WorldWideScience

Sample records for fortemente decentrato sviluppo

  1. Decision making information systems and data base management; Applicazioni dei sistemi di supporto alle decisioni manageriali in un ente fortemente decentrato. Sviluppo di un prototipo per la valutazione di nuovi progetti

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Minelle, F. [Rome, Univ. `La Sapienza` (Italy). Fac. di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali; Di Marco, R.A. [ENEA, Rome (Italy). Funzione Centrale Informatica; Belli, A.

    1997-01-01

    In these years Information Technology has been used in activities that require an intelligent intervention. In this context take placing Decision Support Systems, since they use Information Technology to support users in decision processes, that is problems of logical level greater then problems normally treated by traditional information systems. The purpose of this work is to describe Decision Support Systems specifying what they are, their functionally and structure, identifying, furthermore, user types referred to and interaction modality between them; and to present a prototype of these systems. From a preliminary analyses phase of ENEA being and its Information Systems to understand which topics can be supported by systems of this type, it deals with one of these topics: weighing of new project, finding parameters, or key quantity, that affect and determine decisions. It describes, then, models, conceived form parameters, that permit to the user, through a simple representation of results, to evaluates advantages and disadvantages of a new project. From models, analyses of data necessary to models and from requisites of simplicity and use fullness of user interface, it has been carried out a prototype. For this purpose it has been followed the Sprague and Carlson model that provides a data base, a Model Base and a Software System. [Italiano] In questi anni si sta assistendo ad un utilizzo dell`informatica in attivita` che richiedono un intervento `intelligente`. In tale contesto si collocano i Sistemi di Supporto alle Decisioni, poiche` utilizzano le tecnologie informatiche per supportare l`utente in processi decisionali, quindi problemi di livello logico piu` elevato di quelli trattati dai tradizionali sistemi informativi. Il presente lavoro ha lo scopo di descrivere i Sistemi di Supporto alle Decisioni specificando cosa sono, le loro funzionalita` e la loro struttura, individuando, inoltre, i tipi di utenti a cui sono rivolti e le modalita` di interazione con essi; e di rpesentare un prototipo di tali sistemi. Da una fase preliminare di analisi dell`Ente e dei suoi Sistemi Informativi, volta a capire quali problematiche potessero essere piu` efficacemente supportate con sistemi di questo tipo, si afronta una di esse: la valutazione di nuovi progetti, individuando i parametri, o le grandezze chiave, che influenzano e determinano la decisione. Si descrivono, poi, i modelli, ricavati da questi ultimi, che permettono all`utente, tramite una semplice rappresentazione dei risultati, di valutare i vantaggi e gli svantaggi di un nuovo progetto. Dai modelli, dall`analisi dei dati ad essi necessari e dai requisiti di semplicita` e facilita` d`uso dell`interfaccia utente, si e` realizzato un prototipo. A questo scopo si e` seguito il modelllo di Sprague e Carlson che prevede una Base di Dati, una Base di Modelli e un Sistema Software.

  2. Ripetizione rituale e sviluppo narrativo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniele Barbieri

    2016-06-01

    Full Text Available La serialità moderna condivide numerosi aspetti con quella che potremmo chiamare serialità primaria, differenziandosi sostanzialmente da essa per la presenza di una periodicità alla sua base. A separarle storicamente sta la nascita e lo sviluppo del romanzo, come forma narrativa unitaria, la cui esistenza stessa permette il porsi del problema teorico della natura della serialità. Ma tra la serialità primaria e quella moderna si trova anche la nascita e lo sviluppo della stampa periodica, la quale finisce per essere il modello della nostra serialità. Nella comprensione del rapporto tra serialità e narrazione, giocano un ruolo particolare le saghe, le più difficili da ricondurre al modello narrativo standard. È possibile osservare che in alcune saghe la dinamica narrativa non è in verità al centro dell'interesse del lettore, e si limita a costruire il quadro di una sorta di accesso al mito. Che cosa succede, infine, quando la serialità moderna si riavvicina a quella primaria, neutralizzando la periodicità (per esempio, attraverso la pubblicazione dei telefilm nel Web?

  3. Lo spazio rurale e le politiche di sviluppo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Guglielmo Trupiano

    2013-01-01

    Full Text Available Il saggio investe le problematiche del territorio rurale e del processo pacificatorio che lo investe chiamando in causa le politiche integrate di sviluppo. Nella trattazione emerge la necessità di inquadrare, in una logica sistemica, i molteplici fattori che fanno da supporto allo sviluppo locale, dalle componenti produttive a quelle  turistiche, sociali e culturali, indirizzando le scelte pianificatorie in ragione di un ottimale impiego dei fondi strutturali relativi al nuovo P.O.R. destinati alla politica di sviluppo del settore rurale.

  4. Sviluppo e crisi. Per una prospettiva della compresenza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Pirni

    2011-02-01

    Full Text Available Il paradigma della modernità, adottando il concetto di sviluppo come tema chiave, ha elaborato moltissime teorie del mutamento: qui sviluppo e crisi risultano necessariamente contrapposti sia sotto il profilo teorico che empirico. La complessità crescente delle società europee contemporanee mette in discussione la capacità interpretativa del mutamento che le coinvolge attualmente e suggerisce l’elaborazione di nuove prospettive che focalizzino il processo di trasformazione in corso piuttosto che soffermarsi sul risultato. Dopo aver sinteticamente inquadrato il concetto di sviluppo nell’ambito del paradigma della modernità l’articolo intende sostenere l’utilità di una prospettiva che considera congiuntamente crisi e sviluppo per analizzare il mutamento delle democrazie contemporanee.

  5. Sviluppo di elettroliti polimerici per celle a combustibile

    OpenAIRE

    Scherillo, Giuseppe

    2006-01-01

    La messa a punto di fonti di energia alternative pulite sta assumendo sempre più un ruolo centrale nella ricerca di uno sviluppo sostenibile. In quest’ottica assume un rilievo sempre maggiore la necessità di sviluppare su vasta scala tecnologie per la messa a punto di celle a combustibile ad H2/O2. Queste sono infatti caratterizzate da un bassissimo impatto ambientale (l’unico prodotto di scarto è l’acqua) e da un’efficienza, in condizioni operative, doppia rispetto ad un analogo motore a com...

  6. Il distretto come modello intersettoriale di sviluppo del territorio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessia Mariotti

    2011-01-01

    Full Text Available Partendo dalla descrizione del distretto industriale come modello di interpretazione della complessità territoriale, il presente saggio vuole fornire qualche spunto di riflessione sulla valenza scientifica di tale approccio nella sua applicazione ad altri settori dell’economia, rispetto a quelli più propriamente produttivi. La lettura del territorio e più precisamente delle potenzialità di sfruttamento efficiente delle sue risorse al fine di favorirne lo sviluppo, può passare attraverso l’applicazione di alcuni degli aspetti fondamentali del distretto industriale ad aree di interesse che recentemente hanno visto aumentare la loro importanza relativa nelle scelte di politica economica: la cultura ed il turismo. Saranno posti quindi in evidenza i punti di forza e di debolezza di questo modello nelle sue implicazioni territoriali, sociali ed economiche legate a questi due settori trasversali.

  7. La strategia europea per lo sviluppo sostenibile e gli acquisiti pubblici verdi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Cucuzza

    2012-03-01

    Full Text Available La politica comunitaria per lo sviluppo rurale pone in rilievo l’opportunità di procedere ad un adeguato coordinamento degli interventi promossi a favore non soltanto del settore agricolo, ma dell’intero territorio rurale, stimolando gli operatori economici a realizzare iniziative di crescita economica nell’ambito di una strategia integrata di sviluppo locale. L’approccio Leader sottolinea, in particolare, l’importanza di una politica di sviluppo durevole, basata sull’adozione di strategie integrate, del partenariato e delle reti di scambi di esperienza, al fine di stimolare il potenziale di sviluppo a lungo termine dei territori rurali, agendo sulle potenzialità endogene. Il presente contributo, sulla base delle indicazioni desumibili dal quadro normativo di riferimento (comunitario e nazionale, accanto ai numerosi benefici conseguibili sotto il profilo ambientale e sociale mediante l’adozione di una strategia di acquisti verdi, intende evidenziare alcune opportunità offerte dal green public procurement (GPP nell’ambito delle iniziative attuabili a favore dello sviluppo rurale durante l’attuale periodo di programmazione, evidenziando anche alcuni limiti che ne ostacolano una più vasta diffusione. In linea generale, tali limitazioni sembrano riconducibili alla natura non obbligatoria di tale istituto e alla scarsa natura incentivante sotto il profilo finanziario che tale strumento assume per le amministrazioni pubbliche locali, analogamente a quanto rinvenibile con riferimento ad altre esperienze finalizzate a migliorare le performance ambientali delle pubbliche amministrazioni, come Agenda 21 locale. Il contributo mira anche a evidenziare le opportunità di sviluppo conseguibili attraverso la diffusione del GPP, che, insieme ad una crescente attenzione e diffusione dei principi del Life Cycle Assessment e della contabilità ambientale, può contribuire a raggiungere importanti risultati dal punto di vista sociale e in

  8. Tour operators, environment and sustainable development; Tour operator, ambiente e sviluppo sostenibile

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Andriola, L.; Chirico, R.; Declich, P. [ENEA, Divisione Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy)

    2001-07-01

    The purpose of this work is to characterize the role of the tour operators in achieving sustainable development meaning a process of development which leaves at least the same amount of capital, natural and man-made, to future generations as current generations have access to. Tourism is one of the largest and fastest growing global industries, creating significant employment and economic development, particularly in many developing countries. Tourism can also have negative environmental and social impact resulting from resource consumption, pollution, generation of wastes and from the compromise of local culture while introducing new activities. Most tour operators has started to recognised that a clean environment is critical to their success, but few tour operators have the management tools or experience to design and conduct tours that minimize their negative environmental and social impacts. A group of tour operators from different parts of the world have joined forces to create the Tour Operators' Initiative for Sustainable Tourism Development. With this initiatives, tour operators are moving towards sustainable tourism by committing themselves to address the environmental, social, and cultural aspects of sustainable development within the tourism sector. [Italian] Lo scopo del presente lavoro e' individuare il ruolo dei Tour Operator nel perseguire uno sviluppo sostenibile ossia un processo di sviluppo che lasci alle generazioni future lo stesso capitale, naturale e creato dall'uomo, di cui dispone l'attuale generazione. Il turismo e' tra le industrie globali piu' vaste ed in rapida crescita che crea una occupazione ed uno sviluppo economico significativo, particolarmente in molti paesi in via di sviluppo. Il turismo puo' anche generare impatti sia ambientali che sociali derivanti dallo sfruttamento delle risorse, dall'inquinamento, dalla produzione di rifiuti e dalla compromissione delle culture locali introducendo

  9. Un indice per lo sviluppo sostenibile (An Index for Sustainable Development

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Enrico Casadio Tarabusi

    2012-04-01

    Full Text Available As a possible improvement to the United Nations' Human Development Index (HDI, we propose including in the set of individual variables some of an environmental or social nature. Thus, by rescaling all the variables non-linearly it is possible to mitigate the effect of outliers and synthesize by principal components, or alternatively by a different averaging method that takes sustainability into account and penalizes unbalances among different aspects of development. Both methods are easy to implement and calibrate. The ensuing effect on the ranking of world countries is compared to the HDI ranking. Come possibile miglioramento dell'Indice di Sviluppo Umano (ISU elaborato dall'Organizzazione delle Nazioni Unite proponiamo di includere nell'insieme di variabili individuali alcune di natura ambientale o sociale, di riscalare opportunamente tutte le variabili non linearmente in modo da mitigare l'effetto deglioutliers, e di sintetizzare mediante le componenti principali, oppure attraverso un diverso metodo di media che, tenendo conto della sostenibilità, penalizza gli squilibri tra diversi aspetti dello sviluppo. Entrambi i metodi sono facili da implementare e da calibrare. Il loro effetto sulla graduatoria dei paesi mondiali viene raffrontata con quella dell'ISU.  JEL Codes: I31, O47Keywords: Development, Human Development, Indice

  10. Green Chemistry; Sviluppo sostenibile. L'industria ha bisogno del contributo di tutti

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ingallina, P. [EniTecnologie SpA, San Donato Milanese, MI (Italy)

    2001-02-01

    Everyone acknowledges that chemistry is a key science in order to study and solve the problems of the environment: a successful arranging technological progress with environment protection is one of the main challenge of the next millennium. The Green Chemistry (or Sustainable Chemistry) represents the specific contribution that chemists can supply for an environmentally compatible development. [Italian] Fabrizio d'Adda, attualmente Presidente di EniChem e membro di Cefic (European Chemical Industry Council), ha aperto il seminario {sup T}he Greening of Chemistry{sup (}EniTecnologie - 31 Ottobre 2000) con un breve discorso. Ha espresso parole di fiducia riguardo al futuro dell'industria chimica, l'unica a suo giudizio, in grado di avviare un nuovo modello di sviluppo nel rispetto delle implicazioni ambientali, sociali ed economiche.

  11. Waterway e sviluppo del territorio: nuova mobilità e turismo sostenibile

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Oriana Giovinazzi

    2010-10-01

    Full Text Available Spesso origine dei primi insediamenti urbani, i corsi d’acqua sono stati nei secoli fonte di sostentamento per le popolazioni e strumento di scambio tra genti e culture. Proprio per il loro scorrere attraverso il territorio, essi sono per definizione luoghi di relazione, di intersezione tra diverse realtà urbane dove si incontrano ambiente, architettura, pianificazione, trasporti ma anche arte, cultura e turismo. Per questa loro caratteristica, le vie d’acqua rappresentano una grande potenzialità per lo sviluppo del territorio sia in termini di mobilità – di merci e di persone - che di turismo sostenibile. La loro riqualificazione permette di recuperare il ruolo di spazio pubblico e di paesaggio rurale, urbano e turistico di qualità; luoghi di fruizione turistica, culturale, gastronomica e sportiva, quindi di qualità della vita. Dopo decenni di oblio, sollecitata dal rinnovato interesse verso questi assi e anche dalle direttive dell’Unione Europee, l’Italia e, in particolare il Nord del paese, muove i primi passi verso la valorizzazione delle waterway a fini turistico-culturali, aprendo nuove possibilità di sviluppo del territorio. Sia pur con ritardo rispetto ad altri Paesi, che da anni e in diverse forme valorizzano e “sfruttano” le vie d’acqua, si avverte anche in Italia un cambio di mentalità che vede nell’uso e nel recupero di tale risorsa uno strumento importante per garantire la sostenibilità ambientale ed economica e il recupero di una identità culturale quasi dimenticata.

  12. sviluppo di metodiche biomolecolari per la cattura e l'eradicazione del gambero rosso della Louisiana Procambarus clarkii (Girard, 1852)

    OpenAIRE

    Piazza, Federica

    2015-01-01

    L’obiettivo del presente progetto di dottorato consiste nello sviluppo di metodologie innovative per la gestione del Crostaceo Decapode Procambarus clarkii, il gambero rosso della Louisiana. La specie è considerata in gran parte del pianeta come aliena invasiva in quanto è in grado di diffondersi in habitat anche molto diversi da quello d’origine ed è diventata una minaccia per le specie di gamberi locali, con le quali entra in competizione, e provoca danni agli ecosistemi e all’economia. Le ...

  13. Environmental analysis of a tourist development project; Analisi ambientale per un progetto di sviluppo turistico

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Forni, A.; Colonna, N.; Olivetti, I. [ENEA, Divisione Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy)

    2001-07-01

    Planning a sustainable development project needs the integration of two requirements: increasing quality of life and environmental protection for the territory and the local community. The relationship between tourism and environment passes through the interaction between three subjects: population, tourists and landscape. They all get advantages and disadvantages from the tourist activity. Nowadays the tourism often is satisfied through a deep exploitation of the natural features of the territory. In order to carry out a development based on the sustainability principles, environmental issues have to be incorporated in any tourist project. The paper deals with a tourist development project in the Sardinia region, in the area surrounding Cagliari. The project, named Golfo degli Angeli, will be double the anthropic presences during the tourist season. Consequently natural resources exploitation will increase: especially soil (building areas and not), water (drinking and not), energy (electric and not) and obviously the production of liquid and solid wastes, will increase too. In order to deal with a growing anthropic load, in a short period of the year, it should be taken into account the managerial and technological aspects related to the environment. This paper focuses on the environmental impact and the environmental critical elements, mainly: water purification systems, water supply, waste disposals, productive systems fulfilment of EMAS environmental conditions on industrial sites, landscape protection and the contribution the project gives to reach Kyoto's targets. In order to highlight any important environmental topic the main elements of the Italian guidelines for the Strategic Environmental Assessment (S.E.A.) have been considered. [Italian] La progettazione di un intervento di sviluppo sostenibile richiede l'integrazione di due esigenze: consentire a tutta la popolazione di fruire di un incremento della qualita' della vita e la salvaguardia

  14. Ann Banfield, Lo sviluppo storico dello stile narrativo Ann Banfiled, The historical development of narrative style

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sara Sullam

    2010-06-01

    Full Text Available Il capitolo tratto da Unspeakable Sentences (1982 presenta un'ipotesi circa la nascita e lo sviluppo dello stile narrativo e in particolare dello stile indiretto libero. In opposizione alle teorie che ritengono che quest'ultimo si sia diffuso per imitazione, Banfield – lavorando all'interno del paradigma generativista – propone una teoria per cui esso sarebbe una pos- sibilità innata del linguaggio, che si realizza per la prima volta, e già nella sua forma compiuta, con la nascita del genere romanzo.The paper briefly summarizes the proposal made in 1965 that "Poetic Competence" is the basis for creating and evaluating poetry. That this competence lives on, but is different from linguistic competence is exemplified by a close look at the segmental and supra-segmental, morpho-syntactic, lexical, and conceptual structure of Hölderlin's poem An Zimmern, revealing a surprisingly complex and balanced structure of the apparently simple four lines. The second part of the paper discusses the question whether judgments about poetry are to be studied as based on the relation between specific properties of poems and persons. Finally the problem is raised, whether literary art is based on a specific Poetic Competence, or instantiates a general aesthetic ability applied to linguistic objects. This is construed as a speculative, but still empirical question.

  15. La diaspora dei lucchesi nel Trecento e il primo sviluppo dell’arte della seta a Firenze

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sergio Tognetti

    2014-10-01

    Full Text Available Il saggio si propone di analizzare un fenomeno chiave nella storia economica della Firenze trecentesca: il primo sviluppo dell’industria della seta. La nascita di questa manifattura  è dovuta all’immigrazione di imprenditori, maestranze e salariati di origine lucchese, come nel ben noto caso veneziano. Il contributo lucchese, dovuto ai numerosi esuli politici di orientamento guelfo, è indagato attraverso una eccezionale e pressoché sconosciuta fonte notarile fiorentina: i numerosi rogiti di Michele di Salvestro Contadini, notaio attivo dal 1324 al 1381, per molti anni in servizio presso l’Arte della seta o di Por Santa Maria.

  16. Politics and instruments for a sustainable development; Politiche e strumenti per uno sviluppo sostenibile

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Luciani, R.; Andriola, L. [ENEA, Casaccia (Italy). Dipt. Ambiente

    1999-06-01

    The new industrial political tools based on the sustainable development of productive activities, and originating at the Rio Conference in 1992, late introduced by the EU, the Government and voluntary organizations (ISO, CEM, UNI) are gradually entering the market, thereby underling their effect in terms of industrial competitiveness. The main tools were examined in the report and mostly refer to the voluntary ones which, in surpassing the 'command and control' logic, increasingly tend to get close to traditional fiscal, tariff and financial ones. Voluntary agreements, environmental management systems (EMAS, ISO 14001), the risk prevention systems (UNI 10617), certification (Eco label, ISO 14040) and environment communication tools (environment balance sheet, environmental report, environmental statement) are synthetically described. [Italian] I nuovi strumenti di politica industriale orientati allo sviluppo sostenibile delle attivita' produttive che traggono origene dalla conferenza di Rio del 1992 e sono stati introdotti successivamente da parte della Comunita' Europea, dal Governo e dagli organismi di normazione volontaria (ISO, CEN, UNI), stanno gradualmente penetrando sul mercato fecendo valere i loro effetti anche in termini di competitivita' delle imprese. Nel rapporto sono stati esaminati i principali tra questi strumenti con particolare riferimento a quelli volontari che sempre piu', nel superamento della logica del 'command-control', tendono ad affiancarsi a quelli tradizionali di carattere fiscale, tariffario e finanziario. In particolare vengono descritti sinteticamente gli accordi volontari, i sistemi di gestione ambientali e della sicurezza (EMAS, norme ISO 14001 e UNI 10617), certificazione di prodotto (Ecolabel, norma ISO 14040) e gli strumenti di comunicazione ambientale (bilancio ambientale, rapporto ambientale, dichiarazione ambientale).

  17. LO SVILUPPO DELLA PERSONALITÀ INTERCULTURALE NELLA RELAZIONE DIDATTICA UNO A UNO: STUDI DI CASO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marcella Panascì

    2014-07-01

    Full Text Available Questa ricerca si pone l’obiettivo di identificare strategie efficaci nella gestione dell’insegnamento uno a uno in contesti professionali. A partire da un’attenta riflessione sulle peculiarità di questo ambito di insegnamento, si analizzano i possibili percorsi di apprendimento che l’insegnante può intraprendere al fine di impostare una azione didattica incisiva. Si esaminano in particolare lo sviluppo della competenza strategica e metacognitiva e la costruzione della personalità interculturale come possibili chiavi di accesso a un apprendimento più consapevole e autonomo. Attraverso lo studio di tre casi differenti, questo contributo intende fornire idonei strumenti di analisi che possano guidare l’insegnante nel riconoscimento di un profilo non solo linguistico, ma anche cognitivo, metacognitivo e socio-affettivo dell’apprendente e nell’impostazione di una diversa azione didattica in armonia con le caratteristiche dell’allievo. The development of the intercultural personality in one-to-one teaching: case studies Marcella Panascì This study aims at identifying effective strategies in one-to-one teaching in professional contexts. Starting from a careful consideration of the peculiarities of this type of teaching, this study analyses the possible learning paths which the teacher can take in order to plan successful didactic actions. The development of strategic and meta-cognitive competences and the construction of an intercultural personality will be examined as possible way to a more independent and conscious way of learning. Through three different case studies, this article offers analysis strategies so that the teacher can recognize a student’s profile not only linguistically, but also which including cognitive, meta-cognitive and affective aspects in order to plan ad hoc didactic actions in harmony with the learner’s characteristics. 

  18. Environmental analysis of a tourist development project; Analisi ambientale per un progetto di sviluppo turistico

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Forni, A.; Colonna, N.; Olivetti, I. [ENEA, Divisione Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy)

    2001-07-01

    Planning a sustainable development project needs the integration of two requirements: increasing quality of life and environmental protection for the territory and the local community. The relationship between tourism and environment passes through the interaction between three subjects: population, tourists and landscape. They all get advantages and disadvantages from the tourist activity. Nowadays the tourism often is satisfied through a deep exploitation of the natural features of the territory. In order to carry out a development based on the sustainability principles, environmental issues have to be incorporated in any tourist project. The paper deals with a tourist development project in the Sardinia region, in the area surrounding Cagliari. The project, named Golfo degli Angeli, will be double the anthropic presences during the tourist season. Consequently natural resources exploitation will increase: especially soil (building areas and not), water (drinking and not), energy (electric and not) and obviously the production of liquid and solid wastes, will increase too. In order to deal with a growing anthropic load, in a short period of the year, it should be taken into account the managerial and technological aspects related to the environment. This paper focuses on the environmental impact and the environmental critical elements, mainly: water purification systems, water supply, waste disposals, productive systems fulfilment of EMAS environmental conditions on industrial sites, landscape protection and the contribution the project gives to reach Kyoto's targets. In order to highlight any important environmental topic the main elements of the Italian guidelines for the Strategic Environmental Assessment (S.E.A.) have been considered. [Italian] La progettazione di un intervento di sviluppo sostenibile richiede l'integrazione di due esigenze: consentire a tutta la popolazione di fruire di un incremento della qualita' della vita e la salvaguardia

  19. Immagini dietro le sbarre: l’utilizzo della fotografia per lo sviluppo dell’intelligenza emotiva dei detenuti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Emanuela Saita

    2015-12-01

    Full Text Available Nel presente contributo verrà descritto un intervento che utilizza tecniche fotografiche in attività trattamentali rivolte a soggetti in condizione di detenzione, attività le cui finalità sono la risocializzazione e la rieducazione del reo. Scopo dell'intervento è favorire lo sviluppo dell'intelligenza emotiva (IE, intesa come la capacità di comprendere e riconoscere i propri e gli altrui stati emotivi; essa infatti è associata in letteratura ad una riduzione della recidiva e ad un aumentato benessere dei soggetti reclusi. Le tecniche fotografiche costituiscono uno strumento in grado di superare barriere linguistico-culturali ed eventuali resistenze individuali per far emergere contenuti simbolici connessi a stati emotivi, credenze o percezioni. L'intervento descritto prevede incontri di gruppo, una tipologia di setting che diviene possibile strumento di apprendimento, riflessione sul sé, oltre che luogo di confronto e possibile cambiamento. La struttura degli incontri è tale da perseguire sia l'obiettivo generale (sviluppo dell'IE che obiettivi più specifici, calibrati su differenti categorie di detenuti. Ad esempio, favorire il reinserimento dopo la detenzione in caso di pene medio/brevi, piuttosto che l’accettazione della pena e l’adattamento alla vita carceraria, nel caso di pene più lunghe. Il contributo si chiude con un’apertura sulle possibili modalità di valutazione di tale intervento, al fine di giungere alla formulazione di un protocollo generalizzabile e applicabile a differenti contesti.

  20. I sistemi biometrici lo sviluppo dei mercati negli Usa, UE e nel mondo. La normativa frena quello italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Franco Zucchetti

    2007-04-01

    Full Text Available Negli ultimi anni il settore biometrico sta compiendo, a livello mondiale, importanti passi in avanti soprattutto in termini di sviluppo e di diffusione. Questo trend positivo riguarda il mondo anglosassone e, in particolare, la realtà statunitense dove i sistemi biometrici vengono utilizzati, nelle più svariate situazioni, sia come controllo della sicurezza fisica delle persone, sia come terminali per l’autorizzazione all’accesso. La stessa diffusione non è riscontrabile nella maggior parte dei Paesi europei e in Italia dove raffrontiamo una realtà assai atipica nella quale la biometria fa un gran parlare di sé ma, in concreto, viene utilizzata con molta difficoltà. Tuttavia, un punto di contatto tra tutti gli attori europei ed extraeuropei può essere individuato nello sviluppo del settore relativo al riconoscimento biometrico applicato ai passaporti ed alle carte di identità. Il processo di globalizzazione ha generato, infatti, grandi masse di individui in continuo e costante movimento da un Paese all’altro e, contestualmente, ha prodotto una crescente domanda di sicurezza soprattutto nei confronti della minaccia terroristica. Appare chiaro, quindi, come l’identificazione certa delle persone diventi una necessità e debba presentare tecnologie simili per essere utilizzate ovunque.

  1. Implicazioni di Basilea II per la stabilità finanziaria. Le nuvole si addensano sui paesi in via di sviluppo.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Tonveronachi

    2013-06-01

    Full Text Available Placing Basel II in the perspective of the more general trend in financial regulation, the paper analyses its efficacy an efficiency as a device ti foster financial resiliency. In assessing the criticism levelled against the New Accord, special attention is devoted to the case of the emerging countries. I suggest that Basel II is neither a sufficient, nor a necessary condition to attain systematic financial stability, especially in weak institutional and macro-policy environments. Taking also into account just how complex and onerous the scheme is, I conclude that the emerging countries should look for new international institutional arrangements based on the principle of a stability level playing field.  JEL Codes: E44, F53, G21, G28, O16Keywords: Basilea II, paesi in via di sviluppo

  2. ASSET e SIGOV, due soluzioni per associare il riordino territoriale allo sviluppo e alla governance del territorio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sinergis Dedagroup ICT Network

    2015-06-01

    Full Text Available Una riforma come quella di Delrio, che ridisegna profondamente i processi di governance del territorio, può rischiare di essere interpretata dagli Amministratori Locali dei Comuni, delle Province e delle Regioni, come un mero adempimento normativo.Ma come trasformarla in una concreta opportunità di crescita?Dedagroup ICT Network ha messo a punto, in collaborazione con Forum PA, un metodo e un insieme di soluzioni con cui accompagnare gli Enti nel processo di cambiamento legato alla riforma Delrio per fare di tale evoluzione unarisorsa per guidare lo sviluppo dei territori.

  3. Semi-groupes fortement automatiques

    CERN Document Server

    Mercat, Paul

    2011-01-01

    In this paper, we introduce the notion of strongly automatic semigroup, which implies the usual notion of auto- maticity. We focus on semigroups of \\beta-adics developpements, for which we obtain a criterion of strong automaticity.

  4. I musei di identità: un'opportunità per lo sviluppo locale e turistico delle aree marginali. Esperienze in Sardegna, Romania e Marocco

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Corsale

    2010-01-01

    Full Text Available Questo studio analizza la relazione virtuosa che può instaurarsi tra i musei di identità, il turismo culturale e lo sviluppo locale di comunità a economia debole. Vengono riportate le esperienze dei villaggi di Mamoiada (Italia, Sibiel (Romania e Ait Iktel (Marocco, nei quali, di recente, sono stati istituiti dei musei che valorizzano il patrimonio locale, in specie legato alla cultura contadina. Per tutti e tre i casi analizzati, i risultati ottenuti testimoniano l'esistenza di processi di crescita del turismo culturale con implicazioni positive per lo sviluppo locale. In particolare, è emerso che, finora, le attività svolte e promosse dai musei si sono inserite nel più ampio sistema locale, aggiungendo valore alle risorse del territorio e alle capacità produttive delle comunità di riferimento.

  5. Targets of industrial development and environmental indicators; Obiettivi di sviluppo industriale e indicatori di prestazioni ambientali. Relazioni di sintesi

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Forni, A.; Olivetti, I.; Scipioni, F. [ENEA, Div. Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Frascati, Frascati, RM (Italy); Orasi, A. [Rome Univ. La Sapienza, Rome (Italy). Facolta' di Statistica

    2001-07-01

    georeferenced representations. Conclusive lines regard not only the attitude of enterprises and their approach to environmental themes; the point of view is open to programming choices of regions and other local authorities regarding economic development and environmental protection, both their correlation with a very important national law referring to the funds for industrial development (which gives to regions remarkable role) and the answers of enterprises. [Italian] La ricerca ha inteso monitorare l'uso da parte delle imprese degli indicatori di performance ambientale, in relazione all'accesso a programmi di finanziamento nazionali e/o comunitari, e analizzare il rapporto tra programmazione dello sviluppo industriale e politiche territoriali degli enti locali e dello stato centrale. La ricerca ha focalizzato l'attenzione sulla Legge 488/92 che, tra gli strumenti di incentivazione diretta alle imprese, costituisce la legge di finanziamento piu' rilevante per diversi motivi. Anzitutto per l'impegno finanziario pubblico in quanto e perche' rappresenta la principale legge di finanziamento allo sviluppo dell'imprenditoria e di sostegno all'innovazione nelle aree depresse del Paese (ex aree ob. 1, 2 e 5 b.) Soprattutto, pero', la legge ricorre a degli indicatori ambientali per la valutazione del finanziamento ed ha un rinnovato e piu' ampio ruolo di strumento di attuazione della strategia ambientale del PON sviluppo imprenditoria locale nell'attuale periodo di programmazione dei fondi comunitari, 2000-2006. La delicatezza dell'argomento di studio che coinvolge piu' amministrazioni centrali dello stato e le istituzioni locali con ampie responsabilita', aggiunta alla sua complessita' (economica, sociologica ed ambientale) hanno indotto il gruppo di ricerca ad adottare un metodo di confronto il piu' ampio possibile con elementi scientifici e giuridici/programmatici gia' accettati ed in essere

  6. Le politiche ICT e il know-how delle Regioni per lo sviluppo del Sistema federato di IDT regionali

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sergio Farruggia

    2013-06-01

    Full Text Available Nell’ambito delle azioni promosse dal CISIS-CPSG riguardanti lo sviluppo delle Infrastrutture di Dati Territoriali (IDT, è stato svolto uno studio per comporre un quadro di riferimento conoscitivo, propedeutico alla definizione delle linee guida e dei contenuti tecnici “minimi comuni” per la formazione di IDT regionali di tipo federato su base interregionale, in un’ottica d’interoperabilità e di riuso dei dati.The standing Committee on GIS (CPSG of the InterregionalCentre for ICT, Geographic and Statistical Systems (CISIS has carried out a knowledge framework useful to define the guidelines for the creation of regional federated SDI on an interregional basis. The study has taken into consideration European and National initiatives concerning ICT and GI policies, the SDI concept shift in respect of the geospatial data use changing and the expertise of the Regions on this matter, already acquired within inter-institutional National and European projects.The article shows the main findings of the study and provides a synthetic description of the methodological approach in order to organize and plan the next actions.

  7. Targets of industrial development and environmental indicators; Obiettivi di sviluppo industriale e indicatori di prestazioni ambientali. Relazioni di sintesi

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Forni, A.; Olivetti, I.; Scipioni, F. [ENEA, Div. Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Frascati, Frascati, RM (Italy); Orasi, A. [Rome Univ. La Sapienza, Rome (Italy). Facolta' di Statistica

    2001-07-01

    georeferenced representations. Conclusive lines regard not only the attitude of enterprises and their approach to environmental themes; the point of view is open to programming choices of regions and other local authorities regarding economic development and environmental protection, both their correlation with a very important national law referring to the funds for industrial development (which gives to regions remarkable role) and the answers of enterprises. [Italian] La ricerca ha inteso monitorare l'uso da parte delle imprese degli indicatori di performance ambientale, in relazione all'accesso a programmi di finanziamento nazionali e/o comunitari, e analizzare il rapporto tra programmazione dello sviluppo industriale e politiche territoriali degli enti locali e dello stato centrale. La ricerca ha focalizzato l'attenzione sulla Legge 488/92 che, tra gli strumenti di incentivazione diretta alle imprese, costituisce la legge di finanziamento piu' rilevante per diversi motivi. Anzitutto per l'impegno finanziario pubblico in quanto e perche' rappresenta la principale legge di finanziamento allo sviluppo dell'imprenditoria e di sostegno all'innovazione nelle aree depresse del Paese (ex aree ob. 1, 2 e 5 b.) Soprattutto, pero', la legge ricorre a degli indicatori ambientali per la valutazione del finanziamento ed ha un rinnovato e piu' ampio ruolo di strumento di attuazione della strategia ambientale del PON sviluppo imprenditoria locale nell'attuale periodo di programmazione dei fondi comunitari, 2000-2006. La delicatezza dell'argomento di studio che coinvolge piu' amministrazioni centrali dello stato e le istituzioni locali con ampie responsabilita', aggiunta alla sua complessita' (economica, sociologica ed ambientale) hanno indotto il gruppo di ricerca ad adottare un metodo di confronto il piu' ampio possibile con elementi scientifici e giuridici/programmatici gia' accettati ed in essere

  8. Il difficile rapporto tra cultura e mercato in Italia. Note a margine della ricerca "Le attività culturali e lo sviluppo economico: un esame a livello territoriale"

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ginevra Domenichini

    2013-01-01

    Full Text Available Il contributo presenta gli esiti della ricerca condotta da Enrico Beretta e Andrea Migliardi sulle interdipendenze tra il settore culturale italiano e il sistema produttivo del Paese; oggetto di analisi sono, in particolare, le attività culturali a contenuto non industriale – arti visive, spettacolo dal vivo, patrimonio artistico-culturale. Partendo dal presupposto che tali risorse possono in vari modi concorrere allo sviluppo, gli Autori propongono una analisi delle dimensioni e caratteristiche del settore da un punto di vista economico e gestionale-amministrativo. Le considerazioni avanzate in merito allo sfruttamento di tale risorsa e gli interventi di policy proposti per una sua corretta valorizzazione offrono un significativo contributo sotto il profilo teorico-conoscitivo e applicativo al dibattito, estremamente attuale, sul valore e le potenzialità di sviluppo, anche economico, del settore.   The paper presents the output of the research conducted by Enrico Beretta and Andrea Migliardi on the connections between the Italian cultural sector and the Country’s economy; the study focuses, in particular, on non industrial cultural activities which include the visual and performing arts and the heritage. Acknowledging their contribution to development, the Authors analyse the dimensions and characteristics of the sector both from an economic and administrative/managerial perspective. Their remarks on the current level of exploitation of such resource and the suggested policy recommendations for its enhancement represent a valuable contribution to the current debate on the value and development potentials of the sector.

  9. Proposal of development of an advanced IORT system; Proposta di sviluppo di un sistema IORT di avanguardia

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ronsivalle, C. [ENEA, Centro Ricerche Frascati, Rome (Italy). Unita tecnico scientifica Tecnologie Fisiche Avanzate; Casali, F. [Bologna Univ., Bologna (Italy), Dipartimento di fisica; Colavita, E. [Calabria Univ., Arcavacata (Italy). Diparimento di fisica; Lamanna, E. [Magna Graecia Univ., Germaneto (Italy). Dipartimento di medicina sperimentale e clinica

    2005-07-15

    In the last years there has been an increasing interest on IORT (Intraoperative Radiation Therapy), also because of the development of dedicated accelerators. This technique represents a very effective oncological treatment consisting in delivering a single high dose on a tumour bed soon after surgery resection. In the following we present the proposal of development of a last generation IORT system based on the use of a linear accelerator with variable energy in the range 3-15 MeV, operating in C band (5712 MHz). Respect to the accelerator used in the commercial IORT systems operating at a typical frequency of 2998 MHz (S band) limited to a maximum energy of 12 MeV, the use of a higher RF frequency allows an increase of the maximum energy. This extends the use of the IORT technique to a wider field of tumors and an improvement of the system in terms of compactness and weight reduction. In addition the machine will be provided with a devoted absolute dosimetry system that will strongly simplify the procedures of dosimetric characterization. We intend to develop the system by a collaboration between ENEA, some Universities (Bologna, Catanzaro and Cosenza) and the national industry. [Italian] Negli ultimi anni si e sviluppato un sempre maggior interesse intorno alla Radioterapia IntraOperatoria (IORT), una particolare tecnica radioterapica che permette di irradiare la zona interessata da un tumore durante un intervento chirurgico utilizzando un fascio di elettroni prodotto da un acceleratore. La diffusione di questa metodica e stata favorita dalla presenza sul mercato di acceleratori installabili direttamente in sala operatoria. Come conseguenza di questa disponibilita sono emerse sia nuove esigenze legate alle particolari applicazioni cliniche, sia richieste di facilita di utilizzo e perfomances sempre piu sofisticate. Viene qui presentata una proposta di sviluppo di un sistema IORT di ultima generazione basato sull'utilizzo di un acceleratore lineare con

  10. Banks, environment and sustainable development. EMAS regulation n. 761/2001/EC applied to the financial institutions; Banche, ambiente e sviluppo sostenibile l'adesione degli istituti finanziari al regolamento EMAS

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Andriola, L.; Ingrisano, G.; Sampognaro, G. [ENEA, Divisione Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy)

    2001-07-01

    The purpose of this work is to characterize the role of the financial institutions in achieving sustainable development meaning a process of development which leaves at least the same amount of capital, natural and man-made, to future generations as current generations have access to. This makes it clear that sustainable development is about capital allocation and thus should be at the core of financial markets activity. On a more practical level the different ways banks affect environment are analyzed: as investors - supplying the investments with environmental perspective; as lenders - developing new financial products to encourage sustainable development; as valuers - estimating risks and opportunities in project-financing; as powerful stake holders - as shareholders and lenders they can exercise considerable influence over companies; - as polluters - while not dirty industries, financial institutions do consume natural resources. By the study of these environmental aspects it comes out that bank should introduce the environmental variable in internal management to reduce their own impacts and, above all, in credit assessment, in development of new financial products to encourage businesses to invest in duty technologies and adopt environmental management systems (EMAS, ISO 14001), and in helping small shareholders in deciding how to invest their own money, for example advising Green funds. [Italian] Lo scopo del presente lavoro e' individuare il ruolo delle istituzioni finanziarie nel perseguire uno sviluppo sostenibile ossia un processo di sviluppo che lasci alle generazioni future lo stesso capitale, naturale e creato dall'uomo, di cui dispone l'attuale generazione. Da tale affermazione risulta evidente che lo sviluppo sostenibile e' relazionato alle scelte di investimento e dovrebbe dunque essere il core-business dei mercati finanziari. Piu' in dettaglio vengono analizzati i differenti modi con cui la banca influenza l

  11. Eco-compatible products and processes development. ENEA promotion actions; Sviluppo di prodotti e processi ecocompatibili. Le attivita' dell'ENEA

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Luciani, R. [ENEA, Divisione Tecnologie Ingegneria e Servizi Ambientali, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Andriola, L. [ENEA, Divisione Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy)

    2001-07-01

    The new industrial political tools based on the Sustainable development of productive activities and originating at the Rio Conference in 1992, late introduced by the EU, the Government and voluntary organizations (ISO, CEM, UNI) are gradually entering the market, thereby underlying their effect in terms of industrial competitiveness. The main tools were examined in this report and mostly refer to the voluntary ones which, in surpassing the Command and Control logic, increasingly tend to get close to traditional fiscal, tariff and financial ones. [Italian] I nuovi strumenti di politica industriale orientali allo Sviluppo Sostenibile delle attivita' produttive che traggono origine dalla Conferenza di Rio del 1992 e sono stati introdotti successivamente da pare della Comunita' Europea, dal Governo e dagli Organismi di normazione volontaria (ISO, CEN, UNI), stanno gradualmente penetrando sul mercato facendo valere i loro effetti in termini di competitivita' delle imprese. Nel rapporto sono stati esaminati i principali tra questi strumenti con particolare riferimento a quelli volontari che sempre piu', nel superamento della logica del Command-Control, tendono ad affiancarsi a quelli tradizionali di carattere fisale, tariffario e finanziario.

  12. World wide web and virtual reality in developing and using environmental models; Realta' virtuale e Web per sviluppo di modelli ambientali

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Guariso, G. [Milan Politecnico, Milan (Italy). Dipt. di Automatica

    2001-03-01

    The application of World wide web as an active component of environmental decision support system is still largely unexplored. Environmental problems are distributed in nature, both from the physical and from the social point of view; the Web is thus an ideal tool to share concepts and decisions among multiple interested parties. Also Virtual Reality (VR) that has not find, up to know, a large application in the development and teaching of environmental models. The paper shows some recent applications that highlight the potential of these tools. [Italian] L'uso della rete Internet come componente attiva di sistemi di supporto alle decisioni e' ancora largamente da esplorare. Soprattutto in campo ambientale, i problemi si presentano naturalmente come distribuiti sia sul territorio sia tra le componenti sociali, e quindi il World Wide Web e' uno strumento ideale per condividere informazioni e azioni. Anche la realta' virtuale (VR) e' stata finora poco usata per lo sviluppo e l'addestramento sui problemi ambientali. L'articolo mostra invece alcuni esempi che mettono in luce il grande potenziale di questi strumenti.

  13. Implicazioni di Basliea II per la stabilità finanziaria. Le nuvole si addensano sui paesi in via di sviluppo (Implications of Basel II for financial stability. The clouds are gathering on the countries in the developing

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Tonveronachi

    2009-12-01

    Full Text Available Nella prospettiva della più generale tendenza che caratterizza la regolamentazione finanziaria, il lavoro analizza l’efficacia e l’efficienza di Basilea II come strumento per promuovere la resilienza finanziaria. Nel valutare le critiche al Nuovo Accordo particolare attenzione è posta al caso dei paesi in via di sviluppo. Basilea II appare non essere condizione necessaria né sufficiente per raggiungere la stabilità finanziaria sistemica, specie in condizioni di debolezza delle istituzioni e delle politiche macroeconomiche. Anche considerando la complessità e l’onerosità dello schema, si conclude che i paesi in via di sviluppo dovrebbero mirare alla creazione di nuovi accordi internazionali basati su condizioni di parità (level playing field definiti in termini di stabilità.   In the context of a more general trend that characterizes the financial regulation, the paper analyzes the effectiveness and efficiency of Basel II as a tool to promote financial resilience. In assessing the criticisms of the New Accord, special attention is given to the case of countries in the developing world. Basel II does not appear to be necessary nor a sufficient condition to reach the systemic financial stability, especially under conditions of weak institutions and macroeconomic policies. Even considering the complexity and the burden of the scheme, it is concluded that the developing countries should aim at the creation of new international agreements based on an equal footing (level playing field defined in terms of stability.  JEL Codes: E44, F53, G21, G28, O16Keywords: regolamentazione finanziaria, Basilea II, parità, sviluppo

  14. The new industrial political tools based on the sustainable development of productive activities; Gli strumenti attuativi di una politica di sviluppo sostenibile dell'impresa

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Luciani, R.; Andriola, L. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Ambiente

    1999-07-01

    The new industrial political tools based on the sustainable development of productive activities, and originating at the Rio Conference in 1992, late introduced by the European Union, the Government and voluntary organizations (ISO, CEM, UNI) are gradually entering the market, thereby underling their effect in terms of industrial competitiveness. The main tools were examined in the report and mostly refer to the voluntary ones which, in surpassing the command and control logic, increasingly tend to get close to traditional fiscal, tariff and financial ones. Voluntary agreements, environmental management systems (EMAS, ISO14000), the risk prevention systems (UNI 10617), certification (Ecolabel, ISO 14040) and environment communications tools (environment balance sheet, environmental report, environmental statement) are synthetically described. Finally, the tools regarding the incentives still under Government concern an their diffusion are examined. [Italian] I nuovi strumenti di politica industriale orientati allo sviluppo sostenibile delle attivita' produttive che traggono origine dalla Conferenza di Rio del 1992 e sono stati introdotti successivamente da parte della Comunita' Europea, dal Governo e dagli organismi di normazione volontaria (ISO, CEN, UNI), stanno gradualmente penetrando sul mercato facendo valere i loro effetti anche in termini di competitivita' delle imprese. Nel rapporto sono stati esaminati i principali tra questi strumenti con particolare riferimento a quelli volontari che sempre piu', nel superamento della logica del {sup c}ommand-control{sup ,} tendono ad affiancarsi a quelli tradizionali di carattere fiscale, tariffario e finanziario. In particolare vengono descritti sinteticamente gli accordi volontari, i sistemi di gestione ambientali e della sicurezza (EMAS, norme ISO 14001 e UNI 10617), la certificazione di prodotto (Ecolabel, norma ISO 14040) e gli strumenti di comunicazione ambientale (bilancio ambientale, rapporto

  15. Erosão real e estimada através da RUSLE em estradas florestais, em relevo ondulado a fortemente ondulado Real and estimative erosion through RUSLE from forest roads in undulated at heavily undulated relief

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carla Maria Camargo Correa

    2010-08-01

    Full Text Available O objetivo deste trabalho foi avaliar as perdas de solo provenientes de trechos de estradas de uso florestal inseridas na região de Itaiópolis, Santa Catarina, que apresenta relevo ondulado a fortemente ondulado em dois tipos de solo: Cambissolo Húmico Distrófico típico e Argissolo Vermelho-Amarelo Distrófico típico. A erosividade da chuva foi calculada através de pluviogramas e de dados de pluviosidade da empresa Rigesa - Soluções em Embalagens MeadWestvaco; a erosividade do solo foi calculada em função dos resultados de análises, a declividade e comprimento de rampa foram medidos em campo e os fatores C e P, estipulados através da literatura. A hipótese de similaridade entre os valores reais monitorados pelo período de um ano e os valores estimados pela RUSLE foi evidenciada através de análise estatística, que apresentou alta correlação nos tratamentos avaliados e se manteve dentro do limite crítico proposto pela análise, validando, portanto, essa hipótese.The objective of this work was to evaluate the soil losses from a portion of forest roads located in a region with undulated to heavily undulated relief in two types of soil: Humic Cambissoil, typical Dystrophic and Red-Yellow Argissoil, typical Dystrophic. The rainfall erosivity was calculated using rainfall data through the Rigesa Company, the soil erodibility was calculated based on the results of the analyses, the declivity and the slope length were measured in the field, and Factors C and P were estimated from literature. The similarity hypothesis between the real values monitored over a one year period and the estimated values using the RUSLE were evidenced via statistical analyses that presented high correlations in the evaluated treatments, remaining inside the critical limit considered for the analyses, therefore validating the hypothesis.

  16. Sustainable development applied to the Italian territorial planning, sustainable management of the renewable and un renewable resources; Problematiche territoriali relative al suolo, al sottosuolo, alle acque e contributo allo sviluppo sostenibile nazionale

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Basili, M.; Colonna, N.; Del Ciello, R.; Grauso, S.; Napoleoni, S.; Zarlenga, F. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Ambiente

    1998-07-01

    The paper carries out on analysis on the state of the art about sustainable development applied to the territorial planning. Tree types of approach to the sustainability are described: social, economic and environmental, using a large bibliography starting from the Bruntland report. The Italian situation is discussed. An operative proposal on the sustainable management of the renewable and un renewable resources: groundwater, soil and building materials are defined for the Italian context. [Italian] Nel lavoro vengono descritti i principi generali dello sviluppo sostenibile ed i tre tipi di approccio derivanti dall'analisi dell'imponente bibliografia degli ultimi quindici anni, a partire dal rapporto Bruntland che per primo ne ha preso in considerazione i concetti. Vengono proposte tre architetture logiche per procedure di gestione sostenibile delle risorse nel contesto istituzionale italiano.

  17. Famiglia, figli e sviluppo sostenibile

    OpenAIRE

    Luigi Pierfranco Campiglio

    2011-01-01

    The aim of this paper is to explain the economic causes and consequences of the sharp decline in Italy’s fertility rate, the most dramatic decline in the world together with that in Japan. The main cause is shown to originate in the mid-seventies: a sudden increase in the unemployment rate among young people, which has remained at a high level since then, for 40 years being closely associated with the country’s economic activity. The same pattern has been found for many other countries, albei...

  18. School, environment and sustainable development eco-management and audit scheme (EMAS) applied to schools; Scuola, ambiente e sviluppo sostenibile. L'adesione degli istituti di istruzione al regolamento (CE) N. 761/2001 EMAS

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Andriola, L.; Ceccacci, R. [ENEA, Divisione Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy)

    2001-07-01

    The topic discussed in this report can be inserted within the context of the activities carried out by ENEA - Environment and Territory Division - in the field of the EC Environmental Management and Audit Scheme (EMAS) promotion. EMAS, that is a voluntary environmental policy instrument, intend to replace the conflicting relationship between control authority and firm with a relationship focused on a conflicting relationship between control authority and firm with a relationship focused on a dialogue and action agreed upon by the parties, on the basis of impartial and reliable information. This report illustrates in a preliminary phase, contents and aims of the EDUCH-EMAS Pilot Project which could be used as a guideline for the application of Regulation n. 761/2000/EC to Schools in Italy. [Italian] L'argomento trattato nel presente lavoro e' stato sviluppato nell'ambito delle attivita' di promozione del Sistema comunitario di Ecogestione e Audit (EMAS), condotte dalla Divisione Caratterizzazione dell'Ambiente e del Territorio dell'ENEA. Lo strumento EMAS, che ha caratterre di volontarieta', intende sostituire un rapporto di tipo conflittuale tra autorita' di controllo ed impresa, con un rapporto centrato su un dialogo ed un'azione concentrata tra le parti, sulle basi di un'informativa obiettiva ed affidabile. Il presente rapporto, illustra in fase preliminare i contenuti e gli obiettivi del progetto Pilota EUDUCH EMAS, che si propone come sviluppo successivo di descrivere il percorso per l'applicazione del Regolamento CE N. 761/2000 (EMAS) alle strutture scolastiche italiane.

  19. Electrons fortement correles: Une approche perturbative a couplage fort

    Science.gov (United States)

    Pairault, Stephane

    Nous présentons une nouvelle méthode perturbative à couplage fort, reposant sur un analogue fermionique de la transformation de Hubbard- Stratonovitch, et susceptible d'être appliquée à plusieurs hamiltoniens de la physique du solide. Nous établissons une théorie diagrammatique, gouvernée par des règles de Feynman modifiées, et montrons que, pour mener à un poids spectral physiquement acceptable, le développement de la fonction de Green doit être paramétré sous la forme dune fraction continue. Appliquée à l'ordre trois au modèle de Hubbard à demi-remplissage, cette méthode permet d'établir un diagramme de crossover dans lequel on peut distinguer trois régions de comportements différents: conducteur, isolant paramagnétique, et isolant à fortes corrélations antiferromagnétiques. Le rôle des ordres plus élevés de la théorie des perturbations, et les limites de fiabilité de la solution, notamment à basse température, sont ensuite débattus. Nos conclusions sont confrontées avec succès aux résultats de simulations Monte-Carlo. On calcule le facteur d'occupation double et la susceptibilité magnétique dynamique non uniforme, avant d'examiner la transition métal- isolant induite par le dopage. Finalement, deux solutions partiellement autocohérentes sont analysées. Puis, on incorpore le désordre dans le modèle de Hubbard afin d'étudier la transition métal-isolant en présence d'impuretés. Deux schémas d'approximation (à fort et faible désordre) sont discutés.

  20. A tese da veracidade na teoria da informação fortemente semântica de Floridi e o paradoxo de Bar-Hillel-Carnap = The veracity thesis in floridi’s theory of strongly semantic information and the Bar-Hillel-Carnap paradox

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alonso, Bernardo Gonçalves

    2012-01-01

    Full Text Available Neste artigo defendo que a Teoria da Informação Fortemente Semântica de Floridi (2004 – TIFS – está correta ao assumir a Tese da Veracidade, que por sua vez orienta a definição de informação semântica como “p é informação se e somente se p é constituído por dados bemformados, com significado e verdadeiros”. Argumento que a teoria não é arbitrária, pois dá conta do desembaraço de conundrums filosóficos importantes, principalmente por evitar o paradoxo de Bar-Hillel e Carnap (1953, que é gerado a partir da teoria clássica da informação semântica. Primeiro é discutido um dos principais resultados da teoria clássica, o de produzir “sentenças muito informativas para serem verdadeiras”. Depois são resumidas as motivações para a elaboração de uma “lógica de estar informado” e é mostrado como o sistema KTB-IL é montado e modelado mantendo-se entre os seus axiomas o da veracidade – K ou A4. Finalmente, a TIFS é examinada e defendida ao mostrar que ela restringe aleticamente a extensão do conceito clássico de informação para evitar problemas com tautologias e contradições. A TIFS oferece uma solução original ao capturar nossas intuições modais a respeito da informatividade como noção básica

  1. Maslov Shear-Waveforms in Highly Anisotropic Shales and Implications for Shear-Wave Splitting Analyses Formes d'onde transversales de Maslov dans les argiles fortement anisotropes et implications dans les analyses de biréfringence des ondes transversales

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Caddick J.

    2006-12-01

    énéralement anisotropes. Dans le présent article, nous calculons les formes d'onde sismiques pour des argiles fortement anisotropes en employant la théorie asymptotique de Maslov (MAT. Cette théorie est une extension de la théorie classique des rayons qui fournit des formes d'onde valides dans les zones des caustiques (repliement du front d'onde, là où les amplitudes de la théorie des rayons sont instables. La théorie asymptotique des rayons (ART est basée sur le rayon géométrique ou rayon de Fermat qui relie la source au récepteur. Par contre, la solution de Maslov intègre les données sur des rayons contigüs qui ne sont pas des rayons de Fermat. Les rayons, les temps de propagation, les amplitudes et les sismogrammes synthétiques sont présentés pour trois argiles fortement anisotropes en utilisant un modèle 1D très simple composé d'une argile anisotrope sus-jacente à une argile isotrope. Les formes d'onde ART ne réussissent pas à rendre compte des effets de formes d'onde complexes dues à la triplication. En comparaison, les formes d'onde MAT prévoient les amplitudes régulières aux sommets du front d'onde et les signaux diffractés à partir de ces sommets. Une solution de Maslov qui intègre les contributions des rayons sur une composante unique de lenteur se détériorera si les rayons se focalisent en 3D (sur un point plutôt que le long d'une ligne. Une des argiles testées exhibe cette caustique, et l'intégration sur deux composantes de lenteur est nécessaire pour éliminer la singularisation en amplitude. Nous examinons enfin les effets des triplications du front d'onde sur les rotations de Alford qui sont utilisées pour évaluer la biréfringence des ondes transversales. Dans de tels cas, la rotation trouve avec succés la polarisation de l'onde transversale rapide, mais elle peut s'avérer peu fiable pour l'estimation de l'écart de temps d'arrivée entre les deux ondes transversales.

  2. Geopolimeri: "ceramiche" per uno sviluppo sostenibile

    OpenAIRE

    Medri, Valentina

    2009-01-01

    Geopolymers are inorganic polymeric materials developed in 70's by Joseph Davidovits. Geopolymers mimic natural minerals and they are the products of a geo-synthesis, i.e. a reaction that chemically integrates minerals. Geopolymers belong to the class of the chemically bonded ceramics (CBCs): they are synthesised at low temperature from a variety of materials including recycled resources and mineral wastes, reducing the energy demands and environmental impact during their production. For this...

  3. SVILUPPO DI SOLUZIONI SOFTWARE PER LA SISMOLOGIA

    OpenAIRE

    Lanucara, Piero; Ruggiero, Vittorio; Zampini, Stefano; Ferraro, Luca

    2012-01-01

    Sviluppare soluzioni software per la sismologia è diventato, ormai, indispensabile per comprendere i complessi fenomeni che regolano il funzionamento del sistema Terra, come ad esempio: lo studio degli effetti di Sito che consentono di caratterizzare con estrema precisione l’impatto in superficie di un terremoto potenzialmente distruttivo; la derivazione di modelli per lo studio della deformazione cosismica prodotta da grandi terremoti; le simulazioni dirette per il calcolo dei campi di defor...

  4. Il governo del territorio: bellezza, sviluppo, tutela

    OpenAIRE

    Carlo Terpolilli

    2014-01-01

    articolo scritto in occasione del convegno sul piano territoriale di coordinamento della prov. di Firenze come contributo alla definizione delle categorie estetiche proprie di un piano che non vuole essere solo e soltanto strumento di tecnica urbanistica ma che si ponga come strumento teorico normativo per lo svulippo futuro di un territorio straordinario come la città metropolitana di Firenze

  5. La narrazione nello sviluppo del bambino

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Dolores Rollo

    2015-08-01

    Full Text Available Narrative in Infant’s Development - Many recent works recall the pioneering work on joint picture book reading of Bruner and Ninio, sharing with the original study the idea that this interactive situation represents an important developmental event, in which the parent can communicate knowledge about things and the way things happen. The narrative format of joint picture book reading has been linked to children’s language development, print concepts, emergent readings, as well as to cognitive, socio-emotional and theory of mind development during the preschool years. In fact, the narrative form refers to a mundane event, with a specific setting in time and place, recounts a central achievement or goal, its motivation, accompanying emotions, as well as a conclusion and evaluation. The purpose of this study is to explore joint book reading as a systemic context in which there are three fundamental components: a book reader, a child and a book. Joint Picture Book, Narrative, Children’s Development, Theory of Mind, Language

  6. Ricerca e valutazione delle ICT nell'educazione in Europa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sigmund Lieberg

    2001-01-01

    Full Text Available Nell'ultimo decennio i politici hanno definito una nuova agenda per la ricerca educativa. Le politiche di innovazione dei sistemi formativi, fortemente focalizzate su questioni che coinvolgono le ICT, hanno avuto l'esigenza di sviluppare una conoscenza sistematica su come le ICT possono contribuire all'apprendimento e allo sviluppo della scuola.

  7. Sviluppo industriale nei paesi in via di sviluppo e ruolo degli interventi pubblici

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    S. LALL

    2013-10-01

    Full Text Available The work argues that while export orientation (in the sense of providing neutral incentives between foreign and domestic markets is desirable, the experience of successful industrialisers does not support the minimalist government role prescribed. On the contrary, the most successful industrialisers have been dynamic precisely because they intervened heavily in the process of building up technological capabilities. Their interventions were both “functional” and “selective”, though the extent and choice of intervention varied greatly.  JEL Codes: O14Keywords: industrialisation, government intervention, developing countries

  8. Il ruolo del Mediterraneo nello sviluppo locale.Appunti verso uno sviluppo equilibrante

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fabio Naselli

    2003-09-01

    Full Text Available L’auteur s’interroge, dans une perspective sociologique, sur l’avenir du modèle culturel méditerranéen à l’heure de la mondialisation.L'autore s'interroga, in un'ottica sociologica, sul futuro del modello culturale mediterraneo all'epoca della globalizzazione.

  9. Strongly coupled dispersed two-phase flows; Ecoulements diphasiques disperses fortement couples

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Zun, I.; Lance, M.; Ekiel-Jezewska, M.L.; Petrosyan, A.; Lecoq, N.; Anthore, R.; Bostel, F.; Feuillebois, F.; Nott, P.; Zenit, R.; Hunt, M.L.; Brennen, C.E.; Campbell, C.S.; Tong, P.; Lei, X.; Ackerson, B.J.; Asmolov, E.S.; Abade, G.; da Cunha, F.R.; Lhuillier, D.; Cartellier, A.; Ruzicka, M.C.; Drahos, J.; Thomas, N.H.; Talini, L.; Leblond, J.; Leshansky, A.M.; Lavrenteva, O.M.; Nir, A.; Teshukov, V.; Risso, F.; Ellinsen, K.; Crispel, S.; Dahlkild, A.; Vynnycky, M.; Davila, J.; Matas, J.P.; Guazelli, L.; Morris, J.; Ooms, G.; Poelma, C.; van Wijngaarden, L.; de Vries, A.; Elghobashi, S.; Huilier, D.; Peirano, E.; Minier, J.P.; Gavrilyuk, S.; Saurel, R.; Kashinsky, O.; Randin, V.; Colin, C.; Larue de Tournemine, A.; Roig, V.; Suzanne, C.; Bounhoure, C.; Brunet, Y.; Tanaka, A.T.; Noma, K.; Tsuji, Y.; Pascal-Ribot, S.; Le Gall, F.; Aliseda, A.; Hainaux, F.; Lasheras, J.; Didwania, A.; Costa, A.; Vallerin, W.; Mudde, R.F.; Van Den Akker, H.E.A.; Jaumouillie, P.; Larrarte, F.; Burgisser, A.; Bergantz, G.; Necker, F.; Hartel, C.; Kleiser, L.; Meiburg, E.; Michallet, H.; Mory, M.; Hutter, M.; Markov, A.A.; Dumoulin, F.X.; Suard, S.; Borghi, R.; Hong, M.; Hopfinger, E.; Laforgia, A.; Lawrence, C.J.; Hewitt, G.F.; Osiptsov, A.N.; Tsirkunov, Yu. M.; Volkov, A.N.

    2003-07-01

    This document gathers the abstracts of the Euromech 421 colloquium about strongly coupled dispersed two-phase flows. Behaviors specifically due to the two-phase character of the flow have been categorized as: suspensions, particle-induced agitation, microstructure and screening mechanisms; hydrodynamic interactions, dispersion and phase distribution; turbulence modulation by particles, droplets or bubbles in dense systems; collective effects in dispersed two-phase flows, clustering and phase distribution; large-scale instabilities and gravity driven dispersed flows; strongly coupled two-phase flows involving reacting flows or phase change. Topic l: suspensions particle-induced agitation microstructure and screening mechanisms hydrodynamic interactions between two very close spheres; normal stresses in sheared suspensions; a critical look at the rheological experiments of R.A. Bagnold; non-equilibrium particle configuration in sedimentation; unsteady screening of the long-range hydrodynamic interactions of settling particles; computer simulations of hydrodynamic interactions among a large collection of sedimenting poly-disperse particles; velocity fluctuations in a dilute suspension of rigid spheres sedimenting between vertical plates: the role of boundaries; screening and induced-agitation in dilute uniform bubbly flows at small and moderate particle Reynolds numbers: some experimental results. Topic 2: hydrodynamic interactions, dispersion and phase distribution: hydrodynamic interactions in a bubble array; A 'NMR scattering technique' for the determination of the structure in a dispersion of non-brownian settling particles; segregation and clustering during thermo-capillary migration of bubbles; kinetic modelling of bubbly flows; velocity fluctuations in a homogeneous dilute dispersion of high-Reynolds-number rising bubbles; an attempt to simulate screening effects at moderate particle Reynolds numbers using an hybrid formulation; modelling the two-phase flow, current distribution and mass transfer along a vertical gas evolving electrode; a two-way coupled model for dilute multiphase flows. Topic 3: turbulence modulation by particles, droplets or bubbles in dense systems: influence of particles on the transition to turbulence in pipe flow; comparison between a point particle model and a finite-diameter-model for the particle turbulence interaction in a suspension; the effect on turbulence by bubbles rising through it under buoyancy; the physical mechanisms of modifying the structure of turbulent homogeneous shear flows by dispersed particles; influence of hydrodynamic interactions between particles on the turbulent flow in a suspension; review of relationships between Lagrangian and Eulerian scales; a two-point PDF for modelling turbulent dispersed two-phase flows and derivation of a two field model; mathematical and numerical modeling of two-phase compressible flows with micro-inertia. Topic 4: collective effects in dispersed two-phase flows clustering and phase distribution: hydrodynamic structure of downward bubbly flow; influence of gravity on the dynamics of a turbulent bubbly pipe flow; experimental study of two-phase flows; particle clusters formed in dispersed gas-solid flows: simulations and experiments; experimental study of the turbulence in bubbly flows at high void fraction; first step in the study of the correlation between air/water flow fluctuations and random buffering forces; clustering and settling velocity of micro-droplets in a grid turbulence. Topic 5: large scale instabilities and gravity driven dispersed flows: new 'non-isothermal' linear instability modes in fluidized beds and bubbly flows; large scale instability in a confined buoyant shear layer; convective instability in uniform dispersed layers; structures in gravity driven bubbly flows; effects of concentration profiles on velocity profiles in sewer; pyroclastic density currents viewed as mammoth scale two-phase flows; mixing and dissipation in particle-driven gravity current; a model for highly concentrated suspensions in a diffusive turbulence. Topic 6: strongly coupled two-phase flows involving reacting flows, phase change: microparticle formation in a reacting flow; crystallization and melting in two-phase flows from a non-equilibrium thermodynamics viewpoint; study of a statistical modeling of turbulent flows with very variable density, application to atomization; breakup mechanisms in coaxial atomization; application of Batchelor's fluidized bed stability analysis for wispy-annular flow; unsteady effects induced by non-uniformities of particle concentration in a two-phase boundary layer; one-way and two-way coupled gas-particle flows over a blunt body: the role of particle particle collisions and the shielding effect; particulate aerosols spreading in the planetary boundary layer on complex terrain. Model development and validation examples.

  10. Banche, territorio e sviluppo (Banks, Regions and Development

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pietro Alessandrini

    2012-04-01

    Full Text Available From the 1980s onwards the banking sectors in all the industrialised countries have been experiencing intense restructuring, aggregation and consolidation, radically changing their ownership structures and geography. Whatever the reasons behind such restructuring processes, the globalisation of the credit markets, the consolidation of banking structures, the removal of barriers to the free location of banks and their penetration of peripheral markets pose two main questions. Will integration of the banking systems lead to a narrowing or a widening of the development gap between regions? What relations will there be between financial centres and the periphery, and how will financial labour be divided between national (international banks and local (regional banks? The aim of this paper is to address such questions in the light of recent developments in the theoretical and empirical literature on financial integration.  JEL Codes: G21, G28, G34Keywords: Bank, Banking, Credit, Globalization, Restructuring

  11. Multiutility enterprises development; Lo sviluppo delle imprese multiutility

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Salini, M. P. [Ente Nazionale Idrocarburi SpA, Rapporti Istituzionali per l' Italia e l' Unione Europea, Rome (Italy)

    2001-06-01

    The article sets the phenomenon of multiutilities within the process of restructuring imposed by the opening of the electricity and gas market. The possibility of creating multiutilities in Italy is examined with regard to the rules of liberalisation of electricity and gas sector. The conclusion foresees the disappearance of local public services in the long term and the development of virtual multiutilities according to the opening of markets. [Italian] L'articolo colloca il fenomeno delle multiutility all'interno del processo di ristrutturazione imposto dall'apertura del mercato dell'elettricita' e del gas. Si esaminano le possibilita' della creazione di multiutility in Italia, tenuto conto delle regole di liberalizzzione dei settori dell'elettricita' e del gas. Nel lungo periodo si prevede la scomparsa dei servizi pubblici locali e la possibilita' di multiutility virtuali in linea con l'apertura dei mercati.

  12. Auto-organizzazione biologica, memoria distribuita e sviluppo della conoscenza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mirko Di Bernardo

    2015-01-01

    Full Text Available The essay focuses, through the use of a specific epistemological approach related to complexity theory in its extended version, on issues of border regarding the close relationship that exists between cognition and life, such as the idea of memory as a multisystemic and distributed natural process, the genesis of meaning in the context of the deep processes of self-organization, and the relationship - at the level of higher cognitive activity proper to man - between perception, learning (assimilation of information and thought (morphogenesis in action. With respect to the possible delineation of new models for what concerns the process of knowledge development, the text shows the recent results of research regarding an unprecedented frontier closely linked with the emergence of a real conceptual revolution at the level of the analysis of that particular entanglement of information, meaningful complexity, memory, causality, teleology and intentionality that characterizes the unfolding of the natural forms of human cognition. In such a context, the mnemonic function is set up as a dynamic and deep process of reconstruction and a connection of internal self-reflection operations, rather than as a mere "storage" of data in a static mental space. Just as the world of the first monadic order, on which stands the classical measure of Shannon information, appears related to the existence of specific forms of invariance and the definition of unique areas of measurement, in terms of higher orders, however, we have the presence of specific dichotomies, of different potentials that are given simultaneously, an evolutionary bricolage which is realized by successive interlocking states and yet tied together in a holistic manner within a process of dialectical synthesis between form, function and meaning.

  13. UN CENTRO MARKETING PER LO SVILUPPO TURISTICO DELLA CITTÀ METROPOLITANA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucia Della Spina

    2014-12-01

    Full Text Available This paper presents the promotion actions and the support made by the LaborEst on behalf of the Provincial Administration of Reggio Calabria, aimed at the establishment of a “Research Centre for the promotion and development of tourism marketing”. This study, through the Destination Branding, retraces the market trends and research breakthroughs, presenting marketing applied to cultural tourism and the assessment approach to culture heritage destinations, addressing the competitive challenges that have emerged in the tourism market over the last ten years. In particular, it discusses the Centre’s main goals, addressing the methodological process, the pilot project and, finally, the framework of the experimental operational program developed for the next phase.

  14. Banche, territorio e sviluppo (Banks, Regions and Development

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pietro Alessandrini

    2003-03-01

    Full Text Available From the 1980s onwards the banking sectors in all the industrialised countries have been experiencing intense restructuring, aggregation and consolidation, radically changing their ownership structures and geography. Whatever the reasons behind such restructuring processes, the globalisation of the credit markets, the consolidation of banking structures, the removal of barriers to the free location of banks and their penetration of peripheral markets pose two main questions. Will integration of the banking systems lead to a narrowing or a widening of the development gap between regions? What relations will there be between financial centres and the periphery, and how will financial labour be divided between national (international banks and local (regional banks? The aim of this paper is to address such questions in the light of recent developments in the theoretical and empirical literature on financial integration.

  15. Software libero per lo sviluppo in Africa orientale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Mandrici

    2010-03-01

    Full Text Available Free Software for development in East Africa Since 1999 Istituto Oikos (Italian NGO in partnership with Oikos East Africa (Tanzanian NGO are carrying out integrated development projects in collaboration with local Government Authorities at Regional, District, and Village level. With the aim to ensure sustainability to the interventions addressed to strengthen the governance capacities and the use of IT technologies in the rural areas, the projects have promoted the use of Free Software tools such as Ubuntu and Debian Linux as OS; Qgis and GRASS as G.I.S.; SQLite/Spatialite and PostgreSQL/PostGIS as Spatial-enabled DBRMS, OpenOffice as productivity suite.

  16. La cultura euboica e lo sviluppo dell’epica greca

    OpenAIRE

    Cassio, Albio Cesare

    2015-01-01

    1. A partire dagli anni’70 alcuni studiosi hanno cominciato a prendere in seria considerazione la possibilità di un influsso più ο meno profondoe più ο meno antico della culturae del dialetto dell’Eubea sull’epica greca. Il primo che si è mosso in questa direzione è stato P. Wathelet, ma si deve all’articolo di West se il problema è arrivato all’attenzione di specialisti di campi diversi (filologi, linguisti, archeologi):e questo perché l’autore di quel lavoro (uno dei massimi conoscitori di ...

  17. Dissidenze statali contemporanee. Guerra, internazionalizzazione e sviluppo informale nel Somaliland

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Ciabarri

    2015-03-01

    Full Text Available Il termine somalizzazione sembra in questo inizio secolo aver completamente sostituito l’espressione balcanizzazione, suo omologo perfetto per i secoli XIX e XX, per alludere ad un rischio a cui molte crisi internazionali (Siria, Libia, Mali, Afghanistan… vi è in effetti un lungo elenco potrebbero tendere: il rischio cioè del precipitare nell’anarchia e nel disordine totale, nella lotta settaria, così rappresentata, senza logica e senza sbocco. L’articolo intende analizzare da un punto di vista etnografico uno specifico paesaggio sociale all’interno di queste aree di crisi, in particolare all’interno dell’area somala, per mettere in luce, piuttosto che la disconnessione e l’eccezionalità di queste zone, le forme della loro connessione con il mondo degli Stati più ampio. Il commercio informale transfrontaliero, e la sovrapposizione tra movimenti di beni, di persone e di denaro, è preso ad esempio in questo studio di caso per mostrare le profonde ambiguità e contraddizioni di queste forme di relazione. Dinamiche regionali che intrecciano percorsi di persone e merci, che alimentano confini reali e ideologici, che avvicinano o allontanano gli attori in campo in forme inattese e che sono irriducibili rispetto a macro discorsi fondati sul pericolo di radicalizzazioni islamiche o violenze settarie sono qui proposte come determinanti decisive per poter comprendere i percorsi verso il conflitto e verso la pace nelle aree contemporanee di dissidenza e vuoto statale.

  18. Lo sviluppo della dimensione sociale della Criminologia in Italia: l’insegnamento universitario della Sociologia della devianza fra passato e futuro / The development of the social dimension of the Criminology in Italy: teaching Sociology of deviance at the Universities between past and future / Le développement de la dimension sociale de la Criminologie en Italie: l'enseignement de la Sociologie de la déviance dans les universités entre passé et futur

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bertelli B.

    2008-12-01

    Full Text Available Dans cet article il sera souligné que le développement de la sociologie de la déviance en Italie peut être considéré dans une double perspective. D'une part, il s'agit de la réaffirmation de la perspective sociologique dans le domaine de la criminologie, qui en Italie a une longue tradition d'étude, en particulier dans le milieu clinique et judiciaire. D'autre part, il s'agit de l'imposition d'une discipline 'nouvelle' qui tend à l'autonomie des voies de recherche, résolument orientée sur les approches et les «instruments» de la sociologie. L'hypothèse qui est agréée est que les deux disciplines scientifiques, la sociologie de la déviance et la criminologie, sont fortement complémentaires et à la fois utile et indispensable pour la formation des professionnels de la prévention et du contrôle des déviances.AbstractIn this article I will emphasise that the development of the sociology of deviance in Italy can be viewed from a dual perspective. Firstly, as the reaffirmation of sociological perspective in the subject area of Criminology, which in Italy has a long tradition of study, especially in clinical and forensic cases; and, on the other hand, it is a matter of imposing a “new” discipline that tends to autonomous pathway for research, geared decidedly towards the approaches and the “instruments” of Sociology. The accredited hypothesis is that of two scientific disciplines, the sociology of deviance and the Criminology, that are strongly complementary and both useful and essential for the training of professionals in the prevention and control of social deviances.

  19. Le comportement sexuel des béliers en confinement est fortement influencé par la race des brebis

    OpenAIRE

    Alhamada, Moutaz; Debus, Nathalie; Lurette, Amandine; Guyonneau, Jean Dominique; Maton, Celine; Bocquier, Francois

    2015-01-01

    L’utilisation du croisement en élevage ovin est fréquente. Ces croisements s’effectuent généralement en introduisant des béliers d’une autre race que celle du troupeau afin d’améliorer les performances. Le comportement sexuel de béliers Mérinos d’Arles face `a des brebis de la même race et de brebis Lacaune introduites 3 mois auparavant dans le troupeau a été étudié. Matériel & Méthodes : Le comportement sexuel de six béliers a été étudié en les mettant en contact avec un lot de 3 brebis en c...

  20. Macroscopic quantum phenomena in strongly correlated fermionic systems; Phenomenes quantiques macroscopiques dans les systemes d'electrons fortement correles

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Rech, J

    2006-06-15

    It took several years after the idea of a zero-temperature phase transition emerged to realize the impact of such a quantum critical point over a large region of the phase diagram. Observed in many experimental examples, this quantum critical regime is not yet understood in details theoretically, and one needs to develop new approaches. In the first part, we focused on the ferromagnetic quantum critical point. After constructing a controlled approach allowing us to describe the quantum critical regime, we show through the computation of the static spin susceptibility that the ferromagnetic quantum critical point is unstable, destroyed internally by an effective dynamic long-range interaction generated by the Landau damping. In the second part, we revisit the exactly screened single impurity Kondo model, using a bosonic representation of the local spin and treating it in the limit of large spin degeneracy N. We show that, in this regime, the ground-state is a non-trivial Fermi liquid, unlike what was advocated by previous similar studies. We then extend our method to encompass the physics of two coupled impurities, for which our results are qualitatively comparable to the ones obtained from various approaches carried out in the past. We also develop a Luttinger-Ward formalism, enabling us to cure some of the drawbacks of the original method used to describe the single impurity physics. Finally, we present the main ideas and the first results for an extension of the method towards the description of a Kondo lattice, relevant for the understanding of the quantum critical regime of heavy fermion materials. (authors)

  1. Potenzialità di sviluppo sostenibile nelle aree protette: il caso del parco dell’Etna

    OpenAIRE

    Rosario La Rosa

    2012-01-01

    In the protected area of the Etna territory, of remarkable dimension and which dominates the pedemountain belt, environmental resources have clearly a leading importance. The agriculture and food as well as the tourist sectors, managed according to eco-friendly and product differentiation criteria, are the only ones capable of generating development (sustainable too). This volcanic area is very rich in environmental resources (natural capital) - that is resources which completely lack of huma...

  2. Stabilità dei prezzi ed equilibrio dei conti pubblici quale condizione per uno sviluppo duraturo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carlo Azeglio Ciampi

    2012-04-01

    Full Text Available The article illustrates Italy's economie recovery as part of a process of re­newal involving the institutions, every area of the economy and ltalian socie­tyas a whole. After the turning point in 1992, a generaI consensus emerged that European integration was necessary and fully consistent with the natio­nal interest. In this context, the three components of economie policy ­budgetary policy, incomes policy, monetary policy -are working in tandem, ensuring stability, the essential condition for any lasting and sustainable growth. Thus inflation has now been beaten; the balance of payments on current account has recorded increasing and substantial surpluses, and there has been a huge reduction in the budget deficit, with a large primary surplus. The sustainability of these results is ensured by the implementation of structural reforms: tax reform, reform of centraI government budget, reform of the civil service, pensions reform and reform of Italy's commercial system.  JEL Codes: E65Keywords:

  3. Il paesaggio culturale fluviale come motore di sviluppo del territorio: il caso della Valle della Loira

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Laura Verdelli

    2015-11-01

    Full Text Available After its abandoning as an infrastructural axis (transportation and economic the Loire river middle course starts today a process of valorisation and revitalisation of its cultural and natural landscapes. According to the most recent declinations of the cultural patrimony notion a series of cultural, patrimonial and landscape infrastructures is organising following a scheme based on three major groups of actions, often overlapped and combined: actions related to cultural tourism and the attractiveness of the biggest French UNESCO’s site; actions connected with the valorisation of savoir-faire, ancient workmanships and know-how and local products (vineyards production in particular; actions associated with the high quality of live provided by the landscape and environmental context (than, more than supply a green and ecological aspect, also offers a suggestive water scenery. Heritage is taken into account as a possible factor of territorial sustainable development, through the valorisation of its different components, of identity and memorial values, as well as market ones, within an environment where river corridor concentrate multiples and, sometimes contradictories, expectations. 

  4. APPROCCI DIDATTICI, PLURALI E COMPARATIVI PER LO SVILUPPO DI ‘COMMUNITY COHESION’

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Ciliberti

    2015-02-01

    Full Text Available Il tema affrontato nell’articolo si configura in due parti: la prima in chiave pedagogico-didattica affronta problema relativo al come promuovere, in contesti educativi, una competenza ed una educazione interculturale; la seconda parte propone invece una riflessione sulla nozione di ‘integrazione’ e, più in generale, relativa alla scelta di un modello che permetta di vivere in modo pacifico ed armonico con persone ‘diverse’ da noi, cioè persone che hanno convinzioni, tradizioni, lingua e cultura diverse dalle nostre.  Plural and comparative approaches to teaching to develop ‘community cohesion’ The issue addressed in the article is divided into in two parts: the first, from a pedagogical-teaching methods point of view, addresses the problem of how to promote expertise and intercultural education in educational contexts. The second section presents a reflection on the notion of ‘integration’ and, more generally, on the choice of a model that promotes peace and harmony with people ‘different’ from us, that is, people who have beliefs, traditions, language and culture different from ours.

  5. I GIS nell’analisi dello sviluppo urbano rizomatico di Tor Vergata

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luisa Carbone

    2013-06-01

    Full Text Available L’intento dell’articolo è quello di osservare la complessità dei rapporti che legano il Campus universitario di Roma “Tor Vergata” all’universo discorsivo che lo riguarda, dalle ex borgate abusive alle immagini di periferie riqualificate del Municipio VIII, elevate nel Nuovo Piano Regolatore di Roma al rango di Centralità. Per comprendere la dimensione di relazione del sistema Tor Vergata è fondamentale ricorrere all’applicazione del metodo rizomatico e virtuale della performative mapping. Un processo che implica l’attribuzione di un nuovo senso e un diverso ordine a ciò che è preesistente. In questo contesto solo la potenzialità del GIS può orientare nel de-codificare la configurazione territoriale di Tor Vergata che vede nel rizoma, nella molteplicità dei punti di vista e nella differenza, il principio fondamentale del suo agire. La lettura rizomatica del GIS, infatti, conferisce un’immagine innovativa sostituendo all’idea di precarietà, l’idea di un tessuto non privo di forma, che connota Tor Vergata come “luogo”, non più come periferia.

  6. Il paesaggio rurale: memoria e sviluppo. Torino, aprile 2004. La multifunzionalità dell’agricoltura

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Finotto

    2015-11-01

    Full Text Available The rural landscape is a scenery divided among aesthetic, environmental and functional expectations, and productive needs that are often contrasting. It is also, today, part of a cyclical process of transformation making it a yet more complex space. The complexity of its nature is ingrained in the thousand faces reflected within the landscapes of modern agriculture through their unification and contrast, through their neglect at once dangerous and promising of their marginal areas and through their traditional agrarian techniques slowly developed by a collective project. To undertake a dialogue about development and tradition, to trace an ideal line of demarcation between transformation and conservation, between a replanning of the rural landscape and its preservation, is a problem that raises many questions with regard to both the methodologies to be employed and the contents of said methodologies. In light of the most recent political and cultural tendencies of the national and international community, the answers to such questions must be sought in agriculture’s multifunctionality, as a turning point for the configuration of a new regulatory model for rural landscapes. Such multifunctionality is necessary to put the concept of a sustainable rural development in a concrete form.Once this concept has been made clear we must remind ourselves of the necessity for a projectual action which is aware of the needs of the rural landscape. Such projectual action should detach itself from a unified distribution of both territorial interventions and financial resources. It should instead create a system connecting the organization of the landscape itself to its needs, incrementing in such way its synergy and potentialities. 

  7. Il PPTR della Puglia, un piano per lo sviluppo locale autosostenibile

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Cinà

    2015-11-01

    Full Text Available The paper deals with the Apulian PPTR contents presenting its principal aspects of originality. These aspects mainly consist on the patrimonialist approach to the landscape preservation, on the cooperative planning, on the strategic planning, all of them aiming at insure a sustainable development to the territorial patrimony. The presentation of the PPTR follows some of the most relevant themes/tools of the new operational framework established by the Code and the ELC: the cooperative planning, the strategic projects, the regulations efficacy, the guidelines. As a result the PPTR emerges as a tool directed to weigh on all the transformations tied to the landscape, handing itself as a discipline crossing all the territorial regional policies. Moreover the PPTR intends to overcome the regulatory discipline in favor of projects and plans spatially identified, so entrusting its efficacy above all on the capacity of stakeholders to implement actions of local development.

  8. L’accoglienza delle neo-insegnanti come strumento di sviluppo della professionalità

    OpenAIRE

    2011-01-01

    The present publication reports the findings of a research carried out on the issues of early childhood professionalism in some Italian province. The study, that is predominantly qualitative, aims to investigate the relation between care practices and professional development within institutions. This study focuses on teachers’ perceptions on their professionalism conceived as situated construction and of their professional Self. It considers the arrival of a teacher in a new working context ...

  9. L’accoglienza delle neo-insegnanti come strumento di sviluppo della professionalità

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucia Balduzzi

    2011-06-01

    Full Text Available The present publication reports the findings of a research carried out on the issues of early childhood professionalism in some Italian province. The study, that is predominantly qualitative, aims to investigate the relation between care practices and professional development within institutions. This study focuses on teachers’ perceptions on their professionalism conceived as situated construction and of their professional Self. It considers the arrival of a teacher in a new working context as a crucial moment for professional growth and conceptualizes welcoming practices as in-service training opportunities in the framework of collaborative research sustaining reflection at team level

  10. Competenza pragmatica e comprensione delle emozioni. Training studies con bambini a sviluppo tipico e atipico

    OpenAIRE

    Brambilla,

    2013-01-01

    This research project originates within, and extends, the enquiry into the link between emotion and language (Astington & Jenkins, 1999; Cutting & Dunn, 1999; Dunn, Brown, Slomkowski, Tesela, & Youngblade, 1991; Hughes, 1998). Communication competence implies the ability to understand the mental state of an interlocutor, which in turn requires what has been defined as “theory of mind”. Having a theory of mind (ToM) means both being able to attribute mental states (in terms of emotions, fee...

  11. Sviluppo di metodi analitici per determinazioni affidabili in campo ambientale ed alimentare

    OpenAIRE

    Notardonato, Ivan

    2010-01-01

    La presenza di sostanze tossiche nei prodotti alimentari è stato da sempre un problema di grande rilevanza e influenza sociale sia per la natura sia per l’uomo. Nel corso degli anni sono state studiate e caratterizzate diverse sostanze presenti nell’ambiente, molte catalogate come tossiche, derivanti sia da fonti naturali sia da fonti industriali. Alcune di queste sostanze sono state ritenute particolarmente pericolose e quindi è nata l’esigenza di monitorarle e/o di cercare di limitarne il ...

  12. Sviluppo di un nuovo trigger con identificazione di quark-b per il canale Z($\

    CERN Document Server

    Donato, Silvio

    La ricerca del decadimento del bosone di Higgs H -> b b è uno dei canali più importanti per verificare se la particella di massa 125 GeV circa, recentemente scoperto da ATLAS e CMS, corrisponde effettivamente al bosone di Higgs previsto dal Modello Standard. Questo decadimento, insieme a H -> tau tau, è fondamentale per misurare l'accoppiamento del bosone con i fermioni. Il fondo di QCD rende poco sensibile l'osservazione di questo decadimento nella produzione diretta del bosone di Higgs. Per questo motivo il decadimento H -> b b viene ricercato quando l'Higgs è prodotto in associazione con i bosoni vettore W/Z, attraverso il cosiddetto processo di ``Higgs-strahlung''. Il decadimento leptonico dei bosoni vettore ad alto pT permette di ridurre il fondo di QCD e di realizzare trigger per osservare il canale. In questa tesi è stato realizzato un trigger per osservare il canale H + Z -> b b + nu nu nella regione a bassa EtMiss (fino a 80 GeV) con l'esperimento CMS. Per avere il trigger con un rate accettabi...

  13. Metabolismo di oligosaccaridi prebiotici in Bifidobacterium per il potenziale sviluppo di nuovi prodotti alimentari funzionali

    OpenAIRE

    Zanoni, Simona

    2008-01-01

    The growth and the metabolism of Bifidobacterium adolescentis MB 239 fermenting GOS, lactose, galactose, and glucose were investigated. An unstructerd unsegregated model for growth of B. adolescentis MB 239 in batch cultures was developed and kinetic parameters were calculated with a Matlab algorithm. Galactose was the best carbon source; lactose and GOS led to lower growth rate and cellular yield, but glucose was the poorest carbon source. Lactate, acetate and ethanol yields a...

  14. Un emigrante da un paese in via di sviluppo (seconda parte

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    N. GEORGESCU-ROEGEN

    1993-06-01

    Full Text Available The paper is a contribution to a series of recollections and reflections on the professional experiences of distinguished economists which the Banca Nazionale del Lavoro Quarterly Review started in 1979. This is the second part of Nicholas Georgescu-Roegen’s contribution to the series, the first part having appeared in the March 1988 issue.

  15. Un emigrante da un paese in via di sviluppo (seconda parte

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    N. GEORGESCU-ROEGEN

    2013-10-01

    Full Text Available The paper is a contribution to a series of recollections and reflections on the professional experiences of distinguished economists which the Banca Nazionale del Lavoro Quarterly Review started in 1979. This is the second part of Nicholas Georgescu-Roegen’s contribution to the series, the first part having appeared in the March 1988 issue.  JEL Codes: B31Keywords: Nicholas Georgescu-Roegen, autobiography

  16. Analisi e sviluppo di strutture ibride per esperimenti di fisica delle particelle elementari

    CERN Document Server

    Allegretti, Sonia

    2004-01-01

    In the high energy physics experiments it is necessary the use of light structures, transparent to radiation with low value of thermal expansion and high strength. All these properties can be obtained by developing hybrid structures. The mechanical characteristic of hybrid structures and fiber-reinforced composite assemblies are limited by the presence of polymeric resins (adhesive or matrix), which have low mechanical strength and rigidity, are temperature dependents and reactive to the environment and to the active gas. Problems connected to the environmental degradation and to the low strength diminish by using epoxy resins. Still remain unsolved those problems related to low values of interlaminar stresses in the composite laminate and internal stress in the adhesive joints. The present work aimed to furnish systematic methodology for the characterization and development of hybrid structures used in particle physics experiments. The study covers the analysis of the deformations and stress distributions du...

  17. Attraverso il corpo. Donne di una bidonville di Haiti e doni dello sviluppo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pia Maria Koller

    2014-04-01

    Full Text Available Living in Cité Soleil, the largest haitian slum, is in itself a stigma, hindering access to social services and humanitarian aid. Repression and the increasing presence of armed gangs imposed a culture of silence. Violence became normality, particularly against women. Their survival strategies can be summarized by kalkile, calculate, pervading the individual and social body. When confronted with inequity in health, choices may turn into acts of resistance.Still, women continue to organize collectively. Some counteract their despair with works of art, reproducing the beauty of what in their memory remains "the pearl of the Antilles": Haiti. 

  18. FOCALIZZARE LA FORMA: SVILUPPO DELLA COMPETENZA LINGUISTICA NELLA CLASSE MULTILINGUE DELLA SCUOLA PRIMARIA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Whittle

    2016-02-01

    Full Text Available L’obiettivo di questo contributo è la descrizione di modelli di didattica della grammatica all’interno di un approccio comunicativo all'insegnamento della L2. L’etichetta focus on form raccoglie alcune strategie di interazione che promuovono l’accuratezza linguistica all'interno di un dispositivo che non perde di vista l’aggancio con la dimensione del significato. Per delineare i tratti di questo approccio sono stati proposti degli esempi, tratti da trascrizioni di interventi in classe, che illustrano opzioni diverse di insegnamento della grammatica nella classe multilingue: da un modello deduttivo e decontestualizzato (focus on forms, ad un intervento di riflessione sulla lingua utile a notare delle regolarità linguistiche e una focalizzazione sulla forma basata sul feedback correttivo (focus on form. Per chiarire il ruolo che la focalizzazione sulla forma può avere in un task comunicativo sono state messe a confronto due sequenze di insegnamento, una di L1 e l'altra di L2 nella stessa classe di scuola primaria frequentata dal 50% di bambini non italofoni di cui 5 di livello basico. I due approcci sono stati ricondotti alla distinzione fra focus on meaning (didattica della L1 e focus on form (didattica della L2. Tutti gli esempi sono tratti da tre classi seconde della stessa scuola coinvolte in un esperimento didattico sull’acquisizione di tre forme del presente indicativo italiano. Focusing on the form: the development of expertise in multilingual primary school classesThe paper describes communicative grammar teaching models in L2 teaching. The label “focus on form” collects some interaction strategies that promote linguistic accuracy without losing sight of the link with the dimension of meaning. Examples taken from transcripts of speeches in class outline the features of this approach, showing different options for teaching grammar in the multilingual classroom: from a deductive and decontextualized model (focus on forms, to a reflection on language to note regularities and focus on form-based corrective feedback (focus on form. To clarify the role that the focus on form can have in a communication task, two teaching sequences were compared, one L1 and the other L2, in the same primary school class attended by 50% of children do not speak Italian, of which 5 were at a basic level. The two approaches reconsidered the distinction between focus on meaning (teaching L1 and focus on form (teaching L2. All examples were taken from three second-year classes at the same school involved in an educational experiment on the acquisition of three forms of the present indicative tense in Italian.

  19. Organizzarsi per sopravvivere : un analisi neo-istituzionale dello sviluppo endogeno nell'agricoltura Umbra

    NARCIS (Netherlands)

    Ventura, F.

    2001-01-01

    The Fordist crisis renewed the interest in the role endogenous variables might play in the development of enterprises and economic sectors. The model of diffused economic growth, that characterise the areas of the 'Third Italy' as well as some highly specialised local systems, generated a range of s

  20. VALORI ECONOMICI E PAESAGGISTICI NELLE POLITICHE DI SVILUPPO DELLE WIND FARM IN SICILIA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Salvatore Giuffrida

    2015-06-01

    Full Text Available The paper synthesises and compares the results of a research carried out on the energy potential of the provinces of Enna and Syracuse from the perspective of wind energy production. The study highlighted some remarkable differences between the two provinces due to the different wind dynamics and the presence of the landscape characteristics. We propose a wide land planning tool including a section devoted to the calculation of the energy that can be produced by plants located in the permitted areas, an evaluative section devoted to the financial sustainability of the investments, and a section devoted to the landscape assessment due to the different intervisibility of the allowed plants, and a section devoted to the formalization of the decision making process. A set of GIS tools supports the mentioned sections in defining the pattern for the localization of the wind farms, and in measuring and featuring the visual impact.

  1. Sviluppo cognitivo nei bambini affetti dalle forme spastiche di paralisi cerebrale

    DEFF Research Database (Denmark)

    Bøttcher, Louise

    2012-01-01

    . This point will be exemplified with research on the relation between cognitive impairments, arithmetic difficulties and learning conditions in children with (mainly) spastic forms of CP. Following the constructivist paradigm of neuropsychological development and conceptual thinking from the cultural...... impairments along with the motor impairments. The bio-medical paradigm has enriched our understanding of the different cognitive impairments associated with spastic CP in general and with specific cerebral lesions associated with spastic CP. However, understanding the relations between brain lesions...... and specific cognitive impairments is necessary, but not sufficient to understand the cognitive development of children with spastic CP. Even though cognitive development builds on neurological possibilities, the development of thinking arises from the child’s participation in social activities over time...

  2. PROGETTI INFRASTRUTTURALI E SVILUPPO TERRITORIALE NELLE DOLOMITI VENETE: VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE TRAMITE AHP

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Campeol

    2017-06-01

    Full Text Available The ensemble of European traffic roads is changing in relation to the economic geography that has been developing these recent years and also to the localisation of production and logistics centres. The development of communication has been defined through the project of the Trans-European Transport Network (TEN-T. Undoubtedly this new geography of European communication offers member States new development opportunities, but it is also true that the distance of the different territories from the major traffic roads can be a disparity factor. In fact, this phenomenon can worsen the marginalisation processes of some European territories, contrary to the objective of the interconnection policy of the EU territories. In front of these possible territorial disparities the idea to realise an important road infrastructure, which may connect Belluno directly with Austria, is presented in this paper as an emblematic case, in which the application of the Analytic Hierarchy Process (AHP permits to verify the best performing infrastructure on a territorial scale.

  3. Organizzarsi per sopravvivere : un analisi neo-istituzionale dello sviluppo endogeno nell'agricoltura Umbra

    NARCIS (Netherlands)

    Ventura, F.

    2001-01-01

    The Fordist crisis renewed the interest in the role endogenous variables might play in the development of enterprises and economic sectors. The model of diffused economic growth, that characterise the areas of the 'Third Italy' as well as some highly specialised local systems, generated a

  4. Diamanti e sviluppo Un’analisi critica degli stereotipi sui minatori della Sierra Leone

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lorenzo D’Angelo

    2015-06-01

    Full Text Available In the last decade, the Sierra Leone’s diamond mines have been the focus of an intense debate among analysts and experts of the development. Two main interrelated issues have been at stake in this debate: first, to understand the economic and political reasons that had supported the civil war from 1991 to 2002 and, second, to understand how to convert a potential “conflict commodity” in a resource for peace and prosperity. In this paper, I intend to highlight some recurring stereotypes of this debate. In particular, I will focus on a constellation of representations that depict the artisanal miners either as workers poorly organized and prone to irrational economic behavior, or as workers subjected to forms of exploitation akin to slavery. Based on fieldwork conducted in the diamond mining areas of Sierra Leone (2007-2011, this article intends to analyze the main forms of working organization and distribution of earnings among the miners. By challenging some stereotypes characterizing the development discourse, my aim is to show the cultural complexity and the historical density of the practices through which the miners face the risks and uncertainties of their job.

  5. Donato Menichella: dal risanamento di banche e industrie allo sviluppo del Mezzogiorno

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Sarcinelli

    2007-09-01

    Full Text Available Donato Menichella was the central-bank governor when Italy's reconstruction and economic miracle took place. While well known are the merits he acquired in the '50s, less understood is the role he played to resolve the nexus between banks and industrial concerns in the '20s and above all in the '30s, when he was called upon to organise IRI, the Institute for Industrial Reconstruction conceived by Beneduce, and to write, together with others, the fundamental banking law of 1936. As a governor native of the South, he was well aware of Mezzogiorno's backward conditions. His was the idea as well as the bill that eventually set up Cassa del Mezzogiorno, the Development Fund for the South. Menichella was a great manager and a grand commis with a high sense of equity and a strong aversion to the limelight, either academic or political.

  6. Sviluppo di sistemi di visione stereoscopici per la ricostruzione tridimensionale in scenari industriali ed automotive

    OpenAIRE

    Buzzoni, Michele

    2013-01-01

    La visione stereoscopica occupa un vasto campo di ricerca della visione artificiale. Questa tecnica infatti permette la ricostruzione tridimensionale della scena utilizzando due immagini riprese da due punti di vista leggermente diversi, estraendo ulteriori informazioni spaziali sulla profondità della scena. In questa tesi di dottorato si sono sviluppati quattro nuovi sistemi di visione stereoscopici per la ricostruzione tridimensionale della scena inquadrata. L’ambito di applicabilità ...

  7. Sviluppo e valutazione di test diagnostici per la sierodiagnosi di brucellosi suina

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tiziana Di Febo

    2012-06-01

    Full Text Available Sono stati sviluppati una ELISA competitiva (c-ELISA, una ELISA indiretta (i-ELISA e un test immunologico DELFIA (Dissociation-Enhanced Lanthanide Fluorescence Immunoassay per la ricerca di anticorpi verso Brucella suis in sieri di maiale e cinghiale. I tre test prevedono l’utilizzo di un anticorpo monoclonale (MAb 4B5A verso l’LPS di Brucella (c-ELISA e DELFIA e di un anticorpo monoclonale (MAb 10C2G5 verso le IgG suine (i-ELISA. La specificità (Sp e la sensibilità (Se dei tre test sono le seguenti: per la c-ELISA Se e Sp = 100% con un valore di cut-off pari al 61.0% (B/B0%; per la i-ELISA Sp = 99.1% e Se = 100% con un valore di cut-off di 21.7% (PP%; per il DELFIA Sp = 91.0% e Se = 75% ponendo il valore di cut-off al 37.0% (B/B0%. Inoltre sono state valutate le performance, nei confronti di sieri suini, di un test FPA (Fluorescence Polarization Assay commerciale sviluppato per la ricerca di anticorpi anti-Brucella in sieri bovini; la specificità e la sensibilità ottenute sono entrambe del 100% al valore di cut-off di 99.5 (mP. Questi risultati suggeriscono che la combinazione di c-ELISA, i-ELISA e FPA può essere utilizzata per migliorare la diagnosi di brucellosi suina.

  8. Slavo, romanzo, germanico. A proposito di alcune somiglianze e differenze nello sviluppo fonologico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Raffaele Caldarelli

    2009-12-01

    Full Text Available Raffaele Caldarelli Slavic, Romance,Germanic: about some Similarities and Differences in Phonological Development In this paper the author aims at drawing a sketch of some aspects of the early Slavic phonological development, in terms of syllable structure, vocal quantity etc. The natural theory of syllabifi cation is taken into account as well as other factors. He tries also to shed some light on several controversial questions by a brief attempt at making a typological comparison between some aspects of phonological development in Slavic, Romance and Germanic languages. In this frame he discusses mainly some features of syllable structure in Romance and Germanic languages.

  9. Network nativi e ruolo dei Mass Media nello sviluppo delle nuove identità

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Noemi Pierdica

    2006-11-01

    Full Text Available L’antropologia ha iniziato ad interessarsi e ad analizzare seriamente i mass media soltanto negli anni ’80, esplorando in particolare le funzioni dei media indigeni i quali, sfidando l’egemonia occidentale dei mezzi di comunicazione di massa, aprivano la strada agli studi sulle diverse rappresentazioni mediatiche dell’identità.Negli anni ’80, infatti, alcune comunità indigene hanno iniziato ad organizzare dei network in modo tale da poter “fronteggiare” certe politiche di governo locale e riappropriarsi della propria cultura tradizionale. Le dinamiche di cambiamento sociale in corso negli ultimi decenni hanno portato ad un maggiore controllo dei soggetti nativi sulle proprie rappresentazioni mediatiche. La relativa facilità d’uso e l’accessibilità economica degli strumenti di produzione e manipolazione dell’immagine, mostrano che quei soggetti che fino a poco tempo fa erano in mano alle rappresentazioni degli altri (di norma occidentali, ora sono pronti ad auto-rappresentarsi utilizzando i diversi supporti tecnologici a loro disposizione come strumenti di propaganda politica e culturale. Paradossalmente, le popolazioni più coinvolte in questo processo di strategie mediatiche sono quelle più distanti culturalmente e tecnologicamente dall’Occidente: Aborigeni australiani, Inuit canadesi, Indiani dell’Amazzonia.

  10. Politica bancaria e sviluppo economico: rileggendo l'era menichelliana e quella attuale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Sarcinelli

    2005-03-01

    Full Text Available Il basso tasso di crescita dell’Italia, anche nel contesto internazionale ed europeo, ha spinto a confrontare gli anni ’50 con gli ultimi dieci o quindici. Dall’analisi emerge che, se si esclude l’iniziale liberalizzazione del commercio internazionale, il periodo che vide la più vigorosa crescita dell’Italia fu caratterizzato dall’economia mista, da monopoli pubblici e posizioni private dominanti, da una politica monetaria e bancaria basata su controlli diretti ed esercizi di persuasione morale individuale, tutte condizioni oggi ritenute sfavorevoli alla crescita. Al contrario, nella fase attuale l’enfasi è stata sul modello di economia liberale, con liberalizzazioni, privatizzazioni di imprese produttive e di banche, politiche incentrate sugli incentivi e sul mercato. Purtroppo, la scienza economica non ha ancora trovato il paradigma generale che spiega la ricchezza delle nazioni a prescindere dal contesto e dagli uomini che lo animano.

  11. La scuola tra gli xacriabá: tra sviluppo economico e innovazione didattica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Filippo Lenzi Grillini

    2013-07-01

    Full Text Available “Comunitaria, interculturale, bilingue, specifica e differenziata”, secondo il documento ministeriale “Diretrizes para a politica nacional de educação escolar indígena”sono queste le caratteristiche fondamentali che devono contraddistinguere ogni scuola indigena brasiliana.

  12. Theoretical and numerical study of free shear flows with large density ratio; Etude theorique et numerique des ecoulements cisailles libres a masse volumique fortement variable

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Lardjane, N.

    2002-05-15

    The subject of this work concerns the application of large-eddy simulation to the mixing of two fluids with different thermodynamical properties. Numerical errors in the discretization of Navier-Stokes equations and their interaction with sub-grid models are investigated on a self decaying isotropic homogeneous turbulence. A high resolution numerical code is then developed for the simulation of binary mixing layers. Reduction of early acoustic waves amplitude is achieved by use of a temporal self-similar initial condition. The relative magnitude of sub-grid terms arising from filtered equations is investigated on explicit filtering of direct numerical simulation results of temporal N{sub 2}/O{sub 2} and H{sub 2}/O{sub 2} mixing layers. Implicit closure (MILES) is then evoked on the basis of WENO schemes. (author)

  13. Reactivity of highly confined explosives submitted to a slow heating; Reactivite d`explosifs fortement confines soumis a un chauffage lent

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Lemoine, D.; Cherin, H.; Letremy, R. [CEA Le Ripault, 37 - Tours (France)

    1996-12-31

    An experimental device is developed which allows to determine precisely the temperature increase (exothermic reaction) induced by the chemical decomposition inside an energetic material and to quantify the influence of confinement. This cook-off phenomenon can lead to the ignition of the material and greatly amplifies the violence of the explosive reaction. Tests were performed with a pressure cell filled with an octogene-based explosive compound under low and high confinement pressures. The pressure and temperature growths due to the generation of decomposition gases were measured simultaneously. (J.S.) 6 refs.

  14. Self-consistent random phase approximation - application to systems of strongly correlated fermions; Approximation des phases aleatoires self-consistante - applications a des systemes de fermions fortement correles

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Jemai, M

    2004-07-01

    In the present thesis we have applied the self consistent random phase approximation (SCRPA) to the Hubbard model with a small number of sites (a chain of 2, 4, 6,... sites). Earlier SCRPA had produced very good results in other models like the pairing model of Richardson. It was therefore interesting to see what kind of results the method is able to produce in the case of a more complex model like the Hubbard model. To our great satisfaction the case of two sites with two electrons (half-filling) is solved exactly by the SCRPA. This may seem a little trivial but the fact is that other respectable approximations like 'GW' or the approach with the Gutzwiller wave function yield results still far from exact. With this promising starting point, the case of 6 sites at half filling was considered next. For that case, evidently, SCRPA does not any longer give exact results. However, they are still excellent for a wide range of values of the coupling constant U, covering for instance the phase transition region towards a state with non zero magnetisation. We consider this as a good success of the theory. Non the less the case of 4 sites (a plaquette), as indeed all cases with 4n sites at half filling, turned out to have a problem because of degeneracies at the Hartree Fock level. A generalisation of the present method, including in addition to the pairs, quadruples of Fermions operators (called second RPA) is proposed to also include exactly the plaquette case in our approach. This is therefore a very interesting perspective of the present work. (author)

  15. Municipal solid waste to energy plants - the best technical options; Termovalorizzazione dei rifiuti solidi urbani - le scelte tecnologiche ottimali

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Baldasella, P.; Brivio, S.; Carminati, A.; Cavallari, G

    2005-04-01

    After years of stagnation the municipal solid waste to energy plants is reaffirming as a valid disposal solution. The sell of the electric energy produced at an economically rewarding value and the last regulations on flue gas emissions have strongly influenced the technological development. The article proposes a plant scheme considered complete and optimal and in particular illustrates the options that inspired it and the related justifications. [Italian] Dopo anni di stasi la termovalorizzazione dei rifiuti solidi urbani si sta affermando come una valida soluzione di smaltimento. La vendita dell'energia elettrica prodotta ad un valore economicamente remunerativo e le ultime regolamentazioni sulle emissioni gassose hanno fortemente influenzato lo sviluppo tecnologico. L'articolo propone uno schema di impianto di termovalorizzazione ritenuto completo ed ottimale ed in particolare illustra le scelte che lo hanno ispirato e le relative giustificazioni.

  16. Lo sviluppo come fenomeno multidimensionale. Confronto tra l’ISU e un indice di sviluppo sostenibile (Development as Multi-dimensional Phenomenon: Comparison between the HDI and an Index of Sustainable Development

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Palazzi

    2012-04-01

    Full Text Available On the basis of the UNDP data used to calculate the Human Development Index (HDI, the paper applies a methodology to determine a different development index able to show disequilibria between the different aspects of development (in this case income, life expectancy and education. The basic idea is that the concept of total substitutability between the variables utilized to calculate the HDI must be abandoned, and it is therefore important to take into account the unbalance between the various aspects characterizing the development level when calculating the index. The author utilizes the concept of the social sustainability of development over time, assuming that it will show a higher value with a more even balance between the various aspects of development. The concave average methodology proposed in Casadio Tarabusi ePalazzi (2004 is able to "penalize" development levels proportionally to the disequilibrium of the variables utilized to measure it. In the paper the new indicator is calculated for 162 countries for the years 1997-2001. Comparison between HDI and the new index shows notable differences not only in the ranking of the countries, but also in the time dynamics of the two indicators, now of the opposite sign for many countries. Finally, utilizing multivariate statistical analysis the presence of disequilibria in the various countries is evidenced together with their dynamics over time.  JEL Codes: C43, O10, O15, Q01Keywords: Development, Education, Human Development, Indice

  17. Lo sviluppo come fenomeno multidimensionale. Confronto tra l’ISU e un indice di sviluppo sostenibile (Development as Multi-dimensional Phenomenon: Comparison between the HDI and an Index of Sustainable Development

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Palazzi

    2004-09-01

    Full Text Available On the basis of the UNDP data used to calculate the Human Development Index (HDI, the paper applies a methodology to determine a different development index able to show disequilibria between the different aspects of development (in this case income, life expectancy and education. The basic idea is that the concept of total substitutability between the variables utilized to calculate the HDI must be abandoned, and it is therefore important to take into account the unbalance between the various aspects characterizing the development level when calculating the index. The author utilizes the concept of the social sustainability of development over time, assuming that it will show a higher value with a more even balance between the various aspects of development. The concave average methodology proposed in Casadio Tarabusi ePalazzi (2004 is able to "penalize" development levels proportionally to the disequilibrium of the variables utilized to measure it. In the paper the new indicator is calculated for 162 countries for the years 1997-2001. Comparison between HDI and the new index shows notable differences not only in the ranking of the countries, but also in the time dynamics of the two indicators, now of the opposite sign for many countries. Finally, utilizing multivariate statistical analysis the presence of disequilibria in the various countries is evidenced together with their dynamics over time.

  18. Strategies and methods of development of information systems; Strategie e metodi di sviluppo dei sistemi informativi aziendali

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Moretti, M.; Lucchetti, M.C. [Rome Univ. 3, Rome (Italy). Facolta' di Economia Federico Caffe' ; Di Marco, R.A. [ENEA, Funzione Centrale Informatica, Sede Centrale, Rome (Italy)

    2001-07-01

    Informative system is a relevant and current subject in the modern business studies. Although, in many economics books, is often marginally presented and considered by only one point of view. In this way, many students have a fragmented and incomplete knowledge of the subject, which doesn't allow using all the potentialities of this fundamental corporate resource. The thesis gives just a little contribution to find the fragment of theory dispersed in many field of business studies. The first step was exactly finding these fragments in: strategy, organization, quality, business administration, and business management. Analysed the different definitions and all the various notions to follow up with the speech, is described the impact of I.C.T. in the different business activities. The point of view adopted has been always the Informative System. Using a different approach, the thesis analysed the various business field related with the informative system. The key word of this thesis is: Change. Change is the business structures, strategy, quality, and in the qualifications required by the personal. Following this path, the thesis focuses opportunities offered by new technologies, in many companies during the definition of business strategy. In this second part is studied a business case, ENEA. ENEA is the national department for new technologies and environment. By on-site work, meetings with the personal, reading of the internal documents, and by all the studies done in the first part, are appeared some issues exploiting the Informative System. Are also considered some possible solutions to these issues, they are conform to the theory and law, and easy to realize. The research ends with tree interesting appendix, two about some ENEA's projects and one about hosting and housing. [Italian] I sistemi informativi sono un argomento sicuramente molto rilevante ed attuale. Proprio per questa caratteristica di relativa novita', molto spesso nei libri aziendali viene posto in secondo piano, attraversato soltanto marginalmente e quasi sempre esposto da un punto di vista unico. Si finisce cosi' per avere una conoscenza dell'argomento frammentaria e dispersa, che non permette di gestire poi nella pratica questa fondamentale risorsa aziendale. Coscienti di aver dato solo un piccolo contributo, con questa tesi si e' cercato di ritrovare l'unitarieta' dell'argomento. Questo ha comportato un primo passo fondato sulla ricerca dei pezzi teorici sparsi nelle principali discipline aziendali, che spaziano dall'organizzazione, alla gestione d'impresa, alle strategie, alla qualita' e all'amministrazione. Dopo una fase di introduzione all'argomento, in cui per i meno addetti, si sono descritte e analizzate le molteplici definizioni, necessarie per proseguire con il discorso, si e' passati allo studio dell'impatto del sistema informativo nelle diverse attivita' aziendali. Il punto di vista adottato e' sempre stato il sistema informativo, e tramite di esso si e' entrati nei diversi campi di studio, seguendo un approccio inverso rispetto a quello normalmente seguito. Il concetto chiave che e' emerso da questa analisi e' sintetizzabile in una parola: cambiamento. Cambiamento nella struttura organizzativa, nella definizione di qualita', nelle strategie. Seguendo questa traccia si e', in particolar modo, focalizzato sull'impatto e l'influenza esercitata dalle nuove tecnologie informatiche in molte realta' aziendali, nella definizione delle scelte strategiche. La seconda parte vede applicare questi principi ad un caso concreto, l'ENEA. Anche in questa parte ci si e' concentrati sulle opportunita' strategiche offerte all'ente dalle nuove tecnologie, e si e' misurato l'impatto concreto sulle scelte direzionali. Dal lavoro svolto sul posto, da discussioni con i responsabili, dall'esame di documenti aziendali interni, e alla luce delle considerazioni teoriche svolte nella prima parte, sono emer

  19. Come promuovere la cultura dell’etica e della legalità per uno sviluppo sostenibile delle comunità

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Concettina Titty Siciliano

    2015-10-01

    Full Text Available The article develops with a multidisciplinary approach the theme of the policies of contrast, prevention and repression of “corruption”, the latter understood as a factor of socio-anthropological degradation that threatens the well-being of individuals in the communities in which they live, work and interact. According to the context analysis of an attentive monitoring carried out by the European Union, corruption is a “systemic” phenomenon, opposition to which calls for more effective political commitment as it “seriously harms the economy and society as a whole”.A serious and effective policy of opposition to the corruptive phenomenon identifies itself by at least two dynamic and interacting aspects: for the capacity of vision and interaction of a general, planning and systemic type between different levels, and for the ability of (penetration action in the context, correction and punishment, according to a short, medium and long-term perspective. The effectiveness and success of a serious (public action of opposition to corruption, therefore, depends on the willingness to respond to a pervasive phenomenon with appropriateness of investigation, knowledge, method and instruments that allows actions to be planned and arranged and differentiating them over a sufficient time-period, because of the concrete risk found in the various sectors and levels of Government. That is, instruments are needed that strengthen the capacity of control and of ethical enhancement of the human capital of organisations for the areas of intervention, having an influence on the inherent risk of corruption in each social-political-organisational system.Prevention through the culture of ethics and legality takes on a crucial role together with the training and orientation of the human capital towards positive values of integrity, of the selection of merit and the guarantee of equal opportunities. Prevention policies that promote the culture and dissemination of ethics, the rule of law and of anti-corruption in relations between private individuals and public authorities, as well as generally in custom and lifestyle, are practical for the objective of a serious opposition to the corruption and dishonesty - and hence the inefficiency - of public institutions.

  20. Incentivi fiscali e politiche di sviluppo economico regionale in Europa (Fiscal Incentives and Regional Economics Development Policies in Europe

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Beniamino Moro

    2001-09-01

    Full Text Available The paper shows that fiscal policy and tax incentives are more effective than monetary policy and monetary incentives in supporting a regional development policy among European regions. Anyway, only recently the EU Commission agreed that member countries can use tax incentives instead of monetary ones to support new investment in European less developed areas, but she still does not permit that a member state can apply a differentiated fiscal policy on a regional basis. In fact, according to the Commission, a reduced tax rate for growth purposes in European less developed areas has the same effect as a working aid for those firms located in these areas, which is forbidden by the Code of conduct that regulates fiscal competition among member states. The paper shows this interpretation is not correct and also demonstrates that a regional fiscal policy differentiated among areas inside the same member state can be supported without violate the sound principles of fiscal free competition incorporated in the Code of Conduct.

  1. Incentivi fiscali e politiche di sviluppo economico regionale in Europa (Fiscal Incentives and Regional Economics Development Policies in Europe

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Beniamino Moro

    2012-04-01

    Full Text Available The paper shows that fiscal policy and tax incentives are more effective than monetary policy and monetary incentives in supporting a regional development policy among European regions. Anyway, only recently the EU Commission agreed that member countries can use tax incentives instead of monetary ones to support new investment in European less developed areas, but she still does not permit that a member state can apply a differentiated fiscal policy on a regional basis. In fact, according to the Commission, a reduced tax rate for growth purposes in European less developed areas has the same effect as a working aid for those firms located in these areas, which is forbidden by the Code of conduct that regulates fiscal competition among member states. The paper shows this interpretation is not correct and also demonstrates that a regional fiscal policy differentiated among areas inside the same member state can be supported without violate the sound principles of fiscal free competition incorporated in the Code of Conduct.         JEL Codes: E62, R58Keywords: Fiscal Policy, Policy, Regional Development, Regional, Tax

  2. Sviluppo e validazione di un antigene-capture ELISA basato su anticorpi monoclonali specifici per Listeria monocytogenes negli alimenti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rossella Lelli

    2011-09-01

    Full Text Available È stato standardizzato e validato un dosaggio immunoenzimatico capture ELISA per l’identificazione di Listeria monocytogenes negli alimenti. Il dosaggio è stato messo a punto analizzando campioni di prodotti carnei, ittici e lattiero-caseari, pasta di semola e di farina di grano. Il metodo è risultato specifico al 100% per Listeria spp., con limite di rivelazione di 6,6 × 10(3 cfu/ml. Il metodo L. monocytogenes capture ELISA è stato confrontato con il metodo ufficiale ISO 11290-1:1996 per l’isolamento e l’identificazione di L. monocytogenes in matrici alimentari ottenendo un indice di concordanza significativo. Il dosaggio è stato validato in base alle indicazioni della norma ISO 16140:2003 relativamente ai metodi di analisi qualitativi. Il dosaggio è risultato accurato, specifico, sensibile, selettivo, riproducibile e rapido da eseguire, consentendo nello screening degli alimenti la riduzione di tempi e costi dell’indagine microbiologica.

  3. Implicazioni di Basilea II per la stabilità finanziaria. Le nuvole si addensano sui paesi in via di sviluppo.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Tonveronachi

    2007-06-01

    Full Text Available Placing Basel II in the perspective of the more general trend in financial regulation, the paper analyses its efficacy an efficiency as a device ti foster financial resiliency. In assessing the criticism levelled against the New Accord, special attention is devoted to the case of the emerging countries. I suggest that Basel II is neither a sufficient, nor a necessary condition to attain systematic financial stability, especially in weak institutional and macro-policy environments. Taking also into account just how complex and onerous the scheme is, I conclude that the emerging countries should look for new international institutional arrangements based on the principle of a stability level playing field.

  4. Implicazioni di Basilea II per la stabilità finanziaria. Le nuvole si addensano sui paesi in via di sviluppo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    MARIO TONVERONACHI

    2009-01-01

    Full Text Available Versione rivista del lavoro presentato all'incontro su “Financial Liberalization and Global Governanceâ€, Rio de Janeiro, 19 marzo 2007, organizzato da iBase con un finanziamento della Ford Foundation.

  5. Lo sviluppo costruttivo della basilica di Ererouk (Armenia, secoli VI-X: una ri-lettura archeologica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Montevecchi, Nadia

    2012-12-01

    Full Text Available This paper illustrates the results of archaeological investigations carried out at the church of Ererouk, in the Republic of Armenia. This monument can be regarded as one of the most representative examples of religious architecture in the region. Stratigraphic analysis conducted in 2005 has allowed the establishment of a construction sequence for the building which is organized into two main periods and attributed to the 6th to 10th centuries. The data collected also contribute to several longdebated issues relating to early Armenian churches, including the system of roofing and the shape of the pillars employed.[it] Il presente contributo illustra i risultati di una campagna di indagini archeologiche sulla basilica di Ererouk, nella repubblica di Armenia, uno degli esempi più significativi dell’architettura religiosa della regione. L’analisi stratigrafica condotta nel 2005 permette di ricomporre la sequenza costruttiva dell’edificio in due principali Periodi, compresi probabilmente fra il VI ed il X secolo, e di rispondere ad alcune questioni che avevano innescato accesi dibattiti in letteratura, riguardanti ad esempio la natura delle coperture e la forma dei pilastri.

  6. Technological research and development of fossil fuels; Ricerca e sviluppo tecnologico per lo sfruttamento ottimale dei combustibili fossili

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Minghetti, E.; Palazzi, G. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dip. Energia

    1995-05-01

    The aim of the present document is to supply general information concerning fossil fuels that represent, today and for the near future, the main energy source of our planet. New fossil fuel technologies are in continual development with two principal goals: to decrease environmental impact and increase transformation process efficiency. Examples of this effort are: (1) gas-steam combined cycles integrated with coal gasification plants, or with pressurized-fluidized-bed combustors; (2) new cycles with humid air or coal direct fired turbine, now under development. In the first part of this document the international and national energy situations and trends are shown. After some brief notes on environment problems and alternative fuels, such as biomasses and municipal wastes, technological aspects, mainly relevant to increasing fossil-fueled power plant performances, are examined in greater depth. Finally the research and technological development activities of ENEA (National Agency for New technologies, Energy and the Environment) Engineering Branch in order to improve fossil fuels energy and environmental use are presented.

  7. Ambivalenze nell’educazione dell’identità femminile. Linee di sviluppo per la didattica di genere

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Vittoria Isidori

    2009-08-01

    Full Text Available The female word is very complex and today the asymmetry with male sphere is also evident. During Twentieth-century, thanks to social studies and critical pedagogy, we can meet a new way to think gender questions inside educative process. The author underlines the necessity to plane a gender teaching-method to found new curriculum with some difference of opin-ions between disciplines and educational styles.

  8. Social acceptability of new territorial development projects; Indagine preliminare in tema di accettabilita` sociale di nuovi progetti di sviluppo territoriale

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    1993-05-01

    This paper reviews the historical evolution of environmental awareness over the last three decades. The aspects covered include: the growing economic interdependence of nations, the development of new technologies, the internationalization of human rights and the phenomenon of organized trans-nationalism. The paper then develops a framework of territorial development assessment criteria embodying the United Nation`s approach towards sustainable growth in which the rights of the human individual to a healthy life in harmony with nature are placed at the forefront of all sustainable growth decision making. Examples of decisional processes during actual hearings to decide on the go-ahead of energy development projects in Italy (a district heating system and a combined cycle gas turbine power plant) are given to evidence optimum ways to have public participation and interaction with government and expert committees take place in line with the United Nation`s approach towards development. An important element dealt with is how to optimize the dissemination and use of information.

  9. La transizione strategica da attività internazionali a multinazionali: il modello di macro-sviluppo delle banche giapponesi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    T. OZAWA

    2013-10-01

    Full Text Available The macro-developmental approach for explaining cross-border investment has been extended and refined, but the main emphasis in research has been in the manufacturing (real sector industry. Despite the strategic importance of banking in economic development, there has been no corresponding economic emphasis and respective research. The sudden rise of Japanese banks in the capacity of multinationals in global finance from the 1970s is explored within a macro-developmental, stage-theoretic framework.  JEL Codes: G21Keywords: Japanese banks, cross-boarder investment, global finance  

  10. Alcuni Aspetti dello Sviluppo Morfosintattico in Italiano (Some Aspects of the Development of Morphology and Syntax in Italian).

    Science.gov (United States)

    Chilosi, A; And Others

    1991-01-01

    Discusses research that gathered language samples via videotape recordings from 2 Italian children (one upper class, the other lower class) from the age of 18 months to 36 months, and then analyzes the data to determine the development of morphology and syntax in these children. (19 references) (CFM)

  11. Citotossicità del cadmio sullo sviluppo embrionale e sull'encefalo dell'adulto in Danio rerio

    OpenAIRE

    Monaco, Antonio

    2015-01-01

    Per caratterizzare la citotossicità esercitata dal Cd nell'encefalo di un vertebrato, con la finalità di verificare l'innesco di processi tipici di malattie neurodegenerative, ho scelto come modello il pesce teleosteo Danio rerio, esponendo sia adulti che embrioni ad una soluzione di cloruro di cadmio (CdCl2) avente concentrazione di 1mg/L, tipica di ambienti massivamente contaminati dall'attività industriale. Questa stessa concentrazione inoltre ha portato ad accumulo nell'encefalo di indivi...

  12. Ecologia, sviluppo e sostenibilità: problematiche ambientali e sociali della Forest Policy nell’India contemporanea

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Beggiora

    2013-12-01

    Full Text Available This article proposes some reflections on the themes of ecology, development and sustainability, investigating a number of issues related to environmental protection legislation, the Forest Policy and the rights of ethnic minorities in tribal India. Based on the scientific assumption that the manipulation of ecosystems strongly matters as an anthropological feature probably associated with us since time immemorial and that the elements of the natural environment surrounding the community significantly become integral part of the cultural system, the proposed article wants to analyze the symbiotic relationship between man and environment among the Primitive Tribal Groups of India. The cultural heritage of the ‘Indigenous Knowledge on the Forest’ and its sacred complex preserves important notions pertaining to the field of botany, pharmacology and land use that can be regarded as key elements in thinking about sustainability. This article describes how environmental changes due to deforestation have led to social change and the loss of a great part this cultural heritage. The rich ethnographic data collected here are based on many years of fieldwork conducted among the tribes of Lanja Saora and Kuttia Kondh of Orissa.

  13. L'evoluzione della fisica sviluppo delle idee dai concetti iniziali alla relatività e ai quanti

    CERN Document Server

    Einstein, Albert

    1965-01-01

    Pubblicato in inglese alla vigilia della Seconda guerra mondiale e subito proposto in traduzione, L’evoluzione della fisica dovette aspettare la fine del conflitto per vedere la sua pubblicazione in Italia. Da allora (1948) questo testo non ha più smesso di rappresentare un punto di riferimento obbligato per il concetto stesso di divulgazione scientifica e per la fisica in particolare. Scritto dai protagonisti assoluti della rivoluzione della fisica relativistica e quantistica, ma destinato a un pubblico di non specialisti, il libro che avete tra le mani è il testo fondativo della moderna divulgazione delle idee, la pietra di paragone di ogni altro libro di fisica, che permette di intuire la straordinaria importanza e il valore rivoluzionario della svolta della fisica del Novecento.

  14. Struttura produttiva e sviluppo regionale di lungo periodo in Italia (Production Structure and Long-Run Regional Development in Italy

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giulio Caianelli

    2012-04-01

    Full Text Available During the 1990s the link between specialisation and/or variety of the production structure and long-run local development has been widely studied both at theoretical and empirical level. Following this research line, the aim of this paper is twofold. First of all, we analyse, by means of transition matrices, the evolution of the model of specialisation/variety of manufacturing industries at regional level in Italy during the twentieth century. Secondly, we investigate, from an econometric point of view, the potential impact of specialisation and/or of variety on the different growth rates of manufacturing employment of the Italian regions during the period 1927-91. In order to carry out this kind of empirical investigation, we have built up a new and original historical data set which, using statistical information drawn from the Italian Industrial Census carried out from 1911 to 1991, provides data on the number of employees for 15 manufacturing industries and for 18 regions.           JEL Codes: R12, L60, R11, R23Keywords: Manufacturing, Regional Development, Regional

  15. Alcuni Aspetti dello Sviluppo Morfosintattico in Italiano (Some Aspects of the Development of Morphology and Syntax in Italian).

    Science.gov (United States)

    Chilosi, A; And Others

    1991-01-01

    Discusses research that gathered language samples via videotape recordings from 2 Italian children (one upper class, the other lower class) from the age of 18 months to 36 months, and then analyzes the data to determine the development of morphology and syntax in these children. (19 references) (CFM)

  16. Le prime globalizzazioni: il processo di sviluppo e l'integrazione economica tra Mediterraneo ed Atlantico (secc. XVI-XX

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Amedeo Lepore

    2008-12-01

    Full Text Available Los más recientes estudios de historia económica internacional han proporcionado nuevas líneas de investigación sobre el origen de la “globalización”, así como sobre sus causas y consecuencias. En particular, el concepto mismo de globalización no es sólo aplicado a la actualidad inmediata, al retrotraerse a la luz de eventos históricos de primera importancia, especialmente en el curso de varias fases de la época moderna y contemporánea de la humanidad. La “mundialización” no es una novedad. De hecho, según una esquematización muy interesante, podemos individualizar al menos otros dos períodos en cuyo término de tiempo y espacio han mutado profundamente sus caracteres, como son: la época del descubrimiento del Nuevo Mundo y la fase de la considerada “revolución industrial”.______________________ABSTRACT:The latest researches in international economic history have begun new lines of examining the “globalization” origins, as well as the causes and the relative consequences. In particular, the globalization concept itself can be post-dated and verified by the light of historical events of great importance, occurred during several periods of the humanity Modern and Contemporary Age. The globalization is not a piece of news. In fact, according to an elemental simplification, at list two other periods can be characterized in which the time and spaces terms have deeply changed their character, have been considerably reduced: the New World discovery and the stage of the assumed 'industrial revolution'.

  17. Web-ob: un ambiente per la composizione di profili di sviluppo secondo la teoria delle intelligenze multiple

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paola Nicolini

    2011-04-01

    Full Text Available This paper illustrates the characteristics and functions of an online environment designed to support systematic observation at school. As a qualitative process for data collection in developmental psychology, observation appears to be the best means for designing personal profiles of abilities. Such profiles are of particular importance in the field of disabilities, allowing teachers and educators to work on didactic and educational design and planning.

  18. Strategies and methods of development of information systems; Strategie e metodi di sviluppo dei sistemi informativi aziendali

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Moretti, M.; Lucchetti, M.C. [Rome Univ. 3, Rome (Italy). Facolta' di Economia Federico Caffe' ; Di Marco, R.A. [ENEA, Funzione Centrale Informatica, Sede Centrale, Rome (Italy)

    2001-07-01

    Informative system is a relevant and current subject in the modern business studies. Although, in many economics books, is often marginally presented and considered by only one point of view. In this way, many students have a fragmented and incomplete knowledge of the subject, which doesn't allow using all the potentialities of this fundamental corporate resource. The thesis gives just a little contribution to find the fragment of theory dispersed in many field of business studies. The first step was exactly finding these fragments in: strategy, organization, quality, business administration, and business management. Analysed the different definitions and all the various notions to follow up with the speech, is described the impact of I.C.T. in the different business activities. The point of view adopted has been always the Informative System. Using a different approach, the thesis analysed the various business field related with the informative system. The key word of this thesis is: Change. Change is the business structures, strategy, quality, and in the qualifications required by the personal. Following this path, the thesis focuses opportunities offered by new technologies, in many companies during the definition of business strategy. In this second part is studied a business case, ENEA. ENEA is the national department for new technologies and environment. By on-site work, meetings with the personal, reading of the internal documents, and by all the studies done in the first part, are appeared some issues exploiting the Informative System. Are also considered some possible solutions to these issues, they are conform to the theory and law, and easy to realize. The research ends with tree interesting appendix, two about some ENEA's projects and one about hosting and housing. [Italian] I sistemi informativi sono un argomento sicuramente molto rilevante ed attuale. Proprio per questa caratteristica di relativa novita', molto spesso nei libri aziendali viene posto in secondo piano, attraversato soltanto marginalmente e quasi sempre esposto da un punto di vista unico. Si finisce cosi' per avere una conoscenza dell'argomento frammentaria e dispersa, che non permette di gestire poi nella pratica questa fondamentale risorsa aziendale. Coscienti di aver dato solo un piccolo contributo, con questa tesi si e' cercato di ritrovare l'unitarieta' dell'argomento. Questo ha comportato un primo passo fondato sulla ricerca dei pezzi teorici sparsi nelle principali discipline aziendali, che spaziano dall'organizzazione, alla gestione d'impresa, alle strategie, alla qualita' e all'amministrazione. Dopo una fase di introduzione all'argomento, in cui per i meno addetti, si sono descritte e analizzate le molteplici definizioni, necessarie per proseguire con il discorso, si e' passati allo studio dell'impatto del sistema informativo nelle diverse attivita' aziendali. Il punto di vista adottato e' sempre stato il sistema informativo, e tramite di esso si e' entrati nei diversi campi di studio, seguendo un approccio inverso rispetto a quello normalmente seguito. Il concetto chiave che e' emerso da questa analisi e' sintetizzabile in una parola: cambiamento. Cambiamento nella struttura organizzativa, nella definizione di qualita', nelle strategie. Seguendo questa traccia si e', in particolar modo, focalizzato sull'impatto e l'influenza esercitata dalle nuove tecnologie informatiche in molte realta' aziendali, nella definizione delle scelte strategiche. La seconda parte vede applicare questi principi ad un caso concreto, l'ENEA. Anche in questa parte ci si e' concentrati sulle opportunita' strategiche offerte all'ente dalle nuove tecnologie, e si e' misurato l'impatto concreto sulle scelte direzionali. Dal lavoro svolto sul posto, da discussioni con i responsabili, dall'esame di documenti aziendali interni, e alla luce delle considerazioni teoriche svolte nella prima parte, sono emer

  19. Architecture quality for sustainable development; La qualita' dell'architettura per uno sviluppo sostenibile

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    NONE

    1998-07-01

    The designs, presented in this article, summarize some experiences to create architectures that are energy-efficient in a very broad sense. [Italian] In questo articolo sono presentati progetti che raccolgono alcune esperienze nel creare architetture che utilizzano le risorse energetiche in armonia con la natura.

  20. Maslov shear-waveforms in highly anisotropic shales and implications for shear-wave splitting analyses; Formes d`onde transversales de Maslov dans les argiles fortement anisotropes et implications dans les analyses de birefringence des ondes transversales

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Caddick, J. [Leeds Univ. (United Kingdom). Dept. of Earth Sciences; Kendall, J.M.; Raymer, D.G. [Western Geophysical, Middlesex (United Kingdom). Dept. of Earth Sciences

    1998-09-01

    Shales are the most common sedimentary rocks in hydrocarbon environments often forming the source rock and trapping rock for a reservoir. Due to the platy nature of the constituent grains, shales are commonly anisotropic. In this paper we calculate seismic waveforms for highly anisotropic shales using Maslow asymptotic theory (MAT). This theory is an extension of classical ray theory which provides valid waveforms in regions of caustics (wavefront folding) where ray theory amplitudes are unstable. Asymptotic ray theory (ART) is based on the Fermat or geometrical ray which connects the source and receiver. In contrast, the Maslov solution integrates the contributions from neighbouring non-Fermat rays. Ray-paths, travel-times, amplitudes and synthetic seismograms are presented for three highly anisotropic shales using a very simple 1D model comprised of an anisotropic shale overlying an isotropic shale. The ART waveforms fail to account for complex waveform effects due to triplications. In comparison, the MAT waveforms predict nonsingular amplitudes at wavefront cusps and it predicts the diffracted signals from these cusps. A Maslov solution which integrates ray contributions over a single slowness component will break down when rays focus in 3D (at a point rather than along a line). One of the tested shales shows such a point caustic and integration over 2 slowness components is required to remove the amplitude singularity. Finally, we examine the effects of wavefront triplications on Alford rotations which are used to estimate shear-wave splitting. In such cases, the rotation successfully finds the fast shear-wave polarization, but it can be unreliable in its estimate of the time separation. (authors) 21 refs.

  1. Application of the laser induced fluorescence to the investigation of highly magnetized plasmas, heated by ion cyclotron resonance; Fluorescence induite par laser sur des plasmas fortement magnetises, chauffes par resonnance cyclotron ionique

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Pailloux, A. [CEA Centre d`Etudes de Saclay, 91 - Gif-sur-Yvette (France). Dept. des Procedes d`Enrichissement]|[Universite Louis Pasteur, 67 - Strasbourg (France)

    1997-12-31

    This work has been achieved in the frame of isotopic separation studies by in cyclotron resonance. For this purpose, in a highly magnetized (2 to 3 Tesla) and non-collisional (10{sup 12} ions/cm{sup 3}) plasma, composed of metallic ions, a wave near the ion cyclotron frequency is thrown in order to heat selectively a given species. A laser induced fluorescence (LIP) has been developed on barium and gadolinium plasmas. The Larmor gyration of ions greatly modifies the interaction, which has been modelled through the time-dependent Schroedinger equation. The obtained excitation probably has been integrated over all the ions excited in the measurement volume in order to check that the LIF still leads to the distribution function of ion velocities. The influence of the Larmor motion of ions on the spectral distribution of LIF has been derived both theoretically and experimentally. The LIF diagnostics has been achieved with a dye O`ring laser. The barium ion has been excited on the transition 6142 angstrom, using rhodamine 6G dye, and the gadolinium ion on the pseudo-triplet 3861 angstrom, using exalite dye. Data treatment has been developed taking into account the Zeeman effect and the different heating of isotopes. The ionic temperature (from 1 eV to some hundreds eV) has been measured as a function of radiofrequency heating. Our experimental results are in good agreement with the selective heating theory. Also, the ion velocity distribution function has been found locally Maxwellian. And the behaviour of the plasma has been studied as a function of control parameters of the plasma source. (author) 62 refs.

  2. The electrical charging of inactive aerosols in high ionised atmosphere, the electrical charging of artificial beta radioactive aerosols; Le processus de charge electrique: des aerosols non radioactifs en milieu fortement ionise, des aerosols radioactifs artificiels emetteurs beta

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Gensdarmes, F

    2000-07-01

    The electrical properties of aerosols greatly influence their transport and deposition in a containment. In a bipolar ionic atmosphere, a neutral electric charge on aerosols is commonly assumed. However, many studies report a different charge distribution in some situations, like highly ionised atmosphere or in the case of radioactive aerosols. Such situations could arise from a hypothetical accident in a nuclear power plant. Within the framework of safety studies which are carried out at IPSN, our aims were the study of electrical properties of aerosols in highly ionised atmosphere, and the study of artificial radioactive aerosols, in order to suggest experimental validation of available theories. For this purpose, we designed an experimental device that allows us to measure non-radioactive aerosol charge distribution under high gamma irradiation, up to 10{sup 4} Gy/h. With our experimental device we also studied the properties of small ions in the medium. Our results show a variation of the charge distribution in highly ionised atmosphere. The charge increases with the dose of gamma ray. We have related this variation with the one of the small ions in the gases, according to theoretical prediction. However, the model overestimates slightly our experimental results. In the case of the radioactive aerosols, we have designed an original experimental device, which allows us to study the charge distribution of a {sup 137}Cs aerosol. Our results show that the electric charging of such aerosols is strongly dependent on evolution parameters in a containment. So, our results underline a great enhancement of self-charging of particles which are sampled in a confined medium. Our results are qualitatively in agreement with the theoretical model; nevertheless the latter underestimates appreciably the self-charging, owing to the fact that wall effects are not taken into account. (author)

  3. Antenatal depression strongly predicts postnatal depression in primary health care Depressão antenatal prediz fortemente depressão pós-parto na atenção básica à saúde

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alexandre Faisal-Cury

    2012-12-01

    Full Text Available OBJECTIVE: To estimate the association between antenatal and postnatal depression and to examine the role of socioeconomic conditions in the risk of postnatal depression. METHODS: A prospective cohort study, conducted between May 2005 and January 2006, with 831 pregnant women recruited from primary care clinics in the public sector in the city of São Paulo, Brazil. The presence of antenatal and postnatal depression was measured with the Self Report Questionnaire (SRQ-20. Sociodemographic and socioeconomic characteristics and obstetric information were obtained through a questionnaire. Crude and adjusted risk ratios (RR, with 95% CI, were calculated using a Poisson regression. RESULTS: The prevalence of postnatal depressive symptoms was 31.2% (95%CI: 27.8-34.8%. Among the 219 mothers who had depressive symptoms, nearly 50% had already shown depressive symptoms during pregnancy. Women who had antenatal depression were 2.4 times more likely to present with postnatal depression than were women who did not have such symptoms during pregnancy. In the multivariate analysis, higher scores for assets (RR: 0.76, 95% CI 0.61-0.96, higher education (RR: 0.75 95%CI 0.59-0.96, daily contact with neighbors (RR: 0.68, 95%CI 0.51-0.90 and antenatal depression (RR: 2.44, 95%CI 1.93-3.08 remained independently associated with postnatal depression. CONCLUSIONS: Antenatal and postnatal depression are highly prevalent in the primary care setting.OBJETIVO: Estimar a associação entre depressão pré-natal e pós-natal, e examinar o papel das condições sócioeconômicas sobre o risco de depressão pós-parto. MÉTODOS: Estudo de coorte prospectivo, realizado entre maio de 2005 e janeiro de 2006, com 831 gestantes recrutadas de clínicas de cuidados básicos, do setor público, na cidade de São Paulo, Brasil. Presença de depressão pré-natal e pós-natal foi medida com o Self Report Questionnaire (SRQ-20. Características sócio-demográficas e socioeconômicas, e informações obstétricas foram obtidas através de um questionário. Riscos relativos (RR, bruto e ajustado, com IC de 95%, foram calculados usando Regressão de Poisson. RESULTADOS: A prevalência de sintomas depressivos pós-natal foi de 31,2% (IC95% 27,8-34,8%. Entre as 219 mães que tinham sintomas depressivos, quase 50% já haviam mostrado sintomas depressivos durante a gravidez. Mulheres que tiveram depressão pré-natal tiveram risco 2,4 vezes maior de apresentar depressão pós-parto do que as mulheres que não tiveram tais sintomas durante a gravidez. Na análise multivariada, maior escore de bens (RR: 0,76; IC95% 0,1-0,96, maior escolaridade (RR: 0,75; IC95% 0,59-0,96, contacto diário com vizinhos (RR: 0.68; IC95% 0,51-0,90 e depressão pré-natal (RR:2,44; IC95% 1,93-3,08 permaneceram independentemente associadas com depressão pós-parto. CONCLUSÕES: Depressão pré-natal e pós-natal são altamente prevalentes na atenção primária, e profissionais de saúde devem ser treinados para realizar intervenções simples e eficazes, o mais precocemente possível.

  4. Determination of the turbulent viscosity inside a strongly heated rectangular jet: experimental and numerical studies; Determination de la viscosite turbulente dans un jet rectangulaire fortement chauffe: etudes experimentale et numerique

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Sarh, B.; Gokalp, I.; Sanders, H. [Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS), 45 - Orleans-la-Source (France)

    1997-12-31

    In the framework of the studies carried out by the LCSR on variable density flows and diffusion turbulent flames, this paper deals with the study of the influence of density variation on the characteristics of a heated rectangular turbulent jet emerging in a stagnant surrounding atmosphere and more particularly on the determination of turbulent viscosity. The dynamical field is measured using laser-Doppler anemometry while the thermal field is measured using cold wire anemometry. A numerical predetermination of the characteristics of this jet, based on a k-{epsilon} modeling, is carried out. (J.S.) 6 refs.

  5. Special requisites for ground switch operation of parallel circuits of strongly connected transmission lines; Requisitos especiais de manobra para chaves de terra de circuitos paralelos de linhas de transmissao fortemente acoplados

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Amon Filho, J.; Kastrup Filho, O.; Franca, W.J. [FURNAS, Rio de Janeiro, RJ (Brazil)

    1993-12-31

    This work aims to present results of a qualitative and quantitative analysis of the problem concerning the ground switch turn off operation of transmission lines parallel circuits involving computer simulations and field tests, being such tests compared to standards and constant criteria of the technical specifications of such ground switches. The so far achieved conclusions indicate that the arc resistors installed in the ground switches have been satisfactory solving the problem of the interruption of induced currents by those ground switches. 7 refs., 2 figs., 3 tabs.

  6. Architecture and relevance of several strongly adhered biofilms over a polyester imide (PEI surface Arquitetura e relevância de diversos biofilmes fortemente aderidos a uma superfície de poliéster-imida

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giancarlo Soncini-Júnior

    2003-11-01

    Full Text Available A microscopical study was undertaken to analyze the eventual fungi adhesion over a polyester imide surface in enameled copper wires. Scanning electron microscopy allowed to observe in these adhered biofilms, a high amount of pigments, hyphae and its enzymatic arsenal probably acting in the surface of the polymer. Due to the highly aromatic nature of this polyester and the residual phenol derivates still present in the reticulated polymer, an antifungal activity could be expected, but no significant changes were noted in fungal growing and in the adhesion process. Additionally, the wires showed completely failure in all insulation properties. The studies aimed to understand and evaluate the great fungi potential that could be explored in biodeterioration and biodegradation processes.Um estudo microscópico foi considerado para analisar a eventual adesão de fungos sobre uma superfície de poliéster-imida presente em fios de cobre esmaltados. A microscopia eletrônica de varredura, permitiu observar nestes biofilmes aderidos, uma alta quantidade de pigmentos, hifas e um arsenal enzimático possivelmente atuando na superfície desta macromolécula. Devido a natureza altamente aromática deste material e traços de derivados fenólicos usados como solventes - que se fazem ainda presentes no polímero já reticulado, uma certa atividade anti-fúngica poderia ser esperada, todavia não foram observadas alterações no crescimento dos microrganismos, bem como no processo de adesão dos fungos. Adicionalmente a este fato, os fios esmaltados revelaram total descaracterização de suas propriedades isolantes. Os estudos visam compreender e avaliar o grande potencial demonstrado pelos fungos que poderia em caráter vindouro, explorado em processos de biodeterioração e biodegradação

  7. Studio del comportamento di Acanthamoeba. polyphaga in presenza di Legionella pneumophila e di altri batteri ad habitat acquatico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Bondi

    2003-05-01

    Full Text Available Le amebe a vita libera sono state oggetto di diversi studi negli ultimi anni, non solo per le loro potenzialità patogene nei confronti dell’uomo, ma anche per l’importante ruolo che svolgono in natura, dove agiscono come predatori in grado di controllare le popolazioni batteriche. Alcuni degli organismi fagocitati però possono evitare la lisi fagosomiale e mantenere la loro condizione vitale a livello intracellulare, divenendo endosimbionti. Le amebe fungono così da riserva per questi batteri, proteggendoli da difficili condizioni extracellulari e provvedendo ad un ambiente consono alla loro replicazione. Tale tipo di interazione è particolarmente studiata in Legionella pneumophila, dal momento che l’ampia diffusione di questo germe, nonché la sua virulenza, pare siano fortemente influenzate dalla capacità di parassitare protozoi appartenenti ai generi Acanthamoeba, Naegleria e Balamuthia. Al fine di ottenere maggiori informazioni sui fattori favorenti o inibenti lo sviluppo di questi protozoi, è stato studiato il comportamento di un ceppo di Acanthamoeba polyphaga coltivato, in solido e in liquido, in associazione con L. pneumophila ed altri batteri ad habitat acquatico (Pseudomonas, Aeromonas, Achromobacter, Burkholderia. Su tappeti di cellule batteriche allestiti in Non Nutrient Agar (NNA, A.polyphaga si è mostrata in grado di moltiplicarsi utilizzando come nutrimento tutti i ceppi testati, nonostante alcuni, come Burkholderia cepacia SSV6 e Achromobacter xylox SS28, risultino più idonei al suo sviluppo. In piastre a pozzetti addizionate di acqua condottata autoclavata, il protozoo ha mostrato una buona capacità di sopravvivenza, non risultando inoltre influenzato dalla presenza di legionella o dei batteri acquatici testati. Dal momento che, fra i batteri descritti come capaci di vita intra-amebica, sono inclusi patogeni quali Chlamydia, Legionella, Listeria e Rickettsiae, risulta necessario riconsiderare la rilevanza clinica

  8. Le human capabilities per lo sviluppo umano e sociale: la prospettiva della pedagogia (The human capabilities for human and social development: the perspective of pedagogy)

    OpenAIRE

    2016-01-01

    The present essay, moving from a definition of the concept of capabilities in terms of attitudes to ‘make possible’—i.e., inner abilities of every person which, if adequately exploited, permit to operate in a free and responsible way within the society or the institution where he or she lives—aims at highlighting its strong pedagogical value. The definition of capabilities, though developed in economic contexts, exhibits pedagogical foundations inasmuch it emphasizes the centrality of the p...

  9. Le human capabilities per lo sviluppo umano e sociale: la prospettiva della pedagogia (The human capabilities for human and social development: the perspective of pedagogy

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Angela MUSCHITIELLO

    2016-06-01

    Full Text Available The present essay, moving from a definition of the concept of capabilities in terms of attitudes to ‘make possible’—i.e., inner abilities of every person which, if adequately exploited, permit to operate in a free and responsible way within the society or the institution where he or she lives—aims at highlighting its strong pedagogical value. The definition of capabilities, though developed in economic contexts, exhibits pedagogical foundations inasmuch it emphasizes the centrality of the person as an actor free in his or her choices and thus responsible for his or her destiny. The topics dealt with in the paper are the produce of several studies and researches; they are relevant for a large audience: experts of education, managers, teachers, but also students willing to consciously pass through their educational, formative and professional assignments.

  10. Analisi esplorativa dell'effetto di soluzioni ultramolecolari di triossido di arsenico sullo sviluppo vegetativo in vitro di plantule di grano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maurizio Brizzi

    2007-10-01

    Full Text Available This paper deals with an experiment in which wheat seeds were stressed with a material dose of As2 O3, and then treated with ultra-molecolar dilutions of the same substance, with and without potentization. We focused our analysis on seedling stem length during 7 days of treatment, and tried to give a thorough statistical description of the data. We applied simple nonparametric tests for comparing treated and control groups: it seems to be a significant stimulating effect when seeds are treated with the 45th decimal potency of As2 O3 . A similar effect was obtained in a previous experiment (Betti et al., 1997, and shows that our model allows a proper reproducibility of results.

  11. Sviluppo di un'applicazione Web per la visualizzazione e l'analisi di dati dell'esperimento AEgIS

    CERN Document Server

    Damioli, Andrea Giovanni Battista

    The AEgIS Experiment at the CERN aims to verify the weak interaction principle for antimatter. This thesis presents a web application designed to simplify the analysis of physical data under the AEgIS experiment called "gAnWeb". This analysis can be run via command lines in a Unix Terminal, but a graphical interface can ensure a better user experience, ease the user training and improve the productivity. A web application is a smart way to implement the interface because it allows users to avoid installations, and centralizes all the possible modifications. This document explains the choices made during the development of this application and shows the design process that led to the final product.

  12. Verso la rappresentazione e valutazione dello sviluppo delle aziende : i limiti dell'informativa economico-finanziaria e il contributo di alcuni approcci informativi complementari

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sergio Paternostro

    2009-06-01

    Full Text Available Firms are dynamic entities in continuous change. This dynamism can lead to an improvement or worsening of the firm. Only in the first situation we can say that a firm is developing. The notion of firm's development does not have in literature an univocal interpretation and for this reason the first aim of the article is to illustrate an interpretation for a better understanding of this notion, which remains incomplete without appropriate instruments for the representation and evaluation of firm's development. The main purpose of this article is to reflect upon the manner to represent and to value this complex phenomenon. The analysis highlights, on the one hand, the limits of the financial statements and, on the other hand, the possible contribution of complementary informative instruments like: social report, intellectual capital report, balanced scorecard, business storytelling.Las empresas son entidades dinámicas en continua transformación. Este dinamismo puede conducir a una situación de mejora o a un empeoramiento de la empresa. Solamente en la primera situación se puede decir que la empresa está recorriendo un sendero de desarrollo. La noción de desarrollo de empresa no tiene en literatura una interpretación unívoca y por esta razón el primer objetivo del artículo es presentar una clave para comprender este concepto. La idea de desarrollo queda incompleta sin apropiados instrumentos operativos para representar y valorar el nivel de desarrollo alcanzado por las empresas. La principal finalidad del articulo es, por tanto, reflexionar sobre las modalidades a través de las que se puede dar una representación y evaluación a este fenómeno complejo. El análisis ha evidenciado, por una parte, los límites del balance y, por otra, la posible contribución de instrumentos informativos complementarios como: balance social, balance intelectual, balanced scorecard, narración de empresa.

  13. I farmaci “generici” in Italia: opportunità di ricerca e sviluppo di prodotti di qualità a prezzi competitivi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Eandi

    2003-06-01

    Full Text Available Every drug whose copyright coverage has expired can be manufactured by a pharmaceutical company other than the one that developed it, giving rise to the market of the so-called generic drugs. It can be distinguished among two types of generic drugs: branded and unbranded, according to the choice of the manufacturer to assign it a fantasy name or to sell it with the name of the active principle, followed by the company’s name. In order to be accepted for marketing, every new drug has to pass the registration procedures of the Italian Ministry of Health, which are simplified for generics, as it’s sufficient to demonstrate the bioequivalence, considered a reliable proxy of therapeutic equivalence, of the new drug with the standard formulations it copies. The bioequivalence of two drugs depends on various parameters, related to the quality of the raw materials employed and the industrial processes they go through. There are several ways of assessing the equivalence between pharmaceutical products, and it is important the registration studies are conducted following strict rules, in order to guarantee the quality of generics, fundamental for achieving the trust of health operators and patients. The reason to be of generic drugs is essentially economic, as they bare no therapeutic innovation, and their introduction is mainly aimed to contain drug expenditures and to facilitate a competitive market, but to do so, they need to be widely accepted by the medical community and the population. In Italy, the market of generic drugs is very young and relatively underdeveloped if compared to what is observed in other industrialized countries such as the USA, Germany or UK, but it has a good expansion potential, as it also represents a chance for quality enhancement for the Italian pharmaceutical industry.

  14. Sviluppo e implementazione di un modello farmacoeconomico per valutare la costo efficacia di un ACE-inibitore nella prevenzione del rischio cardiovascolare

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sergio Iannazzo

    2003-09-01

    Full Text Available Cardiovascular disease (CVD remains one of the leading causes of mortality and morbidity worldwide. Since several pharmacological approaches are available for the reduction of incidence and severity of cardiovascular events and health resources in modern managed care systems are limited, the evaluation of the clinical and economical consequences of any treatment is very valuable for decison-makers and physicians. In this article we present a flexible pharmacoeconomic model that permits the calculation of the marginal costeffectiveness of cardiovascular prevention with ramipril, a drug of the class of ACE-inhibitors. The clinical data used for the modelization are derived from the HOPE (Heart Outcomes Prevention Evaluation study, a landmark cardiovascular prevention study that showed how the benefits of ACE-inhibition with ramipril go beyond the effects on blood pressure, while Italian epidemiological, demographic and economical data make the results appliable to the Italian population. The model, structured as a decision tree comparing the alternatives “to treat” or “not to treat” with Markow chains at the terminal nodes, calculates the marginal cost-effectiveness of the preventive treatment in terms of cost/year of live saved. The model is characterized by high flexibility, as it allows health decision-makers to set epidemiological and economical data in order to reflect the local population at high risk for developing cardiovascular diseas. The model was tested on a high risk population, formed by all acute myocardial infarction survivors in Italy, and indicated that life-long treatment of this patients would yield significant clinical benefits, with a cost/ effectiveness of 3,932 euro/year of life saved. This value is well below the standards that are considered acceptable, and offsprings from the partial offset of pharmaceutical costs caused by the reduction in the expenses for diagnosis and treatment of the cardiovascular events avoided with the preventive therapy.

  15. La struttura tecnica di supporto e il Gruppo di Lavoro per lo sviluppo dei Database geotopografici del Comitato Permanente per i Sistemi Geografici del CISIS

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Piepaolo Milan

    2013-06-01

    Full Text Available Il Comitato Permanente per i Sistemi Geografici del CISIS ha istituito una struttura tecnica e costituito un gruppo di lavoro finalizzato a supportare le Regioni nell’implementazione dei loro Database geotopografici per garantire una corretta applicazione della recente normativa nazionale e sovranazionale.The CISIS Committee on Geographical Systems has establisheda technical group and has formed a working group aimed at supporting Regions in the implementation of theirTopographic Database to ensure the proper application of therecent national and international standards.

  16. Il ruolo dell'identità, del capitale sociale e delle certificazioni territoriali nello sviluppo locale dei territori minori: il caso di Pitigliano nella Regione Toscana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Viviana Calzati

    2012-01-01

    Full Text Available The objective of this paper is to further understanding of the relationship between local community, identity, social capital and territorial certifications. More specifically, the investigation deals with the way in which the inhabitants of the Municipality of Pitigliano perceive and evaluate their town in terms of quality, the role they attribute to territorial certifications and the elements of the town or the area with which they feel the strongest ties. The town of Pitigliano wasidentified as a research area because it has characteristics that include it among the territories defined as "slow." In theseareas, new paths for development are identified in which identity, local history, social capital, cultural heritage, quality and beauty can become innovative factors that are able to promote not a tourist product, but ratheran endogenous development of the area in a sustainable manner.

  17. Dogane dei pascoli, beni comuni e sviluppo di strutture statuali nella repubblica senese (secolo XV. Terreni fecondi per un approccio interdisciplinare

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Dani

    2009-12-01

    Full Text Available L’istituzione della Dogana dei Paschi nella Repubblica di Siena tra la seconda metà del Trecento e la prima metà del Quattrocento, simile in vari aspetti alle Dogane pontificie e del Regno di Sicilia, determinò una riduzione dei pascoli delle comunità locali ed una intensificazione del controllo territoriale del potere centrale, significativa se letta nel contesto di lungo periodo della lenta nascita dello Stato moderno. Nondimeno occorre rilevare che il pascolo doganale presupponeva la tipica concezione medievale della proprietà divisa, con più diritti che insistevano sul medesimo bene, nonché una concezione del demanio influenzata dal diritto feudale. Per questo non dobbiamo pensare ai territori doganali come a proprietà demaniali piene ed esclusive dello Stato, ma come a situazioni in cui il consueto intreccio di diritti reali coesistenti si complicava con l’innesto di un ulteriore tipo di dominio, connesso con quello eminente che spettava al titolare della giurisdizione superiore. Dal punto di vista del fondamento giuridico, la Dogana sembra poggiare non tanto su nuove potestà statuali egemonizzanti, quanto sulla “applicazione estensiva” di principi di diritto feudale: erano infatti i feudatari ad avere sul territorio soggetto sia un dominio diretto sia un dominio utile sulle risorse naturali eccedenti al fabbisogno della popolazione, che potevano anche concedere in godimento a forestieri.

  18. Updating Medicina del Lavoro: uno strumento per lo sviluppo e la condivisione di idee e di informazioni scientifiche. Call for networking

    OpenAIRE

    Fellone, Lucio

    2014-01-01

    Updating Occupational Medicine (UMdL): a tool to develop and to share ideas and scientific information. Call for networking. A brief summary of the main aims, website activities (updatingmdl.wordpress.com), Open Access journal policies and future perspectives of the project UMdL mainly provided by the voluntary efforts of resident students in Occupational Medicine.

  19. A new incentive for energy audit EMAS development according to regulation 1836; Un nuovo incentivo alla diagnosi energetica sviluppo dell`EMAS secondo il regolamento 1836

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Degli Atti, F. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Energia

    1997-11-01

    Environment`s respect is nowadays a primary requirement for industries because it affects manufacture`s costs and efficiency for what is regarding production, confrontation with social classes, with workers and resident for what is regarding environmental impact, improving moreover corporate and product`s image. On this basis european common rules are necessary and European Commission issued Regulation 1836/93 known also as EMAS - Environmental Management and Audit Scheme-that is proposing to industries a voluntary adhesion to it. Rational Use of Energy can be integrated in this Management and Audit scheme because of his direct effect on emission and resources` consumption. Therefore energy efficiency is a primary need for an industry not only for its social aspect but also for its strategic impact on market success.

  20. Uso di nuove tecnologie nella documentazione dell’origine e dello sviluppo urbano di São João Del Rei Minas Gerais, Brasile.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Altino Barbosa Caldeira

    2015-01-01

    Full Text Available  La città di São João Del Rei, nello Stato del MinasGerais, presenta oggi una performance economica,sociale e turistica che la fa emergere trale altre città dello Stato. Questo articolo cerca dichiarirne le ragioni, considerando la regione el’occupazione del suo territorio, il suo successivosviluppo e le trasformazioni avvenute nel paesaggioa seguito di tale occupazione. Essa mira inoltrea dimostrare come utilizzare le risorse dellenuove tecnologie per documentare il patrimonioculturale e come diffonderlo alle nuove generazioni.Per questo, si farà ricorso alla geografiafisica e umana, così come alla sua storia. Verrannoconsiderati l’ambiente naturale, gli interventiantropici e le manifestazioni culturali dei suoiabitanti per ciò che riguarda il patrimonio immaterialee la dimensione spaziale della cultura locale,per mettere in risalto e valorizzare aspettiurbanistici, architettonici e paesaggistici del suoambiente.

  1. Politica bancaria e sviluppo economico: rileggendo l'era menichelliana e quella attuale (Banking policy and economic development: re-reading the menichellian era and the present

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Sarcinelli

    2012-04-01

    Full Text Available Il basso tasso di crescita dell’Italia, anche nel contesto internazionale ed europeo, ha spinto a confrontare gli anni ’50 con gli ultimi dieci o quindici. Dall’analisi emerge che, se si esclude l’iniziale liberalizzazione del commercio internazionale, il periodo che vide la più vigorosa crescita dell’Italia fu caratterizzato dall’economia mista, da monopoli pubblici e posizioni private dominanti, da una politica monetaria e bancaria basata su controlli diretti ed esercizi di persuasione morale individuale, tutte condizioni oggi ritenute sfavorevoli alla crescita. Al contrario, nella fase attuale l’enfasi è stata sul modello di economia liberale, con liberalizzazioni, privatizzazioni di imprese produttive e di banche, politiche incentrate sugli incentivi e sul mercato. Purtroppo, la scienza economica non ha ancora trovato il paradigma generale che spiega la ricchezza delle nazioni a prescindere dal contesto e dagli uomini che lo animano.  The low growth rate of Italy, also in international and European context, has led to compare the 50s with the last ten or fifteen. The analysis shows that, apart from the initial liberalization of international trade, the period that saw the most vigorous growth in Italy was characterized from a mixed economy, with public monopolies and dominant positions private, from a monetary and banking policy based of direct controls and exercises of individual moral suasion, all conditions previously deemed unfavorable to growth. On the contrary, at this stage the emphasis was on the model of liberal economy, with liberalization, privatization of productive enterprises and banks, policies based on incentives and market. Unfortunately, the economic science has not yet found a general paradigm that explains the wealth of nations regardless of the context and the men who animate it. JEL Codes: B31, E65, N14, O10Keywords: tasso di crescita, commercio internazionale, politica monetaria, politica bancaria, era menichelliana 

  2. Sviluppo e utilizzo di un sistema per l’archiviazione, la revisione e il deposito di tesi elettroniche e dissertazioni destinato alle Università

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    David Edelman

    2011-06-01

    Full Text Available La North Carolina State University ha sviluppato un sistema completamente automatizzato per il deposito, la revisione e l’archiviazione digitale delle tesi di laurea e delle dissertazioni, chiamato ETD (Electronic Thesis and Dissertation. Il sistema ETD migliora l’accessibilità e sostanzialmente riduce i tempi richiesti per sottoporre i lavori, se paragonato ai metodi di deposito cartacei, da parte dei gruppi coinvolti nella valutazione e nel processo di approvazione delle tesi / dissertazioni: studenti, membri del comitato di valutazione, diplomati, curatori di tesi, archivisti (per esempio bibliotecari universitari e ricercatori.

  3. A three-component freshwater test system for biomonitoring superficial water quality; Sviluppo di un sistema di biomonitoraggio a tre componenti per la valutazione della qualita` delle acque

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Dell`Orto, Nicola; Ciccotelli, Marina; Cantelli, Davide; Camatini, Marina [Milan, Univ. (Italy). Dipt. di Scienze dell`Ambiente e del Territorio

    1997-10-01

    Most watercourse flowing in urbanized areas are extremely complex mixtures containing several inorganic and organic compounds. A successful approach to the risk assessment of pollutants is represented by the use of biological test, which have been applied to the analyses of the Arno stream: it rises at Varese district and overflows in an extensive area at Castano Primo, after receiving effluent out coming from municipal wastewater treatment plant. Water quality of this stream was tested using: the EPA`s algal (Selenastrum capricornutum) growth test, the IRSA-proposed Daphnia magna toxicity test, and the Frog Embryo Teratogenesis Assay Xenopus (FETAX) procedure. The results obtained here demonstrate that the waters tested did not produce toxicity to the organisms used, while the effluent from treatment plant affected a significant algal growth. The test here used result to be a simple battery of test for broader scale detection of environmental hazards.

  4. Humiliation and love. Villaggio, Benigni and the cultural politics of emotions

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Ricatti

    2014-12-01

    Full Text Available Umiliazione e amore: Villaggio, Benigni e la politica culturale delle emozioniLa forte dicotomia emotiva fra eroismo e codardia ha svolto un ruolo importante nella costruzione ed evoluzione dell’identità nazionale italiana. Questo articolo considera le opere più influenti di Paolo Villaggio e Roberto Benigni, e il loro ruolo nello sviluppo di una alternativa emotiva a tale dicotomia. I loro film si concentrano principalmente su una singola emozione: l’umiliazione nel caso di Villaggio, e l’amore nel caso di Benigni. È attraverso questa attenzione ad una singola emozione che questi autori e interpreti sono riusciti a costruire dei personaggi che, pur tipicamente italiani, non possono essere facilmente ricondotti né alla categoria dell’eroe né a quella del codardo. L’articolo sostiene l’importanza politica di questa alternativa emotiva, e nota come il suo progressivo indebolimento sia coinciso con l’incapacità della sinistra italiana di elaborare una risposta efficace alle politiche fortemente emotive di Berlusconi. L’articolo dimostra l’importanza di studiare i complessi rapporti fra comicità, emozioni e politica nella storia culturale e politica italiana.

  5. High risk polycythemia vera and high risk essential thrombocythemia | EU Clinical Trials Register [EU Clinical Trials Register

    Lifescience Database Archive (English)

    Full Text Available o sviluppo della sindrome mielodisplastica, mielofibrosi o trasformazione in leucemia in seguito alla terapi...ncidenza dello sviluppo della sindrome mielodisplastica, mielofibrosi o trasformazione in leucemia

  6. Potential of polymeric materials for packaging; L'impiego dei materiali polimerici nell'imballaggio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Lanchi, M. [ENEA, Divisione Nuovi Materiali, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy)

    2001-07-01

    'ambito della produzione, l'industria italiana del packaging si colloca tra i settori piu' efficienti e competitivi. Per quanto riguarda i campi di utilizzo, la destinazione degli imballaggi e' principalmente verso il settore alimentare, che da solo copre una quota di circa il 42%, mentre, considerando anche il comparto delle bevande, tale quota sale al 65%. Le materie plastiche vengono largamente impiegate in questo settore, grazie alla proprieta' molto diversificate: leggerezza, inerzia e resistenza alla corrosione, facile formabilita', buona trasparenza, capacita' di attenuazione delle vibrazioni meccaniche e sonore, elevata conservabilita' nel tempo, elevate caratteristiche dielettriche, ecc. I numerosi metodi di trasformazione attualmente in uso e le diverse tecniche di lavorazione dei materiali polimerici consentono di ottenere i prodotti estremamente variegati. Restringendo il campo di interesse al settore agroalimentare, fortemente sviluppato nel sud-italia, si possono individuare numerose prospettive di crescita per i polimeri utilizzati nell'imballaggio: sviluppo di films polimerici a bassa permeabilita' e ad alta selettivita'; sviluppo della tecnologia dell'atmosfera modificata; sviluppo di films polimerici attivi quali i films antimicrobici o i films trasferitori di odore e di colore. Altra linea di ricerca promettente e' lo sviluppo di imballaggi in plastica ecocompatibili mediante la produzione di materiali ad alte prestazioni specifiche che riducano i volumi dei rifiuti e agevolino le operazioni di smaltimento, e/o la realizzazione di confezioni alimentari in materiale il piu' possibile biodegradabile, attraverso il ricorso a blend di plastiche e polimeri bioderivati.

  7. Gli Ungulati in Italia: status, gestione e ricerca scientifica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Apollonio

    2004-06-01

    ungulati per la caccia in Italia. La caccia di selezione con arma rigata a Cervidi e Bovidi ha conquistato interi settori geografici del Centro-Nord: elemento trainante di tale sviluppo è stato il Capriolo (Capreolus capreolus, la cui diffusione si sta facendo sempre più capillare. La caccia al Cinghiale (Sus scrofa continua a costituire un problema per la gestione degli ungulati in Italia. Circa il 50% delle province dove il Cinghiale è cacciato non raccolgono statistiche di prelievo, e solo il 35% tentano di effettuare stime di consistenza. La caccia tradizionale in braccata si sta espandendo in aree dove il Cinghiale è stato recentemente ed illegalmente reintrodotto come il sud Italia e l'arco alpino, e ciò rappresenta un serio problema per lo sviluppo di pratiche venatorie più razionali. Vi sono nuove possibilità di gestione venatoria del Cervo, in Italia centrale, e dello Stambecco (Capra ibex, sulle Alpi, nel futuro. Per un ulteriore sviluppo di una appropriata gestione degli Ungulati e della restante fauna selvatica in Italia, si ritiene fondamentale favorire l'ingresso dei tecnici faunistici di ultima generazione all'interno delle pubbliche Amministrazioni. Lo sviluppo della ricerca scientifica su questo gruppo negli ultimi dieci anni ha seguito la stessa tendenza delle specie oggetto di studio, risultando alquanto ineguale sia per lo sforzo dedicato alle diverse specie, sia per l'attenzione dedicata alle diverse discipline. È palese un approccio fortemente opportunistico ai diversi temi di ricerca, che spesso non hanno legami con le reali necessità della gestione faunistica. Lo sviluppo di studi a lungo termine è necessario, congiuntamente ad una maggiore coordinazione fra ricercatori nella scelta dei temi di indagine. Infine sarebbe di grande importanza un'efficiente gestione dei finanziamenti che eviti sprechi di denaro e promuova programmi seri e dai risultati verificabili.

  8. Pathogenia da anemia na Ancylostomose: III - modificações hematicas e organicas, provocadas pelas simples eliminação do Ancylostomo e do Necator, em individuos fortemente anemiados Pathogenesis of Anaemia in Hookworm Disease: III - hematic and organic modifications, induced by mere elimination of Anchylostoma and Necator, in individuals presenting intense anaemia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    W. O. Cruz

    1934-12-01

    Full Text Available Estudamos sob um ponto de vista hematologico, 10 casos puros de Ancylostomose, durante um largo tempo. Um dos doentes foi observado por mais de 2 annos, justificando esta larga observação a segurança que almejavamos alcançar de que a simples eliminação dos helminthos não trouxesse nenhuma modificação hematica, mesmo longiqua. O estudo hematologico constou de 200 exames rotineiros (determinação do numero de globulos, da taxa de Hb., do hematocrito, e, em muitos casos, da taxa dos reticulocytos e exame de esfregaços, praticados em todos os doentes, e de determinações da resistencia globular e outras pesquizas hematologicas praticadas em alguns delles. A grande parte do estudo constou de uma minuciosa (observação sanguinea e clinica dos casos, antes e após administração de vermifugos, até uma completa eliminação dos parasitos intestinaes. Procurou-se averiguar tambem, por meio da administração de diversas dietas, a influencia sobre o quadro hematico da dita eliminação combinada ao effeito de differentes factores nutritivos contidos nestas dietas. Procuramos verificar os phenomenos regenerativos com a administração de ferro, e tambem tivemos opportunidade de observar a marcha da anemia, e assim confirmar resultados que já publicamos. Os resultados mostraram a importancia da absorpção dos medicamentos vermicidas empregados, e por isso focalizamos varios factos similares, procurando relacional-os com aquelle aqui verificado. Discutimos a seguir o methodo therapeutico á luz dos resultados apresentados, e nos referimos á importancia destes na elucidação correcta de pathogenia da doença.We studied, from the hematological viewpoint, 10 straightforward cases of anchylostomiasis for a long time. One of tha patients was under observation for more than 2 years, this ample observation being justified by the reliability at which we aimed that the mere elimination of helminthes conveys no hematic modification, not even a remote one. The hematological study consisted of 200 routine examinations (determination of the number of red cells, of Hb. rate, hematokrit, and in many a case of the rate of reticulocytosis and examination of slides, practised on all our patients, and of determinations of globular resistance and other hematological investigations practised in some of our cases. The greater part of our study consisted in a careful observation of the blood and of the clinical symptoms of our cases, prior to and after the administration of vermifuges until complete elimination of the intestinal parasites. By means of various diets we also sought to verify the influence on the hematic aspect of the said elimination combined with the effect of different nutritive factors contained in these diets. We endeavoured to verify the regenerative phenomena after iron adminisration and we also had the opportunity of observing the course of the anemia and of confirming thus the results already published. The results showed the importance of the absorption of the vermicidal medicaments employed and therefore we focalized several similar facts endeavouring to connect them with the fact here verified. We then discussed the therapeutical method in the light of the results presented, and we referred to the importance of same for the correct elucidation of the pathogenesis of the disease.

  9. Radio-oxidation of an EPDM elastomer under weak or strong ionising radiations: measurement and modelling of dioxygen consumption; Radio-oxydation d'un elastomere de type EPDM lors d'irradiations faiblement ou fortement ionisantes: mesure et modelisation de la consommation de dioxygene

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Dely, N

    2005-10-15

    Usually, the irradiation of polymers under ionising radiations occurs in air that is in the presence of oxygen. This leads to a radio oxidation process and to oxygen consumption. Our material is an EPDM elastomer (ethylene propylene 1,4 hexadiene) used as insulator in control-command cables in nuclear plants (Pressurised Water Reactor). A specific device has been conceived and built up during this PhD work for measuring very small oxygen consumptions with an accuracy of around 10%. Ionising radiations used are electrons at 1 MeV and carbon ions at 11 MeV per nucleon. Under both electron and ion irradiations, the influence of oxygen pressure on oxygen consumption has been studied in a very large range: between 1 and 200 mbar. In both cases, the yield of oxygen consumption is constant in-between 200 and 5 mbar. Then, at lower pressures, it decreases appreciably. On the other hand, the oxygen consumption during ion irradiation is four times smaller than during electron irradiation. This emphasizes the role of the heterogeneity of the energy deposition at a nano-metric scale. The adjustment of the experimental results obtained during electron irradiation with the general homogeneous steady-state kinetic model has allowed extracting all the values of the kinetic parameters for the chosen mechanism of radio oxidation. The knowledge of these numbers will allow us to face our results obtained during ion irradiation with a heterogeneous kinetic model under development. (author)

  10. Two strongly correlated electron systems: the Kondo mode in the strong coupling limit and a 2-D model of electrons close to an electronic topological transition; Deux systemes d'electrons fortement correles: le modele de reseau Kondo dans la limite du couplage fort et un modele bidimensionnel d'electrons au voisinage d'une transition topologique electronique

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Bouis, F

    1999-10-14

    Two strongly correlated electron systems are considered in this work, Kondo insulators and high Tc cuprates. Experiments and theory suggest on one hand that the Kondo screening occurs on a rather short length scale and on the other hand that the Kondo coupling is renormalized to infinity in the low energy limit. The strong coupling limit is then the logical approach although the real coupling is moderate. A systematic development is performed around this limit in the first part. The band structure of these materials is reproduced within this scheme. Magnetic fluctuations are also studied. The antiferromagnetic transition is examined in the case where fermionic excitations are shifted to high energy. In the second part, the Popov and Fedotov representation of spins is used to formulate the Kondo and the antiferromagnetic Heisenberg model in terms of a non-polynomial action of boson fields. In the third part the properties of high Tc cuprates are explained by a change of topology of the Fermi surface. This phenomenon would happen near the point of optimal doping and zero temperature. It results in the appearance of a density wave phase in the under-doped regime. The possibility that this phase has a non-conventional symmetry is considered. The phase diagram that described the interaction and coexistence of density wave and superconductivity is established in the mean-field approximation. The similarities with the experimental observations are numerous in particular those concerning the pseudo-gap and the behavior of the resistivity near optimal doping. (author)

  11. First observation of the strongly forbidden transition {sup 1}S{sub 0} - {sup 3}P{sub 0} in Strontium, for an atomic clock with trapped atoms; Premiere observation de la transition fortement interdite {sup 1}S{sub 0} - {sup 3}P{sub 0} du strontium, pour une horloge optique a atomes pieges

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Courtillot, I

    2003-11-01

    This thesis reports the first results towards the realization of an optical clock using trapped strontium atoms. This set up would combine advantages of the different approaches commonly used to develop an atomic frequency standard. The first part describes the cold atoms source which is implemented. A magneto-optical trap operating on the {sup 1}S{sub 0}-{sup 1}P{sub 1} transition at 461 nm is loaded from an atomic beam decelerated by a Zeeman slower. The 461 nm laser is obtained by sum-frequency mixing in a potassium titanyl phosphate (KTP) crystal. The second part is devoted to the different stages developed to achieve the direct excitation of the {sup 1}S{sub 0}-{sup 3}P{sub 0} clock transition in {sup 87}Sr. This line has a theoretical natural width of 10{sup -3} Hz. Before this detection, we obtained an estimate of the resonance frequency by measuring absolute frequencies of several allowed optical transitions. (author)

  12. Innovation and competitivity. The case of the districts of Faenza and Prato; Innovazione e competitivita'. Il caso dei distretti di Faenza e di Prato

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Traverso, A. [ENEA, Funzione Centrale Studi, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy)

    2001-07-01

    Market's globalization is quickly producing the review of the traditional and international competition orders. For this reason the industrial districts, which are the highest expression of an economic and productive tissue based on the small and medium enterprises, are forced to begin a new formulation of their own structural, organizational, technological and productive distinctive features. The object of this work is, at first, to explain the peculiarities of the distrectual events, and, consequently, to analyse the competitive situation and the future prospects of two italian highly specialized productive areas: the textile district of Prato and the ceramic territory of Faenza. A particular attention will be especially reserved on the role assumed by the innovative aspects (technological and organizational) which it can be noted in that transformation process of the main distrectual competitive paradigms. [Italian] La globalizzazione dei mercati sta velocemente imponendo una revisione delle tradizionali regole della competizione internazionale. Per questo motivo i distretti industriali, che sono la massima espressione di un tessuto economico e produttivo fondato sulla piccola e media impresa, sono stati costretti ad intraprendere un percorso di riformulazione delle proprie caratteristiche strutturali, organizzative, tecnologiche e produttive. Lo scopo di questo lavoro e' di illustrare, in un primo momento, i contorni del fenomeno distrettuale e, conseguentemente, di analizzare la situazione competitiva e le prospettive di sviluppo di due aree italiane fortemente specializzate dal punto di vista produttivo: il distretto tessile di Prato ed il comprensorio della ceramica di Faenza. Una particolare attenzione verra' riservata, nel corso dell'analisi, al ruolo assunto dagli aspetti innovativi (technologici ed innovativi) in questo processo di trasformazione dei principali paradigmi competitivi distrettuali.

  13. Life cycle assessment. Specific indicators for Italy in impact evaluation; Life cycle assessment: sviluppo di indicatori specific per l'Italia per la fase di valutazione d'impatto

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Masoni, P. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, S. Maria di Galeria, RM (Italy). Dipt. Energia; Scimia, E. [Bologna Univ., Bologna (Italy)

    1999-07-01

    After a brief recall and a short description of the LCA (life cycle assessment) methodology, the work is focused on the impact assessment step, discussing the state of the art and a critical identification of environmental indicators, of normalization and weighting principles for the different environmental categories specific for Italy. The application methodology to a case study concerning the production of butter by the Consorzio Granterre of Modena (Italy) is also described. [Italian] Il lavoro analizza la fase centrale della metodologia denominata valutazione d'impatto, resentando una rassegna dello stato dell'arte e un'individuazione critica dei possibili indicatori ambientali, di criteri di normalizzazione e di attribuzione di pesi ai diversi temi ambientali specific per l'Italia. Viene descritta l'applicazione ad un caso concreto relativo alla produzione del burro nel consorzio Granterre di Modena.

  14. From petroleum to natural gas. New assets in electric power industry; Dal petrolio al gas naturale. Nuovi assetti e linee di sviluppo nel settore dell'energia elettrica

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Velona' , F. [Bari Politecnico, Bari (Italy). Centrali Termiche della Facolta' di Ingegneria

    2002-02-01

    Luigi Einaudi Foundation Group organized on November 5th 2001 a roundtable on the theme: Energy in Italy, how to change for surviving. In the congress hall in the National Federation of Italian Press, Valerio Zanone, the president, and other important persons such as Jan Keppler (Associazione Italiana Editori), Edgardo Curcio (Associazione Italiana Economisti dell'Energia), Emilio Gerelli (Pavia University) and Franco Velona' (Bari Politecnico) presented their relations on the theme of competitivity in the italian energy system, on the environmental compatibility and on the diversification sources from petroleum. Among the most interesting ones were those by ing. Machi', president of Gestore Rete Trasmissione Nazionale, by ing. Clavarino, president of Assocarboni, and by ing. Serena, president of Sondel. It seemed that the dialogue between the academies and the production system was taken again successfully. [Italian] La fondazione Luigi Einaudi ha organizzato il 5 novembre 2001 una giornata di studio sul tema L'Energia in Italia, Cambiare per sopravvivere. Nella bella sala convegni della Federazione nazionale della stampa italiana in Roma si sono succeduti dopo l'introduzione del Presidente della Federazione, Valerio Zanone, Jan Keppler dell'AIE, Edgardo Curcio dell'AIEE, Emilio Gerelli dell'Universita' di Pavia e Franco Velona' del Politecnico di Bari, che hanno introdotto le discussioni sulla competitivita' del sistema energetico italiano, sulla compatibilita' ambientale sulla diversificazione dal petrolio. Fra i numerosi interventi, di particolare importanza sono stati quelli dell'in. S. Machi', presidente del Grtn, dell'ing. Clavarino, presidente dell'Assocarboni, dell'ing. Serena della Sondel. Ha concluso i lavori Marcello Inghilesi, che ha ripreso i punti di vista piu' salienti espressi dalle aziende, dai ministeri e dalle associazioni ambientaliste, Il dialogo tra mondo accademico, mondo produttivo e quello politico sul tema dell'energia, in questo particolare momento, sembra riaperto. Si pubblica di seguito la relazione del prof. Franco Velona'.

  15. Standardized models for atmospheric diffusion applied to an highly industrialized area (Taranto, Italy): results, comparisons and future trends; Applicazione di modelli standardizzati di diffusione atmosferica all`area ad elevata concentrazione industriale di Taranto: confronti e linee di sviluppo

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Brofferio, C.; Racalbuto, S. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dip. Ambiente; Desiato, F. [ANPA, Rome (Italy); Del Buono, P.

    1998-12-31

    In this paper the authors present and discuss the results obtained running the DIMULA code (DIffusion MULtisources in Atmosphere), the model has been applied to the industrial area of Taranto (Puglia, Italy), characterized by a large number of air emission sources of SO{sub 2} NOx, PST. Due to the lack of controlled data on emission and air concentrations outputs, the DIMULA code outputs were compared with those obtained from others dispersion models such as CDM (Climatological Dispersion Model) by EPA and AMETISTA (Air Quality based on MEteorological TIme Series and Turbolence Analysis) by ANPA. The air concentration values estimated by the three models are similar comparing the order of magnitude; only under specific meteo conditions (such as wind calm conditions) and near the emission sources, the three models lead to different results. [Italiano] Nel presente lavoro sono presentati e discussi i risultati ottenuti applicando il codice DIMULA (DIffusione MULtisorgente Atmosferica) dell`ENEA all`area industriale di Taranto (Puglia), caratterizzata da un elevato numero di sorgenti emissive in aria di SO{sub 2} NOx, PST. In mancanza di dati controllati di emissione e di concentrazione che fornissero indicazioni sulla validita` dei valori ottenuti, le valutazioni del DIMULA sono state confrontate con quelle fornite da altri modelli quali il CDM (Climatological Dispersion Model) dell`EPA e l`AMETISTA (Air Quality based on MEteorological TIme Series and Turbolence Analysis) dell`ANPA. Lo studio ha mostrato che le stime dei valori di concentrazione ottenute con i tre modelli sono in generale simili in ordine di grandezza tranne che in prossimita` delle sorgenti e in particolari condizioni meteorologiche quali la calma di vento.

  16. L'acquisizione e lo sviluppo del lessico in un bambino bilingue che inizia il processo di verbalizzazione in ritardo (The Acquisition and Development of the Lexicon in a Bilingual Child Who Began the Process of Verbalization Late)

    Science.gov (United States)

    Bizzarri, Helen Herbig

    1977-01-01

    The simultaneous acquisition of Italian and English by a child living in Italy, the son of an American mother and Italian father, is discussed by his mother. In particular, the development of his vocabulary is analyzed. (Text is in Italian.) (CFM)

  17. Development of a mathematical-statistical model for the analysis of sediments redox potential: An environmental pollution index; Sviluppo di un modello matematico-statistico per l`analisi del potenziale redox dei sedimenti

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Izzo, G.; Rizzo, V. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dip. Ambiente; Bella, A.; Picci, M. [Rome Univ. La Sapienza (Italy). Dip. di Statistica e Probabilita` Applicata

    1996-07-01

    This work refers different depth redox potential measurement as well as a statistical analysis in Venice lagoon sediments. A mathematical model that links redox potential and detection depth has been carried out. From this model an inversion gradient has been determined. This parameter may been considered as different lagoon areas pollution index.

  18. Residential water conservation measures and strategies. Development of a decision support system; Strategie e misure per l'incentivazione del risparmio idrico domestico. Sviluppo di un sistema di supporto decisionale

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Di Benedetto, A.; Mancini, G.; Vagliasindi, F.G.A. [Catania Univ., Catania (Italy). Dipt. di Ingegneria Ambientale

    2001-02-01

    An analysis of national and international residential and commercial water conservation projects was conducted to identify recent experiences, measures and strategies to stimulate household water conservation on Italian territory. A monitoring program of water consumptions in two typical households of a small town in Sicily was carried out aiming at verifying the effectiveness of some control measures. Coupling educational measures and low-water-flow devices a 20% water consumption reduction was achieved. Based on the analysis of recent international and national experiences and on the monitoring program conducted a decision support system (Dss) was developed. The Dss was structured as a Web-site using HTML programming. The developed decision support system represents an user-friendly and effective tool to identify appropriate measures to reduce household water consumptions. [Italian] Una indagine sperimentale e' stata condotta su due abitazioni tipo di un centro abitato della Sicilia orientale, al fine di effettuare una analisi critica dei consumi idrici domestici e verificare l'efficacia di alcuni interventi, strutturali ed educativi, miranti al contenimento degli stessi. Il confronto tra i risultati conseguiti e quelli ottenuti all'estero, attraverso interventi simili, ha permesso di individuare le strategie e le misure piu' efficaci per il risparmio idrico domestico sul territorio italiano. Le indicazioni dello studio sperimentale insieme a tutte le informazioni raccolte sulla tematica affrontata, sono state organizzate in un sistema di supporto decisionale la cui architettura consente una agevole ed efficace individuazione delle misure ottimali per il contenimento dei consumi idrici domestici.

  19. Sviluppo e valutazione preliminare di una real-time PCR per l’identificazione di Culicoides obsoletus sensu strictu, C. scoticus e C. montanus all’interno del complesso Obsoletus in Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Goffredo

    2010-06-01

    Full Text Available Oggetto dello studio è la messa a punto di un metodo PCR real time che utilizza il Power SYBR Green come colorante fluorescente intercalante, seguito dall’analisi delle curve di melting in fase di post-amplificazione. La sequenza target è l’Internal Transcribed Spacer 2 (ITS2 del DNA ribosomiale e rappresenta l’evoluzione della metodica tradizionale PCR gel-based utilizzata per identificare tre differenti specie di Culicoides incluse nel cosiddetto Obsoletus complex. Con il metodo sviluppato sono stati analizzati centoquaranta Culicoides morfologicamente classificati come appartenenti all’Obsoletus complex, e i risultati confrontati con quelli ottenuti combinando l’identificazione morfologica con PCR su gel. Mediante l’analisi del pattern specie-specifico delle curve di dissociazione, è stato possibile identificare tra gli insetti 52 C. scoticus, 82 C. obsoletus sensu strictu e 6 C. montanus. Questi risultati concordano con quelli ottenuti combinando l’identificazione morfologica con la PCR gel-based che rappresenta il metodo impiegato di routine nelle attività diagnostiche del piano di sorveglianza entomologico della Bluetongue. Considerando la flessibilità diagnostica, la rapidità, la possibilità di automazione, il più elevato livello di qualità ed espressione dei risultati, la PCR real time ITS2 ha dimostrato di essere più funzionale ed efficace rispetto alla PCR su gel, soprattutto nell’ambito di un’estesa attività di monitoraggio.

  20. Quando la Generazione Erasmus incontra la Generazione Precaria. La mobilità transnazionale dei giovani italiani e spagnoli

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Raffini

    2014-07-01

    Full Text Available Uno dei più importanti risultati del processo di integrazione europea è la costruzione di uno spazio transnazionale in cui i cittadini europei possono muoversi liberamente. La mobilità favorisce dinamiche di europeizzazione dal basso –o di europeizzazione orizzontale–, e lo sviluppo di pratiche cross-nazionali e amplia le risorse individuali e relazionali a disposizione dei giovani per progettare i propri percorsi professionali e di vita. La Generazione Erasmus definisce giovani socializzati a un humus culturale transnazionale e fortemente identificati con l’Europa. Nell’attuale contesto di crisi economica, a sperimentare la mobilità sono sempre più i giovani altamente qualificati dei paesi dell’Europa del sud, quale strategia individuale cui ricorrere per trovare risposta ai problemi connessi alla precarietà, alla disoccupazione, alla sotto-qualificazione degli impieghi. Il risultato è che la mobilità può assumere il volto di un obbligo, più che di una scelta e, più che dinamiche di europeizzazione orizzontale, può favorire una “fuga dei cervelli” dai paesi del sud ai paesi del centro e del nord Europa. L’articolo, focalizzandosi sui giovani italiani e spagnoli, si chiede cosa succede quando la Generazione Erasmus incontra la Generazione Precaria, analizzando cause ed effetti della mobilità, sul piano micro e macro sociale e sul piano politico. | One of the main achievement of the European integration process is the making of a transnational space where European citizens can freely circulate. Mobility promotes a kind of bottom-up, or horizontal europeanization, and the spread of cross-national practices. It also contributes to a widening in the individual and relational resources available to youth to carry out their professional and personal life projects. The so called Erasmus Generation, defines young peoples socialized to a transnational cultural humus and highly identified with Europe. Indeed, in the current

  1. Storia (storie? dell’arte (delle arti? e valorizzazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pietro Petraroia

    2010-12-01

    Full Text Available La nozione di valorizzazione sembra oggi generare profondo sospetto in chi riconosce le proprie radici ideali nella percezione di un valore delle opere d’arte indipendente da fenomeni extra-artistici che possano determinarne la comprensione e la fruizione. In Italia, in particolare, ha pesato fortemente l’inevitabile confronto con l’idealismo: le radici della storia dell’arte italiana sono in Adolfo Venturi e Pietro Toesca. Ma la nozione di valorizzazione ha un fondamento costituzionale e figura nel Codice dei Beni culturali e del Paesaggio: quale può essere allora l’apporto della storia dell’arte allo sviluppo delle funzioni e delle attività di valorizzazione? Da molti storici dell’arte la valorizzazione è stata concepita come una sorta di male minore, in grado di promuovere il patrimonio, i cui valori di qualità resterebbero però appannaggio di pochi. Nelle politiche culturali di oggi, invece, ci sono due dimensioni ineliminabili: il riconoscimento di valori culturali sovra-soggettivi e l’impegno a rendere largamente disponibile l’esperienza culturale come aspetto del welfare.  The notion of enhancement seems presently to breed a deep suspect in those who find their ideal roots in the perception of the art value as independent of all the extra-artistic phenomena available for its understanding and use. In Italy, in particular, the Idealism strongly influenced: Italian art history origins are represented by Adolfo Venturi and Pietro Toesca. Anyway the notion of enhancement has a constitutional rationale and is included in the Cultural Heritage and Environment Law: what may be in this framework the contribution of art history to the development of enhancement functions and activities? Many art historians conceived the enhancement as a sort of lesser evil, useful just to promote cultural heritage while its quality remains perceivable by few experts. Today cultural policies are made instead of two necessary aspects: the

  2. Systems and components for intelligent buildings; Sistemi e componenti per la domotica

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Benzi, F. [Pavia Univ., Pavia (Italy). Dipt. di Elettronica

    2001-06-01

    The rapid development of automation and communication techniques involve also the intelligent buildings project. [Italian] Il rapido sviluppo delle tecniche di automazione e telecomunicazione investe anche la progettazione degli edifici intelligenti.

  3. Elettrodinamica

    CERN Document Server

    Pauli, Wolfgang

    1964-01-01

    L'elettrodinamica è svolta in questo libro seguendo la via che maggiormente aderisce al suo sviluppo storico, partendo cioè dalle leggi empiriche per ottenere induttivamente le equazioni di Maxwell.

  4. L'uso pacifico dell'energia nucleare da Ginevra 1955 ad oggi : il caso italiano : atti del convegno

    CERN Document Server

    2007-01-01

    Energia e sviluppo (le fonti energetiche) ; l'Italia e l'opzione nucleare ; stato a prospettive delle tecnologie nucleari ; reattori nucleari di nuova generazione ; tecniche nucleari in biologia, medicina biochimica, agraria e beni culturali ; sicurezza e ambiente.

  5. Telematics in distance learning: two approaches compared

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefania Manca

    1999-01-01

    Full Text Available Il rapido sviluppo delle tecnologie della comunicazione ha considerevolmente mutato, in questo scorcio di fine millennio, il panorama dei metodi e delle tecniche di formazione a distanza.

  6. Modello di Sviluppo dei Fattori Cognitivo-Linguistici della Tautologia, Sinonimia et Antonimia nei Bambini dei 3 a 6 Anni di Eta (Developmental Models of Tautology, Synonymy, and Antonymy as Cognitive-Linguistic Factors in Children from 3 to 6 Years of Age).

    Science.gov (United States)

    Aprile, Luigi

    1992-01-01

    Tests and confirms hypothesis that a four-stage process exists in the understanding and use of synonyms, antonyms, and tautologies in children ages three to six. The results of this study challenge widely held theories on cognitive development. (45 references) (LET)

  7. Development of emission factors from municipal solid waste incinerators in 'regione Lombardia' and their use in the Italian dioxin inventory; Sviluppo di fattori di emissione da inceneritori di rifiuti urbani lombardi e loro applicazione all'intervento nazionale delle diossine

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Pastorelli, G. [Fondazione Lombardia per l' Ambiente, Milan (Italy); De Lauretis, R. [Agenzia Nazionale per la Protezione dell' Ambiente, Rome (Italy); De Stefanis, P. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, S. Maria di Galeria, RM (Italy); Fanelli, R. [Istituto Ricerche Farmacologiche Mario Negri, Milan (Italy); Martines, C. [Azienda Sanitaria Locale Milan, Unita' Ospedaliera Chimica PMIP, Milan (Italy); Morselli, L. [Bologna Univ., Bologna (Italy). Dipt. Chimica Industriale e dei Materiali; Pistone, L. [Siirtec Nigi Spa, Milan (Italy); Viviano, G. [Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy)

    2001-01-01

    PCDD/F air emission factors (EFs) from municipal solid waste (MSW) incinerators are commonly found in the literature from handful of sources, but widely accepted values of PCDD/F air EFs still lack for Italian MSW incinerators. This is one of the reason why an Italian PCDD/F air emission inventory still lacks too. Seven facilities (located in Regione Lombardia) were chosen in order to produce a first assessment of field-based on literature EFs. This careful assessment allows to obtain a reasonable estimation of total annual PCCD/F air emissions from the 38 Italian MSW incinerators in 1997 (11.5 gI-TEQ y{sup -}1). This value will decrease to 5.6-8.5 gI-TEQ y{sup -}1 even if MSW incinerators will comply with the 0.1 mgI-TEQ Nm{sup -}3 air emission limit value, recently came into force in Italy. Moreover, a sharp reduction of the emission-to-energy ratio from 26.53 to 0.88-1.12 mgI-TEQ GWh{sup -}1 will be expected, due to the mandatory use of energy recovery devices since January 1999. [Italian] Mentre i fattori di emissione (FE) in atmosfera di policlorodibenzo-p-diossine (PCDD) e policlorodibenzofurani (PCDF) da inceneritori di rifiuti urbani (RU) sono abbastanza diffusamente riportati nella letteratura tecnica internazionale, esiste invece ancora una assoluta carenza di dati a livello nazionale. Lo stesso puo' dirsi per gli inventari nazionali di emissioni di PCDD/F in atmosfera. E' questo il motivo per cui sono stati individuati sette inceneritori lombardi, per i quali erano disponibili sufficienti dati su base storica (1991-1997), al fine di effettuare una stima diretta dei FE da applicarsi all'inventario nazionale delle diossine. Sulla base dei FE cosi' calcolati e di altri FE riportati in letteratura si e' potuta determinare una emissione globale annua dai 38 inceneritori di RU (Rifiuti Urbani) operanti in Italia nel 1997 di 11,5 gI-TEQ anno{sup -}1. Tale emissione si potra' ridurre a 5,6-8,5 gI-TEQ anno {sup -}1 nel prossimo futuro, a seguito dell'utilizzo di tecnologie idonee al rispetto del limite alle emissioni di 0,1 mgI-TEQ Nm{sup -}3, recentemente entrato in vigore in Italia, anche se la quota di incenerimento dei rifiuti subisse un incremento dal 7 al 30-47%, comportando altresi' una diminuzione delle emissioni per unita' di energia recuperata da 26,53 a 0,88-1,12 mgI-TEQ GWh{sup -}1, in conseguenza dell'obbligo, decorrente dal gennaio 1999, di realizzare inceneratori dotati di sistemi di recupero energetico.

  8. Containment system and thermal conduction in lithium electric batteries energy modules 2 kWh with polymeric electrolytes; Sviluppo del sistema di contenimento e del condizionamento termico di moduli da 2 kWh di batterie al litio ad elettrolita polimerico

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ciancia, A.; Alessandrini, F. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Energia Divisione Tecnologie Energetiche Avanzate

    1997-06-01

    In this work are presented some technical specifications regarding lithium electric batteries with polymeric electrolytes, in particular the design of electrodes container efficient and reliable and thermal management system oriented to safety, performances and battery life.

  9. Il dilemma di Gerusalemme. Il problema dello sviluppo urbano tra politica e integrazione delle comunità / Le dilemme de Jérusalem. Le problème du développement urbain entre politique et intégration des communautés / The dilemma of Jerusalem: the question of urban development between politics and integration of the communities

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Succi Marco

    2012-10-01

    Full Text Available Malgré l’espoir de résoudre de manière équitable la question de la souveraineté de Jérusalem liée à la fin de l’administration britannique et aux plans de partage de la Palestine proposés par l’ONU à la fin de la Seconde Guerre Mondiale, la Ville Sainte a été divisée entre Israël et la Jordanie après la Guerre israélo-arabe de 1948. Elle restera fractionnée jusqu’à la Guerre des Six Jours (1967 quand Israël conquiert la Ville Sainte et étend sa souveraineté sur les terres habitées par les populations arabes, en les annexant quelques années après. Depuis lors, le développement urbain de Jérusalem a subi une expansion sans précédent, soulevant les critiques de la communauté internationale et de l’opinion publique.L’article analyse les politiques relatives à l’expansion urbaine de Jérusalem et la question du rééquilibre démographique entre Arabes et Juifs résultant de décennies de décisions politiques contestées.Quel est le poids des exigences de sécurité et des objectifs politiques liés au conflit israélo-palestinien dans les plans d’urbanisme visant à l’extension de Jérusalem ?Despite the hope to settle the issue of the sovereignty of Jerusalem triggered by the announcement of the end of the British Mandate and the 1947 UN Partition Plan, the Holy City was divided between Israel and Jordan after the first Israeli-Arab war in 1948. No change would alter the status of the city until 1967 (Six-Day War when Israel conquered the whole city and extended its own sovereignty on lands inhabited by Palestinians, proceeding with formal annexation some years later. Since then the Jerusalem development has undergone an unprecedented era of urban expansion, attracting criticism from the whole international community and public opinion. The article analyses the policies underlying the Jerusalem urban development and the demographic balance between Jews and Arabs resulting from controversial political decisions taken over for more than four decades.How important are security needs and political goals linked to the Israeli-Palestinian conflict in the policy-making concerning the urban development and the public services in Jerusalem?

  10. Rapporto tra sviluppo cognitivo e competenza sintattica: Ricerca sul rapporto tra variabili cognitive e complessita sintattica in bambini di scuola elementare (Relationship between Cognitive Development and Syntactic Competence: Research on the Relationship between Cognitive Variables and Syntactic Complexity in Elementary School Children).

    Science.gov (United States)

    Bellachi, C.; Benelli, B.

    1988-01-01

    Explains the relationship between understanding a temporal or causal event and the ability to articulate and comprehend sentences about the event. The subjects of the research were 60 children from an Italian elementary school, 20 each from the first, third, and fifth grades. (CFM)

  11. Modello di Sviluppo dei Fattori Cognitivo-Linguistici della Tautologia, Sinonimia et Antonimia nei Bambini dei 3 a 6 Anni di Eta (Developmental Models of Tautology, Synonymy, and Antonymy as Cognitive-Linguistic Factors in Children from 3 to 6 Years of Age).

    Science.gov (United States)

    Aprile, Luigi

    1992-01-01

    Tests and confirms hypothesis that a four-stage process exists in the understanding and use of synonyms, antonyms, and tautologies in children ages three to six. The results of this study challenge widely held theories on cognitive development. (45 references) (LET)

  12. Sviluppo sostenibile e inclusione sociale: l’importanza del rispetto della diversità culturale tramite l’esercizio della cittadinanza / Développement durable et inclusion sociale: l’importance du respect de la diversité culturelle sur la base de la pratique de la citoyenneté / Sustainable Development and Social Inclusion: The importance of respecting cultural diversity through exercising citizenship

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pinto Ferreira SilvioJunior

    2012-10-01

    Full Text Available Cet article se concentre sur deux aspects : 1 la valorisation de la culture après le Sommet de la Terre à Rio (ECO-92 dans un contexte de croissance et développement durable ; 2 la culture parmi les engagements de l’Agenda 21 global et local. Aujourd’hui plus que jamais, les pays se rendent compte que la reconnaissance de l’identité culturelle de leurs sociétés est un élément clé de transformation en tout genre (économique, social ou environnemental. Il est également clair que l’intégration de ces aspects ne serait possible que sur la base de l’inclusion sociale et de la pratique de la citoyenneté, afin de respecter la diversité. Dans cet article, l’auteur veut aussi mettre en évidence l’importance du patrimoine culturel des peuples, des sociétés, des groupes et des communautés et les moyens de profiter des politiques publiques mises en œuvre pour garantir la liberté des sociétés d’exprimer leur culture à l’époque de la mondialisation. Pour une société plus juste, plus sûre, plus inclusive et avec une meilleure qualité de vie, il est primordial de favoriser un état d’harmonie parmi les trois piliers du développement durable (environnemental, économique et socio-culturel. The objectives of this article are the following: 1 to present the importance of the valorisation of culture in the context of growth and sustainable development after the Earth Summit ECO-92 (Rio de Janeiro, Brazil; 2 to discuss the insertion of culture in the Agenda 21 Global and Local Commitments, taking the example of the city of São Paulo in Brazil. Today, more than ever, countries perceive that the recognition of cultural identity of their societies is a basic element of any type of transformation – economic, social or environmental. It is clear as well that the integration of these aspects will only be possible on the basis of social inclusion and exercising citizenship, in order to respect diversity. This article also points out the importance of cultural tradition of people, society, groups and communities as well as the modalities of taking advantage of public policies that could be created to guarantee the freedom of the society in revealing and expressing its culture in the times of globalisation. Living in an environment where these three pillars of sustainable development should be brought in harmony, we could achieve a fairer, safer, more inclusive society and have a better quality of life.

  13. Solid municipal waste management in a mediterranean sea; La gestione dei rifiuti solidi urbani in un'area mediterranea

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Falcetta, M. [Ministero degli Esteri, Direzione Generale per la Cooperazione e lo Sviluppo, Rome (Italy); Grauso, S. [ENEA, Divisione Caratterizzazione del Territorio, S. Maria di Galeria, Rome (Italy); Pietrelli, L.; Sgroi, S. [ENEA, Divisione Ingegneria Ambientale, S. Maria di Galeria, Rome (Italy)

    2001-02-01

    Development and results of a co-operative project on solid waste management in Palestine. The project was the first part of a broader programme of environmental co-operation between Italy and the Palestinian National Authority. [Italian] Lo sviluppo e i risultati raggiunti da un progetto di cooperazione italo-palestinese sulla gestione dei rifiuti solidi urbani in Palestina. Il progetto si presta ad essere replicato nei Paesi in via di sviluppo mediterranea.

  14. Localismo e non-neutralità culturale del diritto penale ‘sotto tensione’ per effetto dell’immigrazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fabio Basile

    2011-05-01

    Full Text Available Per gentile concessione dell’Editore CUEM, al quale va il vivo ringraziamento della Rivista, si pubblica il capitolo secondo dell’opera monografica di F. BASILE, Immigrazione e reati ‘culturalmente motivati’. Il diritto penale nelle società multiculturali europee (collana “Scienze giuridiche” – CUEM Soc. Coop. ed., Milano, 2008 – cuem@librerieuniversitarie.it.SOMMARIO: Considerazioni introduttive. La definizione di reato ‘culturalmente motivato’. - 1. Il ‘localismo’ del diritto penale. - 1.1. Vérité au deçà des Pyrénées, erreur au delà. - 1.2. Origine e sviluppo storico del ‘localismo’ del diritto penale. - 1.3. La recente tendenza, a livello europeo, ad uno stemperamento dell’originario ‘localismo’ del diritto penale. - 1.4. Riepilogo sul ‘localismo’ del diritto penale: “paese che vai, reato che trovi”. - 2. La ‘non-neutralità culturale’ del diritto penale. - 2.1. Precisazioni preliminari. L’omogeneità culturale italiana secondo Alfredo Rocco. - 2.2. Recht ist Kulturerscheinung. Primi rilievi sui nessi tra cultura e diritto, e in particolare tra cultura e diritto penale. - 2.3. Le tre teorie formulate per illustrare i nessi tra cultura e diritto penale. - 2.3.1. La teoria della coincidenza, o dei cerchi concentrici: esposizione e critica. - 2.3.1.1. Una variante della teoria della coincidenza: la teoria del minimo etico: esposizione e critica. - 2.3.2. La teoria della separazione, o dei cerchi distinti: esposizione e critica. - 2.3.3. La teoria del rapporto di implicazione, o dei cerchi intersecantisi: esposizione e dimostrazione del suo fondamento. - 2.4. I “punti di vista” dai quali emerge che le intersecazioni tra norme penali e norme culturali contribuiscono ad un maggior ‘successo’ del diritto penale. - 2.4.1. La prevenzione generale c.d. positiva. - 2.4.2. La prevenzione speciale intesa come rieducazione. - 2.4.3. La possibilità di conoscere la norma penale violata. -2

  15. Meanings of a Territorial Infrastructure: the Airports Significati di una infrastruttura territoriale: gli aeroporti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Mazzeo

    2011-11-01

    la posizione, esterna alla città, e il tipo di servizio, fortemente settoriale. Gli aeroporti hanno un ruolo importante per lo spostamento delle persone. Le statistiche dei trasporti internazionali testimoniano che il numero di passeggeri è in crescita, anche se il settore ha subito i colpi della crisi economica internazionale. L'espansione del traffico aereo passeggeri è da mettere in relazione anche con la tendenza a specializzare la tipologia di viaggio.

    Il sistema di trasporto non è un sistema neutro, anche se settoriale; esso è legato fortemente con il sistema territoriale in cui opera e con le scelte di localizzazione delle imprese e degli individui. Questa riflessione ha valore per tutte le infrastrutture di trasporto, anche se con gradi diversi, ma per gli aeroporti assume un valore particolare, in quanto essi possono essere un fattore strategico nei processi di sviluppo economico di un territorio, contribuendo direttamente o indirettamente allo sviluppo delle imprese locali. Un aeroporto funziona sia come fornitore di servizi che come una realtà aziendale in sé ed opera in un mercato altamente competitivo con una elevata velocità di cambiamento.

    Gli aeroporti sono una infrastruttura territoriale tipicamente priva di integrazione fisica e spaziale con il contesto urbano. Per le loro caratteristiche dimensionali e per l'incidenza dei fattori inquinanti, devono essere collocati fuori della città, spesso a distanze notevoli dalla stessa: il loro ruolo fondamentale nella struttura urbana si esprime, dunque, in spazi esterni della città. Esso però resta una infrastruttura urbana.

    Ma un aeroporto è anche altre cose: è un luogo ordinato, perché la sua gestione richiede azioni definite e sequenze di attività che sono molto diverse dal disordine urbano. Aeroporto e città sono strutture complessi, ma il primo è uno spazio in cui i ruoli gerarchici sono ben definiti e dove è l'autorità è riconosciuta e ben accettata

  16. La realizzazione di RDA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tom Delsey

    2016-05-01

    Full Text Available L'autore ripercorre lo sviluppo di RDA dal principio, nel 2005, fino alla sua prima pubblicazione, nel 2010. L'impegno di sviluppo è inserito nel contesto di un ambiente digitale in evoluzione che trasforma sia la produzione sia la diffusione delle risorse informative e delle risorse utilizzate per creare, immagazzinare e accedere ai dati che descrivono tali risorse. L'autore esamina l'interazione tra l'impegno strategico ad allineare RDA con i nuovi modelli concettuali, le strutture di database emergenti e lo sviluppo dei metadati nelle comunità alleate, da una parte, e la compatibilità con l'eredità di AACR2 e dei database esistenti dall'altra. Gli aspetti esaminati comprendono la strutturazione di RDA come linguaggio di descrizione delle risorse, l'organizzazione del nuovo standard come uno strumento di lavoro e il raffinamento delle linee guida e delle istruzioni per la registrazione dei dati secondo RDA.

  17. Arg72Pro polymorphism of p53 may predict poor response to medical treatment in ulcerative colitis.

    Science.gov (United States)

    Vietri, Maria Teresa; Riegler, Gabriele; Pellino, Gianluca; Molinari, Anna Maria; Cioffi, Michele

    2014-01-01

    dominio ricco di proline del gene Tp53. Tale polimorfismo può determinare lo sviluppo di diversi tipi di cancro, quali il tumore della mammella, del polmone, della cervice, del colon-retto e del fegato. Studi precedenti hanno riportato un’associazione tra omozigosi Pro72 ed il decorso clinico della Colite Ulcerosa (CU).

  18. Narrazioni di narrazioni: orientamento narrativo e progetto di vita (Federico Batini, Gabriel Del Sarto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuela Ladogana

    2007-03-01

    Full Text Available Il volume, denso di contenuti e ricco di riferimenti teorici, traccia con chiarezza le sue linee di sviluppo ed apre alla riflessione, anche pedagogica, sull’esigenza di recuperare la dimensione narrativa e autobiografica per la realizzazione di una pratica orientativa che guidi e sostenga il soggetto in orientamento verso la riscoperta e ricostruzione del proprio progetto di vita.

  19. Andrea Passoni, Giustizia come equità e socialismo liberale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2015-05-01

    Full Text Available L'articolo di Andrea Passoni, Giustizia come equità e socialismo liberale, appena pubblicato nell'archivio "Giuliano Marini", discute l’idea rawlsiana di socialismo liberale, allo scopo di dimostrare che può essere almeno parzialmente riempire di significato tramite la promozione e lo sviluppo di un’economia di mercato di tipo cooperativo.

  20. Analysis of tourism potential in Piatra Craiului Mountains (Romania. Development strategies

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    MADALINA TEODOR

    2012-12-01

    Full Text Available Analisi potenziale turistico nei Monti Piatra Craiului. Strategie di sviluppo. Le Montagne Piatra Craiului sono tra i posti di cui si parla molto, essendo un esempio di complessit{ e difficolt{ alpinistiche, ma di cui in realt{ si sa troppo poco perché non si mette l'accento sul loro grandissimo potenziale turistico. La lolo posizione quasi nel centro della Romania rappresenta un grande vantaggio dal punto di vista dell'accessibilit{. Lo sviluppo di questa cresta calcarea, la più lunga (25 km e la più alta (oltre 2000 m della Romania [1], offre numerose sfide ai turisti. Questo articolo ha come obbiettivo di identificare e di sottolineare il potenziele turistico della zona e di proporre alcune strategie di sviluppo. Il turismo nelle Montagne Piatra Craiului si rivolgerebbe a persone di varie et{ e con varie preferenze e gusti e potrebbe essere diversificato e migliorato, realizzando infrastrutture idonee e fissando strategie di sviluppo, in accordo con la protezione dell'ambiente.

  1. Meccanica ondulatoria

    CERN Document Server

    Pauli, Wolfgang

    1962-01-01

    Mentre nel famoso articolo sui principi fondamentali della meccanica ondulatoria pubblicato in "Handbuch der Physik" il professor Pauli tratta la parte non relativistica soffermandosi soprattutto sulle questioni di fondo, nelle presenti lezioni egli limita all'essenziale le considerazioni sui principie e dà invece ampio sviluppo ai metodi matematici.

  2. Sistematica simplant nella progettazione dei casi implanto-protesi: limiti e vantaggi

    OpenAIRE

    Ferrari,, M

    2009-01-01

    PRESENTAZIONE E VALUTAZIONE: -Inadeguatezza sistema tomografia assiale compiuterizzate (TAC)- Dental scan Definizione di Gold Standard -Sviluppo di un nuovo modella software 3d di riferimento simplant surgi-guidet FINALITA' -Riduzione del rischio chirurgico -Migliore valutazione ossea volumetrica -Costruzione di un modello CAD (Computer Aided Desing) CAM (Computer Aided Manufactoring) -Surgi-guides per frese chirurgiche -Riduzione rischi procedurali manuali -Vant...

  3. Design e valutazione di una esperienza di mobile learning

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Arrigo

    2008-01-01

    Full Text Available Analisi dello sviluppo scientifico e tecnologico nel campo di mobile learning, con particolare riferimento ai problemi di progettazione e valutazione nelle esperienze. Vengono analizzate le caratteristiche di metodologia didattica innovativa insieme a delle proposte per strumenti operativi concreti che consentano di progettare interventi didattici di mobile learning.

  4. Nuovi compilatori e librerie matematiche

    OpenAIRE

    2007-01-01

    L’ambiente applicativo dei cluster Intel/Xeon e AMD/Opteron è stato completato nei primi mesi di quest’anno con strumenti di sviluppo che permettono di installare i programmi nella modalità più efficiente possibile.

  5. CRISI E RINASCITA DELL'EUROPA: ECHI DEL DIBATTITO FENOMENOLOGICO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Michele Lenoci

    2014-01-01

    Full Text Available Il saggio, attraverso un'analisi delle riflessioni di Husserl e Scheler, si propone di esaminare la loro concezione sull'Europa e la tradizione culturale europea, mettendo in rilievo l'evoluzione e lo sviluppo delle loro posizioni avanti e dopo la prima Guerra mondiale.

  6. I quanti e la vita

    CERN Document Server

    Bohr, Niels

    1965-01-01

    Tre vivaci scritti raccolgono i ricordi di Bohr sui momenti salienti e i principali protagonisti della genesi e dello sviluppo della modern fisica atomica e nucleare : Rutherford, Heisenberg, i celebri congressi Solvay, le pazienti e pur emozionanti ricerche e discussioni di fisici di tutti i paesi....

  7. Gli anni della cupola. Archivio digitale delle fonti dell'Opera di Santa Maria del Fiore. Edizione di testi con indici analitici e strutturali

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Margaret Haines

    2002-12-01

    Full Text Available Illustrazione dei criteri ispiratori e delle caratteristiche strutturali (modalità di indicizzazione, interrogabilità e delle prospettive di sviluppo dell’edizione informatica della documentazione archivistica pertinente l’Opera del Duomo di Firenze per gli anni 1417-1436.

  8. Momenti nella vita di uno scienziato

    CERN Document Server

    Rossi, Bruno

    1987-01-01

    Nel giro di pochi decenni, la nostra visione del mondo fisico, dal mond subatomico al mondo del cosmo, ha subito una profonda evoluzione. In questo libro, uno degli scienziati che hanno contribuito a tale sviluppo narra la storia della sua vita e del suo lavoro.

  9. Contributi dell'arte alla formazione della persona: alcune considerazioni pedagogico-didattiche

    OpenAIRE

    Manca, Giuseppina

    2000-01-01

    Lo scopo del presente studio è quello di osservare la relazione esistente tra l'arte e la formazione della persona nelle sue varie manifestazioni: arte ed educazione, arte e conoscenza, arte e socializzazione, arte ed interpretazione della realtà, arte e potenziamento delle capacità personali, arte e sviluppo equilibrato dell'individuo, arte e disagio mentale.

  10. La telematica per i docenti: quali contenuti?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Donatella Persico

    1999-01-01

    Full Text Available Cosi' come in Italia, dove il Ministero della Pubblica Istruzione ha promosso il Piano di Sviluppo delle Tecnologie Didattiche, anche i governi di altri paesi europei stanno investendo considerevolmente nell'integrazione delle Tecnologie della Informazione e della Comunicazione.

  11. Contributi dell'arte alla formazione della persona: alcune considerazioni pedagogico-didattiche

    OpenAIRE

    Manca, Giuseppina

    2000-01-01

    Lo scopo del presente studio è quello di osservare la relazione esistente tra l'arte e la formazione della persona nelle sue varie manifestazioni: arte ed educazione, arte e conoscenza, arte e socializzazione, arte ed interpretazione della realtà, arte e potenziamento delle capacità personali, arte e sviluppo equilibrato dell'individuo, arte e disagio mentale.

  12. Ambiente e salute nei siti inquinati

    OpenAIRE

    Cori, Liliana

    2007-01-01

    Il 14 dicembre scorso si ? svolto a Roma il seminario "Studi su ambiente e salute nei siti inquinati: prospettive di sviluppo metodologico e applicativo" organizzato dall'istituto di fisiologia clinica del CNR e dal Dipartimento ambiente e connessa prevenzione primaria dell'Istituto Superiore di sanit?

  13. Sciamanesimo, esorcismo, psicoterapia. La pratica ipnotica in una prospettiva antropologico - evoluzionista

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ambrogio Pennati

    2011-01-01

    Full Text Available Che cosa hanno in comune sciamanesimo, esorcismo, psicoterapia? Come districarci nella confusione terminologica e concettuale ancora oggi presente nel "movimento ipnotico" terapeuticamente orientato? In questo secondo contributo Ambrogio Pennati, medico psichiatra e psicoterapeuta, docente di psicoterapia ipnotica e psicopatologo forense, ripercorre lo sviluppo delle "pratiche non fisiche di guarigione", alla luce del nuovo approccio antropologico evoluzionista.

  14. Disegno dello studio genomico, ambientale, microbiomico e metabolomico sulla celiachia: un approccio al futuro della prevenzione personalizzata della celiachia

    Science.gov (United States)

    SERENA, GLORIA; LEONARD, MAUREEN M.; CAMHI, STEPHANIE; HUEDO-MEDINA, TANIA B.; FASANO, ALESSIO

    2017-01-01

    Riassunto Negli ultimi anni abbiamo assistito a un fiorire di novità cliniche e scientifiche sulla celiachia (CE), ma forse la novità più importante che influenzerà il futuro della ricerca e della clinica in questo campo riguarda la storia naturale della malattia. Per molti anni si è creduto che la predisposizione genetica e l’esposizione al glutine fossero necessarie e sufficienti allo sviluppo della CE. Studi recenti, però suggeriscono che la perdita di tolleranza al glutine possa apparire in qualsiasi momento della vita a seguito di altri elementi. Inoltre, diversi fattori ambientali conosciuti per il loro ruolo nell’influenzare la composizione della microflora intestinale sono anche stati considerati legati allo sviluppo della CE. Tra questi fattori sono inclusi la modalità di parto, la dieta dell’infante e l’uso di antibiotici. A tutt’oggi, nessuno studio longitudinale di ampia scala ha determinato se e come la composizione del microbioma e il suo profilo metabolomico possano influenzare la perdita di tolleranza al glutine e il successivo sviluppo della CE in soggetti geneticamente predisposti. In questo articolo descriviamo uno studio prospettico, multicentrico e longitudinale su infanti a rischio per la CE che utilizzerà diverse tecniche per approfondire il ruolo che il microbioma intestinale ha durante i primi passaggi dello sviluppo della malattia autoimmune. PMID:27362724

  15. Trophic relationships in demersal communities of Western Mediterraneo occidentale: case studies from coastal and deep-sea ecosystems

    OpenAIRE

    Fanelli, Emanuela

    2008-01-01

    327 pages.-- PhD Tesis carried out at the Universitá degli Studi di Viterbo "La Tuscia", Dipartimento di Ecologia e Sviluppo Sostenibile, at the Institut de Ciències del Mar (ICM-CSIC) and at the Laboratorio di Ecologia Marina, IAMC-CNR.

  16. Access to the health services in the context of economic restructuring. Case study: Brasov, Câmpulung and Râmnicu Sarat (Romania

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    SIMONA SUDITU

    2012-08-01

    Full Text Available Accesso ai servizi sanitari nel contesto della ristrutturazione economica nei municipi Râmnicu Sarat, Campulung e Brasov. Questo studio affronta una serie di questioni riguardanti l'accesso ai servizi sanitari delle persone nei municipi Ramnicu Sarat, Campulung, Brasov nel periodo post-comunista. I cambiamenti economici, politici e sociali dopo il 1990 hanno portato alla configurazione nella forma attuale del sistema sanitario, con effetti importanti sulla popolazione. L’ approccio comparativo delle situazioni nei tre municipi con caratteristiche diverse come numero di abitanti, posizione e livello di sviluppo economico, ha permesso l'identificazione di elementi comuni, come per esempio: il regresso del sistema sanitario pubblico a favore di quello privato, bassa qualit{ delle cure e diminuzione del personale medicale. L'accento è stato messo sull’analisi degli indicatori che rivela il grado di sviluppo del sistema sanitario riportato a 10000 persone.

  17. Agricoltura, paesaggio e territorio tra conservazione e innovazione: il ruolo della ricerca

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Zeno Varanini

    Full Text Available Il paesaggio è un’entità spaziale complessa, nella quale troviamo registrate, sedimentate nel tempo, le trasformazioni di genere naturale e culturale, espresse con un linguaggio universalmente comprensibile in un testo unico e fragile. A questa concezione matura del paesaggio si può riferire il suo riconoscimento come indicatore di sintesi dello stato dell’ambiente, che l’ex Agenzia nazionale per la protezione dell’ambiente proponeva sul finire degli anni Novanta, indicando pertanto una possibile via, non semplice, né esaustiva, ma chiara e praticabile, per l’analisi e il progetto della sostenibilità dello sviluppo territoriale. La stessa definizione olistica che la Convenzione europea attribuisce al paesaggio costituisce una conferma ed un rafforzamento del suo significato quale esito primario delle modalità di sviluppo territoriale e pertanto della sua valenza di termine di valutazione delle relative condizioni di sostenibilità.

  18. District heating in Italy; Genesi ed evoluzione del district heating in Italia

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Sacchi, E. [Milan Politecnico (Italy). Dip. di energetica

    1998-12-01

    The legislative act establishing the electric monopoly virtually shut out the district heating associated with electricity cogeneration, while other laws, issued to counteract the effects of oil shocks, allowed municipal utilities to do so. Thus, district heating has experienced some development, though well below its possibilities. The article analyses the reasons for this lagging, reports district heating data and projects its forecasts against the Kyoto Protocol objectives. [Italiano] La legge istitutiva del monopolio elettrico ha di fatto impedito il district heating associato alla cogenerazione di elettricita`, mentre le leggi tese a contrastare gli effetti delle crisi energetiche lo hanno reso possibile ad opera delle aziende municipali: un certo sviluppo si e` verificato, seppure ben al di sotto delle possibili potenzialita`. L`articolo analizza i motivi di questo rallentato sviluppo, riporta i dati del district heating e ne proietta le previsioni lungo gli obiettivi del Protocollo di Kyoto.

  19. Imparare a leggere a tre anni

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vittorio Midoro

    2017-01-01

    Full Text Available Imparare a leggere precocemente può contribuire enormemente allo sviluppo cognitivo e affettivo dei bambini. A partire da questo assunto, in questo contributo sono descritti, da un lato, una metodologia e una serie di strumenti per l’apprendimento precoce della lettura e, dall’altro, una sperimentazione condotta con bambini con o senza problemi di linguaggio. La metodologia appartiene alla famiglia dei metodi sintetici, in cui si imparano prima gli elementi più semplici sprovvisti di significato e poi il significato, ed è basata giochi che il genitore fa con il bambino, con l’uso di materiali di vario genere, digitali e non. La sperimentazione, condotta nell’arco di un anno e mezzo, ha messo in luce la praticabilità del metodo, ottenendo risultati che vanno al di là dell’apprendimento della lettura per investire aspetti rilevanti dello sviluppo dei bambini.

  20. Applicazione della spettrometria di massa MALDI-TOF in microbiologia clinica

    OpenAIRE

    Piergianni, Maddalena

    2016-01-01

    Riassunto La spettrometria di massa (MS) nata negli anni ’70 trova oggi, grazie alla tecnologia Matrix-Assisted Laser Desorption Ionization-Time of Flight (MALDI-TOF), importanti applicazioni in diversi settori: biotecnologico (per la caratterizzazione ed il controllo di qualità di proteine ricombinanti ed altre macromolecole), medico–clinico (per la diagnosi di laboratorio di malattie e per lo sviluppo di nuovi trattamenti terapeutici mirati), alimentare ed ambientale. Negli ultimi ann...

  1. Un approccio inclusivo allo studio del movimento in fisica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Piccione

    2014-12-01

    Full Text Available Nella scuola secondaria di secondo grado gli approcci didattici inclusivi sono spesso erroneamente associati ad una riduzione e semplificazione dei contenuti e ad un conseguente abbassamento del livello e della qualità dell’istruzione. In questo lavoro si propone un modello per utilizzare strategie inclusive come risorsa per lo sviluppo di una didattica esigente dal punto di vista cognitivo, e sono presentati i risultati di una sperimentazione di tale modello su circa 700 studenti.

  2. Design of multifunctional systems based on carbon nanomaterials.

    OpenAIRE

    Lucío Benito, Maria Isabel

    2015-01-01

    La nanotecnologia è chiamata a rivoluzionare molti settori della nostra vita. Tra tutti i campi in cui è convolta, la ricerca delle energie rinnovabili, la possibilità di ottenere acqua pulita in tutte le parti del mondo, il miglioramento della salute e l’aumento dell’aspettativa di vita e lo sviluppo di sistemi informatici, sono gli obiettivi che si distinguono. Le nanostrutture di carbonio sono materiali promettenti che possono aiutare a raggiungere questi obiettivi: includono fullereni, gr...

  3. Cercasi lavoratore inflessibile, che non giochi di squadra. L'autismo al lavoro

    OpenAIRE

    2013-01-01

    Le persone affette da autismo sono sempre più richieste nel mondo del lavoro. In alcuni settori tecnici, questo handicap può infatti rivelarsi una grande risorsa. Gli imprenditori stanno prendendo coscienza delle similitudini esistenti tra le caratteristiche mentali che distinguono un buon programmatore e quelle tipiche della sindrome di Asperger (forma d'autismo senza ritardi nello sviluppo cognitivo): spiccato interesse per un tema particolare, passione per i numeri e i modelli e predilezio...

  4. GPS Software una nuova frontiera per Receiver le applicazioni embedded

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberto Capua

    2007-03-01

    Full Text Available Nei primi anni ‘90 gli USA avevano necessità di affrontare nuove sfide nel campo delle telecomunicazioni in ambito militare. Le classiche tecnologie hardware, con un livello intrinseco di rigidità nelle specifiche di utilizzo ed i lunghi costi e tempi di ricerca e sviluppo non sembravano più adeguate a garantire tali obiettivi.

  5. Translational research in medicine and pain (Ricerca traslazionale in medicina e nel dolore, Editorial

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Luisa Sotgiu

    2014-06-01

    Full Text Available La ricerca traslazionale in medicina (RTM in termini generali si riferisce al trasferimento dei risultati della ricerca di base (o ricerca preclinica a una possibile utilizzazione clinica. Lo scopo ultimo è fornire il fondamento scientifico per lo sviluppo di nuove strategie terapeutiche farmacologiche e strumentali o per il miglioramento di terapie già esistenti.Per raggiungere questo obiettivo è necessario definire gli effetti biologici dei trattamenti terapeutici nell’uomo e la “ biologia” della patologia trattata.

  6. The educational affordances of Lego-based play in primary school

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luisa Salmaso

    2013-12-01

    Full Text Available Questo articolo presenta un’esperienza didattica attuata in una classe prima e in una classe seconda della Scuola Primaria mediante l’utilizzo di mattoncini Lego. Al termine di questo percorso è stato possibile delineare alcuni elementi utili per sostenere l’efficacia del gioco a favore dello sviluppo delle abilità visuo-spaziali e di pianificazione, anche in una prospettiva inclusiva e di pari opportunità di genere.

  7. Il nemico ritrovato. Carl Schmitt e gli Stati Uniti

    OpenAIRE

    Mossa, Andrea

    2015-01-01

    La tesi affronta il tema del rapporto tra Carl Schmitt e gli Stati Uniti. Il primo capitolo, dedicato all'America vista da Schmitt, ripercorre i riferimenti presenti nell'opera dell'autore – dall'interpretazione della tradizione politico-giuridica americana in opposizione a quella continentale, al ruolo determinante che ha il Nuovo Mondo nello sviluppo e nella decadenza dell'ordinamento internazionale moderno, fino alle suggestioni teologico-politiche legate alla figura del katéchon – giungen...

  8. Convenzione fra: ISTI-CNR e Infologic S.R.L.

    OpenAIRE

    Biagioni, Stefania

    2003-01-01

    Viene presentata la Biblioteca dell'ISTI e la convenzione stipulata con Infologic S.r.l. Viene presentato l'interesse comune a realizzare una collaborazione volta allo sviluppo di un centro di riferimento per la formazione e la manutenzione riguardante il software di automazione bibliotecaria LIBERO e, a valutare le potenzialit? e lo stato dell'arte di sistemi commerciali per Biblioteche Digitali.

  9. La questione regionale tra anni Settanta e Ottanta dalla prospettiva dell’Emilia Romagna. Lineamenti di un dibattito comparato

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carlo De Maria

    2013-05-01

    Full Text Available L’impostazione antiburocratica del regionalismo dei primi anni Settanta puntò sullo sviluppo della programmazione. Una declinazione peculiare di questo metodo di governo si affermò in Emilia Romagna. Dopo il 1976 intervenne una svolta centralistica a livello nazionale, che snaturò il ruolo costituzionale delle regioni. Nel decennio successivo, mentre la Regione Emilia Romagna provava a lanciare una nuova fase costituente, si assistette in Italia al declino dell’idea stessa di programmazione.

  10. Mass Transport Complexes in bacini confinati a controllo strutturale: l'Unità Epiligure di Specchio (Appennino Settentrionale)

    OpenAIRE

    Ogata, Kei

    2010-01-01

    Il recente incremento dell’esplorazione geofisica dei margini continentali e il concomitante sviluppo di tecnologie d’indagine, sismiche ed acustiche, sempre più accurate, hanno rivelato la comune presenza di vasti accumuli di sedimenti rimobilizzati a causa di franamenti sottomarini, e comunemente identificati con il termine di Mass Transport Deposit o Complex (MTD e MTC, rispettivamente). Attualmente, queste unità sono intensamente studiate non solo per ragioni strettamente scientifiche,...

  11. Forme atipiche di malattia mani-piedi-bocca: La nostra esperienza

    OpenAIRE

    Dondi, Arianna

    2014-01-01

    Introduzione: La malattia mani-piedi-bocca è una patologia infettiva tipica della prima infanzia causata dagli enterovirus, in particolare i sierotipi Coxsackievirus A16 ed Enterovirus 71. A partire dal 2008, ne è stata descritta un’epidemia da Coxsackievirus A6, in genere accompagnata da febbre elevata e che si distingue per lo sviluppo di piccole vescicole che progrediscono a lesioni vescicolo-bollose e a bolle vere e proprie. Inoltre, nei pazienti affetti da dermatite atopica, le lesion...

  12. On the Effectiveness of Military Institutions: Historical Case Studies from World War I, The Interwar Period, and World War II. Volume 3. World War II

    Science.gov (United States)

    1986-04-01

    as possible) and bluster: ’education fla cultural counts for nothing’. "L4 cultura might indeed count for nothing until It came time to navigate 3 in...1007, Cant. Z 506) (Fortunato Minniti, ’La politica Industziale 3 del Ministero dell*Aeronautica. Mercato, Planificazione, Sviluppo (1935-1943),’ Storia...remark: Minnici, ’La politica Industriale," p. 274. 12. See D’Avanzo, Ali e voltrone, pp. 334-35, tot an energetic but undocumented statement of the

  13. Tecniche numeriche per la risoluzione in ambiente parallelo del problema "Data Assimilation": un problema inverso mal posto

    OpenAIRE

    ARCUCCI, Rossella

    2011-01-01

    Negli ultimi 20 anni le metodologie di data assimilation, utilizzate inizialmente esclusivamente nei modelli atmosferici, sono diventate parte integrante per lo sviluppo e la validazione dei modelli oceanografici e, più in generale, dei modelli matematici alla base della metereologia, climatologia, geofisica, geologia e idrologia (spesso ci si riferisce a tali modelli con il termine di modelli previsionali per intendere che si tratta di problemi evolutivi nel tempo). Indipendentemente dall...

  14. FOOD SAFETY AND QUALITY IN DEVELOPING COUNTRIES: THE ROLE OF LACTIC ACID BACTERIA

    OpenAIRE

    ANGRI, MATTEO

    2016-01-01

    La sicurezza e la qualità degli alimenti sono tutt’ora un problema critico per i paesi in via di sviluppo. Le diete a basso contenuto di acido folico, per esempio, possono causare gravi problemi di salute, soprattutto nei bambini. Gravi disturbi legati al tubo neurale (DTN) nei neonati possono derivare infatti da madri che hanno insufficiente apporto di acido folico (400-600 g / giorno) durante il periodo di gravidanza. Inoltre, se non adeguatamente protetti o trattati, I prodotti alimentari ...

  15. Sviluppi di catalizzatori per l'abbattimento di NOx in presenza di ossigeno

    OpenAIRE

    Livi, Massimiliano

    2008-01-01

    Il traffico veicolare è la principale fonte antropogenica di NOx, idrocarburi (HC) e CO e, dato che la sostituzione dei motori a combustione interna con sistemi alternativi appare ancora lontana nel tempo, lo sviluppo di sistemi in grado di limitare al massimo le emissioni di questi mezzi di trasporto riveste un’importanza fondamentale. Sfortunatamente non esiste un rapporto ottimale aria/combustibile che permetta di avere basse emissioni, mentre la massima potenza ottenibile dal motore corri...

  16. L’abilità di perspective taking : un training per bambini in età prescolare in differenti contesti

    OpenAIRE

    De Mori, Arianna

    2016-01-01

    Elemento centrale della presente tesi dottorale è il costrutto di perspective taking, definibile come l’abilità, emergente nei bambini intorno a 4-5 anni, di assumere la prospettiva altrui secondo tre differenti dimensioni: emotiva, cognitiva e percettiva (Bonino, Lo Coco, Tani, 1998; Moll e Meltzoff, 2011). Dalla letteratura emerge come il perspective taking, in quanto abilità di comprensione sociale, rivesta un ruolo adattivo e sia fondamentale per lo sviluppo, non solo intellettivo, ma anc...

  17. Rete di comunicazione e assetto del territorio nel PTCP di Napoli

    OpenAIRE

    Francesco Domenico Moccia

    2010-01-01

     Il PTCP nasce nel clima della pianificazione europea rivolta alla realizzazione della rete TenT e della ricerca di come questo sistema di connessione potesse diventare strumento di sviluppo e coesione territoriale. Nella stessa scia si colloca tanto il Quadro Strategico Nazionale che il Piano Strategico Ragionale nei quali si definisce il ruolo territoriale della metropoli napoletana nel contesto internazionale. Queste premesse forniscono utili indicazioni per determinare l’organi...

  18. Verso il consumo sostenibile: i prodotti biologici nelle abitudini alimentari degli italiani

    OpenAIRE

    Scalvedi, Maria Luisa

    2015-01-01

    Scegliere di consumare in modo sostenibile significa passare ad un nuovo modello di consumo. Tale modello richiede una maggiore consapevolezza e responsabilità da parte dei consumatori, unite all'adozione di nuovi stili di vita e di scelte d’acquisto, che permettano il raggiungimento di elevati livelli di benessere nel rispetto dell'ambiente. Un notevole sforzo è stato compiuto recentemente dai policy maker per incoraggiare il consumo sostenibile quali implementazioni dello sviluppo sostenibi...

  19. Il ratto delle donne. Amore e violenza in un villaggio d’Etiopia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Valentina Peveri

    2013-10-01

    Full Text Available Nelle epistemologie femministe, oltre che in sguardi di osservatori occasionali, volontari, turisti compassionevoli e organizzazioni non governative, le tematiche di genere vengono frequentemente trattate secondo ideologie di miglioramento che aspirano a modificare pratiche locali considerate dannose1. L’interventismo si intensifica laddove la finanza investe in sviluppo, con una sempre più marcata distorsione dei dati statistici a rappresentare gli africani, di volta in volta, come poveri, malati, analfabeti (Bracking 2006.

  20. Il consociativismo olandese alla prova della globalizzazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Cimbalo

    2011-05-01

    Full Text Available Testo della relazione tenuta al Convegno La libertà di manifestazione del pensiero e lalibertà religiosa nelle società multiculturali, Università della Calabria, Cosenza 7 aprile2008.SOMMARIO: 1. Nascita e sviluppo del sistema consociativo - 2. La società olandesee la presenza organizzata del culto mussulmano nel Paese - 3. Alcuneconsiderazioni generali sul sistema di relazioni tra Confessioni religiose e Stato inOlanda: il nuovo consociativismo olandese.

  1. Approccio dal basso, servizi alla persona e memorie interculturali

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Orazio Maria Valastro

    2003-06-01

    Full Text Available Valorizzare le memorie dei migranti risponde ad una precisa esigenza di riconoscimento, nella storia collettiva e nello spazio politico nazionale, della memoria interculturale di intere collettività ... Queste condizioni implicano l'esigenza del riconoscimento della memoria dei migranti traducendosi in uno stimolo per lo sviluppo di nuove politiche sociali e culturali e di nuovi interventi focalizzati su questo stesso riconoscimento che interessa direttamente anche gli operatori sociali e culturali delle amministrazioni pubbliche e del terzo settore.

  2. Il cuore fetale a 11-13 settimane di gestazione

    OpenAIRE

    Persico, Nicola

    2012-01-01

    Le anomalie di sviluppo del cuore e dei grossi vasi rappresentano una delle più frequenti malformazioni congenite, con una prevalenza compresa tra 4 e 8 casi per 1000 nati vivi, e sono responsabili di circa il 20% delle morti endouterine e del 30% delle morti neonatali dovute ad anomalie congenite. Di conseguenza, la diagnosi prenatale di cardiopatie congenite riveste un ruolo particolarmente importante nell’ambito della cardiologia e della cardiochirurgia neonatale ed è in grado di avere un ...

  3. APPROPRIATEZZA ORGANIZZATIVA IN SANITÀ Studio su sette DRG chirurgici in diverse realtà sanitarie . La simulazione ad eventi discreti ( DES) e principi di sistemi qualità in supporto alla appropriatezza organizzativa , nella esperienza della U.O. della Chirurgia Generale e Mininvasva del Policlinico Federico II di Napoli.

    OpenAIRE

    Mazzitelli, Annunziata

    2015-01-01

    ABSTRACT Il concetto di "Appropriatezza" è stato introdotto nel contesto normativo italiano a seguito della Raccomandazione n° 17/1997 del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa agli Stati membri, "sullo sviluppo e l'attivazione dei sistemi di miglioramento della qualità dell'assistenza sanitaria", in cui l'appropriatezza delle cure viene indicata come una delle componenti fondamentali; infatti, la Legge 449/1997, immediatamente successiva, inserisce l'appropriatezza fra i profil...

  4. La politica ottimale per il Mezzogiorno:una risposta a Jossa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Beniamino Moro

    2002-09-01

    Full Text Available La posizione comune con Bruno Jossa è sintetizzata alla fine della sua nota quando egli scrive che gli incentivi fiscali, di natura automatica, costituiscono la politica ottimale per il Sud, aggiungendo di ritenere «che tali incentivi, uniti ad altre misure di risanamento, potrebbero attirare nel Mezzogiorno molti investimenti esterni, che sono preziosi per lo sviluppo economico» (p. 282. Più in generale, rilevo che vi è un’ampia convergenza di vedute con la sua analisi, soprattutto dove si riconosce agli strumenti d’intervento automatici e non discrezionali (che hanno il vantaggio di tagliare fuori sia la burocrazia, sia l’attività di lobbying una maggiore efficacia nel sostenere lo sviluppo economico locale. Concordo inoltre che debito pubblico, mafia e camorra hanno giocato e tuttora giocano un ruolo negativo importante, e tuttavia non decisivo, nell’ostacolare il processo di sviluppo (tutti argomenti peraltro ricorrentemente richiamati nella letteratura sul Mezzogiorno. L’unico aspetto sul quale apparentemente sembrerebbe non esservi concordanza di analisi riguarda l’influenza degli incentivi fiscali sugli investimenti esterni.

  5. La politica ottimale per il Mezzogiorno:una risposta a Jossa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Beniamino Moro

    2012-04-01

    Full Text Available La posizione comune con Bruno Jossa è sintetizzata alla fine della sua nota quando egli scrive che gli incentivi fiscali, di natura automatica, costituiscono la politica ottimale per il Sud, aggiungendo di ritenere «che tali incentivi, uniti ad altre misure di risanamento, potrebbero attirare nel Mezzogiorno molti investimenti esterni, che sono preziosi per lo sviluppo economico» (p. 282. Più in generale, rilevo che vi è un’ampia convergenza di vedute con la sua analisi, soprattutto dove si riconosce agli strumenti d’intervento automatici e non discrezionali (che hanno il vantaggio di tagliare fuori sia la burocrazia, sia l’attività di lobbying una maggiore efficacia nel sostenere lo sviluppo economico locale. Concordo inoltre che debito pubblico, mafia e camorra hanno giocato e tuttora giocano un ruolo negativo importante, e tuttavia non decisivo, nell’ostacolare il processo di sviluppo (tutti argomenti peraltro ricorrentemente richiamati nella letteratura sul Mezzogiorno. L’unico aspetto sul quale apparentemente sembrerebbe non esservi concordanza di analisi riguarda l’influenza degli incentivi fiscali sugli investimenti esterni.  JEL Codes: E62, R58Keywords: Fiscal Policy, Policy, Regional Development, Regional, Tax

  6. Energy alternatives for a sustainable Italy; Alternative energetiche per un`Italia sostenibile

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Coiante, D.; Lombard, P. L.; Molocchi, A. [Associazione Amici della Terra, Rome (Italy)

    1998-12-01

    This article focuses on the main environmental problems caused by the development of the energy sector in Italy, addressing the current policies on energy production and consumption and the viable alternatives for furthering sustainable development by the year 2010. The analysis acknowledges that, as stated by Agenda 21 and the EU V Action Programme, sustainable development is a central issue. After considering the three main problems connected with the production and consumption of energy at the domestic level, the author describes syntetically the level of implementation of the current policies on environmental protection and efficient energy use in four important sectors (electricity, transport, industrial and household), underlining the main obstacles encountered on the sustainability path. The essential features of a strategy aimed at the sustainable development of the energy sector are finally presented. Such strategy is based on the reform of the price system in order both to account for the external costs and to promote technological innovation. The latter should be oriented to the improvement of energy efficiency in all sectors of production and use (CHP in particular) and to promotion of R&D of those renewable sources that are most siutable according to the social and economic Italian specificities. [Italiano] Il presente articolo esamina i principali problemi ambientali posti dallo sviluppo energetico in italia, lo stato delle politiche nei principali settori di produzione e consumo dell`energia e le alternative praticabili entro il 2010 per perseguire uno sviluppo sostenibile. Il punto di partenza dell`analisi e` il riconoscimento della centralita` politica della nozione di `sviluppo sostenibile` sancita innanzitutto dall`Agenda XXI e dal V Programma d`azione ambientale dell`UE. Dopo un esame a livello nazionale dei tre principali problemi connessi alle attuali modalita` di produzione e consumo dell`energia, viene effettuata una disamina sintetica dello

  7. Case report

    African Journals Online (AJOL)

    abp

    16 déc. 2015 ... C'est un cancer à évolution locorégionale, rarement extra pelvienne ... carcinomateux TTF1 négatif, p63 négatif et p16 fortement positif compatible .... cervix presenting as lymphangiticcarcinomatosis: a case report and reviex ...

  8. Utilisation des ecailles de cacao comme support de biofiltration pour le traitement d'effluents de l'industrie agro-alimentaire

    National Research Council Canada - National Science Library

    Turcotte, Veronique; Blais, Jean-Francois; Mercier, Guy; Drogui, Patrick

    2009-01-01

    ... (Kaldnes, K1) a ete utilise comme support controle de biomasse. Les ecailles de cacao ont demontre un bon potentiel pour le traitement d'effluents agro-alimentaires fortement charges (DC[O.sub.tot] 3000-6000 mg x [L.sup.-1...

  9. Etica, impegno e ambiguità in Fortini

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Lombardi

    1996-12-01

    Full Text Available A origem judaica do crítico contemporâneo Francisco Fortini (em sua origem Franco Lattes, posteriormente renegada, justifica, talvez em parte, suas posições politicamente engajadas, de caráter fortemente polêmico.

  10. Efficacité des champignons mycorhiziens contre les nématodes ...

    African Journals Online (AJOL)

    SARAH

    30 mai 2015 ... l'expression d'une interaction qui varie fortement en fonction .... thesis, University of Adelaide, School of Earth and Environmental Sciences, 197 p. Bâ AM ... different Musa genotypes. 224-237. ... genes in wheat, Can. J. Bot.

  11. Football malgache féminin :

    African Journals Online (AJOL)

    1, 2006, pp. 150-167. © Conseil pour le développement de la recherche en sciences sociales en ..... L'aspect fortement énergétique et les contacts ..... aujourd'hui : essai d'application à la relaxation, aux arts martiaux et au marathon ».

  12. Reti di città, mobilità e ambiente: il Preliminare di PTCP di Avellino

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carmela Gargiulo

    2010-02-01

    Full Text Available  L’articolo propone la lettura dei contenuti del Preliminare del PTCP di Avellino, un piano per molti aspetti innovativo, soprattutto per aver coniugato pianificazione di area vasta di tipo tradizionale e logica “strategica”. In particolare, l’articolo descrive idee guida, contenuti e strategie del piano orientate, prevalentemente, a stimolare lo sviluppo sostenibile di un’area in ritardo di sviluppo come la provincia irpina, attraverso la salvaguardia e valorizzazione delle risorse naturali e storico-culturali, la costruzione di reti di medie e piccole città e reti di mobilità alle diverse scale, da quella urbana a quella internazionale, e interventi sul sistema della mobilità. Nel 2004, ormai più di cinque anni fa, è stato adottato, a maggioranza assoluta (solo due gli astenuti, il Preliminare di Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia di Avellino, dopo un lavoro di oltre due anni che ha visto impegnati gli uffici provinciali con due dipartimenti universitari. Il lavoro, che va ben oltre il significato e la valenza di un preliminare e che coniuga due pratiche di piano diverse (quella tradizionale e quella strategica ruota attorno a tre idee di fondo, tra loro strettamente interrelate, che costituiscono i criteri guida che finora ha inteso seguire la provincia di Avellino nell’attività di governo delle trasformazioni. Tali idee, quindi, costituiscono le fondamenta su cui è stato costruito il Preliminare e sono la griglia di specificazione delle strategie e degli obiettivi di piano. Esse sono alla base delle scelte elaborate per lo sviluppo compatibile del territorio, e sono riferibili alle azioni operative di trasformazione del territorio che gli Enti locali, cui è demandato tale compito, nel prossimo futuro dovranno affrontare. Le tre idee forza del Preliminare, descritte nel seguito, sono riferibili ai sistemi di risorse principali della provincia di Avellino, oggetto di una indagine analitico

  13. Città formale e città informale. Le ragioni sociali della forma urbana / Formal and informal city. The reasons of the urban form

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Rita Amato

    2014-11-01

    Full Text Available La ricerca proposta parte dal presupposto che il metodo di progettazione basato sullo studio della morfologia urbana possa costituire una guida per interventi urbani all’interno dei cosiddetti tessuti “informali”. Gli studi condotti dimostrano infatti che il tessuto urbano informale, il cui sviluppo prescinde da pianificazioni o da logiche normative, risulta però strettamente legato a dinamiche sociali ed economiche. Sotto questo punto di vista lo sviluppo della città informale contemporanea può essere messa a confronto con le dinamiche di formazione e trasformazione dei centri urbani pre-moderni, sottolineando la netta analogia che lega le trasformazioni urbane alle necessità e alle dinamiche sociali, proprie dell’intorno culturale in cui tali organismi urbani si identificano.Il riconoscimento di una logica di sviluppo di tali tessuti, diventa lo strumento in grado di guidarne la rigenerazione urbana, rispettandone la cultura abitativa. / This research start from the hypothesis that the design method, based on the study of urban morphology, can be a guide for urban interventions within the so-called 'informal' fabric. The studies demonstrate that the 'informal' city, the development of which is independent from urban design or legal rules, is closely related to social and economic dynamics. From this point of view the development of the contemporary informal city can be compared with the dynamics of formation and transformation of pre-modern urban fabric, emphasizing the analogy that links the urban transformation to the social needs, own of the surroundings cultural context in which these urban organisms are identified. The recognition of a logical development of these fabrics, becomes the tool that can guide the urban regeneration, respecting the living culture.

  14. The WISE project and support for socialeducational inclusion

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Guglielmo Trentin

    2013-08-01

    Full Text Available Spesso, problemi dovuti a disabilità fisiche o di salute, congenite o acquisite a seguito di traumi o di malattie degenerative, impediscono, in modo temporaneo o permanente, la normale partecipazione all’istruzione scolastica, universitaria e professionale. Possono in questi casi le tecnologie di rete e mobili offrire nuove opportunità per una reale inclusione socio-educativa? Si tratta della questione chiave che dal 2009 al 2012 ha guidato l’attività di ricerca e sviluppo del progetto denominato WISE (Wiring Individualised Special Education finanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca con fondi di investimento per la ricerca di base (FIRB. Scopo principale del progetto è stato lo sviluppo di un sistema di supporto all’educazione e alla formazione speciale dei cosiddetti homebound, ossia di coloro che per ragioni fisiche e di salute sono confinati presso la propria abitazione o altro ambiente (ospedale, domicilio temporaneo. Parti essenziali del sistema di supporto WISE sono i tool per la condivisione delle conoscenze e delle buone pratiche sulla Homebound Special Education (HBSE, la progettazione assistita di interventi didattici indirizzati all’utenza speciale, la formazione degli operatori socio-educativi. L’attività progettuale si è sviluppata attraverso l’azione concertata di sei Unità di Ricerca (UR, coordinate dall’Istituto Tecnologie Didattiche del CNR di Genova e afferenti ad altrettanti centri di eccellenza universitari specializzati in ricerche sull’uso educativo delle tecnologie di rete. In questo contributo verranno illustrati i tratti salienti del progetto e i risultati che ne sono scaturiti in termini di ricerca e sviluppo prototipale.

  15. Insegnanti in Formazione. Online courses for teacher education. A research-development

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniela Maccario

    2017-01-01

    Full Text Available One of the main undertakings of research in the field of didactics is the forming of elements of knowledge supporting the professionalization of teachers. These may include theoretical and interpretative constructions and hypotheses to be provided to operators as tools, so that their work, models, devices or vocational training practices can be analyzed and developed in line with the complex and dynamic nature of teaching. In this second direction, the article presents and discusses a research path directed at creating an online teacher training prototype. Indications relating to the potential effectiveness of the device emerge within the context of the teacher training issue and the requirements of research and development in the fields of pedagogy and didactics.Insegnanti in Formazione. Percorsi online per la formazione dei docenti. Una ricerca-sviluppoUno dei principali compiti della ricerca in campo didattico è costituito dalla costruzione di elementi di sapere di supporto alla professionalizzazione di docenti. Può trattarsi di costrutti ed ipotesi teorico-interpretative da consegnare agli operatori quali strumenti di analisi e sviluppo del loro operato o di modelli, dispositivi, pratiche di formazione professionale coerenti con la natura complessa e dinamica dell’azione di insegnamento. In questa seconda direzione, l’articolo presenta e discute un percorso di ricerca finalizzato all’elaborazione di un prototipo per la formazione online dei docenti. Emergono indicazioni sull’efficacia potenziale del dispositivo, nel quadro del problema della formazione in servizio degli insegnanti e dei compiti della ricerca-sviluppo in ambito pedagogico-didattico.

  16. Un repository semantico per la Special Education

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vincenza Benigno

    2013-08-01

    Full Text Available La ricerca nella mole sconfinata di informazioni e risorse disponibili in rete rappresenta sicuramente un problema che oggi viene riconosciuto come sovraccarico informativo . Una possibile soluzione arriva dalle tecnologie di knowledge e dalla semantica. Nell’ambito del presente contributo verrà descritta la metodologia per lo sviluppo dello user modelling finalizzato a descrivere il profilo e il contesto di riferimento degli utenti nell’utilizzo di un repository semantico sviluppato per la Special Education, il Knowledge Hub (KH. In relazione al KH verranno descritte le principali funzionalità e le tipologie di risorse presenti.

  17. Cercasi lavoratore inflessibile, che non giochi di squadra. L'autismo al lavoro

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Thomas Stephens

    2013-08-01

    Full Text Available Le persone affette da autismo sono sempre più richieste nel mondo del lavoro. In alcuni settori tecnici, questo handicap può infatti rivelarsi una grande risorsa. Gli imprenditori stanno prendendo coscienza delle similitudini esistenti tra le caratteristiche mentali che distinguono un buon programmatore e quelle tipiche della sindrome di Asperger (forma d'autismo senza ritardi nello sviluppo cognitivo: spiccato interesse per un tema particolare, passione per i numeri e i modelli e predilezione per i compiti ripetitivi.

  18. Su Ipermodernità. Introduzione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Niccolò Scaffai

    2014-12-01

    Full Text Available Non sempre l’immaginario ispirato dalla tecnologia si colloca all’insegna del postmoderno; d’altra parte, lo sviluppo della tecnologia, che organizza e riconfigura la nostra esperienza del reale e la nostra fruizione dell’arte, è una condizione decisiva nella logica culturale del postmoderno (o piuttosto della postmodernità. È parso perciò opportuno, nel quadro di un numero di Between intitolato proprio Tecnologia, immaginazione e forme del narrare, affrontare questo nodo di problemi complesso (e a volte contraddittorio attraverso la discussione del saggio di Raffaele Donnarumma, Ipermodernità. Dove va la narrativa contemporanea (Bologna, il Mulino 2014.

  19. Cornice epistemologica e metodologica del modello sistemico pluralista

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cecilia Edelstein

    2013-12-01

    Full Text Available L’articolo illustra il modello di lavoro che si è sviluppato negli ultimi trent’anni, attraverso l’intreccio tra ricerca, formazione, clinica e lavori di comunità, e che ha dato spazio all’approccio sistemico pluralista in ambito interculturale. Quest’ultimo ha sviluppato una cornice che comprende lo sviluppo di nuovi concetti, metodologie di lavoro e tecniche specifiche che attingono a teorie diverse. L’articolo, quindi, offre un quadro epistemologico, ma anche metodologico e concettuale.

  20. Mixed-domain simulation and hybrid wafer-level packaging of RF-MEMS devices for wireless applications

    OpenAIRE

    Iannacci, Jacopo

    2007-01-01

    In questa tesi verranno trattati sia il problema della creazione di un ambiente di simulazione a domini fisici misti per dispositivi RF-MEMS, che la definizione di un processo di fabbricazione ad-hoc per il packaging e l’integrazione degli stessi. Riguardo al primo argomento, sarà mostrato nel dettaglio lo sviluppo di una libreria di modelli MEMS all’interno dell’ambiente di simulazione per circuiti integrati Cadence c . L’approccio scelto per la definizione del comportamento elettromeccanico...

  1. Valeurs communes. Progetto della Commissione Europea.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nadia Bonora

    2006-01-01

    Full Text Available Titolo: Valori comuni Titolo originale: Valeurs communes 2004/2005 Project leader: cooperativa Lai-momo Partner: Africa e Mediterraneo, Italia; Grupo Comunicar, Spagna; L'Afrique dessineé, Francia; Translit, Spagna; Le Comptoir du livre, Belgio; CS Associazione di Cooperazione allo Sviluppo, Italia; Agronomi senza frontiere, Italia; Fumo di China, Italia. Riferimento: Andrea Marchesini Reggiani - redazione@africaemediterraneo.it I fumetti e la guida didattica, realizzati per il progetto, sono acquistabili sul sito web www.laimomo.it, materiali e informazioni sono disponibili sul sito www.valeurcommunes.org. Il materiale di Valori comuni è utilizzato per laboratori di educazione interculturale nelle classi.

  2. "Il paesaggio tra conservazione e progetto". Il ponte come protagonista nella costruzione del paesaggio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Coletta

    2012-08-01

    Full Text Available Il ponte documenta ed esemplifi ca la storia, il carattere e la cultura della città, rendendosi interprete delle sue metamorfosi, off rendo chiusura, protezione e sicurezza nelle circostanze segnate dalla paura e garantendo apertura, sviluppo e prosperità in quelle segnate dalla tranquillità e dalla fi ducia. I ponti si identifi cano con la città che l’accoglie, divenendo manifestazione simbolica del potere che la governa e/o della popolazione che la vitalizza, siano essi espressioni monumentali di porte urbiche, siano essi semplici corpi cavalcavia tipicizzanti il pittoresco degli insediamenti medioevali.

  3. Insegnamento e inclusione: una ricerca sull'efficacia della formazione in un percorso di tirocinio

    OpenAIRE

    Aloisi

    2014-01-01

    L’OCSE (2005) suggerisce che migliorare la qualità del corpo docente è l’iniziativa politica che più verosimilmente produrrà un miglioramento del rendimento scolastico degli alunni. La relazione di sintesi del progetto “La formazione docente per un sistema scolastico inclusivo in tutta Europa – Sfide e opportunità” (Agenzia Europea per lo Sviluppo dell’Istruzione degli Alunni Disabili, 2011) indica che questo settore può essere oggetto di ulteriori sviluppi: preparare a rispondere alla divers...

  4. Stima dell’effetto delle esternalità localizzative sui valori immobiliari tramite il metodo Delphi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Boaz Barzilay

    2012-12-01

    Full Text Available Il metodo Delphi è un metodo per raccogliere e strutturare indicazioni provenienti da un gruppo di esperti, utilizzando un questionario combinato con un feedback controllato delle opinioni. Il presente contributo esamina i principi fondamentali del metodo Delphi e tenta di convalidare i suoi risultati, utilizzando dati ottenuti mediante le normali tecniche econometriche di valutazione immobiliare, come, ad esempio, il metodo del prezzo edonico. Il metodo Delphi, come sosteniamo, può diventare uno strumento utile per la valutazione immobiliare in casi particolari, come i piccoli comuni con vendite di abitazioni relativamente scarse ed economie di transizione caratterizzate da mercati immobiliari in via di sviluppo.

  5. Il musicologo come programmatore. Sfide attuali della programmazione musicale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Miguel Ángel Marín

    2014-05-01

    Full Text Available Nonostante la radicata presenza del concerto musicale nella nostra cultura, e il significativo sviluppo del management musicale come settore disciplinare, si registra a tutt’oggi una sorprendente penuria di riflessioni teoriche sulla programmazione degli eventi musicali. Questo articolo, scritto dal punto di vista di un musicologo che lavora anche alla programmazione di eventi musicali, intende fornire un contributo in questo settore. In particolare, si concentra sulla presentazione di un’analisi preliminare delle sfide che i programmatori devono affrontare oggi, suddivise in quattro categorie: repertorio, interpreti, pubblico e mercato.

  6. Sustainable architecture urban design; Progettazione sostenibile. Tre casi studio: Taranto, Livorno, San Ferdinando di Puglia. Rapporto sulla legislazione e pianificazione regionale a carattere ambientale

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Gallo, C. [Ente per le Nuove Tecnologie, l' Energia e l' Ambiente, Rome (Italy)

    2001-07-01

    This study intends to be an useful evaluation instrument for the workers in the local governments and the urban development sector, in order to illustrate some first rate examples and a complete environmental laws collection about the nowadays urban projects and the building industry in Italy. [Italian] Questo studio vuole essere un utile strumento di lavoro, e con la presentazione di buoni esempi e con una raccolta ragionata di tutta la normativa a carattere ambientale che regola oggi la progettazione urbanistica-edilizia, per i tecnici degli enti locali e i progettisti in genere, che sono gli attori principali dello sviluppo urbano del territorio.

  7. Books Reviews Políticas públicas en América Latina: protección social y lucha contra la pobreza

    OpenAIRE

    2015-01-01

    Tassara, Carlo (ed.); Ibarra, Antonio y Vargas Faulbaum, Luis Hernán Protección social y lucha contra la pobreza en Brasil, Colombia y Chile. ¿Graduarse de los PTC o salir de la pobreza? Programa EUROsociAL, 2015 Con la colaboración del Instituto Ítalo-Latinoamericano (IILA) y del Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli (CISP) (En línea en acceso abierto) 212 págs. Isaza, Carolina (ed.) Seguimiento y análisis de políticas públicas en Colombia. Anuario 2015 Universidad E...

  8. Books review: Public policy in Latin America: social protection and the fight against poverty

    OpenAIRE

    2015-01-01

    Tassara, Carlo (ed.); Ibarra, Antonio y Vargas Faulbaum, Luis Hernán. Protección social y lucha contra la pobreza en Brasil, Colombia y Chile. ¿Graduarse de los PTC o salir de la pobreza? Programa EUROsociAL, 2015 Con la colaboración del Instituto Ítalo- Latinoamericano (IILA) y del Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli (CISP) (En línea en acceso abierto), 212 págs. Isaza, Carolina (ed.). Seguimiento y análisis de políticas públicas en Colombia. Anuario 2015. Universidad Ex...

  9. Europeana communication bug: which intervention strategy for a better cooperation with Creative Industry?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Ragone

    2016-09-01

    Full Text Available In aggiunta all'obiettivo principale di diffondere la conoscenza sui beni culturali, Europeana e diversi MAB (Musei, Archivi e Biblioteche sono impegnati nello sviluppo di nuove strategie volte a rendere i contenuti digitali riusabili dalle imprese creative. Ciò nonostante, tali iniziative hanno successo solo in casi sporadici, dal momento che un approccio comunicativo scorretto può minare gli sforzi fatti in questo senso. L'articolo descrive un caso di studio che propone interconnessioni efficaci tra Europeana, MAB e imprese creative nel contesto della promozione e del miglioramento del patrimonio digitale sul cibo e le bevande.

  10. Misurare la sostenibilità del turismo culturale. Un confronto tra Italia e Spagna.

    OpenAIRE

    Stanziano, Lorenza

    2016-01-01

    Da oltre cinquant’anni il turismo è ormai diventato una grande economia fonte di guadagno e sviluppo economico per molti paesi. In Europa una forma di turismo particolarmente significativo è quello culturale, tuttavia, il suo impatto economico è molto difficile da valutare, perché non esiste un sistema di indicatori per misurarne gli effetti. Se quindi, da un lato, il fenomeno del turismo culturale non è nuovo in Europa già dagli anni Ottanta, di più recente formulazione, invece, è il concet...

  11. Ambienti narrativi per l'apprendimento

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuliana Dettori

    2006-01-01

    Full Text Available Analisi degli ambienti di apprendimento narrativi e la loro potenzialità per l’apprendimento. Le storie possono essere uno strumento a sostegno dell’apprendimento che risulta naturale per tutti, e specialmente per bambini e ragazzi. Lo sviluppo delle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione ed il loro crescente utilizzo in ambito didattico hanno fornito un’ampia gamma di strumenti per potenziare l’utilizzo educativo della narrativa, dando origine ad una consistente varieta’ di ambienti di apprendimento narrativi con obiettivi formativi differenti ed applicabili a diversi ambiti di studio.

  12. Marcatori genetici per l'analisi, la caratterizzazione e la tracciabilità del caffè e delle due specie vegetali coffea arabica L.E coffea canephora.

    OpenAIRE

    Tornincasa, Patrizia

    2008-01-01

    Il caffè è uno dei più importanti prodotti del mercato internazionale, su cui si basano gli scambi commerciali di molti paesi. Esso si colloca tra i 5 prodotti agricoli economicamente più importanti del mondo ed è una risorsa economica essenziale per alcuni paesi in via di sviluppo. Nonostante il genere Coffea comprenda oltre 100 specie, solo due sono importanti dal punto di vista commerciale, vale a dire Coffea arabica (caffè Arabica) e Coffea canephora (caffè Robusta). Coffea arabica dà ...

  13. Mathematics, Music & Architecture (Matematica, Musica e Architettura

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Conti

    2017-07-01

    come la matematica sia stata un importante strumento nello sviluppo della musica, soprattutto nella creazione delle scale musicali. Da Vitruvio in poi i rapporti musicali sono stati usati anche nell’architettura con motivazioni diverse, secondo i periodi storici in cui sono stati adoperati. Allo scopo di spiegare meglio come queste proporzioni musicali si adattano alle opere architettoniche, sono presentate numerose figure.  Parole Chiave: Note musicali, frequenze, consonanza, diesis, bemolle, intervallo musicale, pentagramma, contrappunto, logaritmi.

  14. Europeana communication bug: which intervention strategy for a better cooperation with Creative Industry?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Ragone

    2016-09-01

    Full Text Available In aggiunta all'obiettivo principale di diffondere la conoscenza sui beni culturali, Europeana e diversi MAB (Musei, Archivi e Biblioteche sono impegnati nello sviluppo di nuove strategie volte a rendere i contenuti digitali riusabili dalle imprese creative. Ciò nonostante, tali iniziative hanno successo solo in casi sporadici, dal momento che un approccio comunicativo scorretto può minare gli sforzi fatti in questo senso. L'articolo descrive un caso di studio che propone interconnessioni efficaci tra Europeana, MAB e imprese creative nel contesto della promozione e del miglioramento del patrimonio digitale sul cibo e le bevande.

  15. "…multiplicibus modulorum varietatibus sonantes…". Some Reflections About Musical Dimension in the Greek and Roman World

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Enrico Trudu

    2015-07-01

    Full Text Available I contorni della dimensione sonora in età classica appaiono piuttosto labili e non sembra esistere un’autonoma dimensione strumentale e una compiuta strutturazione della teoria musicale. Lo sviluppo di un processo di teorizzazione musicale si lega, a partire dal IV secolo a.C., al perfezionamento degli strumenti, che raggiunge il suo apice con la realizzazione dell’hydraulis. L’idea stessa di musica evolve e in epoca romana si evidenzia un nuovo rapporto tra esecuzione musicale e pubblico, e si sviluppa il concetto di ensemble, sintetizzato nel mosaico di Hama (Siria con scena di concerto.

  16. Um retorno ao básico: compreendendo os paradigmas de pesquisa e sua aplicação na pesquisa em administração

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Amarolinda Zanela Saccol

    2009-08-01

    Full Text Available O artigo aborda os diferentes paradigmas que devem guiar a escolha de estratégias de pesquisa na área de Administração, discutindo as principais características de dois desses paradigmas: o positivismo (fortemente relacionado a pesquisas de natureza quantitativa, e o interpretativismo (fortemente relacionado a pesquisas de natureza qualitativa. A compreensão desses paradigmas é fundamental para a escolha de uma estratégia adequada de pesquisa; o artigo pretende contribuir para esse entendimento por meio de uma discussão objetiva e didática, visando a auxiliar, principalmente, aqueles que iniciam a atividade de pesquisa acadêmica em Administração.

  17. L’Attività di reporting quale strumento di controllo di gestione e di responsabilizzazione degli operatori in Sanità verso il raggiungimento degli obiettivi Aziendali. Il caso dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II.

    OpenAIRE

    2011-01-01

    I sistemi di pianificazione, programmazione e controllo sono processi fortemente collegati tanto da poterli inquadrare come un unico processo aziendale. La pianificazione è un processo continuo, che si ripete ciclicamente nella vita di una azienda e che richiede una grande partecipazione da parte dei dirigenti e del resto del personale ma è, anche, un importante strumento di comunicazione che coinvolge tutti quelli che possono indirizzare l’azienda.

  18. Flow mapping by PIV in microstructures with three-dimensional flow behavior

    DEFF Research Database (Denmark)

    Westergaard, C.; Klank, Henning; Kutter, Jörg Peter

    2003-01-01

    fortement tridimensionnels. Ceci offre un challenge à la technique de la PIV appliquée à la micro-fluidique (souvent appelée Micro PIV). Le papier donne un exemple de mesures réalisées dans un micro-système pour illustrer les possibilités et discuter l'application du principe de stéréoscopie, permettant...

  19. O mercado de luxo e o marketing holístico: o caso dos hotéis de luxo

    OpenAIRE

    2014-01-01

    No atual contexto económico de crise, o mercado de luxo conseguiu cresceu, porque muitos dos clientes de luxo mantêm o poder financeiro e conservam a sua ambição por luxo. No entanto, num mercado caracterizado por intensa concorrência não é suficiente ter uma marca forte, é imprescindível acrescentar valor e o marketing holístico pode contribuir fortemente para esse resultado. Nesse sentido, o objetivo de...

  20. Décarboniser la Suisse: Trop cher et inutile?

    OpenAIRE

    Thalmann, Philippe

    2016-01-01

    A chaque demande de réduire fortement les émissions de gaz à effet de serre ou CO2 de la Suisse on entend: c'est trop cher et c'est inutile. Cet exposé montre brièvement que ce n'est pas vrai et qu'il est nécessaire de sortir des énergies fossiles, en particulier par le désinvestissement.

  1. et de blé dur

    African Journals Online (AJOL)

    SARAH

    31 mai 2017 ... remarquer la courte durée du cycle biologique de l'espèce Triticum ... according to the agro-ecologic conditions of the region. ... rendement élevé, adaptées aux variations climatiques ... 1 : liste des variétés utilisées et leurs origines géographique .... hydrique et qui influence fortement le rendement et.

  2. Scienze cognitive e game design. Progettare dinamiche di gioco non finalizzate a un obiettivo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pietro Righi Riva

    2012-05-01

    Full Text Available Stiamo vivendo gli anni della gamification: game designers e teorici del game design dibattono sui modi di trasporre meccaniche di gioco in servizi, applicazioni e marketing tools non strettamente legati al gioco. La gamification è finalizzata a determinare nel giocatore/utente un comportamento. Nella retorica che supporta la gamification traspare una visione del gioco fortemente orientata al reward, cioè alla gratificazione in termini di premi e obiettivi.

  3. Crise Econômica Global e os Riscos da Escalada do Protecionismo para os Países em Desenvolvimento

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    henrique zeferino de menezes

    2009-02-01

    Full Text Available

    A crise economia internacional trouxe

    temores sobre uma nova escalada protecionista,

    que repercutiria fortemente nos países em

    desenvolvimento.

  4. GRK2 svolge un ruolo cruciale nella regolazione della funzione endoteliale in vivo ed in vitro attraverso la modulazione del signaling del recettore β2-adrenergico

    OpenAIRE

    Liccardo, Daniela

    2013-01-01

    Il recettore β-2 adrenergico (β2AR), che rappresenta il sottotipo più abbondante nei vasi sanguigni, gioca un ruolo cruciale nella funzioni delle cellule endoteliali (EC) in quanto ne regola la migrazione e la proliferazione con importanti implicazioni sulla neoangiogenesi in vivo. In seguito ad ischemia periferica i recettori β2AR sono fortemente downregolati e la loro overespressione, mediante terapia genica, è in grado di incrementare l’angiogenesi in risposta all’ischemia. La chinasi 2 de...

  5. Description d’une nouvelle Pédiculine

    NARCIS (Netherlands)

    Piaget, E.

    1884-01-01

    La tête est applatie en avant ou même dans quelques individus un peu échancrée et poilue; le sinus orbital peu profond et occupé par l’oeil qui est comme bilobé par une tache au milieu, avec une série de cils en arrière et un piquant dirigé en dedans; la tempe fortement déjetée et arrondie, avec

  6. Padri e figlie: suggestioni ovidiane in una novella di Boccaccio (Decameron 5, 7)

    OpenAIRE

    Mario Labate

    2010-01-01

    Negli studi sul Decameron è consolidato un giudizio fortemente limitativo della rilevanza degli autori antichi, tra quelli che forniscono gli ipotesti delle singole novelle. Scopo di questo lavoro è mostrare, attraverso un esempio, come, nel quadro dei materiali letterari e narrativi che svolgono una funzione rilevante nel laboratorio dell’intertestualità decameroniana, la presenza della letteratura classica sia meno modesta di quanto sembrerebbe risultare dalla vulgata critica, e non si eser...

  7. Description d’une nouvelle espèce du genre Stenophida, Pasc

    NARCIS (Netherlands)

    Roelofs, W.

    1893-01-01

    Long 7 mill., rostr. excl. — De la taille et de la forme étroite, allongée, de S. linearis Pasc.; noir, pattes brunrouges, antennes de la même couleur, mais un peu plus noirâtres. Tête et rostre ponctués, le dernier plus fortement à la base, graduellement plus finement vers l’extrémité, un point imp

  8. Design and Development of Basic Physical Layer WiMAX Network Simulation Models

    Science.gov (United States)

    2009-01-01

    simulations ont montre que la performance de la couche physique WiMAX est fortement dependante du canal de propagation par lequel les signaux RF se...et future quatrieme genenation (4G) de systemes de communications sans fil , Ie groupe Communications Mo- dernes Guerre Electronique (CMGE) de...Recherche et Developpement pour la Defense Ca- nada - Ottawa (RDDC Ottawa) a debute un projet de recherche avance sur les systemes sans fil emergeants. Une

  9. Coléoptères du Szé-tchouen et de Koui-tchéou (Chine)

    NARCIS (Netherlands)

    Fairmaire, L.

    1897-01-01

    Deux individus du Szé-tchouen se rapportent à la description et à la figure de Redtenbacher. Mais chez l’un les expansions du corselet sont plus développés et l’angle latéro-postérieur dépasse fortement les bords latéraux en formant presque un crochet très pointu. La tête n’est pas aussi triangulair

  10. Development of a metadata schema describing Institutional Repository content objects enhanced by ''LODE-BD'' strategies

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Iryna Solodovnik

    2013-07-01

    Full Text Available Basato sulle "Linee guida per la creazione e la gestione di metadati nei repository istituzionali” (CRUI, Italia, 2012, sulle "Raccomandazioni LODe BD” (AIMS, 2012 e, sull'esplorazione di altri principi e strategie per lo sviluppo qualitativo dei metadati che rappresentano il contenuto e le proprietà dei contenuti digitali, questo articolo presenta il profilo specifico dei metadati per la descrizione dei dati relativi alle risorse depositate negli archivi istituzionali. Questo profilo è allocato all'interno di uno schema di metadati fornito da termini ben definiti, dalle specifiche di compilazione, dalle strategie di allineamento (mappatura per specifici termini di metadati e dal valore della proprietà che consente ai metadati base di diventare più efficienti nel contesto del controllo d'autorità, più ricchi nei loro profili semantici, più accessibili e utilizzabili in rete per mezzo dei Linked Data. Lo sviluppo e l'implementazione degli schemi di metadati completamente o parzialmente allineati con il paradigma dei Linked Data, fornirà lo scambio tra i differenti metadati, potenziando così la relazione semantica, l'interrogazione del loro contenuto e la loro partecipazione ai Linked Open Data.

  11. Semiotic mediation: from multiplication properties to arithmetical expressions

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Maffia

    2016-04-01

    Full Text Available Multiplication is introduced early in primary school, but its properties are usually introduced after the rote memorization of multiplicative facts. In this paper we present a teaching experiment aimed to early introducing arithmetical properties of multiplication. It is realized through an artefact built on the rectangle model for multiplication. Children activity is designed and analyzed using Theory of Semiotic Mediation. The development of the relational meaning of arithmetical expressions is shown through the enchaining of representations from signs related to the activity with the artefact to mathematical ones. In particular, the role of the teacher in the process of semiotic mediation results as crucial. Mediazione semiotica: dalle proprietà della moltiplicazione alle espressioni aritmeticheLa moltiplicazione viene presentata presto nella scuola primaria, ma le sue proprietà sono introdotte solo dopo che le cosiddette tabelline sono state memorizzate. Nell’articolo si presenta un teaching experiment volto a introdurre precocemente le proprietà della moltiplicazione per facilitare la memorizzazione di fatti moltiplicativi. L’esperimento è centrato sull’uso di un artefatto costruito sul modello rettangolare della moltiplicazione. L’attività degli studenti è progettata e analizzata nel quadro della Teoria della Mediazione Semiotica (TMS. Lo sviluppo del significato relazionale delle espressioni aritmetiche viene mostrato attraverso la concatenazione di rappresentazioni che vanno da segni strettamente legati all’attività con l’artefatto fino a segni matematici. In particolare, si evidenzia il ruolo dell’insegnante nello sviluppo del processo di mediazione semiotica.

  12. L'aiuto internazionale come pratica politica: alcune riflessioni preliminari

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Annalisa Furia

    2014-07-01

    Full Text Available Dal secondo dopoguerra, e quindi ormai da più di mezzo secolo, le politiche di aiuto rappresentano una dimensione qualitativamente e quantitativamente importante delle relazioni tra i paesi del Nord e del Sud del mondo. Sin dalle prime fasi, tali politiche sono state concepite e presentate come interventi tecnici, volti a favorire lo sviluppo e la modernizzazione dei paesi beneficiari e a rispondere ai doveri di assistenza e aiuto che gli Stati ricchi hanno nei riguardi dei paesi poveri. Tali assunti continuano a caratterizzare la teoria e la pratica dell'aiuto e a renderne particolarmente complessa l'analisi e la valutazione. Sulla base dei risultati di alcune recenti indagini storiografiche in materia, tale saggio intende evidenziare come l'aiuto sia uno strumento di politica estera, una pratica avente origini, finalità ed effetti politici che rendono particolarmente controversa sia la relazione tra aiuto e sviluppo, sia la definizione dell'aiuto come dovere morale o di giustizia.

  13. Natural gas fuelled vehicles, energetic and environmental problems; Il gas naturale in autotrazione, aspetti energetici ed ambientali

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ciancia, A.; Pede, G. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt.Energia

    1998-03-01

    The present report deals with the analysis and the presentation of the main problems concerning the introduction of the natural gas fuel for vehicles. The offer and demand side of the NGV market are analyzed, together with the presently available NG fuelled vehicles and the status of the technology for engines and on-board storage systems, with particular regard to the energetic and environmental performance of the system. Finally the NGV market development is presented, and the actors on the stage, showing the opportunities together with the possible obstacle to a wider diffusion of this technology. [Italiano] Il rapporto e` dedicato all`esposizione ed all`analisi delle principali tematiche afferenti all`introduzione del metano nel settore dell`autotrazione. Vengono quindi esaminati nell`ordine la situazione del mercato della domanda e dell`offerta di metano, le realizzazioni veicolari oggi disponibili, la tecnologia e le prestazioni dei motori alimentati a metano e quelle dei sistemi di accumulo a bordo, l`impatto ambientale di questi veicoli. Vengono infine trattati i temi dello sviluppo del mercato e degli attori di questo sviluppo, evidenziandone i possibili sbocchi insieme agli ostacoli che ne limitano la diffusione.

  14. Organic luminescent materials. First results on synthesis and characterization of Alq{sub 3} thin films

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Baldacchini, G.; Gagliardi, S.; Montereali, R.M.; Pace, A. [ENEA, Centro Ricerche Frascati, Frascati, RM (Italy). Div. Fisica Applicata; Balaji Pode, R. [Nagpur University, Nagpur (India). Dept. of Physics

    2000-07-01

    Inorganic semiconductor diodes brought a technological revolution in the field of efficient light and laser sources in the last 20 years. New development in this field are expected from organic compounds, thanks to their low cost of synthesis and the relative easiness of growth as thin films. In particular, electrically pumped luminescent devices based on organic thin layers are among the most promising systems for next generation flat panel displays and semiconductor lasers. The tris - (8-hydroxy quinoline)-aluminium complex-Alq{sub 3} - is one of the most studied electro luminescent materials. In this paper, after a short introduction regarding historical development in the field, are reported preliminary results on the growth of Alq{sub 3} films and on their optical and spectroscopic characterization. [Italian] Negli ultimi 20 anni i diodi semiconduttori hanno portato una rivoluzione tecnologica nel campo delle sorgenti luminose e laser. Un nuovo sviluppo possibile in questo campo sono i composti organici, grazie al basso costo di sintesi e la relativa facilita' di crescerli in forma di film sottile. In particolare, dispositivi luminescenti pompati elettricamente basati su film sottili di materiali organici sono promettenti per una nuova generazione di display per schermi piatti e laser a Alq{sub 3} e' uno dei materiali elettroluminescenti piu' studiati. In questo rapporto, dopo una breve introduzione sullo sviluppo storico in questo campo, presentiamo i nostri primi risultati sulla crescita e caratterizzazione ottica di film di Alq{sub 3}.

  15. Il gradiente implicito nella verifica a fatica di giunzioni saldate sollecitate a fatica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    R. Tovo

    2009-07-01

    Full Text Available L’incremento delle potenzialità di strumenti per la progettazione assistita (come modellatori solidi e strumenti per FEA in grado di gestire modelli molto complessi permette di ipotizzare lo sviluppo di strumenti numerici specifici per la previsione della resistenza a fatica delle giunzioni saldate. Tali strumenti potrebbero essere in grado di valutare l’influenza di geometria e carichi senza la necessità di elaborazioni successive, e spesso, del progettista (come nelle tensioni di Hot Spot. Il presente lavoro propone una metodologia di calcolo adatta alla previsione della vita a fatica di giunzioni saldate complesse. Un indice di resistenza è ottenuto innanzitutto risolvendo il problema tensionale completamente in modo numerico (agli elementi finiti. La previsione della resistenza a fatica, è calcolata facendo uso di un modello analitico basato sul gradiente implicito che assume come tensione efficace la tensione equivalente non locale derivante dalla tensione principale. Dapprima verrà tarato il metodo su prove sperimentali eseguite su giunzioni saldate a croce, successivamente il metodo verrà utilizzato per la verifica a fatica di giunzioni saldate più complesse a sviluppo tridimensionale.

  16. Rete di comunicazione e assetto del territorio nel PTCP di Napoli

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Domenico Moccia

    2010-02-01

    Full Text Available  Il PTCP nasce nel clima della pianificazione europea rivolta alla realizzazione della rete TenT e della ricerca di come questo sistema di connessione potesse diventare strumento di sviluppo e coesione territoriale. Nella stessa scia si colloca tanto il Quadro Strategico Nazionale che il Piano Strategico Ragionale nei quali si definisce il ruolo territoriale della metropoli napoletana nel contesto internazionale. Queste premesse forniscono utili indicazioni per determinare l’organizzazione generale del territorio napoletano sia perché determinano nuovi ingressi da attrezzare adeguatamente al ruolo di vetrine e di accoglienza, sia perché contribuiscono a realizzare il sistema policentrico locale e le connessioni nel sistema delle centralità regionali. Tra i problemi di maggior delicatezza che si pongono c’è l’equilibrio tra vecchie e nuove centralità, ovvero la scelta se procedere secondo uno sviluppo additivo al sistema urbano esistente con il rispetto del patrimonio culturale e delle radici storiche. L’altro fondamentale termine di confronto è costituito dalle esigenze ambientali affermate prioritariamente con la difesa delle aree agricole e degli spazi aperti, ma di cui non si possono trascurare altre implicazioni quali quelle della capacità di un sistema urbano concentrato di rafforzare la competitività della mobilità verde.

  17. Le narrazioni come metodo di indagine sociologica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rita Bichi

    2012-04-01

    Full Text Available L'incontro trentino ha dimostrato l'interesse crescente dei giovani sociologi per lo sviluppo dei metodi narrativi e la capacità che questi hanno di essere efficaci nell'analisi di svariati temi, dai racconti di malattia alle narrazioni identitarie, dallo studio di lavoro e organizzazioni a quello delle migrazioni, di genere e memoria. Tuttavia, l'interesse della sociologia italiana va visto in un quadro di sviluppo più ampio a livello europeo e americano dove, a partire dagli anni '90, l'intervento di alcuni autori come Lyotard, Bruner e Macintyre, ha sancito quella che alcuni autori hanno definito svolta narrativa. La sociologia, infatti, tende sempre più a valorizzare la narrazione come processo di conoscenza peculiare che è attivato costantemente nella vita quotidiana; la "rivoluzione" risiede nel fatto che la narrazione diventa oggetto della sociologia e la disciplina stessa valorizza il suo uso sia come strumento di indagine scientifica, sia come modo di conoscere che come modo di comunicare, rivendicando la legittimità scientifica all'ascolto della parola diretta degli individui coinvolti all'interno delle ricerche di stampo sociologico.

  18. The role of plastic surgeon in complex cephalic malformations. Our experience.

    Science.gov (United States)

    Chiumariello, Stefano; Del Torto, Giuseppe; Guarro, Giuseppe; Alfano, Carmine

    2014-01-01

    Le malformazioni complesse del distretto cefalico comprendono tutta una serie di anomalie di sviluppo che oltre a presentare una notevole difficoltà classificativa e di inquadramento, comprendono forme che sono talora di stretta pertinenza specialistica. La correzione delle malformazioni craniofacciali fa ricorso ad una disciplina chirurgica particolarmente esigente, che deve associare una formazione chirurgica di base con un apprendimento delle tecniche specifiche per il territorio craniofacciale e una conoscenza della patologia malformativa. L’eziologia malformativa pone il chirurgo davanti a problemi specifici, dominati dallo sviluppo della tecnica chirurgica. Si stabilisce dunque un protocollo terapeutico dopo aver identificato la malformazione, stimato la gravità delle alterazioni tissutali e valutato la capacità di crescita dei territori interessati. E’ fondamentale, oltre che il rimodellamento della morfologia, il recupero delle funzioni ed il trattamento rieducativo. E’ quindi evidente che si tratta di una chirurgia di equipe che può portare risultati positivi solo se realizzata con fiducia reciproca tra i vari operatori.

  19. Intermitência alfvênica gerada por caos na atmosfera solar e no vento solar

    Science.gov (United States)

    Rempel, E. L.; Chian, A. C.-L.; Macau, E. E. N.; Rosa, R. R.

    2003-08-01

    Dados medidos no vento solar rápido proveniente dos buracos coronais revelam que os plasmas no meio interplanetário são dominados por flutuações Alfvênicas, caracterizadas por uma alta correlação entre as variações do campo magnético e da velocidade do plasma. As flutuações exibem muitas características esperadas em turbulência magneto-hidrodinâmica totalmente desenvolvida, tais como intermitência e espectros contínuos. Contudo, os mecanismos responsáveis pela evolução de turbulência Alfvênica intermitente não são completamente compreendidos. Neste trabalho a teoria de caos é usada para explicar como sistemas Alfvênicos, modelados pela equação Schrödinger não-linear derivativa e pela equação Kuramoto-Sivashinsky, podem se tornar fortemente caóticos à medida em que parâmetros do plasma são variados. Pequenas perturbações no parâmetro de dissipação podem fazer com que o sistema mude bruscamente de um regime periódico, ou fracamente caótico, para um regime fortemente caótico. As séries temporais das flutuações do campo magnético nos regimes fortemente caóticos exibem comportamento intermitente, em que fases laminares ou fracamente caóticas são interrompidas por fortes estouros caóticos. É mostrado que o regime fortemente caótico é atingido quando as soluções periódicas ou fracamente caóticas globalmente estáveis interagem com soluções do sistema que são fortemente caóticas, mas globalmente instáveis. Estas soluções globalmente instáveis são conjuntos caóticos não-atrativos conhecidos como selas caóticas, e são responsáveis pelos fortes estouros nos regimes intermitentes. Selas caóticas têm sido detectadas experimentalmente em uma grande variedade de sistemas, sendo provável que elas desempenhem um papel importante na turbulência intermitente observada em plasmas espaciais.

  20. The environmental performance indicators in the sector of tourist services. The case of study about an international hotel group; Indicatori di performance ambientale nel settore dei servizi turistici. Il caso di studio di una catena alberghiera internazionale

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Andriola, L. [ENEA, Div. Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Seminara, M.V.

    2000-07-01

    The environmental performance indicators in the tourism sector represents the necessary element to quantify and to simplify information about the environmental performance of a particular field in order to make the comprehension of the interactions between tourist activities and environment understood by the customers and decision makers. This indicators will have to be quantified in order to contribute to focus and explain improvements in environmental management. One of the most important elements to pursue a Sustainable Development is the definition of a series of the right indicators. Basically performance indicators can be applied in the environmental analyses effected for defining the politics of management of tourist development and, particularly, in the procedures of Environmental Impact Assessment and Strategic Environmental Assessment disciplined by the European Directives 85/337/CEE, 97/11/CEE, from the proposal of Directive on the SEA and from the relative national normative. This tools should allow to esteem environmental conditions and the impacts caused by the tourist activities to find actions to balance the budget between the economic development and the social and environmental issues i a determined territorial context. [Italian] Gli indicatori di performance ambientale applicati al settore del turismo costituiscono l'elemento necessario per quantificare e semplificare le informazioni sulle prestazioni ambientali del settore preso in considerazione, in modo da agevolare, sia da parte dei responsabili delle decisioni, sia da parte del pubblico e dei clienti, la comprensione delle interazioni tra le attivita' turistiche e l'ambiente e le relative criticita'. Tali indicatori dovranno essere quantificati per contribuire ad individuare e a spiegare i miglioramenti ottenuti nel tempo. La definizione di un quadro di indicatori adeguato costituisce pertanto uno degli elementi essenziali per il raggiungimento di uno Sviluppo Sostenibile

  1. The environmental performance indicators in the sector of tourist services. The case of study about an international hotel group; Indicatori di performance ambientale nel settore dei servizi turistici. Il caso di studio di una catena alberghiera internazionale

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Andriola, L. [ENEA, Divisione Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Seminara, M.V.

    2001-07-01

    The environmental performance indicators in the tourism sector represents the necessary element to quantify and to simplify information about the environmental performance of a particular field in order to make the comprehension of the interactions between tourist activities and environment understood by the customers and decision makers. This indicators will have to be quantified in order to contribute to focus and explain improvements in environmental management. One of the most important elements to pursue a Sustainable Development is the definition of a series of the right indicators. Basically performance indicators can be applied in the environmental analyses effected for defining the politics of management of tourist development and, particularly, in the procedures of Environmental Impact Assessment and Strategic Environmental Assessment disciplined by the European Directives 85/337/CEE, 97/11/CE, from the proposal of Directive on the SEA and from the relative national normative. This tools should allow to esteem environment conditions and the impacts caused by the tourist activities to find actions to balance the budget between the economic development and the social and environmental issues in a determined territorial context. [Italian] Gli indicatori di performance ambientale applicati settore del turismo costituiscono l'elemento necessario per quantificare e semplificare le informazioni sulle prestazioni ambientali del settore preso in considerazione, in modo da agevolare, sia da parte dei responsabili delle decisioni, sia da parte del pubblico e dei clienti, la comprensione delle interazioni tra le attivita' turistiche e l'ambiente e le relative criticita'. Tali indicatori dovranno essere quantificati per contribuire ad individuare e a spiegare i miglioramenti ottenuti nel tempo. La definizione di un quadro di indicatori adeguato costituisce pertanto uno degli elementi essenziali per il raggiungimento di uno Sviluppo Sostenibile. In

  2. A Basis for Socio-Economic Development?Participatory Inventories of Local Traditions

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lia Giancristofaro

    2017-02-01

    Full Text Available The construction of collective identity is a plural process. This analysis seeks to consider the peculiarities of the regional context observed, namely the Abruzzi. With the increase of the free time and the individual connectivity, many new rituals are instituted to realize fictions and new expressive items that refer to the past time and corroborate the stake-holders through theatral clothes. These commemorations of the local past time are certainly not fake, because are a popular production that is originated by the modern culture industry. Of course, these commemorations of the local past time are not even a copy, because there is not even the original, i.e. an authentic and closed culture, composed of inventoried and durable items. The inventories of traditional and popular culture should better define a vibrant culture and addressed to the local meanings. These new popular trends through appropriate training can be cultivated with responsibility and creativity to support a sustainable culture of the places, as indicated by the International Conventions for the Safeguarding of Intangible Cultural Heritage (UNESCO 2003.   Una Base per lo Sviluppo Socio-Economico? Gli Inventari Partecipativi delle Tradizioni Locali Il processo di costruzione dell’identità collettiva è plurale. Questa analisi cerca di considerare le particolarità del contesto regionale osservato, ovvero l’Abruzzo. Con l’aumento del tempo libero e della connettività individuale, si sono creati nuovi spazi espressivi che realizzano finzioni rituali riferite al passato e si basano sull’uso di costumi di scena. Queste rievocazioni non sono certo contraffazioni messe in circolo dalla moderna industria culturale: non esiste una copia, perché non esiste neppure l’originale, cioè una cultura autentica e chiusa, composta di elementi inventariabili e conservabili per sempre. Gli inventari della cultura tradizionale e popolare, infatti, definiscono una cultura viva e

  3. Green economy: un'occasione per le aree montane

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Sapone

    2013-06-01

    Full Text Available È ormai opinione largamente condivisa che l’attuale “crisi” dell’organismo territoriale non sia soltanto economica ma anche ambientale. Quest’ultima tematica unita a quella della green economy potrebbero rappresentare l'occasione di intervenire sui sistemi territoriali non urbani, un tempo vitali per l’economia locale, ed oggi abbandonati a se stessi a favore delle aree urbanizzate, luoghi economicamente più vantaggiosi. Partendo dalle indicazioni del Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP si potrebbero definire politiche di sviluppo al fine di migliorare la competitività e l'attrattività dei sistemi territoriali rurali attraverso la valorizzazione delle risorse endogene presenti su tali territori, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo ecosostenibile delle diverse attività al fine di creare una rete integrata. La ricerca svolta presenta le diverse dinamiche legate alla creazione di una rete di Eco-Villaggi, con lo scopo di rifunzionalizzare il patrimonio edilizio e urbanistico esistente, migliorando, così, la qualità della vita dei centri montani. Questo modello può rappresentare concretamente una delle possibili soluzioni allo spopolamento, nel conservare e tutelare lo spazio naturale attraverso la promozione della green economy, basata sull’utilizzo di sistemi di produzione sostenibili, nel rispetto dei requisiti ambientali, nell’attivazione di sistemi energetici rinnovabili e nel richiamo turistico del patrimonio storico-culturale della montagna. Infatti queste risorse se gestite nel modo corretto, attraverso una attenta pianificazione territoriale, potrebbero rappresentare il volano per un modello di sviluppo sostenibile e allo stesso tempo potrebbero avviare una riqualificazione e valorizzazione dei borghi rurali, che spesso ospitano un patrimonio architettonico di notevole pregio. Risulta necessario, per i contesti rurali, porre in atto strumenti, modalità e forme innovative d’intervento capaci

  4. Library mashups: behind the scenes I mashup e le biblioteche: le tecnologie dietro le quinte

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bonaria Biancu

    2010-06-01

    Full Text Available L'articolo esamina il multiforme fenomeno informatico del mashup in una prospettiva orientata ai programmatori.Lo sviluppo e la diffusione di strumenti capaci di integrare e combinare dati provenienti da sistemi diversi, creando in questo modo nuove applicazioni e nuovi servizi, è parte integrante del Web 2.0. Il contributo offre una panoramica delle tecnologie sottese allo sviluppo di questi utili e versatili aggregatori di dati, rappresentate dalle API (Application programming interface, vere e proprie mappe della struttura e dei dati contenuti nei siti. La creazione di mahsups deve inoltre tenere conto dei più diffusi protocolli, REST (REpresentational State Transfer e SOAP. In mancanza di API, il riutilizzo dei dati è più complesso e instabile, ma comunque possibile, ed è segnalato dalla presenza di feed o dall'utilizzo di AJAX. Yahoo! Answers è stato ritenuto un valido esempio di applicazione che offre la possibilità di mashup. Il sito, fornendo API, diviene difatti una fonte inesauribile di dati esportabili e selezionabili per argomento. Parallelo all'affermarsi dei mashup è stato lo sviluppo di editor come Maker, Dapper, JackBe Presto Platform  e Serena, i quali, grazie a interfacce semplificate, danno agli utenti meno esperti la possibilità di far interagire dati e strumenti provenienti da fonti diverse.The article examines the multiform phenomenon of mashup. The development and diffusion of tools able to integrate and combine data from different systems, creating then new apps and new services is typical of Web 2.0. The paper offers and overview of the technology useful in order to create aggregators, such as API (Application Programming Interface.  Moreover, mashup creation must take into account the most widespread protocols, REST and SOAP to make an example. If there are no APIs available, data reuse is still possible, even though more unsecure: this possibility is pointed out by the presence of feed and the usage of AJAX

  5. Socialmedia in formal and informal education between potentialities and reality

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Neil Selwyn

    2012-04-01

    Full Text Available Negli ultimi dieci anni lo sviluppo dei social media ha trasformato i modi in cui la maggior parte delle persone usa Internet. Di conseguenza molte istituzioni educative (ed educatori si ritrovano a doversi mettere al passo con questo mondo e con i suoi utenti. Dato il pressante ed esagerato interesse che circonda quest’area della tecnologia, è importante che gli educatori siano in grado di avvicinarsi ai social media in modo consapevole e competente. Le domande che questo articolo di apertura solleva sono necessariamente dirette: quali sono le caratteristiche chiave dei social media e che importanza questi rivestono oggi per l’educazione e l’apprendimento? Quali limiti impongono e quali opportunità offrono? Quali cambiamenti devono subire i processi educativi per mantenere la propria rilevanza in un’era digitale in apparente rapida evoluzione?

  6. The environmental project of the enhancement of the fluvial area: L’Aquila and the Aterno River

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luciana Mastrolonardo

    2016-06-01

    Full Text Available Il contributo si colloca in un programma interdisciplinare volto alla valorizzazione e la tutela del fiume, attraverso il controllo dei flussi e l’attivazione di simbiosi. Si integrano, con un approccio che parte dalla progettazione ambientale, le tematiche urbane, paesaggistiche, tecnologiche ed ecologiche, per orientare lo sviluppo del territorio in termini di tutela e valorizzazione delle risorse, e per recuperare le discontinuità rappresentata oggi dal fiume, in alcuni contesti urbani, conferendole maggiore riconoscibilità e potenzialità. Nello specifico si indaga il rapporto tra L’Aquila e il fiume Aterno per individuare, a livello locale, le strategie perseguibili per il recupero delle connessioni tra l’ambito fluviale e urbano, per la valorizzazione del territorio e il ripristino della funzionalità dell’acqua nel suo ciclo vitale. 

  7. Analysis of the organic horticultural market in Lazio; Analisi della filiera ortofrutticola biologica del Lazio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Letardi, A. [ENEA, Divisione Biotecnologie e Agricoltura, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Lumaca, P. [Centro Ecologico di Dimostrazione Agraria, Rome (Italy); Grandi, C.; Dominicis, L. [Centro Ecologico di Dimostrazione Agraria/Associazione Italiana per l' Agricoltura Biologica, Lazio, Rome (Italy)

    2001-07-01

    In 1998 Agriculture and Biotechnology Division of ENEA (BIOAG), Ecological Centre for Extension Service (CEDA), and Italian Association for Biological Agriculture (AIAB) established a research collaboration on the limiting factors that regulate marketing of fresh biological products. Field research was carried out, starting at the end 1998 to 1999, on horticultural production, mainly by means a fellowship in agriculture factors that regulate marketing of fresh biological products. Results and conclusion of the study focuses critical steps regulating productions, transformation and distribution of biological agriculture and could be associated to general situation of this sector in Italy. Moreover attention should be put on the rapid evolution of this sector in the last months, with respect to research time duration, i.e., 1998-1999 years, because of food safety emergencies and legislative innovations issued by European Commission. [Italian] Nel 1998 una lunga collaborazione tra ricercatori della Divisione Biotecnologie ed Agricoltura dell'ENEA, del Ceda (Centro Ecologico di Dimostrazione Agraria) e dell'AIAB (Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica), grazie all'apporto finanziario di un imprenditore privato interessato allo sviluppo del settore, produsse un bando di concorso per una borsa di formazione e studio sperimentale per laureato in agraria con specializzato in materie economiche. Grazie a tale borsa e' stata realizzata, tra la fine del 1998 e il 1999, una indagine sulla filiera agroalimentare biologica del Lazio, finalizzata all'analisi dei punti critici che limitavano i segmenti della commercializzazione e della distribuzione del prodotto fresco. Nella discussione su principali problemi per lo sviluppo dell'agricoltura biologica in Italia, ed in particolare nel Lazio, tra i ricercatori delle strutture sopra menzionate era emersa infatti una carenza di dati sperimentali certi che potessero supportare una serie di

  8. La politica ottimale per il Mezzogiorno:un commento a Moro

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bert Jossa

    2002-09-01

    Full Text Available In uno scritto recente ho sostenuto la tesi che la politica ottimale per il Mezzogiorno non è il laissez faire, né l’intervento diretto dello stato nell’economia, ma un intervento pubblico, anche “massiccio”, realizzato mediante leggi generali e astratte, che per loro natura sono di tipo non discrezionale.La necessità di un intervento generalizzato a favore di una zona meno sviluppata si giustifica con l’esistenza delle “diseconomie esterne”, che frenano lo sviluppo di tutte le imprese che operano in quella zona. Ha destato, perciò, in me meraviglia leggere l’articolo scritto contemporaneamente da Beniamino Moro (2001 e pubblicato nel numero 215 di questa rivista, che raggiunge lo stesso risultato con argomentazioni di segno opposto.

  9. Geometrie complesse e modellazione fisica per la costruzione dell’architettura

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Pignataro

    2012-06-01

    Full Text Available La costruzione dell’architettura è preceduta, sempre più spesso, dalla costruzione del suo modello fisico e ciò dipende dalla complessità dalle forme geometriche che caratterizzano il progetto e dalla evoluzione delle tecniche di produzione dei modelli fisici. Per le geometrie dell’architettura contemporanea, molto variabili nel loro sviluppo tridimensionale, la rappresentazione sullo schermo piatto del computer risulta spesso insufficiente mentre il ricorso al loro modello fisico permette di cogliere a colpo d’occhio l’insieme del progetto e di verificarne meglio le forme. La realizzazione del modello comporta trasformazioni sostanziali del progetto architettonico con l’applicazione di nuove costruzioni geometriche del modello, del tutto peculiari, basate su un processo di estrema semplificazione delle forme. Si vuole qui documentare il lavoro didattico sviluppato nel corso di “Modellazione 3d”.

  10. Il mondo sloveno nell'opera di Ippolito Nievo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marija Pirjevec

    1991-12-01

    Full Text Available L'interesse per il mondo slavo, per la sua cultura, letteratura, soprattutto quella popolare, per la sua storia e il folclore, fa parte integrante della curiosita intellettuale dell'epoca preromantica e di quella romantica. Già Herder nel suo libro Ideen  zur  Philosophie der  Geschichte der  Menschheit sottolineò l'importanza e il ruolo degli Slavi, chiamati per la loro indole pacifica e mansueta ad interpretare le fondamentali esigenze dell' epoca nuova: quelle della fraterna collaborazione tra i popoli. Il periodo in cui Niewo nacque e crebbe nella consapevolezza sempre  più vigile della necessità d'impegno politico e civille, l'Europa andava scoprendo il ricco partimonio poetico e folcloristico de li Slavi, che era di vitale  importanza per l'ulteriore sviluppo delle loro attività letteraria.

  11. La trasformazione del paesaggio: un ponte dalle origini alla prospettiva del divenire

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ernesto Cravero

    2012-08-01

    Full Text Available Lo stato attuale la pianificazione territoriale, nel nostro Paese, avviene ancora in un’ottica circoscritta. Si pianifica sì, ovunque vi siano indirizzi dettati a scala provinciale o regionale ma mancano i grandi indirizzi di pianificazione transregionali che permetterebbero di superare logiche tutto sommato limitate, legate solo alla necessità di rispettare artificiali e innaturali limiti amministrativi. Questa è una grande lacuna nell’ambito del nostro sistema di programmazione nazionale.La conoscenza di un territorio in tutte le sue componenti è necessaria per poter solo ipotizzare le prospettive di uno sviluppo non solo sostenibile ma realizzabile. Per questo, l’esercizio della pianificazione più che una pratica scientifica o tecnico-professionale assume gli aspetti di una vera e propria arte dove i migliori esegeti sono chiamati, collegialmente, interdisciplinariamente, a dare il loro apporto costruttivo.

  12. HT_BIM: La modellazione parametrica per l’analisi del rischio nei centri storici

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Assunta Pelliccio

    2017-06-01

    Full Text Available I centri storici minori sono dei monumenti d’ambiente da salvaguardare perché vulnerabili sia dal punto di vista sismico che ambientale. La gestione di queste realtà urbane è particolarmente complessa a causa dell’eterogeneità dei dati relativi alle singole unità edilizie, aggregati strutturali e intero ambito urbano. Negli ultimi anni i sistemi parametrici BIM hanno dato un enorme contributo alla progettazione, pianificazione, costruzione etc. di nuovi edifici e anche alla gestione del patrimonio culturale. L’obiettivo di questo lavoro è lo sviluppo del sistema Historical Town Building Information Modeling (HT_BIM, ovvero di un sistema BIM specifico per gli aggregati di edifici storici che, sulla base del rilievo, consente di individuare vulnerabilità legate sia ad aspetti strutturali sia a fenomeni di degrado da vento e soleggiamento.

  13. La Longobardia meridionale e le relazioni commerciali nell’area mediterranea: il caso di Salerno

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Gianluca Cicco

    2009-12-01

    Full Text Available In questo saggio si è inteso recuperare le testimonianze scritte – relative a fonti narrative e documentarie – e archeologiche circa il ruolo di Salerno longobarda nei commerci mediterranei tra VIII e XI secolo, a partire dalla reggenza del principe beneventano Arechi II che, all’indomani della conquista franca del regno longobardo, intese puntare sullo sviluppo economico e sulla struttura urbana della città marittima. Nell’economia del saggio si è cercato di far luce anche sulla reale esistenza di uno scalo portuale a Salerno per i secoli altomedievali, così come sull’ubicazione dei mercati in città e nel territorio limitrofo. Trattazioni differenziate affrontano l’attivismo commerciale – alquanto modesto – di Salerno longobarda negli scambi con le vicine province bizantine, le colonie saracene nel Mezzogiorno peninsulare e la Sicilia.

  14. Conversazioni in Mailing List: uso dell'analisi testuale per una retrospettiva dell'evoluzione del telelavoro in Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gevisa La Rocca

    2005-06-01

    Full Text Available Oggetto dell'analisi sono i messaggi contenuti nell'archivio di due mailing list: 'Telelavoro' - il telelavoro, vantaggi e rischi è il tema della mailing list del 1996; 'Telelavoro' - telelavoro Italia è invece il titolo della lista di discussione del 1998. Le tematiche di sviluppo del telelavoro si intrecciano, inevitabilmente, con quelle della società dell'informazione e della comparsa ed implementazione degli strumenti e delle infrastrutture high tech. Sembra quindi un argomento particolarmente adatto ad affidare la sua ricostruzione storica ad uno strumento di comunicazione virtuale e asincrono. L'obiettivo dell'analisi è quello di sviluppare un approccio in grado di estrarre dal testo le linee del cambiamento di opinione in merito al telelavoro, ricostruendo l'accentuarsi o attenuarsi delle differenze di genere nel corso degli anni e restituendo un'informazione sulla bontà delle discussioni affrontate all'interno di uno strumento di comunicazione ascincrono quale la mailing list.

  15. Towards a new model of OPAC. From information to knowledge.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonella Iacono

    2013-07-01

    Full Text Available Il contributo analizza l’evoluzione dei cataloghi elettronici delle biblioteche alla luce delle nuove tecnologie del Web semantico e dei linked data. La trattazione è suddivisa in due parti distinte. In questa prima parte muovendo da un’analisi critica del modello funzionale degli ‘OPAC di nuova generazione’ e discovery tools si propone la necessità di una revisione del paradigma corrente di sviluppo che accogliendo le teorie dell’information behavior possa fondarsi sull'utente, sui suoi bisogni informativi, i suoi comportamenti e sull'analisi delle componenti che entrano in gioco nel processo di ricerca dell'informazione.Nella seconda parte, di prossima pubblicazione si è esplorerà la possibilità che i linked data possano essere la tecnologia più appropriata per la costruzione di nuovi OPAC basati sulla produzione di conoscenza all’interno del processo informativo. 

  16. Sulle diverse fortune dell’approccio evidence based in ambito medico e educativo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrea Peru

    2013-11-01

    Full Text Available La scienza medica segue da tempo un approccio evidence based grazie al quale è avanzata empiricamente per prove ed errori ottenendo innegabili risultati. Tale approccio ha incontrato grande fortuna in ambito medico ma non ancora in ambito educativo. Questa discrepanza viene spiegata sulla base della legge dell’effetto per cui, data una certa situazione, solo le risposte seguite da una ricompensa sono rafforzate e hanno buone probabilità di essere registrate come risposte abituali a quella situazione. L’approccio evidence based funziona bene quando applicato in ambito medico ma non (o perlomeno in misura molto minore in ambito educativo. In effetti, la pratica medica in tutto il suo processo dallo sviluppo delle conoscenze alla soddisfazione dei bisogni del paziente risponde alla legge dell’effetto. La stessa logica non pervade il processo della formazione e trasmissione del sapere educativo destinato a tradursi in proposte didattiche. Si auspica qualcosa cominci a cambiare.

  17. Books Reviews Políticas públicas en América Latina: protección social y lucha contra la pobreza

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luis Fernando Vargas-Alzate

    2015-12-01

    Full Text Available Tassara, Carlo (ed.; Ibarra, Antonio y Vargas Faulbaum, Luis Hernán Protección social y lucha contra la pobreza en Brasil, Colombia y Chile. ¿Graduarse de los PTC o salir de la pobreza? Programa EUROsociAL, 2015 Con la colaboración del Instituto Ítalo-Latinoamericano (IILA y del Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli (CISP (En línea en acceso abierto 212 págs. Isaza, Carolina (ed. Seguimiento y análisis de políticas públicas en Colombia. Anuario 2015 Universidad Externado de Colombia, 2015 200 págs.

  18. RDA y ISBD: historia de una relación

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Escolano Rodrìguez

    2016-05-01

    Full Text Available L'articolo si propone di chiarire la natura della relazione tra RDA e gli standard ISBD, in maniera tale da illustrare le loro differenze, ma anche da rimuovere alcuni fraintendimenti su questa relazione. Con tale obiettivo vengono analizzati alcuni aspetti che riguardano queste differenze, come la tipologia degli standard, il punto di vista, l'ambito, l'origine, le politiche di creazione e sviluppo di gruppi o organizzazioni incaricate. Tutto ciò non ha presentato alcun ostacolo per un corretto rapporto grazie all'ausilio della tecnologia Linked Data. In questo articolo si dà conto anche del lavoro d mappature e allineamenti tra le norme svolto al fine di contribuire in maniera adeguata al Semantic Web. Questa conoscenza è quella fondamentale richiesta oggi ai catalogatori per utilizzare gli standard in maniera giudiziosa, con cognizione e responsabilmente.

  19. Colombo e la nudità dei “selvaggi”

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gilberto Mazzoleni

    2013-01-01

    Full Text Available Superato il fatidico “anno Mille”, una serie di eventi epocali hanno spinto l’Europa cristiana a guardarsi intorno e, per così dire, a dinamicizzarsi. La crisi del sistema di chiuse economie di corte e lo sviluppo delle entità comunali e marinare, l’incremento demografico e la richiesta diffusa di maggiori e più svariati consumi, la diminuita pressione dell’Islam e la riscoperta – mediata dagli stessi intellettuali arabi – dei valori del mondo classico, e così pure l’apprezzamento indiretto del più lontano Oriente, avevano sollecitato i Paesi dell’Europa cristiana a guardare ben al di là dei consueti confini e a confrontarsi in una gara espansivo-conoscitiva senza precedenti.

  20. Le storie di vendetta come racconti di formazione nel cinema americano post 11 settembre

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Silvia Ciarpaglini

    2006-09-01

    Full Text Available L’abuso d’informazioni ansiogene nei sistemi democratici, al fine di controllare l’emotività dei cittadini e d’impedirne comportamenti critici, ha evidenziato l’importanza di un sentimento quale la paura nell’educazione umana. Le storie di riscatto ed emancipazione che il cinema ha raccontato negli ultimi anni si sono fatte carico di questo limite imposto svelandone il tranello e mostrando allo spettatore protagonisti consapevoli, liberi dalla paura, tesi alla salvaguardia della propria autonomia e possibilità di scelta, piuttosto che alla rigida difesa di una presunta identità. La lettura di questi film come novelli romanzi di formazione ha messo in luce alcuni luoghi comuni della narrazione, ma allo stesso tempo ha così segnato l’attualità, in tempi di guerra globale, del problema di uno sviluppo più cosciente del sé.

  1. Conoscere Fermi nel centenario della nascita : 29 settembre 1901 - 2001

    CERN Document Server

    Bonolis, Luisa

    2001-01-01

    Il lavoro scientifico di Fermi riguarda molti campi disparati, ciascuno dei quali ha avuto uno sviluppo peculiare in tempi successivi alla morte. In questo volume un certo numero di specialisti contemporanei di ciascun settore espone in forma semplice l'idea originaria e la sua successiva evoluzione. INDICE. Carlo Bernardini, "Introduzione"; Giorgio Salvini, "Enrico Fermi. La sua vita, ed un commento alla sua opera"; Edoardo Amaldi, "Commemorazione del Socio Enrico Fermi"; Enrico Persico, "Commemorazione di Enrico Fermi"; Franco Rasetti, "Enrico Fermi e la Fisica Italiana"; Franco Bassani, "Enrico Fermi e la Fisica dello Stato Solido"; Giorgio Parisi, "La statistica di Fermi"; Giovanni Gallavotti, "La meccanica classica e la rivoluzione quantistica nei lavori giovanili di Fermi"; Tullio Levi-Civita, "Sugli invarianti adiabatici"; Bruno Bertotti, "Le coordinate di Fermi e il Principio di Equivalenza"; Marcello Cini, "Fermi e l'elettrodinamica quantistica"; Nicola Cabibbo. "Le interazioni deboli"; Ugo Amaldi, "...

  2. Integrare paesaggio, ambiente e territorio. Il caso del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale di Crotone

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Concetta Fallanca

    2013-01-01

    Full Text Available Nel perseguimento di una pianificazione e gestione equilibrata del territorio l’Ente Provinciale ha un ruolo strategico in quanto chiamato a recepire e mettere in atto i metodi e gli strumenti messi in campo per una nuova politica del paesaggio. Il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale risulta essere lo strumento ideale di sperimentazione per integrare paesaggio-ambiente e territorio, poiché assume come obiettivo principale la sostenibilità ambientale connessa allo sviluppo socio-economico, coniugando l’evoluzione del territorio alla qualità dell’ambiente ed alla conservazione dei paesaggi, in una logica di compatibilità fra trasformazione e uso delle risorse secondo la loro capacità di carico e riproducibilità

  3. La participación en el Programa Chile-Barrio: Evaluación en curso y propuestas de mejoramiento

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paola Siclari

    2003-01-01

    Full Text Available El paper presenta los resultados de una evaluación del modelo de acción participativa activado en Chile desde 1997 a través de un programa público para la superación de la pobreza, quinquienal, el Programa Chile-Barrio (empowerment process. El análisis fue desarrollado entre Septiembre 1999-Junio 2000 sobre 102 comunidades locales, casi el 19% del total de comunidades beneficiarias (106.162 familias contabilizadas al año base del Programa, 1996. Los resultados evidencian algunas limitaciones del modelo de acción participativa, se sugieren estrategias de mejoramiento. La evaluación se concentra en la eficacia del modelo. El trabajo fue desarrollado como tesis en la Scuola di Specializzazione in Pianificazione Urbana e territoriale applicata ai paesi in via di sviluppo (Istituto Universitario di Architettura di Venezia.

  4. Fisica solare

    CERN Document Server

    Degl’Innocenti, Egidio Landi

    2008-01-01

    Il volume è un'introduzione alla Fisica Solare che si propone lo scopo di illustrare alla persona che intende avvicinarsi a questa disciplina (studenti, dottori di ricerca, ricercatori) i meccanismi fisici che stanno alla base della complessa fenomenologia osservata sulla stella a noi più vicina. Il volume non ha la pretesa di essere esauriente (basta pensare che la fisica solare spazia su un gran numero di discipline, quali la Fisica Nucleare, la Termodinamica, L'Elettrodinamica, la Fisica Atomica e Molecolare, la Spettoscopia in tutte le bande dello spettro elettromagnetico, la Magnetoidrodinamica, la Fisica del Plasma, lo sviluppo di nuova strumentazione, l'Ottica, ecc.). Piuttosto, sono stati scelti un numero di argomenti di rilevanza fondamentale nello studio presente del Sole (soprattutto nei riguardi delle osservazioni da terra con grandi telescopi) e su tali argomenti si è cercato di dare una panoramica generale, inclusiva dell'evoluzione storica, senza scendere in soverchi dettagli. Siccome la Fis...

  5. Lingue classiche, complessità e competenze

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marialetizia Mangiavini

    2009-10-01

    Full Text Available La traduzione dal latino e dal greco come problem solving: in questo lavoro proponiamo un nuovo framework di riferimento per lo studio delle lingue classiche, nella convinzione che solo un forte ed esplicito cambiamento di paradigma possa restituire loro senso e valore nell’educazione contemporanea e renderle forti promotrici di “skills for life”. Questo framework inserisce le discipline nell’orizzonte concettuale della teoria della complessità, sviluppa un approccio laboratoriale in ambiente tecnologico, in un’ottica di costruzione collaborativa della conoscenza, e ha tra i fini lo sviluppo di high skills, tra le quali la capacità di problem solving e di imparare a imparare.

  6. Terra sospesa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fabrizia Ippolito

    2014-12-01

    Full Text Available A Castelvolturno, in provincia di Caserta, Villaggio Coppola Pinetamare è l’emblema di una terra in sospensione. Simbolo di abusivismo e speculazione, icona di ecomostro, esemplare di grande opera, bandiera di una parabola di sviluppo, declino e attesa di riscatto, nasconde dietro queste immagini ambiguità, conflitti e contraddizioni, e sintetizza nel suo sgretolamento il destino di un territorio dove la sospensione non è tanto una situazione contingente quanto uno stato duraturo, nel quale trovano spazio i materiali, le situazioni e le popolazioni rimosse della città e si realizzano le sue opzioni di scarto. Nella sospensione, le costruzioni, i paesaggi e le popolazioni sfumano verso nuove connotazioni.

  7. Color Doppler US of superficial adenopathies; Il color Doppler nelle adenopatie superficiali

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Giovagnorio, F. [Rome Univ. (Italy). 1. Cattedra di Radiologia

    1999-03-01

    Superficial lymph node are frequently involved in different diseases. Their location makes them suitable for effective assessment with high-resolution US and color Doppler has been recently suggested as a tool for increasing sensitivity in lymph node studies. Thus the author investigated the main vascular patterns detectable in abnormal superficial lymph nodes. [Italian] Numerosa malattie con natura differente coinvolgono i linfonodi superficiali: la localizzazione ne consente l'esplorazione con ecografia con alta risoluzione e lo studio mediante eco color Doppler e' stato proposto negli ultimi anni incontrando notevole sviluppo in tempi recenti. Scopo del lavoro e' illustrare il contributo personale nella definizione dei principali quadri riscontrabili nelle diverse adenopatie superficiali.

  8. The registry for the systemic autoinflammatory syndromes of the Italian Society of Rheumatology

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Bombardieri

    2011-09-01

    Full Text Available Le malattie autoinfiammatorie sistemiche (MAIS sono un gruppo di affezioni di recente inquadramento caratterizzate da episodi infiammatori recidivanti, apparentemente primitivi, a carico di vari organi od apparati, in particolare articolazioni e cute (1. La definizione di auto-infiammatorie fa riferimento allo sviluppo apparentemente spontaneo di infiammazione associata ad uno sregolamento del sistema dell’immunità innata, senza coinvolgimento dei linfociti Tspecifici o di (autoanticorpi specifici. Alcune di queste malattie costituiscono un subset delle MAIS chiamate “sindromi delle febbri periodiche ereditarie” che includono le note febbre mediterranea familiare (FMF e sindrome da IperIgD (HIDS, ma anche la Muckle-Wells syndrome (MWS, l’orticaria da freddo familiare (FCU e la tumor necrosis factor receptor-1-associated periodic syndrome (TRAPS, di recente definizione...

  9. La tracciabilità della filiera vitivinicola: dal sistema di cantina alla gestione completa dell’azienda vitivinicola con strumenti GIS-Oriented

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luigi Rosadini

    2013-03-01

    Full Text Available Nell’ultimo decennio le aziende Agrarie e Vitivinicole in particolare hanno visto aumentare in maniera considerevole le difficoltà di mercato ed al contempo hanno registrato una maturità e sensibilità da parte del consumatore. Questo nuovo contesto ha fatto sì che le esigenze di automazione, informatizzazione e relativa tracciabilità di prodotto sifacessero più pressanti e dettagliate, tanto da richiedere lo sviluppo di veri e propri Sistemi Informativi di Cantina eGIS agrario-vitivinicoli anche partendo da una analisi e un relativo approccio geospaziale delle problematiche presenti.AbstractThe new context of agricultural and wine-devoted farm duringlast decades has brought to the needs of automation, computerizationand traceability of its product, requiring the developmentof real Information Systems as a GIS agrarian wine cellar,starting from an analysis and the approach to the geospatialissues. 

  10. The influence of the pedological factor on the relief dynamics within Sasaus River catchment (Transylvania

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    RALUCA-GEORGIANA ALEXANDRU

    2012-08-01

    Full Text Available Influenza del fattore pedologico sulla dinamica del paesaggio nel bacino Săsăuș. Il paesaggio ha un'influenza indiretta sullo sviluppo del suolo, attraverso diversi fattori. Una caratteristica importante dei suoli è che essi sono soggetti ad una serie di stadi nella loro evoluzione, ottengono un profilo profondo, con una moltitudine di orizzonti ben differenziati. Questi tipi di suolo influenzano la dinamica del paesaggio del bacino idrografico, attraverso la loro tessitura e struttura, che sono più o meno soggetti a certi processi geomorfologici. In questo caso, causa dell'espansione dei depositi d'argilla, sabbia e ghiaia, i processi di erosione di superficie sono dominanti a causa della pioggia e della rete idrografica e a volte si incontrano frane di terreno.

  11. Fisica e oltre incontri con i protagonisti (1920-1965)

    CERN Document Server

    Heisenberg, Werner

    1984-01-01

    In quest'opera, a un tempo rievocazione storica e autobiografia scientifica, Heisenberg intreccia in un'unica trama tre fili distinti: la propria vicenda personale di uomo e di scienziato, la nascita e lo sviluppo della meccanica quantistica e dei suoi corollari filosofici, la grande storia dal 1920 agli anni sessanta, con il nazismo, la guerra e la pace. Le date che contrassegnano i vari capitoli scandiscono i punti di svolta di un cinquantennio cruciale per i destini dell'Europa e del mondo. Ma ad Heisenberg esse ricordano soprattutto incontri e confronti con altre figure eminenti di scienziati - da Planck ad Einstein, da Bohr a Pauli - che lo intrattengono in dialoghi di stampo platonico sui massimi problemi della scienza, della filosofia e della politica. Prefazione di Eugenio Scalfari.

  12. Large scale land use cartography of special areas

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Amico, F.D.; Maccarone, D.; Pandiscia, G.V. [NuovaTelespazio S.p.A., Rome (Italy)] [and others

    1996-11-01

    On 06 October 1993 an aerial remote sensing mission has been done on the {open_quote}Mounts of the Sila{close_quotes} area, using a DAEDALUS ATM multispectral scanner, in the framework of the TELAER project, supported by I.A.S.M. (Istituto per l`Assistenza e lo Sviluppo del Mezzogiorno). The study area is inside the National Park of Calabria, well known for its coniferous forests. The collected imagery were used to produce a large scale land use cartography, on the scale of 1 to 5000, extracting information on natural and anthropical vegetation from the multispectral images, with the aid of stereo photos acquired simultaneously. 5 refs., 1 fig., 1 tab.

  13. Food quality, effects on health and sustainability today: a model case report.

    Science.gov (United States)

    Borroni, Vittorio Natale; Fargion, Silvia; Mazzocchi, Alessandra; Giachetti, Marco; Lanzarini, Achille; Dall'Asta, Margherita; Scazzina, Francesca; Agostoni, Carlo

    2017-02-01

    The Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico is a five-century institution that, besides the unique clinical role in the center of Milan, may rely on benefactor donations such as fields and farming houses not far from the city, for a total of 8500 ha, all managed by the "Sviluppo Ca' Granda' Foundation". Presently, the main products of these fields are represented by rice and cow's milk. During the latest years, farmers and managers have developed a model of sustainable food production, with great attention to the product quality based on compositional analysis and functional nutritional characteristics. This experience represents a new holistic model of food production and consumption, taking great care of both sustainability and health.

  14. Uno strumento per la creazione di valore nella realizzazione di edifici sostenibili: la certificazione LEED

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    S. Rick Fedrizzi

    2014-06-01

    Full Text Available Il presente lavoro ha l’obiettivo di delineare gli aspetti chiave della sostenibilità in ambito edilizio focalizzando l’attenzione sul sistema di certificazione LEED® quale strumento “universale” di supporto per la realizzazione, gestione e valutazione di edifici sostenibili. Nella prima parte del lavoro si descrive la rapida diffusione della certificazione LEED nel recente passato quale diretta conseguenza della capacità di questo strumento di rating di adattarsi sia alle specifiche tipologie di edifici, sia alle diversità climatiche e morfologiche dei siti. Nella seconda parte si procede invece a presentare ed analizzare gli aspetti economico-finanziari degli edifici sostenibili con riferimento sia alle metodologie valutative applicabili, sia ai dati della letteratura. Partendo dalle esperienze internazionali in tema di sostenibilità, si procede successivamente a descrivere la situazione italiana, evidenziando la percezione del mercato e le opportunità di sviluppo future.

  15. Storia economica e pensiero economico: spunti dal caso italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pierluigi Ciocca

    2006-06-01

    Full Text Available L’articolo è rivolto a gettare un ponte fra la storia economica e la storia del pensiero economico nell’esperienza italiana dell’Ottocento e del Novecento. Vengono scelti e approfonditi episodi e fasi concernenti lo sviluppo, la stabilità, la distribuzione del reddito nell’economia italiana durante i due secoli. L’attenzione si incentra, in particolare, sui legami tra concorrenza e progresso tecnico nel rend di crescita dell’economia; cambio della lira e comportamenti delle imprese nel periodo fra le due guerre; passaggio dall’instabilità alla stabilità del sistema bancario negli anni dopo il 1950; correlazione negativa fra accelerazione nella crescita economica e sperequazione nella distribuzione personale e territoriale del reddito. Con riferimento a ciascuno di questi nodi i risultati più recenti delle ricerche di storia economica vengono accostati alle riflessioni degli economisti coevi e successivi di fronte a quegli stessi eventi.

  16. Plasma-exchange in the treatment of systemic rheumatic diseases: past and present experience

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    P. Marson

    2011-06-01

    Full Text Available La terapia con plasma-exchange (PEx è stata utilizzata sin dagli anni Settanta per la cura di molteplici malattie, nella cui patogenesi fattori umorali si riteneva potessero giocare un ruolo di rilievo. Questa modalità di trattamento comporta la rimozione di autoanticorpi, immunocomplessi circolanti, molecole di adesione, citochine, chemochine ed altri mediatori solubili implicati nello sviluppo del danno tissutale (1. Nel 1993 l’American Society of Apheresis (ASFA ha per la prima volta pubblicato un elenco di applicazioni cliniche delle diverse tecniche di aferesi terapeutica, fra le quali di gran lunga la più utilizzata era, allora come oggi, il PEx (2. Questo elenco comprendeva malattie autoimmuni, malattie ematologiche ed oncologiche, disordini metabolici, malattie neurologiche e malattie renali. Fra le malattie autoimmuni figuravano molte forme morbose di pertinenza reumatologica...

  17. OSSERVAZIONI SULLA BIOLOGIA DI VESPERUS MACROPTERUS (Coleoptera, Cerambycidae

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniele Sechi

    2011-04-01

    Full Text Available Il presente lavoro fornisce un primo contributo alla conoscenza della biologia di Vesperus macropterus Sama, 1999 ed è basato su osservazioni in campo, effettuate in un sito della provincia di Cagliari. Le femmine di questa specie depongono le uova sulle infiorescenze disseccate di alcune piante erbacee anche a più di 1,5 m di altezza; le larve neonate raggiungono il terreno spostandosi sulla superficie o all’interno della pianta, a seconda della specie vegetale dove è avvenuta la deposizione. In nessuna altra specie del genere Vesperus Dejean, 1821 è mai stata osservata una tale biologia. Si ipotizza inoltre che esista una correlazione tra lo sviluppo delle ali membranose delle femmine e l’atipica strategia di ovideposizione della specie.

  18. Power marketing; Il commercio di elettricita`

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Sioshansi, F.P. [Convector Consulting NA Inc., Menlo Park, CA (United States); Altman, A.M. [EPRI, Palo Alto, CA (United States)

    1998-12-01

    One of the most significant developments in the US electric power industry in recent years has been the phenomenal growth of power marketing. What was barely a blimp on the radar screen in 1992 has turned out to be a jumbo jet. This article explains what is power marketing who are power marketers, what role play these players and what will be their longer-term impact on the traditional industry. [Italiano] Lo straordinario sviluppo del commercio di elettricita` negli ultimi anni e` uno dei fenomeni piu` significativi del mercato elettrico degli Stati Uniti. Cio` che nel 1992 appariva sugli schermi radar come un piccolo dirigibile si e` trasformato in un jumbo jet. Questo articolo illustra cos`e` il commercio di elettricita`, chi sono i power marketers e che ruolo hanno, quale potra` essere l`impatto delle loro attivita` sull`industria tradizionale nel piu` lungo periodo.

  19. Books review: Public policy in Latin America: social protection and the fight against poverty

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luis Fernando Vargas-Alzate

    2015-12-01

    Full Text Available Tassara, Carlo (ed.; Ibarra, Antonio y Vargas Faulbaum, Luis Hernán. Protección social y lucha contra la pobreza en Brasil, Colombia y Chile. ¿Graduarse de los PTC o salir de la pobreza? Programa EUROsociAL, 2015 Con la colaboración del Instituto Ítalo- Latinoamericano (IILA y del Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli (CISP (En línea en acceso abierto, 212 págs. Isaza, Carolina (ed.. Seguimiento y análisis de políticas públicas en Colombia. Anuario 2015. Universidad Externado de Colombia, 2015, 200 págs.

  20. Matematica numerica

    CERN Document Server

    Quarteroni, Alfio; Saleri, Fausto; Gervasio, Paola

    2014-01-01

    La Matematica Numerica è elemento fondante del calcolo scientifico. Punto di contatto di diverse discipline nella matematica e nelle moderne scienze applicate, ne diventa strumento di indagine qualitativa e quantitativa. Scopo di questo testo è fornire i fondamenti metodologici della matematica numerica, richiamandone le principali proprietà, quali la stabilità, l’accuratezza e la complessità algoritmica. Nel contesto di ogni specifica classe di problemi vengono illustrati gli algoritmi più idonei, ne viene fatta l’analisi teorica e se ne verificano i risultati previsti implementandoli con l'ausilio di programmi in linguaggio MATLAB. Ogni capitolo è integrato da esercizi e temi svolti, questi ultimi corredati da programmi MATLAB. Il volume è indirizzato principalmente agli studenti delle facoltà scientifiche, con particolare attenzione ai corsi di laurea in Ingegneria, Matematica e Scienze dell’Informazione. L’enfasi posta sullo sviluppo di software lo rende interessante anche per ricercat...

  1. Tradurre per sbagliare, tradurre per imparare: la traduzione nello studio dell'italiano a livello universitario

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Martina Ožbot

    2004-12-01

    Full Text Available L'articolo esamina l'uso delta traduzione nelt' apprendimento di lingue straniere, accennando prima al ruolo ridotto che quest'attività ha tradizionalmente avuto nelto studio linguistico, per arrivare poi alte caratteristiche delta traduzione nel mondo reale, dalte quali si suggerisce di partire anche nelle situazioni didattiche. In base a un'analisi delte traduzioni italiane di due testi sloveni fatte da studenti universitari di grado avanzato si può osservare che i maggiori problemi che gli apprendenti hanno in italiano sono di tipo testuale e contrastivo; in gran parte essi sono dovuti alt'interferenza diretta o indiretta con la madre­ lingua. Data la natura eminentemente testuale e bilingue dell'attività di traduzione questa viene propos­ ta come un efficace contributo alto sviluppo delta competenza linguistica del par/ante  et senso più ampio.

  2. Bibliographic research in nursing science: the sharing experience bewteen Offices at the IRCCS Policlinico S. Matteo di Pavia Foundation.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Michele Chieppi

    2014-01-01

    Full Text Available Con il fine di condividere la conoscenza delle strategie e delle tecniche di ricerca bibliografica e la capacità di compilazione della citazione delle fonti, è stato implementato il progetto formativo: La ricerca bibliografica in ambito infermieristico. Hanno cooperato la Struttura Formazione e Sviluppo, la Biblioteca di Infermieristica, il Corso di Laurea in Infermieristica ed il Servizio Infermieristico Tecnico e Riabilitativo Aziendale (SITRA della Fondazione IRCCS Policlinico S. Matteo di Pavia. Il progetto, sviluppatosi nel corso di due anni in due livelli formativi, si è rivolto ai Tutor infermieristici e ai componenti del SITRA. I due livelli del progetto hanno portato a condividere la conoscenza di tutte le funzioni e le opzioni offerte delle banche dati mediche ed infermieristiche e di sviluppare la capacità di implementare strategie complesse. Il contributo di tutti i partecipanti ha reso possibile la realizzazione di un manuale di regole per la citazione bibliografica.

  3. Penetrating the fog: analytics in learning and education

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Phillip D. Long

    2014-12-01

    In questo articolo, viene evidenziato il valore delle tecniche di analisi dei dati per l’istruzione superiore, e presentato un modello di sviluppo per i dati legati all’apprendimento. Ovviamente, l’apprendimento è un fenomeno complesso, e la sua descrizione attraverso strumenti di analisi non è semplice; pertanto, l’articolo presenta anche le principali problematiche etiche e pedagogiche connesse all’utilizzo delle tecniche di analisi dei dati in ambito educativo. Cionondimeno, il Learning Analytics può penetrare la nebbia di incertezza che avvolge il futuro dell’istruzione superiore, e rendere più evidente come allocare le risorse, come sviluppare vantaggi competitivi e, soprattutto, come migliorare la qualità e il valore dell’esperienza di apprendimento.

  4. Per un nuovo questionario del secolo XI?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Glauco Maria Cantarella

    2010-07-01

    Full Text Available A proposito del secolo XI, le ricorrenze celebrative e i conseguenti studi dell'ultima decina d'anni hanno condotto ad un rinnovamento delle conoscenze. Sono state poste dunque domande del tutto nuove - o impostate secondo angolature sino ad allora inattese -; e non solo riguardo a san Pier Damiani, ma anche allo sviluppo/agli sviluppi della società, della politica, dell'ecclesiologia, dei cambiamenti culturali. A volte si è aperto un nuovo campo di studio (per esempio, a proposito degli equilibri nel gruppo dei riformatori romani; a volte si è dovuto semplicemente rinunciare a una interpretazione consolidata (i pretesi legami fra Cluny e Gregorio VII a proposito della Spagna, i rapporti tra Matilde di Canossa e la Sede Apostolica. Come un mezzo secolo fa, è stata soprattutto la storiografia italiana che ha permesso di rinnovare quel che ora si chiama il questionario: ora si è di fronte a un nuovo questionario dell'XI secolo.

  5. Space of exposure. Brevi note per un urbanistica verticale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lorenzo Tripodi

    2008-06-01

    Full Text Available Solo qualche anno fa, all’apice della più radicale visione modernista, il discorso comune dava per spacciata la città, quanto meno nella sua tradizionale connotazione di centralità che organizza il territorio, superata dalla suburbanizzazione diffusa ed informe, riassorbita in una supercittà distribuita ovunque e senza luoghi. Se è vero che la tendenza allo sprawl urbano non si è certo arrestata e che la produzione di spazi suburbani continua ad essere parte consistente dei processi di strutturazione del territorio, gli ultimi decenni sono stati indubbia- mente quelli della rivincita urbana: una urban renaissance annunciata e compiuta attraverso programmi di riqualificazione, riconversione e marketing che ha ritrovato il centro – quello storico quanto quello di nuovo sviluppo – quale elemento ordinatore del paesaggio globale e catalizzatore delle nuove economie.

  6. IL MERAVIGLIOSO PRIMO ANNO DI VITA. THE WONDERFUL FIRST YEAR OF LIFE

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ongari, Barbara

    2013-12-01

    Full Text Available Le immense potenzialità del primo anno di vita ed il loro essere a fondamento dello sviluppo della personalità vengono discusse qui in una prospettiva relazionale, evidenziando il significato fondamentale della qualità delle interazioni precoci, verbali e non verbali, tra il bambino ed i suoi caregiver. Viene sottolineato anche il ruolo-chiave delle emozioni e dei vissuti interpersonali nella costruzione dell’architettura della mente infantile. The extraordinary potentialities during the first year of life and the fact that they are at the basis of the development of personality are proposed here using a relational prospective. The fundamental significance connected to the quality of the precocious verbal and non–verbal interactions between infants and their caregiver is evidenced as well. The key-role of the interpersonal emotions and feelings inside the construction of the infants’ mind architecture is highlighted.

  7. Piattaforma multimediale e interattiva, per la conoscenza e la salvaguardia del patrimonio Ambientale ed Architettonico in area Mediterranea con particolare riferimento alla regione del Maghreb.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Domenico Tosto

    2010-12-01

    Full Text Available La salvaguardia del patrimonio culturale, storico e architettonico occupa un posizione di rilievo all’interno dei diversi campi di applicazione che riguardano la comunicazione globale. La società attuale trova al giorno d’oggi nella comunicazione globale il più importante strumento di informazione. Dall’interazione tra beni culturali e nuove tecnologie, sicuramente, potranno crearsi numerose opportunità a livello conservativo, comunicativo e di sviluppo economico per quello che riguarda il ricchissimo patrimonio storico-artistico presente nel Mediterraneo. Il bacino mediterraneo ed in particolar modo l’area del Maghreb offre un vastissimo repertorio di casi utili per sperimentare metodi di indagine, teorie e tecniche utili per la comprensione, il recupero e la salvaguardia di impianti architettonici di rilevante importanza storico-culturale. Con il termine Maghreb (che in arabo significa “occidente” si identifica l’intera regione dell’Africa settentrionale che comprende Marocco, Algeria, Tunisia, Libia, Egitto.

  8. Narrazione e invenzione: manuale di lettura e scrittura creativa (Simone Giusti, Federico Batini, Gabriel Del Sarto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fabio Sciarretta

    2007-09-01

    Full Text Available Questo volume propone diverse modalità e approcci per utilizzare la scrittura e la lettura all’interno di scuole, corsi di scrittura creativa, laboratori di animazione socioculturale, percorsi di educazione interculturale e di orientamento attraverso la metodologia narrativa, ma anche, attraverso la pratica della lettura ad alta voce, all’interno della famiglia e di gruppi informali. Il libro si fonda sull’idea che la lettura e la scrittura di testi creativi abbiano un forte valore educativo, in quanto contribuiscono allo sviluppo delle competenze trasversali o di quelle che vengono definite competenze per la vita (life skills, attraverso l’utilizzo consapevole del cosiddetto pensiero narrativo e di abilità ermeneutiche rispetto alla conoscenza di sé e degli altri, all’attribuzione di significato agli eventi e alla costruzione di senso.

  9. Dalla teoria alla pratica nei modelli macroeconomici: l’eclettismo post-keynesiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ignazio Visco

    2005-06-01

    Full Text Available Questo saggio riesamina e discute il contributo di Franco Modigliani alla costruzione di modelli macroeconomici utilizzati per la previsione e per l’elaborazione delle politiche economiche. Come ha osservato Paul Samuelson, il lavoro teorico svolto da Modigliani è stato fondamentale per lo sviluppo del quadro d’insieme entro ilquale è maturato l’“eclettismo post-keynesiano” della seconda metà del ventesimo secolo. Nel passaggio dalla teoria alla pratica vengono considerati due aspetti del lavoro di Modigliani: 1 l’impostazione sistemica che si incentra sulla relazione tra ilbreve e il lungo periodo; 2 il particolare riferimento al meccanismo di trasmissione della politica monetaria nell’utilizzo del modello macroeconomico per le politiche di stabilizzazione economica. Si discute, infine, brevemente ciò che oggi resta di questo contributo, anche in relazione ad alcune recenti proposte sulla costruzione di modelli macroeconomici.

  10. Il paradigma della continuità come chiave di lettura dei rapporti tra Stato e Chiesa in Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Dalla Torre

    2012-02-01

    Full Text Available È il testo della relazione sul tema “I Patti Lateranensi: origine storica, novazione costituzionale, significato attuale”, tenuta il 1° luglio 2011 presso la Biblioteca Provinciale”N. Bernardini” di Lecce, nel quadro del ciclo di incontri promosso dal Dipartimento di Studi Giuridici dell’Università del Salento sul tema generale: “L’unità d’Italia e la costruzione dello Stato nazionale: profili politici, giuridici e culturali”.SOMMARIO: 1. Una premessa di metodo – 2. Un problema italiano; un problema non solo italiano - 3. I Patti Lateranensi come sviluppo della Legge delle Guarentigie – 4. La novazione costituzionale – 5. La revisione concordataria del 1984 – 6. Conclusioni.

  11. EBooks and Elearning: a new chapter?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    John Akeroyd

    2012-07-01

    Full Text Available EnThis paper reviews the current use of ebooks in elearning environments looking especially at the development of ereaders such as the Amazon kindle and the Ipad. It details the problems involved and argues that the emerging epub3 standard will be capable of resolving these concerns. Finally different eBook sales models are listed and the impact on institutions addressed.ItQuesto lavoro prende in esame l’uso degli e-book nell’ambiente dell’e-learning e guarda specificatamente allo sviluppo degli e-readers quali Amazon Kindle e Ipad. Affronta in modo dettagliato i problemi connessi al loro utilizzo e sostiene che lo standard emergente epub3 sara’ capace di risolvere queste problematiche. Inoltre vengono indicati diversi modelli di vendita degli ebook e l’impatto che questi possono avere sulle Istituzioni cui si rivolgono.

  12. Campus e città. Il progetto Mastercampus / Campus and City. The Mastercampus Project

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carlo Quintelli

    2015-10-01

    Full Text Available La componente universitaria, strategicamente indispensabile nello sviluppo di un’economia della conoscenza, rappresenta una risorsa determinante per la struttura e il paesaggio della città dove la ricerca è alla base di ogni laboratorio produttivo caratterizzato dall’innovazione, in cui la tipologia del campus universitario diventa strumento poleogenetico necessariamente complementare al contesto della città e alla realtà territoriale preesistente. / The university component is strategically indispensable in the development of a knowledge economy, one where research is the basis of every production lab characterized by innovation, where the university campus type becomes a poleogenetic tool, of necessity complementary to the city context and pre-existing local circumstances

  13. Formazione sul campo: un utile strumento per avviare il percorso di accreditamento previsto dall’accordo Stato – Regioni del 16/12/2010

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pollis F.

    2012-01-01

    Full Text Available Per “Formazione sul campo” si intende una tipologia di formazione che si realizza in concomitanza della pratica lavorativa, quando questa si sostanzia in determinate azioni. Essa si sviluppa e si realizza direttamente mentre si lavora. Nasce interrogando e facendoci interrogare dall’esperienza e si propone di mettere al centro dei processi di apprendimento problemi operativi concreti e reali. Si collega alle esigenze delle organizzazioni che perseguono concretamente lo sviluppo della qualità dei servizi e trova terreno fertile laddove i professionisti lavorano mossi da spirito di ricerca. Il percorso formativo che è stato attivato dalla S.C. di Medicina Trasfusionale dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria nell’ultimo quadrimestre del 2011, è nato dall’esigenza di dotare i medici volontari che operano in nome e per conto dell’Azienda stessa, attraverso le associazioni, delle competenze necessarie per la gestione della corretta selezione del donatore.

  14. Conservazione e sostenibilità nelle città storiche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Dennis Rodwell

    2010-12-01

    Full Text Available Il presente contributo intende definire la conservazione e la sostenibilità nel contesto delle città storiche e stabilire delle relazioni con il concetto attuale di città sostenibile. Il contributo illustra come gli approcci tradizionali alla conservazione architettonica e urbana siano progressivamente evoluti a riconoscere più ampi valori culturali al patrimonio, introducendo una visione antropologica dell’identità geo-culturale e una continuità creativa guidata dal processo piuttosto che dall’oggetto. Il contributo delinea diversi approcci culturali agli interventi di conservazione urbana, illustrando il caso di studio di Sibiu, Romania, caratterizzato dalla strategia incrociata dall’alto verso il basso e viceversa, e riassume l’iniziativa UNESCO sul paesaggio storico urbano. Si conclude proponendo le sfide e le opportunità della conservazione urbana al fine di configurarla come componente determinante nello sviluppo sostenibile del XXI secolo.

  15. Scelta dell'habitat del tasso (Meles meles in un'area dell'Oltrepò pavese

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Valentina Rigo

    2003-10-01

    Full Text Available Il presente studio è parte di una ricerca promossa dal Centro Studi Faunistica dei Vertebrati della SISN. Il progetto è iniziato nel 1999 ed è ancora in corso. L'area di studio (161 Km² si trova nella zona collinare dell'Oltrepò ed è compresa, sul reticolato cartografico UTM, tra i Km 4972 e 4960 Nord, e i Km 1505 e 1520 Est. Lo scopo principale della ricerca era di valutare l'importanza delle caratteristiche ambientali nella scelta e selezione dell'habitat del tasso, relativamente al posizionamento delle tane. Nel periodo di studio sono stati rilevati i dati ambientali su 23 punti tana (pt e 28 punti casuali (pc, successivamente inseriti in un GIS dal quale, attraverso l'analisi di carte tematiche digitalizzate, sono state ricavate diverse altre informazioni (uso del suolo, geologia, litologia, sviluppo dei corsi d'acqua, delle strade e dei centri abitati considerando aree di raggio 300 e 600 m intorno ai pt e pc. I dati raccolti sono stati oggetto d'analisi statistiche con test di confronto fra pt e pc, indice di selezione di Manly e tecniche classificatorie multivariate (regressione logistica. Le tane di tasso sono prevalentemente scavate in luoghi protetti, caratterizzati da un'elevata copertura. La differenza tra gli ambienti nei quali sono situate le tane e quelli relativi ai punti casuali si è rivelata estremamente significativa (Χ²=18.20; d.f.=1; p<0.001. L'indice di Manly indica una forte selezione per i boschi di latifoglie, quasi tutte le tane, infatti, si trovano in ambienti boschivi caratterizzati da una elevata copertura sia delle fronde degli alberi (Χ²=8.02; d.f.=2; p=0.018 che degli arbusti (Χ²=10.85; d.f.=2; p=0.004; sono invece evitati ambienti caratterizzati da un elevato sviluppo delle attività antropiche e che presentino una copertura minima o del tutto assente come campi coltivati, frutteti, zone a prato, ecc. Preferiti sono risultati i versanti esposti a sud rispetto alle altre esposizioni (Χ²=11.566; d

  16. Huile de colza et consommation alimentaire

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fénart Évelyne

    2004-03-01

    Full Text Available L’évolution des politiques agricoles aussi bien que les acquis scientifiques ont fortement influencé les conditions d’approvisionnement en graines oléagineuses en France. A la faveur de ces évolutions, le colza, culture déjà bien adaptée aux conditions pédo-climatiques et produite traditionnellement, se développe fortement au cours des trois dernières décennies du XXe siècle. En revanche la consommation alimentaire n’a pas répondu à ce succès de la culture puisque le doute sur l’innocuité de l’acide érucique l’a fait chuter, tandis que la réglementation sur son étiquetage a fortement gêné son développement, en dépit du potentiel représenté par ses qualités nutritionnelles. On assiste aujourd’hui à une revalorisation de l’image alimentaire de l’huile de colza en France, après la prise de conscience de l’importance de l’équilibre alimentaire en acides gras indispensables. L’huile de colza apparaît aujourd’hui non plus seulement comme une bonne huile alimentaire économique, mais comme un moyen d’améliorer la composition lipidique via la consommation des ménages, mais aussi au travers des repas pris en dehors du domicile ou encore des produits de l’industrie alimentaire.

  17. Sfide di "genere" per smart cities più umane fra teoria, prassi e auspicabili scenari futuri

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gabriella Pultrone

    2013-06-01

    Full Text Available ITALIANONello scenario globale di ricerca di nuovi modelli di sostenibilità ambientale, economica e sociale, la dimensione urbana è quella che offre maggiori possibilità di sperimentazione. Le città, infatti, in quanto luoghi di accumulazione di problemi ambientali e socio-economici, sono in prima linea nell’affrontare le sfide contemporanee legate al cambiamento climatico e al trend esponenziale di concentrazione demografica, e possono trasformarsi in laboratori di creatività, innovazione e partecipazione per azioni orientate ad uno sviluppo durevole ed equo. In particolare, i temi dell’analisi spazio-sociale, della qualità dello spazio pubblico, della sua accessibilità, della sicurezza, del welfare e della qualità urbana in generale devono tener conto di metodologie di progettazione target oriented, attente alla specificità dei bisogni di una società plurale, sensibile alle differenze (di età, sesso, razza, lingua, religione, cultura, condizioni sociali. In questo contesto, i programmi a livello internazionale sulle pari opportunità hanno lo scopo di contribuire al raggiungimento degli “Obiettivi di Sviluppo del Millennio” attraverso politiche e interventi gender mainstreaming, da prevedere anche nel campo della pianificazione urbanistica, gestione e governance. Si tratta di una sfida inevitabile che richiede responsabilità e impegno da parte dei diversi attori territoriali affinché l’azione congiunta di strategie top-down di gender mainstreaming planning e politiche bottom-up possano produrre risultati concreti. Alla luce di quanto finora esposto, e facendo riferimento a specifici casi di studio, il contributo propone una riflessione sulla necessità di una prospettiva gender sensitive nella pianificazione urbanistica – pure intrecciata ai temi dei trasporti, della sicurezza, dell’accessibilità dei luoghi, della pianificazione dei tempi e degli orari – con indubbi effetti positivi in termini di qualità urbana

  18. Management experience on microthrix parvicella bulking in an activated sludge wastewater treatment plant; Esperienza di gestione del bulking filamentoso causato da microthrix parvicella in un impianto a biomassa sospesa

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    De Bortoli, N.; Mion, M. [AMGA S.p.A., Azienda Multiservizi, Udine (Italy); Di Giorgio, G.; Goi, D. [Udine Univ., Udine (Italy). Dipartimento di scienze e tecnologie chimiche

    2005-10-15

    Activated sludge wastewater treatment processes may give inefficiencies due to biological imbalances involving biomass. In fact, external causes as temperature lowering can increase the proliferation of the filamentous bacterium Microthrix parvicella into activated sludge flocks. Microthrix parvicella increases may create dangerous bulking phenomena compromising secondary settling without varying bio-kinetic parameters. In this case of study, a method to defeat growth of Microthrix parvicella has been set up. Aluminium poly-chloride (PAC) has been added to activated sludge contained into oxidation tanks of a municipal wastewater treatment plant, where a large growth of Microthrix parvicella has been periodically observed. It has been demonstrated that a definite PAC concentration can reduce Microthrix parvicella proliferation into activated sludge flocks so bulking phenomena can be well reduced. [Italian] I trattamenti di depurazione basati sulla tecnologia a biomassa sospesa possono essere soggetti a malfunzionamenti legati ad alterazioni degli equilibri biologici del complesso di microrganismi del fango attivo. In particolare, alcuni fattori esterni quali le basse temperature possono incrementare lo sviluppo del batterio filamentoso Microthrix parvicella, la cui eccessiva proliferazione nei fiocchi del fango attivo provoca pericolosi fenomeni di bulking filamentoso con peggioramento del processo di sedimentazione secondaria. La presenza di tali situazioni critiche puo non alterare necessariamente i parametri biocinetici principali del processo. Nella presente sperimentazione, condotta nelle vasche di un impianto di depurazione biologica di reflui urbani soggetto alla frequente proliferazione di Microthrix particella, si e voluto mettere in atto una procedura di controllo nei confronti dell'eccessiva crescita di tale specie batterica. E stata verificata l'utilita dell'impiego nel fango attivo del policloruro di alluminio (PAC) che, in opportune

  19. Transit Oriented Development: una soluzione per il governo delle aree di stazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Enrica Papa

    2008-03-01

    Full Text Available I processi di diffusione e dispersione insediativa, la crescente crisi da congestione, la disponibilità di aree libere a seguito di dismissione di impianti industriali in aree strategiche della città, i consistenti investimenti in infrastrutture di trasporto su ferro in ambito urbano e regionale sono elementi chiave che hanno contribuito alla diffusione di teorie e pratiche per uno “sviluppo urbano orientato al sistema di trasporto pubblico su ferro”: il Transit Oriented Development- TOD. Questo termine, introdotto per la prima volta da Calthorpe nel 1993, sintetizza teorie e metodi volti a favorire uno sviluppo metropolitano policentrico i cui poli sono i Transit Villages ovvero comunità urbane ad alta densità e mixitè funzionale che si sviluppano intorno alle stazioni della rete su ferro. Nelle aree in espansione o in trasformazione il TOD propone la costruzione di nuovi centri urbani di elevata qualità urbana in aree della città consolidata il TOD prevede il riempimento dei vuoti esistenti ed interventi di riqualificazione urbana. Da molti anni si stanno mettendo in pratica questi principi prevalentemente negli Stati Uniti, dove la disponibilità di suoli e la necessità di limitare fenomeni di sprawl urbano hanno favorito la diffusione delle pratiche TOD in molte città. In Europa questo tipo di interventi non è ancora molto diffuso, a meno di alcuni casi specifici. L’articolo, partendo da queste premesse, vuole contribuire ad affrontare alcune questioni centrali: in quali modo è possibile “esportare” i metodi e le tecniche del TOD nelle città Europee e in particolare in Italia? Quali sono gli strumenti e le procedure per la definizione degli interventi? A partire da uno studio della letteratura scientifica e dall’analisi di casi di studio internazionali il paper propone alcune prime risposte attraverso una proposta di metodo per l’applicazione delle pratiche TOD nelle aree metropolitane italiane.

  20. Il programma italiano di ricerche nella alta atmosfera

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    l. BROGLIO

    1962-06-01

    Full Text Available La Commissione per le Ricerche Spaziali, nominata dal ConsiglioNazionale delle Ricerche diciotto mesi fa, ha intrapreso un programmadi studio dell'alta atmosfera a mezzo di razzi sonda. Questa ricerca,che nella attuale prima fase di lavoro e sviluppo deve essere consideratauna delle attività basilari della Commissione, aveva ed ha un duplicescopo: uno scopo diretto, immediato, che consiste nell'acquisizione didati scientifici, in maggior copia possibile, tali da ampliare ed approfondirele attuali conoscenze sulla struttura e sulla dinamica della altaatmosfera.Il secondo scopo è, se così si può dire, proiettato nel futuro. L'organizzazionepredisposta, sia in uomini che in attrezzature ed installazioni,per questa ricerca può considerarsi infatti come il nocciolo di unapiù ampia organizzazione che potrà operare negli anni successivi permaggiori e più impegnativi compiti.I fondi necessari per lo sviluppo del programma di ricerche nell'altaatmosfera sono stati forniti alla Commissione delle Ricerche Spazialiin base ad un accordo fra il C.N.R. e il Comitato Razzi e Missili delMinistero della Difesa, secondo il quale i due Enti si impegnavano acontribuire alle spese necessarie su base paritetica.II C.N.R. stipulò anche un accordo di natura scientifica con l'Entespaziale statunitense N.A.S.A., sia per ottenere dalla Commissione delleRicerche Spaziali un appoggio tecnico, sia per altre finalità di cui siparlerà più diffusamente in seguito.

  1. Proposals for the conservation of otters Lutra lutra L. on Corfu island (Ionian Sea, Greece

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Xavier Grémillet

    1995-12-01

    Full Text Available Abstract Suggested measures for the conservation of otters (Lutra lutra on Corfu include: 1 a nature sanctuary ("Otter Haven" for some little remote lagoons near Aghios Stephanos in the north-east; 2 a lagoon restoration scheme including restoration of traditional fishing with joint nature tourism for the large reedbeds and lagoons: Antinioti (100 ha in the north, Chalkiopoulou (380 ha in the suburbs of Kerkyra, Korission (500 ha in the south-west; 3 the stopping of raw sewage discharge, illegal infilling, building and waste dumping in the wetlands; 4 the limitation of intensive fish farming schemes. Such a policy is reconcilable with economic activities (tourism, fishing, trade or administration. Riassunto Proposte per la conservazione della lontra Lutra lutra L. nell'isola di Corfù (Mare Jonio, Grecia - Per la conservazione della lontra (Lutra lutra nell'Isola di Corfù sono suggeriti i seguenti interventi: 1 creazione di "santuari naturali" per la specie comprendenti le piccole lagune vicino a Aghios Stephanos nella parte nord-est dell'isola; 2 riqualificazione degli ambienti a canneto e delle lagune, abbinata a1 ripristino della pesca tradizionale e allo sviluppo del turismo ecologico: Antinioti (100 ha nella parte settentrionale, Chalkiopoulou (380 ha nell'area suburbana di Kerkyra, Korission (500 ha nella parte sud-ovest; 3 divieto di scarichi fognari e abusivi, divieto di costruzione di insediamenti abitativi e eliminazione di discariche nelle zone umide; 4 limitazioni allo sviluppo degli allevamenti ittici intensivi. Gli interventi prospettati si inquadrano in una politica di gestione ambientale compatibile con le attività economiche presenti (turismo, pesca, commercio.

  2. The church Saint-Symphorien in Nuits-Saint-Georges. An architectural and decorative syncretism, ca 1220-1240 L’église Saint-Symphorien de Nuits-Saint-Georges. Un syncrétisme architectural et décoratif vers 1220-1240 L’église Saint-Symphorien de Nuits-Saint-Georges. Un syncrétisme architectural et décoratif vers 1220-1240

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sylvain Demarthe

    2011-10-01

    Full Text Available

    Saint Symphorian’s church in Nuits-Saint-Georges (Burgundy, which dates from near 1220-1240, is situated during the transition of two architectural styles and attests a local but rather backward-looking Cistercian legacy that some Gothic urban and more innovative elements modernize. Moreover the church takes part, for the same reasons as those in Agencourt, Gerland and Prissey, in the surprising wave of reconstructions which denotes among others the important economic development of the country of Cîteaux at the beginning of the 13th century.

    La chiesa di Saint-Symphorien di Nuits-Saint-Georges in Borgogna, che risale approssimativamente agli anni 1220-1240, si colloca nella fase di transizione tra due stili architettonici e testimonia un’eredità cistercense, locale ma alquanto tarda, che alcuni elementi gotici urbani e più innovativi modernizzano. Inoltre la chiesa partecipa – per le stesse ragioni di quelle di Agencourt, Gerland e Prissey – a una sorprendente ondata di ricostruzioni che dimostra tra l’altro l’importante sviluppo economico della regione di Cîteaux all’inizio del secolo XIII.

    La chiesa di Saint-Symphorien di Nuits-Saint-Georges in Borgogna, che risale approssimativamente agli anni 1220-1240, si colloca nella fase di transizione tra due stili architettonici e testimonia un’eredità cistercense, locale ma alquanto tarda, che alcuni elementi gotici urbani e più innovativi modernizzano. Inoltre la chiesa partecipa – per le stesse ragioni di quelle di Agencourt, Gerland e Prissey – a una sorprendente ondata di ricostruzioni che dimostra tra l’altro l’importante sviluppo economico della regione di Cîteaux all’inizio del secolo XIII.

  3. Risveglio del sé nel trattamento di un caso di psicosi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giancarlo Di Luzio

    2009-12-01

    Full Text Available L’Autore ci descrive il trattamento di una giovane paziente schizofrenica utilizzando un orientamento ispirato alla Psicoanalisi del Sé. Viene passata in rassegna la letteratura psicoanalitica in merito a questi disturbo e viene proposto un interessante punto di vista, rendendo possibile integrare la teoria di Kohut con delle problematiche da lui stesso considerate non trattabili analiticamente.Attraverso la descrizione del lavoro terapeutico l’Autore ci mostra come venga utilizzato un approccio multimodale per poter sostenere lo sviluppo del Sé della paziente rimasto inibito a causa della psicopatologia familiare.E’  interessante  l’analisi  della  sintomatologia  positiva  schizofrenica  fatta dall’Autore, egli ne ipotizza una funzione di oggetto-sé: tali allucinazioni sono servite alla paziente per evitare l’angoscia panica di frammentazione del suo Sé.La terapia viene seguita nei suoi sviluppi e la paziente viene accompagnata nel suo graduale abbandono delle esperienze psicotiche, per poter contattare progressivamente la realtà interna-esterna servendosi della mediazione analitica.L’ iniziale vissuto di vuoto della paziente trova uno spazio di ascolto e di elaborazione attraverso la decisione del terapeuta di “vitalizzare” la terapia utilizzando una tecnica più attiva: attraverso la comprensione empatica ed invitando la paziente   a sperimentarsi all’esterno per poter ottenere utili stimolazioni e lavorare su di esse in seduta.L’analisi, tramite la riattivazione dei transfert d’oggetto-sé, in particolare attraverso il rispecchiamento delle espressioni sane del Sè e l’incoraggiamento della attività autoriflessiva e di presa di coscienza, ha ricontattato il sé potenziale vitale nascosto sotto il sé adattivo “negativo”  e ne ha riattivato  il processo di sviluppo.

  4. An educational activity for middle school teachers: analysis of Invalsi mathematics tests

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Martignone

    2016-04-01

    Full Text Available  This paper shows how the analysis of items of Italian national standardized mathematics tests (Invalsi can become a means to develop teacher education programs for mathematics middle school teachers. Through the comparison among peers and the teacher educator, the teachers can develop new lenses to look at the Invalsi mathematics tests using interpretative tools from research in mathematics education. In particular, in the educational activities that will be described, the teachers share a structured approach in the development of an a priori analysis of mathematics problems that takes into account institutional, epistemological, cognitive, and didactic aspects. These educational activities foster the development and sharing of knowledge and skills that can be identified as specialized knowledge for teaching. Un’attività di formazione per insegnanti di scuola secondaria di primo grado: analisi di prove Invalsi di matematicaQuesto articolo mostra come l’analisi di quesiti delle prove Invalsi di matematica possa diventare un mezzo per sviluppare attività di formazione per insegnanti di matematica di scuola secondaria di primo grado. Attraverso il confronto tra pari e con il docente formatore, gli insegnanti possono acquisire nuove chiavi di lettura delle prove Invalsi di matematica facendo propri alcuni strumenti interpretativi e di analisi provenienti dalla ricerca in didattica della matematica. In particolare, nelle attività di formazione che saranno descritte, gli insegnanti condividono un approccio strutturato nello sviluppo di un’analisi a priori di quesiti di matematica che tiene conto dell’intreccio di aspetti istituzionali, epistemologici, cognitivi e didattici. Queste attività di formazione hanno favorito lo sviluppo e la condivisione di conoscenze e abilità che possono essere identificate come conoscenze specialistiche per l’insegnamento.

  5. Narrazioni e identità

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federico Batini

    2012-04-01

    Full Text Available Il tema dell'identità non sfugge a questa regola. Negli ultimi decenni la riflessione attorno all'identità ha conosciuto un forte sviluppo ed ha consentito lo snodarsi di un animato dibattito che, uscito dall'ambito specialistico della ricerca e dai congressi scientifici, ha coinvolto in modo prepotente media, politica e persino gli scambi quotidiani dei non addetti ai lavori. Probabilmente prima di costituire una questione importante per gli studiosi e quindi prima di interrogarla come categoria educativa, filosofica, psicologica, sociologica ed anche storica è sempre stato un aspetto fondamentale delle interazioni umane. A prescindere dalle speculazioni: la mia identità è il "chi sono" per chi mi sta di fronte e intorno a me, è il "chi sono" secondo me, e questi due aspetti stanno in profonda relazione e si influenzano reciprocamente. L'identità degli altri è un orizzonte e un limite per il mio modo di relazionarmi con loro e per costruire la mia percezione della mia identità personale e di quelle degli altri: questi scambi e queste costruzioni avvengono attraverso narrazioni esplicite e implicite. Con i contributi scelti da chi scrive, per rappresentare la sessione dedicata alla narrazione e all'identità, non ci si propone di fornire risposte ai tanti interrogativi che i soggetti, la società e la ricerca pongono a questo interessante binomio, ma si coltiva l'ambizione di generare nel lettore ulteriori domande per esplorare le identità ed il contributo delle narrazioni alla conoscenza, alla formazione, allo sviluppo ed al racconto delle stesse, sotto diversi punti di vista e al di là di frontiere disciplinari che si rivelano sempre più anguste per temi comprensivi come quello che qui affrontiamo.

  6. Verso la Rete Ciclabile del Mediterraneo. Il progetto CYRONMED

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Raffaele Sforza

    2008-12-01

    Full Text Available Le reti ciclabili di breve, media e lunga percorrenza sono infrastrutture necessarie per favorire e diffondere l’uso, in condizioni di sicurezza, della bicicletta come mezzo di trasporto ordinario e non eccezionale, da scegliere per gli spostamenti brevi abituali e per il tempo libero. Quale mezzo migliore che la bici negli spostamenti casa-scuola, casa-lavoro? Le regioni del Sud Europa, come noto, scontano un grande ritardo culturale prima che infrastrutturale rispetto alla mobilità scolastica, lavorativa e turistica in bicicletta. Tutto ciò, nonostante le città scoppino di traffico e i ghiacciai si sciolgano per il surriscaldamento del pianeta dovuto alle emissioni di CO2. Per cercare di invertire la rotta, la Regione Puglia ha attivato e coordinato un partenariato internazionale composto, oltre che dallo stesso Ente anche dalle Regioni Campania, Calabria e Basilicata, delle Municipalità greche di Atene e Karditsa, dell’Ente del Turismo di Cipro e del Ministero dello Sviluppo Urbano di Malta, e ha concorso all’assegnazione di fondi del Programma Interreg IIIB Archimed (Arcipelago Mediterraneo messi a disposizione dal Ministero greco dell’Economia sulla Misura “Sviluppo di sistemi di trasporto efficaci e sostenibili”. L’obiettivo? Avviare il processo di pianificazione delle reti ciclabili a partire da uno studio di fattibilità degli itinerari ciclabili di media-lunga percorrenza delle retiEuroVelo® e Bicitalia® che attraversano i territori interessati. Tali itinerari di carattere transregionale e transnazionale, integrati con reti ciclabili locali e sovracomunali individuate all’interno delle aree vaste, possono contribuire a costruire quella necessaria rete di ciclovie per invogliare non più semplici appassionati della bicicletta, ma persone di tutte le età a muoversi sempre meno in auto e sempre più in bicicletta.

  7. ICT: interfacce tra persone e luoghi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Corinna Morandi

    2013-04-01

    Full Text Available Nonostante la diffusione del paradigma della smart city sia stata esponenziale, con l’effetto di confonderne il significato, il concetto di “città intelligente” indica comunque un tema di ricerca importante, in particolare quando venga esteso a contesti territoriali più ampi. In questo senso, la ricerca La smart region tra Torino e Milano. I servizi mobili come driver di innovazione territoriale in vista di Expo 2015 (Politecnico di Milano-Telecom Italia si propone di sperimentare l’uso delle ICT per un sistema integrato di servizi nel territorio tra Torino e Milano, anche in prospettiva di Expo 2015: una regione metropolitana valorizzata da un sistema di relazioni già attive e inserita nel contesto più ampio della city-region del Nord Italia, il cui sviluppo va legato ad una strategia di scala vasta, declinabile nella definizione di “smart city-region” o, più semplicemente, di “smart region”. In tale contesto, il ruolo delle università nei processi di sviluppo territoriale, il miglioramento dei servizi materiali e immateriali erogati dai campus, su cui la ricerca (in corso ha scelto di concentrarsi, può contribuire ad aumentare la sostenibilità e competitività del territorio. Una prima sperimentazione è stata condotta sull’area di Città Studi a Milano, testando una metodologia utile a comprenderne le esigenze e individuando soluzioni e servizi funzionanti su  terminali di comunicazione mobile, interfaccia tra persone e luoghi nel campus e nel contesto urbano circostante.

  8. Venezia da città con porto a città-porto: proposta di rigenerazione urbana della Marittima

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniele Cannatella

    2014-06-01

    Full Text Available La città di Venezia, insieme al complesso sistema lagunare di cui fa parte e al quale è strettamente connessa, costituisce un interessante oggetto di studio per quanto riguarda l’equilibrio raggiunto nel tempo fra uomo e acqua, nello specifico, fra processi antropici e dinamiche ambientali. Le tradizionali tecniche costruttive veneziane sono uno degli esempi più evidenti di come l’ingegno umano abbia superato la sfida dell’acqua, riuscendo ad urbanizzare un ambiente inizialmente ostile e a creare le condizioni favorevoli all’abitabilità e ad uno sviluppo economico prevalentemente commerciale. Questo equilibrio era basato sulla profonda conoscenza dei processi naturali che caratterizzavano, e caratterizzano, la laguna e derivava dall’acquisizione di quella sapienza costruttiva generata dalle continue sperimentazioni nella ricerca di fondali idonei, di materiali adeguati e di tecniche rispondenti ad esigenze sempre più complesse, con un’estrema attenzione al territorio e alle sue risorse.Con l’affermarsi dell’era industriale, nel corso del diciannovesimo secolo, Venezia riformula le sue strategie di sviluppo puntando sulla costruzione di una nuova base industriale connessa al porto e sulla promozione turistica dell’isola. Il superamento della capacità di carico è sicuramente uno dei più consistenti punti di rottura di quel delicato equilibrio su cui è stata fondata la città fin dalle sue origini.L’articolo presenta una proposta progettuale di riconfigurazione della Marittima di Venezia basata sulla ridistribuzione dei flussi turistici e sull’incremento di resilienza del sistema economico, sociale ed ambientale della città, puntando sul porto come importante risorsa strategica per il territorio. 

  9. The role of art in urban gentrification and regeneration: aesthetic, social and economic developments

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Palermo

    2014-06-01

    Molte città in tutto il mondo si sono rivolte all’arte pubblica come strumento per trasformare un anonimo spazio in un luogo caratterizzato in maniera unica. Ho scelto di analizzare, come casi di studio, le politiche culturali legate all’arte pubblica messe in atto da alcune città del Regno Unito: l’iniziativa Coventry Phoenix della città di Coventry, Blue Carpert e altri progetti promossi dalla città di Newcastle upon Tyne, Up in the Air e Further Up in the Air fortemente volute dalla città di Liverpool. Tutte queste inizia

  10. Le costruzioni percettive-letterarie del corpo: verso una psicobiologia letteraria del Sé di Alfonso Santarpia.

    OpenAIRE

    Santarpia, Alfonso

    2014-01-01

    International audience; Il visuale organico sembra promettere di svelare i segreti di quando pensiamo, di quando lottiamo, di quando amiamo e perché no, si saprà a breve anche quale area funzionale dell'encefalo si accen-derà o si spegnerà nell'attesa della morte. Plurime cartografie della nostra cognizione si svelano agli occhi degli scienziati (Damasio, 1995, 1999). Ma se un paziente fortemente ansioso vi racconta : ho gli occhi stanchi, lo stomaco mi brucia, il mio cervello ruota veloce co...

  11. Analisi, progettazione e valutazione dell'efficacia dello spot pubblicitario. Una semiotica per la ricerca di mercato

    OpenAIRE

    Zannin, Andrea

    2009-01-01

    Il lavoro di ricerca tenta di inquadrare sotto nuove prospettive una problematica ormai classica all’interno della semiotica della pubblicità: l’analisi dello spot. I punti chiave del lavoro – e la pretesa di una certa differenza rispetto a lavori con oggetti affini – consistono sostanzialmente in tre aspetti. Innanzitutto, vi è un ritorno alle origini flochiane nella misura in cui non solo il contesto complessivo e le finalità che la ricerca si propone sono fortemente ancorati all’interno...

  12. Desenvolvimento microestrutural e de orientações cristalográficas preferenciais em agregados de hematita : resultados obtidos a partir de formações ferríferas do Quadrilátero Ferrífero-MG e modelagem viscoplástica

    OpenAIRE

    Ferreira, Filippe Ovidio

    2017-01-01

    Agregados de hematita naturalmente deformados do Quadrilátero Ferrífero, Minas Gerais, Brasil, desenvolve CPO por dislocation creep, fortemente influenciada pelo slip system basal, mesmo quando este não é o slip system favorável. Caracterização por EBSD da microestrutura e textura, particularmente misorientation intragranular, de agregados de hematita naturalmente deformados, nos permitiu determinar a importância dos diferentes slip systems, e confirmar dislocation creep como o mecanismo de d...

  13. Intorno all'analisi sintattica della frase semplice in italiano /

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Josip Jernej

    2004-12-01

    Full Text Available Secondo una lunga tradizione confermata anche da opere illustri come la Sin­ tassi italiana di Raffaello Fornaciari del 1881, gli autori delle grammatiche italiane, nel trattare la struttura della frase semplice, adottano una soluzione fortemente influenzata dalla semantica, con i cosiddetti complementi indiretti. Trattasi di un modello che si differenzia completamente da quello adottato nelle grammatiche delle altre grandi lingue europee, come i1francese, il tedesco, il russo, in cui l'analisi della frase semplice è impostata  su criteri  essenzialmente sintattici.

  14. Toxoplasmose em sagüi-de-bigode (Saguinus imperator: relato de caso

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sabrina Epiphanio

    1999-01-01

    Full Text Available É relatado um caso de toxoplasmose ocorrido em sagüi-de-bigode (Saguinus imperator. O animal foi encontrado morto sem que tenham sido observados sinais clínicos. Achados de necropsia e histopatológicos incluíram pneumonia intersticial moderada, hepatite necrótica multifocal e linfadenite necrosante multifocal a coalescente. A técnica imunoistoquímica (strepto-avidina-biotina peroxidase realizada em pulmão, fígado, linfonodos, baço, coração, intestino e tecido adiposo foi fortemente positiva para Toxoplasma gondii.

  15. Le strutture ecclesiastiche a Firenze a fine Settecento

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pietro Domenico Giovannoni

    2014-04-01

    Full Text Available Il saggio ricostruisce il quadro generale delle strutture ecclesiastiche della città di Firenze alla fine del XVIII secolo: la rete parrocchiale, il ruolo del Capitolo del Duomo e quello della Basilica di San Lorenzo, la presenza di monasteri e conventi di regolari maschili e femminili ed infine le numerose compagnie laicali. Dall’analisi emerge come ancora a fine Settecento le istituzioni ecclesiastiche cittadine fossero fortemente legate alla struttura sociale della città, agli interessi ed alle strategie economiche e di prestigio sociale messe in opera dai diversi ceti, dalla aristocazia ai ceti produttivi degli artigiani.

  16. Estudo comparativo de suportes para reactores anaeróbios de leito fluidizado

    OpenAIRE

    1994-01-01

    O desempenho dos reactores anaeróbios de leito fluidizado é fortemente dependente do tipo de suporte que se utiliza para imobilização da biomassa. Neste trabalho é testada uma instalação laboratorial que permite comparar diversos materiais quanto à capacidade de retenção de biomassa, revelando-se um método expedito para obter informação preliminar sobre este aspecto particular dos suportes. Comparam-se cinco materiais diferentes (argila expandida, vidro poroso, vidro rugoso, vi...

  17. Estrutura, dinâmica e transições de fase do arseniato de betaína

    OpenAIRE

    2000-01-01

    Dissertação de Doutoramento em Física apresentada à Faculdade de Ciências da Universidade do Porto Neste trabalho apresentamos um estudo experimental relativo à sequência de transições de fase no arseniato de betaína (BA) e nos compostos parcial e fortemente deuterados (BA1-xDBAx), focando principalmente a estrutura das fases e a dinâmica dos processos envolvidos. Neste estudo foram utilizadas técnicas de difracção de raios X, de espectroscopia vibracional e técnicas macroscópicas de carac...

  18. Avaliação do efeito preventivo do verniz contendo glicerofosfato de cálcio frente a desafios cariogênicos e erosivos

    OpenAIRE

    Thiago Saads Carvalho

    2011-01-01

    Este estudo foi realizado utilizando quatro experimentos que objetivaram: (1) Avaliar a quantidade de flúor (F-) liberada por vernizes; (2) Avaliar a quantidade de F- fraca e fortemente aderido ao esmalte dentário após uso dos vernizes; avaliar a capacidade do verniz de prevenir a (3) desmineralização do esmalte por cárie e (4) a progressão da desmineralização por erosão. Vernizes fluoretados (5,63%), contendo ou não glicerofosfato de cálcio (CaGP) a 1%, 5% e 10% foram elaborados e comparados...

  19. Desenvolvimento e perspectivas da indústria eletroeletrônica do Brasil no Mercosul : um estudo de caso sobre os segmentos de TVs e monitores produzidos na zona Franca de Manaus

    OpenAIRE

    Cintra, Rafael Durgante da Cunha

    2010-01-01

    A criação do MERCOSUL em 1990 solidificou o relacionamento comercial entre os países membros do bloco, fazendo com que o intercâmbio comercial Brasil – Argentina obtivesse um forte crescimento no período, em quase todos os setores da economia. No entanto, o setor de eletroeletrônicos não se desenvolveu da mesma forma, tornando-se alvo de disputas freqüentes entre os dois países citados, além de ter seu desenvolvimento fortemente impactado por diversas crises econômicas. Este trabalho apresent...

  20. Da tranquilidade à intranquilidade: Traduzir o joual literário

    OpenAIRE

    Lane-Mercier, Gillian

    2011-01-01

    O objetivo deste artigo é analisar as questões levantadas pelas principais estratégias de tradução mobilizadas entre 1964 e 1984 para traduzir as representações romanescas do joual - a saber, o socioleto, fortemente anglicizado e linguisticamente empobrecido falado pelas classes populares de Montreal - para leitores anglo-canadenses inquietos com o avanço do movimento independentista no Quebec e com a chegada ao poder, em 1976, do Partido Quebequense. Após apresentar as características sociol...

  1. INFLUENCE DE LA CULTURE ET DE L’ENVIRONNEMENT SUR L’INTENTION ENTREPRENEURIALE : CAS DE L’ALGERIE

    OpenAIRE

    BENATA, Mohammed

    2015-01-01

    La recherche en entrepreneuriat s’est fortement développée récemment. L’entrepreneuriat est un phénomène qui est observé aussi bien par des économistes que par des sociologues, des historiens, des psychologues, des spécialistes des sciences du comportement ou sciences de gestion (Filion, 1997). Dans cette recherche, nous assimilons l’entrepreneuriat à la création d’entreprise et, cette étude se concentrant sur la relation culture régionale et intention d’entreprendre. Notre rec...

  2. A ACUPUNTURA ENQUANTO PRÁTICA COMPLEMENTAR NA ATENÇÃO Á SAÚDE DO TRABALHADOR.

    OpenAIRE

    TEIXEIRA, R. F.

    2015-01-01

    Em 2006, foi publicada a Política Nacional de Práticas Integrativas e Complementares que contribuiu fortemente para o crescimento de práticas até então denominadas Alternativas, como homeopatia, acupuntura, fitoterapia e outros, no entanto, no que se refere à saúde do trabalhador, a oferta desses serviços pelo SUS ainda é escassa, principalmente a acupuntura, objeto desse estudo. Diante desse contexto, foi desenvolvido um primeiro artigo que versou sobre os saberes milenares que fundamentam a...

  3. O trabalho da enfermeira: a pertinência da categoria analítica do gênero para o seu estudo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Wilza Rocha Pereira

    1996-12-01

    Full Text Available A partir de alguns pressupostos teóricos traçados pelos estudos feministas, procuramos mostrar a pertinência no uso da categoria gênero como valioso instrumento para o estudo de uma profissão eminentemente feminina, como é a enfermagem. Essa categoria pode contribuir para quebrar as estruturas ideológicas fortemente androcêntricas que impedem a visualização e valorização do trabalho da enfermeira.

  4. Necessidades nutricionais e cuidados alimentares em doentes VIH positivo/ SIDA

    OpenAIRE

    Alves, Vera Lúcia Leal

    2009-01-01

    Monografia apresentada à Universidade Fernando Pessoa como parte dos requisitos para obtenção do grau de licenciada em Ciências Farmacêuticas A qualidade de vida de um doente VIH positivo está dependente de um sistema imunológico estável, fortemente influenciado por uma alimentação equilibrada e que se adapte constantemente às suas necessidades específicas (Ambrus et al., 2004). A realização de avaliações consecutivas do estado nutricional de doentes VIH positivo é imprescin...

  5. Liderança autêntica em contexto extremo

    OpenAIRE

    Vicentini, Luiz Carlos

    2015-01-01

    Tese (doutorado) - Universidade Federal de Santa Catarina, Centro Tecnológico, Programa de Pós-graduação em Engenharia e Gestão do Conhecimento, Florianópolis, 2015 Estudiosos trabalharam fortemente, na primeira década deste século, focados para o desenvolvimento de um modelo genuíno de liderança que permitisse enfrentar os desafios éticos, tecnológicos, de competitividade e de marketing que rondam as organizações ao redor do mundo. Ao mesmo tempo, verificou-se na literatura a exigência pa...

  6. Les compétences transculturelles dans le cadre de l'ESI: contexte et enjeux : travail de Bachelor

    OpenAIRE

    Archinard, Clémence; Berthod, Marion; Terraneo, Fabienne

    2014-01-01

    Cette revue de la littérature porte sur le thème de l’entretien sanitaire initial (ESI) auprès des populations de migrants. Le décèlement des symptômes d’un état de stress post-traumatique (ESPT), dans une approche transculturelle d’infirmières en santé communautaire travaillant auprès de populations migrantes, est la principale interrogation de ce travail. Plusieurs études montrent en effet que les personnes migrantes sont plus fortement touchées par l’ESPT que les populations autochtones. U...

  7. Nas batidas do rap, nas entrelinhas dos versos: uma reflexão winnicottiana sobre o amadurecimento juvenil

    OpenAIRE

    Cláudia Yaísa Gonçalves da Silva

    2016-01-01

    O trabalho objetiva articular os possíveis sentidos expressos em letras de rap do cenário paulistano e o processo de amadurecimento emocional, a partir da teoria do pediatra e psicanalista Donald Woods Winnicott. Circunscrevemos a reflexão ao contexto da população juvenil das comunidades periféricas, onde o rap está presente fortemente como gênero musical e, mais do que isso, como instrumento simbólico de expressão e representação de experiências e demandas da comunidade. Segundo essa perspec...

  8. Ideias e Política Externa: As Relações do Brasil com o Terceiro Mundo durante o Governo Castelo Branco

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Suhayla Khalil

    2014-12-01

    Full Text Available Este artigo analisa as relações entre o Brasil e os países em desenvolvimento durante o primeiro governo militar pós-1964. Busca-se explicar o enigma por trás dessa política externa que, apesar do discurso fortemente vinculado à bipolaridade, ao alinhamento com os Estados Unidos e à luta contra o comunismo, apresentou notável incremento de relações com os países do Terceiro Mundo e seus arranjos multilaterais. Sugerimos que a análise de ideias institucionalizadas é fundamental para explicar tal achado.

  9. A influência do tempo de permanência em cativeiro sobre o comportamento: Um estudo de caso com Trinomys yonenagae (Rodentia: Echimyidae)

    OpenAIRE

    Alves, Ilai Moradillo Mello

    2013-01-01

    A utilização de animais silvestres em experimentos é freqüentemente precedida pela aclimatação ao cativeiro, de modo a permitir que eles se habituem às condições nas quais serão mantidas e nas quais serão realizados os experimentos. No entanto, nem sempre essa habituação pode ser benéfica no que diz respeito à qualidade dos dados coletados de modo que o comportamento, a fisiologia e o bem-estar dos animais podem ser fortemente afetados por essa aclimatação. Apesar de os roedores sere...

  10. Tensions fédération/États dans la gestion du patrimoine

    OpenAIRE

    Melé, Patrice

    2014-01-01

    Recentralisation de la protection du patrimoine et autonomie locale Le caractère fortement centralisé de la compétence sur le patrimoine semble être une tendance internationale. Mettant en jeu la construction et la perpétuation d’une mémoire nationale légitime, le patrimoine ne saurait être confié à des instances locales susceptibles de privilégier des mémoires divergentes. En Europe, seule l’Allemagne confie cette activité aux Länder. Dans tous les autres pays alors que les municipalités réa...

  11. Mudando o debate sobre o tráfico de mulheres

    OpenAIRE

    Kempadoo,Kamala

    2005-01-01

    Neste texto apresento perspectivas e abordagens importantes no debate internacional sobre o tráfico de pessoas, e sublinho alguns dos principais pontos de crítica sobre o referencial contemporâneo hegemônico, pontos esses articulados através de projetos de pesquisa-ação e de intervenções contra o tráfico nas bases da sociedade. Argumento que, a despeito de mudanças substanciais no entendimento global sobre o tráfico, fortemente influenciadas por dois discursos feministas claramente diferentes...

  12. Jaber Hana et Métral France (dir., Mondes en mouvements, Migrants et migrations au Moyen-Orient au tournant du xxie siècle, Institut Français du Proche Orient IFPO, Beyrouth, 2005, 407 p.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fabienne Le Houérou

    2007-07-01

    Full Text Available L’ouvrage se présente comme la publication des résultats d’un programme de recherche, le fruit d’un travail collectif et le texte qui en résulte s’en ressent fortement. Seize auteurs publient les contributions d’un colloque de 2003. L’éventail des migrations qui sont étudiées traduit une grande ambition théorique et empirique. Le livre examine des migrations aussi diverses que les mobilités sous la contrainte du politique, les travailleurs migrants volontaires (avec une insistance particulièr...

  13. Air Vehicle Mission Control and Management, The Guidance and Control Panel Symposium (53rd) Held in Amsterdam, The Netherlands on 22-25 October 1991 ((La Gestion et le Controle des Missions des Vehicules Aeriens)

    Science.gov (United States)

    1992-03-01

    elements [ * , &2’, 8y, - 1-(sinycososine+ CosyCos)2 < 1 6mcos-d as statistical independent gaussian Z2 -+Z224 1 - Cos 24k sin2El < 1 variables and...vector elements [6e, 86C &z, M1] 6. Results as statistical independent gussian variables Utilizing (5.9), (5.10), (5.11) and (5.12) is and using...moyens do ditoction 6tant 6vohutif, la fusion erreurs systdmatiques; calculo , en continu, los dolt 6tre fortement adaptativo A cos errours systimatiques

  14. Modelamento matemático de peneiramento vibratório (Parte 1): dimensionamento clássico

    OpenAIRE

    José Aurélio Medeiros da Luz; Simão Célio de Carvalho

    2005-01-01

    A partição do fluxo em peneira é fortemente dependente da distribuição de probabilidade de passagem de partículas por suas aberturas. Essa probabilidade é influenciada pelas condições de operação e pela relação entre o tamanho de partícula e abertura. Desenvolveu-se um sistema (SimPeneira) para dimensionar peneiras, utilizando o método clássico de dimensionamento (adequadamente modificado), e simular diversos cenários de peneiramento industrial, quantificando o impacto de parâmetros operacion...

  15. Régulations biologiques de Cosmopolites sordidus dans le réseau trophique des bananeraies

    OpenAIRE

    Mollot, Grégory

    2012-01-01

    Dans les agroécosystèmes, les réseaux trophiques sont souvent structurés à partir de la plante d'intérêt agronomique, qui permet aux herbivores qui lui sont associés de se développer, notamment les bioagresseurs. La monoculture de bananiers a permis au charançon du bananier (Cosmopolites sordidus) de prospérer. Les larves de C. sordidus se nourrissent exclusivement de bananiers et provoquent leur chute, réduisant fortement le rendement dans la plupart des régions de production. Cette thèse a ...

  16. Étude pragmatique des relations langagières entre les chevaliers des lignages du roi Lot et du roi Ban : évolution entre La Mort le roi Artu et le Tristan en prose

    OpenAIRE

    Denoyelle, Corinne

    2016-01-01

    Alors que le Lancelot propre ou la Queste du Graal sont plutôt centrés sur des itinéraires d’individus, la Mort le Roi Artu raconte des destinées collectives et souligne fortement les oppositions entre les lignages. La guerre entre le lignage du roi Ban et celui du roi Lot, qui provoquera la catastrophe finale, ne se manifeste pas seulement en termes de valeur au combat ou de loyauté : chaque lignage se caractérise aussi par une manière de communiquer qui s’organise sous l’autorité du chef de...

  17. Portugal no Brasil: ‘topografia’ da embaixada universitária de Coimbra = Portugal in Brazil: ‘topography’ by the university of Coimbra embassy = Portugal en Brasil: ‘topografía’ de la embajada universitaria de Coimbra

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Serpa, Élio Cantalício

    2016-01-01

    Full Text Available O presente artigo trata da viagem da Embaixada de Estudantes da Universidade de Coimbra ao Brasil em 1951, sob a coordenação do reitor Maximino Correia. Pressupomos que, na prática de textualização do Brasil e por intermédio de seu relatório, Maximino Correia operou com um repertório de informações e valores advindos da cultura política nacionalista autoritária, produzida por intelectuais fortemente ligados ao governo ditatorial de António de Oliveira Salazar

  18. Análise da eficácia de um programa de intervenção na cognição social em pessoas com esquizofrenia : estudo de caso múltiplo

    OpenAIRE

    Moreira, Mariana Pinote

    2016-01-01

    Na esquizofrenia, a capacidade de inferir de forma adaptativa os pensamentos e sentimentos dos outros (isto é, cognição social) está fortemente associada com o funcionamento social. O Social Cognition and Interaction Training (SCIT), é um programa de intervenção comportamental cognitivo que visa melhorar a cognição social, com o objetivo de promover o funcionamento psicossocial em pessoas que sofrem de esquizofrenia. O presente estudo de caso múltiplo insere-se no projeto de in...

  19. Perspectivas contemporâneas em análise organizacional

    OpenAIRE

    Sacomano Neto Mário; Truzzi Oswaldo Mário Serra

    2002-01-01

    A evolução dos estudos em teoria das organizações revela uma trajetória de diversas correntes e contrastes. Ao invés de a teoria organizacional compor um conjunto unificado de conceitos e interpretações, mostra-se fortemente diversificada e conflituosa entre os vários agentes e suas respectivas formas de "enxergar" a organização. O objetivo deste artigo é apresentar algumas perspectivas teóricas contemporâneas em análise organizacional: dependência de recursos, ecologia das populações, contin...

  20. O imaginário ex-votivo na pintura de Frida Kahlo * The “ex-votos” in Frida Kahlo’s painthing imaginary

    OpenAIRE

    Duarte, Ana Helena da Silva Delfino

    2015-01-01

    Elegeu-se para essa reflexão localizar a iconografia ex-votiva presente na obra da pintora mexicana Frida Kahlo (1907-1954), que possui inúmeros trabalhos onde podem ser encontrados resíduos do imaginário popular das pinturas/ex-votos oriundos da arte dos milagres, prática cultural religiosa fortemente encontrada em seu país. Este trabalho objetiva fazer uma análise comparativa de algumas pinturas de Frida Kahlo com pinturas ex-votivas mexicanas e salientar pontos de convergências e divergênc...

  1. Crescimento e alterações anatômicas e bioquímicas de Patchouli em função do regime hídrico e bioestimulantes

    OpenAIRE

    2013-01-01

    Resumo: Pogostemon cablin (Blanco) Benth., popularmente conhecido como patchouli, é uma espécie aromática pertencente a família Lamiaceae. Sua utilização por parte de indútrias de higiene e perfumaria se deve ao óleo essencial que este possui, o qual apresenta atividades farmacológicas, além de conferir capacidade de fixação à pele e aroma amadeirado às composições a base deste. As propriedades do óleo essencial de patchouli estão fortemente relacionadas à presença de seus constituintes major...

  2. Efeitos da VariaÃÃo Sazonal de um banco de Halodule wrightii Ascherson sobre comunidades bentÃnicas associadas, na Praia das Goiabeiras, Fortaleza-CE

    OpenAIRE

    kcrishna Vilanova de Souza Barros

    2008-01-01

    No Brasil, o grau de variaÃÃo de caracteres morfolÃgicos especÃficos de Halodule wrightii tem sido raramente reportado na literatura, dificultando a comparaÃÃo entre bancos de diferentes Ãreas. Estudos sobre assemblÃias faunÃsticas associadas tambÃm sÃo considerados raros, sobretudo, com relaÃÃo Ãs interaÃÃes planta-animal. Fatores ambientais podem influenciar fortemente a morfologia das plantas, mas existem poucos estudos ambientais que demonstram esse fato para a espÃcie H. wrightii. No est...

  3. O ensino e aprendizagem online da estatística descritiva

    OpenAIRE

    Cherinda, Nilsa Adelaide Issufo Enoque Pondja

    2012-01-01

    Tendo em conta que a Universidade Eduardo Mondlane é a primeira instituição, em Moçambique, a oferecer cursos completamente baseados na Web, o presente estudo constitui uma das primeiras investigações com a qual se pretende perceber qual o impacto de um módulo assente na compreensão de conceitos e na resolução de tarefas, fortemente apoiadas por uma Folha de Cálculo, estruturado numa lógica de webquest e lecionado a distância, rentabilizando-se potencialidades da plataforma virtual Aula...

  4. Development of a aggregation source for metallic nano-clusters

    OpenAIRE

    Artur Domingues Tavares de Sá

    2009-01-01

    Resumo: Nanossistemas são um dos campos de pesquisa mais importantes na comunidade científica nos dias atuais, isso se deve principalmente ao seu grande potencial tecnológico. Este regime de tamanhos apresenta propriedades novas e inesperadas que diferem fortemente das suas propriedades macroscópicas. Isso acontece principalmente devido aos efeitos decorrentes da razão entre o número de átomos na superfície e o número de átomos no volume, e também por que temos o tamanho da partícula compará...

  5. Diversidade de mamíferos de médio e grande porte em relação à paisagem da Bacia do Rio Passa-Cinco, São Paulo.

    OpenAIRE

    Graziela Dotta

    2005-01-01

    A bacia do Rio Corumbataí é composta por um mosaico de ambientes, fortemente antropizado, com predominância de pastagens e plantações de cana-deaçúcar, além de florestas plantadas de eucalipto e fragmentos de floresta estacional semidecidual. Esta bacia, principal fonte de abastecimento de água da região metropolitana de Campinas, pode ser considerada como um modelo conveniente para o estudo da conservação da diversidade biológica. Subdivide-se em cinco sub-bacias, sendo que a maior, e que a...

  6. Seasonal development of bacterial communities in a coastal marine sediment as related to the input of organic material.

    OpenAIRE

    Meyerreil, L; Graf, G.

    1984-01-01

    Le développement saisonnier des communautés benthiques a été suivi dans les sédiments marins côtiers de la baie de Kiel (Mer Baltique,RFA). La biomasse totale benthique (ATP) la biomasse bactérienne, l'activité benthique globale (production de chaleur), et taux de décomposition enzymatique des carbohydrates (activité de l'amylase) suivent un cycle saisonnier fortement lié à certains événements dans le sédiment. Parmi ceux-ci, l'apport des blooms phytoplanctoniques en automne et au printemp...

  7. Componentes de Software no desenvolvimento de aplicações colaborativas para Web: Evolução da plataforma Groupware Workbench

    OpenAIRE

    Straus Michalsky Martins

    2012-01-01

    A tecnologia de componentes de software é propícia para encapsular questões técnicas de implementação e favorecer o reúso entre aplicações, o que é particularmente relevante no desenvolvimento de aplicações colaborativas na Web. Este trabalho utiliza a plataforma Groupware Workbench nesse contexto. A aplicação social Arquigrafia foi a principal motivadora dessa evolução. O Arquigrafia é um ambiente colaborativo para o estudo de arquitetura e compartilhamento de imagens fortemente baseado em c...

  8. Comunicação e a estética laboral em organizações

    OpenAIRE

    PISA, Alessandro Jose; GIACOMINI FILHO, Gino

    2015-01-01

    O presente trabalho objetiva apresentar, investigar e discutir aspectos e contextos da comunicação e estética laboral no âmbito do atendimento ao consumidor. O estudo é exploratório e faz uso de duas pesquisas de campo: survey e entrevista de grupo. As mudanças estéticas do atendente no ambiente de trabalho ocorrem por pressões da empresa e dos clientes, mas atualmente configura-se fortemente como uma decisão pessoal em que pesam seus valores pessoais, desempenho profissional e adequação c...

  9. Tarification de la chirurgie ambulatoire en France et à l’étranger : État des lieux et perspectives

    OpenAIRE

    Hirtzlin, Isabelle

    2013-01-01

    La chirurgie ambulatoire permet au patient de rejoindre son domicile le jour même de son intervention. Alors qu’elle s’est fortement développée dans de nombreux pays européens pour devenir très largement majoritaire, cette pratique ne représente en France qu’environ 40% du total des interventions chirurgicales.Pour favoriser le développement de cette activité, une tarification identique a été instaurée par les pouvoirs publics à partir de 2009 entre la chirurgie ambulatoire et la chirurgie co...

  10. Percepção e lógicas dos agricultores na recuperação da microbacia hidrográfica mariana, no município de Alta Floresta/MT

    OpenAIRE

    Delmonte Roboredo

    2014-01-01

    Resumo: O governo brasileiro apoiou irrestritamente a ocupação da Amazônia Legal com créditos altamente subsidiados para substituir a floresta por atividades agropastoris com a justificativa de que precisava ocupar aquela região para soberania nacional. Deste modo, o governo federal investiu fortemente na região, sem nenhuma preocupação ambiental, sendo o município de Alta Floresta, no Extremo norte do Estado de Mato Grosso, produto deste projeto governamental. Esta visão antropocêntrica gero...

  11. Efeito dos taninos condensados de forrageiras nativas do semi-árido nordestino sobre o crescimento e atividade celulolítica de Ruminococcus flavefaciens FD1

    OpenAIRE

    Guimarães-Beelen,P.M.; T.T. Berchielli; Buddington, R.; Beelen,R.

    2006-01-01

    Avaliaram-se o crescimento da população, a atividade in vitro da enzima 1,4-b-endoglucanase e a taxa de digestão de celulose em culturas de Ruminococcus flavefaciens FD1 na presença de 50, 100, 200 e 400µg/ml de taninos purificado das leguminosas Mimosa hostilis (Jurema Preta), Mimosa caesalpinifolia (Sabiá) e Bauhinia cheilantha (Mororó). O crescimento bacteriano, a atividade da endoglucanase e a digestão de celulose foram fortemente inibidos pela presença dos taninos condensados purificados...

  12. Contribution à l’étude et à la modélisation des éléments d’un système photovoltaïque

    OpenAIRE

    MEBREK, Yahia

    2011-01-01

    Ce travail consiste à modéliser les différentes composantes d’une centrale solaire de moyenne puissance. Cette centrale ce compose : d’un panneau solaire, d’un régulateur actif de tension, d’un système de stockage avec batterie et d’un onduleur a commande de modulation de largeur d’impulsion (MLI). Nous avons constaté que les performances d’un générateur photovoltaïque sont fortement influencées par les conditions climatiques, particulièrement l’irradiation solaire...

  13. Uma proposta de abordagem explícita de aspectos da natureza da ciência em cursos de formação de professores a partir da história da cosmologia

    OpenAIRE

    Silva Celestino, C.; Henrique Bagdonas, A.

    2009-01-01

    Recentes reformas nas diretrizes educacionais no Brasil prescrevem a contextualização sócio-cultural do conhecimento científico, visando a formação de indivíduos críticos e com autonomia intelectual aptos a construírem julgamentos de valores acerca da realidade contemporânea fortemente influenciada pela ciência e tecnologia. A história e filosofia da ciência é um dos elementos propostos como forma para viabilizar tal contextualização e a cosmologia é um dos temas estruturadores presentes na p...

  14. A Guerra Silenciosa de Manuel Scorza: Literatura e denúncia

    OpenAIRE

    Pérez, Marcelo Jorge

    2015-01-01

    Manuel Scorza escreveu na década de 1970 uma obra de cinco romances que conformaram a pentalogia conhecida como A Guerra Silenciosa. O enorme sucesso internacional de sua publicação influiu fortemente na realidade política do Peru. Este trabalho pretende fazer uma descrição detalhada dos objetivos político-ideológicos do autor e das estratégias narrativas que escolheu e desenvolveu com maestria para atingir públicos diferentes. A denúncia dos massacres e do feudalismo reinante ...

  15. Editorial. L’impôt européen : du verrou à la clé

    OpenAIRE

    Michel Dévoluy

    2008-01-01

    L’impôt européen : du verrou à la clé Je paye des impôts donc je suis citoyen. En effet, chacun s’identifie fortement à la collectivité dans laquelle il est un contribuable. L’impôt est un vecteur d’identité : il unit. Or les Européens, après plus de soixante ans d’histoire partagée, n’ont toujours pas un (...) ...

  16. Metodologias feministas: a reflexividade ao serviço da investigação nas ciências sociais

    OpenAIRE

    Neves, Sofia; Nogueira, Conceição

    2005-01-01

    Nos últimos anos as metodologias feministas têm influenciado fortemente a psicologia e as ciências sociais em geral, trazendo para o domínio da investigação novas possibilidades de pesquisa e de entendimento das dinâmicas sociais. A denominada crise positivista, muito marcada pelas críticas feministas à objectividade e neutralidade da ciência, legitimou a emergência de portentosas ferramentas analíticas, entre as quais a reflexividade. Este artigo explora a importância da adopção da reflexivi...

  17. Modelling of aircraft braking coefficient from IMAG friction measurements

    OpenAIRE

    GERTHOFFERT, Jonathan; GROSJEAN, Cyrielle; Cerezo, Véronique; Do, Minh Tan

    2014-01-01

    Les performances de freinage des avions sont fortement dépendantes de l’état de surface des pistes, qui peut être sévèrement dégradé lorsque les conditions météorologiques sont mauvaises. Les appareils de mesure du frottement sont un outil largement utilisé pour caractériser cet état de surface. Afin de pouvoir fournir aux équipages des informations pertinentes pour calculer leurs performances opérationnelles, les résultats de mesure des appareils de mesure du frottement doivent être re...

  18. Impacto do treinamento resistido na força e hipertrofia muscular em HIV-soropositivos

    OpenAIRE

    Ciro José Brito; Edmar Lacerda Mendes; Aparecido Pimentel Ferreira; Sérgio Oliveira de Paula; Otávio de Tolêdo Nóbrega; Cláudio Córdova

    2013-01-01

    O presente estudo investigou o efeito de 24 semanas de treinamento resistido (TR) sobre a força e hipertrofia muscular de pacientes HIV-soropositivos. Participaram deste estudo 45 voluntários submetidos à terapia antirretroviral fortemente ativa (HAART), destes, 23 realizaram 3 sessões semanais, com 10 repetições a 80% 1RM. O teste de 1RM foi realizado de acordo com a metodologia proposta por Kraemer e Fry (1995), para estimativa da hipertrofia muscular adotou-se as equações de Frisancho (198...

  19. Comunicação de marca. Aportes da publicidade impressa na comunicação da identidade de marca

    OpenAIRE

    Ruth Evelinda Peralta Vasquez

    2006-01-01

    Esta pesquisa visa aprofundar a contribuição da Publicidade Impressa na Comunicação da Identidade de Marca. Para tal fim, o marco teórico está delimitado basicamente em duas áreas: a Identidade e a Comunicação. Assim, como a identidade pessoal, a Identidade de Marca também possui uma série de elementos que a caracteriza. A empresa que oferecer uma oferta diferenciada, com uma marca fortemente construída e devidamente comunicada, facilitará sua preferência. A Publicidade Impressa forma parte d...

  20. Elaboration d’une technologie de pixels actifs à détection de trous et évaluation de son comportement en environnement ionisant

    OpenAIRE

    Place, Sébastien

    2012-01-01

    Les capteurs d’images CMOS connaissent une croissance rapide vers des applications à fortes valeurs ajoutées. Certains marchés en devenir, comme les applications d’imagerie médicale, sont axés sur la tenue aux rayonnements ionisants. Des solutions de durcissement par dessin existent actuellement pour limiter les effets de ces dégradations. Cependant, ces dernières peuvent contraindre assez fortement certains paramètres du pixel. Dans ce contexte, cette thèse propose une solutio...

  1. Estudo da reciclagem do banho de caleiro de pele caprina

    OpenAIRE

    Sampaio, António Manuel Pinheiro

    2008-01-01

    Mestrado em Engenharia Química Nos dias que correm cada vez mais o ambiente é um factor preocupante, levando assim a que se procurem medidas e/ou alternativas mais limpas nos processos industriais. Sendo do conhecimento global que a industria dos curtumes é uma industria fortemente poluidora, consumindo elevadas quantidades de água e ao mesmo tempo produzindo elevados caudais de efluentes líquidos alcalinos ricos em sulfuretos, procurou-se minimizar o consumo de água e de reagentes reco...

  2. A inocência e o vício: du coté de Chez Proust

    OpenAIRE

    Costa,Jurandir Freire

    1992-01-01

    Este trabalho trata da criação da linguagem descritiva do homosse-xualismo masculino em Sodoma e Gomorra de Proust. Defende-se a tese de que Proust definiu a pretensa natureza do homoerotismo servindo-se das categorias da inocência e do vício, implícitas na tessitura do romance. Ambas as categorias estão fortemente marcadas pelas ideologias evolucionistas e instintivas do século XIX e desenham um perfil moral do homoerotismo com base em uma ética predominantemente naturalista, preconceituosa ...

  3. A sociedade gaúcha na óptica de um rebelde: breve estudo de caso

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francisco das Neves Alves

    2010-10-01

    Full Text Available Na virada do século XIX para o XX, muito do que se escreveu sobre a sociedade sul-rio-grandense foi fortemente influenciado pelos conflitos político-ideológicos e militares advindos da guerra civil disputada entre os castilhistas e seus opositores, entre 1893 e 1895. Os ódios e paixões partidárias se estenderiam além do confronto armado, inclusive no campo das letras. O médico federalista Ângelo Dourado esteve inserido nesse processo, e uma abordagem de alguns de seus escritos é o objetivo do presente trabalho.

  4. Premiums and reserves in life insurance policies : the worst-case scenario and Solvency II

    OpenAIRE

    Balau, Eunice Alexandra Madeira

    2014-01-01

    Mestrado em Ciências Actuariais As reservas de capital representam um instrumento fundamental no processo de gestão de risco das empresas de seguros, sendo utilizadas no cálculo do capital económico e regulamentar. Como o valor das reservas e dos prémios é fortemente influenciado pelos pressupostos atuariais utilizados, a escolha adequada das bases técnicas é um dos temas de principal interesse para as Companhias de Seguros e para as Entidades Reguladoras. O principal objetivo deste tr...

  5. Insularité et démographie dans la mer Intérieure japonaise

    OpenAIRE

    Pelletier, Philippe

    1992-01-01

    Les îles éloignées (ritô) tiennent une place importante dans l’espace japonais. Les îles de la mer Intérieure se dépeuplèrent fortement pendant la Haute Croissance. Un graphique corrélant leur évolution démographique et leur distance par rapport à Honshû et Shikoku nous aide à comprendre que l’éloignement insulaire joua un rôle relatif.

  6. Número de homenagem a Carla Machado : Nota de abertura

    OpenAIRE

    Matos, Marlene; Gonçalves,Rui Abrunhosa

    2012-01-01

    Através deste número especial, pretendemos homenagear Carla Machado, uma autora de referência incontornável na sua área de conhecimento, a Psicologia da Justiça. Fortemente empenhada com a ciência nacional, a Carla marcou a agenda académica e científica dos últimos 20 anos e os seus contributos permanecerão no trabalho de todos aqueles que se dedicam a esta área do saber. É da sua autoria um conjunto de publicações nacionais pioneiras no domínio da Vitimologia (“Novas formas de...

  7. 1978: Foucault e a Insurreição Iraniana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Leon Farhi Neto

    2010-06-01

    Full Text Available Em 1978, o filósofo Michel Foucault tem um envolvimento em nada superficial com a Insurreição Iraniana. Seu entusiasmo com o levante foi fortemente criticado por intelectuais de diversas tendências políticas, que o interpretaram como apoio à hierocracia fundamentalista do aiatolá Khomeini. Este artigo explora essa situação, e procura delinear os principais traços caracteríscos do pensamento de Foucault que determinaram a forma desse envolvimento.

  8. Relação do aleitamento e hábitos deletérios no desenvolvimento estomatognático

    OpenAIRE

    Silva, Flávia Regina Lopes da

    2016-01-01

    O crescimento e o desenvolvimento crâniofaciais, apesar de estarem condicionados por fatores genéticos, são fortemente influenciados pelo padrão funcional da musculatura oro-facial. Cada indivíduo apresenta o seu próprio padrão de crescimento que sofre ação de fatores ambientais que em alguns casos podem alterá-lo. A maxila tem o seu crescimento para trás e para cima proporcionando um deslocamento desta para a frente e para baixo. Enquanto que, o crescimento do processo condilar contribui ...

  9. TERRITÓRIO E CRIAÇÃO DE MUNICÍPIOS: O SIGNIFICADO TEÓRICO-POLÍTICO DA COMPARTIMENTAÇÃO DO ESPAÇO

    OpenAIRE

    2012-01-01

    O presente artigo traz uma reflexão acerca de um tema que adquiriu grande visibilidade na história da divisão política do Brasil contemporâneo: a criação de municípios. Na década de 90 do século XX, sobretudo, o Brasil viu aumentar significativamente o número de recortes territoriais do governo local, fato que levou muitos pesquisadores estudar a temática, especialmente suas causas e conseqüências. O presente texto procura pensar o significado do processo de forma teórica, embasado fortemente...

  10. Comparação dos efeitos da ingestão crônica de arsenito e arsenato de sódio sobre parâmetros testiculares e epididimários em ratos Wistar

    OpenAIRE

    2013-01-01

    O arsênio é um metal pesado amplamente encontrado na natureza nas formas de arsenito e arsenato, sendo a primeira forma mais tóxica, uma vez que a mesma reage fortemente com grupos tiois endógenos. A intoxicação por arsênio pode ocasionar diferentes patologias, dentre elas aquelas que afetam o sistema reprodutor masculino. Portanto, o objetivo deste trabalho foi comparar os efeitos da exposição crônica ao arsenato e arsenito de sódio sobre órgãos reprodutivos masculinos, avaliando parâmetros ...

  11. Do peixe com farinha à macarronada com frango: uma analise das transformações na rede urbana no Alto Solimões pela perspectiva dos padrões alimentares.

    OpenAIRE

    Schor, Tatiana; Tavares-Pinto, Moisés Augusto; Avelino, Francisco Carlos da Costa; Ribeiro, Marina Lelis

    2015-01-01

    As transformações e permanências nos padrões alimentares são indicativos de mudanças sociais e ambientais complexas. A passagem de uma dieta tradicional, fortemente baseada em produtos coletados, pescados, caçados, plantados ou mesmo adquiridos localmente para uma dieta de supermercado, isto é oriunda da agroindústria é um interessante indicativo do processo de modernização. A análise dessas mudanças permite entender processos diversificados tais como a urbanização. Os hábitos alimentares no ...

  12. Description d’un nouveau genre et d’une nouvelle espèce de Curculionides de la tribu des Ulomascides

    NARCIS (Netherlands)

    Roelofs, W.

    1892-01-01

    Corps déprimé, allongé. Rostre et tête fortement déprimés, subhorizontaux; le premier droit, continu avec la tête, un peu concave en dessus, légèrement rétréci en avant et déclive à l’extrémité; scrobes entières, très larges et profondes, dirigées sous les yeux et continuant derrière eux, visibles d

  13. Insularité et démographie dans la mer Intérieure japonaise

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Philippe PELLETIER

    1992-12-01

    Full Text Available Les îles éloignées (ritô tiennent une place importante dans l’espace japonais. Les îles de la mer Intérieure se dépeuplèrent fortement pendant la Haute Croissance. Un graphique corrélant leur évolution démographique et leur distance par rapport à Honshû et Shikoku nous aide à comprendre que l’éloignement insulaire joua un rôle relatif.

  14. Influência de Tween na produção de lacases constitutivas e indutivas pelo Botryosphaeria sp - DOI: 10.4025/actascibiolsci.v26i4.1536 Influence of Tween on constitutive and inducible laccase production by Botryosphaeria sp - DOI: 10.4025/actascibiolsci.v26i4.1536

    OpenAIRE

    Aneli de Melo Barbosa; Robert Frans Huibert Dekker; Luiz Gustavo Covizzi; Ellen Cristine Giese

    2004-01-01

    O Botryosphaeria sp. é um fungo ligninolítico produtor de lacases. Estudos anteriores demonstraram que o álcool veratrílico (AV) induziu fortemente a produção de lacases nesse ascomiceto. Sabe-se que surfactantes tais como o Tween - 80 podem aumentar a produção de algumas exoenzimas fúngicas. Tem sido relatado que o Tween-80 pode induzir a produção de lacase em basidiomicetos. No presente trabalho, foi avaliada a influência dos Tweens 80, 60, 40 e 20 na produção de lacases constitutivas (ausê...

  15. Influência de Tween na produção de lacases constitutivas e indutivas pelo Botryosphaeria sp - DOI: 10.4025/actascibiolsci.v26i4.1536

    OpenAIRE

    Giese, Ellen Cristine; UEL; Covizzi, Luiz Gustavo; UEL; Dekker, Robert Frans Huibert; UEL; Barbosa, Aneli de Melo; UEL

    2008-01-01

    O Botryosphaeria sp. é um fungo ligninolítico produtor de lacases. Estudos anteriores demonstraram que o álcool veratrílico (AV) induziu fortemente a produção de lacases nesse ascomiceto. Sabe-se que surfactantes tais como o Tween - 80 podem aumentar a produção de algumas exoenzimas fúngicas. Tem sido relatado que o Tween-80 pode induzir a produção de lacase em basidiomicetos. No presente trabalho, foi avaliada a influência dos Tweens 80, 60, 40 e 20 na produção de lacases constitutivas (ausê...

  16. AS INFLUÊNCIAS DA FILOSOFIA NATURAL E DA NATURPHILOSOPHIE NA CONSTITUIÇÃO DO DARWINISMO: ELEMENTOS PARA UMA FILOSOFIA DA GEOGRAFIA FÍSICA MODERNA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonio Carlos Vitte

    2009-06-01

    Full Text Available Esse trabalho argumenta que a teoria da evolução de Charles Darwin sofreu forte influência da naturphilosophie de Schelling e Hegel, representando um avanço positivo nas concepções de teleologia da natureza. Fortemente influenciado pelas obras de Alexander von Humboldt, de Werner e pelas pesquisas no campo da paleontologia, a Teoria da Evolução, concebeu a transformação dos organismos e a sua especiação a partir determinantes geográficos e temporais. Ideologicamente influenciado por Lyell, que acreditava na hipótese da vera causa, Darwin relegou a matriz espacial e concentrou suas argumentações nas mudanças temporais, basicamente climáticas, como determinante da evolução. Os impactos da teoria da evolução atingem tanto o campo da geografia física, quanto da geografia humana, influenciando fortemente na postura metodológica das pesquisas geográficas, mas chamando a atenção para a complexidade das relações entre o espaço e tempo que estão em constante mudança.

  17. Marché international du soja : des flux en profonde recomposition

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Dabat Marie-Hélène

    2001-05-01

    Full Text Available Le soja est le principal oléo-protéagineux produit et échangé au monde. Les flux sont polarisés autour de trois grands ensembles géographiques : l’Amérique (États-Unis, Argentine, Brésil, l’Europe occidentale et les pays asiatiques (Chine, Inde, Japon et NPI. La production et la transformation du soja ont fortement crû dans les années 90 sous l’effet de la poussée des pays américains. Le commerce des graines a tendance depuis peu à augmenter plus que celui des principaux produits transformés (tourteau, huile, tiré par les achats asiatiques. Malgré les qualités reconnues au soja (diversité des produits, qualités nutritionnelles, protection écologique, les perspectives d’avenir de son marché et la recomposition des échanges internationaux sont largement dépendantes de l’émergence de nouveaux pays fortement producteurs ou consommateurs, de l’évolution de l’utilisation des OGM et des farines animales et des conséquences de l’entrée de la Chine dans l’OMC.

  18. INFLUÊNCIA DAS ESPÉCIES IÔNICAS DISSOLVIDAS NA FLOTAÇÃO DE CROMITA COM OLEATO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carlos Adolpho Magalhães Baltar

    2012-10-01

    Full Text Available O minério de cromo da Bahia é constituído por cromita (Cr2O3 e minerais de ganga como: magnetita, serpentinitos e piroxênios. A flotação seletiva é bastante complicada devido às características superficiais similares dos componentes mineralógicos. Além disso, essas espécies lançam, na polpa, uma considerável quantidade de íons que interferem fortemente no resultado da flotação. Nesse trabalho verificou-se a influência das espécies iônicas dissolvidas, na ação do coletor, e a possibilidade de se conseguir seletividade em flotação com oleato de sódio. Os resultados sugerem a formação de compostos/precipitados, na forma de carboxilatos que apresentam ação fortemente depressora para concentrações de coletor de até 10-4M. A recuperação da cromita pode diminuir até 42% em relação à obtida em água destilada.

  19. Estrutura social e criação de empresas

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gláucia Maria Vasconcelos Vale

    2015-12-01

    Full Text Available RESUMO Para a Sociologia Econômica, as estruturas sociais, no formato de redes interpessoais, influenciam as iniciativas individuais e os resultados econômicos daí derivados. Segundo Granovetter, existem três tipos básicos de estruturas: fortemente acopladas; fortemente desacopladas; fracamente acopladas. Este trabalho situa-se no contexto dessas reflexões, e procura-se, por meio de uma pesquisa amostral realizada com 100 empreendedores, localizados no município de Belo Horizonte, Minas Gerais, Brasil: identificar as estruturas sociais de origem desses indivíduos, em consonância com a tipologia genérica de Granovetter; avaliar a presença de associações entre essas estruturas e a trajetória dos empreendimentos, em particular, a motivação para empreender e o acesso ao mercado. Termina-se por elaborar uma tipologia de estruturas/redes sociais específicas para a análise do empreendedor, composta por três categorias: familiar, profissional e difusa.

  20. L’economia napoletana e il commercio internazionale tra ‘800 e ‘900: I Magazzini Generali e il Deposito Franco = The Neapolitan economy and international trade between 800 and 900: The Magazzini Generali and the Free Warehouse

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Serena Potito

    2013-12-01

    Full Text Available I Magazzini Generali, creati su modello dei docks inglesi e dei magazzini francesi -e regolamentati da una legge del 1871- si diffusero nelle maggiori città italiane, con alterna fortuna: comune era lo scopo di provvedere alla custodia delle merci, rilasciando speciali titoli di commercio, e di agevolare l’incontro tra produttore e acquirente, riducendo i tempi di negoziazione. Essi sono, dunque, da annoverare fra gli strumenti commerciali con cui si intendeva intensificare e favorire i traffici di merci nel periodo in cui il commercio internazionale su larga scala andava riducendo le barriere tra paesi, accompagnato dallo sviluppo e ammodernamento delle infrastrutture. Nell’ambito del dibattito sul tentativo italiano di ritagliarsi un ruolo durante la prima globalizzazione -con la crescita della liberalizzazione del commercio internazionale e, nello stesso tempo, lo sviluppo del protezionismo moderno- la presente ricerca mette a fuoco l’esperienza della costituzione dei Magazzini Generali di Napoli, per alcuni decenni i più importanti d’Italia. La Società Meridionale dei Magazzini Generali ne assunse la gestione nel 1874 e -attraverso lo studio di testimonianze dell’epoca, degli Atti del Consiglio Comunale e della Camera di Commercio, di dati di bilancio presenti nell’Archivio di Stato di Napoli- questo saggio ne ripercorre l’iter costitutivo e le vicende dei primi anni. Oltre a offrire un quadro della situazione politica ed economica del Mezzogiorno d’Italia, ed in particolare di Napoli, nella congiuntura economica tra fine ‘800 e inizio ‘900, emergono spunti interessanti relativi all’ammodernamento delle infrastrutture portuali cittadine, e alla questione della creazione di un punto franco (uno degli ipotetici cardini dello sviluppo industriale della città: in un quadro di occasioni mancate ed ostacoli legati alle caratteristiche del processo storico, dal confronto con economie di differenti realtà europee

  1. L’economia napoletana e il commercio internazionale tra ‘800 e ‘900: I Magazzini Generali e il Deposito Franco = The neapolitan economy and international trade between 800 and 900: The Magazzini Generali and the Free Warehouse

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Serena Potito

    2014-07-01

    Full Text Available Resumo I Magazzini Generali, creati su modello dei docks inglesi e dei magazzini francesi e regolamentati da una legge del 1871 si diffusero nelle maggiori città italiane, con alterna fortuna: comune era lo scopo di provvedere alla custodia delle merci, rilasciando speciali titoli di commercio, e di agevolare l’incontro tra produttore e acquirente, riducendo i tempi di negoziazione. Essi sono, dunque, da annoverare fra gli strumenti commerciali con cui si intendeva intensificare e favorire i traffici di merci nel periodo in cui il commercio internazionale su larga scala andava riducendo le barriere tra paesi, accompagnato dallo sviluppo e ammodernamento delle infrastrutture. Nell’ambito del dibattito sul tentativo italiano di ritagliarsi un ruolo durante la prima globalizzazione con la crescita della liberalizzazione del commercio internazionale e, nello stesso tempo, lo sviluppo del protezionismo moderno la presente ricerca mette a fuoco l’esperienza della costituzione dei Magazzini Generali di Napoli, per alcuni decenni i più importanti d’Italia. La Società Meridionale dei Magazzini Generali ne assunse la gestione nel 1874 e attraverso lo studio di testimonianze dell’epoca, degli Atti del Consiglio Comunale e della Camera di Commercio, di dati di bilancio presenti nell’Archivio di Stato di Napoli questo saggio ne ripercorre l’iter costitutivo e le vicende dei primi anni. Oltre a offrire un quadro della situazione politica ed economica del Mezzogiorno d’Italia, ed in particolare di Napoli, nella congiuntura economica tra fine ‘800 e inizio ‘900, emergono spunti interessanti relativi all’ammodernamento delle infrastrutture portuali cittadine, e alla questione della creazione di un punto franco (uno degli ipotetici cardini dello sviluppo industriale della città: in un quadro di occasioni mancate ed ostacoli legati alle caratteristiche del processo storico, dal confronto con economie di differenti realtà europee

  2. Development of decision support system for oil spill management in the Mediterranean Sea

    Science.gov (United States)

    Liubartseva, Svitlana; Coppini, Giovanni; Pinardi, Nadia; De Dominicis, Michela; Marra, Palmalisa; Lecci, Rita; Turrisi, Giuseppe; Creti, Sergio; Martinelli, Sara; Agostini, Paola; Palermo, Francesco

    2016-04-01

    developed as a part of TESSA Project portfolio providing the unified access to others services. Thus, SEACONDITIONS (http://www.sea-conditions.com) performs visualization and on-line delivery of forecast of surface currents, sea surface temperature, significant wave height and direction, wave period and direction; air temperature, surface pressure, precipitation, cloud coverage, wind speed, etc. Apart from the basin scale visualization SEACONDITIONS supports the zooming capability. User feedback reports from fishermen, port authorities including Coast Guard, offshore companies, aquatic and coastal tourism managers, and academia have been collected and used for the system improvements. User-friendliness of GUI, tooltips, an opportunity to vary the advanced parameters, efficiency of the visualization tool, and a help section were appreciated in these reports. In accordance with the users' requirements, a to-do list is composed for the further development of WITOIL. This work was performed in the framework of the TESSA Project (Sviluppo di TEcnologie per la Situational Sea Awareness) supported by PON (Ricerca & Competitività 2007-2013) cofunded by UE (Fondo Europeo di sviluppo regionale), MIUR (Ministero Italiano dell'Università e della Ricerca), and MSE (Ministero dello Sviluppo Economico). References De Dominicis, M., Pinardi, N., Zodiatis, G., and Lardner, R., 2013. MEDSLIK-II, a Lagrangian marine surface oil spill model for short term forecasting - Part 1: Theory. Geosci. Model Dev. 6, 1851-1869.

  3. ATLANTE ON-LINE DI GEOGRAFIA: FACILITAZIONE DI TESTI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cristina Baccella

    2015-02-01

    Full Text Available Al centro di questo lavoro vi è la proposta di un intervento di facilitazione su un testo di geografia contenuto nell'Atlante online Unimondo, un sito che si rivolge a studenti delle scuole primarie e secondarie. Obiettivo di questo lavoro è individuare quelle che sono in generale le criticità dei testi disciplinari e gli ostacoli che essi pongono dinnanzi a uno studente straniero (e non solo, proponendo in seguito alcuni interventi didattici mirati ad accompagnare il discente nella comprensione del testo e nello sviluppo della lingua dello studio. Dopo aver presentato brevemente le due opzioni della semplificazione e della facilitazione e aver fatto alcune considerazioni sulla preferibilità dell’una piuttosto che dell’altra, si è preso in esame il testo in questione. Ad una dettagliata analisi linguistica delle principali difficoltà ivi contenute, segue la proposta di un percorso di facilitazione mediante attività tese a permettere allo studente un approccio di successo con il testo autentico. Obiettivo della proposta è presentare un modello applicabile ad altri testi dello stesso tipo, mirato allo sviluppo da parte dello studente di una sempre maggiore consapevolezza circa i propri processi cognitivi e le strategie di lettura che può mettere in atto, puntando verso una sempre maggiore autonomia.   Online Geography Atlas: facilitation of texts This paper focuses on the proposal to facilitate use of a geography text contained in the online Unimondo Atlas. This site caters to primary and secondary school students. This paper aims to identify the critical aspects of disciplinary texts and the obstacles they pose to foreign students (and not only, proposing some educational interventions aimed at accompanying the student in understanding the text and in developing the language of study. After a brief presentation of two ways to simplify and facilitate the materials, and a discussion of how one or the other might be preferable, we

  4. L’ACQUISIZIONE DEI SEGNALI DISCORSIVI IN ITALIANO L2

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elisabetta Jafrancesco

    2015-07-01

    Full Text Available Il contributo presenta i risultati di una ricerca sull’acquisizione dei segnali discorsivi (SD in italiano L2, condotta su un corpus di parlato di studenti universitari in mobilità accademica, presenti nell’università di Firenze e inseriti in percorsi formativi di italiano L2 presso il Centro Linguistico di Ateneo. Il principale obiettivo dello studio è indagare l’italiano di stranieri relativamente a questo tratto specifico al fine di individuare eventuali sequenze acquisizionali, contribuendo a delineare lo sviluppo della competenza sociopragmatica degli apprendenti nei livelli di competenza proposti nel Quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER Si analizza, in particolare, l’uso dei SD nel parlato dialogico degli informanti nei Livelli basico, indipendente e competente del QCER – con riferimento al modello tassonomico dei SD proposto da Bazzanella nella Grande grammatica italiana di consultazione (1995, integrato, in relazione allo specifico contesto, con nuove funzioni – evidenziando i principali macrofenomeni emersi, con l’intento inoltre di riflettere su come i dati dell’acquisizione dell’italiano L2 possono rappresentare un punto di riferimento per la definizione di percorsi formativi coerenti con i processi naturali di sviluppo della competenza.Acquisition of discourse markers in Italian L2The paper presents the results of a study on the acquisition of discourse markers (SD in Italian L2 students, conducted on a corpus of spoken language by university students at the University of Florence who attended Italian L2 language course at the University Language Center. The main objective of the study was to investigate the Italian of foreigners in relation to this specific trait in order to identify possible acquisitional sequences, helping shape the development of learners' socio-pragmatic competence levels proposed in the Common European Framework of Reference for Languages (CEFR. In particular, we

  5. Ricostruire le risorse locali per competere nel turismo. Alcune evidenze dal caso di Sextantio Hotel / The rediscovery of local assets for tourism competition. Some evidence from the case of Sextantio Hotel

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ornella Papaluca

    2016-06-01

    Full Text Available In questo paper si vuole mostrare come un prodotto turistico non mainstream possa portare alla “riscoperta” di risorse, tradizioni e conoscenze caratteristiche di un’area locale quando si coinvolgano attori all’esterno del comparto turistico. La ricerca si avvale del metodo del case study con lo scopo di illustrare le modalità con cui si è avviato un progetto imprenditoriale che ha portato ad un processo di sviluppo sostenibile. Il lavoro non si focalizza sui risultati economici, ma indaga le motivazioni e le modalità che hanno portato allo sviluppo del progetto imprenditoriale. Il processo di ricerca ha mostrato come un progetto imprenditoriale, in seguito premiato dall’Unione Europea, possa generare benefici per il borgo, come agglomerato urbano, e per la valorizzazione delle sue specifiche risorse culturali quando esso sia strutturato in modo da trarre vantaggio dalla valorizzazione degli elementi di autenticità. Il caso, che rappresenta chiaramente una best practice, mostra una possibile modalità di utilizzare lo stesso processo di avvio come modalità per sostenere economicamente il restauro dei borghi minori. Il caso ha evidenti implicazioni sia per la pubblica amministrazione che per il privato. In this paper we have shown that a no mainstream tourism product can lead to “rediscover” the local area’s typical resources, traditions and knowledge when the entrepreneur engages players outside the tourism industry. In this research we have used the case study methodology to show how an entrepreneurial project has led to a sustainable development process. This work does not focus on the economic results of the enterprise but on the motivations and on the choices that have led to its specific design. The research process shows that an entrepreneurial project, that has been awarded by a European Union Commission, can have positive effects on the village, as a human settlement, and it can appreciate village-specific cultural

  6. L’ORALITÀ A SCUOLA, DA PLATONE AL PORTFOLIO EUROPEO DELLE LINGUE

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto A. Sobrero

    2010-09-01

    Full Text Available L'oralità risulta primaria rispetto alla scrittura sia per quanto riguarda la razza umana (filogenesi sia per quanto riguarda lo sviluppo individuale (ontogenesi, tuttavia essa ha sempre goduto di minor prestigio della scrittura. Nella prima parte di questo articolo sono ricostruiti i diversi momenti in cui questa gerarchia è stata fondata e si è affermata stabilmente: dai contrasti epocali tra Socrate e  Platone da una parte e i Sofisti dall'altra all'affermazione della centralità della scrittura da parte di Aristotele e degli aristotelici; fino, poi, all'Illuminismo, in cui l'oralità veniva ormai identificata con l'inciviltà, la rozzezza e l'arretratezza, posizione che in qualche misura permane ancora oggi. Nella seconda parte dell'articolo si ricostruisce il graduale recupero del valore dell'oralità nell'insegnamento linguistico, attraverso un'analisi dei programmi scolastici italiani, dalla Legge Casati del 1859 ai Programmi della scuola media e di quella elementare rispettivamente del 1979 e del 1985, alle più recenti "Indicazioni Moratti e infine alle "Indicazioni Fioroni". In queste ultime si sottolinea la necessità di finalizzare l'insegnamento dell'oralità anche a scopi interculturali più ampi, prioritari nella società attuale, quali il rispetto e la promozione delle differenze linguistiche e culturali, lo sviluppo del plurilinguismo; la centralità e l'autonomia dell'apprendente.   Historically, the oral tradition has been more important than writing, both in human history (philogenesis and in individual, personal history (onthogenesis, but it has always had far less prestige. The first part of this paper surveys important moments in the formation and establishment of this hierarchy, starting from the fundamental contrast between the Sophists on the one hand, and Socrates and Plato from the other, to the centrality of Aristotle and Aristotelianism, up to the Age of Enlightenment and the identification between orality

  7. L’INSEGNAMENTO DELLA PRAGMATICA ITALIANA SU LIRA: COME REAGISCONO GLI UTENTI?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federica Del Bono

    2016-02-01

    Full Text Available Nel presente contributo si riportano i risultati di uno studio che coinvolge un gruppo di parlanti non nativi dell’italiano ai quali è stato chiesto di sperimentare alcune delle proposte didattiche presenti sul sito LIRA (Lingua/cultura Italiana in Rete per l’Apprendimento, creato per favorire lo sviluppo e il mantenimento di competenze pragmatico-culturali in italiano L2. I materiali di LIRA sono raggruppati in aree tematiche che coprono un’ampia gamma di argomenti legati agli usi pragmalinguistici e alle norme sociopragmatiche dell’italiano, e sono costruiti a partire dacampioni di parlato spontaneo o semi-spontaneo e da documenti scritti autentici.Gli informanti sono stati invitati ad affrontare alcuni dei percorsi didattici di LIRA e la loro attività è stata monitorata per mezzo di protocolli di indagine introspettiva.I commenti mostrano come, nel complesso, tanto l’uso di input autentico quanto il ricorso a tipi di feedback che aprono al confronto invece di fornire un’unica soluzione corretta stimolino la riflessione e quindi contribuiscano allo sviluppo della consapevolezza sui fenomeni su cui si desidera attirare l’attenzione degli utenti. La scelta di fare affidamento esclusivamente su esempi autentici di uso della lingua consente inoltre di affrontare temi che vengono abitualmente trascurati nell’insegnamento dell’italiano a stranieri e che suscitano invece grande interesse e curiosità negli apprendenti. Teaching italian pragmatics using LIRA: how do users react?In this paper we report the results of a study involving a group of non-native speakers of Italian who were asked to do some of the educational proposals on the LIRA (Language / culture in Italian Network for Learning site, created to encourage the development and maintenance of skills in pragmatic-cultural Italian L2. The LIRA materials are grouped into subject areas that cover a wide range of topics relating to Italian pragma-linguistic use and socio

  8. Scenari valutativi delle politiche strutturali e nazionali in ambito urbano: l’esperienza della Regione Abruzzo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Barbara Ferri

    2012-03-01

    Full Text Available Le politiche urbane e del territorio vivono una fase di profonda trasformazione, caratterizzata dal passaggio a nuovi approcci e nuovi strumenti operativi. Alla chiusura di un periodo caratterizzato sul piano strategico dall’esigenza di superare la rigidità del piano urbanistico, cui è corrisposta sul piano operativo un’estrema frammentarietà degli strumenti e delle tipologie di intervento, fa oggi seguito, dietro la spinta dell’impulso della politica urbana europea e di nuove esigenze per il finanziamento degli interventi legate alla carenza di risorse pubbliche, una fase di ripensamento complessivo della strategia e degli strumenti operativi. Le nuove politiche per il territorio pongono due temi centrali: le Piattaforme Territoriali strategiche individuate dal Ministero delle Infrastrutture come stimolo ed opportunità per le Regioni di elaborare loro ipotesi interpretative del territorio, ed i Piani strategici delle città, le quali risultano identificate come luoghi di concentrazione delle potenzialità e delle eccellenze, motori dello sviluppo territoriale in chiave competitiva. Tali tematiche pongono la necessità – per progetti ad elevata complessità – di ampliare l’orizzonte delle analisi valutative, cercando di cogliere “se e in che misura” gli effetti prodotti sul territorio siano tali da incidere sullo sviluppo complessivo delle città. In tal senso, per un effettivo impiego della valutazione ai fini della programmazione, si propone una maggiore attenzione per un uso critico della accountability e si riportano alcune considerazioni scaturite da approfondimenti specifici di carattere metodologico su recenti documenti emanati dalla Commissione Europea per il periodo 2007- 13. Il lavoro offre un inquadramento generale della politica urbana regionale e dei relativi strumenti operativi implementati in Abruzzo nel corso dell’ultimo decennio, e cofinanziati dai Fondi Strutturali e Nazionali (FAS. Le criticità emerse in

  9. Per una pedagogia dello sport: riflessioni dall'Italia Por una pedagogía del deporte: reflexiones desde Italia Towards Sports Education: Reflections from Italy

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cesare Scurati

    2009-08-01

    Full Text Available l'attuale immagine dello sport è fondamentalmente negativa. Nonostante però il legame fra educazione e sport si dovrebbe rafforzare, ma è necessario capire che non è una questione automatica bensì ipotetica e che va legata ai controlli pedagogici necessari. Ogni singola modalità di sport ha una propria perfezione e può contribuire allo sviluppo morale, sociale, intellettuale e estetico degli esseri umani. L'analisi prende in considerazione alcuni degli spazi in cui avviene lo sviluppo e sottolinea alcuni dei problemi più rilevanti (competizioni precoci, educazione vitalizia, impatto dei mass media, ecc. che bisogna affrontare per poter stabilire un progresso più avanti.La actual imagen del deporte es fundamentalmente negativa. No obstante, la conexión entre educación y deporte debe reforzarse, pero es necesario que veamos que no es automática sino hipotética, y que debe conectarse con los controles pedagógicos necesarios. Cada forma de deporte tiene su propia perfección y puede contribuir al desarrollo moral, social, intelectual y estético de los seres humanos. El análisis considera algunos de los espacios donde este desarrollo se lleva a cabo y subraya algunos de los problemas más relevantes (competencias tempranas, educación vitalicia, impacto de los medios de comunicación, etc. que hay que afrontar para poder establecer un progreso más adelante.The current image of sports is fundamentally negative. However, the connection between education and sports should be reinforced, while recognizing it as being hypothetic rather than automatic, and subject to the necessary educational controls. Each sport has its own perfection and can contribute to the moral, social, intellectual and ethical development of human beings. The analysis considers some of the areas where that development occurs and underscores a few of the more relevant problems (early competition, education for life, impact of the mass media, etc. to be addressed for

  10. La stima dei fabbisogni irrigui a scala aziendale e consortile mediante tecniche di Osservazione della Terra

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Filiberto Altobelli

    2012-04-01

    Full Text Available Le applicazioni agrometeorologiche per la gestione delle colture in pieno campo e l’utilizzo di nuove tecnologie di monitoraggio sono sempre più diffuse e si concretizzano anche attraverso lo sviluppo di progetti di ricerca internazionali orientati all’implementazione di servizi operativi. Particolare rilevanza assume il programma Global Monitoring for Enviroment and Security (GMES, che supporta lo sviluppo di capacità e servizi di monitoraggio globale attraverso tecniche di Osservazione della Terra. Irrigation  needs  estimation  at  farm  and  district  level  by Earth Observation techniquesSIRIUS  (Sustainable  Irrigation  water  management  and  River-basin  governance:  Implementing  User-driven  Services  is  a research project funded by EU FP7 in the GMES framework supporting the development of monitoring services through remote sensing and ICT technologies to deliver the service to the  final  users.  SIRIUS  is  developing  efficient  water  resource management  services  in  support  of  food  production  in  water-scarce  environments.  It  addresses  water  governance  and management  in  accordance  with  the  vision  of  bridging  and integrating sustainable development and economic competi-tiveness. The project is developing new services for water man-agers and food producers, and a range of additional information products in support of sustainable irrigation water use and management under conditions of water scarcity and drought.

  11. Un progetto per l'attivazione di Agenda 21 Locale: monitoraggio della mammalofauna nell'area del Parco Regionale del Monte Cucco (Perugia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberta Mazzei

    2003-10-01

    Full Text Available Nell?ambito del progetto ?Attivazione Agenda 21 Locale? finalizzato alla realizzazione di studi per la certificazione e contabilizzazione ambientale, nel Parco Regionale del Monte Cucco, si è dato il via, a partire dal novembre del 2001, ad un?indagine di tipo qualitativo, mirata alla caratterizzazione dell?area Parco per quel che riguarda la presenza di specie di Mammiferi appenninici di interesse conservazionistico e naturalistico. Nel periodo che va dall?8 febbraio 2002 al 5 ottobre dello stesso anno, sono stati effettuati 16 transetti faunistici, distribuiti nell?arco delle quattro stagioni. Sono stati raccolti indici di presenza di 11 specie di Mammiferi appartenenti agli ordini degli Artiodattili, Carnivori, Lagomorfi, Insettivori e Roditori e i relativi IKA (indici chilometrici di abbondanza. I dati raccolti unitamente ad una ricognizione bibliografica, mirata a reperire informazioni pregresse e aggiornate sulla teriofauna locale, attraverso inoltre, l?effettuazione di interviste e il coinvolgimento della popolazione locale, hanno portato alla definizione di una Check-list della Mammalofauna del Parco, rappresentativa per il 56% di quella della Regione. La ricerca ha permesso di confermare per l?area la presenza del Lupo (Canis lupus e di evidenziare l?espansione a Sud del Capriolo (Capreolus capreolus. Parte integrante del progetto ?Cucco 21? era la definizione di proposte gestionali volte a migliorare il rapporto uomo-ambiente, laddove fossero state individuate situazioni di criticità oggettive o potenziali, in un?ottica di conservazione della risorsa naturale e di sviluppo delle attività antropiche. Significativi a tale proposito sono stati il caso del Cinghiale (Sus scrofa con l?osservazione del danno alle fitocenosi, soprattutto ai prati e pascoli cacuminali e del Capriolo. Per quest?ultima specie in funzione della sua espansione verso la parte meridionale del Parco, sono state avanzate delle

  12. The insecticide lindane. Identification of possible risks for human reproduction; L'insetticida lindano. Identificazione dei rischi possibili per la riproduzione umana

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Traina, M.E.; Urbani, E. [Istituto Superiore di Sanita' , Lab. di Igiene Ambientale, Rome (Italy); Rescia, M.; Mantovani, A. [Istituto Superiore di Sanita' , Lab. di Tossicologia Comparata e Ecotossicologia, Rome (Italy)

    2001-07-01

    A growing international concern exists about the potential harm to human reproduction caused by pollutants able to interfere with the endocrine system. Particular interest is addressed to organochlorine pesticides persisting in the environment and organisms; such compounds are extensively studied for their adverse effects on reproductive functions and development of laboratory animals. The insecticide lindane (the {gamma}-isomer of hexachlorocyclohexane), widely used before the 80s, has yet to be adequately evaluated as regards the possible reproductive risk. The present report contains a critical revision of the available scientific literature about lindane effects on the male and female reproductive system, pregnancy and development. Besides, the possible higher exposure periods to this pesticide (years 60s-70s) have been determined through the analysis of the lindane products consumed and the evaluation of the active ingredient levels in the environment and in the tissues and biological fluids, with particular regard to Italy. The present review aims at supporting further toxicological and epidemiological studies to assess the possible reproductive risk posed by environmental and professional exposure to chlorinated insecticides. [Italian] L'ipotesi che l'esposizione a sostanze inquinanti in grado di alterare l'equilibrio del sistema endocrino possa avere effetti sulla riproduzione umana e sullo sviluppo e' attualmente oggetto d'interesse nella comunita' scientifica. Particoalre attenzione e' stata indirizzata ai pesticidi organoclorurati a lunga persistenza nell'ambiente e negli organismi, per i quali esistono numerose evidenze di effetti nocivi per la riproduzione, negli studi di tossicologia sperimentale. L'insetticida lindano (l'isomero-{gamma} dell'esaclorocicloesano), largamente utilizzato prima degli anni '80, non e' stato fino ad oggi adeguatamente valutato per un possibile rischio

  13. Water. Unresolved emergency of the Southern hemisphere; Acqua. Istanza irrisolta del Sud del mondo

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Lotti, C. [Associazione Idrotecnica Italiana, Padua (Italy)

    2001-10-01

    Among the serious dramas in the Southern hemisphere, the most serious relates to health, and the most serious health problem is dysentery among the rural population, caused by the lack of unpolluted water. Bad management frustrates much of the aid sent to this part of the world, including projects to help the water crisis. In view of the success, it would appear that a concrete solution could be found within a decade, at a cost that can easily be sustained by the rich world, so long as funds are managed honestly. Much more ambitious and, at least for the moment, beyond all concrete possibility, is the project to provide a barrel of water per head to each person in the southern hemisphere. Providing unpolluted water and facilitating farming development through minor irrigation and family cattle-raising schemes is an idea that appears entirely Utopian. The conclusion provides a critical analysis of the major hydraulic works essential for true development, but effective only if the human environment is ready to receive them, whereas minor works are useful in any case - at village level - to resolve the thirst of the southern hemisphere. [Italian] Fra i gravi drammi del Sud del Mondo certamente il piu' grave e' quello sanitario; ed in quello sanitario la dissenteria causata dalla mancanza di acque non inquinate a gran parte della popolazione rurale. I molti aiuti destinati a questa parte del mondo sono stati vanificati dalla loro cattiva gestione: fra di essi gli interventi a favore dell'acqua. Da alcuni interventi ad esito positivo si puo' pervenire ad una soluzione concreta nel giro di un decennio. Molto piu' ambizioso ed -almeno per ora- fuori da ogni ipotesi concreta e' quello di rifornire di un barile di acqua pro capite ogni individuo del Sud del Mondo: per dare acqua non inquinata e favorire lo sviluppo alimentare attraverso piccole irrigazioni e familiari allevamenti di bestiame: cio' appare, comunque relegato allo scenario

  14. Three-port colectomy: reduced port laparoscopy for general surgeons. A single center experience.

    Science.gov (United States)

    Cocorullo, Gianfranco; Tutino, Roberta; Falco, Nicolò; Salamone, Giuseppe; Gulotta, Gaspare

    Le resezioni coliche laparoscopiche sia per patologie benigne che maligne sono state investigate da importanti RCT che ne hanno dimostrato la sovrapponibilità alla tecnica open convenzionale. La laparoscopia con un numero ridotto di trocar ha da quel momento trovato ampio sviluppo nell’ottica di massimizzare i benefici della mini-invasività. Proponiamo un’analisi dei nostri risultati nell’utilizzo della tecnica three-port nella emicolectomia sinistra attraverso un confronto con la classica resezione laparoscopica con quattro/ cinque accessi. Come è noto i laparoceli si sviluppano maggiormente su incisioni mediane mentre non vi è differenza tra lo sviluppo di questi dopo tecnica open o laparoscopica. Nell’ottica della chirurgia a numero ridotto di accessi, la tecnica single-port sembra dare vantaggi di minor traumatismo ma ciò a costo di aumentate difficoltà di esecuzione, aumento dei tempi operatori e dell’utilizzo di strumenti per lo più dedicati, con incisioni ombelicali che possono superare i 5 cm. Le resezioni coliche three port consentono di ridurre il numero di accessi e dunque delle complicanze a questi correlate con l’utilizzo di strumentazione standard e la possibilità di esecuzione su larga scala da parte di ogni chirurgo. L’analisi che abbiamo eseguito ha dimostrato nella nostra serie una riduzione dei tempi operatori nella tecnica three port e ciò può essere dovuto all’inserimento dei trocar addizionali ed al loro controllo ma soprattutto alla possibilità/ necessità del chirurgo esperto di essere meno influenzato da fattori quali una equipe non dedicata. Non sono stati evidenziati vantaggi nella riduzione della degenza operatoria. Il tasso di conversione è stato maggiore nella tecnica a ridotto numero di accessi, questo è possibile sia un bias legato alle conversioni precoci prima del posizionamento di restanti trocar in casi particolarmente complessi. In conclusione, la tecnica three port appare comparabile alla

  15. Fumo attivo e passivo, consumo di caffè ed effetti sulla gravidanza: uno studio caso controllo in Italia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G. Fantuzzi

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: alcune abitudini di vita possono influenzare lo sviluppo fetale durante il periodo di gravidanza. Lo scopo di questo studio è stato quello di indagare gli effetti di alcune abitudini voluttuarie sulle nascite premature e sul basso peso alla nascita.

    Metodi: è stato condotto uno studio caso controllo nel periodo ottobre 1999 settembre 2000 in 9 città italiane (Genova, Udine, Modena, Parma, Siena, Roma, L’Aquila, Napoli e Catania. Sono stati identificati come casi 525 neonati pretermine (26ma, 38ma settimana di gravidanza e 317 neonati a termine ma con peso ‹ al 10° P. Sono stati arruolati come controllo 871 bambini nati a termine e normopeso. Le informazioni relative all’esposizione al fumo attivo e passivo e al consumo di caffè e i dati personali sono stati raccolti attraverso un apposito questionario.

    Risultati: dai risultati dell’analisi univariata è emerso un maggior rischio di basso peso alla nascita nei bambini le cui madri avevano fumato durante l’ultimo trimestre di gravidanza, con un chiaro effetto dose risposta. (OR: 2.09, 95% CI:1.45 - 3.00 per 1 9 sigarette/giorno, e OR= 2.76, 95% CI: 1.67 - 4.45 per 10 ed oltre sigarette al giorno. Anche la nascita pretermine sembra influenzata dall’abitudine tabagica della madre anche se in modo meno evidente. OR: 1.47, 95% CI: 1.05 - 2.04 per 1 9 sigarette/giorno e un OR: 1,30 95% CI: 0.78 - 4.81 per 10 e più sigarette/giorno. Per quanto riguarda l’esposizione al fumo passivo (più di due fumatori nelle abitazioni è stata osservata una positiva associazione con il basso peso alla nascita (OR: 3.05, 95% CI: 1.19 - 7.79. Il consumo di caffè non sembra influenzare lo sviluppo fetale. La regressione logistica multipla ha confermato solo l’influenza del fumo attivo della madre sulla basso peso alla nascita. (AOR= 2.49, 95% CI: 1.74 - 3.56.

    Conclusioni: questo studio conferma che

  16. tti del I Convegno Nazionale degli Studenti di Antropologia, Preistoria e Protostoria Ferrara, 8-10 Maggio 2004

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ursula Thun Hohenstein

    2007-10-01

    Full Text Available Con gioia e soddisfazione si è finalmente arrivati alla realizzazione di questo volume che raccoglie i lavori di quanti hanno risposto alla possibilità di pubblicare il proprio intervento presentato al Primo Convegno Nazionale degli Studenti di Antropologia, Preistoria e Protostoria che si è svolto nel maggio 2004 nell’Ateneo ferrarese.Il Convegno, a suo tempo promosso da un gruppo di dottorandi e dottori di ricerca dell’Università di Ferrara e sostenuto dal prof. Carlo Peretto, è stato un’importante occasione di incontro e discussione per i giovani ricercatori, rispondendo all’esigenza di riunire, mettere a confronto e dare visibilità al contributo che abitualmente essi portano allo sviluppo dei numerosi progetti di ricerca in ambito antropologico, preistorico e protostorico, coordinati da Università, Soprintendenze, Musei ed altri Enti di ricerca.Questo aspetto è emerso in occasione della tavola rotonda Orientamento, sviluppo e prospettive nella ricerca antropologica, preistorica e protostorica” alla quale sono intervenuti i Presidenti dell’Associazione Antropologica Italiana, prof. Brunetto Chiarelli; dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, prof.ssa Anna Maria Bietti Sestieri, dell’Associazione Italiana di Archeozoologia, dott. Antonio Tagliacozzo, e dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici, dott. Michele Lanzinger, che ha sicuramente offerto un’opportunità di incontro, dialogo e discussione tra i giovani ricercatori e i rappresentanti istituzionali in merito alla realtà della ricerca scientifica ed alle oggettive difficoltà che spesso incontrano. La partecipazione di oltre 300 giovani ricercatori tra uditori e relatori con 86 comunicazioni (orali e poster ha costituito un’importante testimonianza del vivo interesse per queste discipline e la passione che li anima.Questo volume comprende quarantacinque contributi in cui vengono presentati i risultati di tesi (laurea e dottorato o quelli

  17. Photocatalytic reactors for the abatement of organic pollutants in aqueous phase; Reattori fotocatalitici per l`abbattimento di inquinanti organici in fase acquosa

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Brucato, A.; Rizzuti, L.; Sciascia, A.; Sclafani, A. [Palermo Univ. (Italy). Dip. di Ingegneria Chimica dei Processi e dei Materiali

    1998-10-01

    The research concerning the development of the photo catalytic process for the abatement of organic pollutants, also those considered bio resistant, has shown on one hand the need of better defining the proper kinetic model, that also takes into account the photons absorbed by the photo catalyst, and on the other hand of studying various types of photo reactors, also with the aim of determining those parameters fundamental for developing and checking the kinetic model. In this paper, after a short description of the photo catalytic process, the experimental results, obtained by using several types of photo reactors for phenol abatement, are discussed. Some interpretations on the relevant kinetic models are linked to the kind of photo reactor used. A type of photo reactor, prone to the utilisation of solar photons, is also proposed. Its behaviour well agrees with a very simple model developed to foresee the plant-scale performances. Finally, on the grounds of the analysis of the experimental data here reported, the kinetic model proposed by Turchi and Ollis (1989) is criticised. [Italiano] La ricerca riguardante lo sviluppo del processo fotocatalitico per l`abbattimento di inquinanti organici anche bioresistenti ha evidenziato da un lato la necessita` di definire meglio il modello cinetico piu` adatto e che tenga conto anche dei fotoni assorbiti dal catalizzatore e dall`altro di studiare vari tipi di fotoreattori anche al fine di determinare quei parametri necessari allo sviluppo del modello cinetico e della sua verifica. In queso lavoro dopo una breve e sommaria descrizione del processo fotocatalitico vengono discussi i risultati sperimentli ottenuti, mediante l`impiego di diversi tipi di fotoreattore, nell`abbattimento del fenolo. Alcune interpretazioni cinetiche vengono poste in relazione al tipo di fotoreattore utilizzato. Viene proposto anche un tipo di fotoreattore che si presta all`utilizzazione dei fotoni solari e per la simulazione del suo comportamento e

  18. Cibo, Cultura, Paesaggio. Strategie di marketing territoriale per la Valdaso: presupposti teorici ed evidenze empiriche / Food, culture, landscape. Territorial marketing strategies for Valdaso: theoretical assumptions and empirical evidence

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Concetta Ferrara

    2013-08-01

    Full Text Available Partendo dal dibattito, supportato dall’Unesco, sul valore culturale delle tradizioni alimentari e delle produzioni locali tipiche, l’elaborato avanza alcune proposte per un programma di sviluppo sostenibile per la valle del fiume Aso, un’area delle Marche meridionali che individua nella campagna e nelle produzioni agricole tradizionali i suoi principali tratti distintivi. Dopo aver fatto luce sui temi del valore di produzione del patrimonio culturale e del made in Italy e sulle potenzialità dei prodotti place specific, il contributo rivolge l’attenzione alle peculiarità e risorse del territorio della Valdaso, mediante il ricorso combinato agli strumenti della desk e della field research, ponendo particolare attenzione al tema della percezione e della consapevolezza, presso chi vive e opera in Valdaso, del valore del “made in Valdaso”. L’elaborato si conclude con la definizione di una serie di proposte di marketing territoriale orientate al trinomio  “Cibo-Cultura-Paesaggio”, individuando, quindi, nei prodotti tipici locali un elemento trainante di sviluppo e dimostrando che il successo di un territorio dipende dalla capacità di individuare le strategie più congeniali alle sue specificità.  Starting from the debate, supported by UNESCO, on the cultural value of gastronomic traditions and local products, this paper aims to propose some guidelines for a sustainable development plan for Valdaso, an Italian area located in the South of the Marche region. Countryside landscape and traditional local food are two strong elements of this place identity. After highlighting the meaning of “production value” and “Made in Italy” and the potential of place-specific products in terms of identity construction, this essay tries to identify the Valdaso’s most distinctive characters and assets, through desk and field research, with a particular focus on the perception and awareness of “made in Valdaso” by local people and

  19. La risorsa mare per la mobilità di merci e persone nella Regione Campania

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Mazzeo

    2009-11-01

    Full Text Available I 512 chilometri di costa campana rappresentano il 6,7% in tutte le coste italiane (7.687 km. Su di esso si affaccia un sistema urbano consolidato formato da grandi e piccoli centri in cui le infrastrutture portuali sono storicamente presenti: si può affermare che nel corso del tempo il sistema delle attrezzature portuali e l'importanza relativa tra di loro sia cambiata, ma non ne è cambiato il numero e l'ubicazione. La morfologia della costa campana ha reso possibile l’insediamento di impianti portuali di dimensioni significative. Esso è quasi interamente sviluppato nel tratto centrale della costa campana e si basa sui porti di Napoli e Salerno (merci e passeggeri, Torre Annunziata (trasporto merci, Castellammare di Stabia (cantieristica, Pozzuoli (merci e passeggeri, oltre che sul sistema portuale, soprattutto passeggeri, di Ischia, Casamicciola, Capri, Procida e Sorrento. Questo complesso sistema ha molti punti di forza e molte carenze e, in una prospettiva di sviluppo territoriale, può dare apporti significativi all'asfittica economia regionale. Proprio per questo motivo alcuni dei processi di pianificazione che interessano la Regione si stanno concentrando sulle azioni possibili per ridare forza al rapporto secolare tra terra e mare, punti di forza del territorio campano. L'importanza di un uso produttivo della risorsa mare deriva da due considerazioni: la prima è la posizione geografica dell'Italia (e al suo interno, della Campania nel Mediterraneo, lungo le rotte tra l'Europa e l'Asia; il secondo è l'impatto potenziale del trasporto di merci e di passeggeri sul territorio e sul sistema economico campano. Analisi e risultati cambiano a seconda che si tratti il trasporto merci o quello passeggeri: nel primo caso diventa significativa la capacità infrastrutturale e il sistema produttivo locale, con le relative connessioni esterne; nel secondo caso è rilevante la valorizzazione delle potenzialità del sistema culturale e ambientale

  20. Caractérisation d’un mélange de liants bitumineux par dissolution en couche mince d’un enrobé recyclé

    OpenAIRE

    Navaro, Julien,; Bruneau, Denis; Drouadaine, Ivan; COLIN, Johan; DONY, Anne

    2010-01-01

    L’évolution des techniques de fabrication des enrobés bitumineux permet à l’industrie routière de diminuer fortement la consommation en énergie et matière première. Cette évolution se traduit par une baisse des températures de fabrication et une augmentation du taux de recyclage dans ses enrobés. La maîtrise des performances des enrobés contenant des matériaux recyclés est essentielle pour garantir leur durabilité. Cet article présente un essai de lixiviation réalisé dans le but de caracté...

  1. Pareto, Mosca e a metodologia de uma nova ciência política

    OpenAIRE

    Bianchi,Alvaro

    2016-01-01

    O artigo investiga os debates metodológicos existentes no processo de institucionalização a ciência política italiana, no final do século XIX e início do XX. Gaetano Mosca e Vilfredo Pareto almejavam um conhecimento científico da política que fosse construído de acordo com parâmetros inspirados nas ciências naturais. Mosca advogou fortemente em favor de um método histórico que permitiria encontrar nas instituições as forças psicológicas que garantiriam a regularidade dos fenômenos políticos. ...

  2. La question des usages pédagogiques du numérique en contexte universitaire : comment accompagner les enseignants?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Isabelle Chênerie

    2011-01-01

    Full Text Available Depuis plusieurs décennies, les enseignants universitaires sont fortement encouragés à utiliser les technologies de l’information et de la communication pour l’enseignement (TICE. Cependant, si l’usage de ces outils se développe progressivement, on observe malgré tout que de nombreux enseignants n’adhèrent pas à cette démarche. Nous tentons ici d’analyser cette situation, à la lumière de l’expérience de l’accompagnement d’enseignants sur le terrain dans le contexte du Service universitaire de pédagogie de l’Université Paul Sabatier ToulouseIII. Nous exposons en particulier les stratégies que cette analyse nous a amenée à choisir pour promouvoir un usage raisonné des TICE.

  3. A cidade dos outros

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ernesto Venturini

    2009-08-01

    Full Text Available Os percursos costumeiros dentro da cidade em que vivemos desenham nosso "mapa da cidade". A tipologia deste mapa depende fundamentalmente de nosso nível social. Examinou-se, anteriormente, o mapa da cidade dos pacientes que saíram do hospital psiquiátrico, para avaliar os efeitos da desinstitucionalização. Hoje, examina-se como vive o clandestino dentro das cidades italianas. O mapa do clandestino se baseia na degradação; evidencia mecanismos de intolerância e de acolhida; permite entender como as pessoas se enrijecem em suas posições ou, ao contrário, como as identidades dos sujeitos interagem e favorecem mudanças e emancipação. A escolha se funda na disponibilidade dos sujeitos e é fortemente influenciada pelas políticas públicas de respeito dos direitos das pessoas.

  4. Le management des risques de l'entreprise cadre de référence, techniques d'application

    CERN Document Server

    Committee of sponsoring organizations of the Treadway commission (Etats-Unis)

    2005-01-01

    Traduction en français du second rapport COSO, ce livre est un véritable outil pour les dirigeants confrontés à la complexité opérationnelle du management des risques. Adaptable à toutes les organisations, il constitue un socle méthodologique indispensable pour tous les professionnels de la gestion des risques ainsi que pour les auditeurs et consultants internes et externes. Il est également un manuel incontournable pour les étudiants et les enseignants. Dans un environnement économique fortement concurrentiel et en constante évolution, cet ouvrage ne s'intéresse pas uniquement à la gestion des risques mais contribue aussi à identifier puis exploiter les opportunités nouvelles, source d'avantages concurrentiels.

  5. 'Silver democracy' : la politique japonaise affectée par le vieillissement démographique

    OpenAIRE

    Mellet, Xavier

    2015-01-01

    Le vieillissement démographique est certainement l’enjeu principal auquel le Japon doit aujourd'hui faire face. Si le problème est commun à un nombre croissant de grandes démocraties (Allemagne, Italie et Corée du Sud en tête), le Japon est sans doute le pays le plus fortement atteint. Sa population a commencé à diminuer en 2010 et l'on envisage une perte de 10 millions d'habitants pour 2025. Le taux de fécondité est d'environ 1,3 enfant par femme, comme en Allemagne ou en Corée du Sud, contr...

  6. : UNIVERSITÉ PIERRE ET MARIE CURIE HABILITATION À DIRIGER DES RECHERCHES

    OpenAIRE

    Manzanera, Antoine

    2012-01-01

    Même s'il n'existe toujours pas de système visuel artificiel dont les performances soient comparables à notre vision biologique quant à sa diversité et ses capacités d'adaptation, les progrès réalisés au cours des dernières décennies dans les domaines du traitement et de l'interprétation automatique d'images et de vidéos sont considérables. De nombreux succès ont été obtenus dans des applications diverses et souvent inattendues. Le contexte actuel est celui d'un domaine fortement concurrentie...

  7. MISE AU POINT D'UN MODELE EXPERIMENTAL D'ASPERGILLOSE PULMONAIRE CHEZ LA SOURIS

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M AISSI

    2003-06-01

    Full Text Available Aspergillus fumigatus est le principal agent causal des aspergilloses humaines dont la forme la plus grave est l'aspergillose pulmonaire invasive très fréquente chez des sujets fortement imunodéprimés, Nous avons donc tenté de mettre au point un modèle expérimental d'aspergillose pulmonaire invasive chez la souris se rapprochant le plus des conditions naturelles d'infestation, ce qui nous permettra d'étudier le développement in vivo de ce champignon. Le modèle expérimental que nous avons mis au point est réalisé par dépôt d'une suspension de spores sur les narines de l'animal immunodéprimé par administration quotidienne d'acétate de cortisone.

  8. Candidíase oral como marcador de prognóstico em pacientes portadores do HIV

    OpenAIRE

    Cavassani Valdinês Gonçalves dos Santos; Andrade Sobrinho Jozias de; Homem Maria da Graça Naclério; Rapoport Abrão

    2002-01-01

    Introdução: A candidíase oral é uma das doenças oportunistas mais fortemente associadas à infecção pelo Vírus da Imunodeficiência Humana (HIV). Vários relatos epidemiológicos enfatizam a prevalência da candidíase em pacientes HIV positivos e ressaltam a sua importância como marcador da progressão da doença e preditivo para o aumento da imunodepressão. Objetivo: Verificar as alterações estomatológicas em pacientes portadores do HIV tratados no Hospital Heliópolis - São Paulo, Brasil e comparar...

  9. Candidíase oral como marcador de prognóstico em pacientes portadores do HIV Oral candidiasis as prognostic marker of HIV-infected patients

    OpenAIRE

    Valdinês Gonçalves dos Santos Cavassani; Jozias de Andrade Sobrinho; Maria da Graça Naclério Homem; Abrão Rapoport

    2002-01-01

    Introdução: A candidíase oral é uma das doenças oportunistas mais fortemente associadas à infecção pelo Vírus da Imunodeficiência Humana (HIV). Vários relatos epidemiológicos enfatizam a prevalência da candidíase em pacientes HIV positivos e ressaltam a sua importância como marcador da progressão da doença e preditivo para o aumento da imunodepressão. Objetivo: Verificar as alterações estomatológicas em pacientes portadores do HIV tratados no Hospital Heliópolis - São Paulo, Brasil e comparar...

  10. Requalifier les zones délaissées. Transformation d'une halle industrielle à Langreo (Espagne)

    OpenAIRE

    Fernandez, Yannick

    2010-01-01

    L'industrie minière espagnole du charbon est en crise depuis la fin des années 1960. La situation économique de régions entières s'est effondrée avec le démantèlement progressif des activités liées à son extraction. Les conséquences en ont été l'exode de la population, l'abandon de certaines zones urbaines et l'appauvrissement général des collectivités. La ville de Langreo a été fortement touchée par ce phénomène en perdant le tiers de ses habitants et de ses emplois en l'espace de quarante a...

  11. A perspectiva sistêmica para a Clínica da Família

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Liana Fortunato Costa

    Full Text Available O presente texto tem por objetivo traçar uma breve trajetória teórica, conceitual, empírica e tecnológica do estudo da família na perspectiva sistêmica e apontar a consequente proposta de intervenções para a clínica da família. Apresentamos as diferentes Escolas de Terapia Familiar, desde aquelas fortemente influenciadas pela Cibernética até aquelas que assimilaram as contribuições do Construtivismo e do Construcionismo Social. A seguir, tecemos comentários sobre a pesquisa com família e os interesses dos pesquisadores da área em nosso país. Finalmente, apontamos nossa opinião sobre o direcionamento futuro da Terapia Familiar no Brasil.

  12. Um imaginário ativo na cultura nacional

    OpenAIRE

    Sodré, Muniz; UFRJ

    2009-01-01

    O texto aponta, dentre outras questões, que não há no Brasil ativos pesquisadores do imaginário. Talvez isso se deva à dificuldade em separar real de imaginário num país de longa tradição patrimonialista, pois, como bem se sabe, a cultura patrimonial apela fortemente para o imaginário da família ampliada em seu movimento de preservação e transmissão do capital. Ou esteja relacionado aos vários tipos de imaginário social que concorrem para constituir relações sociais originalíssimas no nível d...

  13. Hemibeltrania urbanodendrii sp. nov. and Pseudobeltrania angamosensis: new fungal records from the brazilian tropical seasonal semi-deciduous montane forest Hemibeltrania urbanodendrii sp. nov. e Pseudobeltrania angamosensis: novas ocorrências fúngicas da floresta tropical estacional semidecidual montana brasileira

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ronaldo de Castro Fernandes

    2007-12-01

    Full Text Available The new species Hemibeltrania urbanodendrii, associated to leaf-spots on Urbanodendron verrucosum (Lauracea and Pseudobeltrania angamosensis, associated with leaf-spots on Virola gardneri (Myristicaceae, are recorded for the first time in Brazil. They represent additions to the mycobiota of the Tropical Seasonal Semi-Deciduous Montane Forest in Viçosa (Minas Gerais, Brazil, a highly threatened ecosystem.Novas ocorrências de fungos relacionados a manchas foliares são apresentadas: Hemibeltrania urbanodendrii sp. nov., associado a Urbanodendron verrucosum (Lauracea e Pseudobeltrania angamosensis, associado a Virola gardneri (Myristicaceae. Eles representam adições à micobiota da Floresta Tropical Estacional Semidecidual Montana de Viçosa (Minas Gerais, um ecossistema fortemente ameaçado.

  14. Obras do Diabo em Língua Inglesa

    OpenAIRE

    LIMA, Maria Antónia

    2015-01-01

    Na criação artística anglófona, múltiplos são os exemplos de representações de forças demoníacas e da figura do Diabo, tendo a cultura popular sido veículo para muitas dessas produções fortemente possuídas por esta temática. No que diz respeito à música, sabe-se, por exemplo, como o Jazz foi frequentemente denominado Ŗthe Devilřs musicŗ por muitos críticos dos anos 20. Os prñprios Rolling Stones criaram ŖSympathy for the Devilŗ (1968) em que Mick Jagger recuperava a voz do Diabo representando...

  15. Some results on the fluorescence of gases excited by high-energy charged particles; Quelques resultats concernant la fluorescence de gaz excites par des particules chargees de grande energie

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Koch, L.; Lesureur, R. [Commissariat a l' Energie Atomique, Saclay (France). Centre d' Etudes Nucleaires

    1958-07-01

    The essential characteristics of rare gases for use as scintillators are as follows: a very brief period of luminescence, generally less than 10{sup -8} s; a linear response as a function of the energy lost by the nuclear particle in the gas, even in the case of strongly ionising particles (fission fragments). In the gaseous or condensed state therefore, they are of great interest in nuclear physics. (author) [French] Les caracteristiques essentielles des gaz rares en tant que scintillateurs sont: une duree de luminescence tres breve, inferieure a 10{sup -8} s en general; une reponse lineaire en fonction de l'energie perdue par la particule nucleaire dans le gaz, meme dans le cas de particules fortement ionisantes (fragments de fission). A l'etat gazeux ou condense, ils presentent donc un grand interet en physique nucleaire. (auteur)

  16. Il rumore elettrico Dalla fisica alla progettazione

    CERN Document Server

    Pallottino, Giovanni Vittorio

    2011-01-01

    L’opera fornisce una trattazione chiara, agile ed essenziale, ma completa, del rumore elettrico, argomento considerato generalmente oscuro e specialistico. Molto più breve (circa 275mila battute) dei testi attualmente disponibili. Il contenuto copre gli aspetti essenziali della matematica e della fisica del rumore (termico, shot. 1/f, …), e della sua rappresentazione nei circuiti. Discute quindi il rumore nei dispositivi passivi e attivi, e introduce i criteri di progettazione a basso rumore. Affronta infine brevemente questioni quali l’estrazione del segnale dal rumore e gli impieghi utili del rumore. L’attenzione è generalmente rivolta alla strumentazione fisica a bassa frequenza, in relazione alla pluridecennale esperienza specifica dell’autore. Si tratta di una estensione delle dispense, utilizzate per anni, di un corso universitario. Pertanto la trattazione è fortemente didattica, con particolare attenzione a rimuovere ambiguità e incertezze, discutendo il materiale in termini fisici intuit...

  17. Proteção Balística do Soldado de Infantaria

    OpenAIRE

    Ferreira, João,

    2015-01-01

    O presente Trabalho de Investigação Aplicada está subordinado ao tema “Proteção Balística do Soldado de Infantaria”. Como objetivo geral pretende-se desenvolver uma base de conhecimento militar, no âmbito dos materiais e dos elementos de proteção balística ligeiros, no que concerne às suas especificações, características e requisitos técnicos. A evolução dos elementos de proteção balística e das blindagens está fortemente relacionada com a evoluç...

  18. Racionalidade epistêmica e o Paradoxo de Moore

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Almeida, Cláudio Gonçalves de

    2009-01-01

    Full Text Available G. E. Moore identificou uma forma surpreendente de irracionalidade epistêmica. Wittgenstein a chamou “o Paradoxo de Moore”. Nenhum deles sabia, exatamente, do que estava falando. Mas, a vasta literatura sobre o problema se encarregou de mostrar sua importância. O que, no entanto, ainda não se havia notado, com suficiente clareza, é que o paradoxo está fortemente conectado a alguns dos debates mais fundamentais da agenda epistemológica contemporânea. Este artigo propõe uma resolução epistemológica ao problema e busca mostrar que o paradoxo ameaça, de forma contundente, as teses de fecho dedutivo da racionalidade epistêmica e do conhecimento, inutilizando as manobras contextualistas pró-fecho

  19. Métodos de Preparação e Propriedades de Vidros de Fluoretos

    OpenAIRE

    Noguchi, Yuri Yasuo

    2004-01-01

    Os vidros de fluoretos de metais pesados possuem usualmente muitas espécies catiônicas e muitas reações intermediárias ocorrem durante a sua fabricação. Por outro lado o resfriamento do fundido é muito rápido. Desta forma as propriedades do vidro dependem fortemente do caminho químico e da história térmica. Neste trabalho estudamos o efeito do caminho químico (método de preparação) sobre as propriedades térmicas e ópticas de vidros ZBLAN:Pr com a composição 57ZrF4-14BaF2-4LaF3-5AlF3-20NaF:xPr...

  20. System modeling of water hyacinth life cycle in Pantanal and analysis of the use of this biomass for bio-oil and bio-fertilizer production

    OpenAIRE

    Luz Selene Buller

    2012-01-01

    Resumo: O Pantanal ocupa uma área extensa do Brasil em torno de 140.000 km²; seus ecossistemas são caracterizados por áreas com alagamento periódico, campos inundados constantemente e ambientes aquáticos naturais com lagoas (baías), rios e canais (vazantes e corixos); não existem quedas d¿ água para a geração de energia elétrica dentro da bacia. Em virtude das áreas alagadas existem poucas vias para o abastecimento de combustíveis para as fazendas produtoras que, assim, dependem fortemente de...

  1. Erros de escrita no contexto: uma análise na abordagem do processamento da informação

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mota Márcia da

    2000-01-01

    Full Text Available A maioria das línguas alfabéticas tem a ortografia fortemente influenciada por aspectos morfológicos. No entanto, o papel da morfologia no desenvolvimento da escrita tem sido pouco investigado. Neste estudo, é investigado o papel da morfologia no processamento da palavra escrita. A análise de erros cometidos em redações feitas por dez adolescentes mostra que a letra final das palavras é omitida com mais freqüência, quando essa letra corresponde a um morfema do que quando ela é parte da palavra. Os resultados são discutidos sob a luz da teoria do processamento da informação.

  2. A insuficiência renal crónica: manifestações orais e cuidados a ter na abordagem a estes pacientes

    OpenAIRE

    Januário, Helena Maria de Oliveira Machado Saraiva

    2015-01-01

    Dissertação para obtenção do grau de Mestre no Instituto Superior de Ciências da Saúde Egas Moniz A Insuficiência Renal Crónica é uma condição fortemente marcada pelo aparecimento de lesões na cavidade oral. O Médico Dentista e o Nefrologista, deverão estar cientes da importância patente na manutenção de um contacto constante e frequente, em benefício do doente renal crónico e tendo em vista melhorias na sua qualidade de vida. Os objectivos gerais desta Monografia, passam por compree...

  3. Educação em asma: principais técnicas adotadas em programas de intervenção = Asthma education: main techniques adopted in intervention programs

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cidade, Simone Falcão

    2014-01-01

    Conclusões: A educação em asma é fundamental tanto para a adesão do cuidado domiciliar quanto para o autocontrole eficaz da doença. Por essa razão recomenda-se fortemente que, para que sejam alcançados os objetivos de autocontrole da doença e melhor qualidade de vida possível, o processo educativo deva ser individualizado, contínuo, progressivo, dinâmico e sequencial. O programa de controle da asma precisa ser não apenas pontualmente efetivo, mas também regular, para ter maior impacto nos indicadores de saúde e qualidade de vida

  4. La préservation du patrimoine culturel en République populaire de Chine : pour quelle mémoire ?

    OpenAIRE

    Bellocq, Maylis

    2007-01-01

    Dans un pays où la mémoire demeure fortement contrôlée, le patrimoine culturel joue un rôle particulier. À partir d’une enquête de terrain réalisée dans un bourg protégé du Jiangsu, il a été possible de dégager différentes formes de mémoire véhiculées par le patrimoine bâti. La mémoire dominante demeure celle proposée par le discours officiel, mais les modalités de sa réappropriation par les habitants varie selon les générations.

  5. Contribution à l’étude des interactions pauvreté-environnement : rôle des aires du patrimoine communautaire dans la lutte contre la pauvreté

    OpenAIRE

    Sitti, Anani Hudema

    2008-01-01

    Le 5ème Congrès Mondial sur les parcs, tenu à Durban en 2003, a fortement recommandé d’améliorer les connaissances sur les liens entre « aires protégées » et « pauvreté ». Cet article s’inscrit dans cette dynamique et se penche sur les rôles que peut jouer une certaine forme de gouvernance des aires protégées (l’Aire du Patrimoine Communautaire ou APC) dans la réduction de la pauvreté. Né au Sénégal d’une initiative des populations riveraines de la Réserve de Popenguine, le concept APC a reçu...

  6. Christians on the Left: The Importance of the Social Gospel in the Canadian Social Democratic Tradition Où est passée la gauche chrétienne ? L’héritage du Social Gospel dans la vie politique canadienne

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Andrew Ives

    2011-04-01

    Full Text Available Cet article s’intéresse à l’histoire du mouvement social-démocrate canadien et met en évidence le rôle prépondérant qu’y ont joué les chrétiens de gauche. Trouvant leur inspiration dans une interprétation sociale du message du Christ, ces chrétiens se sont fortement impliqués dans le processus de création d’un nouveau parti politique, situé clairement à gauche de l’échiquier politique, et ont contribué à modeler son discours.

  7. Da tranquilidade à intranquilidade: Traduzir o joual literário

    OpenAIRE

    Lane-Mercier, Gillian; Narezzi, Edilene

    2011-01-01

    Cet article a pour objectif d'analyser les enjeux soulevés par les principales stratégies traductionnelles qui ont été mobilisées entre 1964 et 1984 pour traduire les représentations romanesques du joual - à savoir le sociolecte, fortement anglicisé et linguistiquement appauvri, parlé par les classes populaires de Montréal - pour un lectorat anglo-canadien inquiet par la montée du mouvement indépendantiste au Québec et l'arrivée au pouvoir, en 1976, du Parti Québécois. Après avoir rappelé les...

  8. Unit of style and education of the impulses in Friedrich Nietzche's youth writings

    OpenAIRE

    Luzia Gontijo Rodrigues

    2004-01-01

    O presente artigo aborda a concepção de "unidade de estilo" forjada por Nietzsche nos escritos da época de professorado na Universidade de Basiléia. Pretende-se mostrar a conexão entre tal concepção e a defesa da necessidade de educação dos instintos, nesse momento da obra ainda fortemente associada ao conjunto de um povo ou cultura; no caso, a cultura grega. Ao centro, o desafio de se compreender a duplicidade de apolíneo e dionisíaco, para além da esfera estrita da arte trágica.This article...

  9. Maîtrise foncière et protection d'un captage d'eau potable : enseignements tirés d'une expérience originale

    OpenAIRE

    Pivot, J.M.; Aznar, O.

    2000-01-01

    L'acquisition de la propriété foncière est une solution intéressante pour assurer la maîtrise de la qualité de l'eau d'un captage, lorsque l'usage productif de certains espaces doit être fortement restreint. Mais de tels projets d'acquisition peuvent se heurter à un marché foncier bloqué par des propriétaires en position de monopole. En se basant sur une opération réelle, cet article détaille la nature des problèmes fonciers en cause et les caractéristiques du dispositif technique retenu ayan...

  10. Etude comparative des consommables pour le dosage des endotoxines bactériennes chez deux fournisseurs

    OpenAIRE

    Tall, Mamadou-Lamine; Guilli, Taoufik; Renaud, J.; Ducarre, B; Koog, N.; Bador, M.; Diouf, E; Pirot, Fabrice; Pivot, Christine

    2013-01-01

    Les endotoxines bactériennes (EB) sont des pyrogènes, leur recherche est obligatoire pour certains produits pharmaceutiques. La Pharmacie à Usage Intérieur (PUI) réalise en moyenne 3600 dosages des EB par an selon la méthode colorimétrique cinétique. Le temps de réaction enzymatique pour cette méthode cinétique est fortement impacté par la qualité de ces consommables. L'objectif est de comparer l'effet des réactifs sur le dosage des EB chez 2 fournisseurs (A et B) et l'impact financier relati...

  11. LE VIN DE CHAMPAGNE: DE LA VISITE À L’OENOTOURISME, UN CHEMIN DIFFICILE

    OpenAIRE

    Wolikow, Serge

    2015-01-01

    Le vin effervescent de Champagne a rarement été étudié sous l’angle de l’oenotourisme pourtant nul n’ignore l’importance apportée par les Maisons de négoce à la communication sur leur image. Boisson distinctive fondée sur une innovation technologique, le Champagne a été l’objet d’un tourisme précoce mais limité mais fortement identifié autour de personnalités singulières, à la fois riches et puissantes. En ce sens, depuis les origines de ce vin, le voyage en Champagne consiste avant tout en u...

  12. Participação pública e conservação da natureza: contributo para o estudo da avaliação de processos participativos colaborativos: o caso do Margov

    OpenAIRE

    Raposo, Maria Albertina Amantes

    2014-01-01

    As Áreas Marinhas Protegidas (AMP) são instrumentos fundamentais para a conservação da biodiversidade e gestão sustentável das pescas. Sabendo que sistemas naturais e sociais estão do ponto de vista histórico fortemente interrelacionados e coevoluem em simultâneo, estes espaços de conservação não podem ignorar a realidade social, cultural, política e económica que os envolve. Apesar de na Europa existirem instrumentos políticos que, através de diretivas, leis ou regulamentos, fazem com que os...

  13. Une démarche de conception d’un dispositif de sensibilisation à l’entrepreneuriat

    OpenAIRE

    Chené, Emmanuel; Schieb-Bienfait, Nathalie

    2010-01-01

    International audience; Depuis la fin des années 90, l’intérêt des établissements de formation supérieure pour l’entrepreneuriat s’est fortement renforcé, comme en témoignent la création des maisons de l’entrepreneuriat, sous l’impulsion du ministère de l’enseignement supérieur et de la recherche. Alors que le contexte universitaire s’est modifié avec la loi LRU , plusieurs maisons de l’entrepreneuriat s’interrogent sur la révision de leur démarche de sensibilisation des étudiants du cycle li...

  14. Diffusion incohérente des neutrons : modèles analytiques pour la dynamique interne des protéines

    Science.gov (United States)

    Bicout, D. J.

    2005-11-01

    La dynamique interne des protéines joue un rôle central dans la stabilité, la fonction et l'activité biologique de ces biomolécules. Il est maintenant établi que les fluctuations d'états conformationnels des protéines influencent fortement la plupart des réactions biochimiques et s'accompagnent d'une augmentation brutale des déplacements carrés moyens des atomes au dessus de la température de la transition dynamique. Dans cette contribution, nous présentons une revue critique de quelques modèles théoriques couramment utilisés dans la littérature pour l'analyse des mouvements internes des protéines et la description de la transition dynamique.

  15. Frontières sociales, frontières culturelles, frontières techniques

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    2010-12-01

    Full Text Available Les sociétés démocratiques modernes ont basé leur unité sur l'égalité des chances et sur la mobilité sociale. Or, ce modèle d'intégration est fortement mis à l'épreuve aujourd'hui. Des discriminations structurelles viennent contredire le principe l'égalité de traitement. Des barrières difficilement franchissables, quel que soit le niveau, viennent contrecarrer la possibilité de promotion sociale. Un double phénomène est ainsi observable. D'une part, la société se fractionne en des espaces soc...

  16. Comme le temps passe !

    OpenAIRE

    Voituriez, Maurice

    2014-01-01

    Voici qu’on nous annonce la disparition programmée en 2012 du Minitel. Dans le n° 138 de notre revue, paru en 1988 M. Seren-Rosso parle du télécopieur, généralement appelé fax. Introduit en France dans les années 1970, il devait prendre la place du télex (connu chez nous après 1960). Le télex a vécu, le fax existe encore mais fortement concurrencé par le courriel (ou e‑mail). Il existe heureusement des créations qui persistent et Jean Maillot cite le correcteur orthographique, déjà existant ...

  17. Exploring colposcopists' attitudes towards use of HPV testing as a primary screening tool for cervical cancer in British Columbia.

    Science.gov (United States)

    Regier, Dean A; van der Hoek, Kim; Ogilvie, Gina; Smith, Laurie; Henwood, Elena; Miller, Dianne M; McTaggart-Cowan, Helen; Peacock, Stuart J

    2013-07-01

    Objectif : Examiner les attitudes des colposcopistes à l’égard du dépistage de l’ADN du virus du papillome humain (VPH) à titre d’outil principal de dépistage du cancer du col utérin. Méthodes : Des questionnaires administrés en 2010 et en 2011 dans le cadre d’ateliers offerts en Colombie-Britannique se sont penchés sur les attitudes des colposcopistes au moyen de séries d’échelles en cinq points de type Likert (de « fortement en désaccord » à « fortement en accord ») et de questions à réponse binaire (oui / non). La fréquence des réponses « en accord » ou « fortement en accord » a été utilisée pour caractériser les attitudes. Des analyses de régression ont examiné les modifications significatives sur le plan statistique en ce qui concerne les attitudes à la suite de l’atelier de 2010. Résultats : Les réponses ont généralement indiqué des modifications positives en ce qui concerne les attitudes envers le dépistage du VPH. À la suite de l’atelier de 2010, des modifications significatives sur le plan statistique ont été constatées pour ce qui est des articles liés au fait d’être fortement en accord avec la déclaration voulant que le VPH constitue une cause nécessaire du cancer du col utérin (hausse de 39 %; P VPH (hausse de 19 %; P VPH était trop long; en 2011, 53 % ont fait une telle déclaration. Conclusion : Les colposcopistes sont perçus comme étant des leaders d’opinion; ils joueront donc un rôle crucial dans la mise en œuvre du dépistage du VPH en Colombie-Britannique. Notre étude a obtenu des réponses de la part de 73 % (2010) et de 84 % (2011) des colposcopistes inscrits en C.-B. Les colposcopistes étaient en faveur de l’utilisation du dépistage du VPH aux fins du dépistage primaire du cancer du col utérin, mais ne soutenaient pas la mise en œuvre d’un intervalle prolongé dans le cadre du dépistage du VPH, ce qui semble indiquer que la tenue de futurs

  18. Fare casa fuori casa: pratiche di appropriazione dello spazio urbano e memorie comuni

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuliana Mandich

    2011-12-01

    Full Text Available Casa, città e memoria sono dimensioni fortemente intrecciate dell’esperienza di ciascuno di noi. In quanto comunità immaginata o “localizable idea” la casa incarna l’essenza del radicamento nei luoghi come ancora dell’esperienza sociale. Fare casa significa mettere in atto una serie di pratiche di appropriazione dello spazio che ci permettono di sentirci sicuri, protetti, a nostro agio e di definire uno spazio come nostro. Tali pratiche sono sempre meno contenibili entro i rigidi confini dello spazio domestico. Superata la rigida partizione dicotomica attraverso cui il modello borghese ha rappresentato la domesticità (pubblico/privato, interno/esterno la casa dissolve i propri confini e, come altre dimensioni dell’esperienza sociale, si frammenta, si delocalizza, si rilocalizza. Le modificazioni spazio-temporali legate alle nuove tecnologie della comunicazione e il processo di globalizzazione producono nuove spazialità domestiche.

  19. Fluidos de perfuração à base de água. Parte I: efeitos de aditivações poliméricas nas propriedades reológicas Water based drilling fluids. Part I: effects of polymeric additives in the rheological properties

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    L. V. Amorim

    2005-06-01

    Full Text Available Foram estudados os efeitos da incorporação de quatro diferentes aditivos poliméricos nas propriedades reológicas e de filtração de fluidos de perfuração à base de água e argilas bentoníticas de Boa Vista, PB. Os resultados mostraram que estas propriedades são fortemente influenciadas pela presença dos polímeros e que o tamanho da cadeia polimérica é um fator determinante.The effects of addition of four different polymeric additives in the rheological and water loss properties of clay dispersions as drilling fluids based on water were studied. The results show that these properties are strongly dependent on the polymeric additives as well as on polymer chain length.

  20. Politiques d'entrée et de sortie du nucléaire

    OpenAIRE

    Lévêque, François

    2013-01-01

    Les politiques nucléaires nationales divergent fortement. Certains pays ont décidé hier, ou décident aujourd'hui, de développer l'énergie atomique, tandis que d'autres décident de renoncer à cette technologie. Ce document de travail1 s'interroge dans une première partie sur les motivations des pays qui ont choisi hier et choisissent aujourd'hui de développer cette technologie de production d'électricité. Elle montre qu'elles n'ont guère varié. La seconde partie porte sur la décision de sortie...

  1. La forte chute des revenus d’intérêts des ménages belges en raison de la gestion de la crise financière

    OpenAIRE

    Eric Dor

    2014-01-01

    La BCE a réagi aux étapes successives de la crise financière en diminuant très fortement les taux auxquels elle prête des liquidités aux banques en grandes quantités. Cette politique a a permis aux banques d’absorber plus facilement les pertes qu’elles ont subi sur leurs actifs, mais également d'acheter elles-mêmes des obligations publiques émises par les Etats, et de faciliter le financement de ceux-ci. La baisse des taux directeurs de la BCE a été répercutée sur les taux d’intérêts offerts ...

  2. Revista Brasileira de Ciências do Esporte: dificuldades, desafios e dilemas da editoração científica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alexandre Fernandez Vaz

    2014-12-01

    Full Text Available O artigo discute desafios, dificuldades e dilemas da editoração de periódicos científicos, a partir da experiência como editores da Revista Brasileira de Ciências do Esporte (RBCE. Problematiza a necessidade da internacionalização da produção do conhecimento e dos periódicos nacionais, um imperativo que se apresenta aos editores das revistas na atualidade, questão fortemente vinculada às expectativas de progresso na pós-graduação. Aponta vicissitudes desse quadro para uma área de intervenção e procura mostrar suas ambiguidades no que se refere às más condutas acadêmicas.

  3. Murray GRAY, Geodiversity, valuing  and conserving abiotic nature

    OpenAIRE

    2007-01-01

    « Geodiversity : valuing and conserving abiotic nature » est un ouvrage dédié exclusivement à la conservation et à la valorisation du patrimoine géologique et géomorphologique de la Terre, y compris pédologique. Comme le souligne l’auteur, le terme géodiversité est fortement lié à d’autres néologismes tels que géoconservation, géohéritage ou encore géo-indicateurs. Tous ces termes défendent l’idée que les activités humaines menacent la diversité des roches, des sols et des formes du relief ai...

  4. Conclusion

    OpenAIRE

    Félix, Joël

    2013-01-01

    La politique économique et financière de L’Averdy s’est fortement inspirée des réflexions de l’administration et des idées des économistes du milieu du xviiie siècle. Sa principale ambition fut d’améliorer les réformes financières de Machault d’Arnouville pour justifier, d’abord, le principe de l’imposition des rentes et doter, ensuite, la monarchie d’une structure d’amortissement de ses dettes pour greffer le financement des dépenses publiques sur la croissance économique. Les contraintes fi...

  5. Processus préparant la construction et l’érosion des deltas de lave formés par les coulées du volcan Kilauea (Pu‘u ‘O‘o-Kupaianaha, Hawaï)

    OpenAIRE

    Marie, Guillaume

    2008-01-01

    La genèse des deltas de lave, formes construites lorsque des coulées de lave atteignent l’océan, est précédée d’une étape initiale durant laquelle un soubassement de débris hydroclastiques s’édifie progressivement. Les coulées de lave construisent sur cette assise une étroite banquette subaérienne, limitée par l’ancienne falaise, qui est soumise dans le même temps à l’érosion côtière. Le rôle des coups de boutoir des vagues sur une roche fortement diaclasée est mis en avant, notamment dans l’...

  6. As cidades de Proust: um estudo sobre o estatuto dos nomes de cidades na literatura de Marcel Proust

    OpenAIRE

    Adson Cristiano Bozzi Ramatis Lima

    2012-01-01

    É bem conhecido que os nomes não são neutros, posto que indicam certos estados, objetos, fatos e situações, e aquele que faz uso de um nome pode estar se referindo a algo que, longe de deixá-lo“indiferente”, desperta-lhe uma viva emoção. Esta capacidade que as palavras possuem de remeter a conteúdos fortemente simbólicos retira-as do mundo dos signos para inscrevê-las em um domínio que poderíamos muito bem nomear de o seu “poder de evocação”. Já foi amplamente discutido qual é a importância d...

  7. Análise Implicativa para Avaliar os Aspectos que Determinam a Preferência por Um Bairro: O Caso de Cuiabá, MT

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marcelo Paes de BARROS

    2013-06-01

    Full Text Available Este estudo buscou avaliar quais atributos de um lugar melhor explicam a imagem da residência dos moradores deste espaço a relevância dos aspectos físicos, morfologia e microclima urbanos, fornecendo subsídios para a elaboração e implantação de projetos urbanos que se adequem aos desejos da população das cidades. Para tanto foram entrevistadas 250 moradores de 5 bairros da região sudeste da cidade em paralelo a medições móveis e fixas da temperatura do ar destes espaços. Os resultados sugerem que a imagem de moradia da maior parte dos entrevistados foi mais fortemente associada aos atributos “bom investimento” e “boa localização”, ficando em segundo plano as melhores condições ambientais do lugar de morada.

  8. Horacio Ortiz, Valeur financière et vérité. Enquête d’anthropologie politique sur l’évaluation des entreprises cotées en bourse

    OpenAIRE

    Arnould, Guillaume

    2014-01-01

    Le domaine de la finance est à la fois très analysé et fortement méconnu. C’est en premier lieu une discipline à part entière dont le niveau de raffinement et de spécialisation est conséquent : théorie financière, analyse financière, finance d’entreprise, finance de marché, finance internationale… Pourtant, à l’occasion de la crise mondiale déclenchée en 2008, il est clairement apparu que la finance était également un monde peu connu et peu compris du grand public. Aujourd’hui encore, les mét...

  9. Utilisation des méthodes géophysiques pour l'auscultation des digues en eau : Etude de cas sur le canal du Centre (France)

    OpenAIRE

    BIEVRE, G; NORGEOT, C

    2005-01-01

    Diférentes méthodes d'auscultation géophysiques non destructives ont été testées sur un corps de digue (canal du Centre, France) où des fuites existent en pied de digue. Le canal est ici construit en profil mixte (déblai côté vallée et remblai côté coteau). Une étude géologique détaillé du secteur, préalable aux mesures géophysiques, indique que la structuration locale du site, composé de formations jurassiques carbonatées de plateforme assez fortement fracturées et organisées en lanières étr...

  10. Uma Nota Sobre o Impacto do Preço do Açúcar, do Etanol e da Gasolina na Produção do Setor Sucroalcooleiro

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    André de Souza Melo

    2016-03-01

    Full Text Available Este trabalho relaciona os mercados de açúcar, etanol e gasolina. O açúcar brasileiro se mostra consolidado no mercado internacional. O etanol também ganha destaque com a introdução dos veículos flex, surgindo umtrade-off entre a produção de etanol e açúcar de acordo com os preços das commodities e da gasolina. Utilizando o modelo de Vetores Autorregressivos, analisou-se como as ofertas de etanol e açúcar respondem a choques dos preços do etanol, açúcar e gasolina. Como resultado, o produtor reage mais fortemente a uma mudança no preço do açúcar do que no preço do etanol, demonstrando a preferência em produzir açúcar.

  11. First report of paratuberculose in Southern Pudu deer (Artyodactila: Cervidae

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    D. González-Acuña

    2011-08-01

    Full Text Available Descreve-se o primeiro caso de paratuberculose em veado pudu-do-sul (Pudu pudu. O animal foi encontrado na cidade de Concepción, centro sul do Chile, em péssimas condições e com sinais claros de diarréia. Internamente apresentava séria atrofia de gordura no coração, lesões histológicas nos pulmões, fígado, baço e rins, e injúrias intestinais. Diferentes amostras foram preparadas com Ziehl-Neelsen, e os linfonodos mesentéricos presentes no íleo foram fortemente positivos para a bactéria resistente ao ácido.

  12. Densité de population et systèmes agricoles en Inde

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    François DURAND-DASTÈS

    1986-12-01

    Full Text Available II est classique de considérer que la densité de population et la productivité de l'agriculture sont fortement liées l'une à l'autre en Inde. La réalité de cette relation est vérifiée par la technique de la régression linéaire. La prise en compte des résidus permet de mettre en valeur des spécificités régionales, dont l'explication est esquissée par la prise en compte de l'histoire du peuplement et des structures sociales.

  13. Seleção de instâncias baseado em aprendizado de métricas para K Vizinhos Mais Próximos

    OpenAIRE

    Max, Eduardo Zárate Guerreiro

    2016-01-01

    A seleção de instâncias, em apredizado de máquina, procura identificar instâncias relevantes e remover as instâncias que são redundantes ou prejudiciais do conjunto original. Classificadores baseados em instâncias, como o K Vizinhos Mais Próximos (k-NN), são fortemente beneficiados com esta seleção, podendo prover uma classificação mais rápida, uma diminuição nos requisitos de armazenamento e uma diminuição na sensibilidade ao ruído. Um fundamento essencial a esses algoritmo...

  14. Voices from the Unknown: The Fantastic in 19th century Music Between Music Insects and Autoparodies

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elisabetta Fava

    2014-05-01

    Full Text Available Teatro, musica e letteratura del fantastico sono fortemente connessi fra di loro: non solo per le continue allusioni musicali della narrativa, ma anche per le sollecitazioni di natura letteraria che incoraggiano il delinearsi di un lessico musicale del fantastico. Partendo dal caso dell'Ottetto di Mendelssohn, il cui Scherzo si ispira a un passo del Walpurgisnachtstraum di Goethe, l'intervento mostra l'incidenza di alcuni topoi musicali del fantastico e la possibilità di utilizzarli anche in chiave parodistica, come avviene nel caso della Erste Walpurgisnacht (Goethe-Mendelssohn. La presenza degli insetti musicanti nel passo goethiano lascia a sua volta un'eredità costante in tutta la storia successiva del fantastico: come esempi si citano i quadri conclusivi delle Lustigen Weiber von Windsor di Otto Nicolai (1849 e del Falstaff di Giuseppe Verdi (1893, senza dimenticare situazioni analoghi riscontrabili nella musica russa da Čajkovskij a Skrjabin.

  15. Copi et Puig, ovnis du théâtre argentin ?

    OpenAIRE

    Souquet, Lionel

    2015-01-01

    C’est en 1968 que Copi (Raúl Damonte Botana, 1939-1987) publie sa première pièce, La journée d’une rêveuse puis, un an plus tard, la très iconoclaste Eva Peron. Par son milieu familial, Copi a baigné dès l’enfance dans la vie théâtrale internationale et a été fortement influencé par sa grand-mère, la dramaturge anarcho-féministe Salvadora Medina Onrubia de Botana. Mais, vivant en exil avec sa famille, Copi est coupé de la réalité de la scène argentine et il écrit d’ailleurs ses premières pièc...

  16. Filosofia e Aventura

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ronie Alexsandro Teles Silveira

    2014-09-01

    Full Text Available A cultura ocidental é fortemente marcada pela influência do postulado platônico sobre a dualidade da realidade. Os desdobramentos do saber absoluto hegeliano parecem ter propiciado um novo patamar de valores que dissolvem tal postulado - o que denomino de cultura da imanência. Nesse contexto, o empreendimento epistemológico se caracteriza por uma extrema confiança em sua própria eficácia. Entendo que essa segurança epistemológica tem conduzido a filosofia a um impasse: ou se torna parte do empreendimento científico ou se redefine como uma atividade que busca a aventura e não mais a verdade.

  17. C8 Détails de construction en charpente métallique règles de construction en charpente métallique : catalogue d'exemples types

    CERN Document Server

    1992-01-01

    Pour répondre à la nouvelle édition du catalogue des articles normalisés «Construction en acier», fortement épurée et simplifiée, il a été nécessaire de présenter une nouvelle version du catalogue des exemples types. C'est ainsi qu'ont été éliminés du catalogue des détails constructifs peu courants en construction métallique ou non économiques. Par contre, des nouveautés, engendrées par l'évolution des méthodes de dimensionnement, influencées surtout par la norme SIA 161 (1979), y ont été introduites. Un bref commentaire facilite le choix du détail de construction et sa réalisation.

  18. Mise en pratique de LSPI pour la commande linéaire quadratique adaptative d'une surface de manipulation à coussin d'air actif.

    OpenAIRE

    2010-01-01

    National audience; Cet article présente l'application de l'algorithme LSPI de Lagoudakis & Parr (2003) à la commande d'un système linéaire avec coût quadratique selon le protocole initialement proposé par Bradtke (1993). Le dispositif contrôlé est une surface active capable de mouvoir un objet sur un coussin d'air et dont la dynamique varie fortement en fonction de l'objet utilisé. La méthode d'apprentissage est validée en simulation avant d'être appliquée au système réel. Les résultats expér...

  19. Individuação e Humanismo Técnico em Simondon

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sávio Laterce

    2017-01-01

    Full Text Available Nossa idéia é apresentar inicialmente a idéia de indivíduo e individuação técnica, avaliar comoé possível perceber em Simondon um humanismo que não se viu teorizado até hoje por quaisquer das múltiplas vertentes humanistas da história da filosofia. É de um humanismo sem centralidade humana (pois fala-se de um homem em simbiose com a máquina, mas que pode ser fortemente emancipador para a humanidade, que será nomeado aqui de humanismo técnico.

  20. Enveloppe hybride pour bâtiment économe

    OpenAIRE

    Joussellin, Florence; Faure, Xavier; Johannes, Kévyn; Pierson, Patrick; Quénard, Daniel

    2008-01-01

    National audience; Pour réduire les consommations énergétiques dans les bâtiments, des solutions passives ont été développées en augmentant fortement l'isolation des parois extérieures. Un des moyens d'améliorer l'efficacité énergétique du bâti est de concevoir des façades multifonctionnelles qui permettent de capter les énergies disponibles localement : c'est le principe des enveloppes hybrides, capable à la fois d'isoler, de protéger, mais aussi de capter, stocker, transporter l'énergie. L'...