WorldWideScience

Sample records for seconda formula di

  1. I governi di “popolo” e le istituzioni comunali nella seconda metà del secolo XIII

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Enrico Artifoni

    2003-12-01

    Full Text Available Nella seconda metà del secolo XIII la cultura politica dei governi popolari si esprime in modo articolato e consapevole attraverso molteplici scelte: l’istituzione di organismi collegiali ristretti, la valorizzazione delle forme associative di quartiere o di rione, la “domanda” rivolta al ceto notarile di elaborare forme documentarie adeguate a un assetto istituzionale complesso qual era quello del comune duecentesco.

  2. DIDATTICA DELLA CHIMICA E TRASPOSIZIONE DIDATTICA Parte seconda - Un’approccio didattico alla costruzione del concetto di trasformazione chimica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Ghibaudi

    2016-12-01

    Full Text Available Questa seconda parte illustra un esempio di trasposizione didattica realizzata in Italia, in classi della scuola secondaria di II grado. Oggetto della trasposizione sono i concetti di trasformazione chimica, di reazione chimica e di equazione di reazione; un risultato di questo percorso è l’introduzione della distinzione fra le nozioni di atomo e molecola da parte degli allievi stessi, come ipotesi necessaria per interpretare la fenomenologia osservata. L’approccio adottato in questa sequenza è di tipo storico-epistemologico e la prassi mediante la quale viene realizzata è socio-costruttivista. Lo strumento didattico è la situazione-problema. Nella prima parte di questo articolo vengono presentate le attività che consentono agli studenti di elaborare il concetto di trasformazione chimica a partire dal concetto di identità di una sostanza chimica e dall’utilizzo del modello particellare. Nella seconda parte vengono presentate le attività di apprendimento che partendo dal contrasto fra le idee di Dalton (atomo indivisibile e quelle di Gay-Lussac (legge di combinazione dei gas portano alle ipotesi di Avogadro e alla distinzione fra molecole e atomi operata da Cannizzaro.

  3. DIDATTICA DELLA CHIMICA E TRASPOSIZIONEDIDATTICA Parte seconda - Un approccio didattico alla costruzione del concetto di trasformazione chimica

    OpenAIRE

    Elena, Ghibaudi; Ezio, Roletto; Alberto, Regis

    2016-01-01

    Questa seconda parte illustra un esempio di trasposizione didattica realizzata in Italia, in classi della scuola secondaria di II grado. Oggetto della trasposizione sono i concetti di trasformazione chimica, di reazione chimica e di equazione di reazione; un risultato di questo percorso è l’introduzione della distinzione fra le nozioni di atomo e molecola da parte degli allievi stessi, come ipotesi necessaria per interpretare la fenomenologia osservata. L’approccio adottato in questa sequenza...

  4. La teoria dell’embodiment e il processo di apprendimento e insegnamento di una lingua

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Buccino

    2013-06-01

    Full Text Available Questo articolo si compone di tre parti principali: nella prima parte vengono riportati in modo sintetico i risultati empirici di studi che sostengono la teoria del linguaggio incarnato, termine con il quale viene tradotto in lingua italiana il termine inglese embodied. Nella seconda parte vengono descritti alcuni aspetti di recenti approcci proposti per l’insegnamento e l’apprendimento di una lingua per sottolineare come, soprattutto a partire dalla seconda metà del secolo scorso, questi approcci hanno tentato di implementare nella didattica delle lingue dati empirici provenienti dalle neuroscienze di base. Infine, nella terza parte vengono suggerite alcune implicazioni per l’insegnamento delle lingue che trovano il loro fondamento nella prospettiva del linguaggio incarnato.

  5. IL PIRANDELLISMO DI BUZZATI (Seconda Parte) - AJOL

    African Journals Online (AJOL)

    User

    del “Corriere”, ma al quale vuole confessare una strana storia iniziata all'epoca del suo apprendistato giornalistico. Il flashback, costellato da ..... pirandelliani anche della realtà primitiva della Sicilia, la storia che narra è una storia emblematica di un individuo maledetto, di un essere soggiogato dalle mani di un destino ...

  6. Il potere euristico dell’agapismo nella filosofia di Peirce

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ivo Assad Ibri

    2013-10-01

    Full Text Available La prima parte di questo saggio offre un’analisi del testo “La legge della mente”, in cui Peirce teorizza il potere di crescita e diffusione delle idee e formula la sua risposta alla classica domanda riguardo al modo in cui la mente possa influenzare la materia. A partire da un’analisi centrata sul duplice significato semantico della parola "affetto", il lavoro intende mostrare come la rottura da parte di Peirce con il dualismo cartesiano di mente e materia conduca a una sostanziale identità tra idealità e realtà per mezzo di una fusione metafisica di realismo e idealismo, in cui la materia viene considerata esclusivamente come un caso particolare della mente. La seconda parte mostra come le diverse forme di evoluzionismo discendano dalle tre categorie, ponendo in evidenza il concetto di agapismo, la dottrina dell’amore cosmico e creativo. Nella parte finale viene mostrato come il legame tra realismo e idealismo, così come le considerazioni di Peirce sull'evoluzionismo, costituiscano aspetti essenziali in vista di una giustificazione del successo storico della nostra capacità umana di elaborare congetture, ovvero di proporre ipotesi di successo per spiegare i fatti.

  7. Bico 2: second national intercomparison campaign of WBC centres working in Italy; Bico 2: la seconda campagna MIDIA di interconfronto dei WBC operanti in Italia

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Castellani, C.M.; Battisti, P.; Tarroni, G. [ENEA, Centro Ricerche `Ezio Clementel`, Bologna (Italy). Dip. Ambiente

    1998-12-31

    During the period November 1994 - May 1995 the coordinating group of WBC centres working in Italy organised the 2. national intercalibration and intercomparison campaign. A BOMAB phantom was used filled with four radionuclides gel solution with gamma energy emissions ranging between 100 keV and 2 MeV. 17 out of 21 Italian WBC centres took part in the campaign. Through the intercalibration, organised according to internationally accepted methodologies, each WBC centre could check its own calibration procedures. many intermediate data, collected for the methodologies and measurement procedures intercomparison, permitted analyses and comparison of uncertainly causes in a WBC measurement of the internal contamination. A proposal of MDA definition and assessment procedure resulted from the intercomparison campaign. [Italiano] Il Coordinamento dei Centri WBC operanti in Italia ha organizzato la seconda campagna di intercalibrazione ed interconfronto nazionale basata sulle misure di un fantoccio BOMAB riempito con una soluzione radioattiva gelificata contenente 4 radionuclidi con emissioni gamma nell`intervallo energetico compreso fra 100 keV e 2 MeV. Alla campagna, che si e` svolta fra novembre 1994 e maggio 1995, hanno partecipato 17 dei 21 Centri WBC censiti in Italia. L`intercalibrazione e` stata organizzata secondo criteri ormai consolidati in campo internazionale ed ha permesso ad ognuno dei partecipanti di verificare le proprie procedure di calibrazione. Per l`interconfronto delle procedure e dei metodi di misura impiegati e` stata raccolta una serie di dati intermedi che hanno consentito di analizzare e confrontare le fonti di incertezza insite nella misura di contaminazione interna nell`uomo tramite WBC. Cio` ha infine reso possibile una proposta di definizione e di procedura di determinazione del valore della minima attivita` rivelabile (MDA) in accordo con le piu` recenti tendenze in campo internazionale.

  8. Gli usi sociali e politici dell’arte contemporanea fra pratiche di partecipazione e di resistenza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ivan Bargna

    2013-10-01

    Full Text Available Se la produzione, circolazione e fruizione di immagini e oggetti esteticamente elaborati ha sempre giocato, sia pur in maniera e misura diversa a seconda dei tempi e dei luoghi, un ruolo importante nella creazione e disarticolazione dei legami sociali, oggi tutto ciò avviene secondo modalità peculiari e inedite che riconfigurano quello che è il campo di studi di un’antropologia estetica e dell’arte.

  9. Barokin affekti-ilmaisu - seconda prattican tavoitteet ja keinovarat

    OpenAIRE

    Mansnerus, Sara

    2015-01-01

    Opinnäytetyössä käsitellään seconda pratticaksi kutsutun barokin tyylisuunnan syntyä ja musiikillisia merkityssisältöjä. Työn keskeisin tavoite on selvittää, millä sävellysteknisillä keinoilla seconda pratticalle ominainen vahva ilmaisu luotiin. Aihetta on pyritty lähestymään säveltäjien, teoreetikkojen ja filosofien kirjoitusten kautta sekä käytännönläheisen musiikkianalyysin avulla. Analyysissa on keskitytty erityisesti sävellyksen affekti- eli tunnesisällön kannalta olennaisten tekijöiden ...

  10. Circuiti ad impulsi e digitali volume di aggiornamento

    CERN Document Server

    Millman, Jacob

    1967-01-01

    Questo terzo volume "Circuiti ad impulsi e digitali" contiene la traduzione di parte degli argomenti trattati nel volume "Pulse, digital and switching waveforms" degli autori J. Millman e H. Taub edito dalla Mc Graw-Hill Book Company nel 1965. Gli autori nella presentazione del volume inglese dichiarano di averlo originariamente previsto come una seconda edizione di "Pulse and digital circuits" di cui i primi due volumi delle Edizioni Bizzarri sono la traduzione.

  11. Introduzione alle teorie di gauge

    CERN Document Server

    Cabibbo, Nicola; Benhar, Omar

    2016-01-01

    "Introduzione alle Teorie di Gauge" completa la serie di tre volumi basati sulle lezioni dei corsi di Meccanica Quantistica Relativistica, Interazioni Elettrodeboli e Teorie di Gauge, impartite dagli autori agli studenti delle Lauree Magistrali in Fisica e Astronomia & Astrofisica dell'Universita "La Sapienza" di Roma, nell'arco di qualche decennio. L'obiettivo principale del volume è di introdurre i concetti di base della rinormalizzazione nella teoria quantistica dei campi e i fondamenti delle moderne teorie di Gauge. Anche se collegato ai volumi precedenti, il libro si presta ad una lettura indipendente, che presume solo conoscenze generali di relativita speciale, della seconda quantizzazione e della fenomenologia delle interazioni elettrodeboli. Lo strumento di base è l'integrale sui cammini di Feynman, introdotto nei capitoli iniziali e sistematicamente impiegato nel seguito. L'esposizione segue un percorso pedagogico, che parte dal caso semplice dell'ampiezza di transizione in meccanica quantistic...

  12. Uno strumento per la creazione di valore nella realizzazione di edifici sostenibili: la certificazione LEED

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    S. Rick Fedrizzi

    2014-06-01

    Full Text Available Il presente lavoro ha l’obiettivo di delineare gli aspetti chiave della sostenibilità in ambito edilizio focalizzando l’attenzione sul sistema di certificazione LEED® quale strumento “universale” di supporto per la realizzazione, gestione e valutazione di edifici sostenibili. Nella prima parte del lavoro si descrive la rapida diffusione della certificazione LEED nel recente passato quale diretta conseguenza della capacità di questo strumento di rating di adattarsi sia alle specifiche tipologie di edifici, sia alle diversità climatiche e morfologiche dei siti. Nella seconda parte si procede invece a presentare ed analizzare gli aspetti economico-finanziari degli edifici sostenibili con riferimento sia alle metodologie valutative applicabili, sia ai dati della letteratura. Partendo dalle esperienze internazionali in tema di sostenibilità, si procede successivamente a descrivere la situazione italiana, evidenziando la percezione del mercato e le opportunità di sviluppo future.

  13. End Games. Note sull'architettura di John Hejduk / End Games. Notes about Hejduk's architecture

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Guido Zuliani

    2014-09-01

    Full Text Available L’autore si interroga sul “senso complessivo” del lavoro di uno dei più importanti architetti della seconda metà del '900, tentando una lettura unitaria delle diverse fasi di cui si compone la sua opera: una prima fase tutta centrata sulla rivisitazione e lo sviluppo di canoni linguistici modernisti; una seconda di stampo “urbanistico”; quella successiva, della prima metà degli anni '90 più poetica, autenticamente creativa e immaginifica fino all'ultima tutta intrisa di religiosa spiritualità. / The author questions himself on the “overall sense” of the work of one of the most important architects of the second half of the 1900s, attempting a unified reading of the various phases that make up his work: a first phase all centred on a re-visitation and development of Modernist linguistic canons; a second of an “urbanistic” stamp; the successive one, from the first half of the 1990s that is more poetic, authentically creative and imaginative right up to the last one imbued with religious spirituality.

  14. Note di fotonica

    CERN Document Server

    Degiorgio, Vittorio

    2016-01-01

    L’invenzione del laser ha generato una vera rivoluzione nella scienza e nella tecnologia e ha dato luogo alla nascita di una nuova disciplina chiamata Fotonica. Le applicazioni della Fotonica che hanno un impatto cruciale in molti ambiti della nostra vita sono le comunicazioni in fibra ottica su cui si basa il funzionamento di Internet e del traffico telefonico su grandi distanze, i dischi ottici (CD, DVD, Blu-ray), la sensoristica ottica di tipo industriale e ambientale, la lavorazione dei materiali e la chirurgia con il laser, l’illuminazione con i LED. Questa seconda edizione contiene diversi ampliamenti e modifiche al testo pubblicato nel 2012, che ha colmato un vuoto nel panorama italiano di testi universitari riguardanti la Fotonica. Dopo avere esposto in modo sintetico ma rigoroso i concetti che stanno alla base del funzionamento del laser e della propagazione della luce nella materia, sono descritti i principali componenti e dispositivi ottici e optoelettronici, quali le fibre ottiche, gli amplifi...

  15. Indagine critica sui modelli di atmosfera

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G. D'ELIA

    1964-06-01

    Full Text Available Nella prima parte del lavoro E individuato il modello
    piu attendibile di atmosfera, clie deve dunque essere adottato nei calcoli
    relativi a problemi aeronautici e missilistici.
    Nella seconda parte vengono scritte le equazioni deH'atmosfera considerata
    come campo fluidodinamico costituito da piu componenti elettricamente
    conduttivi e reagenti. Con una serie di successive approssimazioni
    sono derivate le equazioni sempliflcate clie attualmente sono usate per il
    calcolo delle tabelle dell'atmosfera; da un sistema complesso di equazioni,
    ma determinato matematicamente, si ottiene un sistema semplice, ma doppiamente
    indeterminato; alia inderminatezza si deve sopperire con sondaggi
    sperimentali.
    Nell'ultima parte del lavoro si fa una critica alia base di calcolo del
    piu attendibile modello, rilevando tra l'altro che esso e relativo alle condizioni
    di un punto singolare (Port Churchill, nel Canada posto in prossimita
    del polo magnetico.

  16. Microfinanza: analisi d’impatto di un programma in India

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tommaso Rondinella

    2005-03-01

    Full Text Available L’analisi d’impatto dei programmi di microfinanza è uno strumento utile sia per migliorare i servizi offerti sia per garantire ai donatori che il denaro concesso sia utilizzato per programmi efficaci nell’alleviare la povertà. Il presente lavoro è costituito da due parti: la prima è dedicata all’analisi d’impatto, la seconda all’analisi empirica sul campo. L’indagine è stata condotta attraverso l’utilizzo di uno strumento in grado di dare una indicazione chiara dei cambiamenti avvenuti nelle condizioni di vita dei beneficiari e con il pregio di essere applicabile a costi molto ridotti. I risultati ottenuti mostrano in che misura l’accesso al credito cambi le condizioni di vita dei più poveri inducendo consistenti aumenti del reddito familiare, dei risparmi, della diversificazione delle attività produttive e del consumo di cibo. Inoltre si osserva, all’interno dei nuclei familiari, un miglioramento della condizione femminile chiaramente dipendente dalla partecipazione al programma di microcredito

  17. Tre voci per un Lexicon di Giuseppe Pontiggia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniela Marcheschi

    2014-07-01

    Full Text Available Tre parole-chiave offrono lo spunto per un’immersione nel pensiero e nell’opera di Giuseppe Pontiggia. La prima: parola, riaffermata dallo scrittore in quanto atto civile e ‘corporeo’ mediante il quale l’uomo fa esperienza di se stesso entrando in contatto con i suoi simili e con il circostante, ricongiungendosi insieme alla sua più profonda e antica natura. Viene così restituita allo scrittore/critico la responsabilità di lottare contro l’attuale minaccia dello svuotamento linguistico, nel nome di una costruttiva utopia culturale. La seconda parola, musica, serve a illuminare i romanzi di Pontiggia – in specie La grande sera e L’arte della fuga – attraverso suggestive analogie con la musica classica e il jazz, predilette dallo scrittore. Ossimoro è l’ultima voce di questo Lexicon: figura retorica, ma soprattutto figura conoscitiva che permette allo scrittore di scoprire la propria verità e il proprio linguaggio e al lettore di abbracciare una visione non lineare e problematica del mondo, capace di ampliare le prospettive e rinnovare lo sguardo.

  18. Guardarsi per incontrarsi: la costruzione della relazione di cura con il migrante

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ivo Lizzola

    2013-12-01

    Full Text Available Questa introduzione apre la seconda parte del numero monografico, i cui interventi focalizzano la loro attenzione sugli operatori impegnati nel lavoro di cura con persone che appartengono a culture Altre o sulla società d’accoglienza. Nella giornata congressuale, invece, il Prof. Lizzola apriva la giornata con un saluto e qualche riflessione; riflessioni riportate ora qui sotto.

  19. La storiografia sul movimento e sull'ordine monastico di Vallombrosa osb. Uno status quaestionis

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Salvestrini

    2001-12-01

    Full Text Available La ricerca storica sui monaci vallombrosani è rimasta a lungo un “affare” interno alla congregazione. Soltanto nel Novecento, e soprattutto nella seconda metà del secolo, si è sviluppata (anche da parte di studiosi laici una storiografia “critica”, più aperta alla comparazione con altri movimenti e congregazioni. Ancor oggi, tuttavia, le indagini prediligono la fase nascente e zenitale (XI-XIV sec., trascurando il Quattrocento. A questo bilancio storiografico si ricollega la Bibliografia vallombrosana, edita nello stesso numero di questa rivista.

  20. Un San Sebastiano di Silvestro dell’Aquila e un San Vito di Saturnino Gatti / A St. Sebastian by Silvestro dell’Aquila and a St. Vitus by Saturnino Gatti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lorenzo Principi

    2015-06-01

    Full Text Available L’articolo si focalizza sull’attribuzione di un’inedita statua a Silvestro di Giacomo da Sulmona, meglio noto come Silvestro dell’Aquila (documentato dal 1471-1504 e un’altra a Saturnino Gatti (1463 circa-1518, protagonisti della scultura del Rinascimento in Abruzzo. La prima proposta riguarda un San Sebastiano ligneo, grande poco meno del vero, conservato nella chiesa di Santa Maria ad Nives di Rocca di Mezzo, principale centro dell’Altipiano delle Rocche e paese natale del celebre cardinale Amico Agnifili, committente di Silvestro di Giacomo. La seconda acquisizione concerne una scultura lignea grande al naturale raffigurante San Vito, rintracciata nell’omonima chiesa di Colle San Vito, nel comune di Tornimparte, situata a pochi passi dagli affreschi eseguiti da Saturnino Gatti tra il 1490 e il 1494 in San Panfilo a Villagrande. Grazie ad un’analisi dei diversi contesti in cui si generarono le sculture e soprattutto attraverso stringenti confronti con opere note del catalogo dei due artisti si può riferire la prima statua alla tarda produzione di Silvestro dell’Aquila e la seconda al periodo di maturità di Saturnino Gatti.   The article focuses on the attribution of two unpublished wooden statues respectively realized by two masters of Renaissance sculpture in Abruzzo: Silvestro di Giacomo, known as Silvestro dell’Aquila (whose activity is documented at L’Aquila from 1471 to 1504; and Saturnino Gatti. The scultpure attributed to Silvestro dell’Aquila portrays Saint Sebastian, and is of almost life-size dimensions. It was spotted out inside the church of Santa Maria ad Nives at Rocca di Mezzo, the most renowned village on the upland of «Le Rocche», in the nearbies of L’Aquila; it was the birthplace of Cardinal Amico Agnifili, who happened to be Silvestro’s patron. The second statue, by Saturnino Gatti, represents Saint Vitus and is hold in the homonymous church at Colle San Vito in the municipal district of

  1. DUE NUOVE SPECIE SINTOPICHE DI TYPHLOREICHEIA DELLA SARDEGNA SUD-ORIENTALE (Coleoptera, Carabidae

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Magrini

    2011-10-01

    Full Text Available Vengono descritte e illustrate due nuove specie sintopiche di Typhloreicheia della Sardegna sud-orientale: la prima, T. carlonnisi n. sp., campionata alla base del pozzo d’ingresso della Grotta Su Pittiolu de Gospuru (Armungia, Cagliari, la seconda, T. paladinii n. sp., campionata sotto i massi che circondano l’ingresso della medesima cavità e sul Monte Lora presso San Vito (Muravera. La prima risulta affine per molti caratteri alle specie del “gruppo angelae” (sensu Magrini 2003a, e si distingue dalle altre Typhloreicheia note di Sardegna per la combinazione dei seguenti caratteri: piccole dimensioni, tempie appiattite e poco sporgenti, elitre con setole discali presenti nelle interstrie 2-3-5-7 e margini laterali con denticoli presenti fino all’apice; edeago breve, con apice del lobo mediano sottile e incurvato ventralmente in visione laterale, asimmetrico in visione ventrale. Lamella copulatrice costituita da una lamina allungata con apice arrotondato, con la porzione dorsale nettamente sclerificata in forma di artiglio. La seconda, appartenente al “gruppo occulta” (sensu Magrini & Bulirsch 2002, si differenzia dall’affine Typhloreicheia viti Magrini & Bulirsch, 2002 per le elitre più allungate e meno convesse, per l’edeago più robusto, con lobo mediano meno appuntito e appena incurvato a sinistra in visione ventrale e apice più corto e largo in visione laterale, e per la lamella copulatrice con apice più arrotondato; le differenze nettamente maggiori nei confronti delle altre specie del gruppo sono evidenziate nella chiave dicotomica allegata. La spettacolare radiazione adattativa del genere Typhloreicheia in Sardegna, recentemente proposta e discussa da uno degli autori del presente contributo (A.C., e le ipotesi concernenti l’origine di questa linea di Reicheiina nell’isola, sono richiamate ed evidenziate alla luce dei nuovi dati.

  2. Sui pronomi personali di prima e seconda persona plurale in italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rosanna Sornicola

    1991-12-01

    Full Text Available Nella sua fondamentale Grammatica storica dell'italiano Tekavčić accoglie come spiegazione delle forme pronominali italiane noi, voi una trafila che parte dalle forme nominativo-accusative latine NŌS, VŌS ed esibisce un successivo sviluppo fonetico caratteristico dei monosillabi con uscita in -s, ovvero /si-> /y/. La tesi di una evoluzione di /s/ in posizione finale in /y/, nell'area che include toscano, dialetti italiani centro-meridionali e balcano-romanzo (veglioto, romeno era già stata avanzata da Reichenkron (1939. In tale area sia parole monosillabiche che polisillabiche presenterebbero questo sviluppo. Ad esemplificare le prime sono chiamate in causa forme come rom. e it. dai < DAS, rom. e it. stai < STAS, rom. e it. poi < POS ( < POST, it. centr. e merid. crai < CRAS, it. merid. ccuy e it. più < PLUS, rom. e it. merid. trei < TRES, oltre per l'appunto, alle forme pronominali rom., vegl. e it. noi < NOS e voi < VOS. Nei polisillabi questo sviluppo si mostrerebbe con minore evidenza, perché qui /y / si sarebbe fusa con la vocale atona precedente, o sarebbe caduta: si pensi all'it. ant. cante (it. mod canti, tosc. sett. canta, rom. cânţi < CANTAS; it. vedi, rom. vezi < VIDES, e così via.

  3. Identity, memory and la diarchia di bronzo Commemorating Vittorio Emanuele II and Giuseppe Garibaldi in post-Risorgimento Venice

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Laura Parker

    2011-12-01

    Full Text Available Identità, memoria e la diarchia di bronzo Una commemorazione di Vittorio Emanuele II e Giuseppe Garibaldi nella Venezia postrisorgimentale   Questo saggio tratta della collocazione di due monumenti nella città di Venezia, nella seconda metà dell’Ottocento. Dopo l’unificazione della penisola, il nuovo governo ha capito chiaramente la necessità di costruire un’identità nazionale nella quale si potessero riconoscere le cento città. L’erezione di monumenti e l’organizzazione di varie commemorazioni – che hanno celebrato i protagonisti e gli eventi più importanti del Risorgimento – sono stati usati per ‘fare gli italiani’ nell’ambito postrisorgimentale. In questo contesto, l’articolo esplora la commemorazione di Vittorio Emanuele II e Giuseppe Garibaldi nella città lagunare, e analizza se la fusione tra mito risorgimentale e storia locale sia effettivamente realizzata.

  4. Ground waters quality assessment near solid municipal wastes and hazardous landfills; Valutazione della qualita' delle acque profonde in prossimita' di impianti di discarica per rifiuti solidi urbani e per rifiuti pericolosi

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Bellino, M.; Falleni, F.; Forte, T.; Musmeci, L. [Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy). Lab. di Igiene Ambientale

    1999-07-01

    The report discusses the impact on ground waters quality in relation to municipal and similar waste landfills and hazardous waste landfills, examined in three landfills of first category and one landfill of second category type C. Analytical results from sampling of ground and leaching waters are reported; from these results it can be deduced that environmental impact is minimum or non-existent, where law criteria for construction and management of landfills are respected. [Italian] Il rapporto esamina l'impatto sulla qualita' delle acque profonde dovuto agli impianti di discarica per rifiuti solidi urbani e assimilabili e per rifiuti pericolosi, rispettivamente di tre discariche controllate di prima categoria ed una di seconda di tipo C. Vengono riportate le risultanze analitiche relative ai campionamenti per la costruzione e gestione delle discariche. L'impatto ambientale e' minimo se non assente.

  5. Compendio di meccanica razionale

    CERN Document Server

    Levi-Civita, Tullio

    1948-01-01

    Questa seconda edizione, pur conforme nel suo complesso alla precedente, ha subìto un'accurata revisione generale e svariati ritocchi particolari. Ci limitiamo qui a rivelare che nella I Parte abbiamo aggiunto un'analisi della nozione di "tempo", diretta a lumeggiare il momento preciso del distacco fra l'impostazione classica della Meccanica e della Fisica e quelle relativistica; e, per quel che concerne la Statica, vi abbiamo inquadrato, senza ammissioni estranee, la determinazione delle reazioni nel cosidetto "arco a tre cerniere" e ridotto a forma didatticamente più semplie ed espressiva il paragrafo sull'"attrito volvente". Nella II Parte abbiamo ulteriormente semplificato la teoria elementare dei "fenomeni giroscopici", seguendo G. Bisconcini.

  6. La misurazione dei processi di regolazione cognitiva e metacognitiva durante lo studio con gli ipermedia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roger Azevedo

    2010-01-01

    Full Text Available L’apprendimento autoregolato rappresenta una modalità di apprendimento di fondamentale importanza quando ci si avvale del supporto di ambienti ipermediali. Obiettivo di questo articolo è presentare quattro assunzioni chiave che consentono la misurazione dei processi cognitivi e metacognitivi attivati durante l’apprendimento tramite ipermedia. Innanzi tutto, assumiamo che sia possibile individuare, tracciare, modellare e favorire processi di apprendimento auto-regolato durante lo studio con gli ipermedia. La seconda assunzione si focalizza sul comprendere come la complessità dei processi regolatori che avvengono durante l’apprendimento mediato da sistemi ipermediali sia importante per determinare il perché alcuni processi vengono messi in atto durante l’esecuzione di un compito. Le terza assunzione è relativa al considerare che l’utilizzo di processi di apprendimento auto-regolato possa dinamicamente cambiare nel tempo e che tali processi sono di natura ciclica (influenzati dalle condizioni interne ed esterne e da meccanismi di feedback. Infine, l’identificazione, raccolta e classificazione dei processi di apprendimento autoregolato utilizzati durante lo studio con sistemi ipermediali, può risultare un compito alquanto difficoltoso.

  7. Ripensare la Grande Guerra: ancora a proposito di Viva Caporetto! La rivolta dei santi maledetti di Curzio Malaparte.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federico Montanari

    2016-05-01

    Full Text Available La prima guerra mondiale, anche nell’occasione del suo centenario, è stata da sempre oggetto di riflessioni per quanto riguarda la memorialistica, i diari, la letteratura e il cinema. In quanto evento, come più volte sottolineato, di inizio (del “secolo breve” di cesura del tempo della modernità, di disillusione (rinarrata e raccontata per una generazione, e al contempo oggetto di mitizzazione (i fascismi e il mito delle trincee sanguinanti o di rimozione e di opposizione (per un’altra generazione, quella dell’antifascismo e della resistenza. Laboratorio sociale, scientifico e culturale ("L’officina della guerra", per dirla con Gibelli, per il rapporto fra innovazione letteraria, diaristica e percezione (da Céline a Cendrars, a Musil. Lo scopo di questa comunicazione è, tenendo conto di tale vasto orizzonte di esperienze, di riprendere un caso specifico: l’ipotesi del legame guerra/”rivoluzione possibile”, per come presentato da Curzio Malaparte nel suo Viva Caporetto! La rivolta dei santi maledetti. E’ noto il percorso complesso e contraddittori di Malaparte (dall’adesione al fascismo, fino alla sua critica e rifiuto, attraverso la visione anarchica che gli era propria, e all’avvicinarsi al partito comunista e alle idee di sinistra dopo la seconda guerra mondiale. In ogni caso, cercheremo di mostrare quali dispositivi valoriali e discorsivi vengono a costituirsi nel testo di Malaparte. Testo interessante anche per un lavoro di comparazione con altri testi e autori: sia dal punto di vista tematico che di organizzazioni dei punti di vista, nelle forme dell’enunciazione; così come delle organizzazioni narrative, che espongono la vicenda non solo della disfatta di Caporetto, ma, più in generale, del “momento in cui gli uomini decidono di smettere di combattere” e, forse, di trasformare questo momento in qualcos’altro.

  8. Il concetto di Natura nella filosofia di Denis Diderot

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Consiglio

    2014-03-01

    Full Text Available L’immagine della Natura che emerge dalla lettura delle opere di Diderot, è quella di una sorta di organismo in cui tutto risulta legato da una rete di forze inquadrate in un ordine omogeneo e dinamico. Le leggi di quest’ordine sono riscontrabili in tutti gli eventi naturali ed ogni fenomeno non è mai frutto del caso, ma ordinato deterministicamente. Allo spinozismo di quest’ordine geometrico si coniuga un atomismo di matrice epicurea, speci camente nella versione lucreziana del De Rerum Natura: gli atomi che costituiscono la materia si combinano da sempre e all’in nito in un continuo divenire di forme normate da leggi intrinseche, e gli individui nascono dal cozzare e dall’ammassarsi di questi atomi. Non esiste uno stadio culmine di questa “evoluzione”, piuttosto esistono in nite varianti, nel tempo e nello spazio, di un unico modello prototipico che, secondo Diderot, evolve in una specie o in un'altra in maniera totalmente a- nalistica, sebbene assolutamente determinis- tica. La regolarità dell’ordine (per no nell’apparente caos di un turbine di pol- vere e il continuo farsi e rifarsi delle forme si connettono al principio di conti- nuità della natura: la natura non fa salti, tutto è connesso come in una ragnatela e la materia continua muta la sua disposizione in grumi di atomi che, secondo il principio dell’epigenesi, giungono a formare gli individui. Le opere in cui Diderot elabora in maniera più organica e precisa la sua concezione della natura sono particolarmente due: L’interpretazione della natura (1753 e Il sogno di d’Alembert (1769. In mezzo a queste stanno gli scritti sui Sa- lons, tra i quali è particolarmente saliente, per il discorso sulla natura, quello del 1767, in cui, con la Promenade Vernet, molti di questi temi vengono a rontati o ripresi nel pittoricismo della narrazione, attraverso limpide metafore. Natura e arte, in Diderot, sono strettamente connesse. La seconda imita la prima, ma non tenta

  9. Mondi narrativi e storie future. Modelli di espansione seriale tra pulp magazine e franchise transmediali

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Bertetti

    2016-06-01

    Full Text Available Le forme di serialità modulare e transmediale che si sono sviluppati negli ultimi anni, dalle nuove serie televisive al proliferare dei franchise transmediali, hanno posti concetti quali “mondo narrativo” e “costruzione del mondo al centro del dibattito scientifico sui media e degli stessi meccanismi di produzione mediale. Sta emergendo una vera e propria estetica della worldness che accomuna cinema, televisione, letteratura, videogioco ecc. Utilizzando metodologie storiche e semiotico-narrative, il contributo vuole evidenziare come questo tipo di serialità, basata sulla condivisone di mondi narrativi, sia però tutt’altro che nuovo. Come molti altri meccanismi seriali se ne infatti possono ritracciare le origini nelle pratiche narrative dei pulp magazine della prima metà del secolo scorso. In particolare, la seconda parte dell’articolo si sofferma su un particolare modello di costruzione seriale, quello delle cosiddette “storie future” che, nata negli anni ’40 del XX secolo, è oggi alla base dell’espansione narrativa dei maggiori franchise transmediali di fantascienza.

  10. EXPLORASI DESAIN SIRKUIT BALAP MOBIL FORMULA SATU DI MAKASSAR DENGAN PENDEKATAN ARSITEKTUR MODERN

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mutmainnah Mutmainnah

    2017-06-01

    Full Text Available Abstrak_ Indonesia merupakan salah satu negara yang memiliki banyak atlet balap berprestasi dalam taraf internasional. Keberadaan sirkuit balap sangat dibutuhkan para atlet untuk menunjang kegiatan dan mengasah kemampuan balap yang dimiliki. Namun, ketersediaan sirkuit yang sesuai dengan standar internasional di Indonesia masih sangat minim. Oleh karena itu, penelitian ini memberikan ide desain sirkuit balap mobil formula satu di Makassar dengan pendekatan arsitektur modern. Melalui metode eksplorasi desain yaitu metode penjabaran ide dan gagasan yang dirumuskan dalam bentuk gambar. Hasil yang diperoleh berupa tata massa bangunan dipilih sistem terpusat, dimana lintasan yang menjadi pusatnya. Sehingga bangunan disekitarnya berorientasi ke lintasan. Sistem  sirkulasi dari dan menuju tapak dibagi menjadi dua dimana sirkulasi untuk pengunjung dipisah dengan sirkulasi untuk team balap. Jalur masuk dan keluar untuk pengunjung juga dipisah, dengan lebar masingmasing jalan 15 m. Sedangkan bentuk bangunan mengambil analogi bentuk dari mobil formula satu dan bentuk aerodinamika dari mobil formula satu. Aerodinamika adalah pergerakan udara ketika berinteraksi dengan benda padat. Dalam hal kendaraan, aerodinamika adalah kecepatan kendaraan dan hambatan udara ketika kendaraan itu melaju. Penerapan tema arsitektur modern pada bangunan dapat dilihat dari bidang-bidang kaca yang lebar, jenis material yang digunakan diekspos secara polos, dan dari bahan material yang digunakan. Kata kunci : Aerodinamika, Arsitektur Modern, Eksplorasi Desain, Sirkuit. Abstract­_ Indonesia is one of the countries that have many athletes of racing achievement in international level. The existence of a racing circuit is needed athletes to support activities and hone the ability of racing owned. However, the availability of circuits that comply with international standards in Indonesia is still very minimal. Therefore, this study provides the idea of the design of the formula one

  11. Essere o non essere SMOG. Diventare la più giovane società di geni e deflorare il realismo socialista?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alexandre Urussov

    2015-07-01

    Full Text Available In questo articolo Alexandre Urussov (Aleksandr o Alexander, a seconda delle diverse traslitte- razioni ricorda la propria partecipazione all’associazione giovanile underground SMOG in URSS nel 1965. Al tempo giovane scrittore moscovita, Alexandre Urussov prese parte ad alcune mani- festazioni organizzate da SMOG e pubblicò il racconto Il grido delle formiche lontane nella rivista samizdat Sfinsky. Il racconto è stato tradotto in varie lingue e pubblicato nel Regno Unito, in Italia, Germania, Francia, Canada e Islanda. L’autore spiega qui le dinamiche di alcuni processi culturali nell’URSS di quei tempi, le caratteristiche distintive del Samizdat letterario degli scrittori SMOG e gli atti di repressione delle autorità sovietiche contro gli scrittori dissidenti.

  12. Poetiche del sublime. Il Coro di morti dalle Operette morali a Goffredo Petrassi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Vito Distefano

    2018-01-01

    Full Text Available In un autore come Leopardi, incline al serio in misura apparentemente esclusiva e poco votato all’arte drammatica, è tuttavia in un piccolo capolavoro tragicomico che possono individuarsi le prime tracce di una moderna estetica del sublime. L’articolo propone innanzitutto una lettura in chiave metapoetica del Coro di morti, volta ad osservare la salda convergenza che nella scrittura leopardiana lega reciporcamente gli avanzamenti del pensiero – la verità di una condizione umana irresolubilmente e incomprensibilmente priva della felicità – e gli sviluppi attinenti al piano formale e a quello della riflessione filosofico-estetica – con la messa in discussione tanto della classicistica estetica della mimesis, quanto di quella romantica del sentimentale. Infine, nella seconda parte, il paradigma estetico del sublime fornirà i termini entro i quali tracciare una ricostruzione del procedimento adattivo che lega all’originale leopardiano la trasposizione musicale realizzata nel 1941 da Goffredo Petrassi.

  13. Bertilla e Berta: il ruolo di Santa Giulia di Brescia e di San Sisto di Piacenza nel regno di Berengario I Bertilla and Berta: the role of St. Giulia of Brescia and St. Sisto of Piacenza in the reign of Berengar I

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cristina Sereno

    2012-10-01

    Full Text Available Di nessuna delle due mogli di Berengario I – Bertilla, la prima, un’aristocratica di origine supponide e Anna, la seconda, una principessa bizantina – si sono conservate le carte dei dotari. Di entrambe, inoltre, nessuna carta ricorda attività economiche o patrimoniali. Nel contesto familiare di Berengario I emerge però una delle due figlie, Berta, che fu badessa del monastero di San Salvatore di Brescia e poi anche, per nomina paterna, del monastero di San Sisto di Piacenza, fondato pochi decenni prima da Angelberga. Entrambi i monasteri avevano raccolto nei loro patrimoni larghe quote del fisco regio, spesso in prima istanza transitati nei dotari delle regine: le curtes e i monasteri dipendenti erano sparsi in tutta la parte settentrionale della penisola e, in taluni casi, oltrepassavano la linea degli Appennini. Berta appare così assumere presso la corte di Berengario una funzione di grande rilievo nella gestione e nella salvaguardia dei patrimoni di tali monasteri.Of none of the two wives of Berengar I - Bertilla, the first, an aristocratic woman from the Supponids and Anna, the second, a Byzantine princess - have been preserved dower charters; moreover no charter reminds businesses or assets. In the family context of Berengar I emerges, however, one of his two daughters, Berta, who was abbess of the monastery of St. Salvatore in Brescia and later, by his father's appointment, of the monastery of St. Sisto in Piacenza, founded a few decades earlier by Angelberga. Both monasteries were collected in their assets large shares of royal treasury, often in the first instance passed through in doweries of the queens: the curtes and the dependent monasteries were spread across the northern part of the peninsula and, in some cases, they passed the line of the Apennines. It looks like as at the court of Berengar Berta  assumes a role of great importance in the management and safeguarding of the assets of these monasteries.

  14. Scegliere la musica nell’era di Internet

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Russo

    2014-01-01

    Full Text Available La diffusione della musica su Internet è sorta solo dopo l’avvento di due specifiche tecnologie. La prima è relativa ai sistemi di compressione (soprattutto MP3 che ha permesso di ridurre le dimensioni di ciascun file, la seconda al progressivo ampliamento della banda disponibile agli utenti casalinghi (ADSL che ha drasticamente velocizzato i tempi di trasferimento dei dati. La nascita di Napster e dei successive sistemi peer to peer [Merriden 2001] ha reso infine la pratica di ricerca di brani musicali su Internet una prassi diffusa e stabilizzata [Mari 1999], tanto da soppiantare gran parte dei tradizionali media musicali ed ingenerare nuove forme di commercializzazione e gestione dei dati sonori [Prato 1995; Silva-Ramello 1999]. Senza entrare nel dettaglio legale dell’irruzione di Internet nella diffusione di materiali [Darias de las Heras 2003], aspetto che è tutt’altro dall’apparire chiaramente definito anche a causa di rapide trasformazioni normative locali rispetto ad un evento di dimensione assolutamente internazionale, certo è che le iniziali, e primitive, modalità di raccolta di brani su Internet si sono progressivamente evolute sino ad assumere rilevanti connotati tecnologici e commerciali [Di Carlo 2000] che rendono possibile individuare e effettuare il download di pressoché qualsiasi brano si desideri. Il rilievo principale che sorge da queste considerazioni impone dunque una nuova modalità di fruizione della musica rispetto a quella diffusa dai tradizionali media, poiché questi ultimi, al contrario di Internet, non permettono alcuna interazione ed è quindi essenzialmente passiva. Con l’avvento di Internet e tutti i suoi corollari il problema del fruitore di musica cambia profondamente, spostando l’attenzione principalmente verso quello della “scelta” della musica, indipendentemente, spesso, dall’uso che se ne potrà fare o delle modalità di ascolto che saranno messe in atto. Con questo intervento

  15. LUCI ED OMBRE NELL’ATTUAZIONE DEL SISTEMA DI RISOLUZIONE ALTERNATIVA DELLE CONTROVERSIE NEL CONTENZIOSO TRIBUTARIO ITALIANO ED IN QUELLO CROATO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Greggi

    2017-01-01

    Full Text Available Nel lavoro gli autori esaminano il sistema della risoluzione alternativa delle controversie (ADR - Alternative Dispute Resolution nelle questioni fi scali in un’ottica comparatistica, ovvero alla luce delle legislazioni e delle dottrine italiana e croata. Nella prima parte del lavoro l’attenzione è rivolta all’esperienza italiana di attuazione del sistema ADR; mentre la seconda parte del lavoro è dedicata all’evoluzione del quadro normativo croato nei tentativi di costruzione di meccanismi di ADR. Il lavoro in entrambe le sue parti contiene una rassegna degli orientamenti dottrinali e attraverso i vari capitoli si sottolinea l’aspetto storico e teorico della questione esaminata. Gli autori dibattono ed espongono sul piano comparatistico anche le implicazioni dell’attuazione del sistema in esame; mentre l’infl uenza della dottrina di diritto pubblico sulla comparsa e lo sviluppo del sistema ADR viene evidenziata mediante l’esposizione della recente prassi italiana e croata del sistema di risoluzione dei contenziosi tributari.

  16. Faà di Bruno's formula and the distributions of random partitions in population genetics and physics.

    Science.gov (United States)

    Hoppe, Fred M

    2008-06-01

    We show that the formula of Faà di Bruno for the derivative of a composite function gives, in special cases, the sampling distributions in population genetics that are due to Ewens and to Pitman. The composite function is the same in each case. Other sampling distributions also arise in this way, such as those arising from Dirichlet, multivariate hypergeometric, and multinomial models, special cases of which correspond to Bose-Einstein, Fermi-Dirac, and Maxwell-Boltzmann distributions in physics. Connections are made to compound sampling models.

  17. Indagine sulle conoscenze dei modelli di prevenzione delle epatiti A e B nell'ambito di inchieste epidemiologiche condotte per tali patologie

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    P. Giametta

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: rilevare le conoscenze sull’eziopatogenesi, sui modelli preventivi comportamentali e sulle offerte di vaccinoprofilassi delle Epatiti A e B.

    Materiali e Metodi: l’indagine è stata effettuata su pazienti affetti da Epatite A e B integrando la scheda di inchiesta epidemiologica con un apposito questionario strutturato in tre sezioni. Nella prima sezione del questionario è stata valutata la conoscenza sull’eziopatogenesi delle epatiti; nella seconda sezione è stato saggiato il grado di conoscenza sui modelli comportamentali e sulla pratica dell’immunoprofilassi; nella terza è stato indagato nello specifico il probabile meccanismo di trasmissione con riferimento anche alla mancata adozione di eventuali pratiche di prevenzione possibili ed adottabili.

    Il questionario è stato somministrato preliminarmente all’inchiesta epidemiologica.

    Risultati: sono stati valutati complessivamente 85 questionari, nel periodo Gennaio 2002-Marzo 2003. I casi di Epatite A affrontati sono stati 19, mentre i casi di Epatite B sono stati 66. Una percentuale elevata di soggetti (89% era a conoscenza dell’eziologia virale e delle principali modalità di trasmissione. Apprezzabile la percentuale di soggetti (78% che non ha attribuito all’Epatite A una
    trasmissione di tipo sessuale. La conoscenza dell’immunoprofilassi e delle offerte vaccinali condotte
    dai servizi territoriali è risultata essere piuttosto bassa (34%. Per i casi di Epatite B, la causa più frequentemente indicata quale elemento determinante il contagio è stata individuata nei rapporti occasionali non protetti (anche a rischio. Per i casi di Epatite A, è da rilevare la superficialità al consumo di alimenti a rischio (frutti di mare o pesce
    crudo soprattutto in occasione di viaggi all’estero.

    Conclusioni: i dati suggeriscono l

  18. Two explicit formulas for the generalized Motzkin numbers

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Jiao-Lian Zhao

    2017-02-01

    Full Text Available Abstract In the paper, by the Faà di Bruno formula, the authors establish two explicit formulas for the Motzkin numbers, the generalized Motzkin numbers, and the restricted hexagonal numbers.

  19. Relatività generale e teoria della gravitazione

    CERN Document Server

    Gasperini, Maurizio

    2015-01-01

    La seconda edizione di questo testo mantiene tutte le caratteristiche della prima edizione, specificamente progettata per i corsi semestrali della Lurea Magistrale in Fisica: un testo di riferimento completo, autosufficiente, facilmente utilizzabile, e accessibile a studenti provenienti da indirizzi e piani di studio diversi. Contiene le principali informazioni sulla teoria gravitazionale che al giorno d'oggi ogni laureato in Fisica dovrebbe possedere: si parte dalle nozioni di base della Relativita' Generale, e si sviluppa la teoria gravitazionale classica sino ad argomenti di frontiera come l'estensione supersimmetrica delle equazioni di Einstein. In aggiunta, la seconda edizione include nuovo materiale di forte interesse attuale come, ad esempio: (i) una dettagliata presentazione dei modelli gravitazionali multidimensionali (motivati dalle teorie delle stringhe e delle membrane); (ii) una originale discussione delle misure di velocita' e degli effetti di dilatazione temporale in presenza di gravita' (motiv...

  20. Struttura di popolazione del Capriolo (Capreolus capreolus in relazione a habitat, densità e rischio predatorio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Laura Bontardelli

    2003-10-01

    prevailing factor. Riassunto La struttura, per classi di età e sesso, di tre popolazioni di Capriolo (Capreolus capreolus è stata confrontata per individuare eventuali differenze dovute alle caratteristiche ambientali delle aree di studio, alla densità delle specie e alla presenza di grandi predatori. La prima popolazione è localizzata in un'area appenninica di 230 Km² compresa tra 800 e 2000 m s.l.m. (Parco del Gigante, RE, dove sono presenti due branchi di lupi. La seconda ricade in un'area rurale, pedecollinare, di 1650 ha (Parco Regionale Boschi di Carrega, PR dove i grandi predatori sono assenti. La terza è una popolazione racchiusa in un'area cintata di limitata estensione (68 ha, situata nell'alta pianura lombarda (Oasi WWF Bosco di Vanzago, MI. Il periodo di studio è compreso tra il 1993 e il 1998: la prima area di studio è stata monitorata dal '96 al '98 mentre le altre due dal '93 al '96. Le densità di popolazione sono state stimate con censimenti in battuta e le proporzioni dei sessi e delle classi di età (giovani, subadulti e adulti sono state determinate mediante osservazioni dirette, condotte da novembre a febbraio, quando i giovani e i subadulti sono facilmente riconoscibili. La densità della prima popolazione è risultata inferiore a 10 caprioli/km², di 40-50 caprioli/km² nella seconda area e di 38-45 caprioli/km² nella terza. Nella prima popolazione il rapporto sessi è risultato paritario e a favore delle femmine nei subadulti; lo stesso si è verificato nella seconda popolazione, mentre nella terza è stato registrato un rapporto sessi favorevole alle femmine negli adulti. Il più alto numero di giovani è stato registrato nell'area collinare, nonostante l'elevata densità. I subadulti sono risultati più rappresentati nella terza popolazione così come gli adulti che, comunque, costituivano oltre il 60% delle osservazioni in tutte le aree. Apparentemente la struttura di popolazione sembra essere influenzata, con

  1. Il significato di centralità. Tecniche di densificazione dello spazio costruito / The meaning of centrality. Technique of densifying built space

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Strina

    2014-11-01

    Full Text Available Il presente articolo indaga il termine centralità urbana, una delle parole chiave della ricerca Spinner 2013 Progettare il costruito: nuovi modelli a qualità integrata per la città compatta, in corso dal 2012. L’architettura si è spesso confrontata col significato di centralità urbana interpretandolo a seconda delle dinamiche evolutive che, via via, hanno guidato le scelte progettuali di sviluppo urbano. Il termine centralità è da intendersi nell'accezione di tipologia architettonica ma in primis nell'accezione simbolica di effetto comunitario, aggregativo e, in conclusione, di luogo. Essa si concretizza in un sistema insediativo complesso che conforma uno spazio di tipo centrifugo e allo stesso tempo centripeto, introverso e estroverso, capace di custodire in se la memoria del contesto di appartenenza da cui ha attinto i propri caratteri formali e, al contempo, costruire una memoria identitaria della comunità che lo abita e che lo abiterà. / This article investigates the term urban centrality, one of the key words of the 2013 Spinner Research Project: Designing the built: new models of integrated quality for the compact city, ongoing since 2012. Architecture has often had to deal with the meaning of urban centrality, interpreting it according to the evolutive dynamics that have gradually come to guide planning choices in urban development. The term centrality is to be understood in the sense of architectural typology, but in primis in the symbolic sense of its effect on the community, aggregation, and ultimately, the place itself. It becomes concrete within a complex settlement system that shapes a space of a centrifugal and centripetal type, both introvert and extrovert, that can hoard the memory of the context of belonging from whose formal characteristics it has drawn and, at the same time, build an identity memory of the community that inhabits and will continue to inhabit it.

  2. Grandi Eventi: indicatori di classificazione e incidenza sui sistemi urbani

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Mazzeo

    2008-08-01

    Full Text Available I grandi eventi sono ritenuti una opportunità per le città in quanto sono uno straordinario catalizzatore di investimenti mirati alla trasformazione della città. L’azione dei grandi eventi non è confinata solo nel periodo di svolgimento dell’evento stesso ma si estende ad un periodo molto più ampio, prima e, soprattutto, dopo il suo termine. Nell’organizzazione delle manifestazioni più recenti le trasformazioni urbane hanno interessato in modo sempre maggiore parti già in precedenza urbanizzate, al punto che l’evento diviene l’occasione per trasformare la città costruita e per modificarne il profilo. Il paper approfondisce l’argomento della classificazione degli eventi e del loro impatto sul sistema urbano sviluppandosi in tre parti. Nella prima si analizzano due tipologie di grandi eventi (le esposizioni internazionali e i giochi olimpici con l’obiettivo di pervenire ad una definizione condivisa. Nella seconda parte si identificano i più importanti fattori ed indicatori per l’analisi di questa specifica categoria di avvenimenti. Infine, nella terza parte, si approfondiscono i fattori connessi all’impatto sul sistema urbano e all’organizzazione della sua mobilità. In particolare, viene approfondito il concetto di “effetto pulsar”, ossia gli effetti moltiplicativi sulla evoluzione urbana dipendenti dalla organizzazione di eventi multipli in parallelo o in sequenza. Uno degli elementi più negativi connessi alla organizzazione di un grande evento è la dispersione nel tempo dei benefici acquisiti grazie ad esso; per evitare ciò è necessario che l’evento sia seguito da politiche strategiche continue in modo da preservare i vantaggi acquisiti.

  3. La mostra “Pietro Porcinai (1910-1986. Il lavoro di un paesaggista italiano nelle immagini e nei disegni dell’archivio fiesolano”

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tessa Matteini

    2015-11-01

    Full Text Available La Mostra, inaugurata all’Istituto Italiano di Cultura a Colonia il 3 marzo 20041 e riproposta, nella stessa città, nel settembre successivo alla Kölnmesse, colma una lacuna importante per la conoscenza della figura e delle opere di uno dei maggiori paesaggisti del Novecento. La vicenda umana e professionale di Pietro Porcinai viene presentata per la prima volta al di fuori dei confini nazionali, attraverso i documenti e le immagini fotografiche conservati nell’Archivio di Villa Rondinelli a Fiesole, atelier del paesaggista, laboratorio culturale e centro operativo per lo studio e la creazione di giardini e paesaggi. L’esposizione, curata da Luigi Latini2 con la collaborazione di Tessa Matteini e Marco Cei, è suddivisa in tre parti. La prima si occupa di delineare la figura di Pietro Porcinai, analizzando la sua formazione ed il contesto culturale in cui si è mosso, tra tradizione e modernità; la seconda indaga sullo sviluppo della complessa macchina professionale che gli ha consentito l’invenzione di alcuni tra i più straordinari paesaggi italiani del dopoguerra; la terza infine é dedicata allo studio di cinque progetti esemplari, diversi per ubicazione, tematiche, cronologia, disegno e materia, ma uniti dall’intima ed etica coerenza che pervade tutto il lavoro di Porcinai. 

  4. Plasticizers in total diet samples, baby food and infant formulae

    DEFF Research Database (Denmark)

    Petersen, Jens Højslev; Breindahl, T.

    2000-01-01

    The plasticizers di-n-butylphthalate (DBP), butylbenzylphthalate (BBP), di-2-(ethylhexyl)phthalate (DEHP) and di-2-(ethylhexyl)adipate (DEHA) were analysed in 29 total diet samples, in 11 samples of baby food and in 11 samples of infant formulae. In all of the total diet samples the presence of one...... as in infant formulae. The calculated mean maximum intakes of the individual compounds from the total diet samples were below 10% of the restrictions proposed by the EU Scientific Committee for Food (SCF), and the spread in individual intakes was considerable. DEHP was the plasticizer determined most...

  5. Spettroscopia atomica e processi radiativi

    CERN Document Server

    Degl’Innocenti, Egidio Landi

    2009-01-01

    Il volume si propone lo scopo di fornire al lettore i concetti fisici fondamentali che stanno alla base della spettroscopia atomica e dei processi di emissione e assorbimento della radiazione nei plasmi di laboratorio e astrofisici, coprendo argomenti fondamentali quali gli spettri atomici di atomi a uno o più elettroni, la quantizzazione del campo elettromagnetico, l'interazione fra materia e radiazione (trattata sia dal punto di vista classico che quantistico), le transizioni radiative, i fenomeni di equilibrio e non-equilibrio nei plasmi, la teoria del trasporto radiativo, l'emissione della radiazione di ciclotrone, di sincrotrone e di frenamento, e la diffusione Compton relativistica (trattata col formalismo della seconda quantizzazione). Il contenuto del volume e la sua impostazione generale, basata sui principi fisici, ne fanno un testo ideale per un insegnamento monografico semestrale, annuale o biennale (a seconda degli argomenti scelti) in un Corso di Laurea Specialistica o in una Scuola di Dottorat...

  6. La formula di consacrazione eucaristica – preannunziazione o anamnesi?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Piotr Roman Gryziec

    2006-12-01

    Full Text Available L’articolo presente tratta della traduzione delle parole di consacrazione eucaristica. Nel Missale romanum latino hanno usato il tempo futuro: “tradetur” (riguardo al Corpo ed “effundetur” (riguardo al Sangue, mentre nel testo greco del Nuovo Testamento si trovano i due participi: διδόμενον (Lc 22, 19 ed ἐκχυννόμενον (Mc 14, 24; Mt 26, 28; Lc 22, 10, i quali sono le forme del presente, perciò la Nuova Vulgata li traduce: “datur” ed “effunditur” (“funditur”. Il participium praesentis nel greco koine fu usato infatti anche nel senso futuro, esprimendo il fatto del futuro prossimo, però nel nostro caso le parole di Gesù non intendono informare sul futuro, ma assumono il carattere di un’anamnesi liturgica, attualizzando il sacrificio del Calvario (cfr. 1 Cor 11, 26: “annunciate la morte del Signore”, senza il quale il Corpo e il Sangue di Cristo non avrebbe il valore d’espiazione salvifica. Il postulato che risulta dalla dimostrazione esposta nell’articolo è applicare nei testi liturgici eucaristici i sintagmi: “il Corpo offerto” al posto di “il Corpo che sarà offerto” e “il Sangue versato” al posto di “il Sangue che sarà versato” (parimenti al missale nella lingua italiana. Le parole di Gesù scritte nel Nuovo Testamento sono infatti un’anamnesi del sacrificio salvifico, non soltanto una preannunziazione dei prossimi eventi.

  7. LA SCRITTURA COLLABORATIVA: LO STATO DELLA RICERCA INTERNAZIONALE E UNO STUDIO DI CASO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Debora Bellinzani

    2014-07-01

    Full Text Available Negli ultimi venti anni l’attività didattica di scrittura di testi in lingua seconda (L2 e lingua straniera (LS si è arricchita di nuove possibilità. In primo luogo da abilità che può essere appresa e sviluppata dopo l’acquisizione di solide basi linguistiche nella lingua target, la scrittura si è affermata anche come strumento per imparare la lingua utilizzabile fin dalle fasi iniziali dell’apprendimento. In secondo luogo da abilità individuale e introspettiva, la scrittura è oggi considerata un’attività che può essere svolta anche in modo collaborativo, a coppie o in gruppi, cooperando all’ideazione, alla stesura e alla revisione del testo da produrre. Nella prima parte di questo lavoro sono analizzati gli studi sulla scrittura collaborativa presenti nella letteratura scientifica con lo scopo di ottenere un quadro completo e aggiornato delle sue caratteristiche e della sua efficacia, con un’attenzione particolare alle indicazioni utili per l’insegnante che desideri proporre questo tipo di attività. Nella seconda parte del lavoro è presentato uno studio di caso, ossia un’attività di scrittura di un particolare tipo di testo, definito come “descrittivo/espressivo”, svolta a coppie da studenti universitari nell’ambito di un corso intensivo per l’apprendimento dell’italiano L2. L’attività ha preso le mosse dalla descrizione di due immagini-stimolo con differente potere evocativo. Obiettivi della sperimentazione sono stati la verifica dell’efficacia delle immagini come stimolo alla scrittura, della possibilità di scrivere congiuntamente di emozioni e dell’efficacia del testo “descrittivo/espressivo” nella scrittura collaborativa.   Collaborative writing: the state of art of international research and a case study  Debora Bellinzani Over the past twenty years, the teaching of writing texts in a second language (L2 and  a foreign language (LS has been enhanced with new possibilities. In the

  8. ALTERNATIF CARA DETEKSI KANDUNGAN IODIUM PADA GARAM BERIODIUM DI PASAR

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Yuniar Rosmalina

    2012-11-01

    Full Text Available Mengingat tingginya biaya yang diperlukan dalam menganalisa kandungan iodium pada garam secara laboratorium, serta pentingnya partisipasi masyarakat dalam penanggulangan masalah gangguan akibat kekurangan iodium, maka diperlukan teknologi sederhana untuk mendeteksi iodium pada garam iodium yang diperjualbelikan di pasar. Untuk itu telah dilakukan penelitian mengenai beberapa cara mendeteksi iodium pada garam menggunakan sumber karbohidrat dan sumber zat pereduksi, seperti Dioscorea Hispida Dennst (gadung, Manihot utilissima (singkong, atau Rubber seed (biji karet. Berdasarkan jenis dan jumlah campuran yang digunakan ada 6 formula yang diuji pada penelitian pendahuluan yaitu formula ICo, IICo, IC1, IIC1, ISo, dan IISo. Pada penelitian lanjutan, formula yang terpilih diuji menggunakan garam iodium yang dibeli dari pasar di Kodya Bogor. Hasil penelitian menunjukkan bahwa formula IICo dan IIC1 menggunakan perasan singkong atau gadung, serta formula IISo menggunakan parutan biji karet, dapat digunakan sebagai alat untuk mendeteksi kadar iodium pada garam beriodium. Formula IICo terdiri dari 4 ml perasan gadung atau singkong, dicampur dengan 45 g garam beriodium dan 8 ml asam cuka 25 persen. Formula IIC1 sama seperti formula IICo, tapi menggunakan gadung yang telah disimpan tiga minggu, dan singkong yang telah disimpan dua minggu. Formula IISo terdiri dari 7 gr parutan biji karet, ditambah dengan 45 g garam iodium dan 16 ml asam sitrat. Hasil penelitian lanjutan menunjukkan hanya 11.1 persen garam beriodium di Kodya Bogor mempunyai kandungan diatas 30 ppm, dan 88.9 persen dibawah 30 ppm. Garam beriodium yang mempunyai kandungan di atas 30 ppm akan menunjukkan warna biru atau ungu, dan yang mempunyai kandungan dibawah 30 ppm akan menunjukkan warna cokelat, warna biru yang tidak stabil atau tidak menunjukkan perubahan warna.

  9. Fenologia dei Chirotteri nella grotta di Onferno

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Massimo Bertozzi

    2003-10-01

    Full Text Available Con le sue 11 specie e le oltre 6000 presenze di Chirotteri la Riserva naturale orientata di Onferno è certamente un punto di notevole interesse nel patrimonio naturale italiano. A seguito dei piani di indagine e di sorveglianza posti in essere fin dalla sua creazione nel 1992 da parte della gestione della Riserva e soprattutto grazie al progetto LIFE in corso, si riassumono qui i principali tratti fenologci delle diverse specie nella cavità. Il sistema ipogeo è altamente differenziato topografica e in termini di microclima, come rilevato dal sistema di monitoraggio presente. Da Dicembre inizia il periodo più tipicamente invernale con rapido abbandono della cavità principale da parte dei miniotteri. Vi rimangono poche decine di esemplari e altrettanti rinolofidi delle diverse specie. Tale situazione si prolunga con alcune piccole variazioni fino a Marzo. Al cambio di stagione i miniotteri si muovono dai rifugi posti soprattutto in un tunnel a S. Marino (circa 11 km in linea d?aria a temperatura tra i 3 e 5 °C per tornare nel tratto principale a circa 7°C. I rinolofidi mantengono le posizioni e i numeri precedenti. Con Aprile il gruppo dei miniotteri, oramai completo o quasi, si sposta nella Sala Guano o rimane in vari ambiti del percorso principale. I rinolofidi appaiono in movimento ma il loro numero diminuisce almeno dalle zone di controllo. A Maggio compaiono anche i grandi vespertili già aggregati al grande gruppo dei miniotteri che spesso si presenta in contingenti suddivisi in vari ambiti della grotta. Non si ritrovano più rinolofi maggiori, mentre euryale e minore raggiungono le sale più calde e secche. Con Giugno i contingenti si concentrano nella grande sala ?Quarina? per formare nella seconda metà la colonia riproduttiva. Dal 15 circa iniziano i parti in tutte le specie. Nel Miniottero si registrano scarti di almeno una settimana tra l?avvio della riproduzione e le ultime nascite. Tutto Luglio è speso nella crescita dei

  10. UNO STUDIO DI CASO SULL’ELABORAZIONE E L’UTILIZZO DEL FEEDBACK SCRITTO IN APPRENDENTI DI ITALIANO L2

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Livia Alberti

    2015-02-01

    Full Text Available Attraverso uno studio di caso che coinvolge due studentesse di italiano L2 di livello elementare/intermedio, si prendono in esame alcuni dei fattori che possono influire sull’utilizzo del feedback scritto da parte degli apprendenti. La raccolta dei dati si è svolta in tre giornate: nella prima le partecipanti hanno scritto un testo collaborativo a partire da una storia per immagini; nella seconda i testi, corretti con un intervento di feedback implicito, sono stati riconsegnati e la coppia ha prima analizzato le segnalazioni ricevute e poi riscritto il testo; nella terza le apprendenti hanno prodotto testi individuali a partire dallo stesso stimolo visivo. Oltre a confrontare le diverse stesure del testo, si analizzano le interazioni avvenute tra le apprendenti durante il lavoro di coppia finalizzato a utilizzare il feedback per produrre il secondo testo collaborativo. I risultati mostrano da un lato che un elevato livello di coinvolgimento nell’elaborazione del feedback non ne garantisce un utilizzo efficace, dall’altro che hanno un peso non trascurabile anche fattori più “personali” come le convinzioni sulla lingua bersaglio e l’atteggiamento nei confronti del lavoro di coppia.  A case study on the development and use of written feedback in Italian L2 learners  Through a case study involving two female elementary/intermediate Italian L2 students, we examine some of the factors that may affect the use of written feedback by the learners. Data collection took place over three days: on the first day, the participants wrote a collaborative text from a picture story; on the second the texts, corrected using implicit feedback, were returned, and the students first analyzed the reports received and then rewrote the text; on the third day the learners produced individual texts from the same visual stimulus. In addition to comparing the various drafts of the text, we analyzed the interactions between the learners during pair work aimed

  11. La seconda visione. Wilde cita Balzac I

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Susi Pietri

    2010-06-01

    Full Text Available Oscar Wilde, “lettore di Balzac” in Balzac in English, The Decay of Lying, e in diversi altri saggi e conversazioni immaginarie, sperimenta una pratica particolarmente trasgressiva della citazione, riscrivendo e rileggendo auto-letture dello stesso Balzac e letture balzachiane di altri scrittori, come Charles Baudelaire, Théophile Gautier e Algernon Charles Swinburne, fino a trasformare la manipolazione delle citazioni in reinvenzione estetica. L’inserzione di temi e personaggi della Comédie humaine nelle proprie opere saggistiche e dialogiche risponde a una complessa strategia di “riappropriazione” dell’eredità balzachiana, attraverso l’esplorazione del potere performativo della “maschera”, l’uso sistematico di paradossi critici, la poetica del “plagio” e del “plagio vivente” in quanto “citazione a rovescio” dell’Arte da parte della Vita e viceversa. Oscar Wilde, “reader of Balzac” in Balzac in English and in The Decay of Lying, as well as in other essays and imagined conversations, tests an especially transgressive practice of quotation, rewriting and rereading both Balzac’s self-readings and the readings of Balzac made by other writers, such as Charles Baudelaire, Théophile Gautier and Algernon Charles Swinburne. In this way, Oscar Wilde transforms the manipulation of quotations into a new aesthetic invention. Indeed, by inserting themes and characters taken from the Comédie humaine in his own essays and dialogues, Wilde follows a complex strategy to take possession of Balzac’s inheritance and explores the performative power of the “mask”, the systematic use of critical paradoxes, the poetics of “plagiarism” and of “living plagiarism” as “reverse quotation” of Art by Life and vice versa.

  12. IL NOME IN LIS NEL SEGNATO DI ADULTI UDENTI: UNA INDAGINE PRELIMINARE SUL CORPUS LISAU

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Matteo La Grassa

    2016-09-01

    Full Text Available L’indagine presenta i primi risultati emersi dall’analisi di una parte del corpus LISAU (LIS di Adulti Udenti sulla produzione segnata del sintagma nominale in LIS da parte di informanti udenti che hanno appreso la LIS come L2 in età adulta. Scopo dell’indagine è cominciare a tracciare una linea di ricerca nell’ambito della linguistica acquisizionale con riferimento all’acquisizione della LIS come L2 da parte di udenti. Il corpus LISAU include il segnato di 7 informanti udenti con livello di competenza omogenea che hanno terminato un corso di terzo livello presso la sede Ente Nazionale Sordi di Prato e di 2 informanti sordi segnanti nativi considerati come gruppo di controllo. L’analisi si è incentrata sulla realizzazione dei nomi di prima e di seconda classe rilevando anche forme non citazionali, sulla realizzazione di forme plurali e sulle modalità di accordo tra nomi e aggettivi. Dalla maggior parte dei dati analizzati si rileva la piena competenza degli informanti nella realizzazione del sintagma nominale. Nouns Signed by hearing adults in LIS: a preliminary survey on the LISAU corpus The results of an analysis concerning part of the LISAU (LIS of  Hearing Adults corpus related to the production of the noun phrase in LIS by hearing informants who learned the LIS L2 in adulthood are presented. The purpose of the investigation was to outline the process with regard to the acquisition of LIS L2 by hearing adults. The LISAU corpus is composed of the sign language of 7 hearing informants with a homogeneous level of competence who completed a third-level course at the Ente Nazionale Sordi in Prato. LISAU also includes the sign language of 2 deaf native signers, considered the control group. The analysis focuses on the first and second-class nouns, including non-citation forms, plural forms and noun-adjective agreement. Most of the analyzed data reveals the informants’ full competence in creating noun phrases.

  13. IL DUELLO NEL RINASCIMENTO E IL RIPENSAMENTO ETICO SUL DUELLO DI FRANCESCO PATRIZI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fulvio Šuran

    2012-01-01

    Full Text Available In questa prima parte del saggio ci soff ermeremo in modo particolare al periodo che intercorre tra la seconda metà del XV secolo e la prima metà del XVI secolo, in quanto è in questo lasso di tempo che si trovano serie e chiare testimonianze riguardanti la questione del duello. E questo sia nelle opere letterarie che in quelle riguardanti la precettistica. Per quanto riguarda quelle di precettistica, oltre al gran numero di trattati, è da tener presente anche il gran numero delle loro riedizioni, specialmente di quelli più famosi. Dove, oltre all'immancabile comunanza d’interessi fra poeti epici e trattatisti del duello, si noterà anche una sostanziale identità terminologica - per esempio sia i poeti sia i trattatisti ritengono che il duello sia una ‘prova’ di giudizio fi nale. Questo non comporta, nel contempo, una convergenza di convinzioni fi losofi che, in quanto, come si vedrà, il duello letterario diff erisce da quello reale proprio per la sua diversa comprensione fi losofi ca del combattere. Pertanto con la presente relazione si cercherà di dispiegare la problematica che questo istituto di per sé ha comportato nel periodo storico preso in considerazione. Il duello infatti si configurava come una questione sociale tutt'altro che irrilevante per la sua connotazione ambivalente di ordalia – quale forma particolare di rapporto fra uomo e sacro – e di inculpata tutela – quale forma particolare di ricorso alla violenza privata a tutela di un fondamentale diritto naturale. In tutti e due i casi si tratta di una forma di onore, sia individuale sia nobiliare, del quale il Patrizi ne discuterà la fondatezza interpretandolo specialmente in qualità di virtù. In questa defi nizione dell'onore – che il Patrizi aff ronta con un gusto platonico – si possono scorgere questioni di alta portata politica, che ponevano sotto varia forma la questione dei rapporti tra individuo e Stato. In tal modo il duello d’onore assumeva un

  14. Viaggiatori per “diporto” nella Napoli di antico regime

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paola Avallone

    2010-10-01

    Full Text Available Per il periodo preunitario siamo ancora lontani dall’idea di turismo nell’accezione attuale e ancor di più non si può parlare di turismo di massa. Operatori turistici come Thomas Cook arriveranno in Italia solo nella seconda metà dell’800 quando ormai è in declino il Grand Tour. Diffusosi a partire dal XVII, il Grand Tour era inteso come quel lungo viaggio nell'Europa continentale effettuato dai ricchi giovani dell'aristocrazia britannica e destinato a perfezionare la loro educazione con partenza ed arrivo in una medesima città. Questo viaggio poteva durare dai pochi mesi fino a 8 anni. Le destinazioni principali erano la Francia, l'Olanda, la Germania, ma aveva come obiettivo privilegiato l'Italia e Roma, e di norma includeva le tappe di Venezia, Firenze, Bologna, Pisa e Napoli. Durante il Tour, i giovani imparavano a conoscere la politica, la cultura, l'arte e le antichità dei paesi europei. Passavano il loro tempo facendo giri turistici, studiando e facendo acquisti. L'Italia con la sua eredità della Roma antica, con i suoi monumenti, divenne uno dei posti più popolari da visitare. Oltre alla conoscenza del mondo antico gli Inglesi vennero così a contatto con le opere di Palladio e con il Neoclassicismo. Napoli, soprattutto quando divenne Capitale con l’arrivo della dinastia borbonica sul trono, era tra le mete finali dei grandtouristi. Oltre alle bellezze naturali e al tepore del clima mite durante tutto l’anno, l’élite culturale europea era interessata alla storia e all’arte del sud della penisola. L’Italia meridionale raccoglieva l’eredità della Magna Grecia e le suggestioni dell’Impero Romano, che si potevano ammirare sia a est che a ovest della città. Ma c’erano anche il Vesuvio, la Solfatara, i Campi Flegrei, luoghi legati ad eventi impressionanti e scientificamente ancora non provati, e che sollecitavano la curiosità di naturalisti, studiosi di flora e fauna ma anche di pittori e artisti in generale

  15. Élites di governo e «mastre» ad Agrigento fra Trecento e Quattrocento

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Titone, Fabrizio

    2002-12-01

    Full Text Available Even if the Sicilian state communities acquired a new and central importance during the reigns of Martino and of Alfonso V, with a few exceptions there is no monographic or comparative research on the urban social dynamics. This article concerns the town of Agrigento and, in particular, the origin of the city groups, their various political roles and the power balances among various government groups with reference to the formation of lists of those eligible for election for various local council posts. It is thought that the institutions of such lists represented the victory of aristocracy over other social groups in urban dynamics from the second half of the reign of Alfonso. It has been shown, on the contrary, that the applications, even if confirmed, of those eligible for election didrit necessarily mean that they were actually accepted. From this situation a system of government arose in which the magistri carried out an important role during the whole reign of Alfonso, without undergoing any serious exclusion on the part of the nobiles.

    Sebbene le comunità demaniali siciliane acquisiscano un peso centrale ed inedito nei regni di Martino e di Alfonso V, a parte poche eccezioni mancano ricerche monografiche e comparate delle dinamiche sociali cittadine Questo articolo prende in esame la città di Agrigento, in particolare la formazione dei raggruppamenti sociali, il loro differente ruolo politico e gli equilibri di potere tra i gruppi di governo, con riferimento alle istituzioni delle liste di eleggibili per l'elezione alle cariche locali. E opinione comune che le istituzioni di tali liste rappresentino l'affermazione della aristocrazia, sugli altri raggruppamenti sociali, nelle dinamiche urbane sin dalla seconda metà del regno alfonsino. Si dimostra, invece, che le richieste di elenchi di eleggibili, anche se placitate, non comportano necessariamente una loro effettiva applicazione. Ne risulta un quadro di governo in cui

  16. Book review, Principi di video-otoendoscopia nel cane e nel gatto, Giovanni Ghibaudo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2011-12-01

    Full Text Available Per il veterinario libero professionista le malattie auricolari dei cani e dei gatti sono il pane quotidiano, ciò nonostante il loro studio è progredito lentamente anche perché molti veterinari trovavano difficoltà nell’effettuare l’otoscopia e nel riconoscere la patologia otologica. L’avvento del video-otoscopio ha permesso di rilevare le malattie e i cambiamenti dell’orecchio. L'autore ha pertanto sentito la necessità di sviluppare i principi di video-otoendoscopia nel cane e nel gatto e inserirli in un’opera, unica in Italia nel suo genere, basandosi sulla propria esperienza clinica e sul materiale iconografico presente in letteratura. Nell’agile libro ci sono 94 figure video-otoscopiche che fanno comprendere visivamente la normale anatomia e le malattie dell’orecchio. Sono presentati 68 casi in cui è visibile l’immagine dell’orecchio esterno, sempre accompagnata da visioni video-otoscopiche di ciò che sta succedendo nel canale uditivo più in profondità. Nella prima parte del volume viene descritta l’anatomia dell’orecchio esterno e medio, sono fornite le informazioni essenziali per un corretto approccio e per la gestione delle otiti, per la preparazione del paziente e, infine, vengono indicati strumenti e metodiche di video-otoendoscopia. La seconda parte, attraverso immagini endoscopiche, illustra l’aspetto dell’orecchio normale del cane e del gatto. Successivamente, immagini endoscopiche chiare ed esemplificative accompagnano la descrizione delle lesioni presenti in corso di otiti acute, croniche e neoplastiche. Lo stesso schema è stato seguito nell’illustrare l’aspetto normale e alterato della membrana timpanica e dell’orecchio medio. Per ogni causa di otite sono state affiancate, a un testo essenziale d’immediata comprensione, immagini endoscopiche per una collezione iconografica il più possibile completa. Inoltre, Giovanni Ghibaudo fornisce utili consigli per esempio sull’utilizzo di spugne

  17. The educational affordances of Lego-based play in primary school

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luisa Salmaso

    2013-12-01

    Full Text Available Questo articolo presenta un’esperienza didattica attuata in una classe prima e in una classe seconda della Scuola Primaria mediante l’utilizzo di mattoncini Lego. Al termine di questo percorso è stato possibile delineare alcuni elementi utili per sostenere l’efficacia del gioco a favore dello sviluppo delle abilità visuo-spaziali e di pianificazione, anche in una prospettiva inclusiva e di pari opportunità di genere.

  18. Una Prefazione nel contesto del 13 novembre

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nicola Colaianni

    2015-11-01

    Full Text Available Come regolarsi verso le minoranze, ordinarsi coesi nelle società multiculturali e multireligiose dei giorni nostri? Domanda angosciosa e drammatica al cospetto dell’orrenda strage di Parigi, che ho negli occhi mentre scrivo. Come gli altri di cui continua la scia sanguinosa, da Charlie Hebdo fino all’11 settembre di New York, quest’ultimo atto terroristico mira a distruggere i valori fondamentali delle nostre società: la dignità della vita, la libertà, la solidarietà, la pace. Guerra, infatti, è la parola che si sente risuonare. “Siamo in guerra”, s’ode da ogni angolo dell’Occidente. “Guerra!”, allora, dev’essere la risposta, innanzitutto nei territori dominati dalle organizzazioni terroristiche: come se dopo la seconda guerra mondiale con la Carta delle Nazioni Unite non avessimo attributo al Consiglio di sicurezza l’azione di polizia internazionale proprio per evitare il “flagello della guerra”. E un atteggiamento bellico anche sul piano interno: tolleranza zero, chiusura dei confini, legislazione dell’emergenza e misure estreme di polizia nei nostri paesi, dove attraverso le comunità d'immigrati, magari ormai di seconda o terza generazione, s'infiltrano i terroristi. La casa bruci

  19. Giornalismo Matematico "A Carattere Elementare" Nella Seconda Meta Dell'Ottocento.

    Science.gov (United States)

    Furinghetti, Fulvia; Somaglia, Annamaria

    1992-01-01

    Considers the Italian mathematical journals of the second half of the nineteenth century oriented to the teaching of mathematics at different school levels. Focuses on three journals: "Rivista di matematica elementare,""Periodico di matematica," and "Rivista di Matematica." Analyzes elements that help outline their…

  20. Da BlogDidattici... AppassionataMente: il blog tra portal class e consulenza professionale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Renato Murelli

    2013-03-01

    Full Text Available In questo contributo sono descritte due esperienze relative all’uso del blog provenienti dalla comunità di BlogDidattici... AppassionataMente. La prima esperienza analizza l’evoluzione di un blog da strumento per la classe a blog di segnalazione di software didattico. La seconda mostra come l’uso didattico del blog, partendo da uno specifico approccio disciplinare, si apra comunque ad altre dimensioni dei processi di insegnamento e apprendimento.

  1. Differentiated mono and multimaterial waste collection methods; Sistemi di raccolta differenziata di rifiuti solidi urbani: metodologie tecnico-economiche applicate ad un ambito territoriale calabrese

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Reitano, A [Calabria Univ., Arcavata di Rende, CS (Italy). Dipt. di Organizzazione Aziendale e Amministrazione Pubblica; Giacchino, P P

    1999-12-01

    The technical, economical and financial estimate of differentiated mono and multimaterial waste collection methods is the subject of this research. This is referred to a Calabrian (Italy) territorial ambit and it is divided in two stages: the first one is based on the evaluation of the possible technical achievement of the two alternatives; the second one lies in the formulation of foreseeing economic and capital accounts to which operative and financial methods are applied for the evaluation of investments. [Italian] La ricerca ha come oggetto la valutazione tecnica ed economico-finanziaria dei sistemi per la raccolta differenziata mono e multi-materiale dei rifiuti solidi urbani. Specificatamente riferita ad un ambito territoriale calabrese, si articola in due fasi: la prima e' focalizzata sulla realizzabilita' tecnica delle due alternative; la seconda consiste nella formulazione dei conti previsionali economico e di capitale, cui vengono, quindi, applicati i metodi operativi e finanziari per la valutazione degli investimenti.

  2. Processes of planning and management control application to ENEA context; Metodologie di pianificazione e controllo di gestione tradizionali ed innovative a confronto. Prospettive di applicazione in un ente complesso: l'ENEA

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Palasciano, G [Bari Univ., Bari (Italy). Facolta' di Economia; Di Marco, R A [ENEA, Sede Centrale, Rome (Italy). Funzione Centrale Informatica; Leone, M E

    1999-07-01

    produzione; dai nuovi mercati che si evolvono in tempi rapidissimi, da una competizione globale. Come conseguenza di cio', il processo di pianificazione e controllo di gestione deve supportare il decision maker e fornirgli informazioni di tipo strategico (non solo contabile). Oltre alle imprese aventi natura privatistica, gli Enti statali e parastatali (primo fra tutti l'ENEA, soggetto di questa tesi di laurea) hanno percepito il bisogno di migliorare se stessi e di adeguare i loro sistemi di controllo gestionale alle nuove esigenze. Ma non si tratta solo di un bisogno: si tratta anche di un obbligo giuridico. Infatti, dal 1990 molte leggi in materia sono state emanate. Esse hanno imposto la riforma sia del controllo finanziario che di quello gestionale e la re-ingegnerizzazione del sistema di contabilita' tecnica. Questa tesi di laurea, svolta in collaborazione tra l'ENEA e l'Universita' degli Studi di Bari, e' divisa in due parti. La prima concerne una trattazione teorica dell'argomento ed evidenzia i problemi riscontrati nel processo di pianificazione e controllo gestionale delle imprese private, suggerendone alcune soluzioni. Nella seconda parte c'e' una applicazione pratica nella quale le nuove tecniche di pianificazione e controllo di gestione sono applicate al contesto dell'ENEA, giungendo ad una revisione dello schema di bilancio, come previsto dalla legge 94/97.

  3. Processes of planning and management control application to ENEA context; Metodologie di pianificazione e controllo di gestione tradizionali ed innovative a confronto. Prospettive di applicazione in un ente complesso: l'ENEA

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Palasciano, G. [Bari Univ., Bari (Italy). Facolta' di Economia; Di Marco, R. A. [ENEA, Sede Centrale, Rome (Italy). Funzione Centrale Informatica; Leone, M.E.

    1999-07-01

    sconvolgono il mondo della produzione; dai nuovi mercati che si evolvono in tempi rapidissimi, da una competizione globale. Come conseguenza di cio', il processo di pianificazione e controllo di gestione deve supportare il decision maker e fornirgli informazioni di tipo strategico (non solo contabile). Oltre alle imprese aventi natura privatistica, gli Enti statali e parastatali (primo fra tutti l'ENEA, soggetto di questa tesi di laurea) hanno percepito il bisogno di migliorare se stessi e di adeguare i loro sistemi di controllo gestionale alle nuove esigenze. Ma non si tratta solo di un bisogno: si tratta anche di un obbligo giuridico. Infatti, dal 1990 molte leggi in materia sono state emanate. Esse hanno imposto la riforma sia del controllo finanziario che di quello gestionale e la re-ingegnerizzazione del sistema di contabilita' tecnica. Questa tesi di laurea, svolta in collaborazione tra l'ENEA e l'Universita' degli Studi di Bari, e' divisa in due parti. La prima concerne una trattazione teorica dell'argomento ed evidenzia i problemi riscontrati nel processo di pianificazione e controllo gestionale delle imprese private, suggerendone alcune soluzioni. Nella seconda parte c'e' una applicazione pratica nella quale le nuove tecniche di pianificazione e controllo di gestione sono applicate al contesto dell'ENEA, giungendo ad una revisione dello schema di bilancio, come previsto dalla legge 94/97.

  4. Hull Formula and Standard of Compensation for Expropriation in Postcolonial States

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Ya’kub Aiyub Kadir

    2017-08-01

    ABSTRAK: Setelah progam dekolonisasi negara-negara jajahan, salah satu isu yang mencuat dalam hukum internasional adalah perlindungan investasi asing dari nasionalisasi  negera negara baru merdeka. Dalam hal ini hull formula yang mulanya didesain oleh negara Amerika terhadap Mexico, digunakan sebagai standar kompensasi dari nasionalisasi. Dari perspektif negara negara poskolonial standar ini dianggap tidak adil, bahkan standar ini digunakan hanya untuk memperkuat dominasi negara negara penjajah di bekas jajahannya. Dengan menggunakan metodologi kajian hukum kritis, tulisan ini ingin mengkaji sejauhmana relevansi hull formula untuk diterapkan dalam konteks negara-negara poskolonial. Tulisan ini diharapkan dapat berkontribusi untuk pemahaman konsep tentang standar kompensasi terhadap nasionalisasi di negara negara poskolonial, dan dapat membuka wacana merumuskan kembali standar secara lebih fair dan adil dari perspektif  negara postkolonial.

  5. Little Italy, big japan: patterns of continuity and displacement among ...

    African Journals Online (AJOL)

    L'articolo studia due incontri di eccezione tra la cultura italiana e quella giapponese: l'organica interpretazione di Fosco Maraini, antropologo e orientalista, in visita a più riprese (anche in circostanze drammatiche) nel paese del Sol Levante prima e dopo la seconda guerra mondiale; le impressioni e i giudizi, tra letteratura ...

  6. Comuni in guerra. Amministrazione, popolazione e risorse nella Bassa Romagna

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elisa Dondi

    2016-11-01

    Full Text Available Presentiamo gli esiti di una ricerca svolta negli archivi storici comunali di Massa Lombarda, Russi e Bagnacavallo sul tema dell'alimentazione durante la seconda guerra mondiale. Si sono analizzate le funzioni affidate ai Comuni, le condizioni alimentari dei tre comuni rurali e le reazioni alle privazioni della popolazione. Attraverso lo studio di un caso locale abbiamo cercato di cogliere gli aspetti generali che caratterizzano il vettovagliamento del fronte interno italiano.

  7. Sampel Susu Formula dan Praktik Pemberian Air Susu Ibu Eksklusif

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tuti Nuraini

    2013-07-01

    Full Text Available Cakupan pemberian air susu ibu (ASI eksklusif di Kota Pagar Alam, tahun 2011 sekitar 43% tergolong rendah. Sebaliknya, pemberian susu formula meningkat tiga kali lipat dari 10,3% menjadi 32,5%. Iklan susu formula telah menyentuh bidan swasta dan puskesmas melalui pendekatan produsen susu formula dan pemberian susu formula secara gratis kepada ibu menyusui. Penelitian yang bertujuan mengetahui determinan kegagalan praktik pemberiaan ASI eksklusif di Kota Pagar Alam Provinsi Sumatera Selatan ini menggunakan desain studi unmatching kasus kontrol. Populasi adalah seluruh ibu yang mempunyai bayi berusia 7 _ 12 bulan. Penarikan sampel dilakukan dengan metode proportional random sampling. Variabel terikat praktik adalah pemberian ASI eksklusif, variabel bebas adalah pemberian sampel susu formula. Ibu yang mendapat sampel susu formula dan yang tidak mendapat dukungan tenaga kesehatan berisiko 3,67 dan 4,2 kali lebih besar untuk tidak memberikan ASI eksklusif. The coverage of exclusive breastfeeding in the City of Pagar Alam in 2011 was by 43%. Advertising of infant formula has reached privately practicing midwives or health centers. The approach from infant formula manufacturers to midwives in health centers is by providing free milk formula to nursing mothers to be distributed under the pretext of promotion. The objective of this study is to analyze the determinants of exclusive breastfeeding practice failures in the City of Pagar Alam of South Sumatra Province. The population study with an unmatched case-control design was conducted in the City of Pagar Alam. The population was all breastfeeding mothers who had babies in the city of Pagar Alam of South Sumatra Province. The research subjects are breastfeeding mothers who had babies aged 7 - 12 months who selected with proportional random sampling method. The variables of the study included the dependent variable, i.e, the practice of exclusive breastfeeding, the independent variable, i.e, promotion of

  8. Os mares e o "fondaco": viagens de Florian

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vera Horn

    2005-12-01

    Full Text Available I due mari di Fliran, emignato di seconda generazione diviso tra la terra dove nato e la terra di sua madre, tra la Germania e la Calabria. Un viaggio che contiene altri viaggi, tra i quali spicca quello di Florian nel suo esere e la ricerca di un´identità. Ill viaggio di Dumas, punto di partenza per un viaggio interstuale e confluenza di un percorso esistenziale, e Ill Fondaco del Fico, transformato in locanda di famiglia e simbolo maggiore di una cultura antica che si rinnova. L´emigrazione como potenzialità umana e letteraria; spazio di pluralità.

  9. La teoria del ciclo vitale del risparmio di Modigliani cinquant’anni dopo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mauro Baranzini

    2005-06-01

    Full Text Available Nei primi anni ’50 Franco Modigliani, insieme a Richard Brumberg e ad Albert Ando, formulò lateoria del ciclo vitale del consumo e del risparmio, che ha riscosso un enorme e indiscussosuccesso per almeno tre decenni. Tuttavia, a partire dai primi anni ’80 la teoria del ciclo vitale èstata criticata in modo sempre più serrato, per almeno quattro ragioni. La prima consistenell’esistenza di una significativa trasmissione intergenerazionale della ricchezza, da ricondurre acause esogene al modello del ciclo vitale. La seconda ragione è rappresentata dalla crescenteevidenza che i ricchi continuano a risparmiare in misura maggiore rispetto ai meno fortunati,come, in effetti, Keynes sosteneva. Il terzo motivo è che vi sono prove sempre più evidenti,almeno nell’Europa occidentale e in Giappone, che le famiglie giovani, durante i venti e i trentaanni di età, risparmiano una quota positiva e crescente del proprio reddito, e ciò si pone indeciso contrasto con la versione originaria della teoria del ciclo vitale. Infine, numerosi lavoriempirici hanno rilevato che i pensionati accantonano una parte elevata del proprio reddito. Ciòimpone un serio ripensamento dell’approccio della teoria del ciclo vitale, che interessa sia l’analisieconomica sia la politica economica.

  10. Frère Zacharie de Vitré Récollet, Les Essais de méditations poétiques sur la passion, mort et résurrection de Notre-Seigneur Jésus-Christ

    OpenAIRE

    Mastroianni, Michele

    2017-01-01

    Interessante esempio di poesia devozionale e meditativa sulla passione, morte e resurrezione di Cristo, gli Essais des méditations poétiques di Frère Zacharie de Vitré Récollet, predicatore e teologo francescano, protetto di Camille de Neufville, arcivescovo di Lione, escono per la prima volta a Parigi nel 1659 per i tipi di François Muguet e, in seconda edizione a Lione, nel 1660, per l’editore Alexandre Fumeux. La raccolta, di 429 poemi (348 sonetti e 81 epigrammi), riunisce testi poetici p...

  11. Il trasferimento tecnologico università-imprese: profili giuridici ed economici = University-Enterprises Technological Transfer: legal and economic issues

    OpenAIRE

    Siragna, Sara

    2011-01-01

    Il trasferimento tecnologico delle innovazioni prodotte dalla realtà accademica alla realtà imprenditoriale influisce profondamente sul progresso economico e sociale di un paese. La ricerca condotta dai ricercatori all’interno di strutture pubbliche e private, accomunate dalla produzione costante d’innovazione, contribuisce all’affermazione d’una nazione a livello internazionale. L’ammontare di fondi stanziati dagli stati per la ricerca varia a seconda della sensibilità dimostrata dal paese n...

  12. Brevi cenni introduttivi sull’istituzionalizzazione dell’Islam nella felix Austria

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Testa Bappenheim

    2011-03-01

    giuridica”, 9-10 Marzo 2007, organizzato dalla Cattedra di diritto ecclesiastico della Facoltà di Giurisprudenza (Prof. Fuccillo, Seconda Università di Napoli. SOMMARIO: 1. Premesse – 2. La legge del 15 luglio 1912 – 3. Il decreto attuativo del 2 maggio 1979 - 3.1. I componenti - 3.2. La persona giuridica- 3.3. Il patrimonio - 3.4. L’insegnamento della religione e l’insegnante - 3.5. Il muftì.

  13. Il significato della relatività

    CERN Document Server

    Einstein, Albert

    1955-01-01

    La prima edizione di questo libro, pubblicata bel 1922, comprendeva il testo delle Stafford Little Lectures tenute da Einstein nel maggio 1921 alla Università di Princeton. Nel 1945 Einstein aggiunse un'appendice sulla sua teoria generalizzata della gravitazione. Nel 1953 Einstein rifece del tutto, ampliandola, la seconda appendice, a cui aggiunse un Supplemento nel 1954.

  14. Author Details

    African Journals Online (AJOL)

    Zangrilli, F. Vol 17, No 1 (2004) - Articles Il piradellismo di Buzzati (Prima parte) Abstract PDF · Vol 17, No 2 (2004) - Articles Il pirandellismo di Buzzati (Seconda parte) Abstract PDF. ISSN: 2225-7039. AJOL African Journals Online. HOW TO USE AJOL... for Researchers · for Librarians · for Authors · FAQ's · More about AJOL ...

  15. LE STAZIONI DI APPRENDIMENTO: ESEMPI DIDATTICI PER UN APPROCCIO DI TIPO GLOBALE ALL’INSEGNAMENTO DELLA LINGUA ITALIANA A STRANIERI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonietta Gobbis

    2015-02-01

    Full Text Available Il metodo, che si rifà alle teorie pedagogiche di Maria Montessori (1870-1952, è un esempio di lezione “aperta” fondato su pratiche che attivano la sfera emozionale, sensoriale e relazionale oltre a quella logico-razionale della mente. Nel processo di apprendimento di conoscenze acquisite non solo attraverso l’ascolto delle parole dell’insegnante, ma anche attraverso esperienze scelte autonomamente e consapevolmente da soli e in gruppo, l’ambiente delle stazioni didattiche offre tutto il materiale di sviluppo cognitivo in maniera che sia liberamente fruibile dal discente per favorirne la socializzazione e l’autonomia (secondo il motto di Maria Montessori ‘Aiutami a fare da solo’. A lezione esse non solo offrono varietà, comunicazione e divertimento ma, e in ciò è il loro massimo pregio, differenziazione interna al gruppo degli studenti, che possono, senza alcuna pressione da parte dei compagni, lavorare al proprio ritmo e livello scegliendogli esercizi secondo le preferenze individuali lungo un percorso aperto a canali diversi di apprendimento e orientato ad un vivace interscambio con gli altri.Il nostro contributo fa riferimento a tre esempi di stazioni didattiche legate alle feste che più richiamano l’attenzione degli studenti stranieri sul nostro paese: il Natale e il Carnevale. Tali tematiche mostrano come il modello della stazioni didattiche riesca a rapportarsi al vissuto degli studenti motivandoli al raffronto interculturale. Le abbiamo sperimentate in gruppi di studenti dell’Università delle Lingue Mondiali di Tashkent che frequentano il primo e secondo anno del corso di Italiano, studiato come seconda lingua.   Learning stations: didactic examples for a global teaching method This method, based on Maria Montessori’s educational theories, is an example of “open” lessons based on activities that activate emotions, senses and relationships, besides logic and reason. In the learning process knowledge is

  16. Formula Dan Ekspresi Formulaik: Aspek Kelisanan Mantra Dalam Pertunjukan Reog

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Heru S.P Saputra

    2010-12-01

    Full Text Available Artikel ini bertujuan mendiskusikan aspek kelisanan mantra yang digunakan dalam pertunjukan reog. Hasil kajian menunjukkan bahwa dalam seni tradisi reog, mantra merupakan media verbal yang digunakan oleh pembarong untuk mendatangkan kekuatan magis dalam rangkaian tari dhadhak merak. Mantra-mantra di antaranya Mantra Prosesi Drojogan dan Mantra Pangracutan dalam konteks pertunjukan reog merupakan wujud aspek kelisanan. Mantra-mantra tersebut tersusun atas formula-formula, yakni formula repetisi tautotes, formula paralelisme sintaktis, formula konkatenasi, formula repetisi anafora, dan formula repetisi epifora. Dengan beragam formula tersebut, mantra memiliki perulangan yang berpola dan men- jadi terasa ritmis sehingga menunjukkan ekspresi formulaik. Formula dan ekspresi formulaik tersebut merupakan aspek kelisanan utama yang mencerminkan sakralitas dan spiritualitas da- lam seni tradisi reog. Abstract: This article aims to discuss aspects of spells (magic-formula orality used in the reog show. The study shows that in the reog tradition art, the spells is a verbal medium used by pembarong to bring in a series of magical power dhadhak merak dance. Spells among others, Prosesi Drojogan and Pangracutan spells in the context of the show is a form of reog orality aspects. Spells are made up of formulas, i.e. tautotes repetition formula, syntactic parallelism formula, concatenate formula, anaphora repetition formula, and epifora repetition formula. With a variety of formulas, the repetition of the spells has become patterned and rhythmic feel, thereby indicating formulaic expression. The formulas and formulaic expressions are the main orality aspects that reflect sacredness and spirituality in reog traditions art. Key Words: spells or magic-formula, formulas, sacredness, spirituality, tradition art

  17. LINGUA ITALIANA E LINGUA NAZIONALE IN ALCUNE PARTITURE DI MUSICA GIAPPONESE

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Giardini

    2016-02-01

    Full Text Available L’articolo intende esaminare le caratteristiche principali dell’«italiano musicale» in alcune partiture del repertorio vocale classico giapponese del XIX e del XX secolo. Nella parte introduttiva vengono esaminati i tratti principali della storia e della cultura musicale giapponese, con particolare riferimento all’introduzione del sistema occidentale e alla sua fusione con il repertorio preesistente durante l’epoca Meiji; vengono successivamente presentati in traduzione alcuni brani particolarmente rappresentativi, con alcune indicazioni biografiche sui rispettivi autori.Nella seconda parte, viene esaminato più nel dettaglio il lessico musicale in alcune partiture, seguendo la seguente classificazione: 1 indicazioni sul genere e sul titolo delle composizioni; 2 indicazioni di carattere agogico e di espressione; 3 indicazione di carattere dinamico. Particolare attenzione è dedicata alle motivazioni che spingono i compositori giapponesi ad alternare la lingua italiana alla lingua nazionale, nonché alla capacità dell’«italiano musicale» di adattarsi alle peculiari esigenze espressive di un orizzonte artistico piuttosto lontano da quello europeo. Italian and Japanese language in some japanese music scoresThe article will examine the main features of Italian musical language in some scores of the Japanese classical vocal repertoire of the nineteenth and twentieth centuries. The introductory part reviews the main features of the history and culture of Japanese music, particularly in the context of the Western system and its merging with the existing repertoire during the Meiji era; some particularly significant translated excerpts are presented, with some biographical information about the authors.In the second part, the musical lexicon in some scores is examined in greater depth, classified in the following manner: 1 details of the type and title of the compositions; 2 agogic and expressive aspects; 3 indication of the dynamics

  18. Robotica medica

    OpenAIRE

    Di Martino, Assunta

    2017-01-01

    Tra la vasta area della cosiddetta “robotica dei servizi” un settore sempre più importante e destinato a crescere enormemente è quello dei robot usati in campo medico, in particolare per le operazioni chirurgiche di grande precisione. L’idea di applicare le tecnologie robotiche alla chirurgia prende corpo nella seconda metà degli anni 90 con lo scopo precipuo di sostituire l’intervento umano in situazioni di guerra o calamità( ). Oggi un sistema robotico può ricoprire vari ruoli funzionali in...

  19. The Italian Lightning Detection System of CESI and its applications; Il sistema italiano di rilevamento fulmini del CESI e le sue applicazioni

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Iorio, R. [CESI Centro Elettrotecnico Sperimentale Italiano, Milan (Italy)

    1998-03-01

    settore elettrico, e le modalita` con cui i dati vengono distribuiti a seconda che si tratti di applicazioni in tempo reale o di applicazioni di tipo statistico, basate sui dati archiviati nella Banca Dati Fulmine del SIRF.

  20. I Crimini italiani fra realismo e convenzione

    OpenAIRE

    Milanesi, Claudio

    2016-01-01

    International audience; Un gruppo di scrittori italiani formato da Niccolò Ammaniti, Andrea Camilleri, Massimo Carlotto, Sandrone Dazieri, Giancarlo De Cataldo, Diego De Silva, Giorgio Faletti, Marcello Fois, Carlo Lucarelli, Antonio Manzini, ha pubblicato, nel 2005, sotto la direzione di Giancarlo De Cataldo, una raccolta di racconti intitolata Crimini. Nel 2008, ha visto la luce Crimini italiani, una seconda raccolta, sempre diretta da De Cataldo, dove non compaiono Ammaniti, Camilleri e Ma...

  1. P. Ortoleva, Dal sesso al gioco. Un’ossessione per il XXI° secolo?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mauro Salvador

    2013-03-01

    Full Text Available In questo pamphlet edito da Espress per la collana “Tazzine di caffé con panna” Ortoleva riprende le fila del discorso avviato ne Il secolo dei media (2008. L’autore riparte dalla liberazione sessuale e dalla diffusione della pornografia della seconda metà del Novecento per giungere a parlare del contemporaneo processo di “ludicizzazione del reale”

  2. Fonti e repertori per la storia milanese: i canonici delle principali collegiate in età sforzesca

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giorgio Chittolini

    2001-06-01

    Full Text Available Edizione – corredata di bibliografia e di schede biografiche (pertinenti però soltanto a 11 canonici e introdotta da brevi saggi dei due curatori – degli elenchi nominativi degli appartenenti nella seconda metà del Quattrocento ai capitoli delle nove principali chiese “collegiate” (rette da una collettività di chierici della città di Milano (Duomo, S. Tecla, S. Ambrogio maggiore, S. Lorenzo maggiore, S. Giorgio al Palazzo, S. Nazaro in Brolo, S. Stefano in Brolo, S. Maria della Scala, S. Maria Fulcorina.

  3. Deborah Cadbury, Princes at War: The British Royal Family’s Private Battle in the Second World War

    OpenAIRE

    Baldoli, Claudia; Petrella, Luigi

    2017-01-01

    Le vicende della famiglia reale inglese durante la Seconda guerra mondiale sono al centro del libro di Deborah Cadbury, scrittrice di storia pluripremiata e per trent’anni producer della BBC. Il suo lavoro parte dalla crisi che condusse nel 1936 all’abdicazione di Edoardo VIII, che rinunciò al trono per sposare Wallis Simpson, e si snoda negli anni della crescente minaccia nazista in Europa. Il fratello minore Albert, che divenne re con il nome di Giorgio VI, pur afflitto dalla balbuzie e da ...

  4. Gli studi di Enrico Cerulli su Dante

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Celli

    2013-12-01

    Full Text Available Nel 1949 lo studioso di lingue semitiche Enrico Cerulli pubblicò un volume, intitolato Il “Libro della scala” e la questione delle fonti arabo-spagnole della Divina Commedia, che segnò gli studi danteschi, per lo meno per quanto riguarda il dibattito sulle fonti arabo-islamiche del medioevo europeo. Le ricerche di Cerulli su Dante si presentavano come una analisi di fatti di trasmissione culturale. Ma l’autore si era già affermato, nella prima parte della sua carriera, in un più controverso ambito di competenze: alto funzionario dell’amministrazione coloniale italiana e vice-governatore dell’Africa Orientale Italiana, è stato rilevante studioso di lingue del Corno d’Africa, cioè le lingue delle colonie italiane. Questo saggio vuole connettere gli studi danteschi di Cerulli alle responsabilità coloniali e post-coloniali dell’autore, attraverso la ricostruzione della sua biografia intellettuale. Difatti, da queste ricerche Cerulli ricavò il concetto di unità della civiltà mediterranea, formula di evidente valore politico in rapporto all’Italia del secondo dopoguerra. Il saggio prova a offrire anche uno stato dell’arte del dibattito attuale sulle fonti arabe di Dante.  In 1949, Enrico Cerulli, an Italian scholar of Ethiopic-Semitic languages, published a volume entitled The “Book of the Ladder” and the Problem of Divine Comedy’s Arabic-Spanish Sources, which was to become a landmark in the discussion on the knowledge held by medieval Europe of Arabic-Islamic culture. His investigation was an analysis of cases of cultural transmission. However, Cerulli had established himself during the first half of his career in a more controversial domain: he was a senior official of Italian colonial administration and he was already well known as an expert of Italian colonies’ languages and traditions. This essay, through a survey of Cerulli’s intellectual biography, aims to bridge his research on Dante and his involvement

  5. Reperti ceramici dalle campagne di ricognizione 2006-2008 del progetto R.I.M.E.M.: metodologie di lavoro e risultati / Pottery finds from the 2006-2008 field-walking campaigns of the R.I.M.E.M. project: methodology and results

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ana Konestra

    2015-12-01

    Full Text Available In questo contributo s’intende illustrare alcune valutazioni introduttive e metodologiche riguardanti il lavoro di studio e classificazione operato sui reperti ceramici del progetto R.I.M.E.M. e presentato nel dettaglio negli articoli a seguire (Konestra, Virgili. Il materiale da ricognizione presenta, infatti, numerose problematiche di riconoscimento e datazione, soprattutto per i secoli altomedievali, alle quali si è cercato di far fronte attraverso una catalogazione intensiva dei singoli reperti diagnostici, per mezzo di un database creato ad hoc. La seconda sezione dell’articolo è dedicata interamente ai dati ricavati dalle analisi archeometriche, effettuate dal dip. di Scienze della Terra dell’Università di Camerino (prof. E. Paris e focalizzate alla comprensione di alcuni aspetti tecnologici e produttivi riguardanti in particolare le classi morfologiche dei forni coperchio e dei paioli a cestello. Segue un breve paragrafo conclusivo sui risultati salienti delle indagini sui materiali di età romana e medievale e un catalogo degli impasti autopticamente riconosciuti e citati negli articoli successivi. This paper aims to illustrate introductory and methodological features peculiar to the study and classification of pottery finds yielded by the R.I.M.E.M. project surveys and presented in detail in the following papers (Konestra and Virgili. Field-walking finds, in fact, present numerous issues in recognition and dating, particularly for those of early Middle Age date, which we tried to overcome by intensive cataloguing of diagnostic shreds by means of an ad hoc database. A brief overview of the conclusions drawn from Roman and Medieval finds study is presented as well, with an appendix containing the fabric’s catalogue referred to in the following papers and compiled by macroscopic shred analysis. The second section of the paper is entirely dedicated to presenting the data from the archaeometric analysis carried out by the

  6. Geografia elettorale dell’Emilia Romagna: una cartografia interattiva delle elezioni politiche dal 1976 al 1992

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marianna Pino

    2013-05-01

    Full Text Available La rappresentazione cartografica del comportamento elettorale dell’Emilia Romagna può essere un utile strumento di analisi delle traiettorie dei partiti nel cruciale passaggio tra la prima e la seconda Repubblica. La mappatura interattiva, infatti, permette di leggere e comparare su scala comunale i risultati dei maggiori partiti che hanno partecipato alle cinque elezioni politiche tenutesi tra il 1976 e il 1992.

  7. L’intersoggettività e la sfera “emozionale-affettiva”. Appunti per una rilettura dell’analisi costitutiva

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luigi Muzzetto

    2012-03-01

    Full Text Available Nella prima parte del saggio si mette in risalto sia l’assunzione, nella sociologia classica, di affettività e razionalità come elementi contrapposti, sia la presenza degli aspetti fondamentali del superamento di tale visione dicotomica. La seconda parte riprende il pensiero di A. Schutz sull’intersoggettività come categoria base del sociale. Sebbene l’autore si muove in un’ottica cognitiva, il saggio evidenzia elementi presenti nel pensiero dell’autore che consentono di proporre una nuova concettualizzazione nella quale la dimensione affettivo-emozionale è presente ‘sin dall’inizio’.

  8. Crescere errando: minori immigrati non accompagnati" (Clara Silva - Giovanna Campani

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Olivia Salimbeni

    2005-12-01

    Full Text Available La presenza in Italia di minori immigrati non accompagnati è un fenomeno recente e tuttavia in forte crescita. Questo testo raccoglie i risultati di quella che potremmo definire la seconda di tre tappe di una ricerca europea incentrata sullo studio del fenomeno dei minori immigrati non accompagnati, avviata nel 2000 e da poco terminata. L’indagine è stata svolta nel quadro di finanziamento del 'Programma Daphne' della Commissione Europea e ha riguardato nelle prime due fasi tre realtà europee, Italia, Germania e Finlandia e nella terza altre realtà quali il Portogallo, la Spagna, la Francia e la Grecia.

  9. Immigrazione Senegalese in Italia: stato dell¿arte

    NARCIS (Netherlands)

    G. Sinatti (Giulia)

    2007-01-01

    textabstractÈ trascorso ormai circa un trentennio da quando i primi immigrati senegalesi giungevano in Italia nella seconda metà degli anni Ottanta. Nel corso di questi tre decenni, essi hanno stabilmente rappresentato la presenza straniera più significativa in provenienza dall’Africa

  10. Clinical trial of osteoarthritis jamu formula compare to piroxicam

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Danang Ardiyanto

    2016-12-01

    Full Text Available Latar belakang: Indonesia memiliki beberapa ramuan tradisional yang telah digunakan untuk mengurangi nyeri pada osteoarthritis (OA. Namun belum ada bukti yang kuat mengenai khasiat dan keamanan dari ramuan tradisional. Penelitian ini memberikan bukti mengenai khasiat dan keamanan dari satu ramuan tradisional. Metode: Penelitian ini menggunakan metode randomized clinical trial (RCT dengan 123 subyek (pasien selama 28 hari intervensi. Penelitian ini dilakukan pada bulan Maret – Desember 2014 oleh 30 dokter Saintifikasi Jamu di 20 provinsi. Formula jamu dibandingkan dengan piroksikam sebagai kontrol positif. Parameter yang digunakan untuk mengevaluasi khasiat formula jamu dan piroxicam adalah visual analogue score (VAS, pilot geriatric arthritis project (PGAP functional status assessment (FSA, dan Short Form (SF-36. Untuk mengevaluasi keamanan digunakan nilai serum glutamic-oxaloacetic transaminase (SGOT, serum glutamic pyruvic transaminase level (SGPT, blood urea nitrogen (BUN, dan kreatinin. Hasil: Sebanyak 123 pasien yang dibagi menjadi dua kelompok yaitu 63 subyek pada kelompok formula jamu dan 60 subyek pada kelompok piroksikam. Pemberian jamu dapat menurunkan VAS secara bermakna (p<0,05 jika dibandingkan dengan hari ke-0. Nilai FSA kelompok jamu turun secara bermakna (p=0,000 jika dibandingkan dengan nilai di awal intervensi. Formula jamu dapat memperbaiki nilai SF-36 bila dibandingkan dengan hari ke-0. Nilai ketiga parameter antara jamu formula dan piroksikam, jika dibandingkan tidak berbeda bermakna (p>0,05. Kelompok formula jamu menunjukkan nilai SGOT, SGPT, BUN, dan kreatinin dalam ambang normal. Kesimpulan: Penelitian ini menunjukkan bahwa ramuan jamu secara klinis, khasiatnya sebanding dengan piroxicam dan aman setelah intervensi selama 28 hari. Kata kunci: khasiat, keamanan, RCT, ramuan Abstract Background: Indonesian herbs have several formulas which have been used traditionally to reduce pain of osteoarthritis (OA. However, there

  11. Le seriazioni nel processo di formazione dei canzonieri francesi: alcuni aspetti significativi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Resconi

    2014-07-01

    Full Text Available Attraverso l’analisi di seriazioni di componimenti, il contributo formula alcune riflessioni sulle modalità di formazione dei canzonieri lirici francesi: particolare attenzione è dedicata al riconoscimento della fisionomia dei materiali disponibili ai piani medî e alti della tradizione, e alle relative ripercussioni sui criterî di organizzazione interna delle raccolte.By analyzing sequences of poems, the essay aims to discuss the formation of French lyric chansonniers, with particular attention to the features of sources available in the early stages of the manuscript tradition, and their consequences on the internal organization of the anthologies. 

  12. Ebdomadari versus canonici: gli istituti clericali, il potere ecclesiale e la topografia medievale del complesso episcopale di Napoli

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucherini, Vinni

    2006-12-01

    , ufficialmente chiamati dal 1337 Ebdomadari, inventarono nel Settecento, per ragioni di denaro e di potere, la tradizione di un seconda antica Cattedrale.

  13. I teoremi di Modigliani-Miller: una pietra miliare della finanza (The theorems of Modigliani-Miller: a cornerstone of finance

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Pagano

    2012-04-01

    Full Text Available The theorems of Modigliani and Miller (MM is a cornerstone of finance for two reasons.The first is substantial and is derived from the nature of "propositions irrelevant": they identify a case in which the financial structure and dividend policy will not affect the value of firms, and in doing so give us a clear point of reference to understand instead what circumstances these decisions affect the value of firms, and why. In fact, the whole subsequent evolution of corporate finance has explored the consequences of removing the assumptions of MM. The second reason for the importance of the fundamental theorems of MM is methodological: they have been demonstrated with a reasoning based arbitrage, which has set a precedent not only in the area of ​​corporate finance but also in that of the determination of prices of financial securities. I teoremi di Modigliani e Miller (MM sono una pietra miliare della finanza per due ragioni. La prima è sostanziale e deriva dalla loro natura di “proposizioni di irrilevanza”: essi individuano un caso in cui la struttura finanziaria e la politica dei dividendi non influiscono sul valore delle imprese, e così facendo ci danno un chiaro punto di riferimento per capire in quali circostanze invece queste decisioni influiscono sul valore delle imprese, e perché. In effetti, l’intera evoluzione successiva della finanza aziendale ha esplorato le conseguenze della rimozione delle ipotesi di MM. La seconda ragione dell’importanza fondamentale dei teoremi di MM è di tipo metodologico: essi sono stati dimostrati con un ragionamento basato sull’arbitraggio, il che ha stabilito un precedente non solo nel campo della finanza aziendale ma anche e soprattutto in quello della determinazione dei prezzi dei titoli finanziari.  JEL Codes: G32, G35Keywords: struttura finanziaria; politica dei dividendi; valore delle imprese

  14. se una notte d'inverno di italo calvino: la letteratura tra gioco ...

    African Journals Online (AJOL)

    User

    immergerti nel libro» non riesce più, e Calvino, sempre vigile nei commenti metanarrativi, interviene facendo ... pensi alla Lettrice che in questo momento sta aprendo anche lei il libro, ed ecco che al romanzo da ..... (la parola è di Calvino), si può rendere con la formula matematica di tre alla terza (33). In letteratura però i ...

  15. Analysis of the situation of the vacuum in FTU; Analisi della situazione del vuoto di FTU (Resoconto del lavoro svolto dalla task force)

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Alessandrini, C.; Angelini, B.; Apicella, M.L.; Mazzitelli, G.; Pirani, S.; Zanza, V. [ENEA, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy). Dipt. Energia

    1999-01-01

    To analyze the situation of the vacuum in the FTU tokamak, on 22/5/96 was set up a task force to identify the problem(s) and to settle the operative and cleaning procedures. The main actions of the task force were: leak tests, automatic procedure to monitor on line the state of the machine vacuum and an exhaustive analysis of the work done before. The task force reviewed the outgassing measurements of the plastic materials inserted into the machine and was decided to repeat the test on the thermocouples. The results pointed out that the thermocouples are a practically infinite reservoir of water. The outcome of the task force was a set of new procedures and recommendations during both the operation of FTU and the shutdown periods. FTU is now operating at more acceptable plasma purity. [Italiano] Il 22/5/96 fu costituita una Task Force (TF) per analizzare le cause della `non pulizia` di FTU e per identificare le nuove procedure da seguire per la pulizia della camera da vuoto. Le azioni che la TF intraprese furono: leak tests, monitoraggio continuo dello stato del vuoto e revisione critica del lavoro fatto precedentemente. Vennero poi analizzate delle misure fatte a suo tempo sui materiali presenti nella camera da vuoto di FTU e, nel caso delle termocoppie, si decise di ripetere il test. Da questa seconda prova emerse che i cilindretti di queste termocoppie sono delle riserve inesauribili di acqua che vengono alimentate da ogni riapertura della macchina. Il lavoro della TF si concluse con una serie di procedure e raccomandazioni, da seguire prima di ogni riapertura della macchina e durante le campagne sperimentali a macchina fredda; tali procedure tengono conto del fatto che negli anni e` aumentata la quantita` di materiali plastici presenti nella camera da vuoto, soprattutto nei ports. FTU sta attualmente operando in condizioni piu` accettabili di pulizia della camera.

  16. [s.t.

    OpenAIRE

    Hirsch, Debora

    2012-01-01

    Seconda di quattro immagini digitali che mostrano, da diverse prospettive urbane, il risultato visuale della installazione proposta e la sua interazione rispetto all’architettura urbana della piazza Caio Mario a Torino. Le immagini sono numerate progressivamente da 1 a 4 secondo l’ordine suggerito dall’artista.

  17. Forward di-jet production in dilute-dense collisions

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Petreska E.

    2016-01-01

    Full Text Available We derive a factorization formula for forward production of two jets in dilutedense collisions that is valid for an arbitrary value of the momentum imbalance of the jets, kt. This generalizes the transverse momentum dependent (TMD factorization formula that has been derived before by Dominguez et al. Their formula is valid only for small values of the transverse momentum of the small-x gluon from the target; it has kt dependent TMD gluon distributions, but on-shell hard matrix elements. We extend the TMD formula to all ranges of kt by including off-shell matrix elements. We also add finite Nc corrections. The new formula encompasses both, the TMD factorization for small kt on the order of the saturation scale, and the High Energy Factorization (HEF for large kt on the order of the momentum of the jets. The TMD and HEF factorizations can be derived from the Color Glass Condensate (CGC formula for forward di-jet production in the appropriate limits. We show explicitly the equivalence of HEF and CGC in the dilute target approximation.

  18. I nomi del tempo la seconda rivoluzione scientifica e il mito della freccia temporale

    CERN Document Server

    Bellone, Enrico

    1989-01-01

    Ogni persona colloca i fatti ordinandoli lungo una freccia psicologica del tempo e così distingue tra il passato e il futuro. La distinzione è netta, poiché i fatti disposti nel passato non sono modificabili, mentre quelli che si verificheranno sono, in linea di massima, solo prevedibili: non possiamo esercitare alcuna influenza sugli eventi passati, ma possiamo nutrire la speranza di condizionare, almeno in parte, quelli che non si sono ancora verificati. La questione della freccia psicologica è collegata alla circostanza per cui l'individuo ha coscienza d'essere sempre situato in un «qui e ora», così da ricordare solo certi fatti del passato e da non avere alcuna memoria del futuro. Questo stato di cose, pur manifestandosi in modo del tutto naturale, presenta però analogie con quel particolare stato di cose grazie al quale ciascuno di noi parla di oggetti che si trovano «in alto» o «in basso», sulla base di una distinzione che non è poi dissimile da quella che riguarda il «prima» e il «dopo�...

  19. Saints' Relics in Scuola di S. Giorgio degli Schiavoni: An Anti-Ottoman Pantheon

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ana Marinković

    2018-04-01

    Full Text Available The intensified military campaigns against the Ottomans in the second half of the fifteenth century palpably influenced the cult of saints venerated in Scuola di S. Giorgio degli Schiavoni, both by assimilating new saints, as well as strenghtening the existing cults through indulgences and relic acquisitions. The initial pair of patron saints – St George and St Tryphon, the city patrons of Bar and Kotor – delineated the geographical area where the majority of confraternity members originated from, that is, the Venetian Albania. The inclusion of St Jerome, the patron of Dalmatia, to the confraternal pantheon by Cardinal Bessarion's indulgence issued in 1464, in addition to rounding up the holy patronage to all the Eastern Adriatic Venetian dependencies, also marked the beginning of a strong anti-Ottoman motivation in the scuola's hagiographic horizon. The triple endowment of the Scuola in 1502 – relic acquisition, granting of indulgence, and commission of Carpaccio's monumental cycle – continued to work on the same line, and added to the practical aspect of spiritual support to the members of Venetian troops provenient of the Eastern Adriatic. However, the saints whose relics are today kept in the altar of the lower hall, including the patron saint of the Republic of Dubrovnik, point to an even wider devotional agenda, possibly arranged after the Battle of Lepanto, as the comparative analysis of the reliquaries show.   Le campagne militari contro gli Ottomani intensificatesi nella seconda metà del XV secolo influenzarono palesemente il culto dei santi venerati nella Scuola di S. Giorgio degli Schiavoni, sia attraverso l'assimilazione di nuovi santi, sia tramite il rafforzamento del culto già esistente verso le indulgenze e l'impulso all'acquisizione di reliquie. La prima coppia di santi patroni - San Giorgio e San Trifone, patroni della città di Bar e Cattaro - delimitano l'area geografica da cui proviene la maggior parte dei membri

  20. L'evoluzione della fisica sviluppo delle idee dai concetti iniziali alla relatività e ai quanti

    CERN Document Server

    Einstein, Albert

    1965-01-01

    Pubblicato in inglese alla vigilia della Seconda guerra mondiale e subito proposto in traduzione, L’evoluzione della fisica dovette aspettare la fine del conflitto per vedere la sua pubblicazione in Italia. Da allora (1948) questo testo non ha più smesso di rappresentare un punto di riferimento obbligato per il concetto stesso di divulgazione scientifica e per la fisica in particolare. Scritto dai protagonisti assoluti della rivoluzione della fisica relativistica e quantistica, ma destinato a un pubblico di non specialisti, il libro che avete tra le mani è il testo fondativo della moderna divulgazione delle idee, la pietra di paragone di ogni altro libro di fisica, che permette di intuire la straordinaria importanza e il valore rivoluzionario della svolta della fisica del Novecento.

  1. Valdose program: methodologies for dose assessment in internal contamination, 1997 census; Programma valdose: metodologie di valutazione della dose da contaminazione interna, censimento 1997

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Castellani, C.M.; Battisti, P.; Tarroni, G. [ENEA, Centro Ricerche `Ezio Clementel`, Bologna (Italy). Dip. Ambiente

    1998-12-31

    Dose assessment in internal dosimetry needs computational and interpretative tools that allow carrying out, as a first step, an evaluation of intake on the base of bioassay measurements or WBC measurements, and as a second step, dose evaluation on the base of estimated intake. In the frame of the MIDIA Co-ordination (WBC operating in Italy), in the first months of 1997 a census on methodologies for dose evaluation in internal contamination has been proposed. A technical form has been sent to all the WBC Centres allowing an accurate description of modalities used in each centre. 9 out of 17 centres sent the answers to the technical form in time. In this paper all the forms filled in are reported. A careful comparative evaluation of the answers has been made both for routine monitoring and for special monitoring. The various radionuclides present in the Italian reality, calculation methodologies both for intake and dose, hypotheses adopted for date, path and modalities of contaminations are also presented. Proposals for conforming to the methodology in Italy after the introduction of the models following ICRP 60 publication that are the base of the Euratom 96/29 Directive are also discussed. [Italiano] La valutazione di dose in contaminazione interna necessita di strumenti interpretativi che permettano di effettuare in una prima la valutazione dell`intake sulla base delle misure dei campioni biologici o del corpo intero (WBC), ed in una seconda fase la valutazione della dose sulla base dell`intake. All`interno del coordinamento MIDIA dei WBC operanti in Italia e` stato proposto, nel primo trimestre del 1997, un censimento sulle metodologie di valutazione di dose da contaminazione interna. Ai diversi centri e` stato inviato una scheda tecnica che, mediante un particolareggiato schema di domande, aiutava i diversi centri nella esposizione delle modalita` di valutazione di dose che ogni centro segue. 9 au 17 centri WBC operanti al momemnto in Italia hanno inviato la

  2. PERBEDAAN TAKSIRAN BERAT BADAN JANIN MENURUT PERHITUNGAN FORMULA BERAT BADAN LAHIR BAYI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ricvan Dana Nindrea

    2017-03-01

    Full Text Available Prediksi dari berat badan lahir adalah faktor yang penting dalam perawatan ibu hamil termasuk rencana perawatan, pencegahan komplikasi dan perawatan yang tepat, namun saat ini tidak banyak bidan yang mengetahui mengenai perhitungan taksiran berat badan lahir bayi tersebut. Penelitian ini bertujuan mengetahui perbedaan rerata taksiran berat badan janin antara formula Dare dan Risanto. Penelitian ini merupakan penelitian diagnostik dengan pendekatan yang digunakan adalah cross sectional study di kamar bersalin Rumah Sakit Satelit Bagian Obstetri dan Ginekologi Fakultas Kedokteran Universitas Andalas sejak bulan Maret-September 2016. Didapatkan sampel penelitian sebanyak 100 orang yang memenuhi kriteria inklusi dan eksklusi. Perhitungan dilakukan dengan melakukan pengukuran taksiran berat badan janin dengan formula Dare dan Risanto serta berat badan lahir bayi. Analisis data dilakukan secara univariat dan bivariat dengan menggunakan uji T dependent serta analisis Receiver Operating Curve (ROC. Diperoleh hasil tidak ada perbedaan rerata taksiran berat badan janin formula Dare dengan berat badan lahir bayi (p value > 0,05 dan ada perbedaan rerata taksiran berat badan janin formula Risanto dengan berat badan lahir bayi (p value < 0,05. Hasil analisis Receiver Operating Curve (ROC didapatkan bahwa Formula Dare lebih akurat untuk memprediksi taksiran berat badan janin dengan luas area dibawah kurva adalah 76,4%, sedangkan Formula Risanto 66,8%. Formula Dare lebih akurat dalam menentukan taksiran berat badan janin dibandingkan Formula Risanto.

  3. Le costellazioni al binocolo Trecento oggetti celesti da riconoscere ed esplorare

    CERN Document Server

    Kambič, Bojan

    2013-01-01

    Questo libro è un tour guidato attraverso le costellazioni visibili dalle medie latitudini settentrionali. È un’opera ideale per chi si accosta per la prima volta all’osservazione del cielo, ma anche l’astrofilo esperto la troverà ricca e utile, per come è strutturata. Nella prima parte, il libro è un succinto trattatello di astronomia, di meccanica celeste, d’evoluzione stellare e di cosmologia. Nella seconda parte, vengono proposte mappe per riconoscere tutte le costellazioni visibili dai nostri cieli, e schede con informazioni particolareggiate relative alle stelle visibili a occhio nudo, oltre che ad alcune centinaia di oggetti (stelle doppie e variabili, ammassi stellari, nebulose, galassie) alla portata di un semplice binocolo 10×50.

  4. Iodine-catalyzed sp³ C-H bond activation by selenium dioxide: synthesis of diindolylmethanes and di(3-indolyl)selanides.

    Science.gov (United States)

    Naidu, P Seetham; Majumder, Swarup; Bhuyan, Pulak J

    2015-11-01

    An efficient reaction protocol was developed for the synthesis of several diindolylmethane derivatives via the [Formula: see text] C-H bond activation of aryl methyl ketones by [Formula: see text] and indoles in the presence of catalytic amounts of [Formula: see text] at 80 [Formula: see text] using dioxane as solvent. Unexpectedly, an interesting class of di(3-indolyl)selenide compounds was isolated when the reaction was carried out at room temperature.

  5. Book review. Gli animali, l'uomo e l'ambiente. (a cura di Giorgio Battelli, Raffaella Baldelli, Fabio Ostanello, Santino Prosperi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2013-12-01

    à di produzione e commercializzazione di alimenti di origine animale, alle emergenze di tipo sanitario, alle nuove istanze dei consumatori e degli amministratori pubblici. La prima parte "La storia e i concetti" si sofferma in particolare sull'evoluzione della SPV in Italia, sulle zoonosi, sul rapporto uomo-animale anche in ambito urbano con l'ultimo contributo relativo all'igiene urbana veterinaria. La seconda parte "Le attività" passa in rassegna i Servizi Veterinari pubblici del Paese, i NAS, gli Enti scientifici (tra cui IIZZSS e ISS fino a trattare attività quali la sicurezza alimentare, le emergenze non epidemiche, il benessere animale e la pet therapy. Nella terza e ultima parte "Le sfide" ci si interroga sul ruolo sociale della medicina veterinaria, sul concetto di medicina unica, sull'etica nella sperimentazione animale, sulla formazione, l'educazione e la comunicazione.

  6. Meccanica razionale

    CERN Document Server

    Biscari, Paolo; Saccomandi, Giuseppe; Vianello, Maurizio

    2014-01-01

    Il presente testo è concepito con l'obiettivo di venire incontro all'evoluzione subita dai corsi di Meccanica Razionale, sia in termini di organizzazione che di contenuti. I concetti fondamentali vengono così introdotti a partire da esempi e problemi concreti, anche comuni ad altre discipline, in vista di sinergie didattiche a volte favorite dalla presenza di corsi integrati. Questa impostazione è particolarmente marcata nelle sezioni tradizionalmente caratterizzate da una trattazione forse più astratta: dai vincoli al Principio dei lavori virtuali, dal Principio di d'Alembert alla Meccanica Analitica. Questa Seconda Edizione rinforza consistentemente il numero di esempi ed esercizi svolti. Tali esempi, che non intendono coprire il ventaglio completo di applicazioni che normalmente vengono mostrate agli studenti durante le Esercitazioni dei corsi di Meccanica Razionale, accompagnano l'allievo nell'apprendimento dei concetti teorici, mostrandone immediatamente le loro applicazioni concrete.

  7. UNA LINGUA “SECONDA E ADOTTIVA”. L’ITALIANO DELLE SECONDE GENERAZIONI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Graziella Favaro

    2011-02-01

    Full Text Available Si assiste nella scuola italiana  ad un cambiamento  importante che riguarda i bambini e i ragazzi stranieri inseriti: aumentano di anno in anno  coloro che sono nati in Italia e che entrano nel sistema scolastico  nei tempi e modi comuni ai coetanei autoctoni  mentre  diminuisce il numero di  coloro che arrivano qui dal paese d’origine per ricongiungersi ai famigliari. Ma come parlano i bambini stranieri nati in Italia ? Quali caratteristiche interlinguistiche ha l’italiano dei “futuri cittadini”? Una ricerca osservativa  ha coinvolto alcuni  bambini stranieri di cinque anni inseriti nella scuola dell'infanzia  e ha  cercato di  descrivere l’italiano delle  seconde generazioni, tra esitazioni, silenzi, conquiste e  creatività linguistica.     A “second and adopted” language. Second generation Italian speakers.   In Italian schools there is an important change which regards foreign children enrolled: every year there are more and more of them who were born in Italy and they enter the school system following the same rhythms as their native classmates while fewer and fewer foreigners arrive from their home countries to reunite with their families.  How do foreign children, born in Italy, speak?  What interlinguistic characteristics does the Italian spoken by these “future citizens” have?  This observational study focused on some foreign 5-year-old children in Italian preschools and attempted to describe the language used by these second-generation speakers, between hesitations, silences, achievements and linguistic creativity.

  8. Emozione e somatizzazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sabine Parmentelot

    2004-09-01

    Full Text Available Consacreremo la prima parte di quest'articolo alle manifestazioni corporee dell'emozione. La psicologia sperimentale, insieme alla neuro-biologia, hanno evidenziato le differenti risposte corporee più o meno percettibili. Ma al didi queste manifestazioni puramente oggettive le cui percentuali e oscillazioni possono essere valutate, misurate ... E' l'aspetto soggettivo e le loro ripercussioni che c'interessa. Quali significati possono avere le emozioni per la persona che le prova? Questi temi saranno l'oggetto della seconda parte. Ci situiamo in quanto ricercatori che interrogano altri soggetti, ma è evidente che non possiamo fare astrazione delle nostre passioni.

  9. Il razzismo: il riconoscimento negato (Renate Siebert

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Bachis

    2004-12-01

    Full Text Available Consacreremo la prima parte di quest'articolo alle manifestazioni corporee dell'emozione. La psicologia sperimentale, insieme alla neuro-biologia, hanno evidenziato le differenti risposte corporee più o meno percettibili. Ma al didi queste manifestazioni puramente oggettive le cui percentuali e oscillazioni possono essere valutate, misurate ... E' l'aspetto soggettivo e le loro ripercussioni che c'interessa. Quali significati possono avere le emozioni per la persona che le prova? Questi temi saranno l'oggetto della seconda parte. Ci situiamo in quanto ricercatori che interrogano altri soggetti, ma è evidente che non possiamo fare astrazione delle nostre passioni.

  10. Air and water pollution sources analysis in Northern Lazio; Censimento di fonti d'inquinamento atmosferico e idrico nell'Alto Lazio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Triolo, L; Barlattini, M; Sidoti, G; Tanzi, V; Testa, V [ENEA, Divisione Biotecnologie e Agricultura, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Naviglio, L [ENEA, Divisione Protezione dell' Uomo e degli Ecosistemi, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Boni, E; Proli, L; Santella, A; Squillacioti, T [Cooperativa Energia e Territorio Srl, Viterbo (Italy)

    2001-07-01

    'uso agricolo del suolo. Nella seconda parte dell'indagine e' stato stimato, anche con indagini in campo, il rischio di inquinamento delle acque dei fiumi Marta e Mignone determinato dalle attivita' agricole, dalle emissioni dei liquami domestici dei comuni afferenti ai due corsi d'acqua, dei quali sono caratterizzati i bacini idrografici. La terza parte dello studio ha descritto le attivita' produttive e di servizio del comune di Civitavecchia, Tarquinia e Santa Marinella che sono responsabili d'inquinamento atmosferico. In particolare sono state considerate le emissioni delle tre centrali termoelettriche di Torvaldilga Sud, Torvaldilga Nord e Fiumaretta, del cementificio dell' Italcementi e del porto di Civitavecchia soprattutto per la presenza di rileventi depositi di stoccaggio dei derivati del petrolio.

  11. La storiografia sul movimento e sull'ordine monastico di Vallombrosa osb. Uno status quaestionis The historiography on the monastic movement and order of Vallombrosa osb. A status quaestionis

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Salvestrini

    2001-12-01

    Full Text Available

    La ricerca storica sui monaci vallombrosani è rimasta a lungo un “affare” interno alla congregazione. Soltanto nel Novecento, e soprattutto nella seconda metà del secolo, si è sviluppata (anche da parte di studiosi laici una storiografia “critica”, più aperta alla comparazione con altri movimenti e congregazioni. Ancor oggi, tuttavia, le indagini prediligono la fase nascente e zenitale (XI-XIV sec., trascurando il Quattrocento. A questo bilancio storiografico si ricollega la Bibliografia vallombrosana, edita nello stesso numero di questa rivista.

    The historical research into the monks from Vallombrosa was long carried out by members of the same Congregation. It was only in the 20th century, specifically in the second half of the century, that a ‘critical’ historiography, by lay scholars and interested in the comparative analysis with other religious movements and congregations, developed. Nonetheless present-day studies focus on the early stages and the zenith of the congregation (namely the period between the eleventh and fourteenth centuries and overlook the fifteenth century. This review article is related to the Vallombrosian bibliography in this same issue of the journal.

  12. Archaïsme et construction identitaire en Grande-Grèce : notes sur le Palladion d’Athénadans la céramique italiote Archaism and Construction of Identity in Magna Graecia : Notes on the Palladion of Athena in the Italiot Ceramics Arcaismo e costruzione di identità nella Magna Grecia: note sul Palladion di Atena nella ceramica italiota

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Claude Pouzadoux

    2011-07-01

    Full Text Available Cet article se penche sur la nature et la signification des éléments d’archaïsme que l’on peut repérer dans la céramique italiote de la deuxième moitié du IVe siècle avant J.-C. Il s'intéresse notamment à la représentation du Palladion d'Athéna.This article focuses on the nature and meaning of the archaic elements that can be identified in the Italiot ceramics of the second half of the fourth century BC. Its interests include the representation of the Palladion of Athena.Questo articolo si sofferma sulla natura e il significato degli elementi arcaici che si rinvengono nella ceramica italiota della seconda metà del IV sec. a.C. Affrontra in particolare la rappresentazione del Palladion di Atena

  13. Teorie e pratiche d’avanguardia. Il "Lydian Chromatic Concept of Tonal Organization" e le espansioni modali nell’universo sonoro di Charles Mingus

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Cossu

    2016-11-01

    Full Text Available Charles Mingus (1922-1979 è una di quelle figure affascinanti del panorama jazzistico che sembrano offrire sempre nuovi spunti a seconda di come le si guardi. L’interesse che molti hanno manifestato nei confronti del suo lavoro si lega in particolare alla sua attività di compositore e ai numerosi elementi della sua musica che fanno apparire la dicitura “jazz” come un vestito un po’ stretto. Costantemente in bilico tra blues, swing, bebop e le numerose esplorazioni nell’ambito del modernismo o dell'avanguardia, in Mingus l’innovazione stilistica si fonde perfettamente con la volontà di rendere omaggio alla tradizione afroamericana. In questo senso il suo lavoro più ambizioso e rappresentativo è costituito da Epitaph, summa del percorso artistico ed esistenziale del suo autore. Il discorso sarà incentrato sull’analisi del linguaggio armonico e melodico utilizzato da Mingus, per la quale si cercherà un appoggio nei principi esposti da George Russell nel suo Lydian Chromatic Concept of Tonal Organization sviluppato a partire dagli anni Cinquanta, un testo che diede un impulso fondamentale alla nascita di quel jazz modale celebrato, soprattutto attraverso i lavori di Miles Davis quali Milestones e Kind of Blue, come una delle maggiori conquiste della musica afro-americana. Si tratta del primo vero sistema teorico originale del jazz, fino a quel momento esclusivamente riferito ai principi tonali europei. Il merito del LCC è soprattutto quello di spostare l’attenzione dal “generale” (ciò che è l’interesse della tonalità verso una visione “particolare” dei singoli oggetti sonori, concepiti come entità autonome all’interno del “tutto” musicale. Questo si riflette soprattutto nell’approccio all’improvvisazione, dove la linea melodica del solista e gli accordi della sezione ritmica sono differenti sviluppi sulla linea del tempo di una stesso oggetto musicale (quello che Russell chiama

  14. Musica, suoni e gentrificazione della nuova Berlino

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Barbara Grüning

    2013-06-01

    Full Text Available Berlinized Sexy and Eis è il nome di un cocktail, inventato in uno dei tanti locali sorti provvisoriamente a Berlino est all’alba della caduta del muro, i cui ingredienti cambiavano con la stessa facilità con cui, in assenza di una giurisdizione certa nella transizione dalla Repubblica democratica tedesca (DDR alla Repubblica federale, i locali cambiavano location, occupando gli spazi vuoti dell’ex-confine, gli edifici del centro mai restaurati dalla seconda guerra mondiale e le fabbriche dismesse della DDR (Vogt 2005.

  15. Ethnoarchaeological Survey of Cave Dwelling in the Qoḥayto Plateau of Eritrea

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Robel Haile

    2017-12-01

    Full Text Available Gli studi speleologici presentano un considerevole potenziale per la comprensione dei processi di sviluppo culturale sull'Altopiano del Qoḥayto , e per lo studio dei pattern di mobilità e dei sistemi residenziali dei gruppi pastorali. Questo contributo è basato su un survey archeologico e l'osservazione etnografica dell'organizzazione dello spazio domestico in grotte dell'Altopiano del Qoḥayto, ponendo in particolare evidenza: a l'opposizione tra lo spazio umano e quello destinato agli animali, e b le variazioni all'interno di questi due domini. I risultati mostrano l'esistenza di due tipi di organizzazione di questi spazi: l'una con la zona del goḥo-makādo separata da quella per gli animali, l'altra con la zona del balbala separata dalla seconda.

  16. Air and water pollution sources analysis in Northern Lazio; Censimento di fonti d'inquinamento atmosferico e idrico nell'Alto Lazio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Triolo, L.; Barlattini, M.; Sidoti, G.; Tanzi, V.; Testa, V. [ENEA, Divisione Biotecnologie e Agricultura, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Naviglio, L. [ENEA, Divisione Protezione dell' Uomo e degli Ecosistemi, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Boni, E.; Proli, L.; Santella, A.; Squillacioti, T. [Cooperativa Energia e Territorio Srl, Viterbo (Italy)

    2001-07-01

    cereali presenti in 9 aree omogenee rispetto all'uso agricolo del suolo. Nella seconda parte dell'indagine e' stato stimato, anche con indagini in campo, il rischio di inquinamento delle acque dei fiumi Marta e Mignone determinato dalle attivita' agricole, dalle emissioni dei liquami domestici dei comuni afferenti ai due corsi d'acqua, dei quali sono caratterizzati i bacini idrografici. La terza parte dello studio ha descritto le attivita' produttive e di servizio del comune di Civitavecchia, Tarquinia e Santa Marinella che sono responsabili d'inquinamento atmosferico. In particolare sono state considerate le emissioni delle tre centrali termoelettriche di Torvaldilga Sud, Torvaldilga Nord e Fiumaretta, del cementificio dell' Italcementi e del porto di Civitavecchia soprattutto per la presenza di rileventi depositi di stoccaggio dei derivati del petrolio.

  17. Strade, ferrovie e grandi rischi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Scira Menoni

    2009-07-01

    Full Text Available Nell’articolo il rapporto tra sistemi di accessibilità (ferroviaria e stradale e grandi rischi viene affrontato da due diverse prospettive. La prima vede tali sistemi come esposti e vulnerabili a diverse forme di pericolosità naturale; la seconda li considera invece quali potenziali fonti di pericolo, indagando in particolare il trasporto di sostanze pericolose. Per quanto riguarda la prima parte dell’articolo, ovvero l’analisi di vulnerabilità delle infrastrutture di trasporto a diversi agenti naturali, verranno esplicitati i fattori di vulnerabilità fisica, sistemica e organizzativa. A sostegno della modellazione proposta, si fa riferimento sia alla letteratura internazionale sia al metodo sviluppato presso il Politecnico di Milano, nei suoi ultimi sviluppi. Interessa infatti presentare un metodo relativamente semplice da utilizzare a scala vasta per poi scendere nel dettaglio necessario laddove le priorità individuata a grande scala ne indichino la necessità. Tra i fattori di vulnerabilità fisica si indicheranno gli elementi maggiormente critici per diversi tipi di sollecitazione (sismica, vulcanica, alluvionale, etc.; per quanto attiene ai fattori di vulnerabilità sistemica si considerano le interdipendenze tra reti e sistemi (inclusi gli altri servizi a rete; per quanto attiene alla vulnerabilità organizzativa si indicheranno le difficoltà nel produrre un sistema integrato di allertamento, che consenta ad esempio di chiudere tratti di strada quando questi vengano segnalati come imminentemente interessati da un dato evento estremo. Infine si indicheranno i danni che il sistema di accessibilità può subire e le ripercussioni di questi sul territorio di interesse. Nella seconda parte viene trattato un particolare tipo di trasporto, quello delle sostanze pericolose, differenziando opportunamente tra ferroviario e stradale. Il ribaltamento del punto di vista comporta la necessità di identificare in modo puntuale i fattori di

  18. La protezione antiarea del patrimonio artistico umbro nella seconda guerra mondiale: il caso di Orvieto / The air-raid protection of Umbria’s cultural heritage during the WWII: the case of Orvieto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Patrizia Dragoni

    2013-05-01

    Full Text Available A partire dalla fine degli anni ’20 del Novecento, il Ministero dell’Educazione Nazionale inizia ad adottare misure di sicurezza per la protezione dei monumenti e delle opere d’arte nell’eventualità di un nuovo conflitto, predisponendo la preparazione di appositi piani. Tutte le Soprintendenze italiane vengono chiamate a realizzare elenchi delle opere mobili che avrebbero dovuto essere trasferite in depositi appositamente individuati per il loro isolamento e la distanza dagli obiettivi militari, mentre i monumenti avrebbero dovuto essere protetti con blindature e sacchi di sabbia. Il lavoro presenta un’analisi dei piani che vennero prodotti in Umbria dal soprintendente Achille Bertini Calosso e, in particolare, illustra il caso della città di Orvieto.   Since the late twenties, the Italian Ministry of National Education adopted safeguard measures for the protection of monuments and works of art in the event of armed conflict through the preparation of specific preservation plans. All Superintendents were asked to realize lists of mobile works of art to be transferred to repositories specifically selected for their isolated location and distance from military objectives, while monuments should have been protected by elaborate brickwork and sandbags. The paper provides a detailed analysis of the plans that were produced in Umbria by the Superintendent Achille Bertini Calosso, with a special focus on the case of the city of Orvieto.

  19. Fonologia etrusaa fonetiaa toscana, Il problema del sostra­ to, Atti della Giornata di Studi organizzata dal Gruppo Archeo­ logico Colligiano, Colle di Val d'Elsa, 4 aprile 1982; a cura di L. Agostiniani e L. Giannelli, Biblioteca dell' "Archivum Romanicu

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pavao Tekavčić

    1983-01-01

    Full Text Available Che cosa sia la gorgia tosaana lo sanno probabilmente tutti i cultori della linguistica romanza nel mondo; ed è risaputo anche che, dopo poco meno di un secolo di discussioni, il volume di H. J. Izzo Tuscan and Etruscan, Toronto 1972 sembrò dare il colpo di grazia alla tesi sostratista: "La gorgia etru­sca è morta!" si credette di pater dire, adattando la prima par­te del celebre detto francese. Perciò sorprenderà non poco che, a distanza di dieci anni dal libra di Izzo, si veda risuscitare l'ipotesi dell'origine preromana della gorgia; ossia, che forse si debba dire - continuando il citato detto - "viva la gorgia etrusca!". Si, il richiamo alla nota formula francese non è senza una sua giustificazione, perché l'ipotesi della gorgia etrusca - oltre ad essere sostenuta da una netta minoranza de­ glistudiosi- ci si presenta semmai in una veste nueva. Chi vorrà leggere i contributi nel ricco ed interessante volume che qui recensiamo, potrà convincersi che la discussione sul possi­bile influsso del sostrato etrusco nella gorgia toscana non è per niente esaurita rna continua, con argomenti nuovi basati su ricerche recenti.

  20. Pola Spasial, Temporal dan Perilaku Deforestasi di Sumatera

    OpenAIRE

    rijal, syamsu; saleh, m. buce; jaya, i Nengah Surati; tiryana, tatang

    2016-01-01

    Penelitian ini membahas tentang formula baru penilaian deforestasi di Sumatera-Indonesia dan dunia serta membahas tentang model spasial deforestasi berdasarkan driving force dan pola spasial deforestasi ABSTRAK SYAMSU RIJAL. Pattern of spatial, temporal and behavioral deforestation in Sumatra. Supervised by M BUCE SALEH, I NENGAH SURATI JAYA, dan TATANG TIRYANA. Deforestation in Indonesia and even in the world has been commonly been assessed based on the rate and area size o...

  1. Valutazione di colture lignocellulosiche in ambiente mediterraneo ai fini della produzione di bioetanolo di seconda generazione

    OpenAIRE

    Daparo, Loredana

    2011-01-01

    In the last years there has been a growing interest in energy biomass crops especially in the industrialized countries, in relationship to the pressing demands to exploit new energetic sources. The new technologies that can make fuel from lignocellulosic biomass, open up interesting prospects for some species that have proved particularly promising for the characteristics of perenniality and productivity: Arundo donax, Cynara cardunculus Miscantus spp and even if they have, however, still ...

  2. Gli effetti socio-economici e spaziali del servizio ferroviario dell’Alta Velocità: due casi a confronto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Loredana Consuelo Travascio

    2008-05-01

    Full Text Available L’articolo fornisce una lettura degli effetti socio-economici e spaziali generati dalla messa in esercizio di una rete ferroviaria ad AV sull’organizzazione territoriale. Esso si articola in due parti. Nella prima, sono analizzati gli effetti che in letteratura sono attribuiti alle infrastrutture di trasporto, focalizzandosi sulle ripercussioni che la messa in esercizio dell’AV ha generato sulla crescita demografica e sulla localizzazione delle attività economiche attorno alle stazioni, nonché sulla domanda di trasporto e sulla riconfigurazione dei flussi. Nella seconda parte si passa allo studio di due casi significativi: il Giappone, dove l’introduzione del servizio ha modificato la struttura socio-economica del territorio; la Spagna, dove ha favorito la comparsa di nuove tipologie di utenti e la ridefinizione delle relazioni tra le varie città servite dall’infrastruttura.

  3. Godas Rex. La amonedación del Reino de Godas

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto Trivero Rivera

    2014-12-01

    Full Text Available Dopo una rassegna storica sulla Sardegna della seconda metà del V secolo e sulla monetazione vandala battuta da una zecca sarda, l'Autore descrive alcune rare emissioni monetarie battute in nome di Godas, sovrano conosciuto solamente grazie ad alcuni paragrafi delle Storie di Procopio di Cesarea. Lo studio delle emissioni monetarie conferma il suo testo e permette di dedurre alcuni aspetti in merito agli eventi che portarono Godas al potere nell'isola e che non sono stati narrati dallo storico palestino. Ciò permette di correggere un'inesatta interpretazione dei fatti data dagli storici sardi, i quali, basandosi sulla traduzione latina invece che sull'originale greco, scrivono che Godas fu inviato in Sardegna dal re vandalo Gelamir: invece il suo ruolo nell'isola fu necessariamente importante già durante il regno di Hilderico, il suo predecessore. L'articolo è completato dal corpus di tutti gli esemplari noti di nummi battuti in nome di Godas.

  4. Particelle e interazioni fondamentali Il mondo delle particelle

    CERN Document Server

    Braibant, Sylvie; Spurio, Maurizio

    2012-01-01

    Il libro intende fornire le conoscenze teoriche e fenomenologiche di base della struttura della materia a livello subatomico, presentando in maniera coordinata concetti e caratteristiche della fisica nucleare e della fisica delle particelle. Partendo da un livello di base (nomenclatura, classificazione, tecniche di accelerazione e di rivelazione delle particelle), si passano in rassegna le proprietà delle interazioni fondamentali (elettromagnetica, debole e forte). Vengono descritti poi i risultati che confermano il Modello Standard del microcosmo, per terminare con i problemi ancora aperti. Questa seconda edizione, riveduta, corretta e ampliata, nasce a seguito della traduzione in Inglese del libro effettuata dagli stessi autori. Oltre ad una rilettura critica e accurata di ogni paragrafo (necessaria quando si vuole esprimere in altra lingua un concetto), abbiamo inserito alcune figure nuove e una sezione che si riferisce ai primi risultati di fisica ottenuti con l'acceleratore LHC al CERN. Il numero di ese...

  5. Proposta di utilizzo di metodologie termografiche per il controllo di qualità di componenti meccanici

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberto D’Andrea

    2010-04-01

    Full Text Available In base all’esperienza maturata in anni di sperimentazione sull’analisi delle caratteristiche meccaniche dei materiali mediante indagine termografica, nel presente lavoro è proposta una procedura per il controllo di qualità di componenti meccanici in linea di produzione, che è già stata argomento di brevetto. Lo sviluppo di questo lavoro si colloca nell’ambito del progetto FIRB Smart Reflex “Sistemi di produzione intelligenti, flessibili e riconfigurabili”. L’attività svolta dal DIIM riguarda il controllo avanzato dell’affidabilità di componenti meccanici per l’industria automobilistica. Viene proposta, quindi, la realizzazione di una cella di controllo in linea di produzione capace di valutare la presenza di eventuali componenti difettosi attraverso l’analisi termica degli stessi, sollecitati secondo un modello predefinito. L’attività, svolta in questa prima fase in laboratorio, è facilmente trasferibile in linea di produzione, considerando la possibilità di realizzare celle di prova in ambiente controllato, con condizioni praticamente identiche a quelle di laboratorio, eliminando gli effetti di disturbo che possono influenzare la risposta dell’indagine termografica in ambiente non strutturato.

  6. La teoria della letteratura di Nicolas Calas. Surrealismo, marxismo e psicanalisi in Foyers d’incendie

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. D'Urso

    2013-10-01

    assenza a livello internazionale di un’analisi dettagliata di quest’opera, considerata ‘difficile’ e per questo spesso ricondotta frettolosamente sotto l’etichetta del ‘freudo-marxismo’. Quest’ultima non solo risulta confusionaria alla luce di una più attenta considerazione del contesto storico degli anni ’30, ma non permette di cogliere ciò in cui marxismo e freudismo sono effettivamente criticati, il che definirebbe più nettamente il carattere surrealista – eluso o dato per scontato dalla critica – di Foyers d’incendie. Nella prima metà di questo studio evidenzieremo quindi il ruolo del surrealismo nell’evoluzione critica di Calas rispetto al comunismo ortodosso, di cui ancora adottava il linguaggio prima di legarsi indubitabilmente al movimento di Breton. Mostreremo quindi la ricezione entusiastica di Foyers d’incendie tra i surrealisti e i motivi di quest’apprezzamento. Nella seconda metà, ci addentreremo maggiormente nei contenuti dell’opera che riguardano più specificamente la teoria della letteratura e la critica dell’ideologia che si possono trarre da Foyers d’incendie. A questo scopo – per la prima volta – riassumeremo la lettura di Calas della storia filosofico-letteraria e mostreremo il ruolo che hanno il materialismo dialettico (particolarmente quello dell’Engels dell’Origine della famiglia, della proprietà privata e dello Stato e la psicanalisi (così come la considera il surrealismo nel suo approccio.

  7. Triglycerides, fatty acids, sterols, mono- and disaccharides and sugar alcohols in human milk and current types of infant formula milk

    NARCIS (Netherlands)

    Huisman, M; vanBeusekom, CM; Nijeboer, HJ; Muskiet, FAJ; Boersma, ER

    Objective: To investigate differences in the fatty acid composition, sterols, minor carbohydrates and sugar alcohols between human and formula milk. Design: We analyzed the concentrations of triglycerides, sterols, di- and monosaccharides and sugar alcohols, as well as the fatty acid composition of

  8. Production of [Formula: see text] and [Formula: see text] in p-Pb collisions at [Formula: see text] TeV.

    Science.gov (United States)

    Adamová, D; Aggarwal, M M; Aglieri Rinella, G; Agnello, M; Agrawal, N; Ahammed, Z; Ahmad, S; Ahn, S U; Aiola, S; Akindinov, A; Alam, S N; Albuquerque, D S D; Aleksandrov, D; Alessandro, B; Alexandre, D; Alfaro Molina, R; Alici, A; Alkin, A; Alme, J; Alt, T; Altinpinar, S; Altsybeev, I; Alves Garcia Prado, C; An, M; Andrei, C; Andrews, H A; Andronic, A; Anguelov, V; Anson, C; Antičić, T; Antinori, F; Antonioli, P; Anwar, R; Aphecetche, L; Appelshäuser, H; Arcelli, S; Arnaldi, R; Arnold, O W; Arsene, I C; Arslandok, M; Audurier, B; Augustinus, A; Averbeck, R; Azmi, M D; Badalà, A; Baek, Y W; Bagnasco, S; Bailhache, R; Bala, R; Baldisseri, A; Ball, M; Baral, R C; Barbano, A M; Barbera, R; Barile, F; Barioglio, L; Barnaföldi, G G; Barnby, L S; Barret, V; Bartalini, P; Barth, K; Bartke, J; Bartsch, E; Basile, M; Bastid, N; Basu, S; Bathen, B; Batigne, G; Batista Camejo, A; Batyunya, B; Batzing, P C; Bearden, I G; Beck, H; Bedda, C; Behera, N K; Belikov, I; Bellini, F; Bello Martinez, H; Bellwied, R; Beltran, L G E; Belyaev, V; Bencedi, G; Beole, S; Bercuci, A; Berdnikov, Y; Berenyi, D; Bertens, R A; Berzano, D; Betev, L; Bhasin, A; Bhat, I R; Bhati, A K; Bhattacharjee, B; Bhom, J; Bianchi, L; Bianchi, N; Bianchin, C; Bielčík, J; Bielčíková, J; Bilandzic, A; Biro, G; Biswas, R; Biswas, S; Blair, J T; Blau, D; Blume, C; Boca, G; Bock, F; Bogdanov, A; Boldizsár, L; Bombara, M; Bonomi, G; Bonora, M; Book, J; Borel, H; Borissov, A; Borri, M; Botta, E; Bourjau, C; Braun-Munzinger, P; Bregant, M; Broker, T A; Browning, T A; Broz, M; Brucken, E J; Bruna, E; Bruno, G E; Budnikov, D; Buesching, H; Bufalino, S; Buhler, P; Buitron, S A I; Buncic, P; Busch, O; Buthelezi, Z; Butt, J B; Buxton, J T; Cabala, J; Caffarri, D; Caines, H; Caliva, A; Calvo Villar, E; Camerini, P; Capon, A A; Carena, F; Carena, W; Carnesecchi, F; Castillo Castellanos, J; Castro, A J; Casula, E A R; Ceballos Sanchez, C; Cerello, P; Chang, B; Chapeland, S; Chartier, M; Charvet, J L; Chattopadhyay, S; Chattopadhyay, S; Chauvin, A; Cherney, M; Cheshkov, C; Cheynis, B; Chibante Barroso, V; Chinellato, D D; Cho, S; Chochula, P; Choi, K; Chojnacki, M; Choudhury, S; Christakoglou, P; Christensen, C H; Christiansen, P; Chujo, T; Chung, S U; Cicalo, C; Cifarelli, L; Cindolo, F; Cleymans, J; Colamaria, F; Colella, D; Collu, A; Colocci, M; Conesa Balbastre, G; Conesa Del Valle, Z; Connors, M E; Contreras, J G; Cormier, T M; Corrales Morales, Y; Cortés Maldonado, I; Cortese, P; Cosentino, M R; Costa, F; Costanza, S; Crkovská, J; Crochet, P; Cuautle, E; Cunqueiro, L; Dahms, T; Dainese, A; Danisch, M C; Danu, A; Das, D; Das, I; Das, S; Dash, A; Dash, S; De, S; De Caro, A; de Cataldo, G; de Conti, C; de Cuveland, J; De Falco, A; De Gruttola, D; De Marco, N; De Pasquale, S; De Souza, R D; Degenhardt, H F; Deisting, A; Deloff, A; Deplano, C; Dhankher, P; Di Bari, D; Di Mauro, A; Di Nezza, P; Di Ruzza, B; Diaz Corchero, M A; Dietel, T; Dillenseger, P; Divià, R; Djuvsland, Ø; Dobrin, A; Domenicis Gimenez, D; Dönigus, B; Dordic, O; Drozhzhova, T; Dubey, A K; Dubla, A; Ducroux, L; Duggal, A K; Dupieux, P; Ehlers, R J; Elia, D; Endress, E; Engel, H; Epple, E; Erazmus, B; Erhardt, F; Espagnon, B; Esumi, S; Eulisse, G; Eum, J; Evans, D; Evdokimov, S; Fabbietti, L; Fabris, D; Faivre, J; Fantoni, A; Fasel, M; Feldkamp, L; Feliciello, A; Feofilov, G; Ferencei, J; Fernández Téllez, A; Ferreiro, E G; Ferretti, A; Festanti, A; Feuillard, V J G; Figiel, J; Figueredo, M A S; Filchagin, S; Finogeev, D; Fionda, F M; Fiore, E M; Floris, M; Foertsch, S; Foka, P; Fokin, S; Fragiacomo, E; Francescon, A; Francisco, A; Frankenfeld, U; Fronze, G G; Fuchs, U; Furget, C; Furs, A; Fusco Girard, M; Gaardhøje, J J; Gagliardi, M; Gago, A M; Gajdosova, K; Gallio, M; Galvan, C D; Gangadharan, D R; Ganoti, P; Gao, C; Garabatos, C; Garcia-Solis, E; Garg, K; Garg, P; Gargiulo, C; Gasik, P; Gauger, E F; Gay Ducati, M B; Germain, M; Ghosh, P; Ghosh, S K; Gianotti, P; Giubellino, P; Giubilato, P; Gladysz-Dziadus, E; Glässel, P; Goméz Coral, D M; Gomez Ramirez, A; Gonzalez, A S; Gonzalez, V; González-Zamora, P; Gorbunov, S; Görlich, L; Gotovac, S; Grabski, V; Graczykowski, L K; Graham, K L; Greiner, L; Grelli, A; Grigoras, C; Grigoriev, V; Grigoryan, A; Grigoryan, S; Grion, N; Gronefeld, J M; Grosa, F; Grosse-Oetringhaus, J F; Grosso, R; Gruber, L; Grull, F R; Guber, F; Guernane, R; Guerzoni, B; Gulbrandsen, K; Gunji, T; Gupta, A; Gupta, R; Guzman, I B; Haake, R; Hadjidakis, C; Hamagaki, H; Hamar, G; Hamon, J C; Harris, J W; Harton, A; Hatzifotiadou, D; Hayashi, S; Heckel, S T; Hellbär, E; Helstrup, H; Herghelegiu, A; Herrera Corral, G; Herrmann, F; Hess, B A; Hetland, K F; Hillemanns, H; Hippolyte, B; Hladky, J; Horak, D; Hosokawa, R; Hristov, P; Hughes, C; Humanic, T J; Hussain, N; Hussain, T; Hutter, D; Hwang, D S; Ilkaev, R; Inaba, M; Ippolitov, M; Irfan, M; Isakov, V; Islam, M S; Ivanov, M; Ivanov, V; Izucheev, V; Jacak, B; Jacazio, N; Jacobs, P M; Jadhav, M B; Jadlovska, S; Jadlovsky, J; Jahnke, C; Jakubowska, M J; Janik, M A; Jayarathna, P H S Y; Jena, C; Jena, S; Jercic, M; Jimenez Bustamante, R T; Jones, P G; Jusko, A; Kalinak, P; Kalweit, A; Kang, J H; Kaplin, V; Kar, S; Karasu Uysal, A; Karavichev, O; Karavicheva, T; Karayan, L; Karpechev, E; Kebschull, U; Keidel, R; Keijdener, D L D; Keil, M; Ketzer, B; Mohisin Khan, M; Khan, P; Khan, S A; Khanzadeev, A; Kharlov, Y; Khatun, A; Khuntia, A; Kielbowicz, M M; Kileng, B; Kim, D W; Kim, D J; Kim, D; Kim, H; Kim, J S; Kim, J; Kim, M; Kim, M; Kim, S; Kim, T; Kirsch, S; Kisel, I; Kiselev, S; Kisiel, A; Kiss, G; Klay, J L; Klein, C; Klein, J; Klein-Bösing, C; Klewin, S; Kluge, A; Knichel, M L; Knospe, A G; Kobdaj, C; Kofarago, M; Kollegger, T; Kolojvari, A; Kondratiev, V; Kondratyeva, N; Kondratyuk, E; Konevskikh, A; Kopcik, M; Kour, M; Kouzinopoulos, C; Kovalenko, O; Kovalenko, V; Kowalski, M; Koyithatta Meethaleveedu, G; Králik, I; Kravčáková, A; Krivda, M; Krizek, F; Kryshen, E; Krzewicki, M; Kubera, A M; Kučera, V; Kuhn, C; Kuijer, P G; Kumar, A; Kumar, J; Kumar, L; Kumar, S; Kundu, S; Kurashvili, P; Kurepin, A; Kurepin, A B; Kuryakin, A; Kushpil, S; Kweon, M J; Kwon, Y; La Pointe, S L; La Rocca, P; Lagana Fernandes, C; Lakomov, I; Langoy, R; Lapidus, K; Lara, C; Lardeux, A; Lattuca, A; Laudi, E; Lavicka, R; Lazaridis, L; Lea, R; Leardini, L; Lee, S; Lehas, F; Lehner, S; Lehrbach, J; Lemmon, R C; Lenti, V; Leogrande, E; León Monzón, I; Lévai, P; Li, S; Li, X; Lien, J; Lietava, R; Lindal, S; Lindenstruth, V; Lippmann, C; Lisa, M A; Litichevskyi, V; Ljunggren, H M; Llope, W J; Lodato, D F; Loenne, P I; Loginov, V; Loizides, C; Loncar, P; Lopez, X; López Torres, E; Lowe, A; Luettig, P; Lunardon, M; Luparello, G; Lupi, M; Lutz, T H; Maevskaya, A; Mager, M; Mahajan, S; Mahmood, S M; Maire, A; Majka, R D; Malaev, M; Maldonado Cervantes, I; Malinina, L; Mal'Kevich, D; Malzacher, P; Mamonov, A; Manko, V; Manso, F; Manzari, V; Mao, Y; Marchisone, M; Mareš, J; Margagliotti, G V; Margotti, A; Margutti, J; Marín, A; Markert, C; Marquard, M; Martin, N A; Martinengo, P; Martinez, J A L; Martínez, M I; Martínez García, G; Martinez Pedreira, M; Mas, A; Masciocchi, S; Masera, M; Masoni, A; Mastroserio, A; Mathis, A M; Matyja, A; Mayer, C; Mazer, J; Mazzilli, M; Mazzoni, M A; Meddi, F; Melikyan, Y; Menchaca-Rocha, A; Meninno, E; Mercado Pérez, J; Meres, M; Mhlanga, S; Miake, Y; Mieskolainen, M M; Mihaylov, D; Mikhaylov, K; Milano, L; Milosevic, J; Mischke, A; Mishra, A N; Miśkowiec, D; Mitra, J; Mitu, C M; Mohammadi, N; Mohanty, B; Montes, E; Moreira De Godoy, D A; Moreno, L A P; Moretto, S; Morreale, A; Morsch, A; Muccifora, V; Mudnic, E; Mühlheim, D; Muhuri, S; Mukherjee, M; Mulligan, J D; Munhoz, M G; Münning, K; Munzer, R H; Murakami, H; Murray, S; Musa, L; Musinsky, J; Myers, C J; Naik, B; Nair, R; Nandi, B K; Nania, R; Nappi, E; Naru, M U; Natal da Luz, H; Nattrass, C; Navarro, S R; Nayak, K; Nayak, R; Nayak, T K; Nazarenko, S; Nedosekin, A; Negrao De Oliveira, R A; Nellen, L; Nesbo, S V; Ng, F; Nicassio, M; Niculescu, M; Niedziela, J; Nielsen, B S; Nikolaev, S; Nikulin, S; Nikulin, V; Noferini, F; Nomokonov, P; Nooren, G; Noris, J C C; Norman, J; Nyanin, A; Nystrand, J; Oeschler, H; Oh, S; Ohlson, A; Okubo, T; Olah, L; Oleniacz, J; Oliveira Da Silva, A C; Oliver, M H; Onderwaater, J; Oppedisano, C; Orava, R; Oravec, M; Ortiz Velasquez, A; Oskarsson, A; Otwinowski, J; Oyama, K; Ozdemir, M; Pachmayer, Y; Pacik, V; Pagano, D; Pagano, P; Paić, G; Pal, S K; Palni, P; Pan, J; Pandey, A K; Panebianco, S; Papikyan, V; Pappalardo, G S; Pareek, P; Park, J; Park, W J; Parmar, S; Passfeld, A; Pathak, S P; Paticchio, V; Patra, R N; Paul, B; Pei, H; Peitzmann, T; Peng, X; Pereira, L G; Pereira Da Costa, H; Peresunko, D; Perez Lezama, E; Peskov, V; Pestov, Y; Petráček, V; Petrov, V; Petrovici, M; Petta, C; Pezzi, R P; Piano, S; Pikna, M; Pillot, P; Pimentel, L O D L; Pinazza, O; Pinsky, L; Piyarathna, D B; Płoskoń, M; Planinic, M; Pluta, J; Pochybova, S; Podesta-Lerma, P L M; Poghosyan, M G; Polichtchouk, B; Poljak, N; Poonsawat, W; Pop, A; Poppenborg, H; Porteboeuf-Houssais, S; Porter, J; Pospisil, J; Pozdniakov, V; Prasad, S K; Preghenella, R; Prino, F; Pruneau, C A; Pshenichnov, I; Puccio, M; Puddu, G; Pujahari, P; Punin, V; Putschke, J; Qvigstad, H; Rachevski, A; Raha, S; Rajput, S; Rak, J; Rakotozafindrabe, A; Ramello, L; Rami, F; Rana, D B; Raniwala, R; Raniwala, S; Räsänen, S S; Rascanu, B T; Rathee, D; Ratza, V; Ravasenga, I; Read, K F; Redlich, K; Rehman, A; Reichelt, P; Reidt, F; Ren, X; Renfordt, R; Reolon, A R; Reshetin, A; Reygers, K; Riabov, V; Ricci, R A; Richert, T; Richter, M; Riedler, P; Riegler, W; Riggi, F; Ristea, C; Rodríguez Cahuantzi, M; Røed, K; Rogochaya, E; Rohr, D; Röhrich, D; Rokita, P S; Ronchetti, F; Ronflette, L; Rosnet, P; Rossi, A; Rotondi, A; Roukoutakis, F; Roy, A; Roy, C; Roy, P; Rubio Montero, A J; Rui, R; Russo, R; Rustamov, A; Ryabinkin, E; Ryabov, Y; Rybicki, A; Saarinen, S; Sadhu, S; Sadovsky, S; Šafařík, K; Saha, S K; Sahlmuller, B; Sahoo, B; Sahoo, P; Sahoo, R; Sahoo, S; Sahu, P K; Saini, J; Sakai, S; Saleh, M A; Salzwedel, J; Sambyal, S; Samsonov, V; Sandoval, A; Sarkar, D; Sarkar, N; Sarma, P; Sas, M H P; Scapparone, E; Scarlassara, F; Scharenberg, R P; Scheid, H S; Schiaua, C; Schicker, R; Schmidt, C; Schmidt, H R; Schmidt, M O; Schmidt, M; Schukraft, J; Schutz, Y; Schwarz, K; Schweda, K; Scioli, G; Scomparin, E; Scott, R; Šefčík, M; Seger, J E; Sekiguchi, Y; Sekihata, D; Selyuzhenkov, I; Senosi, K; Senyukov, S; Serradilla, E; Sett, P; Sevcenco, A; Shabanov, A; Shabetai, A; Shadura, O; Shahoyan, R; Shangaraev, A; Sharma, A; Sharma, A; Sharma, M; Sharma, M; Sharma, N; Sheikh, A I; Shigaki, K; Shou, Q; Shtejer, K; Sibiriak, Y; Siddhanta, S; Sielewicz, K M; Siemiarczuk, T; Silvermyr, D; Silvestre, C; Simatovic, G; Simonetti, G; Singaraju, R; Singh, R; Singhal, V; Sinha, T; Sitar, B; Sitta, M; Skaali, T B; Slupecki, M; Smirnov, N; Snellings, R J M; Snellman, T W; Song, J; Song, M; Soramel, F; Sorensen, S; Sozzi, F; Spiriti, E; Sputowska, I; Srivastava, B K; Stachel, J; Stan, I; Stankus, P; Stenlund, E; Stiller, J H; Stocco, D; Strmen, P; Suaide, A A P; Sugitate, T; Suire, C; Suleymanov, M; Suljic, M; Sultanov, R; Šumbera, M; Sumowidagdo, S; Suzuki, K; Swain, S; Szabo, A; Szarka, I; Szczepankiewicz, A; Szymanski, M; Tabassam, U; Takahashi, J; Tambave, G J; Tanaka, N; Tarhini, M; Tariq, M; Tarzila, M G; Tauro, A; Tejeda Muñoz, G; Telesca, A; Terasaki, K; Terrevoli, C; Teyssier, B; Thakur, D; Thakur, S; Thomas, D; Tieulent, R; Tikhonov, A; Timmins, A R; Toia, A; Tripathy, S; Trogolo, S; Trombetta, G; Trubnikov, V; Trzaska, W H; Trzeciak, B A; Tsuji, T; Tumkin, A; Turrisi, R; Tveter, T S; Ullaland, K; Umaka, E N; Uras, A; Usai, G L; Utrobicic, A; Vala, M; Van Der Maarel, J; Van Hoorne, J W; van Leeuwen, M; Vanat, T; Vande Vyvre, P; Varga, D; Vargas, A; Vargyas, M; Varma, R; Vasileiou, M; Vasiliev, A; Vauthier, A; Vázquez Doce, O; Vechernin, V; Veen, A M; Velure, A; Vercellin, E; Vergara Limón, S; Vernet, R; Vértesi, R; Vickovic, L; Vigolo, S; Viinikainen, J; Vilakazi, Z; Villalobos Baillie, O; Villatoro Tello, A; Vinogradov, A; Vinogradov, L; Virgili, T; Vislavicius, V; Vodopyanov, A; Völkl, M A; Voloshin, K; Voloshin, S A; Volpe, G; von Haller, B; Vorobyev, I; Voscek, D; Vranic, D; Vrláková, J; Wagner, B; Wagner, J; Wang, H; Wang, M; Watanabe, D; Watanabe, Y; Weber, M; Weber, S G; Weiser, D F; Wessels, J P; Westerhoff, U; Whitehead, A M; Wiechula, J; Wikne, J; Wilk, G; Wilkinson, J; Willems, G A; Williams, M C S; Windelband, B; Witt, W E; Yalcin, S; Yang, P; Yano, S; Yin, Z; Yokoyama, H; Yoo, I-K; Yoon, J H; Yurchenko, V; Zaccolo, V; Zaman, A; Zampolli, C; Zanoli, H J C; Zaporozhets, S; Zardoshti, N; Zarochentsev, A; Závada, P; Zaviyalov, N; Zbroszczyk, H; Zhalov, M; Zhang, H; Zhang, X; Zhang, Y; Zhang, C; Zhang, Z; Zhao, C; Zhigareva, N; Zhou, D; Zhou, Y; Zhou, Z; Zhu, H; Zhu, J; Zhu, X; Zichichi, A; Zimmermann, A; Zimmermann, M B; Zimmermann, S; Zinovjev, G; Zmeskal, J

    2017-01-01

    The transverse momentum distributions of the strange and double-strange hyperon resonances ([Formula: see text], [Formula: see text]) produced in p-Pb collisions at [Formula: see text] TeV were measured in the rapidity range [Formula: see text] for event classes corresponding to different charged-particle multiplicity densities, [Formula: see text]d[Formula: see text]/d[Formula: see text]. The mean transverse momentum values are presented as a function of [Formula: see text]d[Formula: see text]/d[Formula: see text], as well as a function of the particle masses and compared with previous results on hyperon production. The integrated yield ratios of excited to ground-state hyperons are constant as a function of [Formula: see text]d[Formula: see text]/d[Formula: see text]. The equivalent ratios to pions exhibit an increase with [Formula: see text]d[Formula: see text]/d[Formula: see text], depending on their strangeness content.

  9. GIANFRANCO BETTETINI, Il timpano dell’occhio. Gli intrecci e i giochi dei suoni e delle immagini, Milano, Bompiani, 2009

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Bratus

    2013-12-01

    Full Text Available Il timpano dell’occhio di Gianfranco Bettetini è uno studio dedicato all’analisi semiotica dei testi audiovisivi. Nel volume l’autore si propone di indagare gli effetti che l’azione «strutturalmente sinergica e compatta» (p. 9 di suono e immagine produce sullo spettatore. Lungo tale percorso, Bettetini affronta un nodo cruciale degli studi attuali sulla comunicazione audiovisiva, offrendo allo stesso tempo un prezioso compendio della letteratura semiotica sull’argomento. Nella prima parte del volume lo studioso definisce le linee essenziali di un nuovo approccio metodologico che integra, con la sociologia e la psicologia, il quadro delle discipline che si sono occupate sistematicamente di analisi del testo filmico dal secondo dopoguerra in avanti. Nella seconda parte l’autore prende in esame quattro lungometraggi: Caterina va in città (2003 di Paolo Virzì, Notturno Bus (2007 di Davide Marengo, Il flauto magico (2007 di Kenneth Branagh e La fine del mondo – Ministoria della musica in un tempo (1969 dello stesso Bettetini.

  10. Tra ufficialità e Samizdat: Viktor Sosnora

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Noemi Albanese

    2015-07-01

    Full Text Available La figura di Viktor Sosnora si presenta come una delle più particolari nel panorama letterario della Leningrado della seconda metà del Novecento. A metà tra mondo ufficiale e quello dell'underground, fu anche uno dei pochissimi autori ai quali, in epoca sovietica, fu concesso di viaggiare in Europa ed entrare in contatto con il mondo intellettuale coevo. La sua ricerca estetica e stilistica parte dalle tematiche antico russe per innovarle dall'interno grazie ad un gusto per la lingua estremamente contemporaneo;ciò si tradusse in sperimentazioni poetiche sempre più ardite che resero impossibile la pubblicazione ufficiale dei suoi testi, divenuti invece oggetto di culto negli ambienti del Samizdat.

  11. Cumulant generating function formula of heat transfer in ballistic systems with lead-lead coupling

    Science.gov (United States)

    Li, Huanan; Agarwalla, Bijay Kumar; Wang, Jian-Sheng

    2012-10-01

    Based on a two-time observation protocol, we consider heat transfer in a given time interval tM in a lead-junction-lead system taking coupling between the leads into account. In view of the two-time observation, consistency conditions are carefully verified in our specific family of quantum histories. Furthermore, its implication is briefly explored. Then using the nonequilibrium Green's function method, we obtain an exact formula for the cumulant generating function for heat transfer between the two leads, valid in both transient and steady-state regimes. Also, a compact formula for the cumulant generating function in the long-time limit is derived, for which the Gallavotti-Cohen fluctuation symmetry is explicitly verified. In addition, we briefly discuss Di Ventra's repartitioning trick regarding whether the repartitioning procedure of the total Hamiltonian affects the nonequilibrium steady-state current fluctuation. All kinds of properties of nonequilibrium current fluctuations, such as the fluctuation theorem in different time regimes, could be readily given according to these exact formulas.

  12. Production of K[Formula: see text](892)[Formula: see text] and [Formula: see text](1020) in p-Pb collisions at [Formula: see text] = 5.02 TeV.

    Science.gov (United States)

    Adam, J; Adamová, D; Aggarwal, M M; Aglieri Rinella, G; Agnello, M; Agrawal, N; Ahammed, Z; Ahmad, S; Ahn, S U; Aiola, S; Akindinov, A; Alam, S N; Aleksandrov, D; Alessandro, B; Alexandre, D; Alfaro Molina, R; Alici, A; Alkin, A; Almaraz, J R M; Alme, J; Alt, T; Altinpinar, S; Altsybeev, I; Alves Garcia Prado, C; Andrei, C; Andronic, A; Anguelov, V; Antičić, T; Antinori, F; Antonioli, P; Aphecetche, L; Appelshäuser, H; Arcelli, S; Arnaldi, R; Arnold, O W; Arsene, I C; Arslandok, M; Audurier, B; Augustinus, A; Averbeck, R; Azmi, M D; Badalà, A; Baek, Y W; Bagnasco, S; Bailhache, R; Bala, R; Balasubramanian, S; Baldisseri, A; Baral, R C; Barbano, A M; Barbera, R; Barile, F; Barnaföldi, G G; Barnby, L S; Barret, V; Bartalini, P; Barth, K; Bartke, J; Bartsch, E; Basile, M; Bastid, N; Basu, S; Bathen, B; Batigne, G; Batista Camejo, A; Batyunya, B; Batzing, P C; Bearden, I G; Beck, H; Bedda, C; Behera, N K; Belikov, I; Bellini, F; Bello Martinez, H; Bellwied, R; Belmont, R; Belmont-Moreno, E; Belyaev, V; Benacek, P; Bencedi, G; Beole, S; Berceanu, I; Bercuci, A; Berdnikov, Y; Berenyi, D; Bertens, R A; Berzano, D; Betev, L; Bhasin, A; Bhat, I R; Bhati, A K; Bhattacharjee, B; Bhom, J; Bianchi, L; Bianchi, N; Bianchin, C; Bielčík, J; Bielčíková, J; Bilandzic, A; Biro, G; Biswas, R; Biswas, S; Bjelogrlic, S; Blair, J T; Blau, D; Blume, C; Bock, F; Bogdanov, A; Bøggild, H; Boldizsár, L; Bombara, M; Book, J; Borel, H; Borissov, A; Borri, M; Bossú, F; Botta, E; Bourjau, C; Braun-Munzinger, P; Bregant, M; Breitner, T; Broker, T A; Browning, T A; Broz, M; Brucken, E J; Bruna, E; Bruno, G E; Budnikov, D; Buesching, H; Bufalino, S; Buncic, P; Busch, O; Buthelezi, Z; Butt, J B; Buxton, J T; Caffarri, D; Cai, X; Caines, H; Calero Diaz, L; Caliva, A; Calvo Villar, E; Camerini, P; Carena, F; Carena, W; Carnesecchi, F; Castillo Castellanos, J; Castro, A J; Casula, E A R; Ceballos Sanchez, C; Cerello, P; Cerkala, J; Chang, B; Chapeland, S; Chartier, M; Charvet, J L; Chattopadhyay, S; Chattopadhyay, S; Chauvin, A; Chelnokov, V; Cherney, M; Cheshkov, C; Cheynis, B; Chibante Barroso, V; Chinellato, D D; Cho, S; Chochula, P; Choi, K; Chojnacki, M; Choudhury, S; Christakoglou, P; Christensen, C H; Christiansen, P; Chujo, T; Chung, S U; Cicalo, C; Cifarelli, L; Cindolo, F; Cleymans, J; Colamaria, F; Colella, D; Collu, A; Colocci, M; Conesa Balbastre, G; Conesa Del Valle, Z; Connors, M E; Contreras, J G; Cormier, T M; Corrales Morales, Y; Cortés Maldonado, I; Cortese, P; Cosentino, M R; Costa, F; Crochet, P; Cruz Albino, R; Cuautle, E; Cunqueiro, L; Dahms, T; Dainese, A; Danisch, M C; Danu, A; Das, D; Das, I; Das, S; Dash, A; Dash, S; De, S; De Caro, A; de Cataldo, G; de Conti, C; de Cuveland, J; De Falco, A; De Gruttola, D; De Marco, N; De Pasquale, S; Deisting, A; Deloff, A; Dénes, E; Deplano, C; Dhankher, P; Di Bari, D; Di Mauro, A; Di Nezza, P; Diaz Corchero, M A; Dietel, T; Dillenseger, P; Divià, R; Djuvsland, Ø; Dobrin, A; Domenicis Gimenez, D; Dönigus, B; Dordic, O; Drozhzhova, T; Dubey, A K; Dubla, A; Ducroux, L; Dupieux, P; Ehlers, R J; Elia, D; Endress, E; Engel, H; Epple, E; Erazmus, B; Erdemir, I; Erhardt, F; Espagnon, B; Estienne, M; Esumi, S; Eum, J; Evans, D; Evdokimov, S; Eyyubova, G; Fabbietti, L; Fabris, D; Faivre, J; Fantoni, A; Fasel, M; Feldkamp, L; Feliciello, A; Feofilov, G; Ferencei, J; Fernández Téllez, A; Ferreiro, E G; Ferretti, A; Festanti, A; Feuillard, V J G; Figiel, J; Figueredo, M A S; Filchagin, S; Finogeev, D; Fionda, F M; Fiore, E M; Fleck, M G; Floris, M; Foertsch, S; Foka, P; Fokin, S; Fragiacomo, E; Francescon, A; Frankenfeld, U; Fronze, G G; Fuchs, U; Furget, C; Furs, A; Fusco Girard, M; Gaardhøje, J J; Gagliardi, M; Gago, A M; Gallio, M; Gangadharan, D R; Ganoti, P; Gao, C; Garabatos, C; Garcia-Solis, E; Gargiulo, C; Gasik, P; Gauger, E F; Germain, M; Gheata, A; Gheata, M; Ghosh, P; Ghosh, S K; Gianotti, P; Giubellino, P; Giubilato, P; Gladysz-Dziadus, E; Glässel, P; Goméz Coral, D M; Gomez Ramirez, A; Gonzalez, V; González-Zamora, P; Gorbunov, S; Görlich, L; Gotovac, S; Grabski, V; Grachov, O A; Graczykowski, L K; Graham, K L; Grelli, A; Grigoras, A; Grigoras, C; Grigoriev, V; Grigoryan, A; Grigoryan, S; Grinyov, B; Grion, N; Gronefeld, J M; Grosse-Oetringhaus, J F; Grossiord, J-Y; Grosso, R; Guber, F; Guernane, R; Guerzoni, B; Gulbrandsen, K; Gunji, T; Gupta, A; Gupta, R; Haake, R; Haaland, Ø; Hadjidakis, C; Haiduc, M; Hamagaki, H; Hamar, G; Hamon, J C; Harris, J W; Harton, A; Hatzifotiadou, D; Hayashi, S; Heckel, S T; Hellbär, E; Helstrup, H; Herghelegiu, A; Herrera Corral, G; Hess, B A; Hetland, K F; Hillemanns, H; Hippolyte, B; Horak, D; Hosokawa, R; Hristov, P; Huang, M; Humanic, T J; Hussain, N; Hussain, T; Hutter, D; Hwang, D S; Ilkaev, R; Inaba, M; Incani, E; Ippolitov, M; Irfan, M; Ivanov, M; Ivanov, V; Izucheev, V; Jacazio, N; Jacobs, P M; Jadhav, M B; Jadlovska, S; Jadlovsky, J; Jahnke, C; Jakubowska, M J; Jang, H J; Janik, M A; Jayarathna, P H S Y; Jena, C; Jena, S; Jimenez Bustamante, R T; Jones, P G; Jusko, A; Kalinak, P; Kalweit, A; Kamin, J; Kang, J H; Kaplin, V; Kar, S; Karasu Uysal, A; Karavichev, O; Karavicheva, T; Karayan, L; Karpechev, E; Kebschull, U; Keidel, R; Keijdener, D L D; Keil, M; Mohisin Khan, M; Khan, P; Khan, S A; Khanzadeev, A; Kharlov, Y; Kileng, B; Kim, D W; Kim, D J; Kim, D; Kim, H; Kim, J S; Kim, M; Kim, M; Kim, S; Kim, T; Kirsch, S; Kisel, I; Kiselev, S; Kisiel, A; Kiss, G; Klay, J L; Klein, C; Klein, J; Klein-Bösing, C; Klewin, S; Kluge, A; Knichel, M L; Knospe, A G; Kobdaj, C; Kofarago, M; Kollegger, T; Kolojvari, A; Kondratiev, V; Kondratyeva, N; Kondratyuk, E; Konevskikh, A; Kopcik, M; Kostarakis, P; Kour, M; Kouzinopoulos, C; Kovalenko, O; Kovalenko, V; Kowalski, M; Koyithatta Meethaleveedu, G; Králik, I; Kravčáková, A; Kretz, M; Krivda, M; Krizek, F; Kryshen, E; Krzewicki, M; Kubera, A M; Kučera, V; Kuhn, C; Kuijer, P G; Kumar, A; Kumar, J; Kumar, L; Kumar, S; Kurashvili, P; Kurepin, A; Kurepin, A B; Kuryakin, A; Kweon, M J; Kwon, Y; La Pointe, S L; La Rocca, P; Ladron de Guevara, P; Lagana Fernandes, C; Lakomov, I; Langoy, R; Lara, C; Lardeux, A; Lattuca, A; Laudi, E; Lea, R; Leardini, L; Lee, G R; Lee, S; Lehas, F; Lemmon, R C; Lenti, V; Leogrande, E; León Monzón, I; León Vargas, H; Leoncino, M; Lévai, P; Li, S; Li, X; Lien, J; Lietava, R; Lindal, S; Lindenstruth, V; Lippmann, C; Lisa, M A; Ljunggren, H M; Lodato, D F; Loenne, P I; Loginov, V; Loizides, C; Lopez, X; López Torres, E; Lowe, A; Luettig, P; Lunardon, M; Luparello, G; Lutz, T H; Maevskaya, A; Mager, M; Mahajan, S; Mahmood, S M; Maire, A; Majka, R D; Malaev, M; Maldonado Cervantes, I; Malinina, L; Mal'Kevich, D; Malzacher, P; Mamonov, A; Manko, V; Manso, F; Manzari, V; Marchisone, M; Mareš, J; Margagliotti, G V; Margotti, A; Margutti, J; Marín, A; Markert, C; Marquard, M; Martin, N A; Martin Blanco, J; Martinengo, P; Martínez, M I; Martínez García, G; Martinez Pedreira, M; Mas, A; Masciocchi, S; Masera, M; Masoni, A; Massacrier, L; Mastroserio, A; Matyja, A; Mayer, C; Mazer, J; Mazzoni, M A; Mcdonald, D; Meddi, F; Melikyan, Y; Menchaca-Rocha, A; Meninno, E; Mercado Pérez, J; Meres, M; Miake, Y; Mieskolainen, M M; Mikhaylov, K; Milano, L; Milosevic, J; Minervini, L M; Mischke, A; Mishra, A N; Miśkowiec, D; Mitra, J; Mitu, C M; Mohammadi, N; Mohanty, B; Molnar, L; Montaño Zetina, L; Montes, E; Moreira De Godoy, D A; Moreno, L A P; Moretto, S; Morreale, A; Morsch, A; Muccifora, V; Mudnic, E; Mühlheim, D; Muhuri, S; Mukherjee, M; Mulligan, J D; Munhoz, M G; Munzer, R H; Murakami, H; Murray, S; Musa, L; Musinsky, J; Naik, B; Nair, R; Nandi, B K; Nania, R; Nappi, E; Naru, M U; Natal da Luz, H; Nattrass, C; Navarro, S R; Nayak, K; Nayak, R; Nayak, T K; Nazarenko, S; Nedosekin, A; Nellen, L; Ng, F; Nicassio, M; Niculescu, M; Niedziela, J; Nielsen, B S; Nikolaev, S; Nikulin, S; Nikulin, V; Noferini, F; Nomokonov, P; Nooren, G; Noris, J C C; Norman, J; Nyanin, A; Nystrand, J; Oeschler, H; Oh, S; Oh, S K; Ohlson, A; Okatan, A; Okubo, T; Olah, L; Oleniacz, J; Oliveira Da Silva, A C; Oliver, M H; Onderwaater, J; Oppedisano, C; Orava, R; Ortiz Velasquez, A; Oskarsson, A; Otwinowski, J; Oyama, K; Ozdemir, M; Pachmayer, Y; Pagano, P; Paić, G; Pal, S K; Pan, J; Pandey, A K; Papikyan, V; Pappalardo, G S; Pareek, P; Park, W J; Parmar, S; Passfeld, A; Paticchio, V; Patra, R N; Paul, B; Pei, H; Peitzmann, T; Pereira Da Costa, H; Peresunko, D; Pérez Lara, C E; Perez Lezama, E; Peskov, V; Pestov, Y; Petráček, V; Petrov, V; Petrovici, M; Petta, C; Piano, S; Pikna, M; Pillot, P; Pimentel, L O D L; Pinazza, O; Pinsky, L; Piyarathna, D B; Płoskoń, M; Planinic, M; Pluta, J; Pochybova, S; Podesta-Lerma, P L M; Poghosyan, M G; Polichtchouk, B; Poljak, N; Poonsawat, W; Pop, A; Porteboeuf-Houssais, S; Porter, J; Pospisil, J; Prasad, S K; Preghenella, R; Prino, F; Pruneau, C A; Pshenichnov, I; Puccio, M; Puddu, G; Pujahari, P; Punin, V; Putschke, J; Qvigstad, H; Rachevski, A; Raha, S; Rajput, S; Rak, J; Rakotozafindrabe, A; Ramello, L; Rami, F; Raniwala, R; Raniwala, S; Räsänen, S S; Rascanu, B T; Rathee, D; Read, K F; Redlich, K; Reed, R J; Rehman, A; Reichelt, P; Reidt, F; Ren, X; Renfordt, R; Reolon, A R; Reshetin, A; Revol, J-P; Reygers, K; Riabov, V; Ricci, R A; Richert, T; Richter, M; Riedler, P; Riegler, W; Riggi, F; Ristea, C; Rocco, E; Rodríguez Cahuantzi, M; Rodriguez Manso, A; Røed, K; Rogochaya, E; Rohr, D; Röhrich, D; Romita, R; Ronchetti, F; Ronflette, L; Rosnet, P; Rossi, A; Roukoutakis, F; Roy, A; Roy, C; Roy, P; Rubio Montero, A J; Rui, R; Russo, R; Ryabinkin, E; Ryabov, Y; Rybicki, A; Sadovsky, S; Šafařík, K; Sahlmuller, B; Sahoo, P; Sahoo, R; Sahoo, S; Sahu, P K; Saini, J; Sakai, S; Saleh, M A; Salzwedel, J; Sambyal, S; Samsonov, V; Šándor, L; Sandoval, A; Sano, M; Sarkar, D; Sarma, P; Scapparone, E; Scarlassara, F; Schiaua, C; Schicker, R; Schmidt, C; Schmidt, H R; Schuchmann, S; Schukraft, J; Schulc, M; Schuster, T; Schutz, Y; Schwarz, K; Schweda, K; Scioli, G; Scomparin, E; Scott, R; Šefčík, M; Seger, J E; Sekiguchi, Y; Sekihata, D; Selyuzhenkov, I; Senosi, K; Senyukov, S; Serradilla, E; Sevcenco, A; Shabanov, A; Shabetai, A; Shadura, O; Shahoyan, R; Shangaraev, A; Sharma, A; Sharma, M; Sharma, M; Sharma, N; Shigaki, K; Shtejer, K; Sibiriak, Y; Siddhanta, S; Sielewicz, K M; Siemiarczuk, T; Silvermyr, D; Silvestre, C; Simatovic, G; Simonetti, G; Singaraju, R; Singh, R; Singha, S; Singhal, V; Sinha, B C; Sinha, T; Sitar, B; Sitta, M; Skaali, T B; Slupecki, M; Smirnov, N; Snellings, R J M; Snellman, T W; Søgaard, C; Song, J; Song, M; Song, Z; Soramel, F; Sorensen, S; Souza, R D de; Sozzi, F; Spacek, M; Spiriti, E; Sputowska, I; Spyropoulou-Stassinaki, M; Stachel, J; Stan, I; Stankus, P; Stefanek, G; Stenlund, E; Steyn, G; Stiller, J H; Stocco, D; Strmen, P; Suaide, A A P; Sugitate, T; Suire, C; Suleymanov, M; Suljic, M; Sultanov, R; Šumbera, M; Szabo, A; Szanto de Toledo, A; Szarka, I; Szczepankiewicz, A; Szymanski, M; Tabassam, U; Takahashi, J; Tambave, G J; Tanaka, N; Tangaro, M A; Tarhini, M; Tariq, M; Tarzila, M G; Tauro, A; Tejeda Muñoz, G; Telesca, A; Terasaki, K; Terrevoli, C; Teyssier, B; Thäder, J; Thomas, D; Tieulent, R; Timmins, A R; Toia, A; Trogolo, S; Trombetta, G; Trubnikov, V; Trzaska, W H; Tsuji, T; Tumkin, A; Turrisi, R; Tveter, T S; Ullaland, K; Uras, A; Usai, G L; Utrobicic, A; Vajzer, M; Vala, M; Valencia Palomo, L; Vallero, S; Van Der Maarel, J; Van Hoorne, J W; van Leeuwen, M; Vanat, T; Vande Vyvre, P; Varga, D; Vargas, A; Vargyas, M; Varma, R; Vasileiou, M; Vasiliev, A; Vauthier, A; Vechernin, V; Veen, A M; Veldhoen, M; Velure, A; Venaruzzo, M; Vercellin, E; Vergara Limón, S; Vernet, R; Verweij, M; Vickovic, L; Viesti, G; Viinikainen, J; Vilakazi, Z; Villalobos Baillie, O; Villatoro Tello, A; Vinogradov, A; Vinogradov, L; Vinogradov, Y; Virgili, T; Vislavicius, V; Viyogi, Y P; Vodopyanov, A; Völkl, M A; Voloshin, K; Voloshin, S A; Volpe, G; von Haller, B; Vorobyev, I; Vranic, D; Vrláková, J; Vulpescu, B; Wagner, B; Wagner, J; Wang, H; Wang, M; Watanabe, D; Watanabe, Y; Weber, M; Weber, S G; Weiser, D F; Wessels, J P; Westerhoff, U; Whitehead, A M; Wiechula, J; Wikne, J; Wilk, G; Wilkinson, J; Williams, M C S; Windelband, B; Winn, M; Yang, H; Yang, P; Yano, S; Yasar, C; Yin, Z; Yokoyama, H; Yoo, I-K; Yoon, J H; Yurchenko, V; Yushmanov, I; Zaborowska, A; Zaccolo, V; Zaman, A; Zampolli, C; Zanoli, H J C; Zaporozhets, S; Zardoshti, N; Zarochentsev, A; Závada, P; Zaviyalov, N; Zbroszczyk, H; Zgura, I S; Zhalov, M; Zhang, H; Zhang, X; Zhang, Y; Zhang, C; Zhang, Z; Zhao, C; Zhigareva, N; Zhou, D; Zhou, Y; Zhou, Z; Zhu, H; Zhu, J; Zichichi, A; Zimmermann, A; Zimmermann, M B; Zinovjev, G; Zyzak, M

    The production of K[Formula: see text](892)[Formula: see text] and [Formula: see text](1020) mesons has been measured in p-Pb collisions at [Formula: see text][Formula: see text] 5.02 TeV. K[Formula: see text] and [Formula: see text] are reconstructed via their decay into charged hadrons with the ALICE detector in the rapidity range [Formula: see text]. The transverse momentum spectra, measured as a function of the multiplicity, have a p[Formula: see text] range from 0 to 15 GeV/ c for K[Formula: see text] and from 0.3 to 21 GeV/ c for [Formula: see text]. Integrated yields, mean transverse momenta and particle ratios are reported and compared with results in pp collisions at [Formula: see text][Formula: see text] 7 TeV and Pb-Pb collisions at [Formula: see text][Formula: see text] 2.76 TeV. In Pb-Pb and p-Pb collisions, K[Formula: see text] and [Formula: see text] probe the hadronic phase of the system and contribute to the study of particle formation mechanisms by comparison with other identified hadrons. For this purpose, the mean transverse momenta and the differential proton-to-[Formula: see text] ratio are discussed as a function of the multiplicity of the event. The short-lived K[Formula: see text] is measured to investigate re-scattering effects, believed to be related to the size of the system and to the lifetime of the hadronic phase.

  13. Fisica e conoscenza

    CERN Document Server

    Pauli, Wolfgang

    2007-01-01

    Questo libro, curato da Pauli poco prima della morte, raccoglie un insieme di saggi che ben testimoniano la consapevolezza, che egli sempre ebbe vivissima, del significato più generale di ogni ricerca scientifica, valida non solo per il risultato singolo ma per il contributo più ampio al sapere. I saggi, percorsi dal tema comune del valore e dei limiti della conoscenza umana, possono essere distinti in due categorie: la prima puntualizza i personali apporti dell'autore e di altri grandi fisici alla scienza contemporanea; la seconda è dedicata a riflessioni sul potere del pensiero e alla validità di alcuni concetti fondamentali della teoria dell'evoluzione biologica e della psicologia dell'inconscio. Lo stile asciutto e rigoroso è animato dal ricordo personale di uomini ed episodi che fanno oggi parte della leggenda della fisica e, più in generale, della conoscenza umana.

  14. “The meeting between Buddhism and the West” in the French media-academic sphere: A theosophical soteriology

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marion Dapsance

    2015-07-01

    Full Text Available Questo articolo affronta il tema della persistenza delle visioni del mondo teosofiche nei discorsi sul Buddismo in Occidente. L’articolo mostra come alcuni intellettuali francesi attivi in ambito accademico e mediatico, mentre ritengono di analizzare la diffusione del Buddismo in Occidente sviluppano nei fatti un discorso soteriologico centrato su una entità reificata definita appunto “Occidente”. In tal modo essi non solo contribuiscono a sviluppare forme di “occidentalismo” (Carrier 1995 ma producono anche una interpretazione messianica della religione buddista. La prima parte dell’articolo descrive come questi intellettuali rifiutino di cogliere gli elementi propri di questa tradizione religiosa se non a partire dall’opposizione con quanto è noto: il Cristianesimo, la religione, la scienza, la modernità. La seconda parte esamina le radici storiche e ideologiche di questa soteriologia, mentre la terza parte ne esplora alcune applicazioni concrete.

  15. Fuel-cell technology for vehicular applications; L`introduzione delle pile a combustibile nel settore dei trasporti: proposte, standard e normative per sistemi di bordo ed impianti

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ciancia, A.; Pede, G.; Marmigi, R. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dip. Energia

    1998-12-31

    The fuel-cell technology applied to engines for vehicular applications grants broad margins of convenience over any known alternative engine for what concerns the compliance with any present and foreseeable environmental and energy saving regulations. On the other hand, the use of hydrogen produced on board from fuels or stored as a liquid or a gas, raises new problems from the point of view of safety regulations and standards both in the design and use of vehicles and in the fuel production and distribution. The present work is aimed at pointing out the above main safety problems, describes the technical-choices together with their technical grounds, in the framework of the italian and U E standards and regulations. The report is then made up of three parts. The initial section where the on board storage of the fuel from technical-economical point of view is discussed. with particular reference to the compressed hydrogen, the second describing the regulations and standards holding in the field of on board pressure equipment and reporting the ongoing ENEA`s activities in the field. The final part is devoted to the distribution and supply of the fuels to the fuel cell powered electric vehicles. [Italiano] La tecnologia delle celle a combustibile, impiegata nella realizzazione dei propulsori dei veicoli elettrici, conferisce ad essi ampi margini di vantaggio su ogni altro tipo di motorizzazione per quanto riguarda le attuali e prevedibili future normative ambientali e di risparmio energetico. Il presente rapporto si propone di evidenziare alcuni tra questi problemi ed esporre e motivare le soluzioni tecniche previste nell`ambito degli specifici programmi dell`ENEA, in un contesto normativo di riferimento nazionale e comunitario. Il rapporto si compone pertanto di tre parti: una parte iniziale dove e` affrontato dal punto di vista tecnico-economico il problema del trasporto del combustibile a bordo con particolare riferimento all`idrogeno compresso, una seconda in cui

  16. La fuga negata. Marie Luise Kaschnitz e il nazismo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucia Mor

    2014-10-01

    Full Text Available Nel gennaio del 1946 la scrittrice tedesca Marie Luise Kaschnitz pubblica sulla neonata rivista “Die Wandlung” (Il cambiamento il saggio Von der Schuld (Sulla colpa nel quale reagisce, a pochi mesi dalla fine della guerra, alle accuse rivolte da più parti ai Tedeschi di aver consentito al nazismo di trascinare il mondo nella tragedia della Seconda Guerra Mondiale. Le pagine della Kaschnitz sono un documento dimenticato del dibattito, ad oggi inconcluso, sul tema della colpa dei Tedeschi che non opposero resistenza al regime di Adolf Hitler: esse non sono recuperate per decidere sulla condanna o sull’assoluzione della scrittrice e di chi con lei si definì ‘vigliacco’ per aver taciuto, bensì per cercare di comprendere le cause dal punto di vista umano del fenomeno della Innere Emigration, causato dal potere paralizzante esercitato dal regime del terrore, che chiuse ai più ogni via di fuga concreta e, soprattutto, la via della coscienza.

  17. Measurement of [Formula: see text] polarisation in [Formula: see text] collisions at [Formula: see text] = 7 TeV.

    Science.gov (United States)

    Aaij, R; Adeva, B; Adinolfi, M; Affolder, A; Ajaltouni, Z; Albrecht, J; Alessio, F; Alexander, M; Ali, S; Alkhazov, G; Alvarez Cartelle, P; Alves, A A; Amato, S; Amerio, S; Amhis, Y; An, L; Anderlini, L; Anderson, J; Andreassen, R; Andreotti, M; Andrews, J E; Appleby, R B; Aquines Gutierrez, O; Archilli, F; Artamonov, A; Artuso, M; Aslanides, E; Auriemma, G; Baalouch, M; Bachmann, S; Back, J J; Badalov, A; Balagura, V; Baldini, W; Barlow, R J; Barschel, C; Barsuk, S; Barter, W; Batozskaya, V; Bauer, Th; Bay, A; Beddow, J; Bedeschi, F; Bediaga, I; Belogurov, S; Belous, K; Belyaev, I; Ben-Haim, E; Bencivenni, G; Benson, S; Benton, J; Berezhnoy, A; Bernet, R; Bettler, M-O; van Beuzekom, M; Bien, A; Bifani, S; Bird, T; Bizzeti, A; Bjørnstad, P M; Blake, T; Blanc, F; Blouw, J; Blusk, S; Bocci, V; Bondar, A; Bondar, N; Bonivento, W; Borghi, S; Borgia, A; Borsato, M; Bowcock, T J V; Bowen, E; Bozzi, C; Brambach, T; van den Brand, J; Bressieux, J; Brett, D; Britsch, M; Britton, T; Brook, N H; Brown, H; Bursche, A; Busetto, G; Buytaert, J; Cadeddu, S; Calabrese, R; Callot, O; Calvi, M; Calvo Gomez, M; Camboni, A; Campana, P; Campora Perez, D; Carbone, A; Carboni, G; Cardinale, R; Cardini, A; Carranza-Mejia, H; Carson, L; Carvalho Akiba, K; Casse, G; Cassina, L; Castillo Garcia, L; Cattaneo, M; Cauet, Ch; Cenci, R; Charles, M; Charpentier, Ph; Cheung, S-F; Chiapolini, N; Chrzaszcz, M; Ciba, K; Cid Vidal, X; Ciezarek, G; Clarke, P E L; Clemencic, M; Cliff, H V; Closier, J; Coca, C; Coco, V; Cogan, J; Cogneras, E; Collins, P; Comerma-Montells, A; Contu, A; Cook, A; Coombes, M; Coquereau, S; Corti, G; Corvo, M; Counts, I; Couturier, B; Cowan, G A; Craik, D C; Cruz Torres, M; Cunliffe, S; Currie, R; D'Ambrosio, C; Dalseno, J; David, P; David, P N Y; Davis, A; De Bruyn, K; De Capua, S; De Cian, M; De Miranda, J M; De Paula, L; De Silva, W; De Simone, P; Decamp, D; Deckenhoff, M; Del Buono, L; Déléage, N; Derkach, D; Deschamps, O; Dettori, F; Di Canto, A; Dijkstra, H; Donleavy, S; Dordei, F; Dorigo, M; Dosil Suárez, A; Dossett, D; Dovbnya, A; Dupertuis, F; Durante, P; Dzhelyadin, R; Dziurda, A; Dzyuba, A; Easo, S; Egede, U; Egorychev, V; Eidelman, S; Eisenhardt, S; Eitschberger, U; Ekelhof, R; Eklund, L; El Rifai, I; Elsasser, Ch; Esen, S; Evans, T; Falabella, A; Färber, C; Farinelli, C; Farry, S; Ferguson, D; Fernandez Albor, V; Ferreira Rodrigues, F; Ferro-Luzzi, M; Filippov, S; Fiore, M; Fiorini, M; Firlej, M; Fitzpatrick, C; Fiutowski, T; Fontana, M; Fontanelli, F; Forty, R; Francisco, O; Frank, M; Frei, C; Frosini, M; Fu, J; Furfaro, E; Gallas Torreira, A; Galli, D; Gandelman, M; Gandini, P; Gao, Y; Garofoli, J; Garra Tico, J; Garrido, L; Gaspar, C; Gauld, R; Gavardi, L; Gersabeck, E; Gersabeck, M; Gershon, T; Ghez, Ph; Gianelle, A; Giani, S; Gibson, V; Giubega, L; Gligorov, V V; Göbel, C; Golubkov, D; Golutvin, A; Gomes, A; Gordon, H; Gotti, C; Grabalosa Gándara, M; Graciani Diaz, R; Granado Cardoso, L A; Graugés, E; Graziani, G; Grecu, A; Greening, E; Gregson, S; Griffith, P; Grillo, L; Grünberg, O; Gui, B; Gushchin, E; Guz, Yu; Gys, T; Hadjivasiliou, C; Haefeli, G; Haen, C; Haines, S C; Hall, S; Hamilton, B; Hampson, T; Han, X; Hansmann-Menzemer, S; Harnew, N; Harnew, S T; Harrison, J; Hartmann, T; He, J; Head, T; Heijne, V; Hennessy, K; Henrard, P; Henry, L; Hernando Morata, J A; van Herwijnen, E; Heß, M; Hicheur, A; Hill, D; Hoballah, M; Hombach, C; Hulsbergen, W; Hunt, P; Hussain, N; Hutchcroft, D; Hynds, D; Iakovenko, V; Idzik, M; Ilten, P; Jacobsson, R; Jaeger, A; Jalocha, J; Jans, E; Jaton, P; Jawahery, A; Jezabek, M; Jing, F; John, M; Johnson, D; Jones, C R; Joram, C; Jost, B; Jurik, N; Kaballo, M; Kandybei, S; Kanso, W; Karacson, M; Karbach, T M; Kelsey, M; Kenyon, I R; Ketel, T; Khanji, B; Khurewathanakul, C; Klaver, S; Kochebina, O; Kolpin, M; Komarov, I; Koopman, R F; Koppenburg, P; Korolev, M; Kozlinskiy, A; Kravchuk, L; Kreplin, K; Kreps, M; Krocker, G; Krokovny, P; Kruse, F; Kucharczyk, M; Kudryavtsev, V; Kurek, K; Kvaratskheliya, T; La Thi, V N; Lacarrere, D; Lafferty, G; Lai, A; Lambert, D; Lambert, R W; Lanciotti, E; Lanfranchi, G; Langenbruch, C; Latham, T; Lazzeroni, C; Le Gac, R; van Leerdam, J; Lees, J-P; Lefèvre, R; Leflat, A; Lefrançois, J; Leo, S; Leroy, O; Lesiak, T; Leverington, B; Li, Y; Liles, M; Lindner, R; Linn, C; Lionetto, F; Liu, B; Liu, G; Lohn, S; Longstaff, I; Longstaff, I; Lopes, J H; Lopez-March, N; Lowdon, P; Lu, H; Lucchesi, D; Luisier, J; Luo, H; Lupato, A; Luppi, E; Lupton, O; Machefert, F; Machikhiliyan, I V; Maciuc, F; Maev, O; Malde, S; Manca, G; Mancinelli, G; Manzali, M; Maratas, J; Marchand, J F; Marconi, U; Marino, P; Märki, R; Marks, J; Martellotti, G; Martens, A; Martín Sánchez, A; Martinelli, M; Martinez Santos, D; Martinez Vidal, F; Martins Tostes, D; Massafferri, A; Matev, R; Mathe, Z; Matteuzzi, C; Mazurov, A; McCann, M; McCarthy, J; McNab, A; McNulty, R; McSkelly, B; Meadows, B; Meier, F; Meissner, M; Merk, M; Milanes, D A; Minard, M-N; Molina Rodriguez, J; Monteil, S; Moran, D; Morandin, M; Morawski, P; Mordà, A; Morello, M J; Moron, J; Mountain, R; Muheim, F; Müller, K; Muresan, R; Muster, B; Naik, P; Nakada, T; Nandakumar, R; Nasteva, I; Needham, M; Neri, N; Neubert, S; Neufeld, N; Neuner, M; Nguyen, A D; Nguyen, T D; Nguyen-Mau, C; Nicol, M; Niess, V; Niet, R; Nikitin, N; Nikodem, T; Novoselov, A; Oblakowska-Mucha, A; Obraztsov, V; Oggero, S; Ogilvy, S; Okhrimenko, O; Oldeman, R; Onderwater, G; Orlandea, M; Otalora Goicochea, J M; Owen, P; Oyanguren, A; Pal, B K; Palano, A; Palombo, F; Palutan, M; Panman, J; Papanestis, A; Pappagallo, M; Parkes, C; Parkinson, C J; Passaleva, G; Patel, G D; Patel, M; Patrignani, C; Pazos Alvarez, A; Pearce, A; Pellegrino, A; Penso, G; Pepe Altarelli, M; Perazzini, S; Perez Trigo, E; Perret, P; Perrin-Terrin, M; Pescatore, L; Pesen, E; Petridis, K; Petrolini, A; Picatoste Olloqui, E; Pietrzyk, B; Pilař, T; Pinci, D; Pistone, A; Playfer, S; Plo Casasus, M; Polci, F; Polok, G; Poluektov, A; Polycarpo, E; Popov, A; Popov, D; Popovici, B; Potterat, C; Powell, A; Prisciandaro, J; Pritchard, A; Prouve, C; Pugatch, V; Puig Navarro, A; Punzi, G; Qian, W; Rachwal, B; Rademacker, J H; Rakotomiaramanana, B; Rama, M; Rangel, M S; Raniuk, I; Rauschmayr, N; Raven, G; Redford, S; Reichert, S; Reid, M M; Dos Reis, A C; Ricciardi, S; Richards, A; Rinnert, K; Rives Molina, V; Roa Romero, D A; Robbe, P; Rodrigues, A B; Rodrigues, E; Rodriguez Perez, P; Roiser, S; Romanovsky, V; Romero Vidal, A; Rotondo, M; Rouvinet, J; Ruf, T; Ruffini, F; Ruiz, H; Ruiz Valls, P; Sabatino, G; Saborido Silva, J J; Sagidova, N; Sail, P; Saitta, B; Salustino Guimaraes, V; Sanchez Mayordomo, C; Sanmartin Sedes, B; Santacesaria, R; Santamarina Rios, C; Santovetti, E; Sapunov, M; Sarti, A; Satriano, C; Satta, A; Savrie, M; Savrina, D; Schiller, M; Schindler, H; Schlupp, M; Schmelling, M; Schmidt, B; Schneider, O; Schopper, A; Schune, M-H; Schwemmer, R; Sciascia, B; Sciubba, A; Seco, M; Semennikov, A; Senderowska, K; Sepp, I; Serra, N; Serrano, J; Sestini, L; Seyfert, P; Shapkin, M; Shapoval, I; Shcheglov, Y; Shears, T; Shekhtman, L; Shevchenko, V; Shires, A; Silva Coutinho, R; Simi, G; Sirendi, M; Skidmore, N; Skwarnicki, T; Smith, N A; Smith, E; Smith, E; Smith, J; Smith, M; Snoek, H; Sokoloff, M D; Soler, F J P; Soomro, F; Souza, D; Souza De Paula, B; Spaan, B; Sparkes, A; Spinella, F; Spradlin, P; Stagni, F; Stahl, S; Steinkamp, O; Stenyakin, O; Stevenson, S; Stoica, S; Stone, S; Storaci, B; Stracka, S; Straticiuc, M; Straumann, U; Stroili, R; Subbiah, V K; Sun, L; Sutcliffe, W; Swientek, K; Swientek, S; Syropoulos, V; Szczekowski, M; Szczypka, P; Szilard, D; Szumlak, T; T'Jampens, S; Teklishyn, M; Tellarini, G; Teodorescu, E; Teubert, F; Thomas, C; Thomas, E; van Tilburg, J; Tisserand, V; Tobin, M; Tolk, S; Tomassetti, L; Tonelli, D; Topp-Joergensen, S; Torr, N; Tournefier, E; Tourneur, S; Tran, M T; Tresch, M; Tsaregorodtsev, A; Tsopelas, P; Tuning, N; Ubeda Garcia, M; Ukleja, A; Ustyuzhanin, A; Uwer, U; Vagnoni, V; Valenti, G; Vallier, A; Vazquez Gomez, R; Vazquez Regueiro, P; Vázquez Sierra, C; Vecchi, S; Velthuis, J J; Veltri, M; Veneziano, G; Vesterinen, M; Viaud, B; Vieira, D; Vieites Diaz, M; Vilasis-Cardona, X; Vollhardt, A; Volyanskyy, D; Voong, D; Vorobyev, A; Vorobyev, V; Voß, C; Voss, H; de Vries, J A; Waldi, R; Wallace, C; Wallace, R; Walsh, J; Wandernoth, S; Wang, J; Ward, D R; Watson, N K; Webber, A D; Websdale, D; Whitehead, M; Wicht, J; Wiedner, D; Wiggers, L; Wilkinson, G; Williams, M P; Williams, M; Wilson, F F; Wimberley, J; Wishahi, J; Wislicki, W; Witek, M; Wormser, G; Wotton, S A; Wright, S; Wu, S; Wyllie, K; Xie, Y; Xing, Z; Xu, Z; Yang, Z; Yuan, X; Yushchenko, O; Zangoli, M; Zavertyaev, M; Zhang, F; Zhang, L; Zhang, W C; Zhang, Y; Zhelezov, A; Zhokhov, A; Zhong, L; Zvyagin, A

    The polarisation of prompt [Formula: see text] mesons is measured by performing an angular analysis of [Formula: see text] decays using proton-proton collision data, corresponding to an integrated luminosity of 1.0[Formula: see text], collected by the LHCb detector at a centre-of-mass energy of 7 TeV. The polarisation is measured in bins of transverse momentum [Formula: see text] and rapidity [Formula: see text] in the kinematic region [Formula: see text] and [Formula: see text], and is compared to theoretical models. No significant polarisation is observed.

  18. Taratura di un 'apparecchiatura per misura di piccole percentuali di uranio in soluzione acida di acqua distillata

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    d. Diana

    1965-06-01

    Full Text Available Si descrive una tecnica elio permette di misurare ilnumero di atomi di Uranio di una soluzione, con un errore non superioreal 10%.Il sistema consiste in un tubo di Geiger (Philips 18503 sistemato inun contenitore di vetro nel quale viene diluita una certa quantità di peso dinitrato di Uranile, misurato con una precisione migliore dell'1%. Al variaredella diluizione si registra il numero di particelle che il Geiger conta, e quindisi riporta in grafico. Da questi per diverse quantità di sale sciolto si determinala retta di taratura.

  19. Observation of [Formula: see text] and [Formula: see text] decays.

    Science.gov (United States)

    Aaij, R; Adeva, B; Adinolfi, M; Ajaltouni, Z; Akar, S; Albrecht, J; Alessio, F; Alexander, M; Ali, S; Alkhazov, G; Alvarez Cartelle, P; Alves, A A; Amato, S; Amerio, S; Amhis, Y; An, L; Anderlini, L; Andreassi, G; Andreotti, M; Andrews, J E; Appleby, R B; Archilli, F; d'Argent, P; Arnau Romeu, J; Artamonov, A; Artuso, M; Aslanides, E; Auriemma, G; Baalouch, M; Babuschkin, I; Bachmann, S; Back, J J; Badalov, A; Baesso, C; Baker, S; Baldini, W; Barlow, R J; Barschel, C; Barsuk, S; Barter, W; Baszczyk, M; Batozskaya, V; Batsukh, B; Battista, V; Bay, A; Beaucourt, L; Beddow, J; Bedeschi, F; Bediaga, I; Bel, L J; Bellee, V; Belloli, N; Belous, K; Belyaev, I; Ben-Haim, E; Bencivenni, G; Benson, S; Benton, J; Berezhnoy, A; Bernet, R; Bertolin, A; Betancourt, C; Betti, F; Bettler, M-O; van Beuzekom, M; Bezshyiko, Ia; Bifani, S; Billoir, P; Bird, T; Birnkraut, A; Bitadze, A; Bizzeti, A; Blake, T; Blanc, F; Blouw, J; Blusk, S; Bocci, V; Boettcher, T; Bondar, A; Bondar, N; Bonivento, W; Bordyuzhin, I; Borgheresi, A; Borghi, S; Borisyak, M; Borsato, M; Bossu, F; Boubdir, M; Bowcock, T J V; Bowen, E; Bozzi, C; Braun, S; Britsch, M; Britton, T; Brodzicka, J; Buchanan, E; Burr, C; Bursche, A; Buytaert, J; Cadeddu, S; Calabrese, R; Calvi, M; Calvo Gomez, M; Camboni, A; Campana, P; Campora Perez, D H; Capriotti, L; Carbone, A; Carboni, G; Cardinale, R; Cardini, A; Carniti, P; Carson, L; Carvalho Akiba, K; Casse, G; Cassina, L; Castillo Garcia, L; Cattaneo, M; Cauet, Ch; Cavallero, G; Cenci, R; Charles, M; Charpentier, Ph; Chatzikonstantinidis, G; Chefdeville, M; Chen, S; Cheung, S-F; Chobanova, V; Chrzaszcz, M; Cid Vidal, X; Ciezarek, G; Clarke, P E L; Clemencic, M; Cliff, H V; Closier, J; Coco, V; Cogan, J; Cogneras, E; Cogoni, V; Cojocariu, L; Collazuol, G; Collins, P; Comerma-Montells, A; Contu, A; Cook, A; Coombs, G; Coquereau, S; Corti, G; Corvo, M; Costa Sobral, C M; Couturier, B; Cowan, G A; Craik, D C; Crocombe, A; Cruz Torres, M; Cunliffe, S; Currie, R; D'Ambrosio, C; Da Cunha Marinho, F; Dall'Occo, E; Dalseno, J; David, P N Y; Davis, A; De Aguiar Francisco, O; De Bruyn, K; De Capua, S; De Cian, M; De Miranda, J M; De Paula, L; De Serio, M; De Simone, P; Dean, C-T; Decamp, D; Deckenhoff, M; Del Buono, L; Demmer, M; Dendek, A; Derkach, D; Deschamps, O; Dettori, F; Dey, B; Di Canto, A; Dijkstra, H; Dordei, F; Dorigo, M; Dosil Suárez, A; Dovbnya, A; Dreimanis, K; Dufour, L; Dujany, G; Dungs, K; Durante, P; Dzhelyadin, R; Dziurda, A; Dzyuba, A; Déléage, N; Easo, S; Ebert, M; Egede, U; Egorychev, V; Eidelman, S; Eisenhardt, S; Eitschberger, U; Ekelhof, R; Eklund, L; Ely, S; Esen, S; Evans, H M; Evans, T; Falabella, A; Farley, N; Farry, S; Fay, R; Fazzini, D; Ferguson, D; Fernandez Prieto, A; Ferrari, F; Ferreira Rodrigues, F; Ferro-Luzzi, M; Filippov, S; Fini, R A; Fiore, M; Fiorini, M; Firlej, M; Fitzpatrick, C; Fiutowski, T; Fleuret, F; Fohl, K; Fontana, M; Fontanelli, F; Forshaw, D C; Forty, R; Franco Lima, V; Frank, M; Frei, C; Fu, J; Furfaro, E; Färber, C; Gallas Torreira, A; Galli, D; Gallorini, S; Gambetta, S; Gandelman, M; Gandini, P; Gao, Y; Garcia Martin, L M; García Pardiñas, J; Garra Tico, J; Garrido, L; Garsed, P J; Gascon, D; Gaspar, C; Gavardi, L; Gazzoni, G; Gerick, D; Gersabeck, E; Gersabeck, M; Gershon, T; Ghez, Ph; Gianì, S; Gibson, V; Girard, O G; Giubega, L; Gizdov, K; Gligorov, V V; Golubkov, D; Golutvin, A; Gomes, A; Gorelov, I V; Gotti, C; Govorkova, E; Grabalosa Gándara, M; Graciani Diaz, R; Granado Cardoso, L A; Graugés, E; Graverini, E; Graziani, G; Grecu, A; Griffith, P; Grillo, L; Gruberg Cazon, B R; Grünberg, O; Gushchin, E; Guz, Yu; Gys, T; Göbel, C; Hadavizadeh, T; Hadjivasiliou, C; Haefeli, G; Haen, C; Haines, S C; Hall, S; Hamilton, B; Han, X; Hansmann-Menzemer, S; Harnew, N; Harnew, S T; Harrison, J; Hatch, M; He, J; Head, T; Heister, A; Hennessy, K; Henrard, P; Henry, L; Hernando Morata, J A; van Herwijnen, E; Heß, M; Hicheur, A; Hill, D; Hombach, C; Hopchev, H; Hulsbergen, W; Humair, T; Hushchyn, M; Hussain, N; Hutchcroft, D; Idzik, M; Ilten, P; Jacobsson, R; Jaeger, A; Jalocha, J; Jans, E; Jawahery, A; Jiang, F; John, M; Johnson, D; Jones, C R; Joram, C; Jost, B; Jurik, N; Kandybei, S; Kanso, W; Karacson, M; Kariuki, J M; Karodia, S; Kecke, M; Kelsey, M; Kenyon, I R; Kenzie, M; Ketel, T; Khairullin, E; Khanji, B; Khurewathanakul, C; Kirn, T; Klaver, S; Klimaszewski, K; Koliiev, S; Kolpin, M; Komarov, I; Koopman, R F; Koppenburg, P; Kosmyntseva, A; Kozachuk, A; Kozeiha, M; Kravchuk, L; Kreplin, K; Kreps, M; Krokovny, P; Kruse, F; Krzemien, W; Kucewicz, W; Kucharczyk, M; Kudryavtsev, V; Kuonen, A K; Kurek, K; Kvaratskheliya, T; Lacarrere, D; Lafferty, G; Lai, A; Lanfranchi, G; Langenbruch, C; Latham, T; Lazzeroni, C; Le Gac, R; van Leerdam, J; Lees, J-P; Leflat, A; Lefrançois, J; Lefèvre, R; Lemaitre, F; Lemos Cid, E; Leroy, O; Lesiak, T; Leverington, B; Li, Y; Likhomanenko, T; Lindner, R; Linn, C; Lionetto, F; Liu, B; Liu, X; Loh, D; Longstaff, I; Lopes, J H; Lucchesi, D; Lucio Martinez, M; Luo, H; Lupato, A; Luppi, E; Lupton, O; Lusiani, A; Lyu, X; Machefert, F; Maciuc, F; Maev, O; Maguire, K; Malde, S; Malinin, A; Maltsev, T; Manca, G; Mancinelli, G; Manning, P; Maratas, J; Marchand, J F; Marconi, U; Marin Benito, C; Marino, P; Marks, J; Martellotti, G; Martin, M; Martinelli, M; Martinez Santos, D; Martinez Vidal, F; Martins Tostes, D; Massacrier, L M; Massafferri, A; Matev, R; Mathad, A; Mathe, Z; Matteuzzi, C; Mauri, A; Maurin, B; Mazurov, A; McCann, M; McCarthy, J; McNab, A; McNulty, R; Meadows, B; Meier, F; Meissner, M; Melnychuk, D; Merk, M; Merli, A; Michielin, E; Milanes, D A; Minard, M-N; Mitzel, D S; Mogini, A; Molina Rodriguez, J; Monroy, I A; Monteil, S; Morandin, M; Morawski, P; Mordà, A; Morello, M J; Moron, J; Morris, A B; Mountain, R; Muheim, F; Mulder, M; Mussini, M; Müller, D; Müller, J; Müller, K; Müller, V; Naik, P; Nakada, T; Nandakumar, R; Nandi, A; Nasteva, I; Needham, M; Neri, N; Neubert, S; Neufeld, N; Neuner, M; Nguyen, A D; Nguyen, T D; Nguyen-Mau, C; Nieswand, S; Niet, R; Nikitin, N; Nikodem, T; Novoselov, A; O'Hanlon, D P; Oblakowska-Mucha, A; Obraztsov, V; Ogilvy, S; Oldeman, R; Onderwater, C J G; Otalora Goicochea, J M; Otto, A; Owen, P; Oyanguren, A; Pais, P R; Palano, A; Palombo, F; Palutan, M; Panman, J; Papanestis, A; Pappagallo, M; Pappalardo, L L; Parker, W; Parkes, C; Passaleva, G; Pastore, A; Patel, G D; Patel, M; Patrignani, C; Pearce, A; Pellegrino, A; Penso, G; Pepe Altarelli, M; Perazzini, S; Perret, P; Pescatore, L; Petridis, K; Petrolini, A; Petrov, A; Petruzzo, M; Picatoste Olloqui, E; Pietrzyk, B; Pikies, M; Pinci, D; Pistone, A; Piucci, A; Playfer, S; Plo Casasus, M; Poikela, T; Polci, F; Poluektov, A; Polyakov, I; Polycarpo, E; Pomery, G J; Popov, A; Popov, D; Popovici, B; Poslavskii, S; Potterat, C; Price, E; Price, J D; Prisciandaro, J; Pritchard, A; Prouve, C; Pugatch, V; Puig Navarro, A; Punzi, G; Qian, W; Quagliani, R; Rachwal, B; Rademacker, J H; Rama, M; Ramos Pernas, M; Rangel, M S; Raniuk, I; Ratnikov, F; Raven, G; Redi, F; Reichert, S; Dos Reis, A C; Remon Alepuz, C; Renaudin, V; Ricciardi, S; Richards, S; Rihl, M; Rinnert, K; Rives Molina, V; Robbe, P; Rodrigues, A B; Rodrigues, E; Rodriguez Lopez, J A; Rodriguez Perez, P; Rogozhnikov, A; Roiser, S; Rollings, A; Romanovskiy, V; Romero Vidal, A; Ronayne, J W; Rotondo, M; Rudolph, M S; Ruf, T; Ruiz Valls, P; Saborido Silva, J J; Sadykhov, E; Sagidova, N; Saitta, B; Salustino Guimaraes, V; Sanchez Mayordomo, C; Sanmartin Sedes, B; Santacesaria, R; Santamarina Rios, C; Santimaria, M; Santovetti, E; Sarti, A; Satriano, C; Satta, A; Saunders, D M; Savrina, D; Schael, S; Schellenberg, M; Schiller, M; Schindler, H; Schlupp, M; Schmelling, M; Schmelzer, T; Schmidt, B; Schneider, O; Schopper, A; Schubert, K; Schubiger, M; Schune, M-H; Schwemmer, R; Sciascia, B; Sciubba, A; Semennikov, A; Sergi, A; Serra, N; Serrano, J; Sestini, L; Seyfert, P; Shapkin, M; Shapoval, I; Shcheglov, Y; Shears, T; Shekhtman, L; Shevchenko, V; Siddi, B G; Silva Coutinho, R; Silva de Oliveira, L; Simi, G; Simone, S; Sirendi, M; Skidmore, N; Skwarnicki, T; Smith, E; Smith, I T; Smith, J; Smith, M; Snoek, H; Sokoloff, M D; Soler, F J P; Souza De Paula, B; Spaan, B; Spradlin, P; Sridharan, S; Stagni, F; Stahl, M; Stahl, S; Stefko, P; Stefkova, S; Steinkamp, O; Stemmle, S; Stenyakin, O; Stevenson, S; Stoica, S; Stone, S; Storaci, B; Stracka, S; Straticiuc, M; Straumann, U; Sun, L; Sutcliffe, W; Swientek, K; Syropoulos, V; Szczekowski, M; Szumlak, T; T'Jampens, S; Tayduganov, A; Tekampe, T; Tellarini, G; Teubert, F; Thomas, E; van Tilburg, J; Tilley, M J; Tisserand, V; Tobin, M; Tolk, S; Tomassetti, L; Tonelli, D; Topp-Joergensen, S; Toriello, F; Tournefier, E; Tourneur, S; Trabelsi, K; Traill, M; Tran, M T; Tresch, M; Trisovic, A; Tsaregorodtsev, A; Tsopelas, P; Tully, A; Tuning, N; Ukleja, A; Ustyuzhanin, A; Uwer, U; Vacca, C; Vagnoni, V; Valassi, A; Valat, S; Valenti, G; Vallier, A; Vazquez Gomez, R; Vazquez Regueiro, P; Vecchi, S; van Veghel, M; Velthuis, J J; Veltri, M; Veneziano, G; Venkateswaran, A; Vernet, M; Vesterinen, M; Viaud, B; Vieira, D; Vieites Diaz, M; Viemann, H; Vilasis-Cardona, X; Vitti, M; Volkov, V; Vollhardt, A; Voneki, B; Vorobyev, A; Vorobyev, V; Voß, C; de Vries, J A; Vázquez Sierra, C; Waldi, R; Wallace, C; Wallace, R; Walsh, J; Wang, J; Ward, D R; Wark, H M; Watson, N K; Websdale, D; Weiden, A; Whitehead, M; Wicht, J; Wilkinson, G; Wilkinson, M; Williams, M; Williams, M P; Williams, M; Williams, T; Wilson, F F; Wimberley, J; Wishahi, J; Wislicki, W; Witek, M; Wormser, G; Wotton, S A; Wraight, K; Wyllie, K; Xie, Y; Xing, Z; Xu, Z; Yang, Z; Yin, H; Yu, J; Yuan, X; Yushchenko, O; Zarebski, K A; Zavertyaev, M; Zhang, L; Zhang, Y; Zhang, Y; Zhelezov, A; Zheng, Y; Zhokhov, A; Zhu, X; Zhukov, V; Zucchelli, S

    2017-01-01

    The decays [Formula: see text] and [Formula: see text] are observed for the first time using a data sample corresponding to an integrated luminosity of 3.0 fb[Formula: see text], collected by the LHCb experiment in proton-proton collisions at the centre-of-mass energies of 7 and 8[Formula: see text]. The branching fractions relative to that of [Formula: see text] are measured to be [Formula: see text]where the first uncertainties are statistical and the second are systematic.

  20. Storie di genere, storie di partito

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elisa Bellè

    2012-04-01

    Full Text Available Lo studio delle narrazioni di genere all'interno di questo tipo di organizzazione desta inoltre un particolare interesse anche in ragione della sottorappresentazione delle donne nella sfera della politica. Si tratta di un deficit democratico che coinvolge i sistemi politici moderni nel loro complesso, ma che interessa l'Italia con una particolare gravità ed evidenza. La questione della sottorappresentazione politica delle donne è stata sinora affrontata prevalentemente in termini tecnico-legali (politiche di pari opportunità ed azione positiva, o di teoria politica (la dicotomia pubblico-maschile e privato-femminile come fondamento del contratto sessuale della politica. Mancano invece contributi che guardino ai partiti come organizzazioni largamente responsabili dei processi di selezione e promozione delle carriere politiche, dunque come luoghi di quotidiana produzione di pratiche e culture di genere, più o meno egualitarie o, viceversa, discriminatorie. Sulla base di tale vuoto di ricerca e riflessione, il presente articolo si propone di mettere in luce le pratiche e le culture di genere che emergono dai racconti di uomini e donne all'interno di due organizzazioni partitiche, una di destra e una di sinistra, situate nel contesto territoriale della provincia di Trento. La ricerca è stata condotta attraverso lo strumento dell'intervista semi-strutturata, coinvolgendo quattro donne e quattro uomini, divisi per coppie di età (un uomo ed una donna giovani ed un uomo ed una donna da lungo presenti nel partito, accostabili per quanto concerne ruolo e posizione nelle organizzazioni partitiche considerate. L'attenzione analitica si è concentrata sulla costruzione del genere di uomini e donne intervistati/e, intesa sia come dimensione ed esperienza individuale (le storie di genere dei/lle singoli/e, sia come dimensione organizzativa più ampia (le storie di genere delle organizzazioni, narrate dalle diverse voci. Un'ulteriore dimensione analitica

  1. Grandi e piccoli eventi nelle città di mare per mutamenti urbani sostenibili: i casi studio di Lorient e Valencia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Massimo Clemente

    2012-12-01

    basato sulla sua cultura di città di mare. Le attività legate al mare sono stati potenziate, creando spazi per la vela e la nautica da diporto, che ha portato alla riqualificazione delle aree dismesse e dell'area portuale. Questo processo di riqualificazione, legato alla sua identità storica, la costruzione di nuove infrastrutture e dei nuovi attrattori economici e funzionali, stanno garantendo la sua candidatura come sede di Mega eventi velici. I risultati sono stati una migliore qualità della vita per i residenti, sviluppo economico e del turismo.Il secondo caso riguarda la città di Valencia. Rappresenta un esempio emblematico perché la designazione come città ospitante la 32° America’s Cup ha avviato un lungo processo di rigenerazione urbana. Questo evento ha proiettato la città sulla scena internazionale e ha consolidato alcuni processi e strategie già avviati.La riabilitazione della zona del porto storico per la 32° America’s Cup, insieme a interventi importanti come La Ciudad de las Artes y las Ciencias e il circuito di Formula 1, ha dato un nuovo volto alla città negli ultimi decenni. La metamorfosi della città è avvenuta con il contributo di importanti architetti contemporanei.Il recupero del waterfront è stato progettato non solo per la competizione velica, ma, soprattutto, come occasione per dotare la città di nuove attrezzature formative, culturali, ricreative e del tempo libero, per promuovere il turismo e l'ospitalità.L'importanza e il valore emblematico del caso Valencia ha attirato l'interesse di esperti, non solo pianificatori e architetti, ma anche specialisti del marketing turistico e della gestione degli eventi sportivi.

  2. Production of [Formula: see text] and [Formula: see text] in proton-proton collisions at [Formula: see text] 7 TeV.

    Science.gov (United States)

    Abelev, B; Adam, J; Adamová, D; Aggarwal, M M; Rinella, G Aglieri; Agnello, M; Agostinelli, A; Agrawal, N; Ahammed, Z; Ahmad, N; Ahmed, I; Ahn, S U; Ahn, S A; Aimo, I; Aiola, S; Ajaz, M; Akindinov, A; Alam, S N; Aleksandrov, D; Alessandro, B; Alexandre, D; Alici, A; Alkin, A; Alme, J; Alt, T; Altinpinar, S; Altsybeev, I; Alves Garcia Prado, C; Andrei, C; Andronic, A; Anguelov, V; Anielski, J; Antičić, T; Antinori, F; Antonioli, P; Aphecetche, L; Appelshäuser, H; Arcelli, S; Armesto, N; Arnaldi, R; Aronsson, T; Arsene, I C; Arslandok, M; Augustinus, A; Averbeck, R; Awes, T C; Azmi, M D; Bach, M; Badalà, A; Baek, Y W; Bagnasco, S; Bailhache, R; Bala, R; Baldisseri, A; Baltasar Dos Santos Pedrosa, F; Baral, R C; Barbera, R; Barile, F; Barnaföldi, G G; Barnby, L S; Barret, V; Bartke, J; Basile, M; Bastid, N; Basu, S; Bathen, B; Batigne, G; Batista Camejo, A; Batyunya, B; Batzing, P C; Baumann, C; Bearden, I G; Beck, H; Bedda, C; Behera, N K; Belikov, I; Bellini, F; Bellwied, R; Belmont-Moreno, E; Belmont, R; Belyaev, V; Bencedi, G; Beole, S; Berceanu, I; Bercuci, A; Berdnikov, Y; Berenyi, D; Berger, M E; Bertens, R A; Berzano, D; Betev, L; Bhasin, A; Bhat, I R; Bhati, A K; Bhattacharjee, B; Bhom, J; Bianchi, L; Bianchi, N; Bianchin, C; Bielčík, J; Bielčíková, J; Bilandzic, A; Bjelogrlic, S; Blanco, F; Blau, D; Blume, C; Bock, F; Bogdanov, A; Bøggild, H; Bogolyubsky, M; Böhmer, F V; Boldizsár, L; Bombara, M; Book, J; Borel, H; Borissov, A; Bossú, F; Botje, M; Botta, E; Böttger, S; Braun-Munzinger, P; Bregant, M; Breitner, T; Broker, T A; Browning, T A; Broz, M; Bruna, E; Bruno, G E; Budnikov, D; Buesching, H; Bufalino, S; Buncic, P; Busch, O; Buthelezi, Z; Caffarri, D; Cai, X; Caines, H; Calero Diaz, L; Caliva, A; Calvo Villar, E; Camerini, P; Carena, F; Carena, W; Castillo Castellanos, J; Casula, E A R; Catanescu, V; Cavicchioli, C; Ceballos Sanchez, C; Cepila, J; Cerello, P; Chang, B; Chapeland, S; Charvet, J L; Chattopadhyay, S; Chattopadhyay, S; Chelnokov, V; Cherney, M; Cheshkov, C; Cheynis, B; Chibante Barroso, V; Chinellato, D D; Chochula, P; Chojnacki, M; Choudhury, S; Christakoglou, P; Christensen, C H; Christiansen, P; Chujo, T; Chung, S U; Cicalo, C; Cifarelli, L; Cindolo, F; Cleymans, J; Colamaria, F; Colella, D; Collu, A; Colocci, M; Conesa Balbastre, G; Conesa Del Valle, Z; Connors, M E; Contreras, J G; Cormier, T M; Corrales Morales, Y; Cortese, P; Cortés Maldonado, I; Cosentino, M R; Costa, F; Crochet, P; Cruz Albino, R; Cuautle, E; Cunqueiro, L; Dainese, A; Dang, R; Danu, A; Das, D; Das, I; Das, K; Das, S; Dash, A; Dash, S; De, S; Delagrange, H; Deloff, A; Dénes, E; D'Erasmo, G; De Caro, A; de Cataldo, G; de Cuveland, J; De Falco, A; De Gruttola, D; De Marco, N; De Pasquale, S; de Rooij, R; Diaz Corchero, M A; Dietel, T; Dillenseger, P; Divià, R; Di Bari, D; Di Liberto, S; Di Mauro, A; Di Nezza, P; Djuvsland, Ø; Dobrin, A; Dobrowolski, T; Domenicis Gimenez, D; Dönigus, B; Dordic, O; Dørheim, S; Dubey, A K; Dubla, A; Ducroux, L; Dupieux, P; Dutta Majumdar, A K; Hilden, T E; Ehlers, R J; Elia, D; Engel, H; Erazmus, B; Erdal, H A; Eschweiler, D; Espagnon, B; Esposito, M; Estienne, M; Esumi, S; Evans, D; Evdokimov, S; Fabris, D; Faivre, J; Falchieri, D; Fantoni, A; Fasel, M; Fehlker, D; Feldkamp, L; Felea, D; Feliciello, A; Feofilov, G; Ferencei, J; Fernández Téllez, A; Ferreiro, E G; Ferretti, A; Festanti, A; Figiel, J; Figueredo, M A S; Filchagin, S; Finogeev, D; Fionda, F M; Fiore, E M; Floratos, E; Floris, M; Foertsch, S; Foka, P; Fokin, S; Fragiacomo, E; Francescon, A; Frankenfeld, U; Fuchs, U; Furget, C; Furs, A; Fusco Girard, M; Gaardhøje, J J; Gagliardi, M; Gago, A M; Gallio, M; Gangadharan, D R; Ganoti, P; Gao, C; Garabatos, C; Garcia-Solis, E; Gargiulo, C; Garishvili, I; Gerhard, J; Germain, M; Gheata, A; Gheata, M; Ghidini, B; Ghosh, P; Ghosh, S K; Gianotti, P; Giubellino, P; Gladysz-Dziadus, E; Glässel, P; Gomez Ramirez, A; González-Zamora, P; Gorbunov, S; Görlich, L; Gotovac, S; Graczykowski, L K; Grelli, A; Grigoras, A; Grigoras, C; Grigoriev, V; Grigoryan, A; Grigoryan, S; Grinyov, B; Grion, N; Grosse-Oetringhaus, J F; Grossiord, J-Y; Grosso, R; Guber, F; Guernane, R; Guerzoni, B; Guilbaud, M; Gulbrandsen, K; Gulkanyan, H; Gumbo, M; Gunji, T; Gupta, A; Gupta, R; Khan, K H; Haake, R; Haaland, Ø; Hadjidakis, C; Haiduc, M; Hamagaki, H; Hamar, G; Hanratty, L D; Hansen, A; Harris, J W; Hartmann, H; Harton, A; Hatzifotiadou, D; Hayashi, S; Heckel, S T; Heide, M; Helstrup, H; Herghelegiu, A; Herrera Corral, G; Hess, B A; Hetland, K F; Hippolyte, B; Hladky, J; Hristov, P; Huang, M; Humanic, T J; Hussain, N; Hussain, T; Hutter, D; Hwang, D S; Ilkaev, R; Ilkiv, I; Inaba, M; Innocenti, G M; Ionita, C; Ippolitov, M; Irfan, M; Ivanov, M; Ivanov, V; Jachołkowski, A; Jacobs, P M; Jahnke, C; Jang, H J; Janik, M A; Jayarathna, P H S Y; Jena, C; Jena, S; Jimenez Bustamante, R T; Jones, P G; Jung, H; Jusko, A; Kadyshevskiy, V; Kalinak, P; Kalweit, A; Kamin, J; Kang, J H; Kaplin, V; Kar, S; Karasu Uysal, A; Karavichev, O; Karavicheva, T; Karpechev, E; Kebschull, U; Keidel, R; Keijdener, D L D; Svn, M Keil; Khan, M M; Khan, P; Khan, S A; Khanzadeev, A; Kharlov, Y; Kileng, B; Kim, B; Kim, D W; Kim, D J; Kim, J S; Kim, M; Kim, M; Kim, S; Kim, T; Kirsch, S; Kisel, I; Kiselev, S; Kisiel, A; Kiss, G; Klay, J L; Klein, J; Klein-Bösing, C; Kluge, A; Knichel, M L; Knospe, A G; Kobdaj, C; Kofarago, M; Köhler, M K; Kollegger, T; Kolojvari, A; Kondratiev, V; Kondratyeva, N; Konevskikh, A; Kovalenko, V; Kowalski, M; Kox, S; Koyithatta Meethaleveedu, G; Kral, J; Králik, I; Kravčáková, A; Krelina, M; Kretz, M; Krivda, M; Krizek, F; Kryshen, E; Krzewicki, M; Kučera, V; Kucheriaev, Y; Kugathasan, T; Kuhn, C; Kuijer, P G; Kulakov, I; Kumar, J; Kurashvili, P; Kurepin, A; Kurepin, A B; Kuryakin, A; Kushpil, S; Kweon, M J; Kwon, Y; Ladron de Guevara, P; Lagana Fernandes, C; Lakomov, I; Langoy, R; Lara, C; Lardeux, A; Lattuca, A; La Pointe, S L; La Rocca, P; Lea, R; Leardini, L; Lee, G R; Legrand, I; Lehnert, J; Lemmon, R C; Lenti, V; Leogrande, E; Leoncino, M; León Monzón, I; Lévai, P; Li, S; Lien, J; Lietava, R; Lindal, S; Lindenstruth, V; Lippmann, C; Lisa, M A; Ljunggren, H M; Lodato, D F; Loenne, P I; Loggins, V R; Loginov, V; Lohner, D; Loizides, C; Lopez, X; López Torres, E; Lu, X-G; Luettig, P; Lunardon, M; Luparello, G; Ma, R; Maevskaya, A; Mager, M; Mahapatra, D P; Mahmood, S M; Maire, A; Majka, R D; Malaev, M; Maldonado Cervantes, I; Malinina, L; Mal'Kevich, D; Malzacher, P; Mamonov, A; Manceau, L; Manko, V; Manso, F; Manzari, V; Marchisone, M; Mareš, J; Margagliotti, G V; Margotti, A; Marín, A; Markert, C; Marquard, M; Martashvili, I; Martin, N A; Martinengo, P; Martínez, M I; Martínez García, G; Martin Blanco, J; Martynov, Y; Mas, A; Masciocchi, S; Masera, M; Masoni, A; Massacrier, L; Mastroserio, A; Matyja, A; Mayer, C; Mazer, J; Mazzoni, M A; Meddi, F; Menchaca-Rocha, A; Meninno, E; Mercado Pérez, J; Meres, M; Miake, Y; Mikhaylov, K; Milano, L; Milosevic, J; Mischke, A; Mishra, A N; Miśkowiec, D; Mitra, J; Mitu, C M; Mlynarz, J; Mohammadi, N; Mohanty, B; Molnar, L; Montaño Zetina, L; Montes, E; Morando, M; Moreira De Godoy, D A; Moretto, S; Morreale, A; Morsch, A; Muccifora, V; Mudnic, E; Mühlheim, D; Muhuri, S; Mukherjee, M; Müller, H; Munhoz, M G; Murray, S; Musa, L; Musinsky, J; Nandi, B K; Nania, R; Nappi, E; Nattrass, C; Nayak, K; Nayak, T K; Nazarenko, S; Nedosekin, A; Nicassio, M; Niculescu, M; Niedziela, J; Nielsen, B S; Nikolaev, S; Nikulin, S; Nikulin, V; Nilsen, B S; Noferini, F; Nomokonov, P; Nooren, G; Norman, J; Nyanin, A; Nystrand, J; Oeschler, H; Oh, S; Oh, S K; Okatan, A; Okubo, T; Olah, L; Oleniacz, J; Oliveira Da Silva, A C; Onderwaater, J; Oppedisano, C; Ortiz Velasquez, A; Oskarsson, A; Otwinowski, J; Oyama, K; Ozdemir, M; Sahoo, P; Pachmayer, Y; Pachr, M; Pagano, P; Paić, G; Pajares, C; Pal, S K; Palmeri, A; Pant, D; Papikyan, V; Pappalardo, G S; Pareek, P; Park, W J; Parmar, S; Passfeld, A; Patalakha, D I; Paticchio, V; Paul, B; Pawlak, T; Peitzmann, T; Pereira Da Costa, H; Pereira De Oliveira Filho, E; Peresunko, D; Pérez Lara, C E; Pesci, A; Peskov, V; Pestov, Y; Petráček, V; Petran, M; Petris, M; Petrovici, M; Petta, C; Piano, S; Pikna, M; Pillot, P; Pinazza, O; Pinsky, L; Piyarathna, D B; Płoskoń, M; Planinic, M; Pluta, J; Pochybova, S; Podesta-Lerma, P L M; Poghosyan, M G; Pohjoisaho, E H O; Polichtchouk, B; Poljak, N; Pop, A; Porteboeuf-Houssais, S; Porter, J; Potukuchi, B; Prasad, S K; Preghenella, R; Prino, F; Pruneau, C A; Pshenichnov, I; Puccio, M; Puddu, G; Pujahari, P; Punin, V; Putschke, J; Qvigstad, H; Rachevski, A; Raha, S; Rajput, S; Rak, J; Rakotozafindrabe, A; Ramello, L; Raniwala, R; Raniwala, S; Räsänen, S S; Rascanu, B T; Rathee, D; Rauf, A W; Razazi, V; Read, K F; Real, J S; Redlich, K; Reed, R J; Rehman, A; Reichelt, P; Reicher, M; Reidt, F; Renfordt, R; Reolon, A R; Reshetin, A; Rettig, F; Revol, J-P; Reygers, K; Riabov, V; Ricci, R A; Richert, T; Richter, M; Riedler, P; Riegler, W; Riggi, F; Rivetti, A; Rocco, E; Rodríguez Cahuantzi, M; Rodriguez Manso, A; Røed, K; Rogochaya, E; Rohni, S; Rohr, D; Röhrich, D; Romita, R; Ronchetti, F; Ronflette, L; Rosnet, P; Rossi, A; Roukoutakis, F; Roy, A; Roy, C; Roy, P; Rubio Montero, A J; Rui, R; Russo, R; Ryabinkin, E; Ryabov, Y; Rybicki, A; Sadovsky, S; Šafařík, K; Sahlmuller, B; Sahoo, R; Sahu, P K; Saini, J; Sakai, S; Salgado, C A; Salzwedel, J; Sambyal, S; Samsonov, V; Sanchez Castro, X; Sánchez Rodríguez, F J; Šándor, L; Sandoval, A; Sano, M; Santagati, G; Sarkar, D; Scapparone, E; Scarlassara, F; Scharenberg, R P; Schiaua, C; Schicker, R; Schmidt, C; Schmidt, H R; Schuchmann, S; Schukraft, J; Schulc, M; Schuster, T; Schutz, Y; Schwarz, K; Schweda, K; Scioli, G; Scomparin, E; Scott, R; Segato, G; Seger, J E; Sekiguchi, Y; Selyuzhenkov, I; Senosi, K; Seo, J; Serradilla, E; Sevcenco, A; Shabetai, A; Shabratova, G; Shahoyan, R; Shangaraev, A; Sharma, A; Sharma, N; Sharma, S; Shigaki, K; Shtejer, K; Sibiriak, Y; Siddhanta, S; Siemiarczuk, T; Silvermyr, D; Silvestre, C; Simatovic, G; Singaraju, R; Singh, R; Singha, S; Singhal, V; Sinha, B C; Sinha, T; Sitar, B; Sitta, M; Skaali, T B; Skjerdal, K; Slupecki, M; Smirnov, N; Snellings, R J M; Søgaard, C; Soltz, R; Song, J; Song, M; Soramel, F; Sorensen, S; Spacek, M; Spiriti, E; Sputowska, I; Spyropoulou-Stassinaki, M; Srivastava, B K; Stachel, J; Stan, I; Stefanek, G; Steinpreis, M; Stenlund, E; Steyn, G; Stiller, J H; Stocco, D; Stolpovskiy, M; Strmen, P; Suaide, A A P; Sugitate, T; Suire, C; Suleymanov, M; Sultanov, R; Šumbera, M; Symons, T J M; Szabo, A; Szanto de Toledo, A; Szarka, I; Szczepankiewicz, A; Szymanski, M; Takahashi, J; Tangaro, M A; Tapia Takaki, J D; Tarantola Peloni, A; Tarazona Martinez, A; Tariq, M; Tarzila, M G; Tauro, A; Tejeda Muñoz, G; Telesca, A; Terasaki, K; Terrevoli, C; Thäder, J; Thomas, D; Tieulent, R; Timmins, A R; Toia, A; Trubnikov, V; Trzaska, W H; Tsuji, T; Tumkin, A; Turrisi, R; Tveter, T S; Ullaland, K; Uras, A; Usai, G L; Vajzer, M; Vala, M; Valencia Palomo, L; Vallero, S; Vande Vyvre, P; Van Der Maarel, J; Van Hoorne, J W; van Leeuwen, M; Vargas, A; Vargyas, M; Varma, R; Vasileiou, M; Vasiliev, A; Vechernin, V; Veldhoen, M; Velure, A; Venaruzzo, M; Vercellin, E; Vergara Limón, S; Vernet, R; Verweij, M; Vickovic, L; Viesti, G; Viinikainen, J; Vilakazi, Z; Villalobos Baillie, O; Vinogradov, A; Vinogradov, L; Vinogradov, Y; Virgili, T; Vislavicius, V; Viyogi, Y P; Vodopyanov, A; Völkl, M A; Voloshin, K; Voloshin, S A; Volpe, G; von Haller, B; Vorobyev, I; Vranic, D; Vrláková, J; Vulpescu, B; Vyushin, A; Wagner, B; Wagner, J; Wagner, V; Wang, M; Wang, Y; Watanabe, D; Weber, M; Weber, S G; Wessels, J P; Westerhoff, U; Wiechula, J; Wikne, J; Wilde, M; Wilk, G; Wilkinson, J; Williams, M C S; Windelband, B; Winn, M; Yaldo, C G; Yamaguchi, Y; Yang, H; Yang, P; Yang, S; Yano, S; Yasnopolskiy, S; Yi, J; Yin, Z; Yoo, I-K; Yushmanov, I; Zaccolo, V; Zach, C; Zaman, A; Zampolli, C; Zaporozhets, S; Zarochentsev, A; Závada, P; Zaviyalov, N; Zbroszczyk, H; Zgura, I S; Zhalov, M; Zhang, H; Zhang, X; Zhang, Y; Zhao, C; Zhigareva, N; Zhou, D; Zhou, F; Zhou, Y; Zhuo, Zhou; Zhu, H; Zhu, J; Zhu, X; Zichichi, A; Zimmermann, A; Zimmermann, M B; Zinovjev, G; Zoccarato, Y; Zyzak, M

    The production of the strange and double-strange baryon resonances ([Formula: see text], [Formula: see text]) has been measured at mid-rapidity ([Formula: see text][Formula: see text]) in proton-proton collisions at [Formula: see text] [Formula: see text] 7 TeV with the ALICE detector at the LHC. Transverse momentum spectra for inelastic collisions are compared to QCD-inspired models, which in general underpredict the data. A search for the [Formula: see text] pentaquark, decaying in the [Formula: see text] channel, has been carried out but no evidence is seen.

  3. The wild heart of a wild land. Tra le Alpi albanesi sulle orme di Mary Edith Durham

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Genesin

    2012-08-01

    Full Text Available ENIn 2007 we decided to follow the same route through northern Albania which was covered almost 100 years ago by the victorian traveller Mary Edith Durham, author of the books High Albania and Some Tribal Origins, Laws and Customs of the Balkans. The journey described in High Albania was the culmination of seven years of regular Balkan travels during which she was rewarded with insights into north Albanian life denied to all previous travellers. Unlike her other expeditions in the Balkans, her journey in northern Albania was an existential experience which deeply affected Durham’s perception of the tribespeople’s world and marked a turning point in her life. In the second part of the article some ethnographical aspects which were pointed out by Durham and are still alive in those regions are dealt with. Keywords: Balkan Studies; Cultural Studies; Ethnography; Mary Edith Durham; Albania  ITNel 2007 abbiamo deciso di organizzare una spedizione a carattere linguistico e etnogrfico nell’Albania settentrionale sulle orme dell’itinerario percorso quasi 100 anni prima dalla viaggiatrice vittoriana Mary Edith Durham, autrice dei volumi High Albania e Some Tribal Origins, Laws and Customs of the Balkans. L’itinerario descritto in High Albania coronò setti lunghi anni di esplorazioni balcaniche nel corso delle quali l’autrice riuscì a penetrare nella vita della popolazione locale, un importante esperienza che era invece mancata a tutti i precedenti viaggiatori. A differenza dagli altri viaggi precedenti nei balcani, quello nell’Albania settentrionale costituì un esperienza esistenziale che segnò profondamente la percezione della Durham del mondo delle alpi albanesi e rappresentò una svolta nella sua vita. Nella seconda parte dell’articolo sono illustrati alcuni fenomeni di carattere etnografico che furono rilevati dalla Durham e che, con nostra grande sorpresa, abbiamo potuto riscontrare sul campo nel corso della spedizione.

  4. Lo sfondo filosofico della fisica moderna

    CERN Document Server

    Heisenberg, Werner

    1999-01-01

    Questa raccolta di saggi, inedita nella sua composizione e nuova in senso assoluto per l'Italia, presenta il pensiero di Heisenberg in tutta la sua articolazione e completezza: le riflessioni filosofiche fondamentali, le originali considerazioni epistemologiche, il credo etico-religioso, la visione della realtà e le due memorie scientifiche nelle quali venne elaborata la meccanica delle matrici, che fissò la nascita della cosiddetta «seconda quantistica», determinando la crisi della fisica classica e delineando l'orizzonte di senso da cui è derivato il successivo principio di indeterminazione. Emerge un pensatore che ha fornito contributi essenziali sia alla storia del pensiero filosofico che a quello scientifico del Novecento, e che ha rappresentato un vero e proprio «punto di svolta» della cultura contemporanea. Un punto di svolta che ha condotto il «metodo» della scienza dal gretto riduzionismo dell'epoca classica a una sua più concreta elaborazione in senso storicistico e complesso. Werner Heise...

  5. From Phoenician Nora to Punic Nora and Beyond

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Finocchi

    2013-11-01

    Full Text Available Sulla base dei risultati conseguiti dalla missione dell’Università della Tuscia a Nora si esaminano i dati circa le più antiche fasi dell’insediamento fenicio di Nora in Sardegna e le prime forme di organizzazione urbana (fine dell’VIII - seconda metà del VI secolo a.C.. Si illustrano quindi gli aspetti urbanistici legati all’affermazione dell’egemonia cartaginese a Nora (dall’ultimo quarto del VI secolo a.C. e le trasformazioni urbanistiche e topografiche che interessano un settore della città, il “Colle di Tanit”, tra l’età ellenistica e le ultime fasi di vita dell’età repubblicana. Grazie ai dati delle ricognizioni territoriali, si esaminano le modalità della diffusione e dello sfruttamento delle relative risorse tra l’età fenicia e punica prima, quella romana repubblicana e imperiale poi e quella di età bizantina e basso medievale in seguito.

  6. Ctrl+Shift+Enter mastering Excel array formulas a book about building efficient formulas, advanced formulas, and array formulas for data analysis

    CERN Document Server

    Girvin, Mike

    2013-01-01

    Designed with Excel gurus in mind, this handbook outlines how to create formulas that can be used to solve everyday problems with a series of data values that standard Excel formulas cannot or would be too arduous to attempt. Beginning with an introduction to array formulas, this manual examines topics such as how they differ from ordinary formulas, the benefits and drawbacks of their use, functions that can and cannot handle array calculations, and array constants and functions. Among the practical applications surveyed include how to extract data from tables and unique lists, how to get resu

  7. Excel 2013 formulas

    CERN Document Server

    Walkenbach, John

    2013-01-01

    Maximize the power of Excel 2013 formulas with this must-have Excel reference John Walkenbach, known as ""Mr. Spreadsheet,"" is a master at deciphering complex technical topics and Excel formulas are no exception. This fully updated book delivers more than 800 pages of Excel 2013 tips, tricks, and techniques for creating formulas that calculate, developing custom worksheet functions with VBA, debugging formulas, and much more. Demonstrates how to use all the latest features in Excel 2013 Shows how to create financial formulas and tap into the power of array formulas

  8. Dai bisogni di salute al consumo di risorse sanitarie in provincia di Bergamo: profilo degli indicatori di bisogno, domanda, offerta

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. Zucchi

    2003-05-01

    Full Text Available

    Introduzione: la complessità interpretativa dei dati relativi ad alcuni fenomeni sanitari a livello territoriale impone la necessità di uno strumento semplice di lettura “epidemiologica”; tale lettura si fonda sull’utilizzo di una serie di “indicatori”, fondamenta di un processo dinamico di monitoraggio temporale e spaziale in grado di descrivere sinteticamente fenomeni di per sé complessi, al fine di fornire al decisore un supporto sintetico ma scientificamente solido.

    Obiettivi: istituzione di un sistema di monitoraggio sanitario community-based; definizione di indicatori sanitari comparabili tramite un esame critico dei dati esistenti; sviluppo di metodologie per la raccolta e la validazione dei dati; supporto alla creazione di un sistema efficace e affidabile di trasferimento e scambio dei dati e degli indicatori stessi con uso spinto della tecnologia telematica; elaborazione di metodi e di strumenti necessari alla produzione di analisi e relazioni.

    Materiali e metodi: gli indicatori analizzati fanno riferimento
    all’elenco definito dal decreto ministeriale n. 27 del 12 dicembre 2001 “sistema di garanzie per il monitoraggio dell’assistenza sanitaria”. A questo elenco ne sono stati aggiunti altri, per un totale di 127, divisi in grandi capitoli tematici: assistenza sanitaria, assistenza distrettuale, assistenza ospedaliera, indicatori stato di salute, consumo di risorse sanitarie (cui è stato dato particolare enfasi, indicatori di domanda/accessibilità. Per definire infine un
    profilo di sintesi di questi grandi capitoli e delle relative
    eterogeneità territoriali si è successivamente applicata la tecnica statistica dello “z-score”.
    Risultati: le differenze emerse a livello distrettuale hanno permesso di disegnare una ‘mappa’ degli indicatori sanitari in provincia di Bergamo.

    Conclusioni:i risultati di

  9. Density of states, Poisson's formula of summation and Walfisz's formula

    International Nuclear Information System (INIS)

    Fucho, P.

    1980-06-01

    Using Poisson's formula for summation, we obtain an expression for density of states of d-dimensional scalar Helmoholtz's equation under various boundary conditions. Likewise, we also obtain formulas of Walfisz's type. It becomes evident that the formulas obtained by Pathria et al. in connection with ideal bosons in a finite system are exactly the same as those obtained by utilizing the formulas for density of states. (author)

  10. OPTIMASI FORMULA DAN STRUKTUR MIKROSKOPIK PASTA BEBAS GLUTEN BERBAHAN DASAR PUREE UBI JALAR UNGU DAN TEPUNG KACANG HIJAU

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ira Mulyawanti

    2016-04-01

    Full Text Available The aim of this study was to optimize gluten free pasta formula made from purple sweet potato puree and mung bean flour. Aplication of a mixture design allowed to find the optimal composition to achieve the desirable characteristic. The results showed that the optimal formula was mixture of 45.25% purple sweet potato puree and 51.75% mung bean flour. The characteristics of the chosen formula were springiness of 2.29 mm, 0.38 cohesiveness, cooking loss 17.62%,333.48 ͼHue, Ie   20.59%, and 42.42 mg/L anthocyanin content. Microscopic structure showed that cooked pasta with purple sweet potato puree composition below 50% in the formula had a solid texture appearance.   Keywords: Pasta, purple sweet potatoes, gluten free food, formulation optimization   ABSTRAK Penelitian bertujuan untuk mengoptimasi formula pasta bebas gluten berbahan dasar puree ubi jalar ungu dan tepung kacang hijau. Aplikasi mixture design dalam optimasi formula dapat menghasilkan formula yang optimal dengan karakteristik produk sesuai dengan yang diinginkan. Hasil penelitian menunjukkan bahwa komposisi optimal puree ubi jalar ungu dengan tepung kacang hijau dalam formula adalah 45,25% puree ubi jalar ungu dan 51,75% tepung kacang hijau. Pada komposisi tersebut dihasilkan pasta ubi jalar ungu dengan karakteristik yaitu kekenyalan 2,29 mm, cohesiveness 0,38, KKP 17,62%, warna 333,48, Ie   20,59%, dan kandungan antosianin 42,42 mg/L. Dari segi mikroskopik, pasta ubi jalar ungu matang dengan rasio puree ubi jalar ungu dengan formula di bawah 50% sudah menunjukkan adanya struktur yang kompak. Kata kunci: Pasta, ubi jalar ungu, pangan bebas gluten, optimasi formula

  11. Il crowdfunding finalizzato al co-finanziamento di progetti di valorizzazione di complessi di elevato valore storico architettonico: il caso di “Torino Esposizioni”

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paola Marinò

    2015-12-01

    Full Text Available L’articolo affronta il tema del finanziamento degli interventi di restauro e riuso delle grandi architetture del ‘900, in un momento storico in cui le risorse finanziarie pubbliche sono sempre più scarse e difficili da reperire. La ricerca affronta la possibilità di ricorrere al crowdfunding attraverso il caso studio del progetto di “Torino Esposizioni”, un’architettura del ‘900, parzialmente utilizzata, in stato di degrado, nonostante sia riconosciuta dalla critica internazionale come un’opera di eccezionale valore. A partire dal Master Plan, messo a punto dal Politecnico di Torino in collaborazione con la Città di Torino, è stata simulata l’applicabilità del crowdfunding attraverso un’indagine che valuta la disponibilità a contribuire da parte dei potenziali fruitori del complesso di “Torino Esposizioni” e, quindi, a comprendere l’interesse dei cittadini nei confronti del valore storico del complesso di “Torino Esposizioni” e del progetto di riuso che dovrebbe valorizzarlo. Gli esiti della ricerca, nell’evidenziare un’inattesa scarsa disponibilità a contribuire al finanziamento collettivo del progetto, hanno messo in evidenza, non solo la scarsa conoscenza del crowdfunding come strumento di finanziamento, ma anche la scarsa consapevolezza del valore storico architettonico del patrimonio moderno della città di Torino, di cui “Torino Esposizioni” rappresenta un esempio eccezionale, seppur non l’unico.

  12. Definition of dose intensity (DI), average relative DI and effective DI

    International Nuclear Information System (INIS)

    Alberto, P.

    1995-01-01

    The cytotoxic activity of cancer chemotherapy is related to the dose and to the amount of drug delivered per time unit. the significance of time in the effectiveness of a treatment program is frequently overlooked. The term of dose intensity (DI) is used to define the drug dose delivered per time unit and is expressed as mg/m 2 per week. A delay in the sequence of treatment cycles decreases the DI in the DI in the same proportion as a reduction of dose. Average relative DI corresponds to the mean DI of combined agents and is expressed as a fraction of a similar combination selected as a standard. Di is useful to compare the dose actually received with the prescribed dose. The relation of DI with tumor response or survival has not been fully demonstrated. A threshold DI level for therapeutic activity is evident. Above this threshold, a linear relationship of DI and effectiveness is not obvious, particularly regarding high-dose chemotherapy. The term of DI is more useful in its principle than in the significance of its calculated value. (authors). 19 refs., 3 tabs., 3 figs

  13. Excel2003 Formulas

    CERN Document Server

    Walkenbach, John

    2011-01-01

    Everything you need to know about* Mastering operators, error values, naming techniques, and absolute versus relative references* Debugging formulas and using the auditing tools* Importing and exporting XML files and mapping the data to specific cells* Using Excel 2003's rights management feature* Working magic with array formulas* Developing custom formulas to produce the results you needHere's the formula for Excel excellenceFormulas are the lifeblood of spreadsheets, and no one can bring a spreadsheet to life like John Walkenbach. In this detailed reference guide, he delves deeply into unde

  14. Reti di città, mobilità e ambiente: il Preliminare di PTCP di Avellino

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carmela Gargiulo

    2010-02-01

    Full Text Available  L’articolo propone la lettura dei contenuti del Preliminare del PTCP di Avellino, un piano per molti aspetti innovativo, soprattutto per aver coniugato pianificazione di area vasta di tipo tradizionale e logica “strategica”. In particolare, l’articolo descrive idee guida, contenuti e strategie del piano orientate, prevalentemente, a stimolare lo sviluppo sostenibile di un’area in ritardo di sviluppo come la provincia irpina, attraverso la salvaguardia e valorizzazione delle risorse naturali e storico-culturali, la costruzione di reti di medie e piccole città e reti di mobilità alle diverse scale, da quella urbana a quella internazionale, e interventi sul sistema della mobilità. Nel 2004, ormai più di cinque anni fa, è stato adottato, a maggioranza assoluta (solo due gli astenuti, il Preliminare di Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia di Avellino, dopo un lavoro di oltre due anni che ha visto impegnati gli uffici provinciali con due dipartimenti universitari. Il lavoro, che va ben oltre il significato e la valenza di un preliminare e che coniuga due pratiche di piano diverse (quella tradizionale e quella strategica ruota attorno a tre idee di fondo, tra loro strettamente interrelate, che costituiscono i criteri guida che finora ha inteso seguire la provincia di Avellino nell’attività di governo delle trasformazioni. Tali idee, quindi, costituiscono le fondamenta su cui è stato costruito il Preliminare e sono la griglia di specificazione delle strategie e degli obiettivi di piano. Esse sono alla base delle scelte elaborate per lo sviluppo compatibile del territorio, e sono riferibili alle azioni operative di trasformazione del territorio che gli Enti locali, cui è demandato tale compito, nel prossimo futuro dovranno affrontare. Le tre idee forza del Preliminare, descritte nel seguito, sono riferibili ai sistemi di risorse principali della provincia di Avellino, oggetto di una indagine analitico

  15. Per una didattica del melodramma. Idee e percorsi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giorgio Pagannone

    2011-04-01

    Full Text Available Il presente intervento ha lo scopo di mettere a fuoco alcune questioni di fondo sulla didattica del melodramma e di formulare alcune ipotesi metodologiche approfondite nel volume Insegnare il melodramma: saperi essenziali, proposte didattiche, finanziato dall’Università della Valle d’Aosta e destinato ad insegnanti della scuola di base, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria superiore. Il libro è suddiviso in due parti: la prima di riflessione teorica e metodologica; la seconda più operativa, e contenente alcuni percorsi didattici divisi per fasce scolastiche. Esso dunque intende fornire a chi opera nella scuola una riflessione articolata e almeno un po’ approfondita sull’opera lirica, e nel contempo degli strumenti di lavoro concreti. Si può constatare infatti che alcune recenti pubblicazioni sulla didattica dell’opera puntano sull’immediata operatività (anche ai livelli più precoci d’istruzione, ma difettano, a nostro avviso, di un’adeguata cornice teorico-metodologico-concettuale: il che si ripercuote anche sul livello e sulla qualità dei percorsi didattici stessi.

  16. Le collezioni di Mammiferi del Museo Civico di Zoologia di Roma: una sintesi storica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gloria Svampa

    2003-10-01

    Full Text Available Il Museo Civico di Zoologia di Roma è sorto nel 1932 all?interno del Giardino Zoologico dell?allora Governatorato di Roma, di cui ha condiviso la direzione tecnica ed amministrativa sino al 1998. Il nucleo centrale delle collezioni è costituito dal materiale di proprietà universitaria, di quello che fu il Museo di Zoologia della Regia Università, a sua volta diretto discendente delle collezioni del Museo di Zoologia ed Anatomia Comparata del Pontificio Archiginnasio Romano. La quasi totalità degli esemplari tassidermizzati risale al periodo in cui l?Istituto di Zoologia fu diretto da Antonio Carruccio (1883-1914. Dal 1932, la collezione teriologica si è andata arricchendo, in particolare di materiale osteologico, soprattutto con acquisizioni provenienti dal Giardino Zoologico e da rare spedizioni scientifiche, come quella organizzata dal CNR nell?Alto Rio Negro del 1962-3, guidata da Ettore Biocca. Anche a causa del fatto che per molti anni il Museo è stato privo di curatori, mancano importanti collezioni teriologiche da studio, fatta eccezione per quella cetologica. In molti casi, singoli esemplari potenzialmente di grande valore scientifico, mancano di dati esatti sulla località di cattura. Nell?ambito di un programma di ricatalogazione della collezione recentemente intrapreso, particolare attenzione è stata posta all?acquisizione di tutti i dati legati alla storia dei singoli esemplari, rintracciabili attraverso i resoconti di viaggio dei singoli esploratori. Nel periodo universitario, infatti, il Museo della nuova capitale d?Italia fu oggetto di grande attenzione da parte di privati ed enti, a partire dai Savoia, che donarono le loro collezioni o il materiale raccolto durante le spedizioni effettuate. Il lavoro di revisione in corso sta mettendo in luce una serie di esemplari meritevoli di ulteriori, dettagliate ricerche. È probabile che molto del materiale del Museo, pervenuto a Roma attraverso donazioni della famiglia reale

  17. The preparation and characterization of uns-cis-(ethylene-diamine-N,N'-di-3-propionato(N-alkylethylenediaminescobalt(III complexes

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    SANJA R. GRGURIC

    2000-03-01

    Full Text Available Three octahedral cobalt(III complexes of the general formula uns-cis-SCo(eddp(R-enCClÿ2H2O, where eddp = the tetradentate ONNO-type ligand ethylenediamine-N,N'-di-3-propionate and R-en = a bidentate NN-type ligand, either N-methyl, N-ethyl or N-isopropylethylenediamine. The complexes were prepared by the reaction of sodium uns-cis-(ethylenediamine-N,N'-di-3-propionato(carbonatocobaltate(IIIdihydrate with the corresponding diamine. They were isolated chromatographically and characterized by elemental analysis, infrared and electronic absorption spectroscopy.

  18. Sequence spaces [Formula: see text] and [Formula: see text] with application in clustering.

    Science.gov (United States)

    Khan, Mohd Shoaib; Alamri, Badriah As; Mursaleen, M; Lohani, Qm Danish

    2017-01-01

    Distance measures play a central role in evolving the clustering technique. Due to the rich mathematical background and natural implementation of [Formula: see text] distance measures, researchers were motivated to use them in almost every clustering process. Beside [Formula: see text] distance measures, there exist several distance measures. Sargent introduced a special type of distance measures [Formula: see text] and [Formula: see text] which is closely related to [Formula: see text]. In this paper, we generalized the Sargent sequence spaces through introduction of [Formula: see text] and [Formula: see text] sequence spaces. Moreover, it is shown that both spaces are BK -spaces, and one is a dual of another. Further, we have clustered the two-moon dataset by using an induced [Formula: see text]-distance measure (induced by the Sargent sequence space [Formula: see text]) in the k-means clustering algorithm. The clustering result established the efficacy of replacing the Euclidean distance measure by the [Formula: see text]-distance measure in the k-means algorithm.

  19. Mito, magia e iconografia. I sortilegi di Medea nelle stampe di Giovanni Antonio Rusconi per le Trasformationi di Lodovico Dolce / Myth, magic and iconography. Medea’s sorceries in the woodcuts by Giovanni Antonio Rusconi for Lodovico Dolce’s “Trasformationi”

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Capriotti

    2013-05-01

    Full Text Available Anche se dopo la famosa tragedia di Euripide fonti letterarie e iconografiche rappresentano Medea principalmente come madre infanticida, la Medea delle Metamorfosi di Ovidio è soprattutto una potente maga: una sapiente conoscitrice di erbe, con cui sa preparare efficaci pozioni magiche, e un’abile manipolatrice diricette prodigiose, che si attivano grazie all’aiuto di divinità infere, invocate con formule vocali nei suoi riti notturni. Allo stesso modo, nelle xilografie che decorano le edizioni rinascimentali delle Metamorfosi, in particolare in quelle di Giovanni Antonio Rusconi per le Trasformationi di Lodovico Dolce, Medea è raffigurata soprattutto come una avvenente maga, che compie i suoi sortilegi per amore o per vendetta. Specialmente nella stampa con Il ringiovanimento di Esone, Rusconi mescola i connotati della maga rinascimentale e quelli della strega nordica: Medea è ancora un’attraente e giovane donna, ma compie oramai operazioni magiche al limite della fattucchieria.   Even though after the famous tragedy of Euripides literary and iconographic sources represent Medea mainly as infanticide mother, the Medea of the Ovid’s Metamorphoses is above all a powerful sorceress: a wise expert of grasses, by which she prepares effective magic potions, and a skilled manipulator of prodigious recipes, that she activates thanks to the help of hellish divinities, invoked with vocal formulas in her nighttime rites. In the same way, in the woodcuts that decorate the Renaissance editions of the Metamorphoses, particularly in those of Giovanni Antonio Rusconi for the Lodovico Dolce’s Trasformationi, Medea is represented above all as a good-looking sorceress, that executes her sorceries for love or for revenge. Especially in the woodcut with The rejuvenation of Esone, Rusconi combines the characteristics of the Renaissance sorceress with those of the Northern witch: Medea is still an attractive and young woman, but she carry out, by now

  20. Rita Felski, The Limits of Critique

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Corrado Confalonieri

    2017-05-01

    Full Text Available Professore di Letteratura inglese presso la University of Virginia – e dal 2016 Niels Bohr Professor alla University of Southern Denmark per un progetto quinquennale dedicato agli usi sociali della letteratura –, Rita Felski non è, all’interno del gruppo di studiosi che lavorano negli Stati Uniti, tra quelli più noti al pubblico italiano, e ciò non soltanto perché mancano traduzioni dei suoi libri, ma per il fatto che diversi tra questi sono rivolti a un contesto piuttosto specificamente americano. Non fa eccezione The Limits of Critique, il libro che qui si presenta e che dovrebbe costituire la seconda uscita di una trilogia avviata nel 2008 con Uses of Literature (Wiley-Blackwell e destinata a concludersi con un volume ora in fase di elaborazione dedicato al coinvolgimento estetico e alle ragioni per cui, come lettori o spettatori, siamo affascinati da un’opera d’arte.

  1. Introduzione. Discorsi sull’emozione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Chiara Pussetti

    2013-07-01

    Full Text Available Una concezione dell’emozione come intimamente connessa al modo in cui le persone interpretano o valutano ciò che accade secondo codici morali e riferimenti semantici locali, è stata proposta, a partire dalla seconda metà del XX secolo, da diversi autori, in differenti campi del sapere. Ciò nonostante, per quanto in molti resoconti etnografici si trovino riferimenti a stati emozionali, le emozioni sono state un oggetto di studio piuttosto trascurato dalla comunità antropologica.

  2. Le prime due edizioni a stampa del De liberis educandis dello Pseudo-Plutarco

    OpenAIRE

    Ferreri, Luigi

    2015-01-01

    Il contributo analizza le prime due edizioni del testo greco del De liberis educandis dello Pseudo-Plutarco. La prima è contenuta in un volume comprendente anche la Tabula Cebetis e altri due opuscoli, la seconda nel volume aldino dei Moralia del 1509. L’intento è quello di stabilire l’ordine cronologico delle due edizioni, risolvere la questione della paternità della prima, attribuita comunemente a Giano Lascari, e soprattutto indagare le fonti delle due edizioni. La prima edizione, pubblica...

  3. BNI aperta e in cooperazione: come e perché

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Bellingeri

    2017-01-01

    Full Text Available A seguito della crisi economica che ha colpito l'Italia negli ultimi anni si è avuta una contrazione delle risorse economiche messe a disposizione delle biblioteche italiane, specialmente di quelle dipendenti dal MIBACT.  In tale contesto, la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e l'agenzia bibliografica nazionale che da essa dipende hanno subito un ridimensionamento del loro prodotto, la Bibliografia Nazionale Italiana, condizionata dalla grave contrazione del numero degli addetti alla sua redazione. La ricerca di soluzioni per far fronte alla difficile situazione ha portato a due importanti decisioni che fanno perno sul concetto di natura di servizio pubblico e sul principio della cooperazione. La prima ha portato alla pubblicazione della Bibliografia Nazionale Italiana in forma libera e gratuita sul sito della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, a decorrere dallo scorso 30 maggio, consentendo alla BNI di mettersi al passo con le principali bibliografie nazionali europee. La seconda consiste nell'avvio di un progetto collaborativo che, seppur confermando il coordinamento bibliografico, la gestione informatica ed il controllo redazionale finale alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, si basa sull'apporto di alcune biblioteche di poli SBN dotate di precise caratteristiche di copertura da deposito legale e di specializzazione disciplinare, dando vita ad una Bibliografia Nazionale Italiana cooperativa.

  4. Continuatori balcanico-danubiani del Veneto "balota"

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovan Battista Pellegrini

    1976-12-01

    Full Text Available E' merito di László Hadrovics di avere impostato una numerosa serie di ricerche etimologiche con un metodo originale che ha dato ampi frutti, fondato sullo studio globale di tanti dati, ma in primo luogo saldamente ancorato al minuzioso esame delle fonti e dei motivi storici e culturali che hanno occasionato i prestiti. I suoi contributi alia storia e all'etimologia di varie parole ungheresi costituiscono autentiche piccole monografie concentrate nel settore del lessico giudicato di norma "di etimologia difficile" nei dizionari specializzati; essi sono ora in buona parte riuniti in due volumetti: Jövevényszók-vizsģalatok (Indagini sui prestiti del 1965 e Szavak és szólások (Parole ed espressioni] del 1975. In questa seconda miscellanea, nel capitolo quinto dedicato ai "prestiti italiani" (o­ lasz jövevényszók, alle pp. 78-94 l' A. ha l' occasione di occuparsi della voceungherese labda 'palla' (pp. 86-89 che presenta varie corrispondenze nelle lingue slave e balcaniche, oggetto di tante discussioni, come si può vedere anche dai piu recenti dizionari etimoiogici.

  5. Breastfeeding vs. Formula Feeding

    Science.gov (United States)

    ... for Educators Search English Español Breastfeeding vs. Formula Feeding KidsHealth / For Parents / Breastfeeding vs. Formula Feeding What's ... work with a lactation specialist. All About Formula Feeding Commercially prepared infant formulas are a nutritious alternative ...

  6. Dante deutsch: Riflessioni sulle traduzioni tedesche della ‘Divina Commedia’ nel Novecento (George e Borchardt

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Thomas Klinkert

    2016-06-01

    Full Text Available Malgrado il pregiudizio secondo il quale la poesia in generale e la Divina Commedia in particolare sarebbero intraducibili, quest'ultima dal Settecento in poi è stata tradotta in tedesco – sia parzialmente che completamente – più di centosettanta volte. Non solo i romantici ma anche i filologi dell'Ottocento hanno contribuito in maniera decisiva a questa intensa ricezione. Nel Novecento la pratica della traduzione è stata portata avanti da due grandi poeti: Stefan George e Rudolf Borchardt. Un'analisi selettiva del primo canto dell’Inferno e delle traduzioni di George e Borchardt mostrerà alcune trasformazioni specifiche del testo dantesco a seconda delle scelte linguistiche dei due poeti.

  7. Applicazione delle linee guida nazionali nell'attivitá di notifica di casi di legionellosi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    E. Corsano

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: é noto che effettuare diagnosi di Legionellosi risulta difficile a causa della sovrapposizione della sintomatologia con altre forme di polmonite. Questo spiega, in parte, perché i casi di Legionellosi siano sottostimati. I metodi diagnostici disponibili, sebbene richiedano tempi relativamente lunghi, sono necessari per l’esatta stima di prevalenza della Legionellosi e per gli eventuali interventi preventivi.

    Metodi: nell’Azienda Ospedaliera “G. Panico” di Tricase, seguendo i criteri delle Linee Guida della Legionellosi (G.U. 5 maggio 2000 n. 103 durante la degenza dei pazienti che presentavano segni clinici ed obiettivi di polmonite sono state eseguite indagini radiologiche (Rx Torace, TAC, esami di laboratorio (espettorato, sangue, urina ed avviata terapia antibiotica (macrolidi e cefalosporine di III generazione. L’antigene urinario e le IgG anti-Legionella (metodo IFA, sono stati determinati in collaborazione con il Laboratorio di riferimento Regionale.

    Risultati: nel periodo ottobre 2001 gennaio 2003 sono stati notificati nel nostro ospedale 11 casi di Legionellosi accertati da indagini clinico-strumentali e di laboratorio: tutti i casi avevano titoli anticorpali abbastanza elevati, confermati poi da un secondo controllo a distanza di tempo. Solo due hanno presentato una positività per l’antigene urinario. All’atto della dimissione, per il 63.6% dei casi è stato documentato un miglioramento delle condizioni clinico-laboratoristico-strumentali, nel 18.2% si è avuta una effettiva guarigione. La letalità è stata pari al 18.2%. In tutti casi si è provveduto alla sorveglianza ambientale.

    Considerazioni: i nostri dati evidenziano che i casi di Legionellosi registrati sono stati tutti di tipo comunitario. Una corretta applicazione delle Linee Guida nel sistema di notifica permette l’avvio dell’attività di prevenzione oltre

  8. Agricultural nonpoint source pollution: prevention and estimate methods; L'inquinamento di origine agricola: quali strumenti di prevenzione e stima?

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Caffarelli, V.; Rapagnani, M.R.; Triolo, L. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Innovazione

    1999-07-01

    Non point source pollutants, such as pesticides and fertilizers derived from agricultural activities, are recognized as an important threat to environment and human health. To prevent the adverse effects of these agrochemicals it is necessary to provide growers and decision makers with easy-to-use information. Attempts have been made to put information on pesticides environmental and health effects into a formula that could summarize, in a single number, these effects. However a single number could be misleading because of the lack of information on chemical-physical parameters and the difficulty to evaluate the relative importance of various environmental and health effects. As an alternative it is here proposed an approach based on schedule containing information, for each pesticides, such as short and long term effects on human health, environmental fate and degradation time, capacity to bio accumulate, toxicity of degradation products. Using information in the schedule, decision makers could make more circumstantiate choices and could program the best agricultural actions under particular environmental circumstances with less impact on man and environment. [Italian] L'inquinamento diffuso derivante dall'uso dei fertilizzanti e dei pesticidi in agricoltura, rappresenta un rischio rilevante per l'ambiente e la salute umana. Al fine di prevenire tale rischio e' necessario fornire a coloro che gestiscono e pianificano le attivita' agricole informazioni facilmente comprensibili, mirate a ridurre o eliminare gli effetti indesiderati derivanti dai prodotti agrochimici. Tentativi sono stati fatti per sviluppare metodologie che sintetizzino queste informazioni in un indice numerico in modo da stilare una graduatoria di pericolosita' dei singoli prodotti. Si propone, in questo lavoro, un approccio basato sulla elaborazione di schede, per ogni principio attivo, che contengono una serie di informazioni quali gli effetti a breve e lungo termine

  9. Strategies and methods of development of information systems; Strategie e metodi di sviluppo dei sistemi informativi aziendali

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Moretti, M; Lucchetti, M C [Rome Univ. 3, Rome (Italy). Facolta' di Economia Federico Caffe' ; Di Marco, R A [ENEA, Funzione Centrale Informatica, Sede Centrale, Rome (Italy)

    2001-07-01

    in secondo piano, attraversato soltanto marginalmente e quasi sempre esposto da un punto di vista unico. Si finisce cosi' per avere una conoscenza dell'argomento frammentaria e dispersa, che non permette di gestire poi nella pratica questa fondamentale risorsa aziendale. Coscienti di aver dato solo un piccolo contributo, con questa tesi si e' cercato di ritrovare l'unitarieta' dell'argomento. Questo ha comportato un primo passo fondato sulla ricerca dei pezzi teorici sparsi nelle principali discipline aziendali, che spaziano dall'organizzazione, alla gestione d'impresa, alle strategie, alla qualita' e all'amministrazione. Dopo una fase di introduzione all'argomento, in cui per i meno addetti, si sono descritte e analizzate le molteplici definizioni, necessarie per proseguire con il discorso, si e' passati allo studio dell'impatto del sistema informativo nelle diverse attivita' aziendali. Il punto di vista adottato e' sempre stato il sistema informativo, e tramite di esso si e' entrati nei diversi campi di studio, seguendo un approccio inverso rispetto a quello normalmente seguito. Il concetto chiave che e' emerso da questa analisi e' sintetizzabile in una parola: cambiamento. Cambiamento nella struttura organizzativa, nella definizione di qualita', nelle strategie. Seguendo questa traccia si e', in particolar modo, focalizzato sull'impatto e l'influenza esercitata dalle nuove tecnologie informatiche in molte realta' aziendali, nella definizione delle scelte strategiche. La seconda parte vede applicare questi principi ad un caso concreto, l'ENEA. Anche in questa parte ci si e' concentrati sulle opportunita' strategiche offerte all'ente dalle nuove tecnologie, e si e' misurato l'impatto concreto sulle scelte direzionali. Dal lavoro svolto sul posto, da discussioni con i responsabili, dall'esame di documenti aziendali interni, e alla luce delle considerazioni teoriche svolte nella prima parte, sono emerse alcune criticita' nello sfruttamento del sistema informativo

  10. Effect of individual components of soy formula and cows milk formula on zinc bioavailability

    International Nuclear Information System (INIS)

    Loennerdal, B.; Cederblad, A.; Davidsson, L.; Sandstroem, B.

    1984-01-01

    Zinc absorption from human milk, cows milk formulas, and soy formulas was studied in human adults by a radioisotope technique using 65 Zn and whole body counting. Individual dietary components were investigated for effects on zinc absorption. Phytate was found to have a strong inhibitory effect on zinc absorption; addition of phytate to cows milk formula (yielding a phytate concentration similar to that of soy formula) resulted in a decrease in zinc absorption from 31 to 16% similar to the absorption for soy formula (14%). Carbohydrate source, calcium, and zinc levels of the diet did not affect zinc absorption significantly. Iron supplementation of cows milk formula decreased zinc absorption from 24 to 18% although this decrease was not found to be significant (p less than 0.1). Absorption of zinc from a whey-adjusted cows milk formula was higher (31%) than from a nonmodified cows milk formula (22%). Increasing the zinc supplementation level in cows milk formula but not in soy formula increased zinc absorption to approximate that from breast milk. It is suggested that reduction of phytate content of soy formula may be a more effective avenue of modification than increased level of zinc supplementation

  11. Equazioni a derivate parziali metodi, modelli e applicazioni

    CERN Document Server

    Salsa, Sandro

    2016-01-01

    Il testo costituisce una introduzione alla teoria delle equazioni a derivate parziali, strutturata in modo da abituare il lettore ad una sinergia tra modellistica e aspetti teorici. La prima parte riguarda le più note equazioni della fisica-matematica, idealmente raggruppate nelle tre macro-aree diffusione, propagazione e trasporto, onde e vibrazioni. Nella seconda parte si presenta la formulazione variazionale dei principali problemi iniziali e/o al bordo e la loro analisi con i metodi dell'Analisi Funzionale negli spazi di Hilbert.

  12. Measurement of the [Formula: see text] meson lifetime using [Formula: see text] decays.

    Science.gov (United States)

    Aaij, R; Adeva, B; Adinolfi, M; Affolder, A; Ajaltouni, Z; Albrecht, J; Alessio, F; Alexander, M; Ali, S; Alkhazov, G; Cartelle, P Alvarez; Alves, A A; Amato, S; Amerio, S; Amhis, Y; Anderlini, L; Anderson, J; Andreassen, R; Andreotti, M; Andrews, J E; Appleby, R B; Gutierrez, O Aquines; Archilli, F; Artamonov, A; Artuso, M; Aslanides, E; Auriemma, G; Baalouch, M; Bachmann, S; Back, J J; Badalov, A; Balagura, V; Baldini, W; Barlow, R J; Barschel, C; Barsuk, S; Barter, W; Batozskaya, V; Bauer, Th; Bay, A; Beddow, J; Bedeschi, F; Bediaga, I; Belogurov, S; Belous, K; Belyaev, I; Ben-Haim, E; Bencivenni, G; Benson, S; Benton, J; Berezhnoy, A; Bernet, R; Bettler, M-O; van Beuzekom, M; Bien, A; Bifani, S; Bird, T; Bizzeti, A; Bjørnstad, P M; Blake, T; Blanc, F; Blouw, J; Blusk, S; Bocci, V; Bondar, A; Bondar, N; Bonivento, W; Borghi, S; Borgia, A; Borsato, M; Bowcock, T J V; Bowen, E; Bozzi, C; Brambach, T; van den Brand, J; Bressieux, J; Brett, D; Britsch, M; Britton, T; Brook, N H; Brown, H; Bursche, A; Busetto, G; Buytaert, J; Cadeddu, S; Calabrese, R; Callot, O; Calvi, M; Calvo Gomez, M; Camboni, A; Campana, P; Campora Perez, D; Carbone, A; Carboni, G; Cardinale, R; Cardini, A; Carranza-Mejia, H; Carson, L; Carvalho Akiba, K; Casse, G; Castillo Garcia, L; Cattaneo, M; Cauet, Ch; Cenci, R; Charles, M; Charpentier, Ph; Cheung, S-F; Chiapolini, N; Chrzaszcz, M; Ciba, K; Cid Vidal, X; Ciezarek, G; Clarke, P E L; Clemencic, M; Cliff, H V; Closier, J; Coca, C; Coco, V; Cogan, J; Cogneras, E; Collins, P; Comerma-Montells, A; Contu, A; Cook, A; Coombes, M; Coquereau, S; Corti, G; Counts, I; Couturier, B; Cowan, G A; Craik, D C; Cruz Torres, M; Cunliffe, S; Currie, R; D'Ambrosio, C; Dalseno, J; David, P; David, P N Y; Davis, A; De Bonis, I; De Bruyn, K; De Capua, S; De Cian, M; De Miranda, J M; De Paula, L; De Silva, W; De Simone, P; Decamp, D; Deckenhoff, M; Del Buono, L; Déléage, N; Derkach, D; Deschamps, O; Dettori, F; Di Canto, A; Dijkstra, H; Donleavy, S; Dordei, F; Dorigo, M; Dorosz, P; Dosil Suárez, A; Dossett, D; Dovbnya, A; Dupertuis, F; Durante, P; Dzhelyadin, R; Dziurda, A; Dzyuba, A; Easo, S; Egede, U; Egorychev, V; Eidelman, S; Eisenhardt, S; Eitschberger, U; Ekelhof, R; Eklund, L; El Rifai, I; Elsasser, Ch; Falabella, A; Färber, C; Farinelli, C; Farry, S; Ferguson, D; Fernandez Albor, V; Ferreira Rodrigues, F; Ferro-Luzzi, M; Filippov, S; Fiore, M; Fiorini, M; Fitzpatrick, C; Fontana, M; Fontanelli, F; Forty, R; Francisco, O; Frank, M; Frei, C; Frosini, M; Furfaro, E; Gallas Torreira, A; Galli, D; Gandelman, M; Gandini, P; Gao, Y; Garofoli, J; Garra Tico, J; Garrido, L; Gaspar, C; Gauld, R; Gersabeck, E; Gersabeck, M; Gershon, T; Ghez, Ph; Gianelle, A; Gibson, V; Giubega, L; Gligorov, V V; Göbel, C; Golubkov, D; Golutvin, A; Gomes, A; Gordon, H; Grabalosa Gándara, M; Graciani Diaz, R; Granado Cardoso, L A; Graugés, E; Graziani, G; Grecu, A; Greening, E; Gregson, S; Griffith, P; Grillo, L; Grünberg, O; Gui, B; Gushchin, E; Guz, Yu; Gys, T; Hadjivasiliou, C; Haefeli, G; Haen, C; Hafkenscheid, T W; Haines, S C; Hall, S; Hamilton, B; Hampson, T; Hansmann-Menzemer, S; Harnew, N; Harnew, S T; Harrison, J; Hartmann, T; He, J; Head, T; Heijne, V; Hennessy, K; Henrard, P; Hernando Morata, J A; van Herwijnen, E; Heß, M; Hicheur, A; Hill, D; Hoballah, M; Hombach, C; Hulsbergen, W; Hunt, P; Huse, T; Hussain, N; Hutchcroft, D; Hynds, D; Iakovenko, V; Idzik, M; Ilten, P; Jacobsson, R; Jaeger, A; Jans, E; Jaton, P; Jawahery, A; Jing, F; John, M; Johnson, D; Jones, C R; Joram, C; Jost, B; Jurik, N; Kaballo, M; Kandybei, S; Kanso, W; Karacson, M; Karbach, T M; Kenyon, I R; Ketel, T; Khanji, B; Khurewathanakul, C; Klaver, S; Kochebina, O; Komarov, I; Koopman, R F; Koppenburg, P; Korolev, M; Kozlinskiy, A; Kravchuk, L; Kreplin, K; Kreps, M; Krocker, G; Krokovny, P; Kruse, F; Kucharczyk, M; Kudryavtsev, V; Kurek, K; Kvaratskheliya, T; La Thi, V N; Lacarrere, D; Lafferty, G; Lai, A; Lambert, D; Lambert, R W; Lanciotti, E; Lanfranchi, G; Langenbruch, C; Latham, T; Lazzeroni, C; Le Gac, R; van Leerdam, J; Lees, J-P; Lefèvre, R; Leflat, A; Lefrançois, J; Leo, S; Leroy, O; Lesiak, T; Leverington, B; Li, Y; Liles, M; Lindner, R; Linn, C; Lionetto, F; Liu, B; Liu, G; Lohn, S; Longstaff, I; Lopes, J H; Lopez-March, N; Lowdon, P; Lu, H; Lucchesi, D; Luisier, J; Luo, H; Luppi, E; Lupton, O; Machefert, F; Machikhiliyan, I V; Maciuc, F; Maev, O; Malde, S; Manca, G; Mancinelli, G; Manzali, M; Maratas, J; Marconi, U; Marino, P; Märki, R; Marks, J; Martellotti, G; Martens, A; Martín Sánchez, A; Martinelli, M; Martinez Santos, D; Martins Tostes, D; Massafferri, A; Matev, R; Mathe, Z; Matteuzzi, C; Mazurov, A; McCann, M; McCarthy, J; McNab, A; McNulty, R; McSkelly, B; Meadows, B; Meier, F; Meissner, M; Merk, M; Milanes, D A; Minard, M-N; Molina Rodriguez, J; Monteil, S; Moran, D; Morandin, M; Morawski, P; Mordà, A; Morello, M J; Mountain, R; Mous, I; Muheim, F; Müller, K; Muresan, R; Muryn, B; Muster, B; Naik, P; Nakada, T; Nandakumar, R; Nasteva, I; Needham, M; Neubert, S; Neufeld, N; Nguyen, A D; Nguyen, T D; Nguyen-Mau, C; Nicol, M; Niess, V; Niet, R; Nikitin, N; Nikodem, T; Novoselov, A; Oblakowska-Mucha, A; Obraztsov, V; Oggero, S; Ogilvy, S; Okhrimenko, O; Oldeman, R; Onderwater, G; Orlandea, M; Otalora Goicochea, J M; Owen, P; Oyanguren, A; Pal, B K; Palano, A; Palutan, M; Panman, J; Papanestis, A; Pappagallo, M; Pappalardo, L; Parkes, C; Parkinson, C J; Passaleva, G; Patel, G D; Patel, M; Patrignani, C; Pavel-Nicorescu, C; Pazos Alvarez, A; Pearce, A; Pellegrino, A; Penso, G; Pepe Altarelli, M; Perazzini, S; Perez Trigo, E; Perret, P; Perrin-Terrin, M; Pescatore, L; Pesen, E; Pessina, G; Petridis, K; Petrolini, A; Picatoste Olloqui, E; Pietrzyk, B; Pilař, T; Pinci, D; Pistone, A; Playfer, S; Plo Casasus, M; Polci, F; Polok, G; Poluektov, A; Polycarpo, E; Popov, A; Popov, D; Popovici, B; Potterat, C; Powell, A; Prisciandaro, J; Pritchard, A; Prouve, C; Pugatch, V; Puig Navarro, A; Punzi, G; Qian, W; Rachwal, B; Rademacker, J H; Rakotomiaramanana, B; Rama, M; Rangel, M S; Raniuk, I; Rauschmayr, N; Raven, G; Redford, S; Reichert, S; Reid, M M; Dos Reis, A C; Ricciardi, S; Richards, A; Rinnert, K; Rives Molina, V; Roa Romero, D A; Robbe, P; Roberts, D A; Rodrigues, A B; Rodrigues, E; Rodriguez Perez, P; Roiser, S; Romanovsky, V; Romero Vidal, A; Rotondo, M; Rouvinet, J; Ruf, T; Ruffini, F; Ruiz, H; Ruiz Valls, P; Sabatino, G; Saborido Silva, J J; Sagidova, N; Sail, P; Saitta, B; Salustino Guimaraes, V; Sanmartin Sedes, B; Santacesaria, R; Santamarina Rios, C; Santovetti, E; Sapunov, M; Sarti, A; Satriano, C; Satta, A; Savrie, M; Savrina, D; Schiller, M; Schindler, H; Schlupp, M; Schmelling, M; Schmidt, B; Schneider, O; Schopper, A; Schune, M-H; Schwemmer, R; Sciascia, B; Sciubba, A; Seco, M; Semennikov, A; Senderowska, K; Sepp, I; Serra, N; Serrano, J; Seyfert, P; Shapkin, M; Shapoval, I; Shcheglov, Y; Shears, T; Shekhtman, L; Shevchenko, O; Shevchenko, V; Shires, A; Silva Coutinho, R; Simi, G; Sirendi, M; Skidmore, N; Skwarnicki, T; Smith, N A; Smith, E; Smith, E; Smith, J; Smith, M; Snoek, H; Sokoloff, M D; Soler, F J P; Soomro, F; Souza, D; Souza De Paula, B; Spaan, B; Sparkes, A; Spinella, F; Spradlin, P; Stagni, F; Stahl, S; Steinkamp, O; Stevenson, S; Stoica, S; Stone, S; Storaci, B; Stracka, S; Straticiuc, M; Straumann, U; Stroili, R; Subbiah, V K; Sun, L; Sutcliffe, W; Swientek, S; Syropoulos, V; Szczekowski, M; Szczypka, P; Szilard, D; Szumlak, T; T'Jampens, S; Teklishyn, M; Tellarini, G; Teodorescu, E; Teubert, F; Thomas, C; Thomas, E; van Tilburg, J; Tisserand, V; Tobin, M; Tolk, S; Tomassetti, L; Tonelli, D; Topp-Joergensen, S; Torr, N; Tournefier, E; Tourneur, S; Tran, M T; Tresch, M; Tsaregorodtsev, A; Tsopelas, P; Tuning, N; Ubeda Garcia, M; Ukleja, A; Ustyuzhanin, A; Uwer, U; Vagnoni, V; Valenti, G; Vallier, A; Vazquez Gomez, R; Vazquez Regueiro, P; Vázquez Sierra, C; Vecchi, S; Velthuis, J J; Veltri, M; Veneziano, G; Vesterinen, M; Viaud, B; Vieira, D; Vilasis-Cardona, X; Vollhardt, A; Volyanskyy, D; Voong, D; Vorobyev, A; Vorobyev, V; Voß, C; Voss, H; de Vries, J A; Waldi, R; Wallace, C; Wallace, R; Wandernoth, S; Wang, J; Ward, D R; Watson, N K; Webber, A D; Websdale, D; Whitehead, M; Wicht, J; Wiechczynski, J; Wiedner, D; Wiggers, L; Wilkinson, G; Williams, M P; Williams, M; Wilson, F F; Wimberley, J; Wishahi, J; Wislicki, W; Witek, M; Wormser, G; Wotton, S A; Wright, S; Wu, S; Wyllie, K; Xie, Y; Xing, Z; Yang, Z; Yuan, X; Yushchenko, O; Zangoli, M; Zavertyaev, M; Zhang, F; Zhang, L; Zhang, W C; Zhang, Y; Zhelezov, A; Zhokhov, A; Zhong, L; Zvyagin, A

    The lifetime of the [Formula: see text] meson is measured using semileptonic decays having a [Formula: see text] meson and a muon in the final state. The data, corresponding to an integrated luminosity of [Formula: see text], are collected by the LHCb detector in [Formula: see text] collisions at a centre-of-mass energy of 8 TeV. The measured lifetime is [Formula: see text]where the first uncertainty is statistical and the second is systematic.

  13. On optimal quadrature formulae

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lanzara Flavia

    2000-01-01

    Full Text Available A procedure to construct quadrature formulae which are exact for solutions of linear differential equations and are optimal in the sense of Sard is discussed. We give necessary and sufficient conditions under which such formulae do exist. Several formulae obtained by applying this method are considered and compared with well known formulae.

  14. Prebiotics in infant formula

    Science.gov (United States)

    Vandenplas, Yvan; Greef, Elisabeth De; Veereman, Gigi

    2014-01-01

    The gastrointestinal microbiota of breast-fed babies differ from classic standard formula fed infants. While mother's milk is rich in prebiotic oligosaccharides and contains small amounts of probiotics, standard infant formula doesn’t. Different prebiotic oligosaccharides are added to infant formula: galacto-oligosaccharides, fructo-oligosaccharide, polydextrose, and mixtures of these. There is evidence that addition of prebiotics in infant formula alters the gastrointestinal (GI) microbiota resembling that of breastfed infants. They are added to infant formula because of their presence in breast milk. Infants on these supplemented formula have a lower stool pH, a better stool consistency and frequency and a higher concentration of bifidobacteria in their intestine compared to infants on a non-supplemented standard formula. Since most studies suggest a trend for beneficial clinical effects, and since these ingredients are very safe, prebiotics bring infant formula one step closer to breastmilk, the golden standard. However, despite the fact that adverse events are rare, the evidence on prebiotics of a significant health benefit throughout the alteration of the gut microbiota is limited. PMID:25535999

  15. Elementi di interfaccia per l’analisi di strutture murarie

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Jessica Toti

    2009-04-01

    Full Text Available Il presente articolo riguarda la modellazione del comportamento meccanico di elementi in muratura intesi come sistemi eterogenei composti da malta, blocchi ed interfacce di connessione. La strategiacomputazionale che viene adottata consiste nel modellare separatamente i blocchi, i letti di malta ed le interfacce responsabili di fenomeni di decoesione malta-blocco; a tale scopo, si propone uno speciale modello di interfaccia che combina il danneggiamento con l’attrito. Si sviluppa una procedura numerica, basata sull’algoritmo backward di Eulero, per risolvere il problema evolutivo; per il passo temporale si utilizza invece la tecnica predictor-corrector a controllo di spostamenti. Si effettuano alcune applicazioni numeriche con lo scopodi verificare la capacità del modello e dell’algoritmo proposto nel riprodurre la risposta non lineare della muratura dovuta a fenomeni di degrado localizzati. Infine, si conduce lo studio della modellazione di un arco murario, confrontando i risultati numerici con quelli sperimentali; si dimostra la abilità del modello proposto nel simulare il comportamento globale della struttura ad arco in termini di carico ultimo e di meccanismo di collasso.

  16. Measurement of the [Formula: see text] and [Formula: see text] production cross sections in multilepton final states using 3.2 fb[Formula: see text] of [Formula: see text] collisions at [Formula: see text] = 13 TeV with the ATLAS detector.

    Science.gov (United States)

    Aaboud, M; Aad, G; Abbott, B; Abdallah, J; Abdinov, O; Abeloos, B; Aben, R; AbouZeid, O S; Abraham, N L; Abramowicz, H; Abreu, H; Abreu, R; Abulaiti, Y; Acharya, B S; Adamczyk, L; Adams, D L; Adelman, J; Adomeit, S; Adye, T; Affolder, A A; Agatonovic-Jovin, T; Agricola, J; Aguilar-Saavedra, J A; Ahlen, S P; Ahmadov, F; Aielli, G; Akerstedt, H; Åkesson, T P A; Akimov, A V; Alberghi, G L; Albert, J; Albrand, S; Alconada Verzini, M J; Aleksa, M; Aleksandrov, I N; Alexa, C; Alexander, G; Alexopoulos, T; Alhroob, M; Ali, B; Aliev, M; Alimonti, G; Alison, J; Alkire, S P; Allbrooke, B M M; Allen, B W; Allport, P P; Aloisio, A; Alonso, A; Alonso, F; Alpigiani, C; Alstaty, M; Alvarez Gonzalez, B; Álvarez Piqueras, D; Alviggi, M G; Amadio, B T; Amako, K; Amaral Coutinho, Y; Amelung, C; Amidei, D; Amor Dos Santos, S P; Amorim, A; Amoroso, S; Amundsen, G; Anastopoulos, C; Ancu, L S; Andari, N; Andeen, T; Anders, C F; Anders, G; Anders, J K; Anderson, K J; Andreazza, A; Andrei, V; Angelidakis, S; Angelozzi, I; Anger, P; Angerami, A; Anghinolfi, F; Anisenkov, A V; Anjos, N; Annovi, A; Antel, C; Antonelli, M; Antonov, A; Anulli, F; Aoki, M; Aperio Bella, L; Arabidze, G; Arai, Y; Araque, J P; Arce, A T H; Arduh, F A; Arguin, J-F; Argyropoulos, S; Arik, M; Armbruster, A J; Armitage, L J; Arnaez, O; Arnold, H; Arratia, M; Arslan, O; Artamonov, A; Artoni, G; Artz, S; Asai, S; Asbah, N; Ashkenazi, A; Åsman, B; Asquith, L; Assamagan, K; Astalos, R; Atkinson, M; Atlay, N B; Augsten, K; Avolio, G; Axen, B; Ayoub, M K; Azuelos, G; Baak, M A; Baas, A E; Baca, M J; Bachacou, H; Bachas, K; Backes, M; Backhaus, M; Bagiacchi, P; Bagnaia, P; Bai, Y; Baines, J T; Baker, O K; Baldin, E M; Balek, P; Balestri, T; Balli, F; Balunas, W K; Banas, E; Banerjee, Sw; Bannoura, A A E; Barak, L; Barberio, E L; Barberis, D; Barbero, M; Barillari, T; Barklow, T; Barlow, N; Barnes, S L; Barnett, B M; Barnett, R M; Barnovska-Blenessy, Z; Baroncelli, A; Barone, G; Barr, A J; Barranco Navarro, L; Barreiro, F; Barreiro Guimarães da Costa, J; Bartoldus, R; Barton, A E; Bartos, P; Basalaev, A; Bassalat, A; Bates, R L; Batista, S J; Batley, J R; Battaglia, M; Bauce, M; Bauer, F; Bawa, H S; Beacham, J B; Beattie, M D; Beau, T; Beauchemin, P H; Bechtle, P; Beck, H P; Becker, K; Becker, M; Beckingham, M; Becot, C; Beddall, A J; Beddall, A; Bednyakov, V A; Bedognetti, M; Bee, C P; Beemster, L J; Beermann, T A; Begel, M; Behr, J K; Belanger-Champagne, C; Bell, A S; Bella, G; Bellagamba, L; Bellerive, A; Bellomo, M; Belotskiy, K; Beltramello, O; Belyaev, N L; Benary, O; Benchekroun, D; Bender, M; Bendtz, K; Benekos, N; Benhammou, Y; Benhar Noccioli, E; Benitez, J; Benjamin, D P; Bensinger, J R; Bentvelsen, S; Beresford, L; Beretta, M; Berge, D; Bergeaas Kuutmann, E; Berger, N; Beringer, J; Berlendis, S; Bernard, N R; Bernius, C; Bernlochner, F U; Berry, T; Berta, P; Bertella, C; Bertoli, G; Bertolucci, F; Bertram, I A; Bertsche, C; Bertsche, D; Besjes, G J; Bessidskaia Bylund, O; Bessner, M; Besson, N; Betancourt, C; Bethke, S; Bevan, A J; Bhimji, W; Bianchi, R M; Bianchini, L; Bianco, M; Biebel, O; Biedermann, D; Bielski, R; Biesuz, N V; Biglietti, M; De Mendizabal, J Bilbao; Bilokon, H; Bindi, M; Binet, S; Bingul, A; Bini, C; Biondi, S; Bjergaard, D M; Black, C W; Black, J E; Black, K M; Blackburn, D; Blair, R E; Blanchard, J-B; Blanco, J E; Blazek, T; Bloch, I; Blocker, C; Blum, W; Blumenschein, U; Blunier, S; Bobbink, G J; Bobrovnikov, V S; Bocchetta, S S; Bocci, A; Bock, C; Boehler, M; Boerner, D; Bogaerts, J A; Bogavac, D; Bogdanchikov, A G; Bohm, C; Boisvert, V; Bokan, P; Bold, T; Boldyrev, A S; Bomben, M; Bona, M; Boonekamp, M; Borisov, A; Borissov, G; Bortfeldt, J; Bortoletto, D; Bortolotto, V; Bos, K; Boscherini, D; Bosman, M; Bossio Sola, J D; Boudreau, J; Bouffard, J; Bouhova-Thacker, E V; Boumediene, D; Bourdarios, C; Boutle, S K; Boveia, A; Boyd, J; Boyko, I R; Bracinik, J; Brandt, A; Brandt, G; Brandt, O; Bratzler, U; Brau, B; Brau, J E; Braun, H M; Breaden Madden, W D; Brendlinger, K; Brennan, A J; Brenner, L; Brenner, R; Bressler, S; Bristow, T M; Britton, D; Britzger, D; Brochu, F M; Brock, I; Brock, R; Brooijmans, G; Brooks, T; Brooks, W K; Brosamer, J; Brost, E; Broughton, J H; de Renstrom, P A Bruckman; Bruncko, D; Bruneliere, R; Bruni, A; Bruni, G; Bruni, L S; Brunt, B H; Bruschi, M; Bruscino, N; Bryant, P; Bryngemark, L; Buanes, T; Buat, Q; Buchholz, P; Buckley, A G; Budagov, I A; Buehrer, F; Bugge, M K; Bulekov, O; Bullock, D; Burckhart, H; Burdin, S; Burgard, C D; Burghgrave, B; Burka, K; Burke, S; Burmeister, I; Burr, J T P; Busato, E; Büscher, D; Büscher, V; Bussey, P; Butler, J M; Buttar, C M; Butterworth, J M; Butti, P; Buttinger, W; Buzatu, A; Buzykaev, A R; Cabrera Urbán, S; Caforio, D; Cairo, V M; Cakir, O; Calace, N; Calafiura, P; Calandri, A; Calderini, G; Calfayan, P; Caloba, L P; Lopez, S Calvente; Calvet, D; Calvet, S; Calvet, T P; Toro, R Camacho; Camarda, S; Camarri, P; Cameron, D; Caminal Armadans, R; Camincher, C; Campana, S; Campanelli, M; Camplani, A; Campoverde, A; Canale, V; Canepa, A; Cano Bret, M; Cantero, J; Cantrill, R; Cao, T; Capeans Garrido, M D M; Caprini, I; Caprini, M; Capua, M; Caputo, R; Carbone, R M; Cardarelli, R; Cardillo, F; Carli, I; Carli, T; Carlino, G; Carminati, L; Caron, S; Carquin, E; Carrillo-Montoya, G D; Carter, J R; Carvalho, J; Casadei, D; Casado, M P; Casolino, M; Casper, D W; Castaneda-Miranda, E; Castelijn, R; Castelli, A; Gimenez, V Castillo; Castro, N F; Catinaccio, A; Catmore, J R; Cattai, A; Caudron, J; Cavaliere, V; Cavallaro, E; Cavalli, D; Cavalli-Sforza, M; Cavasinni, V; Ceradini, F; Cerda Alberich, L; Cerio, B C; Cerqueira, A S; Cerri, A; Cerrito, L; Cerutti, F; Cerv, M; Cervelli, A; Cetin, S A; Chafaq, A; Chakraborty, D; Chan, S K; Chan, Y L; Chang, P; Chapman, J D; Charlton, D G; Chatterjee, A; Chau, C C; Chavez Barajas, C A; Che, S; Cheatham, S; Chegwidden, A; Chekanov, S; Chekulaev, S V; Chelkov, G A; Chelstowska, M A; Chen, C; Chen, H; Chen, K; Chen, S; Chen, S; Chen, X; Chen, Y; Cheng, H C; Cheng, H J; Cheng, Y; Cheplakov, A; Cheremushkina, E; Moursli, R Cherkaoui El; Chernyatin, V; Cheu, E; Chevalier, L; Chiarella, V; Chiarelli, G; Chiodini, G; Chisholm, A S; Chitan, A; Chizhov, M V; Choi, K; Chomont, A R; Chouridou, S; Chow, B K B; Christodoulou, V; Chromek-Burckhart, D; Chudoba, J; Chuinard, A J; Chwastowski, J J; Chytka, L; Ciapetti, G; Ciftci, A K; Cinca, D; Cindro, V; Cioara, I A; Ciocca, C; Ciocio, A; Cirotto, F; Citron, Z H; Citterio, M; Ciubancan, M; Clark, A; Clark, B L; Clark, M R; Clark, P J; Clarke, R N; Clement, C; Coadou, Y; Cobal, M; Coccaro, A; Cochran, J; Coffey, L; Colasurdo, L; Cole, B; Colijn, A P; Collot, J; Colombo, T; Compostella, G; Conde Muiño, P; Coniavitis, E; Connell, S H; Connelly, I A; Consorti, V; Constantinescu, S; Conti, G; Conventi, F; Cooke, M; Cooper, B D; Cooper-Sarkar, A M; Cormier, K J R; Cornelissen, T; Corradi, M; Corriveau, F; Corso-Radu, A; Cortes-Gonzalez, A; Cortiana, G; Costa, G; Costa, M J; Costanzo, D; Cottin, G; Cowan, G; Cox, B E; Cranmer, K; Crawley, S J; Cree, G; Crépé-Renaudin, S; Crescioli, F; Cribbs, W A; Crispin Ortuzar, M; Cristinziani, M; Croft, V; Crosetti, G; Cuhadar Donszelmann, T; Cummings, J; Curatolo, M; Cúth, J; Cuthbert, C; Czirr, H; Czodrowski, P; D'amen, G; D'Auria, S; D'Onofrio, M; De Sousa, M J Da Cunha Sargedas; Da Via, C; Dabrowski, W; Dado, T; Dai, T; Dale, O; Dallaire, F; Dallapiccola, C; Dam, M; Dandoy, J R; Dang, N P; Daniells, A C; Dann, N S; Danninger, M; Dano Hoffmann, M; Dao, V; Darbo, G; Darmora, S; Dassoulas, J; Dattagupta, A; Davey, W; David, C; Davidek, T; Davies, M; Davison, P; Dawe, E; Dawson, I; Daya-Ishmukhametova, R K; De, K; de Asmundis, R; De Benedetti, A; De Castro, S; De Cecco, S; De Groot, N; de Jong, P; De la Torre, H; De Lorenzi, F; De Maria, A; De Pedis, D; De Salvo, A; De Sanctis, U; De Santo, A; De Regie, J B De Vivie; Dearnaley, W J; Debbe, R; Debenedetti, C; Dedovich, D V; Dehghanian, N; Deigaard, I; Del Gaudio, M; Del Peso, J; Del Prete, T; Delgove, D; Deliot, F; Delitzsch, C M; Deliyergiyev, M; Dell'Acqua, A; Dell'Asta, L; Dell'Orso, M; Della Pietra, M; Della Volpe, D; Delmastro, M; Delsart, P A; DeMarco, D A; Demers, S; Demichev, M; Demilly, A; Denisov, S P; Denysiuk, D; Derendarz, D; Derkaoui, J E; Derue, F; Dervan, P; Desch, K; Deterre, C; Dette, K; Deviveiros, P O; Dewhurst, A; Dhaliwal, S; Di Ciaccio, A; Di Ciaccio, L; Di Clemente, W K; Di Donato, C; Di Girolamo, A; Di Girolamo, B; Di Micco, B; Di Nardo, R; Di Simone, A; Di Sipio, R; Di Valentino, D; Diaconu, C; Diamond, M; Dias, F A; Diaz, M A; Diehl, E B; Dietrich, J; Diglio, S; Dimitrievska, A; Dingfelder, J; Dita, P; Dita, S; Dittus, F; Djama, F; Djobava, T; Djuvsland, J I; do Vale, M A B; Dobos, D; Dobre, M; Doglioni, C; Dohmae, T; Dolejsi, J; Dolezal, Z; Dolgoshein, B A; Donadelli, M; Donati, S; Dondero, P; Donini, J; Dopke, J; Doria, A; Dova, M T; Doyle, A T; Drechsler, E; Dris, M; Du, Y; Duarte-Campderros, J; Duchovni, E; Duckeck, G; Ducu, O A; Duda, D; Dudarev, A; Duffield, E M; Duflot, L; Duguid, L; Dührssen, M; Dumancic, M; Dunford, M; Duran Yildiz, H; Düren, M; Durglishvili, A; Duschinger, D; Dutta, B; Dyndal, M; Eckardt, C; Ecker, K M; Edgar, R C; Edwards, N C; Eifert, T; Eigen, G; Einsweiler, K; Ekelof, T; El Kacimi, M; Ellajosyula, V; Ellert, M; Elles, S; Ellinghaus, F; Elliot, A A; Ellis, N; Elmsheuser, J; Elsing, M; Emeliyanov, D; Enari, Y; Endner, O C; Endo, M; Ennis, J S; Erdmann, J; Ereditato, A; Ernis, G; Ernst, J; Ernst, M; Errede, S; Ertel, E; Escalier, M; Esch, H; Escobar, C; Esposito, B; Etienvre, A I; Etzion, E; Evans, H; Ezhilov, A; Fabbri, F; Fabbri, L; Facini, G; Fakhrutdinov, R M; Falciano, S; Falla, R J; Faltova, J; Fang, Y; Fanti, M; Farbin, A; Farilla, A; Farina, C; Farina, E M; Farooque, T; Farrell, S; Farrington, S M; Farthouat, P; Fassi, F; Fassnacht, P; Fassouliotis, D; Faucci Giannelli, M; Favareto, A; Fawcett, W J; Fayard, L; Fedin, O L; Fedorko, W; Feigl, S; Feligioni, L; Feng, C; Feng, E J; Feng, H; Fenyuk, A B; Feremenga, L; Fernandez Martinez, P; Fernandez Perez, S; Ferrando, J; Ferrari, A; Ferrari, P; Ferrari, R; de Lima, D E Ferreira; Ferrer, A; Ferrere, D; Ferretti, C; Ferretto Parodi, A; Fiedler, F; Filipčič, A; Filipuzzi, M; Filthaut, F; Fincke-Keeler, M; Finelli, K D; Fiolhais, M C N; Fiorini, L; Firan, A; Fischer, A; Fischer, C; Fischer, J; Fisher, W C; Flaschel, N; Fleck, I; Fleischmann, P; Fletcher, G T; Fletcher, R R M; Flick, T; Floderus, A; Flores Castillo, L R; Flowerdew, M J; Forcolin, G T; Formica, A; Forti, A; Foster, A G; Fournier, D; Fox, H; Fracchia, S; Francavilla, P; Franchini, M; Francis, D; Franconi, L; Franklin, M; Frate, M; Fraternali, M; Freeborn, D; Fressard-Batraneanu, S M; Friedrich, F; Froidevaux, D; Frost, J A; Fukunaga, C; Fullana Torregrosa, E; Fusayasu, T; Fuster, J; Gabaldon, C; Gabizon, O; Gabrielli, A; Gabrielli, A; Gach, G P; Gadatsch, S; Gadomski, S; Gagliardi, G; Gagnon, L G; Gagnon, P; Galea, C; Galhardo, B; Gallas, E J; Gallop, B J; Gallus, P; Galster, G; Gan, K K; Gao, J; Gao, Y; Gao, Y S; Garay Walls, F M; García, C; García Navarro, J E; Garcia-Sciveres, M; Gardner, R W; Garelli, N; Garonne, V; Gascon Bravo, A; Gatti, C; Gaudiello, A; Gaudio, G; Gaur, B; Gauthier, L; Gavrilenko, I L; Gay, C; Gaycken, G; Gazis, E N; Gecse, Z; Gee, C N P; Geich-Gimbel, Ch; Geisen, M; Geisler, M P; Gemme, C; Genest, M H; Geng, C; Gentile, S; George, S; Gerbaudo, D; Gershon, A; Ghasemi, S; Ghazlane, H; Ghneimat, M; Giacobbe, B; Giagu, S; Giannetti, P; Gibbard, B; Gibson, S M; Gignac, M; Gilchriese, M; Gillam, T P S; Gillberg, D; Gilles, G; Gingrich, D M; Giokaris, N; Giordani, M P; Giorgi, F M; Giorgi, F M; Giraud, P F; Giromini, P; Giugni, D; Giuli, F; Giuliani, C; Giulini, M; Gjelsten, B K; Gkaitatzis, S; Gkialas, I; Gkougkousis, E L; Gladilin, L K; Glasman, C; Glatzer, J; Glaysher, P C F; Glazov, A; Goblirsch-Kolb, M; Godlewski, J; Goldfarb, S; Golling, T; Golubkov, D; Gomes, A; Gonçalo, R; Costa, J Goncalves Pinto Firmino Da; Gonella, G; Gonella, L; Gongadze, A; de la Hoz, S González; Gonzalez Parra, G; Gonzalez-Sevilla, S; Goossens, L; Gorbounov, P A; Gordon, H A; Gorelov, I; Gorini, B; Gorini, E; Gorišek, A; Gornicki, E; Goshaw, A T; Gössling, C; Gostkin, M I; Goudet, C R; Goujdami, D; Goussiou, A G; Govender, N; Gozani, E; Graber, L; Grabowska-Bold, I; Gradin, P O J; Grafström, P; Gramling, J; Gramstad, E; Grancagnolo, S; Gratchev, V; Gravila, P M; Gray, H M; Graziani, E; Greenwood, Z D; Grefe, C; Gregersen, K; Gregor, I M; Grenier, P; Grevtsov, K; Griffiths, J; Grillo, A A; Grimm, K; Grinstein, S; Gris, Ph; Grivaz, J-F; Groh, S; Grohs, J P; Gross, E; Grosse-Knetter, J; Grossi, G C; Grout, Z J; Guan, L; Guan, W; Guenther, J; Guescini, F; Guest, D; Gueta, O; Guido, E; Guillemin, T; Guindon, S; Gul, U; Gumpert, C; Guo, J; Guo, Y; Gupta, S; Gustavino, G; Gutierrez, P; Gutierrez Ortiz, N G; Gutschow, C; Guyot, C; Gwenlan, C; Gwilliam, C B; Haas, A; Haber, C; Hadavand, H K; Haddad, N; Hadef, A; Haefner, P; Hageböck, S; Hajduk, Z; Hakobyan, H; Haleem, M; Haley, J; Halladjian, G; Hallewell, G D; Hamacher, K; Hamal, P; Hamano, K; Hamilton, A; Hamity, G N; Hamnett, P G; Han, L; Hanagaki, K; Hanawa, K; Hance, M; Haney, B; Hanke, P; Hanna, R; Hansen, J B; Hansen, J D; Hansen, M C; Hansen, P H; Hara, K; Hard, A S; Harenberg, T; Hariri, F; Harkusha, S; Harrington, R D; Harrison, P F; Hartjes, F; Hartmann, N M; Hasegawa, M; Hasegawa, Y; Hasib, A; Hassani, S; Haug, S; Hauser, R; Hauswald, L; Havranek, M; Hawkes, C M; Hawkings, R J; Hayden, D; Hays, C P; Hays, J M; Hayward, H S; Haywood, S J; Head, S J; Heck, T; Hedberg, V; Heelan, L; Heim, S; Heim, T; Heinemann, B; Heinrich, J J; Heinrich, L; Heinz, C; Hejbal, J; Helary, L; Hellman, S; Helsens, C; Henderson, J; Henderson, R C W; Heng, Y; Henkelmann, S; Henriques Correia, A M; Henrot-Versille, S; Herbert, G H; Hernández Jiménez, Y; Herten, G; Hertenberger, R; Hervas, L; Hesketh, G G; Hessey, N P; Hetherly, J W; Hickling, R; Higón-Rodriguez, E; Hill, E; Hill, J C; Hiller, K H; Hillier, S J; Hinchliffe, I; Hines, E; Hinman, R R; Hirose, M; Hirschbuehl, D; Hobbs, J; Hod, N; Hodgkinson, M C; Hodgson, P; Hoecker, A; Hoeferkamp, M R; Hoenig, F; Hohn, D; Holmes, T R; Homann, M; Hong, T M; Hooberman, B H; Hopkins, W H; Horii, Y; Horton, A J; Hostachy, J-Y; Hou, S; Hoummada, A; Howarth, J; Hrabovsky, M; Hristova, I; Hrivnac, J; Hryn'ova, T; Hrynevich, A; Hsu, C; Hsu, P J; Hsu, S-C; Hu, D; Hu, Q; Huang, Y; Hubacek, Z; Hubaut, F; Huegging, F; Huffman, T B; Hughes, E W; Hughes, G; Huhtinen, M; Huo, P; Huseynov, N; Huston, J; Huth, J; Iacobucci, G; Iakovidis, G; Ibragimov, I; Iconomidou-Fayard, L; Ideal, E; Idrissi, Z; Iengo, P; Igonkina, O; Iizawa, T; Ikegami, Y; Ikeno, M; Ilchenko, Y; Iliadis, D; Ilic, N; Ince, T; Introzzi, G; Ioannou, P; Iodice, M; Iordanidou, K; Ippolito, V; Ishijima, N; Ishino, M; Ishitsuka, M; Ishmukhametov, R; Issever, C; Istin, S; Ito, F; Iturbe Ponce, J M; Iuppa, R; Iwanski, W; Iwasaki, H; Izen, J M; Izzo, V; Jabbar, S; Jackson, B; Jackson, M; Jackson, P; Jain, V; Jakobi, K B; Jakobs, K; Jakobsen, S; Jakoubek, T; Jamin, D O; Jana, D K; Jansen, E; Jansky, R; Janssen, J; Janus, M; Jarlskog, G; Javadov, N; Javůrek, T; Jeanneau, F; Jeanty, L; Jeng, G-Y; Jennens, D; Jenni, P; Jentzsch, J; Jeske, C; Jézéquel, S; Ji, H; Jia, J; Jiang, H; Jiang, Y; Jiggins, S; Jimenez Pena, J; Jin, S; Jinaru, A; Jinnouchi, O; Johansson, P; Johns, K A; Johnson, W J; Jon-And, K; Jones, G; Jones, R W L; Jones, S; Jones, T J; Jongmanns, J; Jorge, P M; Jovicevic, J; Ju, X; Juste Rozas, A; Köhler, M K; Kaczmarska, A; Kado, M; Kagan, H; Kagan, M; Kahn, S J; Kajomovitz, E; Kalderon, C W; Kaluza, A; Kama, S; Kamenshchikov, A; Kanaya, N; Kaneti, S; Kanjir, L; Kantserov, V A; Kanzaki, J; Kaplan, B; Kaplan, L S; Kapliy, A; Kar, D; Karakostas, K; Karamaoun, A; Karastathis, N; Kareem, M J; Karentzos, E; Karnevskiy, M; Karpov, S N; Karpova, Z M; Karthik, K; Kartvelishvili, V; Karyukhin, A N; Kasahara, K; Kashif, L; Kass, R D; Kastanas, A; Kataoka, Y; Kato, C; Katre, A; Katzy, J; Kawade, K; Kawagoe, K; Kawamoto, T; Kawamura, G; Kazama, S; Kazanin, V F; Keeler, R; Kehoe, R; Keller, J S; Kempster, J J; Keoshkerian, H; Kepka, O; Kerševan, B P; Kersten, S; Keyes, R A; Khader, M; Khalil-Zada, F; Khanov, A; Kharlamov, A G; Khoo, T J; Khovanskiy, V; Khramov, E; Khubua, J; Kido, S; Kim, H Y; Kim, S H; Kim, Y K; Kimura, N; Kind, O M; King, B T; King, M; King, S B; Kirk, J; Kiryunin, A E; Kishimoto, T; Kisielewska, D; Kiss, F; Kiuchi, K; Kivernyk, O; Kladiva, E; Klein, M H; Klein, M; Klein, U; Kleinknecht, K; Klimek, P; Klimentov, A; Klingenberg, R; Klinger, J A; Klioutchnikova, T; Kluge, E-E; Kluit, P; Kluth, S; Knapik, J; Kneringer, E; Knoops, E B F G; Knue, A; Kobayashi, A; Kobayashi, D; Kobayashi, T; Kobel, M; Kocian, M; Kodys, P; Koffas, T; Koffeman, E; Koi, T; Kolanoski, H; Kolb, M; Koletsou, I; Komar, A A; Komori, Y; Kondo, T; Kondrashova, N; Köneke, K; König, A C; Kono, T; Konoplich, R; Konstantinidis, N; Kopeliansky, R; Koperny, S; Köpke, L; Kopp, A K; Korcyl, K; Kordas, K; Korn, A; Korol, A A; Korolkov, I; Korolkova, E V; Kortner, O; Kortner, S; Kosek, T; Kostyukhin, V V; Kotwal, A; Kourkoumeli-Charalampidi, A; Kourkoumelis, C; Kouskoura, V; Kowalewska, A B; Kowalewski, R; Kowalski, T Z; Kozakai, C; Kozanecki, W; Kozhin, A S; Kramarenko, V A; Kramberger, G; Krasnopevtsev, D; Krasny, M W; Krasznahorkay, A; Kraus, J K; Kravchenko, A; Kretz, M; Kretzschmar, J; Kreutzfeldt, K; Krieger, P; Krizka, K; Kroeninger, K; Kroha, H; Kroll, J; Kroseberg, J; Krstic, J; Kruchonak, U; Krüger, H; Krumnack, N; Kruse, A; Kruse, M C; Kruskal, M; Kubota, T; Kucuk, H; Kuday, S; Kuechler, J T; Kuehn, S; Kugel, A; Kuger, F; Kuhl, A; Kuhl, T; Kukhtin, V; Kukla, R; Kulchitsky, Y; Kuleshov, S; Kuna, M; Kunigo, T; Kupco, A; Kurashige, H; Kurochkin, Y A; Kus, V; Kuwertz, E S; Kuze, M; Kvita, J; Kwan, T; Kyriazopoulos, D; La Rosa, A; La Rosa Navarro, J L; La Rotonda, L; Lacasta, C; Lacava, F; Lacey, J; Lacker, H; Lacour, D; Lacuesta, V R; Ladygin, E; Lafaye, R; Laforge, B; Lagouri, T; Lai, S; Lammers, S; Lampl, W; Lançon, E; Landgraf, U; Landon, M P J; Lang, V S; Lange, J C; Lankford, A J; Lanni, F; Lantzsch, K; Lanza, A; Laplace, S; Lapoire, C; Laporte, J F; Lari, T; Lasagni Manghi, F; Lassnig, M; Laurelli, P; Lavrijsen, W; Law, A T; Laycock, P; Lazovich, T; Lazzaroni, M; Le, B; Le Dortz, O; Le Guirriec, E; Quilleuc, E P Le; LeBlanc, M; LeCompte, T; Ledroit-Guillon, F; Lee, C A; Lee, S C; Lee, L; Lefebvre, G; Lefebvre, M; Legger, F; Leggett, C; Lehan, A; Lehmann Miotto, G; Lei, X; Leight, W A; Leisos, A; Leister, A G; Leite, M A L; Leitner, R; Lellouch, D; Lemmer, B; Leney, K J C; Lenz, T; Lenzi, B; Leone, R; Leone, S; Leonidopoulos, C; Leontsinis, S; Lerner, G; Leroy, C; Lesage, A A J; Lester, C G; Levchenko, M; Levêque, J; Levin, D; Levinson, L J; Levy, M; Lewis, D; Leyko, A M; Leyton, M; Li, B; Li, H; Li, H L; Li, L; Li, L; Li, Q; Li, S; Li, X; Li, Y; Liang, Z; Liberti, B; Liblong, A; Lichard, P; Lie, K; Liebal, J; Liebig, W; Limosani, A; Lin, S C; Lin, T H; Lindquist, B E; Lionti, A E; Lipeles, E; Lipniacka, A; Lisovyi, M; Liss, T M; Lister, A; Litke, A M; Liu, B; Liu, D; Liu, H; Liu, H; Liu, J; Liu, J B; Liu, K; Liu, L; Liu, M; Liu, M; Liu, Y L; Liu, Y; Livan, M; Lleres, A; Llorente Merino, J; Lloyd, S L; Lo Sterzo, F; Lobodzinska, E M; Loch, P; Lockman, W S; Loebinger, F K; Loevschall-Jensen, A E; Loew, K M; Loginov, A; Lohse, T; Lohwasser, K; Lokajicek, M; Long, B A; Long, J D; Long, R E; Longo, L; Looper, K A; Lopes, L; Lopez Mateos, D; Lopez Paredes, B; Lopez Paz, I; Lopez Solis, A; Lorenz, J; Lorenzo Martinez, N; Losada, M; Lösel, P J; Lou, X; Lounis, A; Love, J; Love, P A; Lu, H; Lu, N; Lubatti, H J; Luci, C; Lucotte, A; Luedtke, C; Luehring, F; Lukas, W; Luminari, L; Lundberg, O; Lund-Jensen, B; Luzi, P M; Lynn, D; Lysak, R; Lytken, E; Lyubushkin, V; Ma, H; Ma, L L; Ma, Y; Maccarrone, G; Macchiolo, A; Macdonald, C M; Maček, B; Machado Miguens, J; Madaffari, D; Madar, R; Maddocks, H J; Mader, W F; Madsen, A; Maeda, J; Maeland, S; Maeno, T; Maevskiy, A; Magradze, E; Mahlstedt, J; Maiani, C; Maidantchik, C; Maier, A A; Maier, T; Maio, A; Majewski, S; Makida, Y; Makovec, N; Malaescu, B; Malecki, Pa; Maleev, V P; Malek, F; Mallik, U; Malon, D; Malone, C; Maltezos, S; Malyukov, S; Mamuzic, J; Mancini, G; Mandelli, B; Mandelli, L; Mandić, I; Maneira, J; Filho, L Manhaes de Andrade; Manjarres Ramos, J; Mann, A; Manousos, A; Mansoulie, B; Mansour, J D; Mantifel, R; Mantoani, M; Manzoni, S; Mapelli, L; Marceca, G; March, L; Marchiori, G; Marcisovsky, M; Marjanovic, M; Marley, D E; Marroquim, F; Marsden, S P; Marshall, Z; Marti-Garcia, S; Martin, B; Martin, T A; Martin, V J; Latour, B Martin Dit; Martinez, M; Martinez Outschoorn, V I; Martin-Haugh, S; Martoiu, V S; Martyniuk, A C; Marx, M; Marzin, A; Masetti, L; Mashimo, T; Mashinistov, R; Masik, J; Maslennikov, A L; Massa, I; Massa, L; Mastrandrea, P; Mastroberardino, A; Masubuchi, T; Mättig, P; Mattmann, J; Maurer, J; Maxfield, S J; Maximov, D A; Mazini, R; Mazza, S M; Mc Fadden, N C; Goldrick, G Mc; Mc Kee, S P; McCarn, A; McCarthy, R L; McCarthy, T G; McClymont, L I; McDonald, E F; McFarlane, K W; Mcfayden, J A; Mchedlidze, G; McMahon, S J; McPherson, R A; Medinnis, M; Meehan, S; Mehlhase, S; Mehta, A; Meier, K; Meineck, C; Meirose, B; Melini, D; Mellado Garcia, B R; Melo, M; Meloni, F; Mengarelli, A; Menke, S; Meoni, E; Mergelmeyer, S; Mermod, P; Merola, L; Meroni, C; Merritt, F S; Messina, A; Metcalfe, J; Mete, A S; Meyer, C; Meyer, C; Meyer, J-P; Meyer, J; Meyer Zu Theenhausen, H; Miano, F; Middleton, R P; Miglioranzi, S; Mijović, L; Mikenberg, G; Mikestikova, M; Mikuž, M; Milesi, M; Milic, A; Miller, D W; Mills, C; Milov, A; Milstead, D A; Minaenko, A A; Minami, Y; Minashvili, I A; Mincer, A I; Mindur, B; Mineev, M; Ming, Y; Mir, L M; Mistry, K P; Mitani, T; Mitrevski, J; Mitsou, V A; Miucci, A; Miyagawa, P S; Mjörnmark, J U; Moa, T; Mochizuki, K; Mohapatra, S; Molander, S; Moles-Valls, R; Monden, R; Mondragon, M C; Mönig, K; Monk, J; Monnier, E; Montalbano, A; Montejo Berlingen, J; Monticelli, F; Monzani, S; Moore, R W; Morange, N; Moreno, D; Moreno Llácer, M; Morettini, P; Morgenstern, S; Mori, D; Mori, T; Morii, M; Morinaga, M; Morisbak, V; Moritz, S; Morley, A K; Mornacchi, G; Morris, J D; Mortensen, S S; Morvaj, L; Mosidze, M; Moss, J; Motohashi, K; Mount, R; Mountricha, E; Mouraviev, S V; Moyse, E J W; Muanza, S; Mudd, R D; Mueller, F; Mueller, J; Mueller, R S P; Mueller, T; Muenstermann, D; Mullen, P; Mullier, G A; Munoz Sanchez, F J; Murillo Quijada, J A; Murray, W J; Musheghyan, H; Muškinja, M; Myagkov, A G; Myska, M; Nachman, B P; Nackenhorst, O; Nagai, K; Nagai, R; Nagano, K; Nagasaka, Y; Nagata, K; Nagel, M; Nagy, E; Nairz, A M; Nakahama, Y; Nakamura, K; Nakamura, T; Nakano, I; Namasivayam, H; Naranjo Garcia, R F; Narayan, R; Narrias Villar, D I; Naryshkin, I; Naumann, T; Navarro, G; Nayyar, R; Neal, H A; Nechaeva, P Yu; Neep, T J; Nef, P D; Negri, A; Negrini, M; Nektarijevic, S; Nellist, C; Nelson, A; Nemecek, S; Nemethy, P; Nepomuceno, A A; Nessi, M; Neubauer, M S; Neumann, M; Neves, R M; Nevski, P; Newman, P R; Nguyen, D H; Manh, T Nguyen; Nickerson, R B; Nicolaidou, R; Nielsen, J; Nikiforov, A; Nikolaenko, V; Nikolic-Audit, I; Nikolopoulos, K; Nilsen, J K; Nilsson, P; Ninomiya, Y; Nisati, A; Nisius, R; Nobe, T; Nodulman, L; Nomachi, M; Nomidis, I; Nooney, T; Norberg, S; Nordberg, M; Norjoharuddeen, N; Novgorodova, O; Nowak, S; Nozaki, M; Nozka, L; Ntekas, K; Nurse, E; Nuti, F; O'grady, F; O'Neil, D C; O'Rourke, A A; O'Shea, V; Oakham, F G; Oberlack, H; Obermann, T; Ocariz, J; Ochi, A; Ochoa, I; Ochoa-Ricoux, J P; Oda, S; Odaka, S; Ogren, H; Oh, A; Oh, S H; Ohm, C C; Ohman, H; Oide, H; Okawa, H; Okumura, Y; Okuyama, T; Olariu, A; Oleiro Seabra, L F; Olivares Pino, S A; Oliveira Damazio, D; Olszewski, A; Olszowska, J; Onofre, A; Onogi, K; Onyisi, P U E; Oreglia, M J; Oren, Y; Orestano, D; Orlando, N; Orr, R S; Osculati, B; Ospanov, R; Garzon, G Otero Y; Otono, H; Ouchrif, M; Ould-Saada, F; Ouraou, A; Oussoren, K P; Ouyang, Q; Owen, M; Owen, R E; Ozcan, V E; Ozturk, N; Pachal, K; Pacheco Pages, A; Pacheco Rodriguez, L; Padilla Aranda, C; Pagáčová, M; Pagan Griso, S; Paige, F; Pais, P; Pajchel, K; Palacino, G; Palazzo, S; Palestini, S; Palka, M; Pallin, D; Palma, A; St Panagiotopoulou, E; Pandini, C E; Panduro Vazquez, J G; Pani, P; Panitkin, S; Pantea, D; Paolozzi, L; Papadopoulou, Th D; Papageorgiou, K; Paramonov, A; Paredes Hernandez, D; Parker, A J; Parker, M A; Parker, K A; Parodi, F; Parsons, J A; Parzefall, U; Pascuzzi, V R; Pasqualucci, E; Passaggio, S; Pastore, Fr; Pásztor, G; Pataraia, S; Pater, J R; Pauly, T; Pearce, J; Pearson, B; Pedersen, L E; Pedersen, M; Lopez, S Pedraza; Pedro, R; Peleganchuk, S V; Pelikan, D; Penc, O; Peng, C; Peng, H; Penwell, J; Peralva, B S; Perego, M M; Perepelitsa, D V; Perez Codina, E; Perini, L; Pernegger, H; Perrella, S; Peschke, R; Peshekhonov, V D; Peters, K; Peters, R F Y; Petersen, B A; Petersen, T C; Petit, E; Petridis, A; Petridou, C; Petroff, P; Petrolo, E; Petrov, M; Petrucci, F; Pettersson, N E; Peyaud, A; Pezoa, R; Phillips, P W; Piacquadio, G; Pianori, E; Picazio, A; Piccaro, E; Piccinini, M; Pickering, M A; Piegaia, R; Pilcher, J E; Pilkington, A D; Pin, A W J; Pinamonti, M; Pinfold, J L; Pingel, A; Pires, S; Pirumov, H; Pitt, M; Plazak, L; Pleier, M-A; Pleskot, V; Plotnikova, E; Plucinski, P; Pluth, D; Poettgen, R; Poggioli, L; Pohl, D; Polesello, G; Poley, A; Policicchio, A; Polifka, R; Polini, A; Pollard, C S; Polychronakos, V; Pommès, K; Pontecorvo, L; Pope, B G; Popeneciu, G A; Popovic, D S; Poppleton, A; Pospisil, S; Potamianos, K; Potrap, I N; Potter, C J; Potter, C T; Poulard, G; Poveda, J; Pozdnyakov, V; Pozo Astigarraga, M E; Pralavorio, P; Pranko, A; Prell, S; Price, D; Price, L E; Primavera, M; Prince, S; Proissl, M; Prokofiev, K; Prokoshin, F; Protopopescu, S; Proudfoot, J; Przybycien, M; Puddu, D; Purohit, M; Puzo, P; Qian, J; Qin, G; Qin, Y; Quadt, A; Quayle, W B; Queitsch-Maitland, M; Quilty, D; Raddum, S; Radeka, V; Radescu, V; Radhakrishnan, S K; Radloff, P; Rados, P; Ragusa, F; Rahal, G; Raine, J A; Rajagopalan, S; Rammensee, M; Rangel-Smith, C; Ratti, M G; Rauscher, F; Rave, S; Ravenscroft, T; Ravinovich, I; Raymond, M; Read, A L; Readioff, N P; Reale, M; Rebuzzi, D M; Redelbach, A; Redlinger, G; Reece, R; Reeves, K; Rehnisch, L; Reichert, J; Reisin, H; Rembser, C; Ren, H; Rescigno, M; Resconi, S; Rezanova, O L; Reznicek, P; Rezvani, R; Richter, R; Richter, S; Richter-Was, E; Ricken, O; Ridel, M; Rieck, P; Riegel, C J; Rieger, J; Rifki, O; Rijssenbeek, M; Rimoldi, A; Rimoldi, M; Rinaldi, L; Ristić, B; Ritsch, E; Riu, I; Rizatdinova, F; Rizvi, E; Rizzi, C; Robertson, S H; Robichaud-Veronneau, A; Robinson, D; Robinson, J E M; Robson, A; Roda, C; Rodina, Y; Rodriguez Perez, A; Rodriguez Rodriguez, D; Roe, S; Rogan, C S; Røhne, O; Romaniouk, A; Romano, M; Romano Saez, S M; Romero Adam, E; Rompotis, N; Ronzani, M; Roos, L; Ros, E; Rosati, S; Rosbach, K; Rose, P; Rosenthal, O; Rosien, N-A; Rossetti, V; Rossi, E; Rossi, L P; Rosten, J H N; Rosten, R; Rotaru, M; Roth, I; Rothberg, J; Rousseau, D; Royon, C R; Rozanov, A; Rozen, Y; Ruan, X; Rubbo, F; Rudolph, M S; Rühr, F; Ruiz-Martinez, A; Rurikova, Z; Rusakovich, N A; Ruschke, A; Russell, H L; Rutherfoord, J P; Ruthmann, N; Ryabov, Y F; Rybar, M; Rybkin, G; Ryu, S; Ryzhov, A; Rzehorz, G F; Saavedra, A F; Sabato, G; Sacerdoti, S; Sadrozinski, H F-W; Sadykov, R; Safai Tehrani, F; Saha, P; Sahinsoy, M; Saimpert, M; Saito, T; Sakamoto, H; Sakurai, Y; Salamanna, G; Salamon, A; Loyola, J E Salazar; Salek, D; De Bruin, P H Sales; Salihagic, D; Salnikov, A; Salt, J; Salvatore, D; Salvatore, F; Salvucci, A; Salzburger, A; Sammel, D; Sampsonidis, D; Sanchez, A; Sánchez, J; Sanchez Martinez, V; Sandaker, H; Sandbach, R L; Sander, H G; Sandhoff, M; Sandoval, C; Sandstroem, R; Sankey, D P C; Sannino, M; Sansoni, A; Santoni, C; Santonico, R; Santos, H; Santoyo Castillo, I; Sapp, K; Sapronov, A; Saraiva, J G; Sarrazin, B; Sasaki, O; Sasaki, Y; Sato, K; Sauvage, G; Sauvan, E; Savage, G; Savard, P; Sawyer, C; Sawyer, L; Saxon, J; Sbarra, C; Sbrizzi, A; Scanlon, T; Scannicchio, D A; Scarcella, M; Scarfone, V; Schaarschmidt, J; Schacht, P; Schachtner, B M; Schaefer, D; Schaefer, R; Schaeffer, J; Schaepe, S; Schaetzel, S; Schäfer, U; Schaffer, A C; Schaile, D; Schamberger, R D; Scharf, V; Schegelsky, V A; Scheirich, D; Schernau, M; Schiavi, C; Schier, S; Schillo, C; Schioppa, M; Schlenker, S; Schmidt-Sommerfeld, K R; Schmieden, K; Schmitt, C; Schmitt, S; Schmitz, S; Schneider, B; Schnoor, U; Schoeffel, L; Schoening, A; Schoenrock, B D; Schopf, E; Schott, M; Schovancova, J; Schramm, S; Schreyer, M; Schuh, N; Schulte, A; Schultens, M J; Schultz-Coulon, H-C; Schulz, H; Schumacher, M; Schumm, B A; Schune, Ph; Schwartzman, A; Schwarz, T A; Schwegler, Ph; Schweiger, H; Schwemling, Ph; Schwienhorst, R; Schwindling, J; Schwindt, T; Sciolla, G; Scuri, F; Scutti, F; Searcy, J; Seema, P; Seidel, S C; Seiden, A; Seifert, F; Seixas, J M; Sekhniaidze, G; Sekhon, K; Sekula, S J; Seliverstov, D M; Semprini-Cesari, N; Serfon, C; Serin, L; Serkin, L; Sessa, M; Seuster, R; Severini, H; Sfiligoj, T; Sforza, F; Sfyrla, A; Shabalina, E; Shaikh, N W; Shan, L Y; Shang, R; Shank, J T; Shapiro, M; Shatalov, P B; Shaw, K; Shaw, S M; Shcherbakova, A; Shehu, C Y; Sherwood, P; Shi, L; Shimizu, S; Shimmin, C O; Shimojima, M; Shiyakova, M; Shmeleva, A; Shoaleh Saadi, D; Shochet, M J; Shojaii, S; Shrestha, S; Shulga, E; Shupe, M A; Sicho, P; Sickles, A M; Sidebo, P E; Sidiropoulou, O; Sidorov, D; Sidoti, A; Siegert, F; Sijacki, Dj; Silva, J; Silverstein, S B; Simak, V; Simard, O; Simic, Lj; Simion, S; Simioni, E; Simmons, B; Simon, D; Simon, M; Sinervo, P; Sinev, N B; Sioli, M; Siragusa, G; Sivoklokov, S Yu; Sjölin, J; Skinner, M B; Skottowe, H P; Skubic, P; Slater, M; Slavicek, T; Slawinska, M; Sliwa, K; Slovak, R; Smakhtin, V; Smart, B H; Smestad, L; Smiesko, J; Smirnov, S Yu; Smirnov, Y; Smirnova, L N; Smirnova, O; Smith, M N K; Smith, R W; Smizanska, M; Smolek, K; Snesarev, A A; Snyder, S; Sobie, R; Socher, F; Soffer, A; Soh, D A; Sokhrannyi, G; Sanchez, C A Solans; Solar, M; Soldatov, E Yu; Soldevila, U; Solodkov, A A; Soloshenko, A; Solovyanov, O V; Solovyev, V; Sommer, P; Son, H; Song, H Y; Sood, A; Sopczak, A; Sopko, V; Sorin, V; Sosa, D; Sotiropoulou, C L; Soualah, R; Soukharev, A M; South, D; Sowden, B C; Spagnolo, S; Spalla, M; Spangenberg, M; Spanò, F; Sperlich, D; Spettel, F; Spighi, R; Spigo, G; Spiller, L A; Spousta, M; Denis, R D St; Stabile, A; Stamen, R; Stamm, S; Stanecka, E; Stanek, R W; Stanescu, C; Stanescu-Bellu, M; Stanitzki, M M; Stapnes, S; Starchenko, E A; Stark, G H; Stark, J; Staroba, P; Starovoitov, P; Stärz, S; Staszewski, R; Steinberg, P; Stelzer, B; Stelzer, H J; Stelzer-Chilton, O; Stenzel, H; Stewart, G A; Stillings, J A; Stockton, M C; Stoebe, M; Stoicea, G; Stolte, P; Stonjek, S; Stradling, A R; Straessner, A; Stramaglia, M E; Strandberg, J; Strandberg, S; Strandlie, A; Strauss, M; Strizenec, P; Ströhmer, R; Strom, D M; Stroynowski, R; Strubig, A; Stucci, S A; Stugu, B; Styles, N A; Su, D; Su, J; Subramaniam, R; Suchek, S; Sugaya, Y; Suk, M; Sulin, V V; Sultansoy, S; Sumida, T; Sun, S; Sun, X; Sundermann, J E; Suruliz, K; Susinno, G; Sutton, M R; Suzuki, S; Svatos, M; Swiatlowski, M; Sykora, I; Sykora, T; Ta, D; Taccini, C; Tackmann, K; Taenzer, J; Taffard, A; Tafirout, R; Taiblum, N; Takai, H; Takashima, R; Takeshita, T; Takubo, Y; Talby, M; Talyshev, A A; Tan, K G; Tanaka, J; Tanaka, R; Tanaka, S; Tannenwald, B B; Araya, S Tapia; Tapprogge, S; Tarem, S; Tartarelli, G F; Tas, P; Tasevsky, M; Tashiro, T; Tassi, E; Tavares Delgado, A; Tayalati, Y; Taylor, A C; Taylor, G N; Taylor, P T E; Taylor, W; Teischinger, F A; Teixeira-Dias, P; Temming, K K; Temple, D; Ten Kate, H; Teng, P K; Teoh, J J; Tepel, F; Terada, S; Terashi, K; Terron, J; Terzo, S; Testa, M; Teuscher, R J; Theveneaux-Pelzer, T; Thomas, J P; Thomas-Wilsker, J; Thompson, E N; Thompson, P D; Thompson, A S; Thomsen, L A; Thomson, E; Thomson, M; Tibbetts, M J; Ticse Torres, R E; Tikhomirov, V O; Tikhonov, Yu A; Timoshenko, S; Tipton, P; Tisserant, S; Todome, K; Todorov, T; Todorova-Nova, S; Tojo, J; Tokár, S; Tokushuku, K; Tolley, E; Tomlinson, L; Tomoto, M; Tompkins, L; Toms, K; Tong, B; Torrence, E; Torres, H; Torró Pastor, E; Toth, J; Touchard, F; Tovey, D R; Trefzger, T; Tricoli, A; Trigger, I M; Trincaz-Duvoid, S; Tripiana, M F; Trischuk, W; Trocmé, B; Trofymov, A; Troncon, C; Trottier-McDonald, M; Trovatelli, M; Truong, L; Trzebinski, M; Trzupek, A; Tseng, J C-L; Tsiareshka, P V; Tsipolitis, G; Tsirintanis, N; Tsiskaridze, S; Tsiskaridze, V; Tskhadadze, E G; Tsui, K M; Tsukerman, I I; Tsulaia, V; Tsuno, S; Tsybychev, D; Tudorache, A; Tudorache, V; Tuna, A N; Tupputi, S A; Turchikhin, S; Turecek, D; Turgeman, D; Turra, R; Turvey, A J; Tuts, P M; Tyndel, M; Ucchielli, G; Ueda, I; Ughetto, M; Ukegawa, F; Unal, G; Undrus, A; Unel, G; Ungaro, F C; Unno, Y; Unverdorben, C; Urban, J; Urquijo, P; Urrejola, P; Usai, G; Usanova, A; Vacavant, L; Vacek, V; Vachon, B; Valderanis, C; Valdes Santurio, E; Valencic, N; Valentinetti, S; Valero, A; Valery, L; Valkar, S; Vallecorsa, S; Valls Ferrer, J A; Van Den Wollenberg, W; Van Der Deijl, P C; van der Geer, R; van der Graaf, H; van Eldik, N; van Gemmeren, P; Van Nieuwkoop, J; van Vulpen, I; van Woerden, M C; Vanadia, M; Vandelli, W; Vanguri, R; Vaniachine, A; Vankov, P; Vardanyan, G; Vari, R; Varnes, E W; Varol, T; Varouchas, D; Vartapetian, A; Varvell, K E; Vasquez, J G; Vazeille, F; Vazquez Schroeder, T; Veatch, J; Veloce, L M; Veloso, F; Veneziano, S; Ventura, A; Venturi, M; Venturi, N; Venturini, A; Vercesi, V; Verducci, M; Verkerke, W; Vermeulen, J C; Vest, A; Vetterli, M C; Viazlo, O; Vichou, I; Vickey, T; Vickey Boeriu, O E; Viehhauser, G H A; Viel, S; Vigani, L; Vigne, R; Villa, M; Villaplana Perez, M; Vilucchi, E; Vincter, M G; Vinogradov, V B; Vittori, C; Vivarelli, I; Vlachos, S; Vlasak, M; Vogel, M; Vokac, P; Volpi, G; Volpi, M; von der Schmitt, H; von Toerne, E; Vorobel, V; Vorobev, K; Vos, M; Voss, R; Vossebeld, J H; Vranjes, N; Vranjes Milosavljevic, M; Vrba, V; Vreeswijk, M; Vuillermet, R; Vukotic, I; Vykydal, Z; Wagner, P; Wagner, W; Wahlberg, H; Wahrmund, S; Wakabayashi, J; Walder, J; Walker, R; Walkowiak, W; Wallangen, V; Wang, C; Wang, C; Wang, F; Wang, H; Wang, H; Wang, J; Wang, J; Wang, K; Wang, R; Wang, S M; Wang, T; Wang, T; Wang, W; Wang, X; Wanotayaroj, C; Warburton, A; Ward, C P; Wardrope, D R; Washbrook, A; Watkins, P M; Watson, A T; Watson, M F; Watts, G; Watts, S; Waugh, B M; Webb, S; Weber, M S; Weber, S W; Webster, J S; Weidberg, A R; Weinert, B; Weingarten, J; Weiser, C; Weits, H; Wells, P S; Wenaus, T; Wengler, T; Wenig, S; Wermes, N; Werner, M; Werner, M D; Werner, P; Wessels, M; Wetter, J; Whalen, K; Whallon, N L; Wharton, A M; White, A; White, M J; White, R; Whiteson, D; Wickens, F J; Wiedenmann, W; Wielers, M; Wienemann, P; Wiglesworth, C; Wiik-Fuchs, L A M; Wildauer, A; Wilk, F; Wilkens, H G; Williams, H H; Williams, S; Willis, C; Willocq, S; Wilson, J A; Wingerter-Seez, I; Winklmeier, F; Winston, O J; Winter, B T; Wittgen, M; Wittkowski, J; Wolter, M W; Wolters, H; Worm, S D; Wosiek, B K; Wotschack, J; Woudstra, M J; Wozniak, K W; Wu, M; Wu, M; Wu, S L; Wu, X; Wu, Y; Wyatt, T R; Wynne, B M; Xella, S; Xu, D; Xu, L; Yabsley, B; Yacoob, S; Yakabe, R; Yamaguchi, D; Yamaguchi, Y; Yamamoto, A; Yamamoto, S; Yamanaka, T; Yamauchi, K; Yamazaki, Y; Yan, Z; Yang, H; Yang, H; Yang, Y; Yang, Z; Yao, W-M; Yap, Y C; Yasu, Y; Yatsenko, E; Wong, K H Yau; Ye, J; Ye, S; Yeletskikh, I; Yen, A L; Yildirim, E; Yorita, K; Yoshida, R; Yoshihara, K; Young, C; Young, C J S; Youssef, S; Yu, D R; Yu, J; Yu, J M; Yu, J; Yuan, L; Yuen, S P Y; Yusuff, I; Zabinski, B; Zaidan, R; Zaitsev, A M; Zakharchuk, N; Zalieckas, J; Zaman, A; Zambito, S; Zanello, L; Zanzi, D; Zeitnitz, C; Zeman, M; Zemla, A; Zeng, J C; Zeng, Q; Zengel, K; Zenin, O; Ženiš, T; Zerwas, D; Zhang, D; Zhang, F; Zhang, G; Zhang, H; Zhang, J; Zhang, L; Zhang, R; Zhang, R; Zhang, X; Zhang, Z; Zhao, X; Zhao, Y; Zhao, Z; Zhemchugov, A; Zhong, J; Zhou, B; Zhou, C; Zhou, L; Zhou, L; Zhou, M; Zhou, N; Zhu, C G; Zhu, H; Zhu, J; Zhu, Y; Zhuang, X; Zhukov, K; Zibell, A; Zieminska, D; Zimine, N I; Zimmermann, C; Zimmermann, S; Zinonos, Z; Zinser, M; Ziolkowski, M; Živković, L; Zobernig, G; Zoccoli, A; Zur Nedden, M; Zwalinski, L

    2017-01-01

    A measurement of the [Formula: see text] and [Formula: see text] production cross sections in final states with either two same-charge muons, or three or four leptons (electrons or muons) is presented. The analysis uses a data sample of proton-proton collisions at [Formula: see text] TeV recorded with the ATLAS detector at the Large Hadron Collider in 2015, corresponding to a total integrated luminosity of 3.2 fb[Formula: see text]. The inclusive cross sections are extracted using likelihood fits to signal and control regions, resulting in [Formula: see text] pb and [Formula: see text] pb, in agreement with the Standard Model predictions.

  17. New formulae between Jacobi polynomials and some fractional Jacobi functions generalizing some connection formulae

    Science.gov (United States)

    Abd-Elhameed, W. M.

    2017-07-01

    In this paper, a new formula relating Jacobi polynomials of arbitrary parameters with the squares of certain fractional Jacobi functions is derived. The derived formula is expressed in terms of a certain terminating hypergeometric function of the type _4F3(1) . With the aid of some standard reduction formulae such as Pfaff-Saalschütz's and Watson's identities, the derived formula can be reduced in simple forms which are free of any hypergeometric functions for certain choices of the involved parameters of the Jacobi polynomials and the Jacobi functions. Some other simplified formulae are obtained via employing some computer algebra algorithms such as the algorithms of Zeilberger, Petkovsek and van Hoeij. Some connection formulae between some Jacobi polynomials are deduced. From these connection formulae, some other linearization formulae of Chebyshev polynomials are obtained. As an application to some of the introduced formulae, a numerical algorithm for solving nonlinear Riccati differential equation is presented and implemented by applying a suitable spectral method.

  18. Analisi di costo di pemetrexed vs docetaxel nel trattamento di seconda linea del carcinoma polmonare non a piccole cellule

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberto Ravasio

    2005-06-01

    Full Text Available OBJECTIVES: to compare costs of pemetrexed versus docetaxel in patients with non-small cell lung cancer previously treated with chemotherapy paying special attention to the adverse events. MATERIALS AND METHODS: a cost analysis was carried out performing comparison between pemetrexed and docetaxel. Clinical data (overall survival and resource consumption (chemotherapy drugs, G-CSF, and hospitalizations due to adverse events were obtained from a randomized phase III trial. The economic evaluation was based on direct costs using local Italian unit costs (euro 2005. The perspective was the National Health Service’s. RESULTS: the study results showed that mean survival of pemetrexed (8,3 months; 0,69 years was higher than mean survival of docetaxel (7,9 months; 0,66 years. The mean cost of treatment with pemetrexed was 8.684,26 euros and with docetaxel was 6.182,87 euros. This difference was nearly offset by the difference in the costs of adverse events: the mean cost of adverse events due to chemotherapy treatment with pemetrexed (493,93 euros turned out to be lower than with docetaxel (2.394,34 euros. CONCLUSION: the present cost-analysis could be a stable ground for a further cost-utility analysis, aimed at reaching a more cost-effectiveness management of the chemotherapy-related adverse effects in patients with NSCLC.

  19. Contributions to multidimensional quadrature formulas

    International Nuclear Information System (INIS)

    Guenther, C.

    1976-11-01

    The general objective of this paper is to construct multidimensional quadrature formulas similar to the Gaussian Quadrature Formulas in one dimension. The correspondence between these formulas and orthogonal and nonnegative polynomials is established. One part of the paper considers the construction of multidimensional quadrature formulas using only methods of algebraic geometry, on the other part it is tried to obtain results on quadrature formulas with real nodes and, if possible, with positive weights. The results include the existence of quadrature formulas, information on the number resp. on the maximum possible number of points in the formulas for given polynomial degree N and the construction of formulas. (orig.) [de

  20. Lezioni di meccanica razionale con elementi di statica grafica

    CERN Document Server

    Sbrana, Francesco

    1950-01-01

    Elementi di calcolo vettoriale ; riduzione di un sistema qualunque di vettori applicati ; trattazione analitica dei sistemi di vettori applicati ; uso dei poligni funicolari per la composizione di più vettori applicati complanari ; vettori variabili ; cinematica del punto ; studio del moto di un punto in un piano in coordinate polari ; cinematica de sistemi rigidi ; moto di un sistema rigido con un punto fisso (moto rigido sferico) ; moto relativo ; sistemi di punti in general, vincoli ; concetti e postulati fondamentali della meccanica ; unità mecchaniche, omogeneità, modelli ; equilibrio di un punto e di un sistema di punti materiali ; statica dei solidi indeformabili (sistemi rigidi) ; sistemi deformabili, travature reticolari ; equilibrio dei poligoni funicolari e delle curve funicolari ; nozioni sull'attrito ; integrazione grafica ; baricentri ; momenti d'inerzia ; calcolo grafico dei momenti statici e dei momenti d'inerzia dei sistemi piani ; dinamica del punto libero ; dinamica del punto vincolato ;...

  1. Atti del seminario internazionale "Immagini d'Italia e d'Europa nella letteratura e nella documentazione di viaggio nel XVIII e nel XIX secolo", (Firenze, 1999-2001

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Renato Pasta

    2003-01-01

    Full Text Available Renato Pasta, Introduzione. Paolo Marchetti, I giuristi e i confini. L'elaborazione giuridica della nozione di confine tra Medioevo ed età moderna. Jürgen Osterhammel, Atlantic Slavery: A Problem of Cross-Boundary History. Hans Erich Boedeker, "Europe" in the Discourse of the Sciences of State in 18th Century Germany. Sergueï Karp, Les recherches récentes (1990-2000 des relations culturelles franco-russes au XVIIIe siècle. Ananij Gerasimovič Ivanov, Il sistema amministrativo russo nella regione dei Mari dalla seconda metà del XVI al XVIII secolo. Il voevoda. Giulia Cecere, L' «Oriente d'Europa»: un'idea in movimento (sec. XVIII. Un contributo cartografico. Natividad Planas, Conflits de compétence aux frontières. Le contrôle de la circulation des hommes et des marchandises dans le royaume de Majorque au XVIIe siècle. Augustin Hernando, Identidad y representación de Europa en la docencia e investigación geográfica española. Teresa Isenburg, Separare ed Unire. Appunti sulle frontiere brasiliane fra Otto e Novecento: il caso della Guiana britannica

  2. THE ROSENBLUTH FORMULA

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Yennie, D. R.

    1963-06-15

    The Rosenbluth formula, defined as the theoretical expression for the differential cross section for electronproton scattering under one-photon- exchange, is discussed. Electron-proton amd positron-proton scattering are compared using the formula. Some possible corrections to the Rosenbluth formula are discussed. The effects of nonelectromagnetic interactions and two-photon- exchange, with the possibility of Regge pole behavior, are also discussed. (R.E.U.)

  3. Mathematics and history: history and analysis epistemology: from exhaustion method to defined integral

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Mandrone

    2015-06-01

    Full Text Available The creation of the calculation (differential, in the terminology of Leibniz, bending in that of Newton is the event that, in the second half of the seventeenth century, marked, in a sense, the transition from classical to modern mathematics. The aim of this work is a historical analysis of the rigor and epistemological question and the "metaphysics" of calculus that takes account of the methods of the ancient (eg. Of Archimedes' method of exhaustion, as well as interpretations of Leibniz and Newton and their successors. The problem of searching for a sure foundation on which to base the calculus, glimpsed by D'Alembert in the theory of limits and taken up by Lagrange to the theory of infinite series, and that the derivative functions, found in Cachy the pioneer of a new way to seek rigor in analysis. The Cauchy setting will be tightened by Weierstrass in the second half of the 800 with the definition of limit, with the epsilon-delta method, which in turn is based on definitions concerning the real numbers. In this sense we speak of "arithmetisation" analysis.         Matematica e storia: storia ed epistemologia dell’analisi: dal metodo  di esaustione  all’integrale  definito La creazione del calcolo (differenziale, nella terminologia leibniziana flessionale in quella di Newton è l’evento che, nella seconda metà del seicento, ha segnato, in un certo senso, il passaggio dalla matematica classica a quella moderna. Obiettivo del presente lavoro è una analisi storica ed epistemologica della questione del rigore e della “metafisica” del calcolo infinitesimale che tenga conto dei metodi degli antichi (ad es.  del metodo di esaustione di Archimede, nonché delle interpretazioni di Leibniz e Newton e dei loro successori. Il problema della ricerca di un fondamento sicuro su cui basare il calcolo infinitesimale, intravisto da D’Alembert nella teoria dei limiti e ripreso da Lagrange con la teoria delle serie infinite e quella delle

  4. Studio del comportamento di agenti di contrasto in campi ultracustici per tecniche di ecografia diagnostica

    OpenAIRE

    BIAGIONI, ANGELO

    2011-01-01

    Il presente lavoro di ricerca è stato articolato intorno a temi attinenti l’ingegneria biomedica, riguardando, in particolare, lo studio del comportamento di agenti di contrasto in campi ultracustici per tecniche di ecografia diagnostica. Nell’ambito di tale settore scientifico, un ruolo di fondamentale importanza è svolto dalla diagnostica medica per immagini e in particolare dalle tecniche ecografiche. Queste ultime rappresentano un ottimo compromesso tra la pericolosità per l’organismo e l...

  5. Programmazione del Network di 'Virologia Ambientale': Stato di avanzamento

    OpenAIRE

    Carlesi, Carlo

    2004-01-01

    Presentazione 'Power Point' dell'intervento all'incontro di lavoro 'VIRAMB II incontro del Network di Virologia Ambientale', presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana. Nell'intervento si presenta lo stato di avanzamento dei lavori riguardo la realizzazione dell'infrastruttura telematica del 'Network di Virologia Ambientale' promosso dal 'Dipartimento di Patologia Sperimentale, Biotecnologie Mediche, Infettivologia ed Epidemiologia' dell'Universit? di Pisa.

  6. Identifikasi Gen Transgenik pada Produk Susu Bubuk Kedelai dan Susu Formula Soya dengan Metode PCR (Polymerase Chain Reaction

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Agustin Krisna Wardani

    2018-01-01

      Kebutuhan kedelai yang mencapai 2,2 juta ton/tahun memaksa Indonesia mengimpor sebanyak 1,62 juta ton. Sebagian besar kedelai impor berupa kedelai transgenik. Dengan munculnya kedelai transgenik di Indonesia, perlu adanya pelabelan Produk Rekayasa Genetika (PRG untuk memenuhi hak-hak konsumen. Teknik yang dilakukan untuk mendeteksi PRG salah satunya menggunakan metode PCR. Penelitian ini bertujuan untuk mengetahui ada tidaknya gen transgenik pada produk susu bubuk kedelai dan formula soya, sehingga produk dapat digolongkan sebagai PRG atau tidak. Selain itu juga bertujuan untuk mengetahui suhu annealing optimum pada primer yang digunakan. Hasil penelitian didapatkan suhu annealing optimum primer CaMV 35S promotor adalah 60oC. Sedangkan untuk primer gen EPSPS-CP4 suhu annealing optimumnya 59oC. Untuk primer NOS terminator suhu annealing optimum tidak ditemukan. Dari amplifikasi DNA sampel, 6 sampel susu bubuk kedelai dan 5 sampel formula soya terdapat sisipan gen EPSPS-CP4 dan gen Promotor CaMV 35S. Dengan demikian 11 sampel tersebut dapat dikatakan sebagai PRG.   Kata kunci: Produk rekayasa genetika; PCR; formula soya; susu kedelai bubuk; kedelai transgenik

  7. Identificazione, caratterizzazione ed industrializzazione di ceppi di Streptococcus thermophilus per la produzione di yogurt

    OpenAIRE

    D'Alonges, Sara

    2013-01-01

    Il contesto globale del comparto agro-alimentare richiede ad oggi una ricerca continua per assicurare qualità e sicurezza degli alimenti. La produzione moderna di alimenti richiede elevato grado di standardizzazione, particolarmente la produzione gli alimenti fermentati che include un processo biotecnologico in cui la componente biotica gioca un ruolo fondamentale Di qui la necessità disporre di un’ampia gamma di microrganismi atti alla conduzione del processo fermentativo in modo da im...

  8. Stress indotto dalla guida di autoveicoli: studio di parametri psicofisiologici

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    R. Vivoli

    2003-05-01

    Full Text Available

    La guida di un autoveicolo, specie in condizioni di intenso traffico o di cattive condizioni meteoclimatiche, è considerata uno dei principali fattori stressanti della vita odierna. Durante la guida si possono infatti osservare significative risposte simpatoadrenergiche e cardiovascolari con la comparsa anche di episodi coronarici. Tali risposte presentano un’ampia variabilità interindividuale in quanto sono influenzate da vari fattori (stile di vita, personalità etc..

    In questa rassegna, vengono presentati i principali risultati degli studi da noi condotti sulle risposte psicofisiologiche indotte dalla guida di diversi tipi di autoveicoli. In conducenti di autobus urbani è stato registrato un sensibile aumento del tasso urinario di adrenalina durante il turno lavorativo rispetto alla stessa fascia oraria di un giorno di riposo. Tale risposta adrenergica era esaltata dall’abitudine tabagica e dall’assunzione di caffè e bevande alcoliche. In soggetti che alla guida di camion coprono lunghe distanze, i più elevati tassi urinari di catecolamine e i più alti livelli di frequenza cardiaca sono stati registrati quando la guida era particolarmente stressante per la presenza di nebbia o di intenso traffico. In soggetti che partecipano, a livello amatoriale, a manifestazioni agonistiche di velocità su pista, abbiamo osservato che durante la gara, rispetto al periodo pre-gara, l’escrezione urinaria di catecolamine aumenta in misura molto rilevante. Analogamente a quanto osservato in autisti di camion, l’attivazione del sistema adrenergico è risultata direttamente associata ai livelli di ansietà. Dall’elettrocardiogramma dinamico è emerso che durante la gara la frequenza cardiaca raggiunge un valore medio di 163.5±7.4 battiti/min. (range: 146,180 battiti/min..

    Un significativo peggioramento della percezione visiva stereoscopica, con potenziale ricaduta negativa sulla performance dei guidatori, è stato osservato in

  9. I pionieri italiaNi della geofisiCa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    P. CALOI

    1964-06-01

    Full Text Available Vengono rapidamente passati in rassenga, seguendo
    l'ordine cronologico, gli studiosi di geofisica — intesa in senso lato — clie,
    a partire dalla seconda meta del Settecento, ebbero ad interessarsi in Italia
    di elettricita atmosferica, magnetismo terrestre, idrografla, oceanografia fisica,
    sismologia e vulcanologia, con intenti pionieristici. Sono ricordati i principali
    risultati raggiunti da una trentina di ricercatori fra i quali spiccano, per la
    vastita del lavoro compiuto e per la novita dei risultati, Leopoldo Nobili e Macedonio
    Melloni. Ma, ciascuno nei suo campo, scoperte di rilievo fecero pure
    G. B. Beccaria, Luigi Palmieri, Carlo Matteucci, Timoteo Bertelli, Luigi De
    Marcbi, Carlo Somigliana, Emilio Oddone, Alfonso Sella e Domenico Pacini.
    Alcuni vantano priorita di rilievo: scoperta della doppia oscillazione diurna
    del barometro (Chiminello, 1780; unicita sorgiva delle varie radiazioni dello
    spettro (M. Melloni; sismografo elettromagnetico a registrazione continua
    (Palmieri, 1855; microsismi (Bertelli, 1872; il paleomagnetismo (Oddone e
    Sella, 1891; la radiazione cosmica (Pacini, 1910; . ..

  10. International design competition. Formula student Germany; Internationaler Konstruktionswettbewerb. Formula Student Germany

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Liebl, Johannes; Siebenpfeiffer, Wolfgang (eds.)

    2011-11-15

    Within the International Design Competition 2011 at the Hockenheimring (Federal Republic of Germany) the following contributions were presented: (1) Formula Student Germany - Experience the Future (Tim Hannig); (2) Live at the Hockenheimring 2011; (3) Cutaway Model of the FSC Winning Car - The GFR11c by the Global Formula Racing Team of the DHBW Ravensburg; (4) Formula Student Racecar with Selective Cylinder Deactivation (Alexander Titz); (5) Construction of a crankshaft for the RS11 (Stefan Buhl); (6) The Wheel Design of the ARG 11 (Megan Rotondo); (7) Cutaway Model of the FSE Winning Car - The DUT11 by the DUT Racing Team of the Delft University of Technology; (8) Formula Student Electric - E-Scrutineering (Ann-Christin Bartoelke); (9) Development of an E-motor for Formular Student Electric (Urs Leuthold); (10) The Battery Management System of the FHWT04e (Andreas Hagemeyer); (11) Overall Results 2011 at a Glance; (12) Show your Colours; (13) Formula Student Germany visiting China (Alia Pierce).

  11. L’afflizione in seconda persona nella scrittura. Dall’alloglossia alle esperienze non autoctone

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Oleksandra Rekut-Liberatore

    2013-12-01

    Full Text Available According to the Jankelevitch classification, there’s a death in the first, second, and third person which corresponds respectively to one’s own, someone’s beloved, and a stranger’s death. This research deals with the trauma caused by the cancer of the Other who is the nearest and the dearest one (the death in second person. In Italian literature his father’s tumour is the narrative centre of Requiem (1991 by Antonio Tabucchi, as well as of Vita e morte di un ingegnere (2012 by Edoardo Albinati. Her son’s abdominal fibrosarcoma lay behind Paola Natalicchio’s writing Il Regno di Op (2013. His wife’s lung neoplasia is the main concern of La fine del giorno (2013 by Pierlugi Battista where the author’s own tragedy – his woman’s tumour – is compared to the identical partner’s experience among some European writers like Michel Onfray, Magda Szabo, Doris Lessing and Philip Roth. The works under research represent a wide palette of different shades of suffering in second person that sometimes exceed the pain for its own identical diagnosis

  12. Il controllo di gestione e operativo delle commesse per una impresa di costruzioni: nuovo impianto di trattamento e recupero di rifiuti urbani.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Matteo Camprini

    2013-10-01

    Full Text Available Il mercato delle costruzioni in Italia soffre problemi di maturità da molto tempo. Dagli anni ’90, infatti, per superare i fatti di tangentopoli venne riformata la legislazione dei lavori pubblici per giungere a livelli di competizione maggiori e più simili a quelli esistenti in Europa.  In questo contesto le imprese che per la loro struttura culturale, organizzativa e produttiva mostravano maggiore sensibilità a tali aspetti avviarono processi di formazione e riorganizzazione introducendo specifiche procedure mirate alla gestione completa dei progetti trasformandosi così da imprese di sola produzione a imprese operanti per progetti.La presente memoria vuole descrivere il sistema di gestione attuato, le modifiche ed i miglioramenti che si sono susseguiti nel tempo,  la sua struttura organizzativa e gli strumenti di lavoro messi a disposizione.A conclusione verrà illustrata l’applicazione al caso concreto della costruzione del nuovo impianto di trattamento e recupero di rifiuti urbani.

  13. The differential production cross section of the [Formula: see text](1020) meson in [Formula: see text] = 7 TeV [Formula: see text] collisions measured with the ATLAS detector.

    Science.gov (United States)

    Aad, G; Abajyan, T; Abbott, B; Abdallah, J; Abdel Khalek, S; Abdelalim, A A; Abdinov, O; Aben, R; Abi, B; Abolins, M; AbouZeid, O S; Abramowicz, H; Abreu, H; Acharya, B S; Adamczyk, L; Adams, D L; Addy, T N; Adelman, J; Adomeit, S; Adragna, P; Adye, T; Aefsky, S; Aguilar-Saavedra, J A; Agustoni, M; Aharrouche, M; Ahlen, S P; Ahles, F; Ahmad, A; Ahsan, M; Aielli, G; Åkesson, T P A; Akimoto, G; Akimov, A V; Alam, M S; Alam, M A; Albert, J; Albrand, S; Aleksa, M; Aleksandrov, I N; Alessandria, F; Alexa, C; Alexander, G; Alexandre, G; Alexopoulos, T; Alhroob, M; Aliev, M; Alimonti, G; Alison, J; Allbrooke, B M M; Allport, P P; Allwood-Spiers, S E; Almond, J; Aloisio, A; Alon, R; Alonso, A; Alonso, F; Altheimer, A; Alvarez Gonzalez, B; Alviggi, M G; Amako, K; Amelung, C; Ammosov, V V; Amor Dos Santos, S P; Amorim, A; Amram, N; Anastopoulos, C; Ancu, L S; Andari, N; Andeen, T; Anders, C F; Anders, G; Anderson, K J; Andreazza, A; Andrei, V; Andrieux, M-L; Anduaga, X S; Angelidakis, S; Anger, P; Angerami, A; Anghinolfi, F; Anisenkov, A; Anjos, N; Annovi, A; Antonaki, A; Antonelli, M; Antonov, A; Antos, J; Anulli, F; Aoki, M; Aoun, S; Aperio Bella, L; Apolle, R; Arabidze, G; Aracena, I; Arai, Y; Arce, A T H; Arfaoui, S; Arguin, J-F; Argyropoulos, S; Arik, E; Arik, M; Armbruster, A J; Arnaez, O; Arnal, V; Arnault, C; Artamonov, A; Artoni, G; Arutinov, D; Asai, S; Ask, S; Åsman, B; Asquith, L; Assamagan, K; Astbury, A; Atkinson, M; Aubert, B; Auge, E; Augsten, K; Aurousseau, M; Avolio, G; Avramidou, R; Axen, D; Azuelos, G; Azuma, Y; Baak, M A; Baccaglioni, G; Bacci, C; Bach, A M; Bachacou, H; Bachas, K; Backes, M; Backhaus, M; Backus Mayes, J; Badescu, E; Bagnaia, P; Bahinipati, S; Bai, Y; Bailey, D C; Bain, T; Baines, J T; Baker, O K; Baker, M D; Baker, S; Balek, P; Banas, E; Banerjee, P; Banerjee, Sw; Banfi, D; Bangert, A; Bansal, V; Bansil, H S; Barak, L; Baranov, S P; Barbaro Galtieri, A; Barber, T; Barberio, E L; Barberis, D; Barbero, M; Bardin, D Y; Barillari, T; Barisonzi, M; Barklow, T; Barlow, N; Barnett, B M; Barnett, R M; Baroncelli, A; Barone, G; Barr, A J; Barreiro, F; Barreiro Guimarães da Costa, J; Barrillon, P; Bartoldus, R; Barton, A E; Bartsch, V; Basye, A; Bates, R L; Batkova, L; Batley, J R; Battaglia, A; Battistin, M; Bauer, F; Bawa, H S; Beale, S; Beau, T; Beauchemin, P H; Beccherle, R; Bechtle, P; Beck, H P; Becker, A K; Becker, S; Beckingham, M; Becks, K H; Beddall, A J; Beddall, A; Bedikian, S; Bednyakov, V A; Bee, C P; Beemster, L J; Begel, M; Behar Harpaz, S; Behera, P K; Beimforde, M; Belanger-Champagne, C; Bell, P J; Bell, W H; Bella, G; Bellagamba, L; Bellomo, M; Belloni, A; Beloborodova, O; Belotskiy, K; Beltramello, O; Benary, O; Benchekroun, D; Bendtz, K; Benekos, N; Benhammou, Y; Benhar Noccioli, E; Benitez Garcia, J A; Benjamin, D P; Benoit, M; Bensinger, J R; Benslama, K; Bentvelsen, S; Berge, D; Bergeaas Kuutmann, E; Berger, N; Berghaus, F; Berglund, E; Beringer, J; Bernat, P; Bernhard, R; Bernius, C; Berry, T; Bertella, C; Bertin, A; Bertolucci, F; Besana, M I; Besjes, G J; Besson, N; Bethke, S; Bhimji, W; Bianchi, R M; Bianchini, L; Bianco, M; Biebel, O; Bieniek, S P; Bierwagen, K; Biesiada, J; Biglietti, M; Bilokon, H; Bindi, M; Binet, S; Bingul, A; Bini, C; Biscarat, C; Bittner, B; Black, C W; Black, K M; Blair, R E; Blanchard, J-B; Blanchot, G; Blazek, T; Bloch, I; Blocker, C; Blocki, J; Blondel, A; Blum, W; Blumenschein, U; Bobbink, G J; Bobrovnikov, V B; Bocchetta, S S; Bocci, A; Boddy, C R; Boehler, M; Boek, J; Boelaert, N; Bogaerts, J A; Bogdanchikov, A; Bogouch, A; Bohm, C; Bohm, J; Boisvert, V; Bold, T; Boldea, V; Bolnet, N M; Bomben, M; Bona, M; Boonekamp, M; Bordoni, S; Borer, C; Borisov, A; Borissov, G; Borjanovic, I; Borri, M; Borroni, S; Bortfeldt, J; Bortolotto, V; Bos, K; Boscherini, D; Bosman, M; Boterenbrood, H; Bouchami, J; Boudreau, J; Bouhova-Thacker, E V; Boumediene, D; Bourdarios, C; Bousson, N; Boveia, A; Boyd, J; Boyko, I R; Bozovic-Jelisavcic, I; Bracinik, J; Branchini, P; Brandt, A; Brandt, G; Brandt, O; Bratzler, U; Brau, B; Brau, J E; Braun, H M; Brazzale, S F; Brelier, B; Bremer, J; Brendlinger, K; Brenner, R; Bressler, S; Britton, D; Brochu, F M; Brock, I; Brock, R; Broggi, F; Bromberg, C; Bronner, J; Brooijmans, G; Brooks, T; Brooks, W K; Brown, G; Brown, H; Bruckman de Renstrom, P A; Bruncko, D; Bruneliere, R; Brunet, S; Bruni, A; Bruni, G; Bruschi, M; Buanes, T; Buat, Q; Bucci, F; Buchanan, J; Buchholz, P; Buckingham, R M; Buckley, A G; Buda, S I; Budagov, I A; Budick, B; Büscher, V; Bugge, L; Bulekov, O; Bundock, A C; Bunse, M; Buran, T; Burckhart, H; Burdin, S; Burgess, T; Burke, S; Busato, E; Bussey, P; Buszello, C P; Butler, B; Butler, J M; Buttar, C M; Butterworth, J M; Buttinger, W; Byszewski, M; Cabrera Urbán, S; Caforio, D; Cakir, O; Calafiura, P; Calderini, G; Calfayan, P; Calkins, R; Caloba, L P; Caloi, R; Calvet, D; Calvet, S; Camacho Toro, R; Camarri, P; Cameron, D; Caminada, L M; Caminal Armadans, R; Campana, S; Campanelli, M; Canale, V; Canelli, F; Canepa, A; Cantero, J; Cantrill, R; Capasso, L; Capeans Garrido, M D M; Caprini, I; Caprini, M; Capriotti, D; Capua, M; Caputo, R; Cardarelli, R; Carli, T; Carlino, G; Carminati, L; Caron, B; Caron, S; Carquin, E; Carrillo-Montoya, G D; Carter, A A; Carter, J R; Carvalho, J; Casadei, D; Casado, M P; Cascella, M; Caso, C; Castaneda Hernandez, A M; Castaneda-Miranda, E; Castillo Gimenez, V; Castro, N F; Cataldi, G; Catastini, P; Catinaccio, A; Catmore, J R; Cattai, A; Cattani, G; Caughron, S; Cavaliere, V; Cavalleri, P; Cavalli, D; Cavalli-Sforza, M; Cavasinni, V; Ceradini, F; Cerqueira, A S; Cerri, A; Cerrito, L; Cerutti, F; Cetin, S A; Chafaq, A; Chakraborty, D; Chalupkova, I; Chan, K; Chang, P; Chapleau, B; Chapman, J D; Chapman, J W; Chareyre, E; Charlton, D G; Chavda, V; Chavez Barajas, C A; Cheatham, S; Chekanov, S; Chekulaev, S V; Chelkov, G A; Chelstowska, M A; Chen, C; Chen, H; Chen, S; Chen, X; Chen, Y; Cheng, Y; Cheplakov, A; Cherkaoui El Moursli, R; Chernyatin, V; Cheu, E; Cheung, S L; Chevalier, L; Chiefari, G; Chikovani, L; Childers, J T; Chilingarov, A; Chiodini, G; Chisholm, A S; Chislett, R T; Chitan, A; Chizhov, M V; Choudalakis, G; Chouridou, S; Christidi, I A; Christov, A; Chromek-Burckhart, D; Chu, M L; Chudoba, J; Ciapetti, G; Ciftci, A K; Ciftci, R; Cinca, D; Cindro, V; Ciocca, C; Ciocio, A; Cirilli, M; Cirkovic, P; Citron, Z H; Citterio, M; Ciubancan, M; Clark, A; Clark, P J; Clarke, R N; Cleland, W; Clemens, J C; Clement, B; Clement, C; Coadou, Y; Cobal, M; Coccaro, A; Cochran, J; Coffey, L; Cogan, J G; Coggeshall, J; Cogneras, E; Colas, J; Cole, S; Colijn, A P; Collins, N J; Collins-Tooth, C; Collot, J; Colombo, T; Colon, G; Compostella, G; Conde Muiño, P; Coniavitis, E; Conidi, M C; Consonni, S M; Consorti, V; Constantinescu, S; Conta, C; Conti, G; Conventi, F; Cooke, M; Cooper, B D; Cooper-Sarkar, A M; Copic, K; Cornelissen, T; Corradi, M; Corriveau, F; Cortes-Gonzalez, A; Cortiana, G; Costa, G; Costa, M J; Costanzo, D; Côté, D; Courneyea, L; Cowan, G; Cowden, C; Cox, B E; Cranmer, K; Crescioli, F; Cristinziani, M; Crosetti, G; Crépé-Renaudin, S; Cuciuc, C-M; Cuenca Almenar, C; Cuhadar Donszelmann, T; Cummings, J; Curatolo, M; Curtis, C J; Cuthbert, C; Cwetanski, P; Czirr, H; Czodrowski, P; Czyczula, Z; D'Auria, S; D'Onofrio, M; D'Orazio, A; Da Cunha Sargedas De Sousa, M J; Da Via, C; Dabrowski, W; Dafinca, A; Dai, T; Dallapiccola, C; Dam, M; Dameri, M; Damiani, D S; Danielsson, H O; Dao, V; Darbo, G; Darlea, G L; Dassoulas, J A; Davey, W; Davidek, T; Davidson, N; Davidson, R; Davies, E; Davies, M; Davignon, O; Davison, A R; Davygora, Y; Dawe, E; Dawson, I; Daya-Ishmukhametova, R K; De, K; de Asmundis, R; De Castro, S; De Cecco, S; de Graat, J; De Groot, N; de Jong, P; De La Taille, C; De la Torre, H; De Lorenzi, F; de Mora, L; De Nooij, L; De Pedis, D; De Salvo, A; De Sanctis, U; De Santo, A; De Vivie De Regie, J B; De Zorzi, G; Dearnaley, W J; Debbe, R; Debenedetti, C; Dechenaux, B; Dedovich, D V; Degenhardt, J; Del Peso, J; Del Prete, T; Delemontex, T; Deliyergiyev, M; Dell'Acqua, A; Dell'Asta, L; Della Pietra, M; Della Volpe, D; Delmastro, M; Delsart, P A; Deluca, C; Demers, S; Demichev, M; Demirkoz, B; Denisov, S P; Derendarz, D; Derkaoui, J E; Derue, F; Dervan, P; Desch, K; Devetak, E; Deviveiros, P O; Dewhurst, A; DeWilde, B; Dhaliwal, S; Dhullipudi, R; Di Ciaccio, A; Di Ciaccio, L; Di Donato, C; Di Girolamo, A; Di Girolamo, B; Di Luise, S; Di Mattia, A; Di Micco, B; Di Nardo, R; Di Simone, A; Di Sipio, R; Diaz, M A; Diehl, E B; Dietrich, J; Dietzsch, T A; Diglio, S; Dindar Yagci, K; Dingfelder, J; Dinut, F; Dionisi, C; Dita, P; Dita, S; Dittus, F; Djama, F; Djobava, T; do Vale, M A B; Do Valle Wemans, A; Doan, T K O; Dobbs, M; Dobos, D; Dobson, E; Dodd, J; Doglioni, C; Doherty, T; Doi, Y; Dolejsi, J; Dolenc, I; Dolezal, Z; Dolgoshein, B A; Dohmae, T; Donadelli, M; Donini, J; Dopke, J; Doria, A; Dos Anjos, A; Dotti, A; Dova, M T; Doxiadis, A D; Doyle, A T; Dressnandt, N; Dris, M; Dubbert, J; Dube, S; Duchovni, E; Duckeck, G; Duda, D; Dudarev, A; Dudziak, F; Dührssen, M; Duerdoth, I P; Duflot, L; Dufour, M-A; Duguid, L; Dunford, M; Duran Yildiz, H; Duxfield, R; Dwuznik, M; Düren, M; Ebenstein, W L; Ebke, J; Eckweiler, S; Edmonds, K; Edson, W; Edwards, C A; Edwards, N C; Ehrenfeld, W; Eifert, T; Eigen, G; Einsweiler, K; Eisenhandler, E; Ekelof, T; El Kacimi, M; Ellert, M; Elles, S; Ellinghaus, F; Ellis, K; Ellis, N; Elmsheuser, J; Elsing, M; Emeliyanov, D; Engelmann, R; Engl, A; Epp, B; Erdmann, J; Ereditato, A; Eriksson, D; Ernst, J; Ernst, M; Ernwein, J; Errede, D; Errede, S; Ertel, E; Escalier, M; Esch, H; Escobar, C; Espinal Curull, X; Esposito, B; Etienne, F; Etienvre, A I; Etzion, E; Evangelakou, D; Evans, H; Fabbri, L; Fabre, C; Fakhrutdinov, R M; Falciano, S; Fang, Y; Fanti, M; Farbin, A; Farilla, A; Farley, J; Farooque, T; Farrell, S; Farrington, S M; Farthouat, P; Fassi, F; Fassnacht, P; Fassouliotis, D; Fatholahzadeh, B; Favareto, A; Fayard, L; Fazio, S; Febbraro, R; Federic, P; Fedin, O L; Fedorko, W; Fehling-Kaschek, M; Feligioni, L; Feng, C; Feng, E J; Fenyuk, A B; Ferencei, J; Fernando, W; Ferrag, S; Ferrando, J; Ferrara, V; Ferrari, A; Ferrari, P; Ferrari, R; Ferreira de Lima, D E; Ferrer, A; Ferrere, D; Ferretti, C; Ferretto Parodi, A; Fiascaris, M; Fiedler, F; Filipčič, A; Filthaut, F; Fincke-Keeler, M; Fiolhais, M C N; Fiorini, L; Firan, A; Fischer, G; Fisher, M J; Flechl, M; Fleck, I; Fleckner, J; Fleischmann, P; Fleischmann, S; Flick, T; Floderus, A; Flores Castillo, L R; Flowerdew, M J; Fonseca Martin, T; Formica, A; Forti, A; Fortin, D; Fournier, D; Fowler, A J; Fox, H; Francavilla, P; Franchini, M; Franchino, S; Francis, D; Frank, T; Franklin, M; Franz, S; Fraternali, M; Fratina, S; French, S T; Friedrich, C; Friedrich, F; Froeschl, R; Froidevaux, D; Frost, J A; Fukunaga, C; Fullana Torregrosa, E; Fulsom, B G; Fuster, J; Gabaldon, C; Gabizon, O; Gadfort, T; Gadomski, S; Gagliardi, G; Gagnon, P; Galea, C; Galhardo, B; Gallas, E J; Gallo, V; Gallop, B J; Gallus, P; Gan, K K; Gao, Y S; Gaponenko, A; Garberson, F; Garcia-Sciveres, M; García, C; García Navarro, J E; Gardner, R W; Garelli, N; Garitaonandia, H; Garonne, V; Gatti, C; Gaudio, G; Gaur, B; Gauthier, L; Gauzzi, P; Gavrilenko, I L; Gay, C; Gaycken, G; Gazis, E N; Ge, P; Gecse, Z; Gee, C N P; Geerts, D A A; Geich-Gimbel, Ch; Gellerstedt, K; Gemme, C; Gemmell, A; Genest, M H; Gentile, S; George, M; George, S; Gerlach, P; Gershon, A; Geweniger, C; Ghazlane, H; Ghodbane, N; Giacobbe, B; Giagu, S; Giakoumopoulou, V; Giangiobbe, V; Gianotti, F; Gibbard, B; Gibson, A; Gibson, S M; Gilchriese, M; Gillberg, D; Gillman, A R; Gingrich, D M; Ginzburg, J; Giokaris, N; Giordani, M P; Giordano, R; Giorgi, F M; Giovannini, P; Giraud, P F; Giugni, D; Giunta, M; Gjelsten, B K; Gladilin, L K; Glasman, C; Glatzer, J; Glazov, A; Glitza, K W; Glonti, G L; Goddard, J R; Godfrey, J; Godlewski, J; Goebel, M; Göpfert, T; Goeringer, C; Gössling, C; Goldfarb, S; Golling, T; Gomes, A; Gomez Fajardo, L S; Gonçalo, R; Goncalves Pinto Firmino Da Costa, J; Gonella, L; González de la Hoz, S; Gonzalez Parra, G; Gonzalez Silva, M L; Gonzalez-Sevilla, S; Goodson, J J; Goossens, L; Gorbounov, P A; Gordon, H A; Gorelov, I; Gorfine, G; Gorini, B; Gorini, E; Gorišek, A; Gornicki, E; Goshaw, A T; Gosselink, M; Gostkin, M I; Gough Eschrich, I; Gouighri, M; Goujdami, D; Goulette, M P; Goussiou, A G; Goy, C; Gozpinar, S; Grabowska-Bold, I; Grafström, P; Grahn, K-J; Gramstad, E; Grancagnolo, F; Grancagnolo, S; Grassi, V; Gratchev, V; Grau, N; Gray, H M; Gray, J A; Graziani, E; Grebenyuk, O G; Greenshaw, T; Greenwood, Z D; Gregersen, K; Gregor, I M; Grenier, P; Griffiths, J; Grigalashvili, N; Grillo, A A; Grinstein, S; Gris, Ph; Grishkevich, Y V; Grivaz, J-F; Gross, E; Grosse-Knetter, J; Groth-Jensen, J; Grybel, K; Guest, D; Guicheney, C; Guido, E; Guindon, S; Gul, U; Gunther, J; Guo, B; Guo, J; Gutierrez, P; Guttman, N; Gutzwiller, O; Guyot, C; Gwenlan, C; Gwilliam, C B; Haas, A; Haas, S; Haber, C; Hadavand, H K; Hadley, D R; Haefner, P; Hahn, F; Hajduk, Z; Hakobyan, H; Hall, D; Hamacher, K; Hamal, P; Hamano, K; Hamer, M; Hamilton, A; Hamilton, S; Han, L; Hanagaki, K; Hanawa, K; Hance, M; Handel, C; Hanke, P; Hansen, J R; Hansen, J B; Hansen, J D; Hansen, P H; Hansson, P; Hara, K; Harenberg, T; Harkusha, S; Harper, D; Harrington, R D; Harris, O M; Hartert, J; Hartjes, F; Haruyama, T; Harvey, A; Hasegawa, S; Hasegawa, Y; Hassani, S; Haug, S; Hauschild, M; Hauser, R; Havranek, M; Hawkes, C M; Hawkings, R J; Hawkins, A D; Hayakawa, T; Hayashi, T; Hayden, D; Hays, C P; Hayward, H S; Haywood, S J; Head, S J; Hedberg, V; Heelan, L; Heim, S; Heinemann, B; Heisterkamp, S; Helary, L; Heller, C; Heller, M; Hellman, S; Hellmich, D; Helsens, C; Henderson, R C W; Henke, M; Henrichs, A; Henriques Correia, A M; Henrot-Versille, S; Hensel, C; Henß, T; Hernandez, C M; Hernández Jiménez, Y; Herrberg, R; Herten, G; Hertenberger, R; Hervas, L; Hesketh, G G; Hessey, N P; Higón-Rodriguez, E; Hill, J C; Hiller, K H; Hillert, S; Hillier, S J; Hinchliffe, I; Hines, E; Hirose, M; Hirsch, F; Hirschbuehl, D; Hobbs, J; Hod, N; Hodgkinson, M C; Hodgson, P; Hoecker, A; Hoeferkamp, M R; Hoffman, J; Hoffmann, D; Hohlfeld, M; Holder, M; Holmgren, S O; Holy, T; Holzbauer, J L; Hong, T M; Hooft van Huysduynen, L; Horner, S; Hostachy, J-Y; Hou, S; Hoummada, A; Howard, J; Howarth, J; Hristova, I; Hrivnac, J; Hryn'ova, T; Hsu, P J; Hsu, S-C; Hu, D; Hubacek, Z; Hubaut, F; Huegging, F; Huettmann, A; Huffman, T B; Hughes, E W; Hughes, G; Huhtinen, M; Hurwitz, M; Huseynov, N; Huston, J; Huth, J; Iacobucci, G; Iakovidis, G; Ibbotson, M; Ibragimov, I; Iconomidou-Fayard, L; Idarraga, J; Iengo, P; Igonkina, O; Ikegami, Y; Ikeno, M; Iliadis, D; Ilic, N; Ince, T; Ioannou, P; Iodice, M; Iordanidou, K; Ippolito, V; Irles Quiles, A; Isaksson, C; Ishino, M; Ishitsuka, M; Ishmukhametov, R; Issever, C; Istin, S; Ivashin, A V; Iwanski, W; Iwasaki, H; Izen, J M; Izzo, V; Jackson, B; Jackson, J N; Jackson, P; Jaekel, M R; Jain, V; Jakobs, K; Jakobsen, S; Jakoubek, T; Jakubek, J; Jamin, D O; Jana, D K; Jansen, E; Jansen, H; Janssen, J; Jantsch, A; Janus, M; Jared, R C; Jarlskog, G; Jeanty, L; Jen-La Plante, I; Jennens, D; Jenni, P; Loevschall-Jensen, A E; Jež, P; Jézéquel, S; Jha, M K; Ji, H; Ji, W; Jia, J; Jiang, Y; Jimenez Belenguer, M; Jin, S; Jinnouchi, O; Joergensen, M D; Joffe, D; Johansen, M; Johansson, K E; Johansson, P; Johnert, S; Johns, K A; Jon-And, K; Jones, G; Jones, R W L; Jones, T J; Joram, C; Jorge, P M; Joshi, K D; Jovicevic, J; Jovin, T; Ju, X; Jung, C A; Jungst, R M; Juranek, V; Jussel, P; Juste Rozas, A; Kabana, S; Kaci, M; Kaczmarska, A; Kadlecik, P; Kado, M; Kagan, H; Kagan, M; Kajomovitz, E; Kalinin, S; Kalinovskaya, L V; Kama, S; Kanaya, N; Kaneda, M; Kaneti, S; Kanno, T; Kantserov, V A; Kanzaki, J; Kaplan, B; Kapliy, A; Kaplon, J; Kar, D; Karagounis, M; Karakostas, K; Karnevskiy, M; Kartvelishvili, V; Karyukhin, A N; Kashif, L; Kasieczka, G; Kass, R D; Kastanas, A; Kataoka, M; Kataoka, Y; Katsoufis, E; Katzy, J; Kaushik, V; Kawagoe, K; Kawamoto, T; Kawamura, G; Kayl, M S; Kazama, S; Kazanin, V A; Kazarinov, M Y; Keeler, R; Keener, P T; Kehoe, R; Keil, M; Kekelidze, G D; Keller, J S; Kenyon, M; Kepka, O; Kerschen, N; Kerševan, B P; Kersten, S; Kessoku, K; Keung, J; Khalil-Zada, F; Khandanyan, H; Khanov, A; Kharchenko, D; Khodinov, A; Khomich, A; Khoo, T J; Khoriauli, G; Khoroshilov, A; Khovanskiy, V; Khramov, E; Khubua, J; Kim, H; Kim, S H; Kimura, N; Kind, O; King, B T; King, M; King, R S B; Kirk, J; Kiryunin, A E; Kishimoto, T; Kisielewska, D; Kitamura, T; Kittelmann, T; Kiuchi, K; Kladiva, E; Klein, M; Klein, U; Kleinknecht, K; Klemetti, M; Klier, A; Klimek, P; Klimentov, A; Klingenberg, R; Klinger, J A; Klinkby, E B; Klioutchnikova, T; Klok, P F; Klous, S; Kluge, E-E; Kluge, T; Kluit, P; Kluth, S; Kneringer, E; Knoops, E B F G; Knue, A; Ko, B R; Kobayashi, T; Kobel, M; Kocian, M; Kodys, P; Köneke, K; König, A C; Koenig, S; Köpke, L; Koetsveld, F; Koevesarki, P; Koffas, T; Koffeman, E; Kogan, L A; Kohlmann, S; Kohn, F; Kohout, Z; Kohriki, T; Koi, T; Kolachev, G M; Kolanoski, H; Kolesnikov, V; Koletsou, I; Koll, J; Komar, A A; Komori, Y; Kondo, T; Kono, T; Kononov, A I; Konoplich, R; Konstantinidis, N; Kopeliansky, R; Koperny, S; Korcyl, K; Kordas, K; Korn, A; Korol, A; Korolkov, I; Korolkova, E V; Korotkov, V A; Kortner, O; Kortner, S; Kostyukhin, V V; Kotov, S; Kotov, V M; Kotwal, A; Kourkoumelis, C; Kouskoura, V; Koutsman, A; Kowalewski, R; Kowalski, T Z; Kozanecki, W; Kozhin, A S; Kral, V; Kramarenko, V A; Kramberger, G; Krasny, M W; Krasznahorkay, A; Kraus, J K; Kreiss, S; Krejci, F; Kretzschmar, J; Krieger, N; Krieger, P; Kroeninger, K; Kroha, H; Kroll, J; Kroseberg, J; Krstic, J; Kruchonak, U; Krüger, H; Kruker, T; Krumnack, N; Krumshteyn, Z V; Kruse, M K; Kubota, T; Kuday, S; Kuehn, S; Kugel, A; Kuhl, T; Kuhn, D; Kukhtin, V; Kulchitsky, Y; Kuleshov, S; Kummer, C; Kuna, M; Kunkle, J; Kupco, A; Kurashige, H; Kurata, M; Kurochkin, Y A; Kus, V; Kuwertz, E S; Kuze, M; Kvita, J; Kwee, R; La Rosa, A; La Rotonda, L; Labarga, L; Labbe, J; Lablak, S; Lacasta, C; Lacava, F; Lacey, J; Lacker, H; Lacour, D; Lacuesta, V R; Ladygin, E; Lafaye, R; Laforge, B; Lagouri, T; Lai, S; Laisne, E; Lambourne, L; Lampen, C L; Lampl, W; Lancon, E; Landgraf, U; Landon, M P J; Lang, V S; Lange, C; Lankford, A J; Lanni, F; Lantzsch, K; Laplace, S; Lapoire, C; Laporte, J F; Lari, T; Larner, A; Lassnig, M; Laurelli, P; Lavorini, V; Lavrijsen, W; Laycock, P; Le Dortz, O; Le Guirriec, E; Le Menedeu, E; LeCompte, T; Ledroit-Guillon, F; Lee, H; Lee, J S H; Lee, S C; Lee, L; Lefebvre, M; Legendre, M; Legger, F; Leggett, C; Lehmacher, M; Lehmann Miotto, G; Leister, A G; Leite, M A L; Leitner, R; Lellouch, D; Lemmer, B; Lendermann, V; Leney, K J C; Lenz, T; Lenzen, G; Lenzi, B; Leonhardt, K; Leontsinis, S; Lepold, F; Leroy, C; Lessard, J-R; Lester, C G; Lester, C M; Levêque, J; Levin, D; Levinson, L J; Lewis, A; Lewis, G H; Leyko, A M; Leyton, M; Li, B; Li, B; Li, H; Li, H L; Li, S; Li, X; Liang, Z; Liao, H; Liberti, B; Lichard, P; Lichtnecker, M; Lie, K; Liebig, W; Limbach, C; Limosani, A; Limper, M; Lin, S C; Linde, F; Linnemann, J T; Lipeles, E; Lipniacka, A; Liss, T M; Lissauer, D; Lister, A; Litke, A M; Liu, C; Liu, D; Liu, H; Liu, J B; Liu, L; Liu, M; Liu, Y; Livan, M; Livermore, S S A; Lleres, A; Llorente Merino, J; Lloyd, S L; Lobodzinska, E; Loch, P; Lockman, W S; Loddenkoetter, T; Loebinger, F K; Loginov, A; Loh, C W; Lohse, T; Lohwasser, K; Lokajicek, M; Lombardo, V P; Long, R E; Lopes, L; Lopez Mateos, D; Lorenz, J; Lorenzo Martinez, N; Losada, M; Loscutoff, P; Lo Sterzo, F; Losty, M J; Lou, X; Lounis, A; Loureiro, K F; Love, J; Love, P A; Lowe, A J; Lu, F; Lubatti, H J; Luci, C; Lucotte, A; Ludwig, A; Ludwig, D; Ludwig, I; Ludwig, J; Luehring, F; Luijckx, G; Lukas, W; Luminari, L; Lund, E; Lund-Jensen, B; Lundberg, B; Lundberg, J; Lundberg, O; Lundquist, J; Lungwitz, M; Lynn, D; Lytken, E; Ma, H; Ma, L L; Maccarrone, G; Macchiolo, A; Maček, B; Machado Miguens, J; Macina, D; Mackeprang, R; Madaras, R J; Maddocks, H J; Mader, W F; Maenner, R; Maeno, T; Mättig, P; Mättig, S; Magnoni, L; Magradze, E; Mahboubi, K; Mahlstedt, J; Mahmoud, S; Mahout, G; Maiani, C; Maidantchik, C; Maio, A; Majewski, S; Makida, Y; Makovec, N; Mal, P; Malaescu, B; Malecki, Pa; Malecki, P; Maleev, V P; Malek, F; Mallik, U; Malon, D; Malone, C; Maltezos, S; Malyshev, V; Malyukov, S; Mameghani, R; Mamuzic, J; Manabe, A; Mandelli, L; Mandić, I; Mandrysch, R; Maneira, J; Manfredini, A; Manhaes de Andrade Filho, L; Manjarres Ramos, J A; Mann, A; Manning, P M; Manousakis-Katsikakis, A; Mansoulie, B; Mapelli, A; Mapelli, L; March, L; Marchand, J F; Marchese, F; Marchiori, G; Marcisovsky, M; Marino, C P; Marroquim, F; Marshall, Z; Marti, L F; Marti-Garcia, S; Martin, B; Martin, B; Martin, J P; Martin, T A; Martin, V J; Martin Dit Latour, B; Martin-Haugh, S; Martinez, M; Martinez Outschoorn, V; Martyniuk, A C; Marx, M; Marzano, F; Marzin, A; Masetti, L; Mashimo, T; Mashinistov, R; Masik, J; Maslennikov, A L; Massa, I; Massaro, G; Massol, N; Mastrandrea, P; Mastroberardino, A; Masubuchi, T; Matricon, P; Matsunaga, H; Matsushita, T; Mattravers, C; Maurer, J; Maxfield, S J; Maximov, D A; Mayne, A; Mazini, R; Mazur, M; Mazzaferro, L; Mazzanti, M; Mc Donald, J; Mc Kee, S P; McCarn, A; McCarthy, R L; McCarthy, T G; McCubbin, N A; McFarlane, K W; Mcfayden, J A; Mchedlidze, G; Mclaughlan, T; McMahon, S J; McPherson, R A; Meade, A; Mechnich, J; Mechtel, M; Medinnis, M; Meehan, S; Meera-Lebbai, R; Meguro, T; Mehlhase, S; Mehta, A; Meier, K; Meirose, B; Melachrinos, C; Mellado Garcia, B R; Meloni, F; Mendoza Navas, L; Meng, Z; Mengarelli, A; Menke, S; Meoni, E; Mercurio, K M; Mermod, P; Merola, L; Meroni, C; Merritt, F S; Merritt, H; Messina, A; Metcalfe, J; Mete, A S; Meyer, C; Meyer, C; Meyer, J-P; Meyer, J; Meyer, J; Michal, S; Micu, L; Middleton, R P; Migas, S; Mijović, L; Mikenberg, G; Mikestikova, M; Mikuž, M; Miller, D W; Miller, R J; Mills, W J; Mills, C; Milov, A; Milstead, D A; Milstein, D; Minaenko, A A; Miñano Moya, M; Minashvili, I A; Mincer, A I; Mindur, B; Mineev, M; Ming, Y; Mir, L M; Mirabelli, G; Mitrevski, J; Mitsou, V A; Mitsui, S; Miyagawa, P S; Mjörnmark, J U; Moa, T; Moeller, V; Mönig, K; Möser, N; Mohapatra, S; Mohr, W; Moles-Valls, R; Molfetas, A; Monk, J; Monnier, E; Montejo Berlingen, J; Monticelli, F; Monzani, S; Moore, R W; Moorhead, G F; Mora Herrera, C; Moraes, A; Morange, N; Morel, J; Morello, G; Moreno, D; Moreno Llácer, M; Morettini, P; Morgenstern, M; Morii, M; Morley, A K; Mornacchi, G; Morris, J D; Morvaj, L; Moser, H G; Mosidze, M; Moss, J; Mount, R; Mountricha, E; Mouraviev, S V; Moyse, E J W; Mueller, F; Mueller, J; Mueller, K; Müller, T A; Mueller, T; Muenstermann, D; Munwes, Y; Murray, W J; Mussche, I; Musto, E; Myagkov, A G; Myska, M; Nackenhorst, O; Nadal, J; Nagai, K; Nagai, R; Nagano, K; Nagarkar, A; Nagasaka, Y; Nagel, M; Nairz, A M; Nakahama, Y; Nakamura, K; Nakamura, T; Nakano, I; Nanava, G; Napier, A; Narayan, R; Nash, M; Nattermann, T; Naumann, T; Navarro, G; Neal, H A; Nechaeva, P Yu; Neep, T J; Negri, A; Negri, G; Negrini, M; Nektarijevic, S; Nelson, A; Nelson, T K; Nemecek, S; Nemethy, P; Nepomuceno, A A; Nessi, M; Neubauer, M S; Neumann, M; Neusiedl, A; Neves, R M; Nevski, P; Newcomer, F M; Newman, P R; Nguyen Thi Hong, V; Nickerson, R B; Nicolaidou, R; Nicquevert, B; Niedercorn, F; Nielsen, J; Nikiforou, N; Nikiforov, A; Nikolaenko, V; Nikolic-Audit, I; Nikolics, K; Nikolopoulos, K; Nilsen, H; Nilsson, P; Ninomiya, Y; Nisati, A; Nisius, R; Nobe, T; Nodulman, L; Nomachi, M; Nomidis, I; Norberg, S; Nordberg, M; Norton, P R; Novakova, J; Nozaki, M; Nozka, L; Nugent, I M; Nuncio-Quiroz, A-E; Nunes Hanninger, G; Nunnemann, T; Nurse, E; O'Brien, B J; O'Neil, D C; O'Shea, V; Oakes, L B; Oakham, F G; Oberlack, H; Ocariz, J; Ochi, A; Oda, S; Odaka, S; Odier, J; Ogren, H; Oh, A; Oh, S H; Ohm, C C; Ohshima, T; Okamura, W; Okawa, H; Okumura, Y; Okuyama, T; Olariu, A; Olchevski, A G; Olivares Pino, S A; Oliveira, M; Oliveira Damazio, D; Oliver Garcia, E; Olivito, D; Olszewski, A; Olszowska, J; Onofre, A; Onyisi, P U E; Oram, C J; Oreglia, M J; Oren, Y; Orestano, D; Orlando, N; Orlov, I; Oropeza Barrera, C; Orr, R S; Osculati, B; Ospanov, R; Osuna, C; Otero Y Garzon, G; Ottersbach, J P; Ouchrif, M; Ouellette, E A; Ould-Saada, F; Ouraou, A; Ouyang, Q; Ovcharova, A; Owen, M; Owen, S; Ozcan, V E; Ozturk, N; Pacheco Pages, A; Padilla Aranda, C; Pagan Griso, S; Paganis, E; Pahl, C; Paige, F; Pais, P; Pajchel, K; Palacino, G; Paleari, C P; Palestini, S; Pallin, D; Palma, A; Palmer, J D; Pan, Y B; Panagiotopoulou, E; Panduro Vazquez, J G; Pani, P; Panikashvili, N; Panitkin, S; Pantea, D; Papadelis, A; Papadopoulou, Th D; Paramonov, A; Paredes Hernandez, D; Park, W; Parker, M A; Parodi, F; Parsons, J A; Parzefall, U; Pashapour, S; Pasqualucci, E; Passaggio, S; Passeri, A; Pastore, F; Pastore, Fr; Pásztor, G; Pataraia, S; Patel, N; Pater, J R; Patricelli, S; Pauly, T; Pecsy, M; Pedraza Lopez, S; Pedraza Morales, M I; Peleganchuk, S V; Pelikan, D; Peng, H; Penning, B; Penson, A; Penwell, J; Perantoni, M; Perez, K; Perez Cavalcanti, T; Perez Codina, E; Pérez García-Estañ, M T; Perez Reale, V; Perini, L; Pernegger, H; Perrino, R; Perrodo, P; Peshekhonov, V D; Peters, K; Petersen, B A; Petersen, J; Petersen, T C; Petit, E; Petridis, A; Petridou, C; Petrolo, E; Petrucci, F; Petschull, D; Petteni, M; Pezoa, R; Phan, A; Phillips, P W; Piacquadio, G; Picazio, A; Piccaro, E; Piccinini, M; Piec, S M; Piegaia, R; Pignotti, D T; Pilcher, J E; Pilkington, A D; Pina, J; Pinamonti, M; Pinder, A; Pinfold, J L; Pinto, B; Pizio, C; Plamondon, M; Pleier, M-A; Plotnikova, E; Poblaguev, A; Poddar, S; Podlyski, F; Poggioli, L; Pohl, D; Pohl, M; Polesello, G; Policicchio, A; Polini, A; Poll, J; Polychronakos, V; Pomeroy, D; Pommès, K; Pontecorvo, L; Pope, B G; Popeneciu, G A; Popovic, D S; Poppleton, A; Portell Bueso, X; Pospelov, G E; Pospisil, S; Potrap, I N; Potter, C J; Potter, C T; Poulard, G; Poveda, J; Pozdnyakov, V; Prabhu, R; Pralavorio, P; Pranko, A; Prasad, S; Pravahan, R; Prell, S; Pretzl, K; Price, D; Price, J; Price, L E; Prieur, D; Primavera, M; Prokofiev, K; Prokoshin, F; Protopopescu, S; Proudfoot, J; Prudent, X; Przybycien, M; Przysiezniak, H; Psoroulas, S; Ptacek, E; Pueschel, E; Purdham, J; Purohit, M; Puzo, P; Pylypchenko, Y; Qian, J; Quadt, A; Quarrie, D R; Quayle, W B; Quinonez, F; Raas, M; Radeka, V; Radescu, V; Radloff, P; Ragusa, F; Rahal, G; Rahimi, A M; Rahm, D; Rajagopalan, S; Rammensee, M; Rammes, M; Randle-Conde, A S; Randrianarivony, K; Rauscher, F; Rave, T C; Raymond, M; Read, A L; Rebuzzi, D M; Redelbach, A; Redlinger, G; Reece, R; Reeves, K; Reinsch, A; Reisinger, I; Rembser, C; Ren, Z L; Renaud, A; Rescigno, M; Resconi, S; Resende, B; Reznicek, P; Rezvani, R; Richter, R; Richter-Was, E; Ridel, M; Rijpstra, M; Rijssenbeek, M; Rimoldi, A; Rinaldi, L; Rios, R R; Riu, I; Rivoltella, G; Rizatdinova, F; Rizvi, E; Robertson, S H; Robichaud-Veronneau, A; Robinson, D; Robinson, J E M; Robson, A; Rocha de Lima, J G; Roda, C; Roda Dos Santos, D; Roe, A; Roe, S; Røhne, O; Rolli, S; Romaniouk, A; Romano, M; Romeo, G; Romero Adam, E; Rompotis, N; Roos, L; Ros, E; Rosati, S; Rosbach, K; Rose, A; Rose, M; Rosenbaum, G A; Rosenberg, E I; Rosendahl, P L; Rosenthal, O; Rosselet, L; Rossetti, V; Rossi, E; Rossi, L P; Rotaru, M; Roth, I; Rothberg, J; Rousseau, D; Royon, C R; Rozanov, A; Rozen, Y; Ruan, X; Rubbo, F; Rubinskiy, I; Ruckstuhl, N; Rud, V I; Rudolph, C; Rudolph, G; Rühr, F; Ruiz-Martinez, A; Rumyantsev, L; Rurikova, Z; Rusakovich, N A; Ruschke, A; Rutherfoord, J P; Ruzicka, P; Ryabov, Y F; Rybar, M; Rybkin, G; Ryder, N C; Saavedra, A F; Sadeh, I; Sadrozinski, H F-W; Sadykov, R; Safai Tehrani, F; Sakamoto, H; Salamanna, G; Salamon, A; Saleem, M; Salek, D; Salihagic, D; Salnikov, A; Salt, J; Salvachua Ferrando, B M; Salvatore, D; Salvatore, F; Salvucci, A; Salzburger, A; Sampsonidis, D; Samset, B H; Sanchez, A; Sanchez Martinez, V; Sandaker, H; Sander, H G; Sanders, M P; Sandhoff, M; Sandoval, T; Sandoval, C; Sandstroem, R; Sankey, D P C; Sansoni, A; Santamarina Rios, C; Santoni, C; Santonico, R; Santos, H; Santoyo Castillo, I; Saraiva, J G; Sarangi, T; Sarkisyan-Grinbaum, E; Sarri, F; Sartisohn, G; Sasaki, O; Sasaki, Y; Sasao, N; Satsounkevitch, I; Sauvage, G; Sauvan, E; Sauvan, J B; Savard, P; Savinov, V; Savu, D O; Sawyer, L; Saxon, D H; Saxon, J; Sbarra, C; Sbrizzi, A; Scannicchio, D A; Scarcella, M; Schaarschmidt, J; Schacht, P; Schaefer, D; Schäfer, U; Schaelicke, A; Schaepe, S; Schaetzel, S; Schaffer, A C; Schaile, D; Schamberger, R D; Schamov, A G; Scharf, V; Schegelsky, V A; Scheirich, D; Schernau, M; Scherzer, M I; Schiavi, C; Schieck, J; Schioppa, M; Schlenker, S; Schmidt, E; Schmieden, K; Schmitt, C; Schmitt, S; Schneider, B; Schnoor, U; Schoeffel, L; Schoening, A; Schorlemmer, A L S; Schott, M; Schouten, D; Schovancova, J; Schram, M; Schroeder, C; Schroer, N; Schultens, M J; Schultes, J; Schultz-Coulon, H-C; Schulz, H; Schumacher, M; Schumm, B A; Schune, Ph; Schwanenberger, C; Schwartzman, A; Schwegler, Ph; Schwemling, Ph; Schwienhorst, R; Schwierz, R; Schwindling, J; Schwindt, T; Schwoerer, M; Sciacca, F G; Sciolla, G; Scott, W G; Searcy, J; Sedov, G; Sedykh, E; Seidel, S C; Seiden, A; Seifert, F; Seixas, J M; Sekhniaidze, G; Sekula, S J; Selbach, K E; Seliverstov, D M; Sellden, B; Sellers, G; Seman, M; Semprini-Cesari, N; Serfon, C; Serin, L; Serkin, L; Seuster, R; Severini, H; Sfyrla, A; Shabalina, E; Shamim, M; Shan, L Y; Shank, J T; Shao, Q T; Shapiro, M; Shatalov, P B; Shaw, K; Sherman, D; Sherwood, P; Shimizu, S; Shimojima, M; Shin, T; Shiyakova, M; Shmeleva, A; Shochet, M J; Short, D; Shrestha, S; Shulga, E; Shupe, M A; Sicho, P; Sidoti, A; Siegert, F; Sijacki, Dj; Silbert, O; Silva, J; Silver, Y; Silverstein, D; Silverstein, S B; Simak, V; Simard, O; Simic, Lj; Simion, S; Simioni, E; Simmons, B; Simoniello, R; Simonyan, M; Sinervo, P; Sinev, N B; Sipica, V; Siragusa, G; Sircar, A; Sisakyan, A N; Sivoklokov, S Yu; Sjölin, J; Sjursen, T B; Skinnari, L A; Skottowe, H P; Skovpen, K; Skubic, P; Slater, M; Slavicek, T; Sliwa, K; Smakhtin, V; Smart, B H; Smestad, L; Smirnov, S Yu; Smirnov, Y; Smirnova, L N; Smirnova, O; Smith, B C; Smith, D; Smith, K M; Smizanska, M; Smolek, K; Snesarev, A A; Snow, S W; Snow, J; Snyder, S; Sobie, R; Sodomka, J; Soffer, A; Solans, C A; Solar, M; Solc, J; Soldatov, E Yu; Soldevila, U; Solfaroli Camillocci, E; Solodkov, A A; Solovyanov, O V; Solovyev, V; Soni, N; Sopko, V; Sopko, B; Sosebee, M; Soualah, R; Soukharev, A; Spagnolo, S; Spanò, F; Spighi, R; Spigo, G; Spiwoks, R; Spousta, M; Spreitzer, T; Spurlock, B; St Denis, R D; Stahlman, J; Stamen, R; Stanecka, E; Stanek, R W; Stanescu, C; Stanescu-Bellu, M; Stanitzki, M M; Stapnes, S; Starchenko, E A; Stark, J; Staroba, P; Starovoitov, P; Staszewski, R; Staude, A; Stavina, P; Steele, G; Steinbach, P; Steinberg, P; Stekl, I; Stelzer, B; Stelzer, H J; Stelzer-Chilton, O; Stenzel, H; Stern, S; Stewart, G A; Stillings, J A; Stockton, M C; Stoerig, K; Stoicea, G; Stonjek, S; Strachota, P; Stradling, A R; Straessner, A; Strandberg, J; Strandberg, S; Strandlie, A; Strang, M; Strauss, E; Strauss, M; Strizenec, P; Ströhmer, R; Strom, D M; Strong, J A; Stroynowski, R; Stugu, B; Stumer, I; Stupak, J; Sturm, P; Styles, N A; Soh, D A; Su, D; Subramania, H S; Subramaniam, R; Succurro, A; Sugaya, Y; Suhr, C; Suk, M; Sulin, V V; Sultansoy, S; Sumida, T; Sun, X; Sundermann, J E; Suruliz, K; Susinno, G; Sutton, M R; Suzuki, Y; Suzuki, Y; Svatos, M; Swedish, S; Sykora, I; Sykora, T; Sánchez, J; Ta, D; Tackmann, K; Taffard, A; Tafirout, R; Taiblum, N; Takahashi, Y; Takai, H; Takashima, R; Takeda, H; Takeshita, T; Takubo, Y; Talby, M; Talyshev, A; Tamsett, M C; Tan, K G; Tanaka, J; Tanaka, R; Tanaka, S; Tanaka, S; Tanasijczuk, A J; Tani, K; Tannoury, N; Tapprogge, S; Tardif, D; Tarem, S; Tarrade, F; Tartarelli, G F; Tas, P; Tasevsky, M; Tassi, E; Tayalati, Y; Taylor, C; Taylor, F E; Taylor, G N; Taylor, W; Teinturier, M; Teischinger, F A; Teixeira Dias Castanheira, M; Teixeira-Dias, P; Temming, K K; Ten Kate, H; Teng, P K; Terada, S; Terashi, K; Terron, J; Testa, M; Teuscher, R J; Therhaag, J; Theveneaux-Pelzer, T; Thoma, S; Thomas, J P; Thompson, E N; Thompson, P D; Thompson, P D; Thompson, A S; Thomsen, L A; Thomson, E; Thomson, M; Thong, W M; Thun, R P; Tian, F; Tibbetts, M J; Tic, T; Tikhomirov, V O; Tikhonov, Y A; Timoshenko, S; Tiouchichine, E; Tipton, P; Tisserant, S; Todorov, T; Todorova-Nova, S; Toggerson, B; Tojo, J; Tokár, S; Tokushuku, K; Tollefson, K; Tomoto, M; Tompkins, L; Toms, K; Tonoyan, A; Topfel, C; Topilin, N D; Torrence, E; Torres, H; Torró Pastor, E; Toth, J; Touchard, F; Tovey, D R; Trefzger, T; Tremblet, L; Tricoli, A; Trigger, I M; Trincaz-Duvoid, S; Tripiana, M F; Triplett, N; Trischuk, W; Trocmé, B; Troncon, C; Trottier-McDonald, M; True, P; Trzebinski, M; Trzupek, A; Tsarouchas, C; Tseng, J C-L; Tsiakiris, M; Tsiareshka, P V; Tsionou, D; Tsipolitis, G; Tsiskaridze, S; Tsiskaridze, V; Tskhadadze, E G; Tsukerman, I I; Tsulaia, V; Tsung, J-W; Tsuno, S; Tsybychev, D; Tua, A; Tudorache, A; Tudorache, V; Tuggle, J M; Turala, M; Turecek, D; Turk Cakir, I; Turlay, E; Turra, R; Tuts, P M; Tykhonov, A; Tylmad, M; Tyndel, M; Tzanakos, G; Uchida, K; Ueda, I; Ueno, R; Ugland, M; Uhlenbrock, M; Uhrmacher, M; Ukegawa, F; Unal, G; Undrus, A; Unel, G; Unno, Y; Urbaniec, D; Urquijo, P; Usai, G; Uslenghi, M; Vacavant, L; Vacek, V; Vachon, B; Vahsen, S; Valenta, J; Valentinetti, S; Valero, A; Valkar, S; Valladolid Gallego, E; Vallecorsa, S; Valls Ferrer, J A; Van Berg, R; Van Der Deijl, P C; van der Geer, R; van der Graaf, H; Van Der Leeuw, R; van der Poel, E; van der Ster, D; van Eldik, N; van Gemmeren, P; van Vulpen, I; Vanadia, M; Vandelli, W; Vaniachine, A; Vankov, P; Vannucci, F; Vari, R; Varnes, E W; Varol, T; Varouchas, D; Vartapetian, A; Varvell, K E; Vassilakopoulos, V I; Vazeille, F; Vazquez Schroeder, T; Vegni, G; Veillet, J J; Veloso, F; Veness, R; Veneziano, S; Ventura, A; Ventura, D; Venturi, M; Venturi, N; Vercesi, V; Verducci, M; Verkerke, W; Vermeulen, J C; Vest, A; Vetterli, M C; Vichou, I; Vickey, T; Vickey Boeriu, O E; Viehhauser, G H A; Viel, S; Villa, M; Villaplana Perez, M; Vilucchi, E; Vincter, M G; Vinek, E; Vinogradov, V B; Virchaux, M; Virzi, J; Vitells, O; Viti, M; Vivarelli, I; Vives Vaque, F; Vlachos, S; Vladoiu, D; Vlasak, M; Vogel, A; Vokac, P; Volpi, G; Volpi, M; Volpini, G; von der Schmitt, H; von Radziewski, H; von Toerne, E; Vorobel, V; Vorwerk, V; Vos, M; Voss, R; Voss, T T; Vossebeld, J H; Vranjes, N; Vranjes Milosavljevic, M; Vrba, V; Vreeswijk, M; Vu Anh, T; Vuillermet, R; Vukotic, I; Wagner, W; Wagner, P; Wahlen, H; Wahrmund, S; Wakabayashi, J; Walch, S; Walder, J; Walker, R; Walkowiak, W; Wall, R; Waller, P; Walsh, B; Wang, C; Wang, H; Wang, H; Wang, J; Wang, J; Wang, R; Wang, S M; Wang, T; Warburton, A; Ward, C P; Wardrope, D R; Warsinsky, M; Washbrook, A; Wasicki, C; Watanabe, I; Watkins, P M; Watson, A T; Watson, I J; Watson, M F; Watts, G; Watts, S; Waugh, A T; Waugh, B M; Weber, M S; Webster, J S; Weidberg, A R; Weigell, P; Weingarten, J; Weiser, C; Wells, P S; Wenaus, T; Wendland, D; Weng, Z; Wengler, T; Wenig, S; Wermes, N; Werner, M; Werner, P; Werth, M; Wessels, M; Wetter, J; Weydert, C; Whalen, K; White, A; White, M J; White, S; Whitehead, S R; Whiteson, D; Whittington, D; Wicek, F; Wicke, D; Wickens, F J; Wiedenmann, W; Wielers, M; Wienemann, P; Wiglesworth, C; Wiik-Fuchs, L A M; Wijeratne, P A; Wildauer, A; Wildt, M A; Wilhelm, I; Wilkens, H G; Will, J Z; Williams, E; Williams, H H; Willis, W; Willocq, S; Wilson, J A; Wilson, M G; Wilson, A; Wingerter-Seez, I; Winkelmann, S; Winklmeier, F; Wittgen, M; Wollstadt, S J; Wolter, M W; Wolters, H; Wong, W C; Wooden, G; Wosiek, B K; Wotschack, J; Woudstra, M J; Wozniak, K W; Wraight, K; Wright, M; Wrona, B; Wu, S L; Wu, X; Wu, Y; Wulf, E; Wynne, B M; Xella, S; Xiao, M; Xie, S; Xu, C; Xu, D; Xu, L; Yabsley, B; Yacoob, S; Yamada, M; Yamaguchi, H; Yamamoto, A; Yamamoto, K; Yamamoto, S; Yamamura, T; Yamanaka, T; Yamazaki, T; Yamazaki, Y; Yan, Z; Yang, H; Yang, U K; Yang, Y; Yang, Z; Yanush, S; Yao, L; Yao, Y; Yasu, Y; Ybeles Smit, G V; Ye, J; Ye, S; Yilmaz, M; Yoosoofmiya, R; Yorita, K; Yoshida, R; Yoshihara, K; Young, C; Young, C J; Youssef, S; Yu, D; Yu, J; Yu, J; Yuan, L; Yurkewicz, A; Zabinski, B; Zaidan, R; Zaitsev, A M; Zajacova, Z; Zanello, L; Zanzi, D; Zaytsev, A; Zeitnitz, C; Zeman, M; Zemla, A; Zendler, C; Zenin, O; Ženiš, T; Zinonos, Z; Zerwas, D; Zevi Della Porta, G; Zhang, D; Zhang, H; Zhang, J; Zhang, X; Zhang, Z; Zhao, L; Zhao, Z; Zhemchugov, A; Zhong, J; Zhou, B; Zhou, N; Zhou, Y; Zhu, C G; Zhu, H; Zhu, J; Zhu, Y; Zhuang, X; Zhuravlov, V; Zibell, A; Zieminska, D; Zimin, N I; Zimmermann, R; Zimmermann, S; Zimmermann, S; Ziolkowski, M; Zitoun, R; Živković, L; Zmouchko, V V; Zobernig, G; Zoccoli, A; Zur Nedden, M; Zutshi, V; Zwalinski, L

    A measurement is presented of the [Formula: see text] production cross section at [Formula: see text] = 7 TeV using [Formula: see text] collision data corresponding to an integrated luminosity of 383 [Formula: see text], collected with the ATLAS experiment at the LHC. Selection of [Formula: see text](1020) mesons is based on the identification of charged kaons by their energy loss in the pixel detector. The differential cross section is measured as a function of the transverse momentum, [Formula: see text], and rapidity, [Formula: see text], of the [Formula: see text](1020) meson in the fiducial region 500 [Formula: see text] 1200 MeV, [Formula: see text] 0.8, kaon [Formula: see text] 230 MeV and kaon momentum [Formula: see text] 800 MeV. The integrated [Formula: see text]-meson production cross section in this fiducial range is measured to be [Formula: see text] = 570 [Formula: see text] 8 (stat) [Formula: see text] 66 (syst) [Formula: see text] 20 (lumi) [Formula: see text].

  14. Measurement of quarkonium production at forward rapidity in [Formula: see text] collisions at [Formula: see text]TeV.

    Science.gov (United States)

    Abelev, B; Adam, J; Adamová, D; Aggarwal, M M; Agnello, M; Agostinelli, A; Agrawal, N; Ahammed, Z; Ahmad, N; Ahmad Masoodi, A; Ahmed, I; Ahn, S U; Ahn, S A; Aimo, I; Aiola, S; Ajaz, M; Akindinov, A; Aleksandrov, D; Alessandro, B; Alexandre, D; Alici, A; Alkin, A; Alme, J; Alt, T; Altini, V; Altinpinar, S; Altsybeev, I; Alves Garcia Prado, C; Andrei, C; Andronic, A; Anguelov, V; Anielski, J; Antičić, T; Antinori, F; Antonioli, P; Aphecetche, L; Appelshäuser, H; Arbor, N; Arcelli, S; Armesto, N; Arnaldi, R; Aronsson, T; Arsene, I C; Arslandok, M; Augustinus, A; Averbeck, R; Awes, T C; Azmi, M D; Bach, M; Badalà, A; Baek, Y W; Bagnasco, S; Bailhache, R; Bala, R; Baldisseri, A; Baltasar Dos Santos Pedrosa, F; Baral, R C; Barbera, R; Barile, F; Barnaföldi, G G; Barnby, L S; Barret, V; Bartke, J; Basile, M; Bastid, N; Basu, S; Bathen, B; Batigne, G; Batyunya, B; Batzing, P C; Baumann, C; Bearden, I G; Beck, H; Bedda, C; Behera, N K; Belikov, I; Bellini, F; Bellwied, R; Belmont-Moreno, E; Bencedi, G; Beole, S; Berceanu, I; Bercuci, A; Berdnikov, Y; Berenyi, D; Bertens, R A; Berzano, D; Betev, L; Bhasin, A; Bhat, I R; Bhati, A K; Bhattacharjee, B; Bhom, J; Bianchi, L; Bianchi, N; Bianchin, C; Bielčík, J; Bielčíková, J; Bilandzic, A; Bjelogrlic, S; Blanco, F; Blau, D; Blume, C; Bock, F; Bogdanov, A; Bøggild, H; Bogolyubsky, M; Boldizsár, L; Bombara, M; Book, J; Borel, H; Borissov, A; Bossú, F; Botje, M; Botta, E; Böttger, S; Braun-Munzinger, P; Bregant, M; Breitner, T; Broker, T A; Browning, T A; Broz, M; Bruna, E; Bruno, G E; Budnikov, D; Buesching, H; Bufalino, S; Buncic, P; Busch, O; Buthelezi, Z; Caffarri, D; Cai, X; Caines, H; Caliva, A; Calvo Villar, E; Camerini, P; Carena, F; Carena, W; Castillo Castellanos, J; Casula, E A R; Catanescu, V; Cavicchioli, C; Ceballos Sanchez, C; Cepila, J; Cerello, P; Chang, B; Chapeland, S; Charvet, J L; Chattopadhyay, S; Chattopadhyay, S; Chelnokov, V; Cherney, M; Cheshkov, C; Cheynis, B; Chibante Barroso, V; Chinellato, D D; Chochula, P; Chojnacki, M; Choudhury, S; Christakoglou, P; Christensen, C H; Christiansen, P; Chujo, T; Chung, S U; Cicalo, C; Cifarelli, L; Cindolo, F; Cleymans, J; Colamaria, F; Colella, D; Collu, A; Colocci, M; Conesa Balbastre, G; Conesa Del Valle, Z; Connors, M E; Contreras, J G; Cormier, T M; Corrales Morales, Y; Cortese, P; Cortés Maldonado, I; Cosentino, M R; Costa, F; Crochet, P; Cruz Albino, R; Cuautle, E; Cunqueiro, L; Dainese, A; Dang, R; Danu, A; Das, D; Das, I; Das, K; Das, S; Dash, A; Dash, S; De, S; Delagrange, H; Deloff, A; Dénes, E; D'Erasmo, G; De Caro, A; de Cataldo, G; de Cuveland, J; De Falco, A; De Gruttola, D; De Marco, N; De Pasquale, S; de Rooij, R; Diaz Corchero, M A; Dietel, T; Divià, R; Di Bari, D; Di Liberto, S; Di Mauro, A; Di Nezza, P; Djuvsland, Ø; Dobrin, A; Dobrowolski, T; Domenicis Gimenez, D; Dönigus, B; Dordic, O; Dubey, A K; Dubla, A; Ducroux, L; Dupieux, P; Dutta Majumdar, A K; Ehlers, R J; Elia, D; Engel, H; Erazmus, B; Erdal, H A; Eschweiler, D; Espagnon, B; Esposito, M; Estienne, M; Esumi, S; Evans, D; Evdokimov, S; Fabris, D; Faivre, J; Falchieri, D; Fantoni, A; Fasel, M; Fehlker, D; Feldkamp, L; Felea, D; Feliciello, A; Feofilov, G; Ferencei, J; Fernández Téllez, A; Ferreiro, E G; Ferretti, A; Festanti, A; Figiel, J; Figueredo, M A S; Filchagin, S; Finogeev, D; Fionda, F M; Fiore, E M; Floratos, E; Floris, M; Foertsch, S; Foka, P; Fokin, S; Fragiacomo, E; Francescon, A; Frankenfeld, U; Fuchs, U; Furget, C; Fusco Girard, M; Gaardhøje, J J; Gagliardi, M; Gago, A M; Gallio, M; Gangadharan, D R; Ganoti, P; Garabatos, C; Garcia-Solis, E; Gargiulo, C; Garishvili, I; Gerhard, J; Germain, M; Gheata, A; Gheata, M; Ghidini, B; Ghosh, P; Ghosh, S K; Gianotti, P; Giubellino, P; Gladysz-Dziadus, E; Glässel, P; Gomez Ramirez, A; González-Zamora, P; Gorbunov, S; Görlich, L; Gotovac, S; Graczykowski, L K; Grelli, A; Grigoras, A; Grigoras, C; Grigoriev, V; Grigoryan, A; Grigoryan, S; Grinyov, B; Grion, N; Grosse-Oetringhaus, J F; Grossiord, J-Y; Grosso, R; Guber, F; Guernane, R; Guerzoni, B; Guilbaud, M; Gulbrandsen, K; Gulkanyan, H; Gunji, T; Gupta, A; Gupta, R; Khan, K H; Haake, R; Haaland, Ø; Hadjidakis, C; Haiduc, M; Hamagaki, H; Hamar, G; Hanratty, L D; Hansen, A; Harris, J W; Hartmann, H; Harton, A; Hatzifotiadou, D; Hayashi, S; Heckel, S T; Heide, M; Helstrup, H; Herghelegiu, A; Herrera Corral, G; Hess, B A; Hetland, K F; Hicks, B; Hippolyte, B; Hladky, J; Hristov, P; Huang, M; Humanic, T J; Hutter, D; Hwang, D S; Ilkaev, R; Ilkiv, I; Inaba, M; Innocenti, G M; Ionita, C; Ippolitov, M; Irfan, M; Ivanov, M; Ivanov, V; Ivanytskyi, O; Jachołkowski, A; Jacobs, P M; Jahnke, C; Jang, H J; Janik, M A; Jayarathna, P H S Y; Jena, S; Jimenez Bustamante, R T; Jones, P G; Jung, H; Jusko, A; Kadyshevskiy, V; Kalcher, S; Kalinak, P; Kalweit, A; Kamin, J; Kang, J H; Kaplin, V; Kar, S; Karasu Uysal, A; Karavichev, O; Karavicheva, T; Karpechev, E; Kebschull, U; Keidel, R; Khan, M M; Khan, P; Khan, S A; Khanzadeev, A; Kharlov, Y; Kileng, B; Kim, B; Kim, D W; Kim, D J; Kim, J S; Kim, M; Kim, M; Kim, S; Kim, T; Kirsch, S; Kisel, I; Kiselev, S; Kisiel, A; Kiss, G; Klay, J L; Klein, J; Klein-Bösing, C; Kluge, A; Knichel, M L; Knospe, A G; Kobdaj, C; Köhler, M K; Kollegger, T; Kolojvari, A; Kondratiev, V; Kondratyeva, N; Konevskikh, A; Kovalenko, V; Kowalski, M; Kox, S; Koyithatta Meethaleveedu, G; Kral, J; Králik, I; Kramer, F; Kravčáková, A; Krelina, M; Kretz, M; Krivda, M; Krizek, F; Krus, M; Kryshen, E; Krzewicki, M; Kučera, V; Kucheriaev, Y; Kugathasan, T; Kuhn, C; Kuijer, P G; Kulakov, I; Kumar, J; Kurashvili, P; Kurepin, A; Kurepin, A B; Kuryakin, A; Kushpil, S; Kweon, M J; Kwon, Y; Ladron de Guevara, P; Lagana Fernandes, C; Lakomov, I; Langoy, R; Lara, C; Lardeux, A; Lattuca, A; La Pointe, S L; La Rocca, P; Lea, R; Lee, G R; Legrand, I; Lehnert, J; Lemmon, R C; Lenti, V; Leogrande, E; Leoncino, M; León Monzón, I; Lévai, P; Li, S; Lien, J; Lietava, R; Lindal, S; Lindenstruth, V; Lippmann, C; Lisa, M A; Ljunggren, H M; Lodato, D F; Loenne, P I; Loggins, V R; Loginov, V; Lohner, D; Loizides, C; Lopez, X; López Torres, E; Lu, X-G; Luettig, P; Lunardon, M; Luo, J; Luparello, G; Luzzi, C; Ma, R; Maevskaya, A; Mager, M; Mahapatra, D P; Maire, A; Majka, R D; Malaev, M; Maldonado Cervantes, I; Malinina, L; Mal'Kevich, D; Malzacher, P; Mamonov, A; Manceau, L; Manko, V; Manso, F; Manzari, V; Marchisone, M; Mareš, J; Margagliotti, G V; Margotti, A; Marín, A; Markert, C; Marquard, M; Martashvili, I; Martin, N A; Martinengo, P; Martínez, M I; Martínez García, G; Martin Blanco, J; Martynov, Y; Mas, A; Masciocchi, S; Masera, M; Masoni, A; Massacrier, L; Mastroserio, A; Matyja, A; Mayer, C; Mazer, J; Mazzoni, M A; Meddi, F; Menchaca-Rocha, A; Mercado Pérez, J; Meres, M; Miake, Y; Mikhaylov, K; Milano, L; Milosevic, J; Mischke, A; Mishra, A N; Miśkowiec, D; Mitu, C M; Mlynarz, J; Mohanty, B; Molnar, L; Montaño Zetina, L; Montes, E; Morando, M; Moreira De Godoy, D A; Moretto, S; Morreale, A; Morsch, A; Muccifora, V; Mudnic, E; Muhuri, S; Mukherjee, M; Müller, H; Munhoz, M G; Murray, S; Musa, L; Musinsky, J; Nandi, B K; Nania, R; Nappi, E; Nattrass, C; Nayak, T K; Nazarenko, S; Nedosekin, A; Nicassio, M; Niculescu, M; Nielsen, B S; Nikolaev, S; Nikulin, S; Nikulin, V; Nilsen, B S; Noferini, F; Nomokonov, P; Nooren, G; Nyanin, A; Nystrand, J; Oeschler, H; Oh, S; Oh, S K; Okatan, A; Olah, L; Oleniacz, J; Oliveira Da Silva, A C; Onderwaater, J; Oppedisano, C; Ortiz Velasquez, A; Oskarsson, A; Otwinowski, J; Oyama, K; Sahoo, P; Pachmayer, Y; Pachr, M; Pagano, P; Paić, G; Painke, F; Pajares, C; Pal, S K; Palmeri, A; Pant, D; Papikyan, V; Pappalardo, G S; Pareek, P; Park, W J; Parmar, S; Passfeld, A; Patalakha, D I; Paticchio, V; Paul, B; Pawlak, T; Peitzmann, T; Pereira Da Costa, H; Pereira De Oliveira Filho, E; Peresunko, D; Pérez Lara, C E; Pesci, A; Peskov, V; Pestov, Y; Petráček, V; Petran, M; Petris, M; Petrovici, M; Petta, C; Piano, S; Pikna, M; Pillot, P; Pinazza, O; Pinsky, L; Piyarathna, D B; Płoskoń, M; Planinic, M; Pluta, J; Pochybova, S; Podesta-Lerma, P L M; Poghosyan, M G; Pohjoisaho, E H O; Polichtchouk, B; Poljak, N; Pop, A; Porteboeuf-Houssais, S; Porter, J; Pospisil, V; Potukuchi, B; Prasad, S K; Preghenella, R; Prino, F; Pruneau, C A; Pshenichnov, I; Puddu, G; Pujahari, P; Punin, V; Putschke, J; Qvigstad, H; Rachevski, A; Raha, S; Rak, J; Rakotozafindrabe, A; Ramello, L; Raniwala, R; Raniwala, S; Räsänen, S S; Rascanu, B T; Rathee, D; Rauf, A W; Razazi, V; Read, K F; Real, J S; Redlich, K; Reed, R J; Rehman, A; Reichelt, P; Reicher, M; Reidt, F; Renfordt, R; Reolon, A R; Reshetin, A; Rettig, F; Revol, J-P; Reygers, K; Ricci, R A; Richert, T; Richter, M; Riedler, P; Riegler, W; Riggi, F; Rivetti, A; Rocco, E; Rodríguez Cahuantzi, M; Rodriguez Manso, A; Røed, K; Rogochaya, E; Rohni, S; Rohr, D; Röhrich, D; Romita, R; Ronchetti, F; Rosnet, P; Rossegger, S; Rossi, A; Roukoutakis, F; Roy, A; Roy, C; Roy, P; Rubio Montero, A J; Rui, R; Russo, R; Ryabinkin, E; Rybicki, A; Sadovsky, S; Šafařík, K; Sahlmuller, B; Sahoo, R; Sahu, P K; Saini, J; Salgado, C A; Salzwedel, J; Sambyal, S; Samsonov, V; Sanchez Castro, X; Sánchez Rodríguez, F J; Šándor, L; Sandoval, A; Sano, M; Santagati, G; Sarkar, D; Scapparone, E; Scarlassara, F; Scharenberg, R P; Schiaua, C; Schicker, R; Schmidt, C; Schmidt, H R; Schuchmann, S; Schukraft, J; Schulc, M; Schuster, T; Schutz, Y; Schwarz, K; Schweda, K; Scioli, G; Scomparin, E; Scott, R; Segato, G; Seger, J E; Sekiguchi, Y; Selyuzhenkov, I; Seo, J; Serradilla, E; Sevcenco, A; Shabetai, A; Shabratova, G; Shahoyan, R; Shangaraev, A; Sharma, N; Sharma, S; Shigaki, K; Shtejer, K; Sibiriak, Y; Siddhanta, S; Siemiarczuk, T; Silvermyr, D; Silvestre, C; Simatovic, G; Singaraju, R; Singh, R; Singha, S; Singhal, V; Sinha, B C; Sinha, T; Sitar, B; Sitta, M; Skaali, T B; Skjerdal, K; Smakal, R; Smirnov, N; Snellings, R J M; Søgaard, C; Soltz, R; Song, J; Song, M; Soramel, F; Sorensen, S; Spacek, M; Sputowska, I; Spyropoulou-Stassinaki, M; Srivastava, B K; Stachel, J; Stan, I; Stefanek, G; Steinpreis, M; Stenlund, E; Steyn, G; Stiller, J H; Stocco, D; Stolpovskiy, M; Strmen, P; Suaide, A A P; Sugitate, T; Suire, C; Suleymanov, M; Sultanov, R; Šumbera, M; Susa, T; Symons, T J M; Szanto de Toledo, A; Szarka, I; Szczepankiewicz, A; Szymanski, M; Takahashi, J; Tangaro, M A; Tapia Takaki, J D; Tarantola Peloni, A; Tarazona Martinez, A; Tauro, A; Tejeda Muñoz, G; Telesca, A; Terrevoli, C; Thäder, J; Thomas, D; Tieulent, R; Timmins, A R; Toia, A; Torii, H; Trubnikov, V; Trzaska, W H; Tsuji, T; Tumkin, A; Turrisi, R; Tveter, T S; Ulery, J; Ullaland, K; Uras, A; Usai, G L; Vajzer, M; Vala, M; Valencia Palomo, L; Vallero, S; Vande Vyvre, P; Vannucci, L; Van Hoorne, J W; van Leeuwen, M; Vargas, A; Varma, R; Vasileiou, M; Vasiliev, A; Vechernin, V; Veldhoen, M; Velure, A; Venaruzzo, M; Vercellin, E; Vergara Limón, S; Vernet, R; Verweij, M; Vickovic, L; Viesti, G; Viinikainen, J; Vilakazi, Z; Villalobos Baillie, O; Vinogradov, A; Vinogradov, L; Vinogradov, Y; Virgili, T; Viyogi, Y P; Vodopyanov, A; Völkl, M A; Voloshin, K; Voloshin, S A; Volpe, G; von Haller, B; Vorobyev, I; Vranic, D; Vrláková, J; Vulpescu, B; Vyushin, A; Wagner, B; Wagner, J; Wagner, V; Wang, M; Wang, Y; Watanabe, D; Weber, M; Wessels, J P; Westerhoff, U; Wiechula, J; Wikne, J; Wilde, M; Wilk, G; Wilkinson, J; Williams, M C S; Windelband, B; Winn, M; Xiang, C; Yaldo, C G; Yamaguchi, Y; Yang, H; Yang, P; Yang, S; Yano, S; Yasnopolskiy, S; Yi, J; Yin, Z; Yoo, I-K; Yushmanov, I; Zaccolo, V; Zach, C; Zaman, A; Zampolli, C; Zaporozhets, S; Zarochentsev, A; Závada, P; Zaviyalov, N; Zbroszczyk, H; Zgura, I S; Zhalov, M; Zhang, H; Zhang, X; Zhang, Y; Zhao, C; Zhigareva, N; Zhou, D; Zhou, F; Zhou, Y; Zhu, H; Zhu, J; Zhu, X; Zichichi, A; Zimmermann, A; Zimmermann, M B; Zinovjev, G; Zoccarato, Y; Zynovyev, M; Zyzak, M

    The inclusive production cross sections at forward rapidity of [Formula: see text], [Formula: see text], [Formula: see text](1S) and [Formula: see text](2S) are measured in [Formula: see text] collisions at [Formula: see text] with the ALICE detector at the LHC. The analysis is based on a data sample corresponding to an integrated luminosity of 1.35 pb[Formula: see text]. Quarkonia are reconstructed in the dimuon-decay channel and the signal yields are evaluated by fitting the [Formula: see text] invariant mass distributions. The differential production cross sections are measured as a function of the transverse momentum [Formula: see text] and rapidity [Formula: see text], over the ranges [Formula: see text] GeV/c for [Formula: see text], [Formula: see text] GeV/c for all other resonances and for [Formula: see text]. The measured cross sections integrated over [Formula: see text] and [Formula: see text], and assuming unpolarized quarkonia, are: [Formula: see text] [Formula: see text]b, [Formula: see text] [Formula: see text]b, [Formula: see text] nb and [Formula: see text] nb, where the first uncertainty is statistical and the second one is systematic. The results are compared to measurements performed by other LHC experiments and to theoretical models.

  15. Design e valutazione di una esperienza di mobile learning

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Arrigo

    2008-01-01

    Full Text Available Analisi dello sviluppo scientifico e tecnologico nel campo di mobile learning, con particolare riferimento ai problemi di progettazione e valutazione nelle esperienze. Vengono analizzate le caratteristiche di metodologia didattica innovativa insieme a delle proposte per strumenti operativi concreti che consentano di progettare interventi didattici di mobile learning.

  16. María Zambrano e Cristina Campo: amicizia e destino

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Adele Ricciotti

    2014-01-01

    Full Text Available Il presente saggio intende analizzare l'amicizia e la relazione intellettuale instauratasi tra María Zambrano e Cristina Campo durante la seconda metà degli anni Cinquanta a Roma, testimoniata dalle lettere scritte da Cristina Campo all'amica e pubblicate in Italia. La vicinanza del pensiero e del sentimento religioso che le caratterizza è senz'altro un motivo d'indagine. Questa importante corrispondenza è inoltre studiata in relazione alla filosofia di Simone Weil, figura mediatrice che unisce le due autrici.

  17. Lo spazio e la definizione del mondo sociale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Veronica Polese

    2015-07-01

    Full Text Available In questi ultimi venti anni abbiamo vissuto in Italia una sempre maggiore attenzione alla violenza maschile verso le donne. Attenzione mediatica, attenzione politica, attenzione delle persone e delle comunità. La pratica di ascolto e relazione con donne in difficoltà a causa di violenza iniziata nella seconda metà degli anni ottanta è divenuta un discorso sociale sulla violenza maschile verso le donne, affermando nuovi paradigmi interpretativi e permettendo l’emersione di un problema strutturale della società, della cultura, del simbolico che ci iscrive nel mondo. Quella pratica ha determinato la possibilità di modificare un contesto che non aveva parole né rappresentazioni della violenza verso le donne, se non per la loro vittimizzazione salvifica di alcuni valori fondanti la società quale la famiglia. Il processo iniziato allora e nato nella fase finale del dibattito intorno alla nuova legge sulla violenza sessuale provava a dare una nuova risposta che aprisse lo spazio alla parola e ad un percorso di libertà femminile. Questa pratica ha accompagnato la nascita dei centri antiviolenza in Italia, con un processo creativo caratterizzato dal riconoscimento di autorità femminile nel percorso di cambiamento del reale in materia di violenza maschile verso le donne.

  18. Aspetti di continuità di lungo periodo dell’architettura di Venezia e osservazione sulla tipicità di alcuni processi di stratificazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Trovò, Francesco

    2010-12-01

    Full Text Available In order to interpret the links between Venice and Byzantium, it is firstly described how earliest houses in Venice were decorated by using sculptures coming from trading places. It is described the use of disassembled elements and the replacement of others, such as cornices, windows’ elements, coats of arms, among others. These were used firstly as a revival (Neo-Byzantine, 15th century, and later as reflection of the Venetian society «prudence», related to its behaviours and traditions. This prudence is mainly shown in the Renaissance. Besides this, other aspects such as the type of building and the façades, which are the main transformed surface, are analysed with the aim of researching periodical and characteristic dynamics, mainly in those façades showing stylistic renewal and new elements. Some external façades have maintained specific and easy observable characteristics, so they can be associated to a determined stylistic and morphological period. Other façades are stratified, as it is shown by the presence of elements (windows, cornices, … of different building phases. After tracing the main stratifying processes in about 40 study-cases, thanks to a macroscopic analysis, some ways of new composition elements and different stratified units are described. According to this, it is clear that the main principle is the searching for symmetry. Finally, some ways of intervention on the façades are described, highlighting some significant cases.[it] Nella prima parte dell’articolo viene descritto il modo di adornare le prime case veneziane con sculture importate dai luoghi del commercio, come ricostruzione del legame fra Venezia e Bisanzio. Si descrive l’uso di disaggregare e riposizionare vari elementi, come cornici, elementi di finestre, stemmi, prima come un iniziale revival, sia esso neobizantino o riferito al XV secolo, poi come manifestazione di «prudenza» della società veneziana, legata ai costumi, alle tradizioni. La

  19. I ministri di culto delle confessioni religiose di minoranza: problematiche attuali

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Matteo Carnì

    2015-06-01

    SOMMARIO: 1. I ministri di culto nell’ordinamento giuridico italiano - 2. I ministri di culto delle confessioni religiose dotate di intesa - 2.1. (segue L’individuazione dei ministri di culto - 2.2. (segue L’assistenza spirituale nelle strutture segreganti - 2.3.(segue Il matrimonio celebrato dai ministri di culto - 2.4 (segue Problematiche attinenti ai ministri di culto buddhisti – 3. I ministri di culto delle confessioni prive di intesa - 3.1. (segue In attesa della legge di approvazione: i ministri di culto della Congregazione cristiana dei Testimoni di Geova - 3.2. (segue Islam e ministri di culto - 4. Osservazioni conclusive.

  20. Il Servizio Intercultura dell’Istituto di Terapia Familiare di Firenze

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giancarlo Francini

    2013-12-01

    Full Text Available Nel corso del presente articolo vengono descritte le premesse epistemologiche e le metodologie adottate dagli operatori del Servizio Intercultura dell’Istituto di Terapia Familiare di Firenze (ITFF nel lavoro con la popolazione migrante ed elencati gli interventi fatti nel territorio. Il Servizio Intercultura dell’ITFF si è interrogato in questi anni sul valore della cultura come porta d’ingresso nel rapporto con il migrante; nel chiedere loro di narrare aspetti della loro cultura condividiamo aspetti della nostra cultura. L’incontro con il malinteso, che come dice Jankelevitch «(… è un quasi niente» (Jankelevitch, 1987, p. 233, perché se fosse stato qualcosa di più ce ne saremmo accorti e se fosse qualcosa di meno non sarebbe significativo, ci permette di aprirci a un rapporto che cambia entrambi, operatore e migrante, nella relazione. È nella relazione e attraverso il racconto dell’evento migrazione e del ciclo di vita che si costruisce e si cerca un linguaggio comune per la descrizione e l’espressione del disagio. Il lavoro con i migranti deve fare i conti con le difficoltà legate all’impiego, alla casa, al permesso di soggiorno e non ultimo alla brevità di alcuni incontri, perché per alcuni la nostra città è solo una tappa di un percorso che continua alla ricerca di una sistemazione migliore. Nel territorio di Firenze sono stati messi a punto una serie di servizi: oltre alla clinica e a uno sportello di consulenza, ci si dedica alla formazione degli operatori che lavorano con i migranti. Esempi di queste attività sono: un progetto di peer tutoring in alcune scuole superiori, uno di formazione per le assistenti sociali al fine di proporre un protocollo più efficace di presa in carico dei migranti, una serie di focus group con dipendenti Asl all’interno del progetto “Mamma segreta” della regione Toscana; inoltre, la collaborazione con le associazioni presenti sul territorio ha permesso un contatto

  1. Studio di prevalenza delle polmoniti in un'Azienda opsedaliera di Bologna

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    E. Leoni

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: nell’ambito di un progetto di sorveglianza attiva dei casi di polmonite da legionella, è stata studiata la prevalenza di tutti i casi di polmonite ricoverati in un ospedale di Bologna, allo scopo di definirne la distribuzione per origine (comunitaria o nosocomiale, eziologia, caratteristiche individuali e di confrontarle con le polmoniti da legionella.

    Metodi: per ogni caso con diagnosi clinica e/o radiologica di polmonite è stato compilato un questionario, raccogliendo le informazioni dalle cartelle cliniche. Tutti i casi di polmonite non specificata sono stati inoltre sottoposti al test per la ricerca dell’antigene di legionella nelle urine.

  2. Innovazione tecnologica e sinergie tra soluzioni geospaziali Lo "scenario Intergraph" (Parte Seconda

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Fiduccia

    2012-09-01

    Full Text Available Continua in quest'articolo la descrizione delle soluzioni geospatial del nuovo scenario Intergraph che si sta delineando a seguito della fusione di molti player del settore della geomatica al'interno del gruppo Hexagon AB. La prima parte di questo articolo è stata pubblicata su GEOmedia 4/2011.Technological  innovation  and  synergies  between  geospatial solutions. The "Intergraph's scenario". 2nd Part.In  October  2010,  Intergraph  was  acquired  by  and  is  now  a wholly owned subsidiary of Hexagon AB. Hexagon is a lead-ing global provider of precision measurement technology sys-tems. Intergraph Security, Government & Infrastructure (SG&I provides geospatially powered solutions to the public safety and  security,  defense  and  intelligence,  government,  trans-portation, utilities, and communications industries. Now since ERDAS is part of Intergraph,  Intergraph provides integrated products for remote sensing, photogrammetry, and geospatial data management and delivery. Using Leica sensors and tech-nologies enhanced by Intergraph-ERDAS software technolo-gies, IMoSS (another company of HEXAGON AB is a reliable partner  when  it  is  needed  to  monitor,  analyse  and  visualise movements  at  millimetre  level  accuracy  and  to  trasform  the monitoring data into actionable intelligence.

  3. Innovazione tecnologica e sinergie tra soluzioni geospaziali Lo "scenario Intergraph" (Parte Seconda

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Fiduccia

    2012-09-01

    Full Text Available Continua in quest'articolo la descrizione delle soluzioni geospatial del nuovo scenario Intergraph che si sta delineando a seguito della fusione di molti player del settore della geomatica al'interno del gruppo Hexagon AB. La prima parte di questo articolo è stata pubblicata su GEOmedia 4/2011. Technological  innovation  and  synergies  between  geospatial solutions. The "Intergraph's scenario". 2nd Part. In  October  2010,  Intergraph  was  acquired  by  and  is  now  a wholly owned subsidiary of Hexagon AB. Hexagon is a lead-ing global provider of precision measurement technology sys-tems. Intergraph Security, Government & Infrastructure (SG&I provides geospatially powered solutions to the public safety and  security,  defense  and  intelligence,  government,  trans-portation, utilities, and communications industries. Now since ERDAS is part of Intergraph,  Intergraph provides integrated products for remote sensing, photogrammetry, and geospatial data management and delivery. Using Leica sensors and tech-nologies enhanced by Intergraph-ERDAS software technolo-gies, IMoSS (another company of HEXAGON AB is a reliable partner  when  it  is  needed  to  monitor,  analyse  and  visualise movements  at  millimetre  level  accuracy  and  to  trasform  the monitoring data into actionable intelligence.

  4. Tolerance of a standard intact protein formula versus a partially hydrolyzed formula in healthy, term infants

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marunycz John D

    2009-06-01

    Full Text Available Abstract Background Parents who perceive common infant behaviors as formula intolerance-related often switch formulas without consulting a health professional. Up to one-half of formula-fed infants experience a formula change during the first six months of life. Methods The objective of this study was to assess discontinuance due to study physician-assessed formula intolerance in healthy, term infants. Infants (335 were randomized to receive either a standard intact cow milk protein formula (INTACT or a partially hydrolyzed cow milk protein formula (PH in a 60 day non-inferiority trial. Discontinuance due to study physician-assessed formula intolerance was the primary outcome. Secondary outcomes included number of infants who discontinued for any reason, including parent-assessed. Results Formula intolerance between groups (INTACT, 12.3% vs. PH, 13.7% was similar for infants who completed the study or discontinued due to study physician-assessed formula intolerance. Overall study discontinuance based on parent- vs. study physician-assessed intolerance for all infants (14.4 vs.11.1% was significantly different (P = 0.001. Conclusion This study demonstrated no difference in infant tolerance of intact vs. partially hydrolyzed cow milk protein formulas for healthy, term infants over a 60-day feeding trial, suggesting nonstandard partially hydrolyzed formulas are not necessary as a first-choice for healthy infants. Parents frequently perceived infant behavior as formula intolerance, paralleling previous reports of unnecessary formula changes. Trial Registration clinicaltrials.gov: NCT00666120

  5. Proposal of development of an advanced IORT system; Proposta di sviluppo di un sistema IORT di avanguardia

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ronsivalle, C [ENEA, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy). Unita tecnico scientifica Tecnologie Fisiche Avanzate; Casali, F [Bologna Univ., Bologna (Italy), Dipartimento di fisica; Colavita, E [Calabria Univ., Arcavacata (Italy). Diparimento di fisica; Lamanna, E [Magna Graecia Univ., Germaneto (Italy). Dipartimento di medicina sperimentale e clinica

    2005-07-15

    In the last years there has been an increasing interest on IORT (Intraoperative Radiation Therapy), also because of the development of dedicated accelerators. This technique represents a very effective oncological treatment consisting in delivering a single high dose on a tumour bed soon after surgery resection. In the following we present the proposal of development of a last generation IORT system based on the use of a linear accelerator with variable energy in the range 3-15 MeV, operating in C band (5712 MHz). Respect to the accelerator used in the commercial IORT systems operating at a typical frequency of 2998 MHz (S band) limited to a maximum energy of 12 MeV, the use of a higher RF frequency allows an increase of the maximum energy. This extends the use of the IORT technique to a wider field of tumors and an improvement of the system in terms of compactness and weight reduction. In addition the machine will be provided with a devoted absolute dosimetry system that will strongly simplify the procedures of dosimetric characterization. We intend to develop the system by a collaboration between ENEA, some Universities (Bologna, Catanzaro and Cosenza) and the national industry. [Italian] Negli ultimi anni si e sviluppato un sempre maggior interesse intorno alla Radioterapia IntraOperatoria (IORT), una particolare tecnica radioterapica che permette di irradiare la zona interessata da un tumore durante un intervento chirurgico utilizzando un fascio di elettroni prodotto da un acceleratore. La diffusione di questa metodica e stata favorita dalla presenza sul mercato di acceleratori installabili direttamente in sala operatoria. Come conseguenza di questa disponibilita sono emerse sia nuove esigenze legate alle particolari applicazioni cliniche, sia richieste di facilita di utilizzo e perfomances sempre piu sofisticate. Viene qui presentata una proposta di sviluppo di un sistema IORT di ultima generazione basato sull'utilizzo di un acceleratore lineare con energia

  6. Proposal of development of an advanced IORT system; Proposta di sviluppo di un sistema IORT di avanguardia

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ronsivalle, C. [ENEA, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy). Unita tecnico scientifica Tecnologie Fisiche Avanzate; Casali, F. [Bologna Univ., Bologna (Italy), Dipartimento di fisica; Colavita, E. [Calabria Univ., Arcavacata (Italy). Diparimento di fisica; Lamanna, E. [Magna Graecia Univ., Germaneto (Italy). Dipartimento di medicina sperimentale e clinica

    2005-07-15

    In the last years there has been an increasing interest on IORT (Intraoperative Radiation Therapy), also because of the development of dedicated accelerators. This technique represents a very effective oncological treatment consisting in delivering a single high dose on a tumour bed soon after surgery resection. In the following we present the proposal of development of a last generation IORT system based on the use of a linear accelerator with variable energy in the range 3-15 MeV, operating in C band (5712 MHz). Respect to the accelerator used in the commercial IORT systems operating at a typical frequency of 2998 MHz (S band) limited to a maximum energy of 12 MeV, the use of a higher RF frequency allows an increase of the maximum energy. This extends the use of the IORT technique to a wider field of tumors and an improvement of the system in terms of compactness and weight reduction. In addition the machine will be provided with a devoted absolute dosimetry system that will strongly simplify the procedures of dosimetric characterization. We intend to develop the system by a collaboration between ENEA, some Universities (Bologna, Catanzaro and Cosenza) and the national industry. [Italian] Negli ultimi anni si e sviluppato un sempre maggior interesse intorno alla Radioterapia IntraOperatoria (IORT), una particolare tecnica radioterapica che permette di irradiare la zona interessata da un tumore durante un intervento chirurgico utilizzando un fascio di elettroni prodotto da un acceleratore. La diffusione di questa metodica e stata favorita dalla presenza sul mercato di acceleratori installabili direttamente in sala operatoria. Come conseguenza di questa disponibilita sono emerse sia nuove esigenze legate alle particolari applicazioni cliniche, sia richieste di facilita di utilizzo e perfomances sempre piu sofisticate. Viene qui presentata una proposta di sviluppo di un sistema IORT di ultima generazione basato sull'utilizzo di un acceleratore lineare con

  7. Vitalij L. Machlin, Dopo l'interpretazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Margherita De Michiel

    2010-12-01

    Full Text Available Una riflessione insieme lucida e accorata sulla contemporaneità umanistico-scientifica oggi, in Russia come in occidente, in un’epoca che si confronta con l’esperienza del «dopo» a molteplici livelli del «mondo della storia» e del «mondo della vita». Approcci a un’«epistemologia umanistica» come «filosofia della seconda coscienza», ermeneutica dialogica che è insieme filosofia del linguaggio e ontologia sociale. La postulazione di una nuova «filologizzazione della filosofia» che riproponga il genere discorsivo del «commento» nella sua duplice anima della «comprensione» e della «spiegazione».  Nella nostra epoca «postbarbarica», la ripresa di un discorso interrotto per una nuova disputa tra «antichi» e «moderni». La parola di un filosofo, e il suo appello a un ritorno alla valenza etica dell’insegnamento.

  8. 27 CFR 5.27 - Formulas.

    Science.gov (United States)

    2010-04-01

    ... 27 Alcohol, Tobacco Products and Firearms 1 2010-04-01 2010-04-01 false Formulas. 5.27 Section 5.27 Alcohol, Tobacco Products and Firearms ALCOHOL AND TOBACCO TAX AND TRADE BUREAU, DEPARTMENT OF THE TREASURY LIQUORS LABELING AND ADVERTISING OF DISTILLED SPIRITS Formulas § 5.27 Formulas. Formulas are...

  9. Higher Education Funding Formulas.

    Science.gov (United States)

    McKeown-Moak, Mary P.

    1999-01-01

    One of the most critical components of the college or university chief financial officer's job is budget planning, especially using formulas. A discussion of funding formulas looks at advantages, disadvantages, and types of formulas used by states in budgeting for higher education, and examines how chief financial officers can position the campus…

  10. “What was done there is not to be told!” Plans for improvement and designs for ruin in Austen’s Sotherton Court

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberta Grandi

    2012-07-01

    Full Text Available L’articolo prende in considerazione il romanzo Mansfield Park di Jane Austen, concentrandosi in particolare sulle descrizioni e sugli eventi legati a Sotherton Court, l’abitazione di Mr. Rushworth. Il romanzo dedica grande attenzione ai progetti di rinnovamento del parco di Sotherton, offrendo interessanti osservazioni riguardo alla moda per l’architettura dei giardini e alle differenti attitudini dei personaggi coinvolti. L’articolo si apre con una introduzione generale sulla situazione dell’architettura paesaggistica nell’epoca di Jane Austen e si dedica, poi, ad approfondire l’analisi degli elementi descritti nel romanzo. La seconda parte dell’articolo si sviluppa a partire dalla considerazione del parco come locus amoenus, il giardino di piacere, per poi studiare la visita a Sotherton Court come narrata nei capitoli 9 e 10 del primo volume. L’episodio mette in scenai personaggi principali mentre, protetti dall’intimità della “wilderness” e dell’“ha-ha”, si lasciano andare a comportamenti impropri. L’analisi mostra come questo episodio costituisca una prefigurazione metaforica dello sviluppo futuro della trama e come esso fornisca, allo stesso tempo, un giudizio morale sul comportamento dei personaggi.

  11. La figura di Maria Maddalena nella tradizione agostiniana del XII secolo e l'allegoria nuziale in Bernardo di ClairvauxUn'ipotesi di interpretazione alla luce di categorie di ordine psicoanalitico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Cartotto

    2008-07-01

    La lettura viene condotta sulla base di categorie concettuali di carattere psicoanalitico, in quanto tali categorie trovano la propria origine, prima ancora che nel pensiero, nella più concreta e profonda esperienza umana. Ed è proprio il collocarsi all'interno di questa viva esperienza umana che consente di cogliere in modo più diretto la dimensione antropologica che pare emergere dagli scrittori monastici di questo periodo.

  12. KOMPOSISI KIMIA DAN ORGANOLEPTIK FORMULA NUGGET BERBASIS TEPUNG TEMPE DAN TEPUNG RICEBRAN

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sufiati Bintanah

    2014-07-01

    Full Text Available Abstrak Di Indonesia terjadi perubahan pola penyakit dari infeksi dan kekurangan gizi ke degeneratif dan kanker akibat perubahan gaya hidup dan pola makan  tinggi lemak dan rendah serat serta modernisasi pola hidup. Tempe kedelai merupakan bahan makanan yang dapat menurunkan trigliserida, kolesterol total, kolesterol LDL, serta meningkatkan kolesterol HDL. Bekatul juga merupakan bahan makanan yang dapat menurunkan kadar lemak darah karena mengandung oryzanol, tokoferol, dan asam felurat. Tujuan dari penelitian ini adalah untuk menyeleksi formula nugget berdasarkan karakteristik fisik, kimia dan organoleptik serta aktifitas antioksidan. Jenis penelitian ini adalah penelitian diskriptif dengan perlakuan formulasi tepung tempe dan tepung ricebran sebanyak 10 formula. Analisis komposisi kimia dilakukan terhadap bahan mentah dan nugget meliputi analisis protein (mikro kjedhl, lemak (soxhlet, air (oven, karbohidrat (Luff Schoorl l, penetapan kadar Vitamin E (Alfa-Tokoferol, analisa aktivitas anti bakteri metode difusi agar. Pengujian organoleptik menggunakan metode scoring. Hasil menunjukkan nugget dengan formula tepung tempe 50% dan tepung bekatul 50% (formula A7, mempunyai komposisi kimia terbaik yaitu protein 19,5g%, lemak 18.33g%, air 35.59%, abu 1,62%, serat kasar 9,57g%, Karbohidrat 25,41 g%, Vitamin E 148,92 µg/g, aktifitas antioksidan 197,1 µg/ml. Hasil pengujian organoleptik terhadap warna, rasa, aroma maupun tekstur yang paling disuka pada formula A7. Kesimpulan: Optimasi tepung tempe dan rice bran yang diterima berdasarkan sifat fisik, organoleptik dan analisa zat gizi adalah dengan perlakuan sangrai 20 menit. Formula nugget yang optimum A7 dengan perbandingan tepung tempe dan rice bran 50:50 g. Kata Kunci: Komposisi Kimia, Organoleptik, Formula Nugget, Tepung Tempe, Ricebran Abstract In Indonesia, there has been a changing disease pattern from infectious and food deficiency diseases to degenerative and cancerous diseases. Soy bean cake

  13. L’italiano L2 : auto-apprendimento e narratività. Materiali multimediali di italiano L2 per bambini e ragazzi.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Graziella Favaro

    2009-12-01

    Full Text Available Normal 0 14 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman";} Normal 0 14 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman";} Insegnare l'italiano come seconda lingua ai bambini e ragazzi di recente immigrazione è un percorso  delicato e complesso che  fa ormai parte  dei compiti professionali ";ordinari"; dei docenti che operano nelle classi sempre più multiculturali e plurilingui. La modalità di insegnamento/apprendimento della L2 più diffusa ed efficace è quella integrata: l'alunno non italofono è inserito nella classe comune e, parallelamente, in determinati momenti, frequenta il laboratorio  di italiano L2. Per  sostenere  questo modello integrato e accompagnare il  viaggio dentro l'italiano dei bambini e dei ragazzi neoarrivati, servono materiali didattici flessibili e ricchi di proposte, utilizzabili in maniera autonoma e in piccolo gruppo; proponibili in maniera tradizionale o anche attraverso la LIM; adatti a sviluppare competenze diverse, proprie della lingua per comunicare, dell'italiano scritto e propedeutiche all'apprendimento del curricolo comune. I due corsi di italiano L2  che vengono presentati nell'ultima parte dell'articolo rispondono a queste esigenze, in quanto a sono rivolti l'uno ai bambini e l'altro ai ragazzi stranieri neo arrivati; b si propongono  il passaggio dal livello prebasico ai livelli A1, A2 e B1 del QCERL; c si

  14. Measurement of the [Formula: see text] production cross-section in proton-proton collisions via the decay [Formula: see text].

    Science.gov (United States)

    Aaij, R; Beteta, C Abellán; Adeva, B; Adinolfi, M; Affolder, A; Ajaltouni, Z; Akar, S; Albrecht, J; Alessio, F; Alexander, M; Ali, S; Alkhazov, G; Alvarez Cartelle, P; Alves, A A; Amato, S; Amerio, S; Amhis, Y; An, L; Anderlini, L; Anderson, J; Andreassen, R; Andreotti, M; Andrews, J E; Appleby, R B; Aquines Gutierrez, O; Archilli, F; Artamonov, A; Artuso, M; Aslanides, E; Auriemma, G; Baalouch, M; Bachmann, S; Back, J J; Badalov, A; Baesso, C; Baldini, W; Barlow, R J; Barschel, C; Barsuk, S; Barter, W; Batozskaya, V; Battista, V; Bay, A; Beaucourt, L; Beddow, J; Bedeschi, F; Bediaga, I; Belogurov, S; Belous, K; Belyaev, I; Ben-Haim, E; Bencivenni, G; Benson, S; Benton, J; Berezhnoy, A; Bernet, R; Bettler, M-O; van Beuzekom, M; Bien, A; Bifani, S; Bird, T; Bizzeti, A; Bjørnstad, P M; Blake, T; Blanc, F; Blouw, J; Blusk, S; Bocci, V; Bondar, A; Bondar, N; Bonivento, W; Borghi, S; Borgia, A; Borsato, M; Bowcock, T J V; Bowen, E; Bozzi, C; Brambach, T; Bressieux, J; Brett, D; Britsch, M; Britton, T; Brodzicka, J; Brook, N H; Brown, H; Bursche, A; Busetto, G; Buytaert, J; Cadeddu, S; Calabrese, R; Calvi, M; Calvo Gomez, M; Campana, P; Campora Perez, D; Carbone, A; Carboni, G; Cardinale, R; Cardini, A; Carson, L; Carvalho Akiba, K; Casse, G; Cassina, L; Castillo Garcia, L; Cattaneo, M; Cauet, Ch; Cenci, R; Charles, M; Charpentier, Ph; Chefdeville, M; Chen, S; Cheung, S-F; Chiapolini, N; Chrzaszcz, M; Ciba, K; Cid Vidal, X; Ciezarek, G; Clarke, P E L; Clemencic, M; Cliff, H V; Closier, J; Coco, V; Cogan, J; Cogneras, E; Cogoni, V; Cojocariu, L; Collins, P; Comerma-Montells, A; Contu, A; Cook, A; Coombes, M; Coquereau, S; Corti, G; Corvo, M; Counts, I; Couturier, B; Cowan, G A; Craik, D C; Cruz Torres, M; Cunliffe, S; Currie, R; D'Ambrosio, C; Dalseno, J; David, P; David, P N Y; Davis, A; De Bruyn, K; De Capua, S; De Cian, M; De Miranda, J M; De Paula, L; De Silva, W; De Simone, P; Decamp, D; Deckenhoff, M; Del Buono, L; Déléage, N; Derkach, D; Deschamps, O; Dettori, F; Di Canto, A; Dijkstra, H; Donleavy, S; Dordei, F; Dorigo, M; Dosil Suárez, A; Dossett, D; Dovbnya, A; Dreimanis, K; Dujany, G; Dupertuis, F; Durante, P; Dzhelyadin, R; Dziurda, A; Dzyuba, A; Easo, S; Egede, U; Egorychev, V; Eidelman, S; Eisenhardt, S; Eitschberger, U; Ekelhof, R; Eklund, L; El Rifai, I; Elena, E; Elsasser, Ch; Ely, S; Esen, S; Evans, H-M; Evans, T; Falabella, A; Färber, C; Farinelli, C; Farley, N; Farry, S; Fay, R F; Ferguson, D; Fernandez Albor, V; Ferreira Rodrigues, F; Ferro-Luzzi, M; Filippov, S; Fiore, M; Fiorini, M; Firlej, M; Fitzpatrick, C; Fiutowski, T; Fol, P; Fontana, M; Fontanelli, F; Forty, R; Francisco, O; Frank, M; Frei, C; Frosini, M; Fu, J; Furfaro, E; Gallas Torreira, A; Galli, D; Gallorini, S; Gambetta, S; Gandelman, M; Gandini, P; Gao, Y; García Pardiñas, J; Garofoli, J; Garra Tico, J; Garrido, L; Gaspar, C; Gauld, R; Gavardi, L; Gavrilov, G; Geraci, A; Gersabeck, E; Gersabeck, M; Gershon, T; Ghez, Ph; Gianelle, A; Gianì, S; Gibson, V; Giubega, L; Gligorov, V V; Göbel, C; Golubkov, D; Golutvin, A; Gomes, A; Gotti, C; Grabalosa Gándara, M; Graciani Diaz, R; Granado Cardoso, L A; Graugés, E; Graziani, G; Grecu, A; Greening, E; Gregson, S; Griffith, P; Grillo, L; Grünberg, O; Gui, B; Gushchin, E; Guz, Yu; Gys, T; Hadjivasiliou, C; Haefeli, G; Haen, C; Haines, S C; Hall, S; Hamilton, B; Hampson, T; Han, X; Hansmann-Menzemer, S; Harnew, N; Harnew, S T; Harrison, J; He, J; Head, T; Heijne, V; Hennessy, K; Henrard, P; Henry, L; Hernando Morata, J A; van Herwijnen, E; Heß, M; Hicheur, A; Hill, D; Hoballah, M; Hombach, C; Hulsbergen, W; Hunt, P; Hussain, N; Hutchcroft, D; Hynds, D; Idzik, M; Ilten, P; Jacobsson, R; Jaeger, A; Jalocha, J; Jans, E; Jaton, P; Jawahery, A; Jing, F; John, M; Johnson, D; Jones, C R; Joram, C; Jost, B; Jurik, N; Kaballo, M; Kandybei, S; Kanso, W; Karacson, M; Karbach, T M; Karodia, S; Kelsey, M; Kenyon, I R; Ketel, T; Khanji, B; Khurewathanakul, C; Klaver, S; Klimaszewski, K; Kochebina, O; Kolpin, M; Komarov, I; Koopman, R F; Koppenburg, P; Korolev, M; Kozlinskiy, A; Kravchuk, L; Kreplin, K; Kreps, M; Krocker, G; Krokovny, P; Kruse, F; Kucewicz, W; Kucharczyk, M; Kudryavtsev, V; Kurek, K; Kvaratskheliya, T; La Thi, V N; Lacarrere, D; Lafferty, G; Lai, A; Lambert, D; Lambert, R W; Lanfranchi, G; Langenbruch, C; Langhans, B; Latham, T; Lazzeroni, C; Le Gac, R; van Leerdam, J; Lees, J-P; Lefèvre, R; Leflat, A; Lefrançois, J; Leo, S; Leroy, O; Lesiak, T; Leverington, B; Li, Y; Likhomanenko, T; Liles, M; Lindner, R; Linn, C; Lionetto, F; Liu, B; Lohn, S; Longstaff, I; Lopes, J H; Lopez-March, N; Lowdon, P; Lucchesi, D; Luo, H; Lupato, A; Luppi, E; Lupton, O; Machefert, F; Machikhiliyan, I V; Maciuc, F; Maev, O; Malde, S; Malinin, A; Manca, G; Mancinelli, G; Mapelli, A; Maratas, J; Marchand, J F; Marconi, U; Marin Benito, C; Marino, P; Märki, R; Marks, J; Martellotti, G; Martens, A; Sánchez, A Martín; Martinelli, M; Martinez Santos, D; Martinez Vidal, F; Martins Tostes, D; Massafferri, A; Matev, R; Mathe, Z; Matteuzzi, C; Mazurov, A; McCann, M; McCarthy, J; McNab, A; McNulty, R; McSkelly, B; Meadows, B; Meier, F; Meissner, M; Merk, M; Milanes, D A; Minard, M-N; Moggi, N; Molina Rodriguez, J; Monteil, S; Morandin, M; Morawski, P; Mordà, A; Morello, M J; Moron, J; Morris, A-B; Mountain, R; Muheim, F; Müller, K; Mussini, M; Muster, B; Naik, P; Nakada, T; Nandakumar, R; Nasteva, I; Needham, M; Neri, N; Neubert, S; Neufeld, N; Neuner, M; Nguyen, A D; Nguyen, T D; Nguyen-Mau, C; Nicol, M; Niess, V; Niet, R; Nikitin, N; Nikodem, T; Novoselov, A; O'Hanlon, D P; Oblakowska-Mucha, A; Obraztsov, V; Oggero, S; Ogilvy, S; Okhrimenko, O; Oldeman, R; Onderwater, G; Orlandea, M; Otalora Goicochea, J M; Owen, P; Oyanguren, A; Pal, B K; Palano, A; Palombo, F; Palutan, M; Panman, J; Papanestis, A; Pappagallo, M; Pappalardo, L L; Parkes, C; Parkinson, C J; Passaleva, G; Patel, G D; Patel, M; Patrignani, C; Alvarez, A Pazos; Pearce, A; Pellegrino, A; Pepe Altarelli, M; Perazzini, S; Trigo, E Perez; Perret, P; Perrin-Terrin, M; Pescatore, L; Pesen, E; Petridis, K; Petrolini, A; Picatoste Olloqui, E; Pietrzyk, B; Pilař, T; Pinci, D; Pistone, A; Playfer, S; Plo Casasus, M; Polci, F; Poluektov, A; Polycarpo, E; Popov, A; Popov, D; Popovici, B; Potterat, C; Price, E; Price, J D; Prisciandaro, J; Pritchard, A; Prouve, C; Pugatch, V; Puig Navarro, A; Punzi, G; Qian, W; Rachwal, B; Rademacker, J H; Rakotomiaramanana, B; Rama, M; Rangel, M S; Raniuk, I; Rauschmayr, N; Raven, G; Redi, F; Reichert, S; Reid, M M; Dos Reis, A C; Ricciardi, S; Richards, S; Rihl, M; Rinnert, K; Rives Molina, V; Robbe, P; Rodrigues, A B; Rodrigues, E; Rodriguez Perez, P; Roiser, S; Romanovsky, V; Romero Vidal, A; Rotondo, M; Rouvinet, J; Ruf, T; Ruiz, H; Ruiz Valls, P; Saborido Silva, J J; Sagidova, N; Sail, P; Saitta, B; Salustino Guimaraes, V; Sanchez Mayordomo, C; Sanmartin Sedes, B; Santacesaria, R; Santamarina Rios, C; Santovetti, E; Sarti, A; Satriano, C; Satta, A; Saunders, D M; Savrie, M; Savrina, D; Schiller, M; Schindler, H; Schlupp, M; Schmelling, M; Schmidt, B; Schneider, O; Schopper, A; Schune, M-H; Schwemmer, R; Sciascia, B; Sciubba, A; Seco, M; Semennikov, A; Sepp, I; Serra, N; Serrano, J; Sestini, L; Seyfert, P; Shapkin, M; Shapoval, I; Shcheglov, Y; Shears, T; Shekhtman, L; Shevchenko, V; Shires, A; Silva Coutinho, R; Simi, G; Sirendi, M; Skidmore, N; Skwarnicki, T; Smith, N A; Smith, E; Smith, E; Smith, J; Smith, M; Snoek, H; Sokoloff, M D; Soler, F J P; Soomro, F; Souza, D; De Paula, B Souza; Spaan, B; Sparkes, A; Spradlin, P; Sridharan, S; Stagni, F; Stahl, M; Stahl, S; Steinkamp, O; Stenyakin, O; Stevenson, S; Stoica, S; Stone, S; Storaci, B; Stracka, S; Straticiuc, M; Straumann, U; Stroili, R; Subbiah, V K; Sun, L; Sutcliffe, W; Swientek, K; Swientek, S; Syropoulos, V; Szczekowski, M; Szczypka, P; Szilard, D; Szumlak, T; T'Jampens, S; Teklishyn, M; Tellarini, G; Teubert, F; Thomas, C; Thomas, E; van Tilburg, J; Tisserand, V; Tobin, M; Tolk, S; Tomassetti, L; Tonelli, D; Topp-Joergensen, S; Torr, N; Tournefier, E; Tourneur, S; Tran, M T; Tresch, M; Tsaregorodtsev, A; Tsopelas, P; Tuning, N; Ubeda Garcia, M; Ukleja, A; Ustyuzhanin, A; Uwer, U; Vacca, C; Vagnoni, V; Valenti, G; Vallier, A; Vazquez Gomez, R; Vazquez Regueiro, P; Vázquez Sierra, C; Vecchi, S; Velthuis, J J; Veltri, M; Veneziano, G; Vesterinen, M; Viaud, B; Vieira, D; Vieites Diaz, M; Vilasis-Cardona, X; Vollhardt, A; Volyanskyy, D; Voong, D; Vorobyev, A; Vorobyev, V; Voß, C; Voss, H; de Vries, J A; Waldi, R; Wallace, C; Wallace, R; Walsh, J; Wandernoth, S; Wang, J; Ward, D R; Watson, N K; Websdale, D; Whitehead, M; Wicht, J; Wiedner, D; Wilkinson, G; Williams, M P; Williams, M; Wilschut, H W; Wilson, F F; Wimberley, J; Wishahi, J; Wislicki, W; Witek, M; Wormser, G; Wotton, S A; Wright, S; Wyllie, K; Xie, Y; Xing, Z; Xu, Z; Yang, Z; Yuan, X; Yushchenko, O; Zangoli, M; Zavertyaev, M; Zhang, L; Zhang, W C; Zhang, Y; Zhelezov, A; Zhokhov, A; Zhong, L; Zvyagin, A

    The production of the [Formula: see text] state in proton-proton collisions is probed via its decay to the [Formula: see text] final state with the LHCb detector, in the rapidity range [Formula: see text] and in the meson transverse-momentum range [Formula: see text]. The cross-section for prompt production of [Formula: see text] mesons relative to the prompt [Formula: see text] cross-section is measured, for the first time, to be [Formula: see text] at a centre-of-mass energy [Formula: see text] using data corresponding to an integrated luminosity of 0.7 fb[Formula: see text], and [Formula: see text] at [Formula: see text] using 2.0 fb[Formula: see text]. The uncertainties quoted are, in order, statistical, systematic, and that on the ratio of branching fractions of the [Formula: see text] and [Formula: see text] decays to the [Formula: see text] final state. In addition, the inclusive branching fraction of [Formula: see text]-hadron decays into [Formula: see text] mesons is measured, for the first time, to be [Formula: see text], where the third uncertainty includes also the uncertainty on the [Formula: see text] inclusive branching fraction from [Formula: see text]-hadron decays. The difference between the [Formula: see text] and [Formula: see text] meson masses is determined to be [Formula: see text].

  15. Towards a Collective Intelligence: Transmediality and the Wu Ming Project

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Melina Anne Masterson

    2014-11-01

    Full Text Available Dagli albori della Seconda Repubblica in Italia,  le strategie di dominio sui mass media dell’ex premier Silvio Berlusconi hanno avuto un effetto considerevole sull’immaginario culturale italiano. In un approccio multisensoriale e multimediale alla scrittura, il collettivo Wu Ming mette in questione i paradigmi culturali che negli ultimi venti anni sono diventati egemonici. L’esperienza di un romanzo dei Wu Ming va ben oltre la parola stampata poiché cerca di stimolare tutti i cinque sensi per arricchire il modo in cui il lettore vive quello che c’è sulla pagina, dimostrando esempi chiari della «convergence culture» coniata da Henry Jenkins. Questo saggio esamina l’interazione tra parola e immagine messa in atto dal collettivo tramite il sito Pinterest e illustra come questo aspetto del loro progetto rappresenti un microcosmo di un approccio complessivo alla creazione estetica e alla pratica culturale. Inoltre, questo saggio descrive in che modo il processo collettivo di consumo portato avanti dai Wu Ming contribuisca alla formazione delle «communities of sentiment» di Arjun Appadurai e alla «intelligenza collettiva» di Jenkins. Queste sono formazioni che rivitalizzano il concetto di cultura popolare per la nostra epoca digitale e offrono un’alternativa ad un immaginario culturale italiano sovra-determinato dalle pratiche del Berlusconismo.

  16. La logistica nei processi di trasformazione dell’area orientale di Napoli

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Adriana Galderisi

    2010-07-01

    Full Text Available Stoccaggio e trasporto merci hanno assunto, già da alcuni anni, un ruolo rilevante nell’area orientale di Napoli, con impatti significativi sulla qualità urbana ed ambientale dell’area. In quest’area, anche grazie alla sua vicinanza ai principali nodi della mobilità (porto, aeroporto, stazione ferroviaria e alla significativa presenza di aree produttive dismesse o in dismissione, trovano oggi spazio numerose attività di stoccaggio e spedizione merci, in molti casi localizzate all’interno di ex aree industriali, in assenza di una reale ottica “sistemica”. Pertanto, a partire da una breve disamina dell’evoluzione dell’area orientale e di quanto previsto dagli strumenti urbanistici vigenti per la sua trasformazione, il contributo focalizza l’attenzione sul ruolo attuale dslle attività di stoccaggio e trasporto merci nell’area. Quindi, sulla base di alcune recenti esperienze di italiane e in riferimento ad ipotesi già avanzate per l’organizzazione di una piattaforma logistica nell’area orientale di Napoli -quale strumento per ottimizzare le necessità di stoccaggio e trasporto merci riducendone le esternalità negative- valuta la compatibilità di tali scelte con le prospettive di evoluzione/trasformazione dell’area e il potenziale ruolo che l’area potrebbe svolgere in una prospettiva di ri-organizzazione del trasporto merci in ambito urbano.

  17. Studio del comportamento di Acanthamoeba. polyphaga in presenza di Legionella pneumophila e di altri batteri ad habitat acquatico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Bondi

    2003-05-01

    Full Text Available Le amebe a vita libera sono state oggetto di diversi studi negli ultimi anni, non solo per le loro potenzialità patogene nei confronti dell’uomo, ma anche per l’importante ruolo che svolgono in natura, dove agiscono come predatori in grado di controllare le popolazioni batteriche. Alcuni degli organismi fagocitati però possono evitare la lisi fagosomiale e mantenere la loro condizione vitale a livello intracellulare, divenendo endosimbionti. Le amebe fungono così da riserva per questi batteri, proteggendoli da difficili condizioni extracellulari e provvedendo ad un ambiente consono alla loro replicazione. Tale tipo di interazione è particolarmente studiata in Legionella pneumophila, dal momento che l’ampia diffusione di questo germe, nonché la sua virulenza, pare siano fortemente influenzate dalla capacità di parassitare protozoi appartenenti ai generi Acanthamoeba, Naegleria e Balamuthia. Al fine di ottenere maggiori informazioni sui fattori favorenti o inibenti lo sviluppo di questi protozoi, è stato studiato il comportamento di un ceppo di Acanthamoeba polyphaga coltivato, in solido e in liquido, in associazione con L. pneumophila ed altri batteri ad habitat acquatico (Pseudomonas, Aeromonas, Achromobacter, Burkholderia. Su tappeti di cellule batteriche allestiti in Non Nutrient Agar (NNA, A.polyphaga si è mostrata in grado di moltiplicarsi utilizzando come nutrimento tutti i ceppi testati, nonostante alcuni, come Burkholderia cepacia SSV6 e Achromobacter xylox SS28, risultino più idonei al suo sviluppo. In piastre a pozzetti addizionate di acqua condottata autoclavata, il protozoo ha mostrato una buona capacità di sopravvivenza, non risultando inoltre influenzato dalla presenza di legionella o dei batteri acquatici testati. Dal momento che, fra i batteri descritti come capaci di vita intra-amebica, sono inclusi patogeni quali Chlamydia, Legionella, Listeria e Rickettsiae, risulta necessario riconsiderare la rilevanza clinica

  18. L’occasione e l’eterno: la tenda di Tolomeo Filadelfo nei palazzi di Alessandria. Parte seconda. Una proposta di ricostruzione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Calandra

    2009-05-01

    Full Text Available The work is the second part of an essay published in “Lanx” 1 (2008.After exposing the previous reconstructions, a new proposal is advanced, which explains the marquee through the macedonian architecture and suggests a new architectonical building type, the oecus aegyptius. Since only the interior is known, the dimensions are calculated (m 34 x 26 approximately for the base, m 22 for the height of the columns, with the addition of the roof, and the constitutive elements are interpreted according to the comparison with the archaeological and literary evidence: the palm- and thyrsos-shaped columns, the nymphai and the antra, the statue bases, the arch door, the lacunar ceiling, the sloping roof, the furniture, the gold and silver vases, the works of art. The exhibition lasts one year, and consequently becomes a new “event”, in connection with the contemporary dionysiac pompé: the works of art acquire a new meaning, connoting the Lagides as refined collectors, and are part of a cultural and political program, probably organized by the Museum scholars. The exhibition, indeed, is marked by an encyclopaedical purpose: on one hand it seems to be the ephemeral equivalent of the  Museum and of the zoo promoted  by Ptolemy I, on the other it takes part in the cultural construction of the Ptolemean family, being almost its dynastic monument.

  19. Problemi di Fisica

    CERN Document Server

    Fazio, Michelangelo

    2008-01-01

    L’introduzione delle lauree triennali ha in molti casi costretto i docenti a ridurre drasticamente il numero di ore di insegnamento e quindi l’estensione dei programmi dei corsi di Fisica. In questo volumetto l'autore si è proposto di esporre sinteticamente ma con il massimo rigore possibile il corso di Fisica Generale I evitando le dimostrazioni delle leggi fisiche, ma dando la priorità alle applicazioni di tali leggi e allo svolgimento di esercizi che in genere viene trascurato in molti corsi. Ha cercato pertanto di presentare i fenomeni fisici sottolineando, dove possibile, la loro presenza nella vita quotidiana e le loro più semplici e immediate applicazioni, consentendo in tal modo agli studenti di vedere la Fisica non più come una interminabile serie di formule ma come un nuovo modo di interpretare e di capire i fenomeni naturali inanimati (del resto non dobbiamo dimenticare che il termine greco da cui deriva il suo nome è fisis, fisis, ovvero natura). Il contenuto è completo, comprendendo anc...

  20. La necropoli neolitica a domus de janas di S. Pietro di Sorres in Comune di Borutta - Sassari

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pier Paolo Soro

    2009-05-01

    Full Text Available La necropoli di Sorres si trova nel territorio del Comune di Borutta in provincia di Sassari. E’ ubicata lungo il versante SE del colle di Sorres, sul quale sorge imponente la chiesa in stile romanico di San Pietro di Sorres (XI-XII sec. sede dell’antica diocesi medievale. La necropoli è composta attualmente da cinque tombe a grotticella artificiale del tipo a domus de janas, scavate nella roccia calcara durante il neolitico recente ed in uso per tutto l’eneolitico. Si presume che fosse l’area sepolcrale dell’insediamento in grotta di Ulàri, una cavità carsica di notevoli dimensioni il cui ingresso si apre lungo il versante Nord del colle; la grotta ha restituito testimonianze archeologiche che vanno dal neolitico media fino al medioevo. La necropoli di Sorres, sebbene sia stata rimaneggiata nella forma degli ambienti ipogei e nella destinazione d’uso, costituisce una delle principali testimonianze del capillare tessuto insediativo del territorio del nord Sardegna.

  1. Studio di prototipo di calorimetro per neutroni per l'esperimento ALICE

    CERN Document Server

    Arnaldi, R; Cicalò, C; Cortese, P; De Falco, A; Dellacasa, G; De Marco, N; Gallio, M; Macciotta, P; Masoni, A; Musso, A; Oppedisano, C; Piccotti, A; Puddu, G; Scomparin, E; Siddi, S; Serci, E; Soave, C; Usai, G L; Vercellin, Ermanno

    1999-01-01

    ALICE e uno dei quattro esperimenti previsti ad LHC, al CERN, il cui scopo e lo studio delle osservabili che danno informazioni rilevanti sulla formazione del quark gluon plasma, che potrebbe essere prodotto in collisioni centrali Pb-Pb, di energia nel centro di massa di 5.5 A TeV.Il parametro di impatto di tali collisioni verra determinato grazie ad un insieme di calorimetri per protoni e neutroni che misureranno l'energia portata in avanti dai nucleoni non interagenti(spettatori).E' stato costruito un prototipo di calometro per neutroni, formato da piani di fibre di quarzo, posti a 45 gradi rispetto all'asse del fascio e inframmezzati da piani di materiale passivo denso(tungsteno). La luce Cerenkov prodotta nelle fibre dallo sciame sviluppato nel materiale passivo,viene raccolta da guide ottiche in aria.Verranno presentati i rilustati di un test previsto al CERN SPS per il luglio 1999.

  2. Rimozione Urbana: La Necessità di una Nuova Direzione di Attività di Pubblica Amministrazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Eneida Criscuolo Gabriel Bueno Silva

    2015-12-01

    Full Text Available Questo lavoro si propone di discutere la legitimità delle decisioni amministrative nel democratico Stato di diritto; il discorso e la democrazia sono correlati nel mondo contemporaneo, mostrando la necessità di discussione pubblica in attività amministrativa, in tale contesto, con il passare dell'atto amministrativo, la razionalità degli decisioni amministrativa dovrebbe essere dimostrata attraverso del processo amministrativo come mezzo di discussione in una prospettiva democratica. Pacifico che il discorso è un mezzo attraverso il quale la democrazia può avvenire, ma devono osservare qui: senza partecipazione sociale, senza coscienza politica, il discorso porta a una democrazia apparente. Questo articolo discute la relazione tra democrazia, discorso e attività amministrativa in processi di rimozione urbana, indagando gli aspette che riguardano, a fini de equilibrio nel rapporto tra stato e cittadino. Questo lavoro ha origine de una ricerca de 2232 documenti, utilizzando la tecnica di analisi di contenuto.

  3. Cumulant generating function formula of heat transfer in ballistic systems with lead-lead coupling and general nonlinear systems

    Science.gov (United States)

    Li, Huanan

    2013-03-01

    Based on a two-time observation protocol, we consider heat transfer in a given time interval tM in a lead-junction-lead system taking coupling between the leads into account. In view of the two-time observation, consistency conditions are carefully verified in our specific family of quantum histories. Furthermore, its implication is briefly explored. Then using the nonequilibrium Green's function method, we obtain an exact formula for the cumulant generating function for heat transfer between the two leads, valid in both transient and steady-state regimes. Also, a compact formula for the cumulant generating function in the long-time limit is derived, for which the Gallavotti-Cohen fluctuation symmetry is explicitly verified. In addition, we briefly discuss Di Ventra's repartitioning trick regarding whether the repartitioning procedure of the total Hamiltonian affects the nonequilibrium steady-state current fluctuation. All kinds of properties of nonequilibrium current fluctuations, such as the fluctuation theorem in different time regimes, could be readily given according to these exact formulas. Finally a practical formalism dealing with cumulants of heat transfer across general nonlinear quantum systems is established based on field theoretical/algebraic method.

  4. Model-based choice between different alternatives of solid waste management applied to the province of Trent; Applicazione di un modello decisionale per la gestione dei rifiuti solidi al caso del Trentino

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Canziani, R. [Milan Politecnico, Milan (Italy). Dipt. di Ingegneria Idraulica, Ambientale e del Rilevamento; Ragazzi, M. [Trent Univ., Trent (Italy). Dipt. di Ingegneria Civile e Ambientale; Tonolli, E.

    2000-06-01

    performance indicators have higher values. [Italian] I sistemi di supporto alle decisioni che fanno uso di tecniche di analisi multicriterio sono strumenti che, adattandosi ai vari problemi, affiancano il decisore senza sostituirlo, assistendolo nella formulazione del problema, suggerendo e confrontando soluzioni alternative, scartando quelle inefficienti. per valutare la scelta tra due ipotesi alternative di gestione dei rifiuti solidi urbani e' stato applicato al caso di Trento un modello di supporto alle decisioni denominato AHP (Analytic Hierarchy Process), ampiamente utilizzato nella valutazione del ciclo di vita dei prodotti (LCA). Il metodo consente di evidenziare la soluzione che, tra piu' alternative rispetta maggiormente la scala di priorita' definita dal decisore, mantenendo quindi la maggior coerenza possibile tra le premesse e gli obiettivi. Il modello ha messo a confronto due sistemi integrati di smaltimento dei rifiuti per il Trentino. Una soluzione basata sullo schema del Piano Provinciale di smaltimento dei rifiuti del 1997 in cui la discarica ha ancora un ruolo di primo ordine, ed una soluzione alternativa che attribuisce un ruolo centrale alla termodistruzione. Ilmodello ha integrato contemporaneamente tutti gli indicatori (economici, ambientali, energetici e prestazionali), e ha consentito di identificare come soluzione migliore, l'ipotesi alternativa. I vantaggi ambientali, energetici e di prestazione (maggiore recupero di energia e materiali, maggiore autonomia di smaltimento garantita dal sistema e minore impatto tossicologico) conseguibili con la seconda ipotesi, opportunamente pesati, possono orientare il decisore verso una scelta non dettata da sole motivazioni di ordine economico, ma che tenga conto delle esternalita' incluse nella valutazione.

  5. Strategies and methods of development of information systems; Strategie e metodi di sviluppo dei sistemi informativi aziendali

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Moretti, M.; Lucchetti, M.C. [Rome Univ. 3, Rome (Italy). Facolta' di Economia Federico Caffe' ; Di Marco, R.A. [ENEA, Funzione Centrale Informatica, Sede Centrale, Rome (Italy)

    2001-07-01

    aziendali viene posto in secondo piano, attraversato soltanto marginalmente e quasi sempre esposto da un punto di vista unico. Si finisce cosi' per avere una conoscenza dell'argomento frammentaria e dispersa, che non permette di gestire poi nella pratica questa fondamentale risorsa aziendale. Coscienti di aver dato solo un piccolo contributo, con questa tesi si e' cercato di ritrovare l'unitarieta' dell'argomento. Questo ha comportato un primo passo fondato sulla ricerca dei pezzi teorici sparsi nelle principali discipline aziendali, che spaziano dall'organizzazione, alla gestione d'impresa, alle strategie, alla qualita' e all'amministrazione. Dopo una fase di introduzione all'argomento, in cui per i meno addetti, si sono descritte e analizzate le molteplici definizioni, necessarie per proseguire con il discorso, si e' passati allo studio dell'impatto del sistema informativo nelle diverse attivita' aziendali. Il punto di vista adottato e' sempre stato il sistema informativo, e tramite di esso si e' entrati nei diversi campi di studio, seguendo un approccio inverso rispetto a quello normalmente seguito. Il concetto chiave che e' emerso da questa analisi e' sintetizzabile in una parola: cambiamento. Cambiamento nella struttura organizzativa, nella definizione di qualita', nelle strategie. Seguendo questa traccia si e', in particolar modo, focalizzato sull'impatto e l'influenza esercitata dalle nuove tecnologie informatiche in molte realta' aziendali, nella definizione delle scelte strategiche. La seconda parte vede applicare questi principi ad un caso concreto, l'ENEA. Anche in questa parte ci si e' concentrati sulle opportunita' strategiche offerte all'ente dalle nuove tecnologie, e si e' misurato l'impatto concreto sulle scelte direzionali. Dal lavoro svolto sul posto, da discussioni con i responsabili, dall'esame di documenti

  6. Water hammer in complex pipes network: a synthetic method of evaluating the maximum overpressure; Il colpo d`ariete nelle reti: criteri di valutazione degli effetti delle manovre di regolazione

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Bianchi, A. [Milan, Politecnico (Italy). Dip. di Ingegneria Idraulica Ambientale e del Rilevamento; Pasella, G. [Studio di Ingegneria, Arzachena, Sassari (Italy)

    1998-07-01

    A simplified method for calculating water hammer over pressures in complex pipes networks is presented. The method is valid if cavitation does not arise. The examined networks are the most common in the field of the traditional aqueducts. By means of under dimensioned with respect of the characteristics of the side where the manoeuvre occurs, the authors calculate, with a special computer program and for many different kinds of networks, the maximum over pressure in the branch point of manoeuvre versus manoeuvre time and they observe that it is independent from the complexity of the network itself: it does depend only from the characteristics of the first reflection point and from the head losses in the branch where the manoeuvre occurs. They extend then to the complex networks the traditional formulas for calculating perturbations propagation at the branch points and check their approximation by simulating the same phenomena with the special computer model of the network. By using both results together of the two phases of this research, you can calculate the maximum overpressure at any section of the network. The approximation with respect to the same values calculated with the simulation model is about 5%. It is also demonstrated that the more complex the network, the more damped is the perturbation and the damping effect is already very strong for relatively simple networks. [Italiano] si presenta una metodologia semplificata di calcolo delle sovrapressioni in rete complesse conseguenti a fenomeni di moto vario, valido nei casi in cui nell`evoluzione dei transitori non si verifichino situazioni cavitative. Limitato il campo di indagine ad alcune tipologie di reti aperte che rispecchiano le caratteristiche degli acquedotti tradizionali, adimensionalizzando in funzione delle caratteristiche del lato sede della manovra, si calcola, con un apposito codice di calcolo automatico e per un`ampia casistica di reti, la massima sovrapressione al nodo di manovra in

  7. Peste equina: descrizione di focolai di malattia in Namibia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Massimo Scacchia

    2009-06-01

    Full Text Available La peste equina è una malattia virale degli equidi trasmessa da vettori. Scopo di questo lavoro è di riferire su casi di malattia verificatisi in Namibia nel corso degli anni 2006-2008, osservati dal personale dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise “G. Caporale” e del Central Veterinary Laboratory di Windhoek, Namibia e confermati dagli esami di laboratorio. Il lavoro è stato possibile anche grazie alla fattiva collaborazione stabilitasi con i veterinari pubblici, privati e allevatori Namibiani.

  8. L'ISOLA DI ARTURO DI ELSA MORANTE

    African Journals Online (AJOL)

    User

    Vi è una curiosa atmosfera di attesa negli anni '50, ed è questa temperie morale che Elsa Morante rappresenta e interpreta nell'Isola di Arturo. Nel romanzo la Morante ci dà veramente un ritratto intero di quegli anni, nel senso che dal testo sorge una attitudine complessa, contenente in sè la percezione del tempo in corso, ...

  9. La raccolta archeologica del Museo Comunale di Fermo: note su alcune terrecotte architettoniche romane / The archaeological collection of Fermo’s Civic Museum: notes on a group of architectural terracotta

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Emanuela Stortoni

    2013-05-01

    Full Text Available In questo lavoro sono enucleate alcune preliminari considerazioni riguardo ad un gruppo di terrecotte architettoniche, facenti parte della ricca ed interessante collezione archeologica del Museo Comunale di Fermo, ancora troppo poco nota alla letteratura scientifica. La raccolta, costituita ufficialmente nel 1890 anche grazie al contributo di eclettici cultori dell’antichità, come il Carducci e i De Minicis, si compone di qualche migliaio tra manufatti e monete, in gran parte di età proto-storica e romana, con significative testimonianze etrusche, greche e tardo-antiche. Nonostante l’eterogeneità, la pertinenza a differenti facies culturali, la frammentarietà e la mancanza di contestualizzazione dei reperti, la raccolta fermana rappresenta un prezioso esempio di collezionismo archeologico dell’area marchigiana tra XVIII e XIX sec. La possibilità, inoltre, di ricondurre, pur se genericamente, molti di questi materiali a Fermo e al suo territorio fa della raccolta anche un importante strumento di indagine per migliorare la lettura storico-archeologica di uno dei più antichi e vivaci centri piceni e romani del territorio regionale, qual è appunto Firmum Picenum. Lo studio sulle terrecotte architettoniche della raccolta, benché ancora incompleto, ne è una dimostrazione. Trattasi di un piccolo nucleo, composto da sima, antepagmenta, antefisse e acroteri, molto frammentari, probabili parti del rivestimento delle strutture lignee di edifici diversi, forse per lo più sacri. Le terrecotte in esame sono databili tra la fine del III sec. a.C. e gli inizi del I sec. a.C., ad eccezione di un solo manufatto ascrivibile al primo quarto del I sec. d.C. Gli ambiti cronologici individuati ben si contestualizzano con i periodi rispettivamente della prima e della seconda colonizzazione di Firmum Picenum.   This work presents some preliminary considerations concerning a group of terracotta architectural features held in the rich and interesting

  10. Inventare l’altro. Forme di pseudo-traduzione nella scrittura di Salvatore Di Giacomo e Luigi Capuana.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Valentina Fulginiti

    2014-05-01

    Full Text Available Being an extreme case of fictitious representation of linguistic otherness, pseudo-translation challenges the idea of a fatal and exclusive link between language and national ethos, a fundamental notion in the Nineteenth-century linguistic and literary culture. The present article compares two emblematic cases of pseudo-translation in post-Unification Italian culture: Luigi Capuana’s hoax Un poeta danese (published in 1882 and the earliest short stories published by Salvatore di Giacomo in 1878, mistakenly considered a plagiarizing translation from an uncredited German original. Their use of pseudo-translation is marked by opposite goals of parody and stylistic imitation; however, both authors challenge the fundamental assumption underlying the notion of «ethnicity of language». Pseudo-translation thus becomes a space of linguistic elaboration, complementary to the author’s direct involvement in translating major European works into Italian (such as Ibsen’s masterpiece A House of Dolls, which Capuana translated in 1891, and Edmond de Goncourt’s novel Sœur Philomèle, which Di Giacomo translated in 1892. Translation thus provides a free space for authors to experiment with new expressive solutions and challenge commonplaces about language and identity: such reflection on the limits of language and nations represent a direct contribution to the linguistic unification of Italy. Caso estremo di rappresentazione fittizia del- l’alterità linguistica, la pseudo-traduzione chiama in causa l’idea del legame unico e “fatale” fra lingua e nazione – concetto fondamentale nella cultura linguistica del XIX secolo. L’articolo mette a confronto due casi emblematici di pseudo-traduzione nella cultura meridionale post-unitaria: la beffa letteraria di Luigi Capuana Un poeta danese (1882 e le ‘tedescherie’ di Salvatore di Giacomo, gruppo di novelle pubblicate nel 1878 che molti considerarono (a torto un plagio da ignoto autore tedesco

  11. Multilingualism and language attitudes in Ghana: a preliminary survey

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federica Guerini

    2008-12-01

    Full Text Available Il presente contributo illustra i risultati di un’indagine preliminare volta ad indagare gli atteggiamenti linguistici degli studenti che frequentano la University of Ghana di Accra, in relazione alle lingue utilizzate (o potenzialmente utilizzabili all’interno del locale sistema scolastico. Una particolare attenzione sarà riservata alla rilevazione degli atteggiamenti nei confronti dell’akan, la lingua più importante (per numero di parlanti e grado di elaborazione raggiunto tra quelle parlate in territorio ghanese. Attraverso l’osservazione dei dati contenuti in un campione di 90 questionari somministrati agli studenti in forma anonima, si cercherà di descrivere gli atteggiamenti degli studenti stessi nei riguardi dell’introduzione dell’akan come lingua di insegnamento nei diversi gradi del locale sistema scolastico, nonché gli atteggiamenti in relazione alla possibilità di discutere, servendosi dell’akan, una serie di argomenti tecnici e specialistici. L’analisi dei dati raccolti rivelerà che l’eventuale impiego dell’akan come lingua di insegnamento nell’ambito del locale sistema scolastico sarebbe avversato non soltanto dagli studenti in possesso di un certo grado di competenza dell’akan come lingua seconda o come lingua veicolare, ma anche dagli stessi studenti che riconoscono nell’akan la propria lingua materna. La capacità di discutere in lingua inglese un ampio ventaglio di discipline tecniche e specialistiche può dunque essere considerata la competenza in generale più ambita ed apprezzata tra quelle offerte dal locale sistema educativo.

  12. Salmonella spp. e antibiotico-resistenza in Mammiferi e Uccelli selvatici in Italia nord-occidentale dal 2002 al 2010

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Velca Botti

    2013-06-01

    Full Text Available La Salmonella è un importante agente patogeno responsabile di zoonosi di notevole rilevanza economica. In Europa la salmonellosi è la seconda infezione trasmessa per via alimentare, in Italia il microrganismo continua ad essere la causa più frequente di infezione alimentare. In Europa sono in atto molti piani di sorveglianza di Salmonella in animali da allevamento, tuttavia il monitoraggio del microrganismo in animali selvatici è effettuato solo occasionalmente. Lo studio ha avuto l'obiettivo di indagare la presenza di Salmonella in animali selvatici e i ceppi antibiotico-resistenti. Nel periodo 2002-2010, 2.713 animali selvatici (Canidi, Mustelidi, Uccelli, Roditori e Ungulati, provenienti da aree dell'Italia nord-occidentale, sono stati testati per Salmonella mediante metodo microbiologico colturale seguito da tipizzazione sierologica e biochimica. Di questi, 117 (63 Canidi, 25 Mustelidi, 24 Uccelli, 5 Ungulati sono risultati positivi per Salmonella (4,3%. Sono stati isolati 130 ceppi appartenenti a diversi sierotipi e Salmonella Typhimurium è risultato quello più rappresentato. La sensibilità agli antibiotici è stata testata su 88 ceppi con test di disco-diffusione. La maggior parte dei ceppi analizzati (97,7% si sono mostrati intermedi (I o resistenti (R ad almeno una classe di antibiotici. I più alti valori sono stati osservati per la classe delle tetracicline. La presenza di sierotipi di Salmonella antibiotico-resistenti e responsabili di zoonosi è stata riscontrata in diverse specie di animali selvatici.

  13. La lingua2 nel Web. Prospettive digitali per la didattica dell’italiano a stranieri

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberto Quaggia

    2013-07-01

    Full Text Available L'articolo si compone di due parti. Nella prima si espongono alcuni punti focali del dibattito sul rapporto tra glottodidattica e tecnologie digitali (dai dispositivi mobili ai software per la comunicazione, fino agli attuali socialnetwork. In particolare l’attenzione è rivolta sul fatto che la lingua della comunicazione digitale costituisce una varietà linguistica dal confronto con la quale l’insegnamento di una L2 non può ormai prescindere, e che le tecnologie digitali della comunicazione, se correttamente adottate fuori e dentro la classe, consentono di ridurre il confine tra apprendimento guidato e acquisizione spontanea di una lingua seconda. Filo conduttore della riflessione è il concetto di “competenza comunicativa digitale”, che si aggiunge alle componenti della competenza linguistico-comunicativa indicate dal Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue. Nella seconda parte del lavoro, dal taglio più didattico, si presenta una serie di strumenti e di esperienze di insegnamento/apprendimento della L2 con l’uso delle tecnologie digitali. In particolare ci si sofferma sulle opportunità offerte dal Web 2.0, simulando la creazione di una piattaforma per l’insegnamento/apprendimento dell’italiano L2 completamente online. Non si tratta di una semplice piattaforma per l’e-learning (o d-learning, ma di una vera e propria rete per l’insegnamento, l’apprendimento, la comunicazione e la formazione che trasforma il modo in cui si usa, si apprende e si insegna una L2. L2 on the Web. Digital perspectives for teaching italian to foreignersThe article consists of two parts. In the first we illustrate some focal points in the debate on the relationship between language teaching and digital technologies (from mobile devices to communication software and current social networks. In particular, we focus on the fact that the language of digital communication is a linguistic variety which L2 teaching can no longer ignore, and

  14. “My big statement”: art, political experience and the quest for identity in Alex Kuo's Chinese Opera

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fulvia Sarnelli

    2015-11-01

    Full Text Available Il saggio considera l'esperienza politica degli intellettuali cinesi e americani in Chinese Opera (1998, romanzo breve dello scrittore americano di discendenza cinese Alex Kuo. Il suo protagonista, compiendo un viaggio dagli Stati Uniti alla Cina nei mesi immediatamente precedenti alle dimostrazioni di piazza Tiananmen, intraprende un cammino alla ricerca della sua storia familiare, e delle ragioni che hanno spinto il padre all'esilio. Intellettuale e musicista, a cavallo tra due realtà di attivismo politico che hanno esercitato il loro peso nel definire o nello smantellare, a seconda delle prospettive, proprio i concetti di appartenenza, il protagonista sceglie e fa proprio l'impegno sul piano transnazionale, ma a partire da una consolidata quanto rivendicata consapevolezza della propria individualità. La letteratura e l'arte sono il punto focale in grado di esprimere una tensione tra l'individuo e la collettività che ritorna con una declinazione diversa in entrambi i sistemi socio-politici. Il romanzo, dunque, propone un soggetto politicizzato ma non contenibile all'interno di alcuna coordinata discorsiva pre-scritta. A sua volta, il discorso politico nel testo letterario, costruito nel senso della double critique di Khatibi, intreccia la dimensione pubblica e privata dell'intellettuale con le significazioni etniche, nazionali e transnazionali.

  15. Il loricato acefalo di Rusellae (Roselle, GR: una proposta di identificazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Eleonora Romanò

    2013-07-01

    Full Text Available Lo studio è incentrato sul tentativo di comprendere la scena presente sulla lorica di una statua acefala di probabile fine età claudia rinvenuta nell'area archeologica di Rusellae (Roselle, GR all'interno di un edificio connesso al culto imperiale. La decorazione analizzata è composta da diversi elementi: un trofeo di armi ed un'aquila in posizione pressocchè centrale, ai loro lati si dispongono figure umane interpretabili come barbari e per le quali si propone l'identificazione con il britanno Caratacus accompagnato dai suoi familiari mentre rivolge una supplica di liberazione al Senato ed all'imperatore Claudio, secondo l'episodio riportato negli Annales di Tacito (12.33-40.

  16. Psicoanalisi ed educazione: il lavoro di Vera Schmidt e di Sabina Spielrein nell’asilo sperimentale di Mosca (1921-1925

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Merete Amann Gainotti

    2012-12-01

    Full Text Available Negli anni 1921-1923 a Mosca, sulla scia delle profonde trasformazioni politiche e sociali innescate dalla Rivoluzione di ottobre si colloca un esperimento educativo originale, promosso da Vera Schmidt, una pedagogista formata alle idee psicoanalitiche, che si proponeva di cercare nuove vie educative per la prima infanzia sulla base delle recenti conquiste e conoscenze fornite dalla teoria psicoanalitica di S. Freud. Obiettivo di questo contributo è di fornire un breve excursus storico relativo alla diffusione della psicoanalisi in Unione sovietica e alla fondazione dell'asilo sperimentale di Mosca, di ricordare le figure delle due studiose Vera Schmidt e Sabina Spielrein che hanno animato l'iniziativa, il cui lavoro scientifico è rimasto in ombra rispetto a quello dei loro più famosi colleghi S. Freud e di C.G. Jung; infine si intende rendere conto dei principi educativi che esse cercarono di mettere in pratica nell'asilo sperimentale di Mosca.

  17. Integrazione rigorosa di dati provenienti da fonti di acquisizione differenti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Leandro Bornaz

    2011-04-01

    Full Text Available La geomatica mette oggi a disposizione di esperti di diverse discipline un’ampia gamma di strumenti e tecniche che vengono utilizzate estensivamente come sostegno per l’acquisizione, la contestualizzazione e la georeferenziazione di informazioni molto diversificate come ad esempio dati georadar, geosismici, interferometrici, provenienti da strumenti di misura spesso utilizzati in diversi ambiti e con sistemi di riferimento differenti, talvolta non direttamente compatibili tra loro. Questa problematica, spesso trascurata utilizzando un approccio di tipo classico, è stata affrontata e risolta in modo rigoroso dagli autori permettendo così l’integrazione corretta di dati di differente natura e provenienza.Integration of data acquired from different sourcesGeomatics today offers to experts from different disciplines a wide range of tools and techniques, which are used extensively as technical support for the acquisition, context and geo-refer-encing data coming from different investigations: geo radar, interpherometry, geophysics analysis. Each technology gener-ally provide data with different reference systems, often not di-rectly compatible each other. This problem, often overlooked by using a classical approach, has been resolved in a rigorous way by the authors thus allowing proper integration of data of different nature.

  18. Valutazione della sostenibilità ambientale tramite metodologia LCA di sistemi per lo sfruttamento di fonti alternative di energia e materiali

    OpenAIRE

    Chiavetta, Cristian

    2013-01-01

    La dissertazione ha riguardato l’analisi di sostenibilità di un sistema agronomico per la produzione di olio vegetale a fini energetici in terreni resi marginali dall’infestazione di nematodi. Il processo indagato ha previsto il sovescio di una coltura con proprietà biofumiganti (brassicacea) coltivata in precessione alla specie oleosa (soia e tabacco) al fine di contrastare il proliferare dell’infestazione nel terreno. Tale sistema agronomico è stato confrontato attraverso una analisi di cic...

  19. Sviluppo e valutazione di test diagnostici per la sierodiagnosi di brucellosi suina

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tiziana Di Febo

    2012-06-01

    Full Text Available Sono stati sviluppati una ELISA competitiva (c-ELISA, una ELISA indiretta (i-ELISA e un test immunologico DELFIA (Dissociation-Enhanced Lanthanide Fluorescence Immunoassay per la ricerca di anticorpi verso Brucella suis in sieri di maiale e cinghiale. I tre test prevedono l’utilizzo di un anticorpo monoclonale (MAb 4B5A verso l’LPS di Brucella (c-ELISA e DELFIA e di un anticorpo monoclonale (MAb 10C2G5 verso le IgG suine (i-ELISA. La specificità (Sp e la sensibilità (Se dei tre test sono le seguenti: per la c-ELISA Se e Sp = 100% con un valore di cut-off pari al 61.0% (B/B0%; per la i-ELISA Sp = 99.1% e Se = 100% con un valore di cut-off di 21.7% (PP%; per il DELFIA Sp = 91.0% e Se = 75% ponendo il valore di cut-off al 37.0% (B/B0%. Inoltre sono state valutate le performance, nei confronti di sieri suini, di un test FPA (Fluorescence Polarization Assay commerciale sviluppato per la ricerca di anticorpi anti-Brucella in sieri bovini; la specificità e la sensibilità ottenute sono entrambe del 100% al valore di cut-off di 99.5 (mP. Questi risultati suggeriscono che la combinazione di c-ELISA, i-ELISA e FPA può essere utilizzata per migliorare la diagnosi di brucellosi suina.

  20. Analisi dell'efficacia di un programma di prevenzione secondaria del carcinoma orale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    S. Iannazzo

    2003-05-01

    Full Text Available

    In Italia i carcinomi del cavo orale (KCO sono diagnosticati
    prevalentemente al II-IV stadio TNM con conseguenti basse sopravvivenza a 5 anni e qualità della vita. Una maggior frequenza di diagnosi allo stadio I porterebbe a migliorare ampiamente i valori medi dei suddetti parametri.
    Scopo del presente lavoro è stato valutare l’efficacia di un programma di prevenzione secondaria del KCO in termini di aumento di diagnosi allo stadio I e di vite salvate.

    Abbiamo stimato la prevalenza di casi istopatologicamente
    accertati (livello C3 di leucoplachia, principale lesione precancerosa del KCO, nella ASL/RMA come prodotto tra la prevalenza stimata di leucoplachia diagnosticata clinicamente (livello C2 (2989,2Ĩ13077,7 e la proporzione, scelta arbitrariamente, di C3 tra i C2 (0,50.

    Tenendo presente che nel campione studiato nella ASL/RMA la proporzione di KCO allo stadio I tra i C3 era 0,03, abbiamo stimato il numero di KCO.

    Abbiamo stimato quanti KCO verrebbero diagnosticati allo stadio I se venisse attuato un programma di prevenzione secondaria, considerando diversi livelli di compliance, e sulla base di una sopravvivenza media a 5 anni, in Italia, del 53% per tutti gli stadi e del 79% per i KCO allo stadio I, abbiamo calcolato il numero di vite salvate. I valori sono stati espressi come IC95.

    Le prevalenze di leucoplachia C3 e KCO sono risultate,
    rispettivamente, 1494,6Ĩ6538,8 e 44,8Ĩ196,2. Con compliance del 10%, 40% e 75% verrebbero diagnosticati, rispettivamente, 4,5Ĩ19,6, 17,9Ĩ78,5 e 33,6Ĩ147,2 casi di KCO e le vite salvate sarebbero 1,1Ĩ5,1, 4,6Ĩ20,4 e 8,7Ĩ38,3 rispettivamente.
    In termini di vite salvate i dati evidenziano la necessita di attuare programmi di screening del KCO, anche nell' eventualità di uno scarso coinvolgimento della popolazione a rischio.

  1. Selected Baking Formulas.

    Science.gov (United States)

    Bogdany, Melvin

    This manual is designed to help baking students learn to use formulas in the preparation of baking products. Tested and proven formulas are, for the most part, standard ones with only slight modifications. The recipes are taken mainly from bakery product manufacturers and are presented in quantities suitable for school-shop use. Each recipe…

  2. Formula inflation

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antipov Valerij Ivanovich

    2015-10-01

    Full Text Available The article gives a modern interpretation of the Fisher formula, the calculated velocity of circulation of money supply M2 in the interval 1995-2013 and forecast of its changes until 2030 when hypotheses about the rate of inflation and GDP. Points to the fallacy of its direct use to control inflation and money supply. For a more detailed understanding of the inflationary process proposes a new frequency formula and the explanation of the situation with the regulation of prices in the economy.

  3. Pianificazione urbana e comportamenti di viaggio: più di una relazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elisabetta Vitale Brovarone

    2010-04-01

    Full Text Available L’influenza dei caratteri urbani sulla domanda di mobilità è un tema ampiamente dibattuto e studiato. Al di là delle assunzioni teoriche a riguardo, molti studiosi hanno tentato di individuare empiricamente nessi attestanti questo fenomeno. Gran parte della letteratura scientifica sul tema può essere ricondotta al dibattito sulla città compatta e sullo sprawl. Due principali obiettivi contraddistinguono questo dibattito: la comprensione delle complesse dinamiche che legano la domanda di mobilità ai caratteri urbani e l’individuazione di configurazioni sostenibili degli usi del suolo. Il fenomeno è dunque studiato al fine dello sviluppo di strategie fondate sull’integrazione tra i trasporti e gli usi del suolo, finalizzate a limitare l’uso dell’auto e ad ottenere una distribuzione modale degli spostamenti più equilibrata. Buona parte della ricerca scientifica, specialmente nell’ultimo decennio, è dunque focalizzata sull’identificazione di nessi causali tra gli usi del suolo e i trasporti, per supportare, o in alcuni casi mettere in discussione, esperienze e politiche integrate. Nonostante la quantità e varietà di studi dedicati al tema, il fenomeno è ancora lungi dall’essere compreso e dimostrato empiricamente. Il dibattito in proposito è ampio e l’impressione è che con l’aumentare degli studi in proposito e del livello di approfondimento delle analisi diminuisca la sensazione di chiarezza. Attraverso un’analisi della letteratura, l’articolo mette in evidenza i principali problemi emergenti dal dibattito. Senza negare l’importanza del riconoscimento di nessi causali tra i caratteri degli insediamenti e la domanda di mobilità, opinione di chi scrive è che l’individuazione di questi nessi non debba necessariamente costituire una condizione imprescindibile per la definizione e l’adozione di un approccio integrato.

  4. Ipotesi progettuale di rigenerazione urbana: il caso di studio dell’ex Caserma Monti già Convento di S. Maria della Ripa nella città di Forlì

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Castagnoli

    2011-12-01

    Full Text Available Un’ampia area dismessa nel centro della città storica, è stata considerata l’opportunità strategica per valorizzare e rigenerare anche interi brani di tessuto urbano circostante con l’obiettivo di riammagliare gli sfrangiamenti materiali e immateriali nel complesso rapporto fra passato, presente e futuro.Questo caso di studio ha consentito di approfondire un approccio meta progettuale più generale, puntando sulla ricerca di una metodologia appropriata rispetto alla progettazione dello spazio architettonico in quanto tale, con l’obiettivo di sviluppare ragionamenti di compatibilità nell’ambito della vasta tematica del riuso urbano ed edilizio.

  5. Kant's universal law formula revisited

    NARCIS (Netherlands)

    Nyholm, S.

    2015-01-01

    Kantians are increasingly deserting the universal law formula in favor of the humanity formula. The former, they argue, is open to various decisive objections; the two are not equivalent; and it is only by appealing to the human- ity formula that Kant can reliably generate substantive implications

  6. La «romaría» cantata da Johan Servando

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Riccardo Burgazzi

    2015-07-01

    Full Text Available Il presente articolo è stato tratto dalla mia tesi di laurea magistrale (giugno 2012: “Proposta di edizione critica del canzoniere di Johan Servando”, che si ascrive al progetto di restauro della tradizione lirica gallego-portoghese attraverso la produzione di monografie dedicate ai singoli trovatori. In questo studio si analizzano i canti di pellegrinaggio composti da Johan Servando (giullare, seconda metà sec. XIII, che formano il più voluminoso ciclo di cantigas de romaría dell’intera tradizione, sotto tre punti di vista: il tentativo di ricostruzione di una trama interna che dia senso al ciclo; il confronto con altre cantigas de romaría della tradizione; un esperimento di analisi delle voci liriche con moderne teorie di critica letteraria.This article has been taken from my master dissertation (July 2012: “Proposal for a critical edition of the songbook by Johan Servando”, which is ascribed to a project of production of monographs dedicated to individual troubadours of the Galician-Portuguese lyric tradition. The study analyzes the songs of pilgrimage composed by Johan Servando (jester, second half sec. XIII, which form the most voluminous cycle of cantigas de romaría among the whole tradition, from three points of view: the attempt to reconstruct a plot that gives meaning to the cycle; the comparison with other cantigas de romaría in the tradition; an experiment of analysis of the “lyrical voices” by using modern theories of literary criticism.

  7. Lezioni di fisica teorica

    CERN Document Server

    Caldirola, Piero

    Richiami di meccanica analitica ; richiami di termodinamica ; richiami di elettromagnetismo ; appunti sulla teoria della relatività ; la non validità delle teorie classiche nel mondo microscopico ; la meccanica atomica di Bohr e Sommerfeld ; I fondamenti della meccanica quantistica ; applicazioni nell'equazione di Schroedinger ; meccanica quantistica dei sistemi l'atomo di idrogeno ; particella in un campo elettrico e magnetico ; il calcolo delle perturbazioni nella teoria quantistica ; teoria dell'emissione e dell'assorbimento della luce ; sistemi di particelle identiche ; il legame chimico omopolare nella molecola di idrogeno ; la teoria di Dirac.

  8. Le tentazioni di un genere : sul fantastico nella narrativa di Tabucchi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Patrizia Farinelli

    2007-12-01

    Full Text Available Nella rielaborazione di Tabucchi del genere fantastico, l'evento strano e inspiegabile non crea una sovrapposizione di due realtà inconciliabili, semmai richiama l'attenzione su una realtà già in partenza permeata di illogico e quindi inafferrabile. Anche l'esitazione del protagonista di fronte a tale evento appare ridotta e di conseguenza limitata la sua ricerca di spiegazioni razionali. La quete del personaggio tabucchiano non si indirizza ali' evento strano e inspiegabile, ma piuttosto al passato ìrrisolto che questo fa riaffiorare. In questo senso i criteri indicati da Todorov come basilari per i riconoscimento del genere non tengono più pienamente. Indubbio è tuttavia che, pur in presenza delle trasformazioni indicate, diverse strategie narrative del fantastico continuano ad essere utilizzate da Tabucchi per costruire una dimensione multipla, sia a livello di storia che di discorso. Proprio perché la scrittura postmodema fa delll' ambiguità momento centrale di riflessione, non può non essere tentata (e sedotta dal fantastico.

  9. Riconoscimento in Italia di sentenza straniera di adozione da parte di un single con effetti legittimanti: il Tribunale per i minorenni di Bologna supera la Cassazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Astone

    2015-01-01

    Full Text Available L’adozione del minore da parte di una persona singola torna all’attenzione della giurisprudenza che, ancora una volta, viene investita della questione relativa al riconoscimento ed efficacia di una sentenza straniera di adozione con effetti legittimanti. Tribunale per i minorenni Bologna 17 aprile 2013 si è trovato ad affrontare il caso di un genitore single, non coniugato, cittadino italiano, che, avendo ottenuto negli Stati Uniti d’America, una sentenza di adozione di minore, ne ha chiesto il riconoscimento. Due i problemi sottoposti al Tribunale: il primo, relativo alla competenza territoriale del giudice adito, positivamente risolto ai sensi degli articoli 40 e 41 della legge n. 218 del 1995 ; il secondo, invece, più complesso, legato agli effetti che il riconoscimento della sentenza avrebbe avuto in Italia. In particolare, per il giudice di merito si è trattato di stabilire se il provvedimento straniero di adozione potesse produrre anche in Italia gli effetti legittimanti dell’adozione ordinaria dei minori, già prodottisi negli Stati Uniti d’America.

  10. Search for an additional, heavy Higgs boson in the [Formula: see text] decay channel at [Formula: see text] in [Formula: see text] collision data with the ATLAS detector.

    Science.gov (United States)

    Aad, G; Abbott, B; Abdallah, J; Abdinov, O; Aben, R; Abolins, M; AbouZeid, O S; Abramowicz, H; Abreu, H; Abreu, R; Abulaiti, Y; Acharya, B S; Adamczyk, L; Adams, D L; Adelman, J; Adomeit, S; Adye, T; Affolder, A A; Agatonovic-Jovin, T; Agricola, J; Aguilar-Saavedra, J A; Ahlen, S P; Ahmadov, F; Aielli, G; Akerstedt, H; Åkesson, T P A; Akimov, A V; Alberghi, G L; Albert, J; Albrand, S; Alconada Verzini, M J; Aleksa, M; Aleksandrov, I N; Alexa, C; Alexander, G; Alexopoulos, T; Alhroob, M; Alimonti, G; Alio, L; Alison, J; Alkire, S P; Allbrooke, B M M; Allport, P P; Aloisio, A; Alonso, A; Alonso, F; Alpigiani, C; Altheimer, A; Alvarez Gonzalez, B; Álvarez Piqueras, D; Alviggi, M G; Amadio, B T; Amako, K; Amaral Coutinho, Y; Amelung, C; Amidei, D; Amor Dos Santos, S P; Amorim, A; Amoroso, S; Amram, N; Amundsen, G; Anastopoulos, C; Ancu, L S; Andari, N; Andeen, T; Anders, C F; Anders, G; Anders, J K; Anderson, K J; Andreazza, A; Andrei, V; Angelidakis, S; Angelozzi, I; Anger, P; Angerami, A; Anghinolfi, F; Anisenkov, A V; Anjos, N; Annovi, A; Antonelli, M; Antonov, A; Antos, J; Anulli, F; Aoki, M; Aperio Bella, L; Arabidze, G; Arai, Y; Araque, J P; Arce, A T H; Arduh, F A; Arguin, J-F; Argyropoulos, S; Arik, M; Armbruster, A J; Arnaez, O; Arnal, V; Arnold, H; Arratia, M; Arslan, O; Artamonov, A; Artoni, G; Asai, S; Asbah, N; Ashkenazi, A; Åsman, B; Asquith, L; Assamagan, K; Astalos, R; Atkinson, M; Atlay, N B; Augsten, K; Aurousseau, M; Avolio, G; Axen, B; Ayoub, M K; Azuelos, G; Baak, M A; Baas, A E; Baca, M J; Bacci, C; Bachacou, H; Bachas, K; Backes, M; Backhaus, M; Bagiacchi, P; Bagnaia, P; Bai, Y; Bain, T; Baines, J T; Baker, O K; Baldin, E M; Balek, P; Balestri, T; Balli, F; Banas, E; Banerjee, Sw; Bannoura, A A E; Bansil, H S; Barak, L; Barberio, E L; Barberis, D; Barbero, M; Barillari, T; Barisonzi, M; Barklow, T; Barlow, N; Barnes, S L; Barnett, B M; Barnett, R M; Barnovska, Z; Baroncelli, A; Barone, G; Barr, A J; Barreiro, F; Barreiro Guimarães da Costa, J; Bartoldus, R; Barton, A E; Bartos, P; Basalaev, A; Bassalat, A; Basye, A; Bates, R L; Batista, S J; Batley, J R; Battaglia, M; Bauce, M; Bauer, F; Bawa, H S; Beacham, J B; Beattie, M D; Beau, T; Beauchemin, P H; Beccherle, R; Bechtle, P; Beck, H P; Becker, K; Becker, M; Becker, S; Beckingham, M; Becot, C; Beddall, A J; Beddall, A; Bednyakov, V A; Bee, C P; Beemster, L J; Beermann, T A; Begel, M; Behr, J K; Belanger-Champagne, C; Bell, W H; Bella, G; Bellagamba, L; Bellerive, A; Bellomo, M; Belotskiy, K; Beltramello, O; Benary, O; Benchekroun, D; Bender, M; Bendtz, K; Benekos, N; Benhammou, Y; Benhar Noccioli, E; Benitez Garcia, J A; Benjamin, D P; Bensinger, J R; Bentvelsen, S; Beresford, L; Beretta, M; Berge, D; Bergeaas Kuutmann, E; Berger, N; Berghaus, F; Beringer, J; Bernard, C; Bernard, N R; Bernius, C; Bernlochner, F U; Berry, T; Berta, P; Bertella, C; Bertoli, G; Bertolucci, F; Bertsche, C; Bertsche, D; Besana, M I; Besjes, G J; Bessidskaia Bylund, O; Bessner, M; Besson, N; Betancourt, C; Bethke, S; Bevan, A J; Bhimji, W; Bianchi, R M; Bianchini, L; Bianco, M; Biebel, O; Biedermann, D; Bieniek, S P; Biglietti, M; Bilbao De Mendizabal, J; Bilokon, H; Bindi, M; Binet, S; Bingul, A; Bini, C; Biondi, S; Black, C W; Black, J E; Black, K M; Blackburn, D; Blair, R E; Blanchard, J-B; Blanco, J E; Blazek, T; Bloch, I; Blocker, C; Blum, W; Blumenschein, U; Bobbink, G J; Bobrovnikov, V S; Bocchetta, S S; Bocci, A; Bock, C; Boehler, M; Bogaerts, J A; Bogavac, D; Bogdanchikov, A G; Bohm, C; Boisvert, V; Bold, T; Boldea, V; Boldyrev, A S; Bomben, M; Bona, M; Boonekamp, M; Borisov, A; Borissov, G; Borroni, S; Bortfeldt, J; Bortolotto, V; Bos, K; Boscherini, D; Bosman, M; Boudreau, J; Bouffard, J; Bouhova-Thacker, E V; Boumediene, D; Bourdarios, C; Bousson, N; Boveia, A; Boyd, J; Boyko, I R; Bozic, I; Bracinik, J; Brandt, A; Brandt, G; Brandt, O; Bratzler, U; Brau, B; Brau, J E; Braun, H M; Brazzale, S F; Breaden Madden, W D; Brendlinger, K; Brennan, A J; Brenner, L; Brenner, R; Bressler, S; Bristow, K; Bristow, T M; Britton, D; Britzger, D; Brochu, F M; Brock, I; Brock, R; Bronner, J; Brooijmans, G; Brooks, T; Brooks, W K; Brosamer, J; Brost, E; Brown, J; Bruckman de Renstrom, P A; Bruncko, D; Bruneliere, R; Bruni, A; Bruni, G; Bruschi, M; Bruscino, N; Bryngemark, L; Buanes, T; Buat, Q; Buchholz, P; Buckley, A G; Buda, S I; Budagov, I A; Buehrer, F; Bugge, L; Bugge, M K; Bulekov, O; Bullock, D; Burckhart, H; Burdin, S; Burgard, C D; Burghgrave, B; Burke, S; Burmeister, I; Busato, E; Büscher, D; Büscher, V; Bussey, P; Butler, J M; Butt, A I; Buttar, C M; Butterworth, J M; Butti, P; Buttinger, W; Buzatu, A; Buzykaev, A R; Cabrera Urbán, S; Caforio, D; Cairo, V M; Cakir, O; Calace, N; Calafiura, P; Calandri, A; Calderini, G; Calfayan, P; Caloba, L P; Calvet, D; Calvet, S; Camacho Toro, R; Camarda, S; Camarri, P; Cameron, D; Caminal Armadans, R; Campana, S; Campanelli, M; Campoverde, A; Canale, V; Canepa, A; Cano Bret, M; Cantero, J; Cantrill, R; Cao, T; Capeans Garrido, M D M; Caprini, I; Caprini, M; Capua, M; Caputo, R; Cardarelli, R; Cardillo, F; Carli, T; Carlino, G; Carminati, L; Caron, S; Carquin, E; Carrillo-Montoya, G D; Carter, J R; Carvalho, J; Casadei, D; Casado, M P; Casolino, M; Castaneda-Miranda, E; Castelli, A; Castillo Gimenez, V; Castro, N F; Catastini, P; Catinaccio, A; Catmore, J R; Cattai, A; Caudron, J; Cavaliere, V; Cavalli, D; Cavalli-Sforza, M; Cavasinni, V; Ceradini, F; Cerio, B C; Cerny, K; Cerqueira, A S; Cerri, A; Cerrito, L; Cerutti, F; Cerv, M; Cervelli, A; Cetin, S A; Chafaq, A; Chakraborty, D; Chalupkova, I; Chang, P; Chapman, J D; Charlton, D G; Chau, C C; Chavez Barajas, C A; Cheatham, S; Chegwidden, A; Chekanov, S; Chekulaev, S V; Chelkov, G A; Chelstowska, M A; Chen, C; Chen, H; Chen, K; Chen, L; Chen, S; Chen, X; Chen, Y; Cheng, H C; Cheng, Y; Cheplakov, A; Cheremushkina, E; Cherkaoui El Moursli, R; Chernyatin, V; Cheu, E; Chevalier, L; Chiarella, V; Chiarelli, G; Chiodini, G; Chisholm, A S; Chislett, R T; Chitan, A; Chizhov, M V; Choi, K; Chouridou, S; Chow, B K B; Christodoulou, V; Chromek-Burckhart, D; Chudoba, J; Chuinard, A J; Chwastowski, J J; Chytka, L; Ciapetti, G; Ciftci, A K; Cinca, D; Cindro, V; Cioara, I A; Ciocio, A; Cirotto, F; Citron, Z H; Ciubancan, M; Clark, A; Clark, B L; Clark, P J; Clarke, R N; Cleland, W; Clement, C; Coadou, Y; Cobal, M; Coccaro, A; Cochran, J; Coffey, L; Cogan, J G; Colasurdo, L; Cole, B; Cole, S; Colijn, A P; Collot, J; Colombo, T; Compostella, G; Conde Muiño, P; Coniavitis, E; Connell, S H; Connelly, I A; Consorti, V; Constantinescu, S; Conta, C; Conti, G; Conventi, F; Cooke, M; Cooper, B D; Cooper-Sarkar, A M; Cornelissen, T; Corradi, M; Corriveau, F; Corso-Radu, A; Cortes-Gonzalez, A; Cortiana, G; Costa, G; Costa, M J; Costanzo, D; Côté, D; Cottin, G; Cowan, G; Cox, B E; Cranmer, K; Cree, G; Crépé-Renaudin, S; Crescioli, F; Cribbs, W A; Crispin Ortuzar, M; Cristinziani, M; Croft, V; Crosetti, G; Cuhadar Donszelmann, T; Cummings, J; Curatolo, M; Cuthbert, C; Czirr, H; Czodrowski, P; D'Auria, S; D'Onofrio, M; Da Cunha Sargedas De Sousa, M J; Da Via, C; Dabrowski, W; Dafinca, A; Dai, T; Dale, O; Dallaire, F; Dallapiccola, C; Dam, M; Dandoy, J R; Dang, N P; Daniells, A C; Danninger, M; Dano Hoffmann, M; Dao, V; Darbo, G; Darmora, S; Dassoulas, J; Dattagupta, A; Davey, W; David, C; Davidek, T; Davies, E; Davies, M; Davison, P; Davygora, Y; Dawe, E; Dawson, I; Daya-Ishmukhametova, R K; De, K; de Asmundis, R; De Benedetti, A; De Castro, S; De Cecco, S; De Groot, N; de Jong, P; De la Torre, H; De Lorenzi, F; De Pedis, D; De Salvo, A; De Sanctis, U; De Santo, A; De Vivie De Regie, J B; Dearnaley, W J; Debbe, R; Debenedetti, C; Dedovich, D V; Deigaard, I; Del Peso, J; Del Prete, T; Delgove, D; Deliot, F; Delitzsch, C M; Deliyergiyev, M; Dell'Acqua, A; Dell'Asta, L; Dell'Orso, M; Della Pietra, M; Della Volpe, D; Delmastro, M; Delsart, P A; Deluca, C; DeMarco, D A; Demers, S; Demichev, M; Demilly, A; Denisov, S P; Derendarz, D; Derkaoui, J E; Derue, F; Dervan, P; Desch, K; Deterre, C; Deviveiros, P O; Dewhurst, A; Dhaliwal, S; Di Ciaccio, A; Di Ciaccio, L; Di Domenico, A; Di Donato, C; Di Girolamo, A; Di Girolamo, B; Di Mattia, A; Di Micco, B; Di Nardo, R; Di Simone, A; Di Sipio, R; Di Valentino, D; Diaconu, C; Diamond, M; Dias, F A; Diaz, M A; Diehl, E B; Dietrich, J; Diglio, S; Dimitrievska, A; Dingfelder, J; Dita, P; Dita, S; Dittus, F; Djama, F; Djobava, T; Djuvsland, J I; do Vale, M A B; Dobos, D; Dobre, M; Doglioni, C; Dohmae, T; Dolejsi, J; Dolezal, Z; Dolgoshein, B A; Donadelli, M; Donati, S; Dondero, P; Donini, J; Dopke, J; Doria, A; Dova, M T; Doyle, A T; Drechsler, E; Dris, M; Dubreuil, E; Duchovni, E; Duckeck, G; Ducu, O A; Duda, D; Dudarev, A; Duflot, L; Duguid, L; Dührssen, M; Dunford, M; Duran Yildiz, H; Düren, M; Durglishvili, A; Duschinger, D; Dyndal, M; Eckardt, C; Ecker, K M; Edgar, R C; Edson, W; Edwards, N C; Ehrenfeld, W; Eifert, T; Eigen, G; Einsweiler, K; Ekelof, T; El Kacimi, M; Ellert, M; Elles, S; Ellinghaus, F; Elliot, A A; Ellis, N; Elmsheuser, J; Elsing, M; Emeliyanov, D; Enari, Y; Endner, O C; Endo, M; Erdmann, J; Ereditato, A; Ernis, G; Ernst, J; Ernst, M; Errede, S; Ertel, E; Escalier, M; Esch, H; Escobar, C; Esposito, B; Etienvre, A I; Etzion, E; Evans, H; Ezhilov, A; Fabbri, L; Facini, G; Fakhrutdinov, R M; Falciano, S; Falla, R J; Faltova, J; Fang, Y; Fanti, M; Farbin, A; Farilla, A; Farooque, T; Farrell, S; Farrington, S M; Farthouat, P; Fassi, F; Fassnacht, P; Fassouliotis, D; Faucci Giannelli, M; Favareto, A; Fayard, L; Federic, P; Fedin, O L; Fedorko, W; Feigl, S; Feligioni, L; Feng, C; Feng, E J; Feng, H; Fenyuk, A B; Feremenga, L; Fernandez Martinez, P; Fernandez Perez, S; Ferrando, J; Ferrari, A; Ferrari, P; Ferrari, R; Ferreira de Lima, D E; Ferrer, A; Ferrere, D; Ferretti, C; Ferretto Parodi, A; Fiascaris, M; Fiedler, F; Filipčič, A; Filipuzzi, M; Filthaut, F; Fincke-Keeler, M; Finelli, K D; Fiolhais, M C N; Fiorini, L; Firan, A; Fischer, A; Fischer, C; Fischer, J; Fisher, W C; Fitzgerald, E A; Flaschel, N; Fleck, I; Fleischmann, P; Fleischmann, S; Fletcher, G T; Fletcher, G; Fletcher, R R M; Flick, T; Floderus, A; Flores Castillo, L R; Flowerdew, M J; Formica, A; Forti, A; Fournier, D; Fox, H; Fracchia, S; Francavilla, P; Franchini, M; Francis, D; Franconi, L; Franklin, M; Frate, M; Fraternali, M; Freeborn, D; French, S T; Friedrich, F; Froidevaux, D; Frost, J A; Fukunaga, C; Fullana Torregrosa, E; Fulsom, B G; Fusayasu, T; Fuster, J; Gabaldon, C; Gabizon, O; Gabrielli, A; Gabrielli, A; Gach, G P; Gadatsch, S; Gadomski, S; Gagliardi, G; Gagnon, P; Galea, C; Galhardo, B; Gallas, E J; Gallop, B J; Gallus, P; Galster, G; Gan, K K; Gao, J; Gao, Y; Gao, Y S; Garay Walls, F M; Garberson, F; García, C; García Navarro, J E; Garcia-Sciveres, M; Gardner, R W; Garelli, N; Garonne, V; Gatti, C; Gaudiello, A; Gaudio, G; Gaur, B; Gauthier, L; Gauzzi, P; Gavrilenko, I L; Gay, C; Gaycken, G; Gazis, E N; Ge, P; Gecse, Z; Gee, C N P; Geich-Gimbel, Ch; Geisler, M P; Gemme, C; Genest, M H; Gentile, S; George, M; George, S; Gerbaudo, D; Gershon, A; Ghasemi, S; Ghazlane, H; Giacobbe, B; Giagu, S; Giangiobbe, V; Giannetti, P; Gibbard, B; Gibson, S M; Gilchriese, M; Gillam, T P S; Gillberg, D; Gilles, G; Gingrich, D M; Giokaris, N; Giordani, M P; Giorgi, F M; Giorgi, F M; Giraud, P F; Giromini, P; Giugni, D; Giuliani, C; Giulini, M; Gjelsten, B K; Gkaitatzis, S; Gkialas, I; Gkougkousis, E L; Gladilin, L K; Glasman, C; Glatzer, J; Glaysher, P C F; Glazov, A; Goblirsch-Kolb, M; Goddard, J R; Godlewski, J; Goldfarb, S; Golling, T; Golubkov, D; Gomes, A; Gonçalo, R; Goncalves Pinto Firmino Da Costa, J; Gonella, L; González de la Hoz, S; Gonzalez Parra, G; Gonzalez-Sevilla, S; Goossens, L; Gorbounov, P A; Gordon, H A; Gorelov, I; Gorini, B; Gorini, E; Gorišek, A; Gornicki, E; Goshaw, A T; Gössling, C; Gostkin, M I; Goujdami, D; Goussiou, A G; Govender, N; Gozani, E; Grabas, H M X; Graber, L; Grabowska-Bold, I; Gradin, P O J; Grafström, P; Grahn, K-J; Gramling, J; Gramstad, E; Grancagnolo, S; Gratchev, V; Gray, H M; Graziani, E; Greenwood, Z D; Gregersen, K; Gregor, I M; Grenier, P; Griffiths, J; Grillo, A A; Grimm, K; Grinstein, S; Gris, Ph; Grivaz, J-F; Grohs, J P; Grohsjean, A; Gross, E; Grosse-Knetter, J; Grossi, G C; Grout, Z J; Guan, L; Guenther, J; Guescini, F; Guest, D; Gueta, O; Guido, E; Guillemin, T; Guindon, S; Gul, U; Gumpert, C; Guo, J; Guo, Y; Gupta, S; Gustavino, G; Gutierrez, P; Gutierrez Ortiz, N G; Gutschow, C; Guyot, C; Gwenlan, C; Gwilliam, C B; Haas, A; Haber, C; Hadavand, H K; Haddad, N; Haefner, P; Hageböck, S; Hajduk, Z; Hakobyan, H; Haleem, M; Haley, J; Hall, D; Halladjian, G; Hallewell, G D; Hamacher, K; Hamal, P; Hamano, K; Hamilton, A; Hamity, G N; Hamnett, P G; Han, L; Hanagaki, K; Hanawa, K; Hance, M; Hanke, P; Hanna, R; Hansen, J B; Hansen, J D; Hansen, M C; Hansen, P H; Hara, K; Hard, A S; Harenberg, T; Hariri, F; Harkusha, S; Harrington, R D; Harrison, P F; Hartjes, F; Hasegawa, M; Hasegawa, Y; Hasib, A; Hassani, S; Haug, S; Hauser, R; Hauswald, L; Havranek, M; Hawkes, C M; Hawkings, R J; Hawkins, A D; Hayashi, T; Hayden, D; Hays, C P; Hays, J M; Hayward, H S; Haywood, S J; Head, S J; Heck, T; Hedberg, V; Heelan, L; Heim, S; Heim, T; Heinemann, B; Heinrich, L; Hejbal, J; Helary, L; Hellman, S; Hellmich, D; Helsens, C; Henderson, J; Henderson, R C W; Heng, Y; Hengler, C; Henrichs, A; Henriques Correia, A M; Henrot-Versille, S; Herbert, G H; Hernández Jiménez, Y; Herrberg-Schubert, R; Herten, G; Hertenberger, R; Hervas, L; Hesketh, G G; Hessey, N P; Hetherly, J W; Hickling, R; Higón-Rodriguez, E; Hill, E; Hill, J C; Hiller, K H; Hillier, S J; Hinchliffe, I; Hines, E; Hinman, R R; Hirose, M; Hirschbuehl, D; Hobbs, J; Hod, N; Hodgkinson, M C; Hodgson, P; Hoecker, A; Hoeferkamp, M R; Hoenig, F; Hohlfeld, M; Hohn, D; Holmes, T R; Homann, M; Hong, T M; Hooft van Huysduynen, L; Hopkins, W H; Horii, Y; Horton, A J; Hostachy, J-Y; Hou, S; Hoummada, A; Howard, J; Howarth, J; Hrabovsky, M; Hristova, I; Hrivnac, J; Hryn'ova, T; Hrynevich, A; Hsu, C; Hsu, P J; Hsu, S-C; Hu, D; Hu, Q; Hu, X; Huang, Y; Hubacek, Z; Hubaut, F; Huegging, F; Huffman, T B; Hughes, E W; Hughes, G; Huhtinen, M; Hülsing, T A; Huseynov, N; Huston, J; Huth, J; Iacobucci, G; Iakovidis, G; Ibragimov, I; Iconomidou-Fayard, L; Ideal, E; Idrissi, Z; Iengo, P; Igonkina, O; Iizawa, T; Ikegami, Y; Ikematsu, K; Ikeno, M; Ilchenko, Y; Iliadis, D; Ilic, N; Ince, T; Introzzi, G; Ioannou, P; Iodice, M; Iordanidou, K; Ippolito, V; Irles Quiles, A; Isaksson, C; Ishino, M; Ishitsuka, M; Ishmukhametov, R; Issever, C; Istin, S; Iturbe Ponce, J M; Iuppa, R; Ivarsson, J; Iwanski, W; Iwasaki, H; Izen, J M; Izzo, V; Jabbar, S; Jackson, B; Jackson, M; Jackson, P; Jaekel, M R; Jain, V; Jakobs, K; Jakobsen, S; Jakoubek, T; Jakubek, J; Jamin, D O; Jana, D K; Jansen, E; Jansky, R; Janssen, J; Janus, M; Jarlskog, G; Javadov, N; Javůrek, T; Jeanty, L; Jejelava, J; Jeng, G-Y; Jennens, D; Jenni, P; Jentzsch, J; Jeske, C; Jézéquel, S; Ji, H; Jia, J; Jiang, Y; Jiggins, S; Jimenez Pena, J; Jin, S; Jinaru, A; Jinnouchi, O; Joergensen, M D; Johansson, P; Johns, K A; Jon-And, K; Jones, G; Jones, R W L; Jones, T J; Jongmanns, J; Jorge, P M; Joshi, K D; Jovicevic, J; Ju, X; Jung, C A; Jussel, P; Juste Rozas, A; Kaci, M; Kaczmarska, A; Kado, M; Kagan, H; Kagan, M; Kahn, S J; Kajomovitz, E; Kalderon, C W; Kama, S; Kamenshchikov, A; Kanaya, N; Kaneti, S; Kantserov, V A; Kanzaki, J; Kaplan, B; Kaplan, L S; Kapliy, A; Kar, D; Karakostas, K; Karamaoun, A; Karastathis, N; Kareem, M J; Karentzos, E; Karnevskiy, M; Karpov, S N; Karpova, Z M; Karthik, K; Kartvelishvili, V; Karyukhin, A N; Kashif, L; Kass, R D; Kastanas, A; Kataoka, Y; Kato, C; Katre, A; Katzy, J; Kawagoe, K; Kawamoto, T; Kawamura, G; Kazama, S; Kazanin, V F; Keeler, R; Kehoe, R; Keller, J S; Kempster, J J; Keoshkerian, H; Kepka, O; Kerševan, B P; Kersten, S; Keyes, R A; Khalil-Zada, F; Khandanyan, H; Khanov, A; Kharlamov, A G; Khoo, T J; Khovanskiy, V; Khramov, E; Khubua, J; Kido, S; Kim, H Y; Kim, S H; Kim, Y K; Kimura, N; Kind, O M; King, B T; King, M; King, S B; Kirk, J; Kiryunin, A E; Kishimoto, T; Kisielewska, D; Kiss, F; Kiuchi, K; Kivernyk, O; Kladiva, E; Klein, M H; Klein, M; Klein, U; Kleinknecht, K; Klimek, P; Klimentov, A; Klingenberg, R; Klinger, J A; Klioutchnikova, T; Kluge, E-E; Kluit, P; Kluth, S; Knapik, J; Kneringer, E; Knoops, E B F G; Knue, A; Kobayashi, A; Kobayashi, D; Kobayashi, T; Kobel, M; Kocian, M; Kodys, P; Koffas, T; Koffeman, E; Kogan, L A; Kohlmann, S; Kohout, Z; Kohriki, T; Koi, T; Kolanoski, H; Koletsou, I; Komar, A A; Komori, Y; Kondo, T; Kondrashova, N; Köneke, K; König, A C; Kono, T; Konoplich, R; Konstantinidis, N; Kopeliansky, R; Koperny, S; Köpke, L; Kopp, A K; Korcyl, K; Kordas, K; Korn, A; Korol, A A; Korolkov, I; Korolkova, E V; Kortner, O; Kortner, S; Kosek, T; Kostyukhin, V V; Kotov, V M; Kotwal, A; Kourkoumeli-Charalampidi, A; Kourkoumelis, C; Kouskoura, V; Koutsman, A; Kowalewski, R; Kowalski, T Z; Kozanecki, W; Kozhin, A S; Kramarenko, V A; Kramberger, G; Krasnopevtsev, D; Krasny, M W; Krasznahorkay, A; Kraus, J K; Kravchenko, A; Kreiss, S; Kretz, M; Kretzschmar, J; Kreutzfeldt, K; Krieger, P; Krizka, K; Kroeninger, K; Kroha, H; Kroll, J; Kroseberg, J; Krstic, J; Kruchonak, U; Krüger, H; Krumnack, N; Kruse, A; Kruse, M C; Kruskal, M; Kubota, T; Kucuk, H; Kuday, S; Kuehn, S; Kugel, A; Kuger, F; Kuhl, A; Kuhl, T; Kukhtin, V; Kulchitsky, Y; Kuleshov, S; Kuna, M; Kunigo, T; Kupco, A; Kurashige, H; Kurochkin, Y A; Kus, V; Kuwertz, E S; Kuze, M; Kvita, J; Kwan, T; Kyriazopoulos, D; La Rosa, A; La Rosa Navarro, J L; La Rotonda, L; Lacasta, C; Lacava, F; Lacey, J; Lacker, H; Lacour, D; Lacuesta, V R; Ladygin, E; Lafaye, R; Laforge, B; Lagouri, T; Lai, S; Lambourne, L; Lammers, S; Lampen, C L; Lampl, W; Lançon, E; Landgraf, U; Landon, M P J; Lang, V S; Lange, J C; Lankford, A J; Lanni, F; Lantzsch, K; Lanza, A; Laplace, S; Lapoire, C; Laporte, J F; Lari, T; Lasagni Manghi, F; Lassnig, M; Laurelli, P; Lavrijsen, W; Law, A T; Laycock, P; Lazovich, T; Le Dortz, O; Le Guirriec, E; Le Menedeu, E; LeBlanc, M; LeCompte, T; Ledroit-Guillon, F; Lee, C A; Lee, S C; Lee, L; Lefebvre, G; Lefebvre, M; Legger, F; Leggett, C; Lehan, A; Lehmann Miotto, G; Lei, X; Leight, W A; Leisos, A; Leister, A G; Leite, M A L; Leitner, R; Lellouch, D; Lemmer, B; Leney, K J C; Lenz, T; Lenzi, B; Leone, R; Leone, S; Leonidopoulos, C; Leontsinis, S; Leroy, C; Lester, C G; Levchenko, M; Levêque, J; Levin, D; Levinson, L J; Levy, M; Lewis, A; Leyko, A M; Leyton, M; Li, B; Li, H; Li, H L; Li, L; Li, L; Li, S; Li, X; Li, Y; Liang, Z; Liao, H; Liberti, B; Liblong, A; Lichard, P; Lie, K; Liebal, J; Liebig, W; Limbach, C; Limosani, A; Lin, S C; Lin, T H; Linde, F; Lindquist, B E; Linnemann, J T; Lipeles, E; Lipniacka, A; Lisovyi, M; Liss, T M; Lissauer, D; Lister, A; Litke, A M; Liu, B; Liu, D; Liu, H; Liu, J; Liu, J B; Liu, K; Liu, L; Liu, M; Liu, M; Liu, Y; Livan, M; Lleres, A; Llorente Merino, J; Lloyd, S L; Lo Sterzo, F; Lobodzinska, E; Loch, P; Lockman, W S; Loebinger, F K; Loevschall-Jensen, A E; Loginov, A; Lohse, T; Lohwasser, K; Lokajicek, M; Long, B A; Long, J D; Long, R E; Looper, K A; Lopes, L; Lopez Mateos, D; Lopez Paredes, B; Lopez Paz, I; Lorenz, J; Lorenzo Martinez, N; Losada, M; Loscutoff, P; Lösel, P J; Lou, X; Lounis, A; Love, J; Love, P A; Lu, N; Lubatti, H J; Luci, C; Lucotte, A; Luehring, F; Lukas, W; Luminari, L; Lundberg, O; Lund-Jensen, B; Lynn, D; Lysak, R; Lytken, E; Ma, H; Ma, L L; Maccarrone, G; Macchiolo, A; Macdonald, C M; Maček, B; Machado Miguens, J; Macina, D; Madaffari, D; Madar, R; Maddocks, H J; Mader, W F; Madsen, A; Maeda, J; Maeland, S; Maeno, T; Maevskiy, A; Magradze, E; Mahboubi, K; Mahlstedt, J; Maiani, C; Maidantchik, C; Maier, A A; Maier, T; Maio, A; Majewski, S; Makida, Y; Makovec, N; Malaescu, B; Malecki, Pa; Maleev, V P; Malek, F; Mallik, U; Malon, D; Malone, C; Maltezos, S; Malyshev, V M; Malyukov, S; Mamuzic, J; Mancini, G; Mandelli, B; Mandelli, L; Mandić, I; Mandrysch, R; Maneira, J; Manfredini, A; Manhaes de Andrade Filho, L; Manjarres Ramos, J; Mann, A; Manousakis-Katsikakis, A; Mansoulie, B; Mantifel, R; Mantoani, M; Mapelli, L; March, L; Marchiori, G; Marcisovsky, M; Marino, C P; Marjanovic, M; Marley, D E; Marroquim, F; Marsden, S P; Marshall, Z; Marti, L F; Marti-Garcia, S; Martin, B; Martin, T A; Martin, V J; Martin Dit Latour, B; Martinez, M; Martin-Haugh, S; Martoiu, V S; Martyniuk, A C; Marx, M; Marzano, F; Marzin, A; Masetti, L; Mashimo, T; Mashinistov, R; Masik, J; Maslennikov, A L; Massa, I; Massa, L; Massol, N; Mastrandrea, P; Mastroberardino, A; Masubuchi, T; Mättig, P; Mattmann, J; Maurer, J; Maxfield, S J; Maximov, D A; Mazini, R; Mazza, S M; Mazzaferro, L; Mc Goldrick, G; Mc Kee, S P; McCarn, A; McCarthy, R L; McCarthy, T G; McCubbin, N A; McFarlane, K W; Mcfayden, J A; Mchedlidze, G; McMahon, S J; McPherson, R A; Medinnis, M; Meehan, S; Mehlhase, S; Mehta, A; Meier, K; Meineck, C; Meirose, B; Mellado Garcia, B R; Meloni, F; Mengarelli, A; Menke, S; Meoni, E; Mercurio, K M; Mergelmeyer, S; Mermod, P; Merola, L; Meroni, C; Merritt, F S; Messina, A; Metcalfe, J; Mete, A S; Meyer, C; Meyer, C; Meyer, J-P; Meyer, J; Meyer Zu Theenhausen, H; Middleton, R P; Miglioranzi, S; Mijović, L; Mikenberg, G; Mikestikova, M; Mikuž, M; Milesi, M; Milic, A; Miller, D W; Mills, C; Milov, A; Milstead, D A; Minaenko, A A; Minami, Y; Minashvili, I A; Mincer, A I; Mindur, B; Mineev, M; Ming, Y; Mir, L M; Mitani, T; Mitrevski, J; Mitsou, V A; Miucci, A; Miyagawa, P S; Mjörnmark, J U; Moa, T; Mochizuki, K; Mohapatra, S; Mohr, W; Molander, S; Moles-Valls, R; Mönig, K; Monini, C; Monk, J; Monnier, E; Montejo Berlingen, J; Monticelli, F; Monzani, S; Moore, R W; Morange, N; Moreno, D; Moreno Llácer, M; Morettini, P; Mori, D; Morii, M; Morinaga, M; Morisbak, V; Moritz, S; Morley, A K; Mornacchi, G; Morris, J D; Mortensen, S S; Morton, A; Morvaj, L; Mosidze, M; Moss, J; Motohashi, K; Mount, R; Mountricha, E; Mouraviev, S V; Moyse, E J W; Muanza, S; Mudd, R D; Mueller, F; Mueller, J; Mueller, R S P; Mueller, T; Muenstermann, D; Mullen, P; Mullier, G A; Murillo Quijada, J A; Murray, W J; Musheghyan, H; Musto, E; Myagkov, A G; Myska, M; Nachman, B P; Nackenhorst, O; Nadal, J; Nagai, K; Nagai, R; Nagai, Y; Nagano, K; Nagarkar, A; Nagasaka, Y; Nagata, K; Nagel, M; Nagy, E; Nairz, A M; Nakahama, Y; Nakamura, K; Nakamura, T; Nakano, I; Namasivayam, H; Naranjo Garcia, R F; Narayan, R; Narrias Villar, D I; Naumann, T; Navarro, G; Nayyar, R; Neal, H A; Nechaeva, P Yu; Neep, T J; Nef, P D; Negri, A; Negrini, M; Nektarijevic, S; Nellist, C; Nelson, A; Nemecek, S; Nemethy, P; Nepomuceno, A A; Nessi, M; Neubauer, M S; Neumann, M; Neves, R M; Nevski, P; Newman, P R; Nguyen, D H; Nickerson, R B; Nicolaidou, R; Nicquevert, B; Nielsen, J; Nikiforou, N; Nikiforov, A; Nikolaenko, V; Nikolic-Audit, I; Nikolopoulos, K; Nilsen, J K; Nilsson, P; Ninomiya, Y; Nisati, A; Nisius, R; Nobe, T; Nomachi, M; Nomidis, I; Nooney, T; Norberg, S; Nordberg, M; Novgorodova, O; Nowak, S; Nozaki, M; Nozka, L; Ntekas, K; Nunes Hanninger, G; Nunnemann, T; Nurse, E; Nuti, F; O'Brien, B J; O'grady, F; O'Neil, D C; O'Shea, V; Oakham, F G; Oberlack, H; Obermann, T; Ocariz, J; Ochi, A; Ochoa, I; Ochoa-Ricoux, J P; Oda, S; Odaka, S; Ogren, H; Oh, A; Oh, S H; Ohm, C C; Ohman, H; Oide, H; Okamura, W; Okawa, H; Okumura, Y; Okuyama, T; Olariu, A; Olivares Pino, S A; Oliveira Damazio, D; Oliver Garcia, E; Olszewski, A; Olszowska, J; Onofre, A; Onyisi, P U E; Oram, C J; Oreglia, M J; Oren, Y; Orestano, D; Orlando, N; Oropeza Barrera, C; Orr, R S; Osculati, B; Ospanov, R; Otero Y Garzon, G; Otono, H; Ouchrif, M; Ould-Saada, F; Ouraou, A; Oussoren, K P; Ouyang, Q; Ovcharova, A; Owen, M; Owen, R E; Ozcan, V E; Ozturk, N; Pachal, K; Pacheco Pages, A; Padilla Aranda, C; Pagáčová, M; Pagan Griso, S; Paganis, E; Paige, F; Pais, P; Pajchel, K; Palacino, G; Palestini, S; Palka, M; Pallin, D; Palma, A; Pan, Y B; Panagiotopoulou, E; Pandini, C E; Panduro Vazquez, J G; Pani, P; Panitkin, S; Pantea, D; Paolozzi, L; Papadopoulou, Th D; Papageorgiou, K; Paramonov, A; Paredes Hernandez, D; Parker, M A; Parker, K A; Parodi, F; Parsons, J A; Parzefall, U; Pasqualucci, E; Passaggio, S; Pastore, F; Pastore, Fr; Pásztor, G; Pataraia, S; Patel, N D; Pater, J R; Pauly, T; Pearce, J; Pearson, B; Pedersen, L E; Pedersen, M; Pedraza Lopez, S; Pedro, R; Peleganchuk, S V; Pelikan, D; Penc, O; Peng, C; Peng, H; Penning, B; Penwell, J; Perepelitsa, D V; Perez Codina, E; Pérez García-Estañ, M T; Perini, L; Pernegger, H; Perrella, S; Peschke, R; Peshekhonov, V D; Peters, K; Peters, R F Y; Petersen, B A; Petersen, T C; Petit, E; Petridis, A; Petridou, C; Petroff, P; Petrolo, E; Petrucci, F; Pettersson, N E; Pezoa, R; Phillips, P W; Piacquadio, G; Pianori, E; Picazio, A; Piccaro, E; Piccinini, M; Pickering, M A; Piegaia, R; Pignotti, D T; Pilcher, J E; Pilkington, A D; Pina, J; Pinamonti, M; Pinfold, J L; Pingel, A; Pires, S; Pirumov, H; Pitt, M; Pizio, C; Plazak, L; Pleier, M-A; Pleskot, V; Plotnikova, E; Plucinski, P; Pluth, D; Poettgen, R; Poggioli, L; Pohl, D; Polesello, G; Poley, A; Policicchio, A; Polifka, R; Polini, A; Pollard, C S; Polychronakos, V; Pommès, K; Pontecorvo, L; Pope, B G; Popeneciu, G A; Popovic, D S; Poppleton, A; Pospisil, S; Potamianos, K; Potrap, I N; Potter, C J; Potter, C T; Poulard, G; Poveda, J; Pozdnyakov, V; Pralavorio, P; Pranko, A; Prasad, S; Prell, S; Price, D; Price, L E; Primavera, M; Prince, S; Proissl, M; Prokofiev, K; Prokoshin, F; Protopapadaki, E; Protopopescu, S; Proudfoot, J; Przybycien, M; Ptacek, E; Puddu, D; Pueschel, E; Puldon, D; Purohit, M; Puzo, P; Qian, J; Qin, G; Qin, Y; Quadt, A; Quarrie, D R; Quayle, W B; Queitsch-Maitland, M; Quilty, D; Raddum, S; Radeka, V; Radescu, V; Radhakrishnan, S K; Radloff, P; Rados, P; Ragusa, F; Rahal, G; Rajagopalan, S; Rammensee, M; Rangel-Smith, C; Rauscher, F; Rave, S; Ravenscroft, T; Raymond, M; Read, A L; Readioff, N P; Rebuzzi, D M; Redelbach, A; Redlinger, G; Reece, R; Reeves, K; Rehnisch, L; Reichert, J; Reisin, H; Relich, M; Rembser, C; Ren, H; Renaud, A; Rescigno, M; Resconi, S; Rezanova, O L; Reznicek, P; Rezvani, R; Richter, R; Richter, S; Richter-Was, E; Ricken, O; Ridel, M; Rieck, P; Riegel, C J; Rieger, J; Rijssenbeek, M; Rimoldi, A; Rinaldi, L; Ristić, B; Ritsch, E; Riu, I; Rizatdinova, F; Rizvi, E; Robertson, S H; Robichaud-Veronneau, A; Robinson, D; Robinson, J E M; Robson, A; Roda, C; Roe, S; Røhne, O; Rolli, S; Romaniouk, A; Romano, M; Romano Saez, S M; Romero Adam, E; Rompotis, N; Ronzani, M; Roos, L; Ros, E; Rosati, S; Rosbach, K; Rose, P; Rosendahl, P L; Rosenthal, O; Rossetti, V; Rossi, E; Rossi, L P; Rosten, J H N; Rosten, R; Rotaru, M; Roth, I; Rothberg, J; Rousseau, D; Royon, C R; Rozanov, A; Rozen, Y; Ruan, X; Rubbo, F; Rubinskiy, I; Rud, V I; Rudolph, C; Rudolph, M S; Rühr, F; Ruiz-Martinez, A; Rurikova, Z; Rusakovich, N A; Ruschke, A; Russell, H L; Rutherfoord, J P; Ruthmann, N; Ryabov, Y F; Rybar, M; Rybkin, G; Ryder, N C; Saavedra, A F; Sabato, G; Sacerdoti, S; Saddique, A; Sadrozinski, H F-W; Sadykov, R; Safai Tehrani, F; Sahinsoy, M; Saimpert, M; Saito, T; Sakamoto, H; Sakurai, Y; Salamanna, G; Salamon, A; Salazar Loyola, J E; Saleem, M; Salek, D; Sales De Bruin, P H; Salihagic, D; Salnikov, A; Salt, J; Salvatore, D; Salvatore, F; Salvucci, A; Salzburger, A; Sammel, D; Sampsonidis, D; Sanchez, A; Sánchez, J; Sanchez Martinez, V; Sandaker, H; Sandbach, R L; Sander, H G; Sanders, M P; Sandhoff, M; Sandoval, C; Sandstroem, R; Sankey, D P C; Sannino, M; Sansoni, A; Santoni, C; Santonico, R; Santos, H; Santoyo Castillo, I; Sapp, K; Sapronov, A; Saraiva, J G; Sarrazin, B; Sasaki, O; Sasaki, Y; Sato, K; Sauvage, G; Sauvan, E; Savage, G; Savard, P; Sawyer, C; Sawyer, L; Saxon, J; Sbarra, C; Sbrizzi, A; Scanlon, T; Scannicchio, D A; Scarcella, M; Scarfone, V; Schaarschmidt, J; Schacht, P; Schaefer, D; Schaefer, R; Schaeffer, J; Schaepe, S; Schaetzel, S; Schäfer, U; Schaffer, A C; Schaile, D; Schamberger, R D; Scharf, V; Schegelsky, V A; Scheirich, D; Schernau, M; Schiavi, C; Schillo, C; Schioppa, M; Schlenker, S; Schmieden, K; Schmitt, C; Schmitt, S; Schmitt, S; Schneider, B; Schnellbach, Y J; Schnoor, U; Schoeffel, L; Schoening, A; Schoenrock, B D; Schopf, E; Schorlemmer, A L S; Schott, M; Schouten, D; Schovancova, J; Schramm, S; Schreyer, M; Schroeder, C; Schuh, N; Schultens, M J; Schultz-Coulon, H-C; Schulz, H; Schumacher, M; Schumm, B A; Schune, Ph; Schwanenberger, C; Schwartzman, A; Schwarz, T A; Schwegler, Ph; Schweiger, H; Schwemling, Ph; Schwienhorst, R; Schwindling, J; Schwindt, T; Sciacca, F G; Scifo, E; Sciolla, G; Scuri, F; Scutti, F; Searcy, J; Sedov, G; Sedykh, E; Seema, P; Seidel, S C; Seiden, A; Seifert, F; Seixas, J M; Sekhniaidze, G; Sekhon, K; Sekula, S J; Seliverstov, D M; Semprini-Cesari, N; Serfon, C; Serin, L; Serkin, L; Serre, T; Sessa, M; Seuster, R; Severini, H; Sfiligoj, T; Sforza, F; Sfyrla, A; Shabalina, E; Shamim, M; Shan, L Y; Shang, R; Shank, J T; Shapiro, M; Shatalov, P B; Shaw, K; Shaw, S M; Shcherbakova, A; Shehu, C Y; Sherwood, P; Shi, L; Shimizu, S; Shimmin, C O; Shimojima, M; Shiyakova, M; Shmeleva, A; Shoaleh Saadi, D; Shochet, M J; Shojaii, S; Shrestha, S; Shulga, E; Shupe, M A; Shushkevich, S; Sicho, P; Sidebo, P E; Sidiropoulou, O; Sidorov, D; Sidoti, A; Siegert, F; Sijacki, Dj; Silva, J; Silver, Y; Silverstein, S B; Simak, V; Simard, O; Simic, Lj; Simion, S; Simioni, E; Simmons, B; Simon, D; Sinervo, P; Sinev, N B; Sioli, M; Siragusa, G; Sisakyan, A N; Sivoklokov, S Yu; Sjölin, J; Sjursen, T B; Skinner, M B; Skottowe, H P; Skubic, P; Slater, M; Slavicek, T; Slawinska, M; Sliwa, K; Smakhtin, V; Smart, B H; Smestad, L; Smirnov, S Yu; Smirnov, Y; Smirnova, L N; Smirnova, O; Smith, M N K; Smith, R W; Smizanska, M; Smolek, K; Snesarev, A A; Snidero, G; Snyder, S; Sobie, R; Socher, F; Soffer, A; Soh, D A; Sokhrannyi, G; Solans, C A; Solar, M; Solc, J; Soldatov, E Yu; Soldevila, U; Solodkov, A A; Soloshenko, A; Solovyanov, O V; Solovyev, V; Sommer, P; Song, H Y; Soni, N; Sood, A; Sopczak, A; Sopko, B; Sopko, V; Sorin, V; Sosa, D; Sosebee, M; Sotiropoulou, C L; Soualah, R; Soukharev, A M; South, D; Sowden, B C; Spagnolo, S; Spalla, M; Spangenberg, M; Spanò, F; Spearman, W R; Sperlich, D; Spettel, F; Spighi, R; Spigo, G; Spiller, L A; Spousta, M; Spreitzer, T; St Denis, R D; Staerz, S; Stahlman, J; Stamen, R; Stamm, S; Stanecka, E; Stanescu, C; Stanescu-Bellu, M; Stanitzki, M M; Stapnes, S; Starchenko, E A; Stark, J; Staroba, P; Starovoitov, P; Staszewski, R; Stavina, P; Steinberg, P; Stelzer, B; Stelzer, H J; Stelzer-Chilton, O; Stenzel, H; Stewart, G A; Stillings, J A; Stockton, M C; Stoebe, M; Stoicea, G; Stolte, P; Stonjek, S; Stradling, A R; Straessner, A; Stramaglia, M E; Strandberg, J; Strandberg, S; Strandlie, A; Strauss, E; Strauss, M; Strizenec, P; Ströhmer, R; Strom, D M; Stroynowski, R; Strubig, A; Stucci, S A; Stugu, B; Styles, N A; Su, D; Su, J; Subramaniam, R; Succurro, A; Sugaya, Y; Suhr, C; Suk, M; Sulin, V V; Sultansoy, S; Sumida, T; Sun, S; Sun, X; Sundermann, J E; Suruliz, K; Susinno, G; Sutton, M R; Suzuki, S; Svatos, M; Swiatlowski, M; Sykora, I; Sykora, T; Ta, D; Taccini, C; Tackmann, K; Taenzer, J; Taffard, A; Tafirout, R; Taiblum, N; Takai, H; Takashima, R; Takeda, H; Takeshita, T; Takubo, Y; Talby, M; Talyshev, A A; Tam, J Y C; Tan, K G; Tanaka, J; Tanaka, R; Tanaka, S; Tannenwald, B B; Tannoury, N; Tapprogge, S; Tarem, S; Tarrade, F; Tartarelli, G F; Tas, P; Tasevsky, M; Tashiro, T; Tassi, E; Tavares Delgado, A; Tayalati, Y; Taylor, F E; Taylor, G N; Taylor, W; Teischinger, F A; Teixeira Dias Castanheira, M; Teixeira-Dias, P; Temming, K K; Temple, D; Ten Kate, H; Teng, P K; Teoh, J J; Tepel, F; Terada, S; Terashi, K; Terron, J; Terzo, S; Testa, M; Teuscher, R J; Theveneaux-Pelzer, T; Thomas, J P; Thomas-Wilsker, J; Thompson, E N; Thompson, P D; Thompson, R J; Thompson, A S; Thomsen, L A; Thomson, E; Thomson, M; Thun, R P; Tibbetts, M J; Ticse Torres, R E; Tikhomirov, V O; Tikhonov, Yu A; Timoshenko, S; Tiouchichine, E; Tipton, P; Tisserant, S; Todome, K; Todorov, T; Todorova-Nova, S; Tojo, J; Tokár, S; Tokushuku, K; Tollefson, K; Tolley, E; Tomlinson, L; Tomoto, M; Tompkins, L; Toms, K; Torrence, E; Torres, H; Torró Pastor, E; Toth, J; Touchard, F; Tovey, D R; Trefzger, T; Tremblet, L; Tricoli, A; Trigger, I M; Trincaz-Duvoid, S; Tripiana, M F; Trischuk, W; Trocmé, B; Troncon, C; Trottier-McDonald, M; Trovatelli, M; True, P; Truong, L; Trzebinski, M; Trzupek, A; Tsarouchas, C; Tseng, J C-L; Tsiareshka, P V; Tsionou, D; Tsipolitis, G; Tsirintanis, N; Tsiskaridze, S; Tsiskaridze, V; Tskhadadze, E G; Tsukerman, I I; Tsulaia, V; Tsuno, S; Tsybychev, D; Tudorache, A; Tudorache, V; Tuna, A N; Tupputi, S A; Turchikhin, S; Turecek, D; Turra, R; Turvey, A J; Tuts, P M; Tykhonov, A; Tylmad, M; Tyndel, M; Ueda, I; Ueno, R; Ughetto, M; Ugland, M; Ukegawa, F; Unal, G; Undrus, A; Unel, G; Ungaro, F C; Unno, Y; Unverdorben, C; Urban, J; Urquijo, P; Urrejola, P; Usai, G; Usanova, A; Vacavant, L; Vacek, V; Vachon, B; Valderanis, C; Valencic, N; Valentinetti, S; Valero, A; Valery, L; Valkar, S; Valladolid Gallego, E; Vallecorsa, S; Valls Ferrer, J A; Van Den Wollenberg, W; Van Der Deijl, P C; van der Geer, R; van der Graaf, H; van Eldik, N; van Gemmeren, P; Van Nieuwkoop, J; van Vulpen, I; van Woerden, M C; Vanadia, M; Vandelli, W; Vanguri, R; Vaniachine, A; Vannucci, F; Vardanyan, G; Vari, R; Varnes, E W; Varol, T; Varouchas, D; Vartapetian, A; Varvell, K E; Vazeille, F; Vazquez Schroeder, T; Veatch, J; Veloce, L M; Veloso, F; Velz, T; Veneziano, S; Ventura, A; Ventura, D; Venturi, M; Venturi, N; Venturini, A; Vercesi, V; Verducci, M; Verkerke, W; Vermeulen, J C; Vest, A; Vetterli, M C; Viazlo, O; Vichou, I; Vickey, T; Vickey Boeriu, O E; Viehhauser, G H A; Viel, S; Vigne, R; Villa, M; Villaplana Perez, M; Vilucchi, E; Vincter, M G; Vinogradov, V B; Vivarelli, I; Vives Vaque, F; Vlachos, S; Vladoiu, D; Vlasak, M; Vogel, M; Vokac, P; Volpi, G; Volpi, M; von der Schmitt, H; von Radziewski, H; von Toerne, E; Vorobel, V; Vorobev, K; Vos, M; Voss, R; Vossebeld, J H; Vranjes, N; Vranjes Milosavljevic, M; Vrba, V; Vreeswijk, M; Vuillermet, R; Vukotic, I; Vykydal, Z; Wagner, P; Wagner, W; Wahlberg, H; Wahrmund, S; Wakabayashi, J; Walder, J; Walker, R; Walkowiak, W; Wang, C; Wang, F; Wang, H; Wang, H; Wang, J; Wang, J; Wang, K; Wang, R; Wang, S M; Wang, T; Wang, T; Wang, X; Wanotayaroj, C; Warburton, A; Ward, C P; Wardrope, D R; Washbrook, A; Wasicki, C; Watkins, P M; Watson, A T; Watson, I J; Watson, M F; Watts, G; Watts, S; Waugh, B M; Webb, S; Weber, M S; Weber, S W; Webster, J S; Weidberg, A R; Weinert, B; Weingarten, J; Weiser, C; Weits, H; Wells, P S; Wenaus, T; Wengler, T; Wenig, S; Wermes, N; Werner, M; Werner, P; Wessels, M; Wetter, J; Whalen, K; Wharton, A M; White, A; White, M J; White, R; White, S; Whiteson, D; Wickens, F J; Wiedenmann, W; Wielers, M; Wienemann, P; Wiglesworth, C; Wiik-Fuchs, L A M; Wildauer, A; Wilkens, H G; Williams, H H; Williams, S; Willis, C; Willocq, S; Wilson, A; Wilson, J A; Wingerter-Seez, I; Winklmeier, F; Winter, B T; Wittgen, M; Wittkowski, J; Wollstadt, S J; Wolter, M W; Wolters, H; Wosiek, B K; Wotschack, J; Woudstra, M J; Wozniak, K W; Wu, M; Wu, M; Wu, S L; Wu, X; Wu, Y; Wyatt, T R; Wynne, B M; Xella, S; Xu, D; Xu, L; Yabsley, B; Yacoob, S; Yakabe, R; Yamada, M; Yamaguchi, D; Yamaguchi, Y; Yamamoto, A; Yamamoto, S; Yamanaka, T; Yamauchi, K; Yamazaki, Y; Yan, Z; Yang, H; Yang, H; Yang, Y; Yao, W-M; Yasu, Y; Yatsenko, E; Yau Wong, K H; Ye, J; Ye, S; Yeletskikh, I; Yen, A L; Yildirim, E; Yorita, K; Yoshida, R; Yoshihara, K; Young, C; Young, C J S; Youssef, S; Yu, D R; Yu, J; Yu, J M; Yu, J; Yuan, L; Yuen, S P Y; Yurkewicz, A; Yusuff, I; Zabinski, B; Zaidan, R; Zaitsev, A M; Zalieckas, J; Zaman, A; Zambito, S; Zanello, L; Zanzi, D; Zeitnitz, C; Zeman, M; Zemla, A; Zeng, Q; Zengel, K; Zenin, O; Ženiš, T; Zerwas, D; Zhang, D; Zhang, F; Zhang, H; Zhang, J; Zhang, L; Zhang, R; Zhang, X; Zhang, Z; Zhao, X; Zhao, Y; Zhao, Z; Zhemchugov, A; Zhong, J; Zhou, B; Zhou, C; Zhou, L; Zhou, L; Zhou, N; Zhu, C G; Zhu, H; Zhu, J; Zhu, Y; Zhuang, X; Zhukov, K; Zibell, A; Zieminska, D; Zimine, N I; Zimmermann, C; Zimmermann, S; Zinonos, Z; Zinser, M; Ziolkowski, M; Živković, L; Zobernig, G; Zoccoli, A; Zur Nedden, M; Zurzolo, G; Zwalinski, L

    A search is presented for a high-mass Higgs boson in the [Formula: see text], [Formula: see text], [Formula: see text], and [Formula: see text] decay modes using the ATLAS detector at the CERN Large Hadron Collider. The search uses proton-proton collision data at a centre-of-mass energy of 8 TeV corresponding to an integrated luminosity of 20.3 fb[Formula: see text]. The results of the search are interpreted in the scenario of a heavy Higgs boson with a width that is small compared with the experimental mass resolution. The Higgs boson mass range considered extends up to [Formula: see text] for all four decay modes and down to as low as 140 [Formula: see text], depending on the decay mode. No significant excess of events over the Standard Model prediction is found. A simultaneous fit to the four decay modes yields upper limits on the production cross-section of a heavy Higgs boson times the branching ratio to [Formula: see text] boson pairs. 95 % confidence level upper limits range from 0.53 pb at [Formula: see text] GeV to 0.008 pb at [Formula: see text] GeV for the gluon-fusion production mode and from 0.31 pb at [Formula: see text] GeV to 0.009 pb at [Formula: see text] GeV for the vector-boson-fusion production mode. The results are also interpreted in the context of Type-I and Type-II two-Higgs-doublet models.

  11. Makeham's Formula

    DEFF Research Database (Denmark)

    Astrup Jensen, Bjarne

    analysis. We use Makeham's formula to decompose the return on a bond investment into interest payments, realized capital gains and accrued capital gains for a variety of accounting rules for measuring accruals in order to study the theoretical properties of these accounting rules, their taxation...... consequences and their implications for the relation between the yield before tax and the yield after tax. We also show how Makeham's formula produces short-cut expressions for the duration and convexity of a bond and facilitates the analytical calculation of the yield in certain cases....

  12. Lezioni di analisi matematica

    CERN Document Server

    Sbrana, Francesco

    1951-01-01

    Calcolo integrale delle funzioni di una variabile ; serie di funzioni di una variabile reale o complessa ; proprietà notevoli delle curve piane e sghembe ; ancora sulla intregazione delle funzioni di una variabile ; derivate e differenziali delle funzioni di più variabili ; integrali curvilinei, e di campo ; equazioni differenziali ordinarie ; cenni sulle equazioni alle derivate parziali ; cenni sulle serie di funzioni ortogonali.

  13. Prospettive della reazione di idroformilazione nella sintesi di composti biologicamente attivi

    OpenAIRE

    Marchetti, Mauro

    2000-01-01

    Il nostro gruppo sta conducendo uno studio su complessi di rodio con una nuova classe di leganti idrosolubili di origine proteica, tali complessi impiegati nell’idroformilazione bifasica in solvente acquoso di diversi substrati hanno fornito buoni risultati.

  14. Evaluating four readability formulas for Afrikaans.

    NARCIS (Netherlands)

    Jansen, C. J. M.; Richards, Rose; Van Zyl, Liezl

    2017-01-01

    For almost a hundred years now, readability formulas have been used to measure how difficult it is to comprehend a given text. To date, four readability formulas have been developed for Afrikaans. Two such formulas were published by Van Rooyen (1986), one formula by McDermid Heyns (2007) and one

  15. Life cycle assessment applied to two different municipal solid waste processes; Analisi del ciclo di vita di due diverse possibilita' di smaltimento di rifiuti solidi urbani

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Corti, A. [Florence Univ., Florence (Italy). Dipt. di Energetica Sergio Stecco; Sirini, P. [Florence Univ., Florence (Italy). Dipt. di Ingegneria Civile

    2001-12-01

    The application of Life Cycle Assessment (LCA) methodology as environmental balance tool is particularly suitable for the study of complex system such as municipal solid waste (MSW) collection, treatment and disposal systems. In this case a detailed analysis is carried out referring to an overall environmental balance based on two different waste treatments: land filling and incineration. The comparison carried out based on the LCA methodology and referring to specific process assumptions allowed to foreground that waste to energy treatments get a net overall balance lower than all the different land filling options, referring also to energy recovery from collected biogas. [Italian] La applicazione di metodologie di bilancio ambientale LCA (Life Cycle Assessment) si adatta particolarmente allo studio disistemi complessi quali quelli di raccolta, trattamento e smaltimento di rifiuti. In questo caso viene affrontata nel dettaglio la valutazione in termini di bilancio complessivo di diverse opzioni di trattamento basate su posa a discarica e trattamento termico. Il confronto effettuato mediante il percorso metodologico seguito, ha permesso di valutare, sulla base delle ipotesi di processi fatte, come il trattamento termico con recupero energetico abbia un bilancio netto ambientale inferiore rispetto a qualsiasi opzione di posa a discarica, anche dotata di recupero energetico dal biogas.

  16. I problemi di matematica della Scuola Normale Superiore di Pisa

    CERN Document Server

    Profeti, Alessandro

    1998-01-01

    Nasce come aggiornamento del volume precedente ("I problemi di Matematica della Scuola Normale", 1984) e raccoglie gli esercizi di matematica assegnati all'esame di ammissione alla Scuola Normale Superiore di Pisa dal 1985 al 1997, con la loro risoluzione. Per rendere più efficace lo scopo didattico viene anche presentata una scelta di problemi relativi al periodo precedente (1905-1984). Il libro si rivolge a studenti e docenti della Scuola Secondaria, e si chiude con un Glossario in cui vengono richiamati i termini usati.

  17. Analisi dell’utilizzo di Twitter nella costruzione di un seminario sperimentale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Wolfgang Reinhardt

    2013-03-01

    Full Text Available Nonostante i massicci cambiamenti sociali e tecnologici che si sono verificati a causa del Web negli ultimi anni, i corsi universitari spesso enfatizzano metodi di insegnamento da tempo consolidati e basati su strumenti di apprendimento e risorse tradizionali. Durante tali corsi gli studenti spesso acquisiscono una conoscenza che non è aggiornata e che è lontana da un apprendimento realistico, basato su problemi. L'uso di strumenti e metodi più recenti spesso rimane fuori dalla padronanza degli studenti. In questo contributo si descrive brevemente l’impostazione sperimentale di un seminario in due università tedesche dove l’uso di Social Media per la comunicazione e la collaborazione è stato saldamente integrato alla progettazione di un percorso di apprendimento formale. Si illustra, inoltre, l'utilizzo di Twitter durante il seminario, usando metodologie riprese dalla Social Network Analysis.

  18. Fleeing War. Due strategie di diserzione letteraria:I parenti del Sud di Carlo Montella e Going After Cacciato di Tim O’Brien

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giulio Segato

    2014-10-01

    Full Text Available Il saggio indaga due diverse strategie di diserzione rappresentate in due romanzi di guerra: I parenti del sud di Carlo Montella e Going After Cacciato di Tim O’Brien. Nelle due opere analizzate la diserzione sembra essere collegata al conflitto che fa da sfondo al romanzo. Nel libro di Montella,il protagonista, ancora obnubilato dalle dottrine tautologiche fasciste, qualche settimana dopo l’armistizio di Cassibile decide di disertare e di fuggire nella villa di un’anziana parente, con lo scopo di rinsavire dall’ideologia del regime. Nel romanzo di O’Brien, invece, la fuga messa in scena dall’autore sembra avere gli stessi tratti grotteschi e assurdi del conflitto in cui è stato catapultato il protagonista,la Guerra del Vietnam.

  19. Formula misasi?! / Sten Soomlais

    Index Scriptorium Estoniae

    Soomlais, Sten

    2008-01-01

    Formula Student on kõrgkoolide masinaehituse ja/või autotehnika tudengite meeskondade vaheline iga-aastane tootearendusvõistlus, mis kujutab endast väikese vormelauto projekteerimist, ehitamist ja võidusõitmist ringrajal. Lisa: Formula Student Eestis

  20. 101 ready-to-use Excel formulas

    CERN Document Server

    Alexander, Michael

    2014-01-01

    Mr. Spreadsheet has done it again with 101 easy-to-apply Excel formulas 101 Ready-to-Use Excel Formulas is filled with the most commonly-used, real-world Excel formulas that can be repurposed and put into action, saving you time and increasing your productivity. Each segment of this book outlines a common business or analysis problem that needs to be solved and provides the actual Excel formulas to solve the problem-along with detailed explanation of how the formulas work. Written in a user-friendly style that relies on a tips and tricks approach, the book details how to perform everyday Excel tasks with confidence. 101 Ready-to-Use Excel Formulas is sure to become your well-thumbed reference to solve your workplace problems. The recipes in the book are structured to first present the problem, then provide the formula solution, and finally show how it works so that it can be customized to fit your needs. The companion website to the book allows readers to easily test the formulas and provides visual confirmat...

  1. Dalla stratigrafia all’archeologia dell’architettura. Alcune recenti esperienze del laboratorio senese

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Parenti, Roberto

    2002-12-01

    Full Text Available The author presents three lines of investigation, developed in the University of Siena by the study of some hundreds of historical buildings. The study of depositional processes and products allows us to interpret the dynamics of depositional environments and to establish a chronological framework.This time framework is provided by different aspects of stratigraphy and allows us to interpret building activities in terms of dynamic evolving environments. The record of buildings activities and climatic-pollution processes through historical time is held in these walls along with evidence of the different lime mortars. Our aim is to calibrate the “tools” that could be used to connect the analysis of lime mortar to building activities. Lime mortars could be considered as a perfect dating material for the historical building activities, because it must be freshly prepared every time you need it (it couldn’t be reused, even for the smallest intervention. With the help of a computer we will obtain a rectified photography as simulation where a virtual model works as a mathematics formula. So that we would say that, with the virtual reality,we can either “rebuild” an outline of a building in a precise moment of its history, or we can examine and study all the theories related with the analysis of the material structure, and, eventually,we might understand either the theories will be right or not.L’autore presenta tre delle linee di ricerca sviluppate dal Laboratorio senese, risultato della prassi operativa su alcune centinaia di edifici. La prima è una riflessione sulla complessità del processo di formazione del deposito stratificato, sulle strategie da seguire nell’esecuzione dell’indagine e sulla necessità di un ‘progetto conoscitivo’ preliminare all’indagine stessa. La seconda linea di ricerca affronta lo studio delle malte. L’obiettivo è quello di calibrare gli strumenti che possono essere impiegati per ricorrere all

  2. Allacciare i fili spezzati: analisi di tre autobiografie di persone divenute disabili

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rosalba Perrotta

    2011-04-01

    Full Text Available Leggere autobiografie consente di conoscere esperienze e momenti della vita che restano ignoti a chi non li ha vissuti. Le autobiografie ci svelano un mondo e, nello stesso tempo, ci introducono in esso. Illustrano e spiegano senza illustrare e senza spiegare. Catturano il lettore nella narrazione e, rendendolo protagonista di quello che accade, gli fanno provare le emozioni di chi racconta e gli mostrano la realtà attraverso i suoi occhi. La corrente sociologica dell’Interazionismo simbolico, un approccio che dà particolare rilievo ai significati attribuiti dagli uomini agli oggetti di cui hanno esperienza, considera le storie di vita uno strumento di indagine prezioso. Il racconto di un tratto della vita, o della vita in genere, consente di raggiungere una conoscenza della realtà soggettiva di chi narra molto superiore rispetto a quella ottenuta attraverso questionari o interviste strutturate.

  3. Fundamental formulas of physics

    CERN Document Server

    1960-01-01

    The republication of this book, unabridged and corrected, fills the need for a comprehensive work on fundamental formulas of mathematical physics. It ranges from simple operations to highly sophisticated ones, all presented most lucidly with terms carefully defined and formulas given completely. In addition to basic physics, pertinent areas of chemistry, astronomy, meteorology, biology, and electronics are also included.This is no mere listing of formulas, however. Mathematics is integrated into text, for the most part, so that each chapter stands as a brief summary or even short textbook of

  4. 27 CFR 17.133 - Food product formulas.

    Science.gov (United States)

    2010-04-01

    ... 27 Alcohol, Tobacco Products and Firearms 1 2010-04-01 2010-04-01 false Food product formulas. 17.133 Section 17.133 Alcohol, Tobacco Products and Firearms ALCOHOL AND TOBACCO TAX AND TRADE BUREAU... PRODUCTS Formulas and Samples Approval of Formulas § 17.133 Food product formulas. Formulas for nonbeverage...

  5. Penanganan Cyber Crime di Sektor Perbankan di Indonesia

    OpenAIRE

    Putra, Prima Agusdani

    2011-01-01

    Di dalam dunia perbankan perkembangan cyber crime cukup mengejutkan dengan terjadi beberapa kasus yang merugikan pihak perbankan seperti; kasus pembobolan BNI New York oleh mantan karyawannya sendiri, mutasi kredit fiktif melalui komputer di BDN Cabang Bintaro Jaya, pencurian dana di Bank Danamon Pusat. Sementara itu sejumlah nasabah pemegang credit card juga mengeluh, karena nomor kartu kreditnya telah dipakai pihak lain untuk melakukan transaksi e-commerce sehingga menimbu...

  6. Buchi neri nel mio bagno di schiuma l’enigma di Einstein

    CERN Document Server

    Vishveshwara, C V

    2008-01-01

    "Le bolle stavano turbinando tutto intorno a me e massaggiavano il mio corpo ... Mentre me la godevo in questo fantastico bagno di bolle, i miei occhi si fecero pesanti e mi lasciaii trasportare in un dormiveglia sublimamente estatico". Così inizia l’incontro di Alfie con una vasca da bagno eccezionale e rivelatrice, acquistata da un vicino misterioso di nome Al. L’Enigma di Einstein, ovvero buchi neri nel mio bagno di schiuma, racconta la storia della teoria della gravitazione, dai suoi primordi fino agli ultimi sviluppi in astrofisica, focalizzandosi sulla teoria della relatività generale di Albert Einstein e sulla fisica dei buchi neri. Tramite conversazioni avvincenti e diagrammi scarabocchiati su tovaglioli di carta, si susseguono a ruota i rudimenti della relatività, dello spazio-tempo e di molti aspetti della fisica moderna. In scenette narrate con abilità pedagogica e notevole talento letterario, il lettore s’imbatterà nelle lezioni informali che un astrofisico cosmopolita tiene al suo amic...

  7. Verbo come elemento della frase in friulano ed in frances

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    David Bizjak

    2003-12-01

    Full Text Available Il presente lavoro e dedicato a una parte della sfera del verbo nel friulano  lettera­ rio della seconda meta del ventesimo secolo, alla perifrasi verbale e alla locuzione verbale. Nella definizione della perifrasi verbale (PV ho seguito il modello dei lin­ guisti spagnoli Javier Garcia Gonzales, Fernandez de Castro e Leonard Gomez Torrego, essendo ilpunto di partenza ilmio postulato che la PV rappresenti in friu­ lano una categoria grammaticale a parte o, almeno, una categoria in via di gramma­ ticalizzazione. Parallelamente alla situazione in friulano osservo quella nel francese scritto contemporaneo, con lo scopo di constatare delle eventuali somiglianze e diffe­ renze. Tenendo in considerazione la realta linguistica nella regione Friuli-Venezia Giulia, dove le interferenze fra l'italiano, il friulano ed il veneto sono tali che un non-friulanofono non riesce facilmente a distinguere quando si tratta di un sintag­ ma di origine friulana e quando di un calco sintattico sull'italiano, sembra oppor­ tuno, in numerosi casi, confrontare ilsintagma friulano e quello francese anche con la variante corrispondente in italiano letterario moderno; inoltre, nel capitolo in cui sono trattati i cosiddetti tempi bicomposti, vengono citati alcuni esempi nelle diver­ se varieta venete.

  8. Incidenza di meningiti nell'ASL di Brescia nei primi mesi del 2003

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Magoni

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: nell’ASLdi Brescia durante i mesi di gennaiomaggio 2003 si è verificato un consistente aumento di casi di meningite che ha allarmato oltre agli operatori sanitari anche l’opinione pubblica locale.

    Metodi: i dati riguardanti i casi di meningite verificatisi dal gennaio 1999 al maggio 2003 sono stati raccolti dal Servizio Igiene Pubblica dell’ASLdi Brescia.

    Tenuto conto della omogeneità dei dati nel quadriennio 1999- 2002 e della stagionalità che le meningiti possono avere, sono stati calcolati i tassi di incidenza per i primi cinque mesi dell’anno per tutte le meningiti in generale e per agente eziologico, durante il quadriennio 1999-2002. Tali tassi sono stati confrontati con i tassi corrispondenti nei primi mesi del 2003.

    Risultati: nel primi 5 mesi del 2003 si sono registrati in tutto 48 casi, di cui 9 da meningocco, 13 da pneumococco, 14 virali, 3 da altri agenti batterici e 8 senza agente microbico identificato. Nei 4 anni precedenti erano stati notificati 66 casi di meningite nei primi 5 mesi dell’anno, con una media annua di 16.5. Il tasso di incidenza di meningite in gennaio-maggio è stato quindi il triplo nel 2003 (rischio relativo = 2.9 rispetto ai 4 anni precedenti (p=0.0001. L’eccesso di incidenza si è riscontrato per tutti i tipi di meningite considerati in base all’agente eziologico.

    L’analisi per diverse età ha mostrato un aumento di incidenza sia nei bambini che nei giovani adulti e negli anziani. Non si è riscontrata alcuna differenza statisticamente significativa tra l’incidenza nel comune di Brescia (area urbana rispetto all’intera ASL nel periodo in studio.

    Conclusioni: l’aumento di incidenza per meningiti
    osservato nel 2003 non sembra spiegabile in termini di variabilità casuale del fenomeno da un anno all’altro e riguarda tutti i tipi di meningite e tutte le categorie d

  9. Principi di Marketing

    OpenAIRE

    P. Kotler; G. Armstrong; F. Ancarani; M. Costabile

    2015-01-01

    Principi di marketing propone un quadro dei processi di gestione del marketing relativamente innovativo, ispirato a un modello rigoroso e semplice al tempo stesso: il valore, dei clienti, per i clienti e delle relazioni con i clienti. È su questo modello che vengono declinati i princìpi del marketing e che se ne progettano le strategie – segmentazione, targeting e posizionamento – da cui hanno origine le scelte di differenziazione di prodotti, marche, modalità di distribuzione e comunicazione...

  10. Castelli di carta. La piega per la costruzione di superfici articolate

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Casale

    2012-06-01

    Full Text Available L’antica arte del piegare la carta, l’Origami, sta vivendo un rinnovato interesse che coinvolge molti aspetti della ricerca.  Con il termine origami, si intende lo studio del modo di piegare il foglio di carta per imporgli una specifica forma.  La superficie tassellata per mezzo di specifiche pieghe, si propone come un nuovo soggetto di studio: la superficie piegata articolata. La forma congiunta al movimento, assume un particolare interesse nella contemporanea ricerca geometrica e architettonica. Il panorama contemporaneo, propone opere di architettura “responsiva”, capaci di modificare le proprie caratteristiche per adeguarsi a nuove condizioni. La superficie piegata articolata sembra particolarmente adatta a descrivere questo modo d’intendere l’architettura, reagendo a diverse volontà e di conseguenza modificando la propria conformazione attraverso un attento controllo progettuale della forma.

  11. Book review. Storie e geografie di un veterinario di campagna. Raffaele Mastrocola

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2013-12-01

    Full Text Available Una raccolta di racconti, o meglio di "storie" ma anche di "geografie" riprendendo l'azzeccato titolo scelto dal dott. Raffaele Mastrocola per la sua prima opera di narrativa autobiografica. Racconti di vita professionale e squarci di vita rurale nel solco del veterinario-scrittore britannico James Herriot. Qui, però, non siamo nell'elegante campagna inglese bensì in quella abruzzese, forte, gentile e certamente più genuina. Tra aneddoti comici, un'ironia delicata e a tratti debordante, l'autore ci racconta la sua vita professionale circondata da clienti pittoreschi, per lo più anziani, di un'umanità rurale oramai quasi dimenticata, con un'attenzione nostalgica per il periodo dell'infanzia e la formazione universitaria a Bologna (compresi i "rapporti" telefonici con Vasco Rossi e le cene "Da Vito". Una lettura gradevole e, perché no, utile ai giovani veterinari che troveranno tra le pagine consigli su diagnosi e terapie convalidate attraverso una lunga esperienza condotta sul campo, anche a beneficio umano, come nel caso del sedano selvatico che l'autore definisce un "antibiotico naturale, un toccasana per le vie urinarie". Un altro racconto di particolare interesse è quello intitolato "Quel benedetto femore" con Mastrocola che narra con trasporto come è riuscito a trovare la soluzione ad un caso complesso non attingendo ad un manuale di scienza veterinaria, bensì ad un libro di narrativa di James Herriot, suo vero e proprio faro personale: "Ho sempre avuto simpatie per i racconti di vita professionale. Il mio grande ispiratore è stato James Herriott! Oggi a distanza di oltre trenta anni dall'inizio della mia attività, sento la necessità di condividere le mie esperienze, le mie emozioni ed i miei ricordi con altri. La miscellanea dei miei racconti è una raccolta di 'ricordi giovanili', vita professionale ed il diario di un mio viaggio in moto d'epoca fatto in Australia." Sì perché l'autore, tra i suoi mille interessi, ha anche

  12. Domotica e disabilità negli ambienti di apprendimento. Esiti di un progetto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tamara Zappaterra

    2013-11-01

    Full Text Available In un lavoro sinergico ed interdisciplinare tra ricercatori dell’area pedagogica, dell’area ingegneristica e di quella medica, si è testata la possibilità di adattamento di dispositivi domotici all’ambiente scolastico, ambito non ancora esplorato dalla domotica, ed è stato progettato e realizzato un prototipo di dispositivo innovativo ed originale modellato sulle peculiarità dell’utente nel contesto scolastico. Per quanto riguarda i risultati raggiunti,sono state realizzate tre stazioni domotiche composte da un banco touch-screen collegato ad una LIM. Lo strumento si sta rivelando in grado di facilitare e motivare ad imparare, di trasmettere apprendimenti, di migliorare la qualità della vita del gruppo classe.

  13. Energy dependence of forward-rapidity [Formula: see text] and [Formula: see text] production in pp collisions at the LHC.

    Science.gov (United States)

    Acharya, S; Adamová, D; Aggarwal, M M; Aglieri Rinella, G; Agnello, M; Agrawal, N; Ahammed, Z; Ahmad, N; Ahn, S U; Aiola, S; Akindinov, A; Alam, S N; Albuquerque, D S D; Aleksandrov, D; Alessandro, B; Alexandre, D; Alfaro Molina, R; Alici, A; Alkin, A; Alme, J; Alt, T; Altsybeev, I; Alves Garcia Prado, C; An, M; Andrei, C; Andrews, H A; Andronic, A; Anguelov, V; Anson, C; Antičić, T; Antinori, F; Antonioli, P; Anwar, R; Aphecetche, L; Appelshäuser, H; Arcelli, S; Arnaldi, R; Arnold, O W; Arsene, I C; Arslandok, M; Audurier, B; Augustinus, A; Averbeck, R; Azmi, M D; Badalà, A; Baek, Y W; Bagnasco, S; Bailhache, R; Bala, R; Baldisseri, A; Ball, M; Baral, R C; Barbano, A M; Barbera, R; Barile, F; Barioglio, L; Barnaföldi, G G; Barnby, L S; Barret, V; Bartalini, P; Barth, K; Bartke, J; Bartsch, E; Basile, M; Bastid, N; Basu, S; Bathen, B; Batigne, G; Batista Camejo, A; Batyunya, B; Batzing, P C; Bearden, I G; Beck, H; Bedda, C; Behera, N K; Belikov, I; Bellini, F; Bello Martinez, H; Bellwied, R; Beltran, L G E; Belyaev, V; Bencedi, G; Beole, S; Bercuci, A; Berdnikov, Y; Berenyi, D; Bertens, R A; Berzano, D; Betev, L; Bhasin, A; Bhat, I R; Bhati, A K; Bhattacharjee, B; Bhom, J; Bianchi, L; Bianchi, N; Bianchin, C; Bielčík, J; Bielčíková, J; Bilandzic, A; Biro, G; Biswas, R; Biswas, S; Blair, J T; Blau, D; Blume, C; Boca, G; Bock, F; Bogdanov, A; Boldizsár, L; Bombara, M; Bonomi, G; Bonora, M; Book, J; Borel, H; Borissov, A; Borri, M; Botta, E; Bourjau, C; Braun-Munzinger, P; Bregant, M; Broker, T A; Browning, T A; Broz, M; Brucken, E J; Bruna, E; Bruno, G E; Budnikov, D; Buesching, H; Bufalino, S; Buhler, P; Buitron, S A I; Buncic, P; Busch, O; Buthelezi, Z; Butt, J B; Buxton, J T; Cabala, J; Caffarri, D; Caines, H; Caliva, A; Calvo Villar, E; Camerini, P; Capon, A A; Carena, F; Carena, W; Carnesecchi, F; Castillo Castellanos, J; Castro, A J; Casula, E A R; Ceballos Sanchez, C; Cerello, P; Chang, B; Chapeland, S; Chartier, M; Charvet, J L; Chattopadhyay, S; Chattopadhyay, S; Chauvin, A; Cherney, M; Cheshkov, C; Cheynis, B; Chibante Barroso, V; Chinellato, D D; Cho, S; Chochula, P; Choi, K; Chojnacki, M; Choudhury, S; Christakoglou, P; Christensen, C H; Christiansen, P; Chujo, T; Chung, S U; Cicalo, C; Cifarelli, L; Cindolo, F; Cleymans, J; Colamaria, F; Colella, D; Collu, A; Colocci, M; Concas, M; Conesa Balbastre, G; Conesa Del Valle, Z; Connors, M E; Contreras, J G; Cormier, T M; Corrales Morales, Y; Cortés Maldonado, I; Cortese, P; Cosentino, M R; Costa, F; Costanza, S; Crkovská, J; Crochet, P; Cuautle, E; Cunqueiro, L; Dahms, T; Dainese, A; Danisch, M C; Danu, A; Das, D; Das, I; Das, S; Dash, A; Dash, S; De, S; De Caro, A; de Cataldo, G; de Conti, C; de Cuveland, J; De Falco, A; De Gruttola, D; De Marco, N; De Pasquale, S; De Souza, R D; Degenhardt, H F; Deisting, A; Deloff, A; Deplano, C; Dhankher, P; Di Bari, D; Di Mauro, A; Di Nezza, P; Di Ruzza, B; Diaz Corchero, M A; Dietel, T; Dillenseger, P; Divià, R; Djuvsland, Ø; Dobrin, A; Domenicis Gimenez, D; Dönigus, B; Dordic, O; Drozhzhova, T; Dubey, A K; Dubla, A; Ducroux, L; Duggal, A K; Dupieux, P; Ehlers, R J; Elia, D; Endress, E; Engel, H; Epple, E; Erazmus, B; Erhardt, F; Espagnon, B; Esumi, S; Eulisse, G; Eum, J; Evans, D; Evdokimov, S; Fabbietti, L; Faivre, J; Fantoni, A; Fasel, M; Feldkamp, L; Feliciello, A; Feofilov, G; Ferencei, J; Téllez, A Fernández; Ferreiro, E G; Ferretti, A; Festanti, A; Feuillard, V J G; Figiel, J; Figueredo, M A S; Filchagin, S; Finogeev, D; Fionda, F M; Fiore, E M; Floris, M; Foertsch, S; Foka, P; Fokin, S; Fragiacomo, E; Francescon, A; Francisco, A; Frankenfeld, U; Fronze, G G; Fuchs, U; Furget, C; Furs, A; Fusco Girard, M; Gaardhøje, J J; Gagliardi, M; Gago, A M; Gajdosova, K; Gallio, M; Galvan, C D; Ganoti, P; Gao, C; Garabatos, C; Garcia-Solis, E; Garg, K; Garg, P; Gargiulo, C; Gasik, P; Gauger, E F; Gay Ducati, M B; Germain, M; Ghosh, P; Ghosh, S K; Gianotti, P; Giubellino, P; Giubilato, P; Gladysz-Dziadus, E; Glässel, P; Goméz Coral, D M; Gomez Ramirez, A; Gonzalez, A S; Gonzalez, V; González-Zamora, P; Gorbunov, S; Görlich, L; Gotovac, S; Grabski, V; Graczykowski, L K; Graham, K L; Greiner, L; Grelli, A; Grigoras, C; Grigoriev, V; Grigoryan, A; Grigoryan, S; Grion, N; Gronefeld, J M; Grosa, F; Grosse-Oetringhaus, J F; Grosso, R; Gruber, L; Grull, F R; Guber, F; Guernane, R; Guerzoni, B; Gulbrandsen, K; Gunji, T; Gupta, A; Gupta, R; Guzman, I B; Haake, R; Hadjidakis, C; Hamagaki, H; Hamar, G; Hamon, J C; Harris, J W; Harton, A; Hatzifotiadou, D; Hayashi, S; Heckel, S T; Hellbär, E; Helstrup, H; Herghelegiu, A; Herrera Corral, G; Herrmann, F; Hess, B A; Hetland, K F; Hillemanns, H; Hippolyte, B; Hladky, J; Hohlweger, B; Horak, D; Hosokawa, R; Hristov, P; Hughes, C; Humanic, T J; Hussain, N; Hussain, T; Hutter, D; Hwang, D S; Ilkaev, R; Inaba, M; Ippolitov, M; Irfan, M; Isakov, V; Islam, M S; Ivanov, M; Ivanov, V; Izucheev, V; Jacak, B; Jacazio, N; Jacobs, P M; Jadhav, M B; Jadlovska, S; Jadlovsky, J; Jaelani, S; Jahnke, C; Jakubowska, M J; Janik, M A; Jayarathna, P H S Y; Jena, C; Jena, S; Jercic, M; Jimenez Bustamante, R T; Jones, P G; Jusko, A; Kalinak, P; Kalweit, A; Kang, J H; Kaplin, V; Kar, S; Karasu Uysal, A; Karavichev, O; Karavicheva, T; Karayan, L; Karpechev, E; Kebschull, U; Keidel, R; Keijdener, D L D; Keil, M; Ketzer, B; Mohisin Khan, M; Khan, P; Khan, S A; Khanzadeev, A; Kharlov, Y; Khatun, A; Khuntia, A; Kielbowicz, M M; Kileng, B; Kim, D; Kim, D W; Kim, D J; Kim, H; Kim, J S; Kim, J; Kim, M; Kim, M; Kim, S; Kim, T; Kirsch, S; Kisel, I; Kiselev, S; Kisiel, A; Kiss, G; Klay, J L; Klein, C; Klein, J; Klein-Bösing, C; Klewin, S; Kluge, A; Knichel, M L; Knospe, A G; Kobdaj, C; Kofarago, M; Kollegger, T; Kolojvari, A; Kondratiev, V; Kondratyeva, N; Kondratyuk, E; Konevskikh, A; Kopcik, M; Kour, M; Kouzinopoulos, C; Kovalenko, O; Kovalenko, V; Kowalski, M; Koyithatta Meethaleveedu, G; Králik, I; Kravčáková, A; Krivda, M; Krizek, F; Kryshen, E; Krzewicki, M; Kubera, A M; Kučera, V; Kuhn, C; Kuijer, P G; Kumar, A; Kumar, J; Kumar, L; Kumar, S; Kundu, S; Kurashvili, P; Kurepin, A; Kurepin, A B; Kuryakin, A; Kushpil, S; Kweon, M J; Kwon, Y; La Pointe, S L; La Rocca, P; Lagana Fernandes, C; Lakomov, I; Langoy, R; Lapidus, K; Lara, C; Lardeux, A; Lattuca, A; Laudi, E; Lavicka, R; Lazaridis, L; Lea, R; Leardini, L; Lee, S; Lehas, F; Lehner, S; Lehrbach, J; Lemmon, R C; Lenti, V; Leogrande, E; León Monzón, I; Lévai, P; Li, S; Li, X; Lien, J; Lietava, R; Lindal, S; Lindenstruth, V; Lippmann, C; Lisa, M A; Litichevskyi, V; Ljunggren, H M; Llope, W J; Lodato, D F; Loenne, P I; Loginov, V; Loizides, C; Loncar, P; Lopez, X; López Torres, E; Lowe, A; Luettig, P; Lunardon, M; Luparello, G; Lupi, M; Lutz, T H; Maevskaya, A; Mager, M; Mahajan, S; Mahmood, S M; Maire, A; Majka, R D; Malaev, M; Maldonado Cervantes, I; Malinina, L; Mal'Kevich, D; Malzacher, P; Mamonov, A; Manko, V; Manso, F; Manzari, V; Mao, Y; Marchisone, M; Mareš, J; Margagliotti, G V; Margotti, A; Margutti, J; Marín, A; Markert, C; Marquard, M; Martin, N A; Martinengo, P; Martinez, J A L; Martínez, M I; Martínez García, G; Martinez Pedreira, M; Mas, A; Masciocchi, S; Masera, M; Masoni, A; Mastroserio, A; Mathis, A M; Matyja, A; Mayer, C; Mazer, J; Mazzilli, M; Mazzoni, M A; Meddi, F; Melikyan, Y; Menchaca-Rocha, A; Meninno, E; Mercado Pérez, J; Meres, M; Mhlanga, S; Miake, Y; Mieskolainen, M M; Mihaylov, D L; Mikhaylov, K; Milano, L; Milosevic, J; Mischke, A; Mishra, A N; Miśkowiec, D; Mitra, J; Mitu, C M; Mohammadi, N; Mohanty, B; Montes, E; Moreira De Godoy, D A; Moreno, L A P; Moretto, S; Morreale, A; Morsch, A; Muccifora, V; Mudnic, E; Mühlheim, D; Muhuri, S; Mukherjee, M; Mulligan, J D; Munhoz, M G; Münning, K; Munzer, R H; Murakami, H; Murray, S; Musa, L; Musinsky, J; Myers, C J; Naik, B; Nair, R; Nandi, B K; Nania, R; Nappi, E; Naru, M U; Natal da Luz, H; Nattrass, C; Navarro, S R; Nayak, K; Nayak, R; Nayak, T K; Nazarenko, S; Nedosekin, A; Negrao De Oliveira, R A; Nellen, L; Nesbo, S V; Ng, F; Nicassio, M; Niculescu, M; Niedziela, J; Nielsen, B S; Nikolaev, S; Nikulin, S; Nikulin, V; Noferini, F; Nomokonov, P; Nooren, G; Noris, J C C; Norman, J; Nyanin, A; Nystrand, J; Oeschler, H; Oh, S; Ohlson, A; Okubo, T; Olah, L; Oleniacz, J; Oliveira Da Silva, A C; Oliver, M H; Onderwaater, J; Oppedisano, C; Orava, R; Oravec, M; Ortiz Velasquez, A; Oskarsson, A; Otwinowski, J; Oyama, K; Pachmayer, Y; Pacik, V; Pagano, D; Pagano, P; Paić, G; Palni, P; Pan, J; Pandey, A K; Panebianco, S; Papikyan, V; Pappalardo, G S; Pareek, P; Park, J; Park, W J; Parmar, S; Passfeld, A; Pathak, S P; Paticchio, V; Patra, R N; Paul, B; Pei, H; Peitzmann, T; Peng, X; Pereira, L G; Pereira Da Costa, H; Peresunko, D; Perez Lezama, E; Peskov, V; Pestov, Y; Petráček, V; Petrov, V; Petrovici, M; Petta, C; Pezzi, R P; Piano, S; Pikna, M; Pillot, P; Pimentel, L O D L; Pinazza, O; Pinsky, L; Piyarathna, D B; Płoskoń, M; Planinic, M; Pluta, J; Pochybova, S; Podesta-Lerma, P L M; Poghosyan, M G; Polichtchouk, B; Poljak, N; Poonsawat, W; Pop, A; Poppenborg, H; Porteboeuf-Houssais, S; Porter, J; Pospisil, J; Pozdniakov, V; Prasad, S K; Preghenella, R; Prino, F; Pruneau, C A; Pshenichnov, I; Puccio, M; Puddu, G; Pujahari, P; Punin, V; Putschke, J; Qvigstad, H; Rachevski, A; Raha, S; Rajput, S; Rak, J; Rakotozafindrabe, A; Ramello, L; Rami, F; Rana, D B; Raniwala, R; Raniwala, S; Räsänen, S S; Rascanu, B T; Rathee, D; Ratza, V; Ravasenga, I; Read, K F; Redlich, K; Rehman, A; Reichelt, P; Reidt, F; Ren, X; Renfordt, R; Reolon, A R; Reshetin, A; Reygers, K; Riabov, V; Ricci, R A; Richert, T; Richter, M; Riedler, P; Riegler, W; Riggi, F; Ristea, C; Rodríguez Cahuantzi, M; Røed, K; Rogochaya, E; Rohr, D; Röhrich, D; Rokita, P S; Ronchetti, F; Ronflette, L; Rosnet, P; Rossi, A; Rotondi, A; Roukoutakis, F; Roy, A; Roy, C; Roy, P; Rubio Montero, A J; Rueda, O V; Rui, R; Russo, R; Rustamov, A; Ryabinkin, E; Ryabov, Y; Rybicki, A; Saarinen, S; Sadhu, S; Sadovsky, S; Šafařík, K; Saha, S K; Sahlmuller, B; Sahoo, B; Sahoo, P; Sahoo, R; Sahoo, S; Sahu, P K; Saini, J; Sakai, S; Saleh, M A; Salzwedel, J; Sambyal, S; Samsonov, V; Sandoval, A; Sarkar, D; Sarkar, N; Sarma, P; Sas, M H P; Scapparone, E; Scarlassara, F; Scharenberg, R P; Scheid, H S; Schiaua, C; Schicker, R; Schmidt, C; Schmidt, H R; Schmidt, M O; Schmidt, M; Schuchmann, S; Schukraft, J; Schutz, Y; Schwarz, K; Schweda, K; Scioli, G; Scomparin, E; Scott, R; Šefčík, M; Seger, J E; Sekiguchi, Y; Sekihata, D; Selyuzhenkov, I; Senosi, K; Senyukov, S; Serradilla, E; Sett, P; Sevcenco, A; Shabanov, A; Shabetai, A; Shadura, O; Shahoyan, R; Shangaraev, A; Sharma, A; Sharma, A; Sharma, M; Sharma, M; Sharma, N; Sheikh, A I; Shigaki, K; Shou, Q; Shtejer, K; Sibiriak, Y; Siddhanta, S; Sielewicz, K M; Siemiarczuk, T; Silvermyr, D; Silvestre, C; Simatovic, G; Simonetti, G; Singaraju, R; Singh, R; Singhal, V; Sinha, T; Sitar, B; Sitta, M; Skaali, T B; Slupecki, M; Smirnov, N; Snellings, R J M; Snellman, T W; Song, J; Song, M; Soramel, F; Sorensen, S; Sozzi, F; Spiriti, E; Sputowska, I; Srivastava, B K; Stachel, J; Stan, I; Stankus, P; Stenlund, E; Stiller, J H; Stocco, D; Strmen, P; Suaide, A A P; Sugitate, T; Suire, C; Suleymanov, M; Suljic, M; Sultanov, R; Šumbera, M; Sumowidagdo, S; Suzuki, K; Swain, S; Szabo, A; Szarka, I; Szczepankiewicz, A; Szymanski, M; Tabassam, U; Takahashi, J; Tambave, G J; Tanaka, N; Tarhini, M; Tariq, M; Tarzila, M G; Tauro, A; Tejeda Muñoz, G; Telesca, A; Terasaki, K; Terrevoli, C; Teyssier, B; Thakur, D; Thakur, S; Thomas, D; Tieulent, R; Tikhonov, A; Timmins, A R; Toia, A; Tripathy, S; Trogolo, S; Trombetta, G; Trubnikov, V; Trzaska, W H; Trzeciak, B A; Tsuji, T; Tumkin, A; Turrisi, R; Tveter, T S; Ullaland, K; Umaka, E N; Uras, A; Usai, G L; Utrobicic, A; Vala, M; Van Der Maarel, J; Van Hoorne, J W; van Leeuwen, M; Vanat, T; Vande Vyvre, P; Varga, D; Vargas, A; Vargyas, M; Varma, R; Vasileiou, M; Vasiliev, A; Vauthier, A; Vázquez Doce, O; Vechernin, V; Veen, A M; Velure, A; Vercellin, E; Vergara Limón, S; Vernet, R; Vértesi, R; Vickovic, L; Vigolo, S; Viinikainen, J; Vilakazi, Z; Villalobos Baillie, O; Villatoro Tello, A; Vinogradov, A; Vinogradov, L; Virgili, T; Vislavicius, V; Vodopyanov, A; Völkl, M A; Voloshin, K; Voloshin, S A; Volpe, G; von Haller, B; Vorobyev, I; Voscek, D; Vranic, D; Vrláková, J; Wagner, B; Wagner, J; Wang, H; Wang, M; Watanabe, D; Watanabe, Y; Weber, M; Weber, S G; Weiser, D F; Wessels, J P; Westerhoff, U; Whitehead, A M; Wiechula, J; Wikne, J; Wilk, G; Wilkinson, J; Willems, G A; Williams, M C S; Windelband, B; Witt, W E; Yalcin, S; Yang, P; Yano, S; Yin, Z; Yokoyama, H; Yoo, I-K; Yoon, J H; Yurchenko, V; Zaccolo, V; Zaman, A; Zampolli, C; Zanoli, H J C; Zardoshti, N; Zarochentsev, A; Závada, P; Zaviyalov, N; Zbroszczyk, H; Zhalov, M; Zhang, H; Zhang, X; Zhang, Y; Zhang, C; Zhang, Z; Zhao, C; Zhigareva, N; Zhou, D; Zhou, Y; Zhou, Z; Zhu, H; Zhu, J; Zhu, X; Zichichi, A; Zimmermann, A; Zimmermann, M B; Zimmermann, S; Zinovjev, G; Zmeskal, J

    2017-01-01

    We present results on transverse momentum ([Formula: see text]) and rapidity ([Formula: see text]) differential production cross sections, mean transverse momentum and mean transverse momentum square of inclusive [Formula: see text] and [Formula: see text] at forward rapidity ([Formula: see text]) as well as [Formula: see text]-to-[Formula: see text] cross section ratios. These quantities are measured in pp collisions at center of mass energies [Formula: see text] and 13 TeV with the ALICE detector. Both charmonium states are reconstructed in the dimuon decay channel, using the muon spectrometer. A comprehensive comparison to inclusive charmonium cross sections measured at [Formula: see text], 7 and 8 TeV is performed. A comparison to non-relativistic quantum chromodynamics and fixed-order next-to-leading logarithm calculations, which describe prompt and non-prompt charmonium production respectively, is also presented. A good description of the data is obtained over the full [Formula: see text] range, provided that both contributions are summed. In particular, it is found that for [Formula: see text] GeV/ c the non-prompt contribution reaches up to 50% of the total charmonium yield.

  14. «Più saggia di Edipo». Su alcune fonti di «Ödipus und die Sphinx» di Hofmannsthal

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Raponi

    2016-12-01

    Full Text Available Il saggio analizza la tragedia Ödipus und die Sphinx (Edipo e la Sfinge, 1906 di Hugo von Hofmannsthal in relazione con le sue fonti, mostrando come la figura di Eleonora Duse, tanto venerata dal poeta austriaco da indurlo a plasmare su di lei il ruolo di Giocasta, abbia provocato sia l’allontanamento dell’opera dalla primitiva fonte francese OEdipe et le Sphinx di Joséphin Péladan (1903, sia il suo avvicinamento al mondo poetico dannunziano, di cui l’attrice italiana era stata ispiratrice e interprete. Allo stesso tempo il saggio mostra come Hofmannsthal affidi alla dialettica interna ai personaggi della sua tragedia e in particolare a Giocasta il compito di ridimensionare e correggere il superomismo dannunziano, lasciando emergere, qui appena accennato, il mondo di delicate relazioni che caratterizzerà le commedie della maturità.

  15. La gestione dei flussi turistici tramite sistemi di trasporto innovativi: l’esempio di Perugia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Leonardo Naldini

    2010-10-01

    Full Text Available La città di Perugia ha, fin dagli anni ’70, unito alla sua capacità di attrazione turistica, dovuta al patrimonio storico ambientale plurimillenario, una volontà di affrontare il tema della mobilità urbana in maniera profondamente innovativa ed ambientalmente sostenibile. Il concetto della creazione di parcheggi di attestazione, serviti da percorsi meccanizzati di risalita verso l’acropoli, è stato recentemente ampliato dalla creazione del Minimetro, mezzo di trasporto innovativo, dal ridottissimo impatto ambientale, che unisce in soli 12 minuti, con un servizio semicontinuo, l’area di valle di Pian di Massiano, dotata di un capace parcheggio da circa 2800 posti auto, al centro cittadino, servendo diversi quartieri urbani. Tale sistema di trasporto, corridoio forte del trasporto pubblico urbano, ha fornito lo spunto per attuare una nuova modalità di gestione dei flussi turistici, che individua nel Minimetro la modalità principale di accesso al centro storico sia per i gruppi a numero ridotto, sia per i gruppi organizzati in arrivo con i bus turistici. L’organizzazione della mobilità turistica che ne è derivata costituisce un ulteriore passo in avanti lungo quell’itinerario di gestione della città che cerca di coniugare l’attrattiva turistica, con le sue ricadute in termini di crescita economica, e la salvaguardia del patrimonio storico artistico e della qualità della vita dei cittadini. Gli scenari futuri vedono un’iniezione di tecnologia in questo contesto, con l’introduzione nella gestione dei flussi turistici dei concetti di accreditamento, dell’infomobilità come supporto alle politiche urbane, del controllo unito alla fornitura di servizi georeferenziati.

  16. Walfisz-like formula from Poisson's summation formula and some applications

    International Nuclear Information System (INIS)

    Freitas, U. de; Chaba, A.N.

    1983-01-01

    Walfiscz-like formula for the number of lattice points of an arbitrary m-dimensional lattice in a hyperellipsoid with given semi-axes is derived from the Poisson's summation formula. Applications to (i) the evaluation of certain lattice sums and (ii) the calculation of the expressions for the density of states of a single non-relativistic particle as well as of a relativistic particle enclosed in a rectangular m-dimensional box of finite size and subject to different boundary conditions are given. (Author) [pt

  17. Il Realismo Socialista come forma di “non arte”. Alcune ipotesi di lettura a partire dalla XXXII Biennale di Venezia e dalla documenta 3 di Kassel del 1964

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Zinelli

    2016-11-01

    Full Text Available Il 20 luglio del 1964 la Pravda pubblica un duro attacco alla Biennale di Venezia - che sancisce, con il premio assegnato a Rauschenberg, la consacrazione del New Dada e della Pop Art - accusandola di “ciarlataneria”. Analogamente da parte della critica italiana emerge una diffusa tendenza a non ammettere la stessa liceità estetica del Realismo Socialista, recuperando i termini di una contrapposizione tra “arte” e “kitsch” il cui antecedente fondamentale può essere identificato nel celebre testo di Greenberg del 1939. Sempre nel 1964 la terza edizione di documenta a Kassel propone una lettura del contemporaneo che esclude programmaticamente il realismo, assumendo una visione idealista che rifiuta ogni possibile tangenza tra ricerche estetiche e dimensione politica. L’articolo si propone di indagare l’affermazione di un modello di lettura del Realismo Socialista che risente profondamente delle politiche culturali in atto negli anni della guerra fredda, i cui retaggi continueranno a perpetuarsi nel dibattito successivo sul realismo, trovando solo in anni recenti, con autori come Boris Groys, una forma di problematizzazione.

  18. Esercizi scelti di algebra

    CERN Document Server

    Chirivì, Rocco; Dvornicich, Roberto

    2017-01-01

    Questo libro – primo di due volumi -  presenta oltre 250 esercizi scelti di algebra ricavati dai compiti d'esame dei corsi di Aritmetica tenuti dagli autori all'Università di Pisa. Ogni esercizio viene presentato con una o più soluzioni accuratamente redatte con linguaggio e notazioni uniformi. Caratteristica distintiva del libro è che gli esercizi proposti sono tutti diversi uno dall'altro e le soluzioni richiedono sempre una piccola idea originale; ciò rende il libro unico nel genere. Gli argomenti di questo primo volume sono: principio d'induzione, combinatoria, congruenze, gruppi abeliani, anelli commutativi, polinomi, estensioni di campi, campi finiti. Il libro contiene inoltre una dettagliata sezione di richiami teorici e può essere usato come libro di riferimento per lo studio. Una serie di esercizi preliminari introduce le tecniche principali da usare per confrontarsi con i testi d'esame proposti. Il volume è rivolto a tutti gli studenti del primo anno dei corsi di laur ea in Matematica e Inf...

  19. Lezioni di Cosmologia Teorica

    CERN Document Server

    Gasperini, Maurizio

    2012-01-01

    Il libro è basato sulle lezioni attualmente tenute dall'autore presso l’Università di Bari, ed è progettato in modo da rappresentare un testo di riferimento il più possibile moderno, completo e autosufficiente per i corsi semestrale di Cosmologia, Astrofisica o Fisica Astroparticellare che compaiono nel piano di studi della Laurea Magistrale in Fisica e in Astronomia. Contiene gli elementi di base della cosmologia relativistica, del modello cosmologico standard e del suo completamento inflazionario. E' organizzato per servire da traccia ad un corso di cosmologia di stampo teorico, ma cerca di non perdere mai di vista il confronto con i principali risultati osservativi: molta attenzione viene infatti dedicata alla fenomenologia dei fondi cosmici, e in particolare alla  radiazione gravitazionale fossile perché la sua rivelazione, diretta o indiretta, potrebbe dare indicazioni  cruciali sulla scelta del corretto modello per l'Universo primordiale. Non mancano infine alcuni accenni ad argomenti di inter...

  20. Calibrazioni a terra e prestazioni in volo di spettrometri ad immagine nel visibile e nel vicino infrarosso per l'esplorazione planetaria

    Science.gov (United States)

    Filacchione, Gianrico

    2006-10-01

    -out noise e tilt spettrale); alcuni di questi effetti sono stati caratterizzati e dettagliamente misurati in laboratorio utilizzando il modello spare (flight) di VIMS-V. Parte del capitolo è dedicata alla verifica della procedura di calibrazione su diversi target aventi caratteristiche spettroradiometriche note. Questi algoritmi di processamento sono correntemente utilizzati dal team scientifico di VIMS per calibrare i dati del canale -VIS rilasciati ufficialmente alla comunità scientifica internazionale attraverso il Planetary Data System (PDS) della Nasa. La seconda parte riguarda l’esperimento VIRTIS-M sul satellite Rosetta. Il capitolo 3 contiene la descrizione dello strumento mettendo in risalto l’evoluzione dal precedente progetto VIMS-V ed i problemi tecnologici e costruttivi da questo derivanti. I diversi modi operativi, la sequenza di acquisizione e di processamento dei dati nell’elettronica principale sono ampiament e discussi. Viene inoltre evidenziata la collocazione dello spettrometro sul satellite Rosetta. Nel capitolo 4 viene descritta l’attività di calibrazione effettuata in Galileo Avionica (Campi Bisenzio, FI, Italia) ed allo IAS (Orsay, Francia) subito dopo l’integrazione di VIRTIS ed il conseguente processamento dei dati necessario per ricavare i principali parametri di funzionamento (calibrazioni spettrali e geometriche, flat-field, funzioni di trasferimento, lampade di calibrazione interne). Nel capitolo 5 l’accuratezza di queste grandezze è stata verificata su i primi dati in volo ottenuti da VIRTIS-M durante la fase di commissioning e di cruise del satellite (Terra, Luna e Saturno); queste osservazioni sono inoltre state utilizzate per migliorare e verificare alcuni aspetti della procedura di calibrazione che non erano stati sufficientemente definiti durante i test a terra. L’appendice A riguarda il formato PDS (Planetary Data System) utilizzato per l’archiviazione dei dati e degli housekeepings ingegnerisitici e scientifici delle

  1. Transfer maps and projection formulas

    OpenAIRE

    Tabuada, Goncalo

    2010-01-01

    Transfer maps and projection formulas are undoubtedly one of the key tools in the development and computation of (co)homology theories. In this note we develop an unified treatment of transfer maps and projection formulas in the non-commutative setting of dg categories. As an application, we obtain transfer maps and projection formulas in algebraic K-theory, cyclic homology, topological cyclic homology, and other scheme invariants.

  2. Toluidine blue-O is a Nissl bright-field counterstain for lipophilic fluorescent tracers Di-ASP, DiI and DiO.

    Science.gov (United States)

    Chelvanayagam, D K; Beazley, L D

    1997-03-01

    The stain toluidine blue-O (tol blue), applied to sections of neural tissue, is shown to be compatible with the vivid fluorescent lipophilic neural tracers 4-(4-dihexadecylaminostyryl)-N-methylpyridinium iodide (Di-ASP), 3,3'-dioctadecyloxacarbocyanine perchlorate (DiO) and 1,1'-dioctadecyl-3,3,3',3'-tetramethylindocarbocyanine perchlorate (DiI). As with other Nissl stains, toluidine blue-O fluoresces in the red end of the spectrum but such fluorescence quenches upon binding with tissue. Moreover, progressive staining occurs at concentrations low enough to minimise any background fluorescence attributable to non-specific residence of the stain. The bright yellow Di-ASP and vivid green DiO signals are spectrally removed from the red fluorescence of toluidine blue-O. With toluidine blue-O counterstaining, Di-ASP generally offers contrast superior to that with DiI, however, the latter is improved by viewing in a polarised green bright field. Visible Di-ASP emission, although broad, peaks at a more film-sensitive region of the spectrum than that for DiI, thus reducing the photographic exposure required.

  3. L’identificazione di virus citopatogeni isolati dall’ambiente:ricerca ed applicazione di protocolli analitici

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. Carducci

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: la ricerca dei virus enterici in matrici ambientali, soprattutto nei reflui urbani, risulta di grande interesse sia per la valutazione del rischio di natura virale sia per compiere studi epidemiologici.

    Lo scopo di questo lavoro è stato l’applicazione parallela di diverse tecniche attualmente in uso in virologia clinica a isolati citopatogeni ambientali al fine di ottenere una precisa identificazione degli agenti rilevati.

    Metodi: sono stati analizzati 21 campioni di aerosol, provenienti da impianti di depurazione di reflui civili a fanghi attivi, e risultati citopatogeni in colture di cellule BGM.

    Dopo una nuova semina in “shell vials”, su tre linee cellulari continue per mettere in evidenza eventuali differenze nello spettro di citopatogenicità. Per l’identificazione degli isolati virali, sono state adottate in parallelo: microscopia elettronica, tecniche biomolecolari di amplificazione genica, elettroforesi su gel di poliacrilamide (PAGE, test immunoenzimatici, sieroneutralizzazione.

    Risultati: la semina in “shell vials” ha confermato la
    presenza di particelle virali infettive in tutti i campioni
    tranne uno; inoltre ha permesso di ridurre il
    tempo di comparsa dell’effetto citopatico a 3-4 giorni
    contro i 6-8 giorni necessari seminando in fiasche.
    La microscopia elettronica ha individuato la presenza
    di particelle enterovirus-simili in 18 dei 21
    campioni e di virioni della famiglia Reoviridae in 8.
    La positività dei campioni è stata ottenuta, inoltre,
    con la RT-PCR, per 2 campioni di enterovirus e 2 di
    reovirus e con la PAGE in 6 campioni. Il presente
    studio ha portato ad un’identificazione sufficientemente
    certa di reovirus in 2 campioni e di enterovirus
    in 1 campione.

    Conclusioni: l’identificazione di isolati ambientali si

  4. La ricerca di un senso di sé: la narrazione nei social network come possibilità di ricostruzione del tessuto sociale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonio Notarbartolo

    2011-04-01

    Full Text Available Diventa difficile, in questa situazione sfuggire alla logica della precarietà, così come riuscire a stabilire un discorso continuativo con una o più persone, se non ricorrendo a qualche trucco “tecnico” migliorativo. Rimane il grosso vantaggio rappresentato dalla comunicazione diretta, quasi in tempo reale, se le persone sono in quel momento collegate al programma, quindi sono in grado di replicare. Diventa quindi il possibile veicolo e motore di movimenti di opinione, di gruppi spontanei di persone, di emozioni che possono diventare “oceaniche”, come quando, in uno stadio gremito, tutti si muovono all’unisono sotto il segno della ola. Vengono così soddisfatte la partecipazione e la reciprocità nel bisogno di relazione, e viene soddisfatto il bisogno delle persone di narrazione, ovvero il bisogno di raccontare con leggerezza ad un possibile interlocutore, o ad una platea, la propria storia in frammenti, attraverso commenti puntuali, espressioni di intento, canzoni e immagini. La narrazione, oggi, è fenomeno sempre più raro, grazie al crollo del valore aggiunto rappresentato dall’esperienza, e si è trasformata in storytelling.

  5. Note di fotonica

    CERN Document Server

    Degiorgio, Vittorio

    2012-01-01

    L’invenzione del laser ha generato una vera rivoluzione nella scienza e nella tecnologia e ha dato luogo alla nascita di una nuova disciplina chiamata Fotonica. Le più importanti applicazioni della Fotonica che hanno un impatto cruciale in molti ambiti della nostra vita sono le comunicazioni in fibra ottica su cui si basa il funzionamento di Internet e del traffico telefonico su grandi distanze, i dischi ottici (CD, DVD, Blue-ray), la sensoristica ottica di tipo industriale e ambientale, la lavorazione dei materiali, l’illuminazione con i LED e la chirurgia. Questo volume ha come obiettivo quello di colmare un vuoto nel panorama italiano di testi universitari riguardanti la Fotonica. Lo scopo principale è quello di esporre in modo sintetico ma rigoroso i concetti che stanno alla base del funzionamento del laser e della propagazione della luce nella materia, e di descrivere i principali componenti e dispositivi ottici e optoelettronici, quali le fibre ottiche, gli amplificatori, i modulatori e i rivelato...

  6. Cacciatori di particelle

    CERN Document Server

    Ne'eman, Yuval

    1988-01-01

    Capostipite dei "cacciatori di particelle" fu J.J. Thomson, il quale nel 1897 scoprì la prima particella subatomica, l'elettrone. Poco dopo, negli anni tra il 1910 e il 1932, veniva rivelata la natura del nucleo atomico, grazie al lavoro di Rutherford. Partendo da queste prime storiche conquiste della fisica, gli autori introducono gradualmente il lettore nel micromondo delle particelle: dall'elettroscopio a foglie d'oro al dualismo onda-particella, all'enigma di una asimmetria destra-sinistra in natura, all'invenzione dei grandi acceleratori. Poi tra la fine degli anni cinquanta e i primi anni sessanta, l'esplosione di nuove specie particellari sembra vanificare ogni speranza di spiegazione. Lo schema di classificazione introdotto nel 1964 da Ne'eman (e, indipendentemente, da Gell-Mann), pone fine a tale confusione, consentendo una sistemazione coerente: quella che porta al concetto di quark e alle ultime conquiste, teoriche e sperimentali. Oggi, che i fisici sono divenuti più "coltivatori" che "cacciatori...

  7. Mono- and di-n-butyl phosphates of some metals in spent nuclear fuel reprocessing

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Solovkin, A.S.

    1982-01-01

    Results of investigations which have been carried out in the Soviet Union for the last 10 years on the determination of the composition, structure, conditions of the formation and solubility of mono- and di-n-butyl phosphates of metals (U/sup 6 +/, Pu/sup 4 +/, Pu/sup 3 +/, Th, Zr, Fe/sup 3 +/, Am, Al, rare-earth elements), which are important for the processes of irradiated nuclear fuel reprocessing, are presented. A conclusion is made that zirconium mono- and di-n-butyl phosphates are the least soluble in aqueous and organic solvents of all investigated compounds. FeA/sub 3/ and AmA/sub 3/ are weakly soluble in aqueous solutions. The other compounds are sufficiently soluble in moderately acidic aqueous solutions or in DBP and TBP with dilutents. The obtained results indicate at the similarity of zirconium and plutonium (4) chemical properties; thorium, in this respect, is not an analogue of plutonium (4). Possible structural formulas of the investigated compounds are considered.

  8. Fondamenti di fisica dei plasmi

    CERN Document Server

    Golant, V E; Sacharov, I E

    1983-01-01

    Introduzione ; collisioni del plasma ; equazioni cinetiche per particelle cariche ; plasmi in equilibrio termodinamico ; funzione di distribuzione di particelle cariche in un campo elettrico ; equazioni dei momenti della funzione di distribuzione ; processi di trasporto nel plasma in assenza di campi magnetici ; moto di particelle cariche nel plasma in presenza di campi magnetici ; processi di trasporto in campo magnetico ; confinamento del plasma mediante campi magnetici.

  9. Equazione di Dirac

    CERN Document Server

    Monti, Dalida

    1996-01-01

    Relativamente poco noto al gran pubblico, il premio Nobel Paul Adrien Maurice Dirac appartiene a quel gruppo di uomini di ingegno che nei primi decenni del secolo contribuirono a dare alla nostra concezione del mondo fisico la sua impronta attuale. Assolutamente cruciali, per una valutazione dell'opera di Dirac, sono gli anni compresi tra il 1925 e il 1931: un periodo in cui il fisico fornisce la prima spiegazione chiara e coerente delle proprietà di spin dell'elettrone (equazione di Dirac) e perviene, in forza della pura deduzione matematica, alla scoperta dell'esistenza dell'elettrone positivo o positrone.

  10. Autobiografia di un fisico

    CERN Document Server

    Born, Max

    1980-01-01

    Questa non è solo un'autobiografia scientifica. Il ritratto che Max Born ci offre di se stesso va oltre il profilo dell'uomo di scienza, che pure è stato tra i maggiori del nostro secolo. Di lui veniamo a sapere tutto ciò che occorre per accostarsi alle teorie che gli valsero il premio Nobel, ma anche i tratti di una normale vita borghese nella quale si intrecciavano le influenze dell'ambiente intellettuale e commerciale. Il tono è quello di una rievocazione piana e distesa che ci accompagna per le varie fasi della carriera dello studente, del docente, dello scienziato, nelle università tedesche e inglesi, negli anni delle persecuzioni naziste, alle quali l'ebreo Max Born ebbe la fortuna di sopravvivere, e nel dopoguerra, quando egli tornò in Germania e seppe dare un contributo di idee e di iniziative ai movimenti pacifisti. E' la lunga e operosa vita di un uomo di genio, del quale si ricorda la profonda umanità, la vastità degli interessi culturali, l'acutezza dei giudizi sulle persone, sulle vicend...

  11. Un sistema di supporto alla decisione per facilitare nuove azioni di finanziamento in ambito pubblico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Franca Norese

    2014-12-01

    Full Text Available Un approfondimento analitico sulle modalità di finanziamento che hanno interessato la Regione Piemonte, sviluppato con il contributo di chi vi ha operato direttamente, ha permesso di acquisire, codificare e organizzare importanti elementi di conoscenza e di proporne l’uso per accrescere la cultura valutativa in Regione. Un accresciuto interesse a rendere più efficienti le azioni di finanziamento pubblico ha spinto ad utilizzare i risultati dell’analisi effettuata in un modello multicriteri di valutazione e in un sistema di supporto alla decisione rivolto a facilitare i nuovi processi di finanziamento e rendere operative attività di monitoraggio in un contesto di apprendimento organizzativo.

  12. Young child formula

    DEFF Research Database (Denmark)

    Hojsak, Iva; Bronsky, Jiri; Campoy, Cristina

    2018-01-01

    Young child formulae (YCF) are milk-based drinks or plant protein-based formulae intended to partially satisfy the nutritional requirements of young children ages 1 to 3 years. Although widely available on the market, their composition is, however, not strictly regulated and health effects have...... not been systematically studied. Therefore, the European Society for Paediatric Gastroenterology, Hepatology and Nutrition (ESPGHAN) Committee on Nutrition (CoN) performed a systematic review of the literature to review the composition of YCF and consider their role in the diet of young children...... for the routine use of YCF in children from 1 to 3 years of life, but they can be used as part of a strategy to increase the intake of iron, vitamin D, and n-3 PUFA and decrease the intake of protein compared with unfortified cow's milk. Follow-on formulae can be used for the same purpose. Other strategies...

  13. Generalization of the Fermi-Segre formula

    International Nuclear Information System (INIS)

    Froeman, N.; Froeman, P.O.

    1981-01-01

    A generalization of the non-relativistic Fermi-Segre formula into a formula which is valid also for angular momentum quantum numbers l different from zero, is derived by means of a phase-integral method. The formula thus obtained, which gives an expression for the limit of u(r)/rsup(l+1) as r→0, where u(r) is a normalized bound-state radial wavefunction, in terms of the derivative of the energy level Esub(n'), with respect to the radial quantum number n', is an improvement and generalization of a formula which has been obtained by M.A. Bouchiat and C. Bouchiat. It reduces to their formula for a particular class of potentials and highly excited states with not too large values of l, and it reduces to the Fermi-Segre formula when l=0. The accuracy of our formula, as well as that of the Bouchiat-Bouchiat formula, is investigated by application to an exactly soluble model. The formula obtained can also be written in another form by replacing dEsub(n')/dn' by an expression involving a closed-loop integral in the complex r-plane (around the generalized classical turning points), the integrand being a phase-integral quantity expressed in terms of the potential in which the particle moves. It is also shown that the exact value of the limit of u(r)/rsup(l+1) as r→0 can be expressed as an expectation value of a certain function depending on the physical potential V(r) and r a swell as on l and Esub(n')

  14. Spazi d’autore. Riscrittura e passaggi di testo ne La strada di Levi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Matteo Martelli

    2016-07-01

    Full Text Available L’articolo propone un percorso d’analisi sulle strategie di riscrittura e di ripresa di alcuni testi di Primo Levi nel film documentario La strada di Levi e nell’opera parallela La prova. Focalizzandosi sul secondo romanzo di Levi, La tregua, questi lavori evadono dalle consuete pratiche di adattamento, sviluppando forme di riscrittura nelle quali la manipolazione critica delle testualità pregresse è posta in tensione con nuovi testi messi in scena, immagini, video, riorientando la percezione dell’ipotesto entro ulteriori linguaggi. È attraverso tale spazio di circolazione di linguaggi artistici e di pratiche intermediali, che gli autori Davide Ferrario e Marco Belpoliti sembrano poter condurre una riflessione sulle forme culturali dello sguardo e delle odierne pratiche di lettura della realtà (nella sua temporalità e memoria come nella sua spazialità e della sua traduzione attraverso codici semiotici molteplici. In tale spostamento costante del proprio oggetto di riscrittura, La strada di Levi e La prova si mostrano così quali nodi o reti di un processo di lettura dialettico del presente e del passato, in un tentativo di tracciare alcune mappe del mondo contemporaneo.   The essay suggests an analysis of the documentary film La strada di Levi and the correlated work La prova. Focusing on Primo Levi’s book La tregua, these works show a different attitude about adaptation through a constant reorientation of the source text and its juxtaposition with new texts and images, and through a projection of these elements within additional languages. In this way, the authors, Davide Ferrario and Marco Belpoliti, offer an experience of an intermedial artistic practice that involves a reflection on the cultural forms through which the texts interpret the reality (and its temporality or memory and its translation through multiple semiotic codes. The effect of this kind of work is the perception of the documentary film as a network that

  15. 27 CFR 25.57 - Formula information.

    Science.gov (United States)

    2010-04-01

    ... OF THE TREASURY LIQUORS BEER Miscellaneous Provisions Formulas § 25.57 Formula information. (a..., or after fermentation). (3) For formulas that include the use of flavors and other nonbeverage ingredients containing alcohol, you must explicitly indicate: (i) The volume and alcohol content of the beer...

  16. Utilisation of chlorine-dioxide and peracetic acid as disinfectants of effluents from Bologna waste water treatment plant; Sperimentazione di tecniche di disinfezione mediante biossido di cloro e acido peracetico applicate alle acque reflue dell'impianto di trattamento della citta' di Bologna

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Mancini, M.L. [Bologna Univ., Bologna (Italy). Dipt. di Ingegneria delle Strutture, dei Trasporti, delle Acque, del Rilevamento e del Territorio; Sorrentino, M.

    2000-01-01

    The necessity to optimize the disinfection phase in the treatment plant of waste water of Bologna made possible an experimental survey about the efficacy of two disinfectant agents utilized: chlorine-dioxide and peracetic acid. Object of the survey is to verify the possibility of utilize, full scale, also peracetic acid as disinfection agent. The experimentation regarded the reals flows adduced and discharged from the plant and it may be an useful reference to verify performance of post-treatment constructed wetlands. Particularly it has been possible to assay the efficacy of the different treatment in waste water with residual concentrations of suspended solids. [Italian] La necessita' di ottimizzare la fase di disinfezione nell'impianto di trattamento acque reflue della citta' di Bologna, sia per il miglioramento delle rese di inattivazione, sia per la riduzione dei costi di esercizio, ha reso necessaria un'indagine sperimentale sull'efficacia di due agenti disinfettanti utilizzati: il biossido di cloro e l'acido peracetico. Scopo dell'indagine e' quello di verificare la possibilita' di impiegare, a scala reale, per il refluo tipico dell'impianto di Bologna, anche l'acido peracetico quale agente di disinfezione. La sperimentazione, condotta ha interessato le portate reali addotte e scaricate dall'impianto e puo' costituire un riferimento utile verificare la fattibilita' igienico-sanitaria di post-trattamenti di lagunaggio o fertirrigazione. In particolare si e' potuta saggiare l'efficacia dei diversi sistemi di trattamento sui reflui aventi concentrazioni residue non trascurabili di solidi sospesi.

  17. Testimonianze di vittime degli anni di piombo

    DEFF Research Database (Denmark)

    Cecchini, Leonardo

    Testimonianze di vittime degli anni di piombo In un articolo pubblicato nel 2008 sulla webzine Nazione indiana Christian Raimo criticava quello che poi Giovanni De Luna qualche anno dopo nel suo libro La Repubblica del dolore (2011) ha chiamato “paradigma vittimario”; cioè la presenza predominante...

  18. Le soluzioni di logistica urbana sono sostenibili? L'esempio di Cityporto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Jesus Gonzalez-Feliu

    2010-07-01

    Full Text Available La logistica urbana è un campo di riflessione volto ad approfondire le soluzioni ottimali per la distribuzione delle merci in ambito urbano e i relativi obiettivi ambientali. Ad oggi, molte azioni sono state intraprese dalle pubbliche autorità senza tenere conto, tuttavia, degli impatti che i nuovi schemi organizzativi possono avere sull’ attuale organizzazione delle imprese. Il contributo incentra la riflessione sul caso studio relativo alla città di Padova, in Italia: il sistema di logistica urbana CityPorto. In particolare, se ne analizzano le caratteristiche dal punto di vista della sostenibilità del sistema proposto, sia in riferimento alla dimensione imprenditoriale che a quella collettiva, mettendo in relazione le peculiarità della logistica urbana e le più estese catene distributive, di scala globale, di cui le prime sono parte integrante.

  19. PEMAHAMAN, SIKAP, DAN UNJUK KERJA HIGIENE-SANITASI SISWA DALAM PENGOLAHAN DAN PENYAJIAN MAKANAN DI SMK BIDANG KEAHLIAN TATA BOGA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luh Masdarini

    2012-08-01

    Full Text Available The gastronomy students’ hygiene-sanitation under standing, attitude and performance in SMK. This study aims at describing the gastronomy students’ hygiene-sanitation understanding, attitude and performance. This research is a des­crip­tive quantitative one with research subjects are the gastronomy students of SMKs in Bali with the total number of 198 students. The instruments used are skill test, questionnaire and observation sheet. Then, the data are analyzed descriptively by using percentage formula. The data analysis shows that: (1 the gastronomy students’ understanding over the hygiene-sanitation 82,89% is very good, (2 the gas­tronomy stu­dents’ attitude over the hygiene-sanitation 84,36% is very good, (3 the gastronomy students’ performance over the hygiene-sanitation 90,20% is very good. Pemahaman, Sikap, dan Unjuk Kerja Higiene-sanitasi Siswa dalam Peng­olahan dan Penyajian Makanan di SMK Bidang Keahlian Tata Boga. Tujuan penelitian ini untuk mendeskripsikan pemahaman, sikap, dan unjuk kerja higiene-sani­tasi siswa dalam pengolahan dan penyajian makanan. Penelitian ini menggunakan rancangan penelitian deskriptif kuantitatif dengan subjek penelitian siswa di SMK Bidang Keahlian Tata Boga di Bali yang berjumlah 198 orang. Instrumen penelitian yang digunakan adalah tes pengetahuan, angket, dan lembar observasi. Selanjutnya data dianalisis dengan teknik deskriptif dengan menggunakan formula persentase. Hasil penelitian ini menunjukkan bahwa: (1 pemahaman higiene-sanitasi siswa dalam pengolahan dan penyajian makanan 82,89% adalah sangat baik, (2 Sikap higiene-sanitasi siswa dalam pengolahan dan penyajian makanan 84,36% adalah sangat baik, (3 Unjuk kerja higiene-sanitasi siswa dalam pengolahan dan penyajian makanan 90,20% adalah sangat baik.

  20. Obbligo di sicurezza del prestatore di lavoro ed effettività della tutela antinfortunistica

    OpenAIRE

    Alessia Gabriele

    2012-01-01

    Il saggio affronta il tema della sicurezza e della salute dei lavoratori quale diritto fondamentale. Dopo l'analisi del panoram­a normativo internazionale e comunitario, l'A. si sofferma sulla posi­zione di garanzia assegnata al prestatore di lavoro subordinato nell'ordinamento interno, con particolare attenzione ai diritti di for­mazione e di informazione intimamente connessi al correlati­vo obbli­go di sicurezza del prestatore di lavoro. Le conclusioni cui giunge una parte della giurisprude...

  1. Pigments analysis on skin tomato fruits during ripening by mean fluorescence techniques; Analisi mediante utilizzo di tecniche di fluorescenza dei pigmenti presenti sulla superficie di bacche di pomodoro durante la maturazione

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Lai, A; Fantoni, R [ENEA, Divisione Fisica Applicata, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy)

    2000-07-01

    Different spectroscopic techniques, based on visible fluorescence emission upon excitation in the same spectral region or in the ultraviolet, have been utilized to characterize tomato fruit ripening stages in order to analyze surface pigments which correspond to optimal conditions for fruit harvesting. The main fluorescence spectral features belonging to antochyanin, flavonoids, carotenoids and chlorophyll a after excitation of skin tomato pigments at different laser wavelength have been identified. For tomato ripening stage LIF detection, the {lambda}{sub e}xc266nm was established as the optimal laser wavelength. [Italian] Mediante diverse tecniche spettroscopiche, basate sulla emissione di fluorescenza visibile a seguito di eccitazione nella stessa regione o nell'ultravioletto, e' stato condotto uno studio su bacche di pomodoro a diversi stadi di maturazione Lo scopo del lavoro e' quello di potere attribuire, attraverso l'analisi degli spettri di fluorescenza dei pigmenti superficiali presenti nel frutto, lo stadio ottimale di maturazione al momento della raccolta. I risultati ottenuti hanno permesso di distinguere spettri di fluorescenza attribuiti ai principali gruppi di pigmenti fluorescenti presenti nella superficie esterna del pomodoro: antociani, flavonoidi, carotenoidi e clorofilla a.

  2. Quadrature formulas for Fourier coefficients

    KAUST Repository

    Bojanov, Borislav

    2009-09-01

    We consider quadrature formulas of high degree of precision for the computation of the Fourier coefficients in expansions of functions with respect to a system of orthogonal polynomials. In particular, we show the uniqueness of a multiple node formula for the Fourier-Tchebycheff coefficients given by Micchelli and Sharma and construct new Gaussian formulas for the Fourier coefficients of a function, based on the values of the function and its derivatives. © 2009 Elsevier B.V. All rights reserved.

  3. PhD Dissertations Tesi di dottorato

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Redazione Reti Medievali (a cura di

    2005-12-01

    Full Text Available Report of PhD Dissertations.Anna Airò La scrittura delle regole. Politica e istituzioni a Taranto nel Quattrocento, Tesi di dottorato di ricerca in Storia medievale, Università degli studi di Firenze, 2005 Pasquale Arfé La Clavis Physicae II (316-529 di Honorius Augustodunensis. Studio ed edizione critica, Tesi di dottorato in Storia della filosofia medievale, Università degli Studi di Napoli "L'Orientale", 2005 Alessandro Azzimonti Scrittura agiografica e strutture di potere nell'Italia centro-settentrionale (X-XII secolo, Tesi di dottorato di ricerca in Forme del sapere storico dal medioevo alla contemporaneità, Università degli Studi di Trieste, 2004 Domenico Cerami Il "Confine conteso". Uomini, istituzioni, culture a Monteveglio tra VIII-XII secolo, Tesi di dottorato di ricerca in Storia Medievale, Università degli studi di Bologna, 2005 Federica Chilà Ostaggi. Uno strumento di pacificazione e governo tra i secoli VIII e XII, Tesi di dottorato di ricerca in Istituzioni, società, religioni dal Tardo Antico alla fine del Medioevo, Università degli Studi di Torino, 2004 Enrico Faini Firenze nei secoli X-XIII: economia e società, Tesi di dottorato di ricerca in Storia medievale, Università degli studi di Firenze, 2005Alessio FioreStrutture e pratiche del potere signorile in area umbro-marchigiana (secoli XI-XIII, Tesi di dottorato ricerca in Storia, Università degli studi di Pisa, 2004Giampaolo FrancesconiTra Riforma, vescovo e clientes. Camaldoli e le società locali (secoli XI-XIII, Tesi di dottorato di ricerca in Storia medievale, Università degli studi di Firenze, 2005 [09/05] Giuseppe Gardoni "Episcopus et potestas". Vescovi e società a Mantova nella prima metà del Duecento, Tesi di dottorato di ricerca in Storia del Cristianesimo e delle Chiese (antichità, medioevo, età moderna, Università degli Studi di Padova, 2005 Nicola Mancassola La gestione delle campagne tra Langobardia e Romània in età carolingia e post

  4. Narrazioni di narrazioni: orientamento narrativo e progetto di vita (Federico Batini, Gabriel Del Sarto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuela Ladogana

    2007-03-01

    Full Text Available Il volume, denso di contenuti e ricco di riferimenti teorici, traccia con chiarezza le sue linee di sviluppo ed apre alla riflessione, anche pedagogica, sull’esigenza di recuperare la dimensione narrativa e autobiografica per la realizzazione di una pratica orientativa che guidi e sostenga il soggetto in orientamento verso la riscoperta e ricostruzione del proprio progetto di vita.

  5. Sintesi stereoselettiva di piridilammine

    OpenAIRE

    Chelucci, Giorgio Adolfo; Baldino, Salvatore; Pinna, Gérard Aimé; Soccolini, Francesco

    2006-01-01

    Ammino piridine chirali hanno dimostrato la loro validità come leganti per la formazione di complessi metallici utilizzati nella catalisi asimmetrica. Tra i possibili approcci alla sintesi di questi composti noi abbiamo investigato la riduzione diastereoselettiva di N-sostituite (p-totil e tert-butil) piridil chetimmine con una serie di agenti riducenti (NaBH4, L-Selectride, DIBAL, 9-BBN) in diverse condizioni di reazione.

  6. 27 CFR 5.26 - Formula requirements.

    Science.gov (United States)

    2010-04-01

    ... 27 Alcohol, Tobacco Products and Firearms 1 2010-04-01 2010-04-01 false Formula requirements. 5.26 Section 5.26 Alcohol, Tobacco Products and Firearms ALCOHOL AND TOBACCO TAX AND TRADE BUREAU, DEPARTMENT OF THE TREASURY LIQUORS LABELING AND ADVERTISING OF DISTILLED SPIRITS Formulas § 5.26 Formula...

  7. Diálogo "interessantíssimo": Roger Bastide e o Modernismo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Peixoto Fernanda

    1999-01-01

    Full Text Available O objetivo deste artigo é examinar as várias faces do diálogo travado entre Roger Bastide e os modernistas, destacando Mário de Andrade como interlocutor privilegiado. Seguindo um roteiro de coloração modernista, Bastide se aproxima do país - das artes, da literatura, do folclore -, revê as leituras de Mário de Andrade sobre o barroco e o Aleijadinho e, fundamentalmente, compartilha as formulações do líder modernista sobre a "autenticidade" da cultura brasileira. Procura-se argumentar que através da interlocução com o modernismo Bastide define o seu lugar como intérprete estrangeiro da sociedade e da cultura brasileiras.

  8. Valutazioni sul consumo di suolo mediante dati di copertura e telerilevati

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Michele Munafò

    2013-04-01

    Full Text Available La contrazione progressiva ed irreversibile delle superfici naturali ed agricole a favore delle aree urbanizzate è un fenomeno continuo con conseguenze di varia natura in termini ambientali, economici e sociali. Il fenomeno, conosciuto come “consumo di suolo” sta finalmente cominciando ad essereanalizzato e considerato. Oggi, la disponibilità di informazioni sull’uso/copertura del suolo multitemporali e di dati di monitoraggio satellitare permettono di quantificare il fenomeno a livello spaziale e temporale con diversi livelli di risoluzione.Agricultural and natural areas conversion into urban areas is a progressive and irreversible process that has various negative impacts on the environmental, economic and social sphere. Nowadays, the process named "land take" is becoming relevant and it is receiving finally adequate consideration from decision makers and therefore it is starting to be deeply analyzed. The availability of multi-temporal land use/cover and satellite imaging enables the spatiotemporal evaluation and measurement of the phenomenon with different degrees of resolution.

  9. Il progetto “iVincoli” del Politecnico di Torino. Aspetti di innovazione tecnologica e digitale a supporto del processo di riforma della Pubblica Amministrazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cristina Coscia

    2011-12-01

    Full Text Available Nello scritto si illustra l’esperienza condotta dal Politecnico di Torino nel 2007 - su istanza della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte - denominata “Progetto iVincoli” (2007-2008: l’esito, nella sua versione prototipale, è la configurazione e realizzazione di una piattaforma tecnologica predisposta per la definizione di linee-guida destinate al monitoraggio e alla pubblicazione on line delle attività vincolistiche. Tale SIT ad accesso multiprofilo consente, tra le funzionalità previste: la consultazione pubblica delle informazioni relative agli edifici monitorati anche sottoposti a vincolo di tutela; il monitoraggio dell’iter delle pratiche di vincolo da parte della Direzione Regionale, degli Enti Locali e dei soggetti privati coinvolti, denominato “work flow delle pratiche amministrative”; la creazione di specifici percorsi tematici di tipo turistico. Tale esperienza parte da una precisa premessa: ogni architettura informativa a servizio di atti e processi della Pubblica Amministrazione viene a configurarsi quale strumento prototipale di supporto alla riforma della stessa PA e alla governance. A fronte di tali ragionamenti, le Pubbliche Amministrazioni al momento attuale si stanno confrontando, da una parte, con i processi e i dibattiti in corso sul trasferimento delle funzioni centrali; dall’altra, per l’aspetto di innovazione tecnologica con le direttive introdotte a partire dal Codice Unico della Pubblica Amministrazione Digitale. Di fatto, uno dei tasselli per la messa a punto di atti che innestino sinergie tra innovazione, efficienza amministrativa e gestione del territorio per una sua valorizzazione è costituito da processi d’implementazione di architetture informative configurate in SIT. In tale logica, il progetto “iVincoli” si incardina tra le attività dell’Osservatorio Immobiliare della Città di Torino (OICT, che rappresenta uno strumento attraverso cui innescare

  10. Elaborazione didattica di Learning Objects.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luigi Guerra

    2006-01-01

    Full Text Available L’idea di un modello didattico problematico per la realizzazione di Learning Objects riprende i temi del problematicismo pedagogico e si impegna a definire un’ipotesi formativa complessa capace di valorizzare la possibile positiva compresenza integrata di strategie didattiche diverse (finanche antitetiche ma componibili in una logica appunto di matrice problematicista. Il punto di partenza del modello proposto è rappresentato dalla opportunità di definire tre tipologie fondamentali di Learning Objects, rispettivamente centrati sull’oggetto, sul processo e sul soggetto dell’apprendimento.

  11. Translating Jane Austen’s Mansfield Park for contemporary Italian readers

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Simona Sangiorgi

    2015-12-01

    Full Text Available Abstract - My Italian translation of the novel Mansfield Park by Jane Austen was published by Rusconi Libri in 2012. The present contribution aims to describe and discuss some aspects of my practical experience in translating this novel. A particular focus will be on the issue of what it means, from both the cultural and the literary point of view, to translate this book into Italian in the 21st century, and on the strategies I adopted in order to translate certain aspects of the author’s language and style. Riassunto - Nel 2012 è stata pubblicata la mia traduzione in lingua italiana del romanzo Mansfield Park di Jane Austen. Il presente contributo intende osservare e discutere alcuni elementi culturali e linguistici legati al processo traduttivo di questo testo, con particolare riferimento a due principali questioni. La prima riguarda il significato stesso del tradurre in lingua italiana l’opera di Jane Austen nel ventunesimo secolo, sia dal punto di vista culturale che letterario. La seconda questione entra nel merito delle strategie traduttive che ho scelto per rendere specifici aspetti del linguaggio e dello stile propri dell’autrice inglese.

  12. Superfluid Kubo formulas from partition function

    International Nuclear Information System (INIS)

    Chapman, Shira; Hoyos, Carlos; Oz, Yaron

    2014-01-01

    Linear response theory relates hydrodynamic transport coefficients to equilibrium retarded correlation functions of the stress-energy tensor and global symmetry currents in terms of Kubo formulas. Some of these transport coefficients are non-dissipative and affect the fluid dynamics at equilibrium. We present an algebraic framework for deriving Kubo formulas for such thermal transport coefficients by using the equilibrium partition function. We use the framework to derive Kubo formulas for all such transport coefficients of superfluids, as well as to rederive Kubo formulas for various normal fluid systems

  13. Mathematical Formula Search using Natural Language Queries

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    YANG, S.

    2014-11-01

    Full Text Available This paper presents how to search mathematical formulae written in MathML when given plain words as a query. Since the proposed method allows natural language queries like the traditional Information Retrieval for the mathematical formula search, users do not need to enter any complicated math symbols and to use any formula input tool. For this, formula data is converted into plain texts, and features are extracted from the converted texts. In our experiments, we achieve an outstanding performance, a MRR of 0.659. In addition, we introduce how to utilize formula classification for formula search. By using class information, we finally achieve an improved performance, a MRR of 0.690.

  14. Book review, Igiene e Tecnologie degli Alimenti di Origine Animale Giampaolo Colavita (a cura di

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2008-09-01

    Full Text Available Igiene e Tecnologie degli Alimenti di Origine Animale si avvale del contributo di 33 autori, tutti soci dell’Associazione Italiana Veterinari Igienisti (AIVI, che garantiscono l’appropriata trattazione di una materia estremamente vasta e dinamica. Il manuale nasce da un’iniziativa finalizzata alla realizzazione di un testo che rifletta e possa soddisfare le esigenze didattiche degli insegnamenti di un’ampia serie di materie universitarie: Igiene e Tecnologie degli Alimenti di Origine Animale della Facoltà di Medicina Veterinaria, di Agraria, nei corsi di Scienze e Tecnologie Alimentari, di Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali, nel corso di laurea in Tecniche della Prevenzione nell’ambiente e nei Luoghi di Lavoro, nonché in altri corsi di studio dove si insegnano le discipline relative all’igiene e alla sicurezza degli alimenti.Sono stati trattati gran parte degli alimenti di origine animale, i prodotti a base di carne, il latte e i prodotti derivati, i prodotti della pesca freschi e trasformati, i prodotti dell’alveare, le uova e gli ovoprodotti. Di particolare interesse appare il capitolo riguardante la diagnostica analitica degli alimenti, considerato che le moderne metodologie analitiche risultano fondamentali per affrontare le tematiche legate all’igiene e alla sicurezza alimentare.Il volume ha una finalità prevalentemente didattica ma è comunque rivolto a tutti coloro che operano nel campo dell’Igiene e delle Tecnologie Alimentari. Infatti, visti gli argomenti trattati come le tossinfezioni e le intossicazioni alimentari, la conservazione, il confezionamento e l’etichettatura dei prodotti alimentari, anche i professionisti del settore possono trarre dal testo elementi utili per la loro attività. Per esempio argomenti quali l’analisi del rischio, le attività di audit ed i sistemi di accreditamento e di certificazione sono particolarmente utili per chi opera nelle Aziende Sanitarie Locali e negli Istituti

  15. Pigments analysis on skin tomato fruits during ripening by mean fluorescence techniques; Analisi mediante utilizzo di tecniche di fluorescenza dei pigmenti presenti sulla superficie di bacche di pomodoro durante la maturazione

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Lai, A.; Fantoni, R. [ENEA, Divisione Fisica Applicata, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy)

    2000-07-01

    Different spectroscopic techniques, based on visible fluorescence emission upon excitation in the same spectral region or in the ultraviolet, have been utilized to characterize tomato fruit ripening stages in order to analyze surface pigments which correspond to optimal conditions for fruit harvesting. The main fluorescence spectral features belonging to antochyanin, flavonoids, carotenoids and chlorophyll a after excitation of skin tomato pigments at different laser wavelength have been identified. For tomato ripening stage LIF detection, the {lambda}{sub e}xc266nm was established as the optimal laser wavelength. [Italian] Mediante diverse tecniche spettroscopiche, basate sulla emissione di fluorescenza visibile a seguito di eccitazione nella stessa regione o nell'ultravioletto, e' stato condotto uno studio su bacche di pomodoro a diversi stadi di maturazione Lo scopo del lavoro e' quello di potere attribuire, attraverso l'analisi degli spettri di fluorescenza dei pigmenti superficiali presenti nel frutto, lo stadio ottimale di maturazione al momento della raccolta. I risultati ottenuti hanno permesso di distinguere spettri di fluorescenza attribuiti ai principali gruppi di pigmenti fluorescenti presenti nella superficie esterna del pomodoro: antociani, flavonoidi, carotenoidi e clorofilla a.

  16. Il concetto di storia della lingua nell'opera grammaticale di Benedetto Buommattei

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gunver Skytte

    1991-12-01

    Full Text Available Che la storia della lingua sia una disciplina linguistica di data recente, fondata nell'800, soprattutto grazie alle ricerche pionieristiche di insigni filologi tedeschi, è un'opinione comunemente accettata, ed essa è probabilmente anche giustificata attraverso la classificazione datane di disciplina. A questo dato di fatto si deve senz'altro l'opinione altrettanto estesa che prima dell'800 non esistesse il concetto di linguistica diacronica o cambiamento linguistico in senso scientifico, come pure quella non meno erronea che la linguistica, come scienza, sia stata fondata solo nell'800.

  17. Elementi di fisica teorica

    CERN Document Server

    Cini, Michele

    2006-01-01

    Le idee e le tecniche della Fisica Teorica del XX secolo (meccanica analitica, meccanica statistica, relatività e meccanica quantistica non relativistica) non sono più appannaggio esclusivo dei fisici. Ormai, specialmente con la recente introduzione di nuovi corsi di laurea, le conoscenze di base rientrano nel bagaglio culturale comune ai laureati in materie scientifiche e tecnologiche affini alla Fisica e alle sue applicazioni. Un laureato in queste materie non può non conoscere l’equazione E=mc2 e la media di Gibbs; inoltre deve avere i concetti e i metodi fondamentali della meccanica quantistica che ha cambiato la concezione del mondo ed è alla base della rivoluzione tecnologica in corso. Eppure quelle idee rimangono distanti dal comune modo di pensare e richiedono molto studio e un insegnamento ben mirato. La trattazione in questo libro, è meno formale rispetto ai tradizionali corsi di Istituzioni di Fisica Teorica. Lo scopo è comunque quello di raggiungere una reale comprensione dei concetti fisi...

  18. Boro e Vanadio: requisiti di potabilitá e valori di parametro

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Ferrante

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: i minerali, che costituiscono circa il 4% del peso corporeo e svolgono numerose ed importanti funzioni biodinamiche, si possono suddividere in due gruppi: elementi principali ed elementi essenziali. Gli elementi essenziali necessitano in quantità minime, dal millesimo di milligrammo fino a qualche decina di milligrammi e per la bassissima concentrazione nei tessuti del corpo umano vengono chiamati anche oligoelementi o minerali in traccia. I minerali in traccia sono stati molto attenzionati dalle normative per le acque potabili essendo per i suddetti motivi importanti requisiti di potabilità. Con l’evoluzione della normativa alcuni oligoelementi che prima erano citati solo per memoria adesso devono rientrare in precisi valori di parametro. Tra questi il boro e il vanadio. In questa nota riportiamo la problematica relativa alla presenza di boro e vanadio nelle acque utilizzate per il consumo umano nella zona etnea.

    Metodi: le acque utilizzate nella zona etnea, in particolare quelle della provincia di Catania, sono state analizzate con spettrofometria in emissione (Inductively Coupled Plasma e con spettrofotometria per Assorbimento Atomico (A.A.con effetto Zeeman per il dosaggio del boro e del vanadio in esse contenuti.

    Risultati: il boro e il vanadio essendo elementi naturalmente presenti nei vari comparti ambientali sono stati ritrovati nelle acque potabili della zona etnea in concentrazioni estremamente variabili che talvolta superano i valori di parametro.

    Conclusioni: alla luce dei risultati ottenuti, non essendo ancora dimostrata la reale tossicità per assunzione di tali elementi attraverso il canale alimentare ed essendo molto difficile la loro eliminazione dalle acque, si propone un riesame delle concentrazioni massime ammissibili sulla base della percentuale di assorbimento gastro-enterico e dei relativi “tollerable intake” con

  19. Antroponimia femminile nella Scozia del XIII secolo: la testimonianza del Ragman Roll (1296 Feminine anthroponyms in 13th-century Scotland: the Ragman Roll (1296

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Valeria Di Clemente

    2012-10-01

    Full Text Available La serie di documenti nota come Ragman Roll raccoglie i giuramenti di fedeltà e l’omaggio feudale resi da aristocratici, ecclesiastici, proprietari terrieri e borghesi di Scozia a Edoardo I Plantageneto dopo la campagna di occupazione inglese della primavera-estate 1296. In questa veste, essa riporta nomi e cognomi di circa 1800 persone, rappresentando una fonte preziosa per lo studio dell’antroponimia in uso in Scozia nella seconda metà del XIII secolo. Il presente saggio esamina gli antroponimi femminili nelle forme ricorrenti nel documento, ricostruendone la vicenda storico-etimologica e culturale.

    The documents known as Ragman Roll collect the fealty oaths sworn and the homages rendered by Scottish nobility, clergy, landowners and burgesses to Edward I Plantagenet after the English invasion of Scotland in the spring and summer of 1296. These documents record personal names and surnames of ca. 1800 people, being a precious source for the study of Scottish anthroponymy in the second half of the 13th century. This paper focuses on the feminine anthroponyms occurring in the Ragman Roll, on their form and on their historical-etymological and cultural background.

  20. Agenzia del Territorio, nuove argomentazioni su questioni classiche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Renzo Carlucci

    2011-04-01

    Full Text Available L’epocale rinnovamento del Catasto Italiano avviato negli anni ’80 ha visto un seconda fase nel momento in cui venne creata l’Agenzia del Territorio agli inizi di questo millennio portando a termine la digitalizzazione delle 300.000 mappe che coprono l’intero territorio italiano, gestendo dinamicamente un sistema di punti di riferimento oggi collegabili ai sistemi satellitari di posizionamento e integrando tutti gli archivi connessi al sistema della proprietà immobiliare e dei  valori distribuiti sul territorio. Sei temi sono stati oggetto di un colloquio con la Direzione dell’Agenzia.Italian Land Agency for Cadastre, new trends on classical issuesThe renovation of the Italian Cadastre started in the years '80s and a second stage ar-rived when a new Land Agency was created at the beginning of this millennium reach-ing goals as the completion of the vectorization of 300,000 maps covering the entire Italian territory, managing dynamically a system of reference points now connected to GPS network and integrating all the databases connected to the system of land owner-ship and values across the country. Six themes were the subject of an interview with the Management Agency Director.

  1. Agenzia del Territorio, nuove argomentazioni su questioni classiche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Renzo Carlucci

    2011-04-01

    Full Text Available L’epocale rinnovamento del Catasto Italiano avviato negli anni ’80 ha visto un seconda fase nel momento in cui venne creata l’Agenzia del Territorio agli inizi di questo millennio portando a termine la digitalizzazione delle 300.000 mappe che coprono l’intero territorio italiano, gestendo dinamicamente un sistema di punti di riferimento oggi collegabili ai sistemi satellitari di posizionamento e integrando tutti gli archivi connessi al sistema della proprietà immobiliare e dei  valori distribuiti sul territorio. Sei temi sono stati oggetto di un colloquio con la Direzione dell’Agenzia. Italian Land Agency for Cadastre, new trends on classical issues The renovation of the Italian Cadastre started in the years '80s and a second stage ar-rived when a new Land Agency was created at the beginning of this millennium reach-ing goals as the completion of the vectorization of 300,000 maps covering the entire Italian territory, managing dynamically a system of reference points now connected to GPS network and integrating all the databases connected to the system of land owner-ship and values across the country. Six themes were the subject of an interview with the Management Agency Director.

  2. La letteratura italiana tradotta in Argentina

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Silvia Cattoni

    2017-11-01

    Full Text Available In due secoli di storia della letteratura argentina, lo sviluppo della letteratura italiana tradotta è in stretto rapporto con i propositi pedagogici o estetici determinati dal contesto culturale dei diversi momenti storici. In linea di massima, è possibile affermare che, dalla conformazione dello Stato nazionale e durante i primi decenni del XX secolo, la traduzione letteraria mirava ad ampliare l’orizzonte culturale di un lettore che si consolidava al ritmo della fiammante nazione. Nelle fasi successive e in stretto rapporto con la politica culturale portata avanti da Victoria Ocampo a partire dal 1931 tramite la rivista Sur e il suo posteriore progetto editoriale, la traduzione è stata soprattutto una pratica di scrittura che ebbe un’influenza decisiva nell’ordito della letteratura nazionale favorendo il suo rinnovo e incentivando le versioni di traduttori argentini. Fu questa un’apertura che favorì, durante la seconda metà del secolo, nel contesto della ricezione della letteratura universale, l’ingresso della letteratura italiana in Argentina. Il presente lavoro tratta in maniera sistematica, ma provvisoria, il panorama della letteratura italiana tradotta in Argentina. Lo scopo principale comporta il registro dei momenti più fecondi e l’interpretazione degli esiti ottenuti nei confronti della traduzione nel sistema letterario nazionale.

  3. Caratterizzazione genetica di alcune popolazioni di cinghiale (Sus scrofa dell'Italia meridionale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M.F. Caliendo

    2003-10-01

    Full Text Available In Italia il Cinghiale ha subito varie oscillazioni numeriche per immissioni d?esemplari provenienti soprattutto dall'est europeo o da paesi vicini (Massei & Toso, 1993 e incrocio con esemplari di maiale domestico, allevato allo stato brado o semi brado in molte zone d'Italia (Apollonio et al., 1988. Questi fattori sono stati responsabili anche di un impoverimento genetico della forma autoctona italiana Sus scrofa meridionalis e majori che sembrano persistere solo in Sardegna e Maremma (Apollonio et al., 1988. Tra le riserve in cui si ritiene possano trovarsi popolazioni ancora integre, figura la tenuta presidenziale di Castelporziano (Roma. Prendendo spunto da questo lavoro, con il nostro contributo riportiamo i risultati, a livello genetico, della ibridazione con il maiale da parte di cinghiali della Campania, basato sul DNA microsatellite di 4 loci polimorfi. Sono state studiate 9 popolazioni (allevate e libere, usando per riferimenti maiali allo stato brado e cinghiali di Castelporziano. Dall?analisi delle frequenze alleliche è stato eseguito il test di assignment (implementato in una sub routine del software Arlequin 2.0 che individua la possibile origine di un individuo, rispetto ad una rosa di probabili popolazioni di riferimento (Paetkau et al., 1998. Con i risultati del test di assignment si è costruito il grafico log-log genotype, rappresentato da un piano individuato dalle due variabili di riferimento (cinghiale e maiale brado. Le popolazioni esaminate evidenziano una generalizzata distribuzione a cavallo tra i due riferimenti con individui geneticamente simili al cinghiale ed altri al maiale. Questa ripartizione simmetrica è molto evidente nel caso dei cinghiali catturati a Punta Licosa e in quelli dell?allevamento di Polla. La distribuzione dei genotipi sul piano è spesso dispersa, ad eccezione dei cinghiali della Valle del Vento e quelli di Monteverde (individui

  4. Matrimonio omosessuale e pubblico ufficiale: una nuova forma di obiezione di coscienza?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ludovica Decimo

    2015-10-01

    SOMMARIO: 1. La difesa dei valori culturali e religiosi attraverso il diritto all’obiezione di coscienza - 2. I casi di obiezione di coscienza sulle unioni omosessuali: uno sguardo d’insieme oltre i confini nazionali - 3. Il matrimonio omosessuale e il pubblico ufficiale nell’ordinamento giuridico italiano - 4. Lo scudo dell’obiezione di coscienza: un’opzione possibile per il pubblico ufficiale?

  5. Light-quark and gluon jet discrimination in [Formula: see text] collisions at [Formula: see text] with the ATLAS detector.

    Science.gov (United States)

    Aad, G; Abbott, B; Abdallah, J; Abdel Khalek, S; Abdinov, O; Aben, R; Abi, B; Abolins, M; AbouZeid, O S; Abramowicz, H; Abreu, H; Abreu, R; Abulaiti, Y; Acharya, B S; Adamczyk, L; Adams, D L; Adelman, J; Adomeit, S; Adye, T; Agatonovic-Jovin, T; Aguilar-Saavedra, J A; Agustoni, M; Ahlen, S P; Ahmad, A; Ahmadov, F; Aielli, G; Åkesson, T P A; Akimoto, G; Akimov, A V; Albert, J; Albrand, S; Alconada Verzini, M J; Aleksa, M; Aleksandrov, I N; Alexa, C; Alexander, G; Alexandre, G; Alexopoulos, T; Alhroob, M; Alimonti, G; Alio, L; Alison, J; Allbrooke, B M M; Allison, L J; Allport, P P; Allwood-Spiers, S E; Almond, J; Aloisio, A; Alonso, A; Alonso, F; Alpigiani, C; Altheimer, A; Alvarez Gonzalez, B; Alviggi, M G; Amako, K; Amaral Coutinho, Y; Amelung, C; Amidei, D; Amor Dos Santos, S P; Amorim, A; Amoroso, S; Amram, N; Amundsen, G; Anastopoulos, C; Ancu, L S; Andari, N; Andeen, T; Anders, C F; Anders, G; Anderson, K J; Andreazza, A; Andrei, V; Anduaga, X S; Angelidakis, S; Angelozzi, I; Anger, P; Angerami, A; Anghinolfi, F; Anisenkov, A V; Anjos, N; Annovi, A; Antonaki, A; Antonelli, M; Antonov, A; Antos, J; Anulli, F; Aoki, M; Aperio Bella, L; Apolle, R; Arabidze, G; Aracena, I; Arai, Y; Araque, J P; Arce, A T H; Arguin, J-F; Argyropoulos, S; Arik, M; Armbruster, A J; Arnaez, O; Arnal, V; Arnold, H; Arslan, O; Artamonov, A; Artoni, G; Asai, S; Asbah, N; Ashkenazi, A; Ask, S; Åsman, B; Asquith, L; Assamagan, K; Astalos, R; Atkinson, M; Atlay, N B; Auerbach, B; Augsten, K; Aurousseau, M; Avolio, G; Azuelos, G; Azuma, Y; Baak, M A; Bacci, C; Bachacou, H; Bachas, K; Backes, M; Backhaus, M; Backus Mayes, J; Badescu, E; Bagiacchi, P; Bagnaia, P; Bai, Y; Bain, T; Baines, J T; Baker, O K; Baker, S; Balek, P; Balli, F; Banas, E; Banerjee, Sw; Banfi, D; Bangert, A; Bannoura, A A E; Bansal, V; Bansil, H S; Barak, L; Baranov, S P; Barberio, E L; Barberis, D; Barbero, M; Barillari, T; Barisonzi, M; Barklow, T; Barlow, N; Barnett, B M; Barnett, R M; Barnovska, Z; Baroncelli, A; Barone, G; Barr, A J; Barreiro, F; Barreiro Guimarães da Costa, J; Bartoldus, R; Barton, A E; Bartos, P; Bartsch, V; Bassalat, A; Basye, A; Bates, R L; Batkova, L; Batley, J R; Battistin, M; Bauer, F; Bawa, H S; Beau, T; Beauchemin, P H; Beccherle, R; Bechtle, P; Beck, H P; Becker, K; Becker, S; Beckingham, M; Becot, C; Beddall, A J; Beddall, A; Bedikian, S; Bednyakov, V A; Bee, C P; Beemster, L J; Beermann, T A; Begel, M; Behr, K; Belanger-Champagne, C; Bell, P J; Bell, W H; Bella, G; Bellagamba, L; Bellerive, A; Bellomo, M; Belloni, A; Belotskiy, K; Beltramello, O; Benary, O; Benchekroun, D; Bendtz, K; Benekos, N; Benhammou, Y; Benhar Noccioli, E; Benitez Garcia, J A; Benjamin, D P; Bensinger, J R; Benslama, K; Bentvelsen, S; Berge, D; Bergeaas Kuutmann, E; Berger, N; Berghaus, F; Berglund, E; Beringer, J; Bernard, C; Bernat, P; Bernius, C; Bernlochner, F U; Berry, T; Berta, P; Bertella, C; Bertolucci, F; Besana, M I; Besjes, G J; Bessidskaia, O; Besson, N; Betancourt, C; Bethke, S; Bhimji, W; Bianchi, R M; Bianchini, L; Bianco, M; Biebel, O; Bieniek, S P; Bierwagen, K; Biesiada, J; Biglietti, M; Bilbao De Mendizabal, J; Bilokon, H; Bindi, M; Binet, S; Bingul, A; Bini, C; Black, C W; Black, J E; Black, K M; Blackburn, D; Blair, R E; Blanchard, J-B; Blazek, T; Bloch, I; Blocker, C; Blum, W; Blumenschein, U; Bobbink, G J; Bobrovnikov, V S; Bocchetta, S S; Bocci, A; Boddy, C R; Boehler, M; Boek, J; Boek, T T; Bogaerts, J A; Bogdanchikov, A G; Bogouch, A; Bohm, C; Bohm, J; Boisvert, V; Bold, T; Boldea, V; Boldyrev, A S; Bomben, M; Bona, M; Boonekamp, M; Borisov, A; Borissov, G; Borri, M; Borroni, S; Bortfeldt, J; Bortolotto, V; Bos, K; Boscherini, D; Bosman, M; Boterenbrood, H; Boudreau, J; Bouffard, J; Bouhova-Thacker, E V; Boumediene, D; Bourdarios, C; Bousson, N; Boutouil, S; Boveia, A; Boyd, J; Boyko, I R; Bozovic-Jelisavcic, I; Bracinik, J; Branchini, P; Brandt, A; Brandt, G; Brandt, O; Bratzler, U; Brau, B; Brau, J E; Braun, H M; Brazzale, S F; Brelier, B; Brendlinger, K; Brennan, A J; Brenner, R; Bressler, S; Bristow, K; Bristow, T M; Britton, D; Brochu, F M; Brock, I; Brock, R; Bromberg, C; Bronner, J; Brooijmans, G; Brooks, T; Brooks, W K; Brosamer, J; Brost, E; Brown, G; Brown, J; Bruckman de Renstrom, P A; Bruncko, D; Bruneliere, R; Brunet, S; Bruni, A; Bruni, G; Bruschi, M; Bryngemark, L; Buanes, T; Buat, Q; Bucci, F; Buchholz, P; Buckingham, R M; Buckley, A G; Buda, S I; Budagov, I A; Buehrer, F; Bugge, L; Bugge, M K; Bulekov, O; Bundock, A C; Burckhart, H; Burdin, S; Burghgrave, B; Burke, S; Burmeister, I; Busato, E; Büscher, D; Büscher, V; Bussey, P; Buszello, C P; Butler, B; Butler, J M; Butt, A I; Buttar, C M; Butterworth, J M; Butti, P; Buttinger, W; Buzatu, A; Byszewski, M; Cabrera Urbán, S; Caforio, D; Cakir, O; Calafiura, P; Calandri, A; Calderini, G; Calfayan, P; Calkins, R; Caloba, L P; Calvet, D; Calvet, S; Camacho Toro, R; Camarda, S; Cameron, D; Caminada, L M; Caminal Armadans, R; Campana, S; Campanelli, M; Campoverde, A; Canale, V; Canepa, A; Cantero, J; Cantrill, R; Cao, T; Capeans Garrido, M D M; Caprini, I; Caprini, M; Capua, M; Caputo, R; Cardarelli, R; Carli, T; Carlino, G; Carminati, L; Caron, S; Carquin, E; Carrillo-Montoya, G D; Carter, A A; Carter, J R; Carvalho, J; Casadei, D; Casado, M P; Castaneda-Miranda, E; Castelli, A; Castillo Gimenez, V; Castro, N F; Catastini, P; Catinaccio, A; Catmore, J R; Cattai, A; Cattani, G; Caughron, S; Cavaliere, V; Cavalli, D; Cavalli-Sforza, M; Cavasinni, V; Ceradini, F; Cerio, B; Cerny, K; Cerqueira, A S; Cerri, A; Cerrito, L; Cerutti, F; Cerv, M; Cervelli, A; Cetin, S A; Chafaq, A; Chakraborty, D; Chalupkova, I; Chan, K; Chang, P; Chapleau, B; Chapman, J D; Charfeddine, D; Charlton, D G; Chau, C C; Chavez Barajas, C A; Cheatham, S; Chegwidden, A; Chekanov, S; Chekulaev, S V; Chelkov, G A; Chelstowska, M A; Chen, C; Chen, H; Chen, K; Chen, L; Chen, S; Chen, X; Chen, Y; Cheng, H C; Cheng, Y; Cheplakov, A; Cherkaoui El Moursli, R; Chernyatin, V; Cheu, E; Chevalier, L; Chiarella, V; Chiefari, G; Childers, J T; Chilingarov, A; Chiodini, G; Chisholm, A S; Chislett, R T; Chitan, A; Chizhov, M V; Chouridou, S; Chow, B K B; Christidi, I A; Chromek-Burckhart, D; Chu, M L; Chudoba, J; Chwastowski, J J; Chytka, L; Ciapetti, G; Ciftci, A K; Ciftci, R; Cinca, D; Cindro, V; Ciocio, A; Cirkovic, P; Citron, Z H; Citterio, M; Ciubancan, M; Clark, A; Clark, P J; Clarke, R N; Cleland, W; Clemens, J C; Clement, C; Coadou, Y; Cobal, M; Coccaro, A; Cochran, J; Coffey, L; Cogan, J G; Coggeshall, J; Cole, B; Cole, S; Colijn, A P; Collins-Tooth, C; Collot, J; Colombo, T; Colon, G; Compostella, G; Conde Muiño, P; Coniavitis, E; Conidi, M C; Connell, S H; Connelly, I A; Consonni, S M; Consorti, V; Constantinescu, S; Conta, C; Conti, G; Conventi, F; Cooke, M; Cooper, B D; Cooper-Sarkar, A M; Cooper-Smith, N J; Copic, K; Cornelissen, T; Corradi, M; Corriveau, F; Corso-Radu, A; Cortes-Gonzalez, A; Cortiana, G; Costa, G; Costa, M J; Costanzo, D; Côté, D; Cottin, G; Cowan, G; Cox, B E; Cranmer, K; Cree, G; Crépé-Renaudin, S; Crescioli, F; Crispin Ortuzar, M; Cristinziani, M; Croft, V; Crosetti, G; Cuciuc, C-M; Almenar, C Cuenca; Cuhadar Donszelmann, T; Cummings, J; Curatolo, M; Cuthbert, C; Czirr, H; Czodrowski, P; Czyczula, Z; D'Auria, S; D'Onofrio, M; Cunha Sargedas De Sousa, M J Da; Via, C Da; Dabrowski, W; Dafinca, A; Dai, T; Dale, O; Dallaire, F; Dallapiccola, C; Dam, M; Daniells, A C; Dano Hoffmann, M; Dao, V; Darbo, G; Darlea, G L; Darmora, S; Dassoulas, J A; Dattagupta, A; Davey, W; David, C; Davidek, T; Davies, E; Davies, M; Davignon, O; Davison, A R; Davison, P; Davygora, Y; Dawe, E; Dawson, I; Daya-Ishmukhametova, R K; De, K; de Asmundis, R; De Castro, S; De Cecco, S; de Graat, J; De Groot, N; de Jong, P; De la Torre, H; De Lorenzi, F; De Nooij, L; De Pedis, D; De Salvo, A; De Sanctis, U; De Santo, A; De Vivie De Regie, J B; De Zorzi, G; Dearnaley, W J; Debbe, R; Debenedetti, C; Dechenaux, B; Dedovich, D V; Degenhardt, J; Deigaard, I; Del Peso, J; Del Prete, T; Deliot, F; Delitzsch, C M; Deliyergiyev, M; Dell'Acqua, A; Dell'Asta, L; Dell'Orso, M; Della Pietra, M; Della Volpe, D; Delmastro, M; Delsart, P A; Deluca, C; Demers, S; Demichev, M; Demilly, A; Denisov, S P; Derendarz, D; Derkaoui, J E; Derue, F; Dervan, P; Desch, K; Deterre, C; Deviveiros, P O; Dewhurst, A; Dhaliwal, S; Di Ciaccio, A; Di Ciaccio, L; Di Domenico, A; Di Donato, C; Di Girolamo, A; Di Girolamo, B; Di Mattia, A; Di Micco, B; Di Nardo, R; Di Simone, A; Di Sipio, R; Di Valentino, D; Diaz, M A; Diehl, E B; Dietrich, J; Dietzsch, T A; Diglio, S; Dimitrievska, A; Dingfelder, J; Dionisi, C; Dita, P; Dita, S; Dittus, F; Djama, F; Djobava, T; do Vale, M A B; Do Valle Wemans, A; Doan, T K O; Dobos, D; Dobson, E; Doglioni, C; Doherty, T; Dohmae, T; Dolejsi, J; Dolezal, Z; Dolgoshein, B A; Donadelli, M; Donati, S; Dondero, P; Donini, J; Dopke, J; Doria, A; Anjos, A Dos; Dova, M T; Doyle, A T; Dris, M; Dubbert, J; Dube, S; Dubreuil, E; Duchovni, E; Duckeck, G; Ducu, O A; Duda, D; Dudarev, A; Dudziak, F; Duflot, L; Duguid, L; Dührssen, M; Dunford, M; Duran Yildiz, H; Düren, M; Durglishvili, A; Dwuznik, M; Dyndal, M; Ebke, J; Edson, W; Edwards, N C; Ehrenfeld, W; Eifert, T; Eigen, G; Einsweiler, K; Ekelof, T; El Kacimi, M; Ellert, M; Elles, S; Ellinghaus, F; Ellis, N; Elmsheuser, J; Elsing, M; Emeliyanov, D; Enari, Y; Endner, O C; Endo, M; Engelmann, R; Erdmann, J; Ereditato, A; Eriksson, D; Ernis, G; Ernst, J; Ernst, M; Ernwein, J; Errede, D; Errede, S; Ertel, E; Escalier, M; Esch, H; Escobar, C; Esposito, B; Etienvre, A I; Etzion, E; Evans, H; Fabbri, L; Facini, G; Fakhrutdinov, R M; Falciano, S; Faltova, J; Fang, Y; Fanti, M; Farbin, A; Farilla, A; Farooque, T; Farrell, S; Farrington, S M; Farthouat, P; Fassi, F; Fassnacht, P; Fassouliotis, D; Favareto, A; Fayard, L; Federic, P; Fedin, O L; Fedorko, W; Fehling-Kaschek, M; Feigl, S; Feligioni, L; Feng, C; Feng, E J; Feng, H; Fenyuk, A B; Fernandez Perez, S; Ferrag, S; Ferrando, J; Ferrari, A; Ferrari, P; Ferrari, R; Ferreira de Lima, D E; Ferrer, A; Ferrere, D; Ferretti, C; Ferretto Parodi, A; Fiascaris, M; Fiedler, F; Filipčič, A; Filipuzzi, M; Filthaut, F; Fincke-Keeler, M; Finelli, K D; Fiolhais, M C N; Fiorini, L; Firan, A; Fischer, J; Fisher, W C; Fitzgerald, E A; Flechl, M; Fleck, I; Fleischmann, P; Fleischmann, S; Fletcher, G T; Fletcher, G; Flick, T; Floderus, A; Flores Castillo, L R; Florez Bustos, A C; Flowerdew, M J; Formica, A; Forti, A; Fortin, D; Fournier, D; Fox, H; Fracchia, S; Francavilla, P; Franchini, M; Franchino, S; Francis, D; Franklin, M; Franz, S; Fraternali, M; French, S T; Friedrich, C; Friedrich, F; Froidevaux, D; Frost, J A; Fukunaga, C; Fullana Torregrosa, E; Fulsom, B G; Fuster, J; Gabaldon, C; Gabizon, O; Gabrielli, A; Gabrielli, A; Gadatsch, S; Gadomski, S; Gagliardi, G; Gagnon, P; Galea, C; Galhardo, B; Gallas, E J; Gallo, V; Gallop, B J; Gallus, P; Galster, G; Gan, K K; Gandrajula, R P; Gao, J; Gao, Y S; Garay Walls, F M; Garberson, F; García, C; García Navarro, J E; Garcia-Sciveres, M; Gardner, R W; Garelli, N; Garonne, V; Gatti, C; Gaudio, G; Gaur, B; Gauthier, L; Gauzzi, P; Gavrilenko, I L; Gay, C; Gaycken, G; Gazis, E N; Ge, P; Gecse, Z; Gee, C N P; Geerts, D A A; Geich-Gimbel, Ch; Gellerstedt, K; Gemme, C; Gemmell, A; Genest, M H; Gentile, S; George, M; George, S; Gerbaudo, D; Gershon, A; Ghazlane, H; Ghodbane, N; Giacobbe, B; Giagu, S; Giangiobbe, V; Giannetti, P; Gianotti, F; Gibbard, B; Gibson, S M; Gilchriese, M; Gillam, T P S; Gillberg, D; Gilles, G; Gingrich, D M; Giokaris, N; Giordani, M P; Giordano, R; Giorgi, F M; Giraud, P F; Giugni, D; Giuliani, C; Giulini, M; Gjelsten, B K; Gkialas, I; Gladilin, L K; Glasman, C; Glatzer, J; Glaysher, P C F; Glazov, A; Glonti, G L; Goblirsch-Kolb, M; Goddard, J R; Godfrey, J; Godlewski, J; Goeringer, C; Goldfarb, S; Golling, T; Golubkov, D; Gomes, A; Gomez Fajardo, L S; Gonçalo, R; Goncalves Pinto Firmino Da Costa, J; Gonella, L; González de la Hoz, S; Gonzalez Parra, G; Gonzalez Silva, M L; Gonzalez-Sevilla, S; Goossens, L; Gorbounov, P A; Gordon, H A; Gorelov, I; Gorfine, G; Gorini, B; Gorini, E; Gorišek, A; Gornicki, E; Goshaw, A T; Gössling, C; Gostkin, M I; Gouighri, M; Goujdami, D; Goulette, M P; Goussiou, A G; Goy, C; Gozpinar, S; Grabas, H M X; Graber, L; Grabowska-Bold, I; Grafström, P; Grahn, K-J; Gramling, J; Gramstad, E; Grancagnolo, S; Grassi, V; Gratchev, V; Gray, H M; Graziani, E; Grebenyuk, O G; Greenwood, Z D; Gregersen, K; Gregor, I M; Grenier, P; Griffiths, J; Grigalashvili, N; Grillo, A A; Grimm, K; Grinstein, S; Gris, Ph; Grishkevich, Y V; Grivaz, J-F; Grohs, J P; Grohsjean, A; Gross, E; Grosse-Knetter, J; Grossi, G C; Groth-Jensen, J; Grout, Z J; Grybel, K; Guan, L; Guescini, F; Guest, D; Gueta, O; Guicheney, C; Guido, E; Guillemin, T; Guindon, S; Gul, U; Gumpert, C; Gunther, J; Guo, J; Gupta, S; Gutierrez, P; Gutierrez Ortiz, N G; Gutschow, C; Guttman, N; Guyot, C; Gwenlan, C; Gwilliam, C B; Haas, A; Haber, C; Hadavand, H K; Haddad, N; Haefner, P; Hageboeck, S; Hajduk, Z; Hakobyan, H; Haleem, M; Hall, D; Halladjian, G; Hamacher, K; Hamal, P; Hamano, K; Hamer, M; Hamilton, A; Hamilton, S; Hamnett, P G; Han, L; Hanagaki, K; Hanawa, K; Hance, M; Hanke, P; Hansen, J B; Hansen, J D; Hansen, P H; Hara, K; Hard, A S; Harenberg, T; Harkusha, S; Harper, D; Harrington, R D; Harris, O M; Harrison, P F; Hartjes, F; Hasegawa, S; Hasegawa, Y; Hasib, A; Hassani, S; Haug, S; Hauschild, M; Hauser, R; Havranek, M; Hawkes, C M; Hawkings, R J; Hawkins, A D; Hayashi, T; Hayden, D; Hays, C P; Hayward, H S; Haywood, S J; Head, S J; Heck, T; Hedberg, V; Heelan, L; Heim, S; Heim, T; Heinemann, B; Heinrich, L; Heisterkamp, S; Hejbal, J; Helary, L; Heller, C; Heller, M; Hellman, S; Hellmich, D; Helsens, C; Henderson, J; Henderson, R C W; Hengler, C; Henrichs, A; Henriques Correia, A M; Henrot-Versille, S; Hensel, C; Herbert, G H; Hernández Jiménez, Y; Herrberg-Schubert, R; Herten, G; Hertenberger, R; Hervas, L; Hesketh, G G; Hessey, N P; Hickling, R; Higón-Rodriguez, E; Hill, J C; Hiller, K H; Hillert, S; Hillier, S J; Hinchliffe, I; Hines, E; Hirose, M; Hirschbuehl, D; Hobbs, J; Hod, N; Hodgkinson, M C; Hodgson, P; Hoecker, A; Hoeferkamp, M R; Hoffman, J; Hoffmann, D; Hofmann, J I; Hohlfeld, M; Holmes, T R; Hong, T M; Hooft van Huysduynen, L; Hostachy, J-Y; Hou, S; Hoummada, A; Howard, J; Howarth, J; Hrabovsky, M; Hristova, I; Hrivnac, J; Hryn'ova, T; Hsu, P J; Hsu, S-C; Hu, D; Hu, X; Huang, Y; Hubacek, Z; Hubaut, F; Huegging, F; Huffman, T B; Hughes, E W; Hughes, G; Huhtinen, M; Hülsing, T A; Hurwitz, M; Huseynov, N; Huston, J; Huth, J; Iacobucci, G; Iakovidis, G; Ibragimov, I; Iconomidou-Fayard, L; Idarraga, J; Ideal, E; Iengo, P; Igonkina, O; Iizawa, T; Ikegami, Y; Ikematsu, K; Ikeno, M; Iliadis, D; Ilic, N; Inamaru, Y; Ince, T; Ioannou, P; Iodice, M; Iordanidou, K; Ippolito, V; Irles Quiles, A; Isaksson, C; Ishino, M; Ishitsuka, M; Ishmukhametov, R; Issever, C; Istin, S; Iturbe Ponce, J M; Ivarsson, J; Ivashin, A V; Iwanski, W; Iwasaki, H; Izen, J M; Izzo, V; Jackson, B; Jackson, J N; Jackson, M; Jackson, P; Jaekel, M R; Jain, V; Jakobs, K; Jakobsen, S; Jakoubek, T; Jakubek, J; Jamin, D O; Jana, D K; Jansen, E; Jansen, H; Janssen, J; Janus, M; Jarlskog, G; Javadov, N; Javůrek, T; Jeanty, L; Jeng, G-Y; Jennens, D; Jenni, P; Jentzsch, J; Jeske, C; Jézéquel, S; Ji, H; Ji, W; Jia, J; Jiang, Y; Jimenez Belenguer, M; Jin, S; Jinaru, A; Jinnouchi, O; Joergensen, M D; Johansson, K E; Johansson, P; Johns, K A; Jon-And, K; Jones, G; Jones, R W L; Jones, T J; Jongmanns, J; Jorge, P M; Joshi, K D; Jovicevic, J; Ju, X; Jung, C A; Jungst, R M; Jussel, P; Juste Rozas, A; Kaci, M; Kaczmarska, A; Kado, M; Kagan, H; Kagan, M; Kajomovitz, E; Kama, S; Kanaya, N; Kaneda, M; Kaneti, S; Kanno, T; Kantserov, V A; Kanzaki, J; Kaplan, B; Kapliy, A; Kar, D; Karakostas, K; Karastathis, N; Karnevskiy, M; Karpov, S N; Karthik, K; Kartvelishvili, V; Karyukhin, A N; Kashif, L; Kasieczka, G; Kass, R D; Kastanas, A; Kataoka, Y; Katre, A; Katzy, J; Kaushik, V; Kawagoe, K; Kawamoto, T; Kawamura, G; Kazama, S; Kazanin, V F; Kazarinov, M Y; Keeler, R; Keener, P T; Kehoe, R; Keil, M; Keller, J S; Keoshkerian, H; Kepka, O; Kerševan, B P; Kersten, S; Kessoku, K; Keung, J; Khalil-Zada, F; Khandanyan, H; Khanov, A; Khodinov, A; Khomich, A; Khoo, T J; Khoriauli, G; Khoroshilov, A; Khovanskiy, V; Khramov, E; Khubua, J; Kim, H Y; Kim, H; Kim, S H; Kimura, N; Kind, O; King, B T; King, M; King, R S B; King, S B; Kirk, J; Kiryunin, A E; Kishimoto, T; Kisielewska, D; Kiss, F; Kitamura, T; Kittelmann, T; Kiuchi, K; Kladiva, E; Klein, M; Klein, U; Kleinknecht, K; Klimek, P; Klimentov, A; Klingenberg, R; Klinger, J A; Klioutchnikova, T; Klok, P F; Kluge, E-E; Kluit, P; Kluth, S; Kneringer, E; Knoops, E B F G; Knue, A; Kobayashi, T; Kobel, M; Kocian, M; Kodys, P; Koevesarki, P; Koffas, T; Koffeman, E; Kogan, L A; Kohlmann, S; Kohout, Z; Kohriki, T; Koi, T; Kolanoski, H; Koletsou, I; Koll, J; Komar, A A; Komori, Y; Kondo, T; Kondrashova, N; Köneke, K; König, A C; König, S; Kono, T; Konoplich, R; Konstantinidis, N; Kopeliansky, R; Koperny, S; Köpke, L; Kopp, A K; Korcyl, K; Kordas, K; Korn, A; Korol, A A; Korolkov, I; Korolkova, E V; Korotkov, V A; Kortner, O; Kortner, S; Kostyukhin, V V; Kotov, S; Kotov, V M; Kotwal, A; Kourkoumelis, C; Kouskoura, V; Koutsman, A; Kowalewski, R; Kowalski, T Z; Kozanecki, W; Kozhin, A S; Kral, V; Kramarenko, V A; Kramberger, G; Krasnopevtsev, D; Krasny, M W; Krasznahorkay, A; Kraus, J K; Kravchenko, A; Kreiss, S; Kretz, M; Kretzschmar, J; Kreutzfeldt, K; Krieger, P; Kroeninger, K; Kroha, H; Kroll, J; Kroseberg, J; Krstic, J; Kruchonak, U; Krüger, H; Kruker, T; Krumnack, N; Krumshteyn, Z V; Kruse, A; Kruse, M C; Kruskal, M; Kubota, T; Kuday, S; Kuehn, S; Kugel, A; Kuhl, A; Kuhl, T; Kukhtin, V; Kulchitsky, Y; Kuleshov, S; Kuna, M; Kunkle, J; Kupco, A; Kurashige, H; Kurochkin, Y A; Kurumida, R; Kus, V; Kuwertz, E S; Kuze, M; Kvita, J; La Rosa, A; La Rotonda, L; Lacasta, C; Lacava, F; Lacey, J; Lacker, H; Lacour, D; Lacuesta, V R; Ladygin, E; Lafaye, R; Laforge, B; Lagouri, T; Lai, S; Laier, H; Lambourne, L; Lammers, S; Lampen, C L; Lampl, W; Lançon, E; Landgraf, U; Landon, M P J; Lang, V S; Lange, C; Lankford, A J; Lanni, F; Lantzsch, K; Laplace, S; Lapoire, C; Laporte, J F; Lari, T; Lassnig, M; Laurelli, P; Lavrijsen, W; Law, A T; Laycock, P; Le, B T; Le Dortz, O; Le Guirriec, E; Le Menedeu, E; LeCompte, T; Ledroit-Guillon, F; Lee, C A; Lee, H; Lee, J S H; Lee, S C; Lee, L; Lefebvre, G; Lefebvre, M; Legger, F; Leggett, C; Lehan, A; Lehmacher, M; Lehmann Miotto, G; Lei, X; Leister, A G; Leite, M A L; Leitner, R; Lellouch, D; Lemmer, B; Leney, K J C; Lenz, T; Lenzen, G; Lenzi, B; Leone, R; Leonhardt, K; Leontsinis, S; Leroy, C; Lester, C G; Lester, C M; Levchenko, M; Levêque, J; Levin, D; Levinson, L J; Levy, M; Lewis, A; Lewis, G H; Leyko, A M; Leyton, M; Li, B; Li, B; Li, H; Li, H L; Li, L; Li, S; Li, Y; Liang, Z; Liao, H; Liberti, B; Lichard, P; Lie, K; Liebal, J; Liebig, W; Limbach, C; Limosani, A; Limper, M; Lin, S C; Linde, F; Lindquist, B E; Linnemann, J T; Lipeles, E; Lipniacka, A; Lisovyi, M; Liss, T M; Lissauer, D; Lister, A; Litke, A M; Liu, B; Liu, D; Liu, J B; Liu, K; Liu, L; Liu, M; Liu, M; Liu, Y; Livan, M; Livermore, S S A; Lleres, A; Llorente Merino, J; Lloyd, S L; Lo Sterzo, F; Lobodzinska, E; Loch, P; Lockman, W S; Loddenkoetter, T; Loebinger, F K; Loevschall-Jensen, A E; Loginov, A; Loh, C W; Lohse, T; Lohwasser, K; Lokajicek, M; Lombardo, V P; Long, B A; Long, J D; Long, R E; Lopes, L; Lopez Mateos, D; Lopez Paredes, B; Lorenz, J; Lorenzo Martinez, N; Losada, M; Loscutoff, P; Lou, X; Lounis, A; Love, J; Love, P A; Lowe, A J; Lu, F; Lubatti, H J; Luci, C; Lucotte, A; Luehring, F; Lukas, W; Luminari, L; Lundberg, O; Lund-Jensen, B; Lungwitz, M; Lynn, D; Lysak, R; Lytken, E; Ma, H; Ma, L L; Maccarrone, G; Macchiolo, A; Machado Miguens, J; Macina, D; Madaffari, D; Madar, R; Maddocks, H J; Mader, W F; Madsen, A; Maeno, M; Maeno, T; Magradze, E; Mahboubi, K; Mahlstedt, J; Mahmoud, S; Maiani, C; Maidantchik, C; Maio, A; Majewski, S; Makida, Y; Makovec, N; Mal, P; Malaescu, B; Malecki, Pa; Maleev, V P; Malek, F; Mallik, U; Malon, D; Malone, C; Maltezos, S; Malyshev, V M; Malyukov, S; Mamuzic, J; Mandelli, B; Mandelli, L; Mandić, I; Mandrysch, R; Maneira, J; Manfredini, A; Manhaes de Andrade Filho, L; Manjarres Ramos, J A; Mann, A; Manning, P M; Manousakis-Katsikakis, A; Mansoulie, B; Mantifel, R; Mapelli, L; March, L; Marchand, J F; Marchiori, G; Marcisovsky, M; Marino, C P; Marques, C N; Marroquim, F; Marsden, S P; Marshall, Z; Marti, L F; Marti-Garcia, S; Martin, B; Martin, B; Martin, J P; Martin, T A; Martin, V J; Martin Dit Latour, B; Martinez, H; Martinez, M; Martin-Haugh, S; Martyniuk, A C; Marx, M; Marzano, F; Marzin, A; Masetti, L; Mashimo, T; Mashinistov, R; Masik, J; Maslennikov, A L; Massa, I; Massol, N; Mastrandrea, P; Mastroberardino, A; Masubuchi, T; Matricon, P; Matsunaga, H; Matsushita, T; Mättig, P; Mättig, S; Mattmann, J; Maurer, J; Maxfield, S J; Maximov, D A; Mazini, R; Mazzaferro, L; Mc Goldrick, G; Mc Kee, S P; McCarn, A; McCarthy, R L; McCarthy, T G; McCubbin, N A; McFarlane, K W; Mcfayden, J A; Mchedlidze, G; Mclaughlan, T; McMahon, S J; McPherson, R A; Meade, A; Mechnich, J; Medinnis, M; Meehan, S; Mehlhase, S; Mehta, A; Meier, K; Meineck, C; Meirose, B; Melachrinos, C; Mellado Garcia, B R; Meloni, F; Mengarelli, A; Menke, S; Meoni, E; Mercurio, K M; Mergelmeyer, S; Meric, N; Mermod, P; Merola, L; Meroni, C; Merritt, F S; Merritt, H; Messina, A; Metcalfe, J; Mete, A S; Meyer, C; Meyer, C; Meyer, J-P; Meyer, J; Middleton, R P; Migas, S; Mijović, L; Mikenberg, G; Mikestikova, M; Mikuž, M; Miller, D W; Mills, C; Milov, A; Milstead, D A; Milstein, D; Minaenko, A A; Moya, M Miñano; Minashvili, I A; Mincer, A I; Mindur, B; Mineev, M; Ming, Y; Mir, L M; Mirabelli, G; Mitani, T; Mitrevski, J; Mitsou, V A; Mitsui, S; Miucci, A; Miyagawa, P S; Mjörnmark, J U; Moa, T; Mochizuki, K; Moeller, V; Mohapatra, S; Mohr, W; Molander, S; Moles-Valls, R; Mönig, K; Monini, C; Monk, J; Monnier, E; Montejo Berlingen, J; Monticelli, F; Monzani, S; Moore, R W; Moraes, A; Morange, N; Morel, J; Moreno, D; Moreno Llácer, M; Morettini, P; Morgenstern, M; Morii, M; Moritz, S; Morley, A K; Mornacchi, G; Morris, J D; Morvaj, L; Moser, H G; Mosidze, M; Moss, J; Mount, R; Mountricha, E; Mouraviev, S V; Moyse, E J W; Muanza, S; Mudd, R D; Mueller, F; Mueller, J; Mueller, K; Mueller, T; Mueller, T; Muenstermann, D; Munwes, Y; Murillo Quijada, J A; Murray, W J; Musheghyan, H; Musto, E; Myagkov, A G; Myska, M; Nackenhorst, O; Nadal, J; Nagai, K; Nagai, R; Nagai, Y; Nagano, K; Nagarkar, A; Nagasaka, Y; Nagel, M; Nairz, A M; Nakahama, Y; Nakamura, K; Nakamura, T; Nakano, I; Namasivayam, H; Nanava, G; Narayan, R; Nattermann, T; Naumann, T; Navarro, G; Nayyar, R; Neal, H A; Nechaeva, P Yu; Neep, T J; Negri, A; Negri, G; Negrini, M; Nektarijevic, S; Nelson, A; Nelson, T K; Nemecek, S; Nemethy, P; Nepomuceno, A A; Nessi, M; Neubauer, M S; Neumann, M; Neves, R M; Nevski, P; Newcomer, F M; Newman, P R; Nguyen, D H; Nickerson, R B; Nicolaidou, R; Nicquevert, B; Nielsen, J; Nikiforou, N; Nikiforov, A; Nikolaenko, V; Nikolic-Audit, I; Nikolics, K; Nikolopoulos, K; Nilsson, P; Ninomiya, Y; Nisati, A; Nisius, R; Nobe, T; Nodulman, L; Nomachi, M; Nomidis, I; Norberg, S; Nordberg, M; Nowak, S; Nozaki, M; Nozka, L; Ntekas, K; Nunes Hanninger, G; Nunnemann, T; Nurse, E; Nuti, F; O'Brien, B J; O'grady, F; O'Neil, D C; O'Shea, V; Oakham, F G; Oberlack, H; Obermann, T; Ocariz, J; Ochi, A; Ochoa, M I; Oda, S; Odaka, S; Ogren, H; Oh, A; Oh, S H; Ohm, C C; Ohman, H; Ohshima, T; Okamura, W; Okawa, H; Okumura, Y; Okuyama, T; Olariu, A; Olchevski, A G; Olivares Pino, S A; Oliveira Damazio, D; Oliver Garcia, E; Olszewski, A; Olszowska, J; Onofre, A; Onyisi, P U E; Oram, C J; Oreglia, M J; Oren, Y; Orestano, D; Orlando, N; Oropeza Barrera, C; Orr, R S; Osculati, B; Ospanov, R; Otero Y Garzon, G; Otono, H; Ouchrif, M; Ouellette, E A; Ould-Saada, F; Ouraou, A; Oussoren, K P; Ouyang, Q; Ovcharova, A; Owen, M; Ozcan, V E; Ozturk, N; Pachal, K; Pacheco Pages, A; Padilla Aranda, C; Pagáčová, M; Pagan Griso, S; Paganis, E; Pahl, C; Paige, F; Pais, P; Pajchel, K; Palacino, G; Palestini, S; Pallin, D; Palma, A; Palmer, J D; Pan, Y B; Panagiotopoulou, E; Panduro Vazquez, J G; Pani, P; Panikashvili, N; Panitkin, S; Pantea, D; Paolozzi, L; Papadopoulou, Th D; Papageorgiou, K; Paramonov, A; Paredes Hernandez, D; Parker, M A; Parodi, F; Parsons, J A; Parzefall, U; Pasqualucci, E; Passaggio, S; Passeri, A; Pastore, F; Pastore, Fr; Pásztor, G; Pataraia, S; Patel, N D; Pater, J R; Patricelli, S; Pauly, T; Pearce, J; Pedersen, M; Pedraza Lopez, S; Pedro, R; Peleganchuk, S V; Pelikan, D; Peng, H; Penning, B; Penwell, J; Perepelitsa, D V; Perez Codina, E; Pérez García-Estañ, M T; Perez Reale, V; Perini, L; Pernegger, H; Perrino, R; Peschke, R; Peshekhonov, V D; Peters, K; Peters, R F Y; Petersen, B A; Petersen, J; Petersen, T C; Petit, E; Petridis, A; Petridou, C; Petrolo, E; Petrucci, F; Petteni, M; Pettersson, N E; Pezoa, R; Phillips, P W; Piacquadio, G; Pianori, E; Picazio, A; Piccaro, E; Piccinini, M; Piegaia, R; Pignotti, D T; Pilcher, J E; Pilkington, A D; Pina, J; Pinamonti, M; Pinder, A; Pinfold, J L; Pingel, A; Pinto, B; Pires, S; Pitt, M; Pizio, C; Pleier, M-A; Pleskot, V; Plotnikova, E; Plucinski, P; Poddar, S; Podlyski, F; Poettgen, R; Poggioli, L; Pohl, D; Pohl, M; Polesello, G; Policicchio, A; Polifka, R; Polini, A; Pollard, C S; Polychronakos, V; Pommès, K; Pontecorvo, L; Pope, B G; Popeneciu, G A; Popovic, D S; Poppleton, A; Portell Bueso, X; Pospelov, G E; Pospisil, S; Potamianos, K; Potrap, I N; Potter, C J; Potter, C T; Poulard, G; Poveda, J; Pozdnyakov, V; Pralavorio, P; Pranko, A; Prasad, S; Pravahan, R; Prell, S; Price, D; Price, J; Price, L E; Prieur, D; Primavera, M; Proissl, M; Prokofiev, K; Prokoshin, F; Protopapadaki, E; Protopopescu, S; Proudfoot, J; Przybycien, M; Przysiezniak, H; Ptacek, E; Pueschel, E; Puldon, D; Purohit, M; Puzo, P; Qian, J; Qin, G; Qin, Y; Quadt, A; Quarrie, D R; Quayle, W B; Quilty, D; Qureshi, A; Radeka, V; Radescu, V; Radhakrishnan, S K; Radloff, P; Rados, P; Ragusa, F; Rahal, G; Rajagopalan, S; Rammensee, M; Randle-Conde, A S; Rangel-Smith, C; Rao, K; Rauscher, F; Rave, T C; Ravenscroft, T; Raymond, M; Read, A L; Rebuzzi, D M; Redelbach, A; Redlinger, G; Reece, R; Reeves, K; Rehnisch, L; Reinsch, A; Reisin, H; Relich, M; Rembser, C; Ren, Z L; Renaud, A; Rescigno, M; Resconi, S; Resende, B; Rezanova, O L; Reznicek, P; Rezvani, R; Richter, R; Ridel, M; Rieck, P; Rijssenbeek, M; Rimoldi, A; Rinaldi, L; Ritsch, E; Riu, I; Rizatdinova, F; Rizvi, E; Robertson, S H; Robichaud-Veronneau, A; Robinson, D; Robinson, J E M; Robson, A; Roda, C; Rodrigues, L; Roe, S; Røhne, O; Rolli, S; Romaniouk, A; Romano, M; Romeo, G; Romero Adam, E; Rompotis, N; Roos, L; Ros, E; Rosati, S; Rosbach, K; Rose, M; Rosendahl, P L; Rosenthal, O; Rossetti, V; Rossi, E; Rossi, L P; Rosten, R; Rotaru, M; Roth, I; Rothberg, J; Rousseau, D; Royon, C R; Rozanov, A; Rozen, Y; Ruan, X; Rubbo, F; Rubinskiy, I; Rud, V I; Rudolph, C; Rudolph, M S; Rühr, F; Ruiz-Martinez, A; Rurikova, Z; Rusakovich, N A; Ruschke, A; Rutherfoord, J P; Ruthmann, N; Ryabov, Y F; Rybar, M; Rybkin, G; Ryder, N C; Saavedra, A F; Sacerdoti, S; Saddique, A; Sadeh, I; Sadrozinski, H F-W; Sadykov, R; Safai Tehrani, F; Sakamoto, H; Sakurai, Y; Salamanna, G; Salamon, A; Saleem, M; Salek, D; Sales De Bruin, P H; Salihagic, D; Salnikov, A; Salt, J; Salvachua Ferrando, B M; Salvatore, D; Salvatore, F; Salvucci, A; Salzburger, A; Sampsonidis, D; Sanchez, A; Sánchez, J; Sanchez Martinez, V; Sandaker, H; Sandbach, R L; Sander, H G; Sanders, M P; Sandhoff, M; Sandoval, T; Sandoval, C; Sandstroem, R; Sankey, D P C; Sansoni, A; Santoni, C; Santonico, R; Santos, H; Santoyo Castillo, I; Sapp, K; Sapronov, A; Saraiva, J G; Sarrazin, B; Sartisohn, G; Sasaki, O; Sasaki, Y; Satsounkevitch, I; Sauvage, G; Sauvan, E; Savard, P; Savu, D O; Sawyer, C; Sawyer, L; Saxon, J; Sbarra, C; Sbrizzi, A; Scanlon, T; Scannicchio, D A; Scarcella, M; Schaarschmidt, J; Schacht, P; Schaefer, D; Schaefer, R; Schaepe, S; Schaetzel, S; Schäfer, U; Schaffer, A C; Schaile, D; Schamberger, R D; Scharf, V; Schegelsky, V A; Scheirich, D; Schernau, M; Scherzer, M I; Schiavi, C; Schieck, J; Schillo, C; Schioppa, M; Schlenker, S; Schmidt, E; Schmieden, K; Schmitt, C; Schmitt, C; Schmitt, S; Schneider, B; Schnellbach, Y J; Schnoor, U; Schoeffel, L; Schoening, A; Schoenrock, B D; Schorlemmer, A L S; Schott, M; Schouten, D; Schovancova, J; Schram, M; Schramm, S; Schreyer, M; Schroeder, C; Schuh, N; Schultens, M J; Schultz-Coulon, H-C; Schulz, H; Schumacher, M; Schumm, B A; Schune, Ph; Schwartzman, A; Schwegler, Ph; Schwemling, Ph; Schwienhorst, R; Schwindling, J; Schwindt, T; Schwoerer, M; Sciacca, F G; Scifo, E; Sciolla, G; Scott, W G; Scuri, F; Scutti, F; Searcy, J; Sedov, G; Sedykh, E; Seidel, S C; Seiden, A; Seifert, F; Seixas, J M; Sekhniaidze, G; Sekula, S J; Selbach, K E; Seliverstov, D M; Sellers, G; Semprini-Cesari, N; Serfon, C; Serin, L; Serkin, L; Serre, T; Seuster, R; Severini, H; Sforza, F; Sfyrla, A; Shabalina, E; Shamim, M; Shan, L Y; Shank, J T; Shao, Q T; Shapiro, M; Shatalov, P B; Shaw, K; Sherwood, P; Shimizu, S; Shimmin, C O; Shimojima, M; Shiyakova, M; Shmeleva, A; Shochet, M J; Short, D; Shrestha, S; Shulga, E; Shupe, M A; Shushkevich, S; Sicho, P; Sidorov, D; Sidoti, A; Siegert, F; Sijacki, Dj; Silbert, O; Silva, J; Silver, Y; Silverstein, D; Silverstein, S B; Simak, V; Simard, O; Simic, Lj; Simion, S; Simioni, E; Simmons, B; Simoniello, R; Simonyan, M; Sinervo, P; Sinev, N B; Sipica, V; Siragusa, G; Sircar, A; Sisakyan, A N; Sivoklokov, S Yu; Sjölin, J; Sjursen, T B; Skottowe, H P; Skovpen, K Yu; Skubic, P; Slater, M; Slavicek, T; Sliwa, K; Smakhtin, V; Smart, B H; Smestad, L; Smirnov, S Yu; Smirnov, Y; Smirnova, L N; Smirnova, O; Smizanska, M; Smolek, K; Snesarev, A A; Snidero, G; Snow, J; Snyder, S; Sobie, R; Socher, F; Sodomka, J; Soffer, A; Soh, D A; Solans, C A; Solar, M; Solc, J; Soldatov, E Yu; Soldevila, U; Solfaroli Camillocci, E; Solodkov, A A; Solovyanov, O V; Solovyev, V; Sommer, P; Song, H Y; Soni, N; Sood, A; Sopczak, A; Sopko, V; Sopko, B; Sorin, V; Sosebee, M; Soualah, R; Soueid, P; Soukharev, A M; South, D; Spagnolo, S; Spanò, F; Spearman, W R; Spighi, R; Spigo, G; Spousta, M; Spreitzer, T; Spurlock, B; Denis, R D St; Staerz, S; Stahlman, J; Stamen, R; Stanecka, E; Stanek, R W; Stanescu, C; Stanescu-Bellu, M; Stanitzki, M M; Stapnes, S; Starchenko, E A; Stark, J; Staroba, P; Starovoitov, P; Staszewski, R; Stavina, P; Steele, G; Steinberg, P; Stekl, I; Stelzer, B; Stelzer, H J; Stelzer-Chilton, O; Stenzel, H; Stern, S; Stewart, G A; Stillings, J A; Stockton, M C; Stoebe, M; Stoicea, G; Stolte, P; Stonjek, S; Stradling, A R; Straessner, A; Stramaglia, M E; Strandberg, J; Strandberg, S; Strandlie, A; Strauss, E; Strauss, M; Strizenec, P; Ströhmer, R; Strom, D M; Stroynowski, R; Stucci, S A; Stugu, B; Styles, N A; Su, D; Su, J; Subramania, Hs; Subramaniam, R; Succurro, A; Sugaya, Y; Suhr, C; Suk, M; Sulin, V V; Sultansoy, S; Sumida, T; Sun, X; Sundermann, J E; Suruliz, K; Susinno, G; Sutton, M R; Suzuki, Y; Svatos, M; Swedish, S; Swiatlowski, M; Sykora, I; Sykora, T; Ta, D; Tackmann, K; Taenzer, J; Taffard, A; Tafirout, R; Taiblum, N; Takahashi, Y; Takai, H; Takashima, R; Takeda, H; Takeshita, T; Takubo, Y; Talby, M; Talyshev, A A; Tam, J Y C; Tamsett, M C; Tan, K G; Tanaka, J; Tanaka, R; Tanaka, S; Tanaka, S; Tanasijczuk, A J; Tani, K; Tannoury, N; Tapprogge, S; Tarem, S; Tarrade, F; Tartarelli, G F; Tas, P; Tasevsky, M; Tashiro, T; Tassi, E; Tavares Delgado, A; Tayalati, Y; Taylor, F E; Taylor, G N; Taylor, W; Teischinger, F A; Teixeira Dias Castanheira, M; Teixeira-Dias, P; Temming, K K; Ten Kate, H; Teng, P K; Terada, S; Terashi, K; Terron, J; Terzo, S; Testa, M; Teuscher, R J; Therhaag, J; Theveneaux-Pelzer, T; Thoma, S; Thomas, J P; Thomas-Wilsker, J; Thompson, E N; Thompson, P D; Thompson, P D; Thompson, A S; Thomsen, L A; Thomson, E; Thomson, M; Thong, W M; Thun, R P; Tian, F; Tibbetts, M J; Tikhomirov, V O; Tikhonov, Yu A; Timoshenko, S; Tiouchichine, E; Tipton, P; Tisserant, S; Todorov, T; Todorova-Nova, S; Toggerson, B; Tojo, J; Tokár, S; Tokushuku, K; Tollefson, K; Tomlinson, L; Tomoto, M; Tompkins, L; Toms, K; Topilin, N D; Torrence, E; Torres, H; Torró Pastor, E; Toth, J; Touchard, F; Tovey, D R; Tran, H L; Trefzger, T; Tremblet, L; Tricoli, A; Trigger, I M; Trincaz-Duvoid, S; Tripiana, M F; Triplett, N; Trischuk, W; Trocmé, B; Troncon, C; Trottier-McDonald, M; Trovatelli, M; True, P; Trzebinski, M; Trzupek, A; Tsarouchas, C; Tseng, J C-L; Tsiareshka, P V; Tsionou, D; Tsipolitis, G; Tsirintanis, N; Tsiskaridze, S; Tsiskaridze, V; Tskhadadze, E G; Tsukerman, I I; Tsulaia, V; Tsuno, S; Tsybychev, D; Tudorache, A; Tudorache, V; Tuna, A N; Tupputi, S A; Turchikhin, S; Turecek, D; Turk Cakir, I; Turra, R; Tuts, P M; Tykhonov, A; Tylmad, M; Tyndel, M; Uchida, K; Ueda, I; Ueno, R; Ughetto, M; Ugland, M; Uhlenbrock, M; Ukegawa, F; Unal, G; Undrus, A; Unel, G; Ungaro, F C; Unno, Y; Urbaniec, D; Urquijo, P; Usai, G; Usanova, A; Vacavant, L; Vacek, V; Vachon, B; Valencic, N; Valentinetti, S; Valero, A; Valery, L; Valkar, S; Valladolid Gallego, E; Vallecorsa, S; Valls Ferrer, J A; Van Berg, R; Van Der Deijl, P C; van der Geer, R; van der Graaf, H; Van Der Leeuw, R; van der Ster, D; van Eldik, N; van Gemmeren, P; Van Nieuwkoop, J; van Vulpen, I; van Woerden, M C; Vanadia, M; Vandelli, W; Vanguri, R; Vaniachine, A; Vankov, P; Vannucci, F; Vardanyan, G; Vari, R; Varnes, E W; Varol, T; Varouchas, D; Vartapetian, A; Varvell, K E; Vazeille, F; Vazquez Schroeder, T; Veatch, J; Veloso, F; Veneziano, S; Ventura, A; Ventura, D; Venturi, M; Venturi, N; Venturini, A; Vercesi, V; Verducci, M; Verkerke, W; Vermeulen, J C; Vest, A; Vetterli, M C; Viazlo, O; Vichou, I; Vickey, T; Vickey Boeriu, O E; Viehhauser, G H A; Viel, S; Vigne, R; Villa, M; Villaplana Perez, M; Vilucchi, E; Vincter, M G; Vinogradov, V B; Virzi, J; Vivarelli, I; Vives Vaque, F; Vlachos, S; Vladoiu, D; Vlasak, M; Vogel, A; Vokac, P; Volpi, G; Volpi, M; von der Schmitt, H; von Radziewski, H; von Toerne, E; Vorobel, V; Vorobev, K; Vos, M; Voss, R; Vossebeld, J H; Vranjes, N; Vranjes Milosavljevic, M; Vrba, V; Vreeswijk, M; Vu Anh, T; Vuillermet, R; Vukotic, I; Vykydal, Z; Wagner, W; Wagner, P; Wahrmund, S; Wakabayashi, J; Walder, J; Walker, R; Walkowiak, W; Wall, R; Waller, P; Walsh, B; Wang, C; Wang, C; Wang, F; Wang, H; Wang, H; Wang, J; Wang, J; Wang, K; Wang, R; Wang, S M; Wang, T; Wang, X; Wanotayaroj, C; Warburton, A; Ward, C P; Wardrope, D R; Warsinsky, M; Washbrook, A; Wasicki, C; Watanabe, I; Watkins, P M; Watson, A T; Watson, I J; Watson, M F; Watts, G; Watts, S; Waugh, B M; Webb, S; Weber, M S; Weber, S W; Webster, J S; Weidberg, A R; Weigell, P; Weinert, B; Weingarten, J; Weiser, C; Weits, H; Wells, P S; Wenaus, T; Wendland, D; Weng, Z; Wengler, T; Wenig, S; Wermes, N; Werner, M; Werner, P; Wessels, M; Wetter, J; Whalen, K; White, A; White, M J; White, R; White, S; Whiteson, D; Wicke, D; Wickens, F J; Wiedenmann, W; Wielers, M; Wienemann, P; Wiglesworth, C; Wiik-Fuchs, L A M; Wijeratne, P A; Wildauer, A; Wildt, M A; Wilkens, H G; Will, J Z; Williams, H H; Williams, S; Willis, C; Willocq, S; Wilson, J A; Wilson, A; Wingerter-Seez, I; Winklmeier, F; Wittgen, M; Wittig, T; Wittkowski, J; Wollstadt, S J; Wolter, M W; Wolters, H; Wosiek, B K; Wotschack, J; Woudstra, M J; Wozniak, K W; Wright, M; Wu, M; Wu, S L; Wu, X; Wu, Y; Wulf, E; Wyatt, T R; Wynne, B M; Xella, S; Xiao, M; Xu, D; Xu, L; Yabsley, B; Yacoob, S; Yamada, M; Yamaguchi, H; Yamaguchi, Y; Yamamoto, A; Yamamoto, K; Yamamoto, S; Yamamura, T; Yamanaka, T; Yamauchi, K; Yamazaki, Y; Yan, Z; Yang, H; Yang, H; Yang, U K; Yang, Y; Yanush, S; Yao, L; Yao, W-M; Yasu, Y; Yatsenko, E; Yau Wong, K H; Ye, J; Ye, S; Yen, A L; Yildirim, E; Yilmaz, M; Yoosoofmiya, R; Yorita, K; Yoshida, R; Yoshihara, K; Young, C; Young, C J S; Youssef, S; Yu, D R; Yu, J; Yu, J M; Yu, J; Yuan, L; Yurkewicz, A; Zabinski, B; Zaidan, R; Zaitsev, A M; Zaman, A; Zambito, S; Zanello, L; Zanzi, D; Zaytsev, A; Zeitnitz, C; Zeman, M; Zemla, A; Zengel, K; Zenin, O; Ženiš, T; Zerwas, D; Zevi Della Porta, G; Zhang, D; Zhang, F; Zhang, H; Zhang, J; Zhang, L; Zhang, X; Zhang, Z; Zhao, Z; Zhemchugov, A; Zhong, J; Zhou, B; Zhou, L; Zhou, N; Zhu, C G; Zhu, H; Zhu, J; Zhu, Y; Zhuang, X; Zibell, A; Zieminska, D; Zimine, N I; Zimmermann, C; Zimmermann, R; Zimmermann, S; Zimmermann, S; Zinonos, Z; Ziolkowski, M; Zobernig, G; Zoccoli, A; Zur Nedden, M; Zurzolo, G; Zutshi, V; Zwalinski, L

    A likelihood-based discriminant for the identification of quark- and gluon-initiated jets is built and validated using 4.7 fb[Formula: see text] of proton-proton collision data at [Formula: see text] [Formula: see text] collected with the ATLAS detector at the LHC. Data samples with enriched quark or gluon content are used in the construction and validation of templates of jet properties that are the input to the likelihood-based discriminant. The discriminating power of the jet tagger is established in both data and Monte Carlo samples within a systematic uncertainty of [Formula: see text] 10-20 %. In data, light-quark jets can be tagged with an efficiency of [Formula: see text] while achieving a gluon-jet mis-tag rate of [Formula: see text] in a [Formula: see text] range between [Formula: see text] and [Formula: see text] for jets in the acceptance of the tracker. The rejection of gluon-jets found in the data is significantly below what is attainable using a Pythia 6 Monte Carlo simulation, where gluon-jet mis-tag rates of 10 % can be reached for a 50 % selection efficiency of light-quark jets using the same jet properties.

  6. Inchiesta sulle condizioni di vita e sanitarie degli immigrati presenti nella cittá di Messina

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    D. Alfino

    2003-05-01

    Full Text Available A Messina e nella sua provincia vivono circa 7328 stranieri con regolare permesso di soggiorno (dati aggiornati al 31/12/02 Questura di Messina Ufficio Immigrati ai quali si deve aggiungere una quota di soggetti, irregolari e clandestini, stimata intorno al 25% dei regolari (fonte dati Caritas, Kirone. Le Comunità maggiormente presenti sono quelle provenienti dalle Filippine, Marocco, Sri Lanka. Al fine di valutare il livello di assistenza sanitaria fornita agli immigrati, nel periodo compreso tra Dicembre 2002 e Maggio 2003, abbiamo intervistato un campione di immigrati relativamente alle loro abitudini di vita, sul tipo di lavoro svolto, sullo stato di salute attuale e pregresso, sull’eventuale ricorso alle strutture del Servizio Sanitario Locale e sulle vaccinazioni praticate nel Paese di origine e in Italia. Sono stati intervistati 1204 soggetti (42,19% Sri Lanka, 24,75% Marocco, 25,91% Filippine, 3,15% Tunisia, 1,82% Senegal, 0,16% Algeria. La comunità cinese, anch’essa significativamente presente nella città, si è dimostrata diffidente e non interessata alla nostra indagine. Sono state evidenziate notevoli carenze del Servizio Sanitario locale, per mancanza di un sistema di monitoraggio e prevenzione rivolto agli immigrati. Il 99% degli intervistati pur essendo iscritto al S.S.N.ed avendo nell’84% il medico di famiglia, non possiede il libretto sanitario, è stato sottoposto alle vaccinazioni obbligatorie del Paese di origine, ma non le ha integrate con quelle Italiane, ad eccezione del 2,3% di soggetti che ha praticato quella antiinfluenzale e dell’ 1,2% che si è sottoposto a quella antitifica ed antiepatite A per motivi occupazionali. Malgrado l’intervista mirasse a sondare il livello di assistenza sanitaria, ha svelato altri dettagli: il 79,2% dei soggetti cerca di mantenere le abitudini alimentari originarie; solo lo 0,5% ha dichiarato di aver subito un infortunio, mentre riguardo al tipo di attività svolta si rilevano

  7. Detection system qualification for direct measurement of thyroid internal contamination by radioiodine; Qualificazione di un sistema di rilevazione trasportabile per misure dirette di contaminazione interna di radioiodio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Tiberi, V.; Battisti, P.; Gualdrini, G. [ENEA, Centro Ricerche Ezio Clementel, Bologna (Italy). Dipt. Ambiente

    1999-07-01

    The work deals with a detection system qualification for direct measurements of thyroid internal contamination by radioiodine. The isotopes {sup 131}I and {sup 125}I are the most frequently used in nuclear medicine. Because of their volatility they are very dangerous for thyroid contamination by inhalation. The system has been projected to be easily and fast used and above all transportable where the control is necessary. These characteristic make it able to realise supervision programs of internal contamination by radioiodine. In fact due the very high control frequencies (each 15 days for {sup 131}I), these programs are usually very expensive and demanding when they are executed in external measurement laboratories. The following steps are described: devices presentation, calculation of energy and efficiency parameters, minimum detectable activity, time system reliability, best operative conditions in the measurements. At the end an application example of the system is reported. [Italian] Il presente lavoro consiste nella qualificazione di un sistema di rivelazione per misure dirette di contaminazione interna da radioiodio in tiroide, progettato per essere maneggevole, di semplice e rapido impiego e trasportabile sul luogo dove e' richiesta la misura. Il sistema e' stato studiato per la realizzazione di programmi di sorveglianza della contaminazione interna da radioiodio che, richiedendo frequenze di controllo elevate (quindicinali per lo {sup 131}I), sono estremamente impegnativi ed onerosi, soprattutto se i controlli vengono effettuati in centri di misura esterni. Dopo la determinazione dei parametri della calibrazione in energia ed efficienza, la minima attivita' rivelabile, l'affidabilita' del sistema nel tempo e le condizioni operative ottimali da adottare in sede di misura, viene verificata la piena affidabilita' del sistema in un programma di sorveglianza della contaminazione interna da radioiodio.

  8. Talking from d'Alembert formula

    International Nuclear Information System (INIS)

    Liu Ruxun.

    1989-11-01

    In the paper, two new approaches to prove the famous d'Alembert formula are proposed, and some further extensions of the formula also advanced. Many interesting results and application prospects are discussed. (author). 2 refs, 3 figs

  9. Metodologie di rilievo tra ricerca e innovazione tecnologica per un caso di archeologia medievale: Torre Melissa in provincia di Crotone

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Fatta

    2017-12-01

    Full Text Available   Il complesso di Torre Melissa è uno dei manufatti storici di pregio che si affacciano sulle coste calabresi del mare Jonio. Una torre-castello d’epoca aragonese sottoposta ad un restauro conservativo agli inizi degli anni duemila. In quella occasione, la torre fu rilevata con procedure manuali e l’ausilio di una stazione totale. Nel 2014 si è proceduto con un rilievo eseguito con strumenti digitali d’alta definizione (laser scanner, fotografia digitale e telecamera applicata a drone. La comparazione tra i due rilievi, effettuati con metodologie differenti, mostrano delle disuguaglianze semantiche evidenti che mettono in risalto i progressi delle odierne strumentazioni per la definizione di modelli 3D d’altissima precisione, fondamentali per le pratiche di tutela e valorizzazione di un patrimonio architettonico complesso e stratificato

  10. Electromagnetic shielding formulae

    International Nuclear Information System (INIS)

    Dahlberg, E.

    1979-02-01

    This addendum to an earlier collection of electromagnetic shielding formulae (TRITA-EPP-75-27) contains simple transfer matrices suitable for calculating the quasistatic shielding efficiency for multiple transverse-field and axial-field cylindrical and spherical shields, as well as for estimating leakage fields from long coaxial cables and the normal-incidence transmission of a plane wave through a multiple plane shield. The differences and similarities between these cases are illustrated by means of equivalent circuits and transmission line analogies. The addendum also includes a discussion of a possible heuristic improvement of some shielding formulae. (author)

  11. Determination of Formula for Vickers Hardness Measurements Uncertainty

    International Nuclear Information System (INIS)

    Purba, Asli

    2007-01-01

    The purpose of formula determination is to obtain the formula of Vickers hardness measurements uncertainty. The approach to determine the formula: influenced parameters identification, creating a cause and effect diagram, determination of sensitivity, determination of standard uncertainty and determination of formula for Vickers hardness measurements uncertainty. The results is a formula for determination of Vickers hardness measurements uncertainty. (author)

  12. Storia di un Vulcano I GPS di Trimble per monitorare Mount St. Helen

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Edoardo Carlucci

    2005-10-01

    Full Text Available Venticinque anni fa il peggior disastro vulcanico nella storia degli Stati Uniti attirò l’attenzione di tutto il mondo. L’esplosione, preceduta da un paio di mesi di piccole scosse di terremoto, squarciò il fianco Nord del vulcano St. Helens il 18 maggio 1980, provocando allo stesso tempo il più grande smottamento della storia. L’eruzione seguente all’esplosione cancellò tutta l’area circostante, facendo 57 vittime tra la popolazione e formando un profondo cratere a forma di ferro di cavallo; per sei anni si susseguirono altre piccole eruzioni che portarono alla formazione di un’altra cupola lavica dopodiché Loo-wit (il Guardiano del Fuoco, come i nativi americani usavano chiamare il vulcano St. Helens, si addormentò di nuovo. Prima del fatidico giorno Mount St. Helens era la nona cima per altezza negli Stati Uniti; dopo il 18 maggio essa diventava la trentesima.

  13. Comparison of various HFB overlap formulae

    International Nuclear Information System (INIS)

    Oi, M.

    2015-01-01

    The nuclear many-body approach beyond the mean-field approximation demands overlap calculations of different many-body states. Norm overlaps between two different Hartree-Fock-Bogoliubov states can be calculated by means of the Onishi formula. However, the formula leaves the sign of the norm overlap undetermined. Several approaches have been proposed by Hara-Hayashi-Ring, Neergård-Wüst, and Robledo. In the present paper, the Neergård-Wüst formula is examined whether it is applicable to practical numerical calculations, although the formula was dismissed by many nuclear theoreticians so far for unknown reasons

  14. Design Formula for Breakage of Tetrapods

    DEFF Research Database (Denmark)

    Burcharth, H. F.; Jensen, Jacob Birk; Liu, Z.

    1995-01-01

    The paper presents a design formula for Tetrapod armour on a 1:1.5 slope exposed to head-on random wave attack. The formula predicts the relative number of broken Tetrapods as function of: the mass of the Tetrapods, the concrete tensile strength and the wave height in front of the structure. Thus......, the formula addresses the observed problem of ensuring structural integrity of the slender types of non-reinforced armour units. The formula is based on results from small scale model tests with load-cell instrumented Tetrapods in which both the static, the quasi-static and the impact proportions of the loads...

  15. Sviluppo di un nuovo trigger con identificazione di quark-b per il canale Z($\

    CERN Document Server

    Donato, Silvio

    La ricerca del decadimento del bosone di Higgs H -> b b è uno dei canali più importanti per verificare se la particella di massa 125 GeV circa, recentemente scoperto da ATLAS e CMS, corrisponde effettivamente al bosone di Higgs previsto dal Modello Standard. Questo decadimento, insieme a H -> tau tau, è fondamentale per misurare l'accoppiamento del bosone con i fermioni. Il fondo di QCD rende poco sensibile l'osservazione di questo decadimento nella produzione diretta del bosone di Higgs. Per questo motivo il decadimento H -> b b viene ricercato quando l'Higgs è prodotto in associazione con i bosoni vettore W/Z, attraverso il cosiddetto processo di ``Higgs-strahlung''. Il decadimento leptonico dei bosoni vettore ad alto pT permette di ridurre il fondo di QCD e di realizzare trigger per osservare il canale. In questa tesi è stato realizzato un trigger per osservare il canale H + Z -> b b + nu nu nella regione a bassa EtMiss (fino a 80 GeV) con l'esperimento CMS. Per avere il trigger con un rate accettabi...

  16. Diasporici metropolitani: nuovi scenari quotidiani di lotta di classe

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sergio Straface

    2009-04-01

    Full Text Available Uno dei concetti su cui mi piace riflettere è quello della velocità. Più precisamente se sia possibile connettere l’intelligenza alla velocità. Oggi è necessario essere veloci e il vivere velocemente ha conquistato la quotidianità confondendosi strategicamente con la nozione di intelligenza. Le coordinate della surmodernità: l’accelerazione della storia, il restringimento dello spazio e l’individualizzazione dei destini pare abbiano imposto la velocità come conditio sine qua non sia improbabile conquistare un dignitoso ruolo sociale. Velocità come chiave di accesso, password obbligatoria, condizione connettiva con cui l’io finalmente accede all’attuale e soprattutto intelligente modo di vivere. La mia riflessione si concentrerà sull’esempio di lentezza proposto dai barboni, da ora in poi definiti diasporici metropolitani. Velocità vs lentezza, dunque, per una riflessione sulle contemporanee dinamiche del vivere metropolitano. Mi soffermerò su sensazioni, emozioni, ricordi e principalmente dubbi, per articolare una prima critica dell’equazione normativa “velocità uguale intelligenza” nonché per mostrare un esempio di resistenza, un modello altro in opposizione da quello dominate.

  17. Trace formulae for arithmetical systems

    International Nuclear Information System (INIS)

    Bogomolny, E.B.; Georgeot, B.; Giannoni, M.J.; Schmit, C.

    1992-09-01

    For quantum problems on the pseudo-sphere generated by arithmetic groups there exist special trace formulae, called trace formulae for Hecke operators, which permit the reconstruction of wave functions from the knowledge of periodic orbits. After a short discussion of this subject, the Hecke operators trace formulae are presented for the Dirichlet problem on the modular billiard, which is a prototype of arithmetical systems. The results of numerical computations for these semiclassical type relations are in good agreement with the directly computed eigenfunctions. (author) 23 refs.; 2 figs

  18. Induction of cytochrome P450 1A by cow milk-based formula: a comparative study between human milk and formula.

    Science.gov (United States)

    Xu, Haibo; Rajesan, Ratheishan; Harper, Patricia; Kim, Richard B; Lonnerdal, Bo; Yang, Mingdong; Uematsu, Satoko; Hutson, Janine; Watson-MacDonell, Jo; Ito, Shinya

    2005-09-01

    During the treatment of neonatal apnea, formula-fed infants, compared to breastfed infants, show nearly three-fold increase in clearance of caffeine, a substrate of cytochrome P450 1A (CYP1A) and in part CYP3A4. However, human milk is known to contain higher concentrations of environmental pollutants than infant formula, which are potent CYP1A inducers. To gain insight into the mechanism underlying this apparent contradiction, we characterized CYP1A and CYP3A4 induction by human milk and cow milk-based infant formula. The mRNA and protein expression of CYP1A1/1A2 were significantly induced by cow milk-based formula, but not by human milk, in HepG2 cells. Luciferase reporter assay demonstrated that cow milk-based formula but not human milk activated aryl hydrocarbon receptor (AhR) significantly. The cotreatment of 3,4-dimethoxyflavone, an AhR antagonist, abolished the formula-induced CYP1A expression. In addition, AhR activation by dibenzo[a,h]anthracene, a potent AhR agonist, was significantly suppressed by infant formula and even more by human milk. In contrast, CYP3A4 mRNA expression was only mildly induced by formula and human milk. Consistently, neither formula nor human milk substantially activated pregnane X receptor (PXR). Effects of whey and soy protein-based formulas on the AhR-CYP1A and the PXR-CYP3A4 pathways were similar to those of cow milk-based formula. In conclusion, infant formula, but not human milk, enhances in vitro CYP1A expression via an AhR-mediated pathway, providing a potential mechanistic basis for the increased caffeine elimination in formula-fed infants.

  19. Profil Merokok pada Pelajar di Tiga SMP di Kota Padang

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Yessy Susanti Sabti

    2015-09-01

    Full Text Available Abstrak   Merokok merupakan kontributor utama kematian.  Jumlah perokok semakin meningkat di seluruh dunia dan sebagian besar berada dinegara berkembang, termasuk Indonesia. Sebagai negara dengan perokok terbanyak ketiga di dunia, prevalensi perokok remaja di Indonesia semakin meningkat setiap tahun. Dengan menggunakan kuesionerGlobal Youth Tobacco Survey, kami meneliti profil merokok pada pelajar di tida SMP di kota Padang. Desain peneitian adalah crossectional. Data diperoleh dari kuesioner Global Youth Tobacco Survey, berbahasa Indonesia. Didapatkan sampel 240  murid dari 3 SMP dipilih secara acak di Kota Padang. Hasil : 27,7% murid pernah merokok, dan semuanya adalah laki-laki. 29%  mencoba rokok pada usia kurang dari 10 tahun. 37%  murid masih merokok sampai sekarang, 46% diantaranya sudah ketagihan rokok. Sebanyak 77,1% murid yang pernah merokok mempunyai orang tua perokok. Sebagian besar dari total sampel terpapar asap rokok lingkungan baik di rumah dan di tempat-tempat umum. Kesimpulan: Lebih dari seperempat pelajar di tiga SMP di kota Padang pernah merokok dan semuanya laki laki, dan mencoba merokok padausia kurang dari 10 tahun. Hampir seperlima sudah ketagihan merokok.Kata kunci: Pelajar, Merokok, Global Youth Tobacco SurveyAbstract Smoking is the mayor contibutor of death, and the number of smoker is growing overworld. More of them live in the developing country, including Indonesia. As the third of most smoker number, the teenager smoker prevalence in Indonesia is increase over year. By using Indonesian language adapted of Global Youth Tobacco Survey quessionaires, we researched smoking teenager behaviour and realted factors at Junior High School of Padang. Design of study is crossectional, datas collected from 240 students of three randomized selected Junior High School, by  Global Youth Tobacco Survey quessionaires that has adapted to Indonesian language. Results : 27,7% of students reported that they ever smoked cigarettes

  20. Utilizzo di laser scanner e camera digitale aviotrasportati nella progettazione di impianti fotovoltaici

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nicola Santomauro

    2012-04-01

    Full Text Available La normativa nazionale nel perseguire le direttive impartite dalla CEE in materia di energia, hai ncentivato fin dal 2007 lo sviluppo delle energie rinnovabili e di conseguenza il sorgere della cosiddetta green-economy ove la Geocart ha deciso di investire nella progettazione di impianti fotovoltaici di microgenerazione, con potenza installata inferiore ad 1 MW. Di particolare rilevanza nella fase di progettazione è risultato un laser scanner ed una camera digitaleintegrati nella piattaforma aviotrasportata MAPPING nel processo di rilievo dei siti individuati come idonei alla installazione di impianti fotovoltaici.Using airborne laser scanner and digital camera in the design of photovoltaic power plantsThe design of ground-mounted photovoltaic power plants re-quires a deep knowledge of the territory where people work, mainly if the area of interest has a wide coverage and the survey is not smooth. In this article, it is described the experience gained by Geo-cart in the design of 4-MW photovoltaic solar power plants of micro-generation, developed also by means of airborne laser scanner and digital camera for aerial survey of large scale areas within the Matera and Oppido Lucano’s municipalities in Basilicata.

  1. Cagliari, Santa Lucia. Progetto di indagini archeologiche e di recupero di una delle più antiche chiese della città

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rossana Martorelli (ed.

    2017-11-01

    Full Text Available Il contributo ripercorre alcune delle vicende che hanno caratterizzato la preparazione del progetto di ricerca storica e dell’indagine archeologica sulla chiesa di S. Lucia nel quartiere della Marina a Cagliari, avviato nel 2011 e proseguito sino al 2014. L’area d’interesse è racchiusa entro una moderna cancellata, che ricalca grosso modo il perimetro dell’ultimo impianto della chiesa, di cui si conserva in elevato la porzione nord-orientale. I dati scaturiti dalle indagini consentono di ricostruire le vicende storiche e architettoniche della chiesa. Lo scavo ha finora restituito alcune sepolture pressoché intatte, con corredo funerario povero e disarticolato (oggetti in metallo in uso sia nella cassa lignea, sia come accessori del vestiario del defunto o in accompagnamento di età postmedievale; brevi tratti delle pavimentazioni e dei rivestimenti messi in opera nel XVII e XVIII secolo (azulejos e mattonelle maiolicate e in cotto, lastre di ardesia. La scelta di un cantiere aperto, trasparente e in continuo dialogo con tutti, mediante la diffusione di notizie ed eventi, è legata al sito web. Infine, si propongono alcune considerazioni sul ruolo della chiesa rispetto alla città e qualche ipotesi in merito all’identificazione con l’antica chiesa omonima citata dai documenti dall'inizio del XII secolo.

  2. Valutazioni sul consumo di suolo mediante dati di copertura e telerilevati

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Michele Munafò

    2013-04-01

    analizzato e considerato. Oggi, la disponibilità di informazioni sull’uso/copertura del suolo multitemporali e di dati di monitoraggio satellitare permettono di quantificare il fenomeno a livello spaziale e temporale con diversi livelli di risoluzione. Agricultural and natural areas conversion into urban areas is a progressive and irreversible process that has various negative impacts on the environmental, economic and social sphere. Nowadays, the process named "land take" is becoming relevant and it is receiving finally adequate consideration from decision makers and therefore it is starting to be deeply analyzed. The availability of multi-temporal land use/cover and satellite imaging enables the spatiotemporal evaluation and measurement of the phenomenon with different degrees of resolution.

  3. A proposal to define when combined cycle can be classified as a cogeneration plants; Proposta di definizione di impianto di cogenerazione a ciclo combinato

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Macchi, E. [Milan Politecnico, Milan (Italy)

    1999-09-01

    The recent decree on liberalization of the Italian electric market assigns to the authority for electric energy and natural gas the task of defining under which conditions a combined heat and power plant (CHP) obtains a significant primary energy saving when compared to separate productions. The present paper outlines and discusses the proposal made by a working group of CTI (Italian thermo-technical committee). The most significant features of the proposal are the following: i the use of IRE (Energy saving index), based upon net, annual energy production, certified by independent institutions; ii the adoption of an automatic procedure of yearly updating the reference performance related to conventional power generation, accounting for technology evolution; iii the assumption of a lower limit for the thermal/fuel energy ratio and iv correction procedures in case of usage of non-conventional fuels (municipal wastes, process gases, etc.) [Italian] Il recente decreto sulla liberalizzazione del mercato elettrico prevede che l'autorita per l'energie elettrica e il gas definisca le condizioni per cui un impianto di produzione combinata di energia elettrica e calore garantisce un significativo risparmio di energia rispetto alle produzioni separate. Nella presente nota viene descritta e commentata una proposta operativa avanzata da un gruppo di lavoro del Comitato Termotecnico Italiano (CTI). Elementi caratterizzanti la proposta sono: i) il riferimento all'indice IRE (indice di Risparmio di Energia primaria), valutato su prestazioni annue nette, a consuntivo e certificate da Enti indipendenti, ii) l'introduzione di un meccanismo automatico di revisione annuale di parametri di confronto relativi alla generazione separata che tenga conto dell'evoluzione tecnologica, iii) l'introduzione di un limite inferiore al rapporto fra la generazione di energia termica utile e l'energia introdotta con il combustibile e iv l'inserimento di

  4. Relations Among Some Fuzzy Entropy Formulae

    Institute of Scientific and Technical Information of China (English)

    卿铭

    2004-01-01

    Fuzzy entropy has been widely used to analyze and design fuzzy systems, and many fuzzy entropy formulae have been proposed. For further in-deepth analysis of fuzzy entropy, the axioms and some important formulae of fuzzy entropy are introduced. Some equivalence results among these fuzzy entropy formulae are proved, and it is shown that fuzzy entropy is a special distance measurement.

  5. Problemi di traduzione della Politica di AristoteleIl caso della traduzione in francese di Nicole Oresme

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Claudio Fiocchi

    2008-07-01

    Full Text Available Necessità pratiche e riflessioni teoriche accompagnano il lavoro di Oresme, nella consapevolezza che la traduzione delle grandi opere è uno strumento fondamentale per la grandezza di un popolo.

  6. Targets of industrial development and environmental indicators; Obiettivi di sviluppo industriale e indicatori di prestazioni ambientali. Relazioni di sintesi

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Forni, A; Olivetti, I; Scipioni, F [ENEA, Div. Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Frascati, Frascati, RM (Italy); Orasi, A [Rome Univ. La Sapienza, Rome (Italy). Facolta' di Statistica

    2001-07-01

    representations. Conclusive lines regard not only the attitude of enterprises and their approach to environmental themes; the point of view is open to programming choices of regions and other local authorities regarding economic development and environmental protection, both their correlation with a very important national law referring to the funds for industrial development (which gives to regions remarkable role) and the answers of enterprises. [Italian] La ricerca ha inteso monitorare l'uso da parte delle imprese degli indicatori di performance ambientale, in relazione all'accesso a programmi di finanziamento nazionali e/o comunitari, e analizzare il rapporto tra programmazione dello sviluppo industriale e politiche territoriali degli enti locali e dello stato centrale. La ricerca ha focalizzato l'attenzione sulla Legge 488/92 che, tra gli strumenti di incentivazione diretta alle imprese, costituisce la legge di finanziamento piu' rilevante per diversi motivi. Anzitutto per l'impegno finanziario pubblico in quanto e perche' rappresenta la principale legge di finanziamento allo sviluppo dell'imprenditoria e di sostegno all'innovazione nelle aree depresse del Paese (ex aree ob. 1, 2 e 5 b.) Soprattutto, pero', la legge ricorre a degli indicatori ambientali per la valutazione del finanziamento ed ha un rinnovato e piu' ampio ruolo di strumento di attuazione della strategia ambientale del PON sviluppo imprenditoria locale nell'attuale periodo di programmazione dei fondi comunitari, 2000-2006. La delicatezza dell'argomento di studio che coinvolge piu' amministrazioni centrali dello stato e le istituzioni locali con ampie responsabilita', aggiunta alla sua complessita' (economica, sociologica ed ambientale) hanno indotto il gruppo di ricerca ad adottare un metodo di confronto il piu' ampio possibile con elementi scientifici e giuridici/programmatici gia' accettati ed in essere. Questi confronti sono stati inseriti in uno schema interpretativo tipico dei sistemi complessi

  7. Targets of industrial development and environmental indicators; Obiettivi di sviluppo industriale e indicatori di prestazioni ambientali. Relazioni di sintesi

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Forni, A.; Olivetti, I.; Scipioni, F. [ENEA, Div. Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Frascati, Frascati, RM (Italy); Orasi, A. [Rome Univ. La Sapienza, Rome (Italy). Facolta' di Statistica

    2001-07-01

    georeferenced representations. Conclusive lines regard not only the attitude of enterprises and their approach to environmental themes; the point of view is open to programming choices of regions and other local authorities regarding economic development and environmental protection, both their correlation with a very important national law referring to the funds for industrial development (which gives to regions remarkable role) and the answers of enterprises. [Italian] La ricerca ha inteso monitorare l'uso da parte delle imprese degli indicatori di performance ambientale, in relazione all'accesso a programmi di finanziamento nazionali e/o comunitari, e analizzare il rapporto tra programmazione dello sviluppo industriale e politiche territoriali degli enti locali e dello stato centrale. La ricerca ha focalizzato l'attenzione sulla Legge 488/92 che, tra gli strumenti di incentivazione diretta alle imprese, costituisce la legge di finanziamento piu' rilevante per diversi motivi. Anzitutto per l'impegno finanziario pubblico in quanto e perche' rappresenta la principale legge di finanziamento allo sviluppo dell'imprenditoria e di sostegno all'innovazione nelle aree depresse del Paese (ex aree ob. 1, 2 e 5 b.) Soprattutto, pero', la legge ricorre a degli indicatori ambientali per la valutazione del finanziamento ed ha un rinnovato e piu' ampio ruolo di strumento di attuazione della strategia ambientale del PON sviluppo imprenditoria locale nell'attuale periodo di programmazione dei fondi comunitari, 2000-2006. La delicatezza dell'argomento di studio che coinvolge piu' amministrazioni centrali dello stato e le istituzioni locali con ampie responsabilita', aggiunta alla sua complessita' (economica, sociologica ed ambientale) hanno indotto il gruppo di ricerca ad adottare un metodo di confronto il piu' ampio possibile con elementi scientifici e giuridici/programmatici gia' accettati ed in essere

  8. IDENTIFIKASI BAKAT OLAHRAGA PANAHAN PADA SISWA SEKOLAH DASAR DI KABUPATEN MANOKWARI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nikanor Asaribab

    2015-04-01

    Full Text Available Penelitian ini bertujuan untuk mengungkap bakat siswa sekolah dasar (SD pada cabang olahraga panahan di Kabupaten Manokwari. Penelitian ini termasuk penelitian deskriptif. Metode yang digunakan adalah survei. Populasi penelitian ini adalah siswa SD negeri dan swasta di Kabupaten Manokwari. Penentuan sampel menggunakan teknik purposive sampling dengan kriteria: (1 SD negeri dan swasta unggulan (panahan, (2 siswa yang mengikuti program pembinaan panahan Indosat, (3 sampel berjumlah 160 anak yang terdiri dari 80 laki-laki dan 80 anak perempuan, (4 siswa yang bersedia menjadi sampel dengan mengisi surat pernyataan. Pengambilan data dilakukan dengan tes dan pengukuran, yang meliputi: kekuatan otot perut (sit-up/minute, kekuatan otot pung-gung (back up/minute, kekuatan otot lengan (pull strength, kekuatan otot tungkai (leg strength, kekuatan otot togok (back strength, daya tahan erobik (multistage, dan keterampilan memanah (jarak 20 meter. Analisis data menggunakan rumus T-Skor. Data diolah kemudian ditemukan hasil total skor yang seterusnya dimasukan ke rumus pengkategorian untuk diklasifikasikan. Hasil penelitian menun-jukkan bahwa bakat siswa SD pada olahraga panahan, untuk: (1 anak laki-laki sangat baik (22.5%, baik (22.5%; (2 Anak perempuan sangat baik (15%, baik (30%. Penelitian ini mengungkap bahwa terdapat 45% siswa laki-laki berada di atas baik atau berbakat dan 45% siswa perempuan berada di atas baik atau berbakat.   IDENTIFYING THE ARCHERY TALENT OF ELEMENTARY STUDENTS IN MANOKWARI REGENCY Abstract This study is aimed to reveal the talent in archery of the students of elementary schools in Manokwari Regency. This study was a descriptive study. The method used was survey. The population was students of public and private elementary schools in Manokwari Regency. The data collection technique used was purposive sampling technique with the following criteria: (1 top public and private elementary schools (archery, (2 students who joined Indosat

  9. Momenti di occupazione e ristrutturazione del nuraghe Orgono di Ghilarza (OR

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Usai

    2017-01-01

    Full Text Available Riassunto: Recenti lavori di consolidamento del nuraghe Orgono di Ghilarza (OR sono stati affiancati dallo scavo delle due camere della singolare struttura. I risultati più importanti si sono avuti nell’indagine dei due focolari sovrapposti della camera superiore, pertinenti a due distinti momenti di frequentazione: età del ferro ed età romana (fine repubblica-inizio impero. Il primo era sigillato dalla sistemazione pavimentale di epoca storica, il secondo dal sopravvenuto crollo della volta. Entrambi propongono lo studio di alcuni manufatti ceramici di scarsa qualità, solo in parte ispirati ai repertori tipologici dei rispettivi periodi e pertanto difficilmente collocabili tra le produzioni ceramiche conosciute, che sembrano attestare la lunga sopravvivenza di tecniche di lavorazione domestica. Abstract: Besides recent consolidation works of nuraghe Orgono (Ghilarza - OR, both rooms of the uncommon structure have been excavated. The most important results come from the research of the two superimposed hearths of the upper room, which belong to two distinct occupation moments: Iron Age and Roman Age (Late Republic - Early Empire. The former was covered by the floor of historical period, the latter by the collapse of the vault. Both hearths propose the study of some pottery products of low quality, which are only partly inspired to the typologies of their respective periods and therefore can hardly be placed among the known pottery productions, which suggest a long survival of home working techniques.

  10. ALLA SCOPERTA DEL PACKAGING DESIGN CON IL WEBQUEST

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonietta Gobbis

    2013-01-01

    Full Text Available Il seguente saggio tratta le possibilità di presentazione in Università straniere, dove si insegna l’ItalianoL2, di un aspetto culturale italiano di forte impatto all’estero come il design, attraverso l’innovativa metodologia del webquest. L’iniziale parte teorica descrive il webquest come metodo didattico costruttivista, con particolare riferimento alle sue caratteristiche, parti costituenti e tipologie. Nella seconda parte vengono dati esempi concreti di webquest di breve e lunga durata su due prodotti italiani molto famosi di packaging design, che hanno festeggiato il loro anniversario nel 2012: il Bacio Perugina e il Campari Soda. I risultati positivi di entrambi i progetti intendono mostrare i vantaggi di una didattica centrata sull’alunno basata su attività di problem-solving e strategie di cooperative learning.  Discovering packaging design through webquest The following essay deals about the possibilities to introduce a very successful cultural topic like Italian Design in Universities abroad, where Italian is taught as second foreign language, through the innovative methodology of WebQuests. The theoretical part describes WebQuests as constructivist didactic method with reference to its characteristics, main constituent parts  and typologies. In the second part we give concrete examples of short and long term WebQuests about two very famous packaging design Italian products which celebrated in 2012 their anniversary: BacioPerugina and Campari Soda. The positive results of both projects aim to show the advantages of learner-centered teaching methods based on problem-solving activities and cooperative learning strategies.

  11. Research on convergence of nuclear rotational spectra formula

    International Nuclear Information System (INIS)

    Chen Yongjing; Xu Fuxin

    2001-01-01

    The superdeformed bands in the A-190 region are systematically analyzed using four-parameter rotational spectra formula of Bohr-Mottelson's I(I + 1) expansion. The convergence of two-parameter ab formula is compared with that of three-parameter abc formula by four parameters A, B, C, D. The result shows that the four-parameter value relation does not support the theoretically expected values of ab and abc formulas, but comparatively the four-parameter value relation agrees with the theoretically expected value of ab formula better than that of abc formula

  12. Hill's formula

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Bolotin, Sergey V [Steklov Mathematical Institute, Russian Academy of Sciences, Moscow (Russian Federation); Treschev, Dmitrii V [M. V. Lomonosov Moscow State University, Moscow (Russian Federation)

    2010-07-27

    In his study of periodic orbits of the three-body problem, Hill obtained a formula connecting the characteristic polynomial of the monodromy matrix of a periodic orbit with the infinite determinant of the Hessian of the action functional. A mathematically rigorous definition of the Hill determinant and a proof of Hill's formula were obtained later by Poincare. Here two multidimensional generalizations of Hill's formula are given: for discrete Lagrangian systems (symplectic twist maps) and for continuous Lagrangian systems. Additional aspects appearing in the presence of symmetries or reversibility are discussed. Also studied is the change of the Morse index of a periodic trajectory upon reduction of order in a system with symmetries. Applications are given to the problem of stability of periodic orbits. Bibliography: 34 titles.

  13. Mass spectrometry-based phytochemical screening for hypoglycemic activity of Fagioli di Sarconi beans (Phaseolus vulgaris L.).

    Science.gov (United States)

    Pascale, Raffaella; Bianco, Giuliana; Cataldi, Tommaso R I; Kopplin, Philippe-Schmitt; Bosco, Federica; Vignola, Lisiana; Uhl, Jenny; Lucio, Marianna; Milella, Luigi

    2018-03-01

    The present study deals with the evaluation of antidiabetic activities of Fagioli di Sarconi beans (Phaseolus vulgaris), including 21 ecotypes protected by the European Union with the mark PGI (i.e., Protected Geographical Indication), and cultivated in Basilicata (southern Italy). For this purpose, α-glucosidase and α-amylase assays were assessed; among all bean ecotypes, the tight green seed colour of Verdolino extracts exhibited the highest α-glucosidase and α-amylase inhibitory activity with IC 50 =1.1±0.1μg/ml and IC 50 =19.3±1.1μg/ml, respectively. Phytochemical compound screening of all Fagioli di Sarconi beans performed by flow injection-electrospray ionization-ultrahigh resolution mass spectrometry (uHRMS) and based on the calculation of elemental formulas from accurate m/z values, was helpful to annotate specific compounds, such as alkaloids, saponins, flavonoids, and terpenoids, which are most likely responsible for their biological activity. Copyright © 2017. Published by Elsevier Ltd.

  14. Atomic mass formula with linear shell terms

    International Nuclear Information System (INIS)

    Uno, Masahiro; Yamada, Masami; Ando, Yoshihira; Tachibana, Takahiro.

    1981-01-01

    An atomic mass formula is constructed in the form of a sum of gross terms and empirical linear shell terms. Values of the shell parameters are determined after the statistical method of Uno and Yamada, Which is characterized by inclusion of the error inherent in the mass formula. The resulting formula reproduces the input masses with the standard deviation of 393 keV. A prescription is given for estimating errors of calculated masses. The mass formula is compared with recent experimental data of Rb, Cs and Fr isotopes, which are not included in the input data, and also with the constant-shell-term formula of Uno and Yamada. (author)

  15. Fitotossine di Inula viscosa per il controllo di piante parassite

    OpenAIRE

    Avolio, Fabiana

    2013-01-01

    Le piante parassite sono incapaci di sintetizzare dagli elementi minerali e nutritivi materiali sufficienti per la loro crescita e sopperiscono a questa deficienza fisiologica utilizzando le sostanze elaborate dalle piante ospiti, che di conseguenza manifestano generalmente una crescita ridotta. Le Orobanche, la Striga e la Cuscuta sono le piante parassite più diffuse nelle regioni del Mediterraneo e del continente africano interessando colture di rilevanza strategica. Diverse strategie...

  16. Un taccuino a forma di strada. Su "Einbahnstrasse" di Walter Benjamin

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pier Giovanni Adamo

    2016-05-01

    Full Text Available La poetica di F. Schlegel ha realizzato una storicizzazione della teoria dei generi letterari sostituendo alla dicotomia del classicismo tra forma e contenuto una distinzione tra forma e spirito, secondo cui i materiali linguistico-tematici rappresentano i precipitati di quest’ultimo. Riprendendo questa intuizione di P. Szondi, potremmo affermare che, nella modernità letteraria, l’ibridazione è il processo di transizione dei materiali attraverso le forme. Un’opera tanto esemplare quanto strutturalmente rilevante, nell’orizzonte dell’ibridazione, è Einbahnstraße di Walter Benjamin, dove i materiali più disparati sono combinati a modellare una forma innovativa. Vi si mescolano stilemi della poesia in prosa, narrazione diaristica, (antimetodo surrealista, satira e intuizioni filosofiche. L’unicità, d’altra parte, risiede innanzitutto nell’essenza metacritica del procedimento organizzativo del libro: il frammentismo sistematico è un’applicazione pratica della teoria allegorica del montaggio, descritta nell’Ursprung des deutschen Trauerspiels. Il saggio si propone di leggere il testo come «un taccuino a forma di strada», anche per indagarne il valore di prologo al Passagenwerk, nato dall’avida lettura del Paysan de Paris di Aragon: istituisce un confronto per rilevare, nell’affinità di fondo, la  diversità di approccio tra il pensatore tedesco e il surrealismo, distinguendo tecniche di assemblaggio e ruolo dell’immaginario nell’uso di pubblicità e altri oggetti metropolitani. L’intenzione di una simile analisi di Einbahnstraße è dimostrare che Benjamin combina modelli letterari (Baudelaire, Proust, Kraus su tutti con i nuovi linguaggi artistici e le strategie discorsive della stampa per creare un’«immagine dialettica» dell’esistenza nel XX secolo.Friedrich Schlegel’s poetics realized a historicisation of literary genres theory by replacing classicist dichotomy between form and content with a

  17. PhD Dissertations Tesi di dottorato

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Redazione Reti Medievali (a cura di

    2003-12-01

    Full Text Available Report of PhD Dissertations.Guido Antonioli Conservator pacis et iustitie. La signoria di Taddeo Pepoli a Bologna (1337-1347, Tesi di dottorato di ricerca in Filologia romanza e cultura medievale (XIII ciclo, Università degli Studi di Bologna, 2001   Elisabetta Filippini «In vassallatico episcopi permanere debent». Rapporti vassallatici e concessioni beneficiali dei vescovi di Cremona fra X e XIII secolo, Tesi di dottorato di Ricerca in Storia Medievale (XV ciclo, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, 2003   Marco Meschini, Innocenzo III e il "negotium pacis et fidei" in Linguadoca tra il 1198 e il 1215, Tesi di dottorato di ricerca in Storia medievale, Università Cattolica del Sacro Cuore, 2003   Fabrizio Ricciardelli The Politics of Exclusion in Florence (1215-1434, thesis submitted in partial fulfilment of the requirements for the degree of Doctor of Philosophy in History, University of Warwick, Department of History, April 2003 Renata Salvarani Baptizare pueros et decimas dare. Cura delle anime, strutturazione ecclesiastica e organizzazione delle campagne in area gardesana fra VIII e XIII secolo (diocesi di Brescia, Verona, Mantova e Trento, Tesi di dottorato in Storia medievale (XV ciclo, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, 2002-2003   Vito Sibilio Le parole della prima crociata, Tesi di dottorato di ricerca in Storia dei centri delle vie e della cultura dei pellegrinaggi nel medioevo euromediterraneo, Università degli studi di Lecce, 2003Segnalazione di tesi di dottorato. Guido Antonioli Conservator pacis et iustitie. La signoria di Taddeo Pepoli a Bologna (1337-1347, Tesi di dottorato di ricerca in Filologia romanza e cultura medievale (XIII ciclo, Università degli Studi di Bologna, 2001   Elisabetta Filippini «In vassallatico episcopi permanere debent». Rapporti vassallatici e concessioni beneficiali dei vescovi di Cremona fra X e XIII secolo, Tesi di dottorato di Ricerca in Storia Medievale (XV

  18. PhD Dissertations Tesi di dottorato

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Redazione Reti Medievali (a cura di

    2004-06-01

    Full Text Available

    Report of PhD Dissertations.

    Francesco Barone

    Istituzioni, società ed economia a Catania nel tardo medioevo (XIV-XV secolo, Tesi di dottorato in Storia medievale (XVI ciclo, Università degli Studi di Firenze, 2004

     

    Laura Berti Ceroni

    Il territorio e le strutture di Cesarea e Classe tra tarda antichità e alto medioevo in rapporto con Ravenna, Tesi di dottorato di ricerca in Storia e Informatica, Università degli studi di Bologna, 2002-2003.

     

    Marco Bicchierai

    Poppi dalla signoria dei conti Guidi al vicariato del Casentino (1360-1480, Tesi di dottorato in Storia medievale (XIV ciclo, Università degli Studi di Firenze, 2004

     

    Emanuela Garimberti

    Spatiosa ad habitandum loca. Luoghi e identità nella Historia Langobardorum di Paolo Diacono, Tesi di dottorato in Storia medievale (XV ciclo, Università degli Studi di Bologna, 2004

     

    Lorenzo Tanzini

    Sistemi normativi e pratiche istituzionali a Firenze dalla fine del XIII all’inizio del XV secolo, Tesi di dottorato di ricerca in Storia medievale (XVI ciclo, Università degli Studi di Firenze, 2004

     

    Stefania Tarquini

    Pellegrinaggio e asseto urbano di Roma, Tesi di dottorato di ricerca in Storia dei centri, delle vie e della cultura dei pellegrinaggi nel Medioevo euro mediterraneo (XV ciclo, Università degli studi di Lecce, 2003

    Segnalazione di tesi di dottorato.

    Francesco Barone

    Istituzioni, società ed economia a Catania nel tardo medioevo (XIV-XV secolo, Tesi di dottorato in Storia medievale (XVI ciclo, Università degli Studi di Firenze, 2004

     

    Laura Berti Ceroni

  19. Indagine su un primo cittadino al di sopra di ogni sospetto. Renato Accorinti performer

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Katia Trifiro'

    2014-05-01

    Lo studio, condotto all’insegna dei Performance Studies di impostazione schechneriana, si propone di interpretare, attraverso l’analisi dei comportamenti di Accorinti performer, alcuni dispositivi tipici delle forze antagoniste nel momento in cui, in tempi recenti, hanno assunto o assumono posizioni di potere.

  20. L'omicidio a Bologna nella seconda metà del XX secolo. Scenari di vittimizzazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Raffaella Sette

    2007-09-01

    Full Text Available The homicides seen from the victims’side, show interesting aspects of the world in which these social conflicts flare up. From the results of the diachronic analysis of the homicide victims in the province of Bologna between 1954 and 2003, carried out using official sources and institutional documents, some characteristics of these victims are evident. Subsequently, with reference to the last twenty years, we concentrated on the relationship with the author of the crime, on the scenes and the circumstances in which the crime was commited, with the aim of tracing profiles and to emphasize “risk” situations. Les homicides vues par les victimes mettent en évidence des aspects particulièrement intéressants des milieux où ces conflits sociaux se déchaînent. Par les résultats de l'analyse diachronique sur les victimes d'homicide entre 1954 et 2003 dans la province de Bologne, effectuée sur la base de sources officielles (fiches statistiques des médecins nécroscopes, rapports inauguraux des années judiciaires, données socio-démographiques et de autres documents (faits divers parus dans les journaux, on attire l'attention sur quelques-unes des caractéristiques des victimes. Après quoi, pour ce qui concerne les vingt dernières années, on se concentre sur la relation avec l'auteur du crime, sur les cas de figure et sur les circonstances où le crime s'est déroulé, pour obtenir des aperçus et pour mettre en évidence des situations "à risque".

  1. D. Felini (a cura di, Video game education. Studi e percorsi di formazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alex Tribelli

    2013-03-01

    Full Text Available Nei confronti di una trattazione scientifica dei videogame c’è tuttora qualche scetticismo. I pregiudizi, più volte denunciati, ancora hanno qualche sussistenza: persiste qualche analisi sociale che considera i videogame oggetti diabolici che provocano isolamento e comportamenti violenti nei teenager. Pur constatando una progressiva inversione di tendenza, Video game education. Studi e percorsi di formazione, curato da Damiano Felini, si propone di sgretolare la concezione che la società contemporanea ha dei videogame, dimostrando come questi oggetti mediali possono addirittura divenire uno strumento di formazione e crescita delle persone.

  2. NTP-CERHR monograph on Soy Infant Formula.

    Science.gov (United States)

    2010-09-01

    Soy infant formula contains soy protein isolates and is fed to infants as a supplement to or replacement for human milk or cow milk. Soy protein isolates contains estrogenic isoflavones ("phytoestrogens") that occur naturally in some legumes, especially soybeans. Phytoestrogens are non-steroidal, estrogenic compounds. In plants, nearly all phytoestrogens are bound to sugar molecules and these phytoestrogen-sugar complexes are not generally considered hormonally active. Phytoestrogens are found in many food products in addition to soy infant formula, especially soy-based foods such as tofu, soy milk, and in some over-the-counter dietary supplements. Soy infant formula was selected for evaluation by the National Toxicology Program (NTP) because of the: (1)availability of large number of developmental toxicity studies in laboratory animals exposed to the isoflavones found in soy infant formula (namely, genistein) or other soy products, as well as a number of studies on human infants fed soy infant formula, (2)the availability of information on exposures in infants fed soy infant formula, and (3)public concern for effects on infant or child development. The NTP evaluation was conducted through its Center for the Evaluation of Risks to Human Reproduction (CERHR) and completed in September 2010. The results of this soy infant formula evaluation are published in an NTP Monograph. This document contains the NTP Brief on Soy Infant Formula, which presents NTP's opinion on the potential for exposure to soy infant formula to cause adverse developmental effects in humans. The NTP Monograph also contains an expert panel report prepared to assist the NTP in reaching conclusions on soy infant formula. The NTP concluded there is minimal concern for adverse effects on development in infants who consume soy infant formula. This level of concern represents a "2" on the five-level scale of concern used by the NTP that ranges from negligible concern ("1") to serious concern ("5"). This

  3. ANTROPOLOGIA DI UN INTELLETTUALE, GIUSEPPE CASSIERI

    African Journals Online (AJOL)

    Di conseguenza la mancata possibilità di esprimersi, di esistere, di vivere si ripercuote nell'assenza di sogni, a discapito di una attività e creatività mentale che viene inibita nei livelli più profondi. “Il trio canonico di memoria, tradizione ed identità”. (106) viene ad essere messo in discussione dallo stesso Cassieri perché.

  4. Parlare di olio. Terminologia della degustazione e tipi di testi

    OpenAIRE

    Silvia Gilardoni

    2013-01-01

    In questo contributo analizziamo la terminologia italiana del settore olivicolo con attenzione ai termini impiegati nella descrizione delle proprietà degustative dell’olio di oliva. Sulla base di un corpus costituito da una documentazione di carattere lessicografico e testuale in lingua italiana presentiamo un’analisi concettuale e terminologica del dominio dell’analisi sensoriale dell’olio. Una parte del lavoro è poi dedicata ad esaminare le modalità espressive e le variazioni terminologiche...

  5. Fuel formula for lighters

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Iwayama, I.; Iwayama, A.

    1982-04-10

    A fuel formula that includes a homogenous mixture of benzine, aromatic ether oils, perfume and other perfuming agents, as well as the lowest possible aliphatic alcohol as a component solvent, surfactant, and possibly, a soluble pigment that colors the formula an appropriate color. This formula is used as an aromatic fuel for cigarette lights. The ether oils can be musk, amber, camomille, lavender, mint, anise, rose, camphor, and other aromatic oils; the perfuming agents are: geraniol, linalool, menthol, camphor, benzyl or phenetyl alcohols, phenylacetaldehyde, vanillin, coumarin, and so forth; the pigments are: beta-carotene, sudan dyes, etc.; the low aliphatic alcohols are EtOH, iso-PrOH. Example: 70 parts benzine, 10 parts EtOH, 15 parts oxide mezithylene and 5 parts borneol form a clear liquid that has a camphor aroma when it is lit.

  6. Sludge combustion in fluidized bed reactors at laboratory scale; Esperienze di combustione di fanghi in reattori a letto fluido in scala di laboratorio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Chirone, R.; Cammarota, A. [Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Ricerche sulla Combustione, Naples (Italy)

    2001-03-01

    The combustion of a dried sewage sludge in laboratory scale fluidized bed has been studied in Naples by the Istituto di ricerche sulla combustione (Irc) in the framework of a National project named Thermal Process with Energy Recovery to be used in laboratory and pre-pilot scale apparatus. The attention has been focused on emissions of unreacted carbon as elutriated fines, on the emissions of pollutant gases and on the assessment of the inventory of fly- and bottom ashes. The combustion behaviour of sewage sludge has been compared with those of a market available Tyre Derived Fuel (TDF) and a biomass from Mediterranean area (Robinia Pseudoacacia) and with that of a South African bituminous coal. Stationary combustion tests were carried out at 850{sup 0} C by feeding particles in the size range 0-1 mm into a bed of silica sand without any sorbent addition. The fluidized bed combustor has been operated, at a superficial gas velocity of 0.4 m/s and different excesses of air ranging between 14 and 98%. Relatively high combustion efficiency, larger than 98.9% has been obtained in experiments carried out with sewage sludge and excess of air larger than 20%. These values, are comparable with those obtained in previously experimental activity carried out under similar operative conditions with a South Africa Bituminous coal (97-98%). It is larger than those obtained by using a Tyre Derived Fuel (89-90%) and the Robinia Pseudoacacia Biomass (93-93%). The relative importance of carbon fines elutriation, CO emissions and volatile bypassing the bed in determining the loss of combustion efficiency has been evaluated for the different fuels tested. [Italian] Il lavoro riporta l'attivita' di ricerca condotta presso l'Istituto di ricerche sulla combustione (Irc-Cnr) nell'ambito del Progetto Processi termici con recupero di energia per lo smaltimento di fanghi e rifiuti speciali, sottoprogetto Combustione in letti fluidi in scala di laboratorio e pre-pilota di

  7. Esercizi di relatività generale

    CERN Document Server

    De Felice, Fernando

    2007-01-01

    La teoria della Relatività Generale ha la duplice funzione di descrivere la gravitazione come fenomeno fisico in sé e di fornire al contempo un algoritmo adeguato a descrivere tutte le altre leggi della fisica in presenza di gravitazione, sia essa reale o semplicemente indotta da uno stato di accelerazione. A tale scopo la teoria si presenta con una struttura matematica molto elaborata che richiede come requisito indispensabile conoscenze di geometria differenziale e di calcolo differenziale assoluto. La maggiore difficoltà nell'uso della teoria è riconoscere il legame fra la sua struttura formale e i fenomeni fisici che essa descrive, potendo in tal modo procedere alla loro verificabilità sperimentale. Gli esercizi sono essenziali al raggiungimento di tale obiettivo; lo scopo del libro pertanto è quello di fornire a studenti e cultori della materia una guida all'applicazione dei concetti teorici della Relatività Generale a una vasta gamma di situazioni fisiche.

  8. La dematerializzazione contemporanea delle superfici: da elementi di delimitazione a membrane di commutazione.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cristina Mattiucci

    2008-06-01

    Full Text Available Quattro anni fa Paul Virilio scriveva "Città panico" definendo la città contemporanea come “la più grande catastrofe del ventesimo secolo”. La sua analisi fa riferimento alle conseguenze sia politiche che spaziali di una velocità del progresso tecnologico e scientifico che aveva raggiunto ritmi così elevati da vanificare il senso stesso di quella sovranità territoriale che dava consistenza e materia allo stato di diritto. Lo stato sarebbe ora sospeso in una sorta di alla massa e all’energia – della materia. In un processo di continua dematerializzazione della “assenza di gravità”cinematica dominata dall’informazione, quale terza dimensione – oltre sostanza urbana sotto l’effetto dei nuovi media, sostiene Virilio, la prevalenza della natura effimera dell’informazione sconvolge i nostri stessi parametri di percezione del mondo, presentato, piuttosto che rappresentato, attraverso le interfacce che accessoriano le nostre vite, secondo riferimenti alterati da una vera e propria guerra al reale ad opera della comunicazione audiovisiva.

  9. Analogues of Euler and Poisson Summation Formulae

    Indian Academy of Sciences (India)

    ... f ( n ) have been obtained in a unified manner, where (()) is a periodic complex sequence; () is the divisor function and () is a sufficiently smooth function on [, ]. We also state a generalised Abel's summation formula, generalised Euler's summation formula and Euler's summation formula in several variables.

  10. Production of [Formula: see text] and [Formula: see text] mesons up to high transverse momentum in pp collisions at 2.76 TeV.

    Science.gov (United States)

    Acharya, S; Adamová, D; Aggarwal, M M; Rinella, G Aglieri; Agnello, M; Agrawal, N; Ahammed, Z; Ahmad, N; Ahn, S U; Aiola, S; Akindinov, A; Alam, S N; Albuquerque, D S D; Aleksandrov, D; Alessandro, B; Alexandre, D; Molina, R Alfaro; Alici, A; Alkin, A; Alme, J; Alt, T; Altsybeev, I; Prado, C Alves Garcia; An, M; Andrei, C; Andrews, H A; Andronic, A; Anguelov, V; Anson, C; Antičić, T; Antinori, F; Antonioli, P; Anwar, R; Aphecetche, L; Appelshäuser, H; Arcelli, S; Arnaldi, R; Arnold, O W; Arsene, I C; Arslandok, M; Audurier, B; Augustinus, A; Averbeck, R; Awes, T; Azmi, M D; Badalà, A; Baek, Y W; Bagnasco, S; Bailhache, R; Bala, R; Baldisseri, A; Ball, M; Baral, R C; Barbano, A M; Barbera, R; Barile, F; Barioglio, L; Barnaföldi, G G; Barnby, L S; Barret, V; Bartalini, P; Barth, K; Bartke, J; Bartsch, E; Basile, M; Bastid, N; Basu, S; Bathen, B; Batigne, G; Camejo, A Batista; Batyunya, B; Batzing, P C; Bearden, I G; Beck, H; Bedda, C; Behera, N K; Belikov, I; Bellini, F; Martinez, H Bello; Bellwied, R; Beltran, L G E; Belyaev, V; Bencedi, G; Beole, S; Bercuci, A; Berdnikov, Y; Berenyi, D; Bertens, R A; Berzano, D; Betev, L; Bhasin, A; Bhat, I R; Bhati, A K; Bhattacharjee, B; Bhom, J; Bianchi, L; Bianchi, N; Bianchin, C; Bielčík, J; Bielčíková, J; Bilandzic, A; Biro, G; Biswas, R; Biswas, S; Blair, J T; Blau, D; Blume, C; Boca, G; Bock, F; Bogdanov, A; Boldizsár, L; Bombara, M; Bonomi, G; Bonora, M; Book, J; Borel, H; Borissov, A; Borri, M; Botta, E; Bourjau, C; Braun-Munzinger, P; Bregant, M; Broker, T A; Browning, T A; Broz, M; Brucken, E J; Bruna, E; Bruno, G E; Budnikov, D; Buesching, H; Bufalino, S; Buhler, P; Buitron, S A I; Buncic, P; Busch, O; Buthelezi, Z; Butt, J B; Buxton, J T; Cabala, J; Caffarri, D; Caines, H; Caliva, A; Villar, E Calvo; Camerini, P; Capon, A A; Carena, F; Carena, W; Carnesecchi, F; Castellanos, J Castillo; Castro, A J; Casula, E A R; Sanchez, C Ceballos; Cerello, P; Chang, B; Chapeland, S; Chartier, M; Charvet, J L; Chattopadhyay, S; Chattopadhyay, S; Chauvin, A; Cherney, M; Cheshkov, C; Cheynis, B; Barroso, V Chibante; Chinellato, D D; Cho, S; Chochula, P; Choi, K; Chojnacki, M; Choudhury, S; Christakoglou, P; Christensen, C H; Christiansen, P; Chujo, T; Chung, S U; Cicalo, C; Cifarelli, L; Cindolo, F; Cleymans, J; Colamaria, F; Colella, D; Collu, A; Colocci, M; Concas, M; Balbastre, G Conesa; Valle, Z Conesa Del; Connors, M E; Contreras, J G; Cormier, T M; Morales, Y Corrales; Maldonado, I Cortés; Cortese, P; Cosentino, M R; Costa, F; Costanza, S; Crkovská, J; Crochet, P; Cuautle, E; Cunqueiro, L; Dahms, T; Dainese, A; Danisch, M C; Danu, A; Das, D; Das, I; Das, S; Dash, A; Dash, S; De, S; De Caro, A; de Cataldo, G; de Conti, C; de Cuveland, J; De Falco, A; De Gruttola, D; De Marco, N; De Pasquale, S; De Souza, R D; Degenhardt, H F; Deisting, A; Deloff, A; Deplano, C; Dhankher, P; Di Bari, D; Di Mauro, A; Di Nezza, P; Di Ruzza, B; Corchero, M A Diaz; Dietel, T; Dillenseger, P; Divià, R; Djuvsland, Ø; Dobrin, A; Gimenez, D Domenicis; Dönigus, B; Dordic, O; Drozhzhova, T; Dubey, A K; Dubla, A; Ducroux, L; Duggal, A K; Dupieux, P; Ehlers, R J; Elia, D; Endress, E; Engel, H; Epple, E; Erazmus, B; Erhardt, F; Espagnon, B; Esumi, S; Eulisse, G; Eum, J; Evans, D; Evdokimov, S; Fabbietti, L; Faivre, J; Fantoni, A; Fasel, M; Feldkamp, L; Feliciello, A; Feofilov, G; Ferencei, J; Téllez, A Fernández; Ferreiro, E G; Ferretti, A; Festanti, A; Feuillard, V J G; Figiel, J; Figueredo, M A S; Filchagin, S; Finogeev, D; Fionda, F M; Fiore, E M; Floris, M; Foertsch, S; Foka, P; Fokin, S; Fragiacomo, E; Francescon, A; Francisco, A; Frankenfeld, U; Fronze, G G; Fuchs, U; Furget, C; Furs, A; Girard, M Fusco; Gaardhøje, J J; Gagliardi, M; Gago, A M; Gajdosova, K; Gallio, M; Galvan, C D; Ganoti, P; Gao, C; Garabatos, C; Garcia-Solis, E; Garg, K; Garg, P; Gargiulo, C; Gasik, P; Gauger, E F; Ducati, M B Gay; Germain, M; Ghosh, P; Ghosh, S K; Gianotti, P; Giubellino, P; Giubilato, P; Gladysz-Dziadus, E; Glässel, P; Coral, D M Goméz; Ramirez, A Gomez; Gonzalez, A S; Gonzalez, V; González-Zamora, P; Gorbunov, S; Görlich, L; Gotovac, S; Grabski, V; Graczykowski, L K; Graham, K L; Greiner, L; Grelli, A; Grigoras, C; Grigoriev, V; Grigoryan, A; Grigoryan, S; Grion, N; Gronefeld, J M; Grosa, F; Grosse-Oetringhaus, J F; Grosso, R; Gruber, L; Grull, F R; Guber, F; Guernane, R; Guerzoni, B; Gulbrandsen, K; Gunji, T; Gupta, A; Gupta, R; Guzman, I B; Haake, R; Hadjidakis, C; Hamagaki, H; Hamar, G; Hamon, J C; Harris, J W; Harton, A; Hatzifotiadou, D; Hayashi, S; Heckel, S T; Hellbär, E; Helstrup, H; Herghelegiu, A; Corral, G Herrera; Herrmann, F; Hess, B A; Hetland, K F; Hillemanns, H; Hippolyte, B; Hladky, J; Hohlweger, B; Horak, D; Hornung, S; Hosokawa, R; Hristov, P; Hughes, C; Humanic, T J; Hussain, N; Hussain, T; Hutter, D; Hwang, D S; Ilkaev, R; Inaba, M; Ippolitov, M; Irfan, M; Isakov, V; Ivanov, M; Ivanov, V; Izucheev, V; Jacak, B; Jacazio, N; Jacobs, P M; Jadhav, M B; Jadlovska, S; Jadlovsky, J; Jaelani, S; Jahnke, C; Jakubowska, M J; Janik, M A; Jayarathna, P H S Y; Jena, C; Jena, S; Jercic, M; Bustamante, R T Jimenez; Jones, P G; Jusko, A; Kalinak, P; Kalweit, A; Kamin, J; Kang, J H; Kaplin, V; Kar, S; Uysal, A Karasu; Karavichev, O; Karavicheva, T; Karayan, L; Karpechev, E; Kebschull, U; Keidel, R; Keijdener, D L D; Keil, M; Ketzer, B; Khan, P; Khan, S A; Khanzadeev, A; Kharlov, Y; Khatun, A; Khuntia, A; Kielbowicz, M M; Kileng, B; Kim, D; Kim, D W; Kim, D J; Kim, H; Kim, J S; Kim, J; Kim, M; Kim, M; Kim, S; Kim, T; Kirsch, S; Kisel, I; Kiselev, S; Kisiel, A; Kiss, G; Klay, J L; Klein, C; Klein, J; Klein-Bösing, C; Klewin, S; Kluge, A; Knichel, M L; Knospe, A G; Kobdaj, C; Kofarago, M; Kollegger, T; Kolojvari, A; Kondratiev, V; Kondratyeva, N; Kondratyuk, E; Konevskikh, A; Kopcik, M; Kour, M; Kouzinopoulos, C; Kovalenko, O; Kovalenko, V; Kowalski, M; Meethaleveedu, G Koyithatta; Králik, I; Kravčáková, A; Krivda, M; Krizek, F; Kryshen, E; Krzewicki, M; Kubera, A M; Kučera, V; Kuhn, C; Kuijer, P G; Kumar, A; Kumar, J; Kumar, L; Kumar, S; Kundu, S; Kurashvili, P; Kurepin, A; Kurepin, A B; Kuryakin, A; Kushpil, S; Kweon, M J; Kwon, Y; La Pointe, S L; La Rocca, P; Fernandes, C Lagana; Lakomov, I; Langoy, R; Lapidus, K; Lara, C; Lardeux, A; Lattuca, A; Laudi, E; Lavicka, R; Lazaridis, L; Lea, R; Leardini, L; Lee, S; Lehas, F; Lehner, S; Lehrbach, J; Lemmon, R C; Lenti, V; Leogrande, E; Monzón, I León; Lévai, P; Li, S; Li, X; Lien, J; Lietava, R; Lindal, S; Lindenstruth, V; Lippmann, C; Lisa, M A; Litichevskyi, V; Ljunggren, H M; Llope, W J; Lodato, D F; Loenne, P I; Loginov, V; Loizides, C; Loncar, P; Lopez, X; Torres, E López; Lowe, A; Luettig, P; Lunardon, M; Luparello, G; Lupi, M; Lutz, T H; Maevskaya, A; Mager, M; Mahajan, S; Mahmood, S M; Maire, A; Majka, R D; Malaev, M; Cervantes, I Maldonado; Malinina, L; Mal'Kevich, D; Malzacher, P; Mamonov, A; Manko, V; Manso, F; Manzari, V; Mao, Y; Marchisone, M; Mareš, J; Margagliotti, G V; Margotti, A; Margutti, J; Marín, A; Markert, C; Marquard, M; Martin, N A; Martinengo, P; Martinez, J A L; Martínez, M I; García, G Martínez; Pedreira, M Martinez; Mas, A; Masciocchi, S; Masera, M; Masoni, A; Mastroserio, A; Mathis, A M; Matyja, A; Mayer, C; Mazer, J; Mazzilli, M; Mazzoni, M A; Meddi, F; Melikyan, Y; Menchaca-Rocha, A; Meninno, E; Pérez, J Mercado; Meres, M; Mhlanga, S; Miake, Y; Mieskolainen, M M; Mihaylov, D L; Mikhaylov, K; Milano, L; Milosevic, J; Mischke, A; Mishra, A N; Miśkowiec, D; Mitra, J; Mitu, C M; Mohammadi, N; Mohanty, B; Khan, M Mohisin; Montes, E; De Godoy, D A Moreira; Moreno, L A P; Moretto, S; Morreale, A; Morsch, A; Muccifora, V; Mudnic, E; Mühlheim, D; Muhuri, S; Mukherjee, M; Mulligan, J D; Munhoz, M G; Münning, K; Munzer, R H; Murakami, H; Murray, S; Musa, L; Musinsky, J; Myers, C J; Naik, B; Nair, R; Nandi, B K; Nania, R; Nappi, E; Narayan, A; Naru, M U; da Luz, H Natal; Nattrass, C; Navarro, S R; Nayak, K; Nayak, R; Nayak, T K; Nazarenko, S; Nedosekin, A; De Oliveira, R A Negrao; Nellen, L; Nesbo, S V; Ng, F; Nicassio, M; Niculescu, M; Niedziela, J; Nielsen, B S; Nikolaev, S; Nikulin, S; Nikulin, V; Noferini, F; Nomokonov, P; Nooren, G; Noris, J C C; Norman, J; Nyanin, A; Nystrand, J; Oeschler, H; Oh, S; Ohlson, A; Okubo, T; Olah, L; Oleniacz, J; Da Silva, A C Oliveira; Oliver, M H; Onderwaater, J; Oppedisano, C; Orava, R; Oravec, M; Velasquez, A Ortiz; Oskarsson, A; Otwinowski, J; Oyama, K; Pachmayer, Y; Pacik, V; Pagano, D; Pagano, P; Paić, G; Palni, P; Pan, J; Pandey, A K; Panebianco, S; Papikyan, V; Pappalardo, G S; Pareek, P; Park, J; Park, W J; Parmar, S; Passfeld, A; Pathak, S P; Paticchio, V; Patra, R N; Paul, B; Pei, H; Peitzmann, T; Peng, X; Pereira, L G; Da Costa, H Pereira; Peresunko, D; Lezama, E Perez; Peskov, V; Pestov, Y; Petráček, V; Petrov, V; Petrovici, M; Petta, C; Pezzi, R P; Piano, S; Pikna, M; Pillot, P; Pimentel, L O D L; Pinazza, O; Pinsky, L; Piyarathna, D B; Oskoń, M Pł; Planinic, M; Pluta, J; Pochybova, S; Podesta-Lerma, P L M; Poghosyan, M G; Polichtchouk, B; Poljak, N; Poonsawat, W; Pop, A; Poppenborg, H; Porteboeuf-Houssais, S; Porter, J; Pospisil, J; Pozdniakov, V; Prasad, S K; Preghenella, R; Prino, F; Pruneau, C A; Pshenichnov, I; Puccio, M; Puddu, G; Pujahari, P; Punin, V; Putschke, J; Qvigstad, H; Rachevski, A; Raha, S; Rajput, S; Rak, J; Rakotozafindrabe, A; Ramello, L; Rami, F; Rana, D B; Raniwala, R; Raniwala, S; Räsänen, S S; Rascanu, B T; Rathee, D; Ratza, V; Ravasenga, I; Read, K F; Redlich