WorldWideScience

Sample records for pigmenti presenti sulla

  1. Pigments analysis on skin tomato fruits during ripening by mean fluorescence techniques; Analisi mediante utilizzo di tecniche di fluorescenza dei pigmenti presenti sulla superficie di bacche di pomodoro durante la maturazione

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Lai, A; Fantoni, R [ENEA, Divisione Fisica Applicata, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy)

    2000-07-01

    Different spectroscopic techniques, based on visible fluorescence emission upon excitation in the same spectral region or in the ultraviolet, have been utilized to characterize tomato fruit ripening stages in order to analyze surface pigments which correspond to optimal conditions for fruit harvesting. The main fluorescence spectral features belonging to antochyanin, flavonoids, carotenoids and chlorophyll a after excitation of skin tomato pigments at different laser wavelength have been identified. For tomato ripening stage LIF detection, the {lambda}{sub e}xc266nm was established as the optimal laser wavelength. [Italian] Mediante diverse tecniche spettroscopiche, basate sulla emissione di fluorescenza visibile a seguito di eccitazione nella stessa regione o nell'ultravioletto, e' stato condotto uno studio su bacche di pomodoro a diversi stadi di maturazione Lo scopo del lavoro e' quello di potere attribuire, attraverso l'analisi degli spettri di fluorescenza dei pigmenti superficiali presenti nel frutto, lo stadio ottimale di maturazione al momento della raccolta. I risultati ottenuti hanno permesso di distinguere spettri di fluorescenza attribuiti ai principali gruppi di pigmenti fluorescenti presenti nella superficie esterna del pomodoro: antociani, flavonoidi, carotenoidi e clorofilla a.

  2. Pigments analysis on skin tomato fruits during ripening by mean fluorescence techniques; Analisi mediante utilizzo di tecniche di fluorescenza dei pigmenti presenti sulla superficie di bacche di pomodoro durante la maturazione

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Lai, A.; Fantoni, R. [ENEA, Divisione Fisica Applicata, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy)

    2000-07-01

    Different spectroscopic techniques, based on visible fluorescence emission upon excitation in the same spectral region or in the ultraviolet, have been utilized to characterize tomato fruit ripening stages in order to analyze surface pigments which correspond to optimal conditions for fruit harvesting. The main fluorescence spectral features belonging to antochyanin, flavonoids, carotenoids and chlorophyll a after excitation of skin tomato pigments at different laser wavelength have been identified. For tomato ripening stage LIF detection, the {lambda}{sub e}xc266nm was established as the optimal laser wavelength. [Italian] Mediante diverse tecniche spettroscopiche, basate sulla emissione di fluorescenza visibile a seguito di eccitazione nella stessa regione o nell'ultravioletto, e' stato condotto uno studio su bacche di pomodoro a diversi stadi di maturazione Lo scopo del lavoro e' quello di potere attribuire, attraverso l'analisi degli spettri di fluorescenza dei pigmenti superficiali presenti nel frutto, lo stadio ottimale di maturazione al momento della raccolta. I risultati ottenuti hanno permesso di distinguere spettri di fluorescenza attribuiti ai principali gruppi di pigmenti fluorescenti presenti nella superficie esterna del pomodoro: antociani, flavonoidi, carotenoidi e clorofilla a.

  3. Bilateral cerebrovascular accidents in incontinentia pigmenti.

    Science.gov (United States)

    Fiorillo, Loretta; Sinclair, D Barry; O'Byrne, Mary L; Krol, Alfons L

    2003-07-01

    Incontinentia Pigmenti is an X-linked dominant neurocutaneous disorder with central nervous system manifestations in 30% of cases, including seizures and mental retardation. Ischemic or hemorrhagic cerebrovascular accidents have been reported rarely in incontinentia pigmenti. Chart review and literature search was performed following identification of the index case. We describe a patient with incontinentia pigmenti who developed bilateral cerebrovascular accidents in the neonatal period, with resultant severe neurologic sequelae. This is the second reported case of bilateral cerebrovascular accidents in a patient with incontinentia pigmenti. This finding may be secondary to cerebrovascular anomalies, similar to those observed in the retina. Recognition of cerebrovascular accidents as a complication of incontinentia pigmenti will hopefully lead to earlier recognition and treatment.

  4. Saussure chiama, pascoli risponde. Nuove prospettive sulla ricerca anagrammatica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Palmieri

    2016-07-01

    Full Text Available Dopo un’ampia e aggiornata ricostruzione storico-filologica della corrispondenza tra Saussure e Pascoli, l’articolo suggerisce nuove prospettive sulla ricerca ana-grammatica negando che esista uno iato insanabile tra il Saussure degli anagrammi e quello del Cours. Per dimostrare ciò, l’autore si avvale anche degli scritti saussuriani ritrovati nel 1996. In particolare, Saussure avrebbe ‘scoperto’ il significante (elemento linguistico individuato in contrapposizione alla figure vocale e le serie paradigmatiche proprio a partire dalla sua ricerca sulle associazioni foniche presenti nelle strutture anagrammatiche del linguaggio (poetico. Inoltre, a partire da una riflessione sul principio di similarità fonica, il confronto tra le due ricerche saussuriane consente di limitare il preteso dogma dell’arbitrarietà del segno. Ciò in perfetto accordo con Jakobson. Sviluppando poi un’intuizione di Meillet, viene analizzato il rapporto che esiste tra anagrammi e musica (dodecafonica, nel caso in questione. Chiude l’articolo una lettera immaginaria, ma non troppo, con la quale Pascoli avrebbe potuto rispondere a Saussure sulla questione degli anagrammi presenti nel testo poetico.

  5. Incontinentia pigmenti with neurologic and oculodental disorders

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Jorge Arturo Avina Fierro

    2016-01-01

    Full Text Available Incontinentia pigmenti is a genodermatosis with X-linked dominant inheritance, characterized by cutaneous, neurologic, ophthalmologic, and dental abnormalities with a pattern suggestive of somatic mosaicism. We describe a 21-month-old girl showing characteristic cutaneous findings of incontinentia pigmenti in chronic evolution of hyperpigmented, hypopigmented, and atrophic stages, linear and whorled pattern involving the Blaschko's lines. The patient has history of seizures, and electroencephalography showed epileptiform discharges at temporal lobule, cranial magnetic resonance imaging revealed cerebral dysgenesis, neuronal migration disorder, and hypoplasia of the corpus callosum. She has motor and mental delay with spastic quadriplegia, and ophthalmologic loss of central vision by ischemic optic neuropathy with decreased blood flow to eye's optic nerve. The dermatologic features were confirmed by skin biopsy that showed slight atrophy and some scattered apoptotic cells in the epidermis, epidermal hypopigmentation, and reduced melanocyte number, these histological features confirmed the genodermatosis diagnosis: Bloch-Sulzberger syndrome.

  6. [Incontinentia pigmenti with defect in cellular immunity].

    Science.gov (United States)

    Zamora-Chávez, Antonio; Escobar-Sánchez, Argelia; Sadowinski-Pine, Stanislaw; Saucedo-Ramírez, Omar Josué; Delgado-Barrera, Palmira; Enríquez-Quiñones, Claudia G

    Incontinentia pigmenti is a rare, X-linked genetic disease and affects all ectoderm-derived tissues such as skin, appendages, eyes, teeth and central nervous system as well as disorders of varying degree of cellular immunity characterized by decreasing melanin in the epidermis and increase in the dermis. When the condition occurs in males, it is lethal. We present the case of a 2-month-old infant with severe incontinentia pigmenti confirmed by histological examination of skin biopsy. The condition evolved with severe neurological disorders and seizures along with severe cellular immune deficiency, which affected the development of severe infections and caused the death of the patient. The importance of early clinical diagnosis is highlighted along with the importance of multidisciplinary management of neurological disorders and infectious complications. Copyright © 2015 Hospital Infantil de México Federico Gómez. Publicado por Masson Doyma México S.A. All rights reserved.

  7. Incontinencia pigmenti con defecto en la inmunidad celular

    OpenAIRE

    Zamora-Chávez, Antonio; Escobar-Sánchez, Argelia; Sadowinski-Pine, Stanislaw; Saucedo-Ramírez, Omar Josué; Delgado-Barrera, Palmira; Enríquez-Quiñones, Claudia G.

    2015-01-01

    Introducción: La incontinencia pigmenti es una enfermedad genética rara ligada al cromosoma X, letal en el varón, que afecta a todos los tejidos derivados del ectodermo, como piel, faneras, ojos, dientes y sistema nervioso central, y presenta alteraciones de grado variable en la inmunidad celular. Se caracteriza por la disminución de la melanina en la epidermis y su incremento en la dermis. Caso clínico: Se presenta el caso de una lactante de dos meses de edad con incontinencia pigmenti gr...

  8. E-learning as a complement to presential teaching of blindness prevention: a randomized clinical trial

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rodrigo Pessoa Cavalcanti Lira

    2013-02-01

    Full Text Available OBJECTIVE: To investigate if E-learning material improves the basal student knowledge level before attending the presential class of blindness prevention (BP and if helps to fix this information one-month after the class. METHODS: Fourth-year medical students were randomly assigned to have a presential class of BP (Traditional group = TG or to have a presential class of BP plus an additional E-learning material (E-learning group = ELG. This material was e-mailed one week before the presential class. The students were submitted to a multiple-choice test (with three options each with seven questions immediately before the presential class, immediately after the class, and one-month later. The three tests had the same questions; however, the answers options were distributed in different sequences. The primary outcome was immediate pretest score. The secondary outcomes were immediate posttest score and one-month posttest score. RESULTS: Among the 120 fourth-year medical students, a random sample of 34 students was assigned to the TG and 34 students was assigned to the ELG. The two groups showed similar immediate posttest score (TG=6.8 and ELG=6.9; P<.754, but the differences at the immediate pretest score (TG=3.6 and ELG=4.7; P<.001, and at the one-month posttest score, were significant (TG=6.1 and ELG=6.8; P<.001. CONCLUSIONS: The pretest and the one-month posttest results suggested that the E-learning material acts as an effective complementary tool of the presential class of blindness prevention.

  9. Pulmonary hypertension and vasculopathy in incontinentia pigmenti: a case report

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alshenqiti A

    2017-05-01

    Full Text Available Abduljabbar Alshenqiti,1 Marwan Nashabat,1 Hissah AlGhoraibi,1 Omar Tamimi,2 Majid Alfadhel1 1Division of Genetics, Department of Pediatrics, King Abdullah International Medical Research Centre, King Saud bin Abdulaziz Uiversity for Health Sciences, King Abdulaziz Medical City, Ministry of National Guard Health Affairs (NGHA, Riyadh, Saudi Arabia; 2Department of Cardiology, King Abdullah International Medical Research Centre, King Saud bin Abdulaziz University for Health Sciences, King Abdulaziz Medical City, Ministry of National Guard-Health Affairs (NGHA, Riyadh, Saudi Arabia Abstract: Incontinentia pigmenti (IP; Bloch–Sulzberger syndrome is a rare, genetic syndrome inherited as an X-linked dominant trait. It primarily affects female infants and is lethal in the majority of males during fetal life. The clinical findings include skin lesions, developmental defects, and defects of the eyes, teeth, skeletal system, and central nervous system. Cardiovascular complications of this disease in general, and pulmonary hypertension in particular, are extremely rare. This report describes the case of a 3-year-old girl with IP complicated by pulmonary arterial hypertension. Extensive cardiology workup done to the patient indicates underlying vasculopathy. This report sheds light on the relationship between IP and pulmonary hypertension, reviews the previously reported cases, and compares them with the reported case. Keywords: incontinentia pigmenti, IKBKG, pulmonary hypertension, vasculopathy, Bloch–Sulzberger syndrome, lines of Blaschko, hyperpigmentation

  10. Van gen naar ziekte; incontinentia pigmenti en het NEMO-gen. [From gene to disease; incontinentia pigmenti and the NEMO-gene

    NARCIS (Netherlands)

    Oranje, A.P.; Arts, W.F.; Wagner, A.; van der Hout, A.H.; Simonsz, H.J.

    2005-01-01

    : Incontinentia pigmenti (IP; MIM308310) is a rare neurocutaneous X-dominant inherited disorder. Besides skin and neurological abnormalities, there is also ophthalmologic and dental involvement. The first stage is characterised by inflammation and apoptosis of the skin and central nervous system.

  11. Saggio sulla storia civile del Chili

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto Trivero

    Full Text Available No hace mucho tiempo apareció en el mercado anticuario italiano un libro extremadamente raro e interesante para el mundo chileno y, particularmente mapuche. Se trata de la primera edición del "Saggio sulla storia civile del Chili", del jesuita Giovanni Ignazio Molina, publicado en Bologna en el año 1787.

  12. Case reports, 1965: Incontinentia pigmenti and retrolental mass. Parathyroid cysts

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Miller, R J; Anderson, R E; Wood, J W; Johnson, K G; Hinds, M J.A.

    1966-05-01

    This document contains two reports. In the first report a case of incontinentia pigmenti in a Japanese girl with associated retrolental mass is presented in conjunction with a review of the other known cases of this association in the literature. In the second report, the case of a 42-year-old female with a parathyroid cyst is presented. Review of the literature reveals 38 patients in whom the diagnosis of a parathyroid cyst was supported by the presence of parathyroid tissue within the cyst wall. Of these patients, 70% were women and half of them were less than 40 years old. More than 90% of the cysts are found in the region of the inferior parathyroid glands. The lesion may be associated with symptoms of pain, hoarseness, respiratory obstruction or, in 15% of the cases, with hyperparathyroidism. The cysts commonly increase rapidly in size, but may show periods of remission. It is proposed that these lesions occur more frequently than reports would indicate. It is also believed that the production of clinically significant parathyroid cysts is the result of retention of secretions. 43 references, 7 figures, 2 tables.

  13. Dental and oral anomalies in incontinentia pigmenti: a systematic review.

    Science.gov (United States)

    Minić, Snežana; Trpinac, Dušan; Gabriel, Heinz; Gencik, Martin; Obradović, Miljana

    2013-01-01

    Incontinentia pigmenti (IP) is an X-linked genodermatosis caused by a mutation of the IKBKG gene. The objective of this study was to present a systematic review of the dental and oral types of anomalies, to determine the total number and sex distribution of the anomalies, and to analyze possible therapies. We analyzed the literature data from 1,286 IP cases from the period 1993-2010. Dental and/or oral anomalies were diagnosed for 54.38% of the investigated IP patients. Most of the anomaly types were dental, and the most frequent of these were dental shape anomalies, hypodontia, and delayed dentition. The most frequent oral anomaly types were cleft palate and high arched palate. IKBKG exon 4-10 deletion was present in 86.36% of genetically confirmed IP patients. According to the frequency, dental and/or oral anomalies represent the most frequent and important IP minor criteria. The most frequent mutation was IKBKG exon 4-10 deletion. The majority of dental anomalies and some of the oral anomalies could be corrected. Because of the presence of cleft palate and high arched palate in IP patients, these two anomalies may be considered as diagnostic IP minor criteria as well.

  14. Gene therapy decreases seizures in a model of Incontinentia pigmenti.

    Science.gov (United States)

    Dogbevia, Godwin K; Töllner, Kathrin; Körbelin, Jakob; Bröer, Sonja; Ridder, Dirk A; Grasshoff, Hanna; Brandt, Claudia; Wenzel, Jan; Straub, Beate K; Trepel, Martin; Löscher, Wolfgang; Schwaninger, Markus

    2017-07-01

    Incontinentia pigmenti (IP) is a genetic disease leading to severe neurological symptoms, such as epileptic seizures, but no specific treatment is available. IP is caused by pathogenic variants that inactivate the Nemo gene. Replacing Nemo through gene therapy might provide therapeutic benefits. In a mouse model of IP, we administered a single intravenous dose of the adeno-associated virus (AAV) vector, AAV-BR1-CAG-NEMO, delivering the Nemo gene to the brain endothelium. Spontaneous epileptic seizures and the integrity of the blood-brain barrier (BBB) were monitored. The endothelium-targeted gene therapy improved the integrity of the BBB. In parallel, it reduced the incidence of seizures and delayed their occurrence. Neonate mice intravenously injected with the AAV-BR1-CAG-NEMO vector developed no hepatocellular carcinoma or other major adverse effects 11 months after vector injection, demonstrating that the vector has a favorable safety profile. The data show that the BBB is a target of antiepileptic treatment and, more specifically, provide evidence for the therapeutic benefit of a brain endothelial-targeted gene therapy in IP. Ann Neurol 2017;82:93-104. © 2017 American Neurological Association.

  15. Nuove prospettive storiografiche sulla Grande guerra: violenze, traumi, esperienze

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Bizzocchi

    2014-03-01

    Full Text Available Il testo propone, attraverso l’analisi delle recensioni pubblicate sulla rivista internazionale “First World War Studies”, una rassegna su alcuni recenti studi storici sulla Prima guerra mondiale. Dopo la svolta degli anni Settanta-Ottanta, la storiografia sta continuando ad approfondire in particolare il tema dei risvolti sociali e culturali della Grande guerra.

  16. Cultura e interazioni sociali: riflessioni sulla storia, sulla geografia e sulla lingua italiana per una didattica contemporanea interculturale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giorgio Rini

    2013-05-01

    Full Text Available Riassunto Volgendo lo sguardo verso la complessità sociale non possiamo non sentire la necessità di fare alcune riflessioni che riguardano i contatti con le altre culture sia sul piano didattico, nella scuola, sia sull’interazione sociale. Da questo punto di vista appare urgente una riflessione approfondita che vada a toccare i valori espressi dalla multiculturalità, se non altro per com-prendere meglio il contesto locale nel quale viviamo. Allo scopo vogliamo partire proprio da lontano nel tempo e partiamo dal concetto di mito e dalle narrazioni in esso contenute.A nostro avviso i concetti espressi dal mito si prestano molto bene per la costruzione di un percorso che questo lavoro vuole sviluppare e che toccherà da vicino alcune riflessioni sulla lingua italiana, sulla storia e sulla geografia. Si tratta di prendere le mosse dai risvolti che le vicende mitologiche assumono per farne una rilettura di carattere pedagogico, antropologico e psicologico. Parole chiave: interculturalità, interazione, storia, didattica, contesto locale, scuolaCultures and social interactions: reflections on history, geography and Italian lan-guage for a contemporary intercultural didactics AbstractIf you look towards the current social complexity we certainly feel the need to make some reflections concerning contacts with other cultures both in terms of teaching in the school, and on a social level. From this point of view, an in-depth reflection seems urgent which hits the values expressed by many cultures, even if only to better understand the local context we live in, and the necessary changes for a new structure intercultural learning. With this intent, we want to start from far away in time and we start from the concept of myth and the narratives contained in it. In our opinion, the concepts expressed by myth apply very well to the construction of a path that this work aims at developing and that will closely touch some reflections on the Italian language

  17. Incontinentia pigmenti presenting as hypodontia in a 3-year-old girl: a case report

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Kitakawa Dárcio

    2009-11-01

    Full Text Available Abstract Introduction Incontinentia pigmenti or Bloch-Sulzberger syndrome is a rare X-linked dominant disease that mainly affects the skin, eyes, hair, central nervous system and teeth. The disease is predominant among women. Although dermatologic manifestations are among the most important aspects for the diagnosis of the syndrome, they are less damaging to the patient and do not require treatment. However, oral involvement characterized by hypodontia of deciduous and permanent teeth is important for the diagnosis and treatment of the patient. Case presentation We report the case of a 3-year-old girl with ophthalmologic and neurologic disturbances, cutaneous manifestations and hypodontia. Since the patient did not present more damaging manifestations such as neurologic and/or ophthalmologic problems, her most severe complications were related to dental anomalies. The importance of integrated dental treatment, which combines pediatric dentistry, orthodontics and conventional prosthesis, is emphasized. Conclusion Hypodontia is a frequent finding in incontinentia pigmenti, and dentists should be aware of this condition in order to help with the diagnosis.

  18. Inchiesta sulle condizioni di vita e sanitarie degli immigrati presenti nella cittá di Messina

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    D. Alfino

    2003-05-01

    Full Text Available A Messina e nella sua provincia vivono circa 7328 stranieri con regolare permesso di soggiorno (dati aggiornati al 31/12/02 Questura di Messina Ufficio Immigrati ai quali si deve aggiungere una quota di soggetti, irregolari e clandestini, stimata intorno al 25% dei regolari (fonte dati Caritas, Kirone. Le Comunità maggiormente presenti sono quelle provenienti dalle Filippine, Marocco, Sri Lanka. Al fine di valutare il livello di assistenza sanitaria fornita agli immigrati, nel periodo compreso tra Dicembre 2002 e Maggio 2003, abbiamo intervistato un campione di immigrati relativamente alle loro abitudini di vita, sul tipo di lavoro svolto, sullo stato di salute attuale e pregresso, sull’eventuale ricorso alle strutture del Servizio Sanitario Locale e sulle vaccinazioni praticate nel Paese di origine e in Italia. Sono stati intervistati 1204 soggetti (42,19% Sri Lanka, 24,75% Marocco, 25,91% Filippine, 3,15% Tunisia, 1,82% Senegal, 0,16% Algeria. La comunità cinese, anch’essa significativamente presente nella città, si è dimostrata diffidente e non interessata alla nostra indagine. Sono state evidenziate notevoli carenze del Servizio Sanitario locale, per mancanza di un sistema di monitoraggio e prevenzione rivolto agli immigrati. Il 99% degli intervistati pur essendo iscritto al S.S.N.ed avendo nell’84% il medico di famiglia, non possiede il libretto sanitario, è stato sottoposto alle vaccinazioni obbligatorie del Paese di origine, ma non le ha integrate con quelle Italiane, ad eccezione del 2,3% di soggetti che ha praticato quella antiinfluenzale e dell’ 1,2% che si è sottoposto a quella antitifica ed antiepatite A per motivi occupazionali. Malgrado l’intervista mirasse a sondare il livello di assistenza sanitaria, ha svelato altri dettagli: il 79,2% dei soggetti cerca di mantenere le abitudini alimentari originarie; solo lo 0,5% ha dichiarato di aver subito un infortunio, mentre riguardo al tipo di attività svolta si rilevano

  19. Evaluation of the norrie disease gene in a family with incontinentia pigmenti.

    Science.gov (United States)

    Shastry, B S; Trese, M T

    2000-01-01

    Incontinentia pigmenti (IP) is an ectodermal multisystem disorder which can affect dental, ocular, cardiac and neurologic structures. The ocular changes of IP can have a very similar appearance to the retinal detachment of X-linked familial exudative vitreoretinopathy, which has been shown to be caused by the mutations in the Norrie disease gene. Therefore, it is of interest to determine whether similar mutations in the gene can account for the retinal pathology in patients with IP. To test our hypothesis, we have analyzed the entire Norrie disease gene for a family with IP, by single strand conformational polymorphism followed by DNA sequencing. The sequencing data revealed no disease-specific sequence alterations. These data suggest that ocular findings of IP are perhaps associated with different genes and there is no direct relationship between the genotype and phenotype. Copyright 2000 S. Karger AG, Basel

  20. The results of early physiotherapy on a child with incontinentia pigmenti with encephalocele

    Science.gov (United States)

    Kara, Ozgun Kaya; Mutlu, Akmer; Gunel, Mintaze Kerem

    2010-01-01

    This study aimed to exhibit the effects of early physiotherapy and discusses post-treatment results on a patient with incontinentia pigmenti (IP) with encephalocele. Physiotherapy evaluations of the child included cognitive, fine and gross motor development assessed with the Bayley Scales of Infant and Toddler Development – Third Edition (Bayley-III), disability level with the gross motor function classification system, gross motor function with the gross motor function measurement (GMFM), and tonus evaluation with the Modified Ashworth Scale. The child was included in a physiotherapy and rehabilitation programme based on neurodevelopmental treatment three times a week. Although cognitive and motor development according to Bayley-III improved in the present case, motor and cognitive retardation became more apparent with growth. GMFM results indicated a large improvement from 5.88% to 47.73%. Presentation of this case shows the significance of early physiotherapy in this first study on physiotherapy for IP during the early rehabilitation process. PMID:22767665

  1. Cropping systems sustainability: Inoculation and fertilisation effect on sulla performances in a new cultivation area

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Leonardo Sulas

    2017-12-01

    Full Text Available To assess the feasibility of the sulla [Sulla coronaria (L. Medik] forage legume in a new agroecosystem, its host-specific symbiotic interaction needs to be taken into account. This study aimed to investigate the effects of inoculation and nitrogen (N fertiliser on productive performances and N-fixation ability of sulla established in a new habitat within a Mediterranean agropastoral area. Sulla plants, previously inoculated (with peat-based, liquid inoculants, and using soil from an existing sulla field and unfertilised or N fertilised were evaluated in Sardinia (Italy. During 2013-2014, sulla plants were sampled at four growing stages, from vegetative stage to seed set, and shoot length, shoot dry matter (DM yield and N content were monitored. Moreover, atom% 15N isotopic excess, proportion of N derived from the atmosphere and fixed N of sulla shoots were quantified. Inoculation and N fertilisation both affected growth, DM and N yields, and N-fixation of sulla. Compared to the best inoculated treatment, the DM yield and fixed N of the control only represented 10 to 22% and 2 to 11%, respectively. Nitrogen fertilisation caused temporary decreases in the N fixing ability of sulla. Results pointed out that rhizobial inoculation is essential for the exploitation of sulla outside its traditional cropping area.

  2. Incontinentia Pigmenti

    Science.gov (United States)

    ... is also associated with abnormalities of the teeth, skeletal system, eyes, and central nervous system. It is one ... is also associated with abnormalities of the teeth, skeletal system, eyes, and central nervous system. It is one ...

  3. Incontinentia Pigmenti

    National Research Council Canada - National Science Library

    Hsieh, David T; Moorjani, Bhagwan

    2008-01-01

    .... In this update, Drs. David Hsieh and Bhagwan Moorjani from Children's National Medical Center in Washington, DC highlight the reporting of reversible brain lesions by MRI, and the addition of the gothic palate...

  4. FORS, Fiber Optics Reflectance Spectroscopy con gli spettrometri miniaturizzati per l’identificazione dei pigmenti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonino Cosentino

    2014-01-01

    Full Text Available AbstractQuesto articolo riporta i risultati del test di un sistema FORS (Fiber Optics Reflectance Spectroscopy assemblato con componenti Ocean Optics. Questa ditta ha sviluppato una linea di spettrometri miniaturizzati e dal costo estremamente contenuto. Le trascurabili dimensioni e peso di questo sistema FORS lo rendono uno strumento assolutamente adatto alle indagini dell’arte in cantiere. Sono stati testati 54 pigmenti storici in polvere e stesi con gomma arabica, tempera all’uovo, olio e affresco. Il sistema è stato provato su un quadro dell’800 e su opere murali del barocco siciliano.   This paper shows the results of the testing of a FORS (Fiber Optics Reflectance Spectroscopy system assembled with Ocean Optics components and featuring a USB4000 miniaturized and low cost spectrometer. The small dimensions and little weight of this FORS system make it adapt for the specific needs of art examination in the field. 54 historical pigments have been tested both in powder and laid with gum Arabic, egg tempera, linseed oil and fresco. The FORS system was also tested on a 1800s oil painting and on 1700s Sicilian baroque murals and the results compared with multispectral imaging analysis.   

  5. Unusual Father-to-Daughter Transmission of Incontinentia Pigmenti Due to Mosaicism in IP Males.

    Science.gov (United States)

    Fusco, Francesca; Conte, Matilde Immacolata; Diociaiuti, Andrea; Bigoni, Stefania; Branda, Maria Francesca; Ferlini, Alessandra; El Hachem, Maya; Ursini, Matilde Valeria

    2017-09-01

    Incontinentia pigmenti (IP; Online Mendelian Inheritance in Man catalog #308300) is an X-linked dominant ectodermal disorder caused by mutations of the inhibitor of κ polypeptide gene enchancer in B cells, kinase γ ( IKBKG )/ nuclear factor κB, essential modulator ( NEMO ) gene. Hemizygous IKBKG/NEMO loss-of-function (LoF) mutations are lethal in males, thus patients are female, and the disease is always transmitted from an IP-affected mother to her daughter. We present 2 families with father-to-daughter transmission of IP and provide for the first time molecular evidence that the combination of somatic and germ-line mosaicism for IKBKG/NEMO loss of function mutations in IP males resulted in the transmission of the disease to a female child. We searched for the IKBKG/NEMO mutant allele in blood, urine, skin, and sperm DNA and found that the 2 fathers were somatic and germ-line mosaics for the p.Gln132×mutation or the exon 4-10 deletion of IKBKG/NEMO , respectively. The highest level of IKBKG/NEMO mutant cells was detected in the sperm, which might explain the recurrence of the disease. We therefore recommend careful clinical evaluation in IP male cases and the genetic investigation in sperm DNA to ensure correct genetic counseling and prevent the risk of paternal transmission of IP. Copyright © 2017 by the American Academy of Pediatrics.

  6. Incontinentia pigmenti--ophthalmological observation of a series of cases and review of the literature.

    LENUS (Irish Health Repository)

    O'Doherty, M

    2012-02-01

    AIM: The aims of this study were to make an inventory of the disease in Ireland, to acquire better knowledge of the relationship between genetic makeup and phenotypic ocular presentation and, finally, through literature review and personal experience, to establish clear guidelines on best practice in the management of children with this rare condition both in terms of screening and follow-up. METHODS: All patients who attended the dermatology and genetic clinic in Our Lady\\'s Hospital for Sick Children, Crumlin, with incontinentia pigmenti (IP) were contacted and invited to attend the eye clinic for ocular assessment. Children who were already attending the ophthalmic services before commencement of the study had their charts reviewed for assessment. RESULTS: 11 of 19 patients agreed to attend the clinic for ocular assessment. Of these patients, nine had genetic testing. The mean age of the patients at the examination was 8 years (3 months to 29 years). In 10 patients, IP was the result of a spontaneous mutation, whereas the condition was inherited from an affected mother in one patient. Of the 11 patients with IP, 5 have visually significant ocular findings (47%). We describe the case history of four of these children briefly to outline the severity of this condition. CONCLUSION: Our patients had a significant percentage of ocular abnormalities (47%). We have outlined an examination schedule for patients with and without retinal pathology and recommend fluorescein angiography in patients with retinal pathology to fully determine the extent of ischaemia. Like other studies, early treatment with peripheral retinal photocoagulation to reduce the risk of retinal detachment is recommended in this study.

  7. Incontinentia pigmenti (IP2): familiar case report with affected men. Literature review.

    Science.gov (United States)

    Arenas-Sordo, María de la Luz; Vallejo-Vega, Bárbara; Hernández-Zamora, Edgar; Gálvez-Rosas, Arturo; Montoya-Pérez, Luis Alberto

    2005-07-01

    Incontinentia pigmenti is a genodermatosis described by Garrod and in 1920 by Bloch, Sulzberger, Siemens y Bardach. It is an ectodermic disorder that affects skin, teeth, eyes and may also have neurological problems. The IP2 name describes the histological characteristics, the incontinence of melanin into the melanocytes cells in the epidermal basal layer and its presence in superficial dermis. IP2 is an x-linked dominant condition but genetic heterogeneity may exist. The patient was 4 yrs 5 months old when she came for the first time. In a physical exploration she presented sparse and thin hair, eyelashes and eyebrows, beaked nose, labial protrusion, the four central teeth have a conic crown and there was also a delayed eruption of other teeth, right eye strabismus, hipoacusia, language defects and a trunk, legs, feet, and face dermatosis characterized by grouped vesicles, hyperkeratotic and warty lesions and brownish-gray lesions in a lineal pattern. The patient s father had hypopigmented lesions in the posterior regions of both legs. The oral clinical and radiographic exams showed diverse anomalies. Both the patient's and the father's chromosomal studies were normal. In the present case we can see that the father has IP2 without supernumeraries X, with the antecedent that his mother had something similar. It is possible that the inheritance was autosomic dominant or it is a different mutation of NEMO (NF-kappa-B essential modulator) gene to a classical one, which was found in some affected men. It is necessary to carry out a molecular study of these patients.

  8. Incontinentia pigmenti: learning disabilities are a fundamental hallmark of the disease.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Rosa Pizzamiglio

    Full Text Available Studies suggest that genetic factors are associated with the etiology of learning disabilities. Incontinentia Pigmenti (IP, OMIM#308300, which is caused by mutations of the IKBKG/NEMO gene, is a rare X-linked genomic disorder (1:10000/20:000 that affects the neuroectodermal tissues. It always affects the skin and sometimes the hair, teeth, nails, eyes and central nervous system (CNS. Data from IP patients demonstrate the heterogeneity of the clinical phenotype; about 30% have CNS manifestations. This extreme variability suggests that IP patients might also have learning disabilities. However, no studies in the literature have evaluated the cognitive profile of IP patients. In fact, the learning disability may go unnoticed in general neurological analyses, which focus on major disabling manifestations of the CNS. Here, we investigated the neuropsychological outcomes of a selected group of IP-patients by focusing on learning disabilities. We enrolled 10 women with IP (7 without mental retardation and 3 with mild to severe mental retardation whose clinical diagnosis had been confirmed by the presence of a recurrent deletion in the IKBKG/NEMO gene. The participants were recruited from the Italian patients' association (I.P.A.SS.I. Onlus. They were submitted to a cognitive assessment that included the Wechsler Adult Intelligence scale and a battery of tests examining reading, arithmetic and writing skills. We found that 7 patients had deficits in calculation/arithmetic reasoning and reading but not writing skills; the remaining 3 had severe to mild intellectual disabilities. Results of this comprehensive evaluation of the molecular and psychoneurological aspects of IP make it possible to place "learning disabilities" among the CNS manifestations of the disease and suggest that the IKBKG/NEMO gene is a genetic determinant of this CNS defect. Our findings indicate the importance of an appropriate psychoneurological evaluation of IP patients, which

  9. Incontinentia pigmenti: learning disabilities are a fundamental hallmark of the disease.

    Science.gov (United States)

    Pizzamiglio, Maria Rosa; Piccardi, Laura; Bianchini, Filippo; Canzano, Loredana; Palermo, Liana; Fusco, Francesca; D'Antuono, Giovanni; Gelmini, Chiara; Garavelli, Livia; Ursini, Matilde Valeria

    2014-01-01

    Studies suggest that genetic factors are associated with the etiology of learning disabilities. Incontinentia Pigmenti (IP, OMIM#308300), which is caused by mutations of the IKBKG/NEMO gene, is a rare X-linked genomic disorder (1:10000/20:000) that affects the neuroectodermal tissues. It always affects the skin and sometimes the hair, teeth, nails, eyes and central nervous system (CNS). Data from IP patients demonstrate the heterogeneity of the clinical phenotype; about 30% have CNS manifestations. This extreme variability suggests that IP patients might also have learning disabilities. However, no studies in the literature have evaluated the cognitive profile of IP patients. In fact, the learning disability may go unnoticed in general neurological analyses, which focus on major disabling manifestations of the CNS. Here, we investigated the neuropsychological outcomes of a selected group of IP-patients by focusing on learning disabilities. We enrolled 10 women with IP (7 without mental retardation and 3 with mild to severe mental retardation) whose clinical diagnosis had been confirmed by the presence of a recurrent deletion in the IKBKG/NEMO gene. The participants were recruited from the Italian patients' association (I.P.A.SS.I. Onlus). They were submitted to a cognitive assessment that included the Wechsler Adult Intelligence scale and a battery of tests examining reading, arithmetic and writing skills. We found that 7 patients had deficits in calculation/arithmetic reasoning and reading but not writing skills; the remaining 3 had severe to mild intellectual disabilities. Results of this comprehensive evaluation of the molecular and psychoneurological aspects of IP make it possible to place "learning disabilities" among the CNS manifestations of the disease and suggest that the IKBKG/NEMO gene is a genetic determinant of this CNS defect. Our findings indicate the importance of an appropriate psychoneurological evaluation of IP patients, which includes early

  10. Note sulla concezione del post mortem presso gli Ittiti

    DEFF Research Database (Denmark)

    Vigo, Matteo; Bellucci, Benedetta

    significato escatologico della morte; 2) la definizione dello status ultraterreno dei defunti (i.e. il diverso trattamento del defunto, ad esempio dal punto di vista cultuale, sulla base della sua condizione sociale); 3) il delineamento dei caratteri e delle funzioni delle divinità ultra-terrene; 4) la......Oggetto d’analisi di questo paper è la concezione della sfera del post-mortem presso la civiltà degli Ittiti. Lo studio delle tematiche che riguardano la concezione dell’“aldilà” nel mondo ittita, sia in senso fisico che metafisico, riveste una larga importanza nella letteratura ittitologica ed è...... stato, pertanto, diffusamente trattato. Nel presente contributo si è scelto quindi di approfondire solo alcuni aspetti della concezione dell’oltretomba, inteso come dimensione metafisica in cui il corpo del defunto giace, staziona o transita dopo la morte. I temi approfonditi saranno quindi: 1) il...

  11. VII Workshop Italiano sulla fisica pp a LHC

    Science.gov (United States)

    LHCpp2016 è la settima edizione dell'incontro nazionale sulla fisica p-p a LHC. Questa serie di incontri è nata a Pisa nel 2003 con lo scopo di stimolare lo scambio di idee tra le comunità sperimentali di ATLAS, CMS e LHCB e la comunità teorica. Caratteristica fondamentale di questi incontri è la preparazione di larga parte dei talk in collaborazione tra i vari esperimenti e la comunità teorica. Largo spazio nella preparazione e presentazione dei talk viene dato ai giovani ricercatori. In questa settima edizione, che si tiene di nuovo a Pisa, vogliamo concentrare l'attenzione sulle potenzialità di scoperta offerte dai dati raccolti durante il runII di LHC.

  12. A Multidisciplinary Approach to a Seven Year-Old Patient with Incontinentia Pigmenti: A Case Report and Five-Year Follow Up

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rezvan Rafatjou

    2016-11-01

    Full Text Available Incontinentia pigmenti is a rare inherited disorder involving abnormalities of the skin, hair, eyes, musculoskeletal system, central nervous system, and the teeth. Dental abnormalities are the most common manifestations of this disorder. The purpose of this case report was to present the clinical and radiological findings of a seven-year-old girl as well as the results of her five-year follow up. The patient showed faded linear pigmented macular lesions on the trunk and on upper and lower limbs. Dental examination was notable for conical and peg-shaped anterior teeth as well as delayed eruption of primary and permanent teeth. In addition to conservative treatments, prosthetic treatments such as interim removable partial dentures were indicated for the patient.Keywords: Incontinentia Pigmenti; Dental Prosthesis; Genetic Diseases, Inborn 

  13. Sulla responsabilità civile del giudice canonico. Profili giurisdizionali

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Beatrice Serra

    2011-12-01

    Full Text Available Il contributo è destinato alla pubblicazione nella Rivista Ius Ecclesiae. SOMMARIO: 1. Una nuova questione di giurisdizione – 2. La vicenda che ha condotto al ricorso - 3. Due opposte chiavi di lettura: a La violazione delle norme canoniche da parte del giudice ecclesiastico quale causa di un danno ingiusto ex art. 2043 c.c. Le confessioni religiose come formazioni sociali ex art. 2 Cost. e la garanzia del diritto al giusto procedimento quale limite dell’autonomia confessionale - 4. La Chiesa cattolica quale ordinamento giuridico originario e primario. Insindacabilità dell’azione del giudice canonico quale svolgimento di un potere espressione della libertà ed autonomia riconosciuta alla Chiesa nel suo ordine- 5. I principi a fondamento della decisione delle Sezioni Unite: a Il processo canonico sulla nullità di un matrimonio concordatario è una realtà esterna ed estranea all’ordinamento statale - 6. Non ogni soggetto che svolge la funzione giudiziale canonica è ministro di culto in senso civilistico. Il sindacato statale sull’applicazione delle norme confessionali quale atto fortemente invasivo dell’autonomia confessionale. Il profilo positivo e negativo del criterio della funzionalità e il controllo del rispetto della legge penale italiana quale causa di deroga al principio di non ingerenza nell’ordine confessionale. La risoluzione del problema della “competenza delle competenze” in prospettiva canonistica - 7. Rilievi conclusivi.

  14. INDAGINI INTERNAZIONALI E NAZIONALI SULLA COMPETENZA DI LETTURA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniela Bertocchi

    2011-02-01

    Full Text Available In questo articolo si analizzano le principali componenti della competenza di lettura: in altri termini, quali operazioni un individuo deve saper compiere con un e su un testo scritto per poter essere definito “lettore competente”? Le componenti della lettura sono identificate sulla base dei Quadri di riferimento di importanti indagini nazionali (INVALSI SNV e internazionali (OCSE PISA. I Quadri fianno riferimento a competenze di lettori madrelingua, ma le componenti di lettura, di per sé, devono essere sviluppate anche in L2. Vengono poi descritti i livelli di literacy (alfabetizzazione funzionale presi come base da OCSE PISA per descrivere le competenze di lettura degli studenti quindicenni.  Dopo un’analisi dei risultati ottenuti dagli studenti Italiani nell’indagine PISA 2006 e dei risultati della Prova Nazionale al termine del primo ciclo di istruzione (esame di stato 2008-2009, si formulano alcune proposte per il miglioramento delle competenze di lettura degli studenti italiani, certamente possibile attraverso una opportuna e coerente didattica nei dieci anni di istruzione obbligatoria.     National and international surveys of reading competence   This article studies the main components of reading competence: in other words, what operations an individual needs to carry out in order to be defined a “competent reader” with respect to a written text? The components of reading are identified based on the Reference Frameworks of important national (INVALSI SNV and International (OSCE PISA surveys.  The Frameworks refer to the competences of mother tongue readers, but the components of reading, for itself, also need to be developed in the L2.  The literacy levels are also described on which OSCE PISA is based, in order to discuss the reading competence of 15-year old students.  After analyzing the National results of Italian students in the PISA 2006 survey and the results from the National test at the end of the first

  15. Novel hypomorphic mutation in IKBKG impairs NEMO-ubiquitylation causing ectodermal dysplasia, immunodeficiency, incontinentia pigmenti, and immune thrombocytopenic purpura.

    Science.gov (United States)

    Ramírez-Alejo, Noé; Alcántara-Montiel, Julio C; Yamazaki-Nakashimada, Marco; Duran-McKinster, Carola; Valenzuela-León, Paola; Rivas-Larrauri, Francisco; Cedillo-Barrón, Leticia; Hernández-Rivas, Rosaura; Santos-Argumedo, Leopoldo

    2015-10-01

    NF-κB essential modulator (NEMO) is a component of the IKK complex, which participates in the activation of the NF-κB pathway. Hypomorphic mutations in the IKBKG gene result in different forms of anhidrotic ectodermal dysplasia with immunodeficiency (EDA-ID) in males without affecting carrier females. Here, we describe a hypomorphic and missense mutation, designated c.916G>A (p.D306N), which affects our patient, his mother, and his sister. This mutation did not affect NEMO expression; however, an immunoprecipitation assay revealed reduced ubiquitylation upon CD40-stimulation in the patient's cells. Functional studies have demonstrated reduced phosphorylation and degradation of IκBα, affecting NF-κB recruitment into the nucleus. The patient presented with clinical features of ectodermal dysplasia, immunodeficiency, and immune thrombocytopenic purpura, the latter of which has not been previously reported in a patient with NEMO deficiency. His mother and sister displayed incontinentia pigmenti indicating that, in addition to amorphic mutations, hypomorphic mutations in NEMO can affect females. Copyright © 2015 Elsevier Inc. All rights reserved.

  16. Ancient Political Autobiography and Civil War : Anchoring Fortuna in the commentarii of Sulla, Cicero and Caesar

    NARCIS (Netherlands)

    Klooster, Julia

    2015-01-01

    To analyze changes in mentality during and after the Civil Wars, this paper studies a number of commentarii and hypomnemata, political autobiographies or memoirs, from the late Roman Republic. (a.o. the fragments of the works of Sulla, and Cicero, and the Bellum Civile of Caesar). Previous

  17. Note sulla pianificazione territoriale e la tutela del paesaggio in Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Ventura

    2013-01-01

    Full Text Available Il testo, basato sulla rielaborazione di un intervento al convegno Seminar COST 356 – EST, il 20.1. 2008, TOI, Oslo, si propone di contribuire al dialogo con la cultura politecnica, che richiede indicatori e parametri per la valutazione paesistica finalizzata alla misurazione dell’impatto di una nuova infrastruttura. Il tema è affrontato dal punto di vista del pianificatore sulla base della ricca e multiforme esperienza italiana. Sono rammentate alcune definizioni fondamentali di paesaggio, quale concetto olistico, flessibile e carico di ambiguità.  Il testo tenta una sintetica descrizione delle interrelazioni tra pianificazione paesistica, metodologie di classificazione e valutazione del paesaggio a diverse scale della pianificazione territoriale italiana nell’attualità.

  18. Molecular and phenotypic characterization of endophytic bacteria isolated from sulla nodules.

    Science.gov (United States)

    Beghalem, Hamida; Aliliche, Khadidja; Chriki, Ali; Landoulsi, Ahmed

    2017-10-01

    In the current study, bacterial diversity was investigated in root nodules of Sulla pallida and Sulla capitata. The isolates were analyzed on the basis of their phenotypic and molecular characteristics. The phylogenetic analysis based on 16S rRNA and housekeeping genes (recA and atpD) showed that the isolated bacteria related to Sinorhizobium, Neorhizobium, Phyllobacterium, Arthrobacter, Variovorax and Pseudomonas genera. This is the first report of Neorhizobium genus associated with Hedysarum genus. Phenotypically, all strains tolerate the elevated temperature of 40 °C, and salt stress at a concentration of 2%. In addition, the isolates failed to induce nodulation on their original host; and the symbiotic genes could not be amplified, suggesting that these strains are endophytic bacteria. Copyright © 2017 Elsevier Ltd. All rights reserved.

  19. Prove di dialogo con Sabino Cassese sulla storia dello Stato italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pierangelo Schiera

    2014-07-01

    Full Text Available Il saggio è un lungo confronto con la ricostruzione che Sabino Cassese ha recentemente fornito della vicenda dello Stato in Italia. Muovendo dalla specificità della storia costituzionale dello Stato italiano e mettendo in discussione che esista un modello più o meno puro con il quale confrontarla, l'autore rivendica la rilevanza costituzionale dell'azione amministrativa nell'istituzionalizzazione stessa dello Stato. I limiti pratici della vicenda costituzionale italiana, la sua mancata integrazione complessiva, il carattere contingente di molte misure, il carattere in definita asistematico ed eclettico di molti istituti e dottrine, sono tuttavia considerati come la prova del carattere storicamente declinante della vicenda complessiva dello Stato moderno e della possibilità che sia la stessa amministrazione a fornire gli strumenti adatti ai presenti scenari globali.

  20. L'influenza del Giappone sulla moda italiana dal XVI al XX secolo

    OpenAIRE

    Dimitrio, Laura

    2016-01-01

    Questa ricerca ha per oggetto lo studio dell’influenza del Giappone sulla moda italiana, dalla metà del XVI alla fine del XX secolo. Le prime notizie sugli abiti giapponesi giunsero in Italia intorno al 1550, dopo che il Giappone era stato ‘scoperto’ nel 1543 da alcuni mercanti portoghesi naufragati sulle sue coste. Tuttavia i primi timidi influssi giapponesi nella moda italiana si manifestarono solo dopo la seconda metà del XVII secolo, quando i nobiluomini italiani cominciarono a indoss...

  1. Effects of feeding green forage of sulla (Hedysarum coronarium L.) on lamb growth and carcass and meat quality.

    Science.gov (United States)

    Bonanno, A; Di Miceli, G; Di Grigoli, A; Frenda, A S; Tornambè, G; Giambalvo, D; Amato, G

    2011-01-01

    The nutritional effects of sulla (Hedysarum coronarium L.) forage containing condensed tannins (CT) on growth of lambs, and carcass and meat quality were investigated. Thirty-two male Comisana lambs aged 100 ± 8 days weighing 19.0 ± 2.8 kg were fed fresh forage of sulla or CT-free annual ryegrass (Lolium multiflorum Lam. subsp. Wersterwoldicum) for 49 days until slaughter; in addition, each lamb was supplied with 200 g/days of concentrate. Eight lambs per diet had been previously treated with anthelmintic drugs to remove nematode parasites. Measurements of BW and feed intake, and counts of faecal nematode eggs were made. Carcass parameters were recorded after slaughter, and tissue components of the hind leg were determined. Longissimus dorsi meat was evaluated for pH, colour, thawing and cooking losses, Warner-Bratzler shear force, chemical composition and sensory properties based on triangle tests. Relative to ryegrass-fed lambs, sulla-fed lambs had significantly greater dry matter (DM) and protein intake, a more favourable feed conversion ratio, and superior growth rate, final BW at 150 days of age, carcass weight, yield and fatness. These results were attributed to the high protein and non-structural carbohydrate content of sulla, and also to the moderate CT content of sulla (16.7 and 20.3 g/kg of DM in offered and consumed sulla forage, respectively). Anthelmintic treatment did not affect lamb growth, as the level of parasitic infection (initial and final) was low. The physical, chemical and sensory properties of the lamb meat were not influenced by diet.

  2. La scrittura è antiquata. Una prospettiva ermeneutica sulla genesi e destino del grafismo nell'epoca della tecnica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lorenzo De Stefano

    2014-12-01

    Partendo dalle tesi di McLuhan e di André Leroi-Gourhan secondo cui la storia dell'evoluzione umana è la storia integrata delle tecniche e dei linguaggi rapportata alle prospettive filosofiche sulla tecnica di Günther Anders, Arnold Gehlen e Martin Heidegger, si analizzano i mutamenti antropologici in relazione alle rivoluzioni mass mediali dalla comparsa del grafismo ai “mass media della terza ondata”. Sulla scorta di tali analisi, si prova infine a indagare e delineare una prospettiva etica della civiltà tecnologica in relazione al corretto uso e comprensione dei nuovi mass media.

  3. Alcune considerazioni sulla relazione insegnante e allievo disabile: Analisi di un’esperienza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Maria Disanto

    2015-12-01

    Full Text Available Obiettivo principale del nostro contributo è individuare e qualificare, all’interno della relazione educativa con l’allievo portatore di handicap, l’insieme di contenuti non immediatamente accessibili alla coscienza, che si rivelano solo una volta superate delle resistenze. Il rilievo di questi aspetti è stato possibile attraverso la elaborazione di un questionario cui ognuno ha risposto liberamente, garantito dal più assoluto anonimato. La significatività numerica del materiale a nostra disposizione (134 questionari, ci ha permesso di proporre delle considerazioni che, senza avere la pretesa di essere esaustive, risultano valide per introdurre delle riflessioni sull’argomento.Le riflessioni che presentiamo hanno avuto come occasione di stimolo e di riflessione un corso di formazione per insegnanti di sostegno della scuola dell’obbligo, nella cui impostazione si è cercato di integrare elementi presenti su un piano di realtà con aspetti relativi ad un livello inconscio. Quella che presentiamo è l’elaborazione finale di dati che analizzeremo non quantitativamente ma sul piano dei contenuti, attraverso il riconoscimento dei meccanismi di identificazione che intervengono nella relazione dell’insegnante con il bambino portatore di handicap: come si specifichi, cioè, il processo psicologico per cui si fanno propri elementi caratteristici, attributi di un’altra persona e ci si trasforma, totalmente o parzialmente, sul modello di quest’ultima.

  4. ELENA MODENA, L'altrOrfeo. Considerazioni analitiche sulla vocalità, Roma, Aracne, 2009

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Adriana Guarnieri

    2012-11-01

    Full Text Available Il volume propone un’indagine sulla vocalità ispirata al «metodo funzionale della voce» di Gisela Rohmert, didatta e fondatrice del Lichtenberger Institut für angewandte Stimmphysiologie, attivo in Germania dal 1982 . Da quell'esperienza – un metodo di pedagogia della voce fondato sullo studio della fisiologia vocale e del «fatto vocale» in quanto evento acustico e stimolo percettivo – Elena Modena ha derivato e illustra in questo libro una sua proposta di «analisi funzionale» della vocalità, storicamente considerata e rivolta, insieme, all’àmbito dell’emissione e a quello dell’ascolto.

  5. SULLA «VIA!» DEL MIRACOLO ECONOMICO: UNA COLLABORAZIONE INATTESA PER GIOVANNI GIUDICI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paola Avella

    2014-03-01

    Full Text Available Questo articolo intende segnalare un piccolo nucleo di diciassette interventi di Giovanni Giudici apparsi sulla rivista mensile dell’Automobile Club milanese, «Via!»: cinque pubblicati durante il 1959 a firma «Giovanni Giudici» e altri dodici, uno per ogni numero della testata, nel 1960, all’interno di una rubrica intitolata I feticci del tempo, con lo pseudonimo «Cassiopeo». Questi ultimi articoli non erano stati attribuiti fino ad ora all’autore, né quelli firmati erano stati inclusi nella bibliografia del poeta. Da questi contributi emergono numerosi elementi di interesse, a partire da una sorprendente affinità con la contemporanea produzione poetica.

  6. Effetti dei blocchi totali del traffico motorizzato sulla concentrazione dei principali inquinamenti atmosferici

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    C. Signorelli

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: il contenimento degli inquinamenti atmosferici attraverso blocchi parziali e totali dei veicoli circolanti nelle aree critiche è un tema molto dibattuto negli ultimi anni, soprattutto in relazione all’efficacia a breve e medio termine di questi provvedimenti sulla concentrazione degli inquinanti nell’aria. Sulla base dei dati diffusi dall’ARPA della Regione Lombardia sono stati analizzati gli effetti di due blocchi totali del traffico motorizzato, avvenuti in due domeniche dell’inverno 2001-2002, sulle concentrazioni di due inquinanti specifici per il traffico veicolare, il PM10 e il benzene.

    Metodologia: l’analisi è stata condotta in Lombardia considerando i dati ambientali delle tre zone critiche dove sono stati registrati i valori più elevati di inquinanti atmosferici e dove sono stati attuati i blocchi del traffico come misura d’emergenza (Milano, Como e Sempione. Tramite l’elaborazione di alcuni parametri metereologici, di grafici e di dati relativi l’andamento delle medie giornaliere e orarie degli inquinanti considerati è stata, quindi valutata l’efficacia dei blocchi stradali ai fini della diminuzione dell’inquinamento atmosferico.

    Risultati: i risultati ottenuti hanno evidenziato che le concentrazioni di inquinanti subiscono complessivamente un calo nelle ore di blocco del traffico, ma risalgono rapidamente a partire dalle ore successive la conclusione dei blocchi e non subiscono variazioni significative nei giorni successivi. I fattori metereologici (vento e pioggia intensa rivestono grande importanza nel condizionare la concentrazioni di PM10 e benzene.

    Conclusioni: i risultati confermano che i provvedimenti d’emergenza di limitazione del traffico non rappresentano una soluzione definitiva per ridurre complessivamente l’inquinamento atmosferico nelle aree urbane. Risulta, quindi, necessario effettuare

  7. Effects of ewes grazing sulla or ryegrass pasture for different daily durations on forage intake, milk production and fatty acid composition of cheese.

    Science.gov (United States)

    Bonanno, A; Di Grigoli, A; Mazza, F; De Pasquale, C; Giosuè, C; Vitale, F; Alabiso, M

    2016-12-01

    Sulla (Sulla coronarium L.) forage is valued for its positive impact on ruminant production, in part due to its moderate content of condensed tannin (CT). The duration of daily grazing is a factor affecting the feed intake and milk production of ewes. In this study, the effects of grazing sulla pasture compared with annual ryegrass, and the extension of grazing from 8 to 22 h/day, were evaluated with regard to ewe forage intake and milk production, as well as the physicochemical properties and fatty acid (FA) composition of cheese. During 42 days in the spring, 28 ewes of the Comisana breed were divided into four groups (S8, S22, R8 and R22) that grazed sulla (S) or ryegrass (R) for 8 (0800 to 1600 h) or 22 h/day, and received no feeding supplement. In six cheese-making sessions, cheeses were manufactured from the 48 h bulk milk of each group. Compared with ewes grazing ryegrass, those grazing sulla had higher dry matter (DM) intake, intake rate and milk yield, and produced milk that was lower in fat and higher in casein. Ewes grazing for 22 h spent more time eating, which reduced the intake rate, increased DM and nutrient intake and milk yield, and reduced milk fat. Due to the ability of CT to inhibit the complete ruminal biohydrogenation of polyunsaturated fatty acids (PUFA), the FA composition of sulla cheese was more beneficial for consumer health compared with ryegrass cheese, having lower levels of saturated fatty acids and higher levels of PUFA and n-3 FA. The FA profile of S8 cheese was better than that of S22 cheese, as it was higher in branched-chain FA, monounsaturated FA, PUFA, rumenic acid (c9,t11-C18:2), and had a greater health-promoting index. The effect of short grazing time on sulla was attributed to major inhibition of PUFA biohydrogenating ruminal bacteria, presumably stimulated by the higher accumulation of sulla CT in the rumen, which is related to a higher intake rate over a shorter eating time. Thus, grazing sulla improved the performance of

  8. Composition of sulla (Hedysarum coronarium L.) honey solvent extractives determined by GC/MS: norisoprenoids and other volatile organic compounds.

    Science.gov (United States)

    Jerković, Igor; Tuberoso, Carlo I G; Tuberso, Carlo I G; Gugić, Mirko; Bubalo, Dragan

    2010-09-09

    Samples of unifloral sulla (Hedysarum coronarum L.) honey from Sardinia (Italy) were analysed. To investigate the chemical composition of the honey volatiles two solvent systems were used for ultrasonic solvent extraction (USE): 1) a 1:2 (v/v) pentane and diethyl ether mixture and 2) dichloromethane. All the extracts were analysed by GC and GC/MS. These procedures have permitted the identification of 56 compounds that include norisoprenoids, benzene derivatives, aliphatic compounds and Maillard reaction products. Norisoprenoids were the major compounds in both extracts, dominated by vomifoliol (5.3-11.2%; 9.6-14.0%) followed by minor percentages of other norisoprenoids such as α-isophorone, 4-ketoisophorone, 3-oxo-α-ionol or 3-oxo-α-ionone. Other abundant single compounds in the extracts were 3-hydroxy-4-phenylbutan-2-one (0.8-5.4%; 0.6-5.7%) and methyl syringate (3.0-5.7%; 2.2-4.1%). The composition of the volatiles and semi-volatiles in the obtained extracts suggests that sulla honey is quite distinctive relative to the other honeys that have been chemically studied by GC/MS, but no specific markers of the honey botanical origin were found.

  9. Composition of Sulla (Hedysarum coronarium L. Honey Solvent Extractives Determined by GC/MS: Norisoprenoids and Other Volatile Organic Compounds

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Dragan Bubalo

    2010-09-01

    Full Text Available Samples of unifloral sulla (Hedysarum coronarum L. honey from Sardinia (Italy were analysed. To investigate the chemical composition of the honey volatiles two solvent systems were used for ultrasonic solvent extraction (USE: 1 a 1:2 (v/v pentane and diethyl ether mixture and 2 dichloromethane. All the extracts were analysed by GC and GC/MS. These procedures have permitted the identification of 56 compounds that include norisoprenoids, benzene derivatives, aliphatic compounds and Maillard reaction products. Norisoprenoids were the major compounds in both extracts, dominated by vomifoliol (5.3-11.2%; 9.6-14.0% followed by minor percentages of other norisoprenoids such as α-isophorone, 4-ketoisophorone, 3-oxo-α-ionol or 3-oxo-α-ionone. Other abundant single compounds in the extracts were 3-hydroxy-4-phenylbutan-2-one (0.8-5.4%; 0.6-5.7% and methyl syringate (3.0-5.7%; 2.2-4.1%. The composition of the volatiles and semi-volatiles in the obtained extracts suggests that sulla honey is quite distinctive relative to the other honeys that have been chemically studied by GC/MS, but no specific markers of the honey botanical origin were found.

  10. Antioxidant activity of yogurt made from milk characterized by different casein haplotypes and fortified with chestnut and sulla honeys.

    Science.gov (United States)

    Perna, Annamaria; Intaglietta, Immacolata; Simonetti, Amalia; Gambacorta, Emilio

    2014-11-01

    The aim of this work was to evaluate the antioxidant activity of yogurt made from milk characterized by different casein (CN) haplotypes (αs1-, β-, κ-CN) and fortified with chestnut and sulla honeys. The CN haplotype was determined by isoelectric focusing, whereas antioxidant activity of yogurt was measured using 2,2'-azino-bis-3-ethylbenzothiazoline-6-sulfonic acid and ferric-reducing antioxidant power. The statistical analysis showed a significant effect of the studied factors. The results showed that chestnut honey presented the highest phenolic acid and flavonoid contents, which are closely associated with its high antioxidant activity. The antioxidant activity of fortified yogurt samples was affected both by different CN haplotypes and by type of honey added. Yogurts fortified with chestnut honey showed higher antioxidant activity than those fortified with sulla honey. The different behavior observed among the fortified yogurts led us to hypothesize that the effects of protein-polyphenol complex on antioxidant activity are interactive. The results suggest that milk proteins polymorphism and polyphenols play different roles in affecting the bioavailability and the antioxidant activity of yogurt. Copyright © 2014 American Dairy Science Association. Published by Elsevier Inc. All rights reserved.

  11. “I PROMESSI SPOSI” DI GUIDO DA VERONA: APPUNTI SULLA LINGUA E SULLO STILE

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Sergio

    2010-09-01

    Full Text Available Nel dare alle stampe la sua parodia dei Promessi Sposi (1930, Guido da Verona non immaginava di compiere delitto di lesa maestà nei confronti del totem manzoniano né che sarebbe stato oscurato dal controllo igienico fascista. Nel saggio si sostiene infatti, anche sulla base di evidenze ricavate dall'analisi del manoscritto, che la sua intenzione non fosse satirica, bensì ludico-parodica. Il cuore del saggio si incentra sull'analisi comparativa tra la versione daveroniana e l'ipotesto manzoniano, con particolare attenzione alle scaturigini del comico. Oltre che mettere in evidenza i tratti caratterizzanti la prosa di da Verona, captante e alluvionata di wits  linguistici, il saggio descrive le strategie comiche usate dall'autore, quelle basate sul carattere e sulle situazioni e quelle del discorso vero e proprio. Nel corso dell'analisi  si evidenzia come sia il comico del significante sia l'infrazione dei legami logici e di successione cooperino a incrinare la visione ordinata del mondo e della lingua strenuamente voluta e ottenuta da Alessandro Manzoni.   When the parody of Promessi Sposi (1930 was sent to press, Guido da Verona did not imagine he was committing the crime of lese-majesty with regard to the Manzonian totem, nor that it would be blacklisted by the Fascist regime. This paper shows that, based on the analysis of the manuscript, the author's intention was not satirical, but a playful parody. It is a comparative analysis between the da Verona version and the Manzonian hypertext, with particular attention placed on the origin of the comic. Besides highlighting the traits that characterize the text brimming with linguistic wit by da Verona, the paper describes the comedic strategies used by the author based on the characters and situations, as well as in the discourse itself. The analysis shows how the comic meaning and the breaking of logical and temporal links crack the orderly vision of the world and the language carefully

  12. Drinking water pollution. DNA effects reproductive disorders; Inquinamento delle acque potabili. Effetti sul DNA e sulla riproduzione umana

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Monarca, S.; Zani, C. [Brescia Univ., Brescia (Italy). Dipt. di Medicina Sperimentale ed Applicata, Sez. Igiene; Mantovani, A. [Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy); Righi, E.; Aggazzotti, G. [Modena Univ., Modena (Italy). Dipt. di Scienze Igienistiche, Microbiologiche e Biostatiche

    2001-06-01

    Experimental studies have revealed in drinking water the presence of mutagenic/carcinogenic compounds, such as pesticides, organic solvents, heavy metals and disinfection by-products and epidemiological studies have found cancer risk for populations exposed to these contaminants. Moreover, researches have shown reproductive and developmental hazards for people who consume drinking water containing endocrine disrupting chemicals. The aim of this review is to describe and evaluate the health hazards arisen from the human exposure to these drinking water pollutants potentially able to damage DNA and produce adverse reproductive effects. [Italian] Il monitoraggio delle sostanze genotossiche nelle acque potabili e' ormai una tecnica matura, applicata in numerosi laboratori in tutto il mondo che analizzano di routine le acque potabili. Gli stessi Standard Methods for Examination of Water and Wastewater statunitensi nel 1995 hanno introdotto per la prima volta l'indicazione del test di Ames come test di riferimento per condurre indagini di mutagenesi nelle acque. Negli ultimi anni ricerche sperimentali ed epidemiologiche hanno messo in luce un nuovo problema legato all'inquinamento idrico: la presenza di composti che producono effetti dannosi sulla salute riproduttiva umana. Grazie anche all'incremento degli studi sperimentali di tossicologia della riproduzione, un numero crescente di composti sono stati identificati come possibili fattori di rischio per la fertilita' e lo sviluppo. Inoltre alcune indagini epidemiologiche hanno rilevato possibili effetti dannosi sulla salute riproduttiva in gruppi di donne esposte a contaminanti idrici. Metodiche biologiche sempre piu' sofisticate sono in fase di sperimentazione e si spera che in futuro possano essere applicate anche per il monitoraggio degli inquinanti idrici tossici per la riproduzione umana.

  13. Presentie & Prestatie - Sleutelbegrippen in een verpleegethiek

    NARCIS (Netherlands)

    Jansen, G.M.J.

    2005-01-01

    What, from an ethical point of view, is the connection between the standard of professional nursing conduct and patients’ needs for care? This question reveals the key problem of this study. Current ethics are unable to solve this problem adequately because they do not focus sufficiently on the

  14. Draft Genome Sequence of the Nitrogen-Fixing Rhizobium sullae Type Strain IS123T Focusing on the Key Genes for Symbiosis with its Host Hedysarum coronarium L.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gaurav Sablok

    2017-07-01

    Full Text Available The prominent feature of rhizobia is their molecular dialogue with plant hosts. Such interaction is enabled by the presence of a series of symbiotic genes encoding for the synthesis and export of signals triggering organogenetic and physiological responses in the plant. The genome of the Rhizobium sullae type strain IS123T nodulating the legume Hedysarum coronarium, was sequenced and resulted in 317 scaffolds for a total assembled size of 7,889,576 bp. Its features were compared with those of genomes from rhizobia representing an increasing gradient of taxonomical distance, from a conspecific isolate (Rhizobium sullae WSM1592, to two congeneric cases (Rhizobium leguminosarum bv. viciae and Rhizobium etli and up to different genera within the legume-nodulating taxa. The host plant is of agricultural importance, but, unlike the majority of other domesticated plant species, it is able to survive quite well in the wild. Data showed that that the type strain of R. sullae, isolated from a wild host specimen, is endowed with a richer array of symbiotic genes in comparison to other strains, species or genera of rhizobia that were rescued from domesticated plant ecotypes. The analysis revealed that the bacterium by itself is incapable of surviving in the extreme conditions that its host plant can tolerate. When exposed to drought or alkaline condition, the bacterium depends on its host to survive. Data are consistent with the view of the plant phenotype as the primary factor enabling symbiotic nitrogen fixing bacteria to survive in otherwise limiting environments.

  15. Disegno dello studio genomico, ambientale, microbiomico e metabolomico sulla celiachia: un approccio al futuro della prevenzione personalizzata della celiachia

    Science.gov (United States)

    SERENA, GLORIA; LEONARD, MAUREEN M.; CAMHI, STEPHANIE; HUEDO-MEDINA, TANIA B.; FASANO, ALESSIO

    2017-01-01

    Riassunto Negli ultimi anni abbiamo assistito a un fiorire di novità cliniche e scientifiche sulla celiachia (CE), ma forse la novità più importante che influenzerà il futuro della ricerca e della clinica in questo campo riguarda la storia naturale della malattia. Per molti anni si è creduto che la predisposizione genetica e l’esposizione al glutine fossero necessarie e sufficienti allo sviluppo della CE. Studi recenti, però suggeriscono che la perdita di tolleranza al glutine possa apparire in qualsiasi momento della vita a seguito di altri elementi. Inoltre, diversi fattori ambientali conosciuti per il loro ruolo nell’influenzare la composizione della microflora intestinale sono anche stati considerati legati allo sviluppo della CE. Tra questi fattori sono inclusi la modalità di parto, la dieta dell’infante e l’uso di antibiotici. A tutt’oggi, nessuno studio longitudinale di ampia scala ha determinato se e come la composizione del microbioma e il suo profilo metabolomico possano influenzare la perdita di tolleranza al glutine e il successivo sviluppo della CE in soggetti geneticamente predisposti. In questo articolo descriviamo uno studio prospettico, multicentrico e longitudinale su infanti a rischio per la CE che utilizzerà diverse tecniche per approfondire il ruolo che il microbioma intestinale ha durante i primi passaggi dello sviluppo della malattia autoimmune. PMID:27362724

  16. [La combinazione di gemcitabina e oxaliplatino (GEMOX) nel trattamento del carcinoma pancreatico in fase avanzata di malattia: le notizie sulla mia morte sono state esagerate?

    Science.gov (United States)

    Giuliani, Jacopo; Bonetti, Andrea

    2017-12-01

    Riassunto. L'analisi è stata condotta al fine di valutare l'effetto sia sulla sopravvivenza globale (OS) sia sulla sopravvivenza libera da progressione di malattia (PFS) della chemioterapia di combinazione in prima linea per il carcinoma pancreatico in fase avanzata di malattia. La presente analisi è limitata agli studi randomizzati controllati (RCT) di fase III. Successivamente è stata applicata la European Society for Medical Oncology Magnitude of Clinical Benefit Scale (ESMO-MCBS) agli RCT di fase III analizzati per ricavare uno score relativo all'entità del beneficio clinico ottenuto per ciascun RCT. Sono state calcolate inoltre le differenze in termini di PFS tra i diversi bracci di trattamento rapportandole con i costi dei farmaci necessari per ottenere il beneficio di PFS. La nostra analisi ha valutato 11 RCT di fase III, per un totale di 4572 pazienti. Combinando i costi della terapia con la misura dell'efficacia espressa dalla PFS, è stato ottenuto un costo di 74,12 euro (€) per mese di vita guadagnato in termini di PFS con la combinazione di 5-fluorouracil, leucovorin, irinotecan e oxaliplatino (FOLFIRINOX), 90,14 € per la combinazione di gemcitabina e oxaliplatino (GEMOX) e 4708,7 € per la combinazione di nab-paclitaxel e gemcitabina. Da questo punto di vista riteniamo che l'utilizzo delle "vecche chemioterapie di combinazione" (per es., GEMOX) non dovrebbe essere completamente abbandonato, ma valutato sul singolo paziente, sulla base di diversi fattori (età, ECOG PS, comorbilità, carico di malattia), al fine di ottenere una reale "tailored therapy".

  17. DIÁRIOS DE AULA: DO PRESENCIAL AO VIRTUAL, RECURSOS PEDAGÓGICOS EM CONSTANTE REVISÃO. DAILY CLASSROOM: FROM PRESENTIAL TO VIRTUAL, EDUCATIONAL RESOURCES IN CONSTANT REVIEW

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rosa Maria Rigo

    2013-11-01

    professores, significativa alternativa de atualização; apesar de enfrentarem jornadas de 40 ou 60 horas de trabalho, muitos encontram na EAD alternativas de atualização profissional. This paper aims to present results of the analysis of the records described in the reflective journals of teachers working in public schools and attending the e-learning course “Continuing Education of Teachers in Accessible Information and Communication Technologies” in the virtual environment software TelEduc – a distance learning environment in which one can conduct courses through the Internet. Thus, it was guided by the following problem: How can the records described in the diaries of teachers working in public schools and belonging to the training course become a source of research? This analysis helped us understand how such records can constitute permanent practices of (re construction of pedagogical actions, as well as actions that allow identifying how teachers who work with kindergarten and early school develop, during the exercise of their teaching practice, the reflection about their work with autonomy, criticism and theory, turning it into pedagogical knowledge. Contributions by Zabalza (2004, Weffort (1996, Litto and Formiga (2009 are used as the basis of this paper, for the authors instigate reflection and can assist the teacher in the sense that, by registers, they can experience a catharsis, reflecting about and improving their teaching action. So our theme brings, as fundamental point, the importance of the teacher records in a virtual environment. The methodology used in this study was guided by the principles of qualitative research and highlights as the most significant findings of the research: the investigated teachers seek updated alternatives after the completion of the first graduation course; most have at least an undergraduate degree and a specialization conducted in presential classes; distance education is a significant update alternative for teachers

  18. Fumo attivo e passivo, consumo di caffè ed effetti sulla gravidanza: uno studio caso controllo in Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G. Fantuzzi

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: alcune abitudini di vita possono influenzare lo sviluppo fetale durante il periodo di gravidanza. Lo scopo di questo studio è stato quello di indagare gli effetti di alcune abitudini voluttuarie sulle nascite premature e sul basso peso alla nascita.

    Metodi: è stato condotto uno studio caso controllo nel periodo ottobre 1999 settembre 2000 in 9 città italiane (Genova, Udine, Modena, Parma, Siena, Roma, L’Aquila, Napoli e Catania. Sono stati identificati come casi 525 neonati pretermine (26ma, 38ma settimana di gravidanza e 317 neonati a termine ma con peso ‹ al 10° P. Sono stati arruolati come controllo 871 bambini nati a termine e normopeso. Le informazioni relative all’esposizione al fumo attivo e passivo e al consumo di caffè e i dati personali sono stati raccolti attraverso un apposito questionario.

    Risultati: dai risultati dell’analisi univariata è emerso un maggior rischio di basso peso alla nascita nei bambini le cui madri avevano fumato durante l’ultimo trimestre di gravidanza, con un chiaro effetto dose risposta. (OR: 2.09, 95% CI:1.45 - 3.00 per 1 9 sigarette/giorno, e OR= 2.76, 95% CI: 1.67 - 4.45 per 10 ed oltre sigarette al giorno. Anche la nascita pretermine sembra influenzata dall’abitudine tabagica della madre anche se in modo meno evidente. OR: 1.47, 95% CI: 1.05 - 2.04 per 1 9 sigarette/giorno e un OR: 1,30 95% CI: 0.78 - 4.81 per 10 e più sigarette/giorno. Per quanto riguarda l’esposizione al fumo passivo (più di due fumatori nelle abitazioni è stata osservata una positiva associazione con il basso peso alla nascita (OR: 3.05, 95% CI: 1.19 - 7.79. Il consumo di caffè non sembra influenzare lo sviluppo fetale. La regressione logistica multipla ha confermato solo l’influenza del fumo attivo della madre sulla basso peso alla nascita. (AOR= 2.49, 95% CI: 1.74 - 3.56.

    Conclusioni: questo studio conferma che

  19. Ecologia del Lupo (Canis lupus in Provincia di Genova: distribuzione, consistenza, alimentazione e impatto sulla zootecnia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Laura Schenone

    2005-01-01

    Full Text Available Abstract Wolf Canis lupus ecology in Genoa province (northern Italy: species range, population, diet, and impact on livestock breeding
    From 1998 to 2003 we monitored the wolf population of Genoa province (Northern Italy to define its range and number, and to know the feeding habits of the species and the predation impact upon animal husbandry. By recording and mapping all the presence signs (sightings, howling, predations, tracks, scats on a transect net covering the province above 600 m a.s.l. we defined a species range partially overlapping the Aveto Regional Park, with an area of greater attendance corresponding to the M. Aiona-M. Penna massif, whereas in the remaining part of the province, already occupied in the previous years, the species was occasionally present. By snow tracking resulted that a small pack (2-5 individuals was stable in the northeastern part of the province. The analysis of 190 scat samples, collected from 1998 to 2002, evidenced a diet based on three main food categories: livestock (56.8% as mean percent volume, wild ungulates (20.7%, and other vertebrates (11.5%. From 1996 to 2003, 95 claims for wolf predation on livestock (69.5% sheep, 28.4% goats, 1.0% cattle, 1.0% horses were addressed to the Wildlife Service of the Genoa province, and 45 of these were paid after verification. In 2002 the Wildlife Service of Genoa province and the Aveto Regional Park signed a protocol aimed to the safeguard of the wolf population and of the local animal husbandry. Riassunto Dal 1998 al 2003 è stato effettuato un monitoraggio della popolazione di Lupo (Canis lupus in provincia di Genova, volto a definirne la distribuzione e la consistenza, nonché le abitudini alimentari e l'impatto sulla zootecnia. Attraverso la raccolta e la mappatura dei segni di presenza è stato definito un areale in parte corrispondente al Parco naturale regionale dell'Aveto, con una

  20. Sulla presenza di Sorex antinorii, Neomys anomalus (Insectivora, Soricidae e Talpa caeca (Insectivora, Talpidae in Umbria

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A.M. Paci

    2003-10-01

    Full Text Available Lo scopo del contributo è di fornire un aggiornamento sulla presenza del Toporagno del Vallese Sorex antinorii, del Toporagno acquatico di Miller Neomys anomalus e della Talpa cieca Talpa caeca in Umbria, dove le specie risultano accertate ormai da qualche anno. A tal fine sono stati rivisitati i reperti collezionati e la bibliografia conosciuta. Toporagno del Vallese: elevato di recente a livello di specie da Brünner et al. (2002, altrimenti considerato sottospecie del Toporagno comune (S. araneus antinorii. È conservato uno di tre crani incompleti (mancano mandibole ed incisivi superiori al momento prudenzialmente riferiti a Sorex cfr. antinorii, provenienti dall?Appennino umbro-marchigiano settentrionale (dintorni di Scalocchio - PG, 590 m. s.l.m. e determinati sulla base della pigmentazione rossa degli ipoconi del M1 e M2; Toporagno acquatico di Miller: tre crani (Breda in Paci e Romano op. cit. e un esemplare intero (Paci, ined. sono stati trovati a pochi chilometri di distanza gli uni dall?altro tra i comuni di Assisi e Valfabbrica, in ambienti mediocollinari limitrofi al Parco Regionale del M.te Subasio (Perugia. In provincia di Terni la specie viene segnalata da Isotti (op. cit. per i dintorni di Orvieto. Talpa cieca: sono noti una femmina e un maschio raccolti nel comune di Pietralunga (PG, rispettivamente in una conifereta a Pinus nigra (m. 630 s.l.m. e nelle vicinanze di un bosco misto collinare a prevalenza di Quercus cerris (m. 640 s.l.m.. Recentemente un terzo individuo è stato rinvenuto nel comune di Sigillo (PG, all?interno del Parco Regionale di M.te Cucco, sul margine di una faggeta a 1100 m s.l.m. In entrambi i casi l?areale della specie è risultato parapatrico con quello di Talpa europaea.

  1. Fabio Corbisiero (a cura di, Comunità omosessuali. Le scienze sociali sulla popolazione LGBT, FrancoAngeli Editore, pp. 287

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Antonietta Selvaggio

    2013-10-01

    Full Text Available The book review shall examine the work Comunità omosessuali. Le scienze sociali sulla popolazione LGBT (Homosexual community. The social sciences on the LGBT population, Fabio Corbisiero (ed., offering a detailed survey of the points of view expressed by various disciplines on issues related to LGBT people’s identity and rights in a heterosexist society. It is highlighted the critical and proactive approach with which the male and female authors of the fifteen essays in the volume analyze homosexuality as a plural condition, spread and mobile of the  human existence. What that is exceeded in the theory and practice is the dichotomous homosexuality/ heterosexuality principle which for long time structured the social knowledge, ensuring an effective instrument of control and social order. Nowadays, the instance that is imposed on the planes of the knowledge and reality is that of a necessary "pluralization", without which it can’t be guaranteed a  true citizenship to people and homosexual communities.

  2. TYPHLOREICHEIA FLAVIAE N. SP. DELLA SARDEGNA CENTRO-ORIENTALE, E NOTE AGGIUNTIVE SULLA DISTRIBUZIONE DI TYPHLOREICHEIA BULIRSCHI MAGRINI & BASTIANINI, 2011 (Coleoptera, Carabidae

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Magrini

    2013-10-01

    Full Text Available Nella presente nota è descritta Typhloreicheia flaviae n. sp., scoperta nella Grotta di Istirzili N° 50 Sa/NU, 507 m s.l.m. (Sardegna centro-orientale, Supramonte di Baunei, Ogliastra. La nuova specie è affine a T. casalei Magrini, Marcia & Onnis, 2011, nota di una grotta del Supramonte di Urzulei, ma se ne differenzia per numerosi caratteri indicati nel testo e illustrati nelle figure; in particolare: dimensioni nettamente minori, corpo più depresso, tegumenti meno lucidi, pronoto più ristretto alla base, lobo mediano dell’edeago con apice più appuntito in visione laterale e meno inclinato ventralmente, in visione ventrale più dritto e simmetrico, lamella copulatrice con apice conformato diversamente. La nuova specie non presenta caratteri adattativi alla vita ipogea particolarmente evidenti, ma è complessivamente simile ad altri taxa, endogei o tipici dell’MSS, reperiti recentemente in cavità della Sardegna orientale e meridionale: T. carlonnisi Magrini, Marcia & Casale, 2011, T. casalei Magrini, Marcia & Onnis, 2011 e T. grafittii Magrini, Onnis, Casale & Marcia, 2012. Sono inoltre riportate alcune note addizionali sulla distribuzione di Typhloreicheia bulirschi Magrini & Bastianini, 2011 nella Sardegna meridionale.

  3. Studio del danneggiamento mediante tomografia in luce del sincrotrone: impatto di un cono d’ombra sulla qualità finale delle ricostruzioni

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Bernasconi

    2010-07-01

    Full Text Available Un’accurata osservazione della geometria tridimensionale di cricche e difetti è necessaria per lo studio dei meccanismi alla base del processo di danneggiamento. I metodi convenzionali utilizzati a questo scopo sono distruttivi o non possiedono una sufficiente risoluzione. Le tecniche di imaging che utilizzano la luce di sincrotrone, ed in particolare la microtomografia (micro-CT a raggi X, invece, uniscono i vantaggi di una tecnica non distruttiva ad un’elevata risoluzione spaziale e risultano quindi particolarmente interessanti. Un limite all’applicazione di questa tecnica è costituito dalla propensione della cricca a richiudersi una volta rimosso il carico che ha provocato il danneggiamento, superabile attraverso l’impiego di un dispositivo in grado di esercitare un carico di trazione durante l’acquisizione dei dati. Facendo riferimento al set-up sperimentale della linea SYRMEP di Elettra, il sincrotrone di Trieste, e tralasciando per il momento i vincoli legati a pesi e ingombri, è possibile pensare di inserire tra camera di ionizzazione e CCD una macchina per prove di trazione mono-colonna commerciale, in grado di mantenere aperto il difetto per tutta la durata della tomografia. In questo lavoro viene valutato l’impatto di questo vincolo sulla qualità finale delle ricostruzioni.

  4. From MMORPG to a Classroom Multiplayer Presential Role Playing Game

    Science.gov (United States)

    Susaeta, Heinz; Jimenez, Felipe; Nussbaum, Miguel; Gajardo, Ignacio; Andreu, Juan Jose; Villalta, Marco

    2010-01-01

    The popularity of massively multiplayer online role-playing games (MMORPGs) has grown enormously, with communities of players reaching into the millions. Their fantasy narratives present multiple challenges created by the virtual environment and/or other players. The games' potential for education stems from the fact that players are immersed in a…

  5. EXPLORING THE IDEA OF PROFESSOR MACNEIL: PRESENTIATION OR FLEXIBILITY?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Amalina Ahmad Tajudin

    2014-11-01

    Full Text Available Flexible contracting has been a practice since the period of the law merchant. It remains relevant in today’s sale. The objective of this paper is to test Macneil’s idea of contractual flexibility under the CISG, the US Uniform Commercial Code and the English Sale of Goods Act 1979 with regard to open price provisions respectively. The method used in this paper is by deriving Macneil’s opinion that a contract ought to be viewed as a planning mechanism rather than as a static document. Scholarly views of the three jurisdictions are also taken into consideration. With regards to the international law of the CISG, Macneil would have agreed with the arguments posed by Honnold that both Articles 14 and 55 of the CISG are to be read separately and in regard to the nature of a specific trade. Nevertheless, the CISG courts have shown preference over Farnsworth’s approach, whereby a price requirement is a must in spite of the trade type. The result of this paper finds that Macneil’s viewpoint is an alternative solution to the diverging interpretations taken. Taking Macneil’s view implicates friendlier international business relations, when a contract of sale is updatable as a planning mechanism.

  6. Una ricerca sulla qualità della vita scolastica di bambini e bambine affetti da malattie emorragiche congenite. Lettura critica dei dati e considerazioni pedagogiche.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandra Gigli

    2009-07-01

    Full Text Available Il presente rapporto di ricerca costituisce l'esito del lavoro svolto dalle ricercatrici A. Gigli, S. Demozzi del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna all'interno del progetto Strategico di Ateneo dal titolo “Definizione di linee guida d’intervento sui pazienti pediatrici affetti da malattie emorragiche congenite: aspetti medici, psicosociali, educativi ed etici”. L'obiettivo principale del lavoro è stato quello di analizzare il punto di vista degli insegnanti in merito alla vita scolastica dei bambini con malattie emorragiche congenite (Mec, le loro relazioni con insegnanti e compagni, i rapporti tra scuola e famiglie. Per monitorare questi aspetti legati alla vita scolastica, nel 2008 è stata realizzata un’indagine sul campo che ha coinvolto insegnanti di scuole dell’infanzia, scuole primarie, scuole secondarie di primo grado della Provincia di Bologna che hanno in classe un/a bambino/a affetti da Mec. Le rilevazioni effettuate tramite interviste semi strutturate hanno avuto i seguenti obiettivi: verificare l’esistenza di rappresentazioni “distorte” delle patologie ed eventuali pregiudizi esistenti; analizzare il processo informativo attraverso cui i docenti conoscono la situazione del bambino e vengono informati sulle Mec; rilevare i nodi problematici e punti di forza, che qualificano negativamente o positivamente le relazione scuola-famiglia; monitorare l’esistenza di pregiudizi in merito alle capacità cognitive dei bambini; verificare se, secondo i docenti, la malattia influisce sulla qualità della relazione educativa, indagando, in particolare, sugli aspetti comunicativi; rilevare eventuali problematiche di integrazione nel gruppo dei pari; verificare se l’adozione di strategie per permettere una migliore integrazione o lo svolgimento delle attività didattiche, ludiche e sportive; rilevare i bisogni formativi e informativi dei docenti. Nell’articolo si presenta una lettura

  7. A utilização da avaliação tipo "teste" on-line como apoio ao ensino presencial: uma abordagem quantitativa sobre a sua contribuição no ensino de ferramentas estatística multivariadas Use of on-line evaluation type "test" as support for presential teaching: a quantitative approach on its contribution to the teaching of multivariate statistics tools

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Erica Ferreira Marques

    2011-07-01

    ância do uso dessa ferramenta de avaliação como apoio ao ensino presencial e a sua contribuição para o processo de ensino-aprendizagem.This work aims to show the important role an online assessment test can play as a tool developed to support the presential teaching of multivariate statistical resources to Business Management undergraduate students at FEARP/USP enrolled in Applied Statistics to Business Management II. This study is part of a project named LaVie, a virtual environment of teaching-learning of Statistics, applied and developed to support presential teaching in this field. Based on the importance of an assessment tool, LaVie created content, interaction and "test your knowledge" tools. This assessment tool was developed based on online quizzes having three adaptation levels: basic (I, intermediate (II, and advanced (III to each module of the discipline. The methodology used for checking the efficiency of this online test tool was based on a quantitative assessment according to the students' (users' opinions. Four assumptions were investigated in this study. Data were collected in two distinct occasions: second semester of 2005, as a pilot project, and second semester of 2006, thus enabling a comparative analysis of the system by the users. This survey was conducted in class where students completed two questionnaires, one before the presential assessment and the other immediately after it. The study shows the importance of this tool as a support to presential teaching and its contribution to the teaching-learning process.

  8. Aspects related to the permanence of undergraduate and graduate students in semi-presential classes Aspectos relativos a la estancia de los estudiantes universitarios y de pos graduación en disciplinas semipresenciales Aspectos relacionados à permanência de graduandos e pós-graduandos em disciplinas semipresenciais

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Henry Maia Peixoto

    2012-01-01

    Full Text Available OBJECTIVE: To evaluate the learning and interaction environment, related to the permanence of undergraduate and graduate students in semi-presential healthcare classes. METHODS: Research of quantitative approach, exploratory, which analyzed data originated, based on a validated questionnaire, based on models ISAM and MAIWT with 18 items, organized in a scale that ranged from zero (hindered my permanence in the class to 10 (did not hindered my permanence in class. We invited all 220 undergraduate and graduate students finishing classes of their courses in the Faculty of Health Sciences at UNB, of which 148 (67.3% students agreed to participate. RESULTS: All 18 items (100% answered by undergraduates and 17(94.5% by the graduate students presented mean above seven, demonstrating that the use of the virtual environment, the flexibility of time and space, the costs involved , the use of computational tools and procedures for interaction, have been well evaluated. CONCLUSION: Undergraduate and graduate students considered that the questions related to the study environment and interaction procedures facilitated the permanence in classes.OBJETIVO: Evaluar los aspectos del ambiente de estudio y de la interacción, relacionados a la permanencia de graduandos y postgraduandos en disciplinas semi presenciales del área de la salud. MÉTODOS: Investigación de abordaje cuantitativo, exploratorio, en el que se analizó los datos originados con base en un cuestionario validado, fundamentado en los modelos MAIS e IMPACT con 18 items, organizados en una escala que varió de cero (dificultó mi permanencia en la disciplina a 10 (no dificultó mi permanencia en la disciplina. Fueron invitados los 220 alumnos que concluyeron las disciplinas de pregrado y postgrado ofertadas en la Faculdad de Ciencias de la Salud de la UnB, de los cuales 148 (67,3% alumnos aceptaron participar en el estudio. RESULTADOS: Todos los 18 items (100% respondidos por los graduandos y 17

  9. William Franke, Sulla verità poetica che è superiore alla Storia: Porfirio e la critica filosofica della letteratura William Franke, On the Poetic Truth that is Higher than History: Porphyry and the Philosophical Interpretation of Literature

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Laura Lucia Rossi

    2010-06-01

    Full Text Available

    In this article we propose the translation of William Franke’s paper On the Poetic Truth that is Higher than History: Porphyry and the Philosophical Criticism of Literature, in which the American scholar presents the hermeneutic method of the ancient commentators of Homer, with particular reference to the critic practice applied by the Neoplatonic Porphyry in his De Antro Nympharum. With this treatment Franke proposes and hopes for the return to an interpretive method, called philosophical or speculative, also for contemporary criticism.

    In questo articolo è presentata la traduzione del saggio di William Franke Sulla verità poetica che è superiore alla Storia: Porfirio e la critica filosofica della letteratura, in cui lo studioso americano presenta il metodo ermeneutico degli antichi commentatori di Omero, con particolare riferimento alla critica praticata dal neoplatonico Porfirio, proponendo e auspicando il ritorno ad una modalità interpretativa, detta filosofica o speculativa, anche per la critica contemporanea.

  10. Pulmonary hypertension and vasculopathy in incontinentia pigmenti: a case report

    OpenAIRE

    Alshenqiti, Abduljabbar; Nashabat, Marwan; AlGhoraibi, Hissah; Tamimi, Omar; Alfadhel, Majid

    2017-01-01

    Abduljabbar Alshenqiti,1 Marwan Nashabat,1 Hissah AlGhoraibi,1 Omar Tamimi,2 Majid Alfadhel1 1Division of Genetics, Department of Pediatrics, King Abdullah International Medical Research Centre, King Saud bin Abdulaziz Uiversity for Health Sciences, King Abdulaziz Medical City, Ministry of National Guard Health Affairs (NGHA), Riyadh, Saudi Arabia; 2Department of Cardiology, King Abdullah International Medical Research Centre, King Saud bin Abdulaziz University for Health Sciences, King Abdu...

  11. Retinitis pigmentosa sine pigmenti. Debut with macular oedema.

    Science.gov (United States)

    de la Mata Pérez, G; Ruiz-Moreno, O; Fernández-Pérez, S; Torrón Fernández-Blanco, C; Pablo-Júlvez, L

    2014-09-01

    A 25-year-old woman, with metamorphopsia in her left eye of one year onset. The examination revealed a bilateral cystoid macular oedema (CME) and vascular attenuation. We describe the diagnostic tests, as well as differential diagnosis and treatment response with carbonic anhydrase inhibitors. The retinitis pigmentosa sine pigment is a subtype of atypical retinitis pigmentosa characterised by the absence of pigment deposits. The night blindness is milder, and perimetric and electroretinographic impairment is lower. CME is an important cause of central vision loss, and responds to anhydrase carbonic inhibitors. Copyright © 2012 Sociedad Española de Oftalmología. Published by Elsevier Espana. All rights reserved.

  12. Il poslanie K Vladimiru monomachu del vescovo Daniil. Ancora a propositio della letteratura di direzione spirituale

    OpenAIRE

    Romoli, Francesca

    2014-01-01

    Oggetto del saggio è il Poslanie k Vladimiru Monomachu (Epistola a Vladimir Monomach) del vescovo Daniil († 1121). Attraverso un'analisi incentrata sulla funzione letteraria e pragmatica delle citazioni bibliche presenti nel testo, l'autrice ne dimostra l'appartenenza alla forma letteraria degli insegnamenti spirituali. Esamina quindi la motivazione liturgica e le circostanze storiche della sua genesi nel confronto con il Poslanie Vladimiru Monomachu o poste (Epistola a Vladimir Monomah sul d...

  13. Nutritional evaluation of the gluten free diet

    OpenAIRE

    Mazzeo, Teresa

    2014-01-01

    Attualmente l’unico trattamento previsto per la malattia celiaca è una rigorosa e permanente eliminazione del glutine dalla dieta. Nella comunità scientifica esiste ancora incertezza riguardo l’adeguatezza e la qualità nutrizionale di tale regime alimentare, poiché gli studi presenti al riguardo sono abbastanza contrastanti rendendo pertanto complicato trarre delle conclusioni definitive. I limitati dati esistenti sulla composizione nutrizionale dei prodotti senza glutine potrebbero in parte ...

  14. Identification and analysis of allergenic substances in atmospheric particulate matter acting as a carrier of toxic-harmful compounds into human respiratory tract

    OpenAIRE

    DI FILIPPO, Patrizia

    2013-01-01

    Il bioaerosol è presente sia in ambienti indoor che outdoor e può avere diverse sorgenti e, di conseguenza, diversa composizione, concentrazione e distribuzione nelle diverse frazioni granulometriche del particolato. Identificare quali agenti allergenici specifici, responsabili degli effetti negativi sulla salute umana, siano presenti nel bioaerosol è essenziale per stabilire strumenti di valutazione dell'esposizione. Pertanto, scopo del presente progetto è stato di mettere a punto o rende...

  15. Italia sulla piastra - Itaalia taldrikul / Anneli Kana

    Index Scriptorium Estoniae

    Kana, Anneli

    2012-01-01

    Itaalia ühest suurimast toidumessist Salone del Gustost, mis toimus 25.-29. oktoobril Põhja-Itaalias Torinos. Samas toimus ka organisatsiooni Slow Food korraldatav ülemaailmne lähitoidufestival Terre Madre

  16. Riflessioni critiche sulla prassi didattica contemporanea

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fabio Minazzi

    2016-02-01

    Full Text Available Secondo Klemperer la lingua pensa per noi. Ma anche le istituzioni pensano per noi. Col risultato che le prassi determinano spesso un pensiero diffuso che viene condiviso e fatto proprio senza rendersene conto. Quale pensiero ci comunica l’organizzazione attuale della prassi didattica delle scuole italiane? La relazione risponde a questa domanda mostrando come occorre rendersi consapevoli del preciso significato di tutte queste prassi didattiche.

  17. Le dodici tesi di Hegel sulla Romanitas

    OpenAIRE

    Rocco Lozano, Valerio

    2015-01-01

    This paper aims to provide an overview on the conceptual role played by the Roman world in Hegel’s philosophy, especially in the Phenomenology of Sprit and the Berlin Lessons on Philosophy of Universal History. Through the analysis of 12 fundamental thesis, it will be systematically shown that the Roman Empire is depicted by the mature Hegel as the realm of irrationality, violence, injustice, and merely formal relations, and that these categories are not only related to a juridical and politi...

  18. Una nota sulla filosofia sociale di Keynes

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G. LA MALFA

    1994-03-01

    Full Text Available Keynes attitude, not only in General Theory but also throughout the whole of his intellectual career, is essentially that of making economic theory useful and in particular making it applicable to the problem of eliminating the shortcomings of contemporary economic systems. Keynes’ formulation of the general macroeconomic equilibrium was proceeded over the years by a broader reflection on the nature of the capitalistic economic system, the individual motivations that sustain it and its ethical aspects in comparison to other systems. However, there is almost no trace of this in General Theory, if not only partially in the last chapter of the book. To rebuild these aspects we must refer to a relatively neglected group of essays from 1925 to 1928 that concern the nature of the capitalist system more broadly. The reconstruction of Keynes's thinking on these issues is not only important in itself in order to a better understand the ideas of this century's greatest economist, it is also a contribution understanding the enduring relevant problems and questions that today call for reflection on behalf of economists and politicians.

  19. Una nota sulla filosofia sociale di Keynes

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G. LA MALFA

    2013-10-01

    Full Text Available Keynes attitude, not only in General Theory but also throughout the whole of his intellectual career, is essentially that of making economic theory useful and in particular making it applicable to the problem of eliminating the shortcomings of contemporary economic systems. Keynes’ formulation of the general macroeconomic equilibrium was proceeded over the years by a broader reflection on the nature of the capitalistic economic system, the individual motivations that sustain it and its ethical aspects in comparison to other systems. However, there is almost no trace of this in General Theory, if not only partially in the last chapter of the book. To rebuild these aspects we must refer to a relatively neglected group of essays from 1925 to 1928 that concern the nature of the capitalist system more broadly. The reconstruction of Keynes's thinking on these issues is not only important in itself in order to a better understand the ideas of this century's greatest economist, it is also a contribution understanding the enduring relevant problems and questions that today call for reflection on behalf of economists and politicians.  JEL Codes: E12 

  20. Vita e morte sulla scena invisibile

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Caporale Mariangela

    2013-06-01

    Full Text Available “The scene of the woman who is the clarity of death. The theatre of the maid who is the mistery of life”: this is the axis the article focuses on. Through the analysis of two dance performances – Praeparatio mortis by Jan Fabris and Kore by Virgilio Sieni – the article examines the nature of knowledge conceived as ideal vision of the truth. The reflection on life and death’s dance allows to criticize this approach, clarifying the limits of an epistemology that sclerotizes the philosophy as knowledge that is astonished before the truth. These are the limits of the science that derive from this epistemological tradition. The exemplar condition to know the being as the existence of the simply existent (Schelling is the experience of the childbirth and maternity. Finally the article criticizes the scientific model that exalts every kind of artificial fecundation believed as the perfect opportunity to fulfill completely women’s freedom and her dignity.

  1. Essere presenti al corpo. Un’analisi dell’insegnamento di Simona Bertozzi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carolina Bergonzoni

    2016-12-01

    Full Text Available What is that transforms movement into dance? Is it the presence of the dancer? Following the phenomenology of French philosopher Maurice Merleau-Ponty and the studies of philosopher Maxine Sheets-Johnstone, in this article I will present a phenomenological analysis of the concept of presence. I will start with my own experience as a student of Italian choreographer and dancer Simona Bertozzi.The notion of presence that I propose here focuses on three concepts: kineasthetic awareness, body intentionality, and kinesthetic memory. Building on them, I will show how for a dancer to be present is an active process, not related to the idea of “stage presence”. Simona Bertozzi’s pedagogy bridges together theory and practice; by doing so, she taught me how to be present to my body and my dance while it is happening.

  2. The influence of light, temperature and feeding on the growth of the Coras cladocora caespitosa and Balanophyllia europaea; L'influenza di luce, temperatura e alimentazione sulla crescita dei coralli mediterranei Cladocora caespitosa e Balanophyllia europaea. Risultati preliminari di una sperimentazione in ambiente controllato

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Rodolfo-Metalpa, R.; Abbate, M.; Peirano, A. [ENEA, Divisione Ambiente Globale e Mediterraneo, Centro Ricerche S. Teresa, La Spezia (Italy)

    2001-07-01

    In the course of the environmental studies, carried out by ENEA-CRAM Center of S. Teresa near La Spezia, research has been performed about bioconstructional organisms in the Mediterranean Sea. To understand how these organisms respond to environmental parameters an experiment has been carried out in aquaria. Specimens of the Mediterranean coral Cladocora caespitosa and Balanophyllia europaea has been maintained in 80 independent aquaria for four months. Growth rates, pigments concentration and asexual reproduction of the corals were compared in experimental procedures with controlled conditions of light, temperature and food. Environmental parameters have been set out to simulate natural (winter and summer) ambient in the Ligurian Sea. Heterotrophic and autotrophic abilities of the corals have been compared. Results show different growth rates between the two species but similar heterotrophic growth patterns. Summer temperature largely influences growth rates and asexual reproduction of the species while light influence is small. [Italian] Nell'ambito delle ricerche svolte dall'ENEA sullo studio degli organismi biocostruttori nell'ambiente marino, e' stata svolta una sperimentazione al fine di valutare l'influenza di alcuni parametri ambientali (luce, temperatura e alimentazione), impostati in modo da simulare la naturale stagionalita' (inverno ed estate), sulla crescita e sulla riproduzione asessuale dei coralli mediterranei Cladocora caespitosa e Balanophyllia europaea. Queste sperimentazioni sono state condotte, per un periodo di circa quattro mesi, in ottanta acquari indipendenti caratterizzati da differenti livelli di luce, temperatura e alimentazione. Le valutazioni degli incrementi di peso e della crescita lineare sono state eseguite utilizzando differenti metodiche note in letteratura. Soprattutto la tecnica del Peso Galleggiante (Buoyant Weight) si e' dimostrata molto sensibile ed efficace. La capacita' (eterotrofia

  3. State of the art of seafood chemical contamination in the Adriatic sea and risk assessment for the population living along the Italian coast; Stato dell'arte sulla contaminazione chimica dei prodotti ittici nel mare Adriatico e valutazione del rischio per la popolazione residente lungo la costa italiana

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ferrara, F.; Funari, E. [Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy). Lab. di Igiene Ambientale

    1999-07-01

    Data on seafood chemical contamination in the Adriatic sea (Italy) from open and grey literature referring to the period 1985-1997 are gathered. In spite of the high number of available data, the risk assessment was possible only few contaminants. Through the comparison of the estimated intakes with the safety doses defined by international organizations, according to a conservative approach, the latter were never exceeded for the general population in the case of aluminium, chromium, copper, mercury, zinc, DDTs, HCBs and HCHs. In the case of strong consumer categories, these doses were sometimes exceeded for arsenic, cadmium, lead and nickel only when the conservative approach was applied but not with the some realistic one. [Italian] Sono presentati i dati della letteratura scientifica aperta e grigia, relativi al periodo 1985-1997, sulla contaminazione chimica dei prodotti ittici del mare Adriatico. Nonostante la notevole mole di dati, la valutazione del rischio e' possibile soltanto per alcuni contaminanti. Confrontando le assunzioni stimate con le dosi ritenute tollerabili da organismi internazionali, applicando un approccio cautelativo, queste ultime non vengono mai superate per la popolazione generale nei casi di alluminio, cromo, mercurio, rame e zinco, DDT, HCB e HCH. Per le categorie dei forti consumatori, applicando l'approccio cautelativo, ma non quello piu' realistico, le dosi di sicurezza vengono talvolta superate nei casi di arsenico, cadmio, nichel e piombo.

  4. State of the art of seafood chemical contamination in the Adriatic sea and risk assessment for the population living along the Italian coast; Stato dell'arte sulla contaminazione chimica dei prodotti ittici nel mare Adriatico e valutazione del rischio per la popolazione residente lungo la costa italiana

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ferrara, F; Funari, E [Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy). Lab. di Igiene Ambientale

    1999-07-01

    Data on seafood chemical contamination in the Adriatic sea (Italy) from open and grey literature referring to the period 1985-1997 are gathered. In spite of the high number of available data, the risk assessment was possible only few contaminants. Through the comparison of the estimated intakes with the safety doses defined by international organizations, according to a conservative approach, the latter were never exceeded for the general population in the case of aluminium, chromium, copper, mercury, zinc, DDTs, HCBs and HCHs. In the case of strong consumer categories, these doses were sometimes exceeded for arsenic, cadmium, lead and nickel only when the conservative approach was applied but not with the some realistic one. [Italian] Sono presentati i dati della letteratura scientifica aperta e grigia, relativi al periodo 1985-1997, sulla contaminazione chimica dei prodotti ittici del mare Adriatico. Nonostante la notevole mole di dati, la valutazione del rischio e' possibile soltanto per alcuni contaminanti. Confrontando le assunzioni stimate con le dosi ritenute tollerabili da organismi internazionali, applicando un approccio cautelativo, queste ultime non vengono mai superate per la popolazione generale nei casi di alluminio, cromo, mercurio, rame e zinco, DDT, HCB e HCH. Per le categorie dei forti consumatori, applicando l'approccio cautelativo, ma non quello piu' realistico, le dosi di sicurezza vengono talvolta superate nei casi di arsenico, cadmio, nichel e piombo.

  5. «Quadri di Lorenzo Loto numero cinque»: documenti e ipotesi sulla dispersione dei dipinti dalla guardaroba della Santa Casa di Loreto / «Quadri di Lorenzo Loto numero cinque» (Five paintings by Lorenzo Lotto: documents and hypothesis about the dispersion of the paintings from the wardrobe of the Holy House of Loreto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Coltrinari

    2015-06-01

    Full Text Available Il contributo presenta alcuni documenti inediti su Lorenzo Lotto in grado di ampliare le conoscenze sul pittore veneto e sulle sue opere rimaste a Loreto dopo la morte. Alcune annotazioni contabili permettono di avanzare nuove ipotesi sulla consegna della pala Amici di Jesi, ultimo dipinto d'altare dell'artista. Un inventario della guardaroba del palazzo apostolico di Loreto del 1563 cita con certezza almeno sette dipinti di Lorenzo Lotto, quadri passati al santuario dopo l'oblazione del 1554. Nel 1580, infine, due «quadri in carta», identificabili con due cartoni delle tarsie di Bergamo, venivano venduti al governatore della Santa Casa Vincenzo Casali.  É così possibile riaprire la questione dell'ultimo periodo del maestro veneto a Loreto e individuare delle tracce per la dispersione di alcune delle sue opere.  The paper presents some unpublished documents on Lorenzo Lotto able to increase knowledge on the Venetian painter and his works remained in Loreto after his death. Some notes of account allow us to advance new hypotheses about the delivery of the Amici Altarpiece for Jesi, the last altarpiece of the artist. An inventory of the wardrobe of the Apostolic Palace of Loreto, dated 1563, mentions at least seven paintings by Lorenzo Lotto, passed to the sanctuary after the artist's oblation in 1554. In 1580, finally, two "pictures on paper," identified with two cartons of marquetries from Bergamo, were sold to the governor of the Holy House Vincenzo Casali. It is possible to reopen the question of the last period of the Venetian master in Loreto and identify the traces for the dispersion of some of his works.

  6. The Transformations of the Central Area of Nora: the Reconstruction of the Houses

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Belgiovine

    2013-11-01

    Full Text Available La ricostruzione tridimensionale delle abitazioni presenti nel Quartiere Centrale della città di Nora è stata elaborata mediante l’uso del software Revit Architecture ed è stata concepita per mostrare le trasformazioni avvenute nell’area durante le fasi di II-III secolo d.C. e in età tardo antica. I modelli tridimensionali delle singole abitazioni, che si basano sulla documentazione di scavo, sono confluiti in un progetto di ricostruzione dell’intero isolato, in modo da ricrearne l’aspetto volumetrico e rendere immediatamente percepibili i vari aspetti di questo articolato contesto urbano.

  7. Sulphides balance in tanning leather district in Tuscany: evaluation of H{sub 2}S emissions and estimation of their impact on the air quality of the area; Bilancio dei solfuri nel comprensorio del cuoio: valutazione delle emissioni di dirogeno solforato e del loro impatto sulla qualita' dell'aria della zona

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Campi, B.; De Blasi, E.; Vanni, D.; Scali, C. [Pisa Univ., Pisa (Italy). Dipt. di Ingegneria Chimica, Chimica Industriale e Scienza dei Materiali; Spinazzola, A. [ARPAT-Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana, Pisa (Italy). Dipt. di Protezione Ambientale, Sez. locale di San Romano

    2000-09-01

    The paper deals with an evaluation of hydrogen sulphide emissions from leather tanning industries and water purification plants in the leather district in Tuscany. The aim of the work is to correlate different sources emissions of the area with pollutant concentrations recorded by the monitoring network. Global quantities of treated substances, different plants typologies and operating mode, have been considered, following the indications of the ARPAT's archives. This analysis, updated to 1998, gives interesting information about the trend of emissions and their weight on air quality: the effect of tanning leather industries emissions during the 'pickel' operation results greater than the average purification plants contribution to air quality, even if, cause of the high quantity of treated sulphides, the weight of purification plants remains important. The trend of measured concentration of pollutant in air shows a clear improvement of air quality during last three years (1997-199). [Italian] L'articolo presenta una valutazione delle emissioni di idrogeno sulforato da aziende conciarie e da impianti di trattamento delle acque reflue industriali nel comprensorio del cuoio. in Toscano. Lo scopo dell'indagine e' quello di valutare la possibilita' di correlare le emissioni delle diverse sorgenti della zona con i valori di concentrazione di inquinante al suolo rilevati dlla rete di monitoraggio. La valutazione tiene conto delle quantita' complessive di sostanze lavorate, delle diverse tipologie degli impianti e del loro stato di funzionamento, secondo quanto risulta dai dati contenuti nell'archivio dell'ARPAT (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana). L'analisi aggiornata al 1998, fornisce indicazioni circa l'andamento dei fenomeni emissivi ed il loro peso sulla qualita' dell'aria. In particolare si evidenzia come l'effetto delle emissioni dalle aziende conciarie durante l

  8. La musica del vuoto indagine sulla natura della materia

    CERN Document Server

    Wilczek, Frank

    2007-01-01

    I pattern delle onde che descrivono i protoni, i neutroni e tutti i loro parenti ricordano le vibrazioni di strumenti musicali, e in effetti le equazioni matematiche che governano questi due domini, superficialmente molto diversi, sono in realtà molto simili. Quest'analogia musicale risale alla preistoria della scienza: già Pitagora scoprì che le note armoniose sono quelle suonate da corde le cui lunghezze sono in una semplice relazione numerica, mentre Keplero trascorse anni in tediosi calcoli ed erronee ipotesi alla ricerca dell'armonia nascosta dell'universo. Wilczek riprende questa metafora nella descrizione della realtà delle masse parlando di "musica del vuoto", moderna espressione dell'antica, inafferrabile e mistica musica delle sfere.

  9. Sulla ricerca del minimo dei consumi per vetture sportive

    OpenAIRE

    Dolcini, Enrico

    2008-01-01

    La ricerca oggetto di questa tesi, come si evince dal titolo stesso, è volta alla riduzione dei consumi per vetture a forte carattere sportivo ed elevate prestazioni specifiche. In particolare, tutte le attività descritte fanno riferimento ad un ben definito modello di vettura, ovvero la Maserati Quattroporte. Lo scenario all’interno del quale questo lavoro si inquadra, è quello di una forte spinta alla riduzione dei cosiddetti gas serra, ossia dell’anidride carbonica, in linea con quelle ...

  10. Dall’estetica alla teoria. Note sulla transestetica della letteratura

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lorenzo Oropallo

    2012-12-01

    Full Text Available Come ha messo in rilievo Paul De Man, la teoria della letteratura nasce insieme alla letteratura stessa, dunque a partire dal primo romanticismo tedesco e la sua riflessione intorno alla natura dell'arte. In questo senso, la teoria letteraria non si oppone alla pratica della scrittura, ma alla sua estetica, che quindi è necessario superare.

  11. La sfida: dire “qualcosa di antropologico” sulla scuola

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Leonardo Piasere

    2013-07-01

    Full Text Available Come tutte le istituzioni, la scuola si presta a entrare in molti tipi di discorsi e a suscitarne altrettanti; come tutte le invenzioni culturali complesse, può essere oggetto di valutazioni, emozioni, convinzioni, aspettative contrastanti; come ogni costruzione a vocazione universalistica con la tentazione intrinseca all’espansione planetaria (per ora: ma si pensino alle scuole con alunni intergalattici che compaiono in Star Trek…

  12. Sulla domanda di economia irrazionale: Naomi Klein vs. Milton Friedman

    OpenAIRE

    Filoso, Valerio

    2008-01-01

    The persistence of demand for economic irrationality, as expressed by the big success gained by the literature on no-globalism, is an empirical puzzle and the recent book by Naomi Klein The Shock Doctrine (2007) is a rampant example. An explanation for this anomaly is provided by the theory of rational irrationality (Caplan, 2007). While in the field of natural sciences confutation of wrong theories sets them apart forever, in the field of economics rebutted theories can still have an appeal ...

  13. Polilinguismo nella scrittura murale urbana: Note sulla lingua spagnola

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    ELena Landone

    2016-01-01

    Full Text Available Abstract – In this paper I focus on the polylinguistic and polycultural landscape of Milan on the theoretical basis of daily life studies, the sociolinguistics of globalization, and intercultural pragmatics. The relevance of this field is determined by the need for urban anthropology to semiotize the urban spaces as an interpretative bridge between the microsystem (the individual level and the macrosystem (the social level. More concretely, I investigate the presence of the Spanish language in the superdiversity of Milan and, methodologically, I collect ethnographically and interpret qualitatively a corpus of 700 daily life texts of various types of street writing. The results show the significant presence of Spanish in the urban landscape and a high level of hybridism which is, nevertheless, totally functional in communication. I also detect the emergence of linguistic, pragmatic and intercultural awareness in the writers. Finally, with some precautions, I confirm the scientific potential of the daily life documents to investigate complex urban dynamics.Resumen – El tema de este estudio es el panorama polilingüe y policultural de Milán y se plantea a partir de las bases teóricas de los everyday life studies, de la sociolingüistica de la globalización y de la pragmática intercultural. La relevancia del estudio descansa en la necesidad de la antropología urbana de elaborar una interpretación semiótica de los espacios urbanos, puesto que pueden constituir un puente interpretativo entre el microsistema (individuo y el macrosistema (sociedad. Concretamente, el objetivo es investigar el papel del idioma español en la supediversidad milanesa; la metodología es de etnografía urbana con la formación e interpretación cualitativa de un corpus fotográfico de setecientos textos cotidianos de escritura callejera (pintadas, avisos, grafiti, ecc.. Los datos relevan una presencia significativa del español en el landscape milanés, con un alto nivel de hibridismo que, de todas formas, es funcionalmente adecuado y denota el emerger de la conciencia  lingüística, pragmática e intercultural de los hablantes-escritores. Además, se confirma, con alguna precaución, el aporte científico de los documentos de la cotidianidad para interpretar la complejidad urbana. 

  14. Considerazioni conclusive. Riflessioni sulla narrazione storica nelle voci di Wikipedia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tommaso Baldo

    2017-03-01

    Full Text Available What kind of relationship do the historical sciences have with Wikipedia? How should a reader approach Wikipedia articles dealing with history? What role will the upcoming “free encyclopedia” play in the study and teaching of history? Starting from an analysis on some Wikipedia’s article performed by the “Nicoletta Bourbaki” working group, six authors animate a panel discussion on the relationship between the free encyclopedia and history.

  15. Riflessioni sulla narrazione storica nelle voci di Wikipedia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tommaso Baldo

    2017-03-01

    Full Text Available What kind of relationship do the historical sciences have with Wikipedia? How should a reader approach Wikipedia articles dealing with history? What role will the upcoming “free encyclopedia” play in the study and teaching of history? Starting from an analysis on some Wikipedia’s article performed by the “Nicoletta Bourbaki” working group, six authors animate a panel discussion on the relationship between the free encyclopedia and history.

  16. Sulla realità dei quanti un dialogo galileiano

    CERN Document Server

    Jauch, J M

    1980-01-01

    Che cosa succederebbe se Simplicio, Salviati e Sagredo, i tre protagonisti del "Dialogo" di Galileo, si incontrassero oggi e parlassero di fisica? Come reagirebbero all'ancora insuperato scandalo del comportamento quantistico della materia? Un grande fisico contemporaneo, Jauch, ha avuto l'idea di mettere in scena questo gioco, sulle rive del lago di Ginevra. E così ha scritto una guida illuminante e leggibile ai temi cruciali della fisica contemporanea.

  17. Lo sguardo del Paesano. Un osservatore sulla soglia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Enrico Campo

    2016-09-01

    Full Text Available Nel film Il ragazzo di campagna, Artemio (Renato Pozzetto è un provinciale quarantenne che decide di trasferirsi a Milano, la metropoli italiana per eccellenza. Artemio abita a Borgo Tre Case, un paesino lombardo in cui l’attrattiva principale consiste nell’osservare il passaggio del treno il venerdì. La vicenda narra appunto di questa migrazione dalla campagna alla città e delle difficoltà di Artemio a gestire il nuovo contesto urbano.

  18. Fra uncini e uncinate. Riflessioni sulla parodia nel Cinquecento

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nicola Catelli

    2010-06-01

    Full Text Available L’articolo prende in considerazione una sequenza del poemetto pornografico La Puttana errante di Lorenzo Venier (1530 ca. che presenta una versione parodica dell’episodio di Angelica e dell’eremita narrato nell’Orlando furioso. Dopo un puntuale raffronto fra i due testi, l’analisi giunge a constatare come tale parodia venga utilizzata non tanto in termini di contestazione o correzione di un modello illustre, quanto come proposta critica di un rapporto con le fonti letterarie stratificato e ironicamente distaccato.This article analyses a sequence of Lorenzo Venier’s pornographic poem La Puttana errante (about 1530 that offers a parodic version of the episode of Angelica and the hermit in Orlando furioso. After a comparison between the texts, the article suggests that Venier’s parody is not a contestation or correction of the illustrious model, but a proposal of a stratified, detached and ironic relation with the sources.

  19. Riflessioni antropologiche sulla religione - Some anthropological reflections on religion

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonino Colajanni

    2015-11-01

    Full Text Available A series of general, theoretical and methodological reflections on the different forms of religious ideas and practices diffused among all human cultures is here proposed from an anthropological point of view. The first step is based on the consideration that the most diffused idea within very different social contexts is that of the existence of spiritual not-human invisible beings, capable of influencing the lives of the humans, if addressed in certain forms and in certain times. A common character of the religious ideas (in particular within the religious systems of the three monotheisms is that they do not accept a normal and ordinary way of confutation and critical discussion about the principles and central ideas. They show a case of undisputable statements on reality and are founded on a trust in certain ideas and beliefs received from others, respected person or sacred texts, without a particular sensibility to accept the recourse to empirical evidences. Their principal concern is about some “elementary aspects of human life”, normally impossible to be controlled by the humans in a technical and operational way. The fundamental methodological aspect to be taken into consideration is that the religious ideas and practices have to be studied historically, because they are connected with concrete and historical problems of the human societies that produced them, and that they change continually in time, owing to different circumstances. The comparative method is another indispensable instrument for the study of the religious phenomena; every religious system has to be examined in the context of the numerous analogies and differences existing between the various societies of men living in the same and in different times, which have been continually in contact among them, which generated influences and reciprocal loans. On a more general level, it appears necessary, for the theoretical and comparative study of religious phenomena, to criticize and put on discussion the same religious system existing within the culture of the student of religious ideas and actions. A sort of “religious relativism” appears then to be necessary. In the case of Christianity in particular, it appears necessary to reconstruct carefully the ancient and recent history of Christian religion, with all its transformations, in order to get a sufficient distance from the implicit influences of that very complex cultural-religious system, which could produce a sort of deformation in the process of understanding and interpretation of the religious ideas of the others. The last part of the essay is dedicated to a presentation of an extended text on religious ideas and shamanism, collected among the Shuar Indians of Ecuadorian Amazon, to which the general and methodological suggestions and the reflections presented above have been applied.

  20. La biblioteca dei vivi. Sulla poesia di Jouni Inkala

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Viola Parente-Čapková

    2016-12-01

    Full Text Available Jouni Inkala’s poetry brought about innovation of expression into Finnish poetry of the 1990s. My article situates Inkala in the tradition of poetry and literature in the Finnish language and traces the development of themes, topics and formal strategies I consider central in his work (among others, the “great tradition” of Western civilization and culture, relation between spirituality, art and science, intertextuality, self-reflexive qualities, social commitment. The analysis of this development culminates in the discussion of Inkala’s five unpublished poems, which are presented also in the Italian translation. The article and the poems are accompanied by my interview with the author.

  1. Esibire o nascondere? Osservazioni sulla citazione nel “Furioso”

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Cristina Cabani

    2013-06-01

    Full Text Available Starting by remarking that Ariosto programmatically avoids mentioning his models, this essay endeavours to clarify Ariosto’s attitude (displaying or hiding? towards the Vernacular auctoritates (first of all, Dante and Petrarca, and to understand the reasons why he is so reluctant to mention his models – indeed, much more reluctant in comparison with the sixteenth-century common practice. Ariosto likes hiding rather than exhibiting, as he does not believe in the concept of auctoritas per se; above all, he denies the possibility of predominance of a single voice over the others.

  2. Dante e il pinguino. Sulla linea di Bertrand Westphal

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giulio Iacoli

    2011-05-01

    Full Text Available Conceived of as an answer to Bertand Westphal’s learned notes on the spatial implications of the horizon, my paper focuses on the way geocritical analysis structures its subject matters by recurring to a thorough deconstructing survey of the meanings which a certain place, or a certain idea of space, received in time. What I define ‘the geocritical ethos’ provides the basis for a comparative view on the changing profile of the horizon as seen from the perspective of literary imagination: the wavering line reflects the uncertainties of the viator Dante, caught in his unique experience between the paralysing fixity of the Sacred Mountain and the infinite promise of space which derives from observing the maritime stretch; the description of an icy spot with a view, disputed between an exploring I and a penguin, pervades with exquisite irony the genre of scientific reportage, as brilliantly reworked by Daniele Del Giudice in his recent Orizzonte mobile. Thus, in this critical rereading of the foundation of modern thinking we can grasp the essential liaisons involving geographical discoveries and the achievements of literary imagination: a bright path to modernity comes to the fore, signalling an ever-refining consciousness of human boundaries, and the way literary creation defies and transgresses the very notion of limits by displaying the fruits of a limitless imagination.

  3. Alcune considerazioni sulla critica contemporanea al cogito cartesiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Teresa Speranza

    2014-06-01

    Full Text Available Damasio's criticism of the Cartesian cogito seems to deliberately ignore the cultural context and the epistemological foundations of the theory of man developed by the philosopher. Even the recent criticism has revised the Cartesian dualism setting emphasis upon the unity of the human being: in the overall framework of Cartesian thinking man is not identified with pure mind, but with the compound of thinking substance and extended substance. Therefore, the attack against Descartes seems entirely instrumental, functional only to explaining the theory on the primacy of emotions respect to the rational sphere of the human being.

  4. Riflessioni sulla ricezione di Goldoni nel '700 francese

    DEFF Research Database (Denmark)

    Olsen, Michel

    2011-01-01

    This essay takes up the relative incomprehension experienced in France by Goldoni, as before him by the great Dano-norwegian comedy-writer Ludwig Holberg. An exception was Élie Fréron, known as the antagonist of the philosophes, but rediscovered in the last decades of the last century as a brilli......This essay takes up the relative incomprehension experienced in France by Goldoni, as before him by the great Dano-norwegian comedy-writer Ludwig Holberg. An exception was Élie Fréron, known as the antagonist of the philosophes, but rediscovered in the last decades of the last century...

  5. Il doppiaggio: interferenze linguistiche sulla soglia tra inglese e italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Angela Sileo

    2015-01-01

    Full Text Available TV has played a fundamental role in unifying Italy and the Italian language (cfr. D’Achille 2006: 225; cfr. Maggini 2011: 131 and has recently turned into a medium for linguistic and cultural globalization and colonization. As a consequence, dubbing and “doppiaggese” (a sort of Italian equivalent of dubbese, though carrying a negative connotation have assumed crucial importance in the evolution of the Italian language, especially if we consider that the great majority of TV products broadcast in Italy are dubbed from English. “Doppiaggese” is not only the language of bad or unskilled dubbing from English into Italian, but also a significant component of the language of fictional TV programs in Italian itself, which often unintentionally use scripts full of calques and influence the everyday spoken and written discourse of Italian speakers. The aim of the present article is to open a window on the mutation undergone by the Italian language often due to inaccurate dubbing, the so-called “doppiaggese”. By taking into consideration the research and surveys carried out by the present writer on some cases of interference (cfr. Sileo 2010 and Sileo 2012, this study aims to convey the image of AVT translation as a window which puts two different linguo-cultural systems in contact and influences the target language system.

  6. Super-resolution microscopy reveals a preformed NEMO lattice structure that is collapsed in incontinentia pigmenti

    CSIR Research Space (South Africa)

    Scholefield, Janine

    2016-09-01

    Full Text Available Boucharlat4, Emmanuel Laplantine5, Asma Smahi6, Alain Israe¨l5, Fabrice Agou4 & Musa M. Mhlanga1,2,7 The NF-kB pathway has critical roles in cancer, immunity and inflammatory responses. Understanding the mechanism(s) by which mutations in genes involved...

  7. Analisi sui pigmenti di ceramica neolitica tramite tecniche Raman e LIBS

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cristina Fabbri

    2007-04-01

    Full Text Available I dati presentati in questo breve contributo provengono da uno studio condotto in collaborazione dal Dipartimento di Scienze Archeologiche dell’Università di Pisa e dall’Istituto per i Processi Chimico-Fisici di Fisica molecolare del CNR di Pisa. Le metodologie applicate sono basate sull’analisi integrata delle tecniche spettroscopiche Raman e LIBS già ampiamente utilizzate nel campo dei Beni Culturali; i metodi sono infatti essenzialmente non distruttivi, non richiedono di un pre trattamento del campione e l’acquisizione delle misure è immediata.

  8. L’Italia e l’Europa negli anni Trenta. Musei, storia dell’arte, critica e restauro nei documenti dell’inchiesta internazionale sulla formazione dei restauratori (1932 / Italy and Europe during the 1930s. Museums, art history, art criticism and restoration in the documents of the international survey about the training of restorers (1932

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Silvia Cecchini

    2016-12-01

    Full Text Available Chi all’interno dell’Offi ce International des Musées (OIM, all’indomani della prima guerra mondiale, lavorava alla ridefi nizione del ruolo dei musei, ripensandoli come luoghi di dialogo interculturale e di incontro della società presente con il proprio passato, considerava il ruolo sociale del museo e la sua funzione conservativa come parte della stessa riforma culturale. In questo scenario l’inchiesta condotta nel 1932 dall’OIM è stata occasione di confronto tra paesi membri della Società delle Nazioni sulla fi gura di ‘restauratore di opere d’arte’. Se ne considerano i percorsi formativi, fi no ad arrivare alla regolamentazione della concorrenza, valutando aspetti metodologici, critici, etici. Le posizioni che emergono dai documenti dell’Archivio dell’OIM mostrano le intersezioni tra scelte culturali e processi storico-politici, rivelano signifi cative differenze sul ruolo attribuito alla diagnostica e alla critica dalle diverse culture nazionali. L’analisi di quanto emerge da quei documenti offre l’occasione per rifl ettere su alcuni percorsi storici che hanno costituito le radici dell’attuale cultura italiana del restauro, permette di soffermarsi sul rapporto dell’Italia con gli specifi ci percorsi della cultura internazionale. Ne emergono elementi utili a considerare da un punto di vista storico i processi di trasformazione ora in atto proprio nell’ambito della formazione dei restauratori di beni culturali. In the aftermath of WW1, those working in the Offi ce International des Musées (OIM to redefi ne the role of museums – rethinking them as intercultural dialogue and meeting places of the society with its own past – considered the social role of the museum and its conservative mission as part of the same cultural reform. In this scenario the survey conducted in 1932 by the OIM was an opportunity for discussion between members OIM of the League of Nations countries on the fi gure of ‘restorer of

  9. Idraulica dei sistemi fognari dalla teoria alla pratica

    CERN Document Server

    Gisonni, Corrado

    2012-01-01

    La progettazione dei sistemi fognari e dei manufatti in essi presenti richiede un’attenta conoscenza delle leggi che regolano i fenomeni idraulici, con particolare riferimento alle correnti idriche a superficie libera. Partendo dalle nozioni fondamentali dell’Idraulica, il testo intende colmare alcune importanti lacune che ancora caratterizzano la letteratura italiana nel settore e che spesso sono alla base di errori progettuali, con ovvie conseguenze sulla sicurezza dei centri abitati (come testimoniato dai frequenti fenomeni di allagamento che sono stati registrati negli ultimi anni). Il libro è rivolto agli allievi dei corsi di studio nel settore dell’ingegneria Civile ed Ambientale. Particolare interesse è rivolto ai professionisti operanti nel settore della ingegneria idraulica e della pianificazione urbana, per i quali è forte l’esigenza di testi che contengano indicazioni di carattere sia teorico sia pratico, finalizzate alla progettazione di sistemi di drenaggio nei centri abitati.

  10. Use of Semantic Wikis to support collaborative learning

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mauro Coccoli

    2012-08-01

    Full Text Available Semantic Wiki consentono, tramite un linguaggio comprensibile agli elaboratori e formalmente definito, l’annotazione semantica dei contenuti delle pagine Wiki e la rappresentazione esplicita delle relazioni di significato tra essi presenti. Essi offrono la possibilità di sfruttare sia i vantaggi delle tecnologie basate su ontologie sia i meccanismi collaborativi propri dei Wiki. L’articolo descrive un progetto, denominato Semantic WikiSUN, avviato per indagare le prospettive didattiche di tali sistemi. Esso è basato su un quadro teorico complesso che integra evidenze neurocognitive, teorie dell’apprendimento e modelli costruttivisti-sociali della conoscenza. Obiettivo del contributo è, sulla base della esperienza intrapresa, discutere potenzialità e criticità didattiche dei Semantic Wiki, estendendo talvolta la riflessione a considerazioni più generali sui processi di apprendimento mediati da tecnologie semantiche.

  11. Comparison between mycocenosis living in forest of Cestnut reforested with Douglas Fir; Confronto tra micocenosi presenti nei boschi di latifoglie e rimboschimenti di Douglasia

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Andreotti, A.; Serra, F. [ENEA, Centro Ricerche Brasimone, Bologna (Italy). Dipt. Ambiente; Dalla Valle, E.; Govi, G. [Bologna, Univ. (Italy). Dipt. di Protezione e Valorizzazione Agroalimentare. Centro di Micologia

    1997-05-01

    In this technical report the results of a first mycological research carried out from 1989 to 1990 in Brasimone in the high Bolognan Appennines (Northern Italy) are shown. The study was taken up by making a comparison between the fungus community living in forest plots with different vegetation; in particular, the mycocenosis of plots reforested with Douglas Fir (Pseudotsuga (Mirb.) Franco) with those of Beech (Fagus sylvatica L.) and Cestnut (Castanea sativa Mill.) woods were compared. The results show that the specific richness clearly decreases form mixed broad-leaved forest (90 species) to the mono specific plantation of P. menziesii (41 species). Particularly in the artificial plantation with exotic trees, there are few symbiont species while the saprophytic wood and litter fungi abound in relationship with the large bulk of undecomposed vegetable material present in these habitats.

  12. Docencia universitaria semipresencial: Experiencia en el uso de la plataforma virtual SWAD Semi-presential university teaching: An experience in the use of SWAD virtual platform

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel López-Morales

    2011-12-01

    Full Text Available Introducción: La innovación en la metodología docente universitaria es una exigencia del nuevo Espacio Europeo de Educación Superior. La utilización de las tecnologías de la información y la comunicación es una realidad de la sociedad actual, y especialmente del alumnado universitario. Materiales y métodos: Este artículo muestra la experiencia en el uso de la plataforma virtual de apoyo a la docencia, en la asignatura de Salud y Medio Ambiente en la Universidad de Granada. Resultados y conclusiones: La opinión de los alumnos es muy favorable hacia su uso. Su nivel de satisfacción es muy alto, aunque les supone una dedicación y esfuerzo mayores a los esperados. La plataforma virtual ofrece unas posibilidades académicas que permiten el acercamiento y adaptación a los nuevos perfiles de alumnado. Para el profesorado supone un cambio en sus principales actividades: la preparación y diseño de contenidos, las tutorías virtuales y la gestión de foros.Introduction: The new European Space of higher education demands innovation in the university teaching methodology. The use of the new information and communication technologies is a reality in our current society, especially among university students. The use of virtual platforms for teaching is more developed in post graduate lifelong learning than in university education. Materials and methods: This articles narrates an experience in the use of SWAD virtual platform, teaching aid, in the subject course Health and Environment, in the University of Granada. Results and conclusions: The students have a positive opinion about the use of this platform. Their satisfaction level is very high, although it means more dedication and effort than expected. This virtual platform offers academic possibilities that allows us to get close and adapt to the new student profiles. To professors, it means a change in their main activities: preparing and designing contents, virtual tutorials, and forums managing.

  13. MARE HIBERICUM. Considerazioni canonistiche sulla spartizione alessandrina dell’Oceano Atlantico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Piero Bellini

    2011-03-01

    Principi cristiani - 18. Mandato missionario conferito in via esclusiva ai Principi di Spagna: sua giustificazione in chiave di «convenientia ad finem spiritualem» - 19. Riferimento alla «ratio pacis» ad evitare intralci alla «conversio barbarorum» - 20. Contestazione della «divisio oceani» e della conseguente «divisio mundi - Conclusione.

  14. Considerazioni sulla receptio legis alla luce del m.p. Mitis Iudex Dominus Iesus

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Ruscazio

    2018-03-01

    ABSTRACT: Reception of law can be described as the process by which the recipients of a canonical law verify its reasonableness. This process appears mostly in the material observance of the law. The essay examines firstly the theological and ecclesiological legitimacy of reception, and then it explores which are its effects upon the binding force of the law and when they occur. Finally, it tries to employ this concept in describing the way in which the m.p. Mitis Iudex has been accepted and implemented in some local Churches.

  15. L´autobiografia e il desiderio: sulla trilogia di Walter Siti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto Casadei

    2008-04-01

    Full Text Available Neste ensaio é examinada toda a produção do escritor e crítico Walter Siti. A análise é desenvolvida segundo dois eixos fundamentais de um lado a relação com a forma da autobiografia, que se torna aqui explicitamente "falsificada", pondo em discussão a relação entre ficção/não ficção; de outro a relação com a tradição literária, especialmente com o modelo dantesco, decisivo para uma leitura "alegórica" dos vários contos.

  16. CONSIDERAZIONI SULLA STORIA DELLA COMPARAZIONE LESSICALE EGITTO-SEMITICA E AFROASIATICA

    OpenAIRE

    Massimiliano Franci

    2006-01-01

    Pursuing his research on the Egypto-Semitic comparison the Author in this present note takes into consideration the lines of development of Egypto-Semitic and Afroasiatic studies from the pioneeristic period in the eighteenth until the last years, providing an interesting analysis on the different theories apply by the different school on the comparison. Among the more interesting observations. ones can mention: the works of the three school: “Old School”, “neuere Komparatistik”, ...

  17. Quando la libertà prevale sulla morale: la pubblicità

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nicola Colaianni

    2018-02-01

    ABSTRACT: This article examines the case Sekmadienis v. Lithuania, where the European Court of human rights found that the advertisements by a clothing company, despite using models and captions referring to “Jesus” and “Mary”, did not offend public morals. Nevertheless the balancing in favour, for once, of freedom of expression is due not to a revirement but, essentially, to two factors: the advertisements neither were gratuitously offensive nor incited hatred and, on the other hand, domestic authorities did not provide sufficient justifications for why such use of religious symbols would had been contrary to public morals. Therefore, it’s an assertion not of secularism in front of religion but – the author says quoting Pier Paolo Pasolini - a new laicity, that does not compete with religion: the advertising laicity, born in middle-class entropy.

  18. Bioetica dal comandamento. Intorno alla riflessione ebraica sulla fecondazione assistita e l’eutanasia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    CAPORALE, MARIANGELA

    2017-06-01

    Full Text Available Bioethics from Commandment. Concerning Jewish Reflection on FIVET and Euthanasia This paper focuses on the specific nature of the Jewish bioethical thought. My interest regards the peculiarity of the biblical Jewish approach to biomedical questions like FIVET and euthanasia. The paper points out the relationship between Jewish and Christian bioethical view about these questions and it shows the analogies and the differences typical of two creationist faiths.

  19. Zinco, invecchiamento e sistema immunitario: effetti sull'apoptosi e sulla proliferazione dei linfociti

    OpenAIRE

    Ostan, Rita

    2008-01-01

    Immunosenescence is characterized by a complex remodelling of the immune system, mainly driven by lifelong antigenic burden. Cells of the immune system are constantly exposed to a variety of stressors capable of inducing apoptosis, including antigens and reactive oxygen species continuously produced during immune response and metabolic pathways. The overall homeostasis of the immune system is based on the balance between antigenic load, oxidative stress, and apoptotic processes on one side, a...

  20. Sulla soglia dell’esilio. Scritture di donne della ex Jugoslavia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Melita Richter

    2007-11-01

    Full Text Available The essay focuses on the experience of women authors emigrated from former Yugoslavia, and their writing from the exile... The concept of threshold (soglia and of crossing thresholds as the essential characteristic of women’s activism and communication is central to the essay. The author explores the concept of threshold across some literary texts and includes the autobiographical aspects of experienced migration from her native city Zagreb to Trieste, Italy, developing in a form of dialogue the “conversation” with a polish-American author Eva Hoffman who moved from Krakow, Poland to Canada and USA. In spite the differences of the two paths of integration in new social environments, many similitudes will be found between the life experiences of the two authors. Particularly will emerge the history of belonging to two different separated worlds, the appropriation of the new language, the reduction of plural identities, the role of memory and nostalgia in the integration process and the meaning of citizenship in a specific cultural and historical contexts.

  1. Gli effetti dell'attrito sulla stima della disuguaglianza in Italia

    OpenAIRE

    F. Biagi; A. Giraldo; E. Rettore

    2009-01-01

    Il volume contiene i rapporti finali di un'articolata ricerca su alcune significative dimensioni della disuguaglianza nell'Italia di oggi: la povertà e l'evoluzione recente della distribuzione del reddito; la condizione di salute e la sua relazione con le caratteristiche socio-economiche degli individui; le disparità nella disponibilità della casa e nelle situazioni abitative. La ricerca, condotta nell'ambito dell'"Osservatorio sulle disuguaglianze sociali", è stata coordinata da un'equipe in...

  2. La sfida delle civiltà sulla democrazia e i diritti umani

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vittorio Cotesta

    2016-05-01

    Full Text Available The diffusion of human rights and democracy in the entire world is an ambiguous phenomenon: human rights and democracy are differently conceived in each culture and civilization. In the Universal Declaration of Human Rights human rights are qualities of human beings independently of their race, color, sex, language, religion, political or other opinion, national or social origin, property, birth or other status. In the Universal Islamic Declaration of Human Rights “Human rights […] are firmly rooted in the belief that God, and God alone, is the Law Giver and the Source of all human rights”. In the so called African renaissance there is an autonomous foundation of human rights, they are conceived as the best expression of Akan and Ubuntu culture. In the Confucian Renaissance there is a new proposition of Confucianism as a philosophical vision of the world and also a new perspective on the human rights. The truth is that cultural pluralism is an universal phenomenon: only the dialogue can guarantee peace and order.

  3. Città sullo schermo. Prospettive filosofiche sulla realtà filmica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto Baracco

    2015-06-01

    Full Text Available The concept of film world appears particularly effective in film studies because it identifies movies both as worlds to be perceived, which emotionally involve the filmgoer, and worlds to be interpreted, which call for a philosophical enquiry on their meanings. Adopting a hermeneutic phenomenological approach, this article addresses film ‘reality’, especially with regard to the relationship between film and philosophy. Emphasizing incommensurability among different film worlds, it explores two different screened cities: New York (Manhattan, Allen 1979 and Dogville (Dogville, von Trier 2003.

  4. Miliardi e miliardi riflessioni di fine millennio sulla terra e i suoi inquilini

    CERN Document Server

    Sagan, Carl

    1998-01-01

    Carl Sagan, ancora una volta - l'ultima, purtroppo - ci mette a disposizione la sua esperienza (e le sue conoscenze) per vedere il mondo sotto una prospettiva diversa. Questa volta tuttavia, le domande a cui vuole dare risposta non sono soltanto scientifiche ma anche, soprattutto, umanistiche. Con gli occhiali dello scienziato, ma il cuore appassionato dell'uomo, Sagan affronta i temi che condizioneranno i nostri prossimi anni, dai piccoli - ma sorprendenti - problemi di ogni giorno, fino alle grandi domande sul futuro del Pianeta. Così, partendo dai servizi televisivi di Monday Night Football - una sorta di Domenica sportiva americana - Sagan ci accompagna fra le tribù dei cacciatori-raccoglitori che un tempo popolavano la Terra per arrivare a guardare da vicino il fragile equilibrio su cui poggia la vita. Allo stesso modo, prendendo spunto dall'invenzione degli scacchi, ci troviamo di fronte ai temi dell'esplosione demografica, della diffusione dell'Aids e a tutti quei fenomeni dove una piccola unità (un...

  5. Il fantasma del traduttore nella stampa cinese: alcune riflessioni sulla traduzione istituzionale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bettina Mottura

    2018-05-01

    Full Text Available Institutional translation is a well established practice in the Chinese press. Although lacking in individual visibility, translators in these contexts are key mediators for the creation of an authoritative information flow at the global level. Through a corpus of journalistic texts published in 2017 by Renmin ribao online in three different languages (Chinese, French and English, this paper focuses on the interaction between the mechanism of recontextualisation of a political event in news production and the practice of translation. The aim is to discuss the effectiveness of the products of institutional translation in promoting a positive image of the country and in strengthening the legitimacy of Chinese national political institutions worldwide.

  6. Sulla facoltà della distinzione tra moneta interna e moneta estera.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. GAMBINO

    2014-08-01

    Full Text Available According to neo-classical theory money is neutral and monetary policy in the long run trivial, provided there is no rigidity in prices or incomes, no “money illusion” and that the elasticity of price expectation is not equal to unit. Conversely, according to Gurley and Shaw, the adoption of the distinction between inside and outside money would show that even if all the above conditions were realised, money would not be neutral if, as is true in real life, inside and outside money coexist. They maintain that monetary policy would be neutral only if, and insofar as, there were proportional changes in the quantity of the two types of money. According to the author, however, there appears to be no justification for maintaining that the distinction implies a new condition for the achievement of neutrality, and least of all should it be assumed that it destroys the usefulness of the neutrality of money theorem.JEL: E52, E40, E31

  7. On the Paleobiogeography of Pleistocenic Italian Mammals / Osservazioni sulla paleobiogeografia dei mammiferi del Pleistocene italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucia Caloi

    1986-06-01

    Full Text Available Abstract In this paper the main Italian Pleistocene mammalofaunas are examined and a chronological sequence of the main deposits is proposed. Centers of spreading, times of first appearence in Italy and ranges through the peninsula of the more representative species are indicated, as far as possible. The insular faunas and the different degrees of endemism they show, are particularly discussed. Riassunto Vengono esaminate sinteticamente le principali faune a mammiferi del Pleistocene d'Italia e viene proposta una successione cronologica per i principali giacimenti. Per le specie più rappresentative vengono indicati, per quanto possibile, le aree di provenienza, il momento della comparsa e la loro diffusione nella penisola. Particolare attenzione viene posta alle forme insulari ed al loro carattere endemico.

  8. Veza Canetti: uno sguardo al femminile sulla Vienna degli anni Venti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Miriam Bertocchi

    2014-04-01

    Full Text Available The aim of this article is to analyse some short stories of the Austrian Jewish writer Veza Canetti in order to demonstrate her interest for women lives in Vienna, especially in the period following Worl War I.

  9. LE RACCOMANDAZIONI SERVONO? MORAL SUASION SULLA GEO-LOCALIZZAZIONE PER SERVIZI AI CITTADINI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mauro Salvemini

    2014-12-01

    Full Text Available Con modestia, ma con determinazione AMFM GIS Italia ha inteso esercitare la suafunzione di entità non governativa elaborando nell'anno in corso nove raccomandazioni circa LA GEO-LOCALIZZAZIONE COME ELEMENTO UNIFICANTE DELLE AZIONI E DELLE INFORMAZIONI PER I SERVIZI AI CITTADINI.

  10. Le conseguenze sulla spesa farmaceutica pubblica di un nuovo inibitore di pompa protonica: esomeprazolo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    C. Lucioni

    2002-03-01

    Full Text Available Aim of the present study is to check the economic advantage of esomeprazole, a new proton pump inhibitor that suppresses gastric acid secretion. The efficacy and tolerability of esomeprazole have been already demonstrated, now the pharmacoeconomic studies must investigate the possible savings for the SSN in case of esomeprazole immission on the Italian market. In this paper the authors present two pharmacoeconomic evaluations, the first based on cost/efficacy analysis, the second based on cost minimization analysis. For both analyses, the term of comparison is omeprazole, “gold standard” in the treatment of acid reflux-related pathologies. The effect in terms of volumes (DDD and costs of the introduction of esomeprazole in the italian market has also been simulated.

  11. Risposta a “Riflessioni sulla narrazione storica nelle voci di Wikipedia”

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Iolanda Pensa

    2017-03-01

    Full Text Available What kind of relationship do the historical sciences have with Wikipedia? How should a reader approach Wikipedia articles dealing with history? What role will the upcoming “free encyclopedia” play in the study and teaching of history? Starting from an analysis on some Wikipedia’s article performed by the “Nicoletta Bourbaki” working group, six authors animate a panel discussion on the relationship between the free encyclopedia and history.

  12. Dissoluzioni, parodie o mutamenti? Considerazioni sulla storia nelle pagine di Wikipedia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mateus H. F. Pereira

    2017-03-01

    Full Text Available What kind of relationship do the historical sciences have with Wikipedia? How should a reader approach Wikipedia articles dealing with history? What role will the upcoming “free encyclopedia” play in the study and teaching of history? Starting from an analysis on some Wikipedia’s article performed by the “Nicoletta Bourbaki” working group, six authors animate a panel discussion on the relationship between the free encyclopedia and history.

  13. Ancora sulla coordinazione di indicative e congiuntivo nelle “Satire” dell'ariosto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Medici

    1984-12-01

    Full Text Available In"Lingua nostra" (XLII, 1981, pp. 43-44 mi sono occupato degli aspetti linguistici ed espressivi dei casi di coordinazio­ ne   di indicativa e congiuntivo in proposizioni dipendenti, ri­ scontrati nelle satire di Ludovico Ariosto: essi, tutti, trova­ no conferma testuale nella recente edizione critica, a cura di Cesare Segre, pubblicata nella collana mondadoriana di tutte le opere ariostesche (vol. III, Hilano 1984. Qualcosa tuttavia si può ora aggiungere e osservare più largamente, tenendo canto dell' apparato posto a piè di pagina, che viene a dimostrare ancora una volta la possibilita (che qui si presenta anche come "variantistica" di usi alternativi di indicativa e congiun­tivo in determinati sintagmi, tendendosi nel nostro caso speci­ fico in genere, con la diversa o mutata lezione, a un pareggia­ mento modale con conseguente livellamento a scapito di funzioni o valori espressivi. Alla compresenza articolat.i dei modi diver­si, alla più generale tendenza al congiuntivo, ben è  affidata la "sottigliezza" formale, stilistica ed espressiva della poesia ariostesca.

  14. Miti e leggende sulla riforma degli ordinamenti universitari: il caso dell’offerta formativa in Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Franco Bagnoli

    2010-07-01

    Full Text Available This research work started in a small university group that it is part of a bigger organisation named Coordinamento Ricercatori Università di Firenze. In Italy, the Universty System is changing after new laws from July 2008 and Januray 2009. As researchers and assistant professors, the authors try reflecting about the sweeping changing of the Italian University Sistem from a scientific and methodological point of view.

  15. ANOMIA, ANORMALITÀ E PATOLOGIA: ALCUNE NOTE SULLA RELAZIONE TRA FILOSOFIA, SCIENZE UMANE E PSICHIATRIA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Salottolo, Delio

    2015-12-01

    Full Text Available In this paper we intend to analyse the relationship between philosophy, psychiatry and, in wider terms, among human sciences. The key issue is here identified as the mechanism that produces the relationship between physiology (normality and pathology in medical and the human sciences. The path that we will follow is divided into three stages: first, we will analyse the confusion between fact and value (i.e.; between the quantitative and qualitative dimension in the human phenomenon; second, we will approach the connection between the birth of the human sciences and the emergence of the device normal/pathological (Comte and the principle Broussais; Durkheim and the notion of anomie in relation to the division of labour and suicide; finally, we will touch upon the ultimate question about psychiatry: is it a science of “man” (Binswanger or a knowledge/power based device that determines the structure of modernity (Foucault?

  16. The Black Swan di Darren Aronofsky. Lo specchio come indagine psicanalitica sulla pazzia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Casella

    2014-07-01

    Full Text Available Darren Aronofsky's 'The Black Swan' is certainly one of the most emblematic and controversial movie of the recent years. Considered a masterpiece or panned brutally, echo’s a long line of films that led themselves to a psychoanalytic analysis. In attempt to give a proper interpretation of the imaginary film work, strongly linked to the theme of the double and the mirror, were used two founders of the philosophy of mind: Singmund Freud and Otto Rank.

  17. "Rulers of Venice, 1349 to 1524". Alcune osservazioni sulla schedatura dei registri del Segretario alle Voci

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Mozzato

    2005-12-01

    Full Text Available Illustrazione dei criteri di compilazione del data-base Rulers of Venice, progettato dallo storico americano Benjamin Kohl utilizzando l’archivio della magistratura della repubblica di Venezia denominata “Segretario alle voci”, ed esemplificazione del funzionamento di tale repertorio mediante alcuni case-studies.

  18. Sul dominio della moda e i suoi effetti sulla persona nell'epoca odierna: considerazioni pedagogiche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tommaso Fratini

    2015-12-01

    Full Text Available Through a pedagogical lens, this article examines certain characteristics of fashion in an era of the new discontents of civilization. It discusses certain elements of the operation of fashion, especially in relation to the sense of Self and individual identity. The article argues that the current cumbersome place that fashion plays in the lives of individuals has profoundly negative effects on the identity of the contemporary subject. In the last part of the article, a portion is dedicated to the role of education in the face of the relentless pushing of fashion, strongly reaffirming, in accordance with the perspective of critical pedagogy and the model of Self care, a civil position of resistance in the face of the hegemony of prevailing conformism.

  19. Animali, uomini, mostri : tenerezze e orrori per un’anima sulla soglia

    OpenAIRE

    Maranini, Anna

    2010-01-01

    A partire dal simbolo dell’anima come raffi gurato in un’edizione cinquecentesca de l’Acerba di Cecco d’Ascoli, si offrono qui alcune testimonianze di ‘esseri volanti’ che si sono prestati a rappresentare l’anima che oltrepassa un limes, una soglia, a volte nella loro bona pars, a volte nella loro mala pars. Oltre ad associare l’anima ad animali che possiedono ali per natura o ad esseri alati immaginari, la letteratura medievale e rinascimentale ha dotato l’anima di ali anche quando l’ha raff...

  20. Sulla non neutralità a breve termine della moneta nella teoria quantitativa.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    D. PATINKIN

    2014-08-01

    Full Text Available Recent years have seen a renewed interest in the traditional pre-Keynesian quantity theory. This paper is concerned with the contention that - in the formal development of this theory in the past - a change in the quantity of money expends itself solely in influencing the price level, but not the volume of output even in the short run. This contention about the nature of the theory seems to be common both to its critics and to at least one of its modern-day adherents. The author examines the writings of Irving Fisher, the Chicago school, the Cambridge economists, and other quantity theorists to determine the validity of the interpretations put forth by Lawrence Ritter and Milton Friedman.JEL: E31, E40, E51

  1. Alcune considerazioni sulla regolamentazione dei movimenti a carattere settario nell’ordinamento francese

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Cristina Ivaldi

    2012-10-01

    SOMMARIO: 1. Considerazioni introduttive – 2. I precedenti – 3. Le previsioni della legge 12 giugno 2001, n. 2001-504 – 4. Cenni alle reazioni sovranazionali e internazionali – 5. La successiva attività governativa e parlamentare – 6. Conclusioni interlocutorie guardando all’apporto giurisprudenziale.

  2. Prime note sulla tutela penale dei culti nei Paesi dell’Est Europa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Cimbalo

    2011-05-01

    Full Text Available Testo della relazione tenuta al Convegno “La Carta e la Corte” (Ferrara, 27 ottobre 2007 destinata alla pubblicazione negli Atti. SOMMARIO: 1. Alcune considerazioni preliminari sullo status delle Confessioni religiose nei paesi dell’Est Europa - 2. I nuovi orientamenti del diritto penale nell’Est Europa - 3. Le norme statali in materia di tutela penale dei culti e del sentimento religioso. 3. Le norme penali relative ai culti e a al sentimento religioso prima del 1992 nei Paesi dell’Est Europa - 4. Tipologie e tecniche legislative di tutela penale dei culti dopo il 1992 nei Paesi dell’Est Europa - 5. Alcune sommarie considerazioni.

  3. Il museo che non c’è. Note sulla dispersione del patrimonio in Gran Bretagna

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Caroline Patey

    2011-03-01

    Full Text Available Indifferente alla loro recente moltiplicazione come al sodalizio che vi si celebra con l’architettura di grido, un fantasma si aggira per i musei. Sordo al nome di Jean Nouvel (Reina Sofia, Louvre quanto a quelli di Herzog & De Meuron (Tate Modern, impermeabile ai fasti del British Museum (Norman Foster come ai restauri della Tate Britain (James Stirling, disinteressato alle fortune del ‘nuovo’ Victoria and Albert Museum e malinconico come si addice alla sua natura, il fantasma invita a interrogare tanta luccicante spettacolarità e forse a non dimenticare che, per quanto custode di memoria e guardiano di culture, il museo è anche il luogo dove vengono consumate, direttamente o meno, amnesie e damnatio memoriae e in nome del quale continuano a perpetrarsi non poche violazioni e disseminazioni.

  4. FOCUS SULLA SENSIBILITÀ LINGUISTICA: LA TRADUZIONE COLLABORATIVA NELLA CLASSE DI LINGUA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gioia Panzarella

    2017-03-01

    Full Text Available Può la traduzione facilitare la didattica delle lingue moderne? Questo articolo illustra i primi risultati di un progetto di ricerca in corso presso l’Università di Warwick, Regno Unito, (in collaborazione con l’Università di Monash, Australia che riguarda l’uso della traduzione collaborativa nell’insegnamento delle lingue a studenti universitari e a studenti Erasmus. Le autrici si sono concentrate sui vantaggi in termini di sensibilità linguistica e consapevolezza culturale derivanti da un particolare modello di traduzione collaborativa. Quando la proposta di “Collaborative Translation: A Model for Inclusion” si applica al particolare contesto della didattica delle lingue, infatti, l’insegnante e gli studenti esplorano insieme il processo di traduzione di un testo verso la lingua madre degli studenti. Il valore di questo approccio risiede nel privilegiare una messa in discussione della corrispondenza univoca tra due termini in due diverse lingue: l’insegnante è infatti un collaboratore della traduzione che agisce come facilitatore, chiedendo agli studenti-collaboratori di assumersi la responsabilità della traduzione. L’abilità linguistica in sé, di conseguenza, ha un ruolo secondario rispetto alla curiosità e alla riflessione linguistica nei confronti della propria lingua. I  workshop di inglese e di italiano sono stati rivolti rispettivamente a studenti principianti e a studenti avanzati. Focus on language sensitivity: collaborative translation in language class How can translation facilitate language learning? Reporting on the preliminary findings of an ongoing research project into the use of translation in language learning at the University of Warwick, UK (in collaboration with the University of Monash, Australia, the authors investigate the advantages of a specific translation model in terms of linguistic sensitivity and cultural awareness. The ‘Collaborative Translation: A Model for Inclusion’ prototype is applied in language teaching for University and Erasmus exchange students, with the teacher and students embarking together on a practical exploration of the process of translation of a text in the students’ native language. The value of such an approach is identified in its privileging of an open-ended questioning of meaning and equivalence: the teacher acts as a ‘facilitator’, asking student-collaborators to determine solutions and assume responsibility for the translation. Linguistic ability consequently takes second place to a self-reflexive linguistic curiosity, indicated in the article as beneficial to the language-learning process for both beginner and intermediate-advanced level students.

  5. Prima la musica: insegnare il melodramma a Oxford negli Anni 2000

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Emanuele Senici

    2011-04-01

    Full Text Available La tavola rotonda ‘L’opera monta in cattedra: didattica del melodramma’, coordinata da Lorenzo Bianconi e Annamaria Cecconi nel novembre 2007 in occasione dell’XI Colloquio di Musicologia del «Saggiatore musicale», includeva un mio breve intervento sull’esperienza didattica maturata in moduli d’argomento operistico nell’Università di Oxford, dove ho insegnato dal 1998 al 2008. L’intento era di fornire dati utili a un esercizio comparativo, il quale permettesse d’osservare le esperienze di docenti sia d’università sia di conservatorii italiani dalla prospettiva d’un sistema universitario molto diverso da ambo le istituzioni e che però, come vedremo, per le sue caratteristiche pare collocarsi a cavallo tra le due. Le pagine che seguono costituiscono un ripensamento sistematico di quelle riflessioni, nella speranza che esse possano tuttora risultare di qualche interesse a chi riflette sulla didattica del melodramma in Italia. Dopo aver delineato in breve il contesto istituzionale, presenterò un questionario proposto a due gruppi di studenti; sui risultati esporrò poi qualche riflessione conclusiva, tenendo presenti i temi proposti dal testo-base della tavola rotonda e la discussione che ebbe luogo a Bologna. Avverto infine che, benché io scriva quasi sempre al presente, ciò che dico si riferisce al periodo del mio insegnamento oxoniense: dal 2008 alcune cose possono essere cambiate.

  6. Architettura e magnificenza nella Palermo del primo Cinquecento : il prospetto denominato di Santa Eulalia dei Catalani

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fulvia Scaduto

    2006-01-01

    Full Text Available A una attenta analisi, la misteriosa facciata nota come prospetto della chiesa di Santa Eulalia dei Catalani a Palermo risulta essere il frammento superstite di una Loggia realizzata, e forse mai completata, a partire dalla fine degli anni trenta del Cinquecento. La comunità e i banchieri catalani presenti a Palermo sono certamente i promotori di una architettura all’antica che si avvia dopo il trionfale ingresso dell’imperatore Carlo V in città nel 1535. Lo studio di questo edificio e le ipotesi sulla spazialità interna risultano estremamente illuminanti per comprendere una fase architettonica ancora poco nota nella capitale del Regno di Sicilia.At a careful analysis, the mysterious façade known as the front of St. Eulalia of the Catalans church in Palermo turns out to be the surviving fragment of a Loggia, wich construction, maybe never ended, started in the 153’s. The Catalan community and bankers living in Palermo are doubtless the promoters of an architecture in ancient style, starting after the triumphal entrance in the city of the emperor Carlo V in 1535. The study of this building and the hypothesis about its interior space are extremely evealing to understand an architectonical phase in the capital of Sicilian Reign still not well known.

  7. RIDEFINIZIONE DEL GENERE PRIONIOMUS JEANNEL, 1937 E DESCRIZIONE DI PRIONIOMUS CASSIOPAEUS N. SP. DELL’ISOLA DI KÉRKYRA (GRECIA, ISOLE IONIE (COLEOPTERA, CARABIDAE

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maurizio Pavesi

    2010-12-01

    Full Text Available Corcyranillus abnormis (J. Sahlberg, 1900 e Prioniomus moczarskii Jeannel, 1937, specie tipo dei rispettivi generi, vengono studiati criticamente su materiale recentemente raccolto e comparati con altre specie inedite. In base a tale studio viene proposta la sinonimia tra i generi Corcyranillus Jeannel, 1937 e Prioniomus Jeannel, 1937, descritti nel medesimo lavoro; l’autore, quale Primo Revisore, seleziona Prioniomus come nome valido e gli assegna la priorità su Corcyranillus. Turkanillus Coiffait, 1956 (specie tipo T. strinatii Coiffait, 1956, dell’Anatolia nord-occidentale, viene ugualmente considerato sinonimo di Prioniomus. Viene ridefinito il genere Prioniomus, considerato sister group e vicariante orientale di Anillus Jacquelin du Val, 1851, e brevemente discussi i caratteri derivati presenti in ciascuno. Viene descritto Prioniomus cassiopaeus n. sp. dell’isola di Kérkyra. Vengono infine brevemente ridescritte le due specie di Prioniomus già conosciute di Kérkyra, con alcune note su località e habitat di rinvenimento, e considerazioni sulla distribuzione generale degli Anillina nell’isola.

  8. A silence full of noises: The aural environment in a miner’s life history

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Bachis

    2017-12-01

    Full Text Available L’opera 4’33” di John Cage può essere letta come un tentativo di dissacrare lo spazio dell’ascolto attento della musica “colta” attraverso l’eliminazione del “suono” in un luogo in cui paradigmaticamente si punta a ridurre il “rumore”. Il setting delle storie di vita viene costruito come un luogo “del silenzio”, in cui la predisposizione tecnica e l’abilità dell’etnografo concorrono alla riduzione dei rumori di fondo e dei disturbi. Il silenzio in etnografia non può, tuttavia, essere letto soltanto come una assenza di comunicazione, per quanto “significativa” (Basso 1970, ma come un campo da esplorare anche uditivamente, che lascia emerge soundscapes e segnali corporei. A partire dalla sfida della sensory ethnography come contributo alla «risensibilizzazione» dell’antropologia (Herzfeld 2006 l’articolo presenta un frammento di storia di vita di Giovanni, anziano minatore sardo. La descrizione etnografica si concentra sulla voce di Giovanni e sull’intero spettro sonoro del luogo e dei corpi presenti, registrati tramite una videocamera. Il «silenzio pieno di rumore» (Cage 1977: 221 che emerge dall’“ascolto differito” del video consente di offrire una maggiore densità alla rammemorazione e al racconto di Giovanni.

  9. La mafia russa in Italia. Lavori in corso

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ombretta Ingrascì

    2015-07-01

    Full Text Available Il saggio riporta parte dei risultati di una ricerca sulla presenza della mafia russa in Italia condotta nel 2013, e in corso di aggiornamento, che si è avvalsa di materiale investigativo e giudiziario. Dopo aver affrontato i problemi di definizione posti dalla locuzione “mafia russa”, il saggio si concentra sull’invisibilità dei capitali illeciti provenienti dai Paesi dell’ex Unione Sovietica, le cui tracce, ben presenti in Italia, non sono sufficienti a provare il reato di riciclaggio, che richiede l’identificazione a monte del reato che li ha generati. Successivamente prende in considerazione la componente georgiana della mafia russa ricostruendone le caratteristiche e le attività criminali svolte in Italia dai componenti dell’ultimo livello della struttura organizzativa. Infine, il saggio si occupa della variante ucraina della mafia russa, dedita a pratiche estorsive, favoreggiamento all’immigrazione e sfruttamento alla prostituzione nei confronti di connazionali, interpretandola come espressione di un modello di semi-radicamento.  Nelle conclusioni si sostiene che lo sviluppo di organizzazioni criminali riconducibili alla mafia russa in Italia sia caratterizzato da tratti che ne mostrano un orientamento tipicamente mafioso e al contempo non rientrano nelle tipiche manifestazioni di colonizzazione del territorio, così come sono state realizzate dalle mafie autoctone in territori non tradizionalmente mafiosi.

  10. Online Pornography. The panopticon and its pleasures

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Walter Stefano Baroni

    2015-05-01

    Full Text Available L’articolo affronta la questione della pornografia online, concentrandosi su alcuni dei suoi grandi hub presenti sulla rete, come xnxx.com, youporn.com e worldsex.com, cercando di ottenere una comprensione più ampia dell’esperienza che offrono ai loro fruitori.  A partire da una prospettiva foucaultiana e dalle nozioni di panopticon e disciplina, il saggio cerca di proporre una descrizione thick dell’hardcore digitale. Seguendo le indicazioni di Geertz, per cui i testi culturali possono essere intesi solo a partire da un’attenta lettura del contesto semiotico in cui sono inseriti, i materiali pornografici online sono analizzati non solo nelle loro dimensioni testuali, ma anche in quelle paratestuali. In questo modo, gli hub del porno cambiano aspetto. Non più semplici canali di distribuzione di sesso da guardare, ma spettacoli disciplinari, nei quali i corpi sono sottoposti a una disciplina anarchica di estrazione del piacere. Le pratiche disciplinari in questione si svolgono in un mondo privo di uno spazio e di un tempo preciso, dando così forma alla rappresentazione di una società utopica, il cui centro è il corpo della vittima come superficie infinitamente lacerabile.

  11. Rilievo terrestre dell’ambiente urbano con tecnologie a scansione: un test sulla città-industria di Dalmine

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luigi Colombo

    2014-12-01

    Full Text Available Il patrimonio edilizio urbano è un bene che caratterizza l’identità dell’uomo che con esso ha vissuto; la conoscenza della realtà originaria, la conservazione e valorizzazione nel tempo comportano interventi di tipo documentale che possono interessare sia gli aspetti costruttivi degli edifici, connessi a dimensioni e geo-localizzazione, sia quelli legati alla forma urbana, sia ancora altri più specifici di tipo storico-artistico e materico. Le nuove tecnologie laser di misura terrestre, integrate da sensori di posizionamento e fotografici, consentono di rilevare in tempi ridotti e di rappresentare anche spazialmente sia singole unità edilizie sia interi insediamenti urbani. Le grandi quantità di dati acquisiti costituiscono un arricchimento della conoscenza geometrica di base, fornita in genere da rappresentazioni cartografiche “vettoriali o raster”. Il lavoro descrive un test di scansione laser, statica e cinematica, avviato sul territorio di Dalmine (Bergamo nell’ambito di un programma di interventi comunali di tutela paesaggistica, conservazione dei caratteri costruttivi e valorizzazione degli insediamenti storici della città, realizzati negli anni venti del secolo scorso e identificativi del suo passato di città-industria. L’approccio al rilievo tende altresì a validare una procedura operativa, basata su componenti tecnologiche innovative, semplice, sufficientemente economica e convenientemente applicabile all’indagine su aree urbane.

  12. «…multiplicibus modulorum varietatibus sonantes…». Alcune riflessioni sulla dimensione musicale nel mondo greco e romano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Enrico Trudu

    2015-07-01

    Full Text Available The profile of the sonic dimension in the classical age appear to be rather evanescent, and seems to be a lack of an autonomous instrumental dimension as well as a complete structuring of music theory. The development of a process of musical theorizing is related, starting from the fourth century BC, to the evolution of the instruments that reach its peak with the construction of the hydraulis. The idea of music indeed evolves and in Roman times it’s possible to recognize a new relationship between musical performance and audience, and the development of the idea of ensemble, summarized by the concert scene in the mosaic of Hama (Syria.

  13. La trama filosofica della Dichiarazione universale sulla Bioetica e i diritti umani: autonomia, dignità, vulnerabilità

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Emilia D’Antuono

    2017-12-01

    Full Text Available The philosophical frame of the Universal Declaration on Bioethics and Human Rights: autonomy, dignity, vulnerability. Among the many different aspects of the Declaration (Unesco, 2005, some conceptual perspectives are now crucial in the international bioethical and biolegal debate. Particularly relevant is the link between notions like dignity, autonomy, vulnerability and responsibility. Even though they have different historical-philosophical origins, in the Unesco text they show reciprocal implications, which refer to the construction of a renewed semantics of personhood. Just as much relevant is the necessity of giving new meaning to the notion of universality. The Declaration suggests a perspective of inclusive universality, capable of embracing plurality. It also points out the practice of dialogue as the instrument for recognising diversities and for promoting the democratic participation in public debate, also through the dissemination of bioethics education programs.

  14. " LE ANIME SONO SANGUE " (REF. I 22, 5 = 340 USENER) UNA TESTIMONIANZA 'IPPOLITEA' SULLA PSICOLOGIA DI EPICURO *

    OpenAIRE

    Scalas , Giulia

    2015-01-01

    International audience; In this paper I aim at analysing one passage of the Refutatio omnium haeresium (I 22, 5 = 340 Usener) to understand whether it is consistent with the Epicurean doctrine of soul. First, I provide an account of the historical context of the Refutatio. Secondly, I provide a comparison between the content of the passage and the Epicurean psychology. As a result, the theory according to which " souls are blood " , which occurs in the passage, appears to be inconsistent with...

  15. Sulla traduzione castigliana di «Muoviti, Amore, e vattene a Messere» («Decameron», X:7

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Federici

    2016-07-01

    Full Text Available L’articolo analizza la traduzione dell’unica ballata del Decameron che appare nelle edizioni castigliane a partire dal XV secolo. Considerando la struttura peculiare della canzonetta di Mico da Siena, il confronto con la traduzione tenta di interpretare il modus operandi dell’anonimo castigliano. Si usano la prima edizione rinascimentale de Las cient novelas – che deriva dalla princeps sivigliana del 1496 – confrontata con la ristampa di Valladolid del 1539. Il testo italiano è quello edito dal Branca (1976. Si esaminano i lessemi scelti dal traduttore in relazione alla metrica, al lessico stilnovista e alla tradizione lirica spagnola. Si individuano inoltre dei probabili errori di stampa e varianti pertinenti nei manoscritti italiani, e si forniscono eventuali soluzioni traduttive quando i versi si discostano dall’originale. The essay analizes the translation of the only ballad of the Decameron that appears in its Spanish editions from the 15th Century. Considering the particular structure of Mico da Siena ballad, the comparison with his translation tries to interpretate the anonymus Castilian’s modus operandi. We use the Las cient novelas first Reinassance edition – which comes from the Sevillan princeps in 1496 – compared to the edition reprinted in Valladolid in 1539. The Italian text comes from Branca’s edition (1976. We examinate the lexemes that the translator choose in relation to metrics, to Dolce Stilnovo’s lexicon and to the hispanic lyric tradition. We identify some possible print mistakes and relevant variations in some Italian manuscripts, and we offer alternative translating solutions when verses are different from the original.

  16. Sulla cortesia linguistica: un’analisi sociopragmatica di un’intervista tra Fabio Fazio e Antonio Di Pietro

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Edoardo Natale

    2011-12-01

    Full Text Available O presente artigo esboça uma análise do ato linguístico da discordância, segundo uma perspectiva sociopragmática, com o objetivo de estabelecer as diferenças conversacionais e culturais. Privilegiou-se a discordância como traço saliente porque ela permite analisar a qualidade da cortesia linguística presente numa interação ocorrida no programa televisivo “Che tempo che fa”, entre Fabio F

  17. Osservazioni in margine sulla musica per l’immacolato concepimento della Vergine, al tempo di Sisto IV

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Camilla Cavicchi

    2012-05-01

    Full Text Available L’istituzione della festa per l’Immacolata Concezione diede impulso ad una serie di innovazioni con esiti musicali nella liturgia, nelle fondazioni musicali e nella realizzazione del tema figurativo dell’Immacolata. Fra le sue prime azioni, papa Sisto IV commissionò un nuovo ufficio, l’Officium Immaculatae Virginis Mariae di Leonardo Nogarolo (1477 cui seguì l’Officium Conceptionis Virginis Mariae di Bernardino Busti (1492, pervenutici entrambi privi di notazione. Per l’ufficio di L. Nogarolo e per l’introito della messa “Egredimini et videte filie Sion” furono composti dei canti propri, pubblicati rispettivamente in due raccolte curate da Francesco de Brugis: l’Antiphonarium e il Graduale secundum morem sancte Romanae ecclesie (Venezia, Lucantonio Giunta, 1503 e 1500. Al tempo di Sisto IV i canti si ispiravano certamente all’ufficio di L. Nogarolo, ma è assai probabile che nei primi anni dell’istituzione della festa convivessero più tradizioni musicali. Le cronache confermano che Sisto IV soleva celebrare la festa nella basilica di San Pietro, eseguendo l’ufficio (la vigilia, poi la messa al mattino e, nel pomeriggio, una processione lo conduceva alla chiesa di Santa Maria del Popolo, dove era solito recitare una preghiera, probabilmente la stessa a lui attribuita, Ave sanctissima Maria. Nella basilica di San Pietro Sisto IV aveva commissionato la realizzazione di una cappella dedicata all’Immacolata Concezione dotata d’un coro di dieci cantori che garantivano la musica nel servizio divino. Il progetto del papa francescano mirava a far in modo che le due più importanti istituzioni musicali della Chiesa fossero vincolate al culto mariano: la cappella Sistina (cappella privata del pontefice fu consacrata all’Assunzione della Vergine, mentre la cappella di San Pietro all’Immacolata Concezione.Per l’affermazione del culto in ambito devozionale, agì con grande efficacia la preghiera Ave sanctissima Maria, legata alla devozione dell’immagine dell’Immacolata. Le immagini furono, in effetti, uno strumento di particolare importanza nella strategia del pontefice. In esse la musica entrò dapprima con l’evocazione delle antifone e della preghiera, citate nei cartigli e nei bordi dei dipinti, poi attraverso la figura di re David (rappresentante della stirpe di Maria, nelle danze di angeli e, infine, con l’adozione di alcuni elementi iconografici propri dell’Assunzione. A partire dal primo quarto del Cinquecento l’iconografia dell’Immacolata s’arricchì dell’immagine degli angeli musicanti, evocazione certamente dell’armonia celeste, ma anche testimoni della pratica musicale legata alla devozione dell’Immacolato concepimento della Vergine.The introduction of the celebration of the Immaculate Conception prompted a series of innovations in liturgical music that changed the foundations of music and developed the figurative theme of the Virgin Mary.One of the first official actions of Pope Sixtus IV was to commission a new Office from Leonardo Nogarolo (1477, the Officium Immaculatae Virginis Mariae, and later the Officium Conceptionis Virginis Mariae by Bernardino Busti (1492, which both reached us without notation. Music for the Proper of the mass and for the Office by L. Nogarolo and the Introit of the mass Egredimini et videte filie Sion was composed and published, separately, in two collections by Francesco de Brugis: Antiphonarium and Graduale secundum morem sancte Romanae ecclesie (Venice, Lucantonio Giunta, 1503 and 1500. During the papacy of Sixtus IV, chants were undoubtedly inspired by the Office by L. Nogarolo, but it is also possible that several musical traditions coexisted during the first years after the establishment of the celebration. Records confirm that Sixtus IV used to celebrate this occasion in St. Peter’s Basilica, reciting the Office followed by the mass in the morning and, in the afternoon, leading a procession to the church of Santa Maria del Popolo, where he would recite a prayer, in all probability the Ave sanctissima Maria, which has been attributed of him. Inside Saint Peter’s Basilica, Sixtus IV commissioned the construction of a chapel dedicated to the Immaculate Conception, equipped with a choir of ten singers to guarantee music in the service of the divine. The plan of the Franciscan pope was to ensure that the two most important musical institutions of the church were dedicated to the Marian cult: the Sistine Chapel (the pope’s private chapel was consecrated to the Assumption of Mary, while the Saint Peter’s Chapel to the Immaculate Conception.The prayer Ave sanctissima Maria, dedicated to the worship of the image of the Virgin, was also used as an instrument to confirm the cult in the church. In fact, these images were a key part of the pope’s plan, initially introducing music with the evocation of the antiphon and prayer in the cartouches and the borders of paintings, later via the figure of King David (representative of the Mary’s lineage and dancing angels, and finally in the adoption of several iconographic details of the Assumption. From the early 1500s, Marian iconography is enriched by the images of musical angels, certainly intended to evoke the idea of celestial harmony, but also testament to the link between the practice of music and the worship of Virgin. (English translation by Anna Forster

  18. Scritto sulla pelle. Le sensazioni localizzate all’origine del sé corporeo nella fenomenologia husserliana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Edoardo Fugali

    2013-01-01

    Full Text Available Written on the Skin. Localized Sensations and the Origins of the Bodily Self in Husserl’s Phenomenology - Whence does our sense of bodily ownership arise and what kind of experiential structures make it possible? The sense of belonging that we experience with respect to our body involves the phenomenological level of the lived body as we feel it “from the inside”, i.e. the body that we live from the first-person perspective as a seal of our individuality and as the zero-point of our orientation in the world. Husserl provides a reconstruction of this fundamental way of experiencing our body by means of a regressive phenomenological analysis which aims at identifying in the tactile sensations of localization the fundamental factor that leads to the synthetic constitution of the lived body. In the final part of this contribution I will try to pin down an ambit of possible convergence between phenomenological analyses and the most recent experimental approaches in the cognitive sciences, in order to contribute to establishing a productive relationship between both fields.

  19. Un'etica della miglior vita possibile. Considerazioni sulla sezione finale della Introduzione all'etica di Edmund Husserl

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Saverio Trincia

    2010-01-01

    Full Text Available An Ethics of Possible Best Life. Considerations on Last Section of Edmund Husserl’s Introduction to Ethics - The purpose of this paper is to demonstrate that the final part of Edmund Husserl's Lessons on ethics (1920-1924 shows a different theoretical attitude in method and in content, compared to the earlier lessons on ethics. Only in the last lessons does Husserl stress and underline the proper meaning of the ethical imperative as an absolute moral duty, which should however be connected or referred to the relativity of an individual existence, always seen as a singular one. The analysis of this theoretical point is highlighted and discussed as the original element in the phenomenological recovery and transformation of the kantian categorical imperative.

  20. UN Committee on Global Geospatial Information Management: Insediato il Comitato delle Nazioni Unite sulla gestione dell’informazione geospaziale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mauro Salvemini

    2012-04-01

    Full Text Available L’iniziativa delle Nazioni Unite volta alla formazione di un comitato di esperti nella gestione della informazione geografica, già presentata in questa rubrica in un precedente numero, ha fatto un passo avanti definitivo con l’incontro di Seoul dello scorso ottobre. The  United  Nations  Committee  of  Experts on Global Geospatial Information Manage-ment,  established  by  ECOSOC  on  27  July 2011 as the official UN consultative mechanism  on  GGIM,  has  convened  its  inaugural  meeting  on  26  October  2011  in  Seoul, Republic  of  Korea.  The  inaugural  meeting has  brought  together  experts  from  Member States and observers from international organizations  to  adopt  the  Terms  of  Refer-ence of the Committee, review the Rules of Procedure of the Committee, and discuss its contribution to Rio+20 Conference as well as an inventory of critical issues to be addressed by the Committee in its future sessions

  1. Nuove ipotesi sulla produzione e circolazione del manoscritto ambrosiano del «Roman de Troie» (D 55 sup.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppina Orobello

    2015-12-01

    Full Text Available Nel presente contributo vengono esposte nuove ipotesi circa la provenienza e la storia antica del manoscritto ambrosiano del Roman de Troie (Milano, Biblioteca Ambrosiana, D 55 sup. formulate dopo un’attenta analisi del codice stesso e di numerose fonti d’archivio. In particolare nuovi spunti vengono offerti dal ritrovamento di un documento autografo di Plombeolo de’ Plombeoli, autore della nota di possesso a c. 196v, e dalla scoperta della firma erasa di Jacopo Plombeoli, finora mai notata, all’interno del manoscritto. Grazie allo studio delle miniature e al confronto di queste con altri apparati decorativi si offre una nuova ipotesi circa il luogo di produzione del manufatto, che andrebbe collocato in area crociata e più precisamente ad Antiochia.In this contribute new hypotheses about the origins and ancient history of the Ambrosian Roman de Troie manuscript (Milan, Biblioteca Ambrosiana, D 55 sup. are presented. These were formulated after a very careful analysis of the codex itself and studying several archival evidences. In particular, new insights are offered by the discovery of an autograph document by Plombeolo de Plombeoli, author of the note of ownership a. c. 196, and by the presence of Jacopo Plombeoli scraped off signature inside the document, never noticed before. The accurate study of the miniatures and their comparison with other decorations of the same time and context arise a new hypothesis about the codex place of production. According to it, the origins of the manuscript should be located in the crusader area and more precisely in Antioch. 

  2. Il regolamento generale sulla protezione dei dati e le principali innovazioni in materia di sanità elettronica

    OpenAIRE

    Virone, Maria Gabriella

    2015-01-01

    [The General Data Protection Regulation and the main innovations in the field of e-health] At a distance of twenty years from the adoption of Directive 95/46/EC, the scenario has been changed. In particular, the use of Information and Communications Technologies has, among others, given: a) the definition of new business organizational models; b) new methods of collecting and usability of the data; c) the spread of digital forms for the storage of sensitive data; d) the increased transfer of ...

  3. Margherita Maria Di Nino, I Fiori campestri di Posidippo. Ricerche sulla lingua e lo stile di Posidippo di Pella

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Yannick Durbec

    2012-07-01

    Full Text Available L’édition du papyrus P. Mil. Vogl. VIII 309 par Guido Bastianini et Claudio Gallazzi fut pour les spécialistes de l’Antiquité un événement majeur. Les centaines de publications qui s’ensuivirent ont ouvert de multiples pistes de réflexion, préparant la voie pour des travaux de synthèse. Le présent ouvrage de Margherita Maria Di Nino, qui est le fruit de la réélaboration de sa thèse soutenue à l’université de Bologne, est plus que cela. En effet, ce volume o...

  4. I grandi eventi: un osservatorio privilegiato sulla ricon?gurazione degli spazi. Il caso di Zaragoza 2008

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Eleonora Mastropietro

    2012-02-01

    The core of the research presented in this paper concerns the analysis of the policies, the strategies and practices promoted by the city of Zaragoza for the Expo 2008 and their consequences in reshaping and reorganizing the city after the conclusion of the event.

  5. L’IMPASSE EPISTEMOLOGICA, LE RELAZIONI DI POTERE E LO STIGMA. ALCUNI APPUNTI SULLA STORIA DELLA PSICHIATRIA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Salottolo, Delio

    2015-06-01

    Full Text Available In this essay, I intend to analyze the epistemological, ontological and sociological complexity of the terms “normal” and “pathological” and of psychiatry tout court as a theoretical and institutional device. While “mental illness” is indeed undefinable, its definition is, nevertheless, critical to understand some aspects of social partitioning in bourgeois and capitalist modernity. Thus, the parallel tracks that I will follow here pertain on one hand to the importance of the definition of the “history of science” and on the other to the ambiguity inherent to the definition of “abnormality” itself. The conflict between facts and values is key not only in terms of scientific definition but also as for the position of the “stigmatized” in relation to the institution, the social body, the self, and within the interaction that is always determined as asymmetrical.

  6. Sulla digitalizzazione della street art. Linee guida per un'analisi del museo virtuale Reggiane Urban Gallery

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Damiano Razzoli

    2017-09-01

    Full Text Available Reggiane Urban Gallery is a virtual museum based on the abandoned industrial plant of ex-Officine Reggiane in Reggio Emilia, now in restoration. Along the years the place has become an open space for local and national street-artists. The aim of this paper is to analyze the use of virtual reality and navigable interface as a solution for the conservation of the Street Art, in relation to the fact that many pieces would have been lost due to the demolition of several walls. Also, the analysis proposes guidelines for a digitalization of Street Art that could prevent the displacement of situated Street Art pieces in museums and encourage the creation of street art locative media museum, supported on four concepts - dispositive/device, locativity, topographic database, interface - and one discoursive feature designing the mediated experience of urban crossing practices: the mimetical relation between the software cultural components and Street Art.

  7. Study of the heritability of some agronomic characters in sulla (Hedysarum spinosissimum subsp. Capitatum (Desf.) Asch. And Gr)

    International Nuclear Information System (INIS)

    Hemissi, Imen

    2007-01-01

    In order to safeguard and to improve the fodder species Hedysarum spinosissimum L subsp.capitatum (desf.) asch. et Gr., we estimated the heritability of certain morphological natures. The model used requires, as a preliminary, the analysis of the variance for the estimate of its components. Families of plants half-sibs, resulting from natural pollination, were analysed. The test of ANOVA shows that the familiy effect is significant for five agronomic characters: l ength of the principal axis ( LO); N umber of the secondary branches ( NTP); (length of the longest secondary branch ( LPL); Date of flowering ( DF); N umber of inflorescences ( NIF). To support the idea of use of these variables in a breeding program, we estimated their heritability. The analysis of the significance of this genetic parameter shows that ultimately three characters only are significantly heritable. They are morphological markers NTP, LPL and which can be retained for any project of family's selection's at H. capitatum.

  8. L’impatto delle reti ad alta velocità sulla gerarchia delle città europee

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Mazzeo

    2008-05-01

    Full Text Available Lo spazio europeo si contraddistingue per il dualismo nazione-regione. In questo dualismo le città assumono un ruolo fondamentale in quanto il proprio successo tende a divenire il successo dei territori contermini. Manuel Castell, nel 1983, sosteneva che la città è la struttura sociale in cui qualsiasi fenomeno territoriale (dai processi di sviluppo economico alle relazioni tra classi o tra gruppi etnici, dall’intervento pubblico all’accumulazione, ecc. assume la sua maggiore forza in quanto in essa si concentrano le polarizzazioni nelle trasformazioni territoriali. Ovviamente le città non sono tutte uguali, sia per dimensione fisica che per dimensione funzionale. Inoltre ogni innovazione aggiunge e modifica il sistema di relazioni che si è generato in precedenza. Obiettivo del saggio è analizzare i fattori che generano le gerarchie urbane a livello europeo e l’impatto sulle stesse delle nuove reti ad alta velocità. Esso si articola in una prima parte in cui si effettua una lettura ed una analisi di alcuni studi relativi alla costruzione di gerarchie nel sistema urbano europeo; successivamente si passa ad analizzare il ruolo delle infrastrutture di comunicazione nella costruzione delle gerarchie ed, infine, si approfondisce l’impatto della costruzione della rete europea dell’alta velocità sulle variazioni nella gerarchia delle città.

  9. Aspettative. Corsi dei cambi a termine e riflessi sulla politica monetaria. (Expectations, foreign exchange forwards and reflections on monetary policy

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. FERRO

    2014-03-01

    Full Text Available L'articolo fornisce un'analisi preliminare sui rapporti che si possono stabilire tra i tassi di cambio a termine e i tassi di cambio secondo le aspettative di diverse ipotesi . Gli autori evidenziano le implicazioni di politica monetaria che i vari tipi di aspettative comportano. Per verificare in particolare il ruolo delle aspettative nella determinazione dei tassi di cambio, si procederà attraverso un paio di semplici test empirici che si riferiscono al prezzo a termine del marco tedesco contro la sterlina sul mercato di Francoforte nei primi quattro mesi del 1976.The paper provides preliminary analysis on the relationships that can be established between the rates of the forward exchange rate and the spot exchange rates at the various expectations hypothesis. The authors go on to highlight the implications of monetary policy that the various kinds of expectations entail. To test specifically the role of expectations in the determination of exchange rates at the end we will proceed through a couple of simple empirical tests that refer to the spot and forward prices of the Deutsche Mark against the pound on the Frankfurt market in the first four months of 1976. JEL: E52, E42, F31

  10. Aspettative. Corsi dei cambi a termine e riflessi sulla politica monetaria. (Expectations, foreign exchange forwards and reflections on monetary policy

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. FERRO

    1977-06-01

    Full Text Available L'articolo fornisce un'analisi preliminare sui rapporti che si possono stabilire tra i tassi di cambio a termine e i tassi di cambio secondo le aspettative di diverse ipotesi . Gli autori evidenziano le implicazioni di politica monetaria che i vari tipi di aspettative comportano. Per verificare in particolare il ruolo delle aspettative nella determinazione dei tassi di cambio, si procederà attraverso un paio di semplici test empirici che si riferiscono al prezzo a termine del marco tedesco contro la sterlina sul mercato di Francoforte nei primi quattro mesi del 1976. The paper provides preliminary analysis on the relationships that can be established between the rates of the forward exchange rate and the spot exchange rates at the various expectations hypothesis. The authors go on to highlight the implications of monetary policy that the various kinds of expectations entail. To test specifically the role of expectations in the determination of exchange rates at the end we will proceed through a couple of simple empirical tests that refer to the spot and forward prices of the Deutsche Mark against the pound on the Frankfurt market in the first four months of 1976. JEL: E52, E42, F31

  11. «Il Pci è un partito finito». Video-documentario sulla scomparsa della “piazza rossa”

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gisella Gaspari

    2013-05-01

    Full Text Available Attraverso immagini di manifestazioni a sfondo politico nelle piazze di Bologna, il video-documentario illustra una trasformazione delle forme di partecipazione collettiva alla vita pubblica, che negli anni Settanta ha visto un ridimensionamento del ruolo dei partiti di massa, e in particolare del Pci.

  12. Giochi, scommesse sulla vita, tabelle di mortalità, nascita del calcolo probabilistico, statistica e teoria delle popolazioni.

    Science.gov (United States)

    Fenaroli, G; Garibaldi, U; Penco, M A

    1981-01-01

    The authors review the work of Huygens, de Witt, Graunt, and others concerning the effects of chance on human life events. Topics considered include duration of life and annuity income, mortality wagering, population theories, and gambling theory.

  13. Waste water discharges into natural waters; Problematiche sulla dispersione di effluenti liquidi da canali o condotte a pelo liquido

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Marri, P [ENEA, Centro Ricerche Santa Teresa, La Spezia (Italy). Dip. Ambiente; Barsanti, P; Mione, A; Posarelli, M [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dip. Ambiente

    1996-12-01

    The acqueous discharges into natural waters is a very technical solution expecially for surface buoyant discharges. It is not only convenient to limit the concentration levels of the discharges, but also to improve the turbolent processes that diluite the discharge. Mostly these processes depend by some geometric parameters of the discharge and by some physical parameters of the effluent and of the receiving water body. An appropriate choice of some parameters, using also suitable mathematical models, allows to design discharges with a very high dilution; so the decreasing of the pollutant levels is improved and the environmental impact can be reduced versus a not diluted effluent. The simulations of a mathematical model, here described, prove that in some circumstances, expecially in case of discharges of fresh water into saline water bodies with a low velocity of the current, the dilution is poor; the effluent can be trapped in a narrow water surface layer where the pollutant concentrations remain high. also far away from the discharge point.

  14. Book review, Principi di video-otoendoscopia nel cane e nel gatto, Giovanni Ghibaudo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2011-12-01

    Full Text Available Per il veterinario libero professionista le malattie auricolari dei cani e dei gatti sono il pane quotidiano, ciò nonostante il loro studio è progredito lentamente anche perché molti veterinari trovavano difficoltà nell’effettuare l’otoscopia e nel riconoscere la patologia otologica. L’avvento del video-otoscopio ha permesso di rilevare le malattie e i cambiamenti dell’orecchio. L'autore ha pertanto sentito la necessità di sviluppare i principi di video-otoendoscopia nel cane e nel gatto e inserirli in un’opera, unica in Italia nel suo genere, basandosi sulla propria esperienza clinica e sul materiale iconografico presente in letteratura. Nell’agile libro ci sono 94 figure video-otoscopiche che fanno comprendere visivamente la normale anatomia e le malattie dell’orecchio. Sono presentati 68 casi in cui è visibile l’immagine dell’orecchio esterno, sempre accompagnata da visioni video-otoscopiche di ciò che sta succedendo nel canale uditivo più in profondità. Nella prima parte del volume viene descritta l’anatomia dell’orecchio esterno e medio, sono fornite le informazioni essenziali per un corretto approccio e per la gestione delle otiti, per la preparazione del paziente e, infine, vengono indicati strumenti e metodiche di video-otoendoscopia. La seconda parte, attraverso immagini endoscopiche, illustra l’aspetto dell’orecchio normale del cane e del gatto. Successivamente, immagini endoscopiche chiare ed esemplificative accompagnano la descrizione delle lesioni presenti in corso di otiti acute, croniche e neoplastiche. Lo stesso schema è stato seguito nell’illustrare l’aspetto normale e alterato della membrana timpanica e dell’orecchio medio. Per ogni causa di otite sono state affiancate, a un testo essenziale d’immediata comprensione, immagini endoscopiche per una collezione iconografica il più possibile completa. Inoltre, Giovanni Ghibaudo fornisce utili consigli per esempio sull’utilizzo di spugne

  15. Attraverso gli studi spagnoli di Cesare de Lollis (1887-1924

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Diego Stefanelli

    2016-07-01

    Full Text Available L’articolo considera gli studi di ispanistica di Cesare De Lollis nel loro complesso: dalla fine dell’Ottocento, con gli articoli sulla lirica ispano-portoghese medievale (di stampo filologico-erudito e gli interventi (di tipo giornalistico-divulgativo su alcuni scrittori spagnoli dell’Ottocento, agli anni Venti del Novecento, con il volume su Cervantes reazionario (1924. Un momento importante di questo percorso fu il passaggio di De Lollis alla cattedra romana di «Letterature francese e spagnola moderne» (avvenuto nel 1905: ricostruite le vicende della cattedra, si pone l’attenzione sugli scritti coevi di De Lollis incentrati sulla necessità di uno studio serio delle letterature moderne. Vengono poi studiate le note e le recensioni di letteratura spagnola apparse nelle prime decadi del secolo, in particolare lo scritto Classicismo e secentismo (1908 su Fernando de Herrera, esponente di quella poesia «eroica» studiata a piú riprese da De Lollis (in particolare per il contesto francese. L’articolo si concentra poi sul volume Cervantes reazionario, mostrando che molte delle questioni trattate erano presenti già nel primo articolo del 1913, contemporaneo a quelli sui romantici italiani confluiti poi nei Saggi sulla forma poetica italiana dell’Ottocento. Proprio il nesso tra questi scritti e quelli su Cervantes consente di leggere il volume cervantino alla luce di un tema centrale della critica di De Lollis: la contrapposizione tra l’«eroe» della poesia classicistica e il «realismo» della rivoluzione romantica.  The paper deals with Cesare De Lollis’ Hispanic Studies from the end of the 19th Century (with the philological studies on Spanish-Portuguese poetry of the Middle Age and the coeval journalistic articles on Spanish writers of the 19th Century to the book Cervantes reazionario (1924. A turning moment in De Lollis’ approach to Spanish literature is 1905, when he obtained the chair of «Modern French and Spanish

  16. Storie di genere, storie di partito

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elisa Bellè

    2012-04-01

    Full Text Available Lo studio delle narrazioni di genere all'interno di questo tipo di organizzazione desta inoltre un particolare interesse anche in ragione della sottorappresentazione delle donne nella sfera della politica. Si tratta di un deficit democratico che coinvolge i sistemi politici moderni nel loro complesso, ma che interessa l'Italia con una particolare gravità ed evidenza. La questione della sottorappresentazione politica delle donne è stata sinora affrontata prevalentemente in termini tecnico-legali (politiche di pari opportunità ed azione positiva, o di teoria politica (la dicotomia pubblico-maschile e privato-femminile come fondamento del contratto sessuale della politica. Mancano invece contributi che guardino ai partiti come organizzazioni largamente responsabili dei processi di selezione e promozione delle carriere politiche, dunque come luoghi di quotidiana produzione di pratiche e culture di genere, più o meno egualitarie o, viceversa, discriminatorie. Sulla base di tale vuoto di ricerca e riflessione, il presente articolo si propone di mettere in luce le pratiche e le culture di genere che emergono dai racconti di uomini e donne all'interno di due organizzazioni partitiche, una di destra e una di sinistra, situate nel contesto territoriale della provincia di Trento. La ricerca è stata condotta attraverso lo strumento dell'intervista semi-strutturata, coinvolgendo quattro donne e quattro uomini, divisi per coppie di età (un uomo ed una donna giovani ed un uomo ed una donna da lungo presenti nel partito, accostabili per quanto concerne ruolo e posizione nelle organizzazioni partitiche considerate. L'attenzione analitica si è concentrata sulla costruzione del genere di uomini e donne intervistati/e, intesa sia come dimensione ed esperienza individuale (le storie di genere dei/lle singoli/e, sia come dimensione organizzativa più ampia (le storie di genere delle organizzazioni, narrate dalle diverse voci. Un'ulteriore dimensione analitica

  17. Monitoring of atmospheric pollutants passive sampling for the protection of historic buildings and monuments

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    De Santis, F.; Fino, A.; Vazzana, C.; Allegrini, I. [Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto Inquinamento Atmosferico, Rome (Italy)

    2001-12-01

    When considering the various possibilities to assess the effects of SO{sub 2} and NO{sub 2} on historic buildings and monuments, a distinction can be made according to the completeness of the scope of the assessment itself. A first approach can be limited to gathering data as they become available through the official bodies established under air quality legislation. This approach is based on a single point measurement where a general purpose monitoring station is located, often quite far from the monument to protect and often without investigating local and temporal variations. A more comprehensive assessment should include a generalisation that covers the territory. This can be made on the basis of the knowledge of the spatial distribution of concentrations and the knowledge of the causes of air pollution. Passive samplers allow the measurement of air quality in numerous sites and to assess the pollutant spatial distribution over a large area with a high resolution. As an application of the method, the spatial distribution of SO{sub 2} and NO{sub 2} in the city of Siracusa, Sicily, Italy, has been studied to identify areas of high deposition fluxes in relation to the protection of buildings and monuments of the historic centre. [Italian] E' noto che gli inquinanti presenti in aria, tra questi in particolare l'SO{sub 2} e l'NO{sub 2}, sono causa di danno sui monumenti e sulle opere d'arte. La valutazione dell'impatto di questi due inquinanti viene solitamente effettuata sulla base del monitoraggio eseguito secondo la legislazione vigente ma spesso lontano dal monumento da proteggere. Cio', evidentemente, non consente di valutare correttamente il grado di rischio al quale un monumento e' esposto poiche' non fornisce informazioni sulle variazioni spaziali e temporali dei due inquinanti in prossimita' del monumento stesso. Allo scopo di raccogliere quindi informazioni complete sulla distribuzione degli inquinanti, e

  18. Moss ciliated protozoa as bioindicators. A study on the urban area of Pisa (Italy); Protozoi ciliati del muschio come biondicatori. Uno studio nell'area urbana di Pisa

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Verni, F.; Rosati, G. [Pisa Univ., Pisa (Italy). Dipt. di Etologia, Ecologia, Evoluzione

    2000-07-01

    Samples of moss were collected, every month for 7 months, from five zones of Pisa (S2, S3, S4, S5, S6) and a woody zone (S1) as control. For each sample the type and the number of the ciliate species as well as the number of individuals for each species were determined. Lead content was also measured. The data were statistically elaborated and compared. The diversity Shannon index (H) was calculated to determine the health state of ciliate communities. In any case an inverse correlation between H and the lead content was reported; the highest the H value, the lowest the lead content and vice versa. On the basis of the results here reported the use of Ciliates as biondicators appears suitable for the control of urban soil. An analysis like this appears advantageous as it is rather simple and cheap and allows to determine the possible variations in a real time. [Italian] Sono stati analizzati campioni di muschio prelevati, con cadenza mensile per 7 mesi, in 5 stazioni di Pisa (S2, S3, S4, S5, S6) e da una zona boscosa (S1), come controllo. Per ogni campione si e' proceduto all'identificazione dei Ciliati presenti, al conteggio delle specie e del numero di individui per specie, nonche' alla misurazione del piombo presente. I dati sono stati confrontati dopo elaborazione statistica. L'indice della diversita' di Shannon ha fornito informazioni sulla salute della comunita' dei Protozoi delle varie stazioni. In ogni caso risulta una correlazione inversa tra i valori dell'indice di Shannon e la quantita' di piombo: S5, la stazione piu' esposta al traffico, risulta quella piu' degradata. L'uso dei Ciliati come biondicatori risulta quindi appropriato e vantaggioso considerando che e' semplice, poco costoso e permette di valutare in tempi reali variazioni nell'ambiente.

  19. The Squallor phenomenon: Social and political satire in Italian music during the First Republic

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nicolino Applauso

    2014-12-01

    Full Text Available Gli Squallor: La risata triste e le pernacchieLa satira sociale e politica nella musica italiana durante la Prima RepubblicaAnche se spesso viene catalogato con il marchio onnicomprensivo di ‘Rock demenziale’, il gruppo musicale italiano degli Squallor rappresenta uno dei fenomeni più incisivi di satira politica e sociale nell’Italia moderna. Ciò appare evidente se si esaminano i numerosi pezzi contenuti nei loro album, che presentano brillanti e corrosive parodie di noti partiti e politici, nonché di tendenze culturali e sociali dominanti. Se consideriamo inoltre il periodo in cui gli Squallor raggiunsero il massimo successo (verso la metà degli anni Ottanta, essi possono anche rappresentare l’importante voce di dissenso che caratterizzò gli ultimi decenni della cosiddetta Prima Repubblica. In questo articolo viene esplorata una selezione dei loro più importanti testi, con lo scopo di analizzare le dinamiche della loro particolarissima satira in relazione alle tendenze culturali, sociali e politiche allora in voga in Italia. Ci si sofferma inizialmente sulle varie allusioni politiche presenti in modo generico in pezzi come Alluvione, per poi passare all’analisi di pezzi che presentano una satira politica più esplicita contro noti partiti (come i Verdi e politici dell’epoca, quali Gianni De Michelis (con Demiculis e Umberto Bossi ( in Berta II. Gli Squallor hanno creato parodie di famose canzoni utilizzando il nonsense, un umorismo surreale ed iperbolico e spaziando tra sperimentazioni linguistiche ed un linguaggio osceno. In questo modo, l’articolo sostiene che gli Squallor si sono dedicati alla ‘metasatira’, deridendo con successo l’industria musicale e radiotelevisiva italiana. Alla fine offre una riflessione sulla complessità della loro satira che anche se si è affermata come simbolo emblematico dell’anticonformismo, rimane nel contempo un fenomeno difficilmente catalogabile, perché in continua dissacrazione

  20. Misura e valutazione del rischio da esposizione al rumore per orchestrali di un teatro lirico nazionale - Measurement and risk assessment of noise exposure for orchestra members of an Italian opera house

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Diego Annesi

    2017-02-01

    Full Text Available Ad oggi in Letteratura sono presenti pochi studi di settore basati sulla valutazione del rischio rumore nei teatri lirici. Questa condizione si è venuta a creare nonostante in Italia prima il D.Lgs. 195/06, che ha recepito la Direttiva sul rumore 2003/10/CE, e poi le “Linee guida per il settore della musica e delle attività ricreative”, emanate ai sensi dell’art. 198 del D.Lgs. 81/08, obbligano i datori di lavoro a eseguire la valutazione dei rischi. Il presente lavoro riporta i risultati preliminari di uno studio pilota dell’esposizione professionale a rumore dei musicisti dell’orchestra sinfonica di un teatro lirico ita-liano. Sono state effettuate rilevazioni fonometriche su un campione rappresentativo dei componenti dell’orchestra, tramite dosimetri personali e analizzatori in frequenza. Le registrazioni sonore sono state effettuate durante le esecuzioni musicali nella fossa d’orchestra del teatro durante diverse tipologie di rappresentazioni teatrali. ------ To date, in the literature there are few field studies based on the noise risk assessment in opera houses. This condition has come about in spite of the Italian Leg. Decree n. 195/06, which transposed the noise Directive 2003/10/EC, and then the national "Guidelines for the music industry and recreation", issued under Art. 198 of Leg. Decree n. 81/08, oblige employers to perform noise risk assessment. This paper reports the preliminary results of a pilot study of occupational exposure to noise of the symphony orchestra musicians of an Italian opera. Surveys were carried out on a representative sample of members of the orchestra, using personal dosimeters and frequency analyzers. Sound recordings were made during the musical performances in the orchestra pit of the theater during the various types of theatrical performances.

  1. Variabilità morfologica ed ecologica in Neomys fodiens e Neomys anomalus nell'Appennino settentrionale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Dino Scaravelli

    2003-10-01

    Full Text Available I due Neomys italiani sono ancora da chiarire dal punto di vista della loro caratterizzazione morfologica e ecologica. Il lavoro prende in considerazione un campione di entrambe le specie proveniente da habitat forestali dell?Appennino settentrionale per i quali sono stati identificati i principali parametri ambientali. Vengono quindi descritte la variabilità dei tratti morfologici delle due specie in aree localizzate nel Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna nell?Appennino tosco-romagnolo. Risultano di sicuro effetto discriminatorio la maschera facciale, il rapporto piede posteriore/coda e i caratteri cranici. Sulla base dei criteri identificativi si sono realizzate rilevazioni di misure corporee per le due specie e una comparazione degli habitat utilizzati. N. fodiens appare unica specie nelle faggete-abetine e dominante nei castagneti, mentre nell?Ontaneta e nelle zone aperte e termofile si registra la sola presenza di N. anomalus. Mancano entrambi nei prati cespugliati, nella pecceta e nella cerreta. I gradienti presenti sono quindi illustrati. Non appare una differenza altitudinale nel campione esaminato, posto in stazioni tra i 400 e i 1300 m, ma per entrambe vi sono maggiori riscontri nella fascia tra 700 e 850 m. Nell?analisi multivariata rispetto alle altre specie e alle variabili ambientali si riscontra sempre una discreta correlazione con la presenza di acqua di una certa ampiezza, che comunque è significativa solo per N. fodiens, mentre risulta di interesse la positiva correlazione di N. anomalus con Apodemus sylvaticus.

  2. Boro e Vanadio: requisiti di potabilitá e valori di parametro

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Ferrante

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: i minerali, che costituiscono circa il 4% del peso corporeo e svolgono numerose ed importanti funzioni biodinamiche, si possono suddividere in due gruppi: elementi principali ed elementi essenziali. Gli elementi essenziali necessitano in quantità minime, dal millesimo di milligrammo fino a qualche decina di milligrammi e per la bassissima concentrazione nei tessuti del corpo umano vengono chiamati anche oligoelementi o minerali in traccia. I minerali in traccia sono stati molto attenzionati dalle normative per le acque potabili essendo per i suddetti motivi importanti requisiti di potabilità. Con l’evoluzione della normativa alcuni oligoelementi che prima erano citati solo per memoria adesso devono rientrare in precisi valori di parametro. Tra questi il boro e il vanadio. In questa nota riportiamo la problematica relativa alla presenza di boro e vanadio nelle acque utilizzate per il consumo umano nella zona etnea.

    Metodi: le acque utilizzate nella zona etnea, in particolare quelle della provincia di Catania, sono state analizzate con spettrofometria in emissione (Inductively Coupled Plasma e con spettrofotometria per Assorbimento Atomico (A.A.con effetto Zeeman per il dosaggio del boro e del vanadio in esse contenuti.

    Risultati: il boro e il vanadio essendo elementi naturalmente presenti nei vari comparti ambientali sono stati ritrovati nelle acque potabili della zona etnea in concentrazioni estremamente variabili che talvolta superano i valori di parametro.

    Conclusioni: alla luce dei risultati ottenuti, non essendo ancora dimostrata la reale tossicità per assunzione di tali elementi attraverso il canale alimentare ed essendo molto difficile la loro eliminazione dalle acque, si propone un riesame delle concentrazioni massime ammissibili sulla base della percentuale di assorbimento gastro-enterico e dei relativi “tollerable intake” con

  3. Indagine conoscitiva sulla violenza verso il maschile / Enquête cognitive sur la violence contre les hommes / Survey on Violence against Men

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Macrì Pasquale Giuseppe

    2012-10-01

    Full Text Available La violence de genre constitue l’un des crimes qui connaît une forte croissance et qui fait l’objet d’un intérêt certain pour la communauté scientifique. Le phénomène est complexe à analyser dans sa globalité car la plupart des auteurs commettent leurs crimes dans le foyer domestique. Étant donné le lien intrafamilial existant entre l’auteur et la victime, cette dernière reste dans le silence qui contribue à faire augmenter le « chiffre noir ». Par conséquent, l’analyse de ce phénomène, caché à cause de sa propre nature, montre ses limites. Des campagnes de sensibilisation à l’adoption de mesures législatives pour la prévention et répression de la violence, une connaissance approfondie de ce phénomène dans sa globalité est toutefois primordial pour le développement des politiques et des services d’aide aux victimes.Il faut souligner que les enquêtes et les recherches analysant ce comportement déviant et, depuis plusieurs décennies, proposées en permanence à des niveaux institutionnel et médiatique, ont tendance à considérer que la victime de la violence de genre ne peut être qu’une femme et que son auteur, un homme. Cette information, altérée dès le début, passe à travers des chaînes officielles (des médias aux campagnes de prévention provoquant une sensibilisation unidirectionnelle qui relègue à l’état d’exceptions – qui souvent ne sont même pas prises en considération – les hypothèses que la violence puisse être subie et/ou perpêtrée aussi bien par les hommes que par les femmes. L’enquête présentée dans cet article a pour objectif de collecter des éléments d’évaluation encore inexistants en Italie. Ces données peuvent être utilisées pour vérifier s’il existe une réalité différente de celle qui n’est basée que sur les lieux communs et sur les préjudices et quelle serait sa dimension.Gender-based violence is a constantly increasing crime and continuously attracting a lot of interest in the scientific community. This is a complex phenomenon to analyse as a whole because perpetrators usually commit the acts of violence at home. For this reason, and also due to the intimate relationship between the author and the victim, this latter remains silent, so the dark number increases. Consequently, the analysis of this phenomenon, hidden just because of its nature, has its limits. A deep knowledge of this phenomenon as a whole, however, is important for the development of policies and services, for example sensibilisation campaigns and countermeasures to prevent and combat violence. It is important to point out that surveys and researches studying this deviant behaviour, and continuously proposed at an institutional level and disseminated by mass media, usually consider that the victim of gender-based violence is a woman and the perpetrator a man. This distorted information is transmitted through official channels (for example, mass media and sensibilisation campaigns producing a consequent unidirectional sensibilisation which relegates as exceptions – often not taken into consideration – hypothesis that violence may be endured and/or committed by both sexes.The purpose of the survey presented in this article is to collect some evaluation data that do not exist yet in our country, data that will be useful in order to verify if it exists in reality, and if yes what extension it has, different from the one based exclusively on common sense and prejudices.

  4. Patrimonio culturale pubblico: alcune riflessioni sulla sua valutazione e sul ruolo dell'informazione (Public cultural property: Some reflections on its evaluation and the role of information.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Forte

    2012-04-01

    Full Text Available Thepaper firstly deals with the main theories of prices of visual art goods considering, in particular, the "stars", whose high value reflects the rarity and the convexity of the demand by the main purchasers, interested in "famous" goods. The contingent valuation methodology is also discussed. The second section presents an art market matrix focusing on the assets' value. The role of information, regulations and purchasing power for the art market values is discussed, on the basis of statistical analysis of the auction prices of the "informal art" and of the "pop art" of US authors compared with Europeans and Italians.In the third section a diffusion index is presented and used to test the in-fluence of " information" on the art market value. It is argued that certifica-tion may improve both the information and economic appreciation of the works of the great Italian masters.  JEL Codes: L32 

  5. I massimali di crescita: effetti territoriali e sulla struttura del sistema bancario. (Growth limits on bank assets: regional effects and the structure of the banking system.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. NICCOLI

    2013-12-01

    Full Text Available Negli ultimi anni , la politica monetaria italiana è stata basata sempre più sui controlli amministrativi . Tra le tesi , i più significativi sono i limiti della crescita e vincoli della composizione del portafoglio. Questo articolo ha esaminato l' effetto dei limiti di crescita , ossia il loro effetto , da un punto di vista geografico della struttura e sul sul bancario italiano .In recent years, Italian monetary policy has become increasingly based on administrative controls. Among theses, the most important are the limits of growth and constraints of the portfolio composition. The former impose a maximum growth rate of total loans in lire on banks, while the latter obliges them to invest a given amount of the increases in deposits in securities with specific characteristics. The present article examines a side effect of growth limits, namely their effect from a geographical point of view and on the structure of the Italian banking system. In particular, the author shows that the occurrence of growth ceilings for a given bank is greater the more rapid the increase in its deposits and the smaller the geographical area in which it operates. JEL: E51, E52, G21

  6. NUOVE DIAMESIE: L’ITALIANO DELL’USO E I NUOVI MEDIA (CON UN CASO DI STUDIO SULLA RISALITA DEI CLITICI CON BISOGNARE

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Massimo Prada

    2017-03-01

    Full Text Available L’articolo si sofferma sulle tendenze evolutive manifestate dall’italiano negli ultimi decenni, in particolare in relazione alle possibilità offerte e ai bisogni indotti dalle nuove tecnologie. Nel dettaglio, analizza gli effetti linguistici operati dalla ridefinizione delle caratteristiche della scrittura, che ha portato, almeno in alcuni contesti, anche a una semplificazione generale dei testi scritti, producendo una sorta di italiano scritto medio, varietà alla base dei testi neomediali. Essa pare caratterizzata da notevole variabilità e mutevolezza, in parte dipendenti dalle caratteristiche dell’utenza, in parte alla sua storia, in parte alla situazione comunicativa in cui viene usata. Dopo aver considerato che l’etichetta sociolinguistica più adatta a descriverla, tra quelle attualmente a disposizione, è modo d’uso della lingua, se ne sottolinea la natura di costrutto della comunità degli utenti (di varietà di Ausbau, entro certi limiti. Si tratta di un modo d’uso in cui trovano espressione anche fenomeni marginali o d’avanguardia, come la risalita del clitico con il verbo bisognare, la cui diffusione viene studiata sia nei testi neomediali, sia in quelli tradizionali, mostrando che i primi, in cui essa è più frequente, potrebbero avere la capacità di autorizzare fenomeni di margine anche solo per l’esposizione garantita ad essi dalla frequenza con cui occorrono.   New diamesia: l’italiano dell’uso and new media (with a case study on the resurgence of clitics with bisognare The article focuses on evolutionary trends in Italian in recent decades, particularly in relation to the possibilities offered and the needs brought about by new technologies. In particular, it analyzes the linguistic effects of the redefinition of the characteristics of written language. This has led, at least in some contexts, to a general simplification of written texts, producing a sort of italiano scritto medio the variety at the base of neo-medial texts. They appear to be characterized by considerable variability and mutability, partly depending on the user’s characteristics, and partly on his/her history, and partly on the communicative situation. After considering that the best socio-linguistic label among those currently available is “modo d’uso della lingua”, we underline the nature of the user community construct (a variety of Ausbau, within certain limits. This use of language also reflects marginal or avant-garde phenomena, like the clitic climbing with the verb bisognare, whose spread is studied both in neo-medial and traditional texts. In the former it is more frequent, and this may authorize marginal phenomena due to the exposure guaranteed by the frequency with which they occur.

  7. NUOVE DIAMESIE: L’ITALIANO DELL’USO E I NUOVI MEDIA (CON UN CASO DI STUDIO SULLA RISALITA DEI CLITICI CON "BISOGNARE"

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Massimo Prada

    2017-03-01

    Full Text Available L’articolo si sofferma sulle tendenze evolutive manifestate dall’italiano negli ultimi decenni, in particolare in relazione alle possibilità offerte e ai bisogni indotti dalle nuove tecnologie. Nel dettaglio, analizza gli effetti linguistici operati dalla ridefinizione delle caratteristiche della scrittura, che ha portato, almeno in alcuni contesti, anche a una semplificazione generale dei testi scritti, producendo una sorta di italiano scritto medio, varietà alla base dei testi neomediali. Essa pare caratterizzata da notevole variabilità e mutevolezza, in parte dipendenti dalle caratteristiche dell’utenza, in parte dalla sua storia, in parte dalla situazione comunicativa in cui viene usata. Dopo aver considerato che l’etichetta sociolinguistica più adatta a descriverla, tra quelle attualmente a disposizione, è modo d’uso della lingua, se ne sottolinea la natura di costrutto della comunità degli utenti (di varietà di Ausbau, entro certi limiti. Si tratta di un modo d’uso in cui trovano espressione anche fenomeni marginali o d’avanguardia, come la risalita del clitico con il verbo bisognare, la cui diffusione viene studiata sia nei testi neomediali, sia in quelli tradizionali, mostrando che i primi, in cui essa è più frequente, potrebbero avere la capacità di autorizzare fenomeni di margine anche solo per l’esposizione garantita ad essi dalla frequenza con cui occorrono. New diamesia: l’italiano dell’uso and new media (with a case study on the resurgence of clitics with "bisognare" The article focuses on evolutionary trends in Italian in recent decades, particularly in relation to the possibilities offered and the needs brought about by new technologies. In particular, it analyzes the linguistic effects of the redefinition of the characteristics of written language. This has led, at least in some contexts, to a general simplification of written texts, producing a sort of italiano scritto medio the variety at the base of neo-medial texts. They appear to be characterized by considerable variability and mutability, partly depending on the user’s characteristics, and partly on his/her history, and partly on the communicative situation. After considering that the best socio-linguistic label among those currently available is “modo d’uso della lingua”, we underline the nature of the user community construct (a variety of Ausbau, within certain limits. This use of language also reflects marginal or avant-garde phenomena, like the clitic climbing with the verb bisognare, whose spread is studied both in neo-medial and traditional texts. In the former it is more frequent, and this may authorize marginal phenomena due to the exposure guaranteed by the frequency with which they occur.

  8. Comparative experimental study on municipal wastewater disinfection with ozone and peracetic acid; Indagine sperimentale comparata sulla disinfezione di acque reflue urbane con ozono e acido peracetico

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Andreottola, G.; Bertola, P.; Ziglio, G. [Trento Univ. (Italy). Dip. di Ingegneria Civile Ambientale

    1996-04-01

    The results of a pilot experimental study on the disinfection of treated municipal wastewater to be used in agriculture are presented. A comparative evaluation has been carried out on two parallel pilot-scale disinfection plants using respectively ozone and peracetic acid. After a preliminary sand filtration pilot unit. Both processes showed the capability of meeting the Italian standards for agricultural reuse, but the disinfection process with ozone required much higher doses than the one with peracetic acid, probably because of the higher reactivity of ozone, if compared to peracetic acid with the organic matter present in wastewater. Further research is needed in order to evaluate the efficiency of peracetic acid applied to microorganism different from the bacterial ones and to identify nature and consequences of possible disinfection by products.

  9. Il commercio intraindustriale: considerazioni sulla specializzazione internazionale dei paesi industrializzati. (Intra-industry trade: considerations on the international specialisation of industrialised countries

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G. ROSSINI

    2013-12-01

    Full Text Available Negli ultimi anni lo studio dell'economia internazionale si è arricchito di molti nuovi contributi . La teoria del commercio intra- industriale ha raggiunto la maturità parziale, il modello neoclassico di Heckscher-Ohlin - Samuelson è stato esteso e integrato con i più recenti strumenti della microeconomia e modelli neo- ricardiani applicati al commercio internazionale . Lavori empirici talvolta sono stati realizzati separatamente spesso costringendo l' elaborazione teorica a fare bruschi cambi di direzione . Uno di questi, rappresentato dalla teoria del commercio intra-industriale , è l' oggetto del presente studio , e nasce dalle difficoltà che i modelli canonici neoclassici e ricardiani hanno incontrato nello spiegare gli scambi tra paesi che sono strutturalmente simili In recent years the study of the international economy has been enriched by many new contributions. The theory of intra-industry trade reached partial maturity, the neoclassical model of Heckscher-Ohlin-Samuelson was extended and integrated with the most recent tools of microeconomics, and neo-Ricardian models were applied to international trade. Empirical works have at times stood on their own, though often forcing the theoretical elaboration to make sudden changes of direction. One of these, represented by the theory of intra-industry trade, is the subject of the present study, and arises from the difficulties that the neoclassical and Ricardian canonical models have encountered in explaining trade between countries that are structurally similar. JEL: F11

  10. Studio della convezione durante il monsone africano: osservazioni e modellazione della precipitazione e del ruolo della circolazione regionale sulla composizione atmosferica

    OpenAIRE

    Orlandi, Emiliano

    2010-01-01

    The improvement of knowledge and understanding of the West African Monsoon (WAM) is a fundamental scientific issue with implications on economy, health, water resources and food security in West African countries. In a region where agriculture is mainly rain fed, a delay in the rainy season onset or a dry year could compromise food and water security and lead to dearth conditions. The natural interannual and interseasonal variability of the WAM and the dramatic change from wet ...

  11. Il testo skovorodiano Ubuždešsja, viděša slavu ego. Un trattato catechetico-liturgico sulla festa della Trasfigurazione?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Grazia Bartolini

    2015-01-01

    Full Text Available Skovoroda’s text Ubuždešsja, viděša slavu ego (hereafter uv was published for the first time in 1894 in the collection of Skovoroda’s works edited by Dmytro Bahalij, who defined them as an introduction to the Catechism classes held by the writer at Kharkiv College. uv bears no date, but its graphic, morphological and phonetic features can place it between the late 1750s-early-1760s. After a comprehensive linguistic revision, uv was included in Skovoroda’s last work Dialog, imja emu Potop zmiin (1791 as its concluding section (O Preobraženii. Although uv’s rhetorical function remains open to discussion, in my article I try to demonstrate that the liturgical function of its biblical quotations suggests that it might have been conceived as a catechetical instruction (malaja instrukcija on the liturgical feast of the Transfiguration. Furthermore, I also attempt a comparative analysis between the biblical quotations incorporated within uv and those preeminent in the Byzantine and Ruthenian sermons dedicated to the feast of the Transfiguration. What emerges from my analysis is the presence of common “quotational patterns” pointing to a shared Byzantino-Slavic tradition in the field of “sacred rhetoric”.

  12. Il testo skovorodiano Ubuždešsja, viděša slavu ego. Un trattato catechetico-liturgico sulla festa della Trasfigurazione?

    OpenAIRE

    Maria Grazia Bartolini

    2015-01-01

    Skovoroda’s text Ubuždešsja, viděša slavu ego (hereafter uv) was published for the first time in 1894 in the collection of Skovoroda’s works edited by Dmytro Bahalij, who defined them as an introduction to the Catechism classes held by the writer at Kharkiv College. uv bears no date, but its graphic, morphological and phonetic features can place it between the late 1750s-early-1760s. After a comprehensive linguistic revision, uv was included in Skovoroda’s last work Dialog, imja emu Potop zmi...

  13. Una nota sui contributi di Augusto Graziani e di Paolo Sylos Labini al dibattito sulla natura dell’offerta di moneta

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Figuera

    2016-10-01

    Full Text Available (What do we know about money in Italy, since 1861? Results from new time seriesThe article reconstructs yearly time series of the main monetary aggregates for Italy. It extends extant literature by considering a longer time span (covering from national unity to 2014 and more detailed disaggregation, as well as improve the quality of the series for the older period. Finally, the new series are used to estimate the long-run determinants of money demand.JEL Classification: B14, E51, E52, E58

  14. Risk-benefit analysis in mammography: A study on the Umbria population. Analisi rischio-beneficio in mammografia: Uno studio sulla popolazione dell'Umbria

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Antonini, A; Borio, R; Pagliochini, C; Pazzaglia, P G; Salvadori, P; Verdecchia, A

    1984-07-09

    A risk analysis for mammographic screening has been carried out in Umbria with reference both to the general population and to a more restricted one which was selected on the basis of physical examination results and common risk-factors. Losses of life-expectancy for screened and unscreened subjects have been compared. Leaving out of account economic and social factors, data analysis seems to indicate that for the selected population a one-year periodicity mammographic screening is a proper one if starting at age 31. Concerning the general population, maximum benefit is obtained for a one-year periodicity screening starting at older ages, which depend both on the hypothesized dose (with or without screens) and on the assumed tumor doubling time.

  15. Aspetti di continuità di lungo periodo dell’architettura di Venezia e osservazione sulla tipicità di alcuni processi di stratificazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Trovò, Francesco

    2010-12-01

    Full Text Available In order to interpret the links between Venice and Byzantium, it is firstly described how earliest houses in Venice were decorated by using sculptures coming from trading places. It is described the use of disassembled elements and the replacement of others, such as cornices, windows’ elements, coats of arms, among others. These were used firstly as a revival (Neo-Byzantine, 15th century, and later as reflection of the Venetian society «prudence», related to its behaviours and traditions. This prudence is mainly shown in the Renaissance. Besides this, other aspects such as the type of building and the façades, which are the main transformed surface, are analysed with the aim of researching periodical and characteristic dynamics, mainly in those façades showing stylistic renewal and new elements. Some external façades have maintained specific and easy observable characteristics, so they can be associated to a determined stylistic and morphological period. Other façades are stratified, as it is shown by the presence of elements (windows, cornices, … of different building phases. After tracing the main stratifying processes in about 40 study-cases, thanks to a macroscopic analysis, some ways of new composition elements and different stratified units are described. According to this, it is clear that the main principle is the searching for symmetry. Finally, some ways of intervention on the façades are described, highlighting some significant cases.[it] Nella prima parte dell’articolo viene descritto il modo di adornare le prime case veneziane con sculture importate dai luoghi del commercio, come ricostruzione del legame fra Venezia e Bisanzio. Si descrive l’uso di disaggregare e riposizionare vari elementi, come cornici, elementi di finestre, stemmi, prima come un iniziale revival, sia esso neobizantino o riferito al XV secolo, poi come manifestazione di «prudenza» della società veneziana, legata ai costumi, alle tradizioni. La principale manifestazione di tale prudenza è evidente nel periodo del rinascimento. Oltre alle tematiche maggiormente studiate come il concetto di tipo edilizio, anche le facciate, il luogo di maggior trasformazione, consentono la ricerca di dinamiche periodiche e caratterizzanti, soprattutto sui fronti che presentano aggiornamenti stilistici e una nuova composizione delle parti. Alcune facciate esterne hanno mantenuto una caratterizzazione specifica ben osservabile; in tal modo possono essere associate ad un preciso periodo stilistico-morfologico. Altre facciate sono stratificate, per la presenza di differenti fasi costruttive, leggibili attraverso diversi elementi (finestre, cornici…. Dopo l’illustrazione dei diversi processi di stratificazione su circa 40 casi studio, osservabili attraverso una lettura macroscopica, vengono descritte alcune modalità seguite nei processi di nuova composizione, leggibili a partire dal riconoscimento delle differenti unità stratigrafiche: risulta chiaro che il più importante principio è la ricerca di simmetria. Nell’ultima parte dell’articolo vengono descritti alcuni modi di intervento, sottolineando alcuni casi significativi.

  16. Effetti sistematici sulla misura di $\\Re (\\epsilon^{'} / \\epsilon)$ nell'esperimento NA48 al CERN Efficienze di trigger e correzioni per accidentali

    CERN Document Server

    AUTHOR|(CDS)2072189

    The discovery of CP violation in 1964 in the neutral kaon system opened a new frontier in particle physics. To the present time the only evidence for CP violation comes from K0 decays. Despite many theoretical and experimental efforts, the mechanism underlying CP violation is not completely understood. A clear observation of direct CP violation in the weak decay amplitude would rule out superweak models, providing a support for the Standard Model. The NA48 experiment, at CERN SPS, aims to search for direct CP violation through the measurement of Re(ε/ε) to 2×10−4. In order to achieve this precision, the experiment foresees to collect 5 million of $K_{L} \\rightarrow \\pi^{0}\\pi^{0}$ within three years of data taking at high beam intensity, with a carefully designed architecture. In this thesis, after a recall of theory, a detailed description of the NA48 detector is given, pointing out the measurement strategy. A full chapter is dedicated to the innovative NA48 trigger system, a fully pipelined and dead ti...

  17. Nota Critica sulla Diffusione della Partita Doppia nei Libri Mastri Delle Zecche Del Regno di Napoli. La Firma di Benedetto Cotrugli (Secc. XV-XVI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Simonluca Perfetto

    2017-07-01

    Full Text Available Attraverso il confronto di cinque registri contabili compilati dagli ufficiali delle zecche del Regno di Napoli, tra il 1453 e il 1576, l’autore tenta di stabilire quale influenza abbiano avuto nell’apparato burocratico regnicolo le conoscenze di Benedetto Cotrugli in materia di Partita Doppia. I risultati della ricerca pongono in evidenza il differente impiego che il raguseo fece di questo strumento contabile rispetto al Pacioli, in quanto oltre ad esserne stato il primo espositore e ad averlo utilizzato nella gestione della propria azienda, lo diffuse ad ogni livello socio-economico: personale, statale e teorico. Through the comparison of five accounting registers compiled by the officers of the mints of the Kingdom of Naples, between 1453 and 1576, the author attempts to establish what influence had on the reign bureaucratic apparatus the Benedict Cotrugli knowledge regarding Double Entry. The results of research put in evidence the different application that the ragusan did of this accounting tool respect to Pacioli, because over to being the first exhibitor and to have it used in the management of their company, he released it at every socio-economic level: personal, state and theoretical. Por medio de la comparación de cinco registros contables compilados por los oficiales de las fábricas de moneda del Reino de Nápoles, entre 1453 y 1576, el autor intenta establecer qué influencia tuvo en el reino el aparato burocrático el conocimiento de Benedicto Cotrugli sobre la partida doble. Los resultados de la investigación ponen en evidencia la diferente aplicación que hizo el raguseo de esta herramienta contable respecto a Pacioli, ya que al ser el primero en mostrarlo y tenerlo utilizado en la gestión de su empresa, lo lanzó a todos los niveles socioeconómicos: personal, estatal y teórico.

  18. Analysis of gas turbine cogeneration plants in Italy; Indagine sulla funzionalita` degli impianti di cogenerazione conturbina a gas operanti in Italia

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Romani, Rino; Vignati, Sigfrido [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Energia

    1997-10-01

    The purpose of this study is to improve, by random analysis, the current knowledge about functional and running data of gas turbine cogeneration plants in Italy. The analysis consider simple and combined cycle gas turbines plant with electric power less 30.000 k W per unit and involves a sample of 44 units according to a randomized model consisting of 112 gas turbines. The collected data show different plant selection criteria, energy performances, reliability and availability values as well as maintenance costs. These data support some general suggestions and recommendations for a better selection and utilization of these plants.

  19. Gli effetti delle imposte sulla convenienza a detenere titoli pubblici in Italia (1974-1986. (The effects of taxes on the yields on government bonds in Italy

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. DI MAJO

    2013-12-01

    Full Text Available Nel 1974 l'Italia ha emanato una riforma fiscale che differenzia il trattamento fiscale per i detentori di obbligazioni a seconda che essi siano imprese o privati cittadini. A sua volta, il " reddito fisso " attività finanziarie sono state distinte in base alla natura dell'emittente , pubblico o privato . Il presente lavoro tenta di tracciare e valutare l'impatto di questa riforma . In particolare, le variazioni di rendimento sui titoli di Stato viene analizzata per gli anni successivi all'introduzione della riforma fino alla sua modifica più recente , realizzato nel mese di settembre 1986. a tal fine , gli autori riassumono la modifica apportata nel codice fiscale prima quantificazione del loro impatto , soprattutto con riferimento ai conti profitti e perdite di credito istituzioni. Alcune indicazioni sugli effetti della più recente modifica del trattamento fiscale degli interessi sono anche descritti In 1974 Italy enacted a tax reform that differentiated the tax treatment for bond holders according to whether they are businesses or private individuals. In turn, "fixed income” financial activities were distinguished based on the nature of the issuer, public or private. The present work attempts to trace and evaluate the impact of this reform. In particular, the changes in yield on government bonds is analysed for the years following the introduction of the reform up to its most recent change, made in September 1986. To this end, the authors summarise the change made in the tax code before quantifying their impact, mainly with reference to the profit and loss accounts of credit institutions. Some indications on the effects of the most recent change in the tax treatment of interest are also outlined.JEL: H20

  20. Travelling TexTs alla Nordic Digital Humanities Conference: Riflessioni sulla situazione di Digital Humanities nell’ottica della storia letteraria finlandese

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Viola Parente-Čapková

    2016-12-01

    Full Text Available In my contribution, I intend to offer a report on the first conference of Nordic Digital Humanities held in Oslo on March 15-17 2016. I begin with a brief note on the present situation of the discipline, and, following the arguments brought up during the conference, reflect on its existence, development and problems. Then I concentrate on the presentation of the HERA funded Joint Research Project Travelling TexTs 1790–1914: Transnational Reception of Women’s Writing at the Fringes of Europe (Finland, Norway, Slovenia, Spain, The Netherlands and the importance of the digital tool for the project work. I tackle the concept of distant and close reading and comment briefly on the possibilities which such projects offer in terms of new ways of writing and teaching (Finnish literary history.

  1. IL BISOGNO DELL’ORIGINE E L’ORRORE DEL MUTISMO. ALCUNE NOTE SULLA QUESTIONE DELL’ORIGINE DEL LINGUAGGIO VERBALE UMANO MORE PHILOSOPHICO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Salottolo Delio

    2013-12-01

    Full Text Available In this essay we analyze more philosophico the impact of the research on the origin of human verbal language. Starting from suggestions deriving from the work of Agamben and Lévi-Strauss, two discontinuists, we face a double contradiction. The first relates to the inability to define the birth date of human language and of human world. This consideration makes us suspect that behind the passion for this issue there is a hidden need. The second concerns the mix of fascinans and tremendum linked to human mutism, which suggests, from the dominator point of view, an attitude to human animalization, and, from the dominated point of view, a form of resistance or survival instinct. Under these lenses we will read the enfant sauvage by Itard and the Foe by Coetzee. Finally we will discuss the issue of the need for origin as modern mankind melancholia and as unresolved tension towards the future.

  2. L’immagine onirica come ‘feticcio’ dell’Eros. Uno sguardo sulla lirica del Rinascimento, tra Italia e Spagna

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cristina Acucella

    2013-07-01

    Full Text Available The theme of the dream of the beloved, object of special interest by the Spanish studies (Palley 1983; Maurier 1990, Alatorre 2003, links Iberian poets of the Siglo de Oro to Italian Petrarchist poetry, often through direct textual subsidiaries, both at a level of inventio and elocutio. The purpose of this study is to examine some cases in which the Petrarchist poetry, between Italy and Spain, expresses the dialectic between the desire for the real but coy and unattainable woman, and his dream ghost, more complacent and comforting. This research particularly focuses on the relationship between Eros and memory of the beloved woman body, the concept of the dream as deception, new for the Renaissance. Moreover, it would be pointed out a special cases of imitatio between Tasso and Góngora, in which the dream becomes maker of substitutive image of the beloved. Through a comparative analysis of some texts, the study highlights the constant and the variations with which Petrarchist poetry presents the theme of the dream ghost of beloved. Attention has been paid to the differences with the Petrarch RVF, as well as to the manner of reinventing and reinterpreting the theme of the maestros italianos by Spanish Petrarchism.

  3. Remote sensing of coastal area near Bari : results of marine campaign performed with lidar fluorosensor; Rapporto sulla campagna di misura con LIDAR fluorosensore effettuate sul mare di Bari

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Barbini, R.; Colao, F.; Fantoni, R.; Palucci, A.; Ribezzo, S. [ENEA, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy). Dip. Innovazione

    1995-12-01

    The lidar fluorosensor, built at ENEA Frascati to remotely monitor the sea-water quality by collecting the water Raman back scattering and induced fluorescence from dispersed oils, suspended matter and chlorophyll, has been employed in a marine campaign in the southern Adriatic sea. To this aim, the lidar fluorosensor has been installed on a coastal guard boat and operated during the cruise. Extensive calibration measurements have been undertaken by using this system, both in laboratory and during the campaigns, to analyze sea water samples taken at several places along the Italian coasts. Absolute values of organic matter, chlorophyll concentrations have been obtained by calibrating the locally and remotely sensed lidar data with standard physical-chemical methods.

  4. Ectodermal dysplasias

    Science.gov (United States)

    Anhidrotic ectodermal dysplasia; Christ-Siemens-Touraine syndrome; Anondontia; Incontinentia pigmenti ... These resources can provide more information on ectodermal dysplasias: Ectodermal Dysplasia Society -- www.ectodermaldysplasia.org National Foundation for ...

  5. Computer codes application to evaluate comparative analysis of environmental compatibility between waste treatment plants and site characterization of Matera (southern Italy); Applicazioni del codice di calcolo SITEVAL per l'analisi della compatibilita' ambientale degli impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti alle discariche non controllate presenti nella provincia di Matera

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Cautilli, F.; Musmeci, F.; Tassoni, E. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Ambiente

    1998-07-01

    The report presents the software SITEVAL aimed at tackling the comparative analysis of environmental compatibility between waste treatment plants and hosting areas. The SITEVAL application for non-monitored urban waste landfills in the province of Matera (southern Italy) is showed with the objective to identify the more relevant environmental components in such landfills. [Italian] L'articolo illustra il codice di calcolo SITEVAL utilizzato per analisi comparative di compatibilita' ambientale di impianti di smaltimento di rifiuti con i siti che li ospitano e poi riporta l'applicazione del codice nella situazione della provincia di Matera riguardo allo smaltimento non controllato di rifiuti solidi urbani e alla individuazione delle componenti ambientali piu' sensibili alla presenza di tali discariche nel territorio. Il codice ha permesso di stilare graduatorie di compatibilita' delle discariche non controllate e di definire l'interdipendenza dei risultati dalla scelta dei parametri di input del programma.

  6. Quasi una mostra. Giulio Carlo Argan, Wart Arslan e l'allestimento del Museo dell'Alto Adige tra propaganda e museografia, 1933-1939

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Angelini, Gianpaolo

    2015-10-01

    Full Text Available L’articolo prende in esame la riorganizzazione del Museo dell’Alto Adige a cura di Wart Arslan negli anni 1933-1938 in relazione alle scelte dell’allestimento, alla propaganda di regime, agli studi sulla pittura barocca nel primo Novecento, sulla scorta dell’epistolario di Arslan e degli articoli apparsi sulla stampa specialistica.

  7. LA LINGUA ITALIANA E LE SCUOLE ITALIANE NEL TERRITORIO ISTRIANO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Chiara De Battisti

    2011-02-01

    Full Text Available L’articolo ricostruisce brevemente, dal punto di vista storico, le vicende della comunità italiana in Istria per contestualizzarne i mutamenti di carattere linguistico e socioculturale che essa ha vissuto, in particolare dal secondo dopoguerra ad oggi. Sulla base di studi e indagini  recenti, vengono prese in esame le lingue e i dialetti parlati dalla comunità italiana, la realtà multilingue e multiculturale dell’Istria attuale,  le istituzioni italiane presenti nel territorio istriano e la loro attività finalizzata alla permanenza della lingua e cultura italiana nella regione. In particolare si ricostruisce la storia della scuola di lingua italiana, le sue origini, il suo declino dopo la cessione dell’Istria alla Yugolaslavia e durante i difficili e drammatici anni dell’esodo di molti italiano dalla regione, la sua rinascita ed evoluzione dal 1980 ad oggi. Delle scuole di lingua italiana, che attualmente operano sia nel territorio istriano che fa parte della Slovenia sia in quello che fa parte della Croazia, si analizza la loro distribuzione nella regione, la loro organizzazione, il ruolo della lingua italiana come materia, come lingua di scolarizzazione e come lingua straniera, i problemi, ancora aperti, della formazione degli insegnanti e dei libri di testo, e si valuta la loro possibilità di evoluzione e di sviluppo.     Italian language and Italian schools in the territory if Istria   This article briefly discusses, from the historical point of view, the Italian community in Istria to contextualize the linguistic and socio cultural changes that have taken place in the region, especially after WWII. Based on recent surveys and studies, languages and dialects spoken in the Italian community, the multilungual and multicultural reality of Istria are examined, as well as the Italian institutions in the Istrian territory and their efforts to conserve Italian language and culture in the area.  In particular, the history of

  8. Habitat networking: a new chance for the otter in Europe?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Claus Reuther

    1995-12-01

    Full Text Available Abstract One of the main problems for otter protection in Germany as well as in Europe is the fragmentation and isolation of populations. In Germany a thriving population exists in the eastern parts of the country while in the central parts only isolated populations remain, and in the western parts the species is extirpated. On the basis of this situation a habitat network program is in progress with the aim to protect and restore not only those habitats where the otter still remains but also those habitats which can function as a network to connect the thriving with the isolated populations. This network focuses on existing protected wetlands or rivers and restoration activities in wetlands or rivers. The situation of the otter in Europe (excluding Scandinavia and the British Isles is comparable to that in Germany. There are stable or thriving populations in the eastern and western parts while in Central Europe only isolated populations remain. Following the German otter habitat network program possibilities are shown and discussed to establish a habitat network program for the otter on a European level. Riassunto Ripristino di una rete di ambienti favorevoli alla lontra: una nuova possibilità per la specie in Europa? - Uno dei principali problemi riguardanti la conservazione della lontra (Lutra lutra in Germania, come del resto in Europa, è la frammentazione e l'isolamento delle popolazioni. In Germania, una cospicua popolazione esiste nella parte orientale, mentre in quella centrale sono presenti nuclei isolati; nella porzione occidentale del paese la specie è invece praticamente estinta. Tenendo presente questa situazione, è stato avviato un programma di ricostruzione di una rete di ambienti favorevoli alla lontra con l'obiettivo di proteggere e ripristinare non solo gli ambienti in cui la specie è attualmente presente, ma anche quelli che possono funzionare come rete di

  9. Il vaso e i cocci. Note in margine a La llegenda del llibreter assassí de Barcelona

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco de Cristofaro

    2013-12-01

    Full Text Available Il contributo discute alcune questioni legate, in modo più o meno tangenziale, a La llegenda del llibreter assassí de Barcelona: dopo aver sottoposto il libro di Ramon Miquel i Planas alle domande, di metodo e di merito, presenti in un affine e più recente “giallo filologico” (il saggio di Alberto Varvaro sulla vicenda della baronessa di Carini, e dopo essersi interrogato circa il filone paraletterario delle cosiddette “Cause celebri” e circa una declinazione naturalista e straniante della letteratura processuale (il dittico di Galdós Realidad-Incógnita, il discorso si sposta su di un aspetto più prettamente storico-culturale e tematico quale l’intreccio fra bibliomania e cleptomania (soprattutto in Flaubert. L’articolo si conclude con una rapida ricognizione dei plagi letterari realizzati da Nodier, il presunto colpevole del falso da cui si diparte tutta la genealogia indagata da Miquel i Planas: un colpevole che, proprio mentre si macchia di molteplici crimini letterari, dedica loro un sofisticato trattato giurisprudenziale, in cui sistematizza e stigmatizza quegli stessi crimini This essay seeks to investigate tangentially some questions regarding La llegenda del llibreter assassí de Barcelona: after having analyzed the approaches, methods and strategies –that Alberto Varvaro has thoroughly examined in the essay on Baroness di Carini’s story–, and the literary quality achieved by Ramon Miquel i Planas in his work; and after having probed the paraliterary line of the so-called “famous trials” –mostly focusing on the naturalistic estrangement effect produced by literature works related to legal cases (e.g. the conventional diptych in Galdós’s Realidad-Incógnita–, the centre of attention shifts on the cultural, historical aspects of the bizarre relationship between kleptomania and bibliomania (especially in Flaubert. The article concludes with a swift overview of literary plagiarisms committed by Nodier, the

  10. L'applicazione dei Sistemi Informativi Geografici per la valutazione dei bisogni di salute della popolazione pediatrica immigrata residente a Roma

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. G. De Belvis

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: lo studio applica i GIS per l’analisi dei bisogni di salute della popolazione immigrata in età pediatrica regolarmente residente a Roma e per la costruzione di bacini di utenza a livello di Municipio, ASL e Comune rispetto alle corrispondenti strutture di offerta.

    Materiali e Metodi: i dati sono stati acquisiti dall’Ufficio Statistica del Comune di Roma (popolazione in età 0-18 anni residente al 31/12/2002 per Municipio, Distretto e ASL. I dati relativi all’offerta dei servizi per l’infanzia delle ASL sono stati reperiti dalle ASL, dal Comune e dalla Caritas di Roma. I dati sono stati successivamente inseriti, verificati ed analizzati attraverso i programmi Excel e Stata7. L’utilizzo delle applicazioni GIS è stato realizzato attraverso il software Arc-View.

    Risultati: dei 169.064 immigrati presenti al 31/12/2002, quelli in età pediatrica (29.629 sono variabilmente distribuiti rispetto al totale degli immigrati e alla popolazione pediatrica residente.
    Ad esempio, la proporzione immigrati minori/immigrati varia da un minimo del 7,3% in Municipio I, ad un massimo del 20,1% nei Municipi VII e VII (Media: 13.26, I.C.95%: 11.46-15.05.
    L’analisi ha permesso di caratterizzare i bisogni socio-sanitari per Municipio, distretto e ASL. Una valutazione quantitativa della relazione bisogno/offerta è stata realizzata georeferenziando la popolazione immigrata in età pediatrica con le corrispondenti strutture di offerta censite.

    Conclusioni: l’utilizzo dei GIS in epidemiologia e sanità pubblica si presenta sempre più prezioso, per la capacità di sintetizzare, rappresentare efficacemente i fenomeni, suggerire ipotesi di correlazioni tra i fenomeni e indirizzare le decisioni in sanità.
    L’applicazione dei GIS sulla popolazione immigrata in età pediatrica – regolarmente residente a Roma - si è prestata in maniera efficace

  11. Impact of the tsunami (December, 2004 on the long tailed macaque of Nicobar Islands, India

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Kuppusamy Sivakumar

    2010-08-01

    Full Text Available Abstract
    We carried out a standard survey to assess the distribution and abundance of Macaca fascicularis umbrosa of Nicobar Islands (India after the tsunami which washed the whole region in 2004 and compared them with those reported for 2000. A total of 40 groups, comprising 814 monkeys, was sighted, group size varying from 7 to 98 animals (mean ± SD = 20.35 ± 1.82. There was no significant change in the number of groups sighted in the interior parts of the islands before and after the tsunami, whilst the number of groups sighted in coastal areas was significantly lower after the tsunami. Also, the adults/juveniles ratio in the group varied from ca. 1:1 to 1:0.4. A fairly low ratio of immatures to adult females suggests that the tsunami also affected the population structure of the monkeys. The destruction of major coastal fruit-trees exploited by monkeys might be the reason for their lower presence in coastal areas. Future restoring of fruit plantations could enhance the human-wildlife conflict.

    Riassunto
    Impatto dello tsunami (Dicembre 2004 sul macaco delle Isole Nicobar, India
    La distribuzione e l’abbondanza di Macaca fascicularis umbrosa sulle Isole Nicobar (India sono state stimate tramite campionamenti standardizzati dopo lo tsunami che ha colpito l’intera regione nel 2004 e comparate a quelle ottenute nel 2000. Sono stati avvistati 40 gruppi, formati da 7 a 98 animali (media ± DS = 20.35 ± 1.82, per un totale di 814 macachi. Non sono state rilevate variazioni significative del numero di gruppi presenti nelle parti interne delle isole, mentre sono diminuiti i gruppi osservati nelle foreste costiere. Il rapporto tra adulti e giovani è variato da circa 1:1 a 1:0.4. In particolare, il basso numero di giovani per femmina adulta suggerisce che lo tsunami possa aver influito negativamente sulla struttura della popolazione. La distruzione

  12. Air and water pollution sources analysis in Northern Lazio; Censimento di fonti d'inquinamento atmosferico e idrico nell'Alto Lazio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Triolo, L; Barlattini, M; Sidoti, G; Tanzi, V; Testa, V [ENEA, Divisione Biotecnologie e Agricultura, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Naviglio, L [ENEA, Divisione Protezione dell' Uomo e degli Ecosistemi, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Boni, E; Proli, L; Santella, A; Squillacioti, T [Cooperativa Energia e Territorio Srl, Viterbo (Italy)

    2001-07-01

    Assessment of pollution sources was carried out in the North of Lazio because of ENEA interest to investigate on ecosystem and of this region. First part of the study concerns atmospheric emissions from oil combustion (SO{sub 2}, NO{sub x}, HC, CO, Particulate) associated to industrial and civil activities of Viterbo Province. Assessment of pesticide immission in environment from main crops of 9 omogeneous agricultural areas was completed. Pollution of Marta and Mignone rivers evaluation was carried out in the second part of the study. Agriculture chemical compounds and sewage chemicals wastes were estimated in Marta and Mignone basins. Inventory of industrial and civil emissions of atmospheric pollutants in Civitavecchia, S. Marinella and Tarquinia municipalities constitutes the third part of this study. Great relevance of atmospheric emissions has been attributed to thermoelectric plants of Torvaldaliga Sud, Torvaldaliga Nord and Fiumaretta and to cement factory of Italcementi, that are sited in Civitavecchia territory, Also a relevant contribution to atmospheric pollution is given by Civitavecchia port activities overall because of large oil products tanks. [Italian] L'analisi delle fonti inquinanti dei territori del Nord del Lazio e' stata effettuata per fornire una base dati per l'assessment degli effetti dell'inquinamento atmosferico sugli ecosistemi terrestri e acquatici e sugli agroecosistemi del territorio stesso. Nella prima parte dell'indagine sono state stimate, per l'intera provincia di Viterbo, le emissioni di particolato, SO{sub 2}, NO{sub x}, Idrocarburi e CO causate dalla combustione di prodotti petroliferi associati ai settori industriali e civili (in particolare al riscaldamento domestico e all'autotrasporto). Per l'agricoltura la valutazione delle emissioni di pesticidi e' stata effettuata sulla base delle pratiche agricole delle colture di olivo, vite, nocciolo e di altre orticole, fruttifere e cereali presenti in 9 aree omogenee rispetto all

  13. L'Osservatorio delle disuguaglianze dell'Azienda USL di Ferrara

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. De Togni

    2003-05-01

    Full Text Available

    È ormai riconosciuto che bassa condizione socio-economica e limitato sviluppo culturale possono agire negativamente sul benessere individuale e sul livello di salute collettiva e determinano criticità nell’accesso alle cure, fenomeni che appaiono prevedibili, prevenibili e correggibili per migliorare la qualità e l’efficienza del sistema sanitario. Nell’area ferrarese sono presenti situazioni di svantaggio relativo non riconosciute e di difficile individuazione, il cui miglioramento si tradurrebbe in un beneficio sia per la condizione individuale che per la collettività.

    Obiettivi: la direzione sanitaria ed il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL e l’Università degli Studi di Ferrara hanno dato vita al progetto “Osservatorio sulle disuguaglianze” allo scopo di sperimentare nuove modalità informative, più agili e tempestive delle rilevazioni censuarie, per individuare aree geografiche e/o fasce di popolazione verso le quali promuovere azioni di contrasto alle disuguaglianze in salute.

    Metodi: l’osservatorio prevede inizialmente tre sottoprogetti: 1. accesso agli screening femminili per definire i determinanti socio-ambientali e culturali delle donne non rispondenti; 2. salute neonati che, sulla base del nuovo certificato di assistenza al parto (CEDAP, mira a valutare situazioni di disuguaglianza in una fascia di età molto fragile; 3. coinvolgimento di medici di medicina generale (MMG, aderenti volontariamente all’indagine, nella raccolta sistematica di informazioni utili a monitorare il fenomeno delle disuguaglianze nella popolazione ferrarese. Risultati: l’attività dell’osservatorio è iniziata nell’aprile 2003 con l’elaborazione di un questionario da presentare alle donne non aderenti allo screening dei tumori del collo uterino e con la valutazione delle modalità di somministrazione del questionario (postale o telefonico avvalendosi della

  14. Air and water pollution sources analysis in Northern Lazio; Censimento di fonti d'inquinamento atmosferico e idrico nell'Alto Lazio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Triolo, L.; Barlattini, M.; Sidoti, G.; Tanzi, V.; Testa, V. [ENEA, Divisione Biotecnologie e Agricultura, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Naviglio, L. [ENEA, Divisione Protezione dell' Uomo e degli Ecosistemi, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Boni, E.; Proli, L.; Santella, A.; Squillacioti, T. [Cooperativa Energia e Territorio Srl, Viterbo (Italy)

    2001-07-01

    Assessment of pollution sources was carried out in the North of Lazio because of ENEA interest to investigate on ecosystem and of this region. First part of the study concerns atmospheric emissions from oil combustion (SO{sub 2}, NO{sub x}, HC, CO, Particulate) associated to industrial and civil activities of Viterbo Province. Assessment of pesticide immission in environment from main crops of 9 omogeneous agricultural areas was completed. Pollution of Marta and Mignone rivers evaluation was carried out in the second part of the study. Agriculture chemical compounds and sewage chemicals wastes were estimated in Marta and Mignone basins. Inventory of industrial and civil emissions of atmospheric pollutants in Civitavecchia, S. Marinella and Tarquinia municipalities constitutes the third part of this study. Great relevance of atmospheric emissions has been attributed to thermoelectric plants of Torvaldaliga Sud, Torvaldaliga Nord and Fiumaretta and to cement factory of Italcementi, that are sited in Civitavecchia territory, Also a relevant contribution to atmospheric pollution is given by Civitavecchia port activities overall because of large oil products tanks. [Italian] L'analisi delle fonti inquinanti dei territori del Nord del Lazio e' stata effettuata per fornire una base dati per l'assessment degli effetti dell'inquinamento atmosferico sugli ecosistemi terrestri e acquatici e sugli agroecosistemi del territorio stesso. Nella prima parte dell'indagine sono state stimate, per l'intera provincia di Viterbo, le emissioni di particolato, SO{sub 2}, NO{sub x}, Idrocarburi e CO causate dalla combustione di prodotti petroliferi associati ai settori industriali e civili (in particolare al riscaldamento domestico e all'autotrasporto). Per l'agricoltura la valutazione delle emissioni di pesticidi e' stata effettuata sulla base delle pratiche agricole delle colture di olivo, vite, nocciolo e di altre orticole, fruttifere e

  15. A predictive model of the effect of environmental factors on the occurrence of otters (Lutra lutra L. in Hungary

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ildikó Kemenes

    1995-12-01

    useful tool to pinpoint sites of possible significance for the purposes of conservation of existing or potential otter habitats. Riassunto Modello predittivo dell'effetto dei fattori ambientali sulla presenza della Lontra (Lutra lutra L. in Ungheria - Un'indagine sulla distribuzione della lontra (Lutra lutra L. in Ungheria ha evidenziato che la specie è comune in buona parte del paese dove l'ambiente acquatico appare adatto. C'era comunque un largo numero di habitat apparentemente in buone condizioni dove la presenza della specie non era accertata. Al contrario, alcuni siti, che sulla base di una valutazione qualitativa sarebbero stati negativi per la lontra, rivelavano segni di presenza del mustelide. L'unico fattore che limitava fortemente la presenza della specie era l'elevato inquinamento chimico delle acque, come accertato dai dati raccolti dalle autorità competenti. Quanto sopra esposto ci ha portato all'impiego di un metodo quantitativo che tenesse conto delle variabili ambientali (3 valutate secondo una scala di punteggio e 5 sulla base della loro presenza/assenza che potevano influenzare la presenza della specie. Il modello di analisi utilizzato, chiamato regressione logistica, è utile per esaminare le relazioni tra una variabile dipendente binaria e un gruppo di variabili indipendenti espresse secondo categorie. Per 369 siti esaminati in diversi corpi idrici è stata accertata la presenza (valore 1 o l'assenza (valore 0 della lontra e sono state stimate le seguenti variabili: profondità dell'acqua, pendenza delle rive, copertura vegetale riparia e la presenza o assenza di vari fattori legati alle attività produttive, quali, ad esempio, l'uso agricolo dei terreni a ridosso delle rive dei corpi idrici e la presenza visibile di inquinamento. Le prime tre variabili erano valutate secondo una scala di punteggio, le altre invece avevano valore 1 quando presenti, 0 quando assenti (v. metodi. I risultati ottenuti

  16. Qualitative analysis of the capacity to consent to treatment in patients with a chronic neurodegenerative disease: Alzheimer's disease / Analisi qualitativa sulla capacità a prestare consenso al trattamento in pazienti con malattie cronico degenerative neuropsicoorganiche: Demenza di Alzheimer.

    Science.gov (United States)

    Carabellese, Felice; Felthous, Alan R; La Tegola, Donatella; Piazzolla, Giuseppina; Distaso, Salvatore; Logroscino, Giancarlo; Leo, Antonio; Ventriglio, Antonio; Catanesi, Roberto

    2018-02-01

    Informed consent is an essential element in doctor-patient relationship. In particular, obtaining valid informed consent from patients with neurocognitive diseases is a critical issue at present. For this reason, we decided to conduct research on elderly patients with Alzheimer's disease ( Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, 5th Edition (DSM-5) to assess their capacity to make treatment decisions. The experimental group comprised 70 Alzheimer patients who were admitted to the Neurodegenerative Disease Unit of the University of Bari. The control group consisted of 83 elderly patients without neurocognitive disorders who were hospitalized in the Geriatric Unit at the same university. After providing written consent to participate in the research, each subject underwent the following assessments: (a) assessment of comprehension sheet, (b) Neuropsychiatric Inventory (NPI) and Global Functioning Evaluation (GFE), (c) neurological evaluation, (d) neuropsychological assessment with a full battery of tests, (d) The MacArthur Treatment Competence Study (MacArthur Competence Assessment Tool for Treatment (MacCAT-T); understanding, appreciating, reasoning and expressing a choice) and (e) a semi-structured interview administered by the patient's caregiver. The present survey was designed to analyze possible qualitative and quantitative correlations between cognitive functioning and capacity to consent in relation to different degrees of severity of the neurodegenerative disorder. A large portion of the patients in our experimental sample did not appear to have the capacity to provide a valid consent. The authors present initial results of this study and discuss their possible implications.

  17. Una ricerca sulla violenza di genere nell’Ateneo bolognese / Une recherche sur la violence de genre à l’Université de Bologne (Italie / A research on gender violence at the University of Bologna

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bisi Roberta

    2013-07-01

    Full Text Available Nell’articolo vengono proposte alcune riflessioni sui dati emersi da una ricerca condotta tra le studentesse universitarie dell’Ateneo bolognese. La ricerca in tema di “Gender –Based Violence, Stalking and Fear of Crime – Prevention and Intervention”, inserita entro il programma dell’Unione Europea “Prevention of and Fight Against Crime”, ha posto in evidenza la necessità che l’Università si impegni a preparare dal punto di vista professionale tutti gli operatori che, a vario titolo, lavorano su queste problematiche (volontari, forze dell’ordine, medici, operatori sociali, avvocati, giudici, ecc.. RésuméCet article a pour but de présenter quelques pistes de réflexion sur les données venant de la recherche “Gender –Based Violence, Stalking and Fear of Crime – Prevention and Intervention”. Les réponses des étudiantes de l’Université de Bologne ont mis l’accent sur le fait qu’il est nécessaire que l’Université s’engage plus activement dans le développement des programmes de formation pour tous les professionnels travaillant sur ce sujet (avocats, juges, policiers, médecins, volontaires, travailleurs sociaux.AbstractThe article suggests some reflections on data gathered from a research among female students of the University of Bologna. The research dealing with “Gender –Based Violence, Stalking and Fear of Crime – Prevention and Intervention”, highlighted the important role of the University in training all professionals involved in this matter (doctors, lawyers, police forces, judges, volunteers, social workers.

  18. Realisation of a small hydro power plant in the water supply of the Gudo municipality; Realizzazione di una microcentrale idroelettrica sulla condotta di adduzione tra le sorgenti Valle del Cugnolo e il serbatoio Sasso Grande - Studio di fattibilita

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Mutti, M.

    2008-12-15

    This report for the Swiss Federal Office of Energy (SFOE) presents the feasibility study for the renewal of the drinking-water supply of the Gudo Municipality, Switzerland, including a new micro-scale power plant at the entrance of the main water reservoir. The water quantities available are listed. The investment cost is evaluated. The major cost arises from the replacement of the main pipe connecting the remote spring to the water reservoir by a penstock following a new lie. The project is technically feasible, but economically not. However, considering the age and actual status of the water supply, the authorities will anyway soon have to take adequate measures.

  19. L'impatto potenziale dell'ECU privato sulla stabilità di cambio globale ed europea. (The private ECU’s potential impact on global and European exchange rate stability

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    H. JAGER

    2013-12-01

    Full Text Available Questo articolo esamina i potenziali vantaggi e svantaggi della creazione di mercati ben sviluppati European Currency Unit (ECU di deposito e di credito nell'ambito della CEE. I principali svantaggi potenziali sono la maggiore velocità di creazione dell'ECU e del Sistema monetario (SME movimenti intra europeo dei depositi ECU . I vantaggi potenziali dovrebbero includere una migliore efficienza nei mercati monetari , un impulso a una maggiore integrazione monetaria e coordinamento politico nello SMEThis article examines the potential advantages and disadvantages of the creation of well-developed European Currency Unit (ECU deposit and credit markets within the EEC. The major potential disadvantages are the higher speed of ECU creation and of intra-European Monetary System (EMS movements of ECU deposits. The potential advantages would include improved efficiency in the money markets, an impetus to greater monetary integration and policy co-ordination in the EMS.JEL: F15, F36, E42

  20. Ricadute metalinguistiche dell'insegnamento dell'esperanto sulla lingua materna dell'alunno: Un'esperienza nella scuola media italiana (Metalinguistic Benefits of Planned Language Instruction: The Case of Esperanto in an Italian Secondary School).

    Science.gov (United States)

    Pinto, Maria Antonietta; Corsetti, Renato

    2001-01-01

    Two groups of secondary school students participated in an experiment on the effect of Esperanto instruction on their metalinguistic abilities. The group that studied Esperanto for a full school year achieved better results on independently developed tests of metalinguistic ability in comparison with the control group. Results suggest the teaching…

  1. Postille sulla produzione di dati mediante indagini di vittimizzazione / Annotations sur la création des données par enquêtes de victimisation / Notes on data from victimization surveys

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Raiteri Monica

    2010-03-01

    Full Text Available This essay puts forward a critical review of the relationship between the size of the police force and crime rate mediated by the precaution taken by potential victims. It has been examined by two Dutch scholars, Vollaard and Koning, from the law and economics point of view and is a comparison between data collected from police reports and data generated through victimization surveys. The matter concerns the acceptance of the synchronous model scrutinised, which is being strongly questioned underlining the limits and paradoxes that may occur. Conversely, the author outlines the advantages of assuming a recursive model, characterised by a time gap between increases in crime rate, size of the police force and precautions taken by potential victims that will be able to highlight the strength of each variable to fight back, thus contributing to the correct detection of causal links.

  2. L’artista vivente come fonte e archivio della danza. Le interviste a Cristina Hoyos, Dominique e Françoise Dupuy per le ricerche sulla danza come patrimonio culturale immateriale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elisa Anzellotti

    2015-03-01

    Full Text Available The 1900 is the century in which they feel the need to conserve more in opposition to the big run of events and thus proliferate archives. Although the dance has this “need for memory”. When it comes to living artists certainly the most important archives are themselves, their body, their knowledge, in fact in Japan people can be recognized as cultural heritage because of the wealth of information that lead into them. Today fewer dancers write and there is a risk that this big heritage will be lost. The dancers still alive are important sources for dance and their material is a precious treasure for researchers, which is why I decided to make these interviews with personalities from the world of dance that have addressed these issues, and I want to share some concepts and compare them. The cases are taken as examples as Françoise and Dominique Dupuy in France, which both have theorized on the memory of the dance, and Cristina Hoyos, dancer and choreographer, but especially the creator of the Museum of Flamenco in Seville. The central argument is therefore the dance as an intangible cultural heritage and the problem of conservation, especially in the era of globalization, as well as the question of memory and a museum of the ephemeral, certain topics are addressed here that very big but limited to what is the point of view of the respondents who have been asked questions about the report: dance and archive/museum, dance and policy/globalization, dance and rhythm, dance and visual arts.

  3. Carabid communities in forests of ENEA centre of Brasimone, Bologna (Italy); I coleotteri carabidi nei boschi del centro ENEA del Brasimone, Bologna: effetti della gestione forestale sulla carabidocenosi di alcune formazioni boschive dell`Appennino tosco-emiliano

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    De Mei, M; Collina, M [ENEA, Casaccia (Italy). Dipt. Ambiente; De Felici, S; Vigna Taglianti, A [Rome Univ. (Italy). Dipt. Biologia Animale dell` uomo

    1995-08-01

    The ENEA (Italian Agency for New Technologies, Energy and the Environment) forest property may be regarded as an open laboratory; interdisciplinary studies on ecology of aquatic and terrestrial mountain ecosystems are feasible. Six sites in tosco-emiliano Apennine (Brasimone area, Italy) were sampled by pitfall traps to assess the forest dwellers ground beetle coenoses. In spite of different wood species, vegetation cover and physionomy, Carabid communities are quite similar in species assemblages, ecological characterization and chronological spectra.

  4. "La casa delle donne. Sulla storia della traduzione italiana di Dom kobiet di Zofia Nałkowska" [La casa delle donne. The history of the Italian translation of Dom kobiet by Zofia Nałkowska

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anita Kłos

    2015-12-01

    Full Text Available "In 1930 Sibilla Aleramo translated the play Dom kobiet by Polish writer Zofia Nałkowska into Italian. This three-act drama, probably the first play with only female characters in the history of theatre, was set in Warsaw the same year and was suddenly a huge success in Poland. Aleramo’s translation has remained unpublished and has been preserved (as a manuscript and a typescript draft in the author’s archive belonging to the Fondazione Istituto Gramsci in Rome. The paper focuses on the history of this text, based mainly on the analysis of Nałkowska’s diary and unpublished letters and documents from Aleramo’s archive."

  5. First data on the feeding habits of the Red fox (Vulpes vulpes L. in Sicily / Primi dati sulla posizione trofica della Volpe (Vulpes vulpes L. in Sicilia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Igor Fais

    1991-07-01

    Full Text Available Abstract From December 1986 to May 1988 the diet of the fox was studied by analysis of 539 droppings of which 349 gathered in a woodland (Province of Palermo throughout a year (1987 and 190 in different localities of the Sicily. Invertebrates (77%, mostly Arthropods, were the staple food, followed by fruits (38%, Mammals (31% and Birds (12%. Mammals were especially represented by small species (21% and occasionally by Lagomorphs (4%; they mainly occurred in winter and spring. Fruits and Invertebrates were eaten in a good number throughout the year with peaks of frequency in autumn and in summer. The feeding habits of the fox in Sicily are typical of a generalist species. Riassunto Da dicembre 1986 a maggio 1988, la dieta della Volpe è stata studiata mediante l'analisi di 539 feci, di cui 349 raccolte nel bosco di Ficuzza (provincia di Palermo, dove sono state evidenziate le variazioni stagionali delle categorie alimentari rilevate, e 190 in diverse località della Sicilia. I dati raccolti sono stati espressi come frequenza percentuale delle presenze. Le principali componenti della dieta sono gli Invertebrati (77% rappresentati soprattutto da Artropodi, i frutti (38%, i Mammiferi (31% e gli Uccelli (12%. I Mammiferi sono costituiti prevalentemente da specie di piccole dimensioni (21% e occasionalmente da Lagomorfi (4%, e sono predati soprattutto in inverno e primavera. I frutti e gli Invertebrati sono abbondantemente consumati per l'intero arco dell'anno e mostrano picchi di presenza in autunno e in estate. In Sicilia, le abitudini alimentari della Volpe sono tipiche di un predatore generalista.

  6. Il tempo come materiale da costruzione. Il museo delle collezioni reali sulla Cornisa di Madrid / Time as a Construction Material. The Museum of the Royal Collections on Madrid's Cornisa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Emilio Tuñón

    2016-01-01

    Full Text Available L’autore stesso dell’opera racconta nell’articolo il lungo percorso temporale che hanno attraversato per giungere alla realizzazione del Museo delle Collezioni Reali, che si estende sul bordo occidentale della città antica monumentale. Da un lato la scelta materico costruttiva, la ripetizione dei portali in cemento bianco, così influenzata dal contesto e dalle sue complesse stratificazioni storiche, e dall’altro la scelta tipologica, strettamente condizionata dalle necessità espositive della contemporaneità, sono declinazioni diverse di un tempo riletto come materiale del progetto. / In this article, the selfsame creator of the work tells of the long timeframe necessary to create the Museum of the Royal Collections, which stretches along the western edge of the ancient monumental city. On the one hand, the choice of construction materials, the repetition of portals in white concrete, so influenced by the context and its complex historical stratifications, and on the other the choice of the type, strictly conditioned by contemporary exhibition needs, are different variations of Time reinterpreted as design material.

  7. Appunti sulla produzione giovanile di Pinuccio Sciola. Un inedito Crocifisso ligneo per la Basilica di San Saturnino a Cagliari / Notes on the youth production of Pinuccio Sciola. An unpublished wooden crucifix for the basilica of St. Saturnino in Cagliari

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rita Pamela Ladogana

    2017-12-01

    Full Text Available Il contributo prende in esame il Crocifisso ligneo realizzato alla fine degli anni Settanta dallo scultore Pinuccio Sciola, figura di respiro internazionale, noto soprattutto per la produzione delle sue “pietre sonore”. L’opera, finora inedita, è stata acquisita dal Polo museale della Sardegna poco prima della morte dell’artista, avvenuta nel maggio del 2016, ed è destinata alla Basilica paleocristiana di San Saturnino, intitolata al patrono della città di Cagliari. La lettura della scultura, condotta attraverso l’analisi iconografica e stilistica, pone in evidenza le peculiari caratteristiche che rimandano all’iconografia medievale del Crocifisso gotico doloroso, molto diffusa in Sardegna, e reinterpretata dallo scultore in chiave moderna. Il crocifisso ha offerto l’occasione di una unitaria rivisitazione critica dell’attività di Sciola nel periodo giovanile di formazione durante gli anni Sessanta e Settanta del Novecento, attività poco indagata dagli studiosi e sempre marginalmente trattata. Si tratta di una produzione prevalentemente figurativa influenzata evidentemente dagli studi condotti dall’artista prevalentemente fuori dall’isola e delle sollecitazioni degli spunti visivi recepiti attraverso i viaggi e la visita alle mostre. This contribution examines the wooden crucifix made at the end of the seventies by the sculptor Pinuccio Sciola, best known internationally for the production of its “sound stones”. The artwork, so far unpublished, was acquired by the institution PolSo museale regionale della Sardegna shortly before the artist's death in May 2016 and it is intended to be exposed in the early Christian basilica of St. Saturnino, named after the patron saint of the city of Cagliari. Both an iconographic and stylistic analysis of the sculpture highlights specific connections to the medieval iconography of the painful Gothic crucifix, very common in Sardinia, that the sculptor reinterpreted in a modern way.  The crucifix offered an opportunity for a unified critical review of Sciola’s activity during his juvenile training in the sixties and seventies, not much investigated by researchers and always touched upon marginally. It is a mainly figurative production, evidently influenced by the studies that the artist made mostly outside the island and impressed by what he saw through travel and visits to exhibitions.

  8. BibliOnWeb: la biblioteca a portata di click. Un "sistema" web avanzato ed innovativo per la gestione, la diffusione e il trasferimento delle informazioni sulla prevenzione e la sicurezza sul lavoro.

    OpenAIRE

    Aceti, Angela; Bellantonio, Nunzia

    2005-01-01

    This article deals with the realization of a content management system portal to diffuse information in the field of safety at work. This portal, in an intranet area, acts as interface of all the library services and products in the respect of iternal users.

  9. Nuova industria o nuova economia? L'impatto dell'informatica sulla produttività dei settori manifatturieri in Italia (New Industry or New Economy? The Impact of the Information Technology on the Productivity of the Italian Manufacturing Sectors

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alfonso Gambardella

    2012-04-01

    Full Text Available This paper employs a sample of 3,525 manufacturing firms in Italy to estimate the impact of investments in Information & Communication Technology (ICT on firms' productivity. The results, which are confirmed by separate estimations for individual industries or groups thereof, support the hypothesis that the ICTs are a general-purpose technology, or a new technological paradigm. This is because, like with electricity, they influence the productivity of firms in many industries, including traditional ones. Moreover, the firms with higher investments in ICTs show higher employment growth. Our results also indicate that there are differences among firms in the propensity to invest in the ICTs, irrespective of their industry.       JEL Codes: L60, D24, L86, G31Keywords: Firm, Investment, Manufacturing, Productivity         

  10. Souvenir d’ailleurs. Note sulla scrittura e le immagini di viaggio in Jacques Derrida - Souvenir d’ailleurs. Remarks on the prose and the travelling images in Jacques Derrida

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Raoul Kirchmayr

    2011-09-01

    Full Text Available The travelling images produced by Jacques Derrida when he goes back to his native home in the suburbs of Alger after a trip to Moscow and a stay in Athens introduce the reader to the intricate theme of travelling and emotions. To go, to remain, to go back intertwine with memory, with memories: emotions are the travel, but the relations among them, analyzed with extraordinary sharpness lead us to the depth of the human soul. The article analyzes both the ethic dimension of being-on-a-trip and the exposure to the other and to its taking place as a possibility sprouting from the impossible and the incalculable. This is an event of experience and language at the same time. To be on a trip therefore coincides with a certain pragmatic of language in which the language of the other – that is the language in which I am spoken – can find a place in the language which is defined as our “own”

  11. Il manoscritto miniato Collectanea del cardinale Nicolás Rossell dell´Archivio Vaticano Arm. XXXV, 70. Contributo sulla questione dell´attivita dei miniaturisti boemi alla corte degli antipapi avignonesi Clemente VII e Benedetto XIII

    Czech Academy of Sciences Publication Activity Database

    Studničková, Milada

    2008-01-01

    Roč. 6, - (2008), s. 73-90 ISSN 1214-9438 R&D Projects: GA AV ČR IAA8033202 Institutional research plan: CEZ:AV0Z80330511 Keywords : Czech book illumination * Avignon book illumination * master of the missal of Klement VII * Vatican archive * Holkham Hall Subject RIV: AL - Art, Architecture, Cultural Heritage

  12. Verona/Milano, andata e ritorno. Appunti sulla presenza dei pittori veronesi a Milano nel XIX secolo / Verona/Milano, there and back. Notes on Verona’s painters in Milan in the 19th Century

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Casotto

    2013-11-01

    Full Text Available Lo studio intende illustrare (quando possibile anche attraverso le testimonianze scritte degli artisti le vicende dei pittori veronesi che, nel secolo XIX, cercano e in molti casi trovano fortuna a Milano, il centro artistico più aggiornato e vivace di tutto il Nord Italia, rinomato soprattutto per la sua Accademia e le frequentatissime esposizioni. Questa “migrazione” si verifica perché Verona, durante il periodo della dominazione asburgica (1815 – 1866, diviene il perno del sistema militare del regno Lombardo-Veneto e, conseguentemente, il suo sviluppo è subordinato alle necessità delle numerose compagnie militari che stazionano o transitano sul suo territorio. Si incrementano quindi l’edilizia militare, i mezzi di comunicazione per collegamenti di lunga distanza, ma non lo sviluppo urbanistico della città e la nascita di piccole industrie e commerci che possano favorire la popolazione civile. In questa situazione anche il mercato dell’arte languisce, sia per la carenza di committenti pubblici e privati, sia per le poche occasioni di promozione che si organizzano in questi difficili anni. A ciò si aggiunga che anche l’Accademia cittadina vive un momento di stagnazione, dovuta in parte agli obsoleti metodi di insegnamento e in parte alla mancanza di fondi, che causano un tale abbassamento di qualità nell’insegnamento per cui gli artisti qui formati si rivelano impreparati a competere con i colleghi provenienti da altre realtà del paese. Dopo L’Unità d’Italia e, soprattutto, dopo la riforma dell’Accademia veronese (1873, i rapporti tra Verona e Milano, invece, si fanno più complessi: non sono più solamente i pittori veronesi a recarsi nel capoluogo lombardo per studiare e per esporre, ma anche gli autori lombardi non disdegnano le manifestazioni della città veneta e addirittura ambiscono a ottenere e di fatto, spesso, ottengono, la direzione dell’Accademia scaligera. Si deve infine notare che il legame tra le due città ha delle ripercussioni anche sul linguaggio artistico dei veronesi, il quale si differenzia dalla restante arte veneta – in massima parte influenzata dalla tradizione veneziana – proprio per una certa affinità con la pittura lombarda.   The study aims to illustrate (when it is possible also through artists’ writings the stories of the Verona’s painters who, in the nineteenth century, seek their fortune in Milan, which was the most updated artistic center in North Italy, especially beaucase of its Academy and its frequented exhibitions. This "migration" occurs because, during the Hapsburg’s rule (1815 - 1866, Verona becomes the pivot of the military system of the Regno Lombardo - Veneto and, consequently, the development of the city is subordinated to the needs of the military companies that stay or transit through its territory. Therefore military buildings and the means for long distance communications are increased, but the development of the city and the creation of small industries and businesses, that can help Verona’s people, are disregarded. In this situation, the art market is slack, both for the lack of public and private buyers, and for the few exhibitions organized during these difficult years. Also the Verona’s Academy experiences hard tiemes, due to outdated teaching methods and to the lack of money: in this situation the quality of teaching gets worse, so the artists, who have studied at this school, are unprepared to compete with painters coming from other italian Academies. After the unification of Italy and especially after the reform of the School of fine art of Verona (1873, the relationship between Verona and Milan becomes more complex: not only Verona’s painters go to Milan for studing and exhibiting their works of art, but also the authors from Lombardia do not disdain the shows of the Venetian city and even they aim at the direction of Verona’s Academy. Finally, it should be noted that the link between the two cities has an impact also on the artistic language of Verona’s painters, which is very different from the rest of Venetian art - largely influenced by the Academy of Venice - just for a certain affinity with the painting of Milan’s school.

  13. Feasibility study of a small hydro power plant in the drinking water supply scheme Val Pesta, Switzerland; Realizzazione di una microcentrale idroelettrica sulla condotta di adduzione tra le sorgenti Val Pesta e il serbatoio Pianascio. Studio di fattibilita

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Mutti, M.

    2008-07-01

    This final report for the Swiss Federal Office of Energy presents a feasibility study for the energetic use of the potable water from the Val Pesta, a small valley in Southern Switzerland. These springs deliver water to the city of Locarno and to the municipalities of Lavertezzo and Cugnasco-Gerra. The springs are located 370 m higher than the reservoirs. The hydraulic head can be used to generate electricity. the expected power is about 60 kW, depending on the variant considered. Technical and financial aspects of the project are discussed. Estimated energy yield and cost figures are given.

  14. Sentiment Analysis per analizzare gli effetti del cinema sulla percezione dei luoghi. Il caso pugliese / Sentiment Analysis to study the effects of cinema on the perception of places. The case of Puglia Region

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Valentina Albanese

    2016-05-01

    Full Text Available Il film induced iourism è un fenomeno ormai indiscutibile e che va affrontato con sistematicità e metodologie sempre più raffinate per consentire ai policy makers di sfruttarne più consapevolmente le potenzialità. In Puglia la realizzazione di pellicole di successo ha provocato effetti turistici e territoriali notevoli. Per poter comprendere realmente se e quanto l’incoming turistico pugliese sia influenzato, nella sua dimensione quantitativa e qualitativa, dall’immagine veicolata dal cinema, si ipotizza qui l’utilizzo di una nuova metodologia di analisi: la Sentiment Analysis. Si intende passare al setaccio i Big Data tematici, tramite una scansione intelligente dei social network e poi riportare le valutazioni (sentiment sul territorio pugliese espresse nei diversi luoghi virtuali di conversazione da parte della domanda turistica. Questa tipologia di studio del dato è del tutto innovativa per il settore cineturistico e può portare ad esiti del tutto inattesi sovvertendo in alcuni casi le interpretazioni prettamente soggettive dei dati quantitativi più tradizionali. Film induced tourism is an undeniable phenomenon and it is necessary to study it sistematically and with sophisticated methods to allow policy makers to exploit, more consciously, its potentiality. In Apulia the successful movies maybe have caused tourism and territorial remarkable effects. In order to understand if and how incoming in Apulia is influenced, in quantitative and qualitative terms, from the image conveyed by cinema, we’ll use a new method of analysis: the Sentiment Analysis. It means making an intelligent scanning of social networks and then bring feedback (sentiment about Apulia expressed in different virtual places of conversation by the tourist demand. This kind of opinion mining study is totally innovative for film induced tourism and can lead to outcomes completely unexpected subverting, in some cases, subjective interpretations of the quantitative, more traditional, data.

  15. Study of the influence of central nuclear power plants at Valdaliga (Civitavecchia) on the chemical composition of local rain; Studio dell'influenza delle centrali termoelettriche di torre Valdaliga (Civitavecchia) sulla composizione delle deposizioni umide locali

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Bargagli, A; Morabito, R [ENEA - Dipartimento Protezione Ambientale e Salute dell' Uomo, Centro Ricerche Energia, Casaccia (Italy); Basili, N [ENEA - Dipartimento Tecnologie Intersettoriali di Base, Centro Ricerche Energia, Casaccia (Italy); Tidei, F [Servizio di Medicina del Lavoro - USL RM 21- Civitavecchia (Italy)

    1989-05-15

    Data from a wet deposition sampling over the area collocated nearby Civitavecchia power plants are here presented and discussed. In order to establish the possible influence of the power plants emission on the chemical composition of the rain collected, the experimental data have been correlated with synoptic and local meteorological conditions. (author)

  16. Effects on water quality from mud clearance operations in the Pezze' hydropower basin (Trentino, Italy); Effetti sulla qualita' delle acque legati alle operazioni di dissabbiamento del bacino idroelettrico di Pezze' di Moena (Trentino)

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Canepel, R.; Cadrobbi, G.; Fedrizzi, F. [Agenzia Provinciale per la Protezione dell' Ambiente, Trent (Italy)

    2000-07-01

    The present paper describes dynamic concentration for various parameters, that have been monitored through both continuous and instant samplings, during maintenance operations (mud deposit clearance) in a hydropower basin along Torrent Avisio in Trentino region, Italy. Aim of the work is to demonstrate that, during such operations, an organic water pollution occur besides turbidity. The former is well expressed by a marked value increment of different parameters, as total phosphorus, ammonium and organic matter. [Italian] Il presente lavoro descrive l'osservazione dell'andamento delle concentrazioni di diversi parametri, rilevati in continuo e attraverso campionamenti istantanei, durante le operazioni di dissabbiamento di un bacino idroelettrico lungo un corso d'acqua, il Torrente Avisio in Trentino. Scopo del lavoro e' la dimostrazione della consistenza, in occasione di tali eventi, di un inquinamento delle acque, oltre che di tipo inorganico (intorbidimento), anche di tipo organico cioe' caratterizzato da uno spiccato incremento, rispetto alle condizioni normali, di una serie di parametri fra cui fosforo totale, azoto ammoniacale e sostanza organica.

  17. Italian national energy data base: Planning and information needs. Studio sulla fattibilita' di un sistema informatico integrato nazionale in tema energetico: I risultati di una indagine nazionale sull'esigenza di informazione energetica

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Mazza, M.; Sano' , A.; Vaccaro, R.

    1986-11-01

    Within the second Italian Energy Development Project (PFE 2), a feasibility study relative to a National Integrated Information System in the energy field has been begun. This initiative confronts the numerous, current problems associated with the acquisition of national statistical information. Its aim is the planning of the above integrated system. The first step of the feasibility study in 1984 has consisted in a research through questionary, to characterize the real national demand of energy information. The results of this research, which regards 586 operators, have shown the existance of a great interest in energy information. The research has different features according to the classes of the interviewed firms. Traditional energy sources have considerable weight, especially in economic aspects. The variables, ''consumption'' and ''prices'', are the first to be analyzed in the study of the information system.

  18. Quando gli investimenti rappresentano un vincolo. Contributo alla discussione sulla crisi italiana nella crisi internazionale.(When investments represent a constraint. A note on the discussion on Italy’s crisis within the international crisis

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Lucarelli

    2013-07-01

    Full Text Available The article continues the debate on the "crisis within the crisis" that characterises Italy's economy. The authors argue that while the international and specifically the European crisis greatly contributed to the deterioration of Italy's economic prospects, the country is affected by longer term issues of its own. To analyse such problems, the article focuses on the growing inability of the Italian private sector to innovate. It does so by analysing in a comparative perspective private sector expenditure for fixed investments and for research and development. The policy conclusions are surprising in so far as a surge of investments would seriously risk to negatively contribute to Italy's current account, thus further aggravating.    

  19. Environmental parameters monitoring in Comacchio wetland; Progetto per lo studio integrato delle Valli di Comacchio : eutrofizzazione delle Valli di Comacchio. Campagne di misura sulla qualita` delle acque 1992-1993

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Barilli, L.; Malaguti, A.; Mazzone, N.; Olivieri, P.; Silingardi, D.; Tesini, E. [ENEA, Centro Ricerche `E. Clementel`, Bologna (Italy). Dip. Ambiente; Lorenzelli, R.; Salvi, S. [ENEA, Centro Ricerche Brasimone, Bologna (Italy). Dip. Ambiente

    1995-12-01

    From april 1992 to april 1993, a monthly monitoring of the environmental parameters has been carried out in the waters of the Comacchio wetland, in order to study the trends of their tropic level, and to evaluate the connections among the chemical physical parameters, the primary productivity, the seaweed turnover and the nutrients in the water column. The field campaigns, 12 in total, have been performed in two stations, representative of wetland; besides, 5 seasonal campaigns have been made over the whole lagoon, in 15 stations, and in the 3 sea channels. The seasonal trends show very high values of temperature and salinity, up to 50% in summer; even if the values of the chlorophyll `a` are less in comparison with the 1990-1991 values, the waters are classified as eutrophic over all the year, as confirmed by the results of primary productivity and seaweed turnover measurements. Phosphorus seems to be the limiting factor, even if in summer the nitrogen also is nearly missing. Very high productivity, with the oxygen concentration in the water higher than the saturation value, is observed in summer.

  20. Parking Policies in Tourist Cities Politiche della sosta in città turistiche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rosa Anna La Rocca

    2009-05-01

    policies refer to individuation of urban zones specifically dedicated to tourist bus parking also in tourist cities. This underlines a lack of integrated planning and policies aimed at optimizing urban supply to reduce the congestion caused by tourist flows. Parking facilities should be built in order to avoid urban congestion problem due to tourist charge. These specific parking areas should be located outside the inner city whose connection should be ensured though: –ecologic tourist shuttle also equipped to give information about visit modalities and tourist attractions; –bike sharing or other sustainable transport modality allowing flexibility in scheduling visit especially for some specific tourist users (i.e. young people, families, students, etc.; –taxi sharing allowing to reach rapidly central zones especially for business tourist; –design of equipped pedestrian and cycling routes to get information or other kind of support services aimed to optimize the visit. Special incentives could be provided for some specific tourist typologies (i.e. students, seniors, families, young people.L’attività turistica genera impatti diretti sulla mobilità urbana in termini di incremento sia dei livelli di inquinamento sia della congestione urbana. Le politiche orientate alla gestione della mobilità turistica in ambito urbano fanno riferimento soprattutto ad interventi restrittivi per ridurre l’accesso e il transito dei bus turistici nei centri storici. Più raramente tali interventi si ispirano ad un disegno maggiormente coordinato di gestione della mobilità turistica integrato a funzioni di accoglienza ed orientamento dei flussi di visitatori in transito nelle città. La proposta di realizzare una rete urbana per l’offerta di sosta turistica integrata costituisce l’obiettivo del lavoro presentato in questo articolo. In Italia le indicazioni relative alla mobilità urbana sono contenute all’interno di specifici piani che stabiliscono le regole per il

  1. LA SCRITTURA COLLABORATIVA: LO STATO DELLA RICERCA INTERNAZIONALE E UNO STUDIO DI CASO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Debora Bellinzani

    2014-07-01

    Full Text Available Negli ultimi venti anni l’attività didattica di scrittura di testi in lingua seconda (L2 e lingua straniera (LS si è arricchita di nuove possibilità. In primo luogo da abilità che può essere appresa e sviluppata dopo l’acquisizione di solide basi linguistiche nella lingua target, la scrittura si è affermata anche come strumento per imparare la lingua utilizzabile fin dalle fasi iniziali dell’apprendimento. In secondo luogo da abilità individuale e introspettiva, la scrittura è oggi considerata un’attività che può essere svolta anche in modo collaborativo, a coppie o in gruppi, cooperando all’ideazione, alla stesura e alla revisione del testo da produrre. Nella prima parte di questo lavoro sono analizzati gli studi sulla scrittura collaborativa presenti nella letteratura scientifica con lo scopo di ottenere un quadro completo e aggiornato delle sue caratteristiche e della sua efficacia, con un’attenzione particolare alle indicazioni utili per l’insegnante che desideri proporre questo tipo di attività. Nella seconda parte del lavoro è presentato uno studio di caso, ossia un’attività di scrittura di un particolare tipo di testo, definito come “descrittivo/espressivo”, svolta a coppie da studenti universitari nell’ambito di un corso intensivo per l’apprendimento dell’italiano L2. L’attività ha preso le mosse dalla descrizione di due immagini-stimolo con differente potere evocativo. Obiettivi della sperimentazione sono stati la verifica dell’efficacia delle immagini come stimolo alla scrittura, della possibilità di scrivere congiuntamente di emozioni e dell’efficacia del testo “descrittivo/espressivo” nella scrittura collaborativa.   Collaborative writing: the state of art of international research and a case study  Debora Bellinzani Over the past twenty years, the teaching of writing texts in a second language (L2 and  a foreign language (LS has been enhanced with new possibilities. In the

  2. Smart Parking Pricing: procedure per una sosta perequativa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Romano Fistola

    2009-05-01

    Full Text Available Il rapporto fra città e auto è in crisi da tempo e la difficile relazione è ancor più enfatizzata dalle difficoltà “respiratorie” che le moderne concentrazioni urbane manifestano quotidianamente. Secondo il IV Rapporto APAT sulla qualità dell’ambiente urbano in 13 aree urbane (sulle 18 monitorate si verifica un superamento delle soglie di PM10 e NO2 ammessi dalla legge. Come è noto il trasporto veicolare su strada rappresenta la principale fonte emissiva dei due pericolo di inquinanti. Considerando i livelli di inquinamento integrato (aria, rumore, OEM raggiunti dalle maggiori città italiane risulta chiaro come si debba concretamente ripensare il rapporto fra città e auto e pensare a scindere il connubio. Gran parte dell’esposione urbana è riconducibile al ridisegno del tessuto che, dalla rivoluzione industriale in poi, ha posto il veicolo a motore, eccezionale interprete della cultura futurista degli anni ‘30, Le politiche di contrasto e/o scoraggiamento messe in essere sono oramai consolidate in molte città mondiali. Il crescente ricorso al Road Pricing, in particolare nelle forme anglosassoni di Congestion Charge, evidenzia una diffusa tendenza ad avversare la penetrazione veicolare al centro urbano ed a respingere i flussi in aree di corona. Il convincimento che nella città, o perlomeno nelle sue parti centrali, si debba limitare fino a tentare di escludere la circolazione veicolare privata, è oramai convincimento diffuso anche degli amministratori. Va tuttavia considerato il rovescio della medaglia che riguarda la domanda insoddisfatta di mobilità da parte del Trasporto Pupplico Locale (TPL di molte città italiane. Per prefigurare qualche possibile soluzione appare quindi necessario ragionare in un’ottica nuova che consideri elementi quali: la polarizzazione effettiva dei flussi di mobilità da parte delle funzioni urbane, la disponibilità di sistemi di TPL in sede propria che rappresentino un

  3. Analisi Termostrutturale del Sistema Clessidra-Straws dell'Eesperimento FINUDA

    CERN Document Server

    Tommasini, S

    2000-01-01

    È stato studiato il comportamento termostrutturale del sistema Clessidra-StrawTubes dell¹esperimento FINUDA. In particolare è stata studiata l¹influenza della temperatura sulla sagitta e sulla freccia dei fili di tungsteno e degli $9 straws in relazione alla deformazione termica della clessidra su cui sono vincolati.

  4. The genus Plumbago (Plumbaginaceae) in Ethiopia and Eritrea

    DEFF Research Database (Denmark)

    Friis, Ib; Wilmot-Dear, Melanie; Edmondson, John R.

    2012-01-01

    e lo stato di conservazione generale delle due specie. Malgrado loro rarità, almeno in Etiopia, le due specie siano da attribuire alla categoria IUCN Least Concern (LC) se si basi la stima sulla dimensione del EOO o sulla dimensione del AOO con grande cellule. Inoltre viene riproposto un nuovo...

  5. The experience of using an e-learning tool for radioprotection training for diagnostic radiology and health workers

    International Nuclear Information System (INIS)

    Lykawka, R.; Goulart, J.M.; Anés, M.; Dias, J.H.; Motta, V.B.; Bacelar, A.

    2017-01-01

    Radiation protection training is a subject issue addressed in Brazilian health care regulation and intends to create safer procedures and facilities. In this paper we report our experience on implementing an e-learning radiation protection course for radiation occupationally workers and a specific course for non-occupationally workers. The attendees were selected respecting their occupancies and the evaluation about radiation exposure risk. We compared attendee ratio for presential and e-learning for both courses. The course 1 has achieve for presential 25,54% and for e-learning 78,82%, and course 2 for presential 4,90% and 80,97% for e-learning. The e-learning platform has become a suitable tool to increase the adherence of radiation exposed and non-exposed occupationally workers. (author)

  6. The experience of using an e-learning tool for radioprotection training for diagnostic radiology and health workers

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Lykawka, R.; Goulart, J.M.; Anés, M.; Dias, J.H.; Motta, V.B.; Bacelar, A., E-mail: manes@hcpa.edu.br [Hospital de Clínicas de Porto Alegre, RS (Brazil). Serviço de Física Médica e Radioproteção

    2017-07-01

    Radiation protection training is a subject issue addressed in Brazilian health care regulation and intends to create safer procedures and facilities. In this paper we report our experience on implementing an e-learning radiation protection course for radiation occupationally workers and a specific course for non-occupationally workers. The attendees were selected respecting their occupancies and the evaluation about radiation exposure risk. We compared attendee ratio for presential and e-learning for both courses. The course 1 has achieve for presential 25,54% and for e-learning 78,82%, and course 2 for presential 4,90% and 80,97% for e-learning. The e-learning platform has become a suitable tool to increase the adherence of radiation exposed and non-exposed occupationally workers. (author)

  7. Aortopexy for the treatment of tracheomalacia in children: review of the literature

    Science.gov (United States)

    2012-01-01

    delicate is represented by those with associated gastro-esophageal reflux, in whom a fundoplication should be performed. Other treatments of tracheomalacia, particularly tracheal stenting, were associated with a higher rate of failure, severe morbidity and mortality. Non english abstract La tracheomalacia severa rappresenta una sfida per Pediatri, Intensivisti, Pneumologi, Otorinolaringoiatri, Chirurghi Pediatri. Il trattamento della tracheomalacia è tuttora controverso. L’aortopessi è considerata da molti la migliore opzione terapeutica. Abbiamo condotto una revisione della letteratura di lingua inglese su tale argomento. Di 125 lavori, 40 sono stati inclusi nella revisione. Tra 758 pazienti (62% maschi) affetti da tracheomalacia, 581 sono stati sottoposti ad aortopessi tra il 1968 e il 2008. In 659 pazienti alcune comorbidità erano presenti. L’associazione più frequente era con l’atresia esofagea (44%), l’anello vascolare o un’anomalia dei grossi vasi (18%), la compressione da parte dell’arteria innominata (16%); nel 9% la tracheomalacia era idiopatica. I sintomi riportati sono stati variabili, ma l’indicazione più importante all’aortopessi sono stati eventi di ALTE, osservati nel 43% dei pazienti. Lo studio diagnostico preoperatorio principale è stato la broncoscopia. L’approccio chirurgico è avvenuto attraverso una toracotomia anteriore sinistra nel 72% dei pazienti, mentre un approccio mediano è stato scelto nel 14% e nell’1.3% dei casi è stato eseguito un approccio toracoscopico. Al follow-up (mediana di 47 mesi) la maggioranza dei pazienti sono migliorati significativamente, ma l’8% di essi non è migliorato, il 4% è peggiorato e il 6% è morto. Complicazioni sono state riportate nel 15% dei pazienti, nell’1% un nuovo intervento di aortopessi è stato necessario. In questa revisione abbiamo trovato che non c’è un consenso generale sulla valutazione e sulla descrizione dei sintomi, sulle indicazioni chirurgiche ed esami

  8. Realisation of a small-scale hydro-power plant between two drinking water reservoirs in the municipality of Vira Gambarogno - Feasibility study; Realizzazione di una microcentrale idroelettrica sulla condotta di adduzione tra il serbatoio Monti di Fosano e il serbatoio Fosano. Programma piccole centrali idrauliche. Studio di fattibilita

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Mutti, M.

    2009-02-15

    This report for the Swiss Federal Office of Energy (SFOE) takes a look at a project for the realisation of a small hydro-power plant on the drinking water supply in the municipality of Vira Gambarogno, southern Switzerland. The old conduit connecting two drinking water reservoirs has to be replaced. The elevation difference of 260 m is favorable to the installation of a turbine near the lower reservoir. The report presents details on the hydrological data and the dimensioning of the installation. Several variants are considered, which also include the possible reconstruction of the lower reservoir and/or an increased water flow rate from the springs. The electricity production expected is discussed, as is the economic viability of the project.

  9. Collection of main international documents on the ethical principles of research and the main regulations on bioethics of the United States and of European Community; Raccolta sui principali documenti internazionali sui principi etici della ricerca e dei principali documenti legislativi degli Stati Uniti e della Comunita` Europea sulla bioetica

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Scuderi, G [Istituto Superiore di Sanita` , Rome (Italy). Lab. di Immunologia

    1999-12-31

    The collection includes an Italian translation of the main international documents on ethical principles of scientific research (the Nuremberg Code, the Helsinki Declaration, the Belmont Report) as well as the regulatory text of the United States (the Code of Federal Regulation Title 45, Part 46, that is the 45 Cfr 46) and the regulations of the European Community (the Good Clinical Practice and the Convention for the protection of human rights and dignity of the human being regards to the application of biology and medicine: convention on human rights and biomedicine). The informed consent and the human rights of human subjects involved in a clinical trial are discussed. Moreover, in the regulatory texts, legal rights of particular subjects, i.e. pregnant women, minors, fetuses, embrions, prisoners, are discussed; as well as the bioethics of organ transplantations. [Italiano] Contiene una traduzione in lingua italiana dei principali documenti internazionali sui principi etici della ricerca scientifica: il Codice di Norimberga, la dichiarazione di Helsinki e il rapporto Belmont; il testo legislativo degli Stati Uniti Code of Federal Regulation, capitolo 45 parte 46 (detto il 45 CFR 46) e la normativa della Comunita` Europea relativa alle norme di Good Clinical Practice e alla Convenzione per la protezione dei diritti dell`uomo e la dignita` dei soggetti umani relativamente alle applicazioni della biologia e medicina: Convenzione sui diritti dell`uomo e la biomedicina. Vengono trattati il consenso informato e i diritti umani delle persone che sono coinvolte in una sperimentazione clinica. Inoltre, nei testi normativi ci si riferisce anche ai diritti legali di soggetti particolari, ad esempio: donne in stato di gravidanza, minori, feti, embrioni, prigionieri; viene trattata, infine, l`etica dei trapianti d`organo.

  10. Riflessioni sulla ricezione italiana di Czesław Miłosz. Con annessa una bibliografia italiana delle opere e della critica [The reception of the works of Czeslaw Milosz in Italy. With the complete bibliography of Milosz’s texts and texts on Milosz in Italian

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Małyszkiewicz

    2015-12-01

    Full Text Available The author presents the reception of the works of Czesław Miłosz in Italy starting from the first articles mentioning his name in the late 1940s. After his emigration from Poland in the 1950s, thanks to his efforts in favor of freedom of expression and of criticism of socialist realism, he found many Italian intellectuals who shared the same views. In 1980, when he was awarded the Nobel Prize in Literature, Miłosz had his greatest moment of fame, which allowed him to publish his most important works in Italy. The second part of the article consists of the complete bibliography of Miłosz’s texts in Italian, including those published in newspapers and magazines.

  11. Feasibility of an individual surveillance program on contamination with direct measurement methods based on the criteria established in the ICRP publication 54; Fattibilita di un programma di sorveglianza individuale della contaminazione interna con metodi diretti sulla base dei criteri proposti nella pubblicacione 54 dell'ICRP

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Melandri, C; Battisti, P [ENEA - Area Energia, Ambiente e Salute - Centro Ricerche Energia ' Ezio Clementel' - Bologna (Italy)

    1990-05-15

    If different methods of adequate sensitivity are available ICRP Publication 54, 'Individual Monitoring for Intakes-of Radionuclides by Workers: Design and Interpretations', recommends the use of direct measurements in individual monitoring for intakes of radionuclides. This report analyses the possibility to perform the different controls on the basis of the proposed Derived Reference Levels, respecting the accuracy requirement in evaluation of individual intake and dose. Therefore, general operative criteria are defined by analysing the potentialities and limitations of the different Whole Body Counters utilizable for the measurement with regard to the chemical, physical and metabolic characteristics of some radionuclides of particular interest in Radiation Protection. These criteria are useful for monitoring planning wherever a radiocontamination risk is possible. (author)

  12. Collection of main international documents on the ethical principles of research and the main regulations on bioethics of the United States and of European Community; Raccolta sui principali documenti internazionali sui principi etici della ricerca e dei principali documenti legislativi degli Stati Uniti e della Comunita` Europea sulla bioetica

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Scuderi, G. [Istituto Superiore di Sanita`, Rome (Italy). Lab. di Immunologia

    1998-12-31

    The collection includes an Italian translation of the main international documents on ethical principles of scientific research (the Nuremberg Code, the Helsinki Declaration, the Belmont Report) as well as the regulatory text of the United States (the Code of Federal Regulation Title 45, Part 46, that is the 45 Cfr 46) and the regulations of the European Community (the Good Clinical Practice and the Convention for the protection of human rights and dignity of the human being regards to the application of biology and medicine: convention on human rights and biomedicine). The informed consent and the human rights of human subjects involved in a clinical trial are discussed. Moreover, in the regulatory texts, legal rights of particular subjects, i.e. pregnant women, minors, fetuses, embrions, prisoners, are discussed; as well as the bioethics of organ transplantations. [Italiano] Contiene una traduzione in lingua italiana dei principali documenti internazionali sui principi etici della ricerca scientifica: il Codice di Norimberga, la dichiarazione di Helsinki e il rapporto Belmont; il testo legislativo degli Stati Uniti Code of Federal Regulation, capitolo 45 parte 46 (detto il 45 CFR 46) e la normativa della Comunita` Europea relativa alle norme di Good Clinical Practice e alla Convenzione per la protezione dei diritti dell`uomo e la dignita` dei soggetti umani relativamente alle applicazioni della biologia e medicina: Convenzione sui diritti dell`uomo e la biomedicina. Vengono trattati il consenso informato e i diritti umani delle persone che sono coinvolte in una sperimentazione clinica. Inoltre, nei testi normativi ci si riferisce anche ai diritti legali di soggetti particolari, ad esempio: donne in stato di gravidanza, minori, feti, embrioni, prigionieri; viene trattata, infine, l`etica dei trapianti d`organo.

  13. Feasibility study for a micro hydropower plant between the Campei springs and the Orgnana water reservoir of Magadino municipality; Realizzazione di una microcentrale idroelettrica sulla condotta di adduzione tra le sorgenti Campei e il serbatoio Orgnana del comune di Magadino. Progetto di massima

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    NONE

    2007-07-01

    A feasibility study for a hydropower plant to be installed on the drinking water supply of the Magadino community, southern Switzerland is reported. The elevation difference between the springs and the water reservoir is 200 m. Three variants for the technical installation are considered. The turbine that could be installed would have a power of 10 to 20 kW and the yearly production would be 80,000 to 160,000 kWh. With this project the community could reduce this effective cost of the water supply under consideration of the electric power sales. However, from the pure economical point of view the project is not sustainable and other non economic factors have to be included in the evaluation.

  14. Preliminary study for a micro-scale hydro power plant on the main drinking-water supply line connecting the municipal reservoir to the springs in Caviano, southern Switzerland; Realizzazione di una microcentrale idroelettrica sulla condotta di adduzione tra le captazioni delle sorgenti e il serbatoio di Caviano. Studio preliminare

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Mutti, M.

    2008-01-15

    This report presents the comparative evaluation of two variants for the replacement/refurbishment work of the main drinking-water supply line from the location of the water collection to the water reservoirs of the community of Caviano, southern Switzerland. The question arising is whether this retrofitting work could be financed by the benefit from the sale of electricity that could be produced by a new micro-scale power plant foreseen on the supply line, to take advantage of the elevation difference of 445 m between water collection and water reservoir. From the technical point of view the project is feasible. The available water flow rate is nearly constant: about 5 l/s. The corresponding power of the electric generator would be 15 kW and the yearly power production 130,000 kWh. However, in the second variant, the power would be 9 kW and the production 80,000 kWh, as only 265 m elevation difference would be used for power generation. In this case, the upper part of the water supply line, which connects the water collection to an intermediate water reservoir supplying the upper hamlet of the community, would neither be used for power generation nor be retrofitted. According to Swiss regulations the generated electricity could be sold at CHF 0.30/kWh and CHF 0.34/kWh, respectively. In the first variant it is concluded that 76% of the total annual capital and maintenance cost for retrofitting work and power plant, CHF 52,000/y for 50 years, could be covered by electricity sales. The community would still have to finance CHF 13,000/y, compared to CHF 30,000/y if the power plant is not built. In the second variant the corresponding figures are 49% of the total of CHF 33,700/y, and CHF 6,400/y to additionally finance compared to CHF 15,400/y if the power plant is not built. However, in the second variant the community would anyway have to finance later on the retrofitting of the upper part of the water supply line.

  15. Evaluation and monitoring of Research and Development projects and programmes: Experience of the task force on the evaluation of TAFTIE; La valutazione e il monitoraggio dei progetti e dei programmi di R&S: esperienza della Task Force sulla valutazione di TAFTIE

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Scarpitti, L [ENEA, Rome (Italy). Funzione Centrale Studi

    1996-08-01

    This paper allows to compare the experiences in the evaluation and monitoring fields among 8 different European agencies (ENEA, Italian National Agency for New Technologies, Energy and the Environment, included) directly involved in technology transfer projects and programmes. In order to compare the different experiences three levels of analysis are used: evaluation methodologies, performance indicators, project characterisation and databases.

  16. Drinking-water power plant Ri di Foch in Prato-Leventina - Concession project; Microcentrale sulla nuova condotta d'adduzione acqua potabile Ri di Foch - Fondazione Ri di Foch Comune di Prato-Leventina - Progetto di massima per la richiesta preliminare di concessione

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    NONE

    2005-07-01

    This report presents a technical and economical analysis of a project aiming at the installation of a small hydropower station in the drinking water supply system for an alpine community in the Italian speaking part of Switzerland. The study has been initiated by frequent drinking water shortages in recent time. Taking advantage of the foreseen inclusion of new springs into the water supply network, a water turbine should be installed on the main water supply line connecting the springs to the reservoir located about 550 m lower. The study concludes that the project is feasible. The annual average water flow rate is estimated to 30 l/s. The power station should be built underground and equipped with a 240 kW Pelton type turbine. The average electrical power generated is estimated to 164 kW. At the outlet of the power station, excess water, if available, would be led back to the river. The economic analysis shows the viability of the project. The report also includes a table showing the installation efficiency at the various water flow rates which may occur during the year, as well as several pictures of the springs.

  17. Cinema e Shoah

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Claudia Hassan

    2012-06-01

    Full Text Available Il cinema è memoria. Il cinema sulla Shoah, in particolare, è diventato il paradigma stesso della memoria. Nella prospettiva della dialettica tra memoria e oblio il discorso sulla memoria attraverso il cinema diventa quella grande mediazione, quello spazio di negoziazione delle tante rappresentazioni e della storia stessa. Il saggio s’interroga sulla catena di questi significati che le opere filmiche possono assumere nello spazio pubblico. Il cinema all’interno di questa cornice ha avuto un ruolo nella costruzione della memoria pubblica e di quella collettiva rispecchiando spesso però i tempi della elaborazione collettiva del lutto.

  18. Come diventare una Rockstar. Gli Houser e l’evoluzione del franchise Grand Theft Auto.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federico Giordano

    2013-03-01

    Full Text Available Wanted. La storia criminale di Grand Theft Auto, Multiplayer, 2012, il libro scritto da David Kushner, giornalista e docente universitario già autore del precedente, molto apprezzato, Master of Doom, è un testo importante per gli studi sui videogiochi, nonostante non si presenti in apparenza – a partire dal titolo evocativo – come testo accademico.

  19. Stelio Cro, Such stuff as dreams are made on. Pirandello and the ...

    African Journals Online (AJOL)

    User

    Stelio Cro, Such stuff as dreams are made on. Pirandello and the baroque, preface by M. Verdone. Hamilton, Ontario: Symposium Press,. 1993, 136 pp. Questo originale e stimolante saggio di Stelio Cro sugli aspetti barocchi presenti nell'opera pirandelliana rappresenta un importante contributo non solo agli studi sul ...

  20. Reference company: efficient dimensioning of the commercial attendance structure; Empresa de referencia: dimensionamento eficiente da estrutura de atendimento comercial

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Cancian, Wellington Fazzi [CEMIG Distribuicao, Belo Horizonte, MG (Brazil)], E-mail: wfcancian@cemig.com.br; Uturbey, Wadaed [Universidade Federal de Minas Gerais (UFMG), Belo Horizonte, MG (Brazil). Dept. de Engenharia Eletrica], E-mail: wadaed@cpdee.ufmg.br

    2009-07-01

    The work intends to help in the establishment of the operational cost of the reference company, model applied to the distributor agents of the electric energy sector. A mathematical model is proposed for the optimum dimensioning of the commercial attendance structure (presential and distance attendance), considering, its applicability in companies of all sizes, and factors prescribed in legal documents.

  1. Door de ogen van de ander kijken: kunst als veranderkracht

    NARCIS (Netherlands)

    Smilde, Rineke

    2015-01-01

    Presentie gehouden bij een besloten expert meeting van de KNAW en de Boekmanstichting in Amsterdam. Door de ogen van de ander kijken: kunst als veranderkracht. Ik maak graag van de gelegenheid gebruik om iets te vertellen vanuit mijn werk als lector aan het PCC van de Hanzehogeschool Groningen.

  2. La formazione delle strutture

    CERN Document Server

    Carrà, Sergio

    1989-01-01

    Dalle sue origini ottocentesche di "scienza del calore", la termodinamica è divenuta sempre più scienza della strutture dissipative. Questo perchè alla base dei processi di differenziazione dei sistemi biologici stanno fenomeni di auto-organizzazione che agevolano la formazione delle complesse e ordinate strutture presenti in natura.

  3. Germline large genomic alterations on 7q in patients with multiple primary cancers

    DEFF Research Database (Denmark)

    Villacis, Rolando A R; Basso, Tatiane R; Canto, Luisa M

    2017-01-01

    Patients with multiple primary cancers (MPCs) are suspected to have a hereditary cancer syndrome. However, only a small proportion may be explained by mutations in high-penetrance genes. We investigate two unrelated MPC patients that met Hereditary Breast and Ovaria Cancer criteria, both presenti...

  4. New Italian Languages | Romeo | Italian Studies in Southern Africa ...

    African Journals Online (AJOL)

    Scrivendo in italiano, queste autrici aspirano ad essere accettate come parte integrante del discorso nazionale italiano – socialmente, politicamente, culturalmente, artisticamente – ed inoltre vogliono che la cultura italiana sia pronta ad accettare e comprendere le differenze presenti all'interno di una presunta omogeneità.

  5. Environmental Impact Statement. Disposal and Reuse of Chanute Air Force Base, Illinois

    Science.gov (United States)

    1991-07-01

    health care and recreation and residential MR. GENE AEFSiY lB 18 use. LT. COL. TO BARTOL 19 19 Additional elements of the proposed MR. POBERT ORR 20 20...an dhan presentied for theutility systemts. 3 The Air Fance will puoipu in dieusap oas eSE ystnniandeailed inw die~mdt&k following individual

  6. Questioning the 'exotic' in two Italian travellers' accounts of New ...

    African Journals Online (AJOL)

    L'articolo studia le testimonianze di due missionari italiani presenti in Nuova Zelanda tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento: il benedettino Dom Felice Vaggioli e il salesiano Giuseppe Capra. Sia l'uno sia l'altro, attratti dalle bellezze naturali del paese descritto come una sorta di esotico nuovo Eden, finirono col ...

  7. Editoriale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Allegra

    2010-01-01

    Full Text Available Note sulla metacognizione ed i programmi finalizzato a favorire la riflessione di chi apprende sul proprio processo di apprendimento, un’esigenza particolarmente sentita all’interno della scuola d’oggi.

  8. Sentieri liguri per viaggiatori nordici

    DEFF Research Database (Denmark)

    Italianisti esperti di lingua, letteratura, arte e storia delle idee, artisti e scrittori, dialogano sulla Liguria come spazio di esperienze e interpretazioni, contribuendo con il proprio approccio alla rappresentazione interdisciplinare e multiculturale di uno scenario che è anche luogo mentale...

  9. Introduzione alla fisica matematica

    CERN Document Server

    Persico, Enrico

    1960-01-01

    Cinematica dei mezzi continui, campi scalari e vettoriali ; funzioni armoniche, rappresentazioni confomi ; teoria dell'elasticità ; elettromagnetismo ; conduzione del calore (e diffusione) ; le equazioni a derivate parziali della fisica matematica ; cenni sulla teoria della relatività (ristretta).

  10. la grande guerra apocalisse della modernità: ungaretti e gadda

    African Journals Online (AJOL)

    User

    sulla letteratura apocalittica e l'Apocalisse di Giovanni, in Apocalissi e letteratura, a c. .... Antonio Borgese avrebbe scritto, dunque, sarebbe vero che: ..... Pietro Luxardo Franchi, Contenutisti e calligrafi: cronaca di una polemica, in Eurialo De.

  11. Chimica-fisica primo anno

    CERN Document Server

    Bianchi, U; Volta, L

    Termodinamica ; cenni sulla costituzione della materia ; il metodo statistico ; le statistiche di Boltzmann-Maxwell, Bose-Einstein e Fermi-Dirac ; studio termodinamico e statistico del gas perfetto e delle miscele gassose ; i solidi cristallini ; le reazioni chimiche.

  12. Disturbi mentali come complex network : Un’ introduzione e una panoramica all’ approccio network in psicopatologia

    NARCIS (Netherlands)

    Nuijten, M.B.; Deserno, Marie K.; Cramer, A.O.J.; Costantini, Giulio; Borsboom, Denny

    2016-01-01

    I disturbi mentali sono stati tradizionalmente concepiti come variabili latenti, che hanno un impatto sulla sintomatologia osservabile. Approcci alternativi proposti più recentemente invece concepiscono i disturbi mentali come sistemi di sintomi che si rinforzano vicendevolmente. Tali approcci

  13. Gli effetti socio-economici e spaziali del servizio ferroviario dell’Alta Velocità: due casi a confronto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Loredana Consuelo Travascio

    2008-05-01

    Full Text Available L’articolo fornisce una lettura degli effetti socio-economici e spaziali generati dalla messa in esercizio di una rete ferroviaria ad AV sull’organizzazione territoriale. Esso si articola in due parti. Nella prima, sono analizzati gli effetti che in letteratura sono attribuiti alle infrastrutture di trasporto, focalizzandosi sulle ripercussioni che la messa in esercizio dell’AV ha generato sulla crescita demografica e sulla localizzazione delle attività economiche attorno alle stazioni, nonché sulla domanda di trasporto e sulla riconfigurazione dei flussi. Nella seconda parte si passa allo studio di due casi significativi: il Giappone, dove l’introduzione del servizio ha modificato la struttura socio-economica del territorio; la Spagna, dove ha favorito la comparsa di nuove tipologie di utenti e la ridefinizione delle relazioni tra le varie città servite dall’infrastruttura.

  14. Il nucleo terrestre: il cuore magnetico della Terra

    OpenAIRE

    De Santis, A.

    2006-01-01

    Il campo magnetico terrestre è una proprietà intrinseca del nostro pianeta e di altri oggetti del sistema solare. Il Sole stesso possiede un forte campo magnetico che si inverte quasi ciclicamente ogni 10-11 anni; tale comportamento è visibile attraverso la medesima ciclicità delle macchie solari che denotano sulla superficie l’intensa attività magnetica della nostra stella. Il campo magnetico terrestre è importantissimo per la vita sulla Terra. Esso protegge il pianeta dalle p...

  15. Le radici culturali della diagnosi (Pietro Barbetta

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Orazio Maria Valastro

    2003-12-01

    Full Text Available Questo libro costituisce il primo approccio italiano alla costruzione di un discorso culturale sulla diagnosi e intende offrire un significativo contributo alla riapertura di un dibattito avviato da Michel Foucault e da Gregory Bateson e precocemente abbandonato: quello sull'importanza della storia sociale, dell'antropologia culturale e degli studi sulla comunicazione in relazione all'insorgenza, alla definizione e alla cura della psiche.

  16. Bibliography of Documents Related to the Theory, Operation, Performance and Applications of Coaxial Plasma Guns. Revision

    Science.gov (United States)

    1990-11-01

    V., Grunberger, L. and Prior, W., "Observation of Solar Flare Type Processes in the Laboratory," in Solar Magnetic Fields, Symposium No. 43 of the...RF/FUS/84/6, Associazione EURATOM--Comitato Nazionale Energia Nucleare sulla Fusione, Centro di Frascati, Rome, Italy, September 1984. Brzosko, J. S...Energy Deuteron Beam Generation in Plasma Focus," Report No. 80.5, Associazione EURATOM--Comitato Nazionale Energia Nucleare sulla Fusione, Centro di

  17. Peripheral Avascular Retina in a Term Male Neonate With Microvillus Inclusion Disease and Pancreatic Insufficiency.

    Science.gov (United States)

    Paulus, Yannis M; Alcorn, Deborah M; Gaynon, Michael; Moshfeghi, Darius M

    2015-05-01

    The authors present the first case of peripheral avascular retina in a term male neonate with pancreatic exocrine insufficiency, atypical microvillus inclusion disease, flat tympanograms, and recurrent urinary tract infections. Clinical examination showed avascular peripheral retina to posterior zone II temporally, with a flat stage 1-like demarcation line, and no plus disease. Genetic testing results were normal. The patient developed peripheral neovascularization and underwent panretinal photocoagulation. This case likely represents mild Norrie disease, familial exudative vitreoretinopathy, or incontinentia pigmenti due to a Wnt signaling abnormality. While these conditions are usually more severe, a variable spectrum of Wnt abnormalities exists throughout the body. Copyright 2015, SLACK Incorporated.

  18. LIF characterization of ancient umber ceramics and frescos; Applicazione della tecnica LIF alle antiche ceramiche umbre e agli affreschi

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Fantoni, R.; Palucci, A.; Ribezzo, S. [ENEA, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy). Dipt. Innovazione; Borgia, I. [Perugia Univ., Perugia (Italy)

    1999-07-01

    The report shows the result carried out by the LIF (layer induced fluorescence) system developed for pigment analysis at ENEA (National Agency for New Technology, Energy and the Environment) Frascati research centre (Rome) . The frescos and ceramics by Umbria region (Italy) are analysed. [Italian] Vengono riportati i risultati ottenuti dall'indagine della fluorescenza indotta da laser su antiche ceramiche umbre e su affreschi. La tecnica e' stata anche utilizzata per determinare la fluorescenza dei pigmenti contenuti in campioni di affresco.

  19. Oblikovanje kuhinjskega tekstila s termokromnim barvilom ter nanos vodo in oljeodbojne apreture

    OpenAIRE

    Brenčič, Katja

    2017-01-01

    Z združevanjem slovenske in sirske motivike vezenin sem za potisk kuhinjskega tekstila oblikovala različne kolekcije vzorcev. Poglobila sem se v izvor in pomen posameznih motivov slovenske in tuje kulturne dediščine ter jih kot poziv k strpnosti in ozaveščanju združila v celoto. Za potisk sem uporabila navadne pigmente in termokromno barvilo. Pri slednjem me je predvsem zanimala možnost mešanja z navadnimi tiskarskimi pigmenti. Izbrane tiskarske paste sem testirala na blagu, ki sem ga kasneje...

  20. Removal of chemical alterations produced by environmental pollution on 16. century frescoed mortars

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Campanella, L.; Marinucci, F.; Tomassetti, M. [Rome Univ. La Sapienza, Rome (Italy). Dipt. di Chimica

    1999-10-01

    The paper describes and discusses the results obtained by analyzing the materials and pigments used to paint three important frescoes in Vatican palace (Rome, Italy), using several instrumental and mineralogical techniques and microchemical assays. The results obtained are also discussed with special reference to the effectiveness of the various cleaning solutions used. [Italian] Vengono descritti e discussi i risultati ottenuti analizzando i materiali e i pigmenti utilizzati negli affreschi delle antiche Stanze del Vaticano (Roma), adoperando alcune moderne tecniche strumentali e mineralogiche e saggi microchimici. E' stata anche valutata la diversa efficienza delle differenti soluzioni impiegate nell'operazione di pulitura.

  1. The Bridge Impacts: Unsustainable Undergrowth Gli impatti del Ponte: sottosviluppo insostenibile

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto Ziparo

    2011-11-01

    retire and fix the project production: because of that, there was a long debate that ended in 2002 with the new shape of the preliminary project. The final version of the preliminary project was defined in 2005, after further observations and critics by scientists, scholars, environmentalists and overall technicians offices of the several involved Italian Ministers. Today, at the end of 2011 the definitive not-operative project has been finally introduced. The article emphasizes the environmental and territorial impacts of the project and also it underlines its weakness in terms of economics, transportation and land planning, by asking the meaning of building a mega infrastructure for land linkages between Europe and Sicily today, in the age of beautiful landscape and hi-tech.

    Il governo ha ribadito la volontà di proseguire con il progetto del ponte sullo Stretto di Messina, all'interno del quadro di investimenti tesi ad accele­rare la ripresa economica; ha tuttavia azzerato le risorse disponibili per l’operazione, tradendo forse la vera natura dell’enunciazione suddetta: quella della reiterazione-sempre piùstanca e senza convinzione- di una declaratoria ormai rituale quanto improbabile. L’Unione Europea, dal canto suo, ha definitivamente cancellato l’opera dalla lista delle infrastrutture considerate prioritarie e quindi finanziabili con risorse comunitarie.  Nonostante le posizioni governative ufficiali, vista anche la crescente opposizione e le critiche di diversi ambiti politici, sociali e scientifici, secondo cui l'attraversamento dello Stretto dovrebbe essere cancellato, l’operazione appare tuttora quanto mai incerta. L'articolo ricostruisce le vicende relative al progetto del ponte, dall'origi­nario dibattito post-unitario sulla necessità di un collegamento stabile tra la Sicilia ed il Continente, alla redazione delle prime ipotesi di piano nel secon­do dopoguerra, all'idea di "area metropolitana dello Stretto e conurbazione del ponte

  2. Trophic niche of the fox Vulpes vulpes in the Ticino Valley (Northern Italy / Nicchia trofica della volpe Vulpes vulpes nella valle del Ticino

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Claudio Prigioni

    1991-07-01

    Roditori sono la componente principale della dieta (Vm% annuale=43,7 e raggiungono i valori più elevati di presenza in inverno (Vm%=74,6 in gennaio. La specie preda in particolare i ratti Rattus sp. (Vm% annuale=20,6 che sembra catturare principalmente in vicinanza di piccoli centri abitati e cascine dove sono presenti diversi cumuli di rifiuti. Gli Uccelli sono la seconda componente trofica in ordine di importanza (Vm% annuale=26,1, compaiono tutto l'anno e sono ripartiti quasi equamente tra Rallidi, Fasianidi, Anatidi e Passeriformi. Anche i Vegetali (Vm% annuale=20,2 sono rappresentati per l'intero arco dell'anno, hanno valori massimi di presenza in estate (Vm%=82,2 in agosto e sono composti soprattutto da frutti delle Rosaceae (Vm% annuale=7,1 e delle Berberidaceae (Vm%=3,5. Gli Insetti, costituiti quasi esclusivamente da Coleotteri, le Carogne e i Rifiuti sono componenti integrative della dieta. La predazione di selvaggina di particolare interesse venatorio (Leporidae, Phasianidae e Anatidae è stimabile nell'ordine del 23% del volume medio di prede ingerito dalla specie nell'arco dell'anno. La nicchia trofica valutata utilizzando le frequenze relative non è risultata significativamente più ampia (BFr=0,61 cumulando i dati 1985-86 di quella rilevata sulla base dei volumi medi delle categorie alimentari consumate (BVm=0,49. Nell'arco dell'anno, entrambi gli indici così calcolati mostrano un andamento bimodale con i valori più elevati in primavera (BVm=0,79 in maggio e autunno (BVm=0,91 in novembre, intercalati da quelli più bassi in inverno (BVm=0,31 in gennaio e metà estate (BVm=0,40 in agosto. La Volpe tende ad utilizzare diverse categorie alimentari privilegiandone però solo alcune.

  3. La presenza di riviste Open Access ad alto fattore d'impatto nell'ambito della Scienza, della Tecnologia, dell'Ingegneria e della Medicina (STEM

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Annarita Barbaro

    2015-09-01

    Full Text Available Il presente studio ha lo scopo di definire a quali servizi sono aperte le riviste ad accesso aperto di alta qualità, per la pubblicazione; esaminando la loro distribuione nella varie discipline scientifiche, tra cui la distribuzione di alcune riviste che non prevedono spese di perfezionamento degli articoli. Lo studio si basa su un confronto sistematico tra le riviste incluse nel DOAJ e le riviste indicizzate sul Journal Citation Reports (JCR Science edition 2013, pubblicato da Thomson Reuters. Il fattore di impatto delle riviste ad accesso aperto è inferiore a quello di altre riviste, in quantità minima, ma significativa. Le riviste ad accesso aperto sono presenti nel quartile più in alto (in base al fattore di impatto di 85 su 176 (48,8% delle categorie esaminate. Non sono presenti riviste ad accesso aperto con un fattore di impatto solo in 16 categorie (9%.

  4. I materiali della collezione Altobello del Museo di Zoologia dell'Università di Bologna 1. Mammiferi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Dino Scaravelli

    1994-05-01

    Full Text Available Abstract Materials of Altobello collection in the Zoological Museum, University of Bologna 1. Mammals - Mammals of Altobello Collection of the Zoologica1 Museum, University of Bologna, are listed. 165 stuffed specimens of 26 species are now present, coming from Central Italy (years 1889 - 1929. Only a specimens of Sciurus vulgaris coming from Tuscany is not comprised in the "Catalogo manoscritto della fauna dell'Abruzzo e del Molise" of the Author. Riassunto Sono passati in rassegna i Mammiferi della Collezione Altobello presenti nel Museo di Zoologia dell'Università di Bologna. 165 esemplari naturalizzati appartenenti a 26 specie e provenienti dal centro Italia (anni 1889 - 1929 sono attualmente presenti. Solo un esemplare di Sciurus vulgaris proveniente dalla Toscana non fa parte del "Catalogo manoscritto della fauna dell'Abruzzo e del Molise" dell'Autore.

  5. Geologia, misura e posizionamento spaziale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Renzo Carlucci

    2007-04-01

    Full Text Available Le Scienze della Terra sono poi date dall’insieme delle discipline che studiano la struttura interna, la morfologia superficiale e tutta l’atmosfera che circonda il pianeta Terra e la sua evoluzione nel tempo. Potremmo anche dire ormai che lo studio della Terra costituisce un caso particolare delle Scienze Planetarie, che si occupano dello studio dei pianeti presenti nel nostro sistema solare.

  6. Efficient Multihop Wireless Communications in VANETs

    OpenAIRE

    Busanelli, Stefano

    2011-01-01

    Oggigiorno, una quota rilevante dei veicoli presenti sul mercato è dotata di notevoli capacità computazionali, sensoriali e cognitive. Questi veicoli ``intelligenti'' otterrebbero un beneficio ancora maggiore da queste potenzialità, attraverso l'impiego delle cosiddette comunicazioni inter-veicolari (Inter-Vehicular Communications, IVCs), un insieme di protocolli, standard e tecnologie in grado di dotare i veicoli di capacità comunicative. In particolare, grazie alle tecnologie IVCs, i vei...

  7. La certezza della pena tra lavoro nero e problematiche di integrazione / La certitude de la sanction entre travail au noir et problèmes d'intégration / Sanction Certainty between Illegal Work and Immigration Problems

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bisi Roberta

    2010-07-01

    Full Text Available L’immissione di nuove popolazioni in una società provoca inevitabilmente sfide a carattere sociale. Affrontare i problemi che la popolazione immigrata pone significa, tra l’altro, considerare che si tratta di un attore sociale che, con i propri comportamenti, le proprie scelte, i propri orientamenti mette in continua discussione i meccanismi logici e le politiche presenti nelle società.

  8. Missense variants in AIMP1 gene are implicated in autosomal recessive intellectual disability without neurodegeneration

    OpenAIRE

    Iqbal, Zafar; P?ttmann, Lucia; Musante, Luciana; Razzaq, Attia; Zahoor, Muhammad Yasir; Hu, Hao; Wienker, Thomas F; Garshasbi, Masoud; Fattahi, Zohreh; Gilissen, Christian; Vissers, Lisenka ELM; de Brouwer, Arjan PM; Veltman, Joris A; Pfundt, Rolph; Najmabadi, Hossein

    2015-01-01

    AIMP1/p43 is a multifunctional non-catalytic component of the multisynthetase complex. The complex consists of nine catalytic and three non-catalytic proteins, which catalyze the ligation of amino acids to their cognate tRNA isoacceptors for use in protein translation. To date, two allelic variants in the AIMP1 gene have been reported as the underlying cause of autosomal recessive primary neurodegenerative disorder. Here, we present two consanguineous families from Pakistan and Iran, presenti...

  9. Elementi epico-omerici nella dizione sofoclea: analisi del secondo stasimo dell’«Edipo re»

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giacomo Scavello

    2015-08-01

    Full Text Available Il contributo affronta lo studio dei principali epicismi presenti nella lexis sofoclea del secondo stasimo dell’Edipo Re. Viene indagato in particolare il valore stilistico, tematico-concettuale e intertestuale delle locuzioni epico-omeriche riferite alle leggi divine nella prima strofe e al motivo degli oracoli di Laio nel finale del canto. Inoltre si sostiene l’importanza decisiva della dizione epica per supplire la lacuna testuale del v. 906, come per primo riconobbe G. Hermann.

  10. Isolamento, caratterizzazione strutturale e valutazione dell'attività biologica di metaboliti secondari di origine vegetale

    OpenAIRE

    Incollingo, Filomena

    2011-01-01

    La tematica di ricerca di questo dottorato si inserisce nell’ambito della chimica delle sostanze naturali. In particolare l’attenzione si è soffermata alle piante officinali e alle piante impiegate nella medicina popolare e alla purificazione e all’isolamento dei metaboliti secondari presenti in maggiore quantità attraverso tecniche cromatografiche quali: cromatografia su colonna, cromatografia su strato sottile, HPLC (high pressure liquid chromatography), DCCC (cromatografia liquida in cont...

  11. Composizione e dinamiche della microflora in differenti ecosistemi caseari

    OpenAIRE

    Santarelli, Marcela

    2012-01-01

    Il formaggio è un cibo biologicamente e biochimicamente dinamico contenente microorganismi sia intenzionalmente aggiunti come colture starter sia presenti come contaminanti avventizi di natura non-starter. La composizione della popolazione microbica si modifica sotto l’influenza di continui cambiamenti delle condizioni ambientali e delle interazioni tra i microorganismi durante la produzione e la stagionatura. Nel processo produttivo del formaggio, la selezione di parametri tecnologici pu...

  12. Sviluppo di metodi analitici per determinazioni affidabili in campo ambientale ed alimentare

    OpenAIRE

    Notardonato, Ivan

    2010-01-01

    La presenza di sostanze tossiche nei prodotti alimentari è stato da sempre un problema di grande rilevanza e influenza sociale sia per la natura sia per l’uomo. Nel corso degli anni sono state studiate e caratterizzate diverse sostanze presenti nell’ambiente, molte catalogate come tossiche, derivanti sia da fonti naturali sia da fonti industriali. Alcune di queste sostanze sono state ritenute particolarmente pericolose e quindi è nata l’esigenza di monitorarle e/o di cercare di limitarne il ...

  13. Las TICs como recurso innovador en el aprendizaje presencial

    OpenAIRE

    Ontoria Peña, Antonio; Calmaestra Villén, Juan; Muñoz González, Juan Manuel

    2007-01-01

    TICs have become a substantial element for the new society of knowledge and information. This deep change affects all of the social dimensions and therefore education and learning. The goal of our experience is to explain some application that provide the leargning change. New methological strategies accelerate their effectiveness with the use of TICs within presential learning approach, without needing a virtual model. There are some easy programs and means for the teacher to generate a dyna...

  14. L'informazione per l'efficienza e la trasparenza del mercato immobiliare: l'esperienza italiana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gianni Guerrieri

    2011-12-01

    Full Text Available Il tema affrontato concerne il ruolo dell’informazione economica nell’ambito dei mercati immobiliari. Si parte dai riferimenti della letteratura economica sulla teoria dell’informazione per individuare le informazioni economiche rilevanti per monitorare e analizzare il mercato immobiliare, sia dal punto di vista macroeconomico sia da quello microeconomico. In entrambi gli ambiti non è sufficiente soltanto l’informazione sul prezzo, ma su numerose altre variabili. Sull’importanza dell’informazione economica è utile l’indicatore della trasparenza dei mercati immobiliari elaborato da Jones Lang Lasalle costruito anche sulla base di una valutazione sulla qualità e quantità di informazione economica disponibile sugli oggetti scambiati sui fenomeni che caratterizzano il mercato immobiliare. Si analizza infine lo stato dell’informazione in Italia sul mercato immobiliare ed il ruolo e l’offerta informativa istituzionale resa dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia del Territorio.

  15. La povertà economica in Italia. Dati, risultanze empiriche, tendenze

    OpenAIRE

    Bosco, Nicoletta

    2017-01-01

    Uno dei dati maggiormente controintuitivi rispetto all’evoluzione temporale della povertà riguarda non tanto l’aumento del divario tra paesi sviluppati e nazioni del terzo e quarto mondo, quanto piuttosto – parafrasando il titolo di un articolo di Amartya Sen del ’93 – la sua persistenza all’interno dei paesi ricchi. Osservarne l’evoluzione consente non solo di ragionare sulla rilevanza della povertà come ambito di analisi, ma più in generale sulla società italiana e sul suo modello di svilup...

  16. Hazard urban wastes in Italy. Analysis of the technical and methodology opportunities; Rifiuti urbani pericolosi in Italia. Analisi delle problematiche e opportunita' tecnico metodologiche

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Cafiero, F.

    2001-07-01

    In this report is illustrated the Life 99 ZERO/RUP project on the recovery of hazard urban wastes, to experiment the picking up and the recycling of the wastes, to develop more information for the waste-operators and citizens, and to archive important data on the typology, quantity and diffusion of the wastes in Italy. [Italian] Il presente rapporto scientifico illustra il progetto Life 99 ZERO/RUP sulla sperimentazione del recupero dei rifiuti pericolosi urbani, per sviluppare la conoscenza presso gli operatori e i cittadini di questi, e di raccogliere informazioni sulla tipologia, quantita' e diffusione degli stessi in Italia.

  17. Rapporto impegni/depositi ed incidenza del massimale di crescita. (The effect of growth limits on the loan/deposit ratio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. NICCOLI

    2013-12-01

    Full Text Available Una breve nota sulla Marullo Reedtz ' Gli effetti di "limiti di crescita " sul sistema bancario e sulla distribuzione del credito , in cui l'autore chiarisce alcuni punti di disaccordo che esistono a livello teorico e cita alcune evidenze empiriche a loro sostegno .A brief note on Marullo Reedtz’ The effects of “growth limits” on the banking system and on the distribution of credit, in which the author clarifies some points of disagreement that exist at the theoretical level and cites some empirical evidence to support them.JEL: E51, E52, G21

  18. Fistole retto-vaginali Crohn-relate trattate mediante trasposizione del muscolo gracile: risultati a lungo termine e qualità della vita

    OpenAIRE

    Tassone, Daniela

    2015-01-01

    OBIETTIVO: Le fistole retto-vaginali Crohn-relate hanno un impatto significativo sulla qualità della vita. Quando il canale anale è alterato da ulcerazioni e stenosi o in pazienti con difetti estesi del perineo, la chirurgia locale produce risultati insoddisfacenti. Lo scopo di questo studio è quello di valutare l'efficacia della trasposizione del muscolo gracile nelle fistole retto-vaginali Crohn-relate e determinare i suoi effetti sulla qualità della vita. MATERIALI E METODI: Da gennaio...

  19. Bologna e il Welfare locale, appunti per una storia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Matteo Troilo

    2013-11-01

    Full Text Available Ancora oggi il welfare locale continua ad essere un tema chiave in una città tra le più sviluppate in Italia e con tradizioni politiche radicate. In questo articolo si pone l’attenzione sull’amministrazione di Bologna e sulla classe politica che l’ha governata in maniera quasi ininterrotta dal dopoguerra. Si analizzeranno in maniera sintetica le politiche messe in atto e il dibattito interno ai partiti di sinistra sulla necessità di mantenere, rinforzare o limitare le politiche del welfare cittadino.

  20. Hazard urban wastes in Italy. Analysis of the technical and methodology opportunities; Rifiuti urbani pericolosi in Italia. Analisi delle problematiche e opportunita' tecnico metodologiche

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Cafiero, F

    2001-07-01

    In this report is illustrated the Life 99 ZERO/RUP project on the recovery of hazard urban wastes, to experiment the picking up and the recycling of the wastes, to develop more information for the waste-operators and citizens, and to archive important data on the typology, quantity and diffusion of the wastes in Italy. [Italian] Il presente rapporto scientifico illustra il progetto Life 99 ZERO/RUP sulla sperimentazione del recupero dei rifiuti pericolosi urbani, per sviluppare la conoscenza presso gli operatori e i cittadini di questi, e di raccogliere informazioni sulla tipologia, quantita' e diffusione degli stessi in Italia.

  1. A proposito della recente evoluzione della propensione al risparmia in Italia.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G. D'IPPOLITO

    2014-07-01

    Full Text Available L’autore, convinto dell’insufficienza del modello di kaldor ad interpretare la fenomenologia italiana del periodo 1951-1963, tenta di mostrare come la fenomenologia in questione potesse invece agevolmente interpretarsi, sulla base di assunti pienamente aderenti alla teoria tradizionale.

  2. Fondamenti di meccanica relativistica redatti dal Prof. E. Persico

    CERN Document Server

    Levi-Civita, T

    1982-01-01

    Evoluzione della meccanica e dell'ottica geometrica, loro subordinazione ad uno schema quadridimensionale secondo Einstein ; le equazioni gravitationali e la relatività generale ; sulla curvatura degli spazi riemanniani a tre dimensioni ; Tullio Regge : il trasporto parallelo di Levi-Civita e sue generalizzazioni.

  3. «…tutto era uguale, tutto si ripeteva»

    DEFF Research Database (Denmark)

    Polito, Paola

    2010-01-01

    lettura del testo che evidenzia alcune modalità narrative di Bassani e, in particolare, le componenti tematiche del sistema dei personaggi. La proposta della presenza nella narrazione di una speciale forma di ripetizione, la myse en abyme, porta l’interprete a focalizzare sulla funzione centrale, nell’economia...

  4. A beehive of glances: Valerio Magrelli, the translation of poetry and ...

    African Journals Online (AJOL)

    Quest'articolo non si propone di valutare la traduzione delle poesie di Valerio Magrelli, che sono invece punto di partenza, insieme all'interesse stesso del ... La focalizzazione su quattro immagini ricorrenti nella produzione magrelliana – le api, il vetro, gli sguardi e la geometria – apre una discussione sulle difficoltà e sulla ...

  5. NOTES AND GLEANINGS / NOTE E CURIOSITÀ

    African Journals Online (AJOL)

    User

    del Novecento, da studi sulla poesia di Alba Florio e Alda Merini, De Marco ha progressivamente ...... come «libro di una vita, ricognizione e ricapitolazione degli snodi ..... trasumanato in «celeste», nell'apoteosi della luce d'oro della pittura.

  6. LA SINDROME OSSESSIVA SPAZIO-TEMPORALE DEGLI ITALIANI

    African Journals Online (AJOL)

    User

    “Spazio e tempo sono maledizioni che gravano sulla terra”. La citazione è tratta dall'opera Trunkene Flut del 1949, tradotta in italiano con il titolo Flutto ebbro (a cura di A.M. Carpi, Guanda, Parma, 1989). Il pessimismo è una delle caratteristiche principali di Gottfried Benn (1886-1956), medico di professione, autore anche ...

  7. Spendere meno, spendere meglio: una proposta panottica di J.-C. Guédon

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2013-06-01

    Full Text Available J.-C. Guédon ha commentato la nostra campagna di crowdsourcing in merito alle spese delle biblioteche sulla mailing list Nexa. Offriamo, qui di seguito, la versione italiana delle sue osservazioni – che presuppongono un mondo accademico molto diverso da quello impostoci...

  8. Freud and Gidget go to Rome but uncle Sam doesn't: The roman ...

    African Journals Online (AJOL)

    Questo articolo si propone di prendere in esame alcuni film di Hollywood, da Roman Holiday a Gidget goes to Rome, che furono realizzati a Roma negli anni della guerra fredda. Tematicamente incentrata sulla generale ambivalenza dei concetti di casa, amore e morte, questa serie della 'febbre romana' conserva tutti i tratti ...

  9. Morte e assenza di pianto rituale: il controllo delle emozioni tra i guerriglieri tamil dello Sri Lanka

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cristiana Natali

    2013-07-01

    Full Text Available [Al Passo dell’Elefante] stavamo combattendo una battaglia molto feroce(…; ho caricato sulle spalle la soldatessa ferita e l’ho trasportata nelluogo in cui venivano curati i feriti. Mentre la trasportavo era ancora viva.Ma nel momento in cui l’ho appoggiata sulla stuoia ha esalato l’ultimorespiro (1 dicembre 2002, p. 8.

  10. Meccanica analitica con elementi di meccanica statistica e dei continui

    CERN Document Server

    Fasano, Antonio

    2002-01-01

    Rivolta agli studenti del secondo anno di Fisica, Matematica, e Ingegneria, quest'opera presenta un panorama assai ampio e differenziato di argomenti classici di meccanica, con particolare enfasi sulla meccanica analitica, la teoria delle perturbazioni, la teoria cinetica, la meccanica statistica dell'equilibrio.

  11. Che cos'è la matematica? introduzione elementare ai suoi concetti e metodi

    CERN Document Server

    Courant, Richard

    1971-01-01

    I numeri naturali ; la teoria dei numeri ; il sistema dei numeri nella matematica ; l'algebra delle classi ; costruzioni geometriche, l'algebra nei campi di numeri ; geometria proiettiva, assiomatica, geometrie non euclidee ; topologia ; funzioni e limiti ; ulteriori esempi sui limiti e sulla continuità ; massimi minimi ; il calcolo.

  12. Lezioni di analisi matematica

    CERN Document Server

    Sbrana, Francesco

    1951-01-01

    Calcolo integrale delle funzioni di una variabile ; serie di funzioni di una variabile reale o complessa ; proprietà notevoli delle curve piane e sghembe ; ancora sulla intregazione delle funzioni di una variabile ; derivate e differenziali delle funzioni di più variabili ; integrali curvilinei, e di campo ; equazioni differenziali ordinarie ; cenni sulle equazioni alle derivate parziali ; cenni sulle serie di funzioni ortogonali.

  13. SUI CODICI UNIDIREZIONALI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Tallini

    1992-04-01

    Full Text Available Oltre ad una breve descrizione della problematica sui codici Unidirezionali è qui data la dimostrazione di una congettura di S. Al-Bassan e B. Bose che interviene nella teoria dei suddetti autori, sulla costruzione di codici ottimali nella classe dei codici bilanciati che si ottengono con il metodo della complementazione di Knuth.

  14. Dalla fenomenologia all’ermeneutica. Il pensiero analogico di Bachtin come strategia epistemologica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federico Pellizzi

    2012-12-01

    Full Text Available Si presenta la filosofia etica ed estetica di Michail Bachtin nel suo spazio originale tra fenomeno-logia ed ermeneutica. Riflettendo sulla peculiare logica "analogica" proposta dal pensatore russo, si mostra come tale pensiero riesca a porre in relazione soggettività e mondo, unicità della per-sona e spazio complesso della cultura.

  15. La qualità dell'eLearning Un approccio qualitativo per l'analisi dei feedback degli studenti e dei docenti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Patrizia Ghislandi

    2012-11-01

    Full Text Available La discussione sulla qualità dell'eLearning accademico si sta orientando verso una critica dei modelli di qualità più legati alla produzione industriale, che sono principalmente fondati sulla conformità a standards prestabiliti, i quali a loro volta richiedono generalmente metodi di valutazione quantitativi (Ehlers & Schneckenberg, 2010, Ghislandi, 2008, 2012. In ambito formativo questo implica una visione molto centrata sui risultati (outputs e sull'impatto (outcomes, con scarsa attenzione ai processi. Una visione innovativa della qualità richiede la profonda comprensione di elementi contestuali complessi, delle interazioni e dimensioni relazionali spesso invisibili dagli strumenti quantitativi; e, soprattutto, della generazione di logiche partecipate che aumentino la consapevolezza degli attori coinvolti nei processi che portano alla qualità del modello formativo. In questo lavoro, attraverso la presentazione di uno studio di caso di formazione continua blended, viene introdotto un approccio per il monitoraggio della qualità dell'eLearning. Tale approccio predilige metodologie di analisi qualitativa e partecipata, basate sulla riflessione e  sull’utilizzo di rubric per l’analisi dell’attività formativa. Tale approccio, secondo le autrici, risulta coerente sia dal punto di vista metodologico sia da quello epistemologico, con una nuova visione della qualità come processo continuo di riflessione sulla valutazione dell'esperienza formativa alla scoperta del senso e dei valori portanti della stessa.

  16. L'ultima Gianna manzini | Chionne | Italian Studies in Southern ...

    African Journals Online (AJOL)

    ... intimist vision of life. Very close to the Italian “prosa d'arte” which influenced her polished style, she probably achieved her best results in her two last works, Ritratto in piedi (1971) and Sulla soglia (1973). Both novels are a dialogue with her dead parents, where autobiography and memory dominate, but not in a realistic ...

  17. Informazioni geografiche per i Location Based Services

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Renzo Carlucci

    2008-03-01

    Full Text Available Elaborazione digitale della posizione umana e delle sue necessità: è un tentativo di traduzione del termine LBS Location Based Services, servizi basati sulla localizzazione. Un classico esempio? Il navigatore per autovetture, o Tom Tom dal nome del costruttore più diffuso. Un accessorio diffuso quasi al pari del telefono cellulare.

  18. UNPUBLISHED TEXTS / INEDITI

    African Journals Online (AJOL)

    gelida. Non ho più nulla da offrire. Sono veramente solo. Nudo. Pronto a riceverli. Al grido sfrecciano verso di me tre lunghe canoe. Li vedo bene mentre avanzano. Sembrano per lo più muti e tesi, questi. Inuit della costa orientale. Sono tutti uomini, tranne una donna, ritta sulla prua. Mi grida: “Dicci il tuo nome! Dicci chi sei!

  19. Fluxus (fayd). Indagine sui fondamenti della Metafisica e della Fisica di Avicenna

    NARCIS (Netherlands)

    Lizzini, O.L.

    2011-01-01

    La teoria della causalità di Avicenna (Ibn Sīnā, m. 1037) è dominata dal concetto neoplatonico di flusso emanativo (in arabo fayḍ). Tutti i piani del sistema avicenniano ne sono interessati: quello metafisico, quello naturale, e quello intellettuale e quindi gnoseologico ed etico. Sulla base di

  20. Biografia della fisica

    CERN Document Server

    Gamow, George

    1963-01-01

    Nato a Odessa nel 1904, è morto a Boulder (Colorado) nel 1968. Dopo essersi laureato all'Università di Leningrado, nel 1928 frequentò la scuola estiva di Gottinga. Le ricerche di quel periodo gli consentirono di spegiare il fenomeno, allora misterioso, della radioattività naturale e gli esperimenti di Lord Rutherford sulla trasformazione indotta sugli elementi leggeri...

  1. Il significato della relatività

    CERN Document Server

    Einstein, Albert

    1955-01-01

    La prima edizione di questo libro, pubblicata bel 1922, comprendeva il testo delle Stafford Little Lectures tenute da Einstein nel maggio 1921 alla Università di Princeton. Nel 1945 Einstein aggiunse un'appendice sulla sua teoria generalizzata della gravitazione. Nel 1953 Einstein rifece del tutto, ampliandola, la seconda appendice, a cui aggiunse un Supplemento nel 1954.

  2. AFIT/AFOSR Workshop on the Role of Wavelets in Signal Processing Applications

    Science.gov (United States)

    1992-08-28

    Stein and G. Weiss, "Fourier analysis on Eucildean spaces," Princeton University Press, 1971. [V] G. Vitali, Sulla condizione di chiusura di un sistema ...present the more general framework into wavelets fit, suggesting hence companion ways of time-scale analysis for self-similar and 1/f-type processes

  3. Clienti e signori nell’Irlanda altomedievale (secoli VI-IX

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Dalle Carbonare

    2003-12-01

    Full Text Available La società irlandese nell’alto medioevo si organizza sulla base di relazioni di clientela che talvolta sono il frutto di una scelta compiuta da uomini liberi che si assoggettano ai gruppi eminenti, talaltra sono fondate su una dipendenza economica.  La ricerca utilizza prevalentemente fonti di carattere normativo ed è corredata da un glossario.

  4. The Dictatorship and the Fall of the Roman Republic

    NARCIS (Netherlands)

    de Wilde, M.

    2013-01-01

    Es gibt eine Tendenz in der Literatur, die Diktaturen Sullas und Caesars als „leere konstitutionelle Hüllen" und „republikanische Diktaturen nur dem Namen nach" zu deuten, die „sich zwar gegenüber Diktaturen früherer Perioden parasitär verhielten, von ihnen jedoch institutionell getrennt" waren. Im

  5. Association of Genetic Variants of Milk Proteins with Milk Production ...

    African Journals Online (AJOL)

    Administrator

    For example, increasing the frequency of a milk protein genotype associated with ... date of milking, somatic cell count, daily milk yield, protein and fat ..... G sulla ripartizione percentuale delle caseine αS1, αS2, β e κ in vacche die razze. Bruna.

  6. Gentile e i matematici italiani lettere 1907-1943

    CERN Document Server

    Nastasi, Pietro

    1993-01-01

    Che cosa possono scrivere dodici grandi matematici italiani, tra cui Guido Castelnuovo, Federigo Enriques e Leonida Tonelli, a Giovanni Gentile? La pubblicazione di questo carteggio, ricavato dal patrimonio archivistico del Fondo Gentile, getta una nuova luce su alcuni aspetti della storia della scienza (e della cultura) italiana nel nostro secolo, nonché sulla figura dello stesso Gentile.

  7. idea di poetere e miti di rinascita nell'opera di sibilla aleramo

    African Journals Online (AJOL)

    User

    la più autentica natura dell'Eros, una potenza dinamica e trasformatrice”. (Pulcini: 175). L'intuito della Aleramo trova, quindi, conferma anche nelle riflessioni sulla coscienza femminile elaborate dalla psicologia del profondo junghiana. Scrive la Aleramo nel Passaggio: Ascoltati nella tua sostanza, donna, ch'è tua soltanto: ...

  8. hedysarum flexuosum

    African Journals Online (AJOL)

    S. A. Kadi, A. Mouhous, F. Djellal, T.Gidenne

    1 janv. 2017 ... ABSTRACT. Fifty-five Algerian white population rabbit of Sulla hay (Hedysarum flexuosum) and pelleted feed on the growth of rabbits. At groups, individually caged and received a control diet contained barley, dehydrated a diet (RS) was formulated to totally substitu common Reed leaves. Feed intake ...

  9. Terra e lavoro: due questioni apparentemente dimenticate, di nuovo nell'agenda europea

    NARCIS (Netherlands)

    Ploeg, van der J.D.

    2012-01-01

    Questo articolo discute l’agricoltura contadina come la principale istituzione-lavoro in Europa. Si afferma che sia il lavoro sia la terra sono socialmente difniti. Essi sono materialmente costituiti sulla base di tali definizioni e, laddove le definizioni sociali mutano, il significato, l’uso e e

  10. Guardarsi per incontrarsi: la costruzione della relazione di cura con il migrante

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ivo Lizzola

    2013-12-01

    Full Text Available Questa introduzione apre la seconda parte del numero monografico, i cui interventi focalizzano la loro attenzione sugli operatori impegnati nel lavoro di cura con persone che appartengono a culture Altre o sulla società d’accoglienza. Nella giornata congressuale, invece, il Prof. Lizzola apriva la giornata con un saluto e qualche riflessione; riflessioni riportate ora qui sotto.

  11. Browse Title Index

    African Journals Online (AJOL)

    Vol 14, No 2 (2001), Time and Space in Dante's Comedy, Abstract PDF. P Armour. Vol 14, No 2 (2001), Time and Space in the Composition of Il libro del cortegiano, Abstract PDF. OZ Pugliese. Vol 25, No 1 (2012), Tra esclusione e rispecchiamento. Alcune note sulla rappresentazione del “nero” nelle pagine di dolores prato ...

  12. La fisica dell'universo iniziale

    CERN Document Server

    Maiani, Luciano

    1994-01-01

    1. Introduzione ; 2. Strutture ; 3. Il moto di Hubble e la connessione cosmica ; 4. Solo tre neutrini ; 5. Materia oscura ; 6. Le fluttuazioni del fondo cosmico ; 7. La rottura della simmetria e il bosone di Higgs ; 8. Il progetto LHC ; 9. Ancora sulla rottura della simmetria ; 10. Conclusioni.

  13. Computational Vision Based on Neurobiology

    Science.gov (United States)

    1994-08-10

    34 Journal of Personality and 71. M. Seibert and A.M. Waxman "Learning and Social Psychology, Vol. 37, pp. 2049-2058, 1979. recognizing 3D objects from...coherence. Nature. 358:412-414, 1992. 18. Petter, G. Nuove ricerche sperimentali sulla totalizzazione percettiva. Rivista di psicologia . 50: 213-227

  14. Categorie, relazioni e metafore nell'Itinerarium mentis in Deum

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alfio Ferrara

    2008-07-01

    Full Text Available La metafora come strumento con il quale rinunciare a una teoria della definizione basata sulla sostanza, per preferire un linguaggio più evocativo. Metaphor as a tool by which giving up a substance based definition theory, in order to choose a more evocative language.

  15. L'Europa accelera sul progetto Grid

    CERN Document Server

    2003-01-01

    "Il consorzio pan-europeo Egee sta pilotando a Bruxelles la complessa operazione che dotera' l'Europa di un mercato comune delle risorse di calcolo sulla base del modello Grid (griglia di calcolo, trasporto e distribuzione di dati)" (1 page).

  16. le competenze di scrittura: dal narrare all'argomentare

    African Journals Online (AJOL)

    User

    Vigner (1982), un argomentario, cioè un inventario di argomenti che potrebbe essere fornito allo scrittore inesperto per imparare strumenti concettuali e linguistici efficaci. È necessario quindi sviluppare la consapevolezza teorica e pratica della polifonia enunciativa e promuovere, sulla scia di. Ducrot (1984), lo studio di ...

  17. Breve Manuale di Geografia Umana

    NARCIS (Netherlands)

    Minca, C.; Colombino, A.

    2012-01-01

    Il percorso per andare al lavoro, la scelta sul dove trascorrere le prossime vacanze, le nostre opinioni sulla politica estera, le nostre preoccupazioni per la crisi economica, le nostre affermazioni di identità, il nostro desiderio di fuga dal quotidiano, perfino la scelta di acquistare una casa in

  18. Ralph Spaccatutto, ovvero il videogioco come repertorio culturale del cinema

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Teti

    2013-03-01

    Full Text Available L'articolo mette il film d'animazione "Ralph Spaccatutto" in relazione all'universo estetico e iconografico del videogioco. L'analisi viene fondata sulla nozione di 'repertorio culturale', che riprende i concetti di rimediazione e di convergenza culturale elaborati da Jay David Bolter, Richard Grusin e Henry Jenkins.

  19. Spazio ASI, INFN e Nobel Ting a caccia di antimateria

    CERN Document Server

    Boz,

    2003-01-01

    "Una apparecchiatura per la ricerca dell' antimateria che nell'autunno del 2005 sara' installata sulla Stazione Spaziale e' al centro di un accordo di collaborazione tra l'Agenzia Spaziale Italiana e il Nobel Samuel Ting, del Mit e del Cern di Ginevra, firmato oggi a Roma (1 page).

  20. ARTICLES / SAGGI

    African Journals Online (AJOL)

    User

    La tradizione dell'oratoria forense, legata a una sofisticata casistica di regole e di ..... natural xe la base fondamental sulla qual riposa in quiete l'animo del ...... cautelare che a più d'uno era sembrata eccezionale, dato il censo dell'uomo).

  1. SIBILLA ALERAMO OVVERO LA SPECIFICITÀ DEL FEMMINILE1

    African Journals Online (AJOL)

    User

    autorappresentazione artistica. Fin dal suo primo romanzo, Una donna, uscito nel 1906 e presto diventato il suo libro piú famoso, sbalzando la giovane autrice esordiente sulla scena letteraria italiana e internazionale, l'Aleramo perseguí una ridefinizione del concetto patriarcale della donna a favore di una eguaglianza non ...

  2. Through the lens of the east: A study of themes in travel literature ...

    African Journals Online (AJOL)

    Il saggio studia gli scritti di viaggio dedicati da Giorgio Manganelli all'oriente, in particolare il libro Cina e altri orienti (1974): più che per il loro valore documentario, le penetranti pagine manganelliane rivelano un costante gusto di affabulazione letteraria, giocato sulla falsariga di illustri modelli, dal Milione di Marco Polo alle ...

  3. The Interstitial Self: On Literature and Agamben's Potentiality ...

    African Journals Online (AJOL)

    Partendo da una riflessione letterario-filosofica sulla differenza tra poesia e filosofia, e tra conoscenza e possesso, questo articolo propone una definizione del linguaggio letterario come framezzo. La medianità letteraria, che trova ampio riscontro in gran parte della letteratura moderna e contemporanea, viene qui affrontata ...

  4. Testimonianze di vittime degli anni di piombo

    DEFF Research Database (Denmark)

    Cecchini, Leonardo

    Testimonianze di vittime degli anni di piombo In un articolo pubblicato nel 2008 sulla webzine Nazione indiana Christian Raimo criticava quello che poi Giovanni De Luna qualche anno dopo nel suo libro La Repubblica del dolore (2011) ha chiamato “paradigma vittimario”; cioè la presenza predominante...

  5. Una community emergente tra progettazione territorio e infrastrutture La prima conferenza Autodesk degli utenti italiani

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Redazione Redazione

    2005-10-01

    Full Text Available La prima edizione dell’Autodesk User Conference dedicata aiSistemi Informativi Territoriali ed alla progettazione delle infrastrutture, tenutasi a Roma il 29 settembre 2005, diventerà l’appuntamento fisso sulla convergenza tra tecnologie CAD e GISche molti reclamavano da tempo.

  6. [Paediatric retinal detachment and hereditary vitreoretinal disorders].

    Science.gov (United States)

    Meier, P

    2013-09-01

    The number of retinal detachments in children is very low in comparison to the number in adults. One predisposing factor for development of paediatric retinal detachment is suffering from hereditary vitreoretinal degeneration (e.g., Stickler syndrome, Wagner syndrome, Kniest dysplasia, familial exudative vitreoretinopathy, congenital X-linked retinoschisis, Knobloch syndrome, incontinentia pigmenti, Norrie disease). Hereditary vitreoretinopathies are characterised by an abnormal-appearing vitreous gel with associated retinal changes. In most of these eyes further ocular abnormalities can be diagnosed. A group of hereditary disorders is associated with characteristic systemic abnormalities. Allied conditions should be considered in the clinical diagnosis. Vitreoretinopathies are the most common cause of inherited retinal detachment. In most eyes primary vitrectomy is necessary, and disease-specific surgical treatment is discussed. Georg Thieme Verlag KG Stuttgart · New York.

  7. Neurocutaneous Disorders.

    Science.gov (United States)

    Rosser, Tena

    2018-02-01

    This article presents an up-to-date summary of the genetic etiology, diagnostic criteria, clinical features, and current management recommendations for the most common neurocutaneous disorders encountered in clinical adult and pediatric neurology practices. The phakomatoses are a phenotypically and genetically diverse group of multisystem disorders that primarily affect the skin and central nervous system. A greater understanding of the genetic and biological underpinnings of numerous neurocutaneous disorders has led to better clinical characterization, more refined diagnostic criteria, and improved treatments in neurofibromatosis type 1, Legius syndrome, neurofibromatosis type 2, Noonan syndrome with multiple lentigines, tuberous sclerosis complex, Sturge-Weber syndrome, and incontinentia pigmenti. Neurologists require a basic knowledge of and familiarity with a wide variety of neurocutaneous disorders because of the frequent involvement of the central and peripheral nervous systems. A simple routine skin examination can often open a broad differential diagnosis and lead to improved patient care.

  8. Produkce karotenoidů kvasinkami rodu Cystofilobasidium

    OpenAIRE

    Vavrysová, Alena

    2009-01-01

    Karotenoidy jsou významné průmyslové pigmenty přítomné prakticky ve všech živých organismech. Cílem předložené práce bylo studium regulace produkce karotenoidních pigmentů kvasinkami rodu Cystofilobasidium s využitím exogenních stresových faktorů. Růstová křivka kvasinky C. capitatum vykazuje podobně jako ostatní karotenogenní kvasinky dvoustupňový průběh s prodlouženou stacionární fází a s maximem produkce biomasy i beta-karotenu ve 103. hodině. Aplikované stresové faktory (2-5% NACl, 2-5 mM...

  9. Možnosti produkce pigmentů kvasinkami

    OpenAIRE

    Gonová, Dominika

    2016-01-01

    Karotenoidy sú prirodzene sa vyskytujúce pigmenty syntetizované kvasinkami, baktériami, vláknitými hubami i rastlinami. V posledných rokoch vzrastá záujem o štúdium týchto pigmentov a ich mikrobiologickú produkciu najmä vďaka významným biologickým účinkom pripisovaným práve karotenoidom. Táto bakalárska práca je koncipovaná ako porovnávacia štúdia šiestich karotenogenných kvasiniek, a to dvoch kmeňov druhu Rhodotorula glutinis, Rhodotorula mucilaginosa, Sporobolomyces roseus, Sporobolomyces m...

  10. CLASSICAL AND ROMANTIC FEATURES IN BEETHOVEN’S SONG CYCLE AN DIE FERNE GELIEBTE

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    TUREA ELENA

    2016-12-01

    Full Text Available This article examines the cycle of songs An die ferne Geliebte written by Beethoven in 1816 as the fi rst example of a vocal cycle in the history of music. It is investigated in terms of correlation between the classical and romantic features pursued both in the content and structural aspect. It features the presentiment of the romantic lied in the musical language and development principles of the thematic material, in morphogenesis. Th e semantic correlations between the cycle numbers and the melodicrhythmic ties are highlighted, special emphasis is laid on the piano part in the dramaturgy of the whole.

  11. Dose evaluation for workers employed in an industry involving enamel paints containing zirconium silicate; Valutazione di dose per i lavoratori occupati in una industria che utilizza vernici a smalto contenenti silicato di zirconio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Castellani, C.M.; Berico, M.; De Zaiacomo, T.; Formignani, M.; Ianni, A.; Nobili, C.; Sandri, S.; Vasselli, R. [ENEA, Centro Ricerche Ezio Clementel, Bologna (Italy). Dipt. Ambiente

    1999-07-01

    In the frame of the European Recommendations for radiological protection, an evaluation of the annual dose has been made for workers employed in an industry for the production of sanitary equipment involving the use of enamel paints containing zirconium silicate. [Italian] Nella prospettiva dell'applicazione della direttiva europea relativa alla protezione radiologica dei lavoratori, vengono presentati i risultati relativi alla valutazione di dose annuale complessiva per i lavoratori occupati in una industria per la produzione di articoli igienico-sanitari che utilizza vernici a smalto contenenti silicato di zirconio. Il fine e' la valutazione del problema radioprotezionistico per gli addetti a causa delle impurezza radioattive presenti nei materiali utlizzati.

  12. La coesione in italiano e in russo: alcune tendenze nell’espressione dei rapporti di caratterizzazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Edyta Bocian

    2017-08-01

    Full Text Available L’obiettivo dell’articolo è quello di analizzare i mezzi metaforici esistenti nella lingua italiana volti a verbalizzare le emozioni. L’analisi è stata effettuata ricorrendo alla teoria cognitiva della metafora di Lakoff e Johnson su un corpus che consta di risorse metaforiche convenzionali presenti nei dizionari italiani monolingue. Nello specifico si è cercato di delineare un quadro della concettualizzazione emotiva in italiano, riflettendo su problematiche quali i domini origine adoperati, i possibili limiti posti alla concettualizzazione, nonché l’immagine linguistica che scaturisce dalle emozioni.

  13. Psicoterapia e filosofia. Un progetto di ricerca adleriano su inferiorità e compensazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Franco Maiullari

    2012-11-01

    Full Text Available Questo scritto presenta un Progetto di ricerca su due dei più importanti concetti del modello psicoterapeutico adleriano (Psicologia Individuale – cioè l’inferiorità e la compensazione – in una prospettiva evoluzionistica e psicodinamica. L’ipotesi di lavoro è che questi due concetti siano presenti trasversalmente in vari ambiti (psicoterapia, filosofia, religione, mitologia, storia, politica, ma anche etologia, biologia e genetica, pure con le loro specificità. Il Progetto di ricerca sviluppa alcune congetture che sono state chiamate “Le leggi fondamentali dell’inferiorità e della compensazione psichica nell’uomo”.

  14. L’intersoggettività e la sfera “emozionale-affettiva”. Appunti per una rilettura dell’analisi costitutiva

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luigi Muzzetto

    2012-03-01

    Full Text Available Nella prima parte del saggio si mette in risalto sia l’assunzione, nella sociologia classica, di affettività e razionalità come elementi contrapposti, sia la presenza degli aspetti fondamentali del superamento di tale visione dicotomica. La seconda parte riprende il pensiero di A. Schutz sull’intersoggettività come categoria base del sociale. Sebbene l’autore si muove in un’ottica cognitiva, il saggio evidenzia elementi presenti nel pensiero dell’autore che consentono di proporre una nuova concettualizzazione nella quale la dimensione affettivo-emozionale è presente ‘sin dall’inizio’.

  15. INSPIRE 2012 da Istanbul a Firenze

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mauro Salvemini

    2012-09-01

    Full Text Available DURING THE CONFERENCE HELD IN  ISTANBUL IN  2012 INSPIRE  THE  NEWS  THAT  MOST  IMPRESSED ITALIANS PRESENT,  EVEN THOSE IN THE PUBLIC ADMINISTRATION , WAS THAT THE NEXT  INSPIRE CONFERENCE WILL TAKE PLACE IN  FLORENCEDurante la conferenza INSPIRE 2012 svoltasi ad Istanbul la notizia che ha maggiormente colpito gli italiani presenti, anche quelli della pubblica amministrazione , è stata che la prossima Conferenza INSPIRE si svolgerà a Firenze dal 23 al 27 giugno 2013.

  16. INSPIRE 2012 da Istanbul a Firenze

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mauro Salvemini

    2012-09-01

    Full Text Available DURING THE CONFERENCE HELD IN  ISTANBUL IN  2012 INSPIRE  THE  NEWS  THAT  MOST  IMPRESSED ITALIANS PRESENT,  EVEN THOSE IN THE PUBLIC ADMINISTRATION , WAS THAT THE NEXT  INSPIRE CONFERENCE WILL TAKE PLACE IN  FLORENCE Durante la conferenza INSPIRE 2012 svoltasi ad Istanbul la notizia che ha maggiormente colpito gli italiani presenti, anche quelli della pubblica amministrazione , è stata che la prossima Conferenza INSPIRE si svolgerà a Firenze dal 23 al 27 giugno 2013.

  17. Diagnósticos diferenciales de la histiocitosis a células de Langerhans The differential diagnostics of Langerhans cell histiocytosis

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    C. N. Chirino

    2007-06-01

    Full Text Available La histiocitosis a células de Langerhans (HCL debe diferenciarse de las siguientes entidades: eritema tóxico neonatorum (ETN, dermatitis seborreica (DS, foliculitis pustulosa eosinofílica (FPE, incontinencia pigmenti (IP, mastocitosis/urticaria pigmentosa (M/UP, acrodermatitis enteropática (ADE, síndrome de Wiskott-Aldrich (WAS, acropustulosis infantil (API. Además se deben considerar la enfermedad de Rosai- Dorfman (ERD, xantomas diseminados, melanosis pustulosa neonatal (MPN, candidiasis congénita, listeriosis neonatal, herpes simple perinatal y la varicela neonatal. Debido a que los métodos auxiliares de laboratorio no siempre están disponibles o los resultados laboratoriales algunas veces son extemporáneos, y puesto que el médico práctico a menudo necesita tomar decisiones precozmente, es que la epidemiología resulta útil, pues brinda el marco adecuado para ordenar y jerarquizar las sospechas diagnósticas frente a un caso concreto, con un paciente determinado, en un momento específico.The differential diagnostics of Langerhans cell histiocytosis should include the following disorders: erythema toxicum neonatorum, seborrheic dermatitis, eosinophilic pustular folliculitis, incontinentia pigmenti, mastocytosis / urticaria pigmentosa, acrodermatitis enteropathica, Wiskott-Aldrich syndrome, infantile acropustulosis, Rosai- Dorfman disease, xanthoma disseminatum, neonatal pustular melanosis, congenital candidiasis, perinatal listeriosis, perinatal herpes simplex, neonatal varicella. Since the auxiliary methods of lab are not always available, or lab results are sometimes extemporaneous, the physicians often needs to make quick decisions. The epidemiology is useful because it offers the appropriate mark to prioritize the diagnostic in specific cases

  18. Spirochete della malattia di Lyme nelle zecche raccolte in uno studio di campo nell’Italia centrale (Regione Marche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ilaria Pascucci

    2010-06-01

    Full Text Available La malattia di Lyme è la più diffusa malattia trasmessa da zecche in Italia. La provincia di Pesaro ed Urbino per le sue caratteristiche ecologiche può essere considerata area rischio per la patologia. Ciò nonostante, non sono ancora disponibili dati di campo per questa area, sebbene la malattia sia presente nei territori limitrofi. Al fine di indagare la presenza del ciclo della borreliosi di Lyme, è stato condotto, nell’area di interesse, uno studio di un anno durante il quale sono state raccolte zecche da cervidi selvatici, uomo e dall’ambiente, successivamente identificate e analizzate mediante PCR. Le zecche appartenenti alla specie Ixodes ricinus (la specie più frequente in tutte le raccolte sono state testate mediante tre diverse PCR per la ricerca di Borrelia burgdorferi s.l. Inoltre, per identificare le genospecie di Borrelia burgdorferi s.lcoinvolte, è stato amplificato e sequenziato un frammento della regione intergenica spaziatrice 5S-23S dell’ RNA ribosomiale. Il sequenziamento ha permesso di identificare due differenti genospecie: B. burgdorferi s.s. e B. lusitaniae, precedentemente coinvolte in casi umani di malattia di Lyme. Le informazioni riguardo le relazioni tra ospite, zecca e genospecie di B. burgdorferi s.l., confermando le notizie già presenti in letteratura per il bacino del Mediterraneo, mostrano come nell’area di interesse siano presenti le condizioni favorevoli allo sviluppo del ciclo della borreliosi di Lyme.

  19. MedCast: a discussion support system for cooperative work

    Science.gov (United States)

    Moreno, Ramon A.; Lima, Vinícius; Lopes, Isidro; Gutierrez, Marco A.

    2012-02-01

    The availability of low cost Internet connections and specialized hardware, like webcams and headsets, makes possible the development of solutions for remote collaborative work. These solutions can provide advantages compared to presential meetings, such as: availability of experts on remote locations; lower price compared to presential meetings; creation of online didactic material (e.g. video-classes); richer forms of interaction between participants. These technologies are particularly interesting for continent-sized countries where typically there is a short number of skilled people in remote areas. However, the application of these technologies in medical field represents a special challenge due to the more complex requirements of this area, such as: Provide confidentiality (patient de-identification) and integrity of patient data; Guarantee availability of the system; Guarantee authenticity of data and users; Provide simple and effective user interface; Be compliant with medical standards such as DICOM and HL7. In order to satisfy those requirements a prototype called MedCast is under development whose architecture allows the integration of the Hospital Information System (HIS) with a collaborative tool in compliance with the HIPAA rules. Some of the MedCast features are: videoconferencing, chat, recording of the sessions, sharing of documents and reports and still and dynamic images presentation. Its current version allows the remote discussion of clinical cases and the remote ECG evaluation.

  20. Un’architettura per e con le persone

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Rigolon

    2011-06-01

    Full Text Available L’articolo propone un approccio umanistico al progetto architettonico, ponendo le persone al centro del processo di concezione. Comprendere il modo in cui lo spazio influenza il comportamento, le emozioni e le attività delle persone dovrebbe essere il punto di partenza del progetto. Ciò implica una riflessione sui mezzi con i quali lo spazio trasmette significati connotativi e denotativi. Le tecniche per raccogliere informazioni dagli utenti e per includere tali informazioni nel progetto sono state analizzate per evidenziare i vantaggi e i problemi del mettere in pratica tale approccio umanistico. La discussione finale è focalizzata sulla possibile perdita di autonomia del progettista, sulla tempistica dell’introduzione dei dati derivati dagli utenti e sulle conseguenze dell’inclusione di tali dati nelle normali pratiche progettuali.

  1. The Caspian Sea question. Perspectives for the new millennium; Il gioco del Mar Caspio: prospettive per il nuovo millennio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Bahgat, G. [Indiana Univ., Pennsylvania (United States). Dept. of Political Science

    1999-12-01

    The break-up of the Soviet Union in the early 1990s opened the door for the international oil companies to explore and develop the Caspian Sea's hydrocarbons resources. The full utilisation of this wealth, however, has been hindered by disagreement over the ownership of the basin and the choice of export routes. Another important obstacle is the troubled relationship between the United States and Iran. [Italian] Il crollo dell'Unione Sovietica nei primi anni '90 ha consentito alle compagnie petrolifere internazionali di esplorare e sviluppare le risorse di idrocarburi del Mar Caspio. Il disaccordo sulla proprieta del bacino e sulla scelta delle rotte di esportazione ha tuttavia impedito il pieno sfruttamento di questa ricchezza. Un altro importante ostacolo e dato dalle difficili relazioni tra Stati Uniti e Iran.

  2. La scrittura è terapeutica? Il metodo autobiografico e la composizione del sé

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nicola Ghezzani

    2010-02-01

    Full Text Available Far da sé il proprio ritratto biografico significa, in rapporto a queste alienazioni, sfidare i demoni della compiacenza e della connivenza con l’altro, quindi porre il rifiuto, l’opposizione e quindi il vuoto, il nulla, l’assenza come base sulla quale veder apparire le proprie scene e le proprie passioni. Solo se non devo rispondere di me stesso a nessun altro che a me stesso, io sono nella condizione di cogliermi nella mia delusione fondamentale, nell’opposizione frontale che ho verso il mondo o verso i valori recepiti, nella mia protesta di riscatto dalla soggezione, nelle mie istanze di vendetta, di cui avverto insieme la violenza apocalittica e la colpa morale, quindi posso valutare quanto sono trascinato da passioni, reso nemico agli altri e a me stesso, e quanto posso riequilibrare il mio essere sulla base di una valutazione intima, sentita, ponderata di ogni lato contrapposto della mia identità.

  3. Oltre lo spazio e il tempo la nuova fisica

    CERN Document Server

    Lachièze-Rey, Marc

    2004-01-01

    Oggi la fisica si fonda, allo stesso tempo, sulla meccanica quantistica e sulla relatività generale. Ma, in quanto veri e propri sistemi di pensiero, queste due teorie suggeriscono due distinte visioni del mondo, non conciliabili nel quadro di una descrizione unificata. Se dunque la fisica attuale si rivela inadeguata, occorre costruirne una nuova, percorrendo fino in fondo la via geometrica. Supersimmetria, stringhe e superstringhe, gravità e cosmologia quantistiche, geometria non commutativa: nuove audaci ipotesi al servizio di nuove teorie che rinnovano la nostra concezione dello spazio, del tempo, della materia e dell'Universo, e che trovano nel volume una presentazione chiara e accessibile anche a un pubblico di non specialisti.

  4. Psicoanalisi ed educazione: il lavoro di Vera Schmidt e di Sabina Spielrein nell’asilo sperimentale di Mosca (1921-1925

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Merete Amann Gainotti

    2012-12-01

    Full Text Available Negli anni 1921-1923 a Mosca, sulla scia delle profonde trasformazioni politiche e sociali innescate dalla Rivoluzione di ottobre si colloca un esperimento educativo originale, promosso da Vera Schmidt, una pedagogista formata alle idee psicoanalitiche, che si proponeva di cercare nuove vie educative per la prima infanzia sulla base delle recenti conquiste e conoscenze fornite dalla teoria psicoanalitica di S. Freud. Obiettivo di questo contributo è di fornire un breve excursus storico relativo alla diffusione della psicoanalisi in Unione sovietica e alla fondazione dell'asilo sperimentale di Mosca, di ricordare le figure delle due studiose Vera Schmidt e Sabina Spielrein che hanno animato l'iniziativa, il cui lavoro scientifico è rimasto in ombra rispetto a quello dei loro più famosi colleghi S. Freud e di C.G. Jung; infine si intende rendere conto dei principi educativi che esse cercarono di mettere in pratica nell'asilo sperimentale di Mosca.

  5. La laicità francese: “aperta”, “positiva” o “im-positiva”?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria d'Arienzo

    2011-12-01

    Full Text Available Il testo riproduce il paper della relazione “La laicità francese: vecchie costanti e nuove variabili” tenuta al Convegno: “La laicità e gli ordinamenti giuridici: principi, valori e regole”, organizzato dalla Facoltà di Scienze politiche dell’Università della Calabria, in data 5 maggio 2011, modificato nel titolo e aggiornato per la pubblicazione in corso sulla Rivista Diritto e Religioni, n. 2/2011. SOMMARIO: 1. Premessa – 2. Dalla “laicità aperta” alla “laicità positiva” – 3. Laicità e libertà religiosa. Le ventisei proposizioni del Pacte Républicaine: laïcité pour mieux vivre ensemble dell’UMP – 4. Dalla “laicità positiva” alla “laicità im-positiva” – 5. La strumentalizzazione politica del dibattito sulla laicità.

  6. Identificazione delle specie batteriche della placca subgengivale quale fattore di rischio per patologie parodontali in donne con variazioni ormonali fisiologiche e parafisiologiche

    OpenAIRE

    Privitera, Salvatore

    2014-01-01

    I principali obiettivi di questo studio sono stati quelli di valutare le implicazioni della menopausa sulla salute orale, nelle pazienti in trattamento con TOS (terapia ormonale sostitutiva) o meno, con particolare riferimento a modificazioni quali-quantitative dei principali batteri patogeni parodontali, che possono portare ad alterazioni dell equilibrio omeostatico del microbiota a favore di alcune specie più frequentemente coinvolte nell eziopatogenesi delle parodontopatie. A tal fine,...

  7. Venezia da città con porto a città-porto: proposta di rigenerazione urbana della Marittima

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniele Cannatella

    2014-06-01

    Full Text Available La città di Venezia, insieme al complesso sistema lagunare di cui fa parte e al quale è strettamente connessa, costituisce un interessante oggetto di studio per quanto riguarda l’equilibrio raggiunto nel tempo fra uomo e acqua, nello specifico, fra processi antropici e dinamiche ambientali. Le tradizionali tecniche costruttive veneziane sono uno degli esempi più evidenti di come l’ingegno umano abbia superato la sfida dell’acqua, riuscendo ad urbanizzare un ambiente inizialmente ostile e a creare le condizioni favorevoli all’abitabilità e ad uno sviluppo economico prevalentemente commerciale. Questo equilibrio era basato sulla profonda conoscenza dei processi naturali che caratterizzavano, e caratterizzano, la laguna e derivava dall’acquisizione di quella sapienza costruttiva generata dalle continue sperimentazioni nella ricerca di fondali idonei, di materiali adeguati e di tecniche rispondenti ad esigenze sempre più complesse, con un’estrema attenzione al territorio e alle sue risorse.Con l’affermarsi dell’era industriale, nel corso del diciannovesimo secolo, Venezia riformula le sue strategie di sviluppo puntando sulla costruzione di una nuova base industriale connessa al porto e sulla promozione turistica dell’isola. Il superamento della capacità di carico è sicuramente uno dei più consistenti punti di rottura di quel delicato equilibrio su cui è stata fondata la città fin dalle sue origini.L’articolo presenta una proposta progettuale di riconfigurazione della Marittima di Venezia basata sulla ridistribuzione dei flussi turistici e sull’incremento di resilienza del sistema economico, sociale ed ambientale della città, puntando sul porto come importante risorsa strategica per il territorio. 

  8. Use of Scientific and Technical Information in the NATO Countries

    Science.gov (United States)

    1983-03-01

    At the universities that teach engineering and applied sciences, this research is often of a practical nature and directed towards industrial...application of the research results. I want to concentrate on the universities which teach such subjects, because it is from this kind of universities...Istituto di Studi sulla Ricerca e Doc. Scientifica, Via Cesare De Lollis 12, 00185 Rome, Italy Istituto di Botanica Agraria, Universita di Firenze

  9. Regole di sicurezza e responsabilità civile nella attività di mountain biking e downhill montano = Safety Rules and Civil Liability in the Practice of Mountain Biking and Downhill

    OpenAIRE

    Salvadori, Ivan

    2013-01-01

    Il paper si prefigge l’obiettivo di esaminare, sotto diversi profili, le regole di sicurezza e la responsabilità civile nascente dall’esercizio del mountain biking e del downhill, due attività sportive in grande espansione che costituiscono ormai un volano importante nelle strategie di marketing connesse alla fruizione turistica della montagna estiva. L’analisi si focalizza sulla evoluzione del fenomeno sportivo e turistico connessa a questi sport e sulle responsabilità nascenti in capo ai so...

  10. Parlare di olio. Terminologia della degustazione e tipi di testi

    OpenAIRE

    Silvia Gilardoni

    2013-01-01

    In questo contributo analizziamo la terminologia italiana del settore olivicolo con attenzione ai termini impiegati nella descrizione delle proprietà degustative dell’olio di oliva. Sulla base di un corpus costituito da una documentazione di carattere lessicografico e testuale in lingua italiana presentiamo un’analisi concettuale e terminologica del dominio dell’analisi sensoriale dell’olio. Una parte del lavoro è poi dedicata ad esaminare le modalità espressive e le variazioni terminologiche...

  11. Valutazione dei parametri ecocardiografici di funzionalità atriale in cavalli dell’Esercito Italiano

    OpenAIRE

    Carta, Sergio

    2017-01-01

    In cardiologia equina, nonostante la fibrillazione atriale rappresenti l’aritmia di più frequente riscontro nei cavalli atleti, le metodiche ecocardiografiche per valutare le dimensioni dell’atrio sinistro non appaiono ancora ben standardizzate. Lo scopo della presente tesi è stato quello di contribuire alla standardizzazione della valutazione ecocardiografica delle dimensioni dell’atrio sinistro e dei parametri di funzionalità atriale, calcolati sulla base delle misure bidimensionali (dia...

  12. Analisi matematica del problema dello spazio

    CERN Document Server

    Weyl, Hermann

    1990-01-01

    Al fine di rendere concettualmente evidente il privilegio posseduto dalla metrica pitagorico-riemanniana, e dalle varie metriche riemanniane "indefinite", rispetto alle altre metriche possibili, nel 1921 Weyl, stimolato dagli sviluppi della relatività einsteiniana (sulla quale aveva scritto il mirabile "Raum-Zeit-Materie"), intraprese un profondo studio del problema giovandosi dei metodi della teoria dei gruppi di Lie, studio che egli portò a conclusione con la monografia del 1923 intitolata "Mathematische Analyse des Raumproblems".

  13. Mostra didattico-divulgativa: Dentro il Microscopio. Ottica, immagini, tecnologie

    OpenAIRE

    Andronico, Patrizia

    2011-01-01

    Progettazione grafica e realizzazione dei pannelli della mostra.Elenco dei pannelli sull'ottica geometrica:l'occhio umanol'ottica geometricala riflessione e la rifrazionegli elementi di un sistema otticola formazione dell'immaginela lente di ingrandimentola risoluzione e la riffrazioneil microscopio otticoElenco dei pannelli sulla storia della microscopia:i primi sistemi di ingrandimentoocchiali medievalil'invenzione del microscopiogalileo e i linceihooke e la royal societynasce la microbiolo...

  14. La figura di Maria Maddalena nella tradizione agostiniana del XII secolo e l'allegoria nuziale in Bernardo di ClairvauxUn'ipotesi di interpretazione alla luce di categorie di ordine psicoanalitico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Cartotto

    2008-07-01

    La lettura viene condotta sulla base di categorie concettuali di carattere psicoanalitico, in quanto tali categorie trovano la propria origine, prima ancora che nel pensiero, nella più concreta e profonda esperienza umana. Ed è proprio il collocarsi all'interno di questa viva esperienza umana che consente di cogliere in modo più diretto la dimensione antropologica che pare emergere dagli scrittori monastici di questo periodo.

  15. La Geografia dell’Antidistopia. Come mappare l’ecologismo contemporaneo?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alex Foti

    2008-03-01

    Full Text Available E’ con il 1968 e la Contestazione che l’ecologismo entra di prepotenza nella scena pubblica occidentale. In Nordamerica, grazie alla pubblicazione di Silent Spring di Rachel Carson – testo fondativo dell’ambientalismo sugli effetti nefasti del DDT sulla catena alimentare – e alle grandi manifestazioni legate all’istituzione dell’Earth Day (1970, l’ecologismo lavora in profondità nella società civile, dando vita a ONG internazionali del peso di Greenpeace.

  16. Presentazione

    OpenAIRE

    Ceccatelli Gurrieri, Giovanna

    2017-01-01

    Gli ultimi tre decenni hanno visto introdurre, nel dibattito sulle scienze sociali e sulla sociologia in particolare, alcuni radicali mutamenti di prospettiva, legati come è noto, in estrema sintesi, a tre principali riferimenti: la teoria dei sistemi, la fenomenologia, l’approccio ermeneutico. Si sono così andati imponendo, insieme al riconoscimento della sostanziale precarietà di ogni tentativo di conoscenza della realtà sociale, alcuni paradigmi che hanno trasformato irreversibilmente i fo...

  17. Dante seen from the Perspective of Historical Documents. A Discussion between Historians and Italianists

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elisa Brilli

    2014-11-01

    Full Text Available The article is the re-elaborated written version of the discussion held during the final round table of the workshop “Intorno al Codice diplomatico dantesco I. I documenti relativi a Dante e al loro uso. I documenti sulla famiglia e il patrimonio.” A group of scholars were invited to react to the methodological proposals and the papers presented during the two days of the seminar.

  18. Fra normalizzazione e individualizzazione. Soggetto, corpi, anarchia

    OpenAIRE

    Biondi, Paolo

    2013-01-01

    Questo lavoro si occupa di rintracciare i presupposti sulla natura umana a fondamento delle diverse definizioni elaborate dalla teoria sociale contemporanea relativamente ai concetti di normalizzazione e individualizzazione. Benché la rilevanza attuale di tali concetti appaia largamente connessa con l'emergere di esiti teorici molto contestati quali quelli cui perviene il post-strutturalismo in relazione alla critica del soggetto, le scienze sociali sembrano in qualche modo non comprendere ap...

  19. Smart movie tourism: la nuova frontiera del cineturismo / Smart movie tourism: the new frontier of cine-tourism

    OpenAIRE

    Teresa Graziano

    2016-01-01

    Inserito nel quadro teorico della letteratura sulla Smart City, il presente lavoro mira ad analizzare le implicazioni derivanti dall’utilizzo delle nuove tecnologie intelligenti per la valorizzazione turistica delle location cinematografiche. Dal punto di vista metodologico, l’articolo si fonda su un’analisi quali-quantitativa di alcuni casi di smart movie tourism, al fine di indagare le caratteristiche delle applicazioni per smartphone e tablet (apps) che consentono la riproduzione virtuale ...

  20. Solid municipal waste management in a mediterranean sea; La gestione dei rifiuti solidi urbani in un'area mediterranea

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Falcetta, M. [Ministero degli Esteri, Direzione Generale per la Cooperazione e lo Sviluppo, Rome (Italy); Grauso, S. [ENEA, Divisione Caratterizzazione del Territorio, S. Maria di Galeria, Rome (Italy); Pietrelli, L.; Sgroi, S. [ENEA, Divisione Ingegneria Ambientale, S. Maria di Galeria, Rome (Italy)

    2001-02-01

    Development and results of a co-operative project on solid waste management in Palestine. The project was the first part of a broader programme of environmental co-operation between Italy and the Palestinian National Authority. [Italian] Lo sviluppo e i risultati raggiunti da un progetto di cooperazione italo-palestinese sulla gestione dei rifiuti solidi urbani in Palestina. Il progetto si presta ad essere replicato nei Paesi in via di sviluppo mediterranea.

  1. La migrazione del chagas: Costruzione bio-medica e socio-politica delle malattie tropicali dimenticate

    OpenAIRE

    Ciannameo, Anna

    2014-01-01

    Questo studio propone un'esplorazione dei nessi tra processi migratori ed esperienze di salute e malattia a partire da un'indagine sulle migrazioni provenienti dall'America latina in Emilia-Romagna. Contemporaneamente indaga i termini del dibattito sulla diffusione della Malattia di Chagas, “infezione tropicale dimenticata” endemica in America centro-meridionale che, grazie all'incremento dei flussi migratori transnazionali, viene oggi riconfigurata come 'emergente' in alcuni contesti di imm...

  2. Elements for impact assessment of cultural heritage and community well-being. A qualitative study on Casentino’s Eco-museum

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Glenda Galeotti

    2016-12-01

    diretto degli attori locali (approccio multi-stakeholder. Si tratta di uno studio introduttivo ad un percorso di ricerca più ampio e articolato che l’autrice sta sviluppando. In accordo con gli studi sulla Qualità della Vita, il principale risultato della ricerca è la defi nizione di elementi utili alla valutazione dell’impatto prodotto dalla valorizzazione del patrimonio culturale in termini di benessere della comunità locale.

  3. Principi generali di gestione della manutenzione

    CERN Document Server

    Furlanetto, Luciano; Macchi, Marco

    2006-01-01

    In questo volume vengono fornite le premesse per il superamento della tradizionale visione della manutenzione, quale inevitabile accidente e costo da ridurre, a favore di un'immagine culturale innovativa in cui la manutenzione consente un superamento del modello consumistico delle sostituzioni verso una ecosostenibilità del patrimonio di impianti e infrastrutture. Sulla base di queste premesse, ci si rivolge a manager, imprese, studiosi e studenti del campo dei servizi di manuntenzione.

  4. Teoria della relatività

    CERN Document Server

    Pauli, Wolfgang

    1958-01-01

    Fondamenti della teoria della relatività ristretta ; ausili matematici ; gli sviluppi della teoria della relatività ristretta concernenti la cinematica ; gli sviluppi della teoria della relatività ristretta concernenti l'elettrodinamica ; gli sviluppi della teoria della relatività ristretta concernenti la meccanica e la dinamica generale ; gli sviluppi della teoria della relatività ristretta concernenti la termodinamica e la statistica ; teoria della relatività generale ; teorie sulla natura delle particelle elementari elettricamente cariche.

  5. Simmetria e natura dalle armonie delle figure alle invarianze delle leggi

    CERN Document Server

    Castellani, Elena

    2000-01-01

    Dagli antichi in poi, la simmetria ha sempre esercitato una funzione importante nella storia del pensiero occidentale. Ma quale simmetria? Che cosa ha in comune la simmetria degli antichi, fondata sulla proporzione e sull’armonia, con la simmetria dei moderni e della scienza contemporanea? Il rapporto tra simmetria e natura apre una prospettiva privilegiata per intendere il concetto di simmetria nelle sue caratteristiche essenziali.

  6. Scholars, don’t disregard Wikipedia. Become Wikipedia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2012-07-01

    Full Text Available Nel marzo 2012, la rivista ad accesso aperto PLoS Computational Biology ha compiuto l’esperimento di pubblicare, con la procedura normale, un articolo di stile enciclopedico, impegnandosi però a caricarne una versione sulla Wikipedia in lingua inglese. Gli studiosi accademici sono affetti da una peculiare schizofrenia o, meglio, da un’idiozia specializzata. Tutti noi sappiamo, con Weber, [...

  7. STeP : Sicurezza Tutela e Privacy

    OpenAIRE

    Carlesi, Carlo

    2006-01-01

    Organizzazione del corso di formazione sulla sicurezza dei dati e l'applicazione del 'Codice in materia di protezione dei dati personali - D.lgs. 196/2003', 'STeP: Sicurezza Tutela e Privacy'. Il corso, suddiviso in due giornate (di 4 ore) ? stato rivolto principalmente ai respondabili del trattamento dei dati personali, agli addetti al trattamento ed ai responsabili della sicurezza dei sistemi informatici. Il corso si prefigge di fornire un quadro completo della normativa ( D.Lgs. 196/2003) ...

  8. Il Garante e la protezione dei dati personali

    OpenAIRE

    Carlesi, Carlo

    2006-01-01

    Presentazione PowerPoint, svolta come parte del tema: Sicurezza dei dati e applicazione del 'Codice in materia di protezione dei dati personali', nell'ambito del corso di formazione 'STeP: Sicurezza Tutela e Privacy'. Obiettivo della presentazione, illustrare le principali attivit? svolte dal 'Garante per la protezione dei dati personali' in qualit? di autorit? indipendente istituita con la legge n.675 del 1996, detta anche legge sulla 'Privacy'.

  9. Secondo corso STeP: Sicurezza Tutela e Privacy

    OpenAIRE

    Carlesi, Carlo

    2007-01-01

    Organizzazione del secondo corso di formazione sulla sicurezza dei dati e l'applicazione del 'Codice in materia di protezione dei dati personali - D.lgs. 196/2003', 'STeP: Sicurezza Tutela e Privacy'. Il corso, suddiviso in due giornate (di 4 ore) ? stato rivolto principalmente ai respondabili del trattamento dei dati personali, agli addetti al trattamento ed ai responsabili della sicurezza dei sistemi informatici. Il corso si prefigge di fornire un quadro completo della normativa ( D.Lgs. 19...

  10. La prevenzione dell'influenza, della malattia da meningococco C e della diarrea da colera

    OpenAIRE

    Trivello, R.; Arigliani, R.; Rossi, L.; Castelli, F.

    2012-01-01

    Influenza, meningococco C e colera: tre differenti agenti infettivi che causano malattie molto diverse tra loro, tutte però con un denominatore comune: sono prevenibili con la vaccinazione. La vaccinazione influenzale nei bambini è un argomento di grande attualità e dibattito: i vari aspetti verranno messi a confronto sulla base delle esperienze internazionali e nazionali. La vaccinazione contro il meningococco C: saranno riportati i risultati di una esperienza di collaborazione tra Pediatria...

  11. Geopolitical aspects of prudery, or Stalin as the breeches maker: political censorship and puritan censorship in the USSR

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Duccio Colombo

    2015-05-01

    Una prima spiegazione può essere rintracciata nel noto riaffiorare di valori “borghesi” nella società stalinista; l'estremismo della censura è legato piuttosto alla peculiare poetica del realismo socialista: l'arte, in quel sistema, è considerata strumento di azione diretta sulla psiche del percettore, la contemplazione astratta è bandita per principio, e dunque la classica giustificazione del nudo è inapplicabile.

  12. Valutazione dell'appropriatezza dei ricoveri in un Policlinico Universitario: analisi mediante l'uso comparativo dei sistemi di classificazione isogravitá APR-DRG e Disease Staging e del PRUO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Volpe

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: valutare l’appropriatezza organizzativa dei ricoveri effettuati in un Policlinico Universitario attraverso la comparazione di due metodi, dei quali uno basato sui dati della scheda di dimissione ospedaliera ed utilizza, rispettivamente, i sistemi di classificazione iso-gravità APR-DRG e Disease Staging e l’altro sulla revisione delle cartelle cliniche mediante il PRUO.

    Metodi: oggetto di analisi sono i ricoveri ordinari effettuati nell’anno 2001 ed afferenti ai DRG inclusi nella delibera della Giunta Regionale del Lazio 864/2002 che recepisce il D.P.C.M. 29/11/2001 sui livelli essenziali di assistenza.

    Risultati: i risultati evidenziano che le due varianti del
    metodo basato sulla SDO (metodo APPRO mostrano quote di ricoveri inappropriati sovrapponibili rispetto al complesso dei ricoveri oggetto di analisi, ma con differenze anche rilevanti tra APR-DRG e Disease Staging in relazione ai singoli DRG considerati, riconducibili ai diversi algoritmi di attribuzione del livello di severità utilizzati dai due sistemi. L’analisi campionaria effettuata con il metodo PRUO su casi afferenti ai DRG della DGR 864/2002 caratterizzati da livelli di severità minimi evidenzia una proporzione di ricoveri inappropriati superiore a quella determinata tramite i metodi basati sulla SDO. Tale differenza è verosimilmente dovuta al ruolo del valore delle soglie percentuali di accettabilità individuate dalla Regione Lazio per ciascun DRG: le quote di ricoveri che eccedono tali soglie sono considerate inappropriate.

    Conclusioni: sulla base dei risultati ottenuti gli autori
    descrivono gli interventi organizzativi adottati per ottimizzare il contesto di erogazione delle prestazioni
    oggetto di analisi, discutono vantaggi e limiti dei metodi SDO-based e del metodo analitico PRUObased e ne propongono l

  13. Bibliography of Documents Related to the Theory, Operation and Performance of Coaxial Plasma Guns

    Science.gov (United States)

    1988-09-01

    Nazionale per l’Energia Nucleare, Rome, Italy, 1970. Bostick, W. H., Nardi, V., Grunberger, L. and Prior, W., "Observation of Solar Flare Type...Processes in the Laboratory," in Solar Magnetic Fields, Symposium No. 43 of the International Astronomical Union, Paris, France, 31 August--4 September 1970...Nazionale Energia Nucleare sulla Fusione, Centro di Frascati, Rome, Italy, September 1984. Bugrova, A. I., Morozov, A. I. and Kharchevnlkov, V. K

  14. MM&T: Bibliography on Optical Testing with Appendix.

    Science.gov (United States)

    1982-02-26

    OTTENUTE CON UN RETICOLO A TRATTI INCLINATI SUL PIANO DE SIM1ETRIA DEL SISTEMA OTTICO" Nuovo Cimento, 8, 310 (1931) No abstract provided. SCANDONE, F...FRANCIA, G. "SULLA FRANGE D’INTERFERENZA DELLE ONDE ABERRANTI" Ottica. 6, 151 (1941) No abstract provided. TORALDO DI FRANCIA, G. "SAUGIO DI UNA TEORIA ...No abstract provided. TORALDO DI FRANCIA, G. "INTRODUZIONE ALIA TEORIA GEOMETR[CA E INTERFERENZIALE DELLE ONDE ABERRANTI" Atti. Fond. Giorgio Ronchi

  15. BOOK REVIEWS / RECENSIONI

    African Journals Online (AJOL)

    User

    Il. Palmario, di cui l'editrice ricostruisce la figura sulla base di fonti esterne e di una capillare analisi delle rime, nacque ad Ancona e fu strettamente legato ai Malatesta di Rimini e in particolare a. Sigismondo Pandolfo, signore della città dal 1432 al 1468, al cui servizio entrò al più tardi verso la fine del 1454. Iuris peritus, si.

  16. Situazione altimetrica attuale del comprensorio veneziano e i suoi riflessi sull'ambiente lagunare

    OpenAIRE

    Carbognin, Laura; Tosi, Luigi

    1995-01-01

    Dopo aver inquadrato il processo della subsidenza che dagli inizi degli anni cinquanta ha interessato in modo particolare il territorio e la città di Venezia per le intensive estrazioni di acque sotterranee, viene effettuata un'analisi di dettaglio dell'attuale situazione altimetrica del comprensorio lagunare. Lo studio si basa sostanzialmente sulla interpretazione delle altimetrie 1993 confrontate a quelle del 1973 risultanti dalle due rispettive livellazioni di alta-altissima precisione con...

  17. Godas Rex. La amonedación del Reino de Godas

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto Trivero Rivera

    2014-12-01

    Full Text Available Dopo una rassegna storica sulla Sardegna della seconda metà del V secolo e sulla monetazione vandala battuta da una zecca sarda, l'Autore descrive alcune rare emissioni monetarie battute in nome di Godas, sovrano conosciuto solamente grazie ad alcuni paragrafi delle Storie di Procopio di Cesarea. Lo studio delle emissioni monetarie conferma il suo testo e permette di dedurre alcuni aspetti in merito agli eventi che portarono Godas al potere nell'isola e che non sono stati narrati dallo storico palestino. Ciò permette di correggere un'inesatta interpretazione dei fatti data dagli storici sardi, i quali, basandosi sulla traduzione latina invece che sull'originale greco, scrivono che Godas fu inviato in Sardegna dal re vandalo Gelamir: invece il suo ruolo nell'isola fu necessariamente importante già durante il regno di Hilderico, il suo predecessore. L'articolo è completato dal corpus di tutti gli esemplari noti di nummi battuti in nome di Godas.

  18. Per una didattica del melodramma. Idee e percorsi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giorgio Pagannone

    2011-04-01

    Full Text Available Il presente intervento ha lo scopo di mettere a fuoco alcune questioni di fondo sulla didattica del melodramma e di formulare alcune ipotesi metodologiche approfondite nel volume Insegnare il melodramma: saperi essenziali, proposte didattiche, finanziato dall’Università della Valle d’Aosta e destinato ad insegnanti della scuola di base, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria superiore. Il libro è suddiviso in due parti: la prima di riflessione teorica e metodologica; la seconda più operativa, e contenente alcuni percorsi didattici divisi per fasce scolastiche. Esso dunque intende fornire a chi opera nella scuola una riflessione articolata e almeno un po’ approfondita sull’opera lirica, e nel contempo degli strumenti di lavoro concreti. Si può constatare infatti che alcune recenti pubblicazioni sulla didattica dell’opera puntano sull’immediata operatività (anche ai livelli più precoci d’istruzione, ma difettano, a nostro avviso, di un’adeguata cornice teorico-metodologico-concettuale: il che si ripercuote anche sul livello e sulla qualità dei percorsi didattici stessi.

  19. La fuga negata. Marie Luise Kaschnitz e il nazismo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucia Mor

    2014-10-01

    Full Text Available Nel gennaio del 1946 la scrittrice tedesca Marie Luise Kaschnitz pubblica sulla neonata rivista “Die Wandlung” (Il cambiamento il saggio Von der Schuld (Sulla colpa nel quale reagisce, a pochi mesi dalla fine della guerra, alle accuse rivolte da più parti ai Tedeschi di aver consentito al nazismo di trascinare il mondo nella tragedia della Seconda Guerra Mondiale. Le pagine della Kaschnitz sono un documento dimenticato del dibattito, ad oggi inconcluso, sul tema della colpa dei Tedeschi che non opposero resistenza al regime di Adolf Hitler: esse non sono recuperate per decidere sulla condanna o sull’assoluzione della scrittrice e di chi con lei si definì ‘vigliacco’ per aver taciuto, bensì per cercare di comprendere le cause dal punto di vista umano del fenomeno della Innere Emigration, causato dal potere paralizzante esercitato dal regime del terrore, che chiuse ai più ogni via di fuga concreta e, soprattutto, la via della coscienza.

  20. L’educatore sociale fra i Servizi e l’intervento di strada.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Chiara Giustini

    2007-07-01

    Full Text Available Ci siamo sempre poste molte domande sulla povertà, sulle cause dell'impoverimento, sulle responsabilità di noi “ricchi”, sulle possibilità che ogni persona ha di cambiare le cose. Forse è per questo che tre anni fa abbiamo deciso di aderire alla proposta del prof. Genovese e di partecipare al progetto "Un sacco a pelo per l'inverno" promosso dalla Caritas Diocesana di Bologna: da questa collaborazione è nato il Gruppo Nuove Povertà, tuttora impegnato in attività di ricerca sulla povertà, di impegno concreto e di sensibilizzazione al tema della marginalità nella nostra città e di formazione per gli studenti della Facoltà di Scienze della Formazione. Forse è sempre per questo che per le nostre tesi abbiamo affrontato il problema della povertà e delle nuove povertà, la condizione dei senza dimora e le risposte dei Servizi. Ne sono nati due articoli: il primo, firmato da Federica Filippini, affronta il tema della povertà nella sua multidimensionalità e analizza in particolare la condizione dei senza dimora, il percorso di impoverimento, le difficoltà della vita in strada, il rapporto con la città e i Servizi; il secondo, firmato da Chiara Giustini, si sofferma, invece, sulla figura dell'educatore, sia all'interno dei Servizi rivolti ai senza dimora, sia nel lavoro di strada.

  1. «Do you (really believe in evil?». Psycho, televisione seriality and its viewer

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mauro Giori

    2016-06-01

    Full Text Available L’influenza esercitata da Hitchcock sul cinema è un dato tanto notorio quanto sottovalutato dagli studi. Ancora di più lo è la sua influenza sulla televisione. Questo saggio utilizza un esempio significativo – quello che coinvolge il film Psycho (Psyco, 1960 – per mettere in luce alcuni mutamenti radicali subiti dalla gestione  dell’intertestualità nel contesto dell’evoluzione subita dalla serialità televisiva negli ultimi trent’anni. Sensibilmente diverse appaiono infatti le modalità di tale gestione da parte della serialità cosiddetta classica e di quella più recente, variamente definita come ‘nuova’ o ‘di qualità’. Cambia altresì la selezione operata sul complesso materiale offerto dal modello, il quale deve la sua fortuna a intuizioni relative a questioni complesse da affrontare per la serialità classica, come l’intreccio tra morte, instabilità mentale e sessualità eteroclita, o come il carattere performativo del gender. Si metterà infine in luce come a mutare, al fondo, sia la concezione dello spettatore e delle sue prassi di visione, che risultano essere molto diverse tra le due forme di serialità e che incidono in modo radicale sulla loro scrittura e sulla loro concezione formale e strutturale.

  2. Microblogging: quale valore per l’educazione? Presentazione per il pubblico italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Filippo Bruni

    2013-03-01

    Full Text Available Questo numero di Form@re raccoglie, come indicato dall’editoriale di Carmen Holotescu e Gabriela Grosseck, sei interventi, tutti relativi al microblogging, in cui si documenta come a livello europeo esistano una serie di esperienze e di risorse da un lato consolidate, dall’altro in forte evoluzione. In relazione al contesto italiano, quale tipo di pratiche e di osservazioni è possibile presentare? E quali stimoli è possibile trarre per ulteriori sperimentazioni? Il prossimo numero di Form@re offrirà una versione in lingua italiana dei contributi qui proposti, ma vorrebbe essere anche l’occasione per un’ulteriore riflessione attenta alle esperienze e ai dibattiti legati al contesto italiano. In tal senso i contributi presenti in questo numero aprono e offrono delle prime risposte a tutta una serie di questioni. Provando, sia pure con una modalità fin troppo sintetica, a individuare i punti essenziali, possono essere segnalate tre domande.

  3. Melka Kunture: tecniche digitali per l’archeologia preistorica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Leonardo Carmigiani

    2007-04-01

    Full Text Available La musealizzazione del sito di Melka Kunture rappresenta la conclusione di 40 anni di ricerche e scavi compiuti dalla Missione Archeologica Francese diretta da Jean Chavaillon tra il 1965 e il 1995 e dalla Missione Archeologica Italiana dell’Università di Roma “La Sapienza” e del Ministero degli Affari Esteri, diretta da Marcello Piperno a partire dal 1999 e tuttora in corso. L’estensione del sito, la sua lunga sequenza culturale (1.7-0.2 milioni di anni insieme alla molteplicità e varietà delle situazioni archeologiche presenti nelle sue diverse fasi fanno di Melka Kunture un complesso straordinario e unico, paragonabile soltanto alla Gola di Olduvai in Tanzania.

  4. [Trattamento farmacologico del disturbo da uso di alcol. Evidenze scientifiche].

    Science.gov (United States)

    Attilia, Fabio; Perciballi, Roberta; Rotondo, Claudia; Capriglione, Ida; Iannuzzi, Silvia; Attilia, Maria Luisa; Vitali, Mario; Alessandrini, Giovanni; Scamporrino, Maria Concetta Marcella; Fiore, Marco; Ceccanti, Mauro

    2018-01-01

    RIASSUNTO. La terapia farmacologica nei pazienti con disturbo da uso di alcol riveste un ruolo centrale nel progetto terapeutico, altamente contestualizzato in un approccio multidisciplinare. Sebbene i trattamenti non farmacologici per la dipendenza da alcol risultino ben strutturati e in continua evoluzione, dal punto di vista medico le possibilità di intervento sono realmente ristrette, con poche molecole a disposizione approvate per il disturbo da uso di alcol: nello specifico, l'acamprostato, il naltrexone e, più recentemente, il nalmefene tra gli anticraving; il disulfiram tra gli avversivanti. Nuovi approcci sperimentali stanno cercando di ampliare tale gamma attraverso l'utilizzo di farmaci off-label. Evidenze scientifiche devono supportare l'indicazione terapeutica, quest'ultima deve dimostrarsi "cucita" sulle esigenze del paziente e sulle comorbilità presenti tenendo conto del profilo bio-psico-sociale individuale. Fondamentale risulta il follow-up per valutare la ritenzione in trattamento e il monitoraggio degli outcome alcologici.

  5. The #image and the #subject: the perception of image from Instagram

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Thiago Guimarães Azevedo

    2015-06-01

    Full Text Available This paper is part of a dissertation submitted to the Graduate Program in Arts at UFPA. It aims to examine the relationship between image and memory on Instagram. Thereto, I have identified the universe of image and its interaction with the individual, by dialoguing with the modifications in regard to its constitution from the development of mobile devices such as smartphones and tablets, the most common means by which one can use Instagram. With this in mind, I have emphasized the relationship of people on social networks through these interconnection areas. However, we can perceive a path to an individualized relationship with other social actors, where the groups are assembled in a self-referential way. Thus, relationships become more fluid and less presential. The research highlights the issue of memory phenomenon beginning from the image and adopts phenomenology as its methodological approach since it represents the construction of an imaginary based on life experiences.

  6. Funzioni identitarie dell'alternanza linguistica in apprendenti di italiano durante lo svolgimento di attività in gruppo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberta Ferroni

    2013-12-01

    Full Text Available Questo articolo indaga, servendosi degli strumenti teorici messi a disposizione dall’analisi della conversazione, coadiuvata da una serie di nozioni e riferimenti tratti dagli studi che esaminano la struttura dell’interazione nella classe di lingua, i diversi usi che gli apprendenti di italiano LS fanno delle lingue presenti nella classe, specialmente della loro LM, durante lo svolgimento di attività di gruppo per dare voce alle multiple identità che costituiscono ciascun individuo. Dallo studio emerge che l’identità degli apprendenti è in continua trasformazione. Infatti, per potersi affermare, gli apprendenti dovranno “interpretare” un insieme di ruoli che cambiano e che dovranno negoziare in base al contesto d’interazione

  7. VOCABULARY, TEXTUAL COMPLEXITY AND READING COMPREHENSION IN DIGITAL LEARNING ENVIRONMENTS: AN INITIAL INVESTIGATION WITH HIGH SCHOOL STUDENTS

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria José Bocorny Finatto

    2016-12-01

    Full Text Available In this paper, we describe an initial investigation that intended to qualify the elaboration and usability of didactic resources for Distance Learning (DL in the field of Languages/Portuguese Language and Reading. We present the planning of the resource, the selection of materials and the theoretical notions involved, and the initial design of the activity, which consisted in reading and evaluating the complexity of a set of short texts. The experience was successful only for a small controlled group of students and unsuccessful for the large uncontrolled group. In order to improve the devised resource and implement it didactically, there is the need to perform previous presential learning activities with the involved groups and proceed with the student’s evaluation of the results after the task is accomplished.

  8. The dynamics of a students´ groupwork in the Physics classes, their relationship to the knowledge, and the teacher´s interventions

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Glauco S. F. da Silva

    2012-05-01

    Full Text Available We present the learning-teaching process case of a group of High School students and emphasize their relation with physics subject-matter, the interventions of the teacher (presential and institutional and the difficult situations faced by them within the group. We used Pichon-Rivière’s theory of operative groups to analyze this data. In this theory, some important elements are: the task of the group, the bond and the roles the members play. We made a diachronical analysis of the group, raising the hypothesis of the dependence from the teacher, and we made a synchronical analysis from one class to reveal some details of the group process. We concluded that the members’ dependence was related to “not knowing Physics” whose teacher was the one who could solve their problems. Lastly, we discuss teacher’s intervention function in a students’groupwork during physics classes.

  9. Compilation of the opinions expressed by the CCTN in 1997; Raccolta dei pareri espressi dalla CCTN nel 1997

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Camoni, I [Istituto Superiore di Sanita` , Rome (Italy). Lab. di Tossicologia Applicata; Mucci, N [ISPESL, Monteporzio Catone, Rome (Italy). Dipt. di Medicina del Lavoro

    1999-12-31

    The advice expressed by the Italian National Advisory Toxicological Committee (CCTN) in 1997 are presented. Among the most important advice, the following may be mentioned: (1) air quality criteria for CO and NO{sub 2}; (2) risk evaluation associated to the presence of mixtures of pesticide residues in food; (3) re-evaluations of the toxic properties of DDT; (4) evaluations of the carcinogenic evidences of several active substances of antiblastic drugs. [Italiano] Vengono presentati i pareri espressi dalla Commissione Consultiva Tossicologica Nazionale (CCTN) nel 1997. Tra i piu` importanti possono essere menzionati i pareri riguardanti: 1) criteri di qualita` dell`aria per il CO e l`NO{sub 2}; 2) rischio tossicologico da residui di miscele di pesticidi presenti negli alimenti; 3) rivalutazione delle proprieta` tossiche del DDT; 4) valutazione dell`evidenza di cancerogenita` di alcuni principi attivi di chemioterapici antiblastici.

  10. Metafore della natura e natura della metafora in Denis Diderot

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rita Messori

    2014-12-01

    Full Text Available The writings of Diderot, even the most philosophical, are characterized by a poetic style, by the frequent use of figures of speech, especially metaphor. The metaphorical images like, the "great chain of being", the "swarm of bees" and the "sensitive harpsichord", are an expression of experimental philosophy that proceeds by "presentiments", by intuitions and not by concepts. The philosopher, from the experience of natural phenomena, forms an idea, though vague, of nature as a dynamic unity of parts, as the order in the making. Standing at the intersection of philosophy, poetics and life sciences, the metaphor suggests an image of the organic unity of nature and the human body, the continuous and gradual metamorphosis of every natural being.

  11. FOCAL GROUPS ON-LINE: FROM THE CONCEPTUAL REFLECTIONS TO THE VIRTUAL ENVIRONMENT APPLICATION

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sônia M. Guedes Gondim

    2009-07-01

    Full Text Available Communication technologies have a renovating role in contemporaneity with regard to human interaction. One can however highlight their influence on other everyday aspects, like their influence in research. The objective of this paper is to describe and discuss the aspects that involve the application of focal groups in a virtual environment, denominated on-line focal groups, with the aim of highlighting factors that can guide their use in research, especially for research which is geared towards investigating opinions and perceptions of social players. The aspects broached in this paper are based in part on the application experience of the players, with a view to elaborating a doctorate thesis. The theoretical fundamentals of presential focal groups and their migration to the virtual environment are also broached. Finally some suggestions are presented to those who are interested in this research strategy, based on the results obtained through this experience.

  12. Smart telemedicine support for continuous glucose monitoring: the embryo of a future global agent for diabetes care.

    Science.gov (United States)

    Rigla, Mercedes

    2011-01-01

    Although current systems for continuous glucose monitoring (CGM) are the result of progressive technological improvement, and although a beneficial effect on glucose control has been demonstrated, few patients are using them. Something similar has happened to telemedicine (TM); in spite of the long-term experience, which began in the early 1980s, no TM system has been widely adopted, and presential visits are still almost the only way diabetologists and patients communicate. The hypothesis developed in this article is that neither CGM nor TM will ever be routinely implemented separately, and their consideration as essential elements for standard diabetes care will one day come from their integration as parts of a telemedical monitoring platform. This platform, which should include artificial intelligence for giving decision support to patients and physicians, will represent the core of a more complex global agent for diabetes care, which will provide control algorithms and risk analysis among other essential functions. © 2010 Diabetes Technology Society.

  13. Afterword: A view from African cities

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pino Schirripa

    2016-08-01

    Full Text Available La diffusione del pentecostalismo e la crescita degli aderenti ha assunto negli ultimi decenni dimensioni considerevoli che ne hanno fatto il movimento cristiano a più altro tasso di crescita a livello mondiale. Sebbene conosca una sua diffusione anche nelle aree rurali, è in quelle urbani che conosce uno sviluppo maggiore. Tra i fattori che ne hanno favorito la diffusione vi è certamente la flessibilità dell'idioma pentecostale che permette di adattarsi ai vari contesti locali. Diversi studiosi hanno evidenziato come versioni oggi più in crescita del pentecostalismo presentino nella dottrina, nelle predicazioni e nelle pratiche elementi coerenti con la prospettiva neoliberista oggi egemonica in larga parte del pianeta. Partendo dagli articoli presenti in questa sezione, il contributo intende riflettere su queste questioni, concentrandosi principalmente sul fenomeno per come si presenta nelle aree urbane.

  14. Geothermal infrastructure for an historic village in Tuscany: a sustainable retrofit solution

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Valentina Marino

    2016-06-01

    Full Text Available Il comune di Montieri ha recentemente costruito una rete di teleriscaldamento alimentata a vapore geotermico. L’aspetto innovativo risiede nell’uso del vapore geotermico di scarto dalla produzione di elettricità, per fornire riscaldamento e acqua calda sanitaria per 425 utenze del centro storico. Con il progetto Geothermal Community (Concerto, FP7 sono stati intrapresi ulteriori obiettivi per l’ambiente costruito: la riduzione del consumo energetico degli edifici e l’aumento della quota delle risorse energetiche rinnovabili utilizzate dalla comunità. L’articolo propone una analisi dei benefici ambientali ed economici delle misure di efficienza energetica pianificate dal progetto Europeo alla luce dell’installazione della rete di teleriscaldamento. I risultati presentano uno spunto di riflessione interessante per la formulazione dei piani di riduzione delle emissioni delle aree urbane storiche Italiane ed Europee dove sono presenti simili infrastrutture. 

  15. La tracciabilità della filiera vitivinicola: dal sistema di cantina alla gestione completa dell’azienda vitivinicola con strumenti GIS-Oriented

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luigi Rosadini

    2013-03-01

    Full Text Available Nell’ultimo decennio le aziende Agrarie e Vitivinicole in particolare hanno visto aumentare in maniera considerevole le difficoltà di mercato ed al contempo hanno registrato una maturità e sensibilità da parte del consumatore. Questo nuovo contesto ha fatto sì che le esigenze di automazione, informatizzazione e relativa tracciabilità di prodotto sifacessero più pressanti e dettagliate, tanto da richiedere lo sviluppo di veri e propri Sistemi Informativi di Cantina eGIS agrario-vitivinicoli anche partendo da una analisi e un relativo approccio geospaziale delle problematiche presenti.AbstractThe new context of agricultural and wine-devoted farm duringlast decades has brought to the needs of automation, computerizationand traceability of its product, requiring the developmentof real Information Systems as a GIS agrarian wine cellar,starting from an analysis and the approach to the geospatialissues. 

  16. Compilation of the opinions expressed by the CCTN in 1997; Raccolta dei pareri espressi dalla CCTN nel 1997

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Camoni, I. [Istituto Superiore di Sanita`, Rome (Italy). Lab. di Tossicologia Applicata; Mucci, N. [ISPESL, Monteporzio Catone, Rome (Italy). Dipt. di Medicina del Lavoro

    1998-12-31

    The advice expressed by the Italian National Advisory Toxicological Committee (CCTN) in 1997 are presented. Among the most important advice, the following may be mentioned: (1) air quality criteria for CO and NO{sub 2}; (2) risk evaluation associated to the presence of mixtures of pesticide residues in food; (3) re-evaluations of the toxic properties of DDT; (4) evaluations of the carcinogenic evidences of several active substances of antiblastic drugs. [Italiano] Vengono presentati i pareri espressi dalla Commissione Consultiva Tossicologica Nazionale (CCTN) nel 1997. Tra i piu` importanti possono essere menzionati i pareri riguardanti: 1) criteri di qualita` dell`aria per il CO e l`NO{sub 2}; 2) rischio tossicologico da residui di miscele di pesticidi presenti negli alimenti; 3) rivalutazione delle proprieta` tossiche del DDT; 4) valutazione dell`evidenza di cancerogenita` di alcuni principi attivi di chemioterapici antiblastici.

  17. Validación del modelo SERVPERF en el ámbito de internet: un caso colombiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Edison Jair Duque Oliva

    2014-12-01

    Full Text Available The aim of the study is to demonstrate an adaptation process of the SERVPERF model for the evaluation of the perceived quality of service in the Colombian environment, and to validate this using the model in an E-commerce company of Colombia. A pre-test was performed with 98 questionnaires and a definitive sample of 585 questionnaires were completed. An exploratory and confirmatory factor analysis was performed to verify the validity and reliability of the results found. There were discrepancies in some items of the questionnaire on comparing it with the original model, but it was determined that these could be attributed to the non-presential nature of the electronic business, and did not affect the overall adaptation of the tool. Thus, this study verifies the validity of the SERVPERF model in the internet environment in Colombia.

  18. Capacitation in radiological protection by internet

    International Nuclear Information System (INIS)

    Pena, Juan J.; Vega, Jose Maria; Rossell, Maria Angeles; Calvo, Jose L.; Galvez, Manuel

    2001-01-01

    This paper makes a proposal to use the Web for training Radiation Protection in Spanish/Portuguese languages. The Iberoamerican Group of Scientific Societies of Radioprotection (GRIAPRA) should take the lead of this educational project, to get in two years the following objectives: to prepare educational resources about Radioprotection in Spanish/Portuguese languages with the support of two Internet servers, one of them will be in Latin-American and the other in Spain; to talk over the methods for exchanging information between the teachers, tutors and students interested in participating in this project, to have a thorough knowledge of the activities and courses supported by the two internet servers; to set up agreements with Universities and professional Institutions related with Radioprotection in order that students, who get pass all the evaluations, exams and practical presential training organized in reference Centers previously selected, could obtain an academic accreditation. (author)

  19. LA LINGUA FILMATA: "L'UOMO CHE VERRÀ" DI GIORGIO DIRITTI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marta Idini

    2016-02-01

    Full Text Available La lingua filmata appare oggi uno dei campi linguistici in cui il dialetto torna ad essere scelta registica e veicolo di nuove istanze comunicative, in stretta relazione con un nuovo modo di intendere e praticare il cinema. Il presente articolo introduce il lettore alla consuetudine cinematografica del dialetto, analizzandone la presenza e le funzioni che gli sono state attribuite nei decenni trascorsi e presenti, e guarda a L’Uomo che verrà quale espressione attuale di una nuova risorgenza dialettale all’interno delle pellicole nostrane. Attraverso un’analisi attenta dei fenomeni vernacolari in esso presenti, l’indagine si sofferma sulle motivazioni e l’efficacia comunicativa cui perviene l’uso del dialetto e si interroga su quale grado di realismo o mimesi linguistica Diritti abbia raggiunto. Language of film: "L’uomo che verrà" by Giorgio DirittiLanguage in films is one of the fields where dialect becomes a choice and a vehicle for new communicative demands, closely related the new way of understanding and practicing the cinema. This article introduces the reader to the use of dialect in films, analyzing the presence and functions that have been attributed to it in the past and present decades, and looks at L’Uomo che verrà as an expression of the new resurgence of dialect in Italian films. Through careful analysis of the vernacular, the paper focuses on the motivations and the communicative effectiveness of the use of dialect and questions the degree of realism or linguistic mimesis that Diritti was able to reach.

  20. Sprainting activity of captive otters: its relationship with breeding cycle and number of animals

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Claudio Prigioni

    1995-12-01

    Full Text Available Abstract The marking activity of captive otters (Lutra lutra was studied from April 1989 to August 1993 in an enclosure of 1.64 ha in size, located in the Ticino Valley Natural Park (Piemonte region, northern Italy. The number of otters in the enclosure varied from 1 to 6 and three litters of 1, 2 and 2 cubs were recorded in October 1990, 1991 and 1992. The sprainting activity, expressed as number of signs (spraints and anal secretions per day was associated to the breeding cycle and increased in relation to the number of animals present in the enclosure. These data are of particular importance in order to explain the annual variation of the marking level in wild otter populations. Riassunto Attività di marcamento di 1ontre in cattività in relazione a1 ciclo riproduttivo e a1 numero degli animali - L'attività di marcamento della lontra (Lutra lutra è stata rilevata dall'aprile 1989 all'agosto 1993 in un recinto di 1,64 ha, situato nel Parco Naturale della Valle del Ticino (regione Piemonte, provincia di Novara. I1 numero di animali presenti in tale recinto variava da 1 a 6, e la nascita di tre cucciolate, composte da 1, 2 e 2 piccoli, è stata registrata in ottobre negli anni 1990, 1991 e 1992. L'intensità di marcamento, espressa come numero di segni (feci e secrezioni anali per giorno era associata a1 ciclo riproduttivo della specie e incrementava in relazione al numero di animali presenti nel recinto. I dati acquisiti rivestono particolare importanza per interpretare le variazioni nell'arco dell'anno del livello di marcamento di popolazioni selvatiche.

  1. DUE NUOVE SPECIE SINTOPICHE DI TYPHLOREICHEIA DELLA SARDEGNA SUD-ORIENTALE (Coleoptera, Carabidae

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Magrini

    2011-10-01

    Full Text Available Vengono descritte e illustrate due nuove specie sintopiche di Typhloreicheia della Sardegna sud-orientale: la prima, T. carlonnisi n. sp., campionata alla base del pozzo d’ingresso della Grotta Su Pittiolu de Gospuru (Armungia, Cagliari, la seconda, T. paladinii n. sp., campionata sotto i massi che circondano l’ingresso della medesima cavità e sul Monte Lora presso San Vito (Muravera. La prima risulta affine per molti caratteri alle specie del “gruppo angelae” (sensu Magrini 2003a, e si distingue dalle altre Typhloreicheia note di Sardegna per la combinazione dei seguenti caratteri: piccole dimensioni, tempie appiattite e poco sporgenti, elitre con setole discali presenti nelle interstrie 2-3-5-7 e margini laterali con denticoli presenti fino all’apice; edeago breve, con apice del lobo mediano sottile e incurvato ventralmente in visione laterale, asimmetrico in visione ventrale. Lamella copulatrice costituita da una lamina allungata con apice arrotondato, con la porzione dorsale nettamente sclerificata in forma di artiglio. La seconda, appartenente al “gruppo occulta” (sensu Magrini & Bulirsch 2002, si differenzia dall’affine Typhloreicheia viti Magrini & Bulirsch, 2002 per le elitre più allungate e meno convesse, per l’edeago più robusto, con lobo mediano meno appuntito e appena incurvato a sinistra in visione ventrale e apice più corto e largo in visione laterale, e per la lamella copulatrice con apice più arrotondato; le differenze nettamente maggiori nei confronti delle altre specie del gruppo sono evidenziate nella chiave dicotomica allegata. La spettacolare radiazione adattativa del genere Typhloreicheia in Sardegna, recentemente proposta e discussa da uno degli autori del presente contributo (A.C., e le ipotesi concernenti l’origine di questa linea di Reicheiina nell’isola, sono richiamate ed evidenziate alla luce dei nuovi dati.

  2. Analysis of the situation of the vacuum in FTU; Analisi della situazione del vuoto di FTU (Resoconto del lavoro svolto dalla task force)

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Alessandrini, C.; Angelini, B.; Apicella, M.L.; Mazzitelli, G.; Pirani, S.; Zanza, V. [ENEA, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy). Dipt. Energia

    1999-01-01

    To analyze the situation of the vacuum in the FTU tokamak, on 22/5/96 was set up a task force to identify the problem(s) and to settle the operative and cleaning procedures. The main actions of the task force were: leak tests, automatic procedure to monitor on line the state of the machine vacuum and an exhaustive analysis of the work done before. The task force reviewed the outgassing measurements of the plastic materials inserted into the machine and was decided to repeat the test on the thermocouples. The results pointed out that the thermocouples are a practically infinite reservoir of water. The outcome of the task force was a set of new procedures and recommendations during both the operation of FTU and the shutdown periods. FTU is now operating at more acceptable plasma purity. [Italiano] Il 22/5/96 fu costituita una Task Force (TF) per analizzare le cause della `non pulizia` di FTU e per identificare le nuove procedure da seguire per la pulizia della camera da vuoto. Le azioni che la TF intraprese furono: leak tests, monitoraggio continuo dello stato del vuoto e revisione critica del lavoro fatto precedentemente. Vennero poi analizzate delle misure fatte a suo tempo sui materiali presenti nella camera da vuoto di FTU e, nel caso delle termocoppie, si decise di ripetere il test. Da questa seconda prova emerse che i cilindretti di queste termocoppie sono delle riserve inesauribili di acqua che vengono alimentate da ogni riapertura della macchina. Il lavoro della TF si concluse con una serie di procedure e raccomandazioni, da seguire prima di ogni riapertura della macchina e durante le campagne sperimentali a macchina fredda; tali procedure tengono conto del fatto che negli anni e` aumentata la quantita` di materiali plastici presenti nella camera da vuoto, soprattutto nei ports. FTU sta attualmente operando in condizioni piu` accettabili di pulizia della camera.

  3. GROWTH OR RETRACTION: WHAT TENDENCIES DO INDICES FOR VACANCY OFFER, REGISTRATIONS AND NUMBER OF GRADUATES IN BRAZILIAN ACCOUNTING SCIENCE PROGRAMS EXPOSE?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniele Silva Rodrigues

    2015-01-01

    Full Text Available This study aims to identify possible tendencies from offered vacancy indices, registrations and number of graduates in the field of Accounting Science, both in presential and distance education, from 1995 to 2012. Expansion policies and the increasing access of the Brazilian Higher Education System (“Sistema de Educação Superior” (SES, institutionalized by the government, are considered as a context to understand these tendencies. The main data sources used were micro data from the Higher Education Census (“Censo de Educação Superior” (CES from 1995 to 2012. This study carried out descriptive and analytical procedures in a trending movement for these indices from 1995 to 2012. The results suggest that the growth in the offer of vacancies was expressive throughout the period. This movement was not followed in the same rate by the number of interested candidates to compete for a position in the Accounting Science program. There is an oversupply on offers for vacancies with a rising tendency in private institutions. The evolution in the registration rate in distant education courses (“Cursos de Educação à Distância” (EAD is inconstant. There is a concentration of enrolled students at a lower number in Higher Education Institutions (“Instituições de Ensino Superior” (IES of a public nature, in contrast with the pulverized distribution on registrations among a higher number of private IES. The completion rate in Accounting Science presents high and low alternate periods for the presential modality. However, there is evidence on high evasion and/or retention index. The course assessment tools indicate possible problems in the offering of the education service and deficiencies regarding the under graduation of students in Accounting Science.

  4. Hypohidrotic ectodermal dysplasia, osteopetrosis, lymphedema, and immunodeficiency in an infant with multiple opportunistic infections.

    Science.gov (United States)

    Carlberg, Valerie M; Lofgren, Sabra M; Mann, Julianne A; Austin, Jared P; Nolt, Dawn; Shereck, Evan B; Davila-Saldana, Blachy; Zonana, Jonathan; Krol, Alfons L

    2014-01-01

    Osteopetrosis, lymphedema, hypohidrotic ectodermal dysplasia, and immunodeficiency (OL-HED-ID) is a rare X-linked disorder with only three reported prior cases in the English-language literature. We describe a case of OL-HED-ID in a male infant who initially presented with congenital lymphedema, leukocytosis, and thrombocytopenia of unknown etiology at 7 days of age. He subsequently developed gram-negative sepsis and multiple opportunistic infections including high-level cytomegalovirus viremia and Pneumocystis jiroveci pneumonia. The infant was noted to have mildly xerotic skin, fine sparse hair, and periorbital wrinkling, all features suggestive of ectodermal dysplasia. Skeletal imaging showed findings consistent with osteopetrosis, and immunologic investigation revealed hypogammaglobulinemia and mixed T- and B-cell dysfunction. Genetic testing revealed a novel mutation in the nuclear factor kappa beta (NF-KB) essential modulator (NEMO) gene, confirming the diagnosis of OL-HED-ID. Mutations in the NEMO gene have been reported in association with hypohidrotic ectodermal dysplasia with immunodeficiency (HED-ID), OL-HED-ID, and incontinentia pigmenti. In this case, we report a novel mutation in the NEMO gene associated with OL-HED-ID. This article highlights the dermatologic manifestations of a rare disorder, OL-HED-ID, and underscores the importance of early recognition and prompt intervention to prevent life-threatening infections. © 2013 Wiley Periodicals, Inc.

  5. Familial cutaneous amyloidosis with systemic manifestations in males.

    Science.gov (United States)

    Partington, M W; Marriott, P J; Prentice, R S; Cavaglia, A; Simpson, N E

    1981-01-01

    We describe a family in which two males and seven females have brown pigmentation of the skin. In the females, the type and distribution of the pigmentation mimicked incontinentia pigmenti; in the males, the pattern was reticulate. The histological appearance was the same in both sexes with amyloid deposits in the papillary dermis, melanin in the basal layer, and slight hyperkeratosis. The females were otherwise normal. Both males had thrived poorly as infants but had survived. One had severe gastroenteritis with blood in the stools starting at the age of three weeks followed by seizures, hemiplegia, and developmental delay; the other had recurrent pneumonia throughout life, a urethral stricture, inguinal herniae, and near-blindness from amyloid deposition in the cornea. Five other males in the family had had severe illnesses. Two died of pneumonia by three months. One died at three months from colitis. Both remaining boys had colitis as infants, failed to thrive, and developed recurrent pneumonia from which one died at three years. We think all of these relatives had the same disease carried by a single gene with pleiotropic effects. The most likely form of inheritance is X-linked.

  6. Book review. Conoscere gli animali familiari. Francesca Bellini, Alessia Liverini, Vincenzo Rosa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2014-03-01

    Full Text Available Conoscere gli animali familiari è la settima uscita della collana diretta da Paolo Polidori "produzioni animali e sicurezza alimentare" sulla ricerca nell'ambito della nutrizione e alimentazione animale, zootecnia, ispezione degli alimenti di origine animale, clinica medica e parassitologia veterinaria con risvolti di natura tecnica, scientifica e pratica. Il volume, redatto da medici veterinari in servizio presso differenti Aziende Sanitarie italiane, è un sintetico manuale su domesticazione, cura sanitaria, etnografia e addestramento del proprio cane (o gatto. Gli autori partono dall'assunto che i proprietari scelgono il cane per lo più sulla base del gusto visivo o sulla consuetudine tramandata in famiglia, senza un'esaustiva conoscenza degli aspetti riguardanti l'origine dell'animale, la sua attitudine prevalente, le sue patologie ricorrenti e le eventuali predisposizioni genetiche nei confronti di una determinata patologia. Puntano l'accento sin dalle prime battute sul cambiamento culturale che ha modificato anche il rapporto uomo-animale sotto l'aspetto sociale, effettuale e giuridico. L'animale da semplice "res" si è da tempo affermato come un essere diverso ma senziente, quindi destinatario di tutele, con diritti contemplati dalle carte costituzionali di diversi Paesi. Per questo motivo chi detiene un animale domestico deve prepararsi ad un impegno non riducibile al possesso di un oggetto, al punto di risponderne penalmente per eventuali sofferenze fisiche o psicologiche, per l'abbandono (anche solo temporaneo o per l'incuria. Conoscere gli animali familiari fornisce nozioni scientifiche e sanitarie alla portata di tutti, utili soprattutto nelle occasioni in cui i proprietari dovranno recarsi dal veterinario o affrontare visite legate alla profilassi e alle vaccinazioni di routine.

  7. La nozione di autorità. Suggestioni da Alexandre Kojève

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Chiara Ariano

    2014-08-01

    Full Text Available Muovendo da un’analisi fenomenologica, l’articolo intende porre una riflessione critica sull’elaborazione giusfilosofica della nozione d’autorità prendendo spunto dal volumetto La nozione d’Autorità di A. Kojève (di cui prima si conosceva l’esistenza solo grazie a una nota presente nell’Esquisse d’une phénoménologie du droit, recentemente rinvenuto. L’autore inizia col fare un’analisi concettuale delle teorie dell’autorità, distinguendo così quattro tipi “semplici” o “puri” (analoghi agli idealtipi weberiani: la teoria teologica o teocratica, secondo la quale l’Autorità primaria e assoluta appartiene a Dio, e tutte le altre ne derivano; la teoria platonica, secondo cui l’Autorità si fonda sulla Giustizia; quella aristotelica, secondo cui appartiene a chi ha il sapere e la capacità di prevedere; infine quella di Hegel che la riduce al rapporto tra Signore e servo (vincitore e vinto, basato sulla lotta, il rischio e il riconoscimento del vincitore come autorità. Di queste, solo l’ultima – scrive Kojève – “ha avuto un’elaborazione filosofica completa, che si sviluppa sia sul piano della descrizione fenomenologica sia su quello dell’analisi metafisica e ontologica, le altre non hanno oltrepassato il livello della fenomenologia”. La radicale finitudine dell’uomo, sulla quale Kojève in definitiva fonda la sua pretesa ateistica e cerca conseguentemente di svincolare dalla trascendenza ogni fondazione dell'autorità, non esclude, però, a parere di chi scrive, la traccia di un ‟antropologia in cui torna ad affacciarsi l’infinito”.  

  8. La costituzione dell’INA e il monopolio statale delle assicurazioni (1912-1922 = The constitution of INA and the state monopoly of insurance (1912-1922

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Serena Potito

    2012-07-01

    Full Text Available Il saggio –basato principalmente su documenti attualmente conservati presso l’Archivio Storico dell’INA, a Roma– esamina le vicende legate alla nascita dell’Istituto, costituito in un regime transitorio di monopolio relativo nel settore delle assicurazioni sulla vita.A causa del suo significato economico e politico, questa speciale forma di monopolio statale diede luogo a molte reazioni nell’ambito finanziario e politico nazionale, pertanto l’INA iniziò i primi anni di attività in una situazione conflittuale ed incerta.Il saggio inoltre approfondisce le ripercussioni sul mercato assicurativo internazionale in seguito alla nascita dell’INA.Durante il decennio di monopolio parziale dell’Istituto nel settore delle assicurazioni sulla vita (1912-1922, le compagnie di assicurazione straniere ritennero compromessi i loro interessi finanziari nel mercato italiano, e lo osteggiarono fino al 1923, quando una nuova legge riformò il mercato assicurativo sulla vita, abolendo il regime di monopolio.The essay –mainly based on documents actually preserved in the Historical Archives of INA, in Rome– examines the events connected with the foundation of the Institute, established in a transient condition of partial monopoly system in life insurance sector. Because of its economic and political meaning, this special form of state monopoly gave rise to many reactions in the financial and political national context, and so INA started its first years of activity in a troubled and unstable situation. The essay also discusses about the repercussions on international insurance market in consequence of the foundation of INA.During the ten-year perior of partial monopoly of the Institute in life insurance sector (1912-1922, foreign insurance companies deemed their financial interest in Italian market jeopardized, and contrasted with it until 1923, when a new act reformed life insurance market, abrogating monopoly system. 

  9. Anni di formazione nella Chicago d'un tempo. (Beginnings

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    H.P. MINSKY

    2013-12-01

    Full Text Available Il documento è un contributo ad una serie di ricordi e riflessioni sulle esperienze professionali di  illustri economisti con Banca Nazionale del Lavoro Quarterly Review iniziati nel 1979. In esso Hyman Minsky offre una retrospettiva sulla sua carriera accademica e lo sviluppo intellettuale .The paper is a contribution to a series of recollections and reflections on the professional experiences of distinguished economists which the Banca Nazionale del Lavoro Quarterly Review started in 1979. In it Hyman Minsky offers a retrospective on his academic career and intellectual development.JEL: B31

  10. An atlas of classification. Signage between open shelves, the Web and the catalogue

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Fabbrizzi

    2014-05-01

    Questa segnaletica è fondata sulla comunicazione cross-mediale, e integra le modalità comunicative della biblioteca a vari livelli, sia nel contesto dello stesso medium, sia tra media diversi: tra i cartelli sulle testate degli scaffali, tra questi cartelli e il sito web della biblioteca, tra il sito web e il catalogo. Per questo sistema integrato sono particolarmente adatti i dispositivi mobili come i tablet e gli smartphone, perché danno la possibilità di accedere al Web mentre ci si muove tra gli scaffali. Il collegamento diretto tra gli scaffali aperti classificati e il catalogo è reso possibile dai codici QR stampati sui cartelli.

  11. I leave you a respect for the use of power". Mary McLeod Bethune: donne nere e processi di "decision making" negli Stati Uniti

    OpenAIRE

    Vezzosi, Elisabetta

    2004-01-01

    Gli studi degli anni Ottanta sulla leadership femminile nera, raramente di carattere storico, ne hanno evidenziato soprattutto i connotati simbolici, in cui spesso i confini tra vite personali e ruoli organizzativi sono assai sfumati. L'immagine di una leadership debole da essi proposta è stata tuttavia smentita dalla storiografia più recente, che peraltro appare ancora ad uno stadio embrionale. Tutto ciò spiega almeno in gran parte perché sia tanto a lungo stata trascurata la figura di Mary ...

  12. Nota su Lucrezia Borgia nella musica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Consuelo Picchi

    2017-06-01

    Full Text Available Riasunto: Nel presente scritto si fa una riflessione sulla presenza di Lucrezia Borgia nella musica ed anche sull’interesse della figlia del papa nella musica del Tromboncino. Ancora, si vede come Donizetti rappresenta Lucrezia nella sua opera.   Parole chiave: Lucrezia Borgia, musica, Tromboncino, Donizetti   Abstract: In this paper there is a reflection on the presence of Lucrezia Borgia in music and also on the interest of the Pope’s daughter in the music of Tromboncino. Still, one sees how Donizetti represents Lucrezia in his work. Keywords: Lucrezia Borgia, music, Tromboncino, Donizetti

  13. L’intermodalità a supporto della riduzione dell’impatto ambientale dei trasporti: il caso dell’interporto quadrante Europa di Verona

    OpenAIRE

    Chimenti, Matteo; Dal Dosso, Michele

    2015-01-01

    Il presente paper si pone l’obiettivo di analizzare l’impatto delle “esternalità” dei trasporti sull’ambiente e sulla società. Nello specifico l’analisi verterà sul sistema interportuale italiano, quale strumento strategico per incrementare la mobilità sostenibile del futuro. Lo studio si concentrerà dapprima su di una panoramica del disegno dell’interportualità italiana per poi focalizzarsi sull’Interporto Quadrante Europa di Verona, che diverrà il case study del presente paper. Tale s...

  14. Il Toyota way e la crisi. Tornare alle origini del lean management per sopravvivere e prosperare

    OpenAIRE

    A. Camuffo; D. Weber

    2009-01-01

    Nel settore automobilistico gli occhi sono tutti puntati sui bailouts delle Big Three americane e sugli interventi statali a supporto dei produttori europei, oltre che sulla scommessa rappresentata dall’operazione FIAT-Chrysler. Ma la domanda più importante per capire dove andrà il settore auto è cosa accadrà a Toyota. È questa la vera domanda che ci si deve porre, perché il Toyota Way è importante, al di là del suo destino individuale, per il destino del settore automobi...

  15. Federico Delpino and the foundation of plant biology.

    Science.gov (United States)

    Mancuso, Stefano

    2010-09-01

    In 1867, Federico Delpino, with his seminal work "Pensieri sulla biologia vegetale" (Thoughts on plant biology) established plant biology by defining it not in the broad general sense, namely as the science of living beings, but as a branch of natural science dedicated to the study of plant life in relation to the environment. Today, the figure and achievements of this outstanding plant scientist it is almost unknown. In the following pages, I will concisely describe the main realizations of Federico Delpino and outline the significance of his work for modern plant science.

  16. I giovani e la democrazia in Portogallo: alla ricerca di un nuovo paradigma?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Lisi

    2012-08-01

    Full Text Available In Portogallo, al pari degli altri paesi europei, la disaffezione e l’apatia politica sono assai sviluppate, soprattutto tra le giovani generazioni. L’articolo utilizza i dati dell’indagine sulla qualità della democrazia per analizzare la relazione tra giovani e politica in Portogallo. La partecipazione non convenzionale e la mobilitazione cognitiva si stanno affermando, ma in maniera minore rispetto ad altri paesi, sebbene anche in Portogallo le mobilitazioni di protesta siano aumentate a seguito della crisi economica. La peculiarità del caso portoghese può essere spiegata come facendo riferimento alla breve storia democratica e alle caratteristiche del sistema politico.

  17. Lezioni di fisica teorica

    CERN Document Server

    Caldirola, Piero

    Richiami di meccanica analitica ; richiami di termodinamica ; richiami di elettromagnetismo ; appunti sulla teoria della relatività ; la non validità delle teorie classiche nel mondo microscopico ; la meccanica atomica di Bohr e Sommerfeld ; I fondamenti della meccanica quantistica ; applicazioni nell'equazione di Schroedinger ; meccanica quantistica dei sistemi l'atomo di idrogeno ; particella in un campo elettrico e magnetico ; il calcolo delle perturbazioni nella teoria quantistica ; teoria dell'emissione e dell'assorbimento della luce ; sistemi di particelle identiche ; il legame chimico omopolare nella molecola di idrogeno ; la teoria di Dirac.

  18. Nora

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ilaria Frontori

    2014-08-01

    Full Text Available L’Università degli Studi di Milano, sotto la direzione scientifica del Prof. G. Bejor, opera a Nora (Pula, Cagliari dal 2002, in un progetto sostenuto da quattro atenei italiani. Oggetto della ricerca sono il settore centrale della penisola e le due fasce abitative collocate sulla costa occidentale e meridionale. Nel quartiere centrale le recenti campagne di scavo stanno portando alla luce l’isolato sottostante le Terme Centrali e le domus mosaicate, dimostrando una continuità di vita dall’età repubblicana fino al periodo tardoantico.

  19. Advice of the Italian CCTN on the toxicity of Cannabis sativa

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Camoni, I [ed.; Istituto Superiore di Sanita` , Rome (Italy). Lab. di Tossicologia Applicata; Mucci, N [ed.; ISPESL, Monteporzio Catone, Roma (Italy). Dip. di Medicina del Lavoro; Paroli, E [ed.; Rome, Univ. ` La Sapienza` (Italy). Fac. di Medicina, Ist. di Farmacologia

    1998-06-01

    This recommendation of the Italian National Toxicological Committee (CCTN) regards the possible toxic effects of some products derived from Cannabis sativa, indica variety. The CCTN has especially evaluated genotoxic, immunological and toxic to reproduction effects of these substances, on the basis of the results from both experimental studies and observations on humans. [Italiano] Il documento contiene il parere della CCTN sui potenziali effetti tossici di alcuni derivati della Cannabis sativa, varieta` indica. Il parere e` stato elaborato sulla base dei risultati sia di studi sperimentali sia dei limitati studi sull`uomo, prendendo in particolare considerazione gli effetti genotossici, tossico-riproduttivi ed immunologici.

  20. Greek or Roman historical personages in the Quixote

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Juan Antonio López Férez

    2008-12-01

    Full Text Available This paper concentrates on the presence of Greek or Roman historical personages in Don Quixote, offering the passages with the pertinent commentary and notes. Following a chronological order, and indicating in brackets the number of mentions, we have: Lycurgus (1; Tulia, Servius Tulius daughter (1; Lucretia (2; Horatius Cocles (1; Caius Mucius Scevola (1; Artemisia-Mausolus (1; Alexander the Great (13; Hannibal (2; Publius Cornelius Scipio, Africanus (1; Viriatus (1; Sulla-Marius-Catillina (1; Julius Caesar (6; Portia (1; Augustus (2; Nero (2; Traianus-Hadrianus (1.

  1. Note e recensioni

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Autori Vari

    2012-10-01

    Full Text Available Adriano Ardovino, Raccogliere il mondo. Per una fenomenologia della rete [Angela Maiello] • Clive Bell, L’Arte [Filippo Focosi] • Alessandro Bertinetto, Il pensiero dei suoni. Temi di filosofia della musica [Domenica Lentini] • Terrence Deacon, Incomplete Nature. How Mind Emerged From Matter [Mariagrazia Portera] • Roger Scruton, La bellezza. Ragione ed esperienza estetica [Filippo Focosi] • Miriam Bratu Hansen, Cinema and Experience. Sigfried Kracauer, Walter Benjamin and Theoder W. Adorno [Domenico Spinosa] • Lawrence Barsalou, scritti sulla “Grounded Cognition” [Gialuca Consoli] • Dis-forme, Università degli Studi di Palermo, 28-29 maggio 2012 [Michele Bertolini e Pietro Conte

  2. Studio di Architetture e Protocolli per Reti Ottiche

    CERN Document Server

    Cucchi, R; Raffaelli, C; Vistoli, C

    1999-01-01

    Le reti ottiche basate sulla tecnologia WDM (Wavelength Division Multiplexing) sono molto promettenti per rispondere non solo alle esigenze di capacit trasmissiva ma anche per la realizzazione di reti costituite da apparati $9 esclusivamente ottici dove la lunghezza d¹onda rappresenta il circuito di comunicazione fra nodo sorgente e nodo destinatario.Questo documento prende in esame il ³trigger di II livello dell¹esperimento ATLAS come case study², ne $9 analizza le esigenze di trasmissione dei dati e descrive uno studio di fattibilit basato su una rete ottica a stella.

  3. L’immaginario collettivo nell’era biomediatica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Massimiliano Valerii

    2017-12-01

    Full Text Available Grazie alla diffusione delle tecnologie digitali, nel giro di un decennio la grande trasformazione dei media ha determinato una rivoluzione copernicana, che ha posto l’io-utente al centro del sistema. Questo lavoro prende spunto dal 14° Rapporto sulla comunicazione del Censis per analizzare i processi in corso. In particolare, ci si focalizza sull’ingresso nella cosiddetta era biomediatica, caratterizzata dalla trascrizione virtuale e dalla condivisione telematica in tempo reale delle biografie personali attraverso i social network, che sanciscono il primato dell’io-utente, produttore esso stesso – oltre che fruitore – di contenuti.

  4. Analisi del decadimento $W -> \\tau \

    CERN Document Server

    Coscetti, Simone

    Questo lavoro di tesi si e' svolto nell'ambito dell'esperimento CMS a LHC, ed in particolare verte sullo studio delle strategie di identificazione off-line del leptone tau, atteso tra i prodotti di decadimento del bosone di Higgs, cosi' come di altre particelle previste in altri modelli teorici. Il canale utilizzato per testare la procedura di identificazione del tau e' il decadimento semileptonico del bosone vettore W. Infine, sulla base dei risultati ottenuti viene presentata una stima quantitativa della sezione d'urto di produzione pp-> W + X

  5. Frère Zacharie de Vitré Récollet, Les Essais de méditations poétiques sur la passion, mort et résurrection de Notre-Seigneur Jésus-Christ

    OpenAIRE

    Mastroianni, Michele

    2017-01-01

    Interessante esempio di poesia devozionale e meditativa sulla passione, morte e resurrezione di Cristo, gli Essais des méditations poétiques di Frère Zacharie de Vitré Récollet, predicatore e teologo francescano, protetto di Camille de Neufville, arcivescovo di Lione, escono per la prima volta a Parigi nel 1659 per i tipi di François Muguet e, in seconda edizione a Lione, nel 1660, per l’editore Alexandre Fumeux. La raccolta, di 429 poemi (348 sonetti e 81 epigrammi), riunisce testi poetici p...

  6. Ludovico Zorzi. Profilo di uno studioso inquieto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Mazzoni

    2014-12-01

    Full Text Available The works of one of the most authoritative historians and insightful critics in Early Modern theatre studies, are reappraised here in the light of both co-textual and contextual evaluations, as well as on the basis of updated methodological knowledge.Le opere e i giorni di uno dei più acuti storici dello spettacolo rinascimentale e di Antico regime sono ricostruiti e interpretati nel loro contesto, anche sulla base di documenti inediti, e si saldano a una riflessione metodologica su temi e problemi della Storia dello spettacolo. 

  7. La carriera di un economista. che cosa? Perchè? Come? (An economist’s career: what? why? how?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    R. TRIFFIN

    2013-12-01

    Full Text Available Il documento è un contributo ad una serie di ricordi e riflessioni sulle esperienze professionali di illustrieconomisti con Banca Nazionale del Lavoro Quarterly Review iniziate nel 1979. In esso Robert Triffin fornisce riflessioni personali sulla sua carriera, il suo marchio personale di economia pratici, e la sua filosofia di vita.The paper is a contribution to a series of recollections and reflections on the professional experiences of distinguished economists which the Banca Nazionale del Lavoro Quarterly Review started in 1979. In it Robert Triffin provides personal reflections on his career, his personal brand of practical economics, and his life philosophy.JEL: B31

  8. Ipotesi progettuale di rigenerazione urbana: il caso di studio dell’ex Caserma Monti già Convento di S. Maria della Ripa nella città di Forlì

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Castagnoli

    2011-12-01

    Full Text Available Un’ampia area dismessa nel centro della città storica, è stata considerata l’opportunità strategica per valorizzare e rigenerare anche interi brani di tessuto urbano circostante con l’obiettivo di riammagliare gli sfrangiamenti materiali e immateriali nel complesso rapporto fra passato, presente e futuro.Questo caso di studio ha consentito di approfondire un approccio meta progettuale più generale, puntando sulla ricerca di una metodologia appropriata rispetto alla progettazione dello spazio architettonico in quanto tale, con l’obiettivo di sviluppare ragionamenti di compatibilità nell’ambito della vasta tematica del riuso urbano ed edilizio.

  9. The International Gravity Standardization Net 1971 (I.G.S.N.71)

    Science.gov (United States)

    1972-05-31

    Companion of Individual Adjustments Discussions at the May 1971 meeting of the Working Sub-Group in Ottawa were concerned mainly with the differences...34"*^™«»*-’ — —— mm n„, I,,J, i..„ TIU -i i M WII «pi iL i.i.wiwiink’.WA,.iMP> "^W^ 3.2.1. Companion of Scale Factor Dttarmination Otter »a Ail...pendolari sulla base europea di taratura dei gravimetri. Pubbl. CGI, Mem. n. 12. C. MORELLI, 1946a : Per un sistema di riferimento

  10. L’ORDO IUDICIARIUS E I VERBA DIMINUENTIA IURIS ORDINEM

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    José Neftalí Nicolás García

    2017-06-01

    Full Text Available Il proceso sommario, frutto di un lungo lavoro sinergico realizzato dai legislatori medievali dell’uno e dell’altro diritto, costituí un processo alternativo al solenne, più agile e veloce, del quale la Saepe Contingit rappresenta il paradigma che raggiunge la sua piena maturazione scientifica con il trattato di Bartolo da Sassoferrato sulla Costituzione Ad Reprimendum. Questo articolo si propone l’obiettivo di ripercorrere brevemente i passi che conducono all’emersione del rito sommario nello Ius Commune del Basso Medioevo.

  11. Analisi dei cicli del mercato immobiliare: un applicazione sui dati italiani

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maurizio Festa!

    2012-06-01

    Full Text Available Utilizzando i dati italiani, sulla base dell'approccio teorico del ciclo "a nido d'ape" proposto da Janssen, Kruijt e Needham nel 1994, questo articolo propone un ulteriore contributo allo studio delle dinamiche del mercato immobiliare italiano. Utilizzando alcuni indicatori del mercato, si presentano i grafici del ciclo a nido d'ape per tutte le regioni e per le principali città. Tecniche di cluster analysis sono utilizzate per raggruppare le regioni che mostrano andamenti simili. L'obiettivo finale dell'analisi è quindi quello di esaminare il territorio nazionale in termini di sviluppo ed evoluzione del mercato delle abitazioni.

  12. L'evoluzione del WEB GIS la filiera postgis-mapserver-geoext- openlayers per sviluppare piattaforme GIS complete, agili ed economiche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Mariucci

    2012-04-01

    Full Text Available Spesso, nel nostro ambito, ci si sente dire che il GIS è un bene di lusso, dal quale, soprattutto in epoca di crisi economica, le piccole entità (sia in ambito pubblico che privato possono facilmente prescindere. Questo articolo vuole segnalare la presenzadi tecnologie non nuove ma consolidate che unite insieme possono costituire una base informatica flessibile e di costi ridotti per l'implementazione di piattaforme GIS dedicate che siano di supporto anche per le piccole realtà nella gestione di dati ed attività territoriali, con notevoli vantaggi sulla produttività e sull'immagine

  13. Some Aspects of Diffusion Theory

    CERN Document Server

    Pignedoli, A

    2011-01-01

    This title includes: V.C.A. Ferraro: Diffusion of ions in a plasma with applications to the ionosphere; P.C. Kendall: On the diffusion in the atmosphere and ionosphere; F. Henin: Kinetic equations and Brownian motion; T. Kahan: Theorie des reacteurs nucleaires: methodes de resolution perturbationnelles, interactives et variationnelles; C. Cattaneo: Sulla conduzione del calore; C. Agostinelli: Formule di Green per la diffusione del campo magnetico in un fluido elettricamente conduttore; A. Pignedoli: Transformational methods applied to some one-dimensional problems concerning the equations of t

  14. L’enigma dei raggi cosmici le più grandi energie dell’universo

    CERN Document Server

    De Angelis, Alessandro

    2012-01-01

    Grazie ad avventurosi studi fu possibile dimostrare un secolo fa che parte della radiazione naturale che si osserva sulla Terra è di natura extraterrestre: era la scoperta dei cosiddetti “raggi cosmici”, particelle che arrivano da misteriosi acceleratori nell’universo, probabilmente buchi neri supermassicci e resti di supernova, a energie anche centinaia di milioni di volte di quelle a cui riusciamo a produrle con i più potenti acceleratori della Terra. A cent’anni dalle prime scoperte questo libro si propone, con l’aiuto di documenti scoperti recentemente, di raccontare la vera storia di questa appassionante avventura scientifica e le frontiere dell'esplorazione dei raggi cosmici.

  15. La cura della professionalità nei servizi per l’infanzia.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vanna Gherardi

    2007-07-01

    Full Text Available Il presente contributo riporta fasi e risultati di un’indagine empirica sulla percezione di cura di insegnanti di scuola dell’infanzia considerando il loro lavoro di cura, ossia in rapporto alla propria professionalità in istituzioni pubbliche rivolte alla cura dell’infanzia. Il principio teorico di riferimento sta nella reciprocità della cura all’interno di una istituzione educativa in una società democratica. I teorici di riferimento sono: Dewey (1937; Lewin (1948; Bernstein (1975; Bronfenbrenner (1979; Bruner (2002.

  16. Optimal strategies for VOC emission abatement produced by solvent evaporation. The Italian case study; Strategie ottimali per la riduzione delle emissioni di composti organici volatili da uso di solventi: il caso italiano

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Vetrella, G.; Cirillo, M.C. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Ambiente

    1998-07-01

    This work analyses technologies and costs of VOC (volatile organic compounds) abatement in the activities which belong to the solvent evaporation sector, and then it singles out the most successful strategies from the costs point of view to reduce the sector emissions on the base of fixed abatement objectives. The Italian case is discussed. [Italian] Il lavoro analizza tecnologie e costi di abbattimento dei COV (composti organici volatili) nel settore evaporazione solventi, e individua la strategia piu' efficace dal punto di vista dei costi per ridurre le emissioni del settore sulla base di prefissati obiettivi di abbattimento. Analizza la situazione italiana.

  17. Il pensiero e lo spazio estetico. Osservazioni sull’opera pittorica del caregiver di una persona affetta dal morbo di Alzheimer

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gian Luca Barbieri

    2010-12-01

    Full Text Available Nel contributo vengono studiate, attraverso una prospettiva psicoanalitica, le dinamiche psichiche attivate dalla produzione pittorica del caregiver di un paziente colpito da morbo di Alzheimer. In particolare si indagano i modi in cui la creazione di uno spazio estetico ha reso possibile al pittore elaborare il trauma e il lutto connessi alla ricaduta della malattia sulla mente della moglie e si osservano le potenzialità insite nell’attività artistica di costituire una protezione per il caregiver nei confronti di una potenziale simmetrica atrofizzazione mentale.

  18. Dopo il Grande Evento: politiche “utili” per la mobilità Beyond the Mega Events: “Useful” Policies for Urban Mobility

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Ceudech

    2008-08-01

    Full Text Available Il contributo indaga i limiti delle politiche urbane e in particolare di quelle sulla mobilità attuate per i Grandi Eventi, evidenziando in molti casi la tendenza a privilegiare la realizzazione di infrastrutture, più che politiche sui servizi, la cui reale utilità è spesso messa in dubbio dalla pratica e i cui costi manutentivi divengono spesso nuovi carichi per la collettività. Sulla base di una breve rassegna delle politiche sulla mobilità maggiormente implementate nella preparazione e gestione dei Grandi Eventi, il contributo evidenzia in maniera critica punti di forza e punti di debolezza delle esperienze analizzate in riferimento sia alla gestione del grande evento, sia in riferimento alla loro reale utilità per la collettività dopo che il grande evento è terminato. Nell’ultima parte del contributo si evidenziano i principali requisiti che le politiche sulla mobilità devono possedere affinché apportino reali vantaggi alla città anche una volta che il Grande Evento è terminato.The paper analyses, through different examples, the limits of the urban mobility policies implemented for mega events, highlighting the tendency to privilege the infrastructure realization, more than policies on services, whose real usefulness is often put in doubt from the practice and whose maintenance often become a new cost for the community. On the base of a short review of the mobility policies mainly implemented in the preparation and management of the mega events, the paper highlights, from a critical point of view, the strengths and weaknesses of some experiences with reference to the real usefulness of urban mobility for the community beyond the mega event. The outcomes and the so-called “legacy” of the mega events for the cities are very different. Mega sport events, like the Olympic Games, have often involved only the realization of works for the event while events like the International Expositions have determined the acquisition of

  19. Membrane processes for the treatment of exhausted effluents from leather industry; Processi a membrana per il trattamento degli effluenti esausti dell'industria conciaria

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Cassano, A.; Molinari, R.; Drioli, E. [Arcavata di Rende Univ. della Calabria, Arcavata di Rende, CS (Italy). Istituto di Ricerca su Membrane e Modellistica di Reattori Chimici

    2001-03-01

    This paper considers the potentiality of some membrane processes such as ultrafiltration (UF), nano filtration (NF) and reverse osmosis (RO), in the treatment of exhausted effluents produced by the tanning cycle, based on the experimental results of the Research Group. [Italian] In questo studio vengono analizzate le potenzialita' applicative di alcuni processi a membrana, quali ultrafiltrazione (UF), nanofiltrazione (NF) e osmosi inversa (Ol), nel trattamento degli effluenti esausti del ciclo conciario, sulla base di risultati sperimentali del gruppo di ricerca del Cnr-Irmerc.

  20. Tommaso, la libertà e l'uomo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mosè Cometta

    2013-03-01

    Full Text Available Ripercorrendo criticamente i primi nove articoli della quaestio 22 del De Veritate, vedremo come Tommaso formula la propria posizione partendo da considerazioni sull’insieme del mondo fino ad arrivare alla definizione di volontà e al suo rapporto rispetto alle influenze esterne. In un commento successivo, cercheremo di mettere il luce le relazioni che intercorrono tra la posizione tomista e vicende politico-morali che occupano la contemporaneità, cercando di riflettere dunque sull’attualità del pensiero tommasiano e sulla sua forza liberatrice rispetto a modelli antropologici di diversa impostazione.

  1. L’addomesticamento dei corpi selvaggi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maurizio Gnerre

    2013-07-01

    Full Text Available Nella prima parte di questo testo esporrò in modo sintetico alcuni concetti necessari a un impianto prospettico sulle radici corporee della significazione. In tale ambito, porrò in evidenza il ruolo dei micro- e macro-gesti e dei movimenti e della costruzione degli spazi socio-comunicativi che emergono da coordinamenti e sincronizzazioni motorie. Sulla base dei concetti esposti procederò a un’interpretazione di una dimensione centrale dell’attuazione missionaria, quella rivolta alla re-impostazione della gestualità.

  2. La transizione dell’Est Europa verso la libertà religiosa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federica Botti

    2013-10-01

    Full Text Available Contributo sottoposto a valutazioneSOMMARIO: 1. Stati a democrazia socialista, ateismo di Stato e libertà religiosa - 2. Dalla pentarchia patriarcale all’evoluzione della nozione di territorio canonico - 3. Sulla restituzione dei beni confiscati: vecchi conflitti e nuove prospettive - 4. Le Conferenze ecumeniche e la pacificazione tra le Chiese cristiane - 5. I problemi aperti: il rapporto della Chiesa cattolica con la Chiesa ortodossa del patriarcato di Mosca - 6. Le prospettive di azione comune delle Chiese nella difesa dei valori etici.

  3. Obbligo di sicurezza del prestatore di lavoro ed effettività della tutela antinfortunistica

    OpenAIRE

    Alessia Gabriele

    2012-01-01

    Il saggio affronta il tema della sicurezza e della salute dei lavoratori quale diritto fondamentale. Dopo l'analisi del panoram­a normativo internazionale e comunitario, l'A. si sofferma sulla posi­zione di garanzia assegnata al prestatore di lavoro subordinato nell'ordinamento interno, con particolare attenzione ai diritti di for­mazione e di informazione intimamente connessi al correlati­vo obbli­go di sicurezza del prestatore di lavoro. Le conclusioni cui giunge una parte della giurisprude...

  4. La ricerca narrativa in psicologia: in fondamento per la formazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Santo Di Nuovo

    2005-09-01

    Full Text Available Proprio le metodologie qualitative di verifica del lavoro clinico, quelle narrative in particolare [...] offrono un potente strumento di mediazione tra il rigore scientifico e la possibilità di condividere principi e criteri nella comunità dei ricercatori, e l’accettazione di una complessità di approccio al lavoro clinico che solo metodologie olistiche e non riduttive possono garantire. Le scuole di formazione alla psicologia clinica possono ampiamente avvalersi di queste metodologie, con sicuro beneficio sulla qualità complessiva della formazione stessa.

  5. La Media Literacy nella prospettiva finlandese, nordica ed europea

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sol-Britt Arnolds-Granlund

    2013-03-01

    Full Text Available Nel secolo scorso, e in special modo negli ultimi dieci anni, la questione dei media e, in particolare, il tema della media literacy ha attratto l’interesse delle autorità, degli studiosi e di altri responsabili nel settore educativo. Nel tempo sono entrati in uso molti concetti, ma sfortunatamente senza che ne venisse fornita una definizione, nella maggior parte dei casi. Questo articolo si focalizza sulla media literacy, su come può essere definita e sul significato di concetti affini utilizzati nel contesto finlandese. Inoltre viene discussa la relazione tra i concetti di media literacy e digital literacy e la collocazione della media literacy nei curricula scolastici in Finlandia. Il contributo affronta anche il problema della valutazione della media literacy nelle politiche istituzionali e chiude con un accenno alle prospettive future di ricerca nel campo dell’educazione ai media. Trattandosi di un lavoro di ampio respiro sulla media literacy, si riferisce sia a iniziative politiche che ai risultati della ricerca e alle pratiche educative.

  6. [La diagnosi del disturbo da uso di alcol dal punto di vista psicologico].

    Science.gov (United States)

    Coriale, Giovanna; Fiorentino, Daniela; Porrari, Raffaella; Battagliese, Gemma; Capriglione, Ida; Cereatti, Federica; Iannuzzi, Silvia; Mauri, Benilde; Galli, Domenica; Fiore, Marco; Attilia, Maria Luisa; Ceccanti, Mauro

    2018-01-01

    RIASSUNTO. Il disturbo da uso di alcol (DUA) è uno dei disturbi psichiatrici più comuni nella popolazione generale. Il DUA è caratterizzato da un pattern di bere eccessivo, che si mantiene nonostante gli effetti negativi che l'alcol ha sul funzionamento lavorativo, sulla salute, sulle problematiche legali, sull'educazione e sulla vita sociale. Attualmente, il modello bio-psico-sociale è quello che spiega meglio il DUA. Infatti, molte ricerche hanno fornito evidenze su come il DUA sia una patologia multidimensionale. Variabili biologiche, psicologiche e socio-culturali entrano in gioco nell'eziologia, nella natura, nel mantenimento e nel cambiamento nel tempo del disturbo. La fase diagnostica è un momento importante del processo di cura, perché il successo del trattamento dipende in larga misura dall'esattezza e dall'adeguatezza della diagnosi. La diagnosi clinica si basa su una valutazione globale del funzionamento del paziente e utilizza il colloquio e gli strumenti psicometrici come mezzo di raccolta di informazioni. Questo articolo fornirà una panoramica delle dimensioni psicologiche più importanti da valutare e sui migliori strumenti psicometrici da usare per una diagnosi adeguata.

  7. Un universo comprensibile interazione tra scienza e teologia

    CERN Document Server

    Coyne, George V

    2009-01-01

    Perché il nostro mondo è comprensibile? La domanda sembra così banale, che solo pochi trovano il coraggio di porsela. In questo libro esploreremo le radici profonde del mistero della razionalità. L’indagine sulla razionalità del mondo cominciò duemilacinquecento anni or sono, quando un manipolo di audaci pensatori avviarono l’impresa di cercare di capire la Natura con la sola forza della ragione, rifiutando le comode e futili spiegazioni fornite da miti e leggende. Attraverso molte avventure filosofiche e teologiche, alla fine il concetto greco di razionalità pose le basi di un modo nuovo e rivoluzionario di pensare: quello del metodo scientifico, destinato a trasformare il mondo. Quando consideriamo i frutti più recenti dell’indagine sulla razionalità del mondo – la teoria della relatività, la meccanica quantistica, l’unificazione delle leggi fisiche, la gravitazione quantistica – viene da chiedersi: quali sono i limiti del metodo scientifico? Il principio fondamentale del pensiero razi...

  8. Buchi neri nel mio bagno di schiuma l’enigma di Einstein

    CERN Document Server

    Vishveshwara, C V

    2008-01-01

    "Le bolle stavano turbinando tutto intorno a me e massaggiavano il mio corpo ... Mentre me la godevo in questo fantastico bagno di bolle, i miei occhi si fecero pesanti e mi lasciaii trasportare in un dormiveglia sublimamente estatico". Così inizia l’incontro di Alfie con una vasca da bagno eccezionale e rivelatrice, acquistata da un vicino misterioso di nome Al. L’Enigma di Einstein, ovvero buchi neri nel mio bagno di schiuma, racconta la storia della teoria della gravitazione, dai suoi primordi fino agli ultimi sviluppi in astrofisica, focalizzandosi sulla teoria della relatività generale di Albert Einstein e sulla fisica dei buchi neri. Tramite conversazioni avvincenti e diagrammi scarabocchiati su tovaglioli di carta, si susseguono a ruota i rudimenti della relatività, dello spazio-tempo e di molti aspetti della fisica moderna. In scenette narrate con abilità pedagogica e notevole talento letterario, il lettore s’imbatterà nelle lezioni informali che un astrofisico cosmopolita tiene al suo amic...

  9. A grotesque carnival on the sea: twentieth-century revisitings of the “Ship of fools” (from Conrad to Fellini

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Lago

    2016-11-01

    Full Text Available Questo saggio si propone di analizzare, per mezzo di un’analisi comparata, la sopravvivenza dei tratti grotteschi e degli elementi carnevaleschi studiati da Michail Bachtin nella rappresentazione di nuove “navi dei folli” in alcuni romanzi e film del Novecento.  Le navi raccontate da Joseph Conrad e Louis-Ferdinand Céline  (in Typhoon, 1902, in The Shadow-Line, 1917 e in Voyage au bout de la nuit, 1932 sono cariche di corpi segnati dalla malattia e dal disfacimento, rappresentati come grottesche maschere di carnevale, che ritroviamo anche sulla “nave morta”, destinata al naufragio, nell’omonimo romanzo di B. Traven (The Death Ship, 1926. Nel racconto lungo Un viaggio terribile (Un viaje terrible, 1941 di Roberto Arlt e nel romanzo La nave dei folli (Ship of Fools, 1962 di Katherine Anne Porter, la nave dei folli è un microcosmo metaforico nel quale si rispecchia carnevalescamente l’intera umanità. Federico Fellini, invece, sembra recuperare soprattutto i tratti grotteschi e ‘carnevaleschi’ nella rappresentazione del corpo: pensiamo ai personaggi imbarcati sulla nave di Lica nel Fellini-Satyricon (1969 o a quelli di E la nave va (1983. La sopravvivenza della nave dei folli, nel Novecento, è perciò segnata da un costante rimando al grottesco e al carnevalesco analizzato da Bachtin.

  10. Oedipus the King and Hamlet: A Descent to the Fathers

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Chiara Lombardi

    2017-11-01

    Full Text Available Sulla base delle letture freudiane e di alcune ipotesi circa la circolazione del teatro greco nell’Europa e nell’Inghilterra del Cinquecento e sulla possibile ricezione shakespeariana, questo contributo propone alcune tangenze tra Sofocle e Shakespeare. L’analisi si concentra non tanto su una figura del mito, quanto sull’intreccio di più vettori e di più personaggi ad esso attinti: il ricorso a Edipo, ad esempio, si intravvede non soltanto nel palinsesto di Hamlet – come è stato ampiamente e variamente dimostrato –  ma anche dietro al Lear, mentre Elettra diventa un ulteriore, meno indagato, punto di riferimento della costruzione psicologica e drammaturgica di Amleto.  Si vorrebbe così dimostrare come Shakespeare ricorra al modello tragico greco e, nello specifico, di Sofocle, nel momento in cui l’intreccio della tragedia, nei suoi momenti di maggiore tensione (e incertezza conoscitiva, richiede una sorta di interrogazione e di mobilitazione di archetipi e, in particolare, di quelli collegati alle figure dei padri e al loro rapporto con il potere.

  11. Notes on winter feeding habits of the pine marten Martes martes L. in Val Gressoney (Western Italian Alps

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Agnelli

    1995-12-01

    Full Text Available Abstract A first report on the feeding habits of a mainland population of the pine marten (Martes martes in Italy is presented here. The winter food of this carnivore in Western Alps (altitude 1800-2500 m a.s.1. is described, using stomach analysis. Both volume and frequency of occurrence of different food items were quantified. Mammals and wild fruits represent the main food categories. The presence of the small mammal species in the diet is discussed. Riassunto Note sulla dieta invernale della martora Martes Martes L. in Val Gressoney (Alpi occidentali italiane - Le abitudini alimentari della martora (Martes martes nell'Italia peninsulare vengono descritte per la prima volta sulla base del contenuto stomacale di 9 esemplari provenienti dalle Alpi occidentali (fascia altitudinale compresa tra i 1800 e 2500 m s.1.m.. I dati raccolti si riferiscono a1 periodo invernale e sono stati espressi come frequenza percentuale e volume percentuale stimato. I mammiferi e i frutti selvatici costituiscono le principali categorie alimentari. La presenza delle specie di micromammiferi rinvenuti viene discussa.

  12. Exploring vocabulary-related epistemological beliefs with Q-methodology

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    James Rock

    2014-06-01

    Full Text Available Negli ultimi decenni parecchie ricerche si sono concentrate sulla comprensione delle motivazioni che rendono conto dell’adozione di determinate strategie per l’apprendimento di vocaboli da parte di alcuni studenti e non di altri. Ciò ha comportato il prendere in esame numerose variabili, comprese tra le altre l’attitudine dello studente allo studio delle lingue, la motivazione, il ruolo dell’insegnante, e la convinzione di essere autoefficaci. In questo articolo si è dato rilievo all’esplorazione delle credenze epistemologiche riguardanti l’apprendimento di vocaboli, in un tentativo di comprendere quali credenze epistemologiche sono state più o meno favorite da 40 studenti universitari italiani di inglese come lingua straniera. Utilizzando una tecnica nota come metodologia Q, l’indagine ha rivelato che, sebbene i partecipanti condividano molte credenze epistemologiche riguardanti l’apprendimento di vocaboli, ci sono anche alcune importanti differenze tra di loro. Queste in particolare si riferiscono a come gli studenti sono dipendenti da una fonte esterna di conoscenza e alle loro opinioni sulla certezza della conoscenza.

  13. Arminio nobile e la misura del cielo ovvero le disavventure di un astronomo napoletano

    CERN Document Server

    Capaccioli, Massimo

    2012-01-01

    La scienza è un’esaltante avventura che è costume raccontare attraverso le gesta dei grandi. Esiste però un’altra storia, altrettanto avvincente ma con poca voce, scritta dai tanti gregari e potenziali campioni cui la sorte, spesso nemmeno troppo cieca, ha negato la gloria. Questo libro parla di uno di loro e del suo piccolo mondo sulla collina di Capodimonte, a Napoli. È la parabola di Arminio Nobile – personaggio notevole eppure poco noto dell’astronomia italiana – svolta sulla scena della nascente astrofisica, in una stagione di grandi transizioni per il Mezzogiorno. Arminio, che era figlio di Giuseppina Guacci, figura di spicco della cultura pre-risorgimentale, e di un valente astronomo della Specola di Capodimonte, scelse di votarsi allo studio del cielo. Osservatore instancabile, appassionato e genialoide, aveva le carte in regola e le motivazioni per “sfondare”, ma la fortuna non gli arrise: più volte si beffò di lui, spingendolo su vicoli ciechi che la sua testardaggine gli impedì...

  14. Ambiente sonoro e percezione di alcune caratteristiche dei parchi urbani: analisi e modelli - Sonic environment and perception of some features of urban parks: analysis and models

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Brambilla

    2016-07-01

    Full Text Available Sui dati raccolti in otto parchi urbani, comprendenti alcuni parametri acustici e le valutazioni dei fruitori sulla qualità complessiva del parco percepita e di alcune sue caratteristiche, si è proceduto a diverse analisi statistiche. L’analisi delle componenti principali e quella cluster gerarchica sui dati acustici ha fornito una classificazione in tre gruppi risultata poco sovrapponibile a quella ottenuta con l’analisi cluster e delle corrispondenze multiple condotta sui responsi soggettivi. La discrepanza, confermata anche da alcuni modelli di regressione logistica multinomiale, evidenzia l’influenza di altri fattori non acustici sulla percezione dell’ambiente dei parchi urbani. ------ Different statistical analyses have been carried out on data collected in eight urban parks, including some acoustical parameters and the appraisals of park visitors on the perceived overall quality of the park and some of its features. Principal component analysis and hierarchical cluster one on the acoustic data have identified three groups. This classification poorly overlaps that obtained by hierarchical cluster analysis and multiple correspondence one performed on subjective appraisals data. The difference, confirmed also by models developed by multinomial logistic regression, points out the influence of other non-acoustic factors on the perception of the urban parks environment.

  15. La logistica nei processi di trasformazione dell’area orientale di Napoli

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Adriana Galderisi

    2010-07-01

    Full Text Available Stoccaggio e trasporto merci hanno assunto, già da alcuni anni, un ruolo rilevante nell’area orientale di Napoli, con impatti significativi sulla qualità urbana ed ambientale dell’area. In quest’area, anche grazie alla sua vicinanza ai principali nodi della mobilità (porto, aeroporto, stazione ferroviaria e alla significativa presenza di aree produttive dismesse o in dismissione, trovano oggi spazio numerose attività di stoccaggio e spedizione merci, in molti casi localizzate all’interno di ex aree industriali, in assenza di una reale ottica “sistemica”. Pertanto, a partire da una breve disamina dell’evoluzione dell’area orientale e di quanto previsto dagli strumenti urbanistici vigenti per la sua trasformazione, il contributo focalizza l’attenzione sul ruolo attuale dslle attività di stoccaggio e trasporto merci nell’area. Quindi, sulla base di alcune recenti esperienze di italiane e in riferimento ad ipotesi già avanzate per l’organizzazione di una piattaforma logistica nell’area orientale di Napoli -quale strumento per ottimizzare le necessità di stoccaggio e trasporto merci riducendone le esternalità negative- valuta la compatibilità di tali scelte con le prospettive di evoluzione/trasformazione dell’area e il potenziale ruolo che l’area potrebbe svolgere in una prospettiva di ri-organizzazione del trasporto merci in ambito urbano.

  16. Letters of the engraver Francesco Maria Gaetano Ghinghi (1689-1762 to Anton Francesco Gori

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gabriella Tassinari

    2011-02-01

    Full Text Available Le lettere qui esaminate, conservate nella Biblioteca Marucelliana a Firenze, sono scritte da Napoli dal famoso incisore di pietre dure Francesco Maria Gaetano Ghinghi (1689-1762 al celebre erudito e antiquario Anton Francesco Gori. Esse sono ricche di interessanti notizie relative all’attività del Real Laboratorio delle Pietre Dure di Napoli, fondato nel 1737, di cui il Ghinghi fu il primo direttore, e coordinatore dell’équipe di artisti fiorentini che si erano trasferiti con lui. Il Ghinghi fornisce dati sulla circolazione di gemme a Napoli in quel periodo, sulle antichità di Ercolano (di cui il Gori fu uno dei primi a scrivere e sulla permanenza a Napoli di Antonio Pichler, capostipite di una illustre famiglia di incisori, che il Ghinghi conosceva bene, perché entrambi lavoravano per il noto collezionista di gemme Philipp von Stosch. Inoltre, in un quadro di scarsa disponibilità di calchi riproducenti gemme della collezione Farnese, acquista gran valore l’invio di tali impronte da parte del Ghinghi al Gori, che così aveva gemme non documentate altrimenti.

  17. Re-visiting the nutrition of dairy sheep grazing Mediterranean pastures

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Decandia

    2010-04-01

    Full Text Available In the light of recent findings in sheep nutrition and behaviour, the diets of grazing dairy sheep should be based on forages encompassing a variety of complementary nutritional values and containing moderate levels of complementary plant secondary metabolites, until recently regarded as "anti-nutritional". In lactating sheep, pastures of tannin-containing legumes like sulla (Hedysarum coronarium and chicory (Cichorium intybus can be integrated with annual grasses for establishing sustainable artificial pastures under rainfed conditions. Diets based on these forages, while ensuring high milking performance, can mitigate the unbalance of CP to energy ratio of grazing sheep. By grazing sulla and annual or Italian ryegrass (50:50 by area as spatially conterminal monocultures or in timely sequence (complementary grazing sheep eat more and perform better than by grazing the ryegrass pasture only. Concentrate supplementation of lactating sheep should be preferably based on fibrous sources (soyhulls or beet pulps, particularly from mid-lactation onwards and when supplementation levels are high. Milk urea concentration is confirmedly a useful monitoring tool to balance protein nutrition and curb the waste of N at animal and system level.

  18. Spazio, movimento, prospettiva ed empatia: un prototipo di videogame didattico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pio Alfredo Di Tore

    2014-09-01

    Full Text Available Questo lavoro presenta la cornice teorica che sta alla base della progettazione di un videogame didattico pensato per valutare le abilità di perspective taking (capacità di adottare la prospettiva altrui e di mental rotation (rotazione mentale dei giocatori. Lo studio mira a rilevare come tali abilità siano coinvolte nella relazione empatica e a verificarne le implicazioni in campo educativo. Il lavoro adotta la definizione di empatia riconducibile ad Alain Berthoz ed alla teoria spaziale dell’empatia qui presentata con i relativi sistemi di riferimento spaziale. È inoltre fornita una rapida revisione della letteratura sulla rappresentazione dello spazio nel bambino e sulla rappresentazione dello spazio nel gioco (su base visiva. Infine, il lavoro descrive il prototipo di gioco – realizzato presso l’Università di Salerno – in cui il giocatore si trova alle prese con tre differenti compiti di cui due progettati per misurare le abilità di perspective taking mentre il terzo è calibrato sulle abilità di mental rotation.

  19. Lo spazio e la definizione del mondo sociale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Veronica Polese

    2015-07-01

    Full Text Available In questi ultimi venti anni abbiamo vissuto in Italia una sempre maggiore attenzione alla violenza maschile verso le donne. Attenzione mediatica, attenzione politica, attenzione delle persone e delle comunità. La pratica di ascolto e relazione con donne in difficoltà a causa di violenza iniziata nella seconda metà degli anni ottanta è divenuta un discorso sociale sulla violenza maschile verso le donne, affermando nuovi paradigmi interpretativi e permettendo l’emersione di un problema strutturale della società, della cultura, del simbolico che ci iscrive nel mondo. Quella pratica ha determinato la possibilità di modificare un contesto che non aveva parole né rappresentazioni della violenza verso le donne, se non per la loro vittimizzazione salvifica di alcuni valori fondanti la società quale la famiglia. Il processo iniziato allora e nato nella fase finale del dibattito intorno alla nuova legge sulla violenza sessuale provava a dare una nuova risposta che aprisse lo spazio alla parola e ad un percorso di libertà femminile. Questa pratica ha accompagnato la nascita dei centri antiviolenza in Italia, con un processo creativo caratterizzato dal riconoscimento di autorità femminile nel percorso di cambiamento del reale in materia di violenza maschile verso le donne.

  20. City vs mobility Città vs mobilità

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rosa Anna La Rocca

    2007-12-01

    spesso contrapposte. In passato queste discipline hanno cercato approcci comuni con l’obiettivo di intervenire su alcune delle principali problematiche presenti sul territorio, senza raggiungere risultati sufficienti. La sezione Osservatori vuole segnalare e analizzare le tendenze in atto a livello nazionale ed internazionale in quell’area di confine interdisciplinare che è rappresentato dalla interazione tra governo del territorio e mobilità. Obiettivi della sezione sono: informare sulle problematiche in atto, sulle tendenze e sui processi evolutivi; indagare sui percorsi che mettono in luce le relazioni avanzate tra i due campi disciplinari; esplorare i campi di interazione, le esperienze e le applicazioni possibili; evidenziare i processi di interazione, gli avanzamenti disciplinari ma anche, se presenti, le sconfitte e gli arretramenti. All’interno della rivista il compito della sezione è di stimolare al massimo la circolazione delle idee e la definizione di punti di vista nuovi. Per questo motivo nella sezione saranno presenti una serie di riferimenti ricorrenti da cui si ritiene sia più probabile riuscire a ricavare elementi per la costruzione di questo percorso evolutivo indirizzato alla individuazione di nuove e più avanzate interazioni. Questi riferimenti sono la ricerca, gli atti di pianificazione, le azioni e le applicazioni, analizzate ed approfondite sia per la loro capacità di risposta sistematica a problemi di mobilità urbana e territoriale, che per la loro attenzione agli aspetti di sostenibilità ambientale, oltre che progettuale, dell’intervento. Per portare avanti il suo percorso, la sezione Osservatiori sarà suddivisa in sottosezioni, ciascuna dei quali analizza uno specifico campo di indagine: i siti web (Cristina Calenda, le pubblicazioni (Fiorella De Ciutis, la normativa (Cristina Calenda, le pratiche urbanistiche (Loredana Travascio, le news e gli eventi (Milli Trifiletti e una sezione dedicata a Napoli (Daniela Cerrone.

  1. Genotipi e mutanti del gene S del virus dell'epatite B (HBV in soggetti con infezione cronica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    E. Tanzi

    2003-05-01

    Full Text Available

    Il virus dell’epatite di tipo B (HBV presenta 7 genotipi (A-G, distinti in base alla sequenza genomica pre-S/S. Mutazioni in tale regione, in particolare nell’epitopo immunodominante dell’HBsAg (determinante a, permettono la selezione di “escape mutants” che sfuggono alla risposta immunitaria dell’ospite.

    Obiettivi: indagare la distribuzione dei genotipi di HBV circolanti in Italia e valutare le possibili associazioni con i fattori di rischio; studiare la prevalenza delle varianti “escape” nell’ambito di una sorveglianza di tipo epidemiologico.

    Metodi: in uno studio retrospettivo sono stati analizzati campioni di siero provenienti da 34 soggetti (27M, 7F; età media 42.2 anni, range 25-75 HBV/HIV-1co-infetti e da 24 pazienti (16M, 8F; età media 47.9 anni, range 24-82 con infezione cronica da HBV. I genotipi di HBV e le varianti virali sono state indagate mediante amplificazione, sequenziamento ed analisi filogenetica di un frammento di 1182 pb della regione pre-S/S. Risultati: la determinazione dei genotipi di HBV in 25/34 campioni da soggetti HBV/HIV+ ha evidenziato 12 genotipi D (48%, 8 A (32%, 4 G (16%, ed 1 B (4%; in 23/24 pazienti con infezione cronica da HBV sono stati riscontrati 13 D (56.5%, 7 A (30.4%, 2 F (8.7% ed 1 E (4.4%. Mutazioni nel determinante a sono risultate presenti in 8/25 (32% pazienti HIV/HBV+, di cui 3/8 (37.5% a livello del primo loop, 2/8 (25% del secondo, mentre in 3/8 casi (37.5% mutazioni erano presenti in entrambe le regioni.

    Conclusioni: i genotipi più diffusi appaiono il D e l’A. Tra gli HIV/HBV+ il D sembra associato alla tossicodipendenza (80%. Degno di nota il riscontro di 4 soggetti con genotipo G (16% tra gli HIV/HBV+, prima segnalazione nel nostro Paese e di 3 soggetti (13% con genotipo F o E, non endemici in Italia. Mutazioni nel gene S sembrano correlare con il genotipo D e la tossicodipendenza.

  2. Dental anomalies in 14 patients with IP: clinical and radiological analysis and review.

    Science.gov (United States)

    Santa-Maria, Fernanda D; Mariath, Luiza Monteavaro; Poziomczyk, Cláudia S; Maahs, Marcia A P; Rosa, Rafael F M; Zen, Paulo R G; Schüller-Faccini, Lavínia; Kiszewski, Ana Elisa

    2017-06-01

    Current knowledge on dental anomalies in patients with incontinentia pigmenti (IP) has been obtained by examining case reports; however, an overall characterization of such alterations remains lacking. The objective of this study was to determine the frequency, type and location of dental alterations in IP using a case series. Fourteen patients (9 children and 5 adults) with a clinical diagnosis of IP who presented dental anomalies were included in this study. All patients were administered a clinical questionnaire, dental examination and radiological investigation. In the present case series, agenesis of primary dentition was present in 60 % of patients and agenesis of permanent tooth was present in 92.8 % of patients. Most cases were missing at least 6 teeth. Second molar agenesis was present in 13 patients (92.8 %). Anomalies in dental crowns occurred in 71.4 % of cases, and the central incisor was most frequently affected. Two adult patients still had primary teeth. Malocclusion was found in 10 patients (71.4 %). High-arched palate was observed in 7 (50 %) patients. Patients with IP present alterations in both primary and permanent dentition. Because the agenesis of permanent teeth is more common, primary teeth are not always replaced. In addition, the durability of primary dentition appears to be greater in IP. This study shows that patients with IP experience significant loss of teeth, especially in permanent dentition, and have an increased risk of high-arched palate compared to the general population. Prophylactic care of primary teeth in IP is relevant for improving functional and aesthetic outcomes until dental prostheses are implanted.

  3. La geografia del potere bancario: il ruolo delle distanze funzionali (The Geography of Banking Power: Role of Function Distance

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pietro Alessandrini

    2012-04-01

    Full Text Available In questo lavoro analizziamo la nuova geografia del sistema bancario italiano che si è determinata in seguito al processo di integrazione delle strutture bancarie negli ultimi anni. L’analisi dell’evoluzione del sistema bancario si basa sul concetto di distanza. In particolare, non facciamo soltanto riferimento alla distanza tradizionale tra banca e clienti, che è la distanza operativa, ma anche alla distanza tra centri decisionali delle banche e i sistemi locali. L’oggetto del saggio riguarda gli effetti che la distanza (o prossimità funzionale determina sulla performance delle banche in termini di allocazione del credito, sull’efficienza e sulla profittabilità. Le nostre stime econometriche provano che la prossimità funzionale ha effetti territoriali asimmetrici sulla performance delle banche. I suoi effetti benefici sono statisticamente evidenti per le regioni meridionali meno sviluppate, mentre non sono significativamente rilevanti per le regioni più sviluppate del Centro-Nord dell’Italia.   In this paper we analyze the new geography of the Italian banking system that has arisen after the integration of banking structures in recent years. The analysis of the evolution of the banking system is based on the concept of distance. In particular, we do not only refer to the traditional distance between banks and customers, which is the operating distance, but also to  the distance between the centers of decision-making banks and local systems. The subject of the essay is about the effects that the distance (or proximity function determines on the performance of banks in terms of credit allocation, on efficiency and on profitability. Our econometric estimates show that the functional proximity has asymmetric territorial effect on the performance of banks. Its beneficial effects are statistically obvious to the less developed southern regions, while they are not significantly relevant to the more developed regions of central and

  4. FOCALIZZARE LA FORMA: SVILUPPO DELLA COMPETENZA LINGUISTICA NELLA CLASSE MULTILINGUE DELLA SCUOLA PRIMARIA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Whittle

    2016-02-01

    Full Text Available L’obiettivo di questo contributo è la descrizione di modelli di didattica della grammatica all’interno di un approccio comunicativo all'insegnamento della L2. L’etichetta focus on form raccoglie alcune strategie di interazione che promuovono l’accuratezza linguistica all'interno di un dispositivo che non perde di vista l’aggancio con la dimensione del significato. Per delineare i tratti di questo approccio sono stati proposti degli esempi, tratti da trascrizioni di interventi in classe, che illustrano opzioni diverse di insegnamento della grammatica nella classe multilingue: da un modello deduttivo e decontestualizzato (focus on forms, ad un intervento di riflessione sulla lingua utile a notare delle regolarità linguistiche e una focalizzazione sulla forma basata sul feedback correttivo (focus on form. Per chiarire il ruolo che la focalizzazione sulla forma può avere in un task comunicativo sono state messe a confronto due sequenze di insegnamento, una di L1 e l'altra di L2 nella stessa classe di scuola primaria frequentata dal 50% di bambini non italofoni di cui 5 di livello basico. I due approcci sono stati ricondotti alla distinzione fra focus on meaning (didattica della L1 e focus on form (didattica della L2. Tutti gli esempi sono tratti da tre classi seconde della stessa scuola coinvolte in un esperimento didattico sull’acquisizione di tre forme del presente indicativo italiano. Focusing on the form: the development of expertise in multilingual primary school classesThe paper describes communicative grammar teaching models in L2 teaching. The label “focus on form” collects some interaction strategies that promote linguistic accuracy without losing sight of the link with the dimension of meaning. Examples taken from transcripts of speeches in class outline the features of this approach, showing different options for teaching grammar in the multilingual classroom: from a deductive and decontextualized model (focus on forms

  5. Book review. Rapporto Nomisma 2014: La professione medico veterinaria - Prospettive future. FNOVI, Autori Vari

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2014-09-01

    Full Text Available Il presidente della Federazione Nazionale degli Ordini Veterinari Italiani (FNOVI, Gaetano Penocchio, si pone alcune domande: "Chi siamo per il "mondo del lavoro"? Quanto ha bisogno di noi? Siamo preparati a rispondere o a stimolare la domanda di professionalità veterinarie? Come restare competitivi e come garantire nuovi sbocchi occupazionali?". Il nuovo Rapporto sulla professione medico veterinaria, che esce a 4 anni di distanza dal precedente ed è ancora curato da Nomisma, nasce proprio per dare risposta agli interrogativi di cui sopra, proponendosi come strumento informativo aggiornato per il mondo veterinario e per le Istituzioni, nonché come strumento di approfondimento su cui fondare ulteriori riflessioni. Il volume si focalizza soprattutto sui diversi ambiti occupazionali del medico veterinario e sulla dimensione prospettica al 2030 dei possibili scenari evolutivi della professione. Lo "sguardo demoscopico" del Rapporto non prescinde da un dato che deve far riflettere, ovvero che in Italia il rapporto fra popolazione e medici veterinari è (ancora il più alto d'Europa. In vent'anni i veterinari sono raddoppiati fino agli attuali 30.415 di cui il 77% liberi professionisti, quindi esposti al rischio di non avere una continuità lavorativa. Tutto questo, peraltro, nel pieno di spinte recessive che ciclicamente colpiscono il Paese e nel quadro di una crisi globale che si protrae dal 2007. Eppure il Rapporto mette in luce che il 27% delle esportazioni italiane è rappresentato da prodotti alimentari di origine animale e che il comparto della filiera agroalimentare, strettamente connesso alla professione medico veterinaria, ha tenuto contenendo il calo dei consumi alimentari. Una chiave per rilanciare la professione potrebbe essere, ad esempio, quella della specializzazione nell'ambito della sicurezza alimentare: un settore poco curato soprattutto in ambito universitario, come afferma il presidente della FNOVI che chiosa così: "La

  6. From petroleum to natural gas. New assets in electric power industry; Dal petrolio al gas naturale. Nuovi assetti e linee di sviluppo nel settore dell'energia elettrica

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Velona' , F. [Bari Politecnico, Bari (Italy). Centrali Termiche della Facolta' di Ingegneria

    2002-02-01

    Luigi Einaudi Foundation Group organized on November 5th 2001 a roundtable on the theme: Energy in Italy, how to change for surviving. In the congress hall in the National Federation of Italian Press, Valerio Zanone, the president, and other important persons such as Jan Keppler (Associazione Italiana Editori), Edgardo Curcio (Associazione Italiana Economisti dell'Energia), Emilio Gerelli (Pavia University) and Franco Velona' (Bari Politecnico) presented their relations on the theme of competitivity in the italian energy system, on the environmental compatibility and on the diversification sources from petroleum. Among the most interesting ones were those by ing. Machi', president of Gestore Rete Trasmissione Nazionale, by ing. Clavarino, president of Assocarboni, and by ing. Serena, president of Sondel. It seemed that the dialogue between the academies and the production system was taken again successfully. [Italian] La fondazione Luigi Einaudi ha organizzato il 5 novembre 2001 una giornata di studio sul tema L'Energia in Italia, Cambiare per sopravvivere. Nella bella sala convegni della Federazione nazionale della stampa italiana in Roma si sono succeduti dopo l'introduzione del Presidente della Federazione, Valerio Zanone, Jan Keppler dell'AIE, Edgardo Curcio dell'AIEE, Emilio Gerelli dell'Universita' di Pavia e Franco Velona' del Politecnico di Bari, che hanno introdotto le discussioni sulla competitivita' del sistema energetico italiano, sulla compatibilita' ambientale sulla diversificazione dal petrolio. Fra i numerosi interventi, di particolare importanza sono stati quelli dell'in. S. Machi', presidente del Grtn, dell'ing. Clavarino, presidente dell'Assocarboni, dell'ing. Serena della Sondel. Ha concluso i lavori Marcello Inghilesi, che ha ripreso i punti di vista piu' salienti espressi dalle aziende, dai ministeri e dalle associazioni ambientaliste, Il dialogo tra

  7. Gli studi provenzali nel percorso critico di Cesare De Lollis

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Diego Stefanelli

    2015-12-01

    Full Text Available L’intervento indaga l’attività di provenzalista di Cesare De Lollis. Sulla scia dell’opera del maestro Ernesto Monaci essa si concentrò inizialmente sull’edizione di codici provenzali e sullo studio dei primordi della provenzalistica nell’umanesimo italiano. Seguì l’edizione dell’opera di Sordello (1896 che innescò un’aspra polemica con Francesco Torraca, da collocarsi nel contesto della querelle tra critica estetica ed erudita. In seguito, la letteratura dei trovatori fu studiata da De Lollis nel suo rapporto con quella italiana. Ripercorrendo i suoi principali interventi di materia provenzale posteriori all’edizione di Sordello, si dimostra come proprio dal confronto tra le due letterature De Lollis individuò una  linea (che dagli ultimi provenzali arrivava fino a Dante, passando per gli stilnovisti e Guittone caratterizzata dal primato della forma. Tale linea fu fondamentale per l’elaborazione di una delle idee forti della critica dello studioso, la dialettica tra tradizione letteraria codificata e margini di libertà espressiva degli autori in essa operanti, che sarà alla base dei Saggi sulla forma poetica italiana dell’Ottocento.The article focuses on Cesare De Lollis’ studies on Occitan Litterature. At first, following Ernesto Monaci’s example, he worked on the editions of Occitan codes and he studied the beginnings of Occitan philology during the Italian Umanesimo. In 1896 he published the critical edition of Sordello, entering into debate with Francesco Torraca: this debate has to be set in the context of the querelle between critica estetica e critica erudita, that was very strong in Italy at the end of XIX century. After the Sordello’s edition, De Lollis studied the relationship between Occitan and Italian Litterature and he identified a poetic tradition (the last troubadours, Guittone, the stilnovisti, Dante, characterized by the importance of the forma. He focused also on the dialectic between a

  8. IL NOME IN LIS NEL SEGNATO DI ADULTI UDENTI: UNA INDAGINE PRELIMINARE SUL CORPUS LISAU

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Matteo La Grassa

    2016-09-01

    Full Text Available L’indagine presenta i primi risultati emersi dall’analisi di una parte del corpus LISAU (LIS di Adulti Udenti sulla produzione segnata del sintagma nominale in LIS da parte di informanti udenti che hanno appreso la LIS come L2 in età adulta. Scopo dell’indagine è cominciare a tracciare una linea di ricerca nell’ambito della linguistica acquisizionale con riferimento all’acquisizione della LIS come L2 da parte di udenti. Il corpus LISAU include il segnato di 7 informanti udenti con livello di competenza omogenea che hanno terminato un corso di terzo livello presso la sede Ente Nazionale Sordi di Prato e di 2 informanti sordi segnanti nativi considerati come gruppo di controllo. L’analisi si è incentrata sulla realizzazione dei nomi di prima e di seconda classe rilevando anche forme non citazionali, sulla realizzazione di forme plurali e sulle modalità di accordo tra nomi e aggettivi. Dalla maggior parte dei dati analizzati si rileva la piena competenza degli informanti nella realizzazione del sintagma nominale. Nouns Signed by hearing adults in LIS: a preliminary survey on the LISAU corpus The results of an analysis concerning part of the LISAU (LIS of  Hearing Adults corpus related to the production of the noun phrase in LIS by hearing informants who learned the LIS L2 in adulthood are presented. The purpose of the investigation was to outline the process with regard to the acquisition of LIS L2 by hearing adults. The LISAU corpus is composed of the sign language of 7 hearing informants with a homogeneous level of competence who completed a third-level course at the Ente Nazionale Sordi in Prato. LISAU also includes the sign language of 2 deaf native signers, considered the control group. The analysis focuses on the first and second-class nouns, including non-citation forms, plural forms and noun-adjective agreement. Most of the analyzed data reveals the informants’ full competence in creating noun phrases.

  9. Nancy Huston, Self-Translation and a Transnational Poetics

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giorgia Falceri

    2014-10-01

    Full Text Available Nancy Huston (Calgary, 1953 is one of the francophone authors who contributed – with an essay entitled Traduttore non è traditore – to the theo- retical volume Pour une littérature-monde (Michel Le Bris and Jean Rouaud, 2007, which inscribes as an important step in the ongoing theoretical definition of world literature. With reference to a selection of Huston’s non-fiction publications, I am going to outline her poetics of self-translation and how the latter intimately relates to what she regards as the very task of Literature. Finally, I am going to briefly sketch the content of three of her novels: L’empreinte de l’ange/The Mark of the Angel (1998- 9, Lignes de faille/Fault Lines (2006-7 and Danse Noire/Black Dance (2013-14, which epitomize Huston’s transnational/translational poetics. The peculiar nature of the experience as a bilingual writer and self-translator opens to new possible prospects on the theorization of world literature, by question- ing the boundaries of linguistic and cultural identity and by defining an ethical aspiration for both literature and translation. Nancy Huston (Calgary, 1953 ha contribuito con il saggio Traduttore non è traditore alla raccolta Pour une littérature-monde (Michel Le Bris e Jean Rouaud, 2007, volume che costituisce una tappa significativa nella teorizzazione contemporanea sulla letteratura-mondo. Attraverso l’analisi di questa e di altre pubblicazioni, il presente articolo si propone di indagare la poetica di auto-traduzione della Huston, per mostrare come essa sia intimamente connessa a quella che l’autrice ritiene essere la funzione fonda- mentale della Letteratura. Vengono inoltre presi in considerazione tre dei suoi romanzi – L’empreinte de l’ange/The Mark of the Angel (1998-9, Lignes de faille/Fault Lines (2006-7 e Danse Noire/Black Dance (2013-14 – che incarnano, a livello di conte- nuti, tale poetica traduttiva e transnazionale. Riflettendo sulla particolarit

  10. GIUSTIZIA, PENA E MISERICORDIA NELL’ISTITUTO DEL MATRIMONIO NEL DIRITTO ROMANO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Giuseppe Maria Lobiati

    2017-12-01

    Full Text Available Il tema della giustizia e della pena può essere riscontrato anche nella risoluzione del conflitto tra coniugi già a partire dal diritto romano arcaico. Si tratteggerà, quindi, l’evoluzione dell’istituto del divortium nel sistema giuridico romano a partire dalla sua nascita come risposta al ius vitae ac necis del marito sulla moglie, passando per il ripudio unilaterale e concludendosi con la dissoluzione del vincolo. L’analisi proseguirà attraverso uno sguardo sulla normativa di merito nell’età classica per poi soffermarsi sulla normativa del Tardo Impero che, incontrandosi con il Cristianesimo, fu soggetta a modificazioni in virtù delle spinte che la dottrina patristica sull’indissolubilità forniva. Si metterà in luce come il ius di cui si tratta, che vide la nascita del divortium quale risposta di un coniuge alle ingiustizie perpetrategli dall’altro, arrivò a doversi confrontare con la dottrina Cristiana che, nell’ambito matrimoniale, sostenendo la tutela del vincolo, riuscì a compiere un bilanciamento delle istanze sociali e religiose attraverso l’istituto della separazione come “pena misericordiosa”. La cuestión de la justicia y la pena puede ser individuada en la resolución de conflictos entre cónyuges a partir del derecho romano arcaico. Se delinea, por tanto, la evolución del instituto del divortium en el sistema jurídico romano desde su nacimiento como respuesta al ius vitae ac necis del marido sobre la mujer, pasando por el repudio unilateral y acabando con la disolución del vínculo. El análisis proseguirá considerando la normativa en la edad clásica hasta llegar a la normativa del Bajo Imperio que, encontrando el Cristianismo, sufrirá modificaciones a causa del empuje de la doctrina patrística sobre la indisolubilidad. Veremos como el ius en cuestión, que ve el nacimiento del divortium como respuesta de un cónyuge a las injusticias recibidas por parte del otro, tuvo que medirse con la doctrina

  11. Il disegno gotico di San Giovanni Valdarno

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Teresa Bartoli

    2017-12-01

    Full Text Available San Giovanni Valdarno è una città del Valdarno di Sopra, il cui attuale centro storico fu la prima delle terre nuove della Repubblica Fiorentina, fondata alla fine del XIII secolo. Le vicende storiche della trasformazione del nucleo murato originario sono state oggetto di molti studi, ma la logica del suo particolare disegno non è stata molto investigata. L’approccio archeologico è quindi giustificato dal fatto che, per ciò che riguarda la forma del progetto urbano originario, gli studi finora pubblicati non vanno molto oltre la definizione di «progettazione ortogonale», data da David Friedman, suo maggiore studioso. I giudizi su di essa si sono quindi attestati sulla generica attribuzione di virtù e difetti che la tradizione storiografica annette alla città medievale, applicando formule basate su paradigmi convenzionali.Volendo condurre la ricerca di una descrizione significativa del tessuto materiale della città attingendo a paradigmi appartenenti al momento della sua realizzazione, è stato condotto uno studio metrico sulla forma della città storica, con riferimento al sistema del braccio fiorentino, considerato come parametro di riferimento fondamentale per la comprensione di un manufatto di dimensione urbana. L’aspetto archeologico della ricerca consiste quindi nella ricostruzione complessa di un paradigma dimenticato dall’attuale tradizione storiografica, alla luce del quale emergono negli oggetti storici significati e valori caduti dalla memoria trasmessa.L’analisi, condotta sulla planimetria digitale con il supporto di documenti storici del ‘200 e del ‘500, ha fatto emergere l’ordine logico e continuo del disegno geometrico della città fondata, replicabile a mente (e perciò memorabile, messo in opera nella pianta urbana, rendendo esplicita la sua logica e le sue connessioni sia con la cultura scientifica del tempo, sia con la tradizione storica precedente, risalendo a Vitruvio. Ai fini di interpretare

  12. The Ongota language – and two ways of looking at the history of the marginal and hunting-gathering peoples of East Africa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Graziano Savà

    2015-12-01

    Full Text Available L’articolo tenta una ricostruzione delle origini della più piccola entità etnica dell’Etiopia e una delle più piccole in Africa: gli Ongota. I circa cento membri di questo gruppo etnico vivono in un solo villaggio, Muts’e, sulle rive del fiume Weyt’o, nell’Etiopia sudoccidentale. Gli Ongota sono interessanti sia dal punto di vista etnografico che da quello linguistico. Sono uno dei pochissimi popoli a non aver sviluppato pastorizia e agricoltura tra le numerose popolazioni dell’Etiopia sudoccidentale; un numero limitato di anziani parla una lingua a tutt’oggi non classificata all’interno dei gruppi linguistici dell’area, cuscitico, omotico (entrambi afroasiatici e nilo-sahariano. La lingua di comunicazione quotidiana degli Ongota è lo ts’amakko (cuscitico orientale, gruppo Dullay. Il passaggio allo ts’amakko è il risultato degli attuali stretti legami sociali, ma l’analisi comparata del lessico ongota mostra che nella loro storia si sono succeduti periodi di interscambio con altre popolazioni dell’area. Sulla base delle fonti storiche orali è possibile individuare un’affiliazione con i Maale, una popolazione di lingua omotica settentrionale che vive a nord degli Ongota. Due ipotesi storiche vengono analizzate per rendere conto delle peculiarità degli Ongota e della loro lingua. La prima ipotesi (“top-down” vede negli Ongota un gruppo originario di cacciatori raccoglitori la cui lingua è l’ultima traccia di un gruppo linguistico scomparso e, quindi, geneticamente isolata. Sulla base del secondo scenario (“bottom-up” il gruppo Ongota sarebbe invece un gruppo minoritario che per motivi ambientali, come la massiccia presenza dalla mosca tsetse, avrebbero abbandonato la pastorizia per dedicarsi maggiormente alla caccia e alla pesca. L’affascinante scenario “top-bottom” non pare in effetti sostenibile, e, sulla base di un’accurata analisi del lessico, si propende piuttosto per una soluzione

  13. Shoe factories VOC emission factors assessment in the main italian shoe manufacturing pole; La stima dei fattori di emissione di SOV dei calzaturifici del principale polo calzaturiero italiano

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Lunghi, S. [Urbino Univ., Urbino (Italy). Centro per la Diffusione della Cultura e delle Tecnologie Ambientali

    2001-03-01

    In 1991, 1.1 thousand million footwears have been produced in the European Union. Italy is the most important manufacturing pole with 411 million pairs produced. In Italy, the region Marche holds the manufacture supremacy (provinces of Macerata and Ascoli Piceno) with a production share of 27 {+-} 5 %; that means about 89-129 million pairs produced in 1999 and about 38.000 workers employed. During a research program ordered by the region Marche to the Diffusion Centre of the Environmental Culture and Technology, Urbino University of Studies, the VOC emission factors relevant to footwears manufacture cycle (except those of soles manufacture) have been assessed. The assessment was carried on the basis of emissions in the atmosphere, on basis of industrial accounting data directly acquired among a shoe-factories sample, and on basis of a wide statistic sample of technical reports according emissions local regulations. Such results may be useful both for the drawing up of guidelines for the emissions authorizations and as fundamental components of LCA (Life Cycle Analysis) footwear inventories. [Italian] Nel 1991 sono state prodotte nell'Unione Europea 1,1 miliardi di calzature. L'Italia e' la piu' importante produttrice con 411 milioni di paia. In Italia le Marche detengono il primato di produzione (provincie di Macerata ed Ascoli Piceno), con una quota di produzione pari al 27 {+-} 5 %, equivalente a circa 89-129 milioni di paia prodotte nel 1999, e con una forza lavoro complessiva di quasi 38.000 addetti. Nel corso di un programma di ricerca commissionato dalla regione Marche al Centro per la diffusione della Cultura e delle Tecnologie Ambientali dell'Universita' degli Studi di Urbino, sono stati stimati i fattori di emissione di SOV relativi al ciclo di produzione delle calzature (ad esclusione della produzione delle suole), sulla base di un vasto campione statistico di analisi alle emissioni in atmosfera, sulla base di dati di

  14. LE OSSIDIANE DI PALMAROLA I MARKER DI PROVENIENZA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Macchia

    2012-04-01

    Full Text Available

    Le tracce di ossidiane e la caratterizzazione delle componenti chimiche presenti nei luoghi oggetto di indagini archeologiche, permettono l'individuazione delle antiche rotte commerciali. In Italia le aree individuate sono Monte Arci in Sardegna, Lipari e Pantelleria in Sicilia e Palmarola nel Lazio.

     

    Obsidian  from  Palmarola:  source  markers

    A  chemical  characterization  of  the  main  components  and  traces  of  obsidian  allows identifi cation  of  commercial  routes  in  antiquity.  Obsidian  sources in Prehistoric Italy were mainly four: Monte Arci in Sardinia, the islands of Lipari and Pantelleria in Sicily and the island of Palmarola in Lazio. A survey methodology on samples of obsidian from several Neolithic sites in Lazio has been developed, comparing three different analytical techniques: SEM-EDS, XRF and LA-ICP-MS, in order to obtain a wider range of data to be compared with literature records and processed by Principal Component Analysis (PCA, to defi ne relationships between samples and to assign each finding its origin.

  15. Il nuovo ortofotopiano del Comune di Venezia nell’Infrastruttura dei dati Territoriali di Base (ITB

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Barbieri

    2006-06-01

    Full Text Available Il Comune di Venezia, nell’ambito delle attività per lo sviluppo del proprio Sistema Informativo Territoriale, ha messo a punto e avviato a realizzazione uno specifico progetto per la costruzione di un’Infrastruttura di dati Territoriali di Base (ITB. Il progetto, che ha visto il coinvolgimento dei vari Uffici comunali interessati, dellaRegione del Veneto e dell’Agenzia del Territorio, si è sviluppato a partire dal 2002 con gli studi di fattibilità, cui è seguita nel 2003 la fase della progettazione esecutiva e quindi, a partire dal 2004, dell’attuazione. Attualmente le componenti dell’infrastruttura sono state realizzate e si sta procedendo alla definizione di una piattaforma tecnologica per la gestione e l’utilizzo della ITB, basata su di un Geo-DBMS e meccanismi di interoperabilità, con l’obiettivo di interfacciare le diverse applicazioni gestionali presenti in Comune. Nel presente articolo si intende presentare il modello concettuale di riferimento ed evidenziare, in particolare, il ruolo in esso svolto dalle immagini ortofotografiche.

  16. Lezioni dal grande terremoto e dallo tsunami del marzo 2011 in Giappone orientale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Shunji Murai

    2012-04-01

    Full Text Available Questo rapporto riassume ciò che abbiamo imparato dal disastro del Gran Terremoto e Maremoto nell’Est del Giappone  che avvenne l’11 marzo 2011 su una vasta area. Include le descrizioni delle perdite dovute al disastro, le lezioni dai disastri passati e presenti, un focus su ciò che è stato fatto correttamente e cosa è andato storto, l'incidente nucleare della Centrale Nucleare di Fukushima  (NPS, Nuclear Power Station e le opinioni dell’autore. Lessons from the Disaster of East Japan Great Earthquake and Tsunami 311 The report summarizes what we have learnt from the disaster of  the  East  Japan  Great  Earthquake  and  Tsunami  which  oc-curred on March 11, 2011 over a wide area of East Japan. It includes descriptions of the losses due to the disaster, lessons from  the  past  and  present  disasters  with  focus  on  what  was done  correctly  and  what  went  wrong,  the  accident  at  Fuku-shima Nuclear Power Station (NPS and my views.

  17. Namibia: un esempio di cooperazione internazionale per lo studio delle patologie emergenti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Attilio Pini

    2009-06-01

    Full Text Available L'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise è impegnato da anni nella ricerca e sperimentazione mirate ad approfondire la conoscenza delle malattie esotiche, cioè di quelle malattie che non sono presenti sul territorio nazionale. Per poter raggiungere tali obiettivi, è importante impegnarsi nella creazione di una rete di collaborazioni con Laboratori ed Enti di ricerca a livello nazionale ed internazionale. I rapporti che l'Istituto ha instaurato soprattutto con la Namibia e più di recente Botswana si stanno rivelando di notevole aiuto per la reciproca crescita tecnico-scientifica. L'Istituto coopera con i Servizi Veterinari della Namibia fornendo supporto tecnico-scientifico e nel 2005, ha allestito un proprio Laboratorio di Virologia, presso il Central Veterinary Laboratory di Windhoek, nel quale, personale dell'Istituto e namibiano, in unita' di intenti, condividono le competenze diagnostiche e la ricerca scientifica. Scopo del seguente lavoro è descrivere le attività svolte nell'ambito di questo rapporto di collaborazione.

  18. Tendenze interpuntorie in giovani narratori

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Silvia Spinelli

    2016-12-01

    Full Text Available Il saggio si concentra sull’analisi dei fenomeni interpuntori all’interno di alcuni romanzi scritti da giovani autori italiani e pubblicati dopo l’anno duemila: 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire, di Melissa P. (2003, La ragazza dei miei sogni di Roberto Dimitri (2007, La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano (2008, La Panzanella di Giulia Villoresi (2009, Acciaio di Silvia Avallone (2010 e Troppa umana speranza di Alessandro Mari (2011. L’analisi comparata dei romanzi sotto il profilo interpuntorio consente di mettere in luce alcuni aspetti interessanti: da un lato, la vicinanza con altre forme di scrittura (prevalentemente giornalistica attraverso l’impiego prevalente di punto fermo e virgola; dall’altro, la buona tenuta di alcuni elementi interpuntori caduti in disuso altrove ma qui ampiamente presenti, come il punto e virgola. Risulta, infine, ancora più interessante notare come tali utilizzi siano trasversali e riguardino l’intero corpus: non vi sono, infatti, distinzioni legate ai sottogeneri di appartenenza dei romanzi.

  19. [Healthy heart: Results of a community education program on cardiovascular health].

    Science.gov (United States)

    Madridejos Mora, Rosa; Majem Fabres, Lourdes; Puig Acebal, Helena; Sanz Latorre, Inma; Llobet Traveset, Eva; Arce Casas, Mar; Ruiz Morilla, Dolors; Mercadal Dalmau, Angel; Pañart Sánchez, Dani

    2014-11-01

    To improve the knowledge of the population about heart-healthy habits through a training program supplemented by a web site and community activities. A controlled clinical trial with intervention done through participation in the Cardiovascular Health Training Classroom (CHTC) LOCATION: A town of 80,000 inhabitants. both sexes, aged 55 to 70 years, with at least one cardiovascular risk factor (CVRF). The intervention group (IG) consisted of patients who participated in the CHTC. Intervention was carried out through a 20-hour presential group course in which a support web site was offered and complementary activities were organized. Classes were taught by three Primary Care nurses. The primary endpoint was knowledge of CVRF. The secondary variables were age, sex, CVRF, lifestyle, visits to health centers, pharmaceutical use adherence, and satisfaction with the program. Data from patients in the first 10 courses (n=150) were evaluated. A statistically significant improvement was observed in overall knowledge of CVRF in the IG (87.3% to 100%) compared with control group (GC) (84.5% to 92.7%), pcardiovascular health knowledge and promoting some healthy habits. Copyright © 2012 Elsevier España, S.L.U. All rights reserved.

  20. Lezioni dal grande terremoto e dallo tsunami del marzo 2011 in Giappone orientale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Shunji Murai

    2012-04-01

    Full Text Available Questo rapporto riassume ciò che abbiamo imparato dal disastro del Gran Terremoto e Maremoto nell’Est del Giappone  che avvenne l’11 marzo 2011 su una vasta area. Include le descrizioni delle perdite dovute al disastro, le lezioni dai disastri passati e presenti, un focus su ciò che è stato fatto correttamente e cosa è andato storto, l'incidente nucleare della Centrale Nucleare di Fukushima  (NPS, Nuclear Power Station e le opinioni dell’autore.Lessons from the Disaster of East Japan Great Earthquake and Tsunami 311The report summarizes what we have learnt from the disaster of  the  East  Japan  Great  Earthquake  and  Tsunami  which  oc-curred on March 11, 2011 over a wide area of East Japan. It includes descriptions of the losses due to the disaster, lessons from  the  past  and  present  disasters  with  focus  on  what  was done  correctly  and  what  went  wrong,  the  accident  at  Fuku-shima Nuclear Power Station (NPS and my views.