WorldWideScience

Sample records for statistiche nella fisica

  1. Dai buchi neri all’adroterapia un viaggio nella fisica moderna

    Curceanu, Catalina Oana

    2013-01-01

    Tutto quello che avreste voluto sapere sulla fisica moderna ma non avevate nessuno a cui chiederlo! Questo libro vi conduce in un viaggio affascinante attraverso i misteri della fisica moderna e delle sue tantissime ricadute nella società, presentando anche le ricerche attualissime, le strade che si aprono davanti a noi: a volte ampi viali illuminati a giorno, altre volte sentieri appena accennati. Dove ci porteranno? La grande forza della scienza, nonché il suo motore, è la curiosità che ci ha spinto a guardare in alto, in profondità ma anche dentro noi stessi. Indagando abbiamo trovato veri tesori. La fisica ci spiega cosa succede nell’atomo ma anche nell’Universo, un mondo che va dal miliardesimo di miliardesimo di metro a una decina di miliardi di anni luce! Abbiamo una spiegazione razionale non soltanto a domande del tipo “di cosa è fatto il mondo?”, ma anche a domande molto più difficili: “come è nato l’Universo e come potrebbe evolversi?”. La fisica fondamentale ha anche enormi ri...

  2. Fisica atomica

    Born, Max

    1976-01-01

    Nato sotto forma di una corso di fisica atomica e successivamente ampliato per tener conto dei più recenti progressi nel campo della fisica, il libro di Max Born costituisce una tappa obbligata nella formazione culturale di ogni studente o ricercatore. L'autore, del quale è sufficiente ricordare che è stato una delle massime personalità scientifiche del nostro secolo, ha mirato soprattutto, sviluppando i capitoli fondamentali della fisica nucleare e della fisica quantistica, a delineare con la massima chiarezza i princìpi fisici. Il lettore non è mai distratto da complesse dimostrazioni matematiche; queste sono date in apposite appendici in fondo al volume, e in tal modo sono accresciute la leggibilità del libro e la sua utilità come valida opera di studio e di consultazione.

  3. Fisica atomica

    Spolskij, Eduard Vladimirovic

    1986-01-01

    Volume I : questo è il primo dei due volumi del corso di fisica atomica scritto da E. V. Spolskij. Quest'opera fondamentale è, per il suo carattere, un'enciclopedia di fisica atomica. Il primo volume, in linea di principio, tratta il basi sperimentali della fisica del micromondo.

  4. Fisica solare

    Degl’Innocenti, Egidio Landi

    2008-01-01

    Il volume è un'introduzione alla Fisica Solare che si propone lo scopo di illustrare alla persona che intende avvicinarsi a questa disciplina (studenti, dottori di ricerca, ricercatori) i meccanismi fisici che stanno alla base della complessa fenomenologia osservata sulla stella a noi più vicina. Il volume non ha la pretesa di essere esauriente (basta pensare che la fisica solare spazia su un gran numero di discipline, quali la Fisica Nucleare, la Termodinamica, L'Elettrodinamica, la Fisica Atomica e Molecolare, la Spettoscopia in tutte le bande dello spettro elettromagnetico, la Magnetoidrodinamica, la Fisica del Plasma, lo sviluppo di nuova strumentazione, l'Ottica, ecc.). Piuttosto, sono stati scelti un numero di argomenti di rilevanza fondamentale nello studio presente del Sole (soprattutto nei riguardi delle osservazioni da terra con grandi telescopi) e su tali argomenti si è cercato di dare una panoramica generale, inclusiva dell'evoluzione storica, senza scendere in soverchi dettagli. Siccome la Fis...

  5. Problemi di Fisica

    Fazio, Michelangelo

    2008-01-01

    L’introduzione delle lauree triennali ha in molti casi costretto i docenti a ridurre drasticamente il numero di ore di insegnamento e quindi l’estensione dei programmi dei corsi di Fisica. In questo volumetto l'autore si è proposto di esporre sinteticamente ma con il massimo rigore possibile il corso di Fisica Generale I evitando le dimostrazioni delle leggi fisiche, ma dando la priorità alle applicazioni di tali leggi e allo svolgimento di esercizi che in genere viene trascurato in molti corsi. Ha cercato pertanto di presentare i fenomeni fisici sottolineando, dove possibile, la loro presenza nella vita quotidiana e le loro più semplici e immediate applicazioni, consentendo in tal modo agli studenti di vedere la Fisica non più come una interminabile serie di formule ma come un nuovo modo di interpretare e di capire i fenomeni naturali inanimati (del resto non dobbiamo dimenticare che il termine greco da cui deriva il suo nome è fisis, fisis, ovvero natura). Il contenuto è completo, comprendendo anc...

  6. Chimica-fisica primo anno

    Bianchi, U; Volta, L

    Termodinamica ; cenni sulla costituzione della materia ; il metodo statistico ; le statistiche di Boltzmann-Maxwell, Bose-Einstein e Fermi-Dirac ; studio termodinamico e statistico del gas perfetto e delle miscele gassose ; i solidi cristallini ; le reazioni chimiche.

  7. Fisica y vida cotidiana

    Méndez, R

    2002-01-01

    "Estaba harto de escuchar lo dificil que es ensenar fisica, interesar a los alumnos en gases, tiros parabolicos y campos magneticos. Por eso el profesor de Fisica de la Universidad de Murcia Rafael Garcia Molina decidio hace cinco anos dejar sin argumentos a sus colegas. Comenzo la busqueda de juguetes, regalos y objetos cotidianos para explicar la fisica" (1 page).

  8. Trent'anni che sconvolsero la fisica la storia della teoria dei quanti

    Gamow, George

    1993-01-01

    Gli anni dal 1900 al 1930 hanno portato un profondo mutamento nella visione che l'uomo aveva dell'universo: tra la prima idea di Max Planck dei quanti di luce nel 1900, e la previsione dell'esistenza delle antiparticelle formulata da P. A. M. Dirac nel 1929, corre un periodo di emozionanti progressi nel campo della fisica teorica.

  9. Introduzione alla fisica matematica

    Persico, Enrico

    1960-01-01

    Cinematica dei mezzi continui, campi scalari e vettoriali ; funzioni armoniche, rappresentazioni confomi ; teoria dell'elasticità ; elettromagnetismo ; conduzione del calore (e diffusione) ; le equazioni a derivate parziali della fisica matematica ; cenni sulla teoria della relatività (ristretta).

  10. Filosofia della fisica

    1997-01-01

    Un libro che mancava : attraverso i contributi dei maggiori specialisti italiani, la definizione rigorosa di una disciplina, la filosofia della fisica, che si pone nel punto d'incontro tra la cultura scientifica e quella umanistica.

  11. Lezioni di fisica teorica

    Caldirola, Piero

    Richiami di meccanica analitica ; richiami di termodinamica ; richiami di elettromagnetismo ; appunti sulla teoria della relatività ; la non validità delle teorie classiche nel mondo microscopico ; la meccanica atomica di Bohr e Sommerfeld ; I fondamenti della meccanica quantistica ; applicazioni nell'equazione di Schroedinger ; meccanica quantistica dei sistemi l'atomo di idrogeno ; particella in un campo elettrico e magnetico ; il calcolo delle perturbazioni nella teoria quantistica ; teoria dell'emissione e dell'assorbimento della luce ; sistemi di particelle identiche ; il legame chimico omopolare nella molecola di idrogeno ; la teoria di Dirac.

  12. Introduzione al laboratorio di fisica misure e teoria delle incertezze

    Ciullo, Giuseppe

    2014-01-01

    Frutto dell'esperienza decennale come supporto per la didattica di laboratori di fisica sia a livello di corsi triennali che di corsi di laurea magistrale, il libro si è concretizzato nella "responsabilità" di tali corsi di laboratorio per fornire un opera di utilizzo dei vari strumenti, che un approccio sperimentale alla fisica richiede. Si parte dalla descrizione delle problematiche delle incertezze in modo operativo e si introducono i concetti fondamentali per l'analisi dei dati e la misura. Invece di una serie dispersiva di testi, con approcci, convenzioni e simbolismi differenti, poco fruibili per l'applicazione diretta ad un laboratorio dei primi anni, il libro fornisce le indicazioni utili per affrontare lo studio dei fenomeni fisici in modo immediato, fornendo anche indicazioni rigorose e giustificazioni teoriche. Lo stimolo teorico-pratico, che uno sperimentale-scienziato deve percepire, non esula dal comprendere problematiche di maggiore approfondimento. L'opera rende fruibili concetti e strumenti...

  13. La teoria della radiazione termica dalla fisica classica alla fisica quantistica

    Planck, Max

    1999-01-01

    La venuta alla luce, nella scienza fisica dei primi anni del Novecento, di elementi assolutamente nuovi prefiguranti il futuro mondo quantistico, è concordemente attribuita all'opera prevalente di Planck e di Einstein, secondo due linee di ricerca profondamente diverse, anche se non lontane risultano le loro concezioni del mondo fisico. Tuttavia, mentre del secondo è facilmente accessibile e sufficientemente nota la produzione scientifica, del primo risulta ancora scarsamente sconosciuta l'ingente produzione di quegli anni, anche perché reperibile, per la maggior parte, solo in lingua originale. Se si tiene presente, inoltre, la comparsa in tempi recenti, della ricostruzione storiografica non tradizionale di T. Kuhn, che ritiene di cogliere, negli scritti di Planck, la permanenza di una struttura integralmente classica fino ad anni successivi al 1906, data di pubblicazione delle Lezioni, risulta naturale convenire sull'opportunità di rendere più agevole l'accesso alle fonti planckiane di quegli anni. ...

  14. Elementi di fisica teorica

    Cini, Michele

    2006-01-01

    Le idee e le tecniche della Fisica Teorica del XX secolo (meccanica analitica, meccanica statistica, relatività e meccanica quantistica non relativistica) non sono più appannaggio esclusivo dei fisici. Ormai, specialmente con la recente introduzione di nuovi corsi di laurea, le conoscenze di base rientrano nel bagaglio culturale comune ai laureati in materie scientifiche e tecnologiche affini alla Fisica e alle sue applicazioni. Un laureato in queste materie non può non conoscere l’equazione E=mc2 e la media di Gibbs; inoltre deve avere i concetti e i metodi fondamentali della meccanica quantistica che ha cambiato la concezione del mondo ed è alla base della rivoluzione tecnologica in corso. Eppure quelle idee rimangono distanti dal comune modo di pensare e richiedono molto studio e un insegnamento ben mirato. La trattazione in questo libro, è meno formale rispetto ai tradizionali corsi di Istituzioni di Fisica Teorica. Lo scopo è comunque quello di raggiungere una reale comprensione dei concetti fisi...

  15. Metodi matematici della fisica

    Cicogna, Giampaolo

    2015-01-01

    Questo libro trae la sua origine dagli appunti preparati per le lezioni di Metodi Matematici della Fisica tenute al Dipartimento di Fisica dell'Università di Pisa, e via via sistemati, raffinati e aggiornati nel corso di molti anni di insegnamento. L'intento generale è di fornire una presentazione per quanto possibile semplice e diretta dei metodi matematici basilari e rilevanti per la Fisica. Anche allo scopo di mantenere questo testo entro i limiti di un manuale di dimensioni contenute e di agevole consultazione, sono stati spesso sacrificati i dettagli tecnici delle dimostrazioni matematiche (o anzi le dimostrazioni per intero) e anche i formalismi eccessivi, che tendono a nascondere la vera natura dei problemi. Al contrario, si è cercato di evidenziare – per quanto possibile – le idee sottostanti e le motivazioni che conducono ai diversi procedimenti. L'obiettivo principale e quello di mettere in condizione chi ha letto questo libro di acquisire gli strumenti adatti e le conoscenze di base che gli ...

  16. Lo sfondo filosofico della fisica moderna

    Heisenberg, Werner

    1999-01-01

    Questa raccolta di saggi, inedita nella sua composizione e nuova in senso assoluto per l'Italia, presenta il pensiero di Heisenberg in tutta la sua articolazione e completezza: le riflessioni filosofiche fondamentali, le originali considerazioni epistemologiche, il credo etico-religioso, la visione della realtà e le due memorie scientifiche nelle quali venne elaborata la meccanica delle matrici, che fissò la nascita della cosiddetta «seconda quantistica», determinando la crisi della fisica classica e delineando l'orizzonte di senso da cui è derivato il successivo principio di indeterminazione. Emerge un pensatore che ha fornito contributi essenziali sia alla storia del pensiero filosofico che a quello scientifico del Novecento, e che ha rappresentato un vero e proprio «punto di svolta» della cultura contemporanea. Un punto di svolta che ha condotto il «metodo» della scienza dal gretto riduzionismo dell'epoca classica a una sua più concreta elaborazione in senso storicistico e complesso. Werner Heise...

  17. Il libro di fisica

    Asimov, Isaac

    1986-01-01

    Isaac Asimov, illustre studioso e brillante divulgatore scientifico, ma anche grandissimo scrittore di science fiction, ha costruito questa volta una vera e propria «biografia delle scienze fisiche». Il presente volume, che nel mondo anglosassone è diventato una «bibbia della fisica», ci introduce, in forma semplice ma rigorosa, ai segreti dei quasar e dei buchi neri, dei quark e degli acceleratori di particelle, dell'intelligenza artificiale e delle fonti di energia, sia essa quella «sporca» sia quella «pulita». Un vero, completo manuale, ma anche un «romanzo» affascinante sia per il profano sia per l'uomo di scienza.

  18. Fisica e conoscenza

    Pauli, Wolfgang

    2007-01-01

    Questo libro, curato da Pauli poco prima della morte, raccoglie un insieme di saggi che ben testimoniano la consapevolezza, che egli sempre ebbe vivissima, del significato più generale di ogni ricerca scientifica, valida non solo per il risultato singolo ma per il contributo più ampio al sapere. I saggi, percorsi dal tema comune del valore e dei limiti della conoscenza umana, possono essere distinti in due categorie: la prima puntualizza i personali apporti dell'autore e di altri grandi fisici alla scienza contemporanea; la seconda è dedicata a riflessioni sul potere del pensiero e alla validità di alcuni concetti fondamentali della teoria dell'evoluzione biologica e della psicologia dell'inconscio. Lo stile asciutto e rigoroso è animato dal ricordo personale di uomini ed episodi che fanno oggi parte della leggenda della fisica e, più in generale, della conoscenza umana.

  19. VII Workshop Italiano sulla fisica pp a LHC

    LHCpp2016 è la settima edizione dell'incontro nazionale sulla fisica p-p a LHC. Questa serie di incontri è nata a Pisa nel 2003 con lo scopo di stimolare lo scambio di idee tra le comunità sperimentali di ATLAS, CMS e LHCB e la comunità teorica. Caratteristica fondamentale di questi incontri è la preparazione di larga parte dei talk in collaborazione tra i vari esperimenti e la comunità teorica. Largo spazio nella preparazione e presentazione dei talk viene dato ai giovani ricercatori. In questa settima edizione, che si tiene di nuovo a Pisa, vogliamo concentrare l'attenzione sulle potenzialità di scoperta offerte dai dati raccolti durante il runII di LHC.

  20. Introduzione ai frattali in fisica

    Ratti, Sergio Peppino

    2011-01-01

    La geometria frattale permette di caratterizzare le strutture complesse e irregolari che godono della proprietà di invarianza di scala. Introdotta da Mandelbrot nel 1975, spiega in modo convincente che la natura ci pone di fronte a molti esempi di strutture complesse che godono di proprietà peculiari: è un fatto che in natura l’irregolarità sia molto comune, come dimostrano le strutture di piante, montagne, nuvole e fulmini. Il volume nasce dall’esperienza didattica sviluppata dall’autore in oltre un decennio di insegnamento di Istituzioni di Fisica Superiore presso l’Università di Pavia e intende colmare la lacuna nel panorama italiano di testi didattici su tematiche frattali. Parte dalla definizione di oggetti e di funzioni frattali, introducendo la dimensione “non intera” e la “codimensione” di un insieme, di una figura geometrica e la sua estensione a una funzione matematica irregolare. Segue l’introduzione dei frattali stocastici che tengono conto della natura parzialmente caotica ...

  1. Fisica atomica e quantistica introduzione ai fondamenti sperimentali e teorici

    Haken, Hermann

    1990-01-01

    Per un laurea in Fisica, ma anche per la formazione moderna e aggiornata di un chimico o di un ingegnere, una conoscenza approfondita della fisica degli atomi e dei quanti è diventata ormai indispensabile....

  2. Il Peccato Originale nella tradizione cristiana e nella letteratura russa

    Stefano M. Capilupi

    2011-11-01

    Full Text Available Le tre tappe essenziali della storia religiosa dell’uomo nella tradizione cristiana, prese nel loro aspetto dogmatico così come quest’ultimo viene comunemente inteso, risultano le seguenti: creazione del Paradiso Terrestre, Peccato Originale come causa della morte, redenzione attraverso l’incarnazione di Dio (che si considera necessaria per il ritorno del mondo alla sua condizione originaria. In questa veste anselmiana le 'ricette' della concezione ortodossa della salvezza per i personaggi di Dostoevskij non risultano sufficienti. La fede – secondo una delle interpretazioni teologiche più profonde delle parole dell’apostolo Paolo – è in realtà ‘‘skólops tè sarkì”, ‘‘ago” di domande ‘‘nella carne” (2 Cor. 12, 7. Tento in questa sede di chiarire la problematica del Peccato Originale in Dostoevskij alla luce dei rapporti fra teologia, patristica e liturgia d’Oriente (che dovrebbero negare, in teoria, teologumeni prettamente occidentali, come quello dell’ereditarietà della colpa e teologia, patristica e liturgia d’Occidente, in relazione per altro con l’esegesi scientifica dell’Antico e del Nuovo Testamento. Un fondo supplementare d’indagine ci è dato dalle riflessioni dei pensatori russi che hanno vissuto e operato al confine fra i secoli XIX e XX. In conclusione la stessa ortodossia russa nella sua complessità si rivelerà una singolare intersezione fra le tradizioni cristiane d’Oriente e d’Occidente.

  3. Neanche sbagliata il fallimento della teoria delle stringhe e la corsa all'unificazione delle leggi della fisica

    Woit, Peter

    2007-01-01

    La teoria delle stringhe, "eterna promessa" della fisica teorica, sembra oggi giunta alla resa dei conti, e molti studiosi si stanno da tempo interrogando sulla sua reale validità. Un certo malcontento già serpeggiava nei corridoi delle università e in alcuni scritti quasi clandestini ma ora giunge dagli Stati Uniti la voce di Peter Woit, ferma e decisa nel lanciare un messaggio chiaro: questa presunta "teoria del tutto" che pretendeva di unificare le leggi della fisica, si è rivelata alla fine una "teoria del niente", incapace di dimostrare anche uno solo dei suoi enunciati. Dopo una dettagliata panoramica sugli sviluppi della fisica che hanno portato, nella metà degli anni Settanta, alla nascita e al successo del Modello standard, Woit giunge quindi al cuore del suo libro. L'accusa è pesante: non solo i teorici delle stringhe non fanno scienza, ma hanno goduto di un predominio eccessivo per vent'anni, monopolizzando il reperimento dei fondi economici pubblici e privati e impedendo di fatto un sano pro...

  4. Fisica Virgo, cosi' raccontera' origine universo

    Battifogloia, E

    2003-01-01

    "Permettera' di avvicinarsi all'attimo del Big Bang con una precisione senza precedenti, l'antenna Virgo per le onde gravitazionali inaugurata oggi a Cascina, vicino Pisa, e nata da un progetto italo-francese coordinato dall'Istituto nazionale di Fisica Nucleare e dal Centro francese per le Ricerche Scientifiche" (1 page)

  5. Nota su Lucrezia Borgia nella musica

    Consuelo Picchi

    2017-06-01

    Full Text Available Riasunto: Nel presente scritto si fa una riflessione sulla presenza di Lucrezia Borgia nella musica ed anche sull’interesse della figlia del papa nella musica del Tromboncino. Ancora, si vede come Donizetti rappresenta Lucrezia nella sua opera.   Parole chiave: Lucrezia Borgia, musica, Tromboncino, Donizetti   Abstract: In this paper there is a reflection on the presence of Lucrezia Borgia in music and also on the interest of the Pope’s daughter in the music of Tromboncino. Still, one sees how Donizetti represents Lucrezia in his work. Keywords: Lucrezia Borgia, music, Tromboncino, Donizetti

  6. Il rumore elettrico Dalla fisica alla progettazione

    Pallottino, Giovanni Vittorio

    2011-01-01

    L’opera fornisce una trattazione chiara, agile ed essenziale, ma completa, del rumore elettrico, argomento considerato generalmente oscuro e specialistico. Molto più breve (circa 275mila battute) dei testi attualmente disponibili. Il contenuto copre gli aspetti essenziali della matematica e della fisica del rumore (termico, shot. 1/f, …), e della sua rappresentazione nei circuiti. Discute quindi il rumore nei dispositivi passivi e attivi, e introduce i criteri di progettazione a basso rumore. Affronta infine brevemente questioni quali l’estrazione del segnale dal rumore e gli impieghi utili del rumore. L’attenzione è generalmente rivolta alla strumentazione fisica a bassa frequenza, in relazione alla pluridecennale esperienza specifica dell’autore. Si tratta di una estensione delle dispense, utilizzate per anni, di un corso universitario. Pertanto la trattazione è fortemente didattica, con particolare attenzione a rimuovere ambiguità e incertezze, discutendo il materiale in termini fisici intuit...

  7. Esercizi di fisica meccanica e termodinamica

    Dalba, G

    2006-01-01

    La risoluzione di esercizi rappresenta uno strumento indispensabile per raggiungere una comprensione sicura e approfondita dei concetti di Fisica appresi dai corsi e dai testi di teoria. Frutto di una lunga esperienza didattica dei due autori nell'insegnamento universitario della meccanica e della termodinamica, questa raccolta contiene 188 esercizi, di cui 91 completamente risolti ed accompagnati da un ampio corredo di figure. Il peimo capitolo presenta un'introduzione ai sistemi di unità di misura, al calcolo dimensionale, all'uso corretto delle cifre significative e degli arrotondamenti, ai grafici. Gli altri capitoli contengono gli esercizi, suddivisi per argomento e preceduti da una serie di paragrafi riassuntivi dei concetti fondamentali. Criterio ispiratore di questo lavoro è l'adozione di una metodologia per la soluzione degli esercizi basata sempre sull'analisi accurata dei dati a disposizione e sul riferimento ai principi e alle leggi della Fisica, mai alla sola intuizione.

  8. La componente estetica nella comunicazione didattica

    Valeria Biasi

    2004-01-01

    Full Text Available Descrizione di una serie di indagini sulle relazioni tra impiego di filmati nella didattica psicologica, emozioni attivate, apprendimento e altri effetti nel discente, con particolare riferimento al ruolo delle componenti estetiche del processo di fruizione.

  9. La Giustizia penale nella Toscana Secentesca

    Giuseppe Mecca

    2010-01-01

    Full Text Available Review of: Daniele Edigati, Gli occhi del Granduca. Tecniche inquisitorie e arbitrio giudiziale tra stylus curiae e ius commune nella Toscana secentesca, Pisa: Edizione ETS 2009, XX, 401 S., ISBN 978-88-467-2407-6

  10. La fisica del Novecento per un bilancio critico

    Selleri, Franco

    1999-01-01

    Ma chi ha detto che la fine della fisica è vicina? Che tutto quello che c'era da scoprire è già stato scoperto? E che le generazioni future potranno solo precisare e raffinare, e mai negare o arricchire le attuali teorie? Questo libro si contrappone a pensatori come Heisenberg, Feyman e Hawking che hanno predetto la morte della fisica. L'autore sostiene che grandi progressi sono possibili, ma che il prezzo da pagare per realizzarli è una modifica radicale delle basi della fisica moderna, in particolare abbandonando l'indeterminismo, la non località (paradosso di Einstein, Podolsky e Rosen) e lo stesso principio di relatività.

  11. Sul posto della variazione nella teoria linguistica

    Gaetano Berruto

    2009-12-01

    Full Text Available Una parte cospicua dell’opera scientifica di Mitja Skubic si può ritenere collocata più o meno direttamente in campi di studio aventi a che fare con la variazione. Una buona cinquantina dei più di 220 titoli di Skubic riportati nella bibliografia curata da Marjeta Prelesnik-Drozg in linguistica XLVIII (2008, 11–31, verte infatti sullo studio di fenomeni in specifiche varietà di lingua (il toscano parlato, la lingua di Goldoni, varie parlate venete, friulano e sloveno di Gorizia, e via discorrendo o su casi di interferenza e contatto nell’area italo-slovena, dove è per lo più evidente una dimensione variazionista. Vorrei quindi offrire al festeggiato in questa sede alcune riflessioni generali sulla questione della variazione linguistica che spero gli giungano gradite. Un tratto evidente nella linguistica anche teorica (o nelle diverse anime della linguistica1 degli ultimi decenni è infatti il progressivo aumento di interesse verso la variazione. Un problema sempre ritornante in tale contesto è quello del posto e del ruolo eventuale che la variazione possa o debba avere nella teoria lingui- stica. Riprendo quindi in queste pagine, con qualche sintetica argomentazione, una questione che, molto dibattuta negli anni Settanta in concomitanza con la fondazio- ne e lo sviluppo della linguistica variazionista di William Labov,2 è emersa solo spo- radicamente negli anni Ottanta e Novanta, ed è divenuta, su altre basi, di nuovo molto attuale all’inizio del Terzo Millennio.

  12. Fenologia dei Chirotteri nella grotta di Onferno

    Massimo Bertozzi

    2003-10-01

    Full Text Available Con le sue 11 specie e le oltre 6000 presenze di Chirotteri la Riserva naturale orientata di Onferno è certamente un punto di notevole interesse nel patrimonio naturale italiano. A seguito dei piani di indagine e di sorveglianza posti in essere fin dalla sua creazione nel 1992 da parte della gestione della Riserva e soprattutto grazie al progetto LIFE in corso, si riassumono qui i principali tratti fenologci delle diverse specie nella cavità. Il sistema ipogeo è altamente differenziato topografica e in termini di microclima, come rilevato dal sistema di monitoraggio presente. Da Dicembre inizia il periodo più tipicamente invernale con rapido abbandono della cavità principale da parte dei miniotteri. Vi rimangono poche decine di esemplari e altrettanti rinolofidi delle diverse specie. Tale situazione si prolunga con alcune piccole variazioni fino a Marzo. Al cambio di stagione i miniotteri si muovono dai rifugi posti soprattutto in un tunnel a S. Marino (circa 11 km in linea d?aria a temperatura tra i 3 e 5 °C per tornare nel tratto principale a circa 7°C. I rinolofidi mantengono le posizioni e i numeri precedenti. Con Aprile il gruppo dei miniotteri, oramai completo o quasi, si sposta nella Sala Guano o rimane in vari ambiti del percorso principale. I rinolofidi appaiono in movimento ma il loro numero diminuisce almeno dalle zone di controllo. A Maggio compaiono anche i grandi vespertili già aggregati al grande gruppo dei miniotteri che spesso si presenta in contingenti suddivisi in vari ambiti della grotta. Non si ritrovano più rinolofi maggiori, mentre euryale e minore raggiungono le sale più calde e secche. Con Giugno i contingenti si concentrano nella grande sala ?Quarina? per formare nella seconda metà la colonia riproduttiva. Dal 15 circa iniziano i parti in tutte le specie. Nel Miniottero si registrano scarti di almeno una settimana tra l?avvio della riproduzione e le ultime nascite. Tutto Luglio è speso nella crescita dei

  13. Il matrimonio same sex nella Repubblica di San Marino?

    Luca Iannaccone

    2014-07-01

    Full Text Available Contributo sottoposto a valutazioneSOMMARIO: 1. Premessa – 2. La questione del matrimonio tra persone dello stesso sesso in Italia: brevi cenni circa lo stato del dibattito nella giurisprudenza - 3. Il matrimonio same sex nella Repubblica di San Marino?

  14. I grandi della fisica da Platone a Heisenberg

    Von Weizsäcker, Carl Friedrich

    2002-01-01

    Parmenide ; Platone ; Aristotele ; Copernico, Keplero, Galilei ; Galileo Galilei ; Cartesio ; Gottfried Wilhelm Leibniz ; Cartesio, Newton, Leibniz, Kant ; Immanuel Kant ; Johann Wolfgang Goethe ; Robert Meyer ; Albert Einstein ; Niels Bohr ; Paul Adrien Maurice Dirac ; Niels Bohr e Werner Heisenberg, un ricordo del 1932 ; Werner Heisenberg ; Heisenberg, fisico e filosofo ; l'interpretazione filosofica della fisica moderna.

  15. Astronomia e fisica a Firenze dalla Specola ad Arcetri

    Bianchi, Simone; Casalbuoni, Roberto; Dominici, Daniele; Mazzoni, Massimo; Pelosi, Giuseppe

    2017-01-01

    La Mostra "Astronomia e Fisica a Firenze" illustra l'evoluzione delle due discipline dal XVIII secolo fino ai primi decenni del Novecento. Teatro cittadino di questo processo, anzi di tutte le scienze, fu l'Imperiale e Reale Museo di Fisica e Storia Naturale, dove adesso ha sede la Mostra. Nell'arco di tempo esaminato tutti gli aspetti dell'indagine della natura erano ugualmente pertinenti ad un'unica figura di studioso, ma verso l'inizio del XX secolo alcuni indirizzi subirono una profonda trasformazione e al prevalente approccio tassonomico e fenomenologico subentrò, soprattutto per Astronomia e Fisica, un'indagine specialistica che finì per differenziare le varie ricerche. Protagonista di questa fase fu lo sviluppo dell'analisi spettroscopica. La Mostra, aperta da dicembre 2016 a marzo 2017, è organizzata dall'Università di Firenze (Museo di Storia Naturale; Dipartimento di Fisica e Astronomia) e dall'Osservatorio Astrofisico di Arcetri, in collaborazione con la Sezione di Firenze dell'INFN, il Museo G...

  16. Il ruolo di Betlemme nella storia cristiana e nella posizione della Santa Sede

    Raffaele Coppola

    2013-01-01

    SOMMARIO: 1. Osservazioni introduttive e metodologiche - 2. Betlemme nella Bibbia - 3. Politica, cultura e religione: dalla dominazione romana alla disfatta dei mamelucchi - 4. Dall'occupazione turca ai nostri giorni; il predominio della storia politica - 5. La “nouvelle histoire” e la posizione della Santa Sede - 6. L'assedio israeliano alla Basilica della Natività - 7. Il “paradosso cristiano” e la città nascosta. Il muro della vergogna.

  17. Fisica per poeti lo scienziato come uomo e artista : storia della fisica da Galileo ai giorni nostri

    March, Robert H

    1994-01-01

    Un'intensa lezione di oggettività scientifica attraverso i secoli, alla ricerca delle verità ultime della natura. Da Galileo ad oggi, intuizioni, errori, grandi scoperte dei massimi protagonisti della fisica classica e moderna: la scienza vissuta come un'appassionante avventura.

  18. Funzioni del tempo presente nella strategia narrativa

    Aleksandra Koman

    2017-08-01

    Full Text Available La scelta del tempo verbale adatto a una determinata situazione dipende dal rapporto tra il momento dell’avvenimento e quello dell’enunciazione. Se coincidono abbiamo a che fare con il tempo presente (Bertinetto. È necessario, però, ricordare che il presente è in grado di riferirsi agli eventi passati come accade spesso nei testi narrativi. Per capire lo scopo di questa scelta si sono analizzati diversi tipi di scrittura comprovanti che il presente nella narrativa può servire a sottolineare la posizione temporale del narratore (Il fu Mattia Pascal; a evidenziare un momento importante dal punto di vista dello svolgimento dell’azione (Se questo è un uomo; a costruire descrizioni (Vita oppure far entrare il lettore nel vivo del racconto (Gli Italiani in Polonia nei secoli, dando l’impressione che egli sia un testimone diretto degli eventi raccontati.

  19. La chiesa antica nella storiografia italiana recente

    Marcella FORLIN PATRUCCO

    2010-02-01

    Full Text Available SOMMARIO: Gli studi italiani di storia della Chiesa antica presentano in anni recenti importanti novità negli strumenti, negli interessi e nei metodi della ricerca, legate a quelle che coinvolgono il complesso delle discipline attinenti alia storia religiosa dell'antichità. Il contributo prende in esame problemi, tendenze e prospettive nella recente storiografia italiana, con particolare attenzione ai nodi interpretativi che le attuali indagini appaiono privilegiare sul tema della Chiesa nei primi secoli.ABSTRACT: The recent Italian studies in the history of ancient Church show many novelties and new approaches, related to the new interests and methodologies of the various sciences involved in the religious history of Antiquity. The paper deals with the problems and the trends in the recent Italian historiography, with special attention to the main subjects of the research about the Church in the first Christian centuries.

  20. Itinerari nella Weltliteratur: Norma e letteratura

    a cura di Silvia Lafuente

    2014-12-01

    Full Text Available  This section consists of seven contributions from the 2012 Giornate di Studio, which have been taking place at the University of Florence since 2009: Silvia Lafuente, "Forme d’oralità costruiscono la modernità letteraria argentina nelle prime decadi del ‘900"; Arianna Fiore, "La junta luz di Juan Gelman: un oratorio contro il silenzio"; Carolina Argenta, "Oltre la Generazione del Sessanta: la poesia di Susana Thénon"; Salomé Vuelta García, "I proverbi nella traduzione italiana di La Familia de Pascual Duarte di Camilo José Cela; Andrea Carmelo Spadola, "Bilinguismo / Translinguismo nell’opera poetica di César Moro"; Coral García Rodríguez, "La formazione di una identità europea  attraverso il linguaggio: l’apolide Jorge Semprún, oppure lo spagnolo delle tre patrie"; Michela Graziani, "Trasformismi jazz nella cultura portoghese del ‘900".During the IV Giornata di Studio, the concepts of «norm» and «deviation» in literary language were discussed from a variety of standpoints: linguistic, literary, cultural, historical and social. The various lines of research chosen by the authors of the seven contributions to LEA highlight the potential of literary language in linguistic and intellectual experiences within cultural contexts. In the light of this perspective, the seven contributions offer a number of itineraries for the interpretation of modern literature from Argentina, Peru, Portugal and Spain. This section was edited by Silvia Lafuente. 

  1. PAROLE, LINGUE E ALFABETI NELLA CLASSE MULTICULTURALE

    Graziella Favaro

    2012-07-01

    Full Text Available Il bilinguismo è soprattutto un’opportunità e una ricchezza perché la padronanza di due lingue amplia le frontiere delle possibilità e il mondo si allarga di conseguenza. Ma che cosa succede quando in epoche diverse della vita – nella prima infanzia, nell’infanzia o nell’adolescenza – a causa del viaggio di migrazione, una nuova lingua entra a far parte del patrimonio linguistico dei bambini? Quali rapporti profondi  di concorrenza, conflitto, complementarietà, integrazione  si stabiliscono tra i due codici, tra i diversi significati e i significanti? E se la lingua madre diventa improvvisamente muta e una nuova lingua sostituisce quella originaria, quali cambiamenti e perdite si verificano nella vita emotiva dei bambini venuti da lontano? Sono queste alcune delle domande a cui il contributo si propone di rispondere, analizzando la condizione bilingue  variegata e molteplice  degli alunni stranieri in Italia e presentando alcuni progetti significativi e materiali innovativi per valorizzare la pluralità linguistica della classe.WORDS, LANGUAGES AND ALPHABETS IN THE MULTICULTURAL CLASSROOMBilingualism is above all an opportunity and a richness, since mastering two languages creates greater possibilities and the world expands as a consequence. But what happens in different stages of life- in childhood or adolescence- due to migration, when a new language becomes part of a child’s heritage? What profound relationships –competition, conflict, complementarity, integration- are established between the two codes, between different meanings and signifiers? And if the new language renders the mother tongue mute, what changes and losses take place in the emotional sphere of migrant children? These are a few of the questions which the paper attempts to answer, by analyzing the varied and multifaceted bilingual condition of foreign students in Italy. The paper presents a few important projects and innovative materials to give

  2. Oltre lo spazio e il tempo la nuova fisica

    Lachièze-Rey, Marc

    2004-01-01

    Oggi la fisica si fonda, allo stesso tempo, sulla meccanica quantistica e sulla relatività generale. Ma, in quanto veri e propri sistemi di pensiero, queste due teorie suggeriscono due distinte visioni del mondo, non conciliabili nel quadro di una descrizione unificata. Se dunque la fisica attuale si rivela inadeguata, occorre costruirne una nuova, percorrendo fino in fondo la via geometrica. Supersimmetria, stringhe e superstringhe, gravità e cosmologia quantistiche, geometria non commutativa: nuove audaci ipotesi al servizio di nuove teorie che rinnovano la nostra concezione dello spazio, del tempo, della materia e dell'Universo, e che trovano nel volume una presentazione chiara e accessibile anche a un pubblico di non specialisti.

  3. L'elettronica nella tecnica aerospaziale

    F. SALZA

    1963-06-01

    Full Text Available L'elettronica reca un contributo essenziale alla tecnica
    aerospaziale in ogni fase di qualsiasi sua realizzazione.
    In fase di progetto è fondamentale l'impiego del calcolo analogico o
    digitale, di quello analogico-digitale e delle tecniche di simulazione.
    Nel volo spaziale la guida e la stabilizzazione si basano sull'uso di
    sistemi elettronici che sono anche impiegati largamente nella essenziale fase
    di preparazione al volo.
    Così pure le comunicazioni coi passeggeri e le telemisure sono possibili
    soltanto grazie all'impiego delle tecniche più avanzate delle telecomunicazioni.
    Si esamina infine la situazione attuale per ciò che si riferisce al grado
    di affidamento delle apparecchiature elettroniche in conseguenza della loro
    crescente complessità: l'impiego di elementi allo stato solido e di adeguate
    tecniche circuitali consente di conservarlo ad un valore accettabile nonostante
    la crescente complicazione degli apparati in conseguenza delle sempre più
    gravi esigenze.

  4. del gast al fremde nella poesia di carmine gino chiellino

    User

    situazione. Nella seguente poesia, tratta dalla raccolta citata, questa collettivizzazione dell'Io lirico è particolarmente evidente. NACH DEM GESTERN für jene Freunde, die jetzt, gerade jetzt, aufgeben möchten. …………..…… die Söhne werden das Land der Mutter die Töchter die Sprache des Vaters verspottet vergessen.

  5. Il mondo dei quanti la fisica quantistica per tutti

    Ford, Kenneth W

    2006-01-01

    L'autore spiega come le leggi che governano l'enormemente piccolo e l'enormemente rapido sfidino il senso comune e mettano alla prova l'intelletto al limite delle sue possibilità. Ford introduce alle grandi idee di una teoria - la fisica quantistica - che continua a rimanere misteriosa nonostante i numerosi successi: la granularità (la materia e alcune sue proprietà, come l'energia, sono "grumose"), il dualismo onda-particella, il principio di indeterminazione, la natura dei bosoni e dei fermioni, il principio di sovrapposizione e la non separabilità (il fatto che un atomo possa trovarsi simultaneamente in due o più stati di moto diversi).

  6. Espana entra en un programa de fisica rechazado por los cientificos

    Rivera, A

    2002-01-01

    "El Ministerio de Ciencia y Tecnologia (MCyT) anuncio ayer la aprobacion de un acuerdo de colaboracion con el Laboratorio Europeo de Fisica de Particulas (CERN), junto a Ginebra, para un programa de investigacion de neutrinos (CNGS)" (1 page).

  7. Le avventure di Mr. Tompkins viaggio "scientificamente fantastico" nel mondo della fisica

    Gamow, George

    1993-01-01

    Questo classico della divulgazione scientifica offre al lettore una grande quantità di informazioni e una spiegazione dei concetti fondamentali della fisica moderna: la struttura dell'atomo, la relatività e la teoria quantistica, la fusione e la fissione. La prefazione di Roger Penrose presenta Mr. Tompkins ad una nuova generazione di lettori e rivisita le sue avventure alla luce degli attuali sviluppi della fisica moderna.

  8. La cultura del corpo nella complessità della malattia

    Francesca Gattola

    2008-04-01

    Full Text Available Il corpo è il fondamento stesso dell'essere. Nello stato di salute ma, soprattutto, nella malattia, il corpo è il palcoscenico dove si rappresenta lo stato della persona, tra cambiamento e conservazione. Come il linguaggio verbale, scandisce un senso alle frasi, ai termini attraverso la parola, così il corpo, tramite il codice semantico, esprime le caratteristiche di ogni individuo ed il relativo stato di salute o malattia che ne contraddistingue la storia personale. Il corpo è raccoglie e rappresenta le nostre emozioni, per questo motivo è importante ascoltarne i messaggi, comprenderne i sintomi ed il linguaggio, imparare a dialogarci. Conoscere la relazione tra le varie parti che lo compongono, l’ordinamento gerarchico dei vari ranghi, l’individuazione anatomica, le teorie che sono avvenute nelle varie culture nel corso del tempo. L’approccio comunicativo con l’operatore sanitario e la conoscenza del nostro corpo nella scoperta e nel decorso di una malattia sono di vitale importanza per la realizzazione e la buona riuscita del processo assistenziale.

  9. I cataloghi nella letteratura americana della Grande Depressione

    Cinzia Scarpino

    2011-07-01

    Full Text Available Il presente saggio si propone di analizzare alcune opere letterarie in senso lato (poesie, libri-documentario, script di film-documetario scritte negli Stati Uniti negli anni della Grande Depressione (1929-1941 alla luce della presenza ricorrente di cataloghi, liste e inventari. Partendo da un excursus storico circa la centralità del catalogo come forma narrativa atta a rendere l’abbondanza del Nuovo Mondo nella cultura e nella letteratura dell’Ottocento (dai diari dei primi esploratori agli scritti di Thomas Jefferson, dalle geremiadi puritane agli almanacchi e ai diari rurali, dalle teorizzazioni estetiche di Ralph Waldo Emerson al «poeta catalogatore» Walt Whitman e al Walden di H. D. Thoreau, il saggio si sofferma su alcune opere-documentario degli anni Trenta del Novecento; un periodo che, segnato profondamente dalla crisi economica e testimone di una riconfigurazione della geografia reale e simbolica del territorio nazionale, punta nuovamente a cataloghi e inventari, secondo una scelta retorica funzionale alla rappresentazione del rovescio del mito di abbondanza delle origini.

  10. L'evoluzione della fisica sviluppo delle idee dai concetti iniziali alla relatività e ai quanti

    Einstein, Albert

    1965-01-01

    Pubblicato in inglese alla vigilia della Seconda guerra mondiale e subito proposto in traduzione, L’evoluzione della fisica dovette aspettare la fine del conflitto per vedere la sua pubblicazione in Italia. Da allora (1948) questo testo non ha più smesso di rappresentare un punto di riferimento obbligato per il concetto stesso di divulgazione scientifica e per la fisica in particolare. Scritto dai protagonisti assoluti della rivoluzione della fisica relativistica e quantistica, ma destinato a un pubblico di non specialisti, il libro che avete tra le mani è il testo fondativo della moderna divulgazione delle idee, la pietra di paragone di ogni altro libro di fisica, che permette di intuire la straordinaria importanza e il valore rivoluzionario della svolta della fisica del Novecento.

  11. La financial education nella regione Puglia: analisi e prospettive di intervento

    A. Garzoni; V. Nastasi

    2010-01-01

    Analisi del contesto e delle principali tematiche di financial education affrontate a livello internazionale e nazionale, valutazione delle opportunità e degli aspetti critici, il progetto pilota nella regione Puglia e le nuove idee di progetto da realizzare

  12. Valutazione multicriteriale nella pianificazione territoriale: un approccio metodologico partecipato

    Anastasia Stratigea

    2013-12-01

    Full Text Available Il coinvolgimento del pubblico e degli stakeholder nelle moderne attività di pianificazione territoriale richiede l’utilizzo di strumenti e metodologie adeguati che supportino i planner nell’acquisizione e nella gestione di informazioni e conoscenze locali (opinioni, valori, inclinazioni, interessi locali, ecc., aumentando così l’efficacia sia del processo che dell’esito finale degli sforzi di pianificazione. Il presente studio mira a sviluppare un quadro metodologico che possa accogliere strumenti partecipativi durante la fase di valutazione nell’ambito del processo di pianificazione. Un simile quadro può supportare i planner e i decision maker nel: valutare scenari alternativi, includere molteplici prospettive e considerare possibili “alleanze” o “conflitti” tra diversi gruppi di interesse, migliorando così le opzioni strategiche. Tale approccio è applicato a una particolare regione greca in cui sono stati valutati scenari alternativi per il suo sviluppo futuro, mediante un contesto di pianificazione partecipata.

  13. Manuale di Relatività Ristretta Per la Laurea Triennale in Fisica

    Gasperini, Maurizio

    2010-01-01

    Una moderna presentazione della teoria della Relatività Ristretta, specificatamente progettata per i nuovi corsi della Laurea Triennale in Fisica. Un testo essenziale ma autosufficiente, che adotta lo stile e il linguaggio delle lezioni svolte in aula, e che introduce alle trasformazioni di Lorentz, alla formulazione covariante dell'elettromagnetismo e alle basi della cinematica e dinamica relativistiche. Include una discussione della cinematica dei processi d'urto e una derivazione dettagliata dell'effetto Cherenkov.

  14. The Physical Protection of Nuclear Material; Proteccion Fisica Delos Materiales Nucleares

    NONE

    1993-09-15

    Physical protection against the theft or unauthorized diversion of nuclear materials and against the sabotage of nuclear facilities by individuals or groups has long been a matter of national and international concern. Although responsibility for establishing and operating a comprehensive physical protection system for nuclear materials and facilities within a State rests entirely with the Government of that State, it is not a matter of indifference to other States whether and to what extent that responsibility is fulfilled. Physical protection has therefore become a matter of international concern and co-operation. The need for international cooperation becomes evident in situations where the effectiveness of physical protection in one State depends on the taking by other States also of adequate measures to deter or defeat hostile actions against nuclear facilities and materials, particularly when such materials are transported across national frontiers [French] La proteccion fisica contra el robo o la desviacion no autorizada de materiales nucleares y contra el sabotaje de las instalaciones nucleares por parte de individuos o de grupos ha sido durante largo tiempo motivo de preocupacion nacional e internacional. Aunque la obligacion de crear y hacer funcionar un sistema completo de proteccion fisica para las instalaciones y materiales nucleares en el territorio de un Estado determinado incumbe enteramente al Gobierno de dicho Estado, el que esa obligacion se cumpla o no, y si se cumple, en que medida o hasta que punto, es cosa que no deja indiferentes a los demas Estados. De aqui que la proteccion fisica se haya convertido en motivo de interes y cooperacion internacional. La necesidad de cooperacion internacional se hace evidente en los casos en que la eficacia de la proteccion fisica en el territorio de un Estado depende de que otros Estados tomen tambien medidas apropiadas para evitar o hacer fracasar los actos hostiles dirigidos contra instalaciones y

  15. Fisica. I progressi nello studio delle particelle piu' abbondanti ma piu mistriose

    Bilenky, Samoil Mikhelevich

    2003-01-01

    "Caccia ai neutrino conferme all'inutizione di Pontecorvo: hanno una masa (sia pure minima) e i loro 3 tipi si mutano l'uno nell'altro fisica i progressi nello studio delle particelle piu' abbondanti ma piu' misteriose". [The hunt for the neutrinos. Pontecorvo's theory has been confirmed: the neutrino has a mass (though minimal). It switches from one of the 3 types into the others].

  16. La Media Literacy nella prospettiva finlandese, nordica ed europea

    Sol-Britt Arnolds-Granlund

    2013-03-01

    Full Text Available Nel secolo scorso, e in special modo negli ultimi dieci anni, la questione dei media e, in particolare, il tema della media literacy ha attratto l’interesse delle autorità, degli studiosi e di altri responsabili nel settore educativo. Nel tempo sono entrati in uso molti concetti, ma sfortunatamente senza che ne venisse fornita una definizione, nella maggior parte dei casi. Questo articolo si focalizza sulla media literacy, su come può essere definita e sul significato di concetti affini utilizzati nel contesto finlandese. Inoltre viene discussa la relazione tra i concetti di media literacy e digital literacy e la collocazione della media literacy nei curricula scolastici in Finlandia. Il contributo affronta anche il problema della valutazione della media literacy nelle politiche istituzionali e chiude con un accenno alle prospettive future di ricerca nel campo dell’educazione ai media. Trattandosi di un lavoro di ampio respiro sulla media literacy, si riferisce sia a iniziative politiche che ai risultati della ricerca e alle pratiche educative.

  17. Il potere euristico dell’agapismo nella filosofia di Peirce

    Ivo Assad Ibri

    2013-10-01

    Full Text Available La prima parte di questo saggio offre un’analisi del testo “La legge della mente”, in cui Peirce teorizza il potere di crescita e diffusione delle idee e formula la sua risposta alla classica domanda riguardo al modo in cui la mente possa influenzare la materia. A partire da un’analisi centrata sul duplice significato semantico della parola "affetto", il lavoro intende mostrare come la rottura da parte di Peirce con il dualismo cartesiano di mente e materia conduca a una sostanziale identità tra idealità e realtà per mezzo di una fusione metafisica di realismo e idealismo, in cui la materia viene considerata esclusivamente come un caso particolare della mente. La seconda parte mostra come le diverse forme di evoluzionismo discendano dalle tre categorie, ponendo in evidenza il concetto di agapismo, la dottrina dell’amore cosmico e creativo. Nella parte finale viene mostrato come il legame tra realismo e idealismo, così come le considerazioni di Peirce sull'evoluzionismo, costituiscano aspetti essenziali in vista di una giustificazione del successo storico della nostra capacità umana di elaborare congetture, ovvero di proporre ipotesi di successo per spiegare i fatti.

  18. Veterinarians in environmental protection; Il veterinario nella protezione ambientale

    Ioppolo, A; Achene, L; Cappella, M G [eds.; Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy). Lab. di Medicina Veterinaria

    1999-07-01

    The main contributions of the Fifth and Sixth Courses: Veterinary medicine and environmental contamination, held at the Italian National Institute of Health on October 27-31 1997, and September 28-October 2 1998, are presented. The volume is divided into three sections: general concepts (evolution of environmental protection in the European community, veterinary drugs in Europe, drugs and environmental contamination, aquaculture and environmental contamination); problematic aspects and methodologies applied to the environmental pollution (animal pathologies and environmental quality, toxic algae and aquaculture, aquatic organisms as indicators of environmental contamination, use of arthropods to assess environmental quality); field experiences (monitoring of chemical contaminants by an experimental institute of veterinary services, quality of compost in the light of aspects of management and market). [Italian] Sono riportati alcuni interventi presentati al quinto e al sesto corso di medicina veterinaria ed inquinamento ambientale che si sono svolti rispettivamente il 27-31 ottobre 1997 e il 28 settembre-2 ottobre 1998 presso l'Istituto Superiore di Sanita'. Il volume e' diviso in tre sezioni: contributi generali (evoluzione della tutela ambientale nella Comunita' Europea, i farmaci veterinari in Europa), utilizzo di farmaci e inquinamento (patologie degli animali e inquinamento, alghe tossiche e acquacultura, metodi per la valutazione della qualita' ambientale con organismi acquatici, artropodi terrestri come bioindicatori); esperienze sul campo (compostaggio di qualita'); problematiche gestionali e di mercato, esperienze di un monitoraggio di contaminanti chimici in un istituto zooprofilattico sperimentale.

  19. Veterinarians in environmental protection; Il veterinario nella protezione ambientale

    Ioppolo, A.; Achene, L.; Cappella, M.G. [eds.] [Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy). Lab. di Medicina Veterinaria

    1999-07-01

    The main contributions of the Fifth and Sixth Courses: Veterinary medicine and environmental contamination, held at the Italian National Institute of Health on October 27-31 1997, and September 28-October 2 1998, are presented. The volume is divided into three sections: general concepts (evolution of environmental protection in the European community, veterinary drugs in Europe, drugs and environmental contamination, aquaculture and environmental contamination); problematic aspects and methodologies applied to the environmental pollution (animal pathologies and environmental quality, toxic algae and aquaculture, aquatic organisms as indicators of environmental contamination, use of arthropods to assess environmental quality); field experiences (monitoring of chemical contaminants by an experimental institute of veterinary services, quality of compost in the light of aspects of management and market). [Italian] Sono riportati alcuni interventi presentati al quinto e al sesto corso di medicina veterinaria ed inquinamento ambientale che si sono svolti rispettivamente il 27-31 ottobre 1997 e il 28 settembre-2 ottobre 1998 presso l'Istituto Superiore di Sanita'. Il volume e' diviso in tre sezioni: contributi generali (evoluzione della tutela ambientale nella Comunita' Europea, i farmaci veterinari in Europa), utilizzo di farmaci e inquinamento (patologie degli animali e inquinamento, alghe tossiche e acquacultura, metodi per la valutazione della qualita' ambientale con organismi acquatici, artropodi terrestri come bioindicatori); esperienze sul campo (compostaggio di qualita'); problematiche gestionali e di mercato, esperienze di un monitoraggio di contaminanti chimici in un istituto zooprofilattico sperimentale.

  20. La fisica dell'immortalità Dio, la cosmologia e la resurrezione dei morti

    Tipler, Frank J

    1995-01-01

    “Questo libro descrive la teoria del Punto Omega: la teoria fisica e sperimentale di un Dio onnipresente onniscente e onnipotente, che in un giorno del futuro remoto farà risorgere ciascuno di noi alla vita eterna in una dimora che per ogni aspetto fondamentale è il paradiso della tradizione ebraico-cristiana. I singoli termini delle teoria – per esempio i concetti di onnipresenza, onniscienza, onnipotenza, corpo (spirituale) risuscitato, paradiso – saranno presentati come principi della fisica pura. In questo libro non farò mai appello alla rivelazione; mi appellerò, invece, ai risultati concreti della scienza moderna e alla ragione del lettore. Descriverò il meccanismo fisico della risurrezione universale. Mostrerò con estrema precisione come la fisica consenta la risurrezione alla vita eterna di tutti coloro che sono vissuti, che vivano o che vivranno. E mostrerò anche perché, nel futuro remoto, tale facoltà di risuscitare esisterà davvero e perché sarà effettivamente usata. A chi ha perd...

  1. Fisica e filosofia come la scienza contemporanea ha modificato il pensiero dell'uomo

    Heisenberg, Werner

    2003-01-01

    Nel corso del Novecento le scoperte della fisica – dalla meccanica quantistica alla teoria della relatività, dalle ricerche sul cosmo all’energia nucleare – hanno travolto le precedenti nozioni di spazio e tempo e rivoluzionato la percezione che l’uomo aveva di sé, investendolo inoltre della responsabilità di una possibile autodistruzione. Figura geniale e controversa, Werner Heisenberg è stato un protagonista assoluto dell’epopea scientifica del secolo scorso, insieme a Bohr e Fermi, Einstein e Planck. Fisica e filosofia esplora la complessità di quello snodo offrendo risposte chiare a domande che non hanno mai perso la loro centralità. Cosa affermano le teorie della fisica contemporanea? In che modo investono la concezione che l’uomo ha di sé? Quali sono i limiti etici delle loro applicazioni tecnologiche? E quale sarà l’influenza politica della scienza su scala planetaria? Affrontando quesiti di portata universale, Heisenberg si dimostra consapevole della necessità di ristabilire la ...

  2. Le minoranze islamiche nella Bulgaria post-comunista: ingerenze statali e libertà confessionale

    Paola Fantelli

    2011-03-01

    Full Text Available Contributo segnalato dal Prof. Paolo Moneta, ordinario di Diritto ecclesiastico nella facoltà di Giurisprudenza dell’’Università di Pisa SOMMARIO: 1. Profili istituzionali delle relazioni tra Stato e confessioni religiose nella Bulgaria post-comunista: la posizione dell’Islam. 2. Le ingerenze del Governo bulgaro nell’organizzazione interna delle rappresentanze islamiche secondo la Corte di Strasburgo. 3. Alcune osservazioni sull’ingresso della Bulgaria nell’U.E. e sulle problematiche dell’Islam bulgaro – balcanico.

  3. Educazione linguistica nella scuola albanese del secondo millennio

    M. Genesin

    2013-10-01

    -pedagogica, attenta allo sviluppo mentale e psicologico dei discenti, presenta notevoli ricadute nell’àmbito del¬l’insegnamento dell’albanese come L1, oltre che delle lingue straniere, e sta trovando gradual¬mente applicazione nella scuola albanese. A livello teorico è mancato per molto tempo una rifles¬sione aggiornata sulla metodologia e la didattica delle lingue straniere, con la conseguenza che gli insegnanti, privi di adeguata preparazione, sono stati costretti a ripiegare su metodologie datate di tipo normativistico. Analogamente all’insegnamento della lingua madre, anche nella didattica delle lingue straniere è stata a lungo applicata un’ adeguazione imitativa a modelli essenzialmente scritti che, solo da alcuni anni, è stata sostituita da nuovi approcci, aperti ai più recenti sviluppi della ricerca glottodidattica, adottati grazie all’intensa attività svolta da educatori e studiosi attivi nel set¬tore della lingua inglese.

  4. Mercenario della ricerca evoluzione dello studioso di fisica tra il 1900 e il 2000

    Sironi, Giorgio

    2015-01-01

    In meno di un secolo la percezione della ricerca da parte del grande pubblico e il modo di praticarla sono profondamente cambiati. Il ricercatore, non più isolato e parte di una élite ristretta, oggi è quasi sempre inserito in gruppi strutturati, spesso numerosi. Questa impostazione, particolamente evidente in Fisica e Astrofisica, ha prodotto grandi progressi scientifici. In Italia però questi progressi rischiano di essere vanificati dalla perdurante mancanza di politiche organiche dedicate alla ricerca, sia pubblica che privata. Per un giovane dotato vale ancora la pena di puntare a fare ricerca?

  5. AA.VV., La Giustizia nella Letteratura e nello Spettacolo Siciliani tra ...

    User

    ruolo e i significati attribuiti al concetto di Giustizia nella. Letteratura e nello Spettacolo Siciliani tra '800 e '900. Da Verga a Sciascia costituisce il volume che raccoglie, a cura di Angelo. Zappulla, gli Atti del convegno su questo fondamentale tema. La centralità del tema Giustizia, nelle più diverse forme del fervore culturale ...

  6. My sound Is My life. Macchine sonore non omologate nella metropoli

    Antonio Bove

    2008-12-01

    Full Text Available Nell’ordine costituito della metropoli, i luoghi del divetimento sono spazl interni ai processi di accumulo, funzionali al ritmo della produzione. L’ordine stabilisce un posto preciso per “lo svago”inserito nella settimana lavorativa come elemento di ricarica per l’uomo-lavoratore, traendone anzi profitto.

  7. Precarietà e spazi nella società digitale. Intervista a Carlo Formenti

    Emiliana Armano

    2014-04-01

    Full Text Available Nella call supponiamo che uno degli elementi caratterizzanti la connettività sia la ridefinizione dei "confini" in termini spaziali ma anche tra produzione e consumo, identitari e relazionali, di accesso alla conoscenza e in definitiva di potere. Qual è la sua opinione e che cosa ne pensa della ridefinizione dei confini?

  8. Il concetto di Natura nella filosofia di Denis Diderot

    Francesco Consiglio

    2014-03-01

    Full Text Available L’immagine della Natura che emerge dalla lettura delle opere di Diderot, è quella di una sorta di organismo in cui tutto risulta legato da una rete di forze inquadrate in un ordine omogeneo e dinamico. Le leggi di quest’ordine sono riscontrabili in tutti gli eventi naturali ed ogni fenomeno non è mai frutto del caso, ma ordinato deterministicamente. Allo spinozismo di quest’ordine geometrico si coniuga un atomismo di matrice epicurea, speci camente nella versione lucreziana del De Rerum Natura: gli atomi che costituiscono la materia si combinano da sempre e all’in nito in un continuo divenire di forme normate da leggi intrinseche, e gli individui nascono dal cozzare e dall’ammassarsi di questi atomi. Non esiste uno stadio culmine di questa “evoluzione”, piuttosto esistono in nite varianti, nel tempo e nello spazio, di un unico modello prototipico che, secondo Diderot, evolve in una specie o in un'altra in maniera totalmente a- nalistica, sebbene assolutamente determinis- tica. La regolarità dell’ordine (per no nell’apparente caos di un turbine di pol- vere e il continuo farsi e rifarsi delle forme si connettono al principio di conti- nuità della natura: la natura non fa salti, tutto è connesso come in una ragnatela e la materia continua muta la sua disposizione in grumi di atomi che, secondo il principio dell’epigenesi, giungono a formare gli individui. Le opere in cui Diderot elabora in maniera più organica e precisa la sua concezione della natura sono particolarmente due: L’interpretazione della natura (1753 e Il sogno di d’Alembert (1769. In mezzo a queste stanno gli scritti sui Sa- lons, tra i quali è particolarmente saliente, per il discorso sulla natura, quello del 1767, in cui, con la Promenade Vernet, molti di questi temi vengono a rontati o ripresi nel pittoricismo della narrazione, attraverso limpide metafore. Natura e arte, in Diderot, sono strettamente connesse. La seconda imita la prima, ma non tenta

  9. Incremento della Diffusione della TBC nella ASLRM E

    E. Di Rosa

    2003-05-01

    Full Text Available

    Nell’ultimo decennio, anche nei paesi industrializzati, si è registrato un aumento dei casi di tubercolosi. Questo lavoro ha come obiettivo l’analisi dell’andamento della diffusione della tubercolosi nell’ambito della popolazione del Distretto B della ASL RM E, mediante l’elaborazione dei dati relativi alle notifiche di malattie infettive pervenute negli anni 2000 e 2001.

    Metodi: sono stati prese in considerazione le notifiche di casi di TBC pervenute negli anni 2000, 2001 alla Unità Operativa Epidemiologia e Profilassi del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della ASL RM E, relative e cittadini Italiani e Stranieri residenti nell’ambito territoriale del Distretto B (Municipi XIX e XX del Comune di Roma. I dati sono raccolti su supporto magnetico sono stati elaborati con software per elaborazioni dati (Access e Excel MICROSOFT per la determinazione dei tassi di incidenza grezzi, specifici e standardizzati.

    Risultati: sono pervenute 127 notifiche: Tassi grezzi; 1 Totale: 2000 = 15,67 per 100000, 2001 = 17,87 per 100000 abitanti; 2 cittadini Italiani: 2000 = 10.98 per 100000 abitanti,2001 = 11,65 per 100000; 3 Stranieri residenti: 2000 = 72,26 per 100000, 2001 = 132, 47. per 100000. Tassi standardizzati; 1 Totale: 2000 = 15,81 per 100000, 2001 = 20,97 per 100000; 2 cittadini Italiani: 2000 = 11.07
    per 100000 abitanti, 2001 = 11,7 per 100000 abitanti;
    3 cittadini stranieri: 2000 = 65,28 per 100000, 2001 = 109, 66 per 100000.

    Conclusioni: dal confronto con l’andamento delle notifiche nella ASL RM E dal 1996 a oggi si rileva un incremento delle notifiche di TBC. L’aumento è particolarmente evidente nell’ambito della popolazione immigrata. Con i dati a disposizione non è possibile valutare l’eventuale ruolo di fattori favorenti la diffusione della TBC, senza dubbio l’immigrazione gioca un ruolo rilevante in tale aumento.

  10. Viaggiatori per “diporto” nella Napoli di antico regime

    Paola Avallone

    2010-10-01

    Full Text Available Per il periodo preunitario siamo ancora lontani dall’idea di turismo nell’accezione attuale e ancor di più non si può parlare di turismo di massa. Operatori turistici come Thomas Cook arriveranno in Italia solo nella seconda metà dell’800 quando ormai è in declino il Grand Tour. Diffusosi a partire dal XVII, il Grand Tour era inteso come quel lungo viaggio nell'Europa continentale effettuato dai ricchi giovani dell'aristocrazia britannica e destinato a perfezionare la loro educazione con partenza ed arrivo in una medesima città. Questo viaggio poteva durare dai pochi mesi fino a 8 anni. Le destinazioni principali erano la Francia, l'Olanda, la Germania, ma aveva come obiettivo privilegiato l'Italia e Roma, e di norma includeva le tappe di Venezia, Firenze, Bologna, Pisa e Napoli. Durante il Tour, i giovani imparavano a conoscere la politica, la cultura, l'arte e le antichità dei paesi europei. Passavano il loro tempo facendo giri turistici, studiando e facendo acquisti. L'Italia con la sua eredità della Roma antica, con i suoi monumenti, divenne uno dei posti più popolari da visitare. Oltre alla conoscenza del mondo antico gli Inglesi vennero così a contatto con le opere di Palladio e con il Neoclassicismo. Napoli, soprattutto quando divenne Capitale con l’arrivo della dinastia borbonica sul trono, era tra le mete finali dei grandtouristi. Oltre alle bellezze naturali e al tepore del clima mite durante tutto l’anno, l’élite culturale europea era interessata alla storia e all’arte del sud della penisola. L’Italia meridionale raccoglieva l’eredità della Magna Grecia e le suggestioni dell’Impero Romano, che si potevano ammirare sia a est che a ovest della città. Ma c’erano anche il Vesuvio, la Solfatara, i Campi Flegrei, luoghi legati ad eventi impressionanti e scientificamente ancora non provati, e che sollecitavano la curiosità di naturalisti, studiosi di flora e fauna ma anche di pittori e artisti in generale

  11. A glorious, yet almost forgotten, mathematical theory, and some possibly new applications of it to physics; Una gloriosa ma quasi dimenticata teoria matematica e certe sue inedite applicazioni alla fisica

    Lo Surdo, C. [ENEA, Divisione Fusione Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy)

    2001-07-01

    Hardly the role and the importance of Classical-Invariant Theory is the history of mathematics (say, between - 1850 and - 1920) can be fully appreciated by a nonspecialist. In this study, it was firstly purposed to provide a compact sketch of its foundations starting from (and keeping the framework of) some very basic ideas in the equation theory; and then, after reviewing a couple of classical examples, to illustrate a number of (presumably new) applications to physics, with special reference to constitutive relations in continuous material media. As a significant example of the latter type (amongst other ones), it shall be completely worked out the problem of the a priori structure of linear viscous-stress tensor in a magnetoplasma. [Italian] Non e' facile, da parte del non-specialista, apprezzare pienamente il ruolo e l'importanza della Teoria degli Invarianti Classici nella storia della matematica (diciamo all'incirca tra il 1850 e il 1920). In questo studio, il lettore trova anzitutto una rassegna, succinta ma largamente improntata alla generalita', dei suoi fondamenti a partire da poche idee di base della teoria delle equazioni, oltre ad un breve inquadramento storico e alla illustrazione di un paio di esempi classici. Seguono poi alcune applicazion - presuntivamente nuove - alla fisica matematica, con particolare riferimento alle relazioni costitutive in mezzi materiali continui. Come significativo esempio di applicazione di quest'ultimo tipo, e' infine completamente sviluppato il calcolo della struttura a priori del tensore di viscosita' lineare in un magnetoplasma.

  12. L'ordine del mondo le simmetrie in fisica da Aristotele a Higgs

    Barone, Vincenzo

    2013-01-01

    Il mondo ci appare come una lunga serie di contingenze locali: ogni fatto accade per ragioni sue e quindi ogni previsione relativa al fatto successivo sembra azzardata. C'è però un altro modo di guardare il mondo, ed è quello fondato sulle regolarità intrinseche, sulle trame ordinate della sua tessitura sottile. In fisica il discorso sulla struttura del mondo giunge a noi addirittura da Anassimandro, ma è con Einstein che si fa strada prepotentemente l'idea di necessità, o di inevitabilità, nel mondo fisico. È con la relatività ristretta, nel 1905, che per la prima volta entra a far parte della fisica il concetto di simmetria come elemento fondamentale della spiegazione del mondo. Da Einstein in poi, il mondo apparirà dotato di una sua struttura intrinseca, che permette lo sviluppo di certe regolarità, mentre ne nega altre, proprio come avviene nel "Castello dei destini incrociati" di Italo Calvino, dove il gioco di incroci tra le storie raccontate dai tarocchi permette alcuni sviluppi narrativi e ...

  13. Elementi epico-omerici nella dizione sofoclea: analisi del secondo stasimo dell’«Edipo re»

    Giacomo Scavello

    2015-08-01

    Full Text Available Il contributo affronta lo studio dei principali epicismi presenti nella lexis sofoclea del secondo stasimo dell’Edipo Re. Viene indagato in particolare il valore stilistico, tematico-concettuale e intertestuale delle locuzioni epico-omeriche riferite alle leggi divine nella prima strofe e al motivo degli oracoli di Laio nel finale del canto. Inoltre si sostiene l’importanza decisiva della dizione epica per supplire la lacuna testuale del v. 906, come per primo riconobbe G. Hermann.

  14. Il mondo secondo la fisica quantistica segreti e meraviglie della scienza che sta cambiando la nostra vita

    Fracas, Fabio

    2017-01-01

    Questo libro è un'avventura esclusiva e affascinante. Un viaggio, anche nel tempo, alla scoperta di qualcosa di nuovo e di straordinario: la Fisica Quantistica, nelle sue logiche, nelle sue potenzialità, nelle sue applicazioni e nei suoi possibili sviluppi. All'interno del volume vengono ricostruiti passo dopo passo i momenti fondamentali del pensiero quantistico, le questioni su cui si sono interrogati i più grandi scienziati degli ultimi decenni, e i diversi contesti nei quali si sono evoluti i principali modelli della Meccanica Quantistica. Sullo sfondo delle ricerche più attuali - come per esempio quella sulle onde gravitazionali che ha portato al Nobel per la Fisica 2017 -, vengono indagati anche i rapporti esistenti fra Fisica Quantistica, Relatività Einsteiniana e Teoria delle Stringhe. Inoltre, fra i tanti temi trattati nelle sue pagine, trovano spazio persino le incredibili ricadute che gli studi sulla Fisica Quantistica stanno avendo negli ambiti della medicina e delle ricerche sul cervello e s...

  15. Uno strumento per la creazione di valore nella realizzazione di edifici sostenibili: la certificazione LEED

    S. Rick Fedrizzi

    2014-06-01

    Full Text Available Il presente lavoro ha l’obiettivo di delineare gli aspetti chiave della sostenibilità in ambito edilizio focalizzando l’attenzione sul sistema di certificazione LEED® quale strumento “universale” di supporto per la realizzazione, gestione e valutazione di edifici sostenibili. Nella prima parte del lavoro si descrive la rapida diffusione della certificazione LEED nel recente passato quale diretta conseguenza della capacità di questo strumento di rating di adattarsi sia alle specifiche tipologie di edifici, sia alle diversità climatiche e morfologiche dei siti. Nella seconda parte si procede invece a presentare ed analizzare gli aspetti economico-finanziari degli edifici sostenibili con riferimento sia alle metodologie valutative applicabili, sia ai dati della letteratura. Partendo dalle esperienze internazionali in tema di sostenibilità, si procede successivamente a descrivere la situazione italiana, evidenziando la percezione del mercato e le opportunità di sviluppo future.

  16. Attivitá fisica extra-scolastica negli adolescenti: il ruolo dello stato socio-economico delle famiglie

    G. Capelli

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: l’associazione fra stato socio-economico (SES ed attività fisica è poco indagata. Obiettivo del presente studio è quello di valutare la relazione tra attività fisica extra-scolastica di adolescenti scolarizzati e lo SES della famiglia di provenienza.

    Metodi: l’indagine ha previsto la somministrazione nel corso dell’anno scolastico 2002-2003 di un apposito questionario anonimo autocompilato, già validato in uno studio pilota, ad un campione di studenti delle scuole medie inferiori del Lazio (province di Roma, Frosinone e Latina.

    Risultati: hanno partecipato allo studio 1486 studenti di cui 756 maschi (50.9% e 730 femmine (49.1%. L’età dei partecipanti varia fra gli 11 ed i 15 anni (età mediana 12 anni. Il 72.7% degli studenti dichiara di svolgere attività fisica al di fuori della scuola. Il livello di istruzione dei genitori e la loro attività lavorativa sembrano avere un peso notevole sui determinanti dell’attività fisica negli studenti. Infatti, svolgono prevalentemente attività fisica extra-scolastica i figli di genitori manager/libero professionisti (OR = 3.29 e con un elevato livello educativo (OR = 10.38 per i figli di genitori laureati.

    Conclusioni: i risultati confermano quanto la situazione socio-economica delle famiglie sia in netta relazione con l’attività fisico-sportiva dei giovani. Tali risultati potranno essere utili per gli operatori scolastici e gli amministratori nell’ispirare e realizzare azioni volte a diminuire il divario esistente fra i giovani che hanno le possibilità economiche e svolgono attività sportiva extra-scolastica e quelli che, invece, appartenendo a famiglie svantaggiate, hanno minore accesso a tali attività.

  17. Incontri di Fisica delle Alte Energie Italian Meeting on High Energy Physics Napoli

    Carlino, Gianpaolo; Merola, Leonardo; Paolucci, Pierluigi; Ricciardi, Giulia; IFAE 2007

    2008-01-01

    This book collects the Proceedings of the Workshop "Incontri di Fisica delle Alte Energie (IFAE) 2007, Napoli, 11-13 April 2007". This is the sixth edition of a series of meetings on fundamental research in particle physics and was attended by about 160 researchers. Presentations, both theoretical and experimental, addressed the status of Physics of the Standard Model and beyond, Flavour phyisc, Neutrino and Astroparticle physics, new technology in high energy physics. Special emphasis was given to the expectations of the forthcoming Large Hadron Collider, due in operation at the end of 2007. The venue of plenary sessions interleaved with parallel ones allowed for a rich exchange of ideas, presented in these Proceedings, that form a coherent picture of the findings and of the open questions in this extremely challenging cultural field. The venue of plenary sessions interleaved with parallel ones allowed for a rich exchange of ideas, presented in these Proceedings, that form a coherent picture of the findings ...

  18. Socialità, esotismo e ‘ispanizzazione’ dei consumi nella Spagna del Settecento

    Fattacciu, Irene

    2018-01-01

    La monografia si occupa della diffusione di nuovi modelli di consumo nella Spagna del XVIII secolo, concentrandosi sul caso del tè, caffè e cioccolato. Prodotti legati a contesti coloniali diversi, oggetto di monopoli e contese tra le potenze imperiali nel corso del Settecento, seguirono percorsi di diffusione diversi e al contempo intrecciati; essi divennero oggetto di politiche economiche non sempre coerenti, assumendo nel corso del tempo significati culturali e sociali diversi in un contin...

  19. Utilizzo di laser scanner e camera digitale aviotrasportati nella progettazione di impianti fotovoltaici

    Nicola Santomauro

    2012-04-01

    Full Text Available La normativa nazionale nel perseguire le direttive impartite dalla CEE in materia di energia, hai ncentivato fin dal 2007 lo sviluppo delle energie rinnovabili e di conseguenza il sorgere della cosiddetta green-economy ove la Geocart ha deciso di investire nella progettazione di impianti fotovoltaici di microgenerazione, con potenza installata inferiore ad 1 MW. Di particolare rilevanza nella fase di progettazione è risultato un laser scanner ed una camera digitaleintegrati nella piattaforma aviotrasportata MAPPING nel processo di rilievo dei siti individuati come idonei alla installazione di impianti fotovoltaici.Using airborne laser scanner and digital camera in the design of photovoltaic power plantsThe design of ground-mounted photovoltaic power plants re-quires a deep knowledge of the territory where people work, mainly if the area of interest has a wide coverage and the survey is not smooth. In this article, it is described the experience gained by Geo-cart in the design of 4-MW photovoltaic solar power plants of micro-generation, developed also by means of airborne laser scanner and digital camera for aerial survey of large scale areas within the Matera and Oppido Lucano’s municipalities in Basilicata.

  20. The last "pest". The fox in the Italian law and in the actual hunting management / L'ultimo "nocivo". La Volpe nella legislazione italiana e nella pratica venatoria

    Fabio Cassola

    1991-07-01

    Full Text Available Abstract In the general mentality as well as in the actual hunting management of the Italian territory, the fox Vulpes vulpes has largely replaced the wolf Canis lupus as the target of abnormal and injustified destructive efforts. By exagerating its predatory pressure on domestic and game animals, and more recently as an asserted anti-rabies measure, the control of fox populations still continue to be heady practised in most regions, even where (such as in Tuscany, central Italy the rabies desease did not arrive. Some official data are given about foxes killed and rewards paid in several areas in the Eighties, for a total amount of several tens of thousands foxes (nearly 2,000 in the Siena province alone yearly and some milliards lira. The absurdity of such management policy and the damage indirectly caused to the agriculture are emphasized, as well as the need of stopping at last any persecution of predatory or so-called "pest" animals. Riassunto Nella mentalità popolare e nella quotidiana gestione venatoria del territorio, la Volpe Vulpes vulpes sembra aver ormai sostituito il Lupo Canis lupus come oggetto catalizzatore di abnormi e ingiustificati sforzi distruttivi. Esagerandone l'entità della predazione su animali domestici e selvatici, e più recentemente con il pretesto di diradarne le popolazioni come asserita misura di profilassi antirabbica, si continua assurdamente in molte regioni italiane a condurre operazioni di "controllo" della Volpe che perpetuano nei fatti l'anti-ecologica e ormai inaccettabile "lotta ai nocivi". Vengono in particolare qui riferiti alcuni dati ufficiali, provenienti anche da regioni, come la Toscana, mai toccate dall'epidemia di rabbia silvestre degli anni 1977-1986, relativi agli abbattimenti di volpi e ai premi pagati nel corso dell'ultimo decennio, per un totale di parecchie decine di migliaia di volpi uccise (quasi 2000 ogni anno nella

  1. The Physical Protection of Nuclear Material and Nuclear Facilities; Proteccion Fisica De Los Materiales Y Las Instalaciones Nucleares

    NONE

    1999-06-15

    Physical protection against the theft or unauthorized diversion of nuclear materials and against the sabotage of nuclear facilities by individuals or groups has long been a matter of national and international concern. Although responsibility for establishing and operating a comprehensive physical protection system for nuclear materials and facilities within a State rests entirely with the Government of that State, it is not a matter of indifference to other States whether and to what extent that responsibility is fulfilled. Physical protection has therefore become a matter of international concern and co-operation. The need for international co-operation becomes evident in situations where the effectiveness of physical protection in one State depends on the taking by other States also of adequate measures to deter or defeat hostile actions against nuclear facilities and nuclear materials, particularly when such materials are transported across national frontiers [Spanish] La proteccion fisica contra el robo o la desviacion no autorizada de materiales nucleares y contra el sabotaje de las instalaciones nucleares por parte de individuos o grupos es motivo de preocupacion nacional e internacional desde hace mucho tiempo. Aunque la obligacion de crear y hacer funcionar un sistema completo de proteccion fisica de las instalaciones y materiales nucleares en el territorio de un Estado determinado incumbe exclusivamente al Gobierno de dicho Estado, el que esa obligacion se cumpla o no, y si se cumple, en que medida o hasta que punto, son cosas que no dejan indiferentes a los demas Estados. Por ello, la proteccion fisica se ha convertido en motivo de interes y cooperacion internacional. La necesidad de la cooperacion internacional se hace evidente en los casos en que la eficacia de la proteccion fisica en el territorio de un Estado depende de que otros Estados tomen tambien medidas apropiadas para evitar o hacer fracasar los actos hostiles dirigidos contra instalaciones y

  2. Le interiezioni (fonosimboli nella prosa rovignese dell'antologia "Istria nobilissima"

    Pavao Tekavčić

    1989-12-01

    Full Text Available Come risulta da un recente studio di Paola Villani (Villani 1986, le interiezioni (o, come le chiama l'autrice, fonosimboli sono un po' la Cenerentola delle descrizioni linguistiche. Menzionate in modo piu o meno marginale, descritte sommariamente, definite in modo non soddisfacente, esse sembrano riunire in sé lo status «tuttofare» degli avverbi tradizionali (v. Crystal 1971, p. 75 e quello di «small change of linguistic currency», molto appropriatamente attribuito da E. Löfstedt alle preposizioni, «particelle» e parole affini (Löfstedt 1959, p. 163. In un termine, sono elementi linguistici che dai parlanti sono sentiti intuitivamente come indispensabili alla normale comunicazione linguistica, ma nello stesso tempo come elementi con cui non si sa che fare, che non trovano un posto adeguato nell'ambito della classificazione linguistica tradizionale. Eppure, anche le interiezioni hanno le loro funzioni, sia nella lingua scritta (nella quale, secondo· Villani 1986, p. 33, sono state maggiormente studiate che nel linguaggio parlato (in cui hanno valori intraducibili su1 piano della lingua scritta. Prendendo lo spunto dall'interessante e stimolante articolo citat o di P. Villani, abbiamo esaminato il valore pragmatico e testuale delle interiezioni nella prosa in dialetto rovignese, apparsa sui volumi III, VI, VII, X-XII e XIV-XVI dell'antologia «lstria Nobilissima» (si veda la bibliografia, la cui lingua è stata già oggetto di studio in alcuni nostri lavori precedenti. La restrizione alla prosa è dettata dal tema, che è l'analisi degli aspetti comunicativi (pragmatici e testuali.

  3. Analisi della dipendenza spaziale dei prezzi delle abitazioni e dei sottomercati abitativi nella Tainan Metropolis, Taiwan

    Bor-Ming Hsieh

    2012-06-01

    Full Text Available All’interno di questo studio vengono utilizzate diverse metodologie, comprese alcune tecniche di analisi statistica e spaziale, sia per definire i sottomercati spaziali dei prezzi delle abitazioni che per esaminare la dipendenza spaziale dei prezzi delle abitazioni. I dati sono desunti dai prezzi delle transazioni relativi al 2009, riferite all’edilizia abitativa nella Tainan Metropolis. La Tainan Metropolis è una nuova metropoli formata dalla fusione dell'ex Tainan City e di Tainan County. In seguito alla fusione delle municipalità verranno adeguati i confini amministrativi e, nel frattempo, è opportuno individuare i sottomercati spaziali dei prezzi delle abitazioni nell'area metropolitana in relazione ai sottomercati relativi ai precedenti confini amministrativi. Si è constatato che i prezzi più alti delle abitazioni sono concentrati nella zona del centro della città, mentre i prezzi più bassi sono diffusi soprattutto nell'anello esterno al centro della città di Tainan Metropolis. Nella sperimentazione dell’autocorrelazione spaziale dei prezzi delle abitazioni, si è rilevato che si riscontrava una significativa dipendenza spaziale tra i prezzi delle case. I risultati della modellazione dei prezzi delle abitazioni mostrano che i sottomercati spaziali derivati da tecniche di autocorrelazione spaziale hanno impatti più forti e più significativi sui prezzi delle case, inoltre, rispetto ai due modelli alternativi, il modello ha una migliore goodness-of-fit. Le tecniche spaziali possono essere considerate metodi appropriati per classificare sottomercati spaziali dei prezzi delle abitazioni soprattutto nelle aree metropolitane.

  4. La città sotterranea e il suo ruolo nella mobilità urbana

    Giuseppe Mazzeo

    2008-12-01

    Full Text Available La città sotterranea è un elemento fondamentale nella struttura urbana. Soprattutto nelle grandi città essa assume connotazioni rilevanti nella pianificazione urbana in considerazione del fatto che rappresenta una risorsa e il suo impiego può incidere significativamente sull’efficienza del sistema urbano. Alcune città, a causa soprattutto della rigidità del clima, hanno progettato città sotterranee di grande complessità funzionale; esempi significativi sono Montreal, Toronto e altre città del Nord America. In Europa occidentale le realizzazioni associabili al concetto di città sotterranea sono più limitate e sono relative soprattutto alla realizzazione di infrastrutture per la mobilità urbana, come le reti metropolitane, i passanti ferroviari, i tunnel stradali e i parcheggi sotterranei. La funzione primaria di questi spazi è la riduzione e lo spostamento dalla superficie di quote di traffico e la trasformazione di ampie parti della città in aree verdi o in aree a maggiore qualità ambientale. In ogni modo è possibile sostenere che l’uso degli spazi sotterranei è ormai entrato a far parte della vita delle città moderne. L’articolo analizza alcuni dei fattori principali nella costruzione di questi spazi urbani; i costi e i benefici dell’uso di spazi sotterranei sono messi in relazione con gli aspetti psicologici e con la costruzione di modelli per la previsione dei percorsi degli utenti. La seconda parte dell’articolo mostra alcuni casi studio evidenziando le diverse necessità che hanno spinto e hanno guidato verso la scelta degli spazi sotterranei; una analisi più dettagliata è svolta sul caso di Montreal, che può essere considerato archetipo della citta sotterranea.

  5. Sperimentare e simulare la fisica attraverso la manipolazione e l’uso di tecnologie didattiche

    Eugenia Lucia Bossio

    2013-03-01

    Full Text Available Nell'ambito di una ricerca volta a investigare la possibilità di presentare la teoria del caos, un tema della fisica assai ostico per i non specialisti, a studenti di scuole medie e superiori, sono stati sviluppati e raccolti una serie di materiali didattici. Il presente lavoro descrive gli strumenti utilizzati per le sperimentazioni nelle scuole descritte in un altro articolo1 contenuto in questo stesso numero della rivista. Le tematiche scientifiche sono state poste sotto una veste accattivante al fine di suscitare curiosità. Si è provveduto, inoltre, a strutturare i materiali didattici in maniera da proporre dei percorsi formativi poliedrici e diversificati anche tramite l'uso delle tecnologie informatiche. Lo sviluppo e la raccolta di applicativi multimediali, facilmente reperibili in rete, ha contribuito alla realizzazione di un pacchetto di strumenti che, nel suo insieme, consente un’applicazione didattica efficace realizzata più volte nel corso delle sperimentazioni compiute presso le scuole. Nel seguito saranno descritti gli elementi elettrici ed elettronici per la costruzione di un circuito elettronico che mostra un comportamento caotico e le varie operazioni necessarie per realizzarlo, gli strumenti informatici utili per la visualizzazione, su di un calcolatore, del segnale di tensione prodotto dal circuito, infine, i diversi software attraverso cui è possibile realizzare la simulazione del circuito elettronico e la visualizzazione delle traiettorie caotiche. Sono presentati, infine, i test di verifica e alcuni altri materiali didattici utilizzati durante le sperimentazioni già realizzate.

  6. Resumen de tesis. Conoscenza e azione. La teoria delle intentiones nella Escuela de Salamanca

    Lacca, Emanuelle

    2015-01-01

    [ES] La tesis de doctorado de Emanuele Lacca, titulada Conoscenza e azione. La teoria delle intentiones nella Escuela de Salamanca (XV-XVI secolo), hecha en cotutela entre las universidades de Salamanca y de Cagliari (Italia) y defendida el 18 de abril de 2016, pretende reconstruir los conceptos de conocimiento y de intencionalidad, así como se desarrollan por algunas voces significativae de la Escuela de Salamanca, a partir de la recepción de la tradición tomista y de las inovaciónes del hum...

  7. Verità e bellezza le ragioni dell'estetica nella scienza

    Chandrasekhar, S

    1990-01-01

    Una granda teoria scientifica è anche un'opera d'arte. Per gli scienziati più insigni, la bellezza è sempre stat uno degli obiettivi da raggiungere, quando non addirittura una guida nel cammino verso la verità. Da Einstein, per scrivere le equazioni della teoria della relatività, a Heisenberg, per cercare la chiave della meccanica quantistica, fino a Weyl, che dichiarava di preferire il bello al vero, la storia della fisica moderna è accompagnata dal desiderio di trovare l'armonia delle leggi della natura.

  8. Advances and applications of rock physics for hydrocarbon exploration; Avances y aplicaciones en fisica de rocas para exploracion de hidrocarburos

    Vargas-Meleza, L.; Valle-Molina, C. [Instituto Mexicano del Petroleo (Mexico)]. E-mails: lvargasm@imp.mx; cvallem@imp.mx

    2012-10-15

    Integration of the geological and geophysical information with different scale and features is the key point to establish relationships between petrophysical and elastic characteristics of the rocks in the reservoir. It is very important to present the fundamentals and current methodologies of the rock physics analyses applied to hydrocarbons exploration among engineers and Mexican students. This work represents an effort to capacitate personnel of oil exploration through the revision of the subjects of rock physics. The main aim is to show updated improvements and applications of rock physics into seismology for exploration. Most of the methodologies presented in this document are related to the study the physical and geological mechanisms that impact on the elastic properties of the rock reservoirs based on rock specimens characterization and geophysical borehole information. Predictions of the rock properties (lithology, porosity, fluid in the voids) can be performed using 3D seismic data that shall be properly calibrated with experimental measurements in rock cores and seismic well log data. [Spanish] Se discuten los fundamentos de fisica de rocas y las implicaciones analiticas para interpretacion sismica de yacimientos. Se considera conveniente difundir, entre los ingenieros y estudiantes mexicanos, los fundamentos y metodologias actuales sobre el analisis de la fisica de rocas en exploracion de hidrocarburos. Este trabajo representa un esfuerzo de capacitacion profesional en exploracion petrolera en el que se difunde la relevancia de la fisica de rocas. El interes principal es exponer los avances tecnologicos y aplicaciones actuales sobre fisica de rocas en el campo de sismologia de exploracion. La mayoria de las metodologias estudia los mecanismos fisicos y geologicos que controlan las propiedades elasticas de los yacimientos de hidrocarburos, a partir de nucleos de roca y registros geofisicos de pozo. Este conocimiento se usa para predecir propiedades de la

  9. Smart Grid il ruolo dell’ICT nella sfida green del futuro

    Tomaso Bertoli

    2012-04-01

    Full Text Available Una introduzione alle Smart Grid ove vengono mostrate le opportunità, le criticità e i vantaggi nella sfida green delfuturo, attraverso la visione degli autori che hanno maturato una particolare esperienza in Dedagroup ICT Networke nella controllata Sinergis, specialista di sistemi GIS.Smart Grid: the role of ICT in the green challenge of the futureDrawing on his experience designing and  implementing  Enterprise  Geo-graphic Network Information Systems with  Italian  Multi  Utilities  the  author provides  a  simplified  description  of what is changing in the Electric Distri-bution System and explains the main drivers and challenges that are behind the revolution generally called “Smart Grid”. A simple prose and real world examples  help  explain  the  complex meaning  and  unexpected  implica-tions of the buzz words and acronyms used by the Industry: AMI Advanced Metering  Infrastructure,  MDM  Meter Data Management, DMS Distribution Management  System,  DR  Demand-Response,  DG  Distributed  Genera-tion,  PHEV  Plug-in  Hybrid  Electric Vehicles, and Energy Dispatching and Storage.

  10. Smart Grid il ruolo dell’ICT nella sfida green del futuro

    Tomaso Bertoli

    2012-04-01

    Full Text Available Una introduzione alle Smart Grid ove vengono mostrate le opportunità, le criticità e i vantaggi nella sfida green delfuturo, attraverso la visione degli autori che hanno maturato una particolare esperienza in Dedagroup ICT Networke nella controllata Sinergis, specialista di sistemi GIS. Smart Grid: the role of ICT in the green challenge of the future Drawing on his experience designing and  implementing  Enterprise  Geo-graphic Network Information Systems with  Italian  Multi  Utilities  the  author provides  a  simplified  description  of what is changing in the Electric Distri-bution System and explains the main drivers and challenges that are behind the revolution generally called “Smart Grid”. A simple prose and real world examples  help  explain  the  complex meaning  and  unexpected  implica-tions of the buzz words and acronyms used by the Industry: AMI Advanced Metering  Infrastructure,  MDM  Meter Data Management, DMS Distribution Management  System,  DR  Demand-Response,  DG  Distributed  Genera-tion,  PHEV  Plug-in  Hybrid  Electric Vehicles, and Energy Dispatching and Storage.

  11. Natural attenuation of biogas in landfill covers; Attenuazione naturale del flusso di biogas nella copertura superficiale delle discariche

    Cossu, R.; Privato, A.; Raga, R. [Padova Univ., Padova (Italy). IMAGE, Dipartimento di Idraulica, Marittima, Ambiente e Geotecnica; Zane, M. [SPINOFF S.R.L., Padova (Italy)

    2005-08-01

    In the risk evaluation of uncontrolled biogas emissions from landfills, the process of natural attenuation in landfill covers assumes a very important role. The capacity of biogas oxidation in the cover soils seems to be the most important control to mitigate the biogas emission during the aftercare period when the biogas collection system might fail. In the present paper laboratory experiences on lab columns to study the biogas oxidation are discussed. [Italian] Nella valutazione del pericolo di emissioni incontrollate di biogas da una discarica, il processo dell'attenuazione naturale della copertura superficiale assume un ruolo molto importante. La capacita' di ossidazione del biogas nel terreno di copertura sembra rappresentare il controllo piu' importante nella mitigazione di fughe incontrollate di biogas, soprattutto nel lungo periodo quando la captazione del biogas perde efficienza. Nel presente lavoro si riportano alcune esperienze di laboratorio per valutare l'ossidazione di metano in diverse tipologie di copertura.

  12. I governi di “popolo” e le istituzioni comunali nella seconda metà del secolo XIII

    Enrico Artifoni

    2003-12-01

    Full Text Available Nella seconda metà del secolo XIII la cultura politica dei governi popolari si esprime in modo articolato e consapevole attraverso molteplici scelte: l’istituzione di organismi collegiali ristretti, la valorizzazione delle forme associative di quartiere o di rione, la “domanda” rivolta al ceto notarile di elaborare forme documentarie adeguate a un assetto istituzionale complesso qual era quello del comune duecentesco.

  13. Studio dei fattori che influenzano la digeribilità della fibra nella bovina da latte: approcci dinamici

    Bonfante, Elena

    2017-01-01

    I ruminanti sono altamente specializzati nella digestione della fibra. In condizioni di ottima funzionalità digestiva, sono le particelle di foraggio ad essere trattenute per lungo tempo nel rumine dove possono essere degradate dai batteri cellulosolitici. Nonostante queste conoscenze, la stima della degradabilità ruminale delle porzioni potenzialmente degradabili delle fibre è stata notevolmente sottostimata da taluni modelli dinamici di razionamento. Studi più recenti realizzati da Kriz...

  14. La nuova fisica delle particelle e i segreti dell'universo un dialogo fra filosofia, scienza e religione

    Bodei, Remo

    2017-01-01

    La Scuola della Cattedrale, presieduta da Monsignor Gianantonio Borgonovo, prosegue il suo ciclo di incontri con un evento culturale nel segno della fisica che esplora il mondo delle particelle. Guido Tonelli, fisico e professore ordinario dell’Università di Pisa, tratta degli eventi che hanno portato alla scoperta del bosone di Higgs al Cern di Ginevra dove è stato realizzato Lhc, l’acceleratore di particelle più potente del mondo, con un’analisi di materia e antimateria, energia e universo, per capire come tutto è cominciato e come forse andrà a finire. Dove potrà arrivare l’uomo con queste nuove visioni? Quali cambiamenti e traguardi sono ipotizzabili? Come leggere da un punto di vista religioso e filosofico questi nuovi scenari che la scienza prospetta? L’evento ha visto gli interventi di Monsignor Borgonovo e del filosofo Remo Bodei, professore emerito di Filosofia all’Università di Pisa.

  15. The great discoveries in physics of the late nineteenth century; Los grandes descubrimientos en Fisica a fines del siglo XIX

    Galles, Carlos D., E-mail: galles@fceia.unr.edu.ar [UNR Universidad Nacional de Rosario, Santa Fe (Argentina); UTN Universidad Tecnologica Nacional (Argentina)

    2009-07-01

    An overview is given of the principal lines of research into Physics during the end of the nineteenth century. At that time, a long series of successful theories which appeared to be final and conclusive had strengthened a conservative epistemological dogma which held that in the future research would consist merely of ever-more precise measurements, in the absence of any revolutionary innovations. However, it turned out that Nature was to reveal some of her mysterious and unexpected secrets to certain bright minds working in laboratories. (author) [Spanish] Se presentan las principales lineas de investigacion en Fisica en las ultimas decadas del siglo XIX. Una larga serie de exitosas teorias aparentemente finales y conclusivas habian fortalecido por entonces un dogma epistemologico conservador que presagiaba solo se continuaria acumulando mediciones mas y mas precisas sin innovaciones revolucionarias. La naturaleza reservaba sin embargo revelar en los laboratorios, a las mentes agiles, algunos de sus misteriosos e insospechados secretos. (autor)

  16. FOCALIZZARE LA FORMA: SVILUPPO DELLA COMPETENZA LINGUISTICA NELLA CLASSE MULTILINGUE DELLA SCUOLA PRIMARIA

    Anna Whittle

    2016-02-01

    Full Text Available L’obiettivo di questo contributo è la descrizione di modelli di didattica della grammatica all’interno di un approccio comunicativo all'insegnamento della L2. L’etichetta focus on form raccoglie alcune strategie di interazione che promuovono l’accuratezza linguistica all'interno di un dispositivo che non perde di vista l’aggancio con la dimensione del significato. Per delineare i tratti di questo approccio sono stati proposti degli esempi, tratti da trascrizioni di interventi in classe, che illustrano opzioni diverse di insegnamento della grammatica nella classe multilingue: da un modello deduttivo e decontestualizzato (focus on forms, ad un intervento di riflessione sulla lingua utile a notare delle regolarità linguistiche e una focalizzazione sulla forma basata sul feedback correttivo (focus on form. Per chiarire il ruolo che la focalizzazione sulla forma può avere in un task comunicativo sono state messe a confronto due sequenze di insegnamento, una di L1 e l'altra di L2 nella stessa classe di scuola primaria frequentata dal 50% di bambini non italofoni di cui 5 di livello basico. I due approcci sono stati ricondotti alla distinzione fra focus on meaning (didattica della L1 e focus on form (didattica della L2. Tutti gli esempi sono tratti da tre classi seconde della stessa scuola coinvolte in un esperimento didattico sull’acquisizione di tre forme del presente indicativo italiano. Focusing on the form: the development of expertise in multilingual primary school classesThe paper describes communicative grammar teaching models in L2 teaching. The label “focus on form” collects some interaction strategies that promote linguistic accuracy without losing sight of the link with the dimension of meaning. Examples taken from transcripts of speeches in class outline the features of this approach, showing different options for teaching grammar in the multilingual classroom: from a deductive and decontextualized model (focus on forms

  17. Inchiesta sulle condizioni di vita e sanitarie degli immigrati presenti nella cittá di Messina

    D. Alfino

    2003-05-01

    Full Text Available A Messina e nella sua provincia vivono circa 7328 stranieri con regolare permesso di soggiorno (dati aggiornati al 31/12/02 Questura di Messina Ufficio Immigrati ai quali si deve aggiungere una quota di soggetti, irregolari e clandestini, stimata intorno al 25% dei regolari (fonte dati Caritas, Kirone. Le Comunità maggiormente presenti sono quelle provenienti dalle Filippine, Marocco, Sri Lanka. Al fine di valutare il livello di assistenza sanitaria fornita agli immigrati, nel periodo compreso tra Dicembre 2002 e Maggio 2003, abbiamo intervistato un campione di immigrati relativamente alle loro abitudini di vita, sul tipo di lavoro svolto, sullo stato di salute attuale e pregresso, sull’eventuale ricorso alle strutture del Servizio Sanitario Locale e sulle vaccinazioni praticate nel Paese di origine e in Italia. Sono stati intervistati 1204 soggetti (42,19% Sri Lanka, 24,75% Marocco, 25,91% Filippine, 3,15% Tunisia, 1,82% Senegal, 0,16% Algeria. La comunità cinese, anch’essa significativamente presente nella città, si è dimostrata diffidente e non interessata alla nostra indagine. Sono state evidenziate notevoli carenze del Servizio Sanitario locale, per mancanza di un sistema di monitoraggio e prevenzione rivolto agli immigrati. Il 99% degli intervistati pur essendo iscritto al S.S.N.ed avendo nell’84% il medico di famiglia, non possiede il libretto sanitario, è stato sottoposto alle vaccinazioni obbligatorie del Paese di origine, ma non le ha integrate con quelle Italiane, ad eccezione del 2,3% di soggetti che ha praticato quella antiinfluenzale e dell’ 1,2% che si è sottoposto a quella antitifica ed antiepatite A per motivi occupazionali. Malgrado l’intervista mirasse a sondare il livello di assistenza sanitaria, ha svelato altri dettagli: il 79,2% dei soggetti cerca di mantenere le abitudini alimentari originarie; solo lo 0,5% ha dichiarato di aver subito un infortunio, mentre riguardo al tipo di attività svolta si rilevano

  18. Architettura e magnificenza nella Palermo del primo Cinquecento : il prospetto denominato di Santa Eulalia dei Catalani

    Fulvia Scaduto

    2006-01-01

    Full Text Available A una attenta analisi, la misteriosa facciata nota come prospetto della chiesa di Santa Eulalia dei Catalani a Palermo risulta essere il frammento superstite di una Loggia realizzata, e forse mai completata, a partire dalla fine degli anni trenta del Cinquecento. La comunità e i banchieri catalani presenti a Palermo sono certamente i promotori di una architettura all’antica che si avvia dopo il trionfale ingresso dell’imperatore Carlo V in città nel 1535. Lo studio di questo edificio e le ipotesi sulla spazialità interna risultano estremamente illuminanti per comprendere una fase architettonica ancora poco nota nella capitale del Regno di Sicilia.At a careful analysis, the mysterious façade known as the front of St. Eulalia of the Catalans church in Palermo turns out to be the surviving fragment of a Loggia, wich construction, maybe never ended, started in the 153’s. The Catalan community and bankers living in Palermo are doubtless the promoters of an architecture in ancient style, starting after the triumphal entrance in the city of the emperor Carlo V in 1535. The study of this building and the hypothesis about its interior space are extremely evealing to understand an architectonical phase in the capital of Sicilian Reign still not well known.

  19. Le tentazioni di un genere : sul fantastico nella narrativa di Tabucchi

    Patrizia Farinelli

    2007-12-01

    Full Text Available Nella rielaborazione di Tabucchi del genere fantastico, l'evento strano e inspiegabile non crea una sovrapposizione di due realtà inconciliabili, semmai richiama l'attenzione su una realtà già in partenza permeata di illogico e quindi inafferrabile. Anche l'esitazione del protagonista di fronte a tale evento appare ridotta e di conseguenza limitata la sua ricerca di spiegazioni razionali. La quete del personaggio tabucchiano non si indirizza ali' evento strano e inspiegabile, ma piuttosto al passato ìrrisolto che questo fa riaffiorare. In questo senso i criteri indicati da Todorov come basilari per i riconoscimento del genere non tengono più pienamente. Indubbio è tuttavia che, pur in presenza delle trasformazioni indicate, diverse strategie narrative del fantastico continuano ad essere utilizzate da Tabucchi per costruire una dimensione multipla, sia a livello di storia che di discorso. Proprio perché la scrittura postmodema fa delll' ambiguità momento centrale di riflessione, non può non essere tentata (e sedotta dal fantastico.

  20. La memoria del trauma della Shoah nella costruzione dell’identità europea

    David Meghnagi

    2009-12-01

    Full Text Available Il trauma della Shoah ha richiesto decenni per essere elaborato collettivamente, riemergendo dalla lunga rimozione che ha coinvolto lo stesso mondo ebraico. Tale tragico evento oramai rappresenta un mito di fondazione dell’ identità europea: essa è ciò che il mondo non avrebbe più voluto che si ripetesse, il simbolo del male assoluto.L’Autore si interroga su come abbia fatto l’ebraismo a sopravvivere a questa catastrofe e si addentra nei processi di elaborazione collettiva del lutto. Da una iniziale tendenza a rimuovere o negare l’esperienza per non esserne sopraffatti, si è arrivati gradualmente alla consapevolezza dell’accaduto per integrarlo nella memoria.  La tessitura dei ricordi è avvenuta nel dialogo tra le generazioni: il lutto è un momento importante di riconciliazione e di ricostruzione dell’identità collettiva.Israele è collocato tra Occidente e Oriente, anzi, è al tempo stesso Occidente e Oriente e per tali caratteristiche rappresenta la possibilità vivente di una composizione storica,  politica e morale dei conflitti che insanguinano la regione.

  1. Science Communication and the "via Panisperna boys": the Role of Ettore Majorana

    Mastroianni Angelo

    2002-09-01

    Full Text Available Enrico Fermi’s work gave birth to a real cultural revolution in the Italian scientific scenario. His scientific studies concerned almost every field in physics and had far-reaching effects of which virtually everybody, above all in Italy, is still taking advantage. Two important “by-products” of Fermi’s ideas and initiatives will be here taken into consideration: the new way of carrying out research and communicating science invented by Fermi and his group and his publications for the general public, which often stood for high examples of scientific popularisation. Then the focus will shift on Ettore Majorana’s role to try to understand why his work in the field of communication within the School of Physics of Rome was basically non-existent despite the excellent communicative skills he demonstrated both during his university lectures – also published in this magazine – and in his article “Il valore delle leggi statistiche nella fisica e nelle scienze sociali” [20], the only one which does not deal with pure physics issues and which will be also taken into account in this paper

  2. Spazi di gioco nella tragedia: il mondo “altro” in attesa dell’orrore

    Marina Cavalli

    2016-07-01

    Full Text Available Già il pensiero antico aveva identificato l’attitudine elementare al gioco come necessità primaria di incanalare l’energia fisica esuberante e disordinata, che caratterizza ogni creatura giovane. L’impulso all’agitazione, al movimento scomposto, eccessivo e improvvisato, si traduce in un infantile contatto col mondo basato su attività destrutturate e prive di scopo, in cui l’essenziale è il movimento stesso, l’azione in sé, ben più che non l’effettivo giungere a un risultato dell’azione. Proprio dall’obbligo di contenere e normare questo flusso incontrollato della fisicità infantile nascono, secondo Aristotele, le diverse forme di controllo pedagogico: «I fanciulli devono avere qualcosa da fare, e per questo è perfetto il sonaglio di Archita, che si dà ai più piccoli perché, occupati con esso, non rompano niente delle cose di casa: i bambini infatti non possono stare mai fermi. Per i più grandicelli, il sonaglio di Archita è l’educazione» (Politica, 8, 6, 1340b, 23-31. Ed è questa necessità incontenibile di movimento che già Platone aveva posto come origine prima non solo di ogni atto coreutico, ma anche della gioia stessa dello spettatore (Leggi, 2, 653d-657d: «Ogni creatura giovane non può star ferma col corpo o in silenzio con la voce, e sempre ha l’istinto di muoversi e gridare […] ma per noi anziani è più decoroso starli a guardare, i giovani, lieti del loro gioco e della festa, perché la nostra agilità ormai è perduta. E non è forse per nostalgia di quella agilità, che mettiamo in palio premi per chi meglio risveglia in noi il ricordo della giovinezza?».

  3. Bases para la elaboracion de unidades didacticas de calidad en el area de ciencias (Fisica y Quimica 3 deg ESO)

    Maccioni, Elena Lucia

    Este Trabajo Fin de Master tiene como objeto, el estudio previo de la educacion de la ciencia en la actualidad y mas destacable, del diseno de las unidades didacticas segun las metodologias mas frecuentes aplicadas por los diferentes sistemas educativos en el area de las Ciencias teniendo en cuenta la importancia y el efecto de la psicologia del alumnado y todo ello como no puede ser de otro modo bajo el corse de la Legislacion aplicable, Estatal, Autonomica y europea. Con estos antecedentes, se extrae cuales son las preguntas que deben contestarse en la elaboracion de una unidad didactica de calidad en el contexto, generacional (edad y sexo), del Proyecto Educativo de Centro, y de la Programacion del Departamento, discutiendo y justificando cada uno de los apartados en que estructuradamente dividiremos dicha Unidad, con un formato manejable, util, y dinamico en el tiempo que sea un verdadero instrumento educativo de aula. Teniendo en cuenta estas premisas, se procede a hacer una recopilacion de una misma unidad didactica publicada por diferentes editoriales, elegidas no al azar, sino en funcion de su penetracion editorial en nuestros centros de ESO, siendo las elegidas (SM y Oxford). Las diferentes unidades seleccionadas son analizadas de forma critica, atendiendo a los criterios generales de calidad bajo parametros cientificos y normativos, concluyendo con la aportacion final que es la redaccion de unas pautas cientifico-pedagogicas, para redactar unidades didacticas de calidad en el area de la Ciencias, en concreto en la Asignatura de Fisica y Quimica de 3º de ESO.

  4. Verso un'estetica della macchina. Le nozioni di oggetto e di reale nella produzione artistica postmoderna

    Simone Frangi

    2011-10-01

    Full Text Available Il saggio esamina la pratica del ready-made nella scena artistica post-storica. Nel contesto di una ricodificazione del rapporto tra artistico e politico, i concetti di reale e oggetto veicolano una riflessione sul problema del realismo nella produzione Pop e Minimalista. Grazie ad una costellazione di autori (Lyotard, Deleuze e Guattari, Francastel, Lacan, Rancière esploreremo il modo in cui il Postmoderno modula la propria impresa veritativa catturando atti extra-artistici e registrando l’emergenza di una dimensione macchinina. Towards an aesthetics of the machine.The notions of object and real in postmodernist artistic production This essay is conceived as a theoretical inquiry that seeks to examine ready-made practice as one of the most pertinent moments of the genesis of the post-historical artistic scene. In the framework of a recoded articulation of the art and the politics, concepts of Real and object will constitute the ground for a theoretical speculation on the question of realism in Pop Art and Minimalism. Thanks to a constellation of authors (Lyotard, Deleuze e Guattari, Francastel, Lacan, Rancière we will explore how Postmodernism shapes its enterprise by “capturing” extra-artistic acts and how this intrusion implies the emergence of mechanical dimension.

  5. Vaccinazione antinfluenzale nella ASL RMF della Regione Lazio: verifica dei risultati e dei costi sostenuti

    L. Di Marzio

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: la vaccinazione antinfluenzale nella
    Regione Lazio dalla campagna 1999-2000 viene
    condotta sulla base di un protocollo regionale che,
    per favorire il raggiungimento degli obiettivi stabiliti
    dal Piano Sanitario Nazionale, coinvolge i
    Medici di Medicina Generale (MMG prevedendo
    una remunerazione aggiuntiva in parte fissa (a prestazione, in parte variabile (condizionata dal risultato
    del singolo medico e della ASL.
    Gli autori si propongono una verifica dei risultati raggiunti e dei costi sostenuti dall’ultima campagna eseguita con sole risorse aziendali del 1998-99 a quella del 2002-03.

    Metodi: il protocollo regionale prevede la raccolta
    delle informazioni per ciascun vaccinato presente
    nell’anagrafe informatizzata degli assistiti aziendali
    e ciò consente la valutazione delle coperture vaccinali
    aziendale e per ciascun MMG.
    Parallelamente sono considerati costi dei vaccini
    acquistati e retribuzione aggiuntiva dei MMG.

    Risultati: esaminati gli archivi dal 1998-99 al 2002-
    03, emerge il progressivo coinvolgimento dei MMG fino al recente 97%, l’aumento inequivocabile delle dosi di vaccino somministrate (da 9.406 a 36.692 e del tasso di copertura negli anziani (dal 24,2% al 66%. Invece la percentuale dei vaccini somministrati ai ›65 diminuisce dal 85,47% al 71,77% ed aumenta a favore dei più giovani così da risultare coperture negli ultrasessantacinquenni inferiori alle attese.Con gli anni l’integrazione dell’esperienza del servizio e dei MMG ha favorito un più oculato approvvigionamento
    con diminuzione degli sprechi passando dal 15,56% nel 2000-01 all’attuale 4,45%, ma contestualmente i costi risultano decuplicati (da 90 a 938 milioni di lire per maggior numero di dosi somministrate e costo delle prestazioni dei MMG

  6. L’uso di piattaforme digitali collaborative nella prospettiva di un’amministrazione condivisa. Il progetto Miramap a Torino

    Cristina Coscia

    2016-06-01

    Full Text Available Lo scritto intende illustrare un approccio innovativo alla pianificazione urbana e all’Amministrazione condivisa basato sull’uso di piattaforme digitali collaborative PA/cittadino. Tale prospettiva è declinata nel progetto pilota MiraMap, a Torino, nella Circoscrizione Mirafiori Sud, di cui è responsabile un gruppo di ricerca del Politecnico di Torino. Il progetto implementa e sviluppa una precedente esperienza effettuata nel 2013 (Crowdmapping MirafioriSud, il cui scopo principale era quello di verificare se l'uso delle ICT potesse generare e supportare processi di inclusione sociale. Attraverso la lettura del processo MiraMap, degli obiettivi, della metodologia adottata, delle fasi e delle linee di azione vengono evidenziati ragionamenti di natura interdisciplinare e tecnica relativi a: la strutturazione dei rapporti con le Istituzioni, in particolare la Pubblica Amministrazione, nei processi di pianificazione e gestione dello spazio pubblico; l’innesco di processi di inclusione, partecipazione e di civic engagement; l’identificazione degli apporti che tali sperimentazioni possono generare nella costruzione di una rinnovata governance urbana. Il presente contributo delinea infine una possibile metodologia per il monitoraggio e la valutazione di impatto ex post, basata sulla Community Impact Analysis/Evaluation (CIA/CIE, che valuta in modo descrittivo gli impatti – pecuniari e non – originati dal progetto, in rapporto ai diversi soggetti coinvolti. L’impiego delle ICT può favorire processi di trasparenza e rafforzare l’accountability della PA, a condizione che la tecnologia sia fattore abilitante e non di esclusione. L’analisi puntuale del caso fornisce spunti di riflessione in merito a tale approccio innovativo: la relazione cittadino/PA può contribuire nel medio-lungo termine a veicolare impatti socio-economici positivi sul territorio, rendere il cittadino più informato e coinvolto e l’Amministrazione pi

  7. Sacral-neuromodulation CT-guided; Nuova tecnica di centraggio TC-assistista nella neuromodulazione sacrale

    Amoroso, Lamberto; Ricci, Stefano [INRCA, Ancona (Italy). Dipartimento di radiologia e medicina nucleare; Pelliccioni, Giuseppe; Scarpino, Osvaldo [INRCA, Ancona (Italy). Unita' operativa di radiologia; Ghiselli, Roberto; Saba, Vittorio [INRCA, Ancona (Italy). Dipartimento di chirurgia

    2005-04-01

    in una stimolazione temporanea attraverso un elettrocatetere posizionato mediante puntura percutanea nella radice sacrale S3 al fine di testare l'integrite anatomica della radice. Il test PNE ? eseguito normalmente sotto guida fluoroscopica. Questa tecnica pue se valida, pui presentare alcuni inconvenienti, quali l'esposizione radiogena per gli operatori, la mancata visualizzazione del foro sacrale per gli artefatti da gas colico e l'impossibilite di valutare correttamente la profondita e la sede d'impianto dell'elettrodo-stimolatore. Scopo del lavoro e stato quello di perimentare una tecnica alternativa utilizzando la guida TC al fine di valutarne vantaggi e un possibile uso routinario. Materiale e metodi: Abbiamo testato con PNE test in guida TC 30 pazienti (16 maschi e 14 femmine) affetti da gravi disfunzioni pelviche refrattari agli usuali regimi terapeutici. Ventisette pazienti presentavano una relativa integrit? anatomica del bacino e del sacro, 3 pazienti invece erano portatori du anomalie morfologiche dei forami sacrali. Si e proceduto all'identificazione dei fori sacrali mediante scansioni TC volumetriche, a paziente prono, utilizzando un apparecchio TC spirale dotato di una seconda consolle per le ricostruzioni tridimensionali. Identificata la sede dei forami S3, viene preparato il campo sterile e s'introduce l'ago verificandone la corretta posizione con una scansione TC di controllo. Si passa successivamente all'introduzionedell'elettrodo dopo avere verificato la corretta risposta contrattile muscolare e la precisa posizione con una ulteriore scansione TC. Risultati: Trenta pazienti sono stati sottoposti a PNE test sotto guida TC, per un totale di 38 centraggi. In 8 pazienti e stata eseguito il PNE test su entrambi i fori S3. Il forame sacrale e stato centrato al primo tentativo in 36/38 casi. In due casi sono stati necessari pi? tentativi per centrare correttamente il forame. In 4/30 pazienti e stato

  8. Implementacion de modulos constructivistas que atiendan "misconceptions" y lagunas conceptuales en temas de la fisica en estudiantes universitarios

    Santacruz Sarmiento, Neida M.

    Este estudio se enfoco en los "misconception" y lagunas conceptuales en temas fundamentales de Fisica como son Equilibrio Termodinamico y Estatica de fluidos. En primer lugar se trabajo con la identificacion de "misconceptions" y lagunas conceptuales y se analizo en detalle la forma en que los estudiantes construyen sus propias teorias de fenomenos relacionados con los temas. Debido a la complejidad en la que los estudiantes asimilan los conceptos fisicos, se utilizo el metodo de investigacion mixto de tipo secuencial explicativo en dos etapas, una cuantitativa y otra cualitativa. La primera etapa comprendio cuatro fases: (1) Aplicacion de una prueba diagnostica para identificar el conocimiento previo y lagunas conceptuales. (2) Identificacion de "misconceptions" y lagunas del concepto a partir del conocimiento previo. (3) Implementacion de la intervencion por medio de modulos en el topico de Equilibrio Termodinamico y Estatica de Fluidos. (4) Y la realizacion de la pos prueba para analizar el impacto y la efectividad de la intervencion constructivista. En la segunda etapa se utilizo el metodo de investigacion cualitativo, por medio de una entrevista semiestructurada que partio de la elaboracion de un mapa conceptual y se finalizo con un analisis de datos conjuntamente. El desarrollo de este estudio permitio encontrar "misconceptions" y lagunas conceptuales a partir del conocimiento previo de los estudiantes participantes en los temas trabajados, que fueron atendidos en el desarrollo de las distintas actividades inquisitivas que se presentaron en el modulo constructivista. Se encontro marcadas diferencias entre la pre y pos prueba en los temas, esto se debio al requerimiento de habilidades abstractas para el tema de Estatica de Fluidos y al desarrollo intuitivo para el tema de Equilibrio Termodinamico, teniendo mejores respuestas en el segundo. Los participantes demostraron una marcada evolucion y/o cambio en sus estructuras de pensamiento, las pruebas estadisticas

  9. Fisica dello stato solido

    Bassani, Franco

    2000-01-01

    Il volume è un manuale introduttivo allo studio delle proprietà dei materiali cristallini. Mentre gli argomenti trattati sono quelli tipici di un testo di base (diffrazione, bande elettroniche, fononi, proprietà di trasporto, metalli e semiconduttori, proprietà ottiche e magnetiche...), caratteristica peculiare di questa opera che la differenzia da analoghi manuali in lingua italiana e inglese è l'uso intensivo delle proprietà di simmetria dei sistemi in studio ricavate dalla teoria dei gruppi.

  10. Biografia della fisica

    Gamow, George

    1963-01-01

    Nato a Odessa nel 1904, è morto a Boulder (Colorado) nel 1968. Dopo essersi laureato all'Università di Leningrado, nel 1928 frequentò la scuola estiva di Gottinga. Le ricerche di quel periodo gli consentirono di spegiare il fenomeno, allora misterioso, della radioattività naturale e gli esperimenti di Lord Rutherford sulla trasformazione indotta sugli elementi leggeri...

  11. Elementi di chimica fisica

    Atkins, Peter W

    1994-01-01

    Elementi di chimica physica mira a presentare i concetti e le tecniche basilari della materia. I primi trovano utilizzazione in molte altre branche della chimica - la biochimica, l'ingegneria chimica, e (sempre di più) le scienze biologiche e mediche - mentre la materia in sé mette a disposizione procedimenti idonei ad esprimere idee qualitative in forma quantitativa e verificabile.

  12. Batteri lattici non starter durante la stagionatura del formaggio: sopravvivenza, crescita e produzione di molecole potenzialmente coinvolte nella formazione dell'aroma

    Sgarbi, Elisa

    2012-01-01

    I batteri lattici (LAB) costituiscono un gruppo eterogeneo di batteri tradizionalmente utilizzati nella produzione di formaggi. Essi possono svolgere diversi ruoli durante la caseificazione, gli starter LAB (SLAB) sono i protagonisti del processo di fermentazione, mentre i non starter LAB (NSLAB) esplicano il loro ruolo durante la maturazione del formaggio. Il lavoro di ricerca di questo dottorato si è focalizzato sullo studio del contributo dei NSLAB durante la stagionatura del formaggio. In...

  13. Atti del seminario internazionale "Immagini d'Italia e d'Europa nella letteratura e nella documentazione di viaggio nel XVIII e nel XIX secolo", (Firenze, 1999-2001

    Renato Pasta

    2003-01-01

    Full Text Available Renato Pasta, Introduzione. Paolo Marchetti, I giuristi e i confini. L'elaborazione giuridica della nozione di confine tra Medioevo ed età moderna. Jürgen Osterhammel, Atlantic Slavery: A Problem of Cross-Boundary History. Hans Erich Boedeker, "Europe" in the Discourse of the Sciences of State in 18th Century Germany. Sergueï Karp, Les recherches récentes (1990-2000 des relations culturelles franco-russes au XVIIIe siècle. Ananij Gerasimovič Ivanov, Il sistema amministrativo russo nella regione dei Mari dalla seconda metà del XVI al XVIII secolo. Il voevoda. Giulia Cecere, L' «Oriente d'Europa»: un'idea in movimento (sec. XVIII. Un contributo cartografico. Natividad Planas, Conflits de compétence aux frontières. Le contrôle de la circulation des hommes et des marchandises dans le royaume de Majorque au XVIIe siècle. Augustin Hernando, Identidad y representación de Europa en la docencia e investigación geográfica española. Teresa Isenburg, Separare ed Unire. Appunti sulle frontiere brasiliane fra Otto e Novecento: il caso della Guiana britannica

  14. Relatività esposizione divulgativa : e scritti classici di Descartes, Newton, Lobacevskij, Riemann, Helmholtz, Maxwell, Poincaré, Einstein su spazio, geometria, fisica

    Einstein, Albert

    1967-01-01

    Nello stato magmatico della fisica novecentesca Albert Einstein è il nucleo solido, la roccia stabilmente configurata che sta al centro. Di qui la sua posizione di "classico", come testimonia al più alto livello questa esposizione della teoria della relatività. Una teoria che ha segnato un vero mutamento di paradigma, non solo in campo scientifico: la potenza teorica dell'equivalenza relativistica massa-energia ha trovato, come sappiamo, la sua tragica verifica a Hiroshima, nel terrificante potenziale distruttivo della bomba atomica. Oggi, a oltre un secolo dalla originaria formulazione einsteiniana, è la comprensione della "relatività della relatività" che vuol essere perseguita. A introdurre il lettore a questa nuova dimensione provvede un'antologia di scritti di quegli autori che fondarono la scienza fisico-matematica classica e ne avviarono l'evoluzione in senso relativistico.

  15. "Adotta scienza e arte nella tua classe": The results of a successfully teaching project which combines science with art⋆

    Giansanti, S.

    2015-03-01

    The project called Adotta scienza e arte nella tua classe ("Adopt Science and Art in your class"), on the interconnection between science and art, has been addressed to the Italian secondary middle and high school involving more than 200 teachers and about 2200 students. The main purpose of this project is to make the young students aware of the strong link between science and art is a unique cultural and interdisciplinary occasion. To reach this goal, the Adotta project asked students to produce an artwork inspired by the interpretation of a quotation among a hundred commented quotes by physicists, mathematicians, scientist, writers, artists, accompanied by an original short sentence written by students themselves. More than 1000 artworks have been produced and collected in two galleries on Facebook. From their analysis emerges the students' feeling about science, which is usually associated to human brain, based on mathematical laws and related to technological progress, but it is also a powerful tool that should be responsibly used. This project also valorizes teachers' role in scientific education through activities that encourage students to recognize science in every aspect of their lives.

  16. Conversioni mitobiografiche: l’esperienza del mondo nella narrazione di sé e dell’altro

    Orazio Maria Valastro

    2011-04-01

    Full Text Available L’autobiografia come processo di evocazione e messa in scena della vita (bíos nel movimento della scrittura (gráphein che prende forma a partire da noi stessi (autos, è desiderio di creazione (poiein di sé (autos, processo di creazione di ordine mitobiografico. Proponendo questa definizione per collegare il movimento della scrittura di sé con il processo di creazione di sé, vorrei ricordare il celebre motto inciso sul tempio dell’Oracolo di Delfi: “In te si trova occulto il tesoro degli Dei. Oh Uomo, conosci te stesso e conoscerai l’Universo e gli Dei”. Valorizzando il movimento vitale della vita degli individui attraverso le biografie dell’antica Grecia, l’arte della maieutica manifesta una conoscenza che dispiega l’individuo nella coscienza del mondo e delle sue divinità. Questa riflessione ci permette di considerare le scritture di persone ordinarie come organizzazione metaforica del movimento della scrittura di sé, un movimento che instaura una coscienza mitica nell’organizzazione omologica di pensieri e sentimenti che ci rivelano il flusso del fondo dell’immaginario di un’epoca che prende forma.

  17. O conflito insolúvel da divisão racial – branco e preto – nos romances de Nella Larsen Passing e Quicksand

    Müller, Luciane Oliveira

    2016-01-01

    This work presents a reading of the novels Quicksand and Passing in the classroom, with a focus on the question of race and ensuing conflicts of ‘passing’. These novels were published respectively in 1928 and 1929 by African-American writer Nella Larsen during the cultural and aesthetic movement called the Harlem Renaissance, a movement whose heyday in the 20´s in the last century brought about the uplifting of racial consciousness and the emergence of modern African-American literature. In t...

  18. Inventare l’altro. Forme di pseudo-traduzione nella scrittura di Salvatore Di Giacomo e Luigi Capuana.

    Valentina Fulginiti

    2014-05-01

    Full Text Available Being an extreme case of fictitious representation of linguistic otherness, pseudo-translation challenges the idea of a fatal and exclusive link between language and national ethos, a fundamental notion in the Nineteenth-century linguistic and literary culture. The present article compares two emblematic cases of pseudo-translation in post-Unification Italian culture: Luigi Capuana’s hoax Un poeta danese (published in 1882 and the earliest short stories published by Salvatore di Giacomo in 1878, mistakenly considered a plagiarizing translation from an uncredited German original. Their use of pseudo-translation is marked by opposite goals of parody and stylistic imitation; however, both authors challenge the fundamental assumption underlying the notion of «ethnicity of language». Pseudo-translation thus becomes a space of linguistic elaboration, complementary to the author’s direct involvement in translating major European works into Italian (such as Ibsen’s masterpiece A House of Dolls, which Capuana translated in 1891, and Edmond de Goncourt’s novel Sœur Philomèle, which Di Giacomo translated in 1892. Translation thus provides a free space for authors to experiment with new expressive solutions and challenge commonplaces about language and identity: such reflection on the limits of language and nations represent a direct contribution to the linguistic unification of Italy. Caso estremo di rappresentazione fittizia del- l’alterità linguistica, la pseudo-traduzione chiama in causa l’idea del legame unico e “fatale” fra lingua e nazione – concetto fondamentale nella cultura linguistica del XIX secolo. L’articolo mette a confronto due casi emblematici di pseudo-traduzione nella cultura meridionale post-unitaria: la beffa letteraria di Luigi Capuana Un poeta danese (1882 e le ‘tedescherie’ di Salvatore di Giacomo, gruppo di novelle pubblicate nel 1878 che molti considerarono (a torto un plagio da ignoto autore tedesco

  19. La «speciale provvidenza» nella caduta di una falena: ibridismi woolfiani tra saggio e short story

    Paolo Bugliani

    2016-05-01

    Full Text Available Il contributo intende mettere in luce le dinamiche di ibridazione tra i generi saggio e novella nella prosa breve di Virginia Woolf, in particolare in quegli esemplari di saggi che presentano delle caratteristiche smaccatamente immaginifiche e narrative che li distanziano nettamente dall’ideale di saggio quale «breve testo nonfinzionale in prosa». Nota al grande pubblico proprio per la sua programmatica ricerca di codici espressivi sempre nuovi e per le sperimentazioni con i generi più disparati, nel caso della prosa breve Woolf riesce con successo a infrangere i confini tra argomentativo e narrativo per giungere a una forma mediana che trae la sua identità sia dalla fiction che dalla nonfiction. Tramite un’analisi di alcune tra le short stories e i saggi più significativi, il contributo vuole essere uno spunto per una più ampia riflessione su quanto la mescolanza di stilemi diversi sia non solo un tratto letterario tipico della letteratura modernista, quanto piuttosto la risposta a una necessità di trovare una via altra nel panorama letterario, quasi una pulsione creativa primigenia che, nel caso delle contaminazioni tra saggio e narrativa breve, può essere affiancata al concetto di saggismo proposto da Robert Musil. The Death of the Moth, Street Haunting e molti altri saggi woolfiani permettono quindi di ricalibrare le demarcazioni fra generi, e di ripensare gli idealtipi che nella mentalità comune sono assurti a modelli e per l’uno e per l’altro dei due generi brevi in prosa, che in questa sede rappresentano i limiti estremi dello spettro di analisi. My paper aims at evaluating the hybridizing techniques that V. Woolf deployed in her shorter prose to blur the edges between the essay and the short story, in particular in those essayistic specimens that present some markedly imaginative features which undermine the ideal of the essay as a «brief, nonfictional prose piece». Woolf is justly renowned for her programmatic and

  20. Struttura e dinamica di popolazione del Capriolo (Capreolus capreolus nella Riserva Naturale Bosco di Vanzago

    F. Sotti

    2003-10-01

    Full Text Available La ricerca effettuata sulla popolazione di Capriolo (Capreolus capreolus nella Riserva Naturale Bosco di Vanzago aveva lo scopo di approfondire le conoscenze sulla struttura e sulla dinamica di una popolazione d'ambiente planiziale che vive in condizioni del tutto peculiari: origine da un numero limitato di fondatori, isolamento, assenza di predatori naturali, elevata densità. Dal 1984 la popolazione è stata monitorata mediante censimenti in battuta e da punti di vantaggio, dai quali è stata ricavata una stima della dimensione della stessa pari a 54 individui nel 2003. La struttura di popolazione ed i parametri demografici sono stati rilevati dal 1994 anche mediante osservazioni dirette, effettuate percorrendo settimanalmente un tracciato standard finalizzato a coprire l'intera area di studio. La popolazione è risultata significativamente sbilanciata a favore delle femmine con una sex-ratio, nell'ultimo biennio, pari a 1,4 (Χ² = 49,36; g.l. = 1; P < 0,0001. La classe d'età degli adulti (maggiori di 2 anni è stata la più rappresentata (50,2%, mentre quella dei giovani la meno numerosa (23,6%. Per stimare l'andamento della popolazione nel tempo, sono stati elaborati i parametri demografici per effettuare delle simulazioni di vitalità (PVA utilizzando il software Vortex 8.21. Nonostante l'elevata densità di caprioli all'interno dell'area di studio, sia in assenza sia in presenza di depressione da inbreeding e considerando la riproduzione indipendente dalla densità, la popolazione nei successivi 30 anni non andrebbe incontro ad una diminuzione significativa del numero né della probabilità di sopravvivenza che, in entrambi i casi, si manterrebbe attorno al 99%. Nel caso in cui esistesse, invece, una correlazione tra successo riproduttivo e densità, si assisterebbe ad un sensibile decremento sia nei livelli di popolazione (inferiore alle cinque unità dopo trent'anni sia nella probabilità di sopravvivenza (ridotta al 20% dopo

  1. Popular o non popular? I tardi anni Sessanta, la controcultura e l’avanguardia nella musica rock. L’esempio di "Ummagumma" dei Pink Floyd

    Philippe Gonin

    2017-05-01

    Full Text Available In alcuni generi che emergono nella popular music della fine degli anni Sessanta, quali progressive, art o psychedelic rock, la tensione verso la sperimentazione sembra essere la principale preoccupazione dell’ “avanguardia pop”, sia negli Stati Uniti (con figure come Frank Zappa, The Velvet Underground, The Grateful Dead, che nel Regno Unito (AMM, Pink Floyd, The Beatles, Soft Machine. In questi repertori si evidenziano due principali tipologie di approcci, che possono essere definiti “tentazione sinfonica” e “tentazione sperimentale”. L’obiettivo di questo contributo è mostrare come, alla fine degli anni Sessanta, i confini tra popular music, free jazz, musica sperimentale e “musica d’arte” si siano progressivamente indeboliti, se non addirittura siano completamente superati. A partire da una panoramica generale del decennio, il saggio si concentra sulla combinazione di modalità compositive tipiche dell’avanguardia, della musica d’arte e della popular music, concentrando l’attenzione su tre aspetti: sperimentazione nel rock della fine degli anni Sessanta; sperimentazione nella musica dei Pink Floyd; analisi di alcuni pezzi tratti dall’album Ummagumma.

  2. L’indisponibilità del diritto all’integrità fisica della persona umana in ambito sportivo e i limiti al rischio consentito

    Maria Cimmino

    2016-05-01

    Full Text Available Lo sport, espressione di valori come la lealtà e la correttezza, il rispetto delle regole, l’integrazione, la democrazia, è una forma di manifestazione della personalità umana, finalizzata, anche attraverso il tempo libero, al miglioramento del benessere psicofisico del singolo e della collettività. Tuttavia e paradossalmente talvolta esso può risolversi nell’uso della violenza e/o in un contrasto fisico tra gli atleti, contemplato in alcuni casi dai regolamenti sportivi. Come si giunge a valutare meritevoli le attività sportive nel quadro dei diritti fondamentali della persona costituzionalmente garantiti? Il lavoro si propone di analizzare i rapporti tra diritto allo sport e diritto all’integrità fisica attraverso una rilettura della teoria giurisprudenziale del rischio consentito, giungendo alla conclusione che nel bilanciamento di interessi di pari rango costituzionale, l’organizzatore di competizioni sportive rivesta una fondamentale posizione di garanzia e che occorre modulare l’applicazione della clausola del rischio consentito in ragione delle circostanze del caso concreto e della qualità del soggetto e del carattere amatoriale od agonistico dell’attività.

  3. The photo refractive polymers, physics and photonic applications of these new materials; Los polimeros fotorrefractivos, fisica y aplicaciones fotonicas de estos nuevos materiales

    Maldonado, J. L. [Centro de Investigacion en Optica, Leon, Guanajuato (Mexico); Garcia M, J. [Universidad Nacional Autonoma de Mexico, Mexico, D.F. (Mexico)

    2001-12-01

    This paper is a review about the new photo refractive organic materials and their potential photonic applications, the photo refractive polymers. The physical properties required for observing photo refractivity, including charge generation, transport, and nonlinear optical properties are discussed for amorphous polymers. The nonlinear optical properties on a macroscopic level are related to the microscopic properties by using the Oriented Gas model. Four Wave Mixing (FWM) and Two Beam Coupling (TBC) experiments, to investigate the photo refractive properties of the material by measuring the diffraction efficiency {eta} of the polymeric gratings, and the optical gain coefficient {eta} are described. Kogelnik's Coupled Wave model to describe the photo refractive polymeric gratings is reviewed. Finally some applications of these new polymers are presented. [Spanish] Este articulo es una revision sobre los nuevos materiales organicos fotorrrefractivos y sus potenciales aplicaciones fotonicas: los polimeros fotorrefractivos. Se discuten las propiedades fisicas requeridas para observar fotorrefractividad, incluyendo la generacion de cargas, el transporte y las propiedades opticas no lineales en polimeros amorfos. Usando el modelo de gas orientado, se muestra como se relacionan las propiedades opticas no lineales a nivel marcoscopico con las propiedades microscopicas. Se describen los experimentos de mezcla de cuatro ondas (FWM) y dos ondas (TBC) para investigar las propiedades fotorrefractivas del material, midiendo la eficiencia de difraccion {eta} de las rejillas polimericas y el coeficiente de ganancia optica {eta}. Se revisa el modelo de ondas acopladas de Kogelnik para describir las rejillas polimericas fotorrefractivas. Finalmente se presentan algunas aplicaciones de estos nuevos polimeros.

  4. INSEGNARE L’ITALIANO L2 NELLA SCUOLA SUPERIORE DI PRIMO GRADO. IL LABORATORIO HOGWARTS: GIOCARE PER IMPARARE

    Melissa Sala

    2012-07-01

    Full Text Available L’articolo propone un progetto didattico per l’insegnamento dell’italiano L2 nella scuola superiore di primo grado che prevede l’inserimento di studenti stranieri, provenienti da paesi diversi, in un gioco di ruolo didattico ispirato alla saga di Harry Potter.Particolare attenzione è data al laboratorio Hogwarts, un laboratorio specifico il cui obiettivo è quello di promuovere l’interazione, la socializzazione, ma soprattutto l’apprendimento dell’italiano come lingua di comunicazione. La didattica del laboratorio fonde insieme elementi del metodo comunicativo ed elementi del metodo audiolinguale richiamando la didattica ludica in quanto il gioco è assunto come modalità strategica di apprendimento. L’idea che sta alla base del laboratorio Hogwarts è quella di coinvolgere gli apprendenti, stimolarne l’interesse e la curiosità attraverso l’utilizzo di materiale video (visual stimuli e attraverso l’attività ludica che mantiene viva la loro attenzione e la loro motivazione favorendone l’apprendimento linguistico attraverso il divertimento.TEACHING ITALIAN L2 IN MIDDLE SCHOOL. THE HOGWARTS LAB: LEARNNG BY PLAYINGThe article illustrates a project aimed at teaching Italian as a second language. The target audience is middle school students from different countries and with different L1 backgrounds. Students take part in didactic role-plays inspired by the Harry Potter series. Special emphasis is given to the Hogwarts Language Lab, which aims to promote interaction, socialization and second language acquisition. The Lab teaching strategy combines elements of the communicative approach and the audio-lingual method with role-playing. The principle behind the Hogwarts Lab is that the students have to be active participants rather than passive observers. Their involvement can be increased and their interest can be raised through the use of the video input (visual stimuli and role-playing as a teaching strategy. Students are

  5. Investigations on the nature and physical concentration of Spanish uraniferous quartzites; Estudios de caracterizacion y concentracion fisica de cuarcitas uraniferas espanolas

    Lora, F de [Direccion de Plantas Piloto e Industriales, Junta de Energia Nuclear, Madrid (Spain)

    1967-06-15

    A study was made of a sample of radioactive material from Santa Elena (Jaen) containing 130 ppm U{sub 3}O{sub 8}, 300 ppm ThO{sub 2}, 4.96% ZrO{sub 2} and 14.29% TiO{sub 2}. Over 150 million tons of material were examined. In the light of the studies carried out the material can be defined as a rutilo-zirconiferous quartzite with a double radioactivity source due to the uranium enclosed in the zircon lattice structure and to the presence of monazite. The possibility of brannerite or davidite being present can be discarded. There is likewise no conclusive evidence of the presence of sphene, rutile being the most abundant titanium mineral. The author determined the features of the ore with a view to its physical concentration and applied magnetic and gravimetric separation and the flotation process. The use of oleic acid as collector has permitted good zircon recovery. (author) [Spanish] Se ha estudiado una muestra de material radiactivo procedente de Santa Elena (Jaen) con 130 ppm de U{sub 3}O{sub 8}, 600 ppm de ThO{sub 2}, 4,96% de ZrO{sub 2} y 14,29% de TiO{sub 2}. El material examinado es considerable: mas de 150 millones de toneladas. De acuerdo con los estudios realizados se puede definir como una cuarcita rutilo-circonifera con dos fuentes de radiactividad debidas al uranio englobado en la red del circon y a la presencia de monacita. Se descarta la posibilidad de existencia de brannerita o davidita. Tampoco existen pruebas concluyentes de que contenga esfena, siendo el ratilo el mineral de titanio mas abundante. Se han determinado las caracteristicas de la mena con vistas a su concentracion fisica. Se ha ensayado la separacion magnetica, gravimetrica y flotacion. El empleo de acido oleico, como colector, ha dado buenas recuperaciones de circon. (author)

  6. Contrast-enhanced power Doppler US in the characterization of renal masses; Power Doppler con mezzo di contrasto nella caratterizzazione delle masse renali

    Ascenti, G.; Zimbaro, G.; Mazziotti, S.; Visalli, C.; Racchiusa, S.; Vinci, S.; Scribano, E. [Messina Univ., Messina (Italy). Ist. di Scienze Radiologiche

    2000-09-01

    Purpose of this work is to report the results of a prospective study investigating the potentials of contrast-enhanced power Doppler in the diagnosis of expansive renal lesions. From 1997 to October 30, 1999, it was studied the case of 59 expansive renal lesions (28 malignant, 31 benign) in 48 patients (mean age 55 years, range 10-79) with power Doppler US before and after the administration of an echo-enhancing agent (Levovist, Schering AG, Berlin Germany). Were found 5 patterns of vascular architecture of the lesions, both before and after contrast agent administration, following the classification by Jinzaki e Coll. Power Doppler US showed vascular structures in 34 patients. The administration of Levovist revealed vessels in 12/25 lesions which had none at baseline studies and in 6 cases vascularity was particularly evident. Color signals were enhanced in all the 34 vascularized lesions, which allowed better definition of vascular patterns. The characterization of vascular patterns with baseline power Doppler US helped improve diagnostic accuracy compared to gray-scale US (58% versus 32%) for hyperechoic lesions, complex cysts and pseudomasses. Independent of contrast agent administration, the integration of gray-scale and power Doppler modes increased diagnostic accuracy even further (76% correct diagnoses). In our series, the US contrast agent did not increase the diagnostic accuracy of power Doppler in the differential diagnosis of hyperechoic renal lesions; conversely, Levovist can be advantageous for the characterization of suspected pseudomasses and complex cysts. [Italian] Scopo di questo articolo e' quello di riportare i risultati di uno studio prospettico finalizzato ad individuare le potenzialita' del power Doppler con mdc ecografico nella caratterizzazione delle lesioni espansive del rene. Dal 1997 al 30 ottobre 1999 sono state studiate 59 lesioni renali (28 maligne, 31 benigne) in 48 pazienti (eta' media 55 anni, intervallo 10

  7. Il ruolo degli arbëreshë nella messa a punto del modello albanese di rapporti tra le comunità religiose e lo Stato

    Giovanni Cimbalo

    2014-05-01

    Full Text Available Il contributo, sottoposto a valutazione, riproduce il testo della Comunicazione presentata alla Konferencë Shkencore Ndërkombëtare Albanologjike, Një rilindje para Rilindjes (Gjirokastër, 22 maj 2013 con il titolo albanese Roli i arbëreschë në zhvillimin e modelit shqiptar të marrëdhënieve ndërmjet bashkësive fetare dhe shtetit, ed è destinata alla pubblicazione negli Atti.SOMMARIO: 1. Caratteristiche dell’insediamento delle popolazioni arbëreshë in Italia - 2. Il contributo del pluralismo religioso nella fondazione dello Stato albanese - 3. L’uso degli arbëreshë per l’espansione della Chiesa cattolica a Oriente: un progetto abortito - 4. Considerazioni conclusive.

  8. IL SAPERE …..E’ Libere dissertazioni sul trasversale gioco dei saperi nella promozione sociale e culturale del ben vivere urbano.

    Mario Coletta

    2013-07-01

    Full Text Available Il Sapere filosofico, sin dal suo primo manifestarsi, detta ordine spaziale ed organizzativo alla vita della città, facendo scuola di pensiero e di azione, di razionalizzazione degli spazi, di organizzazione delle attività, di progettazione e di amministrazione gestionale, conferendo equilibri agli assetti insediativi, mediando esigenze, aspirazioni, necessità ed interessi dei singoli, con il tessere normativo dei reciproci gradi di libertà, dando forza all’insieme senza indebolire le parti che concorrono a determinarlo. L’urbanistica si configura come la figlia primogenita della Filosofia ( etimologicamente intesa come “amore della sapienza”, che ha scelto la città come luogo di sua privilegiata residenza dalla quale si dipartono e nella quale  è giusto che convergano le molteplici irradiazioni disciplinari dell’umano sapere il cui “gioco” non abbia a convertirsi in “giogo”.

  9. I luoghi del desiderio nella narrativa di Federigo Tozzi: Siena e Roma / The places of desire in the narrative of Federigo Tozzi: Siena and Roma

    Carlo Serafini

    2017-12-01

    Full Text Available I luoghi del desiderio nella narrativa di Federigo Tozzi: Siena e Roma   In Tozzi le descrizioni paesaggistiche sono invito a considerare i luoghi visti come strumenti di una realtà esterna cui rimandano, una realtà capace di svelare il significato arcano delle cose, la risposta al perché della sofferenza umana, problema fondamentale per lo scrittore. L’immergersi nella natura stimola il desiderio di tranquillità, di pace, di riposo, insieme alla consapevolezza dell’impossibilità di realizzarlo in questa vita. Ecco allora che la natura si pone come il veicolo che porta ad una dimensione esterna a questa vita, la stessa che spesso nello scrittore rappresenta il desiderio di infinito di certe descrizioni. Nel saggio vengono passate in rassegna alcune descrizioni emblematiche della campagna senese e di Siena stessa, e messe poi in rapporto con le suggestioni che lo scrittore ebbe nel confronto con Roma e la campagna romana.   In Tozzi, landscaping descriptions are an invitation to consider the places seen as instruments of an external reality to which they refer, a reality able to reveal the arcane meaning of things, the answer to the cause of human suffering, a fundamental problem for the writer. Diving into the nature stimulates the desire for tranquility, peace, rest, along with the awareness of the impossibility of realizing it in this life. Here, then, nature is placed as the vehicle that leads to an external dimension respect to this life, the same that often in the writer represents the desire for infinity of some descriptions. In the essay, some of the emblematic descriptions ofSienacity and countryside are examined and then compared to the awesomeness the writer experienced in comparison withRomeand the Roman countryside.

  10. Il muro nella mente:

    Carmen Concilio

    2013-07-01

    Full Text Available A 78 anni, Nadine Gordimer, premio Nobel per la letteratura nel 1991, è infaticabile: il suo ultimo romanzo The Pick up è stato pubblicato negli Stati Uniti e in Inghilterra, dove ha ricevuto però tiepida accoglienza,e ora anche in Italia1. Alcuni mesi fa, tuttavia, Nadine Gordimer veniva ricordata dai giornali per un’impresa non letteraria: si tratta di un film-documentario dal titolo Johannesburg-Berlin, The Wall in the Mind, che Gordimer ha scritto e che ha girato con suo figlio, Hugo Cassirer, nel 1995-1996.

  11. Meccanica statistica elementare i fondamenti

    Falcioni, Massimo

    2015-01-01

    La meccanica statistica (MS) nell'insegnamente universitario e' spesso confinata in una posizione itermedia tra le tre grandi aree della fisica teorica, la fisica della materia e la fisica matematica. In genere vengono discussi gli aspetti "pratici", di supporto alla fisica della materia, che pur importanti non esauriscono la rilevanza concettule della meccanica statistica. Esistono molti ottimi libri (Huang, Landau-Lifsits, Chandler, Peliti etc) che trattano in modo dettagliato gli aspetti tecnici della meccanica statistica. Lo scopo del nostro libro non e' quello di presentare metodi (esatti ed approssimati) per determinare le proprietà termodinamiche a partire dalle interazioni microscopiche, quanto discutere alcuni aspetti concettuali della meccanica statistica che sono spesso poco trattati. In particolare: 1- Il ruolo dell'ipotesi ergodica 2- L'importanza dei tanti gradi di libertà per le leggi statistiche 3- L'interpretazione degli ensemble in termini di probabilità; 4- L'irreversibilità macroscopic...

  12. La figura di Maria Maddalena nella tradizione agostiniana del XII secolo e l'allegoria nuziale in Bernardo di ClairvauxUn'ipotesi di interpretazione alla luce di categorie di ordine psicoanalitico

    Elena Cartotto

    2008-07-01

    La lettura viene condotta sulla base di categorie concettuali di carattere psicoanalitico, in quanto tali categorie trovano la propria origine, prima ancora che nel pensiero, nella più concreta e profonda esperienza umana. Ed è proprio il collocarsi all'interno di questa viva esperienza umana che consente di cogliere in modo più diretto la dimensione antropologica che pare emergere dagli scrittori monastici di questo periodo.

  13. Educacion Fisica in Costa Rica.

    Cleland, Donna

    1980-01-01

    The goal of Costa Rica's Department of Physical Education and Sports is the "utilization of sport, physical education, and recreation as instruments of socialization and contribution to the improved health of Costa Ricans." (JN)

  14. Fondamenti di fisica dei plasmi

    Golant, V E; Sacharov, I E

    1983-01-01

    Introduzione ; collisioni del plasma ; equazioni cinetiche per particelle cariche ; plasmi in equilibrio termodinamico ; funzione di distribuzione di particelle cariche in un campo elettrico ; equazioni dei momenti della funzione di distribuzione ; processi di trasporto nel plasma in assenza di campi magnetici ; moto di particelle cariche nel plasma in presenza di campi magnetici ; processi di trasporto in campo magnetico ; confinamento del plasma mediante campi magnetici.

  15. L' influenza nella regione Lazio dal 1999 al 2003: casi di sindrome influenzale, ricoveri ospedalieri per malattie respiratorie e coperture vaccinali

    A. Pasquarella

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: 1 Descrivere l’andamento dei ricoveri ospedalieri per patologie respiratorie acute e croniche concomitanti alle epidemie stagionali da virus influenzale dal 1999 al 2003, in relazione con la segnalazione dei casi di sindrome influenzale (ILI da parte dei medici sentinella. 2 Misurare l’eccesso dell’ospedalizzazione influenza-correlata nelle diverse fasce di età rispetto ai periodi non epidemici. 3 Analizzare le modificazioni del ricorso al ricovero ospedaliero in relazione al tasso di copertura della vaccinazione antinfluenzale nella popolazione anziana, su scala regionale e nelle diverse ASL.

    Metodi: sono stati estratti dal Sistema Informativo
    Ospedaliero i ricoveri per patologie respiratorie
    influenza-correlate (codici ICD9-CM: 480-487; 460-
    466; 490-496 relativi agli anni 1999-2003.
    L’incidenza di ILI è stata stimata sulla base delle
    segnalazioni dei medici sentinella afferenti alla
    rete FLU-ISS dell’Istituto Superiore di Sanità.

    Per il calcolo dei tassi di copertura è stato utilizzato l’archivio
    nominativo dei soggetti vaccinati contro l’influenza,
    attivo nella regione Lazio dal 1999. Nel periodo considerato sono stati messi in relazione i tassi di ospedalizzazione età-specifici, le incidenze di ILI e le coperture vaccinali. L’eccesso di ospedalizzazione è stato misurato confrontando i tassi relativi ai periodi epidemici e non epidemici.

    Risultati: i tassi di ospedalizzazione per malattie respiratorie sono risultati costantemente superiori nei periodi di maggiore circolazione virale, in particolare negli ultrasessantaquattrenni. Con il progressivo aumento del tasso di copertura vaccinale regionale (da circa il 25% della stagione 1999-2000 a oltre il 60% della stagione 2002-2003 non si è registrata una corrispondente diminuzione dei ricoveri ospedalieri per patologie influenza-correlate.
    L

  16. DALLA MANO AL VIDEO. ESPERIENZE E OSSERVAZIONI DI COSTRUZIONE DEL PENSIERO ASTRATTO, ANALITICO E COMPUTAZIONALE NELLA FORMAZIONE LINGUISTICA DELLA SCUOLA PRIMARIA

    Michele Ricci

    2018-03-01

    Full Text Available In questo articolo viene illustrata la ricerca effettuata nell’arco di un anno scolastico in due scuole primarie del Comune di  Milano (l’Istituto Maria Consolatrice e l’Istituto Regina Mundi, dove sono stati sperimentati diversi metodi didattici con l’obiettivo di favorire la formazione delle competenze di analisi, astrazione e pensiero computazionale in contesti reali di programmazione del computer e robotica educativa. Le osservazioni mostrano come la centralità dell’uso evoluto della lingua sia il cardine nello sviluppo di competenze di tipo “pensiero computazionale”. In particolare l’elemento chiave che emerge nella ricerca è rappresentato  dall’osservazione della forte correlazione tra lo sviluppo delle capacità motorie fini della mano, lo sviluppo delle competenze linguistiche evolute e le competenze di pensiero complesso quali la capacità di astrazione nella descrizione di modelli reali e immaginari. La capacità di astrazione costituisce infatti la base della capacità di risoluzione di problemi e soprattutto della capacità di generare idee originali e creative, obiettivo di apprendimento primario della sperimentazione e del relativo processo di analisi di cui è stata oggetto. A seguire vengono quindi illustrati gli strumenti metodologici utilizzati, la loro modalità di valutazione; si preciserà quindi come l’uso della lingua contribuisca a potenziare e a sostenere il raggiungimento degli obbiettivi di apprendimento.   From the hand to video. Experiences and the construction of abstract, analytical and computational thought in primary school language education  This article presents research carried out in two primary schools in the city of Milan (Istituto Maria Consolatrice and Istituto Regina Mundi, where different teaching methods were implemented with the aim of encouraging the development of analytical, abstract and computational thinking skills in computer programming and educational robotics

  17. Le cure educative nella scuola di Mompiano e nelle Case dei bambini di Roma e Milano in età giolittiana.

    Tiziana Pironi

    2007-07-01

    Full Text Available Nell’importante fase di modernizzazione che investe la società italiana agli inizi del Novecento, il problema delle istituzioni infantili prescolastiche diventa centrale nel dibattito pedagogico del tempo. Rilevante appare il contributo offerto dall’emancipazionismo femminile per un superamento delle vecchie pratiche filantropiche in vista di un moderno concetto di assistenza: ciò implica il superamento della visione puramente custodialistica dell’ “asilo”, di cui si sottolinea l’importante funzione educativa, con una conseguente riflessione sulle “cure” da destinare all’infanzia. E’ proprio in questo momento che si realizzano due esperienze educative, su cui converge subito l’attenzione del mondo politico e pedagogico, e che diventeranno due punti di riferimento per l’educazione infantile. Si tratta di due “modelli” profondamente segnati dalla differenziata situazione socio-culturale in cui vengono inizialmente sperimentati: la Scuola materna di Rosa Agazzi, espressione di un’Italia ancora in prevalenza agricola e contadina; la Casa dei bambini di Maria Montessori, concepita in un progetto di riqualificazione urbanistica, nella realtà di degrado sociale delle grandi periferie di Roma e di Milano.

  18. FIRE-SAT un sistema satellitare per il monitoraggio sistematico, dinamico ed integrato degli incendi boschivi: la sperimentazione operativa nella regione Basilicata

    Antonio Lanorte

    2013-03-01

    Full Text Available Il problema della gestione del fenomeno degli incendi boschivi è molto complesso, perché comprende una serie diaspetti connessi alle caratteristiche della vegetazione, alla morfologia del territorio, ai fattori meteorologici, ai fattoriantropici, etc. Risulta pertanto fondamentale e molto utile un approccio modellistico. I modelli matematici fornisconoun supporto essenziale nella valutazione dell’efficacia di possibili strategie di previsione e controllo del fuoco.Abstract FIRE_SAT project has been funded by the Civil Protectionof the Basilicata Region in order to set up alow cost methodology for fire danger monitoringand fire effect estimation based on satellite EarthObservation techniques.To this aim, NASA Moderate Resolution ImagingSpectroradiometer (MODIS, ASTER, Landsat TMdata were used. Novel data processing techniqueshave been developed by researchers of the ARGONLaboratory of the CNR-IMAA for the operativemonitoring of fire. In this paper we only focuson the danger estimation model which has beenfruitfully used since 2008 to 2012 as an reliable operativetool to support and optimize fire fightingstrategies from the alert to the management ofresources including fire attacks.The daily updating of fire danger is carried outusing satellite MODIS images selected for theirspectral capability and availability free of chargefrom NASA web site. This makes these data setsvery suitable for an effective systematic (daily and sustainable low-cost monitoring of large areas. 

  19. 'Adotta scienza e arte nella tua classe': The results of a successfully teaching project which combines science with art

    Giansanti, S.

    2015-01-01

    The project called 'Adotta scienza e arte nella tua classe' ('Adopt Science and Art in your class'), on the interconnection between science and art, has been addressed to the Italian secondary middle and high school involving more than 200 teachers and about 2200 students. The main purpose of this project is to make the young students aware of the strong link between science and art is a unique cultural and interdisciplinary occasion. To reach this goal, the Adotta project asked students to produce an artwork inspired by the interpretation of a quotation among a hundred commented quotes by physicists, mathematicians, scientist, writers, artists, accompanied by an original short sentence written by students themselves. More than 1000 artworks have been produced and collected in two galleries on Facebook. From their analysis emerges the students’ feeling about science, which is usually associated to human brain, based on mathematical laws and related to technological progress, but it is also a powerful tool that should be responsibly used. This project also valorizes teachers’ role in scientific education through activities that encourage students to recognize science in every aspect of their lives.

  20. Marsiglia, una terra a Sud di nessun nord. La presenza dei gruppi criminali nella ville méditerranée

    Rosaria Anghelone

    2015-07-01

    Full Text Available Il lavoro si propone di affrontare la presenza dei gruppi criminali a Marsiglia, dagli anni delle grandi migrazioni di inizio secolo scorso, in cui il porto Mediterraneo è stato il cuore di scambi commerciali e culturali, sino agli anni recenti, in cui la città ha tirato fuori, costruendola, la sua faccia europea. Lungo tutto quest’arco temporale, confronteremo le vicende e le figure che emergeranno nel contesto, che si determinerà di fase in fase, con la concettualizzazione del fenomeno mafioso italiano; quest’ultima, come cartina al tornasole, ci permetterà di cogliere le caratteristiche del milieu marsigliese, i suoi tratti specifici e quelli che lo accomunano, sia nella logica che nell’esplicazione del suo potere, alla mafia. Marsiglia, incarnando tutte le contraddizioni delle terre del Sud, farà da palcoscenico per la riflessione sui fattori che favoriscono la nascita e rafforzano la crescita dei gruppi criminali. L’intento, oltre l’analisi del singolo caso marsigliese, è, altresì, quello di constatare quanto la Francia sia ancora impreparata in tema di contrasto alla criminalità organizzata di stampo mafioso, sottovalutandone gli effetti, e quanto, ancor di più, sia ormai imprescindibile un intervento europeo su questo versante, tendente all’armonizzazione delle legislazioni nazionali.

  1. Antroponimia femminile nella Scozia del XIII secolo: la testimonianza del Ragman Roll (1296 Feminine anthroponyms in 13th-century Scotland: the Ragman Roll (1296

    Valeria Di Clemente

    2012-10-01

    Full Text Available La serie di documenti nota come Ragman Roll raccoglie i giuramenti di fedeltà e l’omaggio feudale resi da aristocratici, ecclesiastici, proprietari terrieri e borghesi di Scozia a Edoardo I Plantageneto dopo la campagna di occupazione inglese della primavera-estate 1296. In questa veste, essa riporta nomi e cognomi di circa 1800 persone, rappresentando una fonte preziosa per lo studio dell’antroponimia in uso in Scozia nella seconda metà del XIII secolo. Il presente saggio esamina gli antroponimi femminili nelle forme ricorrenti nel documento, ricostruendone la vicenda storico-etimologica e culturale.

    The documents known as Ragman Roll collect the fealty oaths sworn and the homages rendered by Scottish nobility, clergy, landowners and burgesses to Edward I Plantagenet after the English invasion of Scotland in the spring and summer of 1296. These documents record personal names and surnames of ca. 1800 people, being a precious source for the study of Scottish anthroponymy in the second half of the 13th century. This paper focuses on the feminine anthroponyms occurring in the Ragman Roll, on their form and on their historical-etymological and cultural background.

  2. 14 November 2013 - Director of Indian Institute of Technology Indore P. Mathur with members of the Indian community working at CERN; visiting the LHC tunnel at Point 2, the ALICE experimental area and SM18 with ALICE Collaboration Spokesperson, Istituto Nazionale Fisica Nucleare P. Giubellino and Technology Department, Accelerator Beam Transfer Group Leader V. Mertens

    Jean-Claude Gadmer

    2013-01-01

    14 November 2013 - Director of Indian Institute of Technology Indore P. Mathur with members of the Indian community working at CERN; visiting the LHC tunnel at Point 2, the ALICE experimental area and SM18 with ALICE Collaboration Spokesperson, Istituto Nazionale Fisica Nucleare P. Giubellino and Technology Department, Accelerator Beam Transfer Group Leader V. Mertens

  3. Phosphategypsum wastes in Venice lagoon. Radiological impact; Le discariche di fosfogessi nella laguna di Venezia. Valutazioni preliminari dell'impatto radiologico

    Belli, M; Blasi, M; Guogang, J.; Rosamilia, S.; Sansone, U. [Agenzia Nazionale per la Protezione dell' Ambiente, Rome (Italy); Biancotto, R.; Bidoli, P.; Sepulcri, D. [Agenzia Regionale di Prevenzione e Protezione del Veneto, Venice (Italy). Dipt. provinciale di Venezia; Cavolo, F. [Smilax, Mira, VE (Italy)

    2000-07-01

    The phosphoric minerals utilized in phosphoric acid production, presents high concentrations of radioactive materials: U238, Th 232, K 40. The phosphogypsum is the waste material obtained in the phosphoric acid production in wet process. This type of production method is employed for many years in Venice lagoon (Porto Marghera chemical plants). In this paper are reported evaluations of radiological impact on aquatic environment of lagoon. [Italian] Con il termine di fosfogessi si intende comunemente il materiale di risulta che si ottiene nella produzione di acido fosforico attraverso la via umida (attacco acido). Questa tipologia di produzione che ha operato per diversi decenni a Porto Marghera, e' finalizzata allo scopo di ottenere acido fosforico principalmente per l'industria dei fertilizzanti e quindi come prodotto intermedio per la chimica e per le preparazioni alimentari. Il fosforo, elemento principale della reazione, era ricavato da rocce fosfatiche di origine sedimentaria marina provenienti per lo piu' dall'Africa settentrionale. Il sistema produttivo utilizzato negli impianti di Porto Marghera era basato su una reazione principale, che partendo dal minerale attraverso un attacco acido, produceva acido fosforico: Ca{sub 3}(PO{sub 4}){sub 2} (Minerale Fosforico) + 3H{sub 2}SO{sub 4} (Acido Solforico) + 3H{sub 2}O (Acqua) {yields} 2H{sub 3}PO{sub 4} (Acido fosforico) + 3CaSO{sub 4}H{sub 2}O (Solfato di calcio (gesso)). In particolare il minerale era preventivamente macinato e vagliato, quindi si procedeva alla sua miscelazione con l'acido fosforico ed alla successiva reazione del composto ottenuto.

  4. Indications for quality assurance in conformal radiotherapy in Italy; Indicazioni per l'Assicurazione di Qualita nella radioterapia ad intensita modulata

    Banci Buonamici, F [Servizio Ospedaliero Dipartimentale Fisica Medica, Azienda Ospedaliera Careggi, Firenze (Italy); DE Angelis, C; Rosi, A; Tabocchini, M A [Dipartimento di Tecnologie e Salute, Istituto Superiore di Sanita, Roma (Italy); Iotti, C [Radioterapia Oncologica, Arcispedale di Santa Maria Nuova, Reggio Emilia (Italy); Olmi, P [Dipartimento di Radioterapia, Istituto Nazionale per lo studio e la cura dei Tumori, Milano (Italy)

    2008-07-01

    Intensity-Modulated Radiation Therapy (IMRT) is an advanced and promising technique of external beam irradiation. IMRT is able to conform the dose distribution to the 3D tumour shape also for complex geometries, preserving surrounding normal tissues and reducing the probability of side effects. IMRT is a time consuming and complex technique and its use demands high level quality assurance. It is, therefore, very important to define conditions for its utilization. Professionals of Radiotherapy Centres, with experience in the IMRT use, have constituted a multidisciplinary working group with the aim of developing indications in this field. Purpose of the present document is to highlight relevant aspects of the technique, but also to underline the high complexity of the technique, whose implementation requires extreme attention of the staff of Radiotherapy Centres involved. [Italian] La Radioterapia ad Intensita Modulata (Intensity Modulated Radiation Therapy, IMRT) rappresenta una delle piu avanzate e promettenti tecniche di radioterapia oncologica. La possibilita di adattare la distribuzione della dose terapeutica alla geometria, anche molto complessa, di una massa tumorale consente di salvaguardare in modo ottimale i tessuti sani adiacenti riducendo quindi la probabilita di complicanze. L'IMRT e una tecnica di difficile esecuzione, dispendiosa per tempo impiegato e richiede particolare precisione. E quindi fondamentale cercare di definire in quali situazioni puo essere appropriato il suo impiego. Per questo si e costituito un gruppo di lavoro che ha visto coinvolti, con un approccio multidisciplinare, i Centri Italiani di Radioterapia con maggior esperienza nell'uso di questa tecnica. Questo documento si e posto come obiettivo quello di delineare le peculiarita della tecnica e di evidenziare come la sua elevata complessita esiga il massimo rigore nella sua implementazione.

  5. Raccomandazione CM/ Rec(20145 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sull’importanza delle competenze nella(e lingua(e di scolarizzazione per l’equità e la qualità nell’istruzione e per il successo scolastico

    (Adottata dal Comitato dei Ministri il 2 Raccomandazione C/M Rec(20145

    2015-02-01

    Full Text Available L’espressione “lingua di scolarizzazione” è usata per indicare la “lingua usata per fini di studio” e fa riferimento alla lingua (nazionale o maggioritaria nelle sue diverse varietà diafasiche ma anche diamesiche e comprende la lingua usata nella vita scolastica, la lingua usata dall’insegnante per esporre oralmente i contenuti disciplinari e per svolgere l’attività didattica, la lingua usata per l’assegnazione e lo svolgimento dei compiti e delle attività scolastiche, la lingua per la valutazione e/o la certificazione degli apprendimenti, la lingua interdisciplinare e metalinguistica trasversale alle diverse discipline di insegnamento, la lingua di ciascuna disciplina, la lingua dei materiali e dei testi (manuali, articoli, testi di divulgazione, enciclopedie, ecc, su stampa o su siti Internet per l’insegnamento/apprendimento disciplinare. È, insomma, la lingua attraverso la quale si costruiscono gli apprendimenti scolastici (saperi, nozioni, ragionamenti, comportamenti, ecc. quale che sia la lingua madre degli apprendenti.La Raccomandazione approvata dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa che qui si presenta sottolinea come la padronanza della lingua di scolarizzazione sia indispensabile per il successo scolastico degli apprendenti immigrati come degli apprendenti la cui lingua di scolarizzazione è anche la lingua madre usata nella comunicazione ordinaria e in particolare per gli apprendenti cosiddetti “vulnerabili” che provengono da ambienti socio-economicamente e culturalmente svantaggiati. Far acquisire tale padronanza è un compito e una responsabilità dei decisori politici così come di tutti gli insegnanti (tutti gli insegnanti sono insegnanti di lingua; il rapporto che accompagna la Raccomandazione suggerisce strategie e modalità da implementare nella definizione dei curricoli e nelle pratiche di insegnamento a scuola.  Recommendation CM/Rec(20145of the Committee of Ministers to member

  6. Raccomandazione CM/ Rec(20145 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sull’importanza delle competenze nella(e lingua(e di scolarizzazione per l’equità e la qualità nell’istruzione e per il successo scolastico

    (Adottata dal Comitato dei Ministri il 2 aprile 2014 in occasione della riunione 1196 dei Delegati dei Ministri Raccomandazione C/M Rec(20145

    2014-07-01

    Full Text Available L’espressione “lingua di scolarizzazione” è usata per indicare la “lingua usata per fini di studio” e fa riferimento alla lingua (nazionale o maggioritaria nelle sue diverse varietà diafasiche ma anche diamesiche e comprende la lingua usata nella vita scolastica, la lingua usata dall’insegnante per esporre oralmente i contenuti disciplinari e per svolgere l’attività didattica, la lingua usata per l’assegnazione e lo svolgimento dei compiti e delle attività scolastiche, la lingua per la valutazione e/o la certificazione degli apprendimenti, la lingua interdisciplinare e metalinguistica trasversale alle diverse discipline di insegnamento, la lingua di ciascuna disciplina, la lingua dei materiali e dei testi (manuali, articoli, testi di divulgazione, enciclopedie, ecc, su stampa o su siti Internet per l’insegnamento/apprendimento disciplinare. È, insomma, la lingua attraverso la quale si costruiscono gli apprendimenti scolastici (saperi, nozioni, ragionamenti, comportamenti, ecc. quale che sia la lingua madre degli apprendenti.La Raccomandazione approvata dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa che qui si presenta sottolinea come la padronanza della lingua di scolarizzazione sia indispensabile per il successo scolastico degli apprendenti immigrati come degli apprendenti la cui lingua di scolarizzazione è anche la lingua madre usata nella comunicazione ordinaria e in particolare per gli apprendenti cosiddetti “vulnerabili” che provengono da ambienti socio-economicamente e culturalmente svantaggiati. Far acquisire tale padronanza è un compito e una responsabilità dei decisori politici così come di tutti gli insegnanti (tutti gli insegnanti sono insegnanti di lingua; il rapporto che accompagna la Raccomandazione suggerisce strategie e modalità da implementare nella definizione dei curricoli e nelle pratiche di insegnamento a scuola.  Recommendation CM/Rec(20145 of the Committee of Ministers to member States

  7. Organic aerosols from biomass burning in Amazonian rain forest and their impact onto the environment; La combustione di biomassa nella Foresta Amazzonica Aerosoli organici e impatto sull'ambiente

    Cecinato, A; Mabilia, R [Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto sull' Inquinamento Atmosferico, Monterotondo Scalo, RM (Italy); De Castro Vasconcellos, P [Sao Paulo Universidad, Sao Paulo (Brazil). Instituto de Pesquisas Energeticas e Nucleares, Dept. de Engenharia Quimica Ambiental

    2001-03-01

    A field campaign performed in Southern Brazilian Amazonia in 1993 has proved that this region is subjected to fallout of particulated exhausts released by fires of forestal biomass. In fact, organic content of aerosols collected at urban sites located on the border of pluvial forest, about 50 km from fires, was similar to that of biomass burning exhausts. Aerosol composition is indicative of dolous origin of fires. However, organic contents seems to be influenced by two additional sources, i. e. motor vehicle and high vegetation emission. Chemical pattern of organic aerosols released by biomass burning of forest seems to promote occurrence of photochemical smog episodes in that region. [Italian] Una campagna di misura realizzata nella regione amazzonica nel 1993 ha dimostrato la ricaduta sull'area circostante dei prodotti di combustione della biomassa forestale, attraverso la speciazione degli aerosoli atmosferici raccolti in un sito urbano posto ai margini della foresta, tuttavia le poveri sospese rivelano l'origine dolosa degli incendi. La composizione chimica degli aerosoli organici provenienti dalla combustione di biomassa sembra favorire i processi di smog fotochimico nella regione.

  8. Workshop Euratom Directive 97/43. New trends in radiation protection in clinical practice, in research and in regulation; Giornata di studio La Direttiva Europea 97/43: nuovi orientamenti per la radioprotezione nella pratica clinica, nella ricerca e nel quadro normativo

    Mazzei, F [ed.; Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy). Lab. di Fisica

    1999-07-01

    The Euratom Directive 97/43 on health protection of individuals against the dangers of ionizing radiation in relation to medical exposure is presented. In particular the following topics are focused, with a multidisciplinary approach, on: diagnostic reference levels in radiodiagnostics and nuclear medicine; radiation protection in paediatrics, in interventional radiology and in computer tomography; radiation protection radiotherapy, radiation protection in medical research; radiation protection in prenatal and neonatal exposure; radiation protection in medical-legal exposures. [Italian] Il rapporto raccoglie una presentazione della Direttiva Euratom 97/43 riguardante la protezione sanitaria delle persone contro i pericoli delle radiazioni ionizzanti connessi a esposizioni mediche. In particolare sono affrontati in modo interdisciplinare i seguenti argomenti: livelli diagnostici di riferimento in radiodiagnostica e in medicina nucleare; radioprotezione nelle esposizioni in eta' pediatrica, in radiologica interventistica e in tomografia computerizzata; radioprotezione in radioterapia; radioprotezione nella ricerca scientifica clinica; radioprotezione nell'esposizione in eta' prenatale e neonatale; esposizioni potenziali e radioprotezione nelle esposizioni medico-legali.

  9. Workshop Euratom Directive 97/43. New trends in radiation protection in clinical practice, in research and in regulation; Giornata di studio La Direttiva Europea 97/43: nuovi orientamenti per la radioprotezione nella pratica clinica, nella ricerca e nel quadro normativo

    Mazzei, F. [ed.] [Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy). Lab. di Fisica

    1999-07-01

    The Euratom Directive 97/43 on health protection of individuals against the dangers of ionizing radiation in relation to medical exposure is presented. In particular the following topics are focused, with a multidisciplinary approach, on: diagnostic reference levels in radiodiagnostics and nuclear medicine; radiation protection in paediatrics, in interventional radiology and in computer tomography; radiation protection radiotherapy, radiation protection in medical research; radiation protection in prenatal and neonatal exposure; radiation protection in medical-legal exposures. [Italian] Il rapporto raccoglie una presentazione della Direttiva Euratom 97/43 riguardante la protezione sanitaria delle persone contro i pericoli delle radiazioni ionizzanti connessi a esposizioni mediche. In particolare sono affrontati in modo interdisciplinare i seguenti argomenti: livelli diagnostici di riferimento in radiodiagnostica e in medicina nucleare; radioprotezione nelle esposizioni in eta' pediatrica, in radiologica interventistica e in tomografia computerizzata; radioprotezione in radioterapia; radioprotezione nella ricerca scientifica clinica; radioprotezione nell'esposizione in eta' prenatale e neonatale; esposizioni potenziali e radioprotezione nelle esposizioni medico-legali.

  10. Liturgia nella città. Musica nella città

    Petersen, Nils Holger

    2011-01-01

    brief overview concerning the roles, functions and performative contexts of the liturgy and music in medieval cities......brief overview concerning the roles, functions and performative contexts of the liturgy and music in medieval cities...

  11. tempo astorico e spazio mitologico nella riflessione e nella pratica ...

    User

    “Tempo astorico” e “spazio mitologico” in Pirandello? Esiste dunque un Pirandello mitologico? È possibile parlare non tanto di miti ma di vera e propria mitologia per uno scrittore come l'Agrigentino che è, senz'ombra di dubbio, il massimo drammaturgo italiano della modernità ed è conosciuto internazionalmente come ...

  12. Cinquant’anni di esperienze nella gestione dei centri storici in un caso esemplare / Fifty years of experience in the management of city centres: an exemplary case

    Luca Gullì

    2012-05-01

    Full Text Available Il dibattito sull’ambiente antico e sull’inesauribile varietà di approcci che ne qualificano gli interventi di tutela riabilitazione è un tema che si ripresenta ciclicamente e con profili sempre diversi. Attraverso lo studio delle politiche di tutela, delle esperienze amministrative e della prassi di governo del patrimonio storico, dal primo dopoguerra agli anni Settanta, si può cercare di comprendere quali sono i presupposti che hanno portato a collocare il tema della tutela entro quella nuova cultura della città, sorta in ambito al dibattito urbanistico nazionale e che ha assunto il tema specialistico della tutela come campo di sperimentazione per la ridefinizione delle più ampie strategie di amministrazione della città, con progetti finalizzati alla conservazione del tessuto urbano storico nella sua globalità. Con il Piano per il centro storico di Bologna del 1969 e il successivo Peep del 1973, nonché con le vicende amministrative che ne hanno accompagnato l’attuazione e la gestione per più di venti anni, il centro storico diventa al contempo un campo di sperimentazione di politiche urbanistiche, politiche sociali e politiche di tutela del patrimonio storico. Nel mirare ad una tutela multidimensionale dei tessuti storici, i programmi elaborati dalle pubbliche amministrazioni hanno comportato la necessità di spostare il fuoco del progetto urbanistico per i tessuti storici verso una difficile integrazione tra istanze di conservazione dell’ambiente costruito, dei suoi manufatti e dello spazio collettivo, ed esigenze di governo complessivo delle dinamiche di trasformazione ed uso della città. The debate on urban renewal of historical city centers continues to propose new arguments, connected to the difficulties carried on by new uses demands, that carry on an equal variety of technical instruments and political options. A long period reconstruction of significanti italian conservation policies for ancient cities - from the

  13. 3D angiography in the evaluation of intracranial aneurysms before and after treatment. Initial experience; L'angiografia 3D nella valutazione pre e post-trattamento degli aneurismi intracranici. Esperienza preliminare

    Lauriola, Walter; Nardella, Michele; Strizzi, Vincenzo; Florio, Francesco [Casa Sollievo della Sofferenza, IRCCS San Giovanni Rotondo (Italy). Radiologia Interventistica; Cali, Alessandro; D' Angelo, Vincenzo [Casa Sollievo della Sofferenza, IRCCS San Giovanni Rotondo (Italy). Divisione di Neurochirugia

    2005-02-01

    optimisation of the technique in terms of anatomical detail and reconstruction time. [Italian] Scopo: Scopo del lavoro e' valutare i vantaggi dell'angiografia 3D nei confronti di quella 2D, nello studio degli aneurismi intracranici pre e post trattamento ed in particolare nella scelta e nella pianificazione del trattamento. Materiale e metodi: E' stato effettuato uno studio retrospettivo, pre e post-trattamento, di 30 aneurismi intracranici. la popolazione studio e' composta di 12 maschi e 18 femmine con range di eta' 35-77 anni, eta' media 58 anni. 18 aneurismi sono stati trattati chirurgicamente, 10 con tecnica endovascolare e 2 con trattamento combinato. E' stato eseguito il confronto tra reperti 2D e 3D DSA pre e post trattamento: le immagini angiografiche pre-trattamento sono state confrontate anche con i rispettivi reperti operatori. Sono stati presi in esame e confrontati i seguenti parametri: dimensioni della sacca e del colletto, individuazione di vasi coinvolti nell'aneurisma, valutazione del residuo post-trattamento. Risultati: L'esame 2D DSA ha consentito uno studio ottimale della sacca e del colletto rispettivamente nel 45% e 15%, sufficiente nel 10% e 35%, insoddisfacente nel 5% e 50% dei casi. Il corrispettivo esame 3D DSA ha permesso uno studio ottimale della sacca e del colletto nel 100% dei casi. La 3D DSA ha correttamente evidenziato 8 aneurismi (100%) con vaso coinvolto nella sacca e/o nel colletto; 4 (50%) di questi erano sfuggiti all'esame 2D, che ha inoltre erroneamente suggerito l'esistenza di vaso coinvolto in altri 2 casi (falsi +). L'esame angiografico 3D si e' mostrato superiore all'analogo 2D anche nella valutazione del residuo negli aneurismi trattati con clipping. Infine e' apparsa rilevante la capacita' della 3D DSA nel ridurre il numero di proiezioni radiografiche, la quantita' di mdc, il tempo ed i rischi connessi alla procedura, necessari per una valutazione

  14. Archaïsme et construction identitaire en Grande-Grèce : notes sur le Palladion d’Athénadans la céramique italiote Archaism and Construction of Identity in Magna Graecia : Notes on the Palladion of Athena in the Italiot Ceramics Arcaismo e costruzione di identità nella Magna Grecia: note sul Palladion di Atena nella ceramica italiota

    Claude Pouzadoux

    2011-07-01

    Full Text Available Cet article se penche sur la nature et la signification des éléments d’archaïsme que l’on peut repérer dans la céramique italiote de la deuxième moitié du IVe siècle avant J.-C. Il s'intéresse notamment à la représentation du Palladion d'Athéna.This article focuses on the nature and meaning of the archaic elements that can be identified in the Italiot ceramics of the second half of the fourth century BC. Its interests include the representation of the Palladion of Athena.Questo articolo si sofferma sulla natura e il significato degli elementi arcaici che si rinvengono nella ceramica italiota della seconda metà del IV sec. a.C. Affrontra in particolare la rappresentazione del Palladion di Atena

  15. Stelle, galassie e universo Fondamenti di astrofisica

    Ferrari, Attilio

    2011-01-01

    Scopo del testo e' introdurre i concetti base della fisica stellare, della fisica delle galassie e della cosmologia con approccio essenzialmente fisico. La prima parte presenta le tecniche osservative sia nella banda ottica, sia nelle alte frequenze e nella banda radio. La parte dedicata alle stelle discute modelli di struttura e l’evoluzione. La terza parte e’ dedicata alle galassie, morfologia, formazione ed evoluzione, per giungere allo studio della distribuzione sulle grandi scale. La sezione di cosmologia presenta i modelli cosmologici relativistici, con la discussione del big-bang, inflazione, materia oscura, energia oscura. Il testo rappresenta la raccolta delle lezioni tenute dall’autore per i corsi introduttivi di astrofisica delle lauree specialistiche in Fisica e Astrofisica nei passati 30 anni, ma include elementi avanzati utili per corsi introduttivi di astrofisica nel dottorato in Fisica. Il testo e' anche stato utilizzato in forma preliminare da colleghi di altre sedi.

  16. A method for optimization of patient dose estimation in conventional radiology; Un metodo per l'ottimizzazione della stima della dose al paziente nella radiologia tradizionale

    Tofani, A.; Del Corona, A. [Azienda Unita' Sanitaria Locale 6, Livorno (Italy). Unita' Ospedaliera di Fisica Sanitaria; Niespolo, A. [Azienda Ospedaliera Pisana, Pisa (Italy). Unita' Ospedaliera di Fisica Sanitaria

    2000-05-01

    found to depend on the average body surface, a parameter which takes into account both patient height and mass. Thus, determining the normalization factor for each projection and each view allows to estimate the absorbed dose under different geometrical conditions. The method has been verified by considering four of the most common X-ray procedures (chest AP, cervical spine LAT, lumbar spine AP and head LAT). The average error on dose estimation is about 13 %. In the very next future the method will be extended to all the projections and views of ICRP Report no. 34, and we plant to integrate the described algorithm in a computer program devoted to the automatic computation of patient dose. [Italian] Il metodo raccomandato dalla International Commission on Radiological Protection (ICRP) nel suo Report n. 34(1982) per il calcolo della dose al paziente negli esami di radiodiagnostica e' basato su dati dosimetrici tabulati ottenuti mediante simulazioni Monte Carlo su fantocci antropomorfi descritti da semplici funzioni matematiche. Nel caso del calcolo della dose per un paziente adulto, le limitazioni principali di questo metodo sono due: in primo luogo i parametri geometrici dell'esame - e in particolare la distanza fuoco-pellicola e il formato della pellicola- sono fissi, e questo rende problematico l'utilizzo dei dati dosimetrici nelle condizioni effettive in cui si e' svolto l'esame, che in genere non coincideranno con quelle standard ICRP. Inoltre quando le dimensioni e la massa del paziente differiscono sensibilmente da quelle del fantoccio utilizzato nelle simulazioni (il cosidetto uomo di riferimento, di altezza pari a 174 cm e massa di 70,9 Kg) il metodo ICRP puo' portare a errori considerevoli nella stima della dose. Lo scopo del presente lavoro e' quello di indicare una possibile via di uscita per superare queste limitazioni. L'algoritmo proposto in questo lavoro si basa sull'applicazione del metodo suggerito da Huda e

  17. Cultura letteraria nella Spagna del XVI secolo. Le «Treze questiones muy famosas sacadas del Philocolo del famoso Juan Boccaccio»

    Carmen Fatima Blanco Valdés

    2017-12-01

    Full Text Available Nel 1546 si pubblica a Siviglia una traduzione “non autorizzata” dell’episodio delle «Tredici Questioni d’amore» che fanno parte del IV libro del Filocolo di Boccaccio. Lo stesso anno, a Toledo, si pubblica la traduzione dello stesso testo, questa volta con il permesso dei traduttori. Di quest’ultima si faranno due riedizioni, la prima a Toledo nel 1549 e la seconda a Venezia nel 1553. La traduzione è opera di due traduttori: Diego López de Ayala, canonico della cattedrale di Toledo, che si occupa della traduzione del testo, e Diego de Salazar, che compone dei poemetti che servono come riassunto sia dell’argo- mento di ognuna delle questioni sia della soluzione finale. Entrambi i traduttori collaboreranno nuovamente nella traduzione dell’Arcadia di Sannazaro. Da ricerche precedenti si può stabilire come testo base della traduzione l’incunabolo veneto del Filocolo del 1472 (riedito nel 1481, 1488 e 1497. L’articolo confronta contrastivamente i due testi per individuare, in un primo momento, le differenti tecniche e strategie traduttologiche usate da López de Ayala. Scopo dello studio non è solo quello di descrivere queste tecniche, ma anche di metterle in rapporto con vari aspetti che riguardano la cultura editoriale e la situazione sociale della Spagna del XVI secolo, come il nuovo tipo di lettori, la censura letteraria – ragione per la quale, a nostro avviso, il traduttore modifica e manipola frammenti del testo – o la finalità ultima del testo che vede modificata la sua funzione testuale rispetto al testo d’origine. In effetti, la traduzione spagnola si avvicina piú a una specie di catalogo di casistica amorosa con intenzionalità didattica e moraleggiante, diversa dalla funzione di diletto del romanzo sentimentale di derivazione alessandrina scritto da Boccaccio. Prima di affrontare l’analisi della traduzione si offre un’introduzione in cui vengono contestualizzate la storia editoriale della Spagna del

  18. MR imaging in the diagnosis of the os trigonum syndrome; Il ruolo della Risonanza Magnetica nella diagnosi della sindrome dell'os trigonum

    Tamburrini, O.; Porpiglia, H.; Barresi, D.; Bertucci, B.; Console, D. [Catanzaro Univ. Magna Grecia, Catanzaro (Italy). Radiologia, Dipt. di Medicina Sperimentale e Clinica

    1999-12-01

    RM nell'ambito delle malattie dolorose del retropiede e piu' in particolare nella sindrome dell'os trigonum, in considerazione della notevole difficolta' clinica per la corretta diagnosi. Lo studio e' stato condotto su sette pazienti che lamentavano dolore al retropiede da piu' di quattro mesi (maschi/femmine=1/6), con eta' compresa tra 16 e 22 anni (eta' media 18,6 anni); 3/7 praticavano attivita' agonistica sportiva, 4/7 danza classica. In 2/7 pazienti l'os trigonum presentava margini irregolari con sclerosi subcondrale e ampliamento della sincondrosi. In 3/7 pazienti e' stata documentata tenosinovite del tendine flessore lungo dell'alluce causata verosimilmente dalla sua compressione e spostamento all'interno della propria guaina, senza ne' alterazione dell'intensita' di segnale dell'os trigonum, ne' ampliamento della sincondrosi. In 1/7 pazienti sono stati rilevati ipertrofia dell'os trigonum, modico ampliamento della sincondrosi e segni importanti di edema midollare nell'os trigonum e nel processo posteriore dell'astragalo. In 1/7 pazienti, pur in presenza di os trigonum rilevato all'esame radiologico tradizionale, l'esame RM non ha documentato alcuno dei segni da riferire a sindrome dell'os trigonum: la diagnosi definitiva e' stata tendinite achillea. La RM e' l'unica metodica che fornisce importanti informazioni sul coinvolgimento dei tessuti molli, della superficie condro-ossea e sulle reazioni sinoviali riuscendo percio' a dimostrare chiaramente l'eventuale coesistente tenosinovite del tendine flessore lungo dell'alluce ed inoltre provvedendo a fornire informazioni dettagliate per il corretto approccio terapeutico. In conclusione, nell'ambito delle malattie dolorose del retropiede da cause ossee, laddove si sospetti clinicamente la sindrome dell'os trigonum, la non invasivita' della RM

  19. Multidetector CT: a new gold standard in the diagnosis of pulmonary embolism? State of the art and diagnostic algorithms; La TC multitettore: il nuovo gold standard nella diagnosi di embolia polmonare? Stato dell'arte e algoritmi diagnostici

    Russo, Vincenzo; Piva, Tommaso; Lovato, Luigi; Fattori, Rossella; Gavelli, Giampaolo [Policlinico S. Orsola, Bologna (Italy). Dipartimento di Radiologia Radiologia III

    2005-02-01

    Purpose: From the early 90s, spiral CT technology has considerably changed the diagnostic capability of Pulmonary Embolism (PE), giving a direct vision of intravascular thrombi. Further technological progress has straightened its diagnostic impact leading to an essential role in clinical practice. The advent of Multi-Detector CT (MDCT) has subsequently increased the reliability of this technique to the point of undermining the role of pulmonary angiography as the gold standard and occupying a central position in diagnostic algorithms. The aim of this paper is to appraise this evolution by means of a meta-analysis of the relevant literature from 1995 to 2004. Results: The review of the literature showed the sensitivity and specificity of CT to have increased from 37-94% and 91-100% (single detector CT) to 87-94% and 94-100% (4-channel multidetector CT), especially thanks to the possibility of depicting subsegmental clots, with an interobserver agreement of 0.63-0.94 (k). Conclusions: CT is one of the most reliable and effective methods in the diagnosis is PE, with the advantage of being extremely fast and providing alternative diagnoses. Recent improvements in MDCT technology confers the highest value of diagnostic accuracy with respect to other imaging modalities such as scintigraphy, angiography, MRI, D-dimer essay and Doppler US. [Italian] Scopo: Dall'inizio degli anni '90, la tecnologia TC spirale (TCS) ha cambiato notevolmente la capacita' diagnostica di Embolia Polmonare (EP), fornendo una visione diretta dei trombi endoluminali. Successivi progressi tecnologici hanno fortificato il suo impatto diagnostico a tal punto che questa metodica e' ora essenziale nella pratica clinica. L'avvento della TC Multi-Detettore (TCMD) ha aumentato di conseguenza l'affidabilita' di questa tecnica fino a tal punto da scalzare l'angiopneumografia dal ruolo di Gold Standard ed occupare una posizione cantrale negli algoritmi diagnostici

  20. IL RUOLO DELLA FORMAZIONE NELLA PROMOZIONE DELLA LINGUA E DELLA CULTURA ITALIANA. INTERVISTA AL PROFESSOR ROBERTO GRECI, PRESIDE DELLA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA DELL’UNIVERSITÀ DI PARMA

    Valentina Zenoni

    2011-07-01

    Full Text Available La formazione rappresenta uno strumento basilare nella promozione della lingua e della cultura italiana. L’argomento è articolato e complesso perché abbraccia diverse questioni. Da un lato va sostenuto l’utilizzo di mezzi adeguati, come quello telematico, che favoriscono e facilitano la diffusione all’estero. Dall’altro la proposta didattica di università e scuole deve essere riorganizzata alla luce delle nuove esigenze formative. Il ruolo degli atenei italiani potrebbe diventare più incisivo se si adeguassero maggiormente agli standard esteri, in modo da favorire la circolazione di studenti anche verso e non soltanto dall’Italia. Per quanto riguarda, invece, il tipo di formazione da sostenere, va riqualificata quella umanistica e tradizionale, non perché rappresenti la cultura nella sua totalità ma perché costituisce un patrimonio che caratterizza il nostro paese e non deve andare perso. Abbiamo parlato di queste tematiche con il Professor Roberto Greci, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Parma e Presidente del Consiglio scientifico e didattico del Consorzio Interuniversitario ICoN, Italian Culture On the Net.     The role of training in the promotion of Italian language and culture. An interview with Professor Roberto Greci, Dean of the Literature and Philosophy Faculty at the University of Parma   Training represents a basic tool in promoting Italian language and culture.  The topic is complex because it encompasses diverse issues.  On the one hand appropriate means are needed, like telematic resources, which encourage and facilitate spreading abroad.  On the other, university and school courses need to be reorganized in light of the new training needs.  The role of Italian universities could to be stronger if they met foreign standards, to promote the circulation of students towards and not just away from Italy.  As far as regards the type of training to be undertaken, the humanistic

  1. Statistical sources and methodology of elaboration for the regional, national and European energy indicators; Fonti statistiche e metodologie di elaborazione per gli indicatori energetici regionali, nazionali ed europei

    Bianco, R; Perrella, G [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dip. Energia

    1996-10-01

    This report is aimed to presenting the energy-economic and structural data system called EIS (energy indicators system), about the statistical sources and the different methodologies of data valuation and indicators elaboration. This system, elaborated in the activity of ERG-PROM Division of ENEA (Italian Agency for New Technologies, Energy and the Environment), is aimed to analyze the energy by quantity and quality use, in the different sectors, for each final aim and for every source. In the report are defined all the procedure and unit of measure used to process the data bank, so the reader can to interpret the right meaning of the variables and indicators and can make further process.

  2. Laboratori aperti anche ai fan della fisica

    2005-01-01

    "Masterclasses" is supported from the Infn and involves 18 nations of the Union. In a closed past, the game "the small chemist" had a great success, a game that allowed to realise a common aspiration: put the hands in the chemistry

  3. Fisica del nucleo stelle di neutroni

    Bernardini, Carlo

    1982-01-01

    Studio sistematico delle masse nucleari ; energia di legame ; raggi nucleari dai nuclei speculari ; il nucleo in approssimazione di Thomas-Fermi ; introduzione allo scattering : caratterizzazione cinematica degli urti ; la sezione d'urto ; il fattore di forma dei nuclei ; gli atomi u-mesici ; proprieta elettromagnetiche statiche dei nuclei (momenti di multipolo) ; momento di quadrupolo elettrico dei nuclei ; momento d dipolo magnetico dei nuclei ; metodo delle risonanze magnetiche nucleari (NMR) ; misura del fattore giromagnetico e del momento di quadrupolo ; modelli nucleari a particelle indipendenti, il modello a shell ; l'interazione spin-orbita ; il modello a shell e le linee di Schmidt per il momento magnetico dei nuclei con "A" dispari ; nuclei non sferici (deformati) ; stelle di neutroni.

  4. La nuova fisica che ci aspetta

    Shiga, David

    2007-01-01

    The big accelerator that will enter in function at CERN at the end of the year will have the hard task to verify the relevance of the string theory, today the better candiddate to be the famous "theory of everything" that physicists are looking for since decades. (1 page)

  5. Lezioni di fisica teorica meccanica quantistica

    Verde, Mario

    Ottica geometrica ed ottica ondulatoria ; risoluzion spettrale di Fourier ; meccanica classica e meccanica ondulatoria ; esempi di alcuni moti semplici in meccanica ondulatoria ; operatori lineari e loro rappresentazioni ; formulazione più generale della nuova meccanica ; costanti del movimento ; l'atomo di Idrogeno ; teoria delle perturbazioni.

  6. Fisica degli atomi e dei nuclei

    Bernardini, Carlo

    1965-01-01

    Evidenza della struttura atomica della materia ; le proprietà degli atomi e la meccanica atomica ; gli atomi e le radiazioni elettromagnetiche ; struttura microscopica dello stato gassoso ; struttura microscopica dello stato liquido ; struttura microscopica della stato solido ; proprietà elettriche e magnetiche delle sostanze ; proprietà dei nuclei degli atomi ; le particelle elementari.

  7. La fisica dell'universo iniziale

    Maiani, Luciano

    1994-01-01

    1. Introduzione ; 2. Strutture ; 3. Il moto di Hubble e la connessione cosmica ; 4. Solo tre neutrini ; 5. Materia oscura ; 6. Le fluttuazioni del fondo cosmico ; 7. La rottura della simmetria e il bosone di Higgs ; 8. Il progetto LHC ; 9. Ancora sulla rottura della simmetria ; 10. Conclusioni.

  8. Comunicare fisica all'Americana

    Quigg, Chris; /Fermilab

    2005-11-01

    I survey motivations for education and outreach initiatives in the American context and explore the value of communicating physics for physicists and for the wider society. I describe the roles of large institutions, professional organizations, and funding agencies and cite some individual actions, local activities, and coordinated national programs. I note the emergence of transnational enterprises--not only to carry out research, but to communicate physics. A brief appendix collects some useful internet resources.

  9. CE-Magnetic Resonance mammography for the evaluation of the contralateral breast in patients with diagnosed breast cancer; Ruolo della Risonanza Magnetica con Gd-BOPTA nella valutazione della mammella controlaterale in pazienti con tumore recentemente diagnosticato

    Pediconi, Federica; Venditti, Fiammetta; Padula, Simona; Roselli, Antonella; Moriconi, Enrica; Catalano, Carlo; Passariello, Roberto [La Sapienza Univ., Roma (Italy). Dipartimento di scienze radiologiche; Giacomelli, Laura [La Sapienza Univ., Roma (Italy). Dipartimento di scienze chirurgiche

    2005-07-15

    Purpose. To evaluate the role of contrast-enhanced Magnetic Resonance Mammography (MRM) in the evaluation of the contralateral breast in patients with recently diagnosed breast cancer. Materials and methods. Fifty patients with proved unilateral breast cancer, with a negative contralateral breast at physical examination, ultrasound and mammography, were studied with a 1.5 T magnet (Siemens, Vision Plus, Germany). A bilateral breast surface coil was used. Dynamic 3D Flash T1-weighted sequences were acquired in the axial plane before and 0, 2, 4, 6 and 8 minutes after the administration of 0.1 mmol/kg of Gd-BOPTA at a flow rate of 2 ml/s followed by 10 ml of saline. The level of suspicion was reported on a scale from 0 to 5 following the BI-RADS classification, based on lesion morphology and kinetic features. The results were compared with the histological findings after biopsy or surgery. Results. Fourteen out of 50 patients (28%) had contralateral lesions identified on MRM. Biopsy was performed in four of them for suspicious lesions (BI-RADS 4) while 10 patients underwent surgery because of highly suggestive malignant lesions (BI-RADS 5). Histology diagnosed three fibroadenomas, 5 ductal carcinoma in situ, 2 lobular carcinomas in situ, 3 invasive ductal carcinomas and 1 invasive lobular carcinoma. Contrast enhanced MRM yielded no false negative and three false positives. Conclusions. Our results demonstrate a very good accuracy of Magnetic Resonance Mammography in the detection of synchronous contralateral cancer in patients with newly diagnosed breast cancer. Therefore, contrast-enhanced MRM could be introduced to screen patients with proven breast cancer before they under-go surgery. [Italian] Scopo. Definire il ruolo della Risonanza Magnetica nella valutazione della mammella contro laterale in pazienti con tumore della mammella recentemente diagnosticato. Materiale e metodi. Cinquanta pazienti con tumore monolaterale della mammella e mammella controlaterale

  10. Ecology and ranging behaviour of Red foxes in the city of Oxford / Ecologia e comportamento della volpe (Vulpes vulpes nella città di Oxford

    C. Patrick Doncaster

    1991-07-01

    Full Text Available Abstract Red foxes (Vulpes vulpes living in the city of Oxford, like those in its neighbouring suburbs, are organized into social groups which each defend a territory. While territories in the suburbs are spatially stable, those in the city continually drift in location. They move in synchrony with their neighbours and the prevailing pattern is a honeycomb of group ranges of relatively small but constant size. The city environment is characterized by a high level of disturbance, which may favour range mobility, and by a patchy and highly divided mosaic of habitats. A quantification of patch density leads us to propose an explanation for the small size of territories and the existence of more adults than a single pair, in terms of the dispersion of habitat patches and competition for food resources contained therein. Riassunto Le popolazioni di Volpe (Vulpes vulpes insediate nella città di Oxford e nelle aree suburbane limitrofe sono organizzate in gruppi sociali che difendono un proprio territorio. Mentre i territori nelle aree suburbane sono spazialmente stabili, quelli presenti in città cambiano continuamente posizione. Questi ultimi si muovono sincronicamente con quelli limitrofi e la disposizione prevalente è simile al favo delle api con territori relativamente piccoli, ma di dimensioni costanti. L'ambiente cittadino è caratterizzato da elevato disturbo, che può favorire la mobilita dei territori, e da un mosaico molto vario di ambienti. La presenza di territori di ridotte dimensioni occupati da più adulti e non da una singola coppia di volpi sembra dipendere dall'alternanza e variabilità degli ambienti e dalla competizione per le risorse alimentari.

  11. Il nuovo volto delle città umbre nella restaurazione pontificia: Antonio Mollari a Foligno / The new aspect of Umbria cities during the papal restoration: Antonio Mollari in Foligno

    Paolo Belardi

    2014-04-01

    Full Text Available Il «Concorso per la Decorazione della facciata, e ristauro della Torre», bandito nel febbraio del 1834 dal Comune di Foligno, inaugura la stagione umbra delle “facciate addossate”: vere e proprie maschere di pietra e stucco che non si sostituiscono alla facciate preesistenti, ma si giustappongono ad esse in guisa di contrafforte. In questo modo, nelle zone ad alto rischio sismico, l’esigenza di rinforzo strutturale si connette strettamente alle istanze di aggiornamento di gusto nell’ornato urbano. Antonio Mollari, autore del progetto prescelto dalla commissione deputata dalla Pontificia Accademia di Belle Arti di Bologna, è un pioniere di tale strategia. Il suo progetto di concorso per la nuova facciata del Palazzo Comunale di Foligno lo inserisce a buon diritto nel novero degli architetti e degli ingegneri che, nella prima metà dell’Ottocento, cambiano radicalmente il volto delle città umbre con un lungo elenco di edifici pubblici di grande qualità: Pietro e Vincenzo Ghinelli, Luigi Poletti, Virginio Vespignani, Ireneo Aleandri. The “Concorso per la Decorazione della facciata, e ristauro della Torre” (contest for façade decoration and tower restoration announced in February 1834 by Foligno’s Municipality, inaugurates the Umbrian period of “leaned-against façade”: authentic stone and plaster masks that do not replace preexisting façades, but juxtapose to them as a buttress. Thus, in high seismic risk areas, the necessity of a structural support is strictly connected to the request of a revision of the urban decoration style. Antonio Mollari, author of the project selected by the appointed Bologna’s “Pontificia Accademia di Belle Arti” committee, is a pioneer of the above metioned strategy. His contest project for the new façade of Foligno’s Palazzo Comunale rightfully places him in that group of architects and engineers who, in the first half of the XIXth century, radically changed Umbrian cities aspect with

  12. Prognostic Impact of Diabetes and Prediabetes on Survival Outcomes in Patients With Chronic Heart Failure: A Post-Hoc Analysis of the GISSI-HF (Gruppo Italiano per lo Studio della Sopravvivenza nella Insufficienza Cardiaca-Heart Failure) Trial.

    Dauriz, Marco; Targher, Giovanni; Temporelli, Pier Luigi; Lucci, Donata; Gonzini, Lucio; Nicolosi, Gian Luigi; Marchioli, Roberto; Tognoni, Gianni; Latini, Roberto; Cosmi, Franco; Tavazzi, Luigi; Maggioni, Aldo Pietro

    2017-07-05

    The independent prognostic impact of diabetes mellitus (DM) and prediabetes mellitus (pre-DM) on survival outcomes in patients with chronic heart failure has been investigated in observational registries and randomized, clinical trials, but the results have been often inconclusive or conflicting. We examined the independent prognostic impact of DM and pre-DM on survival outcomes in the GISSI-HF (Gruppo Italiano per lo Studio della Sopravvivenza nella Insufficienza Cardiaca-Heart Failure) trial. We assessed the risk of all-cause death and the composite of all-cause death or cardiovascular hospitalization over a median follow-up period of 3.9 years among the 6935 chronic heart failure participants of the GISSI-HF trial, who were stratified by presence of DM (n=2852), pre-DM (n=2013), and non-DM (n=2070) at baseline. Compared with non-DM patients, those with DM had remarkably higher incidence rates of all-cause death (34.5% versus 24.6%) and the composite end point (63.6% versus 54.7%). Conversely, both event rates were similar between non-DM patients and those with pre-DM. Cox regression analysis showed that DM, but not pre-DM, was associated with an increased risk of all-cause death (adjusted hazard ratio, 1.43; 95% CI, 1.28-1.60) and of the composite end point (adjusted hazard ratio, 1.23; 95% CI, 1.13-1.32), independently of established risk factors. In the DM subgroup, higher hemoglobin A1c was also independently associated with increased risk of both study outcomes (all-cause death: adjusted hazard ratio, 1.21; 95% CI, 1.02-1.43; and composite end point: adjusted hazard ratio, 1.14; 95% CI, 1.01-1.29, respectively). Presence of DM was independently associated with poor long-term survival outcomes in patients with chronic heart failure. URL: http://www.clinicaltrials.gov. Unique identifier: NCT00336336. © 2017 The Authors. Published on behalf of the American Heart Association, Inc., by Wiley.

  13. Computer codes application to evaluate comparative analysis of environmental compatibility between waste treatment plants and site characterization of Matera (southern Italy); Applicazioni del codice di calcolo SITEVAL per l'analisi della compatibilita' ambientale degli impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti alle discariche non controllate presenti nella provincia di Matera

    Cautilli, F.; Musmeci, F.; Tassoni, E. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Ambiente

    1998-07-01

    The report presents the software SITEVAL aimed at tackling the comparative analysis of environmental compatibility between waste treatment plants and hosting areas. The SITEVAL application for non-monitored urban waste landfills in the province of Matera (southern Italy) is showed with the objective to identify the more relevant environmental components in such landfills. [Italian] L'articolo illustra il codice di calcolo SITEVAL utilizzato per analisi comparative di compatibilita' ambientale di impianti di smaltimento di rifiuti con i siti che li ospitano e poi riporta l'applicazione del codice nella situazione della provincia di Matera riguardo allo smaltimento non controllato di rifiuti solidi urbani e alla individuazione delle componenti ambientali piu' sensibili alla presenza di tali discariche nel territorio. Il codice ha permesso di stilare graduatorie di compatibilita' delle discariche non controllate e di definire l'interdipendenza dei risultati dalla scelta dei parametri di input del programma.

  14. Il diritto nella concezione materialistica della storia

    William Mazzaferro

    2014-12-01

    Full Text Available This essay represents an attempt, although not exhaustive, to clarify some theories and practices of law derived from the thougth of Karl Marx, Friedrich Engels and Vladimir Il’ič Ul’janov (Lenin. After a short summary of the “materialist conception of law” contained in some works of this authors, I will focus on some interpretations developed during the 1920s and the 1930s by some soviet (or filo-soviet jurists and by some intellectuals from the Frankfurt School. After that, I will consider some theories of the post-world war II era from the most various areas of study: the “militant legal activity”, the rethink of Frankfurt theories, the Capital-logic interpretation and the state capitalism theory.

  15. Sinonimia, plurisemia e sinestesia nella cucina camerunense

    Monica Dal Pos

    2010-12-01

    Full Text Available Nutrition has proved to be a particularly favourable field of research as a source of anthropological data and for appreciating the richness of ethnolinguistic diversity. This article aims to present some of the linguistic phenomena observed during the field research into street food in Bonanjo, an area in the center of Douala, the economic capital of Cameroon. The Enthnolinguistic material regarding the culinary aspects has been gathered in urban context where different languages and dialects are used in the social communication. This refers primarily to Cameroonian-French, Douala, Ewondo and Eton. The first phenomenon observed is an extension of the synonymous range; in simple terms, there is a great variety of synonyms used to describe the same type of food or key ingredient. The second occurrence reported is an inclination towards the use of synesthesia, for example expressions concerning trade and business commerce. The third phenomenon is polysemy, illustrated by a small sample of linguistic expressions. A number of proverbs and idiomatic expressions in Ewondo, the context used and semantic field of reference were grammatically analyses. The final section of the article illustrates Ewondo’s terminology used in the context of taste perception and the synesthesiae which appeared in the linguistic images.

  16. TEMPO E SPAZIO NELLA LETTERATURA ITALIANA ...

    User

    As a result, between the two imaginary cities, each with a six-month winter and a .... arrow, than the awareness of a thought, than drawing one's finger out of a flame (Par. .... children lose their innocence by the time they become adults; and the ...

  17. L’Italia: una crisi nella crisi

    Alessandro Roncaglia

    2011-01-01

    Full Text Available The article synthesises the large and extending literature on the financial and economic crisis from a Post-Keynesian point of view. The authors take on the position that the international and internal real imbalances are serious and worrying, but yet they are not the cause of the crisis or of its tremendous dimension. The flawed and insufficient regulation of finance is the prime cause of the crisis, as well as it is one of the main hindrances to expansionary macroeconomic policies that may less painfully drive developed countries out of the crisis. It then examines the most recent developments in the euro-area, claiming that we are not facing a sovereign debt crisis but rather a speculative attack on the euro. Finally, the article considers specifically the situation of Italy, currently at the hearth of such an attack, and suggests that the country was already facing critical developments before the 2007/2008 crisis. Thus, the policy measures so far suggested to exit the current stressful situation, in so far as they ignore this fact, seriously run the risk of proving insufficient or altogether noxious.

  18. Momenti nella vita di uno scienziato

    Rossi, Bruno

    1987-01-01

    Nel giro di pochi decenni, la nostra visione del mondo fisico, dal mond subatomico al mondo del cosmo, ha subito una profonda evoluzione. In questo libro, uno degli scienziati che hanno contribuito a tale sviluppo narra la storia della sua vita e del suo lavoro.

  19. Il criterio del costo nella stima immobiliare

    Giovanni Battista Cipolotti

    2013-08-01

    Full Text Available Object of the present analysis is the use of the cost method in estimating real estate as a method of determining the market value, solution proposed by the guidelines for estimating real estate published by the Italian Banking and the International Valuation Standards. In particular, we examined the setting where the real estate evaluation has the production costs as a solution.

  20. Il posto del lavoro nella sicurezza sociale

    Sandro Turcio

    2016-06-01

    Full Text Available The Italian labour market is crossed in various ways by flows of polarization pro- duced by neoliberal policies and the new economy of ICT. Main victims are wom- en, young people, immigrants, especially those labour forces residing in the South. Policies implemented by the government provide partial and sometimes contradic- tory answers. But what is necessary primarily in the South, in addition to the social and labour policies, is the stronger and structural activation of policies for creating demand and not only for increasing labour supply.

  1. Strategie paratestuali nella lirica di Andrea Zanzotto

    Matteo Tarricone

    2016-07-01

      A special perspective on the lyrics of Andrea Zanzotto is the constant reasoning on the constitutive aspects of poetry: an essential meditation to Zanzotto’s writing itself. Obviously, several different fundamental elements cannot but interact with this topic, such as the idea of landscape or of the lyrical I; influences of postmodernity on poetry; state of language and dialect, amongst others. They persist in any case on the background, though the central position is occupied by meta-reflection, which goes through and often matches many of the prevailing elements of this unique versification. Zanzotto expresses those concerns even by means of strategies with which he builds his collections; firstly, the paratext of his books, especially titles and notes; secondly, the distinctive feature of the twentieth - century canzoniere and the criteria designed to underline the strategies founding the collected works. There is really no lack of chance for research. Now, the hunt is on for the scented panther.

  2. Macchine per giuoco nella proposta di Leopardi

    Laura Neri

    2017-06-01

    Full Text Available Un’operetta morale di Leopardi, la Proposta di premi fatta dall’Accademia dei Sillografi, adotta il linguaggio tecnico di un bando di concorso per proporre tre premi agli inventori di tre macchine umane perfette: l’amicizia, la magnanimità, la fedeltà coniugale sono gli obiettivi delle invenzioni scientifiche. Il tono serio cela in realtà la  polemica contro l’antropocentrismo e soprattutto contro l’ottimismo del suo tempo.  One of Leopardi’s Operette morali, Proposta di premi fatta dall’Accademia dei Sillografi, adopts the gergon of a competition notice to propose three prizes to the inventors of three perfect human machines: friendship, magnanimity, conjugal fidelity are the aims of scientific inventions. The serious tone really conceals the controversy against anthropocentrism and above all against the optimism of its time.

  3. TEMPO E SPAZIO NELLA LETTERATURA ITALIANA ...

    User

    Jupiter, Saturn, and the Fixed Stars — with a further sphere beyond: the. Primum Mobile, the source of the motion of all the others, revolving with extreme speed within the infinite Empyrean Heaven, the abode of the blessed enjoying the eternal vision and love of God. In this enclosed world — eventually discarded through ...

  4. Il metodo storico nella critica testuale

    Giangrande, Giusseppe

    2008-01-01

    Se ofrecen ejemplos de cómo es posible explicar por medio de un enfoque histórico pasajes controvertidos de autores griegos y latinos. Passages of Greek and Latin authors which many a critic cannot understand can often be explained by placing them in the proper historical perspective.

  5. L’influenza del cinema d’animazione nella promozione (cineturistica delle destinazioni. Gli effetti del fenomeno Frozen sul turismo norvegese / The influence of animation cinema in the (cinetouristic promotion of destinations. The effects of the Frozen phenomenon on Norwegian tourism

    Enrico Nicosia

    2016-05-01

    Full Text Available Oggi le location sono diventate vere e proprie  destinazioni turistiche,  cioè  luoghi che offrono un insieme di relazioni, prodotti, servizi, elementi naturali ed artificiali, capaci di attrarre un certo numero di visitatori e soddisfarne le attese sia dal punto di vista funzionale che da quello emozionale.  Il Film Induced Tourism è una tendenza che si è affermata negli ultimi anni con la creazione di agenzie turistiche specializzate nel proporre tour guidati alle mete in cui siano state girate famose scene cinematografiche. Secondo diverse statistiche effettuate sul tema del Film Induced Tourism è dimostrato che, anche se è un fenomeno recente, è in crescita nel mercato turistico mondiale e si impone sempre più all’attenzione dei media, dei sociologi e degli operatori turistici. Con questo lavoro si cercherà di analizzare il Film Induced Tourism con l’intento di approcciarsi ad una nuova frontiera: il Cartoon Induced Tourism (il turismo indotto dalla visione di film d’animazione e cartoons, perché non solo la visione di un film o di una serie tv può indurre il potenziale (cineturista a viaggiare. Anche un film d’animazione, che per definizione è pura creazione, può suscitare allo spettatore le stesse emozioni di una pellicola girata in una location “reale” e spingerlo ad esplorare i luoghi da cui i registi hanno preso spunto per costruire o meglio disegnare il set in cui sono ambientati.  Nowadays locations are becoming tourist destinations, offering relations such as products, services, natural and manmade elements, able to attract a certain number of visitors, satisfying expectations from a functional point of view as well as from an emotional one. Film Induced Tourism represent a trend developed in the last years according with the creation of tourist agencies, specialised in guided tour to specific destination in which famous cinematographic scenes have been made. According to various statistics on Film

  6. I capricci del caso Introduzione alla statistica, al calcolo delle probabilità e alla teoria degli errori

    Piazza, Roberto

    2009-01-01

    I metodi probabilistici e statistici giocano un ruolo di primo piano sia nella scienza teorica e sperimentale che nelle applicazioni ingegneristiche, costituendo pertanto un elemento essenziale del bagaglio culturale che uno studente deve acquisire fin dai primi anni di apprendimento universitario. Questo libro, che nasce dall’esperienza didattica accumulata dall’autore nell’insegnamento dei metodi sperimentali, si propone di fornire un’introduzione al calcolo delle probabilità e alla teoria degli errori facendo uso di uno stile di presentazione volutamente informale e traendo spunto da concrete applicazioni sperimentali, spesso attraverso esempi di notevole importanza storica. Così, per esempio, argomenti quali il moto browniano, la diffusione di luce, il decadimento radioattivo, la fisiologia della visione, le statistiche quantistiche e di fotorivelazione, vengono utilizzati per delucidare concetti chiave dell’analisi statistica e probabilistica. Un'enfasi particolare è posta sull’origine e l...

  7. A hybrid solar/diesel water heating system: in medicine area in a hospital in Mexico city; Sistema hibrido de energia solar y diesel para calentamiento de agua: caso en el area de medicina fisica en un hospital en la ciudad de Mexico

    Nolasco Mejia, Miguel; Wolpert Kuri, Jorge [UNAM, Mexico, D.F. (Mexico)

    2000-07-01

    A hybrid solar/diesel water heating system for therapy in a hospital in Mexico is described in this paper. The use of solar energy in hospitals and clinics, represent an environmentally friendly alternative to the burning of fossil fuels. Analysis is made regarding the feasibility of integrating both solar energy and conventional energy (fuel oil) as back up, to satisfy the hot water demand for hydrotherapy in a hospital. Results from simulation show that solar energy is a cheap means to provide up to 60% of the hot water demand. The solar assisted system proposed uses flat plate solar collectors integrated with an existing hot water tank, where water is heated with vapor from a diesel ran boiler. This represents significant savings on the solar system cost. [Spanish] La utilizacion de la energia solar en hospitales y clinicas, representa una posibilidad para obtener ahorros importantes de energia para satisfacer la demanda de agua caliente. En el presente estudio se analiza la demanda de agua caliente para uso en medicina fisica (hidroterapia), en un hospital ubicado en la Cd. De Mexico y la factibilidad de usar la energia solar, empleando como apoyo el sistema tradicional de combustible fosil (diesel). Mediante un analisis termico se determina el calor necesario para satisfacer la demanda de agua caliente. El analisis economico muestra los costos del sistema solar, los ahorros que se tendran y el periodo de recuperacion de la inversion. Los resultados muestran que la utilizacion de la energia solar es factible debido a la disminucion tanto del consumo de combustible, como de las emisiones atmosfericas. Se propone la instalacion de un sistema solar con colectores planos y el aprovechamiento de uno de los dos tanques de agua caliente existentes, donde se efectua la trasferencia de calor al agua por medio de vapor, lo cual disminuye el costo del sistema solar. La aportacion solar puede ser mayor del 60%, el complemento sera aportado por el sistema tradicional con

  8. Particelle e nuclei un'introduzione ai concetti fisici

    Povh, Bogdan; Scholz, Christoph; Zetsche, Frank

    1998-01-01

    Basato sulle lezioni tenute dagli autori all'Università di Heidelberg, il libro offre una panoramica completa e aggiornata della fisica nucleare e delle particelle, per la prima volta presentate in modo unitario. Nella prima delle due parti di cui si compone il volume il lettore viene guidato alla scoperta dei "mattoni dell'universo". L'antica aspirazione ad arrivare, per successive scomposizioni della materia, a una descrizione del mondo in termini di pochi oggetti elementari sembra confortata dalle ultime acquisizioni della fisica: il modello standard, in particolare, offre una spiegazione molto elegante delle complesse interazioni tra particelle.

  9. The role of Multidetector CT in the evaluation of the left atrium and pulmonary veins anatomy before and after radio-frequency catheter ablation for atrial fibrillation. Preliminary results and work in progress.Technical note; Il ruolo della TC Multidetettore nella valutazione anatomica dell'atrio sinistro e delle vene polmonari prima e dopo ablazione percutanea con radiofrequenza della fibrillazione atriale. Risultati preliminari e work in progress

    Centoze, Maurizio; Della Sala, Sabino Walter; Dalla Palma, Francesco [Azienda Provinciale per i servizi sanitari, Trento (Italy). Dipartimento di radiodiagnostica; Del Greco, Maurizio; Marini, Massimiliano [Ospedale S. Chiara, Trento (Italy). U.O. di cardiologia; Nollo, Giandomenico; Ravelli, Flavia [Trento Univ., Trento (Italy). Dipartimento di fisica

    2005-07-15

    Radio-frequency catheter ablation (RFCA) of the distal pulmonary veins is increasingly being used to treat recurrent or refractory atrial fibrillation that doesn't respond to pharmacologic therapy or cardioversion. Successful RFCA of atrial al fibrillation depends on the pre-procedural understanding of the complex anatomy of the distal pulmonary veins and the left atrium. Aim of this parer is to describe the technical main features that characterise the multidetector helical computed tomography in the evaluation of this anatomic region before and after RFCA procedure. The 3D post-processing techniques useful for pre-RFCA planning are straightforward. [Italian] La ablazione percutanea con radiofrequenza (RFCA) del tratto distale delle vene polmonari nella fibrillazione atriale, che non risponde al trattamento farmacologico e alla cardioversione elettrica, e una procedura in grande sviluppo. Il successo del trattamento dipende dalla comprensione della complessa anatomia delle vene polmonari e dell'atrio sinistro. Lo scopo di questo articolo e illustrare gli aspetti tecnici fondamentali che caratterizzano lo studio di questa regione anatomica con TC spirale multidetettore prima e dopo RFCA. Particolare risalto e stato rivolto alle tecniche di post-processing 3D estremamente utili nella pianificazione della procedura di ablazione.

  10. Il ruolo delle infrastrutture nella costruzione e nella percezione del territorio

    Roberto Busi

    2012-08-01

    Full Text Available L’opera di pianificazione del paesaggio non può che passare attraverso la pianificazione delle componenti fisiche del territorio che, oltre agli indubitabili significati ed obiettivi funzionali, sono anche gli elementi costitutivi del paesaggio perché rappresentano le componenti percepibili del territorio medesimo; cosicché la pianificazione paesistica viene ad essere ad un tempo la diretta conseguenza e l’alta motivazione di quella urbanistico-territoriale conferendole motivi, fini e valori elevati.E le infrastrutture sono, come detto, le componenti fisiche primarie dell’antropizzazione del territorio sia in quanto tali, sia in quanto fattore per eccellenza di eventi generanti componenti fisiche.

  11. la carnitina nell'anziano:prospettive terapeutiche

    Tsianaka, Christina

    2012-01-01

    Tra tutte le sostanze la cui concentrazione diminuisce nell invecchiamento, la carnitina riveste un ruolo di importanza fondamentale, data la sua funzione nella produzione di energia. La somministrazione esogena di L-carnitina ed L-acetil-carnitina può consentire la correzione delle funzioni immunologiche e il miglioramento delle funzioni energetiche. L-carnitina determina una riduzione della massa grassa, un aumento della massa muscolare ed inoltre agevola l attività fisica riducendo la fat...

  12. This Pedagogical Work as a Reference to the Research in Physical Education El Trabajo Pedagogico como Referencia para la Pesquisa en Educación Fisica O Trabalho Pedagógico como Referência para a Pesquisa em Educação Física

    2008-08-01

    Full Text Available

    The purpose of this article is to deepen the concept of pedagogical work reference for research in physical education, and under which cientifical bases (epistemological and philosophical (gnoseologic and ontological establish this as a central concept in treatment with the knowledge of the school in current reality of brazilian education inserted into the capitalist mode of production. This conception of pedagogical work leave from a perspective of science understood as product social historic, a phenomenon in continuous evolution, included in the movement of the social formations and determined by the interests and social conflicts which it produces.

    El objectivo deste articulo es aprofundar el concepto de trabajo pedagogico como referencia para la pesquisa en educación fisica, aunque en cual bases cientificas (epistemologicas y filosoficas (gnoseologica y ontologica estabelecen esto como un concepto central en el trato con el conocimiento de la escuela en la actual realidad de la educación brasileña adentrada en el modo de produción capitalista. Esta concepción de trabajo pedagogico parte de una perspectiva de ciencia comprendida como un producto social historico, un fenómeno en continua evolución,  adentrada en el movimiento de las formaciones sociales e determinadas por los intereses e conflictos sociales en los cuais se producen.

    O objetivo deste artigo é  aprofundar o conceito de trabalho pedagógico enquanto referência para a pesquisa em educação física, bem como sob quais bases científicas (epistemológicas e filosóficas (gnoseológicas e ontológicas estabelecem este como um conceito central no trato com o conhecimento da escola na atual realidade da educação brasileira inserida no modo de produção capitalista. Esta concep

  13. L'imminente rivoluzione della fisica delle particelle

    Quigg, Chris

    2008-01-01

    The standard model of particle physics shows its limits if tried to energies over the course of the actual accelerators. That's why, to put aside from the discoveries that it will do, LHC will bring the physics in new worlds. (7 pages)

  14. La bomba A (antimateria) Viaggio ai confini della fisica

    Giorgetti, Giorgio

    2005-01-01

    In Dan Brown's last book, it threatened to destroy Vatican. The antimatter is not a literary invention, but one of the more burning topics of modern physics to such a degree that some scientists call it "antiuniverse" (5 pages)

  15. Il metodo della fisica e le problematiche della biologia

    Tripodi, G

    2007-07-01

    Full Text Available Following the ancient Hermetic aphorism solve et coagula, we investigate the nature of the interface between physics and biology by moving up and down the different temporal and spatial scales which enter the description of natural phenomena. Various indications seem to support both the existence of such an interface and the possibility of finding methods, languages, and targets shared by such two disciplines. However, this possibility becomes remote if one moves further and further from the microscopic level of atoms and molecules (and, correspondingly, of molecular biology. We conclude that the biologically founded epistemology proposed by Maturana and Varela as well as cultural anthropology and sociology cannot yet be treated with the methodology of physics.

  16. Bruno Touschek e l'arte della fisica

    Agapito, Enrico

    2007-01-01

    Bruno Touschek, nato a Vienna nel 1921 e morto a Igls, in Austria, nel 1978, fu il fisico che nel 1960 progettò e portò a compimento, la costruzione di AdA, il primo Anello di Accumulazione di materia e antimateria (elettroni e positroni), presso i Laboratori del CNEN di Frascati.

  17. Atividade fisica em gestantes assistidas na atencao primaria a saude

    Maria Antonieta de Barros Leite Carvalhaes

    2013-10-01

    Full Text Available OBJETIVO Analisar o padrão de atividade física de gestantes de baixo risco e os fatores associados. MÉTODOS Estudo transversal com 256 gestantes adultas no segundo trimestre gestacional, sorteadas dentre as assistidas pelas unidades de atenção primária à saúde do município de Botucatu, SP, em 2010. As atividades físicas foram investigadas por meio do “pregnancy physical activity questionnaire”, verificando-se tempo e intensidade de atividades ocupacionais, de deslocamento, domésticas e de lazer, expressos em equivalentes metabólicos dia. As gestantes foram classificadas segundo nível de atividade e em relação a atingir 150 min/semana de atividades físicas de lazer, variáveis dependentes do estudo. A associação entre essas variáveis e as socioeconômicas, características maternas, fatores comportamentais e modelo de atenção da unidade de saúde foi avaliada mediante modelos de regressão de Poisson com variância robusta, adotando-se modelo hierárquico. RESULTADOS A maior parte das gestantes era insuficientemente ativa (77,7%, 12,5% moderadamente ativa e 9,8% vigorosamente ativa. Os maiores gastos diários de energia foram com atividades domésticas, seguidas pelas atividades de locomoção; 10,2% atingiram a recomendação de 150 min semanais de atividades físicas de lazer. Trabalho fora de casa reduziu a chance de atingir essa recomendação (RP = 0,39, IC95% 0,16;0,93. Ter tido pelo menos um parto anterior (RP = 0,87, IC95% 0,77;0,99 e excesso ponderal pré-gestacional (RP = 0,85, IC95% 0,731;0,99 reduziram a chance de ser insuficientemente ativa, enquanto consumir menos alimentos saudáveis teve aumento discreto (RP = 1,18, IC95% 1,02;1,36. CONCLUSÕES Gestantes assistidas na atenção primária à saúde são insuficientemente ativas. Ter tido pelo menos um parto e apresentar sobrepeso pré-gestacional foram identificados como fatores protetores contra tal situação, enquanto consumo menos frequente de alimentos saudáveis foi fator de risco, sugerindo aglomeração de fatores de risco à saúde.

  18. La fisica diventa industria con l'Infn

    Mameli, Rosanna

    2004-01-01

    The Institute supported the birth of the implication for international companies. The italian researches find applications in numerous fields: from Space to cultural events, from atmosphere to medicine

  19. Un año para la Fisica

    Ynduráin, Francisco J

    2005-01-01

    Hundred years ago, Albert Einstein began to publish the articles which led him to the theory of relativity; Commemorative acts will begin next month: the year 2005 has been indicated as "Year of the Physics"

  20. Nel tunnel alla ricerca di una nuova fisica

    Durante, Elisabetta

    2003-01-01

    The Large Hadron Collider is at the top of world-wide science for particle physics. It promises to open the road to a new knowledge of the universe and its nature. Luciano Maiani and Robert Aymar, actual and future Director Generals of CERN, explain the aims of this most powerful instrument, the difficulties and the industrial repercussions, among which will be the "Grid", that will change the telecommunications (4 pages)

  1. Fisica e oltre incontri con i protagonisti (1920-1965)

    Heisenberg, Werner

    1984-01-01

    In quest'opera, a un tempo rievocazione storica e autobiografia scientifica, Heisenberg intreccia in un'unica trama tre fili distinti: la propria vicenda personale di uomo e di scienziato, la nascita e lo sviluppo della meccanica quantistica e dei suoi corollari filosofici, la grande storia dal 1920 agli anni sessanta, con il nazismo, la guerra e la pace. Le date che contrassegnano i vari capitoli scandiscono i punti di svolta di un cinquantennio cruciale per i destini dell'Europa e del mondo. Ma ad Heisenberg esse ricordano soprattutto incontri e confronti con altre figure eminenti di scienziati - da Planck ad Einstein, da Bohr a Pauli - che lo intrattengono in dialoghi di stampo platonico sui massimi problemi della scienza, della filosofia e della politica. Prefazione di Eugenio Scalfari.

  2. Cronache dell'universo fisica moderna e cosmologia

    Regge, Tullio

    1981-01-01

    Dall'infinitamente piccolo all'infinitamente grande: è il viaggio che ci propone Tullio Regge, che oltre ad essere uno dei massimi fisici contemporanei, ha rivelato un talento eccezionale per la divulgazione.

  3. L’ Istituto di Fisica Applicata “Nello Carrara”

    Salvatore Siano

    2016-05-01

    THz-GHz ranges for the study of the constituent materials and the state of conservation of cultural heritage. The research focuses on devices for non-invasive and in situ characterization of materials and for imaging, as well as on procedures of multivariate analysis of spectral data. Remote sensing techniques based on fluorescence LIDAR were applied for the first time in the survey of monuments by IFAC. Advanced diagnostic, such as LIPS (laser induced plasma spectroscopy and 3D microscopy were originally developed for archeometric studies. In the field of restoration, IFAC has been a pioneer in the development of laser systems for cleaning of works of art made in stone, metal and painted surfaces, transferring these technologies to the Italian industry, which has become a world leader.

  4. Epilepsy And Physical Activity [epilepsia E Atividade Fisica

    Castro R.; Pavarin L.B.; Guerreiro C.A.M.

    1999-01-01

    We revised basic concepts on epilepsy, social and psychological issues and implications of the sports practice on epileptic patients. Considering the unquestionable benefits of sporting on the seizures, on body fitness and on patients social and psychological adjustment, we can recommend that one shall encourage it in order to prevent further impairments. The risks related to sport practice are minimal but we cannot ignore them, and, therefore we recommend assessment on individual basis for e...

  5. Le forze della natura il nuovo orizzonte della fisica

    Davies, Paul C W

    1990-01-01

    Vero "cavallo di razza" della divulgazione scientifica, Paul Davies è uno dei rari fisici che sanno farsi seguire dal lettore comune anche quando affrontano argomenti difficili. Ne è una prova il presente volume, una delle migliori illustrazioni disponibili del microcosmo atomico e dell'incredibile fauna che lo abita : non solo la familiare triade protone-elettrone-neutrone, ma le ben più intriganti realtà che vanno sotto il nome di "colore", "incanto", stranezza".

  6. Proyectar y construir para la Fisica de particulas

    Roman, Fernando

    2008-01-01

    CERN, the european organisation for nuclear Research, is the biggest laboratory for particle physics in the world. It was created in 1954, has now 3000 persons and is used by 8000 scientists coming from about 580 universities from 80 nations.... (6 pages)

  7. Prognostic Impact of Elevated Serum Uric Acid Levels on Long-Term Outcomes in Patients with Chronic Heart Failure: A Post-Hoc Analysis of the GISSI-HF (Gruppo Italiano per lo Studio della Sopravvivenza nella Insufficienza Cardiaca-Heart Failure) Trial.

    Mantovani, Alessandro; Targher, Giovanni; Temporelli, Pier Luigi; Lucci, Donata; Gonzini, Lucio; Nicolosi, Gian Luigi; Marchioli, Roberto; Tognoni, Gianni; Latini, Roberto; Cosmi, Franco; Tavazzi, Luigi; Maggioni, Aldo Pietro

    2018-02-22

    The prognostic impact of hyperuricemia on long-term clinical outcomes in patients with chronic heart failure (HF) has been investigated in observational registries and clinical trials, but the results have been often inconclusive. We examined the prognostic impact of elevated serum uric acid levels on long-term clinical outcomes in the GISSI-HF (Gruppo Italiano per lo Studio della Sopravvivenza nella Insufficienza Cardiaca-Heart Failure) trial. We assessed the rates of all-cause death, cardiovascular death, cardiovascular hospitalization and the composite of all-cause death or cardiovascular hospitalization over a median follow-up of 3.9 years among 6683 ambulatory patients with chronic HF. Patients in the 3rd serum uric acid tertile (>7.2 mg/dl) had a nearly 1.8-fold increased risk of all-cause death and cardiovascular death, and a nearly 1.5-fold increased risk of cardiovascular hospitalization and of the composite endpoint compared to those in the 1st uric acid tertile (uric acid ≥7 mg/dl the risk of outcomes increased sharply and linearly. The significant association between elevated serum uric acid levels and adverse outcomes persisted after adjustment for multiple established risk factors, HF etiology, left ventricular ejection fraction, medication use and other potential confounders, with an adjusted hazard ratio of 1.37 (95% CI 1.22-1.55) for all-cause death, 1.48 (1.29-1.69) for cardiovascular death, 1.19 (1.09-1.30) for cardiovascular hospitalization and 1.21 (1.11-1.31) for the composite endpoint, respectively. Elevated serum uric acid levels are independently associated with poor long-term survival and increased risk of cardiovascular hospitalization in patients with chronic HF. Copyright © 2018. Published by Elsevier Inc.

  8. Osteoporosis and prevention. Assessment of mineral density, geometry and biomechanics of bone by means of peripheral quantitative Computed Tomography (pQCT) in premenopausal women assuming phytoestrogens; Osteoporosi e fitoestrogeni: valutazione della densita' minerale ossea mediante tomografia computerizzata quantitativa periferica nelle donne lattoovovegetariane nella premenopausa

    Di Leo, C; Tarolo, G L; Bestetti, A; Tagliabue, L; Del Sole, A; Alberti, G [Ospedale San Paolo, Milan (Italy). Servizio di Medicina Nucleare; Cestaro, B [Milan Univ., Milan (Italy). Cattedra e Scuola di Specializzazione in Medicina Nucleare; Pepe, L [ACN-L' Accessorio Nucleare, Cerro Maggiore, MI (Italy). Lab. Nucleari

    2000-04-01

    Aim of the work was to describe the noninvasive assessment of bone mineral density, geometrical and biochemical properties in premenopausal women with dietary intake of phytoestrogens and comparison of these parameters with those of age-matched female subjects with Mediterranean dietary intake lacking in these substances. Volumetric cortical, trabecular and total mineral density and bone geometrical properties were evaluated with peripheral quantitative computed tomography (pQCT) at the distal radius of the non dominant forearm. pQCT showed higher bone mineral density (total and trabecular) and SSI values in premenopausal with dietary intake of phytoestrogens. Despite the lack of statistical significance, these preliminary results, should further support the few literature findings about the potential role of phytoestrogens consumption in preventing trabecular bone loss. However, further studies are warranted to evaluate definitively postmenopausal osteoporosis. [Italian] Scopo del lavoro e' quello di studiare in modo non-invasivo la densita' minerale, le caratteristiche geometriche e biomeccaniche dell'osso in donne lattoovovegetariane nella premenopausa che assumevano con la dieta fitoestrogeni e confrontare questi dati con quelli di donne anch'esse in premenopausa, con dieta di tipo mediterraneo assolutamente priva di questi elementi con azione simil-ormonale. La densita' minerale, le proprieta' geometriche meccaniche dell'osso sono state valutate a livello del radio ultradistale non dominante mediante tomografia computerizzata (TC) quantitativa periferica, che nelle donne in premenopausa con dieta ricca di fitoestrogeni ha evidenziato valori della densita' minerale ossea totale, trabecolare e di resistenza ossea piu' elevati, anche se in modo non significativo, rispetto a quelli dei controlli con dieta mediterranea. Questi risultati preliminari suggerirebbero come l'assunzione quotidiana di fitoestrogeni attraverso la soia potrebbe accompagnarsi a un maggiore

  9. Osteoporosis and prevention. Assessment of mineral density, geometry and biomechanics of bone by means of peripheral quantitative Computed Tomography (pQCT) in premenopausal women assuming phytoestrogens; Osteoporosi e fitoestrogeni: valutazione della densita' minerale ossea mediante tomografia computerizzata quantitativa periferica nelle donne lattoovovegetariane nella premenopausa

    Di Leo, C.; Tarolo, G.L.; Bestetti, A.; Tagliabue, L.; Del Sole, A.; Alberti, G. [Ospedale San Paolo, Milan (Italy). Servizio di Medicina Nucleare; Cestaro, B. [Milan Univ., Milan (Italy). Cattedra e Scuola di Specializzazione in Medicina Nucleare; Pepe, L. [ACN-L' Accessorio Nucleare, Cerro Maggiore, MI (Italy). Lab. Nucleari

    2000-04-01

    Aim of the work was to describe the noninvasive assessment of bone mineral density, geometrical and biochemical properties in premenopausal women with dietary intake of phytoestrogens and comparison of these parameters with those of age-matched female subjects with Mediterranean dietary intake lacking in these substances. Volumetric cortical, trabecular and total mineral density and bone geometrical properties were evaluated with peripheral quantitative computed tomography (pQCT) at the distal radius of the non dominant forearm. pQCT showed higher bone mineral density (total and trabecular) and SSI values in premenopausal with dietary intake of phytoestrogens. Despite the lack of statistical significance, these preliminary results, should further support the few literature findings about the potential role of phytoestrogens consumption in preventing trabecular bone loss. However, further studies are warranted to evaluate definitively postmenopausal osteoporosis. [Italian] Scopo del lavoro e' quello di studiare in modo non-invasivo la densita' minerale, le caratteristiche geometriche e biomeccaniche dell'osso in donne lattoovovegetariane nella premenopausa che assumevano con la dieta fitoestrogeni e confrontare questi dati con quelli di donne anch'esse in premenopausa, con dieta di tipo mediterraneo assolutamente priva di questi elementi con azione simil-ormonale. La densita' minerale, le proprieta' geometriche meccaniche dell'osso sono state valutate a livello del radio ultradistale non dominante mediante tomografia computerizzata (TC) quantitativa periferica, che nelle donne in premenopausa con dieta ricca di fitoestrogeni ha evidenziato valori della densita' minerale ossea totale, trabecolare e di resistenza ossea piu' elevati, anche se in modo non significativo, rispetto a quelli dei controlli con dieta mediterranea. Questi risultati preliminari suggerirebbero come l'assunzione quotidiana di fitoestrogeni

  10. Aspects of Reactor Physics Research at the Victoria University of Manchester; Quelques Aspects des Experiences de Physique des Reacteurs a l'Universite Victoria de Manchester; Aspekty ehksperimental'nykh issledovanij po fizike reaktorov v universitete viktorii v manchestere; Trabajos de Fisica Experimental con Reactores Efectuados en la Universidad Victoria de Manchester

    Harris, M. J.; Walton, D. G. [Victoria University of Manchester (United Kingdom)

    1964-02-15

    'erreurs. Les auteurs mesurent les spectres de neutrons thermiques dans de l'eau ordinaire 'empoisonnee' afin d'etudier et de mettre au point des techniques de detecteurs integraux. L'expose de cette partie du programme contient certains exemples d'economies de temps et de ressources. Ils ont etudie les techniques d'activation et de comptage avec des feuilles de grande dimension pour la mesure des nombres volumiques moyens de neutrons, ainsi que plusieurs parametres de reacteurs. Certains points interessants sont apparus, notamment en ce qui concerne la mesure des spectres. Cette methode permet de proceder a de nombreuses recherches de physique des reacteurs avec des ressources limitees. On a construit a peu de frais un assemblage exponentiel a uranium naturel et a eau ordinaire. Sa conception mecanique lui donne une grande souplesse, si bien que, par exemple, les mesures paralleles et perpendiculaires aux barres de combustible en sont considerablement facilitees. Un programme de mesures a l'etat stationnaire est en cours. L'auteur donne un apercu des travaux futurs qui porteront notamment sur les mesures de structure fine, les effets cavitaires et les flux de neutrons puises. (author) [Spanish] El Departamento de Ingenieria Nuclear de la Universidad de Manchester fue creado en 1959. Desde entonces se han ampliado y desarrollado progresivamente los estudios superiores de fisica de reactores, empezando desde los cimientos; los experimentos se han concentrado en los conjuntos de agua ligera, en particular en conjuntos experimentales de agua ligera y uranio natural, alimentados por un acelerador. En la memoria se examina la labor efectuada hasta la fecha, los resultados obtenidos, las lineas generales de la labor futura, asi como las tecnicas experimentales adoptadas debido a su bajo costo y al hecho de requerir un personal escaso. A continuacion se describen las principales investigaciones realizadas. Los autores estudiaron la difusion neutronica en agua ligera utilizando fuentes

  11. Utilization of industrial solid wastes able to generate calcium trisulphoaluminate and silicate hydrates in stabilization processes and for the manufacture of building materials; Utilizzazione di residui solidi industriali in grado di generare trisolfoalluminato e silicato di calcio idrati nei processi di stabilizzazione e nella produzione di materiali da costruzione

    Santoro, L. [Naples, Univ. `Federico II` (Italy). Dipt. di Chimica; Cioffi, R. [Naples, Univ. `Federico II` (Italy). Ditp. di Ingegneria dei Materiali e della Produzione

    1998-01-01

    . Entrambe le matrici hanno mostrato grande potenzialita` nella stabilizzazione di residui solidi tossici e nocivi, ma quella a base di scoria d`alto forno ha fornito prestazioni migliori. Infine, e` apparsa evidente la necessita` di utilizzare differenti test di rilascio per comprendere appieno i meccanismi di immobilizzazione che intervengono nei processi di stabilizzazione.

  12. Preliminary health cancer risk assessment for arsenic exposure in a contaminated area close to a fertilizer plant in Moscow region (Russia); Valutazione preliminare del rischio sanitario cancerogeno per esposizione ad arsenico in un'area contaminata da un'industria di fertilizzanti nella regione di Mosca (Russia)

    Zakharova, T. [Moscow Univ., Moscow (Russian Federation). Dept. of Chemistry, Lab. of Industrial Safety, Div. of Chemical Technology; Tatano, F. [Urbino Univ., Urbino (Italy). Facolta' di Scienze Ambientali

    2001-09-01

    At present, fertilizer plants are considered as one of the main sources of potentially contaminated areas in Russia. In this paper, an interesting experimental case-study area located in Moscow Region has been considered for the preliminary health cancer risk assessment for arsenic exposure. Arsenic has been selected as the individual contaminant indicator, according to a specific, original selection procedure presented in the paper. For estimating the human exposure to arsenic through multiple pathways, the original McKone and Daniels 91 model has been used. As a result of this preliminary assessment step for the case-study area, the calculated individual cancer risk levels for arsenic exposure through (in risk ranking order) consumption of agricultural products - consumption of drinking water - dermal contact - direct soil ingestion - ingestion of dairy products are significant. The present paper could be assumed too as a contribution (for comparison and stimulus) to the actual, Italian situation of soil quality criteria, especially regarding the agricultural land use. [Italian] Le aree interessate dalla presenza di impianti di produzione di fertilizzanti, rappresentano attualmente una rilevante sorgenti di siti potenzialmente contaminati in Russia. Nel presente lavoro, viene affrontato un interessante caso sperimentale di studio localizzato nella Regione di Mosca, per il quale viene condotta la valutazione preliminare del rischio sanitario cancerogeno per esposizione ad arsenico (contaminante selezionato come indicatore, mediante apposita procedura descritta nel lavoro). Allo scopo, e' stato implementato l'originale modello multiplo di valutazione dell'esposizione umana cosiddetto McKone and Daniels 91. Per l'area in studio, i livelli massimi possibili risultanti di rischio cancerogeno per l'arsenico connessi alle vie di migrazione (nell'ordine) ingestione di prodotti agricoli - assunzione di acqua di falda - contatto dermico

  13. Experimental studies of some of the physical features of beryllium-moderated intermediate reactors; Etude experimentale de quelques particularites physiques des reacteurs a neutrons intermediaires, ralentis au beryllium; Ehksperimental'ny e issledovaniya nekotorykh fizicheskikh osobennostej promezhutochnykh reaktorov s berillievym zamedlitelem; Estudios experimentales de algunas caracteristicas fisicas de los reactores intermedios moderados con berilio

    Lejpunskij, A I; Kuznetsov, V A; Artyukhov, G Ya; Mogil' ner, A I; Prokhorov, Yu A; Steklovski, V M; Chernov, L A [Akademiya Nauk, Moskva, Union of Soviet Socialist Republics (Russian Federation)

    1962-03-15

    dans les reacteurs a neutrons intermediaires. U est demontre que pour une reacteur dans lequel {partial_derivative}Be/{partial_derivative}{sup 235}U = 30 a 40, diverses epaisseurs d'uranium fortement enrichi, allant de 0,023 a 32 g/cm{sup 2}, exercent une action egale sur la reactivite du systeme. Les auteurs analysent les causes qui donnent lieu a une compensation de l'effet d'ecran du flux de neutrons par des couches epaisses d'uranium. Le memoire signale comme fait interessant l'augmentation de l'efficacite de l'uranium a proximite des barreaux absorbants, qui a ete constatee experimentalemen t dans un ensemble ou {partial_derivative}Be/{partial_derivative}{sup 235}U{approx_equal}200. On explique ce fait par une diminution brusque de la quantite de neutrons absorbee par l'uranium. Pour la meme installation, le memoire cite des donnees relatives a l'efficacite de barreaux composes de diverses matieres absorbantes. Il indique la distribution, mesuree experimentalement, de la densite des neutrons de differentes energies a proximite d'un barreau en carbure de bore, ainsi que la densite de capture des neutrons par un detecteur 1/v, place a l'interieur du barreau. Le memoire expose egalement les methodes appliquees et les resultats obtenus dans des experiences destinees a evaluer l'efficacite des cylindres de compensation installes a la limite du coeur et du reflecteur. (author) [Spanish] Los autores examinan algunos resultados experimentale s obtenidos en el conjunto critico PF-4, que se destina al estudio detallado de las caracteristicas fisicas de los reactores de neutrones intermedios. Los cuerpos y los reflectores de los diversos conjuntos criticos estan formados por un denso haz de tubos de acero o de aluminio, que contienen discos de distintos materiales. La combinacion de discos de uranio (enriquecido al 90 por ciento) y de materiales moderadores en proporcion variable, asi como la introduccion de capas moderadoras de distintos espesores en el reflector, permiten

  14. The luminescent chamber and its use in high-energy physics experiments; La chambre a luminescence: son emploi dans les experiences de physique des hautes energies; Lyuminestsentnaya kamera i ee ispol'zovanie v ehksperimentakh, provodimykh v fizike vysokikh ehnergij; La camara luminiscente y su empleo en experimentos de fisica de elevada energia

    Jones, L W; Perl, M L [Randall Laboratory of Physics, University of Michigan, Ann Arbor, MI (United States); Lawrence Radiation Laboratory, University of California, Berkeley, CA (United States)

    1962-04-15

    electronique du compteur a scintillations. Les auteurs exposent les travaux de preparation et d'execution qui ont ete necessaires pour mener ces experiences a bonne fin; ils donnent, en particulier, les details voulus sur les tubes a rayons cathodiques, les compteurs a scintillations et les systemes electroniques utilises. L'analyse de photographies de trajectoires leur a permis d'etudier, notamment, le degre de precision qui peut etre atteint et la valeur des resultats physiques qui peuvent etre obtenus. Enfin, ils explorent les possibilites de developpement qui s'offrent a la chambre a luminescence, compte tenu des tubes renforcateurs d'image et des scintillateurs actuellement a l'etude. Ils analysent le role que la chambre a luminescence est appelee a jouer a l'avenir dans les experiences du domaine des grandes energies en comparaison avec la chambre a etincelles et les autres detecteurs. (author) [Spanish] Por primera vez se ha empleado una camara luminescente en experimentos de fisica con particulas de elevada energia. En el Bevatron del Lawrence Radiation Laboratory se fotografiaron trazas de particulas en cristales de yoduro sodico activado por medio de un sistema en cascada de tres tubos intensificadores de imagen. En un experimento se estudio la dispersion elastica pion-proton utilizando dos conjuntos de centelladores, cada uno de 20 cm de longitud. Uno para observar el pion dispersado y, el otro, el proton de retroceso procedente de un blanco de hidrogeno liquido. Los contadores de centelleo seleccionaban unicamente los sucesos casi coplanares que habian de ser registrados; no obstante, respecto de la dispersion inelastica, el criterio definitivo era la cinematica de las trazas registradas. Se fotografiaron alrededor de 1000 sucesos elasticos correspondientes cada uno a tres cantidades de movimiento del pion incidente hasta 2,5 MeV/c. En un segundo experimento se utilizo unicamente un conjunto de centelleadores de 10 x 10 x 20 cm{sup 3} para observar el frenado de

  15. Reactor Physics Development for Advanced Gas-Cooled Reactors; Recherches en Physique des Reacteurs, pour des Reacteurs Perfectionnes Refroidis par un Gaz; Razrabotka metodov v oblasti reaktornoj fiziki dlya usovershenstvovannogo reaktora s gazovym okhlazhdeniem; Progresos de la Fisica de los Reactores de Tipo Avanzado Refrigerados por Gas

    Moore, J. [United Kingdom Atomic Energy Authority (United Kingdom)

    1964-04-15

    metodos de medicion de los efectos de la reactividad en APEX, HERO y AGR, y para determinar los datos relativos a la estructura fina y a la distribucion de la potencia en los conjuntos combustibles complejos. Los trabajos se concentran principalmente en el desarrollo de un metodo capaz de sustituir al 'hetrecontrol' y al 'FTD2' , para los cuerpos de reactor cuando el combustible haya alcanzado un grado de combustion considerable. La finalidad del programa experimental con la instalacion HERO es precisamente comprobar estos metodos con cuerpos complejos, inclusive con combustible que contenga plutonio. La explotacion del reactor AGR y las mediciones fisicas que se realicen con el combustible despues de la irradiacion permitiran obtener datos adicionales sobre el efecto del plutonio. (author) [Russian] Rassmatrivaetsja tshhatel'naja jeksperimental'naja i teoreticheskaja rabota, provedennaja pri konstruirovanii, stroitel'stve i vvode v jekspluataciju Uindskejlskogo usovershenstvovannogo reaktora s gazovym ohlazhdeniem i pri okazanii obshhej pomoshhi pri razrabotke usovershenstvovannogo reaktora s gazovym ohlazhdeniem (AGR) dla proizvodstva jenergii dlja grazhdanskih celej. Daetsja opisanie znachitel'nogo ob{sup e}ma rabot, kotorye byli neobhodimy dlja razrabotki prigodnyh teoreticheskih metodov rascheta: 1) raspredelenija potoka i balansa reaktivnosti v slozhnoj aktivnoj zone reaktora; 2) raspredelenija jenergii v toplive so slozhnoj geometriej i 3) vlijanija obluchenija na toplivnye cikly i raspredelenie jenergii. V kachestve vvedenija delaetsja ssylka na jeksperimental'nye dannye i teoreticheskie metody, poluchennye v rezul'tate rabot nad uranovo-magnoksovymi sistemami, i na jeksperimental'nye dannye, poluchennye v rezul'tate Sovmestnoj jeksperimental'noj programmy Britanskoj promyshlennosti (BICEP), kotorye javilis' otpravnym momentom v razrabotke teoreticheskih metodov, primenimyh k usovershenstvovannym reaktoram s gazovym ohlazhdeniem. Dlja opredelenija parametrov

  16. Il mito di Elisabetta d'Austria (Sissi come fenomeno cine-turistico e fonte di itinerari culturali nella città di Vienna / The myth of Elisabeth of Austria (Sissi as a cine-touristic phenomenon and asset for cultural itineraries in Vienna

    Alessandro Vitale

    2016-05-01

    Full Text Available Lo scopo di questo studio è quello di mettere in luce il potenziale del cinema quale strumento di sviluppo e di orientamento del turismo in un periodo altamente concorrenziale. Il caso-studio dell’utilizzo dilla figura mitica e cine-costruita e della relativa narrativa di Elisabetta d’Austria (1837-1898 divenuta “Sissi” dopo la Trilogia di Ernst Marischka, girata fra il 1955-1958, molto lontana dalla realtà storica, è significativo e rappresentativo. Il successo dei film dedicati a Sissi, seguiti da numerose altre opere teatrali, da musical, operette, cartoni animati, ha segnato l’ingresso della figura di Elisabetta nella cultura popolare che ha reso la figura storica ancor più leggendaria. Il ruolo dei film nell’attrarre visitatori a Vienna (la città è servita come set principale di questi è evidente. La popolarità dei film è stata usata per anni dagli operatori turistici e dal tourism board di Vienna per stimolare l’interesse dei turisti per la visita dei luoghi legati alla storia e alla cultura della capitale austriaca. Ma questo non ha impedito al tempo stesso di offrire la possibilità di offrire strumenti per comprendere la figura storica di Sisi. In ogni caso, l’evidenza supporta l’importanza del turismo indotto dal cinema. Partendo da una rivisitazione della letteratura focalizzata sul tema l’articolo, rivelando le strategie e i ruoli giocati dai manager del turismo indotto dal cinema, fornisce qualche utile intuizione per le organizzazioni interessate nello sviluppo turistico. The purpose of this study is to highlight the potential of movies as a tool for development and orientation of tourism in highly competitive years. The case-study of the use of the cinema’s constructed mythical figure and narrative of  Elisabeth von Wittelsbach, Empress of Austria (1837-1898, nicknamed “Sissi” after the Trilogy of Ernst Marischka of 1955-1958, very far from the historical reality, is quite significant and

  17. Greenhouse gases in the life cycle of fossil fuels: critical aspects in upstream emissions estimate and their repercussions on the overall life-cycle; Gas serra nel ciclo di vita dei combustibili fossili: criticita' nella valutazione delle emissioni, precombustione e ripercussioni sul ciclo di vita completo

    Zerlia, Tiziana [Stazione Sperimentale per i Combustibili, San Donato Milanese (Italy)

    2004-07-01

    of infrastructure,..); (b) raw gas composition (CH4/Co2); (c) methodologies used to evaluate/measure emissions. Thus, while the uncertainly in Co2 emissions by combustion is rather low, the estimate of pre combustion emissions evaluated by using default emission factors coupled with different methodologies and/or different system boundaries, may have a wide (and, most of all, unknown) range of uncertainty especially in some fuel producing countries. All this suggests that. owing to the heavy Italian reliance on fossil imports, the emission reduction projects aimed to earn carbon credits by the Kyoto mechanisms might really play a significant role to help Italy to fulfil the Kyoto commitments and to give the private sector growth opportunities abroad. At the same time, it seems obvious that the carbon emissions can be really t rated just when data concerning them are reliable. Thus, the harmonization of the emission evaluation approaches and the adoption of recognized methodologies of measure/estimate, constitute binding items to make it possible that the Kyoto mechanisms and their environmental targets can work. [Italian] In un precedente studio sul ciclo di vita dei combustibili fossili nella produzione termoelettrica sono stati individuati i principali punti deboli di carbone, olio e gas nello stadio combustione. L'attenzione viene ora rivolta al segmento precombustione del gas naturale e del carbone. I risultati mostrano l'entita' delle emissioni di gas serra precombustione, la loro incidenza sul ciclo di vita completo e l'elevata incertezza della stima legata principalmente alla sito-specificita' delle torri delle emissioni nel segmento precombustione e alla metodologia seguita.

  18. La geomatica nella progettazione di impianti eolici e fotovoltaici

    Marco Santonastasi

    2012-04-01

    Full Text Available Il crescente interesse nello sfruttamento delle risorse rinnovabili per la soddisfazione dei bisogni energetici del paese ha un particolare risvolto in termini applicativi per gli specialisti della geomatica, poiché propone in chiave nuova una applicazione tradizionale del GIS che è l'ottimizzazione della localizzazione di installazioni produttive attraverso l'uso di mappe tematiche. Contribution of geomatics in the siting of large wind and solar plants.The growing interest in the use of renew-able energy sources to meet the nation's demand  for  electricity  has  a  particular outcome for geomatics application specialists; in fact it calls for a new application of a traditional GIS task: the siting optimization of production nodes through the use of ad-hoc thematic maps overlay.

  19. Una storia di ‘integrazione’ nella Napoli angioina

    Rosa Smurra

    2011-06-01

    Full Text Available In every epoch cities have been the landing-place for immigrants. The medieval cities were also places in which have been verified numerous and variegated migratory movements that involved all classes: from economic and political elites to more humble components of social stratification. That which is presented in these pages is certainly an exemplary event, symptomatic of a general picture, all things considered, that is contradictory, giving on the one hand evidence of the persistence of phenomena such as the practice of the commerce of slaves, and on the other hand the social ransoming of an “Ethiopian” slave, by means of its inclusion in the ganglia of the Angevin kingdom and the awarding of high profile bureaucratic offices. In the urban framework of Naples in the first half of the Fourteenth century a human story is unraveled that the tangle of literary and documentary sources with architectural persistencies has made possible to reconstruct.

  20. Anni di formazione nella Chicago d'un tempo. (Beginnings

    H.P. MINSKY

    2013-12-01

    Full Text Available Il documento è un contributo ad una serie di ricordi e riflessioni sulle esperienze professionali di  illustri economisti con Banca Nazionale del Lavoro Quarterly Review iniziati nel 1979. In esso Hyman Minsky offre una retrospettiva sulla sua carriera accademica e lo sviluppo intellettuale .The paper is a contribution to a series of recollections and reflections on the professional experiences of distinguished economists which the Banca Nazionale del Lavoro Quarterly Review started in 1979. In it Hyman Minsky offers a retrospective on his academic career and intellectual development.JEL: B31

  1. Stato dell’arte nella sintesi di texture sonore

    Diemo Schwarz

    2016-06-01

    Full Text Available The synthesis of sound textures, such as rain, wind, or crowds, is an important application for cinema, multimedia creation, games and installations. However, despite the clearly defined requirements of naturalness and flexibility, no automatic method has yet found widespread use. After clarifying the definition, terminology, and usages of sound texture synthesis, we will give an overview of the many existing methods and approaches, and the few available software implementations, and classify them by the synthesis model they are based on, such as subtractive or additive synthesis, granular synthesis, corpus-based concatenative synthesis, wavelets, or physical modeling. Additionally, an overview is given over analysis methods used for sound texture synthesis, such as segmentation, statistical modeling, timbral analysis, and modeling of transitions.

  2. immaginazioni dell'aldilà nella narrativa italiana dal secondo ...

    User

    Alla luce di queste considerazioni appare naturale che gli autori presi in considerazione, immaginando l'aldilà nei termini fin qui osservati, riducendo spesso al minimo i confini tra vita e morte, descrivano la condizione dei defunti come uno stato di sradicamento molto simile, se non identico, allo stato di solitudine moderna.

  3. Tecnologia e sapere pratico nella società della conoscenza

    Parolin, Laura Lucia

    The aim of the book is a better understanding of how professional knowledge emerges and is mobilized by the mediation of technological infrastructure. Through a theoretical and methodological path development applied to a case of telemedicine, the book offers an interpretative toolbox that allows...

  4. Donne in viaggio nella Rete. Tessiture al tempo di Internet

    Federica Zanetti

    2011-06-01

    Full Text Available The space offered by Internet as a place for developing new possibilities of exchange, of participation and of revindication may appear to have been “conquered” or “stolen” by women seeking to make a break with the tenets that continuously reconfirm gender stereotypes and to deconstruct those erotic-pornographic images in which the body of the woman is increasingly instrumentalised. It is an attempt to present an alternative to the distorted vision of sexuality involving forms of violence and exploitation which are increasingly found in the social space in Internet. If on one hand we cannot ignore the tendency to re-propose and reconfirm stereotypes linked to gender, that reinforce a dominant male culture, on the other, Internet can be recognized as a multi-perspective space made up of representations and auto-representations expressing a wide variety of points of view, in which culture and gender identity are constructed and transformed: a tool of female empowerment. Internet is also made up of female voices which live and tell. Women who navigate write, learn, create and maintain relationships. In fact, it is these women “navigators”, weavers of the Web, who are experimenting with new forms of nomadism, of research, of respect for their own culture and their own identity.

  5. FANTASIA E UMORISMO NELLA NARRATIVA DI ENRICO MOROVICH

    Dolores Miškulin Čubrić

    1997-01-01

    Full Text Available Lo scrittore fiumano Enrico Morovich (1906-1994 ha pubblicato in Italia un grande numero di racconti, romanzi e poesie: "l'osteria sul torrente" (1936, "Miracoli quotidiani" (1938, "I ritratti nel bosco" (1939, "Contadini sui monti" (1942, "l'abito verde" (1942, "ll baratro" (1964, "Raccontì a righe corte" (1977, "Ascensori invisibilì" (1980, "La nostalgia del mare" (1981, "Cronache vicine e lontane (1981, "La caricatura" (1983, "l giganti marinici (1984, "Racconti di Fiume e altre cose" (1985, "Notti con la luna" (1986, "Piccoli amanti" (1990, "Non era bene morire" (1992 e "Un italiano di Fiume" (l993. Questo articolo si e' premesso lo scopo di rintracciare e definire, attraverso il metodo dell'analisi delle sue opere a livello di contenuto e dei meccanismi narrativi e stilistici, gli elementi del fantastico e dell'umoristico che rappresentano una costante della narrativa di Enrico Morovich, il cui stile originale e moderno lo contraddistingue nettamente dalle tendenze letterarie vigenti e dalle mode dettate dal momento storico. Vuole inoltre rappresentare un contributo ad una maggiore conoscenza dell'opera di Enrico Morovich da noi.

  6. IL PARLATO DELL’INSEGNANTE NELLA CLASSE DI LINGUA

    Daniele Corradi

    2013-01-01

    Full Text Available In questo contributo si analizzano, in un contesto di insegnamento/apprendimento dell’italiano L2, esempi di parlato del docente, a cui è affidata la gestione della comunicazione didattica, ed esempi di parlato degli apprendenti, osservando, in particolare, in quale modo la loro produzione orale e il loro coinvolgimento nell’interazione verbale in classe sia previsto e guidato dalla forma della lezione e dalle strutture dialogiche a cui è correlato l’apprendimento della lingua. Nell’analisi di parlato e di interazioni verbali in classe si sono riscontrati due modelli fondamentali: la lingua della conversazione, macro-obiettivo comunicativo di lezioni svolte nell’ambito del progetto “Marco Polo” presso l’Università degli Studi di Milano, e la lingua dell’esposizione, perseguito nelle lezioni dei corsi sull’italiano disciplinare L2, sempre promossi dall’UniMi, e denominati “CALP” (Cognitive Academic Language Proficiency. La scelta metodologica di riportare la trascrizione e l’analisi di un’intera lezione del progetto “Marco Polo” è motivata dalla convinzione che la lezione è l’unità che riassume tutti gli elementi costitutivi del discorso didattico. A questa analisi segue l’esame di campioni audio-video registrati durante le lezioni dei corsi CALP, per mostrare come l’insegnamento/apprendimento dell’italiano L2/LS possa richiedere diverse tipologie di materiali e strumenti che supportano il parlato dell’insegnante e facilitano la comunicazione di contenuti didattici tra insegnante e apprendenti, se usati coerentemente con i micro-obiettivi e macro-obiettivi della lezione.  Language teacher in-class speech In this paper we analyze examples of in-class teacher speech, responsible for managing the teaching communication, and examples of learners' speech in an Italian L2 teaching/learning context. In particular we observe how the student’s speech and involvement in verbal interaction in the classroom is planned and guided by the lesson and the dialogical structures related to language learning. In analyzing speech and verbal interactions in the classroom, we found two basic models: the language of conversation, macro-objective communication during lessons within the “Marco Polo” project at the University of Milan, and exposition language, in the disciplinary Italian L2 course lectures, referred to as “CALP” (Cognitive Academic language Proficiency. The methodological choice to use transcription in order to analyze an entire “Marco Polo” lesson was motivated by the belief that a lesson is the unit which comprehends all of the didactic discourse elements. We also examined audio-video recordings collected during the CALP course lectures, to show how the teaching / learning of L2/LS may require different types of materials and tools to support teacher speech and facilitate the communication of learning content between teachers and learners when used consistently with the micro-and macro-objectives of the lesson.

  7. Automatismo o discrezionalità nella politica monetaria?

    E. SCHNEIDER

    2014-08-01

    Full Text Available It is generally excepted that changes in the money supply exert a profound influence on the economic process. The same goes for the resulting conclusion that the creation of money cannot be left to private initiative. These two propositions  pose the questions: (a what will be the economic effects of a given change in the money supply? (b how has the money supply to be manipulated, if a specific aim is to be achieved? The present paper deals with the latter of these two questions. The author criticises Milton Friedman’s rule for the regulation of money supply aimed at price stabilisation in which matters are no longer left to the central bank’s discretion but are governed by a process of automation. This rule is based on the assumption of a constant or approximately constant income velocity which, according to the author, is not confirmed by the facts. It is argued that Milton’s conclusions are derived from statistical findings alone, however, the closest correlation between variables can explain nothing about causal relations between the variables or changes of variables.JEL: E52, E51

  8. Polilinguismo nella scrittura murale urbana: Note sulla lingua spagnola

    ELena Landone

    2016-01-01

    Full Text Available Abstract – In this paper I focus on the polylinguistic and polycultural landscape of Milan on the theoretical basis of daily life studies, the sociolinguistics of globalization, and intercultural pragmatics. The relevance of this field is determined by the need for urban anthropology to semiotize the urban spaces as an interpretative bridge between the microsystem (the individual level and the macrosystem (the social level. More concretely, I investigate the presence of the Spanish language in the superdiversity of Milan and, methodologically, I collect ethnographically and interpret qualitatively a corpus of 700 daily life texts of various types of street writing. The results show the significant presence of Spanish in the urban landscape and a high level of hybridism which is, nevertheless, totally functional in communication. I also detect the emergence of linguistic, pragmatic and intercultural awareness in the writers. Finally, with some precautions, I confirm the scientific potential of the daily life documents to investigate complex urban dynamics.Resumen – El tema de este estudio es el panorama polilingüe y policultural de Milán y se plantea a partir de las bases teóricas de los everyday life studies, de la sociolingüistica de la globalización y de la pragmática intercultural. La relevancia del estudio descansa en la necesidad de la antropología urbana de elaborar una interpretación semiótica de los espacios urbanos, puesto que pueden constituir un puente interpretativo entre el microsistema (individuo y el macrosistema (sociedad. Concretamente, el objetivo es investigar el papel del idioma español en la supediversidad milanesa; la metodología es de etnografía urbana con la formación e interpretación cualitativa de un corpus fotográfico de setecientos textos cotidianos de escritura callejera (pintadas, avisos, grafiti, ecc.. Los datos relevan una presencia significativa del español en el landscape milanés, con un alto nivel de hibridismo que, de todas formas, es funcionalmente adecuado y denota el emerger de la conciencia  lingüística, pragmática e intercultural de los hablantes-escritores. Además, se confirma, con alguna precaución, el aporte científico de los documentos de la cotidianidad para interpretar la complejidad urbana. 

  9. La cucina nella Grammatica castigliana e Toscana Di lorenzo ...

    his life time, but also after his death, as many editions prove. The work documents the produce available in Inns where the people of all social background would stop along the way: it was the time of the Grand Tour. Thus, it can be seen as a useful handbook for travellers. In this article the culinary aspects and eating models ...

  10. La complessità del diverso nella piattezza di Flatland

    Cristina Carluccio

    2015-07-01

    Full Text Available Abstract – This paper proposes an analysis of Edwin Abbott Abbott’s Flatland: a Romance of Many Dimensions (1884. In particular, it focuses on the first section of the novel, This World, which is interpreted as a satire of the Victorian society. In fact, the fictional world of Flatland appears to have been built exactly upon the middle class ideological standpoint. This is ironically translated into a series of strategies – both at a territorial and at a relational level – through which this group tries to maintain its hegemonic social position and, at the same time, to distance all those elements that may deviate from its image of respectability. This is investigated with special regard to the characters of the Irregular and of the isosceles triangle, towards which the middle class shows an attitude of closure. Such behaviour is nothing else but the satirical depiction of its ambiguous relationship with Otherness.Sommario – Questo saggio propone un’analisi di Flatland: a Romance of Many Dimensions (1884 di Edwin Abbott Abbott. Nello specifico, esso si sofferma sulla prima sezione del romanzo, This World, interpretata quale satira della società vittoriana. Difatti, il mondo fantastico di Flatland sembra essere stato costruito proprio sulla base dell’ideologia della middle class, che è ironicamente tradotta in una serie di strategie – su un piano sia territoriale sia relazionale – tramite le quali questo gruppo tenta di mantenere l’egemonia della sua posizione sociale e, al contempo, di allontanare tutti quegli elementi che potrebbero deviare dalla sua immagine di rispettabilità. Ciò è esaminato con particolare riferimento ai personaggi dell’Irregolare e del triangolo isoscele, verso i quali la middle class mostra un atteggiamento di chiusura. Tale comportamento non è altro che la satirica raffigurazione del suo ambiguo rapporto con l’Alterità.

  11. La Riabilitazione del pavimento pelvico nella patologia uroginecologica

    Demurtas, Pietro

    2009-01-01

    Pelvic floor muscle training is the most commonly recommended physical therapy treatment for women with urogynecological disorders. Pelvic floor muscle training is commonly recommended during pregnancy and after birth both for prevention and treatment of incontinence. OBJECTIVES: To determine the effects of pelvic floor muscle training for women with diagnoses of stress, urge and mixed incontinence. MATERIALS AND METHOD: 35 women with urodynamic diagnoses of stress, urge or mixed incon...

  12. apprendere una lingua straniera: tempo e spazio nella cultura italiana

    User

    partecipazione al programma Erasmus/Socrates, 1 che prevede programmi integrati di insegnamento tra le Università partecipanti e un sistema di riconoscimento reciproco delle attività svolte attraverso l'assegnazione di crediti. Dall'altra, hanno il compito di coordinare maggiormente la formazione universitaria in relazione ...

  13. La Grande Guerra dalla parte delle donne nella poesia inglese

    Anna Maria Cataldi Palombi

    2016-03-01

    Full Text Available For many decades following the end of the Great War, in England great credence was given to the decisive role played by women in encouraging their “young men” to enlist in search of glory through the sacrifice of their young lives. Thus, in maintaining silence, women were thought to have been insensitive to the suffering of men. In their verses, however, the young soldier-poets spoke out eloquently against the horrors of war. Notwithstanding, an analysis of women’s poetry, for the most part published after the end of the war – leads us to hold that the study of their works ‘adds a new dimension to the established canon of war literature and a new way to understand the truth about war'. Therefore, while not discounting the fact that the propaganda, the censorship and the initial championing of the cause by women did, indeed, contribute to the enthusiasm of young men to take part in the conflict, it can be affirmed that the poetry written by women can be considered complementary to that written by men. In women’s poetry, the themes of remorse for the loss of young lives, physical and moral destruction and the deception to which young men had fallen victim were all present and are extensively examined in the essay.

  14. I simboli religiosi nello spazio pubblico nella recente esperienza europea

    Paolo Cavana

    2012-10-01

    ABSTRACT: This paper examines the issue of religious symbols in the public spaces in the recent European experience. After some preliminary remarks about the origins of the present debate, comparing the American and European religious models, it focuses on the line of decisions of the ECHR in matters of religious symbols. In particular it takes the contents of the Lautsi judgement (2011 into consideration and evaluates its possible effects on the future decisions of the ECHR and of national courts of European countries like France, Turkey, Germany, countries of Orthodox tradition and Spain. In the end it makes some conclusive remarks about the Italian case and the role of the State in supporting the religious symbols of the tradition, examining the advantages and disadvantages of the legislative solution.

  15. Il Medioevo nella percezione contemporanea: alcuni spunti per una riflession

    Anna Benvenuti

    2012-08-01

    Full Text Available Cet article retrace la perception du Moyen Âge à l’époque contemporaine en mettant en évidence les stéréotypes avec lesquels le Moyen Âge est proposé au grand public. Le but de cet article n’est pas de type philologique, comme celui d’indiquer des « erreurs » d'interprétation, mais plutôt d’essayer de comprendre les attitudes culturelles et idéologiques qui sous-tendent ces « erreurs ». Les sources de l’étude ont été choisies afin de couvrir une zone assez vaste, de la littérature scientifique (par exemple le fameux texte du politologue britannique Hedley Bull, ‘La société anarchiste’ à la littérature fantastique, des produits des médias traditionnels aux films et aux jeux de rôle. Une attention particulière a été accordée à l'analyse des thèmes liés aux Croisades. A cet égard, on a privilégié quelques films célèbres en essayant de montrer comment les topoi médiévaux peuvent être des indicateurs de la vision politique globale des auteurs et, plus précisément, un marqueur de leur vision de la relation entre l'Orient et l’Occident.This paper analyzes the cultural perception of the Middle Ages in the contemporary Age by highlighting the most successful stereotypes through which the Middle Ages has been proposed to the public. The aim of this essay is not to correct philologically the “errors” of interpretation, but rather to understand the cultural and ideological attitudes underlying these “errors”. The sources of this study were chosen to cover a fairly large area: from scientific literature (for example the famous text of British political scientist Hedley Bull, “The anarchist society” to fantasy literature, from the products of traditional media to films and role-playing games. A particular attention has been paid to the analysis of the themes related to the Crusades; privileging the analysis of some famous films, showing how the medieval topoi used to represent the Middle Ages could be an indicator of the political ideas of the directors and, more precisely, a marker of their vision of the relationship between Western and Eastern civilizations.Il saggio ricostruisce la percezione del Medioevo nell’età contemporanea evidenziando quali sono gli stereotipi di maggior successo attraverso i quali viene proposto il Medioevo: lo scopo del saggio non è quello filologico di correggere gli “errori” di intepretazione ma, piuttosto, di comprendere quali atteggiamenti culturali e ideologici sono sottesi agli “errori” interpretativi. Le “fonti” sulle quali condurre lo studio sono state scelte in modo da coprire un ambito piuttosto vasto, dalla letteratura scientifica non medievistica (ad esempio il celebre testo del politologo britannico Hedley Bull “La società anarchica” alla letteratura fantasy, ai prodotti dei mass-media tradizionali, alla filmografia, ai giochi di ruolo. Una particolare attenzione è stata riservata, poi, all’analisi dei tematismi legati alle crociate, a questo proposito è stata privilegiata soprattutto la produzione cinematografica, ripercorrendo alcuni celebri film e cercando di mostrare come i topoi rappresentativi del Medioevo siano, in realtà e di volta in volta, una spia della visione politica globale degli autori e, più precisamente, un marker della loro visione del rapporto Occidente/Oriente.

  16. Sistemi e autopoiesi nella musica elettronica su nastro magnetico

    Luca Cossettini

    2014-02-01

    Full Text Available With the development of sound production and processing technologies, composers' private rooms stopped delimiting the boundaries of musical creativity, which started inhabiting recording studios instead. Here memory, traditionally entrusted to paper and to the silence of the musical text, met a technology that enabled to record sounds directly, thus achieving the acoustic fulfilment of the composer's thought. The crystalline abstraction of musical notation gave way to a world of sounds submerged in noise as well as in human and technological indeterminacy: it is a world that requires specific control strategies and direct confrontation with performance practices and listening within a complex system. Composers were tossed into this system, becoming performers and active observers of their own work. Thus, the linearity of Shannon’s model of communication was altered. In his works on musical semiology, Jean-Jacques Nattiez had already modified the model from Sender -> Message -> Receiver to Poietic dimension -> Trace <- Esthesic dimension. The rise of the composer as an active observer requires a new transformation of the model of communication, creating a continuous feedback between the different elements. This feedback will often involve the listener as well. The electronic music work can therefore be seen as a self-organizing system that includes in itself the electronic devices as well as the human factor that operates them. In this system, compositional models are the invariants that vouch for the identity and recognisability of the work.

  17. Marketing e governance nella politica dell'innovazione

    Bellini Nicola

    2002-01-01

    Public and scholarly debates have often suggested that a "market-conforming" innovation policy should act "on demand", responding to the actual, perceived needs of companies rather than to biased, political imperatives. This contrasts with the increasing attention by contemporary marketing to the "hidden needs" of customers. This paper suggests a vision of innovation policy that is based on the management of policy networks and on an extended "second-generation" toolbox. We confront innovatio...

  18. La radiologia nella stipsi cronica in eta pediatrica

    Tamburrini, O.

    1985-01-01

    One hundred thirteen children referred for chronic constipation were examined by means of diagnostic work-up including anal inspection, rectal exploration, weekly bowel frequency evaluation, measurement of total and segmental intestinal transit times (TITT, SITT), contrast enema anorectal manometry (ARM), suction rectal biopsy for histochemistry. Final diagnosis were: chronic functional simple constipation in 53 children; chronic functional constipation and soiling in 32; Hirschsprung's disease in 18. In 10 children, initially referred for constipation, TITT was in the normal range so they underwent no further examination. Conclusions are that bowel frequency identifies a real gastrointestinal problem, but definite diagnosis of constipation is relied on TITT. In the assessment of chronic constipation nature, ARM is more sensitive than radiology. Suction rectal biopsy is reliable in detection of aganglionosis: its accuracy can be improved by histochemical or biochemical determination of Acetylcholinoesterase

  19. Il settarismo nella società dell'informazione

    Oscar Ricci

    2006-03-01

    Full Text Available In un mondo che si vuole sempre più globalmente interconnesso sorgono da più parti istanze che rivendicano una legittimazione a separarsi dal resto del pianeta. Questo paper intende indagare la genesi teorica dello stare assieme settario, distinguendolo da quello comunitario e da quello societario. Si cercherà inoltre di mettere in luce possibili collegamenti tra rivendicazioni settarie e l’emergere delle nuove tecnologie, in particolar modo quelle telematiche.

  20. Condivisione di risorse educative nella formazione dei docenti

    Serena Alvino

    2009-01-01

    Full Text Available Presentation of the draft Community Share.TEC, to develop a multilingual system for sharing digital content-specific teacher training. This system integrates an ontological approach to top-down, taken to capture and share knowledge, to a bottom-up (folksonomies, adopted to capture and share experiences Ie user.

  1. La radiologia nella stipsi cronica in eta pediatrica

    Tamburrini, O and others

    1985-01-01

    One hundred thirteen children referred for chronic constipation were examined by means of diagnostic work-up including anal inspection, rectal exploration, weekly bowel frequency evaluation, measurement of total and segmental intestinal transit times (TITT, SITT), contrast enema anorectal manometry (ARM), suction rectal biopsy for histochemistry. Final diagnosis were: chronic functional simple constipation in 53 children; chronic functional constipation and soiling in 32; Hirschsprung's disease in 18. In 10 children, initially referred for constipation, TITT was in the normal range so they underwent no further examination. Conclusions are that bowel frequency identifies a real gastrointestinal problem, but definite diagnosis of constipation is relied on TITT. In the assessment of chronic constipation nature, ARM is more sensitive than radiology. Suction rectal biopsy is reliable in detection of aganglionosis: its accuracy can be improved by histochemical or biochemical determination of Acetylcholinoesterase.

  2. ANOMALIE RESUDUE E DERIVATE SECONDE NELLA INTERPRETAZIONE DEI DATI GRAMIMETRICI

    G. TRIBALTO

    1956-06-01

    Full Text Available L'eliminazione dell'effetto del campo gravimetrico regionale dall'anomalia
    di Bouguer è uno dei problemi più discussi nell'interpretazione
    dei rilevamenti geofisici.
    Esso consiste nel decomporre l'anomalia di Bouguer nelle sue due
    parti componenti, anomalia residua ed anomalia regionale, allo scopo
    di individuare le strutture locali.
    L'anomalia regionale è dovuta all'effetto delle strutture profonde
    e di grande estensione; le curve isoanomale relative a tale campo hanno
    generalmente un andamento regolare e quindi un gradiente non
    variabile rapidamente.

  3. Il ruolo degli IDE nella globalizzazione dell'economia

    J.H. DUNNING

    2013-10-01

    Full Text Available Economic globalisation has magnified the effect of fixed direct investment on growth and labor allocation. The phenomenon, which involves the interrelationship among economic events in trading economies, benefits most from foreign investment when barriers to trade exist. Furthermore, in cases where no such barriers exist, investment enhanced trade. The complementary and supportive relationship between trade and investment is most evident in the activities of multinational enterprises.  JEL Codes: F63, F21 

  4. Orientamenti emergenti nella ricerca educativa: i metodi misti

    Patrizia Picci

    2013-01-01

    Full Text Available In the debate about the quantitative and qualitative methodologies, that marked for many years the research, nowadays there is a new orientation, amenable to the formula of “mixed methods”. It’s not clear if the expression is only an label that masks a generic eclecticism of if it’s a epistemologically founded way to overcome the traditional dichotomy. The actual debate is an occasion to increase awareness and transparency about the researcher’s methodological choice. This text present a brief panoramic of diffusion of mixed methods in the international scenery, hinting some attempts of systematisation of the different and complex types of inquiry.

  5. La geomatica nella progettazione di impianti eolici e fotovoltaici

    Marco Santonastasi

    2012-04-01

    Full Text Available Il crescente interesse nello sfruttamento delle risorse rinnovabili per la soddisfazione dei bisogni energetici del paese ha un particolare risvolto in termini applicativi per gli specialisti della geomatica, poiché propone in chiave nuova una applicazione tradizionale del GIS che è l'ottimizzazione della localizzazione di installazioni produttive attraverso l'uso di mappe tematiche.   Contribution of geomatics in the siting of large wind and solar plants. The growing interest in the use of renew-able energy sources to meet the nation's demand  for  electricity  has  a  particular outcome for geomatics application specialists; in fact it calls for a new application of a traditional GIS task: the siting optimization of production nodes through the use of ad-hoc thematic maps overlay.

  6. Cimiteri nella natura, come natura, come città

    Luigi Franciosini

    2012-06-01

    Full Text Available I luoghi di sepoltura sono destinati a diffondere e proteggere il sentimento di lutto legato alla perdita e ad indicarne, attraverso una rappresentazione simbolica, una via possibile di consolazione e di un sereno ricordo, essi sono testimoni delle diverse identità culturali e religiose: la memoria custodisce e rassicura.Il tema continua a segnare la nostra esistenza: le immagini delle città ci raccontano ancora di  luoghi destinati al ricordo; essi testimoniano anche l’incapacità della nostra cultura di ri-comporre un dialogo consapevole con la morte.Le trasformazioni sociali in atto ci impongono una riflessione sui luoghi di sepoltura: c'è urgenza di nuove spazialità destinate a rappresentare il luogo della comprensione e del dialogo religioso e civile tra le diverse forme di spiritualità.

  7. La parola e l’ascolto nella elaborazione del lutto

    Adriana Colombini Mantovani

    2010-10-01

    Full Text Available The mourning is one of the most difficult obstacles that mankind has to face and overcome. The more an individual uses its intellectual resources,intuition, reflection, culture, the more difficult it will be to face the absurdity of the loss.

  8. La parola e l’ascolto nella elaborazione del lutto

    Colombini Mantovani, Adriana

    2010-01-01

    The mourning is one of the most difficult obstacles that mankind has to face and overcome. The more an individual uses its intellectual resources,intuition, reflection, culture, the more difficult it will be to face the absurdity of the loss. 

  9. Il "caso Stamina" nella prospettiva della sociologia medica

    Campa, Riccardo

    2014-01-01

    Debata związana z terapeutycznym zastosowaniem komórek macierzystych, od dość dawna prowadzona w atmosferze sporów, w ostatnich jednak dwóch latach skoncentrowała się wokół tzw. "przypadku Stamina", włoskiego zjawiska, które przybrało wymiar światowy. Władze i autorytety włoskie dokonały autoryzacji terapii bazującej na wstrzykiwaniu mezenchymalnych komórek macierzystych, która w uznaniu międzynarodowej społeczności naukowej miałaby być "pozbawioną podstaw naukowych". Ta wyjątkowa sytuacja pr...

  10. ENERGIA SOSTENIBILE: PIANIFICAZIONE STRATEGICA E PROGRAMMI ECONOMICI NELLA REGIONE LAZIO

    Leonide Tocchi

    2017-06-01

    Full Text Available The new energy and regulatory scenarios on European and Italian level require a review of the regional energy strategies. Transitioning the global economy from fossil fuels to renewable energy sources has been identified as a key strategy for mitigating climate change. Energy sector transformation needs smart policies. The Lazio region is drawing up a new strategy for sustainable energy that aims to define the necessary conditions for development of a regional energy system increasingly turned to the use of renewable sources and efficient energy use as a means for greater environmental protection, in particular for the purpose of reduction of greenhouse gases (GHG. The strategy aims to facilitate the transition to a low carbon economy by increasing energy production from renewable sources, fostering a green economic recovery and the creation of green jobs in Lazio Region.

  11. Confini domestici. Ruoli e immagini femminili nella pittura della controriforma

    Massimo Moretti

    2007-11-01

    Full Text Available Looking out of the window or out of the door, peering beyond the property line, are considered blamed behaviours for the woman, as results in the domestic economy treaties and in the manual for the confession published between XV and XVI century. The symbiotic link between the woman and the door, background and semantic frame of the female condition, has been confirmed during the time by the paintings. In particular, the stories of Mary of Nazareth are able to define the scanning of the spaces and of the times of the Christian woman. As the illustrations of the XVI century obstetrician treaties show, the depiction of the “Nativity of Mary” is vehicle for the representation of the female life in the domestic settings in a significant moment as that concerning the birth of a baby. The pictorial and sculptural examples shown in this work, mark a double vision of the woman in the modern age in her relationship with her boundary. Doors and windows represent positive elements when are used to contain woman freedom; on the contrary, they are considered as negative ones when appear as woman means to fuel her curiosity.

  12. La relazione pedagogica nella Grecia classica tra violenza e cura

    Valeria Andò

    2009-05-01

    Full Text Available In Ancient Greek education has been idealized (we can think to paideia and the socratic thougth but that educational sistem provided for violence methods. The authoritative lingauge and the severity of discipline are jointed to a process of care. This moment is very important to carry out a significant style of life.

  13. Letterature antiche e moderne nella pubblicità

    De Martino, Delio

    2013-01-01

    1. Objetivos En la creciente literatura sobre publicidad existen muy pocos estudios sobre el uso de la literatura en los anuncios publicitarios. Aparte de breves artículos, las principales monografías son Pubblicità d’autore de Paola Sorge (2000), Letteratura e publicità de Francesco Ghelli (2005), y Literatura y publicidad. El elemento persuasivo de lo literario de Asuncion Escribano Hernández (2011), y los volúmenes misceláneos Classico manifesto (2008), Antichità & Pubblicità (2010) y...

  14. Zagonara e Anghiari nella poesia politica del primo Quattrocento ...

    The four poems taken into account are examined primarily in their formal and metrical structures, their imagery, and the emotive charge of the discourse designed to excite the listeners' emotions rather than to appeal to their intellect. It emerges that, far from being hackneyed and trite pieces of political propaganda, these ...

  15. Se la ricerca trova l'America nella Ue

    La Poste, Laura

    2005-01-01

    Bill Gates's alarm on the fall of leadership of the USA finds confirmation in the case of the CERN in Geneva: the building of the super particle-accelerator attracts scientists of the whole world - Supremacy for physics and computing

  16. Analisi di costo efficacia nella terapia della BPCO

    Sergio Iannazzo

    2005-12-01

    Full Text Available Current practice guidelines for the treatment of COPD recommend the use of combined inhaled corticosteroids and long-acting bronchodilators in severe and very severe patients (GOLD stages III and IV. OBJECTIVES: To analyze the economical and clinical impact of this recommendation, the affordability of its widespread application, as well as the relative pharmacoeconomical performance of the available options for severe and very severe COPD in Italy. METHODS: Published data on the Italian COPD population were fitted in a disease progression model based on a Markov chain representing severity stages and death. Alternative therapeutic options (salmeterol/ fluticasone - SF, formoterol/budesonide - FB, salmeterol alone - S, fluticasone alone - F and control - C were represented as competing arms in a decision tree. Efficacy data from international trials were expressed in terms of risk reduction. Clinical parameters used were number of exacerbations and symptom-free days. Direct and indirect costs were considered and valued according to present prices and tarifs. The analyses were conducted from National Health System, societal and patient perspectives with time horizons of 1,5, and 10 years, and lifelong. RESULTS: The yearly total direct costs of treating COPD patients in Italy is estimated in approximately 7 billion Euro, with a mean cost/patient/year around 2,400 Euro. Mean survival of the cohort is 11,5 years. The C and F strategies are dominated (i.e. are associated with worse outcomes and higher costs by all alternatives. S/F and F/B are the most effective strategies, with a slight clinical superiority of the latter, but are also marginally more expensive than S. Incremental cost/effectiveness of S/F vs. S is 679,55 Euro/avoided exacerbation and 3,31Euro/gained symptom-free day. CONCLUSIONS: The recommended use of combined inhaled corticosteroids and long-acting bronchodilators for severe and very severe COPD patients, as compared with current practice, has the potential of improving clinical outcomes without increasing health care costs.

  17. L’aspetto ecclesiale dell’esistenza cristiana nella morte

    Sylwester Jaśkiewicz

    2015-04-01

    Full Text Available This article draws attention to one of the important dimensions of the Christian vision of death, namely its ecclesial dimension. Human existence, after the pilgrimage, is not a solitary existence. Since the Church is one, as we profess in the Creed, all those who belong to Christ, both the living and the dead, belong to the one reality of the Church. The dead are thus not just pious memories in the human mind, but a continuing real presence in the Church, each according to one’s proper state. The Second Vatican Council recalled the three dimensions of the Church – the earthly, heavenly, and the being at the stage of purification 1 . Since ancient times, the Church prays and encourages prayers for the dead, and recalls the communication of spiritual goods. While individual persons are responsible for their actions, including the preparation of the definitive meeting with the Lord, the whole Church still intercedes for them. With the reality of purgatory, which is, in fact, an experience of the mercy of God, persons closely united to Christ and His Church are able to achieve the measure of sanctification, which they failed to achieve during their earthly life.

  18. L’importanza dei linguaggi non verbali nella cultura indiana

    Giovanna Gallo

    2016-01-01

    Full Text Available Abstract – Nonverbal languages are an integral part of human communication since they transmit substantial information such as emotions and psychological conditions, and therefore they contribute to understanding. Culture affects nonverbal behaviours. The Indian subcontinent is highly multicultural, multi-ethnic, multi-religious and multilingual, and language diversity often makes communication difficult. In India alone, there are 22 official languages besides about 400 other languages. The populations of the southern area, who speak languages of Dravidian origins, do not have a common language to communicate with people living in the North, who speak languages of Aryan origins, and even people living in the same village often speak different dialects. English, which has the status of an L2 in the country, is spoken appropriately only by those who can afford to go to English-medium schools. The majority of people can be placed in a continuum going from highly creolised forms of English to a number of ‘trade pidgins’. Yet, in spite of the inability to communicate in a common language, Indians make use of nonverbal languages, such as hand and head gestures, facial expressions, eye movements, as well as less evident messages such as dress and their colours, posture and the space between speakers. Nonverbal behaviours that Indians display in daily communication are related to those found in traditional performing and aesthetic arts. The purpose of this paper is to suggest how the knowledge of nonverbal languages is useful for an appropriate intercultural competence for interaction with migrants coming from the Indian subcontinent.

  19. Comuni in guerra. Amministrazione, popolazione e risorse nella Bassa Romagna

    Elisa Dondi

    2016-11-01

    Full Text Available Presentiamo gli esiti di una ricerca svolta negli archivi storici comunali di Massa Lombarda, Russi e Bagnacavallo sul tema dell'alimentazione durante la seconda guerra mondiale. Si sono analizzate le funzioni affidate ai Comuni, le condizioni alimentari dei tre comuni rurali e le reazioni alle privazioni della popolazione. Attraverso lo studio di un caso locale abbiamo cercato di cogliere gli aspetti generali che caratterizzano il vettovagliamento del fronte interno italiano.

  20. Il processo cumulativo di Wicksell nella teoria e nella pratica. (Wicksell’s cumulative process in theory and practice

    D. PATINKIN

    2014-08-01

    Full Text Available Text of a lecture delivered at the university of UPSALA. The author discusses Knut Wicksell’s legacy, with specific reference to monetary theory. The author places Wicksell among the adherents of the quantity theory of money, although recognising that a fractional reserve banking system abides by different rules. The author rejects Cagan’s criticism of Wicksell and he considers empirical evidence in support of Wicksellian results.JEL: B31, B13, E40

  1. Compendio di meccanica razionale

    Levi-Civita, Tullio

    1948-01-01

    Questa seconda edizione, pur conforme nel suo complesso alla precedente, ha subìto un'accurata revisione generale e svariati ritocchi particolari. Ci limitiamo qui a rivelare che nella I Parte abbiamo aggiunto un'analisi della nozione di "tempo", diretta a lumeggiare il momento preciso del distacco fra l'impostazione classica della Meccanica e della Fisica e quelle relativistica; e, per quel che concerne la Statica, vi abbiamo inquadrato, senza ammissioni estranee, la determinazione delle reazioni nel cosidetto "arco a tre cerniere" e ridotto a forma didatticamente più semplie ed espressiva il paragrafo sull'"attrito volvente". Nella II Parte abbiamo ulteriormente semplificato la teoria elementare dei "fenomeni giroscopici", seguendo G. Bisconcini.

  2. Fondamenti di Meccanica e Biomeccanica Meccanica dei corpi rigidi articolati

    Picasso, Bruno

    2013-01-01

    Nel presente volume vengono presentati in forma estesa e rigorosa i principi della Meccanica dei corpi rigidi, il cui apprendimento richiede solo le conoscenze di base della Fisica, studiata nella Scuola Superiore. La quasi totalità delle applicazioni, degli esempi e degli esercizi presentati si riferisce all’analisi del movimento e degli stati di sforzo nel corpo umano. Le applicazioni svolte con Matlab e Simulink richiedono una conoscenza elementare di programmazione in questi ambienti. Nel testo si privilegia l’approccio applicativo, perché la materia rimanga viva nella successiva vita professionale del lettore. Il testo si rivolge principalmente agli studenti dei Corsi di Biomeccanica, professati nei Corsi di Studio di base in Bioingegneria, in Scienze Motorie e nelle Scuole di Specializzazione in Ortopedia. Per l’estensione della materia trattata e per le applicazioni, il testo può essere utilmente adottato anche nei Corsi di Laurea specialistica in Bioingegneria.

  3. L'itinerario scientifico e l'insegnamento di Pietro Bassi, fisico

    Verondini, Ettore; Vitale, Antonio

    1985-01-01

    Presentazione ; l'opera nella Facoltà di Ingegneria dell'Università di Bologna ; ricordo ; i raggi cosmici, esperienze ad Arcetri e al MIT ; distribution of arrival times of air shower particles ; sensibilità e gusto strumentale nella fisica in espansione ; on n-pentane bubble chambers ; la costruzione della camera a bolle nazionale ; a device for dynamical measurements of pressure ; su alcune proprietà fondamentali di simmetria nelle leggi della natura, il "caso" della parità ; demostration of parity nonconservation in hyperon decay ; l'interesse per le simmetrie nei nuclei ; the reaction 7Be(n,a)4He and parity conservation in strong interactions ; dimensioni di un insegnamento ; gli anni del lavore comune ; on the positive excess of mesons near sea level ; pubblicazioni più significative del prof. Pietro Bassi.

  4. Il danese tranquillo Niels Bohr, un fisico e il suo tempo, 1885-1962

    Pais, Abraham

    1993-01-01

    Niels Bohr è una figura centrale nella fisica del Novecento, padre fondatore della teoria atomica e della meccanica quantistica. La storia della sua vita, ricca e piena anche sul piano affettivo e personale, non può dunque ridursi a un resoconto dei suoi successi scientifici e Pais, allievo e poi amico di Bohr, ne è perfettamente consapevole. Il libro si sviluppa su vari piani: capitoli strettamente biografici o storico-scientifici si alternano a discussioni sulle idee di Bohr in campo politico e filosofico, sui suoi rapporti con Einstein, sul suo ruolo nei drammatici anni della guerra e su molti altri aspetti della vicenda umana.

  5. Equazioni a derivate parziali metodi, modelli e applicazioni

    Salsa, Sandro

    2016-01-01

    Il testo costituisce una introduzione alla teoria delle equazioni a derivate parziali, strutturata in modo da abituare il lettore ad una sinergia tra modellistica e aspetti teorici. La prima parte riguarda le più note equazioni della fisica-matematica, idealmente raggruppate nelle tre macro-aree diffusione, propagazione e trasporto, onde e vibrazioni. Nella seconda parte si presenta la formulazione variazionale dei principali problemi iniziali e/o al bordo e la loro analisi con i metodi dell'Analisi Funzionale negli spazi di Hilbert.

  6. Modified Mason's vertical banded gastroplasty. Radiological follow-up 322 patients with morbid obesity; Ruolo della radiologia nella valutazione dei pazienti affetti da obesita' patologica sottoposti a gastroplastica verticale secondo Mason modificata. Studio di 322 casi

    Monteduro, F.; Cappello, I.; Pezzi, A.; Spagnol, A. [Bologna Univ., Bologna (Italy). Policlinico S. Orsola, Servizio Radiologia 2; Ghetti, A. [Bologna Univ., Bologna (Italy). Clinica Chirurgica 2

    1999-12-01

    the neo stomach and permit to correlate the pouch volume with weight loss. [Italian] La gastroplastica verticale secondo Mason rappresenta una delle tecniche piu' utilizzate nel trattamento dell'obesita' patologica in quanto ha semplice esecuzione, buoni risultati e scarsa incidenza di complicanze a distanza. Nel presente lavoro venogno presentati i risultati del controllo radiologico postoperatorio condotto su 322 pazienti sottoposti a gastroplastica verticale secondo Mason modificata. In 322 pazienti sottoposti a gastroplastica verticale secondo Mason modificata sono state valutate mediante studio radiologico con pasto semiliquido e tecnica con mdc semplice le caratteristiche morfologiche, funzionali e volumetriche della tasca gastrica e le eventuali complicanze dell'intervento. Di questi 322 pazienti 272 erano femmine con eta' compresa tra 17 e 69 anni (media 37) e 50 maschi con eta' compresa tra 19 a 64 anni (media 36); il peso medio era di 124 kg (con intervallo da 78 a 218). Solo nei pochi casi in cui e' risultata necessaria la valutazione dettagliata della mucosa del neostomaco e' stato utilizzato il doppio mdc on minime dosi di polvere effervescente. La valutazione e' stata effettuata dopo uno e 12 mesi dall'intervento. Controlli al di fuori di questo protocollo sono stati effettuati solo su precisa indicazione clinica per sospetta insorgenza di complicanze compreso il non adeguato calo ponderale. Nella nostra serie si sono osservate 9 complicanze precoci: edema persistente dello pseudopiloro (8 casi) ed emorragia endogastrica (un caso) e 8 complicanze tardive: aderenza dello pseudopiloro al letto della colecisti (un caso), formazione di pseudo-diverticolo della parete posteriore del neostomaco (un caso), orizzontalizzazione del neostomaco (4 casi), deiscenza della sutura lineare (2 casi). In 305 pazienti non si e' avuta nessuna complicanza con calo ponderale soddisfacente e volumetria del neostomaco uno e

  7. Meccanica classica

    Goldstein, Herbert

    1971-01-01

    Un corso avanzato di Meccanica classica ha costituito, per lungo tempo, una parte importante del curriculum di studi per la laurea in Fisica; al giorno d'oggi però si potrebbe metterne in dubbio la funzionalità. Questo tipo di corso infatti non introduce alcun concetto fisico nuovo e non porta lo studente a contatto diretto con la problematica corrente della ricerca fisica, né lo aiuta, sostanzialmente, a risolvere i problemi pratici di Meccanica che incontra in laboratorio. Ciò nonostante, la Meccanica classica resta parte indispensabile del bagaglio culturale di un fisico. Essa gioca un duplice ruolo nel preparare lo studente allo studio della Fisica moderna. In primo luogo, la Meccanica classica, nell'una o nell'altra delle sue formulazioni più avanzate, serve come trampolino per i diversi rami della Fisica moderna. Così, la tecnica delle variabili azione-angolo risulta necessaria nella vecchia teoria dei quanti, l'equazione di Hamilton-Jacobi e il principio di minima azione forniscono la base per il...

  8. La Scuola di Chicago e la regola del tasso di crescita della moneta. (The Chicago monetary growth-rate rule: Friedman on Simons reconsidered

    G.S. TAVLAS

    2013-12-01

    Full Text Available Il lavoro esamina una serie di questioni relative all'interpretazione monetaria di Friedman e Simons . Gli autori ritengono che lo sposare  una regola monetaria comporta , soprattutto , fiducia nella extrapolability di tendenze statistiche di lungo termine, in particolare per quanto riguarda la velocità . La formulazione iniziale della ipotesi monetaria della Grande Depressione è legata ad un contributo originale del tutto trascurato da William Foster e Waddill Catchings . The work takes up a series of issues pertaining to the monetary interpretation of Friedman and Simons. The authors find that espousal of a monetary rule involves, foremost, confidence in the extrapolability of long-term statistical trends, particularly with respect to velocity. The initial formulation of the monetary hypothesis of the Great Depression is linked to an entirely overlooked original contribution by William Foster and Waddill Catchings. Their contribution these authors essentially anticipates views set forth by Friedman and Simons, and already included the formulation of the monetary growth-rate rule. JEL: B31, E40

  9. Physical Properties of P.V.C. Attenuated Network Copolymers Produced by Ionizing Radiation; Proprietes physiques des copolymeres obtenus sous l'action de rayonnements ionisants et dont le reseau est attenue par l'effet du chlorure de polyvinyle; Fizicheskie svojstva polivinilkhloridnykh obednennykh tsepej sopolimerov, poluchennykh v rezul'tate vozdejstviya ioniziruyushchej radiatsii; Propiedades fisicas de los copolimeros de redes atenuadas por cloruro de polivinilo obtenidos por irradiacion

    Pinner, S H [Tube Investments Research Laboratories, Hinxton Hall, Cambridge (United Kingdom)

    1960-07-15

    - terme qui implique normalement la presence de longues chaines ramifiees - mais de reseaux allyliques attenues sous l'action d'un polymere. Ces produits reunissent les proprietes recherchees du polymere ascendant et celles du reseau allylique. La resistance a la traction, les modules d'elasticite et l'allongement des copolymeres a reseau attenue sont exposes et examines en fonction de la temperature ambiante ainsi que de la concentration et du nombre de groupes fonctionnels de l'ester allylique. L'auteur explique ainsi la resistance des produits au gonflement et a l'action chimique. (author) [Spanish] La reticulacion del cloruro de polivinilo por la accion de las radiaciones ionizantes plantea problemas especiales. A causa de los parametros de reticulacion y de ruptura de los enlaces transversales de este polimero que son mas bien desfavorables, las dosis de radiacion necesarias para obtener un elevado grado de reticulacion son, desde un punto de vista economico, excesivamente costosas y se producen simultaneamente efectos de decoloracion y de deshidrohalogenacion. Se han superado estos obstaculos anadiendo asteres de dialilo y trialilo al cloruro de polivinilo, antes de la irradiacion. De esta forma, se obtienen productos de elevado grado de reticulacion con dosis de radiaciones ionizantes relativamente pequenas. Al examinar las propiedades fisicas de estos productos, se observa que-no son simplemento copolimeros de injerto, termino que normalmente supone la presencia de largas cadenas ramificadas, sino que son redes alilicas atenuadas por polimeros. En este producto se combinan las valiosas propiedades del polimero original y de la red alilica. La resistencia a la traccion, el modulo de elasticidad y la elongacion de esos copolimeros se estudian en funcion de la temperatura y de la concentracion y caracteristicas funcionales del ester alilico. Tambien se estudia la turgencia y la resistencia quimica de los productos obtenidos. (author) [Russian] Obrazovanie

  10. A caccia del bosone di Higgs magneti, governi, scienziati e particelle nell'impresa scientifica del secolo

    Maiani, Luciano

    2013-01-01

    Nel luglio 2012 veniva confermata sperimentalmente, presso i laboratori del CERN di Ginevra, l'esistenza del "bosone di Higgs", la più piccola di tutte le particelle subatomiche fino ad ora scoperte, teorizzata da Peter Higgs fin dal lontano 1964 e divulgata al mondo come "la particella di Dio". Una scoperta che costituisce un fondamentale passo avanti nella fisica delle particelle e nella conferma del modello standard dell'universo, in direzione di quella Teoria del Tutto, la teoria unificata delle forze, che la fisica insegue da decenni. Per giungere alla prima conferma sperimentale sono stati necessari quasi 50 anni di ricerche teoriche e la costruzione della macchina più grande del mondo, l'LHC, Large Hadron Collider, un anello lungo 27 chilometri situato a 100 metri di profondità nel territorio di Ginevra. Una sfida sul cui successo, all'inizio, pochi avrebbero scommesso e che si accompagna alla storia stessa del CERN, il Consiglio Europeo per la Ricerca Nucleare di cui Luciano Maiani è stato diretto...

  11. Auto-eficacia de docentes de Educação Fisica

    Roberto Tadeu Iaochite

    2007-01-01

    Resumo: Os estudos sobre as crenças de auto-eficácia fundamentados no referencial da teoria social cognitiva têm revelado contribuições significativas para as áreas da educação, psicologia, medicina, educação física, administração, dentre outras. No cenário educacional, esses estudos têm focalizado sobre as crenças de auto-eficácia dos docentes em diferentes contextos, disciplinas e níveis de ensino. Auto-eficácia docente diz respeito a um julgamento que o professor faz acerca das próprias ca...

  12. 4. Mexican School of Nuclear Physics. Papers; 4. Escuela Mexicana de Fisica Nuclear. Notas

    Aguilera, E F; Hernandez, E; Hirsch, J [eds.

    2005-07-01

    The IV Mexican School of Nuclear Physics, organized by the Nuclear Physics Division of the Mexican Physics Society, takes place from June 27 to July 8, 2005 in the Nuclear Sciences and of Physics Institutes of the UNAM and in the National Institute of Nuclear Research (ININ). This school, as the previous ones, it was guided the students of the last semesters of the career of Physics, of the Post grade of the same specialty, and of other adjacent careers. To give the students a current vision of some of the topics more important of the nuclear physics and their relationship with other near areas of the physics it was the objective of this School. The School covered a wide range of theoretical and experimental courses, imparted in its majority by Mexican expert professor-investigators in the matter to who we thank them the one effort and the quality of their presentations, reflected in the content of this document. The answer of the students to the convocation was excellent, 31 students presented application for admission coming from the following institutions: Meritorious Autonomous University de Puebla, National Institute of Nuclear Research, Technological Institute of Orizaba, National Polytechnic Institute, The University of Texas at Brownsville, Autonomous University of the State de Mexico, Autonomous University of the State of Morelos, Autonomous University of Baja California, Autonomous University of San Luis Potosi, University of Guadalajara, University of Guanajuato, National Autonomous University of Mexico, University of Texas, at El Paso and University Veracruzana. They were admitted to the 22 students with the higher averages qualifications of the list of applicants. The organizers of this school thank the financial support granted by the following sponsor institutions: Nuclear Sciences Institute, UNAM, Physics Institute of UNAM, Coordination of the Scientific Research UNAM, National Institute of Nuclear Research, Nuclear Physics Division of the Mexican Physics Society and Autonomous University of the State of Mexico. (Author)

  13. Un congreso de fisica estudia la composicion de las capas de la tierra

    2003-01-01

    "El Congreso de Internacional de Neutrinos, que ayer comenzo en el Jardin Botanico de Valencia, aborda, entre otros aspectos, la composicion y el perfil tomografico de las distintas capas de estratos del interior de la Tierra, segun informo a Efe el profesor Jose Furtado Valle" (1/2 page).

  14. The Missing Link in Physics; El eslabon perdido de la Fisica

    Puerto Pelayo, J.

    2013-02-01

    Certain moments in the History of Science have substantially changed the path of knowledge. These moments occur when, thanks to some experiments or findings, a theory can be proven right or wrong. Validation of a theory is like taking a leap forward in the understanding of any discipline, but at the same time it opens the door to many new unknowns. Experimental confirmations of the theory of relativity, the evolution of species, the expansion of the Universe, etc. are clear examples. Since Particle Physics is quite a novel discipline, during the last hundred years there have been quite a few momentous events in the field. These milestones have led to a deeper understanding of the subatomic world. These findings can be currently summarized as a series of formulas that best describe our comprehension of the most intimate structure of the Universe: the so-called Standard Model. However, during the last few decades, reaching new milestones has become more and more difficult, since we are dealing with increasingly higher ranges of energy that require larger and more complex experimental devices and experimental signals that are increasingly harder to detect. In other words, we are searching for smaller needles in larger haystacks, meaning it is an enormous privilege to be able to experience one of these discoveries firsthand. (Author)

  15. Educacao Fisica Escolar: A Construcao de um Conceito (School Physical Education: The Construction of a Concept).

    Colpas, Ricardo Ducatti

    2000-01-01

    Seeks to understand school physical education praxis in light of the human development theories of Lev Vygotsky. Develops a methodology of teaching and a conception of learning that enables students to recognize physical education as a school discipline connected to a dynamic curriculum. (BT)

  16. Problemi e di Fisica e Astronomia ed il metodo di Gerberto docente

    Sigismondi, Costantino

    2015-04-01

    Teaching Physics and Astronomy to pupils of 14-19 years old requires nowadays a continuous upgrade of knowledge as well as a capacity of selecting topics. The art of presenting arguments made Gerbert the teacher Rogatus a Pluribus in the end of X century and it is still actual; the proposed series of problems wants to link everyday experiences with the mathematical models of the phenomena, to allow the prediction and explanation of the experimental data. These problems of Physics and Astronomy are “observation oriented”, as the method of Gerbert was to start from the experience to get the theory, and not viceversa. Physics is much more than an “applied Algebra”. In the dispute of Ravenna (980) between Gerbert and Otric from Magdeburg, the primacy of Physics with respect to Mathematics was discussed. In the Italian secondary technical schools there are laboratory activities, while there is nothing similar for Lyceums and for the Astronomy teaching which is limited to a series of notions to be learned without any kind of observation; considered too difficult in polluted skyes.

  17. EVALUACION FISICA MECANICA Y QUIMICA SOBRE CERRAMIENTOS UTILIZADOS POSTERIOR A UN INCENDIO

    Valero, D.

    2015-06-01

    Full Text Available Esta investigación tuvo como objetivo evaluar el comportamiento ante el calor, de bloques de concreto aligerado y de poliestireno expandido de alta densidad, usados en losas y cerramientos en edificaciones prototipo. Se enmarca dentro de una investigación de campo, de carácter experimental y analítico-descriptivo, para lo cual se realizaron seis fases: recopilación de la información, caracterización físico-mecánica del revestimiento a utilizar, prototipos o módulos a ensayar, descripción de la sistemática del ensayo, caracterización físico-química de los materiales en estudio, y elaboración de recomendaciones de seguridad en caso de incendio. Se recopiló la información necesaria en materia de poliestireno expandido de alta densidad, y bloques aligerados con arcilla expandida mediante consultas de textos, manuales, normas, institutos, locales comerciales, publicaciones en internet, personal técnico capacitado con experiencia en el uso en obras de dichos materiales. La empresa especializada International Fire Services C.A. (IFSCA realizó el estudio requerido según normas. Entre los hallazgos relevantes se encontraron los altos valores de compuestos volátiles orgánicos durante la combustión del poliestireno expandido y la propiedad de los bloques aligerados con arcilla expandida como aislantes térmicos. This research is intended to evaluate the behavior of lightened concrete blocks and expanded high density polystyrene when exposed to heat, that are used in slabs and enclosures in prototype buildings. It is part of a field research, experimental and analytical-descriptive, for which six phases were carried out: collection of information, physical-mechanical character of coating to use, prototypes or modules to be tested, description of the scheme of testing, physical-chemical character of the materials under study and development of safety recommendations in case of fire characterization. The necessary information on expanded polystyrene high density, and lightweight blocks with expanded clay was collected through consultation of texts, manuals, standards, colleges, shops, online publications, trained personnel with experience using these materials. The specialized company International Fire Services C.A. (IFSCA conducted the study required under standards. Among the key findings there were the high levels of volatile organic compounds during combustion of expanded polystyrene and characteristics of the lightweight expanded clay blocks as thermal insulators were found.

  18. Analisi e sviluppo di strutture ibride per esperimenti di fisica delle particelle elementari

    Allegretti, Sonia

    2004-01-01

    In the high energy physics experiments it is necessary the use of light structures, transparent to radiation with low value of thermal expansion and high strength. All these properties can be obtained by developing hybrid structures. The mechanical characteristic of hybrid structures and fiber-reinforced composite assemblies are limited by the presence of polymeric resins (adhesive or matrix), which have low mechanical strength and rigidity, are temperature dependents and reactive to the environment and to the active gas. Problems connected to the environmental degradation and to the low strength diminish by using epoxy resins. Still remain unsolved those problems related to low values of interlaminar stresses in the composite laminate and internal stress in the adhesive joints. The present work aimed to furnish systematic methodology for the characterization and development of hybrid structures used in particle physics experiments. The study covers the analysis of the deformations and stress distributions du...

  19. Second Mexican School of Nuclear Physics: Notes; Segunda Escuela Mexicana de Fisica Nuclear: Notas

    Aguilera, E F [Instituto Nacional de Investigaciones Nucleares, A.P. 18-1027, 11801 Mexico D.F. (Mexico); Chavez L, E R [Instituto de Fisica, UNAM, 04510 Mexico D.F. (Mexico); Hess, P O [Instituto de Ciencias Nucleares, UNAM, 04510 Mexico D.F. (Mexico)

    2001-07-01

    The II Mexican School of Nuclear Physics which is directed to those last semesters students of the Physics career or post-graduate was organized by the Nuclear Physics Division of the Mexican Physics Society, carrying out at April 16-27, 2001 in the installations of the Institute of Physics and the Institute of Nuclear Sciences, both in the UNAM, and the National Institute of Nuclear Research (ININ). A first school of a similar level in Nuclear Physics, was carried out in Mexico at 1977 as Latin american School of Physics. This book treats about the following themes: Interactions of radiation with matter, Evaluation of uncertainty in experimental data, Particle accelerators, Notions of radiological protection and dosimetry, Cosmic rays, Basis radiation (environmental), Measurement of excitation functions with thick targets and inverse kinematics, Gamma ray technique for to measure the nuclear fusion, Neutron detection with Bonner spectrometer, Energy losses of alpha particles in nickel. It was held the practice Radiation detectors. (Author)

  20. 3. Mexican school of nuclear physics; 3. Escuela Mexicana de Fisica Nuclear

    Chavez L, E R [Instituto de Fisica, UNAM, 04510 Mexico D.F. (Mexico); Hess, P O [Instituto de Ciencias Nucleares, UNAM, 04510 Mexico D.F. (Mexico); Martinez Q, E [Instituto Nacional de Investigaciones Nucleares, A.P. 18-1027, 11801 Mexico D.F. (Mexico)

    2002-07-01

    The III Mexican School of Nuclear Physics which is directed to those post graduate in Sciences and those of last semesters students of the Physics career or some adjacent career was organized by the Nuclear Physics Division of the Mexican Physics Society, carrying out at November 18-29, 2002 in the installations of the Institute of Physics and the Institute of Nuclear Sciences both in the UNAM, and the National Institute of Nuclear Research (ININ). In this as well as the last version its were offered 17 courses, 9 of them including laboratory practices and the rest were of theoretical character only. This book treats about the following themes: Nuclear physics, Electrostatic accelerators, Cyclotrons, Thermonuclear reactions, Surface barrier detectors, Radiation detection, Neutron detection, Bonner sphere spectrometers, Radiation protection, Biological radiation effects, Particle kinematics, Nucleosynthesis, Plastics, Muons, Quadrupoles, Harmonic oscillators, Quantum mechanics among many other matters. (Author)

  1. Cassirer e la fisica einsteiniana. Il vantaggio epistemologico della teoria della relatività

    SPERANZA, MARIA TERESA

    2016-06-01

    Full Text Available Cassirer and Einstein’s Physics. The epistemological Advantage of the Theory of Relativity The vast universe, which exists independently of us human beings and which stands before us as an eternal enigma, accessible only in part to our attention and our thinking, has never ceased to exercise his attraction on Einstein. The contemplation of universe led him to venture into the most mysterious sides of theoretical physics and to solve the most complex problems of classical physics. The paradox of theory of relativity consists precisely in the introduction of new absolute, which create a considerable epistemological advantage compared to the newtonian physics. The constancy of the speed of light becomes for Cassirer an ideal apriori, or rather a transcendental form of scientific thought, that revolutionizes the concepts of nature, measure, space and time and responds to the fundamental synthetic requirement of intellect, to his inevitable process of gathering and unifying the multiplicity of experience within the unity of the universal laws of science.

  2. Los secretos de las particulas : la fisica fundamental en la vida cotidiana : ciclo de conferencias 2014

    2015-01-01

    To coincide with the commemoration of the 60th anniversary of the creation of CERN in 2014, the BBVA Foundation and the nuclear research organization have jointly organised a lecture series called The Sercret of Particles : Fundamental Physics in Everyday Life. The main objectives of this lecture series, organised jointly by the BBVA Foundation and CERN, are to raise awareness of the benefits of science to society, present the current and future challenges in the field of particle physics and show the technologies used in major scientific facilities such as CERN. In particular, the lectures examine the role of CERN and the Spanish National Plan for Particle Physics in the promotion and development of new technologies and the optimisation of industrial returns.

  3. Grossatesta e la matematica dell'infinitoUna lettura del Commento alla Fisica

    Massimiliano Luce

    2008-07-01

    Full Text Available Un fondamento teologico per la matematica dell'infinito: Dio come primo matematico in grado di numerare gli infiniti punti delle grandezze geometriche. A theological foundation for the mathematics of the infinity: God as the first mathematician, who is able to number the endless points of the geometrical size.

  4. LA DIMENSION AFECTIVA, COMO BASE PARA LA CONTEXTUALIZACION DE LA ENSEÑANZA DE LA FISICA

    Rioseco,Marilú; Romero,Ricardo M

    1999-01-01

    Como una forma para solucionar el problema de la falta de interés de los alumnos de la enseñanza media chilena por el aprendizaje de la física, se ha diseñado un modelo de planificación de unidades de aprendizaje que considera los contextos para motivar a los alumnos y, además, mejorar su comprensión de conceptos y leyes. Un paso importante de este modelo, es la identificación de los patrones de interés de los estudiantes a fin de definir los contextos en base a los que desarrollan las unidad...

  5. Atividade fisica de idosos relacionada ao transporte e lazer, Maceio, Brasil

    Ana Raquel de Carvalho Mourao

    2013-12-01

    Full Text Available OBJETIVO : Analisar o nível de atividade física de idosos nos domínios do transporte e lazer e fatores associados. MÉTODOS : Estudo transversal com amostra populacional de 319 idosos em Maceió, AL, em 2009. O nível de atividade física relacionada ao transporte e ao lazer foi mensurado com aplicação do Questionário Internacional de Atividade Física, versão longa. As variáveis analisadas foram: idade, escolaridade, sexo, renda per capita e saúde percebida. Foram utilizadas análise descritiva e de regressão múltipla da razão de prevalência e teste de Fisher. RESULTADOS : Foram classificados insuficientemente ativos no transporte 87,5%, significativamente maior entre idosos com idades mais avançadas, com maior escolaridade e que se consideram insatisfeitos com a saúde física comparada. A prevalência dos idosos insuficientemente ativos no lazer foi de 76,2%, mais frequente nas mulheres, nos homens com idade avançada, nos idosos com menor renda per capita, nos que relataram estarem insatisfeitos com a saúde física comparada e a autopercepção da saúde mental. CONCLUSÕES : A prevalência de insuficientemente ativos foi elevada nos domínios transporte e lazer. Os fatores idade, sexo e renda devem ser considerados particularmente no lazer, a fim de garantir equidade no desenvolvimento de políticas de promoção da saúde e atividade física nessa população.

  6. NIVEL DE ACTIVIDAD FISICA, SEDENTARISMO Y VARIABLES ANTROPOMETRICAS EN FUNCIONARIOS PUBLICOS

    Carolina Alemán R.

    2006-12-01

    Full Text Available El propósito de la investigación fue conocer la cantidad de actividad física que los funcionarios realizan durante la semana. Para ello participaron 84 personas con una edad promedio de 30.69 años, todos funcionarios del Programa de Atención Integral de Salud convenio UCR-CCSS; a quienes se les midió, el IMC, la circunferencia de la cintura y la cantidad de actividad física que realizaban por semana por medio del cuestionario de actividades físicas de Paffenbarger. Mediante análisis de varianza de una vía se determinaron diferencias significativas entre la circunferencia de la cintura de las mujeres y los hombres. No se encontró diferencia significativa en cuanto al nivel de sedentarismo entre hombres y mujeres. En cuanto al IMC, un 23% del total de la muestra presentó sobrepeso y un 14% obesidad. Estos datos indican porcentajes muy altos en factores de riesgo para la salud física de estos funcionarios, a pesar de ser adultos jóvenes, lo que lleva a la conclusión de que es imprescindible la intervención con programas que modifiquen estos factores de riesgo, como la práctica regular de actividad física, por medio de planes de acción diseñados de acuerdo a las posibilidades económicas, a las facilidades de acceso a lugares apropiados para la práctica física, o bien la educación de los funcionarios por parte de profesionales en el campo, para que puedan involucrar dentro de sus quehaceres diarios un estilo de vida más activo.

  7. Cockcroft and Walton. Nobel Prize for Physics (1951); Cockcroft y Walton. Premio Nobel de Fisica (1951)

    NONE

    2003-07-01

    In 1951, the Nobel Prize for Physics was shared by researchers John Douglas Cockcroft (1897-1969) and Ernest Thomas Sinton Walton (1903-1995), for their pioneer work on the transmutation of the atomic nuclei by artificial acceleration of atomic particles. (Author)

  8. Norman Ramsey. Nobel Prize Winner in Physics (1989); Norman Ramsey. Premio Nobel de fisica (1989)

    NONE

    2003-07-01

    Norman Ramsey (Washington 1915) received the Nobel Prize in Physics (shared with con H. G. Dehmelt and W. Paul) for the development of study techniques for Atomic Physics. This tireless researcher participated in the discovery of the Magnetic Resonance Method for Molecular Emission. He invented the hydrogen maser and the hydrogen atomic clock, in addition to being a profile author. (Author)

  9. Study of physical properties of the dynamic filter; Estudo das propriedades fisicas do filtro dinamico

    Souza, Roberto Salomon

    2004-02-15

    This paper presents a characterization of the physical properties of the dynamic filter of Clinac 2300 CD linear accelerator of Varian Medical Systems, installed at the Cancer National Institute (INCA), Rio de Janeiro. The 'dynamic filter factors' were measured for the 6 and 15 MV photons, in squared and rectangular fields, and compared with factors furnished at the accelerator manual and used by the planning system, IN and OUT positions, at the maximum dose depths, 5 cm, 10 cm and 29 cm, for the 6 and 15 MV photons energies. The results demonstrated that the 'dynamic filter factors' does not changes with depth and the PDP for the opened field are the same for the fields with dynamic filters. Last but not least the dynamic filters were measured and compared with the nominal angles of the accelerator and the planning system, where some discrepancies were reported.

  10. La Preparacion Fisica en el entrenamiento tecnico-tactico del Baloncesto

    Francisco Freyre Vázquez

    2009-01-01

    Full Text Available Se adaptó e introdujo todos los conceptos relacionados con la preparación física en el proceso general del entrenamiento de un equipo de baloncesto. Las propias características del juego, su complejidad en cuanto a las variables que influyen en el resultado, hizo necesario un planteamiento integrado del entrenamiento donde los ejercicios utilizados tuvieron un carácter complejo y afectando a todos los sistemas implicados en el entrenamiento (físico, técnico, táctico,¿, es decir, se expuso cómo utilizar todos los conceptos relacionados con la preparación física en el entrenamiento día a día y cómo ir introduciendo los diferentes sistemas, medios, métodos así como las diferentes cualidades físicas necesarias en las sesiones diarias de entrenamiento y en las diferentes fases de competición.

  11. Fluxus (fayd). Indagine sui fondamenti della Metafisica e della Fisica di Avicenna

    Lizzini, O.L.

    2011-01-01

    La teoria della causalità di Avicenna (Ibn Sīnā, m. 1037) è dominata dal concetto neoplatonico di flusso emanativo (in arabo fayḍ). Tutti i piani del sistema avicenniano ne sono interessati: quello metafisico, quello naturale, e quello intellettuale e quindi gnoseologico ed etico. Sulla base di

  12. Progress report 1983-1984 - Instituto de Fisica - Universidade Federal do Rio Grande do Sul

    1985-01-01

    The work abstracts done at the Physics Institute of the Rio Grande do Sul Federal University in Brazil during the years of 1983 and 1984 are reported. They cover since low-energy to high-energy physics and both aspects, the theory and experiment, are treated. (L.C.) [pt

  13. Dinâmica relativista. Fisica e filosofía

    Meneses, Ramiro Délio Borges de

    2007-01-01

    Energy and mass are generally interpreted as difFerent properties of matter, for instance: the energy of a particle ¡s generally interpreted as a measure of its capacity to do work. The law of the equivalence of mass and energy does not imply that mass is sometimes converted into energy or vice versa, but states that the changes in ene are accompanied by corresponding changes in the other, inertial mass and energy being proportional to each other; E = m • c . The law of conservation...

  14. Centrifuge modelling of lateral displacement of buried pipelines; Modelagem fisica centrifuga de flambagem lateral de dutos

    Oliveira, Jose Renato Moreira da Silva de; Almeida, Marcio de Souza Soares de; Marques, Maria Esther Soares; Almeida, Maria Cascao Ferreira de [Universidade Federal do Rio de Janeiro (UFRJ), RJ (Brazil). Coordenacao dos Programas de Pos-graduacao de Engenharia (COPPE); Costa, Alvaro Maia da [PETROBRAS, Rio de Janeiro, RJ (Brazil). Centro de Pesquisas (CENPES)

    2003-07-01

    This work discusses soil-structure interaction applied to the buckling phenomena of buried pipelines subjected to heated oil flow. A set of physical modelling tests on lateral buckling of pipelines buried on soft clay is presented using COPPE/UFRJ geotechnical centrifuge. A 1:30 pipeline model was moved side ward through a soft clay layer during centrifuge flight, varying the burial depth, in order to simulate the lateral buckling in plane strain condition. The results show different behaviour concerning horizontal and vertical forces measured at pipeline level due to soil reaction. (author)

  15. Problemi di fisica meccanica e termologia, ottica ed elettricità

    Foglia, C

    1962-01-01

    Equazioni dimensionali ed unità di misura ; elementi di calcolo vettoriale ; cinematica ; dinamica ; fenomeni ondulatori ; meccanica dei fluidi ; termologia ; elettrostatica ; la corrente elettrica nei conduttori ohmici e non ohmici ; elettromagnetismo e correnti alternate ; equazioni di Maxwell e onde elettromagntiche ; ottica geometrica ; interferenza e diffrazione della luce ; polarizzazione della luce ; applicazioni elementari della teoria degli errori.

  16. Physical bases of radiology. Diagnosis and therapy. Bases fisicas da radiologia. Diagnostico e terapia

    Scaff, L A.M. [Instituto de Radioterapia Osvaldo Cruz, Sao Paulo (Brazil)

    1979-01-01

    The following topics are discussed in the book: basic notions of nuclear physics; X-rays; X-or gamma radiation absorption by the matter; ionizing radiation measurement; qualities of X-rays; measurement of the absorbed energy - dose; physical parameters of radiotherapy; isodose curves; irradiation fields; schemes of treatment; teletherapy machines; radiotherapy with radioisotopes; diagnostic radiology and ionizing radiation protection. Tables relative to the matter treated in the text are furnished.

  17. Estudo de validade do questionario "Lista de Atividades Fisicas" em criancas

    Fernando Adami

    2013-06-01

    Full Text Available OBJETIVO: Avaliar a validade concorrente e a equivalência operacional do questionário "Lista de Atividades Físicas" em crianças. MÉTODOS: O estudo complementa o processo de adaptação transcultural do Physical Activity Checklist Interview. Participaram 118 escolares de sete a dez anos matriculados do segundo ao quinto ano do ensino fundamental de São Paulo, SP, em 2009. Foram quantificados o tempo de engajamento em atividades físicas moderadas a vigorosas e em atividades sedentárias, assim como custos metabólicos total e ponderado. Adotou-se o acelerômetro como medida de atividade física. Foram quantificados a atividade física total (counts/min e o tempo em atividade física moderada a vigorosa. A validade foi avaliada pelo coeficiente de correlação de Pearson e a equivalência operacional por meio dos dados referentes à duração e avaliação da entrevista. RESULTADOS: Os valores do coeficiente de correlação entre os resultados provenientes do questionário e do acelerômetro variaram de 0,34 a 0,40. O questionário "Lista de Atividades Físicas" superestimou o tempo em atividade física moderada a vigorosa quando comparado ao acelerômetro. A duração média da entrevista foi de 24 minutos (mínima = 13 min; máxima = 41 min; desvio-padrão = 5 min. O item da entrevista com pior resultado foi a habilidade do escolar em estimar tempo (ruim ou regular em 24,8% das entrevistas. CONCLUSÕES: Em relação à versão original, o questionário "Lista de Atividades Físicas" apresenta valores similares de indicadores de validade concorrente e de equivalência operacional, confirmando a adequação do processo de adaptação transcultural.

  18. Evaluacion de Mediciones Fisicas y de Ultrasonido para Estimaciones del Peso de la Pechuga

    Melo JE

    2001-01-01

    Full Text Available El objetivo del presente trabajo fue evaluar la utilización de distintas mediciones como predictores del peso de la pechuga. En la experiencia 1 se utilizaron 32 pollos Anak y 32 pollos Ross, muestreados al azar de dos lotes de 400 animales de cada genotipo. A los 53 dias de edad se realizó la faena y una disección de cortes comerciales. Se tomaron los siguientes pesos: peso vivo (PV, de la canal (PC y de la pechuga (Pch. Se calculó para el análisis la proporción de cada uno sobre el peso vivo (%PC y %Pch. También se midieron el largo y el ancho de la pechuga con calibre. Se observaron diferencias entre genotipos para PV, PC, %PC, Pch y %Pch (p <0,05. Los animales de la línea Ross resultaron más pesados que los Anak, así coma su carcasa, pechuga y proporciones resultaron mayores. La Pch se correlacionó alta y positivamente con el PV. Ninguna de las mediciones con calibre in vivo significó un aumento de consideración en la precisión de la predicción de Pch. En la experiencia 2 se utilizaron 60 pollos INTA-Camperos, muestreados al azar de un lote de 100 animales. A los 69 días de edad se realizaron mediciones in vivo del largo y ancho de la pechuga con calibre, y de la profundidad por ultrasonido previo a la faena, midiéndose los mismos parámetros que en la anterior experiencia. La correlación entre PV y la Pch fue alta y positiva, pero media a baja con las mediciones con calibre. Se obtuvo una buena predicción de Pch (R²=0,75 a partir del peso vivo, del largo y de la profundidad de pechuga. La eliminación de la medición ecográfica no redujo el ajuste del modelo de manera significativa (R²=0,725.

  19. Methodology for reactor core physics analysis - part 2; Metodologia de analise fisica do nucleo - etapa 2

    Ponzoni Filho, P; Fernandes, V B; Lima Bezerra, J de; Santos, T I.C.

    1992-12-01

    The computer codes used for reactor core physics analysis are described. The modifications introduced in the public codes and the technical basis for the codes developed by the FURNAS utility are justified. An evaluation of the impact of these modifications on the parameter involved in qualifying the methodology is included. (F.E.). 5 ref, 7 figs, 5 tabs.

  20. Modelo de levantamiento de informacion fisica catastral para el Instituto Nacional de Tierras, oficina regional Trujillo

    Castellanos, Víctor

    2011-01-01

    Se identificó la metodología utilizada para el catastro físico de los Asentamientos Campesinos del Estado Trujillo, durante la vigencia del Instituto Agrario Nacional, y la existente actualmente con el Instituto Nacional de Tierras, Ofi cina Regional Trujillo. La evaluación de esta información determinó la propuesta de un modelo de levantamiento con fi nes de densifi cación de redes geodésicas utilizando tecnología satelital GPS, que facilite la actualización catastral de los pred...

  1. Progress report 1981-1982 - Instituto de Fisica - Universidade Federal do Rio Grande do Sul

    1983-01-01

    Several works, covering the 1981 and 1982 years, from the Physical Institut of the Federal University of Rio Grande do Sul - Brazil are reported. They treat both experimental and theoretical aspects of almost the totality of the physical areas, including also the instrumentation part. (L.C.) [pt

  2. Cultura de movimento e identidade : a Educação Fisica na contemporaneidade

    Emerson Luis Velozo

    2009-01-01

    Resumo: Este estudo buscou compreender a dinâmica das relações identitárias relacionadas às práticas corporais na sociedade contemporânea. Entendendo por práticas corporais os jogos, os esportes, as ginásticas, as lutas e as danças, entre outras atividades que envolvem o corpo, procurou-se interpretar a lógica destes elementos da "cultura de movimento" tendo como pano de fundo a reflexão sobre a contemporaneidade. Diferente das sociedades "primitivas" e "tradicionais", nas quais os vínculos d...

  3. Some mathematical problems in non-linear Physics; Algunos problemas matematicos en fisica no-lineal

    NONE

    1983-07-01

    The main results contained in this report are the following: I) A general analysis of non-autonomous conserved densities for simple linear evolution systems. II) Partial differential systems within a wide class are converted into Lagrange an form. III) Rigorous criteria for existence of integrating factor matrices. IV) Isolation of all third-order evolution equations with high order symmetries and conservation laws. (Author) 3 refs.

  4. L'autografia d'autore Cambiamenti nella realizzazione e nella concezione del libro dal XII secolo all'invenzione della stampa

    Micol Long

    2012-06-01

    Full Text Available Si ritiene a volte che l'invenzione della stampa abbia innescato il cambiamento nel modo di concepire l'oggetto libro, segnando il passaggio dall'idea medievale a quella moderna. Occorre però tenere presente che esiste un'importante evoluzione interna al medioevo e che l'invenzione della stampa, per quanto fondamentale, è da inserire all'interno di questo processo più ampio, che a partire dal XII secolo circa trasforma l'uso e la funzione stessa della scrittura, rivoluziona il modo di leggere e di conseguenza il libro stesso, sia concettualmente sia come oggetto fisico. L'approccio scelto per questo studio mira a risalire alle radici culturali dei cambiamenti nelle pratiche del lavoro intellettuale e, viceversa, a indagare se e come tali cambiamenti abbiano potuto influenzare, attraverso le opere stesse, la cultura dell'epoca. Il fenomeno oggetto specifico dell'indagine è l'autografia letteraria d'autore che, eccezionale nell'alto medioevo, è testimoniata da una nuova e ininterrotta serie di casi a partire dall'XI-XII secolo, per poi diffondersi nei secoli successivi. Il panorama culturale della fine del medioevo appare dunque caratterizzato dalla tensione tra una ricorrente aspirazione all'individualizzazione del rapporto tra l'autore e il suo testo, che si realizzava in un modello di produzione libraria basato su uno stretto controllo dell'autore sul prodotto finale, dal punto di vista sia filologico-testuale sia grafico e materiale, e l'opposta tendenza all'allentamento del controllo dell'autore sulla propria opera, come naturale conseguenza di una sempre più vasta circolazione dei testi ma anche di una diversa concezione del ruolo autoriale. It is generally believed that the invention of printing triggered a cultural change, marking the passage between the medieval idea of the book and the modern one. It should be noted, though, that there was an important evolution through the Late Middle Ages, and that the printing revolution, however crucial, must be placed inside the wider process that from the XIIth century onwards transformed the use and function of writing, of reading and, consequently, the book itself, both theoretically and physically. The aim of this study is to track the cultural roots of the changes in the practices of intellectual work and, viceversa, to determine whether and how such changes may have influenced, through the literary production, late medieval culture. I have focused on the phenomenon of literary autography which, very unusual in the Early Middle Ages, is attested by a new and uninterrupted series of examples from the XIth-XIIth centuries onwards. The cultural landscape of the end of the Middle Ages appears therefore marked by the tension between a recurring drive towards an individualisation of the relation between an author and his work and a strict control by the author over the final product (both philologically and graphically and an opposite trend leading to the loosening of the author's control over his work, as a natural result of the circulation of the texts but also of a different idea of the authorial role.

  5. Meanings of a Territorial Infrastructure: the Airports Significati di una infrastruttura territoriale: gli aeroporti

    Giuseppe Mazzeo

    2011-11-01

    la posizione, esterna alla città, e il tipo di servizio, fortemente settoriale. Gli aeroporti hanno un ruolo importante per lo spostamento delle persone. Le statistiche dei trasporti internazionali testimoniano che il numero di passeggeri è in crescita, anche se il settore ha subito i colpi della crisi economica internazionale. L'espansione del traffico aereo passeggeri è da mettere in relazione anche con la tendenza a specializzare la tipologia di viaggio.

    Il sistema di trasporto non è un sistema neutro, anche se settoriale; esso è legato fortemente con il sistema territoriale in cui opera e con le scelte di localizzazione delle imprese e degli individui. Questa riflessione ha valore per tutte le infrastrutture di trasporto, anche se con gradi diversi, ma per gli aeroporti assume un valore particolare, in quanto essi possono essere un fattore strategico nei processi di sviluppo economico di un territorio, contribuendo direttamente o indirettamente allo sviluppo delle imprese locali. Un aeroporto funziona sia come fornitore di servizi che come una realtà aziendale in sé ed opera in un mercato altamente competitivo con una elevata velocità di cambiamento.

    Gli aeroporti sono una infrastruttura territoriale tipicamente priva di integrazione fisica e spaziale con il contesto urbano. Per le loro caratteristiche dimensionali e per l'incidenza dei fattori inquinanti, devono essere collocati fuori della città, spesso a distanze notevoli dalla stessa: il loro ruolo fondamentale nella struttura urbana si esprime, dunque, in spazi esterni della città. Esso però resta una infrastruttura urbana.

    Ma un aeroporto è anche altre cose: è un luogo ordinato, perché la sua gestione richiede azioni definite e sequenze di attività che sono molto diverse dal disordine urbano. Aeroporto e città sono strutture complessi, ma il primo è uno spazio in cui i ruoli gerarchici sono ben definiti e dove è l'autorità è riconosciuta e ben accettata

  6. [Health expenditure for prevention in Italy (2006-2013): descriptive analysis, regional trends and international comparisons].

    Signorelli, Carlo; Odone, Anna; Bianco, Daniela; Di Vivo, Natalia; Bevere, Francesco

    2016-01-01

    Il dato dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) del 2012, che indicava l'Italia come il Paese con la più bassa spesa in prevenzione sanitaria, ha dato lo spunto per una raccolta sistematica e un'analisi critica dei flussi disponibili sulla spesa per le attività di prevenzione in Italia. Le statistiche correnti di spesa sanitaria sono raccolte centralmente dall'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) attraverso i modelli di rilevazione dei costi dei livelli essenziali di assistenza (LEA) delle aziende USL. Le tre macroaree dei LEA sono: assistenza distrettuale, assistenza ospedaliera e assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro. Le spese per la prevenzione rientrano in quest'ultima e sono ripartite nelle seguenti voci: attività di prevenzione rivolte alle persone, igiene degli alimenti e della nutrizione, igiene e sanità pubblica, prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro, sanità pubblica veterinaria, attività medico-legale per finalità pubblica. Tra il 2006 e il 2013, ultimo dato disponibile, la spesa per le attività di prevenzione del Servizio sanitario nazionale (SSN) è rimasta costante in rapporto alla spesa sanitaria totale (4,2%), pari a 4,9 miliardi nel 2013. Nel periodo di studio considerato (2006-2013) appaiono in aumento le spese per le attività rivolte alle persone (+8,7%), attribuibili soprattutto a vaccinazioni e screening, e in diminuzione le attività di igiene pubblica (-5,7%) e quelle della sanità pubblica veterinaria (-3,8%). I confronti internazionali indicano una spesa per la prevenzione del 2,9% rispetto alla spesa sanitaria totale, costante negli anni e nella media dei Paesi OCSE. Per la prevenzione, l'Italia spende tanto quanto i Paesi che non possiedono un servizio sanitario pubblico; il dato risulta inferiore del 5% rispetto alla programmazione nazionale, con poche eccezioni e molta variabilità regionale all'interno delle componenti delle voci di spesa

  7. Spaziotempo la relatività ristretta

    Sexl, Roman

    1980-01-01

    Invitato a parlare della propria vita per un volume celebrativo del suo settantesimo compleanno, Albert Einstein, sempre restio a ogni forma di pubblicità personale, invece di scrivere della sua esistenza privata scelse di rievocare gli sviluppi del suo pensiero: dalle prime curiosità all'affermarsi della vocazione giovanile, sino al riconoscimento sempre più chiaro delle mete che si prefiggeva. Un'"autobiografia scientifica", insomma, dove più dei fatti contano le rivoluzionarie formulazioni teoriche che hanno impresso una svolta fondamentale alla fisica moderna. A seguire, scienziati eminenti come Wolfgang Pauli, Max Born, Niels Bohr e Kurt Godei discutono l'"autobiografia" di Einstein facendo rivivere la grande disputa tra deterministi e indeterministi, tra la ricerca einsteiniana di una teoria del campo sempre più generale e la concezione opposta, allora sostenuta dalla maggioranza dei fisici. Infine, nella sua incisiva replica finale, Einstein risponde punto su punto ai commentatori e ai critici, di...

  8. Caso e caos

    Ruelle, David

    1992-01-01

    Caso e caos – Il caso ha la sua ragione. Ma quale? E cos’è in realtà il caso? Da dove viene e come può fare irruzione nella nostra descrizione dell’universo? A tutte queste domande, in una chiara e lucida esposizione, cerca di dare risposta David Ruelle. Curiosando tra i risultati scientifici del XX secolo e soffermandosi anche su fenomeni e problemi estranei alla scienza tradizionale – le lotterie, gli oroscopi, la teoria dei giochi, la genesi della turbolenza – Ruelle ci guida a conoscere il caso avendo la matematica, la fisica e tutte le scienze naturali come compagne. Ancora oggi il modo in cui il caso irrompe nelle nostre vite e nel mondo può essere un mistero, ma grazie ai progressi della scienza, qui raccontati, riusciamo a saperne un poco di più.

  9. Teletrasporto dalla fantascienza alla realtà

    Castellani, Leonardo

    2011-01-01

    Chi di noi correndo nell’ansia di un ritardo non ha desiderato per un attimo di teletrasportarsi nel luogo dell’appuntamento? Proprio come facevano i personaggi di Star Trek entrando nella sala teletrasporto dell’ Enterprise e ricomparendo immediatamente in qualche altro punto dell’universo. Forse ci siamo anche chiesti se la scienza e gli sviluppi della tecnologia ci porteranno mai a questo. Gli autori propongono un viaggio nel mondo dei quanti, dove si nascondono possibilità sorprendenti: non solo il teletrasporto di particelle, ma sistemi crittografici a prova della più abile spia, e calcolatori che usano singoli atomi come registri di memoria, capaci di calcoli ritenuti fino a oggi impossibili. I fondamenti della fisica microscopica vengono descritti senza tecnicismi; se ne illustrano applicazioni che, come è successo in passato con il transistor e il laser, trasformeranno radicalmente i nostri calcolatori, le transazioni commerciali e le carte di credito, le comunicazioni, insomma una parte im...

  10. Pianeti tra le note appunti di un astronomo divulgatore

    Adamo, Angelo

    2010-01-01

    Una stella, otto pianeti, un centinaio di lune e una miriade di corpi minori tra plutini, asteroidi, comete, satelliti artificiali. E per ognuno di questi oggetti, spiegazioni scientifiche che condividono la scena con narrazioni dettate dal mito, con visioni della fanstascienza e con suggestioni sonore scaturite dalla penna di grandi compositori. L'autore prova a districarsi nella babele di idiomi più o meno precisi che da sempre vengono usati dagli uomini per descrivere il Sistema Solare nell'intento di spiegarlo e di rendere il freddo spazio interplanetario un posto più accogliente. La letteratura, la fisica, il fumetto, l'illustrazione, la musica finalmente cooperano per delineare un possibile percorso, una traiettoria fra le tante, che condurrà il lettore dalle origini del linguaggio fino alla nube di Oort.

  11. Introduzione alle teorie di gauge

    Cabibbo, Nicola; Benhar, Omar

    2016-01-01

    "Introduzione alle Teorie di Gauge" completa la serie di tre volumi basati sulle lezioni dei corsi di Meccanica Quantistica Relativistica, Interazioni Elettrodeboli e Teorie di Gauge, impartite dagli autori agli studenti delle Lauree Magistrali in Fisica e Astronomia & Astrofisica dell'Universita "La Sapienza" di Roma, nell'arco di qualche decennio. L'obiettivo principale del volume è di introdurre i concetti di base della rinormalizzazione nella teoria quantistica dei campi e i fondamenti delle moderne teorie di Gauge. Anche se collegato ai volumi precedenti, il libro si presta ad una lettura indipendente, che presume solo conoscenze generali di relativita speciale, della seconda quantizzazione e della fenomenologia delle interazioni elettrodeboli. Lo strumento di base è l'integrale sui cammini di Feynman, introdotto nei capitoli iniziali e sistematicamente impiegato nel seguito. L'esposizione segue un percorso pedagogico, che parte dal caso semplice dell'ampiezza di transizione in meccanica quantistic...

  12. Quale sapere religioso nella scuola pubblica? Dall’orizzonte europeo al caso Italia

    Flavio Pajer

    2009-07-01

    Full Text Available Il trattamento della materia religiosa nei curricoli scolastici si diversifica secondo una vasta gamma di variabili. Da un punto di vista epistemologico, si possono inventariare 4 modelli di sapere religioso: un insegnamento a base teologica, uno a base mista tra scienze teologiche e scienze della religione, un terzo a base di scienze religiose non teologiche, e infine un approccio al fatto religioso operato all’interno dei saperi profani. Questi modelli sono contestuali a situazioni socio-religiose in evoluzione. Il sistema educativo italiano, dipendente dal concordato, è sollecitato oggi da molti fattori extrascolastici a evolvere verso un profilo di istruzione religiosa meno legato alla tradizione confessionale e più attento al confronto con diversità religiosa, con la società della conoscenza, con la metodologia della didattica interculturale.

  13. Nuovi scenari nella progettazione geospaziale La vision di Autodesk tra integrazione e convergenza

    Carlo Leone

    2009-03-01

    more efficiently. Autodesk software provides practical mapping functionality to engineers and geospatial professionals who need an open, flexible way to integrate CAD and GIS data throughout the organization and help them get the full value from existing data and reduces costs of disseminating spatial information to customers, internal teams, the public, and other enterprise applications.

  14. Nuovi scenari nella progettazione geospaziale La vision di Autodesk tra integrazione e convergenza

    Carlo Leone

    2009-03-01

    Full Text Available Geospatial design: Autodesk's vision between integration and convergenceFor 25 years, Autodesk has been a key partner to federal, state, and local governments delivering precision data, products, and tools that support mission-critical objectives. Whether the need is to create, manage, share, orvisualize data—from one source or many—Autodesk solutionsallow state and local governments, transport and telecommunication companies to work smarter, faster, andmore efficiently. Autodesk software provides practical mapping functionality to engineers and geospatial professionals who need an open, flexible way to integrate CAD and GIS data throughout the organization and help them get the full value from existing data and reduces costs of disseminating spatial information to customers, internal teams, the public, and other enterprise applications.

  15. La linea dell’odio: la frontiera nella letteratura della Partition

    Rossella Ciocca

    2011-05-01

    Full Text Available When, after a series of violent riots, the Congress Party decided to accept the request of the Muslim League for a separate and independent Muslim state, the British authorities drew the boundaries that split up the regions of Punjab and Bengal creating East and West Pakistan. To the West the line was called Wagah and successively sadly known as the line of hatred. The year 1947, while marking the freedom and independence of the Indian population from British rule, at the same time marked the simultaneous partition of the subcontinent into two different nations. This article examines the ethnic, religious and gender violence which deflagrated in and after 1947, through its representation in South Asian literature. I take as my point of departure the role played by the frontier between the new two countries: a territorial wound which caused a still unhealed infection. Questioning the nationalist idea of identity and the role played by borders, the analyzed works deal with the necessity of unearthing the trauma and loss attached to Partition. The kernel of meaning of this fiction lies at the intersection between aesthetical research and moral concern. An intersection from which the various voices seem to vindicate the primacy of narrative in the acts of understanding and witnessing what chronicle, politics and even history were failing to see: the dark side of the glorious Independence of India, the Partition, in all its absurdity and horror.

  16. La presa di parola di Anne Hutchinson. Insubordinazione e conflitto nella giovane America puritana

    Itala Vivan

    2016-04-01

    Full Text Available Anne Hutchinson lasciò l’Inghilterra nel 1634 per emigrare nel Massachusetts puritano, dove nel 1637 e 1638 fu processata, condannata, scomunicata ed espulsa come donna insubordinata, deviante e pericolosa. Il suo ruolo intellettuale e politico nell’alba incandescente della prima America viene qui analizzato e discusso ascoltando da presso il racconto che promana dalla voce della stessa Anne Hutchinson attraverso i verbali dei due processi, trascritti dai contemporanei con la fedeltà letterale che era tipica del puritanesimo americano. La drammatica controversia che ebbe al centro la presa di parola di questa donna segnò la prima grande crisi della neonata società coloniale – la cosiddetta crisi antinomiana -- e ne determinò gli sviluppi futuri, indirizzandoli verso un sistema di potere politico su basi teocratiche.

  17. Tassi d'interesse e inflazione nella recente esperienza degli Stati Uniti.

    D.I. FAND

    2014-08-01

    Full Text Available The paper analyses three related aspects of the U.S. interest rate experience in the 1960s: the underlying factors responsible for the extraordinary rise in interest rates in the 1960s, the stickiness of long rates during the 1969-1970 recession and its relation to the stock prices decline, and the interest rate movements in the recovery starting in 1970. The author first reviews the interest developments in the 1960s, during the 1969-1970 recession, and since the 1970 recovery. The real and the nominal theories and their implications for the cause and effect relation between inflation and interest rates are then summarised. The relations among real rates of return and between the real and nominal interest rates and their responses to changes in the natural rate and “equivalent” changes in the inflation are then analysed. Finally, the neo-Keynesian model of capital boom, tight money, and high real rates and inflation is elaborated, and the monetarist scenario of easy money, inflationary expectations, tight credit, and high nominal rates is developed. JEL: E31, E43

  18. Assaporare la Tradizione: Cibo, Identità e Senso di Appartenenza nella Letteratura Migrante

    Vera Horn

    2010-12-01

    Full Text Available Come sostiene Vito Teti, il cibo per l’immigrato è una formadi difesa di un’identità culturale e riflette il bisogno di riconoscersi e diaggregarsi. Il bisogno di trovare senso e posto in un nuovo luogo vengonosegnati da un attaccamento ai cibi perduti, con un senso di sacralità che accompagnail pasto. A partire dalla premessa di Teti, verranno presi in considerazionei romanzi Volevo diventare bianca di Nassera Chohra (1993e Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio di Amara Lakhous(2006 e i racconti Curry di pollo di Laila Wadia; Salsicce di Igiaba Scego e Il cuoco di Arbëria di Carmine Abate. Tali testi impongono uno sguardo determinante sul cibo come un indice culturale che può rappresentare ocostruire l’identità o determinare l’appartenenza ad una certa comunità, così come rifiutare decisamente qualsiasi contaminazione con la cultura della società ospitante o tentativo di assimilazione o, diversamente, offrire un punto di vista fondato sull’ibridismo; inoltre può favorire la formazione di stereotipi. In questo modo vengono definite prospettive diverse di costruzione dell’identità, sintetizzate da Stuart Hall nel binomio traduzione/tradizione.

  19. Il ruolo della neurocriminologia nella costruzione di un profilo criminologico dell’omicida seriale

    Samuel Occhi

    2015-09-01

    The purpose of this article is to analyse modalities permitting the investigators to determine the profile of a serial killer according to their neurocriminological characteristics. The phenomenon of serial killing is described in the introduction. This descriptive analysis takes into account the typically used classifications, the criminogenesis, and the criminodynamics. In the second part, neurocriminological variables associated with this criminal profile are reviewed. Among them, the main variables are genetics and brain functioning.

  20. SVILUPPO LOCALE E COMMUNITY-UNIVERSITY PARTNERSHIP UNA SPERIMENTAZIONE NELLA VALLE DEL SIMETO

    Alice Franchina

    2015-12-01

    Full Text Available The article tells about the CoPED Summer School (Community Planning and Ecological Design held in Sicily, in the Simeto Valley, in June 2015. The School is one of the steps of the building process of the Simeto River Agreement, which started in 2002 and has been conducted in a community-university partnership framework by Italian action researchers with local representatives. Furthermore, the Simeto Valley has been elected recently as one of the "pilot areas" in the National Strategy for Inner Areas promoted by the De- partment for Economic Development. The main aim of the school has been to determine the projects to be developed in the National Strategy for Inner Areas. The article outlines both the achieved results and the methodological aspects of this experience. It especially highlights the value of service learning as pedagogical method, and the potential of the U. S. engaged university model that could be implemented in the Italian university system.

  1. La “pop pedagogia” e le urgenze educative nella cultura di massa postmoderna

    Federico Zannoni

    2013-06-01

    Full Text Available The development and the transformations of the Popular Culture - at first expression of the rise of the capitalist middle class, then of the markets and customs’ globalization and of the technological and virtual progress – have been phenomena that have caused anthropologic revolutions in the social contexts. The increasing individualism, the commodification of the human relationships, the virtualization of everyday life, the alienation, the homologation, the breakdown of the community and institutional ties, the pervasive role of television and Internet, the empty hedonism which takes the place of the existential and ideal engagement: there are many issues that the humanities have to face. As it is already the case of the philosophy, the debate on the urgency of a pedagogy that, alongside the traditional one, can connote itself as “pop”, has been recently entered into the scene of the pedagogical discussion. The “pop pedagogy” reflects on popular culture and doesn’t skimp to use pop tools, languages and sources.

  2. Uscire dalla crisi finanziaria statunitense: la politica domina l’economia nella Nuova Economia Politica

    JAN KREGEL

    2011-01-01

    Full Text Available Most economists expected that the “Great Recession” produced by the financial meltdown of 2008 would usher in a resurgence of traditional Keynesian economics and a decline of what has come to be called “market fundamentalism”. By contrast, also due to the inadequate size of the 2009 stimulus package, the resurgence of support for Keynesian expenditure policies has been extremely short lived. However, the negative popular and political reaction should not have come as a surprise, at least for three reasons: the design of the Obama stimulus plan and its difference from the expenditure policies of the Roosevelt Administration; the political environment that has eviscerated fiscal policy and placed monetary policy at the centre of economic policy and produced “debt driven” growth; the difference between policies appropriate to treating an income deflation and a debt deflation.

  3. PROGRAMMAZIONE STRATEGICA E VALUTAZIONE GENERATIVA NELLA RIQUALIFICAZIONE DEI TESSUTI URBANI STORICI

    Vittoria Ventura

    2016-06-01

    Full Text Available The old town of Ragusa is undertaking a process of progressive urban enhancement in some different directions. Its differently valued parts should be covered by a general valorization strategy connecting the decision making process with functional and symbolic values that need to be adequately analyzed and represented. In such a multi-layered urban sub-system, the Architectural Unit can play the role of main information/value unit from which the valuation/decision making pattern starts. The proposed pattern includes, connects and systematizes the analysis, valuation and planning stages by coordinating quantitative appraisals and qualitative multi- criteria assessments based on a MAVT pattern. In particular, the planning stage is aimed at associating the fair Intervention Category to each Architectural Unit by generating a great number of overall intervention strategies in order to maximize different and conflicting objectives. Thus, the strategies are compared basing on their axiological profile, to lay down a trade-off scheme between them. The pattern endorses a semiotic interpretation of the urban fabric, sorting the single Architectural Units by signs, symbols and icons.

  4. Spazi e dimensioni nella letteratura utopica vittoriana - Space and dimension in the Victorian utopian literature

    Marianna Forleo

    2012-10-01

    Full Text Available In the last centuries, the relationship between science and literature has had numerous manifestations. One of the most interesting aspects was the use of the scientific language in utopian Victorian texts. The analysis of Flatland, a Romance of Many Dimensions by Edwin Abbott is a starting point for the description of utopian cities, where literature uses science as a technical tool for the explanation of the world. Science becomes a clear metaphor of a rational organization and strategic element for spreading “subliminal” messages. The combination between utopia and science can seem exclusively a theoretical and philosophical relationship, but in reality, it is only a tool to approach the utopian practice. The main feature of utopian texts is its criticism of society, which is made possible only if hidden in metaphorical terms. Indeed, Flatland, as many other mathematical utopias, presents itself as a multidimensional text. The use of geometric structures for the description of utopian spaces allows several interpretations. Science and literature intertwine throughout the text but nevertheless keep their own distinct features.

  5. Differenze nella valutazione del paesaggio da parte di esperti e di non-esperti

    Tiziano Tempesta

    2015-08-01

    Full Text Available The European Landscape Convention, ratified by 40 nations, has placed emphasis on the necessity that the value of the landscape is assessed by the population. However it is standard practice that a few experts decide which areas are of landscape interest and the transformations that are compatible with their conservation. To compare the landscape preferences of experts and lay people a study was done on the Po Delta Natural Park (Italy using a psychophysical approach. In our case study the average scores of experts and lay people are not very different. However it was also ascertained that the experts evaluate the presence of some elements in a way that differs from lay people. As the responsibility for landscape policies is normally devolved to a few experts it would appear necessary that the preferences and opinions of lay people should always be carefully analysed.

  6. Indagine su un focolaio di tossinfezione da Salmonella enterica subsp. enterica serovar Hadar nella regione Abruzzo

    Primula Semprini

    2008-06-01

    Full Text Available E’ stato eseguito uno studio comparativo tra 22 ceppi di Salmonella Hadar isolati da soggetti coinvolti in un focolaio di tossinfezione alimentare in Abruzzo nel 2000 e 21 ceppi dello stesso sierotipo isolati da carni avicole e da feci umane in Abruzzo e Molise nel periodo 2000 e 2001. L’indagine aveva come obiettivo di fornire una interpretazione epidemiologica del focolaio di tossinfezione alimentare determinando il grado di similarità tra i ceppi di Salmonella Hadar isolati dai soggetti coinvolti nel focolaio, quelli isolati da carne avicola, identificata ma non confermata come possibile fonte di infezione, e da altri campioni umani pervenuti in laboratorio. A tal fine sono state impiegate tecniche di caratterizzazione genotipica come pulsed-field gel electrophoresis (PFGE e random amplified polymorphic DNA (RAPD e sono stati determinati i pattern di resistenza agli antimicrobici. Dall’analisi in PFGE dei profili di restrizione ottenuti con XbaI e BlnI sono stati identificati 12 pulsotipi suddivisi in 3 gruppi. La RAPD non ha fornito indicazioni non riuscendo a discriminare i ceppi isolati dai soggetti con gastroenterite appartenenti al focolaio tossinfettivo. Il test di resistenza agli antimicrobici ha evidenziato pattern di resistenza multipla ma non sono stati identificati ceppi resistenti al Ciprofloxacin o altri Chinoloni testati. I ceppi aviari sono risultati resistenti all’acido nalidixico mentre solo il 31,8% di quelli umani ha presentato tale profilo. Da un’analisi combinata dei pattern di resistenza e dei pulsotipi sono stati identificati 4 profili di cui quello associato al focolaio è risultato non correlato agli altri presenti nello stesso periodo. E’ stata confermata la necessità di applicare un set di metodi di analisi differenti per garantire una migliore caratterizzazione e una maggiore capacità discriminante nell’identificazione delle possibili origini della contaminazione e stabilire correlazioni fra gli isolati.

  7. I prodotti editoriali nella rete-mercato fra editori e consumatori

    Richeri Giuseppe

    2010-01-01

    The article analyze the main sectors of the publishing industry highlighting major features and factors that encourage or curb the shift from physical to intangible. To-day publishers are able to find a very wild on-line market for their products that offer the possibility to change in deep the organizational and costing structure, the time to market of the editorial contents and their life cycle. In the article is described also how on-line market give the possibility to broad or create the ...

  8. Funzioni lessicali e aspettuali del preverbo za- nella Povest’ vremennych let

    Luisa Ruvoletto

    2012-01-01

    Full Text Available This paper examines the forms of the za- prefixed verbs in the Old Russian text Povest’ vremennych let (11th-12th centuries. The study shows how this prefix, like other prefixes in Old Russian, has both lexical and aspectual functions, and that there is considerable interaction between the semantics of the prefix and the meaning of the unprefixed verb. Some groups of verbal forms can be found in which the prefix fulfils specific meanings. This analysis allows the detection of some “embryonic” forms of the lexical meanings and aspectual functions expressed in the modern Russian by the za- prefixed verbs in one of the oldest East Slavic texts. This is clearly of interest when delineating the semantic evolution of this prefix and its aspectual function in a diachronic perspective.

  9. L’innovazione tecnologica nella scuola: come perseguire un’innovazione tecnologica sostenibile ed efficace

    Antonio Calvani

    2013-12-01

    Full Text Available Starting out from the document drawn up by OECD on the Italian “Digital School” project for the introduction of technological innovation in schools, the author discusses the criteria to which innovation policies based on the principles of sustainability and maximum pedagogical impact should be subject, in an Evidence Based Education perspective. Historically we tend to overestimate the positive effects of technology on learning, while research has already highlighted their limitations, which are restricted to specific areas, at the same time pointing to the risks related to consequent cognitive overload. Suggestions for decision makers are made, underlining the need to recover the educational relationship with easy technologies, take into account the cognitive balance between reading paper and digital reading and finalize well the use of technology for achieving specific objectives.

  10. Osservazioni cliniche ed anatomiche nella storia della neuropsicologia del linguaggio: gli studi pre-Broca

    Claudio Luzzatti

    2013-08-01

    Full Text Available Clinical and Anatomical Observations in the History of Neurolinguistics: Studies Predating Paul Broca – Classical neurological and neuropsychological handbooks usually cite Paul Broca’s communication on the frontal lobes as the seat of articulated speech (1861 as the starting point in the history of the study of aphasia as. In their seminal study, Benton and Joynt (1960 have collected numerous observations of aphasic patients from the Greek, Latin Medieval and Renaissance medical tradition and from the eighteenth-century Enlightenment literature. In none of the reported cases, however, were the crucial elements of aphasia, that is, is, on the one hand the distinction between language deficits, conceptual damage and speech disorders and, on the other hand, the association with lesions of the left brain hemisphere – clearly identified. The first part of this article describes the work of Johannes Schenck and Johannes Jakob Wepfer, two medical scientists in the six-teenth and seventeenth century, whose studies are almost entirely unknown. Johannes Schenck (1530-1598 completed a collection of clinical observations including both reports from antiquity and from his contemporaries. In his first volume (Observationes medicae de capite humano, Basel, 1584 he considers the major diseases of the head and face. At least 16 of these observations refer to patients with aphasia. Johannes Jakob Wepfer (1620-1695 published several texts on neuroanatomy, brain vascularization and apoplexy. He gathered a collection of neurological cases (Observationes medico-practicae de affectibus capitis internis & externis, which was published posthumously. At least 15 of the 222 observations included report the presence of aphasia. As expected, in almost all cases, aphasia was due to lesions in the left hemisphere. Wepfer, however, does not seem to have noted this asymmetry. In the second part of this article, the extraordinary study of Jean-Baptiste Bouillaud (1825 will be reported: Bouillaud outlined the basic principles of anatomo-functional correlations in neuropsychology and applied these principles in order to confirm empirically the role of the frontal lobes in language and speech production.

  11. “Le parole che vengono da fuori”: i forestierismi nella lingua cinese contemporanea

    Alessandro Tosco

    2015-10-01

    Full Text Available This article explores how the words of foreign origin (loanwords, in Chinese wailaici are integrated in the modern and contemporary Chinese language. The phenomenon of the introduction of the loanwords in Chinese has become more and more productive, specially in the last thirty years. Over the time the Chinese language has devised many strategies to integrate foreign words; most of the words of Japanese origin are introduced as graphic loans, while the words introduced by Western languages (specially English are integrated as phonemic loans, loan-translations, semantic loans, or hybrid words. In recent years, many loanwords and neologisms have been created by using the language of the network, as the acronyms written in Latin letters.

  12. Il caso della letteratura ucronica italiana. Ucronia e propaganda nella narrativa italiana.

    Emiliano Marra

    2014-05-01

    Full Text Available Oggetto dello studio sono le narrazioni ucroniche italiane del secondo dopoguerra, in comparazione con le principali opere anglosassoni del genere e in relazione con i movimenti di estrema destra. La problematica viene inquadrata con un approccio storico e le opere sono confrontate con i modelli stranieri in un'ottica comparativa. La prima parte offre un quadro generale e sintetico dello stato degli studi intorno a questa forma narrativa, la seconda è la descrizione della panoramica storica del genere nell'ambito italiano, mentre la terza parte si focalizza sulle polemiche ideologiche sollevate da alcune opere esaminate e sul confronto fra queste e i principali romanzi in lingua inglese a cui si rifanno esplicitamente. Lo studio si propone come contributo originale alla questione ed è basato su una raccolta documentaria oltre che sull'analisi tematica dei testi presi in esame.

  13. Dalla trasmissione interculturale alla transculturalità dei Diritti Umani nella filosofia arabo-islamica contemporanea

    Sarhan Dhouib

    2011-01-01

    Full Text Available From Intercultural Mediation to the Transculturality of Human Rights in Contemporary Arab-islamic Philosophy - This article explores the point of view of Arab-Islamic philosophy with respect to the problem of human rights: their transcultural value and their intercultural transmission. The main focus of the argument is on the problems that hinder the universal validity of human rights from being established. The investigation explores primarily the following questions: How is it possible to achieve an intercultural extension of the basic laws on which human rights are grounded? How is it possible to ensure that human rights are universally acknowledged and respected? Is there a contradiction between cultural pluralism and the universal acknowledgment of human rights? What arguments might support the idea of the universal value of human rights?

  14. Le figlie dell’immigrazione: soggettività di confine nella contemporaneità

    Giulia Pozzebon

    2018-02-01

    The biographies of young women with a migrant background seem to be an important object of attention: these stories are an example of the intersectionality of gender-based, generational and intercultural dynamics. Furthermore, these youngsters are involved in a permanent renegotiation of meanings and in the daily crossing of real and symbolic borders: they grew up juggling different cultural expectation and racialized gender norms (Pyke, Johson 2003. The domain of educational sciences is challenged by this population: because the girls need to develop some specific skills – of syntheses, creativity and negotiation – in order to actively participate within their social context; and because institutions providing formal education, such as schools and social care services, need to re-discuss their traditional models and praxis, in order to recognise and promote the value of these mixed biographies.

  15. Standardizzazione e validazione dei dati della pianificazione urbanistica locale nella regione del Veneto

    Francesco Tomaello

    2013-06-01

    their GIS datasets using a web service so the data uploaded by Municipalities into the Central GeoDatabase of Region Veneto’s SDI will be ready for automated mosaicking , remodelling (using local data models and INSPIRE Land Use data model and SDI-sharing.

  16. «Mala aetas nulla delenimenta invenit». Donne, uomini e vecchiaia nella letteratura latina

    Francesca Mencacci

    2006-11-01

    Full Text Available Did in the Roman world exist a gender-oriented representation of old age? A brief survey of the stereotypes commonly used by Latin authors to construct the character of the elderly woman reveals a bias to circumscribe her identity within the horizon of seduction and sexuality, leaving aside her mothering and child care functions. In this context, the main characteristics of old age are perceived, unlike to what happens to men, to be entirely negative for the woman: the physical changes of aging signify the loss of female seductiveness, and the wisdom she obtains through experience is viewed as a dangerous instrument of control and manipulation.

  17. Il ruolo della robustezza strutturale nella impostazione ingegneristica della sicurezza antincendio

    Crosti, C.; Giuliani, Luisa; Gentili, F.

    2012-01-01

    contrastare il più possibile la diffusione dell’incendio stesso. Questa strategia si applica a tutti i livelli: fra un locale e l’altro all’interno di un piano, fra un piano e l’altro all’interno di un edificio, fra un edificio e l’altro all’interno di un isolato, fino alla scala urbana e finanche regionale...

  18. Il dono del libero arbitrio nella Terza Orazione inaugurale: analogie e differenze con Jean Bodin

    Claudia Megale

    2016-11-01

    Full Text Available [The “gift of free will” in the Third Inaugural Oratio: Similarities and Differences with Jean Bodin]. This paper intends to emphasize the position of Vico between knowledge and liberty with reference to modern concept of respublica literaria. We are still far from Voltaire’s Traité, but the political influences of the theory of religious tolerance had found full expression already at the end of the XVIth century, expecially by Jean Bodin, whose Colloquium Heptaplomeres (1593 is analyzed by the author and compared with Vico’s Oratio III.

  19. Uguaglianza nella diversità. Identità religiose e democrazia costituzionale

    Marco Parisi

    2018-05-01

    ABSTRACT: The entry into force of the new system after the fall of fascism did not constitute the resolutive element to mark a decisive turning point in the Italian ecclesiastical politics, with the implementation of a system of reforms in religious matters consistent with the innovative will of the institutional change that occurred in the Country. The consequence is that, seventy years after the adoption of the Republican Constitutional Charter, many normative provisions still conform to the inspiring principles of the fascist system, and there are many impediments to the concrete realization of the principles of freedom and democracy, with serious damage for the enjoyment of constitutional guarantees by spiritual minorities. With the approval of a general legislation on religious interests, the equal enjoyment of the fundamental rights could be achieved, both for individuals and for groups, within a framework of definitive overcoming of the fascist penalizing legislation and of fixation of the regulatory law criteria of the various treatments to protect spiritual specificities.

  20. La libertà religiosa nella “teocrazia costituzionale” egiziana

    Roberta Cupertino

    2014-11-01

    Full Text Available Contributo sottoposto a valutazioneSOMMARIO: 1. Libertà religiosa nell’Islam e costituzionalismo: profili di criticità del caso egiziano - 2. L’interpretazione dei principi sciaraitici per via giurisprudenziale - 3. I nuovi risvolti costituzionali del diritto di libertà religiosa – 4. L’implementazione dei diritti tra Costituzioni e Corte Costituzionale.  ABSTRACT:The present work deals with the issue concerning the protection of the right to religious freedom in Egypt, on the basis of the fact that the Constitutions of this Country, following the Sadat era to the present day, while recognizing the essential elements of constitutionalism, attach to Sharia principles the rank of preeminent source of legislation. On the basis of this specificity, therefore, this work examines the relationship between Islamic culture and constitutionalism, focusing on a number of judgments of the Constitutional Court, known for having permitted a more liberal interpretation of the Sharia rules. Just the particular method used by constitutional judges in order to establish the principles of a religious nature that can not be violated by the legislature, in fact, offers starting points about the future, possible cohabitation, or contamination between the two cultures mentioned, with interesting implications on the subject of religious freedom.

  1. Il concetto di numero nella fondazione dell'aritmetica in Kant e Dedekind

    Lucio Ruvidotti

    2011-11-01

    Full Text Available In this article we compare Kant and Dedekind position about foundation of arithmetic and concept of number. This paper is not focused on an exhausting presentation of these concepts and not even on a historical review. We want to show that Dedekind’s approach towards the logical and mathematical foundation of arithmetics seems to be delegitimating if compared with the one of philosphical foundation as it’s been conceived by Kant. Nonetheless, the foundation of arithmetics expressed by Kant, is clearly connected to the entire system of critics and assume a specific meaning that is wider than Dedekind ones. A logical clarification of arithmetics foundations does not deal with the question like the role of mathematics in the knowledge system and his relationship with empirical science. Moreover, it seems rightful to treat the problem within the frame of a philosophical research. In conclusion, we conclude with the proposal of a new evaluation of trascendental logic, in a weaker sense than the one originally intended by Kant, meant to be a philosophical discipline that tries to research refine such questions and possibly find responses for them. We present some considerations about the ontological status of numbers within the theories of Kant and Dedekind.

  2. L’inspectio di un anonimo investigatore pisano nella prima metà del secolo XII

    Andrea Puglia

    2013-01-01

    Full Text Available The article examines and publishes in the Appendix a document kept in the Archive of the Archbishop of Pisa, known until now only in a partial transcript, because was for a long time not available. The relevance of this document lies both in its materials and graphics characteristics , but also in its unique content, which presents a cross section of political and social life of the entourage of Bishops in the city and county in the first half of the Twelfth century. In fact, it shows the different sides of an inquest (inspectio conducted in the diocese of Pisa by an anonymous investigator appointed by the Archbishop of Pisa Hubert in 1137. The numerous stages of the inquest were probably recorded in some files and then, with the help of judges (and law experts and the graphic abilities of the episcopal clergy, were written in an entire parchment, with a clear and fluid book-Caroline and with a good rhetoric form. The goals of this document were surely informative, but we don’t exclude also a memorial and judicial objective. In conclusion, the inspectio give us the opportunity of studying the non-epistolographic practices of medieval communication and allows us to know a pragmatic and non-formal system of document building. This system is out of the field of notarial acts with legal effects (chartae and brevia recordationis and different from the writing of judicial records.

  3. Il linguaggio del silenzio nella comunicazione pubblicitaria della moda e del lusso: un'indagine semiotica

    Cesare Amatulli

    2015-07-01

    Full Text Available Abstract - The luxury fashion is an important industry from both the economic and socio-cultural perspectives, since the high sales volume marks it as a crisis-proof sector, where the luxury fashion brands trigger specific cognitive, emotional, and behavioural effects on their end users. Yet, marketing and semiotics literatures still have to fully enquire into the use of multimodality in the production of advertisements. This paper explores this multimodal construction of print advertising of luxury brands, focusing on the semantic dimensions of “textual silence”. In particular, the qualitative analysis carried out by this study exemplifies how the choice between “offer” and “demand” images and their disposition as visual vectors are meant to activate specific interpretations and reactions by receivers, without resorting to written language. Besides the application of the theoretical background of multimodality to the luxury fashion industry, this paper has practical implications as well, for it develops a framework for the analysis of the advertising discourse which encompasses semiotic, linguistic and motivational aspects.

  4. Convergenze, divergenze e riallineamenti nella teorica macroeconomica inglese. (Convergence, divergence and realignment in British macroeconomics

    D. COBHAM

    2013-12-01

    Full Text Available In questo lavoro l' autore sostiene che le distinzione ancora frequente e semplicistica tra keynesiani e monetaristi che costituisce gran parte del popolare dibattito economico britannico è diventata gravemente fuorviante . I cambiamenti che hanno avuto luogo in macroeconomia britannici fin dai primi anni 1970 sono quindi indicati e alcuni dei fattori teorici ed empirici responsabili di questi cambiamenti sono suggeriti. L'autore presenta una breve caratterizzazione del keynesismo britannico e monetarismo al 1970 fine del 1960 / inizio , sostenendo che ci sono stati importanti elementi di convergenza . Egli procede per discutere alcuni degli sviluppi teorici e alcune delle esperienze di politica macroeconomica del Regno Unito che hanno contribuito a questa convergenza . Infine , egli considera se le etichette " keynesiani " e " monetarista " continuano ad essere rilevanti .In this paper the author argues that the still frequent and simplistic distinction between Keynesians and monetarists that makes up a large part of the British popular economic debate has become seriously misleading. Changes that have taken place in British macroeconomics since the early 1970s are thus indicated and some of the theoretical and empirical factors responsible for these changes are suggested. The author presents a brief characterisation of British Keynesianism and monetarism as of late 1960s/early 1970s, arguing that there have been important elements of convergence. He proceeds to discuss some of the theoretical developments and some of the experiences of UK macroeconomic policy which have contributed to this convergence. Finally, he considers whether the labels “Keynesian” and “monetarist” continue to be relevant.JEL: E12, E13

  5. L’Italia: una crisi nella crisi.(Italy: A Crisis within the Crisis

    Carlo D'ippoliti

    2011-10-01

    Full Text Available The article synthesises the large and extending literature on the financial and economic crisis from a Post-Keynesian point of view. The authors take on the position that the international and internal real imbalances are serious and worrying, but yet they are not the cause of the crisis or of its tremendous dimension. The flawed and insufficient regulation of finance is the prime cause of the crisis, as well as it is one of the main hindrances to expansionary macroeconomic policies that may less painfully drive developed countries out of the crisis. It then examines the most recent developments in the euro-area, claiming that we are not facing a sovereign debt crisis but rather a speculative attack on the euro. Finally, the article considers specifically the situation of Italy, currently at the hearth of such an attack, and suggests that the country was already facing critical developments before the 2007/2008 crisis. Thus, the policy measures so far suggested to exit the current stressful situation, in so far as they ignore this fact, seriously run the risk of proving insufficient or altogether noxious.JEL: B50; E12; G01  

  6. Il timore della guerra giusta le vie della pace nella filosofia politica di Baruch Spinoza

    Oliviero Angeli

    2005-01-01

    Full Text Available This paper identifies and analyses two distinct views that characterize Spinoza’s position on (just war, namely Machiavellism and a sort of Kantianism ante litteram. While Machiavellism influences Spinoza’s considerations about international relations, kantian-like arguments can be found in all passages that concern foreign policy. Hence, a complete account of Spinoza’s thoughts about war and peace can be given only if each one of these dimensions is given due attention. His arguments about the unconditional rightfulness of war may indeed appear to be anything but pacifistic, but they do not preclude a sincere concern about peace. On the contrary, as I’m arguing in this paper, Spinoza’s ingenious idea of a pacific foreign policy can be understood as a reaction to the historical failure of early modern theories of just war.

  7. Un caso d’amor fou nella società aristocratica genovese del secolo XVI

    Gianfranco Bettin Lattes

    2012-03-01

    Full Text Available Perché nel cuore del centro storico di Genova esiste una “piazza dell’amor perfetto”? Sullo sfondo delle tumultuose vicende politiche del secolo XVI la passione, altrettanto tumultuosa, di Tommasina Spinola, nobile genovese, per Luigi XII, Re di Francia, trasforma l’amore in tragedia.

  8. La dimensione politica del cecchino nella narrativa di Pavel Hak e Nicolai Lilin

    Ugo Fracassa

    2015-11-01

    Full Text Available Thanks to the studies by Martha Nussbaum, Political Science can include emotional facts among cognitive tools. Furthermore, aesthetic turn makes possible to  integrate literature to political analysis. In other words, it is nowadays possible to state that literary representation of war can produce ethical response in readers. Nonetheless all depends on rhetoric choices. Both novels – Sniper (France 2001 and Caduta libera (Italy, 2009 - tells about a sniper experience narrated in first person. But narrative choices are different in Lilin – who describes a historical set of new wars (Chechnya – and Hak – presenting a sketchy landscape, compatible with Chechen war as well as the Balkan ones. The main difference, in facts, is the narrating voice: the main character in Caduta libera matches the author’s war experience and wants the reader to believe the story as true; Pavel Hak emphasizes, instead, the fictional level of narration. This analysis aims to demonstrate that literary choices in Hak are more conductive to an ethical response by the reader.

  9. Il lavoro nella on-demand economy: esigenze di tutela e prospettive regolatorie

    Emanuele Dagnino

    2015-07-01

    Full Text Available The paper explores the so called on-demand economy – i.e. the economic model based on the use of online platforms that ensure the immediate matching between a user in need of a good or a service and another who is able to share his/her assets, goods, skills, time - with specific reference to labour law.Through an analysis of the economic model behind this form of employment, the characteristics and conditions of the workers involved, and the regulatory framework, the Author focuses on the need to protect the workforce performing its services through these platforms.Following an overview of the main topics, the contribution considers the consequences of this economic pattern, which entails that a worker operates as an independent contractor and sees the companies managing the platform services as mere intermediaries.Three fundamental aspects are identified in relation to which the needs of workers' protection are analysed: economic security, reputation and training‏.The paper concludes by stressing the need for legislative action to regulate a form of employment that is gaining momentum in different national contexts, and offers an overview of the ways in which such intervention might take place.‏

  10. Il nulla, l’essere, la mistica, nella filosofia del giovane Sartre (1933-1943)

    Montisci, Gianfranco

    2015-01-01

    This work is dedicated to the study of Jean-Paul Sartre’s earlier philosophy, in the years between 1933 and 1943, namely between his first philosophical work, The Transcendence of the Ego, and Being and Nothingness. Its aim is to demonstrate how the suggestions related to his own studies on speculative mysticism influenced the same philosopher during this period. The issue about how to reconcile the level of the religious experience of mysticism with the one of the phenomenolog...

  11. Fattori di organizzazione del discorso nella memoria linguistica (Factors in Organizing Speech in Linguistic Memory)

    Baroni, Maria Rosa; And Others

    1977-01-01

    An experiment was carried out to study the processes of linguistic memory. Subjects were asked to read aloud brief prose passages and repeat what they had read. The "deviations" from the original passages were analyzed to determine the time of the deviation, during decoding or recall. (Text is in Italian.) (CFM)

  12. La città scrive: "détournements" nella cultura contemporanea di lingua francese

    Silvia Riva

    2009-12-01

    Full Text Available The marks of the events on the urban landscape are a city's writing. More than writings on a city - amongst which are the memorable work of Baudelaire, the ";flâneur";, and Apollinaire's Lettre-Océan -  they represent the analysis of the city that writes on its own texture. This phenomenon relies on a procedure of diversion and estrangement which turns famous places into uncommon areas and it finds amongst its founding models the cinematographic production of Francois Truffaut (Fahrenheit 451. A similar approach allows us to capture the significance of the work of Dominique Fourcade, one of the most important contemporary French poets. In MW Chute, a  poem dated 5th October 2001, he describes the horror of the collapse of New York City's twin towers. In this piece, Fourcade describes what happened to him on 9/11 not much from a man's perspective but rather from . a poetic standpoint. Ground Zero allows his writing to jump forward, and turn into a verbal city and labyrynth. His reflections on the urban landscape  which, collapses under the explosion become a map of dispersed images made of innumerabile détournements (detour aheads, of endless variants and deviations. The event becomes the model and shape of his writing.

  13. Economia del desiderio: piacere e conoscenza nella prima estetica di Herder

    Salvatore Tedesco

    2012-05-01

    Full Text Available Published by Herder in 1781, the short study "Liebe und Selbstheit" represents one of the most significant moments of the reception of the works of Hemsterhuis in Germany, and is, at the same time, one of the most advanced points of arrival of the aesthetic and physiological thought of its author.

  14. “Der Artist Valéry” nella teoria estetica di Adorno

    Giovanni Matteucci

    2012-05-01

    Full Text Available This paper aims to outline the importance of Valéry with respect to some cornerstones of Adorno’s aesthetic theory as a negative-dialectical thought. Adorno’s concept of aesthetic experience finds in Valéry as an “Artist” (not simply as a “Künstler” a sort of lieutenant: he helps to specify notions like “apparition”, “form”, “configuration”, and above all the idea of the aesthetic as a relation by which something happens in the field of human experience without being a determinate, or determinable, content of it.

  15. Politica e censura nella Francia di Louis XIV: Chavigny de La Bretonnière

    Chiara Mainardi

    2012-06-01

    Full Text Available During the reign of Louis XIV French libertines were expressing their intellectual dissent by opposing absolutism and criticising historical and religious conflicts. While in France, before abrogating the Edict of Nantes, any opposition was suppressed, Chavigny de La Bretonnière supported a revolt against the Church and political power. The prominent role of clandestine literature in Old Regime France will be analysed in this paper by considering critical studies about libertinage. In particular, the political and antireligious discourse carried on by this author will be highlighted by taking into account his ‘lardons’, satirical articles against French government, his erotic novel La Religieuse en chemise and his ecclesiastic pamphlet Le Cochon mitré. In a true editorial campaign, Chavigny de La Bretonnière attaches French royal power, through the use of satire he depicts corrupted prelates as obscene creatures and he reforms libertine dialogue by enhancing broad political purposes. As a response to his critics and claims, Chavigny was kidnapped, tortured and imprisoned for life. His name disappeared from history.

  16. Teorie corporativiste nella Grecia del primo dopoguerra (1922-1940: dalla teoria alla prassi

    Spyridon Ploumidis

    2017-03-01

    Full Text Available In Greece, during the first postwar period, similarly to what happened in Italy and Germany, a new way of understanding the relationships among State, economy and society appeared: the so-called “authoritarian” corporatism. The fall of the political liberalism in the hellenic country came with a deep crisis in the certainties about solidity and utility of economic liberties which derived in the establishment of the Kondylis and Metaxas dictatorships, who are the supporters of the greek government control. This paper wants to analyze, through the normative innovations and the attempts of interventions in the hellenic productive system, how the public authorities have tried to aligned themselves with the control government manners which evolved and established in the rest of Europe.

  17. Utopia e distopia nella prosa di Vladimir Odoevsky. Alcuni indizi nelle opere giovanili

    Adalgisa Mingati

    2009-01-01

    Full Text Available Utopia and Dystopia in V.F. Odoevsky's Fiction: some Clues in his Early Writing In Russian literature utopia and dystopia are often tightly interwoven. Also in the work of V.F. Odoevsky (1804-1869 some texts commonly defi ned as ‘utopian’ are in fact intertwined with a dark irony that seemingly leaves very little room for hope. However, Odoevsky’s dystopias should never be taken literally, on the contrary it is necessary to consider the specifi c cultural context in which they are placed, i.e., the paradoxical debate inspired by Menippean satire. The purpose of this paper is to identify in the writer’s two early texts, The Old People, or The Isle of Panchaia (1824 and Two Days in the Life of the Terrestrial Globe (1828, the presence of narrative elements which can be attributed to the utopian/dystopian topos and to define their principal features and probable derivative texts. In so doing, all the clues indispensable for an exhaustive reconstruction of the artistic process will be brought together, a process which, at the end of the 1830s, led to the genesis of two of Odoevsky’s famous dystopias set in the frame novel Russian Nights (1844, i.e, The Last Suicide and The City Without a Name (first published in 1839, as well as the unfinished The Year 4338 (1835-40.

  18. Io è una storia: autore, narratore, personaggi nella narrazione di sé

    Giorgio Bert

    2011-04-01

    Full Text Available L’io che si racconta non parla di ciò che avviene ma di ciò che è avvenuto, e anche se sono passati pochi istanti si tratta già di passato. Il presente non si può narrare, il presente è un vortice, un caos; il tentativo di raccontare le cose mentre avvengono si risolve in una comunicazione confusa, spezzettata, balbettante in cui si intrecciano in modo poco coerente e disordinato eventi, fatti, emozioni, interpretazioni. Tra l’io che vive e l’io che racconta esiste un fossato invalicabile. Quando la persona narra e si narra costruisce una storia che –per quanto tenga conto di fatti effettivamente avvenuti- non è (né potrebbe essere una fedele descrizione di quanto è accaduto. La narrazione dà alla sequenza degli eventi un ordine arbitrario, colmando i vuoti, omettendo particolari e spesso, più o meno consapevolmente, inventandone di nuovi. Ciò che ne risulta è in ogni caso fiction.

  19. Giornalismo Matematico "A Carattere Elementare" Nella Seconda Meta Dell'Ottocento.

    Furinghetti, Fulvia; Somaglia, Annamaria

    1992-01-01

    Considers the Italian mathematical journals of the second half of the nineteenth century oriented to the teaching of mathematics at different school levels. Focuses on three journals: "Rivista di matematica elementare,""Periodico di matematica," and "Rivista di Matematica." Analyzes elements that help outline their…

  20. Dirlo o non dirlo? Discrezione in situazioni imbarazzanti nella cultura italiana e in quella olandese

    Mathilde Schuiringa

    2017-01-01

    Full Text Available To say or not to say? Discretion in embarrassing situations in Italian and Dutch cultureHow tactful are Italians and the Dutch in embarrassing situations? This comparative study seeks to determine the factors that affect the degree of direction and communicative strategy used by native speakers of Italian and Dutch when involved in a situation that may cause embarrassment. The data were collected by means of a multiple-choice questionnaire and a discourse completion task. The results show that the two groups use the same strategies. However, a qualitative analysis at the lexical level reveals that Italian speech acts also contain discourse markers (lenitives, downtoners, apologies, etc., which may explain why Italians are perceived as more tactful.

  1. Crescere nella migrazione. Generi e sessualità fra gli adolescenti di origine straniera

    Federica Tarabusi

    2015-08-01

    Full Text Available How do the children of immigrants define and represent themselves in the Italian society? How do they build and negotiate their own subjectivity of women/men and experience their sexual bodies in adolescence? In what way their everyday experiences are different from (or similar to those of Italian teenagers?Grounded on an ethnographic work carried out in the context of Bologna and surrounding area, the paper investigates the symbolic construction of gender and sexuality among the teenagers of foreign origin. Exploring their multiple biographical trajectories, the research reveals a pattern of resources, subjective desires, imaginaries largely shared with the younger generations, but also their multiple attempts to negotiate and challenge both parent’s expectations and Italian society’s request of “assimilation”. Giving voices to the children of immigrants, the empirical data helps us to deconstruct, through the lens of sexuality, gender and bodily practices, essentialist ideas and stereotypical representations attached to the so-called second generations as well as to discuss the role play by structural inequalities and exclusionary processes in shaping their experience of being adolescents. 

  2. Processi di visualizzazione poetica: descrizione e immaginazione nella critica di danza del XIX secolo

    Christina Thurner

    2014-12-01

    Full Text Available This essay addresses the interest in the discourse of dance criticism within the French feuilleton of the 19th Century. It explores poetical techniques of writing with regard to and on examination of the perception of romantic ballet. The author of the essay argues that critics as Théophile Gautier and Jules Janin created and cultivated an emphatic style of criticism, which can be described as a transposition of the subjective view / imagination of the observer into poetic language. These discoursive practices became significant and paradigmatic – also in relation to the perception of dance till this day.

  3. Banca universale, riforma del sistema bancario statunitense e concorrenza finanziaria nella Comunità Europea

    J.A. KREGEL

    2013-10-01

    Full Text Available Economists and policy makers in Europe and the United States have devoted increasing attention towards the German financial system. In the new Single European Market, the German financial system, characterised by universal banking with unrestricted entry into all types of financial market, is expected to become the dominant form. The German kind of financial system has also been suggested as an alternative to the segmented US financial system. It is argued that the success of the German system has less to do with the freedom granted to universal banks than with its approach to regulation and supervision.  JEL Codes: G21, G18 

  4. Ordine e sicurezza nella città biopolitica: vecchi scenari e nuovi immaginari

    Valentina Cremonesini

    2015-12-01

    Full Text Available Starting from Michel Foucault’s reflections on the relationship among space, power and city, this paper explores the urban space as a biopolitical organization. The city is considered as a form of dislocation of space-power, a concept introduced by Foucault to analyze how urban space is thought and designed by the contemporary governmental rationality. These models of production of the urban space constitute some of the elements of the biopolitics of space, in which disciplinary and securitarian concerns arise, both in terms of order and management of life. If, as Foucault has effectively shown, the concept of biopolitics of the population is a spatial one, its dislocation in the city may tell its plot, seeking the possible meanings it offers rather than the urban landscape. Its aim is to trace some of the possible points of an urban cartography of the contemporary governmental rationality which find some examples in the centre-suburb as a modality of symbolic organization of social inequality, the public space as a space of symbolic subtraction of the idea of citizenship, the shadow cones as “spaces of exception”, areas for the symbolic reproduction of power into space.

  5. Il fantasma del traduttore nella stampa cinese: alcune riflessioni sulla traduzione istituzionale

    Bettina Mottura

    2018-05-01

    Full Text Available Institutional translation is a well established practice in the Chinese press. Although lacking in individual visibility, translators in these contexts are key mediators for the creation of an authoritative information flow at the global level. Through a corpus of journalistic texts published in 2017 by Renmin ribao online in three different languages (Chinese, French and English, this paper focuses on the interaction between the mechanism of recontextualisation of a political event in news production and the practice of translation. The aim is to discuss the effectiveness of the products of institutional translation in promoting a positive image of the country and in strengthening the legitimacy of Chinese national political institutions worldwide.

  6. Strategie militari e strategie narrative in Tucidide : la Grecia occidentale nella guerra archidamica

    Ugo Fantasia

    2010-04-01

    Full Text Available I. Una guerra più complessa delle altreL’altisonante affermazione che leggiamo in apertura della ξυγγραφή, che la guerra di cui Tucidide ha scritto la storia « fu certamente il più grande sconvolgimento che abbia interessato i Greci e una parte dei Barbari e che si sia esteso, per così dire, alla maggior parte dell’umanità » (I, 1, 2, può apparire a prima vista, e in parte sicuramente è, uno degli strumenti retorici di cui Tucidide si serve per dimostrare l’assunto di fondo della archaiologi...

  7. Il progetto Polaris: la telematica nella formazione in servizio dei docenti

    Guglielmo Trentin

    1996-01-01

    Full Text Available Presentation of the POLARIS project aims to test a particular method of in-service training of teachers based on the intensive use of telematic resources with the approach of so-called online education (training network, or third generation distance education.

  8. Il gradiente implicito nella verifica a fatica di giunzioni saldate sollecitate a fatica

    R. Tovo

    2009-07-01

    Full Text Available L’incremento delle potenzialità di strumenti per la progettazione assistita (come modellatori solidi e strumenti per FEA in grado di gestire modelli molto complessi permette di ipotizzare lo sviluppo di strumenti numerici specifici per la previsione della resistenza a fatica delle giunzioni saldate. Tali strumenti potrebbero essere in grado di valutare l’influenza di geometria e carichi senza la necessità di elaborazioni successive, e spesso, del progettista (come nelle tensioni di Hot Spot. Il presente lavoro propone una metodologia di calcolo adatta alla previsione della vita a fatica di giunzioni saldate complesse. Un indice di resistenza è ottenuto innanzitutto risolvendo il problema tensionale completamente in modo numerico (agli elementi finiti. La previsione della resistenza a fatica, è calcolata facendo uso di un modello analitico basato sul gradiente implicito che assume come tensione efficace la tensione equivalente non locale derivante dalla tensione principale. Dapprima verrà tarato il metodo su prove sperimentali eseguite su giunzioni saldate a croce, successivamente il metodo verrà utilizzato per la verifica a fatica di giunzioni saldate più complesse a sviluppo tridimensionale.

  9. Il Riparto di Competenze tra Autorità Indipendenti nella Repressione delle Pratiche Commerciali Scorrette

    Livia Lorenzoni

    2015-07-01

    Full Text Available Since the adoption of the European directive on unfair commercial practices, its provisions started to apply alongside the existing sector-specific European legislation on consumer protection. With the aim of ensuring a coherent system of European consumer law, the directive stated that, in the case of conflict between its rules and other Community law regulating specific aspects of unfair commercial practices, the latter shall prevail and apply to those aspects. The directive, however, did not mandate any enforcement mechanism at the national level. The Italian legislation which implemented the European directive conferred a general enforcement power on unfair commercial practices to the national antitrust authority. Italian law was not, however, very clear regarding the competence of the agency in markets subject to the oversight of a different sector-specific authority. This issue was raised before the Italian administrative law Court which, at first, seemed to limit the general competence of the antitrust authority in fields where the contested practices were also considered by sector-specific regulation. For this reason, the European Commission started an infringement proceeding against Italy for not having correctly implemented the directive on unfair commercial practices.As a consequence, a recent reform in Italian law conferred the antitrust authority an exclusive competence to combat unfair commercial practices also in regulated sectors, after having consulted the sector-specific regulator, apart when the breach of sector-specific regulation does not result in an unfair commercial practice. After the adoption of this provision, the Italian administrative judge finally interpreted the law on unfair commercial practice consistently with the European directive. The Court denied that the adoption of secondary legislation by a national sector-specific regulators can exclude the application of the general provisions on unfair commercial practices and affirmed the relevant enforcement competence of the antitrust authority also in regulated sectors.In the light of these different approaches, this paper will attempt to examine the benefits and the drawbacks of the enforcement mechanisms endorsed by the Italian Courts and legislator. The aim of the work is to assess, from a legal perspective, which role should the general antitrust authority play in the enforcement of unfair commercial practices in markets subject to sector-specific regulation.

  10. Lingua italiana e immagini dell’Italia nella scrittura migrante di Concetta Coppolino

    Margherita Di Salvo

    2014-06-01

    Full Text Available Concetta Copolino, nata a Mazzarà Sant’Andrea (ME nel 1939, migrò a Cambridge (Inghilterra come donna delle pulizie. Quando arrivò in Inghilterra nel 1957, non conosceva l’inglese. Ma, dopo molti anni in Inghilterra e senza andare a scuola, è riuscita a imparare la lingua con cui ha scritto due romanzi, A Difficult Situation e A Volcanic Destiny. Al suo primo romanzo, A Difficult Situation, è dedicato il presente contributo, che si propone la sua analisi linguistica e culturale.

  11. CORVI,Corvus frugilegus L.,SVERNANTI NELLA VALPADANA CENTRALE E CONSERVAZIONE DEL PAESAGGIO AGRARIO TRADIZIONALE

    RICCARDO GROPPALI

    1993-01-01

    <正> RIASSUNTO-Nel corso di tre inverni(1990-91,1991-92 e 1992-93)sono stati osservati,lungo differentipercorsi stradali della Valpadana centrale,10370 Corvi.Per ogni individuo sono stati rilevati tipo dicoltivazione sulla quale era posato,ampiezza del campo e presenza di filari/siepi.In anni singoli sonostati esaminati altri fattori(distanza da abitazioni,dalla strada e dai filari o loro uso come posatoio).Lungo un percorso di circa 70 km(Cremona-Pavia)è stata inoltre rilevata la posizione cartografica deiCorvi osservati.Dai dati raccolti si può dedurre che questa specie può svernare soltanto in aree consufficiente varietà colturale e paesaggio agrario tradizionale,e che modificazioni gestionali possono elimi-narne la presenza.Wintering Rooks,Corvus frugilegus L.,in the central Po Valley and conservation ofthe traditional agricultural landscape.During three winter seasons(1990-91,1991-92 and 1992-93)10370Rooks were observed,along roads of the central Po Valley.The kind of cultivation,the extension offield and the presence of tree rows/hedges was noted for every resting Rook.Other factors(distancefrom habitations,road and tree rows,and their use for resting)were examined during single years.Alonga 70 km road(Cremona-Pavia,Northern Italy)the geographic position of the observed Rooks was noted.According to the observations,it seems that Rooks can winter only in areas with sufficiently variouscultivations and a traditional agricultural landscape,and that variations in their management can elimina-te the presence of the species.

  12. Libertà e Male morale nella “Critica della ragion pratica” di Immanuel Kant

    Basaglia, Federica

    2009-01-01

    This dissertation deals with a much-debated problem in Kant’s moral philosophy: the possibility of acting freely against the moral law. Kant’s theory of the foundation of morals, as outlined in the Groundwork of the Metaphysics of Morals (1785) and in the Critique of Practical Reason (1788), gives no explanation of the (causal) genesis of moral evil (i.e. the freedom to act wrongly), nor does it justify attributing it to the agent. Based on this hiatus in his theory, even recent interpretatio...

  13. Tra Pirandello e Judith Butler:Forma e performatività nella narrativa di Marosia Castaldi

    Giorgio, Adalgisa

    2008-01-01

    This article sets itself a number of challenges: 1. to make a daring comparison between the notions of identity and subjectivity held by Italian modernist author Luigi Pirandello and contemporary American feminist theorist Judith Butler. 2. to use the insights generated by this unusual yet entirely tenable comparison to interpret the engagement of contemporary author Marosia Castaldi with the postmodern loss of identity. 3. to bring to light some thematic lines across the oeuvre of a writer...

  14. Il contributo della idro-geomorfologia nella valutazione delle piene in Campania

    Cuomo, Albina

    2012-01-01

    2010 - 2011 Italy and, in particular, the Campania region, has been exposed to Hydraulic Risk since long ago. In hydraulic risk analysis the definition of maximum flood discharge with a specific return time (T) is crucial and, to this aim, the VAPI- Campania procedure (1995) was adopted in the Campania region. The VAPI method is based on a geo-morphoclimatic model, identifying 7 climatic homogenous areas with respect to the rainfall probability density function and 3 clas...

  15. Nicola Turi (ed., Ecosistemi letterari. Luoghi e paesaggi nella finzione novecentesca

    Salvatore Renna

    2017-11-01

    Full Text Available In un articolo recentemente apparso per il New York Magazine, il giornalista David Wallace-Wells ha tracciato un quadro quanto mai apocalittico del destino che attende il nostro pianeta nel futuro prossimo. L’interpretazione decisamente pessimistica della situazione ambientale fornita dall’autore, basatosi sui più recenti studi sul cambiamento climatico, ha sollevato non poche polemiche.

  16. Isolamenti di Salmonella spp. da matrici ambientali nella regione Molise negli anni 2003-2005

    Carla Pepe

    2007-12-01

    Full Text Available Enter-Net is a European network used for the surveillance of human gastrointestinal infections. This network was created in 1994 and is coordinated by the HPA in Colindale. In Italy, this network is managed by the Superior Health Institute and its participants include various referral centres present in most of the regions in Italy. In Molise, the centre is located at the Arpa Provincial Department of Isernia.This centre receives strains of isolated Salmonella from six Regional hospital laboratories. In addition, the centre receives strains from other Arpa laboratories originating from surface and sewer water. All of the Centre’s activities are conducted according to the Italian law (D.L.vo n° 152/99.The isolates are tested for serotyping classification and antimicrobial susceptibility. During the three year period (2003-2005, 228 Salmonella strains were isolated throughout the principle water basins. 18.9% of the isolates were from the Biferno basins, in which the water is considered drinkable, while 51.7% were from various water bodies flowing into the Molise costal areas. Consequently, the potential impact on drinkable and recreational water is rather consistent. Particularly considering that 26 isolates (22.1% belong to serotypes relevant for public health (S.typhimurium, S.enteritidis, S.hadar, S.infantis, S.virchow.The results confirmed the presence of these endemic serotypes in surface waters in Molise.The results have also showned the impact that these could have on public health.

  17. La conquista dell’ibridità nella fiction di Meera Syal

    Sergio Guerra

    2014-07-01

    Full Text Available The aim of this essay is to explore Meera Syal’s novels – Anita and Me and Life isn’t all ha ha hee hee – and to suggest that they show and sponsor a level of hybridity that I call ‘ibridità conclamata’ (full-blown hybridity, a condition in which the diasporic subject makes the most of the cultures that constitute him/her. At the end of both novels the female protagonists, who overcome their various crises and reach a more mature and balanced identity by valuing elements of the culture they had rejected – in this case traditional Indian culture – represent fictional embodiments of that kind of hybridity. What is implied here, and what the article tries to make clear, is that hybridity, to bring to fruition its positive potential, should not be thought of as a fixed condition but as involving continuous negotiation aimed at using to the full all the cultural resources available.

  18. Il romanzo moderno nella poetica del sé di Paul Ricœur

    Roberto Talamo

    2013-12-01

    Full Text Available La riflessione sul romanzo moderno e la nascita di uno dei concetti più importanti dell’ermeneutica del sé, quello di «identità narrativa», sono strettamente intrecciati nel pensiero di Ricœur. Attraverso una lettura di diverse opere del filosofo francese, si mostrerà il percorso di genesi poetica di questo concetto, confrontando altresì la teorizzazione ricoeuriana a proposito del romanzo moderno con le principali acquisizioni su questa forma letteraria da parte della critica e della teoria della letteratura.

  19. Each girl kills the thing she loves. Variazioni melodrammatiche nella scena contemporanea

    Stefania Rimini

    2017-11-01

    Full Text Available This essay attempts to draw an innovative map of melodramatic sensitivity according to specific criteria of genre and form. It derives its inspiration from themes found in Fassbinder's cinematgraphy - such as the complex interplay of love, power and desire - and then proceeds on three different axes based on The bitter tears of Petra von Kant, A Streetcar Named Desire andVeronika Voss. Each section analyzes its subject in parallel with with some theatre revisions, combining thematic issues and semiotic patterns.

  20. Prospettive della reazione di idroformilazione nella sintesi di composti biologicamente attivi

    Marchetti, Mauro

    2000-01-01

    Il nostro gruppo sta conducendo uno studio su complessi di rodio con una nuova classe di leganti idrosolubili di origine proteica, tali complessi impiegati nell’idroformilazione bifasica in solvente acquoso di diversi substrati hanno fornito buoni risultati.

  1. Essence and the Mulatto Traveler: Europe as Embodiment in Nella Larsen’s Quicksand

    Jeffrey Gray

    2012-06-01

    Full Text Available This 1994 article by Jeffrey Gray originally appeared in the journal NOVEL: A Forum on Fiction (Duke University Press. An early foray into transnational American Studies, Gray’s analysis of the role “Europe” plays both in the narrative and in the life of the author herself begins with a discussion of the object of art—the self as exoticized, distanced other—imagined and displayed against the carceral black body in the American imaginary, an imaginary that holds the protagonist, Helga, hostage to an indeterminacy represented by her mulatto status. Gray argues that the “quicksand” of the search for essence, whether located in the body or in the eyes of others, eventually dissolves the protagonist’s sense that a change of place can change the truth that essence does not exist. Gray references the shared observation among African American international celebs (Richard Wright, James Baldwin, and Josephine Baker—whose 1973 interview with Henry Louis Gates, Jr., is cited that “being different is different” in Europe, yet that otherness is finally also not an experience of self, which the narrative (and perhaps the author’s life as well proves to be endlessly deferred.

  2. La costruzione e la decorazione della Sala Maria Luigia nella Biblioteca Palatina di Parma

    Maria Carla Ramazzini Calciolari

    2011-01-01

    Full Text Available Si ripercorre la storia di una commissione pubblica, la nuova sala della Biblioteca Palatina di Parma, cercando di ricostruire i rapporti intercorsi tra il Bibliotecario Pezzana, l'architetto di Corte Nicolò Bettoli e il Direttore dell'Accademia di Belle Arti Paolo Toschi, e di individuare i modelli culturali, architettonici ed artistici di riferimento.

  3. Valutazione di efficienza nella somministrazione dell’ormone della crescita (GH

    Federico Spandonaro

    2013-03-01

    Full Text Available Treatment with growth hormone (somatropin is effective in six different medical conditions: growth hormone deficiency (GHD, Turner syndrome (TS, growth retardation in children born small for gestational age (SGA, Prader-Willi syndrome (PWS, growth retardation due to chronic renal insufficiency (CRI, growth retardation associated with a deficiency of the gene SHOX (Short Stature HOmeoboXContaining gene. The treatment proved to be also effective in adults who have an impaired growth hormone (acquired in adulthood or childhood.The growth hormone (GH is generally cost effective and, therefore, is usually reimbursed by public health services. In financial terms, GH is a major cost item for health systems. According to the Report OSMED 2010, GH ranks first in Italy between systemic hormonal preparations, excluding sex hormones, distributed by public system, with an annual value of approximately € 88 million (+ 12.7% compared to 2009.Considering the increasing need to control pharmaceutical expenditure, there is a strong interest for the efficient supply of the hormone by the regional health service. From this point of view, the comparison of the specialties on the market is normally carried out on the basis of the cost per mg; this approach, also used in the main studies of cost-effectiveness, is derived from a logic of cost minimization, but it may still be distorting, not taking into account the efficiency of devices used for the administration of the hormone.The proposed analysis verifies the efficiency of different available devices, evaluating the potential waste of product, depending both on the device used and on the characteristics of the population exposed to the treatment.Only in the case of single-dose and disposable formulations is theoretically possible to have zero waste and thus an equivalence between the actual cost of the treatment and the price charged. In other cases, the inefficiency causes a deviation between the actual cost and price. In the latter cases, since the theoretical amount of the population exposed to the treatment, it is estimated that the total share of potentially unused product can vary between 208,000 mg / year to 750,000 mg / year, depending on the device used. In particular, there is an actual average cost of treatment ranging between +9.9% and +11.4% of the ex-factory price; depending on the different doses and even between the different devices, the difference between the actual price and the theoretical price varies from a minimum of +6.9% and a maximum of +18.7%.

  4. Dante per i bambini: percorsi tra riduzioni e riscritture nella prima metà del Novecento

    Sabrina Fava

    2014-12-01

    Full Text Available  During the XX century the adapted texts for young people of the Divine Comedy started when cultural industry has affirmed. It has given impulse to the publishing industry for youth and thanks to the process of popular education it has developed the popularization of the culture to the infancy. The essay presents the literary history of reductions of the Divine Comedy and it highlights that the stylistic quality has allowed to develop interest among the young readers. Growing up, the stylistic quality introduces to the reading of the original text. The aesthetic beauty of the Divine Comedy can approach to the childhood without losing itself. The adapted texts underline the potentialities of the original text and they show the different way of educating future adult readers.

  5. La valutazione economica del trattamento farmacologico con antipsicotici nella schizofrenia: una revisione sistematica della letteratura

    R. Ravasio

    2005-03-01

    Full Text Available Schizophrenia is a chronic, severe, and disabling brain disease. Approximately 1 percent of the population develops schizophrenia during their lifetime. Available treatments can relieve many symptoms, but most people with schizophrenia continue to suffer some symptoms throughout their lives; it has been estimated that no more than one in five individuals recovers completely. The introduction of second-generation antipsychotics, also defined as atypicals, has increased the therapeutic options available for individuals with schizophrenia. Potential benefits of these agents include a more favourable profile in terms of positive and negative symptoms, less adverse effects and better cognitive functioning than first-generation antipsychotics. It is uncertain whether atypical antipsychotic agents, as prescribed in ordinary practice, are a cost-effective alternative to conventional agents. This study examined the financial and clinical implications of using atypical antipsychotics in the treatment of schizophrenia, considering both related costs and consequences. To elaborate the paper, we reviewed 8 economical studies regarding the comparison between atypical and typical antipsychotics, published in the years 1998-2004. In 5 studies atypical antipsychotics were cost-saving compared to typical, in 2 studies they were cost-neutral and in one study they resulted cost-effective. Consequently typical antipsychotics were cost-saving just in one study.

  6. Valutazione farmacoeconomica dell’uso di tramadolo vs ketorolac nella gestione del dolore postoperatorio

    Lorenzo G. Mantovani

    2003-03-01

    Full Text Available This article represents the first evaluation that compares the economic consequences of managing postsurgical pain with tramadol or ketorolac in the Italian setting. The economic evaluation was based on 5 clinical trials that directly compared the efficacy and tolerability of tramadol and ketorolac treatments in different settings and that contained drug consumption data. Since the review of these data confirmed that their efficacy is comparable (tramadol showed a quicker onset of the analgesic action, which was not considered for the purposes of the economic evaluation, it was chosen to conduct a cost minimization analysis. The calculations were made considering two different drug acquisition costs: the hypothetical price for the hospital, computed by discounting 50% off the retail price, and the mean price really paid by hospitals according to the IHS. The analyses showed that, when the discounted price is applied, tramadol induces costs that are similar to those induced by ketorolac in 2/3 of the cases and lower in the remaining 1/3. Considering the mean price paid by hospitals, tramadol results economically more advantageous than ketorolac in all considered settings. In conclusion, ketorolac and tramadol are two effective and tolerable drugs in the management of post-surgical pain, although they differ in the adverse event pattern and in the rapidity of their action. In the Italian setting, tramadol appears to be economically more efficient, due to lesser consumption and lower drug acquisition costs.

  7. Strategie di riduzione del rischio residuo nella difesa delle colture vitivinicole e del pomodoro

    Dedola, Fabrizio

    2012-01-01

    Background: Pesticides are used to control pests and diseases in modern agriculture but unfortunately their residues can be found on agricultural crops, and in the human’s dietary. Although the best way to decrease the risk associated with the presence of pesticides on agro-food is following organic farming techniques, most farmers may not avoid the use of chemicals in pest management strategies. A good approach to the problem should therefore guarantee good agricultural yields and low pes...

  8. La burocrazia nella ricerca pubblica. PARTE I, Una rassegna dei principali studi

    Mario Coccia; Alessandro Gobbino

    2006-01-01

    The purpose of this paper is to present the main studies carried out on the Bureaucracy in public research institutions. The first part of the paper describes the classical theory concerning the Bureaucracy developed by Weber, Merton et al. The second part of the research focuses the studies on the bureaucracy carried out on public research institutions in United States of America and Norway. Some concluding remarks complete the research.

  9. Esportazione di un modello poetico orientale. L’esempio dello haiku nella letteratura spagnola ultima

    Giuliana Calabrese

    2012-11-01

    The aim of this paper is to present a way among some writings of haiku, that in these last years has become an inevitable model in the exclusive practice and in combination with other poetic forms as well. We will see how poets use haiku in a standard way (the description of a moment of contemplation of nature but also how they apply haiku’s philosophy to the Western context. Spanish poets as Josep María Rodríguez, Aurora Luque or Manuel Lara Cantizani show how Eastern legacy can gain a greater and greater power, even if, in some cases, its aesthetical-poetical essence has been adapted to the Western Postmodern context that practices it.

  10. Il volto crudele del nemico. Figure di terroristi nella letteratura israeliana

    Sara Ferrari

    2012-11-01

    Full Text Available The aim of this lecture is to explore the question of representing terrorists in Israeli literature, namely in the books, Ha-me’ahev, (The Lover, by A.B. Yehoshua, Ha-Qaytanah Shel Kneller (Kneller Happy Camp by Etgar Keret, Shum gemadim lo yavo’u (The King of Falafel by Sarah Shilo and Tanin pigua (Croc attack by Assaf Gavron. A particular attention will be devoted to the confrontation with the other and its purpose in these books.

  11. L'isola di Demetra e il destino di Kore nella poesia di Dacia Maraini ...

    The present essay deals with Dacia Maraini's early collections of poems: Crudeltà all'aria aperta (1966), Donne mie (1974) e Mangiami pure (1978). The central theme of this critical appraisal of the author's works is the myth of Demeter and Kore and its relevance to the development of the speaking subject. Tradition places ...

  12. L'evoluzione dialettica spazio-tempo nella cultura del progetto urbano contemporaneo

    Sau, Fiammetta

    2012-01-01

    L’intérêt pour le sujet de la recherche nait de la prise de conscience de l’importance croissante attribuée par les différentes disciplines à la notion du temps et à sa relation avec l’évolution de la ville. En effet, la ville, en tant que manifestation physique des modes de vie de la société, a de nombreux rapports avec le temps : le « temps long », c’est-à-dire le temps de l’histoire dans son intégralité et de l’image dans le temps, et le « temps court », à savoir le temps des transformatio...

  13. Il Concilio Vaticano II nella stampa comunista italiana (1959-1965

    Lorenzo Ettorre

    2011-10-01

    Full Text Available The John XXIII’s pontificate and the Second Vatican Ecumenical Council’s convocation were a major turning points, not only for the religious institution but also for the modern society. In order to improve the Christian spirit in history, these changes renewed some ways of action and the positions of Catholicism in the contemporary age. Through a particular analysis of the Italian communist press, where also judgments of Togliatti, Donini, Spriano appear, the Italian communist party’s reactions in respect to the Council have been verified, keeping its aspirations, strategies and international internships in mind. The result is an original study in regard to the relationships between catholics and communists and a general vision of Italian Republic’s history.

  14. "Poder Ciudadano" e tutela dell'Etica Pubblica nella Costituzione Venezuelana del 1999

    Claudia Esposito

    2011-01-01

    El objetivo de esta investigación es analizar los temas desarrolados sobre el papel de la Ética Pública en una democracia moderna. En primer lugar se analiza la introducción del Poder Ciudadano y en particular del Defensor del Pueblo en la Constitución Venezolana de 1999, como medio no jurisdicional de tutela de los derechos humanos. El método adoptado es de tipo documental. En las conclusiones se resalta la importancia de la Ética publica como medio de participación de los ciudadanos al gobi...

  15. Costo-efficacia dell’amfotericina B liposomiale nella terapia dell’aspergillosi invasiva

    Mario Eandi

    2004-03-01

    Full Text Available Invasive aspergillosis (IA is a common and life-threatening infectious complication of immune system depression. Amphotericin B deoxycholate (AMB-d has been considered standard therapy for IA for over 40 years, despite the fact that success rates rarely exceed 40% and adverse effects are quite common. At present two more recent pharmacological agents are available for the treatment of IA: liposomal amphotericin B (L-AMB and voriconazole (VOR. In this article, we present a pharmaco-economical study comparing the relative costeffectiveness of 5 alternative strategies in the treatment of invasive aspergillosis, analysed from the point of view of the Italian hospital: administration of L-AMB as first line therapy, followed by no rescue treatment in case of failure (L-AMB I°; administration of L-AMB as first line therapy, followed by VOR in case of failure (LAMB I° + VOR rescue; AMB-d as first line, followed by L-AMB in case of failure (L-AMB rescue; AMB-d as first line, followed by other antifungals as needed (AMB-d I° and VOR as first line, followed by rescue treatments in case of failure (VOR I°. The cost-effectiveness analysis was conducted using decision tree modelling techniques: efficacy data were obtained from published clinical trials; costs parameters were fitted on the Italian setting. The results indicate that two strategies, L-AMB rescue and VOR I°, are dominated, i.e. induce higher costs and lower success rates than the alternatives. The three remaining strategies are neither dominated nor dominate the others, but are associated with different clinical and economical outcomes: AMB-d I° has the lowest total cost, but also the highest cost-effectiveness ratio and the lowest overall efficacy; L-AMB I° has the best cost-effectiveness, but requires the willingness to pay 2,100 euro for each additional success; L-AMB I° + VOR rescue is the most effective treatment, but this choice is associated with incremental costs of 17,200 euro for each additional success, compared with L-AMB I°. In conclusion, our analysis indicates that for clinical, economical and ethical reasons the best option in the treatment of IA is the administration of L-AMB as first line therapy, thus limiting the use of VOR to the rescue of the patients not cured by this approach.

  16. Decontestualizzazione del sintomo e biografia: il malessere dell'Homo narrativus - Narrarsi nella precarietà

    Gloria Bardi

    2011-07-01

    Full Text Available Partendo da alcune considerazioni antropologiche, che si riferiscono all'uomo come "narrativus" o "narrans" che dir si voglia, identificherei come condizione di benessere psicofisico il bisogno di vivere narrativamente, il bisogno cioè di biografia. Procederei poi a identificare come la medicina sia oggi spesso messa sotto accusa perché ha smarrito questa dimensione nell'eccesso di tecnologia e specializzazione. così si è creata un'estraneità tra medicina e salute in senso ampio. Procederei poi a rilevare come la posizione dell'uomo oggi venga resa frammentaria anche a livello lavorativo, impedendo il consolidarsi di biografie lineari- la precarietà sul lavoro costituirebbe come ulteriore attacco all'homo narrativus. In conclusione evidenzierei come recupero di salute "antropologica" implichi un modificarsi e della medicina e del lavoro.

  17. Politica e poetica nella non-scuola del Teatro delle Albe

    ARESTA, Vito Antonio

    2016-12-01

    Full Text Available The theatrical experience of ‘non-school’ began in the early ‘90’s, in Ravenna, as part of Teatro delle Albe’s work, a company created in 1983 by Marco Martinelli, Ermanna Montanari, Luigi Dadina and Marcella Nonni. From the early years of the new millennium ‘non-school’ started up in various cities, both in Italy and abroad, and took the name of ‘Arrevuoto’ (Revolt in Naples, ‘Capusutta’ (Upside down in Lamezia Terme and ‘Eresia della Felicità a Venezia’ (The Heresy of Happiness in Venice in the city of that name. The ‘bringing to life of the classics’, the work in chorus and the constant attention to otherness and differences contribute to non-school’s style, but form only a part of the complexity of this theatrical work which changes according to which location a performance will take place in and which texts are chosen. The present article looks into some artistic and political aspects of ‘non-school’ and follows its work which connected four Italian cities over the years 2005-2012: Ravenna, Naples, Lamezia Terme and Venice.

  18. Metamorfosi e natura nella poetica di Gabriele d'Annunzio | Meda ...

    The article deals with the concepts of metamorphosis and nature as key elements in D'Annunzio's art. In his view, the poet himself is transformed by the practice of his own art into an Hermetic figure, who — like Hermes, the god who guides the souls of the dead across the threshold dividing the world of the living and the ...

  19. Nazionale e globale nella rinascita dell’Internazionale socialista (1945-1951

    Enrico Pugliese

    2012-02-01

    Full Text Available This article focuses on the refoundation of Socialist International after the Second World War (1945-1951. It tackles three elements of socialist history through the archives preserved at the Institute of Social History in Amsterdam: the socialist building of an International organization, the new ideas and political issues in the socialist political culture, the socialist support to European technical governance. In this way, the paper underlines some crucial points as the relation between socialism and Nation State, and introduces the European integration question.

  20. Consumo di merci-segni e di segni-merci nella riproduzione sociale

    Giorgio Borrelli

    2014-11-01

    Full Text Available Building on the achievements of Massimo Bonfantini's pragmaticist materialism and Rossi-Landi's "omologic" method, this article proposes a theoretical frame for the critical analysis of consumption as a category. According to Rossi-Landi, the economic phase of consumption -as well as those of production and exchange- divides into specific semiotic programs and cannot be considered without them. Therefore, to carry out a particular consumption behaviour, accounted for Rossi-Landi, coincides with performing linguistic work; to consume while respecting certain codes means to execute specific programs established by the logic of capitalistic production. Basically, consumption programs, insofar as they are habits, require an interpretation, and foster action. Yet, by means of an emancipating linguistic work, such programs can be discussed and their meaning can be changed, thus giving rise to a transforming praxis. Such dynamics can be read in the light of the elementary logic of the action process, which has been structured by Bonfantini in his materialistic reworking of Peirce's abduction. More precisely, I propose to analyse the category of consumption - in its acceptation as a semiotically programmed behaviour - into the steps of representation, projection and programming. In short, a materialistically and pragmaticistically oriented semiotics may represent a critical tool for the analysis of consumption behaviour in the process of social reproduction.

  1. Legami tra pianure. Gli intermediari nella migrazione dei panjabi indiani in Italia

    Azzeruoli, Vanessa

    2014-01-01

    Connected plains The brokers within the panjabi indian migration in Italy This research contributes to the field of migration studies by investigating the social construction of the brokers in Indian Punjabi migration in Italy. The thesis analyzes the influence of networks during the migration process and its relationship with the migration policies framework and economic conditions. The purpose of the investigation is to examine in depth the multidimensionality of transna...

  2. Problems of environmental pollution in a modern society. I problemi dell'inquinamento nella societa moderna

    Pinchera, G C

    1983-10-01

    The paper deals with the problem of environmental deterioration in Italy and of systematic acquisition of data on the state of environment. Manners in which some countries are tackling the problems of regulating air pollution control are analysed and compared. Then, attention is given to farming practices which made agriculture notoriously exposed to pollution caused by other human activities, becoming itself a significant source of adverse ecological effects. Possible directions for recovering, recycling and utilizing wastes of urban, agrozootechnical and industrial origin are discussed. Finally, some suggestions are made for the improvement of environmental risk management in Italy.

  3. Il viaggio utopico nella fantascienza sovietica: La Nebulosa di Andromeda di I.A. Efremov

    Beatrice Zenobi

    2007-12-01

    Full Text Available The Utopian Journey in Soviet Science Fiction. The Andromeda nebula by I. a: Efremov Tumannost’ Andromedy by I.A. Efremov, a novel set in the 30-th century, can be interpreted in its utopic entreaties according to the theme of journey, in order to emphasize its strong link with the composite and problematic cultural climate during the Thaw. The journey can be considered as a technical device to depict the changed landscapes of a future communist society that will create a planet Earth totally resembling human rationality, in Efremov’s project. From the structural point of view, the journey is necessary to face the new and to enlarge one’s conceptual system: thanks to the plausible scientifi c hypothesis, the writer casts his project in the 30-th century, extrapolating the present premises and developing them in a better future. The reader is entrusted with the task of gradually discovering the criticisms of contemporaneity, while the definition of it remains rather ambiguous, since many of its aspects are omitted or denied. The evaluation of science as the concrete instrument with which to reach happiness gives the possibility to read the journey as the metaphor of the impulse towards knowledge and the unknown, as well as to the transcendent. In this perspective, the pages of the novel re-echo the Cosmist’s ideals, as the research of a friendly contact with other worlds, and the human victory against space and time represented by the colonization of the Universe.

  4. Il fiume nella città: una rete di esperienze a confronto

    Enrica Campus

    2015-11-01

    Full Text Available The European Commission promoted, within the context of the InterReg IIIC South program, “The RiverLink”s Project/Program". This particular program is undoubtedly an excellent occasion as an example for a sustainable river-city project. Six European cities are involved in this project: Florence, Bordeaux, Tallinn, Dresden, Seville and Bremen, coordinated by the Environment Direction of Florence.The complete aim of this project is the exchange of experiences and knowledge-base about the management of transformations of this particular urban framework of cities with a river, and the areas surrounding it.Partner cities displayed projects in an International Congress titled, “The River in the City: a networking of experiences to confront and discuss”, that took place in Florence on June, 9th, 2006, and was organized by the Town Planning Department of Environment Direction of Florence Municipality. 

  5. L’afflizione in seconda persona nella scrittura. Dall’alloglossia alle esperienze non autoctone

    Oleksandra Rekut-Liberatore

    2013-12-01

    Full Text Available According to the Jankelevitch classification, there’s a death in the first, second, and third person which corresponds respectively to one’s own, someone’s beloved, and a stranger’s death. This research deals with the trauma caused by the cancer of the Other who is the nearest and the dearest one (the death in second person. In Italian literature his father’s tumour is the narrative centre of Requiem (1991 by Antonio Tabucchi, as well as of Vita e morte di un ingegnere (2012 by Edoardo Albinati. Her son’s abdominal fibrosarcoma lay behind Paola Natalicchio’s writing Il Regno di Op (2013. His wife’s lung neoplasia is the main concern of La fine del giorno (2013 by Pierlugi Battista where the author’s own tragedy – his woman’s tumour – is compared to the identical partner’s experience among some European writers like Michel Onfray, Magda Szabo, Doris Lessing and Philip Roth. The works under research represent a wide palette of different shades of suffering in second person that sometimes exceed the pain for its own identical diagnosis

  6. La sismicità nella zona di Nocera Umbra nel periodo maggio-luglio 1979.

    P. IUZZOLINI

    1979-06-01

    Full Text Available We are going to describe the seismic crisis which has interested Nocera
    Umbra area (Perugia from the middle of May to the beginning
    of August 1979, which has been recorded by a seismic station, installed in
    the town.
    Various events have had magnitude ranging from 1.3 to 2.9. The
    registrata da una stazione sismica installata nel paese.
    approximately.
    Data' elaboration has allowed to point out that the hypocentre' depth
    increases, considerably, from Est to West.
    At last, it represents a possible correlation between observed distribution
    and geological structures of the interested area.

  7. Il buon nome delle donne. Matrimonio, professione e reputazione nella Roma dell’Ottocento

    Ginevra Diletta Tonini Masella

    2011-07-01

    Full Text Available This work is based on the trial documents of the Vicar and the Governor Courts (XVIII-XIX centuries. It is focused on the leading role of reputation in the lives of unmarried and atypical working women during the First Roman Republic (1798-1799. Referring to the recent studies on marriage, the attention is focused on both language and nomenclature used in trial documents to describe women. Moreover, it is underlined the importance of a bad reputation on the Criminal Court’s judgement in actions for seduction of unmarried women. Models earned by showing their naked bodies: a particular attention is reserved then to the role of their job as well as their marital status in both construction and judgement of their reputation.

  8. Il Lexicon of Scholarly Editing: una bussola nella Babele delle tradizioni filologiche

    Spadini, E.; Dillen, Wout; Zanardo, Monica

    2016-01-01

    The paper presents the Lexicon of Scholarly Editing, a multilingual digital lexicon of philological terms, that aims to facilitate the international exchange, gathering definitions from the variety of theoretical and methodological approaches to textual criticism, textkritik, critique textuelle,

  9. Macchina creativa e genesi temporale nella metafisica di A.N. Whitehead

    Mauro Mazzocchi

    2015-01-01

    Full Text Available This article is about Whitehead's metaphysics. We focus on operations constituting the processual character of this philosophy. The approached problems are the organization of genetic space of concrescence and co-ordinate space of transition, the complex dynamics between nature and abstraction then the reciprocity between a subjective and affective formation and a neutral temporality of duration's blocks. The intuition behind our reflection is that there is a principal concept which animates  Whitehead's cosmology of Creativity : the concept of Becoming.

  10. Watery Existence: immaginari dell’acqua tra arte e letteratura nella poetica modernista

    Giulia Gorgoglione

    2011-11-01

    Full Text Available Water has always been an element of border and threshold, both as a political frontier between nations, and in the symbolic value of transition between life and death, between the real world and beyond, between silence and narration. Modernist poetry is characterized by the presence of this element (Woolf, Eliot both as a term of reflection on the human existence and as a symbol of human life in its flexibility, inconsistency, strength and dissolution. This article looks at the different implications of visual and literary works that are substantiated in the imagination of the water. Water represents the creative desire of the narration (Virginia Woolf, The Waves that runs smoothly in the recesses of the human psyche, and contrasts with the aridity of silence that corresponds to a lack of logos. Water represents a desire for origins (To The Lighthouse, but also for maternal death (death by water and total dissolution. Visual arts mirror this awareness, especially in the extensive series of depictions of the character of Ophelia (Margaret MacDonald, WGSimmonds, Steck. Water is here the dominant pictorial element, symbol of the innate human tendency to cross the boundary between the human and divine.

  11. La Seconda Intifada nella stampa italiana: la crisi della Basilica della Natività a Betlemme

    Arturo Marzano

    2011-02-01

    Full Text Available This paper intends to analyze the way the Italian press reported one of the most sensitive events of the Second Intifada, the siege to the Nativity Church in Bethlehem of April-May 2002. In particular, it aims at investigating whether and to what extend the identified press used a 'nexus' between anti-Zionism and anti-Semitism. In some of the articles and of the cartoons published on the Italian newspapers and journals, it is possible to identify stereotypes coming from an anti-Jewish 'archive', that has been combining different discourses, from the Catholic anti-Judaism, to the racial and the political anti-Semitism, both right-wing and Marxist, up to the current anti-Israeli and anti-Zionist positions.

  12. Analisi dell’utilizzo di Twitter nella costruzione di un seminario sperimentale

    Wolfgang Reinhardt

    2013-03-01

    Full Text Available Nonostante i massicci cambiamenti sociali e tecnologici che si sono verificati a causa del Web negli ultimi anni, i corsi universitari spesso enfatizzano metodi di insegnamento da tempo consolidati e basati su strumenti di apprendimento e risorse tradizionali. Durante tali corsi gli studenti spesso acquisiscono una conoscenza che non è aggiornata e che è lontana da un apprendimento realistico, basato su problemi. L'uso di strumenti e metodi più recenti spesso rimane fuori dalla padronanza degli studenti. In questo contributo si descrive brevemente l’impostazione sperimentale di un seminario in due università tedesche dove l’uso di Social Media per la comunicazione e la collaborazione è stato saldamente integrato alla progettazione di un percorso di apprendimento formale. Si illustra, inoltre, l'utilizzo di Twitter durante il seminario, usando metodologie riprese dalla Social Network Analysis.

  13. Laicità, radici cristiane e regolamentazione del fenomeno religioso nella dimensione dell’U.E.

    Giovanni B. Varnier

    2011-05-01

    Full Text Available Relazione presentata al Convegno su “L’Unione Europea dopo la riforma di Lisbona del 18 ottobre 2007” (Spoleto, 29 novembre 2007 organizzato dal Centro Internazionale per lo Studio del Diritto Comparato della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”. SOMMARIO: 1. L’Europa tra laicità e laicismo – 2. Distinzione e collaborazione tra Stato e confessioni religiose – 3. La disciplina del fenomeno religioso a livello europeo – 4. Il fronte islamico – 5. La dimensione universale della Chiesa cattolica – 6. Considerazioni conclusive.

  14. Creazione e sviluppo di corpora multimediali. Nuove metodologie di ricerca nella traduzione audiovisiva

    Valentini, Cristina

    2009-01-01

    The construction and use of multimedia corpora has been advocated for a while in the literature as one of the expected future application fields of Corpus Linguistics. This research project represents a pioneering experience aimed at applying a data-driven methodology to the study of the field of AVT, similarly to what has been done in the last few decades in the macro-field of Translation Studies. This research was based on the experience of Forlixt 1, the Forlì Corpus of Screen Translation,...

  15. L'omicidio a Bologna nella seconda metà del XX secolo. Scenari di vittimizzazione

    Raffaella Sette

    2007-09-01

    Full Text Available The homicides seen from the victims’side, show interesting aspects of the world in which these social conflicts flare up. From the results of the diachronic analysis of the homicide victims in the province of Bologna between 1954 and 2003, carried out using official sources and institutional documents, some characteristics of these victims are evident. Subsequently, with reference to the last twenty years, we concentrated on the relationship with the author of the crime, on the scenes and the circumstances in which the crime was commited, with the aim of tracing profiles and to emphasize “risk” situations. Les homicides vues par les victimes mettent en évidence des aspects particulièrement intéressants des milieux où ces conflits sociaux se déchaînent. Par les résultats de l'analyse diachronique sur les victimes d'homicide entre 1954 et 2003 dans la province de Bologne, effectuée sur la base de sources officielles (fiches statistiques des médecins nécroscopes, rapports inauguraux des années judiciaires, données socio-démographiques et de autres documents (faits divers parus dans les journaux, on attire l'attention sur quelques-unes des caractéristiques des victimes. Après quoi, pour ce qui concerne les vingt dernières années, on se concentre sur la relation avec l'auteur du crime, sur les cas de figure et sur les circonstances où le crime s'est déroulé, pour obtenir des aperçus et pour mettre en évidence des situations "à risque".

  16. Strategie della conoscenza nella riflessione di Guglielmo di S. ThierryAmor incapibilem capit, incomprehensibilem comprehendit

    Rossini, Marco

    2008-01-01

    Il problema della visio Dei: si intende comprendere cosa Dio sia, non chi sia. Fondamentale è l'analogia con la struttura della conoscenza sensibile, caratterizzata dall'identificazione fra soggetto conoscente e oggetto conosciuto. L'amore, inteso come sensus animae, opera per mezzo di una conoscenza identificante attraverso una modificazione del sentimento, anche se con una fondamentale differenza rispetto agli altri sensi, in quanto essenzialmente caratterizzato dalla libertà. La declinazio...

  17. Vestite alla turchesca. Travestimenti orientali nella drammaturgia italiana e francese tra Sei e Settecento

    Stefano Agostino Moretti

    2011-11-01

    Full Text Available Da secoli il Mar Mediterraneo rappresenta un confine tra due mondi. Gli orientalisti li chiamavano e continuano a chiamarli mondo “arabo” e mondo “cristiano”. Questo contributo vuole mostrare come, in tempi non sospetti, l’Italia rappresentasse un ponte tra queste due culture. Grazie agli strumenti della storiografia contemporanea, attenta alla vita quotidiana e agli “archivi del corpo”, scopriamo che durante il XVI e il XVII secolo gli incontri tra musulmani e cristiani fossero molto frequenti e spesso felici. Il teatro comico italiano fu il genere letterario che, prima e meglio di ogni altro, riuscì a cogliere e a descrivere tale fenomeno con tutte le implicazioni politiche, religiose e identitarie, restituendone in pieno uno degli elementi sovente sottaciuti e censurati, ovvero la perturbante carica erotica del “diverso”. Uno degli espedienti che riassumono con maggiore efficacia questo  rapporto identitario e culturale è rappresentato dall’uso del travestimento. Paragonando alcune commedie italiane della prima metà del Seicento con il teatro “orientalista” di Bonarelli, Molière e Goldoni, possiamo osservare la nascita e la crescita di una visione stereotipata e libresca dell’altro, là dove i “panni turcheschi” generavano negli spettatori paura e desiderio.

  18. Come pecore al macello? Ebrei nella Shoah e reazioni alla persecuzione

    Marcella Hannà Ravenna

    2014-04-01

    Full Text Available Like Sheep to the Slaughter? Jews in the Shoah and Reactions to Persecution – While most psychosocial analyses of the Shoah focus on psychological issues relating to the behavior of the perpetrators, this study examines similar issues in relation to the victims. Eschewing from a homogeneous representation of Jews as going to their death like sheep to the slaughter, the aim here is to characterize the psychology of the victims and their daily actions in the face of persecution. The content analysis performed on a pertinent body of contributions from the historical, philosophical, sociological, psychological and memory literatures – has identified the contribution of numerous factors. These factors do not so much relate to particular characteristics of the victims themselves as to relationships between members of the minority and majority over the course of time. Moreover, they related to strategies employed by the victims to cope with ongoing persecution and specific actions of diversion by their executioners. Mostly neglected by post war historiography, this evidence for a marked reliance on “unarmed reactions”, further contributes to articulating the representation of the victims.

  19. Cultura politica di partito e cultura politica nazionale: il caso del Pci nella Prima Repubblica

    Andrea Millefiorini

    2016-01-01

    Full Text Available In the paper we are explaining those aspects of the Italian Communist Party, that, thanks to the particular organized structure, contributed, in a meaningful way, to outline some characteristic features of the Italian political culture. There are four aspects of them: the first one was represented by a strong level of ideologism that for reaction and contamination passed from its main centre of diffusion (which was just the P.C.I to the other actors of the Italian party system, whose high level of ideologization produced models of interpretation of problems and of decisions, elaboration and planning, about not so much pragmatic plans; on the contrary, concerning rhetoric or propagandistic approaches.A second, relevant effect to which contributed in this case not only the political communist culture, we are analyzing above all from this point of view: it was constituted by the leadership exerced by the political parties that acquired in the symbolic values of the Italians universe as regards the other components of the Political system; the consequences of this situation we are going to analyze in the paper.A third element was the strong statalism which constituted the political culture of the country at least till the end of seventies.The fourth factor spread by the political communist culture was given by the egualitarianism. It assumed a relevant role at the organizing and structural level concerning the burocratic machinery; the values connected to it not always produced good results in efficiency, in resources optimization and productivity.

  20. Sulla non neutralità a breve termine della moneta nella teoria quantitativa.

    D. PATINKIN

    2014-08-01

    Full Text Available Recent years have seen a renewed interest in the traditional pre-Keynesian quantity theory. This paper is concerned with the contention that - in the formal development of this theory in the past - a change in the quantity of money expends itself solely in influencing the price level, but not the volume of output even in the short run. This contention about the nature of the theory seems to be common both to its critics and to at least one of its modern-day adherents. The author examines the writings of Irving Fisher, the Chicago school, the Cambridge economists, and other quantity theorists to determine the validity of the interpretations put forth by Lawrence Ritter and Milton Friedman.JEL: E31, E40, E51

  1. Il principio di coerenza : Unione europea e questioni irrisolte nella lotta al terrorismo internazionale

    Raucea, C.

    2010-01-01

    The international community is still looking for an universal agreed definition of transnational terrorism, applicable both in peacetime and in times of armed conflict. At UN's level exists a Draft Comprehensive Convention, but States have not yet overcome own conflicting views about freedom

  2. Asimmetrie L1/L2: una sfida nella didattica di “lingua e traduzione”.

    Laura Salmon

    2004-12-01

    Full Text Available Asymmetries Between L1 and L2: a Challenge in the Teaching of "Language and Translation" Language teaching is deeply connected to the cognitive and brain sciences. The attribution of meaning of linguistic messages depends on the interaction between the communicant’s brain and the external world. The interaction is based on the cognitive and emotional experience shared by a L-community. Competence in L2 is acquired by the development of an internal data base of contextualised .units of living speech. (Lurija 1976. L2 teaching is particularly successful when the L2 units are inscribed in memory by means of the functionally equivalent L1 units. Selection of the L1/L2 correspondent units is due to the principle of markedness: each unit of L1 has a functional equivalent in one and only one unit of the L2. Because of the interlingual asymmetries (a set of Italian/Russian examples is given, functional equivalence differs from morphosyntactic and lexical equivalence. The competency in ascribing a degree of markedness to each linguistic unit needs the regular implicit acquisition of the L2 intonational and prosodic system; the processes of the metalinguistic conscious reflection are instead a .hindrance. to the procedural acting of a “living speaker”.

  3. Diari e memorie degli emigranti italiani arruolati nella Legione straniera francese

    Sandro Rinauro

    2009-11-01

    Full Text Available Since the Seventies, Italian and international historiographies on Italian foreign migration have recourse to the subjective sources as letters, interviews, memoirs, diaries, literature and songs. The present writing relates to the memoirs of the Italian migrants who served in the French Foreign Legion during the XX century. In fact, the enrolment in the Legion was the last device to avoid repatriation in front of the most difficult conditions faced by migrants. The first candidates for the Legion among Italians migrants were, during the Thirties, the ";fuorusciti";, the voluntaries of the international brigades defeated at the war of Spain and especially the Italians menaced of repatriation because of unemployment. Many of them volunteered to obtain naturalization and free access in the French labour market. During the Second World War Italian prisoners of war in French ands enlisted in the Legion to escape the terrible conditions of the camps. Just after the end of the war political and common criminals volunteered, but the most part of the Italians engaged were the clandestine migrants to France who accepted to serve in the Legion to avoid prison and repatriation. Their destiny was to fight in the bloody war of Indochina and in the war of Algeria. Here I present seven memoirs of Italians migrants survived to their service in the Legion, fours of them served between the Thirties and the Second World War and three participated in the wars of Indochina and Algeria.

  4. Disseminare gesti pe(nsanti, archiviare danze di gravità. Spostamenti e passi nella ricerca

    Annalisa Piccirillo

    2015-03-01

    Full Text Available This paper aims to share the movements or the steps that recently re-locate my research work. I talk about “re-location” to explain how, after my PhD studies, are still central some specific “directions” of analysis: 1 the “feminine” and the incalculable creativity displayed by women’s choreo-graphy; 2 the “archive”, a space of embodied deposition and survival that keeps challenging the claimed ephemerality of dance. In my current research process, I re-locate my thinking/dancing body towards new questions, gestures and events to be observed. I rely on the methodological tools provided by cultural and postcolonial studies; I position myself at the crossroad of Dance Studies and deconstruction; I move across the fleeting borders of the aesthetics of dance, video-dance and digital performance, in order to trace and re-trace, as I were performing an archival exercise, the seeds – the memory-gestures – inscribed and disseminated by some examples of female writing. I consult a Matriarchive: an imagined space of archivization where women-choreographers are the “archons”: they “commence” and “command” their body writing; they use their insurgent body-weight to affirm their agency; they re-inscribe the contemporary scene with new embedded body languages. I investigate, more specifically, the kinetic quality of “gravity”: a corporeal technique and poetics which has been embodied, denied or rejected; a choreographic law which has been historically archived and displaced on the screen (Maya Deren The Very Eye of Night, 1958; it has been re-located on the liquid architectures of the digital/urban space (Erika Janunger, Wheightless, 2006; to be disseminated, beyond and elsewhere, on the new archival space provided by video-performance installation (Nisrine Boukhari, The veil, 2006.

  5. Il ruolo delle banche centrali nel funzionamento e nella regolazione del mercato delle eurovalute.

    R. OSSOLA

    2014-08-01

    Full Text Available The work assesses Eurocurrency markets and possible official interventions for regulating Eurobanking activity. The author first looks at the definition and origins of the Euromarket. Its structure, functioning and dimensions are then analysed. The problem of regulating Eurobanking activity is then taken into consideration as well as the nature and content of possible intervention by official authorities to regulate Eurocurrency flows.JEL: E58, E44

  6. Dal manichino alla real doll. La bambola nella visualità contemporanea

    Alessandra Olivares

    2014-12-01

    Full Text Available The doll, in its various manifestations of substitute of real woman for at least forty years is a subject at the heart of poetics of many artists that through it convey stereotypes, ideas and experiences related to the feminine universe. And yet over time is profoundly changed the way of understanding and representing this object, that is one of the most discussed and controversial of our time for the disturbing familiarity that does not leave indifferent those who observe. Particularly in the case of real dolls or sex dolls, so likely and cured in the minimums details to seem real. Disregarding the controversies and aspects related to the questionable erotic business that these dolls are part, what cannot be ignored is that more and more often they are at the heart of art projects that seem real psychological studies around the emotional sphere of the individual.There are many artists who through a skilful use of the photographic instrument, combined with set designed down to the smallest details, accessories and poses, committed their search around the possibility to transpire emotions from a subject who notoriously cannot try them.But why is it so important to provide with a soul these inanimate bodies? Why do we so much need of these surrogates to bring out human feelings and emotions?After excessive and obsessive use of the poetics of the doll in the Surrealism, starting in the 1970s, this subject is recovered and used as a kind of mirror to reflect the process of manipulation and reification of a body increasingly artificial, and advances in plastic surgery and genetic engineering as the crucial stages of the construction of a man-machine-thing. Among the exponents of this art, notoriously defined post-human, there are the pioneer Helmut Newton, followed by Cindy Sherman, Nick Knight, Charles Ray and Vanessa Beecroft, just to name a few.What however that is investigated is the inversion of march that we see in many artists. In the poetics of Laurie Simmons, Beatrice Morabito, Azusa Itagaki and Elena Dorfman, emerge the urgency to recover humanity and vulnerability, peculiar features that mass-medial messages have for long time tried to cancel in the name of depersonalizing ratification and culture of success at all costs. That’s how the doll from the classic stereotype of women-object, of a body increasingly manipulated and artificial, becomes a subject to love and care for or to share real experiences and emotions. Reflection of a society suffering from autism and narcissism?

  7. La Resistenza Italiana (1943-45 e la sua memorialistica nella Classificazione Decimale Dewey

    Andrea Guerri

    2017-05-01

    Full Text Available This article defines the main features of the Italian Resistance, and their representation in the conceptual scheme of DDC, and aims to give them a more precise classification as there is an ever-growing literary warrant. It also examines personal accounts relating to the Italian Resistance: diaries, letters, papers and memories. Since the post-war period, these unique and important documents have become the object of historical research and extensive publication.

  8. Il Vangelo di Ivan Aleksandăr nella tradizione testuale dei vangeli slavi

    Alberto Alberti

    2009-12-01

    Full Text Available Alberto Alberti, Marcello Garzaniti The Ivan Alexander Gospel in the Textual Tradition of the Slavic Gospels In this article, the Authors analyse the Slavic text of the Gospels in the light of the most recent developments in Greek New Testament studies. Particularly useful is the work carried out at the Institut für neutestamentliche Forschung (Münster. On the basis of the identifi cation of a series of ‘Test Passages’ (Teststellen, the Münster volumes offer all the readings of the Greek tradition (except for lectionaries. In this paper, the fi rst 10 chapters of the Gospel of John and the entire text of the synoptic Gospels are analysed from this point of view, comparing the Greek text with a corpus of 12 Slavic manuscripts. The text of the Ivan Alexander Gospel in some instances refl ects the process of harmonization to the Greek ‘Byzantine text’, but in general terms preserves many archaic features, which is quite unusual for a 14th century Gospel. The revision on the basis of Greek manuscripts is also illustrated by readings which are clearly in harmony with particular forms of the Greek text.

  9. Esperimento AMS: problemi teorici e sperimentali nella ricerca di antimateria in raggi cosmici

    Casadei, D

    1998-01-01

    In this thesis are reported the design and the tests that have been done on the prototype counters of the Time of Flight (TOF) system of the AMS (Alpha Magnetic Spectrometer) experiment. The behaviour of the Hamamatsu R5900 under vacuum test is also shown. (text is in italian)

  10. Esperimento AMS problemi teorici e sperimentali nella ricerca di antimateria in raggi cosmici

    Casadei, D

    1998-01-01

    In this thesis are reported the design and the tests that have been done on the prototype counters of the Time of Flight (TOF) system of the AMS (Alpha Magnetic Spectrometer) experiment. The behaviour of the Hamamatsu R5900 under vacuum test is also shown. (text is in italian)

  11. L’educazione religiosa nella scuola pubblica. Il modello concordatario-pattizio nei paesi latini europei

    Rita Benigni

    2012-10-01

    SOMMARIO: 1. Premessa - 2. I Concordati del primo novecento: definizione dei tratti tipici del modello – 3. La revisione concordataria del secondo dopoguerra: libertà di scelta educativa e pluralismo religioso - 4. L’istruzione religiosa “nell’ambito delle finalità della scuola”. Il caso Italia - 5. (segue … l’esperienza di Spagna e Portogallo.

  12. Brevi cenni introduttivi sull’istituzionalizzazione dell’Islam nella felix Austria

    Stefano Testa Bappenheim

    2011-03-01

    giuridica”, 9-10 Marzo 2007, organizzato dalla Cattedra di diritto ecclesiastico della Facoltà di Giurisprudenza (Prof. Fuccillo, Seconda Università di Napoli. SOMMARIO: 1. Premesse – 2. La legge del 15 luglio 1912 – 3. Il decreto attuativo del 2 maggio 1979 - 3.1. I componenti - 3.2. La persona giuridica- 3.3. Il patrimonio - 3.4. L’insegnamento della religione e l’insegnante - 3.5. Il muftì.

  13. Il riso come antidoto al “pericolo roseo” nella narrativa della Marchesa Colombi

    Mariangela Tartaglione

    2016-11-01

    This paper intends to let emerge, from the “galassia sommersa" (Arslan of the Italian women literature, Marchesa Colombi’s novel Matrimonio in provincia (1885, exactly in the light of its fundamental humorous nature, so rare in the Italian women's fiction, especially in a historical tranche (the end of the XIXth century where women writers, through decadent and realistic touches, paint fictional universes oppressed by patriarchal value systems, in relation to which the mild forms of women characters’ resistance are represented by suicidal acts or sad resignation to an unwanted fate. On the contrary, the witty and sarcastic tone of Marchesa Colombi’s writing, its bitter and disturbing sense of humour, which attacks the reality and causes its grotesque reversal, is able to change so transgressively the canonical narrative system that the clichés of the traditional romantic literature are demolished and the symbolic and material representations of women in the collective unconscious are strongly questioned.

  14. Gioco… libera tutti! Le opportunità del gioco nella prevenzione del disagio giovanile

    Cantieri Comuni

    2013-03-01

    Full Text Available Secondo la sociologa urbana Elisabetta Forni, vivere in una città che non offre stimoli ambientali, sociali e ludici può produrre effetti gravi nelle fasce di popolazione giovane, come l’apatia, la dipendenza emotiva e psicologica dagli adulti e dal gruppo dei pari, la mancanza di autonomia e altri disagi. Questi tratti aumentano la possibilità di sviluppare personalità aggressive e comportamenti violenti. I disagi e le sofferenze dei bambini e degli adolescenti sono una testimonianza di quella che J. Galtung definisce la dimensione strutturale della violenza urbana.

  15. Schiave, etere e prostitute nella Grecia antica. La vicenda emblematica di Laide

    Annalisa Paradiso

    2010-05-01

    Full Text Available The ancient sources on Lais are misleading: apparently they concern only one hetaira, but actually they must refer to two or even three “courtesans” of the same name. This naturally reduces the possibility of writing the biography of a single hetaira called Lais, but on the other hand allows us to trace a genre biography, true, in its main lines, for more than one “courtesan” of Antiquity. “Lais”, the second, for whom we dispose of more individualised historical details, was a hetaira of brilliant erotic and social success, but she was at the beginning of her life a prisoner of war, sold as a slave in Sicily and then moving to Corinth.

    Keywords: prigionieri di guerra, schiave, prostitute, etere; prisoners of war, slaves, prostitutes, courtesans.

  16. Schiave, etere e prostitute nella Grecia antica. La vicenda emblematica di Laide

    Annalisa Paradiso

    2009-12-01

    Full Text Available The ancient sources on Lais are misleading: apparently they concern only one hetaira, but actually they must refer to two or even three “courtesans” of the same name. This naturally reduces the possibility of writing the biography of a single hetaira called Lais, but on the other hand allows us to trace a genre biography, true, in its main lines, for more than one “courtesan” of Antiquity. “Lais”, the second, for whom we dispose of more individualised historical details, was a hetaira of brilliant erotic and social success, but she was at the beginning of her life a prisoner of war, sold as a slave in Sicily and then moving to Corinth.Keywords: prigionieri di guerra, schiave, prostitute, etere; prisoners of war, slaves, prostitutes, courtesans.

  17. Unione monetaria e politica di stabilizzazione nella Comunità Europea.

    M. PARKIN

    2014-09-01

    Full Text Available A plan for European Monetary Union was recently proposed based on the issue of a parallel European currency, the acceptance of which would be established by a market process, not by official edicts and which would be managed to achieve stable European-wide prices. This paper examines the desirability of, and problems associated with this particular approach. It represents yet a further attempt to show that the anti-union arguments are either wrong or they are positive, not normative propositions which lead to the prediction that union will not occur and do not lead to the prescription that it shouldn’t. The inflation records of the individual countries are first examined and the reasons for national differences in that rate are analysed. Then the implications of monetary union are analysed. Finally, the political objections to monetary union are considered.JEL: F36, F33

  18. Ossian e Shakespeare nella letteratura italiana tra fine Settecento e primo Ottocento

    Bianco, Francesca

    2016-01-01

    The study aims to recognise the influence of the translation of Ossian’s songs by Cesarotti (in his three main editions: Padua 1763 and 1772, Pisa 1801), and of the first complete translation of Shakespeare’s theatre, written by Pierre Le Tourneur (Paris 1776-1782), on the great Italian authors of the late XVIIIth and early XIXth century (Monti, Alfieri, Foscolo and Leopardi). The work is structured in a chronological itinerary that intersects different literary genres, periods and persona...

  19. Open Data nella Pubblica Amministrazione italiana: l’esperienza del Comune di Firenze

    Giovanni Menduni

    2013-01-01

    Full Text Available The City of Florence, Italy, has been carrying out a large data integration and consolidation process since 2003, that was even more improved and targeted to an open and federated approach during 2009. Results of such a process are now being exploited in several current hot eGovernment fields, among which business intelligence, and, more recently, the open data movement. During the year 2011, the City of Florence lead an internal structured assessment process in which each department named an open data referee, and was called to analyse which available public datastores were eligible to be opened up in a suitable website section. The first Open Data section of the City of Florence website was published in October 2011, to which followed the publication of RDF scheme, and SPARQL endpoint for the three above datasets. In February 2012, a brand-new specific open data portal was published, whose main sections were the dataset catalogue, the "Open data for all" section, with human-readable data visualisations, the Linked Data section, and the GeoPortal section, giving access to geospatial data through a standard catalogue and a portal which are based on the open source GeoNetwork and GeoServer projects.

  20. FOCUS SULLA SENSIBILITÀ LINGUISTICA: LA TRADUZIONE COLLABORATIVA NELLA CLASSE DI LINGUA

    Gioia Panzarella

    2017-03-01

    Full Text Available Può la traduzione facilitare la didattica delle lingue moderne? Questo articolo illustra i primi risultati di un progetto di ricerca in corso presso l’Università di Warwick, Regno Unito, (in collaborazione con l’Università di Monash, Australia che riguarda l’uso della traduzione collaborativa nell’insegnamento delle lingue a studenti universitari e a studenti Erasmus. Le autrici si sono concentrate sui vantaggi in termini di sensibilità linguistica e consapevolezza culturale derivanti da un particolare modello di traduzione collaborativa. Quando la proposta di “Collaborative Translation: A Model for Inclusion” si applica al particolare contesto della didattica delle lingue, infatti, l’insegnante e gli studenti esplorano insieme il processo di traduzione di un testo verso la lingua madre degli studenti. Il valore di questo approccio risiede nel privilegiare una messa in discussione della corrispondenza univoca tra due termini in due diverse lingue: l’insegnante è infatti un collaboratore della traduzione che agisce come facilitatore, chiedendo agli studenti-collaboratori di assumersi la responsabilità della traduzione. L’abilità linguistica in sé, di conseguenza, ha un ruolo secondario rispetto alla curiosità e alla riflessione linguistica nei confronti della propria lingua. I  workshop di inglese e di italiano sono stati rivolti rispettivamente a studenti principianti e a studenti avanzati. Focus on language sensitivity: collaborative translation in language class How can translation facilitate language learning? Reporting on the preliminary findings of an ongoing research project into the use of translation in language learning at the University of Warwick, UK (in collaboration with the University of Monash, Australia, the authors investigate the advantages of a specific translation model in terms of linguistic sensitivity and cultural awareness. The ‘Collaborative Translation: A Model for Inclusion’ prototype is applied in language teaching for University and Erasmus exchange students, with the teacher and students embarking together on a practical exploration of the process of translation of a text in the students’ native language. The value of such an approach is identified in its privileging of an open-ended questioning of meaning and equivalence: the teacher acts as a ‘facilitator’, asking student-collaborators to determine solutions and assume responsibility for the translation. Linguistic ability consequently takes second place to a self-reflexive linguistic curiosity, indicated in the article as beneficial to the language-learning process for both beginner and intermediate-advanced level students.

  1. LA MOBILITÀ SOSTENIBILE NELLA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA. MEGLIO MUOVERSI: UN CASO STUDIO

    Domenico Catalfamo

    2016-06-01

    Full Text Available The objective of Meglio Muoversi [Better Moving] is the pursuing of the sustainable mobility in its variations of social, economic and environmental sustainability, through the realization of a process of planning, integrated management and monitoring, of advanced mobility services, aimed at thickening tangible and intangible networks of connection (accessibility, changing the travel behaviours of users to discourage the use of private cars and foster the integration between various modes of transport (safety and environmental impacts, efficiency and efficacy. Two services of advanced mobility flexible in space and time have been activated: Chiamabus and C’Entro. Chiamabus is a service on demand, C'Entro is a Car-sharing service and provides for the promotion of the Car-pooling.

  2. Multimodalità e scrittura tradizionale a confronto: un intervento nella scuola secondaria

    Paola Cortiana

    2018-01-01

    Full Text Available Numerous studies focus on how new technologies influence learning to write processes. Nowadays, when considering the writing process, we need to consider changes that have occurred in the concept of textuality: multiple forms can be considered as texts, and texts can be multimodal. Modes such as words, audio, images, hyperlinks and video are all signs that carry meaning. This study analyses the relationship between traditional writing and new ways of expression, analysing the effects of a multimodal approach to the writing of the essay that Italian students are traditionally required to produce at the end of secondary school.

  3. Abstracts of the 81. national meeting on physics of the Argentine Physics Association (AFA); Resumenes de las presentaciones de la 81. reunion nacional de fisica de la Asociacion Fisica Argentina (AFA)

    NONE

    1997-12-31

    Abstracts are presented at the 81 Annual meeting of the Argentine Physics Association (AFA). The papers can be grouped under the following main topics: teaching, history and philosophy of physics; classical and quantum physics: particles and fields; statistical physics and thermodynamics; nuclear physics; atomic and molecular physics; optic; fluid dynamics and plasmas; condensed matter; instrumentation; geophysics and astrophysics. refs., ills.

  4. Nuclear Security Recommendations on Physical Protection of Nuclear Material and Nuclear Facilities (INFCIRC/225/Revision 5). Recommendations (Spanish Edition); Recomendaciones de Seguridad Fisica Nuclear sobre la Proteccion Fisica de los Materiales y las Instalaciones Nucleares (INFCIRC/225/Rev.5). Recomendaciones

    NONE

    2012-06-15

    This publication, Revision 5 of Physical Protection of Nuclear Material and Nuclear Facilities (INFCIRC/225), is intended to provide guidance to States and their competent authorities on how to develop or enhance, implement and maintain a physical protection regime for nuclear material and nuclear facilities, through the establishment or improvement of their capabilities to implement legislative and regulatory programmes. The recommendations presented in this publication reflect a broad consensus among IAEA Member States on the requirements which should be met for the physical protection of nuclear materials and nuclear facilities.

  5. I sistemi biometrici lo sviluppo dei mercati negli Usa, UE e nel mondo. La normativa frena quello italiano

    Franco Zucchetti

    2007-04-01

    Full Text Available Negli ultimi anni il settore biometrico sta compiendo, a livello mondiale, importanti passi in avanti soprattutto in termini di sviluppo e di diffusione. Questo trend positivo riguarda il mondo anglosassone e, in particolare, la realtà statunitense dove i sistemi biometrici vengono utilizzati, nelle più svariate situazioni, sia come controllo della sicurezza fisica delle persone, sia come terminali per l’autorizzazione all’accesso. La stessa diffusione non è riscontrabile nella maggior parte dei Paesi europei e in Italia dove raffrontiamo una realtà assai atipica nella quale la biometria fa un gran parlare di sé ma, in concreto, viene utilizzata con molta difficoltà. Tuttavia, un punto di contatto tra tutti gli attori europei ed extraeuropei può essere individuato nello sviluppo del settore relativo al riconoscimento biometrico applicato ai passaporti ed alle carte di identità. Il processo di globalizzazione ha generato, infatti, grandi masse di individui in continuo e costante movimento da un Paese all’altro e, contestualmente, ha prodotto una crescente domanda di sicurezza soprattutto nei confronti della minaccia terroristica. Appare chiaro, quindi, come l’identificazione certa delle persone diventi una necessità e debba presentare tecnologie simili per essere utilizzate ovunque.

  6. Oscillazioni del mesone D^0

    Schiraldi, Vito; Morello, Michael Joseph

    In fisica delle particelle, con il termine di "oscillazione" si indica la trasformazione di una particella neutra nella sua antiparticella e viceversa, fenomeno dovuto al fatto che gli autostati di flavor non sono autostati della matrice di massa. Il Modello Standard delle interazioni fondamentali predice che l'oscillazione del mesone D^0 avvenga su tempi molto maggiori di una vita media, e appaia perciò come un effetto piccolo, inferiore al percento, in contrasto con il caso dei mesoni B^0 e B^0_s che oscillano con molta maggiore rapidità. Sperimentalmente, l'oscillazione dei mesoni D^0 è rimasta inosservata fino a tempi recenti: la prima evidenza sperimentale dell'esistenza di un effetto di oscillazione è stata ottenuta soltanto nella primavera del 2007 dagli esperimenti BaBar (SLAC, USA) e Belle (KEKB, Japan). Nell'agosto 2007 anche l’esperimento CDF (Fermilab, USA) ha presentato una evidenza simile, basata sull'analisi di una parte del campione di dati disponibile. La tesi descrive gli aspetti speri...

  7. L’impatto delle reti ad alta velocità sulla gerarchia delle città europee

    Giuseppe Mazzeo

    2008-05-01

    Full Text Available Lo spazio europeo si contraddistingue per il dualismo nazione-regione. In questo dualismo le città assumono un ruolo fondamentale in quanto il proprio successo tende a divenire il successo dei territori contermini. Manuel Castell, nel 1983, sosteneva che la città è la struttura sociale in cui qualsiasi fenomeno territoriale (dai processi di sviluppo economico alle relazioni tra classi o tra gruppi etnici, dall’intervento pubblico all’accumulazione, ecc. assume la sua maggiore forza in quanto in essa si concentrano le polarizzazioni nelle trasformazioni territoriali. Ovviamente le città non sono tutte uguali, sia per dimensione fisica che per dimensione funzionale. Inoltre ogni innovazione aggiunge e modifica il sistema di relazioni che si è generato in precedenza. Obiettivo del saggio è analizzare i fattori che generano le gerarchie urbane a livello europeo e l’impatto sulle stesse delle nuove reti ad alta velocità. Esso si articola in una prima parte in cui si effettua una lettura ed una analisi di alcuni studi relativi alla costruzione di gerarchie nel sistema urbano europeo; successivamente si passa ad analizzare il ruolo delle infrastrutture di comunicazione nella costruzione delle gerarchie ed, infine, si approfondisce l’impatto della costruzione della rete europea dell’alta velocità sulle variazioni nella gerarchia delle città.

  8. Impact of the High Speed Train on the European Cities Hierarchy

    Giuseppe Mazzeo

    2010-04-01

    Full Text Available Lo spazio europeo si contraddistingue per il dualismo nazione-regione. In questo dualismo le città assumono un ruolo fondamentale in quanto il proprio successo tende a divenire il successo dei territori contermini. Manuel Castell, nel 1983, sosteneva che la città è la struttura sociale in cui qualsiasi fenomeno territoriale (dai processi di sviluppo economico alle relazioni tra classi o tra gruppi etnici, dall’intervento pubblico all’accumulazione, ecc. assume la sua maggiore forza in quanto in essa si concentrano le polarizzazioni nelle trasformazioni territoriali. Ovviamente le città non sono tutte uguali, sia per dimensione fisica che per dimensione funzionale. Inoltre ogni innovazione aggiunge e modifica il sistema di relazioni che si è generato in precedenza. Obiettivo del saggio è analizzare i fattori che generano le gerarchie urbane a livello europeo e l’impatto sulle stesse delle nuove reti ad alta velocità. Esso si articola in una prima parte in cui si effettua una lettura ed una analisi di alcuni studi relativi alla costruzione di gerarchie nel sistema urbano europeo; successivamente si passa ad analizzare il ruolo delle infrastrutture di comunicazione nella costruzione delle gerarchie ed, infine, si approfondisce l’impatto della costruzione della rete europea dell’alta velocità sulle variazioni nella gerarchia delle città.

  9. Particles colliders at the Large High Energy Laboratories; Colisionadores de particulas en los grandes laboratorios de Fisica de Altas Energias

    Aguilar, M

    1996-09-01

    In this work we present an elementary introduction to particle accelerators, a basic guide of existing colliders and a description of the large european laboratories devoted to Elementary Particle Physics. This work is a large, corrected and updated version of an article published in: Ciencia-Tecnologia-Medio Ambiente Annual report 1996 Edition el Pais (Author)

  10. Academic education and training in Medical Physics in Argentina; Formacion academica y entrenamiento en Fisica Medica en la Republica Argentina

    Mairal, L., E-mail: lmairal@mevaterapia.com.ar, E-mail: lmairal@gmail.com [Mevaterapia Centro Medico S.A., Buenos Aires (Argentina); Universidad Nacional de La Plata, Buenos Aires (Argentina); Ruggeri, R. [Mevaterapia Centro Medico S.A., Buenos Aires (Argentina); Sansogne, R.; Salinas, F., E-mail: rosana.sansogne@rtp.com.ar [Vidt Centro Medico, Buenos Aires (Argentina); Brunetto, M., E-mail: monica.brunetto@dfunes.com.ar [Centro Medico Dean Funes, Cordoba (Argentina); Valda, A., E-mail: valda@tandar.cnea.gov.ar [Universidad Nacional de San Martin, Buenos Aires (Argentina); Sanz, D., E-mail: dsanz@fuesmen.edu.ar [Fundacion Escuela Medicina Nuclear (FUESMEN), Mendoza (Argentina); Velez, G., E-mail: grvelez@gmail.com [Hospital Oncologico, Cordoba (Argentina); Stefanic, A., E-mail: stefanic@cae.cnea.gov.ar [Comision Nacional de Energia Atomica (CNEA), Buenos Aires (Argentina); Bourel, V., E-mail: vbourel@me.com [Universidad Favaloro, Buenos Aires (Argentina)

    2013-07-01

    This work describes the current offer for academic and clinical training in medical physics in Argentina; as well as the specific requirements for professional licensing in some specializations, known as individual national license. Reference is made to current local legislation, highlighting the fact that diagnostic radiology does not include the requirement of medical physicist’s compulsory advice. Thus, the labor supply is negligible in this area, to the detriment of the quality of this practice, mainly in terms of radiation protection for patients. Additionally, it is important to highlight the absence of the legal definition of a medical physicist as a health professional in the structure of Health Ministries, which increases disadvantages to those who practice this discipline in public health institutions. Finally, it is noted the absence of doctoral programs in medical physics and its impact on research, development and teaching. (author)

  11. Study on the physical properties of the dynamic filter: unidimensional modulation; Estudo das propriedades fisicas do filtro dinamico: modulacao unidimensional

    Souza, Roberto Salomon de

    2005-10-15

    The present work shows an characterization of the Varian linear accelerator EDW physical properties, through experimental determinations, comparing them with calculations made by CadPlan treatment planning system, under the same conditions. The following parameters were determined: EDW factor for square and rectangular fields on the central axis and off-axis, EDW factor dependency with the static collimator, percentage depth dose, EDW factor dependency with the depth on the central axis and off-axis, EDW angles and field profiles on several depths. It was verified that the EDW factor diminishes with the field size increment and with EDW nominal angle increment, and increases with energy increment. It is independent of the X collimator and dynamic collimator, except for small field sizes. It doesn't vary with depth on the central axis, but varies on the off-axis distances. A difference between EDW nominal angles and the EDW obtained experimentally was found, but it doesn't interfere in the treatment results. At the end of this work, a set of physical parameters to be determined for the commissioning, clinical implementation and quality assurance of the EDW is suggested. (author)

  12. Some contributions to non-linear physic: Mathematical problems; Contribuciones a problemas matematicos en fisica no-lineal

    NONE

    1981-07-01

    The main results contained in this report are the following: i ) Lagrangian universality holds in a precisely defined weak sense. II ) Isolation of 5th order polynomial evolution equations having high order conservation laws. III ) Hamiltonian formulation of a wide class of non-linear evolution equations. IV) Some properties of the symmetries of Gardner-like systems. v) Characterization of the range and Kernel of {zeta}/{zeta} u{sub {alpha}}, |{alpha} | - 1. vi) A generalized variational approach and application to the anharmonic oscillator. v II ) Relativistic correction and quasi-classical approximation to the anechoic oscillator. VII ) Properties of a special class of 6th-order anharmonic oscillators. ix) A new method for constructing conserved densities In PDE. (Author) 97 refs.

  13. New results on the mathematical problems in nonlinear physics; Nuevos resultados sobre problemas matematicos en fisica no-linear

    NONE

    1980-07-01

    The main topics treated in this report are: I) Existence of generalized Lagrangians. II) Conserved densities for odd-order polynomial evolution equations and linear evolution systems. III ) Conservation laws for Klein-Gordon, Di rae and Maxwell equations. IV) Stability conditions for finite-energy solutions of a non-linear Klein-Gordon equation. V) Hamiltonian approach to non-linear evolution equations and Backlund transformations. VI) Anharmonic vibrations: Status of results and new possible approaches. (Author) 83 refs.

  14. Implementation of statistical analysis methods for medical physics data; Implementacao de metodos de analise estatistica para dados de fisica medica

    Teixeira, Marilia S.; Pinto, Nivia G.P.; Barroso, Regina C.; Oliveira, Luis F., E-mail: mariliasilvat@gmail.co, E-mail: lfolive@oi.com.b, E-mail: cely_barroso@hotmail.co, E-mail: nitatag@gmail.co [Universidade do Estado do Rio de Janeiro (UERJ), Rio de Janeiro, RJ (Brazil). Inst. de Fisica

    2009-07-01

    The objective of biomedical research with different radiation natures is to contribute for the understanding of the basic physics and biochemistry of the biological systems, the disease diagnostic and the development of the therapeutic techniques. The main benefits are: the cure of tumors through the therapy, the anticipated detection of diseases through the diagnostic, the using as prophylactic mean for blood transfusion, etc. Therefore, for the better understanding of the biological interactions occurring after exposure to radiation, it is necessary for the optimization of therapeutic procedures and strategies for reduction of radioinduced effects. The group pf applied physics of the Physics Institute of UERJ have been working in the characterization of biological samples (human tissues, teeth, saliva, soil, plants, sediments, air, water, organic matrixes, ceramics, fossil material, among others) using X-rays diffraction and X-ray fluorescence. The application of these techniques for measurement, analysis and interpretation of the biological tissues characteristics are experimenting considerable interest in the Medical and Environmental Physics. All quantitative data analysis must be initiated with descriptive statistic calculation (means and standard deviations) in order to obtain a previous notion on what the analysis will reveal. It is well known que o high values of standard deviation found in experimental measurements of biologicals samples can be attributed to biological factors, due to the specific characteristics of each individual (age, gender, environment, alimentary habits, etc). This work has the main objective the development of a program for the use of specific statistic methods for the optimization of experimental data an analysis. The specialized programs for this analysis are proprietary, another objective of this work is the implementation of a code which is free and can be shared by the other research groups. As the program developed since the method modeling through his implementation, this fact will allows that modifications and adaptations be accomplished any time at null cost

  15. INTENSIDAD DE LA MUSICA: EFECTO SOBRE LA FRECUENCIA CARDIACA Y EL ESFUERZO PERCIBIDO DURANTE LA ACTIVIDAD FISICA

    Jorge Marín Hernández

    2001-12-01

    Full Text Available La música ha sido ampliamente utilizada en la práctica de ejercicios aeróbicos en la industria deportiva. El propósito de este estudio fue comparar el efecto de diferentes intensidades de la música sobre la frecuencia cardiaca (FC y el esfuerzo percibido (EP durante ejercicio estandarizado en un cicloergómetro. 13 hombres y 5 mujeres voluntarios, físicamente activos (edad 20.6 ± 2.2 años realizaron una prueba bajo tres condiciones en diferentes días, asignadas en un diseño contrabalanceado de medidas repetidas: no música (NM, música a 70 dB, (M70 y música a 85 dB (M85. Ellos se ejercitaron por 20 min. con una carga de trabajo constante predeterminada y equivalente al 80% de su FCMax (kp = 1.47 ± 0.4, 90 rev/min. La música utilizada fue del tipo 'Merengue House' en español con un tempo de 131 ± 4.30 bpm, las diferentes intensidades fueron calibradas con un sonómetro. La FC y el EP fueron registrados a los 10 y 20 min. con un monitor de FC Polar y la escala EP-15 de Borg. Prueba FC 10 min. FC 20 min. EP 10 min. EP 20 min. NM 164.78 ± 8.37 172.11 ± 8.54 12.06 ±1.92 13.78 ±2.58 M70 165.11 ±11.16 173.00 ±12.05 12.00 ±2.11 13.56 ±2.89 M85 163.00 ± 7.58 170.17 ± 7.87 11.50 ±1.55 12.94 ±2.07 Tanto para FC como para EP un ANOVA 3 x 2 con medidas repetidas indicó que los promedios a los 20 min. fueron significativamente mayores que a los 10 min. (p<0.05. Las diferencias en FC y EP entre las tres condiciones no fueron significativas (p >0.05. Los resultados indican que los rangos de intensidades de música estudiados M70 y M85 no produjeron un efecto sobre el EP y la FC cuando se realizó ejercicio estandarizado en un cicloergómetro comparado con una condición sin música NM.

  16. Antece dentes y perspectivas investigativas del conocimiento profesional docente en actividad fisica, en el ámbito comunitario

    Víctor Hugo Durán Camelo

    2012-12-01

    Full Text Available El presente artículo tiene como propósito exponer la revisión inicial de antecedentes investigativos con miras a la formulación de tesis de grado, en el marco del Doctorado Interinstitucional en Educación de la Universidad Pedagógica Nacional, vinculando tres categorías de análisis: conocimiento profesional (CP, actividad física y desarrollo comunitario. Para dicha indagación se tuvo en cuenta la búsqueda documental en diferentes medios como: bases de datos especializadas (Redalyc, Eric y ProQuest, SciELO, etc., revistas académicas, libros, ampliación de bibliografía e investigaciones relevantes sobre el tema en mención. Los resultados indican, por una parte, la insuficiencia de producción académica que vincule las categorías señaladas; por otra parte, ubica los estudios sobre el CP principalmente en el ámbito escolar y, por ende, en docentes que desarrollan su labor en instituciones educativas, excluyendo el ámbito comunitario como un lugar para la comprensión e indagación sobre CP. Por lo tanto, se infiere que la presente revisión de antecedentes abre posibilidades investigativas para la producción de nuevo conocimiento, tanto en el campo del CP como el de la actividad física comunitaria.

  17. UN ESTUDIO DE CASO SOBRE LA EFICIENCIA DE LOS PROCESOS DE AUTORREGULACION EN EL APRENDIZAJE DE LA FISICA

    Antonio GARCÍA-CARMONA

    Full Text Available Resumem: En este artículo presentamos el proceso de autorregulación como una práctica fundamental en la construcción de significados en Ciencias. Se trata de un proceso orientado a fomentar el aprendizaje autónomo del alumno, mediante estrategias que le permitan conocer, desarrollar y emplear sus propias capacidades, a fin de autogestionar su aprendizaje. Con el propósito de valorar la eficacia de los procesos de autorregulación en el aprendizaje de la Física, presentamos los resultados de un estudio de caso realizado con alumnos de 3° de ESO (15 anos. Se describen las estrategias seguidas para su puesta en práctica en el aula y se analiza el modo en que dicha metodologia contribuyó al aprendizaje de los alumnos.

  18. PROPUESTA DIDÁCTICA PARA LAS EXPERIENCIAS DE LABORATORIO DE FISICA EN LA CARRERA DE AGRONOMÍA

    Marta A. Losada

    2013-01-01

    Full Text Available Este trabajo presenta una propuesta didáctica implementada para mejorar el desempeño académico de los alumnos. La experiencia se realizó durante el ciclo lectivo 2010 en la asignatura Física General y Biológica de la Facultad de Ciencias Agrarias (UNMdP. Los resultados mostraron que el desempeño de los estudiantes mejoró a medida que avanzó el ciclo lectivo. El trabajo en grupos estimuló a los estudiantes a trabajar en equipo. Las notas en los trabajos prácticos fueron mejores que en los parciales. Los estudiantes tuvieron mejor desempeño en las tareas de laboratorio que en el informe. Se concluye que los estudiantes lograron un aprendizaje profundo en el trabajo grupal colaborativo y cooperativo de las experiencias de laboratorio. El trabajo en grupos reducidos permitió que los estudiantes trabajaran en equipo y apreciaran el valor de la ayuda, del trabajo solidario, el aprender a respetar y consensuar opiniones diversas.

  19. Applied nuclear physics group - activities report. 1977-1997; Grupo de fisica nuclear aplicada - relatorio de atividades. 1977-1997

    Appoloni, Carlos Roberto

    1998-06-01

    This report presents the activities conducted by the Applied Nuclear Physics group of the Londrina State University - Applied Nuclear Physics Laboratory - Brazil, from the activities beginning (1977) up to the end of the year 1997.

  20. Proceedings of the 15. Brazilian congress on medical physics; Anais do 15. Congresso brasileiro de fisica medica

    NONE

    2010-07-01

    Theoretical and experimental works are presented in these proceedings on the following subjects: nuclear medicine, dosimetry, radiation protection, tissue equivalent, scattering, neoplasm, biomedical radiography, radiation chemistry, and radioisotopes

  1. Study on the physical properties of the dynamic filter: unidimensional modulation; Estudo das propriedades fisicas do filtro dinamico: modulacao unidimensional

    Souza, Roberto Salomon de

    2005-10-15

    The present work shows an characterization of the Varian linear accelerator EDW physical properties, through experimental determinations, comparing them with calculations made by CadPlan treatment planning system, under the same conditions. The following parameters were determined: EDW factor for square and rectangular fields on the central axis and off-axis, EDW factor dependency with the static collimator, percentage depth dose, EDW factor dependency with the depth on the central axis and off-axis, EDW angles and field profiles on several depths. It was verified that the EDW factor diminishes with the field size increment and with EDW nominal angle increment, and increases with energy increment. It is independent of the X collimator and dynamic collimator, except for small field sizes. It doesn't vary with depth on the central axis, but varies on the off-axis distances. A difference between EDW nominal angles and the EDW obtained experimentally was found, but it doesn't interfere in the treatment results. At the end of this work, a set of physical parameters to be determined for the commissioning, clinical implementation and quality assurance of the EDW is suggested. (author)

  2. Data acquisition systems for high energy Physics experiments; Sistemas de adquisicion de datos en experimentos de Fisica de Particulas

    Duran, I; Olmos, P

    1986-07-01

    We describe here the Data Acquisition Systems most frequently used in High Energy Physics experiments. This report begins with a brief description of the main elements of a typical signal processing chain, following with a detailed exposition of the four most popular instrumentation standards used in this kind of experimental: NIM, CAMAC, FASTBUS and VME. (Author) 9 refs.

  3. La ricerca di nuova fisica a LEP mediante lo studio di eventi con soli fotoni nello stato finale

    Verlato, M

    1998-01-01

    A wide search for new physics can be performed at LEP carefully analysing the events having two or more photons in the final state. As a first example, the direct production of a couple of photons, each one having the LEP beam energy, is at tree level a pure QED process, with a negligible electroweak loop contribution. Possible deviation from the QED predictions could arise in the angular differential cross section, as a result of an alteration of the Coulomb potential at distances shorter than about 10^-16 cm. The highest sensitivity to this deviation is at the highest center-of-mass energy (183 GeV) data collected at LEP in 1997. At energies around Z resonance, new physics beyond the Standard Model could be detected observing some Z decays into neutral final states, such as the direct decay into two photon, forbidden from angular momentum conservation and Bose statistic, or very low rate predicted decays into three photons or into a neutral light meson plus a photon, with subsequent meson decay into two or ...

  4. Physical reconstruction of the radiological accident of Chilca (Lima - Peru); Reconstruccion fisica del accidente radiologico de Chilca (Lima - Peru)

    Lachos, A. [Instituto Nacional de Enfermedades Neoplasicas, Departamento de Radioterapia, Av. Angamos Este 2520, Surquillo, Lima (Peru); Marquez, J. F., E-mail: alachosd1271@yahoo.com [Univesidad Nacional Mayor de San Marcos, Facultad de Ciencias Fisicas, C. German Amezaga 375, Ciudad Univesitaria, Lima (Peru)

    2014-08-15

    The radiological accident happened in the Chilca District, the Canete County at 60 km to the south of Lima-Peru, during the night of January 11 to 12, 2012. The physical reconstruction of the accident was carried out in January 21, 2012, by means of the information gathering administrative and technical of the radioactive source as well as of the installation, the personnel and the involved procedures in the accidental event, information of the space geometry where the event took place. The preliminary information indicates that the source could have been locked in the guide tube of the equipment, next to the collimator in the first takes radiographic. The radiation monitors were not activated on the procedure, impeding this way, not to realize the flaw and causing that the personnel were exposed to the radiation during the whole work period. Their hands and especially their fingers would have been only to some millimeters of the source. With the obtained information and the measurements of the exposure rates of the radioactive source, was carried out the dose calculation to total body, the dose received in the hands and the dose received in the index finger of the left hand. The accident happened by operative procedure breach, by lack of training of the operators. The physical reconstruction of the accident contributes fundamental information for the decisions taking in the medical management of the accidents by radiation. (author)

  5. La geografia come monumento. Il progetto di Auguste Perret per Le Havre / Geography as a monument. The Auguste Perret’s project for Le Havre

    Antonio Nitti

    2014-11-01

    Full Text Available Nel progetto di Auguste Perret per Le Havre una forma chiaramente compatta ed evocativa dell’urbanità della città storica si definisce a partire dalle relazioni stabilite con quegli elementi della geografia fisica che costituiscono l’identità del luogo nel quale questa si colloca, e costruisce una significativa relazione con gli spazi aperti e vasti della natura, acquisendo in questo modo quella ‘dimensione’ e quei caratteri propri della città contemporanea. Nei suoi spazi collettivi, che rimandano a una cultura dell’abitare che affonda le proprie radici nella più generale storia della città francese, Le Havre rappresenta sé stessa e traduce nella Place de l’Hôtel de Ville le ripide pendici della falesia, nella Porte Océane l’orizzonte lontano dell’Oceano, nel Front-de-mer Sud l’altra riva della foce della Senna, e fa di questi i veri ‘monumenti’ della città. / In the Auguste Perret’s project for Le Havre a clearly compact form, evocative of urbanity of the historical city, is defined starting from the relations established with those elements of physical geography which constitute the identity of the place where the city is located, and builds a significant relationship with the open and vast spaces of nature, thus acquiring the ‘size’ and those features of the contemporary city. In its public spaces, which refer to a culture of inhabiting that is rooted in the more general history of the French city, Le Havre represents itself and translates in the Place de l'Hôtel de Ville, the steep slopes of the cliff, in the Porte Oceane the distant horizon of the ocean, in the Front-de-mer South the other bank of the mouth of the Seine, and defines these as the real 'monuments' of the city.

  6. Studi d'idoneità ambientale su grande scala a fini conservazionistici: il caso del Capriolo italico nel P.N. del Pollino

    Alessandro Massolo

    2003-10-01

    Full Text Available Nonostante la loro grande diffusione negli ultimi decenni, i modelli di valutazione ambientale (MVA trovano tuttoggi scarsa applicazione pratica. Molte difficoltà s?incontrano non solo nel loro concreto utilizzo, ma anche nella validazione e applicazione. Spesso, il problema fondamentale consiste nella difficoltà di reperire dati biologici e geografici su grande scala che siano attendibili e omogenei. La gestione spesso però richiede valutazioni su grande scala e il problema diventa quindi rilevante. Nel presente lavoro sono descritte alcune procedure di modellizzazione e verifica a partire dai risultati di uno studio condotto sul capriolo nel Parco Nazionale del Pollino. A tale scopo, sono state utilizzate due delle più diffuse tecniche statistiche multivariate (Analisi della Funzione Discriminante e Regressione Logistica, confrontando modelli formulati con e senza l?uso di indici di complessità del paesaggio come variabili predittive. L?analisi è stata condotta a grande scala compatibilmente con le stime delle dimensioni degli home range della specie. Lo sviluppo di più modelli ha permesso di verificare l?adeguatezza delle tecniche utilizzate e l?efficacia dei più comuni indici di paesaggio, nel predire la distribuzione della specie. Le analisi ambientali sono state effettuate mediante l?uso di ArcView 3.2 e della sua estensione Patch Analyst, a partire da cartografia informatizzata come la carta di uso del suolo Corine Land Cover e i punti quotati IGMI. I modelli sono stati formulati da un set di dati provenienti dell?Appennino centro-settentrionale e validati con un set di dati locali (area di distribuzione e avvistamenti diretti, raccolti tra il 2001 e il 2003. Il confronto tra i modelli si è basato sulle loro capacità di classificazione (sensitività e sensibilità. Gli indici di paesaggio sono risultati critici nel predire correttamente la distribuzione della specie. Nella fase di validazione sui dati di partenza 3 dei 4 modelli

  7. L'espansione della criminalità organizzata nell'attività di impresa al Nord

    Alberto Alessandri

    2016-12-01

    Full Text Available La presente ricerca, realizzata nell’ambito del Dipartimento di Studi Giuridici dell’Università Bocconi di Milano, si è proposta lo scopo di accertare empiricamente l’attività di contrasto all’infiltrazione mafiosa nelle attività economiche da parte della Procura e del Tribunale di Milano, nel periodo 2000 – 2015. Sono stati consultati, nella loro interezza, tutti i fascicoli dei procedimenti penali aperti (e accessibili nel periodo e per i quali vi sia stato un provvedimento di chiusura delle indagini preliminari. Poi è stata sono stati seguiti i processi fino in Cassazione. Sono stati inoltre considerati i fascicoli e i provvedimenti definitivi emessi dal Tribale di Prevenzione di Milano, riferiti allo stesso arco temporale, con attenzione centrata alle misure patrimoniali. Si è dato conto anche dei flussi dei procedimenti riguardanti aventi ad oggetto l’art. 416-bis c.p., oltre che del Tribunale di Milano, di quelli di Roma, Napoli, Reggio Calabria, Palermo. I dati ricavati dai fascicoli sono stati elaborati con un apposito software, per ottenere le correlazioni e le statistiche ritenute di maggior interesse, in specie riguardo alla penetrazione nel settore economico e imprenditoriale. Parole chiave: mafia; criminalità organizzata; ‘ndrangheta; attività economiche; Italia settentrionale.   This research, conducted within the Department of Law of Bocconi University in Milan, aims to empirically ascertain the actions implemented by the Office of the Public Prosecution and the Court of Milan to counteract the Mafia’s infiltration in economic activities in the period from 2000 to 2015. All the records pertaining to criminal proceedings opened (and accessible in the relevant period - and in relation to which preliminary investigations were closed - were consulted in their entirety. The proceedings were then followed up until the Court of Cassation. In addition, all the records and final decisions issued by the Tribunale di

  8. Primates in biomedical research and their maintenance in captivity. I primati nella ricerca biomedica ed il loro allevamento in cattivita

    Monaco, V.

    1983-01-01

    This conference is intended to provide to biologists, phychologists, zoologists etc., some criteria on use of non-human primates in biomedical research and to assess their value in procedures and tests of products by a pharmaceutical industry (i.e., poliomyelitis vaccine). After a review of scientific achievements during last decades and of the possibility of development of use of primates for medical experimentation, a numerical estimation of the subjects employed in different countries and of the basic needs as indicated by OMS and EEC is reported. In an attempt to promote a programme for production of primates in Italy, this communication describes the project of primates breeding by using areas near electro-nuclear power stations. 5 refs.

  9. Evoluzione e persistenza dell’iconografia di Primo Carnera nella cultura popolare italiana: mitopoiesi plebea e propaganda fascista

    Roberto Mottadelli

    2015-11-01

    Full Text Available This essay focuses on the process of entrechment in the Italian collective imagination of the figure of Primo Carnera, World Heavyweight Champion from 1933 to 1934, and on the evolution of his image from the years of his first wins to the beginning of XXI century. More specifically, the essay makes visible how the mythization of Carnera had spontaneously developed long before the Italian press started to extol the successes of the boxer, and how the Fascism subsequently tried to appropriate the image of Carnera – modifying some of its fundamental traits – in order to use it as a powerful tool of regime’s propaganda, especially during the war years. In the end, the essay shows how the figure of Carnera regained favour after the fall of the fascist regime reappropriating (or, more rarely, being distorted of its original traits. The study has been carried out through the comparison of a selection of cartoons, caricatures and illustration from the popular press dedicated to Carnera, official portrayals of him during the fascist regime and comic books more or less expressely inspired by the figure of the boxer.

  10. Contributo di dati di gravità nella valutazione del vulcanismo CAMP in Africa Nord-Occidentale

    Fabbri, Julius

    2015-01-01

    2013/2014 La domanda alla base di questa ricerca è stata se il metodo della gravimetria satellitare possa essere utilizzato per seguire le unità geologiche anche in luoghi difficilmente accessibili. L’obiettivo di questa ricerca è di verificare se le missioni satellitari di nuova generazione permettano di identificare la più grande delle province ignee della Terra (Bertrand et al., 2013), nota come CAMP (Central Atlantic Magmatic Province) in Africa nord-occidentale. Oltre alle motivazioni...

  11. Antisemitismo nella stampa diocesana negli anni Trenta del Novecento / Anti-Semitism in the Diocesan Press in 1930s

    Perin Raffaella

    2011-12-01

    Full Text Available The essay analyzes the Catholic Church's attitude toward the Jews during the Thirties, examining the diocesan press of the North-East of Italy. Going through the Catholic weekly newspapers it was first possible to establish their position with respect to the spread of racist and anti-semitic ideologies, and then to outline which were the images of Jews theorized and propagandized by the Catholic press. The old teaching of the Catholic doctrine and theology concerning the Jews influenced the construction of the collective imaginary and the creation of anti-semitic stereotypes from the second half of the XIX century.

  12. ESPLORARE LE LINGUE IN CLASSE. STRUMENTI E RISORSE PER UN LABORATORIO DI "ÉVEIL AUX LANGUES" NELLA SCUOLA PRIMARIA

    Silvia Sordella

    2018-03-01

    Plurilingualism in Italian schools is not a new issue; the debate concerning the valorization of multilingual competences has a long tradition (Coste, 2009 and has recently led to the Framework of Reference for Plural Approaches (Candelier et al., 2012. Based on the Framework and on a preliminary survey of teachers’ attitudes regarding the role of plurilingualism in the classroom (Sordella, 2015, the paper presents a project (Noi e le nostre lingue carried out in primary schools in Turin, aiming at enhancing the students’ interest and positive attitude towards linguistic diversity and at stimulating metalinguistic competences within a multilingual environment. The choices concerning the different planning stages of the workshops, the criteria for the selection of languages, texts, and linguistic phenomena, the ad-hoc activities and materials developed, are discussed, with a particular focus on the use of tools adapted from linguistic analysis, such as glossing systems and interlinear translation. The expected learning outcomes (partially discussed in Andorno and Sordella, 2018, mainly concerned socio-linguistic sensitization, the promotion of listening and comprehension strategies, as well as an improvement in metalinguistic awareness through interlinguistic comparison, in order to support the natural tendency of human beings to “move between languages” (Bialystok et al., 2012.

  13. Le istanze individuali della verità in fieri. Argomenti soggettivi nella corsa all'oggettività scientifica

    Paolo Bellan

    2013-02-01

    Full Text Available The present essay aims to investigate the role and the relevance of the Agent and its subjective dimension in the scope of Natural Sciences. Science pursues an ideal of absolute objectivity, with all individual instances totally banished. However, the analysis of the process of acquiring new scientific concepts, observed in its becoming, shows that individual cognizances and subjective perceptions constantly intervene all along the path of a notion through the human knowledge. The adoption of protocols not grounded on quantitative indicators and unbiased formal procedures represents an epistemological base larger than the ordinary framework, acting in synergy with the weighting of the operating subjects. These components do not undermine the overall reliability, but rather they disclose a greater discernment potential, merging into a criterion of truth inclusive and shared, we may call "over-objectivity".

  14. “Juristen, böse Christen (?”. Religione e deontologia forense nella teoria del diritto

    Andrea Romeo

    2017-05-01

    ABSTRACT: “Juristen, böse Christen (?”. Religion and Legal Ethics in the Theory of Law. This article focus on the question of whether religious studies contribute to legal ethics and professional lawyer’s life. Notoriously, religion's role in legal ethics is difficult to define, also because many scholars, belonging to the standard dominant view, disagree about the same nature of legal ethics concepts. Beginning in the late 1970s and especially during the 1990s, the emerging religious lawyering movement started to analyzes whether and how religion values could be integrated into day-to-day law practice. Today, this academic movement challenges the morality-role idea and try to claim a public dimension for the religious commitment.

  15. “Juristen, böse Christen (?”. Religione e deontologia forense nella teoria del diritto

    Andrea Romeo

    2017-03-01

    ABSTRACT: This article focus on the question of whether religious studies contribute to legal ethics and professional lawyer’s life. Notoriously, religion's role in legal ethics is difficult to define, also because many scholars, belonging to the standard dominant view, disagree about the same nature of legal ethics concepts. Beginning in the late 1970s and especially during the 1990s, the emerging religious lawyering movement started to analyzes whether and how religion values could be integrated into day-to-day law practice. Today, this academic movement challenges the morality-role idea and try to claim a public dimension for the religious commitment.

  16. Una”significant form” svelata L’allestimento della mostra” Italian Art” alla Royal Academy nella Londra del 1930

    Barbara Clara Borghi

    2011-03-01

    Full Text Available My essay argues with the Exhibition of Italian Art 1200-1900 at the Burlington fine Arts Club, made possible by Mussolini and Lady Ivy Chamberlain in 1930. It focuses on the development and deployment of the aesthetic display resources theorized by Roger Fry to enhance the visitors’ experience of the art work, unveiling a hidden structure in the rhythm of the art galleries. In the growing interest amongst curators, interpretation managers and designers exploring ways in which they can enhance public understanding of, and access to the arts and decorative arts, this study builds a frame into which display discourses might find a proper set and a parameter model. It highlights words spoken and written about Italian Art and its legacy in London and Italy during Fascism, exploring ways of organising the rooms and hanging the precious selected works of art, deploying distinctive aesthetic resources, designing a display with a ‘significant form’ able to enhance the impact of the vision of art, aiming to give London the highest emotion of art. Thanks to the display descriptions left by Haskell and Witt it is now possible to retrace a structure in the galleries design of this  very first blockbuster exhibition. It nourishes the debate on art display strategies and styles preserving national identity within the mood of postmodernism. It figures out a model that could be adapted or be inspiring for museum and galleries professionals today.

  17. Gli affari di messer Palla Strozzi (e di suo padre Nofri. Imprenditoria e mecenatismo nella Firenze del primo Rinascimento

    Sergio Tognetti

    2011-10-01

    Full Text Available Il saggio si propone di far luce sulle vicende economico-patrimoniali di messer Palla di Nofri Strozzi (Firenze 1372-Padova 1462, personaggio di spicco della Firenze del primo Rinascimento, sia come uomo politico ingiustamente travolto dalla purga medicea scatenata nel 1434 contro gli oppositori di Cosimo il Vecchio, sia come letterato, collezionista di codici librari, promotore degli studia humanitatis e committente di opere d’arte. Al centro di una frammentata serie di indagini da parte di storici dell’arte, della cultura e della politica, Palla Strozzi ha suscitato invece scarsa attenzione da parte degli storici dell’economia, nonostante un particolare non secondario: al catasto fiorentino del 1427 risultava essere il cittadino più ricco, ma dopo nemmeno cinque anni era già così oberato dai debiti da non riuscire più a pagare le tasse al fisco fiorentino. La vicenda di messer Palla, messa a confronto con quella del padre Nofri, infaticabile uomo d’affari capace di ammassare una gigantesca fortuna (poi parzialmente dissipata dal figlio, è analizzata nei dettagli grazie alla ricchissima serie archivistica delle carte strozziane: in particolare tramite lo spoglio di numerosi libri di conti intestati ad aziende e patrimoni di famiglia. Il confronto tra le differenti attitudini dei due personaggi fa emergere in tutta la sua originalità la figura di messer Palla: uomo coltissimo ma anche elitario, eppure dotato di un alto senso dello stato, capace di mostrare verso il denaro un’inclinazione che lo avvicina più all’aristocratico rentier dell’ancien régime e/o al raffinato signore padano del pieno rinascimento, piuttosto che al mondo dei grandi «mercatanti» che lo aveva generato.

  18. John Banville e la poetica dell’epifania: “sperimentando il passato” nella narrativa irlandese post-joyciana

    Giuliana Bendelli

    2008-11-01

    Full Text Available The essay aims at investigating John Banville’s experimentation with the form of the novel. The focus is on the author’s attitude towards the traditional Irish trend of literary experimentation which, though tracing its origins in a remote past and emerging in Modern age through the work of distinguished writers, identified its best and extreme representative in James Joyce at the beginning of the twentieth century. The analysis of Banville’s work implies to face two strictly connected fundamental issues in the history of Irish literature: first, the relationship of Irish writers with their history and tradition, second their relationship with the ghost of their Master (“The Dead Father”. Within Banville’s wide production, the works here analysed are just a few: Birchwood, Doctor Copernicus, The Book of Evidence. They were chosen since they proved particularly suitable to carry out the proposed investigation.

  19. Sopravvivere alla città : valutare il neoecosistema resiliente nella relazione tra l’acqua e la forma urbana

    Saporiti, Giovanna

    2016-01-01

    The research aims to define a theoretical model of a resilient neoecosystem analyzing the relationship between water and urban form. The hypothesis is to understand the characteristics of a resilient model for the evaluation of the city, regarding the two crises which determined the transition from the traditional model to the industrial model and finally to the current one. The relationship between the unsustainability of urban contexts and their size, exponentially increased with the indust...

  20. La “familizzazione” dell’impresa: alcune riflessioni sul familismo imprenditoriale in Brianza nella crisi economica attuale

    Simone Ghezzi

    2017-03-01

    Full Text Available Drawing on a ethnographic research in an area characterized by a dense network of small family-run firms this article looks at the transformation of such enterprises and at their inner relations. It argues that family-run firms are a special kind of organization of production as family (non-commodified labour and commodified labour are interwoven. Familistic relations, which permeates the enterprise and creates the basic conditions for its formation and functioning, is termed entrepreneurial familism. It sets the organizational structure of the firm and defines the strategies of the transmission of capital adopted by the entrepreneurs. The leader of a small family firm may decide to include or to exclude some kin members from the process of intergenerational succession in order to secure corporate earnings and good performance in the upcoming future. Yet, the choice of share redistribution and ultimately the planning of succession may be a highly contested business decision within the kin group. This form of unequal transmission of capital, based on gender, may leave painful scars within the family, undermining or even destroying personal relationships and kinship solidarity. 

  1. Caratterizzazione di ceppi Listeria monocytogenes isolati da formaggi a pasta molle e semi-molle prelevati nella regione Abruzzo

    Vicdalia A. Acciari

    2011-01-01

    Full Text Available Sono stati caratterizzati 47 ceppi di Listeria monocytogenes isolati in un’indagine condotta su formaggi prelevati al dettaglio. Cinque formaggi (gorgonzola, taleggio, asiago, crescenza e brie sono stati selezionati tra quelli a pasta semi molle e molle di maggior consumo su scala nazionale e più frequentemente contaminati da Listeria monocytogenes. Per ogni ceppo è stato determinato il sierotipo, il pattern di resistenza agli antibiotici e il profilo di macrorestrizione con la Pulsed Field Gel Electrophoresis (PFGE. I principali sierotipi rilevati sono risultati l’1/2a (76,6% e l’1/2c (21,3% mentre il sierotipo 1/2b è stato rilevato solo in 1 campione. Il 97,9% dei ceppi è risultato resistente all’oxicillina, l’80,9% alla lincomicina e il 78,7% alla clindamicina. La resistenza a 2 antibiotici è stata rilevata nel 17% dei ceppi con due diversi pattern (OXCC, OXL mentre a 3 nel 70,2% con un unico profilo (OXCCL. Non sono stati rilevati ceppi sensibili a tutte le molecole testate. Con l’analisi combinata dei profili di macrorestrizione di AscI e ApaI, sono stati identificati 11 pulsotipi suddivisi in 3 cluster. Due pulsotipi sono risultati prevalenti raggruppando rispettivamente il 57,4% e il 21,3% dei ceppi isolati. L’analisi dei profili PFGE non ha rilevato relazioni tra pulsotipo e tipo di formaggio, ditta produttrice o punto vendita. La valutazione della distribuzione temporale dei pulsotipi ha messo in evidenza la presenza di un profilo persistente durante tutto il periodo di studio, ad eccezione dei mesi di agosto e settembre in cui è stato rilevato un pulsotipo diverso. Pertanto l’indagine ha permesso di rilevare la variabilità nel tempo della prevalenza di alcuni specifici pulsotipi che ha fatto ipotizzare l’intervento di fattori che hanno influenzato le dinamiche di contaminazione di questi prodotti. Studi su larga scala potrebbero contribuire al chiarimento di tale fenomeno.

  2. Il Carroccio di Cortenuova: Nord e Sud Italia tra Papato e Impero nella Cronaca di Salimbene de Adam

    Marina Nardone

    2013-12-01

    Full Text Available The Caroccio of Cortenuova Northern and Southern Italy between Papacy and Empire in the Cronaca of Salimbene de Adam Starting from a quote in recent literature on the Italian unification, this article attempts to explain the role played by the Italian Middle Ages in the construction of national memory and in the archeology of a prejudice. It admonishes that only a full recognition of the deep alterity of the Middle Ages can prevent misuses of medieval references. Next, it proceeds to discuss the quote in question, namely a reference to Salimbene de Adam’s well-known chronicle, and it examines what drove this Franciscan chronicler to change the final episode of the Battle of Cortenuova (1237. In his Cronaca Salimbene relates that, after Frederick II had beaten the Lombard League’s army and seized possession of the Carroccio, the symbol of communal autonomy and liberty, he offered it to the city of Rome, which, in turn, burned it. However, a still existing inscription testifies that the Carroccio was not an unwelcome gift for Rome at all. Despite this historical reality, the Franciscan chronicler preferred, as Ludovico Gatto has suggested, to present posterity with the image of a defiant Rome towards Frederick II, who was identified after all, in the Joachimite literature, as the Antichrist, the enemy of Christianity.

  3. L’attualità di Bruno de Finetti nella crisi in corso dell’economia e della teoria economica

    Felice Roberto Pizzuti

    2016-10-01

    Full Text Available (A note on the contributions by Augusto Graziani and Paolo Sylos Labini on the endogenous nature of money supplyThe article compares the analyses of money supply by Augusto Graziani and Paolo Sylos Labini. Both authors criticised neoclassical monetary theory highlighting the endogenous nature of money supply. However, they explained the sources of money supply differently, in view of their different approach towards the Classical, heterodox neoclassical and Keynesian traditions. The analysis of both authors' works highlights the fecundity of a stage in Italy's economic thought that would seed into several promising developments.JEL Classification: H55, D64, B31

  4. L’ingresso dei musei ecclesiastici nel novero dei beni culturali: alcune riflessioni nella prospettiva del diritto costituzionale

    Antonello Denuzzo

    2013-07-01

    Since museum reached its public function, as the people museum, management problems have emerged for the difficult compatibility between works of art and mass visits, for the lack of resources, for the relative difficulties of conservation and preservation, for the typical characteristics of museums, that are structured as private building and not to be opened to a various public. So we have to outline appropriate and productive management forms, to state coordinating techniques with other cultural or not cultural institution, to solve interpretation problems that stress the current management. On the other hand it is important to improve the quality of personnel and to increase the appropriate service structures to make an analysis of users needs and to simplify, with marketing and communication methods and instruments too, the access of collectivity to museums. With these perspectives, individual contribution and the help of little voluntary associations, which are promoted and supported, can give in the field of museums a micro-subsidiarity perspective, that can be even tested.

  5. Toxicological biomarkers in the analysis of Orbetello lagoon (Italy); Biomarkers nella valutazione della qualita' di un sistema lagunare

    Fossi, M. C.; Mori, G.; Baroni, D.; Bianchi, N. [Siena Univ., Siena (Italy). Dipt. di Scienze Ambientali

    2001-08-01

    Toxicological risk assessment in the Orbetello lagoon (Grosseto, Italy) was carried by two approaches: biomonitoring based on estimates of residue levels in indicator species and biomarkers studies by which their responses to chemical and environmental stress were evaluated. In specimens of Carcinus aestuarii sampled in three differently impacted areas of the lagoon, levels of chlorinated hydrocarbons (DDTs, PCBs and HCBs), heavy metals (Pb, Cd and Hg) and 3 specific biomarkers (mixed function oxidase (MFO) induction, butyrylcholinesterase (BChE) inhibition and porphyrin accumulation) were measured. Overall results indicate that the lagoon is highly polluted. Of the three study sites, the highest concentrations of HCBs, DDTs and PCBs were observed in specimens from the mouth of the river Albegna, in which butyrylcholinesterase induction usually attributed to organophosphates (OPs) and carbamates (CBs), was considerable, as well. Specimens from S. Liberata, once known to be the most pristine site, showed clear signs of environmental degradation with high levels of Pb, Cd and organochlorine compounds, including PCBs. Benzopyrene monooxygenase (BPMO) values also seem to confirm such chemical stress. High levels of Hg and largely accumulated protoporphyrins and total porphyrins in C. aestuarii of the Sitoco site are only partially ascribed to the occurrence of Hg, as the presence of some unknown xenobiotics is likely. [Italian] In questo studio e' stato valutato il potenziale pericolo di composti inquinanti su una comunita' naturale della Laguna di Orbetello (Grosseto) utilizzando sia indagini di biomonitoraggio basate sulla stima dei livelli di residui in organismi bioindicatori, si una metodologia innovativa come lo studio di biomarkers (intendendo con cio' la valutazione delle risposte che un organismo genera nei confronti di uno strss chimico-ambientale). Su esemplari di Carcinus aestuarii, scelti come organismi bioindicatori e campionati in tre aree a diverso impatto antropico, sono stati misurati i livelli di idrocarburi clorurati (DDT, PCB, HCB), di metalli pesanti (Pb, Cd, Hg) e sono stati analizzati biomarkers specifici quali induzione del sistema delle Monossigenasi a funzione mista (MFO), inibizione della butirrilcolinesterasi (BchE) ed accumulo delle porfirine. I risultati ottenuti evidenziano condizioni di inquinamento della laguna; dei tre siti in esame la foce del fiume Albegna mostra sicuramente la situazione piu' delicata, presentando le maggiori concentrazioni di HCB, DDT, PCB oltre ad una forte inibizione delle BChE, indice della presenza di OPs e CBs. L'area di S. Liberata, considerata in precedenza una delle zone meno contaminate della laguna, presenta evidenti segni di degrado ambientale riferibili ad elevate concentrazioni di metalli pesanti (Pb e Cd) e di organoclorurati (PCB); lo stress chimico dell'area e' indicato anche dal fenomeno di induzione della BPMO.

  6. Enti ecclesiastici cattolici e procedure concorsuali. La rilevanza del “patrimonio stabile” nella gestione della crisi

    Cesare Edoardo Varalda

    2015-09-01

    In such a context, given the statement of the article 7.3, Law 121/1985 which emphasizes that the common law should be applied paying particular attention to the structure and the purpose of religious institutions, the present work attempt at developing a fist reflection on a specific canon law regulatory scheme, i.e. the "stable patrimony", which aim is to guarantee and protect a minimum assets useful to the survival of the ecclesiastical organization. After a first description and analysis of the "stable patrimony" profiles in a canon law perspective, the issue will be also addressed from the relevant point of view of the Church and State relations treaties.

  7. Il futurismo polacco nella critica letteraria dell’epoca [Polish Futurism in Literary Criticism of the Early Twentieth Century

    Andrea F. De Carlo

    2016-12-01

    Full Text Available The article analyses the critical voices raised against the young poets and artists who promoted Futurism in Poland during the first half of the Twentieth century. Futurist manifestos influenced the new Polish poetry, stimulating a lively debate among intellectuals of the calibre of Stefan Żeromski and Karol Irzykowski. In general, the coeval criticism of Polish Futurism focused on three main points: the lack of originality and servile imitation of foreign literary models; the repudiation of the past and national traditions; Futurism as an expression of ideologies such as Fascism in Italy and Bolshevism in Russia. In this article, specific attention is devoted to an analysis of the essay Snobizm i postęp (Snobbery and Progress, 1923 by Żeromski. The writer, criticising Polish imitators of Russian Futurism, affirmed that Polish literature and culture, in the context of national reconstruction after three partitions of Poland, needed to maintain its natural connection with the past and at the same time, without losing its national nature, to weave some universal suggestions into the plot of purely Polish themes. The goal of this article is to reveal that Żeromski and Irzykowski’s critical stance towards the Polish Futurists, which influenced the critics of the next generation, was dictated by a shallow analysis of Futuristic works and by their inability to understand Futuristic efforts to modernise Polish art and literature.

  8. [L'impiego dell'ICNP® nella formazione infermieristica con modelli teorici infermieristici: una revisione della letteratura].

    Macchi, Barbara; Sironi, Cecilia; Di Mauro, Stefania; Ausili, Davide

    2016-01-01

    The International Classification for Nursing Practice (ICNP®) is the only nursing terminology that has been accepted within the Family of International Classification of the World Health Organization. The academic teaching of ICNP® could contribute to improve nursing clinical practice. However, standards for its implementation in undergraduate nursing education together with a nursing theoretical model are not available. To know the state of the art about the use of ICNP® in undergraduate nursing education and its use with a nursing theoretical model. A narrative literature review was conducted searching main health scientific databases and including monographs, statements from international associations, and published conference papers. Available literature about ICNP® implementation in nursing education and its use with theoretical models is limited. Results supported the organization of a specific course on ICNP® before clinical teaching programs, the development of paper or electronic ICNP® based educational tools, and the use of active learning strategies. Only three experiences reporting the use of ICNP® with theoretical models have been found. Both the use of ICNP® in nursing undergraduate education and its use according to one or more nursing theoretical models, could help students to learn nursing process. However, weak recommendations can be found in the literature to orient ICNP® implementation in undergraduate nursing education and/or with an explicit theoretical framework. Further studies focusing on these issues are strongly needed.

  9. Sull'Integrazione delle Strutture Numeriche nella Scuola dell'Obbligo (Integrating Numerical Structures in Mandatory School).

    Bonotto, C.

    1995-01-01

    Attempted to verify knowledge regarding decimal and rational numbers in children ages 10-14. Discusses how pupils can receive and assimilate extensions of the number system from natural numbers to decimals and fractions and later can integrate this extension into a single and coherent numerical structure. (Author/MKR)

  10. Contrabbandieri, banditi e guardiani. Le vie del traffico illecito nella costruzione del confine tra Messico e Stati Uniti

    Valentina Abalzati

    2013-04-01

    Full Text Available This article focuses on the Mexico-United States border creation between 1821, year of the Mexican independence from Spain, and 1924, when the establishment of the Border Patrol shaped the current border control structure. This process will be analysed through the lens of smuggling, considering both the thread of union and separation that still determines the relations between the two countries. In particular, during the 50 years between the war against the United States (1846-1848 and the end of Porfírio Diaz’s regime in 1910, two simultaneous trends developed: on one side, the border crystallized, resulting in the consolidation of the flimsy “line of sand”, on the other side, a counter movement split the two national sovereignties, claiming their respective territories. Smuggling was the very first, fundamental human behaviour marking the border, paradoxically by challenging it.

  11. “Il vero terremoto arriva adesso”: il ruolo dello psicologo nella fase di smantellamento dei campi

    Catia Di Domenica

    2011-06-01

    Full Text Available The present article describes the intervention implemented by the psychologists during the earthquake emergency in Abruzzo, in 2009. Specifically, it focuses on on what they did in close collaboration with the Civil Protection during the taking down of the camps of Monticchio 1 and 2 and Paganica 5. We expand on the importance of communication in emergency situations and on the possible causes of confusion in communication and its effects. We reflect on the reasons at the basis of the tensions and the ambivalent emotions felt both by the population and the workers, emphasizing the importance of the mutual recognition of the respective roles by the different forces involved and hoping for the institution of consolidated intervention practices.

  12. La dinamica tra appartenere e differenziarsi: elementi della trasformazione nella terapia ‘a geometria variabile’ con adolescenti migranti

    Graziana Mangiacavallo

    2015-01-01

    Full Text Available In questo lavoro sarà affrontata la dinamica tra processo di appartenenza e differenziazione in età adolescenziale, attraverso l’esemplificazione di un caso clinico. Tale dinamica è resa complessa dal fatto che il caso in oggetto, rimanda a trame culturali della migrazione. Tale lavoro prende in esame la possibilità dell’utilizzo di strategie integrate, come la consultazione culturale, alla luce del modello a ‘geometria variabile.

  13. Il camouflage nel campo allargato. Variazioni su Disruptive Pattern Material e Dazzle Painting nella cultura visiva contemporanea

    Maite Méndez Baiges

    2016-11-01

    Full Text Available The First World War was the scenario that led to the invention and systematic use of military camouflage techniques. Between them, the two fundamental modes of static or pictorial camouflage: mimetic, known as Disruptive Pattern Material, and the naval, called Dazzle Painting. Avantgarde artists contributed to their birth. Immediately, there was the transfer of these techniques to the civilian sphere, revealing that its essentially practical essence did not prevent the exploitation of its aesthetic potential by contemporary visual culture. Throughout the twentieth and twenty-first centuries the fields of art, architecture and design continue importing and exploiting the strategies of these two types of military camouflage. This article analyzes the artistic potential of static military camouflage devised during World War I and its impact on the setting of an expanded notion of camouflage. If the camouflage was in its origins and early history a form of disclosure of modern art on a global scale, the use of DPM and Dazzle by contemporary artists, is a form of dissemination of military camouflage to civil level. We explore a double investment produced by military camouflage: providing avantgarde art with a practical sense, and providing camouflage with an aesthetic sense

  14. Peracetic acid as disinfectant of municipal wastewaters; L'acido peracetico nella disinfezione dei reflui urbani

    Funari, E. [Istituto Superiore di Sanita' , Laboratorio di Igiene Ambientale, Reparto di Medicina Ambientale, Rome (Italy); Lopez, A. [Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Ricerca sulle Acque, Reparto di Chimica e Tecnologia delle Acque, Bari (Italy)

    2000-09-01

    Based on the currently available literature, this paper is aimed at providing a sort of the <> on the use of peracetic acid (C{sub 3}COOOH{identical_to} Paa) as disinfectant of biologically treated municipal wastewater: the growing interest for this substance, used since many years in other sectors (e.g., food-industry, breweries, etc.) is mainly due to the claimed limited formation, if any, of harmful disinfecting by-products (Dbp) with consequent lack of toxicity in Paa treated wastewaters. Such features are just the opposite of those of chlorine, i.e. the most used disinfectant for municipal wastewater. During chlorine-disinfecting, in fact, numerous harmful organo-chlorinated Dbp are formed and, accordingly, the toxicity of chlorinated effluents results very high. In spite of the above reported <> properties of Paa, its use at large scale facilities is still restricted and this not only because of its costs but even for the limited knowledge concerning: the actual disinfecting effectiveness towards different pathogens, the nature and the toxicological properties of its potential Dbp, and the disinfecting performances at large scale facilities. The present paper, besides reporting an extensive and useful collection of references concerning Paa, provides a critical review on the current knowledge regarding specific Paa features such as: its disinfecting effectiveness towards different pathogenic micro-organisms, the nature and the toxicity of its disinfecting by-products, the environmental impact of Paa treated effluents, and the operative conditions used at large scale wastewater treatment plants. [Italian] Il presente lavoro, basandosi sui dati disponibili in letteratura, si propone di fare il punto sull'impiego dell'acido peracetico (CH{sub 3}COOOH{identical_to} PAA) come disinfettante di reflui urbani depurati. Il crescente interesse nei confronti di questa sostenza, gia' nota come disinfettante in altri settori tra cui quello alimentare, e' dovuto, diversamente da quanto si verifica con l'uso di altri disinfettanti, alla dichiarata assenza di sottoprodotti pericolosi ed al conseguente mancato aumento di tossicita' dei reflui trattati. Tuttavia, nonostante tali premesse, nel settore dei reflui urbani l'impiego dell'acido peracetico stenta ad affermarsi sia per fattori economici che per la prevedibile diffidenza verso un prodotto relativamente nuovo che cosi' <> la limitata conoscenza, specie se comparata con quella relativa al cloro, della sua reale efficacia germicida nei confronti dei diversi tipi di microrganismi patogeni (batteri, virus, parassiti), delle sue proprieta' eco-tossicologiche, delle sue prestazioni come disinfettante in impianti in piena scala. Il presente lavoro oltre a fornire un'ampia raccolta di riferimenti bibliografici, esamina i dati disponibili sul PAA con particolare riferimento: all'efficacia disinfettante nei confronti dei diversi microrganismi patogeni; alla formazione e tossicita' di sottoprodotti di disinfezione; all'impatto ambientale associato allo scarico di reflui trattati con PAA nei corpi idrici; alle condizioni operative adottate in impianti di dimensioni signficative.

  15. La canonica di Santa Maria del Fiore e i suoi abitanti nella prima metà del XV secolo

    Gabriella Battista

    2015-09-01

    Full Text Available The essay analyzes the residence of the canons of the Cathedral of Florence in the period covered by The Years of the Cupola with attention both to its architectonic and social-political-cultural aspects in order to define the architectural natural and function of the complex and identify its residents and the circumstances of their common life. Through the systematic study of the documentation regarding the definition and management of the close it is possible to reconstruct the steps in the creation of a new dignified and comfortable cloistered space for the metropolitan clergy: a building complex that was appropriately detached from the new church, which had to remain magnificently free around its entire circumference. This new residence for canons, chaplains and other ecclesiastical collaborators, designed to accommodate the values of residency, common life and discipline, was realized in the tight urban fabric of the medieval city at great cost for the purchase of private real estate which was gradually incorporated into the project according to the predetermined ‘design’. It was defined along lines that remained unchanged until the 19th century following a policy of adapting structures previously destined to civil habitation and enclosing them in a cloistered environment sheltered from urban circulation with a single monumental entrance towards the church and its portal ‘of the Canons’. In order to understand the duties incumbent upon the canons and chaplains it was necessary to examine the synodal constitutions of previous periods. These documents offered a view of the common life in the canonry according to the dictates of the constitutions that regulated discipline: from the assignment of dwellings on the basis of seniority to the designation of places for the sharing of meals and, finally, the necessity of providing small personal spaces for meditation and study. The resident canons belonged to the highest rank of society, whether they were of ancient lineage or members of the gens nova emerging in the mercantile world, but they cohabited with chaplains, clerics, cantors, from all the various social strata.

  16. La biblioteca accademica nella filiera della comunicazione scientifica: ridefinire le alleanze e i percorsi dentro l'ambiente sociale

    De Robbio, Antonella

    2013-01-01

    These slides have been presented at the Stelline 2013 National Congress. In this work is analysed the relationship between science and society, and how the role of the academic library acts inside new balance environment changed by new technologies. The first point treated is the market of economy of knowledge focused on the value of the information chain in scholarship communication which can not be merely an "economic" value. Then we arrive to the role of the academic library in penetratin...

  17. MARKETING TERRITORIALE NELLA PROVINCIA DI ENNA. MODELLI PER LA COSTRUZIONE DELLA CONOSCENZA DEI TERRITORI ATTRAVERSO LA MOBILITÀ LENTA

    Salvatore Giuffrida

    2014-12-01

    Full Text Available The Enna Province is characterized by a low degree of economic, infrastructural and industrial development. Its hilly territory is a fair combination of many different and integrated landscapes. These conditions suggest the possibility of a sustainable development pattern in which the slow mobility, because of the low level of land infrastructures, can become one of the most important network for the land-value communication. The study applies an axiological approach, useful for the subsequent land planning practice, including a qualitative valuation model and an interactive multi-criteria tool combining Web-GIS and DRSA (Dominance Rough Set Approach patterns. The valuation model is based on an axiological square, in which four kinds of appreciation are taken into account. A WBS pattern explains in detail each appreciation, so that every piece of the green-web can be characterized and assessed within a general framework oriented to provide the aggregate value of the path to which they relate. The DRSA tool is used to generate the preferences structure of the target segments users. It is used as basis for extracting and the processing data. It allows to identify the preferences structure to support the WebGIS tools to generate the green way that best meet the user’s preferences.

  18. La mente mente, il volto no. Gli indizi dell’inganno nei rapporti interpersonali, negli affari, nella politica, nei Tribunali

    Cinzia Gimelli

    2012-01-01

    Thanks to the scientist Paul Ekman we are now able to assess the type of influence that our non-verbal behaviour has on other people: we can now judge the ability of people to send non-verbal signals and know how to interpret them. We recognize that information provided by words in some cases is contradicted and refuted by the non-verbal expressions that accompany it, and that, when one cannot use words, information can be communicated through non-verbal signs. The emotions are states of mind...

  19. Scritto sulla pelle. Le sensazioni localizzate all’origine del sé corporeo nella fenomenologia husserliana

    Edoardo Fugali

    2013-01-01

    Full Text Available Written on the Skin. Localized Sensations and the Origins of the Bodily Self in Husserl’s Phenomenology - Whence does our sense of bodily ownership arise and what kind of experiential structures make it possible? The sense of belonging that we experience with respect to our body involves the phenomenological level of the lived body as we feel it “from the inside”, i.e. the body that we live from the first-person perspective as a seal of our individuality and as the zero-point of our orientation in the world. Husserl provides a reconstruction of this fundamental way of experiencing our body by means of a regressive phenomenological analysis which aims at identifying in the tactile sensations of localization the fundamental factor that leads to the synthetic constitution of the lived body. In the final part of this contribution I will try to pin down an ambit of possible convergence between phenomenological analyses and the most recent experimental approaches in the cognitive sciences, in order to contribute to establishing a productive relationship between both fields.

  20. La specificità italiana nella crisi in atto (Italy as a special case of the present crisis

    Pierluigi Ciocca

    2010-03-01

    Full Text Available  The Italian economy is going through its deepest contraction in history. Even more worrisome is the negative trend in productivity and capacity to export, which has persisted since the early 1990s. The paper analyzes the root causes of these twin evils, as well as the linkages between them. An attempt is also made to sketch the economic policy measures and the autonomous responses by producers that could improve the long-run, structural perspectives of the economy and, via expectations, accelerate the escape from the present phase of stagnant domestic demandJEL Code: E32, E44, E65