsay, fotografata tra i primi vagiti dell'Età Eduardiana e la Grande Guerra sulla quale si ergono Mr e Mrs Ramsay: il padre e la madre, emblemi della virilità e della femminilità, spesso in conflitto. La recente ristampa del romanzo (con un nuovo apparato critico da parte di Feltrinelli ci permette di rileggere l'opera ponendo in evidenza la connessione tra i rapporti familiari in essa descritti e la condizione di disagio e sofferenza spirituale della donna, sempre in lotta con l'uomo, al centro di essi.

  10. Monofloral honeys by Sicilian black honeybee (Apis mellifera ssp. sicula have high reducing power and antioxidant capacity

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Attanzio

    2016-11-01

    Full Text Available Thirty samples from thirteen Sicilian monofloral honeys by the local black honeybee, and two honeydew honeys, were studied to assess phenol content, reducing power and antioxidant capacity as well as correlations among these parameters. Honeys from Apiaceae showed the highest phenol amount and capacity to reduce ferric ion and stable chemical radicals, whereas honeys from Leguminosae the lowest. All honeys were active against myoglobin-derived radicals usually formed in red meat after storage and/or heating and significant correlation (p = 0.023 was found between flavonoid content and deactivation rate of this radical. Dill > almond > tangerine > thistle > sulla honeys inhibited formation of lipoperoxides in either iron/ascorbate or azoinitiator -induced membrane lipid oxidation, whereas eucalyptus honey was mostly effective in the metal-dependent model. Honeys by black honeybee possess remarkable reducing power and antioxidant potential against radicals of interest in dietary foodstuffs.

  11. I sei numeri dell'universo le forze profonde che spiegano il cosmo

    CERN Document Server

    Rees, Martin

    2002-01-01

    È possibile che sei semplici numeri, sei costanti universali, diano conto dell'infinita varietà e della stupefacente complessità del cosmo? L'astrofisico Martin Rees ci mostra che non soltano ciò è possibile, ma in quei sei numeri sono scritti la storia, la struttura e il futuro dell'universo, e che perfino la comparsa della vita sulla terra, e dunque la nostra stessa esistenza, non sarebbe concepibile se uno solo di quei valori numerici, definiti nell'istante che segnò la nascita del mondo, fosse differente. I sei numeri dell'universo ci introducono così ad alcune delle questioni più profonde su cui si interroga oggi la scienza.

  12. Identità visiva e narrazione in un percorso MOOC per docenti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Letizia Cinganotto

    2015-09-01

    Full Text Available Il contributo mira a illustrare un esempio di MOOC per docenti realizzato in un contesto internazionale. In particolare, il focus è rappresentato dalla documentazione e riflessione sul percorso formativo dei docenti attraverso l’uso del diario, componente essenziale per la rielaborazione e reinterpretazione dell’esperienza ai fini dell’arricchimento e della crescita personale e professionale. Le tecnologie multimediali e multimodali offrono la possibilità di costruire varie tipologie di diari all’interno di percorsi di formazione online. In particolare, verranno presi in considerazione alcuni esempi di diari e ne saranno illustrate le caratteristiche principali, dettagliando l’uso di alcuni tool per la rappresentazione narrativa e visiva. L’articolo prende le mosse da un breve quadro di riferimento teorico sulla funzione dei MOOC nella formazione dei docenti e sull’importanza della meta-riflessione ai fini della costruzione del profilo del “professionista riflessivo”.

  13. C'è un secondo debito pubblico (più grande del primo?. (Is there a second public debt (larger than the first?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    O. CASTELLINO

    2013-12-01

    Full Text Available L'articolo riguarda la definizione di una sicurezza sociale di debito nascosto che possono derivare dalle passività non finanziate dei sistemi pensionistici pay -as- you-go . Si distingue il diritto legale di prestazioni pensionistiche dei pensionati attuali da quelli attualmente impiegati. E poi si concentra in particolare sulla storia recente e la sicurezza sociale di debito del sistema pensionistico italianoThe article deals with the definition of a social security hidden debt that may arise from the unfunded liabilities of pay-as-you-go pension systems. It distinguishes the legal entitlement to pension benefits of the current pensioners from those currently employed.  It then focuses in particular on the recent history and social security debt of the Italian pension system.JEL: H63, H55

  14. Dal Big Bang ai buchi neri

    CERN Document Server

    Hawking, Stephen W

    1988-01-01

    "Che cosa sappiamo sull'universo, e come lo sappiamo? Da dove è venuto, e dove sta andando? L'universo ebbe un inizio e, in tal caso cosa c'era prima? Il tempo avrà mai una fine?" Con questi quesiti Stephen Hawking introduce il lettore in una straordinaria avventura: un'emozionante cavalcata nel tempo. L'espansione dell'universo, il principio di indeterminazione, le particelle elementari e le forze della natura, l'origine e la sorte dell'universo, l'unificazione della fisica sono le grandi tappe di questo viaggio indimenticabile. Ma oltre a riassumere le conoscenze tradizionali Hawking illustra le ultime teorie sulla fisica dei buchi neri, il principio antropico, la teoria dell'universo inflazionario, l'universo contenuto in una bolla. Il titolo viene ripubblicato in una nuova veste editoriale, con la copertina che per l'occasione è stata realizzata da Hennie Haworth.

  15. Evidence Based Education: un quadro storico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuliano Vivanet

    2013-08-01

    Full Text Available Nel corso dell’ultimo decennio, nel pensiero pedagogico anglosassone, si è affermata una cultura dell’evidenza cui ci si riferisce con l’espressione “evidence based education” (EBE. Secondo tale prospettiva, le decisioni in ambito educativo dovrebbero essere assunte sulla base delle conoscenze che la ricerca empirica offre in merito alla minore o maggiore efficacia delle differenti opzioni didattiche. Si tratta di un approccio (denominato “evidence based practice” che ha origine in ambito medico e che in seguito ha trovato applicazione in differenti domini delle scienze sociali. L’autore presenta un quadro introduttivo all’EBE, dando conto delle sue origini e dei differenti significati di cui è portatrice.

  16. Bianco su nero. Una storia per strada

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Elena Buslacchi

    2013-03-01

    Full Text Available “Per raccontare questa storia bisogna partire da Odessa” – e girare il mondo, con l’immaginazione, ma anche con i piedi. A maggio 2012, a Genova, è comparsa una scritta bianca che attraversa il centro storico. Questo è il prologo. Anche se ormai sbiadita, ancora oggi è impossibile non notarla: parte proprio di fronte a Palazzo Ducale, si inoltra nei vicoli, da quelli più frequentati a quelli meno noti e battuti, termina, o meglio, s’interrompe sulla riva del mare. Dalla banchina sul porto cade in acqua. E si dice continui in Israele, dove prosegue la storia che narra, ma nessuno si è ancora preso la premura di verificare. Forse perché non conta davvero come finisca la storia: quel che conta è seguirla.

  17. Il problem solving aritmetico: analisi dei processi cognitivi e metacognitivi e illustrazione del software "Risolvere problemi aritmetici"

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonella D'Amico

    2010-01-01

    Full Text Available Il presente contributo esamina la letteratura relativa al problem solving matematico ed illustra uno strumento multimediale per la soluzione dei problemi aritmetici in bambini del secondo ciclo della scuola primaria e in bambini che presentano difficoltà in tale area. Il software presenta sia un modulo test, in cui vengono presentati problemi aritmetici di livello di difficoltà crescente, che un modulo di training. Il training è stato elaborato in base alle più recenti ricerche nell’area del problem solving matematico e prevede attività sulla comprensione, rappresentazione, categorizzazione e pianificazione del problema. Il training prevede inoltre particolari attività che stimolano l’uso della memoria di lavoro nella soluzione dei problemi. Il training si presenta come metacognitivamente orientato, in quanto i personaggi guida dell’ambientazione si configurano come compagni di studio che stimolano la riflessione metacognitiva rispetto alle attività affrontate.

  18. The influence of the pedological factor on the relief dynamics within Sasaus River catchment (Transylvania

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    RALUCA-GEORGIANA ALEXANDRU

    2012-08-01

    Full Text Available Influenza del fattore pedologico sulla dinamica del paesaggio nel bacino Săsăuș. Il paesaggio ha un'influenza indiretta sullo sviluppo del suolo, attraverso diversi fattori. Una caratteristica importante dei suoli è che essi sono soggetti ad una serie di stadi nella loro evoluzione, ottengono un profilo profondo, con una moltitudine di orizzonti ben differenziati. Questi tipi di suolo influenzano la dinamica del paesaggio del bacino idrografico, attraverso la loro tessitura e struttura, che sono più o meno soggetti a certi processi geomorfologici. In questo caso, causa dell'espansione dei depositi d'argilla, sabbia e ghiaia, i processi di erosione di superficie sono dominanti a causa della pioggia e della rete idrografica e a volte si incontrano frane di terreno.

  19. Includere fa la differenza? Il punto alla luce delle evidenze empiriche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucia Donata Nepi

    2013-09-01

    Full Text Available Il dibattito sull’educazione inclusiva ruota, tipicamente, intorno a due argomenti: i principi e le evidenze empiriche. Sul piano dei principi l’inclusione concerne il diritto di tutti gli studenti, compresi quanti sperimentano difficoltà di diversa natura, di avere accesso all’istruzione all’interno della scuola ordinaria. Ma una scuola che include è anche una scuola efficace? Che impatto ha l’inclusione sul rendimento degli studenti con bisogni speciali e dei loro compagni a sviluppo tipico? Qual è l’impatto sulla partecipazione sociale di tutti gli studenti? Ad oggi sappiamo che sul piano delle evidenze empiriche le risposte a queste domande sono molto lontane da risposte definitive. Lo scopo di questo lavoro è presentare lo stato dell’arte della ricerca internazionale sull’educazione inclusiva attraverso i risultati delle indagini più recenti.

  20. «Mi è tornata la fantasia del narratore»: Pasolini cinquant'anni fa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alfredo Barberis

    2014-05-01

    Full Text Available Per quanto sia ossessivamente evocato, santificato, servito in tutte le salse, legato  a tutte le bandiere, tirato in ballo a ogni proposito e pure a sproposito, si sa che con Pasolini non si finisce mai. Anche per la banale ragione che è stato un autore abituato a non risparmiarsi, sempre generoso di sé, sempre sulla breccia: tra l’altro, presente sui giornali nei modi più vari, attraverso articoli, tavole rotonde, interventi polemici, note occasionali, e interviste del tipo più dinamico, in cui le risposte all’intervistatore disegnavano un autentico ragionamento in fieri. Ripresentiamo qui una delle più interessanti: rilasciata a un brillante giornalista di lungo corso, Alfredo Barberis, comparsa alla fine del 1964 sul supplemento culturale del «Giorno», e ripubblicata una sola volta, in un volume a cura di Oronzo Parlangèli ormai fuori catalogo.