WorldWideScience

Sample records for del sodio nel

  1. Riscritture del romance nel secondo Novecento italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Nicosia

    2012-12-01

    Full Text Available Si intende offrire una panoramica ragionata sul ritorno del romance della tradizione italiana, sotto forma di riscrittura, attraverso le opere di alcuni autori del nostro secondo Novecento. Piuttosto che un’analisi di ogni singola riscrittura, che necessiterebbe uno spazio a se stante, si privilegia qui la descrizione del fenomeno  nelle sue implicazioni con le modalità di trasformazione della tradizione e con il contesto intellettuale di una stagione della cultura italiana. Dal nucleo fondamentale degli anni Sessanta-Settanta, la ricchezza dei palinsesti proposti si allunga fino agli anni Novanta. Le riscritture interessano infatti tanto Calvino, Manganelli e Sanguineti, quanto Celati, Bufalino e le declinazioni del fumetto Disney, con due appendici ancora più vicine ai nostri giorni: Santagata e Marini. Attraverso questi testi e le tecniche che dispiegano, è possibile verificare la consistenza e la qualità di alcune pratiche di letteratura e cultura che si possono ascrivere ad una poetica compiutamente postmoderna nel nostro paese, poetica di riutilizzo dei materiali della tradizione in senso vitale e nuovamente generativo per le storie e i generi letterari.

  2. Fórmula rápida para la corrección de los trastornos del sodio

    OpenAIRE

    Rincón, David

    2011-01-01

    El sodio es el catión extracelular más abundante con unaconcentración sérica normal de 135 a 145 mEq/L. Losmecanismos homeostáticos mantienen la concentraciónde sodio y la osmolaridad sérica dentro de rangos estrechos.Los trastornos del sodio son comunes en pacienteshospitalizados, y se deben evitar las correccionesinapropiadas ya que pueden producir complicacionesadicionales, morbilidad y muerte. Se propone una fórmularápida que simplifica el cálculo para la corrección de lostrastornos del s...

  3. Etiquetado nutricional, ¿qué se sabe del contenido de sodio en los alimentos?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. Carlos Saieh, Dr.

    2015-01-01

    Conclusión: La mayoría de los encuestados manifestó su interés por una alimentación sana. Sin embargo, sólo una minoría refirió leer las etiquetas, conocer la cantidad de sal diaria recomendada y recibir información sobre la importancia del sodio en la alimentación.

  4. Uso del bicarbonato de sodio en las urgencias hiperglucémicas diabéticas

    OpenAIRE

    Diana Machado Ramírez; Manuel Licea Puig

    2013-01-01

    Fundamento: la cetoacidosis diabética y el estado hiperglucémico hiperosmolar no cetósico son dos de las más graves emergencias metabólicas que pueden ocurrir. Estos estados no siempre son tratados adecuadamente. Objetivo: describir las urgencias metabólicas hiperglicémicas del diabético atendidas en la Unidad de Cuidados Intensivos y valorar el uso del bicarbonato de sodio. Métodos: se realizó un estudio observacional, descriptivo y transversal, en 52 pacientes ingresados en la Unidad de Te...

  5. Uso del bicarbonato de sodio en las urgencias hiperglucémicas diabéticas

    OpenAIRE

    Diana Machado Ramírez; Manuel Licea Puig

    2013-01-01

    Fundamento: la cetoacidosis diabética y el estado hiperglucémico hiperosmolar no cetósico son dos de las más graves emergencias metabólicas que pueden ocurrir. Estos estados no siempre son tratados adecuadamente. Objetivo: describir las urgencias metabólicas hiperglicémicas del diabético atendidas en la Unidad de Cuidados Intensivos y valorar el uso del bicarbonato de sodio. Métodos: se realizó un estudio observacional, descriptivo y transversal, en 52 pacientes ingresados en la Unidad de Te...

  6. Eficacia del Cepillado con Cloruro de Sodio Versus Pasta Dental en la Disminución del Streptococcus Mutans

    OpenAIRE

    Cayo, César; Universidad Alas Peruanas; Pacora, Raúl; Escurra, Cristian; Ramos, Javier; Arévalo, Rosa; Depaz, Daniela; Galindo, Anita; León, Tania; Robles, Gleiky

    2013-01-01

    Objetivo. Determinar el mejor agente anticaries midiendo la eficacia de la aplicación del cepillado con cloruro de sodio diluido en agua al 5%, pasta dental convencional y agua sola en la disminución del Streptococcus mutans presente en la placa dental. Materiales y Métodos. El presente trabajo es experimental de tipo comparativo, tomando como muestra a los 30 alumnos del 2do ciclo (2012 – 1) de la Escuela Académico Profesional de Estomatología de la Universidad Alas Peruanas (filial – Huacho...

  7. Uso del bicarbonato de sodio en las urgencias hiperglucémicas diabéticas

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Diana Machado Ramírez

    2013-09-01

    Full Text Available Fundamento: la cetoacidosis diabética y el estado hiperglucémico hiperosmolar no cetósico son dos de las más graves emergencias metabólicas que pueden ocurrir. Estos estados no siempre son tratados adecuadamente. Objetivo: describir las urgencias metabólicas hiperglicémicas del diabético atendidas en la Unidad de Cuidados Intensivos y valorar el uso del bicarbonato de sodio. Métodos: se realizó un estudio observacional, descriptivo y transversal, en 52 pacientes ingresados en la Unidad de Terapia Intensiva del Hospital Enrique Cabrera entre los años 2000 al 2007. Las variables analizadas en el estudio fueron: tipo de diabetes mellitus, tipo de complicación aguda, uso o no del bicarbonato de sodio, gasometría, ionograma y evolución de los pacientes. Fueron utilizados los criterios de Kitabchi para los diagnósticos de la cetoacidosis diabética y su severidad, y los del estado hiperglucémico. Para el diagnóstico de diabetes y el tipo se adoptaron los criterios propuestos por un Comité de Expertos de la Asociación Americana de Diabetes y un Comité de Expertos de la Organización Mundial de la Salud. Resultados: se confirmó cetoacidosis diabética en el 57,5 % de los diabéticos tipo 1 y en el 42,5 % de los tipo 2. Se observó estado hiperglucémico hiperosmolar no cetósico en el 23,0 % de los diabéticos tipo 2. Entre los pacientes con cetoacidosis diabética que no usaron bicarbonato de sodio NaHCO3 no hubo muerte, y aquellos con estado hiperglucémico que lo utilizaron fue del 80,0 %. Conclusiones: la cetoacidosis diabética fue la complicación que predominó. La mortalidad por cetoacidosis y el estado hiperglucémico hiperosmolar no cetósico fue elevada y se utilizó inadecuadamente el NaHCO3.

  8. Le malattie della mente nel volgarizzamento mantovano del De proprietatibus rerum di Bartolomeo Anglico (Libri I-IV, V, VII)

    OpenAIRE

    Casapullo, Rosa

    2006-01-01

    Le enciclopedie sono una fonte interessante per lo studio delle conoscenze relative alle malattie mentali nel Medioevo. Una delle enciclopedie più diffuse nel Duecento e nel Trecento è il De proprietatibus rerum del frate francescano Bartolomeo Anglico, che dedica molto spazio alla fisiologia e alla patologia del corpo umano. Quest’enciclopedia venne tradotta per la prima volta in un volgare romanzo a Mantova, tra la fine del Duecento e i primi del Trecento, dal notaio Vivaldo Belcalzer. Belc...

  9. FÓRMULA RÁPIDA PARA LA CORRECCIÓN DE LOS TRASTORNOS DEL SODIO Quick calculation for sodium imbalances correction

    OpenAIRE

    David A Rincón

    2007-01-01

    El sodio es el catión extracelular más abundante con una concentración sérica normal de 135 a 145 mEq/L. Los mecanismos homeostáticos mantienen la concentración de sodio y la osmolaridad sérica dentro de rangos estrechos. Los trastornos del sodio son comunes en pacientes hospitalizados, y se deben evitar las correcciones inapropiadas ya que pueden producir complicaciones adicionales, morbilidad y muerte. Se propone una fórmula rápida que simplifica el cálculo para la corrección de los trastor...

  10. INFLUENCIA DE ELECTROLITOS, ESPECIES IÓNICAS Y SODIO CAMBIABLE EN LA DISPERSIÓN DEL SUELO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    L\\u00E1zara Mar\\u00EDa Otero-G\\u00F3mez

    2012-01-01

    Full Text Available El objetivo del presente trabajo fue determinar el efecto dispersante de la salinidad en un suelo Gleysol petrogléyico. El estudio se efectuó en la empresa de semilla de arroz Corojal en Artemisa, Pinar del Río, Cuba, con cultivo de arroz. El efecto dispersante de la salinidad fue determinado a partir de la información de las ecuaciones de regresión lineal múltiples obtenidas entre el coefi ciente de dispersión de los suelos con el porciento de sodio intercambiable (PSI, la conductividad eléctrica (CE y las fuerzas iónicas que aportan el total de los iones y los iones libres, durante los años 1997 al 2001, para aclarar la contribución de los indicadores de salinidad % Na+ (PSI, fuerza iónica del total de los iones (It, fuerza iónica de los iones libres (Il, conductividad eléctrica y otros factores no considerados, a la dispersión de los suelos. La alta dispersión media de estos suelos, encubre el efecto de la acumulación de los electrolitos de contrarrestarla, manifestando el sodio cambiable propiedades dispersivas en los rangos de Conductividad eléctrica 2,01 - 4 dS.m-1 y de aNa+.(aCa2+-0,5 total 5,01 - 7 (mmol.L-10,5.

  11. Spazio pubblico e coscienza individuale: l’espansione del penalmente rilevante nel diritto canonico e nel diritto ecclesiastico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Salvatore Berlingò

    2014-02-01

    Full Text Available Il contributo, accettato dal Direttore, riproduce il testo, rivisto e integrato, con le note aggiornate, della relazione al Convegno Nazionale dell’ADEC sul tema “Per una disciplina che cambia. Il diritto canonico e il diritto ecclesiastico nel tempo presente” (Bologna, 7-9 novembre 2013, ed è destinato alla pubblicazione negli Atti del Convegno e alla Raccolta di scritti in onore di Giuseppe Dalla Torre.  SOMMARIO: 1. Privata libertà di coscienza ed ethos sociale collettivo - 2. La libertà di formazione della coscienza - 3. Gli indirizzi giurisprudenziali a sostegno del pluralismo culturale e religioso. - 4. Il penalmente rilevante nel diritto canonico - 5.Salus animarum e sanzioni penali canoniche - 6. La normativa penale vaticana e i suoi riflessi nell’ordinamento della Chiesa - 7. Il processo di riforma del diritto penale canonico - 8. Il principio di legalità e la tutela dell’umana dignità di tutti i fedeli - 9. Per una lettura il più possibile sostanziale e dinamica della legalità in ambito canonico e in ambito civile.  Public space and the individual conscience: the expansion of the act criminally considerable in canon and ecclesiastical law.  ABSTRACT: The autonomous existence of religious groups is an essential and constitutive element of public space as an irreplaceable sustenance for the pluralism in a democratic society and for the empowerment of a synthesis of values shared by all and continually in progress.It is necessary, however, that all groups use a legal language or, like this one rationally understandable; and therein the Catholic Church can take advantage of the tools offered by the canonistic tradition.Therefore, the comparison between the most recent developments of the canonical law in criminal matters and those recorded in parallel by the criminal law of the State, may be useful, especially in respect of a reading of the principle of legality as much as possible significant and dynamic

  12. Valores percentilares del contenido de azúcar, grasas y sodio en alimentos industrializados según etiquetado expendidos en Lima

    OpenAIRE

    Miranda Cipriano, Oscar Roy; Gómez Guizado, Guillermo Luis; Munares García, Oscar Fausto; Aquino Vivanco, Oscar Samuel

    2014-01-01

    Objetivo. Determinar los percentiles del contenido de azúcar, sodio y grasas saturadas descritas en los alimentos industrializados según etiquetado por categorías de alimentos industrializados en lugares de expendio de Lima. Metodología. Se trató de un estudio prospectivo con 565 registros de alimentos, a los cuales se les observó los contenidos de azúcar, grasas saturadas y sodio que presentaban en su información nutricional, para luego obtener medidas decilares de los productos en general y...

  13. LE PAROLE DEI LIBRI NEL "VOCABOLARIO MILANESE-ITALIANO" DI FRANCESCO CHERUBINI. RIFLESSI DEL MONDO EDITORIALE (MILANESE NEL LESSICO DIALETTALE

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Edoardo Buroni

    2016-09-01

    Full Text Available Oltre che come lessicografo e dialettologo, Francesco Cherubini spese gran parte della sua vita professionale occupandosi di libri: il vasto mondo editoriale di stamperie, tipografie e cartiere costituisce uno dei settori specialistici più rappresentati nel Vocabolario milanese-italiano, opera contraddistinta da una particolare attenzione alle voci di arti e mestieri. Questo saggio fornisce un regesto ragionato e commentato di tali lemmi, sottolineando la grande competenza del compilatore e la forte componente autobiografica che emergono dalle “parole dei libri”. Words about books in Francesco Cherubini’s “Vocabolario milanese-italiano”. Reflections of the (milanese world of publishing in dialect As well as being a lexicographer and dialectologist, Francesco Cherubini spent much of his professional life dealing with books: the vast world of publishing, printing and the paper industry was one of the most specialized sectors represented in the Vocabolario milanese-italiano, a work characterized by a particular focus on arts and crafts terminology. This paper provides an annotated summary and comments on such items, emphasizing the great responsibility of the compiler and the strong autobiographical component emerging from the “words of books”.

  14. Mecanismos de modulación del cotransporte sodio-cloruro por la angiotensina

    OpenAIRE

    Manucha, Walter Ariel Fernando

    2015-01-01

    Nuevas evidencias relacionadas con la regulación que, independiente de la aldosterona (Aldo), ejercen la angiotensina II (Ang II) sobre el cotransportador sodio/cloro sensible a la tiazida (NCC), así como los mecanismos celulares comprometidos. El sistema renina-angiotensina-aldosterona es un importante modulador de la excreción renal de sal como de la presión arterial. Fil: Manucha, Walter Ariel Fernando. Universidad Nacional de Cuyo. Facultad de Ciencias Médicas. Departamento de Patologí...

  15. FÓRMULA RÁPIDA PARA LA CORRECCIÓN DE LOS TRASTORNOS DEL SODIO Quick calculation for sodium imbalances correction

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    David A Rincón

    2007-03-01

    Full Text Available El sodio es el catión extracelular más abundante con una concentración sérica normal de 135 a 145 mEq/L. Los mecanismos homeostáticos mantienen la concentración de sodio y la osmolaridad sérica dentro de rangos estrechos. Los trastornos del sodio son comunes en pacientes hospitalizados, y se deben evitar las correcciones inapropiadas ya que pueden producir complicaciones adicionales, morbilidad y muerte. Se propone una fórmula rápida que simplifica el cálculo para la corrección de los trastornos del sodio.Sodium is the most abundant extracellular cation and has a normal serum concentration of 135 to 145 meq/L. Normal homeostatic mechanisms keep the serum sodium concentration and serum osmolality within narrow therapeutic ranges. Sodium imbalances are common in inbed patients, and caution must be exercised to avoid inappropriate correction, which could result in further complications, morbidity, and death. A quick formula is proposed for simplification of the calculations for correction or sodium imbalances.

  16. Corpo femminile e Alterità nel tempo del declino del padre. Un contributo dalla psicoanalisi postlacaniana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marcela González Barrientos

    2013-06-01

    Full Text Available L'articolo assume il punto di vista femminista nel criticare le "mistificazioni" che ruotano intorno alla figura della Donna, mettendo in discussione la presunta neutralità del di-scorso razionale e anche del discorso psicoanalitico, e dimostrare come esso sia unostrumento storico al servizio del potere. A questo punto, cercheremo di seguire un brevepercorso rispetto a due problematiche che sono alla base della questione femminismo-psicanalisi: il problema dell'alterità femminile e la questione del declino del padre, perfinire con il proporre l‟approccio della prospettiva postlacaniana.

  17. Rete di comunicazione e assetto del territorio nel PTCP di Napoli

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Domenico Moccia

    2010-02-01

    Full Text Available  Il PTCP nasce nel clima della pianificazione europea rivolta alla realizzazione della rete TenT e della ricerca di come questo sistema di connessione potesse diventare strumento di sviluppo e coesione territoriale. Nella stessa scia si colloca tanto il Quadro Strategico Nazionale che il Piano Strategico Ragionale nei quali si definisce il ruolo territoriale della metropoli napoletana nel contesto internazionale. Queste premesse forniscono utili indicazioni per determinare l’organizzazione generale del territorio napoletano sia perché determinano nuovi ingressi da attrezzare adeguatamente al ruolo di vetrine e di accoglienza, sia perché contribuiscono a realizzare il sistema policentrico locale e le connessioni nel sistema delle centralità regionali. Tra i problemi di maggior delicatezza che si pongono c’è l’equilibrio tra vecchie e nuove centralità, ovvero la scelta se procedere secondo uno sviluppo additivo al sistema urbano esistente con il rispetto del patrimonio culturale e delle radici storiche. L’altro fondamentale termine di confronto è costituito dalle esigenze ambientali affermate prioritariamente con la difesa delle aree agricole e degli spazi aperti, ma di cui non si possono trascurare altre implicazioni quali quelle della capacità di un sistema urbano concentrato di rafforzare la competitività della mobilità verde.

  18. SÍNDROME DELNEL CARPIANO

    OpenAIRE

    Velásquez, Edna

    2014-01-01

    El síndrome del túnel carpiano representa el 60% de las enfermedades ocupacionales en todo el mundo, según el Centro de Control y Prevención de Enfermedades de Atlanta (CDC, por sus siglas en inglés) de Estados Unidos de América y su Departamento de Estadísticas Laborales.

  19. Il popolamento in Romagna nelle fasi finali della Media età del bronzo e nel Bronzo recente.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maurizio Cattani

    2009-10-01

    Full Text Available Si presenta sinteticamente una valutazione delle segnalazioni relative alle fasi finali del Bronzo Medio e del Bronzo Recente in Romagna e nelle zone limitrofe per una ricostruzione delle dinamiche insediative e per un approfondimento dei reperti rinvenuti nel sito di Solarolo.

  20. Resistencia química del hormigón. XIII.- Contribución al estudio del sistema: cemento P-450-Y hidratado-disolución de sulfato del sodio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sagrera-Moreno, José Luis

    1981-12-01

    Full Text Available Not available

    En el presente trabajo se estudia el comportamiento de un cemento portland industrial resistente al yeso (P-450-Y con un contenido calculado (Bogue nulo de C3A, del 10,8 % de C4AF y de 81,7 % de C3S + C2S, cuando se somete a la acción de una disolución de sulfato de sodio, con una concentración de 2,1 g/l de Na2SO4, < > 1,42 g/l de SO4 (II < > 1,48 X 102 moles/litro de SO4 (II, que atraviesa sendos lechos granulados fabricados con dicho cemento, una vez hidratado y curado a edades distintas, determinando: a La evolución del contenido de iones Ca (II y SO4 (II de las diversas fracciones recogidas de la disolución de sulfato de sodio, que ha atravesado los lechos de cemento, así como la del pH y de la conductividad. b La variación del contenido de los mencionados iones, que se encuentran formando compuestos, en el cemento de los lechos cuando se someten a la acción de la disolución de sulfato de sodio. c Las modificaciones estructurales experimentadas por los compuestos cristalinos del cemento hidratado de los lechos, sometidos a la acción de dicha disolución de sulfato de sodio.

  1. La soppressione del corso autonomo di Diritto canonico delle Facoltà giuridiche disposta dal ministro Bonghi nel 1875

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Falchi

    2011-09-01

    Full Text Available SOMMARIO: 1. Le ragioni di questo scritto – 2. Norme legislative e regolamentari emanate tra il 1859 ed il 1865 – 3. Fonti normative e provvedimenti tendenti alla soppressione del corso autonomo di Diritto canonico riferibili al periodo 1867/1875 – 4. Gli anni 1867/1872: ... a la vacanza della cattedra di Istituzioni di diritto canonico nelle università di Parma, di Modena e di Siena – 4.b La riduzione della durata degli studi in giurisprudenza e la distribuzione degli insegnamenti del corso – 4.c L'ulteriore normativa ministeriale e i suoi riflessi sulle Facoltà giuridiche di Bologna, Palermo e Pisa – 4.d La vacanza di cattedre di Diritto canonico nelle università di Cagliari e di Sassari e il rispetto delle direttive ministeriali del 1869 e del 1870 – 5. Il periodo 1873/1874: ... a atti ministeriali ed interventi del Consiglio Superiore della P. I. circa l’affidamento dell’incarico al prof. Pertile – 5.b La soppressione della cattedra di Diritto canonico proposta dal Consiglio Superiore della P. I. nel 1874 – 6. Il regolamento predisposto dal ministro Bonghi che esclude il corso autonomo di Diritto canonico – 7. La vicenda della cattedra romana – 8. La soppressione del corso di Diritto canonico nel dibattito alla Camera dei Deputati nel 1875 e nel 1876 – 9. Decreti e provvedimenti del ministro Coppino – 10. Osservazioni conclusive.

  2. ESTUDIO EXPERIMENTAL PRELIMINAR DE LA DESHIDRATACIÓN DEL ETANOL CON CLORURO DE SODIO EN UN EQUIPO DE DESTILACIÓN DISCONTINUA CON COLUMNA EMPACADA DE ACERO INOXIDABLE

    OpenAIRE

    Otiniano Cáceres, Manuel Eduardo; Departamento de Operaciones Unitarias, Facultad de Química e Ingeniería Química UNMSM; Romero y Otiniano, P.; Departamento de Análisis y Diseño de Procesos, Facultad de Química e Ingeniería Química, Universidad Nacional Mayor de San Marcos; Guerrero, M.; Departamento de Química Orgánica, Facultad de Química e Ingeniería Química, UNMSM.; Linares, T.; Departamento de Química Orgánica, FACULTAD DE QUÌMICA E INGENIERÌA QUÌMICA, UNIVERSIDAD NACIONAL MAYOR DE SAN MARCOS.LIMA-PERÚ; Salas, G.; Departamento de Operaciones Unitarias, Facultad de Química e Ingeniería Química UNMSM; Lombira, J.; Departamento de Operaciones Unitarias, Facultad de Química e Ingeniería Química UNMSM; Helfer, H.; Departamento de Análisis y Diseño de Procesos, Facultad de Química e Ingeniería Química, UNMSM.; Cárdenas, J.; Departamento de Análisis y Diseño de Procesos, Facultad de Química e Ingeniería Química, UNMSM.

    2015-01-01

    Se presentan los resultados preliminares de los ensayos experimentales realizados para la obtención del etanol anhidro utilizando destilación discontinua extractiva con una sal disuelta como el cloruro de sodio. Para los ensayos se utilizaron una planta piloto de destilación discontinua de acero inoxidable que cuenta con un sistema de adquisición de datos.  Los resultados muestran que no se alcanza la composición del azeótropo que es de 95.6 % en peso de etanol.

  3. ESTUDIO EXPERIMENTAL PRELIMINAR DE LA DESHIDRATACIÓN DEL ETANOL CON CLORURO DE SODIO EN UN EQUIPO DE DESTILACIÓN DISCONTINUA CON COLUMNA EMPACADA DE ACERO INOXIDABLE

    OpenAIRE

    Otiniano Cáceres, Manuel Eduardo; Departamento de Operaciones Unitarias, Facultad de Química e Ingeniería Química UNMSM; Romero y Otiniano, P.; Departamento de Análisis y Diseño de Procesos, Facultad de Química e Ingeniería Química, UNMSM.; Guerrero, M.; Departamento de Química Orgánica,Facultad de Química e Ingeniería Química,Universidad Nacional Mayor de San Marcos,Lima,Perú.; Linares, T.; Departamento de Química Orgánica, Facultad de Química e Ingeniería Química, UNMSM.; Salas, G.; Departamento de Operaciones Unitarias, Facultad de Química e Ingeniería Química UNMSM; Lombira, J.; Departamento de Operaciones Unitarias, Facultad de Química e Ingeniería Química UNMSM; Helfer, H.; Departamento de Análisis y Diseño de Procesos, Facultad de Química e Ingeniería Química, UNMSM.; Cárdenas, J.; Departamento de Análisis y Diseño de Procesos, Facultad de Química e Ingeniería Química, Universidad Nacional Mayor de San Marcos

    2015-01-01

    Se presentan los resultados preliminares de los ensayos experimentales realizados para la obtención del etanol anhidro utilizando destilación discontinua extractiva con una sal disuelta como el cloruro de sodio. Para los ensayos se utilizaron una planta piloto de destilación discontinua de acero inoxidable que cuenta con un sistema de adquisición de datos.  Los resultados muestran que no se alcanza la composición del azeótropo que es de 95.6 % en peso de etanol.

  4. Strategie riproduttive dello Stambecco (Capra ibex ibex nel Parco Nazionale del Gran Paradiso

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Iva Rossi

    2003-10-01

    Full Text Available Durante il periodo riproduttivo del 2000, 2001 e 2002, sono state effettuate delle osservazioni comportamentali su un campione (n=42 di maschi di stambecco (Capra ibex ibex riconoscibili individualmente, all?interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Le osservazioni di ciascun maschio sono state distribuite uniformemente nel corso del periodo riproduttivo. In totale sono state effettuate 111 ore di osservazione nel 2000, 120 ore nel 2001 e 95 ore nel 2002. Sono state analizzate le diverse strategie riproduttive utilizzate e confrontati gli anni di studio. Marcate differenze individuali sono state rilevate nelle percentuali di tempo trascorso in corteggiamento ed in interazione aggressiva con altri maschi. Infatti, gli individui che trascorrono molto tempo in corteggiamento (media percentuale 25,6%, passano poco tempo ad interagire con altri maschi (media percentuale 1,1% e viceversa, maschi che trascorrono molto tempo in interazioni aggressive con altri maschi (media percentuale 14,8%, passano poco tempo in corteggiamento (media percentuale 2,4%. Gli spostamenti verso le femmine ed il numero di femmine corteggiate sono molto influenzati dalle condizioni ambientali. Infatti, con un?elevata presenza di neve al suolo, come nel caso del periodo riproduttivo 2000, i movimenti degli animali sono fortemente limitati ed i maschi trascorrono meno tempo in spostamenti da gruppi diversi di femmine e ne corteggiano quindi un numero minore. Nel corso degli anni sono state evidenziate differenze anche nelle diverse strategie riproduttive adottate: in assenza di neve, i maschi utilizzano sia i corteggiamenti statici (percentuale media 17,2%, effettuati dai maschi adulti per lungo tempo, che i corteggiamenti dinamici (percentuale media 1,0%, osservati nei maschi giovani in corsa. Al contrario, con un?elevata copertura nevosa (periodo riproduttivo 2000, non sono stati osservati corteggiamenti dinamici ed è aumentata la percentuale media del tempo

  5. EFECTO DEL CONTENIDO DE SODIO EN LA OBTENCIÓN DE Na+ -B-ALÚMINA UTILIZANDO EL MÉTODO DE PRECURSOR POLIMÉRICO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    VANESSA RUIZ

    2011-01-01

    Full Text Available En este trabajo se muestran los resultados obtenidos al emplear el metodo de precursor polimerico (Pechini para sintetizar polvos ceramicos de Na + B Àalumina, utilizando sales inorganicas, tomando como parametro de estudio la cantidad inicial del precursor de sodio y su efecto sobre la fase cristalina obtenida al final del proceso. Los polvos fueron caracterizados utilizando espectroscopia Infrarroja (FTIR, Difraccion de Rayos X (DRX y Microscopia Electronica de Barrido (MEB. Se encontro que el efecto de la cantidad de sodio inicial en la muestra es determinante en la naturaleza del producto final obtenido. Utilizando la cantidad estequiometrica de NaOH requerida, para la obtencion del compuesto NaAl11O17, se obtuvo al final del proceso (1450oC a-alumina y B-alumina y/o Na2Al2xO3x1 en muestras tratadas termicamente entre 1000oC y 1350oC. Cuando se uso una mayor cantidad de NaOH, muestra no estequiometrica, se obtuvo un solido con el compuesto NaAl11O17 como fase mayoritaria.

  6. Validación del método analítico para tabletas de dicloroisocianurato de sodio para desinfección de agua potable

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luis Octavio Martínez Álvarez

    Full Text Available Introducción: en Cuba se han desarrollado las primeras tabletas efervescentes de 3,5 mg dicloroisocianurato de sodio, como ingrediente activo no terapéutico, el cual libera una determinada cantidad de cloro al disolverse en un litro de agua, capaz de inducir a una adecuada desinfección del agua potable y lista para ingerir después de transcurrido 30 min. Objetivo: desarrollar y validar un método analítico yodométrico, aplicable al control de la calidad de las tabletas efervescentes de 3,5 mg de dicloroisocianurato de sodio. Métodos: para la cuantificación del contenido de cloro activo libre en las tabletas efervescentes, se empleó como técnica un método potenciométrico, utilizando electrodos de platino y solución valorada de tiosulfato de sodio 0,1 N. El método desarrollado fue validado según los parámetros exigidos para la categoría I, que incluye las técnicas destinadas a cuantificar principios activos en las formas terminadas. Adicionalmente se realizaron otras pruebas para evaluar la influencia del analista y el día en los resultados analíticos. Resultados: los parámetros evaluados en la validación del método se encontraron dentro de los límites establecidos. El método resultó ser específico, lineal, exacto y preciso en el rango de concentraciones estudiadas. Conclusiones: los resultados permiten que el método pueda emplearse de manera confiable y segura.

  7. Demasiado sodio (Too Much Sodium)

    Centers for Disease Control (CDC) Podcasts

    2012-02-07

    Este podcast se basa en la edición de febrero del 2012 del informe Vital Signs de los CDC. El 90 por ciento de los estadounidenses mayores de dos años de edad consumen mucho sodio (sal), lo cual puede aumentar el riesgo de hipertensión arterial, una afección que a menudo resulta en enfermedades cardiovasculares y accidentes cerebrovasculares, dos de las causas principales de muerte en los EE. UU. Infórmese sobre las medidas sencillas que puede tomar para reducir el consumo de sodio en su alimentación.  Created: 2/7/2012 by Centers for Disease Control and Prevention (CDC).   Date Released: 2/7/2012.

  8. Efecto del fluorfosfato acidulado en gel al 1,23% y del fluoruro de sodio en gel al 2% en la microdureza del ionómero de vidrio modificado con resina

    OpenAIRE

    Robles de la Sota, Elizabeth Eva

    2008-01-01

    Objetivo: Comparar el efecto que produce el fluorfosfato acidulado en gel al 1,23% y del fluoruro de sodio en gel al 2% sobre la microdureza del ionómero de vidrio modificado con resina. Material y Método: Un total de 45 discos de ionómero de vidrio modificados con resina (Vitremer) de 2 mm de espesor y 6 mm de diámetro, fueron utilizados en el estudio y distribuidos aleatoriamente en tres grupos: Grupo(1) 15 discos de ionómero de vidrio modificado con resina a las cuales se aplic...

  9. Risveglio delnel trattamento di un caso di psicosi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giancarlo Di Luzio

    2009-12-01

    Full Text Available L’Autore ci descrive il trattamento di una giovane paziente schizofrenica utilizzando un orientamento ispirato alla Psicoanalisi del Sé. Viene passata in rassegna la letteratura psicoanalitica in merito a questi disturbo e viene proposto un interessante punto di vista, rendendo possibile integrare la teoria di Kohut con delle problematiche da lui stesso considerate non trattabili analiticamente.Attraverso la descrizione del lavoro terapeutico l’Autore ci mostra come venga utilizzato un approccio multimodale per poter sostenere lo sviluppo del Sé della paziente rimasto inibito a causa della psicopatologia familiare.E’  interessante  l’analisi  della  sintomatologia  positiva  schizofrenica  fatta dall’Autore, egli ne ipotizza una funzione di oggetto-sé: tali allucinazioni sono servite alla paziente per evitare l’angoscia panica di frammentazione del suo Sé.La terapia viene seguita nei suoi sviluppi e la paziente viene accompagnata nel suo graduale abbandono delle esperienze psicotiche, per poter contattare progressivamente la realtà interna-esterna servendosi della mediazione analitica.L’ iniziale vissuto di vuoto della paziente trova uno spazio di ascolto e di elaborazione attraverso la decisione del terapeuta di “vitalizzare” la terapia utilizzando una tecnica più attiva: attraverso la comprensione empatica ed invitando la paziente   a sperimentarsi all’esterno per poter ottenere utili stimolazioni e lavorare su di esse in seduta.L’analisi, tramite la riattivazione dei transfert d’oggetto-sé, in particolare attraverso il rispecchiamento delle espressioni sane del Sè e l’incoraggiamento della attività autoriflessiva e di presa di coscienza, ha ricontattato il sé potenziale vitale nascosto sotto il sé adattivo “negativo”  e ne ha riattivato  il processo di sviluppo.

  10. Regulación por proteasas del canal de sodio sensible al amiloride (ENaC

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luciano Galizia

    2011-04-01

    Full Text Available El ENaC es un canal que permite el movimiento de Na+ desde el líquido luminal hacia las células en numerosos epitelios reabsortivos y también en otros tejidos como la placenta. ENaC juega un papel crucial en la homeostasis de los electrolitos y volumen de líquido extracelular. Es regulado por numerosas hormonas, incluyendo la aldosterona y bloqueado por el diurético amiloride. El ENaC está formado por tres subunidades homólogas α, β y γ que forman el poro por el cual se mueven los iones Na+. Dos factores regulan la actividad del ENaC. 1 el número de canales insertos en la membrana celular y 2 la probabilidad de apertura o tiempo en que se encuentra abierto el canal. El número de canales es el resultado de un balance entre su síntesis y degradación. La probabilidad de apertura depende de la proteólisis de zonas específicas de las subunidades α y γ por múltiples proteasas dentro de la célula y en el espacio extracelular. Entre las proteasas más estudiadas se encuentran la furina, prostasina, elastasa, plasmina y tripsina. Existen sustancias endógenas que bloquean la actividad de estas proteasas como la aprotinina, la bikunina y la nexina-1 y la expresión de las proteasas y sus inhibidores es regulada a su vez por la aldosterona, la tasa de movimiento de Na y el TFGβ. En este trabajo presentamos algunos ejemplos de esta regulación y su potencial papel en condiciones normales y en ciertas enfermedades como la fibrosis quística, renales e hipertensión.

  11. Vertebroplasty in the treatment of back pain; La vertebroplastica nel trattamento delle sindromi algiche del rachide

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Muto, Mario; Muto, Emanuale; Izzo, Roberto; Diano, Alvaro Antonio; Lavagna, Arcangelo; Di Furia, Ugo [Istituto di Neuroradiologia AORN Cardarelli, Napoli (Italy)

    2005-03-01

    adjacent to the treated vertebrae. Discussion and conclusions: Since the first case of vertebroplasty was used in vertebral haemangioma, the possibility of using this technique in other pathological conditions such a metastatic lesions and osteoporotic compression fractures has been clear. MR has a key role in the selection of patients while bone scan and CT can be useful in selected cases. Absolute contraindication is local or systemic infection while relative contraindications are epidural extension of the neoplastic lesion, vertebra plana, clinical signs of myelopathy of radiculopathy and coagulation disorders. The results of our study were better in patients treated for osteoporosis or haemangioma than in cancer patients. We consider percutaneous vertebroplasty a valid technique for the treatment of the pain due to osteoporotic compression fractures, vertebral haemangiomas or metastatic lesions. [Italian] Scopo: Obiettivo di questo lavoro e' di dimostrare la utilita' della vertebroplastica nel trattamento di alcune sindromi algiche vertebrali in casi selezionati. Materiale e metodi: Riportiamo la nostra esperienza in 85 pazienti trattati con vertebroplastica percutanea la maggior parte dei quali per lombagia o dorsalgia da crolli vertebrali o sindromi dolorose su base porotica acuta, per angiomi vertebrali o per lesioni secondarie di tipo osteolitico. La selezione dei pazienti da trattare viene effettuata sulla base della valutazione clinica, della RM o in alternativa della scintografia ossea. La TC viene effettuata prima del trattamento solo in casi selezionati, quandosi voglia valutare l'integrita' del muro posteriore del corpo vertebrale. Abbiamo trattato 55 pazienti affetti da crolli o sindromi algiche vertebrali acute, 10 pazienti affetti da angiomi vertebrali dolenti o aggressivi, e 20 pazienti affetti da lesioni secondarie. Il paziente e' sempre posizionato prono e la procedura e' stata effettuata sotto controllo scopico in 80 casi

  12. INFLUENCIA DEL ALGINATO DE SODIO SOBRE LA SINERESIS EN JAMÓN COCIDO INFLUENCE OF SODIUM ALGINATE ON SYNERESIS IN COOKED HAM

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luz Amparo Montoya Pérez

    2010-06-01

    Full Text Available El objetivo de este estudio fue evaluar la calidad del jamón de cerdo cocido usando alginato de sodio y carragenina durante la elaboración y almacenado a 8 0C durante 35 días. Fueron realizados dos tratamientos con alginato de sodio usando 0,3% y 0,5% y un tratamiento con carragenina 0,5%, después de la elaboración el jamón de cerdo cocido fue empacado al vacío a 8 0C durante 35 días. Los resultados indican que la mayor pérdida de agua fue observada a partir del día 21 del periodo de almacenamiento, sin presentar diferencias significativas entre tratamientos (P>0,05. La menor pérdida de agua correspondió al tratamiento con alginato de sodio al 0,5% y la mayor pérdida fue para el tratamiento con carragenina al 0,5% (PThe aim of this study was to evaluate the quality of cooked pork ham using sodium alginate and carrageenan during processing and storage at 8°C for 35 days. Two treatments were conducted using sodium alginate 0.3% and 0.5% and carrageenan treatment 0.5%, after preparation the pork cooked ham was vacuum packed at 8 °C for 35 days. The results indicate that the major water losses were presented from the 21 day of the storage period, without significant differences between treatments (P> 0.05. The lowest water loss corresponded to treatment with sodium alginate at 0.5% and the loss was greater for treatment with 0.5% carrageenan (P <0.05. The initial mesophilic count was of 1.03 log CFU / g, by the end of the storage period were obtained values of 5.74 log CFU / g showing no significant differences among treatments. The initial pH values of 6.64 were declining throughout the storage period, reaching values of 6.35. For flavor attribute highest and lowest scores corresponded to ham prepared with carrageenan 0.5% and alginate 0.3% respectively. The appearance attribute shows the highest scores for carrageenan 0.5%, while smaller values correspond to ham formulated with 0.3% alginate. For cutting force, the minor values

  13. Indagine retrospettiva sul fenomeno del suicidio nelle diverse regioni italiane nel periodo 1993 - 2002

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    E. Ventura Spagnolo

    2003-05-01

    Full Text Available

    Il tasso dei suicidi viene considerato un importante indicatore dello stato di salute di una collettività. Osservando le caratteristiche e le forme adottate nella realizzazione dell’insano gesto, è possibile delineare un quadro delle principali aree a rischio, raccogliendo informazioni utili a comprendere meglio l’atto suicidiario. Sulla base di queste premesse utilizzando i dati ISTAT abbiamo condotto un’analisi retrospettiva riguardante gli anni 1993- 2002. Abbiamo considerato genere, età, modalità, movente.

    È stato effettuato un confronto fra le diverse regioni: nord, centro e sud calcolando il PYLL, il tasso x 100.000 abitanti, il tasso percentuale. Nel periodo considerato il fenomeno è aumentato con lenta e sistematica progressione. A livello regionale è la Lombardia a registrare il maggior numero di casi (17,5%, seguita dal Piemonte (10,8%, dall’Emilia Romagna (9,5% e dal Veneto (8,6%, osservando però i tassi di suicidio per 100 mila abitanti è il Friuli a presentare il tasso più elevato (13,8, seguito dall’Umbria (12 e dalla Liguria (11,4.

    Interessante è la differenza tra il tasso di suicidi delle regioni del Nord rispetto a quelle del Centro e del Sud: il Nord presenta un tasso superiore a quello medio nazionale (9,3 contrariamente al Sud (5,1. La fascia di età più colpita è quella 18-30 anni per le donne e 31-45 per gli uomini. Al primo posto ci sono i suicidi motivati dalla depressione (15,2% seguiti da quelli per motivi passionali (12,1%, economici (9,8% e disoccupazione (6,3%. Le modalità di suicidio più frequente: impiccagione (29,8%, armi da fuoco (22,3% e precipitazione (15,2%.

  14. Differenziato e Compatibile: conservazione nel contesto del recupero dell’architettura e dell’urbanistica tradizionale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Steven Semes

    2009-12-01

    Full Text Available Sin dall’adozione della Carta di Venezia nel 1964, i programmi e le politiche di conservazione hanno assunto che le nuove costruzione nei contesti storici-ed in generale l’architettura contemporanea- dovessero continuare a riflettere i caratteri del tempo in una irrevocabile differenza tra il presente e la concezione storicista dello stile architettonico. Tra i mandati impliciti della Carta, a riguardo di nuovi interventi in centri storici, è che questi “mostrassero il segno della contemporaneità”, un contrasto formale permanente tra la “architettura contemporanea” e il preesistente tessuto tradizionale. Una così chiara distinzione stilistica mostrerebbe inequivocabilmente l’identità dei nuovi interventi come distinti dalle fabbriche storiche, evitando ogni rischio di “falsificazione”. Questa affermazione, ribadita ancora più esplicitamente in altre Carte e regolamenti varati successivamente, guida di fatto tutti gli interventi di conservazione e pianificazione ancora oggi. Ma l’identificazione della “architettura contemporanea” con una particolare impronta stilistica non è più possibile. La produzione dei progettisti di oggi mostra una diversità di caratteri ed una pluralità di scopi, dalle documentate applicazioni in un linguaggio tradizionalmente formale alle apparentemente originali configurazioni che tendono a drammatizzare il contrasto con i modelli storici. In queste circostanze, una posizione a favore di ogni singola azione progettuale come strumento attuativo delle politiche di conservazione sembra del tutto arbitraria. Imporre una preferenza stilistica in opposizione alle tipologie tradizionali ed ai linguaggi formali diventa distruttivo di quel carattere che rappresenta il valore per eccellenza di quei luoghi, i cosiddetti centri storici. In risposta all’aumento di un comune malcontento verso i caratteri dissonanti di molte nuove realizzazioni nelle aree storiche, architetti, conservatori e urbanisti

  15. Azida de sodio (relato

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Loriano Macchiavelli

    2013-01-01

    Full Text Available Loriano Macchiavelli (Vergato, 1934 viene desarrollando desde hace cuatro décadas una intensa actividad en tanto creador y difusor del género giallo italiano. Prueba de ello son el medio centenar de interesantes títulos, entre novelas y colecciones de cuentos, que tiene en su haber, así como su participación, desde mediados de los sesenta, en diferentes iniciativas que han permitido que hoy en día pueda hablarse con propiedad de una verdadera novela negra italiana. Usualmente incluido en el llamado Gruppo di Bologna junto a autores como Danila Comastri o Carlo Lucarelli, e impulsor del conocido Mystfest, el Festival Internazionale del Giallo e del Mistero que se celebra anualmente en Cattolica, se debena él la impresionante saga protagonizada por el policía Sarti Antonio y la media docena de novelas escritas a cuatro manos con el cantante Francesco Guccini, como la excelente Macaronì, romanzo di santi e delinquenti (Mondadori, 1997 o la más reciente Malastagione (Mondadori, 2011.Nombrar algunos de sus títulos más significativos, como Funerale dopo Ustica (Rizzoli, 1989, escrito bajo seudónimo, o Strage (Rizzoli, 1990, puede dar además indicio de su deseo de no rehuir los aspectos más conflictivos tanto de la historia italiana como de aquellos que afectan directamente a la ciudad de Bolonia, lugar de misterio y crimen recurrente en sus novelas.El relato breve Sodio Azide, que presentamos aquí con traducción de Sonia Mota Pérez, se publicó en la curiosa antología preparada por Marcello Fois para la colección Millelire de Stampa Alternativa bajo el título Giallo, Nero & Mistero (Stampa Alternativa, Viterbo, 1994. 

  16. La "Torre dei diamanti" in Castel Gavone. Un esempio di architettura del potere nel Finale alla fine del Quattrocento, a cura di Tiziano Mannoni e Giovanni Murialdo, Cd-rom, Comune di Finale Ligure, 2002

    OpenAIRE

    Paola Guglielmotti

    2003-01-01

    Review of La "Torre dei diamanti" in Castel Gavone. Un esempio di architettura del potere nel Finale alla fine del Quattrocento, a cura di Tiziano Mannoni e Giovanni Murialdo, Cd-rom, Comune di Finale Ligure, 2002 .

  17. La "Torre dei diamanti" in Castel Gavone. Un esempio di architettura del potere nel Finale alla fine del Quattrocento, a cura di Tiziano Mannoni e Giovanni Murialdo, Cd-rom, Comune di Finale Ligure, 2002

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paola Guglielmotti

    2003-06-01

    Full Text Available Review of La "Torre dei diamanti" in Castel Gavone. Un esempio di architettura del potere nel Finale alla fine del Quattrocento, a cura di Tiziano Mannoni e Giovanni Murialdo, Cd-rom, Comune di Finale Ligure, 2002 .

  18. Rete di comunicazione e assetto del territorio nel PTCP di Napoli

    OpenAIRE

    Francesco Domenico Moccia

    2010-01-01

     Il PTCP nasce nel clima della pianificazione europea rivolta alla realizzazione della rete TenT e della ricerca di come questo sistema di connessione potesse diventare strumento di sviluppo e coesione territoriale. Nella stessa scia si colloca tanto il Quadro Strategico Nazionale che il Piano Strategico Ragionale nei quali si definisce il ruolo territoriale della metropoli napoletana nel contesto internazionale. Queste premesse forniscono utili indicazioni per determinare l’organi...

  19. Ruolo delle metodiche avanzate di Imaging nel follow-up del cancro del retto extraperitoneale

    OpenAIRE

    Calogero, Armando

    2011-01-01

    Il carcinoma o cancro del retto è un tumore maligno che rappresenta il 30-35% di tutti i tumori del grosso intestino che a loro volta rappresentano il 10% di tutti i cancri. L'80% dei pazienti con CRC presenta una malattia suscettibile di intervento chirurgico curativo (R0) . Purtroppo,circa il 40% di questi pazienti svilupperà una recidiva, soprattutto entro i primi tre anni. Per il cancro del retto,soprattutto in quello del retto extraperitoneale la recidiva pelvica rimane un problema s...

  20. Validación de un método analítico para la determinación del contenido de sodio en los alimentos

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ericka Valverde Montero

    2012-08-01

    Full Text Available Se validó la metodología analítica para la determinación de sodio en alimentos mediante espectroscopía de absorción atómica de llama. Las muestras de 0,5 g se digirieron en un horno de microondas con 5,0 mL de HNO3 al 65 % en masa. El ámbito de linealidad óptimo que se obtuvo fue de 0,043 mg/L a 0,70 mg/L con un coeficiente de correlación de 0,998. Los límites de detección y cuantificación reportados fueron de 0,025 mg/L y 0,043 mg/L, respectivamente; con una sensibilidad de calibración de 0,805 Lmg-1, una sensibilidad analítica de 44 Lmg-1.La precisión se evaluó en condiciones de repetibilidad y se obtuvo un valor para RDSr igual a 2,9%. La veracidad se determinó utilizando tres patrones certificados del NIST®, SRM 1846 Infant Formula con un valor reportado para sodio de (2310 ± 130 mg/kg, SRM 8414 Bovine Muscle Powder con (0,210 ± 0,008 % en masa, y SRM 8415 Whole Egg Powder con (0,377 ± 0,034 % en masa. Se obtuvieron sesgos de entre (-0,010 a 0,009 mg/L. De la lista de alimentos seleccionados para el estudio, se encontró que la leche entera en polvo, el pan blanco de trigo, el queso fresco y el queso mozzarella presentan el contenido más elevado en sodio, con concentraciones que oscilan entre (106 a 452 mg Na/100g

  1. Innovazione nel mobile learning

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Immaculada Arnedillo-Sànchez

    2008-01-01

    Full Text Available Descrizione, da una prospettiva europea, dell’innovazione nel settore del mobile learning e l’utilizzabilita’ del mobile learning in contesti educativi. Vengono illustrate i principali progetti europei di m-learning e si esamina le prospettive pedagogiche e teoriche relative al campo.

  2. L'affresco di Cola d'Amatrice nel chiostro del convento dell'Annunziata ad Ascoli Piceno

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Monica Peroni

    2012-07-01

    Full Text Available La compulsazione di alcuni fondi conservati negli archivi di Ancona e Ascoli Piceno ha consentito di ricostruire parzialmente la vicenda conservativa di un pregevole affresco realizzato da Cola dell’Amatrice nel Refettorio della chiesa dell’Annunziata di Ascoli Piceno. Dalla prima notizia relativa ad una proposta di distacco, agli inizi del Novecento, fino al definitivo rifiuto di tale intervento nel 1916, i documenti rinvenuti rivelano alcuni passaggi di un lungo dibattito che vide  opinioni e personalità diverse confrontarsi - e spesso contrapporsi - sul complesso tema del restauro. E’ grazie alla ferma decisione con cui il Ministero della Pubblica Istruzione ne impedì il distacco se, ancora oggi, è possibile apprezzare l’affresco del Filotesio nella sua «sede naturale, nel proprio luogo di origine, dove ess[o] ha[nno] un significato ed un valore assolutamente speciali» (Icilio Bocci. The consultation of some fonds held in the archives of Ancona and Ascoli Piceno allowed to partially reconstruct the conservative vicissitude of the fine fresco painted by Cola dell’Amatrice in the refectory of the Annunziata convent in Ascoli Piceno. From the first news regarding a proposal for the fresco’s detachment, until the definitive rejection of such operation in 1916, founded documents reveal some steps of a long controversy that saw different opinions and personalities contending – and often opposing – on the complex issue of restoration. Thanks to the firm decision of the Ministry of Education, that prevented the fresco’s detachment, today it is possible to contemplate it «in its natural home, in itsplace of origin, where it has a very special meaning and value» (Icilio Bocci.

  3. Técnica analítica para el estudio de estabilidad del Cromoglicato de Sodio (Cápsulas para inhalación

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Liana Liz Pérez Suárez

    2001-04-01

    Full Text Available Se desarrolló un método analítico por cromatografía líquida de alta eficiencia para la determinación del contenido de cromoglicato de sodio en las cápsulas. La técnica desarrollada resultó ser lineal, precisa, exacta y específica, la cual fue aplicada para realizar el estudio de estabilidad acelerada y el de vida de estante. Se comprobó la estabilidad química del medicamento por un período de 2 años.An analytical method was developed by high pressure liquid chromatography to determine the content of sodium cromoglicate in capsules. The technique developed proved to be linear, precise, accurate and specific and it was used to conduct the study of accelerated stability and that of shelf life. The chemical stability of the drug was verified for a period of 2 years.

  4. Valutazione del danno miocardico nel neonato con encefalopatia ipossico-ischemica

    OpenAIRE

    Vitali, Francesca

    2016-01-01

    Background. L’ asfissia perinatale determina spesso un quadro di encefalopatia associata a disfunzione cardiaca. L’ipotermia rappresenta l’unica terapia efficace nel ridurre il danno cerebrale. Non è noto se possa agire anche sul danno miocardico. Obiettivi. Definire il danno miocardico conseguente ad asfissia perinatale mediante metodiche TDI associate a tecniche ecocardiografiche tradizionali e valutarne l’ outcome a breve e lungo termine. Materiali e Metodi. Sono stati arruolati 15 ...

  5. Il congiuntivo nel Goldoni

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mitja Skubic

    1970-11-01

    Full Text Available Nelle sue commeclie dialettali, Goldoni spesso ricorre al congiuntivo. La forma e tanto frequente e tanta è la coerenza nell'uso che ci testimonia della popolarita del congiuntivo nel veneziano parlato del suo tempo. E ancora non sapremmo elencarne tutte le forme, giacche, nel presente almeno, una speciale per il congiuntivo esiste quasi solo per la 3.a persona (come nell'indicativo, anche nel congiuntivo coincidono la 3.a del sg. e la 3.a del pl.. Pochi sono i verbi che mostrano una forma a parte per il congiuntivo nella La pers. sg. Citiamo dalla Casa nova: »fe conto che sia morto per vu«, I, 6; »E no le vol ehe maledissa sta casa e che diga roba de quel strambo de so fradelo«, II, 5; »se no volè che vaga, lasserò star«, II, 6; »bisognerà che dipenda da ela«, I, 6; »ghe son, bisogna che ghe staga, I, 2; »Bisognerà che m'inzegna da qualche altra banda«, I, 15. Quasi inesistente la 2.a pers. sg.; >>Siestu benedeta, dove che tu xe«, Rusteghi, II, 3. La scarsità della forma nel congiuntivo è da riconnettere alla scarsità della 2.a pers. in generale nelle commedie. Non ci sono forme del congiuntivo nel plurale: »avanti che lo spartimo, fevelo mostrare«, Baruffe, I, 5; »acciò che vegni a discreditar la mia casa«, Rusteghi, II, 3; »son vegnua a posta, acciò che parlè”, Rusteghi, III, 2.

  6. Studi d'idoneità ambientale su grande scala a fini conservazionistici: il caso del Capriolo italico nel P.N. del Pollino

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Massolo

    2003-10-01

    Full Text Available Nonostante la loro grande diffusione negli ultimi decenni, i modelli di valutazione ambientale (MVA trovano tuttoggi scarsa applicazione pratica. Molte difficoltà s?incontrano non solo nel loro concreto utilizzo, ma anche nella validazione e applicazione. Spesso, il problema fondamentale consiste nella difficoltà di reperire dati biologici e geografici su grande scala che siano attendibili e omogenei. La gestione spesso però richiede valutazioni su grande scala e il problema diventa quindi rilevante. Nel presente lavoro sono descritte alcune procedure di modellizzazione e verifica a partire dai risultati di uno studio condotto sul capriolo nel Parco Nazionale del Pollino. A tale scopo, sono state utilizzate due delle più diffuse tecniche statistiche multivariate (Analisi della Funzione Discriminante e Regressione Logistica, confrontando modelli formulati con e senza l?uso di indici di complessità del paesaggio come variabili predittive. L?analisi è stata condotta a grande scala compatibilmente con le stime delle dimensioni degli home range della specie. Lo sviluppo di più modelli ha permesso di verificare l?adeguatezza delle tecniche utilizzate e l?efficacia dei più comuni indici di paesaggio, nel predire la distribuzione della specie. Le analisi ambientali sono state effettuate mediante l?uso di ArcView 3.2 e della sua estensione Patch Analyst, a partire da cartografia informatizzata come la carta di uso del suolo Corine Land Cover e i punti quotati IGMI. I modelli sono stati formulati da un set di dati provenienti dell?Appennino centro-settentrionale e validati con un set di dati locali (area di distribuzione e avvistamenti diretti, raccolti tra il 2001 e il 2003. Il confronto tra i modelli si è basato sulle loro capacità di classificazione (sensitività e sensibilità. Gli indici di paesaggio sono risultati critici nel predire correttamente la distribuzione della specie. Nella fase di validazione sui dati di partenza 3 dei 4 modelli

  7. [I costi farmacologici della terapia di conversione con farmaci biologici nel carcinoma del colon-retto con metastasi epatiche].

    Science.gov (United States)

    Giuliani, Jacopo; Bonetti, Andrea

    2016-08-01

    Riassunto. Lo scopo di questo studio è quello di valutare i costi dei farmaci (con particolare riferimento alle terapie con farmaci biologici) utilizzati nella terapia di conversione in una popolazione non selezionata di pazienti affetti da carcinoma del colon-retto in stadio avanzato, al fine di ottenere una resezione epatica R0. In questa rassegna sono stati selezionati i report completi e gli aggiornamenti di tutti gli studi clinici randomizzati (di fase II e fase III) che confrontassero almeno 2 regimi di terapia con farmaci biologici in prima linea in pazienti affetti da carcinoma del colon-retto in stadio avanzato di malattia. I costi dei farmaci sono stati ricavati dalla nostra Farmacia Ospedaliera e sono espressi in euro (€). Il nostro studio inizia con la valutazione di 683 abstract. 48 tria sono stati considerati adeguati per una successiva analisi. Una valutazione più approfondita ha portato all'esclusione di 37 trial, lasciando alla valutazione finale 11 studi clinici randomizzati (3 trial di fase II, per un totale di 522 pazienti, e 8 studi di fase III, per un totale di 7191 pazienti). I costi dei farmaci utilizzati nella terapia di conversione aumentano con la sostituzione del 5-fluorouracile con la capecitabina e, in misura maggiore, con l'introduzione degli agenti biologici. In questo lavoro sono presentati due punti chiave. Primo, i costi degli agenti farmacologici utilizzati nei regimi di prima linea a base di agenti biologici più comunemente utilizzati nel trattamento del carcinoma del colon-retto in stadio avanzato sono molto variabili. Secondo, i dati di efficacia dei regimi pubblicati, in termini di tassi di resezione, dipendono dalla selezione dei pazienti, dalle caratteristiche del tumore e dal tipo di schema di terapia.

  8. Penetración del hipoclorito de sodio al comparar cuatro sistemas rotatorios de preparación en conductos mesovestibulares de molares inferiores / Sodium Hypochlorite Penetration when comparing four Rotatory Preparation Systems in Lower-Molar Mesiobuccal...

    OpenAIRE

    Covo Morales, Eduardo Enrique; Universidad de Cartagena. Cartagena, Colombia; Ruíz Llorente, Angela María; Práctica Privada en Endodoncia. Cartagena, Colombia; Simancas Pallares, Miguel Ángel; Universidad de Cartagena. Cartagena, Colombia.

    2015-01-01

    RESUMEN. Objetivo: Comparar la diferencia de longitud de penetración del hipoclorito de sodio al emplear cuatro sistemas rotatorios de preparación en conductos mesovestibulares de molares inferiores. Métodos: Fue un estudio experimental in vitro en 80 raíces mesiales de molares inferiores divididas aleatoriamente en cuatro grupos de 20 raíces cada uno entre los sistemas de preparación así: grupo 1, Reciproc®; grupo 2, Mtwo®; grupo 3, WaveOne®; grupo 4, ProTaper®. Se obtuvo radiografía de cond...

  9. Studio di effetti sistematici nella misura della violazione diretta di CP nel sistema dei mesoni neutri K all'esperimento NA48 con applicazione delle metodologie usate allo studio dei decadimenti rari del K

    CERN Document Server

    Talamonti, C.

    Studio di effetti sistematici nella misura della violazione diretta di CP nel sistema dei mesoni neutri K all'esperimento NA48 con applicazione delle metodologie usate allo studio dei decadimenti rari del K

  10. Responsabilità giuridica e riparazione del danno nel sistema sanzionatorio canonico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria d'Arienzo

    2015-10-01

    SOMMARIO: 1. Premessa - 2. Responsabilità, imputabilitas, colpevolezza - 3. Responsabilità e riparazione del danno - 4. Sanzione e riparazione del danno - 5. Responsabilità, sanzione e riparazione dei danni e dello scandalo - 6. Riflessioni conclusive.

  11. Identità storica del papato e crisi del regime di cristianità tra i patti lateranensi e il postconcilio. Forme e strategie di esercizio del ”potere spirituale” nel declino dell’occidente.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Zanchini di Castiglionchio

    2012-11-01

    Full Text Available SOMMARIO: 1. Preambolo - 2. La questione (e il travaglio del potere temporale dei papi – 3. L’ordinamento vaticano creato nel ’29 dai Patti del Laterano – 4. I rapporti della Santa Sede con Berlino prima dell’aggressione alla Polonia – 5. La cautela politica di Pio XII durante la seconda guerra mondiale - 6. L’invasione tedesca, la guerra civile, la nuova Italia - 7. Giovanni XXIII, un innovatore libero ed eccentrico - 8. Paolo VI, un legislatore costituente - 9. Dai trenta giorni di papa Luciani ai trent’anni di papa Wojtila - 10. L’accentramento autoreferenziale del tardo postconcilio. Una via senza uscita?

  12. Rovesciare il mondo rovesciato. Risvolti linguistico-stilistici del carnevale nel Candelaio di Giordano Bruno

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giacomo Morbiato

    2016-11-01

    L’analisi degli aspetti carnevaleschi del testo si concentra, dopo una sommaria recensione degli elementi tematici pertinenti, su alcuni dispositivi dialogici e linguistici riconducibili alla retorica della parodia. Tra i fenomeni più significativi si rinvengono, oltre alla deformazione in senso osceno degli enunciati biblico-liturgici, alcune figure dello scambio dialogico in grado di produrre una dinamica abbassante e l’utilizzo della bachtiniana costruzione ibrida in funzione ambivalente da parte della voce autoriale. Più in generale, l’analisi – qui solo abbozzata e rimandata a uno studio sistematico - sembra confermare la rilevanza del codice carnevalesco come riserva linguistica e immaginativa della commedia, unitamente a una sua perdurante carica ambigua capace di relativizzare la negatività del mondo rappresentato.

  13. ENSEÑANZA DEL FENÓMENO CUÁNTICO DE EFECTO TÚNEL

    National Research Council Canada - National Science Library

    José Patiño M

    2007-01-01

    ... a través del empi-rismo pero cuando se trata de la física cuántica este tipo de aprendizaje se limita mucho ya que no se poseen las herramientas para llevar a cabo estas practicas, por lo cual es necesario realizar un montaje...

  14. Istituzioni ritmiche e fine del tempo. "Modo" e "neuma" nel canto gregoriano e in Olivier Messiaen

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Mazzolini

    2011-01-01

    Full Text Available Prendendo le mosse dall’esame del ciclo pianistico Quatre études de rythme, di Olivier Messiaen (e in particolare del terzo brano, Neumes rythmiques, scritto fra il 1949 e il 1950, l’articolo delinea un sintetico confronto fra due differenti espressioni dell’arte musicale. Da un lato una composizione della metà del Novecento: repertorio profano, strumentale, frutto di concezioni individuali, testimonianza della fase post-tonale del pensiero musicale. Dall’altro la monodia gregoriana: repertorio sacro, vocale, anonimo, che esprime concetti formali pre-tonali. Occasione di tale raffronto è l’indagine sulla portata concettuale e tecnica di termini chiave come “modo” e “neuma”, che Messiaen mutua dalla teoria musicale medioevale facendone oggetto di riflessione teorica e principio di concezioni tecniche. L’articolo tenta di sondare la complessa trama di rapporti mediante la quale due espressioni artistiche apparentemente agli antipodi entrano in contatto e si illuminano a vicenda.   Expanding on the study of the piano cycle Quatre Études de Rythme (“Four Studies in Rhythm” by Olivier Messiaen (and especially the third Étude, Neumes Rythmiques, composed in 1949–1950, this article provides a brief comparison between two different expressions of art music. On the one hand we have a composition dating back to the mid-1900s: profane instrumental music, the result of individual conceptions, bearing witness to the post-tonal development in musical thought. On the other, Gregorian monody: sacred vocal music, anonymous, expressing formal pre-tonal concepts. This comparison is developed by looking at the conceptual and technical meaning of key terms, such as “mode” and “neume”, which Messiaen turned from Mediaeval musical theory into subjects for theoretical reflection and a principle of technical conceptions. The article sets out to discuss their complex inter-relationships whereby these two artistic, seemingly

  15. Il patrimonio scomodo del Novecento europeo nel progetto Atrium a Forlì

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Pirazzoli

    2013-09-01

    Full Text Available Il Novecento ha lasciato tracce difficili nelle città d'Europa. I regimi che si sono succeduti hanno trasformato urbanisticamente e architettonicamente l'intero territorio e oggi è complesso relazionarsi con questi segni. Il progetto europeo Atrium - Architecture of Totalitarian Regimes in Urban Managements si propone di valorizzare, con attenta cura e senza intenti mistificatori, proprio il “patrimonio scomodo” di 11 paesi dell'Europa del sud.

  16. IL POTERE DEL SOGNO: MUSICA E STRUTTURA NEL FILM EYES WIDE SHUT DI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Emanuele Ferrari

    2008-09-01

    Full Text Available Resumen: En la película Eyes Wide Shut (traducida al español como Ojos bien cerrados la tendencia no narrativa y antisicológica de la cinematografía de Kubrick alcanza su máxima expresión. No obstante la apariencia, la película no cuenta una historia o un proceso en marcha, ni siquiera se ocupa del interior de los personajes. Al contrario, el tema explorado por Kubrick es el enigma de lo visible, la sobreabundancia del sentido que emana de las imágenes. Luces, colores ambientes y fisonomías crean un mundo lleno de sentido, pero indescifrable. La realidad, luminosa y brillante para el ojo, resulta opaca e impenetrable a la razón. En este cuadro la música es un elemento fundamental que aumenta significativamente la complejidad del conjunto. El artículo examina algunas de las sofisticadas estrategias con las cuales Kubrick relaciona sonidos e imágenes según una concepción altamente evolucionada que excluye el puro y simple acompañamiento musical a las imágenes. Si lo visible es de por sí rico en sentido, lo audible no lo es menos y la interacción entre estas dos dimensiones conlleva a la enseñanza de la paradoja. Música e imagenes proceden según un juego de desfases y de contradicciones que multiplican los indicios con los cuales la realidad se vuelve legible, hasta sumergirla en una total ambigüedad. Los personajes -y espectadores- se encuentran tan perdidos en un laberinto de sentido que hipnotiza y fascina sin jamás revelar su propio secreto.Abstract: In Eyes Wide Shut la tendenza non narrativa e antipsicologica del cinema di Kubrick raggiunge un apice. Nonostante l’apparenza, il film non racconta una storia o un processo in divenire, né si occupa dell’interioritá dei personaggi. Al contrario, il tema esplorato da Kubrick è l’enigma del visibile, la sovrabbondanza del senso che promana dalle immagini. Luci, colori, ambienti e fisionomie creano un mondo pieno di senso, ma indecifrabile. La realtá, luminosa e

  17. Relación entre la variabilidad espacial de la conductividad eléctrica y el contenido de sodio del suelo Relationship between spatial variability of electrical conductivity and soil sodium content

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Matías Bosch Mayol

    2012-12-01

    Full Text Available La agricultura de precisión utiliza herramientas modernas capaces de facilitar la obtención y análisis de datos georreferenciados. La conductividad eléctrica aparente (CEa del suelo, se obtiene con sensores remotos y está correlacionada con algunas propiedades del suelo (capacidad de almacenamiento de agua, contenido de materia orgánica, salinidad y drenaje, topografía, manejos previos y texturas entre otras. El exceso de sales puede ser perjudicial para las plantas mientras que altos contenidos de sodio intercambiable pueden provocar daños físicos y químicos en el suelo, afectando el crecimiento de los cultivos. Se seleccionaron 3 lotes con una superficie promedio de 80 ha, regados con pivote central, en el sudeste de la provincia de Buenos Aires, Argentina. En cada lote se midió la CEa georreferenciada con un sensor de medición directa. Con los datos obtenidos se confeccionaron mapas de CEa utilizando técnicas de interpolación espacial (Kriging. Los campos fueron divididos en zonas de igual rango de CEa, para tomar muestras de suelo en las que se midió humedad gravimétrica (θg, CE del extracto de saturación (CEe y cationes solubles (Na+, Ca+2 y Mg+2. Se calculó la relación de adsorción de sodio (RAS. Los datos fueron analizados estadísticamente utilizando el procedimiento PROC MIXED de SAS. Se observó variabilidad espacial de la CEa y se detectó una asociación entre la CEa y el RAS. Existe una relación significativa entre la CEa, la CEe y el contenido de sodio del suelo, diferenciándose estadísticamente los contenidos de Na+ entre las diferentes zonas de CEa de cada lote. Los sensores de medición directa de CEa son herramientas eficaces para la estimación espacial del contenido de sodio del suelo.Precision agriculture utilizes modern tools in order to obtain and analyze georreferenced data. Direct measuring sensors of soil apparent electrical conductivity (ECa are part of these modern tools and are widely used to

  18. Caracterización del canal epitelial de sodio en sinciciotrofoblasto de placenta humana preeclamptica Characterization of the epithelial sodium channel in human pre-eclampsia syncytiotrophoblast

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Silvana del Mónaco

    2006-02-01

    Full Text Available El sinciciotrofoblasto (SCT de placenta humana regula la transferencia de solutos y agua entre la sangre fetal y materna. En el presente trabajo observamos que el canal de sodio ENaC (asociado a cuadros como el síndrome de Liddle y pseudohipoaldosteronismo está presente en la membrana apical del SCT y que la subunidad a del canal tiene una expresión reducida en placentas con hipertensión gestacional (preeclampsia. Realizamos estudios a nivel de expresión de ARN (RT-PCR y a nivel proteico (western blot e inmunohistoquímica. En la línea celular BeWo (modelo de SCT humano el canal se encuentra presente y la expresión del mismo es regulada por las hormonas aldosterona, vasopresina, estradiol y progesterona. Analizamos la actividad del ENaC por electrofisiología y observamos corrientes sensibles a amiloride (10 µM cuando las células BeWo se cultivaron 12 horas con aldosterona (100 nM. Esta corriente presentó una magnitud 20 veces mayor que las corrientes basales, un potencial de reversión cercano a 3 mV y una conductancia de 127 ± 26 pS/pF entre los pulsos de -60 y -140 mV aplicados. Las características de esta corriente son similares a las producidas por ENaC en otros tejidos y evidencian la presencia de un canal funcional. El papel del ENaC en el SCT es poco comprendido, aunque la diferencia de expresión en la preeclampsia podría tener consecuencias para el transporte placentario de agua y iones. Nuestros datos son un aporte para futuros estudios de los mecanismos involucrados en la patofisiología de la preeclampsia.The syncytiotrophoblast (SCT, a multinucleated epithelium forming the outer layer of chorionic villi, acts in human placenta as a transporting barrier regulating the transference of nutrients, solutes and water between maternal and fetal blood. Electrolyte homeostasis and extracellular fluid volume are maintained primarily by regulated Na+ transport. The present study was conducted to analyze the presence of the

  19. Maometto personaggio nel contesto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Resconi

    2013-12-01

    Full Text Available L’articolo offre un’analisi puntuale dei versi che Dante dedica a Maometto nel ventottesimo canto dell’Inferno, al fine di precisarne le finalità poetiche e ideologiche; il passo viene poi collocato nel contesto costituito dai numerosi riferimenti al profeta dell’Islam presenti nella letteratura italiana duecentesca e primo-trecentesca, qui raccolti, analizzati e organizzati in maniera puntuale. Gli elementi connotativi riconosciuti nell’episodio infernale e in altri riferimenti alla civiltà islamica che si leggono nel capolavoro dantesco, pur nella loro geniale eccezionalità artistica, risultano così coerentemente inseribili in un più vasto e articolato panorama culturale che emerge dalla ricerca, nel quale, all’ostilità per l’Islam inteso come entità religiosa e politica, si affianca la curiosità per il mondo musulmano percepito invece come comunità culturale, rilevabile anche presso fasce inaspettate del pubblico medievale. This  paper analyses the episode of Muhammad in Dante’s Inferno, recognizing its poetical and ideological features in order to proceed with its insertion in the survey of references to the prophet detectable in the Italian literature of the Thirteenth and Fourteenth centuries. The study allows to identify the substantial coherence between Dante’s ideological opinions toward Islam and the positions about the same subject expressed in the other works of the vernacular literature of his time, showing a general rejection for religious and political Islam, but also the interest for Islam as cultural entity.

  20. Dal protone al bosone di Higgs nel grande acceleratore del CERN

    CERN Document Server

    Campanelli, Mario

    2017-01-01

    Il grande collisionatore di adroni (LHC) è il più potente acceleratore di particelle al mondo, ed uno dei più complessi strumenti scientifici mai costruiti. Basato al CERN di Ginevra, ma gestito da migliaia di fisici organizzati in collaborazioni internazionali che fanno funzionare i quattro rivelatori, questo strumento produce oltre un miliardo di collisioni di protoni al secondo, nei quali nuove particelle vengono continuamente prodotte ed analizzate. Questo libro si indirizza al lettore curioso che non abbia necessariamente basi scientifiche. Lo porta passo passo attraverso le evoluzioni della fisica moderna (meccanica quantistica, relatività) fino a capire come sono fatti gli strumenti che analizzano i dati dell'LHC descrivendo i principali temi di ricerca e soffermandosi sulla scoperta del bosone di Higgs, con uno sguardo verso il futuro e ad eventuali nuove scoperte.

  1. Sintesi sulla morfometria del primo molare inferiore nel gruppo Microtus (Terricola savii

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Armando Nappi

    2003-10-01

    Full Text Available Microtus (Terricola savii è distribuito su quasi tutta la penisola italiana e la Sicilia. La sottospecie brachycercus, descritta su esemplari della Sila (Calabria, risulta essere buona specie da studi cromosomici. È stata testata la morfometria del primo molare inferiore tramite 27 variabili considerando 55 (di cui 2 fossili popolazioni di M. savii (1351 denti e 7 di Terricola calabresi (221 denti. Se il numero di denti risultava basso si sono raggruppate più popolazioni quando possibile. Sugli assi dell?analisi discriminante è interessante notare come, benché vi siano somiglianze tra popolazioni che seguono una logica geografica, altre popolazioni vicine geograficamente risultano molto distanti dal punto di vista morfologico e somigliano per contro a popolazioni differenti sia per posizione geografica che situazioni ecologiche. È noto nelle arvicole il fenomeno per il quale una determinata specie, oltre ai morfotipi dentari ad essa tipici, ne possiede altri simili se non identici a quelli di altre specie (serie di Vavilov. Lo stesso fenomeno è osservabile a livello di popolazione nello studio da noi effettuato. Interessanti anche le posizioni marginali di alcune popolazioni come Lotrago di Romagnano (VR, Zelarino (VE, Valle Millecampi (VE, Nonantola (MO, Imola-Romitorio (BO/RA, Monti della Tolfa (RM, Torre del Greco (NA, Melissano (LE, Monteparano (TA, Fontasala (TP, Roccapalumba (PA. Considerando infine nell?insieme tutte le popolazioni di savii e Terricola calabresi, dall?analisi della varianza si riscontrano differenze significative in: lunghezza relativa della parte anteriore (p<0.0001; med 51.126 sav, 50.324 cal, inclinazione rombo pitimiano (p<0.0001; med -0.018 sav, ?0.043 cal, strozzatura cappio anteriore (p<0.0001; med 25.694 sav, 29.704 cal, V6/V21 (p<0.0001; med 2.582 sav, 2.509 cal, (V10-V9/V6 (p<0.0001; med 13.915 sav, 13.040 cal, (V12-V10/V6 (p<0.0001; med 2.180 sav, 2

  2. Estudio cinético del proceso de precipataión de los sulfuros de níquel y cobalto con hidrógeno sulfuro de sodio, en el licor de desecho (WL

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mercedes Sosa-Martínez

    2006-03-01

    Full Text Available En el trabajo se realiza un estudio cinético del proceso de precipitación de sulfuros a partir del licor residual WL que se genera en la Empresa Moa Níckel S. A -Pedro Soto Alba. La investigación se realiza a escala de laboratorio empleando una variante de tratamiento del licor en dos etapas de precipitación a diferentes valores de pH, donde se analiza la influencia de los factores que intervienen en el proceso como la temperatura, concentración de hidrógeno sulfuro de sodio y el régimen de agitación, basado en el método factorial completo donde se conjugan los niveles experimentales de las variables estudiadas respecto al grado de precipitación de los principales elementos níquel cobalto, cinc, y cobre. En la primera etapa se logra obtener una mezcla de sulfuros mixtos ricos en  cobre y cinc con extracciones superiores  a  80 % y 64 % respectivamente, mientras que en la segunda etapa se obtiene un precipitado de color negro correspondiente a los sulfuros de níquel y cobalto cuyas recuperaciones alcanzan valores de 84% y  82%.

  3. Sul ruolo del disegno nel progetto di conservazione: il caso studio del castello di Lombardia ad Enna

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessio Cardaci

    2015-01-01

    Full Text Available Il Castello di Lombardia è un luogo naturalmentefortificato sito nella parte più elevata della cittàdi Enna. È un bene complesso, dalla lunga storiacostruttiva ancora non pienamente interpretata.Limitatamente accessibile e slegato dal contestoin cui è inserito, il monumento versa oggi in unprecario stato di conservazione anche a causadella mancanza di un coerente programmadi rifunzionalizzazione. Lo studio, avviatotramite un’approfondita indagine archivistica ebibliografica, ha visto nell’esecuzione di un rilievocompleto ed accurato una sperimentazionefinalizzata al riconoscimento e alla comprensionedel costruito quale elemento essenziale perogni azione successiva. Esso ha permesso, alcontempo, di riflettere sul ruolo del disegnonel progetto di restauro, anche alla luce delleopportunità offerte dall’innovazione tecnologica

  4. Sodio, potasio e hipertensión arterial

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Dr. B. Carlos Zehnder

    2010-07-01

    Full Text Available La hipertensión arterial tiene una prevalencia cercana al 30% en la población adulta chilena y es la mayor causa de muerte en el mundo. La hipertensión primaria resulta de la interacción de distintos factores tanto genéticos, como funcionales renales y en particular un estilo de vida poco saludable. En este artículo se describe la influencia del exceso de sodio y el déficit de potasio, característicos de nuestra alimentación, en el desarrollo de hipertensión. Se revisan los estudios observacionales más importantes, los mecanismos fisiopatológicos para explicar el rol dañino del exceso de sodio y el déficit de potasio y finalmente se hacen recomendaciones para adecuar su consumo con el fin de prevenir hipertensión y sus complicaciones.

  5. Valutazione dell’efficacia del vaccino Brucella abortus ceppo RB51 rispetto al vaccino di referenza Brucella abortus ceppo 19 nel bufalo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Massimo Scacchia

    2010-03-01

    Full Text Available Il patrimonio zootecnico della specie bufalina (Bubalus bubalis della regione Campania, è di 250 000 capi, di questi 150 000 allevati in aziende zootecniche della provincia di Caserta. In queste aziende, nel 2007, l’infezione da Brucella abortus ha avuto la prevalenza media, per allevamento, del 20%. Complessivamente, i 2/3 degli allevamenti positivi hanno evidenziato una prevalenza superiore al 10% e, di questi, i 3/4 una prevalenza superiore al 20%. Prendendo il 20% come valore di riferimento, la metà degli allevamenti infetti (22% degli allevamenti casertani ha evidenziato prevalenze inferiori o uguali al 20%, la restante metà (un altro 22% del totale prevalenze comprese tra il 20 e il 56%. In questo contesto epidemiologico è stato adottato un piano di eradicazione della brucellosi che prevedeva l’abbattimento dei capi infetti e la vaccinazione del restante patrimonio bufalino delle zone con più alta incidenza. Per la profilassi vaccinale della brucellosi, il Manual of diagnostic tests and vaccines for terrestrial animals (OIE prevede l’utilizzo del vaccino B. abortus S19 (S19. Purtroppo, l’utilizzo del vaccino negli animali adulti non è privo di possibili effetti indesiderati. Per superare questo aspetto negativo è stato ipotizzato l’impiego del vaccino di B. abortus RB51 (RB51 anche se in letteratura scientifica, sono risultati disponibili pochi dati relativi alla corretta dose vaccinale, all’efficacia e all’innocuità del vaccino nel bufalo. A tale scopo è stato condotto uno studio comparativo tra i due vaccini. Sono state utilizzate 13 femmine di bufalo di 5 mesi di età provenienti da un allevamento ufficialmente indenne da brucellosi. Un gruppo di 5 animali è stato vaccinato due volte, a distanza di un mese, con una dose di RB51 tre volte superiore a quella prevista per i bovini; un secondo gruppo di 5 bufale con S19 rispettando il dosaggio raccomandato per i bovini e un terzo gruppo, di 3 animali di controllo

  6. Riflessioni sull’efficacia del Social Networking nel supportare le transizioni degli adulti emergenti in differenti sistemi di attività

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gianluca Frozzi

    2013-03-01

    Full Text Available Il contributo presenta una riflessione relativamente ai Siti di Social Networking (SSN e al supporto che tali artefatti web possono dare agli adulti emergenti durante le importanti transizioni che essi affrontano: scuolaàlavoro; scuolaàuniversità; universitààlavoro. Tali transizioni spesso impongono importanti spostamenti che rischiano di indebolire il capitale sociale preesistente e richiedono, allo stesso tempo, la costruzione di una nuova rete di relazioni nel nuovo ambiente. Da questo punto di vista, i SSN rappresentano importanti artefatti sociali che ampliano le potenzialità degli adulti emergenti garantendo loro una modalità efficace ed efficiente per mantenere il capitale sociale preesistente e ampliarlo grazie alle nuove relazioni nel nuovo ambiente. Facendo riferimento all’approccio dell’Activity Theory, il contributo descrive i SSN come organi funzionali che permettono agli adulti emergenti di andare oltre i confini determinati dalle personali abilità fisico-mentali e raggiungere risultati altrimenti irrealizzabili (in termini di potenzialità di mantenimento e ampliamento del capitale sociale.

  7. Evaluation of nutrient load transferred from Sarca river into Garda lake; Stima del carico di nutrienti trasportato dal fiume Sarca nel Lago di Garda

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Marchetti, F. [Istituto Agrario, S. Michele all' Adige, TN (Italy); Fravezzi, L. [Agenzia Provinciale Protezione Ambiente, Trient (Italy)

    2000-02-01

    River Sarca (catchment surface=1046 Km{sup 2} max altitude=3556 m, min altitude=70 m, mean annual discharge=30 m{sup 3}) is the main tributary of the Lake Garda, the largest subalpine lake in Northern Italy (area=370 Km{sup 2,} catchment surface (included lake surface)=2260 Km{sup 2}, volume=49 Km{sup 3}, max depth=346 m). During 1996-97 a large series of hourly samples has been taken at the estuary's mouth and used to estimate the nutrient loading. Analytical and probabilistic methods are used to relate the data series to the trophic state of the lake. The results are compared with previous theoretical models (L.E.M.- Loading Evaluation Model) and related to dangerous load levels established by OECD. [Italian] L'indagine ha interessato particolarmente le concentrazioni ed il carico organico ed inorganico di azoto e fosforo che affluisce dal bacino del Fiume Sarca (superficie del bacino=1046 km{sup 2,} quota massima=3556 m, quota minima=70 m, portata media annua=30 m{sup 3}) nel Lago di Garda (area=370 km{sup 2}, area del bacino (lago incluso)=2260 km{sup 2}, volume=49 km{sup 3}, profondita' massima=346 m); lo studio si e' svolto nel periodo 1996-1997, con campionamenti presso la foce utilizzando strumentazione per prelievi in continuo nell'arco di una giornata anche in occasione di fenomeni di piena. I risultati hanno permesso di stabilire delle relazioni tra carico e portata liquida e di stimare i quantitativi di nutrienti trasportati a lago e di confrontarli con i risultati di altre indagini (L.E.M. - Loading Evaluation Model) e di valutarne gli effetti attraverso modelli predittivi (OECD).

  8. Intoxicación por fluoroacetato de sodio

    OpenAIRE

    2014-01-01

    El fluoroacetato de sodio es conocido como compuesto 1080, fue descubierto por químicos alemanes durante la segunda guerra mundial. Es un compuesto inodoro e insaboro, soluble en agua, la dosis letal 50 en humanos es de 2 a 4 mg/kg. Debido a su letalidad, ha sido retirado del mercado en algunos países incluyendo Colombia. Este compuesto causa efectos bioquímicos y fisiológicos como acumulación de citrato, alteración de los trasportadores mitocondriales del citrato, acumulación de acido láctic...

  9. Credere nel mercato, credere nella "respublica". La comunità catalano-aragonese nelle proposte e nell'azione politica di un esponente del francescanesimo mediterraneo: Francese Eiximenis

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Evangelisti, Paolo

    2003-06-01

    Full Text Available Francesc Eiximenis is considered a leading figure of a Western Mediterranean Franciscan élite who contribute to the formation of the political and economic identity of the Catalan-Aragonese Community. Key-lexemes such as caritat, fealtat, profit comú are analysed within Eiximenis's political discourse. An analysis is also made of the role they play in the definition of an exclusively Christian community organization connoted by a close interdependence between res publica and market, i.e. the validation paradigms of the political institution and the paradigms that legitimate a reliable trading space. Moreover, the ideas and projects of the Minorite from Gerona are tested in the actual institutional context in which he acts: the Kingdom of Valencia and that of Sicily after the 1392 Conquest.

    Francese Eiximenis è considerato qui come esponente di un'elite francescana del Mediterraneo occidentale che contribuisce alla formazione dell'identità politica ed economica della comunità catalano-aragonese. Si analizza la funzione di lessemi-chiave: caritat, fealtat, profit comú all'interno del discorso politico eiximeniano e il ruolo che essi assumono nella definizione di una organizzazione comunitaria esclusivamente cristiana connotata da una stretta interdipendenza tra res publica e mercato, cioè tra i paradigmi di validazione dell'istituzione politica e quelli che legittimano e rendono credibile lo spazio degli scambi e del commercio. Le idee ed i progetti del Gerundense sono inoltre verificati nel concreto contesto istituzionale in cui egli opera: il regno di Valencia e quello di Sicilia all'indomani della conquista del 1392.

  10. Barnaba Maj (ed., Il Gattopardo nel flusso del tempo. Il romanzo di Tomasi e il film di Visconti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paola Fallerini

    2011-11-01

    Full Text Available Il Seminario di Teoria della Narrazione dell’Università di Bologna, organizzato e curato da Barnaba Maj, propone una analisi collettiva del romanzo di Lampedusa la cui riflessione si sofferma sul tempo interno alla narrazione e il tempo che travalica le coordinate del racconto e della collocazione storica. Il tempo si manifesta perciò come elemento pluridimensionale, all’interno del quale si impone la connotazione atemporale dello spazio mitico in stretta connessione con quello storico.

  11. Efecto del alcohol y el hidróxido de sodio sobre la humectabilidad de la superficie de la madera de Tectona grandis L.F. de plantaciones de rápido crecimiento

    OpenAIRE

    Garro-Chavarría, Michael; Estudiante Instituto Tecnológico de Costa Rica, Escuela de Ingeniería Forestal; Cartago, Costa Rica

    2012-01-01

    Se determinó el efecto de la aplicación de dos soluciones químicas polares sobre la humectabilidad de la madera de Tectona grandis (teca). Las soluciones aplicadas fueron: solución concentrada de hidróxido de sodio y alcohol 90%. Se midió el ángulo de contacto entre la gota de agua y la superficie de la madera, en dos tipos de corte: tangencial y radial. Los resultados mostraron que el tratamiento de la superficie con hidróxido de sodio y alcohol aumenta significativamente la humectabilidad e...

  12. Konstantin Sigov, «Pravda» nel contesto del vocabolario europeo degli «intraducibili». II parte

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefania Sini

    2013-06-01

    Full Text Available Presentiamo in prima traduzione italiana dal russo la seconda parte dello studio di Konstantin Sigov dedicato al termine pravda, al suo complesso spettro semantico e alla storia del concetto nei suoi usi, effetti e valori molteplici e interdipendenti: filosofici, teologici, giuridici e politici. La prima parte del saggio è stata pubblicata nello scorso numero di Enthymema (7, 2012: 15-25

  13. Una strategia di elusione del Reale: la sacralizzazione della Cosa nel racconto “La forcina” di Guy de Maupassant

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Darwine Delvecchio

    2014-06-01

    Full Text Available In questo articolo proponiamo una lettura del racconto “La forcina” di Maupassant, secondo la quale la vicenda particolare del protagonista rappresenterebbe una delle possibili difese che il soggetto umano ha a propria disposizione per mantenersi a distanza dal Reale scabroso della Cosa. La nostra interpretazione prende le mosse dall'analisi condotta sulla sostanza semantica del testo e procederà confrontando gli strumenti forniti dalle scienze neurocognitive e della psicoanalisi freudiana e lacaniana.(Questo lavoro è stato prodotto nell'ambito del laboratorio sul tema seminariale “Le emozioni” proposto per l'anno 2013 dalla Scuola di Dottorato in Teoria e Analisi del Testo presso l'Università degli Studi di Bergamo

  14. The role of interventional radiology in the management of kidney transplant complications; Ruolo della radiologia interventistica nel trattamento delle complicanze del trapianto renale

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Carrafiello, Gianpaolo; Lagana, Domenico; Mangini, Monica; Cafaro, Tamara; Recaldini, Chiara; Genovese, Eugenio; Fugazzola, Carlo [Insubria Univ., Varese (Italy). Cattedra di radiologia; Cuffari, Salvatore [Ospedale di circolo, Varese (Italy). Servizio di anestesia e rianimazione

    2005-09-15

    Purpose. To evaluate the role and the effectiveness of interventional radiology in the treatment of renal transplant complications. Materials and methods. From 1996 to 2004 a total of 288 kidney transplants from cadavers were performed in our Institute. The kidney was always collocated in iliac fossa by creating a vascular anastomosis with the external iliac artery and vein; in all cases the ureter was implanted into the recipient bladder. During the follow-up, 34 complications were observed. Twenty-seven complications in 25 patients (20 males and 5 females; age 35-65 years) were treated by a radiologic procedure: 9 renal artery stenosis and 1 native external iliac artery stenosis (by PTA), 5 ureteral obstructions (by nephrostomy and ureteral stenting), 8 ureteral leaks (by nephrostomy, in 2 cases associated to ureteral stenting) and 4 limphoceles (by percutaneous ultrasound-guided catheter drainage). Results. Primary technical success was obtained in 20/27 cases (74%). Success was obtained with a second interventional procedure in 3/27 cases, 2 limphoceles and 1 ureteral fistula (secondary technical success: 85.2%), with a clinical final success in 23/27 cases (85.2%). We observed a peri-procedural complication rate of 3.7% (1 renal artery post-PTA dissection during a restenosis treatment). Four cases (1 renal arterial post-PTA dissection, 1 ureteral obstructions, 1 ureteral leak and llimphocele) needed a surgical correction (14.8%). Conclusions. Interventional radiology is the first therapeutic approach to treat renal transplant complications. It shows good technical and clinical results and a low complication rate. Surgery had to be considered only if minimally invasive procedures are infeasible or ineffective. [Italian] Scopo. Valutare l'efficacia delle procedure di radiologia interventistica nel trattamento delle complicanze del trapianto renale. Materiale e metodi. Dal 1996 al 2004 sono stati eseguiti, presso il nostro centro 288 trapianti renali da

  15. Lettere di Vilfredo Pareto all’amico Roberto Michels: confini e confine nel Trattato di Sociologia Generale del 1916

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Raffaele Federici

    2017-08-01

    Full Text Available In questa ricerca di senso fra la fine di un'epoca e la nuova visione del mondo, c’è, nei due Autori, quello che potrebbe chiamarsi una betweenness: Pareto, quasi un franco-italiano, e Michels, un italiano-tedesco, anzi un più che italiano. Nella linea di faglia rappresentata dal primo conflitto mondiale, i due sociologi sono in una doppia relazione interiore appunto franco-italiana Pareto e italo-tedesca Michels e una relazione esteriore fra il mondo di ieri e il mondo successivo al cataclisma che fu la prima guerra mondiale, quando ben quattro imperi colossali erano stati smembrati (l’Impero Russo, l’Impero Tedesco, l’Impero Austro-ungarico e l’Impero ottomano, nello stesso tempo in cui Emile Durkheim guardava con inquietudine alla disgregazione delle vecchie comunità tradizionali, dove il senso della crisi del tempo investe non solo le persone e i comportamenti, ma il mondo logico stesso. Lo scambio epistolare avviene nella stessa terra: Pareto a Celigny, sul lago di Ginevra , e Michels a Basilea , lungo le rive del Reno. Vi è, fra i due sociologi un profondo rispetto, che vedrà Robert Michels dedicare allo “scienziato e amico Vilfredo Pareto con venerazione” un’opera importante come “Problemi di sociologia applicata” pubblicata solo tre anni dopo il Trattato di Sociologia Generale del Maestro. In questa antologia di saggi Robert Michels, probabilmente composti fra il 1914 e il 1917, negli anni del grande cataclisma, anzi concepiti prima «dell’insediamento di questa terribile corte suprema di cassazione di tutte le nostre ideologie, che è la guerra» , quindi contemporanea al Trattato, il Maestro viene citato tre volte, come Max Weber, ma, de facto, la presenza di Pareto è continua. In particolare, il richiamo al Maestro è iscritto a due piste di ricerca: da una parte la realtà della ricerca sociologica e del suo amplissimo spettro di analisi e dall’altra la teoria della circolazione delle elités. È proprio

  16. Desarrollo tecnológico de una formulación de cloruro de sodio al 5 % para el tratamiento del edema corneal en Cuba Technological development of a 5 % sodium chloride formula for treatment of corneal edema in Cuba

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Karelia Collado Coello

    2010-12-01

    Full Text Available Se desarrolló una formulación para uso oftálmico, que contenía cloruro de sodio al 5 %, estable desde el punto de vista físico, químico y microbiológico. Se realizaron los estudios de formulación correspondientes, seleccionándose la composición y procedimiento tecnológico más adecuados. Además, se estudió la efectividad antimicrobiana de los preservativos antimicrobianos empleados según se establece en la Farmacopea de los Estados Unidos 30 y se comprobó la seguridad del uso de este medicamento a través de los resultados del ensayo de irritabilidad oftálmica. Se elaboraron 3 lotes del medicamento y se envasaron en frascos plásticos de polietileno de baja densidad con tapa de polipropileno de alta densidad y se almacenaron a temperatura ambiente durante 24 meses; se estudió su estabilidad física y química por el método acelerado y de vida de estante. Se comprobó su estabilidad microbiológica a cada uno de los lotes elaborados, al inicio y final del estudio, según se establece en la Farmacopea de los Estados Unidos 30, y se obtuvieron resultados satisfactorios. Todos los resultados cumplieron con los límites de calidad establecidos en la literatura oficial para este tipo de forma farmacéutica, por lo que se concluyó que el medicamento desarrollado está correctamente formulado desde el punto de vista galénico con un tiempo de vida útil de 24 meses almacenado bajo las condiciones estudiadas, demostrado según el otorgamiento del certificado de registro por el organismo regulador (Centro Estatal para el Control de Medicamentos, CECMED. Finalmente el medicamento fue introducido al nivel industrial sin que se presentaran problemas tecnológicos.A formula for ophthalmic use was developed containing 5 % sodium chloride stable from the physical, chemical and microbiological point of view. Studies of corresponding formulae were conducted selecting the more suitable composition and technological procedure. Also, the

  17. La legge civile ecclesiastica ticinese del 1855 nel quadro storico della prima metà dell’ottocento

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonio Angelucci

    2012-04-01

    Full Text Available Il contributo - segnalato dal Prof. Alessandro Ferrari, che ne attesta la scientificità e l’originalità - è destinato alla pubblicazione nella rivista  Il diritto ecclesiastico.  È stato realizzato grazie a un finanziamento della Fondazione Ferdinando e Laura Pica-Alfieri di Lugano.SOMMARIO: PRIMA PARTE – 1. Il contesto storico-politico e la produzione legislativa in materia ecclesiastica antecedente alla legge del 1855 – 2. La prima fase (1803-1829: dall’Atto di Mediazione al progetto di Statuto civile ed ecclesiastico del 1819 – 3. La seconda fase (1830-1839: la Costituzione del 4 luglio 1830 e l’opposizione tra istanze moderate e idee liberal-radicali – 4. La terza fase (1840-1847: il prevalere delle idee liberali – 5. La quarta fase (1848-1855: i provvedimenti antiecclesiastici degli anni tra il 1848 e il 1855 – SECONDA PARTE – 6. La legge civile ecclesiastica del 24 maggio 1855: genesi e contenuto. Dalle prime richieste di una legge al progetto del 1852 – 7. Il 1855: l’iter di formazione della legge – 8. L’intento programmatico della legge: gli articoli 1 e 2 – 9. Il contenuto della legge e la centralità del placet governativo – 10. Conclusioni.ABSTRACT: The essay describes the historical and political context, as well as the law production in Canton Ticino during the first half of the nineteenth-century, which will lead to the Civil Ecclesiastical Law of 1855. The article is structured in two parts. The first part deals with the historical period between 1803 and 1829 and is divided into four sections: from the Act of Mediation to the project of the Civil Ecclesiastical Statute of 1819; the Constitution of 1830; the predominance of liberal ideas and the anti-ecclesiastical measures from 1848 to 1855. The second part is entirely dedicated to the Civil Ecclesiastical Law of 1855 – peak of the historical political process described in the first part – and to the analysis of its origin and the

  18. Fighting desertification in Italy and the Mediterranean basin; La lotta alla desertificazione in Italia e nel bacino del Mediterraneo

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Sciortino, M.; Colonna, N.; Ferrara, V.; Grauso, S.; Iannetta, M. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Div. Biotecnologie e Agricoltura; Svalduz, A. [FIDAF-Federazione Italian Dottori Agronomi e Forestali (Italy)

    2000-04-01

    Desertification is a worldwide phenomenon of alarming proportions, and its affects rich as well as poor countries. The United Nations supports the fight against desertification through a specific convention signed by over 160 countries. Italy's commitments thereunder include drawing up a National Action Plan (NAP) to combat desertification causes and proposals from the scientific community and relevant economic sectors. The NAP assigns key roles to the regions and river basin authorities, which are required to prepare made-to-order programmes for soil protection, sustainable management of water resources, reduction of human impact, and terrestrial balance. [Italian] L'Italia, che ha aderito alla Convenzione delle Nazioni Unite sulla lotta alla siccita' e alla desertificazione, ha approvato il Programma di Azione Nazionale per contrastare un fenomeno che minaccia la stabilita' del bacino del Mediterraneo.

  19. Monitoring of pesticides and nitrates on water, soil and agricultural production in the Bracciano lake district; Monitoraggio di pesticidi e nitrati nelle acque, suolo, e prodotti agricoli nel bacino del lago di Bracciano

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Caffarelli, V.; Correnti, A. [ENEA, Div. Biotecnologie e Agricoltura, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Cecchini, G.; Frugis, A.; Segatori, M. [WRc Italia SpA, Gruppo ACEA, Centro di Ricerca e Sviluppo, Rome (Italy); Conte, E.; Milani, R.; Morali, G. [Istituto Sperimentale per la Patologia Vegetale, Rome (Italy); Ciampi, G. [Agenzia Regionale per l' Innovazione e lo Sviluppo in Agricoltura del Lazio, Rome (Italy)

    2001-07-01

    In the Bracciano Lake district, in actuation of the 2081/93 EEC, obj. 5b, a study was carried out, aimed to the realisation of a territorial informative system and supply technical support to the farmers for phyto pathological problems. A monitoring program has been realized for pesticide and nitrate in environmental samples and agricultural products. Five hundred and sixteen samples have been collected and analysed, from march 1999 to October 2000: 191 samples of water (ground and surface water), 20 samples of soil, 340 samples of agricultural products (vegetables and fruit). Pesticides were found in irrigation water and soil samples; the irregularities on agricultural products, 3% could disappear if the treatments are correct and respect the label indications. [Italian] In attuazione del regolamento 2081/93 ECC ob.5 b, nel bacino del lago di Bracciano, e' stato realizzato uno studio mirato alla realizzazione di un sistema informativo territoriale e a fornire un supporto tecnico per la gestione della difesa fitosanitaria della produzione agricola. Una campagna di monitoraggio e' stata realizzata per l'analisi della presenza di pesticidi in campioni ambientali e nei prodotti agricoli. Sono stati prelevati e analizzati 516 campioni nel periodo marzo '99. Ottobre 2000: 191 campioni di acque superficiali e di falda, 20 campioni di suolo, 340 campioni (frutta e vegetali). Pesticidi sono stati ritrovati nelle acque di irrigazione e nel suolo; la presenza di irregolarita' riscontrate nel 3% dei prodotti agricoli, e' da attribuire a un uso non corretto dei prodotti fitosanitari.

  20. Dal pluralismo confessionale alla multireligiosità: il diritto ecclesiastico e le sue fonti nel guado del post-confessionismo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Casuscelli

    2011-03-01

    Full Text Available Testo della relazione al Convegno su Multireligiosità e reazione giuridica (Seconda Università degli Studi di Napoli, Santa Maria Capua Vetere, 9-10 marzo 2007, con il corredo delle note essenziali, destinato alla pubblicazione negli Atti.SOMMARIO: 1. Premesse – 2. Pluralismo e multireligiosità: un tema che viene da lontano - 3. La reazione giuridica e i segni premonitori. - 4. Le fonti e i paradossi del diritto ecclesiastico – 5. Il concorso libero delle fonti e il loro camuffamento. - 6. Una “reazione” conforme a Costituzione è possibile? – 7. Il ruolo dei principi.

  1. Regulación por proteasas del canal de sodio sensible al amiloride (ENaC Amiloride sensitive sodium channels (ENaC and their regulation by proteases

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luciano Galizia

    2011-04-01

    Full Text Available El ENaC es un canal que permite el movimiento de Na+ desde el líquido luminal hacia las células en numerosos epitelios reabsortivos y también en otros tejidos como la placenta. ENaC juega un papel crucial en la homeostasis de los electrolitos y volumen de líquido extracelular. Es regulado por numerosas hormonas, incluyendo la aldosterona y bloqueado por el diurético amiloride. El ENaC está formado por tres subunidades homólogas α, β y γ que forman el poro por el cual se mueven los iones Na+. Dos factores regulan la actividad del ENaC. 1 el número de canales insertos en la membrana celular y 2 la probabilidad de apertura o tiempo en que se encuentra abierto el canal. El número de canales es el resultado de un balance entre su síntesis y degradación. La probabilidad de apertura depende de la proteólisis de zonas específicas de las subunidades α y γ por múltiples proteasas dentro de la célula y en el espacio extracelular. Entre las proteasas más estudiadas se encuentran la furina, prostasina, elastasa, plasmina y tripsina. Existen sustancias endógenas que bloquean la actividad de estas proteasas como la aprotinina, la bikunina y la nexina-1 y la expresión de las proteasas y sus inhibidores es regulada a su vez por la aldosterona, la tasa de movimiento de Na y el TFGβ. En este trabajo presentamos algunos ejemplos de esta regulación y su potencial papel en condiciones normales y en ciertas enfermedades como la fibrosis quística, renales e hipertensión.ENaC is a channel that mediates entry of Na+ from the luminal fluid into the cells in many reabsorbing epithelia and it is also expressed in human placenta. ENaC is crucial in the control of electrolyte and extracellular volume homeostasis. ENaC is regulated by several hormones, including aldosterone and blocked by amiloride and its analogs. ENaC channels are composed by three homologous subunits, α, β and γ that form the pore where Na ions are transported. Two factors

  2. The determination of soil hydrologic response in Po river basin; La valutazione della risposta idrologica del terreno nel bacino padano

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    De Michele, C.; Guidi, G.; Rosso, R. [D.I.I.A.R. Politecnico di Milano, Milan (Italy)

    2000-12-01

    , and its capability of accounting for both hydrologic soil properties and land use. This latter is an essential feature in the light of investigating the role of man-induced changes in the flood generating process. Therefore, the MSPR maps can be derived from the Curve Number (CN) maps obtained by combining the raw information on the spatial distribution of hydrologic soil properties and of land use. [Italian] La mappatura del massimo potenziale di ritenzione idrica costituisce il presupposto fondamentale per la valutazione della risposta idrologica del terreno a scala locale e per l'analisi degli effetti della sua variabilita' spaziale. Il presente lavoro si propone di mappare tale grandezza a fine risoluzione spaziale su di un'area vasta, il bacino padano, tramite l'accoppiamento dell'informazione geologica con quella di uso del suolo mediante un sistema informativo territoriale. Successivamente un controllo dei risultati viene effettuato confrontando i valori medi a scala di bacino dall'integrazione spaziale di tale mappa con quelli derivanti dai dati pluvio-idrometrici in alcuni bacini ricadenti nell'area in esame.

  3. Fratture e lussazioni della colonna vertebrale lombosacrale nel cane

    OpenAIRE

    Di Dona, Francesco

    2015-01-01

    Le fratture e le lussazioni della colonna vertebrale sono delle lesioni piuttosto comuni e sono la principale causa di disturbi neurologici nel cane (Jeffery, 2010) e circa il 25% delle lesioni traumatiche della colonna vertebrale riguardano la regione lombare caudale e sacrale (Bali, 2009). La frattura/lussazione della settima vertebra lombare nel cane è una lesione comune caratterizzata da una frattura obliqua o corta obliqua del corpo vertebrale di L7 con dislocazione cranio-ventrale de...

  4. Selezione invernale dell'habitat e densità del cervo (Cervus elaphus e del capriolo (Capreolus capreolus nel Parco Nazionale d'Abruzzo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    R. Latini

    2003-10-01

    Full Text Available Nel Parco Nazionale d'Abruzzo è stata studiata la selezione dell'habitat invernale di cervo e capriolo da aprile a maggio del 2000 e del 2002, in un'area caratterizzata da boschi di faggio, rimboschimenti a pino nero e pascoli. È stata utilizzata la tecnica del pellet group count, su transetti lineari larghi 2 metri, individuati ogni 100 m di quota, lungo le isoipse da 1350 a 1950 m s.l.m. Sono stati percorsi 61 km ed è stata campionata un'area di 12 ha. Per ogni gruppo di escrementi (1583 per il cervo e 946 per il capriolo sono state rilevate l'altitudine, la pendenza, l'esposizione e il tipo di vegetazione. È stato assunto che tutti gli habitat fossero ugualmente disponibili ed accessibili e che le disponibilita fossero conosciute (Alldredge et al., 1998. I dati raccolti sono stati elaborati applicando il test del Χ², la statistica di Bonferroni (Neu et al., 1974 e l'indice Jacobs (Jacobs, 1974. Il cervo ha selezionato aree comprese tra 1300 e 1500 m s.l.m. (p<0.01, un range altimetrico più ristretto rispetto al capriolo che seleziona anche le quote piu elevate, comprese cioè tra 1300 e 1700 m s.l.m. (p<0.01. Entrambi i cervidi selezionano le zone più scoscese (21°-60° (p<0.01: Il cervo seleziona le classi d'esposizione comprese tra sud-est ed ovest (p<0.01, mentre il capriolo i versanti sud-ovest e ovest (p<0.01. Entrambe le specie preferiscono ambienti di transizione ed evitano le zone di bosco maturo ed i pascoli d'alta quota (p<0.01. Utilizzando il tasso di defecazione è stata calcolata la densità delle due specie (Mayle, 1999 che è risultata di 2.7 cervi/100 ha e 1.0 caprioli/100 ha. Le due specie selezionano le stesse risorse, suggerendo, così come riscontrato da altri autori (Welch, 1989, una convergenza per quanto riguarda l'uso invernale dell'habitat. La scelta d'aree poste a quote medio-basse, di zone scoscese e di versanti meridionali potrebbe essere legata alla minore altezza e persistenza

  5. API E MIELE NEL MEDITERRANEO ANTICO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Matteo Bormetti

    2014-09-01

    Full Text Available L’importanza del miele come sostanza culturalmente ed economicamente rilevante nel mondo antico non è stata ancora del tutto indagata. Il miele e le api sono nondimeno presenze assidue e trasversali ai generi e alle tipologie di fonti antiche greche e romane, ed è pertanto da esse che una ricerca sull’argomento deve partire. I manufatti, le tecniche e i concetti descritti dagli antichi devono però essere relazionati con cautela al materiale archeologico rinvenuto, per fare ciò pare indispensabile un approccio che tenga conto delle nozioni biologiche, etologiche e zootecniche di base. Attraverso quest’ottica sono state ricapitolate le evidenze materiali provenienti dal bacino del Mediterraneo e concernenti gli strumenti e le strutture relative all’apicoltura, dalle arnie agli apiari, peril lungo arco cronologico che va dall’età del bronzo alla tarda antichità. Ciò è possibile per la tematica apicola grazie alla conservatività delle tecniche, strettamente legate ai severi dettami della natura fino alla rivoluzione ottocentesca delle arnie razionali a telai mobili del reverendo Langstroth. Sono inoltre analizzati gli utilizzi più frequenti del miele per come descritti dalle fonti letterarie nonché le implicazioni di api e miele nella ritualità e nel simbolismo della morte, del genere e della regalità, sebbene i risultati siano scarsi data la povertà dei riscontri archeologici e la limitata attenzione di cui questo argomento ha fin ora goduto.

  6. Obtención de Cromato de Sodio y Óxido de Cromo a Partir de Efluentes Industriales

    OpenAIRE

    Sotomayor Zúñiga, Rosa María; Universidad Alas Peruanas

    2010-01-01

    El presente trabajo se plantea la obtención de cromato de sodio y óxido de cromo a partir de los deshechos de sulfato de alumbre que son arrojados al rio Chili por las curtiembres de la zona. El sulfato de alumbre es uno de los principales insumos para el desarrollo de la industria curtiembre. Los resultados obtenidos confirmaron la hipótesis de que se puede obtener cromato de sodio y óxido de cromo a partir de los desechos mencionados, reduciendo sensiblemente la contaminación del río Chili,...

  7. Sur les ruines sacrées de l’image. L’occupation des sols de Jean Echenoz. Nel museo di Reims de Daniele del Giudice

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Charlotte Thimonnier

    2006-06-01

    Full Text Available Dans L’occupation des sols de Jean Echenoz et Nel museo di Reims de Daniele Del Giudice, deux courts récits publiés en 1988, l’image est élevée au rang d’objet sacré, alors même que le récit met en scène sa disparition dramatique, comme si le pouvoir de l’image rendait nécessaire sa destruction, pour que les personnages prennent vie et que le récit puisse s’écrire. La mise à distance de l’image, dont le texte préserve pourtant la force irréductible, permet l’apprentissage d’un au-delà de l’image, rééquilibrant visible et invisible, et réinscrivant l’image dans une temporalité.In L’occupation des sols by Jean Echenoz and Nel Museo de Reims by Daniele del Giudice, two short texts published in 1998, image is promoted to the rank of a sacred object, while the story depicts its dramatic disappearance, as if the power of image made its destruction all but more necessary for the characters to become alive and the tale to be written. The foregrounding of images whose inner force the text seeks to preserve permits a new knowledge of a space beyond the image, in which the visible and the invisible come into balance and the image can be inscribed in time.En L’occupation des sols de Jean Echenoz y Nel museo di Reims de Daniele Del Giudice, dos relatos cortos publicados en 1988, la imagen se vuelve un objeto sagrado en el preciso instante en que se relata su desaparición dramática, como si el poder de la imagen dependiera de su necesaria destrucción, para que los personajes tomen vida y el relato pueda escribirse. La distancia que impone la imagen permite el aprendizaje de un “más allá de la imagen”, al inscribirla el texto en una temporalidad, permitiendo un reequilibrio entre lo visible y lo invisible sin que se reduzca por lo tanto la fuerza de la imagen.

  8. R. Giannetti, Democrazia e potere giudiziario nel pensiero di Tocqueville

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2012-07-01

    Full Text Available E’ on-line sul nostro sito dedicato alla revisione paritaria aperta un articolo di uno storico del pensiero politico dal titolo Democrazia e potere giudiziario nel pensiero di Tocqueville. Abbiamo già spiegato il senso del nostro esperimento nell’articolo precedente. Le istruzioni per i commentatori si possono leggere, in ogni caso, a partire da questo indirizzo.

  9. Estimativa de consumo de sódio pela população brasileira, 2002-2003 Estimación del consumo de sodio por la población brasilera, 2002-2003 Estimated sodium intake by the Brazilian population, 2002-2003

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Flavio Sarno

    2009-04-01

    socioeconómica del consumo de sodio en Brasil e identificar las fuentes alimenticias que más contribuyen para ese consumo. MÉTODOS: Las estimaciones fueron basadas en los datos de la Pesquisa de Presupuestos Familiares, realizada en Brasil entre julio de 2002 y junio de 2003. Fueron analizados 969.989 registros de adquisición de alimentos efectuados por una muestra probabilística de 48.470 domicilios localizados en 3.984 sectores censados del País. Se realizó conversión de los registros de las adquisiciones de alimentos en nutrientes por medio de tablas de composición de alimentos. Fueron calculadas la disponibilidad promedio de sodio por persona y por día y la disponibilidad promedio ajustada para un consumo energético equivalente a 2.000 kcal. Se calculó la contribución de grupos de alimentos seleccionados para el total de sodio disponible para consumo en el domicilio. Las estimaciones son presentadas según regiones, situación urbana o rural del domicilio e estratos de renta. RESULTADOS: La cantidad diaria de sodio disponible para consumo en los domicilios brasileros fue de 4,5 g por persona (o 4,7 g para una ingestión diaria de 2.000 kcal, excediendo así, en más del doble el límite recomendado de ingestión de ese nutriente. A pesar de que la mayor parte del sodio disponible para consumo en todas clases de renta provenga de la sal de cocina y de condimentos a base de sal (76,2%, la fracción proveniente de alimentos procesados con adición de sal aumenta linear e intensamente con el poder adquisitivo domiciliar, representando 9,7% del total de sodio en el quinto inferior de la distribución de la renta per capita y 25,0% en el quinto superior. CONCLUSIONES: Los resultados indican que el consumo de sodio en Brasil excede grandemente la recomendación máxima para ese nutriente en todas las macroregiones brasileras y en todas las clases de renta.OBJECTIVE: To estimate the magnitude and distribution of sodium intake in Brazil and to identify major dietary

  10. Nel Noddings och omsorgsetiken

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gunnel Colnerud

    2006-01-01

    Full Text Available NEL NODDINGS AND THE ETHICS OF CARE. Nel Noddings is one of the premierphilosophers of the ethics of care. Her elaboration of this ethics has resul-ted in a complex relation-based theory. Noddings defines care as a conti-nuing, reciprocal relationship between the carer and the cared-for. Thecaring relation is complete only if the cared-for confirms the value of thecare. The ethics of care attaches no importance to principles, since thecarer looks for guidance to the needs of the cared-for, rather than toprinciples of justice. Local and particular ethical decisions are seen as morevalid than universal principles. In this article I discuss a number of pro-blems by applying the ethics of care to all levels and aspects of schooling,from policy to the teacher–student relationship. More recently, Noddingsand philosophers who defend an ethics of justice, e.g. Strike, have agreedthat these theories are complementary. Noddings still argues, though, thatcare is the most adequate ethical theory for moral events in schools. Theconclusion drawn here is that neither the ethics of care nor the ethics ofjustice may be enough to guide teachers in their ethically demanding andcomplex practice.

  11. Intoxicación por fluoroacetato de sodio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Juliana Granada

    2014-01-01

    Full Text Available El fluoroacetato de sodio es conocido como compuesto 1080, fue descubierto por químicos alemanes durante la segunda guerra mundial. Es un compuesto inodoro e insaboro, soluble en agua, la dosis letal 50 en humanos es de 2 a 4 mg/kg. Debido a su letalidad, ha sido retirado del mercado en algunos países incluyendo Colombia. Este compuesto causa efectos bioquímicos y fisiológicos como acumulación de citrato, alteración de los trasportadores mitocondriales del citrato, acumulación de acido láctico, alteración de la regulación de la glucosa y alteraciones hidrioelectroliticas (principalmente en los niveles de calcio. Las manifestaciones clínicas de intoxicación por esta sustancia son inespecíficas, lo que dificulta su identificación y tratamiento oportuno, aumentando su letalidad. El etanol aumenta el nivel de acetato, ofreciendo así un sustrato alterno al ciclo de Krebs y puede ofrecer beneficios en el tratamiento agudo de estos pacientes. Sin embargo, el manejo de soporte es el pilar fundamental del manejo de estos casos. Se presenta un caso de ingestión intencional en un adolescente con diagnóstico tardío y con desenlace satisfactorio.

  12. Effect in vitro of the Phenobarbital on the Activity of the Enzyme Adenosine Triphosphatase (ATPase of Sodium and Potassium Dependent in Human Placenta. Efecto in vitro del fenobarbital sobre la actividad de la enzima Adenosintrifosfatasa de sodio y potasio dependiente en placenta humana.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pedro Sánchez Frenes

    2007-02-01

    Full Text Available

    Background: Most of the drugs can pass to the fetus through the placenta, conditioning alterations of the development and fetal growth. Objective: To evaluate the effect in vitro of Phenobarbital on the activity of adenosine triphosphatase of sodium and potassium dependent in human placenta. Method: A study in vitro was carried out, in total homogenizes of placentas coming from 30 mothers that were assisted in the Gynecological and Obstetric Educational Provincial Hospital ¨Mariana Grajales¨, in Santa Clara, during the period March-July 1993. Phenobarbital was administered in concentrations of 0,1 mg/ml, 0,15 mg/ml and 0,2 mg/ml, keeping in mind the therapeutic dose to which was prescribed. The analyzed variables were: enzymatic activity and inhibition type. Results: The enzymatic activity of the adenosine triphosphatase of sodium and potassium dependent, diminished in a significant way, proportionally with the diminishment of the administered concentration of Phenobarbital. The inhibitory effect of the drug also turned out to be dependent of the concentration, presenting a major inhibition as the dose was increased. Conclusion: Phenobarbital produced highly significant decrease in the activity of adenosine triphosphatase of sodium and dependent potassium. This inhibition is of competitive type.

    Fundamento: La mayoría de los fármacos, en mayor o menor medida, son capaces de pasar al feto a través de la placenta, condicionando alteraciones del desarrollo y del crecimiento fetal. Objetivo: Evaluar el efecto in vitro del fenobarbital sobre la actividad de la Adenosintrifosfatasa de sodio y potasio dependiente de placenta humana. Método: Se realizó un estudio in vitro, en homogeneizados totales de placentas provenientes de 30 madres que fueron atendidas en el Hospital Provincial Docente Ginecobst

  13. Atti del seminario internazionale "Immagini d'Italia e d'Europa nella letteratura e nella documentazione di viaggio nel XVIII e nel XIX secolo", (Firenze, 1999-2001

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Renato Pasta

    2003-01-01

    Full Text Available Renato Pasta, Introduzione. Paolo Marchetti, I giuristi e i confini. L'elaborazione giuridica della nozione di confine tra Medioevo ed età moderna. Jürgen Osterhammel, Atlantic Slavery: A Problem of Cross-Boundary History. Hans Erich Boedeker, "Europe" in the Discourse of the Sciences of State in 18th Century Germany. Sergueï Karp, Les recherches récentes (1990-2000 des relations culturelles franco-russes au XVIIIe siècle. Ananij Gerasimovič Ivanov, Il sistema amministrativo russo nella regione dei Mari dalla seconda metà del XVI al XVIII secolo. Il voevoda. Giulia Cecere, L' «Oriente d'Europa»: un'idea in movimento (sec. XVIII. Un contributo cartografico. Natividad Planas, Conflits de compétence aux frontières. Le contrôle de la circulation des hommes et des marchandises dans le royaume de Majorque au XVIIe siècle. Augustin Hernando, Identidad y representación de Europa en la docencia e investigación geográfica española. Teresa Isenburg, Separare ed Unire. Appunti sulle frontiere brasiliane fra Otto e Novecento: il caso della Guiana britannica

  14. Estudio de la adsorción de cadmio, níquel y zinc sobre una bentonita natural y homoiónica de sodio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Germán Darío Silva Giraldo

    2010-09-01

    Full Text Available Se esmdió la adsorción de cadmio, níquel y zinc, en solución acuosa a 25 "C, sobre una bentonita procedente del Valle del Cauca, tanto en su estado natural como en su forma homoiónica de sodio.

  15. Uso del valproato de sodio intravenoso en el tratamiento del estado epiléptico en niños: revisión sistemática de ensayos clínicos controlados aleatorizados

    OpenAIRE

    Penagos Vargas, Natalia Elena

    2014-01-01

    El estado epiléptico es una condición clínica que amenaza la vida de forma aguda y es causa de importantes secuelas neurológicas a largo plazo. Además de las benzodiazepinas de corta acción, solo la Fenitoina y el Fenobarbital se aceptan en todos los protocolos para uso intravenoso en el tratamiento del estatus epiléptico. Desafortunadamente, estos medicamentos tienen una ventana terapéutica estrecha con efectos adversos significativos que limitan de alguna manera su uso en la práctica clí...

  16. Evaluación de bispiribac-sodio en el control de malezas en arroz de temporal

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Valent\\u00EDn A. Esqueda

    2004-01-01

    Full Text Available Evaluación de Bispiribac-sodio en el control de malezas en arroz de temporal. Se establecieron dos experimentos en Los Naranjos, Veracruz, México, con el objeto de evaluar la eficiencia biológica y el efecto fitotóxico del herbicida postemergente bispiribac-sodio, solo y en mezcla con otros herbicidas, para controlar malezas en el cultivo de arroz de temporal. Un experimento fue establecido el 13 de junio de 1999 el segundo el 9 de junio del 2000 con arroz de la variedad Milagro Filipino, a 100 kg/ha. El diseño experimental fue de bloques completos al azar con ocho tratamientos para el primero y seis para el segundo, y cuatro repeticiones de cada uno. En 1999, el control de malezas se evaluó a los 15, 30 y 105 días después de la aplicación (DDA y en 2000 a los 15, 30 y 45 DDA. En ambos experimentos, la toxicidad se evaluó a los 15 y 30 DDA. Las especies de malezas dominantes fueron el zacate de agua [Echinochloa colona (L. Link.], el pelillo (Cyperus iria L. y el zacate frente de toro [Digitaria ciliaris (Retz. Koel]. Bispiribac-sodio afectó solamente plantas de malezas emergidas; este herbicida controló eficientemente al pelillo a 15 g/ha, al zacate de agua a 22 g/ha y solamente tuvo un control parcial del zacate frente de toro. Al mezclar el bispiribac- sodio con clomazone o tiobencarbo, se incrementó el control de los zacates y se obtuvo un efecto herbicida residual. El bispiribac-sodio fue altamente selectivo al arroz.

  17. Enzymatic processes in the textile industry; Enzimologia nel tessile. Biopreparazione del cotone ed uso degli enzimi nell'industria tessile. 1. Parte

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Galante, Y. [Lamberti SpA, Albizzate, VA (Italy)

    2001-04-01

    In the last years, the textile industry has become one of the main field of industrial applications of enzymes. From traditional desizing to enzymatic stone washing to bio polishing of cellulosic fibers to protease treatment of silk and wool to catalase utilization after bleaching, textile processing has evolved into a field of primary importance for modern enzymology. A number of new recombinant and/or bioengineered enzymes (e.g., cellulases) have been recently introduced into textile processing and finishing dye houses. [Italian] Nel presente articolo, suddiviso in due parti, viene presentato un approccio enzimatico integrato nella filiera tessile, in cui dimostriamo che e' possibile e conveniente applicare in un singolo processo differenti enzimi (ad esempio, amilasi, pectinasi, catalasi, cellulasi) in successione od in contemporaneo, in combinazione con ausiliari chimici facilmente biodegradabili.

  18. Book review, Principi di video-otoendoscopia nel cane e nel gatto, Giovanni Ghibaudo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2011-12-01

    Full Text Available Per il veterinario libero professionista le malattie auricolari dei cani e dei gatti sono il pane quotidiano, ciò nonostante il loro studio è progredito lentamente anche perché molti veterinari trovavano difficoltà nell’effettuare l’otoscopia e nel riconoscere la patologia otologica. L’avvento del video-otoscopio ha permesso di rilevare le malattie e i cambiamenti dell’orecchio. L'autore ha pertanto sentito la necessità di sviluppare i principi di video-otoendoscopia nel cane e nel gatto e inserirli in un’opera, unica in Italia nel suo genere, basandosi sulla propria esperienza clinica e sul materiale iconografico presente in letteratura. Nell’agile libro ci sono 94 figure video-otoscopiche che fanno comprendere visivamente la normale anatomia e le malattie dell’orecchio. Sono presentati 68 casi in cui è visibile l’immagine dell’orecchio esterno, sempre accompagnata da visioni video-otoscopiche di ciò che sta succedendo nel canale uditivo più in profondità. Nella prima parte del volume viene descritta l’anatomia dell’orecchio esterno e medio, sono fornite le informazioni essenziali per un corretto approccio e per la gestione delle otiti, per la preparazione del paziente e, infine, vengono indicati strumenti e metodiche di video-otoendoscopia. La seconda parte, attraverso immagini endoscopiche, illustra l’aspetto dell’orecchio normale del cane e del gatto. Successivamente, immagini endoscopiche chiare ed esemplificative accompagnano la descrizione delle lesioni presenti in corso di otiti acute, croniche e neoplastiche. Lo stesso schema è stato seguito nell’illustrare l’aspetto normale e alterato della membrana timpanica e dell’orecchio medio. Per ogni causa di otite sono state affiancate, a un testo essenziale d’immediata comprensione, immagini endoscopiche per una collezione iconografica il più possibile completa. Inoltre, Giovanni Ghibaudo fornisce utili consigli per esempio sull’utilizzo di spugne

  19. Il dativo etico nel friulano sonziaco

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mitja Skubic

    2005-12-01

    Full Text Available Nei suoi ricordi giovanili, scritti nel secondo dopoguerra e pubblicati nella ri­ vista friulana Sot la Nape negli anni settanta e ottanta del secolo scorso, riuniti poi nel libro Di cà e di là da la Grapa. Di cà e di là dal Pomeri. Blecs gurizans Luciano Spangher, goriziano, benemerito cultore della cultura e tradizioni della sua città, offre una abbondante quantità di esempi in cui si trova un uso particolare del pronome perso­ nale atono, al dativo, sensibilmente indebolito al livello semantico, quel fenomeno, dunque, che le grammatiche del latino sogliono classificare come dativus ethicus. Pensiamo ai passi come il seguente in cui Spangher descrive il ghetto goriziano e la pace che vi regnava tra gli appartenenti alle varie religioni della città: In ta ciasis stavin cristians, obreos e ancia protestanz e due' ti vivevin di amor e di acordo, p. 47. II pronome personale, evidentemente, non ha un pieno valore semantico.

  20. En los muros del Palacio: Pedro Nel Gómez en el imaginario social en Medellín, 1930-1950

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gómez Juan Carlos

    2013-12-01

    Full Text Available ResumenDurante la década de 1920 apareció en Latinoamérica una serie de vanguardias culturales que cuestionaron la realidad nacional de sus países buscando cambios en la estructura social y política. Los políticos liberales colombianos, en su intento por llegar al poder, reconocieron en ellas diferentes ideas que influyeron en su desarrollo político. Con las reformas de Alfonso López Pumarejo se buscó un acercamiento con los artistas para que estos desarrollaran una tipología de arte en la que se involucrara a la sociedad y así ésta tomara conciencia de su historia e idiosincrasia. Bajo estos lineamientos Pedro Nel Gómez fue contratado para decorar el Palacio Municipal de Medellín con diferentes murales al fresco que cumplieran este propósito. El artista presentó nueve frescos que despertaron polémica debido al llamado de conciencia social que realizó al retratar los principales problemas de su país, situación que no solo le ganó el apelativo de socialista sino que años más tarde lo llevó a la censura. Con este texto se pretende interpretar esos murales como fuente de conocimiento histórico y ver en ellos los problemas sociales de la Colombia de los años treinta expresados por el artista desde su pensamiento socialista e influencia marxista.Palabras clave: Muralismo, denuncia social, Palacio Municipal de Medellín, socialismo, política colombiana.In the Palace Walls: Pedro Nel Gómez in the Social Imaginary of Medellín, 1930-1950AbstractThe 1920s was a decade that witnessed in Latin American the appearance of a number of cultural vanguards that questioned the reality of their countries seeking changes in the social and political structure of their nations. The Colombian Liberal politicians, in their desire for to govern to Colombia, recognized in them a number of ideas that influenced his political development. The reforms of Alfonso Lopez Pumarejo sought a rapprochement with the artists looking a series of artistic

  1. Parassitosi intestinali umane nel Perugino nel corso del 2005

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Letizia D’Annibale

    2007-03-01

    Full Text Available During 2005 we analyzed stool specimens of 661 subjects, 221 children (1-16 years old and 440 adults, for O&P (direct and after formalin-etylacetate concentration microscopic observations, Giemsa and modified Ziehl- Neelsen permanent stains when requested. 13.8% of subjects were positive for parasitic infections (13.5% among children and 13.9% among adults. 8.8% of subjects are infected with pathogen parasites (7.2% among children and 9.6% among adults and 5.0% with not pathogens (6.3% and 4.3% respectively. Among pathogen parasites, in children G. duodenalis was observed in 4.1% of cases,D. fragilis in 0.5%, E. vermicularis in 0.9%, T. trichiura in 1.8%. Among adults, D. fragilis was observed in 5.2% of cases, G. duodenalis in 1.8%, Cryptosporidium spp. in 0.5%, E. vermicularis in 0.5%, T. trichiura in 0.7%, S. stercoralis in 0.7%, H. nana in 0.2%, T. saginata in 0.5%, S. mansoni in 0.5%.Among childrens, 76.7% of pathogen parasites were imported from developing countries, particularly G. duodenalis in adopted ones; instead, among adults, 83.6% of pathogens was observed in home/Italian people, particularly D. fragilis. Cellophane tape test was performed on 40 home children and E. vermicularis prevailed in 22%; modified Baermann method was performed on 42 old subjects and S. stercoralis rabdithoid larvae were observed in 7.1% (but the same ones of O&P.The Authors recommend the O&P in subjects with intestinal aspecific troubles, ipereosinophilia, or other justified situations, emphasizing the importance of a rational, good and responsible O&P and/or other techniques for intestinal parasitosis, because are present, even if not frequent, not only imported, particularly D. fragilis, but also helminths, and not only E. vermicularis.

  2. En los muros del Palacio: Pedro Nel Gómez en el imaginario social en Medellín, 1930-1950

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Juan Carlos Gómez

    2013-01-01

    Full Text Available Durante la década de 1920 apareció en Latinoamérica una serie de vanguardias culturales que cuestionaron la realidad nacional de sus países buscando cambios en la estructura social y política. Los políticos liberales colombianos, en su intento por llegar al poder, reconocieron en ellas diferentes ideas que influyeron en su desarrollo político. Con las reformas de Alfonso López Pumarejo se buscó un acercamiento con los artistas para que estos desarrollaran una tipología de arte en la que se involucrara a la sociedad y así ésta tomara conciencia de su historia e idiosincrasia. Bajo estos lineamientos Pedro Nel Gómez fue contratado para decorar el Palacio Municipal de Medellín con diferentes murales al fresco que cumplieran este propósito. El artista presentó nueve frescos que despertaron polémica debido al llamado de conciencia social que realizó al retratar los principales problemas de su país, situación que no solo le ganó el apelativo de socialista sino que años más tarde lo llevó a la censura. Con este texto se pretende interpretar esos murales como fuente de conocimiento histórico y ver en ellos los problemas sociales de la Colombia de los años treinta expresados por el artista desde su pensamiento socialista e influencia marxista.

  3. Mecanismos de incorporación y homeostasis citoplasmática de potasio y sodio en Halimione Portulacoides (L.) Aellen

    OpenAIRE

    Ait Hammou, Karima

    2016-01-01

    Las características del transporte de potasio y sodio en plantas halófitas no son muy conocidas, ni tampoco el proceso de homeostasis citoplasmática de estos iones, aspectos fundamentales en la tolerancia a la salinidad. Así, en este trabajo se han caracterizado estos procesos en la especie halófita Halimione portulacoides (L.) Aellen, usando técnicas electrofisiológicas. Las raíces de esta planta, cultivadas en ausencia de potasio y sodio, son capaces de incorporar potasio a concentraciones ...

  4. Le onde d'urto nel protocollo riabilitativo del piede equino nei soggetti affetti da paralisi cerebrale infantile: ricerca clinico-sperimentale

    OpenAIRE

    Corrado, Bruno

    2006-01-01

    L’equinismo del piede è la più frequente deformità nei bambini con spasticità da paralisi cerebrale. Tale alterazione, limitando l’appoggio plantigrado, disturba enormemente la statica, ma soprattutto altera la dinamica del passo giacché la funzione ottimale del collo piede è essenziale per il cammino fisiologico, sia nella fase di carico che nella fase di oscillazione. Nei pazienti con patologia cerebrale un residuo equinismo può essere funzionalmente vantaggioso per assicurare la spinta...

  5. Ingesta de sodio y potasio en niños de 0 a 15 años: lo observado versus lo esperado

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carlos Saieh A., Dr.

    2015-07-01

    Conclusión: El aumento del cloruro de sodio se debía al uso de alimentos procesados. Al cambiarlos por alimentos naturales se logró llegar a los valores esperados. La baja ingesta de potasio se corrigió aumentando la oferta de frutas y verduras.

  6. La biofumigación y el metam sodio como alternativas al uso de bromuro de metilo: Efecto sobre el control de malezas y las características químicas del suelo Biofumigation and methan Na as alternatives to methyl bromide use: Effect on the weed control and the chemical characteristics of the soil

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    S.M. Pereyra

    2008-12-01

    Full Text Available El bromuro de metilo (BM como desinfectante de suelo está ampliamente generalizado; sin embargo, el planteo de alternativas que lo reemplacen es de vital importancia, dada las restricciones que pesan sobre este producto. Se evaluó el efecto del metam sodio (0,125 L/m² y la biofumigación (guano de pollo, 8 kg/m²; salvado de trigo 1,5 kg/m² y acícula de pino 30 dm³/m², como alternativas al tratamiento con bromuro de metilo (80 g/m², sobre el tipo y número de malezas y las características químicas del suelo en un cultivo de clavel. El tipo y número de malezas presentes y las características químicas del suelo, se evaluaron antes de los tratamientos y a los 30 días después de implantado el cultivo. Los resultados mostraron que todos los tratamientos fueron eficientes para controlar las malezas, en número y especies. Las biofumigaciones con guano de pollo y con salvado de trigo modificaron el contenido de materia orgánica y la conductividad eléctrica del suelo. El guano de pollo adicionalmente aumentó la capacidad de retención de agua y el contenido de nutrientes del suelo.The purpose of this research was to evaluate the effect of the methan sodium (0,125 l/m² and biofumigation (chicken manure, 8 kg/m²; wheat bran 1,5 kg/m² and pine needle 30 dm³/m² as alternative methods for methyl bromide on weed control and chemical characteristics of the soil in carnation crops. The type and number of the weeds and chemical soil characteristics were evaluated before the treatment and 30 days after the carnation crop was implanted. The results show that all the treatments were efficient for the control of weeds in number and species. Only biofumigation with chicken manure and wheat bran were effective to induce changes on the organic matter content and the electric conductivity of the soil. In addition, chicken manure improved the water retention capacity and the nutrients of the soil.

  7. HIPONATREMIA INDUCIDA POR PERDIDA URINARIA DE SODIO EN EL ANCIANO BAJO DIETA HIPOSODICA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luis S. Algranati L

    2006-04-01

    Full Text Available ABSTRACTHyponatremia is an electrolyte disorder which consist of a relative increase in body free water content respect to sodium one. Free water retention or sodium loss are its possible mechanisms, being the former more frequent than the latter. However, since urinary sodium loss is increased in healthy elderly, sodium depletion can be a frequent etiology of hyponatremia in this people when they have been on a low sodium diet for a long period.In this report a case of hyponatremia that solved with sodium restitution instead of water restriction is presented, and the name of senile sodium leakage hyponatremia is proposed for this entity. It is also analyzed the low reliability that fractional excretion of urea seems to have in the evaluation of this syndrome. RESUMENLa hiponatremia es un desorden electrolítico que consiste en un aumento relativo a nivel corporal del contenido acuoso respecto del salino.La retención de agua libre o la pérdida de sodio son sus mecanismos causales principales, siendo el primero de ellos el más frecuente. Sin embargo, dado que los ancianos normales poseen un aumento en la excreción urinaria de sodio respecto de los jóvenes, pueden desarrollar hiponatremia secundaria a deplección salina cuando han estado en forma prolongada bajo una dieta hiposódica.En este reporte presentamos un caso de hiponatremia que fue resuelto mediante la restitución de sodio y no mediante la restricción hídrica. Analizamos también la baja confiabilidad de la excreción fraccional de urea en la interpretación de la etiología de la hiponatremia en los ancianos.

  8. Arbitrarieta'e imprecisione nel linguaggio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Robert A. Hall

    1991-12-01

    Full Text Available In queste citazioni si rispecchiano gli estremi di due punti di vista opposti con­ cernenti il rapporto tra illinguaggio e Ia realtà non linguistica. L'approccio  di colo­ roche, come Diodoro e Roger Price, credono che le forme linguistiche abbiano si­ gnificati precisi e inalterabili, si definisce normalmente "convenzionalistico",  giac­ che si presume che I 'uso del linguaggio segue regole e convenzioni che permettono poca o nessuna variazione. Dei due approcci, questo è più vecchio ed è alia base del­ le prescrizioni della grammatica e della lessicografia accademiche. L'opinione  del grammatico  stoico Crisippo, secondo Ia quale ogni fenomeno linguistico sarebbe polisemico, è assai meno diffusa tra gli studiosi dellinguaggio. Gli estremisti di que­ sta scuola sostengono che nessuna manifestazione dellinguaggio abbia un significa­ to preciso o un rapporto  qualsiasi con il mondo reale e che, per conseguenza, illin­ guaggio si riferisca unicamente a sé stesso. Questa dottrina  ha le sue radici nello "scetticismo radicale concernente illinguaggio" espresso da John Locke nel suo Es­ say Concerning Humane Understanding del 1690, ed è stata esumata nella seconda meta del Novecento dal gruppo parigino dei Telqueliens come Jacques Derrida, Ro­ land Barthes, Julia Kristeva e i loro seguaci.

  9. Chromium and heavy metals diffusion in soil and plants in S. Croce-Castelfranco central Italy; Indagine sulla diffusione del cromo e di altri metalli pesanti nel terreno e nelle piante della zona di Santa Croce-Castelfranco

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Strati, S. [Florence (Italy). CNR, Ist. Patologia Alberi Forestali; Paoletti, E.; Barbolani, E. [Florence, Univ. (Italy). Dip. Scienza Suolo Nutrizione Pianta

    1998-04-01

    The aim of the study was to assess the presence of heavy metals in a tannery-polluted area, with special reference to: 1) the interaction between the amount in the upper layer of the soil (15 cm) and the concentration in the plants; 2) the distribution of heavy metals in roots, stems and leaves of the sampled plants (Populus spp. and Convolvolus arvensis). As the main tanning agent contents chromium, our attention was focused on this element, even if Fe, Mn, Cu, Pb and Cd were also investigated. The results show: the absence of a high grade pollution by heavy metals in soils and plants, a positive correlation between chromium concentration and pH in soil; a higher concentration of heavy metals in the roots, with the exception of Mn, which is present in the same contents in leaves and roots; a higher values of lead in the plants sampled near the areas with the heaviest vehicular traffic. The possible use of Convolvolus arvensis as a purifier of contaminated soils was discussed. [Italiano] I metalli pesanti sono ubiquitari in tracce nei suoli e nella vegetazione, ma sono andati progressivamente diffondendosi durante l`era industriale (Freedman e Hutchinson, 1981). Pur potendo seguire numerose vie di diffusione nell`ambiente, il metallo presente nei terreni puo` essere assorbito dall`apparato radicale e trasportato nelle parti aeree delle pinte (Zoetti, 1985). Il presente studio si propone di fornire un quadro conoscitivo sul contenuto dei metalli pesanti (in particolare il cromo, principale costituente dei tannici sintetici) nella zona di S. Croce e Castelfranco (nota anche come vallata del comprensorio del cuoio) e sull`interazione tra quantita` presente nel terreno e quantita` rilevata nelle piante soprastanti ripartita tra radici, foglie e rami.

  10. Modelli di valutazione ambientale per i Bovidi (Capra ibex, Rupicapra rupicapra e i Cervidi (Capreolus capreolus, Cervus elaphus nel Parco Nazionale del Gran Paradiso

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    C. Oppio

    2003-10-01

    Full Text Available La conservazione delle popolazioni di stambecco ha grande rilevanza a livello italiano ed europeo, a causa della distribuzione concentrata in poche aree, mentre le consistenti popolazioni di camoscio hanno importanza economica e gestionale. L?espansione dell?areale di distribuzione dei cervidi in territorio alpino, è un fenomeno ormai consolidato e legato all?abbandono dei territori collinari e montani ma anche alle reintroduzioni e alle azioni di tutela nei confronti delle specie. I modelli d?idoneità ambientale rappresentano un efficace strumento per il confronto a livello qualitativo (numero di specie e quantitativo (abbondanza delle popolazioni tra l?attuale popolamento faunistico dei territori alpini e la loro situazione potenziale. Il Parco Nazionale del Gran Paradiso si estende per oltre 700 km² sul territorio di Piemonte e di Valle d?Aosta; gli affioramenti rocciosi ne occupano il 37.0%, la vegetazione rada il 20.1% e le praterie sommitali e le brughiere il 17.3%. L?analisi ambientale del Parco è stata effettuata mediante Arcview 3.2 per Windows misurando il valore di 20 variabili ambientali (Corine Land Cover III Liv., 27 fisiche (DTM e 17 di complessità paesaggistica in 2925 Unità Campione di 0,5 km di lato. Per la formulazione dei modelli relativi alla distribuzione (presenza/assenza dello stambecco sono stati utilizzati i dati dei censimenti (1999 effettuati nel Parco; per il camoscio ed il capriolo sono stati utilizzati i dati rilevati nelle province di Vercelli e Biella (1997 e in quella di Verbania (1999, mentre per il cervo sono stati utilizzati quelli relativi alla sola provincia di Verbania (1999. I modelli sono stati formulati mediante Analisi di Funzione Discriminante (Magnusson, 1983; Massolo & Meriggi, 1995 e Analisi di Regressione Logistica (Norusis, 1994. Per lo stambecco i dati sono stati suddivisi in due sets, di cui uno utilizzato per la formulazione del modello e l?altro per la sua validazione. Mediante un test

  11. Follow-up chest radiography in surgical breast cancer patients; La radiografia del torace nel controllo delle pazienti operate per neoplasia della mammella

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Coppola, V.; Brunese, L.; Gatta, G. [Neapel Univ., Neapel (Italy). Ist. di Scienze Radiologiche; Coppola, M.; Alfano, L. [Azienda Sanitaria Locale, Salerno (Italy). Unita' Operativa di Chirurgia; Cariello, S. [Azienda Sanitaria Locale, Salerno (Italy). Unita' Operativa di Oncologia Medica; Maioli, A. [Azienda Sanitaria Locale, Salerno (Italy). Unita' Operativa di Radiologia

    1999-10-01

    In this report is investigated to what extent the diagnostic findings of chest radiography can improve prognosis and treatment in surgical breast cancer patients. It is also reviewed the literature and the personal findings to choose the optima follow-up frequency to meet therapeutical and management needs, including radiation protection. [Italian] Scopo dello studio e' verificare l'utilita' e l'efficacia diagnostica della radiografia del torace ai fini del miglioramento prognostico e terapeutico delle pazienti operate per neoplasia mammaria proponendo, anche sulla base dei dati della letteratura, la cadenza di controllo preferibile che consenta di contemperare le esigenze terapeutiche e gestionali, ivi compresi gli obblighi radioprotezionistici.

  12. Valoración del contenido de hierro y sodio, del estado microbiológico y aceptabilidad de la carne vacuna kosher, en la ciudad de Rosario, 2009 Valuation of the content of iron and sodium, microbiological state and preference of kosher meat kosher, in rosario city, 2009

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    P Chaín

    2010-12-01

    Full Text Available La carne vacuna para ser denominada kosher, es sometida a un método ritual donde la sangre se derrama rápidamente. El presente estudio fue realizado con el objetivo de evaluar el contenido de hierro (Fe++ y sodio (Na+; Salmonella Typhimurium, Listeria Monocytogenes y el pH para cotejarlos con estándares establecidos; y asimismo evaluar la aceptabilidad de dicha carne. Para el análisis de Fe++ y Na+; Salmonella Typhimurium, Listeria Monocytogenes y pH se llevó a cabo un estudio de tipo cuantitativo descriptivo analítico. Se tomaron tres muestras del corte tapa de asado Kosher. La determinación del contenido de Fe++, Na+ y pH se realizó según Normas Association of Analytical Communities (AOAC OFF. METHOD 990.08, 966.16 y 981.12 respectivamente. La valoración microbiológica de: Salmonella Typhimurium y Listeria Monocytogenes se efectuó según Food and Drug Administration- Bacteriological Analitiycal Manual (FDA B.A.M 8th. Luego los resultados de Fe++ y Na+ se compararon con lo establecido según la tabla de Composición Química de Alimentos del Centro de Endocrinología Experimental y Aplicada (CENEXA,1995. Los resultados microbiológicos se compararon con parámetros establecidos por el Código Alimentario Argentino (CAA y Organización de las Naciones Unidas para la Agricultura y la Alimentación/ Organización Mundial de la Salud (FAO/OMS y Los resultados de pH se cotejaron con los valores en los cuales puede existir crecimiento de microorganismo (pH=6,5. Además, se llevó a cabo un estudio de tipo cuantitativo participativo transversal para la realización de la evaluación sensorial. En la misma participaron alumnos de 3er año de la Licenciatura en Nutrición de la Facultad de Química de Universidad del Centro Educativo Latinoamericano (UCEL. El valor promedio hallado para el Fe++ fue de 1,85 miligramos: mg/100 g, para el Na+ de 266 mg/100 g, produciéndose una remoción del 6 % y un incremento de 3,4 veces respectivamente

  13. Relación entre la variabilidad espacial de la conductividad eléctrica y el contenido de sodio del suelo Relationship between spatial variability of electrical conductivity and soil sodium content

    OpenAIRE

    Matías Bosch Mayol; José Luís Costa; Fabián Néstor Cabria; Virginia Carolina Aparicio

    2012-01-01

    La agricultura de precisión utiliza herramientas modernas capaces de facilitar la obtención y análisis de datos georreferenciados. La conductividad eléctrica aparente (CEa) del suelo, se obtiene con sensores remotos y está correlacionada con algunas propiedades del suelo (capacidad de almacenamiento de agua, contenido de materia orgánica, salinidad y drenaje, topografía, manejos previos y texturas entre otras). El exceso de sales puede ser perjudicial para las plantas mientras que altos conte...

  14. The role of 3D Helical CT in the reconstructive treatment of maxillofacial cancers; Tomografia Computerizzata spirale con elaborazioni tridimensionali di superficie nel trattamento ricostruttivo dei tumori maligni del massiccio facciale

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    De Rosa, V.; Ziviello, M. [Ospedale Cardarelli, Servizio di Radiodiagnostica, Naples (Italy); Ionna, F.; Mozzillo, N. [Ospedale Cardarelli, Div. di Chirurgia B, Ist. Nazionale Tumori Fondazione G. Pascale, Naples (Italy); Parascandolo, S. [Ospedale Cardarelli, Div. di Chirurgia Maxillo-Facciale, Naples (Italy)

    2000-12-01

    -ferrous metal of low atomic number that allows very clear CT and MR images to be obtained. Further Ti features are strength, biocompatibility and easy handling. 3D Helical CT scan has proven to be the most complete and accurate imaging technique for reconstructive plastic surgery with alloplastic material in advanced maxillofacial cancer, also considering the anatomic and functional complexity of his area. The prospect is provided to identify virtual 3D presurgical ablation planes. These may allow the surgeon to improve plastic reconstruction and shorten intervention time. [Italian] Scopo di questo articolo e' quello di analizzare il ruolo della TC spirale e i vantaggi delle ricostruzioni tridimensionali di superficie nella pianificazione e controllo degli interventi di chirurgia ricostruttiva plastica con materiale alloplastico nelle neoplasie maligne del massiccio facciale. Sono state eseguite dal 1996 al 1999 11 ricostruzioni plastiche dell'osso mascellare per neoplasie osteodestruenti il massiccio facciale utilizzando materiale alloplastico. Per la ricostruzione della parete anteriore dell'osso mascellare e del pavimento orbitario e' stata utlizzata una rete di titanio al 100% modulabile. Applicato nel cavo residuo dell'osso un otturatore siliconato sormontante una protesi acrilica con arcata dentaria per la ricostruzione del palato. In due casi utilizzato pericardio bovino modulato sulla soluzione di continuo. Tutti i pazienti sono stati studiati con TC spirale sia nella fase preoperatoria che entro il sesto mese dall'intervento chirurgico. Elaborate ricostruzioni tridimensionali della superficie (shaed surface display-SSD) con valori soglia compresi tra 425 e 630 UH ma con intervallo piu' stretto di finestra sui valori UH all'interfaccia osso/rete di titanio nei controlli del modellamento protesico. L'elaborazione tridimensionale della superificie sui dati ottenuti con acquisizione volumetrica ha fornito in tutti casi la fedele

  15. Introduzione al biodiritto: la bioetica nel diritto costituzionale comparato

    OpenAIRE

    Casonato, Carlo

    2006-01-01

    L’obiettivo principale di questo lavoro consiste nel sottoporre a verifica critica, alla luce di tematiche e di casi specifici, alcune delle categorie che abitualmente si utilizzano nei ragionamenti giuridici dedicati alle questioni di bioetica. La prospettiva da cui condurre l’analisi – non solo a motivo della formazione personale di chi scrive, come si vedrà subito – non sarà quella della filosofia del diritto, area che finora ha nutrito gran parte della riflessione biogiuridica, ma quella ...

  16. Captación de glucosa cerebral post-estimulación de los receptores carotídeos con cianuro de sodio en ratas:participación del óxido nítrico

    OpenAIRE

    2008-01-01

    El óxido nítrico (NO) es una molécula gaseosa liposoluble, que en el sistema nervioso central (SNC) actúa como un neurotransmisor. El NO participa en la homeostasis de la glucosa incrementando los niveles de glucosa en el plasma por glucogenolisis hepática secundaria a la secreción de arginina­vasopresina (AVP). El NO disminuye la función quimiosensora del cuerpo carotídeo e influye sobre las vías de la quimiotransducción hipóxica. En el presente trabajo se exploró el papel del NO en la re...

  17. Signos Vitales de los CDC-¡Cómo reducir el sodio en la alimentación de los niños (Reducing Sodium in Children’s Diets)

    Centers for Disease Control (CDC) Podcasts

    2014-09-09

    Este podcast se basa en la edición de septiembre del 2014 del informe Signos Vitales de los CDC. Muchos niños en los Estados Unidos consumen más sodio de lo recomendado y 1 de cada 6 tiene presión arterial elevada. Infórmese sobre lo que puede hacer para disminuir el consumo de sodio.  Created: 9/9/2014 by National Center for Chronic Disease Prevention and Health Promotion (NCCDPHP).   Date Released: 9/9/2014.

  18. Estabilidad de las gotas orales de picosulfato de sodio Stability of sodium picosulphate oral drops

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    María Teresa Herrera Santi

    2008-08-01

    Full Text Available Las gotas orales de picosulfato de sodio son muy efectivas en el tratamiento del estreñimiento agudo y crónico en paciente de todas las edades. Se realizó un estudio de estabilidad de una formulación de picosulfato de sodio, para su administración por vía oral, que cumpliera con los requisitos de calidad exigidos para el producto, como: características organolépticas, pH, valoración y conteo microbiológico. Como resultado se logró una formulación con un tiempo de vida útil de 12 meses, a temperatura ambiente de 30 ± 2 °C. Se mantuvieron invariables sus características físicas, químicas y microbiológicas durante el estudio de estabilidad realizado.The oral drops of sodium picosulphate are very effective in the treatment of acute and chronic constipation in patients of all ages. It was conducted a stability study of a formulation of sodium picosulphate for its oral administration that meets all the quality requirements demanded for the product, such as: organoleptic characteristics, pH, assessment and microbiological count. As a result, it was attained a formulation with a time of useful life of 12 months, at an ambient temperature of 30 ± 2 °C. Its physical, chemical and microbiological characteristics remained invariable during the stability study

  19. Evidence based medicine (EBM) and evidence based radiology (EBR) in the follow-up of the patients after surgery for lung and colon-rectal carcinoma; Medicina basata sulle evidenze (EMB) e radiologia basata sulle evidenze (EBR) nel follow-up dei pazienti operati per tumore del polmone e del colon

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Giovagnoni, Andrea; Ottaviani, Letizia; Mensa' , Anna; Durastanti, Martina; Floriani, Irene; Cascinu, Stefano [Marche Univ., Ancona (Italy). Azienda ospedaliera Umberto I, Istituto di radiologia, oncologia clinica

    2005-04-01

    real costs of the follow-up programmes implemented in the 40 patients considered and the theoretical costs derived from the guide-line recommendations (an excess of 99.06% for lung cancer, and 93.6% for colon cancer). Conclusions: Our findings can serve as a basis to start a discussion within the scientific community about the role of radiological follow-up in cancer patients with the aim of defining a more rational use of resources. [Italian] Scopo: a) Utilizzare la metodologia di Evidence Based Medicine (EBM) nella definizione del ruolo della radiologia nel follow-up post chirurgico dei pazienti con neoplasia solida; b) valutare le eventuali discrepanze tra il modello teorico ed i protocolli clinici attualmente in uso; c) confrontare i costi degli esami radiologici ricavati da un campione di pazienti osservato con quelli ideali che si sarebbero sostenuti se i pazienti fossero stati seguiti secindo le raccomandazioni fornite dalle linee guida delle Societa Scientifiche Internazionali. Materiale e metodi: Sono stati ricercati (utilizzando banche dati tradizionali e di editoria secondaria) i lavori scientifici e le linee guida degli ultimi dieci anni inerenti l'impatto clinico dell'imaging nel follow-up dei pazienti con tumori solidi (polmone, colon). Utilizzando la metodologia delle revisioni sistematiche proprie della EBM. Sono stati scelti i lavori piu significativi per numero di pazienti inclusi e livello di affidabilita. Sono stati valutati i seguenti parametri: timing delle indagini, sopravvivenza, periodo libero di malattia, qualita della vita, morbilita indotta, costi, aspetti psicologici. In una seconda fase stato analizzato retrospettivamente il follow-up clinico strumentale di 40 pazienti consecutivi affetti da tumore del colon (20 pazienti) e polmone (20 pazienti) giunti alla nostra osservazione nel periodo 1998-2004, valutato il costo reale e confrontato con quello teorico. Risultati: La revisione sistematica della letteratura ha permesso di

  20. Appropriazioni debite: reti sociali e gerarchie nel consumo locale dell’aiuto umanitario. Il campo rifugiati di Darwanaje-Somaliland

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Ciabarri

    2013-07-01

    Full Text Available Come altre zone del Corno d’Africa, la regione dell’Awdal è un’area di lunga presenza dell’aiuto umanitario internazionale. È un’area, considerando gli ultimi 30 anni, di emergenza strutturale (Piguet 1998, prodotto di una serie ricorrente di destabilizzazioni politiche e sociali – si pensi alla grande carestia del 1974 che ha colpito l’intera regione, alla guerra dell’Ogaden tra Etiopia e Somalia nel 1977-78 e infine al conflitto civile somalo, cominciato nel Nord nel 1988 ma preceduto da continue tensioni per tutti gli anni Ottanta – a cui hanno fatto seguito interventi esterni d’aiuto.

  1. NASA Electronic Library System (NELS) optimization

    Science.gov (United States)

    Pribyl, William L.

    1993-01-01

    This is a compilation of NELS (NASA Electronic Library System) Optimization progress/problem, interim, and final reports for all phases. The NELS database was examined, particularly in the memory, disk contention, and CPU, to discover bottlenecks. Methods to increase the speed of NELS code were investigated. The tasks included restructuring the existing code to interact with others more effectively. An error reporting code to help detect and remove bugs in the NELS was added. Report writing tools were recommended to integrate with the ASV3 system. The Oracle database management system and tools were to be installed on a Sun workstation, intended for demonstration purposes.

  2. Flora and vegetation of Rio Torto area in Brasimone ENEA Centre, Bologna; Flora e vegetazione dell'area Rio Torto nel centro ENEA del Brasimone, Bologna

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    De Mei, M.; Varriale, A. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Ambiente

    1999-07-01

    of degradation of this vegetation: it's due, above all, to the intense sylviculture practised in the area and to the severe climatic conditions. Although the human intervention on the wood coming down, effects are still visible and represented by a not easy to classify vegetational disorder. Beechwood has been cutting periodically for a long time, causing a complex structural situation; in fact, seedlings and tillers have different diameters but similar height. Both analysis of flora and vegetational and phytosociological study represent respectively a qualitative and qualitative-quantitative approach for vegetational valuation. [Italian] L'are Rio Torto, situata sul versante settentrionale dell'Appennino tosco-emiliano nella proprieta' del C.R. Enea Brasimone, e' stata oggetto di uno studio floristico e vegetazionale al fine di delineare le condizioni della copertura vegetale e di valutare le variazioni delle caratteristiche del popolamento vegetazionale. Per lo studio della vegetazione e' stato adottato il metodo di Brau-Blanquet, basato sull'accurata analisi della flora e sul campionamento statistico. L'elaborazione dei rilievi e' stata realizzata con il software SYN-TAX. Il faggio e' la specie dominante dell'area; al margine inferiore della faggeta sono ben rappresentati gli elementi dell'associazione Arrhenatheretalia mentre al margine superiore si estende una ampia radura caratterizzata da Pteridium aquilinum, da Prunus spinosa e da Crataegus monogyna. Il sottobosco erbaceo si presenta discretamente ricco dal punto di vista fisionomico-strutturale e dominato da elementi euroasiatici e boreali. Lo spettro biologico che ne deriva indica un valore alto per le emicriptofite e questo e' da considerare un indice di stress. I risultati ottenuti dall'indagine vegetazionale e fitosociologica hanno permesso di inquadrare i popolamenti di faggio nell'Ordine Fagetalia e nell

  3. Flora and vegetation of Rio Torto area in Brasimone ENEA Centre, Bologna; Flora e vegetazione dell'area Rio Torto nel centro ENEA del Brasimone, Bologna

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    De Mei, M.; Varriale, A. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dipt. Ambiente

    1999-07-01

    of degradation of this vegetation: it's due, above all, to the intense sylviculture practised in the area and to the severe climatic conditions. Although the human intervention on the wood coming down, effects are still visible and represented by a not easy to classify vegetational disorder. Beechwood has been cutting periodically for a long time, causing a complex structural situation; in fact, seedlings and tillers have different diameters but similar height. Both analysis of flora and vegetational and phytosociological study represent respectively a qualitative and qualitative-quantitative approach for vegetational valuation. [Italian] L'are Rio Torto, situata sul versante settentrionale dell'Appennino tosco-emiliano nella proprieta' del C.R. Enea Brasimone, e' stata oggetto di uno studio floristico e vegetazionale al fine di delineare le condizioni della copertura vegetale e di valutare le variazioni delle caratteristiche del popolamento vegetazionale. Per lo studio della vegetazione e' stato adottato il metodo di Brau-Blanquet, basato sull'accurata analisi della flora e sul campionamento statistico. L'elaborazione dei rilievi e' stata realizzata con il software SYN-TAX. Il faggio e' la specie dominante dell'area; al margine inferiore della faggeta sono ben rappresentati gli elementi dell'associazione Arrhenatheretalia mentre al margine superiore si estende una ampia radura caratterizzata da Pteridium aquilinum, da Prunus spinosa e da Crataegus monogyna. Il sottobosco erbaceo si presenta discretamente ricco dal punto di vista fisionomico-strutturale e dominato da elementi euroasiatici e boreali. Lo spettro biologico che ne deriva indica un valore alto per le emicriptofite e questo e' da considerare un indice di stress. I risultati ottenuti dall'indagine vegetazionale e fitosociologica hanno permesso di inquadrare i popolamenti di faggio nell'Ordine Fagetalia e nell

  4. Estudio Computacional de la Cinética y Mecanismos de Reducción del Colorante Rojo Allura por Bisulfito de Sodio en Fase Acuosa Computational Study of the Kinetics and Mechanism of the Reduction of Allura Red Dye by Sodium Bisulfite in Aqueous Phase

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Adolfo E Ensuncho

    2013-01-01

    Full Text Available Se determinó la cinética de la reducción del colorante rojo allura (E-129, C.I. 16035 por bisulfito de sodio al nivel B3LYP/6-31G(d en solución acuosa. Esto con el fin de evaluar una ruta mecanística plausible para la reacción de reducción de este importante azo colorante usado en la industria de alimentos. Las constantes de velocidad predichas para la etapa de sulfonación (kSulf estuvieron en buen acuerdo con respecto a las constantes de velocidad experimentales reportadas para algunos colorantes de estructura química similar a rojo allura. Se localizaron cinco puntos estacionarios sobre la superficie de energía potencial B3LYP. Los estados de transición para la primera y segunda etapa de la reacción de reducción son presentados por primera vez y caracterizados mediante cálculos de la coordenada intrínseca de reacción y frecuencias vibracionales. Los parámetros termodinámicos de activación indicaron que la reacción fue estable, endotérmica y no espontánea.The reduction kinetics of allura red dye (E-129, C.I. 16035 by sodium bisulfite at level B3LYP/6-31G(d in aqueous phase was determined. This was done to evaluate a plausible mechanistic path for the reduction reaction of this important azo dye used in the food industry. The predicted rate constants (kSulf for the sulfonation step were in good agreement with respect to experimental rate constants reported for some dyes of chemical structure similar to Allura red. On the B3LYP potential energy surface, were located five stationary points corresponding to reactants, transition states and products. The transition states for the first and second step of the reduction reaction are presented for the first time and characterized by calculations of intrinsic reaction coordinate and vibrational frequencies. The activation thermodynamic parameters indicated than the reaction was stable, endothermic and non-spontaneous.

  5. Adenoidectomia e tonsillectomia in etá pediatrica nel triennio 1999-2001 nella regione Piemonte

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G.L. Saglione

    2003-05-01

    Full Text Available

    Introduzione: nel periodo 1999-2001, gli interventi di adenoidectomia e tonsillectomia, considerati nel loro insieme, hanno costituito, nella Regione Piemonte, la seconda causa di ricovero nella popolazione di età tra 1 e 14 anni, con differenze rilevanti tra tassi di ospedalizzazione nelle diverse Aziende Sanitarie Piemontesi.

    Obiettivi: analizzare entità e andamento temporale delle diversità geografiche individuate; ricercare eventuali disomogeneità di selezione dei pazienti e differenze organizzative- strutturali.

    Metodologia: dalle Schede di Dimissione Ospedaliera piemontesi degli anni 1999-2001, sono stati tratti: per ciascuna ASL, i tassi di ospedalizzazione dei residenti per gli interventi considerati, tramite i codici ICD9-CM; per ciascuna struttura complessa di otorinolaringoiatria attiva negli ospedali piemontesi pubblici e privati, il numero di interventi e la degenza media. Un questionario è stato inviato a tutte le Strutture Complesse di Otorinolaringoiatria presenti negli ospedali pubblici ed ex art. 41-43 piemontesi, richiedendo le caratteristiche organizzative delle unità operative, l’attività svolta negli interventi considerati, le modalità di ricovero, degenza e dimissione dei pazienti.

    Risultati: differenze rilevanti emergono nei tassi di ospedalizzazione delle singole ASL che peraltro, come quelli regionali, si mantengono costanti nel corso del triennio, andando dal 7,59 al 16,26 per 1000 abitanti nel 1999, dal 6,45 al 17,22 nel 2000 e dal 6,87 al 16,91 nel 2001. Relativamente al numero di interventi: per i residenti in Piemonte è passato da 6.037 nel 1999, a 6.177 nel 2000, per ridursi a 5.861 nel 2001; per l’attività svolta dagli ospedali piemontesi è risultato di 5.875 nel 1999, 5.993 nel 2000 e di 5.709 nel 2001. I dati, ricavati con il questionario, dimostrano disomogeneità di comportamento nei percorsi organizzativi

  6. Evaluation of node involvement in non small cell bronchogenic carcinoma. CT-pathology correlation; Valutazione del fattore <> nel carcinoma polmonare non a piccole cellule. Correlazione tra tomografia computerizzata e anatomia patologica

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Pirronti, T.; Macis, G.; Sallustio, G.; Minordi, L.M.; Marano, P. [Rome Univ. Cattolica del Sacro Cuore, Rome (Italy). Ist. di Radiologia; Granone, P. [Rome Univ. Cattolica del Sacro Cuore, Rome (Italy). Ist. di Patologia Chirurgica; Vecchio, F.M. [Rome Univ. Cattolica del Sacro Cuore, Rome (Italy). Ist. di Anatomia Patologica

    2000-05-01

    densita' omogenea e' stato considerato reattivo; infine e' stato considerato metastatico, indipendentemente dalle dimensioni, quando erano presenti i seguenti segni: ipodensita' centrale, orletto periferico iperdenso sottile o spesso o con nodularita' nel suo contesto, presenza di strie iperdense o diffusa iperdensita' nel tessuto adiposo perinodale. Nelle scansioni TC e' stata anche considerata la sede del carcinoma. Sono stati escludi dal nostro studio 70 pazienti in quanto considerati non operabili. Dei restanti 67 pazienti, 65 sono stati sottoposti a interento chirurgico, uno a mediastinoscopia, uno a mediastinoscopia seguita da intervento chirurgico. Sulla base dei segni TC precedentemente descritti, 46 pazienti sono stati definiti come N0, 6 pazienti come N1 e 15 come N. 2. In 44/46 pazienti N0 si e' riscontrata concordanza anatomo-patologica; 3 di questi 44 presentavano linfonodi con diametro superiore a un cm e densita' omogenea. (abstract truncated)

  7. Eficacia de un Enjuagatorio Comercial en Comparación al Enjuagatorio con Cloruro de Sodio al 5% en la Disminución de Streptococcus Mutans

    OpenAIRE

    Cayo, Cesar; Universidad Alas Peruanas; Salvador, Sandra; Ramos, Javier

    2015-01-01

    El presente trabajo tiene como finalidad determinar el nivel de eficacia del enjuagatorio comercial en comparación con el enjuagatorio con cloruro de sodio al 5% en la disminución del Streptococcus mutans en la placa dentobacteriana. El grupo experimental evaluado estuvo constituido de 45 alumnos del 2¡Æ de secundaria del Centro Educativo.Felix B. Cardenas. Los participantes se agruparon al azar, de la siguiente manera: Grupo n¡Æ01 uso el Enjuagatorio comercial, Grupo n¡Æ02 usaron Cloruro de ...

  8. La polisemia nel vocabolario di base dell'Italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federica Casadei

    2015-01-01

    Full Text Available Abstract – The existence of a relationship between frequency and polysemy in words is well known in statistical linguistics. Nevertheless, few data are available on the amount of polysemy in high-frequency words across languages, and no systematic investigation of the Italian lexicon has been carried out so far. This paper presents a detailed analysis of the number and types of senses of the about 7,000 highest frequency lexemes that constitute the basic vocabulary in Italian (vocabolario di base, VDB. Data confirm that frequency and polysemy are strongly related: the percentage of polysemic words in VDB (89% is much greater than in the overall lexicon (19%; and within VDB, too, changes in frequency correlate with growth in polysemy. Verbs are found to be more polysemic than nouns, in the sense that there are less monosemic verbs than nouns; however, polysemic verbs and nouns give rise to a similar amount of senses (average number of senses is 7.3 in verbs and 6.6 in nouns. The crucial difference between verbs and nouns is to be found in the type, more than in the number, of their senses. In both classes the largest number of senses belongs to the area of basic/common vocabulary, but this area covers 77% of verb senses vs. 55% of noun senses. On the contrary, in nouns 34% of senses (vs. 8% in verbs belong to the area of technical-scientific vocabulary, and 67% of nouns have at least one technical-scientific sense. Abstract - E’ ben nota alla statistica linguistica l’esistenza di una relazione tra la frequenza delle parole e la loro polisemia. Tuttavia sono disponibili pochi dati sulla diffusione della polisemia nel lessico di alta frequenza delle lingue, e nessuna indagine sistematica in tal senso è mai stata condotta per l’italiano. La ricerca che presento fornisce un’analisi dettagliata della quantità e del tipo di accezioni dei lessemi del Vocabolario di Base (VDB dell’italiano. I dati ottenuti confermano la forte relazione tra

  9. La demarcazione religiosa del territorio nel Bhutan

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pietro Scarduelli

    2015-08-01

    Full Text Available This paper deals with the symbolic organization of space in the traditional Bhutanese society on the background of the Buddhist religion. The author argues that there are different semantic networks whose ‘knots’ are monasteries, temples, stupa (mound-like structures containing Buddhist relics and holy places. Every network consists of a specific kind of buildings or places, has both a peculiar symbolic meaning and a relationship with a facet of the religious system: theocracy, cosmology, ancestors cult. 

  10. La bellezza nel segno del rifiuto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Reinhard Brandt

    2017-07-01

    Full Text Available Beauty and its refusal are not merely a cipher of contemporaneity but a topic discussed since antiquity. The rivalry between lyre and flute, between harmony, mathematically determinable, and melody, gatherable only by hearing, arises from the myth, from the fight between Apollo and Marsia, where Greece and Phrygia, Europe and Asia are opposed in a civilisations collision. In modernity this collision arose again as political, whereas the egalitarian melody is opposed to the elitist harmony. Into this collision we find fine arts, not beauty anymore: fine arts leave the territory of beaux arts of fine poetry but remain, for contemporaneity, works of art. But what do arts, not beauty anymore, or even ugly, want? Which aim do they pursue? How can we judge them?

  11. Una panoramica sugli inventari archivistici nel web

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federico Valacchi

    2011-06-01

    Full Text Available In Italia il panorama degli strumenti di ricerca archivistica on-line è in continua espansione. Esso è caratterizzato da una accentuata multiformità redazionale e scientifica, segnato da articolate strategie di pubblicazione ed è costituito sia dall’insieme di dati pregressi confluiti nel web, sia da strumenti di più recente generazione. In mancanza del SAN (Sistema Archivistico Nazionale, non ancora ultimato, i punti di riferimento del sistema sono rappresentati dalla Guida Generale, dal  SIAS (Sistema Informativo degli Archivi di Stato e dal SIUSA (Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche. Inoltre, i singoli archivi di stato hanno progetti indipendenti di pubblicazione on-line dei propri strumenti, attraverso formati come il PDF, l'HTML o l'XML/EAD. In quest'ambito, va segnalata un'iniziativa dell’ICAR (Istituto Centrale per gli ARchivi, il quale ha pubblicato una ricognizione degli inventari realizzati da ogni Archivio e già disponibili online su SIAS e sui siti degli Istituti archivistici. Per quanto riguarda il SIUSA, esso offre, in collaborazione con progetti regionali, una vasta gamma di inventari, di cui due validi esempi sono costituiti dal progetto Rinasco in Lazio e dal .DOC in Umbria. Infine, vi sono i sistemi informativi tematici, come Archivi del Novecento, progetto volto a costituire una rete di archivi per la storia italiana. L'offerta è quindi molto vasta, ma al fine di un esaustivo controllo di una realtà così complessa, è necessaria la strutturazione di un sistema federato di risorse locali o tematiche interoperabili e compatibile con SIUSA e/o con il nascente SAN.

  12. Estudio de la inhibición de la respiración/fermentación en células de levadura por fluoruro de sodio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    José Pedro López Pérez

    2013-01-01

    Full Text Available En esta comunicación se presentan las directrices necesarias para observar, en el laboratorio de Educación Secundaria, la inhibición del metabolismo de los azúcares en células de levadura por fluoruro de sodio y su inclusión en la materia de Biología en segundo curso de Bachillerato.

  13. Il capriolo nel Pollino: ieri, oggi e domani

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alberto Sangiuliano

    2003-10-01

    Full Text Available Fino agli inizi del secolo scorso, il capriolo conservava molto probabilmente un?ampia diffusione in tutta la Calabria settentrionale con una distribuzione pressoché continua, dal Massiccio del Pollino alla Catena Costiera. La contrazione dell?area di distribuzione iniziò verosimilmente già nel sec. 19°, acuendosi tra le due guerre mondiali, con l?estinzione della specie a nord del fiume Lao e sulla Catena Costiera. Cacciabile fino ai primi anni ?70 e in seguito perseguitato dal bracconaggio, il capriolo continuava nel suo inesorabile declino negli anni ?80 e ?90. L?areale era stimato essere di circa 7500 ha, più o meno circoscritto alla impervia Valle del Fiume Argentino (Orsomarso e alle aree limitrofe, con una stima di consistenza intorno a poche decine di individui. Solo in seguito all?istituzione del Parco Nazionale del Pollino, si è registrata una graduale inversione di tendenza: studi della seconda metà degli anni ?90 hanno individuato un?area di presenza stabile e accertata di poco inferiore a 6.000 ha, e una periferica di presenza sporadica e/o probabile (circa 9.000 ha. In seguito a una Convenzione stipulata nel 2000 tra l?Ente Parco e l?Università di Siena, è in corso uno studio sull?ecologia e conservazione del capriolo nel Parco Nazionale del Pollino, per favorire l?incremento della locale popolazione di capriolo. Per la determinazione della distribuzione della specie, mensilmente sono stati effettuati percorsi fissi diurni, notturni (con faro e avvistamenti da punti di visibilità, oltre che una serie di escursioni periodiche in aree di presenza incerta. Inoltre è stata condotta una valutazione dell?idoneità ambientale per la specie mediante l?utilizzo di tecniche statistiche multivariate (Analisi di Regressione Logistica Multipla. I nostri dati sembrano indicare che l?area di distribuzione ?storica? si sia notevolmente ampliata soprattutto in direzione nord, nord-est ed est, dove la presenza della specie è stata

  14. Influenza delle misure preventive sulla prevalenza di leishmaniosi canina in un focolaio identificato in Nord Italia nel 2006

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rudi Cassini

    2013-06-01

    Full Text Available La leishmaniosi canina è un'infezione endemica nel bacino del Mediterraneo con una documentata tendenza a diffondersi verso nord. L'uso massiccio di misure di protezione contro i rischi del contatto con i flebotomi (collari e formulazioni spot-on è stato studiato in un focolaio registrato in una zona collinare dei Colli Euganei in Italia nord-orientale nel 2006. Nel 2006 e 2007 sono stati testati i sieri di 449 cani provenienti dalla stessa zona. Trentuno animali (6,9% sono risultati positivi al test di immunofluorescenza indiretta (IFI. L'analisi dei fattori di rischio ha chiaramente dimostrato come il focolaio fosse limitato alla località di Calaone, situata nel comune di Baone (PD. Per verificare l'efficacia delle misure preventive adottate, nel 2010, 63 cani di Calaone sono stati campionati e i loro proprietari intervistati. In base alle informazioni rilasciate dai proprietari, la protezione dei cani nei confronti della leishmaniosi ha avuto inizio nel 2006 (66,7% dei cani protetti crescendo negli anni seguenti (90% dei cani protetti. Il valore di sieroprevalenza (4,2% della classe di cani di età più giovane (<5 anni è risultato significativamente minore di quello delle altre classi, dimostrando che gli animali nati dopo il 2006 hanno avuto meno probabilità di infettarsi. Inoltre, i valori di sieroprevalenza riferiti esclusivamente ai cani di Calaone sono risultati del 32,4% (23/71 nel 2006-2007 e 20,6% (13/63 nel 2010, mostrando una tendenza decrescente. I risultati ottenuti mostrano un alto livello di sensibilizzazione dei proprietari dei cani e sembrano evidenziare come l'uso pervasivo di collari e spot-on agisca positivamente nel ridurre l'intensità di circolazione di Leishmania infantum.

  15. Adaptação transcultural para o Brasil do Dietary Sodium Restriction Questionnaire (Questionário Restritivo da Dieta de Sódio (DSRQ Adaptación transcultural para Brasil del dietary sodium restriction questionnaire (Cuestionario Restrictivo de la Dieta de Sodio (DSRQ Cross-cultural adaptation into Brazilian portuguese of the Dietary Sodium Restriction Questionnaire (DSRQ

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Karina Sanches Machado d'Almeida

    2012-01-01

    Restriction Questionnaire (DSRQ tiene como objetivo, identificar los factores que afectan la adhesión a la restricción dietética de sodio para pacientes con IC. En Brasil, no existen instrumentos que evalúen tales factores. OBJETIVOS: Realizar la adaptación transcultural del DSRQ. MÉTODOS: Estudio metodológico que contó con las siguientes etapas: traducción, síntesis, versión, revisión por parte de un comité de expertos, test previo de la versión final y análisis de concordancia interobservador. En el test anterior se evaluaron los ítems y su comprensión, además de la consistencia interna por el coeficiente alfa de Cronbach. El instrumento lo aplicaron dos investigadores de forma simultánea e independiente, siendo utilizado el test Kappa para el análisis de la concordancia. RESULTADOS: Solamente una pregunta tuvo alteraciones semánticas y/o culturales relevantes. En el test anterior, el alfa de Cronbach obtenido para el total fue de 0,77 y para las escalas de Actitud, Norma subjetiva y Control Comportamental obtuvimos, respectivamente, 0,66, 0,50 y 0,85. En la etapa de concordancia el Kappa fue calculado para 12 de las 16 preguntas, con valores que variaron de 0,62 a 1,00. En los ítems en que el cálculo no fue posible, el aparecimiento de las respuestas iguales varió de un 95% a un 97,5%. CONCLUSIONES: A partir de la adaptación transcultural del DSRQ se pudo proponer una versión del cuestionario para una posterior evaluación de las propiedades psicométricas.BACKGROUND: Sodium restriction is a non-pharmacological measure often recommended to patients with heart failure (HF. However, adherence is low, being among the most common causes of HF decompensation. The Dietary Sodium Restriction Questionnaire (DSRQ aims at identifying factors that affect adherence to dietary sodium restriction by patients with HF. In Brazil, there are no instruments to assess these factors. OBJECTIVE: Perform the transcultural adaptation of DSRQ. METHODS: Methodological

  16. Il Libro dell’Arte di Cennino Cennini (1821-1950: un esempio di diffusione della cultura italiana nel mondo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Mazzaferro

    2015-01-01

    Full Text Available Scritto alla fine del 1300, noto sin dai tempi di Vasari, il Libro dell’Arte di Cennino Cennini è stato pubblicato per la prima volta solo nel 1821. Da allora ha conosciuto una grande fortuna editoriale come testimonianza autentica delle tecniche artistiche praticate nel Medioevo. Ogni nuova edizione lo ha caricato di interpretazioni e sfumature diverse, trasformando un semplice ricettario in un vero e proprio mito per generazioni di artisti e studiosi.

  17. Il Centro Nascita Montessori. Dal neonato in famiglia al bambino e alla famiglia nel servizio educativo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Laura Franceschini

    2010-02-01

    Full Text Available Intervento al Workshop Internazionale “Infanzie e Famiglie in Europa”, del 16 ottobre 2009, presso la Facoltà di Scienze della Formazione, Via Filippo Re, 6 Bologna (Aula Magna. L’intervento illustra i valori fondativi del Centro Nascita Montessori dalle sue origini ai giorni nostri attraverso un percorso che si è allargato nel tempo: dalla focalizzata attenzione e cura al neonato in famiglia o nel brefotrofio fino agli anni ’60 alla cura della crescita del bambino nei servizi educativi e alla cura della relazione con le famiglie dagli anni ‘70 in poi. Tale espansione del campo di interesse e d’indagine operativa ha arricchito il patrimonio di competenze e di conoscenze del C.N.M..

  18. Il riconoscimento del progetto migratorio del minore e la valorizzazione della rete parentale nell'accoglienza dei minori stranieri non accompagnati: l'evoluzione della presa in carico nel comune di Cremona (2005 - 2011

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carlo Giordano

    Full Text Available Il fenomeno dei minori stranieri non accompagnati fu gestito a Cremona, fino all'anno 2007, unicamente tramite l'accoglienza in strutture residenziali. Tale pratica dovette però confrontarsi con la criticità (anche di tipo economico rappresentata dalla massiccia crescita degli arrivi di minorenni stranieri dichiaranti essere "non accompagnati", verificatasi negli anni 2006 e 2007. La frequente presenza di reti parentali dei minori nelle provincie limitrofe, indusse a ritenere che il percorso migratorio dei MSNA giunti a Cremona fosse il risultato di una strategia messa a punto da adulti di riferimento, i quali indirizzavano il giovane verso quei territori dove le pratiche d'accoglienza apparivano più efficaci riguardo all'acquisizione del titolo di soggiorno. Ciò che emerge è la correlazione intercorrente tra modalità di accoglienza e strategia migratoria. A partire dall'anno 2008, il riconoscimento del carattere "famigliare" del progetto migratorio del minore, e della sua rete parentale come risorsa per una più efficace e sostenibile presa in carico, portò all'identificazione di una strategia di accoglienza incentrata sull'affidamento famigliare.

  19. Dear Nel: Opening the Circles of Care (Letters to Nel Noddings)

    Science.gov (United States)

    Lake, Robert

    2012-01-01

    This collection is a moving tribute to Nel Noddings, a fascinating and influential scholar who has contributed greatly to numerous fields, including education, feminism, ethics, and the study of social justice and equity. "Dear Nel: Opening the Circles of Care" presents contributions from renowned teachers, educators, and activists, such as David…

  20. L’inevitabile confl itto, nel paesaggio, fra conservazione e processualità

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pierluigi Giordani

    2012-08-01

    Full Text Available Il paesaggio si carica di tempo, riflettendo le ricadute politiche, economiche e culturali correlate alla processualità. Il paesaggio antropizzato è paragonabile ad un palinsesto in cui sovrapposte scritture documentano modi di pensare e di agire diversi. L’individualismo di massa ed il globalismo hanno ridimensionato, anche nel territorio, la centralità della politica, enfatizzando, con il ruolo del mercato, l’ideologia del consumo. La negazione della cultura del piano ha conseguentemente favorito gli interventi per frammenti urbani: privilegiando il fare edilizia al fare città. “Nuovo è migliore”, la formula vincente ovunque e comunque la si pratichi, diviene determinante nella spirale involutiva che ha sostituito “le regole del gioco” con “il gioco delle regole” viaggiante nell’ambiguità e nell’incertezza; ne costituisce corollario il “Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio” che unisce due materie che, a giusta ragione, la legge quadro del 1939 aveva tenuto separate essendo il Bene Culturale, oggettivamente individuabile , persistenza della memoria “autonoma” dal divenire , ed il Paesaggio un bene che si carica, nel tempo, di mutevole storicità. Il nostro tempo sembra configurarsi, nel rispetto della formula, saturo di “simultaneità”, senza passato e senza futuro, schiacciato dal presente, antitetico ai valori affermativi del passato testimoniati dai beni culturali e dal paesaggio.

  1. Alginato de sodio en el desarrollo de películas comestibles

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniel Alexander Méndez Reyes

    2014-12-01

    Full Text Available Alginato, es un término que se refiere a un grupo de polisacáridos presentes en las algas pardas, los cuales cuentan con una importancia especial para diferentes industrias (alimentaria, textil, farmacéutica, cosmética, entre otras, atribuida a su capacidad para formar geles fuertes en presencia de cationes calcio (Ca+2. El alginato de sodio es la forma más comercializada de alginato y sus aplicaciones en la industria alimentaria hoy en día están generando avances en el desarrollo de nuevos e innovadores biomateriales con características únicas, tales como, propiedades de barrera contra la pérdida de humedad causada por la deshidratación en alimentos de alto contenido de humedad, soporte para el transporte de compuestos antimicrobianos y probioticos entre otros, para mantener la calidad de productos alimentarios en almacenamiento. En este trabajo se recopiló información referente a la incidencia de diferentes polímeros, biocompuestos, aditivos y del proceso de gelificación en la producción de películas comestibles destinadas a la ingeniería del empaque.

  2. Alginato de sodio en el desarrollo de películas comestibles

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniel Alexander Méndez Reyes

    2014-12-01

    Full Text Available Alginato, es un término que se refiere a un grupo de polisacáridos presentes en las algas pardas, los cuales cuentan con una importancia especial para diferentes industrias (alimentaria, textil, farmacéutica, cosmética, entre otras, atribuida a su capacidad para formar geles fuertes en presencia de cationes calcio (Ca+2. El alginato de sodio es la forma más comercializada de alginato y sus aplicaciones en la industria alimentaria hoy en día están generando avances en el desarrollo de nuevos e innovadores biomateriales con características únicas, tales como, propiedades de barrera contra la pérdida de humedad causada por la deshidratación en alimentos de alto contenido de humedad, soporte para el transporte de compuestos antimicrobianos y probioticos entre otros, para mantener la calidad de productos alimentarios en almacenamiento. En este trabajo se recopiló información referente a la incidencia de diferentes polímeros, biocompuestos, aditivos y del proceso de gelificación en la producción de películas comestibles destinadas a la ingeniería del empaque.

  3. Lingue e culture nel dibattito sulle identità europee

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucija Čok

    2010-12-01

    Full Text Available Nelle politiche linguistiche e culturali delle strategie comunitarie, il discorso sulle identità del singolo (identità nazionale, culturale, linguistica, regionale... presenta un potenziale punto d'intesa. Nel complesso delle attività che le politiche comunitarie propongono, risulta che una speciale attenzione è riservata alla tutela di alcune di esse (per esempio quella nazionale e linguistica. Si attivano quindi, simultaneamente, mezzi e conoscenze per instaurare la condivisione di un'unica cittadinanza e di una comune economia per creare una crescita culturale in un'entità organica. L'Europa è caratterizzata da culture e tradizioni simili e da una storia che accomuna tutte le nazioni che ne fanno parte. Il passato delle nazioni è contrassegnato dalla ricchezza dei valori paneuropei: valori politici, sociali, culturali, umani. La memoria, soprattutto la memoria storica, è fatta di un materiale essenziale atto a costruire e composto di elementi specifici insostituibili. Vi si trovano valori da salvaguardare e da distribuire. Uno dei vantaggi del continente Europa è il fatto di avere un passato, anche se, a tratti, conflittuale a causa delle specificità delle singole nazioni. La componente regionale e quella locale costituiscono un prezioso scrigno culturale paneuropeo le cui ricchezze emergono nel dialogo interculturale. Ci sono luoghi e tempi per cercare la creatività artistica, la curiosità scientifica, la forza intellettuale del singolo e dei gruppi che potranno far emergere nuove idee, proposte, progetti e strategie per arrivare al bene comune. La scuola è uno dei luoghi intesi come laboratori culturali. Il processo d'innovazione in atto all'interno del sistema scolastico supporta senz'altro la scuola nell'adempimento della sua funzione di operatore educativo comunitario e, allo stesso tempo, di tutore dei beni culturali e delle identità regionali.

  4. Efecto del pH y de la adición de fosfatos de sodio sobre las propiedades de gelificación y emulsión de surimi de trucha arco-iris (Oncorhynchus mykiss Efeito do pH e da adição de fosfatos de sódio sobre as propriedades de gelificação e emulsão de surimi de truta arco-íris (Oncorhynchus mykiss

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Juan Díaz-Vela

    2008-09-01

    Full Text Available Para la elaboración de surimi se han empleado distintas técnicas, sin embargo, es indispensable mantener la funcionalidad de las proteínas musculares durante su extracción, ya que son afectadas principalmente por el pH. La incorporación de fosfatos en productos cárnicos afecta el pH, teniendo como consecuencia una mejora en la capacidad de retención de agua de las proteínas musculares, alterando la funcionalidad de estos productos. Se utilizó la metodología de superficie de respuesta para determinar el efecto de cinco niveles de pH y cinco concentraciones de una mezcla de fosfatos de sodio comercial sobre la funcionalidad de surimi de trucha arco-iris, evaluada por su capacidad de emulsión y trabajo de emulsión, fuerza de gel y trabajo de penetración de geles de surimi. Los resultados obtenidos indican que el incremento en la concentración de fosfatos de sodio mejoró la funcionalidad del surimi y a pH alcalino las propiedades de emulsión mejoraron, pero se afectaron negativamente las propiedades de gelificación.Para a elaboração de surimi, diferentes técnicas podem ser usadas, mas é indispensável manter a funcionalidade das proteínas miofibrilares, afetadas principalmente pelo pH, durante o processo. A incorporação de fosfatos a produtos cárneos afeta o pH, tendo como conseqüência, principalmente, a melhoria da capacidade de retenção de água do músculo, alterando a funcionalidade destes produtos. A metodologia de superfície de resposta foi usada para determinar a influência de cinco níveis de pH e cinco concentrações de uma mistura comercial de fosfatos de sódio sobre a funcionalidade de surimi de truta arco-íris, avaliada através de sua capacidade de emulsificação e trabalho de emulsificação, força de gel e trabalho de penetração de géis de surimi. Os resultados obtidos indicam que o aumento na concentração dos fosfatos de sódio melhorou a funcionalidade do surimi e que o pH alcalino favoreceu

  5. La discriminazione religiosa nel contratto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniele Maffeis

    2011-03-01

    Full Text Available SOMMARIO: 1. La religione come qualità personale rilevante in materia contrattuale e la discriminazione. - 2. La religione nelle recenti leggi antidiscriminatorie. - 3. La nascita del diritto contrattuale antidiscriminatorio. - 4. Il significato del divieto di discriminazione e l’inesistenza di un divieto di disparità di trattamento. - 5. Caratteri generali delle leggi antidiscriminatorie. – 6. Qualificazione civilistica dell’atto discriminatorio. - 7. Fattispecie rilevanti di discriminazione nelle offerte al pubblico e negli inviti ad offrire. - 8. Fattispecie rilevanti di discriminazione nell’esecuzione del contratto. – 9. L’adesione a contratti associativi. - 10. Il sistema dei rimedi. - 11. Conclusioni: effettività e giustificazione politica di un nuovo limite all’autonomia contrattuale.Ora pubblicato in Il Diritto ecclesiastico,  Casa Editrice Giuffrè, 2006, I, pp. 55 - 141.

  6. Camões e Tasso: l’Oriente nel poema eroico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Cerbo

    2011-11-01

    Full Text Available Questo contributo si è proposto lo studio della presenza dell’Oriente nel poema epico europeo del Cinquecento. La struttura e l’elaborazione del discorso si sono basate soprattutto sul confronto di due opere: la Gerusalemme liberata di T. Tasso e I Lusiadi di L. de Camões . L’analisi testuale e la metodologia comparatistica hanno portato alla conoscenza storico-ideologica, culturale-letteraria e linguistica dei due poemi, e hanno consentito di rilevare le affinità e le differenze nel rapporto con l’’altro’ e nella rappresentazione dell’‘altro’ da parte dei due Poeti, entrambi attenti allo sguardo incrociato dell’Occidente e dell’Oriente. Tra i risultati conseguiti aggiungiamo che  è stato possibile individuare una comune retorica dell’‘alterità’ nella letteratura europea del Rinascimento.

  7. Caring and Competence: Nel Noddings' Curriculum Thought.

    Science.gov (United States)

    Thornton, Stephen J.

    Nel Noddings makes the case that producing caring and competent people ought to be the principal goal of education, suggesting that educators establish the conditions in which students with differing interests, capacities, and needs can achieve things that are educationally worthwhile. This paper considers how Noddings approaches two questions…

  8. Introduction of a new management programme for the urban solid waste in the placed organized by 'Consorzio AREA' of Copparo (FE). Verification at pilot scale; Introduzione di un nuovo sistema per la gestione dei rifiuti solidi urbani nel territorio del Consorzio AREA di Copparo (FE). Verifica pilota del sistema

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ceccotto, D.; Barboni, A.; Malago, L.; Sunseri, M.; Spiandorello, R. [Consorzio Aziendale di Igiene Ambientale e Servizi Polivalenti, Copparo, FE (Italy)

    1999-08-01

    The paper describes an Integrate Source Collection System applied to municipal solid waste, through: introduction of source collection methodologies of the organic fraction (FORSU), of the co-mingled recyclable fraction (RDM) and of the no-recyclable fraction (remaining part), realization of structures (transfer station) able to optimize the sorting and the transportation of the different fraction. The main principle followed interprets the differential collection no longer as an additional service (which would mean an increase in cost) but a substitutive service to the normal one (where the increase in cost is compensated by a reduction of cost referent to no-recyclable fraction). The objects of the studied system: increasing of the collection aimed to recover and recycling minimizing managing cost; have been carried out through an experimental application. Moreover the optimization of the collection routes, reached using numerical computing is presented. [Italian] Nel presente lavoro si descrive l'applicazione di un servizio di raccolta integrale dei RSU tramite: l'introduzione delle metodologie di raccolta Umido (Frazione Organica dei Rifiuti Solidi Urbani), Secco Riciclabile (Raccolta Differenziata Multimediale) e Secco Non Riciclabile (Indifferienziato), la realizzazione delle strutture necessarie al suo funzionamento ed alla sua razionalizzazione economica (Stazione di Trasferenza). La metodologia proposta presenta un carattere fortemente innovativo. Il principio generale seguito interpreta la raccolta indifferenziata non piu' come servizio aggiuntivo (quindi con incremento dei costi in funzione dell'incremento dei servizi relativi), ma come sistema sostitutivo al normale servizio (incremento dei costi compensato dalla riduzione dei costi relativi alla frazione indifferenziata sia in temini di smaltimento che di raccolta). Le finalita' del sistema: massimizzare i livelli di intercettazione e recupero delle frazioni riciclabili

  9. Sottoscrizioni autografe nelle più antiche carte del monastero di S. Liberatore alla Maiella. Contributo alla storia del rapporto tra scrittura e alfabetismo in Abruzzo nel secolo X Autograph subscriptions in the oldest cards of the monastery of S. Liberatore of the Maiella. A contribution to the history of the relationship between writing and literacy in Abruzzo in 10th Century

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mariano Dell'Omo

    2005-06-01

    Full Text Available

    Il saggio che si propone di contribuire alla storia delle relazioni tra scrittura e alfabetismo in Abruzzo nel secolo X, deriva da una sezione (pp. CXLI-CLXX della “Introduzione storica, paleografica e archivistica” al volume pubblicato dall’autore nel 2003. L’immediato contesto geo-monastico è quello di S. Liberatore alla Maiella, la più grande delle dipendenze di Montecassino in Abruzzo, e una delle prepositure più notevoli tra le circa sessanta che appartennero al monastero cassinese nell’Italia centro-meridionale. L’obiettivo più generale è quello di far conoscere l’intero fondo archivistico di S. Liberatore, sia quello di età medievale con il citato volume, sia quello di età moderna con il successivo, apparso nel 2006. Questa specifica serie dell’Archivio cassinese, gravitante intorno a S. Liberatore ma relativa anche ad altri centri monastici minori di area abruzzese, e che occupa oggi le capsule da XCIX a CIV, racchiude complessivamente 801 documenti.

    Tra questi se ne annoverano alcuni particolarmente noti agli studiosi – specialmente dopo i lavori di Enrico Carusi (1929, 1932 e Herbert Bloch (1986 –, come il “Memoratorium” dell’abate Bertario († 883 e il “Commemoratorium” – inventario testamentario – del preposito maiellese, poi abate di Montecassino Teobaldo († 1035/1037.

    Alcuni hanno riservato interessanti scoperte, come l’attuale caps. XCIX, fasc. I, n. 4, una carta del luglio 936, che racchiude la più antica sottoscrizione autografa (“Ego qui supra Arechisi iudex” di Arechi, giudice della città di Capua, lo stesso che sottoscrisse il celeberrimo placito del 960, prima testimonianza ufficiale di volgare italiano.

    Altri costituiscono un nucleo di documenti omogenei (nn. 7, 8, 9, 10, 12, 13 la cui edizione integrale ha offerto finalmente in modo completo la più antica collezione di contratti agrari di Montecassino (dal 950 al 984, specialmente sotto forma di

  10. Il patteggiamento nel processo penale italiano come espressione della giustizia negoziale.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vinicius Gomes de Vasconcellos

    2015-06-01

    Full Text Available Con l’articolo in esame si propone un’analisi descrittiva e critica dei modelli di giustizia negoziale previsti nell’ordinamento italiano, con particolare focus sull’applicazione della pena su richiesta delle parti. L’obiettivo è duplice. In primo luogo si propone una ricostruzione sistematica dell’excursus storico che ha condotto all’introduzione del patteggiamento nel processo penale italiano. In secondo luogo, in un’ottica comparatistica, si intende verificare i limiti di compatibilità di questa disciplina con i principi vigenti nell’ordinamento brasiliano e quali siano i possibili scenari per l’introduzione del summenzionato rito nel rispettivo codice di procedura penale

  11. Mielinólise pontina central após transplante hepático: o sódio é o único vilão? Relato de caso Mielinólisis pontina central después del transplante hepático: ¿es el sodio el único villano? Relato de caso Central pontine myelinolysis after liver transplantation: is sodium the only villain? Case report

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bruno Salomé de Morais

    2009-06-01

    transplante hepático y discutir su fisiopatología. RELATO DEL CASO: Paciente del sexo femenino, 29 años, sometida a transplante hepático debido a un fracaso hepático fulminante. En el postoperatorio, presentó un cuadro neurológico característico de Síndrome Locked In y lesiones compatibles con la mielinólisis pontina central a la resonancia nuclear magnética. La paciente no presentó oscilaciones exageradas del sodio plasmático, que es el ión frecuentemente acusado de ser el agente causador, y evolucionó con una mejoría significativa en algunas semanas. CONCLUSIONES: La mielinólisis pontina central tiene una etiología multifactorial, y una atención especial debe dársele al grupo de pacientes con mayor riesgo, tales como los sometidos a alteraciones abruptas de la natremia, transplantados de hígado, etilistas crónicos y desnutridos. Es importante reconocer, que los síndromes de desmielinización osmósticos pueden surgir en pacientes con niveles séricos de sodio bajo, normal o elevado, evidenciando la contribución de otros factores desencadenantes.BACKGROUND AND OBJECTIVES: Critically ill patients frequently develop neurologic symptoms, which frequently become a clinical challenge. Described approximately 50 years ago, pontine neuronal demyelination is a pathologic change associated with neurologic and psychiatric problems after liver transplantation. The objective of this report was to present a case of central pontine myelinolysis diagnosed after liver transplantation and to discuss its pathophysiology. CASE REPORT: A 29 years old female patient underwent liver transplantation for fulminant hepatic failure. Postoperatively, she developed neurologic symptoms characteristic of the Locked In Syndrome and the MRI showed changes compatible with central pontine myelinolysis. The patient did not develop dramatic changes in sodium plasma levels, which is frequently incriminated as the causal agent, and improved considerably within a few weeks. CONCLUSIONS

  12. Water resource planning and water quality in the Riu Cixerri Basin (Southern Sardinia); Pianificazione delle risorse idriche e qualita' delle acque nel bacino del Riu Cixerri (Sardegna Meridionale)

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Coni, M.; Ferralis, M; Madonia, P.; Sechi, C.; Verde, C. [Hydrocontrol, Centro di Ricerca e Formazione per il Controllo dei Sistemi Idrici, Capoterra, CA (Italy)

    2000-02-01

    Present paper deals with a hydrogeological and biological study of the Riu Cixerri watershed (Southern Sardinia), carried out in order to evaluate volumes and quality of surface waters. Variables of hydrogeological balance have been derived by the use of a G.I.S. based method. The obtained results underline the low reliability of data used for past water resource planning and the good self purification capability of the Cixerri river. [Italian] E' stato effettuato lo studio idrogeologico del Bacino del Cixerri con lo scopo di determinare i volumi di deflusso naturale e di valutare la qualita' delle acque superficiali. Le variabili del bilancio idrologico sono state derivate attraverso carte realizzate con l'ausilio del GIS ARC/INFO. Lo studio ha permesso di evidenziare la sovrastima dei volumi di deflusso calcolati in passato a causa di dati climatici poco affidabili e la buona capacita' autodepurativa del fiume.

  13. Consumo de fibra dietética, sodio, potasio y calcio y su relación con la presión arterial en hombres adultos normotensos

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ballesteros-Vásquez Martha Nydia

    1998-01-01

    Full Text Available Objetivo. Evaluar el efecto del consumo de fibra dietética, energía, sodio, potasio y calcio sobre la presión arterial de un grupo de adultos normotensos, tomando en cuenta indicadores tales como la edad, el sexo, la actividad física y la obesidad. Material y métodos. Se evaluaron 38 sujetos del sexo masculino de 30 a 45 años de edad, normotensos, aparentemente sanos y residentes de la ciudad de Hermosillo, Sonora, México. Se midió la presión arterial y se realizó una evaluación dietética, antropométrica y de actividad física. Resultados. La dieta resultó ser alta en fibra y en grasa. El sodio estaba 56% por arriba de la recomendación en 87% de los casos y fue la variable que más efecto mostró sobre la presión diastólica. De los sujetos estudiados, 36.9% tenían sobrepeso y obesidad, y se encontró una asociación significativa entre el índice de masa corporal y la presión diastólica y sistólica. Conclusiones. Existe una asociación significativa entre la hipertensión arterial y el alto consumo de sodio, el sobrepeso y la obesidad en sujetos normotensos.

  14. Campo magnetico regionale e campo magnetico normale nel Mediterraneo centrale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    E. PINNA

    1982-06-01

    Full Text Available Dai risultati del rilevamento magnetico del Mediterraneo in un'area di 3.10"
    km2 si deduce un campo medio per l'intensità totale F in forma di polinomio di 2°
    grado, funzione della latitudine e della longitudine, e si mostra che esso rappresenta
    con buona approssimazione gli effetti del campo principale in in questa regione.
    L'analisi spettrale delle anomalie magnetiche calcolate assumendo tale campo
    come riferimento indica la presenza di effetti a vari intervalli di lunghezza d'onda:
    inferiore a 35 km, fra 50 e 130 km, superiore a 170 km. Si dà un esempio di
    anomalie nel campo delle maggiori lunghezze d'onda, situate nell'Adriatico centrale
    e nello Ionio occidentale; alle anomalie di tali dimensioni caratteristiche, che
    sono evidentemente originate dai più profondi livelli magnetizzati della crosta, si
    propone di dare il nome di campo regionale, limitando il termine di campo
    normale al solo campo principale.

  15. Biomass consumption for energetic purpose in the household sector; Il consumo energetico di biomassa a fini domestici nel settore domestico

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Gerardi, V.; Perrella, G. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, S. Maria di Galeria, RM (Italy). Dipt. Energia; Masia, F. [CIRM Research market srl, Milan (Italy)

    1999-07-01

    The report shows the results of a sampling survey performed to determine the biomass consumption for energetic purpose in the household sector. In particular, the methodology and sampling plan adopted to get a result with an error, at national level, of {+-}2.4%. are illustrated. Data are described and discusses. [Italian] Nel rapproto sono riportati i risultati di una indagine campionaria effettuata per determinare il consumo di biomassa a fini energetici nel settore domestico. Viene illustrata la metodologia ed il piano di campionamento adottato per avere un risultato che abbia a livello nazionale un errore del {+-}2.4%. I dati riportati vengono analizzati e discussi.

  16. MANEJO TERAPÉUTICO DE LA INTOXICACIÓN CON FLUORACETATO DE SODIO (GUAYAQUIL® EN CANINOS: REPORTE DE CINCO CASOS –2012-2013–

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    V. M. Molina

    2014-01-01

    Full Text Available El presente reporte relata el manejo terapéutico de la intoxicación con fluoracetato de sodio dispensado a cinco caninos en la Clínica Veterinaria de Antioquia, Medellín (Co-lombia, entre los años 2012 y 2013. Cinco pacientes caninos llegaron a consulta con cuadro neurológico, disforia y convulsiones, con una hora de evolución. Los animales entraron en contacto con el fluoracetato de sodio (rodenticida Guayaquil® por vía oral. Los pacientes fueron sometidos a un protocolo de manejo que incluyó canalización de vena cefálica externa a solución lactato de Ringer, así como control de las convulsio-nes con pentobarbital (10 mg/kg endovenoso como dosis inicial, después de lo cual fueron intubados. Recibieron además etanol (28%, 10 ml/kg diluidos en solución de Hartmann, gluconato de calcio (1 mg/kg en infusión y guayacolato de glicerilo (110 mg/kg, endovenoso lento. Los pacientes fueron evaluados respecto de sus constantes fisiológicas y estado neurológico según la escala Glasgow. Se mantuvo el protocolo cita-do hasta obtener ausencia de signos convulsivos, disforia y delirio. Los cinco pacientes sobrevivieron a la intoxicación y el promedio de recuperación fue de tres días. Aunque no se pudo determinar ocurrencia de secuelas neurológicas posteriores a la intoxicación, los pacientes recibieron control médico durante 15 días. El manejo oportuno del cuadro tóxico, con anticonvulsivantes, soluciones alcalinizantes, gluconato de calcio, guayacolato de glicerilo y etanol, demostraron ser efectivas como estrategias para el manejo de la intoxicación por fluoracetato de sodio.

  17. EFECTO DEL OIL PULLING CON ACEITE DE COCO VIRGEN PRENSADO AL FRIO Y EL COLUTORIO DE BICARBONATO EN EL PH ÁCIDO DE PACIENTES ADULTOS. CONSULTA PRIVADA. AREQUIPA, 2015

    OpenAIRE

    CÁRDENAS VARGAS, ANGELA GRETEL

    2016-01-01

    ACEITE DE COCO HISTORIA COMPOSICIÓN CARACTERÍSTICAS FÍSICAS PROPIEDADES DEL ACEITE DE COCO LENJUAGUE CON ACEITE DE COCO (OIL PULLING) MECANISMO DE ACCIÓN PROCEDIMIENTO PARA REALIZAR EL OIL PULLING CON ACEITE DE COCO BENEFICIOS DEL OIL PULLING BICARBONATO DE SODIO CARACTERÍSTICAS FÍSICAS PROPIEDADES DEL BICARBONATO DE SODIO PH SALIVAL PH SALIVAL Y METABOLISMO BACTERIANO ACIDES EN LA CAVIDAD BUCAL ANTECEDENTES INVESTIGATIVOS

  18. EFECTO DEL OIL PULLING CON ACEITE DE COCO VIRGEN PRENSADO AL FRIO Y EL COLUTORIO DE BICARBONATO EN EL PH ÁCIDO DE PACIENTES ADULTOS. CONSULTA PRIVADA. AREQUIPA, 2015

    OpenAIRE

    CÁRDENAS VARGAS, ANGELA GRETEL

    2016-01-01

    ACEITE DE COCO HISTORIA COMPOSICIÓN CARACTERÍSTICAS FÍSICAS PROPIEDADES DEL ACEITE DE COCO LENJUAGUE CON ACEITE DE COCO (OIL PULLING) MECANISMO DE ACCIÓN PROCEDIMIENTO PARA REALIZAR EL OIL PULLING CON ACEITE DE COCO BENEFICIOS DEL OIL PULLING BICARBONATO DE SODIO CARACTERÍSTICAS FÍSICAS PROPIEDADES DEL BICARBONATO DE SODIO PH SALIVAL PH SALIVAL Y METABOLISMO BACTERIANO ACIDES EN LA CAVIDAD BUCAL ANTECEDENTES INVESTIGATIVOS

  19. Consumo de fibra dietética, sodio, potasio y calcio y su relación con la presión arterial en hombres adultos normotensos

    OpenAIRE

    Ballesteros-Vásquez Martha Nydia; Cabrera-Pacheco Rosa María; Saucedo-Tamayo María del Socorro; Grijalva-Haro María Isabel

    1998-01-01

    Objetivo. Evaluar el efecto del consumo de fibra dietética, energía, sodio, potasio y calcio sobre la presión arterial de un grupo de adultos normotensos, tomando en cuenta indicadores tales como la edad, el sexo, la actividad física y la obesidad. Material y métodos. Se evaluaron 38 sujetos del sexo masculino de 30 a 45 años de edad, normotensos, aparentemente sanos y residentes de la ciudad de Hermosillo, Sonora, México. Se midió la presión arterial y se realizó una evaluación dietética, an...

  20. Campylobacteriosi nel perugino nel primo biennio del nuovo secolo: alcuni aspetti e considerazioni di microbiologia clinica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniele Crotti

    2004-03-01

    Full Text Available 794 faecal specimens of outpatients with enteritis during 2001-02 were examined for pathogens. Campylobacter jejuni/coli (14.2% and Salmonella spp (15.1% prevailed among bacteria. 3 strains of Arcobacter butzleri were isolated too (0.4%. C. jejuni prevailed (85.7% in respect of C. coli (11.8% and A. butzleri (2.5%, as in children as in adults. C. jejuni biotype 1 was prevalent (68.6% in respect of C. jejuni b. 2 (29.4% or C. jejuni b. 3 (2.0%; also C. coli b. 1 prevailed (78.6%.The average of infected people was 4 years for children (0-14 years old and 48 for adults, with a range between 3 moths and 84 years. Regarding patterns of resistance to antibiotics, were observed 6.7% of resistance (R to erytromycin, 49.5% to norfloxacin (and similar quinolones, 37.8% to tetracycline, 31.1% to minocycline, 1.7% to amoxicyllin + clavulanate, 0.8% to gentamycin and chloramphenicole. No particular correlations were observed between age, sex, clinical findings and species or biotype of isolated Campylobacter. Concluding, the filter membrane technique is preferable for isolating these spirilla, the identification of genus and species could be rational, macrolides are always the first choice molecules for therapy when mandatory.

  1. Comparación entre los métodos subjetivo y objetivo para estimar el consumo de sodio en hipertensos Comparison between subjective and objective methods for sodium intake estimate among hypertensive persons

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    L. B. Dallepiane

    2011-02-01

    Full Text Available Introducción: El exceso de consumo de sodio contribuye a la aparición de hipertensión arterial; la relación entre el aumento de la tensión arterial y la edad avanzada es más alta en poblaciones cuya ingestión de sal es mayor. Objetivo: Este estudio tuvo como objetivo comparar el método subjetivo y el objetivo a fin de estimar el consumo del sodio. Metodología: El diseño es del tipo retrospectivo con datos secundarios de banco de datos brutos, utilizando como método subjetivo la aplicación de un cuestionario de consumo de sodio en el cual el relato de consumo ha sido convertido a mg de sodio consumido por día; como método objetivo el resultado de la excreción de sodio en la orina en 24 horas por hipertensos mayores de 50 años. Los datos han sido analizados mediante software SPSS, utilizando la correlación de Spearman. Resultados: Los principales resultados no han demostrado correlación lineal significativa entre los valores de consumo de sodio relatado en el cuestionario en relación a los valores de la recolección de sodio (Na 24 h. Conclusión: A pesar de sus ventajas, el método subjetivo no se ha correlacionado con la excreción urinaria de sodio. Se necesitan nuevos estudios que puedan elucidar los presentes resultados frente a la diferencia encontrada con otros estudios.Introduction: High sodium intake contributes to arterial hypertension; the relationship between high blood pressure and human aging is stronger among populations with high sodium intake. Objectives: The aim of this research is to compare subjective and objective methods on the estimate of the consumption of sodium. Methods: This is a retrospective investigation along with secondary topics from the raw data base. The subjective method used was result of the score of the application of a questionary about the sodium intake, where the sodium consumption report was converted into daily mg of sodium intake. The objective method was the result of the urine

  2. Democrazia e potere giudiziario nel pensiero di Tocqueville

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberto Giannetti

    2012-07-01

    Full Text Available Nella sua recensione al secondo volume della Democrazia in America John Stuart Mill proponeva una vera e propria chiave di lettura dell’opera del pensatore francese. Con il termine “democrazia – scriveva il filosofo inglese – Tocqueville non intende, in genere, uno specifico tipo di governo. […] Per democrazia [egli] intende eguaglianza delle condizioni, e l’assenza totale dell’aristocrazia, sia essa costituita da privilegi politici o dalla superiorità conferita dall’importanza e dal potere sociale. […] [Nelle istituzioni democratiche] Tocqueville non vede un aggravamento dei più seri mali tipici di una condizione democratica della società, ma piuttosto un loro correttivo”. Soltanto tenendo ferma la distinzione analitica tra assetto sociale e istituzioni politiche si poteva cogliere l’originalità della posizione di Tocqueville nei confronti della democrazia rispetto alla maggior parte dei suoi contemporanei i quali, prigionieri del ricordo dell’esperienza giacobina, non si rendevano conto che, “per combattere i mali che l’eguaglianza può produrre, c’è un solo rimedio efficace: la libertà politica”. La chiave di lettura suggerita da Mill, per quanto acuta e illuminante, necessita tuttavia di un’integrazione. Se è vero che le istituzioni della democrazia politica rappresentano utili rimedi per eliminare, o comunque attenuare, le conseguenze negative prodotte dall’assetto sociale democratico, è altrettanto vero che il mantenimento della libertà in una società in cui si è affermata e consolidata l’égalité des conditions ha bisogno anche di istituzioni e di vincoli ulteriori. È partendo da questa considerazione che si può tentare di comprendere il ruolo centrale che nell’opera di Tocqueville, globalmente considerata, assumono le riflessioni sul rapporto tra democrazia e potere giudiziario. Il pensatore francese ne parla diffusamente nel suo diario di viaggio e soprattutto nel primo volume della

  3. DETERMINACIÓN DE SODIO, CALCIO Y COBRE EN VINOS URUGUAYOS Y ESTUDIO DE LA RELACIÓN DE ESTOS ELEMENTOS CON EL TIPO DE VINO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pablo González

    2013-01-01

    Full Text Available Se realizó la determinación de sodio, calcio y cobre en 45 muestras de vinos Uruguayos, con el fin de evaluar si cumplen con los requisitos de la normativa de la región y, establecer si existe relación entre los niveles de estos elementos y el tipo de vino. Las determinaciones se realizaron mediante espectrometría de absorción atómica de llama. Se validó la metodología para determinar los 3 elementos mediante dilución directa. Se obtuvo las cifras de mérito linealidad, precisión, límites de detección, exactitud y efecto de interferencias. Los resultados indicaron que las cifras de mérito eran adecuadas y sin observarse efecto matriz. Todos los vinos analizados cumplieron con la reglamentación vigente para estos elementos según la normativa del MERCOSUR. La evaluación relación entre el contenido de estos metales y el tipo de vino se realizó mediante ANOVA; no se encontró relación con calcio y cobre mientras que para sodio podría haberla.

  4. Sé come un altro: l’etica della reciprocità nel pensiero di Paul Ricoeur

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Sacchetti

    2012-03-01

    Full Text Available All’interno del panorama fenomenologico la proposta di Paul Ricoeur si configura come una sorta di “via di uscita” rispetto alle aporie in cui cade la fenomenologia husserliana nel suo tentativo di accedere all’ “altro da sé” a partire dal solipsismo trascendentale. La comprensione analogica, basata sul meccanismo dell’appresentazione, in Ricoeur cede il posto ad una filosofia pratica di stile kantiano, fondata sul rispetto, che fa dell’alterità una dimensione costitutiva essenziale della propria soggettività. Nel saggio in primo luogo si analizzerà la critica generale che Ricoeur muove all’idealismo husserliano, mentre in un secondo momento si evidenzierà come il passaggio di Ricoeur dalla fenomenologia all’ermenuetica comporti anche un significativo cambiamento nel modo di affrontare e risolvere il problema dell’intersoggettività. Apparirà infine evidente come il percorso ricoeuriano sia fin dall’inizio segnato ed animato da una forte tensione.

  5. Dissidenze statali contemporanee. Guerra, internazionalizzazione e sviluppo informale nel Somaliland

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Ciabarri

    2015-03-01

    Full Text Available Il termine somalizzazione sembra in questo inizio secolo aver completamente sostituito l’espressione balcanizzazione, suo omologo perfetto per i secoli XIX e XX, per alludere ad un rischio a cui molte crisi internazionali (Siria, Libia, Mali, Afghanistan… vi è in effetti un lungo elenco potrebbero tendere: il rischio cioè del precipitare nell’anarchia e nel disordine totale, nella lotta settaria, così rappresentata, senza logica e senza sbocco. L’articolo intende analizzare da un punto di vista etnografico uno specifico paesaggio sociale all’interno di queste aree di crisi, in particolare all’interno dell’area somala, per mettere in luce, piuttosto che la disconnessione e l’eccezionalità di queste zone, le forme della loro connessione con il mondo degli Stati più ampio. Il commercio informale transfrontaliero, e la sovrapposizione tra movimenti di beni, di persone e di denaro, è preso ad esempio in questo studio di caso per mostrare le profonde ambiguità e contraddizioni di queste forme di relazione. Dinamiche regionali che intrecciano percorsi di persone e merci, che alimentano confini reali e ideologici, che avvicinano o allontanano gli attori in campo in forme inattese e che sono irriducibili rispetto a macro discorsi fondati sul pericolo di radicalizzazioni islamiche o violenze settarie sono qui proposte come determinanti decisive per poter comprendere i percorsi verso il conflitto e verso la pace nelle aree contemporanee di dissidenza e vuoto statale.

  6. La mimesis al servizio della giustizia nel film di Angelopoulos Anaparastassi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paola Fallerini

    2012-04-01

    Full Text Available Un uomo viene ucciso dalla moglie e dal suo amante in uno sperduto villaggio dell’Epiro. L’episodio, ispirato ad un fatto di cronaca, è l’espediente narrativo del primo lungometraggio di Theo Angelopoulos, Anaparastassi (Ricostruzione di un delitto, 1970, nel quale la ricostruzione delle dinamiche del delitto si traduce in una critica al sistema giudiziario che, concentrato soprattutto nella ricerca dei colpevoli, non tiene conto di situazioni di degrado economico sociale e morale. Il film di Angelopoulos è stato girato durante la dittatura dei Colonnelli: in un clima di sopraffazione e censura il regista riesce a inserire all’interno della trama apparentemente innocua di un giallo-poliziesco una forte denuncia nei confronti del sistema sociale e politico. La mimesis è qui intesa come ricostruzione del reale e come interpretazione, dove il traguardo della verità assoluta diventa una utopia che mette in discussione il sistema giudiziario stesso. Si parte dall’assunto che il diritto e la legge hanno bisogno di una rappresentazione per poter esercitare la propria funzione: operano su una scena che non è mai la realtà, anche se reali sono gli effetti della funzione giudicatrice. Questo corto circuito tra realtà e rappresentazione nel sistema giudiziario viene analizzato da Angelopoulos ricorrendo anche ai temi del mito, del ritorno e dell’esilio, e affidandosi alla struttura narrativa del giallo, pur tradendone sistematicamente le regole: non c’è mistero dietro a questo delitto, lo spettatore viene accompagnato alla scoperta di meccanismi e leggi di portata universale, dove non sono le risposte che contano piuttosto la scoperta di nuovi interrogativi probabilmente senza soluzione. In questo film sono già presenti gli elementi stilistici che caratterizzeranno le opere successive del regista greco, primo tra tutti l’effetto di straniamento attraverso il quale è possibile risolvere la dicotomia tra realtà e rappresentazione.

  7. Caracterización de las reacciones de precipitación del óxido de cobalto (III) hidratado en presencia del dioxígeno del aire

    OpenAIRE

    Luis J. Fiffe-Muguercia; Martha San Felix-Prieto; Yoneidis Hernádez-Pérez; Edelio Danguillecourt-Álvarez

    2001-01-01

    Se estudian las reacciones de precipitación del óxido de cobalto (III) hidratado, sustancia que se emplea en la industria del níquel para la purificación de los licores industriales. Como agente oxidante se utiliza el dioxígeno del aire, regulando el pH del medio con hidróxido de sodio, carbonato de sodio y la mezcla de ambos. Se proponen tres reacciones de precipitación realizando el análisis termodinámico para determinar su espontaneidad en el intervalo de temperaturas de 303 a 353 K. Se ca...

  8. Gli studi provenzali nel percorso critico di Cesare De Lollis

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Diego Stefanelli

    2015-12-01

    Full Text Available L’intervento indaga l’attività di provenzalista di Cesare De Lollis. Sulla scia dell’opera del maestro Ernesto Monaci essa si concentrò inizialmente sull’edizione di codici provenzali e sullo studio dei primordi della provenzalistica nell’umanesimo italiano. Seguì l’edizione dell’opera di Sordello (1896 che innescò un’aspra polemica con Francesco Torraca, da collocarsi nel contesto della querelle tra critica estetica ed erudita. In seguito, la letteratura dei trovatori fu studiata da De Lollis nel suo rapporto con quella italiana. Ripercorrendo i suoi principali interventi di materia provenzale posteriori all’edizione di Sordello, si dimostra come proprio dal confronto tra le due letterature De Lollis individuò una  linea (che dagli ultimi provenzali arrivava fino a Dante, passando per gli stilnovisti e Guittone caratterizzata dal primato della forma. Tale linea fu fondamentale per l’elaborazione di una delle idee forti della critica dello studioso, la dialettica tra tradizione letteraria codificata e margini di libertà espressiva degli autori in essa operanti, che sarà alla base dei Saggi sulla forma poetica italiana dell’Ottocento.The article focuses on Cesare De Lollis’ studies on Occitan Litterature. At first, following Ernesto Monaci’s example, he worked on the editions of Occitan codes and he studied the beginnings of Occitan philology during the Italian Umanesimo. In 1896 he published the critical edition of Sordello, entering into debate with Francesco Torraca: this debate has to be set in the context of the querelle between critica estetica e critica erudita, that was very strong in Italy at the end of XIX century. After the Sordello’s edition, De Lollis studied the relationship between Occitan and Italian Litterature and he identified a poetic tradition (the last troubadours, Guittone, the stilnovisti, Dante, characterized by the importance of the forma. He focused also on the dialectic between a

  9. Lifetimes for some excited states of sodium; Vidas medias de niveles excitados del atomo del sodio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Thomas, P.; Campos, J.

    1979-07-01

    The lifetimes of some s,p and d levels of sodium have been measured by the delayed coincidence method, using a single-photon counting technique. The results are compared with the calculated values of the present work, and with other results. The lifetimes of the ns, np, and levels up to n10; of the nf levels up to n-9;and of the ng, nh,n1 and nk levels up to n-8, have been calculated and the transition probabilities of lines with origin in these levels are given. (Author) 38 refs.

  10. Prime considerazioni in tema di pluralismo religioso nel sistema radiotelevisivo italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Simona Provvidenza

    2011-06-01

    Full Text Available SOMMARIO: 1. Pluralismo informativo e monopolio radiotelevisivo: una premessa— 2. Il percorso verso il pluralismo esterno fino alla prima legge di riforma delsistema — 3. Le riforme introdotte dalla l. 103/1975. Le opportunità offerte ai gruppireligiosi dalla regolamentazione del diritto di accesso — 4. La posizione dellaChiesa sull’utilizzo del mezzo televisivo — 5. Tra resistenze sociali e aspirazioni dirinnovamento: la “vocazione cattolica” della RAI e il «caso Fo» — 6. La legge sulsistema radiotelevisivo «misto», pubblico e privato. Nuove prospettive perpluralismo e fenomeno religioso — 7. Dalla l. 223/1990 al d.lgs. 117/2005: quindicianni di problematiche. Il pluralismo informativo quale nodo irrisolto — 8. Laprevisione di programmi a contenuto religioso nei contratti di servizio RAI — 9.Nuovi scenari tecnologici e inedite risorse per il pluralismo: la regolamentazioneiniziale — 10. Pluralismo e innovazione nel messaggio alle Camere del Presidentedella Repubblica — 11. La legge di sistema 112/2004 e il Testo unico dellaradiotelevisione (d.lgs. 177/2005 — 12. Le conferme circa la tutela delle istanzereligiose nel Testo unico della radiotelevisione — 13. Il pluralismo espressivo comepotenziale strumento di offesa del sentimento religioso — 14. Pluralismonell’informazione religiosa in tv — 14 a Campagna referendaria 2005: un esempiodi carenza di pluralismo religioso nell’informazione televisiva — 14 b Violazionedella legge sulla par condicio — 14 c Lo stato dell’arte sul pluralismodell’informazione religiosa in tv: indagine 2006 — 15. L’esercizio del diritto dicritica ai gruppi religiosi attraverso l’uso del mezzo televisivo — 16. Prospettive peril fenomeno religioso nella recente normativa di riassetto del sistemaradiotelevisivo — 17. Riflessioni conclusive.

  11. Un unico partito possibile?Teodicea e determinismo nel pensiero di John Wyclif

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luigi Campi

    2008-12-01

    Full Text Available La riflessione del maestro inglese può senz’altro essere considerata per molti versi forte: basti pensare alla piena fiducia riposta nella convergenza di ragione e fede e nella sinergia di metafisica realista e logica della scrittura. Tuttavia, non mancano tracce di debolezza: il discorso teologico del primo Wyclif non solo è più complesso e articolato di quanto non si sia soliti pensare, ma oltretutto sembra condurre a conclusioni ben lontane dall’affermazione estrema e urtante di un unico partito possibile per Dio e per l’uomo. Quanto alle formulazioni più mature, oltre alla possibilità di rintracciare indizi di debolezza nello spirito delle tesi giovanili, sembra anche attestabile la presenza di tracce di indebolimento: questo è il bilancio da trarre circa gli interventi correttivi cui Wyclif sottopose le proprie dottrine teologiche, private con il procedere degli anni del sostegno garantito dai ben congegnati argomenti filosofici. La stessa ricezione del suo pensiero da parte della tradizione (avversa o favorevole che fosse può dirsi debole, viziata da fraintendimenti e da letture unilaterali, nonché spesso priva del conforto di riscontri testuali. Il ritratto ben noto del riformatore inglese – alla luce di quanto detto sin qui – reclama forse un ricorso più convinto al chiaro-scuro. Basti pensare al dubbio circa l’efficacia del tentativo proposto proprio nel giovanile De universalibus, così come nel De dominio divino, di una conciliazione tra la necessità degli eventi futuri quoad prescienciam Dei e la libertà umana di determinare le proprie azioni, che pure sembrerebbe suffragata da molte evidenze testuali. Un modo, questo, per dire che la ballata leggendaria di un Wyclif determinista (presunto o meno continuerà ancora a essere cantata.

  12. Una questione di potere: la discussione scientifica nel Protagora

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Chiara Pievatolo

    2013-02-01

    Full Text Available Chi stabilisce le regole della discussione scientifica? Chi ha titolo a criticarle? Nel Protagora Socrate si scontra con una scuola umanistica e retorica che ha uno stile di discussione molto diverso dal suo. /a>

  13. Chiese e organizzazioni religiose nel Trattato di Lisbona

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gianfranco Macrì

    2011-05-01

    Full Text Available Contributo destinato alla pubblicazione sulla rivista Europae.SOMMARIO: 1. I diritti fondamentali come radici della nuova Europa. 2. Europa, società civile e religioni. 3. Le organizzazioni religiose nel Trattato di Lisbona: problemi e prospettive.

  14. Introduzione al carteggio Benelli-Gozzini, ovvero sulla militanza dei credenti nel Pci

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giambattista Scirè

    2014-04-01

    Full Text Available Questo contributo propone lo scambio epistolare tra il cardinale di Firenze Giovanni Benelli e l’intellettuale fiorentino Mario Gozzini, con una introduzione che, alla luce delle carte conservate nel Fondo Gozzini, permette di capire il contesto in cui avvenne il significativo carteggio. Il tema affrontato è il rapporto tra cristianesimo e marxismo, tra credenti e Partito comunista italiano. La vicenda va collocata tra la fine degli anni Settanta e gli inizi degli anni Ottanta, quando un intenso dibattito sul declino della politica e della cultura cattolica nella società contemporanea animava il mondo cattolico italiano (intellettuali, politici e sacerdoti e, in particolare, quello della città di Firenze. In questo contesto di crisi del partito cattolico, le proposte di ‘riaggregazione’ dell’area cattolica si scontrano con la nascita del gruppo parlamentare della Sinistra indipendente, eletto nelle file del Pci.

  15. Fuentes Alimentarias de sal: sodio en mujeres, Costa Rica Food sources of salt: sodium in women, Costa Rica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Carballo de la Espriella

    2011-12-01

    Full Text Available Objetivo: Conocer las fuentes alimentarias de sal/sodio, mediante la cuantificación de este mineral presente en los alimentos de consumo usual en mujeres. Método: Estudio tipo mixto, descriptivo y transversal. Participaron 383 mujeres entre 20 y 64 años residentes de los cantones de Escazú y Santa Ana, en el año 2011. Se definió un muestreo no probabilístico sin reemplazo bajo el método de muestras en cadena o por redes. Se estableció una entrevista estructura con preguntas cerradas y el método de consumo usual con cuantificación de cantidades para conocer el consumo de alimentos de las participantes. El contenido de sodio fue calculado con el programa de computo “valornut” y se compararon los resultados con las recomendaciones establecidas por la OMS de consumo de sal por día de 5g por persona. Resultados: El consumo de sal registrado en el estudio es coincidente con el reportado en la encuesta de hogares 2001 realizada por el Ministerio de Salud y Instituto Nacional de Estadística y Censos. Los datos arrojados corresponden a 7,6 g/persona/día de sal, mientras tanto el consumo aparente de sal del 2001 fue de 7g/persona/día. Conclusiones: Los principales alimentos que aportan mayor cantidad de sodio en la dieta de las mujeres son los cereales y derivados y, las carnes y embutidosObjective: Knowing food sources of salt / sodium, by quantifying the mineral present in foods of women. Materials and Methods: Study mixed type, descriptive and transversal. Involved 383 women between 20-64 years living in the Escazú and Santa Ana in 2011. We defined a non-probability sampling without replacement method samples under chain or network. We established a structured interview with closed questions and the usual consumption method to quantify amounts to meet the food consumption of participants. The sodium content was calculated using the computer program “valornut” and compared the results with the recommendations established by the

  16. Il dono del racconto

    DEFF Research Database (Denmark)

    Polito, Paola

    1998-01-01

    'importanza assunta nel romanzo dal piano dell'enunciazione come luogo privilegiato di manifestazione del soggetto quale esperiente una vicenda di maturazione. Il protagonista, qui, non solo si rappresenta in ciò che enuncia e riferisce, ma anche e soprattutto si svela nelle modalità specifiche del proprio discorso...

  17. L'area faunistica del camoscio appenninico (Rupicapra pyrenaica ornata) di Lama dei Peligni. Evoluzione del nucleo e problemi gestionali

    OpenAIRE

    de Gentile, L.; I. Filippone

    2003-01-01

    L'Area Faunistica del Camoscio appenninico di Lama dei Peligni (CH) nel Parco Nazionale della Majella è stata istituita nel 1990 con lo scopo principale di fungere da serbatoio di animali da utilizzare per operazioni di rinforzo della popolazione di Camosci in natura. Inoltre è stata ed è un notevole strumento per sensibilizzare la popolazione ed il pubblico alla conservazione della specie nonché una forte attrazione turistica per l'intera Valle dell'Aventino nel Parco Nazionale della Majella...

  18. Efecto de la carga de sulfito de sodio en el pulpaje NSSC de E. globulus

    OpenAIRE

    Pereira,Miguel Angel; Rudolf,Patt; Kordsachia,Othar

    2011-01-01

    El presente trabajo tuvo como principal objetivo determinar el efecto de la adición de una alta carga de sulfito de sodio (Na2SO3) para la sustitución de otras fuentes alcalinas (Na2CO3 o NaOH) sobre el pulpaje de alto rendimiento al sulfito neutro. En la etapa química se utilizó sólo sulfito de sodio (Na2SO3) como agente deslignificante y en la etapa mecánica un refinador Bauer de 12". Se obtuvieron pulpas con rendimientos variables entre 70 y 90 % y se verificó que las propiedades físico-me...

  19. Power deposition distribution in liquid lead cooled fission reactors and effects on the reactor thermal behaviour; Distribuzione di potenza nei reattori a fusione refrigerante ed effetti sul comportamento del reattore termale

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Cevolani, S.; Nava, E.; Burn, K.W. [ENEA, Divisione Sistemi Energetici Ecosostenibili, Centro Ricerche Ezio Clementel, Bologna (Italy)

    2001-07-01

    In the framework of an ADS study (Accelerator Driven System, a reactor cooled by a lead bismuth alloy) the distribution of the deposited energy between the fuel, coolant and structural materials was evaluated by means of Monte Carlo calculations. The energy deposition in the coolant turned out to be about four percent of the total deposited energy. In order to study this effect, further calculations were performed on water and sodium cooled reactors. Such an analysis showed, for both coolant materials, a much lower heat deposition, about one percent. Based on such results, a thermohydraulic analysis was performed in order to verify the effect of this phenomenon on the fuel assembly temperature distribution. The main effect of a significant fraction of energy deposition in the coolant is concerned with the decrease of the fuel pellet temperature. As a consequence, taking into account this effect allows to increase the possibilities of optimization at the disposal of the designer. [Italian] Nell'ambito dello studio di un ADS (Accelerator Driven System, un reattore refrigerato per mezzo di una lega di piombo-bismuto) per mezzo di calcoli Monte Carlo sono stati valutati i contributi di deposizione di potenza nei materiali fissile, strutturale e refrigerante, ottenendo che il contributo della potenza depositata nel refrigerante e' pari al quattro per cento circa del totale. Allo scopo di meglio approfondire questo effetto, sono stati effettuati ulteriori calcoli in relazione a reattori refrigeranti ad acqua e sodio; i risultati mostrano come, in questi casi, la deposizione di potenza nel refrigerante sia decisamente inferiore dell'ordine di un per cento circa. Sulla base di tali risultati, e' stata avviata un'analisi di caratterre termoidraulico avente lo scopo di verificare l'effetto di questo fenomeno sulla distribuzione di temperatura negli elementi di combustibile. L'effetto principale di una sensibile frazione di energia

  20. Videre in futurum. Magia e astragalomanzia nel mondo greco

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federica Doria

    2016-06-01

    Full Text Available Uno degli aspetti più interessanti della magia nel mondo greco è senza dubbio il rituale della divinatio, che si esplica attraverso molteplici manifestazioni. Una di queste è l’astragalomanzia, ovvero la predizione del fato attraverso il lancio degli astragali, oggetti utilizzati anche nella pratica ludica. Davvero profondo infatti risulta essere il legame tra l’astragalomanzia e la dea Tyche, padrona dei destini umani, che elargisce a suo piacimento fortune e disgrazie. Tale relazione trova una puntuale trasposizione iconica nelle immagini raffiguranti scene di gioco, in cui viene proiettata simbolicamente l’immagine della Tyche. La valenza magica dell’astragalo legata alla divinazione emerge in tutta la sua chiarezza anche nelle fonti scritte e nei contesti archeologici, in primis quelli funerari, in cui troviamo casi di sepolture di individui i cui corpi risultano quasi ricoperti da astragali. Parole chiave: astragali, Tyche, divinazione, magia, gioco.   One of the most interesting aspects of magic in the greek world is undoubtedly the ritual of the conjecture, which is expressed through many manifestations. One of these is “astragalomanzia”, namely the prediction of fate through the launch of the knucklebones, the objects used in practice play. There is a strong link between “astragalomanzia” and the goddess Tyche, the mistress of human destinies, who lavishes her liking on fortunes and misfortunes. This report is a timely iconic transposition into images depicting scenes of the game, which symbolically projects the image of Tyche. The magic value of the knucklebone related to divination emerges in all its clarity even in written sources and archaeological sites, primarily those funeral ones, where we find instances of burials of individuals whose bodies are almost covered with knucklebones. Keywords: knucklebones, Tyche, conjecture, magic, game.

  1. Echi della Bildung nel marxismo italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    FRANCO CAMBI

    2011-12-01

    Full Text Available Questo scritto discute le ripercussioni della teoria della Bildung sulmarxismo: dal giovane Marx ai modelli del marxismo italiano, come Gramsci, Croce, Labriola, Mondolfo. Viene, infine, messa in rilievo la politica culturale del PCI, rimasta al centro dell’Italia repubblicana fino agli anni Settanta, indebolitasi soltanto negli anni Ottanta e poi, ancor più, dopo il 1989.

  2. Lʹitaliano nel paragone contrastivo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gustav Ineichen

    1991-12-01

    Full Text Available Quando si consideri l'italiano messo a raffronto con altre lingue europee, si può pensare dapprima al tedesco. Data del 1942 una caratterizzazione globale letterariamente dotta del dottor Santoli, allora professore nell'Università di Firenze. Un esame contrastivo della frase nominale e delle relazioni di causalità è dovuto a Gislimberti (1989 che si rivolge essenzialmente a studenti e a traduttori d'italiano. A questo s'aggiunga Gislimberti (1988 per un esame contrastivo in sede di testualità. Con Holtus-Pfister (1985 l'attenzione è richiamata a problemi particolari esaminati in base a un corpus di traduzioni di prose tedesche e italiane. Tali problemi, che passano per essere significativi, sono le proposizioni relative, l'espressione del passivo, le formazioni del diminutivo, la composizione nominale, gli avverbi di gradazione e la traduzione di certe parole chiave del tedesco.

  3. Ricerca del saggio di capitalizzazione nel mercato immobiliare

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Simonotti

    2011-12-01

    Full Text Available In the search of capitalization rate, the international valuation standards impose the reference to the data and the information of real estate market of the same segment or, very probably, in similar segments of the property being appraised. In this last case with adjustments of rents and market prices. The adjustments don’t concern the capitalization rate but rents and prices. Accordingly capitalization rate cannot be obtained by the rate other than real estate investments, for instance financial, because a property market segment, where data can be collected, always exists.

  4. La traduzione dei dati nel linguaggio del web semantico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Thomas Baker

    2013-01-01

    Full Text Available The domain name system of the world wide web provides a managed space of globally unique identifiers for web pages -- Uniform Resource Identifiers, or URIs. URIs can also be used to name things – specifically, to name things in the world ("people," a "books," or "Nelson Mandela"; to name concepts used to describe those things ("Renaissance Sculpture" or "Lyme Disease"; and to name relationships between things (this book "was translated by" that person. Because URIs, used as names, are globally unique, they serve to anchor the strands in "webs of meaning" ("semantic web". Each strand of the web is a statement following a grammar, the Resource Description Framework (RDF, which uses URIs as its words. Each RDF statement expresses a simple idea – "Dante wrote L'Inferno" or "Dante was born in Florence" – which, taken together, can express complex webs of relationships. Expressing data as statements makes it easy to integrate data across many different sources ("linked data". The opportunity for cultural heritage lies in translating the traditions of resource description into the language of URIs so that its descriptions of Works, Items, Subject Headings, and People can serve as central hubs in growing webs of linked data.

  5. Percorsi del riconoscimento nel lavoro dell’insegnante

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Caterina Merola

    2013-12-01

    Full Text Available I believe that to undertake the work of recognition in educational practice with the students is necessary to dwell on the words. The words show evidence sometimes not directly comprehensible to the listener because it is necessary to go back to them: there is a well, a can not be perceived at a glance. The words hold representations of the world, telling the story of the specific distinctions and interconnections of meaning, in the density of hidden nodes and the warp chains which have their origin in the experience from each. The inner world, the emotions, the “emotional thoughts” with the moral roots, seeds already internalized bright and open to becoming, belonging to the uniqueness of each individual, they emerge from the narrative and create pathways of recognition. From this point you can take philosophical reflections in class in the construction of a work together as a theory of recognition.

  6. Il limite del territorio costiero nel piano paesaggistico della sardegna

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giorgio Costa

    2015-11-01

    Full Text Available The costal area is considered as a border, between see and earth, with its own dimension and physical space, with its history and inhabitants, in a little big word, with its identity. The landscape regions are an instruments to identify territory where it’s possible to recognize similar geographic, historical, social characteristics. Inside these regions it has been identified the costal zone. It has been considered like a public heritage, of all inhabitants. Its identification is based about scientific criterions that consider natural elements, ecosystems and habitats as single units in relationship among them, with environmental, formal and functional dynamics. 

  7. Parecoxib nel trattamento del dolore post-operatorio: considerazioni farmacoeconomiche

    OpenAIRE

    Federica Mathis; Lorenzo Pradelli; Mario Eandi

    2004-01-01

    Parecoxib sodium is the first selective COX- 2 inhibitor to be available for parenteral administration. This pharmaceutical feature, alongside its favorable efficacy and safety profile, makes the new drug particularly suitable for simple and effective management of post-surgical pain. Aim of this work is to describe the pharmacoeconomical profile of the drug in the Italian setting, focusing on the comparison with parenteral ketorolac, the most widely prescribed treatment for post-surgical pai...

  8. Metafore del meccanico nel pensiero di Diderot. Arti e tecniche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Quintili

    2014-12-01

    Full Text Available The natural philosophy of Diderot is built from the experience of the fundamental Description des Arts in the Encyclopedia, or from the «great and beautiful collection of machines» which the work provides a very rich representation. Models and metaphors that Diderot constructs to describe the world of organic beings, from the Pensées sur l'Interpretation de la nature (1753, are inspired by the world of the mechanical arts and crafts. The manouvriers d’expériences, the experimental philosophers, are the great inventors and discoverers of the secrets of nature and living being: to them Diderot inspire itself and his work as a philosopher of nature and arts. From the loom to weave socks, to the fire pump, the description of the machine proceeds through a complex network of metaphors that combine the operation of the instrument to that of organic life. The machine energises itself and the organism, in turn, is mechanized in a maze of functional architectures, according to new models and artistic metaphors of living beings, other than cartesian one. Diderot does not cease to be mechanistic still in his last vitalistic works, from Le Rêve de D’Alembert, to the Éléments de Physiologie. The new world of handicraft and artisans remains the key reference point in the philosophical work of the encyclopaedist-naturalist: weaving loom socks and sensible harpsichord are the two tools / metaphors that describe the man and his rational and specific nature.

  9. Parecoxib nel trattamento del dolore postoperatorio: considerazioni farmacoeconomiche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lorenzo Pradelli

    2003-03-01

    Full Text Available Parecoxib sodium is the first selective COX- 2 inhibitor to be available for parenteral administration. This pharmaceutical feature, alongside its favorable efficacy and safety profile, makes the new drug particularly suitable for simple and effective management of post-surgical pain. The first part of the present article describes the most important pharmacological characteristics of parecoxib and reviews the main efficacy and safety studies that were performed on patients presenting with post-surgical pain. Starting from these clinical data, the second part outlines the pharmacoeconomical profile of the drug in the Italian setting, focusing on the comparison with parenteral ketorolac, the most widely prescribed treatment for post-surgical pain in Italy. The available scientific evidence suggests that the introduction of parecoxib in the arsenal of available options for the management of this kind of patients in Italy may have a positive clinical and economical impact, despite of the higher drug acquisition price. In particular, the better tolerability shown by parecoxib in the comparison with non-selective NSAIDs would permit a reduction in the costs for the prevention and the cure of drugrelated adverse events and reduce the need for patient monitoring. Furthermore, the improved safety and the longer duration of the analgesic action could allow the management of more minor surgery patients in daysurgery units, with great economical advantages for the hospital and the health system and improved quality of life for the patients.

  10. L'azione Efficace nel Teatro del Novecento

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Marinis

    2000-12-01

    Full Text Available A partire dalle esperienze fin de siecle dei simbolisti, e dalle ricerche sinestetiche fra pittura musica e teatro di Wassily Kandinsky, l'articolo prende in esame alcuni fra i principali tentativi intrapresi dai maestri della scena contemporanea per fare dei teatro e dello spettacolo gli strumenti di un'azione efficace sullo spcttatore e, prima ancora, sullo stesso attore, soffermandosi in particolare su Eisenstcin, Artaud e Grotowski.

  11. Tempo/Energia nel pensiero musicale del Novecento

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Angelo Orcalli

    2014-02-01

    Full Text Available During the twentieth century the relationship between music and machines has become increasingly broad and complicated. Composers and musicians are now working within a complex setting of electronic, optic, and acoustic equipment, which results from the original combination between technological research and artistic experimentation. These artifacts are «materialized theories» of sound, because their construction is the concrete result of a specific interpretation of sound and audio, which contributes to determining the horizon of possible manifestations of musical thinking at any given time. They allow us to generate processes which make it possible to amalgamate different representations and effects, organizing the simultaneous presence and live interaction of heterogeneous devices for sound production and control. As a consequence, music materials can no longer be seen as the set of natural and intuitive elements internally processed by an artist. Contemporary musicians, on the contrary, are used to continuously shifting from the symbolic forms of notation for voice and acoustic instruments to electronic sound synthesis, from orchestral practice registers to live interaction using a computer. As part of these processes, action continuously reviews its operating patterns based on a recording of the effects on its performance. Therefore, the universe of the composition is not at all foreordained, but saturated with contingencies; the relationship between the system and its surrounding reality is not established a priori, because changes are based on the analysis of immediate effects. Thus, the preordination dictated by «musical logic» gives way to approximate calculation. For this reason we should acknowledge that the complexity of contemporary media leaves no room for purely textual approaches; on the contrary, in order to understand it, new conceptual tools are called for, to the extent that the equipment used for musical creation is suitable for the logic of systems: it refers not only to sound, but also to the system design itself that generates it which has become an integral part of the work project. The pathway suggested here is aimed at historicizing the development of technologically-driven expression forms, using the notions of time and energy as conceptual guidelines.

  12. Parecoxib nel trattamento del dolore post-operatorio: considerazioni farmacoeconomiche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federica Mathis

    2004-12-01

    Full Text Available Parecoxib sodium is the first selective COX- 2 inhibitor to be available for parenteral administration. This pharmaceutical feature, alongside its favorable efficacy and safety profile, makes the new drug particularly suitable for simple and effective management of post-surgical pain. Aim of this work is to describe the pharmacoeconomical profile of the drug in the Italian setting, focusing on the comparison with parenteral ketorolac, the most widely prescribed treatment for post-surgical pain in Italy. The first part of the article describes the most important pharmacological characteristics of parecoxib and reviews the main efficacy and safety studies that were performed on patients presenting with post-surgical pain. A similar article about parecoxib was published on “Farmeconomia e percorsi terapeutici” 2003; 4(1: 39-50. At that moment, the price to the public wasn’t yet fixed and therefore the pharmacoeconomical analysis was based on estimated price. Moreover, during this year, extra studies were published on the efficacy of parecoxib on patients with post-surgical pain. For these reasons, we intend to present here an updated version of the profile.

  13. Uso de cloruro de sodio en bases granulares

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Oscar Javier Reyes Ortiz

    2006-01-01

    Full Text Available El propósito de está investigación realizada por la Universidad Militar Nueva Granada, fue determinar el efecto en las propiedades mecánicas que tiene introducir NaCl industrial en bases granulares con granulometría del Instituto Nacional de Vías – INVIAS. La incidencia en las propiedades de la base granular se determinaron a partir de los ensayos de CBR, compresión simple y compresión diametral. La investigación inicia con la caracterización del material granular y el NaCl, posteriormente con la determinación de la humedad óptima mediante el ensayo proctor modificado para el material en estado virgen y con adición de NaCl, y finaliza con la ejecución de los ensayos mecánicos de las muestras modificadas y vírgenes. Dentro de los resultados obtenidos se determinó un incremento de la resistencia (CBR de 9 veces para una adición del 15% de NaCl; un aumento en la resistencia a la compresión de 100% para el porcentaje de 8% de NaCl y un descenso de la resistencia a tracción para todos los porcentajes de adición.

  14. Amante di tutte, marito di nessuna. Marino nel “Maritaggio delle Muse” di Giovan Giacomo Ricci

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Alonzo

    2010-06-01

    Full Text Available Prendendo le mosse da una sommaria presentazione della parabola biografica e scrittoria del perugino Giovan Giacomo Ricci, finora pressoché oscura, si propone una lettura del suo “poema drammatico” Il maritaggio delle Muse, edito ad Orvieto nel 1625. La prospettiva specifica di questa lettura affronta la presenza e la maturazione lirica del personaggio Marino nel Maritaggio, opera non a caso collocabile a cavallo tra il ragguaglio e la commedia. All’interno del sistema poetico e parnasiano del Maritaggio ed evidenziando l’impalcatura citazionale sottesa al dramma, dunque, si segue l’evoluzione scenica del Marino da giovane poeta municipale e d’occasione a maturo interprete dei generi più vari, dall’idillio alla tenzone, fino al poema grande.Starting from a brief presentation of Giovan Giacomo Ricci’s biography and bibliography (still now almost unknown, this paper suggests an interpretation of Ricci’s “poema drammatico” Il maritaggio delle Muse, published in Orvieto in 1625. This composition, between the comedy and the “ragguaglio di Parnaso”, is read following the presence and the poetic evolution of the character of Giovan Battista Marino. In the poetical and parnasian structure of Maritaggio, this article underlines its quoting architecture. This paper remarks, in Ricci’s drama, Marino’s growth from a young love and municipal poet to an able interpret of various genres, from the bucolic to the comic one, up to the long poem.

  15. Estudo histopatológico do efeito do tenoxicam com água bidestilada ou com cloreto de sódio a 0,9% no endotélio venoso de coelhos Estudio histopatológico del efecto del tenoxican con agua bidestilada o con cloreto de sodio a 0,9% en el endotélio venoso de conejos Histopathologic study on the effects of tenoxicam with bidistilled water or with 0.9% sodium chloride in rabbits venous endothelium

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Taylor Brandão Schnaider

    2002-04-01

    humanas expuestas a la indometacina, fue observado aumento de la actividad pró-coagulante. Estudio en conejos comprobó la presencia de trombosis en las venas auriculares después de la administración de tenoxicam con su diluyente o de su diluyente aislado. No fueron encontrados estudios en la literatura consultada que hayan evaluado el endotélio venoso después de la administración de tenoxicam, en seres humanos. El objetivo de esta pesquisa fue evaluar se el tenoxicam con cloreto de sodio a 0,9% (NaCl a 0,9% provoca alteraciones en el endotélio venoso de conejos, como las observadas cuando asociado a su diluyente (agua bidestilada. MÉTODO: Noventa conejos (2.000 - 3.500 g fueron distribuidos aleatoriamente en dos grupos: Control, con administración de NaCl a 0,9%; Experimento, con tenoxicam (20 mg asociado a agua bidestilada o al NaCl a 0,9%. El volumen inyectado en los dos grupos fue constante de 2 ml. La anestesia fue inducida con maleato de acepromazina, clorhidrato de cetamina y clorhidrato de xilazina, siendo la punción de las venas auriculares caudales derecha e izquierda realizada con aguja tipo mariposa 27G. Los animales fueron mantenidos en el biotério por 6 h, 12 h e 24 h, nuevamente anestesiados y sometidos a eutanasia, siendo entonces realizada exéresis de las aurículas en su base y posterior evaluación microscópica de las venas. RESULTADOS: Se observó trombosis en el grupo Experimento, en una porcentaje de 19,4% después de administración del tenoxicam con agua bidestilada y 22,2% después administración del tenoxicam con NaCl a 0,9%. En el grupo Control, en que fue inyectado, solamente NaCl a 0,9%, ninguna de las venas presento trombosis. CONCLUSIONES: Los resultados encontrados permiten concluir que el tenoxicam, con agua bidestilada o con solución de cloreto de sodio a 0,9%, produjo trombosis en las venas en que fue inyectado.BACKGROUND AND OBJECTIVES: After exposure to indomethacin, human umbilical vein endothelial cells have shown

  16. Calco di traduzione nel XVIII° e nel XIX° secolo: è un arricchimento o impoverimento dell'arabo?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ashraf Saied Mansour

    2015-05-01

    Full Text Available Una lingua è morta, dice Buttitta in siciliano, "quannu i  paroli non figghianu paroli", cioè quando dalle parole di quella lingua non nascono  più altre parole. È una bellissima immagine che può aiutarci a capire questo concetto: una lingua usata giornalmente da una popolazione, per tutte le necessità della comunicazione, si arricchisce continuamente di nuove parole, per esprimere sfumature, particolari, idee nuove. Le parole nuove si ricavano soprattutto da quelle già esistenti, modificandone la forma, componendole tra loro e cambiandone il significato. Molte, invece, vengono prese dalle altre lingue compresi i dialetti. Dunque il lessico di una lingua si arricchisce di continuo attingendo parole di provenienza straniera (che possono essere non adattate, mantenendo in tuttto o in parte caratteristiche grafiche, fonetiche e morfologiche della lingua di provenienza come gli anglicismi italiani shopping, spot, shiftare; o adattate, vale a dire perfettamente acclimate e riconoscibili come forestiere solo da parte del linguista: ad esempio, due parole di età rinascimentale: cocchio, dall'ungherese e caimano, da un idioma amerindio attraverso lo spagnolo. Il lessico di una lingua si arricchisce anche creando nuove parole da una base lessicale già esistente secondo modelli formativi ben determinabili. Oltre ai prestiti andranno considerati anche i "calchi" (frequenti soprattutto dall'inglese: disincentivare (to disincentive, fluttuazione (fluctuation; spirale inflazionistica (inflationary spiral, bilancia dei pagamenti (balance of payments e gli adattamenti (frequenti nel linguaggio sportivo: crossare, stoppare, dribblare, liftare, ecc ……..

  17. Calibrazioni a terra e prestazioni in volo di spettrometri ad immagine nel visibile e nel vicino infrarosso per l'esplorazione planetaria

    Science.gov (United States)

    Filacchione, Gianrico

    2006-10-01

    -out noise e tilt spettrale); alcuni di questi effetti sono stati caratterizzati e dettagliamente misurati in laboratorio utilizzando il modello spare (flight) di VIMS-V. Parte del capitolo è dedicata alla verifica della procedura di calibrazione su diversi target aventi caratteristiche spettroradiometriche note. Questi algoritmi di processamento sono correntemente utilizzati dal team scientifico di VIMS per calibrare i dati del canale -VIS rilasciati ufficialmente alla comunità scientifica internazionale attraverso il Planetary Data System (PDS) della Nasa. La seconda parte riguarda l’esperimento VIRTIS-M sul satellite Rosetta. Il capitolo 3 contiene la descrizione dello strumento mettendo in risalto l’evoluzione dal precedente progetto VIMS-V ed i problemi tecnologici e costruttivi da questo derivanti. I diversi modi operativi, la sequenza di acquisizione e di processamento dei dati nell’elettronica principale sono ampiament e discussi. Viene inoltre evidenziata la collocazione dello spettrometro sul satellite Rosetta. Nel capitolo 4 viene descritta l’attività di calibrazione effettuata in Galileo Avionica (Campi Bisenzio, FI, Italia) ed allo IAS (Orsay, Francia) subito dopo l’integrazione di VIRTIS ed il conseguente processamento dei dati necessario per ricavare i principali parametri di funzionamento (calibrazioni spettrali e geometriche, flat-field, funzioni di trasferimento, lampade di calibrazione interne). Nel capitolo 5 l’accuratezza di queste grandezze è stata verificata su i primi dati in volo ottenuti da VIRTIS-M durante la fase di commissioning e di cruise del satellite (Terra, Luna e Saturno); queste osservazioni sono inoltre state utilizzate per migliorare e verificare alcuni aspetti della procedura di calibrazione che non erano stati sufficientemente definiti durante i test a terra. L’appendice A riguarda il formato PDS (Planetary Data System) utilizzato per l’archiviazione dei dati e degli housekeepings ingegnerisitici e scientifici delle

  18. Obtención y evaluación de taninos provenientes del alquitrán de hulla

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Inés Ballesteros

    2009-06-01

    Full Text Available Se encontró que la recondensación de las resinas sulfonadas mejoran la calidad del tanino y el aspecto del cuero curtido. Además, la adición de bisulfito de sodio aumenta la velocidad de penetración del tanino recondensado

  19. El litio y su relación con la acuaporina-2 y el canal de sodio ENaC

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luciano Galizia

    2012-04-01

    Full Text Available Desde hace más de cuarenta años que el litio es usado para el tratamiento de la enfermedad bipolar; recientes estudios sugieren también su utilidad en el trastorno cognitivo mínimo tipo amnésico. El litio es filtrado en el glomérulo y un 65-75% del mismo es reabsorbido en el túbulo contorneado proximal y en el asa ascendente de Henle por el transportador Na+, K+, 2Cl- y vía paracelular. Una pequeña fracción del litio entra en las células principales del túbulo colector por medio del canal epitelial de sodio sensible al amiloride (ENaC localizado en la membrana apical de la célula. Luego de 10- 20 años de tratamiento con litio los enfermos pueden desarrollar poliuria, acidosis tubular e insuficiencia renal crónica que puede terminar en una forma de diabetes que no responde a la arginina vasopresina llamada diabetes insípida nefrogénica. Se cree que estas fallas renales son consecuencias de una reducción en el número de moléculas de acuaporina 2 en la membrana apical. Las causas para esto son complejas. El litio es un poderoso inhibidor de la isoforma beta de la enzima glicógeno sintetasa quinasa y esto está asociado a una menor actividad de la adenilato ciclasa que lleva a una disminución en la concentración intracelular de cAMP. Esto finalmente interferiría con la síntesis de nuevas moléculas de acuaporina 2 y con el tráfico de ellas desde la zona subapical de la célula hacia la membrana celular, causando la disminución en la reabsorción de agua en la parte distal del nefrón.

  20. Sorveglianza della circolazione ambientale dei poliovirus nel Lazio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A.M. Patti

    2003-05-01

    Full Text Available Ancora oggi in tutto il mondo il vaccino antipolio più utilizzato è l’OPV costituito da virus viventi attenuati che vengono eliminati per un periodo di tempo variabile dal soggetto vaccinato. L’immissione di virus vaccinali nell’ambiente è stata in passato, e lo è tuttora nelle zone endemiche, estremamente importante per assicurare e la competizione con il poliovirus selvaggio e una immunità di gregge. Nei paesi polio-free, ed in futuro in tutto il mondo, la circolazione di virus vaccinali potrebbe viceversa diventare un punto critico in grado di inficiare i risultati dell’eradicazione. Infatti i virus vaccino derivati, replicando, retromutano verso la neurovirulenza e/o accumulano mutazioni che alla fine conferiscono loro caratteristiche del tutto diverse dai ceppi parentali; inoltre possono anche ricombinarsi con il selvaggio o con altri enterovirus assumendo caratteristiche di virulenza e di trasmissibilità interumana che emergono con lo scoppio di focolai epidemici. Obiettivo del presente progetto è stata la valutazione della circolazione dei poliovirus e degli eventuali virus vaccino derivati in matrici ambientali nella regione Lazio nel periodo 1996-2002. Metodo: sono stati analizzati 26 campioni di liquami e 36 campioni di acque superficiali contaminate da liquami. Le particelle virali sono state concentrate mediante ultra filtrazione tangenziale (10.000 NMWR – Millipore. I concentrati sono stati seminati su cellule BGM ed L20B. I virus isolati sono stati identificati con antisieri specifici (RIUM e sui poliovirus, presso l’ISS, sono stati effettuati la differenziazione intratipica, il sequenziamento della regione VPI/2A, il sequenziamento della regione 5’ NCR e la regione codificante la polimerasi virale. Risultati e conclusioni: sono stati isolati complessivamente 6 poliovirus di cui 4 da acque superficiali. I virus erano tutti Sabin-kike e retromutati ma non ricombinanti. I dati ottenuti sottolineano l

  1. L'immagine come metafora di conoscenza del mondo postmoderno

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Fabio La Rocca

    2008-07-01

    Full Text Available A partire dalla visione del mondo postmoderno oculocentrico, nel quale l'immagine diventa un elemento costitutivo della conoscenza, questo articolo propone una riflessione sulla forma immagine-metafora come istanza «mostratrice», nel tentativo di elaborare la proposta di un modello esplicativo della realtà sociale.

  2. Book review, Patologie articolari nel cane e nel gatto, Filippo Maria Martini

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2008-03-01

    Full Text Available Con il cambiare dei tempi, sono cambiate anche le priorità nell’ambito sempre più vasto degli animali da compagnia. Se, infatti, fino allo scorso decennio chi si occupava di ortopedia veterinaria aveva a che fare esclusivamente con pazienti traumatizzati, ora l’ortopedia e la traumatologia veterinaria devono fare i conti sempre più spesso con le patologie articolari. I motivi di questa inversione di tendenza sono molti e di diverso genere, certamente i più influenti riguardano la diffusione di soggetti atleti che sviluppano specifiche patologie, l’allungamento della vita media che espone i pazienti a malattie articolari degenerative un tempo prerogativa dell’uomo e la presenza di razze canine particolarmente predisposte a tali patologie. A ciò si aggiunga l’esigenza crescente dei proprietari degli animali, di comprendere a fondo quali siano le migliori cure per i propri compagni. Per questi motivi lo specialista in Ortopedia degli animali domestici, Filippo Maria Martini, ha redatto Patologie articolari nel cane e nel gatto: un volume che non vuole essere un manuale sulle tecniche chirurgiche (nonostante al suo interno vengano comunque descritte, piuttosto un manuale pratico in grado da una parte di fornire gli strumenti necessari per comprendere, interpretare e diagnosticare le patologie articolari; dall’altra di dare le basi teoriche per impostare un protocollo terapeutico in modo corretto ed emettere una prognosi adeguata. Tutto ciò nella convinzione che un buon clinico non possa limitarsi ad eseguire una visita e ad impostare una terapia, ma debba necessariamente stilare un elenco di esami utili ai fini della definizione della diagnosi, discuterne con il proprietario e consigliare il più adeguato protocollo diagnostico e terapeutico.

  3. "A chiare lettere” - Transizioni" • Nel primo anniversario della "Dichiarazione sui diritti delle minoranze religiose nei Paesi a maggioranza musulmana"

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Casuscelli

    2017-01-01

    Full Text Available Tra pochi giorni sarà trascorso un anno da quel 27 gennaio 2016 in cui 250 eminenti studiosi islamici, riuniti a Marrakech e provenienti da oltre 120 nazioni, hanno sottoscritto una “Dichiarazione sui diritti delle minoranze religiose nei Paesi a maggioranza musulmana” rivolgendo l’appello a sviluppare una giurisprudenza islamica sul concetto di cittadinanza inclusiva di tutti i gruppi religiosi. L’incontro si era tenuto su invito del Ministero della Promozione e degli Affari Islamici del Regno del Marocco e del Forum per la Promozione della Pace nelle società islamiche, con sede negli Emirati Arabi Uniti. All’evento avevano partecipato cinquanta leader di altre religioni e rappresentanti delle organizzazioni islamiche e internazionali. L’incontro proseguiva lungo il cammino tracciato ad Abu Dhabi nel 2014 con la nascita del Forum for peace, inteso a mostrare al mondo che l’Islam “is a religion of peace and justice”, cui aveva fatto seguito nel 2015 un secondo Forum inteso a ristabilire “the priorities of Muslim societies by rehabilitating hearts and intellects to a more thorough understanding of the salience of peace in Islam, the shariah, and our tradition”.

  4. Restrizioni strutturali e teoria linguistica nel discorso bilingue

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonio Piga

    2015-01-01

    grammatical’ and which on the other hand are those considered as ‘non-grammatical’ or ‘impossible’, (c the possible existence of grammatical constraints and models that may govern the compatibility of constituents of the two codes in contact. Riassunto - L’obiettivo del presente contributo è quello di offrire un panorama rappresentativo di un fenomeno largamente diffuso in Sardegna: l’alternanza linguistica da parte degli immigranti durante le varie interazioni con i parlanti sardi. La commutazione di codice rappresenta infatti una di quelle strategie discorsive cui ricorrono gli apprendenti durante le varie fasi di acquisizione di una L2, allo scopo di soddisfare eventuali esigenze comunicative e compensare le carenze nella competenza linguistica durante i vari scambi interazionali con gli interlocutori nativi nel paese in cui temporaneamente soggiornano. In questa indagine verrà esaminata non tanto la commutazione di codice italiano/inglese, italiano/spagnolo, ecc. quanto piuttosto l’inclusione della varietà dialettale sarda fra le lingue che gli immigrati adoperano nelle diverse interazioni sociali con i parlanti nativi allo scopo di “accelerare l’assimilazione nel gruppo dominante” (Loi Corvetto 2000: 42.Il corpus consiste di circa trenta ore di registrazione di parlato spontaneo. Si è ritenuta infatti prioritaria la possibilità di osservare e esaminare la produzione linguistica di parlanti che interagissero in contesti situazionali i più naturali possibili, pertanto le tecniche adoperate nella raccolta del corpus rispondono principalmente all’ esigenza di poter ottenere dati relativi al parlato naturale, non sorvegliato, di cui è possibile disporre solamente se i parlanti non sanno di essere registrati.Da un punto di vista metodologico, si tratterà in primo luogo di individuare: (a le caratteristiche morfologiche e sintattiche del discorso bilingue italiano/campidanese da parte degli apprendenti italiano L2, vale a dire quali categorie

  5. Frequenza dei nomi riferenti all' abbigliamento nel Corano e problemi della loro traduzione in italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sherif Abo Almakarem Abdel Salam

    2014-03-01

    Full Text Available Nel suo lavoro intitolato “Teoria e storia della traduzione”, Georges Mounin (1965, pp.71-72 discute il legame stretto tra linguistica e traduzione esponendo il parere di Fedorov che insiste sulla necessità di creare una teoria di traduzione basata soprattutto sulla linguistica. A tale proposito Jackbson confessa: “Quando si pongono a confronto due lingue, si pone subito il problema della possibilità di traduzione reciproca. La pratica assai diffusa della comunicazione interlinguistica, e in particolare le attività di traduzione, devono essere costantemente oggetto di attenzione per la scienza del linguaggio. È difficile sopravvalutare il bisogno urgente e l'importanza teorica e pratica di dizionari bilingui differenziati, che definiscano accuratamente, e comparativamente, tutte le unità corrispondenti, in estensione e in comprensione. Alla stessa stregua, grammatiche bilingui differenziali dovrebbero definire ciò che differenzia due lingue dal punto di vista della soluzione e della delimitazione dei concetti grammaticali.” (Jackbson, 1995, pp.54-55 Bausch afferma: “L’oggetto centrale di ricerca della scienza della traduzione come disciplina orientata nel senso linguistico è il processo di traduzione umano, ottico – grafico, quale viene praticato per la comunicazione interlinguale testuale.” (1973, 145 Proprio per questi motivi Bausch afferma che la scienza della traduzione è stata intesa ripetutamente dai suoi stessi sostenitori come un ramo della linguistica comparata descrittiva che s’interessa delle convergenze interlinguali. Ma questa classificazione è stata fatta, secondo le parole dell’autore, senza che avesse avuto luogo un intenso dibattito con i singoli indirizzi e scuole operanti da alcuni anni nel campo della linguistica contrastiva, i quali credono che la traduzione sia un ramo della linguistica contrastiva. (Ibidem. Con il  suo breve saggio del 1959 Roman Jakobson, citato in Umberto Eco, ha dato una

  6. El maestro Pedro Nel Gómez

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mario Rivero

    1978-12-01

    Full Text Available Puede compararse la técnica del fresco, en donde deben tomarse todas las precauciones para una ejecución ágil y decisiva, puesto que el pintor debe cubrir una determinada cantidad de espacio en un tiempo preciso.

  7. [Funzioni esecutive metacognitive ed emozionali/motivazionali nel disturbo dello spettro dell'autismo e nel disturbo da deficit di attenzione con iperattività: risultati preliminari].

    Science.gov (United States)

    Panerai, Simonetta; Tasca, Domenica; Ferri, Raffaele; Catania, Valentina; Genitori D'Arrigo, Valentina; Di Giorgio, Rosa; Zingale, Marinella; Trubia, Grazia; Torrisi, Anna; Elia, Maurizio

    2016-01-01

    RIASSUNTO. Scopo. I deficit delle funzioni esecutive (FE) sono frequentemente osservati nei disturbi dello spettro dell'autismo (ASD) e nel disturbo da deficit di attenzione con iperattività (ADHD). Lo scopo di questo studio è quello di valutare e confrontare le funzioni esecutive metacognitive ed emozionali/motivazionali di bambini con ASD e ADHD, sia fra di loro che con un gruppo di controllo. Metodi. Il campione è costituito da un totale di 58 soggetti, di cui 17 con ASD senza disabilità intellettiva, 18 con ADHD-manifestazione combinata e 23 con sviluppo tipico, abbinati per genere, età cronologica e livello intellettivo. Le valutazioni hanno riguardato alcune aree del funzionamento esecutivo, nello specifico pianificazione, flessibilità mentale, generatività e inibizione della risposta, che rappresentano sia le funzioni esecutive metacognitive sia quelle emozionali/motivazionali. Risultati. I risultati hanno rilevato un'ampia sovrapposizione delle disfunzioni esecutive nei due gruppi clinici con ASD e ADHD, e non sono stati indicativi della presenza di due profili realmente distinti del funzionamento esecutivo. Tuttavia, nell'ADHD è stato trovato un deficit più severo nell'inibizione della risposta prepotente (funzione emozionale/motivazionale). Conclusioni. I risultati del nostro studio sono parzialmente in accordo con quelli della letteratura. Ulteriori ricerche con gruppi più numerosi potranno chiarire più approfonditamente quali punti di forza e debolezza, nell'ampio spettro delle funzioni esecutive, differenzino fra loro le prestazioni di persone con ASD e ADHD.

  8. Jews in Middle Ages Gli ebrei nel Medioevo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandra Veronese

    2010-06-01

    Full Text Available This review article provides a short introduction on the Jewish problems in the Middle Ages and a systematic description of the bibliographic sources and electronic resources.

    Questo repertorio fornisce una breve nota introduttiva sul problema degli ebrei nel medioevo e una descrizione sistematica delle risorse bibliografiche e informatiche.

  9. Caring for the Ethical Ideal: Nel Noddings on Moral Education

    Science.gov (United States)

    Bergman, Roger

    2004-01-01

    Nel Noddings is arguably one of the premier philosophers of moral education in the English-speaking world today. Although she is outside the mainstream theory, research, and practice traditions of cognitive-developmentalism (the Kohlberg legacy) and of character education (which is in public ascendancy), her body of work is unrivalled for…

  10. Riflessioni e frammenti sulla narrazione autobiografica nel processo di nursing

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bossarelli A.

    2012-01-01

    Full Text Available Obiettivi: proporre la narrazione autobiografica nel processo di nursing, sia dai pazienti sia dagli infermieri, quale strumento d’aiuto;Metodologia: racconto autobiografico; Conclusioni: con il metodo autobiografico il paziente ha uno strumento per narrare della sua malattia, dei suoi bisogni che non compaiono nelle cartelle infermieristiche, dei suoi timori per “cosa succederà dopo”.

  11. Cloruro/aniones y sodio/cationes en soluciones nutritivas y composición mineral de cultivares de tomate

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Saúl Parra Terraza

    2016-04-01

    Full Text Available Problemas de sanidad en suelos del valle de Culiacán ha ocasionado que la siembra de tomate se realice en suelos cercanos a la costa, donde el agua de riego es de menor calidad, por contener concentraciones de cloro (Cl y sodio (Na con riesgo de toxicidad para las plantas o de interactuar con los nutrimentos de la solución nutritiva (SN, reduciendo su disponibilidad. Esta investigación evaluó en invernadero los efectos de relaciones Cl-/aniones y Na+/cationes en la SN sobre las concentraciones de Na, K, Ca y Mg en hojas y tallos de dos cultivares de tomate (Solanum lycopersicum L. cvs. Polaris e ISIS. El diseño experimental fue completamente al azar con arreglo factorial 32, con cuatro repeticiones. Los factores fueron: 1 relación Cl-/aniones (25, 50 y 75/100, y 2 relación Na+/cationes (25, 50 y 75/100. Se realizó un análisis de varianza y las medias de los tratamientos se compararon con la prueba de Tukey (P ≤ 0.05. En hojas del cultivar ISIS, la combinación 75/100 Na+/cationes y 25/100 Cl-/aniones aumentó la concentración de Na, mientras que las combinaciones 75/100 Na+/cationes con 25, 50 y 75/100 Cl-/aniones redujeron la concentración de K. La relación 75/100 Cl-/aniones en la SN redujo las concentraciones de Na, K, Ca y Mg en hojas del cultivar Polaris, y de Na, Ca y Mg en tallos de cultivar ISIS. La relación 75/100 Na+/cationes en la SN incrementó las concentraciones de Na en hojas y tallos de cultivar Polaris y disminuyó las concentraciones de Ca y Mg en hojas de cultivar ISIS. Los resultados de este estudio indican que una proporción de 75% de Cl- en la SN, respecto al total de aniones, y una proporción de 50-75% de Na+, respecto al total de cationes, afectan las concentraciones nutrimentales en hojas y tallos de tomate de cultivares Polaris e ISIS.

  12. Efecto de la arginina 8%-carbonato de calcio y del fluoruro de sodio al 5% en la reducción de la hipersensibilidad dentinaria post terapia periodontal: ensayo clínico Effect of 8% arginine, calcium carbonate and 5% sodium fluoride on the reduction of the dentine hipersensitivity post periodontal therapy: clinical trial

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M Márquez

    2011-04-01

    embargo, se logró una mayor reducción del dolor en aquellos pacientes que utilizaron la terapia de arginina al 8% y carbonato de calcio, con un 60% de los individuos sin dolor y con una mediana final de 0 en comparación al grupo con barniz de flúor al 5% y un dentrífico fluorado que mantuvieron en el 100% de los sujetos algún grado de dolor y presentando una mediana final en la escala VAS de 2.Aim: The aim of this clinical study was to evaluate and to compare the efficacy in reducing the dentine hypersensitivity of an 8% arginine, calcium carbonate, 1.450 ppm sodium monofluorophosphate dentifrice with topical application and twice-daily brushing, with a negative control toothpaste containing calcium carbonate and 1.450 ppm fluoride as MFP, after periodontal treatment (baseline and four weeks respectively. Methods: A four-week clinical study with 20 subjects with diagnosis of slight to moderate chronic periodontitis under mechanical periodontal treatment and presence of gingival recessions in incisors, canines or premolars, stratified based on baseline tooth sensitivity. Subjects brushed with either a 1.450 ppm fluoride dentifrice or a marketed 8% arginine calcium carbonate dentifrice twice daily for approximately one minute. At screening, baseline and weeks four, subjects' tooth sensitivity was determined through both evaporative (Schiff and Visual Analogue Scale [VAS]. The same examiner throughout the study performed subject assessments using each stimulus. Results: Both subject groups exhibited significant reductions from baseline to four weeks in dentine hypersensitivity. However, patients who received 8% arginine calcium carbonate therapy, exhibited a greater reduction, with a 60% of individuals lacking of pain and with a final median of 0 in comparison with the 5% fluoride varnish and fluoride toothpaste group in which a 100% of subjects felt some degree of pain, presenting a final medium VAS scale of 2.

  13. Administrative environmental proceedings in the electromagnetic pollution field; Procedure autorizzatorie nel settore dell'inquinamento da campi elettromagnetici

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Fracchia, Fabrizio [Bocconi Univ., Milano (Italy). IDC Istituto di diritto comparato

    2005-05-15

    The aim of the research at issue is to understand the general aspects of administrative environmental proceedings in the electromagnetic pollution field, as they are regulated in Italy both by the Law of February 22, 2001, No. 36 and by the art. 87 of the Legislative Decree of August 1, 2003, No. 259 (by means of this decree, Italy implemented a package of EU Directives -2002/19/EC, 2002/20/EC, 2002/21/EC and 2002/22/EC - in the TLC sector; entered into force on September 16, 2003, it introduced the so-called Unique Code on Electronic Communications) [Italian] Il lavoro ha ad oggetto l'analisi delle procedure autorizzatorie nel settore dell'inquinamento da campi elettromagnetici disciplinate dalla legge 22 febbraio 2001, n. 36 e dall'art. 87, d.lgs. 1 agosto 2003, n. 259 (codice delle comunicazioni elettroniche). Dopo aver registrato la presenza, all'interno di siffatti procedimenti, delle tradizionali funzioni assegnate al procedimento amministrativo, l'indagine individua nel dettaglio i principi stabiliti dalla normativa e i caratteri dell'autorizzazione, indugiando in particolare sul profilo del margine di discrezionalita sussistente in capo all'amministrazione. L'angustia di questo spazio di discrezionalita viene tra l'altro collegato alla rilevanza che, nel settore in esame, risulta avere il principio di precauzione. Specifica attenzione e dedicata al procedimento delineato dall'art. 87, d.lgs. 259/2003, cit.: vengono analizzati i titoli di legittimazione ivi disciplinati, i rapporti con l'istituto della valutazione di impatto ambientale, le fasi procedimentali, la conferenza di servizi e i limiti di applicabilita del meccanismo del silenzio assenso, il tutto avendo come riferimento essenziale il tema della precauzione, il principio di doverosita e la loro valenza normativa.

  14. Application of high pressure sodium lamps in facilities with variable voltage; Aplicacion de lamparas de sodio de alta presion en instalaciones con voltaje variable

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Dorr, D and others [Fideicomiso para el Ahorro de la Energia Electrica (Mexico)

    2001-06-01

    This article presents the results of laboratory tests to determine the effects of the depressions, interruptions, and fluctuations of tension in the high-pressure sodium vapor (HPS) lamps and ballasts. The form in which these lamps react to the depressions and interruptions in the laboratory, is compared with a model of a real electrical ambient created from data obtained during three recent studies on quality of the electrical service in North America. This work shows how the immunity of this lamp to the tension variations depends significantly on its age and on the type of ballast. [Spanish] Este articulo presenta los resultados de pruebas de laboratorio para determinar los efectos de las depresiones, interrupciones, y fluctuaciones de tension en las lamparas de vapor de sodio a alta presion (HPS) y balastros. La forma en que estas lamparas reaccionan a las depresiones e interrupciones en el laboratorio, se compara con un modelo de un ambiente electrico real creado a partir de datos recabados durante tres estudios recientes sobre calidad del servicio electrico en Norteamerica. Este trabajo muestra como la inmunidad de esta lampara a las variaciones de tension depende significativamente de su edad y del tipo de balastro.

  15. OXIDACIÓN DE ANTRACENO CON OXÍGENO SINGULETE GENERADO QUÍMICAMENTE POR EL SISTEMA MOLIBDATO DE SODIO/PERÓXIDO DE HIDRÓGENO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carlos Diaz

    2009-04-01

    Full Text Available La oxidación del antraceno con oxígeno singulete, generado químicamente por el sistema molibdato de sodio/peróxido de hidrógeno (Na2MoO4/H2O2, fue estudiada en una microemulsión tipo micela invertida (Agua/Aceite. El seguimiento de la reacción se realizó midiendo la absorbancia en la banda de 375 nm por espectrofotometría UV-Vis. Se identificaron como productos de la oxidación: la antraquinona, el endoperóxido-9,10-antraceno, la 9-hidroxiantrona, la antrona y el 9,10-dihidrodihidroxiantraceno mediante cromatografía de gases-espectrometría de masas (CG-EM. Los tres primeros productos son el resultado de la cicloadición [4+2] del oxígeno singulete sobre el antraceno. La antrona y el 9,10-dihidrodihidroxiantraceno pueden ser generados por la presencia de un radical generado en el medio de reacción. En las condiciones de reacción usadas se determinó una constante de la velocidad de la oxidación con oxígeno singulete.

  16. SULLE MANIFESTAZIONI FUMAROLICHE, SOLFATARICHE ED IDROTERMALI NEL NW DELLA REPUBBLICA ARGENTINA E LORO POSSIBILITÀ DI UTILIZZAZIONE INDUSTRIALE

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    GIORGIO BARTOLUCCI

    1956-06-01

    Full Text Available Nei mesi di aprile e maggio del corrente anno lo scrivente ha
    avuto occasione di visitare varie aree con manifestazioni fumaroliche
    ed idrotermali nel N -W del territorio della Repubblica Argentina.
    Scopo delle visite era quello di giudicare le eventuali possibilità
    di sfruttamento dell'eccezionale stato termico (rilevato dalle manifestazioni
    superficiali del sottosuolo delle aree in cui le manifestazioni
    stesse ricadono; sfruttamento realizzabile emungendo dalle profondità
    i fluidi endogeni caldi, che alimentano le manifestazioni superficiali in
    quantità ed in condizioni termiche tali da poterli utilizzare per produzione
    economica di energia elettrica.
    Come noto, tale tipo di sfruttamento è da decenni in atto nella
    cosidetta Regione Boracifera Toscana, ove si emunge dal sottosuolo
    vapore acqueo surriscaldato con associate piccole quantità di gas vari
    e di sali, ed è in fase di realizzazione ad Ischia e a Wairakei (Nuova
    Zelanda, ove si emunge dal sottosuolo acqua calda con disciolte piccole
    quantità di gas e sali. Anche nel Katanga (Congo Belga è stato
    realizzato in questi ultimi anni un impianto che, utilizzando una sorgente
    di acqua calda a circa 98 °C, fornisce energia elettrica ad una
    miniera vicina

  17. Polymerization of sodium methacrylate induced by irradiation; Polimerizacion del metacrilato de sodio inducida por la irradiacion

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Galvan S, A. [Instituto Nacional de Investigaciones Nucleares, Gerencia de Ciencias Basicas, A.P. 18-1027, 11801 Mexico D.F. (Mexico)

    1998-07-01

    This work has two objectives, first: it is pretended to localize the lines of carbon links in its IR spectra, and second: following the polymerization of sodium methacrylate according to that it is irradiated with gamma rays. (Author)

  18. Regulación por proteasas del canal de sodio sensible al amiloride (ENaC)

    OpenAIRE

    Luciano Galizia; Alejandro Ojea; Basilio A. Kotsias

    2011-01-01

    El ENaC es un canal que permite el movimiento de Na+ desde el líquido luminal hacia las células en numerosos epitelios reabsortivos y también en otros tejidos como la placenta. ENaC juega un papel crucial en la homeostasis de los electrolitos y volumen de líquido extracelular. Es regulado por numerosas hormonas, incluyendo la aldosterona y bloqueado por el diurético amiloride. El ENaC está formado por tres subunidades homólogas α, β y γ que forman el poro por el cual se mueven los iones Na+. ...

  19. Behaviour of oxygen in liquid sodium; Comportamiento del oxigeno disuelto en sodio liquido

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Torre Cabezas, M. de la

    1975-07-01

    In this work, the vacuum distillation method has been used for the determination of oxygen concentration in liquid sodium. During this investigation, more than 800 analyses have been made and a fluctuation of between 15 and 20$ has been noted in the results. The performance of a cold trap to remove oxygen from sodium has been studied and the corresponding mass transfer coefficient evaluated. The value of this coefficient was in good agreement with those achieved by other workers. (Authors) 69 refs.

  20. Echi omerici nel libro di Tobia ?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Toloni, Giancarlo

    2007-06-01

    particularmente al cuento popular de Odiseo. El hagiógrafo, por tanto, pudo haber reelaborado con perspectiva teológica esta antigua historia de Tobit y Tobías, recogida de la tradición bíblica y parabíblica, para responder a los problemas del Israel de su tiempo. Las numerosas analogías entre los temas (el viaje de Oriente, los peligros, los sentimientos familiares… y los elementos narrativos (la relación padre-hijo, el perro, los intermediarios, la medicina… confirman que el autor debió de conocer el novstoı de Odiseo. Se basaba en el conocimiento que sus lectores tenían de él para delinear la historia de Tobías sobre el esquema de viaje del héroe griego. Más que de una dependencia literaria o de una emulación, se trata de un intento inteligente de explotar la fama del relato homérico para poner un sello autoritativo a su historia. En ese sentido, parte del relato popular de Odiseo para revivir las expectativas de la comunidad judía hacia una diáspora oriental, sometida e incierta sobre su destino, previendo la vuelta de la deportación como Tobías, que volvió a Nínive desde Rages, feliz de haberse casado con Sara.

  1. Efecto de la combinación de clorhexidina y fluoruro de sodio sobre Streptococcus mutans en preescolares con manchas blancas.

    OpenAIRE

    Ayala, Grascely; Álvarez, María; Nuñez, Miguel

    2016-01-01

    Objetivos: Determinar el efecto de la combinación de los barnices diacetato de clorhexidina 1 % y fluoruro de sodio 5 % sobre Streptococcus mutans en saliva de niños de 3 a 5 años con manchas blancas. Material y métodos: Se incluyeron 45 niños, divididos en 3 grupos: combinación clorhexidina 1 % y fluoruro de sodio 5 % (n=15), fluoruro de sodio 5 % (n=15) y placebo (n=15). Después de 8 semanas se evaluó microbiológicamente. Resultados: Todos los grupos redujeron significativamente los S. muta...

  2. Study of thermophysical and thermohydraulic properties of sodium for fast sodium cooled reactors; Estudio de las propiedades termofisicas y termohidraulicas del sodio para reactores rapidos enfriados por sodio

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Vega R, A. K.; Espinosa P, G. [Universidad Autonoma Metropolitana, Unidad Iztapalapa, San Rafael Atlixco No. 186, Col. Vicentina, 09340 Ciudad de Mexico (Mexico); Gomez T, A. M., E-mail: a.karen.vr@gmail.com [ININ, Carretera Mexico-Toluca s/n, 52750 Ocoyoacac, Estado de Mexico (Mexico)

    2016-09-15

    The importance of liquid sodium lies in its use as a coolant for fast reactors, but why should liquid metal be used as a coolant instead of water? Water is difficult to use as a coolant for a fast nuclear reactor because its acts as a neutron moderator, that is, stop the fast neutrons and converts them to thermal neutrons. Nuclear reactors such as the Pressurized Water Reactor or the Boiling Water Reactor are thermal reactors, which mean they need thermal neutrons for their operation. However, is necessary for fast reactors to conserve as much fast neutrons, so that the liquid metal coolants that do have this capability are implemented. Sodium does not need to be pressurized, its low melting point and its high boiling point, higher than the operating temperature of the reactor, make it an adequate coolant, also has a high thermal conductivity, which is necessary to transfer thermal energy and its viscosity is close to that of the water, which indicates that is an easily transportable liquid and does not corrode the steel parts of the reactor. This paper presents a brief state of the art of the rapid nuclear reactors that operated and currently operate, as well as projects in the door in some countries; types of nuclear reactors which are cooled by liquid sodium and their operation; the mathematical models for obtaining the properties of liquid sodium in a range of 393 to 1673 Kelvin degrees and a pressure atmosphere. Finally a program is presented in FORTRAN named Thermo-Sodium for the calculation of the properties, which requires as input data the Kelvin temperature in which the liquid sodium is found and provides at the user the thermo-physical and thermo-hydraulic properties for that data temperature. Additional to this the user is asked the Reynolds number and the hydraulic diameter in case of knowing them, and in this way the program will provide the value of the convective coefficient and that of the dimensionless numbers: Nusselt, Prandtl and Peclet. (Author)

  3. La prolusione di rocco e le dottrine del processo penale

    OpenAIRE

    Orlandi, Renzo

    2015-01-01

    L’articolo analizza le conseguenze del pensiero giuridico di Arturo Rocco, dal 1910 nella dottrina di procedura penale, ossia, il metodo tecnico-giuridico (esegesi, sistematica e critica). La dogmatica di procedura pena- le inizia con la monografia di Giovanni Conso, nel 1955. L’insoddisfazione con il tecnicismo giuridico e con la mancanza di maturità scientifica si è manifestata con Carnelutti nel 1946 (Cerenterola), sottolineando le peculiarità strutturali del procedimento penale. In questa...

  4. EFECTO DE LA REDUCCIÓN DE CLORURO DE SODIO SOBRE LAS CARACTERÍSTICAS DE CALIDAD DE UNA SALCHICHA TIPO SELECCIONADA EFFECT OF REDUCTION OF SODIUM CHLORIDE ON THE QUALITY CHARACTERISTICS OF A SAUSAGE TYPE SELECTED

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Waldir Augusto Pacheco Pérez

    2012-06-01

    Full Text Available Resumen. Una propuesta para reducir los niveles de sodio en productos cárnicos, y desarrollar productos más saludables, es disminuir la cantidad de cloruro de sodio (NaCl en las formulaciones. En este estudio fue evaluado el efecto de disminuir y sustituir NaCl por KCl modificado, sobre los niveles de sodio y las características sensoriales y microbiológicas en una salchicha tipo Seleccionada. El porcentaje de reducción y sustitución de NaCl por KCl modificado con relación a un control fue de 50 y 75%, respectivamente. La reducción de NaCl en estos niveles, causó efectos significativos (P≤0,05 sobre el contenido de sodio en el producto final en relación al control, lo que implicaría beneficios nutricionales. De otro lado, diferencias significativas (P≤0,05 en las propiedades de textura, tanto a nivel instrumental como sensorial, fueron detectadas en la formulación con reducción del 75% de NaCl. En cuanto a la estabilidad microbiológica, y demás atributos sensoriales, no se detectaron diferencias entre los tratamientos y el control. Este estudio sugiere que es posible reducir la concentración de NaCl en un 50% en salchichas tipo Seleccionada mediante el uso de KCl modificado, sin cambios desfavorables en las características sensoriales y microbiológicas. Esta reducción permitiría una disminución en los niveles de sodio del 24% en el producto final.Abstract. A proposal to reduce the sodium levels in meat products to develop healthier products is to reduce the amount of sodium chloride (NaCl in the formulations. In this study, the effect of reducing NaCl and its substituting by modified KCl on sodium levels, sensory and microbiological characteristics in a selected type sausage was evaluated. The percentage of reduction and substitution of NaCl by modified KCl compared to control was 50 and 75%, respectively. The reduction of NaCl caused significant effects (P≤0.05 on the sodium content in the end product relative to the

  5. La gestione del movimento terra con i sistemi di controllo 3DMC di Topcon

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Pallotta

    2007-04-01

    Full Text Available La spinta dei fratelli Trovati verso l’innovazione è il comune denominatore che sta caratterizzando molte entità nel settore del movimento terra in questi anni. Costituita nel 1980 a Perugia dai titolari, Lamberto e Valeriano Trovati, nel corso degli anni l’azienda si è consolidata ed ha acquisito una buona posizione nel mercato, adattandosi alle mutevoli richieste della domanda mediante la fornitura di nuovi servizi, tra tutti l’edilizia stradale. I Trovati, che avevano precedentemente maturato esperienza nel movimento terra presso aziende operanti nel settore, si sono affidati alle tecnologie Topcon allo scopo di ottimizzare il lavoro in cantiere, incrementando la produttività e riducendo tempi morti e sprechi di materiale.

  6. La Cittadella di Alessandria: valori e strategie in gioco nel processo di sdemanializzazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cristina Coscia

    2015-06-01

    Full Text Available Le tematiche inerenti la valorizzazione dei patrimoni demaniali, della loro gestione e riequilibrio finanziario tramite un’attenta politica di dismissioni e di crescita di redditività attraverso la concessione o la locazione a terzi, sono andate ampliandosi, ponendo crescente attenzione agli aspetti della finanza pubblica. Si è avviato un radicale cambiamento di prospettiva nella valutazione del ruolo della gestione patrimoniale da parte degli Enti Locali: il patrimonio non è più considerato in una visione statica ma dinamica, cioè posto come risorsa strategica nella gestione finanziaria complessiva, di cui gli Enti pubblici si avvalgono per garantire le proprie finalità di erogazione dei servizi e massimizzazione del benessere per la collettività. Il patrimonio della Difesa, trasferito all’Agenzia del Demanio, offre importanti opportunità di sviluppo: non solo immobili da immettere sul mercato per ritorni monetari utili a sanare le casse degli Enti Pubblici (strategia che non ha condotto ai risultati sperati, ma occasioni per avviare processi di valorizzazione che interessano sia la fabbrica, sia l’ambito territoriale circostante. In tal senso, il caso della Cittadella di Alessandria diviene paradigmatico per operare ragionamenti e simulare applicazioni di tecniche decisionali (SWOT, Analytic Hierarchy Process, Analytic Network Process, ecc. sul processo e sugli strumenti che possono fare da “accompagnamento” nel delineare lo scenario funzionale più compatibile.

  7. Corpi contesi, corpi negati. La rappresentazione delle donne nel Myanmar dei conflitti interreligiosi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Di Padova

    2016-04-01

    Full Text Available Il nazionalismo religioso ha sempre dominato la storia del Myanmar e l’accompagna nell’attuale fase di transizione democratica. Forte componente della sua propaganda è la figura della donna concepita come depositaria culturale e biologica della razza birmana e della religione buddista. Il corpo della donna viene strumentalizzato dall’establishment militare, aiutato da gruppi di monaci fondamentalisti, nel giustificare i propri abusi e mantenere il controllo sul paese. Il corpo viene “conteso” perchè tramite lo stupro delle donne viene agita un’opera di conquista e di oppressione verso delle minoranze etniche e religiose oltre ad una strategia di “birmanizzazione” culturale e biologica. Il corpo viene “negato” perché la donna viene presa di mira da politiche di “protezione della razza e della religione” che passano necessariamente dal controllo del suo corpo senza alcuna possibilità per lei di incidere su decisioni che riguadano la propria vita. Questa situazione viene contrastata dal vitale attivismo politico femminile che continua instancabilmente a promuovere i diritti delle donne e a sostenere il processo di democratizzazione del paese.

  8. La crisi energetica nel mondo e in Italia da Enrico Fermi ed Edoardo Amaldi a oggi

    CERN Document Server

    Salvini, Giorgio

    2007-01-01

    Enrico Fermi e il suo allievo Edoardo Amaldi, grandi padri della Scuola di fisica nucleare italiana, hanno promosso l'impiego pacifico dell'energia nucleare: Fermi con il primo reattore a Chicago nel 1942, Arnaldi con i suoi contributi a tutti gli usi pacifici, dalla medicina alla produzione di energia. L'Italia, però, ha fatto eccessivo ricorso al petrolio, di cui non è produttrice. La ricerca è rimasta molto indietro rispetto a quella degli altri paesi e la politica sta dedicando pochissimi sforzi a questa gravissima situazione. Ragioni economiche, nonché ambientali, esigono ora una revisione e una ricontestualizzazione del problema. Durante un importante Convegno, tenutosi a Roma il 15 e 16 maggio 2007, alcuni tra i più noti ed esperti fisici italiani e stranieri hanno discusso proprio di questo problema. L'intento del volume, che raccoglie gli interventi del Convegno romano, è quello di fornire dati e informazioni che mettano il lettore in condizione di farsi un'idea propria, libera da pregiudizi, s...

  9. Quanti sono gli italianismi nel tedesco contemporaneo?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Rovere

    2009-12-01

    Full Text Available Normal 0 14 MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman";} Il contributo, incentrato sul tema dell’italianismo in prospettiva lessicografica tra storia, etimologia e cultura, tocca i problemi della consistenza del prestito italiano in tedesco ( diretto, indiretto, calco, ibridismo, deonomastico, pseudoitalianismo, connessi con quelli delle modalità dell’integrazione.  Normal 0 14 MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman";} The article focuses on Italianisms from a lexicographical perspective embracing history, etymology and culture and involving issues related to the duration of borrowings from Italian in French, the motives that generated it, the mediating function by which it is characterized, its semantic range, both synchronic and diachronic, and the aspect of derivations.  

  10. Espumado por microondas de mezclas de silicato de sodio-ortofosfato cálcico dibásico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vargas, G.

    2002-10-01

    Full Text Available The effect of microwave application on the thermal behaviour, volume change, size and pore size distribution as well as chemical reactions and dissolution of sodium silicate/dibasic calcium phosphate ceramic (DCF samples have been analysed. Ceramics foams with porosities between 71 and 79 wt% and pore sizes ranging from 10 to 200 microns have been obtained. After 90 seconds the temperature of samples reach about 130 °C with a weight loss of 23 wt%. Differences in the proportion of DCF in the initial mixture originate changes in volume and different chemical compounds in the final obtained foams. Additions of 10, 20 and 30 wt% of DCF originates volume increases of 350, 300 and 250 % respectively. In foam samples with 30 wt% of DCF, heated by microwave during 90 sec., the amount of the new compound β-NaCaPO4 was about 42.9 wt%. The other component of this sample, 57.1 wt%, was DCF. Dissolution tests were made, using one gram of sample, in 100 ml of distilled water. The dissolution of 10 wt% DCF foamed samples, after 20 days into water, were 900 ppm/gr of Na and 2.7 ppm/gr of Ca. In samples with 30 wt% of DCF the dissolution were 470 ppm/gr and 5 ppm/gr for Na and Ca respectively.

    La acción de la energía de las microondas, genera porosidad interna en un material cerámico húmedo. En el presente trabajo, se analiza el efecto del tiempo de aplicación de las microondas sobre el comportamiento térmico, cambio de volumen, tamaño y distribución de poros, reacciones químicas y disolución de probetas cerámicas de silicato de sodio / ortofosfato cálcico dibásico (FCD. Para caracterizar las espumas cerámicas, se utilizó, análisis de imágenes, microscopía electrónica de barrido, difracción de rayos X y picnometría de helio. Se obtuvieron espumas cerámicas con una porosidad de 71 a 79 % y un rango de tamaño de poro de 10 a 200 μm. Después de 90 segundos, las probetas alcanzaron una temperatura de aproximadamente 130°C y una p

  11. Prassi scrittoria nel XIV secolo: lingua e cultura nel giudicato sardo di Arborea

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ines Loi Corvetto

    1992-12-01

    Full Text Available I documenti del giudicato di Arborea costituiscono una fonte preziosa per lo studio della complessa situazione linguistica in Sardegna. La varietà sarda parlata nell'area arborense, come è noto, è considerata ormai un sistema autonomo rispetto alle altre varietà rappresentate in particolar modo dal campidanese e dal logudorese. Caratterizzato da tratti alcuni dei quali sono condivisi dal campidanese mentre altri sono tipici del logudorese, l'arborense è stato definito per lungo tempo come una varietà "mista", tipica delle aree di confine, delle zone grigie, influenzata dai due dialetti sardi contigui che sono appunto il campidanese e ii logudorese.

  12. NASA Electronic Library System (NELS): The system impact of security

    Science.gov (United States)

    Mcgregor, Terry L.

    1993-01-01

    This paper discusses security issues as they relate to the NASA Electronic Library System which is currently in use as the repository system for AdaNET System Version 3 (ASV3) being operated by MountainNET, Inc. NELS was originally designed to provide for public, development, and secure collections and objects. The secure feature for collections and objects was deferred in the initial system for implementation at a later date. The NELS system is now 9 months old and many lessons have been learned about the use and maintenance of library systems. MountainNET has 9 months of experience in operating the system and gathering feedback from the ASV3 user community. The user community has expressed an interest in seeing security features implemented in the current system. The time has come to take another look at the whole issue of security for the NELS system. Two requirements involving security have been put forth by MountainNET for the ASV3 system. The first is to incorporate at the collection level a security scheme to allow restricted access to collections. This should be invisible to end users and be controlled by librarians. The second is to allow inclusion of applications which can be executed only by a controlled group of users; for example, an application which can be executed by librarians only. The requirements provide a broad framework in which to work. These requirements raise more questions than answers. To explore the impact of these requirements a top down approach will be used.

  13. Densidades y propiedades volumétricas de la glicina en soluciones acuosas de tiosulfato de sodio pentahidratado (Na2S2O3.5H2O a diferentes temperaturas.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Páez

    2014-04-01

    Full Text Available Se determinaron las densidades de la Glicina en soluciones acuosas de Tiosulfato de Sodio Pentahidratado (0.01-2.0 mol Kg-1 usando un densímetro de tubo vibrador DMA 5000 a las temperaturas de (283,15;288,15; 293,15; 298,15; 303,15; 308,15,313,15 y 318,15 K y 1,011 bar. Se calcularon los volúmenes molares aparentes ( , los volúmenes molares aparentes a dilución infinita ( , la pendiente experimental ( , los volúmenes estandar de transferencia ( , las expansibilidades molares parciales  a dilución infinita ( , la segunda derivada del volumen molar aparente a dilución infinita con respecto a la temperatura  y los números de hidratación ( . Los valores obtenidos para estos parámetros fueron analizados en términos de las interacciones que ocurren a nivel de la solución. Adicionalmente, los valores de   fueron interpretados en función de las interacciones soluto-cosoluto de acuerdo al modelo de la co-esfera y calculándose a partir de estos los los parámetros de interacción  volumétricos dobles  y triples  ,usando la teoría de McMillan–Mayer . Los valores de  son positivos y aumentan con el aumento de la molalidad del Na2S2O3.5H2O, mientras que los valores de   son negativos en todas las concentraciones de solvente mixto; lo que sugiere que a nivel de la solución se favorecen las interacciones soluto-solvente y que la Glicina actúa como un disruptor de la estructura de las soluciones acuosas de Tiosulfato de Sodio Pentahidratado.

  14. Drawing parts together: the philosophy of education of Nel Noddings

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lynda Stone

    2006-01-01

    Full Text Available This essay honors the career and writings of American philosopher ofEducation, Nel Noddings on her first visit to Sweden in Spring 2006. Thetitle is taken from a recent interview in which she discussed connectionsbetween her biography and scholarly contributions. The interview aug-ments analysis of major texts from Noddings out of which the essay’sauthor posits her ‘philosophy of education.’ Following an introductionand biographical situating, sections focus on education and schools, caretheory and teaching, and approaches and thematics within her philo-sophic writings. The essay closes with recognition of Noddings’s interna-tional significance in both philosophy and education.

  15. “Dormì anmo sulla cassinna”. Nubili e celibi di fronte al matrimonio nel milanese

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena De Marchi

    2010-03-01

    Full Text Available Dormì anmo sulla cassinna” was an expression used by the peasants near Milan to refer to the male members of a family who had no power to make decisions about family matters or about their own future. The expression means “to still be sleeping in the barn” and it refers to the young family members, who where forced to sleep outside their peasant home or, more precisely, to sleep in the barn, due to the small dimensions of the peasant dwellings. The author analyzes the role of young family members, both male and female, in peasant families in the XVIII century and she describes the journey that took them to marriage, starting from their dowry and the choice of their future bride or bridegroom. L’articolo descrive il percorso compiuto da nubili e celibi prima di potersi unire in matrimonio nel Milanese del Settecento: la conquista di una dote, i rapporti all’interno della famiglia e fra famiglie, la scelta del coniuge.

  16. Un 'ambasciata veneta a Clarenza presso Caterina di Valois nel 1341, da documenti inediti

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tzavara, Angeliki

    2003-12-01

    Full Text Available In 1341, a Venetian ambassade arrived at Clarenza in order to meet the only Empress in name latin, Catherine de Valois, who was with her son Robert in Morea, so as to consolidate her power. The reason of the diplomatic mission was the continuous protestations made by the Venetians against the intollerance and and the erosion of their ancient commercial privileges. The objectives of the ambassade were no only to demand a compensation but, above all, to ask for the reaffirmation of the merchants'privileges by the new lords of the Principate.

    Nel 1341, un'ambasciata veneta giunse a Clarenza presso l'imperatrice latina titulare di Costantinopoli Caterina di Valois, la quale si trovava in Morea, assieme al figlio Roberto, per consolidare il proprio potere. Le cause dell'invio della missione diplomatica erano state le continue proteste del Veneziani per il clima d'intolleranza e per l'erosione degli antichi privilegi commerciali. Gli obiettivi dell'ambasciata erano sì chiedere gli indennizi, ma soprattutto riaffermare nei confronti dei nuovi signori del principatoi privilegi già goduti dai mercanti.

  17. Equazioni: le icone del sapere

    NARCIS (Netherlands)

    S. Bais

    2009-01-01

    Il mistero del cosmo è scritto nel linguaggio della matematica, e le equazioni sono le frasi che ne esprimono la bellezza e la profondità. Cercare di spiegare la scienza senza equazioni è come cercare di spiegare l’arte senza illustrazioni: partendo da questo presupposto, Sander Bais presenta una ga

  18. Il ruolo dell'aggettivo assiologico nel J'accuse di Zola

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. I. Spagna

    2012-08-01

    delle altre vittime del caso. In particolare, l’insieme delle forme negative sono sfruttate per qualificare in modo dispregiativo, sotto forma di insulto e persino di oltraggio, i “vrais coupables” e l’affaire in generale; con gli aggettivi positivi Zola esalta le qualità e si esprime favorevolmente per il condannato e le altre vittime implicate, compreso il Presidente della Repubblica. Nell’ambito semantico più sfruttato che è quello morale, l’aggettivo assiologico viene a costituire così, nel J’Accuse, un efficace atto politico all’interno del complessivo e coerente disegno zoliano.Parole chiave: argomentazione; aggettivo assiologico; discorso politico; accusa; difesa.

  19. Selezione dell'habitat ed effetto delle caratteristiche ambientali sulle densità di lepri nel Parco Regionale dello Stirone (PR

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Laura Bontardelli

    2003-10-01

    Full Text Available Tra i fattori che agiscono sulla densità delle popolazioni di lepre quelli ambientali hanno, insieme alla pressione venatoria, gli effetti più consistenti e diretti. La specie, originaria delle praterie e delle steppe con scarsa copertura cespugliare, trova condizioni particolarmente favorevoli negli ecosistemi agricoli, soprattutto se caratterizzati da una buona variabilità colturale. Tali condizioni si riscontrano nel territorio del Parco dello Stirone, localizzato in un?area pedecollinare della bassa pianura emiliana, dove è stato condotto questo studio. Per determinare la consistenza della popolazione di lepri, nel biennio 2000-2002, sono stati effettuati censimenti in battuta su aree campione e censimenti da autovettura su percorso con sorgente di luce. I dati ottenuti con questi metodi sono stati elaborati in funzione delle caratteristiche ambientali, misurate tramite un SIT. Questo ha consentito di confrontare (one-way ANOVA e t di Student le densità rilevate nelle aree in cui il parco è stato suddiviso: sia in base alle caratteristiche morfologiche e colturali (un?area di pianura ed una a prevalenza collinare; sia in base al grado di tutela dell?area (parco vero e proprio e pre-parco. Per valutare l?influenza dell?ambiente sulla densità sono state effettuate analisi di correlazione e analisi di Regressione Multipla mentre, tramite l?Indice di preferenza di Jacobs, è stato possibile determinare la selezione dell?habitat della lepre durante le ore di alimentazione. Le densità rilevate sono state maggiori, con entrambi i metodi, nel settore di pianura e nel territorio del parco. Densità maggiori sono state rilevate nei cereali, nelle foraggere con più di 5 anni, negli incolti e negli arati. Le siepi e le aree antropiche hanno avuto effetto positivo sulle densità primaverili, mentre su quelle autunnali lo hanno avuto le altre colture (non cerealicole né a foraggio e le siepi. La stessa analisi condotta sui dati dei censimenti in

  20. Strategie di conservazione dei Chirotteri nel Progetto LIFE "I Chirotteri di Onferno"

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Dino Scaravelli

    2003-10-01

    Full Text Available I Progetti LIFE, nati sull?attivazione di azioni di conservazione per le specie e i siti Natura 2000, sono certamente uno dei più innovativi, complessi e funzionali mezzi del settore. Il progetto NAT00IT7216 ?I Chirotteri di Onferno? si propone di allargare l'azione di conservazione e salvaguardia dei Chirotteri operata dalla Riserva, ed in particolare delle specie prioritarie viventi nel SICp di Onferno, conservando e migliorando gli ambienti di foraggiamento di una comunità di Chirotteri di 11 specie che trova rifugio nel sistema ipogeo presente e nelle aree limitrofe. Nella cavità si riproducono Miniopterus schreibersii (oltre 6000 esemplari insieme a circa 600 tra Myotis myotis, Myotis blythii, Rhinolophus hipposideros e R. euryale. Vi svernano e soggiornano inoltre R. ferrumequinum, Pipistrellus kuhlii, Hypsugo savii, Eptesicus serotinus, Myotis nattereri e M. emarginatus. Il progetto si propone di acquisire alcuni terreni posti nel SIC ma attualmente al di fuori nella Riserva per far fronte al progressivo degrado della copertura vegetale interessante habitat prioritari, operando un recupero di siepi di guardia e del cotico erboso con specie autoctone per fermare l'erosione soprattutto dei pascoli aridi, habitat di alimentazione elettivo per Myotis blythii. Queste aree appaiono appartenere o all'essere in transizione verso brometi dell'ordine Festuco-Brometalia con fioriture di orchidee e per il loro controllo è stato avviato un pascolo controllato. I brometi sono inoltre in parte da recuperare per vari fenomeni di degrado biologico e morfologico favorendo il reimpianto di specie locali e l'aumento della diversità floristica. Per le specie particolarmente importanti si è promosso la moltiplicazione ex situ e in vitro. Sono state ricreate le pozze a base dei calanchi che oltre a ricostituire la zona di

  1. Mons. Ivan Trinko (1863-1954. Promotore della conoscenza e del dialogo tra le culture.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mitja Skubic

    2007-12-01

    Full Text Available La miscellanea sulla quale vogliamo brevemente attirare l'attenzione dei colleghi linguisti rappresenta in sostanza gli Atti del Convegno svoltosi a Špeter/San Pietro al Natisone nel 2004 in occasione del cinquantesimo anniversario della morte di Ivan Trinko, redatti da Roberto Dapit, Michele Obit e Lucia Trusgnach. Non solo nel titolo, il bilinguismo sloveno-italiano è rispettato nella stesura di tutti i testi, uno tra di loro appare addirittura in veste trilingue, slovena, italiana e friulana.

  2. Sinergismo entre el cloruro de sodio, sacarosa y fosfato tricálcico en la deshidratación osmótica de oca (Oxalis tuberosa con y sin recubrimiento de Quitosano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    José Arroyo Portal

    2010-01-01

    Full Text Available Se investigó el efecto sinérgico de tres solutos (cloruro de sodio, sacarosa, y fosfato tricálcico en distintas combi naciones de concentración, sobre la humedad, ganancia de sólidos y ganancia de calcio en la deshidratación osmótica de oca ( Oxalis tuberosa con y sin recubrimiento de quitosano (CR y SR. En ambos casos se aplicó un diseño de mezclas Simplex con Centroide Ampliado. Se utilizaron cilindros de oca de 0.9 cm de diámetro y 3.4 cm de longitud. S e evaluó la cinética de la humedad, ganancia de sólidos y ganancia de calcio durante 48 horas . S e determinó la difusividad efectiva del agua, sólidos y calcio. Se encont ró que en muestras CR hay mayor pérdida de agua y menor ganancia de sólidos comparado con las muestras SR, principalmente cuando el cloruro de sodio o sacarosa participa independientemente, en tanto que para la ganancia de calcio , en todos los casos, las m uestras CR ganan mayor cantidad de calcio que las muestras SR. L as difusividades efectivas encontradas fueron: para el agua, 1.19E - 09 m 2 /s en muestras CR y 1.34E - 09 m 2 /s en muestras SR; para los sólidos, 3.67E - 09 m 2 /s en muestras CR y 5.43E - 09 m 2 /s en mues tras SR ; y, para el calcio 3.32E - 11 m 2 /s en muestras CR y 1.57E - 09 m 2 /s en muestras SR.

  3. Differenza epistemologica e identità ontologica tra Saṃsāra e Nirvāṇa nel pensiero buddhista

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giuseppe Ferraro

    2012-04-01

    Full Text Available La differenza tra i concetti di saṃsāra e nirvāṇastabilita dal Buddha (VI-V sec. a.C. nel suo primo sermone sembra essere messa in discussione dall'equiparazione dei due termini effettuata da Nāgārjuna (II sec. d.C. in un passaggio-chiave delle sue MK. Questo articolo, in primo luogo, difende la tesi che la contraddizione sia soltanto apparente e che la relazione, di differenza o di identità, tra le due dimensioni dipende dal registro filosofico, rispettivamente epistemologico e ontologico, usato - in entrambi i casi per finalità soteriologiche - dal Buddha e da Nāgārjuna. In secondo luogo, cercheremo di provare che, in ogni caso, l'ontologia di Nāgārjuna, lungi dall'essere una novità filosofica o un'evoluzione rispetto al pensiero del fondatore del buddhismo è, al contrario, una delle possibili applicazioni della dottrina del non-sé (anātma-vāda - probabilmente il contributo più importante e originale del pensiero buddhista alla storia della filosofia universale - esposta dal Buddha nel suo secondo sermone.

  4. I concetti di "materia", "forma" e "ordine" nel pensiero teorico musicale medievale e contemporaneo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cecilia Panti

    2011-01-01

    Full Text Available La dimensione teorica della musica occidentale, nella sua evoluzione storica, ha inevitabilmente fatto uso di concetti essenziali alla definizione di come il suono è musicalmente organizzato o organizzabile. Fra questi, risultano imprescindibili le nozioni di materia, forma e ordine, che implicano rispettivamente, nei pur diversi ambiti linguistici e contesti storico-filosofici di riferimento, ciò di cui è fatta la musica, ciò a cui la materia sonora tende, e come tale tensione è realizzata. Scopo di questo contributo è una valutazione d’insieme sulla valenza filosofica e l’uso di tali concetti nel pensiero musicale occidentale altomedievale e in quello del Novecento, che nonostante la distanza cronologica presentano convergenze significative. Nel Medioevo, un lungo processo di elaborazione teorico-pratica permise la matematizzazione dello spazio (e, più tardi, anche del tempo musicale, attraverso l’adattamento di moduli melodici, trasmessi oralmente, alle strutture scalari desunte dalla teoria greco-boeziana. La forma e l’ordo musicali furono quindi riferiti ai criteri fisico-matematici atti a distinguere nella materia sonora, in sé disorganica e indefinita, ciò che è musicale da ciò che non lo è. Tale concezione sparisce con l’affermarsi del sistema tonale, ove il suono fisico è concepito come “pre-formato” e “pre-ordinato” nella gamma scalare e nei vincoli attrattivi “naturali” degli armonici. In conseguenza, i concetti di forma e ordine abbandonano il contesto acustico, andando a definire i criteri teorici della composizione artistica, in linea con l’idea filosofica del loro esprimere la coerenza logico-sintattica dell’“insieme organico” (la Formenlehre teorizzata da Widmann. Nell’ambito del pensiero musicale del Novecento, la crisi del sistema tonale e la messa a punto di nuove modalità e tecniche di produzione del suono hanno riorientato la valenza significante e l’uso di questi tre concetti

  5. A model for restoration of the vegetation complex in the ENEA Trisaia research center; Un modello per il riassetto della vegetazione nel centro di ricerche ENEA della Trisaia

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    D' Aquino, L.; Pace, S.; Marannino, P. [ENEA, Centro Ricerche Trisaia, Rotondella, MT (Italy). Dipt. Innovazione; Cassano, G. [ENEA, Centro Ricerche Trisaia, Rotondella, MT (Italy). Dipt. Ambiente; Cirio, U. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Casaccia, S. Maria di Galeria, RM (Italy). Dipt. Innovazione

    1999-07-01

    A model for management of the vegetation complex in the ENEA (National Agency for New Technology, Energy and the Environment) Trisaia research center in Rotondella (Southern Italy), based on the restoration of wild potential vegetation and application of sustainable agriculture practices, is proposed. Benefits on environmental status and vegetation management are discussed. [Italian] Viene presentato un modello di intervento di rsistemazione della vegetazione nel centro di ricerche ENEA della Trisaia di Rotondella (Matera), finalizzato a ricostruire aree di copertura boschiva e a macchia, riconducibili alla vegetazione naturale potenziale del sito, in equilibrio con agrositemi gestiti secondo le tecniche dell'agricoltura sostenibile, e tenendo conto delle esigenze di urbanizzazione del centro. Sono discussi i vantaggi ottenibili dall'applicazione del modello di intervento sull'ambiente locale e sulla gestione del verde.

  6. NASA Electronic Library System (NELS) database schema, version 1.2

    Science.gov (United States)

    Melebeck, Clovis J.

    1991-01-01

    The database tables used by NELS version 1.2 are discussed. To provide the current functional capability offered by NELS, nineteen tables were created with ORACLE. Each table lists the ORACLE table name and provides a brief description of the tables intended use or function. The following sections cover four basic categories of tables: NELS object classes, NELS collections, NELS objects, and NELS supplemental tables. Also included in each section is a definition and/or relationship of each field to other fields or tables. The primary key(s) for each table is indicated with a single asterisk (*), while foreign keys are indicated with double asterisks (**). The primary key(s) indicate the key(s) which uniquely identifies a record for that table. The foreign key(s) is used to identify additional information in other table(s) for that record. The two appendices are the command which is used to construct the ORACLE tables for NELS. Appendix A contains the commands which create the tables which are defined in the following sections. Appendix B contains the commands which build the indices for these tables.

  7. Che fare del marxismo?

    OpenAIRE

    Caruso, Sergio

    1989-01-01

    Che cosa è vivo e che cosa è morto nel pensiero di Marx? Quali parti devono essere abbandonate? Quali modificate? E come? In particolare: l'a. propone di passare da una teoria materialistica del valore a una teoria francamente fisicalistica e, su questa base, ipotizza che siamo ormai fuori dal modo di produzione capitalistico: dentro un tipo di società dove l'estorsione di plusvalore funziona in modo affatto diverso dal passato.

  8. Teseo, la clementia e la punizione dei tiranni: esemplarità e pessimismo nel finale della Tebaide

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federica Bessone

    2010-11-01

    Full Text Available Il ruolo di Teseo e della clementia nel finale della Tebaide si scontrano interpretazioni opposte del poema, in una polarizzazione che riproduce il dibattito critico sull’Eneide. Letture sovversive e pessimistiche, o, al contrario, ottimistiche e celebrative, oscurano la complessità di una chiusa in cui convivono esemplarità e pessimismo, come nelle Supplici di Euripide. La Tebaide è un discorso sul potere che inscrive in sé la coscienza di una crisi; la frattura fra i primi undici libri e il dodicesimo spezza forma epica e discorso politico in due parti complementari e in tensione fra loro: all’epica del nefas si contrappone infine un’epica del vincitore, a una spedizione maledetta una guerra giusta, alla degenerazione del potere assoluto l’apparizione di una regalità clemente; la proposta ideologica del finale sta al resto del poema come il De clementia sta alle tragedie di Seneca: rappresenta uno sforzo di ricostruzione dei valori su cui si fonda l’istituto imperiale. Ripensando in termini attuali l’opposizione fra Atene e Tebe nelle Supplici, Stazio trasforma il confronto euripideo fra democrazia e tirannide in un contrasto fra re e tiranno, fra clementia e inclementia regum, fra Teseo e Creonte. La costruzione del personaggio di Teseo mette in ombra la tradizione catulliana, selezionando i tratti che fanno dell’eroe nazionale ateniese un simbolo politico, adottato dai più vari discorsi del potere. L’associazione di Teseo con la sovranità clemente e con la punizione dei tiranni ha un precedente nell’Hercules furens di Seneca. La moderazione di Teseo in battaglia è illustrata con un paradigma animale (il leone mite con la preda tradizionale nelle esortazioni alla clementia.

  9. Compilation of the opinions expressed by the CCTN in 1997; Raccolta dei pareri espressi dalla CCTN nel 1997

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Camoni, I. [Istituto Superiore di Sanita`, Rome (Italy). Lab. di Tossicologia Applicata; Mucci, N. [ISPESL, Monteporzio Catone, Rome (Italy). Dipt. di Medicina del Lavoro

    1998-12-31

    The advice expressed by the Italian National Advisory Toxicological Committee (CCTN) in 1997 are presented. Among the most important advice, the following may be mentioned: (1) air quality criteria for CO and NO{sub 2}; (2) risk evaluation associated to the presence of mixtures of pesticide residues in food; (3) re-evaluations of the toxic properties of DDT; (4) evaluations of the carcinogenic evidences of several active substances of antiblastic drugs. [Italiano] Vengono presentati i pareri espressi dalla Commissione Consultiva Tossicologica Nazionale (CCTN) nel 1997. Tra i piu` importanti possono essere menzionati i pareri riguardanti: 1) criteri di qualita` dell`aria per il CO e l`NO{sub 2}; 2) rischio tossicologico da residui di miscele di pesticidi presenti negli alimenti; 3) rivalutazione delle proprieta` tossiche del DDT; 4) valutazione dell`evidenza di cancerogenita` di alcuni principi attivi di chemioterapici antiblastici.

  10. Evolution of Milan microclimate in XX century. Evoluzione del microclima milanese nel corso del secolo XX

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Schieroni, A. (Lombardia Risorse SpA, Milan (Italy))

    Within the framework of studies to correlate the use of fossil fuels with urban area thermal pollution, this article examines the local microclimate of Milan, describing the main features of the so-called 'heat island' phenomenon and analyzing the evolution of ambient temperatures. Two different kinds of data on urban temperatures were employed: the hourly measurements taken by the Multinational Presidium for Hygiene and Prevention, run by the Local Sanitary Unit No. 75 of Milan, in the period ranging from 1985 to 1990, and the maximum and minimum daily values referring to the period between 1909 and 1991 (data supplied by the Meteorologic Observatory of Brera-Duomo). The standard year, worked out in the framework of the C. N. R. (National Research Centre) Finalized Energy Project and referring to the meteorological station of Linate Airport, was employed in order to highlight the difference between the thermal behaviour of the urban and the extra-urban area.

  11. Evoluzione del paesaggio e insediamento nel bacino del Rio Posada. Indagini geoarcheologiche

    DEFF Research Database (Denmark)

    French, Charles; Sulas, Federica; Melis, Rita T.

    2017-01-01

    New geoarchaeological investigations provide the first local, environmental records concerning the long-term history of the Rio Posada basin in eastern Sardinia. In this article, we present some preliminary findings of field research and laboratory analyses and propose an environmental sequence a...

  12. Misure di massa nel 1574 del Sangue del Miracolo Eucaristico di Lanciano

    Science.gov (United States)

    Sigismondi, Costantino

    2016-05-01

    The measurement of the five coagulated drops of Blood of the Eucharistic Miracle in Lanciano was made in 1574. We discuss the accuracy of this measurement, in lack of original documentation, repeating experiments with a rod half suspended at the border of a table, a sample mass (coin) and another test mass of 2.3 g. Using the leverage principle to balance the masses the test mass is measured within 0.04 g, with a technology available and understandable in 1574.

  13. Digital Vitruvio, ovvero elogio del triangolo equilatero

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Maggio

    2012-06-01

    Full Text Available La forma del triangolo, nella lettura di un progetto architettonico, solitamente rimanda alle sezioni orizzontali dell'architettura organica oppure, per quanto riguarda gli edifici del  passato, alle facciate delle chiese romaniche e gotiche. Eppure questa forma di estrema bellezza, tale da contenere l'occhio di Dio, è per Marco Vitruvio Pollione il principio geometrico generatore la costruzione del teatro latino. Il De Architectura, è noto a tutti, è pervenuto senza immagini e innumerevoli sono state nel passato le sue traduzioni a partire dalla editio princeps del 1486. Attraverso una trascrizione digitale che segue parallelamente una traduzione del testo del trattato, si delinea un processo compositivo che vede nel triangolo equilatero l'elemento geometrico che dà origine alla costruzione dell'edificio.

  14. Teoria e caratteristiche di due onde superficiali dispersive vibranti nel piano principale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Perri E.

    1960-06-01

    Full Text Available Lo spunto alle ricerche in argomento trae origine da studi sperimentali
    a suo tempo effettuati dall'A. — I risultati, portati sul piano
    teorico, hanno comprovato una volta di più la possibile esistenza di onde
    superficiali non riconducibili ai classici prototipi di Rayleigh e Love. La
    opposta, ma discutibile opinione che tutte le onde superficiali, conosciute
    e da conoscere, debbano considerarsi « modificazioni » e null'altro di più
    dei prototipi suddetti (x è t u t t o r a diffusa, malgrado una vasta letterat
    u r a tendente a dimostrare la individualità di onde superficiali assolutamente
    estranee. Per citarne alcune si ricorderanno le ricerche (li K. U1-
    ler (2 e I. H. Jeans (3, quelle più recenti del sismologo giapponese
    H. Nakano (4, quelle meno recenti di E. Meissner (5 e di K. Aichi (6,
    nonché la interessante memoria di K. Sezawa sopra un'onda sprovvista
    di componente verticale e di dilatazione, relativa ad un mezzo di variabili
    costanti elastiche [('.
    Principale scopo della presente memoria, nel pensiero dell'A., è
    quello di dimostrare la reale esistenza fisica di due distinguibili onde
    superficiali, vibranti nel piano principale, affini f r a loro per costituzione,
    che t u t t a v i a chiaramente si differenziano dalla classica onda di Rayleigh
    e da altre onde dello stesso tipo (8.
    Il presente lavoro è diviso in due parti. Nella prima di esse viene
    analizzata e definita la costituzione dell'onda ( Si generica o anche detta
    di 1a specie. Due equazioni di struttura, indipendenti, fissano legami
    definiti fra i parametri costitutivi dell'onda e le costanti elastiche del
    mezzo, qui supposto come un semispazio elastico, omogeneo, isotropo.
    Dalle equazioni suddette ricavasi la velocità di fase V1 dell'onda. L'argomento
    è completato dalla determinazione dell'ellisse orbitale descritta
    da una particella

  15. Ozone emergency in Venetian land; L`emergenza ozono nel territorio veneziano

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Stevanato, R.; Brandolosio, M. [Venezia Univ. (Italy). Dip. di Chimica Fisica

    1998-11-01

    The events exceeding the level of attention for ozone detected on the venetian land on a period of 6 and 4 years respectively by two stationary observatories, the ones located in the industrial zone and the other in a semi-rural, completed by data detected by three mobile observatories, have been correlated with space-temporal, atmospheric and relative chemical pollution parameters. The analysis of the data allowed: a) the estimation of the state of the air of the venetian land, with reference to the ozone pollution; b) the information of the hours, days and month of greatest risk and the meteorological situations which give high concentration levels of this polluting substance; c) the suggestion of a model of formation and dispersion of the ozone; d) the ascertainment of a higher ozone risk on zone relatively remote from the polluting sources. [Italiano] Gli episodi di superamento del livello di attenzione dell`ozono rilevati nel territorio veneziano nell`arco di 6 e 4 anni rispettivamente da due stazioni fisse, poste in piena zona industriale la prima e in zona semirurale la seconda, completati dai dati registrati da tre centraline mobili, sono stati correlati con parametri spazio-temporali, atmosferici e di inquinamento chimico. L`analisi dei dati ha permesso: a) di valutare lo stato di qualita` dell`aria del territorio veneziano, per quanto riguarda l`inquinamento da ozono; b) di evidenziare le ore, i giorni ed i mesi a maggior rischio e le condizioni meteoche favoriscono gli alti livelli di concentrazione di tale inquinante; c) di suggerire un modello di formazione e dispersione dell`ozono; di verificare il maggiore rischio ozono per zone relativamente lontane dalle fonti inquinanti.

  16. Miglioramento sismico e ragioni del rilievo critico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Claudio Galli

    2015-01-01

    Full Text Available Il saggio sviluppa il tema del rapporto che intercorretra le discipline del Disegno, della Storia e del Restauro.In specie, mediante esempi concreti, analizza la necessitàdi uno studio integrato al fine di determinareil processo storico – costruttivo che ha caratterizzato larealizzazione della fabbrica, il suo evolversi nel tempoe i dissesti in atto.Lo scopo è quello di individuare modelli di rappresentazionee tecniche di intervento compatibili con il sistemacostruttivo dell’edificio.

  17. Energy consumption of biomass in the residential sector of Italy in 1999; I consumi energetici di biomasse nel settore residenziale in Italia nel 1999

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Gerardi, V. [ENEA, Divisione Fonti Rinnovabili di Energia, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Perrella, G. [ENEA, Divisione Promozione Usi Efficienti e Diversificazione dell' Energia, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy)

    2001-07-01

    The report aims at showing the situation in Italian residential sector in the year 1999 about the consumption of biomass like energy source. Data presented are the result of a statistical survey on the Italian family. Taking into account the year 1999, the survey allowed to estimate a national consumption of vegetal fuels equal to about 14 Mt, with an average value by family of 3 t. The following aspects have been put in evidence: the consumption of biomass in Italy is characterised mainly bu the use of wood, 98.5% out of the total vegetal fuel consumption. Olive pits, charcoal and nutshells can be considered as marginal. Biomass supplying system by the families is related to the single biomass typology; in the case of wood there is a substantial equilibrium between the purchase (42.5%) and the self production/supplies (47%). In the case of olive pits the supplying system is mostly the purchase, on the contrary for the nutshells is the self production/supplies; Biomass are mostly used in the principal house (84.8% of the families using biomass); the families expressed satisfaction; the energetic systems that use vegetal fuels have a complementary character in relation to the systems not fuelled with biomass. [Italian] Il rapporto mira a descrivere la situazione dei consumi di biomassa come fonte di energia nel settore residenziale italiano nell'anno 1999. I dati presentati sono il risultato di una specifica indagine statistica sulle famiglie italiane. Con riferimento all'anno 1999, l'indagine ha permesso di stimare un consumo nazionale di combustibili vegetali pari a circa 14 milioni di tonnellate, con un consumo medio per famiglia utilizzatrice stimbabile in circa 3 tonnellate. L'indagine ha permesso di evidenziare i seguenti aspetti: il consumo in Italia di biomassa e' prevalentemente caratterizzato dall'impego di legna, che rappresenta il 98,5% del consumo totale di combustibili vegetali. La sansa, la carbonella e i gusci di

  18. Efeitos hemodinâmicos e metabólicos imediatos determinados pelas soluções de cloreto de sódio a 7,5% e de sua associação ao dextran 70 a 6% na reanimação do choque hemorrágico: estudo experimental em cães Efectos hemodinámicos y metabólicos inmediatos determinados por las soluciones de cloruro de sodio a 7,5% y de su asociación con dextran 70 a 6% en la reanimación del choque hemorrágico: estudio experimental en perros Immediate hemodynamic and metabolic effects of 7.5% sodium chloride and its association with 6% dextran 70 in hemorragic shock resuscitation: an experimental study in dogs

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    José Fernando Amaral Meletti

    2006-10-01

    hemodinámicos benéficos en el control prolongado de la reanimación en el choque hemorrágico. El objetivo de este estudio fue verificar si la asociación del dextran a la solución de cloruro de sodio a 7,5% presentaría ventajas en la evaluación inmediata de los parámetros hemodinámicos y metabólicos en reanimación de modelo de choque hemorrágico controlado en perros. MÉTODO: Se estudiaron 16 perros sometidos a la hemorragia controlada hasta que la presión arterial promedio alcanzase 40 mmHg y permaneciese así hasta 30 minutos. Ellos fueron divididos en G1 administración de NaCI a 7,5% y G2 administración NaCI a 7,5% combinada con dextran 70 a 6%, en un volumen de 4 mL.kg-1, durante tres minutos. Se evaluaron los parámetros hemodinámicos y metabólicos. Se tuvo en cuenta cuatro momentos de estudio: (M1 10 minutos después de la preparación quirúrgica, (M2 obtenido en la mitad de la fase de choque, (M3 obtenido dos minutos después del final de la administración de las soluciones, (M4 30 minutos después del inicio de la reanimación. RESULTADOS: Después de la reanimación, no hubo diferencia significativa de los valores de la FC, PAM, PCP y IRVS. El G2 presentó valores mayores del IC en M4. Los valores de la SvO2 fueron menores en el G1, final del experimento. La C(a-vO2 fue mayor en el G1 en los momentos M3 y M4. Los valores del VO2 aumentaron en los dos grupos en M4 y los valores del lactato plasmático aumentaron progresivamente hasta llegar a M3 disminuyendo en M4. Hubo un aumento de los valores del en la plasmático y una reducción del hematócrito en los dos grupos. CONCLUSIONES: El G2 mostró un mejor desempeño hemodinámico principalmente después de 30 minutos del inicio de la reanimación. Se observó también, una mayor expansión plasmática y una mejor perfusión de tejido en la asociación del dextran con NaCl a 7,5%.BACKGROUND AND OBJECTIVES: Dextran associated with 7.5% sodium chloride has positive hemodynamic effects in the long

  19. Franco Modigliani e la teoria del ciclo vitale del consumo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Angus Deaton

    2005-06-01

    Full Text Available Nei primi anni ’50, Franco Modigliani e il suo studente Richard Brumberg elaborarono una teoria della spesa fondata sull’idea che gli individui effettuano scelte intelligenti su quanto desiderano spendere a ogni età, con il solo limite delle risorse disponibili nel corso della loro vita. Attraverso l’accumulo e il decumulo delle attività, chi lavora può provvedere alla propriapensione e, più in generale, può adattare i propri modelli di consumo alle esigenze che sipresentano alle diverse età, indipendentemente dal reddito disponibile in ogni momento della suavita. Questa semplice teoria conduce a previsioni rilevanti e non scontate per l’economia nel suo complesso, ad esempio che il risparmio nazionale dipende dal tasso di crescita del reddito nazionale e non dal suo livello, e che esiste una semplice relazione tra il livello della ricchezza nelsistema economico e la lunghezza del periodo trascorso in pensione. Tali previsioni, non verificabili negli anni ’50, hanno trovato considerevole sostegno empirico in successivi lavori di Modigliani e di altri ricercatori. Sebbene nel corso degli anni la teoria del consumo abbia subitonumerosi attacchi, i più recenti dei quali mossi da una coalizione di psicologi ed economisti,l’ipotesi del ciclo vitale rimane una parte essenziale del pensiero degli economisti.

  20. LA LINGUA ITALIANA E LE SCUOLE ITALIANE NEL TERRITORIO ISTRIANO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Chiara De Battisti

    2011-02-01

    Full Text Available L’articolo ricostruisce brevemente, dal punto di vista storico, le vicende della comunità italiana in Istria per contestualizzarne i mutamenti di carattere linguistico e socioculturale che essa ha vissuto, in particolare dal secondo dopoguerra ad oggi. Sulla base di studi e indagini  recenti, vengono prese in esame le lingue e i dialetti parlati dalla comunità italiana, la realtà multilingue e multiculturale dell’Istria attuale,  le istituzioni italiane presenti nel territorio istriano e la loro attività finalizzata alla permanenza della lingua e cultura italiana nella regione. In particolare si ricostruisce la storia della scuola di lingua italiana, le sue origini, il suo declino dopo la cessione dell’Istria alla Yugolaslavia e durante i difficili e drammatici anni dell’esodo di molti italiano dalla regione, la sua rinascita ed evoluzione dal 1980 ad oggi. Delle scuole di lingua italiana, che attualmente operano sia nel territorio istriano che fa parte della Slovenia sia in quello che fa parte della Croazia, si analizza la loro distribuzione nella regione, la loro organizzazione, il ruolo della lingua italiana come materia, come lingua di scolarizzazione e come lingua straniera, i problemi, ancora aperti, della formazione degli insegnanti e dei libri di testo, e si valuta la loro possibilità di evoluzione e di sviluppo.     Italian language and Italian schools in the territory if Istria   This article briefly discusses, from the historical point of view, the Italian community in Istria to contextualize the linguistic and socio cultural changes that have taken place in the region, especially after WWII. Based on recent surveys and studies, languages and dialects spoken in the Italian community, the multilungual and multicultural reality of Istria are examined, as well as the Italian institutions in the Istrian territory and their efforts to conserve Italian language and culture in the area.  In particular, the history of

  1. Comportamiento de un cemento portland resistente a los sulfatos frente al agua desionizada y a disoluciones de sulfato de sodio y de sulfato de magnesio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Bermejo-Muñoz, M. Francisca

    1987-12-01

    Full Text Available Not available

    [es] En este trabajo se estudia el comportamiento de un cemento portland industrial resistente a los sulfatos cuando los lechos granulados —fabricados con dicho cemento, una vez hidratado y conservado durante 7 y 28 días en una cámara húmeda a 21 ± 2 °C y con una humedad relativa superior al 90%— se someten a la acción del agua desionizada, de una disolución de sulfato de sodio y de otra disolución de sulfato de magnesio habiendo determinado: a. la evolución de los contenidos de los iones Ca (II y SO4 (II en los dos primeros casos, y además Mg (II, en el tercero, en las disoluciones que han atravesado los lechos de cemento, así como la del pH y de la conductividad, b. la variación del contenido de los iones mencionados en los compuestos correspondientes del cemento de los lechos, una vez sometidos a la acción de las disoluciones agresivas, así como las modificaciones estructurales experimentadas, y c. las características estructurales de la nueva fase sólida formada en las fracciones recogidas de la disolución de sulfato de magnesio, que han atravesado los lechos de cemento. En estos trabajos se ha puesto de manifiesto que la cantidad de Ca(OH2 disuelta (extraída tanto por el agua desionizada, como por la disolución de sulfato de sodio, disminuye exponencialmente a medida que aumenta el volumen de estas disoluciones, que han atravesado los lechos de cemento, alcanzando un valor asintótico; este fenómeno influye en el avance de las reacciones de hidratación y en la degradación de los compuestos del cemento. En el caso de la disolución de sulfato de magnesio, se produce un intercambio entre los iones Ca (II del Ca(OH2 del cemento hidratado y el Mg (II de la disolución, el cual precipita como brucita en el lecho —llegando a colmatarlo en determinados casos— y en las fracciones de la disolución que han atravesado los lechos. La disolución del Ca(OH2

  2. Caratteristiche dei segni di marcatura territoriale nel capriolo, Capreolus capreolus L., 1758

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Rocco Sorino

    2003-10-01

    Full Text Available I maschi maturi di capriolo sono territoriali dagli inizi della primavera (aprile fino all?epoca degli amori, tardo agosto ? inizio settembre. Durante il periodo territoriale, i maschi eseguono due tipi di marcatura olfattiva a significato territoriale: le raspate e i fregoni. Le prime sono effettuate con le ghiandole site tra le dita delle zampe anteriori, i secondi con le ghiandole poste alla base dei palchi. Nel presente contributo si riportano alcuni risultati preliminari sull?abbondanza relativa dei due tipi di marcatura in due habitat alpini con differente copertura vegetazionale, per stabilire se questa influenzi la scelta del tipo di marcatura. L?area di studio è situata nella Val Chisone (Alpi nord ? occidentali ed è compresa tra i 1800 e i 1900 metri di quota con una superficie di 238,5 ha. L?area è caratterizzata da un pascolo di 96,5 ha (pari al 40,5% dell?area e da un lariceto di 142 ha (pari al 59,5% dell?area. Lo studio è stato effettuato nel periodo estivo nell?arco del triennio 2001-2003. I segni territoriali sono stati rilevati in aree di forma quadrata con lati di 15 metri (225 m² campionate con un metodo di randomizzazione. In ogni area campione si è valutato il numero, le dimensioni e la densità dei segni di marcatura nonché il tipo di stratificazione vegetazionale (arborea, arbustiva, erbacea, le classi percentuali di copertura, il numero di piante marcate e quelle potenzialmente marcabili. Per valutare l?esistenza di correlazione tra i segni di marcatura e i diversi parametri ambientali misurati si sono utilizzati dei test di Spearman. Sono stati rilevati 52 fregoni (x = 3,71; SE = 0,90 e 24 raspate (x = 1,71; SE = 0,57. Il 68% dei fregoni è stato rilevato in aree campione con una densità di alberelli inferiore a 3,1 alberelli/10 m², mentre il 100% delle raspate è stato rinvenuto in aree campione con una densità di alberelli inferiore a 2,2 alberelli/10 m². In ogni area campione il numero di fregoni

  3. NELS 2.0 - A general system for enterprise wide information management

    Science.gov (United States)

    Smith, Stephanie L.

    1993-01-01

    NELS, the NASA Electronic Library System, is an information management tool for creating distributed repositories of documents, drawings, and code for use and reuse by the aerospace community. The NELS retrieval engine can load metadata and source files of full text objects, perform natural language queries to retrieve ranked objects, and create links to connect user interfaces. For flexibility, the NELS architecture has layered interfaces between the application program and the stored library information. The session manager provides the interface functions for development of NELS applications. The data manager is an interface between session manager and the structured data system. The center of the structured data system is the Wide Area Information Server. This system architecture provides access to information across heterogeneous platforms in a distributed environment. There are presently three user interfaces that connect to the NELS engine; an X-Windows interface, and ASCII interface and the Spatial Data Management System. This paper describes the design and operation of NELS as an information management tool and repository.

  4. I misteri del tempo l'universo dopo Einstein

    CERN Document Server

    Davies, Paul

    1996-01-01

    Quando fu esattamente l'inizio del tempo? Il viaggio nel tempo è realtà o fantasia? Sono possibili gli esperimenti con il tempo? Questo importante saggio indaga sull'enigma del tempo, un tema affascinante da sempre al centro delle speculazioni scientifiche e religiose.

  5. Consumo de fibra dietética, sodio, potasio y calcio y su relación con la presión arterial en hombres adultos normotensos Dietary fiber, energy, sodium, potassium and calcium intake and its relationship to blood pressure in normotensive male adults

    OpenAIRE

    Martha Nydia Ballesteros-Vásquez; Rosa María Cabrera-Pacheco; María del Socorro Saucedo-Tamayo; María Isabel Grijalva-Haro

    1998-01-01

    Objetivo. Evaluar el efecto del consumo de fibra dietética, energía, sodio, potasio y calcio sobre la presión arterial de un grupo de adultos normotensos, tomando en cuenta indicadores tales como la edad, el sexo, la actividad física y la obesidad. Material y métodos. Se evaluaron 38 sujetos del sexo masculino de 30 a 45 años de edad, normotensos, aparentemente sanos y residentes de la ciudad de Hermosillo, Sonora, México. Se midió la presión arterial y se realizó una evaluación dietética, an...

  6. Does bicarbonated mineral water rich in sodium change insulin sensitivity of postmenopausal women? ¿Modifica el agua mineral bicarbonatada rica en sodio la sensibilidad a la insulina de las mujeres postmenopáusicas?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    S. Schoppen

    2007-10-01

    Full Text Available Aim: To study the effects of drinking 0.5 L of two sodium-rich bicarbonated mineral waters (BMW-1 and 2, with a standard meal, on postprandial insulin and glucose changes. And to determine, if the effects vary depending on insulin resistance, measured by homeostasis model assessment (HOMA. Methods: In a 3-way randomized crossover study, 18 healthy postmenopausal women consumed two sodiumrich BMWs and a low-mineral water (LMW with a standard fat-rich meal. Fasting and postprandial blood samples were taken at 30, 60 and 120 min. Serum glucose, insulin, cholesterol and triacylglycerols were determined. Insulin resistance was estimated by HOMA and insulin sensitivity was calculated by quantitative insulin sensitivity check index (QUICKY. Results: Glucose levels did not change. HOMA and QUICKY values were highly inversely correlated (r = -1,000; p Objetivo: Estudiar los efectos de la ingesta de 0.5L de dos aguas minerales bicarbonatadas ricas en sodio (BMW-1 y 2, junto con una comida estándar, sobre los cambios en la insulina y la glucosa postprandial; y determinar si los posibles efectos varían en función de la resistencia a la insulina evaluada a través del modelo homeostático (HOMA. Métodos: 18 mujeres postmenopáusicas sanas participaron en un estudio triple cruzado aleatorizado, en el que bebieron 2 aguas minerales bicarbonatadas ricas en sodio (BMW-1 y 2 y un agua mineral débil (LMW junto con una comida estándar rica en grasa. Se tomaron muestras de sangre en ayunas y postprandiales a los 30, 60 y 120 min. Se determinó glucosa, insulina, colesterol y triglicéridos en suero. La resistencia a la insulina fue estimada a través del HOMA y la sensibilidad a la insulina se calculó mediante el índice de sensibilidad cuantitativa a la insulina (QUICKY. Resultados: Los niveles de glucosa no presentaron cambios. Los valores de HOMA y QUICKY presentaron una fuerte correlación inversa (r = -1,000; p < 0,0001. Las concentraciones de insulina

  7. Estabilización de la albúmina con caprilato de sodio durante su obtención y pasteurización

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Aniel Moya

    2015-12-01

    Full Text Available A partir de plasma humano se obtuvo albúmina mediante un método de termocoagulación selectiva. Se utilizaron diferentes combinaciones de caprilato de sodio y un tanto por ciento de etanol, lo cual permitió precipitar las globulinas manteniendo la albúmina en solución. En todas las pruebas se fijaron los parámetros siguientes: pH 6,9, temperatura 69 °C y tiempo de calentamiento 30 min. Los mejores resultados de concentración de proteínas y rendimiento proteico se obtuvieron a una concentración de caprilato de 0,004 M, 5% de etanol, pH 6,9 y 30 min de calentamiento. En la pasteurización 10 h a 60 °C los mejores resultados se obtuvieron con caprilato de sodio 0,04 M y la mezcla de caprilato de sodio 0,02 M y acetiltriptofanato de sodio 0,02.

  8. La ricostruzione grafica del pavimento musivo di una villa romana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Caterina Gattuso

    2015-01-01

    Full Text Available Nel processo di analisi conoscitiva finalizzato alla conservazione e/o al restauro di un manufatto storico, la documentazione grafica offre un contributo importante ai fini della redazione del quadro anamnesico. Essa costituisce uno strumento conoscitivo che, nel rappresentare e registrare lo stato di conservazione nonché gli eventuali interventi di restauro cui il bene è stato sottoposto, permette di completare e di integrare le informazioni già ottenute mediante il dossier fotografico. In questo contesto si vuole dimostrare l’importanza del disegno informatico, da intendere come strumento utile per l’elaborazione di un corretto piano diagnostico, illustrando la ricostruzione grafica di una complessa pavimentazione musiva che decora un particolare ambiente di una villa di epoca romana posta sulle rive del lago d’Esaro nel comune di Roggiano Gravina (CS, ottenuta attraverso l’uso di un particolare software di design grafico e disegno vettoriale.

  9. Cuore e testa (1927 e La percezione del prossimo (1929

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    José Ortega y Gasset

    2012-01-01

    Full Text Available Cuore e testa e La percezione del prossimo, proposti qui in traduzione italiana, sono due articoli che il filosofo spagnolo José Ortega y Gasset (1883-1955 pubblicò su “La Nación” di Buenos Aires rispettivamente nel 1927 e 1929. Dalla scrittura dialogante dell’intellettuale che più profondamente rappresentò l’esigenza di rinascita e modernizzazione nella Spagna della prima metà del Novecento, veniamo introdotti a questioni a noi vicinissime quali: la rieducazione ai valori di un nuovo umanesimo che controbilanci la fiducia dell’uomo europeo nel progresso tecnico e nel perfezionamento intellettuale; i processi psicologici, visivi, come modello ermeneutico; il problema della percezione del prossimo che instaura la dialettica tra differenze radicali (le distanze tra i diversi, gli opposti, l’uomo e la donna e possibilità di comprensione dell’altro.

  10. Contributo alla conoscenza della dieta del Tasso (Meles meles) nella pianura padana

    OpenAIRE

    Claudio Prigioni; Alessandro Balestrieri; Luigi Remonti; Priori, C.

    2003-01-01

    Nel periodo febbraio 2000 - gennaio 2002, nell'ambito di una ricerca sull'eco-etologia del Tasso (Meles meles) nel sistema delle aree protette della fascia fluviale del Po - tratto vercellese-alessandrino, sono state raccolte e analizzate 142 feci, reperite sia in aree di pianura (N = 43) sia in ambiente collinare (N=97). Gran parte del territorio pianeggiante è dominato da pioppeti, riso e mais, mentre sulle basse colline che contornano la golena del Po prevalgono le fo...

  11. Il poslanie K Vladimiru monomachu del vescovo Daniil. Ancora a propositio della letteratura di direzione spirituale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Romoli

    2014-01-01

    Full Text Available Oggetto del saggio è il Poslanie k Vladimiru Monomachu (Epistola a Vladimir Monomach del vescovo Daniil († 1121. Attraverso un'analisi incentrata sulla funzione letteraria e pragmatica delle citazioni bibliche presenti nel testo, l'autrice ne dimostra l'appartenenza alla forma letteraria degli insegnamenti spirituali. Esamina quindi la motivazione liturgica e le circostanze storiche della sua genesi nel confronto con il Poslanie Vladimiru Monomachu o poste (Epistola a Vladimir Monomah sul digiuno del metropolita Nikifor I († 1121, avanzando l'ipotesi che le due opere possano essere stata scritte nell'imminenza della Pasqua del 1114.

  12. Seicento contemporaneo: sul fondo oscuro del romanzo storico italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Davide Messina

    2015-11-01

    Full Text Available Il romanzo storico è un prodotto del Romanticismo europeo, ma il primo romanzo storico italiano esprime la consapevolezza critica della sua origine sul fondo oscuro del Seicento. Per l’immaginario storico e politico del Romanticismo italiano, il Seicento rappresenta il Medioevo della modernità, ovvero l’oscurità del contemporaneo. Dal fondo oscuro del Seicento il romanzo storico italiano ha continuato a trarre storie che riflettono sull’oscurità del proprio tempo. Il mio saggio prende in esame una selezione di testi che mostrano, in particolare, la contemporaneità critica del Seicento nel romanzo storico del Novecento italiano.

  13. Diathesis sotto tensione. La sala per concerti del Centro culturale di Atene di Jan Despo / Diathesis under Tension. Concert Theatre of the Athens Cultural Center by Jan Despo

    National Research Council Canada - National Science Library

    Tilemachos Adrianopoulos

    2016-01-01

    Nel 1959, l'architetto greco Jan Despo (1903-1992) fu insignito del primo premio nella competizione per il Centro culturale di Atene, rimasto irrealizzato eccezion fatta per il Conservatorio di Atene...

  14. How to reach 50% of waste separated collection in historical centre of Pesaro; ASPES. 50% di raccolta differenziata nel centro storico di Pesaro

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Tombari, L.; Didero, L. [Azienda Servizi Pesaresi, PS (Italy)

    1999-08-01

    ASPES is a public company leader in the Pesaro district in the fields of gas and water distribution, municipal waste collection and administration. Thanks to integrated MSW separated collection projects, in 1998 Pesaro has reached the goal of 15% of waste separated collection, requested by national legislation for 1999. A recent experimental project has started in the historical centre of Pesaro: separated collection home to home of domestic organic, burnable and paper waste. Pointing the project on people involvement, workers training and on site monitoring, this method has permitted to reach 53% of separated collection in the first three months of operations. [Italian] Aspes e' l'azienda consorzio che gestisce a Pesaro ed in altri nove comuni i servizi gas, ciclo idrico integrato, igiene ambientale e verde pubblico. Tra le recenti iniziative di raccolta differenziata integrata dell'azienda (cha ha gia raggiunto nel 1998 l'obiettivo del 15% previsto dal decreto Ronchi), caratterizzate sempre da una preliminare fase sperimentale su aree ciscoscritte dal territorio, e' stata avviata una campagna sperimentale di raccolta porta a porta secco-umido-imballaggi nel centro storico di Pesaro. Impostando il progetto su criteri quali il coinvolgimento continuo della cittadinanza nella fase elaborativa, la formazione degli addetti ed un'azione di monitoraggio costante sia delle modalita' di effettuazione della raccolta da parte dei cittadini stessi, questo tipo di raccolta ha permesso nei primi tre mesi di attivazione di raggiungere una media di raccolta differenziata del 53%.

  15. Contamination effects of DDT in Lake Maggiore on Dreissena polymorpha spawning; Effetti della contaminazione da DDT nel Lago Maggiore sulla riproduzione di Dreissena Polymorpha

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Bacchetta, R.; Binelli, A.; Galassi, S.; Provini, A.; Vailati, G. [Milan Univ., Milan (Italy). Dipt. di Biologia

    2000-10-01

    The use of the mollusc bivalve Dreissena polymorpha allowed to follow the contamination evolution by pp'DDT, discharged until 1996 into the River Toce, one of the main tributes of Lake Maggiore (Italy). Results obtained during two different sampling campaigns (1996 and 1997) showed that Baveno Bay, where the river Toce flows, could represent a possible hot spot area because the concentrations of the parental compound and related resides are still dangerous for the aquatic communities. Histological analysis of Dreissena polymorpha female gonads showed adverse effects on the reproductive behaviour. Mollusc specimens collected in June of 1997 revealed an earlier gamete deposition and oocytes degenerations at significant percentage, showing a possible endocrine-disrupting effect by DDT with action mechanisms and target sites not completely clear. [Italian] L'impiego del mollusco bivalve Dreissena polymorpha ha permesso di seguire l'evoluzione della contaminazione da pp'DDT dovuta ad uno scarico industriale riversato fino al 1996 nel fiume Toce, uno dei principali immissari del Lago Maggiore. I risultati ottenuti nei campionamenti effettuati nell'estate del 1996 e 1997 hanno messo in evidenza come la Baia di Baveno, punto di immissione del Toce, risulti una zona a forte rischio ambientale dato che le concentrazioni del composto parentale e dei rispettivi omologhi risultano ancora potenzialmente pericolose per la comunita' acquatica. Contemporaneamente e' stata effettuata un'indagine istologica delle gonadi femminili di Dreissena polymorpha, per verificare eventuali anomalie nella riproduzione. In particolare, negli esemplari prelevati nel giugno 1997 a Baveno si e' riscontrata una deposizione anticipata dei gameti e fenomeni di degenerazione degli ovociti in percentuale altamente significativa, indicando un possible effetto DDT come distruttore endocrino con meccanismi e conseguenze non ancora completamente chiarite.

  16. Mantenere il ruolo delle biblioteche nel web semantico tramite RDA: Resource Description and Access

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Barbara Tillett

    2011-10-01

    Full Text Available Catalogare non vuol dire semplicemente costruire un catalogo. Vuol dire far sì che gli utenti accedano tempestivamente alle informazioni pertinenti alle loro esigenze. Il lavoro di identificazione delle risorse raccolte da biblioteche, archivi, musei, dà luogo a ricchi metadati che possono essere riutilizzati per molti scopi ("le attività dell’utente". Ciò comporta la descrizione delle risorse e il mostrare le loro relazioni con persone, famiglie, enti e altre risorse, consentendo così agli utenti di navigare attraverso surrogati delle risorse per ottenere più rapidamente le informazioni di cui hanno bisogno. I metadati costruiti lungo tutto il ciclo di vita di una risorsa sono particolarmente preziosi per molti tipi di utenti: dai creatori delle risorse, agli editori, alle agenzie, ai librai, agli aggregatori di risorse, ai fornitori di sistemi, alle biblioteche, ad altre istituzioni culturali ed agli utenti finali. Il nuovo codice internazionale di catalogazione, RDA: Resource Description e Access, è progettato per soddisfare le attività di base degli utenti producendo metadati ben formati e interconnessi per l'ambiente digitale, dando la possibilità alle biblioteche di rimanere rilevanti nel web semantico. Acknowledge Il testo inglese del saggio è pubblicato in "Serials", November 2011, 24, 3, con il titolo Keeping Libraries Relevant in the Semantic Web with RDA: Resource Description and Access, DOI: http://dx.doi.org/10.1629/24266. Traduzione italiana di Maria Chiara Iorio e Tiziana Possemato, che ringraziano Carlo Bianchini e Mauro Guerrini per la rilettura della traduzione.

  17. Quatremère de Quincy e il primo tomo (1788-1790) del Dizionario di architettura dell'Encyclopédie Méthodique

    OpenAIRE

    Leoni, Marina

    2012-01-01

    Nel 1782 è pubblicato il primo volume dell'Encyclopédie Méthodique, impresa editoriale dell'editore Charles-Joseph Panckoucke, comprendente un Dizionario di architettura del quale è incaricato Quatremère de Quincy. L'intera enciclopedia rappresenta un'operazione di notevoli dimensioni, che si distribuirà su un arco temporale di cinque decenni, con un numero di dizionari che cresce progressivamente nel tempo passando dai 39 previsti nel 1789 ai circa 50 del 1832, anno in cui si interrompe la p...

  18. State of the art of seafood chemical contamination in the Adriatic sea and risk assessment for the population living along the Italian coast; Stato dell'arte sulla contaminazione chimica dei prodotti ittici nel mare Adriatico e valutazione del rischio per la popolazione residente lungo la costa italiana

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ferrara, F.; Funari, E. [Istituto Superiore di Sanita' , Rome (Italy). Lab. di Igiene Ambientale

    1999-07-01

    Data on seafood chemical contamination in the Adriatic sea (Italy) from open and grey literature referring to the period 1985-1997 are gathered. In spite of the high number of available data, the risk assessment was possible only few contaminants. Through the comparison of the estimated intakes with the safety doses defined by international organizations, according to a conservative approach, the latter were never exceeded for the general population in the case of aluminium, chromium, copper, mercury, zinc, DDTs, HCBs and HCHs. In the case of strong consumer categories, these doses were sometimes exceeded for arsenic, cadmium, lead and nickel only when the conservative approach was applied but not with the some realistic one. [Italian] Sono presentati i dati della letteratura scientifica aperta e grigia, relativi al periodo 1985-1997, sulla contaminazione chimica dei prodotti ittici del mare Adriatico. Nonostante la notevole mole di dati, la valutazione del rischio e' possibile soltanto per alcuni contaminanti. Confrontando le assunzioni stimate con le dosi ritenute tollerabili da organismi internazionali, applicando un approccio cautelativo, queste ultime non vengono mai superate per la popolazione generale nei casi di alluminio, cromo, mercurio, rame e zinco, DDT, HCB e HCH. Per le categorie dei forti consumatori, applicando l'approccio cautelativo, ma non quello piu' realistico, le dosi di sicurezza vengono talvolta superate nei casi di arsenico, cadmio, nichel e piombo.

  19. Desarrollo tecnológico de una formulación de diclofenaco de sodio 0,1 % para administración oftálmica Technological development of a 0.1 % sodium diclophenac formulation for opththalmological use

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ania González Cortezón

    2012-09-01

    Full Text Available Introducción: el diclofenaco de sodio es un derivado del ácido fenilacético que pertenece al grupo de los antiinflamatorios no esteroideos con propiedades antirreumáticas, antiinflamatorias, analgésicas y antipiréticas pronunciadas. Al nivel ocular se indica para el tratamiento de conjuntivitis, queratoconjun­tivitis, úlceras corneales, y en el de inflamación de la córnea y la conjuntiva por traumatismos. Además, es empleado en la inflamación subsecuente a la cirugía de cataratas y para inhibir la miosis intraoperativa y el edema macular cistoide posoperativo. Objetivo: diseñar una formulación de diclofenaco de sodio 0,1 % colirio, que cumpla con los índices de control de calidad para esta forma farmacéutica y que proporcione el efecto terapéutico deseado. Métodos: se realizaron cinco ensayos tecnológicos en los que se ajustó el pH y la isotonicidad de la formulación según las exigencias de un preparado oftálmico. La isotonicidad se ajustó con ácido bórico y el pH de máxima estabilidad se logró empleando la trometamina. Resultados: el desarrollo tecnológico de la formulación resultó satisfactorio, y se obtuvo un producto que cumplió con todas las especificaciones descritas en la técnica desarrollada por el fabricante para el control de la calidad del producto. La preparación mantuvo sus propiedades físicas, químicas y microbiológicas inalterables por un período de 12 meses, almacenada a una temperatura controlada por debajo de 25 °C. Conclusiones: la formulación de un medicamento obtenida en forma de colirio, que contiene diclofenaco de sodio como principio activo, empleado en diferentes afecciones al nivel ocular, cumple con todas las especificaciones de calidad para este tipo de forma farmacéutica, lo cual puede aumentar el arsenal terapéutico de Cuba.Introduction: Sodium diclophenac derives from the phenylacetic acid belonging to the non-steroid anti-inflammatories that have notable anti

  20. Danza, memoria, trasmissione. Il caso della Pina Bausch Foundation e del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch

    OpenAIRE

    Chernetich, Gaia Clotilde

    2017-01-01

    La tesi presenta uno studio della storia del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch e della Pina Bausch Foundation a partire dalla prospettiva contemporanea, ovvero il periodo successivo alla morte della coreografa avvenuta nel 2009. Lo studio esplora le politiche e le pratiche della memoria e della trasmissione con un focus sui danzatori italiani che hanno fatto parte dell'ensemble nel periodo 1973-2009. The thesis displays a study of the Tanztheater Wuppertal Pina Bausch' and of the Pina Baus...

  1. L’essere competenti nel linguaggio grafico-simbolico-artistico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Chiara Panciroli

    2010-02-01

    Full Text Available Che cosa si intende per competenza grafico-simbolica? Si parla di una o più competenze. Di chi è questa competenza: del bambino, dell’insegnante/educatore o di entrambi? Questi sono alcuni dei quesiti che hanno indirizzato le principali argomentazioni del percorso formativo rivolto alle insegnanti delle scuole di infanzia provinciali di Trento, nello specifico dei Circoli didattici di Cles e Malè. Questo articolo si propone di analizzare la competenza grafico-simbolica dell’insegnante e dell’operatore extrascolastico come premessa a quella del bambino.

  2. Italiano e dialetti nel tempo, Saggi di grammatica per Giulio C. Lepschy, a cura di Paola Beninca', Guglielmo Cinque, Tullio De Mauro, Nigel Vincent; Università di Roma "La Sapienza", Dipartimento di Scienze del Linguaggio; Bulzoni Editore, Roma, 1996, XI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pavao Tekavčić

    1996-12-01

    Full Text Available La presente Miscellanea, dedicata al grande linguista italiano da tempo resi­ dente e docente in Gran Bretagna, autore di volumi fondamentali (La linguistica strut­ turale 1966, La lingua italiana 1981 (originale inglese 1977, La linguistica del Nove­ cento 1992 e di numerosi saggi, riflette l'ampiezza dei suoi interessi scientifici e, con le parole dell'autrice della Presentazione (V-IX, bibliografia scelta X-XI, Anna Mor­ purgo Davies, racchiude «una serie di lavori di linguistica italiana scritti da punti di vista teorici diversi, senza dogmatismo» (V: grammatica generativa e descrittiva, dialettologia, linguistica storica, filologia ecc. Gli autori dei contributi sono linguisti italiani e stranieri, e gli idiomi studiati sono l'italiano (standard, regionale e tutti i dialetti della Penisola.

  3. Guido Mazzoni, Teoria del romanzo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniela Brogi

    2012-04-01

    Full Text Available «Nel rumore di tutti il tempo che si perde / per essere solo ciò che siamo adesso, / per diventare solo solitudine». I mondi, libro di poesia pubblicato da Guido Mazzoni nel 2010, si congeda con questi tre versi – tratti da Pure Morning – e con l’indicazione di una durata: 1997-2007. Sono dieci inverni, dunque: per scrivere I mondi; ma sono anche un tempo dentro un altro tempo: quello dei quindici anni (1995-2010 dedicati, come segnala la riga finale, a Teoria del romanzo. Sembra un gioco di date, ma è qualcosa di più, perché sotto sotto vale come invito a riconoscere la skyline – la stessa a cui appartiene anche Sulla poesia moderna (2005. In più, questa linea di orizzonte orienta Teoria del romanzo su due punti di tensione semantica e filosofica: “tempo” e “solitudine”.

  4. Innovazione nel patrimonio dei fari italiani. Un progetto di conservazione e uso sostenibile per la “luce” sarda di Capo Spartivento

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cristiana Bartolomei

    2011-12-01

    Full Text Available L’articolo vuole documentare la riqualificazione del faro di Capo Spartivento in Sardegna che da area militare diventa un hotel di lusso a cinque stelle, da parte dello Studio dal Molin di Cagliari. L’obiettivo prioritario è stato risanare, riqualificare (anche con l’uso della tecnologia ecocompatibile e ridisegnare la distribuzione degli interni e degli esterni, nel totale rispetto della tradizione mediterranea, conservandone il fascino classico di un faro mediterraneo che compie più di 142 anni, intervenendo con discrezione e stile, nella distribuzione interna ed esterna, sui materiali e sugli arredi. La rifunzionalizzazione del faro appare più che gradevole, confortevole, tecnologica, ecocompatibile e mediterraneo, capace di far dialogare passato e presente, perfettamente integrata con l’esterno.

  5. Organizational models for new economy in the public and the private one; Modelli organizzativi per la new economy nel pubblico e nel privato

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Amicucci, F.; Battaglia, F. [Rome Univ., Rome (Italy). Facolta' di Economia Aziendale; Di Marco, R.A. [ENEA, Funzione Centrale Informatica, Sede Centrale, Rome (Italy)

    2001-07-01

    globalization in progress has created numerous opportunities thanks to strong growth in the commerce and in the investments with the consequent increase of the income and prosperity. This amazing conjuncture has brought some economists to speak of a new economic model: an economy that is able use the resources of the innovation and the increases of productivity to give place to an economic development that him grows in the time. The explosion of the technological information represents the fulcrum of the increase of productivity that have fed the economic expansion of these last ten years. The optimization in the use of the resources and the continuous rationalization of the operations they are been able to happen thanks to the new solutions in net, to the easiest access to information through the use of Internet and to the exploitation of these new means of communications particularly in the transactions business to business. Technology and the economy of the nets therefore they are imposing like one of the most powerful drivers for economic growth, for the ability to create new places of employment and new professions to strengthen the ability to compete on the global markets. Arriving to the appointment late with the economy on line often means to not succeed in entering at all or to lose occasions that will be exploited without hesitation from more ready competitors to gather these new opportunities. To the enterprises therefore he requires to undertake the road of this change hocking resources in the organizational restructuring and in the technological adjustment. [Italian] Storicamente i modelli organizzativi hanno seguito una evoluzione che ha evidenziato un trend parallelo alla complessita' del mercato, presentando via via diversi meccanismi di coordinamento. Fino a ieri il modello vincente era quello gerarchico che pero' non e' di certo immune da limiti. A partire dall'Ottocento e soprattutto nel Novecento esperti di organizzazione hanno studiato

  6. Composición centesimal, contenido de sodio y aporte energético de productos pre-elaborados Proximate composition, sodium content and energy intake of pre-processed products

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Margarita Olivera Carrión

    2012-03-01

    Full Text Available En productos para programas de asistencia alimentaria se determinó la composición centesimal, sodio y Valor Energético (VE. Se seleccionaron 16 muestras elaboradas por cinco empresas, algunas fortificadas en vitaminas y minerales. Se clasificaron en: pre-elaborados para platos completos como guisos (arroz, fideos, lentejas, arvejas, pastas (distintos tipos de fideos, premezclas para polentas y otros (salsas, puré, rellenos, etc. En base a las porciones establecidas por los fabricantes o MERCOSUR, se calculó el porcentaje de aporte del Valor Diario (VD. Los niveles de proteínas fueron 10-19% para guisos y solo 5 de las muestras superaron el 20% del VD. Para grasas los valores fueron 6-12% en guisos, 2-4% en pastas (excepto una polenta con 12% y solo 2 muestras presentaron valores superiores (16-27%; la principal fuente de grasas utilizada fue aceites vegetales hidrogenados en 5 muestras (4 guisos, 1 relleno. El VE se encontró entre 9-15% del VD tanto para guisos como para pastas. El sodio estuvo en los niveles declarados por los fabricantes y el %VD fue particularmente elevado en guisos (39-54% y dos premezclas (42- 63%. El aporte de salsas y puré fue significativo solo en sodio: 12-15% del VD. Si se considera la importancia que estos productos pueden tener en el contexto de la dieta de la población beneficiaria, la calidad nutricional de los ingredientes utilizados en sus formulaciones y el porcentaje de VD de proteínas, grasas y sodio, se debería aumentar tanto el contenido como la calidad de proteínas y grasas y eliminar o disminuir la sal, independientemente de que estén o no fortificados. El estudio se realizó en el año 2007 y se consideró importante su publicación ya que la mayoría de los productos continúan siendo comercializados y su composición figura en la base de datos SARA del Ministerio de Salud de la NaciónWe estimated the proximate composition, sodium content and Energy Intake (EI in products intended for food

  7. Sulla teoria e sulla funzione della moneta nel XIV secolo

    OpenAIRE

    2016-01-01

    Durante il XIV secolo la moneta divenne in Europa un importante oggetto di studio e molti testi, scritti soprattutto da teologi, furono dedicati all’analisi teorica del suo ruolo sociale e alla definizione delle sue funzioni economiche. Partendo dalla lettura di un testo del francescano Francesc Eiximenis, pubblicato da Paolo Evangelisti, il saggio esamina la teoria, allora assai diffusa, della moneta intesa quale istituzione sociale, e confronta questa teoria con l’uso pratico e mercantile d...

  8. La responsabilità della gerarchia ecclesiastica nel caso degli abusi sessuali commessi dai chierici, fra diritto canonico e diritti statuali

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pierluigi Consorti

    2013-05-01

    Full Text Available Contributo sottoposto a valutazione.SOMMARIO: 1. Connessioni e distinzioni tra responsabilità morale e responsabilità giuridica negli ordinamenti religiosi - 2. Responsabilità morale e responsabilità giuridica della gerarchia ecclesiastica - 3. La responsabilità giuridica della gerarchia nell’ordinamento canonico e sue conseguenze negli ordinamenti statuali - 4. La riparazione del danno ingiusto nel diritto canonico. Responsabilità della gerarchia - 5. La responsabilità penale della gerarchia nel caso di abusi sessuali commessi dai chierici - 6. Responsabilità morale, pastorale e comunionale della gerarchia nel caso di abusi sessuali commessi dai chierici.ABSTRACTCatholic Hierarchy Responsibility in Clerical Sexual Abuse: Between Canon Law and Civil Law This essay aims to demonstrate moral and legal catholic hierarchy responsibility in clerical sexual abuses. Stories about child maltreatment in catholic Church dominated media worldwide. There is no longer any doubt about the need to punish the guilty, both in canon and civil law. It means that they must be punished under criminal law and they must refund victims. However there are divisions about hierarchy responsibility. Some civil courts (eg. in the USA, Canada or Spain attributed to the diocese the obligation to pay damages. These statements are very criticized by the canonists, who contest the equivalence relationship priest-diocese as a business one. So they claim the legal irresponsibility of hierarchy. At the moment this is the position of the Italian courts. The present essay defends the opposite view. The hierarchy has a primary moral responsibility, which obliges both to defend the victims of the abuses committed by the clergy, both the ecclesial community from abusive priests. This moral responsibility translates into a legal one, which requires the hierarchy to refund the victims on the basis of canon law. Therefore, the civil courts may impose diocesan bishops the

  9. Analisi matematica del problema dello spazio

    CERN Document Server

    Weyl, Hermann

    1990-01-01

    Al fine di rendere concettualmente evidente il privilegio posseduto dalla metrica pitagorico-riemanniana, e dalle varie metriche riemanniane "indefinite", rispetto alle altre metriche possibili, nel 1921 Weyl, stimolato dagli sviluppi della relatività einsteiniana (sulla quale aveva scritto il mirabile "Raum-Zeit-Materie"), intraprese un profondo studio del problema giovandosi dei metodi della teoria dei gruppi di Lie, studio che egli portò a conclusione con la monografia del 1923 intitolata "Mathematische Analyse des Raumproblems".

  10. Le meraviglie del cervello semantico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandra Gilardini

    2011-09-01

    Full Text Available Quante volte portiamo a termine una frase prima che il nostro interlocutore finisca di parlare? L'atteggiamento potrebbe agevolare la comunicazione, ma spesso e volentieri chi viene "anticipato" si infastidisce e - se siamo in confidenza - ce lo fa notare. Non si tratta di lettura del pensiero... Abbiamo "semplicemente" pescato il senso nella nostra memoria semantica, riuscendo a completare la frase nel modo più appropriato in quella situazione.

  11. Viscosidades y propiedades viscosimetricas de la Glicina en soluciones acuosas de Tiosulfato de Sodio Pentahidratado (Na2S2O3.5H2O a diferentes temperaturas

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Silvestre Páez-Meza

    2014-01-01

    Full Text Available Se determinaron los tiempos de flujo de la Glicina en soluciones acuosas de Tiosulfato de Sodio Pentahidratado (0.01-2.0 mol Kg-1 usando un viscosímetro Anton Paar modelo AMVn a las temperaturas de (283.15; 288.15; 293.15; 298.15; 303.15; 308.15,313.15 y 318.15 K y 101.1 Kpa. A partir de los datos obtenidos se calcularon las viscosidades absolutas, los coeficientes B de viscosidad, la pendiente ( dddd/dddd,el ΔΔΔΔ tttt ,los parámetros ajustables de la ecuación de Out y Los (BB EE , BB SS ,KK, los parámetros de activación del flujo viscoso ( ∆GG °≠ , ∆HH°≠ , ∆SS °≠ , los valores obtenidos para estos parámetros fueron discutidos en términos de las interacciones presentes en solución.

  12. La centralità del dolore nella vita dell’uomo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tiziano Cornegliani

    2011-09-01

    Full Text Available Nasciamo nel dolore e moriamo nel dolore. È Leopardi a ricordarci, nel sublime Canto notturno di un pastore errante dell’Asia, che “nasce l'uomo a fatica, / ed è rischio di morte il nascimento. / Prova pena e tormento / per prima cosa; e in sul principio stesso / la madre e il genitore / il prende a consolar dell'esser nato”. Ed è sempre il dolore ad aver dato impulso a tutte le religioni del mondo. Ancora oggi, dopo duemila anni, cristiani credenti e no si scontrano sul tema del male (che altro non è che un’estensione del dolore: può un dio d’amore, come lo intende il Cristianesimo, permettere tutto il male del mondo?

  13. Efectos del D-003 sobre daño endotelial inducido por citrato de sodio en ratas

    OpenAIRE

    2010-01-01

    El D-003 es una mezcla de ácidos grasos alifáticos superiores purificada de la cera de caña de azúcar (Saccharum officinarum L.) con efecto hipolipemiante y antiagregante plaquetario, que disminuye las concentraciones plasmáticas de tromboxano B2 y aumenta las de prostaciclina, lo que indirectamente sugiere que el D-003 ejerce un efecto beneficioso sobre el endotelio vascular. Teniendo en cuenta que el número de células endoteliales circulantes en plasma (endotelemia) refleja indirectamente e...

  14. Compatibility of sodium with ceramic oxides employed in nuclear reactors; Compatibilidad del sodio con oxidos ceramicos utilizados en reactores nucleares

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Acena Moreno, V.

    1981-07-01

    This work is a review of experiments carried out up to the present time on the corrosion and compatibility of ceramic oxides with liquid sodium at temperatures corresponding to those in fast breeder reactors. The review also includes the results of a thermo-dynamic/liquid sodium reactions. The exercise has been conducted with a view to effecting experimental studies in the future. (Author)

  15. Consumo de fibra dietética, sodio, potasio y calcio y su relación con la presión arterial en hombres adultos normotensos Dietary fiber, energy, sodium, potassium and calcium intake and its relationship to blood pressure in normotensive male adults

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Martha Nydia Ballesteros-Vásquez

    1998-05-01

    Full Text Available Objetivo. Evaluar el efecto del consumo de fibra dietética, energía, sodio, potasio y calcio sobre la presión arterial de un grupo de adultos normotensos, tomando en cuenta indicadores tales como la edad, el sexo, la actividad física y la obesidad. Material y métodos. Se evaluaron 38 sujetos del sexo masculino de 30 a 45 años de edad, normotensos, aparentemente sanos y residentes de la ciudad de Hermosillo, Sonora, México. Se midió la presión arterial y se realizó una evaluación dietética, antropométrica y de actividad física. Resultados. La dieta resultó ser alta en fibra y en grasa. El sodio estaba 56% por arriba de la recomendación en 87% de los casos y fue la variable que más efecto mostró sobre la presión diastólica. De los sujetos estudiados, 36.9% tenían sobrepeso y obesidad, y se encontró una asociación significativa entre el índice de masa corporal y la presión diastólica y sistólica. Conclusiones. Existe una asociación significativa entre la hipertensión arterial y el alto consumo de sodio, el sobrepeso y la obesidad en sujetos normotensos.Objective. To evaluate the effect of dietary fiber, energy, sodium, calcium and potassium intake on the blood pressure of a group of normotensive adults. Material and methods. Subjects were 38 healthy normotensive adult males aged 30-45 years, resident of Hermosillo, Sonora, Mexico. Blood pressure, diet, anthropometric data and physical activity were recorded. Results. Their diet was high in fiber and fat. Sodium intake was 56% above the recommended values in 87% of the subjects, and the variable with the highest correlation to diastolic blood pressure. Of the subjects, 36.9% were overweight and obese, and a significant statistic association was found between BMI and diastolic and systolic blood pressure. Conclusions. A significant relationship was found between hypertension and high consumption of sodium, overweight and obesity in healthy adult normotensive males.

  16. Maurizio Ferraris, Documentare la documentalità prima del collasso ontologico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Guglielmo Feis

    2010-06-01

    Full Text Available Recensiamo l’ultimo lavoro di Maurizio Ferraris, dedicato all’ontologia sociale: Documentalità. Perché è necessario lasciar tracce.  Nel primo paragrafo sono esposte quelle che Ferraris caratterizza come le tesi portanti del suo lavoro, che quindi sono presentate nel secondo paragrafo. Il terzo e il quarto paragrafo sono dedicati alle critiche: prima quelle che Ferraris fa a Barry Smith e a John Searle servendosi della sua teoria e poi, tenendo conto del dibattito e delle recensioni seguite all’uscita del libro, quelle a Ferraris e alla sua teoria.

  17. Memoria implicita e alfabetizzazione visiva nel contesto museale

    OpenAIRE

    Annalisa Banzi; Raffaella Folgieri

    2014-01-01

    Storici dell’arte ed esperti del settore museale lamentano la difficoltà del pubblico a “leggere” le opere esposte in un museo di arti visive. Guardare e cogliere gli aspetti relativi alla grammatica visiva di un oggetto sono abilità che si apprendono, in generale non sono innate o spontanee. I fruitori potrebbero beneficiare di un metodo che sviluppa e potenzia le loro capacità visive. Lo scopo di questo articolo è presentare e valutare se un modello basato sul priming percettivo, una forma ...

  18. Formas de hierro y aluminio en suelos con diferentes usos en la zona norte del departamento del magdalena, colombia

    OpenAIRE

    José Rafael Vásquez Polo; Felipe Macías Vázquez; Juan Carlos Menjivar Flores

    2014-01-01

    En el estudio se evaluaron las diferentes formas de hierro (Fe) y aluminio (Al) presentes en suelos cultiva-dos y en áreas de bosque de la zona norte del departamento del Magdalena (Colombia). Se seleccionaron seis zonas de muestreo localizados entre 0 y 1000 m.s.n.m. Se utilizaron tres técnicas selectivas de ex-tracción de Fe y Al con los agentes extractantes: pirofosfato de sodio, oxalato ácido de amonio, y ditionito citrato bicarbonato. los contenidos totales de Fe y Al fueron determin...

  19. Lead sources in airborne particulate matter from urban areas of Sicily; Livelli di piombo nel particolato atmosferico dei centri urbani della Sicilia

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Aiuppa, A.; Dongarra' , G.; Varrica, D. [Palermo Univ., Palermo (Italy). Dipt. di Chimica e Fisica della Terra; Monna, G. [Univ. de Bourgougne, Geosol, CST, Dijon (France); Sabatino, G. [Messina Univ., Messina (Italy). Dipt. di Scienze della Terra

    2001-01-01

    Pb isotopic studies, measurements of Pb/Br ratios and enrichment factors have been used to discriminate the origin of lead in the urban atmosphere of several cities of Sicily. The acquired data confirm that, although the relative importance of gasoline-derived Pb is decreased in time, lead still remains one of the most significant trace elements in airborne particulate matter. The chemical and isotopic data show that gasoline and industrial activities makes a major contribution to particulate Pb, while the crustal source is of minor importance. The correlation between lead and antimony is also presented. [Italian] Le differenti fonti che contribuiscono al contenuto di piombo nel particolato atmosferico di alcune citta' della Sicilia sono state discriminate mediante l'utilizzo di opportuni marker chimici: il rapporto Pb/Br ed i rapporti isotopici del piombo. I rapporti Pb/Br osservati nel particolato atmosferico risultano prossimi al rapporto tipico presente nelle benzine. I dati isotopici confermano il limitato contributo crostale rispetto a quello proveniente dal traffico autoveicolare e mettono in evidena come in alcune aree sia particolarmente significativo anche il contributo delle attivita' industriali. Viene inoltre presentata la correlazione esistente fra i contenuti di piombo e antimonio, come risultato delle attivita' antropiche.

  20. Louis Blajan, Dottore in Medicina Veterinaria: Il dinamico veterinario che seppe traghettare l’Organizzazione Mondiale per la Sanità Animale (Office International des Épizooties: OIE nel mondo moderno

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anon.

    2010-03-01

    Full Text Available Nato il 10 aprile 1924 a Lahage (nell’Alta Garonna, in Francia, Louis Blajan si è spento lo scorso 10 febbraio 2010 a Mont-de-Marsan.Dopo aver frequentato il Lycée Pierre de Fermat di Tolosa, nel 1948 Louis completa gli studi presso la Scuola di Veterinaria di Tolosa. Nel 1949, si diploma all’Institut d’élevage et de médecine vétérinaire des pays tropicaux (IEMVT e dal 1949 al 1952 è nel territorio d’oltremare francese del Mali. Tornato in Francia, dal 1953 al 1968 Louis esercita come veterinario di Stato presso il Ministero dell’Agricoltura, responsabile per l’afta epizootica, la peste suina e la malattia di Newcastle, nonché come Presidente del Comitato consultivo per le malattie infettive. In seguito, viene nominato Ispettore capo veterinario e Responsabile per la politica di controllo delle frontiere.Nel 1952, Louis sposa Janine, moglie affezionata che lo appoggia con ardore in ogni fase della sua carriera e perde la vita in un incidente un mese prima che il marito vada in pensione nel 1990.Dal 1968 al 1977, Louis è Direttore tecnico di Cofranimex (Compagnie Française pour l’importation et l’exportation des animaux reproducteurs et leur semence e dal 1977 al 1978 riveste il ruolo di Direttore dell’Association pour le développement des techniques de l’élevage français (ADETEF.Louis entra a lavorare nell’Office International des Épizooties (oggi noto come Organizzazione Mondiale per la Sanità Animale o ‘OIE’ dove, dal 1978 al 1980, occupa la posizione di Direttore del Dipartimento tecnico. Due anni più tardi, nel 1980, viene eletto Direttore Generale, coronando il sogno di ogni professionista della medicina veterinaria e raggiungendo l’apice della propria carriera. Rieletto nel 1985, si ritira dalla vita lavorativa nel 1990.Durante gli anni in cui fu a capo dell’OIE, Louis seppe trasformare quella che all’epoca era una struttura antiquata in un’organizzazione internazionale moderna ed

  1. Intoxicación por fluoroacetato de sodio (compuesto 1080): Presentación de un caso clínico-patológico

    OpenAIRE

    Andrea Dávila Guajardo; Carlos Santoscoy Mejía; José Ramírez Lezama; Lucía Rangel Luna

    2005-01-01

    El fluoroacetato de sodio es un potente tóxico, soluble en agua, no volátil, sin sabor. Dada su alta toxicidad para aves y mamíferos el uso de esta sustancia en nuestro país se encuentra prohibido. La dosis letal es la misma sin importar la vía de administración. El fluoroacetato de sodio es tóxico ya que interviene en el ciclo de Krebs. Generalmente los herbívoros muestran signología cardiogénica y los carnívoros signología neurológica. En este caso se presentó una intoxicación masiva crónic...

  2. Teologia e diritto nel mistero della Chiesa: spunti di riflessione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Stefano Violi

    2011-03-01

    Full Text Available Il presente articolo riprende e approfondisce alcuni spunti proposti dall’autore nella prolusione da lui tenuta presso il Tribunale Ecclesiastico Regionale Emiliano in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Giudiziario 2006, Il diritto canonico: essenziale alla natura della Chiesa o suo tradimento?, poi pubblicata in Vita diocesana di Modena e Nonantola, 3 (2006, 83-96.SOMMARIO: 1. Introduzione - 2. La precomprensione moderna del diritto e la sua conseguente inconciliabilità con la Chiesa - 3. Il rifiuto della Riforma e la risposta cattolica - 4.  Impossibilità per la Chiesa di rinunciare al diritto - 5. Tentativi di un superamento della precomprensione moderna del  fenomeno giuridico. Klaus Mörsdorf e la così detta “Scuola di Monaco” - 6. Il fondamento paolino del “canone” - 7. Un diritto restituito alla comunità, radicato nei suoi valori - 8. Un diritto restituito alla fede - 9. La lex come ordinatio e la visione ordinamentale del diritto - 10. Conclusioni.

  3. La produzione cartografica del CIGA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maurizio Monteleone

    2006-12-01

    Full Text Available L’ Aeronautica Militare per poter assolvere la propria missione ha la necessità di conoscere l’ambiente in cui opera, le caratteristiche morfologiche del territorio e le informazioni relative agli spazi aerei. Già agli albori del volo fu avvertita l’esigenza di avere una cartografia adeguata alle esigenze del nuovo mezzo e furono quindi fatti notevoli sforzi per realizzare carte dedicate alla navigazione aerea: nel 1923 fu pubblicata una carta aeronautica in scala 1:250.000, probabilmente la prima al mondo nel suo genere. A seguito dell’introduzione di sempre più sofisticati sistemi d’arma, fu necessaria la creazione di un Ente specifico che potesse dedicarsi con competenza e specificità all’attività produttiva nel settore della cartografia aeronautica. Il 15 febbraio 1976 presso il palazzo dell’Aeronautica Militare. fu così creato il CIGA (Centro Informazioni GeotopograficheAeronautiche al quale furono affidati i compiti esecutivi della preesistente Sezione Fotocartografica dello SMA che gestiva dal 1941 tutta l’attività cartografica dell’Aeronautica Militare. Nel 1977 il CIGA venne trasferito sull’Aeroporto di Pratica diMare. Dal primo gennaio 2001 il CIGA è ufficialmente riconosciuto come Organo Cartografico dello Stato

  4. y bovina con hidróxido de sodio y cal común saturada

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alejandro Chac\\u00F3n Villalobos

    2006-01-01

    Full Text Available El presente estudio fue efectuado en el módulo de procesamiento de derivados lácteos de la Estación Experimental Alfredo Volio Mata de la Universidad de Costa Rica, durante los meses de mayo y junio del 2005. Una muestra compuesta de leche de cabra (Capra hircus de un hato Lamancha y una muestra compuesta de leche de vaca de un hato Jersey (Bos taurus, formadas ambas por la mezcla de tres ordeños aleatorios diferentes, fueron pasteurizadas (65 °C/ 30 min. y almacenadas durante seis días a 6 ºC. Dos operarios especializados del módulo, analizaron por sextuplicado cada 48 horas (iniciando a las 0 horas las muestras de ambos tipos de leche por medio de una valoración convencional de la acidez con una disolución patrón de NaOH 0,1N, y de una valoración con tres disoluciones saturadas de cal preparadas cada una con marcas comerciales diferentes. Los datos se evaluaron por medio de un diseño factorial para dos niveles del factor “analista” (analista A y B, cuatro niveles del factor “tipo de valoración” y cuatro niveles del factor “tiempo de almacenamiento”. La variable respuesta evaluada fue el porcentaje de acidez expresada como ácido láctico. Para los dos tipos de leche, los métodos de valoración que emplearon disoluciones saturadas de cal mostraron ser significativamente diferentes al método basado en NaOH (p ≤ 0,05. En ambos casos, para cada nivel del “tipo de valoración” determinado, el efecto de la determinación del porcentaje de acidez expresado como ácido láctico no se ve afectado por el analista

  5. Quando il museo comunica l’impresa: identità organizzativa e sensemaking nel museo Salvatore Ferragamo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Floriana Iannone

    2016-06-01

    Full Text Available I musei d’impresa rappresentano una forma di memoria organizzativa che può e deve essere usata in maniera consapevole per lo sviluppo e la comunicazione dell’identità e dell’immagine dell’impresa. Oggetto del lavoro è l’analisi del ruolo strategico che il museo può assumere come strumento di narrazione dell’identità d’impresa. Il framework teorico è basato sui costrutti dell’identità organizzativa e del sensemaking nonché sul paradigma narrativo. In particolare, l’indagine esplorativa chiarisce la natura e il contenuto dell’identità organizzativa della Ferragamo SpA, considerando il museo d’impresa come asset in grado di comunicare ed esaltare i valori identitari dell’impresa. Ferragamo rappresenta un exemplum di come un’impresa heritage-based possa adoperare la storia nella “narrazione” allo scopo di dialogare con i suoi stakeholders esterni e interni rafforzando autenticità e credibilità nel marchio.  The paper assumes that corporate museums are a form of organizational memory to be strategically used for the development and the communication of a company’s identity and image. Object of the work is the analysis of corporate museum’s strategic role in telling the company. The theoretical framework is based on organizational identity and sensemaking topics together with the narrative paradigm. The exploratory study clarifies the organizational identity nature of the Ferragamo SpA, considering the corporate museum as an asset communicating what is core about the company. Ferragamo can be considered as an exemplum of how a heritage based company can manage the story in “narrative” in order to communicate to its external and internal stakeholders reinforcing the authenticity and the credibility of the brand.

  6. La cultura della simultaneità nel Taijiquan and Qigong Day

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sergio Raimondo

    2009-07-01

    Full Text Available Il crescente successo che il taijiquan e il qigong - discipline psicofisiche di origine cinese, popolari soprattutto in quanto tecniche di longevità - riscuotono tra la popolazione occidentale costituisce un fenomeno interessante per le scienze sociali soprattutto in quanto culla di peculiari scambi culturali nel contesto della globalizzazione.

  7. Organizational models for new economy in the public and the private one; Modelli organizzativi per la new economy nel pubblico e nel privato

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Amicucci, F.; Battaglia, F. [Rome Univ., Rome (Italy). Facolta' di Economia Aziendale; Di Marco, R.A. [ENEA, Funzione Centrale Informatica, Sede Centrale, Rome (Italy)

    2001-07-01

    globalization in progress has created numerous opportunities thanks to strong growth in the commerce and in the investments with the consequent increase of the income and prosperity. This amazing conjuncture has brought some economists to speak of a new economic model: an economy that is able use the resources of the innovation and the increases of productivity to give place to an economic development that him grows in the time. The explosion of the technological information represents the fulcrum of the increase of productivity that have fed the economic expansion of these last ten years. The optimization in the use of the resources and the continuous rationalization of the operations they are been able to happen thanks to the new solutions in net, to the easiest access to information through the use of Internet and to the exploitation of these new means of communications particularly in the transactions business to business. Technology and the economy of the nets therefore they are imposing like one of the most powerful drivers for economic growth, for the ability to create new places of employment and new professions to strengthen the ability to compete on the global markets. Arriving to the appointment late with the economy on line often means to not succeed in entering at all or to lose occasions that will be exploited without hesitation from more ready competitors to gather these new opportunities. To the enterprises therefore he requires to undertake the road of this change hocking resources in the organizational restructuring and in the technological adjustment. [Italian] Storicamente i modelli organizzativi hanno seguito una evoluzione che ha evidenziato un trend parallelo alla complessita' del mercato, presentando via via diversi meccanismi di coordinamento. Fino a ieri il modello vincente era quello gerarchico che pero' non e' di certo immune da limiti. A partire dall'Ottocento e soprattutto nel Novecento esperti di organizzazione hanno studiato

  8. Un caso d’amor fou nella società aristocratica genovese del secolo XVI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gianfranco Bettin Lattes

    2012-03-01

    Full Text Available Perché nel cuore del centro storico di Genova esiste una “piazza dell’amor perfetto”? Sullo sfondo delle tumultuose vicende politiche del secolo XVI la passione, altrettanto tumultuosa, di Tommasina Spinola, nobile genovese, per Luigi XII, Re di Francia, trasforma l’amore in tragedia.

  9. Efecto del tratamiento magnético del agua sobre la solubilidad de sales en sistemas binarios a 300

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luis Bello

    2000-01-01

    Full Text Available En el presente trabajo se estudia el efecto del tratamiento magnético del agua sobre la solubilidad de cloruros de algunos elementos representativos del grupo I de la tabla periódica, así como del cloruro de amonio, cuyo comportamiento químico es similar a los antes mencionados. Se presentan resultados relacionados con: .El aumento de la solubilidad, de todos los componentes estudiados, en agua tratada magnéticamente. .El efecto memoria de la propiedad estudiada, que para estos compuestos se mantiene durante 3 horas y 20 minutos. .La optimización del sistema con cloruro de sodio en condiciones de B2 = 0.05 T Y v = 0.26 mIs. .El análisis del comportamiento periódico de la propiedad estudiada para las sales en cuestión.

  10. La condizione della donna nel diritto delle religioni

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gaetano Dammacco

    2011-03-01

    Full Text Available Relazione al Colloquio internazionale sul tema La femme en Méditerranée,organizzato dalla Université Paris Sorbonne - Paris IV e dalla Università degli Studi di Bari (Bari, 8-9 giugno 2007, destinato alla pubblicazione negli Atti per i tipi di Schena editore.SOMMARIO: 1. Necessità di nuove categorie oltre i luoghi comuni – 2. Diversaflessibilità e permeabilità del diritto delle religioni. La secolarizzazione e laglobalizzazione – 3. Lo statuto della donna nei diritti religiosi mediterranei:ebraismo, islam, cristianesimo – 4. La tutela della donna come espressione di una cultura della laicità. L’attuale debolezza degli interventi legislativi. Il ruolo degli ordinamenti civili – 5. Il progresso della condizione femminile e le religioni. L’importanza del dialogo tra le religioni – 6. L’importanza delle relazioni tra gli stati e le confessioni religiose.

  11. La verità ingiallita nel fototesto della Divina Mimesis

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Rizzarelli

    2014-05-01

    Full Text Available L’obiettivo di questo saggio è quello di analizzare la Divina Mimesis di Pier Paolo Pasolini considerata come esempio originale di fototesto. L’esame delle strategie retoriche messe in atto dall’autore si gioca su due fronti. Esso è rivolto per un verso al rapporto fra i frammenti testuali ecfrastici e le fotografie che compongono l’«iconografia ingiallita», che è un legame per lo più esplicitato soltanto da riferimenti allusivi alle immagini. Per altro verso l’analisi è dedicata alla composizione della sequenza fotografica, i cui nessi prevalenti sono caratterizzati dall’analogia o dalla contraddizione. Attraverso tale indagine è possibile mostrare come anche in quest’opera (con modalità simili sperimentate già nella Rabbia lo scrittore affidi al montaggio del «poema fotografico» la complessa e ardua funzione di autentificazione del discorso.

  12. La diagnostica molecolare nel laboratorio di patologia clinica veterinaria

    OpenAIRE

    Zambon, Elisa

    2015-01-01

    La prima parte del nostro studio riguarda la tecnica LAMP (Loop-mediated isothermal amplification), una tecnica di amplificazione isotermica recentemente inventata (Notomi et al., 2000). Essa presenta notevoli vantaggi rispetto alle tradizionali PCR: non necessita di strumentazioni sofisticate come i termociclatori, può essere eseguita da personale non specializzato, è una tecnica altamente sensibile e specifica ed è molto tollerante agli inibitori. Tutte queste caratteristiche fanno sì c...

  13. Autodisciplina e legge nel nuovo diritto dell'economia

    OpenAIRE

    Franzese, Lucio

    2002-01-01

    Ciò che oggi colpisce il lettore della Costituzione non è l'affermazione dell'utilità sociale come un valore: nessuno la negherebbe. Colpisce la tesi che per perseguire quel valore si debba ridurre lo spazio del mercato e far spazio all'intervento pubblico: intrinsecamente antisociale il primo, intrinsecamente benefico il secondo. Di fronte alla disciplina dei rapporti economici, contenuta nella Carta repubblicana, tale è lo sconcerto dell'economista in cerca dei principi pe...

  14. Caracterización de las reacciones de precipitación del óxido de cobalto (III hidratado en presencia del dioxígeno del aire

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luis J. Fiffe-Muguercia

    2001-03-01

    Full Text Available Se estudian las reacciones de precipitación del óxido de cobalto (III hidratado, sustancia que se emplea en la industria del níquel para la purificación de los licores industriales. Como agente oxidante se utiliza el dioxígeno del aire, regulando el pH del medio con hidróxido de sodio, carbonato de sodio y la mezcla de ambos. Se proponen tres reacciones de precipitación realizando el análisis termodinámico para determinar su espontaneidad en el intervalo de temperaturas de 303 a 353 K. Se calculan los valores de la variación de energía libre y las constantes de equilibrio a las temperaturas dadas, según el método propuesto por Criss y Cobble. En cada una de las reacciones propuestas se estudia el comportamiento del pH en el transcurso del tiempo y se determina el por ciento de rendimiento del producto obtenido. Analíticamente se determina el por ciento de cobalto total en forma de cobalto (III. Los sólidos se caracterizaron por difracción de rayos X. Se concluye que de las reacciones estudiadas, sólo es posible lograr el óxido de cobalto(III hidratado en aquella en que se utiliza el hidróxido de sodio como reactivo básico (reacción I, lográndose un por ciento de rendimiento superior 93 %

  15. Maria Roberta Novielli, Animerama. Storia del cinema d’animazione giapponese

    OpenAIRE

    Bassi, Sabrina

    2016-01-01

    Maria Roberta Novielli, docente di discipline legate al cinema e alla letteratura giapponese presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, già autrice di monografie sul cinema del Giappone quali Storia del cinema giapponese, Metamorfosi. Schegge di violenza nel nuovo cinema giapponese e Lo schermo scritto. Letteratura e cinema in Giappone, offre al pubblico una nuova opera legata al cinema e al Giappone: questa volta si tratta del cinema di animazione che, escluso dal volume Storia del cinema g...

  16. Nuove frontiere del mercato: la cultura della responsabilità nell’agire economico

    OpenAIRE

    Pellizzari, Sonia

    2008-01-01

    La tesi di dottorato focalizza su quei fenomeni nei quali è particolarmente visibile una diffusa propensione all’assunzione di responsabilità nei confronti del significato e delle conseguenze del proprio agire di mercato. La tesi esamina le implicazioni connesse ad una nuova etica del consumo sia dal punto di vista del consumatore sia da quello dell’impresa, in particolare indaga l’atteggiamento di consumatori e produttori rispetto a pratiche di responsabilità sociale di impresa. Nel primo ca...

  17. Gioco e disabilità: l’ICF-CY nella progettazione didattica inclusiva nel nido e nella scuola dell’infanzia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucia Chiappetta Cajola

    2014-09-01

    Full Text Available Nell’ambito della dialettica sul rapporto tra gioco e disabilità, la presente ricerca si interroga sulla possibilità e sull’efficacia dell’impiego dell’ “International Classification of Functioning, Disability and Health for Children and Youth” (ICF-CY nelle procedure di osservazione sistematica nel nido e nella scuola dell’infanzia per rilevare informazioni descrittive degli aspetti del funzionamento umano propri dei/lle bambini/e con disabilità durante le attività di gioco e nell’interazione con l’ambiente circostante.In tale quadro, lo studio fornisce, in particolare, dati quali-quantitativi su alcune tipologie di gioco da considerare per la progettazione didattica inclusiva e presenta un set di strumenti di osservazione e analisi su base ICF-CY.

  18. Didattica e successo formativo: i laboratori del fare e del sapere

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Pisanu

    2013-11-01

    Full Text Available Nel presente lavoro vengono descritti gli esiti di un’indagine condotta nelle scuole secondarie di primo grado della provincia di Trento su particolari ambienti di apprendimento, qui denominati Laboratori del Fare e del Sapere (LFS che, attraverso strategie di differenziazione della proposta di apprendimento, mirano a contrastare la dispersione scolastica. L’indagine è stata organizzata in due fasi: la prima ha indagato le caratteristiche comuni dei LFS nel contesto scolastico della Provincia di Trento tramite questionario on-line (Computer Assisted Interview, CAI; la seconda, condotta per mezzo di interviste e focus group ad un gruppo di docenti e studenti provenienti da tre Istituti Compresivi, ha avuto l’obiettivo di integrare, confermare e problematizzare la modellizzazione dei LFS basata sugli esiti del questionario.

  19. Le autorità indipendenti nel settore bancario

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luca Papi

    2014-12-01

    Full Text Available Negli ultimi anni la diffusione delle autorità indipendenti ha rappresentato un importante tratto distintivo dell’evoluzione istituzionale di gran parte dei paesi. La corrispondente delega di poteri è stata giustificata con la necessaria autonomia dal potere politico ed economico, nell’ipotesi che le autorità indipendenti siano la risposta istituzionale più efficace per perseguire gli interessi pubblici. Questa impostazione si basa su tre principali presupposti la cui validità è storicamente e geograficamente determinata. Il lavoro esamina le autorità indipendenti del settore bancario e finanziario, spiegandone l’evoluzione e i profili di autonomia e di accountability. I cambiamenti della regolamentazione e del ruolo delle autorità vengono messi in relazione agli sviluppi internazionali e alla loro continua trasformazione, anche alla luce delle ricorrenti crisi finanziarie. Infine il lavoro si interroga su quale debba essere l’assetto istituzionale ottimale in termini di divisione/integrazione delle responsabilità di vigilanza in ambito bancario/finanziario.

  20. La crisi del ’29 nel pensiero di un economista antifascista: Carlo Rosselli

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Zeffiro Ciuffoletti

    2011-02-01

    Full Text Available Carlo Rosselli, a leader of Italian antifascism in France, dealt with the crisis of 1929 and with its consequence on Italian economy and on Fascist economic policy. He showed originality and competence. As an economist and an expert in industrial relationships, he proved critical to liberism and to the collectivistic solution carried on by the Communists. The works by Rosselli are very interesting and full of original ideas also as refers contemporary crisis.

  1. Il prisma sudafricano. Sport, turismo e avventura nel paese del post-apartheid

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lidia De Michelis

    2012-02-01

    Full Text Available This essay, which relies mostly on a cultural studies approach, aims to highlight the discursive and semiotic strategies which have defined official tourism promotion in South Africa since the end of apartheid. In particular, hosting the FIFA World Cup, a mega-event which placed the Country at the crossroads of international touristic flows in 2010, was not so much a finishing line, but rather a turning point for the self-refashioning of the country’s image. Shedding stereotyped definitions such as “the country of the big five”, South African Tourism has rebranded itself so as to mirror the new, complex reality and international status achieved by the nation since the advent of freedom. South Africa’s new public imaginary resembles a challenging, richly-textured prism, whose multiple facets concur to articulate a domestic discourse of reconciliation and unity along with the international projection of a powerful national identity, rebranded for the 21st century. By focusing on the promotion of so diverse branches of tourism as wildlife and conservation, township tourism and sport mega-events, this article aims to shed light on South Africa’s extraordinary achievement in nation-branding over the last decade, and on the way this process has been transformed into an effective tool of nation-building and public diplomacy

  2. Transport of complexed cyanide in soil; Trasporto dei complessi del cianuro nel terreno

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Meeussen, J.C.L.; Zee, S.E.A.T.M. van der; Bosma, W.J.P.; Keizer, M.G. [Wageningen Agricultural Univ., Wageningen (Netherlands). Dept. of soil science and plant nutrition

    1994-12-31

    Contamination of the soil with cyanide is common at sites of several types of industries. Risks for adverse effects of this cyanide for human health or for the environment are largely determined by the behaviour of this cyanide in soil. In acidic soils this behaviour is probably dominated by precipitation and dissolution of prussian blue, Fe{sub 4}(Fe(CN){sub 6}){sub 3}(s), an iron cyanide precipitate. Calculations of multi-component cyanide transport, including equilibrium with this solid phase, iron hydroxide and several redox reactions, are compared with cyanide concentrations observed in contaminated soils. The calculated cyanide concentrations, as well as the pH and redox potentials, agree well with the field situations.

  3. Resistenza all’uso degli ipoglicemizzanti orali nel trattamento del diabete tipo 2: uno studio multicentrico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gianluca Falcitelli

    2006-06-01

    Full Text Available Type 2 diabetes is an important social and health care system variable due to its large diffusion, frequency of clinical complications and its health care costs. The studied population is relative to 4 italian centers distributed all over the country (Brescia, Roma, Rossano Calabro and Avola. This work has the aim to describe the Italian type 2 population according to treatment choice ruled by diabetes stage, glycemia control and HbA1c concentration. The analysis present a description of the therapeutic changes during the year of observation too, giving a complete picture of patients distribution and their treatment path through diabetes evolution in Italy.

  4. L’esperienza intellettuale e politica del laburismo nel pensiero di Carlo Rosselli

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Michele Mioni

    2012-12-01

    Full Text Available Among the influences of Carlo Rosselli’s eclectic political formation, one of the most important was probably the one deriving from the intellectual and political experience of English Fabianism and Labourism. This dual influence is acknowledgeable in the political and economic thinking of Rosselli and in his peculiar vision of the political party.From the Fabian political thought, Rosselli has developed his view on the centrality of the Trade Unions in the economic and industrial organization, and on the role of tradeunionism as an opportunity of “self-management” in industry.The political strategy of the Labour Party, however, seemed to be a confirm of Rosselli’s belief that the rules of democracy and parliamentarism were the only means for the progress of socialism in the society, through the party and the trade unions, which collected the “liberal role” entrusted to the proletariat in that historical moment. In this sense, The Labour Party would have to be an example for Italians democratic socialists and Marxists, stopped in political action by their dogmatism.

  5. “Troppo vicini”. Letture della catastrofe prossima nel pensiero meridionale alla fine del XVIII secolo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Monica Riccio

    2013-10-01

    Full Text Available “Too close”. Reading nearby catastrophes in Southern Italian thought at the end of the XVIIIth century. This paper analyses the intersections between the ideas of catastrophe and revolution in Southern Italian writers at the end of the XVIIIth century, focusing on those who operated in the proximity of a natural or political upheaval. The way in which this proximity modifies the value of the concept of catastrophe is well shown by the writings of the “observers” of the 1783 earthquake in Calabria and Messina and by their effort to offer a testimony and narrate the catastrophe at present tense.

  6. Il valore del voto: Italia e Spagna nel dibattito sulla rappresentanza politica liberale (1860-1870)

    OpenAIRE

    Zurita Aldeguer, Rafael

    2014-01-01

    During the 1860's and 1870's, Spain and Italy experienced a convergence of debates on the significance of political representation in the framework of Liberal State. Spain suffered a political and social crisis, ending with the Revolution of 1868 and the adoption of male universal suffrage in 1878. Its coeval Italy began to build its new Kingdom, anxious about state building, as well as the relevance of electoral processes in the Constitutional scheme. Although members of parliament and essay...

  7. Le soglie del tempo. Passaggi e crocevia delle età nel racconto delle donne

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Vittoria Vittori

    2006-11-01

    Full Text Available Taking into account the determining role that time has in the work of several contemporary lady writers, this essay aims at tracing out a way through the narrative description of the different ages of life. Lady writers are particularly interested in the so – called “time faults”, that is the intermediate stages between youth and maturity as well as between maturity and old age: they are suitable for changes of mind, net results, new projects and they are always followed by a strong wish to revive and to rebuild one’s own identity.

  8. Itinerari d’esilio, nel nome del Padre. Desde los blancos manicomios di Margarita Mateo Palmer

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Laura Scarabelli

    2014-06-01

    Full Text Available These are the signs that mark Margarita Mateo Palmer’s novel. This writing from the asylum challenges the preludes to immobility evoked by a place of order and restraint, thus enabling the emergence of a series of paths, which manage to shake the broken identity of the protagonist, Gelsomina, and of her time. Those intersections allow reflection on the contemporary Cuban condition, bent by the twilight of the revolutionary ideals, and at the same time to wonder about the human condition, savaged by the centripetal drive of consumerism and disposable worldviews, which are increasingly prone to wipe out any desiring tension in favour of magical objects of pleasure, hollow and ephemeral pret a porter [1] simulacra.This paper aims to analyse the narrative structure of the novel by means of the tools offered by Massimo Recalcati’s interpretation of Lacan’s psychoanalysis. Particular attention will be devoted to the interplay between the protagonists, who embody clinical figures and also symbolise different dimensions of contemporary Cuban experience. [1] This reading of the twilight of ideologies and of the vaporization of the Name of the Father is indebted to Massimo Recalcati’s thought (2010; 2011.

  9. Il Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali nel contesto delle politiche di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gabriele Ciasullo

    2014-07-01

    Full Text Available In the general framework defined by the policies on the enhancement of PSI, the National Catalogue for the Spatial Data represents an important reference element for the use of geographic information from the Italian users community. The activities developed in the first two years of operationalphase go in the direction of making the Catalogue an essential tool in the “toolbox” of every geomaticians and, in perspective,of every citizen.

  10. La misura del colore come discriminante nel controllo qualità di vini rossi bulgari

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marchi Dora

    2017-01-01

    Full Text Available Colour is one of the main organoleptic characteristics of wine having a significant impact on consumers' choices, as such it is considered an important factor in assessing the quality of red wines. Wine colour depends on complex extraction and polymerization reactions'; therefore it could evolve over time. This study is based on few samples of Pinot Noir wines, that achieve both good quality levels and a strong market performance, Mavrud, an ancient variety from Thrace, and Rubin, a Syrah and Nebbiolo crossbreed. The selected wines differ for their anthocyanic profile and polyphenolic content. Furthermore, the quality of the selected national varieties is comparable to the most famous international ones. A comparison was made based on chemical and organoleptic characteristics as well as their performance on the market. The chromatic indices, intensity and hue, the anthocyanic profile and their evolution in time, were determined via the polymerization indices. To allow for an objective assessment, the colour of wines was defined using CIELab colour space, which permits an objective identification of any colour perceivable by the human eye. Finally, analytical results were compared to the organoleptic characteristic of the selected wines.

  11. L’esperienza ebraica transnazionale nel bacino del Mediterraneo: oltre l’Olocausto

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Philip Balma

    2013-12-01

    Full Text Available Recensione di: Raniero Speelman, Monica Jansen & Silvia Gaiga, Ebrei migranti. Le voci della diaspora / Jewish Migration. Voices of the Diaspora, Italianistica Ultraiectina 7, Utrecht, Igitur, 2012, 389 p.,ISBN: 9789067010320, open access, € 21,88 (copia cartacea.

  12. Costellazioni del doppio nel «Golem» di Gustav Meyrink

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Marco Serio

    2012-06-01

    Full Text Available This essay investigates the constellations of “double” in Meyrink’s novel Der Golem to the extent that the Golem derives its terror not from something alien or unknown but from something strangely familiar, which defeats our efforts to separate ourselves from it. According to this theory, the Golem turns out to be both the product of a psychic dissociation of the main character, due to a  comeback of his “removed past” induced by hypnosis, and the Jewish ghetto’s spirit brought to life by the suffering that its inhabitants have endured over the centuries. This essay also focuses on Pernath’s process of initiation, which aims at the conquest of his cultural memory.

  13. Funzionalità, vivibilità, armonia: le fermate del trasporto pubblico nel paesaggio urbano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elisabetta Vitale Brovarone

    2015-09-01

    Full Text Available Over the last decade, a growing interest of the landscape design debate on transportation infrastructures planning and design can be detected. While other issues, as major railway stations and streets have been widely considered, the ordinary transit stops are still considered from a technical point of view, and their function, value and potentialities in shaping the urban landscape are largely underestimated. Assuming the liveability of transit stops as an expression of the synergistic union of functional aspects with a balanced insertion into the urban context, that in its turn produces an influence on the quality of the urban landscape and on modal choice, the article focuses on some design proposals and realised projects.

  14. Regulación de la acción de la Aldosterona al nivel del receptor mineralocorticoide

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberto Franco Saenz

    2001-08-01

    Full Text Available

    Se revisan nuevos conceptos acerca de la secreción de aldosterona y de la interacción de la aldosterona con el receptor mineralocorticoide así como el papel de la enzima 11b-hidroxisteroid dehidrogenasa tipo 2 (11b-HSD-2 en la protección del receptor mineralocorticoides contra la acción de los glucocorticoides endógenos. Alteraciónes en la actividad de esta enzima causan hipertensión arterial en humanos y animales de experimentación. En vista del papel crítico que esta enzima juega en la reabsorción de sodio y el volumen sanguíneo en este estudio se investiga la regulación del gen de la 11b-HSD-2 en el riñón de la rata Dahl, un modelo experimental de hipertensión genética sensible al sodio dietético y se muestra que el sodio dietético aumenta la expresión del gen en el riñón de estas ratas.

    Introducción
    La aldosterona es una hormona mineralocorticoide producida por las células glomerulosas de la corteza adrenal. La aldosterona actúa en el riñón, en el túbulo convoluto distal causando retención de sodio y eliminación de potasio y iones de hidrógeno. La aldosterona juega un papel principal en el mantenimiento del volumen sanguíneo y de la presión arterial. En este manuscrito se revisan nuevos conceptos en la regulación de la secreción de aldosterona y el papel de la enzima 11b-hidroxisteroid dehydrogenasa (11b-HSD en la acción de la aldosterona y en la protección del receptor mineralocorticoide contra los glucocorticoides.

    También se reportan estudios de la regulación del gen de la 11b-HSD-2 en el riñón de la rata Dahl, un modelo experimental de hipertensión genética con sensibilidad al sodio dietético.

  15. Conoscere Fermi nel centenario della nascita : 29 settembre 1901 - 2001

    CERN Document Server

    Bonolis, Luisa

    2001-01-01

    Il lavoro scientifico di Fermi riguarda molti campi disparati, ciascuno dei quali ha avuto uno sviluppo peculiare in tempi successivi alla morte. In questo volume un certo numero di specialisti contemporanei di ciascun settore espone in forma semplice l'idea originaria e la sua successiva evoluzione. INDICE. Carlo Bernardini, "Introduzione"; Giorgio Salvini, "Enrico Fermi. La sua vita, ed un commento alla sua opera"; Edoardo Amaldi, "Commemorazione del Socio Enrico Fermi"; Enrico Persico, "Commemorazione di Enrico Fermi"; Franco Rasetti, "Enrico Fermi e la Fisica Italiana"; Franco Bassani, "Enrico Fermi e la Fisica dello Stato Solido"; Giorgio Parisi, "La statistica di Fermi"; Giovanni Gallavotti, "La meccanica classica e la rivoluzione quantistica nei lavori giovanili di Fermi"; Tullio Levi-Civita, "Sugli invarianti adiabatici"; Bruno Bertotti, "Le coordinate di Fermi e il Principio di Equivalenza"; Marcello Cini, "Fermi e l'elettrodinamica quantistica"; Nicola Cabibbo. "Le interazioni deboli"; Ugo Amaldi, "...

  16. Applicazione della metodologia LCA (Life Cycle Assessment) per la valutazione della sostenibilità ambientale di prodotti, processi e tecnologie del settore agro-alimentare

    OpenAIRE

    Manfredi, Michele

    2015-01-01

    Obiettivo di questo lavoro di tesi è quello di mettere in luce alcune tra le principali sfide cui il settore agroalimentare è chiamato a far fronte nel prossimo futuro al fine di migliorare la propria sostenibilità ambientale. Nel presente elaborato sono riportati diversi casi studio riguardanti la valutazione di impatto ambientale mediante la metodologia del Life Cycle Assessment (LCA) relativa a casi applicativi esemplificativi che fanno riferimento, più o meno direttamente, alla filiera de...

  17. El exceso de sodio en la dieta es perjudicial para la salud

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pedro Ovidio Ordúñez García

    2012-03-01

    Full Text Available Disminuir el consumo excesivo de sal en la dieta es una de las intervenciones críticas para reducir el impacto de las enfermedades cardiovasculares a nivel poblacional. Partiendo de esta aseveración, se emiten comentarios acerca del artículo El consumo de sal ¿Riesgo o necesidad?, publicado en el número anterior de la revista. Se enfatiza en el debate científico que trae consigo esta problemática, a la luz de la confrontación de estudios muy recientes. Por último, se expresa la necesidad de evitar mensajes contradictorios o ambiguos, sobre todo, cuando estos serán divulgados mediante fuentes científicas.

  18. Translation - "Apologo sull'onestà nel paese dei corrotti" by Italo Calvino

    OpenAIRE

    Simpson, Thomas H

    2014-01-01

    "A Defense of Honesty in the Land of Corruption" is a translation of "Apologo sull'onestà nel paese dei corrotti", by Italo Calvino, published in "La Repubblica", March 15, 1980, and republished in "Romanzi e racconti, volume terzo, Racconti e apologhi sparsi", Meridiani, Mondadori, 2005. Composed in the affabulatory but essential style of his collection of traditional Italian fables, the piece presents in few words a stark portrait of contemporary Italy, where every good citizen proceeds wit...

  19. Giada Tognazzi, La concezione biologica della donna nel Corpus Hippocraticum: dalla teoria alla terapia

    OpenAIRE

    Giada Tognazzi

    2008-01-01

    I. Fisiologia e anatomia femminile I medici ippocratici hanno dedicato un’importante parte dei loro studi alla ginecologia. Con queste opere si ha la prima formulazione scientifica di un sapere sul corpo femminile e al contempo la prima classificazione delle caratteristiche e delle funzioni biologiche della donna. I trattati prettamente ginecologici compresi nel Corpus sono: De natura muliebri, De mulierum affectibus I-III e De virginum morbis. Essi costituiscono una vera e propria “scienza d...

  20. Giada Tognazzi, La concezione biologica della donna nel Corpus Hippocraticum: dalla teoria alla terapia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giada Tognazzi

    2008-07-01

    Full Text Available I. Fisiologia e anatomia femminileI medici ippocratici hanno dedicato un’importante parte dei loro studi alla ginecologia. Con queste opere si ha la prima formulazione scientifica di un sapere sul corpo femminile e al contempo la prima classificazione delle caratteristiche e delle funzioni biologiche della donna. I trattati prettamente ginecologici compresi nel Corpus sono: De natura muliebri, De mulierum affectibus I-III e De virginum morbis. Essi costituiscono una vera e propria “scienza de...

  1. Ricerca della Supersimmetria ad ATLAS nel canale h->bb

    CERN Document Server

    Di Sipio, Riccardo

    Il Modello Standard (MS), fino ad una scala di energie di circa 100GeV, e' attualmente la teoria che descrive con il migliore accordo sperimentale il mondo delle particelle elementari e le loro interazioni. Tuttavia, e' ampiamente riconosciuto che questa non pu`o essere considerata una “teoria ultima” per diverse ragioni. Ci si aspetta quindi che che il MS sia valido fino ad una scala energetica di cutoff MW ∼100GeV, oltre la quale bisogna ricorrere ad una “Nuova Fisica”. Questa scala di energie viene spesso identificata con quella delle Grand Unified Theories (GUT), in cui sono unificate le interazioni Forte ed Elettrodebole, ed e' nell’ordine di MGUT ∼ 10^15 GeV. L’unico aspetto non ancora verificato sperimentalmente del MS e' il settore di Higgs. La supersimmetria fornisce una soluzione al problema della gerarchia perch ́e implica un ugual numero di gradi di libert`a bosonici e fermionici, i quali danno contributi di segno opposto nelle correzioni a loop che cancellano esattamente le diver...

  2. Barbara Carnevali, Le apparenze sociali. Una filosofia del prestigio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Corrado Confalonieri

    2015-11-01

    Full Text Available Non sempre la prima frase di un libro è rappresentativa del suo intero contenuto; non sempre la prima nota a piè di pagina lascia emergere con chiarezza le origini della ricerca, le sue ragioni. Entrambe le cose, invece, accadono nel presente volume di Barbara Carnevali, e un buon modo di ricostruirne l’insieme può essere quello di combinare gli elementi che vengono messi a disposizione del lettore da questi due passaggi testuali d’apertura.

  3. Antropologia e finanzcapitalismo. Note a margine del dopo Brexit

    OpenAIRE

    Cristina Papa

    2016-01-01

    Questo articolo intende portare l’attenzione su una letteratura prevalentemente antropologica che si interroga sull’influenza del mondo della finanza sulle nostre vite quotidiane e sulla vita delle imprese. Si tratta di una letteratura poco presente nel dibattito antropologico in Italia ma l’ennesima crisi del dopo Brexit ci invita a considerare con più attenzione i nessi che a partire dalla finanza non solo attraversano settori economici differenti ma si allargano anche alla realtà sociale e...

  4. Terapia del dolore: un messaggio in bottiglia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Tiziano Cornegliani

    2011-09-01

    Full Text Available Poche cose quanto il trattamento del dolore dovrebbero richiedere una gestione “integrata”. E questo perché il dolore è un’esperienza soggettiva: troppi sono gli elementi che concorrono alla sua elaborazione da parte di un singolo individuo per cercare di oggettivare la sofferenza che egli prova. La medicina ci ha provato in ogni modo, nel suo continuo - e per molti aspetti sacrosanto e legittimo - anelito a rincorrere l’oggettività, ma...

  5. LE SESSE DEL LAGO DI VICO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    g. pannocchia

    1951-06-01

    Full Text Available Nel presente lavoro si determinano con i metodi di Defant e diHidaka i periodi delle sesse nni-bi e tri-nodale del lago di Vico, lerelative distanze dei nodi e le curve rappresentanti l'andamento delleampiezze di oscillazione con i metodi detti. Con il metodo indicatoda Neumann si determina di nuovo il periodo della sessa uni-nodale.

  6. Attuazione delle regole della BRI sulla valutazione dell'adeguatezza del capitale: uno studio comparato degli approcci adottati nel Regno Unito, negli Stati Uniti e nel Giappone

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M.J.B HALL

    2013-10-01

    Full Text Available In 1987, the Bank for International Settlements (BIS Basle Supervisor's Committee agreed on a methodology for the evaluation of capital adequacy with respect to internationally active banks in December 1987. This code has since been accepted by many countries, although the approaches followed in its implementation have been different. This article looks at implementation in the United Kingdom, the United States and Japan. The author seeks to identify competitive distortions, using detailed tables.   JEL Codes: G18Keywords: Financial regulation, capital adequacy

  7. Determinación de residuos de deoxicolato de sodio en formulaciones vacunales por cromatografía electrocinética micelar

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Yaima Merchán

    2011-12-01

    Full Text Available El deoxicolato de sodio (DCNa es el surfactante por excelencia empleado en la industria biofarmacéutica para la solubilización de vesículas de membrana externa. Es bien conocida la importancia que reviste el control de este metabolito en materiales biológicos, debido a su alta toxicidad para el organismo humano. Para demostrar la presencia de bajas concentraciones de este metabolito en formulaciones vacunales es necesario el empleo de una metodología altamente selectiva, sensible, específica y reproducible. En el presente reporte se utilizó la cromatografía electrocinética micelar (MEKC en un analizador capilar de iones (Water corp. Milford MA, con una detección a 185 nm, con lámpara de mercurio. Se empleó un capilar de sílica fundida (Waters Corp. Milford MA; se evaluó la pureza de dos lotes de deoxicolato de sodio y se analizaron 15 muestras de vesículas purificadas, ingrediente farmacéutico activo de formulaciones vacunales. Los datos fueron registrados y procesados con el software Millennium TM (Waters Corp. Milford MA. Se determinó que los lotes de deoxicolato de sodio contenían 1,19% y 0,44% de ácido cólico contaminante y que el 93% de las muestras de vesículas purificadas tenían de 0 a 2,44 µg DCNa/100 µg de proteína. Los resultados obtenidos por MEKC fueron comparados con una modificación de una prueba cinética empleada para determinar ácidos biliares en sangre (Merckotest. El sistema MEKC mostró mejores resultados con respecto al Merkotest.

  8. Sul!' ozono atmosferico a Cagliari nel periodo 1955-1960

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. SERRA

    1962-06-01

    Full Text Available È da tempo noto, dalle misure sulla radiazione solare e di altricorpi celesti, fatte sulla superficie della terra anche alle massime altitudinipossibili, come lo spettro risulti completamente interrotto nellaregione delle lunghezze d'onda inferiori a 2900 A. È stato definitivamenteprovato, fin dalle prime misure effettuate nell'alta atmosferacon i razzi, che la ragione di ciò è da attribuirsi all'assorbimento prodottodall'ozono atmosferico concentrato in maggior parte a quote alte,con il centro di gravità attorno a 20 km ed avente un massimo fra 20e 30 km. È anche noto che l'ozono atmosferico si produce prevalentementeper fotosintesi dall'ossigeno atmosferico sopratutto a causa dellaradiazione solare di lunghezza d'onda inferiore a 2025 A. Radiazionidi onda più lunga, invece, producono la scomposizione dell'ozono. Frai due processi contemporanei di produzione e scomposizione si stabilisceun equilibrio con il risultato della permanenza di una certa quantitàdi ozono nell'atmosfera. Il processo di produzione dell'ozono è partiricolarmenteinfluenzato dalla pressione e dalla temperatura che, nellalibera atmosfera, subiscono notevoli variazioni; conseguentemente anchela concentrazione dell'ozono, negli strati in cui si produce, è molto variabile.Negli strati più bassi dell'atmosfera la concentrazione di ozonova sempre più diminuendo finché, in prossimità del suolo, si riduce aquantità insignificanti a causa della rapida scomposizione che ivi subisce,particolarmente per la presenza di prodotti capaci di ossidazione.

  9. Natural attenuation of biogas in landfill covers; Attenuazione naturale del flusso di biogas nella copertura superficiale delle discariche

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Cossu, R.; Privato, A.; Raga, R. [Padova Univ., Padova (Italy). IMAGE, Dipartimento di Idraulica, Marittima, Ambiente e Geotecnica; Zane, M. [SPINOFF S.R.L., Padova (Italy)

    2005-08-01

    In the risk evaluation of uncontrolled biogas emissions from landfills, the process of natural attenuation in landfill covers assumes a very important role. The capacity of biogas oxidation in the cover soils seems to be the most important control to mitigate the biogas emission during the aftercare period when the biogas collection system might fail. In the present paper laboratory experiences on lab columns to study the biogas oxidation are discussed. [Italian] Nella valutazione del pericolo di emissioni incontrollate di biogas da una discarica, il processo dell'attenuazione naturale della copertura superficiale assume un ruolo molto importante. La capacita' di ossidazione del biogas nel terreno di copertura sembra rappresentare il controllo piu' importante nella mitigazione di fughe incontrollate di biogas, soprattutto nel lungo periodo quando la captazione del biogas perde efficienza. Nel presente lavoro si riportano alcune esperienze di laboratorio per valutare l'ossidazione di metano in diverse tipologie di copertura.

  10. Rosamaria Loretelli, L’invenzione del romanzo. Dall’oralità alla lettura silenziosa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Elena Porciani

    2012-04-01

    Full Text Available Forte delle sue competenze di anglista e studiosa del secolo XVIII, nonché del suo interesse pluridecennale per il rapporto tra oralità e scrittura (sua già l’introduzione alla versione italiana del celebre volume di Ong nel 1986, Rosamaria Loretelli mette in atto nell’Invenzione del romanzo. Dall’oralità alla lettura silenziosa un approccio alla questione dell’origine del romanzo senza dubbio innovativo nel panorama della critica italiana, legato com’è a una disciplina relativamente recente: la storia della lettura, nella quale convergono, in realtà, varie «altre storie: da quella dei lettori reali e della diffusione del libro, a quella della scrittura e delle forme materiali dei testi», così come «la storia dei corpi che leggono, dell’architettura e della mobilia adatte a quei corpi».

  11. Manejo terapéutico de la intoxicación con fluoracetato de sodio (guayaquil®) en caninos: reporte de cinco casos –2012-2013–

    OpenAIRE

    Molina, V. M.

    2014-01-01

    El presente reporte relata el manejo terapéutico de la intoxicación con fluoracetato de sodio dispensado a cinco caninos en la Clínica Veterinaria de Antioquia, Medellín (Co-lombia), entre los años 2012 y 2013. Cinco pacientes caninos llegaron a consulta con cuadro neurológico, disforia y convulsiones, con una hora de evolución. Los animales entraron en contacto con el fluoracetato de sodio (rodenticida Guayaquil®) por vía oral. Los pacientes fueron sometidos a un protocolo de manejo que incl...

  12. La sorveglianza delle Tossinfezioni Alimentari nell'ASL Cittá di Milano. Analisi del periodo 1996- 2001

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    C. Oggioni

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: descrivere l’epidemiologia delle TA indagate dalle unità operative distrettuali del Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’ASL Città di Milano. Metodi: individuazione di eventi epidemici causati da ingestione di alimenti contaminati con una latenza della sintomatologia gastroenterica inferiore alle 72 ore; raccolta attiva e standardizzata su scheda appositamente configurata dei dati conservati su supporto cartaceo negli archivi dei cinque distretti dal 1996 al 2001.

    Risultati: il materiale conservato riguarda 164 sospette TA. Di queste il 15 % risulta non essere una TA, mentre nel 23% non si è giunti a una conclusione. La distribuzione tra i distretti e negli anni per ogni distretto risulta eterogenea, con un calo generale delle segnalazioni nel 2001. Nel 66% dei focolai il numero di casi per evento epidemico è inferiore a 6. Gli agenti eziologici più frequentemente isolati sono: Salmonella non tifoidea (64% e S.aureus (14%. I veicoli alimentari più frequentemente sospettati o identificati sono: uova (33%, prodotti ittici (27% e di pasticceria (7%. La sede di contaminazione non è stata individuata nel 54% dei casi, mentre quella di consumo risulta essere la casa privata nel 42%. I fattori contribuenti, individuati nel 23% dei casi, risultano essere l’inadeguata pulizia e il mancato rispetto delle temperature di conservazione, mentre il ruolo dei portatori è marginale. La segnalazione è giunta ai distretti da parte di privati cittadini nel 22% dei casi e dai pronto soccorso ospedalieri o dal medico curante nel 38%. L’inchiesta epidemiologica viene effettuata nel 93% dei casi, il sopralluogo nel 67%, i campionamenti vengono eseguiti nel 53% dei casi, e di questi il 30% su residui degli alimenti sospetti. Il laboratorio è utilizzato nell’70% dei casi.

    Conclusioni: la diminuzione delle sospette TA nel 2001 e la probabile sottostima

  13. Mutation of neuronal channels of sodium and chloride associated with generalized epilepsy with febrile seizures plus (gefs+ Mutaciones de los canales neuronales de sodio y cloro asociadas a epilepsia generalizada con convulsiones febriles plus

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gabriel Bedoya Berrío

    2004-02-01

    Full Text Available Generalized Epilepsy with Febrile Seizures Plus (GEFS+ is a frequent entity characterized by generalized seizures with a wide phenotypic variety; the age of onset is 3 months and it persists beyond 6 years. Seizures may or may not be induced by fever. The disease has shown an autosomic dominant trait, incomplete penetrance and association with mutations on the genes that encode voltage-dependent sodium channels and the chloride neuronal channels on the central nervous system. The wide spectrum GEFS+ phenotype has been related with others entities such as Severe Myoclonic Epilepsy of Infancy (SMEI and Intractable Childhood Epilepsy with Frequent Generalized Tonic-Clonic Seizures (ICEGTC; they have mutations in common with GEFS+ according to several recently published articles. This review compiles up to date information about EGCF+ with the aim of giving the reader a knowledge of this entity and of its association with mutations that participate in its pathogenesis. La Epilepsia Generalizada Con Convulsiones Febriles Plus (EGCF+, es una entidad relativamente común. Se caracteriza por convulsiones de tipo generalizado con una gran variabilidad fenotípica; se presenta desde los 3 meses de edad y persiste más allá de los 6 años; las convulsiones pueden ser precipitadas por fiebre pero se presentan también sin ella. La enfermedad se ha asociado a herencia autosómica dominante con penetrancia incompleta, en la que intervienen mutaciones de los genes que codifican los canales iónicos de sodio dependientes del voltaje y de los canales iónicos de cloro en las neuronas del Sistema Nervioso Central (SNC. El amplio fenotipo de la EGCF+ se ha encontrado en asociación con otras entidades como la Epilepsia Mioclónica Severa del Lactante (EMSL y la Epilepsia Generalizada Tónico-Clónica Intratable de la Infancia (EGTCII, las cuales han presentado mutaciones comunes con las de la EGCF+, según informes recientemente publicados. Esta revisi

  14. L'area faunistica del camoscio appenninico (Rupicapra pyrenaica ornata di Lama dei Peligni. Evoluzione del nucleo e problemi gestionali

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    L. Gentile

    2003-10-01

    Full Text Available L'Area Faunistica del Camoscio appenninico di Lama dei Peligni (CH nel Parco Nazionale della Majella è stata istituita nel 1990 con lo scopo principale di fungere da serbatoio di animali da utilizzare per operazioni di rinforzo della popolazione di Camosci in natura. Inoltre è stata ed è un notevole strumento per sensibilizzare la popolazione ed il pubblico alla conservazione della specie nonché una forte attrazione turistica per l'intera Valle dell'Aventino nel Parco Nazionale della Majella. L'Area Faunistica è ubicata nei pressi del centro abitato di Lama dei Peligni (CH sul versante Orientale della Majella ad un'altitudine che va dai 750 agli 850 m s.l.m. ed ha un'astensione complessiva di 4,2 ettari. Nel corso degli anni è stato necessario suddividere il recinto in 4 subrecinti per poter disporre di spazi separati utili per la gestione sanitaria del nucleo di animali ospitati. Inizialmente la responsabilità tecnica amministrativa è stata curata dal Parco Nazionale d'Abruzzo in collaborazione con il WWF Italia, successivamente è stata curata dalla Riserva Regionale "Majella Orientale" per passare dal 2000 all'Ente Parco Nazionale della Majella. L'area faunistica di Lama dei Peligni è stata attivata con l'immissione di un maschio prelevato in natura dalla popolazione della Val di Rose nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e 5 femmine provenienti dal'Area Faunistica di Bisegna nel medesimo Parco. Nel periodo dal 1990 al 2002 sono nati 37 camosci e ne sono deceduti 20. Inoltre si sono verificati 14 rientri di animali provenienti dalla popolazione in natura e dall'Area Faunistica sono stati reimmessi 25 capi sul massiccio della Majella. L'Area di Lama dei Peligni ha consentito l'attivazione di un'ulteriore Area Faunistica nel Parco Nazionale del Gran Sasso Monti della Laga fornendo 1 femmina. Lo scopo principale del presente lavoro è di analizzare criticamente i dati raccolti in un database e di individuare un protocollo di

  15. Dal carnalis concubitus all’heretica pravitate. Sesso, matrimonio ed eresia nel tribunale di Jacques Fournier (1318-1325

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Irene Bueno

    2009-07-01

    Full Text Available Amore, sessualità e matrimonio sono tematiche ricorrenti nei documenti inquisitoriali due-trecenteschi ed entrano con forza nel registro di Jacques Fournier, vescovo-inquisitore di Pamiers (1318-1325. Il significato di questi racconti non si può comprendere senza chiarire quale interesse essi rivestissero agli occhi dell’autorità ecclesiastica: i rapporti adulterini, incestuosi, omosessuali di imputati e imputate sono in effetti mediati dalla figura di Fournier nell’ambito di una corte che sovrappone competenze vescovili e inquisitoriali. Collegando condotte ed affermazioni licenziose alle posizioni antimatrimoniali dei catari, il vescovo stabilisce in sede processuale un nesso fra carnalis concubitus extraconiugale ed heretica pravitate. Ogni trasgressione allo spazio sacro del matrimonio diventa indizio di eresia e contribuisce a disegnare un ritratto dissoluto e vizioso di eretici ed eretiche, funzionale al successo e alla popolarità della repressione.Love, sex, and marriage are recurring themes in inquisition records of the thirteenth and fourteenth centuries, and especially in the register of Jacques Fournier, bishop-inquisitor of Pamiers from 1318 to 1325. The significance of these confessions cannot be  understood without indicating the ecclesiastical authority’s interest: adultery, incest and homosexual relations of the accused are in fact mediated by Fournier within a court that superimposes episcopal and inquisitorial competences. Linking licentious conducts and libertine statements to the anti-matrimonial tenets of the Cathars, the bishop establishes, during the trial, a connection between sexual sin and heretical crime. Any transgression of the sacred space of marriage is understood to be an indication sign of heresy and contributes to depict a dissolute and vicious portrait of the heretical believers, which is ultimately functional to the success and popularity of repression.

  16. Efecto del detergente biodegradable (aquil sulfonato de sodio en el consumo de oxígeno y tasa de filtración del bivalvo Semimytilus algosus

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Guillermo Alvarez

    2014-06-01

    Full Text Available El consumo de oxigeno específico (COE e individual (COI de Semimytilus algosus (0,0856 a 0,1869 g fue determinado en respirómetros cerrados estáticos (300 ml aprox. en presencia de 3 concentraciones de detergente (CO = 0,00; C1 = 0,02; C2 = 0,04; y C3 = 0,06 mg I-1 de detergente. Para detectar el oxigeno disuelto se usó el método de Winkler. La tasa de Filtración individual (TFI fue calculada en ausencia de detergente por consumo de la diatomea Chaetoceros gracilis con los mismos individuos expuestos al detergente durante los experimentos de respiración. Las condiciones de experimentación fueron 35 % de salinidad y 17 ± 0,5ºC. Los resultados observados indican que el detergente aún siendo biodegradable, a tiempos; cortos de exposición altera la tasa respiratoria e incrementa el consumo de oxigeno y velocidad de la tasa de filtración a medida que la concentración de detergente se incrementa.

  17. UNO STUDIO SUL TERREMOTO DEL GRAN SASSO D' ITALIA DEL 5 SETTEMBRE 1950

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    L. Marcelli

    1951-06-01

    Full Text Available Nel presente lavoro si espongono i risultati della prima parte diuno studio sul terremoto del Gran Sasso d'Italia avvenuto il 5 settembre10.50. Si riportano le notizie macrosismiche, e viene tracciatala rete delle isosiste. Calcolata la magnitudo, l'energia, l'epicentro incoordinate ortogonali e geografiche, le velocità delle Pg, Pn, Sg, Sncon le relative dromocrone, il tempo origine,

  18. Analytical quality control in trace element analysis of atmospheric particulate; Controllo di qualita' nell'analisi degli elementi in traccia contenuti nel particolato atmosferico

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Rizzio, E.; Giavieri, G.; Bergamaschi, L.; Profumo, A.; Gallorini, M. [Consiglio Nazionale delle Ricerche, Centro di Radiochimica e Analisi per Attivazione, Pavia (Italy)

    2001-07-01

    Trace elements (TE) determination in airborne particulate matter collected onto filters requires an accurate evaluation of the entire analytical procedure. Since many elements have to be determined in few milligrams of air dust at nanogram level, possible sources of error can arise from uncontrolled parameters such as blank of the filters, sample homogeneity, pre-analytical treatment, primary and comparator standards. These potential critical points are here presented and discussed on the basis of the experience developed in the laboratory in previous studies. The data were obtained in several TE air monitoring campaigns in urban as well as in rural-residential areas of north Italy. Instrumental neutron activation analysis (INAA) and electrothermal atomic absorption spectroscopy (ET-AAS) have been used for the investigation of more than 30 trace elements. [Italian] La corretta determinazione di elementi in tracce (TE) nel particolato atmosferico raccolto su filtri e, in special modo nel PM10, richiede un'accurata valutazione dell'intera procedura analitica. Molti elementi sono presenti a livello di nanogrammi e devono essere determinati in frazioni di milligrammo di materiale. Cio' richiede un severo controllo di qualita' sui dati ottenuti mediante la valutazione degli errori che possono derivare da ogni singolo passaggio del processo analitico. In questo lavoro vengono discussi quei parametri che, a prescindere dalle tecniche analitiche utilizzate, possono influire, in modo sostanziale, sulla qualita' del dato finale. In particolare vengono considerati: il bianco dei filtri, l'omogeneita' del campione, il trattamento pre-analitico, gli standard primari e quelli di riferimento. I dati sperimentali di questo studio si riferiscono alla determinazione di oltre 30 elementi in tracce in campioni di particolato atmosferico raccolto in zone urbane, industriali e rurali-residenziali durante precedenti campagne di monitoraggio. La maggior

  19. Lampi di possibili tempeste. Arte e letteratura nel Foucault degli anni Settanta.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Diego Melegari

    2012-12-01

    Full Text Available Dopo avere rivestito un ruolo fondamentale negli scritti archeologici degli anni Sessanta, i riferimenti a pittura e letteratura sembrano scomparire dalla riflessione foucaultiana. Si tratta, in realtà, di uno slittamento dalle opere maggiori a brevi interventi in cui ad emergere è soprattutto il coinvolgimento soggettivo di Foucault. Questo passaggio, però, non è che un aspetto di una radicale riformulazione della funzione storico-ontologica precedentemente attribuita a letteratura e arte in favore di forme di esperienza non-strategica, dunque irriducibile al nesso potere-resistenza, e allo stesso tempo riattivabile come critica, anche politica, nel rapporto tra tempo storico e trasformazione della soggettività.

  20. Chemical consequences of the (n,el) reaction in diphenyl selenium

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Beltran, C.; Bulbulian, S.; Archundia, C.

    1985-10-01

    The products formed during thermal neutron irradiation of diphenyl selenium were analyzed by gas chromatography. Possible reaction mechanisms are discussed to explain the principal reaction product observed. The organic yields of sup(75)Se, sup(83)Se and sup(81m)Se are determined. The retention values obtained are 9.7 +- 2.0, 8.3 +- 1.1 and 10.4 +- 2.1, respectively. These low values indicate that in all three cases most of the molecules are broken after the (n,el) process. No isotope effect was observed. (author). 13 refs.

  1. Le basi sociali della cooperazione: ri-politicizzare le forme del legame sociale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vando Borghi

    2014-07-01

    Full Text Available L’articolo analizza il campo di tensione tra cooperazione come principio intrinseco all’azione sociale e cooperazione come prodotto storico-sociale. Dopo aver richiamato le concezioni utilitariste e "contrattualiste" dell’azione sociale il nesso tra cooperazione e azione sociale viene presentato analiticamente nel contesto del capitalismo neoliberale. Muovendo da una coattiva estrazione di cooperazione che caratterizza tale quadro, vengono discussi i rischi di erosione delle basi sociali della cooperazione e del legame sociale che l’estrazione di cooperazione comporta. Nel solco del concetto di contromovimento delineato da Polanyi viene tuttavia argomentata la necessità di superare ogni semplicistico schema dualistico mercato/società e di ricorrere ad una rilettura più complessa, in cui del sociale sia posta in evidenza la natura politica e si enfatizzi un ulteriore principio di qualificazione del contromovimento, vale a dire quello dell’emancipazione.

  2. La liberazione del tempo

    CERN Document Server

    Selleri, Franco

    2003-01-01

    Negli ultimi dieci anni ho lavorato alla descrizione dei fenomeni naturali da parte di osservatori in movimento. E' un problema che molti credono risolto una volta per tutte dalle trasformazioni di Lorentz della teoria della relatività speciale (TRS nel seguito), ma che in realtà era rimasto aperto per una serie di ragioni che esporrò. Sento di dover dire che ho trovato risultati molto importanti, anche se il giudizio finale sul loro valore non può certo essere il mio. Infatti la conclusione di questa ricerca è duplice: una spiegazione dei dati empirici migliore di quella relativistica, e l'eliminazione di quegli aspetti della TRS che fanno a pugni con il buon senso; il tutto grazie alla liberazione del tempo dall'asservimento alle coordinate spaziali cui era stato costretto nello spazio a quattro dimensioni di Minkowski. La faccenda è raccontata con dovizia di particolari in un libro recente [FS]. Nel presente articolo espongo gli aspetti salienti della ricerca lasciando da parte quelli matematici.

  3. Il progetto National Bibliography Number Italia (NBN:IT. Un identificatore persistente a supporto del deposito legale nazionale delle risorse digitali

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Emanuele Bellini

    2012-04-01

    Full Text Available L’associazione di un identificatore persistente a una risorsa digitale è considerata oggi una best practice che contribuisce alla risoluzione del problema del reperimento affidabile delle risorse in rete. Attualmente si stanno affermando diverse tecnologie e standard come DOI, Handle e Cool URI con differenti peculiarità e livelli di servizio offerti. Tuttavia, all’interno delle comunità scientifiche e culturali e nel nascente semantic web, persiste la necessità di garantire l'autenticità, la provenienza e in particolare la conservazione delle risorse nel tempo. Il National Bibliography Number (NBN nasce nel contesto del ruolo e delle responsabilità che le biblioteche nazionali hanno nel campo del controllo bibliografico universale ed è orientato verso l’identificazione di risorse che devono essere conservate nel lungo periodo. Il progetto coordinato dalle biblioteche nazionali di Firenze, Roma e Venezia, dalla Fondazione Rinascimento Digitale e dalla CRUI non è alternativo ai sistemi di PI attualmente in uso, ma ne completa l’offerta.

  4. La trascrizione del certificato di nascita del figlio di coniugi “same sex”. Filiazione omogenitoriale, ordine pubblico internazionale e interesse del minore nella recente giurisprudenza torinese

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    GUIDO NOTO LA DIEGA

    2015-01-01

    Full Text Available Le odierne fugaci riflessioni prendono le mosse da un decreto con cui, in data 29 Ottobre 2014, la Corte d’Appello di Torino, ribaltando la decisione di primo grado, ha imposto all’ufficiale dello stato civile di trascrivere l’atto di nascita di un bambino risultante ab origine figlio di due madri, le quali, una spagnola e una Italiana, sposatesi in Spagna nel 2009, avevano procreato in Spagna tramite un procedimento di fecondazione eterologa. Il decreto in parola è di grande rilevanza in quanto senza precedenti, posto che sinora ciò che, talvolta, si era arrivato a riconoscere era la c.d. stepchild adoption, cioè l’adozione del figlio del partner (nei casi considerati, in una relazione omosessuale. Andando per ordine, nel 2012, l’Ufficiale dello Stato civile di Torino a seguito di trasmissione ad opera del Consolato Generale d’Italia a Barcellona, respingeva la richiesta di trascrizione dell’atto di nascita di un minore nato nel capoluogo catalano, in quanto atto contrario all’ordine pubblico italiano. Dalla certificatión literal (copia integrale del certificado de nacimiento risultava che, in conformità al diritto spagnolo, il minore, cittadino spagnolo, era ab initio considerato hijo matrimonial delle comparenti, le quali, appunto, erano due donne omosessuali, di cui una aveva donato gli ovuli, mentre l’altra aveva portato avanti la gravidanza e il parto.

  5. Li-promoted sodium zirconate as a CO{sub 2} absorbent at high temperatures; Zirconato de sodio promovido con Li como absorbente de CO{sub 2} a alta temperatura

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Guzman Velderrain, V.; Barraza Jimenez, D.; Lardizabal Gutierrez, D.; Delgado Vigil, D.; Salinas Gutierrez, J.; Lopez Ortiz, A.; Collins-Martinez, V. [Centro de Investigacion en Materiales Avanzados S. C., Chihuahua, Chihuahua (Mexico)]. E-mail: virginia.collins@cimav.edu.mx

    2009-09-15

    structures of the type Na{sub 4}ZrO{sub 4}, which are responsible for the increase in the absorption capacity. [Spanish] En los procesos de produccion de hidrogeno a partir de combustibles fosiles, la captura de CO{sub 2} a alta temperatura ha alcanzado un papel esencial al convertir estos, en procesos energeticamente mas eficientes. Un ejemplo es el reformado de metano de vapor mejorado con absorcion (SER), donde la captura de CO{sub 2} a alta temperatura (600 grados centigrados) provee ahorros en energia ({approx_equal} 23%) sobre el proceso convencional de reformacion (SMR). Parte importante de este concepto es el absorbente solido de CO{sub 2}, el cual debe presentar una adecuada capacidad de absorcion y rapidas cineticas de absorcion/regeneracion. Recientemente, se han desarrollado absorbentes de CO{sub 2} sinteticos que consisten en mezclas de oxidos base-Li. Estudios previos realizados en nuestro laboratorio, reportan que el zirconato de sodio (Na{sub 2}ZrO{sub 3}) presenta propiedades de absorcion/regeneracion superiores a los oxidos base-Li. El presente trabajo tiene como objetivo aumentar la capacidad de absorcion del Na{sub 2}ZrO{sub 3} a alta temperatura sin afectar significativamente las cineticas tanto de absorcion como de regeneracion de este mediante su promocion con Li. El Na{sub 2}ZrO{sub 3} fue sintetizado por reaccion en estado solido e impregnado con LiNO{sub 3} a diferentes relaciones Li/Na: 0, 0.03, 0.05, 0.1 y 0.25 (NZ, NZL3, NZL5, NZL10, NZL25). La caracterizacion consistio en XRD y SEM. La evaluacion como absorbente se realizo mediante TGA a 600 grados centigrados en 80% CO{sub 2} (absorcion) y 800 grados centigrados en aire (regeneracion). Los XRD indican solo la estructura Na{sub 2}ZrO{sub 3} en todas las muestras, pero las promovidas presentan un desplazamiento en sus senales respecto a las del Na{sub 2}ZrO{sub 3}, el cual se atribuye a la sustitucion de atomos de Na por Li. Los resultados de TGA indican que la adicion del Li en la estructura del

  6. Psychometric Report for the NELS:88 Base Year through Second Follow-Up. National Education Longitudinal Study of 1988. Statistical Analysis Report.

    Science.gov (United States)

    Rock, Donald A.; And Others

    This report documents the development and validation of the National Education Longitudinal Study of 1988 (NELS:88) cognitive test battery. The cognitive test battery assesses growth between grades 8 and 12 in the content areas of reading comprehension, mathematics, science, and history/citizenship/geography. The battery was part of the NELS:88…

  7. Síntesis, reactividad, estructura y propiedades de compuestos de metales del grupo del platino con enlaces M-N amido, amino e imino. ataques nucleofílicos sobre iminas coordinadas a paladio

    OpenAIRE

    Birkle, Thomas

    2013-01-01

    El trabajo se centra en el estudio del ataque nucleófilo de diferentes reactivos sobre iminas coordinadas a paladio. En la primera parte del se observa la reactividad de complejos de paladio(II) con ligandos imina frente a NaBH4. Observándose la formación de especies amiduro y especies amina coordinadas al metal. No obstante, la formación de paladio metálico (por reducción con borohidruro de sodio) es importante en muchos de los casos.. En la segunda parte de este trabajo se examina la...

  8. Formas de hierro y aluminio en suelos con diferentes usos en la zona norte del departamento del Magdalena, Colombia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    José Rafael Vásquez Polo

    2014-12-01

    Full Text Available En el estudio se evaluaron las diferentes formas de hierro (Fe y aluminio (Al presentes en suelos cultivados y en áreas de bosque de la zona norte del departamento del Magdalena (Colombia. Se seleccionaron seis zonas de muestreo localizadas entre 0 y 1000 m.s.n.m. Se utilizaron tres técnicas selectivas de extracción de Fe y Al con los agentes extractantes: pirofosfato de sodio, oxalato ácido de amonio, y ditionito citrato bicarbonato. Los contenidos totales de Fe y Al fueron determinados mediante un ataque ácido y cuantificación por absorción atómica. El análisis de varianza multivariado mostró diferencias significativas (P 3% del Al total, lo que sugiere que un alto contenido de Al forma parte de estructuras cristalinas.

  9. Sistemas de drenajes y agua de riego en la cuenca alta, media y baja del río valdivia

    OpenAIRE

    Jimenez R., Edwin; Robalino R., Carlos; Lopez Z., Ramón

    2011-01-01

    El presente trabajo se realizó en la cuenca hidrográfica del río Valdivia-California que tiene aproximadamente 50.2 Km de longitud. La metodología consistió en tomar muestras de agua a lo largo del río, tomándose dieciocho muestras, doce en aguas superficiales y seis en aguas subterráneas; además se realizaron trece mediciones de caudal. A las dieciocho muestras se les analizó calcio, magnesio, sodio, potasio, carbonatos, sulfato, cloro, nitratos, pH, dureza, conductividad eléctrica, sólido...

  10. Prevenire l'avvelenamento del pozzo: politica, verità e teoria dell'argomentazione

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Guglielmo Feis

    2010-12-01

    Full Text Available L’articolo è una recensione critica dell’ultimo lavoro di Franca D’Agostini,  dedicato  alla  teoria dell’argomentazione e alla verità: La verità avvelenata. Buoni e cattivi argomenti nel dibattito pubblico. La recensione è concentrata sulle parti più filosofiche e teoriche del libro: il ruolo della verità nel dibattito pubblico e l’importanza della teoria dell’argomentazione per partecipare in modo consapevole e attivo alla democrazia.

  11. Non scommettere la tua vita. Gioco d'azzardo nella famiglia e aspetti neurobiologici del gap.

    OpenAIRE

    Dell'Amico, Chiara

    2016-01-01

    Nel presente lavoro è stato condotto uno studio con lo scopo di descrivere il gambling, ossia il disturbo da gioco d’azzardo ed i problemi o le conseguenze negative ad esso associate. Il lavoro è stato suddiviso in tre capitoli: nella prima parte viene data un descrizione generale del gioco d’azzardo, descrivendo il passaggio da attività ricreativa a dipendenza; nel secondo capitolo viene affrontato il tema relazionale considerando non solo il gambler, ma la famiglia stessa, in cui si crea un...

  12. Studio genetico del Diabete MODY (Maturity Onset Diabetes of the Young): approcci diagnostici in fenotipi diversi

    OpenAIRE

    Incani, Michela

    2010-01-01

    Il MODY è la forma più comune di diabete monogenico. Mutazioni nel gene GCK (MODY2) e nel gene HNF1α (MODY3) sono responsabili da sole del 70% di tutti i casi MODY. OBIETTIVO: validare in modo prospettico l’utilizzo di linee guida recentemente proposte, usando i criteri di inclusione per la selezione dei soggetti da sottoporre allo screening. METODI: Criteri di inclusione: Per GCK, iperglicemia persistente a digiuno >100 mg/dl, lieve aumento dell’HbA1c e della glicemia dopo OGTT < 54 mg/dl. ...

  13. Vorrei ma non posso. L'esperienza del non realizzato nella pratica artistica contemporanea. Un'intervista con Luca Trevisani

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Valentina Rossi

    2014-12-01

    Full Text Available Le domande in questa intervista seguono e riprendono l’intervento di Luca Trevisani al convegno tenutosi nel novembre del 2013 presso il Museo del Novecento di Milano. Trevisani era stato invitato per “rappresentare” una nuova generazione di artisti, che, nati tra gli anni Settanta e i primi anni Ottanta si sono trovati ad operare proprio all’inizio del nuovo millennio.

  14. Elementi epico-omerici nella dizione sofoclea: analisi del secondo stasimo dell’«Edipo re»

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giacomo Scavello

    2015-08-01

    Full Text Available Il contributo affronta lo studio dei principali epicismi presenti nella lexis sofoclea del secondo stasimo dell’Edipo Re. Viene indagato in particolare il valore stilistico, tematico-concettuale e intertestuale delle locuzioni epico-omeriche riferite alle leggi divine nella prima strofe e al motivo degli oracoli di Laio nel finale del canto. Inoltre si sostiene l’importanza decisiva della dizione epica per supplire la lacuna testuale del v. 906, come per primo riconobbe G. Hermann.

  15. La prolusione di rocco e le dottrine del processo penale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Renzo Orlandi

    2015-03-01

    Full Text Available L’articolo analizza le conseguenze del pensiero giuridico di Arturo Rocco, dal 1910 nella dottrina di procedura penale, ossia, il metodo tecnico-giuridico (esegesi, sistematica e critica. La dogmatica di procedura pena- le inizia con la monografia di Giovanni Conso, nel 1955. L’insoddisfazione con il tecnicismo giuridico e con la mancanza di maturità scientifica si è manifestata con Carnelutti nel 1946 (Cerenterola, sottolineando le peculiarità strutturali del procedimento penale. In questa prospettiva, il testo sottolinea la conferenza di Franco Cordero nel 1964 (Lecce, così come le lezioni da James Goldschmidt. Inoltre, negli anni sessanta, divennero importanti diritti fondamentali, di fronte alla Costituzione democratica, con un nuovo orientamento dottrinale. Il diritto processuale penale è stato considerato come diritto costituzionale applicato. Si segnalano gli insegnamenti di Amodio, Amato, Chiavario, Ferrua, Grevi, Iluminati, Massa e Nobili. Successivamente, l’articolo mette in evidenza il CPP del 1988, l’internazionalizzazione dei sistemi giuridici, l’importanza del diritto comparato e dei diritti fondamentali. Si conclude con il nuovo ordine mondiale dei diplomi internazionali e tribunali sovranazionali, con nuove esigenze, oltre il tecnicismo giuridico.

  16. Problematicità del femminile di professioni e mestieri

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nermin Abd El-Hamid Hamdy

    2012-06-01

    Full Text Available I titoli professionali riferiti a donne si sono mostrati un terreno fertile per esaminare la figura femminile, in quanto il loro uso riflette processi di mutamenti sociali e modificazioni nel pensiero e rispecchia l’accesso ascendente delle donne a nuovi ruoli tradizionalmente occupati dagli uomini, specialmente di rilievo. C’è una forte tendenza a conservare la figura maschile indicando professioni femminili, specialmente quelle prestigiose, ma allo stesso tempo esiste questa necessità di trovare denominazioni femminili per la nuova realtà nel campo del lavoro e delle professioni dopo il cambiamento sociale avvenuto negli ultimi tempi. Il presente lavoro esamina i mezzi che l’italiano ha a diposizione per riferirsi alle donne dimostrando da un punto di vista sincronico problemi relativi ad alcuni nomi femminili indicanti professioni, titoli o cariche nell’italiano contemporaneo. L’esitazione nell’uso di alcune forme femminili regolari e la mancanza di altri titoli professionali al femminile possono causare ambiguità, scorrettezza grammaticale e generale confusione e ciò crea problemi pure per i linguisti stessi. Nel lavoro vengono presentati suggerimenti sull’uso del femminile di alcune professioni e viene indicata la loro frequenza d’uso tramite una ricerca condotta basandosi sul linguaggio dei giornali via il sito elettronico del quotidiano italiano “La Repubblica”. Il lavoro si conclude con un invito ad appoggiare l’uso del genere femminile ufficialmente per tutte le cariche e professioni svolte da donne.

  17. Le variazioni d'inclinazione e la sismicità che hanno preceduto il forte terremoto del Friuli del 6 Maggio 1976

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. C. Spadea

    1976-06-01

    Full Text Available In questa prima parte del lavoro, che ci proponiamo
    di dedicare alla disastrosa crisi sismica che ha colpito il Friuli nel 1970,
    ci limitiamo a delineare le caratteristiche presismiche, che hanno preceduto
    la forte scossa del 0 Maggio 1970.
    Nelle premesse, vengono richiamati gli studi su fenomeni presismici,
    iniziati in Italia già negli anni Cinquanta.

  18. El litio y su relación con la acuaporina-2 y el canal de sodio ENaC Lithium and its relation with the epithelial sodium channel and aquaporin-2

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luciano Galizia

    2012-04-01

    Full Text Available Desde hace más de cuarenta años que el litio es usado para el tratamiento de la enfermedad bipolar; recientes estudios sugieren también su utilidad en el trastorno cognitivo mínimo tipo amnésico. El litio es filtrado en el glomérulo y un 65-75% del mismo es reabsorbido en el túbulo contorneado proximal y en el asa ascendente de Henle por el transportador Na+, K+, 2Cl- y vía paracelular. Una pequeña fracción del litio entra en las células principales del túbulo colector por medio del canal epitelial de sodio sensible al amiloride (ENaC localizado en la membrana apical de la célula. Luego de 10- 20 años de tratamiento con litio los enfermos pueden desarrollar poliuria, acidosis tubular e insuficiencia renal crónica que puede terminar en una forma de diabetes que no responde a la arginina vasopresina llamada diabetes insípida nefrogénica. Se cree que estas fallas renales son consecuencias de una reducción en el número de moléculas de acuaporina 2 en la membrana apical. Las causas para esto son complejas. El litio es un poderoso inhibidor de la isoforma beta de la enzima glicógeno sintetasa quinasa y esto está asociado a una menor actividad de la adenilato ciclasa que lleva a una disminución en la concentración intracelular de cAMP. Esto finalmente interferiría con la síntesis de nuevas moléculas de acuaporina 2 y con el tráfico de ellas desde la zona subapical de la célula hacia la membrana celular, causando la disminución en la reabsorción de agua en la parte distal del nefrón.For more than 40 years lithium has been used to treat bipolar disorder and recent trials suggest a potential efficacy also in the treatment of the amnestic mild cognitive impairment. Lithium is filtered by the glomerulus and 65% - 75% of the filtered amount is reabsorbed along the proximal tubule and in the thick ascending limb of Henle's loop by the Na+, K+, 2Cl- transporter and via paracellular. A small fraction of lithium is reabsorbed in

  19. Efecto de la salinidad por cloruro de sodio sobre el balance de nutrientes en plantas de lulo (Solanum quitoense L.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Casierra Posada Fanor

    2000-12-01

    -height: 115%; font-family: ";Times New Roman";,";serif";;" lang="EN-US">experiment site was the Horticulture Institute of the Humboldt University in Berlin (Germany. The influence ofNaCI salinity on the uptake of analyzed ions, salinity accumulation and distribution into the plant tissues and ratio ions were al so researched throughout this experiment. Plants were supplied with a nutrient solution of Wuxal (1 ppm (Schering, Germany. AII plants were transferred to bigger pots with quartz sand, six weeks after germination. After a one-week adaptation period, the salt treatments were initiated with 30 and 60 of mM NaCI in Wuxal solution. Controls were supplied only with Wuxal solution 1ppm. K+,Ca2+, Mg2 + and Na+ concentrations were determinated through atomic absorption spectrophotometer. Cl was conclusive through the use of chloride meter. Cl and Na+accumulation in tissues presented a trend similar to the NaCI concentration in the nutrient solution. The salt lessened K+ concentration in leaves and shoots. Na/Ca, Na/Mg, Na/K and Na/Ca+Mg+K ratios were increased in leaves and shoots throughout the NaCI concentration in the nutrient solution. Na+ accumulation was greater in roots that in shoots and leaves. These results suggest that Lulo might be a moderately salt-tolerant plant comparable to other Solanaceae species.

    Se analizaron las concentraciones de K+, Ca2+,Mg2+,Na+ y Cl en hojas, tallos y raíces de plantas de Lulo (Solanum quitoense L. que crecieron bajo invernadero en condiciones salinas. El ensayo se realizó en la Sección de Fruticultura del Instituto de Horticultura de la Universidad Humboldt de Berlín. Mediante este estudio, se evaluó la influencia de la salinidad por NaCl sobre la toma de los elementos estudiados, sobre la acumulación de Cl y Na+ en los tejidos de las plantas, así como la relación del Sodio con los demás cationes acumulados en los tejidos vegetales. Después de la germinación de las semillas, se regaron las plántulas con una soluci

  20. Synthesis, Characterization and Conductivity Study of Poly(vinyl 4-HYDROXY-3-METHOXY Benzal) and its Sodio Salt in Solid State

    Science.gov (United States)

    Borah, P.; Hussain, S.; Dutta, A.

    Among the various ion-conducting materials, polymer salt complexes are of current interest due to their possible application as solid electrolyte as well as their physical nature in advanced high-energy electrochemical devices such as batteries, fuel cells, electrochromic display devices, photo electro-chemical solar cells52-55 etc. The main advantages of polymeric electrolytes are their mechanical properties, ease of fabrication of thin films of desired sizes and their ability to form proper electrode-electrolyte contact. Polymer electrolyte usually consists of a polymer and a salt and is considered to be solid solutions in which the polymer functions as solvent. In the present paper the synthesis, characterization and the conductivity study of the polymer poly (vinyl 4-hydroxy-3-methoxy benzal) (PV-HMB) and its sodio salt (PV-HMB-Na) have been reported. The polymer was prepared by carrying out homogenous acetalization between the prepolymer poly vinylalcohol (PVA) and 4-hydroxy-3-methoxy benzaldehyde (vanilline). PVA was dissolved in dimethyl formamide (DMF) and lithium chloride (LiCl) system i.e., in non-aqueous medium. The sodio salt was prepared by alkalization. The polymer and its salt were characterized by IR, 1H NMR and DSC. Frequency and temperature dependence of ac conductivity has been studied to learn about the electrical conduction behaviour in this material. The electrical conductivity of the new polymeric salt was found to be in the range 10-4 to 10-6 Scm-1. There is about 103 to 104 fold increase in the conductivity of the new polymer salt. Apparent activation energy of the polymer and its salt were found to be 0.139 and 0.08998 ev respectively.

  1. Negare l'acqua. La strategia dello Stato islamico per il controllo delle risorse idriche e il diritto all’acqua delle donne nel Vicino Oriente

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Desirée A.L. Quagliarotti

    2016-04-01

    Full Text Available In un contesto di ineguale distribuzione delle risorse idriche, di crescita demografica e di sviluppo economico, l’acqua assume sempre più il ruolo divariabile strategica in grado di alterare gli equilibri geopolitici soprattutto in quelle aree in cui le fonti idriche sono condivise tra più paesi. Obiettivo dell’articolo è quello di analizzare il contenzioso idrico del bacino del Tigri e dell’Eufrate dove la storica disputa per la gestione e l’accaparramento delle acque condivise tra Turchia, Siria e Iraq è acuita dall’effetto del cambiamento climatico e dall’ingresso di nuovi attori nel controllo della risorsa. L’aumento della frequenza e dell’intensità dei periodi di siccità amplifica il gap tra domanda e offerta idrica mentre il nuovo ordine idropolitico disegnato dall’espansione dello Stato Islamico, limita l’accesso alla risorsa da parte delle fasce più deboli delle popolazioni. Particolarmente penalizzate sono le donne a cui viene quotidianamente affidato l’arduo compito di gestire le scarse risorse idriche e di allocarle tra i diversi usi. Il controllo da parte dello Stato islamico delle grandi dighe lungo il corso dei due fiumi, l’utilizzo dell’acqua come strumento di pressione e il conseguente deterioramento qualitativo e quantitativo della risorsa, non solo aumentano la quantità di lavoro che le donne devono impiegare per la raccolta e la distribuzione dell’acqua ma minacciano la sicurezza alimentare e la salute loro e delle loro famiglie.

  2. CT-guided plexus and splanchnic nerve neurolytic block. Experience in 150 cases and techniques optimization; Il blocco neurolitico del plesso celiaco e dei nervi splancnici con tomografia computerizzata

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Marra, V.; Frigerio, A.; Menna, S.; Di Virgilio, M.R. [Ospedale San Giovanni, Turin (Italy). Serv. di Radiologia; Debernardi, F.; Musso, L. [Ospedale San Giovanni, Turin (Italy). Serv. di Anestesia, Rianimazione e Terapia Antalgica

    1999-09-01

    The paper reports the personal experience in computerized tomography guided celiac plexus and splanchnic nerve neurolytic block blocks. [Italian] Scopo del lavoro e' illustrare l'esperienza personale nell'uso della tomografia computerizzata nel trattamento del dolore da neoplasie addominali superiori, rivoluzionando le tecniche di esecuzione, aumentandone la precisione e riducendone notevolmente il rischio di complicanze.

  3. Osteoid osteoma: our experience using radio-frequency (RF) treatment; L'osteoma osteoide: nostra esperienza nel trattamento mediante radiofrequenza (RF)

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Mastrantuono, Donato; Martorano, Domenico; Verna, Valter; Mancini, Andrea; Faletti, Carlo [U.O.A. di Radiologia Diagnostica C.T.O., Torino (Italy). Dipartimento di Diagnostica per Immagini

    2005-03-01

    clinical results indicate a 100% success rate with complete remission of symptoms and no relapses having been reported at the time of writing for those patients who have arrived at the two year follow up (4 out of 21) [Italian] Scopo: La finalita' del nostro lavoro e' presentare i risultati ottenuti nel trattamento mediante RF dell'osteoma osteoide utilizzando una tecnica a minima invasivita' messa a punto dalla nostra equipe, alla luce del secondo anno di attivita'. Materiale e metodi: Da Gennaio 2001 ad Aprile 2003 sono stati trattati ventuno pazienti affetti da osteoma osteoide (15 maschi e 6 femmine d'eta' compresa tra 13 e 34 anni). Le lesioni erano localizzate 1 al bacino, 12 al femore (terzo prossimale e medio della diafisi), 3 al terzo prossimale diafissario di tibia, 3 al piede e 2 al terzo prossimale diafissario di omero. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a radiografia, scintigrafia e TC. All'inizio della procedura, con l'ausilio della TC, viene fissato sul corticale un filo di Kirshner (f-K), di calibro appena superiore a quello dell'ago-elettrodo (17 G), posizionato manualmente allo zenith della zona bersaglio; utilizzando un trapano ortopedico, il f-K viene introdotto sino al nidus. Sulla guida del f-K si fa procedere un introduttore, da noi appositamente studiato e realizzato al fine di non perdere l'accesso al nidus nella fase di scambio tra f-K/ago-elettrodo, sul quale, rimosso il filo d'acciaio, si posiziona l'ago-elettrodo nella lesione. La temperatura raggiunta dalla punta esposta dell'ago-elettrodo e' di 90{sup o} C; la durata dell'ipertermia e' in media di sei minuti. Al termine viene effettuata una scansione di controllo con misurazione della densita' nella sede di trattamento: tale misurazione e' utilizzata come indice di evoluzione del processo riparativo nel follow-up. Risultati: Nel corso delle procedure effettuate non abbiamo avuto complicanze

  4. An "Ideal" Home for Care: Nel Noddings, Thomas Hill Green, and an Ontological Support for a Phenomenology of Care

    Science.gov (United States)

    Decoste, Jordan; Boyd, Dwight

    2009-01-01

    This paper is grounded in a deep appreciation of Nel Noddings' "ethics of care" as an important contribution to moral philosophy and moral education. We seek to offer some philosophical reflections that have the potential to strengthen this important alternative to mainstream ethics and to how moral education might be conceived and practiced…

  5. Letizia Gaeta, Juan de Borgoña e gli altri. Relazioni artistiche tra Italia e Spagna nel ‘400

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Leonardo D'Agostino

    2014-07-01

    Full Text Available Recensione / Book review Gaeta L. (2012, Juan de Borgoña e gli altri. Relazioni artistiche tra Italia e Spagna nel ‘400, Galatina: Mario Congedo Editore («Saggi e testi. Collana diretta da Lucio Galante», 174 pp.

  6. Un GIS INTRA SITE per la Valle del Colosseo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Emanuele Brienza

    2005-02-01

    Full Text Available Lo scavo del settore occidentale dell’attuale Piazza del Colosseo, svoltosi presso l’area della Meta Sudans (1986-2003 e diretto dalla Prof.ssa Clementina Panella, ha restituito una documentazione imponente. Ad essa continua ad aggiungersi quella prodotta da un nuovo settore di indaginilimitrofo, sito presso le pendici nordorientali del Palatino, aperto nel 2001 e tutt’ora in corso di scavo.

  7. Il terremoto della Valnerina del 19 Settembre 1979 Indagine Macrosismica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. C. SPADEA

    1980-06-01

    Full Text Available Nel presente lavoro si espongono i risultati dell'indagine macrosismica
    condotta in occasione del terremoto della Valnerina del 19
    Settembre 1979. E' stato possibile determinare l'andamento del campo
    macrosismico fino all'isosista di V grado, nonché i relativi parametri ipocentrali.
    Dal loro esame si evidenziano le caratteristiche superficiali dello
    evento. Infine è stata studiata l'attenuazione calcolando i coefficienti sia
    nella direzione di massimo (N-S che di minimo (E-W allungamento.

  8. Il vento del Sud-Est. Regionalismo, neosicilianismo e politiche del patrimonio nella Sicilia di inizio millennio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Berardino Palumbo

    2013-07-01

    Full Text Available Nel giugno del 2002 il Comitato scientifico internazionale dell’UNESCO (WHC decretava l’iscrizione delle “Città tardo-barocche del Val di Noto – Sicilia sud-orientale” nella World Heritage List (WHL1. In un volume pubblicato nel 2003, ma scritto prima della conclusione della procedura di iscrizione nella WHL, ho descritto le dinamiche politico-culturali attivatesi, tra il 1996 e il 2001, nella Sicilia sud-orientale in seguito alla proposta di iscrizione avanzata dal governo italiano all’UNESCO (cfr. Palumbo 2003, cap. IV. Da un lato, in quello scritto, provavo a indagare quale fosse l’armatura istituzionale e ideologica all’interno della quale prendeva forma il discorso universalista dell’UNESCO, esplicitando i modi in cui essa organizzava i rapporti tra luoghi e unità politiche.

  9. Implementación de un balastro electrónico con microcontrolador PIC para lámparas de sodio de alta presión; Implementation of electronic ballast with PIC microcontroller for high pressure sodiumlamps

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Armando M. - Gutiérrez Menéndez

    2013-10-01

    Full Text Available En el presente trabajo se muestra un prototipo de balasto electrónico, que garantiza la operación exitosa en alta frecuencia de una lámpara de sodio de alta presión de 70 W, pues opera libre de resonancia acústica (RA. Se efectúa un análisis del fenómeno de la resonancia acústica, profundizando en su origen y predicción teórica. Es descrita la técnica de modulación en frecuencia utilizada para evitar este fenómeno, implementada en el microcontrolador de 8 bit PIC16F877 de la Microchip, la cual es activada en dependencia de la variación de los parámetros eléctricos de la lámpara, como son tensión y corriente. Son mostradas las etapas que dan conformación a dicho prototipo, además de presentarse las simulaciones realizadas a los principales elementos que componen el balasto. Los resultados prácticos alcanzados por el prototipo son expuestos, los cuales se dividen por etapas para analizar el correcto funcionamiento de cada una ellas.In the present work is offered a prototype of electronic ballast that guarantees the correctly operation in high frequency of a high pressure sodium lamp of 70 W, because it operates free of acoustic resonance (RA. An analysis of the phenomenon of the acoustic resonance is made, deepening in its origin and theoretical prediction. The modulation technique is described in frequency used to avoid this phenomenon, implemented in the microcontrolador of 8 bit PIC16F877 of Microchip, which is activated in dependence of the variation of the electric parameters of the lamp, like they are tension and current. They are shown the stages that give conformation to this prototype, besides the simulations carried out to the main elements that compose the ballast being presented. The practical results reached by the prototype are exposed, which are divided by stages to analyze the correct operation of each a them.

  10. Implementación de un balastro electrónico con microcontrolador PIC para lámparas de sodio de alta presión Implementation of electronic ballast with PIC microcontroller for high pressure sodiumlamps

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Armando Manuel Gutiérrez Menéndez

    2013-09-01

    Full Text Available En el presente trabajo se muestra un prototipo de balasto electrónico, que garantiza la operación exitosa en alta frecuencia de una lámpara de sodio de alta presión de 70 W, pues opera libre de resonancia acústica (RA. Se efectúa un análisis del fenómeno de la resonancia acústica, profundizando en su origen y predicción teórica. Es descrita la técnica de modulación en frecuencia utilizada para evitar este fenómeno, implementada en el microcontrolador de 8 bit PIC16F877 de la Microchip, la cual es activada en dependencia de la variación de los parámetros eléctricos de la lámpara, como son tensión y corriente. Son mostradas las etapas que dan conformación a dicho prototipo, además de presentarse las simulaciones realizadas a los principales elementos que componen el balasto. Los resultados prácticos alcanzados por el prototipo son expuestos, los cuales se dividen por etapas para analizar el correcto funcionamiento de cada una ellas.Palabra clave: In the present work is offered a prototype of electronic ballast that guarantees the correctly operation in high frequency of a high pressure sodium lamp of 70 W, because it operates free of acoustic resonance (RA. An analysis of the phenomenon of the acoustic resonance is made, deepening in its origin and theoretical prediction. The modulation technique is described in frequency used to avoid this phenomenon, implemented in the microcontrolador of 8 bit PIC16F877 of Microchip, which is activated in dependence of the variation of the electric parameters of the lamp, like they are tension and current. They are shown the stages that give conformation to this prototype, besides the simulations carried out to the main elements that compose the ballast being presented. The practical results reached by the prototype are exposed, which are divided by stages to analyze the correct operation of each a them.Key words:

  11. Lo Studio d’Arte Palma: Storia di un’impresa per il commercio artistico nell’Italia del dopoguerra

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Viviana Pozzoli

    2016-12-01

    Full Text Available Inaugurato a Roma nel maggio 1944, a poche settimane dalla Liberazione, lo Studio d’Arte Palma ha costituito un inedito esperimento di organizzazione artistica capace di coniugare attività espositive, mercantili e di centro di restauro, nell’ottica congiunta di un’esigenza di valorizzazione del patrimonio e delle produzioni d’arte italiane e della proposta di un nuovo gusto, espressione dei valori del mondo contemporaneo. Questo contributo intende, per la prima volta, tracciarne il profilo, mettendo in luce la specificità dell’iniziativa nel coevo panorama delle gallerie d’arte. A partire dall’analisi delle fonti d’archivio, si precisano la storia, la progettualità e la programmazione della “Palma”, a cui collaborarono, raccolte attorno alla figura del suo fondatore, Pietro Maria Bardi, alcune tra le personalità di maggiore rilievo del sistema delle arti del tempo.

  12. Ecografia bidimensionale e con mezzo di contrasto nello studio delle patologie gastro-intestinali del gatto

    OpenAIRE

    Di Donato, Pamela

    2013-01-01

    L’ecografia del tratto gastroenterico è una delle metodiche d’elezione nella valutazione diagnostica delle patologie gastrointestinali nel gatto. In questa tesi dottorale sono presentati i risultati di tre studi in cui l’ecografia convenzionale e con mezzo di contrasto è stata impiegata in gatti sani o con patologie gastroenteriche. Lo scopo del primo studio, prospettico, è stato quello di determinare lo spessore ecografico dei singoli strati di parete nell’intestino tenue in una popolazio...

  13. Lo sguardo del Paesano. Un osservatore sulla soglia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Enrico Campo

    2016-09-01

    Full Text Available Nel film Il ragazzo di campagna, Artemio (Renato Pozzetto è un provinciale quarantenne che decide di trasferirsi a Milano, la metropoli italiana per eccellenza. Artemio abita a Borgo Tre Case, un paesino lombardo in cui l’attrattiva principale consiste nell’osservare il passaggio del treno il venerdì. La vicenda narra appunto di questa migrazione dalla campagna alla città e delle difficoltà di Artemio a gestire il nuovo contesto urbano.

  14. Edizione critica, traduzione e commento del Mulierum Virtutes di Plutarco

    OpenAIRE

    Tanga, Fabio

    2011-01-01

    2009 - 2010 Dopo aver recensito, analizzato sotto vari aspetti e collazionato tutti i testimoni del Mulierum Virtutes di Plutarco, si è stabilito un testo critico dell’opera provvisto di apparato e note filologiche e di traduzione italiana corredata di note esegetiche a carattere stilistico, filosofico e letterario. Il vaglio codicologico ha consentito di indagare i passaggi di proprietà e gli spostamenti subìti da alcuni codici nel corso dei secoli ma non di costituire...

  15. La parete speculare e lo schermo del Reale

    OpenAIRE

    2016-01-01

    Qual è lo statuto libidico dello schermo? In che modo gli schermi coinvolgono le pulsioni dello spettatore, facendo appello alla sua percezione e ai suoi desideri? Nel suo Acinema, Lyotard risponde a tali questioni, affermando che lo schermo cinematografico articola due operazioni opposte. La prima, seguendo un modello rappresentativo, trasforma lo schermo in uno specchio ortopedico – come quello descritto da Jacques Lacan – così producendo il riconoscimento del soggetto nell’immagine proiett...

  16. Efecto de la aplicación de bacterias productoras de sustancias humicas mediante la biosolubilización de carbón de bajo rango en un suelo salino-sódico en el Valle del Cesar

    OpenAIRE

    Cubillos Hinojosa, Juan Guillermo

    2014-01-01

    La salinidad es un problema de degradación que es común en los suelos del Valle del Cesar y el departamento de la Guajira debido a la susceptibilidad que presentan por la presencia de sales y sodio elevados lo que afecta la productividad de los cultivos. Como alternativa para el manejo de la salinidad de los suelos se ha utilizado la aplicación de enmiendas orgánicas que permitan generar cambios favorables en las propiedades del suelo. Por tanto, el objetivo de esta investigación fue evaluar ...

  17. La sismicità nella zona di Nocera Umbra nel periodo maggio-luglio 1979.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    P. IUZZOLINI

    1979-06-01

    Full Text Available We are going to describe the seismic crisis which has interested Nocera
    Umbra area (Perugia from the middle of May to the beginning
    of August 1979, which has been recorded by a seismic station, installed in
    the town.
    Various events have had magnitude ranging from 1.3 to 2.9. The
    registrata da una stazione sismica installata nel paese.
    approximately.
    Data' elaboration has allowed to point out that the hypocentre' depth
    increases, considerably, from Est to West.
    At last, it represents a possible correlation between observed distribution
    and geological structures of the interested area.

  18. Premessa del progetto esecutivo del piano pilota per la conservazione dei beni culturali in Umbria / Introduction to the executive project of the Pilot plan for the “programmed conservation” of cultural heritage in Umbria Region

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanni Urbani

    2011-11-01

    Il primo testo prescelto, che appare ancora oggi sostanzialmente attuale e predittivo rispetto ai problemi contemporanei della gestione dei beni culturali, è lapremessa al progetto esecutivo del piano pilota per la conservazione dei beni culturali della regione Umbria, elaborato da Giovanni Urbani nel 1975.

  19. Comparación de ácido láctico, ácido peroxiacético e hipoclorito de sodio en la desinfección de canales bovinas en un frigorífico de Bogotá, Colombia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Verónica Valencia Montero

    2013-12-01

    Full Text Available Los sistemas de desinfección desempeñan un papel importante en la disminución de peligros microbiológicos en canales bovinas. La desinfección allí es utilizada en las plantas de beneficio con el objeto de disminuir el número de microorganismos patógenos presentes en la superficie del producto. El objetivo de este estudio fue evaluar la eficacia de tres desinfectantes: ácido láctico (0,9 ± 2 %, ácido peroxiacético (100 ± 20 ppm e hipoclorito de sodio (100 ± 20 ppm en la reducción de Escherichia coli y Salmonella spp. en la superficie de canales bovinas, dentro de las instalaciones de un frigorífico de la sabana de Bogotá. Se seleccionaron 78 canales bovinas visualmente contaminadas durante el proceso de faenado, ya fuera con materia fecal o con ingesta; se muestrearon antes e inmediatamente después de aplicado el desinfectante mediante aspersión con máquina dosificadora. En la reducción de E. coli no se encontraron diferencias significativas entre los tres tratamientos (p > 0,05. El ácido láctico, el ácido peroxiacético y el hipoclorito de sodio obtuvieron un promedio de reducción de E. coli de 1,05, 1,38 y 1,01 log10 UFC/cm2, respectivamente. De las muestras tomadas ninguna obtuvo resultados positivos para Salmonella spp. Teniendo en cuenta los resultados de eficacia, el bajo costo a concentraciones de 0,9 ± 2 % y las ventajas de manipulación, se recomienda la implementación de ácido láctico como desinfectante de canales dentro de las instalaciones de frigoríficos de bovinos, y este tipo de prácticas se puede repetir en plantas de aves y porcinos.

  20. Efecto del malato de pizotifeno sobre el metabolismo oxidativo de cerebro de rata "in vitro"

    OpenAIRE

    García Catalina, Sara

    2012-01-01

    El malato de pizotifeno es un fármaco antihistamínico H1, antiserotonínico, débilmente anticolinérgico y aperitivo. Se emplea fundamentalmente en la profilaxis de la jaqueca o migraña. Presenta un notable isosterismo con la ciproheptadina y con los neurolépticos y antidepresivos tricíclicos, al igual que estas sustancias se comporta como estabilizador inespecífico de membrana bloqueando los canales de sodio dependientes de voltaje. En este trabajo se estudia el efecto del malato de pizotifeno...

  1. COMPORTAMIENTO ESTRUCTURAL DE LOS ÁCIDOS HÚMICOS OBTENIDOS DE UN SUELO ANDISOL DEL DEPARTAMENTO DEL CAUCA

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Carmen Mosquera

    2008-04-01

    Full Text Available Las sustancias húmicas del suelo constan de una mezcla heterogénea de compuestos, en la que cada fracción (ácidos húmicos, ácidos fúlvicos y huminas está constituida por moléculas de tamaños diferentes, y su estructura depende considerablemente tanto de los materiales orgánicos presentes en el suelo, como de las diferentes condiciones ambientales. Este estudio, empleó técnicas de espectroscopía ultravioleta – visible (relación E4/E6, infrarroja con transformada de Fourier  y resonancia magnética nuclear 13C (RMN para identificar la estructura química de una muestra de ácidos húmicos (AH provenientes de un suelo agrícola del departamento del Cauca, y los cambios que dicha estructura presenta en diferentes medios de reacción, como en anhídrido acético y alcohol absoluto. Los AH se obtuvieron a partir de la materia orgánica del suelo, mediante una separación granulométrica del suelo y una extracción sucesiva empleando tres soluciones básicas: tetraborato de sodio (0,05M, pirofosfato de sodio (0,05M e hidróxido de sodio (0,1M, purificándolos a través de tratamientos ácidos HCl-HF 1%, centrifugación de alta velocidad y diálisis. La relación E4/E6 mostró cambios en el grado de condensación de los AH en los diferentes medios de reacción, corroborándose dichos cambios por el aparecimiento de nuevas bandas o disminución y aumento de otras en los espectros infrarrojos, y por los cambios apreciables en las bandas y distribución de la intensidad en las diferentes regiones de los espectros de resonancia magnética nuclear 13C. Esta investigación  muestra cambios químicos y estructurales de los ácidos húmicos extraídos de un suelo agrícola, que  concuerdan con diferentes investigaciones efectuadas en este campo.

  2. La fine del viaggio. Destinazioni simboliche e politiche dei corpi migranti in un territorio liminare europeo: Lampedusa

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonella Grossi

    2014-01-01

    Full Text Available A partire dagli anni ’90 del XX secolo, l’isola di Lampedusa, situata nel mar Mediterraneo e appartenente amministrativamente alla Sicilia, è interessata dal fenomeno degli sbarchi in massa di migranti che dall’Africa raggiungono l’isola a bordo di imbarcazioni.

  3. Brevi riflessioni in tema di procreazione medicalmente assistita a partire dalla sentenza n. 162 del 2014 della Corte costituzionale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cristina Dalla Villa

    2014-12-01

    Full Text Available contributo sottoposto a valutazione SOMMARIO: 1. La fine del divieto di fecondazione eterologa in Italia – 2. Dignità umana e tradizione dottrinale in ordine alla procreazione – 3. La logica della donazione nel Magistero della Chiesa – 4. Duttilità disciplinare e opportune cautele: le tematiche aperte dalla Consulta.

  4. How to measure environmental sustainability through time. A methodology; Misurare la variazione nel tempo della sostenibilita' ambientale. Una proposta metodologica

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ferrarini, A. [comp. (Italy)

    2001-10-01

    Environmental sustainability (E.S.) is a key-issue for future landscape planning and natural resources management. It can be measured through space and time: the first dimension gives an overall idea of how the landscape changes along spatial tran sects, while the second is a key-stone for the analysis of its stability. In this view, the author suggests the use of principal component analysis (PCA) as an easily interpretable statistic tool for the investigation of the changes that occur to the indicators of E.S. [Italian] Misurare le modifiche temporali di indicatori socio-economico-ambientali e' fondamentale per comprendere l'evoluzione intrapresa dalle unita' amministrative nel management del territorio. Le tecniche statistiche piu' utilizzate a tale riguardo risultano spesso di non agevole applicazione poiche' non richiedono lunghe serie storiche di dati e competenze matematico-statistiche elevate. L'utilizzo delle PCA risulta, al contrario, un mezzo applicabile a serie storiche brevi, computazionalmente agevole e facilmente interpretabile per monitorare i cambiamenti della sostenibilita' ambientale lungo la dimensione temporale.

  5. Decivilizzazione e demonizzazione. Il rifacimento del ghetto nero in America

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Loïc Wacquant

    2013-07-01

    Full Text Available Questo lavoro è suddiviso in due parti1. Nella prima considero le trasformazioni avvenute, sotto il profilo della realtà materiale e del discorso pubblico, nel ghetto nero dell’America dopo gli anni Sessanta, come risultato di due processi interconnessi. A livello socio-relazionale il ghetto ha subito un processo di “decivilizzazione” (decivilization – nel senso assegnato al termine da Elias –, che non è il prodotto di cattive congiunture economiche, dell’eccessiva generosità dello Stato sociale, della “cultura della povertà” né degli istinti “antisociali” dei residenti, quanto piuttosto dell’arretramento dello Stato, cui fa seguito una disintegrazione dello spazio pubblico e delle relazioni sociali nel centro cittadino. A livello simbolico questo processo trova una eco nella demonizzazione del sottoproletariato nero ricorrendo al tropo della underclass, un mito accademico radicato nelle odiose immagini del “capobanda” terribile e della sua dissoluta madre “che vive a spese dell’assistenza”.

  6. Gli arakuaa iya non ci sono più? Modi di “fare conoscenza” in comunità guaraní del Sud-Est boliviano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Silvia Lelli

    2013-07-01

    Full Text Available La situazione della scolarizzazione di quello che attualmente, nel Sud-Est boliviano, si autodefinisce “popolo guaraní” si articola nel rapporto tra la storia della colonizzazione, la costituzione dello Stato boliviano e la storia del movimento indigenista, nelle complesse implicazioni politiche che portano alla configurazione attuale (cfr. Rockwell 1999. Nel percorso tracciato attraverso alcune delle principali problematiche di etnografia della scuola incontrate sul campo emerge lo stretto rapporto tra i contesti locali di “scuola”, “comunità”, “società guaraní” e i macro-contesti “Stato” e “organizzazioni internazionali” implicati nella costruzione del processo educativo (cfr. Geertz 1999.

  7. Le sette meraviglie del cosmo

    CERN Document Server

    Narlikar, Jayant V

    2004-01-01

    Tra giganti, "nane" e stelle che esplodono in cielo, un vademecum per scoprire il cosmo e i misteri che lo abitano. Lasciati alle spalle i confini sicuri della Terra e del Sistema solare, assistiamo a un'esplosione continua di fenomeni inaspettati. L'universo si svela nel suo continuo mutamento, cresce in fascino e complessità via via che ci addentriamo nei suoi spazi profondi. Tramite esempi semplici, aneddoti umoristici e una prosa cristallina, Vishnu Narkilar racconta l'emozione di fronte alle sorprese del cosmo. Le "sette meraviglie" sono i fenomeni misteriosi che si nascondono dietro le stelle che punteggiano il cielo, una schiera di eventi spettacolari che per secoli hanno sfidato la curiosità umana ed eluso ogni spiegazione.

  8. EFECTO DEL USO DE ADITIVOS EN DIETAS DE CODORNICES REPRODUCTORES (Coturnix coturnix japonica) BAJO CONDICIONES DE VERANO EN LA COSTA CENTRAL

    OpenAIRE

    Ciriaco Castañeda, Pedro; Facultad Zootecnia, Dpto. de Produccion Animal de la Universidad Nacional Agraria La Molina (Perú).; Roncal Ñañez, Henry David; Ing. Zootecnista (Perú).

    2016-01-01

    Se evaluaron los efectos de la adición en la dieta de 0.05% del Complejo B, 0.05% de Vitamina C, 0.2% de Bicarbonato de Sodio y 0.05% de Ácido Acetil Salicílico, sobre los parámetros productivos y reproductivos de codornices japonesas en época de verano en la costa central del Perú (Lima), con temperatura ambiental promedio de 25°C. Codornices reproductores (270 hembras y 90 machos) de 48 días de edad, fueron distribuidas en cinco tratamientos (4 con aditivos y una dieta control) con tres rep...

  9. CARTOGRAFIA STORICA IN AMBIENTE GIS OPEN SOURCE (QUANTUM GIS E GVSIG PER L’ANALISI DELLE DINAMICHE DELL’UTILIZZAZIONE DEI TERRENI: IL CASO DELLA CITTÀ DI CURTEA DE ARGE NEL NOVECENTO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gabriela OSACI-COSTACHE

    2009-11-01

    Full Text Available L’obiettivo principale della ricerca è stato quello di controllare le capacità dei programmiGIS Open Source e, in questa fase dell’indagine, per raggiungere tale scopo ci siamo decisi diconcentrarci su una regione di 28 kmq intorno alla città di Curtea de Arge . Dato che le piùimportanti trasformazioni hanno interessato il ventesimo secolo, abbiamo scelto diapprofondire le dinamiche territoriali tra l’inizio e la fine del Novecento. La ricerca è partitadalle edizioni cartacee di due carte a grande scala stampate durante il Novecento: la cartatopografica in proiezione di Lambert (1929 e la carta topografica in proiezione di Gauss-Krüger (1980. La carta topografica in proiezione U.T.M. (1997 è stata utile solo per il suoreticolato, a causa della piccola scala. La copertura del suolo e le dinamiche dell’utilizzazionedei terreni sono state analizzate con l’aiuto dei programmi Liberi (Free & Open SourceSoftware Quantum GIS e gvSIG. Il presente lavoro è stato diviso in quattro fasi: a lascansione delle carte; b la georeferenziazione; c l’acquisizione dei dati contenuti nelle cartetopografiche, la realizzazione dei livelli vettoriali e la creazione di un DB; d l’analisi dei daticontenuti negli strati vettoriali o raster, grazie ai plugin GRASS (integrato in QGIS e Sextante(integrato in gvSIG. Sono stati applicati i metodi moderni della cartografia digitale, grazie aiprogrammi GIS. L’utilizzo della tecnologia GIS ci ha consentito di rendere coerenti econfrontabili i dati provenienti dalle due carte topografiche stampate nel Novecento, realizzatecon metodi differenti di rilevamento e di rappresentazione cartografica e in diverse proiezioni.La buona sovrapponibilità degli elaborati cartografici del Novecento, co-registrati nelmedesimo sistema di riferimento ci ha permesso la ricostituzione, in ambito GIS, delledinamiche territoriali. Si è ottenuta un’immagine qualitativa e quantitativa delle trasformazionidell’utilizzazione dei terreni

  10. Medición de la ingestión dietaria de sodio en un grupo de niños entre 1 y 18 meses de edad en una consulta pediátrica en Cali, Colombia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Adela Isabel Herrera

    2016-12-01

    Conclusiones. La prevalencia de hipertensión supera la informada para Colombia (1%-3%. Dos de los 3 niños con tensión arterial elevada tenían consumo alto de sodio, sobrepeso y obesidad, datos superiores según lo informado para Colombia (16%. Se sugiere medir presión arterial tempranamente, recomendar la restricción de sal y azúcar en alimentación a menores de 2 años, realizar estudios más grandes para tener datos poblacionales sobre ingestión de sodio y desarrollar estrategias de intervención adecuadas y oportunas para disminuir riesgos en la edad adulta.

  11. Defecography of rectal wall prolapse conditions; Defecografia nelle malattie parietali del retto da prolasso

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Salzano, A.; Muto, M.; De Rosa, A. [Azienda Sanitaria di Rilievo Nazionale A. Cardarelli, Naples (Italy). Servizio di Neuroradiologia; Ginolfi, F.; Carbone, M.; Amodio, F.; Rossi, E. [Naples Univ. Federico 2. (Italy). Ist. di Scienze Radiologiche; Tuccillo, M. [Azienda Sanitaria di Rilirvo Nazionale A. Cardarelli, Naples (Italy). 2. Servizio di Radiologia

    1999-06-01

    Pelvic floor and rectal prolapse conditions have greatly benefited by new imaging and instrumental diagnostic approaches, and especially defecography, for both pathophysiological interpretation and differential diagnosis. The authors investigated the efficacy of defecography in the assessment of rectal prolapse, and in particular the role of videproctography in diagnosis such dynamic disorders. The dynamic changes of ampulla are well depicted by videoproctography, which showed anorectum normalization and spontaneous reduction of invagination after intussusception. Defecography exhibited good capabilities in showing rectal wall function abnormalities. Finally, some features of videoproctography such as low radiation dose, non-invasiveness and ease of execution, make the examination acceptable to patients with anorectal disorders and for the follow-up of rectal prolapse. [Italian] Le malattie del pavimento pelvico e dei prolassi del retto hanno tratto numerosi vantaggi da nuovi approcci di diagnostica per immagini e strumentali, specialmente dall'esame defecografico, sia nell'interpretazione fisiopatologica che nella diagnostica differenziale dei disordini anorettali. Scopo del lavoro: valutare l'efficacia della metodica defecografica nel riconoscimento delle malattie da prolasso del retto e in particolare il ruolo svolto dalla videoproctografia nella documentazione diagnostica e nel definire i principali elementi semeiologici riscontrabili in tali malattie in modo dinamico. Le fasi dinamiche della valutazione morfologica e posizionale dell'ampolla rettale sono ben evidenti nella viedeoproctografia, che documenta dopo l'intussuscezione la normalizzazione del complesso anorettale e la riduzione spontanea dell'invaginazione parietale. In questo studio si sottolineano le possibilita' diagnostiche della defecografia integrata da videoproctografia nel riconoscimento delle malattie parietali funzionali del retto e alcune peculiarita

  12. Unioni civili e stepchild adoption. A proposito del dibattito in corso, ricordando la lezione di Norberto Bobbio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vincenzo Turchi

    2016-03-01

    È una semplificazione ricorrente quella che riconduce alla contrapposizione tra “laici” e “cattolici” il confronto – serrato, talora aspro – che nel Paese e nel Parlamento si sta svolgendo a proposito della regolamentazione delle unioni civili, segnatamente per quanto concerne la stepchild adoption estesa alle coppie di omosessuali. Lo stesso avviene, non di rado, rispetto alle più importanti questioni di bioetica. Sul tema è intervenuto di recente Massimo Salvadori in un articolo comparso su la Repubblica del 18 febbraio 2016 (“Unioni civili, non parliamo di laici contro cattolici”, che offre interessanti spunti di riflessione.

  13. RESONANCIA MAGNÉTICA NUCLEAR DEL PRODUCTO GELIFICADO DE LA REACCIÓN DE CANNIZZARO

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lilia Fernández Sánchez

    2015-01-01

    Full Text Available Se presenta n los espectros de resonancia magnética nuclear ( RMN de protón 1 H, de carbón 13 C y bidimensionales , del produc to de una síntesis orgánica verde de óxido - reducción en la r eacción de Cannizzaro. El producto fue reportado como un gel triboquímico y elucidado por análisis de infrarrojo IR , ray os X y micrografía de barrido ( SEM . Los resultados en este artículo confirman su estructura a través de diversas técnicas de RMN y evalúan el contenido de benzoato de sodio y alcohol bencílico en la muestra e mpleada en la espectroscopia a través del examen de los valores de las integrales en la s señales de RMN de 1 H. El resultado del estudio indica que el alcohol bencílico se encuentra en un 33.44% mol (fase dispersa con respecto al cont enido de benzoato de sodio (fase continua . Estos resultado s confirma n la estruct ura de gel que con el tiempo pierde a la fase dispersa el alcohol produciendo un xerogel

  14. Interacciones moleculares de las soluciones acuosas diluidas de nitrato de sodio a partir de datos viscosimétricos

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel S. Páez

    2016-01-01

    Full Text Available Se determinaron experimentalmente los tiempos de flujo de soluciones a NO3 + H2O en el intervalo de concentración molal 0,0000-0,9996 (mol/kg . Se usó un microviscosímetro automático Anton Paar®, modelo AMVn, a temperaturas desde 283,15 K hasta 318,15 K cada 5 K y presión atmosférica de 0,101 MPa. A partir de los datos obtenidos, se calcularon las viscosidades dinámicas (, los coeficientes de viscosidad,  y  de la ecuación de Jones-Dole,  y los parámetros de activación del flujo viscoso (,   y a dilución infinita. Los coeficientes  resultaron positivos al igual que . De acuerdo con el análisis del signo de este último, el NaNO3 actúa como un soluto formador de la estructura del agua. Por otro lado, los parámetros de activación del flujo viscoso a dilución infinita (,  y revelaron que el proceso de flujo viscoso es endotérmico con un claro predominio de las interacciones ión-solvente.

  15. DURABILIDAD DEL CEMENTO PORTLAND BLANCO ADICIONADO CON PIGMENTO AZUL ULTRAMAR

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    CAROLINA GIRALDO

    2010-01-01

    Full Text Available El pigmento Azul Ultramar (AU es un aluminosilicato polisulfurado de sodio que reacciona con el aluminato tricálcico (C3A y con el óxido de calcio (CaO del cemento Pórtland blanco en presencia de agua, generando cantidades considerables de etringita a edad temprana y en menor proporción de tobermorita. Esta etringita primaria se presenta en forma de fibras no orientadas mejorando el desempeño mecánico de los morteros, y al mismo tiempo dejando pocas cantidades de C3A disponible para la formación de etringita secundaria. En esta investigación se evalúa la durabilidad a diferentes edades de curado en morteros de cemento Portland blanco sustituidos por 0%, 10% y 20% de AU en peso, mediante pruebas de succión capilar y evaluación del cambio longitudinal de morteros expuestos a una solución de sulfato de sodio con una concentración del 5% (ASTM C1012. Los resultados evidencian una mayor resistencia a compresión y a flexión, una significativa disminución de la expansión y una reducción hasta del 800% de la absorción de agua en morteros con AU. Todo esto debido a la formación de las fases minerales adicionales (etringita primaria y tobermorita, las cuales fueron identificadas mediante microscopía electrónica de barrido (SEM.

  16. Distribuzione e consistenza della popolazione di Scoiattolo grigio Sciurus carolinensis Gmelin, 1788 nel levante genovese

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Martina Venturini

    2005-06-01

    Full Text Available Abstract Distribution and population size of the Grey squirrel Sciurus carolinensis Gmelin, 1788 in Province of Genova (NW Italy In Liguria, the Grey squirrel population originated from an introduction of five pairs in an urban park (Genoa Nervi in 1966. A first study, carried out in the 1996 by interviews, located a second group 3 km far, in Bogliasco locality. In this study, conducted in 2001-04, the population size of Genoa Nervi and the presence of the species in surrounding areas were investigated. In 2002 the population size was estimated in 115/286 individuals by distance sampling method, while, by direct observation, it varied from 80 individuals (2004 to 114 individuals (2003. The sampling by hair tubes in surrounding areas confirmed the presence of a group of grey squirrels in Bogliasco and excluded a further dispersal of the species. Riassunto In Liguria, la popolazione di Scoiattolo grigio Sciurus carolinensis ha avuto origine dall'introduzione di 5 coppie nei parchi urbani di Genova Nervi nel 1966. Un primo studio condotto nel 1996 ha localizzato, tramite interviste, un secondo nucleo a 3 km di distanza, in località Bogliasco. Il presente studio, condotto nel 2001-2004, è stato finalizzato alla valutazione della consistenza della popolazione nei parchi di Nervi, mediante il metodo distance sampling e osservazioni dirette, e all'accertamento della presenza della specie nelle aree circostanti mediante l'utilizzo di hair tube. La stima della popolazione con il metodo distance sampling è risultata di 115/286 individui nel 2002, mentre quella ottenuta mediante osservazioni dirette è variata da 80 individui nel 2004 a 114 individui nel 2003. Gli accertamenti compiuti nelle aree circostanti i parchi di Nervi hanno consentito di confermare la presenza di un nucleo di scoiattoli a Bogliasco e di escludere un'ulteriore espansione della specie.

  17. Cambios en el porcentaje de sodio intercambiable (PSI y la relación de absorción de sodio (RAS de un suelo y su influencia en la actividad y biomasa microbiana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Cesar A Gasca

    2011-01-01

    Full Text Available Con el objetivo de evaluar los cambios en el PSI, la RAS y su influencia en la actividad y biomasa microbiana del suelo, se aplicaron diversas concentraciones de vinaza como enmienda procedente de la industria de alcohol carburante, sobre un suelo afectado por sodicidad con severas limitaciones en las condiciones físicas, químicas y biológicas. Se aplicó un diseño en bloques completos al azar que incluye cuatro tratamientos y tres repeticiones, y muestreos de suelo al inicio y final del proceso a tres profundidades (0-20, 20-40 y 40-60 cm, cuyas variables de respuesta a medir fueron la respiración, C- biomasa microbiana, MO%, pH, CIC, CE, RAS y PSI. La actividad biológica (CO2 y el C-biomasa microbiana mostraron incrementos significativos en el rango ideal para el establecimento del cultivo de caña.

  18. Cambios en el porcentaje de sodio intercambiable (PSI y la relación de absorción de sodio (RAS de un suelo y su influencia en la actividad y biomasa microbiana

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Torrente Trujillo Armando

    2011-03-01

    Full Text Available

    Con el objetivo de evaluar los cambios en el PSI, la RAS y su influencia en la actividad y  biomasa  microbiana  del suelo,  se aplicaron  diversas  concentraciones  de vinaza  como enmienda procedente de la industria de alcohol carburante, sobre un suelo afectado por sodicidad con severas limitaciones en las condiciones físicas, químicas y biológicas. Se aplicó un diseño en bloques completos al azar que incluye cuatro tratamientos y tres repeticiones, y muestreos de suelo al inicio y final del proceso a tres profundidades (0-20, 20-40 y 40-60 cm, cuyas variables de respuesta a medir fueron  la respiración, C- biomasa microbiana, MO%, pH, CIC, CE, RAS y PSI. La actividad biológica (CO2 y el C-biomasa microbiana mostraron

    incrementos significativos en el rango ideal para el establecimento del cultivo de caña.

  19. La Medicina del Turismo e dell'immigrazione nella Medicina del Terzo Millennio

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    T. Ventura

    2003-05-01

    Full Text Available

    Spesso motivi turistici, professionali ed umanitari condizionano spostamenti di singoli o di piccoli gruppi di viaggiatori verso mete che presentano situazioni sociali, economiche e sanitarie diverse dal nostro Paese ed allo stesso tempo, migrazioni di massa da Paesi sottosviluppati si realizzano verso il nostro Paese ed in genere verso le aree geografiche industrializzate.

    Sia nel primo che nel secondo caso, possono realizzarsi condizioni di rischio per la salute, personale e collettiva, a motivo dell’interazione di realtà socio sanitarie diverse tra loro: si realizzano così rischi collegati all’alimentazione, alle malattie sessualmente trasmissibili, fino a quelle dovute all’interazione con clima e fauna locali.

    Su tali premesse il Dipartimento di Patologia Umana, Sezione di Medicina del Turismo e dell’Immigrazione in collaborazione con il Dipartimento di Igiene, Medicina Preventiva dell’Università degli Studi di Messina, ha istituito un Corso di Perfezionamento rivolto ai medici di medicina generale e del territorio, ai medici competenti ed a quelli operanti nel volontariato. Esso si prefigge, tra i principali, l’obiettivo di fornire strumenti utili per migliorare la capacità di relazionarsi con il territorio, con attenzione particolare al costante fenomeno immigratorio che interessa la nostra area geografica. Il corso si articola in varie sessioni: epidemiologia, patologia e clinica delle malattie da immigrazione e del turismo; patologia immuno allergica dell’immigrato e del viaggiatore, principi profilattici per i viaggi all’estero e l’immigrazione, microbiologia applicata alle aree endemiche, trattazione dei rischi collegati al clima ed all’igiene degli alimenti. È indubbia, pertanto, l’utilità socio sanitaria e preventiva della medicina del Turismo e dell’Immigrazione i cui risvolti applicativi hanno rilevanza particolare nel momento contigente: previsioni dell’Organizzazione Mondiale della

  20. Niveles séricos de leptina y su relación con la excreción de sodio en niños y adolescentes obesos Relationship between serum leptin levels and sodium excretion in a local population of obese children and adolescents

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    A. Maskin de Jensen

    2011-09-01

    Full Text Available La obesidad se asocia con niveles elevados de leptina y la mayoría de los individuos obesos presentan resistencia "selectiva" a su acción metabólica sin disminución del apetito ni aumento en el gasto energético, con preservación y estimulación de la activación del sistema simpático a nivel central y de las acciones periféricas cardiovasculares y renales. Estos mecanismos podrían modificar la regulación del metabolismo del sodio a nivel renal. Objetivo: identificar el comportamiento de los niveles séricos de leptina en asociación a la excreción urinaria de sodio en una población de niños y adolescentes obesos. Material y métodos: se estudiaron 190 niños y adolescentes entre 5 y 15 años: 125 con índice de masa corporal (IMC percentilo = 95 constituyeron el grupo de obesos (OB y 65 con IMC percentilo 5 - Obesity is associated with elevated levels of leptin and most obese individuals are "selectively" resistant to its metabolic action, without appetite loss or increased energy expenditure, with preservation and stimulation of the activation of the sympathetic system at both the central and peripheral cardiovascular and renal levels. These mechanisms could modify the regulation of sodium metabolism in the kidney. Objective: To determine whether there is any correlation among between serum leptin levels and urinary sodium excretion in a population of obese children and adolescents an obese, children and adolescents. Material and methods: 190 children and adolescents between 5 and 15 years of age were studied: 125 with body mass index (BMI = 95 percentile constituted the obese group (OB and 65 with BMI percentile 5 - < 85 the control group (C. Concentrations of serum sodium (Na and urinary sodium (Nao were measured with ion selective electrode; serum leptin levels were measured by the immunoradiometric method. Results: Differences between groups were significantly lower for urinary sodium values (mEq/kg/day in obese subjects

  1. Tandem come tirocinio: la riflessione nel corso dell'azione - in un tandem in presenza italiano-portoghese

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Luisa Vassallo

    2006-04-01

    Full Text Available II presente studio è dedicato al Tandem, un metodo di studio delle lingue straniere autonomo e collaborativo. Esso illustra alcune potenzialità di questa forma didattica per la formazione degli insegnanti, utilizzando il concetto di riflessione nel corso dell'azione elaborato dal filosofo statunitense Donald Schön (1983. Il capitolo 1 introduce il metodo Tandem. Il capitolo 2 analizza il Tandem alla luce della teoria di Schön. Il capitolo 3 descrive l'aspetto riflessivo in un Tandem in presenza, svolto nel 2004 in Brasile. II capitolo 4 propone alcuni motivi per considerare il metodo Tandem un contesto complementare utile per la formazione alla pratica docente attraverso il tirocinio.

  2. Infezioni gastroenteriche e fonti di rischio da balneazione nel mare Adriatico

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    N. Schinaia

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: gli obiettivi generali della ricerca sono stati: stimare un eccesso di rischio di insorgenza di gastroenterite a seguito di attività di balneazione o consumo di prodotti ittici nel mare Adriatico; misurare nuovi parametri microbiologici di inquinamento marino.

    Metodi: sono stati condotti i seguenti studi: 1 caso controllo; 2 uno studio di prevalenza (beach survey per descrivere la frequenza di alcune patologie (dell’orecchio, delle vie aeree superiori, della cute rispetto alla balneazione o meno; 3 identificazione di nuovi patogeni nelle acque di balneazione (quali virus o Cryptosporidium parvum.

    Risultati: l’analisi dei fattori di rischio nello studio caso controllo non ha evidenziato un aumento di gastroenterite associata a balneazione. Gli episodi gastroenterici osservati nei casi erano prevalentemente sostenuti da Salmonella sp. e la modalità di infezione era legata ad alcuni alimenti quali la maionese. Il risultato principale dello studio di beach survey è stato che la balneazione nel mare Adriatico non è associata ad un aumento significativo di patologie serie, quali gastroenterite acuta.

    Tuttavia, è stato possibile evidenziare un aumento di rischio statisticamente significativo per forme morbose lievi, quali congiuntivite e dermatite aspecifica, fra chi ha fatto il bagno in mare e chi no. Tale aumentato rischio è stato soprattutto osservato nei bambini e ragazzi al di sotto di 15 anni. I risultati di microbiologia sperimentale dimostrano il ruolo svolto dalle acque marine quale pabulum idoneo alla sopravvivenza delle oocisti di C. parvum. Sono stati validati protocolli di diagnostica molecolare per l’identificazione di enterovirus, rotavirus e reovirus nelle acque di balneazione.

    Conclusioni: l’epidemiologia può contribuire a studiare i rapporti fra balneazione e salute all’interno di una visione generale di salute

  3. BIBLIOTECHE E MEDIATECHE DEL XXI SECOLO

    OpenAIRE

    FIORINI, ELISA

    2015-01-01

    Parlare di biblioteca/ mediateca nel XXI secolo, era del web 2.0, della banda larga e delle fibre ottiche, della rivoluzione dell’editoria (ancora in fieri) e della diffusione di e-book e testi print-on-demand, potrebbe apparire a molti un tema scontato e ridondante, una realtà percepita lontana dalla nostra quotidianità proprio perché associata all’immagine (tutta ottocentesca) di una biblioteca-spazio angusto e vetusto. Nella contemporaneità, l’introduzione delle informazioni su web e l...

  4. Polisemia epistemologica e disseminazione del sapere

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Coluccia

    2008-12-01

    Full Text Available Come comunicare la scienza? Come capire i risultati della scienza, pur nella loro parzialità? Come permettere l’accesso ai risultati della scienza in un ambito comunicativo basato su criteri d’interattività e d’interoggettività complessa? Il mio punto di partenza nella riflessione è la definizione della complessità del sapere scientifico nel momento storico attuale e la necessità di divulgarne i contenuti in maniera ampia, economica, efficace e trasparente, pur conservando la polisemia epistemologica legata alla medesima complessità scientifica.

  5. BIBLIOTECHE E MEDIATECHE DEL XXI SECOLO

    OpenAIRE

    FIORINI, ELISA

    2015-01-01

    Parlare di biblioteca/ mediateca nel XXI secolo, era del web 2.0, della banda larga e delle fibre ottiche, della rivoluzione dell’editoria (ancora in fieri) e della diffusione di e-book e testi print-on-demand, potrebbe apparire a molti un tema scontato e ridondante, una realtà percepita lontana dalla nostra quotidianità proprio perché associata all’immagine (tutta ottocentesca) di una biblioteca-spazio angusto e vetusto. Nella contemporaneità, l’introduzione delle informazioni su web e l...

  6. Avaliação tomográfica dos pedículos vertebrais no tratamento cirúrgico dos pacientes com escoliose idiopática do adolescente Evaluación de tomografía computarizada de pedículos vertebrales nel tratamiento quirúrgico de escoliosis idiopática del adolescente Computed tomography scan evaluation of vertebral pedicles for surgical treatment of adolescent idiopathic scoliosis

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alceu Gomes Chueire

    2012-12-01

    Full Text Available OBJETIVO: Determinar através de cortes tomográficos e reconstrução tridimensional a incidência de mal posicionamento de parafusos em pacientes submetidos ao tratamento cirúrgico da Escoliose idiopática do adolescente. MÉTODOS: Foram analisados exames tomográficos de 8 pacientes, tratados cirurgicamente no Hospital de Base de São José do Rio Preto-SP, realizada instrumentação posterior partindo de T2 /T4 a L4/L5 totalizando 164 parafusos. RESULTADOS: 32,9% (n=54 apresentavam posicionamento com risco potencial,ou seja desvio acima de 2 milímetros, sendo 20,1% (n=33 com invasão lateral, 9,1% (n=15 com invasão medial, 3,6 %(n=6 com invasão anterior. Dos parafusos que ofereciam risco potencial a relação com aspecto da curva foi de 46% (n=25 na concavidade, 35% (n=19 na convexidade e 19% (n=10 em vértebras adjacentes a curva. CONCLUSÃO: Os limites de penetração aceitáveis, assim como os métodos de mensuração ainda não foram padronizados, a técnica "free hand' mostrou-se segura, apesar da violação dos pedículos. A tomografia computadorizada pré-operatória, auxilia no planejamento cirúrgico e na redução das complicações.OBJETIVO: Evaluar mediante tomografía computarizada tridimensional de reconstrucción, una mala posición de los tornillos de pedículo en pacientes con escoliosis idiopática del adolescente. MÉTODOS: Se analizó cortes de tomografía computarizada de 8 pacientes sometidos a tratamiento quirúrgico en el Hospital de Base de São José do Rio Preto-SP, que se llevaron a cabo la fusión vertebral posterior de T2/T4 a L4/L5, 164 tornillos se insertaron. RESULTADOS: 32,9% (n = 54 fueron mal colocados que ofrecen riesgo potencial, que se consideraba una desviación de 2 mm, 20,1% (n = 33, la invasión lateral, el 9,1% (n = 15 invasión medial, 3,6 % (n = 6 la invasión anterior. De los tornillos mal colocados el 46% (n = 25 fueron en la concavidad, el 35% (n = 19 en la convexidad y el 19% (n = 10 se

  7. Le nuove dinamiche evolutive del mercato residenziale italiano

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Nicola Lazzari

    2012-06-01

    Full Text Available L’obiettivo del presente lavoro è quello di analizzare i principali fattori che influenzano il mercato immobiliare in Italia. Abbiamo esaminato in che misura e quanto velocemente i prezzi degli immobili residenziali abbiano reagito ad un cambiamento nei fondamentali. La conoscenza delle principali dinamiche e cause nella formazione dei prezzi rappresenta infatti un buon punto di partenza per ogni valutazione e/o attribuzione di diritti edificatori e di politica di gestione del territorio. L’integrazione delle informazioni presenti nelle banche dati pubbliche rappresenta infatti un evidente obiettivo che non può non tenere conto del sostanziale sottoutilizzo dell’informazione disponibile. Nel presente lavoro si è applicato ad un campione di valori immobiliari di livello regionale e riferito al periodo compreso tra il 2004 e il 2009, un modello Vector Autoregressive (VAR, al fine di consentire l’analisi delle determinanti sottese alla costituzione dei valori immobiliari. Tale tecnica ha consentito inoltre di stimare, attraverso l’introduzione di appropriate variabili dummy, anche l’effetto di una particolare normativa finalizzata a incrementare la trasparenza del mercato stesso. Lo studio, innovativo sul panorama italiano, ha evidenziato un potente impatto dei valori delle aree edificabili e nel breve periodo anche dell’offerta di nuove costruzioni mentre non è risultato significativo l’effetto del tasso di interesse sui valori di mercato residenziali. Un punto di particolare interesse è rappresentato dall’analizzare come i prezzi delle abitazioni abbiano reagito alla normativa fiscale adottata nel 2006. Si è riscontrato che i principali fattori esplicativi sono il reddito disponibile, l’offerta di nuove abitazioni, il numero di unità vendute, il tasso di disoccupazione e, in accordo con la letteratura, i prezzi delle aree. Quest’ultimo fattore è risultato essere uno dei più significativi specie dopo l

  8. Continuatori balcanico-danubiani del Veneto "balota"

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovan Battista Pellegrini

    1976-12-01

    Full Text Available E' merito di László Hadrovics di avere impostato una numerosa serie di ricerche etimologiche con un metodo originale che ha dato ampi frutti, fondato sullo studio globale di tanti dati, ma in primo luogo saldamente ancorato al minuzioso esame delle fonti e dei motivi storici e culturali che hanno occasionato i prestiti. I suoi contributi alia storia e all'etimologia di varie parole ungheresi costituiscono autentiche piccole monografie concentrate nel settore del lessico giudicato di norma "di etimologia difficile" nei dizionari specializzati; essi sono ora in buona parte riuniti in due volumetti: Jövevényszók-vizsģalatok (Indagini sui prestiti del 1965 e Szavak és szólások (Parole ed espressioni] del 1975. In questa seconda miscellanea, nel capitolo quinto dedicato ai "prestiti italiani" (o­ lasz jövevényszók, alle pp. 78-94 l' A. ha l' occasione di occuparsi della voceungherese labda 'palla' (pp. 86-89 che presenta varie corrispondenze nelle lingue slave e balcaniche, oggetto di tante discussioni, come si può vedere anche dai piu recenti dizionari etimoiogici.

  9. Le caratteristiche linguistiche del foglietto illustrativo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Silvia Giumelli

    2013-07-01

    Full Text Available Nell’articolo si affronta il problema della comprensibilità del foglietti illustrativi (i bugiardini” allegati ai medicinali, di cui indicano posologia, modalità d’uso ed effetti indesiderati (FI nel testo. Linguisticamente il testo dei FI si pone nel più ampio contesto dei linguaggi specialistici, ma si distingue per alcune particolarità (il destinatario e la funzione che ricopre. Attraverso l’analisi del FI presente in un comune antipiretico, Tachipirina 1000 ®, si mettono in evidenza le strategie comunicative messe in atto dall’estensore e il grado di comprensione da parte del presunto destinatario. L’analisi mette inoltre in luce le caratteristiche comuni di questo tipo di testi altamente specialistici con il linguaggio settoriale della medicina.  Language features of medicine packaging leaflets This article addresses the problem of the comprehensibility of the leaflets in medicine packaging which indicate dosage, method of use and side effects (FI in the text. Linguistically, the text of the FI is placed in the broader context of specialist languages, but it is characterized by some peculiarities (the recipient and the role it plays. By analyzing the FI of a common antipyretic, paracetamol 1000 ®, we highlight the communicative strategies put in place by the author and the degree of understanding on the part of the intended recipient. The analysis also highlights the common features of this type of highly specialized text with the technical language of medicine.

  10. A caccia del bosone di Higgs magneti, governi, scienziati e particelle nell'impresa scientifica del secolo

    CERN Document Server

    Maiani, Luciano

    2013-01-01

    Nel luglio 2012 veniva confermata sperimentalmente, presso i laboratori del CERN di Ginevra, l'esistenza del "bosone di Higgs", la più piccola di tutte le particelle subatomiche fino ad ora scoperte, teorizzata da Peter Higgs fin dal lontano 1964 e divulgata al mondo come "la particella di Dio". Una scoperta che costituisce un fondamentale passo avanti nella fisica delle particelle e nella conferma del modello standard dell'universo, in direzione di quella Teoria del Tutto, la teoria unificata delle forze, che la fisica insegue da decenni. Per giungere alla prima conferma sperimentale sono stati necessari quasi 50 anni di ricerche teoriche e la costruzione della macchina più grande del mondo, l'LHC, Large Hadron Collider, un anello lungo 27 chilometri situato a 100 metri di profondità nel territorio di Ginevra. Una sfida sul cui successo, all'inizio, pochi avrebbero scommesso e che si accompagna alla storia stessa del CERN, il Consiglio Europeo per la Ricerca Nucleare di cui Luciano Maiani è stato diretto...

  11. Quasi una mostra. Giulio Carlo Argan, Wart Arslan e l'allestimento del Museo dell'Alto Adige tra propaganda e museografia, 1933-1939

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Angelini, Gianpaolo

    2015-10-01

    Full Text Available L’articolo prende in esame la riorganizzazione del Museo dell’Alto Adige a cura di Wart Arslan negli anni 1933-1938 in relazione alle scelte dell’allestimento, alla propaganda di regime, agli studi sulla pittura barocca nel primo Novecento, sulla scorta dell’epistolario di Arslan e degli articoli apparsi sulla stampa specialistica.

  12. del, Escher, Bach un'eterna ghirlanda brillante : una fuga metaforica su menti e macchine nello spirito di Lewis Carroll

    CERN Document Server

    Hofstadter, Douglas R

    1984-01-01

    Il libro che ha svelato a una immensa quantità di lettori, in tutto il mondo, gli incanti e le trappole di un’Eterna Ghirlanda Brillante i cui fili si chiamano intelligenza artificiale, macchina di Turing, teorema di Gödel. Una «fuga metaforica» nel variegato mondo che si dispiega fra la mente, il cervello e i computer

  13. Buchi neri nel mio bagno di schiuma l’enigma di Einstein

    CERN Document Server

    Vishveshwara, C V

    2008-01-01

    "Le bolle stavano turbinando tutto intorno a me e massaggiavano il mio corpo ... Mentre me la godevo in questo fantastico bagno di bolle, i miei occhi si fecero pesanti e mi lasciaii trasportare in un dormiveglia sublimamente estatico". Così inizia l’incontro di Alfie con una vasca da bagno eccezionale e rivelatrice, acquistata da un vicino misterioso di nome Al. L’Enigma di Einstein, ovvero buchi neri nel mio bagno di schiuma, racconta la storia della teoria della gravitazione, dai suoi primordi fino agli ultimi sviluppi in astrofisica, focalizzandosi sulla teoria della relatività generale di Albert Einstein e sulla fisica dei buchi neri. Tramite conversazioni avvincenti e diagrammi scarabocchiati su tovaglioli di carta, si susseguono a ruota i rudimenti della relatività, dello spazio-tempo e di molti aspetti della fisica moderna. In scenette narrate con abilità pedagogica e notevole talento letterario, il lettore s’imbatterà nelle lezioni informali che un astrofisico cosmopolita tiene al suo amic...

  14. X-ray visualisation and dissolved gas quantification: multiphase flow research and development at NEL

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Hall, Andrew R.W.; Corlett, Anne E.

    1997-07-01

    NEL is actively investigating new techniques for the measurement of multiphase flows. This paper describes two such investigations, an X-ray system to visualise three-phase flows and a manometric/volumetric system to quantify the dissolved gas content of oil/gas flows. The X-ray system was used in both horizontal and vertical flows, covering slug, annular and bubble flow regimes. Also covered were stratified (horizontal only) and churn (vertical only) flows. The system was able to provide visualisation of features not visible in flows with low water cut (due to poor light transmission through oil) and therefore increased the understanding of three-phase flow behaviour. Quantifying the amount of dissolved gas within a hydrocarbon oil is of importance to the oil industry due to the problems associated with the artificial decrease in density of a gas filled oil and the effects of gas breakout. The present study found that the gas uptake by the oil was highly dependent on the following factors; volumetric gas fraction, line pressure and liquid flowrate. The underlying water cut of the oil also appeared to have an effect. (author)

  15. Efecto del sulfato de sodio y sulfato de calcio en la detoxificación de los taninos presentes en la pulpa de café

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Miguel A Marín C

    2016-03-01

    Full Text Available 48 white rats (Rattus norvegicus albinus with an average body weight of 118 g.from both sexes were distributed in a complete randomized design to determine the effect of 3 levels of  CaSO4 and 3 levels of Na2SO4 (0.1, 0.3 y 0.5 % detoxificant agents of the tannins present in the coffee pulp, which was included in the diet at a fixed level of 20%. The experiment last for 28 days and weight gain, feed intake and feed conversion were evaluated. On the third week, during 3 consecutive days, samples of feces were collected to perform digestibility trials of dry matter, crude protein, energy and crude fiber. The results show that any of the sulfate sources at any of the levels used had any effect on the diets with coffee pulp regarding to weight gain, feed intake and fee conversion. The digestibility of the dry matter, crude protein and energy of the diets containing pulp was improved when the 0.1% levels of CaSO4 was used. The levels of 0.3 and 0.5% of the sulfate sources in the diet did not have any positive effect on the performance of the animals; on the contrary, in some cases they caused a decrement in their performance.

  16. “Economic heritage impact assessment” come strumento per valutare gli impatti dei grandi progetti di riqualificazione delle città costiere siti Unesco. Il caso studio di Torre Annunziata nel golfo di Napoli

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Mariarosaria Angrisano

    2015-12-01

    Full Text Available Quest’articolo parte dallo studio delle città portuali storiche, siti UNESCO, che oggi affrontano la sfida della riqualificazione dei waterfront urbani attraverso la conservazione del patrimonio culturale e paesaggistico. Le raccomandazioni sull’ “Historic Urban Landscape”, e gli strumenti operativi promossi dall’ICOMOS “Guidance on Heritage Impact Assessments for Cultural World Heritage Properties” del 2011, si configurano come le più recenti disposizioni concernenti la conservazione, protezione e valorizzazione del patrimonio culturale (Fusco Girard, 2010. La Guida ICOMOS è stata considerata lo strumento più adatto per valutare gli impatti dei grandi progetti di riqualificazione dei waterfront urbani sul patrimonio culturale. Per comprendere al meglio tale strumento è stata fatta un’applicazione per valutare gli impatti del Grande Progetto Pompei sul waterfront di Torre Annunziata, città costiera nel Golfo di Napoli sito UNESCO. A questa fase di analisi segue una riflessione su come migliorare l’Heritage Impact Assessment, come strumento capace di valutare non soltanto gli impatti culturali ma anche quelli economici, per parlare di “economia del patrimonio culturale”. La proposta ultima è quella di affiancare al processo di “Heritage Impact Assessment” una valutazione degli impatti economici, attraverso un’analisi costi-benefici, per quantificare in termini monetari la convenienza degli investimenti nella conservazione del patrimonio storico urbano delle città costiere, proponendo una “Economic Heritage Impact Assessment” (EHIA. Tale metodo, elaborato dall’autrice all’interno della tesi di dottorato “Il paesaggio storico urbano delle città costiere: sfide e opportunità. Il caso Torre Annunziata”, offre la possibilità di superare la sola valutazione degli impatti culturali proposta dall’ICOMOS.

  17. Il PON Reti e Mobilità e gli obiettivi di Sostenibilità: il ruolo del Piano di Monitoraggio Ambientale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesco Bella

    2011-10-01

    Full Text Available Il  PON Reti e mobilità 2007-2013 (PON è stato approvato dalla Commissione Europea con decisione C(20076318 del 7 dicembre 2007.La strategia del Programma, rivolto alle Regioni “Obiettivo Convergenza” (Campania, Calabria, Sicilia, Puglia si  concretizza con interventi tesi a sviluppare l’intermodalità, a migliorare la mobilità e l’accessibilità anche per controllare e attenuare i fenomeni di congestione e a garantire la riduzione degli impatti ambientali delle infrastrutture di trasporto, in particolare in termini di riduzione delle emissioni di sostanze inquinanti attraverso il miglioramento complessivo della qualità e dell’efficienza del sistema dei trasporti con specifico riferimento alle merci.Appare dunque evidente come il PON Reti e mobilità tenga fortemente in conto i principi di sostenibilità affermati a livello europeo, non ultimi, quelli sottesi nel Libro Bianco dei Trasporti pubblicato nel 2011 dalla Commissione Europea. A conferma di una strategia complessiva del Programma improntata sulla sostenibilità ambientale, il PON Reti e mobilità destina oltre il 70% delle risorse programmate (cfr. Decreto dell’Autorità di Gestione del 28 luglio 2011 alla realizzazione di interventi relativi a modalità di trasporto sostenibili così come individuate a livello europeo (ferrovie, porti, trasporti multimodali e sistemi di trasporto intelligente.Il PON Reti e mobilità è stato sottoposto a procedura di VAS in accordo a quanto previsto dalla Direttiva 2001/42/CE del 27 giugno 2001, recepita in Italia con D. Lgs 152/2006 “Norme in materia ambientale”, successivamente modificato con D. Lgs 4/2008 e D. Lgs 128/2010.Nel Rapporto Ambientale della VAS del PON grande attenzione è dedicata all’attività di monitoraggio, come dimostra la previsione di  “adeguate misure per il monitoraggio ambientale, anche al fine di apportare eventuali misure correttive nella fase di attuazione”. Un primo e rilevante passaggio in tal

  18. Ecologia del lupo in provincia di Genova: distribuzione, consistenza della popolazione, alimentazione, impatto sulla zootecnia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Laura Schenone

    2003-10-01

    Full Text Available Dal 1998 la Provincia di Genova ha promosso ricerche sull'ecologia del Lupo nel proprio territorio, riprendendo indagini che si erano interrotte nel 1995. Attraverso la raccolta e la mappatura dei segni di presenza su 15 transetti percorsi stagionalmente è stato individuato un areale in parte corrispondente al Parco naturale regionale dell'Aveto, mentre nelle zone occupate dal Lupo negli anni precedenti si riscontravano solo occasionali segni di presenza. Utilizzando il metodo della conta delle tracce su neve è stata rilevata la presenza di 5 individui. Nel 2000 due censimenti hanno permesso di individuare, rispettivamente, 3 e 2 individui. Le indagini sull'intero territorio provinciale del 2002 hanno ribadito come le aree di maggiore frequentazione continuino ad essere localizzate nel levante della provincia, in particolare nel gruppo del M. Aiona, mentre sullo spartiacque Aveto-Trebbia si registra una presenza più continua rispetto agli anni precedenti. I censimenti del gennaio 2003 hanno evidenziato la presenza di 5 lupi. Alcuni segni di presenza della specie sono stati osservati nell'area del M. Antola e nelle zone al confine tra le province di Alessandria e Piacenza, dove nei primi anni novanta si registrava una presenza stabile del Lupo. Nel settore di ponente della provincia, sono stati rilevati alcuni segni di presenza al confine con la provincia di Savona (passo del Faiallo e un'unica interessante segnalazione presso i Piani di Praglia, al confine con il Parco piemontese delle Capanne di Marcarolo. L'analisi di 199 campioni di feci, raccolte dal 1998 al 2002, ha evidenziato una dieta basata principalmente su tre categorie: ungulati domestici (51,57%, ungulati selvatici (21,33%, altri vertebrati (10,67%. Relativamente consistente, nonostante le basse densità di queste specie nell'area frequentata dal Lupo, la frequenza percentuale di comparsa di Daino (4% e Capriolo (5,33%. Il Cinghiale sembra essere poco utilizzato (12% rispetto all

  19. Generación de microportadores basados en mezclas de alginato de sodio y fibrinógeno

    OpenAIRE

    Ramos Murillo, Ana Isabel

    2013-01-01

    Los equivalentes tisulares son dispositivos artificiales que deben cumplir funciones similares a las del tejido que se quiere reemplazar. Muchas de las funciones de cada tejido son llevadas a cabo por células especializadas, cuyo crecimiento y supervivencia requiere de la existencia de un sustrato físico sobre el cual las células puedan anclarse. En el cuerpo humano tal sustrato es la matriz extracelular, pero en equivalentes tisulares al sustrato en mención usualmente se le denomina soporte....

  20. Contenido de sodio, azúcares y grasas en los alimentos procesados de mayor consumo en Honduras

    OpenAIRE

    Hernández, A; Di Iorio, A.B.; Tejada, O.A.

    2017-01-01

    Introducción: Un estudio en jóvenes de la aldea El Jicarito (zona semiurbana de Honduras) refiere que más del 40% consumen bebidas carbonatadas y cereales azucarados de desayuno, 30% consume donas y pan dulce y 19% presentan sobrepeso y obesidad. No existe un estudio nacional sobre el consumo de alimentos ultraprocesados ni su perfil de nutrientes críticos que afectan la salud pública hondureña. Similares estudios se han realizado en Chile y Brasil. Material y método: 520 alimentos procesados...

  1. Comportamiento del gel de sílice en el ensayo de puzolanicidad

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pilar de Luxán, M.

    1976-03-01

    Full Text Available Not availableMediante el ensayo de puzolanicidad establecido en el PCCH 64 (que coincide con el RC-75, se ha realizado el estudio del comportamiento del gel de sílice como puzolana incorporado a un cemento. Para ello se han preparado dos tipos de mezclas binarias, cemento portland-gel de sílice y cemento portland-puzolana natural, y mezclas ternarias cemento portland-puzolana-gel de sílice. Sobre cada una de ellas se ha determinado el índice de puzolanicidad, y se ha observado la influencia que ejerce la presencia del gel de sílice sobre las concentraciones de hidróxido cálcico y de iones alcalinos (sodio y potasio existentes en el líquido que sobrenada la pasta de cemento portland.

  2. Accessibilità e fruibilità del patrimonio architettonico: occasioni per una sostenibilità “sociale” del recupero

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alessandro Greco

    2012-12-01

    Full Text Available Il tema dell’accessibilità e della fruibilità del patrimonio storico – architettonico sta assumendo sempre più rilevanza nel contesto nazionale, e in quello europeo più in generale, anche per le importanti funzioni che normalmente vengono inserite in contenitori edilizi dall’elevato valore culturale e documentale, collocati spesso nel centro storico delle città oppure in aree di elevato pregio ambientale.Il contributo propone riflessioni di carattere generale sull’importanza “sociale” dell’accessibilità al patrimonio edilizio storico e offre spunti per un approccio alla progettazione dell’accessibilità secondo un metodo consapevole della complessità del tema, partecipato e multidisciplinare. Il testo si completa con l’illustrazione di due ricerche applicate (una alla scala urbana e una alla scala edilizia sviluppate secondo tale metodo.

  3. Densità e distribuzione delle cellule di Purkinje nel cervelletto di cane: studio immunoistochimico

    OpenAIRE

    Ruffini, Alessia

    2016-01-01

    Nella letteratura, gli studi morfologici e morfometrici del cervelletto di animali ed esseri umani, hanno valutato il numero di cellule di Purkinje (CP) solo su alcuni campi a random. Gli studi sono stati spesso condotti su cervelletti fissati in formalina e inclusi in paraffina; gli studi effettuati su campioni congelati sono molto rari. Gli scopi del presente studio sono stati: quantificare il numero e la distribuzione delle CP in tutto il tessuto cerebellare; valutare lo spessore del gr...

  4. Variación de la tasa interna de retorno en una planta de concentración de proteínas del suero de quesería

    OpenAIRE

    1990-01-01

    En la concentración de proteínas del suero dulce de quesería con carboximetilcelulosa de sodio, se estudian los efectos que la capacidad de procesamiento y los precios de venta del producto ejercen sobre el porcentaje anual de retorno de la inversión. Se presenta un resumen de las condiciones y características que para este tipo de proceso, que han fijado Hidalgo y Hansen (10,11,12) Álvarez (2), hill y Zadow (13,14,15) y Gallego y Cuenca (8). Entre 70 m3/d y 270 m3/d se sitúan las onc...

  5. Tratamiento del condensado vegetal de los concentradores de jugos en frutos de cítricos después de la cosecha con el fin de poder utilizarlo como agua de alimentación de calderas

    OpenAIRE

    Alexander Roque Chávez; Yosbel Jiménez Armelo

    2010-01-01

    El trabajo se desarrolla con el objetivo de determinar el valor del pH del condensado vegetal obtenido de los concentradores de jugos, su variación en dependencia con el tipo de cítrico y su madures, así como determinar la cantidad de hidróxido de sodio (NaOH) necesario para su tratamiento con el fin de poder utilizarlo como agua de alimentación de calderas, para el estudio se tomaron varias muestras de pH durante la campaña 2008-2009 que abarcaron siete meses, los valores de pH se compararon...

  6. Una teoria del gioco

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Adolfo Barbatelli

    2006-11-01

    Full Text Available Questo articolo è la prima parte di un lavoro di ricerca sul gioco d’azzardo nella città di Napoli. Per parlare di gioco d’azzardo ho preliminarmente cercato delle coordinate concettuali per definire il concetto di gioco prendendo come punti cardinali le concezioni del gioco di: 1 Huizinga, storico del pensiero di matrice storicistico-idealistica degli anni ’30; 2 Caillois, il versatile sociologo francese degli anni ’50; 3 Lanternari, antropologo dinamista italiano a noi contemporaneo. Il quarto punto cardinale è il radicale disvelamento della natura di costruzione logica di ogni forma di comunicazione fatto da Wittgenstein che mi ha portato alla conclusione che cercare il significato di un concetto (come quello di gioco porta a ragionare su delle idee e che bisogna imporsi un dubbio sistematico quando si ragiona su delle idee. Ma in questo excursus ho provato a tirare le fila sulla letteratura antropologica sull’argomento e, soprattutto, ho trovato delle coordinate concettuali che mi hanno premesso di impostare delle ipotesi che illustrerò nel prossimo articolo che parlerà di gioco d’azzardo.

  7. I tempi del passato

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Laura Lepschy

    1992-12-01

    Full Text Available Normalmente in italiano, in una frase principale, per riferirci al passato, abbia­ mo la scelta fra Imperfetto (scrivevo, Passato Prossimo (PP (ho scritto, e Passato Remoto (PR (scrissi. Trascuriamo qui ii fatto che Imperfetto e PR appartengano inequivocabilmente al paradigma morfologico del verbo, mentre il PP è una forma composta, costruita sintatticamente, che si potrebbe voler affiancare ad altri costrutti, come sto scrivendo ecc.; del resto ci sono proposte generativiste di considerare ii PP come risultante dall'inserimento di una frase al passato entro un predicato al presente (l'ausiliare. Postuliamo invece che, a qualche livello, si ponga, nel sistema verbale italiano, la scelta fra i tre paradigmi citati (indipendentemente dalla constatazione che essi di fatto compaiono nelle tradizionali grammatiche italiane. Notiamo anche che ii Trapassato Prossimo, in maniera esplicita o implicita, e ii Trapassato Remoto in ma­ niera esplicita, nell'italiano modemo indicano anteriorità relativa, rispetto a un altro punto di riferimento passato.

  8. Artificial recharge of the water-table aquifer in the latian volcano in Rome province; Ricarica artificiale dalla falda acquifera presente nel vulcano laziale in Provincia di Roma

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Bersani, P.; Piotti, A. [Ambito Territoriale Ottimale, Lazio Centrale, Rome (Italy)

    2001-06-01

    'acquifero superiore. Tale ricarica potrebbe essere effettuata permettendo all'acqua meteorica di infiltrarsi per quanto possibile nel sottosuolo con la realizzazione nella parte piu' depressa della caldera sommitale o di un lago artificiale oppure in alternativa potrebbero essere realizzati una serie di piccoli bacini artificiali di infiltrazione con pozzi a dispersione. Inoltre la realizzazione del lago artificiale restituirebbe al paesaggio un elemento presente nei secoli passati e scomparso solo recentemente.

  9. Behaviour and fate of heavy metals in incineration processes; Comportamento e destino dei metalli pesanti nel processo d'incenerimento

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Braguglia, C. M.; Marani, D.; Mininni, G. [Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Ricerca sulle Acque, Rome (Italy)

    2001-03-01

    This work reports the behaviour of eight metals (Cd, Cr, Cu, Mn, Ni, Pb, Sn, Zn) in sewage sludge incineration tests carried out in a pilot plant. Metal partitioning was assessed by measuring its concentration in the feed sludge, in the three main ash streams (bottom, cyclone and filter ash) and in the flue gas stream. Metal enrichment on fly ash was quantified by defining an enrichment factor in terms of ratio between filter ash concentration and the concentration in the feed sludge on inert basis. The experimental results are discussed within the framework of a thermodynamic model, the predicts metal speciation in the combustion chamber assuming equilibrium conditions in a homogenous reactor. The model may predict the effect of operating parameters such as temperature and feed composition (excess air, chlorine and sulphur content of the sludge) on the metal volatilisation in the combustion chamber. [Italian] In questo lavoro sono riportati i risultati dello studio della ripartizione di otto specifici metalli (cadmio, cromo, manganese, nichel, piombo, rame, stagno e zinco) in prove di incenerimento di fanghi urbani effettuate sull'impianto dimostrativo di Bari. La ripartizione e' stata studiata determinando la concentrazione degli otto metalli nel fango di alimentazione, nelle tre principali correnti di residui solidi (scorie di fondo, ceneri di ciclone, ceneri di filtro) e nei fumi. Per poter valutare la tendenza del metallo all'evaporazione nella camera di combustione e la conseguente condensazione sulle ceneri di filtro in seguito al raffreddamento dei fumi si e' definito un fattore d'arricchimento, calcolato come rapporto fra la concentrazione del metallo nelle ceneri volanti e quella nei fanghi di alimentazione calcolata su base inerte. I risultati in termini di fattori di arricchimento sono stati confrontati con le previsioni di un modello termodinamico basato su due ipotesi fondametnali: condizioni omogenee e raggiungimento dell

  10. Fuel-cell technology for vehicular applications; L`introduzione delle pile a combustibile nel settore dei trasporti: proposte, standard e normative per sistemi di bordo ed impianti

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Ciancia, A.; Pede, G.; Marmigi, R. [ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy). Dip. Energia

    1998-12-31

    viene descritta la situazione normativa nel settore dei serbatoi per gas compressi, esponendo poi le attivita` dell`ENEA in proposito. La parte finale e` dedicata ai problemi e possibili linee nella distribuzione e rifornimento del combustibile per i veicoli elettrici a celle a combustibile.

  11. Hidróxido de Sodio en la digestibilidad y los indicadores bioquímicos ruminales

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ing. Juan Miguel Soto Pacheco

    2005-02-01

    Full Text Available Se planteó como objetivo el conocer el efecto del tratamiento de los residuos de la cosecha cañera con OHNa en la digestibilidad y los indicadores bioquímicos ruminales. La digestibilidad in situ a las 72 horas se determinó en un toro A2 con cánula ruminal mediante el método de “bolsas en el rumen”. Los tratamientos valorados fueron A: materia seca de residuos de Centros de Acopio sin tratamiento químico (RCA y B: materia seca de RCA tratados con 4% de OHNa (RCAt con diez repeticiones cada uno. En dos añojos A2 con cánulas ruminales se determinaron los indicadores bioquímicos del rumen: pH, presión osmótica, la concentración de: AGV individuales y total, ácido 2-hidroxipropanoico y amoníaco mediante técnicas analíticas. Los tratamientos evaluados fueron: residuos de Centros de Acopio (RCA y B: residuos de Centros de Acopio tratados con 4% de OHNa (RCAt en base seca. El diseño experimental fue en secuencias simples de tratamientos. Los resultados de la digestibilidad fueron para los RCA 30,81% y para los RCAt 49,04% haciéndolo similar a los valores de digestibilidad de otros alimentos tradicionales. Los resultados de los RCAt en los indicadores bioquímicos ruminales permitió concluir que: pH, concentración de AGV individuales y totales, así como el ácido 2-hidroxipropanoico se comportaron normalmente; la presión osmótica puede elevarse hasta el límite fisiológico, el patrón de fermentación fue acético, con ligero aumento del ácido propanoico y la concentración del amoníaco disminuyó. Es recomendado continuar estudiando a los RCAt como fuente energética en la alimentación de los rumiantes. This research treated about the effect of the treatment with OHNa of the cain crop residuals in the digestibly and the biochemical ruminales indicators. The digestibly in situ at the 72 hours was determined in a bull A2 with stem ruminal by means of the method of "bags in the rumen". The valued treatments were: Dry matter

  12. Ascoltare, tradurre, ricostruire e raccontare storie su presunti errori medici: le abilità dei consulenti del Tribunale per i Diritti del Malato

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Barbara Pentimalli

    2012-04-01

    Full Text Available Il saggio poggia su di una ricerca etnografica condotta alla Centrale di Ascolto e nell'Area medico legale del Tribunale per i Diritti del Malato le cui attività hanno una forte dimensione narrativa dato che raccoglie le storie dei cittadini su presunti errori medici, fornendo un parere medico-legale sull'eventualità di avviare un'azione per ottenere il risarcimento del danno subito. Ogni narrazione è dialogica, si colloca all'interno di una relazione comunicativa che coinvolge chi narra e chi ascolta. Nel nostro caso è il consulente del Tribunale che adotta la postura professionale del destinatario, che da senso al racconto del cittadino deluso, arrabbiato e disperato. Ai suoi occhi, è un terapeuta, uno story taker che stimola e accoglie una storia segnata da un evento drammatico, ove il ruolo del nemico è attribuito al medico negligente e arrogante.

  13. Beni di lusso nel mondo punico. Le uova di struzzo III- Volti o maschere?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Giovanna Pisano

    2004-01-01

    Full Text Available I gusci dell uova di struzzo con la raffigurazione del volto femminile, di valore simbolico sacrale, esaminati con aggiornamento e rilettura dei dati, sono distinti tipologicamente in base alla forma del supporto e dei differente tratti fisionomici in tre varianti cronologiche.

  14. La caverna della modernità. Filosofia e politica nel Platone di Leo Strauss

    OpenAIRE

    Basili, Cristina

    2016-01-01

    Mención Internacional en el título de doctor La presente ricerca è stata portata a termine grazie a una borsa di studio FPI-MICINN (2011) del Ministero di “Economía y Competitividad” del governo spagnolo Programa Oficial de Doctorado en Humanidades Presidente: Christoph Horn.- Secretario: Antonio Valdecantos Alcaide.- Vocal: Josep Monserrat Molas

  15. Dall'individualita' dispersa al grande tipo. Problema della decadenza e costruzione delnel pensiero di Friedrich Nietzsche

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Filippo Casati

    2013-11-01

    Full Text Available The essay investigates the problem of Self-construction in latest Nietzsche’s thought and its relation with the question of decadence. The identity crisis of Western civilisation, the break-up of the ethical and cultural ground of modern European societies, become at the same time the opportunity for a radical renewal of humanity, the starting point for a great «anthropotechnical experiment» aimed at shaping a new human «type», a new model for a Post-Christian ethos.

  16. I Polacchi in Sicilia nel periodo del regime comunista – ricordi, ‘reportages’ e relazioni di viaggi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Anna Tylusińska-Kowalska

    2014-01-01

    Full Text Available The article is focused on accounts of journeys in Sicily performed by Polish columnists and historians in the period of 1949-1989. In other words it embraces almost half century of history of Poland that went through one of the most difficult moments in its days. Lack of freedom of expression, lack of freedom of movement throughout Europe resulted in a situation that only few could travel by establishing positive relationships with the communist authorities. Descriptions of Sicily from that period published by both writers (Marian Brandys, Jarosław Iwaszkiewicz and historians (Joanna Olkiewicz, as well as publicists (Waldemar Łysiak, Marian Kałuża present the island in a biased and shallow way. Beside Iwaszkiewicz book, which at times evokes Krasiński journals, we can deal with accounts focused on widely criticized political and economic situation. Thanks to those descriptions Polish readers, during the regime, could have consolidated their belief as to the poor life conditions in the West (particularly in Sicily. What is more there would be nothing to regret if they weren’t able to reach those destinations. It constitutes a radical difference with the way of depicting Sicily in XVIII and XIX century by Polish travelers. Then the island was presented in poetic and colorful way, and the descriptions were really encouraging to travel.

  17. Linguaggio e lavoro politico nel Gramsci del Quaderno XI (Language and political work in Gramsci’s Quaderno XI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ledion LAKO

    2016-06-01

    Full Text Available The article focuses on some political categories of Antonio Gramsci’s political philosophy such as common language, political work and common sense. The thesis is that for Gramsci the analysis of language is always critique of language and the purpose of this criticism is the political transformation of the existing form of life. The political work on the life form needs a very long processing time so the intellectual characteristic for Gramsci is patience.

  18. “La mano nella terra”. Spaesamento e redenzione di un “conquistatore conquistato” nel Paraguay del XVI secolo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Francesca Di Meglio

    2016-12-01

    Full Text Available In her short story “La mano en la tierra” Josefina Pla outlines a “postmodern” portrait of the sixteenth-century hidalgo Don Blas, whose language is initially marked by the difference between Western hegemonic discourse and the subdued and subaltern Otherness of the natives. However, he gradually realizes not only the estrangement effect of his contact with the guarani people, but also a sense of displacement due both to the semantic crisis caused by contamination and his sense of alienation within his own family. Only at the end, thanks to the blue colour of his mestizo son’s eyes, does he recognize himself as a foreigner among foreigners, as half of a world which is completed by the Other, and reach a reconciliation that opens the door to the counter-conquest of future Americans.

  19. Ketorolac vs. morfina nel trattamento del dolore acuto in pazienti traumatizzati: un’analisi di minimizzazione dei costi

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    G.L. Colombo

    2001-06-01

    Full Text Available Aim of this study is to develop an economic valuation comparing ketorolac vs. morphine for the treatment of sharp pain caused by heavy limb injury, in traumatology ward and in first aid ward. As cost minimization analysis, this economic valuation has been based on clinical results of Rainer et al. (2000. Ketorolac and morphine have the same efficacy in calming the pain; the greatest difference in the clinical outcomes is about the morphine side effects (nausea, vomiting and phlebitis. Assuming the hospital point of view with a differential costs perspective, the ketorolac patients showed two consequences than could generate lower resources consumption: less side effects and the reduction of time permanence in first aid ward. Considering the drug cost, the administration cost and the side effects treatment costs, the expenditure for every single morphine patient is L. 23.385, vs L. 4.875 for a ketorolac patient, with a difference of L. 18.510.

  20. Analisi di costo di pemetrexed vs docetaxel nel trattamento di seconda linea del carcinoma polmonare non a piccole cellule

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberto Ravasio

    2005-06-01

    Full Text Available OBJECTIVES: to compare costs of pemetrexed versus docetaxel in patients with non-small cell lung cancer previously treated with chemotherapy paying special attention to the adverse events. MATERIALS AND METHODS: a cost analysis was carried out performing comparison between pemetrexed and docetaxel. Clinical data (overall survival and resource consumption (chemotherapy drugs, G-CSF, and hospitalizations due to adverse events were obtained from a randomized phase III trial. The economic evaluation was based on direct costs using local Italian unit costs (euro 2005. The perspective was the National Health Service’s. RESULTS: the study results showed that mean survival of pemetrexed (8,3 months; 0,69 years was higher than mean survival of docetaxel (7,9 months; 0,66 years. The mean cost of treatment with pemetrexed was 8.684,26 euros and with docetaxel was 6.182,87 euros. This difference was nearly offset by the difference in the costs of adverse events: the mean cost of adverse events due to chemotherapy treatment with pemetrexed (493,93 euros turned out to be lower than with docetaxel (2.394,34 euros. CONCLUSION: the present cost-analysis could be a stable ground for a further cost-utility analysis, aimed at reaching a more cost-effectiveness management of the chemotherapy-related adverse effects in patients with NSCLC.

  1. L’ingresso dei musei ecclesiastici nel novero dei beni culturali: alcune riflessioni nella prospettiva del diritto costituzionale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Antonello Denuzzo

    2013-07-01

    Since museum reached its public function, as the people museum, management problems have emerged for the difficult compatibility between works of art and mass visits, for the lack of resources, for the relative difficulties of conservation and preservation, for the typical characteristics of museums, that are structured as private building and not to be opened to a various public. So we have to outline appropriate and productive management forms, to state coordinating techniques with other cultural or not cultural institution, to solve interpretation problems that stress the current management. On the other hand it is important to improve the quality of personnel and to increase the appropriate service structures to make an analysis of users needs and to simplify, with marketing and communication methods and instruments too, the access of collectivity to museums. With these perspectives, individual contribution and the help of little voluntary associations, which are promoted and supported, can give in the field of museums a micro-subsidiarity perspective, that can be even tested.

  2. I sistemi informativi geografici nella gestione del territorio aperto: il censimento delle strade vicinali nel Comune di Pontassieve (FI

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Ilaria Scatarzi

    2015-10-01

    Full Text Available The research started from a need of the local authority to provide an updated data bank to create a dynamic mangement system for open terrority through the construction of a geographic relational database with web interface for various users.

  3. Il razzismo del lager nazista: il confine fra realtà e finzione nel Dio Kurt di Moravia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Lucia Dell'Aia

    2011-04-01

    Full Text Available This paper aims to explore the question of racism in the Nazi concentration camp as it emerges in Moravia’s 1968 play Dio Kurt. The focus of Moravia’s play is on Oedipus, a Jew detained in a Nazi concentration camp, and Fate, personified by the camp commander, Colonel Kurt, who forces Oedipus-Saul and his family to enact in reality the Sophoclean tragedy Oedipus Rex. Through a series of barbarous machinations derived by Kurt, the boundaries between reality and fiction that characterize a work of fiction and the artistic process more generally, are surpassed. If, as Levinas maintains, in Reflections on the Philosophy of Hitlerism (1934, racism and Nazism question the very essence of humanity in man in the moment in which they ‘enslave’ being to the body, and if, as Agamben asserts in Homo sacer (1995, the concentration camp is the biopolitical space par excellence, the interpretive consequences on a reading of Moravia’s play are manifold. In Dio Kurt, the Jews are reduced to a biological state, to ‘bare life’ to use Benjamin’s term, through the manipulation of the artistic tradition that is transformed into an instrument in the annihilation of humanity precisely when it loses its status of cathartic fiction.

  4. La traduzione dei dati nel linguaggio del web semantico Designing data for the open world of the web

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Thomas Baker

    2013-01-01

    Full Text Available

    The domain name system of the world wide web provides a managed space of globally unique identifiers for web pages -- Uniform Resource Identifiers, or URIs. URIs can also be used to name things – specifically, to name things in the world ("people," a "books," or "Nelson Mandela"; to name concepts used to describe those things ("Renaissance Sculpture" or "Lyme Disease"; and to name relationships between things (this book "was translated by" that person. Because URIs, used as names, are globally unique, they serve to anchor the strands in "webs of meaning" ("semantic web". Each strand of the web is a statement following a grammar, the Resource Description Framework (RDF, which uses URIs as its words. Each RDF statement expresses a simple idea – "Dante wrote L'Inferno" or "Dante was born in Florence" – which, taken together, can express complex webs of relationships. Expressing data as statements makes it easy to integrate data across many different sources ("linked data". The opportunity for cultural heritage lies in translating the traditions of resource description into the language of URIs so that its descriptions of Works, Items, Subject Headings, and People can serve as central hubs in growing webs of linked data.

    The domain name system of the world wide web provides a managed space of globally unique identifiers for web pages -- Uniform Resource Identifiers, or URIs. URIs can also be used to name things – specifically, to name things in the world ("people," a "books," or "Nelson Mandela"; to name concepts used to describe those things ("Renaissance Sculpture" or "Lyme Disease"; and to name relationships between things (this book "was translated by" that person. Because URIs, used as names, are globally unique, they serve to anchor the strands in "webs of meaning" ("semantic web". Each strand of the web is a statement following a grammar, the Resource Description Framework (RDF, which uses URIs as its words. Each RDF statement expresses a simple idea – "Dante wrote L'Inferno" or "Dante was born in Florence" – which, taken together, can express complex webs of relationships. Expressing data as statements makes it easy to integrate data across many different sources ("linked data". The opportunity for cultural heritage lies in translating the traditions of resource description into the language of URIs so that its descriptions of Works, Items, Subject Headings, and People can serve as central hubs in growing webs of linked data.

  5. Il processo tutoriale nell’ambito della formazione del Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico neoassunto nel Laboratorio di Microbiologia

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Iole Caola

    2005-06-01

    Full Text Available The tutorship in the training of the new engaged Biomedical Technician in the Microbiology Laboratory The training period for a new engaged laboratory technician in the microbiological laboratory is considered in this work. Experience and reflective practice are the key elements in order to develope professional skills and new knowledge in adults. Learning occurs through the interaction between persons and their concrete experience. The main subject, acting as a training developer, is the mentor: he/she is the expert colleague that create an ad personam relationship with the neophyta, to support the development of professionals skills and to psychologically sustain the new member in such a difficult period. The high complexity of the laboratory framework requires an intense and articulated tutorship, in order to link the learning times of the new technician with the working times and priorities, managing the learning incentives by a careful planning. In the tutorial function is particulary important the use of methods that facilitate the experential learning reflective practice, e.g. contract, briefing, practice and debriefing. In the working agreement the needs are taked in account, the training objectives and the time for the final skills are defined. The main operating instrument is the training plan, where the specific goals are divided in professional activities that will enable the acquisition of the final skills in a well defined working period, also taking into account a specific progressive control. Regarding the specific framework of the microbiology lab, eight points have been identified in the training plan to reach the main professional skills, while the activities, that are necessary to reach the desired results in a specific time period, have been defined.

  6. Modellazione dell’impatto del cambiamento climatico sulla interazione pianta - patogeni a livello regionale nel Trentino – Italia.

    OpenAIRE

    RINALDI, MONICA FERNANDA

    2013-01-01

    Il controllo in agricoltura delle malattie causate da patogeni fungini può essere effettuato attraverso l’uso di modelli di previsione che si basano comunemente sul monitoraggio in tempo reale di una serie di variabili di input. Queste informazioni generalmente combinano dati metereologici locali con modelli matematici costruiti allo scopo di predire il rischio di malattie. Il processo decisionale si attiva quando un avvertimento sul potenziale rischio viene riconosciuto da parte dei model...

  7. L’ingresso dei musei ecclesiastici nel novero dei beni culturali: alcune riflessioni nella prospettiva del diritto costituzionale

    OpenAIRE

    Antonello Denuzzo

    2013-01-01

    contributo sottoposto a valutazione SOMMARIO: 1. L’autonomia ex art. 33 della Costituzione quale carattere necessario dell’istituzione museale – 2. L’utilità sociale dei musei ecclesiastici – 3. Le fonti canonistiche – 4. L’introduzione della sussidiarietà orizzontale come traguardo culturale – 5. Volontariato culturale e micro-sussidiarietà:  Abstract. The admission of ecclesiastic museums in cultural heritage: some reflection in constitutional law perspective Since museum reached ...

  8. Screening della disfagia nei pazienti con stroke acuto: l’introduzione sistematica del GUSS test

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Emanuela Migliorini

    2012-09-01

    Full Text Available Background. La disfagia è presente nel 42-67% dei pazienti con stroke acuto e può determinare gravi complicanze, tra cui la polmonite da aspirazione. Esistono numerosi test per lo screening della disfagia nei pazienti con stroke in fase acuta. Nel maggio 2009 presso la stroke unit del Dipartimento di Neuroscienze dell’Azienda ULSS 18 di Rovigo è stato avviato un progetto per implementare il Gugging Swallowing Screen (GUSS test, strumento validato per lo screening della disfagia. Obiettivi. Introdurre il GUSS test nella pratica infermieristica per gestire il paziente disfagico con stroke acuto con una procedura condivisa da tutti i professionisti; verificare se lo screening della disfagia riduce le complicanze e il ricorso inappropriato al sondino naso-gastrico (SNG. Metodi. Un gruppo di lavoro multiprofessionale ha identificato dall’analisi della letteratura lo strumento di valutazione da adottare: il GUSS test è un metodo rapido ed affidabile per identificare i pazienti con disfagia a rischio di aspirazione, permette una valutazione graduale delle capacità di deglutizione del paziente, misura la gravità della disfagia e consente di identificare le raccomandazioni dietetiche. Sono stati raccolti i seguenti dati: numero di pazienti ricoverati, numero di test effettuati, episodi di polmonite da aspirazione, modalità di alimentazione dei pazienti, eventuale posizionamento del SNG. Risultati. Lo studio è stato condotto dal maggio 2009 a dicembre 2011. Nel periodo maggio-dicembre 2009 il test è stato somministrato a 129 pazienti: 12 pazienti (9,3% hanno manifestato disfagia ai liquidi e in 24 pazienti (18,6% è stato posizionato il SNG. Nel 2010 il test è stato somministrato a 202 pazienti: in 16 (8% è stata riscontrata disfagia ai liquidi, il SNG è stato posizionato in 30 pazienti (14,8%. Nel 2011 il test è stato somministrato a 219 pazienti: la disfagia ai liquidi è stata identificata in 17 pazienti (7,8% e sono stati posizionati

  9. Hip, cool, edgy, ovvero la logica culturale dominante del capitalismo neoliberista

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Timothy Taylor

    2017-05-01

    Full Text Available Nel 1984 Fredric Jameson ha pubblicato il saggio Postmodernismo, ovvero la logica culturale del tardo capitalismo, che ha esercitato un’enorme influenza nel dibattito contemporaneo e che propone una chiave di lettura della produzione culturale nell’era del tardo capitalismo. La sua interpretazione del postmodernismo come “logica culturale dominante” è stata ampiamente citata e ripresa, ma in ultima analisi è stata anche depotenziata dall’uso eccessivo del termine “postmoderno”, che ha relegato in secondo piano la portata originaria del pensiero di Jameson. Oggi, la logica culturale dominante viene descritta attraverso i termini “hip” e “cool”: due aggettivi onnipresenti nell’industria culturale, ma che raramente vengono definiti con precisione. Mentre il termine “hip” sembra avere una storia più lunga e una connotazione ironica, il termine “cool” suggerisce significati simili, ma più strettamente legati alla generazione dei giovani. Negli Stati Uniti, l’egemonia di questa logica culturale è il risultato del predominio delle industrie pubblicitarie e del marketing, che negli anni Sessanta si sono appropriate di questi termini a partire dalla generazione dei baby-boomers. La pratica del coolhunting (“caccia al cool” oggi è diventata un’industria dominante che si riflette nella produzione e nel consumo di qualunque merce, e dunque anche dei beni culturali come la musica. Questo articolo vuole offrire alcuni spunti iniziali per una teorizzazione delle categorie di “hip” e “cool”, intese come elementi dominanti della logica culturale del capitalismo neoliberista.

  10. Inspiring our future citizens and scientists: follow the Blue Paths (Percorsi nel Blu)!

    Science.gov (United States)

    Mioni, Erika; Stroobant, Mascha; Merlino, Silvia; Traverso, Roberto

    2016-04-01

    Very often we hear about scientific communication and education as separate and disconnected domains: in fact while the first one is seen more as a moment of disclosure for disseminating results and latest achievements and consequences (a look to our direct future), the second is, instead, identified as a formative moment in the long term, that often is based on obsolete and dated programs that refer to the past. What would happen if these two domains were, instead, considered as inseparable? As stated by Andrea Schleicher (OECD): "Schools have to prepare students for jobs that have not yet been created, technologies that have not yet been invented and problems that we don't know will arise." How to manage this challenge? The European Commission has proposed seven recommendations to follow for improving Science education and to bring more and more young people closer to STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) disciplines. Especially three of them (Reccomendation n. 1, 4 and 7) pin out the to-do list for improving communication an education in Science, indicating that "a primary goal of science education across the EU should be to educate students both about the major explanations of the material world that science offers and about the way science works. Moreover teachers of science of the highest quality should be provided for students in primary and lower secondary school; moreover the emphasis in science education before 14 should be on engaging students with science and scientific phenomena (extended investigative work and 'hands-on' experimentation and not through a stress on the acquisition of canonical concepts). Last but not least: good quality teachers, with up to date knowledge and skills, are the foundation of any system of formal science education. Systems to ensure the recruitment, retention and continuous professional training of such individuals must be a policy priority in Europe". Blue Paths (Percorsi nel Blu) is a transversal

  11. Initium sapientiae timor Domini: la problematica presenza dei docenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore nelle commissioni di concorso pubblico per l’insegnamento del Diritto ecclesiastico ...

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Luciano Zannotti

    2014-03-01

    Full Text Available Contributo sottoposto a valutazioneSOMMARIO: 1. Come introduzione – 2. Lo status dei docenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – 3. I docenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e l’accettazione del suo orientamento religioso – 4. L’Università Cattolica del Sacro Cuore nel sistema universitario e la partecipazione dei suoi professori alle commissioni di concorso per l’idoneità alla docenza nelle pubbliche Università – 5. L’oggettività della ricerca scientifica e l’ideologia cattolica.

  12. Book review. Anestesia e analgesia locoregionale del cane e del gatto. Francesco Staffieri

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Manuel Graziani

    2014-03-01

    Full Text Available Il volume di anestesia e analgesia locoregionale del cane e del gatto è pensato per essere un testo "da sala operatoria" – come afferma l'autore – perché consente un rapido, ma allo stesso tempo dettagliato, consulto per il libero professionista che si trova a gestire un'anestesia. Si tratta di un piccolo libro, tascabile, che può essere considerato un punto di partenza per gli studenti e per tutti quei medici veterinari che intendono avvicinarsi in maniera specialistica all'arte dell'anestesiologia veterinaria. L'anestesia locoregionale costituisce, infatti, uno strumento insostituibile per la gestione del dolore perioperatorio in medicina veterinaria. Nel volume si forniscono le nozioni di base per praticare i principali blocchi nervosi centrali e periferici. Per ogni blocco sono riportate le tecniche alla cieca (mediante l'ausilio dei punti di repere anatomici e quelle con l'impiego dello stimolatore nervoso periferico. Il volume, corredato da immagini foto e grafici, per un totale di 65 figure, si apre con i capitoli relativi ai farmaci, agli strumenti e alle complicanze dell'anestesia locoregionale. Prosegue con i blocchi nervosi centrali (anestesia epidurale e spinale e si conclude con i blocchi periferici (testa, arto anteriore, torace, arto posteriore. L'autore, Francesco Staffieri, è un medico veterinario che svolge il dottorato di ricerca nel Dipartimento delle Emergenze e dei Trapianti di Organi, Sezioni di Cliniche Veterinarie e Produzioni Animali dell'Università degli Studi Aldo Moro di Bari.

  13. Changing City. Insediamenti dispersi nel contesto irlandese / Changing City. Dispersed Urbanism in an Irish Context

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Susanne Dunne

    2013-09-01

    Full Text Available Questo saggio si interroga sull’efficacia dei metodi di progettazione urbana tradizionali nel contesto della città dispersa e cerca di esplorare nuove strategie di sovrapposizione da utilizzare al fine della rigenerazione o della riqualificazione dell’ambiente urbano a bassa densità. L'articolo illustra i progetti degli studenti elaborati durante il workshop di progettazione urbana intitolato "Città in cambiamento" svoltosi presso la Nantes School of Architecture (coordinato da Susan Dunne, in cui gli studenti hanno esplorato tre città Irlandesi (Belfast, Limerick e Tallaght. Le tre città sono accomunate da condizioni di bassa densità edilizia e di dispersione urbana con conseguenti problematiche socio-economiche. Un approccio progettuale flessibile e interdisciplinare costituisce la base per le proposte di progetto di seguito descritte creando nuove situazioni in grado di contrastare l’attuale tendenza di progettare lo sviluppo urbano attraverso risposte formaliste. / This brief essay questions the use of traditional urban design methods in the dispersed city and seeks to explore new overlapping strategies to be used when regenerating or invigorating the low density urban environment. The article illustrates various student projects generated during the urban design workshop "Changing Cities" in Nantes School of Architecture (led by design tutor Susan Dunne where the students explored three cities in Ireland (Belfast, Limerick and Tallaght.The three cities that have in common low density dispersed urban conditions that go hand in hand with a high concentration of socio-economic problems. An interdisciplinary flexible design approach forms the basis for the project proposals creating new situations and new energies as opposed to master planning a formal response.

  14. La vita americana del formaggio: la negoziazione dei valori di un prodotto artigianale in una società industriale

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Heather Paxson

    2015-10-01

    Full Text Available Dove si colloca l’artigianato in un sistema alimentare completamente industrializzato come quello americano? Nel rispondere a questo interrogativo, l’articolo esamina contenuti e significati del formaggio artigianale americano. Partendo dalla mia lunga ricerca etnografica sui casari americani, espongo l’idea che la produzione casearia artigianale americana possa efficacemente intendersi come un “prodotto non finito”, dal valore commerciale e sociale indeterminato e suscettibile di dibattito. Se da un lato i produttori artigiani americani ricavano una soddisfazione personale dal proprio lavoro, dall’altro temono che a lungo andare non trovino ritorno economico. Oltre a cercare di migliorare la pratica produttiva, i casari cercano di comunicare ai consumatori il valore del lavoro nel realizzare un prodotto di “qualità” per il quale vale la pena pagare un prezzo elevato rispetto a quello corrisposto per un prodotto da supermercato. Il valore del formaggio artigianale americano rimane oggetto di negoziazione.

  15. Per un'etica degli scambi economici. La funzione civile del mercato in Eiximenis e nella pedagogia politica francescana (1273-1493

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paolo Evangelisti

    2014-03-01

    dell’esercizio del potere, degli scambi nel mercato. Quest’ultimo identificato qual estruttura comunitaria, ovvero una vera e propria agorà civica all’interno della quale la dinamica delle negoziazioni non riguarda solo le merci ma implica anche una riflessione sui pre-requisiti che legittimano l’esistenza del mercato. I francescani, e segnatamente i testi eiximeniani, rivelano una spiccata capacità di interrogarsi sulle ragioni fondative del mercato e del denaro, sulle funzioni civili degli scambi economici e del credito.

  16. Profili di tutela della libertà religiosa nelle Costituzioni dei Paesi della riva sud del Mediterraneo e nelle Dichiarazioni arabo-islamiche sui Diritti dell’Uomo

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Maria Rosaria Piccinni

    2011-03-01

    Full Text Available Il contributo è stato segnalato dal Prof. Gaetano Dammacco. SOMMARIO: 1. Religione e diritto nell’esperienza islamica. I confini della Shari’a – 2. Diritti dell’uomo, diritti della comunità e diritti di Dio nella concezione  musulmana. Il dibattito nel contesto culturale arabo-islamico – 3. Le Costituzioni  dei Paesi a maggioranza islamica: l’importanza del riferimento religioso – 4. Principio di non discriminazione e libertà delle confessioni  religiose nel sistema arabo-islamico – 5. La Dichiarazione Islamica Universale dei diritti dell’uomo e la Dichiarazione del Cairo dei diritti dell’uomo nell’Islam – 6. La Carta araba dei diritti dell’uomo. Prospettive di laicità e di ecumenismo dal testo del 1994 a quello del 2004 – 7. L’attualizzazione della Carta: osservazioni sulla conformità effettiva agli standards dei documenti internazionali.

  17. Il romanzo moderno nella poetica del sé di Paul Ricœur

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roberto Talamo

    2013-12-01

    Full Text Available La riflessione sul romanzo moderno e la nascita di uno dei concetti più importanti dell’ermeneutica del sé, quello di «identità narrativa», sono strettamente intrecciati nel pensiero di Ricœur. Attraverso una lettura di diverse opere del filosofo francese, si mostrerà il percorso di genesi poetica di questo concetto, confrontando altresì la teorizzazione ricoeuriana a proposito del romanzo moderno con le principali acquisizioni su questa forma letteraria da parte della critica e della teoria della letteratura.

  18. IL PRETESTING DEL QUESTIONARIO STRUTTURATO. L'ANALISI DELL'INTERAZIONE TRA INTERVISTATORE E INTERVISTATO

    OpenAIRE

    Palmieri, Marco

    2013-01-01

    Nella lunga tradizione di riflessioni e ricerche sul tema della “qualità del dato”, mi sembra che due posizioni, tra loro antitetiche, prevalgano sulle altre: una di origine comportamentista secondo la quale la qualità del dato è definita come “assenza di distorsioni nel processo di misurazione” (Groves 1991); l’altra, che Mauceri (2003) ha chiamato “pragmatica”, vede nella qualità del dato “la soddisfazione delle condizioni logiche e metodologiche necessarie al conseguimento degli obiettivi ...

  19. Uno scenario da film: la "Mostra del Lazio" di Armando Brasini

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Roscini Vitali, Aurora

    2015-10-01

    Full Text Available La Mostra dell’agricoltura, dell’industria e delle arti applicate, detta più comunemente “del Lazio”, tenutasi nel 1923 presso il Galoppatoio di Villa Borghese a Roma, impegnò l’architetto Armando Brasini nella realizzazione di una vera e propria “cittadella” espositiva; gli scenografici padiglioni, poi impiegati per le ambientazioni del film Quo Vadis, furono progettati come elementi cardine di un utopico spazio urbano dove potesse di-mostrarsi la rinascita, tutta fascista, del mito imperiale.

  20. Oltre i culti ammessi. Prime note sulla gestione giuridica del pluralismo religioso nella legislazione coloniale italiana*

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Federica Botti

    2011-07-01

    Full Text Available Questo saggio comparirà nel volume I diritti culturali religiosi fra l’Africa e l’Europa, a cura diF. Alicino, F. Botti, in corso di stampa.Sommario: 1. Premessa – 2. Dimensione unitaria e settoriale del diritto ecclesiastico italianonella gestione della libertà religiosa nelle colonie italiane – 3. I primi provvedimenti di tuteladella libertà religiosa e dei culti nella legislazione coloniale 4. – Le linee comuni del “dirittoecclesiastico coloniale” 5. – L’avventura coloniale e la ricomposizione del conflitto tra stato eChiesa cattolica. 6. – Alcune prime sommarie considerazioni

  1. Efecto del secado de las muestras sobre la extracción selectiva de Fe y A1 activos en Andisoles del norte de la cordillera central Colombiana.

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Jaramillo J. Daniel F.

    2000-12-01

    Full Text Available Muestras secadas al aire y sin secar de cinco perfiles de Andisoles del norte de la cordillera central colombiana fueron sometidas a extracción con oxalato ácido de amonio y con pirofosfato de sodio. En los extractos de oxalato se determinaron A1, Fe y Si y en los de pirofosfato A1 y Fe. El secado de las muestras redujo significativamente al 95% la cantidad de A1 y de Fe extraída con oxalato ácido, dificultando la clasificación de los suelos en el orden Andisol utilizando los parámetros de la taxonomía del USDA.

  2. Proverbi italiani nell'Europa del nord

    DEFF Research Database (Denmark)

    Toftgaard, Anders

    2014-01-01

    Alla fine del Cinquecento i nobili danesi che avevano appreso l’italiano in Italia erano numerosi, tanto che si potrebbe parlare di un orientamento "italianista" vigente nella corte di Cristiano IV di Danimarca (1577-1648, re minore 1588 e coronato nel 1596). A parte il ruolo svolto dai viaggi di...... formazione nelle città universitarie del Nord Italia, così come in altre città europeee (Lione, Basilea, Ginevra), curiosamente l'interesse per l’italiano fu stimolato dal contatto con le corti di Scozia e d’Inghilterra e un protagonista importante di questo fenomeno fu il riformato modenese Giacopo...... collezione nostalgica di modi di dire caratteristici nella sua lingua da parte dell'esule, nel «dolce ricordo» della «già felice Italia», con i suoi consigli su come impiegare i proverbi, Il significato d’alquanti belli et vari proverbi dell’italica favella può essere considerato una continuazione pedagogica...

  3. The environmental performance indicators in the sector of tourist services. The case of study about an international hotel group; Indicatori di performance ambientale nel settore dei servizi turistici. Il caso di studio di una catena alberghiera internazionale

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Andriola, L. [ENEA, Div. Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Seminara, M.V.

    2000-07-01

    The environmental performance indicators in the tourism sector represents the necessary element to quantify and to simplify information about the environmental performance of a particular field in order to make the comprehension of the interactions between tourist activities and environment understood by the customers and decision makers. This indicators will have to be quantified in order to contribute to focus and explain improvements in environmental management. One of the most important elements to pursue a Sustainable Development is the definition of a series of the right indicators. Basically performance indicators can be applied in the environmental analyses effected for defining the politics of management of tourist development and, particularly, in the procedures of Environmental Impact Assessment and Strategic Environmental Assessment disciplined by the European Directives 85/337/CEE, 97/11/CEE, from the proposal of Directive on the SEA and from the relative national normative. This tools should allow to esteem environmental conditions and the impacts caused by the tourist activities to find actions to balance the budget between the economic development and the social and environmental issues i a determined territorial context. [Italian] Gli indicatori di performance ambientale applicati al settore del turismo costituiscono l'elemento necessario per quantificare e semplificare le informazioni sulle prestazioni ambientali del settore preso in considerazione, in modo da agevolare, sia da parte dei responsabili delle decisioni, sia da parte del pubblico e dei clienti, la comprensione delle interazioni tra le attivita' turistiche e l'ambiente e le relative criticita'. Tali indicatori dovranno essere quantificati per contribuire ad individuare e a spiegare i miglioramenti ottenuti nel tempo. La definizione di un quadro di indicatori adeguato costituisce pertanto uno degli elementi essenziali per il raggiungimento di uno Sviluppo Sostenibile

  4. The environmental performance indicators in the sector of tourist services. The case of study about an international hotel group; Indicatori di performance ambientale nel settore dei servizi turistici. Il caso di studio di una catena alberghiera internazionale

    Energy Technology Data Exchange (ETDEWEB)

    Andriola, L. [ENEA, Divisione Caratterizzazione dell' Ambiente e del Territorio, Centro Ricerche Casaccia, Rome (Italy); Seminara, M.V.

    2001-07-01

    The environmental performance indicators in the tourism sector represents the necessary element to quantify and to simplify information about the environmental performance of a particular field in order to make the comprehension of the interactions between tourist activities and environment understood by the customers and decision makers. This indicators will have to be quantified in order to contribute to focus and explain improvements in environmental management. One of the most important elements to pursue a Sustainable Development is the definition of a series of the right indicators. Basically performance indicators can be applied in the environmental analyses effected for defining the politics of management of tourist development and, particularly, in the procedures of Environmental Impact Assessment and Strategic Environmental Assessment disciplined by the European Directives 85/337/CEE, 97/11/CE, from the proposal of Directive on the SEA and from the relative national normative. This tools should allow to esteem environment conditions and the impacts caused by the tourist activities to find actions to balance the budget between the economic development and the social and environmental issues in a determined territorial context. [Italian] Gli indicatori di performance ambientale applicati settore del turismo costituiscono l'elemento necessario per quantificare e semplificare le informazioni sulle prestazioni ambientali del settore preso in considerazione, in modo da agevolare, sia da parte dei responsabili delle decisioni, sia da parte del pubblico e dei clienti, la comprensione delle interazioni tra le attivita' turistiche e l'ambiente e le relative criticita'. Tali indicatori dovranno essere quantificati per contribuire ad individuare e a spiegare i miglioramenti ottenuti nel tempo. La definizione di un quadro di indicatori adeguato costituisce pertanto uno degli elementi essenziali per il raggiungimento di uno Sviluppo Sostenibile. In

  5. Análisis paramétrico del efecto de las concentraciones iónicas en el funcionamiento del nodo sinusal

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Daniel Alfredo Sierra

    2008-01-01

    Full Text Available Se realizó un estudio de sensibilidad del funcionamiento del nodo sinusal debido al cambio de concentraciones iónicas presentes en él. Se partió del modelo matemático propuesto por H. Zhang, A. V. Holden y M.R. Boyett, el cual se simplificó mediante el uso de conceptos de diseño de experimentos. Se propusieron para el análisis ocho características que describen al potencial de acción generado por el nodo sinusal, tanto en células centrales como en células periféricas. El análisis de sensibilidad indica que las concentraciones iónicas de sodio y potasio deben ser controladas para mantener el normal desempeño del nodo. De otro lado, los cambios simulados en concentraciones de calcio, no producen efectos significativos sobre la operación del nodo. Finalmente, se desarrolló un modelo de superficie de respuesta como una simplificación del modelo original. Este modelo es potencialmente útil en el seguimiento en tiempo real, de las características de operación del nodo sinusal in vitro. Desde el punto de vista computacional y mediante la simplificación mencionada, se logró una disminución en el tiempo de procesamiento del modelo en una relación aproximada de 1 a 50.

  6. High sodium intake is harmful for health El exceso de sodio en la dieta es perjudicial para la salud

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Pedro Ovidio Ordúñez García

    2012-03-01

    Full Text Available

    Decreasing salt consumption in regular diet is one of the critical interventions to reduce the impact of cardiovascular diseases at population level. Considering this, comments are stated on the article ‘’Salt consumption ¿risk or need?’’ The article was published in the previous issue of this journal. We emphasize on the scientific debate this problem raises supported by the confrontation of very recent studies. Finally, we express the need to avoid conflicting or ambiguous messages, especially when they are to be forecast through scientific sources.

    Disminuir el consumo excesivo de sal en la dieta es una de las intervenciones críticas para reducir el impacto de las enfermedades cardiovasculares a nivel poblacional. Partiendo de esta aseveración, se emiten comentarios acerca del artículo El consumo de sal ¿Riesgo o necesidad?, publicado en el número anterior de la revista. Se enfatiza en el debate científico que trae consigo esta problemática, a la luz de la confrontación de estudios muy recientes. Por último, se expresa la necesidad de evitar mensajes contradictorios o ambiguos, sobre todo, cuando estos serán divulgados mediante fuentes científicas.

  7. Potencial uso agrícola del agua de la laguna Unamuno. Buenos Aires, Argentina

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    V. Bohn

    2007-01-01

    Full Text Available La laguna Unamuno se localiza en el sudoeste de la provincia de Buenos Aires (Argentina y pertenece a la cuenca del arroyo Napostá Chico. Su origen se relaciona con la topografía y con el incremento de las precipitaciones promedio de la región durante las últimas décadas. Debido a que no existen experiencias de riego con agua de la laguna, el objetivo de este trabajo es determinar su aptitud para riego y el riesgo de sodificación del suelo de la cubeta de inundación. El grado de dicho riesgo es un aporte al conocimiento del estado actual de los suelos de la cubeta de inundación y es un parámetro a tener en cuenta en futuros planes de manejo para el uso de la laguna en suelos aledaños. Los parámetros físicos y químicos del agua se obtuvieron a partir del análisis de muestras correspondientes al período abril/04-junio/05. Se aplicó el índice de absorción de sodio y el de carbonato sódico residual. Se determinó que existe un alto riesgo de sodificación de los suelos que están en contacto con el agua de la laguna. Sin embargo, la permanencia de los mismos y la variación areal de la laguna contrarrestaron los efectos de la permanencia de agua con alto contenido de sodio(Na, cloro y sulfatos sobre tierras productivas.

  8. Geist und Drang. Contributi per un'interpretazione unitaria del pensiero scheleriano

    OpenAIRE

    Rizzo, Domenicantonio

    2011-01-01

    Il dottorando ha tentato di costruire un discorso coerente intorno all'ultima fase del pensiero scheleriano, ponendo ferma la convinzione che l’utilizzo di strumenti ermeneutici che tendano ad ermetizzare le fasi della speculazione di un filosofo giovino poco alla sua comprensione. Assunta una simile condotta interpretativa, gli si è posto di fronte un complesso problematico, sinteticamente esponibile in questo interrogativo: alla luce degli ultimi lavori contenuti nel Nachlass, è esegeticame...

  9. I Giochi del Mediterraneo. Uno strumento per una possibile integrazione sociale e culturale?

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Gian Luigi Corinto

    2015-11-01

    Full Text Available Uno spazio geopolitico importante per le relazioni estere dell'Italia è senza dubbio ilMediterraneo (de Leonardis 2003, anche se la contrapposizione tra vocazioneeuropea e mediterranea, europeismo e mediterraneismo, è una costante della politicaestera italiana (Varsori 2003. Tale situazione duale deriva non soltanto dalla posizionegeografica ma anche dal fatto che l'area mediterranea è stata instabile e carica ditensione fino al secondo dopoguerra e lo è rimasta dalla fine del mondo bipolare(Colombo 2003. Il Sud si è trasformato nel luogo principe di improbabili e imminentisfide alla sicurezza del dopo Guerra fredda, così come di instabilità politica e di conflittilocali causati da movimenti estremisti sorti nei paesi delle sponde orientale emeridionale (Pizzigallo 2010. Il Mediterraneo è anche una sorta di zona franca, un antimondoche gioca ruoli complessi e spesso deregolati nel contesto globale (Farinelli2007.Uno spazio geopolitico importante per le relazioni estere dell'Italia è senza dubbio ilMediterraneo (de Leonardis 2003, anche se la contrapposizione tra vocazioneeuropea e mediterranea, europeismo e mediterraneismo, è una costante della politicaestera italiana (Varsori 2003. Tale situazione duale deriva non soltanto dalla posizionegeografica ma anche dal fatto che l'area mediterranea è stata instabile e carica ditensione fino al secondo dopoguerra e lo è rimasta dalla fine del mondo bipolare(Colombo 2003. Il Sud si è trasformato nel luogo principe di improbabili e imminentisfide alla sicurezza del dopo Guerra fredda, così come di instabilità politica e di conflittilocali causati da movimenti estremisti sorti nei paesi delle sponde orientale emeridionale (Pizzigallo 2010. Il Mediterraneo è anche una sorta di zona franca, un antimondoche gioca ruoli complessi e spesso deregolati nel contesto globale (Farinelli2007.

  10. Attivismo, farmaci antiretrovirali e riplasmazione del sé come forme di cittadinanza biopolitica

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Vinh-Kim Nguyen

    2013-07-01

    Full Text Available Nel 1994, due anni dopo aver scoperto di essere sieropositivo, Dominique Esmel, un giovane studente di legge di Abidjan, fondò uno dei primi gruppi per persone sieropositive in Africa, Lumière-Action, “Abbiamo scelto questo nome perché sentivamo di vivere nelle tenebre”, Dominique mi disse; “Volevamo uscire dall’ombra del nostro isolamento e vivere alla luce della solidarietà”.

  11. Diseño de un leudante químico bajo en sodio para preparaciones para la comunidad celíaca Designing a low-sodium chemical leavening for preparations for the celiac community

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Paula Rossi

    2012-03-01

    Full Text Available Se define Enfermedad Celíaca como una intolerancia permanente a determinadas proteínas que se encuentran en el trigo, la cebada, el centeno y la avena. Las harinas no permitidas para los celíacos son más difíciles de manejar, porque no forman la red proteica de gluten que le confiere a los amasados la característica elasticidad y esponjosidad. En la mayoría de los casos se recurre a ingredientes altos en grasa y sodio. Esta situación resulta de gran importancia para la salud ya que el consumo excesivo de sodio es la principal causa de hipertensión arterial. Con el objetivo de disminuir el contenido de sodio de las preparaciones se ha desarrollado un leudante químico bajo en sodio que, junto a una disminución en el agregado de sal, ha significado un aporte sustantivo en varias recetas de panes consumidos habitualmente por esta población. Se han logrado panes saludables con características sensoriales similares a sus originales que los hacen sumamente aceptables por la población para la cual fueron diseñados.Celiac Disease is defined as a permanent intolerance to certain proteins found in wheat, barley, rye and oats. The flours that are not allowed for coeliacs are more difficult to handle, because they do not form the gluten protein network that gives the dough the characteristic elasticity and sponginess. In most cases ingredients high in fat and sodium are used. This situation is of great importance to health as the excessive consumption of sodium is the main cause of hypertension. In order to reduce the sodium content of the preparations we have developed a lowsodium chemical leavening which, together with a reduction in salt, has contributed substantially in various recipes of breads usually consumed by this population. We have obtained healthy breads with sensory characteristics similar to the original ones that make them highly acceptable in the population for which they were designed.

  12. Densidades y propiedades volumétricas de la glicina en soluciones acuosas de tiosulfato de sodio pentahidratado (na2s2o3.5h2o) a diferentes temperaturas.

    OpenAIRE

    Manuel Páez; Plinio Cantero; Elfrin Marzola

    2014-01-01

    Se determinaron las densidades de la Glicina en soluciones acuosas de Tiosulfato de Sodio Pentahidratado (0.01-2.0 mol Kg-1 ) usando un densímetro de tubo vibrador DMA 5000 a las temperaturas de (283,15;288,15; 293,15; 298,15; 303,15; 308,15,313,15 y 318,15) K y 1,011 bar. Se calcularon los volúmenes molares aparentes ( ), los volúmenes molares aparentes a dilución infinita ( ), la pendiente experimental ( ), los volúmenes estandar de transferencia ( ), las expansibilidades molares parciales ...

  13. Diseño de un leudante químico bajo en sodio para preparaciones para la comunidad celíaca Designing a low-sodium chemical leavening for preparations for the celiac community

    OpenAIRE

    Paula Rossi; Rosa Abalos; Sabrina Lencina; Ramiro Tesouro; María Clara Melchiori; Matías Vergara

    2012-01-01

    Se define Enfermedad Celíaca como una intolerancia permanente a determinadas proteínas que se encuentran en el trigo, la cebada, el centeno y la avena. Las harinas no permitidas para los celíacos son más difíciles de manejar, porque no forman la red proteica de gluten que le confiere a los amasados la característica elasticidad y esponjosidad. En la mayoría de los casos se recurre a ingredientes altos en grasa y sodio. Esta situación resulta de gran importancia para la salud ya que el consumo...

  14. Comparación de las propiedades del concreto utilizando escoria de alto horno como reemplazo parcial y total del cemento Pórtland ordinario

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    I. Escalante

    2008-06-01

    Full Text Available Se realizó una investigación con dos tipos de concreto siguiendo la norma ACI 211.1: a concretos sustituidos al 30, 50 y 70 % con escoria de alto horno (EAH y b concretos 100 % EAH activada con 4, 6 y 8 % de óxido de sodio (Na2O en forma de silicato de sodio de módulo 2.0. Todos los sistemas se caracterizaron mecánicamente de 1 a 28 días. Se utilizó microscopía electrónica de barrido y espectroscopía por dispersión de energía para analizar la microestructura, grado de avance de la reacción y productos formados. La sustitución parcial del cemento Pórtland (CPO por EAH no fue benéfica para las propiedades mecánicas, contrario a la sustitución total por EAH activada, la cual resultó en propiedades mecánicas superiores que las de concretos de puro CPO. La activación de la escoria con 8 % de Na2O resultó más efectiva, seguido de 6 y 4 % de Na2O.

  15. La musica nel secolo delle masse (Musica e società. Risposta a Carlo Sini (21/10/13

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Massimo Carboni

    2013-11-01

    Full Text Available Una riflessione sulla musica nell’era delle masse può prendere vita soltanto nel contesto di quel totalitarismo mediatico-spettacolare che sembra essere il destino dei nostri tempi. Al di là dell’ideologia delle “contaminazioni” che conduce ad un consumistico appiattimento dei valori, occorre invece − senza pregiudizi accademici ma anche senza fuorvianti omologazioni − affinare la differenza tra le diverse pratiche di ascolto. Né puritanesimi né false trasgressioni: musica classica e musica pop vanno recepite iuxta propria principia, ognuna secondo il suo specifico linguaggio.

  16. La diaspora dei lucchesi nel Trecento e il primo sviluppo dell’arte della seta a Firenze

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Sergio Tognetti

    2014-10-01

    Full Text Available Il saggio si propone di analizzare un fenomeno chiave nella storia economica della Firenze trecentesca: il primo sviluppo dell’industria della seta. La nascita di questa manifattura  è dovuta all’immigrazione di imprenditori, maestranze e salariati di origine lucchese, come nel ben noto caso veneziano. Il contributo lucchese, dovuto ai numerosi esuli politici di orientamento guelfo, è indagato attraverso una eccezionale e pressoché sconosciuta fonte notarile fiorentina: i numerosi rogiti di Michele di Salvestro Contadini, notaio attivo dal 1324 al 1381, per molti anni in servizio presso l’Arte della seta o di Por Santa Maria.

  17. INDICADORES DEL CRECIMIENTO INICIAL Y DEL ESTADO NUTRICIONAL PARA LA SELECCIÓN TEMPRANA DE GENOTIPOS DE ARROZ (Oryza sativa L. TOLERANTES A LA SALINIDAD

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    Alexis Lamz Piedra

    2015-01-01

    Full Text Available Con el objetivo de determinar posibles indicadores del crecimiento inicial y nutricionales para la selección temprana de genotipos de arroz tolerantes a la salinidad, se desarrollaron ensayos con dos cultivares con diferente grado de tolerancia a la salinidad ('Pokkali' y 'Amistad- 82' en condiciones controladas, con soluciones salinas ajustadas a conductividades eléctricas (CE de 8 y 12 dSm-1 mediante la adición de NaCl y un control con agua destilada. Se evaluó el porcentaje de germinación a los 15 días después de la siembra (DDS y los parámetros del crecimiento altura de la planta, longitud de la raíz, masa seca de la parte aérea (MSPA, masa seca del sistema radical (MSSR a los 21 DDS. En tanto, en hojas y raíces de ambos cultivares, en condiciones semicontroladas y utilizando soluciones nutritivas para la simulación del estrés salino, con CE de 8 y 12 dSm-1, se determinó en estado de plántula, el contenido de nitrógeno (N, fósforo (P, potasio (K, sodio (Na, así como la relación sodio/potasio. Los resultados evidencian un comportamiento diferencial de los cultivares en cuanto a su grado de tolerancia a la salinidad, lo que permite usar algunas de las variables evaluadas, como indicadores para la discriminación de genotipos de arroz tolerantes a salinidad.

  18. Riduzione del tabagismo nei futuri operatori sanitari: alcune proposte

    Directory of Open Access Journals (Sweden)

    M. Aporti

    2003-05-01

    Full Text Available

    Obiettivi: valutazione della prevalenza di fumatori negli studenti di medicina e di infermieristica al fine di migliorarne le competenze e i comportamenti in tema di tabagismo, in vista anche del loro futuro ruolo nelle Aziende Sanitarie1.

    Materiali e metodi: nell’ambito della Facoltà di Medicina dell’Università di Bologna è stato condotto uno studio sugli aspetti motivazionali e comportamentali delle abitudini al fumo nei giovani iscritti al primo anno di Medicina e di Infermieristica negli AA 1999-2000 e 2002-2003. L’indagine è stata svolta somministrando questionari anonimi agli studenti in aula. Si è ottenuta così una percentuale di rispondenti pari all’ 87 e al 90% della popolazione studentesca iscritta. Risultati: la prevalenza di fumatori cronici o occasionali è andata incrementandosi negli ultimi due anni del 7% tra gli studenti di infermieristica e dell’8,8% tra quelli di medicina, sino a raggiungere rispettivamente il 42,4% e il 25,7%. Nel 2002 il 13,5% dei fumatori ha dichiarato di contemplare la possibilità di smettere entro la fine del corso di studi. Nonostante la giovane età, il 10% di loro erano recidivi da tentativi di disassuefazione falliti.

    Conclusioni: evidente il trend di aumento dell’abitudine al fumo nelle categorie considerate e la difficoltà, a volte notevole, di evitare ricadute nel tabagismo in assenza di adeguato sostegno. Da questi dati è emersa la necessità di impegnarsi per garantire agli studenti sia una più specifica preparazione (si è previsto nel curriculum studi un modulo elective sul tabagismo che una possibilità di disassuefazione precoce, grazie a un canale preferenziale presso il centro per la Disassuefazione dal Fumo di Tabacco dell’ Azienda S. Orsola Malpighi (ove operano docenti del modulo.

  19. Efecto del Calcio liberado por nanopartículas en la curación de las heridas de la piel

    OpenAIRE

    Camille, Marc

    2016-01-01

    En el presente proyecto, se ha estudiado el efecto del Calcio liberado por nanopartículas llamadas G5 en la migración celular de los fibroblastos en las heridas de la piel. Las nanopartículas se han fabricado durante el proyecto y se componen de sodio, titanio, fosforo y calcio. Una vez las partículas están disueltas en el medio de cultivo, liberan calcio. Este calcio actúa facilitando la migración de los fibroblastos para cerrar las heridas cutáneas. El objetivo principal de este proyecto...

  20. Morbilidad y mortalidad de la enfermedad isquémica del corazón y cerebrovascular en México. 2005

    OpenAIRE

    2007-01-01

    Las enfermedades cardiovasculares representan la principal causa de morbilidad y mortalidad. El 25% de los fallecimientos por debajo de los 60 años de edad está relacionado con las enfermedades crónicas no transmisibles. Estos padecimientos son más frecuentes en países en vías de desarrollo; los cambios en los hábitos alimenticios con altos contenidos en grasas saturadas y grasas trans, así como el incremento del consumo de sodio, tabaco, alcohol y sedentarismo; incrementan el riesgo cardiova...